Opuscolo tecnico. Porte e portoni. upi Ufficio prevenzione infortuni

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Opuscolo tecnico. Porte e portoni. upi Ufficio prevenzione infortuni"

Transcript

1 Opuscolo tecnico Porte e portoni upi Ufficio prevenzione infortuni

2 Chiudi la porta ai rischi Porte e portoni sono regolarmente fonte d infortunio. Dalle dita schiacciate alle fratture, o peggio, quasi tutti questi incidenti potrebbero essere evitati. Il rischio d infortunio è decisamente inferiore con un impianto automatico all avanguardia, sottoposto regolarmente a manutenzione da parte di personale specializzato. Se i punti pericolosi e i punti deboli sono noti, è possibile adottare le necessarie misure precauzionali. Basi giuridiche Ai sensi della legge federale sulla sicurezza dei prodotti (LSPro), le porte e i portoni possono essere messi in circolazione soltanto se con impiego normale o ragionevole prevedibile non espongono a pericolo, o espongono soltanto a pericoli minimi, la sicurezza e la salute dei loro utenti e di terzi. I portoni automatici a motore devono soddisfare le norme di sicurezza e di salute della Direttiva sulle macchine (direttiva UE n. 98 / 37 del 22 giugno 1998; dal 29 dicembre 2009: n / 42 / CE). Le esigenze poste alle porte degli ascensori sono stabilite nelle norme europee EN 81-1 ed EN Le porte e i portoni per i quali il Consiglio federale non ha fissato delle norme vincolanti sulla sicurezza e sulla salute devono essere prodotti secondo lo stato dell arte. Per questo motivo al momento dell ordinazione di porte e portoni si consiglia di scrivere: «I prodotti devono soddisfare i requisiti legali, in particolare le direttive tecniche e norme» (vedi direttive e norme sull ultima pagina). Perciò, all atto di ordinare una porta o un portone si raccomanda di specificare per iscritto: «I prodotti devono soddisfare le norme e direttive tecniche in vigore.» Giusta il codice delle obbligazioni [1], il proprietario di un edificio è tenuto a risarcire i danni cagionati da vizio di costruzione o da difetto di manutenzione. Egli risponde dei danni causati da difetti. Vi è un difetto dell opera laddove la configurazione e la funzione non sono sicure, ad esempio in caso di illuminazione insufficiente o di pericolose asperità (rischio d inciampare). La responsabilità del proprietario di un opera è una responsabilità causale; la colpa del proprietario dell opera non rappresenta un presupposto della responsabilità. Misure d emergenza Se una persona, un animale o un oggetto rimane intrappolato, bisogna innanzi tutto interrompere il flusso di corrente. Nelle immediate vicinanze del portone o della porta deve essere installato un interruttore di sicurezza o un sezionatore che permettono di interrompere il circuito della corrente, oppure il circuito della corrente deve poter essere interrotto staccando la spina dalla presa. L interruttore deve essere appariscente e assicurato con un lucchetto durante i lavori di manutenzione. Deve essere possibile azionare le porte e i portoni che non possono essere aperti con una forza inferiore a 150 newton (15 kg). Il meccanismo di disinnesto deve essere segnalato in modo ben visibile (ad esempio con l adesivo rappresentato qui di seguito) e l azionamento deve essere descritto in maniera comprensibile. Not-Entriegelung Débloquer le mécanisme Sbloccare il meccanismo L adesivo «Sbloccare il meccanismo» (25 3 cm) può essere ordinato su Manutenzione Senza la manutenzione regolare di personale esperto, prima o poi ogni porta automatica diviene un rischio per la sicurezza. Si consiglia pertanto di stipulare un contratto di manutenzione con una ditta specializzata e di tenere un giornale dei servizi e delle riparazioni.

3 Ogni giorno le persone aprono e chiudono porte e entrano o escono da un portone. Ma non sempre senza difficoltà. I gestori devono dotare gli impianti automatici di elementi di sicurezza e sottoporli a regolare manutenzione. Ciò aumenta la sicurezza degli utilizzatori.

4 Tipi di porte e portoni Tipo Uso Da osservare Porte e portoni a battenti Abitazioni Aree esterne di immobili Porte di vie di fuga Porte tagliafuoco Portoni di recinzioni Direzione d apertura Aree di transito Assicurare elettricamente le porte di servizio e quelle delle vie di fuga integrate in portoni Punti di schiacciamento lato cerniere Porte e portoni scorrevoli Porte di ascensori Negozi (porte in vetro) Atri Portoni industriali Portoni di recinzioni Frequenza d uso Spazi liberi Punti di schiacciamento Vani di scorrimento Portoni a libro e a libro scorrevoli Portoni industriali Porte di ascensori e automezzi Autosili Pericolo di schiacciamento nel punto di piegatura Pericolo di schiacciamento delle dita tra le fessure della porta Interruzione di corrente Portoni basculanti Portoni di garage Molti punti di schiacciamento Bambini Accessi laterali Pericolo di caduta del portone e dei contrappesi Portoni basculanti non debordanti Portoni sezionali Vani attrezzi di palestre Portoni di garage Vani attrezzi di palestre Portoni di garage Spazio necessario nella zona di basculamento Pericolo di caduta del portone e dei contrappesi Vani attrezzi: guarnizione elastica di almeno 8 cm sul bordo di chiusura principale Pericolo di caduta del portone Porte di servizio e di fuga Vani attrezzi: guarnizione elastica di almeno 8 cm sul bordo di chiusura principale Porte a cilindro e porte girevoli Negozi Atri Sedie a rotelle Portatori di handicap Frequenza d uso Vani di scorrimento Portoni avvolgibili e saracinesche Garage Protezioni antifurto Punti di schiacciamento Pericolo di caduta Interruzione di corrente

5 Punti pericolosi e misure preventive 500 Punti di schiacciamento In una buona percentuale degli infortuni con porte e portoni la persona rimane incastrata o schiacciata. È dunque importante eludere eventuali punti di schiacciamento tra l oggetto e l ambiente circostante già al momento della progettazione. Per tutelare le parti del corpo a rischio occorre rispettare le distanze minime indicate in baso. Se nello stesso punto più parti del corpo sono a rischio di schiacciamento, occorre mantenere la distanza minima maggiore. Distanze che consentono di evitare schiacciamenti (in mm) Misure di sicurezza Sull esempio di una porta scorrevole: i seguenti provvedimenti consentono di ridurre il rischio di rimanere intrappolati all apertura o chiusura delle ante. 1 Dispositivi a sensori che interrompono l alimentazione: i profili o i tappetini (le superfici) a contatto devono bloccare il circuito di corrente in caso di azionamento, arrestando così le ante prima che colpiscano l ostacolo. I cosiddetti interruttori a pressione (o a onda) d aria possono essere impiegati soltanto se ammessi per la protezione delle persone. 2 Bordi di chiusura assicurati con materiale deformabile: affinché le dita non vengano schiacciate, il profilo di si cu rezza applicato ai bordi di chiusura deve cedere per 25 almeno 25 mm. Adulti e ragazzi sopra i 14 anni Maniglie e impugnature Per quanto riguarda impugnature e maniglie, si avrà cura di evitare possibili punti di schiacciamento rispettando le seguenti misure minime (battente nella posizione finale). Disposizione della maniglia 3 Dispositivi senza contatto: le barriere fotoelettriche e i rilevatori di movimento a infrarossi o a ultrasuoni devono essere posizionati in modo tale da interrompere il movimento della porta prima che colpisca l ostacolo. Sono generalmente installati come dispositivi di sicurezza ausiliari. 4 Limitazione della forza e dell energia: la forza di spinta esplicata dalla porta non dovrebbe superare i 400 N durante un periodo di 0,75 secondi. Questo valore va verificato regolarmente. Provvedimenti di sicurezza generali 25 mm mm 3 1 1

