Le dinamiche recenti nel sistema agro-alimentare lombardo

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Le dinamiche recenti nel sistema agro-alimentare lombardo"

Transcript

1 Le dinamiche recenti nel sistema agro-alimentare lombardo Daniele Cavicchioli DEMM - Università degli Studi, Milano Renato Pieri SMEA Università Cattolica, Cremona

2 La struttura del rapporto Il sistema agro-alimentare lombardo PRIMA PARTE Lo scenario competitivo TERZA PARTE - I fattori di produzione 2. Lo scenario internazionale 10. Il lavoro in agricoltura 3. Le politiche comunitarie 11. L impiego di mezzi tecnici 4. Le politiche nazionali 5. Le politiche regionali 12. Il credito agrario e il mercato fondiario SECONDA PARTE - Gli stadi del SAA lombardo QUARTA PARTE Le principali filiere 6. La distribuzione alimentare al dettaglio 13. I seminativi 7. Gli scambi con l estero 14. Le colture intensive 8. L industria alimentare 15. Le produzioni animali 9. L agricoltura 16. Le produzioni non alimentari PARTE MONOGRAFICA 17. Le cooperative agro-alimentari in Lombardia

3 Il peso del sistema lombardo (in % sul totale nazionale) 7,7% della SAU 16% della Popolazione Popolazione Superficie agricola utilizzata Numero aziende agricole Unità di lavoro agricoltura, silvicoltura, pesca (000) Valore produzione agricola e forestale (mio ) Val. agg. ai PB agricoltura e foreste (mio ) Numero aziende alimentari Occupati industria alimentare Val. agg. ai PB industrie alimentari (mio ) Totale produzione agroindustriale (mio ) Importazioni agroalimentari (mio ) Esportazioni agroalimentari (mio ) Consumi domestici ed extradomestici (mio ) % 5% 10% 15% 20% 25%

4 Caratteristiche PPB provinciali 2010 Brescia 25,7% Mantova 21% Cremona 16% Bergamo 8,9% Pavia 8,5% Lodi 6,4% Milano5,2 % Como 2,2% Varese 1,9% Sondrio 1,6% Lecco 1,5% 30% 17% 43% 45% 40% 60% 54% 48% 36% 34% 29% Monza 1,2% LOMBARDIA 18% 7% 5% 34% 23% 3% 10% 43% 0% 20% 40% 60% 80% 100% Erbacee Foraggere Legnose Carni Latte Altri zootecnici Servizi annessi±secondarie

5 Lo scenario internazionale dei prezzi 450,0 INDICI DI PREZZO DEGLI ALIMENTI E DEI PRODOTTI AGRICOLI ( =100) 400,0 350,0 Alimentari Latte Olio Carne Cereali Zucchero 300,0 250,0 200,0 150,0 100,0 Fonte: Elaborazione DEMM su dati FAO

6 Milioni di euro Valore della produzione agricola (PPB) ,5% ,2% ,6% ,7% PPB prezzi correnti VAPB prezzi correnti PPB prezzi concatenati VAPB prezzi concatenati

7 % Lombardia/Italia Peso della produzione agricola lombarda 15,0% 15,0% 14,5% 14,5% 14,0% 14,0% 13,5% 13,5% 13,0% 13,0% 12,5% 12,5% 12,0% 12,0% 11,5% 11,5% 11,0% 10,5% 10,0% PPB prezzi correnti PPB prezzi concatenati VAPB prezzi correnti VAPB prezzi concatenati ,0% 10,5% 10,0%

8 Le produzioni agricole nel 2011 Andamento della PPB dell'agricoltura lombarda nel 2011 a prezzi correnti PRODUZIONI milioni di % su Variazione % 2011/2010 euro Italia Quantità Prezzi PPB COLTIVAZIONI ERBACEE % 0,7% 19,9% 20,8% - Cereali % 1,8% 28,8% 31,1% Riso 201 1% -1,3% 15,1% 13,6% Granoturco ibrido 654 4% 13,2% 33,7% 51,3% - Patate e ortaggi % -1,4% 3,8% 2,4% - Industriali 52 1% 0,1% 10,6% 10,7% - Fiori e piante in vaso 95 3% -0,1% -4,2% -4,3% COLTIVAZIONI FORAGGERE 488 4% -6,8% 11,4% 3,8% COLTIVAZIONI LEGNOSE % 1,2% 1,8% 3,0% - Prodotti vitivinicoli 160 6% 2,3% 8,4% 10,8% - Frutta 36 5% 0,1% -14,5% -14,4% - Altre legnose 128 3% 0,5% -0,6% -0,1% ALLEVAMENTI % 0,3% 11,0% 11,4% - Carni % 1,7% 10,2% 12,1% Carni bovine 792 7% 1,4% 5,4% 6,9% Carni suine % 1,3% 13,1% 14,6% Pollame 448 5% 3,2% 14,1% 17,8% - Latte % -1,8% 13,6% 11,5% - Uova 198 2% 1,2% 1,6% 2,8%

9 milioni di euro Evoluzione dei consumi intermedi in Lombardia Variazione annua prezzi impliciti Consumi intermedi (prezzi correnti) Consumi intermedi (prezzi concatenati) 25,0% 20,0% ,0% ,0% ,0% ,0% ,0% ,0%

10 Evoluzione dei prezzi dei consumi intermedi Evoluzione dei prezzi dei consumi intermedi Prodotti Var. % media annua Var. % Dicembre 2011 su: media 2005 Dic 10 Giu 11 Fertilizzanti 7,6 15,8 74,5 12,8 6,0 Fitofarmaci 5,8 2,6 37,3 2,9 1,1 Sementi 5,5 5,8 42,5 7,2 4,4 Mangimi 5,2 10,6 37,8-0,1-4,2 Spese veterinarie 3,0 1,8 17,3 0,4 0,0 Energia e lubrificanti 3,1 13,2 41,0 15,5 7,7 TOTALE CONSUMI INTERMEDI 4,4 8,8 35,4 4,4 0,2 Fonte: Elaborazione DEMM su dati Istat (Indici dei prezzi dei prodotti acquistati dagli agricoltori)

11 Incidenza % della spesa per l acquisto di fertilizzanti, fito-farmaci e sementi sulla produzione agricola vegetale lombarda 30,0 25,0 Sementi prezzi correnti Fitofarmaci prezzi correnti Fertilizzanti prezzi correnti TOTALE a prezzi concatenati 20,0 15,0 10,0 5, Fonte: Elaborazione DEMM su dati ISTAT

12 L occupazione agricola in Lombardia Anni Totale occupati agricoli (.000) % sul totale occup. agr. Italia occupati dipendenti (%) occupati indipendenti (%) occupati femmine (%) occupati maschi (%) % sul totale occupati Lombardia ,1 7,1 41,0 59,0 17,5 82,5 1, ,9 7,5 36,3 63,7 21,2 78,8 1, ,5 6,8 35,2 64,8 18,8 81,2 1,35 Valore aggiunto per occupato in agricoltura a prezzi correnti (.000 euro) e a prezzi concatenati (2008=100) Lombardia p.correnti Lombardia p.concatenati Italia p.correnti Italia p.concatenati

13 Le politiche regionali Di fronte alle dinamiche globali ed alla crisi mondiale le politiche nazionali e regionali possono fare poco, soprattutto in agricoltura dove le azioni sono concordate a livello sovranazionale (PAC) Le azioni regionali possono però fare molto per rendere più efficaci, efficienti e tempestive le misure di intervento. Ad esempio: Organismo pagatore regionale e SIARL Attuazione PSR Stimolo alla multifunzionalità Piano regionale ricerca

