Piano Industriale

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Piano Industriale 2008-2010"

Transcript

1 Piano Industriale

2 Agenda Presentazione del gruppo Eutelia Storia del Gruppo Economics attuali di Eutelia Driver di sviluppo per il triennio Piano Economico e Finanziario 2

3 Chi è Eutelia Eutelia è l unico operatore italiano ad offrire un portafoglio completo di servizi integrati ICT rivolto ai segmenti Business, Consumer, Wholesale e Pubblica Amministrazione A fine 2007 il Gruppo Eutelia: ha raggiunto un volume di affari di circa 590 mln e un EBITDA di 46,5 mln impiega oltre risorse su 19 sedi nazionali ed è presente in 10 paesi europei possiede un infrastruttura in fibra ottica di Km in grado di connettere direttamente un mercato potenziale di 3,7 mln di clienti è leader europeo nella telefonia prepagata long-distance ha lanciato lo start-up di un nuovo operatore mobile in Polonia, Mobyland è quotata alla Borsa di Milano Questi risultati posizionano il Gruppo Eutelia come uno dei player di riferimento nazionale nel settore dell ICT 3

4 Il posizionamento ICT di Eutelia Integrandosi con Getronics e Bull e facendo leva sulla propria cultura di fornitore di soluzioni in ambito wholesale, Eutelia ha scelto di posizionarsi come provider di soluzioni ICT chiavi in mano per grandi gruppi e per gli operatori del settore TLC Nell'area IT, Eutelia ha sviluppato rapidamente una notevole competenza nell'offerta di soluzioni di System Integration e di servizi di progettazione, installazione e manutenzione di reti VoIP, rivolti principalmente a clienti Corporate, a operatori TLC e Enti della Pubblica Amministrazione Per supportare la qualità e la completezza di gamma della propria offerta IT, Eutelia ha definito importanti partnership con i principali vendors di tecnologia (Ericsson, Nortel e Alcatel in primis) e ha ottenuto certificazioni di alto profilo fra cui la Gold Partnership di Cisco Nel area TLC, Eutelia ha consolidato la propria customer base retail, è riuscita a crescere nell area wholesale sui segmenti ISP e Reseller e ha rafforzato la propria leadership, anche a livello europeo, nel segmento dei servizi prepagati attraverso l integrazione con le società C3 e Alpha Telecom acquisite dal Gruppo Tele2 nel corso del

5 Struttura societaria del Gruppo Finanziaria Italiana F. Finanziaria Mercato 35,18% 10,60% 54,22% Agile Srl (Potenza) EunicsLab (Napoli) 100% 100% Contact Center Centro Ricerca Progetti IT 20% 90% 50% 39% Internazionali Contenuti Citynet partnership con enti locali 5

6 Valori da Comunicare Istituzionale e di prodotto Il nuovo Portale WEB 6

7 La presenza capillare sul territorio Con circa dipendenti Eutelia opera su tutto il territorio nazionale con lo stesso livello di eccellenza qualitativa, attraverso una struttura di distribuzione di servizi tecnologici. L headquarter è ad Arezzo, le sedi principali sono a Milano, Roma, Ivrea, Torino, Napoli e Bari. Headquarter Arezzo Pregnana Milanese (MI) Polo tecnologico di Roma Ivrea (TO) 7

8 Le competenze del Gruppo L insourcing applicato sulla struttura ex Eunics ha riportato all interno del perimetro aziendale importanti competenze tecnologiche e di business che oggi posizionano le risorse come riferimento di qualità e professionalità su tutto il mercato dell ICT. Le certificazioni oggi presenti in Eutelia sono la dimostrazione del valore di questo know-how: 138 certified & specialist Cisco 524 certificati Microsoft 116 certificati Dell 96 altri certificati: : HP, IBM, Tivoli, Sun, Red Hat, Oracle, ISS, Novell, Check Point, FileNet, Gartner TCO, RSA, Nortel, Epson, Lotus, Olivetti 8

9 Gli asset di Eutelia: : la rete nazionale Oltre Km di fibra ottica sul territorio nazionale 9

10 Gli asset di Eutelia: : la rete internazionale 11 POP internazionali: Londra (3), Francoforte, Praga, Bratislava, Budapest, Vienna, Bucarest, Sofia, Kiev 10

11 Gli investimenti fatti da Eutelia Mln 250,0 200,0 228,9 25,0 36,7 Sedi e Data Centers Wireless (WiFi e WiMAX) Equipments Information Technology 150,0 32,0 121,9 POPs Network 100,0 50,0 0,0 65,0 1,8 14,0 135,2 29,6 77,8 23,1 13,5 6,1 31,0 14,2 55,0 16,7 14,0 15,6 32,5 37,5 44,0 8,0 11,0 21,9 1,0 3,0 2,0 2000A 2001A 2002A 2003A 2004A 2005A 2006A 21,8 45,0 29,9 5,1 5,0 5,0 2007A Oltre 620 mln di investimenti sostenuti da Eutelia negli ultimi 8 anni 11

12 Le alleanze strategiche Si sono consolidate partnership con i maggiori vendors di tecnologia realizzando: Vantaggio competitivo sui Clienti Business/Corporate e PA, che lo riconoscono come sistema di referenze e di valore Nuove opportunità di Business Soluzioni innovative da proporre a clienti su soluzioni legacy *solo alcuni dei nostri partner 12

13 Il presidio del mercato e dei canali ICT Area TLC e IT canale diretto: oltre 50 Key Account Managers e partnership commerciali Servizi TLC; connettività voce, dati e internet Servizi IT: IT: progettazione reti, delivery, system integration, outsourcing e manutenzione TOP Area sviluppo integrato TLC e IT Area ICT Area TLC Retail canale indiretto: 20 Area Managers e 100 agenzie canale pull tramite sito e call center Eutelia Points e distributori (SISAL) Servizi bundle Voce e ADSL, servizi web, hosting e housing Servizi ADLS e VoIP Carte e servizi pregati Clientela Long-Distance (servizi prepagati) PMI e SoHo Consumer Consumer Wholesale/ICT canale diretto: 20 Key Account Managers Code Hosting, ADSL, Carrier s Carrier, VAS, infrastrutture, servizi IT IT e System Integration Mercato Wholesale Operatori TLC e IT, Carriers, Resellers, ISPs, e Centri Servizi 13

14 L offerta per la Pubblica Amministrazione Fonte: progetto Regione Toscana Turismo Soluzioni di di Accesso Multicanale alla proposizione di di offerta (Hotel, Agenzie di di Viaggi,...); Soluzioni di di Supporto Multimediale in in Mobilità per la valorizzazione del patrimonio artistico,... Informazioni sul flusso del traffico automobilistico, gestione delle flotte ed ottimizzazione delle percorrenze, controllo e limitazione degli accessi nei centri storici, gestione dinamica dei parcheggi disponibili e mobile payment... Intelligent Transportation Systems Banda Fonia Soluzioni Datacenter Strumenti Produttività egovernment e-health Applicazioni di di integrazione, bonifica ed ottimizzazione dell operatività di di backoffice delle P.A. e iniziative di di arricchimento delle proposizioni di di servizio di di front-office office Fascicolo Sanitario Elettronico, Gestione delle assegnazioni dei farmaci, Monitoraggio dei parametri della salute e teleconsulto con specialisti remoti,... Net Centric Infrastructure ed Application Services,, Centri Servizi Condivisi,... 14

15 La customer base a fine 2007 Attività Descrizione Retail Retail: servizi voce, dati e accesso internet in accesso diretto e indiretto Carte Prepagate 13K clienti Full ULL (30K linee) 25k clienti ADSL 90K clienti CPS 160k clienti soft phone * 640 clienti con ARPU superiore a 10K euro Distribuzione in Italia su rete Sisal e mediante Phone Center e Internet Point (Eutelia Point) 400k POS in Spagna, Francia, Regno Unito, Germania, Italia, Portogallo, Austria, Olanda, Svizzera Phone Center Servizi Premium Numerazione premium per centri servizi (199, 89x, ) Wholesale ISP e Resellers Carriers e interconnessione Vendita connettività / minuti voce a ISP 40k linee ADSL Ricavi incoming da accordi con carriers internazionali Infrastrutture Affitto dark fibre e IRU (*) clienti Skype Like 15

16 Agenda Presentazione del gruppo Eutelia Storia del Gruppo Economics attuali di Eutelia Driver di sviluppo per il triennio Piano Economico e Finanziario 16

17 Le tappe della crescita TLC fino al Nasce nel 1998 come uno dei primi Internet Service Provider italiani Diventa un operatore di telecomunicazioni offrendo servizi di telefonia e internet principalmente sul centro Italia Realizza i primi km di dorsali di rete e avvia l espansione sull Europa Supera i 200 milioni di euro di ricavi e diventa il primo operatore alternativo a raggiungere un risultato positivo a livello di utile netto Acquisisce il 100% di EdisonTel che viene fusa per incorporazione Acquisita Freedomland e successivamente Noicom (operatore TLC partecipato da AEM Torino) Quotazione alla Borsa di Milano; è tra i primi operatori italiani per fatturato (478 milioni di euro) e per dimensione della rete in fibra ottica ( Km) 17

18 500 nuovi dipendenti fra il 2003 e il 2005 Nel triennio di espansione tramite acquisizioni ( ), Eutelia ha integrato con successo all interno del proprio gruppo: Oltre 500 nuovi dipendenti, principalmente localizzati sulle aree di Roma, Milano e Torino, senza alcun ricorso a strumenti di riduzione degli organici e/o incentivazione all esodo 3 operatori di caratura nazionale (EdisonTel, NTS e Noicom) che presentavano perdite cumulate per oltre 150 mln differenti portafogli di servizi, creando una totale omogeneità nelle aree e nel modello di business proposto sul mercato A fine 2005 Eutelia è un operatore TLC che fattura circa 480 mln, con un EBITDA di 40,7 Mln, ed è considerato fra i principali operatori alternativi a Telecom Italia 18