6 Misure di sicurezza particolari Porte a battenti Nelle porte a battenti, i punti di schiacciamento tra anta e montante (lato fascetta o cerniera) possono rappresentare una fonte di pericolo soprattutto per i bambini in tenera età. Di conseguenza, nelle scuole dell infanzia e negli edifici scolastici del livello primario sarebbe ideale se fossero sempre assicurati, ad esempio con i seguenti provvedimenti: distanza tra battente e parte fissa superiore a 25 mm molla di autochiusura integrata per frenare la porta rivestimento applicato sul punto di schiacciamento (vedi grafici) Portoni basculanti I dispositivi di protezione antischiacciamento devono essere efficaci non soltanto all altezza del cofano o del tetto di una vettura, ma anche a un altezza di 12 cm, dove potrebbe giacere un bambino piccolo. Vanno assicurati anche i punti di schiacciamento laterali. Oltre al pericolo di schiacciamento, occorre considerare anche il rischio di caduta del portone e dei contrappesi. Per i portoni, esistono appositi dispositivi di recupero. I profili a contatto devono essere collocati geometricamente in modo tale da proteggere l intero spazio di movimento del portone. Solitamente vanno collocati sotto il bordo di chiusura principale del portone, in un angolo di Misure di messa in sicurezza del bordo di chiusura laterale Punti di schiacciamento nei portoni basculanti rivestimento di gomma o di stoffa rivestimento di gomma punto di schiacciamento Profilo a contatto sulla parte inferiore del portone basculante portone basculante chiuso

7 Porte e portoni scorrevoli Nelle porte e nei portoni scorrevoli, generalmente i bordi di chiusura centrali sono ben assicurati. Le porte con superfici non piane (dotate di pannelli, porte di servizio) spesso celano dei pericoli ai bordi di chiusura laterali. In uno spazio tra la superficie della parete e quella della porta superiori a 8 mm si può rimanere incastrati. I sensori delle porte scorrevoli automatiche devono rilevare anche i movimenti di una persona che si avvicina all uscio costeggiando la parete. Porte girevoli Le porte girevoli sono comunemente installate nei luoghi particolarmente frequentati. Un modello difettoso può rappresentare un rischio soprattutto per bambini e persone anziane. I modelli più vecchi dovrebbero essere dotati degli elementi di sicurezza che permettono all installa zione di soddisfare lo stato più attuale della tecnica, conformemente alle norme e alle direttive vigenti. La norma SIA (SN EN 16005) fornisce maggiori ragguagli. Punti di schiacciamento nelle porte scorrevoli Antiurto interno Se ha un diametro superiore a 3 m, sul lato interno la porta girevole deve essere dotata di antiurto, affinché si blocchi prima di toccare una persona Blocco d emergenza Nelle zone d ingresso (almeno internamente) la porta girevole deve essere dotata di interruttori di sicurezza (blocco 1 Bordi di chiusura centrali 2 Bordi di chiusura laterali d emergenza) che, se azionati, producono l arresto immediato della porta. La porta girerà nuovamente soltanto una volta sbloccato il pulsante d emergenza. Portoni a libro Per l apertura delle ante occorre prevedere spazio a sufficienza. Le porte a libro scorrevoli devono essere provviste di dispositivi antischiacciamento nella zona di piegamento delle ante, in particolare tra elemento pieghevole e parete. Punti di schiacciamento nei portoni a libro Pulsanti di riduzione della velocità Per consentire anche alle persone a mobilità ridotta di utilizzare senza rischi una porta girevole, sarebbe opportuno installare dei pulsanti di riduzione della velocità su entrambi i lati della porta. L azionamento dei pulsanti provoca un importante limitazione della velocità per almeno un intero giro della porta. Questo provvedimento non è necessario qualora vi sia una porta supplementare accessibile al pubblico. rischio di schiacciamento all apertura del portone Profili a contatto Le porte girevoli sono dotate di svariati profili a contatto di gomma deformabile. Occorre controllare eventuali segni esteriori di danneggiamento. Inoltre, la porta girevole deve arrestarsi quando i profili a contatto dei bordi sia girevoli, sia fissi vengono schiacciati. Attenzione: non eseguire i test nei punti dove i bordi di chiusura principali e laterali si toccano per non correre il rischio di ferirsi!

8 Per la tua sicurezza. Il tuo upi L upi è il centro svizzero di competenza per la prevenzione degli infortuni al servizio della popolazione. Conformemente al mandato federale, l upi persegue lo scopo di divulgare i risultati scientifici derivanti dalla propria attività di ricerca negli ambiti circolazione stradale, sport, casa e tempo libero tramite le sue consulenze, le formazioni e le campagne destinate tanto agli specialisti quanto al vasto pubblico. Il sito offre maggiori informazioni. Maggiori informazioni L upi consiglia anche le seguenti pubblicazioni: Ringhiere e parapetti (opuscolo tecnico) Il vetro nell architettura (opuscolo tecnico) Scale (opuscolo tecnico) Pavimenti e rivestimenti (documentazione) Pavimenti e rivestimenti (lista dei requisiti) Sicurezza nell edilizia abitativa Prescrizioni dei cantoni svizzeri e del Principato del Liechtenstein sulla configurazione edilizia di ringhiere, para - petti e scale (documentazione) Direttiva sulle macchine 2006 / 42 / CE Norma SIA «Porte e cancelli industriali, commerciali e da garage - Aspetti meccanici Requisit» (SN EN 12604) Norma SIA «Porte e cancelli industriali, commerciali e da autorimessa Sicurezza in uso di porte motorizzate Requisiti» (SN EN 12453) Norma SIA «Porte e cancelli industriali, commerciali e da autorimessa Sicurezza in uso di porte motorizzate Metodi di prova» (SN EN 12445) Norma SIA «Porte e cancelli industriali, commerciali e da autorimessa Installazione ed utilizzo» (SN EN 12635) Norma SIA «Porte pedonali motorizzate Sicurezza in uso Requisiti e metodi di prova» (SN EN 16005) Norma SN EN 349 «Sicurezza del macchinario Spazi minimi per evitare lo schiacciamento di parti del corpo» Lista di controllo Suva «Porte e portoni», suva.ch Fonti [1] Art. 58 Codice delle obbligazioni (CO) del 30 marzo 1911, RS 220 Le pubblicazioni dell upi possono essere richieste gratuitamente o scaricate in formato PDF: Per ordinare le altre pubblicazioni rivolgersi direttamente all editore indicato. upi 2015, riproduzione gradita con indicazione della fonte upi Ufficio prevenzione infortuni, casella postale, CH-3001 Berna Tel , fax ,

CADUTE. In sicurezza ad ogni passo. upi Ufficio prevenzione infortuni

CADUTE. In sicurezza ad ogni passo. upi Ufficio prevenzione infortuni CADUTE In sicurezza ad ogni passo upi Ufficio prevenzione infortuni Andare a fare la spesa, montare una lampadina stando su una scala portatile, fare le scale: sono attività che svolgiamo comunemente ogni

