LIBRO BIANCO LE NUOVE FRONTIERE DELLA BANDA LARGA SATELLITARE una soluzione quick win contro il digital divide

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "LIBRO BIANCO LE NUOVE FRONTIERE DELLA BANDA LARGA SATELLITARE una soluzione quick win contro il digital divide"

Transcript

1 LIBRO BIANCO LE NUOVE FRONTIERE DELLA BANDA LARGA SATELLITARE una soluzione quick win contro il digital divide

2 La banda larga non è più solo connettività ma un vero e proprio fattore di competitività economica e territoriale e un indicatore di qualità della vita. Di conseguenza, fenomeni di esclusione digitale legati al digital divide non sono più accettabili, anche se circoscritti. In Italia meno del 5% della popolazione si trova in zone attualmente soggette a digital divide ma, data la polverizzazione di queste aree sull intero territorio nazionale, la chiusura del gap digitale può essere onerosa e difficile da realizzare se lasciata alle sole reti terrestri, sia fisse che wireless. I servizi satellitari a banda larga bidirezionali resi disponibili dalla tecnologia Ka SAT ( offerti in Italia, in Europa e nel bacino del Mediterraneo da Eutelsat tramite Skylogic) risolvono invece in tempi estremamente brevi il problema della copertura delle aree soggette a digital divide, senza richiedere nuove infrastrutture, con costi e prestazioni allineati alle offerte ADSL tradizionali. Un occasione da non perdere per gli utenti della banda larga e i soggetti pubblici e privati che vogliono contribuire alla modernizzazione del nostro paese.

3 LIBRO BIANCO Premessa pag. 2 Banda larga in italia: diffusione e tecnologie abilitanti pag. 6 Lo stato del digital divide in italia pag. 22 Applicazioni a valore aggiunto abilitate dalla banda larga pag. 32 Il ruolo del satellite nella riduzione del digital divide e nello sviluppo dell economia digitale pag. 51 Allegati: company profile eutelsat pag. 63 company profile skylogic pag. 64 scheda tecnica satellite ka-sat pag. 65 metodologia per l individuazione delle aree in digital divide pag. 66 Glossario pag. 67 1

4 PREMESSA In tutto il mondo più sviluppato Internet si è velocemente affermato come un infrastruttura fondamentale per sviluppo del tessuto economico e sociale dei singoli paesi. A fine 2011 gli utenti di Internet nel mondo erano quasi 2,3 miliardi, di cui circa 500 milioni nella sola Europa. L essere connessi in rete è ormai una condizione irrinunciabile sia per gli individui che per le aziende, sia per comunicare che per accedere a servizi e applicazioni che di fatto coprono l intero spettro delle nostre attività quotidiane: dalla posta (elettronica) alle operazioni bancarie (online), dal commercio (elettronico) all accesso ai servizi pubblici (egovernment), dalle relazioni interpersonali (social networks) all accesso a notiziari e quotidiani (elettronici) e così via. Dato un utilizzo così intenso e pervasivo della rete, le prestazioni delle connessioni devono essere tali da garantire un esperienza ottimale agli utenti connessi a Internet: collegamenti a banda stretta (ad es. inferiori a 512kbps) non sono infatti più sufficienti per permettere un uso regolare di Internet, sia per l utenza aziendale che per i singoli individui. Da qui la necessità di disporre capillarmente sul territorio di collegamenti a banda larga e, in prospettiva, ultralarga. L Italia non fa eccezione. In poco più di dieci anni dal lancio commerciale di massa dei servizi di accesso a Internet (avvenuto alla fine degli anni 90), anche nel nostro Paese la Rete si è affermata come un mezzo di comunicazione insostituibile per decine di milioni di cittadini e per la maggior parte delle aziende. Tuttavia, nonostante i progressi registrati negli ultimi anni, che hanno allineato l Italia alla media dell Unione Europea per ciò che riguarda la penetrazione della banda larga (fissa e wireless) sul totale della popolazione, si deve purtroppo rilevare che molte delle nostre famiglie e aziende si trovano ancora in una condizione discriminante di digital divide, ovvero nell impossibilità di accedere a Internet ad almeno 2Mbps. 2

5 Ciò dipende anche dalle caratteristiche del nostro Paese, sia orografiche che insediative, che si traducono nell elevata frammentazione sul territorio della popolazione e delle aziende e alla loro localizzazione in aree che possono essere difficilmente raggiungibili da infrastrutture di rete altamente performanti. Da una parte vi è infatti la difficoltà fisica a portare la banda larga in determinati contesti geografici meno favoriti (in particolare le zone rurali, ma non solo) cui, dall altra parte, si aggiunge la carenza di domanda aggregata per servizi di questo tipo, causata dalle dimensioni molto ridotte degli insediamenti abitativi e produttivi in tali aree, che quindi (per l effetto congiunto di questi due fattori) risultano economicamente non attrattive per gli operatori che forniscono i servizi di accesso a Internet a banda larga. Per porre rimedio al problema dell esclusione digitale sono state lanciate e/o sono previste numerose iniziative a livello pubblico, sia centrale che locale, sia a livello nazionale che sovranazionale. Tali iniziative in parte si rifanno agli obiettivi definiti dall Agenda Digitale Europea (copertura del 100% della popolazione con servizi a 2Mbps entro il 2013) e in parte sono specifici delle singole realtà nazionali. Ad esempio, a livello centrale il Governo Monti ha annunciato un piano di investimenti per colmare il digital divide a cominciare dalle regioni meridionali, mentre numerose Regioni sono da tempo molto attive sul tema dello sviluppo delle reti telematiche sul territorio di loro competenza, arrivando anche a costituire proprie società di scopo che si occupano di pianificazione, sviluppo e gestione delle infrastrutture di telecomunicazione degli Enti collegati alla rete regionale. A fianco di queste iniziative pubbliche, anche gli operatori privati sono impegnati ad abbattere il digital divide e a promuovere le reti a banda ultra larga, su un numero comunque ancora limitato di città, a partire dai centri di maggiori dimensioni. Tuttavia, se affidati unicamente alle infrastrutture di rete terrestri, i piani anti digital divide rischiano di richiedere tempi e investimenti significativi, spesso incompatibili con l attuale contesto economico e con il desiderio di cittadini e aziende di essere velocemente inclusi nell economia e nella società digitale. I servizi satellitari di accesso a Internet a banda larga rappresentano allora una soluzione veloce da implementare, adeguata nelle prestazioni e cost effective per dotare famiglie e imprese in digital divide di collegamenti performanti e affidabili, alla stregua dei collegamenti ADSL oggi utilizzati nel nostro Paese. Il satellite non è più, infatti, un media confinato in settori specifici della comunicazione come avveniva in passato, quando ad esso era assegnato un ruolo primario nel mercato televisivo, nella difesa, nella meteorologia ecc. e in segmenti molto focalizzati dei servizi di telecomunicazioni, ovvero nel caso delle comunicazioni intercontinentali, dei collegamenti in situazione estreme (ad es. nelle zone desertiche, per i servizi radio marittimi) e a supporto dei grandi utenti, siano essi aziende private o enti pubblici, in particolare come back up delle loro reti terrestri di comunicazione. 3

6 La realtà è molto diversa e oggi il satellite, grazie all evoluzione tecnologica, offre elevate prestazioni a costi competitivi con i servizi di accesso a Internet più diffusi, e può quindi essere utilizzato su larga scala per colmare in tempi brevi le aree scoperte dalla banda larga, e ridurre il numero degli esclusi digitali. A livello prestazionale, la qualità raggiunta dai servizi a banda larga satellitari è il risultato dei progressi avvenuti negli ultimi anni nelle tecnologie che sono alla base dei collegamenti satellitari, e degli investimenti effettuati da operatori come Eutelsat (in particolare con il lancio del satellite KA-SAT). Grazie a queste evoluzioni, il satellite è già oggi in grado di fornire servizi di accesso a Internet con prestazioni concorrenziali rispetto all offerta ADSL (fino a 18Mbps in download e 6Mbps in upload) a costi comparabili con tali offerte, che rendono i servizi satellitari non più un dominio di pochi ma al contrario una possibilità accessibile a tutti. L essere i servizi satellitari a banda larga già nell aria (in quanto l intero territorio italiano è coperto dall impronta del satellite KA- SAT) li rende inoltre velocemente utilizzabili da chiunque: l unico requisito è l installazione della parabola, non essendo necessario attendere che uno o più operatori di telecomunicazioni (fisse o wireless) decidano di investire e portino le proprie infrastrutture di rete nelle aree non ancora coperte dal servizio a banda larga. In sostanza: l utilizzo del satellite permette di intervenire in pochi giorni (il tempo dell installazione della parabola e dell attivazione del servizio) nelle aree in digital divide, ovunque esse siano e non solo nelle aree rurali, senza dover attendere i tempi richiesti per la realizzazione di investimenti pubblici e/o privati la cui definizione è spesso il frutto di laboriose trattative tra i soggetti coinvolti, non sempre destinate a concludersi positivamente (ad esempio per le caratteristiche dei territori da coprire e/o per la scarsità della domanda aggregabile). E tutto ciò può avvenire, grazie al satellite, senza rinunciare ai livelli prestazionali delle migliori tecnologie a banda larga terrestri o dovendo sopportare costi eccessivi per gli utenti. Questo documento ha quindi l obiettivo di fornire un quadro aggiornato dello stato dei servizi satellitari a banda larga, che sia una guida velocemente utilizzabile sia per i decisori pubblici e privati, che vogliano intervenire concretamente per affrontare ed eliminare il digital divide, che per gli utenti che vogliano agire per uscire, facilmente e in tempi brevi, dalla situazione di esclusione digitale che ancora li penalizza. 4

