Cemento. dell Industria del. la Sostenibilità. L industria del cemento. L Iniziativa per. Executive Summary. Il WBCSD. Luglio 2002

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Cemento. dell Industria del. la Sostenibilità. L industria del cemento. L Iniziativa per. Executive Summary. Il WBCSD. Luglio 2002"

Transcript

1 Page c1 DEDICATED TO MAKING A DIFFERENCE L industria del cemento Il WBCSD I Greci e i Romani utilizzavano prodotti analoghi al cemento già 2000 anni or Il World Business Council for Sustainable Development (WBCSD) è un associazione sono, ma la storia del cemento moderno risale all'inizio del XIX secolo. Da allora di 160 aziende internazionali unite dal comune impegno per lo Sviluppo Sostenibile l'industria ha subito numerosi cambiamenti, ma il prodotto è rimasto sulla base di tre pilastri: crescita economica, equilibrio ecologico, progresso sociale. sostanzialmente inalterato. I nostri membri operano in più di 30 paesi e in oltre 20 settori industriali. Possiamo anche contare su una rete mondiale di 38 business council nazionali e regionali e organizzazioni partner che coinvolgono oltre operatori leader di mercato. Le principali caratteristiche della moderna industria del cemento Prodotto essenziale Il cemento è la componente primaria del calcestruzzo, che è il secondo materiale più utilizzato del pianeta. Processo ad alto assorbimento di capitali L industria del cemento fa un uso intensivo di capitali: il costo di un nuovo impianto produttivo può essere equivalente ai ricavi di circa 3 anni. I moderni impianti hanno una capacità produttiva che supera il milione di tonnellate all anno e possono durare per 50 anni. Processo ad alto assorbimento di energia Per produrre una tonnellata di cemento sono necessari da 60 a 130 chilogrammi di combustibile e 110 kwh di elettricità. Per maggiori informazioni sull Iniziativa per la Sostenibilità dell Industria del Cemento Bassa intensità di manodopera (Cement Sustainability Initiative) si può contattare il World Business Council for Le cementerie moderne sono altamente automatizzate. Per gestire un grande impianto sono sufficienti meno di 200 addetti. Sustainable Development a Ginevra all indirizzo Tutti i documenti del progetto sono disponibili sul sito web Imprese locali e imprese globali Il settore è investito da un processo globale di consolidamento. Tuttavia le grandi imprese internazionali detengono meno di un terzo del mercato mondiale, mentre sussistono tuttora parecchie piccole aziende a conduzione padronale. In alcuni paesi, come la Cina, le imprese sono di tipo pubblico. Un ruolo significativo nel dibattito sui cambiamenti climatici Copie a stampa dell Agenda for Action possono essere ordinate a: In breve Sul settore cemento Industria moderna nei paesi in via di sviluppo Gli impianti dislocati nei paesi in via di sviluppo, dove i siti produttivi si moltiplicano per effetto dell espansione industriale, possono essere più puliti e più efficienti di quelli nei paesi industrializzati, costruiti a volte 10, 20 o 30 anni or sono. Un prodotto pesante a basso costo A causa del peso, il trasporto via terra del cemento è costoso e generalmente limitato a un raggio di 300 km intorno all impianto. In termini di costo per tonnellata, può essere più conveniente trasportare oltre Atlantico un carico di tonnellate di cemento che trasportarlo su strada per 300 km. Stevenage, Hertfordshire SG1 4TP England Tel: di cemento Fax: è nella produzione di calcestruzzo, L'industria del cemento emette il 5% della quantità prodotta dall'uomo a livello mondiale di CO2, uno dei gas serra che più influiscono sui cambiamenti climatici. P.O. Box 119 circa 1,6 miliardi di tonnellate L impiego principale del cemento Cemento WBCSD c/o EARTHPRINT Nel 2000 sono state prodotte La nostra Agenda for Action Web: Executive Summary una miscela di sabbia, ghiaia, acqua e cemento la Sostenibilità dell Industria del Prodotto omogeneo Il cemento può essere considerato una commodity globale, che viene prodotto in migliaia di impianti nel mondo. Le varietà di cemento sono limitate e i prodotti dei diversi produttori sono in genere intercambiabili. L Iniziativa per Foto Combustione in forno per cemento: British Cement Association Un terzo della produzione mondiale Graphic design: Michael Martin L industria del cemento è attiva in Testi: Richard Aylard, Louise hawson e Graham Sprigg più di 150 paesi Stampa: Atar Roto Presse SA, Svizzera Sono circa nel mondo i Copyright World Business Council for Sustainable Development, luglio 2002 lavoratori direttamente impiegati nell industria del cemento Luglio 2002 annua di cemento è in Cina ISBN: Stampato in Inghilterra Nel 2000 l'industria del cemento ha prodotto ricavi per 97 miliardi di 4, chemin de Conches Tel: (41 22) dollari a livello mondiale CH Conches-Geneva Fax: (41 22) Internet: Switzerland

2 Page c4 L Agenda for Action Sintesi dell Agenda for Action Perché l industria del cemento ha bisogno di un Agenda per lo Sviluppo Sostenibile? Progetti congiunti Le dieci aziende che hanno dato vita all Iniziativa per la Sostenibilità dell Industria Iniziative delle singole aziende L Iniziativa per la Sostenibilità dell Industria del Cemento intende In un ottica di costante impegno nell adozione delle migliori dare vita a progetti comuni al fine di: pratiche e nell attuazione di interventi di innovazione per lo Sviluppo Sostenibile, le aziende concordano di: del Cemento hanno deciso di elaborare un Agenda for Action essenzialmente per tre motivi: Protezione del clima prepararsi ad un futuro più sostenibile utilizzando in modo più efficiente le risorse naturali e l energia e impegnandosi sui problemi del territorio nei mercati emergenti; Progetti comuni e iniziative delle singole aziende pubbliche e i meccanismi di mercato utili a ridurre le nella gestione aziendale, un impegno attivo nei confronti della società e l avvio sono previsti sia progetti comuni sia iniziative delle singole aziende. emissioni di CO2. di azioni in grado di perseguire cambiamenti positivi nel lungo termine; mercato grazie a: innovazioni di processo finalizzate a un uso più efficiente di risorse e di energia e a un contenimento di costi nel lungo termine; innovazioni di altri settori industriali in materia di riutilizzo di sottoprodotti e materiali di scarto nella produzione di cemento. In nt itia tiv e Ceme st a i n b ility a Sviluppo Sostenibile per le dieci spesso in collaborazione con gli stakeholder, su specifici temi quali, ad Initiative), lanciata nel 1999, rappresenta il contributo a favore dello Sviluppo possa dare un contributo significativo al cammino verso una società più sostenibile: un azienda potrebbe utilizzare le linee protezione del clima guida sviluppate congiuntamente per combustibili e materie prime raggiungere e documentare propri salute e sicurezza dei dipendenti obiettivi specifici. riduzione delle emissioni l Iniziativa e per il settore del programma di lavoro dell Iniziativa per la Sostenibilità dell Industria del Cemento per i vasto programma di ricerca e di consultazione di stakeholder, che si è concluso cemento nel suo complesso; prossimi cinque anni. La sesta area di intervento riguarda processi aziendali interni che nel marzo 2002 con la pubblicazione di uno studio indipendente intitolato Verso sono trasversali alle altre cinque: efficaci sistemi di gestione aziendale, relazioni con gli Le iniziative congiunte costituiscono un industria del cemento sostenibile, prodotto dal Battelle Memorial Institute. stakeholder e reporting. il nucleo centrale del programma di Il rapporto formula dieci raccomandazioni fondamentali per un'industria che insieme o autonomamente, per vuole proseguire lungo la strada dello Sviluppo Sostenibile: protezione del clima, Coinvolgimento di terzi in materia di sistemi, misurazioni e documentazioni promuovere uno scambio sistematico di informazioni su pubbliche. salute e sicurezza. Riduzione delle emissioni definire un protocollo di settore per la misurazione, il la documentazione sulle emissioni; utilizzato in tutti i siti produttivi e nelle relative cave. benessere della collettività, salvaguardia ambientale, sviluppo del territorio, può affrontare da sola questi problemi. Uno dei punti cardine dell Iniziativa per la Strategia, tempistica e modalità di integrazione dei principi di Sviluppo Sostenibile nel business, innovazione e Sostenibilità dell Industria del Cemento è quindi il coinvolgimento di soggetti terzi in documentazione varieranno da azienda Cairo, Washington, Bruxelles e Pechino, allo scopo di conoscere le loro aspettative esterni. e valutarne le implicazioni per il futuro dell industria del cemento. mettere a punto le linee guida di un processo di and Social Impact Assessment - ESIA) che possa poi essere Sviluppo Sostenibile; coinvolgimento di stakeholder valutazione di impatto ambientale e sociale (Environmental i progetti legati agli impegni assunti. serie di incontri con diversi stakeholder a Curitiba (Brasile), Bangkok, Lisbona, Il studiare metodi per la registrazione delle performance a azienda, in base alle specificità dei per la definizione di linee guida e di protocolli di settore, da realizzare con il diversi sistemi aziendali e dei singoli dell industria cementiera, che preveda lo sviluppo e l utilizzo contesti socio-culturali. Naturalmente di appositi indicatori di performance; invitiamo altre aziende del cemento a unirsi a noi. le aziende restano responsabili della conformità di qualunque loro iniziativa alle normative locali. adottare le linee guida ESIA e sviluppare strumenti capaci di integrarle nei processi decisionali; definire piani di ripristino di cave e impianti e comunicarli agli stakeholder locali entro il Processi aziendali tutti gli aspetti del progetto. L Agenda for Action prevede molti progetti congiunti ONG e i rappresentanti delle amministrazioni. L Iniziativa è un processo aperto e noi stabilire obiettivi di riduzione delle emissioni relative ai vari Impatto sulla comunità locale la responsabilità di portare a compimento L esperienza fin qui acquisita mostra chiaramente che l industria del cemento non coinvolgimento delle diverse parti interessate quali le associazioni di categoria, le mettere a disposizione degli stakeholder i dati sulle emissioni entro il 2006; lavoro, ma resta poi alle singole società produttività delle risorse, riduzione delle emissioni, benessere dei lavoratori, Contemporaneamente alla realizzazione di questo studio è stata organizzata una applicare il protocollo per la misurazione, il monitoraggio e materiali e rendere pubblici i risultati. accelerare il cammino verso lo cooperazione industriale. seguire le indicazioni della Task Force Salute e Sicurezza (progetto già avviato); processi aziendali individuale costituire un riferimento per il mettere a punto una Task Force Salute e Sicurezza soluzioni per rilevare più tempestivamente le emissioni di Queste sei aree costituiscono la base dell Agenda for Action, che stabilisce il del settore; impatto sulla comunità locale Negli ultimi tre anni l Iniziativa per la Sostenibilità ha curato l elaborazione di un coinvolgimento di altre aziende materie prime. sostanze come diossine e composti organici volatili (VOC). che le aziende possono intraprendere, seguire le linee guida stabilite per l utilizzo di combustibili e Salute e sicurezza dei dipendenti monitoraggio e la documentazione delle emissioni e trovare aziende che hanno sottoscritto costituire un riferimento per il di combustibili e materie prime convenzionali e alternativi. Attività comuni, responsabilità individuare e promuovere le azioni formulare una serie di linee guida per un uso responsabile implementate dalle singole aziende in di una visione globale; ad esempio Le iniziative singole saranno invece Cemento hanno individuato sei aree chiave nelle quali ritengono che l Iniziativa Verso un industria del cemento sostenibile Il programma di ricerca utilizzare gli strumenti previsti dal protocollo CO2 per definire e rendere pubbliche le proprie soglie di riferimento per le emissioni; mettere a punto una strategia per mitigare il cambiamento climatico, renderne pubblici gli obiettivi e gli sviluppi entro il 2006; produrre un rapporto annuale sulle emissioni di CO2 in linea con il protocollo d intesa. Combustibili e materie prime esempio, la definizione di linee guida. L Iniziativa per la Sostenibilità dell Industria del Cemento (Cement Sustainability L Iniziativa si propone di: valutare le implicazioni dello diverse aziende, in modo volontario e maniera indipendente, pur sulla base Business Council for Sustainable Development (WBCSD). I progetti comuni coinvolgeranno le Le aziende che hanno aderito all Iniziativa per la Sostenibilità dell Industria del Sostenibile di dieci fra le maggiori aziende del settore, in collaborazione con il World (WRI) e altre organizzazioni per studiare le politiche Per ciascuna delle sei aree d intervento prodotto e di servizio per la riduzione degli impatti ambientali; collaborazione con Su lavorare con il WBCSD, il World Resources Institute della propria attività in tutto il mondo attraverso una maggiore trasparenza comprendere e sviluppare, a livello di singole aziende, nuove opportunità di dell Industria del Cemento Definire un protocollo di settore per l anidride carbonica (CO2) (progetto già avviato); rispondere alle aspettative degli stakeholder per poter assicurare lo sviluppo L Iniziativa per la Sostenibilità pubblicare fra 5 anni un rapporto finale sul lavoro svolto e integrare i programmi di Sviluppo Sostenibile nei sistemi esistenti di gestione, monitoraggio e documentazione; fra 3 anni un primo rapporto preliminare. pubblicare una dichiarazione sui principi etici entro il 2006; stabilire un dialogo continuo con gli stakeholder per comprendere e indirizzare le loro aspettative; rendere noto lo stato di avanzamento delle iniziative di confronto e coinvolgimento rivolte agli stakeholder; mettere a punto sistemi di gestione ambientale certificati e verificabili per tutti gli impianti. The Siam Cement Group Messico Portogallo Germania Svizzera Italia Francia Regno Unito Tailandia Giappone Brasile

