Lancio Format 2013 Strategia Media

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Lancio Format 2013 Strategia Media"

Transcript

1 GRUPPO TELECOM ITALIA LUMSA Roma 10 Dicembre 2014 Lancio Format 2013 Strategia Media Fabrizio Petrera BSM/MM

2 Agenda Lancio Format 2013 Premessa Strategia Media Obiettivi! Obiettivi Macro! Obiettivi Media Il Target! Entità! Profilo Socio Demo! Esposizione ai Mezzi Televisione! Schema di Pianificazione! Sintesi Risultati di comunicazione WEB Cinema! Schema di Pianificazione Riepilogo Attività Conclusioni Allegati Lancio Format 2013 Fabrizio Petrera, BSM/MM 2

3 Premessa La Strategia Media Il significato di Strategia Media, può essere sintetizzato con: «l insieme di attività poste in essere al fine di raggiungere gli obiettivi prefissati». Ovviamente ogni strategia media ha le proprie peculiarità distintive e non sempre (anzi quasi mai) una strategia è simile ad un altra. In linea teorica, le componenti/attività che non dovrebbero mai mancare sono:! Il Brief à momento fondamentale ovvero ciò da cui «tutto ha inizio»! Analisi del Target («allargato» con l eventuale definizione del «focus»)! Definizione del BDG/Selezione dei mezzi! Pianificazione (con le relative attività di Buying/Acquisto Spazi)! Messa in onda! Analisi Post (controllo sull effettivo erogato, postvalutazioni, analisi KPI) Lancio Format 2013 Fabrizio Petrera, BSM/MM 3

4 Agenda Lancio Format 2013 Premessa Strategia Media Obiettivi! Obiettivi Macro! Obiettivi Media Il Target! Entità! Profilo Socio Demo! Esposizione ai Mezzi Televisione! Schema di Pianificazione! Sintesi Risultati di comunicazione WEB Cinema! Schema di Pianificazione Riepilogo Attività Conclusioni Allegati Lancio Format 2013 Fabrizio Petrera, BSM/MM 4

5 Lancio format unico - Obiettivi (Macro)! Sostenere il ricordo della marca in comunicazione! Rafforzare il posizionamento di credibilità e affidabilità! Rispettare in nostro DNA ma nello stesso tempo aggiungere Valori alla Marca/Azienda.! Affermare la leadership tecnologica con la comunicazione dell Ultrainternet (Fibra/LTE)! Sostenere la pedonabilità verso i negozi TIM 5

6 Lancio format unico Obiettivi (Media)! Massimizzare la copertura su tutti i Target! Raggiungere elevati livelli di frequenza in tempi brevi! Garantire elevati standard qualitativi alla pianificazione! Massimizzare l impatto della comunicazione al fine di settare il nuovo format, enfatizzando la sinergia tra i brand in comunicazione.! Sfruttare positivamente il traino degli investimenti Consumer a favore della Business che a sua volta contribuirà a trasferire il valore della convergenza Fisso/Mobile. 6

7 Agenda Lancio Format 2013 Premessa Strategia Media Obiettivi! Obiettivi Macro! Obiettivi Media Il Target! Entità! Profilo Socio Demo! Esposizione ai Mezzi Televisione! Schema di Pianificazione! Sintesi Risultati di comunicazione WEB Cinema! Schema di Pianificazione Riepilogo Attività Conclusioni Allegati Lancio Format 2013 Fabrizio Petrera, BSM/MM 7

8 Strategia Media Il Target (Entità) Grazie alla banca dati Eurisko, viene identificato il Target Media di riferimento, passo fondamentale per poter selezionare i mezzi meglio performanti e sviluppare la relativa pianificazione. Ultrainternet (Fibra+LTE) 17,9 milioni di individui Fibra LTE Clienti ADSL TI/altri operatori (o «Intention to buy») con necessità di banda larga o connessione veloce 14,7 milioni Possessori di smartphone TIM/altri operatori (o «Intention to buy») con necessità di banda larga o connessione veloce 9.0 milioni Fonte: elaborazione Maxus su dati Eurisko Sinottica

9 Strategia Media Il Target (Profilo SocioDemo) Una volta individuata l entità del Target, viene definito il relativo profilo sociodemografico. In questo caso, il Target Ultrainternet risulta essere: Sesso 54% 46% Età anni 74% I.A. Istruzione Da media ad alta 94% -124 I.A. Reddito Da medio ad alto 70% I.A. Professione Lavoratori 51% I.A Studenti 18% I.A. Fonte: elaborazione Maxus su dati Eurisko Sinottica

10 Strategia Media Il Target (Profilo SocioDemo) Tabelle di dettaglio Sesso Età Area Geogr. Istruzione Reddito Professione Copertura% Penetrazione (%) SESSO Maschio Femmina ETA 14/17 anni 18/24 anni 25/34 anni 35/44 anni 45/54 anni 55/64 anni > 64 anni AREA Nord Ovest Nord Est Centro Sud e isole ISTR. Elem. Media inf. Media sup. Laurea REDDITO Basso Med- basso Medio Med- alto Alto PROFESS. Impr./lib. pro. Art./comm. Dirig./quadro Imp./insegn. Operaio Casalinga Studente Pensionato Non occ. 0% 10% 20% 30% 40% 50% 60% 9% 17% 24% 24% 16% 7% 3% 3% 5% 7% 5% 5% 5% 28% 18% 20% 34% 17% 54% 46% 38% 42% 10% 20% 41% 17% 12% 24% 17% 18% 15% Indice Indice di affinità di Affinità vs Popolazione (vs Pop.) SESSO Maschio Femmina ETA 14/17 anni 18/24 anni 25/34 anni 35/44 anni 45/54 anni 55/64 anni > 64 anni 13 AREA Nord Ovest Nord Est Centro Sud e isole ISTR. Elem Media inf. Media sup. Laurea REDDITO Basso Med- basso Medio Med- alto Alto PROFESS. Impr./lib. pro. Art./comm. Dirig./quadro Imp./insegn. Operaio Casalinga 35 Studente Pensionato 21 Non occ Fonte: elaborazione Maxus su dati Eurisko Sinottica

11 Strategia Media Il Target (Esposizione ai Mezzi) Viene elaborata la Mappa di esposizione ai mezzi, ovvero le performance di ogni singolo media in termini di affinità e di copertura. In questo caso, il WEB registra ottimi risultati. Ottima copertura per la TV generalisti, lo sport ed il DTT free, alta affinità per le Pay TV. Radio Private e Affissione sono mezzi altresì performanti, si segnala anche l ottima affinità del Cinema. Fonte: elaborazione Maxus su dati Eurisko Sinottica

12 Strategia Media Il Target (Esposizione ai Mezzi) La mappa di esposizione ai mezzi fornisce utili indicazioni sulle relative performances tuttavia anche altri importanti parametri subentrano nella selezione finale, quali ad esempio:! La creatività! Il costo contatto! Le tempistiche! Etc Fonte: elaborazione Maxus su dati Eurisko Sinottica

13 Agenda Lancio Format 2013 Premessa Strategia Media Obiettivi! Obiettivi Macro! Obiettivi Media Il Target! Entità! Profilo Socio Demo! Esposizione ai Mezzi Televisione! Schema di Pianificazione! Sintesi Risultati di comunicazione WEB Cinema! Schema di Pianificazione Riepilogo Attività Conclusioni Allegati Lancio Format 2013 Fabrizio Petrera, BSM/MM 13

