Indice Introduzione Analisi del mercato delle TLC con particolare attenzione al Broadband... 9 Le tecnologie Wireline Broadband...

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Indice Introduzione... 6 1 Analisi del mercato delle TLC con particolare attenzione al Broadband... 9 Le tecnologie Wireline Broadband..."

Transcript

1 Indice Introduzione Analisi del mercato delle TLC con particolare attenzione al Broadband I mercati delle telecomunicazioni in Europa Settore della rete fissa e della banda larga Settore della telefonia mobile Settore del Wi-Fi I mercati delle telecomunicazioni in Italia Settore della rete fissa e della banda larga Settore della telefonia mobile Settore del Wi-Fi Le tendenze in atto Le tecnologie Wireline Broadband Tecnologie su doppino e la trasmissione analogica e digitale ISDN ADSL HDSL e SDSL Conclusione Fibra ottica Tecnologia satellitare Conclusioni Le tecnologie Wireless Broadband Wi-Fi G UWB Confronto tra le tecnologie Wi-Fi vs 3G Wi-Fi vs UWB EDGE vs UMTS Digital Divide: una sfida per il futuro La tecnologia WiMax Panorama delle tecnologie di accesso wireless Lo standard Fixed WiMax: lo standard IEEE Mobile WiMax: il futuro con lo standard e Configurazione di una rete WiMax Lo spettro WiMax La banda per il Fixed WiMax La banda per Mobile WiMax Value Proposition

2 5.4.1 Applicazione della tecnologia WiMax Caratteristiche tecniche Analisi del mercato attuale e potenziale WiMax a confronto con le altre tecnologie di accesso wireless WiMax vs Wi-Fi e cellular fixed wireless WiMax vs 3G La struttura industriale della tecnologia WiMax Component & subsistem vendor Antenna e base station-tower vendor Component vendor Chipset-semiconductor vendor Communication equipment vendor System integrator Service provider Europe North America Asia Comportamento strategico degli operatori chiave della filiera La standardizzazione Benefici e rischi dello standard La standardizzazione nel settore delle telecomunicazioni La gestione della proprietà intellettuale durante Standard-Setting Process Il ruolo delle Standard Setting Organization nelle fasi del processo di standardizzazione Le fasi del processo di standardizzazione I costi coinvolti Analisi delle Standard Setting Organization Gestione della proprietà intellettuale all interno delle Sso La disclosure Le licenze Il processo di standardizzazione della tecnologia WiMax Gli incentivi del mercato alla standardizzazione Esternalità di rete diretta Esternalità di rete indiretta Problemi di gestione della rete L importanza della mobilità dell utente finale e della portabilità Abilità di sfruttare ulteriori economie di scala nell industria manufatturiera del hardware Il caso WiMax Le principali tappe del processo di standardizzazione Gli attori coinvolti: IEEE working group

3 9.3.1 I membri del gruppo IEEE Gli attori coinvolti: ETSI BRAN Gli attori coinvolti: WiMax Forum La certificazione del WiMax Forum Le differenti strategie degli equipment vendor Le scelte per i service provider La relazioni tra gli attori Il ruolo della proprietà intellettuale nel processo di standardizzazione del WiMax Introduzione Politica brevettuale e procedure del gruppo IEEE La dichiarazione di brevetti essenziali allo standard Conclusioni Abbreviazioni principali Bibliografia Sitografia Allegati ALLEGATO 1: Membri del WiMax Forum; ALLEGATO 2: IEEE database dei brevetti dichiarati essenziali allo standard Lista delle figure Figura 1 Europa occidentale, connessioni a banda larga (milioni) Figura 2 Europa occidentale-connessioni a banda larga per tecnologie wireline (milioni) Figura 3 Tasso di diffusione delle connessioni broadband (fonte: Nielsen Net Rattings) Figura 4 Tasso di crescita delle connessioni broadband (fonte: Nielsen Net rating) 15 Figura 5 Crescita delle linee broadband nel biennio (%) Figura 6 Tasso di diffusione delle connessioni broadband nei principali paesi europei (fonte:nielsen net Ratings) Figura 7 Europa,mercato dei servizi mobili,voce e dati. (miliardi di euro) Figura 8 Europa occidentale, Location per servizi Wi-Fi Figura 9 Evoluzione degli accessi a banda larga dal 2000 al 30 giugno

4 Figura 10 Linee di accesso a banda larga in Italia (milioni) (fonte: Autorità) Figura 11 Linee a banda larba (milioni) Figura 12 L evoluzione della Generazione Mobile Figura 13 Caratteristiche della rete Wlan e UMTS Figura 14 Gli standard wireless Figura 15 Wireless technologies target segments. (fonte: Intel) Figura 16 Evoluzione dello standard (fonte: Intel) Figura 17 Modello di riferimento e lo scopo dello standard Figura 18 Configurazione di una rete WiMAX Figura 19 Configurazione del backhaul del WiMax Figura 20 Le applicazioni dello standard IEEE Figura 21 Lo standard permette connessioni punto-multipunto non Line-of-Sight e applicazioni Line-of-Sight Figura 22 Principali tecnologie di accesso wireless (fonte: Intel) Figura 23 Caratteristiche Wi-Fi, WiMax, 3G (fonte: Intel) Figura 24 Evoluzione del Broadband Wireless Access (fonte: wimaxtrends.com).. 85 Figura 25 La filiera verticale dell industria del WiMax Figura 26 Shylight reasearch 10/ Figura 27Struttura industriale del WiMax prima e dopo al standardizzazione Figura 28 BRAN Standards Figura 29 Relazione tra gli attori: ETSI, IEEE e WiMax Forum Figura 30 Relazione tra gli attori: ETSI, IEEE, WiMax Forum Figura 31 Diagramma di flusso del processo di gestione delle disclosure (fonte: IEEE) Figura 32 Ripartizione tra membri e non dell IEEE che hanno effettuato la disclosure Figura 33 Ripartizione tra membri e non del WiMax Forum che hanno effettuato la disclosure Figura 34 Percentuale delle società che nella disclosure hanno indicato i brevetti nello specifico

5 Lista delle tabelle Tabella 1 Svantaggi e vantaggi delle tecnologie wired Tabella 2 Confronto tra le tecnologie UBW, Wi-Fi e UMTS Tabella 3 Gli standard Tabella 4 Nomenclatura delle varie specifiche d interfaccia aria dello standard (fonte: IEEE) Tabella 5 Tipi di accesso alla rete WiMax. (fonte: WiMax Forum) Tabella 6 Le tecnologie wireless a confronto Tabella 7Spinta esercitata dai criteri alla standardizzazione Tabella 8 Milestone del progetto di sviluppo degli standard Tabella 9 Profili di certificazione del WiMax Forum basati su (fonte: WiMax Forum) Tabella 10 Round di certificazione WiMax (fonte: WiMax Forum) Tabella 11 Patent owner (elaborazione del 12/2005)

6 Introduzione Negli ultimi anni il settore delle telecomunicazioni è stato interessato da profondi cambiamenti strutturali. Si è passati dai monopoli legali e da una struttura verticalmente integrata ad un mercato liberalizzato caratterizzato da una struttura deverticalizzata con molteplici attori. In questo contesto di cambiamento la necessità di standard si fa sempre più crescete al punto che lo si ritiene indispensabile per assicurare l inter-comunicazione, la compatibilità e l interoperabilità tra tutti i mezzi di informazione e telecomunicazione. La pluralità di soggetti, il carattere apparentemente concorrenziale del nuovo mercato e la progressiva irrilevanza dei confini nazionali rendono il coordinamento requisito indispensabile per evitare la duplicazione delle risorse e permettere la globalizzazione delle telecomunicazioni. In ambito europeo sono state intraprese importanti azioni spontanee volte ad assicurare la compatibilità e l interoperabilità dei servizi, mediante coalizioni spontanee che rappresentano per il contesto europeo una sensibile evoluzione verso il modello statunitense rispetto ai tradizionali modelli di coordinamento in cui l autorità centrale svolge un ruolo determinante. Esempi nei quali il processo di standardizzazione è stato affidato a coalizioni spontanee di imprese sono: la telefonia di terza generazione con Open Mobile Alliance, la televisione digitale terrestre con il consorzio Digital Video Broadcasting e il Wi-Fi con Wi-Fi Alliance. Nonostante le diverse forme di coalizioni siano accolte con favore, le autorità nazionali e comunitarie sono molto attente alla possibilità che all interno di questi consorzi, nei quali si coordinano soggetti spesso tra loro in concorrenza orizzontale, non si verifichino comportamenti anticoncorrenziali. Il rischio che il coordinamento conduca a comportamenti collusivi in materia di fissazione dei prezzi, scambio di informazioni e, infine, di eliminazione della concorrenza, rappresenta un eventualità non trascurabile. Le condizioni di mercato che si verrebbero a creare a valle delle aggregazioni non sono tali da garantire e incoraggiare la competizione di prodotto. Alla prospettiva che la standardizzazione, dal punto di vista economico, ponga dei forti limiti alla competizione, riducendo la 6