19 L impasse sull area TLC ad inizio 2006 Fra il 2005 e l inizio del 2006 Eutelia prende atto che le possibilità di ulteriore crescita tramite operazioni di M&A nelle TLC sono assai ridotte: gli operatori di taglia più piccola sono ormai stati acquisiti e i pochi rimasti mostrano situazioni economico-finanziarie precarie (vd. caso Elitel) Gli operatori più grandi (Fastweb,Tele2 e Tiscali) presentano valutazioni che rendono impossibile operazioni di acquisto su base stand-alone per Eutelia. Anche le possibilità di crescita organica sul fronte retail appaiano limitate dalla situazione di mercato: la guerra di prezzi in corso azzera di fatto i margini e Eutelia preferisce un percorso autonomo, mirando alla nicchia del digital divide attraverso il progetto Wi-Fi con l obiettivo di mantenere alta la marginalità dei propri servizi Di fronte a questo scenario, che costringe Eutelia ad adottare una strategia difensiva sul fronte TLC, si sceglie di verificare la possibilità di diversificare l attività su mercati sinergici, su cui valorizzare l enorme know-how tecnologico maturato e la solida posizione finanziaria acquisita 19

20 La diversificazione verso l IT La scelta dell IT quale settore sinergico alle TLC è motivata dai seguenti fattori: IT e TLC sono settori sempre più vicini e sinergici grazie all evoluzione delle reti e dei sistemi IP-based, che hanno di fatto unificato la tecnologia alla base dei sistemi di telecomunicazioni e dei sistemi informatici Il know-how industriale e la base clienti dei target individuati (Getronics e Bull) garantivano una totale complementarietà con gli asset tecnologici e commerciali che Eutelia aveva già creato in ambito TLC L integrazione IT-TLC avrebbe ed ha permesso di sviluppare un approccio commerciale congiunto e sinergico per offrire al mercato business un servizio integrato ICT (Information&Communication Technology) in grado di coprire tutte le esigenze del cliente: dalla semplice connettività, alla progettazione di soluzioni network ad alta complessità fino all outsourcing completo di tutti i servizi ICT propri del cliente Da ultimo, la struttura costi dei target permetteva ad Eutelia di migliorare notevolmente la marginalità importando negli operatori acquisiti la strategia dell Insourcing, finalizzata ad abbattere i costi per le forniture esterne. La capacità del management ad eseguire questo tipo di ristrutturazione era già stata ampiamente dimostrata sul versante TLC 20

21 Le acquisizioni di Getronics e Bull Attraverso le acquisizioni delle filiali italiane delle multinazionali Getronics (maggio 2006) e Bull (dicembre 2006), Eutelia ha allargato il perimetro delle proprio business al settore dell IT e ha integrato all interno del Gruppo oltre nuovi dipendenti, distribuiti su 19 sedi nazionali In entrambe le operazioni, Eutelia ha interrotto/revocato le procedure avviate dalle precedenti proprietà e finalizzate alla riduzione degli organici: una la richiesta di Cassa Integrazione per oltre 700 dipendenti avviata da Getronics e una CIGS già in corso su 90 lavoratori BULL Eutelia ha altresì recuperato al proprio interno un centinaio di lavoratori precedentemente oggetto di operazioni di esternalizzazione effettuate da Getronics Le due società acquisite presentavano perdite cumulate nel 2006 per 45 mln a livello di EBITDA e per oltre 55 mln a livello di risultato netto A fine giugno 2007 la componente IT chiude il primo semestre con un risultato netto positivo, con un anno di anticipo rispetto al piano previsto, e viene fusa per incorporazione in Eutelia che diviene così il primo operatore integrato ICT italiano 21

22 L operazione EDA Lo scorso 4 settembre, Eutelia ha definito con l allora liquidazione di EDA (Enterprise Digital Architects), un contratto di affitto per rilevare la totalità delle attività operative della stessa EDA. Eutelia ha inoltre provveduto a ricapitalizzare gli asset acquisiti per un ammontare cash di 10 milioni di euro. L operazione avrebbe permesso ad Eutelia di integrarsi con uno dei principali operatori IT in Italia. Le attività rilevate includevano un portafoglio ordini di 220 milioni di euro, altamente sinergico con le potenzialità di Eutelia e rappresentativo dei principali Enti della Pubblica Amministrazione e dei più importanti gruppi industriali italiani. Nei quasi tre mesi di gestione, Eutelia ha focalizzato la propria attività sull integrazione della nuova struttura, ridisegnando di fatto la struttura del Gruppo, e potenziando le proprie risorse sul fronte del delivery e della manutenzione a livello nazionale a discapito della penetrazione commerciale su nuovi target. Tuttavia, parallelamente a questo sforzo operativo, il Tribunale di Roma decretava ad ottobre il fallimento di EDA SpA (società locatrice del ramo d azienda) e nominava un Curatore Fallimentare che a fine novembre notificava il recesso dal contratto di affitto, interrompendo quindi in maniera improvvisa l integrazione tecnica, commerciale e organizzativa che aveva già portato le persone ex-eda all interno della struttura e delle sedi di Eutelia. 22

23 L effetto EDA sugli economics di Eutelia Gli effetti della mancata integrazione con EDA sono visibili nell andamento della BU IT durante l anno 2007: Al 30 giugno la ex Eunics registra un valore del fatturato sui sei mesi pari a 110 mln e un Margine Operativo Lordo (MOL) positivo per circa 3 mln A fine 2007 il fatturato della BU IT è pari a 175 mln e il MOL è negativo per 7 mln. Il dato mostra la flessione dei ricavi nel secondo semestre (65 mln contro i 110 mln del primo semestre) che ha fatto venir meno la massa critica preventivata di 200 Mln di ricavi necessaria al raggiungimento del break-even sul MOL. Il dato del MOL 2007 mostra da un lato un netto miglioramento rispetto agli oltre 45 mln di perdite proforma ex Getronics e Bull del 2006, ma dall altro lato segna una pericolosa inversione di tendenza e la perdita del backlog di commesse EDA costringe Eutelia a rivedere i propri obiettivi per il

24 Agenda Presentazione del gruppo Eutelia Storia del Gruppo Economics attuali di Eutelia Driver di sviluppo per il triennio Piano Economico e Finanziario 24

25 Il risultato di gruppo nel 2007: P&L Conto Economico consolidato 31-dic dic dic-06 Euro/ mesi pf Eutelia + Eunics 12 mesi Ricavi delle vendite e delle prestazioni Altri ricavi Totale ricavi Costi della produzione Margine Operativo Lordo Ammortamenti e accantonamenti Risultato Operativo (32.093) (26.375) Risultato prima delle imposte (32.092) (23.953) (7.943) Risultato Netto (40.087) (35.260) 337 Eutelia ha chiuso l esercizio 2007 registrando una perdita consolidata di 40 mln, a fronte di un risultato netto positivo per 0,4 mln al 30 giugno 2007 La performance negativa nel secondo semestre 2007 è stata in gran parte determinata dalle conseguenze della mancata integrazione con EDA e ha colpito in maniera particolare la Business Unit IT 25

26 Il trend di risultati sull EBITDA EBITDA Eutelia, Mln 60,0 40,0 27,6 40,8 50,7 46,5 20,0 0,0-20,0-40,0-60,0-49,4-4, PF Fase di espansione nell IT Primi effetti di EDA -80,0-100,0-120,0-103,1 Fase di consolidamento nelle TLC A fine 2007, la marginalità (indicatore EBITDA) mostra la prima fase di rallentamento rispetto al trend di crescita continua che Eutelia aveva sperimentato sin dal

27 Il risultato di gruppo nel 2007: la PFN Posizione Finanziaria Netta 31-dic set dic-06 Euro/000 Include Eunics Include Eunics Totale componenti attive Crediti finanziari a breve termine Crediti finanziari a medio lungo termine Investimenti finanziari a breve Disponibilità liquide Depositi - mercato monetario - Totale componenti passive (94.466) (80.924) (54.256) Debiti finanziari a medio lungo termine (31.892) (46.701) (37.840) Debiti finanziari a breve termine (62.575) (34.223) (16.416) Posizione finanziaria netta (32.593) (22.802) Anche il risultato sulla Posizione Finanziaria Netta evidenzia le difficoltà emerse nell ultima parte dell anno: Eutelia ha infatti generato cassa per oltre 25 mln nei primi nove mesi dell anno, passando da una situazione debitoria per 22,8 mln a fine 2006 ad una posizione di cassa positiva di 2,4 mln al 30 settembre 2007, mentre nell ultimo trimestre dell anno ha consumato cassa per quasi 35 mln, chiudendo con una PFN negativa per 32,6 mln 27

28 Il risultato di gruppo al Q108: P&L Conto Economico consolidato 31-mar mar-07 Euro/000 3 mesi 3 mesi Ricavi delle vendite e delle prestazioni Altri ricavi Totale ricavi Costi della produzione Margine Operativo Lordo (3.229) Ammortamenti e accantonamenti Risultato Operativo (14.478) 282 Risultato prima delle imposte (15.387) 39 Il raffronto Q107 vs Q108 mostra un calo di redditività che porta il risultato netto dall equilibrio del Q107 ad una perdita di 15,4 mln nel Q108 La tabella confronta le trimestrali Eutelia Q108 e Q107. I dati del Q107 non includono: l area IT, all epoca non consolidata; la ex-eunics aveva registrato nel Q107 42,1 mln di ricavi IT con una marginalità neutra I ricavi di C3 e Alpha Telecom (circa 26,5 mln, marginalità neutra), all epoca non di proprietà del Gruppo 28

29 Il calo di fatturato a perimetro omogeneo Mln Revenues Q108 vs Q107 Il confronto omogeneo a parità di perimetro sulle revenues nel primo trimestre 2008 vs 2007 mostra un calo del 25% del fatturato, da 159,1 mln a 119,9 mln Il calo percentualmente più accentuato (oltre 30 punti) si è verificato nell area IT, a seguito principalmente degli effetti della mancata integrazione con EDA e della particolare congiuntura di mercato 180,0 160,0 140,0 120,0 100,0 80,0 60,0 40,0 20,0 0,0 159,1 42,1 117,0-31% -22% 119,9 29,2 90,7 Revenues IT Revenues TLC Q107 Q108 29

