Lancio Format 2013 Strategia Media

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Lancio Format 2013 Strategia Media"

Transcript

1 GRUPPO TELECOM ITALIA LUMSA Roma 10 Dicembre 2014 Lancio Format 2013 Strategia Media Fabrizio Petrera BSM/MM

2 Agenda Lancio Format 2013 Premessa Strategia Media Obiettivi! Obiettivi Macro! Obiettivi Media Il Target! Entità! Profilo Socio Demo! Esposizione ai Mezzi Televisione! Schema di Pianificazione! Sintesi Risultati di comunicazione WEB Cinema! Schema di Pianificazione Riepilogo Attività Conclusioni Allegati Lancio Format 2013 Fabrizio Petrera, BSM/MM 2

3 Premessa La Strategia Media Il significato di Strategia Media, può essere sintetizzato con: «l insieme di attività poste in essere al fine di raggiungere gli obiettivi prefissati». Ovviamente ogni strategia media ha le proprie peculiarità distintive e non sempre (anzi quasi mai) una strategia è simile ad un altra. In linea teorica, le componenti/attività che non dovrebbero mai mancare sono:! Il Brief à momento fondamentale ovvero ciò da cui «tutto ha inizio»! Analisi del Target («allargato» con l eventuale definizione del «focus»)! Definizione del BDG/Selezione dei mezzi! Pianificazione (con le relative attività di Buying/Acquisto Spazi)! Messa in onda! Analisi Post (controllo sull effettivo erogato, postvalutazioni, analisi KPI) Lancio Format 2013 Fabrizio Petrera, BSM/MM 3

4 Agenda Lancio Format 2013 Premessa Strategia Media Obiettivi! Obiettivi Macro! Obiettivi Media Il Target! Entità! Profilo Socio Demo! Esposizione ai Mezzi Televisione! Schema di Pianificazione! Sintesi Risultati di comunicazione WEB Cinema! Schema di Pianificazione Riepilogo Attività Conclusioni Allegati Lancio Format 2013 Fabrizio Petrera, BSM/MM 4

5 Lancio format unico - Obiettivi (Macro)! Sostenere il ricordo della marca in comunicazione! Rafforzare il posizionamento di credibilità e affidabilità! Rispettare in nostro DNA ma nello stesso tempo aggiungere Valori alla Marca/Azienda.! Affermare la leadership tecnologica con la comunicazione dell Ultrainternet (Fibra/LTE)! Sostenere la pedonabilità verso i negozi TIM 5

6 Lancio format unico Obiettivi (Media)! Massimizzare la copertura su tutti i Target! Raggiungere elevati livelli di frequenza in tempi brevi! Garantire elevati standard qualitativi alla pianificazione! Massimizzare l impatto della comunicazione al fine di settare il nuovo format, enfatizzando la sinergia tra i brand in comunicazione.! Sfruttare positivamente il traino degli investimenti Consumer a favore della Business che a sua volta contribuirà a trasferire il valore della convergenza Fisso/Mobile. 6

7 Agenda Lancio Format 2013 Premessa Strategia Media Obiettivi! Obiettivi Macro! Obiettivi Media Il Target! Entità! Profilo Socio Demo! Esposizione ai Mezzi Televisione! Schema di Pianificazione! Sintesi Risultati di comunicazione WEB Cinema! Schema di Pianificazione Riepilogo Attività Conclusioni Allegati Lancio Format 2013 Fabrizio Petrera, BSM/MM 7

8 Strategia Media Il Target (Entità) Grazie alla banca dati Eurisko, viene identificato il Target Media di riferimento, passo fondamentale per poter selezionare i mezzi meglio performanti e sviluppare la relativa pianificazione. Ultrainternet (Fibra+LTE) 17,9 milioni di individui Fibra LTE Clienti ADSL TI/altri operatori (o «Intention to buy») con necessità di banda larga o connessione veloce 14,7 milioni Possessori di smartphone TIM/altri operatori (o «Intention to buy») con necessità di banda larga o connessione veloce 9.0 milioni Fonte: elaborazione Maxus su dati Eurisko Sinottica

9 Strategia Media Il Target (Profilo SocioDemo) Una volta individuata l entità del Target, viene definito il relativo profilo sociodemografico. In questo caso, il Target Ultrainternet risulta essere: Sesso 54% 46% Età anni 74% I.A. Istruzione Da media ad alta 94% -124 I.A. Reddito Da medio ad alto 70% I.A. Professione Lavoratori 51% I.A Studenti 18% I.A. Fonte: elaborazione Maxus su dati Eurisko Sinottica

10 Strategia Media Il Target (Profilo SocioDemo) Tabelle di dettaglio Sesso Età Area Geogr. Istruzione Reddito Professione Copertura% Penetrazione (%) SESSO Maschio Femmina ETA 14/17 anni 18/24 anni 25/34 anni 35/44 anni 45/54 anni 55/64 anni > 64 anni AREA Nord Ovest Nord Est Centro Sud e isole ISTR. Elem. Media inf. Media sup. Laurea REDDITO Basso Med- basso Medio Med- alto Alto PROFESS. Impr./lib. pro. Art./comm. Dirig./quadro Imp./insegn. Operaio Casalinga Studente Pensionato Non occ. 0% 10% 20% 30% 40% 50% 60% 9% 17% 24% 24% 16% 7% 3% 3% 5% 7% 5% 5% 5% 28% 18% 20% 34% 17% 54% 46% 38% 42% 10% 20% 41% 17% 12% 24% 17% 18% 15% Indice Indice di affinità di Affinità vs Popolazione (vs Pop.) SESSO Maschio Femmina ETA 14/17 anni 18/24 anni 25/34 anni 35/44 anni 45/54 anni 55/64 anni > 64 anni 13 AREA Nord Ovest Nord Est Centro Sud e isole ISTR. Elem Media inf. Media sup. Laurea REDDITO Basso Med- basso Medio Med- alto Alto PROFESS. Impr./lib. pro. Art./comm. Dirig./quadro Imp./insegn. Operaio Casalinga 35 Studente Pensionato 21 Non occ Fonte: elaborazione Maxus su dati Eurisko Sinottica

11 Strategia Media Il Target (Esposizione ai Mezzi) Viene elaborata la Mappa di esposizione ai mezzi, ovvero le performance di ogni singolo media in termini di affinità e di copertura. In questo caso, il WEB registra ottimi risultati. Ottima copertura per la TV generalisti, lo sport ed il DTT free, alta affinità per le Pay TV. Radio Private e Affissione sono mezzi altresì performanti, si segnala anche l ottima affinità del Cinema. Fonte: elaborazione Maxus su dati Eurisko Sinottica

12 Strategia Media Il Target (Esposizione ai Mezzi) La mappa di esposizione ai mezzi fornisce utili indicazioni sulle relative performances tuttavia anche altri importanti parametri subentrano nella selezione finale, quali ad esempio:! La creatività! Il costo contatto! Le tempistiche! Etc Fonte: elaborazione Maxus su dati Eurisko Sinottica

13 Agenda Lancio Format 2013 Premessa Strategia Media Obiettivi! Obiettivi Macro! Obiettivi Media Il Target! Entità! Profilo Socio Demo! Esposizione ai Mezzi Televisione! Schema di Pianificazione! Sintesi Risultati di comunicazione WEB Cinema! Schema di Pianificazione Riepilogo Attività Conclusioni Allegati Lancio Format 2013 Fabrizio Petrera, BSM/MM 13

14 Strategia Media - Pianificazione TV (Linee Guida) Una volta definito il Media Mix, vengono implementate le singole pianificazioni. La TV è comunemente riconosciuto come il mezzo principale di ogni campagna, sia per questioni di costo, sia perché raggiunge in tempi rapidi massima visibilità e copertura su tutti i Target, così come elevati livelli di frequenza. Nel caso in questione, la pianificazione prevede l utilizzo di tutte le principali emittenti del panorama Televisivo, al fine garantire max copertura possibile nelle due settimane di campagna.! Tv generalista: Rai, Mediaset, La7. Tv sat: Sky Tematici + calcio, Sky Uno, emittenti Dad/Sitcom, Eurosport, Lei, Dove, Discovery Channel, Class. Tv dtt: digitali di Publitalia, canali Premium tematici + calcio, digitali di Sipra, Giallo, Focus, Nuvolari, R.Italia, Cielo, La7d, Sportitalia, Real Time, Dmax, Class.Tv locali: Publishare, 7 Gold! Videocomunicazione: stazioni, metropolitana, aeroporti e concerti 14

