IFRS 10, IFRS 11, IFRS 12 aspetti contabili e profili economico-aziendali del nuovo concetto di controllo e di controllo congiunto

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "IFRS 10, IFRS 11, IFRS 12 aspetti contabili e profili economico-aziendali del nuovo concetto di controllo e di controllo congiunto"

Transcript

1 S.A.F. SCUOLA DI ALTA FORMAZIONE LUIGI MARTINO Bilancio consolidato e IFRS: impatti giuridici, contabili e riflessi fiscali derivanti dall introduzione delle nuove norme IFRS 10, IFRS 11, IFRS 12 aspetti contabili e profili economico-aziendali del nuovo concetto di controllo e di controllo congiunto Giovanni Andrea Toselli Milano, 8 luglio 2013

2 Evoluzione del concetto di controllo Art c.c. - DLgs 127/91 IAS 27/SIC 12 Art c.c. Maggioranza diritti di voto in assemblea Influenza dominante in virtù: di voti sufficienti o per vincoli contrattuali Art. 26 DLgs 127/91 Influenza dominante in virtù di contratto o clausola statutaria Accordi con altri soci IAS 27 Potere di governare le decisioni sulle politiche finanziarie e operative di un entità. Maggioranza diritti di voto Accordo con altro investitore Statuto o contratto Potere di nomina/revoca maggioranza CdA Potere di indirizzo la maggioranza dei voti CdA SIC 12 Rischi / benefici Principali differenze Veicoli (SIC 12) Diritti di voto potenziali 2

3 Genesi del cambiamento Raccomandazioni G20 Trasparenza Semplificazione Standard globali di elevata qualità Stakeholder (interest party/group) Regolamentazione basata su principi Processi di consolidamento SPV Convergenza IFRS/US GAAP Bilancio consolidato Business combinations IASB Update Processo di rivisitazione dei principi Financial Stability Forum Rafforzamento del sistema finanziario Cartolarizzazioni IASB Financial Crisis Advisory Board Ripristinare la fiducia degli investitori 3

4 Evoluzione nei principi di consolidamento Nel maggio del 2011 lo Iasb pubblica 3 nuovi principi: IFRS 10 Consolidated financial statements IFRS 11 Joint arrangements IFRS 12 Disclosure of Interests with Other Entities L unione europea, nell omologare IFRS 10, IFRS 11 e IFRS 12 dispone l entrata in vigore obbligatoria dei principi a partire al più tardi dalla data di inizio del primo esercizio finanziario che cominci il 1 gennaio 2014 o in data successiva. 4

5 IFRS 10 Consolidated financial statements Novità sul tema del perimetro di consolidamento Unico modello per il bilancio consolidato: controllo come base per il consolidamento di tutti i tipi di entità Eliminare i dubbi interpretativi/incoerenze tra IAS 27 - capacità di esercitare il controllo - e SIC 12 rischi e benefici trasferiti Norme chiare ed univoche per l individuazione del controllo di fatto 5

6 IFRS 10 Consolidated financial statements Nuova definizione di controllo Esistenza del potere sulla controllata Esposizione alla variabilità dei risultati raggiunti dalla controllata Potere di influenzare l attività della controllata. La nuova definizione di controllo, rispetto al passato, concentra maggiormente l attenzione sulla variabilità del rendimento a cui è soggetto l investitore e alla capacità che l investitore stesso ha di esercitare effettivamente il controllo. 6

7 IFRS 10 Consolidated financial statements Controllo Potere Capacità di utilizzare il potere per influire sui risultati Risultati variabili Il potere sulla controllata si caratterizza per l esistenza di diritti che conferiscono alla controllante la capacità di svolgere azioni che influenzano la determinazione dei risultati della controllata. Si basa su una capacità e prescinde dal suo effettivo esercizio Può esser limitato dalla legislazione, dai diritti di veto delle minoranze, da altri accordi contrattuali Si devono considerare i diritti di voto potenziali 7

8 IFRS 10 Consolidated financial statements Controllo Potere Capacità di utilizzare il potere per influire sui risultati Risultati variabili Esposizione ai rendimenti variabili La controllante è esposta alla variabilità dei risultati della controllata ed ha allo stesso tempo la capacità di influenzare i risultati stessi I risultati variabili (positivi o negativi) sono quelli non fissi e che potenzialmente possono variare sulla base della performance della partecipata. Possono includere i dividendi, gli interessi, le commissioni per servizi, le variazioni di fair value di una attività, l esposizione ad un rischio di credito o di liquidità, benefici fiscali, economie di scala, risparmio di costi, etc. La variabilità è apprezzata sulla base della sostanza più che sulla forma legale 8

9 IFRS 10 Consolidated financial statements Controllo Potere Capacità di utilizzare il potere per influire sui risultati Risultati variabili Relazione tra potere e rendimenti L IFRS 10 introduce la relazione tra potere e risultati della controllata: un investitore controlla un entità oggetto di investimento se, oltre ad avere il potere su di essa e il diritto ai rendimenti variabili derivanti dal proprio rapporto con l entità oggetto di investimento, ha anche la capacità di esercitare il proprio potere per incidere su tali rendimenti. La novità introdotta dall IFRS 10 riguarda le decisioni rilevanti, cioè quelle azioni che l investitore è in grado di mettere in atto per influire sui risultati della controllata. 9

10 Structured entities (SEs) Una delle aree di maggiore complessità riguarda le disposizioni per le"entità strutturate. Ai sensi del SIC 12, queste sarebbero state denominate società veicolo. IFRS 10 le definisce come entità che sono state progettate in modo che il diritto di voto o altri diritti simili non siano il fattore dominante nel determinare il controllo. Tipologie di SEs o Veicoli di cartolarizzazione o Asset-backed financings 10

11 S.A.F. SCUOLA DI ALTA FORMAZIONE LUIGI MARTINO IFRS 11 joint arrangements

12 Controllo congiunto E quello dell IFRS 10 Conoscere tutti i termini chiave di un accordo è fondamentale per la valutazione Il controllo congiunto può essere creato in una varietà di modi. E importante considerare la sostanza dell'accordo. 12

13 IFRS 11 IAS 31 IFRS 11 Joint arrangements Attività controllate congiuntamente Operazioni controllate congiuntamente Società controllate congiuntamente (Joint Venture) Join operation Joint Venture 13 13

14 Joint arrangements L accordo a controllo congiunto è strutturato attraverso un veicolo separato? No Si L investitore ha diritti sulle attività e obbligazioni per le passività relative all accordo? No Si Joint operation Il venture partner è obbligato contrattualmente a consumare la sua quota di produzione realizzata dal veicolo? Si No Joint venture 14

15 Contabilizzazione Joint operation Equity method accounting Joint venture Iscrivere la quota di attività, passività, costi e ricavi in base agli IFRSs 15