14 Strategia Media - Pianificazione TV (Linee Guida) Una volta definito il Media Mix, vengono implementate le singole pianificazioni. La TV è comunemente riconosciuto come il mezzo principale di ogni campagna, sia per questioni di costo, sia perché raggiunge in tempi rapidi massima visibilità e copertura su tutti i Target, così come elevati livelli di frequenza. Nel caso in questione, la pianificazione prevede l utilizzo di tutte le principali emittenti del panorama Televisivo, al fine garantire max copertura possibile nelle due settimane di campagna.! Tv generalista: Rai, Mediaset, La7. Tv sat: Sky Tematici + calcio, Sky Uno, emittenti Dad/Sitcom, Eurosport, Lei, Dove, Discovery Channel, Class. Tv dtt: digitali di Publitalia, canali Premium tematici + calcio, digitali di Sipra, Giallo, Focus, Nuvolari, R.Italia, Cielo, La7d, Sportitalia, Real Time, Dmax, Class.Tv locali: Publishare, 7 Gold! Videocomunicazione: stazioni, metropolitana, aeroporti e concerti 14

15 Strategia Media - Pianificazione TV (Linee Guida) Per il lancio, sono state previste fortissime pressioni settimanali (rispettivamente e Target Adulti) al fine di garantire massima visibilità possibile di tutti gli spot in pianificazione e «settare» il nuovo format, enfatizzando la sinergia tra i diversi messaggi; sono infatti stati pianificati più soggetto contemporaneamente:! Sogg. di Lancio! TIM 4G/LTE! Telecom Italia FIBRA! Impresa Semplice 15

16 Strategia Media - Pianificazione TV (Schema di pianif.) Lo schema di pianificazione prevedeva: Prima settimana (14-20 Aprile) - TV generaliste, utilizzo di formati lunghi (60"/40"/ 30") ai quali si affiancano i formati più corti da 15" specifici TIM, Telecom e Impresa Semplice. Particolare dei primi 3 gg è la pianificazione a "panino ", ovvero l on air nello stesso break dello spot da 60 di posizionamento e dei 15 intervallati da altri inserzionisti, nelle rubriche di punta e/o di maggior (Prime Time e informazione). Seconda settimana (21-27 Aprile), la pianificazione si è stabilizzata con il 30" di posizionamento, il 30" ed il 15" TIM 4G, il 15" Telecom Fibra ed il 30" ed il 15" Impresa Semplice, tutti con pressioni adeguate per sostenerne la relativa rotazione. 16

17 Strategia Media - Pianificazione TV (Schema di pianif.) Lo schema in sintesi Totale GRPs ca, di cui: Spot Posizionamento 1.000, TIM 4g/LTE 1.000,Telecom Fibra 500, Impresa Semplice 500 grps 17

18 Strategia Media - Pianificazione TV (Schema di pianif.) Tutta la pianificazione TV, ovvero la selezione delle rubriche pubblicitarie selezionate per lo spot, si traduce in un vero e proprio calendario con i punti ora di on air..di seguito in estratto: Panino 18

19 Strategia Media - Pianificazione TV (Sintesi Ris. Com.) Notevoli i risultati di comunicazione ipotizzati, sul Target Adulti +15 anni (51.8 mln) Il piano sviluppa una pressione totale di Grps, di cui:! Reti generaliste: grps (Spot Rainbow/Posizionamento: 844, Consumer 1.239, Business: 385! Altre Tv: 552 grps (Spot Rainbow/Posizionam: 165, Consumer: 261, Business: 122) Di cui in Prime time (Fascia 19.39/23.30): Consumer + Spot Lancio: il 55% della pressione, Business: 65% della pressione Copertura totale: 92% Frequenza media: 32,6 19

20 Agenda Lancio Format 2013 Premessa Strategia Media Obiettivi! Obiettivi Macro! Obiettivi Media Il Target! Entità! Profilo Socio Demo! Esposizione ai Mezzi Televisione! Schema di Pianificazione! Sintesi Risultati di comunicazione WEB Cinema! Schema di Pianificazione Riepilogo Attività Conclusioni Allegati Lancio Format 2013 Fabrizio Petrera, BSM/MM 20

21 Strategia Media - Pianificazione WEB (Linee Guida) Come visto in precedenza, oltre alla TV è stato previsto anche l utilizzo del WEB. Oltre all elevata affinità, il mezzo massimizza la copertura sulle fasce del target meno esposte alla TV, i «light TV viewers». In termini generali, poi, le sue caratteristiche consentono di segmentare la comunicazione ed di approfondire il messaggio. Grazie proprio alla capacità di segmentare, per il lancio del format sono state sviluppate due pianificazioni distinte; una per la comunicazione Consumer e l altra per il segmento Business. Estratto del Piano web 21

22 Strategia Media - Pianificazione WEB (Linee Guida) Consumer Start up molto impattante, in linea con gli altri mezzi. Su alcuni siti dei principali Quotidiani on line (Sole 24 Ore, Messaggero, La Stampa, etc) sono stati pianificati più formati contemporaneamente con l aggiunta di «effetti speciali» arcobaleno. 222

23 Strategia Media - Pianificazione WEB (Linee Guida) Consumer Oltre ai Quotidiani on line, è stata prevista una presenza continuativa su tutti i siti news e relative versioni mobile. Ai formati «tradizionali» si sono affiancati i formati video, allargando l on line ai principali siti entertainment. E stato anche previsto You Tube, con una pianificazione volta a massimizzare l affinità (selezione di parole chiave alle quali legare l erogazione dello spot, prima dei relativi risultati della ricerca naturale. Ad es: Chiara, Over the rainbow, etc etc) Business On line in contemporanea con la Consumer. Sono stati pianificati siti di News, Entertainment, Sport, Tecnologia e Business. Formati: standard display, rich media, mvideo + Mobile e Ipad. La pianificazione sulle App News (ad es. Corriere della Sera, Repubblica, La Stampa, Il Meteo, etc) ha consentito di lavorare in sinergia con la Consumer, al fine di evitare le sovrapposizioni e garantire continuità alla comunicazione Stima Totale Impression: circa 100 mln 23

24 Agenda Lancio Format 2013 Premessa Strategia Media Obiettivi! Obiettivi Macro! Obiettivi Media Il Target! Entità! Profilo Socio Demo! Esposizione ai Mezzi Televisione! Schema di Pianificazione! Sintesi Risultati di comunicazione WEB Cinema! Schema di Pianificazione Riepilogo Attività Conclusioni Allegati Lancio Format 2013 Fabrizio Petrera, BSM/MM 24

25 Strategia Media - Pianificazione Cinema (Linee Guida) Il Cinema è un Mezzo in grado di massimizzare l impatto della comunicazione, grazie all elevata attenzione da parte degli spettatori e contestualmente di enfatizzare colonna sonora dello spot. Per questi due motivi, è sempre consigliato l utilizzo dei formati più lunghi. In questo caso, la partenza è stata prevista in contemporanea con la TV, su tutti i principali circuiti digitali (RaiPubblicità + MovieMedia + UCI + The Space). Posizionamento estremamente qualitativo, ossia immediatamente prima dell inizio del film. Formato 60 : per tutti i circuiti 25

26 Strategia Media - Pianificazione Cinema (Schema di pian.) Lo schema in sintesi 60" 26

27 Strategia Media Affissione Aeroporto Fiumicino In coerenza con la comunicazione prevista per il nuovo format, è stata coinvolta anche la maxi affissione permanente sulla balconata dell atrio dell aeroporto di Roma 27

28 Agenda Lancio Format 2013 Premessa Strategia Media Obiettivi! Obiettivi Macro! Obiettivi Media Il Target! Entità! Profilo Socio Demo! Esposizione ai Mezzi Televisione! Schema di Pianificazione! Sintesi Risultati di comunicazione WEB Cinema! Schema di Pianificazione Riepilogo Attività Conclusioni Allegati Lancio Format 2013 Fabrizio Petrera, BSM/MM 28

