TRIBUNALE DI CATANIA

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "TRIBUNALE DI CATANIA"

Transcript

1 TRIBUNALE DI CATANIA SEZIONE SESTA CIVILE ESECUZIONI IMMOBILIARI Relazione tecnica del C.T.U. dott. arch. Gianmarco Canè, relativamente alla procedura di esecuzione immobiliare n 881/08 Reg. Gen. Esec. Imm. promossa dalla Imprendinvest Italiana S.r.l. (cui è stata riunita la procedura di esecuzione immobiliare n 164/09 Reg. Gen. Esec. Imm. promossa dalla Banca Monte dei Paschi di Siena S.p.A.). Indice: A) Premessa. B) Stima degli immobili: 1) Descrizione e consistenza. 2) Valutazione degli immobili. 3) Beni soggetti a pagamento IVA. 4) Formalità (trascrizioni ed iscrizioni) da cancellare alla vendita. C) Piano di vendita e conclusioni. A) PREMESSA Il sottoscritto dott. arch. Gianmarco Canè, iscritto all albo dell Ordine degli Architetti P.P. della Provincia di Catania con numero di successione 1477, nonché a quello dei consulenti tecnici del Tribunale di Catania, a seguito di decreto emesso in data dall ill.mo G.E. dott. ssa Vera Marletta della VI sezione civile esecuzioni immobiliari, successivamente sostituito dall ill.mo G.E. dott. ssa Maria Fascetto, veniva nominato C.T.U. nella procedura esecutiva immobiliare in oggetto. In data lo stesso ha prestato giuramento dinanzi al G.E., il quale gli poneva i quesiti

2 indicati nel verbale di conferimento di incarico. Relativamente alla proc. esec. 881/08, con atto di pignoramento immobiliare (Cfr. certificazione agli atti) notificato al debitore esecutato in data , su istanza della Imprendinvest Italiana S.r.l. con sede legale in Milano, rappresentata e difesa dallo studio legale dell avv. Davide Giugno con studio in Catania, via Ruggero Settimo n 22 (indicato agli atti in via Guzzardi n 6); è stata sottoposta a pignoramento: 1 / 1 della nuda proprietà dell immobile oggetto di causa. Relativamente alla proc. esec. 164/09 (riunita alla precedente), con atto di pignoramento immobiliare (Cfr. certificazione agli atti) notificato ai debitori esecutati in data , su istanza della Banca Monte Paschi di Siena S.p.A. con sede legale in Siena piazza Salimbeni n 3, rappresentata e difesa dallo studio legale dell avv. Marcello Marina con studio in Catania, viale XX Settembre n 43; è stata sottoposta a pignoramento: 1 / 1 della nuda proprietà + 2 / 3 del diritto di usufrutto dell immobile oggetto di causa. I sopra citati atti, gravano entrambi sulla seguente unità immobiliare: VILLETTA, sita in Acicatena (CT), via dott. Sebastiano Grasso nn.ri 11-13, piano: cantinato, terra e primo, censito al N.C.E.U. del Comune di Acicatena (CT), al foglio 11, particella 260, subalterno 4 (Cfr. atto di pignoramento immobiliare agli atti). Con ordinanza del , il G.E. nominava C.T.U. l arch. Gianmarco Canè, determinando il termine di gg. 90 decorrente dalla data del giuramento (avvenuto in data ) per il deposito di una relazione tecnica, fissando l udienza in data alle ore 9,00.

3 Successivamente, essendo stato più volte negato l accesso, lo stesso C.T.U. inoltrava al G.E. istanza circa l autorizzazione all intervento della forza pubblica. A tal proposito l Ill.mo G. E. in data autorizzava quanto sopra, concedendo anche una proroga dei termini di consegna della consulenza. SVOLGIMENTO DELLE OPERAZIONI DI CONSULENZA Il C.T.U. dopo aver effettuato copia della documentazione ipocatastale, a mezzo lettere A/R inviate in data , (Cfr. all. n 2 comunicazioni alle parti) convocava le parti per il giorno 04 dicembre 2009 alle ore 10,30 in località Acicatena (CT), via dott. Sebastiano Grasso nn.ri In tale giorno il consulente tecnico si recava sui luoghi oggetto di causa sopraindicati, dove nessuna delle parti convenute e regolarmente convocate si è presentata (Cfr. all. n 1 verbale di sopralluogo). Successivamente, a mezzo lettere A/R inviate in data , (Cfr. all. n 2 comunicazioni alle parti) convocava le parti per il giorno 15 dicembre 2009 alle ore 15,30. In tale giorno lo scrivente si recava sui luoghi oggetto di causa sopraindicati, dove è stato presente uno dei debitori esecutati, il quale per motivi personali si trovava costretto ad allontanarsi dai luoghi, fissando con il consulente tecnico la data per il nuovo sopralluogo al 22 dicembre 2009 alle ore 15,00. In tale giorno lo stesso si recava sui luoghi oggetto di causa sopraindicati, dove nessuna delle parti convenute e regolarmente convocate si è presentata (Cfr. all. n 1 verbale di sopralluogo). Successivamente, a mezzo fax e telelegramma inviati in data (Cfr. all. n 2 comunicazioni alle parti), il C.T.U. convocava le parti per il 27 gennaio 2009 alle ore 15,00. In tale giorno il consulente tecnico si recava

4 sui luoghi oggetto di causa sopraindicati, dove è stato presente il padre nonché marito dei debitori esecutati. La stessa parte debitrice, avendo subito in pari data una rapina, chiedeva al consulente un rinvio delle operazioni peritali, fissando le stesse al 29 gennaio 2010 alle ore 15,00. In tale giorno lo scrivente si recava sui luoghi sopra inidicati, dove delle parti regolarmente convocate anche a mezzo fax (Cfr. all. n 2 comunicazioni alle parti), non è presente nessuna. Alle ore 15,25 lo stesso C.T.U. veniva contattato telefonicamente dalla parte debitrice, la quale richiedeva un rinvio del sopralluogo al 01 febbraio 2010 alle ore 15,30. Lo stesso giorno però, il consulente veniva contattato telefonicamente da parte debitrice, ed informato circa l impossibilità della stessa ad essere presente sui luoghi. Il consulente fissava quindi al 02 febbraio 2010 alle ore 15,30 la data per effettuare il sopralluogo. In tale giorno lo scrivente si recava sui luoghi, dove delle parti regolarmente convocate a mezzo telegramma e fax inviati in data (Cfr. all. n 2 comunicazioni alle parti) non è presente nessuna. A questo punto, previa autorizzazione da parte del G.E. all intervento della forza pubblica, ed a seguito di accordi presi con il Comando dei Carabinieri di Acicatena, il C.T.U. convocava le parti per il 01 marzo 2010 alle ore 16,00. In tale giorno lo scrivente si recava sui luoghi, dove delle parti regolarmente convocate a mezzo telegramma e fax inviati in data (Cfr. all. n 2 comunicazioni alle parti), sono stati presenti oltre ad uno dei debitori esecutati, i Carabinieri di Acicatena. Dal momento che il debitore esecutato consentiva il regolare svolgimento delle operazioni peritali, lo stesso C.T.U. congedava la forza pubblica, continuando i rilievi alla presenza della sola parte debitrice (Cfr. all. n 1

5 verbale di sopralluogo). Il sottoscritto procedeva ad una dettagliata ricognizione dei luoghi, prendendo appunti su separati fogli d ogni elemento utile e producente al fine del mandato affidatogli. Si verificava l esatta corrispondenza della planimetria catastale con lo stato di fatto, inoltre veniva effettuato un rilievo metrico ed uno fotografico sia interno che esterno. Concluse le operazioni peritali del giorno, dopo aver redatto il verbale di sopralluogo (Cfr. all. n 1 verbale di sopralluogo), il sottoscritto passava alle operazioni di studio: assumeva ogni utile informazione, svolgendo le opportune e necessarie indagini tecniche presso l Agenzia del Territorio di Catania (ex Catasto), Ufficio Tecnico del Comune di Acicatena (CT), Uffici Anagrafici dei Comuni di Acicatena e di Catania, ed indagini economiche e di mercato, al fine di poter cogliere tutti gli elementi utili all espletamento del mandato affidatogli. Previa coordinazione di quanto sopra e dalle risultanze emerse nel corso delle operazioni peritali sui luoghi, il tecnico redigeva la presente relazione. B) STIMA DELL IMMOBILE VILLETTA: SITA IN ACICATENA (CT), VIA DOTT. SEBASTIANO GRASSO NN.RI 11-13, piano cantinato-terra-primo, censita al N.C.E.U. foglio 11, particella 260, sub 4 (Cfr. certificazione notarile agli atti ed all. n 3 visura catastale). B.1 Descrizione dell immobile Titolarietà del bene: - quota del diritto di nuda proprietà della villetta = 1 / 1 per uno dei tre debitori esecutati; (Cfr. certificazione notarile agli atti) - quota del diritto di usufrutto della villetta = 1 / 3 per ciascuno dei due

6 restanti debitori esecutati. (Cfr. certificazione notarile agli atti) N.B: uno dei due debitori esecutati, titolare della quota di 1 / 3 del diritto di usufrutto, è risultato deceduto. Ne segue che, tale quota verrà trasferita al debitore esecutato (titolare della piena nuda proprietà) quale quota di 1 / 3 del diritto di proprietà. (Cfr. all. n 9 certificato di residenza ed all. n 10 certificato di morte) Provenienza: - l unità immobiliare di cui sopra, è pervenuta al debitore esecutato per l intera nuda proprietà, per atto di compravendita del 01 aprile 1987 in Notaio Achille Muscarà, trascritto il 02 aprile 1987 ai nn.ri 12764/9889, da potere della società con (Cfr. certificazione notarile agli atti ed all. n 10 ispezione ipotacaria). Dati Catastali: - villetta identificata al N.C.E.U. Comune di Acicatena (CT) al Foglio: 11, Particella: 260, Subalterno: 4, Ubicazione: via dott. sebastiano grasso nn.ri 11-13, piano SI-T-1, Categoria: A/7, Classe: 2, Consistenza: 11 vani, Rendita: 994,18 (Cfr. all. n 3 visura catastale); Descrizione della villetta - L immobile, oggetto della presente stima, è una villetta bi-familiare sita in via dott. Sebastiano Grasso, una strada ubicata nella zona suburbana del Comune di Acicatena (CT), ricadente in C/da Nizzeti (Cfr. all. n 6 estratto di mappa). La villetta in questione si sviluppa su tre elevazioni: piano cantinato, piano terra e piano primo (Cfr. all. n 4 planimetria catastale ed all. n 5 elaborato planimetrico).

