Cisco Regional Academy Traccia per la docenza

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Cisco Regional Academy Traccia per la docenza"

Transcript

1 Cisco Regional Academy Traccia per la docenza Powered by: MP & LS Milano, v.2 settembre

2 Indice 1 Introduzione Analisi dei 16 Capitoli... 6 Capitolo 1: Introduzione al Personal Computer Certificazioni Industriali IT Struttura di un computer Definizione, funzioni, e caratteristiche di case e alimentatori Definizione, funzioni, e caratteristiche dei componenti interni Definizione, funzioni, e caratteristiche di porte e cavi Definizione, funzioni, e caratteristiche dei dispositivi di input Definizione, funzioni, e caratteristiche dei dispositivi di output Risorse di sistema e loro funzioni... 7 Capitolo 2: Procedure di Lavoro Sicure e Utilizzo degli Strumenti Uso di procedure e condizioni di lavoro sicure Strumenti e tool software per componenti di personal computer Utilizzo adeguato degli strumenti... 8 Chapter 3: Computer Assembly - Step by Step Apertura del case Intallazione dell alimentatore Fissaggio dei componenti alla motherboard e installazione della motherboard Installazione di drive interni Installazione di drive in alloggiamenti esterni Installazione di schede adattatore Connessione di tutti i cavi interni Rimontaggio dei pannelli laterali e collegamento dei cavi esterni al PC Primo avvio del computer Capitolo 4: Fondamenti di Troubleshooting e Manutenzione Preventiva Scopo della manutenzione preventiva Fasi del processo di troubleshooting Capitolo 5: Fondamenti di Sistemi Operativi Funzioni di un sistema operativo Confronto tra sistemi operativi riguardo a funzioni, limitazioni, e compatibilità Scelta di un sistema operativo in base ai requisiti del cliente Installazione di un Sistema Operativo Utilizzo dell'interfaccia grafica (GUI) di Windows Manutenzione preventiva per sistemi operativi Troubleshooting di sistemi operativi Capitolo 6: Fondamenti di Laptop e Dispositivi Portatili Descrizione di laptop e altri dispositivi portatili Componenti di un laptop Confronto tra componenti di desktop e laptop Configurazione dei laptop Confronto tra standard di telefonia mobile Manutenzione preventiva per laptop e dispositivi portatili Troubleshooting di laptop e dispositivi portatili Capitolo 7: Fondamenti di Stampanti e Scanner (LS)

3 7.1 Tipi di stampanti attualmente disponibili Installazione e configurazione di una stampante Tipi di scanner attualmente disponibili Installazione e configurazione degli scanner Manutenzione preventiva per stampanti e scanner Troubleshooting di stampanti e scanner Capitolo 8: Fondamenti di Reti di Telecomunicazione (LS) Principi di networking Tipologie di reti Concetti e tecnologie di rete fondamentali Componenti fisici di una rete Topologie e architetture di LAN Organismi di standardizzazione Standard Ethernet Modelli TCP/IP e OSI Configurazione di una NIC e di un modem Definizione, funzioni, e caratteristiche di altre tecnologie per la connettività Manutenzione preventiva per le reti Troubleshooting di una rete Capitolo 9: Fondamenti di Sicurezza (LS) Importanza della sicurezza Minacce (threats) per la sicurezza Procedure di sicurezza Identify common preventive maintenance techniques for security Troubleshooting sulla sicurezza Capitolo 10: Skill di Comunicazione (LS) Relazione tra comunicazione e troubleshooting Buoni skill di comunicazione e comportamento professionale Aspetti etici e giuridici di attività connesse alla tecnologia informatica Ambiente di un call center e responsabilità tecniche Capitolo 11: Nozioni Avanzate di Personal Computer Attività di un tecnico locale, remoto e di laboratorio Procedure di laboratorio sicure e uso degli strumenti Situazioni che richiedono la sostituzione dei componenti di un computer Aggiornamento e configurazione di componenti e periferiche di un computer Manutenzione preventiva per i componenti di un computer Troubleshooting di componenti e periferiche dei computer Capitolo 12: Nozioni Avanzate di Sistemi Operativi Scelta del sistema operativo in funzione delle necessità del cliente Installazione, configurazione e ottimizzazione di un sistema operativo Aggiornamento dei sistemi operativi Manutenzione preventiva per sistemi operativi Troubleshooting di sistemi operativi Capitolo 13: Nozioni Avanzate di Laptop e Dispositivi Portatili Metodi di comunicazione wireless per laptop e dispositivi portatili Tecniche di riparazione di laptop e dispositivi portatili Individuazione dei componenti di un laptop Manutenzione preventiva per laptop Troubleshooting di un laptop

4 Capitolo 14: Nozioni Avanzate di Stampanti e Scanner Potenziali rischi e procedure di sicurezza associati a stampanti e scanner Installazione e configurazione di uno scanner e una stampante locale Condivisione (share) in rete di una stampante e di uno scanner Aggiornamento e configurazione di stampanti e scanner Manutenzione preventiva per stampanti e scanner Troubleshooting di stampanti e scanner Capitolo 15: Nozioni Avanzate di Reti di Telecomunicazione Capitolo 15: Nozioni Avanzate di Reti di Telecomunicazione Progettazione di una rete in base alle esigenze del cliente Individuazione dei componenti per la rete del cliente Realizzazione della rete del cliente Upgrade della rete del cliente Installazione, configurazione e gestione di un semplice mail server Manutenzione preventiva per le reti Troubleshooting di una rete Capitolo 16: Nozioni Avanzate di Sicurezza (LS) Identificazione dei requisiti di sicurezza in base alle necessità del cliente Scelta dei componenti per la sicurezza in base alle esigenze del cliente Implementazione di policy di sicurezza per il cliente Manutenzione preventiva sulla sicurezza Troubleshooting per la sicurezza Pagine della presente traccia (testo): 1. Introduzione al Personal Computer: 2 2. Procedure di Lavoro Sicure e Utilizzo degli Strumenti 1,5 3. Computer Assembly - Step by Step 1,5 4. Fondamenti di Troubleshooting e Manutenzione Preventiva 1 5. Fondamenti di Sistemi Operativi 3 6. Fondamenti di Laptop e Dispositivi Portatili 2,5 7. Fondamenti di Stampanti e Scanner (LS) 4 8. Fondamenti di Reti di Telecomunicazione (LS) 5 9. Fondamenti di Sicurezza (LS) 2,5 10. Skill di Comunicazione (LS) 2,5 11. Nozioni Avanzate di Personal Computer Nozioni Avanzate di Sistemi Operativi 2,5 13. Nozioni Avanzate di Laptop e Dispositivi Portatili Nozioni Avanzate di Stampanti e Scanner 2,5 15. Nozioni Avanzate di Reti di Telecomunicazione Nozioni Avanzate di Sicurezza (LS) 3,5 4

5 1 Introduzione Questo documento indica al docente del Curriculum IT Essentials 1 : per ognuno dei 16 Capitoli, una breve sintesi delle dimensioni e dei punti principali per ognuna delle 361 pagine, gli aspetti importanti che possono esservi contenuti (soprattutto le sigle, eventuali concetti o nozioni non abituali, figure interessanti, e tutto ciò che viene chiesto nei Quiz e negli Esami on-line). È così possibile, in un colpo d occhio, rivedere il contenuto di ogni lezione in cui articolare il corso. Cominciamo a sgrossare il problema con la seguente tabella (per Blocchi si intendono i Titoli di livello 2 dell Indice generale): I Capitoli sono: 3 brevi (2, 4, 10); il 4 è senza Esame on-line 9 medi (1, 3, 6, 9, 12, 13, 14, 15, 16) 3 lunghi (5, 7, 11) 1 lunghissimo, sulla parte base di reti (8). I commenti (in corsivo) sulle singole pagine del Curriculum cominciano con una lettera, che ne indica la lunghezza: S = Short (non ha il cursore di scorrimento del testo, su un monitor 1024 * 768) M = Medium (supera di poco la pagina) L = Large (supera la pagina di quasi il doppio) X = extra Large (supera la pagina di oltre il doppio). In rosso sottolineato le aggiunte o precisazioni degli autori. 5

6 2 Analisi dei 16 Capitoli Capitolo 1: Introduzione al Personal Computer Introduzione S Questo capitolo tratta i seguenti argomenti: le certificazioni industriali descrivere come è fatto un computer identificare i case e gli alimentatori per PC identificare i componenti interni identificare le porte e i cablaggi identificare i dispositivi di input identificare i dispositivi di output spiegare le risorse di sistema e i loro scopi. 1.1 Certificazioni Industriali IT Formazione e certificazioni M Cisco offre i Corsi IT Essentials per le certificazioni CompTIA A+ ed EUCIP. Poi seguono CCNA, CCNP, e inoltre Microsoft MCP, MCSA, MCSE, e le CompTIA Network+ e Linux Certificazione A+ L Sono 4: CompTia A+ Essentials ( ) per tutti, poi a scelta: IT Technician ( ), Remote Support Technician ( ) per l Help desk, e Depot (deposito) Technician ( ) per il tecnico da banco (bench) Certificazione EUCIP M Definite dal CEPIS, le EUCIP IT Administrator sono 5: 1-Computer Hardware; 2-Operating System; 3- LAN & Network Services; 4-Expert Network Use; 5-IT Security. 1.2 Struttura di un computer S Breve descrizione dei PC: hardware e software (in particolare, l O.S.). 1.3 Definizione, funzioni, e caratteristiche di case e alimentatori Case M Distingue tra form-factor Desktop e Tower; spazio interno per alimentatore, motherboard, espansioni e sistema di ventilazione Alimentatori X Descrive l alimentatore, che converte da AC a DC; Connettori polarizzati (keyed) come: Molex (4 fili, per HD); Berg (4 fili, per floppy); slotted (20 o 24 fili su 2 file, per la motherboard); auxiliary (4 o 8 pin, per la motherboard). I vecchi PC avevano i P8 e P9 non polarizzati, da inserire sulla motherboard coi fili neri al centro. Gli alimentatori consumano da 200 a 800 W. La figura 2 indica tensioni e colori di 3 modelli di alim. Ripasso della legge di Ohm: V=Voltage, I=Current, P=Power, R=Resistance: V = R*I; P = V*I 1.4 Definizione, funzioni, e caratteristiche dei componenti interni Definizione, funzioni, e caratteristiche delle motherboard L In figura 2, vari form factors : AT, ATX, Mini-ATX, Micro-ATX, LPX, NLX, BTX. Importante il chip-set che supporta la CPU e determina quanta RAM accetta il PC, e i tipi di connettori sulla motherboard; è diviso in 2 parti: il Northbridge (per RAM e video card) e Southbridge (per HD, sound card, USB e altre porte di I/O) Definizione, funzioni, e caratteristiche delle CPU X Le CPU sono oggi in architettura PGA-Pin Grid Array (in Figura, vari tipi e pinout da 17x17 a 39x39), da inserire su connettore ZIF-Zero Insertion Force. Architetture RISC e CISC; velocità in GHz e larghezza del FSB-Front Side Bus esterno (32 o 64 bit). Overclocking sconsigliato. MMX x multimedia; Single o Dual-core. 6

