1 L_LIVE_EMEA2: v2

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "1 L_LIVE_EMEA2:7732765v2"

Transcript

1 NOTA DI SINTESI DELLA SPECIFICA EMISSIONE Emissione di un massimo di Titoli A Tasso Fisso in NOK con scadenza 5 giugno 2019 Serie 1285 Le note di sintesi sono costituite da informazioni obbligatorie denominate Elementi. Tali Elementi sono numerati in Sezioni da A ad E (A.1 E.7). La presente nota di sintesi contiene tutti gli Elementi che devono essere inclusi in una nota di sintesi per titoli della tipologia dei Titoli e per un emittente del tipo dell Emittente. Poiché alcuni Elementi non devono essere necessariamente compilati, potrebbero esserci dei vuoti nella sequenza numerica degli Elementi. Anche se un Elemento dovesse essere inserito nella nota di sintesi a causa del tipo di Titoli e di Emittente, può succedere che non sia possibile fornire alcuna informazione rilevante relativamente all Elemento. In tale caso nella nota di sintesi viene inclusa una breve descrizione dell Elemento con la menzione non applicabile. Sezione A Introduzione e avvertenze Elemento Informazione obbligatoria A.1 Informazioni ed avvertenze. La presente nota di sintesi deve essere letta come una introduzione al prospetto. Qualsiasi decisione di investire nei Titoli dovrebbe basarsi sull esame da parte dell investitore del prospetto nella sua interezza. Qualora sia presentato un ricorso dinanzi all autorità giudiziaria in merito alle informazioni contenute nel presente Prospetto, l investitore ricorrente potrebbe essere tenuto, a norma della legislazione nazionale degli Stati Membri, a sostenere le spese di traduzione del prospetto prima dell inizio del procedimento. La responsabilità civile incombe solo sulle persone che hanno redatto la presente nota di sintesi, comprese le sue eventuali traduzioni, ma soltanto se la nota di sintesi risulti fuorviante, imprecisa o incoerente se letta insieme con le altre parti del Prospetto o non contenga, se letta insieme con le altre parti del prospetto, le informazioni fondamentali per aiutare gli investitori al momento di valutare l opportunità di investire nei Titoli. A.2 Consenso. Deutsche Bank AG, che agisce attraverso la sua filiale di Londra, ( l Emittente ) acconsente all uso del presente prospetto in relazione ad un offerta dei Titoli nei casi in cui non vi sia alcuna esenzione dall obbligo, ai sensi della Direttiva Prospetti, di pubblicare un prospetto (una Offerta non Esente ) alle seguenti condizioni: a) Il presente consenso è valido esclusivamente durante il Periodo di Offerta qui indicato; b) l soli Offerenti autorizzato ad usare il prospetto per effettuare una Offerta non Esente dei Titoli sono i Collocatori; c) Il consenso riguarda solo l uso del prospetto per l effettuazione di Offerte non Esenti dei Titoli in Italia; e d) Il consenso è soggetto ad ogni altra condizione di seguito 1 L_LIVE_EMEA2: v2

2 indicata. L ACQUISTO DI TITOLI CHE UN INVESTITORE HA EFFETTUATO O EFFETTUERA PRESSO Il COLLOCATORE, E LE OFFERTE E LE VENDITE DI TALI TITOLI DA PARTE DEL COLLOCATORE AD UN INVESTITORE SARANNO EFFETTUATE, NEL RISPETTO DI OGNI CONDIZIONE ED OGNI ALTRO ACCORDO IN ESSERE TRA TALE COLLOCATORE E TALE INVESTITORE INCLUSI GLI ACCORDI RELATIVI AL PREZZO, AL RIPARTO ED AL REGOLAMENTO DEI TITOLI STESSI. L INVESTITORE DEVE RIVOLGERSI AL COLLOCATORE IN QUESTIONE AL MOMENTO DI TALE OFFERTA PER OTTENERE TALI INFORMAZIONI ED IL COLLOCATORE IN QUESTIONE SARA RESPONSABILE PER TALI INFORMAZIONI. NÉ L EMITTENTE NÉ IL DEALER HANNO ALCUNA RESPONSABILITÀ NEI CONFRONTI DEGLI INVESTITORI CON RIGUARDO A TALI INFORMAZIONI. Sezione B Emittente Elemento Informazione obbligatoria B.1 Denominazione Legale e Commerciale dell Emittente. Deutsche Bank Aktiengesellschaft ( Deutsche Bank ). Deutsche Bank emette i Titoli attraverso la propria filiale di Londra. B.2 Domicilio e forma giuridica tente. Deutsche Bank è un istituto bancario ed una società per azioni, costituita ai sensi delle leggi della Germania e con sede legale a Francoforte, Hesse, Germania. B.4b Tendenze note relative all emittente ed ai settori in cui opera. Non applicabile; non vi sono tendenze note relative all Emittente ed ai settori in cui opera. B.5 Descrizione del gruppo tente e della posizione tente all interno del gruppo. Deutsche Bank è la società capogruppo di un gruppo costituito da banche, società che operano nel mercato dei capitali, società di gestione di fondi, una società di finanziamento immobiliare, società di finanziamento a rate, società di consulenza e ricerca ed altre società tedesche ed estere (il Gruppo Deutsche Bank ). B.9 Previsione o stima degli utili. Non applicabile; non vi è alcuna previsione o stima degli utili. B.10 Rilievi contenuti nella relazione di revisione relativa alle passate informazioni finanziarie. Non applicabile; non vi sono rilievi nella relazione di revisione relativa alle passate informazioni finanziarie. 2 L_LIVE_EMEA2: v2

3 B.12 Informa zioni finanziar ie fondam entali selezion ate relative agli esercizi passati tente. Capitale Azionario (in Euro) Numero di azioni ordinarie Attività complessiv e (in milioni di Euro) Passività complessiv e (in milioni di Euro) Patrimonio netto complessiv o (in milioni di Euro) Core Tier 1 Capital ratio Tier 1 Capital ratio 31 dicembre (IFRS, sottoposto a revisione) , dicembre (IFRS, sottoposto a revisione) , settembre (IFRS, non sottoposto a revisione) , Dicembre (IFRS, sottoposto a revisione) , , , , , , , ,7% 9,5% 10,7% 11,4% 12,3% 12,9% 14,2% 15,1% International Financial Reporting Standards ( IFRS ). Cambia menti negativi sostanzi ali nelle prospetti ve tente successi vamente alla data del più recente bilancio pubblica to sottopos to revision e. a Non vi sono stati cambiamenti negativi sostanziali nelle prospettive di Deutsche Bank successivamente al 31 dicembre Cambia menti sostanzi ali nella Non vi sono stati cambiamenti sostanziali nella situazione finanziaria di Deutsche Bank Group successivamente al 31 dicembre Bilancio Annuale di Deutsche Bank per il periodo concluso il 31 dicembre Bilancio Annuale di Deutsche Bank per il periodo concluso il 31 dicembre Bilancio infrannuale di Deutsche Bank per il periodo concluso il 30 settembre Bilancio infrannuale di Deutsche Bank per il periodo concluso il 31 dicembre L_LIVE_EMEA2: v2

4 situazio ne finanziar ia o commer ciale success ivament e al periodo coperto dalle informa zioni finanziar ie più recenti. B.13 Eventi recenti specifici tente che sono rilevanti per la valutazi one della solvibilit à tente. Non applicabile; non vi sono eventi recenti specifici dell Emittente che siano rilevanti per la valutazione della solvibilità dell Emittente. B.14 Dipende nza tente da altri soggetti all intern o del gruppo. Non applicabile; l Emittente è la società capogruppo del Gruppo Deutsche Bank e non dipende da alcun altro soggetto. B.15 Principa li attività tente. Deutsche Bank opera tramite tre divisioni di gruppo, due delle quali sono ulteriormente suddivise in divisioni societarie. Le divisioni di gruppo non sono costituite come società separate, ma uniscono diverse società del gruppo. Il Corporate and Investment Bank ( CIB ) è responsabile per le attività del mercato dei capitali di Deutsche Bank, che includono l emissione, la vendita e la negoziazione di prodotti dei mercati dei capitali quali azioni, obbligazioni ed altri titoli, proprie attività di consulenza e prestito ed i servizi operativi. I propri clienti istituzionali appartengono sia al settore pubblico quali stati sovrani ed istituzioni sovranazionali sia al settore privato, dalle imprese medio-piccole alle multinazionali. CIB è composta dalle due divisioni societarie, Corporate Banking & Securities ( CB&S ) e Global Transaction Banking ( GTB ). Il CB&S include le due divisioni di business Global Markets e Corporate Finance, 4 L_LIVE_EMEA2: v2