7 Per fare ciò, verranno affrontati nei prossimi capitoli tutti gli snodi che impattano sul tema del digital divide, sulle sue conseguenze, e sulle modalità di porvi rimedio con il satellite: dal quadro dettagliato e aggiornato dello stato della banda larga in Italia nelle sue diverse tecnologie fisse e wireless (incluso il confronto tra le prestazioni dei servizi satellitari e le altre tecnologie di rete a banda larga) e dall analisi delle dimensioni e delle caratteristiche del digital divide nel nostro Paese, passando ai vantaggi derivanti dall uso di Internet a banda larga per aziende e famiglie, e terminando con l analisi del ruolo e del valore che, nel contesto italiano, l utilizzo dei servizi satellitari a banda larga bidirezionale può generare nel rendere Internet a banda larga un servizio realmente accessibile al 100% della popolazione

8 6 BANDA LARGA IN ITALIA: DIFFUSIONE E TECNOLOGIE ABILITANTI

9 DEFINIZIONE DI BANDA LARGA Il tema della diffusione della banda larga pone innanzi tutto un problema definitorio. La banda larga è infatti un concetto evolutivo: nel tempo, grazie al progresso tecnologico e allo sviluppo del mercato dell accesso a Internet, la linea di demarcazione tra accesso a Internet a banda larga e stretta si è gradualmente spostata verso velocità via via superiori, tanto che da qualche tempo ha fatto il proprio ingresso sul mercato una nuova categoria di servizi, quella degli accessi a banda ultra larga. In generale, il termine banda larga definisce un insieme di tecnologie che consentono di aumentare la velocità di comunicazione sfruttando infrastrutture e/o tecnologie innovative rispetto a quelle tradizionali (abilitate dalle linee telefoniche analogiche o digitali) e offrendo l opportunità di usufruire di servizi ad alta interattività. Similmente, l Unione Europea definisce la banda larga considerando l aspetto prestazionale, e cioè come l insieme di reti e servizi che consentono l interattività a velocità confortevole per l utente, mentre l organismo di standardizzazione internazionale ITU-T (International Telecommunication Union Telecommunication Standardization Bureau) definisce più precisamente, in una sua raccomandazione, la larga banda come la capacità di trasmissione superiore a quella di una linea primaria ISDN a 1,5 o 2,0 Mbit/s. Per gli scopi di questo documento, allineandosi alla definizione dell ITU-T, e tenuto conto anche dell obiettivo minimo fissato dall Agenda Digitale Europea in termini di copertura della banda larga (100% della popolazione al 2013 con servizi a 2Mbps), si conviene di definire a banda larga i collegamenti su rete fissa in grado di raggiungere almeno 2Mbps in downstream. 7

10 UTILIZZO DELLA BANDA LARGA IN ITALIA VS I PAESI UE Fonte: Between, Osservatorio Banda Larga Obiettivo Ultrabroadband, In questo scenario, a metà 2012 gli accessi a banda larga da rete fissa in Italia erano circa 13,5 milioni, cui si devono aggiungere circa 9,3 milioni di SIM dati per accesso a Mobile Internet via PC. Dinamica degli accessi a banda larga di rete fissa e mobile 15 milioni rete fissa 4Q07 4Q08 4Q09 rete mobile 4Q10 1Q11 2Q11 3Q11 4Q11 1H12 Queste due grandezze ovviamente non si sommano, in quanto i collegamenti di rete fissa sono condivisi tra i vari componenti della famiglia o dell azienda titolare del contratto, mentre le linee mobili configurano un utilizzo personale del servizio, e vi è una significativa sovrapposizione tra questi due fenomeni. In termini di prospettive di sviluppo, l accesso a Internet a banda larga da rete fissa ha notevolmente rallentato la propria crescita. Ciò dipende innanzi tutto dai limiti fisiologici derivanti dalle caratteristiche della popolazione italiana sia in termini socio demografici (età, reddito, scolarità) che di alfabetizzazione informatica (ovvero la capacità di utilizzo di un PC), che nel nostro Paese risulta meno diffusa rispetto alla media dei paesi più sviluppati, inibendo quindi sia l uso degli strumenti informatici che della

11 rete. Come sarà discusso più avanti, però, a limitare lo sviluppo dei collegamenti a banda larga contribuiscono anche i buchi di copertura delle infrastrutture di rete fissa che ancora caratterizzano il nostro Paese mantenendo in vita pericolosi fenomeni di esclusione digitale o digital divide. Non a caso, negli ultimi due anni si è invece sviluppato significativamente l uso delle connessioni a banda larga mobili, sia come effetto dell esigenza di un numero crescente di utenti di disporre sempre e dovunque dell accesso a Internet, sia come risposta (nelle aree coperte dal servizio mobile a banda larga) al digital divide di rete fissa. Tuttavia le prestazioni delle tecnologie mobili, pur avendo fatto negli ultimi anni significativi passi avanti, non sono ancora direttamente comparabili a quelle della banda larga fissa. 45% 40% 35% 30% 25% EU27 20% 15% 10% 5% 0% NL DK LU FR DE SE UK BE MT FI EE CY SL Lo stallo nella diffusione degli accessi a banda larga fissa rende ancora più delicata la situazione del nostro paese nel contesto europeo. Considerando infatti la penetrazione degli accessi a banda larga di rete fissa rispetto alla popolazione, secondo i dati Eurostat il nostro Paese a fine 2011 presentava 22 accessi a banda larga ogni 100 abitanti, contro un valore medio dell intera UE superiore a 26. AT ES IE IT CZ HU LT Penetrazione relativa della banda larga (accessi/popolazione) PT EL LV accessi in migliaia penetrazione relativa della banda larga (accessi/popolazione in %) SK PL BG RO Fonte: Eurostat,

12 LE PRINCIPALI TECNOLOGIE A BANDA LARGA L insieme delle tecnologie che permettono di fruire di connettività a banda larga è molto articolato, e riporta essenzialmente a tre macro categorie di servizi: di rete fissa, di rete mobile e via satellite. Tali tecnologie hanno avuto nel tempo uno sviluppo molto significativo, e per il prossimo futuro è atteso un incremento altrettanto significativo nelle prestazioni Mbit/s Evoluzione tecnologie a banda larga VDSL2 Vectoring Mbit/s GPON 1000 Mbit/s ADSL2+ 20 Mbit/s ADSL full 6-8 Mbit/s VDSL2 full Mbit/s KASAT 20 Mbit/s KASAT 10 Mbit/s LTE 20-? Mbps HSPA Mbit/s ADSL 1-2 Mbit/s 2-6 Mbit/s 1 WiMAX 5-10 Mbit/s HSDPA 3,6-24,4 Mbit/s 0,3 Mbit/s 0,1 UMTS 0,384 Mbit/s GPRS 0,075 Mbit/s 0, Fonte: Between, Osservatorio Banda Larga Obiettivo Ultrabroadband,

13 Prestazioni Downstream/Upstream richieste per tipologia di applicazione Fonte: Telecom Italia Navigazione web Videocomunicazione ad alta qualità TV standard video on demand Peer to peer, File sharing Videocomunicazione ad alta definizione TV standard live Giochi, formazione a distanza Web hosting Telemedicina TV ad alta definizione Storage remoto TV in 3D Backhaul reti mobili Mbit/s Dal confronto tra le tecnologie fisse e wireless si vede come queste ultime solo da pochi anni abbiano superato la soglia dei Mbps (nominali), in particolare dal consolidarsi delle tecnologie HSDPA prima e WiMax poi, e sono attese raggiungere le prestazioni attuali dell ADSL2+ (20Mbps) con la partenza dei servizi LTE. Le tecnologie di rete fissa si sono invece posizionate da tempo su prestazioni nell ordine dei Mbps, e anche in prospettiva si mantengono su un livello prestazionale decisamente superiore rispetto al wireless. Anche le tecnologie satellitari negli ultimi anni hanno fatto registrare uno sviluppo significativo delle prestazioni che recentemente, grazie ai servizi KA-SAT, hanno raggiunto la soglia dei 20Mbps e sono destinati in futuro a crescere ulteriormente. Un altro elemento critico per la qualità della banda larga è l asimmetria dei collegamenti. Non è infatti solo la velocità massima in downlstream a determinare l esperienza di utilizzo dei diversi servizi/applicazioni in rete, ma vi concorre anche la velocità disponibile in upstream. E ciò vale sia per le applicazioni business che consumer. 11