7 1.4.3 Definizione, funzioni, e caratteristiche delle CPU e dei sistemi di raffreddamento S Ventole (fan) di raffreddamento della CPU e della GPU-Graphic Processing Unit; l aletta o pozzetto (sink) di raffredamento. Alcuni computer hanno CPU e GPU raffreddate ad acqua Definizione, funzioni, e caratteristiche di ROM e RAM L Vari tipi di ROM (ROM, PROM, EPROM, EEPROM), di RAM (DRAM, SRAM, FPM, EDO, SDRAM, DDR- SDRAM Double Data Rate, DDR2 SDRAM, RDRAM), di formato RAM (DIP, SIMM, DIMM, RIMM), di Cache (SRAM L1, L2, L3) e di protezione agli errori ( noparity è senza; parity rileva; ECC corregge un bit errato) Definizione, funzioni, e caratteristiche delle schede adattatore M Vari tipi di adapter: NIC e Wireless NIC, sound & video card, modem, SCSI (leggi scasi ), RAID, USB, Parallel e Serial Port; su bus: ISA, EISA, MCA, PCI, AGP o PCI-Express Definizione, funzioni, e caratteristiche dei dispositivi di memorizzazione X Floppy (da 3,5 pollici 720 kb o 1,44 MB; 5,25 pollici superati); HD-Hard Drive (si vede come C:, capacità in GB, velocità in RPM-Revolutions Per Minute); Optical drive (CD o DVD, varie versioni); Flash Drive (o thumb drive, per USB). Interfacce: IDE (o ATA, connettori a 40 pin), EIDE (supporta DMA, conn. a 40 pin), PATA (ATA Parallela), SATA (connettore a 7 bit), SCSI (fino a 15 devices, connettori a 50, 68 o 80 pin) Definizione, funzioni, e caratteristiche dei cavi interni L I cavi dati interni sono: quello per I floppy (FDD), a 34 fili, con 2 connettori lato device; il PATA (IDE- EIDE) a 40 fili e 3 connettori; il PATA (EIDE) a 80 fili con connettori a 40 pin, per velocità sopra i 33,3 Mbps; il SATA a 7 fili (rosso in figura); lo SCSI (7+1 connettori sul 50 fili, 15+1 sui 68 o 80 fili). Filo colorato = pin Definizione, funzioni, e caratteristiche di porte e cavi X Tipi di porte: Seriali (DB9 o DB25 maschi), USB-Universal Serial Bus (fino a 127 devices, anche autoalimentati; v1.1 a 12 Mbps, v2.0 a 480 Mbps), Firewire (fino a 63 devices; IEEE 1394 o i.link; 1394a fino a 400 Mbps, 15 m.; cavi a 4 o 6 fili; 1394b fino a 3,2 Gbps, 100 m. su cavo UTP), parallela (25 pin femmina, IEEE 1284, cavo Centronics con connettore Type B 36 pin, max 4,5 m.), SCSI (fino a 320 Mbps e 15 devices; cavo da 24,4 m. per device singolo, o da 12,2 m. per più devices, 50,68 o 80 fili, con terminazione), rete (connettore RJ-45, Mbps, 100 m. max), PS/2-Personal System 2 (connettori rotondi mini- DIN femmina a 6 poli; mouse e tastiera sono distinti da un colore o da un icona), audio (Line-in azzurro, Microfono rosso, Line-out verde... le casse sono sempre al verde!, eventuale Aux-in nero, Gameport/MIDI DB-15 femmina), video (VGA a vaschetta, 15 pin su 3 file, femmina; DVI-Digital Visual Interface 24 o 29 pin, DVI-I segnali A+D, DVI-D solo digitale; HDMi-High Definition Multimedia interface 19 pin; S-video 4 pin solo analogico; RGB tre cavi coassiali distinti, uno per colore rosso-verde-blu). 1.6 Definizione, funzioni, e caratteristiche dei dispositivi di input M Mouse e tastiera, fotocamera e cinepresa digitale, sistemi di autenticazione biometrica (impronta, voce o rétina), touch screen (pannello sensibile alla pressione), scanner, lettore di bar-code (UPC-Universal Product Code) per etichette prezzo ed inventario. 1.7 Definizione, funzioni, e caratteristiche dei dispositivi di output X Monitor e proiettori (CRT-Cathode Ray Tube, LCD-Liquid Crystal Display attivi/tft o passivi, economici, DLP-Digital Light Processing, con ruota dei colori e DMD-Digital Micromirror Device). Varie risoluzioni in Figura 2: da CGA 320x200 pixels-picture elements a WQUXGA 3840x2400; altri fattori = Dot pitch, Refresh rate, interlacciato o no, HVC-Horizontal Vertical Colors, vari rapporti LxH (aspect ratio). Controlli: luminosità, contrasto, posizione, reset?! Stampanti, Scanner (sono di input!), FAX e fotocopiatrici; altoparlanti (speakers) e cuffie (headphones). 1.8 Risorse di sistema e loro funzioni M IRQ-Interrupt Request (da 0 a 15, assegnato automaticamente nei sistemi PnP-Plug and Play); indirizzi delle porte di I/O (da 0x0 a 0xFFFF; le 4 COM sono 3F8, 2F8, 3E8, 2E8; le 2 LPT sono 378 e 278); canali DMA-Direct Memory Access (usato dai devices SCSI e schede audio; i PC recenti hanno 8 canali n. 0-7). Sommario S Pagina riassuntiva. Quiz 9 domande. DDR-SDRAM due volte più veloce della SDRAM. 7

8 Capitolo 2: Procedure di Lavoro Sicure e Utilizzo degli Strumenti Introduzione S Questo capitolo tratta i seguenti argomenti: lavorare in condizioni sicure identificare strumenti hardware e software per testare i componenti di un PC fare un uso adeguato di tali strumenti. 2.1 Uso di procedure e condizioni di lavoro sicure Procedure di sicurezza e potenziali rischi per utenti e tecnici L Linee generali di sicurezza, per evitare tagli, scottature, shock elettrici o danni alla vista. Evitare i bracciali antistatici lavorando coi monitor e gli alimentatori, che possono contenere alte tensioni; lasciar raffreddare i forni delle stampanti laser. Conoscere le vie di fuga e i tipi di estintori, 4 negli USA: A,B,C,D. Usarli con P-A-S-S=Pull the pin, Aim at the base of fire, Squeeze the lever, Sweep the nozzle side to side Procedure di sicurezza per la protezione di apparecchiature da danni e perdita di dati X Evitare le ESD-Electrostatic Discharge ( V); buste antistatiche per i componenti; materiali (mats) messi a terra sul tavolo di lavoro; bracciali antistatici. Clima caldo: surriscaldamenti; secco: ESD; umido: condensa (moisture). Fluttuazioni dell alimentazione AC: blackout, brownout (<80% V nominale), rumore (noise) da generatori e fulmini (lightning), spike (punte di tensione > 200%), surges (V >>, pochi ns). Protezioni: soppressori di surges e spikes verso terra; UPS & SPS-Standby Power Supply Procedure di sicurezza per la protezione dell'ambiente da contaminazioni X I computer contengono rifiuti tossici (toxic waste) con cadmio, piombo, mercurio ecc. Consultare le autorità in materia per lo smaltimento, e i documenti MSDS-Material Safety Data Sheet richiesti da tali enti (es. OSHA-Occupational Safety and Health Admin.) per accompagnare i prodotti di questo tipo. In UK vigono le norme CHIP3-Chemicals Hazard Info and Packaging for Supply, del Come smaltire le batterie, i monitor (fino a 1,8 Kg di piombo), i kit dei toner, le cartucce, i solventi chimici (non nel lavandino) e gli spray. 2.2 Strumenti e tool software per componenti di personal computer Strumenti hardware e loro funzioni M Contro le ESD: bracciali e tappetini antistatici. Vari tipi di cacciaviti (screwdrivers) o chiavi, pinzette (pliers & tweezers), cesoie (cutters), torcia (flash light). Per la pulizia, usare un panno morbido (soft cloth, lint free... senza pelucchi, dice altrove), aria compressa, fascette per i cavi, cassettini porta componenti. Il tester o multimetro digitale, e un loopback adapter (tappo di richiusura per testare le porte di I/O) Tool software e loro funzioni X Tools di gestione del disco: Fdisk (gestisce le partizioni), Format, Scandisk o ChkDsk, Defrag, Disk Cleanup, Disk Management (simile a Fdisk) SFC-System File Checker. Uso del Windows XP boot disk. Tools software di protezione: Windows XP Security Center; Antivirus, Spyware Remover e Win XP Firewall Strumenti organizzativi e loro funzioni L Strumenti personali: Note, Giornale di bordo (Journal), Storia degli interventi, con data. Internet: motori di ricerca, NewsGroups, FAQ dei produttori, Manuali on-line, Forum e Chat, Siti web tecnici. Etichette per le parti rimosse; un PC funzionante di scorta; un posto per ogni cosa. 2.3 Utilizzo adeguato degli strumenti Uso corretto di un bracciale antistatico M Uso del bracciale antistatico, da connettere alla terra o al case del PC, in un punto non verniciato; non usarlo per riparare un monitor. Evitare indumenti di seta, polyester o lana, che generano elettricità statica Uso corretto di un tappeto antistatico S Un foglio di materiale antistatico può essere appoggiato sul piano di lavoro (workbench) e messo a terra o collegato alla carcassa del PC, per appoggiarvi i componenti che si smontano (sempre presi per i bordi), mantenendoli allo stesso potenziale del resto ed evitando ESD. 8

9 2.3.3 Uso corretto dei vari utensili L Uso delle viti, dei cacciaviti (screwdrivers) a croce (Phillips head) e a taglio (flat), delle chiavi per bulloni a testa esagonale (Hex driver). Non usare utensili magnetizzati, che possono danneggiare i supporti dati. Raccoglitore di parti (part retriever), pinze a becco aguzzo (needle-nose pliers) e pinzette (tweezers) Uso corretto dei prodotti di pulizia X L accumulo di polvere (dust buildup) può provocare isolamento tra i contatti e mancato raffreddamento. Suggerimenti su materiali e detergenti da usare per: carcasse e monitor, schermi LCD e CRT (acqua distillata e panno senza pelucchi-lint free), l aletta di raffreddamento (aria compressa: usarla in verticale, per evitare che goccioli sulla motherboard), contatti RAM (alcool isopropilico), tastiera (aspirapolvere a mano con spazola) e mouse (detergente +panno all esterno e per la pallina, limetta per unghie-nail file per i rullini). Sommario S Pagina riassuntiva. Quiz 8 Domande volt minimo ESD percepibile; per scaricare le ESD, toccare la carcassa del PC. 9

10 Chapter 3: Computer Assembly - Step by Step Introduzione S Questo capitolo insegna a montare da zero un PC tower o desktop: aprire la carcassa (case) installare l alimentatore collegare i componenti alla motherboard, e questa al case installare i drive interni installare i drive che si affacciano all esterno (in external bays) installare le schede (adapter cards) connettere i cavi interni richidere il pannello del case e connettere i cavi esterni avviare (boot) il PC la prima volta. 3.1 Apertura del case S Banco di lavoro pulito e illuminato. Vari modi di aprire il case ; coperchio / fianco fissati da viti o levette. 3.2 Intallazione dell alimentatore S Gli alimentatori entrano nel case in un modo solo; hanno 3 o 4 viti di fissaggio, da stringere bene, perché la vibrazione della ventola potrebbe allentarle. 3.3 Fissaggio dei componenti alla motherboard e installazione della motherboard Installazione della CPU e del blocco dissipatore/ventola L Le CPU sono spesso ospitate in zoccoli ZIF-Zero Insertion Force, con una levetta di bloccaggio. Non toccare i pin della CPU! Aggiungere sulla CPU il composto termico (thermal compound; se serve, pulire prima con alcool isopropilico) per fare contatto con l alatta di raffreddamento (heat sink). Fissare l aletta alle mollette (retainers) indicate dal costruttore, e la ventola (fan) che toglie calore all aletta; alimentare la ventola dall apposito connettore a 3 (testo) o 4 (figura) fili Installazione della RAM S La RAM aumenta le prestazioni del PC. Vedere la compatibilità con la motherboard. Allineare le tacche (notches) allo zoccolo, premere in posizione e fissare con i fermi laterali (side tabs). Ripetere per più moduli Installazione della motherboard S distanziali (standoffs) in metallo o plastica, da fissare prima al fondo del PC, nel numero esatto. Avvitare poi la motherboard sui distanziali. 3.4 Installazione di drive interni S Allineare il drive (es. HD) nell alloggiamento (bay) allineato con i buchi delle viti, e fissarlo con viti adatte. 3.5 Installazione di drive in alloggiamenti esterni Installazione del drive ottico S Allineare il drive (CD/DVD) nell alloggiamento, allineato con i buchi delle viti, e fissarlo con viti adatte. Ha connettore Molex (grosso) per l alimentazione, e un cavo PATA per i dati Installazione del floppy drive S Allineare il drive nell alloggiamento da 3.5 pollici, allineato con i buchi delle viti, e fissarlo con viti adatte. Ha connettore Berg (piccolo) per l alimentazione, e un cavo Floppy per i dati. 3.6 Installazione di schede adattatore Installazione della NIC S Una Network Interface Card è per bus PCI (lungo) o PCIe (corto). Inserirla fissarla con l apposita vite. 10