30 Il risultato di gruppo al Q108: la PFN Posizione Finanziaria Netta 31-mar dic mar-07 Euro/000 Totale componenti attive Crediti finanziari a breve termine Crediti finanziari a medio lungo termine Investimenti finanziari a breve 681 Disponibilità liquide Depositi - mercato monetario - Totale componenti passive ( ) (94.466) (39.137) Debiti finanziari a medio lungo termine (31.581) (31.892) (18.647) Debiti finanziari a breve termine (71.285) (62.575) (20.490) Posizione finanziaria netta (63.586) (32.593) (11.419) Anche il risultato sulla Posizione Finanziaria Netta evidenzia gli effetti del calo business: nel primo trimestre del 2008 Eutelia ha consumato cassa per circa 30 mln, in linea con il cashburn già registrato nel trimestre precedente Sostanzialmente, con una struttura di costi fissi caratterizzata da circa 130 mln di costo del lavoro su base annua, l improvviso calo di fatturato su aree ad alta marginalità, come l IT, ha determinato un immediato peggioramento della situazione economico-finanziaria 30

31 Agenda Presentazione del gruppo Eutelia Storia del Gruppo Economics attuali di Eutelia Driver di sviluppo per il triennio Piano Economico e Finanziario 31

32 Le prospettive del mercato ICT nel 2008 Il mercato italiano delle TLC: Le prospettive per l anno in corso sul mercato delle TLC indicano che verosimilmente proseguirà la forte competizione sui prezzi nell area Retail. In particolare Tiscali appare la più aggressiva nella ricerca di una customer base più ampia e di un trend di crescita delle revenues, finalizzati ad accelerare il processo di cessione della società recentemente avviato. Proprio il tema del consolidamento dei players è verosimilmente destinato a proseguire nel corso del 2008 dopo che nel 2007 due dei principali operatori alternativi (Fastweb e Tele2) sono stati oggetto di acquisizione Il mercato italiano dell IT: Le prospettive per il periodo indicano un tasso di crescita medio per il mercato dell IT intorno al 2,6%, contro una media UE del 5,2%. Oltre a ciò si sono aggiunte ad inizio 2008 le preoccupazioni per un rallentamento della domanda relativa all area della PA a seguito del periodo preelettorale che di fatto ha bloccato il flusso di nuove commesse nel Q108 In un contesto competitivo difficile, è fondamentale segmentare il mercato per identificare le migliori opportunità di crescita per Eutelia 32

33 La segmentazione del mercato dell IT Eutelia presenta un posizionamento trasversale su tutti i segmenti di mercato dell IT ed è quindi in condizioni di focalizzare il proprio sviluppo dei prossimi anni sui segmenti più attraenti in termini di concorrenza, tasso di crescita e complementarietà ai propri asset Fonte: piano industriale Telecom Italia 33

34 Il segmento della Pubblica Amministrazione La presenza di Eutelia nel settore della Pubblica Amministrazione (Locale e Centrale) è di rilevante importanza nella storia e nella cultura delle aziende che oggi fanno parte del Gruppo. Questo settore è soggetto a molteplici variabili legate, tra l altro, al quadro politico (Nazionale e Locale) di riferimento, con conseguenze non trascurabili sui processi decisionali delle Amministrazioni. Per il comparto dell ICT, la Pubblica Amministrazione svolge un ruolo di traino e di stimolo per le imprese del settore. Eutelia intende consolidare e sviluppare la presenza in questo segmento in modo da valorizzare ulteriormente l intero sistema di competenze presenti in Azienda. 34

35 Il segmento degli Application Services Il segmento degli Application Services, oltre a mostrare un tasso di crescita sopra la media (3,6% CAGR ), favorisce il successo di un approccio integrato con le TLC grazie alla proposizione di applicativi e gestionali in modalità ASP, particolarmente adatta alla clientela PMI In quest ottica verrà di seguito descritto il piano per la commercializzazione dell ambiente EOS Fonte: piano industriale Telecom Italia 35

36 I driver per lo sviluppo di Eutelia In questo scenario di incertezza sull andamento del mercato nazionale, Eutelia ha definito le linee guida per lo sviluppo industriale, nel breve e medio termine, declinate lungo 3 direttrici principali: 1. Direttrice commerciale: Presidio delle aree di mercato su cui Eutelia già opera, con particolare focus: - area TLC sul segmento del prepagato e del wholesale - area IT sul segmento della Pubblica Amministrazione Sviluppo delle aree di mercato TLC ad alta redditività (clientela finale ad ( diretto accesso Penetrazione dell offerta IT di Eutelia sul segmento delle PMI attraverso la proposizione della suite di servizi EOS Sviluppo del business internazionale attraverso l offerta di servizi ICT chiavi in mano per lo start-up di operatori TLC 2. Contenimento dei costi operativi: definizione di un piano d azione finalizzato al cost-saving coerente con l attuale andamento del business 3. Dismissione di asset non strategici: verranno identificati eventuali asset (es. immobili) ed eventuali aree di business all interno del Gruppo, oggetto di possibile dismissione 36

37 1) Le azioni commerciali PAC Pubblica amministrazione centrale (PAC) Sviluppo del mercato di riferimento dei Ministeri. Oggi, Eutelia offre servizi IT e TLC a 60% dei Ministeri e Enti Centrali Partecipazione alle gare del piano di spesa CNIPA e Piani Operativi Nazionali al fine di raggiungere un portafoglio ordini pari a: 89 milioni di euro per l anno milioni di euro per l anno 2009 (Eutelia ritiene di possedere requisiti e competenze interne al fine di essere riconosciuta da CNIPA come fornitore qualificato delle convenzioni SPC) 37

38 1) Le azioni commerciali PAL e Corporate Pubblica amministrazione locale (PAL) e Corporate Raggiungere un portafoglio ordini per 120 milioni di euro nel 2008 e 160 nel 2009 attraverso Integrazione dei servizi IT e TLC su una customer base fidelizzata che già conosce i punti di forza Eutelia in termini di qualità del servizio e realizzazione di progetti mission critical La presenza di Eutelia nel centro sud consente una focalizzazione sulle gare per i fondi dei Piano Operativi Regionali regioni obiettivo 1. Commercializzazione della piattaforma EOS Sviluppare Partnership, in termini di offerta di servizi con importanti player del settore ICT 38

39 1) Le azioni commerciali PMI PMI Entro il 2008, Eutelia prevede di contrattualizzare 240 nuove agenzie. Lo sviluppo del canale indiretto porterà nell arco del biennio ad un ordinato di circa 15,8 milioni, anche attraverso la vendita di bundle di servizi Tlc/It e alcune partnership strategiche. Capitalizzazione, a seguito dell aggiudicazione del bando Wi-Fi della Regione Toscana, di un mercato di 102 comuni e 170 mila abitanti. Avvio di una campagna commerciale volta ad una diminuzione del churn mediante un'azione congiunta della forza vendita e del Customer care. Nell arco 2009, è previsto un potenziamento della forza commerciale diretta attraverso un piano di inserimento progressivo di 80 account (personale interno piano di formazione CIGS) 39

40 1) Le azioni commerciali Wholesale Mercato Wholesale Innovazione e qualità del servizio ADSL. Offerta basata su: ADSL con doppio vc + Back up + Voip Installazione e assistenza per conto degli ISP/WISP/Reseller, attraverso la presenza capillare sul territorio del personale tecnico di Eutelia Servizi Wireless: offerta di collegamenti ad alta capacità comprensiva di SLA: Eutelia possiede un rete di Km ed è dotata di sistemi per il controllo della Quality of service Finalizzazione di un accordo MVNO (Mobile Virtual Network Operator) a partire dal secondo semestre

41 1) EOS: l offerta l per la gestione aziendale EOS (Eutelia( Open System) è una suite di soluzioni software per le Aziende, sviluppate a partire dal Sistema Informativo aziendale di Eutelia, acquistabili in moduli indipendenti, scalabili e componibili dal cliente I moduli EOS coprono le seguenti aree: Pianificazione e controllo Gestione delle attività e dei processi (Atlante) Gestione per la qualità (Maia) Gestione documentale (Dione) Gestione dei progetti (Efesto) Relazioni con i clienti Help desk (Atlante Trouble Ticketing) Portale di accesso allo help desk (Atlante Customer Portal) Relazioni con i fornitori Approvvigionamenti e magazzino (Orione) Gestione dei processi Contabilità e bilancio (Calipso) Gestione delle risorse umane (Elettra) Gestione della rete di vendita (Demetra) 41

42 1) EOS: punti di forza Integrazione tra i moduli della suite Modularità, scalabilità e flessibilità Riduzione dei costi di acquisizione, sviluppo, integrazione, gestione e manutenzione (mondo open source) Pay as you grow: moduli e funzioni aggiunti secondo le disponibilità di budget e senza ulteriori costi di integrazione Miglioramento dei processi: semplificazione, controllo e gestione dei processi in modo sistematico, conforme ai requisiti di qualità Telecomunicazioni e servizi disponibili da un unico fornitore EOS viene fornito in due modalità d uso : Licenza d uso: Licenza per numero d utenti Installazione e configurazione del software effettuate da personale Eutelia Servizio in modalità ASP (Application Service Provider): Accesso alla soluzione tramite postazioni remote Contratto di servizio con pagamenti periodici fissi, senza alcuna licenza d uso 42

43 1) L approccio L commerciale per EOS offerta in bundle con le TLC Proposizione della suite full di di EOS per large Corporate e enti della PA, veicolazione attraverso il il canale diretto con possibilità di di servizi di di consulenza e system integration TOP Offerta standard EOS (versione light) in in bundle con il il portafoglio di di offerta TLC, utilizzo del canale indiretto sul territorio PMI e SoHo Offerta Full, customizzata per operatori TLC con focus su nuovi operatori Wi-MAX Mercato Wholesale 43

