Telecommunicazion Manager Tesi Finale Roma Luglio 2007

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Telecommunicazion Manager Tesi Finale Roma Luglio 2007"

Transcript

1 Telecommunicazion Manager Tesi Finale Roma Luglio 2007 Realizzato da: F R A N C E S C O M A R T I N E Z Progetto: Rete Wireless a Banda Larga Per la Provincia di Como. Francesco Martinez TM 7 Elis 1

2 Sommario 1. Introduzione! 4 2. L azienda! Il Settore - Business Area Radio 6 3. Il Digital divide! Il Piano Italiano La Copertura ADSL Italiana e il Digital Divide 8 4. L'attività! Il progetto Fase 1: Da dove prendere l ADSL? Descizione del Sistema Funzioni generali Processo di Autenticazione Rete di Backbone: Rete di Accesso Copertura Wireless 5,4GHz. 21 Francesco Martinez TM 7 Elis 2

3 4.10 Criteri di dimensionamento Numero degli apparati utilizzati nella fase Rete in Hiperlan: Aparati Offerti Numero degli apparati utilizzati nella fase Applicazioni Erogabili! Fast Internet VoIP Video Sorveglianza Applicazioni Business Conclusioni! 33 Francesco Martinez TM 7 Elis 3

4 1. INTRODUZIONE Lo stage di cinque mesi presso Ericsson Italia da me svolto, durante il suo percorso mi ha dato l opportunità di fare tante esperienze nuove che hanno contribuito ad ampliare largamente le mie capacità progettuali e conoscitive, dandomi delle solide basi dalle quali partire per un lavoro rivolto in quest ambito. Principalmente in Ericsson mi sono occupato di sviluppare soluzioni riguardanti il progetto che si stava realizzando per la Provincia di Como, e cioè quello di abbattere le barriere del Digital Divide, portando l ADSL con tecnologia Wireless nei comuni appartenenti alla Provincia di Como, non raggiunti dalla copertura ADSL. Molti argomenti trattati nello stage inizialmente mi erano sconosciuti, questo era dato principalmente alla mia inesperienza nel campo lavorativo e soprattutto in quel settore. Ma alla fine questa difficoltà è stata superata grazie all aiuto di persone interne all azienda competenti che mi hanno aiutato a risolvere quei determinati problemi. Tuttavia in sede di stage ho avuto la possibilità di far esperienza in vari campi con la possibilità quindi di ampliare le mie conoscenze tecniche. Ho avuto anche la possibilità di migliorare il mio inglese tecnico, in quanto molta documentazione, le call conference, le e tutto il resto erano impostati in lingua inglese. Francesco Martinez TM 7 Elis 4

5 Come ho scritto in precedenza presso Ericsson Italia ho collaborato anche alla realizzazione dei seguenti progetti:! Rete Wireless a Banda Larga per la provincia di Como.! Realizzazione della rete del progetto IMT (IMS Multimedia Telepho-!! ny).! Installazione su Server di BEA WebLogic Server per lo sviluppo!! di applicativi Java.! Scelta di prodotti (Firewall, Router e Acces Point) per altri progetti appartenenti ad Ericsson Italia Nel resto del documento illustrerò approfonditamente il punti chiave del lavoro svolto per realizzare questo progetto in sede di stage. Infine, vorrei ringraziare tutte le persone che mi hanno aiutato durante lo stage, che hanno visto in me delle potenzialità, ed in particolare vorrei ringraziare, per la loro disponibilità, il mio tutor aziendale Rinaldo Bausani,il mio colloga di ufficio, nonché responsabile dell Experience Center di Ericsson Domenico Crea,i ragazzi del Marketing Lab e soprattutto i miei Genitori, che senza di loro non sarei mai riuscito ad arrivare dove sono adesso. GRAZIE. Francesco Martinez TM 7 Elis 5

6 2. L AZIENDA Ericsson, azienda leader delle telecomunicazioni mondiale, fornisce soluzioni innovative in più di 140 paesi contribuendo allo sviluppo di alcune delle maggiori società di comunicazione nel mondo. Ericsson, che si occupa della realizzazione di reti e della fornitura di servizi, ha consolidato il suo ruolo di leadership ribadendo il grande impulso dato allo sviluppo dei sistemi di comunicazione in ogni settore, dalla rete telefonica fissa tradizionale, alle reti di nuova generazione, alle reti IP e larga banda, a quella radiomobile GSM e GPRS fino all'evoluzione verso le reti UMTS. In Italia è il fornitore di riferimento dei principali operatori di telecomunicazioni fisse e mobili, come Telecom Italia, TIM, Wind e 3, e offre i propri servizi anche a Vodafone, Albacom, Tiscali e ad altri operatori regionali. Ericsson è da tempo impegnata anche nell'offerta di prodotti e servizi al mercato delle aziende, della pubblica amministrazione e delle forze di sicurezza, a cui offre tecnologie e soluzioni di comunicazione specifiche. In particolare Ericsson vanta nel mercato italiano una base installata di PBX di oltre 2,5 milioni di utenze distribuite tra più di clienti presenti in tutti settori. Obiettivo di Ericsson in Italia è il consolidamento della propria leadership nella fornitura di tecnologie di comunicazione e l'espansione del proprio ruolo nella fornitura di servizi per gli operatori di telecomunicazioni e alle imprese. 2.1 Il Settore - Business Area Radio Responsabile per il business dell accesso Radio-Mobile per reti 2G e 3G in tutti i mercati del sud Est europeo italia compresa. Tra le principali responsabilità è quella di veicolare soluzioni innovative verso gli operatori proponendosi come partner tecnologico e di Business. Francesco Martinez TM 7 Elis 6

7 3. IL DIGITAL DIVIDE Con digital divide (divario digitale detto anche DD) si intende il divario esistente tra chi può accedere alle nuove tecnologie (Internet, Computer) presenti nel mondo, e chi non può farlo per motivi diversi come reddito insufficiente, ignoranza, assenza di infrastrutture (come nel caso dei paesi in via sviluppo). Il problema del Digital divide è di per sé già presente all interno degli stati più sviluppati. Sicuramente però i suoi effetti sono ancor più devastanti all interno dei paesi arretrati: l impossibilità d avvicinarsi alla tecnologia chiude infatti qualsiasi possibilità di recupero economico di questi paesi. Il DD potrebbe creare differenze non solo nel reddito, ma nell'informazione, cosa che a lungo può creare ben più danni. Il DD oggi viene contrastato attraverso significative attività di riutilizzo dell'hardware (il trashware) grazie all'installazione di software libero, cioè non solo gratuito, ma anche liberamente e legalmente copiabile e ridistribuibile. 3.1 Il Piano Italiano Il Piano del governo italiano, finanziato con il 10 per cento delle entrate ottenute con la gara Umts, considera la transizione verso la Società dell informazione come priorità strategica; parte dal presupposto che le tendenze allo sviluppo e all adozione delle nuove tecnologie dell informazione e della comunicazione (Ict) sono largamente spontanee e decentrate; Programma di sviluppo delle tecnologie didattiche ha interessato moltissime scuole di ogni ordine e grado, ottenendo importanti risultati. Tre gli obiettivi: 1. Promuovere fra gli studenti la padronanza della multimedialità; Francesco Martinez TM 7 Elis 7

8 2. Accrescere l efficacia dei processi di insegnamento-apprendimento e la stessa organizzazione della didattica; 3. Migliorare la professionalità degli insegnanti. 3.2 La Copertura ADSL Italiana e il Digital Divide La banda larga definita alla luce della tecnologia attuale a partire da un valore soglia di 1.2 megabit/sec. non è contemplata né dalla legislazione italiana né da quella europea come obbligo di servizio universale. Già prima del decreto Landolfi, esisteva una minoranza di decine di centrali telefoniche collegate in banda larga col WiFi, laddove non era economico uno scavo per la fibra ottica. La banda disponibile era intorno ai 150 megabit; attualmente con collegamenti a 24 gigahertz (non 2.4) si raggiunge una velocità di 1 gigabit/sec. Ciò può trasportare anche il traffico voce (che dopo la centrale Telecom è trasformato in un pacchetto digitale). Con i link via wireless è/era possibile una copertura totale del territorio, con l'onere di installare un DSLAM in ognuna delle centrali telefoniche italiane. Un collegamento wireless fra le centrali è un costo marginale. Le frequenze sopra i 10 gigahertz richiedono costose licenze ministeriali. Un link sulle frequenze fino a 10 gigahertz è gratuito, ma garantisce una banda di 20 megabit(anche per l'uso commerciale/profittevole che ne fa un operatore telefonico). A detta di molti operatori nel settore delle telecomunicazioni, la banda larga è un fattore d'importanza strategica per la ripresa di competitività delle imprese italiane, quanto la creazione di una rete di trasporti autostradale e ferroviaria più efficiente. È importante in questo senso l'integrazione fra informatica e logistica, per favorire la circolazione di idee e di merci. La banda larga è anche una necessità del mondo dell'università e della ricerca scientifica che lavorano su grandi moli di dati e utilizzano la rete come strumen- Francesco Martinez TM 7 Elis 8