3 Page c4 L Agenda for Action Sintesi dell Agenda for Action Perché l industria del cemento ha bisogno di un Agenda per lo Sviluppo Sostenibile? Progetti congiunti Le dieci aziende che hanno dato vita all Iniziativa per la Sostenibilità dell Industria Iniziative delle singole aziende L Iniziativa per la Sostenibilità dell Industria del Cemento intende In un ottica di costante impegno nell adozione delle migliori dare vita a progetti comuni al fine di: pratiche e nell attuazione di interventi di innovazione per lo Sviluppo Sostenibile, le aziende concordano di: del Cemento hanno deciso di elaborare un Agenda for Action essenzialmente per tre motivi: Protezione del clima prepararsi ad un futuro più sostenibile utilizzando in modo più efficiente le risorse naturali e l energia e impegnandosi sui problemi del territorio nei mercati emergenti; Progetti comuni e iniziative delle singole aziende pubbliche e i meccanismi di mercato utili a ridurre le nella gestione aziendale, un impegno attivo nei confronti della società e l avvio sono previsti sia progetti comuni sia iniziative delle singole aziende. emissioni di CO2. di azioni in grado di perseguire cambiamenti positivi nel lungo termine; mercato grazie a: innovazioni di processo finalizzate a un uso più efficiente di risorse e di energia e a un contenimento di costi nel lungo termine; innovazioni di altri settori industriali in materia di riutilizzo di sottoprodotti e materiali di scarto nella produzione di cemento. In nt itia tiv e Ceme st a i n b ility a Sviluppo Sostenibile per le dieci spesso in collaborazione con gli stakeholder, su specifici temi quali, ad Initiative), lanciata nel 1999, rappresenta il contributo a favore dello Sviluppo possa dare un contributo significativo al cammino verso una società più sostenibile: un azienda potrebbe utilizzare le linee protezione del clima guida sviluppate congiuntamente per combustibili e materie prime raggiungere e documentare propri salute e sicurezza dei dipendenti obiettivi specifici. riduzione delle emissioni l Iniziativa e per il settore del programma di lavoro dell Iniziativa per la Sostenibilità dell Industria del Cemento per i vasto programma di ricerca e di consultazione di stakeholder, che si è concluso cemento nel suo complesso; prossimi cinque anni. La sesta area di intervento riguarda processi aziendali interni che nel marzo 2002 con la pubblicazione di uno studio indipendente intitolato Verso sono trasversali alle altre cinque: efficaci sistemi di gestione aziendale, relazioni con gli Le iniziative congiunte costituiscono un industria del cemento sostenibile, prodotto dal Battelle Memorial Institute. stakeholder e reporting. il nucleo centrale del programma di Il rapporto formula dieci raccomandazioni fondamentali per un'industria che insieme o autonomamente, per vuole proseguire lungo la strada dello Sviluppo Sostenibile: protezione del clima, Coinvolgimento di terzi in materia di sistemi, misurazioni e documentazioni promuovere uno scambio sistematico di informazioni su pubbliche. salute e sicurezza. Riduzione delle emissioni definire un protocollo di settore per la misurazione, il la documentazione sulle emissioni; utilizzato in tutti i siti produttivi e nelle relative cave. benessere della collettività, salvaguardia ambientale, sviluppo del territorio, può affrontare da sola questi problemi. Uno dei punti cardine dell Iniziativa per la Strategia, tempistica e modalità di integrazione dei principi di Sviluppo Sostenibile nel business, innovazione e Sostenibilità dell Industria del Cemento è quindi il coinvolgimento di soggetti terzi in documentazione varieranno da azienda Cairo, Washington, Bruxelles e Pechino, allo scopo di conoscere le loro aspettative esterni. e valutarne le implicazioni per il futuro dell industria del cemento. mettere a punto le linee guida di un processo di and Social Impact Assessment - ESIA) che possa poi essere Sviluppo Sostenibile; coinvolgimento di stakeholder valutazione di impatto ambientale e sociale (Environmental i progetti legati agli impegni assunti. serie di incontri con diversi stakeholder a Curitiba (Brasile), Bangkok, Lisbona, Il studiare metodi per la registrazione delle performance a azienda, in base alle specificità dei per la definizione di linee guida e di protocolli di settore, da realizzare con il diversi sistemi aziendali e dei singoli dell industria cementiera, che preveda lo sviluppo e l utilizzo contesti socio-culturali. Naturalmente di appositi indicatori di performance; invitiamo altre aziende del cemento a unirsi a noi. le aziende restano responsabili della conformità di qualunque loro iniziativa alle normative locali. adottare le linee guida ESIA e sviluppare strumenti capaci di integrarle nei processi decisionali; definire piani di ripristino di cave e impianti e comunicarli agli stakeholder locali entro il Processi aziendali tutti gli aspetti del progetto. L Agenda for Action prevede molti progetti congiunti ONG e i rappresentanti delle amministrazioni. L Iniziativa è un processo aperto e noi stabilire obiettivi di riduzione delle emissioni relative ai vari Impatto sulla comunità locale la responsabilità di portare a compimento L esperienza fin qui acquisita mostra chiaramente che l industria del cemento non coinvolgimento delle diverse parti interessate quali le associazioni di categoria, le mettere a disposizione degli stakeholder i dati sulle emissioni entro il 2006; lavoro, ma resta poi alle singole società produttività delle risorse, riduzione delle emissioni, benessere dei lavoratori, Contemporaneamente alla realizzazione di questo studio è stata organizzata una applicare il protocollo per la misurazione, il monitoraggio e materiali e rendere pubblici i risultati. accelerare il cammino verso lo cooperazione industriale. seguire le indicazioni della Task Force Salute e Sicurezza (progetto già avviato); processi aziendali individuale costituire un riferimento per il mettere a punto una Task Force Salute e Sicurezza soluzioni per rilevare più tempestivamente le emissioni di Queste sei aree costituiscono la base dell Agenda for Action, che stabilisce il del settore; impatto sulla comunità locale Negli ultimi tre anni l Iniziativa per la Sostenibilità ha curato l elaborazione di un coinvolgimento di altre aziende materie prime. sostanze come diossine e composti organici volatili (VOC). che le aziende possono intraprendere, seguire le linee guida stabilite per l utilizzo di combustibili e Salute e sicurezza dei dipendenti monitoraggio e la documentazione delle emissioni e trovare aziende che hanno sottoscritto costituire un riferimento per il di combustibili e materie prime convenzionali e alternativi. Attività comuni, responsabilità individuare e promuovere le azioni formulare una serie di linee guida per un uso responsabile implementate dalle singole aziende in di una visione globale; ad esempio Le iniziative singole saranno invece Cemento hanno individuato sei aree chiave nelle quali ritengono che l Iniziativa Verso un industria del cemento sostenibile Il programma di ricerca utilizzare gli strumenti previsti dal protocollo CO2 per definire e rendere pubbliche le proprie soglie di riferimento per le emissioni; mettere a punto una strategia per mitigare il cambiamento climatico, renderne pubblici gli obiettivi e gli sviluppi entro il 2006; produrre un rapporto annuale sulle emissioni di CO2 in linea con il protocollo d intesa. Combustibili e materie prime esempio, la definizione di linee guida. L Iniziativa per la Sostenibilità dell Industria del Cemento (Cement Sustainability L Iniziativa si propone di: valutare le implicazioni dello diverse aziende, in modo volontario e maniera indipendente, pur sulla base Business Council for Sustainable Development (WBCSD). I progetti comuni coinvolgeranno le Le aziende che hanno aderito all Iniziativa per la Sostenibilità dell Industria del Sostenibile di dieci fra le maggiori aziende del settore, in collaborazione con il World (WRI) e altre organizzazioni per studiare le politiche Per ciascuna delle sei aree d intervento prodotto e di servizio per la riduzione degli impatti ambientali; collaborazione con Su lavorare con il WBCSD, il World Resources Institute della propria attività in tutto il mondo attraverso una maggiore trasparenza comprendere e sviluppare, a livello di singole aziende, nuove opportunità di dell Industria del Cemento Definire un protocollo di settore per l anidride carbonica (CO2) (progetto già avviato); rispondere alle aspettative degli stakeholder per poter assicurare lo sviluppo L Iniziativa per la Sostenibilità pubblicare fra 5 anni un rapporto finale sul lavoro svolto e integrare i programmi di Sviluppo Sostenibile nei sistemi esistenti di gestione, monitoraggio e documentazione; fra 3 anni un primo rapporto preliminare. pubblicare una dichiarazione sui principi etici entro il 2006; stabilire un dialogo continuo con gli stakeholder per comprendere e indirizzare le loro aspettative; rendere noto lo stato di avanzamento delle iniziative di confronto e coinvolgimento rivolte agli stakeholder; mettere a punto sistemi di gestione ambientale certificati e verificabili per tutti gli impianti. The Siam Cement Group Messico Portogallo Germania Svizzera Italia Francia Regno Unito Tailandia Giappone Brasile