14 LE TECNOLOGIE A BANDA LARGA DI RETE FISSA Fonte: Between, Osservatorio Banda Larga Obiettivo Ultrabroadband, 2012 Rete trasporto dati ISP filtro ADSL modem ADSL Schema dei collegamenti ADSL Centrale telefonica Dslam Splitter Switch Rete telefonica Per quanto riguarda i servizi di rete fissa, la maggior parte dei servizi a banda larga si appoggiano all insieme delle tecnologie xdsl, nate per permettere l uso delle reti telefoniche in rame (doppino) già esistenti, e utilizzate diffusamente nel mondo da più di una decina d anni. I miglioramenti tecnologici nei sistemi trasmissivi hanno consentito gradualmente di ampliare la quantità di dati trasmessi (la banda) sui doppini che collegano gli utenti alla prima centrale telefonica della rete tradizionale. All interno della famiglia delle tecnologie xdsl, l ADSL è il servizio più diffuso. In termini prestazionali all ADSL in senso stretto (1-2Mbps) si affiancano verso l alto le soluzioni Full ADSL che arrivano sino a 8Mbps e verso il basso le soluzioni ADSL Lite quando non si superano i 640kbps. Le soluzioni ADSL2+ giungono invece sino a 20Mbps di velocità. 12

15 I principali vincoli all utilizzo delle tecnologie xdsl possono individuarsi nella necessità di attrezzare le centrali della rete telefonica con nuovi apparati, nei problemi derivanti dalla rete in rame esistente (per esempio, diminuzione delle prestazioni all aumentare della lunghezza dei doppini) e nella possibilità di interferenze tra utenti di doppini collocati nello stesso fascio. Particolarmente critico è il problema del decadimento delle prestazioni dovuto alla distanza dalla centrale cui sono attestate le linee ADSL, tipico delle aree rurali e/o nelle quali gli utenti da raggiungere sono particolarmente dispersi sul territorio, che infatti sono anche quelle più spesso soggette a digital divide. L introduzione generalizzata di questo tipo di tecnologie richiede, quindi, una serie di interventi ed investimenti per la modifica dell attuale infrastruttura di accesso, con l introduzione di tratte in fibra ottica e un cambiamento radicale nelle architetture di rete. Si tratta di un passo sostanziale verso un architettura mista rame/ fibra, che costituisce un passaggio quasi obbligato nella realizzazione della rete di accesso di nuova generazione, in grado di servire una percentuale elevata della popolazione. Sempre nell ambito delle reti fisse, a fianco del rame la fibra ottica rappresenta una soluzione molto più performante (sia in termini di velocità disponibile che di simmetria delle prestazioni) ma molto meno diffusa, almeno per quanto riguarda il nostro Paese. A livello architetturale, le reti in fibra ottica si distinguono in funzione del punto di arrivo della fibra: al massimo la fibra può arrivare direttamente all unità abitativa da collegare e si parla quindi di Fiber To The Home (FTTH). Forme meno estreme prevedono che la fibra si arresti ai piedi dell edificio da collagare (Fiber To The Building, FTTB) o nei pressi degli edifici (Fiber To The Curb, FTTC): in entrambi questi casi, però, le tratte finali del collegamento rimarranno in rame. A limitare la diffusione dei collegamenti in fibra ottica vi sono innanzi tutto gli elevati investimenti necessari alla realizzazione della nuova infrastruttura. La posa di fibra ottica in aree pubbliche richiede infatti opere civili particolarmente onerose. Ciò fa sì che questa tecnologia sia circoscritta alle aree più densamente popolate ed economicamente più sviluppate. Anche in tali aree, comunque, i ritorni economici sono di lungo periodo con un livello di copertura che aumenta molto lentamente. Un ulteriore rallentamento alla diffusione dell infrastrutturazione completamente in fibra ottica è dovuto alla maggiore complessità della terminazione in fibra, che rende più complessa l erogazione del servizio telefonico tradizionale (mancanza di tele-alimentazione, necessità di apparati di terminazione ad hoc). 13

16 Scenari di realizzazione delle reti in Fibra Ottica rame fibra FTTB armadio centrale secondaria primaria BIT RATE downstream: fino a 50 Mbit/s upstream fino a 10 Mbit/s FTTC BIT RATE downstream: fino a 100 Mbit/s upstream fino a 40 Mbit/s FTTH BIT RATE downstream: fino a 2,5 Gbit/s upstream fino a 1,2 Gbit/s Fonte: Between, Osservatorio Banda Larga Obiettivo Ultrabroadband,

17 LE TECNOLOGIE A BANDA LARGA WIRELESS La disponibilità di servizi a banda larga non è però legata soltanto alle infrastrutture di rete fissa: a determinarne la copertura complessiva concorrono infatti sia le reti wireless che mobili. Per quanto riguarda le prime, si tratta delle soluzioni Wi-Fi, Hiperlan e WiMAX. La famiglia delle soluzioni Wi-Fi e Hiperlan identifica le tecnologie di Wireless LAN (WLAN), conformi allo standard ETSI , che utilizzano le frequenze non soggette a licenza nella banda tra i 2,4 e 5 GHz per effettuare collegamenti a velocità che oggi sono dell ordine di 100 Mbit/s, condivisi tra tutti gli utenti dello stesso Access Point. Si tratta di tecnologie pensate per la realizzazione di piccole reti locali private, spesso interne a una casa o a un edificio. Su ciò influisce il tipo di banda utilizzata, non soggetta a licenza e quindi non assegnata in esclusiva a soggetti specifici come nel caso delle reti mobili: ne deriva che le reti WLAN sono soggette a limitazioni per ciò che riguarda le potenze dei trasmettitori per ridurre la possibilità di emissioni che creino interferenze con altri apparati simili realizzati nella stessa area e operanti su bande di utilizzo libero. Di conseguenza, le coperture vanno da qualche decina a poche centinaia di metri e possono diminuire, sia per la presenza di ostruzioni (pareti, solai, alberi ecc.), sia per effetto di disturbi dovuti a fenomeni trasmissivi o di interferenze causate in alcuni casi anche dall installazione di nuovi punti di accesso radio che vanno a modificare l equilibrio della rete WiFi nella sua configurazione originaria. L impossibilità di governare e tenere sotto controllo la proliferazione degli accessi radio in una determinata zona rende la qualità dei servizi di accesso WiFi imprevedibile e quindi non garantisce una soluzione sempre affidabile alla domanda di accesso a banda larga. Lo scenario non cambia anche considerando le soluzioni Hiperlan: nonostante la maggiore potenza disponibile, anche per queste reti è necessario tener presente che il servizio non può fornire le stesse garanzie di qualità e affidabilità delle reti cablate, o dei sistemi realizzati su bande licenziate, come nel caso ad esempio del WiMAX. 15

18 Le reti WiMAX riportano a un insieme di tecnologie che consentono la realizzazione di accessi wireless per terminali fissi o mobili. A differenza dei sistemi WiFi e Hiperlan, la tecnologia WiMAX, operando su frequenze soggette a licenza, e quindi assegnate in esclusiva al singolo operatore, è molto meno soggetta a interferenze che ne riducono la qualità del servizio. Inoltre, la tecnologia WiMAX è progettata per realizzare accessi su distanze molto più significative e per operare anche in condizioni di visibilità ottica parziale o assente, raggiungendo velocità tra 5 e 10Mbps. Tuttavia anche in questo caso alcuni elementi strutturalmente connessi alla tecnologia WiMAX ne possono limitare significativamente l ambito di utilizzo. Innanzi tutto, l effettivo utilizzo di soluzioni WiMAX dipende dalla disponibilità di adeguate porzioni di spettro radio. Inoltre, come in tutti i sistemi radio, va tenuto conto che la banda complessiva resa disponibile da una singola antenna deve essere condivisa fra tutti gli utenti attivi coperti dall antenna stessa, e ciò comporta limitazioni nella velocità di trasmissione massima per il singolo utente Un contributo più significativo alla diffusione della banda larga viene dalle reti mobili e dalla diffusione di servizi di Mobile Internet che anche in Italia (considerando la sola navigazione mobile da PC) conta ormai più di 9 milioni di utenti. In questo caso stiamo parlando degli standard di terza generazione, HSDPA (High Speed Download Packet Access) e HSDPA+ che hanno portato la banda nominale a disposizione dell utente ad un livello confrontabile con quello dell accesso fisso in tecnologia ADSL (fino a 14Mbps). Grandi aspettative sono a questo proposito associate allo sviluppo delle tecnologie LTE (Long Term Evolution) che dovrebbero elevare la banda disponibile agli utenti nell ordine delle decine di Mbps. Tuttavia, anche nel caso delle reti mobili alcuni elementi connaturati alla natura stessa di queste tecnologie possono inficiare le prestazioni nominali ad esse attribuite. Innanzi tutto, le prestazioni risentono dell intensità del segnale radio tra le antenne della rete e l utente che varia sia per la localizzazione dell utente (distanza dalla stazione radio base, utilizzo all interno di locali e fabbricati, ostacoli alla trasmissione) sia per fattori contingenti (fenomeni atmosferici, disturbi, riflessioni temporanee di segnale, velocità di spostamento dell utente, etc). Oltre a ciò, anche le reti mobili, come in genere ogni rete wireless, condivide le risorse radio della singola cella con gli altri utenti che in quel momento la utilizzano, riducendo in questo modo la banda a disposizione di ciascun singolo utente. Con le reti LTE, grazie alla maggiore ampiezza di banda disponibile, tali limitazioni, pur persistendo, risulteranno comunque attenuate, consentendo agli utenti un accesso a Internet Mobile realmente a banda larga. Tuttavia i tempi necessari per arrivare ad una copertura delle reti LTE sufficientemente capillare sull intero territorio nazionale rendono questa tecnologia una soluzione interessante, al di fuori dei 16