11 3.6.2 Installazione della NIC wireless S Come sopra Installazione della scheda video S Usano il bus PCI, PCIe o quello grafico dedicato AGP-Accelerated Graphic Port. Montaggio come sopra. 3.7 Connessione di tutti i cavi interni Connessione dei cavi di alimentazione L Le motherboard ATX hanno connettori di alimentazione a 20 o 24 pin + uno ausiliario opzionale da 4 o 6. Un alimentatore da 20 pin funziona su una MB da 24 pin. Infilare i connettori a pressione, fino al click. I connettori di alimentazione SATA sono a 15 pin (ma a 5 fili!). I Molex e i Berg sono a 4 fili. Connettere anche l alimentazione a 3 fili della ventola (4 come nella foto, se il termostato è integrato nel dissipatore e non nella CPU), ed eventuali altre indicate sul manuale del PC Connessione dei cavi dati X 3 tipi di ribbon cable o flat cable : PATA, SATA e Floppy. il PATA ha 40 o 80 fili e connettori da 40 pin (Master finale e Slave centrale); la banda (stripe) colorata indica il pin 1, di solito il più vicino al... Molex. I cavi SATA sono solo a 7 fili (certo, sono seriali!). I cavi Floppy sono a 34 fili, con banda colorata per il pin 1; Floppy A: alla fine, floppy B: al centro. Se inserito al contrario, il led del floppy resta acceso. 3.8 Rimontaggio dei pannelli laterali e collegamento dei cavi esterni al PC Rimontaggio dei pannelli laterali al case S Infilare o appoggiare, e stringere tutte le viti, con cacciavite o a mano se apposite; attenti agli spigoli Connessione dei cavi esterni al computer L Cavi: monitor (DVI o VGA: stringere le viti), tastiera e mouse (PS/2), USB, Ethernet (RJ-45), eventuale antenna scheda wireless, alimentazione. 3.9 Primo avvio del computer Codici Sonori S I beep durante il POST-Power On Self Test indicano alcune diagnostiche tipiche: da 1 a 11 beep Configurazione del BIOS S Le configurazioni del BIOS sono mantenute in memoria permanente CMOS-Complementary Metaloxide Semiconductor, supportata da batteria di backup. Per entrare nel BIOS, di solito si preme DEL (CANC) durante il POST. Opzioni principali: Main, Advanced, Security, Others, Boot ed Exit. Sommario S Pagina riassuntiva. Quiz 9 Domande. Banali. 11

12 Capitolo 4: Fondamenti di Troubleshooting e Manutenzione Preventiva Introduzione S Questo capitolo tratta i seguenti argomenti: come fare la manutenzione preventiva con quale metodo o processo affrontare la risoluzione di un problema. N.B.: questo Capitolo molto breve non ha un esame, in quanto tutti gli altri Capitoli si concludono con alcune questioni di manutenzione e troubleshooting, richieste poi nei rispettivi esami. 4.1 Scopo della manutenzione preventiva S Mantenere l hardware in buone condizioni, pulendolo, sostituendo parti danneggiate o usurate, fissando i cavi, ecc. Mentenere aggiornato il software, soprattutto le protezioni di sicurezza; togliere programmi inutili o indesiderati; fare lo scan e il defrag sui dischi. Svolgere manutenzione preventiva in modo proattivo, secondo le necessità (cantiere, scuola): benefici = più protezione dei dati, vita prolungata delle macchine. 4.2 Fasi del processo di troubleshooting Finalità della protezione dei dati M Proteggere i dati prima di fare operazioni rischiose, facendo backup su CD, DVD, nastri (o HD) esterni. Verificare con l utente che i backup periodici siano stati davvero fatti e funzionino, prima di farci conto. Se il backup manca e non si può fare, farsi firmare una liberatoria previa dal cliente sul caso di perdita dati Raccolta di informazioni dal cliente M Il Cliente fornisce i dati su se stesso, sul sistema (hw & sw) e sul problema. Chiedere info con domande dirette, senza gergo (jargon), senza interrompere (talk down) né insultare né dire che è colpa sua: così si ottengono (elicit) ottime informazioni. Porre domande aperte per raccogliere info generali, e domande chiuse (es. risposta si / no) per raffinare in fretta la raccolta info. Scriverle sull ordine di lavoro e sul repair journal Verifica dei problemi ovvi S Talvolta il problema è banale, e si trova subito la soluzione: cavi allentati, ordine di boot errato nel Bios Verifica iniziale delle soluzioni più rapide (Try quick solutions first) S Provare subito le soluzioni rapide: spegni e riaccendi (!!), fai login come utente diverso, controlla i cavi Raccolta di dati dal computer L Anche i computer forniscono: messaggi di errore (Event Viewer, da Pannello di controllo Strumenti di amministrazione: vedi sotto). Il Device Manager (in italiano: da tasto destro su Risorse del computer Hardware Gestione Periferiche) mostra quali periferiche non funzionano (!), sono disabilitate (X) o sono senza driver (?): vedi sotto. I codici acustici (Beep codes): vedi Info dal BIOS. Altri Tools diagnostici Valutazione del problema e attuazione della soluzione S La soluzione può venire dall esperienza, dai colleghi, da Internet (News Groups, Forum, sito del vendor, siti tecnici) o dai Manuali. Definire i sottoproblemi. Provare prima le soluzioni più semplici e veloci Fase conclusiva con il cliente S Trovata la soluzione, spiegarla al Cliente, fargliela provare, documentarla per lui e per il gruppo di lavoro. Sommario S Pagina riassuntiva. Quiz 5 Domande. Banali. 12

13 13

14 Capitolo 5: Fondamenti di Sistemi Operativi Introduzione S Questo capitolo tratta i seguenti argomenti: spiegare a cosa serve un Sistema Operativo (O.S.-Operating System) confrontare i vari O.S. scegliere il giusto O.S. per le esigenze (needs) del Cliente installare un O.S. navigare nella sua GUI-Graphic User Interface fare manutenzione preventiva e troubleshooting sull O.S. 5.1 Funzioni di un sistema operativo Caratteristiche dei sistemi operativi attuali X Funzioni di base: controllare l accesso all hardware (tramite i driver installati con le periferiche; il PnP- Plug and Play, da Win 95 in poi); aggiornare il Registry; gestire i file e le cartelle (folder o directories); offrire un interfaccia utente (GUI o CLI); gestire le applicazioni, scritte basandosi sulle API-Application Program Interface dell O.S., di due tipi: open, multipiattaforma, e DirectX, specifiche per il multimedia di Windows Concetti sui Sistemi Operativi X Gli O.S. possono essere: multi-user, multi-tasking, multi-processing, multi-threading (=mutli-tasking interno di una applicazione). Usano la memoria RAM convenzionale (0-640 KB), espansa o superiore (upper, 640 KB 1 MB) ed estesa (sopra 1 MB). Possono operare in 4 Modi: Real Mode (usa solo la RAM fino a 1 MB per il DOS e Win 3.x a 16 bit; un errore può bloccare il PC vedi elenco comandi DOS); Protected Mode (usa tutta la RAM e anche quella virtuale su HD C:\pagefile.sys per il multi-tasking di applicazioni a 32 bit, protette tra loro); Virtual Real Mode (è il Real Mode emulato in Protected Mode) e Compatibility Mode (crea l ambiente di O.S., es. Win NT SP4, richiesto da una specifica applicazione). 5.2 Confronto tra sistemi operativi riguardo a funzioni, limitazioni, e compatibilità Sistemi operativi desktop L Gli O.S. per i desktop, o Client, supportano un solo utente e possono creare piccole reti (workgroup). I più diffusi: Windows (XP in 5 versioni, 2000, Vista... Windows 7 sta uscendo!), Apple MAC OS (user fiendly, basato su Unix) e Unix/Linux (dal 1960, Linux da Linus Torvalds, 1991, open-source) Sistemi operativi di rete S I N.O.S.-Network O.S. sono quelli per i Server, che supportano più utenti ed applicazioni, e sono più robusti e ridondanti. I più comuni: Windows 2000 Server e Server 2003 (che usano il DB Active Directory per gestire le risorse); Novell Netware (primo nelle LAN negli anni 80); Linux (Red Hat, Caldera, SuSE, Debian, Slackware, Centos...); UNIX (spesso proprietario, es. AIX di IBM, ecc). 5.3 Scelta di un sistema operativo in base ai requisiti del cliente Applicazioni e ambienti compatibili con un sistema operativo M Per la scelta dell O.S. guida la compatibilità con le applicazioni previste e con altri PC già in uso. Conta anche se sarà usato da un singolo utente (desktop O.S.) o dovrà supportarne più contemporanei (network) Requisiti hardware minimi e compatibilità con la piattaforma di un sistema operativo L Gli O.S. hanno una lista di requisiti hardware minimi: esempi per Windows 2000, XP Pro e XP Home. decidere se cambiare PC o fare upgrade di RAM, HD, CPU e/o Video Card. Va anche verificato se tutto l hardware del PC è compatibile con l O.S. scelto, spesso indicato nella HCL-Hardware Compatibility List. 5.4 Installazione di un Sistema Operativo Procedure di configurazione di un disco rigido L Per installare un O.S. da CD o DVD, far fare da BIOS il boot da tale drive (spesso è il default, se l HD è vuoto). Partizionare l HD e formattare le partizioni. Le Primary P. sono fino 4, indivisibili. La Active Part. è 14

15 quella (una sola) da cui si fa il boot. La Extended Part. (una sola) occupa di solito il resto dell HD, e può essere divisa in più Logical Drives (con le varie lettere D:, E:...). La formattazione prepara una partizione ad accogliere i files. Una Traccia è un cerchio completo sull HD; un Settore ospita un numero fisso di bytes, almeno 512; un Cluster è l unità mimima allocabile ad un file, fatta di uno o più settori; un Cilindro sono le Tracce dello stesso diametro su più piatti del disco (lette e scritte assieme). Mappa è la lettera del disco Preparazione di un disco rigido S L installazione da zero (clean installation) tratta il disco come se fosse nuovo e vuoto (brand new). Windows può usare due File System: FAT-32 (File Allocation Table a 32 bit, per dischi fino a 2 TB) e NTFS- New Technology File System, più recente e sicuro, per dischi fino a 16 exabyte (16 milioni di TB); schermate sotto tastone START Installazione del sistema operativo con le impostazioni di default (per Windows XP) S Scegliere tra Setup XP, Repair XP o Quit (F3). L installazione tipica è la più semplice e sicura: occorre comune scegliere vari parametri (formato numeri, e valuta; inoltre: lingua, nome utente e società, product key, nome del PC, password di Admin, data e ora, parametri di rete, nome Dominio o Workgroup) Creazione degli account S Durante l installazione, si crea l utente administrator con pieni poteri; creare altri utenti con diritti limitati Conclusione dell'installazione L A installazione finita, registrare XP ed eventualmente aggiornarlo agli ultimi Service Packs & patches con Microsoft Update Manager (richiede accesso ad Internet): Start All Programs Accessories System Tools Windows Update (in alcuni casi è direttamente sotto Programmi). Si può anche verificare col Device Manager se tutti i driver delle periferiche sono OK (vedi 4.2.5). In caso di errori, si può accettare di inviarli a Microsoft col WER-Windows Error Reporting Opzioni di installazione personalizzate M Per installare l O.S. su più PC (con different hardware configurations??) si può usare la Microsoft System Preparation (Sysprep) che crea un immagine del disco (disk cloning) e richiede solo alcuni step finali di configurazione, e di installare poi le applicazioni (??). Disk cloning = lanciare sysprep sul PC master preconfigurato; fare un immagine del disco con un programma di terze parti (Norton Ghost, Acronis True Image, ecc.); copiare l immagine su un Server; sul PC target l immagine lancerà un setup ridotto (shortened) che crea opzionalmente un SID-Security ID ed esegue quanto predisposto con Sysprep: installa i driver, crea i nuovi account utente e permette di configurare la rete e completare l installazione File per la sequenza di avvio e file del Registro X La procedura di boot : esegue il POST-Power On Self Test (eventuali beep ), cerca nel BIOS da quale device caricare l O.S. e vi localizza il MBR-Master Boot Record, che punta al boot loader (per NT: NTLDR). Se il PC ha più O.S. il boot loader (BOOT.INI) chiede quale caricare; poi lancia NTDETECT.COM per avere info sull hardware, localizza la partizione di boot, carica il kernel (NTOSKRNL.EXE e HAL.DLL) e legge il Registry per caricare i driver associati a un profilo. Il Registry ha record che iniziano con HKEY_ e ogni utente ha una sua sezione. Poi il kernel NT prende il controllo e lancia il file WINLOGON.EXE per dare la schermata di ingresso di XP. Se il boot avviene da un disco SCSI, Windows copia il file NTBOOTDD.SYS Gestione dei file di un sistema operativo L Per manipolare Windows, si usano: msconfig (per scegliere cosa si avvia all inizio, editare i file di config. e gestire i Servizi) e regedit (per modificare il Registry delicato!; può apparire come regedit32 ). Premendo F8 durante il boot si apre il WASO-Windows Advanced Startup Options (su schermata DOS) per scegliere l avvio: in Safe Mode (Modalità Provvisoria - minimale), in Safe Mode with networking Support, in Safe Mode with Command Prompt, o nella Last Known Good Configuration (c è un apposita sezione del Registry) da usare subito dopo il fault Struttura delle cartelle X Filename lunghi 255 char max; vietati *? > < : / \ nel nome; il. invece è OK; estensione di fino a 3 char; non case-sensitive. Attributi: R=Read-only; A=Archive; S=System, H=Hidden, visibili sia da DOS (col comando C:\>ATTRIB) sia da Gestione Risorse (dopo Show Hidden Files). CONVERT.EXE trasforma un disco FAT32 in uno NTFS. 5.5 Utilizzo dell'interfaccia grafica (GUI) di Windows Gestione di oggetti del desktop X Desktop Properties; Desktop Items; Start Menu; My Computer; lancio dei programmi; My Network Places (Risorse di rete) Utility del Pannello di Controllo X Il Pannello di Controllo, nella nuova vista per categorie; le Proprietà dello schermo (Display Settings). 15