4 Page c4 L Agenda for Action Sintesi dell Agenda for Action Perché l industria del cemento ha bisogno di un Agenda per lo Sviluppo Sostenibile? Progetti congiunti Le dieci aziende che hanno dato vita all Iniziativa per la Sostenibilità dell Industria Iniziative delle singole aziende L Iniziativa per la Sostenibilità dell Industria del Cemento intende In un ottica di costante impegno nell adozione delle migliori dare vita a progetti comuni al fine di: pratiche e nell attuazione di interventi di innovazione per lo Sviluppo Sostenibile, le aziende concordano di: del Cemento hanno deciso di elaborare un Agenda for Action essenzialmente per tre motivi: Protezione del clima prepararsi ad un futuro più sostenibile utilizzando in modo più efficiente le risorse naturali e l energia e impegnandosi sui problemi del territorio nei mercati emergenti; Progetti comuni e iniziative delle singole aziende pubbliche e i meccanismi di mercato utili a ridurre le nella gestione aziendale, un impegno attivo nei confronti della società e l avvio sono previsti sia progetti comuni sia iniziative delle singole aziende. emissioni di CO2. di azioni in grado di perseguire cambiamenti positivi nel lungo termine; mercato grazie a: innovazioni di processo finalizzate a un uso più efficiente di risorse e di energia e a un contenimento di costi nel lungo termine; innovazioni di altri settori industriali in materia di riutilizzo di sottoprodotti e materiali di scarto nella produzione di cemento. In nt itia tiv e Ceme st a i n b ility a Sviluppo Sostenibile per le dieci spesso in collaborazione con gli stakeholder, su specifici temi quali, ad Initiative), lanciata nel 1999, rappresenta il contributo a favore dello Sviluppo possa dare un contributo significativo al cammino verso una società più sostenibile: un azienda potrebbe utilizzare le linee protezione del clima guida sviluppate congiuntamente per combustibili e materie prime raggiungere e documentare propri salute e sicurezza dei dipendenti obiettivi specifici. riduzione delle emissioni l Iniziativa e per il settore del programma di lavoro dell Iniziativa per la Sostenibilità dell Industria del Cemento per i vasto programma di ricerca e di consultazione di stakeholder, che si è concluso cemento nel suo complesso; prossimi cinque anni. La sesta area di intervento riguarda processi aziendali interni che nel marzo 2002 con la pubblicazione di uno studio indipendente intitolato Verso sono trasversali alle altre cinque: efficaci sistemi di gestione aziendale, relazioni con gli Le iniziative congiunte costituiscono un industria del cemento sostenibile, prodotto dal Battelle Memorial Institute. stakeholder e reporting. il nucleo centrale del programma di Il rapporto formula dieci raccomandazioni fondamentali per un'industria che insieme o autonomamente, per vuole proseguire lungo la strada dello Sviluppo Sostenibile: protezione del clima, Coinvolgimento di terzi in materia di sistemi, misurazioni e documentazioni promuovere uno scambio sistematico di informazioni su pubbliche. salute e sicurezza. Riduzione delle emissioni definire un protocollo di settore per la misurazione, il la documentazione sulle emissioni; utilizzato in tutti i siti produttivi e nelle relative cave. benessere della collettività, salvaguardia ambientale, sviluppo del territorio, può affrontare da sola questi problemi. Uno dei punti cardine dell Iniziativa per la Strategia, tempistica e modalità di integrazione dei principi di Sviluppo Sostenibile nel business, innovazione e Sostenibilità dell Industria del Cemento è quindi il coinvolgimento di soggetti terzi in documentazione varieranno da azienda Cairo, Washington, Bruxelles e Pechino, allo scopo di conoscere le loro aspettative esterni. e valutarne le implicazioni per il futuro dell industria del cemento. mettere a punto le linee guida di un processo di and Social Impact Assessment - ESIA) che possa poi essere Sviluppo Sostenibile; coinvolgimento di stakeholder valutazione di impatto ambientale e sociale (Environmental i progetti legati agli impegni assunti. serie di incontri con diversi stakeholder a Curitiba (Brasile), Bangkok, Lisbona, Il studiare metodi per la registrazione delle performance a azienda, in base alle specificità dei per la definizione di linee guida e di protocolli di settore, da realizzare con il diversi sistemi aziendali e dei singoli dell industria cementiera, che preveda lo sviluppo e l utilizzo contesti socio-culturali. Naturalmente di appositi indicatori di performance; invitiamo altre aziende del cemento a unirsi a noi. le aziende restano responsabili della conformità di qualunque loro iniziativa alle normative locali. adottare le linee guida ESIA e sviluppare strumenti capaci di integrarle nei processi decisionali; definire piani di ripristino di cave e impianti e comunicarli agli stakeholder locali entro il Processi aziendali tutti gli aspetti del progetto. L Agenda for Action prevede molti progetti congiunti ONG e i rappresentanti delle amministrazioni. L Iniziativa è un processo aperto e noi stabilire obiettivi di riduzione delle emissioni relative ai vari Impatto sulla comunità locale la responsabilità di portare a compimento L esperienza fin qui acquisita mostra chiaramente che l industria del cemento non coinvolgimento delle diverse parti interessate quali le associazioni di categoria, le mettere a disposizione degli stakeholder i dati sulle emissioni entro il 2006; lavoro, ma resta poi alle singole società produttività delle risorse, riduzione delle emissioni, benessere dei lavoratori, Contemporaneamente alla realizzazione di questo studio è stata organizzata una applicare il protocollo per la misurazione, il monitoraggio e materiali e rendere pubblici i risultati. accelerare il cammino verso lo cooperazione industriale. seguire le indicazioni della Task Force Salute e Sicurezza (progetto già avviato); processi aziendali individuale costituire un riferimento per il mettere a punto una Task Force Salute e Sicurezza soluzioni per rilevare più tempestivamente le emissioni di Queste sei aree costituiscono la base dell Agenda for Action, che stabilisce il del settore; impatto sulla comunità locale Negli ultimi tre anni l Iniziativa per la Sostenibilità ha curato l elaborazione di un coinvolgimento di altre aziende materie prime. sostanze come diossine e composti organici volatili (VOC). che le aziende possono intraprendere, seguire le linee guida stabilite per l utilizzo di combustibili e Salute e sicurezza dei dipendenti monitoraggio e la documentazione delle emissioni e trovare aziende che hanno sottoscritto costituire un riferimento per il di combustibili e materie prime convenzionali e alternativi. Attività comuni, responsabilità individuare e promuovere le azioni formulare una serie di linee guida per un uso responsabile implementate dalle singole aziende in di una visione globale; ad esempio Le iniziative singole saranno invece Cemento hanno individuato sei aree chiave nelle quali ritengono che l Iniziativa Verso un industria del cemento sostenibile Il programma di ricerca utilizzare gli strumenti previsti dal protocollo CO2 per definire e rendere pubbliche le proprie soglie di riferimento per le emissioni; mettere a punto una strategia per mitigare il cambiamento climatico, renderne pubblici gli obiettivi e gli sviluppi entro il 2006; produrre un rapporto annuale sulle emissioni di CO2 in linea con il protocollo d intesa. Combustibili e materie prime esempio, la definizione di linee guida. L Iniziativa per la Sostenibilità dell Industria del Cemento (Cement Sustainability L Iniziativa si propone di: valutare le implicazioni dello diverse aziende, in modo volontario e maniera indipendente, pur sulla base Business Council for Sustainable Development (WBCSD). I progetti comuni coinvolgeranno le Le aziende che hanno aderito all Iniziativa per la Sostenibilità dell Industria del Sostenibile di dieci fra le maggiori aziende del settore, in collaborazione con il World (WRI) e altre organizzazioni per studiare le politiche Per ciascuna delle sei aree d intervento prodotto e di servizio per la riduzione degli impatti ambientali; collaborazione con Su lavorare con il WBCSD, il World Resources Institute della propria attività in tutto il mondo attraverso una maggiore trasparenza comprendere e sviluppare, a livello di singole aziende, nuove opportunità di dell Industria del Cemento Definire un protocollo di settore per l anidride carbonica (CO2) (progetto già avviato); rispondere alle aspettative degli stakeholder per poter assicurare lo sviluppo L Iniziativa per la Sostenibilità pubblicare fra 5 anni un rapporto finale sul lavoro svolto e integrare i programmi di Sviluppo Sostenibile nei sistemi esistenti di gestione, monitoraggio e documentazione; fra 3 anni un primo rapporto preliminare. pubblicare una dichiarazione sui principi etici entro il 2006; stabilire un dialogo continuo con gli stakeholder per comprendere e indirizzare le loro aspettative; rendere noto lo stato di avanzamento delle iniziative di confronto e coinvolgimento rivolte agli stakeholder; mettere a punto sistemi di gestione ambientale certificati e verificabili per tutti gli impianti. The Siam Cement Group Messico Portogallo Germania Svizzera Italia Francia Regno Unito Tailandia Giappone Brasile