19 grandi centri urbani, solo nel medio lungo termine. Più in dettaglio il punto di partenza per la realizzazione delle reti e dei servizi LTE in Italia è rappresentato dalla gara per l assegnazione delle licenze relative alle frequenza a 800MHz e 2600Mhz che si è conclusa a settembre 2011 e ha visto la partecipazione di tutti gli operatori mobili infrastrutturati operanti sul mercato italiano. A stabilire i tempi della copertura del territorio è proprio lo strumento della gara, che impone una serie di obblighi minimi associati all assegnazione dei diritti d uso delle frequenze, che vincolano gli operatori assegnatari a rispettare le seguenti scadenze, variabili in funzione della banda ad essi assegnata: banda 800 MHz: gli aggiudicatari devono realizzare entro 36 mesi dalla disponibilità delle frequenze la copertura di almeno il 30% dei comuni presenti nelle liste associate ai lotti aggiudicati, e del 75% dei comuni entro 60 mesi; banda 2600 MHz: gli aggiudicatari devono realizzare la copertura del 20% della popolazione nazionale entro 24 mesi dall assegnazione dei diritti d uso (o dalla disponibilità delle frequenze), e del 40% della popolazione nazionale entro 48 mesi, purché tale popolazione sia distribuita in tutte le regioni, con una copertura minima di almeno il 5% della relativa popolazione, fornendo un servizio dati per utente di almeno 2 Mbit/s nominali in download. 17

20 I SERVIZI INTERNET A BANDA LARGA VIA SATELLITE Evoluzione della capacità dei satelliti KA-SAT Spaceway-3 Spaceway-2 Spaceway-1 WildBlue-1 Anik F2 Ku tradizionale capacità stimata in Gbit/s Seconda Generazione KA High Throughput Satellite (HTS) Prima Generazione KA KU Fonte: Eutelsat analysis La tecnologia di trasmissione satellitare bidirezionale non è una novità, in quanto esiste da più di trent anni sotto la sigla VSAT (Very Small Aperture Terminal). A lungo però questa tecnologia è stata dedicata ad un utilizzo professionale in campi molto specifici, quali le comunicazioni in situazione estreme (es. le piattaforme petrolifere). In seguito le reti VSAT si sono estese a coprire le esigenze di aziende multisede delocalizzate in luoghi non facilmente raggiungibili dalle reti di comunicazioni tradizionali. I costi del servizio erano però ancora elevati e quindi non accessibili alle piccole imprese e all utenza residenziale. Per poter offrire un servizio Internet a banda larga accessibile al mercato di massa, il satellite ha dovuto attendere che si verificassero tre precondizioni: La disponibilità di frequenze sufficienti a soddisfare numeri molto elevati di utenti; La riduzione del costo per Mbps e quindi l affermarsi di un rapporto elevato Mbps/MHz; La disponibilità di apparati (modem e antenne) a prezzi ragionevoli. Nel primo caso si tratta di poter utilizzare una banda di frequenza libera, la banda Ka (in alternativa alla banda Ku attualmente saturata dai satelliti che coprono l Europa), e poter riutilizzare le frequenze in zone sufficientemente lontane per evitare interferenze. La seconda implica l impiego di un satellite che illumini il territorio per mezzo di un numero molto elevato di fasci: più i fasci sono piccoli, infatti, maggiore è la potenza con cui viene illuminato il suolo e quindi maggiore è la banda disponibile per MHz. L ultima condizione riguarda la possibilità di produrre in massa i device necessari al servizio. Queste tre condizioni si sono realizzate contemporaneamente per la prima volta negli Stati Uniti, grazie all operatore WildBlue. In Europa Eutelsat ha lanciato nel 2007 il servizio Tooway sulle quattro fasce in banda Ka del satellite Hot Bird6 cui è seguito il lancio del satellite KA-SAT che consente l accesso a Internet fino a 18Mbps su tutto il territorio italiano. 18

Cos è un protocollo? Ciao. Ciao 2:00. tempo. Un protocollo umano e un protocollo di reti di computer:

Cos è un protocollo? Ciao. Ciao 2:00. <file> tempo. Un protocollo umano e un protocollo di reti di computer: Cos è un protocollo? Un protocollo umano e un protocollo di reti di computer: Ciao Ciao Hai l ora? 2:00 tempo TCP connection request TCP connection reply. Get http://www.di.unito.it/index.htm Domanda:

Dettagli

progettiamo e realizziamo architetture informatiche Company Profile

progettiamo e realizziamo architetture informatiche Company Profile Company Profile Chi siamo Kammatech Consulting S.r.l. nasce nel 2000 con l'obiettivo di operare nel settore I.C.T., fornendo servizi di progettazione, realizzazione e manutenzione di reti aziendali. Nel

Dettagli

GUIDA ALLE SOLUZIONI

GUIDA ALLE SOLUZIONI La caratteristica delle trasmissioni digitali è " tutto o niente ": o il segnale è sufficiente, e quindi si riceve l'immagine, oppure è insufficiente, e allora l'immagine non c'è affatto. Non c'è quel

Dettagli

L Impresa Estesa come motore dell Innovazione

L Impresa Estesa come motore dell Innovazione L Impresa Estesa come motore dell Innovazione VOIP e RFID Andrea Costa Responsabile Marketing Clienti Enterprise 0 1. Innovazione: un circolo virtuoso per l Impresa Profondità e latitudine (l azienda approfondisce

Dettagli

La collaborazione come strumento per l'innovazione.

La collaborazione come strumento per l'innovazione. La collaborazione come strumento per l'innovazione. Gabriele Peroni Manager of IBM Integrated Communication Services 1 La collaborazione come strumento per l'innovazione. I Drivers del Cambiamento: Le

Dettagli

VIRTUALIZE IT. www.digibyte.it - digibyte@digibyte.it

VIRTUALIZE IT. www.digibyte.it - digibyte@digibyte.it il server? virtualizzalo!! Se ti stai domandando: ma cosa stanno dicendo? ancora non sai che la virtualizzazione è una tecnologia software, oggi ormai consolidata, che sta progressivamente modificando

Dettagli

Company Profile 2014

Company Profile 2014 Company Profile 2014 Perché Alest? Quando una nuova azienda entra sul mercato, in particolare un mercato saturo come quello informatico viene da chiedersi: perché? Questo Company Profile vuole indicare

Dettagli

Internet Internet è universalmente nota come la Rete delle reti: un insieme smisurato di computer collegati tra loro per scambiarsi dati e servizi.

Internet Internet è universalmente nota come la Rete delle reti: un insieme smisurato di computer collegati tra loro per scambiarsi dati e servizi. Internet Internet è universalmente nota come la Rete delle reti: un insieme smisurato di computer collegati tra loro per scambiarsi dati e servizi. Internet: la rete delle reti Alberto Ferrari Connessioni

Dettagli

2. Infrastruttura e sicurezza (Equivalente al Pillar 2-3 e 4 della Ade)

2. Infrastruttura e sicurezza (Equivalente al Pillar 2-3 e 4 della Ade) AGENDA DIGITALE ITALIANA 1. Struttura dell Agenda Italia, confronto con quella Europea La cabina di regia parte con il piede sbagliato poiché ridisegna l Agenda Europea modificandone l organizzazione e

Dettagli

Architettura di un sistema informatico 1 CONCETTI GENERALI

Architettura di un sistema informatico 1 CONCETTI GENERALI Architettura di un sistema informatico Realizzata dal Dott. Dino Feragalli 1 CONCETTI GENERALI 1.1 Obiettivi Il seguente progetto vuole descrivere l amministrazione dell ITC (Information Tecnology end

Dettagli

Indice dell'economia e della società digitali 1 2015 2

Indice dell'economia e della società digitali 1 2015 2 Indice dell'economia e della società digitali 1 2015 2 Profilo per paese L', con un 3 complessivo pari a 0,36, è venticinquesima nella classifica dei Stati membri dell'. Nell'ultimo anno ha fatto progressi

Dettagli

SENATO DELLA REPUBBLICA

SENATO DELLA REPUBBLICA 10^ COMMISSIONE INDUSTRIA SENATO DELLA REPUBBLICA AUDIZIONE MARTEDI 8 MAGGIO 2012 ORE 14,30 I CONTRATTI D AREA ED I PATTI TERRITORIALI UN ESPERIENZA DI VALORE PER LO SVILUPPO DEL TERRITORIO Via degli Uffici

Dettagli

Il Wi-Fi e il suo uso per reti pubbliche

Il Wi-Fi e il suo uso per reti pubbliche Il Wi-Fi e il suo uso per reti pubbliche Francesco Vatalaro Dipartimento di Ingegneria dell Impresa Mario Lucertini Università di Roma Tor Vergata Padova, Orto Botanico - Aula Emiciclo, 27 Marzo 2015 Contenuti

Dettagli

Le funzioni di una rete (parte 1)

Le funzioni di una rete (parte 1) Marco Listanti Le funzioni di una rete (parte 1) Copertura cellulare e funzioni i di base di una rete mobile Strategia cellulare Lo sviluppo delle comunicazioni mobili è stato per lungo tempo frenato da

Dettagli

IL FUTURO DELLA RETE FISSA HA UN CUORE ANTICO

IL FUTURO DELLA RETE FISSA HA UN CUORE ANTICO 4 NETWORK IL FUTURO DELLA RETE FISSA HA UN CUORE ANTICO Giancarlo Lepidi, Roberto Giuseppe Opilio 5 La rete di Telecom Italia ha un cuore antico e il suo futuro, con la sua capacità di innovarsi e di rimanere

Dettagli

Scheda descrittiva del progetto

Scheda descrittiva del progetto Scheda descrittiva del progetto 1. Anagrafica di progetto Titolo Banda ultralarga Acronimo (se esiste) UltraNet Data Inizio Data Fine 01/09/2011 31/12/2014 Budget totale (migliaia di euro) 60,50k Responsabile

Dettagli

Sistema di telecomunicazione per le piccole e medie imprese.

