Prof. Paolo Nesi. DISIT Lab, Sistemi Distribuiti e Tecnologie Internet.

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Prof. Paolo Nesi. DISIT Lab, Sistemi Distribuiti e Tecnologie Internet. http://www.disit.dinfo.unifi.it/"

Transcript

1 Parte: 1 Introduzione ai Sistemi Distribuiti Corso di: Sistemi Distribuiti Lauree in: Ingegneria Informatica, dee Teecomunicazioni ed Informatica di Scienze Prof. Paoo Nesi Department of Systems and Informatics, University of Forence Via S. Marta 3, 50139, Firenze, Itay te: , fax: DISIT Lab, Sistemi Distribuiti e Tecnoogie Internet Sistemi Distribuiti, Univ. Firenze, Paoo Nesi

2 Part 1: Introduzione Cosa sono i sistemi distribuiti Tecnoogie dei sistemi distribuiti Internet e sua Evouzione, Intranet Probemi dei sistemi distribuiti Architetture n-tier Web Server e servizi Sistemi Distribuiti, Univ. Firenze, Paoo Nesi

3 Sistemi Distribuiti Un Sistema distribuito è composto da componenti / strumenti messi in reazione tramite una rete di computer. Tai componenti comunicano fra di oro tramite messaggi Messaggi portano informazioni che sono: Controi, oppure Dati, oppure tutte due e cose Esempi di sistemi distribuiti sono: Internet, intranet, mobie and ubiquitous computing Buetooth, Reti mobii di vario tipo IOT: internet of things Sistemi Distribuiti, Univ. Firenze, Paoo Nesi

4 Basi Tecnoogiche x SD Probemi e tecnoogie per a gestione di Comunicazioni fra processi concorrenti e distribuiti prob: di comunicazione, incertezza/atenza, interruzione, etc. souzioni: protocoi robusti, modei robusti Sincronizzazioni temporai, e.g., far partire azioni in simutanea prob: mancanza di un cock comune assouto prob: precisione dea Sincronizzazione souzioni: modei e metodi Faut (faimenti) in sistemi distribuiti prob: faimenti Indipendenti/dipendenti, coincidenti/sparsi souzioni: azioni di Recovering from faiure souzioni: Architetture faut toerance I sistemi distribuiti sono tipicamente eterogenei Diversi per: sistema operativo, interfaccia di comunicazione, potenza, CPU, protocoi, posizione, etc. Sistemi Distribuiti, Univ. Firenze, Paoo Nesi

5 Part 1: Introduzione Cosa sono i sistemi distribuiti Tecnoogie dei sistemi distribuiti Internet e sua Evouzione, Intranet Probemi dei sistemi distribuiti Architetture n-tier Web Server e servizi Sistemi Distribuiti, Univ. Firenze, Paoo Nesi

6 Internet vs Intranet Protocoo TCP/IP Servizi di base sono: WWW, Word Wide Web: HTTP, XML FTP, Fie Transfer Protoco Mai, chat, meeting, etc. P2P (vari protocoi), GRID Mutimedia distribution: IPTV, VOIP, VOD, webtv, etc. Connessioni a Internet Via ISP: Internet Service Provider da Internet a Intranet di Internet su Backbone ad eevata veocità WEB Services and WEB Servers Sistemi Distribuiti, Univ. Firenze, Paoo Nesi

7 A typica portion of the Internet % ISP intranet % % % backbone sateite ink desktop computer: server: network ink: Sistemi Distribuiti, Univ. Firenze, Paoo Nesi

8 Intranet LAN Services: Condivisione di Fie, Stampanti/Printer, Accesso a Web Services di vario tipo: Accesso a db, ricerche, Servizi di rete: DNS, SMTP, etc. Utiizzo di WEB appication per a gestione interna de azienda che ha reaizzato Intranet: HTTP, HTTP5, chiamate REST Connessioni da Intranet a Internet, gateway: Probemi di sicurezza Firewa verso/da Internet Connessione via provider: ADSL, mobie net, tc Sistemi Distribuiti, Univ. Firenze, Paoo Nesi

9 print and other servers A typica intranet emai server Desktop computers Web server Loca area network emai server Fie server print other servers the rest of the Internet router/firewa Sistemi Distribuiti, Univ. Firenze, Paoo Nesi

10 Portabe and handhed devices in a distributed system Internet Host intranet Wireess LAN WAP gateway Home intranet Printer Camera Mobie phone Laptop Host site Sistemi Distribuiti, Univ. Firenze, Paoo Nesi

11 Web servers and web browsers Web servers Internet Browsers Fie system of Protocos Activity.htm Sistemi Distribuiti, Univ. Firenze, Paoo Nesi

12 Connessioni Nazionai, DISIT Lab, GARR Distributed Data Inteigence and Technoogies Distributed Systems and Internet Technoogies Department of Information Engineering (DINFO) pieno supporto ad appicazioni innovative quai grigie, teemedicina, e earning, mutimedia, fisica dee ate energie, radioastronomia, osservazione dea Terra, supercacoo ed offre servizi di rete avanzati quai VPN (Virtua Private Network), Muticast e IPv6. integrante de sistema mondiae dee reti dea ricerca e coabora con e principai organizzazioni che operano ne campo de networking quai DANTE, TERENA, Internet2, IETF. È interconnessa con e atre reti dea ricerca europee e mondiai, tramite coegamenti a 10 Gbit/s con a rete GÉANT, e con i resto de Internet commerciae con mutipi coegamenti a 2.5 Gbit/s e a 10 Gbit/s. ndisit Lab (DINFO UNIFI), 2015 n12

13 Connessioni Nazionai, DISIT Private Lab, Distributed Data Inteigence and Technoogies Distributed Systems and Internet Technoogies Department of Information Engineering (DINFO) ISP provider, operatori hanno connessioni internazionai verso atre reti. Per esempio: Teecom da Roma e Miano A iveo nazionae dovrebbe essere possibie censire i fussi in/out di questi operatori nazionai Soo questi operatori possono accedere agi stream in entrata ed uscita da paese ndisit Lab (DINFO UNIFI), 2015 n13

14 DISIT Lab, Distributed Data Inteigence and Technoogies Distributed Systems and Internet Technoogies Department of Information Engineering (DINFO) ndisit Lab (DINFO UNIFI), 2015 n14