5 Page c1 DEDICATED TO MAKING A DIFFERENCE L industria del cemento Il WBCSD I Greci e i Romani utilizzavano prodotti analoghi al cemento già 2000 anni or Il World Business Council for Sustainable Development (WBCSD) è un associazione sono, ma la storia del cemento moderno risale all'inizio del XIX secolo. Da allora di 160 aziende internazionali unite dal comune impegno per lo Sviluppo Sostenibile l'industria ha subito numerosi cambiamenti, ma il prodotto è rimasto sulla base di tre pilastri: crescita economica, equilibrio ecologico, progresso sociale. sostanzialmente inalterato. I nostri membri operano in più di 30 paesi e in oltre 20 settori industriali. Possiamo anche contare su una rete mondiale di 38 business council nazionali e regionali e organizzazioni partner che coinvolgono oltre operatori leader di mercato. Le principali caratteristiche della moderna industria del cemento Prodotto essenziale Il cemento è la componente primaria del calcestruzzo, che è il secondo materiale più utilizzato del pianeta. Processo ad alto assorbimento di capitali L industria del cemento fa un uso intensivo di capitali: il costo di un nuovo impianto produttivo può essere equivalente ai ricavi di circa 3 anni. I moderni impianti hanno una capacità produttiva che supera il milione di tonnellate all anno e possono durare per 50 anni. Processo ad alto assorbimento di energia Per produrre una tonnellata di cemento sono necessari da 60 a 130 chilogrammi di combustibile e 110 kwh di elettricità. Per maggiori informazioni sull Iniziativa per la Sostenibilità dell Industria del Cemento Bassa intensità di manodopera (Cement Sustainability Initiative) si può contattare il World Business Council for Le cementerie moderne sono altamente automatizzate. Per gestire un grande impianto sono sufficienti meno di 200 addetti. Sustainable Development a Ginevra all indirizzo Tutti i documenti del progetto sono disponibili sul sito web Imprese locali e imprese globali Il settore è investito da un processo globale di consolidamento. Tuttavia le grandi imprese internazionali detengono meno di un terzo del mercato mondiale, mentre sussistono tuttora parecchie piccole aziende a conduzione padronale. In alcuni paesi, come la Cina, le imprese sono di tipo pubblico. Un ruolo significativo nel dibattito sui cambiamenti climatici Copie a stampa dell Agenda for Action possono essere ordinate a: In breve Sul settore cemento Industria moderna nei paesi in via di sviluppo Gli impianti dislocati nei paesi in via di sviluppo, dove i siti produttivi si moltiplicano per effetto dell espansione industriale, possono essere più puliti e più efficienti di quelli nei paesi industrializzati, costruiti a volte 10, 20 o 30 anni or sono. Un prodotto pesante a basso costo A causa del peso, il trasporto via terra del cemento è costoso e generalmente limitato a un raggio di 300 km intorno all impianto. In termini di costo per tonnellata, può essere più conveniente trasportare oltre Atlantico un carico di tonnellate di cemento che trasportarlo su strada per 300 km. Stevenage, Hertfordshire SG1 4TP England Tel: di cemento Fax: è nella produzione di calcestruzzo, L'industria del cemento emette il 5% della quantità prodotta dall'uomo a livello mondiale di CO2, uno dei gas serra che più influiscono sui cambiamenti climatici. P.O. Box 119 circa 1,6 miliardi di tonnellate L impiego principale del cemento Cemento WBCSD c/o EARTHPRINT Nel 2000 sono state prodotte La nostra Agenda for Action Web: Executive Summary una miscela di sabbia, ghiaia, acqua e cemento la Sostenibilità dell Industria del Prodotto omogeneo Il cemento può essere considerato una commodity globale, che viene prodotto in migliaia di impianti nel mondo. Le varietà di cemento sono limitate e i prodotti dei diversi produttori sono in genere intercambiabili. L Iniziativa per Foto Combustione in forno per cemento: British Cement Association Un terzo della produzione mondiale Graphic design: Michael Martin L industria del cemento è attiva in Testi: Richard Aylard, Louise hawson e Graham Sprigg più di 150 paesi Stampa: Atar Roto Presse SA, Svizzera Sono circa nel mondo i Copyright World Business Council for Sustainable Development, luglio 2002 lavoratori direttamente impiegati nell industria del cemento Luglio 2002 annua di cemento è in Cina ISBN: Stampato in Inghilterra Nel 2000 l'industria del cemento ha prodotto ricavi per 97 miliardi di 4, chemin de Conches Tel: (41 22) dollari a livello mondiale CH Conches-Geneva Fax: (41 22) Internet: Switzerland

6 Page c1 DEDICATED TO MAKING A DIFFERENCE L industria del cemento Il WBCSD I Greci e i Romani utilizzavano prodotti analoghi al cemento già 2000 anni or Il World Business Council for Sustainable Development (WBCSD) è un associazione sono, ma la storia del cemento moderno risale all'inizio del XIX secolo. Da allora di 160 aziende internazionali unite dal comune impegno per lo Sviluppo Sostenibile l'industria ha subito numerosi cambiamenti, ma il prodotto è rimasto sulla base di tre pilastri: crescita economica, equilibrio ecologico, progresso sociale. sostanzialmente inalterato. I nostri membri operano in più di 30 paesi e in oltre 20 settori industriali. Possiamo anche contare su una rete mondiale di 38 business council nazionali e regionali e organizzazioni partner che coinvolgono oltre operatori leader di mercato. Le principali caratteristiche della moderna industria del cemento Prodotto essenziale Il cemento è la componente primaria del calcestruzzo, che è il secondo materiale più utilizzato del pianeta. Processo ad alto assorbimento di capitali L industria del cemento fa un uso intensivo di capitali: il costo di un nuovo impianto produttivo può essere equivalente ai ricavi di circa 3 anni. I moderni impianti hanno una capacità produttiva che supera il milione di tonnellate all anno e possono durare per 50 anni. Processo ad alto assorbimento di energia Per produrre una tonnellata di cemento sono necessari da 60 a 130 chilogrammi di combustibile e 110 kwh di elettricità. Per maggiori informazioni sull Iniziativa per la Sostenibilità dell Industria del Cemento Bassa intensità di manodopera (Cement Sustainability Initiative) si può contattare il World Business Council for Le cementerie moderne sono altamente automatizzate. Per gestire un grande impianto sono sufficienti meno di 200 addetti. Sustainable Development a Ginevra all indirizzo Tutti i documenti del progetto sono disponibili sul sito web Imprese locali e imprese globali Il settore è investito da un processo globale di consolidamento. Tuttavia le grandi imprese internazionali detengono meno di un terzo del mercato mondiale, mentre sussistono tuttora parecchie piccole aziende a conduzione padronale. In alcuni paesi, come la Cina, le imprese sono di tipo pubblico. Un ruolo significativo nel dibattito sui cambiamenti climatici Copie a stampa dell Agenda for Action possono essere ordinate a: In breve Sul settore cemento Industria moderna nei paesi in via di sviluppo Gli impianti dislocati nei paesi in via di sviluppo, dove i siti produttivi si moltiplicano per effetto dell espansione industriale, possono essere più puliti e più efficienti di quelli nei paesi industrializzati, costruiti a volte 10, 20 o 30 anni or sono. Un prodotto pesante a basso costo A causa del peso, il trasporto via terra del cemento è costoso e generalmente limitato a un raggio di 300 km intorno all impianto. In termini di costo per tonnellata, può essere più conveniente trasportare oltre Atlantico un carico di tonnellate di cemento che trasportarlo su strada per 300 km. Stevenage, Hertfordshire SG1 4TP England Tel: di cemento Fax: è nella produzione di calcestruzzo, L'industria del cemento emette il 5% della quantità prodotta dall'uomo a livello mondiale di CO2, uno dei gas serra che più influiscono sui cambiamenti climatici. P.O. Box 119 circa 1,6 miliardi di tonnellate L impiego principale del cemento Cemento WBCSD c/o EARTHPRINT Nel 2000 sono state prodotte La nostra Agenda for Action Web: Executive Summary una miscela di sabbia, ghiaia, acqua e cemento la Sostenibilità dell Industria del Prodotto omogeneo Il cemento può essere considerato una commodity globale, che viene prodotto in migliaia di impianti nel mondo. Le varietà di cemento sono limitate e i prodotti dei diversi produttori sono in genere intercambiabili. L Iniziativa per Foto Combustione in forno per cemento: British Cement Association Un terzo della produzione mondiale Graphic design: Michael Martin L industria del cemento è attiva in Testi: Richard Aylard, Louise hawson e Graham Sprigg più di 150 paesi Stampa: Atar Roto Presse SA, Svizzera Sono circa nel mondo i Copyright World Business Council for Sustainable Development, luglio 2002 lavoratori direttamente impiegati nell industria del cemento Luglio 2002 annua di cemento è in Cina ISBN: Stampato in Inghilterra Nel 2000 l'industria del cemento ha prodotto ricavi per 97 miliardi di 4, chemin de Conches Tel: (41 22) dollari a livello mondiale CH Conches-Geneva Fax: (41 22) Internet: Switzerland

L importanza della Reputazione

L importanza della Reputazione L importanza della Reputazione Evoluzione dei documenti a disposizione del pubblico Siti internet con apposite sezioni Mission Corporate Values Corporate Responsability Stakeholders «classici» Soci Banche

Dettagli

DuPont Efficienza energetica e sviluppo sostenibile FIORENTINO PEDROLI BOLZANO 15 NOVEMBRE

DuPont Efficienza energetica e sviluppo sostenibile FIORENTINO PEDROLI BOLZANO 15 NOVEMBRE DuPont Efficienza energetica e sviluppo sostenibile FIORENTINO PEDROLI BOLZANO 15 NOVEMBRE La visione di DuPont Sviluppare soluzioni sostenibili, essenziali per una vita di migliore qualità, più sicura

Dettagli

La Responsabilità Sociale d Impresa è una faccenda solo da grandi? Anna Laura Ravera -APS Srl. Convegno LOIES Torino, 12 giugno 2012

La Responsabilità Sociale d Impresa è una faccenda solo da grandi? Anna Laura Ravera -APS Srl. Convegno LOIES Torino, 12 giugno 2012 La Responsabilità Sociale d Impresa è una faccenda solo da grandi? Anna Laura Ravera -APS Srl Convegno LOIES Torino, 12 giugno 2012 Definizioni di CSR Commissione Europea, Libro Verde, 18 Luglio 2001.