Sistema di telecomunicazione per le piccole e medie imprese. Sistema di telecomunicazione per le piccole e medie imprese. Sistema di telecomunicazione Promelit ipecs MG. Descrizione del Sistema: L azienda di oggi deve saper anche essere estesa : non confinata in

Dettagli

TRASMISSIONE DATI SU RETE TELEFONICA. 1 Fondamenti Segnali e Trasmissione

TRASMISSIONE DATI SU RETE TELEFONICA. 1 Fondamenti Segnali e Trasmissione TRASMISSIONE DATI SU RETE TELEFONICA Fondamenti Segnali e Trasmissione Trasmissione dati su rete telefonica rete telefonica analogica ISP (Internet Service Provider) connesso alla WWW (World Wide Web)

Dettagli

TENDENZE RIGUARDANTI L ORARIO DI LAVOROL

TENDENZE RIGUARDANTI L ORARIO DI LAVOROL SCHEDA INFORMATIVA TENDENZE RIGUARDANTI L ORARIO DI LAVOROL EUROPEAN TRADE UNION CONFEDERATION (ETUC) SCHEDA INFORMATIVA TENDENZE RIGUARDANTI L ORARIO DI LAVORO 01 Tendenze generali riguardanti l orario

Dettagli

Webinar: Cloud Computing e Pubblica Amministrazione

Webinar: Cloud Computing e Pubblica Amministrazione Webinar: Cloud Computing e Pubblica Amministrazione Forum PA Webinar, 21 luglio 2015 Parleremo di: Il Gruppo e il network di Data Center Panoramica sul Cloud Computing Success Case: Regione Basilicata

Dettagli

ERASMUS PLUS. KA1 School education staff mobility/ Adult education staff mobility

ERASMUS PLUS. KA1 School education staff mobility/ Adult education staff mobility ERASMUS PLUS Disposizioni nazionali allegate alla Guida al Programma 2015 Settore Istruzione Scolastica, Educazione degli Adulti e Istruzione Superiore KA1 School education staff mobility/ Adult education

Dettagli

È nata una nuova specie di avvocati. Liberi.

È nata una nuova specie di avvocati. Liberi. È nata una nuova specie di avvocati. Liberi. LIBERI DI NON PENSARCI Basta preoccupazioni per il back-up e la sicurezza dei tuoi dati. Con la tecnologia Cloud Computing l archiviazione e la protezione dei

Dettagli

VERSO UN SISTEMA NAZIONALE INFEA COME INTEGRAZIONE DEI SISTEMI A SCALA REGIONALE

VERSO UN SISTEMA NAZIONALE INFEA COME INTEGRAZIONE DEI SISTEMI A SCALA REGIONALE LINEE DI INDIRIZZO PER UNA NUOVA PROGRAMMAZIONE CONCERTATA TRA LO STATO, LE REGIONI E LE PROVINCE AUTONOME DI TRENTO E BOLZANO IN MATERIA IN.F.E.A. (INFORMAZIONE-FORMAZIONE-EDUCAZIONE AMBIENTALE) VERSO

Dettagli

Bergamo più europea con il nuovo Bergamo WiFi

Bergamo più europea con il nuovo Bergamo WiFi 19 maggio 2015 Bergamo più europea con il nuovo Bergamo WiFi 62 punti d accesso in tutta la città, una copertura di quasi 1,3 milioni di metri quadrati, con una tecnologia all avanguardia e una potenza

Dettagli

v in v out x c1 (t) Molt. di N.L. H(f) n

v in v out x c1 (t) Molt. di N.L. H(f) n Comunicazioni elettriche A - Prof. Giulio Colavolpe Compito n. 3 3.1 Lo schema di Fig. 1 è un modulatore FM (a banda larga). L oscillatore che genera la portante per il modulatore FM e per la conversione

Dettagli

Web conferencing e collaborazione in tempo reale su Internet: la piattaforma Meetecho

Web conferencing e collaborazione in tempo reale su Internet: la piattaforma Meetecho Web conferencing e collaborazione in tempo reale su Internet: la piattaforma Meetecho Tobia Castaldi Alessandro Amirante Lorenzo Miniero Simon Pietro Romano Giorgio Ventre 02/10/2009 GARR 2009 "Network

Dettagli

END-TO-END SERVICE QUALITY. LA CULTURA DELLA QUALITÀ DAL CONTROLLO DELLE RISORSE ALLA SODDISFAZIONE DEL CLIENTE

END-TO-END SERVICE QUALITY. LA CULTURA DELLA QUALITÀ DAL CONTROLLO DELLE RISORSE ALLA SODDISFAZIONE DEL CLIENTE END-TO-END SERVICE QUALITY. LA CULTURA DELLA QUALITÀ DAL CONTROLLO DELLE RISORSE ALLA SODDISFAZIONE In un mercato delle Telecomunicazioni sempre più orientato alla riduzione delle tariffe e dei costi di

Dettagli

Informatica per la comunicazione" - lezione 9 -

Informatica per la comunicazione - lezione 9 - Informatica per la comunicazione" - lezione 9 - Protocolli di livello intermedio:" TCP/IP" IP: Internet Protocol" E il protocollo che viene seguito per trasmettere un pacchetto da un host a un altro, in

Dettagli

DigitPA egovernment e Cloud computing

DigitPA egovernment e Cloud computing DigitPA egovernment e Cloud computing Esigenze ed esperienze dal punto di vista della domanda RELATORE: Francesco GERBINO 5 ottobre 2010 Agenda Presentazione della Società Le infrastrutture elaborative

Dettagli

SAI QUANTO TEMPO IMPIEGHI A RINTRACCIARE UN DOCUMENTO, UN NUMERO DI TELEFONO O UNA E-MAIL?

SAI QUANTO TEMPO IMPIEGHI A RINTRACCIARE UN DOCUMENTO, UN NUMERO DI TELEFONO O UNA E-MAIL? archiviazione ottica, conservazione e il protocollo dei SAI QUANTO TEMPO IMPIEGHI A RINTRACCIARE UN DOCUMENTO, UN NUMERO DI TELEFONO O UNA E-MAIL? Il software Facile! BUSINESS Organizza l informazione

Dettagli

Vodafone Case Study Pulitalia

Vodafone Case Study Pulitalia Quello con Vodafone e un vero è proprio matrimonio: un lungo rapporto di fiducia reciproca con un partner veramente attento alle nostre esigenze e con un account manager di grande professionalità. 1 Il

Dettagli

Anche se non è ancora stato definito nei dettagli il testo della nuova legge, il lungo lavorìo di preparazione ha fatto condensare alcune idee-guida

Anche se non è ancora stato definito nei dettagli il testo della nuova legge, il lungo lavorìo di preparazione ha fatto condensare alcune idee-guida Anche se non è ancora stato definito nei dettagli il testo della nuova legge, il lungo lavorìo di preparazione ha fatto condensare alcune idee-guida Anche la legge sulla riqualificazione urbana è un tassello

Dettagli

L evoluzione del software per l azienda moderna. Gestirsi / Capirsi / Migliorarsi

L evoluzione del software per l azienda moderna. Gestirsi / Capirsi / Migliorarsi IL GESTIONALE DEL FUTURO L evoluzione del software per l azienda moderna Gestirsi / Capirsi / Migliorarsi IL MERCATO ITALIANO L Italia è rappresentata da un numero elevato di piccole e medie aziende che

Dettagli

NOInet è una No Profit Utility con lo scopo di creare posti di lavoro a livello locale e di reinvestire gli utili in tre direzioni:

NOInet è una No Profit Utility con lo scopo di creare posti di lavoro a livello locale e di reinvestire gli utili in tre direzioni: NOInet è una cooperativa di Comunità che nasce dal presupposto che internet è un bene comune a cui tutti possano accedere ad un costo accessibile con standard qualitativi elevati. Per questo con NOInet

Dettagli

Le telecamere Installate verranno connesse ad Unità di elaborazione multiplexer per la gestione e la verifica di gruppi omogenei di 4-8-16-32-48-64

Le telecamere Installate verranno connesse ad Unità di elaborazione multiplexer per la gestione e la verifica di gruppi omogenei di 4-8-16-32-48-64 Le telecamere Installate verranno connesse ad Unità di elaborazione multiplexer per la gestione e la verifica di gruppi omogenei di 4-8-16-32-48-64 telecamere. I sistemi di acquisizione ed archiviazione

Dettagli

FAQ. 1 Quali sono le differenze con un accesso telefonico?