16 Bilancio separato Un gestore congiunto o un joint venturer deve contabilizzare la propria interessenza in: (a) una attività a controllo congiunto tramite la propria quota delle attività e passività possedute congiuntamente e la quota di costi sostenuti e ricavi realizzati congiuntamente. (b) una joint venture, in conformità allo IAS 27: -al costo, o -in conformità all IFRS 9 (IAS 39). 16

17 Bilancio separato Se la parte (che partecipa a un joint arrangement) non detiene il controllo congiunto, contabilizza la propria interessenza in: (a) una attività a controllo congiunto in modo analogo al gestore congiunto se ha diritti sulle attività e obbligazioni per le passività relative all attività a controllo congiunto. in conformità agli IFRS applicabili alla propria interessenza nell attività a controllo congiunto se non ha diritti sulle attività e obbligazioni per le passività. (b) una joint venture, in conformità all IFRS 9, a meno che l entità non eserciti una influenza notevole sulla joint venture, nel qual caso deve applicare lo IAS

18 S.A.F. SCUOLA DI ALTA FORMAZIONE LUIGI MARTINO IFRS 12 Disclosure of Interests with Other Entities

19 IFRS 12 Disclosure of Interests with Other Entities La principale novità riguarda l informativa sulle valutazioni e sulle assunzioni significative adottate dalla controllante per stabilire: (a) che detiene il controllo di un altra entità ai sensi dell IFRS 10; (b) che detiene il controllo congiunto di un accordo o che esercita un influenza notevole su un altra entità; e (c) il tipo di accordo a controllo congiunto (attività a controllo congiunto o joint venture) allorché l'accordo sia stato strutturato attraverso un veicolo separato. 19

20 IFRS 12 Disclosure of Interests with Other Entities - Controllate Rispetto al precedente IAS composizione del gruppo 2. interessenza delle partecipazioni di minoranza nelle attività e nei flussi finanziari del gruppo Se NCI significative richieste numerose informazioni: ragione sociale, sede operativa, quota dei NCI, diritti di voto dei NCI, riepilogo dati econ/fin 3. natura dei rischi associati alle partecipazioni in entità strutturate consolidate 4. natura ed estensione dei diritti protettivi delle minoranze che limitano la capacità di accesso o all utilizzo delle attività e di estinzione delle attività 20

21 IFRS 12 Disclosure of Interests with Other Entities Joint arrangements e collegate - rispetto ai precedenti IAS 31 e IAS 28 Natura e rischi del coinvolgimento dell'impresa con le joint venture o collegate Dati sintetici finanziari delle joint venture e collegate significative (prima IAS 31 e IAS 28: dati aggregati) Fair value per JV se esiste un prezzo quotato dell investimento (in analogia con ex IAS 28 x collegate) Entità non consolidate (new) Informazioni qualitative e quantitative delle interessenze detenute Attività e passività iscritte relative al coinvolgimento in tali entità Esposizione massima, come viene determinata e confronto con le attività e le passività iscritte Qualsiasi sostegno finanziario fornito all entità non consolidata 21

22 Interazione IFRS 12, IFRS 11, IFRS 10 Controllo? Si No Consolidamento in accordo con IFRS 10 Controllo congiunto? Disclosure in accordo con IFRS 12 Si No Definire il tipo di joint arrangement in base all IFRS11 Influenza significativa? Joint Operation Joint Venture Si No Contabilizzazione per attività, passività, costi e ricavi Disclosure in accordo con IFRS 12 Contabilizzazione degli investimenti in accordo con lo IAS 28 Disclosure in accordo con IFRS 12 IFRS 9 22

23 Grazie This publication has been prepared for general guidance on matters of interest only, and does not constitute professional advice. You should not act upon the information contained in this publication without obtaining specific professional advice. No representation or warranty (express or implied) is given as to the accuracy or completeness of the information contained in this publication, and, to the extent permitted by law, PricewaterhouseCoopers International Limited, its members, employees and agents do not accept or assume any liability, responsibility or duty of care for any consequences of you or anyone else acting, or refraining to act, in reliance on the information contained in this publication or for any decision based on it. Contatti Dr. Giovanni Andrea Toselli 2013 PricewaterhouseCoopers International Limited. All rights reserved. In this document, PwC refers to PricewaterhouseCoopers International Limited which is a member firm of PricewaterhouseCoopers International Limited, each member firm of which is a separate legal entity. 23

KPIs, informazione non-finanziaria e creazione di valore aziendale: confusione o convergenza?

KPIs, informazione non-finanziaria e creazione di valore aziendale: confusione o convergenza? www.pwc.com KPIs, informazione non-finanziaria e creazione di valore aziendale: confusione o Il punto di vista di Advisory Sacchi Gianluca, Partner Agenda Riferimenti La nostra esperienza Alcuni spunti

Dettagli

I gruppi di imprese: Aspetti contabili

I gruppi di imprese: Aspetti contabili CONVEGNO NAZIONALE OIV VALUTAZIONE, BILANCIO E REVISIONE: TRE PROSPETTIVE COMPLEMENTARI MILANO, 19 DICEMBRE 2016 I gruppi di imprese: Aspetti contabili 1 Leonardo Piombino - OIC AGENDA Il concetto di controllo

Dettagli

Giorgio Elefante Automotive Leader PwC Italy

Giorgio Elefante Automotive Leader PwC Italy www.pwc.com/it ANFIA Gruppo Componenti Scenari internazionali nel settore automotive Evoluzione del settore Alleanze fra Case e riflessi per la filiera 7 Aprile 2017 Giorgio Elefante Automotive Leader

Dettagli

Think Sustainability The millennials view

Think Sustainability The millennials view www.pwc.com/it Think Sustainability The millennials view Crafting the future of fashion Summit CNMI Il nostro focus Cosa pensano i millennials* 3 160 interviste Che cosa dice la rete 85 000 conversazioni

Dettagli

AUTOMOBILE: UN FUTURO D'ACCIAIO? Tendenze future nello sviluppo del settore automotive. Quale sarà il ruolo dell'acciaio?