7 L immobile è così composto: - piano cantinato: un vano ufficio, un vano deposito, un soggiorno, un vano cucina, un servizio igienico, due verande; - piano terra: un vano ingresso, un vano soggiorno, un vano letto, un vano salone, un servizio igienico, un giardino, una veranda; - piano primo: tre vani letto, un disimpegno, un servizio igienico, una lavanderia, una terrazza. La costruzione del corpo di fabbrica, per le sue caratteristiche intrinseche e per la data di rilascio della concessione edilizia, risulta essere databile intorno alla fine degli anni ottanta. L ingresso al piano terra avviene dal civico n 13 della via dott. Sebastiano Grasso, attraverso un cancelletto in ferro, oltrepassato il quale si accede ad uno spazio piastrellato che conduce alla porta d ingresso interna. (Cfr. all. n 13 foto da 1 a 8) L accesso alla villetta può avvenire, esternamente, anche dal piano cantinato, attraverso un cancello in ferro ubicato al civico n 11 della stessa via. (Cfr. all. n 13 foto da 3 a 4) - Entrando dal piano terra, ci si immette in un vano ingresso dal quale si raggiungono i restanti vani di cui si compone il piano terra, ovvero: un salone, un soggiorno, una camera da letto, un servizio igienico. All esterno del piano terra, oltre al giardino è presente una tettoia chiusa a veranda. (Cfr. all. n 13 foto da 9 a 19) - Dal sopra citato ingresso, sito al piano terra, si sviluppano le scale che conducono al piano sovrastante. Sbarcando al piano primo, un disimpegno serve i restanti vani di cui si compone tale piano, ovvero: tre camere da letto, un servizio igienico, una lavanderia, ed una terrazza a livello. (Cfr. all.

8 n 13 foto da 20 a 31) - Il piano cantinato è comunicante con il piano terra, attraverso le scale interne. Inoltre, tale piano cantinato è accessibile in maniera indipendente, attraverso un cancello in ferro ubicato al civico n 11 della via dott. Sebastiano Grasso. Il piano cantinato, è costituito da un grande vano centrale (destinato ad ufficio), dal quale si possono raggiungere i restanti vani di cui si compone tale piano, ovvero: un vano soggiorno, un vano cucina, un vano deposito, un servizio igienico. Inoltre, esternamente insistono due tettoie chiuse a veranda. (Cfr. all. n 13 foto da 32 a 43) La villetta è composta da vani utili 11, oltre: tre servizi igienici, una lavanderia, tre verande esterne, un giardino, una terrazza. Essa si sviluppa su tre livelli intercomunicanti, così come di seguito costituiti: - piano terra: un vano d ingresso + un vano salone + un vano soggiorno + un vano letto + una veranda + un giardino; - piano primo: tre vani letto + una terrazza; - piano cantinato: un vano ufficio + un vano deposito + un vano soggiorno + un vano cucina + due verande. Avente in totale: una superficie coperta di circa mq. 233,00, una superficie scoperta (balconi e terrazza) di circa mq. 84,00, una superficie esterna (giardino e spazi scoperti) di circa mq. 288,00, una superfice verande di circa mq. 77,00). L immobile in questione ha dunque una superficie commerciale pari a mq. 356,00, ovvero: mq. 233,00 (superficie coperta) + mq. 84,00 x 0,25 (superficie scoperta) + mq. 288,00 x 0,10 (superficie esterna) + mq. 77,00 x 0,95 (superficie verande). (Cfr. all. n 4 planimetria catastale ed all. n 5 elaborato planimetrico)

9 Rifiniture e stato dell immobile: le condizioni esterne dell intero corpo di fabbrica appaiono discrete. Le condizioni interne della villetta in questione sono anch esse discrete, ed in relazione al suo stato di mantenimento, si sono rilevate le seguenti caratteristiche e rifiniture: - l altezza media interna della villetta è di m. 2,80. - Il pavimento dell intero immobile è costituito da piastrelle di ceramica dimensioni cm. 33x33. - Il pavimento della terrazza e dei balconi è costituito da piastrelle di ceramica dimensioni cm. 20x20. - Le pareti dei tre servizi igienici e della lavanderia sono rivestite in parte con piastrelle di ceramica. - La parete retrostante il piano lavoro della cucina è rivestita con piastrelle di ceramica. - Le pareti dei restanti ambienti sono rifinite con idropittura. - I soffitti dell intero immobile sono rifiniti con idropittura. - Gli infissi interni sono in legno tamburato laccato. - Gli infissi esterni (finestre e porte finestre) sono in alluminio e vetro. - La porta d ingresso è in ferro e vetro. - L impianto elettrico non risulta a norma con la L.46/90. - L impianto idrico è sottotraccia. - L impianto di riscaldamento del tipo autonomo è presente. Confini della villetta: a Nord: con via dott. S. Grasso (senza sbocco); ad Est: con altra ditta; a Sud: con via dott. S. Grasso (senza sbocco);

10 ad Ovest: con via dott. S. Grasso. Salvi più veri ed esatti confini. Regolarità edilizia: l immobile oggetto di causa e sopra descritto, risulta essere stato eseguito nella regolarità edilizia, giusta concessione edilizia rilasciata dal Comune di Acicatena il 23 dicembre 1986 (prot. n 2764, pratica n 43/84) (Cfr. all. n 7 cert. di destinazione d uso urbanistica ed all. n 8 concessione edilizia). N.B: le verande realizzate non risultano ad oggi sanate, da cui ne segue che ai sensi dell art. 20 L.R. 4/2003 e dell art. 12 L.R. 15/2006, l oblazione da versare, è pari a 50,00/mq., ovvero: 50,00 x mq. 77,00 = 3.850,00. Vincoli o locazioni dell immobile: la villetta sopra descritta, viene condotta dai debitori esecutati quale abitazione principale. B.2 Valutazione dell immobile Con evasione al mandato ricevuto, il sottoscritto ha esperito una serie d indagini economiche allo scopo di poter correttamente stimare il valore del bene in oggetto. Il metodo di stima adoperato per l immobile di cui sopra, consiste nel ricavare il valore da attribuire a tale bene, dalla media dei valori ottenuti sulla base di due metodi di stima, quali quello della stima diretta sintetica e quello della stima tramite capitalizzazione del reddito dell immobile considerato. Il primo si basa su un prezzo corrente di mercato stabilito per unità di misura (metro quadrato), con riferimento alla zona d ubicazione dell immobile, alle sue caratteristiche intrinseche ed estrinseche, oltre che al suo stato di manutenzione. Il secondo consiste nel determinare il valore capitale dell immobile, basandosi sul reddito che

11 esso da o che presumibilmente potrebbe dare. Per valutare l unità immobiliare questo C.T.U., ha tenuto conto dell area urbana su cui essa è ubicata, della sua distribuzione interna e delle rifiniture, dello stato di manutenzione dell immobile allo stato attuale, dello stato tecnico/edilizio, ed inoltre dei prezzi di mercato della zona per gli immobili simili adibiti a civile abitazione. Valutazione villetta, dell usufrutto e della relativa nuda proprietà 1 Procedimento (metodo di stima sintetico o comparativo Il valore di mercato dell immobile da stimare viene determinato con il metodo di stima sintetico o comparativo, in base alla sua superficie, raffrontando il bene da stimare con altri beni analoghi dei quali si dispone dei reali prezzi di mercato praticati in libere contrattazioni di compravendita avvenute di recente. La valutazione della villetta con tale metodo di stima, in particolare terrà in considerazione, per ciò che concerne le sue caratteristiche intrinseche ed estrinseche. Caratteristiche intrinseche dell immobile: - presenta le caratteristiche di villetta bi-familiare con giardino; - insiste su area commerciale totale di circa mq. 356,00; - è prospiciente per quattro lati su area libera; - si presenta in dicreto stato di manutenzione; - l impianto elettrico non risulta a norma con la L.46/90; - è fornito di impianto di riscaldamento autonomo; - non è dotato di porta d ingresso blindata. Caratteristiche estrinseche: la via dott. Sebastiano Grasso è ubicata in una zona suburbana del

12 Comune di Acicatena (CT), in C/da Nizzeti. Questa zona periferica, è caratterizzata prevalentemente da abitazioni civili di tipo ville e villini. Sulla base delle suddette considerazioni generali, della quotazione indicata dall Osservatorio dei valori immobiliari (Cfr. all. n 12 quotazione Osservatorio Immobiliare) e soprattutto da indagini svolte presso le agenzie della zona, si è desunto che il valore della villetta in oggetto è di: villetta : mq. 356,00 x /mq ,00 = ,00 (QUATTROCENTONOVANTOTTOMILAQUATTROCENTO/00 Euro). 2 procedimento (metodo di stima analitica in base al reddito) Considerando per l unità immobiliare villetta un canone mensile di 900,00, si ha un reddito annuo lordo di: ,00 ( 900,00 x 12 mesi = ,00). Considerando il 30% di spese di manutenzione, imposta fondiaria, ecc. si ha un reddito annuo netto di: 7.560,00 ( ,00-30% = 7.560,00). Considerando un tasso di capitalizzazione del 3,0 %, il valore sarà di: ,00 ( 7.560,00/ 0,030 = ,00) (DUECENTOCINQUANTADUEMILA/00 Euro). I due valori, così come sopra riportati, hanno permesso di ottenere la stima dell appartamento con una certa discordanza. Si ritiene quindi congruo determinare il valore del suddetto bene come media dei due valori ottenuti, ovvero: villetta = 1 / 2 x ( , ,00) = ,00 VALORE VILLETTA: ,00 (TRECENTOSETTANTACINQUEMILADUECENTO/00 Euro).

