Focus. BTP: una corsa lungo la curva. 10 aprile Intesa Sanpaolo Direzione Studi e Ricerche

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Focus. BTP: una corsa lungo la curva. 10 aprile 2015. Intesa Sanpaolo Direzione Studi e Ricerche"

Transcript

1 BTP: una corsa lungo la curva Considerando la nuova normalità in cui si muovono le valutazioni dei titoli di stato italiani e le caratteristiche tecniche relative al programma di acquisto titoli della BCE, si arriva a ritenere che la redditività potenziale sul segmento breve della curva italiana sia decisamente bassa. Pertanto modifichiamo il giudizio sui titoli di stato italiani a breve termine a Moderatamente Negativo. Sempre sulla base delle stesse considerazioni riteniamo che ci sia invece ancora spazio per un ritorno totale interessante sui titoli con le scadenze più lunghe. I rendimenti sui titoli di stato italiani, così come quelli della maggior parte dei paesi dell area euro, con l eccezione della Grecia, sono ai minimi storici su tutte le scadenze della curva dei tassi. In termini di pendenza, la curva italiana registra un inclinazione positiva piuttosto robusta, decisamente superiore a quella relativa ai titoli dei paesi core e anche a quella di alcuni periferici. La crisi del debito ha profondamente condizionato il settore dei titoli governativi europei: da un appiattimento sulla curva tedesca fino al 2009 si è passati alla distinzione netta tra core e periferici per arrivare a una nuova normalità in cui la dispersione dei rendimenti tra i principali paesi dell area euro è compressa in meno di 50pb sulla scadenza a due anni, mentre è tra i 150 e i 200pb per le scadenze tra i 10 e i 30 anni. In questo contesto, con il BTP a due anni che scambia intorno allo 0,15%, il ritorno totale sul segmento di curva più breve si è decisamente ridotto. Il rendimento su questa scadenza appare arrivato probabilmente molto vicino a quello che può essere un punto di minimo. Più costruttive possono essere, anche da un punto di vista storico-strutturale, le considerazioni sui titoli di stato a lungo termine. Inoltre, gli aspetti tecnici del QE sembrano supportare ulteriormente le conclusioni che derivano dalla precedente analisi storico-strutturale, con una penalizzazione del segmento breve della curva delle scadenze sia in termini relativi (rispetto ai titoli a più lunga scadenza) che in termini assoluti. Nel complesso, la nuova normalità in cui si muovono le valutazioni dei titoli di stato italiani e le caratteristiche tecniche relative al programma di acquisto titoli della BCE portano a ritenere che la redditività potenziale sul segmento breve della curva italiana sia decisamente bassa. Modifichiamo quindi il giudizio a 3 mesi e 12 mesi sui titoli di stato italiani a breve termine a Moderatamente Negativo. Sempre sulla base delle stesse considerazioni riteniamo che ci sia invece ancora spazio per un ritorno totale interessante sui titoli con le scadenze più lunghe, per i quali confermiamo il giudizio a 12 mesi a Moderatamente Positivo, portando a Moderatamente Positivo da Neutrale anche quello a 3 mesi. Intesa Sanpaolo Direzione Studi e Ricerche Ricerca per Investitori privati e PMI Fulvia Risso Analista Finanziario Rendimenti dei BTP (%) Curva italiana e performance da inizio anno Fonte: Bloomberg Nota: dati aggiornati al Fonte: Bloomberg I dati del presente documento sono aggiornati al (salvo diversa indicazione). Per la certificazione degli analisti e per importanti comunicazioni si rimanda all Avvertenza Generale.

2 BTP: una corsa lungo la curva I rendimenti sui titoli di stato italiani, così come quelli della maggior parte dei paesi dell area euro, con l eccezione della Grecia, sono ai minimi storici su tutte le scadenze della curva dei tassi. Questo risultato arriva da una discesa dei tassi molto sostenuta iniziata a metà 2012 e che solo nel 1 trimestre dell anno in corso ha visto una diminuzione di oltre 60pb sul rendimento del BTP decennale e di quasi 40pb sulla scadenza a due anni. BTP ai minimi storici: c è ancora spazio per un ulteriore discesa? Rendimenti dei principali paesi dell area euro, livelli e variazioni da inizio anno 2 anni 10 anni in % al Variazione in pb dal in % al Variazione in pb dal Austria -0, ,29-35 Belgio -0, ,43-40 Finlandia -0, ,23-43 Francia -0, ,45-38 Irlanda 0,07 5 0,72-53 Italia 0, ,27-62 Olanda -0, ,32-37 Portogallo 0, , Spagna 0, ,22-39 Germania -0, ,16-38 Fonte: elaborazioni Intesa Sanpaolo su dati Bloomberg Tuttavia, in termini di pendenza, la curva italiana registra un inclinazione positiva piuttosto robusta, decisamente superiore a quella relativa ai titoli dei paesi core e anche a quella di alcuni periferici. Inquadrando i livelli attuali in prospettiva storica sembrerebbe a prima vista che il rally sul debito domestico non possa che interrompersi in tempi stretti. Nel complesso, i fattori che hanno sostenuto le valutazioni dei titoli di stato sono variati con il tempo e hanno profondamente modificato il settore e le relazioni tra i diversi comparti dello stesso sia in termini di scadenze che in termini di paesi. Riteniamo pertanto che per p valutare il contesto e le potenzialità del settore governativo italiano sia utile inquadrare lo stato attuale in una prospettiva storica. Un portafoglio composto da BTP acquistati a 100 ai primi di aprile del 2010, cioè all inizio della crisi del debito europeo, varrebbe oggi 145, con una performance non lontana dal 50% contro il 5% circa che si sarebbe ottenuto con un investimento equivalente sul mercato azionario italiano (FTSE MIB). Il ritorno totale del mercato governativo domestico è molto simile a quello degli altri periferici, con l eccezione della Grecia, e non molto superiore a quello relativo ai titoli dei paesi core, considerati decisamente meno rischiosi. BTP: : una performance stellare a 5 anni Performance dei principali titoli governativi dell area euro da Germania Austria Francia Olanda Belgio Italia Spagna Portogallo Irlanda Grecia 1 settimana 0,0 0,1 0,0 0,0 0,0 0,4 0,3 0,5 0,1-5,9 1 mese 1,6 1,3 1,6 1,5 1,4 0,8 0,8 0,5 0,7-15,9 6 mesi 6,1 6,5 6,6 6,3 7,6 8,2 6,8 9,0 4,9-27,9 1 anno 11,2 13,0 12,8 12,3 15,2 14,6 14,0 15,0 12,0-32,0 5 anni 32,7 39,5 37,1 35,0 43,4 44,5 43,9 52,1 56,7-23,5 da inizio anno 3,6 3,8 4,1 3,7 4,8 5,9 4,3 7,1 3,2-10,3 Fonte: elaborazioni Intesa Sanpaolo su dati Bloomberg Questa fotografia nasconde tuttavia l estrema volatilità e l evoluzione di questo settore nel corso degli ultimi anni, segnati appunto dalla crisi del debito. Come evidente dal grafico sottostante, in estrema sintesi, dopo anni di assenza di volatilità tra l avvio dell Unione Monetaria e il 2009, la trasmissione della crisi dei subprime da oltreoceano attraverso il sistema finanziario ha inferto un duro colpo prima al settore bancario europeo e poi, proprio per evitare una crisi sistemica, ai bilanci dei singoli Stati dell Unione Monetaria, evidenziandone le differenze e la diversa accompagnata dalle montagne russe della crisi del debito Intesa Sanpaolo Direzione Studi e Ricerche 2

3 sostenibilità, a partire dalla Grecia (che si è scoperto aveva anche falsato i conti pubblici attraverso artifizi finanziari per aderire all euro). E degli ultimi anni, infatti, la distinzione tra paesi periferici e paesi core dell area euro, con questi secondi che hanno sostenuto decisamente meglio gli anni della crisi del debito, grazie ai loro bilanci in ordine e alla considerazione che di conseguenza fossero comparti risk-free, dove direzionare gli investimenti in tempi di avversione al rischio e incertezza. Dal 2010 emerge la differenza tra core e periferici Rendimenti sulla scadenza decennale: una prospettiva storica (%) Fonte: Bloomberg Queste considerazioni si sono riflesse sul mercato dei titoli di stato in un andamento divergente tra i rendimenti dei titoli del comparto core e quelli del comparto periferici. Ad esempio, la correlazione tra le variazioni di rendimento del BTP decennale e del Bund di pari scadenza dall essere prossima a 1 (valore che indica come i titoli si muovessero nella stessa direzione e per la stessa entità) nel decennio è diventata negativa successivamente: ossia gli investitori compravano BTP e vendevano Bund nei momenti di elevata propensione al rischio e viceversa nei momenti in cui dominavano scarsa visibilità sulle sorti dell area euro ed elevata avversione al rischio. Durante gli anni più acuti della crisi del debito pertanto le scelte di portafoglio dovevano tenere in considerazione come i BTP (così come gli altri periferici) e i Bund fossero asset correlati negativamente: investire negli uni o negli altri significava sposare scenari opposti. Un nuovo break strutturale sembra poi essersi materializzato quando il Presidente della BCE Mario Draghi il 26 luglio del 2012 ha affermato di essere pronto a fare qualsiasi cosa ( whatever it takes ) fosse necessaria per salvare l euro. Di fatto, questa frase e le successive decisioni di politica monetaria della BCE che ne hanno supportato la credibilità (ad esempio l annunciato programma OMT) hanno sostanzialmente annullato la probabilità prezzata dai mercati di una rottura dell area della moneta unica. La posizione della BCE unita al processo di consolidamento fiscale messo in atto dai paesi periferici meno virtuosi si è riflessa in primo luogo in una costante riduzione del premio per il rischio richiesto per detenere i titoli di stato dei paesi non-core rispetto alla Germania. Inoltre, l idea di un area euro non dissolubile ha portato a un ritorno, seppur non così sistematico come nel periodo , della correlazione positiva tra movimenti sui Bund e movimenti, ad esempio, sui BTP. Ma resta ampia diversamente dagli anni precedenti alla crisi del debito la disomogeneità tra le curve di rendimento dei diversi paesi. e la correlazione tra le valutazioni di bond core e periferici diviene negativa Whatever it takes : una nuova normalità e la correlazione tra BTP e Bund torna positiva Intesa Sanpaolo Direzione Studi e Ricerche 3