AUTOMOBILE: UN FUTURO D'ACCIAIO? Tendenze future nello sviluppo del settore automotive. Quale sarà il ruolo dell'acciaio? AUTOMOBILE: UN FUTURO D'ACCIAIO? Giorgio Elefante Associate Partner PwC Advisory Italian Automotive Leader Situazione e Prospettive del Mercato Auto. Il Punto di Vista PwC Considerazioni introduttive:

Dettagli

2.2 Classificare i clienti nuovi e preesistenti

2.2 Classificare i clienti nuovi e preesistenti 2.2 Classificare i clienti nuovi e preesistenti 2014 PricewaterhouseCoopers Advisory S.p.A. All rights reserved. 1 L'identificazione e la classificazione dei clienti è un'operazione più articolata rispetto

Dettagli

Da Expo Milano a Expo Astana

Da Expo Milano a Expo Astana www.pwc.com Da Expo Milano a Expo Astana Contesto di riferimento e obiettivi L Esposizione Internazionale che si terrà nel 2017 ad Astana rappresenta una grande opportunità non solo per il Kazakhstan che

Dettagli

Continuità del successo e discontinuità generazionali

Continuità del successo e discontinuità generazionali www.pwc.com Continuità del successo e discontinuità generazionali Alcuni spunti di riflessione PATRIMONIA SUMMIT 2015 MILANO Giorgio Elefante Il punto di osservazione di Esperienza professionale multi-disciplinare

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI BERGAMO

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI BERGAMO UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI BERGAMO Dipartimento Scienze aziendali, economiche e metodi quantitativi Corso di Bilanci secondo i principi contabili internazionali cod. 90001 cod. 91070 Tutorato 6 Prof. Daniele

Dettagli

La CSR all'interno dello scenario aziendale italiano. "Se sei buono ti compro"

La CSR all'interno dello scenario aziendale italiano. Se sei buono ti compro www.pwc.com/it La CSR all'interno dello scenario aziendale italiano "Se sei buono ti compro" Paolo Bersani Indice Page 1 La Corporate Social Responsibility (CSR) 1 2 La CSR come strumento di competizione

Dettagli

2 Forum sul bilancio della società italiane. febbraio 2011

2 Forum sul bilancio della società italiane. febbraio 2011 www.pwc.com 2 Forum sul bilancio della società italiane 22 Il cambiamento verso gli IFRS: status del quadro normativo, novità, opportunità Dott. ssa Antonella Portalupi Perché IAS/IFRS? L unico coquadro

Dettagli

PwC MarketVision Luxury. Sfide ed opportunità nel mondo del lusso: winners e strategic drivers

PwC MarketVision Luxury. Sfide ed opportunità nel mondo del lusso: winners e strategic drivers Luxury Summit 28 giugno 2011 PwC MarketVision Luxury Sfide ed opportunità nel mondo del lusso: winners e strategic drivers Var. Ebitda margin '07-'10 I grandi gruppi internazionali quotati si confermano

Dettagli

Back to Italy Lo status della filiera italiana: pronti alle nuove sfide?

Back to Italy Lo status della filiera italiana: pronti alle nuove sfide? www.pwc.com Back to Italy Lo status della filiera italiana: pronti alle nuove sfide? www.pwc.com/it Survey Back to Italy: pronti alle nuove sfide? Il campione analizzato 61 aziende della filiera del tessile

Dettagli

Le partecipazioni. Marco Venuti 2015

Le partecipazioni. Marco Venuti 2015 Le partecipazioni Marco Venuti 2015 Contenuto didattico 1. Introduzione 2. Controllo 3. Partecipazione di controllo nel bilancio separato 4. Valutazione delle partecipazioni di controllo 5. Dividendi 6.

Dettagli

Economia e Performance dei Gruppi. Il bilancio consolidato di gruppo secondo i principi Ias/Ifrs

Economia e Performance dei Gruppi. Il bilancio consolidato di gruppo secondo i principi Ias/Ifrs Il bilancio consolidato di gruppo secondo i principi Ias/Ifrs Riferimenti normativi Ifrs 3 - «Aggregazioni aziendali»: riguarda la contabilizzazione dei processi di aggregazione e disciplina il trattamento

Dettagli

Going Global -Mexico:

Going Global -Mexico: www.pwc.com Going Global -Mexico: Sfide, Opportunità e Strategie I supporti alla internazionalizzazione e il Desk Italia Vicenza 17 Settembre 2014 Agenda 1. Vocazione internazionale 2. Supporto all'internazionalizzazione

Dettagli

Il programma «Food Trust» Vision e value proposition

Il programma «Food Trust» Vision e value proposition Il programma «Food Trust» Vision e value proposition V I S I B I L I T Y I S T H E N A M E O F T H E G A M E Il mercato in Italia premia la qualità dimostrabile Gli italiani sono disposti a pagare di più

Dettagli

IFRS 10 ed IFRS 11 Cosa cambia nel bilancio consolidato e nella valutazione degli accordi a controllo congiunto

IFRS 10 ed IFRS 11 Cosa cambia nel bilancio consolidato e nella valutazione degli accordi a controllo congiunto S.A.F. SCUOLA DI ALTA FORMAZIONE LUIGI MARTINO Novità per il bilancio consolidato IFRS: teoria e prassi IFRS 10 ed IFRS 11 Cosa cambia nel bilancio consolidato e nella valutazione degli accordi a controllo

Dettagli

Reshoring: keep calm and go back home

Reshoring: keep calm and go back home Reshoring: keep calm and go back home 7' Luxury Summit Il vero lusso è il Made in Italy 10 giugno 2015 www.pwc.com/it Dal 2008 al 2014 abbiamo perso 97.000 posti di lavoro 54,7 Fatturato (Mld ) 49,6 CAGR

Dettagli

I metodi di consolidamento nella disciplina nazionale e secondo gli Ias/Ifrs

I metodi di consolidamento nella disciplina nazionale e secondo gli Ias/Ifrs I metodi di consolidamento nella disciplina nazionale e secondo gli Ias/Ifrs Metodo integrale Metodo proporzionale Criterio del Patrimonio netto 1 Metodo integrale D. Lgs. 127/91 (art. 26) Ias 27..................

Dettagli

REGOLAMENTO (UE) N. 313/2013 DELLA COMMISSIONE

REGOLAMENTO (UE) N. 313/2013 DELLA COMMISSIONE 5.4.2013 Gazzetta ufficiale dell Unione europea L 95/9 REGOLAMENTO (UE) N. 313/2013 DELLA COMMISSIONE del 4 aprile 2013 recante modifica del regolamento (CE) n. 1126/2008 che adotta taluni principi contabili

Dettagli

Ragioneria. Le partecipazioni

Ragioneria. Le partecipazioni Ragioneria CLEM I canale a.a. 2016/2017 Le partecipazioni Prof. Francesco Ranalli 1 Agenda La definizione di Partecipazione: problema La classificazione delle Partecipazioni in bilancio La valutazione

Dettagli

I metodi di consolidamento nella disciplina nazionale e

I metodi di consolidamento nella disciplina nazionale e I metodi di consolidamento nella disciplina nazionale e secondo gli Ias/Ifrs Metodo integrale Metodo proporzionale Criterio del Patrimonio netto 1 Metodo integrale D. Lgs. g 127/91 (art. 26) ) Ias 27..................

