Nuovi chiarimenti delle Entrate sugli oneri detraibili

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Nuovi chiarimenti delle Entrate sugli oneri detraibili"

Transcript

1 Nuovi chiarimenti delle Entrate sugli oneri detraibili di Sabatino Ungaro e Maria Ungaro LA NOVITA` L Agenzia delle Entrate fornisce chiarimenti su varie questioni interpretative riguardanti la detraibilita` delle spese sanitarie, di istruzione, sportive e di intermediazione immobiliare. Con riferimento, inoltre, agli interessi passivi sul mutuo, stipulato originariamente da entrambi i coniugi per l acquisto dell abitazione principale, viene chiarito che possono essere detratti per intero (nella misura del 19% e per un importo non superiore a euro) dal coniuge che, a seguito di separazione consensuale, ha acquisito la proprieta` dell intero immobile e si e` accollato le relative rate del mutuo. " Riferimenti Agenzia delle Entrate, Circolare 13 maggio 2011, n. 20/E D.P.R. 22 dicembre 1986, n. 917, art. 12, comma 1, lett. c) e art. 15 Oneri deducibili e oneri detraibili Con la circolare 13 maggio 2011, n. 20/E, l Agenzia delle Entrate risponde ad una serie di quesiti di interesse generale in ordine alla detraibilità di alcune spese. In questa sede va rammentato che mentre le deduzioni rappresentano importi da sottrarre alla base imponibile, le detrazioni, invece, sono importi da sottrarre all imposta lorda, fino a concorrenza del suo ammontare, per calcolare l imposta netta. L art. 15 del T.U.I.R. contiene l elenco degli oneri che danno diritto a una detrazione IRPEF pari al 19% delle spese sostenute dal contribuente. In tutti i casi la detrazione spetta soltanto se gli oneri sostenuti non sono deducibili dai singoli redditi che concorrono a formare il reddito complessivo. La detrazione dall imposta lorda avviene in base al principio di cassa ovvero nel periodo d imposta in cui le spese sono effettivamente sostenute. Come per gli oneri deducibili, anche per le detrazioni non occorre allegare alla dichiarazione dei redditi i documenti giustificativi delle singole spese. Accanto agli oneri detraibili nella misura del 19% delle spese sostenute, vi sono alcuni oneri (come quelli derivanti da interventi di recupero su fabbricati o da locazioni abitative) per i quali la detrazione è di percentuale diversa o in misura determinata, fissa o variabile. Detraibilità degli interessi per i mutui contratti per l acquisto dell abitazione principale Ai sensi dell art. 15, comma 1, lett. b) del T.U.I.R., la detrazione spetta se il mutuo ipotecario è destinato all acquisto, da parte del mutuatario, di un immobile da adibire ad abitazione principale dello stesso o di un suo familiare entro un anno dall acquisto. Per abitazione principale si intende quella adibita a dimora abituale del proprietario o dei suoi familiari. Rientra tra i familiari anche il coniuge separato, finché non intervenga la sentenza di divorzio. In questo caso la detrazione spetta quando nell immobile dimorino i figli. Ai fini del beneficio in questione è irrilevante che si tratti di un immobile di nuova o di vecchia costruzione, così come sono irrilevanti le sue caratteristiche. La detrazione è consentita nella misura del 19% e nel limite di 4000 euro ed è riconosciuta anche nell ipotesi di mutuo cointestato a più persone, o nel caso di più acquirenti con mutuo intestato solo ad uno. Come previsto nella C.M. 3 maggio 1996, n. 108/E, la detrazione può spettare anche al nudo proprietario. Il legislatore prevede inoltre delle ipotesi in cui la detrazione può spettare a soggetti diversi da coloro che originariamente hanno sottoscritto il contratto di mutuo. L acquirente accollatario del mutuo infatti può avere diritto alla detrazione così come l erede o legatario che si sia accollato il mutuo stipulato dal contribuente deceduto. La normativa fiscale stabilisce che la detrazione sugli interessi pagati spetta solo per la parte di mutuo che non eccede il costo di acquisto dell immobile, laddove in tale voce si fanno rientrare anche gli oneri accessori e le quote di rivalutazione dipendenti da clausole di indicizzazione. Ma veniamo ai chiarimenti forniti in materia dalla circolare n. 20/E del PRATICA FISCALE e Professionale 23 n. 24 del 13 GIUGNO 2011

2 A) Detrazione degli interessi a seguito di accollo interno La circolare stabilisce che gli interessi passivi sul mutuo ipotecario stipulato per l abitazione principale da entrambi i coniugi comproprietari dell immobile possono essere detratti interamente dal coniuge che, in seguito a separazione consensuale, sia divenuto proprietario dell immobile e si sia accollato le residue rate di mutuo. Ciò ancorché non sia intervenuta alcuna modifica del contratto di mutuo stipulato con l Istituto di credito erogante, che continua quindi a risultare cointestato ad entrambi i coniugi. È necessario, tuttavia, che l accollo sia formalizzato in un atto pubblico o in un scrittura privata autenticata e che le quietanze di pagamento degli interessi siano integrate dall attestazione che l intero onere è stato sostenuto dal coniuge proprietario, anche per la quota riferita all ex coniuge. Tavola n. 1 - Accollo rate del mutuo e detrazione degli interessi passivi Separazione consensuale Uno dei coniugi diventa proprietario dell immobile si accolla le residue rate di mutuo Detrae gli interessi passivi B) Mutuo ipotecario acquisto abitazione principale, separazione legale e mancato accollo Se dalla sentenza di separazione risulta l obbligo di pagamento delle rate del mutuo in capo ad uno dei coniugi, allo stesso è riconosciuta la detrazione degli interessi pagati, pur essendo il contratto di mutuo intestato all altro coniuge. Anche in questo caso è necessario, tuttavia, che l accollo risulti formalizzato in un atto pubblico o in un scrittura privata autenticata e che le quietanze di pagamento degli interessi siano integrate dall attestazione che l intero onere è stato sostenuto dal coniuge proprietario. Tavola n. 2 - Detrazione interessi passivi Separazione consensuale Obbligo per uno dei coniugi di pagare le rate del mutuo Detrazione degli interessi passivi C) Mutuo ipotecario stipulato per l acquisto o la ristrutturazione dell abitazione principale La detrazione degli interessi passivi prevista dall art. 15, comma 1, lettera b) del T.U.I.R. può essere applicata solo con riferimento ai mutui ipotecari contratti per l acquisto dell abitazione principale e non con riferimento ai mutui contratti per la ristrutturazione. La destinazione del mutuo all acquisto dell unità immobiliare da adibire ad abitazione principale può risultare nel contratto di mutuo stesso, nel contratto di acquisto della proprietà dell immobile o da altra documentazione della banca mutuante. In difetto, anche nell ipotesi di mutui misti, il contribuente può produrre una dichiarazione sostitutiva di atto di notorietà, ai sensi dell art. 47 del D.P.R. 28 dicembre 2000, n. 445 (Testo unico delle disposizioni legislative e regolamentari in materia di documentazione amministrativa), nella quale sia attestato quale somma sia imputabile, ai fini agevolativi, all acquisto dell abitazione e quale alla ristrutturazione. Tavola n. 3 - Mutui misti Dichiarazione sostitutiva di atto di notorieta` Somma imputabile alla ristrutturazione â â Somma imputabile all acquisto dell abitazione D) Mutuo cointestato Come precisato nella C.M. 1º giugno 1999, n. 122, in caso di decesso di uno dei due intestatari del mutuo è possibile per il coniuge superstite usufruire della detrazione per gli interessi passivi e oneri accessori relativi al mutuo ipotecario contratto per l acquisto dell abitazione principale di cui è contitolare insieme al coniuge deceduto, a condizione che provveda a regolarizzare l accollo del mutuo. Ciò vale anche nel caso di subentro nel rapporto di mutuo da parte degli eredi. Con la circolare n. 20/E del 2011, l Agenzia delle Entrate afferma che la detrazione per interessi passivi può essere riconosciuta agli eredi anche nel periodo che precede la regolarizzazione del contratto di mutuo tra gli stessi e la banca. Nell ipotesi in cui uno solo degli eredi provveda al pagamento dell intera quota del mutuo, gli è consentito detrarre gli interessi passivi nella misura massima consentita purché tra gli eredi intervenga un accordo da cui risulti il soggetto che assume l obbligo del pagamento dell intero debito relativo al mutuo. L accordo deve avere la forma dell atto pubblico o della scrittura privata autenticata al fine di documentare in sede fiscale che il mutuo è pagato da uno solo degli eredi, dato che in assenza di modifiche contrattuali inerenti l intestazione del mutuo, continuano ad essere debitori tutti gli eredi. PRATICA FISCALE e Professionale 24 n. 24 del 13 GIUGNO 2011