15 Strategia Media - Pianificazione TV (Linee Guida) Per il lancio, sono state previste fortissime pressioni settimanali (rispettivamente e Target Adulti) al fine di garantire massima visibilità possibile di tutti gli spot in pianificazione e «settare» il nuovo format, enfatizzando la sinergia tra i diversi messaggi; sono infatti stati pianificati più soggetto contemporaneamente:! Sogg. di Lancio! TIM 4G/LTE! Telecom Italia FIBRA! Impresa Semplice 15

16 Strategia Media - Pianificazione TV (Schema di pianif.) Lo schema di pianificazione prevedeva: Prima settimana (14-20 Aprile) - TV generaliste, utilizzo di formati lunghi (60"/40"/ 30") ai quali si affiancano i formati più corti da 15" specifici TIM, Telecom e Impresa Semplice. Particolare dei primi 3 gg è la pianificazione a "panino ", ovvero l on air nello stesso break dello spot da 60 di posizionamento e dei 15 intervallati da altri inserzionisti, nelle rubriche di punta e/o di maggior (Prime Time e informazione). Seconda settimana (21-27 Aprile), la pianificazione si è stabilizzata con il 30" di posizionamento, il 30" ed il 15" TIM 4G, il 15" Telecom Fibra ed il 30" ed il 15" Impresa Semplice, tutti con pressioni adeguate per sostenerne la relativa rotazione. 16

17 Strategia Media - Pianificazione TV (Schema di pianif.) Lo schema in sintesi Totale GRPs ca, di cui: Spot Posizionamento 1.000, TIM 4g/LTE 1.000,Telecom Fibra 500, Impresa Semplice 500 grps 17

18 Strategia Media - Pianificazione TV (Schema di pianif.) Tutta la pianificazione TV, ovvero la selezione delle rubriche pubblicitarie selezionate per lo spot, si traduce in un vero e proprio calendario con i punti ora di on air..di seguito in estratto: Panino 18

19 Strategia Media - Pianificazione TV (Sintesi Ris. Com.) Notevoli i risultati di comunicazione ipotizzati, sul Target Adulti +15 anni (51.8 mln) Il piano sviluppa una pressione totale di Grps, di cui:! Reti generaliste: grps (Spot Rainbow/Posizionamento: 844, Consumer 1.239, Business: 385! Altre Tv: 552 grps (Spot Rainbow/Posizionam: 165, Consumer: 261, Business: 122) Di cui in Prime time (Fascia 19.39/23.30): Consumer + Spot Lancio: il 55% della pressione, Business: 65% della pressione Copertura totale: 92% Frequenza media: 32,6 19

20 Agenda Lancio Format 2013 Premessa Strategia Media Obiettivi! Obiettivi Macro! Obiettivi Media Il Target! Entità! Profilo Socio Demo! Esposizione ai Mezzi Televisione! Schema di Pianificazione! Sintesi Risultati di comunicazione WEB Cinema! Schema di Pianificazione Riepilogo Attività Conclusioni Allegati Lancio Format 2013 Fabrizio Petrera, BSM/MM 20

21 Strategia Media - Pianificazione WEB (Linee Guida) Come visto in precedenza, oltre alla TV è stato previsto anche l utilizzo del WEB. Oltre all elevata affinità, il mezzo massimizza la copertura sulle fasce del target meno esposte alla TV, i «light TV viewers». In termini generali, poi, le sue caratteristiche consentono di segmentare la comunicazione ed di approfondire il messaggio. Grazie proprio alla capacità di segmentare, per il lancio del format sono state sviluppate due pianificazioni distinte; una per la comunicazione Consumer e l altra per il segmento Business. Estratto del Piano web 21

22 Strategia Media - Pianificazione WEB (Linee Guida) Consumer Start up molto impattante, in linea con gli altri mezzi. Su alcuni siti dei principali Quotidiani on line (Sole 24 Ore, Messaggero, La Stampa, etc) sono stati pianificati più formati contemporaneamente con l aggiunta di «effetti speciali» arcobaleno. 222

23 Strategia Media - Pianificazione WEB (Linee Guida) Consumer Oltre ai Quotidiani on line, è stata prevista una presenza continuativa su tutti i siti news e relative versioni mobile. Ai formati «tradizionali» si sono affiancati i formati video, allargando l on line ai principali siti entertainment. E stato anche previsto You Tube, con una pianificazione volta a massimizzare l affinità (selezione di parole chiave alle quali legare l erogazione dello spot, prima dei relativi risultati della ricerca naturale. Ad es: Chiara, Over the rainbow, etc etc) Business On line in contemporanea con la Consumer. Sono stati pianificati siti di News, Entertainment, Sport, Tecnologia e Business. Formati: standard display, rich media, mvideo + Mobile e Ipad. La pianificazione sulle App News (ad es. Corriere della Sera, Repubblica, La Stampa, Il Meteo, etc) ha consentito di lavorare in sinergia con la Consumer, al fine di evitare le sovrapposizioni e garantire continuità alla comunicazione Stima Totale Impression: circa 100 mln 23

24 Agenda Lancio Format 2013 Premessa Strategia Media Obiettivi! Obiettivi Macro! Obiettivi Media Il Target! Entità! Profilo Socio Demo! Esposizione ai Mezzi Televisione! Schema di Pianificazione! Sintesi Risultati di comunicazione WEB Cinema! Schema di Pianificazione Riepilogo Attività Conclusioni Allegati Lancio Format 2013 Fabrizio Petrera, BSM/MM 24

25 Strategia Media - Pianificazione Cinema (Linee Guida) Il Cinema è un Mezzo in grado di massimizzare l impatto della comunicazione, grazie all elevata attenzione da parte degli spettatori e contestualmente di enfatizzare colonna sonora dello spot. Per questi due motivi, è sempre consigliato l utilizzo dei formati più lunghi. In questo caso, la partenza è stata prevista in contemporanea con la TV, su tutti i principali circuiti digitali (RaiPubblicità + MovieMedia + UCI + The Space). Posizionamento estremamente qualitativo, ossia immediatamente prima dell inizio del film. Formato 60 : per tutti i circuiti 25

26 Strategia Media - Pianificazione Cinema (Schema di pian.) Lo schema in sintesi 60" 26

27 Strategia Media Affissione Aeroporto Fiumicino In coerenza con la comunicazione prevista per il nuovo format, è stata coinvolta anche la maxi affissione permanente sulla balconata dell atrio dell aeroporto di Roma 27

28 Agenda Lancio Format 2013 Premessa Strategia Media Obiettivi! Obiettivi Macro! Obiettivi Media Il Target! Entità! Profilo Socio Demo! Esposizione ai Mezzi Televisione! Schema di Pianificazione! Sintesi Risultati di comunicazione WEB Cinema! Schema di Pianificazione Riepilogo Attività Conclusioni Allegati Lancio Format 2013 Fabrizio Petrera, BSM/MM 28

29 Strategia Media Riepilogo attività 29

30 Agenda Lancio Format 2013 Premessa Strategia Media Obiettivi! Obiettivi Macro! Obiettivi Media Il Target! Entità! Profilo Socio Demo! Esposizione ai Mezzi Televisione! Schema di Pianificazione! Sintesi Risultati di comunicazione WEB Cinema! Schema di Pianificazione Riepilogo Attività Conclusioni Allegati Lancio Format 2013 Fabrizio Petrera, BSM/MM 30

31 Strategia Media Conclusioni 1 In estrema sintesi, una strategia media ottimale prevede: COPERTURA OTTIMALE DEL TARGET RIPETIZIONE OTTIMALE DEL MESSAGGIO Raggiungere la percentuale più elevata possibile di individui appartenenti al target di riferimento Garantire una frequenza di veicolazione del messaggio tale da essere sufficientemente visto dal proprio target QUALITA DELLA COMUNICAZIONE Selezionare mezzi e veicoli coerenti al prodotto e al messaggio QUALITA DELLA RELAZIONE Selezionare mezzi e veicoli affini al proprio target 31