5 che coprono le attività di emissione, vendita e negoziazione di titoli, le attività di consulenza per fusioni ed acquisizioni e l attività di finanza societaria del Gruppo Deutsche Bank in tutto il mondo. Il GTB comprende l offerta di prodotti nelle unità di business Trade Finance, Cash Management e Trust & Securities Services per soggetti che forniscono servizi finanziari ed altre società. Il Private Clients and Asset Management ( PCAM ) è formata dalle due divisioni societarie Asset and Wealth Management ( AWM ) e Private & Business Clients ( PBC ). L AWM è composta dalla due divisioni di business Asset Management ( AM ) e Private Wealth Management ( PWM ). Deutsche Bank ha concentrato l attività di gestione patrimoniale retail a livello globale della propria controllata DWS Investments in AM. Deutsche Bank offre alla clientela istituzionale, inclusi fondi pensione e società assicuratrici, una vasta gamma di prodotti, che vanno dagli investimenti tradizionali attraverso hedge funds a specifici investimenti immobiliari. Il PWM si rivolge ai clienti con patrimoni rilevanti e molto rilevanti, alle loro famiglie e ad istituzioni selezionate. Deutsche Bank offre a tale esclusivo gruppo di clienti un servizio completo, di cui una parte è rappresentata dalla gestione patrimoniale individuale, che include la consulenza sulla pianificazione ereditaria e su valutazioni filantropiche. Il PBC si concentra su patrimoni di clienti privati ed attività commerciali di piccole e medie dimensioni, a cui Deutsche Bank offre una vasta gamma di servizi bancari, quali conti correnti, servizi di prestito e deposito e consulenza all investimento. Deutsche Bank ha consolidato la propria posizione di mercato nel mercato domestico tedesco con l acquisto di Postbank. Al di fuori della Germania, PBC è attiva da molto tempo in Italia, Spagna, Belgio e Portogallo e più recentemente anche in Polonia. Inoltre, Deutsche Bank effettua investimenti mirati in mercati emergenti asiatici, ad esempio in Cina e in India. Corporate Investments ( CI ) gestisce le principali attività di investimento di Deutsche Bank a livello globale. B.16 Propriet à e controllo tente. Non applicabile; l Emittente non è direttamente o indirettamente posseduto o controllato. B.17 Rating del credito sollecita to L attuale rating sul debito a lungo termine (rilevato il giorno immediatamente precedente il deposito delle Condizioni Definitive): A2 Moody s Investors Service A+ Standard and Poor s A+ Fitch, Inc. Nessun rating del credito è stato assegnato ai Titoli a richiesta dell Emittente. 5 L_LIVE_EMEA2: v2

6 Sezione C Titoli Elemento Informazione obbligatoria C.1 Tipo e classe dei Titoli. Fino a Titoli a Tasso Fisso denominati in Corona Norvegese con scadenza il 5 giugno 2019 ai sensi del Deutsche Bank Aktiengesellschaft Euro 80,000,000,000 Debt Issuance Programme (i Titoli ). Codice ISIN: XS Common Code: L International Securities Identification Number ( ISIN ) identifica specificamente i Titoli. C.2 Valuta. I Titoli sono denominati in Corona Norvegese ( NOK ). C.5 Restrizioni alla libera trasferibilità. Restrizioni di vendita sono applicabili all offerta, vendita o trasferimento dei Titoli in varie giurisdizioni. Un acquirente dei Titoli dovrà fare taluni accordi e dichiarazioni quale condizione per l acquisto dei Titoli. C.8 Diritti/Ranking/Limitazione di Diritti inerenti i Titoli. I Titoli sono sottoposti a termini e condizioni con riferimento a, tra le altre cose: Status: Gli obblighi ai sensi dei Titoli costituiscono obblighi non garantiti e non subordinati dell Emittente aventi pari ordine di pagamento (pari passu) tra di essi e con ogni altra obbligazione non garantita e non subordinata dell Emittente con l eccezione delle obbligazioni che hanno preferenza per legge. Eventi di Default: Con riferimento ai Titoli sono previsti i seguenti Eventi di Inadempimento, ovvero il mancato pagamento da parte dell Emittente del capitale o degli interessi entro trenta giorni dalla data in cui sono diventati esigibili, il mancato adempimento da parte dell Emittente di ogni altro obbligo derivante dai Titoli per un periodo superiore a sessanta giorni dal momento in cui l Agente Fiscale abbia ricevuto comunicazione di tale inadempimento da parte di un Portatore dei Titoli, la comunicazione da parte dell Emittente della propria incapacità di far fronte ai propri obblighi finanziari o il fatto che interrompa i propri pagamenti e che una corte in Germania avvii una procedura di insolvenza nei confronti dell Emittente. Nel caso in cui si verifichi un Evento di Default ciascun Portatore dei Titoli avrà diritto di chiedere l immediato rimborso dei propri Titoli all Importo di Rimborso Anticipato (come di seguito definito), unitamente agli interessi maturati fino alla data di rimborso. Rimborso per Illegalità: Nel caso in cui l Agente di Calcolo 6 L_LIVE_EMEA2: v2

7 stabilisca in buona fede che l adempimento degli obblighi dell Emittente ai sensi dei Titoli o che qualsiasi accordo preso per la copertura degli obblighi dell Emittente ai sensi dei Titoli sia diventato o diventerà illegale, illegittimo o comunque proibito in tutto o in parte come conseguenza del rispetto da parte dell Emittente di ogni presente o futura normativa, regola, regolamento, sentenza, ordine o direttiva di ogni autorità o potere governativo, amministrativo, legislativo o giudiziario applicabile, ovvero della sua interpretazione. Trattamento Fiscale: Tutti gli importi pagabili in relazione ai Titoli devono essere assoggettati ad ogni detrazione o ritenuta di tasse, dazi od oneri governativi di qualsiasi natura se tale detrazione o tale ritenuta è richiesta dalla legge. Legge Applicabile: Legge Inglese. C. 9 Interessi/Rimborso Si veda la sezione C.8 per informazioni relative ai diritti inerenti i Titoli. Prezzo di Emissione: Il Prezzo di Emissione sarà il 100% dell Importo Nominale complessivo. Data di Emissione: La Data di Emissione è il 5 giugno Interesse Tasso di Interesse: 2,250% annuo. Data di Decorrenza degli Interessi: 5 giugno Data di Pagamento degli Interessi: 5 giugno in ciascun anno, a partire dal 5 giugno 2014 fino alla Data di Scadenza, inclusa, soggetta ad aggiustamenti. Importo della Cedola Fissa: 225 NOK per Importo di Calcolo per anno. Nel caso in cui si debba calcolare l interesse per un periodo diverso da un Periodo di Interesse, l importo di interessi pagabile in relazione all Importo di Calcolo per tale periodo dovrà essere calcolato applicando il Tasso di Interesse e la Day Count Fraction (come di seguito definita) all Importo di Calcolo. Importo di Calcolo: In relazione a ciascun Titolo è NOK. Day Count Fraction: 30/360. Rimborso 7 L_LIVE_EMEA2: v2

8 Data di Scadenza: 5 giugno 2019, soggetta ad aggiustamenti. Importo di Rimborso: l Importo di Calcolo. Importo di Rimborso Anticipato: Ai fini del Rimborso per Illegalità ed al verificarsi di un Evento di Default, l importo di rimborso anticipato di ciascun Importo di Calcolo (l Importo di Rimborso Anticipato ) sarà pari al suo Importo di Rimborso sottratti i Costi di Liquidazione del Rimborso Anticipato. Costi di Liquidazione del Rimborso Anticipato: indica un importo in NOK determinato dall Agente di Calcolo pari alla somma di (senza duplicazioni) tutti i costi, spese (incluse le perdite di fondi), tasse e oneri sostenuti dall Emittente con riferimento al rimborso dei Titoli e alla relativa estinzione, settlement o ricostruzione di ogni posizione di copertura o relativa posizione di negoziazione, tale importo viene ripartito proporzionalmente per ogni importo dei Titoli in linea capitale pari all Importo di Calcolo. C.10 Componente Derivativa Non applicabile; i Titoli non hanno derivativa nel pagamento degli interessi. una componente Si veda la sezione C.9 sopra per informazioni sugli interessi pagabili in relazione ai Titoli. C.11 Ammissione alle negoziazioni. Ammissione alle Negoziazioni È stata presentata domanda per l ammissione alle negoziazioni dei Titoli sul mercato regolamentato della Borsa del Lussemburgo e per l ammissione a quotazione sul Listino Ufficiale della Borsa del Lussemburgo e sul sistema di negoziazione Euro TLX (gestito da EuroTLX SIM S.p.A.) con effetto dalla Data di Emissione o in prossimità della stessa. L Emittente si riserva il diritto di presentare domanda per la quotazione dei Titoli su altre borse valori successivamente alla Data di Emissione. Collocamento I Titoli possono essere offerti al pubblico in Italia. Sezione D Rischi Elemento Informazione obbligatoria D.2 Informazioni fondamentali rischifondamentali sui Un investimento nei Titoli emessi da Deutsche Bank comporta il rischio che Deutsche Bank non sia in grado di adempiere alle proprie obbligazioni quando diventano esigibili. Inoltre, la capacità finanziaria di Deutsche Bank 8 L_LIVE_EMEA2: v2