7 varietà di prodotti diversificati, va aggiunta la possibilità che le coalizioni agiscano come veri e propri cartelli ostacolando così ulteriormente l entrata di nuove imprese. Evidentemente nell industria delle telecomunicazioni, dove i benefici legati allo standard e agli effetti di rete sono tangibili, si ritiene necessario sacrificare il benessere dei consumatori legati alla concorrenza a favore della massimizzazione della dimensione della rete. In questo contesto un attenzione sempre più crescente viene rivolta al problema della gestione dei portafogli di proprietà intellettuale nell attività di standard setting. Nonostante le più importanti imprese europee nel settore delle telecomunicazioni tendano a preferire alle forme di protezione intellettuale modalità alternative quali il segreto industriale, le economie di rapidità e il possesso degli asset complementari, le evidenze empiriche evidenziano una crescita esponenziale delle domande di brevettazione nel settore delle telecomunicazioni in generale e in particolare nelle tecnologie di accesso. Ad esempio all epoca del processo di standardizzazione del GSM, quando la liberalizzazione era ancora incompleta, circa milleduecento i brevetti furono ritenuti rilevanti per il funzionamento della rete e di questi circa cinquecento risultarono essenziali. Per il processo di standardizzazione dell UMTS i brevetti rilevanti sono circa duemila, duecento dei quali essenziali. Gli esperti di proprietà intellettuale trovano le ragioni di questo fenomeno, non solo nell appropriazione dei rendimenti dell innovazione, ma anche nell utilizzo della proprietà intellettuale in chiave strategica. L idea è che i portafogli brevettuali vengano costituiti e gestiti con l intento di disporre di asset intangibili al fine di acquisire potere contrattuale nelle interazioni con i concorrenti del mercato orizzontale e con le imprese a monte e a valle della filiera. Le modalità con cui i portafogli brevettuali vengono utilizzati per scopi strategici sono numerose. Si parte dalla brevettazione difensiva per prevenire l imitazione e per proteggere l area tecnologica che si è deciso di presidiare (patenting around), si prosegue con utilizzo dei brevetti per acquisire potere contrattuale nelle negoziazioni commerciali, per terminare utilizzando i brevetti come strumento per le litigation e ritaliation. Il brevetto può anche essere uno strumento per le strategie di cross licensing e patent pooling, che consentono di affrontare il problema del patent thicket 7

8 e hold-up. Infine non sono trascurabili i comportamenti strategici che prevedono una disclosure incompleta dell invenzione ovvero submarine o torpedo patent. L attività di standard setting rappresenta un terreno favorevole all emergere di comportamenti di tipo moral hazard, fondati sulla gestione strategica della proprietà intellettuale da parte dei partecipanti, come le strategie di torpedo patent e pratiche di patent pooling. La disclosure incompleta di un brevetto o la minaccia della sua esistenza può essere utilizzata come arma di vero e proprio ricatto da parte di chi intende influenzare a proprio favore il processo di definizione dello standard nonostante le associazioni consortili cerchino di evitare tali comportamenti, attraverso strumenti quali obbligo di disclosure e licenze FRAND (fair, reasonable and non dicriminatory). Il famoso caso Qualcom contro Ericsson nel processo di definizione dello standard 3G mostra quanto sia concreto il rischio che avvengano comportamenti di tipo opportunistico. Questo lavoro vuole analizzare il processo di standardizzazione del WiMax, una nuova tecnologia per il Broadband Wireless Access. L obiettivo è quello di analizzare i comportamenti strategici e collusivi delle aziende interessate allo sviluppo di questa nuova tecnologia soffermandosi sulla possibilità che si verifichino in fase di standardizzazione comportamenti volti a influenzare tale processo a proprio favore attraverso la gestione strategica dei brevetti. La trattazione è stata organizzata come segue. Al fine di comprendere al meglio gli interessi economici delle imprese coinvolte nella struttura industriale del WiMax, si effettuerà un approfondita analisi del mercato broadband e delle tecnologie wireline e wireless BWA. A ciò farà seguito una trattazione dettagliata della tecnologia che metta in risalto le potenzialità di business del settore. Nei capitoli successivi vi è un approfondita analisi della filiera di imprese coinvolte nello sviluppo della tecnologia a cui segue l analisi del processo di standardizzazione: incentivi alla standardizzazione, attori, tempi e relazioni. Lo studio termina con l analisi del ruolo strategico dei brevetti nel processo di standardizzazione e con una prospezione sulle possibili evoluzioni future del mercato. 8

9 1 Analisi del mercato delle TLC con particolare attenzione al Broadband 1 Nel 2004, il mercato mondiale delle telecomunicazioni è cresciuto del 5,3% in termini nominali, attestandosi a 878 miliardi di euro, mentre per gli anni 2005 e 2006 è previsto un ulteriore aumento, rispettivamente, del 4,9%, e del 4,4%. L evoluzione del mercato internazionale delle telecomunicazioni, sia con riferimento alle varie componenti merceologiche (telefonia fissa, telefonia mobile, Internet, e così via), sia dal punto di vista dell articolazione geografica per aree e paesi, mostra come i servizi a larga banda, i servizi mobili innovativi e la diffusione di contenuti digitali rappresentino i principali fattori propulsivi per lo sviluppo di questa industria. Si evidenzia, per questa via, il progressivo rafforzamento del processo di convergenza, che, da un lato, determina consistenti economie di scala e di scopo nella produzione, promovendo maggiore efficienza e produttività nelle imprese e, dall altro lato, registra, quantomeno in questa fase iniziale, una maggiore competizione tra le diverse piattaforme tecnologiche su cui vengono veicolati sia i nuovi servizi della convergenza, sia i tradizionali servizi di telecomunicazione. Si possono individuare alcuni trend indicativi del processo di ridefinizione degli assetti competitivi: Il mercato della fonia su rete fissa continua a registrare una flessione dei ricavi, a causa della pressione sui prezzi derivante offerte degli operatori alternativi, i primi ad indirizzarsi su tali servizi nel tentativo di sottrarre clienti agli operatori storici, si sono aggiunte in diversi paesi quelle dell operatore incumbent, segnalando che questa diviene una importante frontiera competitiva per i servizi di fonia vocale; Il mercato dell accesso ad Internet in modalità Wi-Fi da hot-spot pubblici si trova ancora in una fase di decollo; Il triple play sta catalizzando l attenzione degli operatori incumbent e di alcuni operatori alternativi. Con riferimento all Europa, oltre agli operatori che già propongono offerte integrate di questo tipo (Fastweb, France Télécom, Free, 1 Elaborato dalla Relazione annuale sull attività svolta e sui programmi di lavoro dell Autorità per le garanzie nelle comunicazioni del 30 giugno

10 Neuf Télécom, Deutsche Telecom, Telefonica, VideoNetwork, Kingston Communications e TeliaSonera), nel corso del 2005 e del 2006, dovrebbero aggiungersi Telecom Italia, Wind, Belgacom, British Telecom, Swisscom, Cégétel, Telecom Austria, Telenor e Versatel;dalla maggiore concorrenza interna al settore, nonché dell impatto crescente del processo di sostituzione ad opera dei servizi di telefonia mobile; Il mercato della trasmissione dati su rete fissa continua a crescere; L accesso ad Internet a banda larga si conferma uno dei più importanti driver del mercato dei servizi di telecomunicazione: la crescita del numero di connessioni è il risultato delle imponenti campagne pubblicitarie condotte dagli operatori, della generalizzata riduzione dei prezzi e della disponibilitàrescente di modelli di fruizione del servizio (in termini di banda disponibile e di modalità di tariffazione). La crescita degli accessi a banda larga ha stimolato l offerta di servizi VoIPVoice over Internet Protocol), nella modalità di VoBB (Voice over Broadband). Alle Il mercato dei servizi su rete mobile continua a crescere a ritmi elevati (intorno all 11% complessivo); in particolare, nei paesi dell Europa occidentale, dopo anni di incertezze e ritardi, nel 2004 si è consolidata l offerta dei servizi UMTS da parte dei principali operatori mobili. Alla fine dello scorso anno, erano sedici i paesi nei quali risultavano disponibili servizi UMTS. La crescita dei servizi voce è comunque destinata a ridursi nei prossimi anni per effetto della maturità raggiunta da alcuni mercati dei paesi industrializzati, nonché per la maggiore concorrenza derivante dalle offerte degli operatori UMTS, i quali, in una prima fase, si stanno indirizzando verso una competizione di prezzo nei servizi vocali. Per questi motivi, l attenzione degli operatori tende a spostarsi verso i servizi dati, la cui crescita, come per la rete fissa, può contrastare la tendenziale diminuzione dei ricavi unitari dei servizi vocali. L offerta degli operatori mobili nel mercato dei servizi dati si è,infatti, notevolmente arricchita, anche se il settore presenta tuttora ampi margini di crescita, in particolare nel segmento affari, che finora ha mostrato un atteggiamento diffidente rispetto all utilizzo di tali servizi, a motivo soprattutto delle problematiche legate alla sicurezza nelle applicazioni aziendali wireless; 10