Dettagli

Il regime Patent Box in Italia: un vantaggio competitivo

Il regime Patent Box in Italia: un vantaggio competitivo www.pwc-tls.it Il regime Patent Box in Italia: un vantaggio competitivo Global Tax Services Il regime Patent Box in Italia Panoramica del processo di implementazione Perché PwC 4 8 9 2 Il regime Patent

Dettagli

Bilancio Consolidato di Gruppo a.a Le partecipazioni nel bilancio consolidato

Bilancio Consolidato di Gruppo a.a Le partecipazioni nel bilancio consolidato Le partecipazioni nel bilancio consolidato Partecipazioni In Imprese non controllate, né collegate, né joint venture Si vedano principi relativi al bilancio individuale In imprese controllate (non consolidate)

Dettagli

IFRS 7 Strumenti finanziari

IFRS 7 Strumenti finanziari IFRS 7 Strumenti finanziari Principi contabili e informativa finanziaria a.a. 2009 2010 Prof. Sabrina Pucci 21/06/2011 1 Impostazione generale Il bilancio deve fornire indicazioni integrative che consentano

Dettagli

IL CONTROLLO NELLE SOCIETA E NEGLI ENTI Giuffrè Editore Rubrica IASB Principi contabili internazionali IAS/IFRS a cura di Ambrogio Picolli

IL CONTROLLO NELLE SOCIETA E NEGLI ENTI Giuffrè Editore Rubrica IASB Principi contabili internazionali IAS/IFRS a cura di Ambrogio Picolli IL CONTROLLO NELLE SOCIETA E NEGLI ENTI Giuffrè Editore Rubrica IASB Principi contabili internazionali IAS/IFRS a cura di Ambrogio Picolli IAS 28 Partecipazioni in Società Collegate (Investments in Associates)

Dettagli

Il finanziamento dei progetti il contributo di PwC

Il finanziamento dei progetti il contributo di PwC www.pwc.com Il finanziamento dei progetti il contributo di Verona, 10 maggio 2012 Il contributo di 1. Quali condizioni per l attrazione degli investimenti 2. Quali schemi per la realizzazione dei progetti

Dettagli

Obbligo di redazione e area di consolidamento

Obbligo di redazione e area di consolidamento Bilancio Ragioneria Consolidato Generale e di Applicata Gruppo II a.a. 2005-2006 Obbligo di redazione e area di consolidamento Bilancio Ragioneria Consolidato Generale e di Applicata Gruppo II a.a. 2005-2006

Dettagli

I gruppi: la disciplina giuridica

I gruppi: la disciplina giuridica I gruppi: la disciplina giuridica 1 I gruppi: la disciplina giuridica (cenni) Non c è una disciplina del tutto sistematica e coordinata sui gruppi Vi sono però rilevanti insiemi di norme sui gruppi e sui

Dettagli

Newsletter 1Q 2013. I cambiamenti più evidenti nei principi contabili internazionali Per l anno 2013. Milano, 8 marzo 2013

Newsletter 1Q 2013. I cambiamenti più evidenti nei principi contabili internazionali Per l anno 2013. Milano, 8 marzo 2013 Newsletter 1Q 2013 I cambiamenti più evidenti nei principi contabili internazionali Per l anno 2013 Milano, 8 marzo 2013 Gent. IRO, con l inizio del nuovo anno e con l attività di comunicazione al mercato

Dettagli

Partecipazioni e investimenti immobiliari Differenze con i principi contabili italiani

Partecipazioni e investimenti immobiliari Differenze con i principi contabili italiani S.A.F. SCUOLA DI ALTA FORMAZIONE LUIGI MARTINO IFRS for SMEs: Attività, Riduzione di Valore delle Attività, Rimanenze, Partecipazioni Partecipazioni e investimenti immobiliari Differenze con i principi

Dettagli

IAS/IFRS ANALISI E CONFRONTO CON LA DISCIPLINA NAZIONALE IFRS 11 Accordi a controllo congiunto

IAS/IFRS ANALISI E CONFRONTO CON LA DISCIPLINA NAZIONALE IFRS 11 Accordi a controllo congiunto IAS/IFRS ANALISI E CONFRONTO CON LA DISCIPLINA NAZIONALE IFRS 11 Accordi a controllo congiunto Prof. Riccardo Acernese Roma, marzo/maggio 2015 IFRS 11: Accordi a controllo congiunto Il mondo delle partecipazioni

Dettagli

Il Partenariato Pubblico Privato e il Project Finance per la realizzazione di infrastrutture di trasporto

Il Partenariato Pubblico Privato e il Project Finance per la realizzazione di infrastrutture di trasporto www.pwc.com Il Partenariato Pubblico Privato e il Project Finance per la realizzazione di infrastrutture di trasporto Agenda 1) Il PPP & il PF: Caratteristiche principali 2) Eurostat Decision 3) Aspetti

Dettagli

Il regime Patent Box in Italia: un vantaggio competitivo

Il regime Patent Box in Italia: un vantaggio competitivo www.pwc-tls.it Il regime Patent Box in Italia: un vantaggio competitivo Global Tax Services Il regime Patent Box in Italia Panoramica del processo di implementazione Perché PwC 4 8 9 2 Il regime Patent

Dettagli

I nuovi schemi per il bilancio consolidato IAS

I nuovi schemi per il bilancio consolidato IAS I nuovi schemi per il bilancio consolidato IAS 1 Schemi di bilancio 2 I nuovi schemi per il bilancio consolidato IAS Nel marzo del 2004 è stato emesso dallo IASB l IFRS 4 Il principio contabile internazionale

Dettagli

INDICE ANALITICO pag. XXIII IAS 1 - PRESENTAZIONE DEL BILANCIO IAS 2 - RIMANENZE

INDICE ANALITICO pag. XXIII IAS 1 - PRESENTAZIONE DEL BILANCIO IAS 2 - RIMANENZE INDICE ANALITICO pag. XXIII IAS 1 - PRESENTAZIONE DEL BILANCIO 1.1. Premessa pag. 3 1.2. Finalità e definizioni pag. 4 1.2.1. Confronto con i Principi italiani pag. 5 1.3. Componenti del bilancio di esercizio

Dettagli

Principi Contabili Internazionali IAS 31 Partecipazioni in Joint Venture. Relatore Dott.ssa Stefania Villani

Principi Contabili Internazionali IAS 31 Partecipazioni in Joint Venture. Relatore Dott.ssa Stefania Villani Principi Contabili Internazionali IAS 31 Partecipazioni in Joint Venture Relatore Dott.ssa Stefania Villani IAS 31: cos'è una joint venture Una joint venture è un accordo contrattuale con il quale due

Dettagli

D044554/01 ALLEGATO. Entità d'investimento: applicazione dell'eccezione di consolidamento. (Modifiche agli IFRS 10, IFRS 12 e allo IAS 28)

D044554/01 ALLEGATO. Entità d'investimento: applicazione dell'eccezione di consolidamento. (Modifiche agli IFRS 10, IFRS 12 e allo IAS 28) IT D044554/01 ALLEGATO Entità d'investimento: applicazione dell'eccezione di consolidamento (Modifiche agli IFRS 10, IFRS 12 e allo IAS 28) Modifiche all' IFRS 10 Bilancio consolidato I paragrafi 4 e 32