FAQ. 1 Quali sono le differenze con un accesso telefonico? FAQ 1. Quali sono le differenze con un accesso telefonico? 2. Quali sono le differenze con un collegamento DSL? 3. Funziona come un collegamento Satellitare? 4. Fastalp utilizza la tecnologia wifi (802.11)?

Dettagli

9 Forum Risk Management in Sanità. Progetto e Health. Arezzo, 27 novembre 2014

9 Forum Risk Management in Sanità. Progetto e Health. Arezzo, 27 novembre 2014 9 Forum Risk Management in Sanità Tavolo interassociativo Assinform Progetto e Health Arezzo, 27 novembre 2014 1 Megatrend di mercato per una Sanità digitale Cloud Social Mobile health Big data IoT Fonte:

Dettagli

Telecom Italia Dicembre 2013

Telecom Italia Dicembre 2013 RICARICABILE BUSINESS TIM : PROPOSIZIONE ESCLUSIVA PER MEPA Telecom Italia Dicembre 2013 Ricaricabile Business TIM La piattaforma ricaricabile business di Telecom Italia prevede un basket per singola linea.

Dettagli

Quadro di valutazione "L'Unione dell'innovazione" 2014

Quadro di valutazione L'Unione dell'innovazione 2014 Quadro di valutazione "L'Unione dell'innovazione" 2014 Quadro di valutazione dei risultati dell'unione dell'innovazione per la ricerca e l'innovazione Sintesi Versione IT Imprese e industria Sintesi Quadro

Dettagli

Articolo. Dieci buoni motivi per acquistare una telecamere di rete Ovvero, quello che il vostro fornitore di telecamere analogiche non vi dirà mai

Articolo. Dieci buoni motivi per acquistare una telecamere di rete Ovvero, quello che il vostro fornitore di telecamere analogiche non vi dirà mai Articolo Dieci buoni motivi per acquistare una telecamere di rete Ovvero, quello che il vostro fornitore di telecamere analogiche non vi dirà mai INDICE Introduzione 3 Dieci cose che il vostro fornitore

Dettagli

STS. Profilo della società

STS. Profilo della società STS Profilo della società STS, Your ICT Partner Con un solido background accademico, regolari confronti con il mondo della ricerca ed esperienza sia nel settore pubblico che privato, STS è da oltre 20

Dettagli

Linee guida per le Scuole 2.0

Linee guida per le Scuole 2.0 Linee guida per le Scuole 2.0 Premesse Il progetto Scuole 2.0 ha fra i suoi obiettivi principali quello di sperimentare e analizzare, in un numero limitato e controllabile di casi, come l introduzione

Dettagli

Una nuova solidarietà tra le generazioni di fronte ai cambiamenti demografici

Una nuova solidarietà tra le generazioni di fronte ai cambiamenti demografici Una nuova solidarietà tra le generazioni di fronte ai cambiamenti demografici Libro verde Occupazione affari sociali Commissione europea Una nuova solidarietà tra le generazioni di fronte ai cambiamenti

Dettagli

Caratteristiche raccomandate del Network in un progetto di Home Automation

Caratteristiche raccomandate del Network in un progetto di Home Automation Caratteristiche raccomandate del Network in un progetto di Home Automation Uno degli aspetti progettuali più importanti di un sistema Control4 è la rete. Una rete mal progettata, in molti casi, si tradurrà

Dettagli

Utilizzato con successo nei più svariati settori aziendali, Passepartout Mexal BP è disponibile in diverse versioni e configurazioni:

Utilizzato con successo nei più svariati settori aziendali, Passepartout Mexal BP è disponibile in diverse versioni e configurazioni: Passepartout Mexal BP è una soluzione gestionale potente e completa per le imprese che necessitano di un prodotto estremamente flessibile, sia dal punto di vista tecnologico sia funzionale. Con più di

Dettagli

UPPLEVA. 5 anni di GARANZIA. Soluzioni integrate di mobili, smart TV e sistema audio. Tutto in uno.

UPPLEVA. 5 anni di GARANZIA. Soluzioni integrate di mobili, smart TV e sistema audio. Tutto in uno. UPPLEVA Soluzioni integrate di mobili, smart TV e sistema audio. Tutto in uno. 5 anni di GARANZIA INCLUSA NEL PREZZO I televisori, i sistemi audio e gli occhiali 3D UPPLEVA sono garantiti 5 anni. Per saperne

Dettagli

SMARTCARD Studente: Elvis Ciotti Prof: Luciano Margara 1

SMARTCARD Studente: Elvis Ciotti Prof: Luciano Margara 1 SMARTCARD Studente: Elvis Ciotti Prof: Luciano Margara 1 Introduzione SmartCard: Carta intelligente Evoluzione della carta magnetica Simile a piccolo computer : contiene memoria (a contatti elettrici)

Dettagli

ACCENDIAMO IL RISPARMIO

ACCENDIAMO IL RISPARMIO ACCENDIAMO IL RISPARMIO PUBBLICA ILLUMINAZIONE PER LA SMART CITY Ing. Paolo Di Lecce Tesoriere AIDI Amministratore Delegato Reverberi Enetec srl LA MISSION DI REVERBERI Reverberi Enetec è una trentennale

Dettagli

Utilizzato con successo nei più svariati settori aziendali, con Passepartout Mexal BP ogni utente può disporre di funzionalità

Utilizzato con successo nei più svariati settori aziendali, con Passepartout Mexal BP ogni utente può disporre di funzionalità PASSEPARTOUT MEXAL BP è una soluzione gestionale potente e completa per le imprese che necessitano di un prodotto estremamente flessibile, sia dal punto di vista tecnologico sia funzionale. Con più di

Dettagli

Piazza delle Imprese alimentari. Viale delle Manifatture. Via della Produzione

Piazza delle Imprese alimentari. Viale delle Manifatture. Via della Produzione Piazza delle Imprese alimentari Viale delle Manifatture Via della Produzione PASSEPARTOUT MEXAL è una soluzione gestionale potente e completa per le imprese che necessitano di un prodotto estremamente

Dettagli

Trasmissione Seriale e Parallela. Interfacce di Comunicazione. Esempio di Decodifica del Segnale. Ricezione e Decodifica. Prof.

Trasmissione Seriale e Parallela. Interfacce di Comunicazione. Esempio di Decodifica del Segnale. Ricezione e Decodifica. Prof. Interfacce di Comunicazione Università degli studi di Salerno Laurea in Informatica I semestre 03/04 Prof. Vincenzo Auletta auletta@dia.unisa.it http://www.dia.unisa.it/professori/auletta/ 2 Trasmissione

Dettagli

Ministro per l innovazione e le tecnologie. Linee guida del Governo per lo sviluppo della Società dell Informazione nella legislatura

Ministro per l innovazione e le tecnologie. Linee guida del Governo per lo sviluppo della Società dell Informazione nella legislatura Ministro per l innovazione e le tecnologie Linee guida del Governo per lo sviluppo della Società dell Informazione nella legislatura Roma, giugno 2002 1 2 Presentazione La modernizzazione del Paese attraverso

Dettagli

CERTIFICATO RIGUARDANTE L AGGREGAZIONE DEI PERIODI DI ASSICURAZIONE, OCCUPAZIONE O RESIDENZA. Malattia maternità decesso (assegno) invalidità

CERTIFICATO RIGUARDANTE L AGGREGAZIONE DEI PERIODI DI ASSICURAZIONE, OCCUPAZIONE O RESIDENZA. Malattia maternità decesso (assegno) invalidità COMMISSIONE AMMINISTRATIVA PER LA SICUREZZA SOCIALE DEI LAVORATORI MIGRANTI E 104 CH (1) CERTIFICATO RIGUARDANTE L AGGREGAZIONE DEI PERIODI DI ASSICURAZIONE, OCCUPAZIONE O RESIDENZA Malattia maternità

Dettagli

Modello OSI e architettura TCP/IP

Modello OSI e architettura TCP/IP Modello OSI e architettura TCP/IP Differenza tra modello e architettura - Modello: è puramente teorico, definisce relazioni e caratteristiche dei livelli ma non i protocolli effettivi - Architettura: è

Dettagli

AUDIZIONE DEL MINISTRO FEDERICA GUIDI AL PARLAMENTO EUROPEO (Commissione ITRE) Bruxelles 2 Settembre 2014 INTERVENTO DEL MINISTRO

AUDIZIONE DEL MINISTRO FEDERICA GUIDI AL PARLAMENTO EUROPEO (Commissione ITRE) Bruxelles 2 Settembre 2014 INTERVENTO DEL MINISTRO 1 AUDIZIONE DEL MINISTRO FEDERICA GUIDI AL PARLAMENTO EUROPEO (Commissione ITRE) Bruxelles 2 Settembre 2014 INTERVENTO DEL MINISTRO Caro Presidente Buzek, Vice Presidenti, colleghi italiani ed europei,

Dettagli

EUROPA 2020 - FAR CONOSCERE I FONDI EUROPEI AI COMMERCIALISTI

EUROPA 2020 - FAR CONOSCERE I FONDI EUROPEI AI COMMERCIALISTI EUROPA 2020 - FAR CONOSCERE I FONDI EUROPEI AI COMMERCIALISTI di Giulia Caminiti Sommario: 1. Premessa. 2. La politica di coesione. 3. Fondi a gestione diretta. 4. Fondi a gestione indiretta. 5. Conclusioni.