3 E) Mutuo contratto per l acquisto della nuda proprietà Con la circolare 18 maggio 2006, n. 17/E è stato chiarito che il coniuge che contrae il contratto di mutuo per l acquisto dell abitazione principale in comproprietà con l altro coniuge, il quale non ha contratto il mutuo, può detrarre gli interessi pagati rapportati all intero valore dell immobile. Allo stesso modo il genitore che contrae il mutuo per l acquisto di un immobile di cui risulti nudo proprietario, avendo concesso l usufrutto al figlio, ha diritto a detrarre gli interessi pagati in relazione all intero valore dell immobile. Con riferimento, invece, alle spese mediche per l acquisto dei mezzi necessari all accompagnamento, alla deambulazione, alla locomozione ed al sollevamento dei soggetti portatori di handicap sostenute all estero da soggetti fiscalmente residenti in Italia, precisa che esse sono soggette allo stesso regime applicabile a quelle sostenute in Italia. Ai fini della detrazione, però, la documentazione delle spese deve essere corredata da una traduzione giurata in lingua italiana. Se la documentazione è redatta in lingua inglese, francese, tedesca o spagnola può bastare una traduzione eseguita e sottoscritta dallo stesso contribuente. F) Mutuo contratto per l acquisto dell abitazione principale da parte del personale delle Forze armate o di polizia L Agenzia delle Entrate chiarisce che un contribuente in servizio presso le forze armate non può usufruire della detrazione degli interessi passivi relativi al mutuo ipotecario contratto per l acquisto dell abitazione principale, se al momento dell acquisto è già proprietario di un altro immobile, a nulla rilevando che su quest ultimo gravi un diritto reale di godimento. ESEMPIO Tizio, militare dell Esercito Italiano, acquista un immobile da adibire ad abitazione principale e a tal fine contrae un mutuo ipotecario. Tuttavia al momento dell acquisto è giàproprietario di un altro immobile. Non ha quindi diritto alla detrazione degli interessi passivi relativi al mutuo per l acquisto dell abitazione principale. Agevolazioni fiscali in favore dei disabili Ai sensi dell art. 15, comma 1, lett. c) del T.U.I.R. la detrazione del 19% spetta per intero per le spese riguardanti i mezzi necessari all accompagnamento, alla deambulazione, alla locomozione e al sollevamento dei soggetti portatori di handicap, ai sensi dell art. 3 della legge 5 febbraio 1992, n Tale detrazione spetta anche in relazione alle spese per sussidi tecnici e informatici (ad esempio fax, computer, ecc.) rivolti a facilitare l autosufficienza e la possibilità di integrazione degli stessi. In materia l Agenzia delle Entrate fornisce due importanti chiarimenti. Esclude la detraibilità delle spese sostenute per l acquisto e la realizzazione di una piscina, ancorché utilizzata per scopi terapeutici, in quanto l agevolazione può riguardare il trattamento sanitario, ma non anche la realizzazione o l acquisto delle strutture in cui il trattamento può essere svolto. Detrazioni per figli a carico Ai sensi dell art. 12, comma 1, lett. c) del T.U.I.R., per ciascuno dei figli a carico spetta una detrazione il cui importo varia in relazione al reddito complessivo di ciascun contribuente, del numero e dell età dei figli a carico. La detrazione è ripartita nella misura del 50% tra i genitori non legalmente ed effettivamente separati, ovvero, previo accordo tra gli stessi, spetta al genitore che possiede un reddito complessivo di ammontare più elevato. I tecnici del Fisco chiariscono che la detrazione per i figli a carico va considerata unitariamente per tutti i figli dei medesimi genitori, per cui l eventuale attribuzione della detrazione al genitore con reddito più elevato deve interessare necessariamente tutti i figli dei medesimi genitori. La detrazione può essere applicata in misura diversa solo in presenza di figli nati non dai medesimi genitori. Spese di istruzione L art. 15, comma 1, lett. e) del T.U.I.R. prevede una detrazione del 19% con riferimento alle spese per la frequenza di corsi di istruzione secondaria e universitaria. I suddetti corsi possono essere tenuti presso istituti o università sia pubblici che privati, sia italiani che stranieri. Con la circolare n. 20/E del 2011, l Amministrazione finanziaria chiarisce che anche le spese sostenute per l iscrizione ai conservatori di musica risultano detraibili al pari delle spese sostenute per l iscrizione ai corsi universitari. Ciò in quanto il Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca ha posto il settore artistico allo stesso livello delle università, qualificando le relative istituzioni sedi primarie di alta formazione, di specializzazione e di ricerca nel settore artistico e musicale. PRATICA FISCALE e Professionale 25 n. 24 del 13 GIUGNO 2011

4 Detrazione per intermediazione immobiliare L art. 15, comma 1, lett. b-bis) del T.U.I.R. prevede, a partire dal 1º gennaio 2007, una detrazione del 19% in relazione ai compensi, comunque denominati (si pensi alle provvigioni) pagati a soggetti di intermediazione immobiliare in dipendenza dell acquisto dell unità immobiliare da adibire ad abitazione principale, per un importo non superiore a 1000 euro per ciascuna annualità. La circolare 4 agosto 2006, n. 28/E ha inoltre chiarito che se l unità immobiliare è acquistata da più soggetti, la detrazione del 19 % sul limite complessivo massimo di euro, deve essere ripartita tra i comproprietari in ragione della percentuale di proprietà. In materia, l Agenzia delle Entrate precisa che: se l immobile è acquistato da due soggetti e la fattura per intermediazione immobiliare è intestata ad uno solo di essi, al fine di ammettere pro quota al beneficio della detrazione anche il comproprietario non indicato in fattura, va integrato il documento con i dati di quest ultimo; se, invece, l immobile è acquistato da un solo proprietario elafattura cointestata all acquirente e ad un altro soggetto, al fine di consentire la detrazione dell intero importo all unico proprietario, va integrata la fattura annotando che l onere per l intermediazione è stato sostenuto interamente da quest ultimo; se la fattura è intestata esclusivamente ad un soggetto che non sia proprietario dell immobile, le spese per l intermediazione non possono essere portate in detrazione neanche dal proprietario dell immobile. Spese per attività sportive svolte dai ragazzi tra i cinque e i diciotto anni L art. 15, comma 1, lett. i-quinquies) del T.U.I.R. prevede una detrazione del 19% in relazione alle spese sostenute per l iscrizione annuale e l abbonamento, per i ragazzi di età compresa tra 5 e 18 anni, ad associazioni sportive, palestre, piscine ed altre strutture ed impianti sportivi destinati alla pratica sportiva dilettantistica. L ammontare massimo delle spese detraibili è stabilito in 210 euro. Richiamando l art. 2, comma 1, del Decreto Interministeriale 28 marzo 2007, l Agenzia delle Entrate precisa che, in caso di pagamenti effettuati nei confronti di Comuni che abbiano stipulato apposite convenzioni con strutture sportive, ai fini della detrazione, il bollettino bancario o postale intestato al Comune, ovvero la ricevuta rilasciata dall associazione sportiva, devono contenere l indicazione: a) della ditta, denominazione o ragione sociale e della sede legale ovvero, se persona fisica, nome, cognome, residenza e codice fiscale delle associazioni sportive; b) della causale del pagamento; c) dell attività sportiva esercitata; d) dell importo corrisposto per la prestazione resa; e) dei dati anagrafici del praticante l attività sportiva e del codice fiscale del soggetto che ne effettua il pagamento. Spese per canoni di locazione sostenute da studenti universitari fuori sede L art. 15, comma 1, lettera i-sexies) del T.U.I.R. prevede una detrazione del 19% per i canoni di locazione pagati da studenti iscritti ad un corso di laurea fuori sede. La detrazione spetta a condizione che: l università sia ubicata in un Comune diverso da quello di residenza anagrafica, distante da quest ultimo almeno cento chilometri e sito in un altra provincia rispetto a quello di residenza; l unità immobiliare locata dallo studente sia ubicata nel Comune in cui ha sede l università ovvero in Comuni limitrofi. La detrazione spetta per un importo non superiore a euro. Già la circolare 4 aprile 2008, n. 34/E ha chiarito che tale importo costituisce il limite complessivo di spesa di cui può fruire ciascun contribuente anche se ci si riferisce a più contratti intestati a più di un figlio. Nell ipotesi di genitori che abbiano a carico due figli universitari titolari di due distinti contratti di locazione, ognuno di essi può beneficiare della detrazione del 19% sull importo massimo di euro. La detrazione spetta in relazione ai canoni effettivamente pagati. ESEMPIO Tizio e Caia hanno a carico due figli universitari fuori sede titolari di due distinti contratti di locazione. Entrambi i genitori possono beneficiare della detrazione del 19 % sull importo massimo di euro. Spese sanitarie L art. 15, comma 1, lett. c) del T.U.I.R. prevede una detrazione del 19% in relazione alle spese sanitarie, per la parte di importo eccedente 129,11 euro. La circolare n. 20/E del 2011 contiene due importanti chiarimenti in materia. la detrazione spetta anche per le prestazioni sa- PRATICA FISCALE e Professionale 26 n. 24 del 13 GIUGNO 2011