Dettagli

Portare l Italia e il mondo sul sentiero dello sviluppo sostenibile

Portare l Italia e il mondo sul sentiero dello sviluppo sostenibile Portare l Italia e il mondo sul sentiero dello sviluppo sostenibile Enrico Giovannini Università di Roma Tor Vergata Portavoce dell Alleanza Italiana per lo Sviluppo Sostenibile (ASviS) www.asvis.it Il

Dettagli

«Lo stato dell arte di Eusalp: gli obiettivi, il Piano d Azione, la Governance» Stefano Sisto

«Lo stato dell arte di Eusalp: gli obiettivi, il Piano d Azione, la Governance» Stefano Sisto PER GLI STATI MEMBRI LA STRATEGIA E LE REGIONI MACROREGIONALE ALPINA EUSALP: UNA SFIDA COMUNE PER GLI STATI MEMBRI E LE REGIONI «Lo stato dell arte di Eusalp: gli obiettivi, il Piano d Azione, la Governance»

Dettagli

L IMPEGNO DI COSTA CROCIERE PER LO SVILUPPO SOSTENIBILE

L IMPEGNO DI COSTA CROCIERE PER LO SVILUPPO SOSTENIBILE L IMPEGNO DI COSTA CROCIERE PER LO SVILUPPO SOSTENIBILE COSTA CROCIERE Primo operatore turistico italiano, Costa Crociere appartiene al Gruppo Carnival Corporation & plc. Da sempre impegnata a sviluppare

Dettagli

Il Patto dei Sindaci. Cos è e cosa significa aderire.

Il Patto dei Sindaci. Cos è e cosa significa aderire. Il Patto dei Sindaci. Cos è e cosa significa aderire. Strategie internazionali 1992, Rio de Janeiro Summit della Terra Convenzione Quadro delle Nazioni Unite sui Cambiamenti Climatici (UNFCCC) Protocollo

Dettagli

Guida alla rilevazione degli stakeholder. Requisiti di uno Stakeholder Engagement.

Guida alla rilevazione degli stakeholder. Requisiti di uno Stakeholder Engagement. Guida alla rilevazione degli stakeholder. Requisiti di uno Stakeholder Engagement. Nell ambito delle attività previste dagli adempimenti di legge relativi agli obiettivi di performance (Dlgs 150/09) ed

Dettagli

PROTOCOLLO D INTESA TRA IL MINISTRO PER LA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE E L INNOVAZIONE CONFCOMMERCIO IMPRESE PER L ITALIA PER

PROTOCOLLO D INTESA TRA IL MINISTRO PER LA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE E L INNOVAZIONE CONFCOMMERCIO IMPRESE PER L ITALIA PER PROTOCOLLO D INTESA TRA IL MINISTRO PER LA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE E L INNOVAZIONE E CONFCOMMERCIO IMPRESE PER L ITALIA PER L ISTITUZIONE DI UN TAVOLO DI LAVORO PER LO SVILUPPO DI MISURE STRATEGICHE A

Dettagli

Master Diffuso Forum PA. Fanghi da Depurazione delle Acque L esperienza Holcim Ing. M. Turri - HOLCIM

Master Diffuso Forum PA. Fanghi da Depurazione delle Acque L esperienza Holcim Ing. M. Turri - HOLCIM Master Diffuso Forum PA Fanghi da Depurazione delle Acque L esperienza Holcim Ing. M. Turri - HOLCIM Agenda Il Gruppo Holcim Cosa sono i DSS Il progetto DSS Utilizzo dei DSS in Holcim Conclusioni 2 Agenda

Dettagli

Oltre il PIL: nuovi approcci alla misurazione del benessere

Oltre il PIL: nuovi approcci alla misurazione del benessere DOPO RIO+20 I risultati della Conferenza delle Nazioni Unite sullo Sviluppo Sostenibile Oltre il PIL: nuovi approcci alla misurazione del benessere Marina Gandolfo L agenda internazionale del dopo Rio

Dettagli

ISO 50001: uno strumento di efficienza e sostenibilità

ISO 50001: uno strumento di efficienza e sostenibilità ISO 50001: uno strumento di efficienza e sostenibilità Massimo Cacciotti Business Services Manager, BSI Group Italia Copyright 2012 BSI. All rights reserved. Scenario energetico 2 Copyright 2012 BSI. All

Dettagli

La certificazione ambientale come opportunità per una gestione partecipata e in qualità delle aree protette

La certificazione ambientale come opportunità per una gestione partecipata e in qualità delle aree protette Agenda 21 Locale EMAS: qualità, innovazione, partecipazione per un futuro sostenibile La certificazione ambientale come opportunità per una gestione partecipata e in qualità delle aree protette Lucia Naviglio,

Dettagli

Un Alleanza per un Italia sostenibile e più giusta

Un Alleanza per un Italia sostenibile e più giusta Un Alleanza per un Italia sostenibile e più giusta Il modello di sviluppo attuale non è sostenibile Siamo ad un bivio storico e la direzione che prenderemo determinerà il successo o il fallimento. Con

Dettagli

SETTORE AGRICOLTURA SCHEDA N A 1 EFFICIENTAMENTO ENERGETICO DEGLI IMPIANTI

SETTORE AGRICOLTURA SCHEDA N A 1 EFFICIENTAMENTO ENERGETICO DEGLI IMPIANTI SETTORE AGRICOLTURA SCHEDA N A 1 EFFICIENTAMENTO ENERGETICO DEGLI IMPIANTI L azione vuole suggerire la diffusione di sistemi di certificazione energetica aziendale finalizzati a considerare, pianificare

Dettagli

Buone Prassi Farnesina che innova

Buone Prassi Farnesina che innova Buone Prassi Farnesina che innova Titolo progetto: Ritiro di squadra Anno di riferimento: 2015-2016 Responsabile del Progetto: Cons. Amb. Augusto Massari Cons. Leg. Filippo Umberto Nicosia Segr. Leg. Giuseppe

Dettagli

Allegato A3 Criteri di valutazione offerta tecnico-qualitativa

Allegato A3 Criteri di valutazione offerta tecnico-qualitativa Allegato A3 Criteri di valutazione offerta tecnico-qualitativa Lotto 3 servizi sociali e complementari per un laboratorio a bassa soglia di accesso per lo sviluppo della capacità occupazionale denominato

Dettagli

APPLICAZIONE PILOTA DEI SISTEMI DI GESTIONE AMBIENTALE NELLE AREE PROTETTE

APPLICAZIONE PILOTA DEI SISTEMI DI GESTIONE AMBIENTALE NELLE AREE PROTETTE APPLICAZIONE PILOTA DEI SISTEMI DI GESTIONE AMBIENTALE NELLE AREE PROTETTE Cosa devono sapere le organizzazioni responsabili di aree protette che vogliono sviluppare un sistema di gestione ambientale per

Dettagli

E-20 TM. IL SISTEMA DI GESTIONE PER EVENTI SOSTENIBILI DI TROISI RICERCHE

E-20 TM. IL SISTEMA DI GESTIONE PER EVENTI SOSTENIBILI DI TROISI RICERCHE E-20 TM. IL SISTEMA DI GESTIONE PER EVENTI SOSTENIBILI DI TROISI RICERCHE La sostenibilità, tra sensibilità e impegno L organizzazione di eventi sostenibili è oggi considerata una delle più efficaci best

Dettagli

L ITALIA SOSTENIBILE IDEE E AZIONI PER IL FUTURO

L ITALIA SOSTENIBILE IDEE E AZIONI PER IL FUTURO L ITALIA SOSTENIBILE IDEE E AZIONI PER IL FUTURO BOLOGNA 20-21 MAGGIO 2016 C.N.R. AREA DELLA RICERCA DI BOLOGNA L Italia e gli obiettivi energetici ambientali al 2020 e 2030 NATALE MASSIMO CAMINITI ENEA

Dettagli

2015 ANNO EUROPEO PER LO SVILUPPO un opportunità da perseguire

2015 ANNO EUROPEO PER LO SVILUPPO un opportunità da perseguire 2015 ANNO EUROPEO PER LO SVILUPPO un opportunità da perseguire 13 Aprile 2015 Regione Molise Relatore: Dr.ssa Maria Grazia Rando Funzionario MAECI DGCS referente per il coordinamento della Cooperazione

Dettagli

POLITICA AZIENDALE DESTRI S.R.L.

POLITICA AZIENDALE DESTRI S.R.L. Pag. 1 di 5 DESTRI S.R.L. Destri S.r.l., consapevole dell importanza della Qualità del servizio reso ai propri clienti, del miglioramento della Sicurezza dei propri lavoratori e della protezione dell ambiente,

Dettagli

Torino, 18/10/2014 Avvio attività operative di SCM Academy

Torino, 18/10/2014 Avvio attività operative di SCM Academy SCM Academy Avvio attività operative Torino, 18/10/2014 Domenico Netti Torino, 18/10/2014 Avvio attività operative di SCM Academy 1 Costituzione di SCM Academy I Prinicipii e gli obiettivi (1/4) E' stata

Dettagli

Il VALORE : dal mondo economico a quello sanitario: significato e generazione del valore nelle aziende sanitarie

Il VALORE : dal mondo economico a quello sanitario: significato e generazione del valore nelle aziende sanitarie Il VALORE : dal mondo economico a quello sanitario: significato e generazione del valore nelle aziende sanitarie Agenda Premessa Il VALORE : dal mondo economico a quello sanitario Creazione del valore

Dettagli

Oggetto: Comunicazione e richiesta informazioni in merito al Piano d Azione per l Energia Sostenibile (PAES) del Comune di TROINA (EN).