Dettagli

La nostra storia. 1994 : Fondazione. 1996: Avvio dell attività di Internet Service Provider brand Technet.it

La nostra storia. 1994 : Fondazione. 1996: Avvio dell attività di Internet Service Provider brand Technet.it Il Gruppo Aruba La nostra storia 1994 : Fondazione 1996: Avvio dell attività di Internet Service Provider brand Technet.it 2000: Nascita del brand Aruba come fornitore di servizi hosting, registrazione

Dettagli

Strategia per la crescita digitale 2014-2020. Presidenza del Consiglio dei Ministri

Strategia per la crescita digitale 2014-2020. Presidenza del Consiglio dei Ministri Strategia per la crescita digitale 2014-2020 Presidenza del Consiglio dei Ministri Roma 3 marzo 2015 Strategia per la crescita digitale 2014-2020 1 Premessa 4 1. Obiettivi strategici 7 2. Il contesto di

Dettagli

Concessione del servizio di comunicazione elettronica certificata tra pubblica amministrazione e cittadino (CEC PAC)

Concessione del servizio di comunicazione elettronica certificata tra pubblica amministrazione e cittadino (CEC PAC) Concessione del servizio di comunicazione elettronica certificata tra pubblica amministrazione e cittadino (CEC PAC) Information Day Ministero dello sviluppo economico Salone Uval, Via Nerva, 1 Roma, 2

Dettagli

La comunicazione multicanale per il Customer Management efficace. Milano, Settembre 2014

La comunicazione multicanale per il Customer Management efficace. Milano, Settembre 2014 Milano, Settembre 2014 la nostra promessa Dialogare con centinaia, migliaia o milioni di persone. Una per una, interattivamente. 10/1/2014 2 la nostra expertise YourVoice è il principale operatore italiano

Dettagli

Delorme InReach SE & Explorer Comunicatore Satellitare, l SOS nel palmo della tua mano

Delorme InReach SE & Explorer Comunicatore Satellitare, l SOS nel palmo della tua mano Delorme InReach SE & Explorer Comunicatore Satellitare, l SOS nel palmo della tua mano Guida Rapida caratteristiche 1. Introduzione InReach SE è il comunicatore satellitare che consente di digitare, inviare/ricevere

Dettagli

Il Cloud Computing. Lo strumento per un disaster recovery flessibile. Giorgio Girelli. Direttore Generale Actalis 12/10/2012

Il Cloud Computing. Lo strumento per un disaster recovery flessibile. Giorgio Girelli. Direttore Generale Actalis 12/10/2012 Il Cloud Computing Lo strumento per un disaster recovery flessibile Giorgio Girelli Direttore Generale Actalis 12/10/2012 Agenda Il Gruppo Aruba Disaster Recovery: costo od opportunità? L esperienza Aruba

Dettagli

COORDINAMENTO PER MATERIE SETTEMBRE 2013 MATERIA DI NUOVA INTRODUZIONE PER EFFETTO DELLA RIFORMA

COORDINAMENTO PER MATERIE SETTEMBRE 2013 MATERIA DI NUOVA INTRODUZIONE PER EFFETTO DELLA RIFORMA Pagina 1 di 5 COORDINAMENTO PER MATERIE SETTEMBRE 2013 MATERIA DI NUOVA INTRODUZIONE PER EFFETTO DELLA RIFORMA AREA DISCIPLINARE : Indirizzo Informatica e Telecomunicazioni, articolazione Informatica.

Dettagli

Evoluzione dei servizi di incasso e pagamento per il mercato italiano

Evoluzione dei servizi di incasso e pagamento per il mercato italiano www.pwc.com/it Evoluzione dei servizi di incasso e pagamento per il mercato italiano giugno 2013 Sommario Il contesto di riferimento 4 Un modello di evoluzione dei servizi di incasso e pagamento per il

Dettagli

GUIDA RAPIDA ALL INSTALLAZIONE

GUIDA RAPIDA ALL INSTALLAZIONE GUIDA RAPIDA ALL INSTALLAZIONE Sommario DECODER CUBOVISION 1 TELECOMANDO 3 COLLEGAMENTO ALLA TV 4 COLLEGAMENTO A INTERNET 6 COLLEGAMENTO ANTENNA 8 COLLEGAMENTO ALLA RETE ELETTRICA 9 COLLEGAMENTO AUDIO

Dettagli

Bus di sistema. Bus di sistema

Bus di sistema. Bus di sistema Bus di sistema Permette la comunicazione (scambio di dati) tra i diversi dispositivi che costituiscono il calcolatore E costituito da un insieme di fili metallici che danno luogo ad un collegamento aperto

Dettagli

minor costo delle chiamate, su nazionali e internazionali

minor costo delle chiamate, su nazionali e internazionali Il Voice Over IP è una tecnologia che permette di effettuare una conversazione telefonica sfruttando la connessione ad internet piuttosto che la rete telefonica tradizionale. Con le soluzioni VOIP potete

Dettagli

COLLABOR@ ORGANIZZA RIUNIONI ON-LINE DA QUALUNQUE PC RECUPERA IL TUO TEMPO TAGLIA I COSTI DEI TUOI SPOSTAMENTI RISPETTA L AMBIENTE

COLLABOR@ ORGANIZZA RIUNIONI ON-LINE DA QUALUNQUE PC RECUPERA IL TUO TEMPO TAGLIA I COSTI DEI TUOI SPOSTAMENTI RISPETTA L AMBIENTE COLLABOR@ ORGANIZZA RIUNIONI ON-LINE DA QUALUNQUE PC RECUPERA IL TUO TEMPO TAGLIA I COSTI DEI TUOI SPOSTAMENTI RISPETTA L AMBIENTE COSA E QUANDO SERVE PERCHE USARLO E un servizio di Cloud Computing dedicato

Dettagli

SKY on DEMAND. Guida all attivazione e navigazione

SKY on DEMAND. Guida all attivazione e navigazione SKY on DEMAND Guida all attivazione e navigazione . Il Nuovo Sky On Demand: dettagli 1/2 Che cosa è il nuovo Sky On Demand Il nuovo Sky On Demand è il Servizio che consente di accedere ad un intera videoteca

Dettagli

Tutorial Sky Go su Samsung v.1.1

Tutorial Sky Go su Samsung v.1.1 Tutorial Sky Go su Samsung v.1.1 1.1 Presentazione...2 2.2 Download e installazione...2 2.2 Login...3 2.2.1 Limitazioni all'accesso...4 2.3 Profili di visione...6 2.4 Reti...7 2.5 Diritti...7 3.0 Fruizione

Dettagli

Vivere bene entro i limiti del nostro pianeta

Vivere bene entro i limiti del nostro pianeta isstock Vivere bene entro i limiti del nostro pianeta 7 PAA Programma generale di azione dell Unione in materia di ambiente fino al 2020 A partire dalla metà degli anni 70 del secolo scorso, la politica

Dettagli

Metodi e Strumenti per la Caratterizzazione e la Diagnostica di Trasmettitori Digitali RF ing. Gianfranco Miele g.miele@unicas.it

Metodi e Strumenti per la Caratterizzazione e la Diagnostica di Trasmettitori Digitali RF ing. Gianfranco Miele g.miele@unicas.it Corso di laurea magistrale in Ingegneria delle Telecomunicazioni Metodi e Strumenti per la Caratterizzazione e la Diagnostica di Trasmettitori Digitali RF ing. Gianfranco Miele g.miele@unicas.it Trasmettitore

Dettagli

V11. Release 1. New Devices. New Features. More Flexibility.

V11. Release 1. New Devices. New Features. More Flexibility. V11 Release 1 New Devices. New Features. Highlights dell innovaphone PBX Versione 11 Release 1 (11r1) Con il software Versione 11 dell innovaphone PBX la soluzione di telefonia IP e Unified Communications

Dettagli

RELAZIONE DELLA COMMISSIONE AL PARLAMENTO EUROPEO E AL CONSIGLIO

RELAZIONE DELLA COMMISSIONE AL PARLAMENTO EUROPEO E AL CONSIGLIO COMMISSIONE EUROPEA Bruxelles, 31.3.2015 COM(2015) 145 final RELAZIONE DELLA COMMISSIONE AL PARLAMENTO EUROPEO E AL CONSIGLIO Relazione sull'applicazione del regolamento (UE) n. 211/2011 riguardante l'iniziativa

Dettagli

Guida ai Servizi Internet per il Referente Aziendale

Guida ai Servizi Internet per il Referente Aziendale Guida ai Servizi Internet per il Referente Aziendale Indice Indice Introduzione...3 Guida al primo accesso...3 Accessi successivi...5 Amministrazione dei servizi avanzati (VAS)...6 Attivazione dei VAS...7

Dettagli

LA CARTA DEI SERVIZI DI TELECOMITALIA INDICE

LA CARTA DEI SERVIZI DI TELECOMITALIA INDICE LA CARTA DEI SERVIZI DI TELECOMITALIA INDICE 1. Telecom Italia e la Carta dei Servizi 2. Chi siamo 3. I nostri principi 4. I nostri impegni 5. I nostri standard di qualità 6. Gestione reclami 7. Come contattarci