15 DISIT Lab, Distributed Data Inteigence and Technoogies Distributed Systems and Internet Technoogies Department of Information Engineering (DINFO) Stesura cavi sottomarini Un sateite geostazionario deve essere posto in orbita ad una atezza daa superficie terrestre di km. Aa veocità dea uce e onde radio impiegano circa un quarto di secondo a percorrero: tempo di atenza di mezzo secondo (andata e ritorno dea risposta). Un cavo ideamente posato tra Roma e New York ha una unghezza di km e causa un ritardo di soi 5 centesimi di secondo. Una sezione di un moderno cavo sottomarino per e teecomunicazioni. 1 Poietiene 2 nastro in Myar 3 cavi d'acciaio 4 Auminium water barrier 5 Poicarbonato 6 Tubo di rame o d'auminio 7 Vaseina 8 fibra ottica ndisit Lab (DINFO UNIFI), 2015 n15

16 DISIT Lab, Distributed Data Inteigence and Technoogies Distributed Systems and Internet Technoogies Department of Information Engineering (DINFO) Part 1: Introduzione Cosa sono i sistemi distribuiti Tecnoogie dei sistemi distribuiti Internet e sua Evouzione, Intranet Probemi dei sistemi distribuiti Architetture n tier Web Server e servizi

17 Condivisione dee Risorse Condivisione di risorse HW: stampanti, fie, cpu, WEB Servers: Web pages (HTML XML.XSL), a range of sercives Cooperative Work Cooperative/coaborative Work, CSCW Configuration Management and deveopment toos, CVS Appicazioni P2P Condivisione di servizi WEB Services, portai e chiamate REST Remote Procedure Cas, RPC, RMI Distributed Objects GRID computing, parae distributed computing Condivizione servizi di cacoo: coud computing Massive computing, GRID computing Virtuaizzazione, coud, storage Sistemi Distribuiti, Univ. Firenze, Paoo Nesi

18 Sistemi Eterogenei Diversi?? reti diverse supporti e protocoi diversi computer con hardware (e.g., CPU) diversi sistemi operativi diversi con gi stessi protocoi inguaggi di programmazione diversi per servizi e per a reaizzazione di oggetti condivisi e chiamate remote impementazione di servizi diversi impementazioni diverse degi stessi servizi, etc. Middeware to mask heterogeneity CORBA, Java RMI, J2EE,....NET, DCOM. Accesso distribuito a SQL Sistemi Distribuiti, Univ. Firenze, Paoo Nesi

19 Layers of technoogy Sistemi Distribuiti, Univ. Firenze, Paoo Nesi

20 Semantic Web and other tech. Sistemi Distribuiti, Univ. Firenze, Paoo Nesi

21 Apertura, Openess Sistemi diversi possono cooquiare fra di oro sua base di un interfaccia condivisa e concordata Interfacce definite per uso di Dati e/o Servizi Impica Pubbicazione dee Interfacce Proiferazione dee Interfacce, rischio di rendere non utiizzabie i sistema Gestione automatica e dinamica dee interfacce Capacita di refection di iguaggi come C# (C sharp) Standardizzazione dee Interfacce, auspicabie In base a tipo di appicazione Modei a componenti intercambiabii, MPEG M3W,.Net., COM, CORBA, etc. Linguaggi per a definizione dee interfacce: IDL ma anche WSDL Web Services, WSDL, etc. Sistemi Distribuiti, Univ. Firenze, Paoo Nesi

22 Sicurezza Controo degi accessi a dati e servizi Consistenza dei dati Firewa (indirizzi IP, protocoi e porte) VPN (Virtua Private Network) Sicurezza Registrazione e riconoscimento, autenticazione Accesso ai servizi in modo controato SSO, singe sign on Gestione dei Faimenti Detecting Faiures Masking Faiures: resend, raid Recovering From Faiures Faut Toerance, with Redundancy Sistemi Distribuiti, Univ. Firenze, Paoo Nesi

23 Prestazioni e Scaabiita Gestione Da piccoi gruppi a grandi gruppi Risorse: memoria, storage, etc. Anaisi dee prestazioni Vautazione de costo computazionae Scaabiita in funzione dei fattori dominanti Dietro a un WEB service/server ci possono essere custer di cacoatori per soddisfare e richieste degi utenti Esempi di Googe, MSDN, etc. Souzioni di Baancing, custering, etc. Capacita computazionai: Per risovere probemi compessi Crescita dee risorse necessarie con e richieste, senza cadere in coi di bottigia Evouzione dei Costi Sistemi Distribuiti, Univ. Firenze, Paoo Nesi

24 Part 1: Introduzione Cosa sono i sistemi distribuiti Tecnoogie dei sistemi distribuiti Internet e sua Evouzione, Intranet Probemi dei sistemi distribuiti Architetture n-tier Web Server e servizi Sistemi Distribuiti, Univ. Firenze, Paoo Nesi

25 WEB (Network) ARCHITECTURES Cient/server architecture (Two tier architectures): Presentation ayer Business ogic Services (Database) Presentation ayer Business ogic Services (Database) Network Database Cient Database Server Sistemi Distribuiti, Univ. Firenze, Paoo Nesi

26 WEB (Network) ARCHITECTURES Cient/server architecture (Three tier architectures): Presentation ayer Business ogic Services (Database) Network Network Database Cient Appication Server Database Server Sistemi Distribuiti, Univ. Firenze, Paoo Nesi

27 Rapidy Evoving Context Distributed and heterogeneous architectures J2EE, CORBA, P2P, etc. Two tier, three tier and n-tier architectures GUI and business ogic (Appication), database simpe WEB soutions, centra maintenance GUI, business ogic (Appication), database Presentation Layer Web Appication Logic Layer Database Integration and Directory Database Layer Legacy Integration Layer Legacy Resources Layer Sistemi Distribuiti, Univ. Firenze, Paoo Nesi

28 Esempio piattaforma Java EE Sistemi Distribuiti, Univ. Firenze, Paoo Nesi n28 28

29 WEB (Network) ARCHITECTURES Cient/server architecture (n tier architectures): Appication Server WEB Proxy Messaging Server DB Server WAP Server Content Server Reporting Server CORBA Server ERP Server Cient Porta Server Firewa WEB Server Directory Server Distributed Transaction Server Legacy Transaction Server Certificate Server Back office Sistemi Distribuiti, Univ. Firenze, Paoo Nesi

30 Un architettura per integrazione Sistemi Distribuiti, Univ. Firenze, Paoo Nesi n30 30

31 Le comunicazioni Possibii comunicazioni fra i diversi ayer Via: Protocoo diretto di accesso a data base remoto via TCP IP Condivisione di dischi, SAN/NAS Fies System Sharing, NFS, Network Fie System Condivisione Fie Chiamate remote: WEB Services, REST, RPC, RMI Middeware unificato fra i vari server, ayer Middeware ad oggetti Sistemi Distribuiti, Univ. Firenze, Paoo Nesi

