MODALITÀ E CONDIZIONI OPERATIVE. Posteitaliane

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "MODALITÀ E CONDIZIONI OPERATIVE. Posteitaliane"

Transcript

1 INCENTIVAZIONE UP RETAIL CON AREA IMPRESA II periodo 1 aprile 30 giugno 2011 MODALITÀ E CONDIZIONI OPERATIVE

2 PREMESSA 2 PER GLI UP RETAIL CON AREA IMPRESA VI SONO DUE SISTEMI DI INCENTIVAZIONE DISTINTI SISTEMA DI INCENTIVAZIONE RETAIL (1 APRILE -30 GIUGNO) SISTEMA DI INCENTIVAZIONE IMPRESA (1 APRILE -30 GIUGNO) ATTENZIONE IL DIRETTORE DELL UP RETAIL CON AREA IMPRESA PARTECIPA AD OGNUNO DEI DUE SISTEMI SEPARATAMENTE L OPERATORI SPORTELLO POSTE IMPRESE PARTECIPA SOLO AL SISTEMA DI INCENTIVAZIONE IMPRESA

3 COLLEGAMENTI TRA SISTEMA BASE II PERIODO 2011 E SISTEMA BASE IMPRESA II PERIODO SISTEMA DI INCENTIVAZIONE IMPRESA L OPERATORE DI SPORTELLO POSTE IMPRESE PARTECIPA ESCLUSIVAMENTE AL SISTEMA INCENTIVAZIONE IMPRESA E SARA DESTINATARIO DEL BONUS SISTEMA DI INCENTIVAZIONE IMPRESA SARA PREMIATO SE NE REALIZZA LE CONDIZIONI DI ACCESSO SISTEMA DI INCENTIVAZIONE RETAIL Livello UP Retail con area Impresa L OPERATORE DI SPORTELLO NON POSTE IMPRESE APPLICATO IN UN UP CON AREA IMPRESA PARTECIPA ESCLUSIVAMENTE AL SISTEMA DI INCENTIVAZIONE RETAIL NEGLI UP RETAIL CON AREA IMPRESA PER I PRODOTTI RACCOMANDATA + RACCOMANDATA 1 E CORRIERE ESPRESSO + PACCHI (NAZIONALE + INTERNAZIONALE), TUTTE LE FIGURE INCENTIVATE INTERESSATE AVRANNO UN UNICO OBIETTIVO A RICAVI DERIVANTE DALLA SOMMA DI QUOTA RETAIL + QUOTA IMPRESA CHE SARA CONFRONTATO CON IL CONSUNTIVO TOTALE DELL UP Livello Filiale/Area territoriale PER LE FIGURE COMMERCIALI E OPERAZIONI DI FILIALE E AT, IL SET DI PRODOTTI DI RIFERIMENTO E QUELLO INDICATO NELLE MODALITA E CONDIZIONI OPERATIVE RELATIVE AL SISTEMA DI INCENTIVAZIONE RETAIL 2011 DEL II PERIODO. PER I PRODOTTI POSTA DESCRITTA (RACCOMANDATA + RACCOMANDATA 1 + ASSICURATA) E CORRIERE ESPRESSO + PACCHI (NAZIONALE + INTERNAZIONALE), SI CONSIDERANO I VOLUMI CON ESCLUSIONE DEI CONSUNTIVI E DEI BUDGET DEGLI UP RETAIL CON AREA IMPRESA

4 Il Comportamento Etico Come indicato nel Codice Etico di Poste Italiane, i rapporti ed i comportamenti, a tutti i livelli aziendali, devono essere improntati sui principi di onestà, integrità, correttezza, imparzialità, riservatezza, diligenza, lealtà, rispetto reciproco. Gli obiettivi di business Dipendenti Organi di informazione COMPORTAMENTO ETICO Enti Pubblici, Istituzioni, Organizzazioni vanno conseguiti SEMPRE e COMUNQUE mantenendo un COMPORTAMENTO ETICO nei confronti del cliente, dei colleghi e dell azienda. Clienti Fornitori

5 Il processo di vendita è un processo delicato soprattutto quando vendiamo prodotti finanziari ETICA DI VENDITA Dare informazioni e spiegazioni esaurienti; Illustrare adeguatamente il profilo di rischio dei prodotti proposti PORRE SEMPRE AL CENTRO DELL ATTENZIONE LA SODDISFAZIONE E LA FIDELIZZAZIONE DEL CLIENTE

6 Il processo di vendita è un processo delicato anche quando vendiamo prodotti fisici e per quanto gli obiettivi possano essere sfidanti, il loro raggiungimento deve sempre essere coerente con i principi che rispettino le esigenze e la propensione all acquisto del cliente

7 INCENTIVAZIONE RETAIL- UP RETAIL CON AREA IMPRESA II periodo 1 aprile 30 giugno 2011

8 SISTEMA BASE II PERIODO 2011 PREMESSA 8 IL II PERIODO DEL SISTEMA BASE 2011 HA DURATA TRIMESTRALE, DAL 1 APRILE AL 30 GIUGNO 2011, ED E ARTICOLATO COME SEGUE: SISTEMA COMMERCIALE, DEDICATO A: DUP PROFESSIONAL COMMERCIALE SCCR APF E APF-F SISTEMA SPORTELLERIA, DEDICATO A: OSP SPECIALISTA FRONT END E COLLABORATORE UP DOPPIO TURNO REFERENTE OPERATION I DUE SISTEMI SI INTEGRANO, PUR ESSENDO DISTINTI

9 SISTEMA BASE II PERIODO 2011 INDICE 9 IL PRESENTE DOCUMENTO DESCRIVE IN SEZIONI SEPARATE IL SISTEMA COMMERCIALE E IL SISTEMA SPORTELLERIA, SECONDO LA SEGUENTE ARTICOLAZIONE: UFFICIO POSTALE DA A "SISTEMA COMMERCIALE SLIDE. 10 SLIDE. 19 SISTEMA SPORTELLERIA SLIDE. 20 SLIDE. 25

10 10 INCENTIVAZIONE RETAIL Sistema Commerciale per: DUP, DUP POLO ZSM, PROFESSIONAL COMMERCIALE, SCCR APF, SCCR APF-F II periodo 1 aprile 30 giugno 2011

11 SISTEMA BASE II PERIODO 2011 DUP, DUP POLO ZSM, PROF. COMMERCIALE, SCCR APF, SCCR APF-F VALORIZZAZIONE DEI CREDITI 11 % MINIME DI RAGG.TO BUDGET DI PERIODO 70% DEL BUDGET PER TUTTI I PRODOTTI DEL SET TETTI MASSIMI TETTO MASSIMO DI 200 CREDITI SOLO PER RACCOLTA NETTA TOTALE RISPARMIO POSSIBILITA' DI "BUCARE" LA FACOLTA DI BUCARE PRODOTTI VIENE CONCESSA SOLO AI DUP CENTRALI, RELAZIONE, TRANSITO E STANDARD: SI POSSONO BUCARE AL MASSIMO TRE PRODOTTI, PER CIASCUNO DEI QUALI NON E POSSIBILE SCENDERE COMUNQUE AL DI SOTTO DEL 50% DELL OBIETTIVO. ES. SE SU DUE PRODOTTI BUCATI SI REALIZZA IL 50% DELL OBIETTIVO E SUL TERZO IL 49% DELL OBIETTIVO, NON SI ACCEDE AL SISTEMA DI INCENTIVAZIONE

12 SISTEMA BASE II PERIODO 2011 DUP, DUP POLO ZSM, PROF. COMMERCIALE, SCCR APF, SCCR APF-F PRODOTTI 12 Per i perimetri di riferimento di alcuni prodotti vedi slide 13

13 SISTEMA BASE II PERIODO 2011 DUP, DUP POLO ZSM, PROF. COMMERCIALE, SCCR APF, SCCR APF-F Perimetri di riferimento PRODOTTI 13 CONTO BANCOPOSTA PIU (APERTURE NETTE): ai fini del calcolo delle aperture nette si considerano: le nuove aperture di Conto BancoPosta Più (comprese quelle generate da intestatari già correntisti, non provenienti da migrazioni), al netto dei Conti BancoPosta Più chiusi nel periodo i nuovi Conto BancoPosta più derivanti da migrazioni da Conto Bancoposta tradizionale CONTO IN PROPRIO (APERTURE NETTE): ai fini del calcolo delle aperture nette si considerano: le nuove aperture di Conto In Proprio (Web, Pos, Base e Condominio), comprese quelle generate da intestatari già correntisti, non provenienti da migrazioni i nuovi Conto In Proprio derivanti da migrazioni da Conto Impresa (Switch) le chiusure di Conto In Proprio, Conto Soho e Office CPI: Postaprotezione Prestiti Personali + Postaprotezione Mutui POLIZZE DANNI: Posta Persona Affetti Protetti, Posta Protezione Persona (Infortuni - Infortuni basic - Infortuni senior Salute) e Posta Protezione Beni (Incendio, Capofamiglia e Furto), Posta Protezione Condominio e Posta Protezione Piccola Impresa CORRIERE ESPRESSO e PACCHI: nel consuntivo Corriere Espresso + Pacchi (naz.le+int.le) vengono conteggiati anche i ricavi di Home Box. Per il Corriere Espresso sia i consuntivi sia gli obiettivi sono al netto IVA SIM POSTEMOBILE: Offerta Retail + Offerta Impresa

