aler ALER Bergamo, tra le migliori gestioni lombarde Comune di Bergamo: con la presidenza Mendolicchio aperta una nuova stagione N.

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "aler ALER Bergamo, tra le migliori gestioni lombarde Comune di Bergamo: con la presidenza Mendolicchio aperta una nuova stagione N."

Transcript

1 aler AZIENDA LOMBARDA PER L EDILIZIA RESIDENZIALE DELLA PROVINCIA DI BERGAMO notizie N Agosto RegioneLombardia Casa Periodico dell ALER di Bergamo - Aut. Trib. Bergamo n 3 del 27/01/2005 Poste Italiane S.p.A. - Spedizione in abbonamento postale - 70% DCB Bergamo ALER Bergamo, tra le migliori gestioni lombarde Comune di Bergamo: con la presidenza Mendolicchio aperta una nuova stagione

2 2 Periodico dell ALER di Bergamo Anno 10 - Numero 32 - Agosto 2014 Aut. Trib. Bergamo n 3 del 27/01/2005 Poste Italiane Spa Spedizione in abbonamento postale 70% - DCB Bergamo Direttore Responsabile: Luigi MENDOLICCHIO Redazione: Luigi MENDOLICCHIO Bruno MARZIA Vinicio SESSO Franco PAVONE Claudia CONTI Roberto CASTELLETTI Anna BETTINELLI Giuseppe GIORDANO Monica POLONI Massimo RUOTOLO Arnaldo VILLETTAZ Chiara MAPELLI Maurizio MUSTACCHI Maria Teresa BIROLINI Sede della redazione: Via Mazzini, 32/a Bergamo Tel Fax Grafica e Impaginazione: Bruno Carlo Cernuschi - Masate (MI) Fotocomposizione e stampa: Maggioni Lino s.r.l. Via Marconi, 65 - Ranica sommario Quattro chiacchiere con il Presidente ALER, Luigi Mendolicchio pag. 3 Bulbarelli, al via il piano anti sfratti della Regione pag. 6 Coraggio e Creatività, la formula Valesini per Bergamo ALER, costruiamo il futuro pag. 9 pag. 12 Portiere Sociale, una scelta di vita per i giovani pag. 14 ALER Bergamo, nessun passo indietro Bakeca ALER pag. 17 pag. 19 Aler di Bergamo è un Ente del Sistema Regionale RegioneLombardia Casa aler ALER di Bergamo via mazzini 32/A Bergamo Tel Fax i n f a l e r b g. i t w w w. a l e r b g. i t Periodico dell ALER di Bergamo - Aut. Trib. Bergamo n 3 del 27/01/2005 Poste Italiane S.p.A. - Spedizione in abbonamento postale - 70% DCB Bergamo aler AZIENDA LOMBARDA PER L EDILIZIA RESIDENZIALE DELLA PROVINCIA DI BERGAMO notizie N Agosto RegioneLombardia Casa ALER Bergamo, tra le migliori gestioni lombarde Comune di Bergamo: con la presidenza Mendolicchio aperta una nuova stagione Immagine di copertina: Il Presidente Mendolicchio e l Assessore Bulbarelli

3 Quattro chiacchiere con il Presidente Aler, Luigi Mendolicchio 3 La nomina al vertice di Aler Bergamo, Lecco e Sondrio arriva alla fine dello scorso anno e riconosce a Mendolicchio l'alta specializzazione raggiunta nella Guardia di Finanza uomini che nascono giovani; nemmeno il tempo Cisono riesce a smussarne la passione, l entusiasmo e la fantasia che hanno dentro. Luigi Mendolicchio, una figura sottile ed elegante, è Presidente delle Aler di Bergamo Lecco e Sondrio e ha lo sguardo di chi, alle primavere che passano, sorride senza malinconia, sempre proiettato con nuove idee, verso l imminente futuro con indomabile ottimismo. Dall intelligenza illuminata e schietta, fiero delle sue origini pugliesi, ha stemperato la riservatezza tipica di questa terra, con una naturale propensione al dialogo e con una sana curiosità. Presidente, come ha trovato la realtà di Bergamo? Quando ho iniziato il mio mandato, a gennaio 2014, la situazione era confusa e con alcune emergenze che dovevano rientrare quanto prima. La gran voglia di fare e di riscatto da parte di tutti, ha dato origine ad un sistema metodologico innovativo in grado di individuare da subito quei settori e quelle professionalità che si potevano valorizzare. La mia prima scelta è stata quella di non delegare all esterno nessuna funzione strategica, così da creare un substrato di competenze dell azienda. I risultati mi stanno dando ragione. Già da otto mesi si è cominciato a lavorare per trasformare in realtà il progetto che porterà alla fusione delle Aler di Bergamo, Lecco e Sondrio, previsto dall approvazione, lo scorso 26 novembre, della riforma alla Legge regionale 27/2009 (che regola l organizzazione dell edilizia residenziale pubblica), nelle tre sedi destinate a divenire i presidi di un unica azienda. Un traguardo ambizioso che, attraverso l accorpamento di più aziende, mira alla «razionalizza - zione dei processi e delle risorse in funzione delle economie di scala». Insomma, l obiettivo è far meglio risparmiando. Il muta- Il Presidente Luigi Mendolicchio mento però, come sempre, anche quando è destinato a portare miglioramenti porta con sé difficoltà nella fase di transizione. Cosa di cui il Presidente di Aler Bergamo, Lecco e Sondrio, Luigi Mendolicchio, è ben consapevole. Maresciallo aiutante della Guardia di Finanza, dove ha ricoperto diversi ruoli e ha ricevuto numerosi riconoscimenti per la sua attività operativa, sin dalla sua nomina (avvenuta lo scorso 23 dicembre) si è messo all opera per governare questa transizione. Con alle spalle una solida esperienza gestionale (nell ambito delle misure di prevenzione messe in campo dal codice antimafia), sa bene che bisogna dedicare tempo e lavorare con passione.

4 4 Cosa cambia nelle Aler grazie alla riforma approvata dalla Regione? La riforma, accorpando più Aler, permetterà di recuperare risorse riducendo i costi. Un esempio pratico: oggi il servizio paghe è esternalizzato, domani potrem - mo gestirlo internamente. Oppure, molte delle consulenze tecniche che oggi assorbono fondi potrebbero essere svolte dai nostri tecnici; lo si può fare riunendo le competenze di enti più piccoli in uno di maggiori dimensioni. L idea è di dire stop alle consulenze e fare il più possibile con le persone che già lavorano per Aler, evitando di spendere con incarichi a professionisti esterni. In concreto, quali saranno le ricadute per i cittadini e gli inquilini di Bergamo? Nell immediato gli utenti avranno gli stessi servizi, anche perché verrà mantenuto il presidio sul territorio, inoltre, riducendo i costi di gestione riusciremo a liberare risorse. E questo è vitale, visto che ci saranno meno soldi disponibili mentre le esigenze cresceranno. Siamo in una fase di crisi economica profonda e anche il dato sulle morosità è preoccupante: a Bergamo è del 14%. Per questo, la Regione sta lavorando per riscrivere la Legge 27, che norma l edilizia residenziale pubblica. Ogni Aler è chiamata a dare il suo contributo, e anche Bergamo sta facendo la sua parte. A noi interessa in particolare il sistema delle assegnazioni: vorremmo arrivare a diminuire i tempi di attesa per gli alloggi insieme al Comune di Bergamo, con il quale stiamo studiando un modello organizzativo univoco. Aler Bergamo ha una gestione virtuosa: più volte è stato ribadito che non ci sono debiti. Le Aler con cui verrà accorpata sono altrettanto solide? I bergamaschi potrebbero risentire dell eventuale indebitamento delle Aler a cui verrà accorpata quella di Bergamo? Né Lecco, né Sondrio porteranno in eredità debiti. Sono due aziende che funzionano bene e hanno belle risorse in tutti i campi, a partire dal personale interno altamente qualificato e di grande esperienza. Qual è il fabbisogno di case Erp di Bergamo e Provincia? RegioneLombardia Casa Una fusione trasparente con l esperienza di Luigi Mendolicchio Capacità di controllo dei patrimoni e coordinamento Sono cinque i Presidenti nominati dalla Giunta di Regione Lombardia nel novembre 2013, con il compito di traghettare l Aler fino al processo di fusione. Tra questi, Luigi Mendolicchio, al quale è stato affidato l incarico di seguire il processo che porterà all accorpamento delle province di Bergamo, Lecco e Sondrio. Persona riflessiva ed estremamente determinata, Mendolicchio è nato a Vieste, in provincia di Foggia, nel La sua carriera professionale si apre al completamento degli studi liceali, con l ingresso al corso per la formazione dei sottoufficiali della Guardia di Finanza del Lido di Ostia, al termine del quale entra in servizio presso la sede della Guardia di Finanza di Ponte Chiasso, in qualità di responsabile al controllo merci, persone e valuta al Valico di Brogeda; area particolarmente nota per le attività di contrabbando di frontiera. Proprio la spiccata propensione alla conduzione di complesse indagini di polizia giudiziaria, con riferimento agli ambiti della criminalità organizzata e ai reati finanziari, lo porta nel 1989 ad essere trasferito a Milano dal Comando del Nucleo Provinciale della Polizia Tributaria delle Fiamme Gialle, che non esita ad affidare al giovane di Vieste incarichi di rilievo in attività investigativa a livello nazionale ed internazionale.

5 Per esaurire la graduatoria della Città servirebbero 900 alloggi, mentre per la provincia, se osserviamo i dati in nostro possesso, la richiesta si attesta intorno alle abitazioni. C è già una prospettiva per le nuove realizzazioni? Più che in nuove realizzazioni investiremo nella manutenzione straordinaria: abbiamo alloggi che necessitano di un recupero profondo, sulla scorta di quanto fatto a Monterosso. Mettere a disposizione nuovi alloggi, poi, non significa soltanto progettare nuove opere: c è molto invenduto, che potrebbe vantaggiosamente entrare a far parte del patrimonio Aler. In questo modo ridurremo l impatto sul territorio (niente nuovo cemento) e velocizzeremo anche la risposta ai bisogni abitativi. Si tratta di un approccio in linea con le politiche regionali e ambientali. Quali sono le sue priorità di mandato? Vorrei garantire più trasparenza mettendo online i dettagli relativi a tutto il patrimonio. Ciò permetterà anche di eliminare o quantomeno minimizzare i tempi morti nelle assegnazioni perché tutti potranno vedere quale alloggio è stato loro destinato. Inoltre, mi piacerebbe impostare un rapporto nuovo con i Comuni, colloquiando maggiormente con i Sindaci per arrivare a un sistema più fluido delle assegnazioni, in modo da evitare perdite di tempo in fase di passaggio da un inquilino all altro. 5 Per dare fiato alle imprese, infine, la mia idea è quella di dare corso ad appalti di manutenzione con gare di importi inferiori a quelli attuali, in modo da consentire l accesso a più aziende possibili (soprattutto gli artigiani) ed evitare così quando possibile, il ricorso al subappalto. Presidente, la differenza tra un uomo normale e uno di successo sta nella voglia di vedere realizzato un progetto Trascorro tutta la giornata in azienda e dedico le mie energie alla concretizzazione di un buon servizio per i cittadini. Naturalmente, a questo, si aggiungono le aspirazioni personali che tracciano in modo indelebile il futuro delle persone. Diversi i settori in cui ha svolto le sue attività di indagine: dalla commercializzazione di prodotti comunitari, alle frodi, dal contrabbando alla commercializzazione indebita di prodotti agricoli e informatici, occupandosi anche di reati quali l usura e i danni erariali. Maresciallo aiutante della Guardia di Finanza, per il suo lavoro ha ricevuto negli anni numerosi encomi... per il determinante apporto personale nell esecuzione di articolate e complesse indagini di Polizia Giudiziaria nei confronti di un sodalizio criminale operante in Italia, Francia, Stati Uniti, Svizzera e Canada. Nel 2009, Luigi Mendolicchio entra in servizio presso il dipartimento della Procura della Repubblica, per attività di contrasto per reati finanziari e fallimentari e successivamente, presso la Direzione Distrettuale Antimafia di Milano. La nomina a Presidente per l Aler di Bergamo, Lecco e Sondrio, arriva alla fine dello scorso anno e riconosce a Mendolicchio proprio l alta specializzazione raggiunta nel settore di controllo generale e nella gestione dei patrimoni sequestrati - tra questi molti immobili -, oltre che una spiccata propensione al coordinamento generale in situazioni di grande eccezionalità. Se si scorre il profilo formativo e professionale del Presidente Luigi Mendolicchio, è dunque evidente come il suo arrivo anche a Bergamo - disposto dalla Regione Lombardia, sia garanzia di trasparenza ed attenzione nel percorso di fusione dei patrimoni immobiliari lombardi.