4 Correlazione tra i movimenti giornalieri dei rendimenti di BTP e Bund decennali Nota: una correlazione pari a 1 indica un movimento omogeneo in direzione e ampiezza delle due variabili, una correlazione pari a -1 indica un movimento opposto in direzione ma omogeneo in ampiezza, mentre una correlazione prossima allo 0 indica che i movimenti delle due variabili non sono collegabili tra di loro. Fonte: elaborazioni Intesa Sanpaolo su dati Bloomberg Di fatto, lo stato attuale per i titoli di stato dell area euro appare quello di un ritorno a una nuova normalità, in cui il rischio di break-up dell area euro è stato ridotto ai minimi termini ma che contestualmente riflette nella valutazione dei titoli governativi dei singoli stati anche i fondamentali macroeconomici di ciascuno di questi. La situazione e le prospettive della finanza pubblica dei singoli paesi si traducono prevalentemente nelle valutazioni relative ai titoli sulla parte lunga della curva dei rendimenti, meno condizionata dagli strumenti convenzionali della BCE (ossia il tasso di rifinanziamento, attualmente a 0,05%). Infatti, come evidente dal grafico sottostante, la dispersione dei rendimenti tra i principali paesi dell area euro è compressa in meno di 50pb sulla scadenza a due anni mentre è tra i 150 e i 200pb per le scadenze tra i 10 e i 30 anni. Lo stato attuale: ritorno ai fondamentali con un occhio ai bilanci Curva dei rendimenti (in %) di alcuni paesi dell area euro Fonte: elaborazioni Intesa Sanpaolo su dati Bloomberg Concentrandosi sull Italia, in i questa prospettiva si può inquadrare la curva dei tassi, ancora piuttosto ripida, soprattutto se confrontata con quella dei paesi core dell area euro. Infatti, i rendimenti a breve termine sul nostro debito domestico così come quelli di tutti gli altri paesi dell area euro sono fortemente condizionati dai tassi a zero della BCE e dall abbondante liquidità. Con il BTP a due anni che scambia intorno allo 0,15% da ormai diversi mesi, il ritorno totale sul segmento di curva più breve si è decisamente ridotto per divenire sull arco temporale dell ultimo mese sostanzialmente nullo. Il rendimento su questa scadenza appare pertanto, in prospettiva storica e data l attuale impostazione di politica monetaria,, arrivato probabilmente molto vicino a quello che può essere un punto di minimo; riteniamo infatti poco probabile che, BTP brevi: schiacciati a zero dalla politica monetaria Intesa Sanpaolo Direzione Studi e Ricerche 4

5 considerando il quadro e le prospettive economiche dell economia italiana, i tassi sui nostri titoli di stato possano andare ampiamente in territorio negativo, e pensiamo che in ogni caso il rendimento sui titoli tedeschi (attualmente circa -0,3% sul 2 anni) rappresenti una soglia molto difficile da infrangere. Più costruttive possono essere, anche da un punto di vista storico-strutturale strutturale, le considerazioni sui titoli di stato a lungo termine. Il rendimento del decennale, nonostante l 1,25% rappresenti un minimo storico per il nostro paese, è ancora molto superiore a quello dei titoli tedeschi di pari scadenza (in area 0,15%) e riflette in prima battuta il quadro della finanza pubblica italiana, in particolare lo stock di debito pubblico che resta intorno al 130% rispetto al PIL. D altra parte, proprio le prospettive di un ulteriore significativo consolidamento fiscale nei prossimi anni, unite all attesa per una crescita economica piuttosto sostenuta (+0,7% per l anno in corso secondo le previsioni del Governo) dopo anni di stagnazione, sono alla base di un possibile proseguimento del trend di discesa dei rendimenti su questo segmento di curva. BTP lunghi: un riflesso dello stato di finanza pubblica Performance dei BTP per segmento di curva (%) Fonte: elaborazioni Intesa Sanpaolo su dati Bloomberg In questo quadro, con il mercato dei titoli di stato che riflette per l appunto, molto più di quanto non accadesse prima della crisi del debito, le valutazioni economiche e fiscali sui singoli paesi, si innesta il QE, il programma di acquisto di titoli della BCE. Gli aspetti tecnici del QE sembrano supportare ulteriormente le conclusioni che derivano dalla precedente analisi storico-strutturale strutturale, con una penalizzazione del segmento breve della curva delle scadenze sia in termini relativi (rispetto ai titoli a più lunga scadenza) che in termini assoluti. Infatti, considerando la composizione attuale e prospettica dello stock di debito pubblico italiano e le valutazioni sugli acquisti che l istituto centrale dovrà fare sui BTP nel corso dei prossimi quindici mesi, si potrebbero creare sul nostro debito delle dinamiche di domanda e offerta che dovrebbero vedere penalizzata a la parte breve. La BCE si è infatti prefissata l obiettivo di acquistare da marzo 2015 incluso a settembre 2016 titoli obbligazionari per 60 miliardi al mese (governativi per poco più di 45 miliardi al mese oltre a titoli sovranazionali, ABS e Covered), per un totale di circa 1140 miliardi di euro. Essendo gli acquisti divisi tra paesi secondo i coefficienti di contribuzione al capitale della BCE, il QE prevede acquisti di BTP per circa 135 miliardi di euro (71 nel 2015 e i restanti 64 nel 2016), ossia un ammontare sostanzialmente pari all offerta netta nello stesso periodo di tempo. Analizzando i dettagli relativi al primo mese di acquisti, pubblicati dalla BCE a inizio aprile, si registra come gli acquisti sui titoli di stato italiani (insieme a quelli di altri periferici come Spagna e Portogallo) siano stati sbilanciati sui titoli con le scadenze più lunghe. Infatti la duration media (un indicazione di rischiosità legata alla scadenza e alla cedola dei titoli) dei quasi 8 miliardi di titoli italiani acquistati nel corso delle prime tre settimane del programma è stata di oltre 9 anni, rispetto agli 8,5 della media degli acquisti sull intera area Le prospettive per i prossimi mesi sono fortemente condizionate dalla BCE Il QE: una risposta ai fondamentali che distorce le dinamiche di mercato, penalizzato il segmento breve dei BTP Intesa Sanpaolo Direzione Studi e Ricerche 5