11 Con riguardo ai servizi mobili offerti alla clientela residenziale, nel corso del 2004 l attenzione degli operatori è stata rivolta in particolare al downloading dei servizi audio e video. L offerta dei servizi audio è stata influenzata dall attuale successo del mercato della musica online, caratterizzato da iniziative quali l i- Tunes di Apple, il proliferare di negozi di musica online e la crescente domanda di dispositivi MP3 nel mercato dell elettronica di consumo. 1.1 I mercati delle telecomunicazioni in Europa Settore della rete fissa e della banda larga Il mercato europeo dei servizi su rete fissa ha raggiunto un valore di 132,5 miliardi di euro nel 2004, con un incremento del 3,9% rispetto all anno precedente, quale risultante di una contrazione dello 0,4% dei servizi voce e di un contestuale aumento del 15,8% dei servizi dati. Tra i fattori che hanno concorso alla contrazione complessiva del mercato si segnala in particolare la sostituzione da parte dei servizi di rete mobile, che ha portato sia ad una modifica della composizione dei flussi di traffico a favore della direttrice mobile-mobile, sia alla eliminazione di un numero apprezzabile di linee fisse, anche se il fenomeno per ora risulta prevalentemente circoscritto alle seconde linee. Anche la consistente crescita dei servizi di accesso ad Internet a banda larga ha provocato un fenomeno di riduzione nei volumi di traffico relativi alle comunicazioni Internet in modalità dial up, con evidenti conseguenze anche in termini dei relativi ricavi; la nascente concorrenza degli operatori VoIP ha anch essa contribuito, sia pure ancora in misura marginale, alla flessione dei ricavi da servizi di fonia tradizionale. Nell ambito del mercato dei servizi di accesso ad Internet, il 2004 è stato principalmente caratterizzato dalla crescita delle linee a banda larga, che nei paesi dell Europa occidentale hanno superato i 38 milioni (Figura 1), con un incremento superiore al 60% rispetto al

12 Figura 1 Europa occidentale, connessioni a banda larga (milioni) Analogamente a quanto accade a livello mondiale, l xdsl rappresenta la piattaforma di accesso dominante, con una quota prossima all 80% sul totale delle connessioni broadband (Figura 2 ). Entro la fine del 2005, si prevede che la banda larga costituirà la modalità di accesso ad Internet maggiormente diffusa nel mercato residenziale dei paesi dell Europa occidentale. Figura 2 Europa occidentale-connessioni a banda larga per tecnologie wireline (milioni) La crescita del numero delle connessioni è stata favorita da vari fattori: L enfasi posta dagli operatori di telecomunicazione su tale servizio, attraverso imponenti e persistenti campagne pubblicitarie, ha convinto molti utenti di Internet dei vantaggi di tale modalità di accesso, rispetto al tradizionale accesso tramite dial-up; La progressiva crescita della copertura del territorio e della popolazione con tecnologie a larga banda: attualmente, si valuta che in Europa circa il 90% delle 12

13 famiglie sia nella condizione di poter usufruire dell accesso in modalità broadband; Forte riduzione dei prezzi, che ha assunto dimensioni assai rilevanti nel caso francese, dove l operatore incumbent ha dovuto contrastare la concorrenza assai aggressiva di operatori alternativi, che hanno offerto l accesso broadband congiuntamente ad altri servizi quali ad esempio il VoIP o i servizi video (sia nella forma di trasmissione di programmi televisivi free to air, sia nella forma di programmi di pay tv); L aumento considerevole della velocità delle connessioni, avvenuta spesso senza che si registrassero contestualmente aumenti di prezzo per il cliente finale. A questo proposito, si stima che alla fine del 2004 la velocità media nominale di download offerta dalle connessioni ADSL si collocasse in Europa intorno a 1,2 Mbps, contro gli 800 Kbps del 2003: per l anno in corso, è attesa una ulteriore crescita della velocità media, a 1,8 Mbps; Motivazioni di natura concorrenziale: l accesso a larga banda consente ai nuovi entranti di accrescere la propria attrattiva presso la clientela dell incumbent, con proposte di servizi innovativi. Secondo i dati raccolti da EITO, l European Information Technology Observatory promosso da Smau, si prevede che le connessioni broadband raggiungeranno, nel 2007, quota 62 milioni, per ricavi complessivi pari a 29 miliardi di euro, contro gli 8,1 del La DSL rimarrà la tecnologia leader, con il 74% delle connessioni, seguita dalla banda larga via cavo con il 19%. Tra i fattori che contribuiscono a questa crescita spiccano il continuo aumento del numero di connessioni nell'europa Occidentale, una sempre maggiore domanda di file e contenuti multimediali che richiedono una notevole ampiezza di banda, e una quantità sempre più elevata di operatori disposti a offrire prodotti innovativi. A questi poi si aggiungono lo sviluppo dei servizi voce e video via Internet, dei servizi di e-learning, e-government, gaming online, e lo sforzo sempre più evidente dei governi di regolare e promuovere la diffusione della banda larga nella società. Non mancano però i fattori frenanti, tra cui il permanente basso livello di investimenti da parte delle aziende in tecnologia, sia a livello di infrastrutture sia di servizi, il basso numero di provider in alcuni Paesi, e il fattore sicurezza informatica, 13

14 che ancora frena gli utenti nell approccio al Web come strumento indispensabile per migliorare la propria competitività sul mercato. La presenza di infrastrutture a banda larga rappresenta uno degli asset di importanza strategica per un area geografica. Tali infrastrutture, infatti, oltre a favorire l attrazione di investimenti privati, rappresentano un importante fattore nei processi di innovazione e di sviluppo. Il trend di crescita della banda larga in Europa nell'ultimo anno è estremamente accelerato e porta tre Paesi (Francia, Spagna e Paesi Bassi) a tassi di penetrazione superiori al 30% del totale della popolazione Internet che si collega alla rete da casa. Tassi che collocano questi tre Paesi sopra gli Stati Uniti. Una visione globale mostra come i mercati della broadband in Europa e negli USA siano molto al di sotto di quello di Hong Kong, che ha una penetrazione dell'82% sul totale dell'utenza Internet che accede da casa (Figura 3). Approfondendo l'analisi sulla realtà europea, appare molto evidente come la banda larga sia ancora una tecnologia minoritaria. In termini assoluti il mercato più grande è quello tedesco, che coinvolge più di 5 milioni di individui. In realtà, l'impatto della banda larga se non ancora evidente in termini di numerosità del fenomeno, crea delle sperequazioni vistosissime in termini di fruizione della rete. In tutta Europa, infatti, il numero di utenti a banda stretta è maggiore rispetto al numero di utenti a banda larga. Questi ultimi, però, vedono più pagine per persona, fanno un maggior numero di sessioni e restano mediamente on-line per più tempo rispetto agli utenti con connessione a banda stretta. 14

15 Figura 3 Tasso di diffusione delle connessioni broadband (fonte: Nielsen Net Rattings) Da parte delle autorità di regolamentazione e dai new comers del mercato c è una forte pressione verso l unbundling del local loop, per permettere l ingresso di un maggior numero di nuovi operatori sul mercato. Nei paesi dove esiste un estesa rete di collegamenti via cavo, anche altri operatori stanno entrando sul mercato per offrire i loro servizi, sfruttando la connettività delle loro reti. Le nazioni più avanti in tale diffusione della larga banda sono senz altro i paesi scandinavi e il Benelux, che hanno sfruttato per l appunto l estesa rete di collegamenti via cavo già esistenti per la televisione; dietro di loro la Germania e il Regno Unito stanno incrementando considerevolmente le loro installazioni di banda larga. Nel complesso l'adsl rimarrà la tecnologia più diffusa nel settore della larga banda nei prossimi tre anni, con una quota di mercato compresa tra il 75% e il 90%. Figura 4 Tasso di crescita delle connessioni broadband (fonte: Nielsen Net rating) 15

16 I piani di sviluppo della banda larga e dei servizi a essa legati seguono approcci diversi in funzione del contesto economico del Paese in esame. Rivestono comunque molta importanza fattori di tipo storico, l ambito regolatorio e il contesto istituzionale. Figura 5 Crescita delle linee broadband nel biennio (%) Figura 6 Tasso di diffusione delle connessioni broadband nei principali paesi europei (fonte:nielsen net Ratings) 16

17 1.1.2 Settore della telefonia mobile Il valore totale del mercato dei servizi voce e dati su rete mobile in Europa era pari, alla fine del 2004, a 97,7 miliardi di euro, con una crescitad el 6,2% rispetto all anno precedente (Figura 7 ). Figura 7 Europa,mercato dei servizi mobili,voce e dati. (miliardi di euro) In termini di linee, nel 2004, l Europa occidentale ha raggiunto quasi 320 milioni di linee, con una crescita del 2,6% rispetto al 2003.L avvio dei servizi di terza generazione (UMTS) da parte di diversi provider mobili costituisce senz altro uno degli elementi caratterizzanti il mercato europeo dei servizi di telefonia cellulare nel Settore del Wi-Fi Con riguardo all accesso Internet tramite hot spot, in Europa occidentale a fine 2004 risultavano essere circa le location abilitate all utilizzo di servizi Wi-Fi (Figura 8). 17