Dettagli

Ringhiere e parapetti

Ringhiere e parapetti Opuscolo tecnico Ringhiere e parapetti upi Ufficio prevenzione infortuni Evitare cadute nel vuoto nelle sovrastrutture Negli edifici, le ringhiere e i parapetti adempiono un importante funzione: proteggere

Dettagli

Verifica ed analisi dei rischi per cancelli scorrevoli

Verifica ed analisi dei rischi per cancelli scorrevoli Verifica ed analisi dei rischi per cancelli scorrevoli Rev 3.00 In conformità alla Direttiva Macchine 98/37/CE e alle parti applicabili delle norme EN 13241-1; EN 12453; EN 12445; EN 12635. 01/09/2007

Dettagli

GUIDA UNAC N. 5 PER L INSTALLAZIONE DI PORTE A LIBRO IN CONFORMITÀ ALLA DIRETTIVA MACCHINE 98/37/CE E ALLE NORME EN 12453 - EN 12445

GUIDA UNAC N. 5 PER L INSTALLAZIONE DI PORTE A LIBRO IN CONFORMITÀ ALLA DIRETTIVA MACCHINE 98/37/CE E ALLE NORME EN 12453 - EN 12445 Installatore: (Nome, indirizzo, telefono) GUIDA UNAC N. 5 PER L INSTALLAZIONE DI PORTE A LIBRO IN CONFORMITÀ ALLA DIRETTIVA MACCHINE 98/37/CE E ALLE NORME EN 12453 - EN 12445 Con la presente pubblicazione

Dettagli

GUIDA UNAC N. 11 PER L INSTALLAZIONE DELLE PORTE PEDONALI BATTENTI IN CONFORMITÀ ALLA DIRETTIVA MACCHINE 98/37/CE E ALLE NORME

GUIDA UNAC N. 11 PER L INSTALLAZIONE DELLE PORTE PEDONALI BATTENTI IN CONFORMITÀ ALLA DIRETTIVA MACCHINE 98/37/CE E ALLE NORME Installatore: (Nome, indirizzo, telefono) GUIDA UNAC N. 11 PER L INSTALLAZIONE DELLE PORTE PEDONALI BATTENTI IN CONFORMITÀ ALLA DIRETTIVA MACCHINE 98/37/CE E ALLE NORME pren 12650-1* - pren 12650-2* *

Dettagli

LEGENDA DEI RISCHI MECCANICI DOVUTI AL MOVIMENTO

LEGENDA DEI RISCHI MECCANICI DOVUTI AL MOVIMENTO Installatore: GUIDA TAU PER LA MOTORIZZAZIONE DELLE PORTE BASCULANTI DA GARAGE IN CONFORMITÀ ALLA DIRETTIVA MACCHINE 2006/42/CE E ALLE PARTI APPLICABILI DELLE NORME EN 13241-1, EN 12453, EN 12445 Con la

Dettagli

Installatore: (Nome, indirizzo, telefono)

Installatore: (Nome, indirizzo, telefono) Installatore: (Nome, indirizzo, telefono) INSTALLAZIONE DI PORTE BASCULANTI DA GARAGE IN CONFORMITÀ ALLA DIRETTIVA MACCHINE 98/37/CE E ALLE PARTI APPLICABILE DELLE NORME EN 13241-1 EN 12453 - EN 12445

Dettagli

INSTALLAZIONE DEI CANCELLI SCORREVOLI IN CONFORMITÀ ALLA DIRETTIVA MACCHINE 98/37/CE E ALLE PARTI APPLICABILI DELLE NORME EN 13241-1 EN 12453 - EN

INSTALLAZIONE DEI CANCELLI SCORREVOLI IN CONFORMITÀ ALLA DIRETTIVA MACCHINE 98/37/CE E ALLE PARTI APPLICABILI DELLE NORME EN 13241-1 EN 12453 - EN Installatore: (Nome, indirizzo, telefono) INSTALLAZIONE DEI CANCELLI SCORREVOLI IN CONFORMITÀ ALLA DIRETTIVA MACCHINE 98/37/CE E ALLE PARTI APPLICABILI DELLE NORME EN 13241-1 EN 12453 - EN 12445 Con la

Dettagli

GUIDA UNAC N. 10 PER L INSTALLAZIONE DELLE PORTE PEDONALI SCORREVOLI IN CONFORMITÀ ALLA DIRETTIVA MACCHINE 98/37/CE E ALLE NORME

GUIDA UNAC N. 10 PER L INSTALLAZIONE DELLE PORTE PEDONALI SCORREVOLI IN CONFORMITÀ ALLA DIRETTIVA MACCHINE 98/37/CE E ALLE NORME Installatore: (Nome, indirizzo, telefono) GUIDA UNAC N. 10 PER L INSTALLAZIONE DELLE PORTE PEDONALI SCORREVOLI IN CONFORMITÀ ALLA DIRETTIVA MACCHINE 98/37/CE E ALLE NORME pren 12650-1* - pren 12650-2*

Dettagli

GUIDA UNAC N. 11 PER LA MOTORIZZAZIONE DELLE PORTE PEDONALI BATTENTI IN CONFORMITÀ ALLA DIRETTIVA MACCHINE 98/37/CE E ALLE NORME

GUIDA UNAC N. 11 PER LA MOTORIZZAZIONE DELLE PORTE PEDONALI BATTENTI IN CONFORMITÀ ALLA DIRETTIVA MACCHINE 98/37/CE E ALLE NORME Installatore: (Nome, indirizzo, telefono) GUIDA UNAC N. 11 PER LA MOTORIZZAZIONE DELLE PORTE PEDONALI BATTENTI IN CONFORMITÀ ALLA DIRETTIVA MACCHINE 98/37/CE E ALLE NORME pren 12650-1* - pren 12650-2*

Dettagli

CORSO NORME & DIRETTIVE GUIDE UNAC

CORSO NORME & DIRETTIVE GUIDE UNAC CORSO NORME & DIRETTIVE GUIDE UNAC Installatore: (Nome, indirizzo, telefono) GUIDA UNAC N. 1 PER LA MOTORIZZAZIONE DEI CANCELLI SCORREVOLI IN CONFORMITÀ ALLA DIRETTIVA MACCHINE 2006/42/CE E ALLE PARTI

Dettagli

Installatore: (Nome, indirizzo, telefono)

Installatore: (Nome, indirizzo, telefono) Installatore: (Nome, indirizzo, telefono) GUIDA UNAC N. 5 PER LA MOTORIZZAZIONE DELLE PORTE A LIBRO IN CONFORMITÀ ALLA DIRETTIVA MACCHINE 2006/42/CE E ALLE PARTI APPLICABILI DELLE NORME EN 13241-1, EN

Dettagli

INDICAZIONI TECNICHE RELATIVE ALLE MISURE DI PROTEZIONE DA ADOTTARE PER LA RIDUZIONE DEI RISCHI

INDICAZIONI TECNICHE RELATIVE ALLE MISURE DI PROTEZIONE DA ADOTTARE PER LA RIDUZIONE DEI RISCHI 5 INDICAZIONI TECNICHE RELATIVE ALLE MISURE DI PROTEZIONE DA ADOTTARE PER LA RIDUZIONE DEI RISCHI PREMESSA Il presente paragrafo è stato elaborato a partire dalle situazioni di pericolo individuate dall