9 specifici per l emittente. dipende, in particolare, dalla sua redditività. La sezione seguente riassume alcune tematiche e rischi fondamentali che potrebbero avere un impatto negativo sulla redditività di Deutsche Bank. Deutsche Bank è stata e potrebbe continuare ad essere influenzata dalla persistente crisi finanziaria globale e recessione economica. I cali del mercato e la volatilità possono avere un impatto sulle entrate e sui profitti della Banca. Protratti cali di mercato potrebbero in futuro ridurre la liquidità nei mercati e potrebbero anche portare a perdite significative. Deutsche Bank potrebbe inoltre subire perdite significative dalle proprie attività di negoziazione ed investimento. Deutsche Bank potrebbero subire ulteriori perdite, in conseguenza di variazioni nel fair value dei propri strumenti finanziari. Inoltre sfavorevoli condizioni economiche potrebbero portare a maggiori perdite su crediti per la banca. Le entrate dell investment banking di Deutsche Bank potrebbero diminuire in conseguenza di sfavorevoli condizioni economiche e di mercato. L attività di brokeraggio e le altre attività basate su commissioni potrebbero altresì generare entrate inferiori. Inoltre, le politiche e le procedure di gestione del rischio lasciano esposta Deutsche Bank a rischi non identificati o non previsti, che possono generare perdite. Le sue attività di credito non tradizionale incrementano significativamente il suo rischio di credito bancario tradizionale. Deutsche Bank necessita continuamente di liquidità per finanziare le sue attività commerciali. Durante i periodi di limitata liquidità essa è esposta al rischio che la liquidità non sia disponibile. Deutsche Bank ha inoltre bisogno di capitale per sostenere le proprie attività commerciali e rispettare i requisiti di vigilanza. Le perdite potrebbero ridurre il capitale della banca, e le condizioni di mercato potrebbero essere tali da impedirgli di raccogliere ulteriore capitale o far salire il suo costo del capitale. Deutsche Bank opera in un contesto sempre più regolamentato e litigioso, che può potenzialmente esporla a responsabilità ed altri oneri. Le riforme regolamentari in risposta alla crisi finanziaria possono avere un impatto significativo sul modello di business di Deutsche Bank. Deutsche Bank è inoltre stata coinvolta in vicende contrattuali e contenziosi relativamente alla propria attività di mutui ipotecati residenziali statunitensi che potrebbero avere un impatto sui suoi risultati. I rischi operativi possono inoltre turbare le attività di Deutsche Bank. Le dimensioni delle operazioni di compensazione della banca la espongono ad un crescente rischio di perdite nel caso in cui tali operazioni non dovessero funzionare correttamente. Nel caso in cui Deutsche Bank non sia in grado di portare a termine le proprie iniziative strategiche, potrebbe non essere in grado di raggiungere i propri obiettivi finanziari, o potrebbe subire delle perdite. Deutsche Bank potrebbe riscontrare problemi nell individuare acquisizioni e sia l eseguire, sia l evitare acquisizioni potrebbero danneggiare seriamente i suoi risultati. Gli effetti dell'offerta di acquisto e del successivo consolidamento di Deutsche Postbank AG potrebbero essere molto diversi dalle aspettative di Deutsche Bank (incluse, per esempio, le ipotesi effettuate relative al 9 L_LIVE_EMEA2: v2

10 capitale di vigilanza ed all avviamento). Postbank ha fatto registrare una perdita ante imposte sia nel 2009 sia nel 2008, e, nonostante abbia ottenuto un utile netto ante imposte nel 2010, ciò non è indicativo del fatto che produrrà reddito nei prossimi esercizi. Deutsche Bank potrebbe avere difficoltà nella vendita di attività non fondamentali a prezzi favorevoli, o nella vendita medesima. Nelle società in cui Deutsche Bank ha investito possono verificarsi degli eventi che potrebbero rendere più difficile vendere le proprie partecipazioni e quindi portare a perdite significative. D.3 Informazioni fondamentali sui rischi fondamentali specifici dei Titoli e segnalazioni di rischi Vi sono inoltre taluni fattori che sono rilevanti al fine di valutare i rischi associati ai Titoli. Questi includono il fatto che tali Titoli potrebbero non essere un investimento adeguato per tutti gli investitori (ad esempio nel caso in cui non abbiano la richiesta conoscenza ed esperienza nelle materie finanziarie e commerciali per valutare i meriti ed i rischi di un investimento nell Emittente considerata la loro condizione finanziaria, oppure non sono in grado di sopportare il rischio economico di un investimento nell Emittente per un periodo di tempo indeterminato), l estinzione anticipata dei Titoli che potrebbe causare una perdita dell investimento e fluttuazioni e diminuzioni nel valore di mercato dei Titoli e che ha anche un impatto sul valore dei Titoli e gli importi pagati in occasione di ogni cancellazione dei Titoli, i pagamenti ai Portatori dei Titoli ai sensi dei Titoli saranno effettuati solo dopo che siano stati eseguiti i pagamenti dovuti alle altre parti dell operazione, rischi fiscali (ad esempio tutti pagamenti eseguiti in relazione ai Titoli saranno soggetti a ritenute e detrazioni a fini fiscali e che all Emittente e alle altre istituzioni finanziarie non statunitensi attraverso le quali sono eseguiti i pagamenti potrà essere richiesto di trattenere somme ai sensi del Securities Account Tax Compliance Act), il fatto che non esiste un mercato secondario per i Titoli, (il che implica che gli investitori potrebbero non essere in grado di liquidare il proprio investimento prima della scadenza e che le relazioni commerciali tra le parti che hanno un ruolo nell emissione dei Titoli e i conflitti di interesse potrebbero avere un impatto negativo sul valore dei Titoli). Gli investitori dovrebbero consultare i propri consulenti finanziari, legali, contabili e fiscali relativamente ai rischi inerenti ad un investimento in questi Titoli. Nessun investitore dovrebbe acquistare i Titoli a meno che non comprenda ed abbia sufficienti risorse finanziarie per sopportare i rischi associati ad un investimento in questi Titoli e, in particolare, il potenziale rischio che gli investitori perdano il valore del loro intero investimento o parte di esso. Mercati valutari I mercati valutari potrebbero essere fortemente volatili in special modo con riguardo alle valute dei paesi emergenti. In tali mercati si possono verificare rilevanti variazioni dei prezzi in periodi di tempo molto brevi. Interesse a Tasso Fisso I Titoli comportano un interesse a tasso fisso che pagheranno alla Data di Pagamento degli Interessi. Gli investitori che acquistano i Titoli con interesse a tasso fisso sono esposti al 10 L_LIVE_EMEA2: v2

11 rischio che i tassi di interesse di mercato crescano ed il tasso di interesse fisso che loro ricevono sia inferiore dell importo che avrebbero ricevuto se avessero investito in un Titolo con un tasso di interesse variabile. Il valore di mercato di Titoli con un interesse a tasso fisso diminuirà se i potenziali investitori percepiscono di poter ricevere un rendimento maggiore da investimento se investono in altri prodotti. Rimborso Anticipato Nel caso in cui i Titoli siano rimborsati anticipatamente, gli investitori devono essere consapevoli che i costi di liquidazione del rimborso anticipato saranno dedotti dall importo di rimborso. Sezione E Offerta Elemento Informazione obbligatoria E.2b Ragioni dell offerta e uso dei proventi. I proventi netti derivanti dall emissione dei Titoli saranno utilizzati per finanziare le attività dell Emittente, a seconda del caso. E.3 Termini e condizioni dell offerta. Un investitore che intenda acquistare o che acquisti da un Collocatore un qualsiasi Titolo lo farà, ed offerte e vendite di Titoli ad un investitore da parte di un Collocatore saranno effettuate, nel rispetto di ogni condizione e di ogni altro accordo in essere tra tale Collocatore e tale investitore compresi gli accordi relativi al prezzo, alle assegnazioni ed al regolamento. Periodo di Offerta Un offerta dei Titoli sarà effettuata attraverso Deutsche Bank S.p.A., Piazza del Calendario 3, 20126, Milano, Italia e Finanza & Futuro Banca S.p.A., con sede in Piazza del Calendario 1, Milano, Italia (ciascuno un Collocatore ) durante il Periodo d Offerta in Italia dal 22 aprile 2013, incluso, al 3 giugno 2013, incluso. Giurisdizione dell Offerta Pubblica Offerte possono essere effettuate dai Collocatori in Italia a qualsiasi soggetto. Cancellazione dell Emissione dei Titoli L Emittente si riserva il diritto di ritirare l offerta e/o cancellare l emissione dei Titoli per qualsiasi ragione in qualsiasi momento fino alla Data di Emissione inclusa. A scanso di equivoci, se una richiesta è stata avanzata da un potenziale investitore e l Emittente esercita tale diritto, tale potenziale investitore non avrà più il diritto di sottoscrivere o in qualsiasi altro modo acquistare qualsiasi Titolo. Comunicazione di tale ritiro e/o cancellazione sarà data agli investitori mediante avviso pubblicato sul sito internet della Borsa del Lussemburgo (www.bourse.lu), sul sito internet 11 L_LIVE_EMEA2: v2