5 nitarie rese da psicologi e psicoterapeuti per finalità terapeutica senza prescrizione medica. Ciò in quanto il Ministero della Salute ritiene equiparabili le prestazioni professionali dello psicologo e dello psicoterapeuta alle prestazioni sanitarie rese da un medico, potendo i cittadini avvalersi di tali prestazioni anche senza prescrizione medica. per quanto concerne i dispositivi medici, è ammessa la detrazione della relativa spesa se dallo scontrino o dalla fattura appositamente richiesta risultino il soggetto che sostiene la spesa e la descrizione del dispositivo medico. Inoltre il contribuente deve comprovare per ciascuna tipologia di prodotto che la spesa sia stata sostenuta per dispositivi medici contrassegnati dalla marcatura CE che ne attesti la conformità alla normativa comunitaria. Per i dispositivi compresi nell elenco dei Dispositivi Medici e dei Dispositivi Medico Diagnostici in Vitro fornito dal Ministero della Salute basta invece conservare la sola documentazione dalla quale risulti che il prodotto acquistato ha la marcatura CE. SULLA CIRCOLARE N. 20/E/2011 Pratica Fiscale G. Modolo, L Agenzia delle Entrate chiarisce alcune problematiche IRPEF, n. 23/2011, pag. 22 S. Ungaro e M. Ungaro, Nuovi chiarimenti delle Entrate sugli oneri detraibili, n. 24/2011, pag. 23 P. Mazza, Ristrutturazione e riqualificazione energetica degli edifici, n. 24/2011, pag. 28 PRATICA FISCALE e Professionale 27 n. 24 del 13 GIUGNO 2011

Oggetto: Circolare n. 20/E dell Agenzia delle Entrate del 13 maggio 2011 Risposte a quesiti in materia di Irpef chiarimenti prima parte.

Oggetto: Circolare n. 20/E dell Agenzia delle Entrate del 13 maggio 2011 Risposte a quesiti in materia di Irpef chiarimenti prima parte. C.A.F. UIL S.P.A. CENTRO ASSISTENZA FISCALE DELLA UNIONE ITALIANA DEL LAVORO SEDE LEGALE VIA DI SAN CRESCENZIANO, 25 00199 ROMA TELEFONO 06/86.22.631 TELEFAX 06/86.22.63.33 E-MAIL cafuil@cafuil.it CAPITALE

Dettagli

I CHIARIMENTI SU DETRAZIONI E AGEVOLAZIONI FISCALI PER LA COMPILAZIONE DI UNICO

I CHIARIMENTI SU DETRAZIONI E AGEVOLAZIONI FISCALI PER LA COMPILAZIONE DI UNICO Ai gentili Clienti Loro sedi Oggetto: I CHIARIMENTI SU DETRAZIONI E AGEVOLAZIONI FISCALI PER LA COMPILAZIONE DI UNICO 2011 Si riepilogano di seguito le principali risposte ai quesiti fornite dall Agenzia

Dettagli

GLI INTERESSI PASSIVI SU MUTUI

GLI INTERESSI PASSIVI SU MUTUI GLI INTERESSI PASSIVI SU MUTUI Premessa Insieme alle spese mediche, gli interessi passivi sui mutui costituiscono il tipo di spesa più frequente nelle dichiarazioni dei redditi. È utile pertanto illustrare

Dettagli

S F SISTEMA FISCALE diretta da L. MIELE G.P. RANOCCHI

S F SISTEMA FISCALE diretta da L. MIELE G.P. RANOCCHI S F SISTEMA FISCALE diretta da L. MIELE G.P. RANOCCHI Raffaella VIO GLI ONERI DEDUCIBILI E DETRAIBILI NELLA DICHIARAZIONE DEI REDDITI Commento e Guida operativa ai principali oneri da indicare nella dichiarazione

Dettagli

l agenzia in f orma LE AGEVOLAZIONI FISCALI A FAVORE DELL ATTIVITÀ SPORTIVA DILETTANTISTICA

l agenzia in f orma LE AGEVOLAZIONI FISCALI A FAVORE DELL ATTIVITÀ SPORTIVA DILETTANTISTICA l agenzia in f orma LE AGEVOLAZIONI FISCALI A FAVORE DELL ATTIVITÀ SPORTIVA DILETTANTISTICA AGGIORNATA CON IL DECRETO 28 MARZO 2007 DELLA PRESIDENZA DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI DIPARTIMENTO PER LE POLITICHE

Dettagli

La fiscalità del leasing prima casa GIANLUCA DE CANDIA DIRETTORE GENERALE ASSILEA. 18 febbraio 2016 ANCE

La fiscalità del leasing prima casa GIANLUCA DE CANDIA DIRETTORE GENERALE ASSILEA. 18 febbraio 2016 ANCE La fiscalità del leasing prima casa GIANLUCA DE CANDIA DIRETTORE GENERALE ASSILEA 18 febbraio 2016 ANCE ASSILEA Associazione Italiana Leasing Cosa prevede il leasing su abitazione principale? Le imposte

Dettagli

La detrazione degli interessi passivi su mutui ipotecari per l acquisto dell abitazione principale modalità e condizioni.

La detrazione degli interessi passivi su mutui ipotecari per l acquisto dell abitazione principale modalità e condizioni. La detrazione degli interessi passivi su mutui ipotecari per l acquisto dell abitazione principale modalità e condizioni. Notevole importanza riveste la questione interpretativa in materia di IRPEF riservata

Dettagli

LE DETRAZIONI PER CANONI DI LOCAZIONE CARATTERISTICHE COMUNI DELLE DETRAZIONI IN ESAME

LE DETRAZIONI PER CANONI DI LOCAZIONE CARATTERISTICHE COMUNI DELLE DETRAZIONI IN ESAME LE DETRAZIONI PER CANONI DI LOCAZIONE Nell ambito della dichiarazione dei redditi, sono previste una serie di specifiche detrazioni ai fini IRPEF spettanti agli inquilini titolari di un contratto di locazione

Dettagli

Fiscal News La circolare di aggiornamento professionale

Fiscal News La circolare di aggiornamento professionale Fiscal News La circolare di aggiornamento professionale N. 358 25.11.2016 Acquisto di box auto pertinenziale Il pagamento non effettuato tramite bonifico A cura di Andrea Amantea Categoria: Irpef Sottocategoria:

Dettagli

Vito SARACINO Dottore Commercialista Revisore Contabile

Vito SARACINO Dottore Commercialista Revisore Contabile DETRAZIONE ACQUISTO BOX AUTO Chiarimenti previsti dalla circolare A.d.E. del 18.11.16, n. 43/E a cura del Dott. Vito SARACINO e in Bitonto (BA) L Agenzia delle Entrate con la circolare n. 43/E del 18 novembre