29 Strategia Media Riepilogo attività 29

30 Agenda Lancio Format 2013 Premessa Strategia Media Obiettivi! Obiettivi Macro! Obiettivi Media Il Target! Entità! Profilo Socio Demo! Esposizione ai Mezzi Televisione! Schema di Pianificazione! Sintesi Risultati di comunicazione WEB Cinema! Schema di Pianificazione Riepilogo Attività Conclusioni Allegati Lancio Format 2013 Fabrizio Petrera, BSM/MM 30

31 Strategia Media Conclusioni 1 In estrema sintesi, una strategia media ottimale prevede: COPERTURA OTTIMALE DEL TARGET RIPETIZIONE OTTIMALE DEL MESSAGGIO Raggiungere la percentuale più elevata possibile di individui appartenenti al target di riferimento Garantire una frequenza di veicolazione del messaggio tale da essere sufficientemente visto dal proprio target QUALITA DELLA COMUNICAZIONE Selezionare mezzi e veicoli coerenti al prodotto e al messaggio QUALITA DELLA RELAZIONE Selezionare mezzi e veicoli affini al proprio target 31

32 Strategia Media Conclusioni 2 Traducendo la slide precedente in numeri : Indicatori di comunicazione (Efficacia) Indicatori di economicità (Efficienza) 1. Contatti (lordi/netti) 2. Grp s (Gross Rating Point) 3. Cop % del target 4. Frequenza media esposizione (OTS) 5. Distribuzione di frequenza 6. Indice Affinità vs. 1. CpG (Costo per Grp) 2. CpC (Costo per Contatto) 3. CpM (Costo per mille) 32

33 Agenda Lancio Format 2013 Premessa Strategia Media Obiettivi! Obiettivi Macro! Obiettivi Media Il Target! Entità! Profilo Socio Demo! Esposizione ai Mezzi Televisione! Schema di Pianificazione! Sintesi Risultati di comunicazione WEB Cinema! Schema di Pianificazione Riepilogo Attività Conclusioni Allegati Lancio Format 2013 Fabrizio Petrera, BSM/MM 33

34 Allegati - Contatti lordi Numero di contatti duplicati 34

35 Allegati - Grps (gross rating points) Teoricamente calcolabile per tutti i mezzi, nella pratica questo indicatore ha un ruolo fondamentale sul mezzo TV 35

36 Allegati - Contatti netti e copertura Numero di contatti non duplicati, ogni «testa» conta una sola volta 36

37 Allegati - Contatti netti e copertura 37

38 Allegati - Frequenza media Frequenza e copertura sono valori determinanti per la pianificazione:! obiettivo di frequenza = si scelgono veicoli ad alta fedeltà (le persone esposte sono le stesse alle diverse uscite)! obiettivo di copertura = seleziono veicoli a bassa fedeltà/diversi per colpire persone diverse 38

39 Allegati - Affinità Maggiore è l indice di affinità di un dato veicolo su un dato target, tanto più quel veicolo concentra la sua audience su uno specifico segmento. Tanto meno elevato è l indice, tanto più il veicolo è «generalista». 39

40 Allegati - CPG (Costo per Grp) Indicatore importante per l efficienza di un piano e variabile fondamentale in periodi di budget in «sofferenza». 40

41 Allegati - Costi per contatto CPM comunemente usato sul WEB per l acquisto di Impressions. 41

42 Allegati - Esempio Risultati di comunicazione TV Share of Spending (quota di spesa) Costo a Listino meno lo sconto Utente Spesa Netta meno il 15% (RA o CA) Share of Voice (quota di voce) GRP per formato (lunghezza spot) GENERALISTE SATELLITARI DIGITALI VIDEOCOM Indicatore della pressione pubblicitaria a cui viene esposto il target Investimento - netto net net SOS 100% 85% 1% 12% 1% - SOS compreso Calcio SerieA Tim 100% 82% 3% 13% 1% Grp s Norm. a 30, parametro omogeneo per confrontare le campagne TV Risultati di Comunicazione Tgt ADULTI +15 (entità ) - grp's reali ,3 59,8 371,2 n.v. Costo netto dell acquisto di 1 grp a 30» grp's 40" 165 9% 138,7 6,6 20,2 grp's 30" % 728,5 19,2 232,0 grp's 15" % 511,0 22,6 111,6 grp's 10"+7" 19 1% 11,5 7,4 - grp's normalizzati ,4 46,8 340,8 - - C/grp netto Percentuale del target SOV 100% 76% raggiunto 3% dalla campagna 21% - - Copertura 91,0% - Frequenza 20 - PT % 52 % di grps in Prime Tiime TOTALE Numero medio di volte in cui il target ha la possibilità di vedere lo spot 42

43 Grazie

Business Process Modeling Caso di Studio

Business Process Modeling Caso di Studio Caso di Studio Stefano Angrisano, Consulting IT Specialist December 2007 2007 IBM Corporation Sommario Perché l architettura SOA? Le aspettative del Cliente. Ambito applicativo oggetto dell introduzione

Dettagli

GESTIONE E VALORIZZAZIONE DEI BENI CULTURALI E DEL TERRITORIO ITALIA 2006

GESTIONE E VALORIZZAZIONE DEI BENI CULTURALI E DEL TERRITORIO ITALIA 2006 GESTIONE E VALORIZZAZIONE DEI BENI CULTURALI E DEL TERRITORIO ITALIA 2006 PROGRAMMA: Area Management e Marketing dei Beni Culturali INTRODUZIONE AL MARKETING Introduzione ed Obiettivi Il marketing nell

Dettagli

Modelli di consumo e di risparmio del futuro. Nicola Ronchetti GfK Eurisko

Modelli di consumo e di risparmio del futuro. Nicola Ronchetti GfK Eurisko Modelli di consumo e di risparmio del futuro Nicola Ronchetti GfK Eurisko Le fonti di ricerca Multifinanziaria Retail Market: universo di riferimento famiglie italiane con capofamiglia di età compresa

Dettagli

Il mobile e lo shopping on demand. Come il performance marketing aiuta a ridisegnare i percorsi d acquisto. tradedoubler.com

Il mobile e lo shopping on demand. Come il performance marketing aiuta a ridisegnare i percorsi d acquisto. tradedoubler.com Il mobile e lo shopping on demand Come il performance marketing aiuta a ridisegnare i percorsi d acquisto tradedoubler.com I canali di performance marketing mobile stanno trasformando l esperienza di acquisto

Dettagli

SKY on DEMAND. Guida all attivazione e navigazione

SKY on DEMAND. Guida all attivazione e navigazione SKY on DEMAND Guida all attivazione e navigazione . Il Nuovo Sky On Demand: dettagli 1/2 Che cosa è il nuovo Sky On Demand Il nuovo Sky On Demand è il Servizio che consente di accedere ad un intera videoteca

Dettagli

Cio che fa bene alle persone, fa bene agli affari. Leo Burnett pubblicitario statunitense

Cio che fa bene alle persone, fa bene agli affari. Leo Burnett pubblicitario statunitense Cio che fa bene alle persone, fa bene agli affari. Leo Burnett pubblicitario statunitense Chi siamo Siamo una delle più consolidate realtà di Internet Marketing in Italia: siamo sul mercato dal 1995, e

Dettagli

Tutorial Sky Go su Samsung v.1.1

Tutorial Sky Go su Samsung v.1.1 Tutorial Sky Go su Samsung v.1.1 1.1 Presentazione...2 2.2 Download e installazione...2 2.2 Login...3 2.2.1 Limitazioni all'accesso...4 2.3 Profili di visione...6 2.4 Reti...7 2.5 Diritti...7 3.0 Fruizione

Dettagli

C.A.P.A.C. Politecnico del Commercio e del Turismo

C.A.P.A.C. Politecnico del Commercio e del Turismo AVVISO FOR.TE 3/12 OFFERTA FORMATIVA CAPAC POLITECNICO DEL COMMERCIO E DEL TURISMO CF4819_2012 Sicurezza: formazione specifica basso rischio - aggiornamento 4 ore Lavoratori che devono frequentare il modulo

Dettagli

La Grande Mappa di Sinottica e i Nuovi Stili di Vita. Grande Mappa e Nuovi Stili di Vita

La Grande Mappa di Sinottica e i Nuovi Stili di Vita. Grande Mappa e Nuovi Stili di Vita SINOTTICA-E U R I S K O La Grande Mappa di Sinottica e i Nuovi Stili di Vita 1 Sinottica-Eurisko 2004 Premessa Nel presente documento Eurisko propone una nuova segmentazione della popolazione italiana

Dettagli

Logistica digitale delle Operazioni a premio

Logistica digitale delle Operazioni a premio Logistica digitale delle Operazioni a premio La piattaforma logistica delle operazioni a premio digitali BITGIFT è la nuova piattaforma dedicata alla logistica digitale delle vostre operazioni a premio.