18 Figura 8 Europa occidentale, Location per servizi Wi-Fi Tra i principali aspetti che attualmente caratterizzano tale mercato può essere ricordato come nel corso del 2004 gli operatori mobili abbiano spesso integrato i servizi Wi-Fi con le offerte GPRS/UMTS, attraverso la disponibilità di PC card e smartphone che supportano tutte e tre le tipologie di accesso. British Telecom con Openzone risulta l operatore con la maggiore copertura del servizio nell area considerata. Gli operatori mobili, in prevalenza, non provvedono direttamente all installazione di hot spot, ma si limitano ad affittare la capacità di rete da altri fornitori per offrire il servizio con il proprio marchio. In termini di tipologia di location, la maggior parte degli hot spot si trova negli hotel (43%) e nei caffè e ristoranti (40%). La Gran Bretagna era il paese che, alla fine del 2004, vantava il maggiore numero di location (oltre 7.700), seguita dalla Germania (circa 6.000) e dalla Francia (3.000). Complessivamente, questi tre paesi vantavano il 70% circa di tutte le location dell Europa occidentale. Decisamente distaccata l Italia, al quarto posto, con circa location. 1.2 I mercati delle telecomunicazioni in Italia Nel 2004, nonostante la perdurante debole congiuntura economica, il mercato italiano dei servizi di telecomunicazione ha registrato una crescita del 6,3%. Il confronto con l incremento nominale del Prodotto Interno Lordo, pari al 3,9%, mostra come le telecomunicazioni si confermino uno dei settori più dinamici del Paese, caratteristica che viene ulteriormente ribadita dalle favorevoli previsioni di 18

19 crescita per il 2005: il valore complessivo del mercato si è attestato a 34,6 miliardi di euro, destinati a raggiungere, secondo le previsioni, i 36,9 miliardi nel 2005 (con un ulteriore incremento del 6,4%) Settore della rete fissa e della banda larga Il comparto della telefonia fissa cresce a tassi contenuti, mediamente del 3,3% nel 2004, raggiungendo i 16,4 miliardi di euro. Alla oramai consueta contrazione (-2,9%) dei servizi di fonia vocale, si contrappone la crescita dei servizi di trasmissione dati (+4,4%) e, soprattutto, il notevole aumento dei servizi di accesso ad Internet (+48,8%), trainati dalla diffusione della larga banda. Per quanto riguarda la diffusione della larga banda nel mercato italiano i dati aggiornati alla fine di giugno del 2005 messi a disposizione dall Osservatorio della banda larga mostrano che ormai il 19% delle famiglie, il 37% delle imprese e il 61% della P.A. usano connessioni broadband con un fatturato atteso per il 2005 di 1,8 miliardi di. Il tasso di crescita atteso per i prossimi anni di nuovi allacciamenti si aggira sul 30% annuo. La copertura ADSL della popolazione italiana è passata da meno del 60% del 2001 all 86% di fine

20 Figura 9 Evoluzione degli accessi a banda larga dal 2000 al 30 giugno 2005 La diffusione degli accessi a larga banda è giunta a 4,7 milioni di linee a fine 2004, con un sostanziale raddoppio rispetto all anno precedente (Figura 9) e si stima che a fine marzo 2005 abbiano superato i 5 milioni. È da sottolineare (Figura 10) come, nel biennio , l Italia sia stata il paese europeo che ha registrato il più elevato tasso di crescita degli accessi a larga banda, mentre con riguardo alle sole linee ADSL, queste, nello stesso periodo, sono passate dal 9,2 al 14,6% del totale europeo. In termini di variazione assoluta, sempre con 20

DigitalSubscriberLine(DSL)

DigitalSubscriberLine(DSL) DigitalSubscriberLine(DSL) 1 La famiglia di tecnologie, nota come DSL (DigitalSubscriberLine), è stata introdotta allo scopo di aumentare il ritmo binario sulle ordinarie linee d utente fino a valori dell

Dettagli

Architettura della tecnologia ADSL Tipologie delle tecnologie xdsl

Architettura della tecnologia ADSL Tipologie delle tecnologie xdsl Reti di Telecomunicazioni R. Bolla, L. Caviglione, F. Davoli Aspetti generali della tecnologia xdsl Architettura della tecnologia ADSL Tipologie delle tecnologie xdsl Il DSLAM 10.2 Genericamente le tecnologie

Dettagli

Internet. Presentato da N. Her(d)man & Picci. Fabrizia Scorzoni. Illustrazioni di Valentina Bandera

Internet. Presentato da N. Her(d)man & Picci. Fabrizia Scorzoni. Illustrazioni di Valentina Bandera Internet Presentato da N. Her(d)man & Picci Fabrizia Scorzoni Illustrazioni di Valentina Bandera Titolo: Internet Autore: Fabrizia Scorzoni Illustrazioni: Valentina Bandera Self-publishing Prima edizione

Dettagli

Le soluzioni per l accesso alle reti ad alta velocità

Le soluzioni per l accesso alle reti ad alta velocità Giornata di studio: Infrastrutture avanzate per reti ad alta velocità Modena, 5 Aprile 2006 Università di Modena e Reggio Emilia, Facoltà di Ingegneria Le soluzioni per l accesso alle reti ad alta velocità

Dettagli

Camera dei Deputati 625 Senato della Repubblica. xiv legislatura disegni di legge e relazioni documenti

Camera dei Deputati 625 Senato della Repubblica. xiv legislatura disegni di legge e relazioni documenti Camera dei Deputati 625 Senato della Repubblica Camera dei Deputati 626 Senato della Repubblica Camera dei Deputati 627 Senato della Repubblica Camera dei Deputati 628 Senato della Repubblica Camera dei

Dettagli

Rete di accesso. Reti di accesso

Rete di accesso. Reti di accesso Rete di accesso Gruppo Reti TLC nome.cognome@polito.it http://www.telematica.polito.it/ INTRODUZIONE ALLE RETI TELEMATICHE - 1 Reti di accesso Per arrivare all utenza residenziale ( ultimo miglio ), l

Dettagli

Tecnologia ADSL. Che cos è l ADSL. Origini: ADSL e xdsl. Percorsi di informatica

Tecnologia ADSL. Che cos è l ADSL. Origini: ADSL e xdsl. Percorsi di informatica Che cos è l ADSL Tecnologia ADSL ADSL è l'acronimo di Asymmetric Digital Subscriber Line. È una vera e propria rivoluzione per la connessione di aziende e privati al Web, impensabile fino a qualche tempo

Dettagli

ALLEGATO B ALLA DELIBERA N. 4/06/CONS. a. ANALISI DI IMPATTO DELLA REGOLAMENTAZIONE

ALLEGATO B ALLA DELIBERA N. 4/06/CONS. a. ANALISI DI IMPATTO DELLA REGOLAMENTAZIONE ALLEGATO B ALLA DELIBERA N. 4/06/CONS a. ANALISI DI IMPATTO DELLA REGOLAMENTAZIONE b. ANALISI DI IMPATTO DELLA REGOLAMENTAZIONE L analisi dell impatto regolamentare richiede di valutare: 1. l ambito di

Dettagli

Università di Roma Tor Vergata Corso di Laurea triennale in Informatica Sistemi operativi e reti A.A. 2014-15. Pietro Frasca. Parte II Lezione 3

Università di Roma Tor Vergata Corso di Laurea triennale in Informatica Sistemi operativi e reti A.A. 2014-15. Pietro Frasca. Parte II Lezione 3 Università di Roma Tor Vergata Corso di Laurea triennale in Informatica Sistemi operativi e reti A.A. 2014-15 Parte II Lezione 3 Giovedì 12-03-2015 Reti a commutazione di pacchetto datagram Le reti a commutazione

Dettagli

Sistemi a larga banda (Broadband)

Sistemi a larga banda (Broadband) 61 Sistemi a larga banda (Broadband) Le applicazioni informatiche e i servizi multimediali (musica, film, manifestazioni sportive) offerti sulla grande rete Internet e attraverso la televisione digitale

Dettagli

Alcune domande: La banda larga: serve proprio?

Alcune domande: La banda larga: serve proprio? Alcune domande: A chi serve la banda larga? Per fare cosa? Quanta banda serve? le infrastrutture a banda larga nella Bassa Padovana sono sufficienti? Esiste un digital divide nel territorio? Quanti comuni

Dettagli

Connettività Domenica 19 Dicembre 2010 17:32 - Ultimo aggiornamento Lunedì 24 Novembre 2014 19:34

Connettività Domenica 19 Dicembre 2010 17:32 - Ultimo aggiornamento Lunedì 24 Novembre 2014 19:34 La Suite di servizi Origine.net può essere erogata su reti di telecomunicazioni in tecnolgia Wired e/o Wireless. In base alle esigenze del cliente ed alla disponibilità di risorse tecnologiche, Origine.net

Dettagli

Pianificazione e progetto di reti geografiche

Pianificazione e progetto di reti geografiche Pianificazione e progetto di reti geografiche 1 Architettura delle reti di telecomunicazioni e contesto infrastrutturale regionale 1 Indice Architettura delle reti di Telecomunicazioni Banda Larga nella

Dettagli

Tecnologie e potenzialità della banda larga

Tecnologie e potenzialità della banda larga Tecnologie e potenzialità della banda larga Unione degli Industriali di Pordenone 1 febbraio 2010 Dip. di Ingegneria Elettrica Gestionale e Meccanica Università degli Studi di Udine Pier Luca Montessoro