Dettagli

730, Unico 2016 e Studi di settore Pillole di aggiornamento

730, Unico 2016 e Studi di settore Pillole di aggiornamento 730, Unico 2016 e Studi di settore Pillole di aggiornamento N. 4 10.03.2016 730: novità oneri detraibili e deducibili 2 I chiarimenti dell Agenzia delle Entrate con la Circolare n 3/E del 2 marzo 2016

Dettagli

CIRCOLARE N. 43/E OGGETTO

CIRCOLARE N. 43/E OGGETTO CIRCOLARE N. 43/E Circolare n.43/e Direzione Centrale Normativa Roma, 18/11/2016 OGGETTO: Interpello ai sensi dell articolo 11 della legge n. 212 del 2000 Agevolazione del 36% - Acquisto di box auto pertinenziale

Dettagli

Fare Casa: Strumenti fiscali e finanziari per l accesso all abitazione. Strumenti fiscali per l abitazione. Claudia Rotunno. Roma, 22 novembre 2016

Fare Casa: Strumenti fiscali e finanziari per l accesso all abitazione. Strumenti fiscali per l abitazione. Claudia Rotunno. Roma, 22 novembre 2016 Fare Casa: Strumenti fiscali e finanziari per l accesso all abitazione. Strumenti fiscali per l abitazione Claudia Rotunno Roma, 22 novembre 2016 Il leasing abitativo A chi è rivolto: Ai giovani under

Dettagli

Legge Finanziaria 2007 (art. 1 comma 6) Testo Unico del 22/12/1986 n. 917

Legge Finanziaria 2007 (art. 1 comma 6) Testo Unico del 22/12/1986 n. 917 Testo coordinato delle norme in materia modificate dalla Legge Finanziaria 2007 Legge Finanziaria 2007 (art. 1 comma 6) modifiche al Testo Unico del 22/12/1986 n. 917 (Artt. 3, 11, 12, 13 e 24) Alessandro

Dettagli

CIRCOLARE N. 11 / 2016.

CIRCOLARE N. 11 / 2016. Egregi CLIENTI - Loro SEDI Treviso, 21 ottobre 2016. CIRCOLARE N. 11 / 2016. Agevolazioni fiscali connesse agli acquisti, costruzioni e ristrutturazioni di abitazioni da destinare alla locazione (e non)

Dettagli

Page 1/5

Page 1/5 AGEVOLAZIONI Bonus mobili confermato anche per il 2016 di Luca Mambrin Come noto la Legge di Stabilità 2016 ha prorogato al 31.12.2016 la detrazione Irpef del 50%, riconosciuta ai soggetti che usufruiscono

Dettagli

OGGETTO: Spese addetti all assistenza personale: detrazione fiscale

OGGETTO: Spese addetti all assistenza personale: detrazione fiscale Informativa per la clientela di studio N. 158 del 12.10.2016 Ai gentili Clienti Loro sedi OGGETTO: Spese addetti all assistenza personale: detrazione fiscale Gentile Cliente, con la stesura del presente

Dettagli

La Legge di Stabilità 2016 ha previsto una misura per la promozione dell acquisto di abitazioni

La Legge di Stabilità 2016 ha previsto una misura per la promozione dell acquisto di abitazioni Fiscal News La circolare di aggiornamento professionale N. 27 04.02.2016 Telefisco e la nuova detrazione Iva delle abitazioni Categoria: Finanziaria Sottocategoria: 2016 La Legge di Stabilità 2016 ha previsto

Dettagli

AFFITTO TERRENO PER USI NON AGRICOLI PER L INTERO ANNO

AFFITTO TERRENO PER USI NON AGRICOLI PER L INTERO ANNO AFFITTO TERRENO PER USI NON AGRICOLI PER L INTERO ANNO Un Contribuente ha dato in affitto il proprio terreno agricolo (R.D. Euro 250,00 R.A. 150,00) ad una società telefonica per l installazione di un

Dettagli

RACCOLTA DATI ONERI DEDUCIBILI E DETRAIBILI

RACCOLTA DATI ONERI DEDUCIBILI E DETRAIBILI Allegato: prospetto detrazioni e oneri Contribuente: RACCOLTA DATI ONERI DEDUCIBILI E DETRAIBILI ONERI DETRAIBILI (cui spetta la detrazione nel limite del 19% con specifica indicazione nel caso di detrazione

Dettagli

OGGETTO: Agevolazioni in Unico per gli studenti

OGGETTO: Agevolazioni in Unico per gli studenti Informativa per la clientela di studio N. 134 del 12.09.2012 Ai gentili Clienti Loro sedi OGGETTO: Agevolazioni in Unico per gli studenti Nella compilazione della dichiarazione dei redditi devono essere

Dettagli

MODELLO UNICO-2012: TRE SITUAZIONI COMUNI DA APPROFONDIRE CREDITO IMPOSTA PER CANONI DI LOCAZIONE NON PERCEPITI

MODELLO UNICO-2012: TRE SITUAZIONI COMUNI DA APPROFONDIRE CREDITO IMPOSTA PER CANONI DI LOCAZIONE NON PERCEPITI MODELLO UNICO-2012: TRE SITUAZIONI COMUNI DA APPROFONDIRE CREDITO IMPOSTA PER CANONI DI LOCAZIONE NON PERCEPITI La disciplina in oggetto (art.26 del TUIR) permette al Contribuente ( Persona fisica o società)

Dettagli

INFORMATIVE BONUS MOBILI E GRANDI ELETTRODOMESTICI: NUOVI CHIARIMENTI

INFORMATIVE BONUS MOBILI E GRANDI ELETTRODOMESTICI: NUOVI CHIARIMENTI Servizio SEAC S.p.A. - 38121 Trento - Via Solteri, 74 Internet: www.seac.it - E-mail: info@seac.it Tel. 0461 805111 - Fax 0461/805161 07 aprile 2016 Informativa n. 26 BONUS MOBILI E GRANDI ELETTRODOMESTICI:

Dettagli

730, Unico 2016 e Studi di settore

730, Unico 2016 e Studi di settore 730, Unico 2016 e Studi di settore Pillole di aggiornamento N. 11 21.03.2016 730: detrazioni per redditi di lavoro dipendente, assimilati e pensione Categoria: Dichiarazione Sottocategoria: 730 Le detrazioni

Dettagli

730, Unico 2016 e Studi di settore

730, Unico 2016 e Studi di settore 730, Unico 2016 e Studi di settore Pillole di aggiornamento N. 50 17.05.2016 Detrazione box auto: aspetti dichiarativi A cura di Pasquale Pirone Categoria: Dichiarazione Sottocategoria: Unico Tra le spese

Dettagli

Fiscal Adempimento La circolare che guida passo passo al rispetto degli adempimenti

Fiscal Adempimento La circolare che guida passo passo al rispetto degli adempimenti Fiscal Adempimento La circolare che guida passo passo al rispetto degli adempimenti N. 8 29.02.2016 Detrazione IRPEF. Interessi di mutuo per acquisto abitazione principale A cura di Pasquale Pirone Categoria:

Dettagli

Recupera il. grazie al bonus fiscale

Recupera il. grazie al bonus fiscale WWW.PREZZIPORTEBLINDATEROMA.IT Recupera il grazie al bonus fiscale Fino al 31/12/2017 SU PORTE BLINDATE, INFISSI E CASSEFORTI Fino al 31 Dicembre 2017 Agevolazioni fiscali Per lavori di ristrutturazione

Dettagli

VADEMECUM PER LA SICUREZZA SISMICA DEI FABBRICATI INDUSTRIALI: ASPETTI FISCALI. Unione Industriale di Torino 3 giugno 2014.

