Manuale tecnico programmazione centrali Vedo Passion.Technology.Design.

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Manuale tecnico programmazione centrali Vedo Passion.Technology.Design."

Transcript

1 IT MANUALE TECNICO Manuale tecnico programmazione centrali Vedo Passion.Technology.Design.

2 Sommario 1. Introduzione al software Safe Manager INSTALLAZIONE SAFE MANAGER Prerequisiti sistema Procedura di installazione PRIMO AVVIO DEL SOFTWARE CAMBIARE LA LINGUA DEL SOFTWARE STABILIRE UNA CONNESSIONE TRA PC E CENTRALI SERIE VEDO Impostare la comunicazione via USB Impostare la comunicazione via TCP/IP VISUALIZZARE LA VERSIONE FIRMWARE DELLA CENTRALE INSTALLATA CREARE UN NUOVO IMPIANTO Operazioni di base SALVARE LA CONFIGURAZIONE DELL IMPIANTO IN USO APRIRE LA CONFIGURAZIONE DI UN IMPIANTO PRECEDENTEMENTE SALVATO ESPORTARE LA CONFIGURAZIONE DI UN IMPIANTO IMPORTARE LA CONFIGURAZIONE DI UN IMPIANTO INVIARE / RICEVERE PARAMETRI CENTRALE INVIARE PACCHETTO AUDIO RICEVERE LOG EVENTI RESET CODICE DI ACCESSO ABILITAZIONE INSTALLATORE Configurazione impianto DISPOSITIVI DI CONTROLLO Tastiere...1 Stato / ID / descrizione...1 Aree controllate...1 Area...11 Aree visualizzate...11 Aree segnalazione tamper...11 Aree segnalazione allarmi tecnici...11 Opzioni...11 Tempo di visualizzazione stato impianto...11 Cicli di allarme tamper...11 Cicli di allarme tecnici (bus / livelli di tensione)...11 Azioni ciclata tessera di prossimità (Solo per Art. VEDOLCDPRO)...11 Tasti parziali...12 Tasti funzione...12 Buzzer...12 Opzioni invio messaggi Safetouch...13 Stato / ID / descrizione...13 Aree controllate...13 Area...13 Aree segnalazione tamper...13 Aree segnalazione allarmi tecnici...13 Opzioni...14 Tempo di visualizzazione stato impianto...14 Cicli di allarme tamper...14 Cicli di allarme tecnici (bus / livelli di tensione)...14 Funzioni tasto Px...14 Funzioni tasto Fx...14 Buzzer...14 Opzioni invio messaggi...14 Morsetti...14 Parametri di rete...14 Opzioni ViP Dispositivi touch...15 Stato / ID / descrizione...15 Aree controllate...15 Area...15 Aree segnalazione tamper...15 Aree segnalazione allarmi tecnici...15 Opzioni...16 Tempo di visualizzazione stato impianto...16 Cicli di allarme tamper...16 Cicli di allarme tecnici (bus / livelli di tensione)...16 Funzioni tasto Px...16 Funzioni tasto Fx...16 Buzzer...16 Opzioni invio messaggi...16 Parametri di rete...16 Opzioni ViP Lettori RFID...17 Stato / ID / descrizione...17 Aree controllate...17 Area...17 Aree segnalazione tamper...17 Aree segnalazione allarmi tecnici...17 Tempo di accensione led su chiave di prossimità...17 Cicli di allarme tamper...17 Cicli di allarme tecnici (bus / livelli di tensione)...17 Azioni ciclata...18 Buzzer...18 Inserimento forzato...18 Opzioni invio messaggi...18 Significato led lettore in condizioni normali...18 Significato led lettore durante presentazione chiave App Phone...19 Requisiti di impianto:...19 Come procedere...19 Stato / ID / descrizione...2 Aree controllate...2 Area...2 Aree segnalazione tamper...2 Opzioni...2 Cicli di allarme tamper...2 Funzioni tasto Fx...2 Opzioni ViP...2 Opzioni invio messaggi Bridge...21 Stato / ID / descrizione...21 Aree controllate...21 Area...21 Aree segnalazione tamper...21 Aree segnalazione allarmi tecnici...21 Opzioni...21 Cicli di allarme tamper...21 Cicli di allarme tecnici (bus / livelli di tensione)...21 Opzioni invio messaggi ESPANSIONI SU BUS Espansioni 8 input / output...22 Stato / ID / descrizione...22 Area...22 Aree segnalazione tamper...22 Aree segnalazione allarmi tecnici...22 Morsetti...22 Cicli di allarme tamper...22 Cicli di allarme tecnici (bus / livelli di tensione)...22 Opzioni invio messaggi Alimentatori...23 Stato / ID / descrizione...23 Area...23 Aree segnalazione tamper...23 Aree segnalazione allarmi tecnici...23 Opzioni...23 Cicli di allarme tamper...23 Opzioni invio messaggi...23 Lettura valori analogici Isolatori...24 Stato / ID / descrizione...24 Area...24 Aree segnalazione tamper...24 Aree segnalazione allarmi tecnici...24 Opzioni...24 Cicli di allarme tamper...24 Cicli di allarme tecnici (bus / livelli di tensione)...24 Opzioni invio messaggi...24 Lettura valori analogici ESPANSIONI RADIO...25 Stato / ID / descrizione...25 Area...25 Aree segnalazione tamper...25 Aree segnalazione allarmi tecnici...25 Cicli di allarme tamper...25 Cicli di allarme tecnici (bus / livelli di tensione)...25 Opzioni invio messaggi Uscite radio / sirene...26 Acquisizione di una uscita radio...26 Cancellazione di una uscita radio...26 Stato / ID / descrizione...26 Id fisico...26 Espansione sorgente...26 Area...27 Aree segnalazione stato impianto...27 Aree segnalazione tamper...27 Proprietà uscita radio...27 Altre opzioni...27 RSSI (indicatore potenza segnale -1)...27 Opzioni sirena...27 Evento 1 / 2 / 3 / Associazione eventi (AND/OR)...27 Cicli di sabotaggio...27 Cicli di allarme malfunzionamento...27 Comportamento...27 Opzioni invio messaggi Radio comandi...28 ID...28 Descrizione...28 Espansione sorgente...28 Utente...28 Aree controllate...28 Area...28 Proprietà radio comando...28 RSSI (indicatore potenza segnale -1)...28 Tasti Funzione...28 Cicli di guasto...28 Inserimento forzato...29 Inserimento immediato...29 Opzioni invio messaggi Zone radio...3 Acquisizione di un sensore radio...3 duplica i valori della zona corrente...31 Stato / ID / descrizione...31 Id fisico...31 Espansione sorgente...31 Proprietà zona radio...31 RSSI (indicatore potenza segnale -1)...31 Opzioni...31 Cicli di guasto...31 Pir (opzioni valide solo per sensori di tipo Pir)...31 Reed (opzioni valide solo per sensori di tipo Reed)

3 Smoke...31 rilevatore rottura vetri...31 Temperatura/Magnetico/Allagamento...32 Zona ZONE CABLATE...33 duplica i valori della zona corrente...33 Stato...34 Tipo espansione...34 Origine...34 ID Zona...34 Descrizione zona / Zona double...34 Id double...34 Morsetto...34 Double...34 Bilanciamento...34 Cicli di guasto / manomissioni / cc...34 Soglie...34 Zona / Double GRUPPI IN AND...36 ID...36 Descrizione...36 Finestra temporale...36 ID...36 Descrizione...36 Tipo Zona...36 Tipo espansione...36 Double AREE...37 ID...37 Descrizione...37 Segnale preavviso...37 Disinserimento con memoria allarme...37 Tempo di ingresso 1 (mm:ss)...37 Tempo di ingresso 2 (mm:ss)...37 Tempo di uscita (mm:ss)...37 Tempo di ultima uscita (mm:ss)...37 Avviso di mancato inserimento (minuti)...37 Tempo di preavviso all'inserimento (minuti)...37 Tempo di ronda (minuti)...37 Ritardo allarme furto (secondi)...38 Ritardo ins. dopo allarme (minuti)...38 Timer abilitazione inserimento...38 Timer abilitazione disinserimento...38 Autoreset allarmi...38 Codice area...38 Aree in AND...38 Inserimento immediato delle aree in AND...38 Inserimento forzato delle aree in AND USCITE...39 Stato...39 ID espansione...39 Descrizione...39 Tipo Espansione...4 Id Uscita...4 Morsetto...4 Evento 1 / 2 / 3 / Associazione eventi (AND/OR)...4 Comportamento...4 Opzioni invio messaggi GRUPPO EVENTI...41 ID...41 Descrizione...41 Evento 1 / 2 / 3 / 4 /... / SCENARI...42 ID...42 Descrizione...42 Area...42 Azione CODICI...43 Modifica dei codici utente/installatore...43 Eliminazione dei codici utente/installatore Utenti...44 ID...44 Nome Utente...44 Tipo utente...44 Area...45 Abilitazione...45 Reset codice...45 Elimina codice...45 Finestre associazione chiavi e radiocomandi...45 Timer associato...45 Numero operazioni...45 Abilitazioni Tastiere / lettori...45 Codice rapina...45 Disabilita inserimento con aree in allarme...45 Opzioni invio messaggi Installatori...46 ID...46 Descrizione...46 Tipo installatore...46 Reset codice...46 Elimina codice...46 Finestre associazione chiavi e radiocomandi...46 Opzioni invio messaggi Livelli di accesso...47 Abilitazione utente di livello 3 (tramite tastiera)...47 come EFFETTUARE IL LOGOUT DA DIVERSI DISPOSITIVI DI CONTROLLO Chiavi di prossimità...49 Acquisizione di un codice chiave digitale RFID...49 Assegnazione di una chiave ad un utente...49 Eliminazione di un codice chiave digitale RFID...49 ID...49 Descrizione...49 Utente...49 Colore...49 Acquisisci...49 Elimina INTERFACCE DI COMUNICAZIONE Opzioni IP...5 Opzioni...5 Opzioni Network Time Protocol...51 DNS dinamico...51 Configurazione servizi...51 Porte per l accesso alle pagine web...51 Porte per la gestione remota tramite Safe Manager...51 Opzioni SMTP Opzioni GSM...52 Opzioni telefonia...52 Opzioni SMS...52 Opzioni sim comunicatore...52 Controlli sul modulo...52 Carica Impostazioni predefinite (icona a forma di cellulare)...52 Opzioni Opzioni MMS Modulo video Pal/IP...54 Stato / ID / descrizione...55 Area...55 Aree segnalzione allarmi tecnici...55 Parametri di rete...55 Pop-up Programmazione nuovo IP modulo...55 Opzioni vip...55 Cicli di allarmi tecnici (bus/livelli di tensione)...56 Telecamere installate...56 Telecamere installate (IP)...56 Immagini...56 Opzioni invio messaggi...56 Configurazione di un modulo Pal/IP COMUNICATORE Opzioni (telefonia)...57 Risposta...57 Chiamata...57 Impostazioni PSTN...57 Parametri avvisatore telefonico...57 Gestione priorità Agenda telefonica...58 ID...58 Descrizione Stop chiamate...58 Ricezione SMS / / MMS Agenda comunicatore digitale...59 ID...59 Descrizione...59 Numero da chiamare...59 Protocollo...59 Codice cliente...59 Invia codice Area...59 Abilita test periodico...59 Data iniziale test periodico...59 Periodo test...59 Tentativi di chiamata...59 Vivavoce dopo report Eventi generici...6 Configura Text To Speech...6 ID...6 Descrizione...6 Telefono...6 Messaggio vocale attivazione...6 Messaggio vocale ripristino...6 Invia SMS attivazione...6 Invia SMS ripristino...6 Invia attivazione...6 Invia ripristino...6 Opzioni...61 Altre opzioni (sms ed )...61 Evento...61 Autocomposizione Eventi dettagliati...63 ID...63 Descrizione...63 App...63 Aree...63 Abilitazione MMS...63 Tab selezione dettagli eventi da segnalare...63 Telefoni agenda telefonica...63 Telefoni comunicatore digitale Mappa Contact-ID...64 ID...64 Descrizione...64 Codice evento...64 Qualificatore...64 Selezione Zona/Utente Messaggi vocali liberi...65 Esegui Text to speech dei messaggi selezionati...65 Confugurazione Text To Speech...65 Elimina messaggi audio selezionati...65 Abilitazione...65 ID...65 Descrizione...65 Text to speech...65 Verifica messaggio...65 Configurazione vocale...65 Immettere un messaggio vocale libero

4 Cancellazione di uno o più messaggi vocali liberi SMS...66 ID...66 Descrizione...66 Testo ID...66 Descrizione...66 Testo Messaggi vocali di servizio...66 Configurare il messaggio Indirizzo impianto PROGRAMMATORE ORARIO Timer...67 ID...67 Descrizione...67 ID...67 Abilitazione...67 Descrizione (tipo timer)...67 ONx...67 OFFx Inserimenti...68 ID...68 Descrizione...68 Abilitato...68 Forzato...68 Controllo...68 Area...68 ON Azione PARAMETRI DI SISTEMA...69 Presenza espansioni...69 Opzioni...69 Dispositivi di controllo...7 tempi di sistema...7 Cicli di guasto...71 Cicli di allarme...71 Data e ora...71 Versione firmware...71 Abilitazione installatore...71 Abilitazione produttore...71 Ripristino default di fabbrica REGISTRO EVENTI Log Eventi...72 CSV...72 Rianalizza log eventi corrente...72 Filtra eventi...72 ID Univoco...72 Data...72 Log type...72 Tipo evento...72 Sottotipo evento...72 Evento...72 Maschera...72 Tipo agente...72 Agente...72 Azione...72 Dettaglio Eventi da Salvare...73 ID...73 Descrizione...73 Set...73 Reset...73 TIPO DI CODICE Installatori...79 TIPO DI CODICE Impostazioni GSM Opzioni Telefonia Agenda Telefonica / Agenda comunicatore digitale Eventi generici Eventi dettagliati...8 FLAG EVENTI DETTAGLIATI Messaggi vocali di servizio Parametri di sistema Eventi Da Salvare...81 Stato...83 ID...83 Descrizione...83 Funzioni tasto Px...83 Tasti funzione...84 Buzzer...84 Opzioni invio messaggi...85 PERSONALIZZAZIONE SCENARI...85 Evento 1 / 2 / 3 / 4 /... / Associazione eventi (AND/OR)...86 Comportamento...87 TIPO EVENTO: APP...88 TIPO EVENTO: AREE...88 TIPO EVENTO: BRIDGE...88 TIPO EVENTO: CONTROLLO REMOTO...88 TIPO EVENTO: DISPOSITIVO TOUCH...88 TIPO EVENTO: GRUPPI...88 TIPO EVENTO: LETTORE RFID...88 TIPO EVENTO: RADIO COMANDO...89 TIPO EVENTO: SAFETOUCH...89 TIPO EVENTO: SISTEMA...89 TIPO EVENTO: TASTIERA...89 TIPO EVENTO: TIMER...89 TIPO EVENTO: USCITA...89 TIPO EVENTO: UTENTE...89 TIPO EVENTO: ZONA...89 TIPO DI ZONA / SOTTOTIPO...9 TIPO ZONA: ALLARMI...9 TIPO ZONA: COMANDO...9 TIPO ZONA: SABOTAGGIO...9 TIPO ZONA: GUASTO...9 TIPO DI REAZIONE...91 ATTRIBUTI...92 TIPO COMANDO...92 Tab selezione dettagli eventi da segnalare...93 ID...94 Abilitazione...94 Giorno inizio / Mese inizio / Anno inizio / Giorno sett. inizio / Giorno fine / Mese fine / Anno fine / Giorno sett. fine...94 Tipo timer (selezione)...94 Tipo inserimento Verifica Impianto CONTROLLO CENTRALE (REAL TIME) Lancio funzione Controllo centrale (Real Time) Controllo centrale (Real Time) in condizione di allarme, inserimento, comando VERIFICA NORMATIVA EN5131 (GRADO 2) Lancio funzione Verifica normativa EN5131 (grado 2) Appendice PORT FORWARDING PER COLLEGAMENTO DA REMOTO CONFIGURAZIONI NECESSARIE A GARANTIRE LA CERTIFICAZIONE DI GRADO 2 SECONDO EN Tastiere App Espansioni ingresso/uscite (8I8O) Stazioni di alimentazione Isolatori Espansione radio Uscite radio...78 EVENTI USCITE RADIO...78 CONFIGURAZIONE USCITE RADIO Radiocomandi Zone radio...78 PARAMETRI DI SOTTOZONA RADIO Zone cablate...79 PARAMETRI DI SOTTOZONA Aree Uscite cablate...79 EVENTI USCITE CABLATE...79 CONFIGURAZIONE USCITE CABLATE Utente...79