Dettagli

Infrastrutture per la banda larga

Infrastrutture per la banda larga Infrastrutture per la banda larga Pier Luca Montessoro Dip. di Ingegneria Elettrica Gestionale e Meccanica Università degli Studi di Udine 2009 - DIEGM - Università di Udine 1 Servizi di rete Cos è la

Dettagli

Tiscali HDSL FULL. Offerta commerciale

Tiscali HDSL FULL. Offerta commerciale Tiscali HDSL FULL Offerta commerciale 09123 Cagliari pagina - 1 di 1- INDICE 1 LA RETE DI TISCALI S.P.A... 3 2 DESCRIZIONE DEL SERVIZIO TISCALI HDSL... 4 2.1 I VANTAGGI... 4 2.2 CARATTERISTICHE STANDARD

Dettagli

ANALISI DEL MERCATO DELLA BANDA LARGA IN PIEMONTE

ANALISI DEL MERCATO DELLA BANDA LARGA IN PIEMONTE ANALISI DEL MERCATO DELLA BANDA LARGA IN PIEMONTE Dicembre 2004 Il seguente rapporto è stato redatto dall unità di Technology to Business Intelligence (T2BI) dell Istituto Mario Boella in collaborazione

Dettagli

Connettività in Italia

Connettività in Italia Connettività in Italia Tipologie di connettività per clienti business e consumer Dott. Emiliano Bruni Tipologie di connettività PSTN ISDN CDA CDN Frame Relay ADSL HDSL Satellite Wireless Punto-punto Wireless

Dettagli

Indirizzi in Internet

Indirizzi in Internet Contenuti Architettura di Internet Principi di interconnessione e trasmissione World Wide Web Posta elettronica Motori di ricerca Tecnologie delle reti di calcolatori Servizi Internet (come funzionano

Dettagli

Si introdurranno poi le topologie delle reti di calcolatori per capire meglio come gli apparati vengono interconnessi e secondo quali standard.

Si introdurranno poi le topologie delle reti di calcolatori per capire meglio come gli apparati vengono interconnessi e secondo quali standard. Pagina 1 di 8 Installare e configurare componenti hardware di rete Topologie di rete In questo approfondimento si daranno alcune specifiche tecniche per l'installazione e la configurazione hardware dei

Dettagli

Informatica. Prof. M. Colajanni Università di Modena Reggio Emilia

Informatica. Prof. M. Colajanni Università di Modena Reggio Emilia Informatica Prof. M. Colajanni Università di Modena Reggio Emilia PARTE 3 - COMUNICAZIONI INFORMATICHE (Internet) Importanza delle comunicazioni Tutti vogliono comunicare Oggi un computer che non è in

Dettagli

Il collegamento delle reti aziendali: DHCP, DSL, PPPoE

Il collegamento delle reti aziendali: DHCP, DSL, PPPoE Il collegamento delle reti aziendali: DHCP, DSL, PPPoE Contenuti del corso La progettazione delle reti Il routing nelle reti IP Il collegamento agli Internet Service Provider e problematiche di sicurezza

Dettagli

SISTEMI XDSL PER L ACCESSO A LARGA BANDA SU COPPIE SIMMETRICHE

SISTEMI XDSL PER L ACCESSO A LARGA BANDA SU COPPIE SIMMETRICHE SISTEMI XDSL PER L ACCESSO A LARGA BANDA SU COPPIE SIMMETRICHE L acronimo xdsl indica una famiglia di sistemi che consente di impiegare il doppino telefonico in rame per trasportare il traffico numerico

Dettagli

Atti Parlamentari 33 Camera dei Deputati

Atti Parlamentari 33 Camera dei Deputati Atti Parlamentari 33 Camera dei Deputati XVI LEGISLATURA DISEGNI DI LEGGE E RELAZIONI DOCUMENTI 4) Intervento pubblico europeo. La possibilità che l Europa, mediante la costituzione di un fondo per le

Dettagli

La telematica. Informatica per le discipline umanistiche Note sulla telematica. Segnale analogico / digitale

La telematica. Informatica per le discipline umanistiche Note sulla telematica. Segnale analogico / digitale Università degli Studi di Bergamo Facoltà di Lettere e Filosofia La telematica Informatica per le discipline umanistiche Note sulla telematica Marco Lazzari A.A. 2005-2006 Telematica: telecomunicazioni

Dettagli

DIREZIONE E COORDINAMENTO REGIONE AUTONOMA FRIULI VENEZIA GIULIA

DIREZIONE E COORDINAMENTO REGIONE AUTONOMA FRIULI VENEZIA GIULIA DIREZIONE E COORDINAMENTO REGIONE AUTONOMA FRIULI VENEZIA GIULIA 1 IL QUADRATO DELLA RADIO Le nuove realtà del mondo ICMT: la rete, gli operatori e l l industria L' IMPIEGO DELLE TECNOLOGIE WIRELESS PER

Dettagli

ADSLSUBITO.IT. WEB: www.adslsubito.it Email: info@adslsubito.it. Documentazione tecnica

ADSLSUBITO.IT. WEB: www.adslsubito.it Email: info@adslsubito.it. Documentazione tecnica WEB: www.adslsubito.it Email: info@adslsubito.it Documentazione tecnica Broadband immediata nei Comuni medio/piccoli Decreto Ministero delle Telecomunicazioni 4 Ottobre 2005 DECRETO LANDOLFI : BANDA LARGA

Dettagli

DHCP e ISP. DHCP e ISP. DHCP e server. DHCP e server DSL. Soluzioni. Digital Subscriber Line. Regola di dimensionamento

DHCP e ISP. DHCP e ISP. DHCP e server. DHCP e server DSL. Soluzioni. Digital Subscriber Line. Regola di dimensionamento DHCP Dynamic Host Configuration Protocol 09CDUdc Reti di Calcolatori DHCP! RFC 2131, 2132! Protocollo client/server per configurare dinamicamente gli host di una rete! Permette l allocazione automatica

Dettagli

COMUNICATO STAMPA. Attesa una crescita organica dei ricavi di Gruppo tra 3% ed il 4%

COMUNICATO STAMPA. Attesa una crescita organica dei ricavi di Gruppo tra 3% ed il 4% COMUNICATO STAMPA ILLUSTRATE ALLA COMUNITA FINANZIARIA LE STRATEGIE E GLI OBIETTIVI PER IL TRIENNIO 2006-2008 DEL GRUPPO TELECOM ITALIA E DELLA BUSINESS UNIT OPERATIONS Attesa una crescita organica dei

Dettagli

Regolamentazione della condotta e regolamentazione strutturale: il caso Telecom Italia e l esperienza dei Paesi dell OECD

Regolamentazione della condotta e regolamentazione strutturale: il caso Telecom Italia e l esperienza dei Paesi dell OECD Regolamentazione della condotta e regolamentazione strutturale: il caso Telecom Italia e l esperienza dei Paesi dell OECD Corso di Economia Industriale 2 Davide Arduini Facoltà di Economia - Università

Dettagli

RETI GEOGRAFICHE Introduzione alle reti geografiche Trasmissione dati su linea telefonica analogica. Lenee dedicate Reti a commutazione di pacchetto

RETI GEOGRAFICHE Introduzione alle reti geografiche Trasmissione dati su linea telefonica analogica. Lenee dedicate Reti a commutazione di pacchetto 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 RETI GEOGRAFICHE Introduzione alle reti geografiche Trasmissione dati su linea telefonica analogica ISDN ADSL RAS Lenee dedicate Reti a commutazione di pacchetto ATM Reti wireless

Dettagli

TECNOLOGIA DSL 56 Kb al secondo 128 Kb

TECNOLOGIA DSL 56 Kb al secondo 128 Kb TECNOLOGIA DSL 1 TECNOLOGIA DSL Internet è ormai divenuto strumento di comunicazione essenziale sia a livello residenziale che aziendale. La diffusione di massa che ne ha caratterizzato l evoluzione ha

Dettagli

Accesso a larga banda. Accesso a larga banda (xdsl)

Accesso a larga banda. Accesso a larga banda (xdsl) Accesso a larga banda (xdsl) Accesso a larga banda (xdsl) xdsl = diverse tecniche di trasmissione numerica su doppino telefonico DSL = Digital Subscriber Line (Linea d Utente Numerica) Un sistema xdsl

Dettagli

Modem analogici. Modem Rete Modem

Modem analogici. Modem Rete Modem xdsl Modem analogici Linea telefonica Linea telefonica Modem Rete Modem Il canale telefonico ha una banda di circa 3,3 KHz ( tra 300 Hz e 3.400 Hz). I modem utilizzano tale banda per trasmettere i dati

Dettagli

Roma, 24 Novembre 2014

Roma, 24 Novembre 2014 Roma, 24 Novembre 2014 Piano di rete Comune di GUARDIAGRELE (CH) Piano 2015 Indice dei contenuti INTRODUZIONE 1 ACCENNI SUL SISTEMA CELLULARE 1.1 UMTS E HSDPA: LA NUOVA TECNOLOGIA E LA SUA EVOLUZIONE 1.2

Dettagli

ALLEGATO B2 ALLA DELIBERA N. 34/06/CONS ANALISI DI IMPATTO DELLA REGOLAMENTAZIONE

ALLEGATO B2 ALLA DELIBERA N. 34/06/CONS ANALISI DI IMPATTO DELLA REGOLAMENTAZIONE ALLEGATO B2 ALLA DELIBERA N. 34/06/CONS ANALISI DI IMPATTO DELLA REGOLAMENTAZIONE 1 ANALISI DI IMPATTO DELLA REGOLAMENTAZIONE L analisi dell impatto regolamentare richiede di valutare: a. l ambito dell