14 SISTEMA BASE II PERIODO 2011 DUP, DUP POLO ZSM, PROF. COMMERCIALE, SCCR APF, SCCR APF-F PRODOTTI E SOGLIE DI ACCESSO 14 Se l UP non risulta abilitato ad uno o più di tali prodotti, la soglia di accesso si intende diminuita di 70 crediti per ogni prodotto non previsto *Per gli SCCR assegnati all APF operanti in un ufficio che possiede anche l APF-F i prodotti di riferimento sono da considerarsi al netto dei prodotti di Finanziamento (Prestiti Personali, Prontissimo, Cessione del V e Mutui) e la soglia di accesso è pari a 440 crediti

15 SISTEMA BASE II PERIODO 2011 DUP, DUP POLO ZSM, PROF. COMMERCIALE, SCCR APF, SCCR APF-F 15 MECCANISMO MATURAZIONE BONUS IL BONUS PER CIASCUNA FIGURA PROFESSIONALE MATURA AL RAGGIUNGIMENTO/SUPERAMENTO DELLA SOGLIA DI ACCESSO SUL SET PRODOTTI (IN COERENZA CON I MECCANISMI DI CUI ALLA SLIDE 11) L IMPORTO DEL BONUS SI DETERMINA IN RELAZIONE AI CREDITI CONSEGUITI SUL SET PRODOTTI IN BASE ALLE FASCE DI SEGUITO INDIVIDUATE: (*) I limiti per ciascuna fascia sono determinati considerando 70 crediti in meno: per ogni prodotto non previsto, se l UP non risulta abilitato ad uno o più prodotti per gli SCCR assegnati all APF operanti in un ufficio che possiede anche l APF-F PER IMPORTI BONUS PER FASCIA DI CREDITI CONSEGUITI VEDI SLIDE 18

16 SISTEMA BASE II PERIODO 2011 DUP, DUP POLO ZSM, PROF. COMMERCIALE, SCCR APF, SCCR APF-F 16 ESEMPI MATURAZIONE BONUS 1) L UP Retail con Area Impresa X consegue 820 crediti sul set prodotti; il DUP matura un bonus corrispondente alla fascia 2 (>=800 e <880) 2) L UP Retail con Area Impresa Y consegue 700 crediti sul set prodotti; il DUP matura un bonus corrispondente alla fascia 1 (>=680 crediti e < 800 crediti), pur bucando due prodotti. Esempio: 3) L UP Retail con Area Impresa Z consegue 610 crediti sul set prodotti SCCR APF; ciascun SCCR APF matura un bonus corrispondente alla fascia 2 (>=600 crediti e < 660 crediti)

17 SISTEMA BASE II PERIODO 2011 DUP, DUP POLO ZSM, PROF. COMMERCIALE, SCCR APF, SCCR APF-F 17 SUPERBONUS SE TUTTE LE TIPOLOGIE DI FIGURA PROFESSIONALE PREVISTE NELL UP RETAIL CON AREA IMPRESA, RELATIVAMENTE AL SISTEMA COMMERCIALE E AL SISTEMA SPORTELLERIA, REALIZZANO CONTESTUALMENTE L ACCESSO AL SISTEMA IN COERENZA CON I MECCANISMI DI INCENTIVAZIONE, MATURANO UN SUPERBONUS: IL DUP TUTTI GLI SCCR (APF/APF-F )* IL PROFESSIONAL COMMERCIALE * *ove presenti

18 SISTEMA BASE II PERIODO 2011 DUP, DUP POLO ZSM, PROF. COMMERCIALE, SCCR APF, SCCR APF-F BONUS 18 IMPORTI BONUS PER FASCIA CREDITI CONSEGUITI (PER INDIVIDUAZIONE FASCE VEDI SLIDE 15)

19 SISTEMA BASE II PERIODO 2011 DUP, DUP POLO ZSM, PROF. COMMERCIALE, SCCR APF, SCCR APF-F SUPERBONUS 19

20 20 INCENTIVAZIONE RETAIL Sistema Sportelleria per: OSP, SPECIALISTA FRONT END, COLLABORATORE UP DOPPIO TURNO, REFERENTE OPERATION II PERIODO 1 aprile 30 giugno 2011

21 SISTEMA BASE II PERIODO 2011 OSP, SPECIALISTA FE, CUP DT, REFERENTE OPERATION CARATTERISTICHE DEL SISTEMA 21 ACCESSO SVINCOLATO DA SOGLIE DI ACCESSO DEL DUP BONUS SPORTELLERIA RICONOSCIUTO A TUTTI GLI OSP, SPECIALISTA FRONT END, REFERENTE OPERATION, COLLABORATORE UP DT SE RAGGIUNTI GLI OBIETTIVI PREVISTI SUL LORO SET PRODOTTI SPECIFICO (LIVELLI MINIMI DI VALORIZZAZIONE CREDITI E SOGLIA DI ACCESSO IN CREDITI - PER FIGURA PROFESSIONALE) SUPERBONUS MATURA PER GLI OSP, SPECIALISTA FRONT END, REFERENTE OPERATION, COLLABORATORE UP DT (nel rispetto del N massimo di risorse premia bili ) SE TUTTE LE TIPOLOGIE DI FIGURA PROFESSIONALE PREVISTE NELL UP, RELATIVAMENTE AL SISTEMA SPORTELLERIA E AL SISTEMA COMMERCIALE, REALIZZANO CONTESTUALMENTE L ACCESSO AL SISTEMA IN COERENZA CON I MECCANISMI DI INCENTIVAZIONE DESTINATO AI PIÙ MERITEVOLI (CON LIMITE DI OSP PREMIABILI IN RELAZIONE AL RUOLO MASTER/TURNO DEGLI UP) LA SCELTA DEGLI OSP PREMIATI (E DELLE ALTRE FIGURE) È DISCREZIONALE, A CURA DEL DUP IN CONDIVISIONE CON IL DF SET PRODOTTI RACCOLTA NETTA TOTALE RISPARMIO; CONTO BANCOPOSTA PIU (APERTURE NETTE) + CONTO IN PROPRIO (APERTURE NETTE); CORRIERE ESPRESSO + PACCHI (NAZ.LE+INT.LE) (RICAVI); RACCOMANDATA + RACCOMANDATA 1 (RICAVI); SIM POSTEMOBILE IL SET PRODOTTI È LO STESSO PER TUTTE LE FIGURE Per i perimetri di riferimento di alcuni prodotti vedi slide 22

22 SISTEMA BASE II PERIODO 2011 OSP, SPECIALISTA FE, CUP DT, REFERENTE OPERATION Perimetri di riferimento PRODOTTI 22 CONTO BANCOPOSTA PIU (APERTURE NETTE): ai fini del calcolo delle aperture nette si considerano: le nuove aperture di Conto BancoPosta Più (comprese quelle generate da intestatari già correntisti, non provenienti da migrazioni) al netto dei Conti BancoPosta Più chiusi nel periodo i nuovi Conto BancoPosta più derivanti da migrazioni da Conto Bancoposta tradizionale CONTO IN PROPRIO (APERTURE NETTE): ai fini del calcolo delle aperture nette si considerano: le nuove aperture di Conto In Proprio (Web, Pos, Base e Condominio), comprese quelle generate da intestatari già correntisti, non provenienti da migrazioni i nuovi Conto In Proprio derivanti da migrazioni da Conto Impresa (Switch) le chiusure di Conto In Proprio, Conto Soho e Office CORRIERE ESPRESSO e PACCHI: nel consuntivo Corriere Espresso + Pacchi (naz.le+int.le) vengono conteggiati anche i ricavi di Home Box. Per il Corriere Espresso sia i consuntivi sia gli obiettivi sono al netto IVA SIM POSTEMOBILE: Offerta Retail + Offerta Impresa