32 Part 1: Introduzione Cosa sono i sistemi distribuiti Tecnoogie dei sistemi distribuiti Internet e sua Evouzione, Intranet Probemi dei sistemi distribuiti Architetture n-tier Web Server e servizi Sistemi Distribuiti, Univ. Firenze, Paoo Nesi

33 Servizi stateess e statefu Un servizio (ed i server che o impementa) può essere stateess oppure statefu La presenza o assenza di stato non si riferisce ao stato compessivo de server o de servizio Si riferisce, piuttosto, aa capacità di ricordare o stato di una specifica conversazione (sessione) tra un cient e i server Si tratta di una caratteristica importante Ad esempio, ha impatto sua scaabiità de iveo server Ha anche impatto su iveo di accoppiamento tra cient e server Sistemi Distribuiti, Univ. Firenze, Paoo Nesi

34 Servizi stateess Un servizio è stateess se non mantiene informazioni di stato su ciò che avviene tra richieste successive di uno stesso cient Ad es., un servizio di previsioni de tempo Ogni richiesta viene gestita mediante esecuzione di un operazione indipendente dae atre richieste Ciascuna richiesta deve contenere tutte e informazioni necessarie a soddisfare a richiesta Sistemi Distribuiti, Univ. Firenze, Paoo Nesi

35 Servizi statefu Un servizio è statefu se mantiene (quache) informazione di stato circa e diverse richieste successive da parte di uno stesso cient ne ambito di una sessione (o conversazione) La gestione di una richiesta può dipendere daa storia dee richieste precedenti Ciascuna richiesta contiene e informazioni necessarie a soddisfare a richiesta- ne ambito di un protocoo in cui un servizio viene erogato sua base di richieste mutipe Sistemi Distribuiti, Univ. Firenze, Paoo Nesi

36 Sistemi Distribuiti, Univ. Firenze, Paoo Nesi

37 Acronimi vari UDDI: Universa Description Discovery and integration, a patform independent open framework per a descrizione di servizi, descrizione di business e integrazione di servizi, Proposto da IBM e Microsoft, WSDL: Web Service Description Language, deveoped by IBM, it is a XML schema per descrivere metodi e parametri di un servizio WEB SOAP (1999), Simpe Object Access Protoco, proposed by W3C (word Wide Web Consortium). SOAP use XML on HTTP to send requests and receive responses. DCE: Distributed Computing Environment, standard mode for RPC OLE: Object Link and Embedding, Microsoft mode evoved into ACTIVEX Sistemi Distribuiti, Univ. Firenze, Paoo Nesi

Sistemi Distribuiti Corso di Laurea in Ingegneria

Sistemi Distribuiti Corso di Laurea in Ingegneria Sistemi Distribuiti Corso di Laurea in Ingegneria Prof. Paolo Nesi Parte: 1 -- Introduzione Department of Systems and Informatics University of Florence Via S. Marta 3, 50139, Firenze, Italy tel: +39-055-4796523,

Dettagli

Prof. Paolo Nesi. http://www.disit.dsi.unifi.it/ nesi@dsi.unifi.it paolo.nesi@unifi.it http://www.dsi.unifi.it/~nesi, http://www.axmedis.

Prof. Paolo Nesi. http://www.disit.dsi.unifi.it/ nesi@dsi.unifi.it paolo.nesi@unifi.it http://www.dsi.unifi.it/~nesi, http://www.axmedis. 1 Sistemi Distribuiti Corso di Laurea in Ingegneria Prof. Paolo Nesi Parte: 1 Department of Systems and Informatics University of Florence Via S. Marta 3, 50139, Firenze, Italy tel: +39-055-4796523, fax:

Dettagli

Sistemi Distribuiti Introduzione al corso

Sistemi Distribuiti Introduzione al corso Altri testi di consultazione Sistemi Distribuiti Introduzione al corso Testo di riferimento G.Coulouris, J.Dollimore and T.Kindberg Distributed Systems: Concepts and Design IV Ed., Addison-Wesley 2005

Dettagli

Introduzione ai Web Services Alberto Polzonetti

Introduzione ai Web Services Alberto Polzonetti PROGRAMMAZIONE di RETE A.A. 2003-2004 Corso di laurea in INFORMATICA Introduzione ai Web Services alberto.polzonetti@unicam.it Introduzione al problema della comunicazione fra applicazioni 2 1 Il Problema

Dettagli

Università degli Studi di Napoli Federico II Facoltà di Ingegneria Corso di Laurea Specialistica in Ingegneria Informatica.

Università degli Studi di Napoli Federico II Facoltà di Ingegneria Corso di Laurea Specialistica in Ingegneria Informatica. Università degli Studi di Napoli Federico II Facoltà di Ingegneria Corso di Laurea Specialistica in Ingegneria Informatica Corso di Sistemi Distribuiti Prof. Stefano Russo Caratterizzazionedei SistemiDistribuiti

Dettagli

Lexmark Print Management

Lexmark Print Management Lexmark Print Management Ottimizzate a stampa in rete e create un vantaggio informativo con una souzione di gestione dee stampe che potrete impementare in sede o attraverso coud. Riascio stampe sicuro

Dettagli

Guida alle applicazioni ESF Lexmark

Guida alle applicazioni ESF Lexmark Guida ae appicazioni ESF Lexmark Aiutate i vostri cienti a sfruttare a massimo e stampanti e e mutifunzione Lexmark abiitate per e souzioni Le appicazioni Lexmark sono state progettate per consentire ae

Dettagli

Introduzione alla rete Internet

Introduzione alla rete Internet Introduzione alla rete Internet Gruppo Reti TLC nome.cognome@polito.it http://www.telematica.polito.it/ INTRODUZIONE A INTERNET - 1 Internet: nomenclatura Host: calcolatore collegato a Internet ogni host

Dettagli

Introduzione alla rete Internet

Introduzione alla rete Internet Introduzione alla rete Internet AA 2004-2005 Reti e Sistemi Telematici 1 Internet: nomenclatura Host: calcolatore collegato a Internet ogni host può essere client e/o server a livello applicazione Router:

Dettagli

Lexmark Solutions Platform: soluzioni software

Lexmark Solutions Platform: soluzioni software Lexmark Soutions Patform Lexmark Soutions Patform: souzioni software Lexmark Soutions Patform è i framework d appicazione creato e sviuppato da Lexmark per fornire efficienti e accessibii souzioni software

Dettagli

ICT (Information and Communication Technology): ELEMENTI DI TECNOLOGIA

ICT (Information and Communication Technology): ELEMENTI DI TECNOLOGIA ICT (Information and Communication Technology): ELEMENTI DI TECNOLOGIA Obiettivo Richiamare quello che non si può non sapere Fare alcune precisazioni terminologiche IL COMPUTER La struttura, i componenti

Dettagli

Introduzione. Sommario: Obiettivo:

Introduzione. Sommario: Obiettivo: Introduzione Obiettivo: Introduzione alle reti di telecomunicazioni approccio: descrittivo uso di Internet come esempio Sommario: Introduzione Cos è Internet Cos è un protocollo? network edge network core

Dettagli

Corso di Applicazioni Telematiche

Corso di Applicazioni Telematiche Corso di Applicazioni Telematiche Lezione n.1 Prof. Roberto Canonico Università degli Studi di Napoli Federico II Facoltà di Ingegneria Obiettivi del corso Supporti didattici Modalità d esame Panoramica

Dettagli

Introduzione alla rete Internet

Introduzione alla rete Internet Introduzione alla rete Internet Gruppo Reti TLC nome.cognome@polito.it http://www.telematica.polito.it/ INTRODUZIONE ALLE RETI TELEMATICHE - 1 Copyright Quest opera è protetta dalla licenza Creative Commons

Dettagli

CORSO EDA Informatica di base. Introduzione alle reti informatiche Internet e Web

CORSO EDA Informatica di base. Introduzione alle reti informatiche Internet e Web CORSO EDA Informatica di base Introduzione alle reti informatiche Internet e Web Rete di computer Una rete informatica è un insieme di computer e dispositivi periferici collegati tra di loro. Il collegamento

Dettagli

Web services. 25/01/10 Web services

Web services. 25/01/10 Web services Web services Tecnologia per il computing distribuito standard W3C non dissimile da RMI, CORBA, EJB... Relazione con il Web Websites for humans, Web Services for software :-) un Web service ha un indirizzo

Dettagli

Prof. Paolo Nesi. http://www.disit.dinfo.unifi.it/

Prof. Paolo Nesi. http://www.disit.dinfo.unifi.it/ Sistemi Distribuiti Corsi di Laurea in Ingegneria de Informatica, Teecomunicazioni, ed in Informatica di Scienze Prof. Paoo Nesi Parte: 0 Overview de corso di sistemi distribuiti Department of Systems

Dettagli

Introduzione al corso

Introduzione al corso Corso di Laurea Specialistica in Ingegneria Informatica Corso di Laurea Specialistica in Ingegneria delle Telecomunicazioni Corso di Reti di Applicazioni Telematiche a.a. 2010-2011 Introduzione al corso

Dettagli

Interoperabilità e cooperazione applicativa tra sistemi informativi

Interoperabilità e cooperazione applicativa tra sistemi informativi Interoperabilità e cooperazione applicativa tra sistemi informativi Michele Ruta Dipartimento di Ingegneria Elettrica e dell Informazione Politecnico di Bari 1di 29 Indice Introduzione ai Port Community

Dettagli

ALLEGATO C STANDARD TECNICI DELLA BORSA CONTINUA NAZIONALE DEL LAVORO

ALLEGATO C STANDARD TECNICI DELLA BORSA CONTINUA NAZIONALE DEL LAVORO ALLEGATO C STANDARD TECNICI DELLA BORSA CONTINUA NAZIONALE DEL LAVORO Standard tecnici Gli standard tecnici di riferimento adottati sono conformi alle specifiche e alle raccomandazioni emanate dai principali

Dettagli

www.alldigitalexpo.it Con il patrocinio di In collaborazione con COMITATO ELETTROTECNICO ITALIANO

www.alldigitalexpo.it Con il patrocinio di In collaborazione con COMITATO ELETTROTECNICO ITALIANO www.adigitaexpo.it In coaborazione con Con i patrocinio di COMITATO ELETTROTECNICO ITALIANO ALL DIGITAL da vent anni è evento fieristico itaiano di riferimento per instaazione professionae - tv digitae

Dettagli

Architetture di sistema

Architetture di sistema Università di Bergamo Facoltà di Ingegneria Applicazioni Internet B Paolo Salvaneschi B1_1 V1.7 Architetture di sistema Il contenuto del documento è liberamente utilizzabile dagli studenti, per studio

Dettagli

Web Service Architecture

Web Service Architecture Giuseppe Della Penna Università degli Studi di L Aquila dellapenna@di.univaq.it http://dellapenna.univaq.it Engineering IgTechnology Info92 Maggioli Informatica Micron Technology Neta Nous Informatica

Dettagli

Sommario. Introduzione Architettura Client-Server. Server Web Browser Web. Architettura a Due Livelli Architettura a Tre Livelli

Sommario. Introduzione Architettura Client-Server. Server Web Browser Web. Architettura a Due Livelli Architettura a Tre Livelli Sommario Introduzione Architettura Client-Server Architettura a Due Livelli Architettura a Tre Livelli Server Web Browser Web Introduzione La storia inizia nel 1989 Tim Berners-Lee al CERN, progetto WWW

Dettagli

Un mondo di vantaggi. Un offerta personalizzata. Là dove i Papi vanno in vacanza CREVALMAGAZINE SOCIOINCREVAL TECNOLOGIA PER IL CLIENTE

Un mondo di vantaggi. Un offerta personalizzata. Là dove i Papi vanno in vacanza CREVALMAGAZINE SOCIOINCREVAL TECNOLOGIA PER IL CLIENTE ECONOMIA CULTURA SOLIDARIETÀ TERRITORIO SPORT PLEIADI N 62 - Semestrae - Aprie 2013 CREVALMAGAZINE SOCIOINCREVAL Un mondo di vantaggi TECNOLOGIA PER IL CLIENTE Un offerta personaizzata CASTELLI ROMANI

Dettagli

Architetture di sistema

Architetture di sistema Università di Bergamo Facoltà di Ingegneria Applicazioni Internet B Paolo Salvaneschi B1_1 V1.6 Architetture di sistema Il contenuto del documento è liberamente utilizzabile dagli studenti, per studio

Dettagli

Concetti base. Impianti Informatici. Web application

Concetti base. Impianti Informatici. Web application Concetti base Web application La diffusione del World Wide Web 2 Supporto ai ricercatori Organizzazione documentazione Condivisione informazioni Scambio di informazioni di qualsiasi natura Chat Forum Intranet

Dettagli

Lo scenario: la definizione di Internet

Lo scenario: la definizione di Internet 1 Lo scenario: la definizione di Internet INTERNET E UN INSIEME DI RETI DI COMPUTER INTERCONNESSE TRA LORO SIA FISICAMENTE (LINEE DI COMUNICAZIONE) SIA LOGICAMENTE (PROTOCOLLI DI COMUNICAZIONE SPECIALIZZATI)

Dettagli

Architetture software

Architetture software Sistemi Distribuiti Architetture software 1 Sistemi distribuiti: Architetture software Il software di gestione di un sistema distribuito ha funzionalità analoghe ad un sistema operativo Gestione delle

Dettagli

Il World Wide Web: nozioni introduttive

Il World Wide Web: nozioni introduttive Il World Wide Web: nozioni introduttive Dott. Nicole NOVIELLI novielli@di.uniba.it http://www.di.uniba.it/intint/people/nicole.html Cos è Internet! Acronimo di "interconnected networks" ("reti interconnesse")!