14 L attuazione del PSR Distribuzione % della spesa pubblica del PSR per misura (2011) Giovani (Mis. 112) 5,1% Diversificazione (Mis. 311) 5,4% Accrescimento VA (Mis. 123) 4,9% Altro 16,4% Investimenti (Mis. 121) 28,2% Agro-ambientali 22,2% (Mis. 214) Indennità compensative (Mis. 211) 10,1% Imboschimento (Mis. 221) 7,8% Nel 2011 sono stati erogati 133 milioni di euro

15 L attuazione del PSR Distribuzione % della spesa pubblica del PSR per misura ( ) Accrescimento VA (Mis.123) 4,3% Diversificazione Giovani (Mis.311) (Mis.112) 3,6% 4,4% Investimenti (Mis.121) 19,8% Indennità compensative (Mis.211) 11,7% Altro 6,2% Imboschimento (Mis.221) 11,9% Agro-ambientali (Mis.214) 38,1% Stato di avanzamento 420 milioni di euro su 1 miliardo di spesa pubblica preventivata (41%), maggiore della media nazionale (37%)

16 Lo sviluppo della multifunzionalità nel agriturismi autorizzati (+2,5%) terza regione italiana 6,6% sul totale nazionale 52,7% autorizzati all alloggio 72,4% alla ristorazione 7,4% alla degustazione 48,2% altre attività

17 Vendita diretta aziende con vendita diretta al consumatore (4,5% del totale nazionale) 80,0% 75,6% 74,7% 72,6% 70,0% 59,9% 60,0% 49,0% 50,0% 45,4% 44,5% 40,0% 35,7% 30,0% 20,0% 10,0% 0,0% 28,4% 27,2% 21,8% 14,2% 10,7% 10,0% 8,8% % aziende con vendita diretta su totale aziende che commercializzano: LOMBARDIA 27,8% ITALIA 26,1% Fonte: Elaborazione DEMM su dati VI Censimento Generale dell Agricoltura

18 Vendita diretta Vendita diretta per tipologia di prodotto (2010) Aziende con vendita diretta: ,8% vende in azienda ,9% vende fuori azienda ,2% prodotti vegetali 34,3% prodotti animali Fonte: Elaborazione DEMM su dati VI Censimento Generale dell Agricoltura 35,4% prodotti trasformati

19 Il comparto agro-energetico Impianti di biogas in Lombardia nel 2011 Distribuzione percentuale degli impianti per classi di potenza Numero impianti Potenza elettrica installata (MW e) Potenza media (kwe) 60 Bergamo* 7 4, Brescia** 55 40, Cremona** , Lodi** 39 36, Milano* 4 4, Mantova* 35 28, Pavia* 23 20, Sondrio* 1 0, Lombardia , Fonte: elaborazione DEMM su dati CRPA* e Regione Lombardia** Nel 2011 gli impianti censiti risultano essere 286 (oltre il 40% degli impianti esistenti a livello nazionale) con una potenza elettrica installata pari a 226 MWe ed una potenza media di 792 kwe. Le sole provincie di Brescia e Cremona concentrano il 60% degli impianti regionali Oltre 1 MW

20 Gli scambi agro-alimentari con l estero

21 Scambi di prodotti agro-alimentari della Lombardia con l estero LOMBARDIA (milioni di euro) a prezzi correnti Import Export Saldo LOMBARDIA Var.% 2011/ ,68 5,92 Var.% 2011/ ,04 99,98 ITALIA Var.% 2011/ ,89 8,52 Var.% 2011/ ,63 91,54

22 Contributo % dei prodotti agro-alimentari alla formazione della bilancia commerciale in Lombardia Import Export LOMBARDIA ,17 3, ,36 3, ,36 3, ,51 4, ,66 4, ,47 4, ,40 4, ,63 4, ,24 4, ,06 4, ,17 5, ,49 4, ,81 4,66 ITALIA ,55 8, ,74 8,09

23 Contributo % della Lombardia agli scambi agro-alimentari dell Italia Import Export ,4 15, ,1 15, ,9 15, ,8 15, ,2 16, ,6 16, ,9 17, ,8 16, ,6 17, ,4 17, ,7 17, ,9 16, ,7 15,9

24 Composizione degli scambi Agro- Alimentari con l estero della Lombardia nel 2011 Import Export Saldo 23,2% 6,6% -40,1% Settore primario 76,8% 93,4% -59,9% Industria Alimentare e Bevande

25 Scambi con l estero della Lombardia nel Settore primario Import Altri 49,6% Cacao, caffè, tè, droghe e spezie 3,5% Export Altri 28,3% Cereali 15,6% Legumi ed ortaggi freschi 6,7% Altra frutta fresca 16,5% Cacao, caffè, tè, droghe e spezie 11,6% Cereali 5,2% Legumi ed ortaggi freschi 35,5% Saldo Altri 53,3% Cereali 17,3% Legumi ed ortaggi freschi 1,8% Altra frutta fresca 14,6% Cacao, caffè, tè, droghe e spezie 13,0% Altra frutta fresca 27,5%

26 Scambi con l estero della Lombardia nel Industria alimentare Altri 47,1% Import Carni fresche e congelate 16,1% Export Altri 72,6% Carni fresche e congelate 3,8% Prodotti lattierocaseari 12,7% Altri prodotti alimentari trasformati 9,1% Prodotti lattierocaseari 19,5% Olii e grassi 8,2% Olii e grassi 4,6% Altri prodotti alimentari trasformati 6,3%

27 Principali paesi di origine e destinazione di import ed export agro-alimentare della Lombardia nel 2011 IMPORT EXPORT Altri 40,6 Francia 21,3 Germania 13,3 Altri 48,4 Francia 15,2 Germania 13,2 Svizzera 8,2 Belgio 4,1 Spagna 9,5 Paesi Bassi 11,3 Regno Unito 7,1 Stati Uniti d'america 7,9

28 Quota % dei paesi UE negli scambi agroalimentari della Lombardia nel UE-15 UE Settore Primario Importazioni 59,11 54,74 66,35 62,91 Esportazioni 61,76 56,60 72,78 68,29 Industria Alimentare Importazioni 74,44 74,79 79,49 78,89 Esportazioni 60,12 59,72 66,79 66,59 Totale Agro-alimentare Importazioni 71,14 70,13 76,67 75,94 Esportazioni 60,24 59,51 67,23 66,71

29 Il credito agrario

30 milioni di Il credito agrario nelle province lombarde nel

31 Euro per ettaro di SAU Il credito agrario per ha di SAU nelle province lombarde nel 2006 e dic.2011 dic

32 Rapporto tra credito agrario (2011) e valore aggiunto agricolo (2010) 7,00 6,00 6,2 5,00 4,00 3,00 2,00 1,00 3,2 2,9 1,5 4,3 0,8 3,3 2,2 2,3 3,9 1,8 1,4 3,1 1,7 0,00

33 L andamento del credito agrario in Lombardia (2002 = 100) Cr.tot.Lomba. Cr.agr.Lomba Cr.agr.Ita Milioni di euro nel dic.02 dic.03 dic-04 dic-05 dic-06 dic-07 dic-08 dic-09 dic-10 dic-11

34 Consistenza milioni di euro, fine dic.2011 Tipologie di credito agrario nelle province lombarde nel inf. 1 anno 1-5 anni sup. 5 anni

35 % di credito agrario in sofferenza sul credito agrario totale in Lombardia e in Italia LOMBARDIA ITALIA ,3% 6,7% ,7% 8,9%

36 Credito agrario per ha di SAU in Lombardia e in Italia ( ) LOMBARDIA ITALIA

37 fine dic.2010=100 Tipologie di credito agrario in Lombardia per trimestre (2010=100) dic.2010 mar.2011 giu.2011 ett dic.2011 inf. 1 anno 1-5 anni sup. 5 anni Totale