13 Tenendo conto della tabella del valore comparativo usufrutto/nuda proprietà, rapportata al nuovo tasso legale del 3% (in vigore da gennaio 2008), considerando l età dell usufruttuaria compresa tra 51 e 53 anni (coefficiente 23,00), ne deriva che il valore della nuda proprietà è pari a: ,00 X 3% X 23,00 = ,00 (VALORE 1 / 1 USUFRUTTO). Da cui, la nuda proprietà vale specularmente , ,00 = ,00 (VALORE 1 / 1 NUDA PROPRIETÀ). Il valore della quota di proprietà, trasferita a seguito di decesso di una delle due usufruttuarie, è pari a: 1 / 3 del valore stimato, ovvero: ,00 / 3 = ,07 (VALORE 1 / 3 PROPRIETÀ TRASFERITA). Il valore della quota parte del diritto di usufrutto pari ad 1 / 3, è uguale a: ,00 / 3 = ,00 (VALORE 1 / 3 USUFRUTTO). Ne deriva che: , , ,00) = = ,07 (VALORE COMPENDIO) (TRECENTOVENTISETTEMILASEICENTOSETTANTAQUATTRO/07 Euro). B.3 Beni soggetti a pagamento IVA Questo C.T.U. ha accertato che l immobile, oggetto della presente stima, non è assoggettabile all Imposta Valore Aggiunto, in quanto non si tratta di cessione del bene nell esercizio d impresa. Inoltre, ai sensi del D.M , della circolare del Min. delle Finanze n 4496UL e del D.M , l immobile stimato di cui sopra non presenta caratteristiche di costruzioni di lusso. B.4 Formalità (trascrizioni ed iscrizioni) da cancellare alla vendita Come da certificazione notarile depositata agli atti, dal ventennio precedente a tutto il 20 febbraio 2009, l immobile di cui sopra risulta

14 libero da pesi, oneri, vincoli e trascrizioni pregiudizievoli, nonché da iscrizioni ipotecarie e privilegi, ad eccezione di quanto sotto elencato: 1) ipoteca legale iscritta il giorno 01/06/2004 ai nn.ri 28094/6560 per Euro ,56, contro, a favore della Montepaschi SERIT S.p.A.- Catania, a garanzia di un debito di Euro 5.897,28. L ipoteca grava sulla intera nuda proprietà dell immobile in oggetto). (Cfr. certificazione notarile agli atti) 2) Ipoteca giudiziale iscritta il 14/09/2005 ai nn.ri 60358/21271 in forza di decreto ingiuntivo emesso il 02/09/2005 Tribunale di Catania a favore della Banca Monte dei paschi di siena S.p.A. Siena, contro 1979 (nudo proprietario), /1916 (usufruttuaria per 1 / 3 ), 1957 (usufruttuaria per 1 / 3 ), per un montante ipotecario di euro ,00, capitale Euro ,66. L ipoteca grava sulla intera nuda proprietà e su 2 / 3 dell immobile in oggetto). (Cfr. certificazione notarile agli atti) 3) Ipoteca legale iscritta il 10/11/2006 ai nn.ri 73176/20691 per Euro ,80, a favore della SERIT Sicilia S.p.A. Agente della riscossione per la Provincia di Catania, contro L ipoteca grava sulla intera nuda proprietà dell immobile in oggetto). (Cfr. certificazione notarile agli atti) 4) Pignoramento trascritto il 13/09/2008 ai nn.ri 17172/10863 a favore di Imprendinvest Italiana S.r.l. Milano, contro /1979. L ipoteca grava sulla intera nuda proprietà dell immobile in oggetto). (Cfr. certificazione notarile agli atti)

15 5) Pignoramento trascritto il 20/02/2009 ai nn.ri 10284/6402 a favore di Banca Monte dei Paschi di Siena S.p.A. Siena, contro /1979 (nudo proprietario), 1916 (usufruttuaria per 1 / 3 ), 1957 (usufruttuaria per 1 / 3 ). L ipoteca grava sulla intera nuda proprietà e su 2 / 3 dell immobile in oggetto). (Cfr. certificazione notarile agli atti) C) PIANO DI VENDITA E CONCLUSIONI Da quanto accertato e relazionato nei capitoli precedenti, dopo approfondite valutazioni sull appetibilità commerciale dei beni periziati, si suggerisce la vendita in UN LOTTO UNICO, così come sotto descritto: VILLETTA SITA IN ACICATENA (CT), VIA DOTT. SEBASTIANO GRASSO NN.RI 11-13, dislocata su tre elevazioni, di vani 11, oltre: tre servizi igienici, una lavanderia, una terrazza, un giardino, tre verande, censita al N.C.E.U. foglio 11, particella 260, sub 4, così suddivisa: - piano terra: un vano d ingresso + un vano salone + un vano soggiorno + un vano letto + una veranda + un giardino; - piano primo: tre vani letto + una terrazza; - piano cantinato: un vano ufficio + un vano deposito + un vano soggiorno + un vano cucina + due verande. Avente in totale una superficie commerciale di circa mq. 356,00. (Cfr. all. n 3 visura catastale, all. n 4 planimetria catastale ed all. n 5 elaborato planimetrico) Si riporta di seguito un riepilogo sintetico di quanto esposto nei precedenti capitoli: Il valore stimato dell immobile pignorato è pari ad ,00

16 (TRECENTOSETTANTACINQUEMILADUECENTO/00 Euro). Il valore stimato della nuda proprietà ( 1 / 1 ) è pari ad ,00 (CENTOSEDICIMILATRECENTODODICI/00 Euro). Il valore stimato del diritto di usufrutto ( 1 / 3 ) è pari ad ,00 (OTTANTASEIMILADUECENTONOVANTASEI/00 Euro). Il valore stimato del diritto di proprietà ( 1 / 3 ) è pari ad ,07 (CENTOVENTICINQUEMILASESSANTASEI/07 Euro). Il valore stimato del compendio pignorato è pari ad ,07 (TRECENTOVENTISETTEMILASEICENTOSETTANTAQUATTRO/07 Euro). Ai sensi dell art. 20 L.R. 4/2003 e dell art. 12 L.R. 15/2006, l oblazione da versare per la chiusura di tettoie a veranda, è pari ad 3.850,00. La villetta di cui sopra non presenta caratteristiche di costruzione di lusso. L immobile RISULTA COSTRUITO NELLA LEGALITÀ EDILIZIA. Lo scrivente C.T.U. arch. Gianmarco Canè, con la presente relazione che si compone di n 16 pagine e n 13 allegati, ritiene di avere evaso in maniera sufficiente il mandato affidatogli e rimane a disposizione del Giudice Esecutore per qualsiasi eventuale chiarimento, in merito alla presente, ringraziando per la fiducia riposta. Lì, Il Consulente Tecnico di Ufficio dott. arch. Gianmarco Canè

1.PREMESSA. 2 2.IDENTIFICHI ESATTAMENTE I BENI PIGNORATI. 2 3.INDICARNE I DATI CATASTALI ED I CONFINI

1.PREMESSA. 2 2.IDENTIFICHI ESATTAMENTE I BENI PIGNORATI. 2 3.INDICARNE I DATI CATASTALI ED I CONFINI Indice 1.PREMESSA... 2 2.IDENTIFICHI ESATTAMENTE I BENI PIGNORATI... 2 3.INDICARNE I DATI CATASTALI ED I CONFINI... 3 4.NE VERIFICHI LA PROPRIETÀ IN CAPO AL DEBITORE ESECUTATO E L ESATTA PROVENIENZA...

Dettagli

TRIBUNALE DI FIRENZE RELAZIONE DI CONSULENZA TECNICA D UFFICIO

TRIBUNALE DI FIRENZE RELAZIONE DI CONSULENZA TECNICA D UFFICIO TRIBUNALE DI FIRENZE Terza sezione civile Esecuzioni Immobiliari Proc. N. R.G. 137/2008 Giudice Esecutore: Dott. Domenico Ammirati C.T.U.: Arch. Francesco Capani RELAZIONE DI CONSULENZA TECNICA D UFFICIO

Dettagli

Procedura Esecutiva n 26/06 Lotto 001

Procedura Esecutiva n 26/06 Lotto 001 TRIBUNALE DI PALMI C.T.U. nella procedura esecutiva n 26/06. ALLEGATO LOTTO 001 Piena proprietà di : Immobile sito a San Ferdinando (RC) alla via Leoncavallo n.5, al piano terra, identificato al catasto

Dettagli

IDENTIFICAZIONE DEL BENE

IDENTIFICAZIONE DEL BENE Tribunale di Firenze terza sezione civile Esecuzioni Immobiliari Perizia tecnica del C.T.U. Geometra Emanuele Santacroce con studio in Empoli (Fi) via G. Verdi n. 56, tel. 0571 72060 iscritto al Collegio

Dettagli

TRIBUNALE DI MARSALA

TRIBUNALE DI MARSALA 1 TRIBUNALE DI MARSALA OGGETTO: Relazione di stima dei beni immobili di proprietà di ------------- ---s.r.l..- PROCEDIMENTO ESECUTIVO: n.217/2010 promosso da ---------------- --spa.- G.E.: Dott. M. Bellomo.-

Dettagli

PERIZIA DI STIMA BENI IMMOBILI

PERIZIA DI STIMA BENI IMMOBILI dott. ing. STEFANO BERTOGLIO cell 3288664375 fax 0302403241 mail bertoglio_stefano@libero.it via Collebeato 42 25127 Brescia TRIBUNALE DI BRESCIA SEZIONE FALLIMENTARE FALLIMENTO N. 188/09 MALG MARESCA

Dettagli

TRIBUNALE CIVILE DI BOLOGNA GIUDICE DELL ESECUZIONE * * * PROCEDIMENTO DI ESECUZIONE IMMOBILIARE * * * PREMESSA

TRIBUNALE CIVILE DI BOLOGNA GIUDICE DELL ESECUZIONE * * * PROCEDIMENTO DI ESECUZIONE IMMOBILIARE * * * PREMESSA ARCHITETTO CAPPONI STEFANO Via Ristori n. 15 40127 BOLOGNA Tel. 051 6330266 - Fax 051 6330084 E-mail: architetto.capponi@libero.it TRIBUNALE CIVILE DI BOLOGNA GIUDICE DELL ESECUZIONE PROCEDIMENTO DI ESECUZIONE

Dettagli

TRIBUNALE CIVILE DI BOLOGNA GIUDICE DELL ESECUZIONE * * * PROCEDIMENTO DI ESECUZIONE IMMOBILIARE * * * PREMESSA

TRIBUNALE CIVILE DI BOLOGNA GIUDICE DELL ESECUZIONE * * * PROCEDIMENTO DI ESECUZIONE IMMOBILIARE * * * PREMESSA GEOMETRA MONTALTI GIANFRANCO Via Fioravanti n. 21 40129 BOLOGNA Tel. 051 364384 - Fax 051 364384 E-mail: gianfranco.montalti@collegiogeometri.bo.it TRIBUNALE CIVILE DI BOLOGNA GIUDICE DELL ESECUZIONE *

Dettagli

TRIBUNALE DI FORLI' * * * N.21/2013

TRIBUNALE DI FORLI' * * * N.21/2013 TRIBUNALE DI FORLI' * * * CONCORDATO PREVENTIVO N.21/2013 SOCIETÀ SACCHETTI NELLO SRL LOTTO 5 PROPRIETÀ: SACCHETTI NELLO SRL con sede in Macerone di Cesena, via Cesenatico n.5390 CF: 0148420045 Quota di

Dettagli

PERIZIA ESTIMATIVA Fallimento n. 104/14

PERIZIA ESTIMATIVA Fallimento n. 104/14 PERIZIA ESTIMATIVA Fallimento n. 104/14 OGGETTO: Unità Immobiliare destinata a abitazione, posto auto e corte esclusiva DATI CATASTALI: Foglio n. 116 Particella n. 1793 subalterno n.7-15 LOCALITA : Via

Dettagli

TRIBUNALE DI PESCARA

TRIBUNALE DI PESCARA TRIBUNALE DI PESCARA SEZIONE EE.II. Perizia del C.T.U. Arch. Moscatelli Samuele, nell'esecuzione Immobiliare 263/2011 del R.G.E. promossa da ****** 1 di 10 SOMMARIO Incarico... 3 Premessa... 3 Descrizione...