Dettagli

La rete ci cambia la vita. Le persone sono interconnesse. Nessun luogo è remoto. Reti di computer ed Internet

La rete ci cambia la vita. Le persone sono interconnesse. Nessun luogo è remoto. Reti di computer ed Internet La rete ci cambia la vita Lo sviluppo delle comunicazioni in rete ha prodotto profondi cambiamenti: Reti di computer ed Internet nessun luogo è remoto le persone sono interconnesse le relazioni sociali

Dettagli

Reti di computer ed Internet

Reti di computer ed Internet Reti di computer ed Internet La rete ci cambia la vita Lo sviluppo delle comunicazioni in rete ha prodotto profondi cambiamenti: nessun luogo è remoto le persone sono interconnesse le relazioni sociali

Dettagli

Il funzionamento delle reti

Il funzionamento delle reti Il funzionamento delle reti La rete ci cambia la vita L Età dell Informazione ha prodotto profondi cambiamenti nessun luogo è remoto le persone sono interconnesse le relazioni sociali stanno mutando l

Dettagli

offerti da Internet Calendario incontri

offerti da Internet Calendario incontri Introduzione ai principali servizi Come funziona Internet (9/6/ 97 - ore 16-19) offerti da Internet Calendario incontri Navigazione e motori di ricerca (11/6/ 97 - ore 16-19) Comunicazione con gli altri

Dettagli

NETWORKING: SEMINARIO DI STUDIO 1

NETWORKING: SEMINARIO DI STUDIO 1 NETWORKING: SEMINARIO DI STUDIO 1 Obiettivi: 1. Fornire una panoramica sulle reti di calcolatori, tecnologie, potenzialità, limiti, servizi, internet. 2. Fornire una panoramica sulle capacità di base per

Dettagli

POR Calabria FSE 2007/2013 Asse II Occupabilità Obiettivo operativo D1

POR Calabria FSE 2007/2013 Asse II Occupabilità Obiettivo operativo D1 Allegato n. 2 al Capitolato speciale d appalto. ENTE PUBBLICO ECONOMICO STRUMENTALE DELLA REGIONE CALABRIA POR Calabria FSE 2007/2013 Asse II Occupabilità Obiettivo operativo D1 Procedura aperta sotto

Dettagli

Sistemi Web-Based - Terminologia. Progetto di Sistemi Web-Based Prof. Luigi Laura, Univ. Tor Vergata, a.a. 2010/2011

Sistemi Web-Based - Terminologia. Progetto di Sistemi Web-Based Prof. Luigi Laura, Univ. Tor Vergata, a.a. 2010/2011 Sistemi Web-Based - Terminologia Progetto di Sistemi Web-Based Prof. Luigi Laura, Univ. Tor Vergata, a.a. 2010/2011 CLIENT: il client è il programma che richiede un servizio a un computer collegato in

Dettagli

Reti di computer. Agostino Lorenzi - Reti di computer - 2008

Reti di computer. Agostino Lorenzi - Reti di computer - 2008 Reti di computer Telematica : termine che evidenzia l integrazione tra tecnologie informatiche e tecnologie delle comunicazioni. Rete (network) : insieme di sistemi per l elaborazione delle informazioni

Dettagli

8. Sistemi Distribuiti e Middleware

8. Sistemi Distribuiti e Middleware 8. Sistemi Distribuiti e Middleware Andrea Polini Ingegneria del Software Corso di Laurea in Informatica (Ingegneria del Software) 8. Sistemi distribuiti e Middleware 1 / 32 Sommario 1 Sistemi distribuiti

Dettagli

Laboratorio di Informatica Corso di laurea in Lingue e Studi interculturali. AA 2010-2011. Paola Zamperlin. Internet. Parte prima

Laboratorio di Informatica Corso di laurea in Lingue e Studi interculturali. AA 2010-2011. Paola Zamperlin. Internet. Parte prima Laboratorio di Informatica Corso di laurea in Lingue e Studi interculturali. AA 2010-2011 Paola Zamperlin Internet. Parte prima 1 Definizioni-1 Una rete di calcolatori è costituita da computer e altri

Dettagli

Tratte da (18. TECNICHE DI ACCESSO AI DATABASE IN AMBIENTE INTERNET)

Tratte da (18. TECNICHE DI ACCESSO AI DATABASE IN AMBIENTE INTERNET) Tratte da (18. TECNICHE DI ACCESSO AI DATABASE IN AMBIENTE INTERNET) Ipotesi di partenza: concetti di base del networking Le ipotesi di partenza indispensabili per poter parlare di tecniche di accesso

Dettagli

Appendice D. D. Web Services

Appendice D. D. Web Services D. D.1 : cosa sono I cosiddetti sono diventati uno degli argomenti più attuali nel panorama dello sviluppo in ambiente Internet. Posti al centro delle più recenti strategie di aziende del calibro di IBM,

Dettagli

CONNESSIONE DI UN PC ALLA RETE INTERNET

CONNESSIONE DI UN PC ALLA RETE INTERNET CONNESSIONE DI UN PC ALLA RETE INTERNET Walter Cerroni wcerroni@deis.unibo.it http://deisnet.deis.unibo.it/didattica/master Internetworking Internet è una rete di calcolatori nata con l obiettivo di realizzare

Dettagli

Framework. Impianti Informatici. Web application - tecnologie

Framework. Impianti Informatici. Web application - tecnologie Framework Web application - tecnologie Web Application: tecnologie 2 Java-based (J2EE) Sviluppata inizialmente da Sun Cross-platform e open source Gestire direttamente le funzionalità dell applicazione

Dettagli

Tecnologie di Sviluppo per il Web

Tecnologie di Sviluppo per il Web Tecnologie di Sviluppo per il Web Introduzione alle Reti di Calcolatori versione 1.0 del 11/03/2003 G. Mecca mecca@unibas.it Università della Basilicata Reti >> Sommario Sommario dei Concetti Elab. Client-Server

Dettagli

Informatica. Prof. M. Colajanni Università di Modena Reggio Emilia

Informatica. Prof. M. Colajanni Università di Modena Reggio Emilia Informatica Prof. M. Colajanni Università di Modena Reggio Emilia PARTE 3 - COMUNICAZIONI INFORMATICHE (Internet) Importanza delle comunicazioni Tutti vogliono comunicare Oggi un computer che non è in