32 Strategia Media Conclusioni 2 Traducendo la slide precedente in numeri : Indicatori di comunicazione (Efficacia) Indicatori di economicità (Efficienza) 1. Contatti (lordi/netti) 2. Grp s (Gross Rating Point) 3. Cop % del target 4. Frequenza media esposizione (OTS) 5. Distribuzione di frequenza 6. Indice Affinità vs. 1. CpG (Costo per Grp) 2. CpC (Costo per Contatto) 3. CpM (Costo per mille) 32

33 Agenda Lancio Format 2013 Premessa Strategia Media Obiettivi! Obiettivi Macro! Obiettivi Media Il Target! Entità! Profilo Socio Demo! Esposizione ai Mezzi Televisione! Schema di Pianificazione! Sintesi Risultati di comunicazione WEB Cinema! Schema di Pianificazione Riepilogo Attività Conclusioni Allegati Lancio Format 2013 Fabrizio Petrera, BSM/MM 33

34 Allegati - Contatti lordi Numero di contatti duplicati 34

35 Allegati - Grps (gross rating points) Teoricamente calcolabile per tutti i mezzi, nella pratica questo indicatore ha un ruolo fondamentale sul mezzo TV 35

36 Allegati - Contatti netti e copertura Numero di contatti non duplicati, ogni «testa» conta una sola volta 36

37 Allegati - Contatti netti e copertura 37

38 Allegati - Frequenza media Frequenza e copertura sono valori determinanti per la pianificazione:! obiettivo di frequenza = si scelgono veicoli ad alta fedeltà (le persone esposte sono le stesse alle diverse uscite)! obiettivo di copertura = seleziono veicoli a bassa fedeltà/diversi per colpire persone diverse 38

39 Allegati - Affinità Maggiore è l indice di affinità di un dato veicolo su un dato target, tanto più quel veicolo concentra la sua audience su uno specifico segmento. Tanto meno elevato è l indice, tanto più il veicolo è «generalista». 39

40 Allegati - CPG (Costo per Grp) Indicatore importante per l efficienza di un piano e variabile fondamentale in periodi di budget in «sofferenza». 40

41 Allegati - Costi per contatto CPM comunemente usato sul WEB per l acquisto di Impressions. 41

42 Allegati - Esempio Risultati di comunicazione TV Share of Spending (quota di spesa) Costo a Listino meno lo sconto Utente Spesa Netta meno il 15% (RA o CA) Share of Voice (quota di voce) GRP per formato (lunghezza spot) GENERALISTE SATELLITARI DIGITALI VIDEOCOM Indicatore della pressione pubblicitaria a cui viene esposto il target Investimento - netto net net SOS 100% 85% 1% 12% 1% - SOS compreso Calcio SerieA Tim 100% 82% 3% 13% 1% Grp s Norm. a 30, parametro omogeneo per confrontare le campagne TV Risultati di Comunicazione Tgt ADULTI +15 (entità ) - grp's reali ,3 59,8 371,2 n.v. Costo netto dell acquisto di 1 grp a 30» grp's 40" 165 9% 138,7 6,6 20,2 grp's 30" % 728,5 19,2 232,0 grp's 15" % 511,0 22,6 111,6 grp's 10"+7" 19 1% 11,5 7,4 - grp's normalizzati ,4 46,8 340,8 - - C/grp netto Percentuale del target SOV 100% 76% raggiunto 3% dalla campagna 21% - - Copertura 91,0% - Frequenza 20 - PT % 52 % di grps in Prime Tiime TOTALE Numero medio di volte in cui il target ha la possibilità di vedere lo spot 42

43 Grazie

Lancio Format 2014 - PIF Strategia Media

Lancio Format 2014 - PIF Strategia Media GRUPPO TELECOM ITALIA Arial Grassetto 14 pt LUMSA Roma 3 Dicembre 2015 Lancio Format 2014 - PIF Strategia Media Fabrizio Petrera BSM - MM Agenda (1/2) Lancio Format 2014 Premessa Strategia Media Obiettivi

Dettagli

Il flusso di lavoro in un agenzia media

Il flusso di lavoro in un agenzia media Il flusso di lavoro in un agenzia media Il flusso di lavoro in un agenzia media Il Brief del Cliente Il planning strategico Analisi della concorrenza Analisi e costruzione del target Gli obiettivi di comunicazione

Dettagli

Repubblica & Espresso Total Audience

Repubblica & Espresso Total Audience Repubblica & Espresso Total Audience 1 Total Audience è un mezzo di comunicazione: NUOVO che risponde alla sempre maggiore esigenza di MULTIMEDIALITA 2 Il bisogno di multimedialità È sempre più difficile

Dettagli

LE DEFINIZIONI MEDIA

LE DEFINIZIONI MEDIA DEFINIZIONI MEDIA LE DEFINIZIONI MEDIA Copertura Netta o Net Reach Frequenza Media / OTS GRP s Copertura Efficace o Effective Reach Distribuzione di frequenza Share Indici di Concentrazione COPERTURA NETTA

Dettagli

Monitor semestrale Internet in Italia. I semestre 2012

Monitor semestrale Internet in Italia. I semestre 2012 Monitor semestrale Internet in Italia I semestre 2012 Luglio 2012 Indice Premessa Pag. 2 Sintesi Pag. 3 Le dimensioni complessive del mercato Pag. 6 L offerta e l audience di Rai Pag. 11 Rai nel contesto

Dettagli

LA PIANIFICAZIONE MEZZI

LA PIANIFICAZIONE MEZZI LA PIANIFICAZIONE MEZZI Appunti di Pubblicità e Marketing Dispensa redatta dal Prof. Marco Galdenzi ad uso degli studenti del Corso di Laurea di Scienze della Comunicazione Anno accademico 2011/2012 LE

Dettagli

FMCG (dati Nielsen, 2006) Nel 2003: + 2,7% Nel 2004: + 2,3% l investimento pubblicitario è cresciuto. 2003 e 2004: ALTA CONCENTRAZIONE

FMCG (dati Nielsen, 2006) Nel 2003: + 2,7% Nel 2004: + 2,3% l investimento pubblicitario è cresciuto. 2003 e 2004: ALTA CONCENTRAZIONE FMCG (dati Nielsen, 2006) Nel 2003: + 2,7% Nel 2004: + 2,3% l investimento pubblicitario è cresciuto 2003 e 2004: ALTA CONCENTRAZIONE Prime 5 aziende : 30% 5 a < azienda < 14 a : 25% 20 a < azienda < 200

Dettagli

CONTENTS. /01 L'OFFERTA TABELLARE DI RADIO 24 3 /02 MODULI IMPACT: I PROMO 24 4 /03 MODULI IMPACT: POSIZIONI SINGOLE 5 /05 MODULI EDITORIALI 9

CONTENTS. /01 L'OFFERTA TABELLARE DI RADIO 24 3 /02 MODULI IMPACT: I PROMO 24 4 /03 MODULI IMPACT: POSIZIONI SINGOLE 5 /05 MODULI EDITORIALI 9 Offerta Tabellare 1 CONTENTS. /01 L'OFFERTA TABELLARE DI RADIO 24 3 /02 MODULI IMPACT: I PROMO 24 4 /03 MODULI IMPACT: POSIZIONI SINGOLE 5 /05 MODULI EDITORIALI 9 /06 MODULI STANDARD 12 /07 OFFERTA IN

Dettagli

Conferenza stampa Marketing forum. 8 aprile 2008

Conferenza stampa Marketing forum. 8 aprile 2008 Conferenza stampa Marketing forum 8 aprile 2008 Le origini della discontinuità 2 Per una serie di cause, gli individui trainanti l evoluzione della società negli ultimi anni hanno modificato la propria

Dettagli

Radio 24 Nuova Offerta Tabellare on air e on line. System24 Concessionaria di pubblicità Sole24ore