6 euro nello stesso arco temporale. Questa discrepanza testimonia come le Banche centrali nazionali possano adottare un certo grado di discrezionalità negli acquisti di titoli per conto della BCE, con l obiettivo di massimizzare l effetto del QE sul meccanismo di trasmissione della politica monetaria. Proprio questa considerazione, unita alla struttura del sistema finanziario italiano, con le passività delle imprese e soprattutto delle famiglie legate alla parte lunga della curva delle scadenze, lascia pensare che anche nei prossimi mesi gli acquisti si concentreranno sui titoli a durata medio-lunga. Probabilmente proprio per questo motivo il responsabile della gestione del debito pubblico italiano Maria Cannata ha affermato che nel corso dei prossimi mesi il Tesoro proseguirà nell obiettivo di allungare la vita media del debito attraverso nuove emissioni di titoli a lunga scadenza e offerte pubbliche di scambio, ritirando titoli corti in circolazione anche con l obiettivo di ridurre quello che è stato definito come duration gap (cioè la differenza) tra durata media del debito in circolazione e durata ipotizzabile dei titoli in acquisto da parte della BCE. Nel complesso, sia considerazioni di carattere storico-strutturale osservando la nuova normalità in cui si muovono le valutazioni dei titoli di stato italiani, così come del resto del settore governativo dell area euro sia considerazioni relative al programma di acquisto titoli della BCE, che condizionerà il settore nel corso del prossimo anno, portano a ritenere che la redditività potenziale sul segmento breve della curva italiana sia decisamente bassa. Pertanto modifichiamo il giudizio a 3 mesi e 12 mesi sui titoli di stato italiani a breve termine (e in generale sul settore a breve termine dei titoli dell area euro) a Moderatamente Negativo. Sempre sulla base delle stesse considerazioni riteniamo che ci sia invece ancora spazio per un ritorno totale interessante, non solo in termini relativi rispetto ai Bund ma anche in termini assoluti, sui titoli con le scadenze più lunghe, per i quali confermiamo il giudizio a 12 mesi a Moderatamente Positivo, portando a Moderatamente Positivo da Neutrale anche quello a 3 mesi. Riepilogo delle strategie di mercato Comparto Giudizio a 3 mesi Giudizio a 12 mesi Governativi area euro NEUTRALE NEUTRALE Governativi area euro breve termine M. NEGATIVO M. NEGATIVO Governativi area euro medio termine M. POSITIVO M. POSITIVO Governativi area euro lungo termine M. POSITIVO M. POSITIVO Governativi area euro - core NEUTRALE NEUTRALE Governativi area euro - periferici NEUTRALE M. POSITIVO Governativi Italia NEUTRALE M. POSITIVO Governativi Italia breve termine M. NEGATIVO M. NEGATIVO Governativi Italia medio termine M. POSITIVO M. POSITIVO Governativi Italia lungo termine M. POSITIVO M. POSITIVO Nota: M. POSITIVO = moderatamente positivo, M. NEGATIVO = moderatamente negativo; per maggiori dettagli si vedano le definizioni contenute nelle note metodologiche. I giudizi si riferiscono ad una performance attesa pari (Neutrale), superiore (Positivo) o inferiore (Negativo) all investimento monetario espresso dal tasso Euribor a 3 mesi. Fonte: Direzione Studi e Ricerche Intesa Sanpaolo Intesa Sanpaolo Direzione Studi e Ricerche 6

7 Avvertenza generale Il presente documento è una ricerca in materia di investimenti preparata e distribuita da Intesa Sanpaolo SpA, banca di diritto italiano autorizzata alla prestazione dei servizi di investimento dalla Banca d Italia, appartenente al Gruppo Intesa Sanpaolo. Il presente documento è anche distribuito da Banca IMI, banca autorizzata in Italia e soggetta al controllo di Banca d Italia e Consob per lo svolgimento dell attività di investimento, appartenente al Gruppo Intesa Sanpaolo. Le informazioni fornite e le opinioni contenute nel presente documento si basano su fonti ritenute affidabili e in buona fede, tuttavia nessuna dichiarazione o garanzia, espressa o implicita, è fornita da Intesa Sanpaolo relativamente all accuratezza, completezza e correttezza delle stesse. Le opinioni, previsioni o stime contenute nel presente documento sono formulate con esclusivo riferimento alla data di redazione del presente documento, e non vi è alcuna garanzia che i futuri risultati o qualsiasi altro evento futuro saranno coerenti con le opinioni, previsioni o stime qui contenute. Qualsiasi informazione contenuta nel presente documento potrà, successivamente alla data di redazione del medesimo, essere oggetto di qualsiasi modifica o aggiornamento da parte di Intesa Sanpaolo, senza alcun obbligo da parte di Intesa Sanpaolo di comunicare tali modifiche o aggiornamenti a coloro ai quali tale documento sia stato in precedenza distribuito. Lo scopo del presente documento è esclusivamente informativo. In particolare, il presente documento non è, né intende costituire, né potrà essere interpretato, come un documento d offerta di vendita o sottoscrizione, ovvero come un documento per la sollecitazione di richieste d acquisto o sottoscrizione, di alcun tipo di strumento finanziario. Nessuna società del Gruppo Intesa Sanpaolo, né alcuno dei suoi amministratori, rappresentanti o dipendenti assume alcun tipo di responsabilità (per colpa o diversamente) derivante da danni indiretti eventualmente determinati dall utilizzo del presente documento o dal suo contenuto o comunque derivante in relazione con il presente documento e nessuna responsabilità in riferimento a quanto sopra potrà conseguentemente essere attribuita agli stessi. Le società del Gruppo Bancario Intesa Sanpaolo, i loro amministratori, rappresentanti o dipendenti (ad eccezione degli Analisti Finanziari e di coloro che collaborano alla predisposizione della ricerca) e/o le rispettive famiglie possono detenere posizioni lunghe o corte in qualsiasi strumento finanziario menzionato nel presente documento ed effettuare, in qualsiasi momento, vendite o acquisti sul mercato aperto o altrimenti. I suddetti possono inoltre effettuare, aver effettuato, o essere in procinto di effettuare vendite e/o acquisti, ovvero offerte di compravendita relative a qualsiasi strumento di volta in volta disponibile sul mercato aperto o altrimenti. La pubblicazione Focus viene redatta senza una cadenza predefinita per analizzare temi di particolare interesse e che possono variare a seconda delle circostanze. Il precedente report di questo tipo è stato distribuito in data Il presente documento è distribuito da Banca IMI e Intesa Sanpaolo, a partire dallo stesso giorno del suo deposito presso Consob, esclusivamente a soggetti residenti in Italia e verrà messo a disposizione del pubblico indistinto attraverso il sito internet di Banca IMI (http://www.bancaimi.prodottiequotazioni.com/studi-e-ricerche) e di Intesa Sanpaolo (www.intesasanpaolo.com) nella sezione Risparmio- Mercati. Intesa Sanpaolo Direzione Studi e Ricerche 7

8 Nota Metodologica Il presente documento è stato preparato sulla base della seguente metodologia. Titoli di Stato I commenti sui titoli di stato si basano sulle notizie e i dati macroeconomici e di mercato disponibili tramite strumenti informativi quali Bloomberg e Thomson Reuters. Le previsioni macroeconomiche e sui tassi d interesse sono realizzate dalla Direzione Studi e Ricerche di Intesa Sanpaolo, tramite modelli econometrici dedicati. I titoli di stato si riferiscono ai Paesi più industrializzati (G7) e la loro evoluzione è valutata sulla base delle prospettive prevedibili di finanza pubblica degli emittenti. La scelta della scadenza tiene conto della conformazione e delle prospettive di conformazione della curva dei rendimenti, nonché del rapporto rischio-rendimento delle obbligazioni. Comunicazione dei potenziali conflitti di interesse Ai sensi del Regolamento adottato con delibera Consob n del e successive modificazioni ed integrazioni, Intesa Sanpaolo ha posto in essere idonei meccanismi organizzativi e amministrativi (information barriers), al fine di prevenire ed evitare conflitti di interesse in rapporto alle raccomandazioni prodotte. Per maggiori informazioni si rinvia al documento Policy per studi e ricerche e all estratto del Modello aziendale per la gestione delle informazioni privilegiate e dei conflitti di interesse a disposizione sul sito internet di Intesa Sanpaolo (www.intesasanpaolo.com). Certificazione dell analista L analista che ha predisposto la presente ricerca in materia di investimenti, il cui nome e ruolo sono riportati nella prima pagina del documento, dichiara che: (a) le opinioni espresse nel documento riflettono accuratamente l opinione personale, obiettiva, indipendente, equa ed equilibrata dell analista; (b) non è stato e non verrà ricevuto alcun compenso diretto o indiretto in cambio delle opinioni espresse. Altre indicazioni 1. Né l analista né qualsiasi altra persona della sua famiglia hanno interessi finanziari nei titoli delle Società citate nel documento. 2. Né l analista né qualsiasi altra persona della sua famiglia operano come funzionari, direttori o membri del Consiglio d Amministrazione nelle Società citate nel documento. 3. L analista che ha redatto il presente documento è socio AIAF. 4. L analista citato non riceve bonus, stipendi o qualsiasi altra forma di compensazione basati su specifiche operazioni di investment banking. Il presente documento è per esclusivo uso del soggetto cui esso è consegnato da Banca IMI e Intesa Sanpaolo e non potrà essere riprodotto, ridistribuito, direttamente o indirettamente, a terzi o pubblicato, in tutto o in parte, per qualsiasi motivo, senza il preventivo consenso espresso da parte di Banca IMI e/o Intesa Sanpaolo. Il copyright ed ogni diritto di proprietà intellettuale sui dati, informazioni, opinioni e valutazioni di cui alla presente scheda informativa è di esclusiva pertinenza del Gruppo Bancario Intesa Sanpaolo, salvo diversamente indicato. Tali dati, informazioni, opinioni e valutazioni non possono essere oggetto di ulteriore distribuzione ovvero riproduzione, in qualsiasi forma e secondo qualsiasi tecnica ed anche parzialmente, se non con espresso consenso per iscritto da parte di Banca IMI e/o Intesa Sanpaolo. Chi riceve il presente documento è obbligato a uniformarsi alle indicazioni sopra riportate. Intesa Sanpaolo Direzione Studi e Ricerche - Responsabile Gregorio De Felice Responsabile Retail Research Paolo Guida Analista Azionario Ester Brizzolara Laura Carozza Piero Toia Analista Obbligazionario Serena Marchesi Fulvia Risso Cecilia Barazzetta Analista Valute e Materie prime Mario Romani Editing: Cristina Baiardi Intesa Sanpaolo Direzione Studi e Ricerche 8