9 to da cui attingere potenza di calcolo. L'apertura della concorrenza nel mercato delle tlc ha sensibilmente abbassato i costi di un collegamento rispetto a 10 anni fa, introducendo modalità di tariffazione flat e il pagamento del solo contatto telefonico (non più anche del provider che fornisce l'accesso a Internet). La copertura del territorio italiano con accessi a Internet a velocità superiori a 1 megabit/sec. è intorno al 50% nel quale rientrano i 20 maggiori centri (Roma, Milano, Torino, Genova, Napoli, etc.), ben al di sotto della media europea (95% di Regno Unito, oltre il 90% in Francia) e di Stati con un territorio più vasto dell'italia e una più bassa densità abitativa e quindi più piccoli centri da coprire. In Francia e Inghilterra tale livello di copertura è in buona parte dovuto all'utilizzo diffuso di tecnologie wireless, o di altre quali l'extended adsl, liberalizzate da alcuni anni, per servire territori in cui non è conveniente un servizio DSL oppure la posa della fibra ottica. La velocizzazione degli accessi a Internet è il problema del digital divide nel quale al momento si concentrano maggiori risorse pubbliche e private (es. Infrastrutture s.p.a). La sicurezza delle reti è un problema che in parte sarà affrontato dai protocolli della futura generazione di Internet 2, più robusti e sicuri dell'attuale protocollo TCP/IP. I gestori di comunicazioni forniscono agli ISP connessioni *.DSL solo su richiesta di almeno 1000 utenti (in varie centrali telefoniche), che firmano un pre-contratto col gestore telefonico nel quale si impegnano a pagare il servizio ADSL; non sempre è presente una clausola che ne prevede lo scioglimento in caso di mancata attivazione del servizio, per cui si paga un servizio che non si è ottenuto. Forse questo spiega la scarsa diffusione dei pre-contratti. La soglia dei pre-contratti ADSL per una centrale telefonica limita drasticamente la copertura. Dei comuni italiani, 5800 (più della metà) hanno una popolazione (censita) con meno di 5000 abitanti. Solo l'8% di questi è coperto da ADSL che dunque esclude non pochi dei 57 mln di italiani. Telecom dichiara che le centrali telefoniche, meglio dette stadio di linea coperte sono 3000 delle totali. Ogni comune è servito da una centrale Francesco Martinez TM 7 Elis 9

10 telefonica (10500 centraline per 8100 comuni, in tutta Italia). Quelli che ne hanno più d'una, solitamente sono i centri di maggiori dimensioni. Il segnale che arriva alla centrale non giunge però in tutti i borghi, frazioni, etc. del comune; arriva a una certa distanza dalla centrale che non coincide né col confine del comune né col raggio d'azione di una centrale vicina. Per cui coprire un comune non vuol dire che sono coperti tutti gli abitanti, se la densità abitativa del comune è sotto una certa soglia, calcolabile come abitanti per km quadrato. Le zone in cui si realizza questa densità sono una piccola percentuale della superficie nazionale. La disponibilità di ADSL richiede l'installazione di vari apparati e la rimozione di altri che sono di impedimento, posti vent'anni fa quando la tecnologia era già commercializzata all'estero, mentre lo è da 10 anni in Italia. L'acquisto e installazione di un DSLAM è un costo marginale rispetto all'acquisto, scavo e posa di un mezzo (doppino in rame o fibra ottica) per il collegamento a banda larga delle centrali telefoniche. Molte centrali telefoniche non dispongono di collegamento ADSL a causa di apparati quali MUX ed UCR, posti dalla vecchia SIP vent'anni fa, che dovrebbero essere rimossi, oppure per la mancanza di un collegamento in fibra ottica ad una centrale vicina all'interno di una rete di centrali collegati in fibra fino al centro Telecom. Dal collegamento in fibra ottica alla rete Telecom sono escluse le centrali telefoniche che servono meno di 100 utenze (con la normale linea voce). Francesco Martinez TM 7 Elis 10

11 4. L'ATTIVITÀ Durante lo stage, le attività da me svolte hanno toccato diversi argomenti, tra cui sistemista, Security specialist. Nei primi giorni d azienda i mio compito era quello di aiutare il mio responsabile nel dare delle soluzioni in ambito di sicurezza per le gare d appalto a cui Ericsson partecipava. Inizialmente davo suggerimenti di alcuni probabili prodotti che potessero fare al caso loro, ad esempio ottimi Firewall ad ottimi prezzi e con le specifiche richieste dalla gara d appalto. Successivamente, il mio tutor aziendale, ha notato che potevo essere in grado di partecipare ad una vera e propria gara d appalto, e mi ha proposto di far parte del team per la realizzazione di una rete Wireless a Banda Larga per la Provincia di Como. La maggior parte dei paesi della Provincia di Como è purtroppo soggetta al fenomeno del Digital Divide. Per questo la soluzione Ericsson era quella di raggiungere questi paesi attraverso dei ponti radio finalizzata a fornire servizi di connettività IP a larga banda a 21 Comuni della Provincia di Como. Francesco Martinez TM 7 Elis 11

12 4.1 Il progetto Il progetto si suddivide in 2 Fasi principali: Fase 1 :Scelta del POP, Progettazione Dorsali, scelta dei primi paesi di Provincia raggiungibili. Fase 2: Implementazione della tecnologia nel resto del territorio della Provincia. 4.2 Fase 1: I Comuni interessati: Alserio, Asso, Canzo, Alzate, Casilino d Erba, Castel Marte, Castiglione d Intelvi, Merrone, Brenna, Como (palazzzo della Provincia), Guanzate, Lezzeno, Longone al Segrino, Moltrasio, Olgiate Comasco, Orsenigo, Pigra, Pognana Lario, Ronago, San Fedele d Intelvi, Tavernerio. Hiperlan PDH Tutte le tratte PDH sono in ridondanza 1+1 Francesco Martinez TM 7 Elis 12

13 4.3 Da dove prendere l ADSL? Ericsson in questo ambito era perplessa nel posizionamento del POP. Nel progetto iniziale il POP principale da dove partiva il servizio era Como,successivamente abbiamo optato per spostare il POP da Como a Guanzate. Ericsson a questo punto mi ha proposto di fare uno schema di come poteva essere realizzato il POP e come proteggere il POP dal punto di vista della sicurezza Nella pagina successiva potrete vedere genericamente come sarà impostato il POP a guanzate. Francesco Martinez TM 7 Elis 13

14 Abitazioni LAN AZIENDALE Sito Comunale h Abitazioni Palazzo Municipale Server Proxy Firewall Sito Comunale 2 HiperLAN h Palazzo Municipale Server Proxy Firewall HiperLAN PDH PDH Access Gateway INTERNET POP GUANZATE Firewall Firewall LAN Server AAA Server WEB Rete Operatore Francesco Martinez TM 7 Elis 14

15 4.4 Descizione del Sistema La soluzione Ericsson rappresenta una completa soluzione per la gestione dell accesso degli utenti di una Wireless LAN ed implementa le funzionalità di: Autenticazione Reporting Content Filtering Gestione del QoS Il sistema offre una interfaccia utente user-friendly, interamente basata su Internet. La soluzione proposta è inoltre in grado di gestire account con credito prepagato: FLAT: il credito indica un intervallo di tempo solare CONSUMO: il credito indica il tempo reale di navigazione 4.5 Funzioni generali Implementazione Internet Based dei processi radius di accounting, autenticazione ed autorizzazione Gestione del credito prepagato Gestione QoS Profilazione degli account in base al pricing definito Gestione dei codici di ricarica e stampa delle schede prepagate Gestione e manutenzione degli account di utenza Gestione e manutenzione dei log di accesso Compatibilità con tutti i sistemi di accesso radio Compatibilità con tutti i client sia tramite rete wireless Wi-Fi sia Ethernet Alta affidabilità e disponibilità del sistema Francesco Martinez TM 7 Elis 15

16 Estrema scalabilità con future esigenze di crescita del business Conformità alle normative vigenti in merito alla legge anti-terrorismo 4.6 Processo di Autenticazione L autenticazione è web-based e supporta due modalità: Universal Access Method (UAM)! Con UAM quando il client accede alla rete il sistema gli associa un indiriz!! zo IP. Nel momento in cui il client inizia a generare traffico dati l Access!! Gateway intercetta la connessione TCP e la redirige verso il server web di!! autenticazione. Il server web mostra all utente una pagina di autenticazio!! ne e richiede di inserire username e password. Le credenziali inserite ven!! gono criptate e re-inviate all Access Gateway Wireless Protected Access (WPA)! Con WPA l autenticazione è gestita dall Access Point e successivamente!! inoltata verso l Access Gateway. Utilizzando questo metodo la connessio!! ne tra l Access Point ed il client è criptata Autenticazione Radius Sia nel metodo UAM sia in quello WPA la richiesta di autenticazione viene inoltrata al Radius Server che comunica poi all Access Gateway l esito della richiesta (Access-Accept Vs Access-Reject) UAM! Con il metodo UAM vengono utlizzati gli attributi CHAP-Challenge e!!! CHAP-Password, come specificato dallo standard RFC WPA! Con il metodo WPA viene utilizzato l atrributo EAP-Message come defini!! to dallo standard RFC Francesco Martinez TM 7 Elis 16