Dettagli

ADSL fino a? Clausola indicata in quasi tutti i contratti dei maggiori operatori

ADSL fino a? Clausola indicata in quasi tutti i contratti dei maggiori operatori ADSL fino a? Clausola indicata in quasi tutti i contratti dei maggiori operatori TELECOM - ALICE 20 MEGA INTERNET H24 FINO A 20 MEGA Internet H24 fino a 20 Mega ADSL veloce, indispensabile per condividere

Dettagli

ADSL (ASYMMETRIC DIGITAL SUBSCRIBER LINE) Prof. Ing. Maurizio Casoni

ADSL (ASYMMETRIC DIGITAL SUBSCRIBER LINE) Prof. Ing. Maurizio Casoni ADSL (ASYMMETRIC DIGITAL SUBSCRIBER LINE) Prof. Ing. Maurizio Casoni Dipartimento di Ingegneria dell Informazione Università degli Studi di Modena e Reggio Emilia GENERALITÀ Soluzione proposta per la realizzazione

Dettagli

Capitolo 15 Reti di calcolatori e sistemi distribuiti

Capitolo 15 Reti di calcolatori e sistemi distribuiti Capitolo 15 Reti di calcolatori e sistemi distribuiti Indice Mezzi e tecniche di trasmissione dati Cavi in rame Fibre ottiche Onde radio e sistemi wireless Modulazione e demodulazione Reti di calcolatori

Dettagli

I servizi Metro Ethernet

I servizi Metro Ethernet I servizi Metro Ethernet Attualmente i servizi Metro Ethernet stanno guadagnando una fetta di mercato sempre più considerevole, grazie ai loro attraenti benefits quali la facilità di utilizzo, economicità

Dettagli

UNA RETE SENZA FILI. C O N L E A Z I E N D E V E R S O N U O V E I M P R E S E

UNA RETE SENZA FILI. C O N L E A Z I E N D E V E R S O N U O V E I M P R E S E UNA RETE SENZA FILI. C O N L E A Z I E N D E V E R S O N U O V E I M P R E S E LA MOBILITÀ WLAN La mobilità aziendale non è più una frontiera tecnologica, ma una concreta necessità per competere ed essere

Dettagli

Unbundling e xdsl. Mario Baldi

Unbundling e xdsl. Mario Baldi Unbundling e xdsl Mario Baldi Politecnico di Torino Dipartimento di Automatica e Informatica mario.baldi[at]polito.it http://staff.polito.it/mario.baldi Nota di Copyright Questo insieme di trasparenze

Dettagli

Rete di computer mondiale e ad accesso pubblico. Attualmente rappresenta il principale mezzo di comunicazione di massa

Rete di computer mondiale e ad accesso pubblico. Attualmente rappresenta il principale mezzo di comunicazione di massa Sommario Indice 1 Internet 1 1.1 Reti di computer........................... 1 1.2 Mezzo di comunicazione di massa - Mass media.......... 2 1.3 Servizi presenti su Internet - Word Wide Web........... 3

Dettagli

OECD Communications Outlook 2009. Prospettive delle Comunicazioni dell OCSE 2009. Summary in Italian. Sintesi in italiano

OECD Communications Outlook 2009. Prospettive delle Comunicazioni dell OCSE 2009. Summary in Italian. Sintesi in italiano OECD Communications Outlook 2009 Summary in Italian Prospettive delle Comunicazioni dell OCSE 2009 Sintesi in italiano Questa decima edizione delle Prospettive biennali delle Comunicazioni dell OCSE evidenzia

Dettagli

Università di Roma Tor Vergata Corso di Laurea triennale in Informatica Sistemi operativi e reti A.A. 2013-14. Pietro Frasca. Parte II Lezione 3

Università di Roma Tor Vergata Corso di Laurea triennale in Informatica Sistemi operativi e reti A.A. 2013-14. Pietro Frasca. Parte II Lezione 3 Università di Roma Tor Vergata Corso di Laurea triennale in Informatica Sistemi operativi e reti A.A. 2013-14 Pietro Frasca Parte II Lezione 3 Martedì 11-03-2014 1 Accesso alla rete Gli host possono connettersi

Dettagli

Autorità per le garanzie nelle comunicazioni

Autorità per le garanzie nelle comunicazioni Autorità per le garanzie nelle comunicazioni Osservatorio trimestrale sulle Telecomunicazioni (*) - Aggiornamento al 30 settembre 2013 - (*) - I valori indicati nelle figure che seguono rappresentano elaborazioni

Dettagli

Le cifre chiave delle comunicazioni elettroniche in Francia Cifre del 2010

Le cifre chiave delle comunicazioni elettroniche in Francia Cifre del 2010 RÉPUBLIQUE FRANÇAISE Giugno 211 Le cifre chiave delle comunicazioni elettroniche in Francia Cifre del 21 Caratteristiche degli operatori Salvo precisazione contraria, le cifre presentate in questo documento

Dettagli

Strategie della Regione del Veneto per lo sviluppo della. Le iniziative nella provincia di Belluno. La banda larga tra presente e futuro

Strategie della Regione del Veneto per lo sviluppo della. Le iniziative nella provincia di Belluno. La banda larga tra presente e futuro La banda larga tra presente e futuro Strategie della Regione del Veneto per lo sviluppo della Banda Larga. Le iniziative nella provincia di Belluno Villa Patt di Sedico Belluno,18 marzo 2009 A cura di:

Dettagli

Sviluppi della copertura WIMAX e servizi abilitabili

Sviluppi della copertura WIMAX e servizi abilitabili Sviluppi della copertura WIMAX e servizi abilitabili Una estesa e moderna rete in Fibra Ottica Retelit è l operatore indipendente leader nel mercato wholesale grazie a Una rete costruita lungo le strade

Dettagli

ALLEGATO B ALLA DELIBERA N. 45/ 06/CONS ANALISI DI IMPATTO DELLA REGOLAMENTAZIONE

ALLEGATO B ALLA DELIBERA N. 45/ 06/CONS ANALISI DI IMPATTO DELLA REGOLAMENTAZIONE ALLEGATO B ALLA DELIBERA N. 45/ 06/CONS ANALISI DI IMPATTO DELLA REGOLAMENTAZIONE L analisi dell impatto regolamentare richiede di valutare: 1. l ambito di intervento, con particolare riferimento alle

Dettagli

Internet e il World Wide Web. Informatica Generale -- Rossano Gaeta 30

Internet e il World Wide Web. Informatica Generale -- Rossano Gaeta 30 Internet e il World Wide Web 30 Tecnologia delle Telecomunicazioni Uso di dispositivi e sistemi elettromagnetici per effettuare la comunicazione a lunghe distanze (telefoni, televisione, radio, etc) Comunicazione

Dettagli

Press release 22 febbraio 2016

Press release 22 febbraio 2016 La tecnologia e tutte le novità di prodotto AVM al Mobile World Congress 2016 FRITZ!Box per qualsiasi tipo di connessione ad alta velocità: DSL, cavo, fibra ottica e 4G (LTE) WiFi intelligente e un ambiente

Dettagli

Il gruppo TSC è presente sul mercato italiano da oltre 30 anni è formato dai seguenti brand

Il gruppo TSC è presente sul mercato italiano da oltre 30 anni è formato dai seguenti brand Il gruppo TSC è presente sul mercato italiano da oltre 30 anni è formato dai seguenti brand Telematic Service Communication s.r.l. (TSC), viene fondata a Torino nel 1984 ed è un System Integrator, già

Dettagli

LO SVILUPPO DI UN'INFRASTUTTURA DI TELECOMUNICAZIONE A LARGA BANDA IN ITALIA - IL CASO DEL PROGETTO SOCRATE

LO SVILUPPO DI UN'INFRASTUTTURA DI TELECOMUNICAZIONE A LARGA BANDA IN ITALIA - IL CASO DEL PROGETTO SOCRATE LO SVILUPPO DI UN'INFRASTUTTURA DI TELECOMUNICAZIONE A LARGA BANDA IN ITALIA - IL CASO DEL PROGETTO SOCRATE PRIMA PARTE: LO SCENARIO TECNOLOGICO E COMPETITIVO La seconda metà degli anni '90 è un periodo

Dettagli

Pianificazione e progetto di reti geografiche

Pianificazione e progetto di reti geografiche Pianificazione e progetto di reti geografiche 1 e contesto infrastrutturale regionale 1 2 Modello della rete Architettura delle reti ditelecomunicazioni 3 4 Principali segmenti di rete Rete di accesso

Dettagli

Soluzioni Interplatform per la concorrenza nella diffusione del broadband

Soluzioni Interplatform per la concorrenza nella diffusione del broadband Seminario didattico di Economia industriale Soluzioni Interplatform per la concorrenza nella diffusione del broadband Daniele D Alba Urbino, 17 novembre 2005 Indice: Retematica: Breve presentazione dell

Dettagli

Digital Divide: superarlo grazie alle alternative alle connessioni via cavo aprile 2013

Digital Divide: superarlo grazie alle alternative alle connessioni via cavo aprile 2013 Digital Divide: superarlo grazie alle alternative alle connessioni via cavo aprile 2013 Confronto tra diverse tecnologie per connettersi a Internet Indice: Indice p. 1 Introduzione p. 2 Il problema del

Dettagli

> LA TECNOLOGIA Per noi è una professione. Per voi sarà un gioco.