Mercato Immobiliare e Finanziamenti

Mercato Immobiliare e Finanziamenti Mercato Immobiliare e Finanziamenti La ripresa del mercato immobiliare ancora non si vede I principali operatori immobiliari italiani ritengono che i prezzi alti e la restrizione creditizia siano i principali

Dettagli

Mercato Immobiliare e Finanziamenti

Mercato Immobiliare e Finanziamenti Mercato Immobiliare e Finanziamenti Fase di consolidamento in vista della ripresa Nel corso del 2015 il mercato immobiliare italiano e quello europeo dovrebbero lasciarsi alle spalle definitivamente le

Dettagli

Mercato Immobiliare e Finanziamenti

Mercato Immobiliare e Finanziamenti Mercato Immobiliare e Finanziamenti Il QE potrebbe rianimare il settore Nell ultimo rapporto sull immobiliare europeo Standard&Poor s guarda al settore con maggiore ottimismo. Grazie al QE (Quantitative

Dettagli

Mercato Immobiliare e Finanziamenti

Mercato Immobiliare e Finanziamenti Mercato Immobiliare e Finanziamenti Mercato immobiliare italiano contagiato dalla crisi Le speranze di ripresa del settore immobiliare italiano sono rinviate inesorabilmente oltre il 2012. Secondo il rapporto

Dettagli

Mercato Immobiliare e Finanziamenti

Mercato Immobiliare e Finanziamenti Mercato Immobiliare e Finanziamenti Mercato immobiliare europeo Nonostante uno scenario economico ancora fragile, il settore immobiliare europeo registra un clima di crescente ottimismo e fiducia. Il 2014

Dettagli

Mercato Immobiliare e Finanziamenti

Mercato Immobiliare e Finanziamenti Mercato Immobiliare e Finanziamenti Canoni d affitto sotto pressione Il deciso rallentamento delle compravendite di immobili in Italia nella prima, metà dell anno (dovuto a un forte ridimensionamento della

Dettagli

Focus. BTP Italia: ottava emissione. 14 aprile 2015. Intesa Sanpaolo Direzione Studi e Ricerche

Focus. BTP Italia: ottava emissione. 14 aprile 2015. Intesa Sanpaolo Direzione Studi e Ricerche BTP Italia: ottava emissione Da ieri 13 aprile al 16 aprile 2015 si tiene il collocamento dell ottavo BTP Italia, titolo di stato indicizzato all inflazione italiana (ex tabacco) e pensato prevalentemente

Dettagli

Mercato Immobiliare e Finanziamenti

Mercato Immobiliare e Finanziamenti Mercato Immobiliare e Finanziamenti Uno sguardo a livello globale Nel 1 trimestre 2015 le transazioni immobiliari commerciali dirette a livello globale hanno raggiunto volumi pari a 148 miliardi di dollari,

Dettagli

Mercato Immobiliare e Finanziamenti

Mercato Immobiliare e Finanziamenti Mercato Immobiliare e Finanziamenti Confronto europeo Un confronto a livello europeo sull'andamento del settore immobiliare nei diversi Paesi evidenzia quali sono i fattori che influenzano positivamente

Dettagli

Focus. BTP Italia: settimana emissione. 20 ottobre 2014. Intesa Sanpaolo Servizio Studi e Ricerche

Focus. BTP Italia: settimana emissione. 20 ottobre 2014. Intesa Sanpaolo Servizio Studi e Ricerche BTP Italia: settimana emissione Dal 20 al 23 ottobre 2014 si tiene il collocamento del settimo BTP Italia, titolo di stato indicizzato all inflazione italiana (ex tabacco) e pensato prevalentemente per

Dettagli

Livelli tecnici e operatività 3 ottobre 2014 H: 08.14

Livelli tecnici e operatività 3 ottobre 2014 H: 08.14 Paniere FTSE Mib Livelli tecnici e operatività H: 08.14 Nota giornaliera Intesa Sanpaolo Servizio Studi e Ricerche Analisi Tecnica Corrado Binda Analista Tecnico Sergio Mingolla Analista Tecnico Fonte:

Dettagli

Euro Equity. DJ EuroStoxx. 3 ottobre 2014 H: 10.32. Range previsto per la settimana in corso: 3172 3234

Euro Equity. DJ EuroStoxx. 3 ottobre 2014 H: 10.32. Range previsto per la settimana in corso: 3172 3234 DJ EuroStoxx Future Scad. dicembre 2014 F- EUROSTOXX DIC 2014 (3,174.00, 3,188.00, 3,087.00, 3,102.00, -85.0000), Parabolic SAR (3,249.32), PS Adaptive Moving Average 3300 32 3200 31 H: 10.32 Nota giornaliera

Dettagli

Focus. emissione. 15 aprile 2014. per gli istituzionali. Servizio Studi e Ricerche. privati e PMI. semestrale; (2) Fulvia Risso Analista Finanziario

Focus. emissione. 15 aprile 2014. per gli istituzionali. Servizio Studi e Ricerche. privati e PMI. semestrale; (2) Fulvia Risso Analista Finanziario BTP Italia: sesta emissione, anche per gli istituzionali Parte il collocamento del sesto BTP Italia, titolo di stato indicizzato tabacco) e pensato prevalentemente per la clientela c retail. all inflazione

Dettagli

VI em - apr 2014. IV em - apr 2013. V em - nov 2013

VI em - apr 2014. IV em - apr 2013. V em - nov 2013 BTP Italia: nona emissione Tornano da lunedì 4 aprile 2016 i BTP Italia, i titoli di Stato indicizzati al tasso di inflazione nazionale. I primi tre giorni, da lunedì 4 a mercoledì 6 aprile, saranno riservati

Dettagli

Focus. Crisi del debito: è il turno del Portogallo? 25 marzo 2011. Obbligazioni. Intesa Sanpaolo Servizio Studi e Ricerche

Focus. Crisi del debito: è il turno del Portogallo? 25 marzo 2011. Obbligazioni. Intesa Sanpaolo Servizio Studi e Ricerche Crisi del debito: è il turno del Portogallo? Il Governo portoghese è stata l ultima vittima della crisi del debito nell area euro. La bocciatura parlamentare del pacchetto supplementare per il consolidamento

Dettagli

Note: Var. pb 1g= variazione in pb giornaliera; Var. pb YTD= variazione in pb da inizio anno. Fonte: Bloomberg

Note: Var. pb 1g= variazione in pb giornaliera; Var. pb YTD= variazione in pb da inizio anno. Fonte: Bloomberg Settimana di chiusura per i listini cinesi Temi della giornata - Macro: rallenta la produzione industriale spagnola. - Azionario: i listini europei tentano un recupero in avvio di settimana. Nota giornaliera

Dettagli

- Azionario: chiusura intorno alla parità per Wall Street, che sarà chiusa oggi per il giorno del Ringraziamento.

- Azionario: chiusura intorno alla parità per Wall Street, che sarà chiusa oggi per il giorno del Ringraziamento. Giornata interlocutoria, piazze USA chiuse Temi della giornata - Azionario: chiusura intorno alla parità per Wall Street, che sarà chiusa oggi per il giorno del Ringraziamento. - Titoli di Stato: le aspettative

Dettagli

Note: Var. pb 1g= variazione in pb giornaliera; Var. pb YTD= variazione in pb da inizio anno. Fonte: Bloomberg

Note: Var. pb 1g= variazione in pb giornaliera; Var. pb YTD= variazione in pb da inizio anno. Fonte: Bloomberg Aspettative contenute per l Eurogruppo Temi della giornata - Focus Cina: tassi di interesse ridotti per la terza volta in 6 mesi nel tentativo di spingere l'economia. - Azionario: i nuovi dati occupazionali

Dettagli

- Commodity: materie prime in recupero grazie ai dati di Giappone e Cina. Petrolio in recupero grazie alla contrazione delle scorte API.

- Commodity: materie prime in recupero grazie ai dati di Giappone e Cina. Petrolio in recupero grazie alla contrazione delle scorte API. Timida reazione dei listini europei in apertura Temi della giornata - Macro: le stime finali dei PIL del 3 trimestre restituiscono indicazioni positive per il Giappone ma non per la zona euro. - Titoli

Dettagli

Flash Mercati. 15 luglio 2013. Nota giornaliera. Intesa Sanpaolo Servizio Studi e Ricerche

Flash Mercati. 15 luglio 2013. Nota giornaliera. Intesa Sanpaolo Servizio Studi e Ricerche Titolo Temi della giornata - Macro: PIL cinese inferiore ai primi 3 mesi dell anno, ma in linea con le attese. - Azionario: terza chiusura consecutiva in rialzo per Wall Street. Nota giornaliera - Governativi:

Dettagli

Flash Mercati. 9 luglio 2013. Nota giornaliera. Intesa Sanpaolo Servizio Studi e Ricerche

Flash Mercati. 9 luglio 2013. Nota giornaliera. Intesa Sanpaolo Servizio Studi e Ricerche In apertura spread sotto 265pb Temi della giornata - Focus: l Eurogruppo autorizza il pagamento a rate della tranche di aiuti alla Grecia. - Azionario: terza chiusura consecutiva in rialzo per il listino

Dettagli

- 180 162 agosto ( ) Tasso di disoccupazione (%) di agosto - 7,4 7,4 ( ) Variazione degli occupati nel settore Manifatturiero

- 180 162 agosto ( ) Tasso di disoccupazione (%) di agosto - 7,4 7,4 ( ) Variazione degli occupati nel settore Manifatturiero Mercati in attesa dei payrolls USA Temi della giornata - G20: gli Emergenti chiedono cautela nella riduzione degli stimoli monetari. - Titoli di Stato: spread a 250pb. - Cambi: l indice del dollaro rispetto

Dettagli

Flash Mercati. 2 ottobre 2014. Nota giornaliera. Intesa Sanpaolo Servizio Studi e Ricerche

Flash Mercati. 2 ottobre 2014. Nota giornaliera. Intesa Sanpaolo Servizio Studi e Ricerche Riunione tecnica per la BCE Temi della giornata - Focus BCE: la frenata dell inflazione aumenta le pressioni sulla BCE, che però dovrebbe tenere solo una riunione tecnica. - Azionario: decisi ribassi in

Dettagli

- Governativi: rendimenti in modesto rialzo in apertura, spread BTP-Bund anch esso in leggero rialzo (147pb).