VADEMECUM PER LA SICUREZZA SISMICA DEI FABBRICATI INDUSTRIALI: ASPETTI FISCALI. Unione Industriale di Torino 3 giugno 2014. VADEMECUM PER LA SICUREZZA SISMICA DEI FABBRICATI INDUSTRIALI: ASPETTI FISCALI Unione Industriale di Torino 3 giugno 2014 Giorgio Malagò Normativa Art. 16-bis, comma 1, lett. i), D.P.R. 917/1986: prevede

Dettagli

730, Unico 2016 e Studi di settore Pillole di aggiornamento

730, Unico 2016 e Studi di settore Pillole di aggiornamento 730, Unico 2016 e Studi di settore Pillole di aggiornamento N. 7 15.03.2016 730: detrazione interessi acquisto o costruzione abitazione principale Categoria: Dichiarazione Sottocategoria: 730 Il concetto

Dettagli

IMU Settore tributi

IMU Settore tributi IMU 2015 Settore tributi IMU 2015 Dovrà essere pagata dai proprietari di immobili o titolari di diritti di usufrutto, uso, abitazione, enfiteusi e superficie. L'Imu non è dovuta sulle abitazioni principali

Dettagli

a) euro per il coniuge non legalmente ed effettivamente separato;

a) euro per il coniuge non legalmente ed effettivamente separato; NOVITA NORMATIVE Deduzioni per oneri di famiglia La Legge 30 dicembre 2004, n. 311(Finanziaria 2005), nei commi dal 349 al 353, prevede alcune rilevanti modifiche in materia di imposta sul reddito delle

Dettagli

Le agevolazioni fiscali alle persone con disabilità

Le agevolazioni fiscali alle persone con disabilità Le agevolazioni fiscali alle persone con disabilità Gli oneri deducibili, rappresentano le spese che possono essere sottratte al reddito prima di calcolare l imposta da pagare; le spese detraibili, invece,

Dettagli

STUDIOME. Circolare n. 3/2016. Focus su: 1 Bonus Mobili. Notizie flash della settimana

STUDIOME. Circolare n. 3/2016. Focus su: 1 Bonus Mobili. Notizie flash della settimana Circolare n. 3/2016 Focus su: 1 Bonus Mobili Notizie flash della settimana Bonus arredi e giovani coppie I contribuenti che fruiscono della detrazione per interventi di recupero del patrimonio edilizio

Dettagli

Richiesta di contributo per il sostegno alla locazione di cui all art. 11, L. 431/98 e s.m.i.

Richiesta di contributo per il sostegno alla locazione di cui all art. 11, L. 431/98 e s.m.i. COMUNE DI TORTONA Richiesta di contributo per il sostegno alla locazione di cui all art. 11, L. 431/98 e s.m.i. Esercizio finanziario 2011 (canone anno 2010) Il sottoscritto, intestatario di contratto

Dettagli

Acquisto box auto: spese detraibili anche senza bonifico Lo ha chiarito oggi l'agenzia delle Entrate con la circolare n. 43/E/2016

Acquisto box auto: spese detraibili anche senza bonifico Lo ha chiarito oggi l'agenzia delle Entrate con la circolare n. 43/E/2016 Acquisto box auto: spese detraibili anche senza bonifico Lo ha chiarito oggi l'agenzia delle Entrate con la circolare n. 43/E/2016 di Marina Crisafi - Box auto acquistato senza bonifico bancario o postale?

Dettagli

LE AGEVOLAZIONI FISCALI PER CHI CONTRIBUISCE CON UNA DONAZIONE

LE AGEVOLAZIONI FISCALI PER CHI CONTRIBUISCE CON UNA DONAZIONE LE AGEVOLAZIONI FISCALI PER CHI CONTRIBUISCE CON UNA DONAZIONE L Associazione Kyon è una ONLUS (Organizzazione non lucrativa di utilità sociale): pertanto, ai sensi dell' art.13 del decreto legislativo

Dettagli

COMUNE DI SCALENGHE. Richiesta di contributo per il sostegno alla locazione di cui all art. 11 L. 431/98 e s.m.i.

COMUNE DI SCALENGHE. Richiesta di contributo per il sostegno alla locazione di cui all art. 11 L. 431/98 e s.m.i. COMUNE DI SCALENGHE Richiesta di contributo per il sostegno alla locazione di cui all art. 11 L. 431/98 e s.m.i. Esercizio finanziario 2013 (Canone Anno 2012) Scadenza ore 12,30 del giorno 3 MARZO 2014

Dettagli

Agevolazioni fiscali per il Leasing abitativo

Agevolazioni fiscali per il Leasing abitativo Agevolazioni fiscali per il Leasing abitativo 1 Disciplina ad hoc del «leasing abitativo» e agevolazioni fiscali per le società di leasing e per gli utilizzatori IMPOSTE DIRETTE (CO.82 E 84) IMPOSTE INDIRETTE(CO.83

Dettagli

COMUNE DI VILLA SAN GIOVANNI Provincia di Reggio Calabria

COMUNE DI VILLA SAN GIOVANNI Provincia di Reggio Calabria G u i d a a l l I M U C o m u n e d i V i l l a S a n G i o v a n n i ( R C ) P a g i n a 1 COMUNE DI VILLA SAN GIOVANNI Provincia di Reggio Calabria GUIDA ALL IMU IMPOSTA MUNICIPALE UNICA 1. CHE COS E

Dettagli

DOCUMENTI PER LA COMPILAZIONE DEL MOD.730/2014 O DEL MOD. UNICO/2014

DOCUMENTI PER LA COMPILAZIONE DEL MOD.730/2014 O DEL MOD. UNICO/2014 DOCUMENTI PER LA COMPILAZIONE DEL MOD.730/2014 O DEL MOD. UNICO/2014 Modello CUD 2014 (pensione o lavoro dipendente) redditi 2013; Dati del datore di lavoro che effettuerà il conguaglio, se diverso da

Dettagli

1. PRESENTAZIONE DICHIARAZIONI DEI REDDITI E VERSAMENTI. 2. PLUSVALENZE IMMOBILIARI OGGETTO DI DONAZIONE.

1. PRESENTAZIONE DICHIARAZIONI DEI REDDITI E VERSAMENTI. 2. PLUSVALENZE IMMOBILIARI OGGETTO DI DONAZIONE. 1. PRESENTAZIONE DICHIARAZIONI DEI REDDITI E VERSAMENTI. 2. PLUSVALENZE IMMOBILIARI OGGETTO DI DONAZIONE. 3. DETRAZIONE IRPEF PER ONERI DI INTERMEDIAZIONI IMMOBILIARE. 4. SANZIONI PENALI. 5. RISTRUTTURAZIONI

Dettagli

Informativa per la clientela di studio

Informativa per la clientela di studio Informativa per la clientela di studio Ai gentili Clienti Loro sedi OGGETTO: Legge di bilancio 2017: proroga del c.d bonus mobili Gentile Cliente, con la stesura del presente documento informativo intendiamo

Dettagli

L ICI, imposta comunale sugli immobili, istituita con decreto legislativo n.504 del 1992, deve essere pagata:

L ICI, imposta comunale sugli immobili, istituita con decreto legislativo n.504 del 1992, deve essere pagata: CHI DEVE PAGARE L ICI L ICI, imposta comunale sugli immobili, istituita con decreto legislativo n.504 del 1992, deve essere pagata: 1. Dai proprietari di fabbricati, aree edificabili e terreni agricoli

Dettagli

Professionista che cessa l attivita

Professionista che cessa l attivita Professionista che cessa l attivita Circ. 11/07 > deve cessare la partita IVA Soluzione non condivisibile, ma le alternative non sono chiare: Quadro RL ma problema IRAP Quadro RE anche in assenza di partita

Dettagli

Ok al bonus mobili per sostituzione caldaia: ecco la nuova guida delle Entrate

Ok al bonus mobili per sostituzione caldaia: ecco la nuova guida delle Entrate Ok al bonus mobili per sostituzione caldaia: ecco la nuova guida delle Entrate L Agenzia delle Entrate ha aggiornato la guida al bonus mobili, prendendo in considerazione anche il caso di intervento di

Dettagli

IMU Settore Tributi

IMU Settore Tributi IMU 2014 Settore Tributi IMU 2014 Deve pagare l Imu 2014 chi possiede immobili, escluse le abitazioni principali (prima casa), secondo le modalità e i termini stabiliti dalla vigente normativa e dal relativo