> LA TECNOLOGIA Per noi è una professione. Per voi sarà un gioco. > LA TECNOLOGIA Per noi è una professione. Per voi sarà un gioco. Perché investire in innovazione 2 Perché scegliere MediaNET 4 A chi si rivolge MediaNET 6 I numeri 7 Soluzioni e servizi 8 L identità MediaNET

Dettagli

Ermes, internet veloce per la regione Friuli Venezia Giulia

Ermes, internet veloce per la regione Friuli Venezia Giulia Ermes, internet veloce per la regione Friuli Venezia Giulia Amaro, venerdì 10 aprile 2015 David Licursi Direttore Divisione Telecomunicazioni INDICE TECNOLOGIE PER LA BANDA LARGA LA BANDA LARGA SUL TERRITORIO

Dettagli

offerta internet e telefono le soluzioni per far crescere il tuo Business

offerta internet e telefono le soluzioni per far crescere il tuo Business offerta internet e telefono le soluzioni per far crescere il tuo Business indice scopri le PROMO del mese passa a fastweb pag. 3 offerta advance pag. 4 servizi premium pag. 5 OPZIONE EVOLUTION pag. 6 opzioni

Dettagli

IPTV. Video Services. Fondazione Ugo Bordoni 2007 Tutti i diritti riservati http:// www.fub.it email: redazioneweb@fub.it

IPTV. Video Services. Fondazione Ugo Bordoni 2007 Tutti i diritti riservati http:// www.fub.it email: redazioneweb@fub.it IPTV IPTV, o Internet Protocol Television è il generico acronimo per una serie di sistemi con i quali i segnali televisivi, o genericamente i contenuti video, sono distribuiti agli utenti utilizzando tecnologie

Dettagli

Autorità per le garanzie nelle comunicazioni

Autorità per le garanzie nelle comunicazioni Autorità per le garanzie nelle comunicazioni Osservatorio trimestrale sulle Telecomunicazioni (*) -Aggiornamento al 31 marzo 2013 - (*) - I valori indicati nelle figure che seguono rappresentano elaborazioni

Dettagli

Crescita di Internet. Torna alla prima pagina

Crescita di Internet. Torna alla prima pagina Crescita di Internet Ogni computer connesso ad Internet viene univocamente identificato dal proprio IP address: stringa di 32 bit costituita dall indirizzo della rete (net-id), e dall indirizzo del computer

Dettagli

AUDIZIONE DI FIMI - FEDERAZIONE DELL INDUSTRIA MUSICALE ITALIANA -

AUDIZIONE DI FIMI - FEDERAZIONE DELL INDUSTRIA MUSICALE ITALIANA - Camera dei Deputati IX Commissione Trasporti, Poste e Telecomunicazioni Indagine conoscitiva sull assetto e sulle prospettive delle nuove reti del sistema delle comunicazioni elettroniche AUDIZIONE DI

Dettagli

Anno Accademico 2013-2014. Lucidi del corso di Reti di Calcolatori e Comunicazione Digitale. Introduzione ( parte II) Topologie di rete

Anno Accademico 2013-2014. Lucidi del corso di Reti di Calcolatori e Comunicazione Digitale. Introduzione ( parte II) Topologie di rete INFORMATICA e COMUNICAZIONE DIGITALE Anno Accademico 2013-2014 Lucidi del corso di Reti di Calcolatori e Comunicazione Digitale Introduzione ( parte II) Prof. Sebastiano Pizzutilo Dipartimento di Informatica

Dettagli

RAPPORTO SULLA BANDA LARGA NELLA PROVINCIA DI ROMA

RAPPORTO SULLA BANDA LARGA NELLA PROVINCIA DI ROMA RAPPORTO SULLA BANDA LARGA NELLA PROVINCIA DI ROMA PRESENTAZIONE Marco Mena - Between 1 CONTENUTI 1. ANALISI DELLA DOMANDA NELLA PROVINCIA DI ROMA 2. INFRASTRUTTURE E SERVIZI A BANDA LARGA NELLA PROVINCIA

Dettagli

WiMAX Istruzioni per l uso

WiMAX Istruzioni per l uso Istruzioni per l uso Giuseppe Sini Retelit S.p.a. Business Development 23 Ottobre 2008 1 Sommario Definizioni Lo standard 802.16 Forum La tecnologia Differenze con altre tecnologie wireless Aspettative

Dettagli

PRESTAZIONI FORNITE CON L OFFERTA DI BASE Qualità dei servizi di accesso a internet da postazione fissa

PRESTAZIONI FORNITE CON L OFFERTA DI BASE Qualità dei servizi di accesso a internet da postazione fissa AI SENSI DELLE DELIBERE 131/06/CSP, 244/08/CSP, 188/09/CSP, 400/10/CONS e seguenti PERIODO DI RIFERIMENTO: Primo Semestre 2015 Rev. 20150918 Pagina 1 di 25 SERVIZI XDSL & HIPERLAN AI SENSI DELLE DELIBERE

Dettagli

2. IL SISTEMA DELLE COMUNICAZIONI IN ITALIA

2. IL SISTEMA DELLE COMUNICAZIONI IN ITALIA 2. IL SISTEMA DELLE COMUNICAZIONI IN ITALIA 2. Il sistema delle comunicazioni in Italia 2.1. L ANALISI ECONOMICA E CONCORRENZIALE DEI MERCATI DELLE COMUNICAZIONI 2.1.1. Le telecomunicazioni Nel 2004,

Dettagli

Autorità per le garanzie nelle comunicazioni Relazione annuale 2014 sull attività svolta e sui programmi di lavoro

Autorità per le garanzie nelle comunicazioni Relazione annuale 2014 sull attività svolta e sui programmi di lavoro Autorità per le garanzie nelle comunicazioni Relazione annuale 2014 sull attività svolta e sui programmi di lavoro 15 luglio 2014 1 INDICE Il settore delle comunicazioni in Italia I servizi tlc I servizi

Dettagli

OECD Communications Outlook 2005. Prospettive OCSE sulle Comunicazioni 2005 SOMMARIO ESECUTIVO. Summary in Italian. Riassunto in italiano

OECD Communications Outlook 2005. Prospettive OCSE sulle Comunicazioni 2005 SOMMARIO ESECUTIVO. Summary in Italian. Riassunto in italiano OECD Communications Outlook 2005 Summary in Italian Prospettive OCSE sulle Comunicazioni 2005 Riassunto in italiano SOMMARIO ESECUTIVO A seguito dello scoppio della bolla di Internet (la cosiddetta dot-com

Dettagli

SVILUPPO DELLA RETE A BANDA LARGA IN ITALIA

SVILUPPO DELLA RETE A BANDA LARGA IN ITALIA SVILUPPO DELLA RETE A BANDA LARGA IN ITALIA Appunti tradotti, integrati e adattati, da: Antonelli C., Patrucco P.P., BROADBAND IN ITALY: TIMING IN INTERMODAL RIVALRY, University of Turin, Department of

Dettagli

Autorità per le garanzie nelle comunicazioni

Autorità per le garanzie nelle comunicazioni Autorità per le garanzie nelle comunicazioni Osservatorio trimestrale sulle unicazioni (*) - Aggiornamento al 30 giugno 2014 - (*) - I valori indicati nelle figure che seguono rappresentano elaborazioni

Dettagli

Reti di accesso e mezzi trasmissivi

Reti di accesso e mezzi trasmissivi Reti di accesso e mezzi trasmissivi Domanda: come si connettono gli host agli edge router? Reti di accesso residenziale (da casa) Reti di accesso istituzionali (scuole, università, aziende) Reti di accesso

Dettagli

Reti di elaboratori. Reti di elaboratori. Reti di elaboratori INFORMATICA PER LE DISCIPLINE UMANISTICHE 2 (13042)

Reti di elaboratori. Reti di elaboratori. Reti di elaboratori INFORMATICA PER LE DISCIPLINE UMANISTICHE 2 (13042) Reti di elaboratori Rete di calcolatori: insieme di dispositivi interconnessi Modello distribuito INFORMATICA PER LE DISCIPLINE UMANISTICHE 2 (13042) Funzioni delle reti: comunicazione condivisione di

Dettagli

Capitolo 6. Wireless LAN: via i fili!