Dettagli

LEGENDA DEI RISCHI MECCANICI DOVUTI AL MOVIMENTO

LEGENDA DEI RISCHI MECCANICI DOVUTI AL MOVIMENTO Installatore: GUIDA TAU PER LA MOTORIZZAZIONE DEI CANCELLI SCORREVOLI IN CONFORMITÀ ALLA DIRETTIVA MACCHINE 2006/42/CE E ALLE PARTI APPLICABILI DELLE NORME EN 13241-1, EN 12453, EN 12445 Con la presente

Dettagli

Installatore: (Nome, indirizzo, telefono)

Installatore: (Nome, indirizzo, telefono) Installatore: (Nome, indirizzo, telefono) GUIDA UNAC N. 8 PER L INSTALLAZIONE DI BARRIERE MOTORIZZATE IN CONFORMITÀ ALLA DIRETTIVA MACCHINE 98/37/CE E ALLE PARTI APPLICABILI DELLE NORME EN 13241-1, EN

Dettagli

Installatore: (Nome, indirizzo, telefono)

Installatore: (Nome, indirizzo, telefono) Installatore: (Nome, indirizzo, telefono) GUIDA UNAC N. 9 PER L INSTALLAZIONE DEI CANCELLI MOTORIZZATI A SCORRIMENTO VERTICALE DAL BASSO VERSO L ALTO IN CONFORMITÀ ALLA DIRETTIVA MACCHINE 98/37/CE E ALLE

Dettagli

Installatore: (Nome, indirizzo, telefono)

Installatore: (Nome, indirizzo, telefono) Installatore: (Nome, indirizzo, telefono) GUIDA UNAC N. 3 PER LA MOTORIZZAZIONE DELLE PORTE BASCULANTI DA GARAGE IN CONFORMITÀ ALLA DIRETTIVA MACCHINE 2006/42/CE E ALLE PARTI APPLICABILI DELLE NORME EN

Dettagli

Installatore: (Nome, indirizzo, telefono)

Installatore: (Nome, indirizzo, telefono) Installatore: (Nome, indirizzo, telefono) GUIDA UNAC N. 6 PER LA MOTORIZZAZIONE DELLE SERRANDE E DEI PORTONI A SCORRIMENTO VERTICALE IN CONFORMITÀ ALLA DIRETTIVA MACCHINE 2006/42/CE E ALLE PARTI APPLICABILI

Dettagli

SEQUENZA PER LA DOCUMENTAZIONE DELLA CONFORMITÀ AI REQUISITI ESSENZIALI DELL'AUTOMAZIONE

SEQUENZA PER LA DOCUMENTAZIONE DELLA CONFORMITÀ AI REQUISITI ESSENZIALI DELL'AUTOMAZIONE N. Doc.: Timbro Installatore versione 2.0-01/08 Valutazione redatta in conformità alla vigente Direttiva Macchine 98/37/CE 2006/42/CE - 98/79/CE Punti/Azioni SEQUENZA PER LA DOCUMENTAZIONE DELLA CONFORMITÀ

Dettagli

Installatore: (Nome, indirizzo, telefono)

Installatore: (Nome, indirizzo, telefono) Installatore: (Nome, indirizzo, telefono) GUIDA UNAC N. 1 PER LA MOTORIZZAZIONE DEI CANCELLI SCORREVOLI IN CONFORMITÀ ALLA DIRETTIVA MACCHINE 2006/42/CE E ALLE PARTI APPLICABILI DELLE NORME EN 13241-1,

Dettagli

Più sicuri. www.allegraimpianti.it. Decreto 23 luglio 2009. In ascensore. con la nuova normativa nazionale per la sicurezza

Più sicuri. www.allegraimpianti.it. Decreto 23 luglio 2009. In ascensore. con la nuova normativa nazionale per la sicurezza Più sicuri Via C. Perazzi, 54-28100 Novara Tel. 0321 467313 Fax 0321 491434 Mail: info@allegraimpianti.it www.allegraimpianti.it In ascensore con la nuova normativa nazionale per la sicurezza Decreto 23

Dettagli

Pattugliatori scolastici

Pattugliatori scolastici Pattugliatori scolastici Scolari e adulti al servizio della sicurezza upi Ufficio prevenzione infortuni Il servizio dei pattugliatori scolastici fornisce un contributo es senziale alla sicurezza sulle

Dettagli

Avviamento inatteso di macchine e impianti Lista di controllo

Avviamento inatteso di macchine e impianti Lista di controllo Avviamento inatteso di macchine e impianti Lista di controllo La vostra azienda ha adottato misure adeguate per evitare l avviamento inatteso di macchine e impianti? Ecco i pericoli principali: rimessa

Dettagli

Parapetti. come protezione di accessi fissi ad impianti e macchinari

Parapetti. come protezione di accessi fissi ad impianti e macchinari Parapetti come protezione di accessi fissi ad impianti e macchinari Questo opuscolo descrive le regole tecniche da osservare nella costruzione di parapetti posti a protezione di macchinari e impianti.

Dettagli

Commissione federale di coordinamento per la sicurezza sul lavoro CFSL

Commissione federale di coordinamento per la sicurezza sul lavoro CFSL Schweizerische Eidgenossenschaft Confédération suisse Confederazione Svizzera Confederaziun svizra Commissione federale di coordinamento per la sicurezza sul lavoro CFSL Opuscolo informativo CFSL Portoni,

Dettagli

ISTRUZIONI DI MONTAGGIO

ISTRUZIONI DI MONTAGGIO MANUALE DI INSTALLAZIONE MANUTENZIONE ED USO. INDICE: AVVERTENZE GENERALI PER LA SICUREZZA...PAG. 2 INSTALLAZIONE GUIDE VERTICALI...PAG. 2 INSTALLAZIONE GRUPPO MOLLE...PAG. 2 INSTALLAZIONE CON VELETTA

Dettagli

AUTOMAZIONE E MOTORIZZAZIONE DEI CANCELLI ASPETTI LEGISLATIVI ED INSTALLATIVI

AUTOMAZIONE E MOTORIZZAZIONE DEI CANCELLI ASPETTI LEGISLATIVI ED INSTALLATIVI AUTOMAZIONE E MOTORIZZAZIONE DEI CANCELLI ASPETTI LEGISLATIVI ED INSTALLATIVI GENERALITA NORMATIVA DI RIFERIMENTO UNI EN 13241-1:2004 Porte e cancelli industriali, commerciali e da garage - Norma di prodotto

Dettagli

Biciclette elettriche. Comodi e sicuri alla meta

Biciclette elettriche. Comodi e sicuri alla meta Biciclette elettriche Comodi e sicuri alla meta Pedalare senza fatica, andare più veloci e superare le salite con uno sforzo moderato. L assistenza del motore elettrico offre molti vantaggi. L upi e l

Dettagli

Stanchezza al volante

Stanchezza al volante Stanchezza al volante Guida sveglio upi Ufficio prevenzione infortuni Ti bruciano gli occhi o sbadigli continuamente mentre sei al volante? Fermati e fai una turbosiesta di 15 minuti. Deve guidare solo

Dettagli

SISTEMI DI APERTURA CON USCITA DI SICUREZZA

SISTEMI DI APERTURA CON USCITA DI SICUREZZA SISTEMI DI APERTURA CON USCITA DI SICUREZZA INGRESSO SCORREVOLE AUTOMATICO CON DISPOSITIVO AUTOMATICO CON DISPOSITIVO ANTIPANICO DESCRIZIONE DEL SISTEMA Il sistema presenta le seguenti caratteristiche:

Dettagli

Sistema di apertura con USCITA DI SICUREZZA INGRESSI AUTOMATICI SCORREVOLI INGRESSI AUTOMATICI SCORREVOLI TELESCOPICI

Sistema di apertura con USCITA DI SICUREZZA INGRESSI AUTOMATICI SCORREVOLI INGRESSI AUTOMATICI SCORREVOLI TELESCOPICI Sistema di apertura con USCITA DI SICUREZZA INGRESSI AUTOMATICI SCORREVOLI INGRESSI AUTOMATICI SCORREVOLI TELESCOPICI INGRESSO SCORREVOLE AUTOMATICO CON DISPOSITIVO AUTOMATICO CON DISPOSITIVO ANTIPANICO

Dettagli

Lista di controllo Lavori di manutenzione su veicoli ferroviari

Lista di controllo Lavori di manutenzione su veicoli ferroviari Sicurezza realizzabile Lista di controllo Lavori di manutenzione su veicoli ferroviari Gli interventi di manutenzione sui veicoli ferroviari vengono svolti in condizioni di sicurezza? La manutenzione dei

Dettagli

Automatismo per porte a battente FDC e F4 Compatto. Universale. Sicuro.

Automatismo per porte a battente FDC e F4 Compatto. Universale. Sicuro. Automatismo per porte a battente FDC e F4 Compatto. Universale. Sicuro. 2 Comodo e potente L automatismo conferisce maggiore comfort alla classica porta manuale. Il flusso di persone aumenta. L apertura

Dettagli

Requisiti di sicurezza per i dispositivi di protezione immateriali presenti sulle presse (barriere fotoelettriche)

Requisiti di sicurezza per i dispositivi di protezione immateriali presenti sulle presse (barriere fotoelettriche) Requisiti di sicurezza per i dispositivi di protezione immateriali presenti sulle presse (barriere fotoelettriche) Fig. 1 Lavoro manuale su una pressa con barriera fotoelettrica e riparo fisso laterale.

Dettagli

I rischi infortunistici alla luce del D. Lgs.. 81/08 e del metodo standardizzato per la valutazione dei rischi. Dott.

I rischi infortunistici alla luce del D. Lgs.. 81/08 e del metodo standardizzato per la valutazione dei rischi. Dott. I rischi infortunistici alla luce del D. Lgs.. 81/08 e del metodo standardizzato per la valutazione dei rischi. Dott. Ermanno Sarti Infortunio L'infortunio è l'evento occorso al lavoratore per causa violenta

Dettagli

PRESSE MECCANICHE PRESSE IDRAULICHE E PNEUMATICHE

PRESSE MECCANICHE PRESSE IDRAULICHE E PNEUMATICHE PRESSE MECCANICHE PRESSE IDRAULICHE E PNEUMATICHE Tipologia: Presse meccaniche con innesto a chiavetta Presse meccaniche con innesto a frizione Presse a funzionamento idraulico Presse a funzionamento pneumatico

Dettagli

La Piattaforma Elevatrice a vano aperto

La Piattaforma Elevatrice a vano aperto Originale dal design unico, si adatta a qualsiasi edificio con armonia estetica. Ottimale per raggiungere balconi o pianerottoli nel rispetto dell equilibrio architettonico degli edifici. La Piattaforma

Dettagli

Lista di controllo per l utilizzo nelle economie domestiche private

Lista di controllo per l utilizzo nelle economie domestiche private Lista di controllo Accertamento degli spazi abitativi Lista di controllo per l utilizzo nelle economie domestiche private 1. Aspetti generali Gli aspetti generali vanno verificati in ogni locale utilizzato

Dettagli

Porte KONE per segmento ospedaliero

Porte KONE per segmento ospedaliero SICUREZZA, IGIENE, AFFIDABILITÀ ED ECO-EFFICIENZA Porte KONE per segmento ospedaliero KONE, il vostro partner di fiducia n L esperienza di KONE nel People Flow garantisce un flusso di persone e merci sicuro,

Dettagli

SNEL. Sicurezza degli ascensori esistenti, SIA 370.080

SNEL. Sicurezza degli ascensori esistenti, SIA 370.080 SNEL Sicurezza degli ascensori esistenti, SIA 370.080 L ascensore: il mezzo di trasporto più sicuro? Gli ascensori rappresentano senza dubbio il mezzo di trasporto più sicuro. La Svizzera, «paese di ascensori»

Dettagli

LINEE GUIDA PER LA REALIZZAZIONE DEL FASCICOLO TECNICO DI PORTE E CANCELLI MOTORIZZATI AI SENSI DELLA DIRETTIVA MACCHINE (89/392/CEE)

LINEE GUIDA PER LA REALIZZAZIONE DEL FASCICOLO TECNICO DI PORTE E CANCELLI MOTORIZZATI AI SENSI DELLA DIRETTIVA MACCHINE (89/392/CEE) Costruttore: (Nome, indirizzo, telefono) FEDERAZIONE DELLE ASSOCIAZIONI NAZIONALI DELL INDUSTRIA MECCANICA VARIA ED AFFINE ASSOCIAZIONE NAZIONALE COSTRUTTORI DI INFISSI MOTORIZZATI E DI AUTOMATISMI PER

Dettagli

MANUALE D USO E MANUTENZIONE

MANUALE D USO E MANUTENZIONE MANUALE D USO E MANUTENZIONE PORTA BASCULANTE Manuale / Automatizzata A cura della : Sistema Qualità ISO MANUALE D USO E MANUTENZIONE Pagina 2 di 19 INDICE 1 - LETTERA ALLA CONSEGNA... 3 2 INFORMAZIONI

Dettagli

SICUREZZA E SALUTE SUL LAVORO cominciamo a SCUOLA. Ambienti di Lavoro

SICUREZZA E SALUTE SUL LAVORO cominciamo a SCUOLA. Ambienti di Lavoro SICUREZZA E SALUTE SUL LAVORO cominciamo a SCUOLA Ambienti di Lavoro protocollo d intesa 5 febbraio 2015 ASL Brescia ASL Vallecamonica Sebino - Direzione Territoriale del Lavoro Ufficio Scolastico Territoriale

Dettagli

La Piattaforma Elevatrice a vano aperto

La Piattaforma Elevatrice a vano aperto Originale dal design unico, si adatta a qualsiasi edificio con armonia estetica. Ottimale per raggiungere balconi o pianerottoli nel rispetto dell equilibrio architettonico degli edifici. La Piattaforma

Dettagli

PORTE DI USCITA DI SICUREZZA

PORTE DI USCITA DI SICUREZZA PORTE DI USCITA DI SICUREZZA (fire safety exits) Per uscita (di sicurezza) il decreto 30/11/1983 intende: Apertura atta a consentire il deflusso di persone verso un luogo sicuro avente altezza non inferiore

Dettagli

Stanchezza al volante

Stanchezza al volante Stanchezza al volante Guida sveglio upi Ufficio prevenzione infortuni Dormi meglio, guida sveglio Si stima che il 10 20% degli incidenti stradali siano dovuti a sonnolenza. Ad essere pericoloso non è soltanto

Dettagli

ASG. Sistema di chiusura per porte sezionali

ASG. Sistema di chiusura per porte sezionali ASG Sistema di chiusura per porte sezionali 1 Gamma ASG per porte sezionali a scorrimento verticale Per portoncino (ingresso pedonale) di porte sezionali: Per porta sezionale (senza ingresso pedonale)