16 5.5.3 Strumenti di Amministrazione L Accesso al Device Manager (Gestione Periferiche) anche da Pannello di controllo Sistema Hardware Gestione periferiche Vedi Risorse (cfr ); il Task Manager; l Event Viewer; il Remote Desktop; ottimizzare le prestazioni (ad es. la Memoria Virtuale) da Pannello di controllo System Advanced Performance area (Prestazioni) pulsante Settings Installazione, ricerca e disinstallazione di un'applicazione M Per installare applicazioni (occorre essere Amministratore: un Power User o Utente Standard non può installare nulla perché modificherebbe il Registry), o il loro CD ha la procedura automatica, o è raccomandato usare l Utility Microsoft: Installazione Applicazioni (Add or Remove Programs) dal Pannello di Controllo. La stessa Utility rimuove tutti i file e ripulisce il Registry in caso di disinstallazione Aggiornamento della versione di un sistema operativo M L upgrade dell O.S. è più veloce di una installazione da zero. Win 98 o Win NT possono migrare a Win 2000 o XP, e Win 2000 può migrare a Win XP (vedere HCL-Hardware Compatibility List, 5.3.2). In questo caso, lanciare dal CD di XP: D:\i386\winnt32 e seguire le istruzioni, oppure lo scopre il CD da solo. 5.6 Manutenzione preventiva per sistemi operativi Piano di manutenzione preventiva M Per evitare problemi futuri, prevedere per ogni PC come e quando aggiornare l O.S. e le applicazioni, compresi antivirus ecc. e come manutenere l HD (error checking, backup & defrag), in orari non lavorativi. Registrare gli interventi (repair log) può aiutare a capire quali macchine hanno più problemi Pianificazione di un'attività X Attività one-shot o periodiche possono essere pianificate con DOS AT o con Windows Task Scheduler; il secondo (Programmi Accessori Utilità di Sistema Operazioni Pianificate) è più semplice e potente. Tra le attività: ScanDisk o CHKDSK, Cleanmgr e Defrag. Per pianificare gli aggiornamenti dell O.S. attivare Automatic Update dall utility System del Pannello di controllo, per verificare periodicamente sul sito Microsoft le novità. Con: Programmi Accessori Utilità di sistema Ripristino configurazione di sistema (System Restore) si può creare o riutilizzare un restore point del sistema, ove tornare (roll back) in caso di problemi. Win 2000 può anche creare un ERD-Emergency Repair Disk=CD(per Win XP=ASR-Automatic System Repair wizard) Backup del disco rigido X Vari tipi di backup dei dati: normale o full ; copy (non marca i file come archiviati); incrementale (salva i file modificati dopo l ultimo backup totale o incrementale, marcandoli come archiviati = cancella l attributo A); differenziale (come sopra, ma non li marca); giornaliero (salva solo i file di oggi, e non li marca). Si accede da: Programmi Accessori Utilità di Sistema Trasferimento guidato file e impostazioni (...=Backup!). Su nastro (tape drive) economico ma lento, DAT-Digital Audio Tape, DLT-Digital Linear Tape o dischi USB. 5.7 Troubleshooting di sistemi operativi Esame del processo di troubleshooting S Solito processo di troubleshooting dell O.S. in 6 step (vedi 4.2) con voci specifiche per l O.S. allo step Problemi più comuni e relative soluzioni S Tre casi tipici di problemi sull O.S. con le relative soluzioni. Sommario S Pagina riassuntiva. Quiz 9 Domande. Quale HKEY_ del Registry contiene...? Quale tasto lancia Windows XP in Safe mode? Pant! 16

17 Capitolo 6: Fondamenti di Laptop e Dispositivi Portatili Introduzione S Questo capitolo tratta i seguenti argomenti: descrivere i laptop (che sta sul lap =grembo) e altri apparati portatili riconoscere e descrivere i componenti dei laptop confrontare (compare and contrast) i laptop con i desktop configurare un laptop (soprattutto il risparmio energia) fare manutenzione preventiva e troubleshooting dei laptop. 6.1 Descrizione di laptop e altri dispositivi portatili Utilizzi più comuni dei laptop M Compatti e portatili, grazie alla batteria. Inizialmente usati solo per affari: costavano molto e pesavano. Oggi sono una buona alternativa al desktop. Tipici usi di un laptop (nelle immagni, anche di tipo tablet ) Utilizzi più comuni di PDA e Smartphone X Nati nel 1970, i PDA-Personal Digital Assistant hanno oggi una tastiera e/o un touch-screen, e un O.S. simile a quello dei PC. Fungono da rubrica, calcolatrice, sveglia, browser, client di posta e GPS/navigatore. Gli smartphone (telefoni evoluti) sono cellulari con funzioni da PDA, da tenere in mano (handheld). Possono fare foto, accedere ai documenti e alle mail, prendere appunti scritti o audio, e mostrare la TV. Hanno connettività Bluetooth o via cavo USB. 6.2 Componenti di un laptop Componenti situati nella parte esterna di un laptop X Da sopra (top view): led di bluetooth, batteria e standby. Sul retro (rear view): parallela, alimentazione (AC? DC!), batteria (spesso frontale): tipi = NiCd-Nickel Cadmio (pesante, effetto memoria); NiMH-Idruro metallico di Nickel (inversione di polarità); Li-Ion Ioni di litio (leggera, no effetto memoria, si surriscalda); LiPo-Polimeri di Litio (costosa, leggera); celle a combustibile? (fuel cells, ultima frontiera, chimica-idrogeno). Laterali: foro di fissaggio (per Kensington Lock), porte USB, S-Video, Ethernet RJ-45, Modem RJ-11, cuffie e microfono, prese d aria, slot PCMCIA/PC-Card, porta VGA (spesso dietro), drive CD/DVD con LED. Frontalmente: porta infrarossi (IRdA-InfraRed device Adapter) altoparlanti, sblocco coperchio, prese d aria. Sotto: connettore Docking Station, fermi della batteria, accesso alla RAM e all HD Componenti interni (inside) di un laptop X Inside = sotto il coperchio, si trovano: tasto ON, monitor, tastiera, touchpad, lettore di impronta digitale (fingerprint!), altri controlli e LED. Un tasto funzione (F5, F8...) commuta l output dall LCD alla VGA (o sui 2). Lo switch o sensore di cutoff spegne il monitor quando viene chiuso: tenerlo pulito e funzionante Componenti di una docking station per laptop X La D.S. offre al laptop la connessione diretta a tutte le periferiche esterne: alimentazione, monitor, tastiera, mouse, casse, porte parallela e USB, rete, ecc. tramite un solo connettore sul fondo del PC. Le D.S. hanno, a differenza dei Port Replicators, casse amplificate e permettono di connettere anche schede PCI. Vedi anche Confronto tra componenti di desktop e laptop Confronto tra motherboard di desktop e laptop S Standard e rettangolari quelle dei desktop (5 tipi: AT, LPX, NLX, ATX e BTX); dedicate quelle dei laptop (bella foto!). Le schede di espansione interne sono per bus PCI, PCIe, ISA o AGP nei desktop, ma Mini-PCI nei laptop. Le RAM per desktop sono di tipo SIMM, DIMM o RIMM, mentre su laptop sono SODIMM (Small Outline Dual In-line Memory Module) Confronto tra processori di desktop e laptop S Le CPU dei laptop sono a basso consumo, e usano il throttling (=valvola a farfalla, variatore) per rallentare il clock e consumare ancora meno quando sono in attesa (idle). In figura, varie CPU Intel e relativi clock (1,06-2,33 GHz), Cache L2 (2-4 MB) e consumi (9-34 Watt). 17

18 6.3.3 Confronto tra la gestione del risparmio energetico di desktop e laptop M I desktop hanno una piccola batteria solo per mantenere la memoria CMOS del BIOS. I laptop la usano invece per funzionare, gestendola in due modi: quello vecchio, APM-Advanced Power Management, basato sul BIOS, e quello nuovo, ACPI-Advanced Configuration and Power Interface, sotto Windows (vedi 6.4.1) Confronto tra capacità di espansione di desktop e laptop X La complessa tabella in Fig. 1 mostra cose ovvie. Le Fig. 2 e 3 mostrano invece le card di espansione dei laptop (PCMCIA, si chiamavano, con varie funzioni, almeno 10 elencate): sono tutte sostituibili a caldo (hot swappable). Tra Type I, II e III cambia lo spessore (3,3, 5 o 10,5 mm) delle PCMCIA o PC card normali da 54 x 85,6 mm (formato carta di credito); le PC ExpressCard/54 sono da 54 x 75 mm, non rettangolari, e le PC ExpressCard/34 sono da 34 x 75 mm, sono invece entrambe spesse 5 mm: 6.4 Configurazione dei laptop Configurazione delle impostazioni di alimentazione X L uso dell ACPI-Advanced Configuration and Power Interface permette di prolungare la vita della batteria in 6 possibili stati (fig.1) che vanno da S0 (tutto acceso) a S5 (tutto spento), attraverso S1 ed S2 (??), S3 (standby = solo la RAM alimentata a basso consumo) ed S4 (hibernate o sospendi = tutto spento, ma la RAM viene salvata sul file C:\hiberfil.sys). L ACPI deve essere abilitato dal BIOS: Si attiva poi da Pannello di controllo Opzioni Risparmio Energia. Permette di configurare vari Profili o Combinazioni Risparmio energia (Power Schemes) per diversi contesti: casa, lavoro, viaggio... indicando, per ognuno, dopo quanto spegnere disco e schermo, o andare in standby o sospensione, quando alimentati a corrente o a batteria. Un altro foglio di ACPI permette di configurare il modo sospensione (hibernate) e di fissare le soglie per gli avvisi (alarms) di battera bassa (low) o quasi scarica (critical) e le relative azioni Procedure di installazione e rimozione sicure per componenti di laptop X In un laptop possono essere sostituiti (non a caldo, e quindi spegnendo prima il PC e staccandolo dall alimentazione): la batteria, il drive ottico, l HD e la RAM; le espansioni PC card sono invece hot swappable ). NB: il drive in Fig. 3 non pare per CD/DVD, ma un HD da 3,5! Il tutto può essere simulato col Virtual Laptop. 18