- Governativi: rendimenti in modesto rialzo in apertura, spread BTP-Bund anch esso in leggero rialzo (147pb). Grecia e payrolls i temi chiave Temi della giornata - Macro USA: forte attesa per l employment report di giugno, attesi in calo gli occupati ma dovrebbe tornare a scendere la disoccupazione in giugno.

Dettagli

REPORT SETTIMANALE 01/02/2010 ANCORA RIBASSO, VERSO IL PERIODO PIU IMPORTANTE DELL ANNO. A Cura Di: UFFICIO STUDI WWW.TRADING-ONLINE-ITALIA.

REPORT SETTIMANALE 01/02/2010 ANCORA RIBASSO, VERSO IL PERIODO PIU IMPORTANTE DELL ANNO. A Cura Di: UFFICIO STUDI WWW.TRADING-ONLINE-ITALIA. 01/02/2010 REPORT SETTIMANALE ANCORA RIBASSO, VERSO IL PERIODO PIU IMPORTANTE DELL ANNO. A Cura Di: UFFICIO STUDI WWW.TRADING-ONLINE-ITALIA.IT Continua la discesa per i classici mesi da minimi. ELLIOTT

Dettagli

- Governativi: rendimenti in flessione, soprattutto sui periferici, dopo le parole della Yellen; lo spread Btp-Bund torna in area 106pb.

- Governativi: rendimenti in flessione, soprattutto sui periferici, dopo le parole della Yellen; lo spread Btp-Bund torna in area 106pb. La Fed sostiene i mercati Temi della giornata - Azionario: chiusura in rialzo per Wall Street dopo la Fed. - Governativi: rendimenti in flessione, soprattutto sui periferici, dopo le parole della Yellen;

Dettagli

Focus. Ad hoc. un riequilibrio in. privati e PMI. segnato una. Fulvia Risso Analista Finanziario. ancora robusta, Mario Romani.

Focus. Ad hoc. un riequilibrio in. privati e PMI. segnato una. Fulvia Risso Analista Finanziario. ancora robusta, Mario Romani. USD: scende malgrado l attesa per il rialzo della Fed Outlook: Il percorso verso la parità, per l EUR/USD, resta uno scenario coerente con l'azione divergente di Fed (a tenderee restrittiva) e BCE (espansiva

Dettagli

Flash Mercati. 17 settembre 2014. Nota giornaliera. Intesa Sanpaolo Servizio Studi e Ricerche

Flash Mercati. 17 settembre 2014. Nota giornaliera. Intesa Sanpaolo Servizio Studi e Ricerche Listini positivi in attesa della Fed Temi della giornata - Focus Fed: scontata la prosecuzione del tapering, l attenzione si concentra su possibili modifiche al comunicato e sull aggiornamento delle stime

Dettagli

Focus. Ad hoc. apprezzamento. privati e PMI. Fulvia Risso Analista Finanziario. Mario Romani. disoccupazione. implicando

Focus. Ad hoc. apprezzamento. privati e PMI. Fulvia Risso Analista Finanziario. Mario Romani. disoccupazione. implicando GBP: forte nel post elezioni, la BoE rimanda il rialzo r Outlook: La sterlina è forte e scambiata a livelli alti contro tutte le principali valute dopo la pubblicazione dei verbali dell ultima riunione

Dettagli

pag. 1 Antonio Cesarano Responsabile Ufficio Market Strategy Milano 23 ottobre 2014

pag. 1 Antonio Cesarano Responsabile Ufficio Market Strategy Milano 23 ottobre 2014 pag. 1 Antonio Cesarano Responsabile Ufficio Market Strategy Milano 23 ottobre 2014 Quadro macro globale 60 ISM manif atturiero Usa PMI manif atturiero Germania PMI manif atturiero Cina 55 50 45 Fonte:

Dettagli

Allianz Reddito Euro. Il punto di riferimento per investire nel mercato obbligazionario euro. Dieci validi motivi per investire

Allianz Reddito Euro. Il punto di riferimento per investire nel mercato obbligazionario euro. Dieci validi motivi per investire Allianz Reddito Euro Dieci validi motivi per investire Il punto di riferimento per investire nel mercato obbligazionario euro Il mercato obbligazionario negli ultimi anni ha registrato profonde trasformazioni:

Dettagli

REPORT SETTIMANALE 02/11/2009 MERCATI ALLA PROVA DEL FUOCO. A Cura Di: UFFICIO STUDI WWW.TRADING-ONLINE-ITALIA.IT

REPORT SETTIMANALE 02/11/2009 MERCATI ALLA PROVA DEL FUOCO. A Cura Di: UFFICIO STUDI WWW.TRADING-ONLINE-ITALIA.IT 02/11/2009 REPORT SETTIMANALE MERCATI ALLA PROVA DEL FUOCO. Rotte a ribasso le trend-lines di sostegno di medio periodo. Vediamo le possibili evoluzioni. ELLIOTT THEORY : situazione ancora incerta anche

Dettagli

Gli effetti dell aumento della curva dei tassi nel mercato del fixed income

Gli effetti dell aumento della curva dei tassi nel mercato del fixed income S.A.F. SCUOLA DI ALTA FORMAZIONE LUIGI MARTINO La congiuntura economica Gli effetti dell aumento della curva dei tassi nel mercato del fixed income Angelo Drusiani Banca Albertini Syz & C. SpA - Milano

Dettagli

Flash Mercati. 21 giugno 2013. Nota giornaliera. Intesa Sanpaolo Servizio Studi e Ricerche

Flash Mercati. 21 giugno 2013. Nota giornaliera. Intesa Sanpaolo Servizio Studi e Ricerche Oggi Ecofin ed Eurogruppo discutono della ricapitalizzazione bancaria Temi della giornata - L S&P500 accusa la peggiore flessione giornaliera da novembre 2011. - In un clima di ritorno dell avversione

Dettagli

8 maggio 2015. italiano per marzo. privati e PMI. Attesa per i payrolls Temi della giornata. agenda per oggi. Precedente 0,6-0,2 - -0,2 -0,5 0,4 0,0

8 maggio 2015. italiano per marzo. privati e PMI. Attesa per i payrolls Temi della giornata. agenda per oggi. Precedente 0,6-0,2 - -0,2 -0,5 0,4 0,0 Flash Mercat ti Attesa per i payrolls Temi della giornata - Macro: si ferma al di sotto delle attese la produzione industriale tedesca, in attesa del dato italiano per marzo. - Azionario: sovra-performance

Dettagli

Focus. Argentina: lo stato dell arte tra mercati e tribunali. 17 aprile 2015. Intesa Sanpaolo Direzione Studi e Ricerche

Focus. Argentina: lo stato dell arte tra mercati e tribunali. 17 aprile 2015. Intesa Sanpaolo Direzione Studi e Ricerche Argentina: lo stato dell arte tra mercati e tribunali Nel 2012 la sentenza Greisa ha riaperto la questione sui titoli di stato argentini defaultati ad inizio anni 2000. L intricatissima questione legale

Dettagli

Allianz Euro Bond Strategy

Allianz Euro Bond Strategy Allianz Euro Bond Strategy Dieci validi motivi per investire Il punto di riferimento per investire nel mercato obbligazionario euro Il mercato obbligazionario negli ultimi anni ha registrato profonde trasformazioni:

Dettagli

SCENARIO 2008 MACROECONOMIA E MERCATI AGGIORNAMENTO 1 SEMESTRE

SCENARIO 2008 MACROECONOMIA E MERCATI AGGIORNAMENTO 1 SEMESTRE SCENARIO 2008 MACROECONOMIA E MERCATI AGGIORNAMENTO 1 SEMESTRE Hanno contribuito alla realizzazione della pubblicazione: Andrea Conti - Responsabile Strategia Eurizon Capital SGR; Luca Mezzomo - Responsabile