17 4.6.2 Architettura Logica Access Point Server AAA WLAN LAN WAN Broadband Access Gteway Access Point Server WEB Access Gateway E il componente preposto alla intercettazione del traffico TCP effettuato dai client ed implementa il protocollo di comunicazione Radius (Radius Client) attraverso cui validare il processo di autenticazione. L Access Gateway ha tre principali interfacce di comunicazione: Interfaccia RADIUS per autenticare i client. Interfaccia di DOWNLINK per accettare le richieste di autenticazione dei client. Questa interfaccia accetta richieste DHCP e ARP. Interfaccia di UPLINK per inoltrare il traffico verso altre reti. Questa interfaccia è implementata attraverso il TUN/TAP drive. Requisiti Hardware OS Linux 1 x 10/100Base-T Ethernet, RJ-45 (UTP): Network (WAN) 1 x 10/100Base-T Ethernet, RJ-45 (UTP): Subscriber (LAN) Server Radius Non esiste nessun vincolo di utilizzo di Radius Server. La soluzione proposta utilizza FreeRadius. Francesco Martinez TM 7 Elis 17

18 Web Server Questo componente è preposto alla implementazione del processo di autenticazione ed è necessario nel caso si utilizzi una autenticazione UAM. L interfaccia di comunicazione con il web server utilizza il protocollo http e non prevede nessuna chiamata Call-Back di ritorno verso l Access Gateway. Questo consente al web server di essere posizionato sulla rete pubblica (Internet) e all Access Gateway di risiedere all interno di una rete privata (i.e. dietro un NAT Gateway o Proxy o Firewall). La soluzione prevede l utilizzo di un certificato SSL per crittografare su protocollo Https username e pssword di autenticazione. Access Point Ogni Access Point è compatibile con la soluzione proposta. La piena compatibilità è garantita nel caso di autenticazione UAM. Qualora invece si voglia adottare una autenticazione WPA è necessario che l Access Point supporti la funzionalità WPA. Wireless Client La compatibilità è garantita con qualunque dispositivo che sia Wi-Fi compatibile (i.e. dotato di una WLAN PC Card o di un modulo built-in). Nel caso di autenticazione UAM il requisito è che il client abbia un web browser installato. Nel caso di autenticazione WPA è necessario che il client supporti la funzionalità WPA. Ogni volta che l utente deve usufruire del servizio, il sistema attua le seguenti procedure: Interfaccia web di autenticazione (custom brand) Home Page Redirection Funzionalità DAT (Dynamic Address Translation) per rendere trasparente la connessione alla rete a prescindere da configurazioni di rete o da impostazioni di Proxy esistenti sul client Francesco Martinez TM 7 Elis 18

19 Walled Garden di pubblico accesso, senza autenticazione SMTP redirection Bandwidth Management (max download; max upload) Numero di utenti illimitato in proporzione alle performance del server host dell Access Gateway e dalla configurazione della subnet (i.e /20 corrisponde a circa 4093 utenti concorrenti) DHCP Server (gestione 1 subnet dinamica e 1 subnet privata) Registrazione dei log di accesso degli utenti Processi di autenticazione UAM e WPA Gestione credito prepagato Gestione codici di ricarica del credito Self-provisioning degli utenti Visualizzazione credito residuo 4.7 Rete di Backbone: Per consentire una futura espansione della rete wireless a tutta l area della Provincia di Como, si è fin da subito ipotizzato di realizzare la rete di trasporto primaria (backbone) tramite dei collegamenti radio punto-punto, operanti su frequenze date in concessione e scalabili in capacità in caso di future necessità. Ciò comporta i seguenti vantaggi: Possibilità di crescita della capacità e quindi degli investimenti al crescere della domanda e senza colli di bottiglia Garanzia della qualità ed affidabilità del collegamento La soluzione PDH Ericsson presenta un livello di scalabilità e flessibilità tale che la rete di backbone può essere inizialmente progettata per trasportare un traffico di dati minimo (ad esempio 4 Mbit/s) per poi evolvere in capacità di Francesco Martinez TM 7 Elis 19

20 banda fino a 34 Mbit/s agendo esclusivamente via software da remoto, senza mai intervenire direttamente sugli apparati installati. Il sistema Ponte Radio PDH sarà composto da due elementi fondamentali: parte indoor (IDU) e parte outdoor (ODU). A ntenna A ntenna RAU active RA U active Splitter S plitter RA U S tandby 60cm 13 GHz 60cm RAU Standby Modem Active Modem Standby Switching Unit Ethernet Unit Modem A ctive Modem S tandby S witching Unit E thernet Unit 4.8 Rete di Accesso L Utente Business potrà accedere alla rete mediante l utilizzo di CPE operante alla frequenza 5.4 GHz. La capacità di banda garantita sarà impostata attraverso il sistema di gestione della rete Wireless. La teconlogia 2.4 GHz, dove prevista sarà dedicata ai clienti best effort che accederanno alla rete tramite l utilizzo di palmari, schede WI-FI (attualmente in commercio) o CPE dedicate (come per il business) qualora fosse richiesto. Nell eventualità di una congestione del sistema 5.4 GHz si può utilizzare il sistema a 2.4 GHz anche per il collegamento dei clienti detti GRANTITI. Francesco Martinez TM 7 Elis 20

21 4.9 Copertura Wireless 5,4GHz. L obiettivo di copertura dei siti sarà l urbanizzato del comune o della frazione comunale a meno di eventuali richieste specifiche del cliente. La scelta sul numero di settori necessari e sul tipo di sistema radiante da utilizzare, sarà decisa dal progettista RF in base alla posizione del sito ed all obiettivo di copertura. Il sistema proposto funziona in condizioni di LOS (Line Of Sight) o NearLOS, quindi non si garantisce la copertura indoor o ad edifici che si trovano in zone d ombra. Per questi ultimi si dovranno effettuare le prove ad impianto acceso Criteri di dimensionamento La soluzione proposta è stata dimensionata per soddisfare i requisiti di servizio minimi rapportandoli alle offerte di mercato per l utenza residenziale e business per solo traffico di tipo Internet residenziale e business: utenze residenziali, servizio paragonabile ad un ADSL sbilanciato ; il servizio garantirà banda di 32k Francesco Martinez TM 7 Elis 21

22 utenze business, servizio paragonabile ad un ADSL 2M; il servizio garantirà 512k Gli elementi presi in considerazione per il calcolo del dimensionamento del backbone della Rete Fase 1 sono di seguito riassunti:!! numero di abitanti per Comune banda minima, sulla base dei diversi profili, residenziale o business! ipotesi di un numero di famiglie pari al 25% della popolazione complessiva! di ogni Comune! fattore di utilizzo (o indice di contemporaneità, un valore tipico può essere! tra 1:10 e 1:20). In un ottica di pianificazione a medio termine dell intera rete, assume particolare rilievo l ipotesi su come crescerà la penetrazione dei servizi a larga banda all interno della copertura geografica realizzata. Sulla base di tale assunzione diventa dunque molto importante adottare soluzioni architetturali e tecnologiche che siano il più possibile flessibili e scalabili in modo da offrire una capacità di banda che si adegui facilmente alle accresciute esigenze del traffico utenti Numero degli apparati utilizzati nella fase 1 N 80 Access Point per la diffusione a 5,4 GHz, dei quali!!! - 10 Comuni con copertura bi-settoriale!!! - 20 Comuni con copertura tri-settoriale N 80 Antenne settoriali 5,4 GHz per gli AP di cui sopra N 29 LAN switch Francesco Martinez TM 7 Elis 22

23 ! Per collegare tra loro i siti interessati nel progetto, occorreranno le seguenti tratte radio: N 15 tratte in Ponte Radio PDH con capacità di 34 Mbps N 16 tratte in Hiperlan PTP 5,4 GHz 4.12 Rete in Hiperlan: Si tratta di un sistema Punto-Multipunto IP, costituito da una Base station Multifunzione e Multistandard operanti nella banda ISM 5,470-5,725Ghz con standard Hiperlan2, h, e 2,4Ghz in standard b/g. Il sistema è stato progettato per costituire la base di un completo sistema di accesso ultimo-miglio. Per la realizzazione del progetto Ericsson, dato che non ha propri prodotti per questo tipo di tecnologia, ha fatto un accordo con la TOWNET, affinche li fornisse tutti i prodotti necessari per i collegamenti wireless. Francesco Martinez TM 7 Elis 23