Dettagli

UPPLEVA. 5 anni di GARANZIA. Soluzioni integrate di mobili, smart TV e sistema audio. Tutto in uno.

UPPLEVA. 5 anni di GARANZIA. Soluzioni integrate di mobili, smart TV e sistema audio. Tutto in uno. UPPLEVA Soluzioni integrate di mobili, smart TV e sistema audio. Tutto in uno. 5 anni di GARANZIA INCLUSA NEL PREZZO I televisori, i sistemi audio e gli occhiali 3D UPPLEVA sono garantiti 5 anni. Per saperne

Dettagli

Software per la gestione di palestre, centri benessere e sportivi

Software per la gestione di palestre, centri benessere e sportivi Software per la gestione di palestre, centri benessere e sportivi Applicazione gestionale progettata per gestire tutti gli aspetti di palestre, centri sportivi e centri benessere Sicuro Personalizzabile

Dettagli

Studio di retribuzione 2014

Studio di retribuzione 2014 Studio di retribuzione 2014 SALES & MARKETING Temporary & permanent recruitment www.pagepersonnel.it EDITORIALE Grazie ad una struttura costituita da 100 consulenti e 4 uffici in Italia, Page Personnel

Dettagli

la gestione dei processi comunicazione. i marketing manager si incontrano in Officina- Strategia

la gestione dei processi comunicazione. i marketing manager si incontrano in Officina- Strategia i marketing manager si incontrano in Officina- Strategia la gestione dei processi di comunicazione in quale scenario deve identificarsi un progetto di miglioramento, nella gestione dei beni digitali per

Dettagli

VALUTAZIONE DI RISULTATO E DI IMPATTO del progetto Diesis

VALUTAZIONE DI RISULTATO E DI IMPATTO del progetto Diesis Obiettivo Competitività Regionale e Occupazione Programma Operativo Nazionale Azioni di Sistema (FSE) 2007-2013 [IT052PO017] Obiettivo Convergenza Programma Operativo Nazionale Governance e Azioni di Sistema

Dettagli

Valutazione Crediti e proposte Progetti. Area Turismo

Valutazione Crediti e proposte Progetti. Area Turismo Valutazione Crediti e proposte Progetti Area Turismo a cura di Bruno Turra Questo documento intende affrontare l analisi delle priorità di valutazione nell area turismo individuandone le principali componenti

Dettagli

La suite Dental Trey che semplifica il tuo mondo.

La suite Dental Trey che semplifica il tuo mondo. La suite Dental Trey che semplifica il tuo mondo. impostazioni di sistema postazione clinica studio privato sterilizzazione magazzino segreteria amministrazione sala di attesa caratteristiche UNO tiene

Dettagli

PHILIPPE PONCIN INSTITUT NATIONAL DE L AUDIOVISUEL

PHILIPPE PONCIN INSTITUT NATIONAL DE L AUDIOVISUEL CONSERVAZI ONE ED ACCESSI BI LI TÀ I N NTERNETDICOLLEZI ONIAUDI OVI SI VE I PHILIPPE PONCIN INSTITUT NATIONAL DE L AUDIOVISUEL 1. IL RUOLO DELLE BIBLIOTECHE AUDIOVISIVE Il fine principale è la conservazione

Dettagli

il retail: un opportunità di business garantita da un team esperto

il retail: un opportunità di business garantita da un team esperto il retail: un opportunità di business garantita da un team esperto il retail: una sfida avvincente Gestire una propria rete di punti vendita monomarca diretti o in franchising, per molte aziende sta diventando

Dettagli

abbonamenti 2015.2016

abbonamenti 2015.2016 abbonamenti 2015.2016 FARE DEL NOSTRO STADIO UNA FORTEZZA Caro Interista, San Siro e piu bello quando ci sei tu, io lo so bene. L ho visto vibrare nelle sue notti piu belle. Ho sentito la spinta, la voglia

Dettagli

Quando imprenditorialità e management si sposano: il caso Moment

Quando imprenditorialità e management si sposano: il caso Moment Esperienze di successo per un vantaggio competitivo 27 ottobre 2011 Quando imprenditorialità e management si sposano: il caso Moment Raffaella Graziosi Project & Portfolio Manager ACRAF SpA Gruppo Angelini

Dettagli

La par condicio. Sintesi dei principali adempimenti per l emittenza radiotelevisiva locale

La par condicio. Sintesi dei principali adempimenti per l emittenza radiotelevisiva locale La par condicio Sintesi dei principali adempimenti per l emittenza radiotelevisiva locale Par condicio fonti normative Legge 515/93 (Disciplina delle campagne elettorali per l elezione alla Camera dei

Dettagli

Le telecamere Installate verranno connesse ad Unità di elaborazione multiplexer per la gestione e la verifica di gruppi omogenei di 4-8-16-32-48-64

Le telecamere Installate verranno connesse ad Unità di elaborazione multiplexer per la gestione e la verifica di gruppi omogenei di 4-8-16-32-48-64 Le telecamere Installate verranno connesse ad Unità di elaborazione multiplexer per la gestione e la verifica di gruppi omogenei di 4-8-16-32-48-64 telecamere. I sistemi di acquisizione ed archiviazione

Dettagli

MASTER MAGPA Argomenti Project Work

MASTER MAGPA Argomenti Project Work MASTER MAGPA Argomenti Project Work MODULO I LA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE: PROFILO STORICO E SFIDE FUTURE Nome Relatore: Dott.ssa Ricciardelli (ricciardelli@lum.it) 1. Dal modello burocratico al New Public

Dettagli

L attività più diffusa a livello mondiale è quella di inviare e ricevere SMS.

L attività più diffusa a livello mondiale è quella di inviare e ricevere SMS. SMS: usali per raggiungere i tuoi contatti... con un click! Guida pratica all utilizzo degli sms pubblicitari L attività più diffusa a livello mondiale è quella di inviare e ricevere SMS. 2 SMS: usali

Dettagli

Croce Rossa Italiana Comitato Regionale Lazio

Croce Rossa Italiana Comitato Regionale Lazio Croce Rossa Italiana Campagna Soci Ordinari CAMPAGNA SOCI ORDINARI Pagina 1 di 12 SOMMARIO 1. Premessa... 3 2. Quali sono gli obiettivi della Campagna Soci Ordinari... 4 3. Cosa vuol dire essere Soci Ordinari

Dettagli

COME AVERE SUCCESSO SUL WEB?