Dettagli

TRIBUNALE DI BERGAMO. Sezione civile. RELAZIONE TECNICO-ESTIMATIVA (ai sensi art. 490 c.p.c.) N: 00924/2011 Reg. Es. Imm. N. 360/12 Reg. Inc.

TRIBUNALE DI BERGAMO. Sezione civile. RELAZIONE TECNICO-ESTIMATIVA (ai sensi art. 490 c.p.c.) N: 00924/2011 Reg. Es. Imm. N. 360/12 Reg. Inc. TRIBUNALE DI BERGAMO Sezione civile RELAZIONE TECNICO-ESTIMATIVA (ai sensi art. 490 c.p.c.) CONFERIMENTO INCARICO N: 00924/2011 Reg. Es. Imm. N. 360/12 Reg. Inc. 1) DESCRIZIONE DEGLI IMMOBILI E CONSISTENZA

Dettagli

TRIBUNALE DI BUSTO ARSIZIO. PROCEDURA DI ESECUZIONE IMMOBILIARE promossa da. CREDIT MANAGEMENT BANK SPA con sede in Verona in Piazzetta Monte n.

TRIBUNALE DI BUSTO ARSIZIO. PROCEDURA DI ESECUZIONE IMMOBILIARE promossa da. CREDIT MANAGEMENT BANK SPA con sede in Verona in Piazzetta Monte n. TRIBUNALE DI BUSTO ARSIZIO Giudice: DOTT.SSA D ELIA C.T.U. : Dott. ing. Roberto Rambaldini R.G. : 359/12 R.G.E. ESECUZIONI IMMOBILIARI PROCEDURA DI ESECUZIONE IMMOBILIARE promossa da UNICREDIT CREDIT MANAGEMENT

Dettagli

TRIBUNALE CIVILE DI MILANO II SEZIONE FALLIMENTARE. G.D.: Dott. Lamanna R.G. 402/2011 FALLIMENTO IMMOBILIARE EMPEDOCLE **********

TRIBUNALE CIVILE DI MILANO II SEZIONE FALLIMENTARE. G.D.: Dott. Lamanna R.G. 402/2011 FALLIMENTO IMMOBILIARE EMPEDOCLE ********** TRIBUNALE CIVILE DI MILANO II SEZIONE FALLIMENTARE G.D.: Dott. Lamanna R.G. 402/2011 FALLIMENTO IMMOBILIARE EMPEDOCLE ********** Integrazione alla relazione di stima dei beni immobili ubicati a Milano

Dettagli

TRIBUNALE DI BOLOGNA Sezione 4 Fallimentare * * * LOTTO N. 12. Porzione di fabbricato ad uso ufficio posta al piano terra ed interrato,

TRIBUNALE DI BOLOGNA Sezione 4 Fallimentare * * * LOTTO N. 12. Porzione di fabbricato ad uso ufficio posta al piano terra ed interrato, GEOM. EMILIO FUSARI via Larga n. 14 tel-fax 051-534816 40138 B O L O G N A TRIBUNALE DI BOLOGNA Sezione 4 Fallimentare FALL. N. 204/09 G.D. DR. M. VELOTTI * * * LOTTO N. 12 Porzione di fabbricato ad uso

Dettagli

TRIBUNALE DI NAPOLI V SEZIONE CIVILE

TRIBUNALE DI NAPOLI V SEZIONE CIVILE TRIBUNALE DI NAPOLI V SEZIONE CIVILE OGGETTO: INTEGRAZIONE AL PUNTO 12 DELLA CONSULENZA TECNICA D UFFICIO NEL GIUDIZIO SGA Spa c/o ************** + 3 (R.G. n. 402/06). G. E.: Dott. M. PETRUZZIELLO C.T.U.:

Dettagli

TRIBUNALE CIVILE DI PALMI 27/05 R.G.E., 52/05 R.G.E.

TRIBUNALE CIVILE DI PALMI 27/05 R.G.E., 52/05 R.G.E. TRIBUNALE CIVILE DI PALMI Relazione di Consulenza Tecnica d Ufficio relativa alla procedura esecutiva immobiliare promossa dalla Società Cooperativa Bilanciai Campogalliano, n 27/05 R.G.E., alla quale

Dettagli

RELAZIONE TECNICA Stima beni immobili

RELAZIONE TECNICA Stima beni immobili SOMMARIO RELAZIONE TECNICA Stima beni immobili Incarico...2 Premessa...2 Titolarità dell'immobile...3 Ubicazione...4 Confini...5 Consistenza...5 Cronistoria Catastale...6 Dati Catastali...7 Vincoli o oneri

Dettagli

Tribunale Ordinario di Benevento

Tribunale Ordinario di Benevento Tribunale Ordinario di Benevento Sez. Esecuzione Immobiliari Giudice Dott. D ORSI MARIA LETIZIA Esecuzione immobiliare R.G.Es. 117/2008 Ing. Francesco Calandriello Relazione Il bene oggetto del presente

Dettagli

TRIBUNALE DI PESARO Ufficio Esecuzioni Immobiliari

TRIBUNALE DI PESARO Ufficio Esecuzioni Immobiliari TRIBUNALE DI PESARO Ufficio Esecuzioni Immobiliari ILL.MO GIUDICE DOTT. DAVIDE STORTI CTU SU PROC. ESEC. N. 85/12 PROMOSSA DA: Fallimento Vela D oro (Avv. Valentini) CONTRO: XXXXX Prossima udienza: 25

Dettagli

TRIBUNALE DI ASCOLI PICENO CANCELLERIA ESECUZIONI IMMOBILIARI UFFICIO DEL GIUDICE UNICO SEDE CENTRALE R. G. ES. N.RO 19/05

TRIBUNALE DI ASCOLI PICENO CANCELLERIA ESECUZIONI IMMOBILIARI UFFICIO DEL GIUDICE UNICO SEDE CENTRALE R. G. ES. N.RO 19/05 TRIBUNALE DI ASCOLI PICENO CANCELLERIA ESECUZIONI IMMOBILIARI UFFICIO DEL GIUDICE UNICO SEDE CENTRALE R. G. ES. N.RO 19/05 1 OGGETTO: ESECUZIONE IMMOBILIARE ISCRITTA AL N.RO 19/05 R.G.E PRESSO IL TRIBUNALE

Dettagli

Oggetto: TRIBUNALE DI LUCERA - CAUSA CIVILE n. 54/09 R.G. Quesito del sig. Giudice: Rediga, il perito, tante relazioni di stima quanti sono i lotti

Oggetto: TRIBUNALE DI LUCERA - CAUSA CIVILE n. 54/09 R.G. Quesito del sig. Giudice: Rediga, il perito, tante relazioni di stima quanti sono i lotti PERIZIA DI STIMA DEL LOTTO UNICO Oggetto: TRIBUNALE DI LUCERA - CAUSA CIVILE n. 54/09 R.G. Quesito del sig. Giudice: Rediga, il perito, tante relazioni di stima quanti sono i lotti individuati, indicando

Dettagli

TRIBUNALE DI BRESCIA

TRIBUNALE DI BRESCIA TRIBUNALE DI BRESCIA Procedura Esecutiva Immobiliare N. 412/2014 Promossa da : Omissis Contro Omissis Arch. CINZIA CIVALLERI Via Bagni 26 25128 Brescia Cell. 335/5704290 Fax 030/7689606 Arch. Cinzia Civalleri

Dettagli

TRIBUNALE DI NOVARA Sezione civile fallimentare

TRIBUNALE DI NOVARA Sezione civile fallimentare Fallimento I Girasoli srl_ n. _38/2014 RG FALL Giudice delegato: Dott. Nicola Tritta TRIBUNALE DI NOVARA Sezione civile fallimentare ************************ ALLEGATO 1 LOTTO 2 Via San Giacomo LOTTO 2

Dettagli

TRIBUNALE DI PADOVA IMMOBILIARE

TRIBUNALE DI PADOVA IMMOBILIARE TRIBUNALE DI PADOVA IMMOBILIARE Giudice dott.ssa Caterina Zambotto PROCEDURA ESECUTIVA - R.G. Esecuzioni n 545/2012 promossa da: YOKOAMA ITALIA s.p.a. contro: ************ RELAZIONE PERITALE Padova, li

Dettagli

TRIBUNALE DI FORLI' ALLEGATO A LOTTO A)

TRIBUNALE DI FORLI' ALLEGATO A LOTTO A) TRIBUNALE DI FORLI' PROCEDIMENTO DI ESECUZIONE IMMOBILIARE N 43/2010 ( R.G. Esecuzioni) PROSPETTO RIEPILOGATIVO DEGLI IMMOBILI ALLEGATO A LOTTO A) UBICAZIONE E DESCRIZIONE DELL' IMMOBILE Trattasi di un

Dettagli

TRIBUNALE di BOLOGNA

TRIBUNALE di BOLOGNA TRIBUNALE di BOLOGNA PROCEDIMENTO di ESECUZIONE IMMOBILIARE n. 82/2015 LOTTO UNICO DATI DI PIGNORAMENTO Con pignoramento immobiliare trascritto a Bologna in data 10.02.2015 all art. 3756 reg. part., è

Dettagli

LOTTO 1- INTERO PIANO SEMINTERRATO DI FABBRICATO A CARATTERE COMMERCIALE DESTINATO ATTUALMENTE ALLA RIPARAZIONE DI AUTOVEICOLI (CAT.