24 4.13 Aparati Offerti Multi-standard Base Station BS Townet E l apparato che realizza la copertura punto-multipunto nei Comuni facenti parte il progetto con coperture settoriali con antenna separata.si tratta di un sistema Punto-Multipunto IP, costituito da una Base station Multifunzione e Multistandard operanti nella banda ISM 5,470-5,725Ghz con standard Hiperlan2, h, e 2,4Ghz in standard b/g. Il sistema è stato progettato per costituire la base di un completo sistema di accesso ultimo-miglio. Questo può essere indifferentemente utilizzato per tutte le tipologie di utenza previste dal progetto.i principali punti di forza del prodotto sono: Capacità di banda fino a 44Mbps netti (troughput TCP) a settore, quindi circa 80Mbps di capacità di cella su singola unità. Canalizzazione flessibile 5, 10, 20 e 40Mhz, in modo tale da ottimizzare la copertura anche in presenza di un alto numero di subscriber-units e alto inquinamento elettromagnetico. Unità robusta in alluminio presso fuso e resistenza alle intemperie fino a IP67 e condizioni atmosferiche proibitive, da -40 C a +55 C, il tutto completato Francesco Martinez TM 7 Elis 24

25 da un sofisticato sistema di autenticazione, autorizzazione e accounting con possibilità di gestione precisa e affidabile della banda disponibile, sia a livello radio che a livello di connessione. Gli apparati sono composti da un unità esterna (ODU) e da un unità interna (IDU) interconnesse da un unico cavo Ethernet FTP CAT.5 da esterni dove passano sia i dati che l alimentazione, il che semplifica l installazione anche in condomini, aziende, ambienti rurali, la sua forma è stata concepita per resistere all azione del vento, del sole, dell umidità, e alle sollecitazioni dovute al ghiaccio. Le interfacce radio sono basate sul Chipset Atheros AR54004X, sono singolarmente e indipendentemente gestibili tramite l interfaccia utente.. Francesco Martinez TM 7 Elis 25

26 Hiperlan Bridge BR Townet Realizza le estenzioni dei collegamenti della rete di trasporto verso i Comuni destinati alla copertura wireless. Il throughput (velocità netta di trasmissione dati) dipende dalla distanza tra i siti, dalle condizioni di visibilità (che definiscono il livello ricevuto ed il margine di fading) e dalla tipologia dei dati da trasmettere (TCP, UDP). Si tratta di un sistema bridge ethernet punto-punto, costituito da una coppia di apparati radio intercambiabili, una master WDS e l altra slave WDS operante nella banda ISM 5,470-5,725Ghz con standard Hiperlan. Adatto ad essere utilizzato nelle più severe condizioni ambientali, dove viene richiesta la massima disponibilità e durata, il BR è il prodotto ideale. Gli apparati sono composti da un unità esterna (ODU) e da un unità interna (IDU) interconnesse da un unico cavo Ethernet FTP CAT.5 da esterni dove passano sia i dati che l alimentazione, il che semplifica l installazione anche in condomini, aziende, ambienti rurali, anche nelle più avverse condizioni atmosferiche, la sua Francesco Martinez TM 7 Elis 26

27 forma è stata concepita per resistere all azione del vento, del sole, dell umidità, e alle sollecitazioni dovute al ghiaccio. Le interfacce radio sono basate sul Chipset Atheros AR54004X, sono singolarmente e indipendentemente gestibili tramite l interfaccia utente. L apparato viene fornito con unità outdoor (ODU) con un antenna integrata pannellare direzionale da 22dB con apertura di 10. L impiego di antenne ausiliari esterne sarà valutato ed offerto dove necessario, in base alle condizioni di propagazione radio delle tratte e del traffico da servire. Switch VLAN 8 Porte D-Link DES-3010GA Lo switch proposto è di tipo managed ovvero può essere gestito da remoto. E un sistema a 8 porte che gestisce il Tagging VLAN 802.1Q e la priority 802.1p per la separazione del traffico e l assegnazione della priorità. Nei casi dove si renda necesserio un numero di porte superiore a 8 sarà proposta ed offerta la versione di tale apparato con un numero maggiore di porte. Francesco Martinez TM 7 Elis 27

Architettura di un sistema informatico 1 CONCETTI GENERALI

Architettura di un sistema informatico 1 CONCETTI GENERALI Architettura di un sistema informatico Realizzata dal Dott. Dino Feragalli 1 CONCETTI GENERALI 1.1 Obiettivi Il seguente progetto vuole descrivere l amministrazione dell ITC (Information Tecnology end

Dettagli

Access point wireless Cisco Small Business serie 500

Access point wireless Cisco Small Business serie 500 Scheda tecnica Access point wireless Cisco Small Business serie 500 Connettività Wireless-N, prestazioni elevate, implementazione semplice e affidabilità di livello aziendale Caratteristiche principali

Dettagli

Cos è un protocollo? Ciao. Ciao 2:00. tempo. Un protocollo umano e un protocollo di reti di computer:

Cos è un protocollo? Ciao. Ciao 2:00. <file> tempo. Un protocollo umano e un protocollo di reti di computer: Cos è un protocollo? Un protocollo umano e un protocollo di reti di computer: Ciao Ciao Hai l ora? 2:00 tempo TCP connection request TCP connection reply. Get http://www.di.unito.it/index.htm Domanda:

Dettagli

Mod. 4: L architettura TCP/ IP Classe 5 I ITIS G. Ferraris a.s. 2011 / 2012 Marcianise (CE) Prof. M. Simone

Mod. 4: L architettura TCP/ IP Classe 5 I ITIS G. Ferraris a.s. 2011 / 2012 Marcianise (CE) Prof. M. Simone Paragrafo 1 Prerequisiti Definizione di applicazione server Essa è un servizio che è in esecuzione su un server 1 al fine di essere disponibile per tutti gli host che lo richiedono. Esempi sono: il servizio

Dettagli

WAN 80.80.80.80 / 24. L obiettivo è quello di mappare due server web interni (porta 80) associandoli agli indirizzi IP Pubblici forniti dall ISP.

WAN 80.80.80.80 / 24. L obiettivo è quello di mappare due server web interni (porta 80) associandoli agli indirizzi IP Pubblici forniti dall ISP. Configurazione di indirizzi IP statici multipli Per mappare gli indirizzi IP pubblici, associandoli a Server interni, è possibile sfruttare due differenti metodi: 1. uso della funzione di Address Translation

Dettagli

Guida ai Servizi Internet per il Referente Aziendale

Guida ai Servizi Internet per il Referente Aziendale Guida ai Servizi Internet per il Referente Aziendale Indice Indice Introduzione...3 Guida al primo accesso...3 Accessi successivi...5 Amministrazione dei servizi avanzati (VAS)...6 Attivazione dei VAS...7

Dettagli

Elementi di Informatica e Programmazione

Elementi di Informatica e Programmazione Elementi di Informatica e Programmazione Le Reti di Calcolatori (parte 2) Corsi di Laurea in: Ingegneria Civile Ingegneria per l Ambiente e il Territorio Università degli Studi di Brescia Docente: Daniela

Dettagli

- Antivirus, Firewall e buone norme di comportamento

- Antivirus, Firewall e buone norme di comportamento Reti Di cosa parleremo? - Definizione di Rete e Concetti di Base - Tipologie di reti - Tecnologie Wireless - Internet e WWW - Connessioni casalinghe a Internet - Posta elettronica, FTP e Internet Browser

Dettagli

Firewall. Generalità. Un firewall può essere sia un apparato hardware sia un programma software.

Firewall. Generalità. Un firewall può essere sia un apparato hardware sia un programma software. Generalità Definizione Un firewall è un sistema che protegge i computer connessi in rete da attacchi intenzionali mirati a compromettere il funzionamento del sistema, alterare i dati ivi memorizzati, accedere

Dettagli

Progettare network AirPort con Utility AirPort. Mac OS X v10.5 + Windows

Progettare network AirPort con Utility AirPort. Mac OS X v10.5 + Windows Progettare network AirPort con Utility AirPort Mac OS X v10.5 + Windows 1 Indice Capitolo 1 3 Introduzione a AirPort 5 Configurare un dispositivo wireless Apple per l accesso a Internet tramite Utility

Dettagli

progettiamo e realizziamo architetture informatiche Company Profile

progettiamo e realizziamo architetture informatiche Company Profile Company Profile Chi siamo Kammatech Consulting S.r.l. nasce nel 2000 con l'obiettivo di operare nel settore I.C.T., fornendo servizi di progettazione, realizzazione e manutenzione di reti aziendali. Nel

Dettagli

Internet Internet è universalmente nota come la Rete delle reti: un insieme smisurato di computer collegati tra loro per scambiarsi dati e servizi.