Dettagli

Reti di Calcolatori:

Reti di Calcolatori: Reti di Calcolatori: Internet, Intranet e Mobile Computing a.a. 2007/2008 http://www.di.uniba.it/~lisi/courses/reti/reti0708.htm dott.ssa Francesca A. Lisi lisi@di.uniba.it Orario di ricevimento: mercoledì

Dettagli

BANCA VIRTUALE/1 tecnologie dell informazione della comunicazione

BANCA VIRTUALE/1 tecnologie dell informazione della comunicazione BANCA VIRTUALE/1 Il termine indica un entità finanziaria che vende servizi finanziari alla clientela tramite le tecnologie dell informazione e della comunicazione, senza ricorrere al personale di filiale

Dettagli

Fondamenti di Informatica

Fondamenti di Informatica Dalle reti a e Cazzaniga Paolo Dip. di Scienze Umane e Sociali paolo.cazzaniga@unibg.it Dalle reti a Outline 1 Dalle reti a Dalle reti a Le reti Quando possiamo parlare di rete di calcolatori? Quando abbiamo

Dettagli

1 Vincenzo de Stefano SAP e Servizi Web http://desvino.altervista.org

1 Vincenzo de Stefano SAP e Servizi Web http://desvino.altervista.org 1 Vincenzo de Stefano SAP e Servizi Web http://desvino.altervista.org Prefazione. Da Hello World a Hello World Wide Web. Hello World è la prima frase stampata a video dal primo programma di esempio scritto

Dettagli

Web Content Management and E- Learning

Web Content Management and E- Learning Web Content Management and E- Learning Dott. Fabio Fioravanti fioravanti@sci.unich.it http://www.sci.unich.it/~fioravan Corso di Laurea in Economia e Management Facoltà di Scienze Manageriali UNICH - AA

Dettagli

Capitolo 3. Il funzionamento delle reti

Capitolo 3. Il funzionamento delle reti Capitolo 3 Il funzionamento delle reti La rete ci cambia la vita L Età dell Informazione ha prodotto profondi cambiamenti nessun luogo è remoto le persone sono interconnesse le relazioni sociali stanno

Dettagli

LE POSSIBILITA' DI ACCESSO DA REMOTO ALLE RETI DI CALCOLATORI

LE POSSIBILITA' DI ACCESSO DA REMOTO ALLE RETI DI CALCOLATORI VPN: VNC Virtual Network Computing VPN: RETI PRIVATE VIRTUALI LE POSSIBILITA' DI ACCESSO DA REMOTO ALLE RETI DI CALCOLATORI 14 marzo 2006 Fondazione Ordine degli Ingegneri di Milano Corso Venezia Relatore

Dettagli

Wireless Grids e Pervasive Grids. Pervasive Grids

Wireless Grids e Pervasive Grids. Pervasive Grids Griglie e Sistemi di Elaborazione Ubiqui Wireless Grids e Pervasive Grids Griglie e Sistemi Ubiqui - D. Talia - UNICAL 1 Wireless Grids e Pervasive Grids Wireless Grids Caratteristiche Sistemi Applicazioni

Dettagli

La Roadmap dello sviluppo per System i5: dalle Applicazioni Legacy alla SOA

La Roadmap dello sviluppo per System i5: dalle Applicazioni Legacy alla SOA IBM System i5 La Roadmap dello sviluppo per System i5: dalle Applicazioni Legacy alla SOA Massimo Marasco System i Technical Sales Support massimo_marasco@it.ibm.com Oriented Architecture (SOA) Servizio

Dettagli

Sicurezza e Gestione delle Reti (di telecomunicazioni)

Sicurezza e Gestione delle Reti (di telecomunicazioni) Sicurezza e Gestione delle Reti (di telecomunicazioni) Tommaso Pecorella tommaso.pecorella@unifi.it Corso di Studi in Ingegneria Elettronica e delle Telecomunicazioni Corso di Studi in Ingegneria Informatica

Dettagli

Internet WWW - HTML. Tecnologie informatiche e della comunicazione

Internet WWW - HTML. Tecnologie informatiche e della comunicazione Internet WWW - HTML Cristina Gena cgena@di.unito.it http://www.di.unito.it/ cgena/ cristina gena - [internet web html] 1 Tecnologie informatiche e della comunicazione Cosa intendiamo? Tecnologia dei computer

Dettagli

- 1 - LINUX E le Reti. Corso Linux 2014. di Giuseppe Zingone

- 1 - LINUX E le Reti. Corso Linux 2014. di Giuseppe Zingone - 1 - LINUX E le Reti Corso Linux 2014 di Giuseppe Zingone - 2 - Cenni sulle reti Introduzione Linux e le reti vanno mano nella mano. Il kernel di Linux ha il supporto per tutti i protocolli di rete comuni

Dettagli

Internet e Tecnologia Web

Internet e Tecnologia Web INTERNET E TECNOLOGIA WEB Corso WebGis per Master in Sistemi Informativi Territoriali AA 2005/2006 ISTI- CNR c.renso@isti.cnr.it Internet e Tecnologia Web...1 TCP/IP...2 Architettura Client-Server...6

Dettagli

Tecnologie di implementazione. Corso di ingegneria del software

Tecnologie di implementazione. Corso di ingegneria del software Tecnologie di implementazione Corso di ingegneria del software Sommario Principali architetture dei sistemi distribuiti Component based software engineering Componenti Comunicazione nei processi distribuiti

Dettagli

In una rete i calcolatori possono offrire servizi (server) richiedere e usufruire di servizi (client)

In una rete i calcolatori possono offrire servizi (server) richiedere e usufruire di servizi (client) Architetture Client/Server In una rete i calcolatori possono offrire servizi (server) richiedere e usufruire di servizi (client) I principali servizi riguardano condivisione dati condivisione risorse SW

Dettagli

02CIXPG Sistemi informativi aziendali

02CIXPG Sistemi informativi aziendali 02CIXPG Sistemi informativi aziendali Introduzione al Corso 1 http://bit.ly/sistinfo http://elite.polito.it/ teaching-mainmenu-69/ laurea-specialistica-mainmenu-83/117-02cix Fulvio Corno Dipartimento di

Dettagli

Introduzione ad Architetture Orientate ai Servizi e Web Service

Introduzione ad Architetture Orientate ai Servizi e Web Service Università degli Studi di Roma Tor Vergata Facoltà di Ingegneria Introduzione ad Architetture Orientate ai Servizi e Web Service Corso di Sistemi Distribuiti Stefano Iannucci iannucci@ing.uniroma2.it Anno

Dettagli

Architetture Informatiche. Dal Mainframe al Personal Computer

Architetture Informatiche. Dal Mainframe al Personal Computer Architetture Informatiche Dal Mainframe al Personal Computer Architetture Le architetture informatiche definiscono le modalità secondo le quali sono collegati tra di loro i diversi sistemi ( livello fisico

Dettagli

Reti locati e reti globali. Tecnologie: Reti e Protocolli. Topologia reti. Server e client di rete. Server hardware e server software.

