Librerie C. Corso di Linguaggi e Traduttori 1 AA

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Librerie C. Corso di Linguaggi e Traduttori 1 AA"

Transcript

1 Corso di Linguaggi e Traduttori 1 AA

2 Corso di Linguaggi e Traduttori 1 AA stdio.h 2

3 Funzioni comunidi I/O? Le piu' comuni funzioni che permettono I/O sono getchar() e putchar():? int getchar(void)? legge un char dallo stdin? int putchar(char ch)? scrive un char sullo stdout? Esempio: int ch; ch=getchar(); (void)putchar((char)ch); 3

4 Funzioni comunidi I/O? Funzioni correlate sono:? int getc(file *stream)? int putc(char ch,file *stream).? int printf(char *format, arg list...)? permette l'output di un elenco di argomenti? int scanf(char *format, args...)? permette l'input di un elenco di variabili? ritorna il numero di caratteri letti. 4

5 Lettura e scrittura su file? Le funzioni fprintf ed fscanf sono comunemente utilizzate per l'accesso ai files:? int fprintf(file *stream, char *format, args...)? int fscanf(file *stream, char *format, args...)? Sono simili a printf e scanf, tranne per il fatto che i dati sono letti dallo stream, che deve essere aperto con fopen(). 5

6 Lettura e scrittura su file? Esempio: char *string[80]; FILE *fp; if ((fp=fopen("file.dat","r"))!= NULL) fscanf(fp,"%s",string);? Il puntatore allo stream viene incrementato automaticamente con tutte le funzioni di lettura/scrittura su file, quindi non e' necessario preoccuparsi di farlo manualmente. 6

7 Lettura e scrittura su file? Altre funzioni di I/O da file sono:? int getc(file *stream)? e' definita come macro di preprocessore in stdio.h? int fgetc(file *stream)? e' una funzione di libreria C? int putc(char ch, FILE *s)? int fputc(char ch, FILE *s) 7

8 Lettura e scrittura su file? Esistono poi le funzioni:? fflush(file *stream)? per fare la "flush" di uno stream? fclose(file *stream)? per fare la "close" di uno stream? Esempio: FILE *fp; if ( (fp=fopen("file.dat","r")) == NULL) { printf("impossibile aprire file.dat\n"); exit(1);... fclose(fp); 8

9 Lettura e Scrittura di Stringhe? Simili a fprintf() ed fscanf() sono le funzioni che scrivono / leggono su una stringa:? int sprintf(char *string, char *format, args..)? int sscanf(char *string, char *format, args..)? Esempio: int x=10; char messaggio[80]; sprintf(messaggio,"il valore e' %d",x); 9

10 Input da Linea dicomando? Il C permette di leggere argomenti dalla linea di comando, e questi possono poi essere utilizzati all'interno dei programmi.? In fase di lancio del programma, è possibile scrivere gli argomenti dopo ilnome del programma da eseguire.? Al fine di essere in grado di utilizzare tali argomenti, e' necessario definirli nel seguente modo:? main(int argc, char **argv) 10

11 Input da Linea dicomando? argc? numero degli argomenti digitati, incluso il nome del programma;? argv? un array di stringhe contenente ciascon argomento, compreso il nome del programma come primo elemento.? Esempio: #include <stdio.h> main(int argc, char **argv) { int i; printf("argc=%d\n",argc); for(i=0;i < argc;++i) printf("argv[%d]:=%s\n",i,argv[i]); 11

12 Input da Linea dicomando? Note:? argv[0]? argc? nome del programma;? comprende anche il nome del programma;? i caratteri "" vengono ignorati (sono considerati solamente delimitatori di argomenti);? gli spazi bianchi delimitano gli argomenti;? nel caso in cui sia necessario mantenere spazi bianchi, occorre metterli tra "". 12

13 Corso di Linguaggi e Traduttori 1 AA string.h 13

14 Gestione di Stringhe: Lunghezza? La funzione strlen() calcola la lunghezza di una stringa sino al carattere NULL:? size_t strlen (const char *_src)? Implementazione: size_t strlen (const char * _src) { register const char *p_str = _src; while ( *p_str++ ); return ( --p_str - _src ); 14

15 Gestione di Stringhe: Lunghezza // My implementation of strlen size_t mystrlen (const char* sz) { int k=0 ; while ( *sz++!= '\0' ) k++ ; return k ; 15

16 Gestione di Stringhe: Lunghezza // Recursive implementation of strlen size_t mystrlen2 (const char* sz) { return ( *sz )? 1 + mystrlen2(sz+1) : 0 ; 16

17 Gestione di Stringhe: Copia? La funzione strcpy() copia il contenuto di _src in _dst:? char *strcpy(char *_dst, const char *_src)? Implementazione: char *strcpy (char *_dst, const char *_src ) { register char *p_ret = _dst; while ( *p_ret++ = *_src++ ); return _dst; 17

18 Gestione di Stringhe: Copia // My implementation of strcpy char * mystrcpy (char *dst, const char *src) { int k ; for (k=0; src[k]!= '\0'; k++ ) dst[k] = src[k] ; dst[k] = '\0' ; return dst ; 18

19 Gestione di Stringhe: Copia // Another implementation of strcpy char * mystrcpy2 (char *dst, const char *src) { char * ptr = dst ; while ( *dst++ = *src++ ) ; return ptr ; 19

20 Gestione di Stringhe: Concatenazione? La funzione strcat() concatena il contenuto di _src (compreso il carattere NULL) a _dst:?char *strcat(char *_dst, const char *_src)? Implementazione: char *strcat ( char *_dst, const char *_src ) { register char *p_dst = _dst; while ( *p_dst++!= '\0' ); p_dst--; while ( *p_dst++ = *_src++ ); return _dst; 20