6 6 RegioneLombardia Casa BULBARELLI, AL VIA IL PIANO ANTI SFRATTI DELLA REGIONE Stanziati 39 milioni di euro per le fasce deboli. Domanda per il Bando presso i Caaf o i Comuni dal 15 Settembre al 30 Ottobre 2014.

7 L Ass. Regionale Paola Bulbarelli in visita all ALER di Bergano Esistono oggi, nel nostro Paese, migliaia di persone - lavoratori, precari, disoccupati, migranti - che vivono il problema dell'alloggio in maniera drammatica. Si tratta spesso di persone povere, la cui storia è caratterizzata da lunghe vicende di redditi insufficienti o disoccupazione protratta, ma non solo. La crisi economico finanziaria non ha risparmiato neppure quelle famiglie considerate fino a ieri benestanti. Lo sa bene Paola Bulbarelli, Assessore regionale alla Casa e all Housing Sociale che da quasi tre anni è impegnata in prima linea nel dare risposte concrete attraverso una seria politica di edilizia popolare Il ceto medio è praticamente scomparso ed è invece aumentata la domanda di quella fascia di popolazione che è troppo ricca per accedere all Erp (Edilizia residenziale pubblica) e troppo povera per affacciarsi al libero mercato. Ora dobbiamo pensare di rispondere anche a loro accelerando su iniziative di edilizia sociale cui anche le Aler potranno dare il loro contributo. L incontro con l Assessore è stata anche l occasione per fare il punto sul processo di fusione, in particolare sulle tre sedi (Lecco, Sondrio e Bergamo) destinate a divenire i presidi di un unica azienda. I vertici regionali 7 stanno infatti predisponendo l'accorpamento delle tredici sedi, che diverranno cinque entro la fine dell'anno, con la provincia di Sondrio e quella di Lecco incorporate da Bergamo, come previsto all approvazione, lo scorso 26 novembre, della riforma alla Legge regionale 27/2009 (che regola l organizzazione dell edilizia residenziale pubblica). La creazione di 5 Aler (1/Milano; 2/Lodi e Pavia; 3/Brescia, Cremona e Mantova; 4/Bergamo, Lecco e Sondrio; 5/ Varese, Busto Arsizio, Como, Monza Brianza); la nomina di un presidente, di un direttore generale (fino a 2 per l Aler di Milano) e di un Collegio di sindaci di 3 membri (2 designati dalla maggioranza e 1 dalla minoranza) per ciascuna di esse e l istituzione di un Consiglio territoriale. Sono queste le modifiche più significative della riforma che prevede un risparmio, a regime, fino a 2,5 milioni di euro l anno, senza dimenticare l istituzione degli Osservatori per la legalità e la trasparenza previsti in ogni sede. Siamo partiti con un azione forte - ha ricordato la Bulbarelli - azzerando i Consigli di amministrazione, sostituendoli con commissari straordinari, che stanno consentendo la continuità aziendale. E, in meno di sei mesi, abbiamo portato la nuova proposta di Legge in Consiglio regionale. Nell intento di Regione Lombardia, le nuove Aler dovranno dare risposte concrete a migliaia e migliaia di famiglie lombarde, che vivono con grave preoccupazione il problema della casa. Inoltre La Legge 27 - ha sottolineato Bulbarelli riferendosi alla normativa che regola l Erp - non risponde pienamente alle attuali esigenze dei cittadini. Dobbiamo trovare soluzioni in grado di coniugare la sostenibilità economica delle aziende con i bisogni delle famiglie lombarde. Per andare incontro alle necessità dettate dalle difficoltà economiche del periodo Il personale incaricato - ha ribadito l Assessore - sta lavorando a criteri in grado di valutare i cambiamenti sociali in atto e le modalità di assegnazione delle case, oltre che al recupero delle abitazioni sfitte.

8 8 Assessore, parliamo dell approvazione in tempi record della Legge 17 che ha riformato la governance delle Aler: come procede il percorso di avvicinamento alla fusione? Per favorire il processo equilibrato e coordinato di transizione verso il nuovo assetto di governance (le Aler scenderanno da 13 a 5 su tutto il territorio lombardo), il mio assessorato e la direzione generale hanno attivato, a partire dallo scorso mese di gennaio, un percorso di accompagnamento e affiancamento delle aziende interessate dai processi di fusione, che ha coinvolto sia i Presidenti/Commissari straordinari, che i dirigenti delle Aler interessate dal processo di fusione. Il percorso condiviso con le aziende ha portato a risultati significativi e in tempi rapidi, nel rispetto delle indicazioni della legge, a cominciare, dall approvazione di tutti i bilanci consuntivi 2013, avvenuta entro la seconda decade di giugno. Siamo particolarmente soddisfatti del fatto che si stanno rispettando in pieno le tempistiche previste e siamo sicuri che anche gli atti di fusione per incorporazione avverranno entro il 3 dicembre del 2014, come previsto dalla Legge. tema dell emergenza abitativa di cui abbiamo molto chiare le preoccupanti dimensioni. Si tratta di un aiuto alle famiglie, una garanzia in più per i proprietari e la speranza di innestare un circolo virtuoso che eviti gli sfratti. Ci spieghi nel dettaglio di cosa si tratta Dei 39 milioni di euro stanziati la scorsa settimana dalla Giunta Maroni, 31 sono a disposizione degli inquilini che non vivono in una casa popolare e che hanno un reddito Isee fino a 9500 euro. Alle famiglie che ne fanno richiesta e che sono giudicate idonee potrà essere riconosciuto un contributo fino ad un massimo di 2000 euro e potranno concorrere anche i titolari di contratto a canone moderato. Gli altri 8 milioni vanno ai Comuni ad alta tensione abitativa per Recentemente si è espressa in merito all esenzione dal pagamento dell'imu e della Tasi per le Aler, quali i motivi della scelta? Il prelievo fiscale sui beni immobili di un Aler costituisce una sorta di anomalia giuridica. Le Aler non hanno come finalità lo scopo di lucro e non dovrebbero quindi partecipare al pagamento delle spese pubbliche, ma anzi esserne sostenute, visto che morosità dilagante e occupazioni abusive rappresentano problematiche che stanno incidendo in maniera determinate sui bilanci. Bastano pochi numeri per far comprendere la gravità della situazione: nel triennio le Aler hanno pagato euro di Imu. Auspico che tali fondi possano essere velocemente utilizzati per risistemare le numerose case sfitte che non possono essere assegnate, perché non a norma. In questo modo riusciremo anche ad accorciare le liste d attesa. Alla fine dello scorso mese di Luglio la Regione Lombardia ha dato il via al Piano denominato Anti sfratti, che si tradurrà in ben trentanove milioni di euro per sostenere l affitto e aiutare chi non riesce a pagare un canone mensile. Un intervento sostanzioso che affronta con vigore la crisi abitativa E vero, mai si era messa a disposizione una cifra così importante e questo dimostra il fatto che la Regione è determinata nell affrontare il garantire la mobilità e aiutare nel reperimento di alloggi da concedere in locazione a canone concordato o per la rinegoziazione dei contratti a canone inferiore trattando direttamente con i proprietari. Il Bando, che sarà aperto da Settembre è la dimostrazione concreta di come la Regione Lombardia sia determinata nell affrontare il problema della crisi abitativa a monte Con questa manovra contiamo di aiutare 17 mila famiglie, dando anche una sorta di garanzia ai proprietari di case e quindi al tema degli sfratti, attraverso un percorso in cui tutti avranno la stessa possibilità di accedere ad un alloggio popolare.

9 9 CORAGGIO E CREATIVITÀ, LA FORMULA VALESINI PER BERGAMO Abbiamo incontrato il neo Assessore all Edilizia Pubblica e Privata del Comune di Bergamo Arch. Fancesco Valesini

10 10 unico, è un fatto quantomeno rarissimo. Quello Senon di trovare un amministratore pubblico in grado di pianificare con competenza e contenuti, sin dall apertura della nuova stagione politica, le azioni e le scelte che caratterizzeranno il proprio mandato. E il caso - felice - del neo assessore alla Riqualificazione urbana, Edilizia pubblica, privata e immobiliare del Comune di Bergamo, Fancesco Valesini. Classe 1969, architetto (ha lasciato da poco la carica di presidente dell Ordine per dedicarsi a tempo pieno al nuovo incarico in Comune) l assessore Valesini è stato scelto direttamente dal sindaco, Giorgio Gori, per occuparsi di un settore particolarmente delicato. Sì, perché il contesto sociale di fronte al quale ci troviamo e il lungo crinale di una crisi che appare ormai strutturale impongono una rivisitazione del concetto di città e nuove visioni anche verso le politiche di edilizia residenziale pubblica. Ne abbiamo parlato con lui che da subito sottolinea come le cose stiano davvero cambiando. In meglio naturalmente. Occuparsi di Edilizia pubblica e privata a Bergamo è una bella responsabilità: in cosa vorrà segnare, con il suo operato, l elemento di novità rispetto al passato? Come ricordato nel programma elettorale, crediamo che la casa sia innanzitutto un bene che svolge funzioni di servizio alla persona. La politica per la casa va quindi ricondotta nell ambito delle politiche di welfare e avere come obiettivo quello di favorire l accesso a un alloggio adeguato a fasce di popolazione sempre più ampie, commisurato alle risorse del nucleo familiare e, soprattutto per le giovani generazioni. In particolare, abbiamo concentrato le nostre scelte su due argomenti: la riduzione della distanza tra domanda e offerta, che in questi anni si è incrementata in maniera preoccupante e gli attuali alloggi Erp di proprietà del Comune che richiedono con urgenza azioni di manutenzione. Il Comune di Bergamo possiede un patrimonio abitativo di edilizia residenziale pubblica di circa 200 alloggi non utilizzati o sottoutilizzati. Recuperare questo patrimonio è un obiettivo da perseguire per ridurre sensibilmente le lunghe graduatorie di alloggi popolari e, al contempo, sperimentare nuovi modelli di welfare abitativo. Una soluzione la stiamo individuando anche grazie al rinnovato rapporto tra il Comune di Bergamo e l Azienda Lombarda di Edilizia Residenziale. La piena disponibilità dei nuovi vertici dell azienda locale a collaborare, ci fa ben sperare in merito alla possibilità di affidamento in gestione degli immobili da recuperare, lo stiamo valutando a 4 mani. Resta inoltre prioritario poter garantire a questo settore finanziamenti e risorse in modo continuativo. Per questo si sono messi a Pop dei fondi da utilizzare per la manutenzione (circa 5 milioni e mezzo), parte dei quali (700mila) da utilizzare entro la fine di questo anno. Come intende affrontare il problema della morte dei centri storici ridotti a dormitori. Qual è la strada da intraprendere per farli rinascere? La problematica Centro Storico così come delineata non appartiene solo alla nostra città, non fanno eccezione infatti anche alcuni immobili datati presenti in Città Alta. Per questo credo debba essere fatta una riflessione più generale sul concetto di centro storico, in quello che in molte realtà italiane sta diventando semiperiferia dell abitato. Si tratta delle conseguenze negative che hanno molti Comuni medi che vedono assistere alla chiusura di parte rilevante dei loro centri storici, con l emorragia progres-