19 6.5 Confronto tra standard di telefonia mobile X Le 5 generazioni dei telefoni cellulari: 1G=NMT o AMPS (1980, analogici, i nostri TACS ed ETACS); 2G=GSM o iden (1990, digitale, usano FDMA + TDMA); 2,5G=GPRS o EDGE (intermedi tra 2G e 3G); 3G=UMTS o CDMA 2000 (usa CDMA-Code Division Multiple Access, velocità dati più elevate); 4G=HSDPA- High Speed Download Packet Access o LTE-Long Term Evolution. Servizi oltre la voce: SMS, MMS, IP. 6.6 Manutenzione preventiva per laptop e dispositivi portatili Procedure di pulizia appropriate X Tastiera: panno morbido senza pelucchi (lint free) inumidito con acqua o apposito detergente. Griglie di ventilazione: aria compressa e aspirapolvere (vacuum cleaner) non elettrostatico, usati in controcorrente! Pinzette per estrarre i grumi di polvere o... detriti! (debris). Schermo LCD: stacca tutto prima (ma va là!) e usa panno con apposito detergente, da non spruzzare direttamente sullo schermo. Touchpad: come per lo schermo: non usare mai acqua! Floppy: usare un apposito floppy di pulizia. Drive ottico: usare un apposito CD o DVD di pulizia. CD o DVD: usare un panno con detergente radialmente dal centro, non circolarmente Condizioni operative ottimali L Mantenere i laptop puliti, proteggerli quando vengono trasportati, non ostruire le griglie di ventilazione. Mantenere la temperatura tra 7 e 32 C (45-90 Fahrenheit) e l umidità tra il 10 e l 80% (la fig.3 è animata!). 6.7 Troubleshooting di laptop e dispositivi portatili Esame del processo di troubleshooting S Solito processo di troubleshooting dell O.S. in 6 step con voci specifiche per i laptop agli step 2 e Problemi più comuni e relative soluzioni S Tre casi tipici di problemi sui laptop (tutti sullo schermo) con le relative soluzioni. Sommario S Pagina riassuntiva. Quiz 9 Domande. Le due generazioni di Power Manegement; cosa è hot swappable ; come pulire lo schermo. 19

20 Capitolo 7: Fondamenti di Stampanti e Scanner (LS) Introduzione S Questo capitolo tratta i seguenti argomenti: Caratteristiche di stampanti (di seguito st.) e scanner (di seguito sc.) Come operano, come collegarli al PC o in rete, quali aspetti considerare in caso d acquisto Come si installano, si manutengono, si risolvono i problemi e/o malfunzionamenti 7.1 Tipi di stampanti attualmente disponibili Caratteristiche e funzionalità delle stampanti X Le st. maggiormente usate sono quelle laser (tecnologia elettrofotografica) e a getto d inchiostro o ink-jet (tecnologia elettrostatica a spruzzo); quelle a margherita o ad aghi/ dot matrix (tecnologie a impatto) sono usate solo dove è richiesta la produzione di più copie con carta carbone o chimica. I criteri per scegliere una st. sono: capacità, velocità, colore o bianco/nero, qualità, affidabilità. Capacità:? numero e capacità dei cassetti carta, funzionalità avanzate (fronte/retro), stampa A3 Velocità: si misura in PPM (pages per minute), per le ink-jet è di 2-6 PPM, per le laser di Colore o b/n: dipende dalle esigenze, nel caso di stampa di lettere e relazioni è sufficiente una b/n Qualità: si misura in DPI (dots per inch, punti per pollice), più è alta e più immagini/testo risultano chiari; per ottenere immagini migliori occorre usare anche inchiostro, toner e carta di alta qualità Affidabilità: occorre valutare la garanzia (che cosa copre), il MTBF (mean time between failure) che indica quanto l apparecchio funzionerà in media prima di guastarsi, l assistenza tecnica Prestare attenzione al costo complessivo di possesso (TCO-Total Cost of Ownership) e non solo a quello di acquisto iniziale: infatti a questo si aggiungono sempre i materiali di consumo (inchiostro e carta) Interfacce di una stampante verso il computer X Le intarfacce utilizzabili per collegare una st. sono: Serial, il flusso dei bit è appunto seriale (un bit alla volta); usate per lo più per st. ad impatto che non richiedono trasferimenti di dati ad alta velocità Parallel (IEEE 1284), il flusso dei bit in un singolo ciclo è maggiore che nel seriale perché sono spediti più bit alla volta; è stato quello più usato (cavo Centronics), ma ormai è soppiantato da USB SCSI (Small Computer System Interface), anch esso una comunicazione parallela che raggiunge elevati tassi di trasferimento dati USB (Universal Serial Bus), molto pratica dal momento che i s.o. offrono il supporto PnP (plug n play) che ne consente l immediato riconoscimento e l installazione automatica del driver Firewire (IEEE 1394 o i.link), ha caratteristiche analoghe all USB (hot-swappable, più device connessi in cascata) e raggiunge 400 Mbps di transfer rate Ethernet, se la stampante è di rete generalmente ha una NIC con interfaccia RJ45 Wireless (infrared, bluetooth e Wi-Fi), per il collegamento ad infrarosso occorre che i dispositivi siano vicini (entro 3,7 mt.) e che i dispositivi si vedano (nulla in mezzo); bluetooth usa onde radio per comunicazione di breve raggio, è possibile inserire adattatori bluetooth su USB; Wi-Fi (IEEE ) lavora fino a 11 Mbps (802.11b) o fino a 54 Mbps (802.11g) Stampanti laser X Stampa di alta qualità e molto veloce che usa un fascio laser per generare l immagine su un tamburo (drum) elettrofotografico ricoperto di materiale isolante sensibile alla luce (selenio); quando il laser colpisce il tamburo questo diventa conduttore dove è colpito e, girando su se stesso, entra in contatto con il toner che viene attratto; continuando a girare si avvicina alla carta che elettrostaticamente attrae il toner dal tamburo, poi la carta passa attraverso un fonditore (fuser) che vi fissa definitivamente il toner. Il processo è suddividibile in 6 fasi: Pulizia: in questa fase viene rimosso il toner in eccesso rimasto da stampe precedenti (con un lamierino o azzerando la carica elettrostatica presente sul tamburo) Condizionamento: rimuove la vecchia immagine dal tamburo (un cavo/griglia, detto corona primaria, o un rullo, detto di condizionamento, vengono caricati negativamente ed attraversano uniformemente la superficie del tamburo caricandolo a -600 volt) Scrittura: il laser colpisce il tamburo riducendo nei punti colpiti la carica negativa a -100 volt e producendovi la cosiddetta immagine latente 20

Esame di INFORMATICA LE PERIFERICHE DI INPUT/OUTPUT. Lezione 5 PERIFERICHE DI OUTPUT LA STAMPANTE (2/2) LE PERIFERICHE DI OUTPUT LA STAMPANTE

Esame di INFORMATICA LE PERIFERICHE DI INPUT/OUTPUT. Lezione 5 PERIFERICHE DI OUTPUT LA STAMPANTE (2/2) LE PERIFERICHE DI OUTPUT LA STAMPANTE Università degli Studi di L Aquila Facoltà di Biotecnologie Esame di INFORMATICA A.A. 2008/09 Lezione 5 LE PERIFERICHE DI INPUT/OUTPUT Permettono lo scambio dei dati tra l utente ed il calcolatore. Controllati

Dettagli

Esame di INFORMATICA Lezione 5

Esame di INFORMATICA Lezione 5 Università di L Aquila Facoltà di Biotecnologie Esame di INFORMATICA Lezione 5 LE PERIFERICHE DI INPUT/OUTPUT Permettono lo scambio dei dati tra l utente ed il calcolatore. Controllati dalla CPU Master

Dettagli

Allegato 3 Scheda tecnica

Allegato 3 Scheda tecnica Regione Autonoma della Sardegna Assessorato degli Enti Locali, Finanze ed Urbanistica Direzione Generale della Pianificazione Territoriale Urbanistica e della Vigilanza Edilizia Servizio Affari Generali

Dettagli

Workstation tower HP Z230

Workstation tower HP Z230 Workstation tower HP Z3 La massima affidabilità a un prezzo conveniente Progettata per carichi di lavoro pesanti 4x7x365. La conveniente workstation Tower Z3 HP è in grado di gestire esigenti carichi di

Dettagli

0. Manuale di installazione rapida del server SGI 1450

0. Manuale di installazione rapida del server SGI 1450 0. Manuale di installazione rapida del server SGI 1450 Questa guida fornisce le informazioni di base per la configurazione del sistema, dall'apertura della confezione all'avvio del Server SGI 1450, nel

Dettagli

ITG.-IPC. M.P. VITRUVIO

ITG.-IPC. M.P. VITRUVIO allegato A laboratorio multimediale E Programma Operativo Regionale 2007 IT161PO009 FESR Campania ISTITUTO D ISTRUZIONE SUPERIORE ITG.-IPC. M.P. VITRUVIO Sede. Via D Annunzio n. 25 80053 Castellammare

Dettagli

SCHEDA n 1 STAZIONE DI LAVORO TIPO WORK STATION GRAFICO

SCHEDA n 1 STAZIONE DI LAVORO TIPO WORK STATION GRAFICO SCHEDA n 1 STAZIONE DI LAVORO WORK STATION GRAFICO CPU PROCESSORE X86 DI ULTIMA GENERAZIONE, AVENTE, NEL BENCHMARK SYSMARK 2004 SE, RATING MAGGIORE di 258. CACHE RAM 4 Mb L2 BUS 1333 Mhz INTEL SLOT Disponibili

Dettagli

Efficiente notebook aziendale con funzioni di sicurezza e caratteristiche professionali. Sito Web ufficiale di VAIO Europe http://www.vaiopro.

Efficiente notebook aziendale con funzioni di sicurezza e caratteristiche professionali. Sito Web ufficiale di VAIO Europe http://www.vaiopro. VGN-BZ11EN Secure and stylish business Efficiente notebook aziendale con funzioni di sicurezza e caratteristiche professionali Sito Web ufficiale di VAIO Europe http://www.vaio.eu/ Sito Web ufficiale di

Dettagli

Componenti di base di un computer

Componenti di base di un computer Componenti di base di un computer Architettura Von Neumann, 1952 Unità di INPUT UNITA CENTRALE DI ELABORAZIONE (CPU) MEMORIA CENTRALE Unità di OUTPUT MEMORIE DI MASSA PERIFERICHE DI INPUT/OUTPUT (I/O)

Dettagli

Periferiche di I/O. Architettura di Von Neumann. 02 novembre 2006 BUS. Schema generale di tipo funzionale del calcolatore.

Periferiche di I/O. Architettura di Von Neumann. 02 novembre 2006 BUS. Schema generale di tipo funzionale del calcolatore. Periferiche di I/O 02 novembre 2006 Architettura di Von Neumann Schema generale di tipo funzionale del calcolatore Unità Centrale Memoria Centrale Interfacce delle Periferiche BUS DATI BUS BUS CONTROLLO

Dettagli

PC HP 280 G1 Minitower

PC HP 280 G1 Minitower Personal Computer : PC HP 8 G Minitower PC HP 8 G Minitower Affronta il tuo lavoro di tutti i giorni con un PC desktop dal prezzo accessibile: HP 8 G PC. Tutta la potenza di elaborazione di cui hai bisogno

Dettagli

L hardware. del Personal computer. Il Personal computer. Il Personal computer. Il Personal computer. Il Personal computer.