21 Gestione di Stringhe: Concatenazione // My implementation of strcat char * mystrcat (char *dst, const char *src) { char * ptr = dst ; while ( *dst ) dst++ ; while ( *dst++ = *src++ ) ; return ptr ; 21

22 Esempio di invocazione int main(int argc, char *argv[]) { char buffer[128+1] ; char buffer2[25+1] = ", "; char * buffer3 = "world " ; mystrcpy(buffer,"hello") ; mystrcat(buffer,buffer2) ; mystrcat(buffer,buffer3) ; mystrcat(buffer,"!!!") ; 22

23 Esempio di invocazione printf("buffer: %s\n",buffer) ; printf("buffer length : "); printf("%d\n",mystrlen(buffer)) ; printf("buffer length (R): ") ; printf("%d\n",mystrlen2(buffer)) ; return 0; 23

24 Gestione di Stringhe: Comparazione? La funzione strcmp() confronta due stringhe:?char *strcmp (const char *_src1, const char *_src2)? Implementazione: int strcmp ( const char *_src1, const char *_src2 ) { while ( *_src1 == *_src2++ ) { if ( *_src1++ == '\0' ) return 0; if ( *_src1 == '\0' ) return -1; if ( *--_src2 == '\0' ) return 1; return ( ( ( unsigned char ) *_src1 ) - ( ( unsigned char ) *_src2 ) ); 24

Caratteri e stringhe

Caratteri e stringhe Caratteri e stringhe Caratteri Dato che un computer può memorizzare esclusivamente sequenze di bit, per memorizzare un carattere (e quindi testi) è necessario stabilire una convenzione che associa a un

Dettagli

Sulla libreria standard, III. Manipolare file con stdio.h

Sulla libreria standard, III. Manipolare file con stdio.h Sulla libreria standard, III Manipolare file con stdio.h 1 Libreria per input/output Con libreria si intende una collezione di sottoprogrammi che vengono utilizzati per lo sviluppo di software non eseguibili,

Dettagli

Introduzione al Linguaggio C

Introduzione al Linguaggio C Introduzione al Linguaggio C File I/O Daniele Pighin April 2009 Daniele Pighin Introduzione al Linguaggio C 1/15 Outline File e dati Accesso ai file File I/O Daniele Pighin Introduzione al Linguaggio C

Dettagli

STRINGHE: ARRAY DI CARATTERI! a p e \0

STRINGHE: ARRAY DI CARATTERI! a p e \0 STRINGHE: ARRAY DI CARATTERI! Una stringa di caratteri in C è un array di caratteri terminato dal carattere '\0' s a p e \0 0 1 2 3 Un vettore di N caratteri può dunque ospitare stringhe lunghe al più

Dettagli

Gestione dei File. dischi nastri cd

Gestione dei File. dischi nastri cd Gestione dei File Per mantenere disponibili i dati tra le diverse esecuzioni di un programma, questi si devono archiviare in file su memoria di massa (dati persistenti): dischi nastri cd Un file è un astrazione

Dettagli

L accesso ai dispositivi esterni (tastiera, monitor, file,...) viene gestito mediante canali di comunicazione.

L accesso ai dispositivi esterni (tastiera, monitor, file,...) viene gestito mediante canali di comunicazione. I file L accesso ai dispositivi esterni (tastiera, monitor, file,...) viene gestito mediante canali di comunicazione. I canali, sono delle strutture dati che contengono informazioni sul dispositivo fisico,

Dettagli

FILE: tipo operazione Istruì. prototipo esempi lettura di un carattere fgetc Int fgetc(file *flusso) Vedi sotto

FILE: tipo operazione Istruì. prototipo esempi lettura di un carattere fgetc Int fgetc(file *flusso) Vedi sotto FILE: tipo operazione Istruì. prototipo esempi lettura di un carattere fgetc Int fgetc(file *flusso) Vedi sotto alla volta Scrittura di un fputc Int fputc(int ch, FILE *flusso); carattere alla volta Lettura

Dettagli

I File. Il file e` l'unita` logica di memorizzazione dei dati su memoria di massa.

I File. Il file e` l'unita` logica di memorizzazione dei dati su memoria di massa. I File Il file e` l'unita` logica di memorizzazione dei dati su memoria di massa. Consente una memorizzazione persistente dei dati, non limitata dalle dimensioni della memoria centrale. Generalmente un

Dettagli

Suggerimenti, note utili ed errori comuni. Fondamenti di informatica T

Suggerimenti, note utili ed errori comuni. Fondamenti di informatica T Suggerimenti, note utili ed errori comuni Fondamenti di informatica T printf, scanf e stringhe di formato La lettura e scrittura di variabili in formato testo sono realizzate tramite printf e scanf sfruttando

Dettagli

Introduzione. L elaborazione dei files in C. Elaborazione dei files (1) Elaborazione dei files (2) D.D. cap. 11+ pp K.P. pp.

Introduzione. L elaborazione dei files in C. Elaborazione dei files (1) Elaborazione dei files (2) D.D. cap. 11+ pp K.P. pp. Introduzione L elaborazione dei files in C D.D. cap. 11+ pp. 569-572 K.P. pp. 581-583 La memorizzazione dei dati nelle variabili e nei vettori è temporanea: tutti quei dati andranno persi quando il programma

Dettagli

Fondamenti di Informatica 2

Fondamenti di Informatica 2 Fondamenti di Informatica 2 della prova scritta del 28 Febbraio 2006 Esercizio 1 (4 punti) Date le seguenti variabili int A[] = 2,3,7,-2,5,8,-4; int N = 7; int min = 3; int i; Scrivere la porzione di codice