Internet Internet è universalmente nota come la Rete delle reti: un insieme smisurato di computer collegati tra loro per scambiarsi dati e servizi. Internet Internet è universalmente nota come la Rete delle reti: un insieme smisurato di computer collegati tra loro per scambiarsi dati e servizi. Internet: la rete delle reti Alberto Ferrari Connessioni

Dettagli

Caratteristiche raccomandate del Network in un progetto di Home Automation

Caratteristiche raccomandate del Network in un progetto di Home Automation Caratteristiche raccomandate del Network in un progetto di Home Automation Uno degli aspetti progettuali più importanti di un sistema Control4 è la rete. Una rete mal progettata, in molti casi, si tradurrà

Dettagli

Mai più offline. viprinet. Multichannel VPN Router Multichannel VPN Hub

Mai più offline. viprinet. Multichannel VPN Router Multichannel VPN Hub viprinet Mai più offline. Multichannel VPN Router Multichannel VPN Hub Adatti per la connettività Internet e reti VPN Site-to-Site Bounding effettivo delle connessioni WAN (fino a sei) Design modulare

Dettagli

CARATTERISTICHE DELLE CRYPTO BOX

CARATTERISTICHE DELLE CRYPTO BOX Secure Stream PANORAMICA Il sistema Secure Stream è costituito da due appliance (Crypto BOX) in grado di stabilire tra loro un collegamento sicuro. Le Crypto BOX sono dei veri e propri router in grado

Dettagli

Informatica per la comunicazione" - lezione 9 -

Informatica per la comunicazione - lezione 9 - Informatica per la comunicazione" - lezione 9 - Protocolli di livello intermedio:" TCP/IP" IP: Internet Protocol" E il protocollo che viene seguito per trasmettere un pacchetto da un host a un altro, in

Dettagli

La collaborazione come strumento per l'innovazione.

La collaborazione come strumento per l'innovazione. La collaborazione come strumento per l'innovazione. Gabriele Peroni Manager of IBM Integrated Communication Services 1 La collaborazione come strumento per l'innovazione. I Drivers del Cambiamento: Le

Dettagli

Manuale di configurazione per iphone

Manuale di configurazione per iphone Manuale di configurazione per iphone Notariato.it e.net (Iphone 2G e 3G) 2 PREMESSA Il presente manuale ha lo scopo di fornire le indicazioni per la configurazione del terminale IPhone 2G e 3G per ricevere

Dettagli

MPLS è una tecnologia ad alte prestazioni per l instradamento di pacchetti IP attraverso una rete condivisa

MPLS è una tecnologia ad alte prestazioni per l instradamento di pacchetti IP attraverso una rete condivisa Cosa è MPLS MPLS è una tecnologia ad alte prestazioni per l instradamento di pacchetti IP attraverso una rete condivisa L idea di base consiste nell associare a ciascun pacchetto un breve identificativo

Dettagli

FAQ. 1 Quali sono le differenze con un accesso telefonico?

FAQ. 1 Quali sono le differenze con un accesso telefonico? FAQ 1. Quali sono le differenze con un accesso telefonico? 2. Quali sono le differenze con un collegamento DSL? 3. Funziona come un collegamento Satellitare? 4. Fastalp utilizza la tecnologia wifi (802.11)?

Dettagli

Microsoft Innovation Center Roma. Pierluigi Del Nostro Stefano Paolozzi Maurizio Pizzonia

Microsoft Innovation Center Roma. Pierluigi Del Nostro Stefano Paolozzi Maurizio Pizzonia Microsoft Innovation Center Roma Pierluigi Del Nostro Stefano Paolozzi Maurizio Pizzonia Il MIC Roma Cos è Uno dei risultati dei protocolli di intesa tra il Ministero della Pubblica Amministrazione e l

Dettagli

Sistema di telecomunicazione per le piccole e medie imprese.

Sistema di telecomunicazione per le piccole e medie imprese. Sistema di telecomunicazione per le piccole e medie imprese. Sistema di telecomunicazione Promelit ipecs MG. Descrizione del Sistema: L azienda di oggi deve saper anche essere estesa : non confinata in

Dettagli

Questo documento è allegato al libro Elettrotecnica, Elettronica, Telecomunicazioni e Automazione di

Questo documento è allegato al libro Elettrotecnica, Elettronica, Telecomunicazioni e Automazione di Questo documento è allegato al libro Elettrotecnica, Elettronica, Telecomunicazioni e Automazione di Trapa L., IBN Editore, a cui si può fare riferimento per maggiori approfondimenti. Altri argomenti correlati

Dettagli

VIRTUALIZE IT. www.digibyte.it - digibyte@digibyte.it

VIRTUALIZE IT. www.digibyte.it - digibyte@digibyte.it il server? virtualizzalo!! Se ti stai domandando: ma cosa stanno dicendo? ancora non sai che la virtualizzazione è una tecnologia software, oggi ormai consolidata, che sta progressivamente modificando

Dettagli

Bergamo più europea con il nuovo Bergamo WiFi

Bergamo più europea con il nuovo Bergamo WiFi 19 maggio 2015 Bergamo più europea con il nuovo Bergamo WiFi 62 punti d accesso in tutta la città, una copertura di quasi 1,3 milioni di metri quadrati, con una tecnologia all avanguardia e una potenza

Dettagli

minor costo delle chiamate, su nazionali e internazionali

minor costo delle chiamate, su nazionali e internazionali Il Voice Over IP è una tecnologia che permette di effettuare una conversazione telefonica sfruttando la connessione ad internet piuttosto che la rete telefonica tradizionale. Con le soluzioni VOIP potete

Dettagli

COPERTURA WI-FI (aree chiamate HOT SPOT)

COPERTURA WI-FI (aree chiamate HOT SPOT) Wi-Fi Amantea Il Comune di Amantea offre a cittadini e turisti la connessione gratuita tramite tecnologia wi-fi. Il progetto inserisce Amantea nella rete wi-fi Guglielmo ( www.guglielmo.biz), già attivo

Dettagli

COME NON CADERE NELLA RETE. Guida alla progettazione di un cablaggio strutturato per le scuole secondarie superiori

COME NON CADERE NELLA RETE. Guida alla progettazione di un cablaggio strutturato per le scuole secondarie superiori COME NON CADERE NELLA RETE Guida alla progettazione di un cablaggio strutturato per le scuole secondarie superiori Come non cadere nella rete guida alla progettazione di un cablaggio strutturato per le

Dettagli

***** Il software IBM e semplice *****

***** Il software IBM e semplice ***** Il IBM e semplice ***** ***** Tutto quello che hai sempre voluto sapere sui prodotti IBM per qualificare i potenziali clienti, sensibilizzarli sulle nostre offerte e riuscire a convincerli. WebSphere IL

Dettagli

Modello OSI e architettura TCP/IP

Modello OSI e architettura TCP/IP Modello OSI e architettura TCP/IP Differenza tra modello e architettura - Modello: è puramente teorico, definisce relazioni e caratteristiche dei livelli ma non i protocolli effettivi - Architettura: è

Dettagli

SERVER VIDEO 1-PORTA H.264

SERVER VIDEO 1-PORTA H.264 SERVER VIDEO 1-PORTA H.264 MANUALE UTENTE DN-16100 SALVAGUARDIA IMPORTANTE Tutti i prodotti senza piombo offerti dall'azienda sono a norma con i requisiti della legge Europea sulla restrizione per l'uso

Dettagli

Web conferencing e collaborazione in tempo reale su Internet: la piattaforma Meetecho

Web conferencing e collaborazione in tempo reale su Internet: la piattaforma Meetecho Web conferencing e collaborazione in tempo reale su Internet: la piattaforma Meetecho Tobia Castaldi Alessandro Amirante Lorenzo Miniero Simon Pietro Romano Giorgio Ventre 02/10/2009 GARR 2009 "Network

Dettagli

Dispositivi di comunicazione

Dispositivi di comunicazione Dispositivi di comunicazione Dati, messaggi, informazioni su vettori multipli: Telefono, GSM, Rete, Stampante. Le comunicazioni Axitel-X I dispositivi di comunicazione servono alla centrale per inviare

Dettagli

Funzioni nuove e modificate

Funzioni nuove e modificate Gigaset S675 IP, S685 IP, C470 IP, C475 IP: Funzioni nuove e modificate Questo documento integra il manuale di istruzioni dei telefoni VoIP Gigaset: Gigaset C470 IP, Gigaset C475 IP, Gigaset S675 IP e

Dettagli

ALICE BUSINESS GATE 2 PLUS WI-FI MODEM/ROUTER ADSL / ADSL2+ ETHERNET / USB / WI-FI

ALICE BUSINESS GATE 2 PLUS WI-FI MODEM/ROUTER ADSL / ADSL2+ ETHERNET / USB / WI-FI ALICE BUSINESS GATE 2 PLUS WI-FI MODEM/ROUTER ADSL / ADSL2+ ETHERNET / USB / WI-FI GUIDA D INSTALLAZIONE E USO Contenuto della Confezione La confezione Alice Business Gate 2 plus Wi-Fi contiene il seguente

Dettagli

Le telecamere Installate verranno connesse ad Unità di elaborazione multiplexer per la gestione e la verifica di gruppi omogenei di 4-8-16-32-48-64

Le telecamere Installate verranno connesse ad Unità di elaborazione multiplexer per la gestione e la verifica di gruppi omogenei di 4-8-16-32-48-64 Le telecamere Installate verranno connesse ad Unità di elaborazione multiplexer per la gestione e la verifica di gruppi omogenei di 4-8-16-32-48-64 telecamere. I sistemi di acquisizione ed archiviazione

Dettagli

GLI ELEMENTI BASE PER LA CREAZIONE DI UNA RETE...