COME AVERE SUCCESSO SUL WEB? Registro 1 COME AVERE SUCCESSO SUL WEB? Guida pratica per muovere con successo i primi passi nel web INTRODUZIONE INDEX 3 6 9 L importanza di avere un dominio e gli obiettivi di quest opera Come è cambiato

Dettagli

COME NASCE L IDEA IMPRENDITORIALE E COME SI SVILUPPA IL PROGETTO D IMPRESA: IL BUSINESS PLAN

COME NASCE L IDEA IMPRENDITORIALE E COME SI SVILUPPA IL PROGETTO D IMPRESA: IL BUSINESS PLAN COME NASCE L IDEA IMPRENDITORIALE E COME SI SVILUPPA IL PROGETTO D IMPRESA: IL BUSINESS PLAN La nuova impresa nasce da un idea, da un intuizione: la scoperta di una nuova tecnologia, l espansione della

Dettagli

E-MAIL INTEGRATA OTTIMIZZAZIONE DEI PROCESSI AZIENDALI

E-MAIL INTEGRATA OTTIMIZZAZIONE DEI PROCESSI AZIENDALI E-MAIL INTEGRATA OTTIMIZZAZIONE DEI PROCESSI AZIENDALI E-MAIL INTEGRATA Ottimizzazione dei processi aziendali Con il modulo E-mail Integrata, NTS Informatica ha realizzato uno strumento di posta elettronica

Dettagli

LA PROGETTAZIONE Come fare un progetto. LA PROGETTAZIONE Come fare un progetto

LA PROGETTAZIONE Come fare un progetto. LA PROGETTAZIONE Come fare un progetto LA PROGETTAZIONE 1 LA PROGETTAZIONE Oggi il raggiungimento di un obiettivo passa per la predisposizione di un progetto. Dal mercato al terzo settore passando per lo Stato: aziende, imprese, organizzazioni,

Dettagli

FAR EAST FILM FESTIVAL 16 Il più grande festivaldel cinema dall Estremo Oriente

FAR EAST FILM FESTIVAL 16 Il più grande festivaldel cinema dall Estremo Oriente FAR EAST FILM FESTIVAL 16 Il più grande festivaldel cinema dall Estremo Oriente un grande evento mondiale una grande festa popolare Che cos è Far east Film Festival? Un grande evento popolare Far East

Dettagli

BRM. Tutte le soluzioni. per la gestione delle informazioni aziendali. BusinessRelationshipManagement

BRM. Tutte le soluzioni. per la gestione delle informazioni aziendali. BusinessRelationshipManagement BRM BusinessRelationshipManagement Tutte le soluzioni per la gestione delle informazioni aziendali - Business Intelligence - Office Automation - Sistemi C.R.M. I benefici di BRM Garantisce la sicurezza

Dettagli

BRINGING LIGHT. il sistema informativo direzionale BUSINESS INTELLIGENCE & CORPORATE PERFORMANCE MANAGEMENT. i modelli funzionali sviluppati da Sme.

BRINGING LIGHT. il sistema informativo direzionale BUSINESS INTELLIGENCE & CORPORATE PERFORMANCE MANAGEMENT. i modelli funzionali sviluppati da Sme. Sme.UP ERP Retail BI & CPM Dynamic IT Mgt Web & Mobile Business Performance & Transformation 5% SCEGLIERE PER COMPETERE BI e CPM, una necessità per le aziende i modelli funzionali sviluppati da Sme.UP

Dettagli

Protocollo Adotta una Scuola per l EXPO 2015 VADEMECUM

Protocollo Adotta una Scuola per l EXPO 2015 VADEMECUM Protocollo Adotta una Scuola per l EXPO 2015 VADEMECUM INDICE Premessa Adotta una Scuola per l EXPO 2015: obiettivi Tipologie di scuole La procedura di selezione delle scuole Le modalità per adottare la

Dettagli

LA POVERTÀ IN ITALIA. Anno 2013. 14 luglio 2014

LA POVERTÀ IN ITALIA. Anno 2013. 14 luglio 2014 14 luglio 2014 Anno 2013 LA POVERTÀ IN ITALIA Nel 2013, il 12,6% delle famiglie è in condizione di povertà relativa (per un totale di 3 milioni 230 mila) e il 7,9% lo è in termini assoluti (2 milioni 28

Dettagli

Dai rapporti temporanei all occupazione stabile: un percorso sempre più incerto?

Dai rapporti temporanei all occupazione stabile: un percorso sempre più incerto? Dai rapporti temporanei all occupazione stabile: un percorso sempre più incerto? di Anna de Angelini La maggior flessibilità in entrata introdotta dalla normativa sui rapporti di lavoro a partire seconda

Dettagli

Gli aggiornamenti della Guida di SKY... 6

Gli aggiornamenti della Guida di SKY... 6 G U I D A A L L U S O S O M M A R I O Benvenuti in MySKY... 4 Vista frontale e vista in prospettiva del Decoder MySKY... 4 A cosa serve questo manuale... 5 Cosa è la TV digitale satellitare... 5 Il Decoder

Dettagli

STUDIO COMPLETO Il commercio in tempo di crisi Analisi degli esercizi commerciali

STUDIO COMPLETO Il commercio in tempo di crisi Analisi degli esercizi commerciali STUDIO COMPLETO Il commercio in tempo di crisi Analisi degli esercizi commerciali Calo degli esercizi commerciali in sede fissa. Nell ultimo decennio l intero comparto della distribuzione commerciale ha

Dettagli

Guida all uso del portale dello studente

Guida all uso del portale dello studente Guida all uso del portale dello studente www.studente.unicas.it Versione 1.0 del 10/04/2010 Pagina 1 Sommario PREMESSA... 3 PROFILO... 7 AMICI... 9 POSTA... 10 IMPOSTAZIONI... 11 APPUNTI DI STUDIO... 12

Dettagli

567 PUNTI VENDITA. PERIODICI 30 mio lettori, 140 mio di copie diffuse 75%dei lettori. RADIO 6 emittenti 9,8 mio di ascoltatori gm

567 PUNTI VENDITA. PERIODICI 30 mio lettori, 140 mio di copie diffuse 75%dei lettori. RADIO 6 emittenti 9,8 mio di ascoltatori gm Portfolio 2014 IL SISTEMA CROSS MEDIALE 31 PERIODICI 30 mio lettori, 140 mio di copie diffuse 75%dei lettori 6 RADIO 6 emittenti 9,8 mio di ascoltatori gm DIRECT MKTG 15 mio di famiglie 41 SITI WEB 11,7

Dettagli

Master in Unconventional Marketing and Interactive Communication A.A. 2011/2012 Master specialistico

Master in Unconventional Marketing and Interactive Communication A.A. 2011/2012 Master specialistico Master in Unconventional Marketing and Interactive Communication A.A. 2011/2012 Master specialistico Il Master in Unconventional Marketing and Interactive Communication è un percorso formativo post-laurea

Dettagli

Cap.12 Le relazioni pubbliche. Corso di Comunicazione d Impresa - A.A. 2011-2012 Prof. Fabio Forlani - fabio.forlani@uniurb.it

Cap.12 Le relazioni pubbliche. Corso di Comunicazione d Impresa - A.A. 2011-2012 Prof. Fabio Forlani - fabio.forlani@uniurb.it Cap.12 Le relazioni pubbliche Corso di Comunicazione d Impresa - A.A. 2011-2012 Prof. Fabio Forlani - fabio.forlani@uniurb.it Capitolo 12 Le relazioni pubbliche Le relazioni pubbliche (PR) Insieme di attività

Dettagli

1 BI Business Intelligence

1 BI Business Intelligence K Venture Corporate Finance Srl Via Papa Giovanni XXIII, 40F - 56025 Pontedera (PI) Tel/Fax 0587 482164 - Mail: info@kventure.it www.kventure.it 1 BI Business Intelligence Il futuro che vuoi. Sotto controllo!