Dettagli

I file Laboratorio di Linguaggi di Programmazione a.a. 2001/2002

I file Laboratorio di Linguaggi di Programmazione a.a. 2001/2002 I file Laboratorio di Linguaggi di Programmazione a.a. 2001/2002 dott.ssa Francesca A. Lisi lisi@di.uniba.it Sommario Generalità sui file in C I file ad accesso sequenziale I file di testo Riferimenti

Dettagli

Input/output da file I/O ANSI e I/O UNIX FLUSSI E FILE FLUSSI FLUSSI di TESTO FLUSSI BINARI FILE

Input/output da file I/O ANSI e I/O UNIX FLUSSI E FILE FLUSSI FLUSSI di TESTO FLUSSI BINARI FILE Input/output da file Il linguaggio C non contiene istruzioni di I/O, in quanto tali operazioni vengono eseguite tramite funzioni di libreria standard. Questo approccio rende estremamente flessibile e potente

Dettagli

Il blocco che costituisce il corpo di una funzione/procedura può contenere dichiarazioni di variabili. Esempio:

Il blocco che costituisce il corpo di una funzione/procedura può contenere dichiarazioni di variabili. Esempio: Variabili locali Il blocco che costituisce il corpo di una funzione/procedura può contenere dichiarazioni di variabili. void leggivettore(int v[], int dim) int i; /* i E UNA VARIABILE LOCALE */ for (i

Dettagli

Linguaggio C La libreria standard

Linguaggio C La libreria standard FONDAMENTI DI INFORMATICA Prof. PIER LUCA MONTESSORO Ing. DAVIDE PIERATTONI Facoltà di Ingegneria Università degli Studi di Udine Linguaggio C La libreria standard 2001 Pier Luca Montessoro - Davide Pierattoni

Dettagli

Introduzione al C. Stream e disk file

Introduzione al C. Stream e disk file Introduzione al C Stream e disk file Stream Un canale è una sequenza di byte di dati Sorgente o destinazione di dati che possono essere associati ad un disco o ad altre periferiche Due tipi di stream:

Dettagli

I puntatori. Un puntatore è una variabile che contiene l indirizzo di un altra variabile. puntatore

I puntatori. Un puntatore è una variabile che contiene l indirizzo di un altra variabile. puntatore I puntatori Un puntatore è una variabile che contiene l indirizzo di un altra variabile. puntatore...... L operatore & fornisce l indirizzo di un oggetto: p = &c; assegna a p l indirizzo di c, i.e., p

Dettagli

Capitolo 11 Elaborazione di file

Capitolo 11 Elaborazione di file 1 Capitolo 11 Elaborazione di file 11.1 Introduzione 2 I file Possono essere creati, modificati, ed elaborati da programmi scritti in C Sono utilizzati per la memorizzazione permanente dei dati La memorizzazione

Dettagli

Precedenza e associatività. Complementi sul C - 2. Esempi. Esempi

Precedenza e associatività. Complementi sul C - 2. Esempi. Esempi Complementi sul C - 2 Ver. 2.4 2010 - Claudio Fornaro - Corso di programmazione in C Precedenza e associatività () [] ->. S D! ~ ++ + * & (cast ) sizeof S D * / % S D + - (somma e sottrazione) S D >

Dettagli

Gestione dei file. Linguaggio ANSI C Input/Output - 13

Gestione dei file. Linguaggio ANSI C Input/Output - 13 Gestione dei file Necessità di persistenza dei file archiviare i file su memoria di massa. Un file è una astrazione fornita dal sistema operativo, il cui scopo è consentire la memorizzazione di informazioni

Dettagli

Gestione dinamica della memoria Stringhe File

Gestione dinamica della memoria Stringhe File Dipartimento di Informatica e Sistemistica Antonio Ruberti Sapienza Università di Roma Gestione dinamica della memoria Stringhe File Corso di Fondamenti di Informatica Laurea in Ingegneria Informatica

Dettagli

Esercizi. I File ed il C

Esercizi. I File ed il C Politecnico di Milano Esercizi File di testo,, file binari I File ed il C Insieme omogeneo di dati, memorizzato su disco e caratterizzato da un nome La lunghezza di un file non è fissata a priori Astrazione

Dettagli

Gestione delle stringhe in C

Gestione delle stringhe in C Gestione delle stringhe in C 1 Generalità Una stringa è un vettore di caratteri il cui ultimo elemento è un carattere terminatore (o di fine stringa), codificato dal carattere di codice 0 e rappresentato

Dettagli

Scrittura formattata - printf

Scrittura formattata - printf Esercizi su Input/Output con formato FormattedIO 1 Scrittura formattata - printf Funzione printf int printf ( , ) La funzione restituisce un valore intero uguale ai caratteri

Dettagli

Puntatori. Un puntatore contiene un numero che indica la locazione di memoria dove è presente la variabile puntata

Puntatori. Un puntatore contiene un numero che indica la locazione di memoria dove è presente la variabile puntata Puntatori int i = 10; int * pi = &i; pi i = 10 116 int * pi = pi contiene un informazione che mi permette di accedere ( puntare ) ad una variabile intera Un puntatore contiene un numero che indica la locazione

Dettagli

Gestione dei File C. Generalità

Gestione dei File C. Generalità Gestione dei File C 1 Generalità Il linguaggio C non contiene alcuna istruzione di Input/Output. Tali operazioni vengono svolte mediante chiamate a funzioni definite nella libreria standard contenute nel

Dettagli

TUTORATO di LINGUAGGI I

TUTORATO di LINGUAGGI I TUTORATO di LINGUAGGI I Enrico Vianello TUTORATO di LINGUAGGI I contatti utili LE LEZIONI SI TERRANNO: VENERDI 12.30-14.30 PER INFORMAZIONI e DOMANDE: enrico.vianello@student.unife.it IL MATERIALE UTILIZZATO