12 e nel rispetto delle usuali procedure del Collocatore. Chiusura Anticipata della Sottoscrizione dei Titoli Nel caso in cui durante il Periodo di Offerta le richieste superino l importo dell offerta destinato ai potenziali investitori, l Emittente procederà con la chiusura anticipata del Periodo di Offerta e sospenderà immediatamente l accettazione di ulteriori richieste. Comunicazione della chiusura anticipata sarà data agli investitori mediante avviso pubblicato sul sito internet della Borsa del Lussemburgo (www.bourse.lu), sul sito internet e nel rispetto delle usuali procedure del Collocatore. Descrizione della procedura di adesione e regolamento L Offerta resterà aperta durante il Periodo di Offerta. Le richieste di Titoli potranno essere effettuate in Italia attraverso il Collocatore nel rispetto delle usuali procedure del medesimo. Modifiche ai termini dell offerta durante il Periodo di Offerta saranno comunicate agli investitori mediante avviso pubblicato sul sito internet della Borsa del Lussemburgo (www.bourse.lu), sul sito internet e nel rispetto delle usuali procedure del Collocatore o, se richiesto, mediante un supplemento debitamente approvato e pubblicato ai sensi della normativa e dei regolamenti applicabili. Ai potenziali investitori non sarà richiesto di stipulare alcun accordo contrattuale direttamente con l Emittente o il Dealer con riferimento alla sottoscrizione dei Titoli. Ciascun investitore riceverà notizia dell assegnazione dei Titoli direttamente dal Collocatore successivamente alla chiusura del Periodo di Offerta e prima della Data di Emissione. Prezzo di Offerta Gli investitori pagheranno NOK per Titolo. Condizioni cui è soggetto l offerta e risultati dell offerta L Offerta dei Titoli è condizionata alla loro emissione. Informazioni sull importo minimo e massimo della domanda E.4 Interessi di persone fisiche e di persone giuridiche coinvolte nell emissione/offerta. L assegnazione minima per investitore sarà pari a NOK di importo capitale dei Titoli. L assegnazione massima di Titoli sarà soggetta esclusivamente alla disponibilità al momento della richiesta. Fatte salve le commissioni pagabili al Dealer, per quanto a conoscenza dell Emittente, nessun soggetto coinvolto nell emissione o nell offerta dei Titoli ha un interesse rilevante nell emissione o nell offerta ad eccezione dei Collocatori che riceveranno una commissione fino ad un massimo del 4% del valore nominale complessivo dei Titoli collocati dal relativo Collocatore alla Data di Emissione. 12 L_LIVE_EMEA2: v2

13 E.7 Stima delle spese imposte dall Emittente agli investitori. l Emittente non è a conoscenza di alcuna spesa a carico investitori. 13 L_LIVE_EMEA2: v2

Costruirsi una rendita. I principi d investimento di BlackRock

Costruirsi una rendita. I principi d investimento di BlackRock Costruirsi una rendita I principi d investimento di BlackRock I p r i n c i p i d i n v e s t i m e n t o d i B l a c k R o c k Ottenere una rendita è stato raramente tanto difficile quanto ai giorni nostri.

Dettagli

OFFERTA DI OBBLIGAZIONI BLPR S.P.A. 4,60% 2011-2016 54MA ISIN IT0004734932

OFFERTA DI OBBLIGAZIONI BLPR S.P.A. 4,60% 2011-2016 54MA ISIN IT0004734932 Banca del Lavoro e del Piccolo Risparmio S.p.A. - Sede legale e amministrativa in Benevento, Contrada Roseto - 82100 Aderente al Fondo Interbancario di tutela dei depositi Capitale sociale e Riserve al

Dettagli

BANCO POPOLARE S.C. SERIE 356 TASSO MISTO CON CAP 31.10.2013 31.10.2018

BANCO POPOLARE S.C. SERIE 356 TASSO MISTO CON CAP 31.10.2013 31.10.2018 Banco Popolare Società Cooperativa - Sede legale in Verona, Piazza Nogara, n. 2 Società capogruppo del Gruppo bancario Banco Popolare Iscritta all albo delle banche al n. 5668 Capitale sociale, al 31 marzo

Dettagli

L Emittente, Offerente e Responsabile del Collocamento. Banca di Credito Cooperativo di Flumeri

L Emittente, Offerente e Responsabile del Collocamento. Banca di Credito Cooperativo di Flumeri Prospetto Informativo Semplificato per l offerta al pubblico di strumenti diversi dai titoli di capitale emessi in modo continuo o ripetuto da banche di cui all art. 34-ter, comma 4 del Regolamento Consob

Dettagli

CONDIZIONI DEFINITIVE BANCO POPOLARE S.C. SERIE 307 STEP UP CALLABLE 31.01.2013 31.01.2018 ISIN IT0004884216. "BANCO POPOLARE Società Cooperativa

CONDIZIONI DEFINITIVE BANCO POPOLARE S.C. SERIE 307 STEP UP CALLABLE 31.01.2013 31.01.2018 ISIN IT0004884216. BANCO POPOLARE Società Cooperativa CONDIZIONI DEFINITIVE relative all offerta delle Obbligazioni BANCO POPOLARE S.C. SERIE 307 STEP UP CALLABLE 31.01.2013 31.01.2018 ISIN IT0004884216 da emettersi nell ambito del programma di offerta e/o

Dettagli

Luglio 2007. Direttive sulle informazioni agli investitori relative ai prodotti strutturati

Luglio 2007. Direttive sulle informazioni agli investitori relative ai prodotti strutturati Luglio 2007 Direttive sulle informazioni agli investitori relative ai prodotti strutturati Direttive sulle informazioni agli investitori relative ai prodotti strutturati Indice Preambolo... 3 1. Campo

Dettagli

Regolamento del Prestito Obbligazionario DEXIA CREDIOP S.P.A. 2005-2010 REAL ESTATE BASKET DI NOMINALI FINO AD EURO 15 MILIONI

Regolamento del Prestito Obbligazionario DEXIA CREDIOP S.P.A. 2005-2010 REAL ESTATE BASKET DI NOMINALI FINO AD EURO 15 MILIONI Regolamento del Prestito Obbligazionario DEXIA CREDIOP S.P.A. 2005-2010 REAL ESTATE BASKET DI NOMINALI FINO AD EURO 15 MILIONI CODICE ISIN IT0003809826 SERIES : 16 Art. 1 - Importo e titoli Il Prestito

Dettagli

NOTA DI SINTESI DEL PROGRAMMA RELATIVA AL PRESENTE PROSPETTO DI BASE

NOTA DI SINTESI DEL PROGRAMMA RELATIVA AL PRESENTE PROSPETTO DI BASE NOTA DI SINTESI DEL PROGRAMMA RELATIVA AL PRESENTE PROSPETTO DI BASE Le note di sintesi sono composte dagli elementi informativi richiesti dalla normativa applicabile noti come "Elementi". Detti Elementi

Dettagli

Azionario Flessibile 7 anni Scheda sintetica - Informazioni specifiche 1 di 6

Azionario Flessibile 7 anni Scheda sintetica - Informazioni specifiche 1 di 6 Scheda sintetica - Informazioni specifiche 1 di 6 La parte Informazioni Specifiche, da consegnare obbligatoriamente all investitore contraente prima della sottoscrizione, è volta ad illustrare le principali

Dettagli

42 relazione sono esposti Principali cui Fiat S.p.A. e il Gruppo fiat sono esposti Si evidenziano qui di seguito i fattori di o o incertezze che possono condizionare in misura significativa l attività

Dettagli

ABC. degli investimenti. Piccola guida ai fondi comuni dedicata ai non addetti ai lavori

ABC. degli investimenti. Piccola guida ai fondi comuni dedicata ai non addetti ai lavori ABC degli investimenti Piccola guida ai fondi comuni dedicata ai non addetti ai lavori I vantaggi di investire con Fidelity Worldwide Investment Specializzazione Fidelity è una società indipendente e si

Dettagli

Normativa FATCA. Clienti Persone Fisiche

Normativa FATCA. Clienti Persone Fisiche Copia per il cliente Normativa FATCA L acronimo FATCA (Foreign Account Tax Compliance Act) individua una normativa statunitense, volta a contrastare l evasione fiscale di contribuenti statunitensi all

Dettagli

Il nuovo bilancio consolidato IFRS

Il nuovo bilancio consolidato IFRS S.A.F. SCUOLA DI ALTA FORMAZIONE LUIGI MARTINO Il nuovo bilancio consolidato IFRS La nuova informativa secondo IFRS 12 e le modifiche allo IAS 27 (Bilancio separato) e IAS 28 (Valutazione delle partecipazioni

Dettagli

PROTEZIONE E CRESCITA PIÙ

PROTEZIONE E CRESCITA PIÙ Società del Gruppo ALLIANZ S.p.A. CONTRATTO DI ASSICURAZIONE A VITA INTERA A PREMIO UNICO E PRESTAZIONI RIVALUTABILI PROTEZIONE E CRESCITA PIÙ IL PRESENTE FASCICOLO INFORMATIVO CONTENENTE: SCHEDA SINTETICA

Dettagli

Corso di Asset and liability management (profili economico-aziendali) Il patrimonio di vigilanza e la misurazione del rischio di credito

Corso di Asset and liability management (profili economico-aziendali) Il patrimonio di vigilanza e la misurazione del rischio di credito Università degli Studi di Parma Corso di Asset and liability management (profili economico-aziendali) Il patrimonio di vigilanza e la misurazione del rischio di credito Prof.ssa Paola Schwizer Anno accademico

Dettagli

XII Incontro OCSE su Mercati dei titoli pubblici e gestione del debito nei mercati emergenti

XII Incontro OCSE su Mercati dei titoli pubblici e gestione del debito nei mercati emergenti L incontro annuale su: Mercati dei Titoli di Stato e gestione del Debito Pubblico nei Paesi Emergenti è organizzato con il patrocinio del Gruppo di lavoro sulla gestione del debito pubblico dell OECD,

Dettagli

Nicola Romito. Esperienza. Presidente presso Power Capital nicola.romito@hotmail.it

Nicola Romito. Esperienza. Presidente presso Power Capital nicola.romito@hotmail.it Nicola Romito Presidente presso Power Capital nicola.romito@hotmail.it Esperienza Presidente at Power Capital aprile 2013 - Presente (1 anno 4 mesi) * Consulenza per gli investimenti, gestione di portafoglio

Dettagli

Comunicato Stampa. Methorios Capital S.p.A.