5 1. Introduzione al software Safe Manager INSTALLAZIONE SAFE MANAGER Prerequisiti sistema PC dotato di sistema operativo Microsoft Windows (XP SP3, Vista, 7, 8 o 8.1), e una porta USB libera. NET 4. Framework (scaricabile dal sito Microsoft). Software di configurazione Comelit Safe Manager (scaricabile dal sito Cavo USB di tipo A-A Procedura di installazione Assicurarsi che la centrale Serie Vedo NON sia collegata al PC. 1. Lanciare il programma Setup.exe (da CD o dal file scaricato dal sito web 2. Seguire le istruzioni a schermo.»» Durante la fase di installazione del programma Safe Manager comparirà in automatico la richiesta di installazione dei driver USB. Sicurezza Windows Installare questo software di dispositivo? Opzioni Opzioni Lingua: Colori Comunicazione Periferica isolata: Log eventi Memoria eventi: Generici: Italiano Italiano Español Français English Nederlands Prima zona: Ok Annulla 4. Cliccare sul pulsante Ok per confermare le modifiche apportate. 5. Il software confermerà il salvataggio delle modifiche con il seguente messaggio. Safe Manager Lingua: Italiano Colori Italiano Español Le nuove impostazioni Periferica isolata: saranno Français effettive dopo il riavvio del programma. English Log eventi Memoria eventi: Nederlands Prima zona: Generici: Ok Nome: Comelit Vedo USB port driver Porte (COM... Autore: COMELIT GROUP SPA Considera sempre attendibile il software proveniente da COMELIT GROUP SPA. Installa Non installare 6. Riavviare il software Safe Manager per completare il cambio di lingua. È consigliabile installare solo driver provenienti da autori considerati attendibili. Come determinare quale software di dispositivo può essere installato senza pericoli 3. Cliccare sull opzione Installa per installare il software del driver. 1.2 PRIMO AVVIO DEL SOFTWARE Il programma si avvia cliccando sull icona Safe Manager, la sua posizione dipende dal sistema operativo in uso. Nel caso di Windows 7 si procede come di seguito: 1. Selezionare Start. 2. Selezionare la cartella Tutti i programmi. 3. Selezionare la cartella Safe Manager. 4. Cliccare sull icona Safe Manager. 5. Al primo avvio verrà richiesto di selezionare la lingua del software. Safe Manager Español English Italiano Nederlands Français 1.4 STABILIRE UNA CONNESSIONE TRA PC E CENTRALI SERIE VEDO Per programmare la centrale tramite Safe Manager è necessario stabilire una connessione tra centrale e PC. Il sistema Vedo offre 2 possibilità: via USB tramite protocollo TCP/IP (se installata l espansione scheda comunicazione IP Art. VEDOIP) Impostare la comunicazione via USB Prima di eseguire la seguente procedura assicurarsi che i driver USB per le centrali serie Vedo siano stati correttamente installati (vedi Procedura di installazione ). 1. Collegare la centrale al PC tramite cavo USB tipo A-A. 2. Cliccare sul menu Strumenti. 3. Cliccare sul menu Opzioni. Safe Manager Progetto Visualizza Strumenti Finestre Aiuto Opzioni Aggiornamento firmware Cliccare sul tab Comunicazione. Controllo centrale (Real Time) 5. Selezionare Porta seriale sotto la voce Tipo comunicazione. Scan Impianto Dal menu a tendina selezionare la porta COM a cui è Invia audio collegata la centrale. Opzioni Ricevi Log eventi Verifica normativa EN5131 (grado2) Passion.Technology.Design. Opzioni Comunicazione 1.3 CAMBIARE LA LINGUA DEL SOFTWARE 1. Cliccare sul menu Strumenti. 2. Cliccare sul menu Opzioni. 5 Safe Manager Progetto Visualizza Strumenti Finestre Aiuto Opzioni Aggiornamento firmware... Controllo centrale (Real Time) Scan Impianto... Invia audio Ricevi Log eventi Verifica normativa EN5131 (grado2) 3. Dal menu a tendina selezionare la lingua desiderata. Tipo comunicazione Porta seriale Porta seriale TCP/IP COM 6 Ok Annulla 7. Cliccare sul pulsante Ok per confermare le modifiche apportate. 8. Verificare che l icona di stato connessione USB (nell angolo in basso a destra della finestra principale) sia cambiata da a.

6 < BACK Impostare la comunicazione via TCP/IP Versione firmware centrale Login Prima di eseguire la seguente procedura assicurarsi che il PC in uso e la centrale serie Vedo siano entrambe sotto la stessa rete. 1. Cliccare sul menu Strumenti. 2. Cliccare sul menu Opzioni. Safe Manager Progetto Visualizza Strumenti Finestre Aiuto Opzioni Versione firmware Leggi Richiesta codice Inserire il codice di accesso ****** Abilitazione installatore Login Annulla»» Nel riquadro verranno visualizzati i dati della centrale. Versione firmware centrale Versione firmware centrale Versione firmware Leggi Aggiornamento firmware... HARDWARE_ID:MuTy - (Vedo68) HARDWARE_BOOT_VER: x2 VERSION_CODE: x Versione firmware 3. Cliccare sul tab Comunicazione. Controllo centrale (Real Time) 4. Selezionare TCP/IP sotto la voce Tipo comunicazione. HARDWARE_ID:MuTy - (Vedo68) ScanoImpianto... LeggiIP 5. Nel campo Host name indirizzo IP inserire l indirizzo HARDWARE_BOOT_VER: x2 Invia audio del modulo espansione scheda IP. VERSION_CODE: x 6. Nel campo Porta Ricevi inserire il numero della porta di Log eventi comunicazione (il valore deve essere uguale a quello Verifica normativa EN5131 (grado2) impostato per la porta tls in Opzioni IP). Abilitazione Per la connessione da remoto è necessario aprire la porta installatore»» La dicitura 2.2.x indica la versione del firmware sul router (vedi Port forwarding (per collegamento da remoto pag. 77). 1.6 CREARE UN NUOVO IMPIANTO Di default i moduli espansione scheda IP sono programmate con indirizzo IP Di default le centrali serie Questa procedura permette di creare un nuovo archivio che conterrà Vedo comunicano usando la porta numero 122. tutti i dati relativi al nuovo impianto che si desidera configurare. Opzioni 1. Premere l icona Nuovo. Abilitazione installatore Opzioni Comunicazione Tipo comunicazione Porta seriale TCP/IP Safe Manager TCP-IP Host name o indirizzo IP Progetto Visualizza Strumenti Finestre Aiuto Porta Premere l icona Centrale d allarme. Nuovo progetto Categorie: Ok Annulla 7. Cliccare sul pulsante Ok per confermare le modifiche apportate. 8. Verificare che l icona di stato connessione TCP/IP (nell angolo in basso a destra della finestra principale) sia cambiata da a Tipo progetto: Descrizione Centrale d allarme FW Zone Aree Vedo x 1 2 Vedo x 34 8 Vedo x VISUALIZZARE LA VERSIONE FIRMWARE DELLA CENTRALE INSTALLATA Questa procedura si rende necessaria quando si vuol conoscere che versione di firmware è installata sulla centrale, in quanto, alcune operazioni richiedono questo dato per essere portate a termine, ad esempio la creazione di un nuovo impianto. 1. Cliccare sul menu Visualizza. 2. Cliccare sul menu Versione firmware centrale. Safe Manager Progetto Visualizza Strumenti Finestre Ok 3. Selezionare la propria centrale dall elenco e dal menu a tendina selezionare la versione di firmware installata sulla centrale (vedi "1.5 Visualizzare la versione firmware della centrale installata"). Nuovo progetto Categorie: Aiuto Tipo progetto: Descrizione Barra degli strumenti Barra di stato Centrale d allarme Versione firmware centrale 3. Se necessario, eseguire l'abilitazione installatore (vedi "Abilitazione installatore" pag. 71) e cliccare su Leggi. Annulla FW Zone Aree Vedo x 1 2 Vedo x 34 8 Vedo x x 2.3.x 2.4.x Versione firmware centrale Versione firmware Leggi Abilitazione installatore Ok Esegui Chiudi 4. Inserire il codice d accesso installatore. Di default il codice è Cliccare su Login. 6 Annulla 4. Cliccare su OK.»» Verrà creato un impianto con i parametri di default. Questi parametri non corrisponderanno necessariamente all impianto installato. < BACK

7 < BACK 2. Operazioni di base In questo capitolo verranno spiegate le operazioni di base solitamente eseguite sul software Safe Manager. Ad esempio: salvare le configurazioni del proprio impianto, aprire file di impianti precedentemente salvati, inviare i parametri di configurazione alla centrale, leggere i parametri di configurazione della centrale ecc SALVARE LA CONFIGURAZIONE DELL IMPIANTO IN USO Una volta configurato l impianto è possibile salvare tutte le impostazioni all interno del database del software Safe Manager per eventuali interventi di assistenza o modifica. 1. Cliccare sull icona Salva. Safe Manager Progetto Visualizza Strumenti Finestre Aiuto OPZIONE FILTRA Quando l elenco di impianti è particolarmente lungo, è possibile scrivere nella riga di testo il nome (o parte del nome) dell impianto che si desidera caricare e premere il tasto Filtra: tutti gli impianti contenenti la parte di nome digitata nella riga Nome Cliente saranno mostrati nella finestra elenco mentre gli altri saranno resi non visibili. 2.3 ESPORTARE LA CONFIGURAZIONE DI UN IMPIANTO Con la procedura di esportazione si ottiene un file contenente la configurazione dell impianto. Questo file può essere così aperto su altri PC (sempre con il software Safe Manager), inviato via , archiviato ecc. 1. Con il progetto aperto cliccare sul menu Progetto. 2. Cliccare su Esporta. Safe Manager Progetto 2. Compilare il modulo. Il campo Nome cliente è obbligatorio. Salva progetto Indzzo Città: Telefono: Cellulare: Note: Annulla 3. Cliccare su Ok. Utenti (1) Installatori (2) Livello di accesso Chiavi di prossimità 2.2 APRIRE LA CONFIGURAZIONE DI UN IMPIANTO PRECEDENTEMENTE SALVATO 1. Cliccare sull icona Apri. Safe Manager Visualizza Strumenti Finestre Aiuto Finestre Aiuto Si No Interfacce di comunicazione Opzioni IP il software procede all esportazione del progetto e 5a. Scegliendo NO GSM notifica Opzioni con una finestra pop-up la conclusione dell operazione. Modulo video Pal-Ip 5b. Scegliendo SI Comunicatoreviene proposto una finestra di pop-up dove inserire una password per proteggere il progetto. Opzioni (telefonia) Agenda telefonica Password Agenda comunicatore digitale Eventi generici Password progetto Apri progetto esistente Nome cliente: Filtra Nome cliente Indirizzo Città FW # Ultimo salvataggio Cliente 2 Indirizzo del cliente Città del cliente 2.2.x 2/2/214 15:44:36 Cliente 1 Indirizzo del cliente Città del cliente 2.2.x Elimina 23/2/214 9:12:22 Ok Eventi dettagliati Mappa contact-id Conferma Password: Messaggi vocali liberi Sms Ok Annulla Messaggi vocali di servizio Programmatore orario Compilare Timeri campi richiesti (MAX 15 caratteri) e premere Ok. Inserimenti»» Il software procede all esportazione del progetto e notifica Parametri sistema una finestra pop-up la conclusione dell operazione. Registro eventi Password: 2. Selezionare il progetto dall elenco e premere Ok. 6b. con Annulla Attenzione: Se la centrale è stata aggiornata con un firmware successivo a quello in uso al momento di salvataggio del progetto, il software Safe Manager richiederà l aggiornamento del progetto. 7 < BACK Aree controllate Nome cliente: Progetto Strumenti Ctrl+N VedoApri 68 - #FW: 2.2x Tastiere Disposotivi di controllo Ctrl+S Salva Stato ID Descrizione Tastiere (1) Attiva 1 Tastiera 1 Safetouch Esporta Dispositivi touch 2 Tastiera 2 Importa... Lettori RFID 3 Tastiera 3 App Phone Proprietà 4 Tastiera 4 Bridge Espansioni su bus Chiudi 5 Tastiera 5 Espansioni 8 input / output Esci 6 Tastiera 6 Alimentatori Isolatori 7 Tastiera 7 Espansioni radio 8 8 Tastiera 3. SalvareUscite il fileradio sul /proprio PC (la schermata di salvataggio dipende sirene dal sistema in uso). Radio operativo comandi 4. Una volta dove salvare, viene richiesto se si desidera Zonescelto radio Zone cablate (9)con una password. proteggere il file Gruppi in And Safe Manager Aree Uscite (3) Gruppo eventi proteggere il progetto con una password? Si desidera Scenari Il progetto salvato con password non è recuperabile se si dimentica la password Codici Informazioni di progetto Ok Visualizza Nuovo Area Area 1 Area 2 Area 3 Area 4 Area 5 Area 6 Area 7 Area 8