Dettagli

LA CONTABILIZZAZIONE DELLE ATTIVITA FINANZIARIE

LA CONTABILIZZAZIONE DELLE ATTIVITA FINANZIARIE LA CONTABILIZZAZIONE DELLE ATTIVITA FINANZIARIE Corso di Prof. E. Viganò Dott.ssa Donata Mussolino 5 Dicembre 2011 La rappresentazione in Bilancio delle Attività Finanziarie Titoli di Stato Titoli Obbligazionari

Dettagli

3 IAS 24 (testo in vigore alla data di approvazione della presente procedura)

3 IAS 24 (testo in vigore alla data di approvazione della presente procedura) 3 IAS 24 (testo in vigore alla data di approvazione della presente procedura) L 320/146 IT Gazzetta ufficiale dell Unione europea 29.11.2008 PRINCIPIO CONTABILE INTERNAZIONALE N. 24 Informativa di bilancio

Dettagli

Documenti di bilancio

Documenti di bilancio Risk and Accounting Documenti di bilancio Marco Venuti 2016 Agenda Il bilancio codicistico: struttura e schemi Il bilancio IAS/IFRS Situazione patrimoniale-finanziaria Conto economico complessivo Rendiconto

Dettagli

(Testo rilevante ai fini del SEE)

(Testo rilevante ai fini del SEE) 23.12.2015 L 336/49 REGOLAMENTO (UE) 2015/2441 DELLA COMMISSIONE del 18 dicembre 2015 che modifica il regolamento (CE) n. 1126/2008 della Commissione che adotta taluni principi contabili internazionali

Dettagli

Definizione di strumenti finanziari e contratti assicurativi

Definizione di strumenti finanziari e contratti assicurativi Risk and Accounting Definizione di strumenti finanziari e contratti assicurativi Marco Venuti 2017 Agenda Stato dell arte Definizione strumento finanziario Strumenti derivati impliciti Contratti e rischi

Dettagli

Il nuovo bilancio consolidato IFRS

Il nuovo bilancio consolidato IFRS S.A.F. SCUOLA DI ALTA FORMAZIONE LUIGI MARTINO Il nuovo bilancio consolidato IFRS La nuova informativa secondo IFRS 12 e le modifiche allo IAS 27 (Bilancio separato) e IAS 28 (Valutazione delle partecipazioni

Dettagli

Teorie e metodi di consolidamento

Teorie e metodi di consolidamento 1 Teorie e metodi di consolidamento il metodo proporzionale nella teoria della proprietà il metodo integrale nella teoria dell entità il metodo integrale nella teoria della capogruppo il metodo integrale

Dettagli

Gazzetta ufficiale dell'unione europea. (Atti non legislativi) REGOLAMENTI

Gazzetta ufficiale dell'unione europea. (Atti non legislativi) REGOLAMENTI 23.9.2016 L 257/1 II (Atti non legislativi) REGOLAMENTI REGOLAMENTO (UE) 2016/1703 DELLA COMMISSIONE del 22 settembre 2016 che modifica il regolamento (CE) n. 1126/2008 che adotta taluni principi contabili

Dettagli

Programma F-35 Lightning II in Italia Valutazione di impatto economico

Programma F-35 Lightning II in Italia Valutazione di impatto economico www.pwc.com/it Programma F-35 Lightning II in Italia Valutazione di impatto economico Indice Pagina 1 Quadro sintetico generale 1 2 Il programma in cifre 3 3 Metodologia per l'analisi di impatto 9 4 Analisi

Dettagli

BILANCI SOCIETARI SCUOLA DI ALTA FORMAZIONE DELL ORDINE DEI DOTTORI COMMERCIALISTI E DEGLI ESPERTI CONTABILI DI ROMA

BILANCI SOCIETARI SCUOLA DI ALTA FORMAZIONE DELL ORDINE DEI DOTTORI COMMERCIALISTI E DEGLI ESPERTI CONTABILI DI ROMA BILANCI SOCIETARI SCUOLA DI ALTA FORMAZIONE DELL ORDINE DEI DOTTORI COMMERCIALISTI E DEGLI ESPERTI CONTABILI DI ROMA STRUTTURA GENERALE CORSO SUL BILANCIO D ESERCIZIO 1 Modulo - Il bilancio d esercizio

Dettagli

TITOLI DI DEBITO E PARTECIPAZIONI o Aspetti definitori e rappresentazione in bilancio (effetti patrimoniali ed economici) secondo il codice civile o

TITOLI DI DEBITO E PARTECIPAZIONI o Aspetti definitori e rappresentazione in bilancio (effetti patrimoniali ed economici) secondo il codice civile o TITOLI DI DEBITO E PARTECIPAZIONI o Aspetti definitori e rappresentazione in bilancio (effetti patrimoniali ed economici) secondo il codice civile o Valutazione di obbligazioni e partecipazioni secondo

Dettagli

AUDIT FOCUS. Caro Collega,

AUDIT FOCUS. Caro Collega, AUDIT FOCUS Caro Collega, Con la predisposizione dei bilanci 2016, è opportuno anche accertarsi della eventuale presenza di partecipazioni di controllo che possano dar luogo all obbligo di redazione del

Dettagli

PwC MarketVision - Healthcare Assistenza residenziale agli anziani Riabilitazione

PwC MarketVision - Healthcare Assistenza residenziale agli anziani Riabilitazione Strategy Group PwC MarketVision - Healthcare Assistenza residenziale agli anziani Riabilitazione Aprile, 2010 Indice 1 L assistenza residenziale agli anziani 3 1.1 Domanda di assistenza residenziale per

Dettagli

D.Lgs 127/91 recepisce Direttive Europee in materia di redazione del bilancio Attuazione delle direttive n. 78/660/CEE e n. 83/349/CEE in materia societaria, relative ai conti annuali e consolidati, ai

Dettagli

Le banche e le sfide del nuovo contesto: il 'nodo' degli NPL. 8 Forum Banca e Impresa Il Sole 24 ORE Milano, 16 maggio 2017

Le banche e le sfide del nuovo contesto: il 'nodo' degli NPL. 8 Forum Banca e Impresa Il Sole 24 ORE Milano, 16 maggio 2017 Le banche e le sfide del nuovo contesto: il 'nodo' degli NPL 8 Forum Banca e Impresa Il Sole 24 ORE Milano, 16 maggio 2017 Flussi in via di normalizzazione, mentre i recuperi Evoluzione del PIL (1) Italia

Dettagli

ALLEGATO C QUESTIONARIO

ALLEGATO C QUESTIONARIO ALLEGATO C QUESTIONARIO Dati Personali Nome e Cognome Data e luogo di nascita Indirizzo (domicilio) Codice Fiscale Carica 1 Stretti familiari Individuazione delle parti correlate di Spactiv S.p.A. ai sensi