GLI ELEMENTI BASE PER LA CREAZIONE DI UNA RETE... GUIDA ALLE RETI INDICE 1 BENVENUTI... 4 2 GLI ELEMENTI BASE PER LA CREAZIONE DI UNA RETE... 5 2.1 COMPONENTI BASE DELLA RETE... 5 2.2 TOPOLOGIA ETHERNET... 6 2.2.1 Tabella riassuntiva... 7 2.3 CLIENT E

Dettagli

TRASMISSIONE DATI SU RETE TELEFONICA. 1 Fondamenti Segnali e Trasmissione

TRASMISSIONE DATI SU RETE TELEFONICA. 1 Fondamenti Segnali e Trasmissione TRASMISSIONE DATI SU RETE TELEFONICA Fondamenti Segnali e Trasmissione Trasmissione dati su rete telefonica rete telefonica analogica ISP (Internet Service Provider) connesso alla WWW (World Wide Web)

Dettagli

Web Conferencing Open Source

Web Conferencing Open Source Web Conferencing Open Source A cura di Giuseppe Maugeri g.maugeri@bembughi.org 1 Cos è BigBlueButton? Sistema di Web Conferencing Open Source Basato su più di quattordici componenti Open-Source. Fornisce

Dettagli

iphone in azienda Guida alla configurazione per gli utenti

iphone in azienda Guida alla configurazione per gli utenti iphone in azienda Guida alla configurazione per gli utenti iphone è pronto per le aziende. Supporta Microsoft Exchange ActiveSync, così come servizi basati su standard, invio e ricezione di e-mail, calendari

Dettagli

Guida all'installazione di WiFi Booster WN1000RP per dispositivi mobili

Guida all'installazione di WiFi Booster WN1000RP per dispositivi mobili Guida all'installazione di WiFi Booster WN1000RP per dispositivi mobili 2012 NETGEAR, Inc. Tutti i diritti riservati. Nessuna parte della presente pubblicazione può essere riprodotta, trasmessa, trascritta,

Dettagli

Sicurezza delle reti wireless. Alberto Gianoli alberto.gianoli@fe.infn.it

Sicurezza delle reti wireless. Alberto Gianoli alberto.gianoli@fe.infn.it Sicurezza delle reti wireless Alberto Gianoli alberto.gianoli@fe.infn.it Concetti di base IEEE 802.11: famiglia di standard tra cui: 802.11a, b, g: physical e max data rate spec. 802.11e: QoS (traffic

Dettagli

OVI-SUITE E NAVIGAZ. WEB CON CELLULARE

OVI-SUITE E NAVIGAZ. WEB CON CELLULARE OVI-SUITE E NAVIGAZ. WEB CON CELLULARE 1) Ovviamente anche su quelle GPRS, inoltre il tuo modello supporta anche l'edge. Si tratta di un "aggiornamento" del GPRS, quindi è leggermente più veloce ma in

Dettagli

Il modo più semplice ed economico per creare Hot Spot Wi-Fi per luoghi aperti al pubblico. Internet nel tuo locale? facile come non mai!

Il modo più semplice ed economico per creare Hot Spot Wi-Fi per luoghi aperti al pubblico. Internet nel tuo locale? facile come non mai! Il modo più semplice ed economico per creare Hot Spot Wi-Fi per luoghi aperti al pubblico Internet nel tuo locale? facile come non mai! Il Prodotto WiSpot è il nuovo prodotto a basso costo per l'allestimento

Dettagli

L Impresa Estesa come motore dell Innovazione

L Impresa Estesa come motore dell Innovazione L Impresa Estesa come motore dell Innovazione VOIP e RFID Andrea Costa Responsabile Marketing Clienti Enterprise 0 1. Innovazione: un circolo virtuoso per l Impresa Profondità e latitudine (l azienda approfondisce

Dettagli

Sistemi Web-Based - Terminologia. Progetto di Sistemi Web-Based Prof. Luigi Laura, Univ. Tor Vergata, a.a. 2010/2011

Sistemi Web-Based - Terminologia. Progetto di Sistemi Web-Based Prof. Luigi Laura, Univ. Tor Vergata, a.a. 2010/2011 Sistemi Web-Based - Terminologia Progetto di Sistemi Web-Based Prof. Luigi Laura, Univ. Tor Vergata, a.a. 2010/2011 CLIENT: il client è il programma che richiede un servizio a un computer collegato in

Dettagli

Articolo. Dieci buoni motivi per acquistare una telecamere di rete Ovvero, quello che il vostro fornitore di telecamere analogiche non vi dirà mai

Articolo. Dieci buoni motivi per acquistare una telecamere di rete Ovvero, quello che il vostro fornitore di telecamere analogiche non vi dirà mai Articolo Dieci buoni motivi per acquistare una telecamere di rete Ovvero, quello che il vostro fornitore di telecamere analogiche non vi dirà mai INDICE Introduzione 3 Dieci cose che il vostro fornitore

Dettagli

Introduzione ai protocolli di rete Il protocollo NetBEUI Il protocollo AppleTalk Il protocollo DLC Il protocollo NWLink Il protocollo TCP/IP

Introduzione ai protocolli di rete Il protocollo NetBEUI Il protocollo AppleTalk Il protocollo DLC Il protocollo NWLink Il protocollo TCP/IP Protocolli di rete Sommario Introduzione ai protocolli di rete Il protocollo NetBEUI Il protocollo AppleTalk Il protocollo DLC Il protocollo NWLink Il protocollo TCP/IP Configurazione statica e dinamica

Dettagli

NOInet è una No Profit Utility con lo scopo di creare posti di lavoro a livello locale e di reinvestire gli utili in tre direzioni:

NOInet è una No Profit Utility con lo scopo di creare posti di lavoro a livello locale e di reinvestire gli utili in tre direzioni: NOInet è una cooperativa di Comunità che nasce dal presupposto che internet è un bene comune a cui tutti possano accedere ad un costo accessibile con standard qualitativi elevati. Per questo con NOInet

Dettagli

Manuale di Remote Desktop Connection. Brad Hards Urs Wolfer Traduzione: Luciano Montanaro Traduzione: Daniele Micci

Manuale di Remote Desktop Connection. Brad Hards Urs Wolfer Traduzione: Luciano Montanaro Traduzione: Daniele Micci Manuale di Remote Desktop Connection Brad Hards Urs Wolfer Traduzione: Luciano Montanaro Traduzione: Daniele Micci 2 Indice 1 Introduzione 5 2 Il protocollo Remote Frame Buffer 6 3 Uso di Remote Desktop

Dettagli

Risoluzione Problemi Chiavetta Internet Veloce MOMODESIGN MD-@

Risoluzione Problemi Chiavetta Internet Veloce MOMODESIGN MD-@ Risoluzione Problemi Chiavetta Internet Veloce MOMODESIGN MD-@ Installazione Modem USB Momo Gestione segnale di rete Connessione Internet Messaggi di errore "Impossibile visualizzare la pagina" o "Pagina

Dettagli

Configurazioni Mobile Connect

Configurazioni Mobile Connect Mailconnect Mail.2 L EVOLUZIONE DELLA POSTA ELETTRONICA Configurazioni Mobile Connect iphone MOBILE CONNECT CONFIGURAZIONE MOBILE CONNECT PER IPHONE CONFIGURAZIONE IMAP PER IPHONE RUBRICA CONTATTI E IPHONE

Dettagli

PASSIONE PER L IT PROLAN. network solutions

PASSIONE PER L IT PROLAN. network solutions PASSIONE PER L IT PROLAN network solutions CHI SIAMO Aree di intervento PROFILO AZIENDALE Prolan Network Solutions nasce a Roma nel 2004 dall incontro di professionisti uniti da un valore comune: la passione

Dettagli

Appunti di Antonio Bernardo

Appunti di Antonio Bernardo Internet Appunti di Antonio Bernardo Cos è Internet Internet può essere vista come una rete logica di enorme complessità, appoggiata a strutture fisiche e collegamenti di vario tipo (fibre ottiche, cavi

Dettagli

Dal punto di vista organizzativo sono possibili due soluzioni per il sistema di rete.