Oggetto: Comunicazione e richiesta informazioni in merito al Piano d Azione per l Energia Sostenibile (PAES) del Comune di TROINA (EN). Numero codice fiscale e Partita IVA 81000970863 C I T T À D I T R O I N A Medaglia d oro al Merito Civile Provincia di Enna ------------------------- Protezione Civile Energia e Fonti Rinnovabili Oggetto:

Dettagli

Procedure di Adeguamento SGA ISO 14001:2015 Indicazioni Operative. N. Anzalone - Milano

Procedure di Adeguamento SGA ISO 14001:2015 Indicazioni Operative. N. Anzalone - Milano Procedure di Adeguamento SGA ISO 14001:2015 Indicazioni Operative N. Anzalone 05 aprile 2016 Art. 25 undecies D.lgs 231/01 e s.m.i. SGA ISO 14001:2015 Prevenzione Reati Implicazioni legate alla applicazione

Dettagli

Osservatorio sulla Green Economy

Osservatorio sulla Green Economy Osservatorio sulla Green Economy Edoardo Croci, Fabio Iraldo IEFE Bocconi Milano, 16 settembre 2013 1 Struttura dell Osservatorio L Osservatorio è articolato in due aree: Policy, che valuta gli approcci

Dettagli

LA PARTECIPAZIONE DEGLI ALUNNI CON BISOGNI EDUCATIVI SPECIALI E/O DISABILITÀ ALL ISTRUZIONE E FORMAZIONE PROFESSIONALE SINTESI DELLA POLITICA

LA PARTECIPAZIONE DEGLI ALUNNI CON BISOGNI EDUCATIVI SPECIALI E/O DISABILITÀ ALL ISTRUZIONE E FORMAZIONE PROFESSIONALE SINTESI DELLA POLITICA LA PARTECIPAZIONE DEGLI ALUNNI CON BISOGNI EDUCATIVI SPECIALI E/O DISABILITÀ ALL ISTRUZIONE E FORMAZIONE PROFESSIONALE SINTESI DELLA POLITICA Contesto della politica Dati internazionali mostrano che le

Dettagli

Università degli Studi di Bergamo. Corsi di Rivalidazione dei Certificati di Formazione Manageriale I.Re.F. Scuola di Direzione in Sanità

Università degli Studi di Bergamo. Corsi di Rivalidazione dei Certificati di Formazione Manageriale I.Re.F. Scuola di Direzione in Sanità Università degli Studi di Bergamo Corsi di Rivalidazione dei Certificati di Formazione Manageriale I.Re.F. Scuola di Direzione in Sanità Management e leadership delle strutture sanitarie: nuovi scenari

Dettagli

Italcementi e la cementeria di Borgo San Dalmazzo. Italcementi - Italcementi Group La cementeria di Borgo San Dalmazzo 1

Italcementi e la cementeria di Borgo San Dalmazzo. Italcementi - Italcementi Group La cementeria di Borgo San Dalmazzo 1 Italcementi e la cementeria di Borgo San Dalmazzo Italcementi - Italcementi Group La cementeria di Borgo San Dalmazzo 1 Italcementi e la cementeria di Borgo San Dalmazzo La cementeria di Borgo S. Dalmazzo

Dettagli

Per una migliore qualità della vita

Per una migliore qualità della vita Per una migliore qualità della vita Gli standard ISO 50001 e UNI 11352 per l efficienza energetica: opportunità, benefici e ritorni degli investimenti QUALITY ENVIRONMENT Umberto Chiminazzo ENERGY PRODUCT

Dettagli

GLI ORGANISMI INTERNAZIONALI E IL CONCETTO DI SALUTE

GLI ORGANISMI INTERNAZIONALI E IL CONCETTO DI SALUTE GLI ORGANISMI INTERNAZIONALI E IL CONCETTO DI SALUTE Il concetto di salute OMS 1946: "la salute non è semplicemente l'assenza di malattia, ma uno stato di completo benessere fisico, mentale e sociale 5

Dettagli

Il Progetto Climact Regions e il Protocollo d Intesa per il supporto all attuazione del Patto dei Sindaci

Il Progetto Climact Regions e il Protocollo d Intesa per il supporto all attuazione del Patto dei Sindaci Il Progetto Climact Regions e il Protocollo d Intesa per il supporto all attuazione del Patto dei Sindaci Maria Fabianelli Amministratore Delegato ARE Liguria SpA Genova, 29 Novembre 2012 Centro Congressi

Dettagli

Imprese italiane, cambiamento del clima e impatto della

Imprese italiane, cambiamento del clima e impatto della Imprese italiane, cambiamento del clima e impatto della 202020 www.fondazioneistud.it Programma di Ricerca realizzato con la collaborazione del Centro Euro-Mediterraneo per i Cambiamenti Climatici Contesto

Dettagli

Organismo paritetico sulla formazione. La cornice di riferimento: la realizzazione del Piano d Impresa e le linee guida

Organismo paritetico sulla formazione. La cornice di riferimento: la realizzazione del Piano d Impresa e le linee guida Organismo paritetico sulla formazione La cornice di riferimento: la realizzazione del Piano d Impresa e le linee guida Milano, 16 aprile 2009 Agenda Introduzione La cornice di riferimento I nostri principi

Dettagli

Le Organizzazioni Interprofessionali nella riforma della PAC. Cesena - 23 settembre 2014

Le Organizzazioni Interprofessionali nella riforma della PAC. Cesena - 23 settembre 2014 Le Organizzazioni Interprofessionali nella riforma della PAC Cesena - 23 settembre 2014 Reg.(UE) n. 1308/2013 sull organizzazione comune dei mercati dei prodotti agricoli - Le OI sono previste per tutti

Dettagli

Guadagnare Salute Piemonte Comunità e ambienti di lavoro

Guadagnare Salute Piemonte Comunità e ambienti di lavoro Programma 3 Guadagnare Salute Piemonte Situazione. Azioni previste nel periodo Sintesi complessiva Nel luglio 2016 è stato costituito il gruppo di lavoro regionale tematico, previsto per il 2015, denominato

Dettagli

Turismo sostenibile. La mia breve presentazione di oggi. 1. Un richiamo al concetto di sviluppo sostenibile (2)

Turismo sostenibile. La mia breve presentazione di oggi. 1. Un richiamo al concetto di sviluppo sostenibile (2) Turismo sostenibile Questo sconosciuto! Luca Dalla Libera La mia breve presentazione di oggi 1. Un richiamo al concetto di sviluppo sostenibile (2) 2. Un introduzione al turismo sostenibile (2) 3. Alcune

Dettagli

Il modello GRI. Global Reporting Initiative. I diversi documenti GRI. Flessibilità nell utilizzo delle linee guida. Struttura dei principi GRI

Il modello GRI. Global Reporting Initiative. I diversi documenti GRI. Flessibilità nell utilizzo delle linee guida. Struttura dei principi GRI Global Reporting Initiative Il modello GRI Nasce nel 1997 come iniziativa di CERES (Coalition fo Environmentally Responsible Economies) e UNEP (United Nations Environment Progam) Sustainability Reporting

Dettagli

L orientamento della cultura aziendale verso gli obiettivi di compliance.

L orientamento della cultura aziendale verso gli obiettivi di compliance. L orientamento della cultura aziendale verso gli obiettivi di compliance. La leva della formazione per promuovere una cultura improntata ai principi di onestà, correttezza e rispetto delle norme Carlo

Dettagli

L approccio allo sviluppo umano e la titolo

L approccio allo sviluppo umano e la titolo L approccio allo sviluppo umano e la titolo sua applicazione nelle politiche di sviluppo locale sottotitolo Un approccio multidimensionale al servizio della persona INTRODUZIONE ALLA TEORIA (1) L approccio

Dettagli

Provincia Autonoma di Trento

Provincia Autonoma di Trento Provincia Autonoma di Trento VERSO UNA PROVINCIA AD EMISSIONI ZERO: progetti compensativi, volontari ed aggiuntivi, attraverso interventi forestali nei Paesi in via di sviluppo Padova, 16 Novembre 2012

Dettagli

CORSO DI ECONOMIA E AMMINISTRAZIONE AZIENDALE ORGANIZZAZIONE E PERSONALE

CORSO DI ECONOMIA E AMMINISTRAZIONE AZIENDALE ORGANIZZAZIONE E PERSONALE CORSO DI ECONOMIA E AMMINISTRAZIONE AZIENDALE ORGANIZZAZIONE E PERSONALE 1 a) L organizzazione: concetti generali b) La struttura organizzativa c) I principali modelli di struttura organizzativa a) La

Dettagli

Modelli e metodologie per l analisi strategica

Modelli e metodologie per l analisi strategica Modelli e metodologie per l analisi strategica Realizzazione del progetto e controllo strategico Vicenza, A.A. 2011-2012 Schema ANALISI VISION PROGETTO STRATEGICO STRATEGIC DESIGN REALIZZAZIONE E CONTROLLO

Dettagli

I progetti anti spreco della Food Policy di Milano

I progetti anti spreco della Food Policy di Milano I progetti anti spreco della Food Policy di Milano Milano, 30 novembre 2016 1 Franca Roiatti Il doppio binario milanese Milan Urban Food Policy Pact Food Policy di Milano Il Milan Urban Food Policy Pact

Dettagli

Nearly Zero Energy Building Necessità - Criticità - Opportunità

Nearly Zero Energy Building Necessità - Criticità - Opportunità Limiti e opportunità del cambiamento climatico Nearly Zero Energy Building Necessità - Criticità - Opportunità Natale Massimo Caminiti Milano 20 Marzo 2015 1 Necessità Crisi climatica Problema demografico

Dettagli

STANDARD DI RIFERIMENTO PARTE I:

STANDARD DI RIFERIMENTO PARTE I: GRI CONTENT INDEX Il Bilancio Sociale 2012 è stato redatto secondo le Sustainability Reporting Guidelines versione 3.1, predisposte da Global Reporting Initiatives (GRI). La tabella che segue ha la finalità

Dettagli

Incontri con i Sindaci

Incontri con i Sindaci Fasi per il raggiungimento degli obiettivi al 2020 Nomina di un team management per l energia e il clima all interno del comune. L inventario delle emissioni di CO 2. Sviluppo del Piano d Azione per l

Dettagli

QUESTIONARIO 2: PIANIFICAZIONE DEL MIGLIORAMENTO

QUESTIONARIO 2: PIANIFICAZIONE DEL MIGLIORAMENTO QUESTIONARIO 2: PIANIFICAZIONE DEL MIGLIORAMENTO Step 7 Elaborare un piano di miglioramento, basato sull autovalutazione report Attività 1 2 3 4 5 7.1. Raccogliere tutte le proposte relative alle azioni

Dettagli

Rapporto sullo stato della sostenibilità della Provincia di Firenze

Rapporto sullo stato della sostenibilità della Provincia di Firenze Rapporto sullo stato della sostenibilità della Provincia di Firenze Un set di indicatori per rappresentare e monitorare la multidimensionalità dello sviluppo sostenibile Duccio Bianchi, Michele Merola

Dettagli

Il programma REDD delle Nazioni Unite e il ruolo delle foreste nella politica del clima Fiera delle utopie concrete 2011