Dettagli

Industrial Risk Management Approcci quantitativi per l'analisi e la valutazione dei rischi industriali

Industrial Risk Management Approcci quantitativi per l'analisi e la valutazione dei rischi industriali www.pwc.com/it Industrial Risk Management Approcci quantitativi per l'analisi e la valutazione dei rischi industriali "Governance dei rischi operativi tra Svizzera e Italia" Evento organizzato da: ated

Dettagli

La provincia di Milano

La provincia di Milano La provincia di Milano Siena, maggio 2014 Area Research & IR Provincia di Milano: dati socio economici 1/2 Milano DATI SOCIO-ECONOMICI 2014 Var. % 13-14 Var. % 14-15 Var. % 15-16 Milano Italia Milano Italia

Dettagli

Bilancio Consolidato di Gruppo a.a Metodi di consolidamento e differenze di consolidamento

Bilancio Consolidato di Gruppo a.a Metodi di consolidamento e differenze di consolidamento Metodi di consolidamento e differenze di consolidamento Metodi di consolidamento Metodo integrale Metodo proporzionale Criterio del Patrimonio netto 1 Metodo integrale D. Lgs. D. g Lgs. 127/91 127/91 (art.

Dettagli

La gestione strategica delle sofferenze bancarie

La gestione strategica delle sofferenze bancarie www.pwc.com/it La gestione strategica delle sofferenze bancarie Novembre 2011 L approccio alla valorizzazione dei crediti problematici Le sofferenze continuano a crescere, a fronte di una limitata capacità

Dettagli

Ragioneria Generale e Applicata II. Metodi di consolidamento e differenze di consolidamento

Ragioneria Generale e Applicata II. Metodi di consolidamento e differenze di consolidamento Metodi di consolidamento e differenze di consolidamento Metodi di consolidamento Metodo integrale Metodo proporzionale Criterio del Patrimonio netto 1 Metodo integrale D. Lgs. D. Lgs. 127/91 127/91 (art.

Dettagli

Indice. Presentazione

Indice. Presentazione Indice Presentazione XI Introduzione. I soggetti interessati e le norme di riferimento 1 1 I soggetti interessati: le società che devono/possono redigere il bilancio secondo gli IAS/IFRS 1 1.1 Regolamento

Dettagli

La provincia di Padova

La provincia di Padova La provincia di Padova Siena, maggio 2014 Area Research & IR Provincia di Padova: dati socio economici 1/2 Padova DATI SOCIO-ECONOMICI 2014 Var. % 13-14 Var. % 14-15 Var. % 15-16 Padova Italia Padova Italia

Dettagli

Le informazioni sul fair value degli strumenti finanziari e sulla gestione dei rischi finanziari (artt bis e 2428 cod. Civ.)

Le informazioni sul fair value degli strumenti finanziari e sulla gestione dei rischi finanziari (artt bis e 2428 cod. Civ.) Indice Prefazione 13 Le informazioni sul fair value degli strumenti finanziari e sulla gestione dei rischi finanziari (artt. 2427 bis e 2428 cod. Civ.) 1. Decreto legislativo, 30 dicembre 2003, n. 394.

Dettagli

Financial Services Asset Management. Fondo Master Feeder. novembre 2013. www.pwc.com/it

Financial Services Asset Management. Fondo Master Feeder. novembre 2013. www.pwc.com/it Financial Services Asset Management Fondo Master Feeder novembre 2013 www.pwc.com/it 2 Fondo Master Feeder Cosa è un fondo Master Feeder? Ai sensi delle direttive comunitarie in materia di OICVM, il fondo

Dettagli

RAGIONERIA INTERNAZIONALE BILANCIO E COMUNICAZIONE FINANZIARIA

RAGIONERIA INTERNAZIONALE BILANCIO E COMUNICAZIONE FINANZIARIA RAGIONERIA INTERNAZIONALE BILANCIO E COMUNICAZIONE FINANZIARIA Lezione 2 Il bilancio consolidato: introduzione Facoltà di Economia anno 2013 2014 10 febbraio 2014 Il PERCORSO RAGIONERIA INTERNAZIONALE

Dettagli

La provincia di Palermo

La provincia di Palermo La provincia di Palermo Siena, maggio 2014 Area Research & IR Provincia di Palermo: dati socio economici 1/2 Palermo DATI SOCIO-ECONOMICI 2014 Var. % 13-14 Var. % 14-15 Var. % 15-16 Palermo Italia Palermo

Dettagli

Armonizzazione dei sistemi contabili Contabilità economica e finanziaria partecipazioni e bilancio consolidato

Armonizzazione dei sistemi contabili Contabilità economica e finanziaria partecipazioni e bilancio consolidato Armonizzazione dei sistemi contabili Contabilità economica e finanziaria partecipazioni e bilancio consolidato Seminario L ARMONIZZAZIONE DEI SISTEMI CONTABILI IL PERCORSO DI AVVICINAMENTO DELLA REGIONE

Dettagli

Il sistema di bilancio secondo la normativa italiana

Il sistema di bilancio secondo la normativa italiana Il sistema di bilancio secondo la normativa italiana Decreto Legislativo n. 127 del 9 aprile 1991 in attuazione della IV e VII Direttive Cee in materia societaria e successive modificazioni ed integrazioni

Dettagli

Consiglio dell'unione europea Bruxelles, 19 luglio 2016 (OR. en)

Consiglio dell'unione europea Bruxelles, 19 luglio 2016 (OR. en) Consiglio dell'unione europea Bruxelles, 19 luglio 2016 (OR. en) 11326/16 DRS 32 ECOFIN 719 EF 244 NOTA DI TRASMISSIONE Origine: Commissione europea Data: 6 luglio 2016 Destinatario: n. doc. Comm.: D044972/02

Dettagli

BILANCIO CONSOLIDATO e SEPARATO e PARTECIPAZIONI

BILANCIO CONSOLIDATO e SEPARATO e PARTECIPAZIONI BILANCIO CONSOLIDATO e SEPARATO e PARTECIPAZIONI Natura e finalità del rapporto che lega la partecipata alla società capogruppo e relativa valutazione delle partecipazioni in base agli Ias/Ifrs. di Andrea

Dettagli

La provincia di Napoli

La provincia di Napoli La provincia di Napoli Siena, maggio 2014 Area Research & IR Provincia di Napoli: dati socio economici 1/2 Napoli DATI SOCIO-ECONOMICI 2014 Var. % 13-14 Var. % 14-15 Var. % 15-16 Napoli Italia Napoli Italia

Dettagli

4 - IAS 24 (testo in vigore a far data dal 1 gennaio 2011)

4 - IAS 24 (testo in vigore a far data dal 1 gennaio 2011) 4 - IAS 24 (testo in vigore a far data dal 1 gennaio 2011) L 186/4 Gazzetta ufficiale dell Unione europea 20.7.2010 FINALITÀ Principio contabile internazionale n. 24 Informativa di bilancio sulle operazioni