Dettagli

SOMMARIO SU LETTURA E SCRITTURA (I/O) DEGLI STANDARD FILES

SOMMARIO SU LETTURA E SCRITTURA (I/O) DEGLI STANDARD FILES SOMMARIO SU LETTURA E SCRITTURA (I/O) DEGLI STANDARD FILES Con conversione di formato: int scanf (const char *format,... ) /* ritorna il numero di argomenti assegnati con successo altrimenti EOF se fine

Dettagli

Informatica 1. Corso di Laurea Triennale in Matematica. Gianluca Rossi

Informatica 1. Corso di Laurea Triennale in Matematica. Gianluca Rossi Informatica 1 Corso di Laurea Triennale in Matematica Gianluca Rossi gianluca.rossi@uniroma2.it Dipartimento di Matematica Università di Roma Tor Vergata 11: Stringhe (www.informatica-uno.blogspot.com)

Dettagli

LP1 Lezione 13: i File in C. Maurizio Tucci

LP1 Lezione 13: i File in C. Maurizio Tucci LP1 Lezione 13: i File in C Maurizio Tucci mtucci@unisa.it 1 Il File: Dichiarazione Memorizzare dati in maniera non volatile In C (libreria ) è definito un tipo FILE che astrae il concetto di sequenza

Dettagli

Linguaggio C - Stringhe

Linguaggio C - Stringhe Dipartimento di Elettronica ed Informazione Politecnico di Milano Informatica e CAD (c.i.) - ICA Prof. Pierluigi Plebani A.A. 2008/2009 Linguaggio C - Stringhe La presente dispensa e da utilizzarsi ai

Dettagli

puntatori Lab. Calc. AA 2007/08 1

puntatori Lab. Calc. AA 2007/08 1 puntatori Lab. Calc. AA 2007/08 1 parametri delle funzioni (dalla lezione scorsa) gli argomenti in C vengono passati by value dalla funzione chiamante alla funzione chiamata la lista degli argomenti viene

Dettagli

GESTIONE DEI FILE IL CONCETTO DI FILE APERTURA E CHIUSURA DI UN FILE OPERARE SUI FILE

GESTIONE DEI FILE IL CONCETTO DI FILE APERTURA E CHIUSURA DI UN FILE OPERARE SUI FILE GESTIONE DEI FILE Per poter mantenere disponibili i dati tra le diverse esecuzioni di un programma (persistenza dei dati) è necessario poterli archiviare su memoria di massa Un file è una astrazione fornita

Dettagli

Argomenti della lezione. Generalità. System calls. Corso di Sistemi Operativi Programmazione di Sistema e Concorrente

Argomenti della lezione. Generalità. System calls. Corso di Sistemi Operativi Programmazione di Sistema e Concorrente Università di Roma La Sapienza Dipartimento di Informatica e Sistemistica Corso di Sistemi Operativi Programmazione di Sistema e Concorrente Lezione III Gestione dell Input/Output System Calls Argomenti

Dettagli

CARATTERI E STRINGHE Caratteri e stringhe Funzioni della libreria standard I/O Funzioni della libreria di gestione delle stringhe

CARATTERI E STRINGHE Caratteri e stringhe Funzioni della libreria standard I/O Funzioni della libreria di gestione delle stringhe CARATTERI E STRINGHE Caratteri e stringhe Funzioni della libreria standard I/O Funzioni della libreria di gestione delle stringhe Caratteri e stringhe Caratteri Sono i blocchi costitutivi di ogni programma:

Dettagli

Linguaggio C: i file

Linguaggio C: i file Dipartimento di Elettronica ed Informazione Politecnico di Milano Informatica A - GES Prof. Plebani A.A. 2006/2007 Linguaggio C: i file La presente dispensa e da utilizzarsi ai soli fini didattici previa

Dettagli

Esercizi File Corso di Fondamenti di Informatica Ingegneria delle Comunicazioni BCOR Ingegneria Elettronica BELR

Esercizi File Corso di Fondamenti di Informatica Ingegneria delle Comunicazioni BCOR Ingegneria Elettronica BELR Corso di Fondamenti di Informatica Ingegneria delle Comunicazioni BCOR Ingegneria Elettronica BELR Domenico Daniele Bloisi Si ringrazia Raffaele Nicolussi Docenti Parte I prof. Silvio Salza salza@dis.uniroma1.it

Dettagli

---------------------------------------------------------------- Puntatori a funzione. In C è possibile utilizzare dei puntatori a funzioni, ovvero

---------------------------------------------------------------- Puntatori a funzione. In C è possibile utilizzare dei puntatori a funzioni, ovvero ---------------------------------------------------------------- Puntatori a funzione. In C è possibile utilizzare dei puntatori a funzioni, ovvero delle variabili a cui possono essere assegnati gli indirizzi

Dettagli

Informatica I Facoltà di Ingegneria Prova scritta del 20/01/2014 TURNO A

Informatica I Facoltà di Ingegneria Prova scritta del 20/01/2014 TURNO A Informatica I Facoltà di Ingegneria Prova scritta del 20/01/2014 TURNO A In una versione semplificata del gioco della Battaglia Navale il giocatore cerca di colpire le navi dell avversario (di cui non

Dettagli

Le stringhe. Le stringhe

Le stringhe. Le stringhe Informatica: C++ Gerboni Roberta Stringhe di caratteri (esempi di utilizzo dei vettori) Nel linguaggio C++ una stringa è semplicemente un vettore di caratteri Vettori di caratteri La stringa "hello" è

Dettagli

Unità Didattica 5 Linguaggio C. Stringhe. Accesso a file ASCII. Strutture.