Dettagli

01.09.2009 15.10.2009 28.11.2009 11.01.2010 24.02.2010 09.04.2010 23.05.2010

01.09.2009 15.10.2009 28.11.2009 11.01.2010 24.02.2010 09.04.2010 23.05.2010 Crédit Agricole (S&P: AA-/Negativo; Moody s: Aa1/Negativo; Fitch: AA-/Stabile) Le principali attività del gruppo bancario francese Il gruppo Crédit Agricole è il primo gruppo bancario in Francia e una

Dettagli

1 Gruppo Unipol Bilancio Consolidato 2012

1 Gruppo Unipol Bilancio Consolidato 2012 Gestione patrimoniale e finanziaria Investimenti e disponibilità Operatività 2012 Gruppo Unipol perimetro ante acquisizione Premafin Durante il 2012 le politiche di investimento hanno perseguito, in un

Dettagli

Net Div. Yield 2013E (%) Net Div. Yield 2012 (%)

Net Div. Yield 2013E (%) Net Div. Yield 2012 (%) Dividendi: uno degli elementi nelle scelte di investimento Il tema dei dividendi resta uno degli elementi importanti nelle scelte di investimento, soprattutto nell attuale contesto di mercato; in una strategia

Dettagli

SCENARIO 2014 MACROECONOMIA E MERCATI AGGIORNAMENTO 1 TRIMESTRE

SCENARIO 2014 MACROECONOMIA E MERCATI AGGIORNAMENTO 1 TRIMESTRE SCENARIO 2014 MACROECONOMIA E MERCATI AGGIORNAMENTO 1 TRIMESTRE Hanno contribuito alla realizzazione della pubblicazione: Andrea Conti, Responsabile Strategia Eurizon Capital SGR. Paolo Guida, Responsabile

Dettagli

La ricchezza finanziaria delle famiglie italiane

La ricchezza finanziaria delle famiglie italiane Banca Nazionale del Lavoro Gruppo BNP Paribas Via Vittorio Veneto 119 187 Roma Autorizzazione del Tribunale di Roma n. 159/22 del 9/4/22 Le opinioni espresse non impegnano la responsabilità della banca.

Dettagli

Le famiglie e il risparmio gestito

Le famiglie e il risparmio gestito V 1 La ricchezza delle famiglie nei principali paesi avanzati Alla fine del 211 la ricchezza netta delle famiglie, ossia la somma delle attività reali e finanziarie al netto delle passività finanziarie,

Dettagli

Strategia d investimento obbligazionaria. Bollettino mensile no. 5 maggio 2014 A cura dell Ufficio Ricerca e Analisi

Strategia d investimento obbligazionaria. Bollettino mensile no. 5 maggio 2014 A cura dell Ufficio Ricerca e Analisi Strategia d investimento obbligazionaria Bollettino mensile no. maggio A cura dell Ufficio Ricerca e Analisi Disclaimer: tutte le informazioni e le opinioni contenute in questo documento rivestono unicamente

Dettagli

Random Note 1/2015. Qui di seguito le nostre principali assunzioni relativamente agli scenari macroeconomici:

Random Note 1/2015. Qui di seguito le nostre principali assunzioni relativamente agli scenari macroeconomici: Random Note 1/2015 OUTLOOK 2015 : VERSO LA NORMALIZZAZIONE? La domanda a cui, con la nostra analisi di inizio anno, cerchiamo di dare una risposta è se nel 2015 assisteremo ad un ritorno alla normalizzazione

Dettagli

Alessandra Annoni, Listed Products Banca IMI Mario Romani, Ufficio Studi e Ricerche Intesa Sanpaolo

Alessandra Annoni, Listed Products Banca IMI Mario Romani, Ufficio Studi e Ricerche Intesa Sanpaolo Relatori: Alessandra Annoni, Listed Products Banca IMI Mario Romani, Ufficio Studi e Ricerche Intesa Sanpaolo Banca IMI: leader in Italia nei prodotti di Investimento Banca IMI è la banca d investimento

Dettagli

scenario 2013 macroeconomia e mercati Vicini a voi.

scenario 2013 macroeconomia e mercati Vicini a voi. scenario 2013 macroeconomia e mercati AGGIORNAMENTO 1 TRIMESTRE Vicini a voi. Hanno contribuito alla realizzazione della pubblicazione: Andrea Conti, Responsabile Strategia Eurizon Capital SGR. Paolo Guida,

Dettagli

SCENARIO 2009 PICCOLE E MEDIE IMPRESE MACROECONOMIA E MERCATI AGGIORNAMENTO 2 SEMESTRE. Vicini a voi.

SCENARIO 2009 PICCOLE E MEDIE IMPRESE MACROECONOMIA E MERCATI AGGIORNAMENTO 2 SEMESTRE. Vicini a voi. SCENARIO 2009 MACROECONOMIA E MERCATI AGGIORNAMENTO 2 SEMESTRE PICCOLE E MEDIE IMPRESE Vicini a voi. Hanno contribuito alla realizzazione della pubblicazione: Andrea Conti, Responsabile Strategia Eurizon

Dettagli

Il mercato assicurativo internazionale nel 2012. (quote % del mercato mondiale) Altro 36,0% Premi totali 4.612 mld Usd. Italia 3,1% Germania

Il mercato assicurativo internazionale nel 2012. (quote % del mercato mondiale) Altro 36,0% Premi totali 4.612 mld Usd. Italia 3,1% Germania Banca Nazionale del Lavoro Gruppo BNP Paribas Via Vittorio Veneto 119 00187 Roma Autorizzazione del Tribunale di Roma n. 159/2002 del 9/4/2002 Le opinioni espresse non impegnano la responsabilità della

Dettagli

La penultima spiaggia

La penultima spiaggia 6 Giugno 2014 La penultima spiaggia Come avevamo previsto lo scorso aprile (si veda Solo questione di tempo 4 aprile 2014), la BCE ha deciso di ricorrere ad una serie di misure sia convenzionali che di

Dettagli

NOTA FINANZIARIA. 31 marzo 2014 (weekly) I MERCATI FINANZIARI NELLA SCORSA SETTIMANA

NOTA FINANZIARIA. 31 marzo 2014 (weekly) I MERCATI FINANZIARI NELLA SCORSA SETTIMANA I MERCATI FINANZIARI NELLA SCORSA SETTIMANA MERCATO MONETARIO E MERCATO OBBLIGAZIONARIO La scorsa settimana ha visto un andamento differenziato dei tassi tra area euro ed area dollaro: se infatti quelli

Dettagli

AGORA VALORE PROTETTO

AGORA VALORE PROTETTO Società di Gestione del Risparmio S.p.A. Largo della Fontanella di Borghese, 19-00186 Roma Iscritta al n. 99 dell Albo delle SGR tenuto dalla Banca d Italia AGORA VALORE PROTETTO FONDO COMUNE DI INVESTIMENTO

Dettagli

Report semestrale sulla Gestione Finanziaria al 30 Giugno 2012

Report semestrale sulla Gestione Finanziaria al 30 Giugno 2012 CASSA DI PREVIDENZA - FONDO PENSIONE PER I DIPENDENTI DELLA RAI E DELLE ALTRE SOCIETÀ DEL GRUPPO RAI - CRAIPI Report semestrale sulla Gestione Finanziaria al 30 Giugno 2012 SETTEMBRE 2012 Studio Olivieri

Dettagli

Mathema Advisors: Market Report. Quadro Macro e Valutazione dei Rischi - Maggio 2014

Mathema Advisors: Market Report. Quadro Macro e Valutazione dei Rischi - Maggio 2014 Mathema Advisors: Market Report Quadro Macro e Valutazione dei Rischi - Maggio 2014 CONTENUTI Pag.3 - Analisi Macro: Quadro Globale Pag.6 - Analisi del Rischio Pag.9 - Disclaimer 2 Analisi Macro Quadro

Dettagli

Consumi finali delle famiglie pro-capite

Consumi finali delle famiglie pro-capite Banca Nazionale del Lavoro Gruppo BNP Paribas Via Vittorio Veneto 119 187 Roma Autorizzazione del Tribunale di Roma n. 159/22 del 9/4/22 Le opinioni espresse non impegnano la responsabilità della banca.