11 11 Come si può tenere assieme gli obiettivi di tutela del territorio e quindi la riduzione del consumo di suolo e incrociare alcune questioni come la rigenerazione dei tessuti urbani e la riqualificazione energetica? siva di abitanti associata alla chiusura di negozi, botteghe, esercizi commerciali. In una parola stanno venendo meno condizioni di vivibilità minime. Proprio per questo, il problema del recupero dei centri storici è uno dei grandi temi che meriterebbe di essere messo nell agenda della politica a tutti i livelli di governo. Dopo un ventennio di colate di cemento che hanno fatto crescere a dismisura le periferie, occorre quantomeno un inversione di tendenza. Dobbiamo certo fare i conti con la realtà, sappiamo che questo genere di interventi ha dei costi più onerosi anche dal punto di vista della cantierabilità. Occorre agire su voci di spesa differenti rispetto al passato. Mi riferisco alle nuove forme abitative applicate all edilizia popolare. L applicazione dei principi dell architettura ecologica agli edifici di nuova costruzione od oggetto di interventi di ristrutturazione, permette di migliorarne la qualità ambientale e di abbatterne l impatto sull ecosistema. Ma non è l unica strada percorribile. Penso ai progetti di CoHousing applicati all edilizia residenziale. Si tratta Esiste un emergenza abitativa a Bergamo? Credo che Bergamo sia rispetto all housing sociale un vero e proprio laboratorio attivo, ne è un esempio la realtà del terzo settore, presente con risultati che spesso fanno la differenza. Pensiamo inoltre al Piano di zona: uno strumento che in passato ha permesso di individuare sul territorio un certo numero di aree e attraverso convenzioni con alcuni privati si sono riuscite a trovare soluzioni idonee per quella fascia di persone che non hanno i requisiti per entrare nelle graduatorie e non riescono ad eccedere nemmeno alle offerte del libero mercato. Purtroppo, sono sempre più numerose. E giusto dire comunque che questo strumento, che ha risposto alle logiche presenti nel primo decennio degli anni 2000, oggi è però da rivedere, perché sia tutti consapevoli della necessità di recuperare soprattutto gli immobili già esistenti. Un orientamento di cui terremo conto anche partendo da settembre con la scadenza del Piano di Governo del Territorio di una modalità residenziale costituita da unità abitative private e spazi e servizi comuni ed è caratterizzata da una progettazione e gestione partecipate, condivise, consapevoli, solidali e sostenibili, lungo tutto il percorso. In Italia c è una sensibilità nuova che va nella direzione del risparmio. E necessario anche uno sforzo creativo senza spaventarsi. Di fronte ai problemi che abbiamo, forse, chi ha la responsabilità delle scelte deve evitare di voler etichettare la questione e mantenere lucidità e concretezza. Solo così l uomo del Terzo millennio può ancora sperare e credere in un futuro migliore, una casa migliore, una città migliore per un benessere, non solo fisico e materiale, ma anche e soprattutto spirituale e morale.

12 12 ALER, COSTRUIAMO IL FUTURO Al via il corso universitario 2014/15 presso l Università degli Studi di Bergamo. Obiettivo formare professionisti preparati nell ambito del Social Housing.

13 UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI BERGAMO degli Studi di Bergamo, nell ottica di una sempre più profonda e fattiva collaborazione con il territorio e i suoi portatori d interesse L Università istituzionali e della società civile, a partire dall a.a. 2013/2014, ha previsto all interno del Corso di Laurea in Ingegneria Edile una serie di nuovi insegnamenti volti ad aggiornare l offerta didattica dell Ateneo secondo una visione in linea con la più avanzate realtà europee e internazionali. Le strutture universitarie e nello specifico il Dipartimento di Ingegneria Edile, diretto dal Prof. Paolo Riva hanno previsto all interno di questo nuovo quadro didattico-formativo l attivazione di una serie di nuovi corsi finalizzati ad adeguare e aggiornare la formazione del laureato ingegnere, così da formare una figura, in grado di rispondere curricularmente alle nuove competenze e nuove professionalità richieste oggi dal mondo del lavoro. L aggiornamento di questa offerta didattica oltre ad essere particolarmente propedeutica e destinata ad avviare gli studenti a nuove esperienze lavorative e professionali, ha l obiettivo di rinsaldare quell indispensabile rapporto che, in un Paese moderno, deve sussistere tra mondo delle professioni e mondo accademico, tra mondo universitario e realtà produttiva. Purtroppo ancora troppo poco presente nella nostra realtà territoriale, questo rapporto può diventare un importante motore per lo sviluppo e l innovazione. Esso può portare, soprattutto in questi tempi di crisi, all attivazione di proficue forme di 13 collaborazione e cooperazione tra tutti i soggetti che operano sul territorio: Enti locali, Istituzioni, Associazioni, Ordini professionali che, interfacciandosi con le strutture Universitarie, possono acquisire competenze disciplinari sempre più aggiornate e specialistiche da impiegare nei processi di aggiornamento e crescita professionale. All interno di questo quadro si inserisce la Convenzione tra l Università degli Studi di Bergamo e l ALER Bergamo che ha portato all attivazione, a partire dall a.a. 203/2014, di un nuovo insegnamento legato ai temi delle forme dell abitare contemporaneo ed in particolare del Social Housing, quale corso opzionale degli studenti del Corso di Laurea in Ingegneria Edile presso la sede di Dalmine. La convenzione, a titolo oneroso, è stata sottoscritta nel marzo 2013 e ha la durata di tre anni. Essa prevede che ALER, attraverso i propri quadri dirigenziali e tecnici, sottoponga annualmente al Dipartimento di Ingegneria Edili alcune tematiche progettuali di suo specifico interesse, così che l Università, all interno del corso appositamente attivato, proceda, con un carattere altamente professionalizzante, alla sperimentazione di possibili ipotesi di fattibilità progettuale, in grado non solo di formare professionisti preparati nell ambito del Social Housing, ma anche di fornire prefigurazioni architettoniche utili all apertura di discussioni, dibattiti e confronti all interno dell ALER e con le forze attive sul territorio (Amministrazione Comunale, Comitati di quartiere, Associazioni di cittadini, Organizzazioni di quartiere, ecc). Nell anno accademico 2013/14 il Corso di Laurea Magistrale in Ingegneria Edile ha quindi offerto fra i propri insegnamenti opzionali il Corso di Social housing Edilizia Residenziale Pubblica ; un insegnamento da 6 CFU, coordinato dal Prof. Attilio Pizzigoni e tenuto dal prof. Oscar Eugenio Bellini e dal Prof. Giovanni Cucini. Si tratta di un insegnamento rivolto agli allievi ingegneri del 4 e 5 anno, durante il quale è stata condotta un interessante esperienza di progettazione integrata, sugli immobili di proprietà ALER localizzati in P.le Visconti al Villaggio degli Sposi a Bergamo. L esercitazione ha previsto la sostituzione totale delle preesistenze con premialità volumetrica e la progettazione di un nuovo intervento residenziale e relative pertinenze, corredato da nuovi spazi e attrezzature pubbliche di servizio, funzionali alla riqualificazione dell intero quartiere. Il tema di progetto, affrontato dagli allievi organizzati in team di lavoro di tre persone, ha dato origine ad interessanti sperimentazioni progettuali che hanno saputo integrare aspetti ideativi, progettuali e costruttivi posti sullo sfondo delle problematiche più generali relative alle nuove forme dell abitare e ai temi della sostenibilità ambientale.

14 14 PORTIERE SOCIALE, UNA SCELTA DI VITA PER I GIOVANI Un nuovo progetto in Via Tolstoj a Bergamo: due giovani risiederanno negli alloggi Aler per un anno. Doppio obiettivo: riattivare risorse comunitarie nel quartiere e mettere al centro il protagonismo delle nuove generazioni.

15 15 progetti che partono in silenzio, senza troppe pretese e senza ingenerare attese irrealistiche, evitando il clamore ma allo Cisono stesso tempo ricchi di futuro. Progetti sperimentali, li si chiamano spesso nei giornali, che nascono però da un esperienza professionale e da una sensibilità sociale spiccate. Il progetto del portierato sociale promosso da Aler Bergamo (in collaborazione con la Cooperativa Sociale Aeper) è proprio uno di questi: dal 2011 (quando è stato inaugurato con tre iniziative pilota) sta sviluppando in alcuni quartieri della città di Bergamo un nuovo modo di vivere la comunità nei condomini di edilizia residenziale pubblica. Lo sta facendo intessendo relazioni fra le persone e tenendosi alla larga dall assistenzialismo. Piuttosto, punta sul far emergere le risorse invisibili che ci sono in ogni ambito sociale. Dando spazio alla voglia di fare e alla solidarietà fra vicini. Una scelta di vita, un servizio alla comunità Dal 2014 il portierato sociale è diventato (anche) un opportunità dedicata ai giovani. Con il progetto Portierato Sociale Giovani (inaugurato lo scorso 16 giugno: vedi BOX), potranno dedicarsi a un opera (altamente formativa ) di costruzione delle relazioni sociali. In Via Tolstoj a Bergamo un appartamento in uno dei caseggiati Aler è stato destinato a due giovani volontari: «L idea commenta Barbara Rota, coordinatrice del progetto è quella di valorizzare le energie e la motivazione di giovani che desiderano sperimentarsi a favore di una piccola comunità come quella dei caseggiati». A fronte dell utilizzo gratuito dell appartamento i ragazzi garantiranno a turno 12 ore settimanali di azioni a supporto del benessere dei residenti: «Si tratta dei contenuti caratteristici del portierato sociale spiega Rota Ad esempio, organizzare eventi socializzanti, accompagnare gli inquilini nella gestione di piccole incombenze quotidiane, aiutare nella comprensione e compilazione delle pratiche Aler». Un atto di fiducia Siamo convinti sottolinea Luigi Mendolicchio, Presidente Aler per Bergamo, Lecco e Sondrio che questo progetto possa rappresentare per un giovane un esempio positivo di cittadinanza attiva e di presidio responsabile del proprio quartiere. È un atto di fiducia nei confronti di quei giovani che desiderano mettersi in gioco, sviluppando competenze e attitudini che potrebbero venir utili nel percorso professionale e personale. Al centro resta sempre la condivisione, cardine del portierato sociale: questo percorso, infatti, Intende investire dice ancora Mendolicchio nell offerta dei servizi utili a promuovere una cultura della solidarietà, intesa come capacità di ciascuno di far parte di relazioni significative con altre persone e del sentirsi parte di una Comunità. Riattivare le relazioni In Via Tolstoj c è una vera e propria coppia a far da portieri : Federica (30 anni) e Giovanni (29 anni) sono sposi promessi. Ovviamente, la convivenza nell appartamento datoci da Aler è più facile spiegano, in più c è anche grande condivisione degli obiettivi del progetto. Ci piace l idea di aprirci ad un contesto sociale attraverso un attività concreta. Portierato Sociale Giovani è l evoluzione del progetto del portierato sociale spiega Rota, che dell iniziativa è protagonista sin dal 2011 Siamo partiti con educatori professionisti, ora ci troviamo a metà strada fra un incarico professionale e il volontariato. Vogliamo portare il progetto fino in fondo al suo obiettivo finale, che raggiungeremo quando a fare da portieri (per far fronte a bisogni e problemi della loro comunità) saranno gli inquilini stessi. È qualcosa che richiede tempo, essenziale per riattivare relazioni sociali che si sono perse. Ma, visto come vanno le cose, siamo già a buon punto. Ma, se si comincia da giovani, c è da ben sperare che il seme lanciato oggi diventi una pianta robusta in futuro. Smentendo, almeno un po, chi vorrebbe vedere la nostra società sempre più frantumata nonché povera di relazioni e memoria comune.