38 consistenza in milioni di Il credito agrario in Lombardia per dimensione degli istituti di credito 3000 dic-10 dic maggiori grandi medie piccole minori

39 La distribuzione alimentare al dettaglio

40 Superficie ogni 1000 abitanti di Super+Iper nel 2011 in Lombardia (mq) 350,0 300, ,0 200,0 150,0 100,0 50,0 0,0

41 Numero e superficie dei punti vendita della distribuzione moderna in Lombardia nel 2011 Numero Superficie totale Var. % superficie 2011/10 Superette ,0% Supermercati ,7% Ipermercati ,2% Discount ,3% Totale ,6%

42 Ripartizione della superficie di vendita della distribuzione moderna in Lombardia nel 2011 Altri 21,1% Centrale Cieffea 18,4% Esselunga 9,2% Esd Italia 16,2% Sicon 9,6% Centrale Auchan-Crai 10,8% Centrale Italiana 14,7%

43 Superficie per 1000 abitanti della distribuzione moderna in Lombardia e in Italia Lombardia ITALIA ,2 210, ,7 234, ,3 244, ,5 246, ,7 255, ,9 262, ,3 266,3

Le dinamiche del commercio agro-alimentare e il Made in Italy. Renato Pieri Milano, 5 marzo 2015

Le dinamiche del commercio agro-alimentare e il Made in Italy. Renato Pieri Milano, 5 marzo 2015 Le dinamiche del commercio agro-alimentare e il Made in Italy Renato Pieri Milano, 5 marzo 2015 FONTE DEI DATI I dati utilizzati sono di fonte ISTAT nella classificazione: SH6 (a sei cifre) in ambito regionale

Dettagli

CARATTERISTICHE E DINAMICHE DELL AGRICOLTURA NELLA PROVINCIA DI SONDRIO

CARATTERISTICHE E DINAMICHE DELL AGRICOLTURA NELLA PROVINCIA DI SONDRIO Il mercato dei prodotti agroalimentari tipici della Valtellina CARATTERISTICHE E DINAMICHE DELL AGRICOLTURA NELLA PROVINCIA DI SONDRIO Roberto Pretolani Dipartimento di Economia e Politica Agraria, Agroalimentare

Dettagli

Struttura dell agricoltura in Friuli Venezia Giulia e in Europa

Struttura dell agricoltura in Friuli Venezia Giulia e in Europa Al servizio di gente unica Struttura dell agricoltura - Servizio programmazione pianificazione strategica controllo di gestione e statistica L agricoltura in FVG e in Europa Europa 28 membri = 15 membri

Dettagli

L agroalimentare: energia per la vita e per lo sviluppo

L agroalimentare: energia per la vita e per lo sviluppo energia per la vita e per lo sviluppo Regione Veneto Padova, novembre Gli argomenti La produzione agricola L agroalimentare L economia blu I consumi Padova, novembre 2 I prodotti dell agricoltura Veneto

Dettagli

Struttura dell agricoltura in Friuli Venezia Giulia e in Europa

Struttura dell agricoltura in Friuli Venezia Giulia e in Europa Al servizio di gente unica Struttura dell agricoltura L agricoltura in FVG e in Europa Europa 28 membri = 15 membri storici + 13 nuovi membri compresa Croazia: oltre 12 milioni di aziende e 173 milioni

Dettagli

Il mercato delle produzioni biologiche in Italia

Il mercato delle produzioni biologiche in Italia biologiche in Italia Ismea Bologna, 1 Evoluzione dell agricoltura biologica in Italia: numero aziende 1997-2001 (fonte: dati MiPAF e FIAO) 25000 20000 15000 10000 5000 0 nord centro sud isole 1997 1998

Dettagli

Il commercio estero dei prodotti agro-alimentari lombardi: inediti e tendenze. Renato Pieri Milano, 23 febbraio 2016

Il commercio estero dei prodotti agro-alimentari lombardi: inediti e tendenze. Renato Pieri Milano, 23 febbraio 2016 Il commercio estero dei prodotti agro-alimentari lombardi: inediti e tendenze Renato Pieri Milano, 23 febbraio 2016 FONTE DEI DATI I dati utilizzati sono di fonte ISTAT nella classificazione: ATECO (a

Dettagli

Tavola Aziende agricole e risultati economici. Anni

Tavola Aziende agricole e risultati economici. Anni Tavola 6.1 - Aziende agricole e risultati economici. Anni 2005-2006 Valori assoluti Valori relativi Mezzogiorno =100 Italia =100 2005 2006 2005 2006 2005 2006 Aziende agricole 48.864 56.529 5,3 6,0 3,0

Dettagli

L agricoltura in Italia e in Lombardia. Fabrizio Guelpa Direzione Studi e Ricerche

L agricoltura in Italia e in Lombardia. Fabrizio Guelpa Direzione Studi e Ricerche L agricoltura in e in Fabrizio Guelpa Direzione Studi e Ricerche Cremona, 10 Marzo 2016 Agenda 1 Importanza e specificità dell agroalimentare italiano 2 L agricoltura in 3 Punti di forza e sfide per l

Dettagli

Politica agraria comunitaria

Politica agraria comunitaria Università degli Studi di Napoli Federico II Facoltà di Medicina Veterinaria Scuola di specializzazione in Alimentazione animale Politica agraria comunitaria Dott. Rossella Ugati Argomento della lezione

Dettagli

Il sistema agroalimentare. siciliano nell era dell Industria 4.0. Convegno FLAI CGIL Sicilia

Il sistema agroalimentare. siciliano nell era dell Industria 4.0. Convegno FLAI CGIL Sicilia Il sistema agroalimentare siciliano nell era dell Industria 4.0 Massimiliano D Alessio Responsabile Area Progetti, Studi e Ricerche Convegno FLAI CGIL Sicilia Il sistema agroalimentare siciliano nell era

Dettagli

L agricoltura campana le cifre del D.ssa Emilia Casillo Settore SIRCA

L agricoltura campana le cifre del D.ssa Emilia Casillo Settore SIRCA L agricoltura campana le cifre del 2003 D.ssa Emilia Casillo Settore SIRCA 1 Il territorio La Campania ha una superficie pari a 13.595 Kmq e una densità media di 426 abitanti per kmq; il territorio è suddiviso

Dettagli

ISMEA E L AGRICOLTURA

ISMEA E L AGRICOLTURA ISMEA E L AGRICOLTURA MULTIFUNZIONALE Un percorso lungo 15 anni. Agriturismo e multifunzionalità: motivazioni, interlocutori, risorse, mercato AgrieTour Arezzo Fiere e Congressi www.ismea.it www.ismeamercati.it

Dettagli

ISTITUTO NAZIONALE DI ECONOMIA AGRARIA L AGRICOLTURA LOMBARDA CONTA

ISTITUTO NAZIONALE DI ECONOMIA AGRARIA L AGRICOLTURA LOMBARDA CONTA ISTITUTO NAZIONALE DI ECONOMIA AGRARIA L AGRICOLTURA LOMBARDA CONTA - 2010 L AGRICOLTURA LOMBARDA CONTA - 2010 ISTITUTO NAZIONALE DI ECONOMIA AGRARIA Comitato di redazione Sabrina Giuca, INEA (responsabile);