44 1) Il mercato potenziale e i competitors Application Services (mln euro) TOP PMI e SoHo ,1% ,3% Mercato Wholesale Il mercato Italiano degli Application Services è valutato nell ordine dei Mln nel 2008 ed è atteso in crescita del 3% nel 2009 e del 6% nel 2010 (fonti Assinform e IDC) I player presenti sul mercato sono gli integratori specialisti IT (IBM, Accenture, HP, EDS, Engineering e Almaviva) e i new-entrants Telco (BT e Telecom Italia in primis) Eutelia ha il vantaggio di essere l unico player integrato, offrendo il pacchetto EOS in bundle con l offerta di connettività, e punta ad una quota di mercato pari all 1,5% entro il

45 1) C3 leader europeo nel prepagato C3-Europe e Alpha-Telecom: attraverso C3 Europe e Alpha Telecom, il Gruppo Eutelia distribuisce i propri servizi prepagati le la fonia longdistance su 10 paesi Europei: clienti finali 1 miliardo di minuti di traffico annuo gestito Leader europeo sul settore del prepagato Gestione integrale dei servizi di rete e di billing sulla piattaforma EOS intelligent network 50 mln di fatturato attesi per il

Il Consiglio di Amministrazione di Tiscali approva i risultati del primo trimestre 2013

Il Consiglio di Amministrazione di Tiscali approva i risultati del primo trimestre 2013 Il Consiglio di Amministrazione di Tiscali approva i risultati del primo trimestre 2013 Cagliari, 14 maggio 2013 Il Consiglio di Amministrazione di ha approvato i risultati al 31 marzo 2013. Ricavi consolidati

Dettagli

Il Consiglio di Amministrazione di Tiscali approva i risultati al 30 settembre 2013. Performance in netto miglioramento nel 3Q2013

Il Consiglio di Amministrazione di Tiscali approva i risultati al 30 settembre 2013. Performance in netto miglioramento nel 3Q2013 Il Consiglio di Amministrazione di Tiscali approva i risultati al 30 settembre 2013. Performance in netto miglioramento nel 3Q2013 Cagliari, 14 novembre 2013 Il Consiglio di Amministrazione di ha approvato

Dettagli

per DOCUMENTAZIONE CONTENUTA NELLA CARTELLA SYNERGIA 2000 La società e le sue attività Pag. 1 La storia Pag. 3 I servizi offerti Pag.

per DOCUMENTAZIONE CONTENUTA NELLA CARTELLA SYNERGIA 2000 La società e le sue attività Pag. 1 La storia Pag. 3 I servizi offerti Pag. DOCUMENTAZIONE CONTENUTA NELLA CARTELLA La società e le sue attività Pag. 1 La storia Pag. 3 I servizi offerti Pag. 4 Scheda di sintesi Pag. 6 Milano, ottobre 2004 1 La società e le sue attività Presente

Dettagli

Comunicato Stampa. Nel trimestre EBITDA positivo a 10,4 mln di euro e posizione finanziaria migliorata di 12,6 mln di euro

Comunicato Stampa. Nel trimestre EBITDA positivo a 10,4 mln di euro e posizione finanziaria migliorata di 12,6 mln di euro Comunicato Stampa Il CdA di approva i dati relativi al terzo trimestre dell esercizio 2004-05 e propone l autorizzazione al buy-back di azioni proprie Nel trimestre EBITDA positivo a 10,4 mln di euro e

Dettagli

COMUNICATO STAMPA. Attesa una crescita organica dei ricavi di Gruppo tra 3% ed il 4%

COMUNICATO STAMPA. Attesa una crescita organica dei ricavi di Gruppo tra 3% ed il 4% COMUNICATO STAMPA ILLUSTRATE ALLA COMUNITA FINANZIARIA LE STRATEGIE E GLI OBIETTIVI PER IL TRIENNIO 2006-2008 DEL GRUPPO TELECOM ITALIA E DELLA BUSINESS UNIT OPERATIONS Attesa una crescita organica dei

Dettagli

COMUNICATO STAMPA. Esaminati dal Consiglio di Amministrazione i risultati preliminari del primo semestre 2005

COMUNICATO STAMPA. Esaminati dal Consiglio di Amministrazione i risultati preliminari del primo semestre 2005 COMUNICATO STAMPA Esaminati dal Consiglio di Amministrazione i risultati preliminari del primo semestre 2005 Wireline: continua la crescita dei ricavi, +2,1% rispetto al primo semestre 2004 (+2,3% crescita

Dettagli

Il Consiglio di Amministrazione di Tiscali approva i risultati del 1 trimestre 2004 Ruud Huisman CEO del Gruppo

Il Consiglio di Amministrazione di Tiscali approva i risultati del 1 trimestre 2004 Ruud Huisman CEO del Gruppo Il Consiglio di Amministrazione di Tiscali approva i risultati del 1 trimestre 2004 Ruud Huisman CEO del Gruppo 267,1 milioni di Euro di ricavi, in crescita del 26% rispetto al primo trimestre 2003 Crescita

Dettagli

COMUNICATO STAMPA. Focalizzazione su efficienza operativa del Gruppo» Costi amministrativi in calo dell 1,1% a termini omogenei

COMUNICATO STAMPA. Focalizzazione su efficienza operativa del Gruppo» Costi amministrativi in calo dell 1,1% a termini omogenei COMUNICATO STAMPA PRESS OFFICE Tel. +39.040.671180 - Tel. +39.040.671085 press@generali.com INVESTOR RELATIONS Tel. +39.040.671202 - Tel. +39.040.671347 - generali_ir@generali.com www.generali.com RISULTATI

Dettagli

DOCUMENTO DI ILLUSTRAZIONE DELLO SCENARIO ECONOMICO DELLA FILIERA TLC

DOCUMENTO DI ILLUSTRAZIONE DELLO SCENARIO ECONOMICO DELLA FILIERA TLC DOCUMENTO DI ILLUSTRAZIONE DELLO SCENARIO ECONOMICO DELLA FILIERA TLC INCONTRO 31 GENNAIO 2012 TRA ASSTEL E SLC-CGIL, FISTEL-CISL E UILCOM-UIL SUL RINNOVO DEL CONTRATTO COLLETTIVO DI LAVORO Sviluppo e

Dettagli

REPLY PROFILO AZIENDALE 2007

REPLY PROFILO AZIENDALE 2007 REPLY PROFILO AZIENDALE 2007 REPLY Company Profile 2007 1 CARATTERI IDENTIFICATIVI DEL GRUPPO Reply è una società di Consulenza, System Integration e Application Management, leader nella progettazione

Dettagli

EBITDA pari a 13,2 milioni di Euro nel quarto trimestre 2002

EBITDA pari a 13,2 milioni di Euro nel quarto trimestre 2002 Il Consiglio di Amministrazione del Gruppo Tiscali ha approvato i risultati del quarto trimestre 2002. Raggiunto l obiettivo del pareggio a livello di EBITDA per l esercizio 2002 EBITDA pari a 13,2 milioni

Dettagli

Il Consiglio di Amministrazione di Tiscali approva i risultati del primo semestre 2010

Il Consiglio di Amministrazione di Tiscali approva i risultati del primo semestre 2010 Il Consiglio di Amministrazione di Tiscali approva i risultati del primo semestre 2010 Cagliari, 27 agosto 2010 Il Consiglio di Amministrazione di ha approvato i risultati al 30 giugno 2010. Risultato

Dettagli

AIM INVESTOR DAY. I Edizione Palazzo Mezzanotte 3 aprile 2014

AIM INVESTOR DAY. I Edizione Palazzo Mezzanotte 3 aprile 2014 AIM INVESTOR DAY I Edizione Palazzo Mezzanotte 3 aprile 2014 POSIZIONAMENTO DELLA SOCIETÀ MC-linkoggi èun operatore di Telecomunicazionila cui mission èquella di fornire servizi dati, telefonia, internet

Dettagli

POSTE ITALIANE: IL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE APPROVA I RISULTATI AL 30 SETTEMBRE 2015 RICAVI E RISULTATO OPERATIVO IN CRESCITA

POSTE ITALIANE: IL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE APPROVA I RISULTATI AL 30 SETTEMBRE 2015 RICAVI E RISULTATO OPERATIVO IN CRESCITA POSTE ITALIANE: IL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE APPROVA I RISULTATI AL 30 SETTEMBRE 2015 RICAVI E RISULTATO OPERATIVO IN CRESCITA Ricavi totali: 23,9 miliardi, +6,0% ( 22,6 miliardi al 30.09.2014) Risultato

Dettagli

POSIZIONAMENTO DELLA SOCIETÀ

POSIZIONAMENTO DELLA SOCIETÀ POSIZIONAMENTO DELLA SOCIETÀ MC-linkoggi è un operatore di Telecomunicazioni la cui mission è quella di fornire servizi dati, telefonia, internet e data center di eccellenza. INTERNET La sua attività è

Dettagli

RDP Telecomunicazioni s.r.l. Company Presentation

RDP Telecomunicazioni s.r.l. Company Presentation RDP Telecomunicazioni s.r.l. Company Presentation La nostra storia La storicità dell azienda risale al 1992 ed ha, fin da principio, focalizzato il proprio core business nella progettazione e realizzazione

Dettagli

COMUNICATO STAMPA 30 2014 18,3 (+0,1%) EBITDA:

COMUNICATO STAMPA 30 2014 18,3 (+0,1%) EBITDA: COMUNICATO STAMPA MC-link: il Consiglio di Amministrazione approva i risultati al 30 giugno 2014 Valore della produzione: 18,3 milioni di euro (+0,1%) EBITDA: 3,7 milioni di euro (+3,6%) Risultato Ante