Dettagli

generazioni. Presentazione delle Linee guida per l azione dei club verso le iniziative a favore delle nuove

generazioni. Presentazione delle Linee guida per l azione dei club verso le iniziative a favore delle nuove Presentazione delle Linee guida per l azione dei club verso le iniziative a favore delle nuove generazioni. Nell aprile 2010 il Consiglio di Legislazione del Rotary International ha stabilito che le Nuove

Dettagli

STRUTTURA CONTENUTI E SCADENZE SCHEDA SUA CDS. Anno Accademico 2014/2015

STRUTTURA CONTENUTI E SCADENZE SCHEDA SUA CDS. Anno Accademico 2014/2015 STRUTTURA CONTENUTI E SCADENZE SCHEDA SUA CDS Anno Accademico 2014/2015 PERCHE LA SCHEDA SUA CDS? L Obiettivo della scheda SUA-CdS non è puramente compilativo; tale strumento vuole essere una guida ad

Dettagli

Carica i tuoi contenuti. Notizie Feed RSS Feed Multipli. Collegamento al tuo Sito Web

Carica i tuoi contenuti. Notizie Feed RSS Feed Multipli. Collegamento al tuo Sito Web Formule a confronto Carica i tuoi contenuti Puoi inserire immagini, creare le tue liste, i tuoi eventi. Gestire il tuo blog e modificare quando e quante volte vuoi tutto ciò che carichi. Notizie Feed RSS

Dettagli

L IDEA PER FAR CONOSCERE A TUTTI

L IDEA PER FAR CONOSCERE A TUTTI L IDEA PER FAR CONOSCERE A TUTTI IL VOSTRO LAVORO E LA VOSTRA PASSIONE I VOSTRI CAVALLI La nostra iniziativa vuole essere un aiuto agli allevatori per raggiungere ogni potenziale cliente e trasformarlo

Dettagli

SHORT MASTER: FROM ZERO TO HERO Dal project management al business modeling. settembre dicembre 2014 OBIETTIVI

SHORT MASTER: FROM ZERO TO HERO Dal project management al business modeling. settembre dicembre 2014 OBIETTIVI Organizzato da Impact Hub Rovereto in collaborazione con TrentunoTre con la supervisione scientifica di ISIPM SHORT MASTER: FROM ZERO TO HERO Dal project management al business modeling settembre dicembre

Dettagli

LA TUA VISITA A Expo Milano 2015: ISTRUZIONI PER L USO

LA TUA VISITA A Expo Milano 2015: ISTRUZIONI PER L USO LA TUA VISITA A Expo Milano 2015: ISTRUZIONI PER L USO I BIGLIETTI SCUOLA I biglietti scuola, nella modalità biglietto singolo, hanno un costo di 10 per ogni studente e sono riservati ai gruppi scolastici

Dettagli

Catalogo formativo. Kaleidos Comunicazione Training Dpt. 01/01/2014

Catalogo formativo. Kaleidos Comunicazione Training Dpt. 01/01/2014 2014 Catalogo formativo Kaleidos Comunicazione Training Dpt. 01/01/2014 Internet Training Program Email Marketing Negli ultimi anni l email è diventata il principale strumento di comunicazione aziendale

Dettagli

Per lo sviluppo delle competenze: Proposte didattico-metodologiche:

Per lo sviluppo delle competenze: Proposte didattico-metodologiche: Italiano Lingua Seconda 1 biennio FWI, SGYM, SP raguardi di sviluppo delle competenze al termine dell anno scolastico. L alunno / L alunna sa comprendere gli elementi principali di un discorso chiaro in

Dettagli

2 EDIZIONE Master in Export Management (MEM) AGRI FOOD BEVERAGE 9 MESI: 6 DI AULA E 3 DI STAGE. Main Supporter

2 EDIZIONE Master in Export Management (MEM) AGRI FOOD BEVERAGE 9 MESI: 6 DI AULA E 3 DI STAGE. Main Supporter 2 EDIZIONE Master in Export Management (MEM) AGRI FOOD BEVERAGE 9 MESI: 6 DI AULA E 3 DI STAGE Main Supporter MASTER IN EXPORT MANAGEMENT (MEM) AGRI FOOD BEVERAGE (II Edizione) 9 MESI: 6 DI AULA E 3 DI

Dettagli

GUIDA ALLE SOLUZIONI

GUIDA ALLE SOLUZIONI La caratteristica delle trasmissioni digitali è " tutto o niente ": o il segnale è sufficiente, e quindi si riceve l'immagine, oppure è insufficiente, e allora l'immagine non c'è affatto. Non c'è quel

Dettagli

MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO MARKETING E ORGANIZZAZIONE DEGLI EVENTI

MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO MARKETING E ORGANIZZAZIONE DEGLI EVENTI MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO Anno Accademico 2014 2015 X Edizione MARKETING E ORGANIZZAZIONE DEGLI EVENTI In collaborazione con Federazione Relazioni Pubbliche Italiana DIRETTORE: Prof. Gennaro Iasevoli

Dettagli

Resellers Kit 2003/01

Resellers Kit 2003/01 Resellers Kit 2003/01 Copyright 2002 2003 Mother Technologies Mother Technologies Via Manzoni, 18 95123 Catania 095 25000.24 p. 1 Perché SMS Kit? Sebbene la maggior parte degli utenti siano convinti che

Dettagli

GUIDA RAPIDA ALL INSTALLAZIONE

GUIDA RAPIDA ALL INSTALLAZIONE GUIDA RAPIDA ALL INSTALLAZIONE Sommario DECODER CUBOVISION 1 TELECOMANDO 3 COLLEGAMENTO ALLA TV 4 COLLEGAMENTO A INTERNET 6 COLLEGAMENTO ANTENNA 8 COLLEGAMENTO ALLA RETE ELETTRICA 9 COLLEGAMENTO AUDIO

Dettagli

ATTIVITÀ GRATUITE A BENEFICIO DI ALTRI

ATTIVITÀ GRATUITE A BENEFICIO DI ALTRI 23 luglio 2014 Anno 2013 ATTIVITÀ GRATUITE A BENEFICIO DI ALTRI Vengono diffusi oggi i risultati della prima rilevazione sul lavoro volontario, frutto della convenzione stipulata tra Istat, CSVnet (rete

Dettagli

Risposte ai quesiti ricevuti per l Avviso di gara per la realizzazione del sistema informatico per la gestione richieste di finanziamento FAPISI

Risposte ai quesiti ricevuti per l Avviso di gara per la realizzazione del sistema informatico per la gestione richieste di finanziamento FAPISI Risposte ai quesiti ricevuti per l Avviso di gara per la realizzazione del sistema informatico per la gestione richieste di finanziamento FAPISI Forniamo in questo articolo le risposte ai 53 quesiti ricevuti

Dettagli

GLI ELEMENTI DI UNO SPOT PUBBLICITARIO

GLI ELEMENTI DI UNO SPOT PUBBLICITARIO GLI ELEMENTI DI UNO SPOT PUBBLICITARIO Uno spot pubblicitario è formato da tre elementi principali: IMMAGINI MUSICA PAROLE L INFLUENZA DELLO SPOT SULLO SPETTATORE LE IMMAGINI Possono, anche tramite l'utilizzo

Dettagli

Manuale Software. www.smsend.it

Manuale Software. www.smsend.it Manuale Software www.smsend.it 1 INTRODUZIONE 3 Multilanguage 4 PANNELLO DI CONTROLLO 5 Start page 6 Profilo 7 Ordini 8 Acquista Ricarica 9 Coupon AdWords 10 Pec e Domini 11 MESSAGGI 12 Invio singolo sms

Dettagli

Scegli il Totem. La forza di Tòco sta nella continuità.