Comunicato Stampa. Methorios Capital S.p.A. Comunicato Stampa Methorios Capital S.p.A. Approvata la Relazione Semestrale Consolidata al 30 giugno 2013 Acquistato un ulteriore 16,2% del capitale di Astrim S.p.A. Costituzione della controllata Methorios

Dettagli

NOTA DI SINTESI. relativa agli. ABAXBANK DYNAMIC ALLOCATION CERTIFICATES su un Indice di Riferimento in OICR calcolato da Abaxbank

NOTA DI SINTESI. relativa agli. ABAXBANK DYNAMIC ALLOCATION CERTIFICATES su un Indice di Riferimento in OICR calcolato da Abaxbank NOTA DI SINTESI relativa agli ABAXBANK DYNAMIC ALLOCATION CERTIFICATES su un Indice di Riferimento in OICR calcolato da Abaxbank di cui al Prospetto di Base ABAXBANK DYNAMIC ALLOCATION CERTIFICATES redatta

Dettagli

STRATEGIA SINTETICA. Versione n. 4 del 24/05/2011

STRATEGIA SINTETICA. Versione n. 4 del 24/05/2011 STRATEGIA SINTETICA Versione n. 4 del 24/05/2011 Revisione del 24/05/2011 a seguito circolare ICCREA 62/2010 (Execution Policy di Iccrea Banca aggiornamento della Strategia di esecuzione e trasmissione

Dettagli

Offerta pubblica di sottoscrizione di UNIT LINKED FONDI VITTORIA prodotto finanziario-assicurativo di tipo unit linked (Codice Prodotto 640U)

Offerta pubblica di sottoscrizione di UNIT LINKED FONDI VITTORIA prodotto finanziario-assicurativo di tipo unit linked (Codice Prodotto 640U) Offerta pubblica di sottoscrizione di UNIT LINKED FONDI VITTORIA prodotto finanziario-assicurativo di tipo unit linked (Codice Prodotto 640U) Il presente prodotto è distribuito dalle Agenzie Vittoria Assicurazioni

Dettagli

Documento redatto ai sensi dell art. 46 comma 1 e dell art. 48 comma 3 del Regolamento Intermediari adottato dalla CONSOB con delibera n.

Documento redatto ai sensi dell art. 46 comma 1 e dell art. 48 comma 3 del Regolamento Intermediari adottato dalla CONSOB con delibera n. Iccrea Banca S.p.A. Istituto Centrale del Credito Cooperativo STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI SU STRUMENTI FINANZIARI Documento redatto ai sensi dell art. 46 comma 1 e dell art. 48

Dettagli

Principio contabile internazionale n. 12 Imposte sul reddito

Principio contabile internazionale n. 12 Imposte sul reddito Principio contabile internazionale n. 12 Imposte sul reddito Finalità La finalità del presente Principio è quella di definire il trattamento contabile delle imposte sul reddito. L aspetto principale della

Dettagli

INDICE NOTA DI SINTESI...

INDICE NOTA DI SINTESI... INDICE NOTA DI SINTESI................................................................................ Caratteristiche del fondo................................................................................................

Dettagli

DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI BCC DI ALBEROBELLO E SAMMICHELE DI BARI S.C.

DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI BCC DI ALBEROBELLO E SAMMICHELE DI BARI S.C. DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI BCC DI ALBEROBELLO E SAMMICHELE DI BARI S.C. LA NORMATIVA MIFID La Markets in Financial Instruments Directive (MiFID) è la Direttiva

Dettagli

Offerta pubblica di acquisto avente ad oggetto azioni Banca Nazionale del Lavoro S.p.A.

Offerta pubblica di acquisto avente ad oggetto azioni Banca Nazionale del Lavoro S.p.A. COMMISSIONE NAZIONALE PER LE SOCIETÀ E LA BORSA Ufficio Mercati Alla cortese attenzione del dott. Salini Telefax n. 06 8477 757 Ufficio OPA Alla cortese attenzione della dott.sa Mazzarella Telefax n. 06

Dettagli

Facciamo emergere i vostri valori.

Facciamo emergere i vostri valori. Facciamo emergere i vostri valori. www.arnerbank.ch BANCA ARNER SA Piazza Manzoni 8 6901 Lugano Switzerland P. +41 (0)91 912 62 22 F. +41 (0)91 912 61 20 www.arnerbank.ch Indice Banca: gli obiettivi Clienti:

Dettagli

STRATEGIA DI TRASMISSIONE ED ESECUZIONE DEGLI ORDINI

STRATEGIA DI TRASMISSIONE ED ESECUZIONE DEGLI ORDINI STRATEGIA DI TRASMISSIONE ED ESECUZIONE DEGLI ORDINI 1 INTRODUZIONE Il Consiglio di Amministrazione di Kairos Julius Baer Sim (di seguito la KJBSIM ) ha approvato il presente documento al fine di formalizzare

Dettagli

In breve Febbraio 2015

In breve Febbraio 2015 In breve In breve Febbraio 2015 La nostra principale responsabilità è rappresentata dagli interessi dei nostri clienti. Il principio per tutti i soci è essere disponibili ad incontrare i clienti, e farlo

Dettagli

MIFID: STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI (DOCUMENTO DI SINTESI)

MIFID: STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI (DOCUMENTO DI SINTESI) MIFID: STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI (DOCUMENTO DI SINTESI) - 1 - LA NORMATIVA MIFID La Markets in Financial Instruments Directive (MiFID) è la Direttiva approvata dal Parlamento

Dettagli

Strategia di esecuzione e trasmissione degli ordini

Strategia di esecuzione e trasmissione degli ordini Strategia di esecuzione e trasmissione degli ordini - Documento di Sintesi - Documento adottato con delibera del Consiglio di Amministrazione del 07/07/ 2009 Ai sensi degli artt, 45-46-47-48 del Regolamento

Dettagli

Progetto MiFID. Documento di sintesi della STRATEGIA DI TRASMISSIONE ED ESECUZIONE DEGLI ORDINI

Progetto MiFID. Documento di sintesi della STRATEGIA DI TRASMISSIONE ED ESECUZIONE DEGLI ORDINI Documento di sintesi della STRATEGIA DI TRASMISSIONE ED ESECUZIONE DEGLI ORDINI Aggiornamento del luglio 2013 1 PREMESSA La Markets in Financial Instruments Directive (MiFID) è la Direttiva approvata dal

Dettagli

Banca Generali: la solidità di chi guarda lontano. Agosto 2014

Banca Generali: la solidità di chi guarda lontano. Agosto 2014 Banca Generali: la solidità di chi guarda lontano Agosto 2014 Banca Generali in pillole Banca Generali è uno degli assetgathererdi maggior successo e in grande crescita nel mercato italiano, con oltre

Dettagli

SINTESI BEST EXECUTION - TRANSMISSION POLICY. (versione 2014)

SINTESI BEST EXECUTION - TRANSMISSION POLICY. (versione 2014) SINTESI BEST EXECUTION - TRANSMISSION POLICY. (versione 2014) 1. LA NORMATVA DI RIFERIMENTO. La Markets in Financial Instruments Directive (MiFID) è la Direttiva approvata dal Parlamento europeo nel 2004

Dettagli

Documento di sintesi della Strategia di esecuzione e trasmissione degli ordini

Documento di sintesi della Strategia di esecuzione e trasmissione degli ordini Documento di sintesi della Strategia di esecuzione e trasmissione degli ordini ********** Banca del Valdarno Credito Cooperativo 1 1. LA NORMATIVA MIFID La Markets in Financial Instruments Directive (MiFID)

Dettagli

OPERAZIONI DI PAGAMENTO NON RIENTRANTI IN UN CONTRATTO QUADRO PSD ED ALTRE OPERAZIONI NON REGOLATE IN CONTO CORRENTE

OPERAZIONI DI PAGAMENTO NON RIENTRANTI IN UN CONTRATTO QUADRO PSD ED ALTRE OPERAZIONI NON REGOLATE IN CONTO CORRENTE FOGLIO INFORMATIVO OPERAZIONI DI PAGAMENTO NON RIENTRANTI IN UN CONTRATTO QUADRO PSD ED ALTRE OPERAZIONI NON REGOLATE IN CONTO CORRENTE INFORMAZIONI SULLA BANCA Denominazione e forma giuridica Cassa di