Dettagli

LEGGE DI STABILITÀ 2016: DISPOSIZIONI PER LE PERSONE FISICHE. Gianluca Odetto

LEGGE DI STABILITÀ 2016: DISPOSIZIONI PER LE PERSONE FISICHE. Gianluca Odetto LEGGE DI STABILITÀ 2016: DISPOSIZIONI PER LE PERSONE FISICHE Gianluca Odetto DETRAZIONI PER INTERVENTI SU IMMOBILI DETRAZIONE 50% PER RECUPERO EDILIZIO L art. 1 co. 74 della L. 208/2015 proroga al 31.12.2016

Dettagli

Fare Casa: Strumenti fiscali e finanziari per l accesso all abitazione. Strumenti fiscali per l abitazione Claudia Rotunno. Roma, 22 settembre 2016

Fare Casa: Strumenti fiscali e finanziari per l accesso all abitazione. Strumenti fiscali per l abitazione Claudia Rotunno. Roma, 22 settembre 2016 Fare Casa: Strumenti fiscali e finanziari per l accesso all abitazione. Strumenti fiscali per l abitazione Claudia Rotunno Roma, 22 settembre 2016 Sospensione aumento tributi locali e regionali Articolo

Dettagli

COMUNE DI. Richiesta di contributo per il sostegno alla locazione di cui all art. 11, L. 431/98 e s.m.i. Esercizio finanziario 2013 (canone anno 2012)

COMUNE DI. Richiesta di contributo per il sostegno alla locazione di cui all art. 11, L. 431/98 e s.m.i. Esercizio finanziario 2013 (canone anno 2012) Regione Piemonte Comune di LA LOGGIA COMUNE DI. Richiesta di contributo per il sostegno alla locazione di cui all art. 11, L. 431/98 e s.m.i. Esercizio finanziario 2013 (canone anno 2012) RICHIESTA PRESENTATA

Dettagli

COMUNE DI CIRIE. Richiesta di contributo per il sostegno alla locazione di cui all art. 11, L. 431/98 e s.m.i.

COMUNE DI CIRIE. Richiesta di contributo per il sostegno alla locazione di cui all art. 11, L. 431/98 e s.m.i. CITTA DI CIRIE COMUNE DI CIRIE Richiesta di contributo per il sostegno alla locazione di cui all art. 11, L. 431/98 e s.m.i. Esercizio finanziario 2013 (canone anno 2012) DOMANDA Pag. 1 Il sottoscritto,

Dettagli

Servizio INFORMATIVA 730

Servizio INFORMATIVA 730 SEAC S.p.A. - 38100 TRENTO - Via Solteri, 74 Internet: www.seac.it - E-mail: info@seac.it Tel. 0461/805111 - Fax 0461/805161 Servizio INFORMATIVA 730 SOMMARIO EDITORIA FISCALE SEAC Servizio INFORMATIVA

Dettagli

Modello 730, la documentazione necessaria

Modello 730, la documentazione necessaria Periodico informativo n. 31/2011 Modello 730, la documentazione necessaria Gentile cliente, è nostra cura metterla al corrente, con il presente documento informativo, in merito alla documentazione che

Dettagli

GLOSSARIO FISCALE. Patronato INCA CGIL FLC CGIL

GLOSSARIO FISCALE. Patronato INCA CGIL FLC CGIL GLOSSARIO FISCALE IRPEF Principale imposta diretta del nostro sistema tributario. È personale, perché colpisce tutti i redditi prodotti dalle persone fisiche; Progressiva, perché si applica con aliquote

Dettagli

I Agevolazioni per individui e famiglie

I Agevolazioni per individui e famiglie 30-1-2007 Speciale Finanziaria 2008 Legge 24 dicembre 2007, n. 244 I Agevolazioni per individui e famiglie a cura di LEONARDO ZIZZO La quasi contemporanea approvazione di un testo di grande portata innovatrice

Dettagli

Via Martiri d Istia, Scarlino (GR) Partita Iva Codice Fiscale

Via Martiri d Istia, Scarlino (GR)  Partita Iva Codice Fiscale Mini - Imu 2013 Informativa al contribuente Il decreto legge n. 133 del 30.11.2013, così come modificato dalla legge n. 147 del 27.12.2013, ha stabilito l obbligo di versare entro il 24 gennaio 2014 una

Dettagli

Mutui ipotecari convenzionati ENASARCO 2014

Mutui ipotecari convenzionati ENASARCO 2014 Art. 1 Norme generali La fruizione delle condizioni convenzionate dalla Fondazione con gli Istituti concedenti è riservata agli iscritti, in possesso dei requisiti di cui al successivo art.3. La concessione

Dettagli

Servizio INFORMATIVA 730

Servizio INFORMATIVA 730 SEAC S.p.A. - 38100 TRENTO - Via Solteri, 74 Internet: www.seac.it - E-mail: info@seac.it Tel. 0461/805111 - Fax 0461/805161 Servizio INFORMATIVA 730 13 MAGGIO 2009 Informativa n. 37 Borse di studio Erasmus

Dettagli

Acquisto di unità residenziali Detraibile il 50% dell Iva pagata all impresa costruttrice

Acquisto di unità residenziali Detraibile il 50% dell Iva pagata all impresa costruttrice Numero 41 Ottobre 2016 Acquisto di unità residenziali Detraibile il 50% dell Iva pagata all impresa costruttrice Come noto (cfr. Notizie n. 2/2016), la legge n. 208 del 28 dicembre 2015 (legge di Stabilità

Dettagli

IMU / ICI. Dov'è: via Cavour 28 12022 Busca (CN) Orari: Da lunedì a venerdì 8,30-12,15; mercoledì 14,00-17,00. (B285)

IMU / ICI. Dov'è: via Cavour 28 12022 Busca (CN) Orari: Da lunedì a venerdì 8,30-12,15; mercoledì 14,00-17,00. (B285) IMU / ICI I.M.U. - Imposta Municipale Propria L'Imposta Municipale Propria (comunemente nota come I.M.U.) dal 1/1/2012 ha sostituito l'i.c.i. Sono tenuti alla denuncia e al pagamento dell'i.m.u. i proprietari

Dettagli

OGGETTO: SCHOOL BONUS DETRAZIONE PER SPESE SCOLASTICHE 2 CREDITO D IMPOSTA PER LE EROGAZIONI LIBERALI AGLI ISTITUTI DI ISTRUZIONE

OGGETTO: SCHOOL BONUS DETRAZIONE PER SPESE SCOLASTICHE 2 CREDITO D IMPOSTA PER LE EROGAZIONI LIBERALI AGLI ISTITUTI DI ISTRUZIONE OGGETTO: SCHOOL BONUS DETRAZIONE PER SPESE SCOLASTICHE 1 PREMESSA Con la L. 13.7.2015 n. 107, entrata in vigore il 16.7.2015, è stato riformato il sistema nazionale di istruzione e formazione (c.d. buona

Dettagli

OGGETTO: Redditi: riepilogo degli oneri generali

OGGETTO: Redditi: riepilogo degli oneri generali Informativa per la clientela di studio N. 69 del 13.05.2015 Ai gentili Clienti Loro sedi OGGETTO: Redditi: riepilogo degli oneri generali Gentile Cliente, In vista dell imminente appuntamento annuale con

Dettagli

L Agenzia delle Entrate chiarisce alcune problematiche IRPEF

L Agenzia delle Entrate chiarisce alcune problematiche IRPEF L Agenzia delle Entrate chiarisce alcune problematiche IRPEF a cura di Giancarlo Modolo L Agenzia delle Entrate analizza una serie di problematiche in materia di detrazioni IRPEF, quali quelli inerenti:

Dettagli

SCADENZA 08 APRILE 2016 ORE 13.00

SCADENZA 08 APRILE 2016 ORE 13.00 SCADENZA 08 APRILE 2016 ORE 13.00 Al Comune di Cormons Servizio Socio Assistenziale INTERVENTI A SOSTEGNO DELLE LOCAZIONI Piazza XXIV Maggio n.22 34071 Cormons (GO) Domanda per l ammissione ai contributi

Dettagli

Roma, 08 gennaio 2008

Roma, 08 gennaio 2008 RISOLUZIONE N. 6 /E Roma, 08 gennaio 2008 Direzione Centrale Normativa e Contenzioso OGGETTO: Interpretazione dell art. 2, del regolamento approvato con decreto del Ministero dell Economia e delle Finanze,