8 < BACK 2.4 IMPORTARE LA CONFIGURAZIONE DI UN IMPIANTO Invio parametri di configurazione Centrale Log 1. Cliccare sul menu Progetto. 2. Cliccare su Importa. Safe Manager Progetto Visualizza Nuovo Strumenti Finestre Aiuto Ctrl+N Livello di acccesso Gruppi in And Zone radio Uscite Uscite radio Messaggi vocali (solo testo) Gruppi eventi Radiocomandi Sms Aree Isolatori inserimenti Eventi da salvare Alimentatori Messaggi vocali di servizio Modelli di timer Messaggi Interfacce Chiavi di prossimità Programmazione orari Timer Rubrica Tastiere Opzioni (telefonia) Agenda telefonica Safetouch Opzioni GSM Agenda comunicatore digitale Lettori RFID Opzioni IP Invia Aree segnalazione allarmi tecnici Aree segnalazione tamper Interrompi Opzioni Abilita lettore di prossimità Chiudi Invia testi di servizio Inserimento rapido Invio allarmi rapidi con tasto funzione Per selezionare / deselezionare tutti i parametri, utilizzare le icone Visualizzazione stato aree Area nell angolo alto sinistro del riquadro. Visualizzazione memoria allarme Visualizzazione zone aperte Invio parametri di configurazione Area 1 Area 2 Visualizzazione zone chime Centrale Tempo di visualizzazione stato impianto Log Illimitato Secondi Illimitato Cicli 12 La stessa procedura è valida per la ricezione dei dati Parametri sistema dalla centrale premendo l'icona Cicli di allarme tamper Ricevi.. Area 3 Area INVIARE PACCHETTO AUDIO Area 5 Scenari Zone cablate Cicli di allarmi tecnici (bus / livelli di tensione) Area 6 Cicli funzione Attenzione: Per Illimitato utilizzare questa occorre abilitare la scheda messaggi vocali. Gruppi in And Area 7 Area 8 Azioni ciclata tessere di prossimità Questa operazione permette di 1inviare alla centrale, i messaggi vocali totale Azione Scenario / Inserime Inserimento Uscite di servizio (vedi " Messaggi vocali di servizio" pag. 66), i Azione 2 Scenario / Inserime Scenario P1 messaggi vocali liberi (vedi " Messaggi vocali liberi" pag. 65) GruppiScenario eventi Scenario / Inserime P2 Azione vocale. 3 e i messaggi vocali delle guida 1. Con il progetto aperto Azione cliccare Invia audio... / Inserime Scenario P1+P2 4 sull icona Scenario Safe Manager Progetto Aiuto <Nessuna funzione Funzione tasto P2 <Nessuna funzione Eventi da salvare Dispositivi di controllo Tastiere Safetouch Bridge Messaggi audio Funzione tasto F4 Espansioni su bus verranno inviati alla centrale tutti i Utilizzando questa opzione, contenuti audio che sono stati generati nelle sezioni Espansioni 8 input / output Messaggi vocali, Messaggi vocali di servizio ed Eventi generici Alimentatori Lettori RFID <Nessuna funzione 4 Tastiera 4 Dispositivi touch 6 Tastiera 6 7 Tastiera 7 App Phone 8 Tastiera 8 Bridge Interrompi Invia 2 Tastiera 2 3 Tastiera 3 Area 5 Area 6 Area 7 Area 8 4 Tastiera 4 selezionare quali parametri inviare alla Area 5 Tastiera 5 6 Tastiera 6 7 Tastiera 7 8 Tastiera 8 Area 1 Area 2 Area 3 Area 4 Area 5 Area 6 Area 7 ModuloCicli video di Pal-Ip allarmi tecnici (bus / livelli di tensione) di prossimità ComunicatoreIllimitato Abilita lettore Cicli Opzioni (telefonia) Inserimento rapido AgendaAzioni telefonica ciclata tessere di prossimità Invio allarmi rapidi con tasto funzione Agenda comunicatore digitalescenario / Inserime Azione 1 Inserimento totale Visualizzazione stato aree Eventi generici 2 Scenario / Inserime Visualizzazione memoria allarme Scenario P1 EventiAzione dettagliati MappaAzione contact-id Scenario / Inserime Scenario P2 3 Visualizzazione zone aperte Messaggi vocali liberi Visualizzazione zone chime Scenario / Inserime Scenario P1+P2 Azione 4 Sms Tasti parziali Tempo di visualizzazione stato impianto Messaggi vocalitasto di servizio Funzione P1 <Nessuna funzione Secondi 12 Programmatore orarioillimitato Funzione tasto P2 <Nessuna funzione Timer Cicli di allarme tamper Inserimenti Tasti funzione Parametri sistema Illimitato Cicli Funzione tasto F1 <Nessuna funzione Registro eventi Funzione tasto funzione Cicli F2 di allarmi<nessuna tecnici (bus / livelli di tensione) Illimitato Funzione tasto F3 Cicli <Nessuna funzione Area 2 Area 4 Area 5 Area 6 Invi Area 7 Area 8 Aree segnalazione allarmi tecnici 1 Tastiera 1 Aree segnalazione tamper ID Descrizione Attiva Area 1 Area 3 i messaggi vocali del Cicli diquelli allarme tamper pacchettointerfacce (escluso della guida vocale) utilizzando la voce di comunicazione IPIllimitato Cicli selezionata Opzioni nella Configurazione vocale (vedi "Configurazione vocale" pag. 65). Opzioni GSM Opzioni Aree visualizzate Stato Area 5 Tastiera 5 Aree segnalazione allarmi tecnici Isolatori Espansioni Rigenera audioradio Invia Uscite radio / sirene Opzioni Radio comandi Messaggi audio delabilita menu lettore vocale di prossimità Zone radio Utilizzando questa opzione, verranno inviati alla centrale tutti i Inserimento rapido Zoneaudio cablate (9) contenuti che compongono il menu vocale. I messaggi sonogruppi già prontiinper essere e non necessitano di alcuna And Invioinviati allarmi rapidi con tasto funzione preparazione da parte dell installatore. Aree Visualizzazione stato aree Uscite (3) Visualizzazione memoriainvia allarme Gruppo eventi Visualizzazione zone aperte Scenari Visualizzazione zone chime Chiudi Codici Aree segnalazione tamper Area 4 Tastiere Aree controllate 2. Visualizza Aree Tasti parziali Strumenti Finestre Funzione tasto P1 Vedo 68 - #FW: 2.2x Tastiere Disposotivi di controllo Tasti funzione Stato ID inviare Descrizionetra i Nella finestra scegliere pacchetto Tastiere (1)pop-upFunzione tasto F1quale <Nessuna funzione Attiva della 1 Tastiera messaggi vocali liberi / di servizio oppure quelli guida 1vocale Safetouch Funzione tasto F2 <Nessuna funzione Dispositivi touch (preconfigurati). 2 Tastiera 2 Lettori RFID <Nessuna funzione Funzione tasto F3 Invia audio 3 Tastiera 3 App Phone Aree visualizzate 8 Aiuto Area 3 Espansioni 8 input / output Opzioni IP Alimentatori Opzioni GSM Isolatori Modulo video Pal-Ip Espansioni radio Comunicatore Uscite radio / sirene Opzioni (telefonia) Radio comandi Agenda telefonica Zone radio Agenda comunicatore digitale Zone cablate (9) Eventi generici Gruppi in And Eventi dettagliati Aree Mappa contact-id Uscite (3) vocali liberi Messaggi Gruppo Sms eventi Scenari Mappa contact-id Utenti (1) Tempo Installatori (2) di visualizzazione stato impianto OPZIONE RIGENERA AUDIO Livello di accesso Illimitato Secondi 12 Area 2 Questa opzione Chiavi dipermette prossimità di rigenerare tutti Aree controllate»» In centrale. Interfacce di comunicazione Espansioni radio Aree visualizzate Aree controllate Utenti (1)RFID Lettori Installatori (2) App Phone Livello di accesso Bridge questo caso si dovrà Chiavi di prossimità Espansioni su bus Finestre Installatori Zone cablate Bridge Aree controllate Strumenti Utenti Eventi dettagliati App Phone Vedo 68 - #FW: 2.2x Tastiere Disposotivi di controllo Stato ID Descrizione Tastiere (1) Attiva 1 Tastiera 1 Safetouch Dispositivi touch 2 Tastiera 2 Lettori RFID 3 Tastiera 3 App Phone»» In questo caso saranno inviati tutti i parametri legati alla pagina.area 4 Tastiera 4 Bridge Nell immagine sopra riportata quindi saranno inviati tutti i parametri Espansioni su bus 5 Tastiera 5 legati alla pagina Tastiere. Espansioni 8 input / output 6 Tastiera 6 Alimentatori Isolatori 7 Tastiera 7 Oppure dalla barra principale premendo sull icona Invia... Espansioni radio 8 Tastiera 8 Safe Manager Uscite radio / sirene Area 1 Radio comandi Visualizza Codici Eventi generici Modulo video Pal-Ip Dispositivi touch 2.5 INVIARE / RICEVERE PARAMETRI CENTRALE Zone radio Zone cablate (9) Gruppi in And Vedo 68 - #FW: 2.2x Aree Disposotivi Uscite (3) di controllo Tastiere Gruppo eventi(1) Scenari Safetouch Codici Dispositivi touch Eventi Espansioni 8 input/output Scenari Dispositivi di controllo VedoApri 68 - #FW: 2.2x Tastiere Disposotivi di controllo Ctrl+S Salva Stato ID Descrizione Tastiere (1) Attiva 1 Tastiera 1 Safetouch Esporta Dispositivi touch 2 Tastiera 2 Importa... Lettori RFID 3 Tastiera 3 App Phone Proprietà 4 Tastiera 4 Bridge Espansioni su bus Chiudi 5 Tastiera 5 Espansioni 8 input / output Esci 6 Tastiera 6 Alimentatori Isolatori 7 Tastiera 7 Espansioni radio 8 di Tastiera 8 3. Selezionare il file dal proprio PC (la schermata selezione Uscite radio / sirene dipenderadio dal sistema comandi operativo in uso). 4. Se il progetto è protetto, viene richiesto l inserimento e la conferma Zone radio cablate (9) della Zone password. Gruppi in And Password Aree Uscite (3) Password progetto Gruppo eventi Password: Scenari Codici Conferma Password: Utenti (1) Installatori (2) Ok Annulla Livello di accesso Chiavi di prossimità»» Il Interfacce softwaredi comunicazione procede all importazione del progetto e notifica con una finestra Opzioni IP pop-up la conclusione dell operazione. Opzioni punto GSM»» A questo il progetto è salvato all interno del database Modulo video Pal-Ip del software Safe Manager ed è possibile aprirlo seguendo la Comunicatore procedura descritta nel capitolo 2.2 Aprire la configurazione di Opzioni (telefonia) un impianto precedentemente salvato pag 7. Agenda telefonica Agenda comunicatore digitale Eventi generici Eventi dettagliati Mappa contact-id Una volta effettuata la configurazione della centrale è necessario Messaggi vocali liberi procedere alsms trasferimento delle impostazioni per renderle effettive. Questo può essere eseguito dalle singole pagine di configurazione Messaggi vocali di servizio premendo sull icona Invia... Programmatore orario Safe ManagerTimer Progetto Inserimenti Visualizza Strumenti Finestre Aiuto Parametri sistema Registro eventi Progetto Espansioni da bus Parametri sistema < BACK

9 2.7 RICEVERE LOG EVENTI Questa opzione consente di scaricare il log eventi della centrale per una successiva analisi. 1. Con il progetto aperto cliccare sull icona Ricevi log eventi... Safe Manager Progetto Visualizza Strumenti Finestre Aiuto Vedo 68 - #FW: 2.2x Disposotivi di controllo Tastiere (1) Log eventi Safetouch Dispositivi touch Log eventi Lettori RFID Premere il tasto Ricevi per ricevere il log eventi presente in centrale. Per App visualizzare Phone il log ricevuto, navigare l albero di progetto alla Bridge voce Registro eventi -> Log eventi Espansioni su bus Espansioni 8 input / output Ricevi Alimentatori Isolatori Chiudi Espansioni radio Uscite radio / sirene 2. Cliccare su Ricevi. 3. Inserire Radio il codice comandi d accesso installatore. Di default il codice è Zone radio 4. Cliccare Zone su cablate Login. (9) Log eventi Gruppi in And Aree Log eventi Premere il tasto Ricevi per ricevere il log eventi presente in Uscite Login (3) centrale. Per visualizzare il log ricevuto, navigare l albero di progetto alla voce Registro -> Log eventi Gruppo Richiesta codice eventi Inserire il codice di accesso Scenari ****** Ricevi Codici Login Annulla Chiudi Utenti (1) Installatori (2) Livello di accesso»» Una volta effettuato il login verrà aperta automaticamente la Chiavi di prossimità pagina dei log eventi (vedi Log Eventi pag. 72). Interfacce di comunicazione Opzioni IP Opzioni GSM 2.8 RESET CODICE DI ACCESSO Modulo video Pal-Ip Comunicatore Questa operazione permette di resettare la cache dei codici utente Opzioni (telefonia) inseriti in precedenza Agenda telefonica. Quindi ad un nuovo tentativo di connessione alla centrale Agenda verranno comunicatore richiesti digitale nuovo i codici d accesso. 1. Con il progetto Eventi generici aperto cliccare sull icona Reset codice di accesso. Eventi dettagliati Safe Manager Mappa contact-id ProgettoMessaggi Visualizza vocali liberi Strumenti Sms Finestre Aiuto Messaggi vocali di servizio Tastiere Stato ID Descrizione Attiva Tastiera 1 Tastiera 2 Tastiera 3 Tastiera 4 Tastiera 5 Tastiera 6 Tastiera 7 Tastiera 8 Vedo Programmatore 68 - #FW: 2.2x orario Tastiere Disposotivi di controllo 2. Cliccare Timer su Si. Stato ID Descrizione Tastiere (1) Inserimenti Safetouch Attiva 1 Tastiera 1 Parametri sistema Attenzione: Dispositivi touch questa procedura non resetta i codici Registro eventi 2 Tastiera 2 salvati Lettori RFID in centrale ma, solo la memoria del 3software Tastiera 3 Safe App Phone Manager. Bridge 4 Tastiera 4 Espansioni su bus 5 Tastiera ABILITAZIONE Espansioni 8 input INSTALLATORE / output 6 Tastiera 6 Alimentatori Vedi Abilitazione Isolatori installatore pag Tastiera 7 Espansioni radio 8 Tastiera 8 Uscite radio / sirene Radio comandi Zone radio Zone cablate (9) Gruppi in And Aree Uscite (3) Gruppo eventi Scenari Codici Utenti (1) Installatori (2) Livello di accesso Chiavi di prossimità Interfacce di comunicazione Opzioni IP Opzioni GSM Modulo video Pal-Ip Comunicatore Opzioni (telefonia) Agenda telefonica Agenda comunicatore digitale Eventi generici Eventi dettagliati Mappa contact-id Messaggi vocali liberi Sms 9 Messaggi vocali di servizio Programmatore orario Timer Aree controllate Aree controllate Area Area 1 Area 2 Area 3 Area 4 Area 5 Area 6 Area 7 Area 8 Area Area 1 Area 2 Area 3 Area 4 Area 5 Area 6 Area 7 Area 8 Aree visualizzate Aree visualizzate Aree segnalazione tamper Aree segnalazione tamper Aree segnalazione allarmi tecnici Aree segnalazione allarmi tecnici Opzioni Abilita lettore di prossimità Inserimento rapido Invio allarmi rapidi con tasto funzione Visualizzazione stato aree Visualizzazione memoria allarme Visualizzazione zone aperte Visualizzazione zone chime Tempo di visualizzazione stato impianto Illimitato Secondi 12 Cicli di allarme tamper Illimitato Cicli Cicli di allarmi tecnici (bus / livelli di tensione) Illimitato Cicli Azioni ciclata tessere di prossimità Azione 1 Scenario / Inserime Inserimento totale Azione 2 Scenario / Inserime Scenario P1 Azione 3 Scenario / Inserime Scenario P2 Azione 4 Tasti parziali Funzione tasto P1 Scenario / Inserime <Nessuna funzione Scenario P1+P2 Funzione tasto P2 <Nessuna funzione Tasti funzione Funzione tasto F1 <Nessuna funzione Funzione tasto F2 <Nessuna funzione Funzione tasto F3 <Nessuna funzione Funzione tasto F4 <Nessuna funzione Opzioni Abilita lettore di prossimità Inserimento rapido Invio allarmi rapidi con tasto funzione Visualizzazione stato aree Visualizzazione memoria allarme Visualizzazione zone aperte Visualizzazione zone chime Tempo di visualizzazione stato impianto Illimitato Secondi 12 Cicli di allarme tamper Illimitato Cicli Cicli di allarmi tecnici (bus / livelli di tensione) Illimitato Cicli Azioni ciclata tessere di prossimità Azione 1 Scenario / Inserime Inserimento totale Azione 2 Scenario / Inserime Scenario P1 Azione 3 Scenario / Inserime Scenario P2 Azione 4 Scenario / Inserime Scenario P1+P2 Tasti parziali Funzione tasto P1 <Nessuna funzione Funzione tasto P2 <Nessuna funzione Tasti funzione Funzione tasto F1 <Nessuna funzione Funzione tasto F2 <Nessuna funzione Funzione tasto F3 <Nessuna funzione Funzione tasto F4 <Nessuna funzione

10 3. Configurazione impianto 3.1 DISPOSITIVI DI CONTROLLO Fanno parte di questo gruppo tutti i dispositivi che permettono all utente finale di gestire l impianto collegato alla centrale: Tastiere Safetouch Dispositivi touch Lettori RFID App Phone Bridge Tastiere Tastiere Stato ID Descrizione Attiva Tastiera 1 Tastiera 2 Tastiera 3 Tastiera 4 Tastiera 5 Tastiera 6 Tastiera 7 Aree controllate Area Aree visualizzate Aree segnalazione tamper Aree segnalazione allarmi tecnici Opzioni Abilita lettore di prossimità Inserimento rapido Invio allarmi rapidi con tasto funzione Visualizzazione stato aree Visualizzazione memoria allarme Visualizzazione zone aperte Visualizzazione zone chime 8 Tastiera 8 Area 1 Area 2 Tempo di visualizzazione stato impianto Illimitato Secondi 12 Area 3 Cicli di allarme tamper Area 4 Illimitato Cicli Area 5 Area 6 Area 7 Cicli di allarmi tecnici (bus / livelli di tensione) Illimitato Cicli Area 8 Azioni ciclata tessera di prossimità Azione 1 Scenario / Inserime Inserimento totale Azione 2 Azione 3 Azione 4 Scenario / Inserime Scenario / Inserime Scenario / Inserime Scenario P1 Scenario P2 Scenario P1+P2 Tasti parziali Funzione tasto P1 Funzione tasto P2 <Nessuna funzione <Nessuna funzione Tasti funzione Funzione tasto F1 Funzione tasto F2 Funzione tasto F3 Funzione tasto F4 <Nessuna funzione <Nessuna funzione <Nessuna funzione <Nessuna funzione Buzzer Abilitato Ingresso Preallarme Uscita Preavviso Allarme Beep tasto Chime Mancato inserimento Inserimento/Disinserimento eseguito Opzioni invio messaggi Invia SMS eventi dettagliati Invia messaggi Invia comunicazione digitale Invia notifica all App PANNELLO STATO/DESCRIZIONE STATO / ID / DESCRIZIONE Vedi descrizione Stato / ID / Descrizione a pag. 83. PANNELLO AREE AREE CONTROLLATE Permette di selezionare le aree su cui il dispositivo potrà agire durante il normale funzionamento. Ad ogni dispositivo attivo deve essere assegnata almeno un area su cui il dispositivo potrà agire durante il normale funzionamento [Reg. 32] 1