Dettagli

IFRS 2 Pagamenti basati su azioni

IFRS 2 Pagamenti basati su azioni Pagamenti basati su azioni International Financial Reporting Standard 2 Pagamenti basati su azioni FINALITÀ 1 Il presente IRFS ha lo scopo di definire la rappresentazione in bilancio di una entità che

Dettagli

Policy esterna di esecuzione / trasmissione degli ordini

Policy esterna di esecuzione / trasmissione degli ordini Policy esterna di esecuzione / trasmissione degli ordini Pagina 1 di 16 INDICE 1 PREMESSE... 3 1.1 INTRODUZIONE... 3 1.2 CURA DELL'INTERESSE DEL CLIENTE... 3 1.2.1 Determinazione del prezzo... 4 1.2.2

Dettagli

Documento di sintesi "STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI"

Documento di sintesi STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI Documento di sintesi "STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI" Documento del 1 aprile 2011 1 1 INFORMAZIONI SULLA STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI Fornite ai sensi degli

Dettagli

DOCUMENTO DI SINTESI DELLA STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI ADOTTATA DALLA BANCA Aggiornamento dicembre 2014

DOCUMENTO DI SINTESI DELLA STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI ADOTTATA DALLA BANCA Aggiornamento dicembre 2014 DOCUMENTO DI SINTESI DELLA STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI ADOTTATA DALLA BANCA Aggiornamento dicembre 2014 1. PRINCIPI GENERALI IN TEMA DI BEST EXECUTION Il presente documento descrive

Dettagli

Direttive della CAV PP D 02/2013

Direttive della CAV PP D 02/2013 italiano Commissione di alta vigilanza della previdenza professionale CAV PP Direttive della CAV PP D 02/2013 Indicazione delle spese di amministrazione del patrimonio Edizione del: 23.04.2013 Ultima modifica:

Dettagli

PROCESSO FINANZA Data approvazione Versione 25 ottobre 2007 v.0.1 19 novembre 2009 v.0.2 16 settembre 2010 v.0.3 25 novembre 2010 v.0.

PROCESSO FINANZA Data approvazione Versione 25 ottobre 2007 v.0.1 19 novembre 2009 v.0.2 16 settembre 2010 v.0.3 25 novembre 2010 v.0. SINTESI DELLA STRATEGIA DI TRASMISSIONE DEGLI ORDINI PROCESSO FINANZA Data approvazione Versione 25 ottobre 2007 v.0.1 19 novembre 2009 v.0.2 16 settembre 2010 v.0.3 25 novembre 2010 v.0.4 1 La Markets

Dettagli

Requisiti di informativa relativi alla composizione del patrimonio Testo delle disposizioni

Requisiti di informativa relativi alla composizione del patrimonio Testo delle disposizioni Comitato di Basilea per la vigilanza bancaria Requisiti di informativa relativi alla composizione del patrimonio Testo delle disposizioni Giugno 2012 Il presente documento è stato redatto in lingua inglese.

Dettagli

DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI BCC DI CASSANO DELLE MURGE E TOLVE S.C.

DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI BCC DI CASSANO DELLE MURGE E TOLVE S.C. DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI BCC DI CASSANO DELLE MURGE E TOLVE S.C. LA NORMATIVA MIFID La Markets in Financial Instruments Directive (MiFID) è la Direttiva

Dettagli

INFORMATIVA CIRCA LA STRATEGIA DI TRASMISSIONE ED ESECUZIONE DI ORDINI

INFORMATIVA CIRCA LA STRATEGIA DI TRASMISSIONE ED ESECUZIONE DI ORDINI INFORMATIVA CIRCA LA STRATEGIA DI TRASMISSIONE ED ESECUZIONE DI ORDINI 1) GENERALITA In conformità a quanto previsto dalla Direttiva 2004/39/CE (cd Direttiva Mifid), la Banca ha adottato tutte le misure

Dettagli

STRATEGIA DI RICEZIONE TRASMISSIONE ED ESECUZIONE ORDINI

STRATEGIA DI RICEZIONE TRASMISSIONE ED ESECUZIONE ORDINI STRATEGIA DI RICEZIONE TRASMISSIONE ED ESECUZIONE ORDINI Il presente documento (di seguito Policy ) descrive le modalità con le quali vengono trattati gli ordini, aventi ad oggetto strumenti finanziari,

Dettagli

Ottimizzazione del portafoglio di liquidità nell ottica dell LCR: la prospettiva di un asset manager

Ottimizzazione del portafoglio di liquidità nell ottica dell LCR: la prospettiva di un asset manager Featured Solution Marzo 2015 Your Global Investment Authority Ottimizzazione del portafoglio di liquidità nell ottica dell LCR: la prospettiva di un asset manager Lo scorso ottobre la Commissione europea

Dettagli

BNP Paribas CARDIF VITA Compagnia di Assicurazione e Riassicurazione S.p.A. Contratto di assicurazione sulla vita con partecipazione agli utili

BNP Paribas CARDIF VITA Compagnia di Assicurazione e Riassicurazione S.p.A. Contratto di assicurazione sulla vita con partecipazione agli utili BNP Paribas CARDIF VITA Compagnia di Assicurazione e Riassicurazione S.p.A. Contratto di assicurazione sulla vita con partecipazione agli utili Mod. T915 Ed. 07/2014 BNL Risparmio Prodotto EVPH Il presente

Dettagli

FOGLIO INFORMATIVO Apertura di credito per finanziamenti a fronte di certificati/dichiarazioni di conformità di autoveicoli

FOGLIO INFORMATIVO Apertura di credito per finanziamenti a fronte di certificati/dichiarazioni di conformità di autoveicoli FOGLIO INFORMATIVO Apertura di credito per finanziamenti a fronte di certificati/dichiarazioni di conformità di autoveicoli INFORMAZIONI SULLA BANCA Denominazione Credito Emiliano SpA Iscrizione in albi

Dettagli

Your Global Investment Authority. Tutto sui bond: I ABC dei mercati obbligazionari. Cosa sono e come funzionano gli swap su tassi d interesse?

Your Global Investment Authority. Tutto sui bond: I ABC dei mercati obbligazionari. Cosa sono e come funzionano gli swap su tassi d interesse? Your Global Investment Authority Tutto sui bond: I ABC dei mercati obbligazionari Cosa sono e come funzionano gli swap su tassi d interesse? Cosa sono e come funzionano gli swap su tassi d interesse? Gli

Dettagli

Maggio 2014. Guida dell Azionista

Maggio 2014. Guida dell Azionista Maggio 2014 Guida dell Azionista Con la presente Guida intendiamo offrire un utile supporto ai nostri azionisti, evidenziando i diritti connessi alle azioni possedute e consentendo loro di instaurare un

Dettagli

Perché esistono gli intermediari finanziari

Perché esistono gli intermediari finanziari Perché esistono gli intermediari finanziari Nella teoria economica, l esistenza degli intermediari finanziari è ricondotta alle seguenti principali ragioni: esigenza di conciliare le preferenze di portafoglio

Dettagli

PROCEDURA PER L EFFETTUAZIONE DI OPERAZIONI CON PARTI CORRELATE

PROCEDURA PER L EFFETTUAZIONE DI OPERAZIONI CON PARTI CORRELATE PROCEDURA PER L EFFETTUAZIONE DI OPERAZIONI CON PARTI CORRELATE ADOTTATA AI SENSI DELL ART. 4 DEL REGOLAMENTO CONSOB 17221 DEL 12 MARZO 2010 (e successive modifiche) Bologna,1 giugno 2014 Indice 1. Premessa...

Dettagli

Foglio informativo n. 178/003. Prestito personale Viaggia con Me.

Foglio informativo n. 178/003. Prestito personale Viaggia con Me. Informazioni sulla banca. Foglio informativo n. 178/003. Prestito personale Viaggia con Me. Intesa Sanpaolo S.p.A. Sede legale e amministrativa: Piazza San Carlo 156-10121 Torino. Tel.: 800.303.306 (Privati),

Dettagli

KBC KBC: accelerato il piano di rimborso degli aiuti pubblici Discreti i conti trimestrali, l Irlanda resta una criticità

KBC KBC: accelerato il piano di rimborso degli aiuti pubblici Discreti i conti trimestrali, l Irlanda resta una criticità KBC: accelerato il piano di rimborso degli aiuti pubblici Discreti i conti trimestrali, l Irlanda resta una criticità Il gruppo finanziario belga KBC ha chiuso i primi 9 mesi del 2012 con un utile netto

Dettagli

Finanza per la crescita: corporate bond e strumenti alternativi. kpmg.com/it

Finanza per la crescita: corporate bond e strumenti alternativi. kpmg.com/it Finanza per la crescita: corporate bond e strumenti alternativi kpmg.com/it Indice 1 Lo scenario di riferimento 4 2 Le opportunità del Decreto Sviluppo 2012 6 Obiettivi e finalità generali Strumenti di

Dettagli

Lussemburgo Lo strumento della cartolarizzazione e il suo regime fiscale

Lussemburgo Lo strumento della cartolarizzazione e il suo regime fiscale Lussemburgo Lo strumento della cartolarizzazione e il suo regime fiscale www.bsp.lu Dicembre 2013 1 Con la Legge 22 marzo 2004, il Lussemburgo si è dotato, di uno strumento legislativo completo che ha