16 16 VIA TOLSTOJ, L INAUGURAZIONE Il Portierato Sociale Giovani è stato inaugurato lo scorso 16 giugno alla presenza del Sindaco di Bergamo Giorgio Gori, dei Dirigenti Aler Claudia Conti, Vinicio Sesso e Francesco Pavone, del coordinatore del progetto di portierato sociale Barbara Rota nonché dei due giovani portieri. PORTIERATO SOCIALE ALER: LA STORIA 2011 Parte il portierato sociale di Aler. Tre progetti pilota: via Carnovali, via Luzzatti e Loreto (rimpiazzato poi da Monterosso), per un totale di 600 famiglie. Il progetto è sperimentale: durante il primo anno verrà valutata l efficacia degli interventi Il nuovo piano, forte di una sperimentazione positiva, raddoppia l intervento, articolando il progetto su due anni e non più su uno per dare respiro alle iniziative. Con un obiettivo: far crescere le risorse nascoste ma ben presenti fra gli inquilini. IN OGNI PORTIERATO UN ANIMA DIVERSA Via Carnovali, l incontro delle esperienze Il quartiere è ad alta terzietà, vista l età media degli inquilini. Per questo le iniziative si concentrano sul far condividere le esperienze, sul riattivare e far circolare la memoria. E ne nascono piccoli gioielli editoriali come le raccolte di ricette o il progetto (partito nei mesi scorsi) Corti-li : cinque giovani volontari stanno prendendo parte a tutti gli eventi nel cortile per incontrare, conoscere e chiacchierare con gli inquilini e farsi raccontare tracce di vita. Raccolte ed elaborate, queste tracce saranno diffuse in altri quartieri di case Aler della città. Via Luzzatti, il portierato dei ragazzi La sede del portierato sociale è diventata luogo di ritrovo per i bambini che abitano nel caseggiato. Disegno, tombola, merenda e tanta allegria sono all ordine del giorno nei mesi invernali. Dalla presa d atto dell indole della zona sono nate attività strutturate e destinate in modo particolare ai bambini e ai ragazzi. D estate, ad esempio, sono state organizzate iniziative ludico-ricreativo e di accompagnamento ai compiti delle vacanze. Via Tolstoj, un progetto per i giovani È la novità del 2014: un progetto innovativo che intende lavorare sui temi dell occupazione, del protagonismo e dell autonomia dei giovani, che acquisiscono delle competenze facendo i volontari e hanno risorse da spendere per il bene comune Nasce il Portierato Sociale Giovani, il nuovo progetto pensato per dare un opportunità alle giovani generazioni che diventano protagoniste degli interventi.

17 17 RegioneLombardia Casa ALER BERGAMO, NESSUN PASSO INDIETRO aler Il bilancio conferma che l Azienda è sempre al fianco dei cittadini: dai numeri emerge il quadro di un azione che privilegia gli interventi finalizzati a garantire una vita serena, indipendentemente dal reddito. Nessun passo indietro: è quanto si coglie scorrendo le pagine del bilancio preventivo 2014 dell Aler bergamasca. A conferma che il cambiamento in atto non è un modo per sparigliare le carte e, nel passaggio da un modello all altro, far sparire qualcuno dei capisaldi dell intervento che è giova sempre rammentarlo sociale. NEI NUMERI LE CERTEZZE E allora diamo un occhiata ai numeri. Le entrate (essenzialmente derivanti da canoni e servizi prestati dall Azienda) si attesteranno poco sopra i 20 milioni di euro, che saranno utilizzati primariamente per i servizi (oltre 10 milioni) e per il personale (2,9 milioni di euro). Una fetta considerevole delle risorse sarà dedicata anche quest anno alle manutenzioni: 4,66 milioni serviranno per gli interventi ordinari e straordinari sugli stabili. 120 mila euro costituiscono la quota messa a disposizione da Aler (e da integrare con una pari cifra da parte dei Comuni) per gli inquilini in difficoltà con il pagamento dei canoni e delle spese.le imposte ammontano a quasi 2,7 milioni di euro. UNA VITA SERENA, PER TUTTI «Questo bilancio osserva il Presidente di Aler Bergamo, Lecco e Sondrio, Luigi Mendolicchio conferma il ruolo da comprimario svolto dalla nostra azienda nell assicurare un intervento sociale di eccellenza ai bergamaschi. Quello che mi interessa sottolineare è l aspetto relativo alla qualità della vita e alla crescita della comunità che il lavoro di Aler sostiene: immobili ben gestiti e in buone condizioni, danno a chi ci abita la garanzia che la richiesta di avere un tetto sopra la testa non viene esaudita con un intervento minimale. Al contrario, ci impegniamo affinché gli alloggi Aler siano confortevoli e nei condomini si possa trascorrere una vita serena, che è un diritto di tutti, indipendentemente dal reddito. Questo risultato è frutto di un impegno quotidiano da parte di tutti i dirigenti e dipendenti di Aler Bergamo e voglio ricordare in particolare l efficiente lavoro svolto dal settore gestionale guidato da Claudia Conti». Per questo, «anche per il 2014 è stato confermato un servizio che sta assumendo un ruolo sempre più importante: quello del portierato sociale», afferma Mendolicchio. «Un intervento spiega che non solo resta, ma cresce: dal 2014 è attivo anche il progetto dedicato ai giovani in via Tolstoj».

18 18 IL PUNTO SU: LE MANUTENZIONI 4,66 milioni LA MANUTENZIONE ORDINARIA «Gran parte delle entrate di Aler (ottenute attraverso il pagamento dei canoni da parte degli inquilini) spiega Vinicio Sesso, Dirigente Amministrativo di Aler viene reinvestita per le manutenzioni ordinarie di cui gli alloggi hanno sempre bisogno». LA MANUTENZIONE STRAORDINARIA «Questo capitolo è di grande importanza per garantire che il patrimonio di Aler Bergamo sia sempre in buone condizioni. Oltre ai piccoli interventi, infatti, è necessario eseguire lavori di più ampio respiro per svecchiare i nostri condomini, molti dei quali sono stati costruiti più di 50 anni fa. Un caso eclatante, negli anni scorsi, è stato quello di Monterosso, dove le palazzine hanno goduto di un lifting che le ha ringiovanite da 47 a 17 anni. Ma per farle tornare ragazzine ci sono voluti 8 milioni di euro in 10 anni». A dirlo è il Dirigente dell Ufficio Tecnico di Aler, Francesco Pavone. Fra i grandi interventi del 2014, c è la rimozione dell amianto in Via Dell Era a Bergamo. Resta in primo piano l eliminazione delle barriere architettoniche, con l installazione di 4 impianti ascensori in città (Via Domenico Savio e Via San Giovanni Bosco, per un totale di 305 mila euro). La fetta maggiore andrà al risparmio energetico (sempre più vitale per il rispetto dell ambiente e anche delle tasche degli inquilini): «Abbiamo in previsione tre grandi interventi spiega Pavone Con 600 mila euro finanzieremo la riqualificazione energetica di Via Monte Misma a Bergamo. Investiremo circa 1,5 milioni di euro per la realizzazione di isolamenti, sostituzione infissi e impianti in via dei Mulini e in Via Filzi a Treviglio e in Via Diaz a Ponte San Pietro. INTERVENTO SOCIALE Quanti sono gli inquilini di Aler Bergamo (alloggi a canone sociale) ANNO FAMIGLIE INQUILINI MOROSITÀ TOTALE (in euro)

19 BAKECA 19 ALLOGGI A CANONE MODERATO ALER: ORA I PREZZI SONO PIÙ BASSI Ora è più vantaggioso affittare una casa a canone moderato di Aler Bergamo. Il canone annuo è stato abbattuto, in media, di circa 1000 euro per venire incontro alle necessità delle famiglie in cerca di alloggio. Nel definire il prezzo dell affitto, infatti, non verrà più considerata la superficie convenzionale ma quella netta (calpestabile). Ad esempio, un alloggio di 50 mq passa da 3435 euro a 3090 euro (iva inclusa recuperabile sulle spese). Inoltre, è stata ampliata la possibilità di accedere a questo tipo di alloggi, dando a coloro che sono in lista di attesa per un appartamento a canone sociale l opzione canone moderato: l ISEE per poter accedere passa dalla forbice mila euro a mila euro. Gli alloggi cui si applicano i nuovi criteri sono tutti nuovi. Si tratta infatti delle recenti realizzazioni di: Romano di Lombardia (32 alloggi) Trescore Balneario (9 alloggi) Calusco d Adda (13 alloggi) Anche i quartieri Aler di Piazzale Aquileia e Borgo Palazzo, una volta terminati, saranno dotati di alloggi a canone moderato per i quali varranno i medesimi criteri. REPERIBILITÀ PER LE MANUTENZIONI: NUOVI NUMERI PER LA FASCIA SERALE E NOTTURNA Dal 7 gennaio sono cambiati i numeri della reperibilità per i problemi urgenti di manutenzione. Nei consueti orari di apertura degli sportelli resta il riferimento del numero di telefono dell Azienda ( ). Per gli altri orari in giornata il numero da contattare è il : a rispondere sarà un addetto Aler. Le ditte esterne vanno chiamate esclusivamente dalle alle 9.00 dal lunedì alla domenica. In sintesi: GIORNO Da LUNEDÌ Zona A: a GIOVEDÌ (Ditta Rolla) Zona B: VENERDÌ (Ditta Andreoli Costruzioni) Zona C: SABATO (Ditta Picenni) e DOMENICA Tutte le informazioni sono disponibili all indirizzo web: ORARI RICEVIMENTO ALLO SPORTELLO LUNEDÌ 9,00-12,00 MARTEDÌ MERCOLEDÌ 9,00-12,00 GIOVEDÌ VENERDÌ CONTATTI ALER BERGAMO Indirizzo Via Mazzini, Bergamo Telefono Fax URP PEC CONTATTI TELEFONICI ( ) Al fine di migliorare il servizio all utenza, si prega di telefonare negli orari indicati LUNEDÌ MARTEDÌ MERCOLEDÌ GIOVEDÌ VENERDÌ Chiuso

20 L AZIENDA LOMBARDA EDILIZIA RESIDENZIALE DELLA PROVINCIA DI BERGAMO con sede in Bergamo, Via Mazzini 32/a, comunica che intende vendere, mediante asta pubblica, un alloggio sfitto e pertinenza, sito in Morengo, Via Leonardo da Vinci, 1. Sono ammessi a partecipare alla gara le persone fisiche in possesso della cittadinanza italiana o di uno degli Stati membri della U.E. oppure stranieri titolari della carta di soggiorno o stranieri regolarmente in possesso di permesso di soggiorno almeno biennale e che esercitano una regolare attività di lavoro subordinato o di lavoro autonomo nel territorio italiano. L asta si terrà a partire dalle ore 9,30 presso la sede dell Aler, il giorno 31 OTTOBRE 2014 Alloggio sito nel Comune: Morengo, via Leonardo da Vinci, 1, superficie netta: mq , balcone mq. 2.95, cantina mq. 7,55 Piano terzo Dati catastali: foglio 8 mappale 1119 subalterno 6 cat. A/3 RC 253,06 Locali: cucina, soggiorno, 2 camere da letto, disimpegno, bagno e balcone con annessa cantina Ascensore: no autorimessa o posto auto: no Titolo: piena proprietà Classe energetica: impianto di riscaldamento non esistente VALORE BASE ASTA: ,20 Ex Fabbricato ALER di 6 alloggi di cui cinque già venduti, attuale amministratore Finardi Alfio Mario/Condominio Morengo Via L. da Vinci 1, tel. 0363/ Licenza edilizia n. 439 del 09/04/1964 Abitabilità 18/08/1965

non posso permettermi la casa che vorrei... se solo quell appartamento costasse un pò meno..