Radio 24 Nuova Offerta Tabellare on air e on line. System24 Concessionaria di pubblicità Sole24ore Radio 24 Nuova Offerta Tabellare on air e on line 1 Radio 24 Moduli IMPACT 2 FORMATI DEI MODULI IMPACT di RADIO24 on air A seconda delle diverse esigenze di comunicazione e possibile scegliere il formato

Dettagli

CONTENTS. /01 L'OFFERTA TABELLARE DI RADIO 24 3 /02 MODULI IMPACT: I PROMO 24 4 /03 MODULI IMPACT: POSIZIONI SINGOLE 5 /05 MODULI EDITORIALI 9

CONTENTS. /01 L'OFFERTA TABELLARE DI RADIO 24 3 /02 MODULI IMPACT: I PROMO 24 4 /03 MODULI IMPACT: POSIZIONI SINGOLE 5 /05 MODULI EDITORIALI 9 Offerta Tabellare 1 CONTENTS. /01 L'OFFERTA TABELLARE DI RADIO 24 3 /02 MODULI IMPACT: I PROMO 24 4 /03 MODULI IMPACT: POSIZIONI SINGOLE 5 /05 MODULI EDITORIALI 9 /06 MODULI STANDARD 12 /07 OFFERTA IN

Dettagli

Comunicazione di marketing. Pianificare la campagna pubblicitaria

Comunicazione di marketing. Pianificare la campagna pubblicitaria Comunicazione di marketing. Pianificare la campagna pubblicitaria Stella Romagnoli Master Universitario in Marketing Management La pianificazione dei mezzi seconda parte 2 I parametri della pianificazione

Dettagli

25.05 INTERNET E NOI

25.05 INTERNET E NOI 25.05 INTERNET E NOI 1 1 INTERNET E GLI ITALIANI INTERNET E L ADVERTISING INTERNET E GLI ITALIANI Le fonti AW Trends è il report trimestrale sui dati sintetici della Ricerca di Base sulla diffusione dell'online

Dettagli

ASCOLTO MENSILE TV. Febbraio 2015

ASCOLTO MENSILE TV. Febbraio 2015 ASCOLTO MENSILE TV Febbraio 2015 EVIDENZE Nel mese di febbraio 2015 la televisione ha raggiunto nel giorno medio l 83.1% della popolazione con un consumo di 296 minuti. Un dato in calo rispetto al 2014

Dettagli

21 Novembre 2007. TV Satellitare. L evoluzione che viene dal cielo

21 Novembre 2007. TV Satellitare. L evoluzione che viene dal cielo 21 Novembre 2007 TV Satellitare L evoluzione che viene dal cielo 23 Trend Ascolto Tv nel minuto medio Fascia 07-02 - Target: Individui 4+ % Penetrazione nel minuto medio Famiglie Auditel 600 dal 07/12/86

Dettagli

Lo strumento di lavoro per la classe dirigente italiana

Lo strumento di lavoro per la classe dirigente italiana Il Sole 24 ORE oggi Lo strumento di lavoro per la classe dirigente italiana l Sole 24 ORE rappresenta uno strumento di analisi completa e approfondita dei fatti e dei temi della politica, dell economia,

Dettagli

Il centro media e l attività di comunicazione aziendale

Il centro media e l attività di comunicazione aziendale Il centro media e l attività di comunicazione aziendale 1 Il mercato della comunicazione 2 Il mercato della comunicazione Advertising market 2013 2014 2015 2016 net rates (mio ) mio share% var% mio share%

Dettagli

MISURAZIONE RISULTATI CAMPAGNA

MISURAZIONE RISULTATI CAMPAGNA Teoria e Tecnica della Comunicazione Pubblicitaria Stella Romagnoli 1 MISURAZIONE RISULTATI CAMPAGNA Lezione 9 Misurazione dei risultati I risultati della pubblicità vanno misurati sulla base degli obiettivi

Dettagli

Chi siamo. Fondata nel 1986, Ciemme Sistemi S.p.A. è un azienda leader in Italia nel settore della video-comunicazione.

Chi siamo. Fondata nel 1986, Ciemme Sistemi S.p.A. è un azienda leader in Italia nel settore della video-comunicazione. Chi siamo Fondata nel 1986, Ciemme Sistemi S.p.A. è un azienda leader in Italia nel settore della video-comunicazione. Da sempre è in grado di fornire soluzioni qualificate e diversificate di comunicazione

Dettagli

Analisi del mercato dei prodotti per bambini

Analisi del mercato dei prodotti per bambini Analisi del mercato dei prodotti per bambini Gli investimenti pubblicitari: categoria Giocattoli Andamento % Categoria Giocattoli I semestre 2011 vs 2010 25.000 20.000 15.000 10.000 5.000 0 +11,6% gen

Dettagli

I BENEFICI ECONOMICI DELL INTERNET SEARCH: l esperienza di BNL

I BENEFICI ECONOMICI DELL INTERNET SEARCH: l esperienza di BNL I BENEFICI ECONOMICI DELL INTERNET SEARCH: l esperienza di BNL Marco Passafiume Resp. Segmento Individuals BNL Cetif, 25 novembre 2008 Agenda Il contesto di mercato Il ruolo dell Internet search in BNL

Dettagli

L evoluzione dell audience online. Enrico Gasperini Presidente Audiweb

L evoluzione dell audience online. Enrico Gasperini Presidente Audiweb L evoluzione dell audience online Enrico Gasperini Presidente Audiweb 10-11 Ottobre 2012 Gli italiani e l accesso a internet HANNO LA POSSIBILITA DI ACCEDERE A INTERNET DA ALMENO UN DEVICE/LOCATION: 38

Dettagli

(All) Digital Monitor

(All) Digital Monitor (All) Digital Monitor 1 Trend TV Digitale Il rilevamento del Digital Monitor effettuato fra Febbraio e Marzo del 2013 fotografa una fase ormai matura della digitalizzazione televisiva, con le ultime tappe

Dettagli

Monito Monit r r trimestr trimes ale merc mer a c t a o t tele l v e i v s i ivo i vo italiano

Monito Monit r r trimestr trimes ale merc mer a c t a o t tele l v e i v s i ivo i vo italiano Monitortrimestralemercato trimestrale mercato televisivo italiano Aggiornamento SETTEMBRE 2012 Novembre 2012 Indice Sintesi Pag. 2 I principali operatori del mercato Pag. 6 Focus sull offerta gratuita

Dettagli

latvdegli aeroporti news economia sport spettacolo viaggi cultura pubblicità arte meteo lifestyle finanza informazione moda borsa cinema design

latvdegli aeroporti news economia sport spettacolo viaggi cultura pubblicità arte meteo lifestyle finanza informazione moda borsa cinema design latvdegli aeroporti news economia sport spettacolo viaggi cultura pubblicità arte meteo lifestyle finanza informazione moda borsa cinema design CONCESSIONARIA latvdegli aeroporti È la prima tv per luoghi

Dettagli

Quotidiano on line di informazione su tecnologia e internet

Quotidiano on line di informazione su tecnologia e internet Quotidiano on line di informazione su tecnologia e internet Informazione ICT, prima di tutto Webnews è il giornale on line che racconta quotidianamente l attualità tecnologica. Originale. Credibile. Puntuale.

Dettagli

Comunicare Domani. Le dinamiche degli investimenti in comunicazione in Italia nel 2008. Milano, 26 giugno 2008

Comunicare Domani. Le dinamiche degli investimenti in comunicazione in Italia nel 2008. Milano, 26 giugno 2008 Comunicare Domani Le dinamiche degli investimenti in comunicazione in Italia nel 2008 Milano, 26 giugno 2008 Il mercato della comunicazione in Italia Le previsioni per il 2008 e la vision di AssoComunicazione

Dettagli

latvdegli aeroporti news economia sport spettacolo viaggi cultura pubblicità arte meteo lifestyle finanza informazione moda borsa cinema design

latvdegli aeroporti news economia sport spettacolo viaggi cultura pubblicità arte meteo lifestyle finanza informazione moda borsa cinema design latvdegli aeroporti news economia sport spettacolo viaggi cultura pubblicità arte meteo lifestyle finanza informazione moda borsa cinema design CONCESSIONARIA latvdegli aeroporti è la prima tv per luoghi

Dettagli

ADVERTISING TRADIZIONALE VS NUOVE TECNOLOGIE?