11 AREA Colonna che riporta il nome delle aree presenti sull impianto. Per la modifica del nome vedi "3.6 Aree" pag. 37. AREE VISUALIZZATE Permette di selezionare le aree di cui si vuole visualizzare lo stato tramite dispositivo. AREE SEGNALAZIONE TAMPER Permette di scegliere a quali aree inviare l'allarme di tipo Tamper generato daldispositivo. Ad ogni dispositivo attivo deve essere assegnata almeno un area a cui inviare l allarme di tipo tamper generato dal dispositivo [Reg. 5] AREE SEGNALAZIONE ALLARMI TECNICI Permette di scegliere a quali aree inviare gli allarmi di tipo tecnico generati dal dispositivo. Ad ogni dispositivo attivo deve essere assegnata almeno un area a cui segnalare gli allarmi di tipo tecnico generati dal dispositivo [Reg. 6] PANNELLO CONFIGURAZIONI OPZIONI Abilita lettore di prossimità: permette di abilitare il lettore RFID a bordo della tastiera (solo tastiere Art. VEDOLCDPRO). Inserimento rapido: permette di inserire l impianto (totale / parziale / scenari) senza la richiesta del codice utente (non saranno consentite azioni di disinserimento totale o parziale dell impianto). NON selezionato [Reg. 14] Invio allarmi rapidi con tasto funzione: permette di inviare allarmi mediante la pressione di un tasto funzione (F1, F2, F3, F4) sulla tastiera. Visualizzazione stato aree: autorizza il dispositivo a visualizzare lo stato delle aree. Selezionato [Reg. 18] Visualizzazione memoria allarme: autorizza il dispositivo a visualizzare la memoria di avvenuto allarme. Visualizzazione zone aperte: autorizza il dispositivo a visualizzare le zone aperte. Selezionato [Reg. 15] Visualizzazione zone chime: autorizza il dispositivo a visualizzare le zone chime aperte. TEMPO DI VISUALIZZAZIONE STATO IMPIANTO Illimitato: permette di avere le indicazioni anche ad impianto inserito, senza limitazioni di tempo. Se non è selezionato, abilita la casella Tempo. Al fine di garantire la conformità alle Normative CEI EN e , questa opzione deve essere disabilitata. NON selezionato [Reg. 17] Secondi: qualora non sia attivo il checkbox Illimitato, questa casella stabilisce la durata, in secondi, della visualizzazione delle informazioni sul dispositivo all inserimento dell impianto. = [Reg. 17] La segnalazione di memoria allarmi sui dispositivi di controllo è sempre visibile ad impianto disinserito anche se non è visibile lo stato dell impianto (es: impostando il tempo di visualizzazione dello stato dell impianto a zero) CICLI DI ALLARME TAMPER Illimitato: permette di generare infiniti cicli di allarme tamper. Se non è selezionato, abilita la casella Cicli. Selezionato [Reg. 12] Cicli: qualora non sia attivo il checkbox Illimitato, questa casella stabilisce il numero di cicli di allarme tamper che il dispositivo selezionato può generare all'interno di un ciclo di inserimento (da un inserimento al successivo). CICLI DI ALLARME TECNICI (BUS / LIVELLI DI TENSIONE) Illimitato: permette di generare infiniti cicli di allarmi tecnici. Se non è selezionato, abilita la casella Cicli. Selezionato [Reg. 13] Cicli: qualora non sia attivo il checkbox Illimitato, questa casella stabilisce il numero di cicli di allarmi tecnici che il dispositivo selezionato può generare all'interno di un ciclo di inserimento (da un inserimento al successivo). AZIONI CICLATA TESSERA DI PROSSIMITÀ (SOLO PER ART. VEDOLCDPRO) Quando si avvicina una chiave RFID valida ed autorizzata ad un dispositivo che è in grado di leggerla, oltre ad effettuare un Inserimento totale o uno Spegnimento totale (delle aree di competenza) è possibile inserire l'impianto in modo personalizzato (vedi manuale utilizzo tastiera Art. VEDOLCDPRO per modalità uso di questa funzione). Utilizzando questa procedura di inserimento, sulla tastiera verranno visualizzati a ciclo gli scenari impostati (Max 4) e l utente dovrà scegliere quale attivare. Attraverso questa sezione del programma è possibile definire gli scenari corrispondenti ai passaggi sequenziali della ciclata visualizzata dal display della tastiera. Sono presenti due menù a discesa per ognuno dei 4 passi della ciclata. Il primo menù permette di selezionare la voce Scenario / Inserimento, mentre il secondo menù permette di scegliere fra alcune configurazioni standard o fra una serie di scenari di inserimento personalizzati (vedi "3.9 Scenari" pag. 42): Scenario P1: nell ambito delle aree di competenza, inserisce tutte le zone che hanno il checkbox Parziale 1 selezionato (se mantenute le impostazioni di default). Scenario P2: nell ambito delle aree di competenza, inserisce tutte le zone che hanno il checkbox Parziale 2 selezionato (se mantenute le impostazioni di default). Scenario P1+P2 nell ambito delle aree di competenza, inserisce tutte le zone che hanno il checkbox Parziale 1 oppure il checkbox Parziale 2 selezionato (se mantenute le impostazioni di default). Scenario n, con n da 4 a 16: vengono eseguiti tutti gli inserimenti / disinserimenti definiti nello scenario selezionato. Inserimento Totale: nell ambito delle aree di competenza, inserisce tutte le zone. Disinserimento Totale: nell ambito delle aree di competenza, disinserisce tutte le zone. 11

12 TASTI PARZIALI Attraverso questa sezione del programma è possibile definire le funzioni di inserimento associate ai tasti P1 e P2 delle tastiere. Sono presenti due menù a discesa per ognuno dei 2 tasti. Il primo menù permette di selezionare la voce Scenario/Inserimento, mentre il secondo menù permette di scegliere fra alcune configurazioni standard o fra una serie di scenari di inserimento personalizzati (vedi 3.9 Scenari pag. 42): Scenario P1: nell ambito delle aree di competenza, inserisce tutte le zone che hanno il checkbox Parziale 1 selezionato (se mantenute le impostazioni di default). Scenario P2: nell ambito delle aree di competenza, inserisce tutte le zone che hanno il checkbox Parziale 2 selezionato (se mantenute le impostazioni di default). Scenario P1+P2: nell ambito delle aree di competenza, inserisce tutte le zone che hanno il checkbox Parziale 1 oppure il checkbox Parziale 2 selezionato (se mantenute le impostazioni di default). Scenario n, con n da 4 a 16: vengono eseguiti tutti gli inserimenti / disinserimenti definiti nello scenario selezionato. TASTI FUNZIONE Vedi descrizione Tasti funzione a pag 84. BUZZER Abilitato: abilita la funzione buzzer e di conseguenza tutti le opzioni relative alla sezione. Selezionato [Reg. 7] Ingresso: il buzzer sarà attivo per la durata del tempo di ingresso. Selezionato [Reg. 8] Uscita: il buzzer sarà attivo per la durata del tempo di uscita. Selezionato [Reg. 9] Allarme: il buzzer sarà attivo per la durata del tempo di allarme. Selezionato [Reg. 1] Chime: il buzzer segnalerà l'apertura di una zona con checkbox Chime selezionato (Campanello). La durata della segnalazione è impostabile nella sezione Parametri di sistema (vedi "3.14 Parametri di sistema" pag. 69). Preallarme: il buzzer sarà attivo per la durata del tempo di preallarme. Preavviso: il buzzer sarà attivo per la durata del tempo di Preavviso inserimento automatico. Il tempo di preavviso è impostabile nella sezione Aree (vedi "3.6 Aree" pag. 37). Selezionato [Reg. 11] Beep tasto: ad ogni pressione di un tasto sarà generata una segnalazione acustica di conferma. Mancato inserimento*: Per ogni area che si trova nello stato di mancato inserimento (a seguito di un inserimento), il buzzer del dispositivo emette un suono della durata di circa 2 sec. Selezionato [Reg. 25] Inserimento/disinseriemento eseguito: il buzzer segnalerà il completamento della procedura di inserimento/disinserimento allarme Al termine della procedura di inserimento (di tutte le aree di cui si prevede un cambio di stato) verrà riprodotto un suono continuo dal buzzer per 1 secondo. Al termine della procedura di disinserimento (di tutte le aree di cui si prevede il disinserimento) verrà riprodotto un suono continuo dal buzzer per 2 secondi. Selezionato [Reg. 24] * la segnalazione di "mancato inserimento" ha la priorità sulle segnalazioni di inserimento/disinserimento. OPZIONI INVIO MESSAGGI Al verificarsi di determinati eventi, è possibile inviare SMS, , comunicazioni digitali o notifiche all app per smartphone. In questa sezione si assegna un primo permesso generale alla generazione di detti eventi. Una seconda e più dettagliata vagliatura è effettuata nella sezione Eventi Dettagliati (vedi Eventi dettagliati pag. 63), dove è possibile selezionare, per ciascuna categoria (ad es. Aree, Zone, Tastiere ecc.), gli eventi che potranno generare l invio di messaggi. Invia SMS : permette alla centrale di inviare SMS per eventi generati dal dispositivo tastiera. (Solo con modulo espansione GSM Art. VEDOGSM installato e configurato). Invia messaggi permette alla centrale di inviare messaggi di posta elettronica per eventi generati dal dispositivo tastiera (Solo con modulo espansione GSM Art. VEDOGSM o scheda IP Art. VEDOIP installati e configurati). Invia comunicazione digitale: permette alla centrale di inviare comunicazioni digitali per eventi generati dal dispositivo tastiera (Solo con linea PSTN configurata o modulo espansione GSM Art. VEDOGSM installato e configurato). Selezionato [Reg. 16] Invia notifica all App: permette alla centrale di inviare notifiche all App per smartphone per eventi generati dal dispositivo tastiera (Solo con modulo scheda IP Art. VEDOIP installato e configurato). 12

13 3.1.2 Safetouch Nel progetto non devono essere presenti Safetouch attivi o isolati [Reg. 41] Ai fini della gestione di impianto, Safetouch ha le stesse caratteristiche e le stesse funzioni di una tastiera dotata di lettore RFID. A differenza della tastiera, i tasti sono virtuali: vengono sfruttate le caratteristiche del display grafico LCD per rappresentare i tasti del dispositivo. Quando in questa sezione si farà riferimento a tasti, sarà sottinteso che si tratta di tasti virtuali. Safetouch Stato ID Descrizione Attiva Safetouch 1 Safetouch 2 Safetouch 3 Safetouch 4 Aree controllate Area Aree segnalazione tamper Aree segnalazione allarmi tecnici Opzioni Inserimento rapido Allarmi rapidi Visualizzazione stato aree Sospendi per mancanza rete Tamper abilitato Visualizzazione zone aperte Visualizzazione zone chime Morsetti I1 I2 I3 RLY In In In Out Parametri di rete Indirizzo IP Netmask Gateway Area 1 Area 2 Area 3 Tempo di visualizzazione stato impianto Illimitato Secondi 12 Cicli di allarme tamper Modalità acquisizione indirizzo Indirizzo statico Opzioni ViP Indirizzo logico 21 Area 4 Illimitato Cicli Timeout streaming video 6 secondi Area 5 Area 6 Area 7 Cicli di allarmi tecnici (bus / livelli di tensione) Illimitato Cicli Area 8 Funzioni tasto Px Funzione tasto P1 <Nessuna funzione Funzione tasto P2 Funzione tasto P3 Funzione tasto P4 <Nessuna funzione <Nessuna funzione <Nessuna funzione Funzioni tasto Fx Funzione tasto F1 Funzione tasto F2 Funzione tasto F3 <Nessuna funzione <Nessuna funzione <Nessuna funzione Buzzer Abilitato Ingresso Preallarme Uscita Preavviso Allarme Beep tasto Chime Mancato inserimento Inserimento/Disinserimento eseguito Opzioni invio messaggi Invia SMS eventi dettagliati Invia messaggi Invia comunicazione digitale Invia notifica all App PANNELLO STATO/DESCRIZIONE STATO / ID / DESCRIZIONE Vedi descrizione Stato / ID / Descrizione a pag. 83. PANNELLO AREE AREE CONTROLLATE Permette di selezionare le aree su cui il dispositivo potrà agire durante il normale funzionamento. AREA Colonna che riporta il nome delle aree presenti sull impianto. Per la modifica del nome vedi 3.6 Aree pag. 37 AREE SEGNALAZIONE TAMPER Permette di scegliere a quali aree inviare l'allarme di tipo Tamper generato dal dispositivo. AREE SEGNALAZIONE ALLARMI TECNICI Permette di scegliere a quali aree inviare gli allarmi di tipo tecnico generati dal dispositivo. 13

14 PANNELLO CONFIGURAZIONI OPZIONI Inserimento rapido: permette di inserire l impianto (totale / parziale / scenari) senza la richiesta del codice utente (non saranno consentite azioni di disinserimento totale o parziale dell impianto). Allarmi rapidi: permette di inviare allarmi mediante la pressione di un tasto funzione sul dispositivo. Visualizzazione stato aree: autorizza il dispositivo a visualizzare lo stato delle aree. Sospendi per mancanza rete: autorizza il dispositivo a spegnersi per ridurre il consumo batteria durante una mancanza di rete. Tamper abilitato: abilita il tamper del dispositivo. Visualizzazione zone aperte: autorizza il dispositivo a visualizzare le zone aperte. Visualizzazione zone chime: autorizza il dispositivo a visualizzare le zone chime aperte. TEMPO DI VISUALIZZAZIONE STATO IMPIANTO Illimitato: permette di avere le indicazioni anche ad impianto inserito, senza limitazioni di tempo. Se non è selezionato, abilita la casella Tempo. Al fine di garantire la conformità alle Normative CEI EN e , questa Opzione deve essere disabilitata. Secondi: qualora non sia attivo il checkbox Illimitato, questa casella stabilisce la durata, in secondi, della visualizzazione delle informazioni sul dispositivo all inserimento dell impianto. La segnalazione di memoria allarmi sui dispositivi di controllo è sempre visibile ad impianto disinserito anche se non è visibile lo stato dell impianto (es: impostando il tempo di visualizzazione dello stato dell impianto a zero). CICLI DI ALLARME TAMPER Illimitato: permette di generare infiniti cicli di allarme tamper. Se non è selezionato, abilita la casella Cicli. Cicli: qualora non sia attivo il checkbox Illimitato, questa casella stabilisce il numero di cicli di allarme tamper che il dispositivo selezionato può generare all'interno di un ciclo di inserimento (da un inserimento al successivo). CICLI DI ALLARME TECNICI (BUS / LIVELLI DI TENSIONE) Illimitato: permette di generare infiniti cicli di allarmi tecnici. Se non è selezionato, abilita la casella Cicli. Cicli: qualora non sia attivo il checkbox Illimitato, questa casella stabilisce il numero di cicli di allarmi tecnici che il dispositivo selezionato può generare all'interno di un ciclo di inserimento (da un inserimento al successivo). FUNZIONI TASTO PX Vedi descrizione Funzioni tasto Px pag. 83. FUNZIONI TASTO FX Vedi descrizione Tasti funzione a pag 84. BUZZER Vedi descrizione Buzzer a pag. 84. OPZIONI INVIO MESSAGGI Vedi descrizione Opzioni invio Messaggi a pag. 85. MORSETTI Safetouch prevede di serie tre morsetti configurabili come ingresso o uscita ed un quarto morsetto di sola uscita. In questo riquadro è possibile definire se ciascuno dei primi tre morsetti sarà usato come ingresso o come uscita. Cliccando sull icona del morsetto sarà possibile invertire la selezione fra In e Out e viceversa. PARAMETRI DI RETE Solo se presente e configurato modulo espansione scheda IP Art. VEDOIP. Indirizzo IP: In questa casella dovrà essere immesso l indirizzo di rete che servirà al dispositivo per essere riconosciuto e comunicare correttamente sulla rete locale con i dispositivi Pal-Ip presenti. Si tenga presente che l indirizzo dovrà far parte della stessa rete del Modulo IP presente in centrale. Netmask: In questa casella dovrà essere inserito lo stesso indirizzo netmask utilizzato per il modulo espansione scheda IP collegato alla centrale (vedi Opzioni IP pag. 5). Gateway: In questa casella dovrà essere inserito lo stesso indirizzo Gateway utilizzato per il modulo espansione scheda IP collegato alla centrale (vedi i Opzioni IP pag. 5). Modalità acquisizione indirizzo: per usi futuri. OPZIONI VIP Configurazioni per la visualizzazione delle telecamere collegate a moduli Pal-Ip Art. VEDOCCTV. Indirizzo logico: campo in cui inserire un indirizzo logico per il dispositivo. L indirizzo deve essere un numero a 8 cifre tassativamente univoco. Timeout streaming video: determina la durata della chiamata video verso le telecamere. Lo stesso valore deve essere impostato per i moduli Pal-Ip (vedi " Modulo video Pal/IP" pag. 54). Nel caso di valori diversi, farà fede quello minore. 14