Dettagli

- 355 357 settimanale Sussidi di disoccupazione continuativi (migliaia di unità),

- 355 357 settimanale Sussidi di disoccupazione continuativi (migliaia di unità), Titolo: focus sull asta BTP Temi della giornata - Giornata focalizzata sull asta BTP, dopo il buon esito dell asta BOT di ieri. - In recupero i mercati statunitense e asiatici, grazie anche alle indicazioni

Dettagli

Strategia d investimento obbligazionaria. Bollettino mensile no. 4 aprile 2014 A cura dell Ufficio Ricerca e Analisi

Strategia d investimento obbligazionaria. Bollettino mensile no. 4 aprile 2014 A cura dell Ufficio Ricerca e Analisi Strategia d investimento obbligazionaria Bollettino mensile no. 4 aprile A cura dell Ufficio Ricerca e Analisi Disclaimer: tutte le informazioni e le opinioni contenute in questo documento rivestono unicamente

Dettagli

Focus. Argentina: si intensifica il contenzioso con gli holdout. 26 novembre 2012. Obbligazioni. Intesa Sanpaolo Servizio Studi e Ricerche

Focus. Argentina: si intensifica il contenzioso con gli holdout. 26 novembre 2012. Obbligazioni. Intesa Sanpaolo Servizio Studi e Ricerche Argentina: si intensifica il contenzioso con gli holdout Una sentenza del 26 ottobre scorso sembra cambiare i rapporti di forza nell annoso contenzioso tra Argentina e i cosiddetti fondi holdout, ossia

Dettagli

Dexia Crediop. Risultati 2011

Dexia Crediop. Risultati 2011 Risultati 2011 Prosegue il de-leveraging, perdita netta inferiore al 2010 Il futuro di Crediop condizionato dagli sviluppi del piano di riassetto Nel corso dell esercizio 2011 l operatività di Dexia Crediop

Dettagli

La ricchezza delle famiglie italiane (miliardi di euro)

La ricchezza delle famiglie italiane (miliardi di euro) Banca Nazionale del Lavoro Gruppo BNP Paribas Via Vittorio Veneto 119 187 Roma Autorizzazione del Tribunale di Roma n. 159/22 del 9/4/22 Le opinioni espresse non impegnano la responsabilità della banca.

Dettagli

Crisi del debito e recessione: gli scenari per il sistema bancario italiano

Crisi del debito e recessione: gli scenari per il sistema bancario italiano Banking Summit 2012 Tra declino e rilancio: la sfida delle banche italiane Crisi del debito e recessione: gli scenari per il sistema bancario italiano Gregorio De Felice Servizio Studi e Ricerche Milano,

Dettagli

EUROPA E RESTO DEL MONDO IN BORSA: IL GIUDIZIO DEI MERCATI

EUROPA E RESTO DEL MONDO IN BORSA: IL GIUDIZIO DEI MERCATI EUROPA E RESTO DEL MONDO IN BORSA: IL GIUDIZIO DEI MERCATI DEBITO EUROZONA LA FUGA DEGLI STRANIERI PIGS, EUROPA ABBIAMO UN PROBLEMA. SALVATAGGI IN CORSO Portogallo 78 miliardi Irlanda 85 miliardi Grecia

Dettagli

altre economie avanzate: composizione geografica e settoriale del debito sovrano a confronto

altre economie avanzate: composizione geografica e settoriale del debito sovrano a confronto altre economie avanzate: composizione geografica e settoriale del debito sovrano a confronto In corrispondenza della crisi finanziaria, confluita nella tumultuosa stagione dei debiti sovrani, la composizione

Dettagli

Focus. Turchia. Servizio Studi e Ricerche. privati e PMI. Fulvia Risso Analista Finanziario. i fattori di. Mario Romani 14.05.2014.

Focus. Turchia. Servizio Studi e Ricerche. privati e PMI. Fulvia Risso Analista Finanziario. i fattori di. Mario Romani 14.05.2014. Turchia a: continua il recupero della lira turca t Outlook: La calma dal punto di vista politico ed il miglioramento parziale dei fondamentali economici consente alla lira turca di proseguire il proprio

Dettagli

REGOLAMENTO DEL FONDO INTERNO MULTISTRATEGY 2007

REGOLAMENTO DEL FONDO INTERNO MULTISTRATEGY 2007 REGOLAMENTO DEL FONDO INTERNO MULTISTRATEGY 2007 Art.1 - Aspetti generali Al fine di adempiere agli obblighi assunti nei confronti del Contraente in base alle Condizioni di Polizza, l Impresa ha costituito

Dettagli

29 gennaio 2016. Italia: prestiti per settori

29 gennaio 2016. Italia: prestiti per settori Banca Nazionale del Lavoro Gruppo BNP Paribas Via Vittorio Veneto 119 187 Roma Autorizzazione del Tribunale di Roma n. 19/ del 9// Le opinioni espresse non impegnano la responsabilità della banca. Italia:

Dettagli

Strategia d investimento obbligazionaria. Bollettino mensile no. 1 Gennaio 2013 A cura dell Ufficio Ricerca e Analisi

Strategia d investimento obbligazionaria. Bollettino mensile no. 1 Gennaio 2013 A cura dell Ufficio Ricerca e Analisi Strategia d investimento obbligazionaria Bollettino mensile no. 1 Gennaio A cura dell Ufficio Ricerca e Analisi Strategia d investimento obbligazionaria Considerazioni riassuntive degli indicatori analizzati

Dettagli

VIEW DI MERCATO: DALL ANALISI MACRO ALL ASSET ALLOCATION STRATEGICA

VIEW DI MERCATO: DALL ANALISI MACRO ALL ASSET ALLOCATION STRATEGICA VIEW DI MERCATO: DALL ANALISI MACRO ALL ASSET ALLOCATION STRATEGICA relatori: Alessandro Stanzini, Fabio Bottani Corso istituzionale - Neo private banking: una prima formazione tecnico relazionale VIEW

Dettagli

rappor r to t sul leasing anno 2013

rappor r to t sul leasing anno 2013 rapporto sul leasing anno chiuso per la stampa il 26 aprile 2014 edito a cura dell Area Studi e Statistiche Assilea Servizi S.u.r.l. responsabile del progetto Beatrice Tibuzzi realizzato con la collaborazione

Dettagli

GESTIONE PATRIMONIALE E FINANZIARIA

GESTIONE PATRIMONIALE E FINANZIARIA 31 Elisioni intersettoriali Le elisioni intersettoriali sono relative allo storno di ricavi e costi tra società del Gruppo appartenenti a settori diversi. In particolare il saldo negativo di 15 milioni

Dettagli

SCENARIO 2015 MACROECONOMIA E MERCATI AGGIORNAMENTO 1 TRIMESTRE

SCENARIO 2015 MACROECONOMIA E MERCATI AGGIORNAMENTO 1 TRIMESTRE SCENARIO 2015 MACROECONOMIA E MERCATI AGGIORNAMENTO 1 TRIMESTRE Hanno contribuito alla realizzazione della pubblicazione: Andrea Conti, Responsabile Strategia Eurizon Capital SGR Paolo Guida, Responsabile

Dettagli

Portafogli Modello Giugno 2014

Portafogli Modello Giugno 2014 Portafogli Modello Giugno 2014 Investment Advisory 10 Giugno 2014 Milano Indice Commento Generale (p. 3) Portafoglio Obbligazionario (p. 4) Portafoglio Bilanciato (p. 6) Portafoglio Azionario (p. 8) Ranking

Dettagli

SCENARIO 2013 MACROECONOMIA E MERCATI AGGIORNAMENTO 4 TRIMESTRE

SCENARIO 2013 MACROECONOMIA E MERCATI AGGIORNAMENTO 4 TRIMESTRE SCENARIO 2013 MACROECONOMIA E MERCATI AGGIORNAMENTO 4 TRIMESTRE Hanno contribuito alla realizzazione della pubblicazione: Andrea Conti, Responsabile Strategia Eurizon Capital SGR. Paolo Guida, Responsabile

Dettagli

SCENARIO 2014 MACROECONOMIA E MERCATI AGGIORNAMENTO 3 TRIMESTRE

SCENARIO 2014 MACROECONOMIA E MERCATI AGGIORNAMENTO 3 TRIMESTRE SCENARIO 2014 MACROECONOMIA E MERCATI AGGIORNAMENTO 3 TRIMESTRE Hanno contribuito alla realizzazione della pubblicazione: Andrea Conti, Responsabile Strategia Eurizon Capital SGR Paolo Guida, Responsabile

Dettagli

Relazione Semestrale Consolidata. al 30 giugno 2015

Relazione Semestrale Consolidata. al 30 giugno 2015 Relazione Semestrale Consolidata al 30 giugno 2015 9 Gruppo Hera il Bilancio consolidato e d esercizio Introduzione Relazione sulla gestione capitolo 1 RELAZIONE SULLA GESTIONE 1.09 POLITICA FINANZIARIA

Dettagli

KBC KBC: accelerato il piano di rimborso degli aiuti pubblici Discreti i conti trimestrali, l Irlanda resta una criticità

KBC KBC: accelerato il piano di rimborso degli aiuti pubblici Discreti i conti trimestrali, l Irlanda resta una criticità KBC: accelerato il piano di rimborso degli aiuti pubblici Discreti i conti trimestrali, l Irlanda resta una criticità Il gruppo finanziario belga KBC ha chiuso i primi 9 mesi del 2012 con un utile netto

Dettagli

Strategia d investimento obbligazionaria. Bollettino mensile no. 8 agosto 2015 A cura dell Ufficio Ricerca e Analisi

Strategia d investimento obbligazionaria. Bollettino mensile no. 8 agosto 2015 A cura dell Ufficio Ricerca e Analisi Strategia d investimento obbligazionaria Bollettino mensile no. 8 agosto 2015 A cura dell Ufficio Ricerca e Analisi Disclaimer: tutte le informazioni e le opinioni contenute in questo documento rivestono

Dettagli

Strategia d investimento obbligazionaria

Strategia d investimento obbligazionaria Strategia d investimento obbligazionaria Valutazione del mercato Analisi delle variabili del reddito fisso Strategia d investimento per gli asset obbligazionari Bollettino mensile no. 8 agosto A cura dell

Dettagli

Settimana dei Mercati

Settimana dei Mercati Settimana dei Mercati La settimana entrante Europa: In una settimana complessivamente scarna di dati macro europei, sono attese le statistiche sulla produzione industriale di maggio che, per quanto riguarda

Dettagli

View. Scenario macroeconomico. Mercati Obbligazionari

View. Scenario macroeconomico. Mercati Obbligazionari 2 Aprile 2014 View Fideuram Investimenti Indice Sintesi scenario 1 Macroeconomia 2 Mercati Azionari 3 Mercati Obbligazionari 4 Scenario macroeconomico La politica monetaria nelle economie avanzate sta

Dettagli

REGOLAMENTO DEL FONDO INTERNO CREDITRAS E OBBLIGAZIONARIO MISTO

REGOLAMENTO DEL FONDO INTERNO CREDITRAS E OBBLIGAZIONARIO MISTO REGOLAMENTO DEL FONDO INTERNO CREDITRAS E OBBLIGAZIONARIO MISTO Il presente Regolamento è composto dall'allegato al Regolamento del Fondo interno e dai seguenti articoli specifici per il Fondo interno

Dettagli

Europa: oggi le prime stime sui Pmi di Francia, Germania ed Area euro. Stati Uniti: oggi nessun dato di rilievo.