Reti locati e reti globali. Tecnologie: Reti e Protocolli. Topologia reti. Server e client di rete. Server hardware e server software. Reti locati e reti globali Tecnologie: Reti e Protocolli Reti locali (LAN, Local Area Networks) Nodi su aree limitate (ufficio, piano, dipartimento) Reti globali (reti metropolitane, reti geografiche,

Dettagli

Progettazione: Tecnologie e ambienti di sviluppo

Progettazione: Tecnologie e ambienti di sviluppo Contratto per l acquisizione di servizi di Assistenza specialistica per la gestione e l evoluzione del patrimonio software della Regione Basilicata. Repertorio n. 11016 del 25/09/2009 Progettazione: Tecnologie

Dettagli

Corso di Laurea in Scienze e Tecnologie Chimiche corso di Informatica Generale

Corso di Laurea in Scienze e Tecnologie Chimiche corso di Informatica Generale Corso di Laurea in Scienze e Tecnologie Chimiche corso di Informatica Generale Paolo Mereghetti DISCo Dipartimento di Informatica, Sistemistica e Comunicazione Internet (parte 2) Riordinati e inoltrati

Dettagli

Progetto di Applicazioni Software

Progetto di Applicazioni Software Progetto di Applicazioni Software Antonella Poggi Dipartimento di Informatica e Sistemistica Antonio Ruberti SAPIENZA Università di Roma Anno Accademico 2008/2009 Questi lucidi sono stati prodotti sulla

Dettagli

Introduzione a Internet

Introduzione a Internet Contenuti Architettura di Internet Principi di interconnessione e trasmissione World Wide Web Posta elettronica Motori di ricerca Tecnologie delle reti di calcolatori Servizi Internet (come funzionano

Dettagli

Università degli Studi di Bari- Aldo Moro

Università degli Studi di Bari- Aldo Moro Università degli Studi di Bari- Aldo Moro CdL MAGISTRALE in INFORMATICA A.A. 2013-2014 Sistemi Distribuiti Prof. S.Pizzutilo Programma del corso Sistemi Distribuiti (6 CFU) Ø Introduzione e terminologia

Dettagli

La rete internet e il WEB

La rete internet e il WEB C.so Integrato di statistica, e analisi dei dati sperimentali prof Carlo Meneghini Dip. di Fisica E. Amaldi via della Vasca Navale 84 meneghini@fis.uniroma3.it tel.: 06 57337217 http://www.fis.uniroma3.it/~meneghini

Dettagli

Organizzazioni nel Grid Computing

Organizzazioni nel Grid Computing Il ruolo delle Organizzazioni nel Grid Computing Un primo sguardo a Globus - Parte 5 Organizzazioni di Grid Computing Panoramica sui prodotti software Primo sguardo a Globus Dott. Marcello CASTELLANO La

Dettagli

Sistemi Di Elaborazione Dell informazione

Sistemi Di Elaborazione Dell informazione Sistemi Di Elaborazione Dell informazione Dott. Antonio Calanducci Lezione III: Reti di calcolatori Corso di Laurea in Scienze della Comunicazione Anno accademico 2009/2010 Reti di calcolatori Una rete

Dettagli

Progetto di Applicazioni Software

Progetto di Applicazioni Software Progetto di Applicazioni Software Antonella Poggi Dipartimento di Informatica e Sistemistica Antonio Ruberti SAPIENZA Università di Roma Anno Accademico 2010/2011 Questi lucidi sono stati prodotti sulla

Dettagli

Architetture Informatiche. Dal Mainframe al Personal Computer

Architetture Informatiche. Dal Mainframe al Personal Computer Architetture Informatiche Dal Mainframe al Personal Computer Architetture Le architetture informatiche definiscono le modalità secondo le quali sono collegati tra di loro i diversi sistemi ( livello fisico

Dettagli

Internet: architettura e servizi

Internet: architettura e servizi Corso di Laurea Magistrale in Medicina e Chirurgia Corso di Informatica - II anno Prof. Crescenzio Gallo Internet: architettura e servizi c.gallo@unifg.it Internet: argomenti n Modalità di collegamento

Dettagli

Reti basate sulla stack di protocolli TCP/IP

Reti basate sulla stack di protocolli TCP/IP Reti basate sulla stack di protocolli TCP/IP Classe V sez. E ITC Pacioli Catanzaro lido 1 Stack TCP/IP Modello TCP/IP e modello OSI Il livello internet corrisponde al livello rete del modello OSI, il suo

Dettagli

TCP/IP: INDIRIZZI IP SIMBOLICI

TCP/IP: INDIRIZZI IP SIMBOLICI TCP/IP: INDIRIZZI IP SIMBOLICI DOMAIN NAME SYSTEM: ESEMPIO www.unical.it 160.97.4.100 100 host 160.97.29.5 dominio i di II livelloll dominio di (organizzazione: università) I livello (nazione) www.deis.unical.it

Dettagli

Internet: architettura e servizi

Internet: architettura e servizi Facoltà di Medicina Corso di Laurea in Logopedia Corso di Informatica - III anno Prof. Crescenzio Gallo Internet: architettura e servizi c.gallo@unifg.it Internet: argomenti Modalità di collegamento alla

Dettagli

Web conferencing e collaborazione in tempo reale su Internet: la piattaforma Meetecho

Web conferencing e collaborazione in tempo reale su Internet: la piattaforma Meetecho Web conferencing e collaborazione in tempo reale su Internet: la piattaforma Meetecho Tobia Castaldi Alessandro Amirante Lorenzo Miniero Simon Pietro Romano Giorgio Ventre 02/10/2009 GARR 2009 "Network

Dettagli

Livello Applicazione. Davide Quaglia. Motivazione

Livello Applicazione. Davide Quaglia. Motivazione Livello Applicazione Davide Quaglia 1 Motivazione Nell'architettura ibrida TCP/IP sopra il livello trasporto esiste un unico livello che si occupa di: Gestire il concetto di sessione di lavoro Autenticazione

Dettagli

Reti di Calcolatori. Telematica: Si occupa della trasmissione di informazioni a distanza tra sistemi informatici, attraverso reti di computer

Reti di Calcolatori. Telematica: Si occupa della trasmissione di informazioni a distanza tra sistemi informatici, attraverso reti di computer Reti di Calcolatori 1. Introduzione Telematica: Si occupa della trasmissione di informazioni a distanza tra sistemi informatici, attraverso reti di computer Reti di calcolatori : Un certo numero di elaboratori