Dettagli

CARTELLA STAMPA INDICE

CARTELLA STAMPA INDICE CARTELLA STAMPA INDICE Profilo Strategia Cloud Computing Fattori di successo Risultati economico-finanziari Compagine azionaria Scheda di sintesi Contatti IR TOP S.r.l. Via C. Cantù, 1 20123 Milano Tel:

Dettagli

Una Ricerca di: The Innovation Group A cura di: Camilla Bellini, Elena Vaciago Aprile 2014

Una Ricerca di: The Innovation Group A cura di: Camilla Bellini, Elena Vaciago Aprile 2014 2014 Cloud Computing 2014: mercato, adozione, scenario competitivo Una Ricerca di: The Innovation Group A cura di: Camilla Bellini, Elena Vaciago Aprile 2014 INDICE INDICE DELLE FIGURE 2 INDICE DELLE TABELLE

Dettagli

Trasferibilità delle tecnologie per la net economy nel distretto di Lecco. 19 Novembre 2001

Trasferibilità delle tecnologie per la net economy nel distretto di Lecco. 19 Novembre 2001 Trasferibilità delle tecnologie per la net economy nel distretto di Lecco 19 Novembre 2001 Valutare la trasferibilità delle tecnologie per la net economy nel distretto, misurando lo stato attuale di maturità

Dettagli

CHL S.P.A. Sede in Firenze, Via di Novoli n. 7. Capitale Sociale sottoscritto e versato Euro 1.153.639, 20

CHL S.P.A. Sede in Firenze, Via di Novoli n. 7. Capitale Sociale sottoscritto e versato Euro 1.153.639, 20 CHL S.P.A. Sede in Firenze, Via di Novoli n. 7 Capitale Sociale sottoscritto e versato Euro 1.153.639, 20 Iscritta alla Sezione Ordinaria del Registro delle Imprese di Firenze al n. 68220/ Tribunale di

Dettagli

MC-link: Andamento di business 1 Q 2013 Dati di provenienza gestionale, pertanto non soggetti a revisione contabile

MC-link: Andamento di business 1 Q 2013 Dati di provenienza gestionale, pertanto non soggetti a revisione contabile MC-link: Andamento di business 1 Q 2013 Dati di provenienza gestionale, pertanto non soggetti a revisione contabile 1 gen-10 feb-10 mar-10 apr-10 mag-10 giu-10 lug-10 ago-10 set-10 ott-10 nov-10 dic-10

Dettagli

Il Gruppo Cariparma FriulAdria consolida la crescita e il sostegno a famiglie e imprese, rafforzando i fondamentali

Il Gruppo Cariparma FriulAdria consolida la crescita e il sostegno a famiglie e imprese, rafforzando i fondamentali Comunicato stampa RISULTATI DEL 1 SEMESTRE DEL GRUPPO CARIPARMA FRIULADRIA Il Gruppo Cariparma FriulAdria consolida la crescita e il sostegno a famiglie e imprese, rafforzando i fondamentali Utile Netto

Dettagli

AIM INVESTOR DAY. II Edizione. Palazzo Mezzanotte 15 aprile 2015

AIM INVESTOR DAY. II Edizione. Palazzo Mezzanotte 15 aprile 2015 AIM INVESTOR DAY II Edizione Palazzo Mezzanotte 15 aprile 2015 0 Agenda INDICE Chi siamo pag. 2 Business model pag. 3 I nostri punti di forza pag. 4 Strategia pag. 10 Business Plan 2015-2017 pag. 12 Dividend

Dettagli

COMUNICATO STAMPA APPROVATI DAL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE I RISULTATI DELL ESERCIZIO 2006

COMUNICATO STAMPA APPROVATI DAL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE I RISULTATI DELL ESERCIZIO 2006 COMUNICATO STAMPA APPROVATI DAL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE I RISULTATI DELL ESERCIZIO 2006 2006 ANNO DI SVOLTA PER SEAT PAGINE GIALLE CON UN SECONDO SEMESTRE IN FORTE CRESCITA GRAZIE ALLE INNOVAZIONI

Dettagli

Informazione Regolamentata n. 0260-69-2015

Informazione Regolamentata n. 0260-69-2015 Informazione Regolamentata n. 0260-69-2015 Data/Ora Ricezione 13 Novembre 2015 19:20:34 MTA Societa' : TISCALI Identificativo Informazione Regolamentata : 65825 Nome utilizzatore : TISCALIN01 - Nonnis

Dettagli

SOGEFI: RISULTATI SEMESTRALI IN CALO PER LA MINORE PRODUZIONE DI AUTO, RICAVI E MARGINI IN RIPRESA NEL SECONDO TRIMESTRE

SOGEFI: RISULTATI SEMESTRALI IN CALO PER LA MINORE PRODUZIONE DI AUTO, RICAVI E MARGINI IN RIPRESA NEL SECONDO TRIMESTRE COMUNICATO STAMPA Il Consiglio di Amministrazione approva la relazione al 30 giugno 2009 SOGEFI: RISULTATI SEMESTRALI IN CALO PER LA MINORE PRODUZIONE DI AUTO, RICAVI E MARGINI IN RIPRESA NEL SECONDO TRIMESTRE

Dettagli

Autorità per le garanzie nelle comunicazioni

Autorità per le garanzie nelle comunicazioni Autorità per le garanzie nelle comunicazioni Osservatorio trimestrale sulle Telecomunicazioni (*) - Aggiornamento al 30 settembre 2013 - (*) - I valori indicati nelle figure che seguono rappresentano elaborazioni

Dettagli

Poligrafici Editoriale

Poligrafici Editoriale COMUNICATO STAMPA (redatto ai sensi della Delibera Consob n. 11971 del 14 maggio 1999 e successive modifiche e integrazioni) Il Consiglio di Amministrazione approva la Relazione Finanziaria semestrale

Dettagli

Turnaround. Turnaround e ritorno al valore: la provincia di Ferrara ed il caso Sedie Italiane Srl. di Massimo Lazzari (*)

Turnaround. Turnaround e ritorno al valore: la provincia di Ferrara ed il caso Sedie Italiane Srl. di Massimo Lazzari (*) Turnaround Tecniche Turnaround e ritorno al valore: la provincia di Ferrara ed il caso Sedie Italiane Srl di Massimo Lazzari (*) In questo sesto contributo verranno pubblicati i risultati di un osservatorio

Dettagli

Poligrafici Printing RELAZIONE TRIMESTRALE AL 31 MARZO 2010

Poligrafici Printing RELAZIONE TRIMESTRALE AL 31 MARZO 2010 Poligrafici Printing RELAZIONE TRIMESTRALE AL 31 MARZO 2010 18 CARICHE SOCIALI Consiglio di Amministrazione: (per l esercizio 2010) Presidente Consiglieri Giovanni TOSO Nicola NATALI Sergio VITELLI * *

Dettagli

ll Consiglio di Amministrazione di Tiscali approva il progetto di bilancio al 31 dicembre 2005

ll Consiglio di Amministrazione di Tiscali approva il progetto di bilancio al 31 dicembre 2005 ll Consiglio di Amministrazione di Tiscali approva il progetto di bilancio al 31 dicembre 2005 Crescita dei ricavi: 736,2 milioni di Euro, +12% su base annua: accelerazione in Regno Unito, Olanda e Italia

Dettagli

IL GRUPPO CHIUDE IL TRIMESTRE CON UN ULTERIORE CRESCITA DEI PRINCIPALI INDICATORI ECONOMICI GRUPPO PIRELLI & C. SPA

IL GRUPPO CHIUDE IL TRIMESTRE CON UN ULTERIORE CRESCITA DEI PRINCIPALI INDICATORI ECONOMICI GRUPPO PIRELLI & C. SPA COMUNICATO STAMPA IL CDA DI PIRELLI & C. SPA APPROVA LA RELAZIONE AL 31 MARZO 2006: IL GRUPPO CHIUDE IL TRIMESTRE CON UN ULTERIORE CRESCITA DEI PRINCIPALI INDICATORI ECONOMICI GRUPPO PIRELLI & C. SPA RICAVI:

Dettagli

I valori distintivi della nostra offerta di BPO:

I valori distintivi della nostra offerta di BPO: Business Process Outsourcing Partner 3M Software è il partner di nuova generazione, per la progettazione e la gestione di attività di Business Process Outsourcing, che offre un servizio completo e professionale.

Dettagli

APPROVATA LA RELAZIONE SEMESTRALE AL 30 GIUGNO 2013. Dati Consolidati: Margine d Interesse 119,3 mln di euro (+6,7%)

APPROVATA LA RELAZIONE SEMESTRALE AL 30 GIUGNO 2013. Dati Consolidati: Margine d Interesse 119,3 mln di euro (+6,7%) COMUNICATO STAMPA APPROVATA LA RELAZIONE SEMESTRALE AL 30 GIUGNO 2013 Dati Consolidati: Margine d Interesse 119,3 mln di euro (+6,7%) Commissioni nette 41,1 mln di euro (-5,6%1*) Margine di intermediazione

Dettagli

Andamento economico finanziario del Gruppo Telecom Italia - Risultati al 30 settembre 2010

Andamento economico finanziario del Gruppo Telecom Italia - Risultati al 30 settembre 2010 Andamento economico finanziario del Gruppo Telecom Italia - Risultati al 30 settembre 2010 I risultati raggiunti nei primi nove mesi del 2010 permettono di porre l accento su alcuni importanti traguardi

Dettagli

Ricavi consolidati a 911 milioni di Euro, in crescita del 34% su base annua. EBITDA a 161,4 milioni di Euro, in crescita del 61% su base annua

Ricavi consolidati a 911 milioni di Euro, in crescita del 34% su base annua. EBITDA a 161,4 milioni di Euro, in crescita del 61% su base annua Tiscali: approvati dal CdA i risultati dell esercizio 2007 Centrati gli obiettivi del piano strategico Advisor finanziario per valutare opzioni strategiche Cagliari, 19 marzo 2008 Ricavi consolidati a

Dettagli

Newsletter Retail LA LETTERA DEL PRESIDENTE INDICE. NEWSLETTER RETAIL 07 Aprile 2006 http://company.fastweb.it