L hardware. del Personal computer. Il Personal computer. Il Personal computer. Il Personal computer. Il Personal computer. Il Personal computer L hardware del Personal computer 2004 Roberto Bisceglia http://www.itchiavari.org/ict Il personal computer è una macchina, costituita principalmente da circuiti elettronici, in grado

Dettagli

Componenti principali di un computer

Componenti principali di un computer Componenti principali di un computer Unità centrale Processore Controller Memoria principale (centrale) Bus Stampante Terminale Periferiche di input/output Memorie di massa (secondarie) 1 COMPONENTI DI

Dettagli

Il sistema di elaborazione

Il sistema di elaborazione Il sistema di elaborazione Hardware e software Hardware e software Un sistema di elaborazione è formato da: parti hardware: componenti fisiche parti software: componenti logiche i dati da trattare le correlazioni

Dettagli

Splash RPX-iii Xerox 700 Digital Color Press. Guida alla soluzione dei problemi

Splash RPX-iii Xerox 700 Digital Color Press. Guida alla soluzione dei problemi Splash RPX-iii Xerox 700 Digital Color Press Guida alla soluzione dei problemi 2008 Electronics for Imaging, Inc. Per questo prodotto, il trattamento delle informazioni contenute nella presente pubblicazione

Dettagli

INFORMATION TECNOLOGY. a cura di Alessandro Padovani padoale@email.it

INFORMATION TECNOLOGY. a cura di Alessandro Padovani padoale@email.it INFORMATION TECNOLOGY 1 a cura di Alessandro Padovani padoale@email.it 1 IT, HARDWARE E SOFTWARE Information Tecnology (o Informazione automatica): tecnologia hadware e software utilizzata per la progettazione

Dettagli

Specifiche tecniche VPCS11X9E/B

Specifiche tecniche VPCS11X9E/B Specifiche tecniche VPCS11X9E/B Caratteristiche e specifiche possono variare a seconda del Paese. Comprimi tutto Funzionamento Sistema operativo Windows 7 Professional (64 bit) autentico Architettura Chipset

Dettagli

Hardware interno. Docenti: Dott. Stefano Bordoni Dott. Francesco Guerra. Facoltà di Economia, Università di Modena e Reggio Emilia

Hardware interno. Docenti: Dott. Stefano Bordoni Dott. Francesco Guerra. Facoltà di Economia, Università di Modena e Reggio Emilia Hardware interno Docenti: Dott. Stefano Bordoni Dott. Francesco Guerra Facoltà di Economia, Università di Modena e Reggio Emilia Hardware A prima vista... Alimentazione PC e Monitor Lettore DVD Porte Ps/2

Dettagli

03 L architettura del computer e la CPU (parte 2) Dott.ssa Ramona Congiu

03 L architettura del computer e la CPU (parte 2) Dott.ssa Ramona Congiu 03 L architettura del computer e la CPU (parte 2) Dott.ssa Ramona Congiu 1 Anatomia del computer Dott.ssa Ramona Congiu 2 L Unità centrale 3 Anatomia del computer 4 La scheda madre All interno del computer

Dettagli

Workstation tower HP Z440

Workstation tower HP Z440 Workstation tower HP Z44 Eseguite più rapidamente il lavoro Eseguite tutte le vostre attività più rapidamente. Ottenete le massime prestazioni di calcolo con una workstation personale a processore singolo

Dettagli

Allegato 3. Scheda tecnica

Allegato 3. Scheda tecnica Regione Autonoma della Sardegna Assessorato degli Enti Locali, Finanze ed Urbanistica Direzione Generale della Pianificazione Territoriale Urbanistica e della Vigilanza Edilizia Servizio Affari Generali

Dettagli

Integrata No Si Linux Mast. CD-RW/DVD-RW DL Grigio da 2 Kg a 4 Kg 6 celle

Integrata No Si Linux Mast. CD-RW/DVD-RW DL Grigio da 2 Kg a 4 Kg 6 celle ACER NB TM5335 T3500 2GB 320GB 15,6" DVD-RW LINUX Genova Market è un prodotto di EsseBi Tecnologia di Brizzante Stefano www.genovamarket.it info@genovamarket.it Tel.:3338805881 P.I.:00358578888 Cod. LX.V0E0C.002

Dettagli

Appendice A SPECIFICHE TECNICHE APPENDICE A SPECIFICHE TECNICHE A-1

Appendice A SPECIFICHE TECNICHE APPENDICE A SPECIFICHE TECNICHE A-1 APPENDICE A SPECIFICHE TECNICHE A-1 MANUALE UTENTE Processore e Core Logic Processore Intel Penium 4 @ 1.7~2.4GHz Intel Net-Burst Architecture Units 478-in FCPGA package L2 Cache 256KB (Williamate, 0.18um)

Dettagli

Intel No Si Windows 7 Home Premium Mast. CD-RW/DVD-RW DL Nero da 2 Kg a 4 Kg 6 celle

Intel No Si Windows 7 Home Premium Mast. CD-RW/DVD-RW DL Nero da 2 Kg a 4 Kg 6 celle Genova Market è un prodotto di EsseBi Tecnologia di Brizzante Stefano www.genovamarket.it info@genovamarket.it Tel.:3338805881 P.I.:00358578888 ASUS NB K50IJ-SX543V C900 2GB 500GB 15,6" DVD-RW WIN 7 HP

Dettagli

Bus di sistema. Bus di sistema

Bus di sistema. Bus di sistema Bus di sistema Permette la comunicazione (scambio di dati) tra i diversi dispositivi che costituiscono il calcolatore E costituito da un insieme di fili metallici che danno luogo ad un collegamento aperto

Dettagli

appendice A specifiche tecniche SPECIFICHE TECNICHE

appendice A specifiche tecniche SPECIFICHE TECNICHE A P P E N D I C E A SPECIFICHE TECNICHE A - 1 Processore Core Logic Processore e Core Logic Intel P4 (Prescott) 2.8 ~ 3.6 GHz, FC-mPGA4 Type, 1 MB L2, con tecnologia Hyper Threading Mobile Intel P4 (Prescott)

Dettagli

Convenzione Acquisto Personal Computer DESKTOP 2 CONVENZIONE PC DESKTOP 2 CARATTERISTICHE TECNICHE PRODOTTI PERSONAL COMPUTER FASCIA MEDIA

Convenzione Acquisto Personal Computer DESKTOP 2 CONVENZIONE PC DESKTOP 2 CARATTERISTICHE TECNICHE PRODOTTI PERSONAL COMPUTER FASCIA MEDIA CONVENZIONE PC DESKTOP 2 CARATTERISTICHE TECNICHE PRODOTTI PERSONAL COMPUTER FASCIA MEDIA MARCA DEL PERSONAL COMPUTER FASCIA MEDIA MODELLO/CODICE DEL PERSONAL COMPUTER FASCIA MEDIA CARATTERISTICA ERGO

Dettagli

Informatica 1. 6 Sistemi operativi e software. ing. Luigi Puzone

Informatica 1. 6 Sistemi operativi e software. ing. Luigi Puzone Informatica 1 6 Sistemi operativi e software ing. Luigi Puzone Windows caratteristiche principali: Windows è un Sistema Operativo Con Interfaccia Grafica Multiutente Multitasking Multithreading Multiprocessing

Dettagli

ALLEGATO N. 2. scheda descrittiva delle estensioni di garanzia richieste dalla Stazione appaltante.

ALLEGATO N. 2. scheda descrittiva delle estensioni di garanzia richieste dalla Stazione appaltante. ALLEGATO N. 2 BUSTA B SPECIFICHE TECNICHE/OFFERTA TECNICA Il possesso delle specifiche tecniche, sotto elencate, nonché la valutazione degli elementi oggetto dei criteri indicati alla Tabella, di cui al

Dettagli

I COLLEGAMENTI CON L ESTERNO. Supporti Magnetici. Dischi Magnetici. Dischi Magnetici 13/03/2009. Dispositivi per la Memoria di Massa

I COLLEGAMENTI CON L ESTERNO. Supporti Magnetici. Dischi Magnetici. Dischi Magnetici 13/03/2009. Dispositivi per la Memoria di Massa 2 Dispositivi per la Memoria di Massa I COLLEGAMENTI CON L ESTERNO Informatica per le Discipline Umanistiche Dispositivi per la Memoria di Massa Supporti Magnetici 3 4 persistenza (non volatilità) grande

Dettagli

Le unità di ingresso/uscita (Input/Output)

Le unità di ingresso/uscita (Input/Output) Le unità di ingresso/uscita (Input/Output) Le unità di ingresso/uscita (anche dette periferiche), permettono di realizzare l'interazione tra il computer e l'ambiente (compreso l'utente umano) La loro funzione

Dettagli

l notebook ACER AS5750-2314G64Mnkk è basato sul microprocessore Intel Core i3-2310m con frequenza di clock a 2,10 GHz e 3 MB di cache L3.

l notebook ACER AS5750-2314G64Mnkk è basato sul microprocessore Intel Core i3-2310m con frequenza di clock a 2,10 GHz e 3 MB di cache L3. l notebook ACER AS5750-2314G64Mnkk è basato sul microprocessore Intel Core i3-2310m con frequenza di clock a 2,10 GHz e 3 MB di cache L3. Dispone di 4 GB di memoria su moduli SODIMM DDR3 espandibile fino

Dettagli

A) SERVER PREMESSA. Fornitura ed installazione di n.13 configurazioni a rack di: n. 2 PC Server ciascuno con le seguenti caratteristiche:

A) SERVER PREMESSA. Fornitura ed installazione di n.13 configurazioni a rack di: n. 2 PC Server ciascuno con le seguenti caratteristiche: ALLEGATO TECNICO PER LA FORNITURA DI SERVER, PERSONAL COMPUTER, ALTRE ATTREZZATURE INFORMATICHE E LO SVOLGIMENTO DI SERVIZI DI GARANZIA E ASSISTENZA TECNICA. PREMESSA Il Sistema Informativo dell Assessorato

Dettagli

Enclosure HDD 3,5" Manuale utente

Enclosure HDD 3,5 Manuale utente Enclosure HDD 3,5" esterna LAN e USB Sommario Manuale utente DA-70516 1. Informazione di prodotto...1 2. Specificazioni di prodotto...2 3. Requisiti di sistema...3 4. Uno sguardo all apparecchio..4 5.

Dettagli

Gamer Network Kit GAMER NETWORK KIT. Manuale di istruzioni. Versione 1.0

Gamer Network Kit GAMER NETWORK KIT. Manuale di istruzioni. Versione 1.0 GAMER NETWORK KIT Manuale di istruzioni Versione 1.0 Diritti d autore Nessuna parte del presente manuale può essere riprodotta o trasmessa con qualsiasi mezzo e in qualsiasi forma (elettronica o meccanica,

Dettagli

Sommario. Introduzione 1. 1 Riferimenti tecnici generali 3. 2 Principali componenti del PC e loro configurazione 15

Sommario. Introduzione 1. 1 Riferimenti tecnici generali 3. 2 Principali componenti del PC e loro configurazione 15 Introduzione 1 1 Riferimenti tecnici generali 3 Guida rapida ai principali sottosistemi del PC 3 La scheda madre e i suoi componenti 6 Capire i bit e i byte 7 Sigle standard per le misure di capacità 7

Dettagli

Born T Develop. VICOLO ANDREA GLORIA, 1 PADOVA 35132 TELEFONO: 049 2023938 EMAIL: info@borntodevelop.com

Born T Develop. VICOLO ANDREA GLORIA, 1 PADOVA 35132 TELEFONO: 049 2023938 EMAIL: info@borntodevelop.com Born T Develop VICOLO ANDREA GLORIA, 1 PADOVA 35132 TELEFONO: 049 2023938 EMAIL: info@borntodevelop.com ARGOMENTI TRATTATI Hardware Comprendere il termine hardware Comprendere cosa è un personal computer

Dettagli

Architettura del Personal Computer AUGUSTO GROSSI

Architettura del Personal Computer AUGUSTO GROSSI Il CASE o CABINET è il contenitore in cui vengono montati la scheda scheda madre, uno o più dischi rigidi, la scheda video, la scheda audio e tutti gli altri dispositivi hardware necessari per il funzionamento.