Dettagli

Stato: 1 maggio 2014. Panoramica dei progetti di sorveglianza importanti. www.pwc.ch/progettidisorveglianza

Stato: 1 maggio 2014. Panoramica dei progetti di sorveglianza importanti. www.pwc.ch/progettidisorveglianza www.pwc.ch/progettidisorveglianza Panoramica dei progetti di sorveglianza importanti Stato: 1 maggio 2014 Sfide regolamentari per la piazza finanziaria svizzera - Panoramica periodicamente attualizzata

Dettagli

LA NOZIONE E LE SITUAZIONI DI CONTROLLO NEI PRINCIPI CONTABILI INTERNAZIONALI IAS/IFRS

LA NOZIONE E LE SITUAZIONI DI CONTROLLO NEI PRINCIPI CONTABILI INTERNAZIONALI IAS/IFRS LA NOZIONE E LE SITUAZIONI DI CONTROLLO NEI PRINCIPI CONTABILI INTERNAZIONALI IAS/IFRS 1. PREMESSA. 2. LA RELAZIONE DI CONTROLLO NEL PRINCIPIO IAS 27. 3. I DIRITTI DI VOTO POTENZIALE AI FINI DELL IDENTIFICAZIONE

Dettagli

INDICE. Presentazione... Introduzione;... CAPITOLO 1 I GRUPPI AZIENDALI

INDICE. Presentazione... Introduzione;... CAPITOLO 1 I GRUPPI AZIENDALI INDICE Presentazione... Introduzione;... xiii xv CAPITOLO 1 I GRUPPI AZIENDALI 1. Introduzione... 3 2. Il concetto di gruppo... 4 3. Le classificazioni di gruppo... 8 4. Le modalità eleragionidellaformazionedeigruppi...

Dettagli

Il bilancio bancario: schemi e regole di compilazione 3 AGGIORNAMENTO RESOCONTO DELLA CONSULTAZIONE

Il bilancio bancario: schemi e regole di compilazione 3 AGGIORNAMENTO RESOCONTO DELLA CONSULTAZIONE Il bilancio bancario: schemi e regole di compilazione 3 AGGIORNAMENTO RESOCONTO DELLA CONSULTAZIONE ARGOMENTO COMMENTI ACCOLTO: (Si/No/ In parte/chiarimento) VALUTAZIONI Rispondenti Hanno risposto alla

Dettagli

I PRINCIPI CONTABILI INTERNAZIONALI (IAS = INTERNATIONAL ACCOUNTING STANDARDS)

I PRINCIPI CONTABILI INTERNAZIONALI (IAS = INTERNATIONAL ACCOUNTING STANDARDS) I PRINCIPI CONTABILI INTERNAZIONALI (IAS = INTERNATIONAL ACCOUNTING STANDARDS) 20/01/2016 ECONOMIA AZIENDALE Prof. Antoni Sara 1 PERCHE? Armonizzazione regole contabili Creazione linguaggio comune al fine

Dettagli

CORSO DI FORMAZIONE REVISORI ENTI LOCALI. Torino, 13 maggio 2014 IL BILANCIO CONSOLIDATO DEGLI ENTI LOCALI. Maurizio TONINI

CORSO DI FORMAZIONE REVISORI ENTI LOCALI. Torino, 13 maggio 2014 IL BILANCIO CONSOLIDATO DEGLI ENTI LOCALI. Maurizio TONINI 1 CORSO DI FORMAZIONE REVISORI ENTI LOCALI Torino, 13 maggio 2014 IL BILANCIO CONSOLIDATO DEGLI ENTI LOCALI Maurizio TONINI 2 L. 5 maggio 2009, n. 42 D. Lgs. 23 giugno 2011, n. 118 D.P.C.M. 28 dicembre

Dettagli

Una sintesi dei principi contabili aggiornati

Una sintesi dei principi contabili aggiornati Il nostro contributo alla trasparenza dell informazione finanziaria Il nuovo bilancio Una sintesi dei principi contabili aggiornati Bilanci 2016 più trasparenti e allineati alle norme europee: con il D.Lgs.

Dettagli

IL REVISORE DEGLI ENTI LOCALI E IL SISTEMA DEI CONTROLLI INTERNI. Torino, 23 aprile 2013 IL BILANCIO CONSOLIDATO DEGLI ENTI LOCALI.

IL REVISORE DEGLI ENTI LOCALI E IL SISTEMA DEI CONTROLLI INTERNI. Torino, 23 aprile 2013 IL BILANCIO CONSOLIDATO DEGLI ENTI LOCALI. IL REVISORE DEGLI ENTI LOCALI E IL SISTEMA DEI CONTROLLI INTERNI Torino, 23 aprile 2013 IL BILANCIO CONSOLIDATO DEGLI ENTI LOCALI Maurizio TONINI 1 NORMATIVA DI RIFERIMENTO L. 5 maggio 2009, n. 42 D. Lgs.

Dettagli

Interessi degli Amministratori e Parti Correlate

Interessi degli Amministratori e Parti Correlate Interessi degli Amministratori e Parti Correlate La nozione di parte correlata : riferimenti normativi Milano, 25 ottobre 2007 Fabio Mischi, Partner, Ernst & Young Riferimenti Codice Civile D.Lgs. 58 del

Dettagli

Economia dei gruppi e delle aggregazioni aziendali. Prof.ssa Maria Teresa Bianchi

Economia dei gruppi e delle aggregazioni aziendali. Prof.ssa Maria Teresa Bianchi Economia dei gruppi e delle aggregazioni aziendali Prof.ssa Maria Teresa Bianchi Il bilancio consolidato: casi aziendali Dott. Maurizio Nobili Le opinioni espresse nelle slide sono attribuibili esclusivamente

Dettagli

ECONOMIA AZIENDALE A.A LE IMMOBILIZZAZIONI FINANZIARIE I CRITERI DI VALUTAZIONE

ECONOMIA AZIENDALE A.A LE IMMOBILIZZAZIONI FINANZIARIE I CRITERI DI VALUTAZIONE ECONOMIA AZIENDALE A.A. 2011-2012 LE IMMOBILIZZAZIONI FINANZIARIE I CRITERI DI VALUTAZIONE Le immobilizzazioni finanziarie (I) 2 Attivo di stato patrimoniale: B. Immobilizzazioni, con separata indicazione

Dettagli

AGGREGAZIONI AZIENDALI SOTTO COMUNE CONTROLLO: TEORIA E PRASSI

AGGREGAZIONI AZIENDALI SOTTO COMUNE CONTROLLO: TEORIA E PRASSI S.A.F. SCUOLA DI ALTA FORMAZIONE LUIGI MARTINO AGGREGAZIONI AZIENDALI SOTTO COMUNE CONTROLLO: TEORIA E PRASSI Policy contabile del Gruppo Unicredit: L ottica del bilancio consolidato nella contabilizzazione