Newsletter Retail LA LETTERA DEL PRESIDENTE INDICE. NEWSLETTER RETAIL 07 Aprile 2006 http://company.fastweb.it Newsletter Retail La lettera del Presidente L evoluzione del mercato Il posizionamento di FASTWEB nel mercato tlc italiano L espansione geografica Risultati economico-finanziari 2005 FASTWEB in borsa L

Dettagli

Documento non definitivo

Documento non definitivo STUDIO DI SETTORE WG66U ATTIVITÀ 33.12.51 RIPARAZIONE E MANUTENZIONE DI MACCHINE ED ATTREZZATURE PER UFFICIO (ESCLUSI COMPUTER, PERIFERICHE, FAX) ATTIVITÀ 58.12.02 PUBBLICAZIONE DI MAILING LIST ATTIVITÀ

Dettagli

ENEL : PRESENTATO IL PIANO STRATEGICO 2015 2019

ENEL : PRESENTATO IL PIANO STRATEGICO 2015 2019 ENEL : PRESENTATO IL PIANO STRATEGICO 2015 2019 Si prevede che efficienza operativa e crescita industriale possano produrre un robusto incremento dell Ebitda e generazione di cassa, a sostegno della crescita

Dettagli

Autorità per le garanzie nelle comunicazioni

Autorità per le garanzie nelle comunicazioni Autorità per le garanzie nelle comunicazioni Osservatorio trimestrale sulle Telecomunicazioni (*) -Aggiornamento al 31 marzo 2013 - (*) - I valori indicati nelle figure che seguono rappresentano elaborazioni

Dettagli

Eni 2015-2018 Strategic Plan Trasformare Eni per creare valore

Eni 2015-2018 Strategic Plan Trasformare Eni per creare valore Eni 2015-2018 Strategic Plan Trasformare Eni per creare valore Principali obiettivi del quadriennio E&P: produzione in costante crescita sostenuta dalle ingenti scoperte fatte o Produzione in crescita

Dettagli

COMUNICATO STAMPA. - In crescita significativa la massa amministrata, che supera i 94 miliardi di euro (+ 8% a/a)

COMUNICATO STAMPA. - In crescita significativa la massa amministrata, che supera i 94 miliardi di euro (+ 8% a/a) GRUPPO CARIPARMA CRÉDIT AGRICOLE: UTILE NETTO 2014 A 182 MILIONI (+21% A/A) TRAINATO DALLA GESTIONE OPERATIVA (+14% A/A); POSIZIONE PATRIMONIALE SOLIDA E LIVELLI PIÙ CHE ADEGUATI DI LIQUIDITÀ Il ha conseguito

Dettagli

Il CDA ha approvato il resoconto intermedio di gestione al 31 marzo 2010 GRUPPO BANCA IFIS

Il CDA ha approvato il resoconto intermedio di gestione al 31 marzo 2010 GRUPPO BANCA IFIS Comunicato stampa Mestre, 29 aprile 2010 Il CDA ha approvato il resoconto intermedio di gestione al 31 marzo 2010 GRUPPO BANCA IFIS UTILI IN FORTE CRESCITA: +107,8% SUL 4 TRIMESTRE 2009, +13,9% SUL 1 TRIMESTRE

Dettagli

Teleperformance Italia

Teleperformance Italia Teleperformance Italia Customer acquisition e gestione della relazione con il Cliente Gabriele Albani 0 Roma, 13 febbraio 2007 1978-2006 Teleperformance All rights reserved Indice Il Gruppo Teleperformance

Dettagli

Documento non definitivo

Documento non definitivo STUDIO DI SETTORE VG66U ATTIVITÀ 33.12.51 RIPARAZIONE E MANUTENZIONE DI MACCHINE ED ATTREZZATURE PER UFFICIO (ESCLUSI COMPUTER, PERIFERICHE, FAX) ATTIVITÀ 58.12.02 PUBBLICAZIONE DI MAILING LIST ATTIVITÀ

Dettagli

COMUNICATO STAMPA APPROVATI DAL CONSIGLIO D AMMINISTRAZIONE I RISULTATI AL 31 MARZO 2008

COMUNICATO STAMPA APPROVATI DAL CONSIGLIO D AMMINISTRAZIONE I RISULTATI AL 31 MARZO 2008 COMUNICATO STAMPA APPROVATI DAL CONSIGLIO D AMMINISTRAZIONE I RISULTATI AL 31 MARZO 2008 PRIMI 3 MESI DEL 2008 CONFERMANO IL POSITIVO RISULTATO OTTENUTO NEL PRIMO TRIMESTRE 2007, IN UN CONTESTO DI MERCATO

Dettagli

CONAFI PRESTITÒ Il Consiglio di Amministrazione approva il progetto di bilancio 2008

CONAFI PRESTITÒ Il Consiglio di Amministrazione approva il progetto di bilancio 2008 CONAFI PRESTITÒ Il Consiglio di Amministrazione approva il progetto di bilancio 2008 Approvata la proposta di autorizzazione all acquisto e disposizione di azioni proprie Margine di intermediazione consolidato

Dettagli

La visione di SIRMI: qualche commento ai risultati della ricerca; l ASP che non c è? Maurizio Cuzari Amm. Delegato maurizio.cuzari@sirmi.

La visione di SIRMI: qualche commento ai risultati della ricerca; l ASP che non c è? Maurizio Cuzari Amm. Delegato maurizio.cuzari@sirmi. La visione di SIRMI: qualche commento ai risultati della ricerca; l ASP che non c è? Maurizio Cuzari Amm. Delegato maurizio.cuzari@sirmi.it 1 La gestione delle Soluzioni IT/IP - cose da fare Acquisizione

Dettagli

Il Consiglio di Amministrazione di Tiscali approva i risultati del primo trimestre 2006 e un nuovo finanziamento

Il Consiglio di Amministrazione di Tiscali approva i risultati del primo trimestre 2006 e un nuovo finanziamento Il Consiglio di Amministrazione di Tiscali approva i risultati del primo trimestre 2006 e un nuovo finanziamento Ricavi nel trimestre a 202,7 milioni di Euro, in crescita del 17% su base annua EBITDA nel

Dettagli

BANCA MONTE DEI PASCHI DI SIENA: APPROVATO IL PIANO INDUSTRIALE 2013-2017

BANCA MONTE DEI PASCHI DI SIENA: APPROVATO IL PIANO INDUSTRIALE 2013-2017 COMUNICATO STAMPA BANCA MONTE DEI PASCHI DI SIENA: APPROVATO IL PIANO INDUSTRIALE 2013-2017 Il documento declina le linee strategiche e operative del Piano di Ristrutturazione presentato il 7 ottobre 2013

Dettagli

Il Consiglio di Amministrazione di Tiscali approva i risultati al 30 settembre 2005

Il Consiglio di Amministrazione di Tiscali approva i risultati al 30 settembre 2005 Il Consiglio di Amministrazione di Tiscali approva i risultati al 30 settembre 2005 Crescita dei ricavi: 185,7 milioni di Euro nel trimestre (+16% su base annua) portano i ricavi nei nove mesi a 539,3

Dettagli

Progetto di Bilancio 2004

Progetto di Bilancio 2004 Progetto di Bilancio 2004 Magenta, 30 marzo 2005 Esercizio 2004 Dati consolidati Ricavi netti: 471 milioni di euro, rispetto ai 542 milioni di euro a fine 2003 (-13%). Margine operativo lordo: 45,2 milioni

Dettagli

TERNA: PRESENTATO IL PIANO STRATEGICO 2016-2019

TERNA: PRESENTATO IL PIANO STRATEGICO 2016-2019 TERNA: PRESENTATO IL PIANO STRATEGICO 2016-2019 IL NUOVO FRAMEWORK REGOLATORIO, L ACQUISIZIONE DELLA RETE FS E L ULTERIORE EFFICIENZA DEI PROCESSI CONSENTONO UNA NUOVA POLITICA DEI DIVIDENDI Centrati i

Dettagli

PartnerWorld. Straordinarie possibilità di crescita con. IBM Global Financing. Servizi finanziari per i Business Partner IBM. IBM Global Financing

PartnerWorld. Straordinarie possibilità di crescita con. IBM Global Financing. Servizi finanziari per i Business Partner IBM. IBM Global Financing PartnerWorld IBM Global Financing Straordinarie possibilità di crescita con IBM Global Financing Servizi finanziari per i Business Partner IBM ibm.com/partnerworld Accesso diretto a un avanzato servizio

Dettagli

Primi sui Motori: il CDA approva il bilancio 2013 e il Piano Industriale 2014-2016

Primi sui Motori: il CDA approva il bilancio 2013 e il Piano Industriale 2014-2016 Primi sui Motori: il CDA approva il bilancio 2013 e il Piano Industriale 2014-2016 Valore della produzione di Primi sui Motori SpA 2013 pari a Euro 11,5 milioni, +9,4% rispetto al 2012 (Euro 10,5 milioni)

Dettagli

Consiglio di Sorveglianza Consiglio di Gestione Mediobanca

Consiglio di Sorveglianza Consiglio di Gestione Mediobanca Consiglio di Sorveglianza Consiglio di Gestione Mediobanca Milano, 7 marzo 2008 Approvato il Piano 2009-2011 del Gruppo Mediobanca p Crescita trainata da nuove iniziative strategiche: Posizionamento europeo

Dettagli

comunicato stampa IL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE APPROVA IL RESOCONTO INTERMEDIO DI GESTIONE AL 31 DICEMBRE 2014

comunicato stampa IL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE APPROVA IL RESOCONTO INTERMEDIO DI GESTIONE AL 31 DICEMBRE 2014 IL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE APPROVA IL RESOCONTO INTERMEDIO DI GESTIONE AL 31 DICEMBRE 2014 PRINCIPALI RISULTATI CONSOLIDATI DELL ESERCIZIO 2014 (VS ESERCIZIO 2013)*: RICAVI NETTI: 426,1 MILIONI DI

Dettagli

MONITORING PMI capacità di innovazione e dinamiche di sviluppo, bisogni e aspettative delle PMI del Distretto

MONITORING PMI capacità di innovazione e dinamiche di sviluppo, bisogni e aspettative delle PMI del Distretto MONITORING PMI capacità di innovazione e dinamiche di sviluppo, bisogni e aspettative delle PMI del Distretto Marco Cantamessa Emilio Paolucci Politecnico di Torino e Istituto Superiore Mario Boella Torino,

Dettagli

GESTIONE PATRIMONIALE E FINANZIARIA

GESTIONE PATRIMONIALE E FINANZIARIA 31 Elisioni intersettoriali Le elisioni intersettoriali sono relative allo storno di ricavi e costi tra società del Gruppo appartenenti a settori diversi. In particolare il saldo negativo di 15 milioni

Dettagli

PIANO INDUSTRIALE 2015-2017.