Dettagli

Elementi di Informatica 6 Aprile 2009

Elementi di Informatica 6 Aprile 2009 Elementi di Informatica 6 Aprile 2009 Corsi di Laurea in Ingegneria Ambientale e Ingegneria Civile Anno A.A. 2007/2008 In un PC, cosa rappresenta il bus? a. Un driver che serve alle applicazioni del sistema

Dettagli

Architettura di un PC

Architettura di un PC Architettura di un PC Hardware Insieme di circuiti elettronici ed elettromeccanici che costituiscono un calcolatore Architettura Combinazione delle funzionalità operative delle singole unità hardware del

Dettagli

Scheda Tecnica NX.M81ET.028

Scheda Tecnica NX.M81ET.028 Scheda Tecnica NX.M81ET.028 L'Ultrabook più leggero al mondo Ti segue ovunque con la sua velocità e semplicità Ti segue ovunque grazie alla fibra di carbonio ultra resistente Lavora con comodità con un'elegante

Dettagli

Corso Configurazione e gestione dell Aula di Informatica (18 lezioni 54 ore)

Corso Configurazione e gestione dell Aula di Informatica (18 lezioni 54 ore) Corso Configurazione e gestione dell Aula di Informatica (18 lezioni 54 ore) 1. L hardware del PC (3 Lezioni - 9 ore) 2. Troubleshooting (1 Lezione - 3 ore) 3. Ambiente Operativo (5 Lezioni - 15 ore) 4.

Dettagli

COMPUTER ESSENTIAL 1.1. Esperto Emilia Desiderio

COMPUTER ESSENTIAL 1.1. Esperto Emilia Desiderio COMPUTER ESSENTIAL 1.1 Esperto Emilia Desiderio INFORMATICA Definizione: disciplinain continua evoluzione che cerca di riprodurre le capacità del cervello umano. lostudio sistemico di algoritmi che descrivono

Dettagli

DRIVELINK MANUALE XX

DRIVELINK MANUALE XX MANUALE XX Contenuto. Caratteristiche. Parti ed accessori. Panoramica del dispositivo. Installazione dell hardware 5. Installazione del software 6. Il software di backup 5. Parti ed accessori 6.. Start

Dettagli

Corso Configurazione e gestione dell Aula di Informatica (18 lezioni 54 ore)

Corso Configurazione e gestione dell Aula di Informatica (18 lezioni 54 ore) Corso Configurazione e gestione dell Aula di Informatica (18 lezioni 54 ore) 1. L hardware del PC (3 Lezioni - 9 ore) 2. Troubleshooting (1 Lezione - 3 ore) 3. Ambiente Operativo (5 Lezioni - 15 ore) 4.

Dettagli

SERVER FUJITSU PRIMERGY TX1330 M1

SERVER FUJITSU PRIMERGY TX1330 M1 T33SCIN - SERVER FUJITSU PRIMERGY TX33 M SERVER FUJITSU PRIMERGY TX33 M FUJITSU TECHNOLOGY SOLUTIONS PRIMERGY TX33 M Cabinet Floorstand, chipset Intel C22, slots per RAM [DDR3 RAM ECC a 6 MHz (fino a 32

Dettagli

MICROSERVER Codice: 704941-421 0,00

MICROSERVER Codice: 704941-421 0,00 NB4 SRL VIA DELLA MADONNINA 4 20881 BERNAREGGIO (MB) Tel: +390396884207 Fax: +390396884248 e-mail: info@nb4.it MICROSERVER Codice: 704941-421 0,00 Proliant Microserver HP - Ultra Micro Tower - L'azienda

Dettagli

BOX ESTERNI DISTRIBUITO DA

BOX ESTERNI DISTRIBUITO DA Una gamma completa di box esterni per tutte le esigenze, sempre aggiornati con gli ultimi tagli di hard disk, in confezione colorata da esposizione con CD contenente manuale e drive possono essere aperti

Dettagli

Il computer: primi elementi

Il computer: primi elementi Il computer: primi elementi Tommaso Motta T. Motta Il computer: primi elementi 1 Informazioni Computer = mezzo per memorizzare, elaborare, comunicare e trasmettere le informazioni Tutte le informazioni

Dettagli

Architettura di un sistema di elaborazione dei dati

Architettura di un sistema di elaborazione dei dati Architettura di un sistema di elaborazione dei dati Questo modelio è stato proposto nei tardi anni 40 dall Institute for Advanced Study di Princeton e prende il nome di modello Von Neumann. E` costituito

Dettagli

d2 Quadra ENTERPRISE CLASS Unità disco per uso professionale DESIGN BY NEIL POULTON esata 3Gb/s FireWire 800 & 400 USB 2.0

d2 Quadra ENTERPRISE CLASS Unità disco per uso professionale DESIGN BY NEIL POULTON esata 3Gb/s FireWire 800 & 400 USB 2.0 d2 Quadra ENTERPRISE CLASS DESIGN BY NEIL POULTON Unità disco per uso professionale esata 3Gb/s FireWire 800 & 400 USB 2.0 La differenza della classe Enterprise LaCie d2 Quadra è il disco rigido più completo

Dettagli

Dispositivi di ingresso/uscita (I/O)

Dispositivi di ingresso/uscita (I/O) Dispositivi di ingresso/uscita (I/O) Possono essere i piu svariati: mouse, tastiera, monitor, altoparlanti, stampanti, ecc. Tra essi rivestono un importanza particolare i dispositivi di memorizzazione

Dettagli

Il Personal Computer

Il Personal Computer Il Personal Computer Il case Il case (termine di origine inglese), anche chiamato cabinet (sempre dall'inglese, è il telaio metallico all'interno del quale sono assemblati i componenti principali di un

Dettagli

specificare le diverse tipologie di computer e come ciascuno di essi opera.

specificare le diverse tipologie di computer e come ciascuno di essi opera. IC3 2005 PLUS - Internet and Computing Core Certification COMPUTING FUNDAMENTALS: INFORMATICA IN GENERALE - CLASSIFICAZIONE DEI COMPUTER specificare le diverse tipologie di computer e come ciascuno di

Dettagli

Con questo termine si individuano tutti i componenti fisici dei sistemi informatici. Tutto quello che si può toccare è hardware.

Con questo termine si individuano tutti i componenti fisici dei sistemi informatici. Tutto quello che si può toccare è hardware. 2008-10-28 - pagina 1 di 7 Informatica (Informazione Automatica) memorizzare elaborazione trasmissione (telematica) Complessità operazione testo audio immagini video realtà virtuale memorizzare 1 10 100

Dettagli

Architettura dei sistemi x86 Interfacce I/O

Architettura dei sistemi x86 Interfacce I/O I.I.S. Benvenuto Cellini Corso di formazione tecnica Architettura dei sistemi x86 Interfacce I/O Prof. Alessandro Pinto v.2009 Bus ISA (Industry Standard Architecture ) (1981 metà anni 90) Bus di interconnessione

Dettagli

Il sistema di elaborazione Hardware e software

Il sistema di elaborazione Hardware e software Il sistema di elaborazione Hardware e software A. Lorenzi M. Govoni TECNOLOGIE INFORMATICHE. Release 2.0 Atlas Hardware e software Un sistema di elaborazione è formato da: parti hardware: componenti fisiche

Dettagli

Le Memorie interne: RAM, ROM, cache. Appunti per la cl. IV sez. D a cura del prof. Ing. Mario Catalano

Le Memorie interne: RAM, ROM, cache. Appunti per la cl. IV sez. D a cura del prof. Ing. Mario Catalano Le Memorie interne: RAM, ROM, cache Appunti per la cl. IV sez. D a cura del prof. Ing. Mario Catalano 1 Le memorie Cosa vorremmo : una memoria veloce abbastanza grande da contenere tutti i dati e i programmi

Dettagli

PROGRAMMA FORMATIVO: ARCHITETTURA DEI COMPUTERS, PERIFERICHE, SOFTWARE APPLICATIVO, SISTEMI OPERATIVI, INTERNET E SERVIZI, WEB, RETI DI COMPUTER

PROGRAMMA FORMATIVO: ARCHITETTURA DEI COMPUTERS, PERIFERICHE, SOFTWARE APPLICATIVO, SISTEMI OPERATIVI, INTERNET E SERVIZI, WEB, RETI DI COMPUTER PROGRAMMA FORMATIVO: ARCHITETTURA DEI COMPUTERS, PERIFERICHE, SOFTWARE APPLICATIVO, SISTEMI OPERATIVI, INTERNET E SERVIZI, WEB, RETI DI COMPUTER Architettura dei calcolatori (hardware e software base )

Dettagli

Workstation tower HP Z820

Workstation tower HP Z820 Workstation tower HP Z820 Grazie alla nuova generazione con processori Intel Xeon, supporto di un massimo di 6 core di elaborazione. Creato per elaborazione e visualizzazione di fascia alta. La workstation

Dettagli

MONIA MONTANARI. Appunti di Trattamento Testi. Capitolo 1 Il Computer

MONIA MONTANARI. Appunti di Trattamento Testi. Capitolo 1 Il Computer MONIA MONTANARI Appunti di Trattamento Testi Capitolo 1 Il Computer 1. Introduzione La parola informatica indica la scienza che rileva ed elabora l informazione, infatti : Informatica Informazione Automatica

Dettagli

Uso del computer e gestione dei file. Parte 1

Uso del computer e gestione dei file. Parte 1 Uso del computer e gestione dei file Parte 1 Avviare il pc Il tasto da premere per avviare il computer è frequentemente contraddistinto dall etichetta Power ed è comunque il più grande posto sul case.

Dettagli

ACCESSORI Alimentatore da Auto CODICE AC YP 703. www.yashiweb.com

ACCESSORI Alimentatore da Auto CODICE AC YP 703. www.yashiweb.com GPS PHONE 3G WIFI BLUETOOTH MAPS GMAIL VIDEO APP SHARE EARTH DUAL CAM FUNZIONE TELEFONO + VIVAVOCE GOOGLE ANDROID 2.2 MultiTouch Screen Capacitivo 7" LCD TFT WVGA 800x480pixel Qualcomm MSM7227 (800MHz

Dettagli

Avvertenze Leggere attentamente il manuale prima dell uso. Scollegare l alimentazione prima di pulire il dispositivo. Utilizzare un panno appena

Avvertenze Leggere attentamente il manuale prima dell uso. Scollegare l alimentazione prima di pulire il dispositivo. Utilizzare un panno appena Avvertenze Leggere attentamente il manuale prima dell uso. Scollegare l alimentazione prima di pulire il dispositivo. Utilizzare un panno appena inumidito con acqua o con una soluzione adatta alla pulizia

Dettagli

Computer desktop HP e Compaq - L'unità CD/DVD non viene rilevat...