23 SISTEMA BASE II PERIODO 2011 OSP, SPECIALISTA FE, CUP DT, REFERENTE OPERATION VALORIZZAZIONE DEI CREDITI BONUS SPORTELLERIA 23 % MINIME DI RAGG.TO BUDGET DI PERIODO 70% DEL BUDGET PER TUTTI I PRODOTTI DEL SET TETTI MASSIMI TETTO MASSIMO DI 200 CREDITI SOLO PER RACCOLTA NETTA TOTALE RISPARMIO POSSIBILITA DI BUCARE NON VIENE CONCESSA LA FACOLTA DI BUCARE PRODOTTI. SOGLIE DI ACCESSO OSP UP CORE NETWORK, SPECIALISTA FRONT END, CUP DT E REFERENTE OPERATION: 425 MECCANISMO MATURAZIONE BONUS SPORTELLERIA MATURANO IL BONUS SPORTELLERIA TUTTI GLI OSP, SPECIALISTA FRONT END, CUP DT E REFERENTE OPERATION CHE RAGGIUNGONO/SUPERANO LA SOGLIA DI ACCESSO SUL SET PRODOTTI; L IMPORTO DEL BONUS SPORTELLERIA SI DETERMINA IN RELAZIONE AI CREDITI CONSEGUITI SUL SET PRODOTTI IN BASE ALLE FASCE DI SEGUITO INDIVIDUATE

24 SISTEMA BASE II PERIODO 2011 OSP, SPECIALISTA FE, CUP DT, REFERENTE OPERATION SUPERBONUS 24 All interno degli up in cui tutte le tipologie di figura professionale previste, nel Sistema Sportelleria e nel Sistema Commerciale, realizzano contestualmente l accesso al sistema in coerenza con i meccanismi di incentivazione, sarà cura del DUP, previa condivisione con il Direttore di Filiale e in coerenza con quanto specificato nelle regole accessorie, individuare gli OSP/Specialisti Front End/Collaboratore UP Doppio Turno destinatari del Superbonus * In coerenza con il dimensionamento organizzativo Negli UP Centrali, Relazione, Transito e Standard in cui tutte le tipologie di figura professionale previste realizzano contestualmente l accesso al sistema in coerenza con i meccanismi di incentivazione, sarà erogato il superbonus agli OSP che hanno contribuito in maniera significativa in termini di proattività commerciale con un limite massimo stabilito per ruolo, secondo la tabella sopra riportata Inoltre sarà erogato il superbonus agli Specialisti Front End (ove previste le figure professionali) che hanno contribuito in maniera significativa in termini di proattività commerciale in Sala al pubblico, indirizzando la clientela verso le figure di front end dedicate alla vendita dei prodotti/servizi previsti dal sistema di incentivazione e/o ai CUPDT che abbiano significativamente contribuito al raggiungimento degli obiettivi garantendo la piena funzionalità dell UP Negli UP di Relazione, Transito e Standard Doppio Turno le risorse vengono individuate dal DUP tra OSP e Collaboratore UP Doppio Turno

25 SISTEMA BASE II PERIODO 2011 OSP, SPECIALISTA FE, CUP DT, REFERENTE OPERATION IMPORTI BONUS e SUPERBONUS 25 IMPORTI BONUS SPORTELLERIA PER FASCIA CREDITI CONSEGUITI (PER INDIVIDUAZIONE FASCE VEDI SLIDE 23) * Si veda l approfondimento sui meccanismi di individuazione delle risorse che maturano il bonus (slide 24)

26 INCENTIVAZIONE IMPRESA UP RETAIL CON AREA IMPRESA II periodo 1 aprile 30 giugno 2011

27 SISTEMA BASE IMPRESA II PERIODO 2011 PREMESSA 27 IL II PERIODO DEL SISTEMA BASE IMPRESA 2011 HA DURATA TRIMESTRALE, DAL 1 APRILE AL 30 GIUGNO 2011 ED E ARTICOLATO COME SEGUE: SISTEMA COMMERCIALE, DEDICATO A: DUP SPECIALISTA SETTORE MERCEOLOGICO VENDITORE P.A.L.* VENDITORE IMPRESA* SISTEMA SPORTELLERIA, DEDICATO A: OPERATORI SPORTELLO POSTE IMPRESE I DUE SISTEMI SI INTEGRANO, PUR ESSENDO DISTINTI * solo ove previsto da dimensionamento organizzativo

28 SISTEMA BASE IMPRESA II PERIODO 2011 INDICE 28 IL PRESENTE DOCUMENTO DESCRIVE IN SEZIONI SEPARATE IL SISTEMA COMMERCIALE E IL SISTEMA SPORTELLERIA", SECONDO LA SEGUENTE ARTICOLAZIONE: UFFICIO POSTALE DA A "SISTEMA COMMERCIALE SLIDE. 29 SLIDE. 38 SISTEMA SPORTELLERIA SLIDE. 39 SLIDE. 39 SLIDE. 42

29 29 INCENTIVAZIONE IMPRESA Sistema Commerciale per: DUP, VENDITORE P.A.L., VENDITORE IMPRESA, SPECIALISTA SETTORE MERCEOLOGICO II periodo 1 aprile 30 giugno 2011

30 SISTEMA BASE IMPRESA II PERIODO 2011 DUP, VENDITORE P.A.L., VENDITORE IMPRESA, SPECIALISTA SETTORE MERCEOLOGICO % MINIME DI RAGGIUNGIMENTO BUDGET DI PERIODO 70% DEL BUDGET PER TUTTI I PRODOTTI DEL SET VALORIZZAZIONE DEI CREDITI 30 TETTI MASSIMI TETTO MASSIMO DI 150 CREDITI PER TUTTI I PRODOTTI DEL SET POSSIBILITA' DI "BUCARE" AI DUP E SPECIALISTI DI SETTORE MERCEOLOGICO VIENE CONCESSA LA FACOLTA DI BUCARE AL MASSIMO TRE PRODOTTI. PER DUE PRODOTTI NON E POSSIBILE SCENDERE AL DI SOTTO DEL 50% DELL OBIETTIVO. PER IL TERZO PRODOTTO SI PUO SCENDERE ANCHE AL DI SOTTO DEL 50%. ES. SE SU UN PRODOTTO SI REALIZZA IL 51% DELL OBIETTIVO, SU UN SECONDO PRODOTTO IL 49% DELL OBIETTIVO E SU UN TERZO IL 20%, NON SI ACCEDE AL SISTEMA DI INCENTIVAZIONE AI VENDITORI IMPRESA E VENDITORI P.A.L. VIENE CONCESSA LA FACOLTA DI BUCARE DUE PRODOTTI. PER UN PRODOTTO NON E POSSIBILE SCENDERE AL DI SOTTO DEL 50% DELL OBIETTIVO. PER L ALTRO PRODOTTO SI PUO SCENDERE ANCHE AL DI SOTTO DEL 50%.

31 SISTEMA BASE IMPRESA II PERIODO 2011 DUP, VENDITORE P.A.L., VENDITORE IMPRESA, SPECIALISTA SETTORE MERCEOLOGICO 31 SUPERBONUS SE TUTTE LE TIPOLOGIE DI FIGURA PROFESSIONALE PREVISTE NELL UP RETAIL CON AREA IMPRESA, RELATIVAMENTE AL SISTEMA COMMERCIALE E AL SISTEMA SPORTELLERIA, REALIZZANO CONTESTUALMENTE L ACCESSO AL SISTEMA, IN COERENZA CON I MECCANISMI DI INCENTIVAZIONE, MATURANO UN SUPERBONUS: I DUP I VENDITORI P.A.L.* I VENDITORI IMPRESA* GLI SPECIALISTI DI SETTORE MERCEOLOGICO * ove presenti

32 SISTEMA BASE IMPRESA II PERIODO 2011 DUP, VENDITORE P.A.L., VENDITORE IMPRESA, SPECIALISTA SETTORE MERCEOLOGICO PRODOTTI 32 * Comprende Postatarget, Mass mail internazionale, Posta non indirizzata ** Nel consuntivo Corriere Espresso + Pacchi (naz.le+int.le) vengono conteggiati anche i ricavi di Home Box. Per il Corriere Espresso sia i consuntivi sia gli obiettivi sono al netto IVA *** Offerta per Partite Iva, clientela Impresa, P.A.L. e Retail N.B. Ai fini del calcolo delle aperture nette di Conti Impresa si conteggiano anche le chiusure di Conti Office e Soho

33 SISTEMA BASE IMPRESA II PERIODO 2011 DUP, VENDITORE P.A.L., VENDITORE IMPRESA, SPECIALISTA SETTORE MERCEOLOGICO 33 PRODOTTI E SOGLIE DI ACCESSO * Comprende Postatarget, Mass mail internazionale, Posta non indirizzata ** Nel consuntivo Corriere Espresso + Pacchi (naz.le+int.le) vengono conteggiati anche i ricavi di Home Box. Per il Corriere Espresso sia i consuntivi sia gli obiettivi sono al netto IVA *** Offerta per Partite Iva, clientela Impresa, P.A.L. e Retail N.B. Ai fini del calcolo delle aperture nette di Conti Impresa si conteggiano anche le chiusure di Conti Office e Soho