15 3.1.3 Dispositivi touch Nel progetto non devono essere presenti Dispositivi touch attivi o isolati [Reg. 42] Fanno parte di questo gruppo di dispositivi: Planux Manager, Minitouch, PC Touch, Icona ViP e Icona SBC. A seconda del dispositivo selezionato alcune impostazioni saranno accessibili o meno. Dispositivi touch Stato ID Descrizione Attiva Dispos. touch 1 Dispos. touch 2 Dispos. touch 3 Dispos. touch 4 Aree controllate Area Aree segnalazione tamper Aree segnalazione allarmi tecnici Opzioni Inserimento rapido Allarmi rapidi Visualizzazione stato aree Sospendi per mancanza rete Tamper abilitato Visualizzazione zone aperte Visualizzazione zone chime Parametri di rete Tipo periferica Indirizzo IP Netmask Gateway Modalità acquisizione indirizzo Minitouch Indirizzo statico Comunicazione Bus 485 Opzioni ViP Area 1 Area 2 Area 3 Tempo di visualizzazione stato impianto Illimitato Secondi 12 Indirizzo logico 21 Timeout streaming video 6 secondi Area 4 Cicli di allarme tamper Area 5 Illimitato Cicli Area 6 Area 7 Area 8 Cicli di allarmi tecnici (bus / livelli di tensione) Illimitato Cicli Funzioni tasto Px Funzione tasto P1 Funzione tasto P2 Funzione tasto P3 Funzione tasto P4 <Nessuna funzione <Nessuna funzione <Nessuna funzione <Nessuna funzione Funzioni tasto Fx Funzione tasto F1 Funzione tasto F2 Funzione tasto F3 <Nessuna funzione <Nessuna funzione <Nessuna funzione Buzzer Abilitato Ingresso Preallarme Uscita Preavviso Allarme Mancato inserimento Chime Inserimento/Disinserimento eseguito Opzioni invio messaggi Invia SMS eventi dettagliati Invia messaggi Invia comunicazione digitale Invia notifica all App PANNELLO STATO/DESCRIZIONE STATO / ID / DESCRIZIONE Vedi descrizione Stato / ID / Descrizione a pag. 83. PANNELLO AREE AREE CONTROLLATE Permette di selezionare le aree su cui il dispositivo potrà agire durante il normale funzionamento. AREA Colonna che riporta il nome delle aree presenti sull impianto. Per la modifica del nome vedi "3.6 Aree" pag. 37 AREE SEGNALAZIONE TAMPER Permette di scegliere a quali aree inviare l'allarme di tipo Tamper generato dal dispositivo. AREE SEGNALAZIONE ALLARMI TECNICI Permette di scegliere a quali aree inviare gli allarmi di tipo tecnico generati dal dispositivo. 15

16 PANNELLO CONFIGURAZIONI OPZIONI Inserimento rapido: permette di inserire l impianto (totale / parziale / scenari) senza la richiesta del codice utente (non saranno consentite azioni di disinserimento totale o parziale dell impianto). Allarmi rapidi: permette di inviare allarmi mediante la pressione di un tasto funzione sul dispositivo. Visualizzazione stato aree: autorizza il dispositivo a visualizzare lo stato delle aree. Sospendi per mancanza rete: autorizza il dispositivo a spegnersi per ridurre il consumo batteria durante una mancanza di rete. Tamper abilitato: abilita il tamper del dispositivo. Visualizzazione zone aperte: autorizza il dispositivo a visualizzare le zone aperte. Visualizzazione zone chime: autorizza il dispositivo a visualizzare le zone chime aperte. Comunicazione: permette di visualizzare il canale con cui comunicare con la centrale. Parametro non impostabile, sola lettura. TEMPO DI VISUALIZZAZIONE STATO IMPIANTO Illimitato: permette di avere le indicazioni anche ad impianto inserito, senza limitazioni di tempo. Se non è selezionato, abilita la casella Tempo. Al fine di garantire la conformità alle Normative CEI EN e , questa opzione deve essere disabilitata. Secondi: qualora non sia attivo il checkbox Illimitato, questa casella stabilisce la durata, in secondi, della visualizzazione delle informazioni sul dispositivo all inserimento dell impianto. La segnalazione di memoria allarmi sui dispositivi di controllo è sempre visibile ad impianto disinserito anche se non è visibile lo stato dell impianto (es: impostando il tempo di visualizzazione dello stato dell impianto a zero). CICLI DI ALLARME TAMPER Illimitato: permette di generare infiniti cicli di allarme tamper. Se non è selezionato, abilita la casella Cicli. Cicli: qualora non sia attivo il checkbox Illimitato, questa casella stabilisce il numero di cicli di allarme tamper che il dispositivo selezionato può generare all'interno di un ciclo di inserimento (da un inserimento al successivo). CICLI DI ALLARME TECNICI (BUS / LIVELLI DI TENSIONE) Illimitato: permette di generare infiniti cicli di allarmi tecnici. Se non è selezionato, abilita la casella Cicli. Cicli: qualora non sia attivo il checkbox Illimitato, questa casella stabilisce il numero di cicli di allarmi tecnici che il dispositivo selezionato può generare all'interno di un ciclo di inserimento (da un inserimento al successivo). FUNZIONI TASTO PX Tasti disponibili sui dispositivi touch Planux Manager, Minitouch, Icona ViP e Icona SBC. Vedi descrizione Funzioni tasto Px pag. 83. FUNZIONI TASTO FX Tasti disponibili sui dispositivi touch Planux Manager, Minitouch, Icona ViP e Icona SBC. Vedi descrizione Tasti funzione a pag 84. BUZZER Vedi descrizione Buzzer a pag. 84. OPZIONI INVIO MESSAGGI Vedi descrizione Opzioni invio Messaggi a pag. 85. PARAMETRI DI RETE Solo se presente e configurato modulo espansione scheda IP Art. VEDOIP. Tipo periferica: da questo menu a tendina occorre selezionare il modello del dispositivo touch tra Planux Manager, Minitouch, PC Touch, Icona ViP e Icona SBC. Indirizzo IP: in questa casella dovrà essere immesso l indirizzo di rete che servirà al dispositivo per essere riconosciuto e comunicare correttamente sulla rete locale con i dispositivi Pal-Ip presenti. Si tenga presente che l indirizzo dovrà far parte della stessa rete del Modulo IP presente in centrale. Netmask: in questa casella dovrà essere inserito lo stesso indirizzo netmask utilizzato per il modulo espansione scheda IP collegato alla centrale (vedi Opzioni IP pag. 5). Gateway: in questa casella dovrà essere inserito lo stesso indirizzo Gateway utilizzato per il modulo espansione scheda IP collegato alla centrale (vedi Opzioni IP pag. 5). Modalità acquisizione indirizzo: permette di visualizzare la modalità con la quale acquisire un indirizzo IP. Parametro non impostabile, sola lettura. OPZIONI VIP Configurazioni per la visualizzazione delle telecamere collegate a moduli Pal-Ip Art. VEDOCCTV. Indirizzo logico: campo in cui inserire un indirizzo logico per il dispositivo. L indirizzo deve essere un numero a 8 cifre tassativamente univoco. Timeout streaming video: determina la durata della chiamata video verso le telecamere. Lo stesso valore deve essere impostato per i moduli Pal-Ip (vedi " Modulo video Pal/IP" pag. 54). Nel caso di valori diversi, farà fede quello minore. 16

17 3.1.4 Lettori RFID Nel progetto non devono essere presenti Lettori RFID attivi o isolati [Reg. 43] Lettori RFID Stato ID Descrizione Attiva Lettore 1 Lettore 2 Lettore 3 Lettore 4 Attiva 5 Lettore 5 6 Lettore 6 7 Lettore 7 Aree controllate Area Aree segnalazione tamper Aree segnalazione allarmi tecnici Tempo di accensione led su chiave di prossimità Illimitato Secondi (+3) Cicli allarme tamper Illimitato Cicli Cicli di allarmi tecnici (bus / livelli di tensione) Illimitato Cicli 8 Lettore 8 Area 1 Azioni ciclata Azioni ciclata LED rosso Scenario / Inserime Inserimento totale Area 2 Azioni ciclata LED giallo Scenario / Inserime Scenario P1 Area 3 Azioni ciclata LED blu Scenario / Inserime Scenario P2 Area 4 Area 5 Area 6 Area 7 Azioni ciclata LED verde Buzzer Abilitato Scenario / Inserime Scenario P1+P2 Area 8 Ingresso Preallarme Uscita Preavviso Allarme Mancato inserimento Chime Inserimento/Disinserimento eseguito Inserimento forzato Opzioni invio messaggi Invia SMS eventi dettagliati Invia messaggi Invia comunicazione digitale Invia notifica all App PANNELLO STATO/DESCRIZIONE STATO / ID / DESCRIZIONE Vedi descrizione Stato / ID / Descrizione a pag. 83. PANNELLO AREE AREE CONTROLLATE Permette di selezionare le aree su cui il dispositivo potrà agire durante il normale funzionamento. AREA Colonna che riporta il nome delle aree presenti sull impianto. Per la modifica del nome vedi "3.6 Aree" pag. 37 AREE SEGNALAZIONE TAMPER Permette di scegliere a quali aree inviare l'allarme di tipo Tamper generato dal dispositivo. AREE SEGNALAZIONE ALLARMI TECNICI Permette di scegliere a quali aree inviare gli allarmi di tipo tecnico generati dal dispositivo. PANNELLO CONFIGURAZIONI TEMPO DI ACCENSIONE LED SU CHIAVE DI PROSSIMITÀ Illimitato: permette la visualizzazione continuata delle informazioni fornite dai 4 led del lettore. Se non è selezionato, abilita la casella Tempo. Al fine di garantire la conformità alle Normative CEI EN e , questa opzione deve essere disabilitata. Secondi: qualora non sia attivo il checkbox Illimitato, questa casella stabilisce il tempo, espresso in secondi, durante il quale il lettore RFID è abilitato a mostrare le informazioni associate ai suoi led, dopo la presentazione di una chiave RFID valida ed autorizzata. Al tempo selezionato il sistema aggiungerà automaticamente 3 secondi. CICLI DI ALLARME TAMPER Illimitato: permette di generare infiniti cicli di allarme tamper. Se non è selezionato, abilita la casella Cicli. Cicli: qualora non sia attivo il checkbox Illimitato, questa casella stabilisce il numero di cicli di allarme tamper che il dispositivo selezionato può generare all'interno di un ciclo di inserimento (da un inserimento al successivo). CICLI DI ALLARME TECNICI (BUS / LIVELLI DI TENSIONE) Illimitato: permette di generare infiniti cicli di allarmi tecnici. Se non è selezionato, abilita la casella Cicli. Cicli: qualora non sia attivo il checkbox Illimitato, questa casella stabilisce il numero di cicli di allarmi tecnici che il dispositivo selezionato può generare all'interno di un ciclo di inserimento (da un inserimento al successivo). 17

18 AZIONI CICLATA Quando si avvicina una chiave RFID valida ed autorizzata ad un lettore RFID, oltre ad effettuare un Inserimento totale o uno Spegnimento totale (delle aree di competenza) è possibile inserire l impianto in modo personalizzato (vedi manuale utilizzo lettore RFID Art. VEDOPROX per modalità uso di questa funzione). Utilizzando questa procedura di inserimento, sul lettore RFID verranno visualizzati a ciclo gli scenari impostati (Max 4) attraverso i led e l utente dovrà scegliere quale attivare. Attraverso questa sezione del programma è possibile definire gli scenari corrispondenti ai passaggi sequenziali della ciclata visualizzata dai led del lettore RFID. Sono presenti due menù a discesa per ognuno dei 4 passi della ciclata (identificati dai colori dei 4 led presenti sul lettore RFID). Il primo menù permette di selezionare la voce Scenario / Inserimento, mentre il secondo menù permette di scegliere fra alcune configurazioni standard o fra una serie di scenari di inserimento personalizzati (vedi "3.9 Scenari" pag. 42): Scenario P1: nell ambito delle aree di competenza, inserisce tutte le zone che hanno il checkbox Parziale 1 selezionato (se mantenute le impostazioni di default). Scenario P2: nell ambito delle aree di competenza, inserisce tutte le zone che hanno il checkbox Parziale 2 selezionato (se mantenute le impostazioni di default). Scenario P1+P2: nell ambito delle aree di competenza, inserisce tutte le zone che hanno il checkbox Parziale 1 oppure il checkbox Parziale 2 selezionato (se mantenute le impostazioni di default). Scenario n, con n da 4 a 16: vengono eseguiti tutti gli inserimenti / disinserimenti definiti nello scenario selezionato. Inserimento Totale: nell ambito delle aree di competenza, inserisce tutte le zone. Disinserimento Totale: nell ambito delle aree di competenza, disinserisce tutte le zone. BUZZER Vedi descrizione Buzzer a pag. 84. INSERIMENTO FORZATO Quando abilitata la funzione, il lettore RFID eseguirà sempre l inserimento, forzando le condizioni di blocco dell inserimento. OPZIONI INVIO MESSAGGI Vedi descrizione Opzioni invio Messaggi a pag. 85. SIGNIFICATO LED LETTORE IN CONDIZIONI NORMALI ROSSO GIALLO BLU VERDE SPENTO Tutte le aree su cui il lettore ha competenza, sono disinserite. Inoltre non ci sono allarmi memorizzati relativamente alle stesse aree. ACCESO È attivo il profilo di inserimento associato al led ROSSO (*) È attivo il profilo di inserimento associato al led GIALLO (*) È attivo il profilo di inserimento associato al led BLU (*) È attivo il profilo di inserimento associato al led VERDE (*) LAMPEGGIO LENTO Tutte le aree su cui il lettore ha competenza, sono disinserite. Inoltre è presente memoria di allarme o sabotaggio di area, o memoria di sabotaggio centrale. Impianto inserito con scenario sconosciuto (non salvato) LAMPEGGIO VELOCE Almeno una delle aree su cui il lettore ha competenza è inserita. Inoltre è presente memoria di allarme o sabotaggio di area, o memoria di sabotaggio centrale. Una o più anomalie sono state rilevate sulle aree di competenza del lettore e/o è presente un guasto di sistema. Almeno un area su cui il lettore ha competenza non è pronta all inserimento. (*) Le indicazioni relative allo stato di led ACCESO hanno la priorità sulle altre indicazioni (lampeggi) eventualmente presenti. Fa eccezione la memoria allarme, Rosso Lampeggiante che ha priorità sul led Rosso Acceso. SIGNIFICATO LED LETTORE DURANTE PRESENTAZIONE CHIAVE ROSSO GIALLO BLU VERDE SPENTO Richiesta di disinserimento di tutte le aree su cui ha competenza il lettore. ACCESO Richiesta di attivazione del profilo di inserimento associato al led ROSSO Richiesta di attivazione del profilo di inserimento associato al led GIALLO Richiesta di attivazione del profilo di inserimento associato al led BLU Richiesta di attivazione del profilo di inserimento associato al led VERDE LAMPEGGIO VELOCE Il lettore sta effettuando una forzatura del profilo di inserimento associato al led ROSSO (*) Il lettore sta effettuando una forzatura del profilo di inserimento associato al led GIALLO (*) Il lettore sta effettuando una forzatura del profilo di inserimento associato al led BLU (*) Il lettore sta effettuando una forzatura del profilo di inserimento associato al led VERDE (*) (*) La forzatura avviene per superare una condizione di non pronto di una o più zone associate alle aree di competenza del lettore, e / o una anomalia che è possibile scavalcare grazie alle scelte effettuate al momento della configurazione della centrale. 18