Dettagli

LE ESPORTAZIONI AGRICOLE E DELL INDUSTRIA ALIMENTARE DELL EMILIA-ROMAGNA. Gennaio 2016

LE ESPORTAZIONI AGRICOLE E DELL INDUSTRIA ALIMENTARE DELL EMILIA-ROMAGNA. Gennaio 2016 LE ESPORTAZIONI AGRICOLE E DELL INDUSTRIA ALIMENTARE DELL EMILIA-ROMAGNA Gennaio 2016 DATI CONGIUNTURALI: I PRIMI NOVE MESI DEL 2015 2 LE ESPORTAZIONI REGIONALI NEL 2015 Nei primi nove mesi del 2015 l

Dettagli

Il commercio estero: sfide e opportunità per l agroalimentare regionale

Il commercio estero: sfide e opportunità per l agroalimentare regionale IL SISTEMA AGRO-ALIMENTARE DELL EMILIA-ROMAGNA BOLOGNA, 31 MAGGIO 2016 Il commercio estero: sfide e opportunità per l agroalimentare regionale e Renato Pieri Università Cattolica del S. Cuore, sede di

Dettagli

I PREZZI E I CONSUMI DI PRODOTTI BIOLOGICI IN ITALIA

I PREZZI E I CONSUMI DI PRODOTTI BIOLOGICI IN ITALIA I PREZZI E I CONSUMI DI PRODOTTI BIOLOGICI IN ITALIA Enrico De Ruvo Ismea Bologna, 9 settembre 2013 www.ismea.it www.ismeaservizi.it 09/09/2013 AGENDA Il contesto internazionale Le tendenze dei consumi

Dettagli

Cosa spiega le differenze nei consumi

Cosa spiega le differenze nei consumi I consumi di prodotti agro-alimentari: differenziazioni nello spazio e nel tempo Cosa spiega le differenze nei consumi tra individui diversi tra paesi diversi per uno stesso individuo, o per uno stesso

Dettagli

Renato Pieri e Stefano Boccaletti Istituto di Economia Agro-alimentare Università Cattolica del S. Cuore, Piacenza

Renato Pieri e Stefano Boccaletti Istituto di Economia Agro-alimentare Università Cattolica del S. Cuore, Piacenza Renato Pieri e Stefano Boccaletti Istituto di Economia Agro-alimentare Università Cattolica del S. Cuore, Piacenza Capitoli monografici: La valorizzazione dei prodotti agro-alimentari di qualità Il consumo

Dettagli

L interscambio commerciale con l estero della provincia di Bergamo nel primo trimestre 2014

L interscambio commerciale con l estero della provincia di Bergamo nel primo trimestre 2014 L interscambio commerciale con l estero della provincia di Bergamo nel primo trimestre 2014 Servizio Studi della Camera di Commercio di Bergamo 26/06/2014 Le esportazioni originate dalla provincia di Bergamo

Dettagli

Il comparto italiano. rilevanza socioeconomica, relazioni di filiera e leadership internazionale

Il comparto italiano. rilevanza socioeconomica, relazioni di filiera e leadership internazionale Il comparto italiano delle paste alimentari: rilevanza socioeconomica, relazioni di filiera e leadership internazionale DENIS PANTINI PAOLO BONO Area Agricoltura e Industria Alimentare Bologna, 24 aprile

Dettagli

Il settore agro-alimentare in Italia e in Sicilia. Direzione Studi e Ricerche

Il settore agro-alimentare in Italia e in Sicilia. Direzione Studi e Ricerche Il settore agro-alimentare in Italia e in Direzione Studi e Ricerche Palermo, 11 Maggio 2016 Agenda 1 Importanza e specificità dell agroalimentare italiano 2 L agroalimentare in 3 Le opportunità per l

Dettagli

I NUMERI DEL LATTE BIO

I NUMERI DEL LATTE BIO I NUMERI DEL LATTE BIO ENRICO DE RUVO ISMEA Bologna, 2 febbraio 2016 www.ismea.it www.ismeaservizi.it AGENDA Inumeristrutturalidelbio Il valore del mercato bio e le dinamicherecenti La struttura e la domanda

Dettagli

Il settore agro-alimentare in Italia. Focus sul lattiero caseario. Direzione Studi e Ricerche

Il settore agro-alimentare in Italia. Focus sul lattiero caseario. Direzione Studi e Ricerche Il settore agro-alimentare in Italia. Focus sul lattiero caseario Direzione Studi e Ricerche Milano, 30 Marzo 2016 Agenda 1 Importanza e specificità dell agroalimentare italiano 2 Il lattiero caseario

Dettagli

Il settore agro-alimentare in Italia e in Puglia. Direzione Studi e Ricerche

Il settore agro-alimentare in Italia e in Puglia. Direzione Studi e Ricerche Il settore agro-alimentare in Italia e in Direzione Studi e Ricerche Bari, 14 Giugno 2016 Agenda 1 Importanza e specificità dell agroalimentare italiano 2 L agroalimentare in 3 Le opportunità per l agroalimentare

Dettagli

SPAGNA Il settore alimentare

SPAGNA Il settore alimentare Agenzia per la promozione all estero e l internazionalizzazione delle imprese italiane (in gestione transitoria) Nota settoriale SPAGNA Il settore alimentare Ufficio ICE di Madrid Dott.ssa Carmen Barrantes

Dettagli

l agricoltura lombarda conta

l agricoltura lombarda conta l agricoltura lombarda conta - 2012 Fondo Europeo Agricolo per lo Sviluppo Rurale: l Europa investe nelle zone rurali PSR 2007-2013 Direzione Generale Agricoltura Comitato di redazione Sabrina Giuca, INEA

Dettagli

Elaborazione flash. Alcuni dati sul Settore della Meccanica in Lombardia FOCUS PROVINCIA DI VARESE

Elaborazione flash. Alcuni dati sul Settore della Meccanica in Lombardia FOCUS PROVINCIA DI VARESE Elaborazione flash Osservatorio MPI Confartigianato Lombardia 29/06/2016 Alcuni dati sul Settore della Meccanica in Lombardia FOCUS PROVINCIA DI VARESE HIGHLIGHTS SETTORE MECCANICA DEL TERRITORIO DI VARESE

Dettagli

L agricoltura campana le cifre del 2005. D.ssa Emilia Casillo Settore SIRCA

L agricoltura campana le cifre del 2005. D.ssa Emilia Casillo Settore SIRCA L agricoltura campana le cifre del 2005 D.ssa Emilia Casillo Settore SIRCA 1. Dati strutturali 1 La Campania, ha una superficie pari a 13.595 Kmq e una densità media di 426 abitanti per kmq; il territorio

Dettagli

Provincia di Mantova. Osservatorio Provinciale del Turismo. Mantova, 5 giugno 2014

Provincia di Mantova. Osservatorio Provinciale del Turismo. Mantova, 5 giugno 2014 Provincia di Mantova Osservatorio Provinciale del Turismo Mantova, 5 giugno 214 Movimenti Turistici in provincia di Mantova Anno 213 Italiani Stranieri Totale valore var% 13/12 valore var% 13/12 valore

Dettagli

Indice. Avvertenze... Pagina 13 Introduzione.. 15

Indice. Avvertenze... Pagina 13 Introduzione.. 15 Indice Avvertenze.... Pagina 13 Introduzione.. 15 Capitolo 1 Principali coltivazioni legnose agrarie Obiettivi ed aspetti normativi 17 Metodologia dell indagine 17 Principali risultati... 18 Varietà coltivate.