Europa: oggi le prime stime sui Pmi di Francia, Germania ed Area euro. Stati Uniti: oggi nessun dato di rilievo. Morning Call 21 AGOSTO 2015 Sotto i riflettori Indice di volatilità sul Dax: andamento I temi del giorno Mercati nervosi: nuove elezioni in Grecia, economia cinese in rallentamento, valute dei Paesi emergenti

Dettagli

Consob - Auditorium Presentazione del Risk Outlook

Consob - Auditorium Presentazione del Risk Outlook Consob - Auditorium Presentazione del Risk Outlook Gregorio De Felice Chief Economist Intesa Sanpaolo Roma, 24 febbraio 2014 Agenda 1 Le prospettive macro nel 2014-15 2 Credito ed economia reale nell area

Dettagli

SCENARIO 2015 MACROECONOMIA E MERCATI AGGIORNAMENTO 3 TRIMESTRE

SCENARIO 2015 MACROECONOMIA E MERCATI AGGIORNAMENTO 3 TRIMESTRE SCENARIO 2015 MACROECONOMIA E MERCATI AGGIORNAMENTO 3 TRIMESTRE Hanno contribuito alla realizzazione della pubblicazione: Andrea Conti, Responsabile Strategia Eurizon Capital SGR Paolo Guida, Responsabile

Dettagli

View. Mercati Obbligazionari

View. Mercati Obbligazionari 12 maggio 2016 View Fideuram Investimenti Indice Sintesi scenario 1 Macroeconomia 2 Mercati Azionari 3 Mercati Obbligazionari 5 Scenario macroeconomico Dopo la revisione al ribasso apportata alle stime

Dettagli

Strategia d investimento obbligazionaria. Bollettino mensile no. 6 giugno 2014 A cura dell Ufficio Ricerca e Analisi

Strategia d investimento obbligazionaria. Bollettino mensile no. 6 giugno 2014 A cura dell Ufficio Ricerca e Analisi Strategia d investimento obbligazionaria Bollettino mensile no. 6 giugno 2014 A cura dell Ufficio Ricerca e Analisi Disclaimer: tutte le informazioni e le opinioni contenute in questo documento rivestono

Dettagli

FONDO COMUNE DI INVESTIMENTO MOBILIARE APERTO DI DIRITTO ITALIANO CATEGORIA:

FONDO COMUNE DI INVESTIMENTO MOBILIARE APERTO DI DIRITTO ITALIANO CATEGORIA: Società di Gestione del Risparmio S.p.A. Largo della Fontanella di Borghese, 19-00186 Roma Iscritta al n. 99 dell Albo delle SGR tenuto dalla Banca d Italia AGORA INCOME FONDO COMUNE DI INVESTIMENTO MOBILIARE

Dettagli

Breve approfondimento sulla situazione Greca

Breve approfondimento sulla situazione Greca Breve approfondimento sulla situazione Greca 15 Giugno 2015 2 Premessa Quattro mesi di colloqui tra la Grecia e i suoi creditori non sono bastati a raggiungere un accordo per sbloccare gli aiuti al governo

Dettagli

GUIDA ALLA LETTURA DELLE SCHEDE FONDI

GUIDA ALLA LETTURA DELLE SCHEDE FONDI GUIDA ALLA LETTURA DELLE SCHEDE FONDI Sintesi Descrizione delle caratteristiche qualitative con l indicazione di: categoria Morningstar, categoria Assogestioni, indice Fideuram. Commenti sulla gestione

Dettagli

Il Mercato del reddito fisso

Il Mercato del reddito fisso S.A.F. SCUOLA DI ALTA FORMAZIONE LUIGI MARTINO Il Mercato del reddito fisso Angelo Drusiani Banca Albertini Syz & C. SpA Sala Convegni Corso Europa, 11 Milano S.A.F. SCUOLA DI ALTA FORMAZIONE LUIGI MARTINO

Dettagli

SCENARIO 2014 MACROECONOMIA E MERCATI AGGIORNAMENTO 4 TRIMESTRE

SCENARIO 2014 MACROECONOMIA E MERCATI AGGIORNAMENTO 4 TRIMESTRE SCENARIO 2014 MACROECONOMIA E MERCATI AGGIORNAMENTO 4 TRIMESTRE Hanno contribuito alla realizzazione della pubblicazione: Andrea Conti, Responsabile Strategia Eurizon Capital SGR Paolo Guida, Responsabile

Dettagli

Europa: oggi nessun dato di rilievo. Stati Uniti: oggi il dato finale sul Pil del Q3 e le vendite delle case esistenti.

Europa: oggi nessun dato di rilievo. Stati Uniti: oggi il dato finale sul Pil del Q3 e le vendite delle case esistenti. Morning Call 22 DICEMBRE 2015 Sotto i riflettori Indice Ibex: andamento I temi del giorno Macro: oggi il dato finale del Pil Usa del terzo trimestre Il voto spagnolo e lo stallo politico pesano su azionario

Dettagli

View. Scenario macroeconomico. Mercati Obbligazionari

View. Scenario macroeconomico. Mercati Obbligazionari 10 febbraio 2015 View Fideuram Investimenti Indice Sintesi scenario 1 Macroeconomia 2 Mercati Azionari 3 Mercati Obbligazionari 4 Scenario macroeconomico Il programma di Quantitative Easing finalmente

Dettagli

SCENARIO 2016 MACROECONOMIA E MERCATI AGGIORNAMENTO 1 TRIMESTRE

SCENARIO 2016 MACROECONOMIA E MERCATI AGGIORNAMENTO 1 TRIMESTRE SCENARIO 2016 MACROECONOMIA E MERCATI AGGIORNAMENTO 1 TRIMESTRE Hanno contribuito alla realizzazione della pubblicazione: Andrea Conti, Responsabile Strategia Eurizon Capital SGR Paolo Guida, Responsabile

Dettagli

Schroder ISF EURO Short Term Bond

Schroder ISF EURO Short Term Bond Pagina 1 Indice Review su mercato e fondo pag. 2 Il mercato Il fondo Cosa ci aspettiamo dal mercato e dal fondo pag. 3 Uno sguardo al mercato Le scelte strategiche I risultati di pag. 4 Descrizione del

Dettagli

SCENARIO 2016 MACROECONOMIA E MERCATI AGGIORNAMENTO 2 TRIMESTRE

SCENARIO 2016 MACROECONOMIA E MERCATI AGGIORNAMENTO 2 TRIMESTRE SCENARIO 2016 MACROECONOMIA E MERCATI AGGIORNAMENTO 2 TRIMESTRE Hanno contribuito alla realizzazione della pubblicazione: Andrea Conti, Responsabile Strategia Eurizon Capital SGR Paolo Guida, Responsabile

Dettagli

FINANZA E ECONOMIA REALE LE RAGIONI DELLA CRISI E LE POSSIBILI SOLUZIONI

FINANZA E ECONOMIA REALE LE RAGIONI DELLA CRISI E LE POSSIBILI SOLUZIONI FINANZA E ECONOMIA REALE LE RAGIONI DELLA CRISI E LE POSSIBILI SOLUZIONI PROF. MARCELLO MINENNA 1 UNIVERSITÀ BOCCONI DI MILANO Andamento tassi di interesse a 10 anni nel periodo 1993-2007 35% 30% Determinazione

Dettagli

Offerta al pubblico di CARISMI PIU' VALORE CORPORATE GOLD prodotto finanziario di capitalizzazione

Offerta al pubblico di CARISMI PIU' VALORE CORPORATE GOLD prodotto finanziario di capitalizzazione San Miniato Previdenza S.p.A. Gruppo Cattolica Assicurazioni Offerta al pubblico di CARISMI PIU' VALORE CORPORATE GOLD prodotto finanziario di capitalizzazione (Codice Prodotto 056) Le parti Informazioni

Dettagli