Dettagli

Principi Internazionali IAS-IFRS

Principi Internazionali IAS-IFRS Ragioneria CLEM I canale a.a. 2016/2017 Principi Internazionali IAS-IFRS Prof. Francesco Ranalli Principi contabili e armonizzazione contabile internazionale deve consentire implicano Globalizzazione dei

Dettagli

IL BILANCIO CONSOLIDATO

IL BILANCIO CONSOLIDATO a.a. 2012/2013 IL BILANCIO CONSOLIDATO 1 Indice 1. Caratteri del gruppo aziendale 2. L informativa esterna del gruppo: il Bilancio consolidato 3. Area di consolidamento 4. Metodo integrale: rettifiche

Dettagli

RIFORMA DIRITTO SOCIETARIO

RIFORMA DIRITTO SOCIETARIO RIFORMA DIRITTO SOCIETARIO Dal 1 Gennaio 2004 è in vigore il nuovo diritto societario. Cosa cambia? PRINCIPALI OBIETTIVI DELLA RIFORMA riconfermare e rafforzare i doveri degli Amministratori e dei Sindaci

Dettagli

IFRS 1: Prima adozione degli IFRS

IFRS 1: Prima adozione degli IFRS 21 ottobre 2008 Dr. Orazio Vagnozzi KPMG, partner responsabile progetti di conversione agli IFRS 1 2003 Firm Name/Legal Entity Finalità e ambitoa di applicazione La finalità dell IFRS 1 è assicurare che

Dettagli

VII. Sommario. 1. SCHEMI DI BILANCIO E INFORMAZIONE INTEGRATIVA 1.1. Aspetti generali... pag. 3

VII. Sommario. 1. SCHEMI DI BILANCIO E INFORMAZIONE INTEGRATIVA 1.1. Aspetti generali... pag. 3 1. SCHEMI DI BILANCIO E INFORMAZIONE INTEGRATIVA 1.1. Aspetti generali... pag. 3 Caso 1 - Stato patrimoniale con criterio di classificazione corrente/non corrente... pag. 4 Caso 2 - Stati patrimoniali

Dettagli

040 Sovrapprezzo azioni IAS 1, paragrafo 78, lettera e); articolo 4, paragrafo 1, punto 124, del CRR

040 Sovrapprezzo azioni IAS 1, paragrafo 78, lettera e); articolo 4, paragrafo 1, punto 124, del CRR 31.7.2015 L 205/185 ALLEGATO III 1. Stato patrimoniale [prospetto della situazione patrimoniale-finanziaria] 1.3 Patrimonio netto Disaggregazione nella tabella Valore contabile 010 010 Capitale 54, lettera

Dettagli

Ripensare il futuro dei porti Attese e ruolo degli operatori dopo la riforma della portualità

Ripensare il futuro dei porti Attese e ruolo degli operatori dopo la riforma della portualità www.pwc.com/it Ripensare il futuro dei porti Attese e ruolo degli operatori dopo la riforma della portualità Strettamente riservato e confidenziale Terzo Forum Shipping & Intermodal Transport Genova, 21

Dettagli

INDICE. INTRODUZIONE pag.

INDICE. INTRODUZIONE pag. INTRODUZIONE pag. 1. La nuova filosofia contabile dell Unione Europea fondata sui principi dell I.A.S.C.... 1 2. I criteri di redazione del bilancio consolidato nei principi I.A.S.C... 6 3. La disciplina

Dettagli

22. Il bilancio consolidato dei gruppi bancari

22. Il bilancio consolidato dei gruppi bancari 22. Il bilancio consolidato dei gruppi bancari di Antonio Proto* 22.1. Introduzione Il bilancio consolidato rappresenta il principale strumento di rappresentazione della situazione economica, finanziaria

Dettagli

Ragioneria Generale e Applicata II L AREA DI CONSOLIDAMENTO

Ragioneria Generale e Applicata II L AREA DI CONSOLIDAMENTO L AREA DI CONSOLIDAMENTO I criteri per la definizione La definizione dell area di consolidamento rappresenta un aspetto critico del processo di consolidamento, in quanto individua l oggetto del bilancio

Dettagli

Università degli Studi Roma 3 Facoltà di Economia e Commercio

Università degli Studi Roma 3 Facoltà di Economia e Commercio Università degli Studi Roma 3 Facoltà di Economia e Commercio Trattamento contabile delle aggregazioni aziendali: prassi italiana e principi contabili internazionali Dott. Paolo Casa Roma - 28 novembre

Dettagli

Servizio Studi e Ricerche Maggio Il mercato dei gioielli e preziosi

Servizio Studi e Ricerche Maggio Il mercato dei gioielli e preziosi Servizio Studi e Ricerche Maggio 2017 Il mercato dei gioielli e preziosi Principali risultati emersi L interesse per le aste internazionali di gioielli è rimasto elevato anche nel 2016, sebbene il fatturato

Dettagli

L allegato al regolamento (CE) n. 1725/2003 è modificato come segue:

L allegato al regolamento (CE) n. 1725/2003 è modificato come segue: 9.5.2006 Gazzetta ufficiale dell Unione europea L 122/19 REGOLAMENTO (CE) N. 708/2006 DELLA COMMISSIONE dell 8 maggio 2006 che modifica il regolamento (CE) n. 1725/2003 della Commissione che adotta taluni

Dettagli

Incentivazione dei vettori per lo sviluppo dei traffici degli aeroporti minori

Incentivazione dei vettori per lo sviluppo dei traffici degli aeroporti minori www.pwc.com/it IX CORSO DI FORMAZIONE GIURIDICO AMMINISTRATIVA TRASPORTO AEREO E COMPARTO AEROSPAZIALE TRA LEGISLAZIONE COMUNITARIA E ORDINAMENTO NAZIONALE Incentivazione dei vettori per lo sviluppo dei

Dettagli

Lezioni 8 e 9: Gli schemi di bilancio

Lezioni 8 e 9: Gli schemi di bilancio Principi Contabili Internazionali Laurea Magistrale in Consulenza Professionale per le Aziende Lezioni 8 e 9: Gli schemi di bilancio by Marco Papa IAS 1 Presentazione del bilancio Lo IAS 1 ha la finalità

Dettagli

Oggetto: Comunicazione in merito ai temi di maggior rilevanza delle relazioni finanziarie al

Oggetto: Comunicazione in merito ai temi di maggior rilevanza delle relazioni finanziarie al Comunicazione n. 0007780/16 del 28-1-2016 Oggetto: Comunicazione in merito ai temi di maggior rilevanza delle relazioni finanziarie al 31.12.2015 1. Premessa Con la presente Comunicazione, in continuità

Dettagli