LOTTO 1- INTERO PIANO SEMINTERRATO DI FABBRICATO A CARATTERE COMMERCIALE DESTINATO ATTUALMENTE ALLA RIPARAZIONE DI AUTOVEICOLI (CAT. LOTTO 1- INTERO PIANO SEMINTERRATO DI FABBRICATO A CARATTERE COMMERCIALE DESTINATO ATTUALMENTE ALLA RIPARAZIONE DI AUTOVEICOLI (CAT. CATASTALE C3) CON ANNESSI MAGAZZINO VENDITA, SERVIZI E ZONA SOPPALCATA,

Dettagli

TRIBUNALE CIVILE DI RAVENNA DR. GIANGIACOMO LACENTRA * * * PROCEDIMENTO DI ESECUZIONE IMMOBILIARE. Promosso da: PROMOSSO DA XXXXXXXXXXXXXXXXXX

TRIBUNALE CIVILE DI RAVENNA DR. GIANGIACOMO LACENTRA * * * PROCEDIMENTO DI ESECUZIONE IMMOBILIARE. Promosso da: PROMOSSO DA XXXXXXXXXXXXXXXXXX N. 219/2014 TRIBUNALE CIVILE DI RAVENNA R.G. ESEC. DR. GIANGIACOMO LACENTRA * * * PROCEDIMENTO DI ESECUZIONE IMMOBILIARE Promosso da: PROMOSSO DA XXXXXXXXXXXXXXXXXX CONTRO XXXXXXXXXXXXXXXXXX XXXXXXXXXXXXXXXXXX

Dettagli

TRIBUNALE DI CAGLIARI

TRIBUNALE DI CAGLIARI TRIBUNALE DI CAGLIARI RELAZIONE DEL CONSULENTE TECNICO D UFFICIO RELATIVA AGLI IMMOBILI SITI IN VALLERMOSA RICADENTI NEL FALLIMENTO " N. 39/96. Ing. Corrado Manca D ott. Ing. Corrado Manca Ill.mo Sig.

Dettagli

TRIBUNALE DI MILANO II SEZ. CIVILE PROIMEL IMPIANTI S.A.S. DI LAMBERTI FELICE & C. FALLIMENTO R.G. N 980/2013. Giudice Delegato Dr.

TRIBUNALE DI MILANO II SEZ. CIVILE PROIMEL IMPIANTI S.A.S. DI LAMBERTI FELICE & C. FALLIMENTO R.G. N 980/2013. Giudice Delegato Dr. TRIBUNALE DI MILANO II SEZ. CIVILE PROIMEL IMPIANTI S.A.S. DI LAMBERTI FELICE & C. FALLIMENTO R.G. N 980/2013 Giudice Delegato Dr. Filippo D Aquino Curatore Fallimentare Dr. Massimo Rodanò ELABORATO PERITALE

Dettagli

LOTTI n. 6-7 Dorsoduro 99

LOTTI n. 6-7 Dorsoduro 99 LOTTI n. 6-7 Dorsoduro 99 LOTTO 6 Prezzo base della trattativa privata: Euro 488.700,00 LOTTO 7 Prezzo base della trattativa privata: Euro 378.000,00 Ubicazione Planimetria sub 2 LOTTO N. 6 Planimetria

Dettagli

TRIBUNALE DI PALMI. Consulenza tecnica d ufficio disposta dal G.E. dr.ssa Raffaella M. Gigantesco, con provvedimento

TRIBUNALE DI PALMI. Consulenza tecnica d ufficio disposta dal G.E. dr.ssa Raffaella M. Gigantesco, con provvedimento TRIBUNALE DI PALMI Consulenza tecnica d ufficio disposta dal G.E. dr.ssa Raffaella M. Gigantesco, con provvedimento del 14/01/2005, nella procedura esecutiva n 100/94 R.G.Es. promossa dal Banco di Sicilia

Dettagli

TRIBUNALE ORDINARIO DI BOLOGNA ESECUZIONI IMMOBILIARI * * * PROCEDIMENTO DI ESECUZIONE IMMOBILIARE * * * PREMESSA

TRIBUNALE ORDINARIO DI BOLOGNA ESECUZIONI IMMOBILIARI * * * PROCEDIMENTO DI ESECUZIONE IMMOBILIARE * * * PREMESSA GEOMETRA MONTALTI GIANFRANCO Via Fioravanti n. 21 40129 BOLOGNA Tel. 051 364384 - Fax 051 364384 E-mail: gianfranco.montalti@collegiogeometri.bo.it TRIBUNALE ORDINARIO DI BOLOGNA ESECUZIONI IMMOBILIARI

Dettagli

TRIBUNALE DI PALERMO SEZIONE FALLIMENTI * GIUDICE DELEGATO DOTT.SSA GABRIELLA GIAMMONA CURATORE AVV. PASQUALE RUSSO FALLIMENTO N.66/2007 *************

TRIBUNALE DI PALERMO SEZIONE FALLIMENTI * GIUDICE DELEGATO DOTT.SSA GABRIELLA GIAMMONA CURATORE AVV. PASQUALE RUSSO FALLIMENTO N.66/2007 ************* TRIBUNALE DI PALERMO SEZIONE FALLIMENTI * GIUDICE DELEGATO DOTT.SSA GABRIELLA GIAMMONA CURATORE AVV. PASQUALE RUSSO FALLIMENTO N.66/2007 ************* CONSULENZA TECNICA D UFFICIO C.T.U. ARCH. ANGELO ALIQUÒ

Dettagli

TRIBUNALE DI BRESCIA SEZIONE FALLIMENTARE FALL. B.M. di BONINI MICHELE N. 34/10 * * * * * * * * * *

TRIBUNALE DI BRESCIA SEZIONE FALLIMENTARE FALL. B.M. di BONINI MICHELE N. 34/10 * * * * * * * * * * TRIBUNALE DI BRESCIA SEZIONE FALLIMENTARE FALL. B.M. di BONINI MICHELE N. 34/10 GIUDICE DELEGATO: DOTT. CARLO BIANCHETTI CURATORE : DOTT.SSA MARIA TERESA BONELLI * * * * * La sottoscritta ing. Maria Grazia

Dettagli

PERIZIA TECNICA DI STIMA

PERIZIA TECNICA DI STIMA Provincia di Alessandria DIPARTIMENTO AMBIENTE TERRITORIO E INFRASTRUTTURE DIREZIONE EDILIZIA - TRASPORTI UFFICIO TECNICO EDILIZIA PERIZIA TECNICA DI STIMA Casa Cantoniera Lungo la ex S.S. n 35 dei Giovi,

Dettagli

TRIBUNALE CIVILE DI BOLOGNA GIUDICE : DR. MAURIZIO ATZORI * * * PROCEDIMENTO DI DIVISIONE GIUDIZIALE * * * PREMESSA

TRIBUNALE CIVILE DI BOLOGNA GIUDICE : DR. MAURIZIO ATZORI * * * PROCEDIMENTO DI DIVISIONE GIUDIZIALE * * * PREMESSA ARCHITETTO CAPPONI STEFANO Via Ristori n. 15 40127 BOLOGNA Tel. 051 6330266 - Fax 051 6330084 E-mail: architetto.capponi@libero.it TRIBUNALE CIVILE DI BOLOGNA LOTTO N. 4 GIUDICE : DR. MAURIZIO ATZORI PROCEDIMENTO

Dettagli

PERIZIA ESTIMATIVA (rev.01)

PERIZIA ESTIMATIVA (rev.01) PERIZIA ESTIMATIVA (rev.01) OGGETTO: Terreni DATI CATASTALI: Foglio n. 120 Particella n. 1912 subb. 9 e 10. LOCALITÀ: Via Carlo Urbani Fabriano (AN) COMMITTENTE: Tribunale Civile e Penale di Ancona DATA:

Dettagli

PERIZIA DI STIMA BENI IMMOBILI

PERIZIA DI STIMA BENI IMMOBILI TRIBUNALE DI BRESCIA SEZIONE FALLIMENTARE FALLIMENTO N. 61/10 GIUDICE DELEGATO: DOTT. RAFFAELE DEL PORTO CURATORE: DOTT. STEFANO LANCELOTTI PERIZIA DI STIMA BENI IMMOBILI Brescia, 21/05/2010 1 PREMESSA

Dettagli

Relazione tecnica per compravendita Lotto n. 73

Relazione tecnica per compravendita Lotto n. 73 Relazione tecnica per compravendita Lotto n. 73 Descrizione dell immobile: Trattasi di immobile destinato a Circolo Ricreativo posto in Via Vecchia Montanina n 11, frazione di Gello, in Comune di Pistoia.

Dettagli

TRIBUNALE ORDINARIO DI BOLOGNA ESECUZIONI IMMOBILIARI * * * PROCEDIMENTO DI ESECUZIONE IMMOBILIARE * * * PREMESSA

TRIBUNALE ORDINARIO DI BOLOGNA ESECUZIONI IMMOBILIARI * * * PROCEDIMENTO DI ESECUZIONE IMMOBILIARE * * * PREMESSA GEOMETRA MONTALTI MARCO Via Fioravanti n. 21 40129 BOLOGNA Tel. 051 364384 - Fax 051 364384 E-mail: marco.montalti4083@collegiogeometri.bo.it TRIBUNALE ORDINARIO DI BOLOGNA ESECUZIONI IMMOBILIARI * * *

Dettagli

* * * Promosso da: contro * * * Con atto di pignoramento immobiliare trascritto in -, contro - è stata

* * * Promosso da: contro * * * Con atto di pignoramento immobiliare trascritto in -, contro - è stata TRIBUNALE CIVILE DI BOLOGNA GIUDICE DELL ESECUZIONE DR. MAURIZIO ATZORI * * * PROCEDIMENTO DI ESECUZIONE IMMOBILIARE Promosso da: N. 72/14 R.G. ESEC. Udienza - 07/03/2016 contro Ore 9:10 - * * * LOTTO

Dettagli

Giuseppe Tropea architetto in Milano Via Beato Angelico n^1. T R I B U N A L E C I V I L E D I Sezione II Fallimentare Causa: n^11420/07 R.G.