ADVERTISING TRADIZIONALE VS NUOVE TECNOLOGIE? COMUNICAZIONE DRIVER PER IL BUSINESS: ADVERTISING TRADIZIONALE VS NUOVE TECNOLOGIE? Relatore: Aldo Reali Direttore Generale Sipra Ancona, 11 Ottobre 2007 PREMESSA LE AZIENDE PER POTER SVOLGERE IL PROPRIO

Dettagli

Il Nuovo Affaritaliani.it Milano, 12 Novembre 20114

Il Nuovo Affaritaliani.it Milano, 12 Novembre 20114 Il Nuovo Affaritaliani.it Milano, 12 Novembre 20114 Affaritaliani.it Presentazione Nuovo sito Caratteristiche principali Lettori / Target Posizionamento e Campagne Offerta Commerciale Why us 2 Storia e

Dettagli

CALCIO RAI 1 SEMESTRE 2016. speciali.

CALCIO RAI 1 SEMESTRE 2016. speciali. CALCIO 1 SEMESTRE 2016 RAI speciali. RAI: LA CASA DEL CALCIO ITALIANO IL CALCIO E RAI partite 1 SEMESTRE 2016 TOTALE PARTITE NAZIONALE TIM CUP Non solo Tv 12 anche Radio, Web, Mobile e Smart Tv 3 9 L EVENTO

Dettagli

latvdegli aeroporti news economia sport spettacolo viaggi cultura pubblicità arte meteo lifestyle finanza informazione moda borsa cinema design

latvdegli aeroporti news economia sport spettacolo viaggi cultura pubblicità arte meteo lifestyle finanza informazione moda borsa cinema design latvdegli aeroporti news economia sport spettacolo viaggi cultura pubblicità arte meteo lifestyle finanza informazione moda borsa cinema design CONCESSIONARIA latvdegli aeroporti È la prima tv per luoghi

Dettagli

GfK Eurisko. Campagna pubblicitaria Lotto. Impact Test in central location (Stazione Roma Termini e Milano Centrale)

GfK Eurisko. Campagna pubblicitaria Lotto. Impact Test in central location (Stazione Roma Termini e Milano Centrale) GfK Group GfK Eurisko Impact Test Grandi Stazioni Lotto 21708 Impact Test in central location (Stazione Roma Termini e Milano Centrale) Campagna pubblicitaria Lotto GfK Eurisko Premessa 1 In occasione

Dettagli

L EFFICACIA DELLA COMUNICAZIONE

L EFFICACIA DELLA COMUNICAZIONE L EFFICACIA DELLA COMUNICAZIONE GLI ESITI DEL PRIMO RAPPORTO DI VALUTAZIONE ANTONIO STRAZZULLO COMITATO DI SORVEGLIANZA REGGIO EMILIA, 21 GIUGNO 2011 Obiettivi della valutazione Valutazione del Piano di

Dettagli

CALCIO RAI AUTUNNO2015. speciali.

CALCIO RAI AUTUNNO2015. speciali. CALCIO AUTUNNO2015 RAI speciali. RAI: LA CASA DEL CALCIO ITALIANO IL CALCIO E RAI partite autunno 2015 TOTALE PARTITE NAZIONALE SUPERCOPPA TIM TIM CUP Non solo Tv 23 anche Radio, Web, Mobile e Smart Tv

Dettagli

Audiweb pubblica i risultati della Ricerca di Base sulla diffusione dell'online in Italia e i dati di audience del mese di dicembre 2013

Audiweb pubblica i risultati della Ricerca di Base sulla diffusione dell'online in Italia e i dati di audience del mese di dicembre 2013 Audiweb pubblica i risultati della Ricerca di Base sulla diffusione dell'online in Italia e i dati di audience del mese di dicembre 2013 Nel 2013 l accesso a internet da qualsiasi luogo e strumento ha

Dettagli

Profilo dei media in Italia. di Emanuele Gabardi

Profilo dei media in Italia. di Emanuele Gabardi Profilo dei media in Italia di Emanuele Gabardi Potenzialità dei mezzi (% di penetrazione) Mezzi Base Adulti 14+ Resp. Acq. TV 1 giorno 84 89 Radio 1 giorno 68 59 1 settimana 81 75 Quotidiani 1 giorno

Dettagli

IMPACT TEST IN CENTRAL LOCATION. CAMPAGNA PUBBLICITARIA HYPNOSE e HYPNOSE HOMME DI LANCÔME

IMPACT TEST IN CENTRAL LOCATION. CAMPAGNA PUBBLICITARIA HYPNOSE e HYPNOSE HOMME DI LANCÔME IMPACT TEST IN CENTRAL LOCATION Roma Stazione Termini CAMPAGNA PUBBLICITARIA HYPNOSE e HYPNOSE HOMME DI LANCÔME - PRESENTAZIONE DEI RISULTATI - (Milano, febbraio 2008) Indagine n 21.131 1 METODOLOGIA E

Dettagli

Roma 10 maggio 2004. Digital divide. Una questione di competenze, costi o fiducia? Gianni Dominici. Gianni Dominici. Gianni Dominici.

Roma 10 maggio 2004. Digital divide. Una questione di competenze, costi o fiducia? Gianni Dominici. Gianni Dominici. Gianni Dominici. Digital divide Una questione di competenze, costi o fiducia? Roma 10 maggio 2004 La PA on line 100 90 80 Roma 10 maggio 2004 La diffusione quantitativa dei siti dal 1996 ad oggi 95 L anno del raddoppio

Dettagli

Nielsen Economic and Media Outlook

Nielsen Economic and Media Outlook Nielsen Economic and Media Outlook Giugno 2011 I CONTENUTI DI QUESTA EDIZIONE Scenario macroeconomico Tendenze nel mondo dei media Andamento dell advertising in Italia e nel mondo I contenuti di questa

Dettagli

SKY e la Pubblicità..

SKY e la Pubblicità.. SKY e la Pubblicità.. Perché scegliere di fare pubblicità su Sky piuttosto che su una TV generalista? Cosa rende Sky la piattaforma più adatta alle comunicazioni commerciali? Come convincere un azienda

Dettagli

Raggiungere gli obbiettivi Europei 2020 della banda larga in Italia: prospettive e sfide

Raggiungere gli obbiettivi Europei 2020 della banda larga in Italia: prospettive e sfide Raggiungere gli obbiettivi Europei 2020 della banda larga in Italia: prospettive e sfide Rapporto alla Presidenza del Consiglio Commissario Francesco Caio Team Esperti: Scott Marcus & Gerard Pogorel Roma,

Dettagli

Aggiornamento 7 ottobre 2015 CALCIO RAI AUTUNNO2015. speciali.

Aggiornamento 7 ottobre 2015 CALCIO RAI AUTUNNO2015. speciali. Aggiornamento 7 ottobre 2015 CALCIO AUTUNNO2015 RAI speciali. RAI: LA CASA DEL CALCIO ITALIANO IL CALCIO E RAI partite autunno 2015 TOTALE PARTITE NAZIONALE TIM CUP Non solo Tv 22 anche Radio, Web, Mobile

Dettagli

PIANIFICAZIONE E CONTROLLO DELLA COMUNICAZIONE

PIANIFICAZIONE E CONTROLLO DELLA COMUNICAZIONE Stella Romagnoli LUMSA - Pianificazione e Controllo della Comunicazione 1 PIANIFICAZIONE E CONTROLLO DELLA COMUNICAZIONE Stella Romagnoli LM59 LUMSA 2014-2015 romagnolimedia.com Stella Romagnoli LUMSA

Dettagli

parlargli con che mezzo con quale intensità

parlargli con che mezzo con quale intensità 4.2.3 Il Piano di Il piano di integra le diverse attività di con l'obiettivo della soddisfazione del cliente Il tipo di pubblico da raggiungere con la determina contenuto e medium del messaggio Per una

Dettagli

Media Monthly Report Luglio 2009

Media Monthly Report Luglio 2009 Media Monthly Report Luglio 2009 Media Monthly Report Luglio 2009 The Nielsen Company, Media Indicatori macroeconomici Andamento dei consumi Investimenti pubblicitari Audience tv e Internet News dal mondo