Il programma REDD delle Nazioni Unite e il ruolo delle foreste nella politica del clima Fiera delle utopie concrete 2011 Il programma REDD delle Nazioni Unite e il ruolo delle foreste nella politica del clima Fiera delle utopie concrete 2011 Thomas Brose Ø Foreste e protezione climatica Ø Che cosa è REDD? Ø Premesse al REDD

Dettagli

Relazione Finanziaria Annuale. Terna S.p.A. e Gruppo Terna

Relazione Finanziaria Annuale. Terna S.p.A. e Gruppo Terna 2008 Relazione Finanziaria Annuale Terna S.p.A. e Gruppo Terna Terna gestisce la trasmissione di energia in Italia e ne garantisce la sicurezza, la qualità e l economicità nel tempo. Assicura parità di

Dettagli

EUSALP. Strategia dell Unione Europea per la Macroregione Alpina. Presidente Regione Lombardia On. Roberto Maroni

EUSALP. Strategia dell Unione Europea per la Macroregione Alpina. Presidente Regione Lombardia On. Roberto Maroni EUSALP Strategia dell Unione Europea per la Macroregione Alpina Presidente Regione Lombardia On. Roberto Maroni Parlamento Europeo Bruxelles, 14 Ottobre 2015 EUSALP = Macroregione Alpina Area = 450.000

Dettagli

Cambiamenti Climatici E Piano Energetico Regionale

Cambiamenti Climatici E Piano Energetico Regionale Cambiamenti Climatici E Piano Energetico Regionale A cura di Regione Emilia Romagna, Alessandro Di Stefano, Servizio valutazione impatto e promozione sostenibilità ambientale Bologna, 11 Marzo 2016 PRESUPPOSTI

Dettagli

LA RESPONSABILITÀ SOCIALE NELLE PICCOLE E MEDIE IMPRESE

LA RESPONSABILITÀ SOCIALE NELLE PICCOLE E MEDIE IMPRESE LA RESPONSABILITÀ SOCIALE NELLE PICCOLE E MEDIE IMPRESE A cura di Alessandro Braida (Partner COVECO Srl) Libro Verde 2001: La Responsabilità Sociale delle Imprese (RSI) è l integrazione volontaria delle

Dettagli

INNOVĀRĒ. Centro di Competenza per un territorio migliore

INNOVĀRĒ. Centro di Competenza per un territorio migliore INNOVĀRĒ Centro di Competenza per un territorio migliore Formazione CRESCITA Impresa Mercato Il territorio è importante per un impresa come la terra è importante per una pianta. L humus che fa crescere

Dettagli

Complementarietà e sviluppo di sinergie con il programma per l ambiente e l azione per il clima LIFE a supporto dei PSR 2014/2020

Complementarietà e sviluppo di sinergie con il programma per l ambiente e l azione per il clima LIFE a supporto dei PSR 2014/2020 Complementarietà e sviluppo di sinergie con il programma per l ambiente e l azione per il clima LIFE a supporto dei PSR 2014/2020 1. Istituzione proponente Consiglio per la ricerca in agricoltura e l analisi

Dettagli

PROTOCOLLO D INTESA. tra

PROTOCOLLO D INTESA. tra PROTOCOLLO D INTESA tra Il MINISTERO DELLE POLITICHE AGRICOLE ALIMENTARI E FORESTALI (di seguito MIPAAF ), con sede in Via XX Settembre, n. 20-00187 Roma, rappresentato dal Capo del Dipartimento delle

Dettagli

POR CALABRIA FESR FSE CRITERI DI SELEZIONE DELLE OPERAZIONI

POR CALABRIA FESR FSE CRITERI DI SELEZIONE DELLE OPERAZIONI Allegato 2 UNIONE EUROPEA REPUBBLICA ITALIANA REGIONE CALABRIA POR CALABRIA FESR FSE 2014-2020 CRITERI DI SELEZIONE DELLE OPERAZIONI Asse II Sviluppo dell Agenda Digitale Priorità di investimento 2.a -

Dettagli

PIANO ENERGETICO PROVINCIALE

PIANO ENERGETICO PROVINCIALE PROVINCIA REGIONALE DI MESSINA V Dipartimento I U. D. Politiche energetiche e Tutela dell Ambiente PROTOCOLLO D INTESA PER LA REDAZIONE DEL PIANO ENERGETICO PROVINCIALE della PROVINCIA REGIONALE DI MESSINA

Dettagli

La Carta della Terra per una progettazione educativa sostenibile

La Carta della Terra per una progettazione educativa sostenibile La Carta della Terra per una progettazione educativa sostenibile Incontri con le Commissioni POF della Rete La Terra nel cuore Carlo Baroncelli,, Luisa Bartoli Rovato,, 17 febbraio 2011 1. Questioni emerse

Dettagli

Il sistema di reporting per gli organi di vertice delle compagnie assicurative: gli effetti di Solvency 2 e Regolamento 20 sulla governance

Il sistema di reporting per gli organi di vertice delle compagnie assicurative: gli effetti di Solvency 2 e Regolamento 20 sulla governance ATTIVITA DI RICERCA 2015 Il sistema di reporting per gli organi di vertice delle compagnie assicurative: gli effetti di Solvency 2 e Regolamento 20 sulla governance PROPOSTA DI ADESIONE 1 TEMI E OBIETTIVI

Dettagli

PIANO PER LA FORMAZIONE DEI DOCENTI

PIANO PER LA FORMAZIONE DEI DOCENTI PIANO PER LA FORMAZIONE DEI DOCENTI 2016-2019 IN SINTESI Formazione obbligatoria, permanente e strutturale Coinvolti tutti i 750mila docenti 1.4 miliardi di euro per 3 anni: 325 mln per il Piano + 1.1

Dettagli

La sostenibilità come leva competitiva: comunicare e come

La sostenibilità come leva competitiva: comunicare e come La sostenibilità come leva competitiva: comunicare e come Il Protocollo di Sostenibilità LRQA - SosLog La Sostenibilità Il concetto di Sostenibilità asserisce ad un nuovo modello socio economico che vuole

Dettagli

Scheda Dirigente VALUTAZIONE PERFORMANCE INDIVIDUALE ANNO

Scheda Dirigente VALUTAZIONE PERFORMANCE INDIVIDUALE ANNO Scheda Dirigente VALUTAZIONE PERFORMANCE INDIVIDUALE ANNO Cognome e Nome Area Profilo professionale Periodo spettanza* Percentuale *in caso di assunzione/cessazione in corso d'anno specificare SCHEDA_DIR

Dettagli

PIANO-PER-LA-FORMAZIONE-DEI-DOCENTI

PIANO-PER-LA-FORMAZIONE-DEI-DOCENTI Le principali novità del Piano nazionale per la formazione degli insegnanti presentato da Stefania Giannini alla presenza di tre ospiti internazionali: Andreas Schleicher, Direttore del Directorate of

Dettagli

DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA REGIO- NALE 10 febbraio 2010, n. 345

DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA REGIO- NALE 10 febbraio 2010, n. 345 Bollettino Ufficiale della Regione Puglia - n. 39 del 01-03-2010 6363 DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA REGIO- NALE 10 febbraio 2010, n. 345 Protocollo d intesa fra la Regione Puglia e la Fondazione Onlus H2U

Dettagli

L esperienza della Provincia di Bergamo

L esperienza della Provincia di Bergamo Provincia di Bergamo 10 giugno 2015 PALAZZO PIRELLI Strumenti per l efficientamento energetico a supporto degli enti locali dello spazio alpino L esperienza della Provincia di Bergamo Denis Flaccadori

Dettagli

20th Annual Global CEO Survey Italia. Prepare Your Team: temi di riflessione per la crescita in un futuro «digitale»

20th Annual Global CEO Survey Italia. Prepare Your Team: temi di riflessione per la crescita in un futuro «digitale» www.pwc.com Gennaio 2017 20th Annual Global CEO Survey Italia Prepare Your Team: temi di riflessione per la crescita in un futuro «digitale» Executive Summary 2oth Italian CEO Survey Growth Talent Trust

Dettagli

I macro temi segnalati nella mappa sono trattati nella presentazione e fruibili attraverso schede di approfondimento.

I macro temi segnalati nella mappa sono trattati nella presentazione e fruibili attraverso schede di approfondimento. I macro temi segnalati nella mappa sono trattati nella presentazione e fruibili attraverso schede di approfondimento. 2 L Unione Europea nel 2008 ha fissato, con il pacchetto 20-20-20, degli obiettivi

Dettagli

FURNITURE SUSTAINABILITY TOOLS

FURNITURE SUSTAINABILITY TOOLS FURNITURE SUSTAINABILITY TOOLS Consulenza innovativa e Strumenti software avanzati per la concreta Federico sostenibilità Brugnoli del mondo del legno arredo Federico Brugnoli IL CONTESTO Cercando sustainability

Dettagli

L insediamento delle PMI nei parchi Ecoindustriali: il progetto Ecomark

L insediamento delle PMI nei parchi Ecoindustriali: il progetto Ecomark L insediamento delle PMI nei parchi Ecoindustriali: il progetto Ecomark Marino Cavallo, Provincia di Bologna Ecomondo Fiera internazionale del recupero di materia ed energia e dello sviluppo sostenibile

Dettagli

Programma IPA Adriatico UN SISTEMA INFORMATIVO PER I VIAGGIATORI NELLA MACRO REGIONE ADRIATICA NOTA DI SINTESI

Programma IPA Adriatico UN SISTEMA INFORMATIVO PER I VIAGGIATORI NELLA MACRO REGIONE ADRIATICA NOTA DI SINTESI Consorzio Volontario tra Comuni Programma IPA Adriatico 2007 2013 UN SISTEMA INFORMATIVO PER I VIAGGIATORI NELLA MACRO REGIONE ADRIATICA NOTA DI SINTESI 1. Sintesi del progetto Lo scopo del progetto TISAR

Dettagli

il Clima e l Energia

il Clima e l Energia Il Patto dei Sindaci per il Clima e l Energia IT Un esclusivo movimento dal basso Il Patto dei Sindaci per il clima e l energia coinvolge le autorità locali e regionali impegnate su base volontaria a raggiungere

Dettagli

Laboratorio Agricoltura e Industria agro-alimentare. Francesco Pennacchi. Perugia, 8 aprile 2011

Laboratorio Agricoltura e Industria agro-alimentare. Francesco Pennacchi. Perugia, 8 aprile 2011 Laboratorio Agricoltura e Industria agro-alimentare Francesco Pennacchi Perugia, 8 aprile 2011 La multifunzionalità è la nuova strategia dell agro-alimentare Gli obiettivi: - garantire alimenti di qualità,

Dettagli

Sistema della ricerca agricola in Italia e le dinamiche del processo di innovazione

Sistema della ricerca agricola in Italia e le dinamiche del processo di innovazione Sistema della ricerca agricola in Italia e le dinamiche del processo di innovazione Filiberto ALTOBELLI Istituto Nazionale di Economia Agraria, INEA altobelli@inea.it Il suolo per l agricoltura Per l agricoltura

Dettagli

Lavorando per un futuro sostenibile

Lavorando per un futuro sostenibile Lavorando per un futuro sostenibile Sostenibilità _ progettare il futuro Progetto per il futuro L uso intelligente delle risorse e l attenzione per l ambiente sono stati per lungo tempo i criteri chiave

Dettagli

Responsabilità Sociale d Impresa in GRG (Richard Ginori)

Responsabilità Sociale d Impresa in GRG (Richard Ginori) Responsabilità Sociale d Impresa in GRG (Richard Ginori) Protocollo d intesa e Accordo Aprile 2014 1 Perchè un Protocollo d intesa? Il sindacato e l azienda hanno voluto esprimere la comune volontà di

Dettagli

2a Conferenza Nazionale del Programma N.I.C.