34 SISTEMA BASE IMPRESA II PERIODO 2011 DUP, VENDITORE P.A.L., VENDITORE IMPRESA, SPECIALISTA SETTORE MERCEOLOGICO 34 MECCANISMO MATURAZIONE BONUS IL BONUS PER CIASCUNA FIGURA PROFESSIONALE MATURA AL RAGGIUNGIMENTO/SUPERAMENTO DELLA SOGLIA DI ACCESSO SUL SET PRODOTTI (IN COERENZA CON I MECCANISMI DI CUI ALLA SLIDE 30) L IMPORTO DEL BONUS SI DETERMINA IN RELAZIONE AI CREDITI CONSEGUITI SUL SET PRODOTTI IN BASE ALLE FASCE DI SEGUITO INDIVIDUATE: * solo ove previsto da dimensionamento organizzativo PER IMPORTI BONUS PER FASCIA DI CREDITI CONSEGUITI VEDI SLIDE 37

35 SISTEMA BASE IMPRESA II PERIODO 2011 DUP, VENDITORE P.A.L., VENDITORE IMPRESA, SPECIALISTA SETTORE MERCEOLOGICO 35 ESEMPI MATURAZIONE BONUS 1) L UP Retail con Area Impresa X consegue 920 crediti sul set prodotti; il DUP e gli Specialisti Settore Merceologico maturano un bonus corrispondente alla fascia 2 (>=900 crediti e < 990 crediti) 2) L UP Retail con Area Impresa Y consegue 800 crediti sul set prodotti; il DUP e gli Specialisti Settore Merceologico maturano un bonus corrispondente alla fascia 1 (>=765 crediti e < 900 crediti), pur bucando due prodotti. Esempio: 3) L UP Retail con Area Impresa Z consegue 610 crediti sul set prodotti Venditore Impresa; ciascun Venditore Impresa matura un bonus corrispondente alla fascia 2 (>=600 crediti e < 660 crediti)

36 SISTEMA BASE IMPRESA II PERIODO 2011 DUP, VENDITORE P.A.L., VENDITORE IMPRESA, SPECIALISTA SETTORE MERCEOLOGICO 36 PERIMETRI CONSUNTIVI E OBIETTIVI PER I DUP CI SI RIFERISCE PER CIASCUN PRODOTTO ALL OBIETTIVO TOTALE DELL UP (COMPRENDENTE ANCHE CLIENTI ALTO SPENDENTI NON ASSEGNATI AI VENDITORI) PER I VENDITORI P.A.L. E VENDITORI IMPRESA CI SI RIFERISCE ALL OBIETTIVO TOTALE DEI CLIENTI IN PORTAFOGLIO ASSEGNATO A CIASCUN VENDITORE PER GLI SPECIALISTI SETTORE MERCEOLOGICO CI SI RIFERISCE PER CIASCUN PRODOTTO ALL OBIETTIVO TOTALE DELL UP AL NETTO DEI PORTAFOGLI P.A.L. E IMPRESA ASSEGNATI E NON ASSEGNATI AI VENDITORI P.A.L. E VENDITORI IMPRESA * OVE PRESENTI

37 SISTEMA BASE IMPRESA II PERIODO 2011 DUP, VENDITORE P.A.L., VENDITORE IMPRESA, SPECIALISTA SETTORE MERCEOLOGICO 37 BONUS

38 SISTEMA BASE IMPRESA II PERIODO 2011 DUP, VENDITORE P.A.L., VENDITORE IMPRESA, SPECIALISTA SETTORE MERCEOLOGICO 38 SUPERBONUS

39 39 INCENTIVAZIONE IMPRESA Sistema Sportelleria per: OPERATORI SPORTELLO POSTE IMPRESE II periodo 1 aprile 30 giugno 2011

40 SISTEMA BASE IMPRESA II PERIODO 2011 OPERATORI SPORTELLO POSTE IMPRESE CARATTERISTICHE DEL SISTEMA 40 ACCESSO SVINCOLATO DA SOGLIE DI ACCESSO DEL DUP BONUS SPORTELLERIA SUPERBONUS SET PRODOTTI RICONOSCIUTO A TUTTI GLI OPERATORI SPORTELLO POSTE IMPRESE SE RAGGIUNTI GLI OBIETTIVI PREVISTI SUL LORO SET PRODOTTI SPECIFICO (LIVELLI MINIMI DI VALORIZZAZIONE CREDITI E SOGLIA DI ACCESSO IN CREDITI) MATURA SE TUTTE LE TIPOLOGIE DI FIGURA PROFESSIONALE PREVISTE NELL UP RETAIL CON AREA IMPRESA, RELATIVAMENTE AL SISTEMA SPORTELLERIA E AL SISTEMA COMMERCIALE, REALIZZANO CONTESTUALMENTE L ACCESSO AL SISTEMA IN COERENZA CON I MECCANISMI DI INCENTIVAZIONE (VEDI SLIDE 31) DESTINATO A TUTTI GLI OPERATORI SPORTELLO POSTE IMPRESE COMUNICAZIONE COMMERCIALE*; RACCOMANDATA + RACCOMANDATA1; POSTA EASY (FULL E BASIC); CORRIERE ESPRESSO + PACCHI (NAZ.LE+INT.LE)**; SIM POSTEMOBILE*** PERIMETRO CONSUNTIVI ED OBIETTIVI PER GLI OPERATORI SPORTELLO POSTE IMPRESE CI SI RIFERISCE PER CIASCUN PRODOTTO ALL OBIETTIVO TOTALE DELL UP RETAIL CON AREA IMPRESA (COMPRENDENTE ANCHE CLIENTI ALTO SPENDENTI NON ASSEGNATI AI VENDITORI) * Comprende Postatarget, Mass mail internazionale, Posta non indirizzata ** Nel consuntivo Corriere Espresso + Pacchi (naz.le+int.le) vengono conteggiati anche i ricavi di Home Box. Per il Corriere Espresso sia i consuntivi sia gli obiettivi sono al netto IVA *** Offerta per Partite Iva, clientela Impresa, P.A.L. e Retail

41 SISTEMA BASE IMPRESA II PERIODO 2011 OPERATORI SPORTELLO POSTE IMPRESE VALORIZZAZIONE DEI CREDITI BONUS SPORTELLERIA 41 % MINIME DI RAGGIUNGIMENTO BUDGET DI PERIODO 70% DEL BUDGET PER TUTTI I PRODOTTI DEL SET TETTI MASSIMI TETTO MASSIMO DI 150 CREDITI PER TUTTI I PRODOTTI DEL SET POSSIBILITA DI BUCARE NON VIENE CONCESSA LA FACOLTA DI BUCARE PRODOTTI SOGLIA DI ACCESSO PARI A 425 MECCANISMO MATURAZIONE BONUS SPORTELLERIA MATURANO IL BONUS SPORTELLERIA TUTTI GLI OPERATORI SPORTELLO POSTE IMPRESE CHE RAGGIUNGONO/SUPERANO LA SOGLIA DI ACCESSO SUL SET PRODOTTI. L IMPORTO DEL BONUS SPORTELLERIA SI DETERMINA IN RELAZIONE AI CREDITI CONSEGUITI SUL SET PRODOTTI IN BASE ALLE FASCE DI SEGUITO INDIVIDUATE : -FASCIA 1: >= 425 e < 500 -FASCIA 2: >= 500 e < 550 -FASCIA 3: >= 550

42 SISTEMA BASE IMPRESA II PERIODO 2011 OPERATORI SPORTELLO POSTE IMPRESE IMPORTI BONUS E SUPERBONUS 42 IMPORTI BONUS SPORTELLERIA PER FASCIA CREDITI CONSEGUITI (PER INDIVIDUAZIONE FASCE VEDI SLIDE 41)

43 SISTEMA BASE UP RETAIL CON AREA IMPRESA II PERIODO 2011 (1 APRILE-30 GIUGNO) REGOLE ACCESSORIE

44 Regole accessorie 1) Partecipa all iniziativa commerciale Sistema Base up Retail con area impresa II periodo il personale con rapporto di lavoro a tempo indeterminato e applicato, nell ambito dell unità di appartenenza, sui ruoli coinvolti nel presente sistema di incentivazione; 2) Il tempo minimo di applicazione, nell ambito dell unità di appartenenza, necessario per la maturazione del bonus è pari alla metà del periodo di riferimento; 3) Gli operatori sportello poste imprese degli UP Impresa e degli UP con area Impresa che potranno accedere ai bonus previsti per l iniziativa commerciale Sistema Base up Retail con area impresa II periodo saranno individuati esclusivamente in base all effettiva e prevalente applicazione in attività di sportelleria. In particolare saranno considerati solo coloro ai quali è stata pagata, nel periodo di riferimento, l indennità di cassa per un periodo superiore al 50% dei gg. di presenza nell UP premiato I giorni di ferie eventualmente fruiti nel periodo saranno considerati gg. di effettiva applicazione allo sportello. 4) Ai fini della determinazione del bonus individuale i giorni di ferie vengono considerati come giornate di effettivo servizio. 5) Nelle Zone di Servizio Minori, ai fini della determinazione del bonus individuale, le giornate di attività lavorativa svolta all interno della ZSM (presso gli UP Satellite o presso l UP Polo) vengono considerate come giornate di effettivo servizio.