Dettagli

DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI Banca San Giorgio Quinto Valle Agno

DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI Banca San Giorgio Quinto Valle Agno DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI Banca San Giorgio Quinto Valle Agno (delibera CdA 17 Dicembre 2012) LA NORMATIVA MIFID La Markets in Financial Instruments Directive

Dettagli

BANCA CARIGE S.p.A. Cassa di Risparmio di Genova e Imperia. Condizioni Definitive alla Nota informativa dei Prestiti Obbligazionari denominati

BANCA CARIGE S.p.A. Cassa di Risparmio di Genova e Imperia. Condizioni Definitive alla Nota informativa dei Prestiti Obbligazionari denominati BANCA CARIGE S.p.A. Cassa di Risparmio di Genova e Imperia Sede legale in Genova, Via Cassa di Risparmio, 15 Iscritta all Albo delle Banche al n. 6175.4 Capogruppo del Gruppo CARIGE iscritto all albo dei

Dettagli

DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI Banca di Credito Cooperativo San Marco di Calatabiano

DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI Banca di Credito Cooperativo San Marco di Calatabiano DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI Banca di Credito Cooperativo San Marco di Calatabiano (Ultimo aggiornamento:10.04.2013) LA NORMATIVA MIFID La Markets in Financial

Dettagli

I NUOVI SERVIZI SEPA: BONIFICI E ADDEBITI DIRETTI.

I NUOVI SERVIZI SEPA: BONIFICI E ADDEBITI DIRETTI. I NUOVI SERVIZI SEPA: BONIFICI E ADDEBITI DIRETTI. BancoPosta www.bancoposta.it numero gratuito: 800 00 33 22 COME CAMBIANO INCASSI E PAGAMENTI CON LA SEPA PER I TITOLARI DI CONTI CORRENTI BANCOPOSTA DEDICATI

Dettagli

DOCUMENTO DI SINTESI DELLA POLICY SU STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DI ORDINI

DOCUMENTO DI SINTESI DELLA POLICY SU STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DI ORDINI DOCUMENTO DI SINTESI DELLA POLICY SU STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DI ORDINI 1. LA NORMATIVA MIFID La Markets in Financial Instruments Directive (MiFID) è la Direttiva approvata dal Parlamento

Dettagli

DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI BANCA CENTROPADANA CREDITO COOPERATIVO

DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI BANCA CENTROPADANA CREDITO COOPERATIVO DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI LA NORMATIVA MIFID BANCA CENTROPADANA CREDITO COOPERATIVO Novembre 2010 La Markets in Financial Instruments Directive (MiFID) è

Dettagli

«Dexia Crediop Obbligazioni legate all Inflazione con floor 28.03.2012 di nominali massimi Euro 250.000.000»

«Dexia Crediop Obbligazioni legate all Inflazione con floor 28.03.2012 di nominali massimi Euro 250.000.000» Sede legale e amministrativa: Via Venti Settembre, 30 00187 Roma Tel. 06.4771.1 Fax 06. 4771.5952 Sito internet: www.dexia-crediop.it n iscrizione all Albo delle Banche: 5288 Capogruppo del Gruppo bancario

Dettagli

L Offerta di cui al presente Prospetto è stata depositata in CONSOB in data 31 gennaio 2008 ed è valida dal 1 febbraio 2008.

L Offerta di cui al presente Prospetto è stata depositata in CONSOB in data 31 gennaio 2008 ed è valida dal 1 febbraio 2008. Offerta pubblica di sottoscrizione di CAPITALE SICURO prodotto finanziario di capitalizzazione (Codice Prodotto CF900) Il presente Prospetto Informativo completo si compone delle seguenti parti: Parte

Dettagli

Policy esterna di esecuzione / trasmissione degli ordini

Policy esterna di esecuzione / trasmissione degli ordini Policy esterna di esecuzione / trasmissione degli ordini Edizione 20141015 Pagina 1 di 16 INDICE 1 PREMESSE... 3 1.1 INTRODUZIONE... 3 1.2 CURA DELL'INTERESSE DEL CLIENTE... 3 1.2.1 Determinazione del

Dettagli

Dal Decreto Sviluppo al Decreto Destinazione Italia con i MINI BOND per il rilancio delle PMI Italiane - un alternativa alla crisi -

Dal Decreto Sviluppo al Decreto Destinazione Italia con i MINI BOND per il rilancio delle PMI Italiane - un alternativa alla crisi - Dal Decreto Sviluppo al Decreto Destinazione Italia con i MINI BOND per il rilancio delle PMI Italiane - un alternativa alla crisi - di Mario Gabbrielli, Davide D Affronto, Rossana Bellina, Paolo Chiappa

Dettagli

PRIMO SUPPLEMENTO AL DOCUMENTO DI REGISTRAZIONE

PRIMO SUPPLEMENTO AL DOCUMENTO DI REGISTRAZIONE Unione di Banche Italiane S.c.p.A. Sede Legale e Direzione Generale: Bergamo, Piazza Vittorio Veneto, 8 Sedi operative: Brescia e Bergamo Codice Fiscale, Partita IVA ed Iscrizione al Registro delle Imprese

Dettagli

Presentazione societaria

Presentazione societaria Eurizon Capital Eurizon Capital Presentazione societaria Eurizon Capital e il Gruppo Intesa Sanpaolo Banca dei Territori Asset Management Corporate & Investment Banking Banche Estere 1/12 Eurizon Capital

Dettagli

La composizione e gli schemi del bilancio d esercizio (OIC 12), le imposte sul reddito (OIC 25) e i crediti (OIC 15)

La composizione e gli schemi del bilancio d esercizio (OIC 12), le imposte sul reddito (OIC 25) e i crediti (OIC 15) La redazione del bilancio civilistico 2014 : le principali novità. La composizione e gli schemi del bilancio d esercizio (OIC 12), le imposte sul reddito (OIC 25) e i crediti (OIC 15) dott. Paolo Farinella

Dettagli

Evoluzione Risk Management in Intesa

Evoluzione Risk Management in Intesa RISCHIO DI CREDITO IN BANCA INTESA Marco Bee, Mauro Senati NEWFIN - FITD Rating interni e controllo del rischio di credito Milano, 31 Marzo 2004 Evoluzione Risk Management in Intesa 1994: focus iniziale

Dettagli

Strategia di esecuzione e trasmissione degli ordini - Documento di sintesi -

Strategia di esecuzione e trasmissione degli ordini - Documento di sintesi - Direttiva 2004/39/CE "MIFID" (Markets in Financial Instruments Directive) Direttiva 2006/73/CE - Regolamento (CE) n. 1287/2006 Strategia di esecuzione e trasmissione degli ordini - Documento di sintesi

Dettagli

ETFS Commodity Securities Limited

ETFS Commodity Securities Limited ETFS Commodity Securities Limited (Costituita e registrata in Jersey ai sensi della Companies (Jersey) Law 1991 (e successivi emendamenti) con numero di registrazione 90959. Sottoposta alla regolamentazione

Dettagli

Approvato dal CDA in data 28 luglio 2009 Informazioni sulla Strategia di esecuzione e trasmissione degli ordini

Approvato dal CDA in data 28 luglio 2009 Informazioni sulla Strategia di esecuzione e trasmissione degli ordini Approvato dal CDA in data 28 luglio 2009 Informazioni sulla Strategia di esecuzione e trasmissione degli ordini Fornite ai sensi degli artt. 46 c. 1 e. 48 c. 3 del Regolamento Intermediari Delibera Consob

Dettagli

INDICE. - Categorie di dipendenti o di collaboratori dell Emittente e delle società controllanti o controllate da tale Emittente

INDICE. - Categorie di dipendenti o di collaboratori dell Emittente e delle società controllanti o controllate da tale Emittente 1 INDICE Premessa 4 Soggetti Destinatari 6 - Indicazione nominativa dei destinatari che sono componenti del Consiglio di Amministrazione dell Emittente, delle società controllanti e di quelle, direttamente

Dettagli

appartenente al Gruppo Poste Italiane

appartenente al Gruppo Poste Italiane appartenente al Gruppo Poste Italiane Offerta al pubblico di quote dei fondi comuni di investimento mobiliare aperti di diritto italiano armonizzati alla Direttiva 2009/65/CE, denominati: Bancoposta Obbligazionario

Dettagli

Regolamento recante disposizioni per le società di gestione del risparmio.