Unità Didattica 5 Linguaggio C. Stringhe. Accesso a file ASCII. Strutture. Unità Didattica 5 Linguaggio C Stringhe. Accesso a file ASCII. Strutture. 1 Stringhe Una stringa è una sequenza di caratteri (es: ciao, sd!n29dnqa ); In C non esiste una variabile di tipo stringa; Una

Dettagli

Linguaggio C: Stringhe di caratteri e File

Linguaggio C: Stringhe di caratteri e File Linguaggio C: Stringhe di caratteri e File ESEMPIO: Lettura da tastiera e stampa a video di una sequenza di caratteri #include main() int c; printf("inserisci dei caratteri"); printf("(

Dettagli

Linguaggio C Gestione File

Linguaggio C Gestione File Gestione File: Il file è l'unità logica di memorizzazione dei dati su memoria di massa, che consente una memorizzazione persistente dei dati non limitata dalle dimensioni della memoria centrale. Nel linguaggio

Dettagli

Gestione di stringhe. Le stringhe in C/C++

Gestione di stringhe. Le stringhe in C/C++ Alessio Bechini - Corso di - Gestione di stringhe Parte del materiale proposto è stato gentilmente fornito da G. Lipari Le stringhe in C/C++ In C e in C++ non esiste un vero e proprio tipo stringa. Una

Dettagli

Breve riepilogo della puntata precedente:

Breve riepilogo della puntata precedente: Breve riepilogo della puntata precedente: 1. In C, il passaggio dei parametri alle funzioni avviene sempre per copia, ovvero il valore del parametro viene copiato all'interno della variabile che rappresenta

Dettagli

Fondamenti di Informatica T. Linguaggio C: File

Fondamenti di Informatica T. Linguaggio C: File Linguaggio C: File I File Il file e` l'unita` logica di memorizzazione dei dati su memoria di massa, che consente una memorizzazione persistente dei dati, non limitata dalle dimensioni della memoria centrale.

Dettagli

Stringhe e allocazione dinamica della memoria

Stringhe e allocazione dinamica della memoria Stringhe e allocazione dinamica della memoria Esercizio Scrivere un programma strings.c che legge da standard input una sequenza di parole separate da uno o più spazi, e stampa le parole lette, una per

Dettagli

Gestione dei File in C

Gestione dei File in C Gestione dei File in C Maurizio Palesi DIIT Università di Catania Viale Andrea Doria 6, 95125 Catania mpalesi@diit.unict.it http://www.diit.unict.it/users/mpalesi Sommario In questo documento saranno introdotte

Dettagli

DOTT. ING. LEONARDO RIGUTINI DIPARTIMENTO INGEGNERIA DELL INFORMAZIONE UNIVERSITÀ DI SIENA VIA ROMA 56 53100 SIENA UFF. 0577234850-7102 RIGUTINI@DII

DOTT. ING. LEONARDO RIGUTINI DIPARTIMENTO INGEGNERIA DELL INFORMAZIONE UNIVERSITÀ DI SIENA VIA ROMA 56 53100 SIENA UFF. 0577234850-7102 RIGUTINI@DII Gestione dei files DOTT. ING. LEONARDO RIGUTINI DIPARTIMENTO INGEGNERIA DELL INFORMAZIONE UNIVERSITÀ DI SIENA VIA ROMA 56 53100 SIENA UFF. 0577234850-7102 RIGUTINI@DII.UNISI.IT HTTP://WWW.DII.UNISI.IT/~RIGUTINI/

Dettagli

Input/output in C e in C++

Input/output in C e in C++ FONDAMENTI DI INFORMATICA Prof. PIER LUCA MONTESSORO Ing. DAVIDE PIERATTONI Facoltà di Ingegneria Università degli Studi di Udine Input/output in C e in C++ 2001 Pier Luca Montessoro - Davide Pierattoni

Dettagli

1 MANIPOLAZIONE DI STRINGHE ZERO-TERMINATE

1 MANIPOLAZIONE DI STRINGHE ZERO-TERMINATE 1 MANIPOLAZIONE DI STRINGHE ZERO-TERMINATE 1.1 INTRODUZIONE In informatica una stringa è definita come una sequenza di caratteri, usualmente utilizzata per rappresentare informazioni in formato testuale.

Dettagli

OTTAVA ESPERIENZA DI LABORATORIO. L elaborazione dei files in C

OTTAVA ESPERIENZA DI LABORATORIO. L elaborazione dei files in C CORSO DI LABORATORIO DI INFORMATICA CORSO DI LAUREA IN SDM ANNO ACCADEMICO 2011-2012 Docente: R. Sparvoli Esercitazioni: R. Sparvoli, F. Palma OTTAVA ESPERIENZA DI LABORATORIO L elaborazione dei files

Dettagli

Cos è una stringa (1) Stringhe. Leggere e scrivere stringhe (1) Cos è una stringa (2) DD Cap. 8 pp. 305-341 KP Cap. 6 pp. 241-247

Cos è una stringa (1) Stringhe. Leggere e scrivere stringhe (1) Cos è una stringa (2) DD Cap. 8 pp. 305-341 KP Cap. 6 pp. 241-247 Cos è una stringa (1) Stringhe DD Cap. 8 pp. 305-341 KP Cap. 6 pp. 241-247 Una stringa è una serie di caratteri trattati come una singola unità. Essa potrà includere lettere, cifre, simboli e caratteri

Dettagli

Laboratorio di Programmazione 1. Docente: dr. Damiano Macedonio Lezione 18 31/03/2014

Laboratorio di Programmazione 1. Docente: dr. Damiano Macedonio Lezione 18 31/03/2014 Laboratorio di Programmazione 1 1 Docente: dr. Damiano Macedonio Lezione 18 31/03/2014 Funzioni: Dichiarazione e Definizione La dichiarazione di una funzione serve a comunicare al compilatore quali sono