19 3.1.5 App Phone Nel progetto non devono essere presenti App attive o isolate [Reg. 44] REQUISITI DI IMPIANTO: Software SafeManager installato su PC versione 2.2. o superiore. Centrale VEDO1, VEDO34 o VEDO68 versione 2.2. o superiore. Scheda di rete IP Art. VEDOIP versione 2.2. o superiore. Modulo PAL IP Art. VEDOCCTV versione 2.2. o superiore (necessario se si desidera vedere le telecamere dalla APP). Telecamera collegata al modulo PAL IP (necessario se si desidera vedere le telecamere dalla App). Connessione internet (per l'utilizzo della App da remoto). COME PROCEDERE 1. In Parametri di Sistema abilitare la scheda di rete IP. Parametri di sistema Presenza espansioni GSM PSTN Scheda di rete (lp) Audio Domotica Parla Ascolta 2. In "Opzioni IP" verificare che l'indirizzo IP della scheda di rete del modulo sia compatibile con la rete del router. Opzioni IP Opzioni Controllo presenza connessione ad internet Abilita DHCP (ottieni indirizzo IP automaticamente) IP Address Subnet mask Gateway DNS primario DNS secondario Nome host IP? 3. In "Modulo Video Pal-Ip" attivare il modulo PAL IP (se presente). Ai fini dell'ottenimento della certificazione nel progetto non devono essere presenti Moduli Pal/Ip [Reg. 14] Modulo video Pal-Ip Stato ID Descrizione Attiva 1 Pal/Ip 1 2 Pal/Ip 2 Area Visualizza allarmi tecnici 4. In "Modulo Video Pal-Ip" premere "Assegna nuovo IP al modulo..." per impostare un indirizzo IP compatibile e inviare la programmazione con "esegui" (vedi Configurazione di un modulo Pal/IP, Modulo video Pal/IP pag. 54). Ingre... Programmazione parametri Pal-Ip Area 2 Modulo video Pal-Ip da aggiornarearea 3 Indirizzo IP attuale (modulo video Pal-Ip) Area 4... Area 5 Nuovo indirizzo IP Area 6 Nuova netmask Area 7 Gateway Area 8 Modalità acquisizione video Indirizzo statico Ping Ping Centrale allarme Indirizzo IP attuale (centrale) Ping Esegui Chiudi 5. In "Modulo Video Pal-Ip" nella sezione "telecamere installate" selezionare quante telecamere sono collegate e a che aree fanno riferimento; al campo "Modalità acquisizione video selezionare PAL. 6. Nella sezione "App phone" attivare quante App su dispositivi mobili potranno collegarsi alla centrale (max 8), configurare il dispositivo settando i seguenti parametri e impostare le notifiche che si vogliono ricevere dalla sezione "Eventi dettagliati" (vedi " Eventi dettagliati" pag. 63). 19

20 App Phone Stato ID Descrizione Attiva App 1 App 2 App 3 App 4 Attiva 5 App 5 6 App 6 Aree controllate Area Aree segnalazione tamper Opzioni Inserimento rapido Allarmi rapidi Tempo di visualizzazione stato impianto illimitato Cicli allarme tamper Illimitato Cicli App 7 App 8 Tasti funzione Funzione tasto F1 Comando Stop allarmi Area 1 Area 2 Area 3 Area 4 Area 5 Funzione tasto F2 Funzione tasto F3 Funzione tasto F4 Funzione tasto F5 Comando Scenario / Inserime Scenario / Inserime <Nessuna funzione> Reset allarmi Inserimento totale Disinserimento total Area 6 Funzione tasto F6 <Nessuna funzione> Area 7 Funzione tasto F7 <Nessuna funzione> Area 8 Funzione tasto F8 <Nessuna funzione> Opzioni ViP Indirizzo logico 11 Timeout streaming video 6 secondi Opzioni invio messaggi Invia SMS eventi dettagliati Invia messaggi Invia comunicazione digitale Invia notifica all App PANNELLO STATO/DESCRIZIONE STATO / ID / DESCRIZIONE Vedi descrizione Stato / ID / Descrizione a pag. 83. PANNELLO AREE AREE CONTROLLATE Permette di selezionare le aree su cui il dispositivo potrà agire durante il normale funzionamento. AREA Colonna che riporta il nome delle aree presenti sull impianto. Per la modifica del nome vedi 3.6 Aree pag. 37. AREE SEGNALAZIONE TAMPER Permette di scegliere a quali aree inviare l'allarme di tipo Tamper generato dal dispositivo. PANNELLO CONFIGURAZIONI OPZIONI Inserimento rapido: per usi futuri. Allarmi rapidi: per usi futuri. Tempo di visualizzazione stato impianto illimitato: consente se abilitato, di visualizzare il testo delle notifiche ricevute con la app in background anche senza inserire la password utente; altrimenti l autenticazione è necessaria. CICLI DI ALLARME TAMPER Illimitato: permette di generare infiniti cicli di allarme tamper. Se non è selezionato, abilita la casella Cicli. Cicli: qualora non sia attivo il checkbox illimitato, questa casella stabilisce il numero di cicli di allarme tamper che il dispositivo selezionato può generare all'interno di un ciclo di inserimento (da un inserimento al successivo). FUNZIONI TASTO FX Vedi descrizione Tasti funzione a pag 84. I tasti funzione F5, F6, F7, F8, saranno disponibili solo a partire dalla versione 2.3.x della App Vedo. OPZIONI VIP Configurazioni per la visualizzazione delle telecamere collegate a moduli Pal-Ip Art. VEDOCCTV. Indirizzo logico: campo in cui inserire un indirizzo logico per il dispositivo. L indirizzo deve essere un numero a 8 cifre tassativamente univoco. 2 Timeout streaming video: Determina la durata massima di una chiamata video; l utente può sempre terminare la chiamata tramite apposito tasto all interno dell App. Lo stesso valore deve essere impostato per i moduli Pal-Ip (vedi " Modulo video Pal/IP" pag. 54). Nel caso di valori diversi, farà fede quello minore. OPZIONI INVIO MESSAGGI Vedi descrizione Opzioni invio Messaggi a pag. 85.

IT MANUALE TECNICO. Manuale tecnico programmazione centrali allarme serie VEDO. www.comelitgroup.com

IT MANUALE TECNICO. Manuale tecnico programmazione centrali allarme serie VEDO. www.comelitgroup.com IT MANUALE TECNICO Manuale tecnico programmazione centrali allarme serie VEDO www.comelitgroup.com Installazione software Safe Manager Art. 3006... 4 Prerequisiti sistema...4 Procedura di installazione

Dettagli

Manuale Programmazione Sistema Elite

Manuale Programmazione Sistema Elite IT Manuale Programmazione Sistema Elite MP_ver.1.0 Manuale di programmazione INSTALLAZIONE SOFTWARE ELITE SECURITY SUITE... 4 Prerequisiti sistema...4 Procedura di installazione del programma...4 Disabilitare

Dettagli

informa News tecniche 2013

informa News tecniche 2013 informa News tecniche 2013 Indice news Tecnoalarm informa Argomento n. 3 Utilizzo di Universal Touch Screen e APP n. 9 Cavi halogen free n. 11 Chiavi software - abilitazioni n. 13 Aggiornamento firmware

Dettagli

PROGRAMMATORE CENTRALI 2012 - GUIDA RAPIDA AL SOFTWARE 11 luglio 2012

PROGRAMMATORE CENTRALI 2012 - GUIDA RAPIDA AL SOFTWARE 11 luglio 2012 INSTALLAZIONE DEL SOFTWARE Eseguire il file di SetupCentraliCombivox.exe, selezionando la lingua e la cartella di installazione. SetupCentraliCom bivox.exe Durante l installazione, è possibile creare un

Dettagli

TiAxoluteNighterAndWhiceStation

TiAxoluteNighterAndWhiceStation 09/09-01 PC Manuale d uso TiAxoluteNighterAndWhiceStation Software di configurazione Video Station 349320-349321 3 INDICE 1. Requisiti Hardware e Software 4 2. Installazione 4 3. Concetti fondamentali

Dettagli

SendMedMalattia v. 1.0. Manuale d uso

SendMedMalattia v. 1.0. Manuale d uso 2 SendMedMalattia v. 1.0 Pagina 1 di 25 I n d i c e 1) Introduzione...3 2) Installazione...4 3) Prima dell avvio di SendMedMalattia...9 4) Primo Avvio: Inserimento dei dati del Medico di famiglia...11

Dettagli

345020-345021. TiIrydeTouchPhone. Istruzioni d uso 10/11-01 PC

345020-345021. TiIrydeTouchPhone. Istruzioni d uso 10/11-01 PC 345020-345021 TiIrydeTouchPhone Istruzioni d uso 10/11-01 PC 2 TiIrydeTouchPhone Istruzioni d uso Indice 1. Requisiti Hardware e Software 4 1.1 Requisiti minimi Hardware 4 1.2 Requisiti minimi Software

Dettagli

FidelJob gestione Card di fidelizzazione

FidelJob gestione Card di fidelizzazione FidelJob gestione Card di fidelizzazione Software di gestione card con credito in Punti o in Euro ad incremento o a decremento, con funzioni di ricarica Card o scala credito da Card. Versione archivio

Dettagli

PowerLink Pro. Interfaccia web per centrali PowerMax Pro 1: INTRODUZIONE. Nota :

PowerLink Pro. Interfaccia web per centrali PowerMax Pro 1: INTRODUZIONE. Nota : PowerLink Pro Interfaccia web per centrali PowerMax Pro 1: INTRODUZIONE Il PowerLink Pro permette di visualizzare e gestire il sistema PowerMax Pro tramite internet. La gestione è possibile da una qualunque

Dettagli

IRSplit. Istruzioni d uso 07/10-01 PC

IRSplit. Istruzioni d uso 07/10-01 PC 3456 IRSplit Istruzioni d uso 07/10-01 PC 2 IRSplit Istruzioni d uso Indice 1. Requisiti Hardware e Software 4 1.1 Requisiti Hardware 4 1.2 Requisiti Software 4 2. Installazione 4 3. Concetti fondamentali

Dettagli

BMSO1001. Management Utilities. Istruzioni d uso 02/10-01 PC

BMSO1001. Management Utilities. Istruzioni d uso 02/10-01 PC BMSO1001 Management Utilities Istruzioni d uso 02/10-01 PC 2 Management Utilities Istruzioni d uso Indice 1. Requisiti Hardware e Software 4 1.1 Requisiti Hardware 4 1.2 Requisiti Software 4 2. Concetti

Dettagli

Trasmissione del certificato medico di malattia per zone non raggiunte da adsl (internet a banda larga).

Trasmissione del certificato medico di malattia per zone non raggiunte da adsl (internet a banda larga). Direzione Centrale Sistemi Informativi e Tecnologici Direzione Centrale Prestazioni a Sostegno del Reddito Coordinamento Generale Medico Legale Roma, 10-03-2011 Messaggio n. 6143 Allegati n.1 OGGETTO:

Dettagli

BMSO1001. Virtual Configurator. Istruzioni d uso 02/10-01 PC

BMSO1001. Virtual Configurator. Istruzioni d uso 02/10-01 PC BMSO1001 Virtual Configurator Istruzioni d uso 02/10-01 PC 2 Virtual Configurator Istruzioni d uso Indice 1. Requisiti Hardware e Software 4 1.1 Requisiti Hardware 4 1.2 Requisiti Software 4 2. Concetti

Dettagli

Tutor System v 3.0 Guida all installazione ed all uso. Tutor System SVG. Guida all'installazione ed all uso

Tutor System v 3.0 Guida all installazione ed all uso. Tutor System SVG. Guida all'installazione ed all uso Tutor System SVG Guida all'installazione ed all uso Il contenuto di questa guida è copyright 2010 di SCM GROUP SPA. La guida può essere utilizzata solo al fine di supporto all'uso del software Tutor System

Dettagli

Guida all Utilizzo del Posto Operatore su PC

Guida all Utilizzo del Posto Operatore su PC Guida all Utilizzo del Posto Operatore su PC 1 Introduzione Indice Accesso all applicazione 3 Installazione di Vodafone Applicazione Centralino 3 Utilizzo dell Applicazione Centralino con accessi ad internet

Dettagli

TRASMISSIONE DEL CERTIFICATO MEDICO DI MALATTIA PER ZONE NON RAGGIUNTE DA ADSL

TRASMISSIONE DEL CERTIFICATO MEDICO DI MALATTIA PER ZONE NON RAGGIUNTE DA ADSL Federazione Lavoratori Pubblici e Funzioni Pubbliche Dipartimento Studi e Legislazione 00187 ROMA Via Piave 61 sito internet: www.flp.it Email: flp@flp.it tel. 06/42000358 06/42010899 fax. 06/42010628

Dettagli

Versione 1.0. Manuale d uso. del Controllo stereo (art. L4561N) TiStereoControl. Software per la configurazione 02/08-01 PC

Versione 1.0. Manuale d uso. del Controllo stereo (art. L4561N) TiStereoControl. Software per la configurazione 02/08-01 PC Versione 1.0 02/08-01 PC Manuale d uso TiStereoControl Software per la configurazione del Controllo stereo (art. L4561N) TiStereoControl 2 3 INDICE 1. Requisiti Hardware e Software 4 2. Installazione 4

Dettagli

SERIE RUNNER. Manuale veloce di installazione. Ver 15.01.08 SERIE RUNNER MANUALE VELOCE DI INSTALLAZIONE 1

SERIE RUNNER. Manuale veloce di installazione. Ver 15.01.08 SERIE RUNNER MANUALE VELOCE DI INSTALLAZIONE 1 SERIE RUNNER Manuale veloce di installazione Ver 15.01.08 SERIE RUNNER MANUALE VELOCE DI INSTALLAZIONE 1 Sommario: 0.0 Avvertenze pag. 3 0.1 Introduzione pag. 3 0.2 Prima di iniziare pag. 3 1.0 Inizio

Dettagli

GUIDA UTENTE WEB PROFILES

GUIDA UTENTE WEB PROFILES GUIDA UTENTE WEB PROFILES GUIDA UTENTE WEB PROFILES... 1 Installazione... 2 Primo avvio e registrazione... 5 Utilizzo di web profiles... 6 Gestione dei profili... 8 Fasce orarie... 13 Log siti... 14 Pag.