Giuseppe Tropea architetto in Milano Via Beato Angelico n^1. T R I B U N A L E C I V I L E D I Sezione II Fallimentare Causa: n^11420/07 R.G. T R I B U N A L E C I V I L E D I Sezione II Fallimentare Causa: n^11420/07 R.G. Parti: M I L A N O Giudice R. Dr.ssa M.F. Mammone Fallito IDROSYSTEM ITALIA srl TERMOSISTEMI srl Al Sig. Giudice R., C/

Dettagli

TRIBUNALE DI FORLI Sezione Fallimentare

TRIBUNALE DI FORLI Sezione Fallimentare TRIBUNALE DI FORLI Sezione Fallimentare Ill mo. Sig. Giudice delegato Dott. Alberto Pazzi Fallimento: SAN MARTINO S.R.L. Decreto del Tribunale di Forli' : Fall. 49/14 Curatore : Dott. Giancarlo Intilangelo

Dettagli

PERIZIA TECNICO ESTIMATIVA

PERIZIA TECNICO ESTIMATIVA PERIZIA TECNICO ESTIMATIVA RICHIEDENTE:COMUNE DI LARI - UFFICIO TECNICO; OGGETTO : SCUOLA MATERNA DI SAN RUFFINO. ALLEGATI: Estratto di Mappa; Visure Catastali NCT e NCEU; Planimetria indicativa dell immobile.

Dettagli

Arch. Mirco Carlin Padova - via dei Rogati, 34 - tel. fax TRIBUNALE ORDINARIO DI PADOVA G.E. DR.

Arch. Mirco Carlin Padova - via dei Rogati, 34 - tel. fax TRIBUNALE ORDINARIO DI PADOVA G.E. DR. Arch. Mirco Carlin 35122 Padova - via dei Rogati, 34 - tel. fax 049 8762660 TRIBUNALE ORDINARIO DI PADOVA G.E. DR.SSA DANIELA BRUNI ESECUZIONE IMMOBILIARE N. 312/2008 (Prossima udienza: 07.07.2009) CREDITORE

Dettagli

TRIBUNALE CIVILE DI BOLOGNA GIUDICE DELL ESECUZIONE * * * PROCEDIMENTO DI ESECUZIONE IMMOBILIARE. Promosso da: Contro * * * PREMESSA

TRIBUNALE CIVILE DI BOLOGNA GIUDICE DELL ESECUZIONE * * * PROCEDIMENTO DI ESECUZIONE IMMOBILIARE. Promosso da: Contro * * * PREMESSA TRIBUNALE CIVILE DI BOLOGNA GIUDICE DELL ESECUZIONE * * * PROCEDIMENTO DI ESECUZIONE IMMOBILIARE Promosso da: N. 601/13 R.G.Es. Udienza 23.02.2015 Ore 09.50 CREDITORE PROCEDENTE (Avv. --- e Avv. ---) Contro

Dettagli

Consulenza Tecnica d Ufficio

Consulenza Tecnica d Ufficio TRIBUNALE DI BELLUNO Procedura di esecuzione immobiliare n 109/11 R.G. Esec. Oggetto: Consulenza Tecnica d Ufficio Giudice esecutore : dott. Federico Montalto C.T.U. : arch. Aldo Kratter Data giuramento

Dettagli

T R I B U N A L E D I C H I E T I

T R I B U N A L E D I C H I E T I T R I B U N A L E D I C H I E T I Procedimento di espropriazione immobiliare n 40/2012 Promosso da BANCA MONTE DEI PASCHI DI SIENA S.P.A. Contro ************* G.E.: Dott. Nicola Valletta RELAZIONE DI CONSULENZA

Dettagli

TRIBUNALE DI FORLI Sezione Fallimentare

TRIBUNALE DI FORLI Sezione Fallimentare TRIBUNALE DI FORLI Sezione Fallimentare Ill mo. Sig. Giudice delegato Dott. Alberto Pazzi Fallimento: SAN MARTINO S.R.L. Decreto del Tribunale di Forli' : Fall. 49/14 Curatore : Dott. Giancarlo Intilangelo

Dettagli

TRIBUNALE di BOLOGNA

TRIBUNALE di BOLOGNA TRIBUNALE di BOLOGNA PROCEDIMENTO di ESECUZIONE IMMOBILIARE n. 408-2013 LOTTO 2 DATI DI PIGNORAMENTO Con pignoramento immobiliare trascritto a Bologna in data 04.07.2013 all art.17435 reg. part., è stata

Dettagli

TRIBUNALE CIVILE DI TREVISO SEZIONE DEI FALLIMENTI FALLIMENTO N. 231/2009 DI "COSTRUZIONI PASCAL 3 S.R.L." GIUDICE DELEGATO DOTT.

TRIBUNALE CIVILE DI TREVISO SEZIONE DEI FALLIMENTI FALLIMENTO N. 231/2009 DI COSTRUZIONI PASCAL 3 S.R.L. GIUDICE DELEGATO DOTT. TRIBUNALE CIVILE DI TREVISO SEZIONE DEI FALLIMENTI FALLIMENTO N. 231/2009 DI "COSTRUZIONI PASCAL 3 S.R.L." GIUDICE DELEGATO DOTT. FRANCESCO PEDOJA CURATORE FALLIMENTARE DOTT. VITTORIO RACCAMARI ---===O===---

Dettagli

Ufficio Patrimonio RELAZIONE LOTTO 4 IMMOBILE IN VIA MARZOCCO N.44

Ufficio Patrimonio RELAZIONE LOTTO 4 IMMOBILE IN VIA MARZOCCO N.44 DIREZIONE FINANZE E PATRIMONIO SERVIZIO GESTIONE PATRIMONIO Ufficio Patrimonio Dirigente: Avv. Massimo Dalle Luche Funzionario Delegato: Ing. Alessandra Mazzei RELAZIONE LOTTO 4 IMMOBILE IN VIA MARZOCCO

Dettagli

Tribunale di Napoli Procedimento n 1701/2007 R.G.E., promosso da Italfondiario Spa contro omissis Relazione alla Consulenza Tecnica d Ufficio

Tribunale di Napoli Procedimento n 1701/2007 R.G.E., promosso da Italfondiario Spa contro omissis Relazione alla Consulenza Tecnica d Ufficio TRIBUNALE DI NAPOLI 5 Sezione Civile Reparto Esecuzione Immobiliari Tribunale di Napoli Procedimento n 1701/2007 R.G.E., promosso da Italfondiario Spa contro omissis Relazione alla Consulenza Tecnica d

Dettagli

COMUNE DI CHIOGGIA (VE) Via Orti Ovest n Chioggia (VE) Appartamento censito N.C.E.U. fg 38 mappale 1603 sub 5, pertinenze sub 10

COMUNE DI CHIOGGIA (VE) Via Orti Ovest n Chioggia (VE) Appartamento censito N.C.E.U. fg 38 mappale 1603 sub 5, pertinenze sub 10 LOTTO UNICO COMUNE DI CHIOGGIA (VE) Via Orti Ovest n. 59 - Chioggia (VE) Appartamento censito N.C.E.U. fg 38 mappale 1603 sub 5, pertinenze sub 10 SCHEDA DESCRITTIVA Immagine da satellite foto ingresso

Dettagli

TRIBUNALE DI TREVISO. Sezione Esecuzioni Immobiliari RELAZIONE DEL C.T.U. Il sottoscritto ing. Giorgio Basso, con studio in Corso Mazzini, 109 a

TRIBUNALE DI TREVISO. Sezione Esecuzioni Immobiliari RELAZIONE DEL C.T.U. Il sottoscritto ing. Giorgio Basso, con studio in Corso Mazzini, 109 a TRIBUNALE DI TREVISO Sezione Esecuzioni Immobiliari RELAZIONE DEL C.T.U. Nella esecuzione promossa da TERMOIDRAULICA GAZZOLA & BISCARO S.n.c. CONTRO [omissis] ESECUZIONE N. 477/2008 Al G.E. dott. Antonello

Dettagli

TRIBUNALE DI MARSALA

TRIBUNALE DI MARSALA TRIBUNALE DI MARSALA CONCORDATO PREVENTIVO SICILCOSTRUZIONI SOC.COOP. N.2/2011 R.C.P. ========================= CONSULENZA TECNICA D'UFFICIO ========================= Il sottoscritto, Dott. Ing. Roberto

Dettagli

LOTTO n. 16 San Polo 1491

LOTTO n. 16 San Polo 1491 LOTTO n. 16 San Polo 1491 Prezzo base della trattativa privata: Euro 347.400,00 Ubicazione Planimetria Stato dell immobile Caratteristiche estrinseche: Trattasi di fabbricato, esternamente in stato manutentivo

Dettagli

REGIONE SICILIA COMUNE DI BELPASSO. Provincia di Catania PERIZIA GIURATA. sostitutiva di concessione edilizia in sanatoria

REGIONE SICILIA COMUNE DI BELPASSO. Provincia di Catania PERIZIA GIURATA. sostitutiva di concessione edilizia in sanatoria REGIONE SICILIA COMUNE DI BELPASSO Provincia di Catania PERIZIA GIURATA sostitutiva di concessione edilizia in sanatoria ai sensi dell art.17 comma 1 della L.R. 16 aprile 2003, n. 4 e ss.mm. ed ii. ***********

Dettagli

TRIBUNALE CIVILE DI BOLOGNA * * * Promosso da: ****************************************************************** contro

TRIBUNALE CIVILE DI BOLOGNA * * * Promosso da: ****************************************************************** contro STUDIO TECNICO ASSOCIATO ARCH. GIANNINI ING. PAONE Via Santo Stefano, 43-40125 BOLOGNA Tel. 051 261359 - Fax 051 261359 E-mail: gianninipaone@libero.it arch.danielagiannini@pec.it TRIBUNALE CIVILE DI BOLOGNA

Dettagli

TRIBUNALE CIVILE di BOLOGNA Avviso di vendita immobiliare DELEGATA

TRIBUNALE CIVILE di BOLOGNA Avviso di vendita immobiliare DELEGATA 03/09: AVVISO DI VENDITA DELEGATA A NOTAI N. 308/11 R.G.E. Su istanza di Omissis nei confronti di Omissis TRIBUNALE CIVILE di BOLOGNA Avviso di vendita immobiliare DELEGATA il Giudice dell Esecuzione ha

Dettagli

TRIBUNALE DI GENOVA. SEZIONE Esecuzioni Immobiliari. Procedura Esecutiva. promossa da

TRIBUNALE DI GENOVA. SEZIONE Esecuzioni Immobiliari. Procedura Esecutiva. promossa da R.G. 35/13 TRIBUNALE DI GENOVA SEZIONE Esecuzioni Immobiliari Procedura Esecutiva promossa da BANCA NAZIONALE DEL LAVORO S.p.A Contro CAPOLUNGO S.a.S di Gabriella Galleni & C. MEMORIA TECNICA di STIMA

Dettagli

COMUNE DI SAN BENEDETTO PO

COMUNE DI SAN BENEDETTO PO COMUNE DI SAN BENEDETTO PO PROVINCIA DI MANTOVA Via E. Ferri n.79 - CAP. 46027 - P.IVA 00272230202 - Tel 0376/623011 - Fax 0376/623021 - PEC protocollo.sanbenedetto@legalmailpa.it PERIZIA TECNICO ESTIMATIVA

Dettagli

T R A INTESA GESTIONE CREDITI S.P.A.