Scegli il Totem. La forza di Tòco sta nella continuità. Studio Le tue aspettative, il nostro Totem. Nella tradizione indigena il tucano rappresenta la guida per la comunicazione tra la realtà ed il mondo dei sogni. Per Tòco è il simbolo della comunicazione

Dettagli

Content marketing per acquisire e fi delizzare i clienti

Content marketing per acquisire e fi delizzare i clienti Alessandra Cimatti*, Paolo Saibene Marketing Content marketing per acquisire e fi delizzare i clienti Nelle fasi iniziali del processo d acquisto, oggigiorno, i compratori sono dei fai da te e - sempre

Dettagli

DEFINIZIONE DEL PIANO DI COMUNICAZIONE INTERNA Fare della Vostra Azienda il Miglior Posto in cui Lavorare

DEFINIZIONE DEL PIANO DI COMUNICAZIONE INTERNA Fare della Vostra Azienda il Miglior Posto in cui Lavorare DEFINIZIONE DEL PIANO DI COMUNICAZIONE INTERNA Fare della Vostra Azienda il Miglior Posto in cui Lavorare Creating Your Future Impostazione e Linee Guida Obiettivi Questo documento illustra l approccio

Dettagli

Prosegue il percorso di riflessione

Prosegue il percorso di riflessione strategie WEB MARKETING. Strategie di Customer Journey per la creazione di valore Il viaggio del consumatore in rete Come le aziende possono calarsi nell esperienza multicanale del cliente per costruire

Dettagli

Questionario indagine di customer su servizi e progetti innovativi di Roma Capitale

Questionario indagine di customer su servizi e progetti innovativi di Roma Capitale Questionario indagine di customer su servizi e progetti invativi di Roma Capitale 1. Sei M F 2. Qual è la tua età? Fi a 20 anni Da 21 a 40 anni Da 41 a 60 Oltre i 60 anni 3. Qual è il tuo titolo di studio?

Dettagli

Dall Idea al Progetto

Dall Idea al Progetto CORSO DI EUROPROGETTAZIONE MODULO 2 Dall Idea al Progetto DOTT. GIANLUCA COPPOLA Direttore generale - Responsabile Progetti Europei 1 CAPITOLO 1 STRUTTURARE UN PROGETTO Modulo 2 Dall Idea al Progetto 2

Dettagli

L impatto della musica nei locali pubblici. L utilizzo della musica è sempre più un aspetto fondamentale per le attività commerciali

L impatto della musica nei locali pubblici. L utilizzo della musica è sempre più un aspetto fondamentale per le attività commerciali L impatto della musica nei locali pubblici L utilizzo della musica è sempre più un aspetto fondamentale per le attività commerciali Le cinque verità 1. Le persone attribuiscono alla musica un enorme importanza.

Dettagli

La comunicazione multicanale per il Customer Management efficace. Milano, Settembre 2014

La comunicazione multicanale per il Customer Management efficace. Milano, Settembre 2014 Milano, Settembre 2014 la nostra promessa Dialogare con centinaia, migliaia o milioni di persone. Una per una, interattivamente. 10/1/2014 2 la nostra expertise YourVoice è il principale operatore italiano

Dettagli

v in v out x c1 (t) Molt. di N.L. H(f) n

v in v out x c1 (t) Molt. di N.L. H(f) n Comunicazioni elettriche A - Prof. Giulio Colavolpe Compito n. 3 3.1 Lo schema di Fig. 1 è un modulatore FM (a banda larga). L oscillatore che genera la portante per il modulatore FM e per la conversione

Dettagli

STS. Profilo della società

STS. Profilo della società STS Profilo della società STS, Your ICT Partner Con un solido background accademico, regolari confronti con il mondo della ricerca ed esperienza sia nel settore pubblico che privato, STS è da oltre 20

Dettagli

BANDO DEV REPORTER NETWORK

BANDO DEV REPORTER NETWORK BANDO DEV REPORTER NETWORK Premessa La Federazione Catalana delle Ong per lo Sviluppo (FCONGD), il Consorzio delle Ong Piemontesi (COP) e la Rete Rhône-Alpes di appoggio alla cooperazione (RESACOOP) realizzano

Dettagli

Formazione Su Misura

Formazione Su Misura Formazione Su Misura Contattateci per un incontro di presentazione inviando una mail a formazione@assoservizi.it o telefonando ai nostri uffici: Servizi alle Imprese 0258370-644.605 Chi siamo Assoservizi

Dettagli

G LI ITALIANI E LA BICICLETTA: DALLA RISCOPERTA ALLA CRESCITA MANCATA

G LI ITALIANI E LA BICICLETTA: DALLA RISCOPERTA ALLA CRESCITA MANCATA G LI ITALIANI E LA BICICLETTA: DALLA RISCOPERTA ALLA CRESCITA MANCATA AUDIMOB O SSERVATORIO SUI C OMPORTAMENTI DI M OBILITÀ DEGLI I TALIANI Maggio 2012 LE FERMATE AUDIMOB S U L L A M O B I L I T A n. 15

Dettagli

SOGGETTI AMMISSIBILI E CARATTERISTICHE DEI PROGETTI

SOGGETTI AMMISSIBILI E CARATTERISTICHE DEI PROGETTI BANDO SVILUPPO DI RETI LUNGHE PER LA RICERCA E L INNOVAZIONE DELLE FILIERE TECNOLOGICHE CAMPANE - FAQ Frequent Asked Question : Azioni di sistema per l internazionalizzazione della filiera tecnologica

Dettagli

STUDIO DI SETTORE SM43U

STUDIO DI SETTORE SM43U ALLEGATO 3 NOTA TECNICA E METODOLOGICA STUDIO DI SETTORE SM43U NOTA TECNICA E METODOLOGICA CRITERI PER LA COSTRUZIONE DELLO STUDIO DI SETTORE Di seguito vengono esposti i criteri seguiti per la costruzione

Dettagli

1. Soggetto promotore ENI S.pA., sede legale in Piazzale Enrico Mattei n.1, 00144 Roma (di seguito eni o Promotore ).

1. Soggetto promotore ENI S.pA., sede legale in Piazzale Enrico Mattei n.1, 00144 Roma (di seguito eni o Promotore ). REGOLAMENTO Concorso 10 anni di pieni 1. Soggetto promotore ENI S.pA., sede legale in Piazzale Enrico Mattei n.1, 00144 Roma (di seguito eni o Promotore ). 2. Denominazione 10 anni di pieni 3. Ambito territoriale

Dettagli

SAI QUANTO TEMPO IMPIEGHI A RINTRACCIARE UN DOCUMENTO, UN NUMERO DI TELEFONO O UNA E-MAIL?

SAI QUANTO TEMPO IMPIEGHI A RINTRACCIARE UN DOCUMENTO, UN NUMERO DI TELEFONO O UNA E-MAIL? archiviazione ottica, conservazione e il protocollo dei SAI QUANTO TEMPO IMPIEGHI A RINTRACCIARE UN DOCUMENTO, UN NUMERO DI TELEFONO O UNA E-MAIL? Il software Facile! BUSINESS Organizza l informazione

Dettagli

La Ville Radieuse di Le Corbusier

La Ville Radieuse di Le Corbusier Modelli 8: la città funzionale La Ville Radieuse di Le Corbusier Riferimenti bibliografici: - Le Corbusier, Verso una architettura, a cura di P. Cerri e P. Nicolin, trad. it., Longanesi, Milano, 1987 -

Dettagli

Il Progetto People: talent management e succession planning nel Gruppo Generali

Il Progetto People: talent management e succession planning nel Gruppo Generali 1 Il Progetto People: talent management e succession planning nel Gruppo Generali CRISTIANA D AGOSTINI Milano, 17 maggio 2012 Il Gruppo Generali nel mondo 2 Oltre 60 paesi nel mondo in 5 continenti 65

Dettagli

IL FESTIVAL. Il Tuscia In Jazz, ormai giunto al suo tredicesimo anno, è un festival saldamente radicato nel territorio

IL FESTIVAL. Il Tuscia In Jazz, ormai giunto al suo tredicesimo anno, è un festival saldamente radicato nel territorio IL FESTIVAL Il Tuscia In Jazz, ormai giunto al suo tredicesimo anno, è un festival saldamente radicato nel territorio della Tuscia ma con una forte vocazione internazionale, premiato al Jazzit Awards come

Dettagli

Rilevazione ed analisi statistica dei dati nazionali

Rilevazione ed analisi statistica dei dati nazionali Castel San Pietro Terme, 9 maggio 2014 Rilevazione ed analisi statistica dei dati nazionali Ruggeri Denis Docente sezione ospedaliera IIS Castelli Brescia, collaboratore MIUR per il portale nazionale della

Dettagli

Descrizione tecnica Indice

Descrizione tecnica Indice Descrizione tecnica Indice 1. Vantaggi del sistema Vertical Booking... 2 2. SISTEMA DI PRENOTAZIONE ON LINE... 3 2.1. Caratteristiche... 3 I EXTRANET (Interfaccia per la gestione del programma)... 3 II

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA REALIZZAZIONE DI PROGETTI PERSONALIZZATI DI INTEGRAZIONE SOCIALE

REGOLAMENTO PER LA REALIZZAZIONE DI PROGETTI PERSONALIZZATI DI INTEGRAZIONE SOCIALE REGOLAMENTO PER LA REALIZZAZIONE DI PROGETTI PERSONALIZZATI DI INTEGRAZIONE SOCIALE I Progetti Personalizzati sono rivolti a minori e adulti con disabilità, residenti nel territorio dell Azienda ULSS n.