Dettagli

Procedure per l upgrade del firmware dell Agility

Procedure per l upgrade del firmware dell Agility Procedure per l upgrade del firmware dell Agility L aggiornamento firmware, qualsiasi sia il metodo usato, normalmente non comporta il ripristino dei valori di fabbrica della Centrale tranne quando l aggiornamento

Dettagli

Guida Connessione Rete WiFi HotSpot Internavigare

Guida Connessione Rete WiFi HotSpot Internavigare Guida Connessione Rete WiFi HotSpot Internavigare Indice: - 1.1 Configurazione Windows Xp 2.1 Configurazione Windows Vista 3.1 Configurazione Windows Seven 1.1 - WINDOWS XP Seguire i seguenti passi per

Dettagli

Vox. Manuale di Installazione ed Uso. - Versione 1.0 - www.amcelettronica.com. Vox

Vox. Manuale di Installazione ed Uso. - Versione 1.0 - www.amcelettronica.com. Vox Manuale di Installazione ed Uso - Versione 1.0 - Indice INTRODUZIONE 3 SCHEDA E COLLEGAMENTI 3 LED DI SEGNALAZIONE DELLO STATO OPERATIVO 4 DEFAULT RESET 4 PROGRAMMAZIONE 4 wizard tecnico 5 FUNZIONE INGRESSI

Dettagli

PROCEDURA DI INSTALLAZIONE DRIVER WINDOWS 8 (32 O 64 BIT)

PROCEDURA DI INSTALLAZIONE DRIVER WINDOWS 8 (32 O 64 BIT) PROCEDURA DI INSTALLAZIONE DRIVER WINDOWS 8 (32 O 64 BIT) PREMESSA: Per installare i driver corretti è necessario sapere se il tipo di sistema operativo utilizzato è a 32 bit o 64 bit. Qualora non si conosca

Dettagli

Guida all Utilizzo dell Applicazione Centralino

Guida all Utilizzo dell Applicazione Centralino Guida all Utilizzo dell Applicazione Centralino 1 Introduzione Indice Accesso all applicazione 3 Installazione di Vodafone Applicazione Centralino 3 Utilizzo dell Applicazione Centralino con accessi ad

Dettagli

Manuale MOBILE APP EVOLUZIONE UFFICIO

Manuale MOBILE APP EVOLUZIONE UFFICIO Manuale MOBILE APP EVOLUZIONE UFFICIO Guida per terminali ANDROID Release 1.1 1 Sommario 1 INTRODUZIONE... 3 2 INSTALLAZIONE DELL APP... 4 3 AVVIO DELL APP... 6 4 EFFETTUARE UNA CHIAMATA... 7 4.1 SERVIZIO

Dettagli

BMSO1001. Virtual Switch. Istruzioni d uso 02/10-01 PC

BMSO1001. Virtual Switch. Istruzioni d uso 02/10-01 PC BMSO1001 Virtual Switch Istruzioni d uso 02/10-01 PC 2 Virtual Switch Istruzioni d uso Indice 1. Requisiti Hardware e Software 4 1.1 Requisiti Hardware 4 1.2 Requisiti Software 4 2. Concetti fondamentali

Dettagli

Manuale d uso software Gestione Documenti

Manuale d uso software Gestione Documenti Manuale d uso software Gestione Documenti 1 Installazione del Programma Il programma Gestione Documenti può essere scaricato dal sito www.studioinformaticasnc.com oppure può essere richiesto l invio del

Dettagli

Manuale per la configurazione di AziendaSoft in rete

Manuale per la configurazione di AziendaSoft in rete Manuale per la configurazione di AziendaSoft in rete Data del manuale: 7/5/2013 Aggiornamento del manuale: 2.0 del 10/2/2014 Immagini tratte da Windows 7 Versione di AziendaSoft 7 Sommario 1. Premessa...

Dettagli

Interfaccia software per pc

Interfaccia software per pc Interfaccia software per pc Istruzioni per l uso Grazie per aver scelto un prodotto Esse-ti Questo prodotto è stato progettato appositamente per facilitare l'utente nelle attività telefoniche quotidiane.

Dettagli

Hi-Pro 832 Hotel GUIDA RAPIDA

Hi-Pro 832 Hotel GUIDA RAPIDA Hi-Pro 832 Hotel GUIDA RAPIDA 7IS-80376 29/06/2015 SOMMARIO FUNZIONI ALBERGHIERE... 3 Richiamo funzioni tramite menu... 3 Check-in... 3 Costi... 4 Cabine... 4 Stampe... 5 Sveglia... 6 Credito... 6 Stato

Dettagli

RECUPERO CREDENZIALI PER L ACCESSO AI SERVIZI SAL REGIONALI... 8. B informazioni Generali...11 Medico selezionato...11

RECUPERO CREDENZIALI PER L ACCESSO AI SERVIZI SAL REGIONALI... 8. B informazioni Generali...11 Medico selezionato...11 Sommario ASSISTENZA TECNICA AL PROGETTO... 2 PREREQUISITI SOFTWARE PER L INSTALLAZIONE... 3 INSTALLAZIONE SULLA POSTAZIONE DI LAVORO... 3 INSERIMENTO LICENZA ADD ON PER L ATTIVAZIONE DEL PROGETTO... 4

Dettagli

DS80KT1J-004 Gestione Famiglia serie MB10. Web Server Guida all impostazione

DS80KT1J-004 Gestione Famiglia serie MB10. Web Server Guida all impostazione DS80KT1J-004 Gestione Famiglia serie MB10 Web Server Guida all impostazione Le informazioni contenute in questo documento sono state raccolte e controllate con cura, tuttavia la società non può essere

Dettagli

TS-CNS. Tessera Sanitaria Carta Nazionale dei Servizi. Manuale di installazione e configurazione. Versione 04.00 del 05.09.2014

TS-CNS. Tessera Sanitaria Carta Nazionale dei Servizi. Manuale di installazione e configurazione. Versione 04.00 del 05.09.2014 TS-CNS Tessera Sanitaria Carta Nazionale dei Servizi Versione 04.00 del 05.09.2014 - Sistema Operativo Microsoft Windows 32/64 bit - Carte Athena Per conoscere tutti i servizi della TS CNS visita il sito:

Dettagli

Procedura aggiornamento firmware

Procedura aggiornamento firmware Procedura aggiornamento firmware Sommario Introduzione... 3 Caratteristiche versione firmware... 3 Strumentazione necessaria e requisiti di base... 3 Operazioni preliminari... 4 Procedura aggiornamento...

Dettagli

Agritherm50. Software per la visualizzazione e controllo delle temperature SPECIFICHE

Agritherm50. Software per la visualizzazione e controllo delle temperature SPECIFICHE Agritherm50 documentazione tecnica 825A143A Software per la visualizzazione e controllo delle temperature Sistema di monitoraggio e supervisione Rilevamento in continuo di tutti i punti di lettura di sonde

Dettagli

ALLNET ALL7950 SIP PHONE GUIDA ALL INSTALLAZIONE

ALLNET ALL7950 SIP PHONE GUIDA ALL INSTALLAZIONE pag.1 ALLNET ALL7950 SIP PHONE GUIDA ALL INSTALLAZIONE pag.2 INDICE SERVIZIO VOIP SKYPHO...3 COMPONENTI PRESENTI NELLA SCATOLA DEL ALL7950...3 COLLEGAMENTO FISICO APPARATO...4 ACCESSO ALL'APPARATO...6

Dettagli

English MCS. Money Counting Software. DEUTsCH. Manuale utente

English MCS. Money Counting Software. DEUTsCH. Manuale utente ITALIANO ESPAÑOL FRANçAIS NEDERLANDS English MCS DEUTsCH PORTUGUÊS Money Counting Software Manuale utente Software per contare il denaro di Safescan Grazie per aver scelto il software per contare il denaro

Dettagli

Manuale Utilizzo App Intercall ViP

Manuale Utilizzo App Intercall ViP IT MANUALE UTILIZZO Manuale Utilizzo App Intercall ViP PER DISPOSITIVI: www.comelitgroup.com Indice Installazione App Intercall ViP... Configurazione indirizzo Vip... 4 Rispondere a una chiamata... 5 Gestione

Dettagli

Manuale di configurazione CONNECT GW

Manuale di configurazione CONNECT GW Modulo gateway FA00386-IT B A 2 10 Manuale di configurazione CONNECT GW INFORMAZIONI GENERALI Per connettere una o più automazioni al portale CAME Cloud o ad una rete locale dedicata e rendere possibile

Dettagli

Guida per l'installazione SENSORE PER RADIOVIDEOGRAFIA RX4. Responsabile di redazione: Francesco Combe Revisione: Ottobre 2012

Guida per l'installazione SENSORE PER RADIOVIDEOGRAFIA RX4. Responsabile di redazione: Francesco Combe Revisione: Ottobre 2012 Guida per l'installazione SENSORE PER RADIOVIDEOGRAFIA RX4 Responsabile di redazione: Francesco Combe FH056 Revisione: Ottobre 2012 CSN INDUSTRIE srl via Aquileja 43/B, 20092 Cinisello B. MI tel. +39 02.6186111

Dettagli

TS-CNS. Tessera Sanitaria Carta Nazionale dei Servizi. Manuale di installazione e configurazione. Versione 02.00 del 21.01.2014

TS-CNS. Tessera Sanitaria Carta Nazionale dei Servizi. Manuale di installazione e configurazione. Versione 02.00 del 21.01.2014 TS-CNS Tessera Sanitaria Carta Nazionale dei Servizi Versione 02.00 del 21.01.2014 - Sistema Operativo Microsoft Windows 32/64 bit - Carte Athena Per conoscere tutti i servizi della TS CNS visita il sito:

Dettagli

ALLNET ALL7950 SIP PHONE GUIDA ALL INSTALLAZIONE

ALLNET ALL7950 SIP PHONE GUIDA ALL INSTALLAZIONE ALLNET ALL7950 SIP PHONE GUIDA ALL INSTALLAZIONE SIP PHONE ALLNET ALL7950 Guida all installazione Rev1-0 pag.2 INDICE SERVIZIO EUTELIAVOIP...3 COMPONENTI PRESENTI NELLA SCATOLA DEL TELEFONO ALL7950...3

Dettagli

GUIDA AL PRIMO AVVIO E MANUALE D USO

GUIDA AL PRIMO AVVIO E MANUALE D USO GUIDA AL PRIMO AVVIO E MANUALE D USO Informazioni preliminari Il primo avvio deve essere fatto sul Server (il pc sul quale dovrà risiedere il database). Verificare di aver installato MSDE sul Server prima

Dettagli

PER IL CONTROLLO E LA GESTIONE

PER IL CONTROLLO E LA GESTIONE ENTERPRISE 2006 INTERFACCIA GRAFICA PER IL CONTROLLO E LA GESTIONE DI SISTEMI 1019 MANUALE UTENTE MANUALE UTENTE Enterprise-ITA-27-05-2008 2006 1 Sommario Introduzione... 3 Release... 3 Principali caratteristiche...

Dettagli

Manuale d uso e configurazione

Manuale d uso e configurazione Manuale d uso e configurazione Versione 1.0 1 Introduzione Questa applicazione consente di gestire le principali funzioni delle centrali Xpanel, imx e Solo da un dispositivo mobile dotato di sistema operativo

Dettagli

Manuale Utente MyFastPage

Manuale Utente MyFastPage Manuale MyFastPage Utente Elenco dei contenuti 1. Cosa è MyVoice Home?... 4 1.1. Introduzione... 5 2. Utilizzo del servizio... 6 2.1. Accesso... 6 2.2. Disconnessione... 7 2.3. Configurazione base Profilo

Dettagli

Registro unico Antiriciclaggio

Registro unico Antiriciclaggio Registro unico Antiriciclaggio VERSIONE PROFESSIONISTI E CED VERSIONE 4.0.0 Sommario Introduzione... 4 Requisiti di sistema... 5 Installazione del software... 6 Verifica automatica dei requisiti di installazione...

Dettagli

. A primi passi con microsoft a.ccepss SommarIo: i S 1. aprire e chiudere microsoft access Start (o avvio) l i b tutti i pro- grammi

. A primi passi con microsoft a.ccepss SommarIo: i S 1. aprire e chiudere microsoft access Start (o avvio) l i b tutti i pro- grammi Capitolo Terzo Primi passi con Microsoft Access Sommario: 1. Aprire e chiudere Microsoft Access. - 2. Aprire un database esistente. - 3. La barra multifunzione di Microsoft Access 2007. - 4. Creare e salvare

Dettagli

GUIDA CONFIGURAZIONE ED UTILIZZO GPS SAFE COME ANTIFURTO PER MOTO

GUIDA CONFIGURAZIONE ED UTILIZZO GPS SAFE COME ANTIFURTO PER MOTO GUIDA CFIGURAZIE ED UTILIZZO GPS SAFE COME ANTIFURTO PER MOTO Sommario: Download ed aggiornamento firmware GPS SAFE... 3 Track Manager, download ed installazione.... 4 Configurazione GPS SAFE ed utilizzo

Dettagli

Guida Rapida Utente. 8. Per completare la registrazione aprire il messaggio e-mail ricevuto subito. 4. Cliccare su INVIO.

Guida Rapida Utente. 8. Per completare la registrazione aprire il messaggio e-mail ricevuto subito. 4. Cliccare su INVIO. Guida Rapida Utente Congratulazioni per aver scelto il Sistema di Sicurezza LightSYS di RISCO. Questa Guida Rapida descrive le funzioni utente principali del prodotto. Per consultare il manuale utente

Dettagli

GUIDA UTENTE BILLIARDS COUNTER (Vers. 1.2.0)

GUIDA UTENTE BILLIARDS COUNTER (Vers. 1.2.0) ------------------------------------------------- GUIDA UTENTE BILLIARDS COUNTER (Vers. 1.2.0) GUIDA UTENTE BILLIARDS COUNTER (Vers. 1.2.0)... 1 Installazione Billiards Counter... 2 Primo avvio e configurazione

Dettagli

PhoneSuite Manuale dell utente. Istruzioni preliminari: installazione e primo impiego di Phone Suite

PhoneSuite Manuale dell utente. Istruzioni preliminari: installazione e primo impiego di Phone Suite PhoneSuite Manuale dell utente Istruzioni preliminari: installazione e primo impiego di Phone Suite Il software PhoneSuite può essere utilizzato direttamente da CD o essere installato sul PC. Quando si

Dettagli

MANUALE INSTALLATORE CAR WASH SENTINEL

MANUALE INSTALLATORE CAR WASH SENTINEL MANUALE INSTALLATORE CAR WASH SENTINEL MANUALE INSTALLATORE CAR WASH GENIO ITALIA si riserva il diritto di apportare modifiche o miglioramenti ai propri prodotti in qualsiasi momento senza alcun preavviso.

Dettagli

TS-CNS. Tessera Sanitaria Carta Nazionale dei Servizi. Manuale di installazione e configurazione. Versione 04.00 del 05.09.2014

TS-CNS. Tessera Sanitaria Carta Nazionale dei Servizi. Manuale di installazione e configurazione. Versione 04.00 del 05.09.2014 TS-CNS Tessera Sanitaria Carta Nazionale dei Servizi Versione 04.00 del 05.09.2014 - Sistema operativo Windows 32bit e 64bit - Carte Siemens Per conoscere tutti i servizi della TS CNS visita il sito: www.regione.sardegna.it/tscns

Dettagli

MANUALE DI INSTALLAZIONE OMNIPOINT

MANUALE DI INSTALLAZIONE OMNIPOINT MANUALE DI INSTALLAZIONE OMNIPOINT Pagina 1 di 31 Requisiti necessari all installazione:... 3 Configurazione Browser per WIN7... 3 Installazione Software... 6 Configurazione Java Runtime Environment...

Dettagli

Manuale d uso. Programmazione della centrale GSM05

Manuale d uso. Programmazione della centrale GSM05 Manuale d uso Programmazione della centrale GSM05 Nota bene: nella fase di programmazione della centrale, quando premi qualsiasi tasto devi sentire un suono di conferma. Si prega di premerlo nuovamente

Dettagli

UltraSMS. Introduzione. 1. Primo Avvio 1.1 Installazione 1.2 Impostazioni

UltraSMS. Introduzione. 1. Primo Avvio 1.1 Installazione 1.2 Impostazioni UltraSMS Introduzione 1. Primo Avvio 1.1 Installazione 1.2 Impostazioni 2. Gestire Contatti 2.1 Inserire/modificare/cancellare un contatto 2.2 Importare i contatti da Outlook 2.3 Creare una lista di numeri

Dettagli

UltraSMS. Introduzione. 1. Primo Avvio 1.1 Installazione 1.2 Impostazioni

UltraSMS. Introduzione. 1. Primo Avvio 1.1 Installazione 1.2 Impostazioni UltraSMS Introduzione 1. Primo Avvio 1.1 Installazione 1.2 Impostazioni 2. Gestire Contatti 2.1 Inserire/modificare/cancellare un contatto 2.2 Importare i contatti da Outlook 2.3 Creare una lista di numeri

Dettagli

MANUALE D'USO. NAVIGATOR Primi Passi

MANUALE D'USO. NAVIGATOR Primi Passi NAVIGATOR Primi Passi Guida con i Primi Passi per conoscere il software NAVIGATOR per la visualizzazione, registrazione e centralizzazione degli impianti IP Megapixel Professionali. Versione: 1.0.0.72

Dettagli

Guida rapida per l installazione della centrale Agility 1

Guida rapida per l installazione della centrale Agility 1 Guida rapida per l installazione della centrale Agility Per maggiori informazioni fare riferimento al manuale Installatore della Agility scaricabile sul nostro sito: www.riscogroup.it Grazie per aver acquistato

Dettagli

IT MANUALE TECNICO. Manuale tecnico software ViP Manager Art. 1449. www.comelitgroup.com

IT MANUALE TECNICO. Manuale tecnico software ViP Manager Art. 1449. www.comelitgroup.com IT MANUALE TECNICO Manuale tecnico software ViP Manager Art. 1449 www.comelitgroup.com SOMMARIO 1 Installazione software ViP Manager Art. 1449... 5 1.1 Requisiti sistema....5 1.2 Procedura di installazione...5

Dettagli

MANUALE D'USO DEL PROGRAMMA IMMOBIPHONE

MANUALE D'USO DEL PROGRAMMA IMMOBIPHONE 1/6 MANUALE D'USO DEL PROGRAMMA IMMOBIPHONE Per prima cosa si ringrazia per aver scelto ImmobiPhone e per aver dato fiducia al suo autore. Il presente documento istruisce l'utilizzatore sull'uso del programma

Dettagli

Manuale imagic. Manuale Utente imagic

Manuale imagic. Manuale Utente imagic Manuale Utente imagic 0 INDICE Introduzione... 2 Contenuto della scatola... 3 Capitolo 1 Procedura di accensione... 4 Capitolo 2 Procedura di configurazione... 5 2.1 Individuazione IP... 5 3.2 Wizard...