T R A INTESA GESTIONE CREDITI S.P.A. TRIBUNALE DI PALMI C.T.U. NELLA PROCEDURA N. 43/87 R.G. ESECUZIONI T R A INTESA GESTIONE CREDITI S.P.A., esecutante, rappresentata dal procuratore legale Avv. Ugo Lo Cicero, C O N T R O ********** esecutati,

Dettagli

TRIBUNALE DI PALERMO SEZIONE IV CIVILE - ESECUZIONI IMMOBILIARI. R.Es. 316/2005. G.Es. Dott. Raffaella Vacca RELAZIONE DI CONSULENZA TECNICA D UFFICIO

TRIBUNALE DI PALERMO SEZIONE IV CIVILE - ESECUZIONI IMMOBILIARI. R.Es. 316/2005. G.Es. Dott. Raffaella Vacca RELAZIONE DI CONSULENZA TECNICA D UFFICIO TRIBUNALE DI PALERMO SEZIONE IV CIVILE - ESECUZIONI IMMOBILIARI R.Es. 316/2005 G.Es. Dott. Raffaella Vacca RELAZIONE DI CONSULENZA TECNICA D UFFICIO NELLA ESECUZIONE IMMOBILIARE promossa da BANCA NAZIONALE

Dettagli

TRIBUNALE DI TERNI AVVISO DI VENIDTA. Visto il provvedimento di nomina a custode giudiziario dell immobile

TRIBUNALE DI TERNI AVVISO DI VENIDTA. Visto il provvedimento di nomina a custode giudiziario dell immobile Procedura N. 62/12 R.G.E. TRIBUNALE DI TERNI AVVISO DI VENIDTA Il custode giudiziario dell immobile pignorato nella procedura esecutiva promossa da CANCELLIERI CARBURANTI S.R.L. Visto il provvedimento

Dettagli

4. PERIZIA TECNICO ESTIMATIVA. Immobili in Comune di Forlì, località Carpinello Via Del Bosco n 6/I

4. PERIZIA TECNICO ESTIMATIVA. Immobili in Comune di Forlì, località Carpinello Via Del Bosco n 6/I 1 4. PERIZIA TECNICO ESTIMATIVA Immobili in Comune di Forlì, località Carpinello Via Del Bosco n 6/I 2 PERIZIA ESTIMATIVA Il sottoscritto Arch. Umberto Lizza su incarico del Tribunale di Forlì, di redigere

Dettagli

* * * Promosso da: contro * * * Con atto di pignoramento immobiliare trascritto in -, contro - e - è stata * * * LOTTO UNICO

* * * Promosso da: contro * * * Con atto di pignoramento immobiliare trascritto in -, contro - e - è stata * * * LOTTO UNICO TRIBUNALE CIVILE DI BOLOGNA GIUDICE DELL ESECUZIONE DR. MAURIZIO ATZORI PROCEDIMENTO DI ESECUZIONE IMMOBILIARE Promosso da: N. 577/13 R.G. ESEC. Udienza - 19/10/2015 contro Ore 10:00 - - LOTTO UNICO DATI

Dettagli

STIMA DEL CANONE DI LOCAZIONE PIÙ PROBABILE

STIMA DEL CANONE DI LOCAZIONE PIÙ PROBABILE ISTITUTO NAZIONALE PER L ASSICURAZIONE CONTRO GLI INFORTUNI SUL LAVORO Consulenza Tecnica per l Edilizia Regionale ANCONA FERMO VIA O. RESPIGHI N. 10 STIMA DEL CANONE DI LOCAZIONE PIÙ PROBABILE Ancona

Dettagli

TRIBUNALE ORDINARIO DI CHIETI SEZIONE CIVILE ESPROPRIAZIONI IMMOBILIARI GIUDICE DELL ESECUZIONE : DOTT. NICOLA VALLETTA

TRIBUNALE ORDINARIO DI CHIETI SEZIONE CIVILE ESPROPRIAZIONI IMMOBILIARI GIUDICE DELL ESECUZIONE : DOTT. NICOLA VALLETTA TRIBUNALE ORDINARIO DI CHIETI SEZIONE CIVILE ESPROPRIAZIONI IMMOBILIARI GIUDICE DELL ESECUZIONE : DOTT. NICOLA VALLETTA PROCEDIMENTO ESECUTIVO IMMOBILIARE N 154/2010 PROMOSSO DA: SOC. GESTIONE CREDITI

Dettagli

LOTTO C CALOLZIOCORTE, VIA F.LLI CALVI

LOTTO C CALOLZIOCORTE, VIA F.LLI CALVI LOTTO C CALOLZIOCORTE, VIA F.LLI CALVI UBICAZIONE DELL IMMOBILE L immobile oggetto di stima si colloca nel Comune di Calolziocorte (LC), uno dei principali centri urbani satellite rispetto al Comune di

Dettagli

PERIZIA ESTIMATIVA Fallimento n. 09/13

PERIZIA ESTIMATIVA Fallimento n. 09/13 PERIZIA ESTIMATIVA Fallimento n. 09/13 OGGETTO: Unità Immobiliare destinata a opificio DATI CATASTALI: Foglio n. 101 Particella n. 269 subalterno n. 3 LOCALITA : Località Ischieta, SNC Sassoferrato (AN)

Dettagli

Aggiornamento stima del valore degli immobili siti in Via Galati 48 e 56 *** ***

Aggiornamento stima del valore degli immobili siti in Via Galati 48 e 56 *** *** TRIBUNALE DI ROMA Sezione Fallimentare Giudice Delegato : Dott. Umberto Gentili Curatore : Prof. Avv. Emmanuele Francesco Maria Emanuele Fallimento xxxxxxxxxxxx S.p.A. N. 1218/04 Aggiornamento stima del

Dettagli

L Esperto estimatore L esperto che attraverso l adozione di principi, metodi e criteri formula giudizi di valore

L Esperto estimatore L esperto che attraverso l adozione di principi, metodi e criteri formula giudizi di valore LINEE GUIDA E CRITICITA Le doti necessarie: L esperto che attraverso l adozione di principi, metodi e criteri formula giudizi di valore Passione; Capacità di sintesi e di scrittura; Senso di giustizia

Dettagli

PERIZIA ESTIMATIVA INERENTE IL PIU PROBABILE VALORE DI MERCATO DI UN ALLOGGIO RESIDENZIALE DI PROPRIETA COMUNALE SITO NEL

PERIZIA ESTIMATIVA INERENTE IL PIU PROBABILE VALORE DI MERCATO DI UN ALLOGGIO RESIDENZIALE DI PROPRIETA COMUNALE SITO NEL PERIZIA ESTIMATIVA INERENTE IL PIU PROBABILE VALORE DI MERCATO DI UN ALLOGGIO RESIDENZIALE DI PROPRIETA COMUNALE SITO NEL COMUNE DI CERESARA IN VIA TEZZE N. 9/6 * * * * * PROPRIETA DELL IMMOBILE: COMUNE

Dettagli

PROCESSO ESECUTIVO 291/2012 R.G.E. CHE BANCA!SPA c/o Esposito Antonio

PROCESSO ESECUTIVO 291/2012 R.G.E. CHE BANCA!SPA c/o Esposito Antonio Patrizia Lanni ingegnere TRIBUNALE ORDINARIO DI BENEVENTO PROCESSO ESECUTIVO 291/2012 R.G.E. CHE BANCA!SPA c/o Esposito Antonio PERIZIA ESTIMATIVA P.zza San Donato 5, 82100 Benevento tel. 08241730792 fax.

Dettagli

1. INQUADRAMENTO TERRITORIALE

1. INQUADRAMENTO TERRITORIALE DIREZIONE GESTIONE RISORSE SEZIONE GESTIONE PATRIMONIO OGGETTO: SCHEDA TECNICA APPARTAMENTO MILANO DUE Segrate, 2 Settembre 2016 1. INQUADRAMENTO TERRITORIALE (LOCALIZZAZIONE E DESTINAZIONE URBANISTICA);

Dettagli

TRIBUNALE ORDINARIO DI BENEVENTO SEZIONE ESPROPRIAZIONE IMMOBILIARE

TRIBUNALE ORDINARIO DI BENEVENTO SEZIONE ESPROPRIAZIONE IMMOBILIARE TRIBUNALE ORDINARIO DI BENEVENTO SEZIONE ESPROPRIAZIONE IMMOBILIARE CONSULENZA TECNICA D UFFICIO PER VALUTAZIONE DI IM- MOBILE PROCEDIMENTO DI ESPROPRIAZIONE IMMOBILIARE FORZATA n 139/ 2002 R.G. Es VITELLI

Dettagli

TRIBUNALE ORDINARIO DI BENEVENTO

TRIBUNALE ORDINARIO DI BENEVENTO TRIBUNALE ORDINARIO DI BENEVENTO PROCESSO ESECUTIVO 302/09 Creditore ASPRA FINANCE Debitore ***************** PERIZIA TECNICO - ESTIMATIVA Affidamento Incarico. La sottoscritta arch. Eva Parente, iscritta

Dettagli

TRIBUNALE DI FORLI Sezione Fallimentare

TRIBUNALE DI FORLI Sezione Fallimentare TRIBUNALE DI FORLI Sezione Fallimentare Ill mo. Sig. Giudice delegato Dott. Alberto Pazzi Fallimento: SAN MARTINO S.R.L. Decreto del Tribunale di Forli' : Fall. 49/14 Curatore : Dott. Giancarlo Intilangelo