non posso permettermi la casa che vorrei... se solo quell appartamento costasse un pò meno.. Comune di Modena ASSESSORATO ALLE POLITICHE SOCIALI SANITARIE E ABITATIVE non posso permettermi la casa che vorrei... se solo quell appartamento costasse un pò meno.. Cerchi casa e stai vivendo un momento

Dettagli

Proposta di deliberazione che si sottopone all approvazione della Giunta Comunale

Proposta di deliberazione che si sottopone all approvazione della Giunta Comunale Protocollo N. del. Deliberazione N. del ASSESSORATO SERVIZI SOCIALI Proposta N. 66 del 24/03/2015 SERVIZIO SERVIZI SOCIALI Proposta di deliberazione che si sottopone all approvazione della Giunta Comunale

Dettagli

Towards Responsible Public Administration BEST PRACTICE CASE

Towards Responsible Public Administration BEST PRACTICE CASE 7 TH QUALITY CONFERENCE Towards Responsible Public Administration BEST PRACTICE CASE INFORMAZIONI DI BASE 1. Stato: Italia 2. Nome del progetto: La diffusione di Best Practice presso gli Uffici Giudiziari

Dettagli

Struttura di un PEC: dal piano energetico di riferimento alle azioni di piano

Struttura di un PEC: dal piano energetico di riferimento alle azioni di piano Enti locali per Kyoto Struttura di un PEC: dal piano energetico di riferimento alle azioni di piano Rodolfo Pasinetti Ambiente Italia srl Milano, 15 dicembre 2006 Contesto Politiche energetiche Nel passato

Dettagli

PROGETTO DI RIQUALIFICAZIONE DEL CORTILE SCOLASTICO Plesso di C.so Soleri

PROGETTO DI RIQUALIFICAZIONE DEL CORTILE SCOLASTICO Plesso di C.so Soleri Scuola Primaria 1 Circolo di Cuneo PROGETTO DI RIQUALIFICAZIONE DEL CORTILE SCOLASTICO Plesso di C.so Soleri Responsabile del Progetto: Ins. Rosanna BLANDI 2 INDICE PRESENTAZIONE DEL PROGETTO pag. 5 L

Dettagli

COSA OFFRONO I SERVIZI SOCIALI DI UN COMUNE AI CITTADINI? A cura di Paola Bottazzi

COSA OFFRONO I SERVIZI SOCIALI DI UN COMUNE AI CITTADINI? A cura di Paola Bottazzi COSA OFFRONO I SERVIZI SOCIALI DI UN COMUNE AI CITTADINI? A cura di Paola Bottazzi Questo documento vuole essere una sintetica descrizione dei servizi e delle opportunità che i servizi sociali del Comune-tipo

Dettagli

all'italia serve una buona scuola,

all'italia serve una buona scuola, all'italia serve una buona scuola, che sviluppi nei ragazzi la curiosità per il mondo e il pensiero critico. Che stimoli la loro creatività e li incoraggi a fare cose con le proprie mani nell era digitale.

Dettagli

Guida alla corretta applicazione della normativa sull abbattimento delle barriere architettoniche

Guida alla corretta applicazione della normativa sull abbattimento delle barriere architettoniche Comune di Parma Guida alla corretta applicazione della normativa sull abbattimento delle barriere architettoniche A vent anni dall entrata in vigore della più importante legge sull abbattimento delle barriere

Dettagli

LA NAZIONE LIVORNO mer, 8 apr 2015 ROSIGNANO LE DOMANDE DOVRANNO ESSER PRESENTATE ENTRO IL 14 APRILE Bollette dell'acqua: un contributo dal Comuneper

LA NAZIONE LIVORNO mer, 8 apr 2015 ROSIGNANO LE DOMANDE DOVRANNO ESSER PRESENTATE ENTRO IL 14 APRILE Bollette dell'acqua: un contributo dal Comuneper LA NAZIONE LIVORNO mer, 8 apr 2015 ROSIGNANO LE DOMANDE DOVRANNO ESSER PRESENTATE ENTRO IL 14 APRILE Bollette dell'acqua: un contributo dal Comuneper le famiglie in condizioni economiche precarie ROSIGNANO

Dettagli

8.2 Imposta sul reddito delle persone fisiche (IRPEF)

8.2 Imposta sul reddito delle persone fisiche (IRPEF) I TRIBUTI 89 APPROFONDIMENTI IL CODICE TRIBUTO Ogni pagamento effettuato con i modelli F23 o F24 deve essere identificato in modo preciso, abbinando a ogni versamento un codice di tributo. Nella tabella

Dettagli

Regolamento Centri di Aggregazione Sociale/Ludoteche

Regolamento Centri di Aggregazione Sociale/Ludoteche COMUNE di ORISTANO Provincia di Oristano Assessorato ai Servizi Sociali Regolamento Centri di Aggregazione Sociale/Ludoteche Approvato con Delibera di C.C. n. 38 del 20.05.2014 1 INDICE TITOLO I DISPOSIZIONI

Dettagli

Curriculum Vitae Paolo Degl Innocenti

Curriculum Vitae Paolo Degl Innocenti INFORMAZIONI PERSONALI Paolo Degl Innocenti POSIZIONE RICOPERTA Responsabile di U.O. Agenzia del Demanio ESPERIENZA PROFESSIONALE Dal 1/7/2012 7/2006-6/2012 11/2005-7/2006 4/2004-10/2005 Responsabile Servizi

Dettagli

AVVISO PUBBLICO BANDO 2014

AVVISO PUBBLICO BANDO 2014 ALLEGATO "A" Dipartimento politiche Abitative Direzione Interventi Alloggiativi AVVISO PUBBLICO Concessione del contributo integrativo di cui all art. 11 della legge 9 dicembre 1998, n. 431 e successive

Dettagli

Livello CILS A2. Test di ascolto

Livello CILS A2. Test di ascolto Livello CILS A2 GIUGNO 2012 Test di ascolto numero delle prove 2 Ascolto Prova n. 1 Ascolta i testi. Poi completa le frasi. Scegli una delle tre proposte di completamento. Alla fine del test di ascolto,

Dettagli

COMUNE DI FOGGIA I.U.C. Imposta Unica Comunale 2015 L AMMINISTRAZIONE COMUNALE

COMUNE DI FOGGIA I.U.C. Imposta Unica Comunale 2015 L AMMINISTRAZIONE COMUNALE COMUNE DI FOGGIA I.U.C. Imposta Unica Comunale 2015 L AMMINISTRAZIONE COMUNALE VISTO l art. 1, comma 639 della Legge 27 dicembre 2013, n. 147, che ha istituito, a decorrere dal 1 gennaio 2014, l imposta

Dettagli

DECRETA. ART. 1 Caratteristiche del Master

DECRETA. ART. 1 Caratteristiche del Master Il Rettore Decreto Rep. n 1339 Prot. n 13549 Data 29.04.2014 Titolo III Classe V UOR SOFPL VISTO lo Statuto del Politecnico di Milano; VISTO il D.M. 3.11.1999, n.509; VISTO Il D.M. 22.10.2004, n. 270;

Dettagli

Bilancio di previsione 2014 Relazione del Magnifico Rettore

Bilancio di previsione 2014 Relazione del Magnifico Rettore Bilancio di previsione 2014 Relazione del Magnifico Rettore IL CONTESTO L approvazione del Bilancio di previsione quest anno si pone esattamente a metà del mio mandato rettorale, iniziato tre anni fa,

Dettagli

Università degli Studi di Roma Tor Vergata

Università degli Studi di Roma Tor Vergata Università degli Studi di Roma Tor Vergata DIPARTIMENTO DI ECONOMIA E FINANZA MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO IN ECONOMIA DELLA CULTURA: POLITICHE, GOVERNO E GESTIONE modalità didattica mista presenza/distanza

Dettagli

Regolamento per gli interventi e servizi sociali del Comune di Milano

Regolamento per gli interventi e servizi sociali del Comune di Milano Regolamento per gli interventi e servizi sociali del Comune di Milano approvato con deliberazione del Consiglio Comunale n. 19 del 6 febbraio 2006 e rettificato con deliberazione del Consiglio Comunale

Dettagli

COME SI PASSA DALL AFFIDAMENTO ALL ADOZIONE?

COME SI PASSA DALL AFFIDAMENTO ALL ADOZIONE? COME SI PASSA DALL AFFIDAMENTO ALL ADOZIONE? Storia narrata da Teresa Carbé Da oltre 10 anni, con mio marito e i miei figli, abbiamo deciso di aprirci all affidamento familiare, e ciò ci ha permesso di

Dettagli

Allo Sportello Unico delle Attività Produttive Comune / Comunità / Unione Identificativo SUAP:

Allo Sportello Unico delle Attività Produttive Comune / Comunità / Unione Identificativo SUAP: CODICE PRATICA *CODICE FISCALE*GGMMAAAAHH:MM Allo Sportello Unico delle Attività Produttive Comune / Comunità / Unione Identificativo SUAP: SEGNALAZIONE CERTIFICATA DI INIZIO ATTIVITA' ATTIVITA' DI ASILO

Dettagli

Per San Lazzaro. Insieme per i prossimi 5 anni PROGRAMMA. MODALITA DI ATTUAZIONE (in ottemperanza alla normativa vigente)

Per San Lazzaro. Insieme per i prossimi 5 anni PROGRAMMA. MODALITA DI ATTUAZIONE (in ottemperanza alla normativa vigente) TU Per San Lazzaro Insieme per i prossimi 5 anni PROGRAMMA MODALITA DI ATTUAZIONE (in ottemperanza alla normativa vigente) Territorio: Urbanistica: Cosa: Agevolazioni per la riqualificazione dell esistente:

Dettagli

MASTER UNIVERSITARIO IN MANAGEMENT DELLE ISTITUZIONI SCOLASTICHE E FORMATIVE

MASTER UNIVERSITARIO IN MANAGEMENT DELLE ISTITUZIONI SCOLASTICHE E FORMATIVE MASTER UNIVERSITARIO IN MANAGEMENT DELLE ISTITUZIONI SCOLASTICHE E FORMATIVE Master MES - Management of Education and School 4 a EDIZIONE APRILE 2015 - NOVEMBRE 2016 partner MASTER UNIVERSITARIO IN MANAGEMENT

Dettagli

DICHIARAZIONE DEI REDDITI 730/2015 Campagna Fiscale dal 15/04 al 05/07

DICHIARAZIONE DEI REDDITI 730/2015 Campagna Fiscale dal 15/04 al 05/07 DICHIARAZIONE DEI REDDITI 730/2015 Campagna Fiscale dal 15/04 al 05/07 Bonus IRPEF 80 euro Nel nuovo modello 730/2015 trova spazio il bonus IRPEF 80 euro ricevuto nel 2014, essendo previsto l obbligo di

Dettagli

la riorganizzazione della dev essere affrontata in Consiglio TORTONA. SE NE PARLERA IN UNA SEDUTA AD HOC: L HA DECISO IL SINDACO

la riorganizzazione della dev essere affrontata in Consiglio TORTONA. SE NE PARLERA IN UNA SEDUTA AD HOC: L HA DECISO IL SINDACO TORTONA. SE NE PARLERA IN UNA SEDUTA AD HOC: L HA DECISO IL SINDACO La riorganizzazione dell ospedale dev essere affrontata in Consiglio In Consiglio comunale si parlerà ancora di riorganizzazione ospedaliera.