Dettagli

La bilancia commerciale dell agroalimentare italiano nel Elementi di analisi congiunturale e di medio periodo

La bilancia commerciale dell agroalimentare italiano nel Elementi di analisi congiunturale e di medio periodo La bilancia commerciale dell agroalimentare italiano nel 2016 Elementi di analisi congiunturale e di medio periodo Roma, marzo 2017 1 La bilancia commerciale dell agroalimentare italiano nel 2016 Nel 2016

Dettagli

I PRINCIPALI RISULTATI DEL 6 CENSIMENTO GENERALE DELL AGRICOLTURA IN PROVINCIA DI CREMONA ANNO 2010

I PRINCIPALI RISULTATI DEL 6 CENSIMENTO GENERALE DELL AGRICOLTURA IN PROVINCIA DI CREMONA ANNO 2010 Ufficio Statistica I PRINCIPALI RISULTATI DEL 6 CENSIMENTO GENERALE DELL AGRICOLTURA IN PROVINCIA DI CREMONA ANNO 2010 (Fonte: ISTAT) NUMERO AZIENDE SAU SAT Numero Aziende: 4.376 SAU: 135.531,08 ha SAT:

Dettagli

Prime stime dell annata agraria 2015 in Lombardia

Prime stime dell annata agraria 2015 in Lombardia Prime stime dell annata agraria 2015 in Lombardia Il contributo del Prof. Roberto Pretolani è sviluppato in collaborazione con la DG Agricoltura nell ambito dei lavori relativi al progetto di ricerca regionale,

Dettagli

3. L interscambio con l estero 3. L INTERSCAMBIO CON L ESTERO

3. L interscambio con l estero 3. L INTERSCAMBIO CON L ESTERO 3. L INTERSCAMBIO CON L ESTERO 22 3.1 L interscambio e il saldo della bilancia commerciale I dati Istat complessivi riferiti al commercio estero del 2014 confermano la ripresa dell interscambio commerciale.

Dettagli

L industria alimentare

L industria alimentare Il valore aggiunto dell industria alimentare italiana è aumentato del 2,3%, in misura superiore a quanto avvenuto per l insieme del manifatturiero (+0,9%). Nel 2014 il fatturato ha raggiunto un valore

Dettagli

Il settore agro-alimentare in Italia e in Campania

Il settore agro-alimentare in Italia e in Campania Il settore agro-alimentare in Italia e in Campania Massimo Deandreis Direttore Generale SRM Napoli, 9 giugno 2016 Agenda 1 Importanza e specificità dell agroalimentare italiano 2 L agroalimentare in Campania

Dettagli

Il mercato lattiero-caseario internazionale è in fase di stabilizzazione: terrà il mercato nazionale? Renato Pieri e Daniele Rama

Il mercato lattiero-caseario internazionale è in fase di stabilizzazione: terrà il mercato nazionale? Renato Pieri e Daniele Rama Il mercato lattiero-caseario internazionale è in fase di stabilizzazione: terrà il mercato nazionale? Renato Pieri e Daniele Rama Il Pacchetto Latte Prospettive ed opportunità per il futuro del settore

Dettagli

Il settore agroalimentare: tendenze recenti e prospettive

Il settore agroalimentare: tendenze recenti e prospettive Il settore agroalimentare: tendenze recenti e prospettive Gregorio De Felice Chief Economist Roma, 30 maggio 2017 Agenda 1 1 Un biennio positivo 2 Le sfide per il futuro 2015-16: valore aggiunto in lieve

Dettagli

Continua la crescita dell export italiano nel mese di settembre 2016

Continua la crescita dell export italiano nel mese di settembre 2016 Valore (Mln Euro) Valore (Mln Euro) Valore (Mln Euro) Continua la crescita dell export italiano nel mese di settembre 2016 I dati Istat per il mese di settembre evidenziano una buona crescita su base annua

Dettagli

L agricoltura biologica piemontese

L agricoltura biologica piemontese L agricoltura biologica piemontese Un analisi delle strutture e delle forme di commercializzazione Alessandro Corsi Università di Torino 1 Obiettivi della ricerca Reperire informazioni su: Le caratteristiche

Dettagli

L agricoltura biologica piemontese

L agricoltura biologica piemontese L agricoltura biologica piemontese Un analisi delle strutture e delle forme di commercializzazione Alessandro Corsi Università di Torino 1 Obiettivi della ricerca Reperire informazioni su: Le caratteristiche

Dettagli

3.3. Previsione sull'andamento della produzione lorda vendibile (Plv) nel 2013 del settore agricolo in Emilia-Romagna

3.3. Previsione sull'andamento della produzione lorda vendibile (Plv) nel 2013 del settore agricolo in Emilia-Romagna IL SISTEMA AGRO-ALIMENTARE DELL EMILIA-ROMAGNA. RAPPORTO 2013 Tabella 3.2 - Valore della produzione, costi e valore aggiunto della branca Agricoltura, Silvicoltura e Pesca in Italia - anno 2013 2013 Indici

Dettagli

LE VENDITE AL DETTAGLIO DEI PRODOTTI BIOLOGICI. Area Agroalimentare - Nomisma

LE VENDITE AL DETTAGLIO DEI PRODOTTI BIOLOGICI. Area Agroalimentare - Nomisma LE VENDITE AL DETTAGLIO DEI PRODOTTI BIOLOGICI Area Agroalimentare - Nomisma IL MERCATO INTERNAZIONALE DEL BIO MONDO: LE VENDITE DI PRODOTTI BIO (mrd dollari) 70 60 FOOD 59,1 +258% 2000-2012 62,9 64,0

Dettagli

GLI STRANIERI NELL ECONOMIA DELLA BRIANZA. A cura del Servizio Studi, statistica e prezzi

GLI STRANIERI NELL ECONOMIA DELLA BRIANZA. A cura del Servizio Studi, statistica e prezzi GLI STRANIERI NELL ECONOMIA DELLA BRIANZA A cura del Servizio Studi, statistica e prezzi Monza, ottobre 2014 Uno sguardo alla popolazione Andamento della popolazione in Brianza Popolazione di cui stranieri

Dettagli

PROVINCIA DI VERONA. POPOLAZIONE RESIDENTE Var % /06

PROVINCIA DI VERONA. POPOLAZIONE RESIDENTE Var % /06 PROVINCIA DI VERONA TERRITORIO SUPERFICIE TERRITORIALE...Kmq 3.121 ZONE ALTIMETRICHE Montagna......Kmq 589 Collina.... Kmq 715 Pianura...... Kmq 1.818 Fonte: Istat Pianura 58,2% Montagna 18,9% Collina

Dettagli

Le prospettive della prevenzione degli infortuni e delle malattie professionali nel Lodigiano. Lo scenario socio-economico

Le prospettive della prevenzione degli infortuni e delle malattie professionali nel Lodigiano. Lo scenario socio-economico Le prospettive della prevenzione degli infortuni e delle malattie professionali nel Lodigiano Lo scenario socio-economico Andamento delle imprese attive iscritte al Registro Imprese della Camera di Commercio

Dettagli

Roberto Pretolani Dipartimento di Economia e Politica Agraria, Agroalimentare e Ambientale Università degli Studi di Milano

Roberto Pretolani Dipartimento di Economia e Politica Agraria, Agroalimentare e Ambientale Università degli Studi di Milano Roberto Pretolani Dipartimento di Economia e Politica Agraria, Agroalimentare e Ambientale Università degli Studi di Milano Prima parte La situazione dell agricoltura e dell alimentazione Terra = 510

Dettagli

Bilancia agroalimentare

Bilancia agroalimentare Bilancia agroalimentare Interscambio commerciale agroalimentare 1. Gli scambi Italia-Cina 1.1. La bilancia commerciale agroalimentare italiana Nel 2011, la bilancia commerciale agroalimentare ha presentato

Dettagli

GLI SCAMBI COMMERCIALI DELLA FILIERA AGROALIMENTARE DELL EMILIA-ROMAGNA Dinamica 2015 e I trimestre Luglio 2016