Dettagli

Reti di calcolatori: Internet

Reti di calcolatori: Internet Reti di calcolatori: Internet Sommario Introduzione Le reti reti locali: LAN La rete geografica Internet protocollo TCP-IP i servizi della rete Rete di calcolatori Interconnessione di computer e accessori

Dettagli

Programmazione in Rete

Programmazione in Rete Programmazione in Rete a.a. 2005/2006 http://www.di.uniba.it/~lisi/courses/prog-rete/prog-rete0506.htm dott.ssa Francesca A. Lisi lisi@di.uniba.it Orario di ricevimento: mercoledì ore 10-12 Obiettivi del

Dettagli

Lexmark OfficeEdge Stampanti e dispositivi MFP professionali a colori

Lexmark OfficeEdge Stampanti e dispositivi MFP professionali a colori Lexmark OfficeEdge Stampanti e dispositivi MFP professionai a coori La nuova generazione dea stampa aziendae. La serie OfficeEdge è una nuova categoria di dispositivi progettata con componenti professionai

Dettagli

Internet e protocollo TCP/IP

Internet e protocollo TCP/IP Internet e protocollo TCP/IP Internet Nata dalla fusione di reti di agenzie governative americane (ARPANET) e reti di università E una rete di reti, di scala planetaria, pubblica, a commutazione di pacchetto

Dettagli

Struttura della lezione. Lezione 9 Architetture dei sistemi distribuiti (2) Il valore aggiunto di una rete di N utenti

Struttura della lezione. Lezione 9 Architetture dei sistemi distribuiti (2) Il valore aggiunto di una rete di N utenti Struttura della lezione Lezione 9 Architetture dei sistemi distribuiti (2) Vittorio Scarano Corso di Programmazione Distribuita (2003-2004) Laurea di I livello in Informatica Università degli Studi di

Dettagli

Dipartimento di Sistemi e Informatica, University of Florence. Sistemi Distribuiti, Prof. Paolo Nesi

Dipartimento di Sistemi e Informatica, University of Florence. Sistemi Distribuiti, Prof. Paolo Nesi 1 Sistemi Distribuiti Corso di Laurea in Ingegneria Prof. Paolo Nesi Parte: 2a Web Services & REST Department of Systems and Informatics University of Florence Via S. Marta 3, 50139, Firenze, Italy tel:

Dettagli

Architettura di un sistema informatico 1 CONCETTI GENERALI

Architettura di un sistema informatico 1 CONCETTI GENERALI Architettura di un sistema informatico Realizzata dal Dott. Dino Feragalli 1 CONCETTI GENERALI 1.1 Obiettivi Il seguente progetto vuole descrivere l amministrazione dell ITC (Information Tecnology end

Dettagli

icaro x PMI ICT Paolo Nesi (UNIFI, DISIT Lab) Feb 2015

icaro x PMI ICT Paolo Nesi (UNIFI, DISIT Lab) Feb 2015 icaro x PMI ICT Paolo Nesi (UNIFI, DISIT Lab) Feb 2015 IaaS, Infrastructure as a Service: Business: vendita di host a consumo Contesto IaaS/PaaS Gestione: limitata al parco degli Host vari Gestori Monitoraggio

Dettagli

Wireless Grids e Pervasive Grids

Wireless Grids e Pervasive Grids Griglie e Sistemi di Elaborazione Ubiqui e Pervasive Grids Griglie e Sistemi Ubiqui - D. Talia - UNICAL 1 e Pervasive Grids Caratteristiche Sistemi Applicazioni Pervasive Grids Caratteristiche Problemi

Dettagli

Introduzione a Internet e al World Wide Web

Introduzione a Internet e al World Wide Web Introduzione a Internet e al World Wide Web Una rete è costituita da due o più computer, o altri dispositivi, collegati tra loro per comunicare l uno con l altro. La più grande rete esistente al mondo,

Dettagli

Reti Locali. Lezione tenuta presso l Istituto I.I.S.S. Egidio Lanoce Maglie, 26 Ottobre 2011 Prof Antonio Cazzato

Reti Locali. Lezione tenuta presso l Istituto I.I.S.S. Egidio Lanoce Maglie, 26 Ottobre 2011 Prof Antonio Cazzato Reti Locali Lezione tenuta presso l Istituto I.I.S.S. Egidio Lanoce Maglie, 26 Ottobre 2011 Prof Antonio Cazzato Reti di Calcolatori una rete di calcolatori è costituita da due o più calcolatori autonomi

Dettagli

Concetti di base della Tecnologia dell'informazione

Concetti di base della Tecnologia dell'informazione Corso ECDL Concetti di base della Tecnologia dell'informazione Modulo 1 Le reti informatiche 1 Le parole della rete I termini legati all utilizzo delle reti sono molti: diventa sempre più importante comprenderne

Dettagli

Cloud Simulator and Smart Cloud based on Knowledge Base

Cloud Simulator and Smart Cloud based on Knowledge Base Cloud Simulator and Smart Cloud based on Knowledge Base Pierfrancesco Bellini, Daniele Cenni, Paolo Nesi DISIT Lab, Lab Dipartimento di Ingegneria dell Informazione, DINFO Università degli Studi di Firenze

Dettagli

Reti di elaboratori. Reti di elaboratori. Reti di elaboratori INFORMATICA PER LE DISCIPLINE UMANISTICHE 2 (13042)

Reti di elaboratori. Reti di elaboratori. Reti di elaboratori INFORMATICA PER LE DISCIPLINE UMANISTICHE 2 (13042) Reti di elaboratori Rete di calcolatori: insieme di dispositivi interconnessi Modello distribuito INFORMATICA PER LE DISCIPLINE UMANISTICHE 2 (13042) Funzioni delle reti: comunicazione condivisione di

Dettagli

Sistemi di elaborazione delle informazioni

Sistemi di elaborazione delle informazioni pierpaolo.vittorini@cc.univaq.it Università degli Studi dell Aquila Facoltà di Medicina e Chirurgia 9 gennaio 2008 Reti di calcolatori e Internet Introduzione alle reti di calcolatori Il computer networking

Dettagli

Conoscere la terminologia di base attraverso la presentazione delle principali componenti hardware di un computer.

Conoscere la terminologia di base attraverso la presentazione delle principali componenti hardware di un computer. Classe 3^ Istituto Istruzione Superiore di Baronissi ind. tecnico PROGRAMMAZIONE DIDATTICA DI Sistemi e Reti Articolazione: Informatica Anno scolastico 2012-2013 MODULI CONTENUTI OBIETTIVI METODOLOGIE

Dettagli