Capitolo 6. Wireless LAN: via i fili! Capitolo 6 Wireless LAN: via i fili! Spesso la realizzazione di una rete impone maggiori problemi nella realizzazione fisica che in quella progettuale: il passaggio dei cavi all interno di apposite guide

Dettagli

PRESTAZIONI FORNITE CON L OFFERTA DI BASE Qualità dei servizi di accesso a internet da postazione fissa

PRESTAZIONI FORNITE CON L OFFERTA DI BASE Qualità dei servizi di accesso a internet da postazione fissa AI SENSI DELLE DELIBERE 131/06/CSP, 244/08/CSP, 188/09/CSP, 400/10/CONS e seguenti PERIODO DI RIFERIMENTO: Primo Semestre 2014 Rev. 20140915 Pagina 1 di 23 SERVIZI XDSL & HIPERLAN AI SENSI DELLE DELIBERE

Dettagli

Banda larga per dare soluzione al Digital Divide e innovare il Paese

Banda larga per dare soluzione al Digital Divide e innovare il Paese Banda larga per dare soluzione al Digital Divide e innovare il Paese 14/02/2011 Fondamenti di informatica - Prof. Gregorio Cosentino 1 Servizio universale Acqua potabile Energia elettrica Telefono Servizio

Dettagli

UP TO DATE Gli scenari del VoIP e lo stato dell arte I PARTE

UP TO DATE Gli scenari del VoIP e lo stato dell arte I PARTE UP TO DATE Gli scenari del VoIP e lo stato dell arte I PARTE L o sviluppo delle connessioni Internet a banda larga e l utilizzo di piattaforme tecnologiche di carattere innovativo come i sistemi wireless

Dettagli

2006, di un offerta di televisione via DSL ( 2 ). Télé 2 è attiva anche nel settore della telefonia mobile. Introduzione PREMESSA

2006, di un offerta di televisione via DSL ( 2 ). Télé 2 è attiva anche nel settore della telefonia mobile. Introduzione PREMESSA Il 18 luglio 2007 la Commissione ha adottato una decisione in un caso di concentrazione in conformità del regolamento (CE) n. 139/2004 del Consiglio, del 20 gennaio 2004, relativo al controllo delle concentrazioni

Dettagli

telecomunicazioni Internet e fonia

telecomunicazioni Internet e fonia telecomunicazioni Internet e fonia PER LE AZIENDE CHI SIAMO Servizi wireless top Servizi di telecomunicazioni wireless su frequenze radio riservate o su frequenze libere. Progettazione e implementazione

Dettagli

Piano di rete Comune di VASTO (CH) Roma, 21Dicembre 2015

Piano di rete Comune di VASTO (CH) Roma, 21Dicembre 2015 Piano di rete Comune di VASTO (CH) Roma, 21Dicembre 2015 Indice dei contenuti INTRODUZIONE 1 ACCENNI SUL SISTEMA CELLULARE 1.1 UMTS E HSDPA: LA NUOVA TECNOLOGIA E LA SUA EVOLUZIONE 1.2 LE POTENZIALITÀ

Dettagli

Nuovi modi per comunicare. Risparmiando.

Nuovi modi per comunicare. Risparmiando. Nuovi modi per comunicare. Risparmiando. Relatori: Fiorenzo Ottorini, CEO Attua S.r.l. Alessio Pennasilico, CSO Alba S.a.s. Verona, mercoledì 16 novembre 2005 VoIP Voice over xdsl Gateway GSM Fiorenzo

Dettagli

consente notevoli risparmi sui costi telefonici grazie all'utilizzo di tecnologie avanzate nelle nostre centrali.

consente notevoli risparmi sui costi telefonici grazie all'utilizzo di tecnologie avanzate nelle nostre centrali. uniplanet Servizio INTERNET + VOCE in tecnologia ULL OFFERTA INTERNET+VOCE IN TECNOLOGIA ULL (unbundling dell'ultimo miglio) Il servizio voce uniplanet consente notevoli risparmi sui costi telefonici grazie

Dettagli

RETI -ARGOMENTI. Prof.ssa D'Angelo - Ti presento le reti - www.meatim.eu

RETI -ARGOMENTI. Prof.ssa D'Angelo - Ti presento le reti - www.meatim.eu RETI -ARGOMENTI 1. Definizione di Internet dal punto di vista fisico 2. Definizione di Internet dal punto di vista logico 3. Le reti di accesso 4. I tre tipi di connessione 5. Le reti locali (L.A.N.) 6.

Dettagli

1. IL SISTEMA DELLE COMUNICAZIONI NEL MONDO

1. IL SISTEMA DELLE COMUNICAZIONI NEL MONDO 1. IL SISTEMA DELLE COMUNICAZIONI NEL MONDO 1. Il sistema delle comunicazioni nel mondo 1.1. IL QUADRO ECONOMICO E DI MERCATO INTERNAZIONALE 1.1.1. Le telecomunicazioni Nel 2004, il mercato mondiale delle

Dettagli

Modulo 8 - Reti di reti

Modulo 8 - Reti di reti Modulo 8 - Reti di reti Modulo 8 - Reti di reti Nelle precedenti lezioni abbiamo parlato dei tipi elementari di topologia di rete: a bus, ad anello, a stella. Si è detto anche che le reti vengono tradizionalmente

Dettagli

Vantaggi della sottoscrizione di più servizi associati alle tariffe ADSL e. telefono: stima del risparmio

Vantaggi della sottoscrizione di più servizi associati alle tariffe ADSL e. telefono: stima del risparmio Vantaggi della sottoscrizione di più servizi associati alle tariffe ADSL e telefono: stima del risparmio Indice: Introduzione 1 Il panorama delle Telecomunicazioni in Italia 1 L'evoluzione delle tariffe

Dettagli

Sistemi Di Elaborazione Dell informazione

Sistemi Di Elaborazione Dell informazione Sistemi Di Elaborazione Dell informazione Dott. Antonio Calanducci Lezione III: Reti di calcolatori Corso di Laurea in Scienze della Comunicazione Anno accademico 2009/2010 Reti di calcolatori Una rete

Dettagli

RETI DI CALCOLATORI. Prof. PIER LUCA MONTESSORO. Facoltà di Ingegneria Università degli Studi di Udine

RETI DI CALCOLATORI. Prof. PIER LUCA MONTESSORO. Facoltà di Ingegneria Università degli Studi di Udine RETI DI CALCOLATORI Prof. PIER LUCA MONTESSORO Facoltà di Ingegneria Università degli Studi di Udine 2001-2007 Pier Luca Montessoro (si veda la nota a pagina 2) 1 Nota di Copyright Questo insieme di trasparenze

Dettagli

CORSO EDA Informatica di base. Introduzione alle reti informatiche Internet e Web

CORSO EDA Informatica di base. Introduzione alle reti informatiche Internet e Web CORSO EDA Informatica di base Introduzione alle reti informatiche Internet e Web Rete di computer Una rete informatica è un insieme di computer e dispositivi periferici collegati tra di loro. Il collegamento

Dettagli

La banda larga nelle regioni italiane

La banda larga nelle regioni italiane La banda larga nelle regioni italiane a cura di Osservatorio Banda Larga, Between Il Consiglio europeo ad ottobre 2003 1 ha sottolineato l importanza di un rapido sviluppo di reti europee dei trasporti,

Dettagli

ADSLSUBITO.IT. WEB: www.adslsubito.it Email: info@adslsubito.it. Documentazione tecnica

ADSLSUBITO.IT. WEB: www.adslsubito.it Email: info@adslsubito.it. Documentazione tecnica ADSLSUBITO.IT WEB: www.adslsubito.it Email: info@adslsubito.it Documentazione tecnica Progetto per la realizzazione di infrastruttura rete Internet a Larga Banda su tecnologia Wireless nei piccoli Comuni.

Dettagli

DIREZIONE DIDATTICA DI SAN GIUSEPPE JATO Programma Operativo Nazionale Fondo Sociale Europeo - Competenze per lo sviluppo

DIREZIONE DIDATTICA DI SAN GIUSEPPE JATO Programma Operativo Nazionale Fondo Sociale Europeo - Competenze per lo sviluppo DIREZIONE DIDATTICA DI SAN GIUSEPPE JATO Programma Operativo Nazionale Fondo Sociale Europeo - Competenze per lo sviluppo Alla base del concetto di rete informatica c è quello di condivisione delle risorse.

Dettagli

150 Piazze Wi-Fi. Unidata S.p.A. Una iniziativa Unidata e Wired

150 Piazze Wi-Fi. Unidata S.p.A. Una iniziativa Unidata e Wired Allegato 4 all Accordo di adesione alla fase sperimentale del progetto "150 Piazze Wi-Fi" relativo alla fornitura a titolo di comodato gratuito di apparecchiature hardware e correlato software di gestione

Dettagli

CONEXANT PRESENTA IL PRIMO CHIPSET ADSL OTTALE DOTATO DI FRONT END ANALOGICO MONOCHIP E LINE DRIVER A BASSO CONSUMO

CONEXANT PRESENTA IL PRIMO CHIPSET ADSL OTTALE DOTATO DI FRONT END ANALOGICO MONOCHIP E LINE DRIVER A BASSO CONSUMO CONEXANT PRESENTA IL PRIMO CHIPSET ADSL OTTALE DOTATO DI FRONT END ANALOGICO MONOCHIP E LINE DRIVER A BASSO CONSUMO Il chipset riduce il costo totale del sistema e semplifica il design della scheda, mentre

Dettagli

Caratteristiche degli operatori

Caratteristiche degli operatori RÉPUBLIQUE FRANÇAISE Luglio 2013 Le cifre chiave delle comunicazioni elettroniche e postali in Francia Dati 2012 Caratteristiche degli operatori Salvo ulteriori precisazioni, i dati contenuti in questo

Dettagli