Dettagli

LE INIZIATIVE SPECIALI TV

LE INIZIATIVE SPECIALI TV LE INIZIATIVE SPECIALI TV Billboard /I.A. Promo-brand/promo-tail Box Split Screen Inspot Telepromozioni Promostory Advideo-Videoclient Intervallo 2.0 Promosso! Annunciami tu Greenspot I love Italy Testimonial

Dettagli

Il Piano di comunicazione

Il Piano di comunicazione Il Piano di comunicazione 23 lezione 11 novembre 2011 Cosa è un piano di comunicazione Il piano di comunicazione è uno strumento utilizzato da un organizzazione per programmare le proprie azioni di comunicazione

Dettagli

Autorità per le garanzie nelle comunicazioni. Relazione annuale 2013 sull attività svolta e sui programmi di lavoro

Autorità per le garanzie nelle comunicazioni. Relazione annuale 2013 sull attività svolta e sui programmi di lavoro Autorità per le garanzie nelle comunicazioni Relazione annuale 2013 sull attività svolta e sui programmi di lavoro Roma, 9 luglio 2013 AGENDA 2 Introduzione L ecosistema digitale: la dieta degli italiani

Dettagli

A TUTTE LE AGENZIE DEL GRUPPO TORO. Oggetto: Piano di Comunicazione IPO

A TUTTE LE AGENZIE DEL GRUPPO TORO. Oggetto: Piano di Comunicazione IPO A TUTTE LE AGENZIE DEL GRUPPO TORO Oggetto: Piano di Comunicazione IPO Come tutti Voi sapete dagli Organi di Stampa, il 3/5 u.s., la Consob ha ufficialmente autorizzato, dopo una complesso ed articolato

Dettagli

Parte IV Il communication mix

Parte IV Il communication mix Parte IV Il communication mix Cap.11 Advertising Corso di Comunicazione d Impresa - A.A. 2012-2013 Prof. Fabio Forlani - fabio.forlani@uniurb.it Cos è la pubblicità Storicamente rappresenta l industrializzazione

Dettagli

PRESENTAZIONE network Radio in Store

PRESENTAZIONE network Radio in Store PRESENTAZIONE network Radio in Store MISSION Fornire soluzioni per comunicare con i consumatori nei luoghi dove si sviluppa il processo di acquisto : il punto vendita Infatti i messaggi trasmessi dalla

Dettagli

LA PIANIFICAZIONE MEZZI

LA PIANIFICAZIONE MEZZI LA PIANIFICAZIONE MEZZI Appunti di tecnica della comunicazione pubblicitaria Dispensa redatta dal Prof. Marco Galdenzi ad uso degli studenti del Corso di Laurea di Scienze della Comunicazione Anno accademico

Dettagli

SINTESI DATI DELLA TOTAL DIGITAL AUDIENCE DI Giugno 2015

SINTESI DATI DELLA TOTAL DIGITAL AUDIENCE DI Giugno 2015 SINTESI DATI DELLA TOTAL DIGITAL AUDIENCE DI Giugno 2015 In questo report sono presentati i dati dello scenario Internet in Italia. Nella prima parte del documento sono riportati alcuni dati di sintesi

Dettagli

LA NUOVA OFFERTA INTEGRATA

LA NUOVA OFFERTA INTEGRATA LA NUOVA OFFERTA INTEGRATA LA NUOVA OFFERTA INTEGRATA Video DEM & Newsletter Progetti Speciali Display VIDEO: I Vantaggi Efficacia: il connubio tra televisione e internet contribuisce ad un notevole incremento

Dettagli

PROGRAMMA STILE GIOVANI DI BANCA CARIGE: UNA PIATTAFORMA DI COMUNICAZIONE CON IL SEGMENTO GIOVANI

PROGRAMMA STILE GIOVANI DI BANCA CARIGE: UNA PIATTAFORMA DI COMUNICAZIONE CON IL SEGMENTO GIOVANI PROGRAMMA STILE GIOVANI DI BANCA CARIGE: UNA PIATTAFORMA DI COMUNICAZIONE CON IL SEGMENTO GIOVANI Graziella Gianelli Resp. Ufficio Marketing Banca Carige PROFILO DEL GRUPPO Il Gruppo Banca CARIGE è una

Dettagli

Profilo dei media in Italia. di Emanuele Gabardi!

Profilo dei media in Italia. di Emanuele Gabardi! Profilo dei media in Italia di Emanuele Gabardi! Potenzialità dei mezzi (% di penetrazione) Mezzi Base Adulti 14+ Resp. Acq. TV 1 giorno 84 89 Radio 1 giorno 68 59 1 settimana 81 75 Quotidiani 1 giorno

Dettagli

Workshop Nielsen. TV+Web: l'analisi dell'audience cross-mediale

Workshop Nielsen. TV+Web: l'analisi dell'audience cross-mediale Comunicazione pubblicitaria ed effetto Social : nuove prospettive per l analisi del ROI Workshop Nielsen 13 Ottobre 2011 ore 12.00 TV+Web: l'analisi dell'audience cross-mediale 12-13 Ottobre 2011 Internet:

Dettagli

I CONCETTI BASE DEL MEDIA

I CONCETTI BASE DEL MEDIA I CONCETTI BASE DEL MEDIA DATE PRODOTTI RICEVETE PUBBLICITÀ RIVENDIAMO I PRODOTTI I PRINCIPALI INDICATORI PER VALUTARE UN PIANO MEDIA INDICATORI DI COMUNICAZIONE 1. Audience 2. Contatti (lordi/netti) INDICATORI

Dettagli

NEW MEDIA & NEW INTERNET

NEW MEDIA & NEW INTERNET NEW MEDIA & NEW INTERNET Prof. Andrea Rangone Politecnico di Milano andrea.rangone@polimi.it Il mercato dei New Media in Italia I confini del mercato dei Media Giochi Dating Gambling Loghi e suonerie Entertainment

Dettagli

MARKETING Il piano di marketing

MARKETING Il piano di marketing Università degli studi di Macerata Facoltà di Scienze della comunicazione MARKETING Il piano di marketing Prof. Laura Gavinelli laura.gavinelli@unimc.it Blythe, Fondamenti di marketing, cap. 10 1 Cos è,

Dettagli

LA DIGITAL OOH NELL EXPO. Per esserci dove tutto avviene, per farsi vedere dove il mondo si fa vedere: l affissione nell Expo

LA DIGITAL OOH NELL EXPO. Per esserci dove tutto avviene, per farsi vedere dove il mondo si fa vedere: l affissione nell Expo LA DIGITAL OOH NELL EXPO Per esserci dove tutto avviene, per farsi vedere dove il mondo si fa vedere: l affissione nell Expo LA DIGITAL OOH NELL EXPO Durante i 184 giorni di esposizione sono attesi circa

Dettagli

IL GENNAIO DELLA TV NON GENERALISTA. Analisi Gennaio 2013. Solo canali a rilevazione Auditel giornaliera

IL GENNAIO DELLA TV NON GENERALISTA. Analisi Gennaio 2013. Solo canali a rilevazione Auditel giornaliera IL GENNAIO DELLA TV NON GENERALISTA Analisi Gennaio 2013. Solo canali a rilevazione Auditel giornaliera GRUPPO SKY+FOX: Trend Share 5,6% 5,2% 5,4% 5,9% 5,3% 5,0% 5,6% 6,6% 5,7% 5,3% 5,4% 5,6% 5,3% -6%

Dettagli

Laura Minestroni, La pubblicità nonostante i mass media. Verso una comunicazione integrata di marca, Mondadori Università, 2012.

Laura Minestroni, La pubblicità nonostante i mass media. Verso una comunicazione integrata di marca, Mondadori Università, 2012. Laura Minestroni, La pubblicità nonostante i mass media. Verso una comunicazione integrata di marca, Mondadori Università, 2012. Anni 50 Bill Bernbach mette art director e copywriter a lavorare insieme.