Dal punto di vista organizzativo sono possibili due soluzioni per il sistema di rete. Premessa. La traccia di questo anno integra richieste che possono essere ricondotte a due tipi di prove, informatica sistemi, senza lasciare spazio ad opzioni facoltative. Alcuni quesiti vanno oltre le

Dettagli

Guida all'installazione ed uso dell'app RXCamLink

Guida all'installazione ed uso dell'app RXCamLink Guida all'installazione ed uso dell'app RXCamLink Questa guida riporta i passi relativi all'installazione ed all'utilizzo dell'app "RxCamLink" per il collegamento remoto in mobilità a sistemi TVCC basati

Dettagli

IT-BOOK. Domini Hosting Web marketing E-mail e PEC

IT-BOOK. Domini Hosting Web marketing E-mail e PEC 5 giugno 09 IT-BOOK Configurazioni e cartatteristiche tecniche possono essere soggette a variazioni senza preavviso. Tutti i marchi citati sono registrati dai rispettivi proprietari. Non gettare per terra:

Dettagli

Assistenza. Contenuto della confezione. Modem router Wi-Fi D6200B Guida all'installazione

Assistenza. Contenuto della confezione. Modem router Wi-Fi D6200B Guida all'installazione Assistenza Grazie per aver scelto i prodotti NETGEAR. Una volta completata l'installazione del dispositivo, individuare il numero di serie riportato sull'etichetta del prodotto e utilizzarlo per registrare

Dettagli

Manuale di configurazione per l accesso alla rete wireless Eduroam per gli utenti dell Università degli Studi di Cagliari

Manuale di configurazione per l accesso alla rete wireless Eduroam per gli utenti dell Università degli Studi di Cagliari Manuale di configurazione per l accesso alla rete wireless Eduroam per gli utenti dell Università degli Studi di Cagliari Rev 1.0 Indice: 1. Il progetto Eduroam 2. Parametri Generali 3. Protocolli supportati

Dettagli

Access Point WiFi Powerline 500 XWNB5201 - Guida all installazione

Access Point WiFi Powerline 500 XWNB5201 - Guida all installazione Access Point WiFi Powerline 500 XWNB5201 - Guida all installazione Assistenza tecnica Grazie per aver scelto i prodotti NETGEAR. Una volta completata l'installazione del dispositivo, individuare il numero

Dettagli

Analisi dei requisiti e casi d uso

Analisi dei requisiti e casi d uso Analisi dei requisiti e casi d uso Indice 1 Introduzione 2 1.1 Terminologia........................... 2 2 Modello della Web Application 5 3 Struttura della web Application 6 4 Casi di utilizzo della Web

Dettagli

Web Solution 2011 EUR

Web Solution 2011 EUR Via Macaggi, 17 int.14 16121 Genova - Italy - Tel. +39 010 591926 /010 4074703 Fax +39 010 4206799 Cod. fisc. e Partita IVA 03365050107 Cap. soc. 10.400,00 C.C.I.A.A. 338455 Iscr. Trib. 58109 www.libertyline.com

Dettagli

EPICENTRO. Software Manual

EPICENTRO. Software Manual EPICENTRO Software Manual Copyright 2013 ADB Broadband S.p.A. Tutti i diritti riservati. Questo documento contiene informazioni confidenziali e di proprietà di ADB. Nessuna parte di questo documento può

Dettagli

www.queen.it info@mbox.queen.it Gruppo Queen.it Listino Utente Finale Gennaio 2001

www.queen.it info@mbox.queen.it Gruppo Queen.it Listino Utente Finale Gennaio 2001 Listino Gennaio 2001 pag. 1 Gruppo Queen.it Listino Utente Finale Gennaio 2001 Profilo aziendale Chi è il Gruppo Queen.it Pag. 2 Listino connettività Listino Connettività RTC Pag. 3 Listino Connettività

Dettagli

SAI QUANTO TEMPO IMPIEGHI A RINTRACCIARE UN DOCUMENTO, UN NUMERO DI TELEFONO O UNA E-MAIL?

SAI QUANTO TEMPO IMPIEGHI A RINTRACCIARE UN DOCUMENTO, UN NUMERO DI TELEFONO O UNA E-MAIL? archiviazione ottica, conservazione e il protocollo dei SAI QUANTO TEMPO IMPIEGHI A RINTRACCIARE UN DOCUMENTO, UN NUMERO DI TELEFONO O UNA E-MAIL? Il software Facile! BUSINESS Organizza l informazione

Dettagli

GESTIONE DELLA E-MAIL

GESTIONE DELLA E-MAIL GESTIONE DELLA E-MAIL Esistono due metodologie, completamente diverse tra loro, in grado di consentire la gestione di più caselle di Posta Elettronica: 1. tramite un'interfaccia Web Mail; 2. tramite alcuni

Dettagli

GUIDA RAPIDA ALL INSTALLAZIONE

GUIDA RAPIDA ALL INSTALLAZIONE GUIDA RAPIDA ALL INSTALLAZIONE Sommario DECODER CUBOVISION 1 TELECOMANDO 3 COLLEGAMENTO ALLA TV 4 COLLEGAMENTO A INTERNET 6 COLLEGAMENTO ANTENNA 8 COLLEGAMENTO ALLA RETE ELETTRICA 9 COLLEGAMENTO AUDIO

Dettagli

EUROPEAN COMPUTER DRIVING LICENCE. IT Security. Syllabus

EUROPEAN COMPUTER DRIVING LICENCE. IT Security. Syllabus EUROPEAN COMPUTER DRIVING LICENCE IT Security Syllabus Scopo Questo documento presenta il syllabus di ECDL Standard IT Security. Il syllabus descrive, attraverso i risultati del processo di apprendimento,

Dettagli

www.bistrategy.it In un momento di crisi perché scegliere di investire sulla Business Intelligence?

www.bistrategy.it In un momento di crisi perché scegliere di investire sulla Business Intelligence? In un momento di crisi perché scegliere di investire sulla Business Intelligence? Cos è? Per definizione, la Business Intelligence è: la trasformazione dei dati in INFORMAZIONI messe a supporto delle decisioni

Dettagli

Lezione n 1! Introduzione"

Lezione n 1! Introduzione Lezione n 1! Introduzione" Corso sui linguaggi del web" Fondamentali del web" Fondamentali di una gestione FTP" Nomenclatura di base del linguaggio del web" Come funziona la rete internet?" Connessione"

Dettagli

Prova di Esame - Rete Internet (ing. Giovanni Neglia) Prova completa Mercoledì 2 Marzo 2005, ore 14.30

Prova di Esame - Rete Internet (ing. Giovanni Neglia) Prova completa Mercoledì 2 Marzo 2005, ore 14.30 Prova di Esame - Rete Internet (ing. Giovanni Neglia) Prova completa Mercoledì 2 Marzo 2005, ore 14.30 NB: alcune domande hanno risposta multipla: si richiede di identificare TUTTE le risposte corrette.

Dettagli

Esperienze e soluzioni realizzate nell ambito del Progetto S.I.MO.NE

Esperienze e soluzioni realizzate nell ambito del Progetto S.I.MO.NE Programma Enti Locali Innovazione di Sistema Esperienze e soluzioni realizzate nell ambito del Progetto S.I.MO.NE 1 Premessa Il presente documento ha lo scopo di facilitare la disseminazione e il riuso

Dettagli

Manuale - TeamViewer 6.0

Manuale - TeamViewer 6.0 Manuale - TeamViewer 6.0 Revision TeamViewer 6.0 9947c Indice Indice 1 Ambito di applicazione... 1 1.1 Informazioni su TeamViewer... 1 1.2 Le nuove funzionalità della Versione 6.0... 1 1.3 Funzioni delle

Dettagli

V11. Release 1. New Devices. New Features. More Flexibility.

V11. Release 1. New Devices. New Features. More Flexibility. V11 Release 1 New Devices. New Features. Highlights dell innovaphone PBX Versione 11 Release 1 (11r1) Con il software Versione 11 dell innovaphone PBX la soluzione di telefonia IP e Unified Communications

Dettagli

12.5 UDP (User Datagram Protocol)

12.5 UDP (User Datagram Protocol) CAPITOLO 12. SUITE DI PROTOCOLLI TCP/IP 88 12.5 UDP (User Datagram Protocol) L UDP (User Datagram Protocol) é uno dei due protocolli del livello di trasporto. Come l IP, é un protocollo inaffidabile, che

Dettagli

TeamViewer 7 Manuale Controllo remoto

TeamViewer 7 Manuale Controllo remoto TeamViewer 7 Manuale Controllo remoto TeamViewer GmbH Kuhnbergstraße 16 D-73037 Göppingen teamviewer.com Indice 1 Informazioni su TeamViewer... 5 1.1 Informazioni sul software... 5 1.2 Informazioni sul

Dettagli

RELAZIONI TRA SERVIZI PER L IMPIEGO

RELAZIONI TRA SERVIZI PER L IMPIEGO RELAZIONI TRA SERVIZI PER L IMPIEGO E AZIENDE-UTENTI L IMPATTO DELLE PROCEDURE INFORMATIZZATE a cura di Germana Di Domenico Elaborazione grafica di ANNA NARDONE Monografie sul Mercato del lavoro e le politiche

Dettagli

La nostra storia. 1994 : Fondazione. 1996: Avvio dell attività di Internet Service Provider brand Technet.it

La nostra storia. 1994 : Fondazione. 1996: Avvio dell attività di Internet Service Provider brand Technet.it Il Gruppo Aruba La nostra storia 1994 : Fondazione 1996: Avvio dell attività di Internet Service Provider brand Technet.it 2000: Nascita del brand Aruba come fornitore di servizi hosting, registrazione

Dettagli

Wi-Fi Personal Bridge 150 AP Router Portatile Wireless

Wi-Fi Personal Bridge 150 AP Router Portatile Wireless AP Router Portatile Wireless HNW150APBR www.hamletcom.com Indice del contenuto 1 Introduzione 8 Caratteristiche... 8 Requisiti dell apparato... 8 Utilizzo del presente documento... 9 Convenzioni di notazione...