Dettagli

Primi passi col linguaggio C

Primi passi col linguaggio C Andrea Marin Università Ca Foscari Venezia Laurea in Informatica Corso di Programmazione part-time a.a. 2011/2012 Come introdurre un linguaggio di programmazione? Obiettivi: Introduciamo una macchina astratta

Dettagli

Struttura dati FILE. Concetto di FILE

Struttura dati FILE. Concetto di FILE Struttura dati FILE Concetto di FILE Per poter mantenere disponibili dei dati tra diverse esecuzioni di un programma (PERSISTENZA dei dati), è necessario poterli archiviare su memoria di massa. Un file

Dettagli

Caratteri e stringhe

Caratteri e stringhe Caratteri e stringhe Vettori di caratteri Il tipo stringa Terminatore nullo Input/output di stringhe 2 Vettori di caratteri Stringhe in C Nel linguaggio C non è supportato esplicitamente alcun tipo di

Dettagli

Esercitazione 6. Array

Esercitazione 6. Array Esercitazione 6 Array Arrays Array (o tabella o vettore): è una variabile strutturata in cui è possibile memorizzare un numero fissato di valori tutti dello stesso tipo. Esempio int a[6]; /* dichiarazione

Dettagli

Lettura da tastiera e scrittura su monitor

Lettura da tastiera e scrittura su monitor Lettura da tastiera e scrittura su monitor Per poter leggere UN SINGOLO CARATTERE dalla tastiera e visualizzare UN SINGOLO CARATTERE sul monitor si possono utilizzare le funzioni: int getchar (void) (per

Dettagli

a.a Codice corso: 21012, 22010

a.a Codice corso: 21012, 22010 ESERCIZIO 1 Scrivere un sotto-programma in linguaggio C++ che ricevuta una matrice quadrata come parametro restituisca al chiamante un valore booleano indicante se la matrice è simmetrica oppure no. Scrivere

Dettagli

Caratteri e stringhe. Vettori di caratteri. Il tipo stringa Terminatore nullo Input/output di stringhe Politecnico di Torino 1

Caratteri e stringhe. Vettori di caratteri. Il tipo stringa Terminatore nullo Input/output di stringhe Politecnico di Torino 1 Caratteri e stringhe Il tipo stringa Terminatore nullo Input/output di stringhe 2 2006 Politecnico di Torino 1 Stringhe in C Nel linguaggio C non è supportato esplicitamente alcun tipo di dato stringa

Dettagli

Esercizio 1. Esercizio 1

Esercizio 1. Esercizio 1 Esercizio 1 Un registratore di cassa registra su di un file binario alcuni dati relativi agli scontrini emessi. In particolare, tramite una struttura dati di nome scontrino, il registratore di cassa tiene

Dettagli

GESTIONE DEI FILE IL CONCETTO DI FILE

GESTIONE DEI FILE IL CONCETTO DI FILE GESTIONE DEI FILE Per poter mantenere disponibili i dati tra le diverse esecuzioni di un programma (persistenza dei dati) è necessario poterli archiviare su memoria di massa Un file è una astrazione fornita

Dettagli

Variabili e Istruzioni

Variabili e Istruzioni Exit Menù Variabili e Istruzioni 1 Le Variabili Una VARIABILE è un oggetto identificato da un NOME e da uno STATO, detto CONTENUTO o VALORE. Possiamo immaginarla come una scatola contenuto Pippo 11 nome

Dettagli

caratteri, immagini, suoni, ecc.

caratteri, immagini, suoni, ecc. Il linguaggio C Input e output I flussi di I/O L uso di buffer Apertura e chiusura di file Lettura e scrittura di dati La selezione di un metodo di I/O I/O non bufferizzato L accesso diretto a file Input

Dettagli

06AZN - Fondamenti di Informatica (GES, LOP, ORG) Esercitazione di laboratorio n. 8 (1/12/09)

06AZN - Fondamenti di Informatica (GES, LOP, ORG) Esercitazione di laboratorio n. 8 (1/12/09) La presente esercitazione presuppone conoscenza delle seguenti parti del linguaggio C: main, return, commenti, variabili, identificatori, tipi scalari, assegnazione, costanti letterali, printf (base),

Dettagli

Sono file di caratteri, organizzati in linee. Ogni linea e` terminata da una marca di fine linea (newline, cara ttere '\n').

Sono file di caratteri, organizzati in linee. Ogni linea e` terminata da una marca di fine linea (newline, cara ttere '\n'). I File Il file e` l'unita` logica di memorizzazione dei dati su memoria di massa. Consente una memorizzazione persistente dei dati, non limitata dalle dimensioni della memoria centrale. Generalmente un

Dettagli

Laboratorio di Calcolatori 1 Corso di Laurea in Fisica A.A. 2006/2007

Laboratorio di Calcolatori 1 Corso di Laurea in Fisica A.A. 2006/2007 Laboratorio di Calcolatori 1 Corso di Laurea in Fisica A.A. 2006/2007 Dott.Davide Di Ruscio Dipartimento di Informatica Università degli Studi di L Aquila Lezione del 13/03/07 Nota Questi lucidi sono tratti

Dettagli

Gestione dei processi

Gestione dei processi Gestione dei processi Dormire unsigned int sleep(unsigned int); Attende un numero specificato di secondi a meno che non si verifichi un segnale Restituisce 0 se l'attesa è terminata senza interruzioni,

Dettagli

Vettori di caratteri. Caratteri e stringhe. Stringhe in C. Vettori di caratteri. char saluto[10] ; B u o n g i o r n o 4. Esempio.