Dettagli

Per inquadrare il trattamento fiscale degli omaggi natalizi è necessario distinguere tra le seguenti variabili:

Per inquadrare il trattamento fiscale degli omaggi natalizi è necessario distinguere tra le seguenti variabili: Omaggi natalizi 2009-12-11 17:42:31 Per inquadrare il trattamento fiscale degli omaggi natalizi è necessario distinguere tra le seguenti variabili: - I beni-omaggio sono o meno oggetto dell attività esercitata

Dettagli

Circolare Bolzano,10 giugno 2011 N. 24/2011

Circolare Bolzano,10 giugno 2011 N. 24/2011 A tutti i clienti Circolare Bolzano,10 giugno 2011 N. 24/2011 Oggetto: Opzione per l applicazione dell imposta sostitutiva sui redditi da locazione di immobili abitativi da parte di persone fisiche a partire

Dettagli

Imposta Municipale Propria Sperimentale (IMU)

Imposta Municipale Propria Sperimentale (IMU) COMUNE DI LAIGUEGLIA Provincia di Savona Via Genova n.2 CAP 17053 tel.0182/69111 fax 0182/6911301 e-mail: laigueglia@comune.laigueglia.sv.it sito Internet http://www.comune.laigueglia.sv.it Imposta Municipale

Dettagli

3 aprile Nuova Imposta Municipale Propria I M U. Comune di Sarmato

3 aprile Nuova Imposta Municipale Propria I M U. Comune di Sarmato 3 aprile 2012 Nuova Imposta Municipale Propria I M U INTRODUZIONE Imposta Municipale Unica Introdotta con legge Tremonti doveva partire dal 2014 Imposta Municipale Propria sperimentale Anticipata con legge

Dettagli

RISTRUTTURAZIONI EDILIZIE. Districarsi nella complessa normativa delle agevolazioni fiscali

RISTRUTTURAZIONI EDILIZIE. Districarsi nella complessa normativa delle agevolazioni fiscali RISTRUTTURAZIONI EDILIZIE Districarsi nella complessa normativa delle agevolazioni fiscali 1 QUALI SONO LE DETRAZIONI 50% delle spese sostenute (bonifici effettuati) dal 26/06/2012 al 31/12/2015, con un

Dettagli

Fiscal News La circolare di aggiornamento professionale

Fiscal News La circolare di aggiornamento professionale Fiscal News La circolare di aggiornamento professionale N. 106 07.04.2016 Bonus mobili giovani coppie Categoria: Dichiarazione Sottocategoria: Unico A cura di Pasquale Pirone In seguito alla Circolare

Dettagli

IMU e abitazione principale Casi ed esempi pratici

IMU e abitazione principale Casi ed esempi pratici IMU e abitazione principale Casi ed esempi pratici L art. 12 c. 2 D.L. 201/2011 stabilisce che per abitazione principale si intende l immobile iscritto o iscrivibile nel catasto edilizio urbano come unica

Dettagli

Si segnalano di seguito alcune questioni di specifico interesse rinviando, per gli altri contenuti della circolare, al relativo testo.

Si segnalano di seguito alcune questioni di specifico interesse rinviando, per gli altri contenuti della circolare, al relativo testo. Segnalazione novità prassi interpretative DALL AGENZIA DELLE ENTRATE ALCUNI CHIARIMENTI SULLA DETRAZIONE DEGLI INTERESSI PER MUTUI E SULLA DETRAZIONE D IMPOSTA DEL 36% PER INTERVENTI DI RISTRUTTURAZIONE

Dettagli

Roma, 10 marzo 2008 CIRCOLARE N. 2 / 2008

Roma, 10 marzo 2008 CIRCOLARE N. 2 / 2008 Roma, 10 marzo 2008 CIRCOLARE N. 2 / 2008 e p.c. Agli Iscritti Alle Casse Rurali/Banche di Credito Cooperativo Alle Federazioni locali ed Enti Collegati Agli Enti Centrali Ai Membri del Comitato Amministratore

Dettagli

OGGETTO: Interpello Agevolazioni prima casa Art. 1, nota II bis), della Tariffa, parte prima, allegata al DPR 26 aprile 1986, n. 131.

OGGETTO: Interpello Agevolazioni prima casa Art. 1, nota II bis), della Tariffa, parte prima, allegata al DPR 26 aprile 1986, n. 131. RISOLUZIONE N. 86/E Roma, 20 agosto 2010 Direzione Centrale Normativa OGGETTO: Interpello Agevolazioni prima casa Art. 1, nota II bis), della Tariffa, parte prima, allegata al DPR 26 aprile 1986, n. 131

Dettagli

PROROGA DELLA DETRAZIONE PER L ACQUISTO DI IMMOBILI RISTRUTTURATI DA IMPRESE COSTRUTTRICI E DA COOPERATIVE EDILIZIE

PROROGA DELLA DETRAZIONE PER L ACQUISTO DI IMMOBILI RISTRUTTURATI DA IMPRESE COSTRUTTRICI E DA COOPERATIVE EDILIZIE PROROGA DELLA DETRAZIONE PER L ACQUISTO DI IMMOBILI RISTRUTTURATI DA IMPRESE COSTRUTTRICI E DA COOPERATIVE EDILIZIE Art. 2 Legge 23 dicembre 2009 n. 191 comma 10 LA LEGGE FINANZIARIA PER IL 2010 PREVEDE

Dettagli

Potenziata la detrazione Irpef per le spese di frequenza scolastica già a partire dalla prossima dichiarazione

Potenziata la detrazione Irpef per le spese di frequenza scolastica già a partire dalla prossima dichiarazione CIRCOLARE A.F. N. 12 del 26 Gennaio 2017 Ai gentili clienti Loro sedi Potenziata la detrazione Irpef per le spese di frequenza scolastica già a partire dalla prossima dichiarazione Gentile cliente, con

Dettagli

INFORMATIVA - IMU 2015 Imposta Municipale Propria

INFORMATIVA - IMU 2015 Imposta Municipale Propria INFORMATIVA - IMU 2015 Imposta Municipale Propria ESENZIONE IMU SU: ABITAZIONE PRINCIPALE E PERTINENZE con esclusione delle unità immobiliari classificate nelle categorie catastali A/1, A/8 e A/9 che dovranno

Dettagli

Circolare n.20/e. Roma, 18/05/2016

Circolare n.20/e. Roma, 18/05/2016 Circolare n.20/e Direzione Centrale Normativa Roma, 18/05/2016 OGGETTO: Commento alle novità fiscali. Legge 28 dicembre 2015, n. 208 Disposizioni per la formazione del bilancio annuale e pluriennale dello

Dettagli

COMUNE DI GANGI Provincia di Palermo REGOLAMENTO PER LA DETERMINAZIONE DELLE ALIQUOTE DELL'IMPOSTA MUNICIPALE PROPRIA PER IL TRIENNIO 2014/2016 E

COMUNE DI GANGI Provincia di Palermo REGOLAMENTO PER LA DETERMINAZIONE DELLE ALIQUOTE DELL'IMPOSTA MUNICIPALE PROPRIA PER IL TRIENNIO 2014/2016 E COMUNE DI GANGI Provincia di Palermo REGOLAMENTO PER LA DETERMINAZIONE DELLE ALIQUOTE DELL'IMPOSTA MUNICIPALE PROPRIA PER IL TRIENNIO 2014/2016 E DELLA DETRAZIONE PER L ABITAZIONE PRINCIPALE ( SE A/1,

Dettagli

PER I CONTRIBUENTI MINIMI NON VALGONO LE NOVITÀ SULLE SPESE ALBERGHIERE E DI RISTORAZIONE

PER I CONTRIBUENTI MINIMI NON VALGONO LE NOVITÀ SULLE SPESE ALBERGHIERE E DI RISTORAZIONE PER I CONTRIBUENTI MINIMI NON VALGONO LE NOVITÀ SULLE SPESE ALBERGHIERE E DI RISTORAZIONE a cura Antonio Gigliotti La manovra estiva (D. L. n. 112/2008, conv. con modiff. L. 133/2008) ha sancito, a partire