Dettagli

CAMPAGNA PUBBLICITARIA AMBIENTALE CAPITOLATO TECNICO

CAMPAGNA PUBBLICITARIA AMBIENTALE CAPITOLATO TECNICO CAMPAGNA PUBBLICITARIA AMBIENTALE CAPITOLATO TECNICO 1. Premessa Nell ambito del progetto congiunto Roma Capitale-AMA-CONAI, il 7 agosto 2012 il Ministero per l Ambiente, la Regione Lazio, la Provincia

Dettagli

Con la presente Vi comunichiamo che è stato aperto il concorso per la campagna promozionale 2013 dell Ente Nazionale Croato per il Turismo in Italia:

Con la presente Vi comunichiamo che è stato aperto il concorso per la campagna promozionale 2013 dell Ente Nazionale Croato per il Turismo in Italia: Con la presente Vi comunichiamo che è stato aperto il concorso per la campagna promozionale 2013 dell Ente Nazionale Croato per il Turismo in Italia: TV e RADIO Target: fasce d età 25 70 anni uomini e

Dettagli

PIANO DI COMUNICAZIONE

PIANO DI COMUNICAZIONE ALLEGATO 1 DIREZIONE POLITICHE AGRICOLE --------------------------------------------------------------------------------------------------------------------- PROGRAMMA DI SVILUPPO RURALE 2007-2013 PIANO

Dettagli

Audiweb pubblica i dati di audience del mese di dicembre 2011 e i risultati della Ricerca di Base sulla diffusione dell'online in Italia

Audiweb pubblica i dati di audience del mese di dicembre 2011 e i risultati della Ricerca di Base sulla diffusione dell'online in Italia Milano, 31 gennaio 2012 Audiweb pubblica i dati di audience del mese di dicembre 2011 e i risultati della Ricerca di Base sulla diffusione dell'online in Italia Cresce del 6,9% rispetto al 2010 la diffusione

Dettagli

UN MODULO SOFTWARE PER LA ANALISI E PIANIFICAZIONE DELLA STAMPA ( AUDIPRESS)

UN MODULO SOFTWARE PER LA ANALISI E PIANIFICAZIONE DELLA STAMPA ( AUDIPRESS) UN MODULO SOFTWARE PER LA ANALISI E PIANIFICAZIONE DELLA STAMPA ( AUDIPRESS) TOM Micro e un software per la analisi e la pianificazione dei dati Audipress. E disponibile sia nella versione operativa su

Dettagli

Audiweb pubblica i dati di audience del mese di giugno 2011 e i risultati della Ricerca di Base sulla diffusione dell'online in Italia

Audiweb pubblica i dati di audience del mese di giugno 2011 e i risultati della Ricerca di Base sulla diffusione dell'online in Italia Milano, 27 luglio 2011 Audiweb pubblica i dati di audience del mese di giugno 2011 e i risultati della Ricerca di Base sulla diffusione dell'online in Italia Nel mese di giugno 2011 l audience online cresce

Dettagli

La centralità del Pricing per una gestione evoluta della Customer Experience. ABI Dimensione Cliente 2014 Roma, 8 Aprile 2014

La centralità del Pricing per una gestione evoluta della Customer Experience. ABI Dimensione Cliente 2014 Roma, 8 Aprile 2014 La centralità del Pricing per una gestione evoluta della Customer Experience ABI Dimensione Cliente 2014 Roma, 8 Aprile 2014 Agenda Il contesto di mercato La centralità del Pricing Come sfruttare le potenzialità

Dettagli

I driver della loyalty nelle tlc e nei media Carlo Stefanini Busacca & Associati Loyalty Forum 2001 Milano, 06/11/01

I driver della loyalty nelle tlc e nei media Carlo Stefanini Busacca & Associati Loyalty Forum 2001 Milano, 06/11/01 I driver della loyalty nelle tlc e nei media Carlo Stefanini Loyalty Forum 2001 Milano, 06/11/01 SUMMARY Il modello di business vede un integrazione sempre più stretta fra tlc e media Fedeltà al brand

Dettagli

Aggiornamento 10 febbraio 2016 CALCIO RAI 1 SEMESTRE 2016. speciali.

Aggiornamento 10 febbraio 2016 CALCIO RAI 1 SEMESTRE 2016. speciali. Aggiornamento 10 febbraio 2016 CALCIO 1 SEMESTRE 2016 RAI speciali. RAI: LA CASA DEL CALCIO ITALIANO IL CALCIO E RAI partite 1 SEMESTRE 2016 TOTALE PARTITE NAZIONALE TIM CUP Non solo Tv 12 anche Radio,

Dettagli

Il Programma di Gestione e Valorizzazione del Patrimonio Immobiliare e Urbano delle Grandi Stazioni Ferroviarie

Il Programma di Gestione e Valorizzazione del Patrimonio Immobiliare e Urbano delle Grandi Stazioni Ferroviarie Il Programma di Gestione e Valorizzazione del Patrimonio Immobiliare e Urbano delle Grandi Stazioni Ferroviarie Relatore: Ing. Carlo De Vito Responsabile Struttura Terminali Viaggiatori e Merci RFI spa

Dettagli

Misurare il digitale - Enrico Gasperini, Presidente Audiweb

Misurare il digitale - Enrico Gasperini, Presidente Audiweb Misurare il digitale - Enrico Gasperini, Presidente Audiweb Digital Frontrunners: chi vincerà? Milano, Martedì 26 febbraio 2013 Gli italiani e l accesso a internet HANNO LA POSSIBILITA DI ACCEDERE A INTERNET

Dettagli

I Monitoraggi dell ABI a supporto delle strategie di fidelizzazione delle banche

I Monitoraggi dell ABI a supporto delle strategie di fidelizzazione delle banche I Monitoraggi dell ABI a supporto delle strategie di fidelizzazione delle banche DANIELA VITOLO d.vitolo@abi.it - CENTRO STUDI E RICERCHE - ABI CRM - RELAZIONE E VENDITA: LA SOLUZIONE PER CRESCERE 1 GLI

Dettagli

Strategia. Strategia di rilancio. Strategie del ciclo di vita. Strategie di sell-in e sell-out. Strategie di sell-out PUBBLICITÀ E STRATEGIE

Strategia. Strategia di rilancio. Strategie del ciclo di vita. Strategie di sell-in e sell-out. Strategie di sell-out PUBBLICITÀ E STRATEGIE PUBBLICITÀ E STRATEGIE DI COMUNICAZIONE INTEGRATA Strategia Esistono diversi tipi di strategia di marketing, da cui discendono diversi tipi di strategia di comunicazione: di posizionamento corporate/di

Dettagli

Pianificazione tramite DSP (ampia inventory) Pianificazione tradizionale per siti. Site targeting. Audience targeting.

Pianificazione tramite DSP (ampia inventory) Pianificazione tradizionale per siti. Site targeting. Audience targeting. 2 3 Il mercato del digital advertising ha vissuto un profondo cambiamento nel modello di media buying e planning, legato all avvento delle DSP (demand-side platform). Pianificazione tradizionale per siti

Dettagli

Come realizzare campagne di branding online attraverso le nuove piattaforme di marketing digitale e aumentare la visibilità del tuo brand

Come realizzare campagne di branding online attraverso le nuove piattaforme di marketing digitale e aumentare la visibilità del tuo brand Come realizzare campagne di branding online attraverso le nuove piattaforme di marketing digitale e aumentare la visibilità del tuo brand Crea sempre contenuti di valore per i tuoi clienti Promozioni,

Dettagli

Le dinamiche degli investimenti in comunicazione in Italia nel 2011

Le dinamiche degli investimenti in comunicazione in Italia nel 2011 Le dinamiche degli investimenti in comunicazione in Italia nel 2011 DOMANI COMUNICARE INDICE Comunicare Domani Una premessa (metodologica) sui dati raccolti. Il mercato della comunicazione in Italia Le

Dettagli

Customer Engagement in Impresa Semplice 10 Novembre 2015. Marco Fabio Parisi Telecom Italia TIM, Digital Marketing B2B @jslocum2008

Customer Engagement in Impresa Semplice 10 Novembre 2015. Marco Fabio Parisi Telecom Italia TIM, Digital Marketing B2B @jslocum2008 Customer Engagement in Impresa Semplice 10 Novembre 2015 Marco Fabio Parisi Telecom Italia TIM, Digital Marketing B2B @jslocum2008 Multicanalità : Customer Journey e Customer Experience I dati rappresentano