Dettagli

Cancelli motorizzati Normativa ed installazione 1. Normativa

Cancelli motorizzati Normativa ed installazione 1. Normativa Cancelli motorizzati Normativa ed installazione 1. Normativa Il primo agosto 2002 sono state pubblicate, da parte dell UNI le versioni in lingua italiana delle norme europee EN 12453 ed EN 12445 (datate

Dettagli

Porte Automatiche. per il settore Sanitario

Porte Automatiche. per il settore Sanitario Porte Automatiche per il settore Sanitario Fondata nel 1966, Manusa è leader nel mercato delle porte automatiche, grazie allo sviluppo di una propria tecnologia e a un team di professionisti che operano

Dettagli

LISTA DI CONTROLLO APPARECCHI DI SOLLEVAMENTO DENOMINATI: Rif. UNI 12159 e LINEE GUIDA ISPESL

LISTA DI CONTROLLO APPARECCHI DI SOLLEVAMENTO DENOMINATI: Rif. UNI 12159 e LINEE GUIDA ISPESL LISTA DI CONTROLLO APPARECCHI DI SOLLEVAMENTO DEMINATI: Rif. UNI 12159 e LINEE GUIDA ISPESL ASCENSORI DA CANTIERE Ascensori installati temporaneamente, destinati all utilizzo da parte di persone a cui

Dettagli

>Forniture per Ville e Complessi Residenziali

>Forniture per Ville e Complessi Residenziali Anno III numero 1 / gennaio 2008 >Forniture per Ville e Complessi Residenziali Cesena, Savignano, Rimini, Montefiore >Speciale nuovo sito internet www.alessandrinigroup.com >Porte basculanti Alessandrini

Dettagli

LISTA DI CONTROLLO PER UFFICI E STUDI. Rilevatore: Referente sede. Edificio Codice edificio Piano Stanza Unità organizzativa Ufficio.

LISTA DI CONTROLLO PER UFFICI E STUDI. Rilevatore: Referente sede. Edificio Codice edificio Piano Stanza Unità organizzativa Ufficio. LISTA DI CONTROLLO PER UFFICI E STUDI Rilevatore: Referente sede Edificio Codice edificio Piano Stanza Unità organizzativa Ufficio Dipartimento di Responsabile/i REQUISITI Altezza, cubatura, superficie

Dettagli

Manuale per l'utente

Manuale per l'utente per i gruppi industriali di apparecchi con molle di torsione Indice Manuale per l'utente 1 Generale 3 1.1 Simboli e/o segnali di avviso 3 1.2 Nozioni e pericoli 4 1.3 Obbligazioni dell'utente finale 5

Dettagli

Montascale a Piattaforma Supra

Montascale a Piattaforma Supra Montascale a Piattaforma Supra Libero accesso ovunque ThyssenKrupp Encasa Life in motion. Montascale a Piattaforma Muoversi in sicurezza Leader nel mercato dell accessibilità, in ThyssenKrupp Encasa da

Dettagli

I vetri di sicurezza. Linee guida per la sicurezza in edilizia

I vetri di sicurezza. Linee guida per la sicurezza in edilizia I vetri di sicurezza Linee guida per la sicurezza in edilizia 1 I vetri di sicurezza Premessa Nella progettazione e nella realizzazione delle architetture contemporanee, il vetro è sempre più utilizzato

Dettagli

La stesura della revisione della norma uni. REVISIONE DELLA NORMA UNI 10411-1 Confronto tra vecchia e nuova versione.

La stesura della revisione della norma uni. REVISIONE DELLA NORMA UNI 10411-1 Confronto tra vecchia e nuova versione. INGEGNERIA CIVILE a cura di Ing. G. Andreani Ing. S. Bonomi Ing. R. Fioramonti Ing. G. Nalli commissione Ascensori e scale mobili visto da: Ing. M. Domenicucci REVISIONE DELLA NORMA UNI 10411-1 Confronto

Dettagli

7.2 Controlli e prove

7.2 Controlli e prove 7.2 Controlli e prove Lo scopo dei controlli e delle verifiche è quello di: assicurare che l ascensore sia stato installato in modo corretto e che il suo utilizzo avvenga in modo sicuro; tenere sotto controllo

Dettagli

GUIDA ALLA SICUREZZA. per l installazione di automatismi per cancelli, portoni e barriere secondo la norma UNI 8612

GUIDA ALLA SICUREZZA. per l installazione di automatismi per cancelli, portoni e barriere secondo la norma UNI 8612 per l installazione di automatismi per cancelli, portoni e barriere secondo la norma UNI 8612 NOTA INTRODUTTIVA NOTA INTRODUTTIVA La presente : guida alla sicurezza per l installazione di automatismi per

Dettagli

Descrizione. Caratteristiche tecniche

Descrizione. Caratteristiche tecniche brevettato Descrizione La CMO è un dispositivo atto a garantire la protezione di persone/cose da urti provocati da organi meccanici in movimento quali cancelli o porte a chiusura automatica. L ostacolo

Dettagli

DIRETTIVA MACCHINE NORME ARMONIZZATE APPLICABILI SOLUZIONI TECNICHE. Ordine Ingegneri di Taranto (TA), 23 Settembre 2015

DIRETTIVA MACCHINE NORME ARMONIZZATE APPLICABILI SOLUZIONI TECNICHE. Ordine Ingegneri di Taranto (TA), 23 Settembre 2015 DIRETTIVA MACCHINE NORME ARMONIZZATE APPLICABILI SOLUZIONI TECNICHE Ordine Ingegneri di Taranto (TA), 23 Settembre 2015 PORTE, CANCELLI E BARRIERE Le norme di sicurezza nelle automazioni: dalla UNI 8612

Dettagli

Sistemi automatici di porte scorrevoli

Sistemi automatici di porte scorrevoli Sistemi automatici di porte scorrevoli La qualità è il nostro motore Insieme a partner ben collaudati, TORMAX realizza in tutto il mondo soluzioni per porte scorrevoli automatiche, al fine di soddisfare

Dettagli

Piscineitalia.it. Indicazioni di montaggio per cabina sauna Modello con pareti in legno massello

Piscineitalia.it. Indicazioni di montaggio per cabina sauna Modello con pareti in legno massello Indicazioni di montaggio per cabina sauna Modello con pareti in legno massello 1 Raccomandazioni Si raccomanda di preforare sempre prima di avvitare, in modo da evitare che il legno si rompa. Nella tabella

Dettagli

ELABORATO TECNICO DELLA COPERTURA

ELABORATO TECNICO DELLA COPERTURA ELABORATO TECNICO DELLA COPERTURA Legge Regionale 3 gennaio 2005, n. 1 - articolo 82, comma 16 Decreto del Presidente della Giunta Regionale 18 dicembre 2013, n. 75/R Regolamento di attuazione dell articolo

Dettagli

Lista di controllo Carico e scarico di container e cassoni

Lista di controllo Carico e scarico di container e cassoni Sicurezza realizzabile Lista di controllo Carico e scarico di container e cassoni Conoscete i pericoli collegati alle attività di carico e scarico di cassoni, container per rifiuti e press container? Questa

Dettagli

SERRANDA INDUSTRIALE MOTORIZZATA MANUALE D USO E MANUTENZIONE

SERRANDA INDUSTRIALE MOTORIZZATA MANUALE D USO E MANUTENZIONE SERRANDA INDUSTRIALE MOTORIZZATA MANUALE D USO E MANUTENZIONE INDICE 2 LETTERA ALLA CONSEGNA INFORMAZIONI GENERALI Identificazione della macchina Dati del costruttore Servizio assistenza tecnica Garanzia

Dettagli

Specifiche modello 30

Specifiche modello 30 Elevatori a vuoto pneumatico Specifiche modello 30 avp12_10_52 Versione 5.2-01/11/2015 Contenuti 1 Specifiche tecniche.... pag. 1 2 Requisiti ambiente.. pag. 2 3 Spazio occupato e disponibile..... pag.