Dettagli

Elementi di Informatica e Programmazione

Elementi di Informatica e Programmazione Elementi di Informatica e Programmazione Le Reti di Calcolatori (parte 2) Corsi di Laurea in: Ingegneria Civile Ingegneria per l Ambiente e il Territorio Università degli Studi di Brescia Docente: Daniela

Dettagli

dei processi di customer service

dei processi di customer service WHITE PAPER APRILE 2013 Il Business Process Orchestrator dei processi di customer service Fonte Dati: Forrester Research Inc I marchi registrati citati nel presente documento sono di proprietà esclusiva

Dettagli

Microsoft Innovation Center Roma. Pierluigi Del Nostro Stefano Paolozzi Maurizio Pizzonia

Microsoft Innovation Center Roma. Pierluigi Del Nostro Stefano Paolozzi Maurizio Pizzonia Microsoft Innovation Center Roma Pierluigi Del Nostro Stefano Paolozzi Maurizio Pizzonia Il MIC Roma Cos è Uno dei risultati dei protocolli di intesa tra il Ministero della Pubblica Amministrazione e l

Dettagli

DALLA RICERCA & SVILUPPO SIAV. Ecco i prodotti e le applicazioni. per innovare le imprese italiane

DALLA RICERCA & SVILUPPO SIAV. Ecco i prodotti e le applicazioni. per innovare le imprese italiane Comunicato stampa aprile 2015 DALLA RICERCA & SVILUPPO SIAV Ecco i prodotti e le applicazioni per innovare le imprese italiane Rubàno (PD). Core business di, nota sul mercato ECM per la piattaforma Archiflow,

Dettagli

- Antivirus, Firewall e buone norme di comportamento

- Antivirus, Firewall e buone norme di comportamento Reti Di cosa parleremo? - Definizione di Rete e Concetti di Base - Tipologie di reti - Tecnologie Wireless - Internet e WWW - Connessioni casalinghe a Internet - Posta elettronica, FTP e Internet Browser

Dettagli

Mai più offline. viprinet. Multichannel VPN Router Multichannel VPN Hub

Mai più offline. viprinet. Multichannel VPN Router Multichannel VPN Hub viprinet Mai più offline. Multichannel VPN Router Multichannel VPN Hub Adatti per la connettività Internet e reti VPN Site-to-Site Bounding effettivo delle connessioni WAN (fino a sei) Design modulare

Dettagli

2013-2018 ROMA CAPITALE

2013-2018 ROMA CAPITALE 2013-2018 ROMA CAPITALE Proposte per il governo della città Sintesi stampa IL VINCOLO DELLE RISORSE ECONOMICO-FINANZIARIE Il debito del Comune di Roma al 31/12/2011 ammonta a 12,1 miliardi di euro; di

Dettagli

Towards Responsible Public Administration BEST PRACTICE CASE

Towards Responsible Public Administration BEST PRACTICE CASE 7 TH QUALITY CONFERENCE Towards Responsible Public Administration BEST PRACTICE CASE INFORMAZIONI DI BASE 1. Stato: Italia 2. Nome del progetto: La diffusione di Best Practice presso gli Uffici Giudiziari

Dettagli

Guida alle offerte di finanziamento per le medie imprese

Guida alle offerte di finanziamento per le medie imprese IBM Global Financing Guida alle offerte di finanziamento per le medie imprese Realizzata da IBM Global Financing ibm.com/financing/it Guida alle offerte di finanziamento per le medie imprese La gestione

Dettagli

Gestire le comunicazione aziendali con software Open Source

Gestire le comunicazione aziendali con software Open Source Gestire le comunicazione aziendali con software Open Source Data: Ottobre 2012 Firewall pfsense Mail Server Zimbra Centralino Telefonico Asterisk e FreePBX Fax Server centralizzato Hylafax ed Avantfax

Dettagli

***** Il software IBM e semplice *****

***** Il software IBM e semplice ***** Il IBM e semplice ***** ***** Tutto quello che hai sempre voluto sapere sui prodotti IBM per qualificare i potenziali clienti, sensibilizzarli sulle nostre offerte e riuscire a convincerli. WebSphere IL

Dettagli

2.0 DAL WEB. social. tecnologico, 2006. Reply www.reply.eu

2.0 DAL WEB. social. tecnologico, 2006. Reply www.reply.eu ALL INTERNO DEL FIREWALL: ENI 2.0 Il modo di lavorare è soggetto a rapidi cambiamenti; pertanto le aziende che adottano nuovi tool che consentono uno scambio di informazioni contestuale, rapido e semplificato

Dettagli

COORDINAMENTO Regione VENETO. LA REGIONE CHE VOGLIAMO Le proposte dei manager per il Veneto

COORDINAMENTO Regione VENETO. LA REGIONE CHE VOGLIAMO Le proposte dei manager per il Veneto COORDINAMENTO Regione VENETO LA REGIONE CHE VOGLIAMO Le proposte dei manager per il Veneto 1 1) CONTESTO ISTITUZIONALE, RIFORME E ORGANIZZAZIONE AMMINISTRATIVA La governabilità del sistema Paese, la sua

Dettagli

71 MICROCREDITO E GARANZIA PER I GIOVANI: UN BINOMIO POSSIBILE (SE SI VUOLE)

71 MICROCREDITO E GARANZIA PER I GIOVANI: UN BINOMIO POSSIBILE (SE SI VUOLE) 71 MICROCREDITO E GARANZIA PER I GIOVANI: UN BINOMIO POSSIBILE (SE SI VUOLE) di TIZIANA LANG * Finalmente è partita: dal 1 maggio i giovani italiani possono iscriversi on line al programma della Garanzia

Dettagli

Le novità per gli appalti pubblici

Le novità per gli appalti pubblici Le novità per gli appalti pubblici La legge 98/2013 contiene disposizioni urgenti per il rilancio dell economia del Paese e, fra queste, assumono particolare rilievo quelle in materia di appalti pubblici.

Dettagli

Dispositivi di comunicazione

Dispositivi di comunicazione Dispositivi di comunicazione Dati, messaggi, informazioni su vettori multipli: Telefono, GSM, Rete, Stampante. Le comunicazioni Axitel-X I dispositivi di comunicazione servono alla centrale per inviare

Dettagli

MINISTERO DEI BENI E DELLE ATTIVITÀ CULTURALI E DEL TURISMO

MINISTERO DEI BENI E DELLE ATTIVITÀ CULTURALI E DEL TURISMO MINISTERO DEI BENI E DELLE ATTIVITÀ CULTURALI E DEL TURISMO PROGRAMMA OPERATIVO NAZIONALE CULTURA e SVILUPPO FESR 2014-2020 Sintesi DICEMBRE 2014 1. Inquadramento e motivazioni Il Ministero dei Beni, delle

Dettagli

www.queen.it info@mbox.queen.it Gruppo Queen.it Listino Utente Finale Gennaio 2001

www.queen.it info@mbox.queen.it Gruppo Queen.it Listino Utente Finale Gennaio 2001 Listino Gennaio 2001 pag. 1 Gruppo Queen.it Listino Utente Finale Gennaio 2001 Profilo aziendale Chi è il Gruppo Queen.it Pag. 2 Listino connettività Listino Connettività RTC Pag. 3 Listino Connettività

Dettagli

LA CONOSCENZA PER LO SVILUPPO

LA CONOSCENZA PER LO SVILUPPO + DIREZIONE GENERALE PER LA COOPERAZIONE ALLO SVILUPPO Coordinamento Cooperazione Universitaria LA CONOSCENZA PER LO SVILUPPO Criteri di orientamento e linee prioritarie per la cooperazione allo sviluppo

Dettagli

Ultimo aggiornamento avvenuto il 18 giugno 2014. Sostituisce la versione del 2 maggio 2013 nella sua interezza.

Ultimo aggiornamento avvenuto il 18 giugno 2014. Sostituisce la versione del 2 maggio 2013 nella sua interezza. Condizioni di utilizzo aggiuntive di Acrobat.com Ultimo aggiornamento avvenuto il 18 giugno 2014. Sostituisce la versione del 2 maggio 2013 nella sua interezza. SERVIZI ONLINE ADOBE RESI DISPONIBILI SU

Dettagli

OVI-SUITE E NAVIGAZ. WEB CON CELLULARE

OVI-SUITE E NAVIGAZ. WEB CON CELLULARE OVI-SUITE E NAVIGAZ. WEB CON CELLULARE 1) Ovviamente anche su quelle GPRS, inoltre il tuo modello supporta anche l'edge. Si tratta di un "aggiornamento" del GPRS, quindi è leggermente più veloce ma in

Dettagli

Istituto per l Energia Rinnovabile. Autori: David Moser, PhD; Daniele Vettorato, PhD. Bolzano, Gennaio 2013

Istituto per l Energia Rinnovabile. Autori: David Moser, PhD; Daniele Vettorato, PhD. Bolzano, Gennaio 2013 Istituto per l Energia Rinnovabile Catasto Solare Alta Val di Non Relazione Versione: 2.0 Autori: David Moser, PhD; Daniele Vettorato, PhD. Coordinamento e Revisione: dott. Daniele Vettorato, PhD (daniele.vettorato@eurac.edu)

Dettagli