Dettagli

Procedura aggiornamento firmware

Procedura aggiornamento firmware Procedura aggiornamento firmware Sommario Introduzione... 3 Caratteristiche versione firmware... 3 Strumentazione necessaria e requisiti di base... 3 Operazioni preliminari... 4 Procedura aggiornamento...

Dettagli

Aggiornato alla data 10/05/2013 GARSIA WE. Gruppo Sportello

Aggiornato alla data 10/05/2013 GARSIA WE. Gruppo Sportello Aggiornato alla data 10/05/2013 GARSIA WE Gruppo Sportello i M A N U A L E U T E N T E SofTech srl SofTech srl Via G. Di Vittorio 21/B2 40013 Castel Maggiore (BO) Tel 051-704.112 (r.a.) Fax 051-700.097

Dettagli

Manuale Istruzioni TELEPESCA. Sommario

Manuale Istruzioni TELEPESCA. Sommario Manuale Istruzioni TELEPESCA Sommario Manuale Istruzioni TELEPESCA...1 Sommario...1 1. CONFIGURAZIONE SISTEMA TELEPESCA...2 1.1. INSTALLAZIONE DEL SOFTWARE...2 1.2. PRIMA INSTALLAZIONE CONFIGURAZIONE...2

Dettagli

GUARINI PATRIMONIO CULTURALE VERSIONE MSDE/SQL SERVER MANUALE DI INSTALLAZIONE GUARINI PATRIMONIO CULTURALE VERSIONE MSDE/SQL SERVER

GUARINI PATRIMONIO CULTURALE VERSIONE MSDE/SQL SERVER MANUALE DI INSTALLAZIONE GUARINI PATRIMONIO CULTURALE VERSIONE MSDE/SQL SERVER MANUALE DI INSTALLAZIONE GUARINI PATRIMONIO CULTURALE SOMMARIO 1. Installazione guarini patrimonio culturale MSDE... 3 1.1 INSTALLAZIONE MOTORE MSDE...4 1.2 INSTALLAZIONE DATABASE GUARINI PATRIMONIO CULTURALE

Dettagli

Direzione Centrale per le Politiche dell Immigrazione e dell Asilo

Direzione Centrale per le Politiche dell Immigrazione e dell Asilo Direzione Centrale per le Politiche dell Immigrazione e dell Asilo SUI Sportello Unico Immigrazione Sistema inoltro telematico domande di nulla osta al lavoro, al ricongiungimento familiare e conversioni

Dettagli

Guida alla configurazione

Guida alla configurazione NovaSun Log Guida alla configurazione Revisione 3.1 28/06/2010 Partita IVA / Codice Fiscale: 03034090542 pag. 1 di 16 Partita IVA / Codice Fiscale: 03034090542 pag. 2 di 16 Contenuti Il presente documento

Dettagli

BREVE GUIDA ALL ATTIVAZIONE DEL SERVIZIO DDNS PER DVR SERIE TMX

BREVE GUIDA ALL ATTIVAZIONE DEL SERVIZIO DDNS PER DVR SERIE TMX BREVE GUIDA ALL ATTIVAZIONE DEL SERVIZIO DDNS PER DVR SERIE TMX Questa guida riporta i passi da seguire per la connessione dei DVR serie TMX ad Internet con indirizzo IP dinamico, sfruttando il servizio

Dettagli

GLOBAL IP G300 SIP PHONE GUIDA ALL INSTALLAZIONE

GLOBAL IP G300 SIP PHONE GUIDA ALL INSTALLAZIONE pag.1 GLOBAL IP G300 SIP PHONE GUIDA ALL INSTALLAZIONE pag.2 INDICE SERVIZIO VOIP SKYPHO...3 COMPONENTI PRESENTI NELLA SCATOLA DEL G300...3 COLLEGAMENTO FISICO APPARATO...4 ACCESSO ALL'APPARATO...7 Accesso

Dettagli

MANUALE D USO MA-PMX-U-SFW-101 10-10

MANUALE D USO MA-PMX-U-SFW-101 10-10 GESTIONE DEL SISTEMA EASYMIX CONNECT E RELATIVO AGGIORNAMENTO MANUALE D USO MA-PMX-U-SFW-101 10-10 Sommario LAUNCH MANAGEMENT TOOL...3 APPLICATION UPDATE...4 MODULO SYSTEM MANAGEMENT...5 LINGUA... 6 DATE

Dettagli

Argo Palm Manuale utente Versione 4.0.0 del 05-05-2010

Argo Palm Manuale utente Versione 4.0.0 del 05-05-2010 Argo Palm Manuale utente Versione 4.0.0 del 05-05-2010 Sommario Premessa... 3 Installazione... 3 Requisiti minimi per l installazione:... 3 Installazione del software sul Palmare... 4 Uso del programma...

Dettagli

CONFIGURAZIONE DELLA CONNESSIONE DI RETE WIRELESS IULM_WEB (XP)

CONFIGURAZIONE DELLA CONNESSIONE DI RETE WIRELESS IULM_WEB (XP) CONFIGURAZIONE DELLA CONNESSIONE DI RETE WIRELESS IULM_WEB (XP) Di seguito le procedure per la configurazione con Windows XP SP2 e Internet Explorer 6. Le schermate potrebbero leggermente differire in

Dettagli

ISTRUZIONI DI INSTALLAZIONE

ISTRUZIONI DI INSTALLAZIONE AUDITGARD Serratura elettronica a combinazione LGA ISTRUZIONI DI INSTALLAZIONE Le serrature AuditGard vengono consegnate da LA GARD con impostazioni predefinite (impostazioni di fabbrica); pertanto non

Dettagli

Manuale d uso e manutenzione (client Web e Web services)

Manuale d uso e manutenzione (client Web e Web services) Manuale d uso e manutenzione (client Web e Web services) Rev. 01-15 ITA Versione Telenet 2015.09.01 Versione DB 2015.09.01 ELECTRICAL BOARDS FOR REFRIGERATING INSTALLATIONS 1 3232 3 INSTALLAZIONE HARDWARE

Dettagli

Sistemi di allarme serie Comfort

Sistemi di allarme serie Comfort Sintesi di programmazione dei Sistemi di allarme serie Comfort A cura dell Ing. Generoso Trisciuzzi Prima attivazione della tastiera 1. Selezionare la lingua : + OK OK Italiano 2. Selezionare il codice

Dettagli

idaq TM Manuale Utente

idaq TM Manuale Utente idaq TM Manuale Utente Settembre 2010 TOOLS for SMART MINDS Manuale Utente idaq 2 Sommario Introduzione... 5 Organizzazione di questo manuale... 5 Convenzioni... Errore. Il segnalibro non è definito. Installazione...

Dettagli

GUIDA RAPIDA. Per navigare in Internet, leggere ed inviare le mail con il tuo nuovo prodotto TIM

GUIDA RAPIDA. Per navigare in Internet, leggere ed inviare le mail con il tuo nuovo prodotto TIM GUIDA RAPIDA Per navigare in Internet, leggere ed inviare le mail con il tuo nuovo prodotto TIM Indice Gentile Cliente, Guida Rapida 1 CONFIGURAZIONE DEL COMPUTER PER NAVIGARE IN INTERNET CON PC CARD/USB

Dettagli

CTIconnect PRO. Guida Rapida

CTIconnect PRO. Guida Rapida CTIconnect PRO Guida Rapida Versione aggiornata: 01.09.2012 CTIconnect PRO è uno strumento efficace in grado di fornire agli utenti la possibilità di vedere lo stato di presence dei propri colleghi e contattarli

Dettagli

Configurazione client in ambiente Windows XP

Configurazione client in ambiente Windows XP Configurazione client in ambiente Windows XP Il sistema operativo deve essere aggiornato con il Service Pack 2, che contiene anche l aggiornamento del programma di gestione delle connessioni remote. Visualizzare

Dettagli

AXWIN6 QUICK INSTALL v.3.0

AXWIN6 QUICK INSTALL v.3.0 AXWIN6 QUICK INSTALL v.3.0 Procedura per l installazione di AxWin6 AxWin6 è un software basato su database Microsoft SQL Server 2008 R2. Il software è composto da AxCom: motore di comunicazione AxWin6

Dettagli

Manuale Utilizzo App Intercall Remote ViP

Manuale Utilizzo App Intercall Remote ViP IT MANUALE UTILIZZO Manuale Utilizzo App Intercall Remote ViP PER DISPOSITIVI: www.comelitgroup.com Indice Installazione App Intercall Remote ViP... 3 Configurazione Applicazione... 4 CONFIGURAZIONE INDIRIZZO

Dettagli

GateManager. COME COLLEGARSI DA REMOTO AD UN PLC S7-200 via PPI. Indice. Indice generale

GateManager. COME COLLEGARSI DA REMOTO AD UN PLC S7-200 via PPI. Indice. Indice generale COME COLLEGARSI DA REMOTO AD UN PLC S7-200 via PPI Indice Indice generale 1.Prerequisiti prima di cominciare... 2 2.Collegarsi con il LinkManager... 3 3.Selezionare il disposivo a cui collegarsi... 5...

Dettagli

ARGO PRESENZE LEGGIMI DEGLI AGGIORNAMENTI. Argo Presenze. Leggimi Aggiornamento 3.2.0. Data Pubblicazione 15-10-2013.

ARGO PRESENZE LEGGIMI DEGLI AGGIORNAMENTI. Argo Presenze. Leggimi Aggiornamento 3.2.0. Data Pubblicazione 15-10-2013. Argo Presenze Leggimi Aggiornamento 3.2.0 Data Pubblicazione 15-10-2013 Pagina 1 di 18 Aggiornamento 3.2.0 Variazioni Con la release 3.2.0 viene introdotto un nuovo driver per lo scarico delle transazioni

Dettagli

Procedura aggiornamento firmware

Procedura aggiornamento firmware Procedura aggiornamento firmware Sommario Introduzione... 3 Caratteristiche versione firmware... 3 Strumentazione necessaria e requisiti di base... 3 Operazioni preliminari... 4 Procedura aggiornamento...

Dettagli

CE818. Programmazione via software. Software di programmazione. Made in Italy 13.05-M1.0-H0.0F0.0S1.20

CE818. Programmazione via software. Software di programmazione. Made in Italy 13.05-M1.0-H0.0F0.0S1.20 CE818 Programmazione via software 13.05-M1.0-H0.0F0.0S1.20 Software di programmazione Made in Italy 1 PRIMA DI INSTALLARE IL SISTEMA LEGGERE CON ATTENZIONE TUTTE LE PARTI DEL PRESENTE MANUALE. CONSERVARE

Dettagli

GESCO MOBILE per ANDROID

GESCO MOBILE per ANDROID GESCO MOBILE per ANDROID APPLICAZIONE PER LA GESTIONE DEI DISPOSITIVI GSM GESCO aggiornamenti su www.gesco.it GUIDA ALL USO Vi ringraziamo per aver scelto la qualità dei prodotti GESCO. Scopo di questa

Dettagli

Istruzioni Aggiornamento RGT Xml

Istruzioni Aggiornamento RGT Xml Istruzioni Aggiornamento RGT Xml Sommario Installazione dell'aggiornamento... 2 Download...2 Installazione...2 Modulo RGT - Utilizzo e Funzioni... 7 Dati Generali...9 Testatore...10 Atto...12 Atto Di Riferimento...13

Dettagli

1. Introduzione. 2. Installazione di WinEMTLite. 3. Descrizione generale del programma

1. Introduzione. 2. Installazione di WinEMTLite. 3. Descrizione generale del programma Indice 1. Introduzione...3 2. Installazione di WinEMTLite...3 3. Descrizione generale del programma...3 4. Impostazione dei parametri di connessione...4 5. Interrogazione tramite protocollo nativo...6

Dettagli

Manuale di Programmazione da PC

Manuale di Programmazione da PC Giano Software Giano per centrale BN/128 Manuale di Programmazione da PC Questo software, in abbinamento al programmatore BN/99, permette di programmare solo le centrali GIANO BN/128 con versione Firmware

Dettagli

Guida AlienMobile. ALIENMOBILE Interfaccia per la gestione remota via mobile dei sistemi SmartLiving GUIDA UTENTE

Guida AlienMobile. ALIENMOBILE Interfaccia per la gestione remota via mobile dei sistemi SmartLiving GUIDA UTENTE Guida AlienMobile ALIENMOBILE Interfaccia per la gestione remota via mobile dei sistemi SmartLiving GUIDA UTENTE 1 Centrali anti-intrusione Indice dei contenuti Indice dei contenuti................................

Dettagli

FAQ Dell Latitude ON Flash

FAQ Dell Latitude ON Flash FAQ Dell Latitude ON Flash 1. Tutti i computer Dell supportano Latitude ON Flash? No, Latitude ON Flash attualmente è disponibile sono sui seguenti computer Dell: Dell Latitude E4200 Dell Latitude E4300

Dettagli

Nexus Badge Manager Manuale Uso

Nexus Badge Manager Manuale Uso Nexus Badge Manager Manuale Uso 1. Primo avvio La prima volta che verrà eseguito il software apparirà il seguente messaggio: Collegare il dispositivo ad una qualsiasi porta USB libera del PC e seguire

Dettagli

Manuale istruzioni. 01941 Comunicatore GSM.

Manuale istruzioni. 01941 Comunicatore GSM. Manuale istruzioni 094 Comunicatore GSM. Indice. Descrizione................................................................ 2 2. Campo di applicazione.......................................................

Dettagli

Settaggio per l invio degli MMS tramite tecnologia GSM

Settaggio per l invio degli MMS tramite tecnologia GSM Settaggio per l invio degli MMS tramite tecnologia GSM OPERAZIONI PRELIMINARI La SIM card telefonica va abilitata all invio degli MMS. Per abilitare la scheda l operatore telefonico vi deve inviare un

Dettagli

Scansione. Stampante/copiatrice WorkCentre C2424

Scansione. Stampante/copiatrice WorkCentre C2424 Scansione In questo capitolo sono inclusi i seguenti argomenti: "Nozioni di base sulla scansione" a pagina 4-2 "Installazione del driver di scansione" a pagina 4-4 "Regolazione delle opzioni di scansione"

Dettagli

ISTRUZIONI per l utilizzo della Firma Digitale Banca Marche INDICE. 2. Predisposizione iniziale: Installazione Driver e Avvio Menù di Gestione

ISTRUZIONI per l utilizzo della Firma Digitale Banca Marche INDICE. 2. Predisposizione iniziale: Installazione Driver e Avvio Menù di Gestione ISTRUZIONI per l utilizzo della Firma Digitale Banca Marche INDICE 1. Introduzione 2. Predisposizione iniziale: Installazione Driver e Avvio Menù di Gestione 3. Accessi Successivi al Menù Gestione 4. Utilizzo

Dettagli

Ubiquity getting started

Ubiquity getting started Introduzione Il documento descrive I passi fondamentali per il setup completo di una installazione Ubiquity Installazione dei componenti Creazione del dominio Associazione dei dispositivi al dominio Versione

Dettagli

Ver. 1.1. Manuale d uso e configurazione

Ver. 1.1. Manuale d uso e configurazione Ver. 1.1 Manuale d uso e configurazione Introduzione Questa applicazione consente di gestire le principali funzioni delle centrali Xpanel, Imx e Solo da un dispositivo mobile dotato di sistema operativo

Dettagli