PIANO INDUSTRIALE 2015-2017. PIANO INDUSTRIALE 2015-2017. LINEE GUIDA DEL PIANO 1. Incremento dei ricavi attraverso una maggiore spinta sui mercati e una migliore gestione del portafoglio clienti con focus sui proventi commissionali

Dettagli

SPACE S.P.A. - POLITICA DI INVESTIMENTO AI SENSI DEL REGOLAMENTO DEI MERCATI ORGANIZZATI E GESTITI DA BORSA ITALIANA S.P.A.

SPACE S.P.A. - POLITICA DI INVESTIMENTO AI SENSI DEL REGOLAMENTO DEI MERCATI ORGANIZZATI E GESTITI DA BORSA ITALIANA S.P.A. SPACE S.P.A. - POLITICA DI INVESTIMENTO AI SENSI DEL REGOLAMENTO DEI MERCATI ORGANIZZATI E GESTITI DA BORSA ITALIANA S.P.A. 1. PREMESSE La presente politica di investimento è stata approvata dall assemblea

Dettagli

Autorità per le garanzie nelle comunicazioni

Autorità per le garanzie nelle comunicazioni Autorità per le garanzie nelle comunicazioni Osservatorio trimestrale sulle unicazioni (*) - Aggiornamento al 31 dicembre 2013 - (*) - I valori indicati nelle figure che seguono rappresentano elaborazioni

Dettagli

Autorità per le garanzie nelle comunicazioni

Autorità per le garanzie nelle comunicazioni Autorità per le garanzie nelle comunicazioni Osservatorio trimestrale sulle unicazioni (*) - Aggiornamento al 30 giugno 2014 - (*) - I valori indicati nelle figure che seguono rappresentano elaborazioni

Dettagli

Class Editori S.p.A. e società controllate Sede in Milano, Via Marco Burigozzo, 5 Note di commento ai prospetti contabili consolidati

Class Editori S.p.A. e società controllate Sede in Milano, Via Marco Burigozzo, 5 Note di commento ai prospetti contabili consolidati Class Editori S.p.A. e società controllate Sede in Milano, Via Marco Burigozzo, 5 Note di commento ai prospetti contabili consolidati La relazione trimestrale è redatta su base consolidata in quanto la

Dettagli

(290,8 milioni il dato depurato dalle componenti non ricorrenti) Utile netto di periodo: 103,2 milioni (36,1 milioni al 30.6.2007)

(290,8 milioni il dato depurato dalle componenti non ricorrenti) Utile netto di periodo: 103,2 milioni (36,1 milioni al 30.6.2007) CREDITO BERGAMASCO: il Consiglio di Amministrazione approva la relazione finanziaria semestrale. Crescono i ricavi. Continua espansione dei prestiti a piccole e medie imprese e della raccolta diretta complessiva.

Dettagli

Comunicato stampa del 12 agosto 2015

Comunicato stampa del 12 agosto 2015 Comunicato stampa del 12 agosto 2015 Cassa di Risparmio di Bolzano torna all utile nel primo semestre 2015, approva il Piano Strategico 2015/2019 e si prepara a lanciare l aumento di capitale. Il Consiglio

Dettagli

COMUNICATO STAMPA TELECOM ITALIA: APPROVATI I RISULTATI PRELIMINARI AL 31 DICEMBRE 2014

COMUNICATO STAMPA TELECOM ITALIA: APPROVATI I RISULTATI PRELIMINARI AL 31 DICEMBRE 2014 COMUNICATO STAMPA TELECOM ITALIA: APPROVATI I RISULTATI PRELIMINARI AL 31 DICEMBRE 2014 GRUPPO TELECOM ITALIA RISULTATI PRELIMINARI RICAVI CONSOLIDATI: 21,573 MILIARDI DI EURO (-5,4% IN TERMINI ORGANICI

Dettagli

COMUNICATO STAMPA. Mestre, 14 novembre 2011. I risultati in breve

COMUNICATO STAMPA. Mestre, 14 novembre 2011. I risultati in breve COMUNICATO STAMPA Margini in forte crescita e indici di solidità patrimoniale a livelli di assoluta eccellenza: il Gruppo Banca IFIS conferma la validità del modello di business anche in mercati instabili

Dettagli

Comunicato Stampa. PP ha chiuso la situazione al 31 marzo 2012 con una perdita, contabilizzata secondo i principi contabili

Comunicato Stampa. PP ha chiuso la situazione al 31 marzo 2012 con una perdita, contabilizzata secondo i principi contabili Comunicato Stampa Si è riunito oggi, 24 maggio 2012 a Bologna il Consiglio di Amministrazione di Poligrafici Printing S.p.A. per l approvazione della situazione trimestrale al 31 marzo 2012: Ricavi consolidati

Dettagli

IL CAPITALE DI SVILUPPO E IL MERCATO DEL CAPITALE DI RISCHIO NUOVO CAPITALE E NUOVO APPROCCIO PER LO SVILUPPO DELLE PMI

IL CAPITALE DI SVILUPPO E IL MERCATO DEL CAPITALE DI RISCHIO NUOVO CAPITALE E NUOVO APPROCCIO PER LO SVILUPPO DELLE PMI IL CAPITALE DI SVILUPPO E IL MERCATO DEL CAPITALE DI RISCHIO NUOVO CAPITALE E NUOVO APPROCCIO PER LO SVILUPPO DELLE PMI 10 settembre 2014 RAPPORTO TRA IMPRESE ITALIANE E SISTEMA BANCARIO I prestiti bancari

Dettagli

Comunicato Stampa. SMI Società Metallurgica Italiana S.p.A cod.abi 107683 www.smi.it BILANCIO DELL ESERCIZIO CHIUSO AL 31 DICEMBRE 2002

Comunicato Stampa. SMI Società Metallurgica Italiana S.p.A cod.abi 107683 www.smi.it BILANCIO DELL ESERCIZIO CHIUSO AL 31 DICEMBRE 2002 Comunicato Stampa SMI Società Metallurgica Italiana S.p.A cod.abi 107683 www.smi.it BILANCIO DELL ESERCIZIO CHIUSO AL 31 DICEMBRE 2002 Il Gruppo: il fatturato consolidato, pari a Euro 2.054,4 milioni,

Dettagli

COMUNICATO STAMPA. ROSSS: il CdA approva bilancio consolidato e il progetto di bilancio al 31 dicembre 2014

COMUNICATO STAMPA. ROSSS: il CdA approva bilancio consolidato e il progetto di bilancio al 31 dicembre 2014 COMUNICATO STAMPA Scarperia (FI), 30 marzo 2015 ROSSS: il CdA approva bilancio consolidato e il progetto di bilancio al 31 dicembre 2014 Dati relativi al bilancio consolidato al 31 dicembre 2014 Ricavi

Dettagli

Carte prepagate e carte a microcircuito

Carte prepagate e carte a microcircuito Carte prepagate e carte a microcircuito situazione attuale e prospettive future Gabriele Boni Convegno ABI Carte 2002 - Roma, 10 luglio Agenda SSB ed il mercato Carte prepagate Caratteristiche e vantaggi

Dettagli

Le società non finanziarie III. 1 La rilevanza del settore industriale nell economia

Le società non finanziarie III. 1 La rilevanza del settore industriale nell economia III 1 La rilevanza del settore industriale nell economia Il peso del settore industriale nell economia risulta eterogeneo nei principali paesi europei. In particolare, nell ultimo decennio la Germania

Dettagli

Innovare il modello di servizio per la clientela Small Business

Innovare il modello di servizio per la clientela Small Business Innovare il modello di servizio per la clientela Small Business Nicola Generani Responsabile Direzione Marketing Retail - Private Convegno Dimensione Cliente 200 Roma, 26/03/200 Contenuti Overview Gruppo

Dettagli

THE ART OF BUSINESS PLANNING

THE ART OF BUSINESS PLANNING THE ART OF BUSINESS PLANNING La presentazione dei dati: realizzazione e presentazione di un Business Plan Francesca Perrone - Head of Territorial & Sectorial Development Plans Giusy Stanziola - Territorial

Dettagli

Il Gruppo Cariparma Crédit Agricole conferma redditività, liquidità e sostegno all economia reale anche nel primo semestre 2012

Il Gruppo Cariparma Crédit Agricole conferma redditività, liquidità e sostegno all economia reale anche nel primo semestre 2012 Il Gruppo Cariparma Crédit Agricole conferma redditività, liquidità e sostegno all economia reale anche nel primo semestre 2012 Il Gruppo Cariparma Crédit Agricole continua a generare redditività malgrado

Dettagli

Gruppo Mondadori Risultati 1Q15

Gruppo Mondadori Risultati 1Q15 Gruppo Mondadori Risultati 1Q15 Investor Presentation Conference call 12 Maggio 2015 Agenda Highlights 1Q15 Risultati 1Q15 Focus sulle Aree di Business Outlook FY 2015 2 Highlights 1Q15 ( m) RICAVI 2015