Vettori di caratteri. Caratteri e stringhe. Stringhe in C. Vettori di caratteri. char saluto[10] ; B u o n g i o r n o 4. Esempio. Vettori di caratteri Il tipo stringa Terminatore nullo Input/output di stringhe Caratteri e stringhe 2 Stringhe in C Vettori di caratteri Nel linguaggio C non è supportato esplicitamente alcun tipo di

Dettagli

IPC System V. Code di messaggi

IPC System V. Code di messaggi IPC System V Code di messaggi Panoramica coda di messaggi una lista concatenata di messaggi, FIFO semaforo un contatore condiviso, atomicamente modificabile memoria condivisa uno spazio di memoria accessibile

Dettagli

Fondamenti di Informatica e Laboratorio T-AB T-16 Progetti su più file. Funzioni come parametro. Parametri del main

Fondamenti di Informatica e Laboratorio T-AB T-16 Progetti su più file. Funzioni come parametro. Parametri del main Fondamenti di Informatica e Laboratorio T-AB T-16 Progetti su più file. Funzioni come parametro. Parametri del main Paolo Torroni Dipartimento di Elettronica, Informatica e Sistemistica Università degli

Dettagli

ESERCIZI SULLA PROGRAMMAZIONE DI SISTEMA GNU/LINUX

ESERCIZI SULLA PROGRAMMAZIONE DI SISTEMA GNU/LINUX Autore: Classe: Luciano VIVIANI QUARTA INFORMATICA (4IB) Anno scolastico: 2004/2005 Scuola: Itis Euganeo ESERCIZI SULLA PROGRAMMAZIONE DI SISTEMA GNU/LINUX Questa dispensa non vuole essere un manuale di

Dettagli

Text files, streams. I file che ci interessano sono file di testo. anche se, logicamente, contengono numeri o altro

Text files, streams. I file che ci interessano sono file di testo. anche se, logicamente, contengono numeri o altro Text files, streams I file che ci interessano sono file di testo anche se, logicamente, contengono numeri o altro In C/C++ ci sono anche i file binari, ma li ignoriamo file di testo = ASCII file = successione

Dettagli

Politecnico di Torino

Politecnico di Torino Politecnico di Torino INFORMATICA II Esame del 19 Luglio 2008 1. Realizzare un programma in linguaggio C per evidenziare le variazioni percentuali di un insieme di azioni quotate in borsa. In un file di

Dettagli

Creare un'elementare backdoor in C in ambiente UNIX

Creare un'elementare backdoor in C in ambiente UNIX Creare un'elementare backdoor in C in ambiente UNIX DISCLAIMER: Questo tutorial è a solo scopo didattico. L'autore NON si prende alcuna responsabilità circa usi errati o non legali delle informazioni qui

Dettagli

Una testina di lettura/scrittura (ideale) indica in ogni istante il record corrente:

Una testina di lettura/scrittura (ideale) indica in ogni istante il record corrente: Per poter mantenere disponibili i dati tra le diverse esecuzioni di un programma (persistenza dei dati) è necessario poterli archiviare su memoria di massa! Un file è una astrazione fornita dal sistema

Dettagli

Corso di Laurea in Ingegneria Meccanica A-K. Fondamenti di Informatica A. A Gestione dei File. A.Pinto

Corso di Laurea in Ingegneria Meccanica A-K. Fondamenti di Informatica A. A Gestione dei File. A.Pinto Corso di Laurea in Ingegneria Meccanica A-K Fondamenti di Informatica A. A. 2011-2012 1 Memorizzazione dei dati su dispositivi di memoria esterna Dispositivi di memorizzazione secondaria sono: dischi,

Dettagli

Laboratorio di Algoritmi e Strutture Dati

Laboratorio di Algoritmi e Strutture Dati Laboratorio di Algoritmi e Strutture Dati Docente: Camillo Fiorentini 16 ottobre 2007 1 Rappresentazioni di caratteri in C In C un carattere è una costante intera il cui valore è dato dal codice ASCII

Dettagli

FILE BINARI FILE BINARI

FILE BINARI FILE BINARI FILE BINARI Un file binario è una pura sequenza di byte, senza alcuna strutturazione particolare È un'astrazione di memorizzazione assolutamente generale, usabile per memorizzare su file informazioni di

Dettagli

Fondamenti di Informatica

Fondamenti di Informatica Cosa sono i file? Un file è un archivio di dati che puo essere registrato su un supporto di massa (testo, lettera, programma, archivio di dati, ecc.) Fondamenti di Informatica 12. Linguaggio C - Gestione

Dettagli

Sono file di caratteri, organizzati in linee. Ogni linea è terminata da un marcatore di fine linea (newline, carattere \n ).

Sono file di caratteri, organizzati in linee. Ogni linea è terminata da un marcatore di fine linea (newline, carattere \n ). I file Il file è l unità logica di memorizzazione dei dati su memoria di massa. Consente una memorizzazione persistente dei dati, non limitata dalle dimensioni della memoria centrale. Generalmente un file

Dettagli

IL CONCETTO DI FILE. È illecito operare oltre la fine del file.

IL CONCETTO DI FILE. È illecito operare oltre la fine del file. IL CONCETTO DI FILE Un file è una astrazione fornita dal sistema operativo, il cui scopo è consentire la memorizzazione di informazioni su memoria di massa. Concettualmente, un file è una sequenza di registrazioni

Dettagli

Il linguaggio C. Notate che...