Dettagli

Obiettivi Generali COS È

Obiettivi Generali COS È Obiettivi Generali COS È Una tecnologia attraverso la quale è possibile fare simulazioni di scenario per comprendere meglio le scelte di marketing e comunicazione. PERCHÈ La progressiva complessità di

Dettagli

AUDIMOVIE: fase periodica. Maggio e Dicembre 2008

AUDIMOVIE: fase periodica. Maggio e Dicembre 2008 Maggio e Dicembre 00 AUDIMOVIE: fase periodica Maggio e Dicembre 00 Maggio e Dicembre 00 Obiettivi La ricerca estensiva periodica sul cinema svoltasi nei mesi di Maggio e di Dicembre 00 ha inteso esplorare

Dettagli

CENTRO DI PRODUZIONE PER TUTTI I VIDEO A CONTENUTO FASHION DI CLASS EDITORI

CENTRO DI PRODUZIONE PER TUTTI I VIDEO A CONTENUTO FASHION DI CLASS EDITORI Oltre agli storici servizi glamour del canale, la nuova Class Tv Moda cresce e diventa il CENTRO DI PRODUZIONE PER TUTTI I VIDEO A CONTENUTO FASHION DI CLASS EDITORI Coordinandosi con le redazioni del

Dettagli

La percezione del metano nei trasporti

La percezione del metano nei trasporti La percezione del metano nei trasporti Awareness e opinioni degli automobilisti italiani RISULTATI DELL INDAGINE DEMOSCOPICA In collaborazione con Verona, 28 maggio 2014 Premesse In linea con i trend su

Dettagli

Fratelli Carli, innovazione e amore per la tradizione

Fratelli Carli, innovazione e amore per la tradizione Customer case study / Food and Beverage Fratelli Carli, innovazione e amore per la tradizione Fratelli Carli, l azienda che dal 1911 produce e vende olio d oliva e prodotti derivati, comunica il restyling

Dettagli

Il consumo di latticini e formaggi: i cambiamenti nel tempo e l identikit del consumatore

Il consumo di latticini e formaggi: i cambiamenti nel tempo e l identikit del consumatore Il consumo di latticini e formaggi: i cambiamenti nel tempo e l identikit del consumatore 11 Febbraio 2014 Isabella Cecchini Direttore Dipartimento Ricerche sulla Salute - GfK Eurisko GfK Eurisko Milano,

Dettagli

NON SIAMO MAI STATI COSI RICCHI DI OPPORTUNITA

NON SIAMO MAI STATI COSI RICCHI DI OPPORTUNITA 5 NON SIAMO MAI STATI COSI RICCHI DI OPPORTUNITA DAL 2000 AD OGGI ABBIAMO SCOPERTO NUOVI MONDI Quotidiani sportivi Cinema Mensili Quotidiani informazione OOH Radio Settimanali TV Premium Play Online Radio

Dettagli

Tutto il Lazio è paese.

Tutto il Lazio è paese. Tutto il Lazio è paese. Sagre e Feste tradizionali una giornata particolare alla scoperta del lazio www.laziofeste.it per conoscere il calendario aggiornato degli eventi. 2 CAMPAGNA DI COMUNICAZIONE TUTTO

Dettagli

LE POLITICHE DI COMUNICAZIONE

LE POLITICHE DI COMUNICAZIONE LE POLITICHE DI COMUNICAZIONE FINALITA far conoscere, differenziare e fare memorizzare il prodotto e la marca ad accrescerne il valore percepito (significati simbolici, segnali di valore) La differenziazione

Dettagli

XXVIIIa Edizione PREMIO MARKETING SIM CONTENT IS KING, BRANDS ARE CASTLE

XXVIIIa Edizione PREMIO MARKETING SIM CONTENT IS KING, BRANDS ARE CASTLE XXVIIIa Edizione PREMIO MARKETING SIM CONTENT IS KING, BRANDS ARE CASTLE FOX CHANNELS ITALY 2 FOX Channel Italy http://www.foxtv.it/ FOX International Channels Italy nasce nel 2003. Oggi è uno dei player

Dettagli

e società controllate Sede in Milano, Via Marco Burigozzo, 5 Note di commento ai prospetti contabili consolidati al 31 Marzo 2004

e società controllate Sede in Milano, Via Marco Burigozzo, 5 Note di commento ai prospetti contabili consolidati al 31 Marzo 2004 Relazione trimestrale Marzo 2004 Class Editori S.p.A. e società controllate Sede in Milano, Via Marco Burigozzo, 5 Note di commento ai prospetti contabili consolidati al 31 Marzo 2004 La relazione trimestrale

Dettagli

Heineken, entertaining the audience.

Heineken, entertaining the audience. Customer case study / Food and Beverages Heineken, entertaining the audience. La diffusione virale del video Heineken Made to Entertain nelle pagine personali di Windows Live Messenger, Windows Live Hotmail

Dettagli

IL GRANDE CALCIO 2015

IL GRANDE CALCIO 2015 IL GRANDE CALCIO 2015 IL GRANDE CALCIO NELLA PRIMAVERA RAI 2 2 17 Incontri di Qualificazione a UEFA EURO 2016 TM Amichevoli Nazionale A Partite di TIM CUP 2014/15. Dagli ottavi alla finale del 7 giugno

Dettagli

Media Monthly Report. Giugno 2009

Media Monthly Report. Giugno 2009 Media Monthly Report Giugno 2009 Media Monthly Report Giugno 2009 The Nielsen Company, Media Indicatori macroeconomici Andamento dei consumi Investimenti pubblicitari Audience tv e Internet News dal mondo

Dettagli

IAB Forum 25 novembre 2014 L EVOLUZIONE DELL'AUDIENCE ONLINE E IL VALORE DEL MOBILE. Enrico Gasperini Presidente di Audiweb

IAB Forum 25 novembre 2014 L EVOLUZIONE DELL'AUDIENCE ONLINE E IL VALORE DEL MOBILE. Enrico Gasperini Presidente di Audiweb IAB Forum 25 novembre 2014 L EVOLUZIONE DELL'AUDIENCE ONLINE E IL VALORE DEL MOBILE Enrico Gasperini Presidente di Audiweb LA DIFFUSIONE DELL ONLINE IN ITALIA +45% dal 2008 +310% in due anni +69,5% in

Dettagli

ADNK TV: TIVU'SAT, NEL 2013 OLTRE 320MILA NUOVE ATTIVAZIONI, SUPERATI 2 MLN

ADNK TV: TIVU'SAT, NEL 2013 OLTRE 320MILA NUOVE ATTIVAZIONI, SUPERATI 2 MLN ANSA Tv: Tivu'sat, nel 2013 oltre 320mila nuove attivazioni Tv: Tivu'sat, nel 2013 oltre 320mila nuove attivazioni (ANSA) - ROMA, 8 GEN - Anche nel 2013 la crescita di Tivu'Sat e' andata avanti a ritmo

Dettagli

Parte V Pianificazione, organizzazione e controllo delle attività di comunicazione

Parte V Pianificazione, organizzazione e controllo delle attività di comunicazione Parte V Pianificazione, organizzazione e controllo delle attività di comunicazione Corso di Comunicazione d Impresa - A.A. 2011-2012 Prof. Fabio Forlani - fabio.forlani@uniurb.it Cap. 23 Le competenze

Dettagli

Autorità per le garanzie nelle comunicazioni Relazione annuale 2014 sull attività svolta e sui programmi di lavoro

Autorità per le garanzie nelle comunicazioni Relazione annuale 2014 sull attività svolta e sui programmi di lavoro Autorità per le garanzie nelle comunicazioni Relazione annuale 2014 sull attività svolta e sui programmi di lavoro 15 luglio 2014 1 INDICE Il settore delle comunicazioni in Italia I servizi tlc I servizi

Dettagli

Product Placement and Brand Equity

Product Placement and Brand Equity Product Placement and Brand Equity Margherita Corniani 1. Il Product Placement 2. Il Product Placement nella comunicazione aziendale 2.1 I vantaggi del Product Placement 2.2 I limiti del Product Placement

Dettagli