GLI SCAMBI COMMERCIALI DELLA FILIERA AGROALIMENTARE DELL EMILIA-ROMAGNA Dinamica 2015 e I trimestre Luglio 2016 GLI SCAMBI COMMERCIALI DELLA FILIERA AGROALIMENTARE DELL EMILIA-ROMAGNA Dinamica 2015 e I trimestre 2016 Luglio 2016 INDICE 1. La dinamica del commercio estero della filiera agroalimentare dell Emilia-Romagna

Dettagli

ALLEGATO STATISTICO LECCO

ALLEGATO STATISTICO LECCO Nota informativa N. 1 del 14 febbraio 2011 Analisi congiunturale 4 trimestre 2010 industria, artigianato e commercio ALLEGATO STATISTICO LECCO 1 Provincia di Lecco. Produzione industriale. Variazioni tendenziali

Dettagli

Internazionalizzazione delle imprese

Internazionalizzazione delle imprese Internazionalizzazione delle imprese italiane: contesto ed opportunità 24 Febbraio 2015 Business Analysis Pio De Gregorio, Responsabile Anna Tugnolo, Senior Analyst Dopo un 2013 difficile, le esportazioni

Dettagli

Prime valutazioni sull andamento del settore agroalimentare veneto nel Rapporto di sintesi

Prime valutazioni sull andamento del settore agroalimentare veneto nel Rapporto di sintesi Prime valutazioni sull andamento del settore agroalimentare veneto nel 2016 Rapporto di sintesi Il valore complessivo della produzione lorda agricola veneta nel 2016 è stimato in 5,5 miliardi di euro,

Dettagli

Evoluzione del settore agricolo nel corso della crisi: il contributo della cooperazione

Evoluzione del settore agricolo nel corso della crisi: il contributo della cooperazione Evoluzione del settore agricolo nel corso della crisi: il contributo della cooperazione Convegno di settore delle cooperative agricole Trento 3 giugno 2016 Introduzione Contrariamente alla tendenza a sottovalutare

Dettagli

Area Mercati AGROALIMENTARE NEWS. Prezzi e dei costi dei fattori produttivi, Consumi domestici, import, export e saldo. Report mensile - Luglio 2011

Area Mercati AGROALIMENTARE NEWS. Prezzi e dei costi dei fattori produttivi, Consumi domestici, import, export e saldo. Report mensile - Luglio 2011 AGROALIMENTARE NEWS Prezzi e dei costi dei fattori produttivi, Consumi domestici, import, export e saldo Report mensile - Luglio 2011 n. 2/2011 4 agosto 2011 I PREZZI DEI PRINCIPALI SETTORI AGRICOLI (osservatorio

Dettagli

Descrizione 01 COLTIVAZIONI AGRICOLE E PRODUZIONE DI PRODOTTI ANIMALI, CACCIA E SERVIZI CONNESSI

Descrizione 01 COLTIVAZIONI AGRICOLE E PRODUZIONE DI PRODOTTI ANIMALI, CACCIA E SERVIZI CONNESSI Codice Attività Descrizione A AGRICOLTURA, SILVICOLTURA E PESCA 01 COLTIVAZIONI AGRICOLE E PRODUZIONE DI PRODOTTI ANIMALI, CACCIA E SERVIZI CONNESSI 01.1 COLTIVAZIONE DI COLTURE AGRICOLE NON PERMANENTI

Dettagli

art. 3: Instaurazione di una politica comune in campo agricolo art. 39: finalità e obiettivi della politica agricola comune

art. 3: Instaurazione di una politica comune in campo agricolo art. 39: finalità e obiettivi della politica agricola comune Obiettivi della PAC Trattato di Roma (1957) art. 3: Instaurazione di una politica comune in campo agricolo art. 39: finalità e obiettivi della politica agricola comune Accrescere la produttività agricola

Dettagli

Valutazione sull andamento congiunturale delle imprese cooperative biellesi I semestre 2012

Valutazione sull andamento congiunturale delle imprese cooperative biellesi I semestre 2012 Valutazione sull andamento congiunturale delle imprese cooperative biellesi I semestre 2012 Roberto Strocco Coordinatore Area Studi e Sviluppo del Territorio Unioncamere Piemonte Lo scenario internazionale

Dettagli

3. Il Commercio Internazionale

3. Il Commercio Internazionale 27 Bollettino di Statistica 3. Il Commercio Internazionale Aumenta l export napoletano Nei primi nove mesi del 2011 il valore a prezzi correnti delle esportazioni della provincia di Napoli ammonta ad oltre

Dettagli

AGRICOLTURA AMBIENTE LOMBARDIA INDICATORI. BOX 1 L agricoltura INTRODUZIONE IMPRESE AGRICOLE MULTIFUNZIONALI LA ZOOTECNICA

AGRICOLTURA AMBIENTE LOMBARDIA INDICATORI. BOX 1 L agricoltura INTRODUZIONE IMPRESE AGRICOLE MULTIFUNZIONALI LA ZOOTECNICA RAPPORTO SULLO STATO 2010 DELL IN AMBIENTE LOMBARDIA 2011 AGRICOLTURA INTRODUZIONE IMPRESE AGRICOLE MULTIFUNZIONALI LA ZOOTECNICA PRODOTTI AZOTATI, FOSFATICI, POTASSICI INDICATORI BOX 1 L agricoltura lombarda

Dettagli

Scatti dal Censimento: imprese, persone, territorio. Un confronto con l Europa

Scatti dal Censimento: imprese, persone, territorio. Un confronto con l Europa Un album da sfogliare Istantanee I numeri principali Le sinergie territoriali Zoom La vite I giovani Panorami I numeri principali La redditività 2 Istantanee 3 Al Censimento dell Agricoltura 2010 in Veneto

Dettagli

L INDUSTRIA ALIMENTARE IN ABRUZZO: IL SISTEMA PRODUTTIVO E I DATI RELATIVI AI CONSUMI

L INDUSTRIA ALIMENTARE IN ABRUZZO: IL SISTEMA PRODUTTIVO E I DATI RELATIVI AI CONSUMI L INDUSTRIA ALIMENTARE IN ABRUZZO: IL SISTEMA PRODUTTIVO E I DATI RELATIVI AI CONSUMI Oltre 5 punti percentuali in meno (9,54% contro 14,85%) rispetto alla media del Mezzogiorno: questo il peso complessivo

Dettagli

Un futuro di sfide. Dal metanolo alla conquista dei mercati. VINITALY, Veronafiere 6 aprile Simone Vieri

Un futuro di sfide. Dal metanolo alla conquista dei mercati. VINITALY, Veronafiere 6 aprile Simone Vieri Un futuro di sfide. Dal metanolo alla conquista dei mercati. VINITALY, Veronafiere 6 aprile 2006 I fattori condizionanti. Le risposte della vitivinicoltura italiana. I risultati presenti, le sfide future.