Dettagli

per PORTE AUTOMATICHE SCORREVOLI, VIE di ESODO ed USCITE di EMERGENZA

per PORTE AUTOMATICHE SCORREVOLI, VIE di ESODO ed USCITE di EMERGENZA per PORTE AUTOMATICHE SCORREVOLI, VIE di ESODO ed USCITE di EMERGENZA Operatore progettato per essere installato nelle vie di esodo e realizzato adottando soluzioni tecniche innovative che lo rendono

Dettagli

Porte e uscite con accesso a vie d evacuazione

Porte e uscite con accesso a vie d evacuazione Porte e uscite con accesso a vie d evacuazione all articolo 10 OLL 4 Porte e uscite con accesso a vie d evacuazione 1. Obiettivo di sicurezza per una fuga sicura attraverso le porte Tenendo conto di tutte

Dettagli

Pericoli della corrente elettrica

Pericoli della corrente elettrica Pericoli della corrente elettrica Effetti Controllo, vigilanza e inchieste Riferimenti normativi Ing. Pierluigi Franscini Ispettore regionale - Ispettorato federale degli impianti a corrente forte (ESTI)

Dettagli

Art. 1072/E. STRINGO (montaferetri oleodinamico elettrico) PRESENTAZIONE:

Art. 1072/E. STRINGO (montaferetri oleodinamico elettrico) PRESENTAZIONE: Pag. 1 Art. 1072/E. STRINGO (montaferetri oleodinamico elettrico) PRESENTAZIONE: Alla semplicità strutturale si accompagnano soluzioni avanzate che fanno una macchina molto versatile utilizzabile in tutte

Dettagli

LISTA DI CONTROLLO PER I SERVIZI IGIENICI. Rilevatore: Referente sede. Edificio Codice edificio Piano Unità organizzativa Servizio Igienico

LISTA DI CONTROLLO PER I SERVIZI IGIENICI. Rilevatore: Referente sede. Edificio Codice edificio Piano Unità organizzativa Servizio Igienico LISTA DI CONTROLLO PER I SERVIZI IGIENICI Rilevatore: Referente sede Edificio Codice edificio Piano Unità organizzativa Servizio Igienico Dipartimento di Altezza dei locali REQUISITI L altezza del locale,

Dettagli

Soluzioni per tornelli KONE

Soluzioni per tornelli KONE FLUSSO DI PERSONE REGOLARE E CONTROLLO DEGLI ACCESSI SICURO Soluzioni per tornelli KONE Tornelli KONE Segnaletica intuitiva e controllo d accesso efficace Creato dal team di progettazione interno di KONE

Dettagli

Lista di controllo Gru a ponte e a portale

Lista di controllo Gru a ponte e a portale Sicurezza realizzabile Lista di controllo Gru a ponte e a portale Potete affermare di lavorare in condizioni di sicurezza con le gru a ponte e a portale? Nell industria e nell artigianato le gru sono il

Dettagli

Opuscolo tecnico. Scale. upi Ufficio prevenzione infortuni

Opuscolo tecnico. Scale. upi Ufficio prevenzione infortuni Opuscolo tecnico Scale upi Ufficio prevenzione infortuni Le scale permettono di superare un dislivello. Lo sviluppo e l uso di nuovi metodi di costruzione e materiali permettono realizzazioni variegate

Dettagli

Lista di controllo per le attrezzature di lavoro

Lista di controllo per le attrezzature di lavoro Fidarsi è bene, non fidarsi è meglio La marcatura CE e la dichiarazione di conformità sono importanti, ma non danno la garanzia assoluta che una macchina sia effettivamente conforme alle norme di sicurezza.

Dettagli

COSA FACCIAMO: CARPENTERIA METALLICA STRUTTURE METALLICHE PORTANTI

COSA FACCIAMO: CARPENTERIA METALLICA STRUTTURE METALLICHE PORTANTI COSA FACCIAMO: CARPENTERIA METALLICA STRUTTURE METALLICHE PORTANTI SCALE di asservimento ad uso residenziale ed industriale, tipo da esterno ed interno, di uscita sicurezza, raccordo piani di fabbricati

Dettagli

Supporto per pianificazione GR No. 01 Porte scorrevoli automatiche

Supporto per pianificazione GR No. 01 Porte scorrevoli automatiche Supporto per pianificazione GR No. 01 Porte scorrevoli automatiche Aggiunta alla direttiva antincendio 16-15i "Vie di fuga e di soccorso", alla cifra 2.5.5 porte: Si può rinunciare ad una porta a battente

Dettagli

IMPAGINATO INTERNO:IMPAGINATO INTERNO 20-10-2009 17:48 Pagina 1. n d o

IMPAGINATO INTERNO:IMPAGINATO INTERNO 20-10-2009 17:48 Pagina 1. n d o IMPAGINATO INTERNO:IMPAGINATO INTERNO 20-10-2009 17:48 Pagina 1 n d o 3 IMPAGINATO INTERNO:IMPAGINATO INTERNO 20-10-2009 17:48 Pagina 2 ISTITUTO GIORDANO s.p.a. SPECIALISTI IN RICERCA E CERTIFICAZIONE

Dettagli

Le Piattaforme elevatrici!

Le Piattaforme elevatrici! Le Piattaforme elevatrici Milo Patruno Ascensori www.miloascensori.it info@miloascensori.it INDICE Prefazione 4 La piattaforma elevatrice 4 Introduzione 4 La legislazione 4 Le caratteristiche del prodotto

Dettagli

Luoghi di pubblico spettacolo e di intrattenimento (Norme di installazione)

Luoghi di pubblico spettacolo e di intrattenimento (Norme di installazione) Norme di installazione Protezione contro i contatti diretti: o Isolamento delle parti attive; o Involucri o barriere con grado di protezione minimo IP2X o IPXXB. Per le superfici orizzontali superiori

Dettagli

Manuale d Uso e Manutenzione Scala Telescopica 4+4 COD. ABUNIALURED

Manuale d Uso e Manutenzione Scala Telescopica 4+4 COD. ABUNIALURED Manuale d Uso e Manutenzione Scala Telescopica 4+4 COD. ABUNIALURED O ABUNIALURED TELESCOPICA 4+4 CONFORME A: D.LGS. 81/08 ART. 113 EDIZIONE SETTEMBRE 2014 R1 1 MANUALE D USO E MANUTENZIONE Il presente

Dettagli

Automazioni per porte a battente

Automazioni per porte a battente Automazioni per porte a battente IT www.ditecentrematic.com FRI L EN Più comfort nel tuo ambiente, più libertà nella tua vita con le automazioni per porte a battente Ditec Wel e Ditec Sprint. Rendono l

Dettagli

MASTER WHITE. ISOL SACK REI 180

MASTER WHITE. ISOL SACK REI 180 SISTEMA MASTER WHITE ISOL SACK REI 180 SISTEMA CHIUDI-APRIPORTA INTELLIGENTE CENTRALIZZATO CERTIFICATO SU PORTE REI 120 CAMPO DI APPLICAZIONE Su porte ad uso attraversamento compartimenti REI, uscita di

Dettagli

Riferimenti NORMATIVI

Riferimenti NORMATIVI REALIZZAZIONE DI SCALE FISSE CON PROTEZIONE NORMA UNI EN ISO 14122-4 : 2010 DISTANZA TRA LA SCALA E OSTRUZIONI PERMANENTI: La distanza tra la scala e le ostruzioni permanenti deve essere: - Di fronte alla

Dettagli

Direttiva per la sicurezza del trasbordo delle merci.