45 Regole accessorie 6) Fermo restando i tempi minimi di applicazione nell ambito dell unità di appartenenza: - l importo del bonus da riconoscere è determinato in base al periodo di presenza/permanenza nella figura professionale incentivata; - in caso di cambiamento di figura professionale l importo del bonus è determinato pro-quota in base ai periodi di presenza/permanenza nelle singole figure oggetto di incentivazione - in caso di trasferimento l importo del bonus è determinato pro-quota in base al periodo di presenza/permanenza nelle singole unità organizzative. 7) Il personale part-time accede ai meccanismi di incentivazione in proporzione alla durata della prestazione. 8) I DUP che accederanno al sistema in coerenza con il meccanismo di incentivazione, saranno esclusi dall erogazione dei bonus nei seguenti casi di esito delle ATTIVITA DI AUDIT CHIUSI: Audit di compliance con grading insufficiente e non adeguato Follow up con grading insufficiente e non adeguato L esclusione dall erogazione del bonus può avvenire una sola volta nel corso dell anno per ogni Audit o Follow up

46 Regole accessorie 9) Fermo restando ogni altra condizione, il pagamento del bonus relativo al Sistema Base up Retail con area impresa II periodo avverrà nel corso del ) Il bonus che sarà erogato al lordo degli oneri previsti dalla Legge è riservato alle risorse che risultano in servizio alla fine del periodo (in servizio fino al 30 giugno) 11) I bonus previsti dall iniziativa vengono determinati in funzione dei risultati raggiunti ad incremento della produttività del lavoro. 12) I bonus previsti per il Sistema Base up Retail con area impresa II periodo costituiscono una integrazione straordinaria, di natura variabile, del trattamento economico ed assorbono e superano quanto eventualmente definito in precedenza relativamente alla quota variabile della retribuzione correlata al conseguimento di risultati e/o positive performance.

47 Regole accessorie 13) La partecipazione al Sistema Base up Retail con area impresa II periodo non comporta il sorgere di alcun diritto ad analoghe erogazioni future, anche a fronte di andamenti positivi dei medesimi indicatori considerati nell ambito del presente Sistema, e non costituisce condizione per la partecipazione, negli anni a venire, ad analoghe iniziative che Poste Italiane si riserva di confermare, modificare o non prevedere 14) E escluso dall attribuzione del bonus eventualmente maturato nel periodo di riferimento, il personale che, nello stesso arco di tempo, abbia tenuto comportamenti professionali non coerenti con il codice etico e il codice disciplinare di Poste Italiane e sia stato conseguentemente destinatario di procedimento disciplinare che abbia comportato l applicazione di un provvedimento disciplinare più grave della multa. L erogazione del bonus sarà quindi sospesa fino alla definizione dell eventuale intervento disciplinare. 15) Durante il periodo di validità dell iniziativa, le presenti condizioni potranno essere soggette ad integrazioni, variazioni e/o proroghe in relazione a diversi scenari organizzativi e/o di mercato che si manifesteranno nel corso dell incentivazione in oggetto. In ogni caso le eventuali modifiche non inficeranno gli obiettivi eventualmente già raggiunti dai partecipanti. 16) Della presente iniziativa viene data informativa alle OO.SS. ai sensi dell articolo 5, lettera A, punto C del CCNL.

+ CON. Il bando. Finalità. Destinatari

+ CON. Il bando. Finalità. Destinatari + CON Il bando AMNU e STET promuovono un bando rivolto alle scuole di ogni ordine e grado del territorio dell Alta Valsugana e Bersntol. Il bando sollecita l attivazione di progetti finalizzati al risparmio

Dettagli

FORMA.TEMP FONDO PER LA FORMAZIONE DEI LAVORATORI IN SOMMINISTRAZIONE CON CONTRATTO A TEMPO DETERMINATO

FORMA.TEMP FONDO PER LA FORMAZIONE DEI LAVORATORI IN SOMMINISTRAZIONE CON CONTRATTO A TEMPO DETERMINATO FORMA.TEMP FONDO PER LA FORMAZIONE DEI LAVORATORI IN SOMMINISTRAZIONE CON CONTRATTO A TEMPO DETERMINATO BANDO PUBBLICO N. 2 PER IL FINANZIAMENTO DI PERCORSI FORMATIVI INDIVIDUALI MEDIANTE ASSEGNAZIONE

Dettagli

ACCORDI EXPO PER IL LAVORO

ACCORDI EXPO PER IL LAVORO ACCORDI EXPO PER IL LAVORO Milano, 27 aprile 2015 Il 26 marzo scorso tra Unione Confcommercio Milano e le organizzazioni sindacali di categoria Filcams-CGIL, Fisascat-CISL e Uiltucs-UIL di Milano e di

Dettagli

TITOLO X Tempo parziale (Part Time) Premessa

TITOLO X Tempo parziale (Part Time) Premessa TITOLO X Tempo parziale (Part Time) Premessa Le parti, nel ritenere che il rapporto di lavoro a tempo parziale possa essere mezzo idoneo ad agevolare l incontro fra domanda e offerta di lavoro, ne confermano

Dettagli

ANTICIPI IMPORT EXPORT IN EURO E/O VALUTA ESTERA FINANZIAMENTI IN VALUTA ESTERA SENZA VINCOLO DI DESTINAZIONE

ANTICIPI IMPORT EXPORT IN EURO E/O VALUTA ESTERA FINANZIAMENTI IN VALUTA ESTERA SENZA VINCOLO DI DESTINAZIONE Pag. 1 / 5 Anticipi import export ANTICIPI IMPORT EXPORT IN EURO E/O VALUTA ESTERA FINANZIAMENTI IN VALUTA ESTERA SENZA VINCOLO DI DESTINAZIONE INFORMAZIONI SULLA BANCA Banca Monte dei Paschi di Siena

Dettagli

Le soluzioni migliori per il tuo lavoro. Area Clienti Business www.impresasemplice.it. Mobile. Il meglio di TIM e Telecom Italia per il business.

Le soluzioni migliori per il tuo lavoro. Area Clienti Business www.impresasemplice.it. Mobile. Il meglio di TIM e Telecom Italia per il business. Le soluzioni migliori per il tuo lavoro Area Clienti Business www.impresasemplice.it Mobile Il meglio di TIM e Telecom Italia per il business. Telefonia mobile cos'è l'area Clienti business L Area Clienti

Dettagli

FERIE, PAR, RIDUZIONI ORARIO, LAVORO STRAORDINARIO e RIPOSI PERMESSI PER FERIE

FERIE, PAR, RIDUZIONI ORARIO, LAVORO STRAORDINARIO e RIPOSI PERMESSI PER FERIE FERIE, PAR, RIDUZIONI ORARIO, LAVORO STRAORDINARIO e RIPOSI PERMESSI PER FERIE Di seguito l indicazione della spettanza ferie per ciascuna categoria di beneficiari, come prevista dal vigente CONTRATTO

Dettagli

REGOLAMENTO OPERAZIONE A PREMI. PROMOTORE: GRUPPO COIN S.p.A. con Socio Unico, Via Terraglio 17-30174 VENEZIA - Codice Fiscale e Part.