Dettagli

BRESCIA IN CIFRE 201

BRESCIA IN CIFRE 201 BRESCIA IN CIFRE 201 TERRITORIO E POPOLAZIONE Comuni, popolazione residente, superficie, densità demografica. Numero comuni Popolazione anagrafica Superficie in km 2 Densità demografica (abitanti per km

Dettagli

POLITICA delle PRODUZIONI VEGETALI

POLITICA delle PRODUZIONI VEGETALI Università di Bologna Facoltà di Agraria Anno Accademico 2011-2012 Insegnamento di POLITICA delle PRODUZIONI VEGETALI Docente Prof. GIORGIO ZAGNOLI I processi di allargamento dell UE Ai sei Paesi (Belgio,

Dettagli

Fonte:elaborazioni DEMM su dati FAO

Fonte:elaborazioni DEMM su dati FAO Fonte:elaborazioni DEMM su dati FAO Fonte:elaborazioni DEMM su dati FAO Fonte:elaborazioni DEMM su dati FAO Fonte:elaborazioni DEPAAA su dati FAO Fonte:elaborazioni DEPAAA su dati ERSAF Fonte:elaborazioni

Dettagli

Agricoltura biologica in Italia

Agricoltura biologica in Italia Agricoltura biologica in Italia In Italia, un apprezzabile sviluppo dell agricoltura biologica si è avviato a partire dagli scorsi Anni 90, probabilmente in concomitanza con il varo della regolamentazione

Dettagli

Eccellenze produttive e makers in Lombardia

Eccellenze produttive e makers in Lombardia Eccellenze produttive e makers in Lombardia UFFICIO STUDI CONFARTIGIANATO IMPRESE OSSERVATORIO MPI CONFARTIGIANATO LOMBARDIA 2 HIGHLIGHTS SU LA LOMBARDIA IN EUROPA E NEL MONDO Occupa le prime posizioni

Dettagli

Le dinamiche economiche provinciali nel Dott. Silvio Di Lorenzo Presidente Camera di Commercio di Chieti

Le dinamiche economiche provinciali nel Dott. Silvio Di Lorenzo Presidente Camera di Commercio di Chieti Le dinamiche economiche provinciali nel 2010 Dott. Silvio Di Lorenzo Presidente Camera di Commercio di Chieti Analisi dell andamento dell economia economia provinciale, attraverso i principali indicatori

Dettagli

l agricoltura lombarda conta

l agricoltura lombarda conta l agricoltura lombarda conta - 2013 Fondo Europeo Agricolo per lo Sviluppo Rurale: l Europa investe nelle zone rurali PSR 2007-2013 Direzione Generale Agricoltura Comitato di redazione Sabrina Giuca, INEA

Dettagli

L ORTOFRUTTA ITALIANA

L ORTOFRUTTA ITALIANA SCENARI E TENDENZE DI MERCATO PER Bologna, 13 gennaio 2014 L ORTOFRUTTA ITALIANA Denis Pantini RESPONSABILE Agricoltura e Industria Alimentare Nomisma I TEMI DI APPROFONDIMENTO I consumi di ortofrutta

Dettagli

PROVINCIA DI VERONA. POPOLAZIONE RESIDENTE Var % * 01/00

PROVINCIA DI VERONA. POPOLAZIONE RESIDENTE Var % * 01/00 PROVINCIA DI VERONA TERRITORIO SUPERFICIE TERRITORIALE... Kmq 3.097,19 ZONE ALTIMETRICHE Montagna...... Kmq 576,70 Collina.... Kmq 720,10 Pianura...... Kmq 1.800,40 Montagna 18,6% Collina 23,3% Pianura

Dettagli

Gli acquisti domestici di prodotti biologici confezionati in Italia nella GDO

Gli acquisti domestici di prodotti biologici confezionati in Italia nella GDO In sintesi Gli acquisti domestici di prodotti biologici confezionati in Italia nella GDO Continua la crescita della domanda di prodotti biologici confezionati nella GDO. Secondo i dati del Panel delle

Dettagli

Il settore agro-alimentare in Italia e in Emilia Romagna: sfide e opportunità. Direzione Studi e Ricerche

Il settore agro-alimentare in Italia e in Emilia Romagna: sfide e opportunità. Direzione Studi e Ricerche Il settore agro-alimentare in e in Emilia Romagna: sfide e opportunità Direzione Studi e Ricerche Bologna, 29 aprile 2016 Agenda 1 Importanza e specificità dell agroalimentare italiano 2 Le sfide per il

Dettagli

Il mercato dei prodotti biologici: i. dei prezzi. Enrico De Ruvo Ismea

Il mercato dei prodotti biologici: i. dei prezzi. Enrico De Ruvo Ismea Il mercato dei prodotti biologici: i trend della domanda e la dinamica dei prezzi Enrico De Ruvo Ismea SANA - Bologna, 10 settembre 2010 Agenda Aspetti strutturali e di mercato del biologico a livello

Dettagli

Il sistema agro alimentare dell Emilia Romagna Rapporto 2011 Le specificità provinciali

Il sistema agro alimentare dell Emilia Romagna Rapporto 2011 Le specificità provinciali Assessorato Agricoltura, Economia Ittica, Attività faunistico venatorie Osservatorio Agro industriale Il sistema agro alimentare dell Emilia Romagna Rapporto 2011 Le specificità provinciali Stefano Boccaletti

Dettagli

ECONOMIA E AGRICOLTURA

ECONOMIA E AGRICOLTURA Itaconta2007 8 3-07-2007 4:5 Pagina 3 ECONOMIA E AGRICOLTURA Prodotto Interno Lordo Andamento del PIL (mio euro), dal 2000 al 2006.475.40.500.000.255.848.200.000 900.000 600.000 300.000 0 2000 200 2002

Dettagli

Il sistema agroalimentare

Il sistema agroalimentare Università degli studi di Teramo Facoltà di Bioscienze e Tecnologie Agro-Alimentari e Ambientali Lezioni di Economia e gestione delle imprese vitivinicole Il sistema agroalimentare Emilio Chiodo Anno Accademico

Dettagli

Commercio internazionale e crescita in Italia

Commercio internazionale e crescita in Italia Workshop L agroalimentare italiano nel commercio mondiale POLITICHE EUROPEE SVILUPPO TERRITORIALE MERCATI Commercio internazionale e crescita in Italia Donato Romano Università degli Studi di Firenze Obiettivi

Dettagli

Bollettino Mezzogiorno Sardegna

Bollettino Mezzogiorno Sardegna Bollettino Mezzogiorno 02 2014 Sardegna INDICE IL QUADRO MACROECONOMICO 1.1 1.2 Struttura economica ed andamento del Pil in Sardegna Occupazione e disoccupazione in Sardegna LE IMPRESE 2.1 2.2 Struttura

Dettagli

Andamenti produttivi commerciali e dei consumi delle principali specie orticole

Andamenti produttivi commerciali e dei consumi delle principali specie orticole Impossibile visualizzare l'immagine collegata. È possibile che il file sia stato spostato, rinominato o eliminato. Verificare che il collegamento rimandi al file e al percorso corretti. Andamenti produttivi

Dettagli

Animali Vivi Carni e frattaglie Pesci, crostacei e molluschi Zucchero Latte e derivati, uova, miele Piante vive e prodotti della floricoltura Legumi, ortaggi, piante, radici e tuberi Vino, Sidro, Aceto

Dettagli

Il settore agro-alimentare in Italia e in Toscana. Direzione Studi e Ricerche

Il settore agro-alimentare in Italia e in Toscana. Direzione Studi e Ricerche Il settore agro-alimentare in e in Direzione Studi e Ricerche Firenze, 31 Maggio 2016 Agenda 1 Importanza e specificità dell agroalimentare italiano 2 L olivicoltura e la viticoltura in e in 3 Le sfide

Dettagli

BRESCIA IN CIFRE 2017

BRESCIA IN CIFRE 2017 BRESCIA IN CIFRE 2017 TERRITORIO E POPOLAZIONE Comuni, popolazione residente, superficie, densità demografica. Numero comuni Popolazione anagrafica Superficie in km 2 Densità demografica (abitanti per

Dettagli

Previsioni (variazioni %)

Previsioni (variazioni %) Previsioni (variazioni %) 1 dollari per barile; 2 livelli; 3 valori percentuali Elaborazioni CSC su dati Eurostat, Fmi, Cpb, TR Elaborazioni CSC su dati Fmi Paesi Emergenti: Pil (variazione % e peso sul