Computer desktop HP e Compaq - L'unità CD/DVD non viene rilevat... 1 di 6 06/12/2007 19.08 Italia - Italiano» Contattare HP» Assistenza Tecnica HP» Richiedere assistenza in un'altra lingua» Vantaggi della registrazione HP» Ricevi notifiche e-mail: update dei driver e

Dettagli

Guida dettagliata all'aggiornamento a Windows 8 CONFIDENZIALE 1/53

Guida dettagliata all'aggiornamento a Windows 8 CONFIDENZIALE 1/53 Guida dettagliata al a Windows 8 CONFIDENZIALE 1/53 Indice 1. 1. Processo di di Windows 8 2. Requisiti di sistema 3. Preparazioni 2. 3. 4. 5. Installazione pulita 6. 1. Personalizza 2. Wireless 3. Impostazioni

Dettagli

Il Sistema Operativo

Il Sistema Operativo Il Sistema Operativo Si intende per Sistema Operativo (o software di sistema) un gruppo di programmi che gestisce il funzionamento di base del computer. Il sistema operativo rimane sempre attivo dal momento

Dettagli

Elementi di Informatica e Programmazione

Elementi di Informatica e Programmazione Elementi di Informatica e Programmazione periferia I dispositivi periferici parte centrale Architettura del calcolatore (terza parte) sottosistema di ingresso-uscita sottosistema unità centrale-memoria

Dettagli

Il tuo stile, ovunque. Massima praticit e confort in formato HD Design elegante ed originale

Il tuo stile, ovunque. Massima praticit e confort in formato HD Design elegante ed originale ASUS Eee PC Seashell 1201K Il tuo stile, ovunque. Massima praticit e confort in formato HD Design elegante ed originale Apparentemente creato dalla natura stessa, Eee PC Seashell trae la sua ispirazione

Dettagli

Splash RPX-i Color Server. Guida alla soluzione dei problemi

Splash RPX-i Color Server. Guida alla soluzione dei problemi Splash RPX-i Color Server Guida alla soluzione dei problemi 2006 Electronics for Imaging, Inc. Per questo prodotto, il trattamento delle informazioni contenute nella presente pubblicazione è regolato da

Dettagli

Sistema operativo Windows 7 Professional (64 bit) autentico. Piattaforma Processore Intel Core i3. Chipset Chipset Intel HM55 Express

Sistema operativo Windows 7 Professional (64 bit) autentico. Piattaforma Processore Intel Core i3. Chipset Chipset Intel HM55 Express Funzionamento Sistema operativo Windows 7 Professional (64 bit) autentico Architettura Piattaforma Processore Intel Core i3 Chipset Chipset Intel HM55 Express Colour Colore custodia Matte Black CPU Nome

Dettagli

Manuale dell Utente COMPATIBILITÀ

Manuale dell Utente COMPATIBILITÀ Manuale dell Utente Cari clienti, Vi siamo grati per avere scelto questo ALIMENTATORE ENERMAX MODU87+! Prima di installarlo, leggete attentamente questo manuale e seguite le sue istruzioni. Desideriamo

Dettagli

Product Launch. Satellite 3000 Serie. Toshiba Computer Systems - Italy-Marketing B2C- Rossella Destino

Product Launch. Satellite 3000 Serie. Toshiba Computer Systems - Italy-Marketing B2C- Rossella Destino Toshiba Satellite 3000 Sttupeffacenttii perfformance mullttiimediiallii iin moviimentto 1 Eccellenti prestazioni e sorprendenti funzioni multimediali ovunque e in ogni momento Satellite 3000-514 Non è

Dettagli

Il notebook HP 630 è basato sul microprocessore Intel Celeron Dual Core B800 con frequenza di clock a 1,50 GHz e 2 MB di cache L3.

Il notebook HP 630 è basato sul microprocessore Intel Celeron Dual Core B800 con frequenza di clock a 1,50 GHz e 2 MB di cache L3. Il notebook HP 630 è basato sul microprocessore Intel Celeron Dual Core B800 con frequenza di clock a 1,50 GHz e 2 MB di cache L3. Dispone di 2 GB di memoria SODIMM DDR3 a 1066 MHz espandibile fino ad

Dettagli

Caratteristiche principali

Caratteristiche principali Caratteristiche principali Telefono piccolo e leggero con interfaccia USB per la telefonia VoIP via internet. Compatibile con il programma Skype. Alta qualità audio a 16-bit. Design compatto con tastiera

Dettagli

Splash RPX-ii Color Server. Guida alla soluzione dei problemi

Splash RPX-ii Color Server. Guida alla soluzione dei problemi Splash RPX-ii Color Server Guida alla soluzione dei problemi 2007 Electronics for Imaging, Inc. Per questo prodotto, il trattamento delle informazioni contenute nella presente pubblicazione è regolato

Dettagli

Soluzioni Industriali by Intercomp Remote System - isyhmac i865gv

Soluzioni Industriali by Intercomp Remote System - isyhmac i865gv Soluzioni Industriali by Intercomp Remote System - isyhmac i865gv Soluzioni studiate per impiego in ambito industriale dove si renda indispensabile la remotizzazione dell interfaccia operatore. Il dispositivo

Dettagli

Piano Integrato Urbano di Sviluppo Sostenibile dell area metropolitana fiorentina

Piano Integrato Urbano di Sviluppo Sostenibile dell area metropolitana fiorentina Piano Integrato Urbano di Sviluppo Sostenibile dell area metropolitana fiorentina Sistema Informativo della Città dei Saperi. Piattaforma di gestione dell informazione turistica, informazione interattiva

Dettagli

Corso: Informatica+ Andrea Cremonini. Lezione del 20/10/2014

Corso: Informatica+ Andrea Cremonini. Lezione del 20/10/2014 Corso: Informatica+ Andrea Cremonini Lezione del 20/10/2014 1 Cosa è un computer? Un elaboratore di dati e immagini Uno smartphone Il decoder di Sky Una console di gioco siamo circondati! andrea.cremon

Dettagli

IT DA2 Kit Guida al a programmazione per lettori di banconote NV9 NV9 USB NV10 NV10 USB NV11 - BV100 Rev. 1.4 10 09 2015

IT DA2 Kit Guida al a programmazione per lettori di banconote NV9 NV9 USB NV10 NV10 USB NV11 - BV100 Rev. 1.4 10 09 2015 DA2 Kit IT Guida alla programmazione per lettori di banconote NV9 NV9 USB NV10 NV10 USB NV11 - BV100 Rev. 1.4 10 09 2015 GUIDA AI SIMBOLI DI QUESTO MANUALE Al fine di agevolare la consultazione del documento

Dettagli

Computer 2000e di L.G.B. Radano

Computer 2000e di L.G.B. Radano . 230,00 iva esclusa Prodotto: NETBOOK ASUS EEEPC EPC1001PX-BK03X Codice: I24NB1674 Eventuali Ulteriori informazioni: Tipologia: Netbook; Dimensioni schermo: 10 "; Tipo processore: Atom; Sistema operativo:

Dettagli

Avvertenze Leggere attentamente il manuale prima dell uso. Scollegare l alimentazione prima di pulire il dispositivo. Utilizzare un panno appena

Avvertenze Leggere attentamente il manuale prima dell uso. Scollegare l alimentazione prima di pulire il dispositivo. Utilizzare un panno appena Avvertenze Leggere attentamente il manuale prima dell uso. Scollegare l alimentazione prima di pulire il dispositivo. Utilizzare un panno appena inumidito con acqua o con una soluzione adatta alla pulizia

Dettagli

Un insieme di performance straordinarie. Il prodotto ideale per uno stile di vita dinamico.

Un insieme di performance straordinarie. Il prodotto ideale per uno stile di vita dinamico. Satellite 2450-401 Un insieme di performance straordinarie. Il prodotto ideale per uno stile di vita dinamico. Marketing Product Launch Massimo Arioli B2C Product Marketing Computer Systems Division Italy

Dettagli

Come costruire un pc

Come costruire un pc Come costruire un pc Arriviamo adesso a trattare un argomento che tanti non hanno mai considerato: come si costruisce un computer La guida qui presente può esserti utile se vuoi prendere in considerazione

Dettagli

Per definizione l hardware di un computer è l insieme dei pezzi materiali che lo compongono.

Per definizione l hardware di un computer è l insieme dei pezzi materiali che lo compongono. Lezione 3 Hardware Hardware Per definizione l hardware di un computer è l insieme dei pezzi materiali che lo compongono. Esistono vari tipi di computer: Notebook: sono i computer portatili. Mainframe:

Dettagli

emachines E620 Serie Guida rapida

emachines E620 Serie Guida rapida emachines E620 Serie Guida rapida Copyright 2008. Acer Incorporated. Tutti i diritti riservati. Guida rapida emachines E620 Serie Prima edizione: 08/2008 La società declina qualsiasi responsabilità, implicita

Dettagli

MW DOCKING STATION USB

MW DOCKING STATION USB Attenzione Le seguenti istruzioni si applicano in genere ad ogni modello delle nostre docking, ma alcune funzioni possono non essere attive in base al modello acquistato. -Nei modelli sprovvisti di Tasto

Dettagli

PC Crash Course: OBIETTIVI

PC Crash Course: OBIETTIVI PC Crash Course: OBIETTIVI 1. PC: uno strumento 2. Microsoft Windows XP: alcuni concetti chiave della interfaccia grafica 3. File System: file, direttori, link, 4. Il prompt dei comandi 5. Un occhiata

Dettagli

Notebook G3 HP 250. K3W98EA - Notebook G3 HP 250

Notebook G3 HP 250. K3W98EA - Notebook G3 HP 250 Notebook G3 HP 250 Notebook G3 HP 250 Ottimizzato per gli utenti in viaggio d'affari, questo notebook dall'ottimo rapporto qualità-prezzo è una scelta intelligente per elaborazioni affidabili. Un design

Dettagli

Sistema operativo Windows 7 Home Premium (64 bit) autentico. Piattaforma Processore Intel Core i3. Chipset Chipset Intel HM55 Express

Sistema operativo Windows 7 Home Premium (64 bit) autentico. Piattaforma Processore Intel Core i3. Chipset Chipset Intel HM55 Express Funzionamento Sistema operativo Windows 7 Home Premium (64 bit) autentico Architettura Piattaforma Processore Intel Core i3 Chipset Chipset Intel HM55 Express Colour Colore custodia Matte White CPU Nome

Dettagli

Syllabus IC3 2005. Computing Fundamentals

Syllabus IC3 2005. Computing Fundamentals Syllabus IC3 2005 Computing Fundamentals? Identificare i vari tipi di computer, come elaborano le informazioni e come interagiscono con altri sistemi e dispositivi informatici? Individuare la funzione

Dettagli

1) Introduzione ai sistemi operativi (O.S.=operative system)

1) Introduzione ai sistemi operativi (O.S.=operative system) 1) Introduzione ai sistemi operativi (O.S.=operative system) Sistema Operativo: è un componente del software di base di un computer che gestisce le risorse hardware e software, fornendo al tempo stesso

Dettagli

Componenti del Sistema di Elaborazione

Componenti del Sistema di Elaborazione Componenti del Sistema di Elaborazione Il Sistema di Elaborazione Monitor Tastiera Processore Memoria Centrale (Programmi + Dati) Memorie di massa Altre periferiche Rete Rete a.a. 2002-03 L. Borrelli 2

Dettagli

boot loader partizioni boot sector

boot loader partizioni boot sector IL SISTEMA OPERATIVO Il sistema operativo (S.O.) è un software che fa da interfaccia tra l uomo e l hardware, mettendo a disposizione un ambiente per eseguire i programmi applicativi. Grazie al S.O. un

Dettagli

emachines E720/E520 Serie Guida rapida

emachines E720/E520 Serie Guida rapida emachines E720/E520 Serie Guida rapida Copyright 2008. Acer Incorporated. Tutti i diritti riservati. Guida rapida emachines E720/E520 Serie Prima edizione: 08/2008 La società declina qualsiasi responsabilità,

Dettagli

Inspiron 15. Serie 3000. Viste. Specifiche

Inspiron 15. Serie 3000. Viste. Specifiche Inspiron 15 Serie 3000 Viste Copyright 2014 Dell Inc. Tutti i diritti riservati. Questo prodotto è protetto dalle leggi sul copyright e sulla proprietà intellettuale degli Stati Uniti e internazionali.

Dettagli

Istruzioni per l uso. (Per l installazione Panasonic Document Management System) Digital Imaging Systems. Installazione. Sommario.

Istruzioni per l uso. (Per l installazione Panasonic Document Management System) Digital Imaging Systems. Installazione. Sommario. Istruzioni per l uso (Per l installazione Panasonic Document Management System) Digital Imaging Systems N. modello DP-800E / 800P / 806P Installazione Sommario Installazione Installazione del driver di

Dettagli

INFORMATICA DI BASE CLASSE PRIMA Prof. Eandi Danilo www.da80ea.altervista.org INFORMATICA DI BASE

INFORMATICA DI BASE CLASSE PRIMA Prof. Eandi Danilo www.da80ea.altervista.org INFORMATICA DI BASE INFORMATICA DI BASE CHE COSA È UN COMPUTER Un computer è un elaboratore elettronico, cioè una macchina elettronica programmabile in grado di eseguire automaticamente operazioni logico-aritmetiche sui dati

Dettagli

Book 1. Conoscere i computer. Cos'è un dispositivo: Hardware, Software, Sistemi operativi e Applicazioni.

Book 1. Conoscere i computer. Cos'è un dispositivo: Hardware, Software, Sistemi operativi e Applicazioni. Book 1 Conoscere i computer Cos'è un dispositivo: Hardware, Software, Sistemi operativi e Applicazioni. Centro Servizi Regionale Pane e Internet Redazione a cura di Roger Ottani, Grazia Guermandi, Sara

Dettagli