REGOLAMENTO OPERAZIONE A PREMI. PROMOTORE: GRUPPO COIN S.p.A. con Socio Unico, Via Terraglio 17-30174 VENEZIA - Codice Fiscale e Part. REGOLAMENTO OPERAZIONE A PREMI PROMOTORE: GRUPPO COIN S.p.A. con Socio Unico, Via Terraglio 17-30174 VENEZIA - Codice Fiscale e Part. IVA 04850790967 PROMOTORE: PRAgmaTICA con sede in Vigolo Vattaro (TN),

Dettagli

DEPOSITO PIU - SEZIONE INTEGRATIVA DEL FOGLIO INFORMATIVO DEL SOTTOCONTO TECNICO Condizioni dei listini valide fino al 31 luglio 2015

DEPOSITO PIU - SEZIONE INTEGRATIVA DEL FOGLIO INFORMATIVO DEL SOTTOCONTO TECNICO Condizioni dei listini valide fino al 31 luglio 2015 DEPOSITO PIU - SEZIONE INTEGRATIVA DEL FOGLIO INFORMATIVO DEL SOTTOCONTO TECNICO Condizioni dei listini valide fino al 31 luglio 2015 LISTINO BASE 3 mesi Tasso nominale partita 0,25% lordo annuo 6 mesi

Dettagli

POLICY SUI CONFLITTI DI INTERESSI. Versione 9.0 del 9/03/2015. Approvata dal CDA nella seduta del 7/04/2015

POLICY SUI CONFLITTI DI INTERESSI. Versione 9.0 del 9/03/2015. Approvata dal CDA nella seduta del 7/04/2015 POLICY SUI CONFLITTI DI INTERESSI Versione 9.0 del 9/03/2015 Approvata dal CDA nella seduta del 7/04/2015 Policy conflitti di interesse Pag. 1 di 14 INDICE 1. PREMESSA... 3 1.1 Definizioni... 4 2. OBIETTIVI...

Dettagli

FOGLIO INFORMATIVO relativo alle operazioni di FINANZIAMENTO IMPORT IN EURO O DIVISA

FOGLIO INFORMATIVO relativo alle operazioni di FINANZIAMENTO IMPORT IN EURO O DIVISA NORME PER LA TRASPARENZA DELLE OPERAZIONI E DEI SERVIZI BANCARI E FINANZIARI Redatto ai sensi del decreto legislativo 1 settembre 1993, titolo VI del Testo Unico ed ai sensi delle Istruzioni di Vigilanza

Dettagli

MUTUO CHIROGRAFARIO OPERATORI ECONOMICI TASSO FISSO

MUTUO CHIROGRAFARIO OPERATORI ECONOMICI TASSO FISSO FOGLIO INFORMATIVO NORME PER LA TRASPARENZA DELLE OPERAZIONI E DEI SERVIZI BANCARI E FINANZIARI MUTUO CHIROGRAFARIO OPERATORI ECONOMICI TASSO FISSO INFORMAZIONI SULLA BANCA UNIPOL BANCA S.p.A. SEDE LEGALE

Dettagli

TRIBUNALE DI MODENA Sezione lavoro

TRIBUNALE DI MODENA Sezione lavoro TRIBUNALE DI MODENA Sezione lavoro Proc. n. 1013/05 RGL Il giudice, a scioglimento della riserva assunta all udienza del 22.12.05; esaminate le note depositate dalle parti il 13.1.06; osserva: 1. Ricostruzione

Dettagli

BRM. Tutte le soluzioni. per la gestione delle informazioni aziendali. BusinessRelationshipManagement

BRM. Tutte le soluzioni. per la gestione delle informazioni aziendali. BusinessRelationshipManagement BRM BusinessRelationshipManagement Tutte le soluzioni per la gestione delle informazioni aziendali - Business Intelligence - Office Automation - Sistemi C.R.M. I benefici di BRM Garantisce la sicurezza

Dettagli

TEMI SPECIALI DI BILANCIO MODULO II

TEMI SPECIALI DI BILANCIO MODULO II TEMI SPECIALI DI BILANCIO MODULO II Lezione 6 IAS 19: Benefici per i dipendenti Marco Rossi Senior Manager Deloitte & Touche S.p.A. marrossi@deloitte.it Facoltà di Economia anno 2011 2012 24 aprile 2012

Dettagli

FINANZIAMENTI IMPORT IN EURO

FINANZIAMENTI IMPORT IN EURO Data release 1/07/2014 N release 0009 Pagina 1 di 6 INFORMAZIONI SULLA BANCA Denominazione Sede legale: BANCA CARIM Cassa di Risparmio di Rimini S.p.A. P.za Ferrari 15 47921 Rimini Nr. di iscriz. Albo

Dettagli

Pronti per la Voluntary Disclosure?

Pronti per la Voluntary Disclosure? Best Vision GROUP The Swiss hub in the financial business network Pronti per la Voluntary Disclosure? Hotel de la Paix, 21 aprile 2015, ore 18:00 Hotel Lugano Dante, 22 aprile 2015, ore 17:00 Best Vision

Dettagli

DISCIPLINA IN MATERIA DI LAVORO A TEMPO PARZIALE E DELLE INCOMPATIBILITA

DISCIPLINA IN MATERIA DI LAVORO A TEMPO PARZIALE E DELLE INCOMPATIBILITA Città di Medicina Via Libertà 103 40059 Medicina (BO) Partita I.V.A. 00508891207 Cod. Fisc.00421580374 Tel 0516979111 Fax 0516979222 personale@comune.medicina.bo.it DISCIPLINA IN MATERIA DI LAVORO A TEMPO

Dettagli

Gruppo PRADA. Codice etico

Gruppo PRADA. Codice etico Gruppo PRADA Codice etico Indice Introduzione 2 1. Ambito di applicazione e destinatari 3 2. Principi etici 3 2.1 Applicazione dei Principi etici: obblighi dei Destinatari 4 2.2 Valore della persona e

Dettagli

Scheda approfondita LAVORO PART-TIME

Scheda approfondita LAVORO PART-TIME Scheda approfondita LAVORO PART-TIME Nozione Finalità Ambito soggettivo di applicazione Legenda Contenuto Precisazioni Riferimenti normativi Ambito oggettivo di applicazione Forma Durata Trattamento economico

Dettagli

responsabile procedimento respons abile

responsabile procedimento respons abile Elaborazione indennità mensili amministratori Cedolino mensile per Sindaco e Assessori mensile - no entro il 27 di ogni mese Predisposizione F24EP (per versamento oneri previdenziali e ritenute operate

Dettagli

Strategie competitive ed assetti organizzativi nell asset management

Strategie competitive ed assetti organizzativi nell asset management Lezione di Corporate e Investment Banking Università degli Studi di Roma Tre Strategie competitive ed assetti organizzativi nell asset management Massimo Caratelli, febbraio 2006 ma.caratelli@uniroma3.it

Dettagli

IT FINANCIAL MANAGEMENT

IT FINANCIAL MANAGEMENT IT FINANCIAL MANAGEMENT L IT Financial Management è una disciplina per la pianificazione e il controllo economico-finanziario, di carattere sia strategico sia operativo, basata su un ampio insieme di metodologie

Dettagli

Eccellenza nel Credito alle famiglie

Eccellenza nel Credito alle famiglie Credito al Credito Eccellenza nel Credito alle famiglie Innovazione e cambiamento per la ripresa del Sistema Paese Premessa La complessità del mercato e le sfide di forte cambiamento del Paese pongono

Dettagli

FOGLIO INFORMATIVO relativo a SCONTO DI PORTAFOGLIO

FOGLIO INFORMATIVO relativo a SCONTO DI PORTAFOGLIO INFORMAZIONI SULLA BANCA FOGLIO INFORMATIVO relativo a SCONTO DI PORTAFOGLIO BANCA DEGLI ERNICI di Credito Cooperativo SCpA VIA ROMANA SELVA, SNC - 03039 - SORA (FR) Tel. : 07768520 - Fax: 0776852030 Email:info@bancadegliernici.it

Dettagli

ANTICIPO IMPORT / EXPORT FINANZIAMENTI IN DIVISA

ANTICIPO IMPORT / EXPORT FINANZIAMENTI IN DIVISA INFORMAZIONI SULLA BANCA Banca Popolare Etica Società Cooperativa per Azioni Via Niccolò Tommaseo, 7 35131 Padova Tel. 049 8771111 Fax 049 7399799 E-mail: posta@bancaetica.it Sito Web: www.bancaetica.it

Dettagli

JOBS ACT : I CHIARIMENTI SUL CONTRATTO A TERMINE

JOBS ACT : I CHIARIMENTI SUL CONTRATTO A TERMINE Lavoro Modena, 02 agosto 2014 JOBS ACT : I CHIARIMENTI SUL CONTRATTO A TERMINE Legge n. 78 del 16 maggio 2014 di conversione, con modificazioni, del DL n. 34/2014 Ministero del Lavoro, Circolare n. 18

Dettagli

COMUNE DI ORBETELLO (Provincia di Grosseto)