Dettagli

Comune di Gualdo Tadino Provincia di Perugia

Comune di Gualdo Tadino Provincia di Perugia ALIQUOTE E DETRAZIONI IMU 2016 COSI COME APPROVATE DAL CONSIGLIO COMUNALE CON DELIBERAZIONE n. 6 del 30-04-2016. Tipologia di immobile Aliquote IMU 2016 Abitazione principale e pertinenze (escluse categorie

Dettagli

Il contributo di solidarietà: l Agenzia detta le regole e i tempi per il versamento

Il contributo di solidarietà: l Agenzia detta le regole e i tempi per il versamento Il contributo di solidarietà: l Agenzia detta le regole e i tempi per il versamento di Maria Benedetto Il contributo di solidarietà è un imposta straordinaria introdotta con quella che è stata definita

Dettagli

INFORMATIVA - IMU 2014 Imposta Municipale Propria

INFORMATIVA - IMU 2014 Imposta Municipale Propria INFORMATIVA - IMU Imposta Municipale Propria ALIQUOTE E DETRAZIONI ANNO N.B. Dal l IMU per ABITAZIONE PRINCIPALE E PERTINENZE continua ad applicarsi per le unità immobiliari classificate nelle categorie

Dettagli

Oggetto: Richiesta documentazione per la dichiarazione dei redditi ( 730 / 2016) - Imu MODELLO 730/2016

Oggetto: Richiesta documentazione per la dichiarazione dei redditi ( 730 / 2016) - Imu MODELLO 730/2016 Preg.mo Cliente Oggetto: Richiesta documentazione per la dichiarazione dei redditi ( 730 / 2016) - Imu MODELLO 730/2016 Al fine di poter compilare il modello 730 2016 redditi 2015, Vi preghiamo di predisporre

Dettagli

STUDIO DPM COMMERCIALISTI ASSOCIATI

STUDIO DPM COMMERCIALISTI ASSOCIATI STUDIO DPM COMMERCIALISTI ASSOCIATI Gentili Clienti Loro sedi OGGETTO: LA CEDOLARE SECCA SULLE LOCAZIONI ABITATIVE 1. Premesse, riferimenti normativi ed entrata in vigore Ai sensi di quanto previsto dall

Dettagli

MODELLO redditi 2013 prospetto di liquidazione relativo all' assistenza fiscale prestata

MODELLO redditi 2013 prospetto di liquidazione relativo all' assistenza fiscale prestata DIDALB0 DI DONATO ALBERTO MODELLO 730-3 redditi 03 prospetto di liquidazione relativo all' assistenza fiscale prestata Impegno ad informare il contribuente di eventuali comunicazioni dell'agenzia delle

Dettagli

LE NOVITA FISCALI 2014: APPROFONDIMENTI E PRIME INDICAZIONI APPLICATIVE ANCHE ALLA LUCE DEI CHIARIMENTI DI TELEFISCO

LE NOVITA FISCALI 2014: APPROFONDIMENTI E PRIME INDICAZIONI APPLICATIVE ANCHE ALLA LUCE DEI CHIARIMENTI DI TELEFISCO www.commercialistideltriveneto.org LE NOVITA FISCALI 2014: APPROFONDIMENTI E PRIME INDICAZIONI APPLICATIVE ANCHE ALLA LUCE DEI CHIARIMENTI DI TELEFISCO Vicenza (VI) 14 Febbraio 2014 1 DEDUCIBILITÀ DEI

Dettagli

DETRAZIONI FISCALI - RISTRUTTURAZIONE

DETRAZIONI FISCALI - RISTRUTTURAZIONE DETRAZIONI FISCALI - RISTRUTTURAZIONE Legge n. 208/2015 (Legge di stabilità 2016) ha prorogato al 31 dicembre 2016 la possibilità di usufruire della maggiore detrazione Irpef (50%), sempre con il limite

Dettagli

COMUNE DI ALESSANDRIA

COMUNE DI ALESSANDRIA COMUNE DI ALESSANDRIA Richiesta di contributo per il sostegno alla locazione di cui all art.11, L.431/98 e s.m.i. Esercizio finanziario 2013 (canone di locazione riferito all'anno 2012) NOMINATIVO RICHIEDENTE:

Dettagli

LE NUOVE DETRAZIONI PER FIGLI A CARICO

LE NUOVE DETRAZIONI PER FIGLI A CARICO . LE NUOVE DETRAZIONI PER FIGLI A CARICO La Finanziaria 2013 ha innalzato le detrazioni per i figli a carico, prevedendo la spettanza delle stesse nella misura di: 950 (in luogo di 800) per ciascun figlio,

Dettagli

MODELLO 730-3 redditi 2014

MODELLO 730-3 redditi 2014 LUBSAL0 LUBRANO DI DIEGO SALVATORE SOSTITUTO D' IMPOSTA O C.A.F. O PROFESSIONISTA ABILITATO RESPONSABILE ASSISTENZA FISCALE MODELLO 730-3 redditi 04 prospetto di liquidazione relativo all' assistenza fiscale

Dettagli

Allegato parte integrante

Allegato parte integrante Allegato parte integrante Allegato d) - Modifiche ed integrazioni ai criteri e modalità per gli aiuti alla nuova imprenditorialità femminile e giovanile Modifiche ed integrazioni ai criteri e modalità

Dettagli

Servizio INFORMATIVA 730

Servizio INFORMATIVA 730 SEAC S.p.A. - 38100 TRENTO - Via Solteri, 74 Internet: www.seac.it - E-mail: info@seac.it Tel. 0461/805111 - Fax 0461/805161 Servizio INFORMATIVA 730 SOMMARIO EDITORIA FISCALE SEAC Servizio INFORMATIVA

Dettagli

RISOLUZIONE N. 108/E

RISOLUZIONE N. 108/E RISOLUZIONE N. 108/E Direzione Centrale Normativa Roma, 3 dicembre 2014 OGGETTO: Imposte sui redditi - Detrazioni per oneri - Erogazioni liberali in favore di partiti politici - Art. 11 del decreto-legge

Dettagli

a) 10 euro, se l'ammontare del reddito complessivo e' superiore a euro ma non a euro;

a) 10 euro, se l'ammontare del reddito complessivo e' superiore a euro ma non a euro; DETRAZIONI PER LAVORO DIPENDENTE ARTICOLO 13 T.U.I.R. 1. Se alla formazione del reddito complessivo concorrono uno o piu' redditi di cui agli articoli 49, con esclusione di quelli indicati nel comma 2,

Dettagli

730, Unico 2016 e Studi di settore Pillole di aggiornamento

730, Unico 2016 e Studi di settore Pillole di aggiornamento 730, Unico 2016 e Studi di settore Pillole di aggiornamento N. 38 29.04.2016 Il Quadro RM: redditi soggetti a tassazione separata e ad imposta sostitutiva Categoria: Dichiarazione Sottocategoria: Unico

Dettagli

Riservato all Ufficio: Numero domanda: Data di presentazione:

Riservato all Ufficio: Numero domanda: Data di presentazione: Riservato all Ufficio: Numero domanda: Data di presentazione: / / COMUNE DI BORGO SAN DALMAZZO (Comune di residenza del richiedente alla data del 16 luglio 2015) Richiesta di contributo per il sostegno

Dettagli

Fiscal News La circolare di aggiornamento professionale

Fiscal News La circolare di aggiornamento professionale Fiscal News La circolare di aggiornamento professionale N. 289 17.10.2014 Canoni di locazione non percepiti Il credito d imposta per gli immobili ad uso abitativo. Categoria: Contribuenti Sottocategoria:

Dettagli

730, Unico 2015 e Studi di settore

730, Unico 2015 e Studi di settore 730, Unico 2015 e Studi di settore Pillole di aggiornamento N. 16 14.04.2015 Fabbricati locati a cedolare secca La disciplina e le novità introdotte. Categoria: Dichiarazione Sottocategoria: 730 Se i fabbricati

Dettagli

Comune di Pino Torinese (Provincia di Torino)

Comune di Pino Torinese (Provincia di Torino) Comune di Pino Torinese (Provincia di Torino) REGOLAMENTO PER L APPLICAZIONE DELL IMPOSTA MUNICIPALE PROPRIA (ai sensi dell art. 13 del D.L. 201/2011 come convertito in L. 214/2011 e dell art. 52 D.Lgs.

Dettagli