Dettagli

COMUNICATO STAMPA RISULTATO OPERATIVO COMPRENSIVO DEI PROVENTI DA PARTECIPAZIONI: 47,3 MLN DI EURO (+22%)

COMUNICATO STAMPA RISULTATO OPERATIVO COMPRENSIVO DEI PROVENTI DA PARTECIPAZIONI: 47,3 MLN DI EURO (+22%) COMUNICATO STAMPA APPROVATI DAL CDA I DATI AL 31 MARZO 2007: RICAVI AGGREGATI PRO-QUOTA E RISULTATO OPERATIVO COMPRENSIVO DEI PROVENTI DA PARTECIPAZIONI IN FORTE CRESCITA RICAVI AGGREGATI PRO-QUOTA * :

Dettagli

Il Consiglio di Amministrazione di Tiscali approva i risultati del primo trimestre 2014

Il Consiglio di Amministrazione di Tiscali approva i risultati del primo trimestre 2014 Il Consiglio di Amministrazione di Tiscali approva i risultati del primo trimestre 2014 Cagliari, 27 giugno 2014 Il Consiglio di Amministrazione di ha approvato i risultati al 31 marzo 2014. Ricavi consolidati

Dettagli

Telecomunicazioni chiavi in mano. www.digitelitalia.com

Telecomunicazioni chiavi in mano. www.digitelitalia.com Telecomunicazioni chiavi in mano www.digitelitalia.com Chi siamo Digitel Italia nasce nel 1999 dall iniziativa di quattro imprenditori con l intento di cogliere l opportunità che in quel momento si stava

Dettagli

Eni: Piano Strategico 2013-2016 Crescita e rendimenti sostenibili

Eni: Piano Strategico 2013-2016 Crescita e rendimenti sostenibili Eni: Piano Strategico 2013-2016 Crescita e rendimenti sostenibili E&P: eccezionali opportunità di crescita o Produzione di idrocarburi in crescita >4% medio annuo al 2016 G&P: posizionamento delle attività

Dettagli

Comunicato stampa Progetto di bilancio al 31 dicembre 2013

Comunicato stampa Progetto di bilancio al 31 dicembre 2013 Comunicato stampa Progetto di bilancio al 31 dicembre 2013 Approvati dal Consiglio i risultati 2013: Il bilancio consolidato 2013 conferma i risultati già riportati nel resoconto intermedio di gestione

Dettagli

Premessa... 1. Indagine sul processo di pianificazione del business plan... 3. Verifica dell accuratezza storica di budget e piani di sviluppo...

Premessa... 1. Indagine sul processo di pianificazione del business plan... 3. Verifica dell accuratezza storica di budget e piani di sviluppo... Esame e analisi critica di un business plan Premessa... 1 Indagine sul processo di pianificazione del business plan... 3 Verifica dell accuratezza storica di budget e piani di sviluppo... 3 Analisi di

Dettagli

Autorità per le garanzie nelle comunicazioni

Autorità per le garanzie nelle comunicazioni Autorità per le garanzie nelle comunicazioni Osservatorio trimestrale sulle unicazioni (*) - Aggiornamento al 30 settembre 2014 - (*) - I valori indicati nelle figure che seguono rappresentano elaborazioni

Dettagli

Metti le ali al tuo Business, scegli FIBERING. I nostri servizi

Metti le ali al tuo Business, scegli FIBERING. I nostri servizi PARTNERSHIP PROGRAM Da oltre 10 anni offriamo connettività professionale dedicata alle aziende. Diventa partner Fibering e accelera il tuo business. Garantiamo efficienza, affidabilità e supporto. Metti

Dettagli

Deutsche Bank. Deutsche Bank Easy. La nuova banca leggera di Deutsche Bank. Milano, 5 giugno 2013

Deutsche Bank. Deutsche Bank Easy. La nuova banca leggera di Deutsche Bank. Milano, 5 giugno 2013 La nuova banca leggera di Milano, 5 giugno 2013 Flavio Valeri Chief Country Officer di Italia Agenda 1 in Italia 2 Il retail di Italia 3 : la nuova banca leggera 2 : la solidità di un gruppo globale, una

Dettagli

APPROVATI I RISULTATI DEL PRIMO SEMESTRE 2013

APPROVATI I RISULTATI DEL PRIMO SEMESTRE 2013 COMUNICATO STAMPA APPROVATI I RISULTATI DEL PRIMO SEMESTRE 2013 UTILE NETTO CONSOLIDATO PARI A 171,5 MILIONI DI EURO (24,9 MILIONI AL 30 GIUGNO 2012) RACCOLTA DIRETTA COMPLESSIVA A 5.333 MILIONI DI EURO

Dettagli

Documento non definitivo

Documento non definitivo STUDIO DI SETTORE YG66U ATTIVITÀ 33.12.51 RIPARAZIONE E MANUTENZIONE DI MACCHINE ED ATTREZZATURE PER UFFICIO (ESCLUSI COMPUTER, PERIFERICHE, FAX) ATTIVITÀ 58.12.02 PUBBLICAZIONE DI MAILING LIST ATTIVITÀ

Dettagli

RAFFORZATE SOLIDITA PATRIMONIALE E LIQUIDITA ; LA GESTIONE OPERATIVA TRAINA LA REDDITIVITA (+23%): UTILE NETTO 2013: 150 MILIONI

RAFFORZATE SOLIDITA PATRIMONIALE E LIQUIDITA ; LA GESTIONE OPERATIVA TRAINA LA REDDITIVITA (+23%): UTILE NETTO 2013: 150 MILIONI RAFFORZATE SOLIDITA PATRIMONIALE E LIQUIDITA ; LA GESTIONE OPERATIVA TRAINA LA REDDITIVITA (+23%): UTILE NETTO 2013: 150 MILIONI In un contesto ancora debole, il esprime una redditività in crescita continuando

Dettagli

Il gruppo TSC è presente sul mercato italiano da oltre 30 anni è formato dai seguenti brand

Il gruppo TSC è presente sul mercato italiano da oltre 30 anni è formato dai seguenti brand Il gruppo TSC è presente sul mercato italiano da oltre 30 anni è formato dai seguenti brand Telematic Service Communication s.r.l. (TSC), viene fondata a Torino nel 1984 ed è un System Integrator, già

Dettagli

COMUNICATO STAMPA APPROVATI DAL CDA I DATI AL 30 SETTEMBRE 2007:

COMUNICATO STAMPA APPROVATI DAL CDA I DATI AL 30 SETTEMBRE 2007: COMUNICATO STAMPA APPROVATI DAL CDA I DATI AL 30 SETTEMBRE 2007: RICAVI AGGREGATI PRO-QUOTA * : 1.071,9 MLN DI EURO (+17%) RISULTATO OPERATIVO COMPRENSIVO DEI PROVENTI DA PARTECIPAZIONI: 164 MLN DI EURO;

Dettagli

Outsourcing, possibile definizione OUTSOURCING. Ousourcing, origine. Classificazione, due coordinate. Information Technology Outsourcing (ITO)

Outsourcing, possibile definizione OUTSOURCING. Ousourcing, origine. Classificazione, due coordinate. Information Technology Outsourcing (ITO) Outsourcing, possibile definizione OUTSOURCING Paolo Atzeni Dipartimento di Informatica e Automazione Università Roma Tre 15/01/2004 Delega operativa dei servizi connessi all informatica che un Cliente

Dettagli

COMUNICATO STAMPA ESAMINATA ED APPROVATA DAL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE LA RELAZIONE FINANZIARIA ANNUALE AL 31 DICEMBRE 2014

COMUNICATO STAMPA ESAMINATA ED APPROVATA DAL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE LA RELAZIONE FINANZIARIA ANNUALE AL 31 DICEMBRE 2014 COMUNICATO STAMPA ESAMINATA ED APPROVATA DAL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE LA RELAZIONE FINANZIARIA ANNUALE AL 31 DICEMBRE 2014 TELECOM ITALIA TORNA ALL UTILE DOPO 3 ANNI UTILE NETTO CONSOLIDATO: PARI A

Dettagli

CONSORZIO SERVIZI BANCARI

CONSORZIO SERVIZI BANCARI CONSORZIO SERVIZI BANCARI CSE Consorzio Servizi Bancari, nato nel 1970 come centro meccanografico, è divenuto nel corso degli anni leader nel campo dell outsourcing bancario. Nel tempo l attività primaria

Dettagli

IL GRUPPO ENEL PRESENTA IL PIANO STRATEGICO 2016-2019

IL GRUPPO ENEL PRESENTA IL PIANO STRATEGICO 2016-2019 IL GRUPPO ENEL PRESENTA IL PIANO STRATEGICO 2016-2019 Il nuovo piano si basa su quello presentato a marzo 2015, accelerando la creazione di valore nell ambito dei quattro principi fondamentali ed aggiungendone

Dettagli

COMUNICATO STAMPA. Il Gruppo Iren presenta l aggiornamento del Piano Industriale al 2015.

COMUNICATO STAMPA. Il Gruppo Iren presenta l aggiornamento del Piano Industriale al 2015. COMUNICATO STAMPA Il Gruppo Iren presenta l aggiornamento del Piano Industriale al 2015. Ebitda al 2015 di circa 670 milioni di euro, con una crescita media annua del 3,2%. Posizione finanziaria netta

Dettagli

Informazione Regolamentata n. 20056-30-2015

Informazione Regolamentata n. 20056-30-2015 Informazione Regolamentata n. 20056-30-2015 Data/Ora Ricezione 23 Settembre 2015 17:54:31 AIM -Italia/Mercato Alternativo del Capitale Societa' : GO internet S.p.A. Identificativo Informazione Regolamentata

Dettagli

COMUNICATO STAMPA ASCOPIAVE:

COMUNICATO STAMPA ASCOPIAVE: COMUNICATO STAMPA ASCOPIAVE: Approvati dal Consiglio di Amministrazione i risultati dei primi nove mesi del 2010. Utile e margini operativi in forte crescita. Ricavi Consolidati: Euro 620,9 milioni (+11,3%

Dettagli