Regolamento recante disposizioni per le società di gestione del risparmio. Provvedimento 20 settembre 1999 Regolamento recante disposizioni per le società di gestione del risparmio. IL GOVERNATORE DELLA BANCA D ITALIA Visto il decreto legislativo del 24 febbraio 1998, n. 58 (testo

Dettagli

AIM Italia / Mercato Alternativo del Capitale

AIM Italia / Mercato Alternativo del Capitale AIM Italia / Mercato Alternativo del Capitale Agenda I II III AIM Italia Il ruolo di Banca Finnat Track record di Banca Finnat 2 2 Mercati non regolamentati Mercati regolamentati AIM Italia Mercati di

Dettagli

IL MERCATO FINANZIARIO

IL MERCATO FINANZIARIO IL MERCATO FINANZIARIO Prima della legge bancaria del 1936, in Italia, era molto diffusa la banca mista, ossia un tipo di banca che erogava sia prestiti a breve che a medio lungo termine. Ma nel 1936 il

Dettagli

Termini e Condizioni di Prenotazione Valide da Aprile 2015

Termini e Condizioni di Prenotazione Valide da Aprile 2015 Termini e Condizioni di Prenotazione Valide da Aprile 2015 1 CONDIZIONI GENERALI DI NOLEGGIO Termini e Condizioni di Prenotazione I servizi di noleggio di veicoli Europcar in Italia sono erogati da Europcar

Dettagli

CIRCOLARE N. 1276. a) istituiti per soddisfare specificatamente esigenze di interesse generale, aventi carattere non industriale o commerciale;

CIRCOLARE N. 1276. a) istituiti per soddisfare specificatamente esigenze di interesse generale, aventi carattere non industriale o commerciale; CIRCOLARE N. 1276 Condizioni generali per l accesso al credito della gestione separata della Cassa depositi e prestiti società per azioni (CDP), ai sensi dell art. 5 comma 7 lettera a), primo periodo,

Dettagli

POPOLARE VITA S.p.A.

POPOLARE VITA S.p.A. CONTRATTO DI ASSICURAZIONE SULLA VITA IN FORMA MISTA, A PREMIO UNICO CON RIVALUTAZIONE ANNUALE DEL CAPITALE (TARIFFA N. 560) Orizzonte Sicuro Il presente Fascicolo Informativo, contenente: la Scheda Sintetica;

Dettagli

POLITICA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI

POLITICA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI POLITICA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI INDICE 1. Premessa... 2 1.1 Scopo del documento... 2 1.2 Riferimenti normativi... 2 2. Ambito di applicazione e destinatari... 2 3. Fattori di Best Execution...

Dettagli

Documento redatto ai sensi dell art. 46 comma 1 e dell art. 48 comma 3 del Regolamento Intermediari adottato dalla CONSOB con delibera n.

Documento redatto ai sensi dell art. 46 comma 1 e dell art. 48 comma 3 del Regolamento Intermediari adottato dalla CONSOB con delibera n. Iccrea Banca S.p.A. Istituto Centrale del Credito Cooperativo STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI SU STRUMENTI FINANZIARI Documento redatto ai sensi dell art. 46 comma 1 e dell art. 48

Dettagli

LINEE GUIDA PER LA COMPILAZIONE

LINEE GUIDA PER LA COMPILAZIONE Modulo DATI INFORMATIVI FINANZIARI ANNUALI per gli emittenti industriali LINEE GUIDA PER LA COMPILAZIONE Data : 03/05/2011 Versione : 1.3 1 Revisioni Data Versione Cap./ Modificati 03/05/2010 1.0-13/05/2010

Dettagli

Strategia di Trasmissione degli Ordini Versione n. 02

Strategia di Trasmissione degli Ordini Versione n. 02 Strategia di Trasmissione degli Ordini Versione n. 02 Approvata con delibera CdA del 04/09/ 09 Fornite ai sensi dell art. 48 c. 3 del Regolamento Intermediari Delibera Consob 16190/2007. LA NORMATIVA MIFID

Dettagli

DOCUMENTO INFORMATIVO RELATIVO AD OPERAZIONI DI MAGGIORE RILEVANZA CON PARTI CORRELATE

DOCUMENTO INFORMATIVO RELATIVO AD OPERAZIONI DI MAGGIORE RILEVANZA CON PARTI CORRELATE DOCUMENTO INFORMATIVO RELATIVO AD OPERAZIONI DI MAGGIORE RILEVANZA CON PARTI CORRELATE Redatto ai sensi dell art. 5 della Delibera Consob n. 17221 del 12 marzo 2010 (come modificata con Delibera n. 17389

Dettagli

DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI CASSA RURALE RURALE DI TRENTO

DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI CASSA RURALE RURALE DI TRENTO DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI LA NORMATIVA MIFID CASSA RURALE RURALE DI TRENTO Marzo 2014 La Markets in Financial Instruments Directive (MiFID) è la Direttiva

Dettagli

Il regime fiscale degli interessi sui Titoli di Stato

Il regime fiscale degli interessi sui Titoli di Stato Il regime fiscale degli interessi sui Titoli di Stato Fonti normative Il principale testo normativo che disciplina il regime fiscale degli interessi sui Titoli di Stato è il decreto legislativo 1 aprile

Dettagli

MUTUO CHIROGRAFARIO OPERATORI ECONOMICI TASSO FISSO

MUTUO CHIROGRAFARIO OPERATORI ECONOMICI TASSO FISSO FOGLIO INFORMATIVO NORME PER LA TRASPARENZA DELLE OPERAZIONI E DEI SERVIZI BANCARI E FINANZIARI MUTUO CHIROGRAFARIO OPERATORI ECONOMICI TASSO FISSO INFORMAZIONI SULLA BANCA UNIPOL BANCA S.p.A. SEDE LEGALE

Dettagli

DOCUMENTO INFORMATIVO

DOCUMENTO INFORMATIVO DOCUMENTO INFORMATIVO Redatto ai sensi dell art. 5 del Regolamento approvato dalla Consob con Delibera n. 17221 del 12 marzo 2010, e successive modificazioni PROROGA DELLA FIDEIUSSIONE DA PARTE DELL AZIONISTA

Dettagli

CELTA IUSTA. Cosa, come, quando, quanto e perché: quello che dovresti sapere per investire i tuoi risparmi

CELTA IUSTA. Cosa, come, quando, quanto e perché: quello che dovresti sapere per investire i tuoi risparmi ONDI OMUNI: AI A CELTA IUSTA Cosa, come, quando, quanto e perché: quello che dovresti sapere per investire i tuoi risparmi CONOSCERE I FONDI D INVESTIMENTO, PER FARE SCELTE CONSAPEVOLI I fondi comuni sono

Dettagli

SEZIONE I - DISPOSIZIONI GENERALI. 1 di 5

SEZIONE I - DISPOSIZIONI GENERALI. 1 di 5 CONTRATTO QUADRO PER LO SVOLGIMENTO DEI SERVIZI DI PAGAMENTO A VALERE SUL CONTO CORRENTE (Contratto per persone fisiche che agiscono per scopi estranei all attività imprenditoriale o professionale) Mod.

Dettagli

Il regime fiscale degli interessi e degli altri redditi derivanti dai Titoli di Stato domestici

Il regime fiscale degli interessi e degli altri redditi derivanti dai Titoli di Stato domestici Il regime fiscale degli interessi e degli altri redditi derivanti dai Titoli di Stato domestici Il presente documento ha finalità meramente illustrative della tassazione degli interessi e degli altri redditi

Dettagli

Caratteristiche del Fondo

Caratteristiche del Fondo Caratteristiche del Fondo EQUI MEDITERRANEO FUND e un fondo costituito sotto forma di SICAV SIF ed è un comparto dedicato della piattaforma EQUI SICAV - SIF, una Società a capitale Variabile Lussemburghese

Dettagli

MiFID Pacchetto Informativo relativo ai Servizi di Investimento di Hypo Tirol Bank AG

MiFID Pacchetto Informativo relativo ai Servizi di Investimento di Hypo Tirol Bank AG MiFID Pacchetto Informativo relativo ai Servizi di Investimento di Hypo Tirol Bank AG Indice absichern anlegen ausleihen bewegen Edizione: ottobre 2013 I. Informazioni generali sulla Banca ed i suoi servizi

Dettagli

SCHEMA DI DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI BCC del Carso

SCHEMA DI DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI BCC del Carso SCHEMA DI DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI BCC del Carso LA NORMATIVA MIFID La Markets in Financial Instruments Directive (MiFID) è la Direttiva approvata dal Parlamento

Dettagli

POLICY SUI CONFLITTI DI INTERESSI. Versione 9.0 del 9/03/2015. Approvata dal CDA nella seduta del 7/04/2015

POLICY SUI CONFLITTI DI INTERESSI. Versione 9.0 del 9/03/2015. Approvata dal CDA nella seduta del 7/04/2015 POLICY SUI CONFLITTI DI INTERESSI Versione 9.0 del 9/03/2015 Approvata dal CDA nella seduta del 7/04/2015 Policy conflitti di interesse Pag. 1 di 14 INDICE 1. PREMESSA... 3 1.1 Definizioni... 4 2. OBIETTIVI...

Dettagli

I mercati. Giuseppe G. Santorsola 1

I mercati. Giuseppe G. Santorsola 1 I mercati I mercati primari e secondari Il mercato dei cambi Il mercato monetario I mercati obbligazionari e azionari Le società di gestione I mercati gestiti da MTS SpA I mercati gestiti da Borsa Italiana

Dettagli

Banca Popolare di Spoleto S.p.A. Transmission Policy

Banca Popolare di Spoleto S.p.A. Transmission Policy Banca Popolare di Spoleto S.p.A. Transmission Policy 1. INTRODUZIONE Il presente documento definisce e formalizza le modalità ed i criteri adottati da Banca Popolare di Spoleto S.p.A. (di seguito, la Banca

Dettagli