Dettagli

SCHEDA DI VALUTAZIONE SOCIALE

SCHEDA DI VALUTAZIONE SOCIALE SCHEDA DI VALUTAZIONE SOCIALE DATI ASSISTITO Cognome Nome Data di nascita Cod. fiscale INDICATORE ADEGUATEZZA CONDIZIONE AMBIENTALE (Valutazione rete assistenziale + valutazione economica di base + valutazione

Dettagli

Torno Subito è un'iniziativa della Regione Lazio Assessorato alla Formazione, Ricerca, Scuola e Università

Torno Subito è un'iniziativa della Regione Lazio Assessorato alla Formazione, Ricerca, Scuola e Università COS'È TORNO SUBITO Torno Subito è un'iniziativa della Regione Lazio Assessorato alla Formazione, Ricerca, Scuola e Università finanziata con fondi POR FSE Lazio 2007-2013 Asse II Occupabilità; Asse V Transnazionalità

Dettagli

DOCUMENTO PRELIMINARE ALLA PROGETTAZIONE

DOCUMENTO PRELIMINARE ALLA PROGETTAZIONE UNIVERSITA' DEGLI STUDI SASSARI UFFICIO TECNICO LAVORI DI RISTRUTTURAZIONE, RESTAURO CONSERVATIVO E ADEGUAMENTO NORMATIVO DELL EDIFICIO SITO IN SASSARI IN LARGO PORTA NUOVA DOCUMENTO PRELIMINARE ALLA PROGETTAZIONE

Dettagli

ORGANO UFFICIALE DELLA FEDERAZIONE ITALIANA DELLE ASSOCIAZIONI SINDACALI NOTARILI. Consigli

ORGANO UFFICIALE DELLA FEDERAZIONE ITALIANA DELLE ASSOCIAZIONI SINDACALI NOTARILI. Consigli ORGANO UFFICIALE DELLA FEDERAZIONE ITALIANA DELLE ASSOCIAZIONI SINDACALI NOTARILI In collaborazione con Assessorato Aree Cittadine e Consigli di Zona Consigli Quanto costa comprar casa CASA: LE TASSE DA

Dettagli

DECRETA. ART. 1 Caratteristiche del Master

DECRETA. ART. 1 Caratteristiche del Master Il Rettore Decreto Rep. n 2185 Prot. n 25890 Data 30.06.2014 Titolo III Classe V UOR SOFPL VISTO lo Statuto del Politecnico di Milano; VISTO il D.M. 3.11.1999, n.509; VISTO Il D.M. 22.10.2004, n. 270;

Dettagli

Comune di Mentana Provincia di Roma

Comune di Mentana Provincia di Roma BANDO PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI INTEGRATIVI A SOSTEGNO DEL PAGAMENTO DEI CANONI DI LOCAZIONE ANNUALITA FINANZIARIA 2013 IL RESPONSABILE DEL SETTORE SERVIZI ALLA PERSONA - VISTO l articolo 11 della

Dettagli

Master Universitario di II livello in PROJECT MANAGEMENT: MANAGING COMPLEXITY a.a. 2014/2015 MANIFESTO DEGLI STUDI

Master Universitario di II livello in PROJECT MANAGEMENT: MANAGING COMPLEXITY a.a. 2014/2015 MANIFESTO DEGLI STUDI Master Universitario di II livello in PROJECT MANAGEMENT: MANAGING COMPLEXITY a.a. 201/2015 MANIFESTO DEGLI STUDI Art. 1 - Attivazione e scopo del Master 1 E' attivato per l'a.a. 201/2015 presso l'università

Dettagli

Opportunità e agevolazioni per gli studenti alla ricerca di casa

Opportunità e agevolazioni per gli studenti alla ricerca di casa Affitti in nero: convenienza ZERO Opportunità e agevolazioni per gli studenti alla ricerca di casa A cura del Comando Provinciale Guardia di Finanza Studia e vivi Roma Studia e vivi Roma è una guida di

Dettagli

Destinazione: IRLANDA. art. 1 SOGGETTO PROPONENTE E OGGETTO. indice una selezione

Destinazione: IRLANDA. art. 1 SOGGETTO PROPONENTE E OGGETTO. indice una selezione AVVISO DI SELEZIONE PER L ATTUAZIONE DEL PROGRAMMA LEONARDO DA VINCI Progetto M.E.D. Progetto nr. LLP-LdV-PLM-11-IT-254 Titolo M.E.D. (N. LLPLink 2011-1-IT1-LEO02-01757) Destinazione: IRLANDA art. 1 SOGGETTO

Dettagli

REGOLAMENTO DELLA ATTIVITÀ SCOLASTICA (Revisione 0 del 10/05/2006)

REGOLAMENTO DELLA ATTIVITÀ SCOLASTICA (Revisione 0 del 10/05/2006) REGOLAMENTO DELLA ATTIVITÀ SCOLASTICA (Revisione 0 del 10/05/2006) Articolo 1 - Ente gestore, denominazione, natura e sede della scuola 1. L Ente Ispettoria Salesiana Lombardo Emiliana, Ente Ecclesiastico

Dettagli

BONUS MOBILI ED ELETTRODOMESTICI

BONUS MOBILI ED ELETTRODOMESTICI BONUS MOBILI ED ELETTRODOMESTICI Gli aggiornamenti più recenti Proroga dell agevolazione al 31 dicembre 2015 I quesiti più frequenti aggiornamento aprile 2015 ACQUISTI AGEVOLATI IMPORTO DETRAIBILE MODALITA

Dettagli

CORSO AD INDIRIZZO MUSICALE DELL I.C. S.G. BOSCO PALAZZO SAN GERVASIO (PZ)

CORSO AD INDIRIZZO MUSICALE DELL I.C. S.G. BOSCO PALAZZO SAN GERVASIO (PZ) CORSO AD INDIRIZZO MUSICALE DELL I.C. S.G. BOSCO PALAZZO SAN GERVASIO (PZ) La musica è l'armonia dell'anima Alessandro Baricco, Castelli di rabbia Premessa L insegnamento di uno strumento musicale nella

Dettagli

Tesi per il Master Superformatori CNA

Tesi per il Master Superformatori CNA COME DAR VITA E FAR CRESCERE PICCOLE SOCIETA SPORTIVE di GIACOMO LEONETTI Scorrendo il titolo, due sono le parole chiave che saltano agli occhi: dar vita e far crescere. In questo mio intervento, voglio

Dettagli

A) COMPETENZE DI BASE

A) COMPETENZE DI BASE AVVISO DI PROCEDURA SELETTIVA PER LA COSTITUZIONE DI UN ELENCO DI FORMATORI NELL' AMBITO DEI PERCORSI TRIENNALI DI ISTRUZIONE E FORMAZIONE PROFESSIONALE (FORMAZIONE INIZIALE 14-18 ANNI) CUI CONFERIRE,

Dettagli

Milano, 6/5/15 AVVISO PROROGA E INTEGRAZIONE

Milano, 6/5/15 AVVISO PROROGA E INTEGRAZIONE Milano, 6/5/15 AVVISO PROROGA E INTEGRAZIONE Il bando relativo all iniziativa URSA AWARD: Best project for a better tomorrow si modifica e integra come segue: 1) la partecipazione viene prorogata fino

Dettagli

Prime ipotesi per una fattibilità dei Programmi Integrati per la salute in Marmilla

Prime ipotesi per una fattibilità dei Programmi Integrati per la salute in Marmilla Prime ipotesi per una fattibilità dei Programmi Integrati per la salute in Marmilla Cagliari 4 dicembre 2012 Centro di ricerca FO.CU.S. Progetto di ricerca a supporto dei territori per l individuazione

Dettagli

DECRETA. ART. 1 Caratteristiche del Master

DECRETA. ART. 1 Caratteristiche del Master Il Rettore Decreto Rep. n 1115 Prot. n 8165 Data 23.04.2009 Titolo III Classe V UOR Post Laurea - Master VISTO lo Statuto del Politecnico di Milano; VISTO il D.M. 3.11.1999, n.509; VISTO Il D.M. 22.10.2004,

Dettagli

Progetto: Dai colore ai tuoi sogni

Progetto: Dai colore ai tuoi sogni Progetto: Dai colore ai tuoi sogni Un po di storia Il seme dell affido è germogliato in casa Tagliapietra nel lontano 1984 su un esigenza di affido consensuale in ambito parrocchiale. Questo seme ha cominciato

Dettagli

La riforma dell ISEE. Maggiore equità ed efficacia nella valutazione della condizione economica della famiglia

La riforma dell ISEE. Maggiore equità ed efficacia nella valutazione della condizione economica della famiglia Maggiore equità ed efficacia nella valutazione della condizione economica della famiglia 2 La riforma dell ISEE (Indicatore della situazione economica equivalente) rappresenta un passo fondamentale per

Dettagli

Ripartire dai poveri: l ottavo rapporto su povertà ed esclusione sociale in Italia

Ripartire dai poveri: l ottavo rapporto su povertà ed esclusione sociale in Italia Ripartire dai poveri: l ottavo rapporto su povertà ed esclusione sociale in Italia Tiziano Vecchiato Da dove partire Ripartire dai poveri (2008) è la risposta all interrogativo «Rassegnarsi alla povertà?».

Dettagli

RFI:Informativa e invio documentazione. Verbale di accordo e comunicato unitario. Convocazione comitato di settore

RFI:Informativa e invio documentazione. Verbale di accordo e comunicato unitario. Convocazione comitato di settore ATTIVITA FERROVIARIE RFI:Informativa e invio documentazione ACI GLOBALE Verbale di accordo e comunicato unitario AUTONOLEGGIO Comunicato unitario di proclamazione sciopero TRASPORTO MERCI LOGISTICA AUTOSTRADE

Dettagli

GUIDA ALL APPLICAZIONE DELL IMPOSTA MUNICIPALE PROPRIA (I.M.U.) ANNO 2013

GUIDA ALL APPLICAZIONE DELL IMPOSTA MUNICIPALE PROPRIA (I.M.U.) ANNO 2013 COMUNE DI VIGONZA UNITA OPERATIVA TRIBUTI GUIDA ALL APPLICAZIONE DELL IMPOSTA MUNICIPALE PROPRIA (I.M.U.) ANNO 2013 Il decreto legge 21 maggio 2013 n 54 ha sospeso il versamento dell'acconto IMU per alcuni

Dettagli

Bandi 2015 ARTE E CULTURA. Buone prassi di conservazione del patrimonio. www.fondazionecariplo.it

Bandi 2015 ARTE E CULTURA. Buone prassi di conservazione del patrimonio. www.fondazionecariplo.it Bandi 2015 ARTE E CULTURA Buone prassi di conservazione del patrimonio BENESSERE GIOVANI COMUNITÀ www.fondazionecariplo.it BANDI 2015 1 Bando con scadenza 9 aprile 2015 Buone prassi di conservazione del

Dettagli

PROVINCIA DI BRINDISI ----------ooooo----------

PROVINCIA DI BRINDISI ----------ooooo---------- PROVINCIA DI BRINDISI ----------ooooo---------- ESTRATTO DELLE DELIBERAZIONI DEL COMMISSARIO STRAORDINARIO CON POTERI DELLA GIUNTA Atto con dichiarazione di immediata eseguibilità: art. 134, comma 4, D.Lgs.267/2000

Dettagli

OPERAZIONE TAVINA. gli 8 motivi per cui pensiamo sia senza senso CEMENTO E SOLO CEMENTO

OPERAZIONE TAVINA. gli 8 motivi per cui pensiamo sia senza senso CEMENTO E SOLO CEMENTO CEMENTO E SOLO CEMENTO Il futuro di Salò non può essere ancora di mattoni, di seconde case, di case vuote e di case invendute. La volumetria approvata (oltre 250 appartamenti) corrisponde a circa il 10%