Dettagli

Il Catasto Fabbricati La Planimetria Catastale

Il Catasto Fabbricati La Planimetria Catastale Il Catasto Fabbricati La Planimetria Catastale Introduzione Regole per la redazione di una Planimetria Catastale Rappresentazione dei vani, delle altezze e delle dipendenze di una unità immobiliare urbana

Dettagli

TRIBUNALE DI NAPOLI RELAZIONE DI PERIZIA TECNICA. DISPOSTA DALL ILL.MO G.E. Dr. Posteraro NELLA CAUSA

TRIBUNALE DI NAPOLI RELAZIONE DI PERIZIA TECNICA. DISPOSTA DALL ILL.MO G.E. Dr. Posteraro NELLA CAUSA TRIBUNALE DI NAPOLI V SEZIONE CIVILE REPARTO ESECUZIONI IMMOBILIARI RELAZIONE DI PERIZIA TECNICA DISPOSTA DALL ILL.MO G.E. Dr. Posteraro NELLA CAUSA Barklays Bank PLC contro OMISSIS (R.G.E. 1443/07) Lo

Dettagli

3. PERIZIA TECNICO ESTIMATIVA. Immobile in Comune di Granarolo dell Emilia Via Bruno Buozzi n 50

3. PERIZIA TECNICO ESTIMATIVA. Immobile in Comune di Granarolo dell Emilia Via Bruno Buozzi n 50 1 3. PERIZIA TECNICO ESTIMATIVA Immobile in Comune di Granarolo dell Emilia Via Bruno Buozzi n 50 2 PERIZIA ESTIMATIVA Il sottoscritto Arch. Umberto Lizza su incarico del Tribunale di Forlì, di redigere

Dettagli

TRIBUNALE DI TREVISO. Sezione Esecuzioni Immobiliari RELAZIONE DEL C.T.U. Il sottoscritto ing. Giorgio Basso, con studio in Corso Mazzini, 109/3 a

TRIBUNALE DI TREVISO. Sezione Esecuzioni Immobiliari RELAZIONE DEL C.T.U. Il sottoscritto ing. Giorgio Basso, con studio in Corso Mazzini, 109/3 a TRIBUNALE DI TREVISO Sezione Esecuzioni Immobiliari RELAZIONE DEL C.T.U. Nella esecuzione promossa da UNICREDIT S.p.A. CONTRO AFFANE SAID e EL BAGBAGUI GHIZLANE ESECUZIONE N. 329/2011 Al G.E. dott.ssa

Dettagli

TRIBUNALE DI FORLI' * * * N.21/2013

TRIBUNALE DI FORLI' * * * N.21/2013 TRIBUNALE DI FORLI' * * * CONCORDATO PREVENTIVO N.21/2013 SOCIETÀ SACCHETTI NELLO SRL LOTTO 7 PROPRIETÀ: SACCHETTI NELLO SRL con sede in Macerone di Cesena, via Cesenatico n.5390 CF: 0148420045 Quota di

Dettagli

TRIBUNALE CIVILE DI FORLI SEZIONE FALLIMENTARE ***

TRIBUNALE CIVILE DI FORLI SEZIONE FALLIMENTARE *** Concordato Preventivo R.G. n 05/2015 TRIBUNALE CIVILE DI FORLI SEZIONE FALLIMENTARE Giudice Delegato: Dott. Alberto Pazzi Commissario Giudiziale: Avv. Pierluigi Ranieri Concordato Preventivo R.G. n. 05/2015

Dettagli

TRIBUNALE DI PARMA SEZIONE ESECUZIONI RELAZIONE DI STIMA

TRIBUNALE DI PARMA SEZIONE ESECUZIONI RELAZIONE DI STIMA TRIBUNALE DI PARMA SEZIONE ESECUZIONI RELAZIONE DI STIMA ESECUZIONE IMMOBILIARE: N. 351/09 + 379/09 GIUDICE DOTT. SILVIA CAVALLARI ESECUTATO: IMMOBILIARE MONTE RUSSO SRL CREDITORE PROCEDENTE: SCALFONE

Dettagli

6.3 Piano Interrato Secondo

6.3 Piano Interrato Secondo 6.3 Piano Interrato Secondo Al piano interrato secondo trovano collocazione i locali destinati a deposito a servizio delle unità immobiliari di civile abitazioni, ai quali se ne aggiungono n.2 a disposizione

Dettagli

TRIBUNALE CIVILE DI FORLI SEZIONE FALLIMENTARE ***

TRIBUNALE CIVILE DI FORLI SEZIONE FALLIMENTARE *** Concordato Preventivo R.G. n 05/2015 TRIBUNALE CIVILE DI FORLI SEZIONE FALLIMENTARE Giudice Delegato: Dott. Alberto Pazzi Commissario Giudiziale: Avv. Pierluigi Ranieri Concordato Preventivo R.G. n. 05/2015

Dettagli

TRIBUNALE DI NOCERA INFERIORE (Sa) ********************* RELAZIONE DI CONSULENZA TECNICA D UFFICIO (INTEGRAZIONE)

TRIBUNALE DI NOCERA INFERIORE (Sa) ********************* RELAZIONE DI CONSULENZA TECNICA D UFFICIO (INTEGRAZIONE) TRIBUNALE DI NOCERA INFERIORE (Sa) OGGETTO : FALLIMENTO omissis N. 41/96 ********************* RELAZIONE DI CONSULENZA TECNICA D UFFICIO (INTEGRAZIONE) Ill.mo G.D. dr Giuseppe Fortunato 1. PREMESSA Con

Dettagli

Tribunale di Milano PROCEDURA FALLIMENTARE

Tribunale di Milano PROCEDURA FALLIMENTARE Tribunale di Milano PROCEDURA FALLIMENTARE Imi Progetti S.r.l. In Breve Imi S.r.l. In Liq.ne N Gen. Rep. 446/2016 Giudice Delegato: Dott.ssa AMINA SIMONETTI Curatore Fallimentare: Maria Grazia Ferrari

Dettagli

Onorevole Tribunale di Sondrio

Onorevole Tribunale di Sondrio Onorevole Tribunale di Sondrio Esecuzione Immobiliare n. 71/2007 R.E. Promossa da : S.n.c. Fratelli Del Giorgio creditore procedente con Avv. Franco Del Curto; Contro : G.E. : Dott. Antonio De Rosa Perito

Dettagli

TRIBUNALE DI ORVIETO UFFICIO ESECUZIONI IMMOBILIARI Esecuzione n. 9/10 G.E. dott. F. Bonato. Contro: (omissis) Promossa da: AQUILANTI S.P.A.

TRIBUNALE DI ORVIETO UFFICIO ESECUZIONI IMMOBILIARI Esecuzione n. 9/10 G.E. dott. F. Bonato. Contro: (omissis) Promossa da: AQUILANTI S.P.A. TRIBUNALE DI ORVIETO UFFICIO ESECUZIONI IMMOBILIARI Esecuzione n. 9/10 G.E. dott. F. Bonato Contro: (omissis) Promossa da: AQUILANTI S.P.A. RELAZIONE DI CONSULENZA TECNICA La sottoscritta Arch. Paola Achilli,

Dettagli

Tribunale di Terni PROCEDURA DI ESECUZIONE IMMOBILIARE

Tribunale di Terni PROCEDURA DI ESECUZIONE IMMOBILIARE Tribunale di Terni PROCEDURA DI ESECUZIONE IMMOBILIARE promossa da: Casse di Risparmio dell'umbria S.p.A.- CASSE DI RISPARMIO DELL'UMBRIA SPA contro:...omissis... N Gen. Rep. 326/2014 data udienza ex art.

Dettagli

TRIBUNALE di BOLOGNA

TRIBUNALE di BOLOGNA TRIBUNALE di BOLOGNA PROCEDIMENTO di ESECUZIONE IMMOBILIARE n. 408-2013 LOTTO 3 DATI DI PIGNORAMENTO Con pignoramento immobiliare trascritto a Bologna in data 04.07.2013 all art.17435 reg. part., è stata

Dettagli

TRIBUNALE CIVILE DI BOLOGNA GIUDICE DELL ESECUZIONE DR. MARCO D ORAZI PROCEDIMENTO DI ESECUZIONE IMMOBILIARE * * *

TRIBUNALE CIVILE DI BOLOGNA GIUDICE DELL ESECUZIONE DR. MARCO D ORAZI PROCEDIMENTO DI ESECUZIONE IMMOBILIARE * * * 1di8 TRIBUNALE CIVILE DI BOLOGNA GIUDICE DELL ESECUZIONE DR. MARCO D ORAZI PROCEDIMENTO DI ESECUZIONE IMMOBILIARE PROSPETTO RIEPILOGATIVO E IDENTIFICATIVO DELL IMMOBILE N.856/11 R.G. ESEC. Udienza 10-06-2013

Dettagli

TRIBUNALE DI BRESCIA SEZIONE FALLIMENTARE

TRIBUNALE DI BRESCIA SEZIONE FALLIMENTARE TRIBUNALE DI BRESCIA SEZIONE FALLIMENTARE ******** Fallimento N. 73/14 CAL SNC dei Fratelli Cazzago & C. Giudice Delegato Curatore Esperto Dott. Gustavo Nanni Dott.ssa Cristina Mazzoldi Arch. Simone Catano

Dettagli

TRIBUNALE CIVILE DI BOLOGNA GIUDICE DELL ESECUZIONE * * * PROCEDIMENTO DI ESECUZIONE IMMOBILIARE * * * PREMESSA

TRIBUNALE CIVILE DI BOLOGNA GIUDICE DELL ESECUZIONE * * * PROCEDIMENTO DI ESECUZIONE IMMOBILIARE * * * PREMESSA GEOMETRA CRISTIAN CESARI Via San Mamolo n. 67 40136 BOLOGNA (BO) Tel. 051-309075 - Fax 051 4291036 E-mail: geometra.cesari@libero.it TRIBUNALE CIVILE DI BOLOGNA GIUDICE DELL ESECUZIONE * * * PROCEDIMENTO

Dettagli

RELAZIONE INTEGRATIVA

RELAZIONE INTEGRATIVA TRIBUNALE di FOGGIA ARTICOLAZIONE TERRITORIALE DI LUCERA -------------------------- ESECUZIONE IMMOBILIARE NR. 43/05 R.G.E. -------------------------- RELAZIONE INTEGRATIVA G.I.: Dott.ssa F. MARI Il C.T.U.:

Dettagli