Il linguaggio C. Notate che... Il linguaggio C Notate che... 1 Il C è un linguaggio a blocchi int main (void) { blocco } 2 Il C è un linguaggio a blocchi (2) Non è possibile mischiare dichiarazioni e comandi! int main (void) { } Dichiarazione

Dettagli

Approfondimento : printf

Approfondimento : printf Approfondimento : printf La funzione printf : stampa su standard input (video) dati complessi ha un formato articolato, molto potente ma spesso poco chiaro ha un numero di opzioni utili e poco conosciute

Dettagli

I/O Avanzato e File. Definizione di file File di testo in C Input robusto Formattazione avanzata Esercizi proposti Sommario

I/O Avanzato e File. Definizione di file File di testo in C Input robusto Formattazione avanzata Esercizi proposti Sommario Programmazione in C I/O Avanzato e File Definizione di file File di testo in C Input robusto Formattazione avanzata Esercizi proposti Sommario 2 Riferimenti al materiale Testi Kernighan & Ritchie: capitolo

Dettagli

Esercitazione di Lab. di Sistemi Operativi 1 a.a. 2011/2012

Esercitazione di Lab. di Sistemi Operativi 1 a.a. 2011/2012 Sommario: Esercitazione di Lab. di Sistemi Operativi 1 a.a. 2011/2012 - System Call Parte 1 open (apertura file) creat (creazione file) close (chiusura file) write (scrittura file) read (lettura file)

Dettagli

Gli array. Gli array. Gli array. Classi di memorizzazione per array. Inizializzazione esplicita degli array. Array e puntatori

Gli array. Gli array. Gli array. Classi di memorizzazione per array. Inizializzazione esplicita degli array. Array e puntatori Gli array Array e puntatori Laboratorio di Informatica I un array è un insieme di elementi (valori) avente le seguenti caratteristiche: - un array è ordinato: agli elementi dell array è assegnato un ordine

Dettagli

Lezione 6 Selection/Insertion Sort su interi e stringhe

Lezione 6 Selection/Insertion Sort su interi e stringhe Lezione 6 Selection/Insertion Sort su interi e stringhe Rossano Venturini rossano@di.unipi.it Pagina web del corso http://didawiki.cli.di.unipi.it/doku.php/informatica/all-b/start Tutoraggio Venerdì 14

Dettagli

Le funzioni. Funzioni. Funzioni. Funzioni. Funzioni. Funzioni

Le funzioni. Funzioni. Funzioni. Funzioni. Funzioni. Funzioni Funzioni Le funzioni Con il termine funzione si intende, in generale, un operatore che, applicato a un insieme di operandi, consente di calcolare un risultato, come avviene anche per una funzione matematica

Dettagli

LABORATORIO DI PROGRAMMAZIONE 1 CORSO DI LAUREA IN MATEMATICA UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI MILANO 2014 2015 15.V.2015. Indice

LABORATORIO DI PROGRAMMAZIONE 1 CORSO DI LAUREA IN MATEMATICA UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI MILANO 2014 2015 15.V.2015. Indice LABORATORIO DI PROGRAMMAZIONE 1 CORSO DI LAUREA IN MATEMATICA UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI MILANO 2014 2015 15.V.2015 VINCENZO MARRA Indice Parte 1. Input/Output standard dalla console 2 Esercizio 1 2 Eco

Dettagli

Caratteri e stringhe

Caratteri e stringhe Caratteri e stringhe Funzioni di libreria Introduzione Lunghezza di stringhe Classificazione di caratteri Trasformazione di caratteri Copia e concatenazione Confronto di stringhe Ricerca in stringhe Conversione

Dettagli

Sistemi Operativi (M. Cesati)

Sistemi Operativi (M. Cesati) Sistemi Operativi (M. Cesati) Compito scritto del 16 luglio 2015 Nome: Matricola: Corso di laurea: Cognome: Crediti da conseguire: 5 6 9 Scrivere i dati richiesti in stampatello. Al termine consegnare

Dettagli

Files in C++ Fondamenti di Informatica. R. Basili. a.a. 2006-2007

Files in C++ Fondamenti di Informatica. R. Basili. a.a. 2006-2007 Files in C++ Fondamenti di Informatica R. Basili a.a. 2006-2007 Sintesi Motivazioni Definizione di file in C++ Un esempio Uso dei file Esempi Esercizi Motivazioni il programma in esecuzione legge (sequenzialmente)

Dettagli

Corso sul linguaggio C Modulo Tipi di dato

Corso sul linguaggio C Modulo Tipi di dato Corso sul linguaggio C Modulo 1 1.3 - Tipi di dato 1 Prerequisiti Concetto di espressione Cenni sulla struttura del calcolatore 2 1 Introduzione In questa lezione si esaminano i tipi di dato. I tipi di

Dettagli

Marta Capiluppi Dipartimento di Informatica Università di Verona

Marta Capiluppi Dipartimento di Informatica Università di Verona Marta Capiluppi marta.capiluppi@univr.it Dipartimento di Informatica Università di Verona Struttura di un programma C Versione minima Parte dichiarativa globale main() { Parte dichiarativa locale Parte

Dettagli

AXO. Operativo. Architetture dei Calcolatori e Sistema. programmazione di sistema

AXO. Operativo. Architetture dei Calcolatori e Sistema. programmazione di sistema AXO Architetture dei Calcolatori e Sistema Operativo programmazione di sistema Il sistema operativo Il Sistema Operativo è un insieme di programmi (moduli software) che svolgono funzioni di servizio nel

Dettagli

Fondamenti di Informatica. Tecniche di input/output per l'accesso ai file

Fondamenti di Informatica. Tecniche di input/output per l'accesso ai file Corso di per il corso di Laurea di Ingegneria Meccanica Tecniche di input/output per l'accesso ai file Università degli Studi di Udine - A.A. 2010-2011 Docente Ing. Sandro Di Giusto Ph.D. 1 L'importanza

Dettagli

Chiamate di sistema per la Inter Process Communication (IPC) in POSIX. E.Mumolo, DEEI mumolo@units.it

Chiamate di sistema per la Inter Process Communication (IPC) in POSIX. E.Mumolo, DEEI mumolo@units.it Chiamate di sistema per la Inter Process Communication (IPC) in POSIX E.Mumolo, DEEI mumolo@units.it Pipe Cos'è un pipe? E' un canale di comunicazione che unisce due processi Caratteristiche: La più vecchia

Dettagli