Dettagli

CONCILIAZIONE VITA/LAVORO: È TEMPO DI SCEGLIERE

CONCILIAZIONE VITA/LAVORO: È TEMPO DI SCEGLIERE Formiche.net 9 settembre 2013 CONCILIAZIONE VITA/LAVORO: È TEMPO DI SCEGLIERE di Alessandra Servidori Il Ministro del lavoro e delle politiche sociali Enrico Giovannini e il Vice ministro Cecilia Guerra

Dettagli

Università degli Studi del Sannio NUCLEO DI VALUTAZIONE RIUNIONE NUCLEO DI VALUTAZIONE

Università degli Studi del Sannio NUCLEO DI VALUTAZIONE RIUNIONE NUCLEO DI VALUTAZIONE Verbale n. 10 del 5 Novembre 2014 RIUNIONE Il giorno 5 Novembre 2014, alle ore 10.40, il Nucleo di Valutazione dell Università degli Studi del Sannio, si è riunito per discutere sugli argomenti iscritti

Dettagli

TRASFERIMENTI FINANZIARI AI COMUNI «IERI, OGGI E DOMANI»

TRASFERIMENTI FINANZIARI AI COMUNI «IERI, OGGI E DOMANI» TRASFERIMENTI FINANZIARI AI COMUNI «IERI, OGGI E DOMANI» Prefettura Ufficio Territoriale del Governo di Avellino a cura del dr. Pasquale Trocchia Dirigente del Ministero dell Interno Responsabile delle

Dettagli

AUDIZIONE DEL MINISTRO FEDERICA GUIDI AL PARLAMENTO EUROPEO (Commissione ITRE) Bruxelles 2 Settembre 2014 INTERVENTO DEL MINISTRO

AUDIZIONE DEL MINISTRO FEDERICA GUIDI AL PARLAMENTO EUROPEO (Commissione ITRE) Bruxelles 2 Settembre 2014 INTERVENTO DEL MINISTRO 1 AUDIZIONE DEL MINISTRO FEDERICA GUIDI AL PARLAMENTO EUROPEO (Commissione ITRE) Bruxelles 2 Settembre 2014 INTERVENTO DEL MINISTRO Caro Presidente Buzek, Vice Presidenti, colleghi italiani ed europei,

Dettagli

Progetto Baseball per tutti Crescere insieme in modo sano

Progetto Baseball per tutti Crescere insieme in modo sano Progetto Baseball per tutti Crescere insieme in modo sano Il baseball, uno sport. Il baseball, uno sport di squadra. Il baseball, uno sport che non ha età. Il baseball, molto di più di uno sport, un MODO

Dettagli

IL PIANO CASA PER LA TRANSIZIONE E L AVVIO DELLA RICOSTRUZIONE GUIDA PER IL CITTADINO

IL PIANO CASA PER LA TRANSIZIONE E L AVVIO DELLA RICOSTRUZIONE GUIDA PER IL CITTADINO dopo il TERREMOTO IL PIANO CASA PER LA TRANSIZIONE E L AVVIO DELLA RICOSTRUZIONE GUIDA PER IL CITTADINO Assicurare la ricostruzione di case e imprese secondo tempi certi e procedure snelle, garantendo

Dettagli

Test d ingresso per i curricula in lingua inglese Coloro che intendono iscriversi ai curricula in lingua inglese Economics of Financial and Insurance

Test d ingresso per i curricula in lingua inglese Coloro che intendono iscriversi ai curricula in lingua inglese Economics of Financial and Insurance Note e istruzioni per i test di ingresso ai Corsi di Studio del Dipartimento di Scienze Economiche, Aziendali, Matematiche e Statistiche (DEAMS) a.a. 2013/2014 Gli insegnamenti relativi ai Corsi di Laurea

Dettagli

FESTIVAL TORINO E LE ALPI 2015: BANDO PER PROGETTI CULTURALI NEI TERRITORI ALPINI

FESTIVAL TORINO E LE ALPI 2015: BANDO PER PROGETTI CULTURALI NEI TERRITORI ALPINI FESTIVAL TORINO E LE ALPI 2015: BANDO PER PROGETTI CULTURALI NEI TERRITORI ALPINI PREMESSA Nell ambito del Programma Torino e le Alpi, la Compagnia di San Paolo ha promosso dal 12 al 14 settembre 2014,

Dettagli

Mod. 730/2013: quadro B e codici utilizzo

Mod. 730/2013: quadro B e codici utilizzo Mod. 730/2013: quadro B e codici utilizzo Come noto, l'imu sostituisce, in caso di immobili non locati, l'irpef e relative addizionali riguardanti i redditi fondiari. Il Mod. 730/2013, è stato di conseguenza

Dettagli

I cambiamenti di cui abbiamo bisogno per il futuro che vogliamo

I cambiamenti di cui abbiamo bisogno per il futuro che vogliamo I cambiamenti di cui abbiamo bisogno per il futuro che vogliamo Le raccomandazioni della CIDSE per la Conferenza delle Nazioni Unite sullo Sviluppo Sostenibile (Rio, 20-22 giugno 2012) Introduzione Il

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI BRESCIA

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI BRESCIA Bando di ammissione al Master di II livello in BIM-BASED CONSTRUCTION PROJECT MANAGEMENT (VISUAL PM) ANNO ACCADEMICO 2014/2015 Ai sensi del comma 9 dell art. 7 del D.M. 270/99 e del Regolamento d Ateneo

Dettagli

La definizione L approccio

La definizione L approccio I BISOGNI EDUCATIVI SPECIALI (BES) La definizione Con la sigla BES si fa riferimento ai Bisogni Educativi Speciali portati da tutti quegli alunni che presentano difficoltà richiedenti interventi individualizzati

Dettagli

Gianluca Nardone curriculum vitae 12 luglio 2013. 0. Profilo Sintetico... 2. I. Precedenti esperienze didattiche (ultimi 5 anni)...

Gianluca Nardone curriculum vitae 12 luglio 2013. 0. Profilo Sintetico... 2. I. Precedenti esperienze didattiche (ultimi 5 anni)... INDICE 0. Profilo Sintetico... 2 I. Precedenti esperienze didattiche (ultimi 5 anni)... 3 II. Titoli scientifici o di progettazione (ultimi 5 anni)... 4 III. Titoli di formazione post- laurea... 6 IV.

Dettagli

Facciamo scuola consapevolmente

Facciamo scuola consapevolmente SCHEDA PRESENTAZIONE PROGETTO Progettazione e realizzazione di laboratori sull educazione al Consumo consapevole - Anno scolastico 2011/2012 BANDO 2011 ATTENZIONE La scheda progettuale, divisa in una parte

Dettagli

DISCIPLINA IN MATERIA DI LAVORO A TEMPO PARZIALE

DISCIPLINA IN MATERIA DI LAVORO A TEMPO PARZIALE Comune di Castel San Pietro Terme Provincia di Bologna SERVIZIO RISORSE UMANE DISCIPLINA IN MATERIA DI LAVORO A TEMPO PARZIALE APPROVATO CON DELIBERAZIONE GC. N. 159 IN DATA 4/11/2008 ART. 1 Oggetto Dipendenti

Dettagli

Istituto Comprensivo di Via Nazario Sauro Brugherio Via Nazario Sauro 135 Tel. 039. 2873466 e mail istituto : icsauro@yahoo.it

Istituto Comprensivo di Via Nazario Sauro Brugherio Via Nazario Sauro 135 Tel. 039. 2873466 e mail istituto : icsauro@yahoo.it Istituto Comprensivo di Via Nazario Sauro Brugherio Via Nazario Sauro 135 Tel. 039. 2873466 e mail istituto : icsauro@yahoo.it Anno Scolastico 2010-2011 Email: icsauro@yahoo.it Fratelli Grimm La Scuola

Dettagli

Anche se non è ancora stato definito nei dettagli il testo della nuova legge, il lungo lavorìo di preparazione ha fatto condensare alcune idee-guida

Anche se non è ancora stato definito nei dettagli il testo della nuova legge, il lungo lavorìo di preparazione ha fatto condensare alcune idee-guida Anche se non è ancora stato definito nei dettagli il testo della nuova legge, il lungo lavorìo di preparazione ha fatto condensare alcune idee-guida Anche la legge sulla riqualificazione urbana è un tassello

Dettagli

Presidenza del Consiglio dei Ministri Dipartimento per gli affari giuridici e legislativi

Presidenza del Consiglio dei Ministri Dipartimento per gli affari giuridici e legislativi Presidenza del Consiglio dei Ministri Dipartimento per gli affari giuridici e legislativi La Regione Puglia nel percorso del POAT DAGL Laboratori e sperimentazioni per il miglioramento della qualità della

Dettagli

MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO IN ESPERTI IN INTERNAZIONALIZZAZIONE DELLE PICCOLE E MEDIE IMPRESE

MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO IN ESPERTI IN INTERNAZIONALIZZAZIONE DELLE PICCOLE E MEDIE IMPRESE D.R. n.1035/2015 Università degli Studi Internazionali di Roma - UNINT In collaborazione con CONFAPI MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO IN ESPERTI IN INTERNAZIONALIZZAZIONE DELLE PICCOLE E MEDIE IMPRESE

Dettagli

Box: Perché sostenere il modello agricolo Biologico nella PAC?

Box: Perché sostenere il modello agricolo Biologico nella PAC? La PAC che verrà: Smart change or business as usual? La posizione ufficiale IFOAM EU sulla prossima riforma PAC 2014 2020 Alessandro Triantafyllidis, IFOAM EU Group Siamo a metà dell attuale periodo di

Dettagli

Testi di: Simona Pigini Disegni di: Mario Dalbon

Testi di: Simona Pigini Disegni di: Mario Dalbon UNIONE NAZIONALE CONSUMATORI COMITATO REGIONALE E PROVINCIALE DI MILANO CONIACUT GUIDA PRATICA ALLA COMPRAVENDITA DELLA CASA Progetto cofinanziato dal Ministero delle Attività Produttive RegioneLombardia

Dettagli

Comune di Ragusa. Regolamento assistenza domiciliare agli anziani

Comune di Ragusa. Regolamento assistenza domiciliare agli anziani Comune di Ragusa Regolamento assistenza domiciliare agli anziani REGOLAMENTO DEL SERVIZIO DI ASSISTENZA DOMICILIARE AGLI ANZIANI approvato con delib. C.C. n.9 del del 24/02/84 modificato con delib. C.C.