Dettagli

Profilo Commerciale Collabor@

Profilo Commerciale Collabor@ Profilo Commerciale Collabor@ 1. DESCRIZIONE DEL SERVIZIO E REQUISITI Collabor@ è un servizio di web conferenza basato sulla piattaforma Cisco WebEx, che consente di organizzare e svolgere riunioni web,

Dettagli

Guida alla configurazione della posta elettronica. bassanonet.com

Guida alla configurazione della posta elettronica. bassanonet.com Guida alla configurazione della posta elettronica bassanonet.com 02 Guida alla configurazione della posta elettronica I programmi di posta elettronica consentono di gestire una o più caselle e-mail in

Dettagli

DAT@GON. Gestione Gare e Offerte

DAT@GON. Gestione Gare e Offerte DAT@GON Gestione Gare e Offerte DAT@GON partecipare e vincere nel settore pubblico La soluzione sviluppata da Revorg per il settore farmaceutico, diagnostico e di strumentazione medicale, copre l intero

Dettagli

Standard di Sicurezza sui Dati previsti dai Circuiti Internazionali. Payment Card Industry Data Security Standard

Standard di Sicurezza sui Dati previsti dai Circuiti Internazionali. Payment Card Industry Data Security Standard Standard di Sicurezza sui Dati previsti dai Circuiti Internazionali Payment Card Industry Data Security Standard STANDARD DI SICUREZZA SUI DATI PREVISTI DAI CIRCUITI INTERNAZIONALI (Payment Card Industry

Dettagli

LA TEMATICA. Questa situazione si traduce facilmente:

LA TEMATICA. Questa situazione si traduce facilmente: IDENTITY AND ACCESS MANAGEMENT: LA DEFINIZIONE DI UN MODELLO PROCEDURALE ED ORGANIZZATIVO CHE, SUPPORTATO DALLE INFRASTRUTTURE, SIA IN GRADO DI CREARE, GESTIRE ED UTILIZZARE LE IDENTITÀ DIGITALI SECONDO

Dettagli

Guida all'installazione del WiFi Booster WN1000RP per dispositivi mobili

Guida all'installazione del WiFi Booster WN1000RP per dispositivi mobili Guida all'installazione del WiFi Booster WN1000RP per dispositivi mobili Sommario Per iniziare............................................ 3 Il WiFi Booster......................................... 4 Pannello

Dettagli

Il portafoglio VidyoConferencing. Tutto ciò di cui avete bisogno per realizzare videoconferenze HD di qualità, accessibili e a costi vantaggiosi

Il portafoglio VidyoConferencing. Tutto ciò di cui avete bisogno per realizzare videoconferenze HD di qualità, accessibili e a costi vantaggiosi Il portafoglio VidyoConferencing Tutto ciò di cui avete bisogno per realizzare videoconferenze HD di qualità, accessibili e a costi vantaggiosi La qualità HD di Vidyo mi permette di vedere e ascoltare

Dettagli

Web Conferencing and Collaboration tool

Web Conferencing and Collaboration tool Web Conferencing and Collaboration tool La piattaforma Meetecho Piattaforma di Web Conferencing e Collaborazione on line in tempo reale Caratteristiche generali Soluzione client-server progettata per essere

Dettagli

Guida Dell di base all'acquisto dei server

Guida Dell di base all'acquisto dei server Guida Dell di base all'acquisto dei server Per le piccole aziende che dispongono di più computer è opportuno investire in un server che aiuti a garantire la sicurezza e l'organizzazione dei dati, consentendo

Dettagli

Webinar: Cloud Computing e Pubblica Amministrazione

Webinar: Cloud Computing e Pubblica Amministrazione Webinar: Cloud Computing e Pubblica Amministrazione Forum PA Webinar, 21 luglio 2015 Parleremo di: Il Gruppo e il network di Data Center Panoramica sul Cloud Computing Success Case: Regione Basilicata

Dettagli

È nata una nuova specie di avvocati. Liberi.

È nata una nuova specie di avvocati. Liberi. È nata una nuova specie di avvocati. Liberi. LIBERI DI NON PENSARCI Basta preoccupazioni per il back-up e la sicurezza dei tuoi dati. Con la tecnologia Cloud Computing l archiviazione e la protezione dei

Dettagli

GUIDA ALLA CONFIGURAZIONE DELLA POSTA iphone/ipad. (v. 1.0.0 Maggio 2014)

GUIDA ALLA CONFIGURAZIONE DELLA POSTA iphone/ipad. (v. 1.0.0 Maggio 2014) GUIDA ALLA CONFIGURAZIONE DELLA POSTA iphone/ipad (v. 1.0.0 Maggio 2014) Benvenuto alla guida di configurazione della posta elettronica per dispositivi mobili tipo iphone/ipad. Prima di proseguire, assicurati

Dettagli

MANUALE D USO. Modem ADSL/FIBRA

MANUALE D USO. Modem ADSL/FIBRA MANUALE D USO Modem ADSL/FIBRA Copyright 2014 Telecom Italia S.p.A.. Tutti i diritti sono riservati. Questo documento contiene informazioni confidenziali e di proprietà Telecom Italia S.p.A.. Nessuna parte

Dettagli

GUIDA ALLE SOLUZIONI

GUIDA ALLE SOLUZIONI La caratteristica delle trasmissioni digitali è " tutto o niente ": o il segnale è sufficiente, e quindi si riceve l'immagine, oppure è insufficiente, e allora l'immagine non c'è affatto. Non c'è quel

Dettagli

Corso di Amministrazione di Sistema Parte I ITIL 3

Corso di Amministrazione di Sistema Parte I ITIL 3 Corso di Amministrazione di Sistema Parte I ITIL 3 Francesco Clabot Responsabile erogazione servizi tecnici 1 francesco.clabot@netcom-srl.it Fondamenti di ITIL per la Gestione dei Servizi Informatici Il

Dettagli

E-MAIL INTEGRATA OTTIMIZZAZIONE DEI PROCESSI AZIENDALI

E-MAIL INTEGRATA OTTIMIZZAZIONE DEI PROCESSI AZIENDALI E-MAIL INTEGRATA OTTIMIZZAZIONE DEI PROCESSI AZIENDALI E-MAIL INTEGRATA Ottimizzazione dei processi aziendali Con il modulo E-mail Integrata, NTS Informatica ha realizzato uno strumento di posta elettronica

Dettagli

La configurazione degli indirizzi IP. Configurazione statica, con DHCP, e stateless

La configurazione degli indirizzi IP. Configurazione statica, con DHCP, e stateless La configurazione degli indirizzi IP Configurazione statica, con DHCP, e stateless 1 Parametri essenziali per una stazione IP Parametri obbligatori Indirizzo IP Netmask Parametri formalmente non obbligatori,

Dettagli

Imola Prontuario di configurazioni di base

Imola Prontuario di configurazioni di base Imola Prontuario di configurazioni di base vers. 1.3 1.0 24/01/2011 MDG: Primo rilascio 1.1. 31/01/2011 VLL: Fix su peso rotte 1.2 07/02/2011 VLL: snmp, radius, banner 1.3 20/04/2011 VLL: Autenticazione

Dettagli

ATA MEDIATRIX 2102 GUIDA ALL INSTALLAZIONE

ATA MEDIATRIX 2102 GUIDA ALL INSTALLAZIONE ATA MEDIATRIX 2102 GUIDA ALL INSTALLAZIONE Mediatrix 2102 ATA Guida all installazione EUTELIAVOIP Rev1-0 pag.2 INDICE SERVIZIO EUTELIAVOIP...3 COMPONENTI PRESENTI NELLA SCATOLA DEL MEDIATRIX 2102...3 COLLEGAMENTO

Dettagli

Il World Wide Web: nozioni introduttive

Il World Wide Web: nozioni introduttive Il World Wide Web: nozioni introduttive Dott. Nicole NOVIELLI novielli@di.uniba.it http://www.di.uniba.it/intint/people/nicole.html Cos è Internet! Acronimo di "interconnected networks" ("reti interconnesse")!

Dettagli

STS. Profilo della società

STS. Profilo della società STS Profilo della società STS, Your ICT Partner Con un solido background accademico, regolari confronti con il mondo della ricerca ed esperienza sia nel settore pubblico che privato, STS è da oltre 20

Dettagli