Direttiva per la sicurezza del trasbordo delle merci. Direttiva per la sicurezza del delle merci. La vostra sicurezza è il nostro obiettivo. Note preliminari. 2 Prima di effettuare il delle merci è necessario leggere e applicare la presente direttiva contenente

Dettagli

oggetto: Adeguamenti strutturali e manutentivi relativi all applicazione della normativa di igiene e sicurezza sul lavoro

oggetto: Adeguamenti strutturali e manutentivi relativi all applicazione della normativa di igiene e sicurezza sul lavoro (Carta intestata dell Istituzione Scolastica) Al Provincia/ Comune/ Municipio ) (il destinatario deve essere il soggetto tenuto alla fornitura e manutenzione dell immobile)... data... oggetto: Adeguamenti

Dettagli

2.2.5 Dispositivi di sicurezza

2.2.5 Dispositivi di sicurezza 2. Sicurezza 2. Sicurezza generale delle macchine 2.2.5 Dispositivi di sicurezza I dispositivi di sicurezza hanno la funzione di eliminare o ridurre un rischio autonomamente o in associazione a ripari.

Dettagli

Specifiche modello 37

Specifiche modello 37 Elevatori a vuoto pneumatico Specifiche modello 37 Avp12_20_51 Versione 5.1-01/06/2015 Contenuti 1. Specifiche tecniche... 1 2. Versioni... 2 3. Spazio occupato e disponibile... 3 4. Apertura porte piani

Dettagli

Scale a pioli. Più possibilità. Il Sistema di Ponteggio. Scale a pioli Layher Istruzioni di montaggio e d uso

Scale a pioli. Più possibilità. Il Sistema di Ponteggio. Scale a pioli Layher Istruzioni di montaggio e d uso Scale a pioli Layher Istruzioni di montaggio e d uso Sistema di qualità aziendale certificato in accordo alla norma UNI EN ISO 9001:2000 dal TÜV-CERT Scale a pioli Più possibilità. Il Sistema di Ponteggio.

Dettagli

Kaba x-lock: tecnica di chiusura. per serrature automatiche con via di fuga. Kaba elostar: mechatronisches Schliesssystem

Kaba x-lock: tecnica di chiusura. per serrature automatiche con via di fuga. Kaba elostar: mechatronisches Schliesssystem B EYO N D S ECU R I T Y Kaba x-lock: tecnica di chiusura per serrature automatiche con via di fuga Kaba elostar: mechatronisches Schliesssystem 1 Kaba x-lock offre un equilibrio perfetto fra sicurezza

Dettagli

DESCRIZIONE IMPIANTO. IMPIANTO MONTAUTO A PANTOGRAFO Modello DUO BOX Mod. PB1 con persona a bordo

DESCRIZIONE IMPIANTO. IMPIANTO MONTAUTO A PANTOGRAFO Modello DUO BOX Mod. PB1 con persona a bordo DESCRIZIONE IMPIANTO Ascensore per auto a comando elettrico con movimentazioni oleodinamiche per traslazione di autovetture tra piani definiti a pantografo senza coperchio di chiusura fossa e CON PERSONA

Dettagli

Opuscolo tecnico. Parchi giochi. upi Ufficio prevenzione infortuni

Opuscolo tecnico. Parchi giochi. upi Ufficio prevenzione infortuni Opuscolo tecnico Parchi giochi upi Ufficio prevenzione infortuni I parchi giochi sono fondamentali per lo sviluppo dei bambini. Possono però presentare un alto rischio d infortunio a causa di vizi di costruzione

Dettagli

Il vetro nell architettura

Il vetro nell architettura Opuscolo tecnico Il vetro nell architettura upi Ufficio prevenzione infortuni Uso sicuro del vetro nell edilizia Nell architettura moderna il vetro non è utilizzato soltanto per le finestre, bensì come

Dettagli

Impianti sportivi (Norme di Installazione)

Impianti sportivi (Norme di Installazione) Norme di installazione (le disposizioni indicate si riferiscono ad un impianto sportivo classificato come locale di pubblico spettacolo; se così non fosse, seguire le indicazioni per un impianto ordinario)

Dettagli

Distruggi documenti Trita-Taglia S7-CD

Distruggi documenti Trita-Taglia S7-CD Distruggi documenti Trita-Taglia S7-CD Manuale 91605 Grazie per aver acquistato questo prodotto di qualità superiore. Leggere attentamentee queste istruzioni prima di usare il dispositivo per la prima

Dettagli

TAU S.r.l. Linee guida per le automazioni, secondo le nuove norme europee EN 13241-1, EN 12445 ed EN 12453

TAU S.r.l. Linee guida per le automazioni, secondo le nuove norme europee EN 13241-1, EN 12445 ed EN 12453 TAU S.r.l. Linee guida per le automazioni, secondo le nuove norme europee EN 13241-1, EN 12445 ed EN 12453 Dal 31 maggio 2001, gli impianti per cancelli automatici ad uso promiscuo (carrabile-pedonale)

Dettagli

Codice Descrizione u.m. Prezzo %m.d'o.

Codice Descrizione u.m. Prezzo %m.d'o. L.21 ASCENSORI L.21.10 IMPIANTI ELEVATORI L.21.10.10 Ascensore automatico, idoneo anche per disabili, per edifici caratteristiche: Portata 525 kg, Persone n. 7, Fermate n. 6 compreso la prima, Corsa 15

Dettagli

GUIDA ALLA REALIZZAZIONE DEI VANI TECNICI PER ASCENSORI

GUIDA ALLA REALIZZAZIONE DEI VANI TECNICI PER ASCENSORI GUIDA ALLA REALIZZAZIONE DEI VANI TECNICI PER ASCENSORI INTRODUZIONE Le dimensioni delle cabine degli ascensori devono rispettare valori minimi stabiliti dalle normative vigenti, dipendenti dalla particolare

Dettagli

2.2.4 Distanze di sicurezza UNI EN ISO 13857:2008, UNI EN 349:1994

2.2.4 Distanze di sicurezza UNI EN ISO 13857:2008, UNI EN 349:1994 2.2.4 Distanze di sicurezza UNI EN ISO 13857:2008, UNI EN 349:1994 2.2.4.1 Descrizione L uso delle distanze di sicurezza rappresenta un modo per garantire l integrità fisica dei lavoratori in presenza

Dettagli

6.3 Organizzare l ambiente

6.3 Organizzare l ambiente 6.3 Organizzare l ambiente 6.3.1. Introduzione Il normale ambiente domestico può creare alla persona di cui ci si prende cura problemi di accesso, come le scale, e può anche essere pericoloso, come varie

Dettagli