Dettagli

LEGAMBIENTE NEI CAMPI, I CAMPI PER LEGAMBIENTE

LEGAMBIENTE NEI CAMPI, I CAMPI PER LEGAMBIENTE LEGAMBIENTE NEI CAMPI, I CAMPI PER LEGAMBIENTE Volume VIII manuali campi volontariato Il fare e il dire di Legambiente nei campi Dal 1991 ad oggi sono stati oltre 3.000 i campi di volontariato che Legambiente

Dettagli

dall introduzione dell Assessore Luppi

dall introduzione dell Assessore Luppi Presenti: Giulia Luppi Assessore alla scuola Alessandra Caprari pedagogista Maurizia Cocconi insegnante Scuola Primaria De Amicis Giuliana Bizzarri insegnante Scuola d infanzia A.D Este Tondelli Rita insegnante

Dettagli

Segnalazione certificata di inizio attività (SCIA) Esercizi di commercio su aree pubbliche SUBINGRESSO IN ATTIVITA' TIPO A TIPO B

Segnalazione certificata di inizio attività (SCIA) Esercizi di commercio su aree pubbliche SUBINGRESSO IN ATTIVITA' TIPO A TIPO B CODICE PRATICA *CODICE FISCALE* GGMMAAAA HH:MM Mod. Comunale (Modello 0047 Versione 002 2014) Segnalazione certificata di inizio attività (SCIA) Esercizi di commercio su aree pubbliche SUBINGRESSO IN ATTIVITA'

Dettagli

PROTOCOLLO D INTESA PER LO SVILUPPO DELLA FOOD POLICY DEL COMUNE DI MILANO

PROTOCOLLO D INTESA PER LO SVILUPPO DELLA FOOD POLICY DEL COMUNE DI MILANO PROTOCOLLO D INTESA Comune di Milano Settore Gabinetto del Sindaco Fondazione Cariplo PER LO SVILUPPO DELLA FOOD POLICY DEL COMUNE DI MILANO Milano,.. Giugno 2014 2 Il Comune di Milano, con sede in Milano,

Dettagli

Un percorso nell affido

Un percorso nell affido Un percorso nell affido Progetto nazionale di promozione dell affidamento familiare Ministero del Lavoro della Salute e delle Politiche Sociali Coordinamento Nazionale Servizi Affido SOMMARIO Il PROGETTO

Dettagli

VERSO UN SISTEMA NAZIONALE INFEA COME INTEGRAZIONE DEI SISTEMI A SCALA REGIONALE

VERSO UN SISTEMA NAZIONALE INFEA COME INTEGRAZIONE DEI SISTEMI A SCALA REGIONALE LINEE DI INDIRIZZO PER UNA NUOVA PROGRAMMAZIONE CONCERTATA TRA LO STATO, LE REGIONI E LE PROVINCE AUTONOME DI TRENTO E BOLZANO IN MATERIA IN.F.E.A. (INFORMAZIONE-FORMAZIONE-EDUCAZIONE AMBIENTALE) VERSO

Dettagli

Supervisori che imparano dagli studenti

Supervisori che imparano dagli studenti Supervisori che imparano dagli studenti di Angela Rosignoli Questa relazione tratta il tema della supervisione, la supervisione offerta dagli assistenti sociali agli studenti che frequentano i corsi di

Dettagli

COMMERCIO SU AREE PUBBLICHE

COMMERCIO SU AREE PUBBLICHE COMMERCIO SU AREE PUBBLICHE SUBINGRESSO NELL ESERCIZIO DELL ATTIVITÀ DI VENDITA SU AREE PUBBLICHE SIA DI TIPO A (su posteggi dati in concessione per dieci anni) SIA DI TIPO B (su qualsiasi area purché

Dettagli

MASTER DI II LIVELLO IN DIREZIONE E MANAGEMENT DELLE AZIENDE SANITARIE (DIMAS) - II EDIZIONE -

MASTER DI II LIVELLO IN DIREZIONE E MANAGEMENT DELLE AZIENDE SANITARIE (DIMAS) - II EDIZIONE - UNIVERSITÀ TELEMATICA LEONARDO DA VINCI A.A 2012/2013 MASTER DI II LIVELLO IN DIREZIONE E MANAGEMENT DELLE AZIENDE SANITARIE (DIMAS) - II EDIZIONE - Direttore Prof. Massimo Sargiacomo Università G. d Annunzio

Dettagli

TARSU poi TARES ed ora TARI e TASI

TARSU poi TARES ed ora TARI e TASI TARSU poi TARES ed ora TARI e TASI di Luigi Cenicola 1. Premessa. A decorrere dall anno 2014, per il servizio di raccolta dei rifiuti solidi urbani e per i servizi indivisibili comunali, si pagheranno

Dettagli

PAVANELLOMAGAZINE. l intervista. Pavanello Serramenti e il mondo Web. Proroga detrazioni fiscali del 55% fino al 31 dicembre 2012

PAVANELLOMAGAZINE. l intervista. Pavanello Serramenti e il mondo Web. Proroga detrazioni fiscali del 55% fino al 31 dicembre 2012 anno 2 - numero 3 - marzo/aprile 2012 MADE IN ITALY PAVANELLOMAGAZINE l intervista Certificazione energetica obbligatoria Finestra Qualità CasaClima Proroga detrazioni fiscali del 55% fino al 31 dicembre

Dettagli

Divisione Studenti Divisione Studenti ciale Luigi Bocconi Università Commer Guida alla borsa di studio ISU Bocconi

Divisione Studenti Divisione Studenti ciale Luigi Bocconi Università Commer Guida alla borsa di studio ISU Bocconi Divisione Studenti Servizi agli Studenti Divisione Studenti ISU BOCCONI Università Commerciale Luigi Bocconi Guida alla borsa di studio ISU Bocconi Questo documento riassume le caratteristiche principali

Dettagli

Sistema innovativo agricolo italiano e nuova Pac: alcune riflessioni

Sistema innovativo agricolo italiano e nuova Pac: alcune riflessioni Ferrara, giovedì 27 Settembre 2012 Sistema innovativo agricolo italiano e nuova Pac: alcune riflessioni Giacomo Zanni (Dipartimento di Ingegneria ENDIF, Università di Ferrara) giacomo.zanni@unife.it SOMMARIO

Dettagli

Centro diurno socio-assistenziale regionale Ai Gelsi Riva San Vitale

Centro diurno socio-assistenziale regionale Ai Gelsi Riva San Vitale Centro diurno socio-assistenziale regionale Ai Gelsi Riva San Vitale Che cos è il Centro diurno regionale Ai Gelsi? Il nuovo Centro diurno socio-assistenziale con sede a Riva San Vitale si inserisce nel

Dettagli

Dichiarazione Popolazione e cultura

Dichiarazione Popolazione e cultura IX/11/1 Dichiarazione Popolazione e cultura I Ministri delle Parti contraenti della Convenzione delle Alpi attribuiscono agli aspetti socio economici e socio culturali indicati all art 2, comma 2, lettera

Dettagli

TABELLA B. RISORSE INFRASTRUTTURALI E LOGISTICHE di cui all art. 8

TABELLA B. RISORSE INFRASTRUTTURALI E LOGISTICHE di cui all art. 8 TABELLA B RISORSE INFRASTRUTTURALI E LOGISTICHE di cui all art. 8 1 B1) Disponibilità dei locali B1.1) Scansione del documento di disponibilità esclusiva dei locali della sede operativa per almeno tre

Dettagli

REGOLAMENTO DEI DIPARTIMENTI AD ATTIVITA INTEGRATA (DAI) DELL'AZIENDA OSPEDALIERA - UNIVERSITA' DI PADOVA. Premessa

REGOLAMENTO DEI DIPARTIMENTI AD ATTIVITA INTEGRATA (DAI) DELL'AZIENDA OSPEDALIERA - UNIVERSITA' DI PADOVA. Premessa REGOLAMENTO DEI DIPARTIMENTI AD ATTIVITA INTEGRATA (DAI) DELL'AZIENDA OSPEDALIERA - UNIVERSITA' DI PADOVA Premessa La struttura dipartimentale rappresenta il modello ordinario di gestione operativa delle

Dettagli

I.U.C. Imposta Unica Comunale

I.U.C. Imposta Unica Comunale COMUNE DI MARCON I.U.C. Imposta Unica Comunale Con la Legge n. 147/2013 (Legge di stabilità 2014) è stata istituita a decorrere dal 01/01/2014 l Imposta Unica Comunale (IUC). L imposta unica comunale (IUC)

Dettagli

SAP per centralizzare tutte le informazioni aziendali

SAP per centralizzare tutte le informazioni aziendali Grandi Navi Veloci. Utilizzata con concessione dell autore. SAP per centralizzare tutte le informazioni aziendali Partner Nome dell azienda Ferretticasa Spa Settore Engineering & Costruction Servizi e/o

Dettagli

Comincio da tre! I MIEI AMICI LA MIA FAMIGLIA LE MIE ESPERIENZE IL MIO PASSATO COSA VOLEVO FARE DA GRANDE LE MIE RELAZIONI

Comincio da tre! I MIEI AMICI LA MIA FAMIGLIA LE MIE ESPERIENZE IL MIO PASSATO COSA VOLEVO FARE DA GRANDE LE MIE RELAZIONI I MIEI AMICI LA MIA FAMIGLIA IL MIO PASSATO LE MIE ESPERIENZE COSA VOLEVO FARE DA GRANDE COME SONO IO? I MIEI DIFETTI LE MIE RELAZIONI LE MIE PASSIONI I SOGNI NEL CASSETTO IL MIO CANE IL MIO GATTO Comincio

Dettagli

Indice Indice... 1 Oggetto... 1 Referenti regionali del progetto... 1 Scopo... 2 Il progetto Rete CUP regionale... 2 Premessa... 2 La situazione regionale... 2 Azienda Ospedaliera di Cosenza... 2 ASP di

Dettagli

LA FORMAZIONE PER LA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE FINANZIATA DAL FONDO SOCIALE EUROPEO 1

LA FORMAZIONE PER LA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE FINANZIATA DAL FONDO SOCIALE EUROPEO 1 LA FORMAZIONE PER LA PA FINANZIATA DAL FSE PARTE II - CAPITOLO 2 LA FORMAZIONE PER LA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE FINANZIATA DAL FONDO SOCIALE EUROPEO 1 LA PROGRAMMAZIONE DELLE REGIONI E DELLE PROVINCE AUTONOME

Dettagli

MAURIZIO ABBATI STRUMENTI UTILI PER CAMBIARE E MIGLIORARE. HOUSE ORGAN AZIENDALE Guida alla creazione di un magazine interno

MAURIZIO ABBATI STRUMENTI UTILI PER CAMBIARE E MIGLIORARE. HOUSE ORGAN AZIENDALE Guida alla creazione di un magazine interno MAURIZIO ABBATI STRUMENTI UTILI PER CAMBIARE E MIGLIORARE HOUSE ORGAN AZIENDALE Guida alla creazione di un magazine interno Indice 01. 02. 03. I tipi di house organ Dall idea al progetto I contenuti A

Dettagli

MANSIONARIO DEI PROFILI PROFESSIONALI

MANSIONARIO DEI PROFILI PROFESSIONALI OPERE RIUNITE BUON PASTORE ISTITUZIONE PUBBLICA DI ASSISTENZA E BENEFICENZA SEDE LEGALE CASTELLO N. 77 SEDE AMMINISTRATIVA SAN POLO N. 2123 VENEZIA Tel. 0415222689-0415222353 BANDO DI CONCORSO PUBBLICO

Dettagli

10 passi. verso la salute mentale.

10 passi. verso la salute mentale. 10 passi verso la salute mentale. «La salute mentale riguarda tutti» La maggior parte dei grigionesi sa che il movimento quotidiano e un alimentazione sana favoriscono la salute fisica e che buone condizioni

Dettagli

Centro per l Impiego Carta dei servizi alle Aziende e agli Enti pubblici

Centro per l Impiego Carta dei servizi alle Aziende e agli Enti pubblici Centro per l Impiego Carta dei servizi alle Aziende e agli Enti pubblici SOMMARIO SERVIZI ALLE AZIENDE E AGLI ENTI PUBBLICI - accoglienza; - consulenza relativa alle comunicazioni obbligatorie; - servizio

Dettagli

I vantaggi dell efficienza energetica

I vantaggi dell efficienza energetica Introduzione Migliorare l efficienza energetica (EE) può produrre vantaggi a tutti i livelli dell economia e della società: individuale (persone fisiche, famiglie e imprese); settoriale (nei singoli settori

Dettagli

I. C. LENTINI LAURIA PROGETTO SPORTELLO D ASCOLTO PSICOLOGICO UNO SPAZIO PER PENSARE, PER ESSERE, PER DIVENTARE

I. C. LENTINI LAURIA PROGETTO SPORTELLO D ASCOLTO PSICOLOGICO UNO SPAZIO PER PENSARE, PER ESSERE, PER DIVENTARE ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE di Sc. Materna Elementare e Media LENTINI 85045 LAURIA (PZ) Cod. Scuola: PZIC848008 Codice Fisc.: 91002150760 Via Roma, 102 - e FAX: 0973823292 I. C. LENTINI LAURIA PROGETTO

Dettagli