Dettagli

www.bistrategy.it In un momento di crisi perché scegliere di investire sulla Business Intelligence?

www.bistrategy.it In un momento di crisi perché scegliere di investire sulla Business Intelligence? In un momento di crisi perché scegliere di investire sulla Business Intelligence? Cos è? Per definizione, la Business Intelligence è: la trasformazione dei dati in INFORMAZIONI messe a supporto delle decisioni

Dettagli

Progetto Rubiera Centro

Progetto Rubiera Centro LE POLITICHE DELLA REGIONE EMILIA-ROMAGNA PER LA QUALIFICAZIONE DEI CENTRI COMMERCIALI NATURALI Progetti anno 2013 (D.G.R. n. 1822/2013) Bologna, 1 luglio 2014 Progetto Rubiera Centro Il progetto del comune

Dettagli

Evoluzione Risk Management in Intesa

Evoluzione Risk Management in Intesa RISCHIO DI CREDITO IN BANCA INTESA Marco Bee, Mauro Senati NEWFIN - FITD Rating interni e controllo del rischio di credito Milano, 31 Marzo 2004 Evoluzione Risk Management in Intesa 1994: focus iniziale

Dettagli

Privacy Policy del sito http://www.plastic-glass.com

Privacy Policy del sito http://www.plastic-glass.com Cos'è una PRIVACY POLICY Privacy Policy del sito http://www.plastic-glass.com Questo documento, concernente le politiche di riservatezza dei dati personali di chi gestisce il sito Internet http://www.plastic-glass.com

Dettagli

Quante sono le matricole?

Quante sono le matricole? Matricole fuori corso laureati i numeri dell Universita Quante sono le matricole? Sono poco più di 307 mila i giovani che nell'anno accademico 2007/08 si sono iscritti per la prima volta all università,

Dettagli

END-TO-END SERVICE QUALITY. LA CULTURA DELLA QUALITÀ DAL CONTROLLO DELLE RISORSE ALLA SODDISFAZIONE DEL CLIENTE

END-TO-END SERVICE QUALITY. LA CULTURA DELLA QUALITÀ DAL CONTROLLO DELLE RISORSE ALLA SODDISFAZIONE DEL CLIENTE END-TO-END SERVICE QUALITY. LA CULTURA DELLA QUALITÀ DAL CONTROLLO DELLE RISORSE ALLA SODDISFAZIONE In un mercato delle Telecomunicazioni sempre più orientato alla riduzione delle tariffe e dei costi di

Dettagli

Indagine sull utilizzo di Internet a casa e a scuola

Indagine sull utilizzo di Internet a casa e a scuola Indagine sull utilizzo di Internet a casa e a scuola Realizzata da: Commissionata da: 1 INDICE 1. Metodologia della ricerca Pag. 3 2. Genitori e Internet 2.1 L utilizzo del computer e di Internet in famiglia

Dettagli

IL FONDO DIFONDI PRIVATE DEBT

IL FONDO DIFONDI PRIVATE DEBT I MINIBOND: nuovi canali di finanziamento alle imprese a supporto della crescita e dello sviluppo 15Luglio 2015 IL FONDO DIFONDI PRIVATE DEBT Dr. Gabriele Cappellini Amministratore Delegato Fondo Italiano

Dettagli

CONFCOMMERCIO MEMBERSHIP CARD: MANUALE/FAQ

CONFCOMMERCIO MEMBERSHIP CARD: MANUALE/FAQ CONFCOMMERCIO MEMBERSHIP CARD: MANUALE/FAQ A) ASPETTI GENERALI SU CONFCOMMERCIO MEMBERSHIP CARD na Carta di Credito TOP senza uguali sul mercato. Per gli Associati che non vorranno o non potranno avere

Dettagli

Mobile Messaging SMS. Copyright 2015 VOLA S.p.A.

Mobile Messaging SMS. Copyright 2015 VOLA S.p.A. Mobile Messaging SMS Copyright 2015 VOLA S.p.A. INDICE Mobile Messaging SMS. 2 SMS e sistemi aziendali.. 2 Creare campagne di mobile marketing con i servizi Vola SMS.. 3 VOLASMS per inviare SMS da web..

Dettagli

1. Qual è l'idea e il progetto che si intende realizzare (il servizio o l'attività e le sue caratteristiche)?

1. Qual è l'idea e il progetto che si intende realizzare (il servizio o l'attività e le sue caratteristiche)? Il Progetto Caratteristiche del progetto 1. Qual è l'idea e il progetto che si intende realizzare (il servizio o l'attività e le sue caratteristiche)? L idea è di creare un centro giovani in Parrocchia

Dettagli

Guida alla compilazione del formulario Operazione Scadenza del 21/03/2012 azioni 2.A e 2.B

Guida alla compilazione del formulario Operazione Scadenza del 21/03/2012 azioni 2.A e 2.B Guida alla compilazione del formulario Operazione Scadenza del 21/03/2012 azioni 2.A e 2.B Nota introduttiva I percorsi formativi che prevedono in esito il rilascio di un certificato di qualifica professionale

Dettagli

Cartografia di base per i territori

Cartografia di base per i territori Cartografia di base per i territori L INFORMAZIONE GEOGRAFICA I dati dell informazione geografica L Amministrazione Regionale, nell ambito delle attività di competenza del Servizio sistema informativo

Dettagli

Elementi di Statistica

Elementi di Statistica Elementi di Statistica Contenuti Contenuti di Statistica nel corso di Data Base Elementi di statistica descrittiva: media, moda, mediana, indici di dispersione Introduzione alle variabili casuali e alle

Dettagli

BIENNIO DI SECONDO LIVELLO IN DISCIPLINE MUSICALI MUSICA ELETTRONICA E TECNOLOGIE DEL SUONO

BIENNIO DI SECONDO LIVELLO IN DISCIPLINE MUSICALI MUSICA ELETTRONICA E TECNOLOGIE DEL SUONO BIENNIO DI SECONDO LIVELLO IN DISCIPLINE MUSICALI MUSICA ELETTRONICA E TECNOLOGIE DEL SUONO Requisiti d'ammissione Dal Regolamento didattico del Conservatorio di Como Ex Art. 24: Ammissione ai corsi di

Dettagli

LEGAMBIENTE NEI CAMPI, I CAMPI PER LEGAMBIENTE

LEGAMBIENTE NEI CAMPI, I CAMPI PER LEGAMBIENTE LEGAMBIENTE NEI CAMPI, I CAMPI PER LEGAMBIENTE Volume VIII manuali campi volontariato Il fare e il dire di Legambiente nei campi Dal 1991 ad oggi sono stati oltre 3.000 i campi di volontariato che Legambiente

Dettagli