Dettagli

I MERCATI DEL LATTE E DELLA CARNE BOVINA

I MERCATI DEL LATTE E DELLA CARNE BOVINA I MERCATI DEL LATTE E DELLA CARNE BOVINA RAPPORTO 2014 Renato Pieri e Daniele Rama Roma, Mipaaf, 11 marzo 2015 IL MERCATO DEL LATTE 3 LA CATENA DEL VALORE La catena del valore nel settore lattiero- caseario

Dettagli

VARIAZIONI E CONTRIBUTI ALLA VARIAZIONE DELL'EXPORT NAZIONALE 47,5 30,3 19,7 8,5 5,9 2,3

VARIAZIONI E CONTRIBUTI ALLA VARIAZIONE DELL'EXPORT NAZIONALE 47,5 30,3 19,7 8,5 5,9 2,3 LE ESPORTAZIONI NEL PRIMO SEMESTRE 2017 AUMENTO IN LIGURIA DEL 19,7% Nel primo semestre del 2017 in Italia le vendite di beni sui mercati esteri risultano in aumento dell 8,0% rispetto allo stesso periodo

Dettagli

Il settore agro-alimentare in Italia. Focus sul vitivinicolo e carni. Direzione Studi e Ricerche

Il settore agro-alimentare in Italia. Focus sul vitivinicolo e carni. Direzione Studi e Ricerche Il settore agro-alimentare in. Focus sul vitivinicolo e carni Direzione Studi e Ricerche Torino, 3 Maggio 2016 Agenda 1 Importanza e specificità dell agroalimentare italiano 2 Il vitivinicolo e il settore

Dettagli

LA FILIERA ITALIANA DELL ORTOFRUTTA FRESCA

LA FILIERA ITALIANA DELL ORTOFRUTTA FRESCA LA FILIERA ITALIANA DELL ORTOFRUTTA FRESCA Le dinamiche recenti www.ismea.it www.ismeamercati.it 10/05/2017 1 PRODUZIONE, MERCATO ALL ORIGINE www.ismea.it www.ismeamercati.it TREND DELLE SUPERFICI INVESTITE

Dettagli

L ANDAMENTO DELL ECONOMIA AGRICOLA

L ANDAMENTO DELL ECONOMIA AGRICOLA 18 giugno 2015 Anno 2014 L ANDAMENTO DELL ECONOMIA AGRICOLA Nel 2014 il valore aggiunto dell agricoltura ammonta a 31,5 miliardi di euro (a prezzi ), pari al 2,2% del Pil nominale. Rispetto al 2013, si

Dettagli

GUIDA DI APPROFONDIMENTO IL QUADRO ECONOMICO E SOCIALE DELLA SARDEGNA

GUIDA DI APPROFONDIMENTO IL QUADRO ECONOMICO E SOCIALE DELLA SARDEGNA WWW.SARDEGNAIMPRESA.EU GUIDA DI APPROFONDIMENTO IL QUADRO ECONOMICO E SOCIALE DELLA SARDEGNA A CURA DEL BIC SARDEGNA SPA 1 SOMMARIO PREMESSA... 3 LA DEMOGRAFIA... 3 LA RICCHEZZA PRODOTTA... 3 L APERTURA

Dettagli

04.16 RAPPORTO SUL COMMERCIO ESTERO. Dicembre 2016

04.16 RAPPORTO SUL COMMERCIO ESTERO. Dicembre 2016 04.16 RAPPORTO SUL COMMERCIO ESTERO Dicembre Redazione IRE - Istituto di ricerca economica della Camera di commercio di Bolzano Direzione Georg Lun Citazione consigliata Rapporto sul commercio estero 04.16

Dettagli

02.17 Rapporto. Giugno 2017

02.17 Rapporto. Giugno 2017 02.17 Rapporto SUL COMMERCIO ESTero Giugno 2017 Redazione IRE - Istituto di ricerca economica della Camera di commercio di Bolzano Direzione Georg Lun Citazione consigliata Rapporto sul commercio estero

Dettagli

NATALITA : 5,6% FORMA GIURIDICA SALDO 2016 BILANCIO DEI SETTORI: Tasso di crescita MORTALITA :5,5% IMPRESE REGISTRATE AL 31/12/2016

NATALITA : 5,6% FORMA GIURIDICA SALDO 2016 BILANCIO DEI SETTORI: Tasso di crescita MORTALITA :5,5% IMPRESE REGISTRATE AL 31/12/2016 IMPRESE REGISTRATE AL 31/12/216 119.242 DI CUI ARTIGIANE 34.862 SALDO 216 11 NATALITA : 5,6% MORTALITA :5,5% FORMA GIURIDICA crescita 2,4 % SOCIETA DI CAPITALI -,8% IMPRESE INDIVIDUALI BILANCIO DEI SETTORI:

Dettagli

RAPPORTO SULL ECONOMIA DI PARMA NEL 2015

RAPPORTO SULL ECONOMIA DI PARMA NEL 2015 RAPPORTO SULL ECONOMIA DI PARMA NEL 2015 Parma, 19 febbraio 2016 Giordana Olivieri Responsabile Ufficio Studi Camera di Commercio di Parma Scenario internazionale Previsioni crescita PIL (var. % annue)

Dettagli

agriregionieuropa La spesa per lo sviluppo rurale della Regione Marche Ancona, 6 febbraio 2013 Patrizia Bernacconi

agriregionieuropa La spesa per lo sviluppo rurale della Regione Marche Ancona, 6 febbraio 2013 Patrizia Bernacconi dell Economia e del Lavoro Convegno Agriregionieuropa Agrimarcheuropa Distribuzione e impatto della Spesa PAC nelle Marche La spesa per lo sviluppo rurale della Patrizia Bernacconi Ancona, 6 febbraio 2013

Dettagli

Prospettive della zootecnia italiana: vincoli e opportunità

Prospettive della zootecnia italiana: vincoli e opportunità Prospettive della zootecnia italiana: vincoli e opportunità Roberto Pretolani Direttore del Dipartimento di Economia e Politica Agraria, Agroalimentare e Ambientale Università degli Studi di Milano Accademia

Dettagli

Rapporto sull economia. della provincia di Rimini Massimo Guagnini. Rimini 27 marzo 2009

Rapporto sull economia. della provincia di Rimini Massimo Guagnini. Rimini 27 marzo 2009 Rapporto sull economia Rimini 27 marzo 2009 della provincia di Rimini 2008-2009 Massimo Guagnini riservatezza Questo documento è la base per una presentazione orale, senza la quale ha quindi limitata significatività

Dettagli

Presentazione del Rapporto agro-alimentare 2013 e Tavola rotonda Verso l Expo 2015 Nuovi Mercati per l Agroalimentare Regionale

Presentazione del Rapporto agro-alimentare 2013 e Tavola rotonda Verso l Expo 2015 Nuovi Mercati per l Agroalimentare Regionale Assessorato Agricoltura, Economia Ittica, Attività faunistico-venatorie Osservatorio Agroalimentare Presentazione del Rapporto agro-alimentare 2013 e Tavola rotonda Verso l Expo 2015 Nuovi Mercati per

Dettagli

IL COMMERCIO ESTERO IN PROVINCIA DI UDINE anno 2015

IL COMMERCIO ESTERO IN PROVINCIA DI UDINE anno 2015 Centro Studi Ufficio Statistica e Prezzi IL COMMERCIO ESTERO IN PROVINCIA DI UDINE anno 2015 Aprile 2016 Via Morpurgo 4-33100 Udine - Tel. +39 0432 273223 273224 - fax +39 0432 512408 - email: unioncamerefvg@ud.camcom.it

Dettagli