2a Conferenza Nazionale del Programma N.I.C. 2a Conferenza Nazionale del Programma N.I.C. Il ruolo dell Ambasciata d Italia er favorire la crescita scientifica e tecnologica del Paese Vincenzo Dovì Addetto Scientifico Ambasciata d italia a Berlino

Dettagli

PROGETTO uptogreen 2

PROGETTO uptogreen 2 PROGETTO uptogreen 2 Progetto CNA GBC Italia per la formazione e qualificazione professionale delle imprese con sede nella provincia di Torino sui temi della costruzione sostenibile Linee Guida per la

Dettagli

RACCOMANDAZIONE SUL QUADRO PROMOZIONALE PER LA SALUTE E LA SICUREZZA SUL LAVORO 1

RACCOMANDAZIONE SUL QUADRO PROMOZIONALE PER LA SALUTE E LA SICUREZZA SUL LAVORO 1 Raccomandazione 197 RACCOMANDAZIONE SUL QUADRO PROMOZIONALE PER LA SALUTE E LA SICUREZZA SUL LAVORO 1 La Conferenza generale dell Organizzazione Internazionale del Lavoro, Convocata a Ginevra dal Consiglio

Dettagli

Il Programma Regionale per la riduzione dei rifiuti OSSERVATORIO REGIONALE RIFIUTI

Il Programma Regionale per la riduzione dei rifiuti OSSERVATORIO REGIONALE RIFIUTI Il Programma Regionale per la riduzione dei rifiuti OSSERVATORIO REGIONALE RIFIUTI Treviso, 23 novembre 2016 Produzione di Rifiuti Europa a 28 2,5 miliardi di t/anno Italia 162 milioni di t/anno Veneto

Dettagli

Terna ottiene la prima certificazione ISO da IMQ

Terna ottiene la prima certificazione ISO da IMQ Terna ottiene la prima certificazione ISO 37001 da IMQ Terna, AD Matteo Del Fante, è la prima azienda in Italia ad ottenere da IMQ la nuova certificazione internazionale ISO 37001:2016 per i sistemi di

Dettagli

PILASTRI DELLA POLITICA

PILASTRI DELLA POLITICA PILASTRI DELLA POLITICA DI SOSTEGNO EUROPEA STRATEGIA DI LISBONA 13.12.2007 firma del Trattato di Lisbona 1.12.2009 entrata in vigore del Trattato che modifica il Trattato sull UE e del Trattato che istituisce

Dettagli

Creazione e sviluppo dello studio professionale

Creazione e sviluppo dello studio professionale Creazione e sviluppo dello studio professionale Alessandra Damiani Managing Partner di Barbieri & Associati Dottori Commercialisti Presidente della Commissione Organizzazione e Gestione Studio ODCEC di

Dettagli

Le fragilitàsociali: gli anziani e il ruolo della rete socio sanitaria.

Le fragilitàsociali: gli anziani e il ruolo della rete socio sanitaria. Le fragilitàsociali: gli anziani e il ruolo della rete socio sanitaria. Rel. sig. Giancarlo Cavallin Volontarinsieme Coordinamento delle Associazioni di volontariato della provincia di Treviso Conferenza

Dettagli

GESTORE DEL SISTEMA QUALITA AZIENDALE

GESTORE DEL SISTEMA QUALITA AZIENDALE GESTORE DEL SISTEMA QUALITA AZIENDALE DESCRIZIONE SINTETICA GESTORE DEL SISTEMA QUALITA AZIENDALE Il gestore del è in grado di sviluppare ed implementare un funzionale all attuazione degli obiettivi strategici

Dettagli

tra la Regione Toscana e l Ufficio Scolastico Regionale per la Toscana Deliberazione GR 996 del 10 novembre 2014

tra la Regione Toscana e l Ufficio Scolastico Regionale per la Toscana Deliberazione GR 996 del 10 novembre 2014 ADOZIONE SCUOLA Percorso per l attuazione l del Protocollo d Intesa d tra la Regione Toscana e l Ufficio Scolastico Regionale per la Toscana Deliberazione GR 996 del 10 novembre 2014 LE FINALITA Promuovere

Dettagli

Accordo Ministero dell Ambiente e Lamborghini: un motore per lo sviluppo sostenibile

Accordo Ministero dell Ambiente e Lamborghini: un motore per lo sviluppo sostenibile di Roberta Di Giuli Automobili Lamborghini sigla un accordo con il Ministero dell Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare. È la prima Casa automobilistica in Italia ad avviare con il Ministero

Dettagli

GTTS2: Sistemi per la sostenibilità. Strategie, metodi e strumenti per la sostenibilità industriale R-0353-D0415-CI-I 1

GTTS2: Sistemi per la sostenibilità. Strategie, metodi e strumenti per la sostenibilità industriale R-0353-D0415-CI-I 1 GTTS2: Sistemi per la sostenibilità Strategie, metodi e strumenti per la sostenibilità industriale R-0353-D0415-CI-I 1 Facts and figures Produzione di beni e servizi, per effetto di incremento demografico

Dettagli

AMBIENTE. Services Manager presso H3G

AMBIENTE. Services Manager presso H3G CONVEGNO ESSERE IN REGOLA PER ESSERE UN PASSO AVANTI Non solo un obbligo di legge, un dovere, ma anche una condizione ideale per potersi porre sul mercato nel modo più vantaggioso. AMBIENTE Bologna Fiere

Dettagli

I cambiamenti climatici: COP21, Under2Mou e la Strategia regionale di adattamento

I cambiamenti climatici: COP21, Under2Mou e la Strategia regionale di adattamento I cambiamenti climatici: COP21, Under2Mou e la Strategia regionale di adattamento Arch. Giovanni Paludi Direzione Ambiente Governo e Tutela del territorio I cambiamenti climatici I cambiamenti climatici,

Dettagli

PROGRAMMA PER LA TRASPARENZA E L INTEGRITA

PROGRAMMA PER LA TRASPARENZA E L INTEGRITA PROGRAMMA PER LA TRASPARENZA E L INTEGRITA 1 INDICE PREMESSA... 3 1. LE PRINCIPALI NOVITA... 4 2. PROCEDIMENTO DI ELABORAZIONE E ADOZIONE DEL PROGRAMMA... 6 3. INIZIATIVE DI COMUNICAZIONE DELLA TRASPARENZA...

Dettagli

Perchè un Modello Organizzativo Gestionale? La sperimentazione di un MOG in alcune realtà produttive della provincia di Pistoia

Perchè un Modello Organizzativo Gestionale? La sperimentazione di un MOG in alcune realtà produttive della provincia di Pistoia Perchè un Modello Organizzativo Gestionale? La sperimentazione di un MOG in alcune realtà produttive della provincia di Pistoia Dr. Andrea Baracchi 3.4.2017 1 Il metodo di lavoro del «Progetto regionale

Dettagli

Le potenzialità della nuova programmazione per lo sviluppo rurale della regione Molise PIERLUIGI MILONE PERUGIA UNIVERSITY

Le potenzialità della nuova programmazione per lo sviluppo rurale della regione Molise PIERLUIGI MILONE PERUGIA UNIVERSITY Le potenzialità della nuova programmazione per lo sviluppo rurale della regione Molise PIERLUIGI MILONE PERUGIA UNIVERSITY Gli elemnti chiave per la nuova programmazione Orientamenti generali Integrazione

Dettagli

Il Patto dei Sindaci e il PAES Un impegno per l energia sostenibile

Il Patto dei Sindaci e il PAES Un impegno per l energia sostenibile Febbraio 2014 n.b. il documento del PAES è in fase di valutazione da parte del CCR della Commissione Europea. 1 Il Patto dei Sindaci e il PAES Un impegno per l energia sostenibile Comune di Latina - Servizio

Dettagli

COLLABORAZIONE TRA ASSOLOMBARDA E COMUNE DI MILANO: IL BILANCIO DEL PRIMO ANNO DI LAVORO

COLLABORAZIONE TRA ASSOLOMBARDA E COMUNE DI MILANO: IL BILANCIO DEL PRIMO ANNO DI LAVORO Semplificare si deve, semplificare si può. Qualità e miglioramento continuo per le imprese, cittadini e pubblica amministrazione COLLABORAZIONE TRA ASSOLOMBARDA E COMUNE DI MILANO: Vittorio Biondi Direttore

Dettagli

Progettare per competenze

Progettare per competenze Progettare per competenze Per incrementare la qualità delle proposte Per allineare le impostazioni dei Piani alle Raccomandazioni europee Per sostenere le imprese in una più efficace modalità di gestione

Dettagli

Ruolo del Distretto per lo sviluppo della filiera aerospaziale regionale

Ruolo del Distretto per lo sviluppo della filiera aerospaziale regionale Ruolo del Distretto per lo sviluppo della filiera aerospaziale regionale Campania Luigi Carrino, Presidente Comitato per il Distretto Aerospaziale della Le multinazionali localizzate in Europa hanno sviluppato

Dettagli

Il Piano Strategico di Sviluppo del Turismo in Italia

Il Piano Strategico di Sviluppo del Turismo in Italia Il Piano Strategico di Sviluppo del Turismo in Italia Primi Orientamenti Comitato permanente di promozione del turismo in Italia Riunione del 13 gennaio 2016, Roma Il Piano Strategico di Sviluppo del Turismo

Dettagli