COMUNE DI ORBETELLO (Provincia di Grosseto) COMUNE DI ORBETELLO (Provincia di Grosseto) REGOLAMENTO DI ISTITUZIONE DELLE POSIZIONI ORGANIZZATIVE Art. 1 - Area delle posizione organizzative 1. Nel rispetto dei criteri generali contenuti nelle disposizioni

Dettagli

VADEMECUM SUL PART-TIME (RAPPORTO DI LAVORO A TEMPO PARZIALE)

VADEMECUM SUL PART-TIME (RAPPORTO DI LAVORO A TEMPO PARZIALE) Normativa VADEMECUM SUL PART-TIME (RAPPORTO DI LAVORO A TEMPO PARZIALE) a cura di Libero Tassella da Scuola&Scuola, 8/9/2003 Riferimenti normativi: artt. 7,8 legge 29.12.1988, N. 554; artt. 7,8 Dpcm 17.3.1989,

Dettagli

Bando speciale BORSE LAVORO 2015

Bando speciale BORSE LAVORO 2015 Bando speciale BORSE LAVORO 2015 PREMESSA La Fondazione Cassa di Risparmio di Pistoia e Pescia considera la mancanza di occasioni di lavoro per i giovani, in misura non più conosciuta da decenni, come

Dettagli

FINANZIAMENTI ALTRI ESTERO

FINANZIAMENTI ALTRI ESTERO Data release 01/07/2014 N release 0009 Pagina 1 di 6 INFORMAZIONI SULLA BANCA Denominazione Sede legale: BANCA CARIM Cassa di Risparmio di Rimini S.p.A. P.za Ferrari 15 47921 Rimini Nr. di iscriz. Albo

Dettagli

L'EVOLUZIONE DEL PART-TIME NEL CONTRATTO DEL COMPARTO NAZIONALE DELLA SANITA' PUBBLICA

L'EVOLUZIONE DEL PART-TIME NEL CONTRATTO DEL COMPARTO NAZIONALE DELLA SANITA' PUBBLICA L'EVOLUZIONE DEL PART-TIME NEL CONTRATTO DEL COMPARTO NAZIONALE DELLA SANITA' PUBBLICA a cura del Nucleo Promozione e Sviluppo Responsabile: Cesare Hoffer Il presente documento non ha la pretesa di essere

Dettagli

Decreto Part-time. Decreto legislativo varato il 28-1-2000 dal Consiglio dei ministri in base alla direttiva 97/81/Ce sul lavoro part-time

Decreto Part-time. Decreto legislativo varato il 28-1-2000 dal Consiglio dei ministri in base alla direttiva 97/81/Ce sul lavoro part-time Decreto Part-time Decreto legislativo varato il 28-1-2000 dal Consiglio dei ministri in base alla direttiva 97/81/Ce sul lavoro part-time ARTICOLO 1 Definizioni 1.Nel rapporto di lavoro subordinato l assunzione

Dettagli

DOCUMENTO APPROVATO DAL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE DEL 12 DICEMBRE

DOCUMENTO APPROVATO DAL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE DEL 12 DICEMBRE REGOLAMENTO DI FUNZIONAMENTO DELL ORGANISMO DI VIGILANZA D.LGS 231/01 DI GALA S.P.A. DOCUMENTO APPROVATO DAL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE DEL 12 DICEMBRE 2013 INDICE ARTICOLO 1 SCOPO E AMBITO DI APPLICAZIONE..3

Dettagli

Comune di MERCATELLO SUL METAURO Provincia di Pesaro e Urbino CONTRATTO COLLETTIVO DECENTRATO INTEGRATIVO ANNO 2010

Comune di MERCATELLO SUL METAURO Provincia di Pesaro e Urbino CONTRATTO COLLETTIVO DECENTRATO INTEGRATIVO ANNO 2010 Comune di MERCATELLO SUL METAURO Provincia di Pesaro e Urbino CONTRATTO COLLETTIVO DECENTRATO INTEGRATIVO ANNO 2010 Sottoscritto definitivamente in data 20 dicembre 2010 Comune di MERCATELLO SUL METAURO

Dettagli

REGOLAMENTO DELLE ATTIVITA

REGOLAMENTO DELLE ATTIVITA REGOLAMENTO DELLE ATTIVITA Approvato il 3 agosto 2011 Indice Disposizioni generali Art. 1 Oggetto del Regolamento Art. 2 Requisiti, obbligatorietà e modalità di iscrizione Art. 3 Casi particolari di prosecuzione

Dettagli

Relazione sulle Politiche di Remunerazione

Relazione sulle Politiche di Remunerazione SOCIETÀ CATTOLICA DI ASSICURAZIONE Società cooperativa con sede legale in Verona, Lungadige Cangrande n. 16 Capogruppo del Gruppo Cattolica Assicurazioni, iscritto all Albo dei Gruppi Assicurativi 019

Dettagli

Differenze tra il trattamento di mobilità in deroga annualità 2012 e annualità 2013

Differenze tra il trattamento di mobilità in deroga annualità 2012 e annualità 2013 Vademecum per la gestione del trattamento di mobilità in deroga Annualità 2013 Istruzioni per la compilazione della domanda di mobilità in deroga e informazioni generali sul trattamento. Differenze tra

Dettagli

Studio di retribuzione 2014

Studio di retribuzione 2014 Studio di retribuzione 2014 SALES & MARKETING Temporary & permanent recruitment www.pagepersonnel.it EDITORIALE Grazie ad una struttura costituita da 100 consulenti e 4 uffici in Italia, Page Personnel

Dettagli

CONDIZIONI GENERALI DI VENDITA DIVISIONE COLORI (Visa Colori spa)

CONDIZIONI GENERALI DI VENDITA DIVISIONE COLORI (Visa Colori spa) CONDIZIONI GENERALI DI VENDITA DIVISIONE COLORI (Visa Colori spa) 1) Definizioni 1.1 Ai fini delle presenti condizioni generali di vendita (di seguito denominate Condizioni di Vendita ), i seguenti termini

Dettagli

Gestione Servizi Doganali

Gestione Servizi Doganali Gestione Servizi Doganali GESTIONE SERVIZI DOGANALI Background La gestione delle attività dogali di import/export o transito richiede da sempre figure specializzate all interno delle aziende in grado di

Dettagli

GUIDA SUL PART TIME. Requisiti e modalità per inoltrare la domanda

GUIDA SUL PART TIME. Requisiti e modalità per inoltrare la domanda GUIDA SUL PART TIME Il termine per la presentazione della domanda per la richiesta di part time è generalmente fissata al 15 marzo di ogni anno. I docenti interessati devono inoltrare la domanda, per il

Dettagli

REGOLAMENTO COMUNALE PER LA GESTIONE DEL PART-TIME

REGOLAMENTO COMUNALE PER LA GESTIONE DEL PART-TIME REGOLAMENTO COMUNALE PER LA GESTIONE DEL PART-TIME ART. 1 Oggetto Il presente regolamento disciplina le procedure per la trasformazione dei rapporti di lavoro da tempo pieno a tempo parziale dei dipendenti

Dettagli

Nuova detrazione IRPEF del 50% per l acquisto di mobili ed elettrodomestici - Chiarimenti dell Agenzia delle Entrate

Nuova detrazione IRPEF del 50% per l acquisto di mobili ed elettrodomestici - Chiarimenti dell Agenzia delle Entrate Informativa ONB Nuova detrazione IRPEF del 50% per l acquisto di mobili ed elettrodomestici - Chiarimenti dell Agenzia delle Entrate INDICE 1 Premessa... 2 2 Soggetti beneficiari... 2 3 Ambito oggettivo

Dettagli

0,00 EUR Canone mensile. 0,00 EUR Canone/forfait/spese trimestrali. 0,00 EUR Spese annue per conteggio interessi e competenze (*)

0,00 EUR Canone mensile. 0,00 EUR Canone/forfait/spese trimestrali. 0,00 EUR Spese annue per conteggio interessi e competenze (*) CONTO CORRENTE WEBANK L offerta commerciale della Banca contempla prodotti, servizi e attività differenti che si contraddistinguono per specifiche caratteristiche (es. i prodotti contraddistinti dal marchio

Dettagli

REGOLAMENTO SUL RAPPORTO DI LAVORO A TEMPO PARZIALE

REGOLAMENTO SUL RAPPORTO DI LAVORO A TEMPO PARZIALE REGOLAMENTO SUL RAPPORTO DI LAVORO A TEMPO PARZIALE REGOLAMENTO SUL RAPPORTO DI LAVORO PART-TIME INDICE Art. 1 Finalità Art. 2 Campo di applicazione Art. 3 Contingente che può essere destinato al tempo

Dettagli

Banca Generali: la solidità di chi guarda lontano. Agosto 2014

Banca Generali: la solidità di chi guarda lontano. Agosto 2014 Banca Generali: la solidità di chi guarda lontano Agosto 2014 Banca Generali in pillole Banca Generali è uno degli assetgathererdi maggior successo e in grande crescita nel mercato italiano, con oltre

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO di ZOLA PREDOSA

ISTITUTO COMPRENSIVO di ZOLA PREDOSA ISTITUTO COMPRENSIVO di ZOLA PREDOSA Via Albergati 30 40069 Zola Predosa (BO) Tel. 051/755355 755455 - Fax 051/753754 E-mail: BOIC86400N@istruzione.it - C.F. 80072450374 Pec : boic86400n@pec.istruzione.it

Dettagli

DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI BCC DI ALBEROBELLO E SAMMICHELE DI BARI S.C.

DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI BCC DI ALBEROBELLO E SAMMICHELE DI BARI S.C. DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI BCC DI ALBEROBELLO E SAMMICHELE DI BARI S.C. LA NORMATIVA MIFID La Markets in Financial Instruments Directive (MiFID) è la Direttiva

Dettagli

Regolamento del Concorso misto a Premi denominato NEL MULINO CHE VORREI 2015

Regolamento del Concorso misto a Premi denominato NEL MULINO CHE VORREI 2015 Regolamento del Concorso misto a Premi denominato NEL MULINO CHE VORREI 2015 1. SOCIETÀ PROMOTRICE 2. PERIODO 3. PRODOTTO IN PROMOZIONE BARILLA G. e R. Fratelli Società per Azioni, con Socio Unico Via

Dettagli

ACCORDO DI RINNOVO 5 DICEMBRE 2012

ACCORDO DI RINNOVO 5 DICEMBRE 2012 ACCORDO DI RINNOVO 5 DICEMBRE 2012 MINIMI ED ALTRI ISTITUTI ECONOMICI 130 euro al 5 livello; 112 euro al 3 livello; 132 euro in media Tranche: 1/1/ 13 35 euro; 1/1/ 14 45 euro; 1/1/ 15 50 euro Conglobamento

Dettagli

INDICE. 1. Cos è la carta prepagata Pag. 3. 2. Sito carteprepagate.cc Pag. 10. 3. Come acquistare on line Pag. 14

INDICE. 1. Cos è la carta prepagata Pag. 3. 2. Sito carteprepagate.cc Pag. 10. 3. Come acquistare on line Pag. 14 INDICE Carte Prepagate istruzioni per l uso 1. Cos è la carta prepagata Pag. 3 2. Sito carteprepagate.cc Pag. 10 3. Come acquistare on line Pag. 14 4. Come creare il 3D security Pag. 16 5. Collegamento

Dettagli

CODICE ETICO. Sommario 1. Premessa Pag. 2 2. Principi Pag. 2

CODICE ETICO. Sommario 1. Premessa Pag. 2 2. Principi Pag. 2 Sommario 1. Premessa Pag. 2 2. Principi Pag. 2 2.1 Principi generali Pag. 2 2.2. Principi di condotta Pag. 2 2.3 Comportamenti non etici Pag. 3 2.3. Principi di trasparenza Pag. 4 3 Relazioni can il personale

Dettagli

Bandi 2015 ARTE E CULTURA. Progetto ic-innovazioneculturale 2015 Bando di idee. www.fondazionecariplo.it

Bandi 2015 ARTE E CULTURA. Progetto ic-innovazioneculturale 2015 Bando di idee. www.fondazionecariplo.it Bandi 2015 ARTE E CULTURA Progetto ic-innovazioneculturale 2015 Bando di idee BENESSERE GIOVANI COMUNITÀ www.fondazionecariplo.it BANDI 2015 1 Progetto ic-innovazioneculturale 2015 Bando di idee IL CONTESTO

Dettagli

Modulo di richiesta chiusura conto corrente BancoPosta Persone Fisiche

Modulo di richiesta chiusura conto corrente BancoPosta Persone Fisiche Modulo di richiesta chiusura conto corrente BancoPosta Persone Fisiche Il presente modulo, sottoscritto e corredato della documentazione necessaria, può essere: consegnato in un qualunque Ufficio Postale

Dettagli

REGOLAMENTO N. 20 DEL 26 MARZO 2008 L ISVAP. (Istituto per la vigilanza sulle assicurazioni private e di interesse collettivo)

REGOLAMENTO N. 20 DEL 26 MARZO 2008 L ISVAP. (Istituto per la vigilanza sulle assicurazioni private e di interesse collettivo) REGOLAMENTO N. 20 DEL 26 MARZO 2008 REGOLAMENTO RECANTE DISPOSIZIONI IN MATERIA DI CONTROLLI INTERNI, GESTIONE DEI RISCHI, COMPLIANCE ED ESTERNALIZZAZIONE DELLE ATTIVITÀ DELLE IMPRESE DI ASSICURAZIONE,

Dettagli

DISCIPLINA IN MATERIA DI LAVORO A TEMPO PARZIALE

DISCIPLINA IN MATERIA DI LAVORO A TEMPO PARZIALE Comune di Castel San Pietro Terme Provincia di Bologna SERVIZIO RISORSE UMANE DISCIPLINA IN MATERIA DI LAVORO A TEMPO PARZIALE APPROVATO CON DELIBERAZIONE GC. N. 159 IN DATA 4/11/2008 ART. 1 Oggetto Dipendenti

Dettagli

GLI INDICI DI BILANCIO PER LE ANALISI FINANZIARIE

GLI INDICI DI BILANCIO PER LE ANALISI FINANZIARIE GLI INDICI DI BILANCIO PER LE ANALISI FINANZIARIE GLI INDICI DI BILANCIO Gli indici sono rapporti tra grandezze economiche, patrimoniali e finanziarie contenute nello stato patrimoniale e nel conto economico

Dettagli

La funzione di Compliance: profili organizzativi e costi

La funzione di Compliance: profili organizzativi e costi La funzione di Compliance: profili organizzativi e costi Survey Risultati INDICE Pagina 1 Prefazione... 4 2 Premessa... 6 3 Informazioni generali...7 3.1 3.2 3.3 3.4 4 7 8 11 12 Organizzazione della funzione

Dettagli

Modulo di richiesta Migrazione da Ricaricabile ad Abbonamento

Modulo di richiesta Migrazione da Ricaricabile ad Abbonamento Dati dell'azienda intestataria della SIM Card PosteMobile Modulo di richiesta Migrazione da Ricaricabile ad Abbonamento Ragione Sociale P.IVA Codice Fiscale Sede Legale: Indirizzo N civico Provincia Cap

Dettagli

Aggiornato al 19/12/2014 1

Aggiornato al 19/12/2014 1 SERVIZI Estero Foglio Informativo n. 041108 Finanziamenti Import TRASPARENZA DELLE OPERAZIONI E DEI SERVIZI BANCARI Titolo VI (artt. 115-128) Testo Unico Bancario FOGLI INFORMATIVI INFORMAZIONI SULLA BANCA

Dettagli

FOGLIO INFORMATIVO relativo al FINANZIAMENTO IMPORT

FOGLIO INFORMATIVO relativo al FINANZIAMENTO IMPORT FOGLIO INFORMATIVO relativo al FINANZIAMENTO IMPORT INFORMAZIONI SULLA BANCA BANCA CREMASCA Credito Cooperativo Società Cooperativa Piazza Garibaldi 29 26013 Crema (CR) Tel.: 0373/8771 Fax: 0373/259562

Dettagli

PRINCIPI DI REDAZIONE DEL BILANCIO D ESERCIZIO

PRINCIPI DI REDAZIONE DEL BILANCIO D ESERCIZIO PRINCIPI DI REDAZIONE DEL BILANCIO D ESERCIZIO IL BILANCIO D ESERCIZIO E UN DOCUMENTO AZIENDALE DI SINTESI, DI DERIVAZIONE CONTABILE, RIVOLTO A VARI DESTINATARI, CHE RAPPRESENTA IN TERMINI CONSUNTIVI E

Dettagli

RAPPORTO DI LAVORO A TEMPO PARZIALE

RAPPORTO DI LAVORO A TEMPO PARZIALE Approvato con atto deliberativo n. 105 del 29.3.2011 REGOLAMENTO AZIENDALE per la DISCIPLINA DEL RAPPORTO DI LAVORO A TEMPO PARZIALE per il Personale Dipendente dell Area del COMPARTO FINALITA : Il presente

Dettagli

Modello di organizzazione, gestione e controllo ex d.lgs. 231/01 PARTE SPECIALE- REATI SOCIETARI. Art. 25 Duodecies Impiego di cittadini di paesi

Modello di organizzazione, gestione e controllo ex d.lgs. 231/01 PARTE SPECIALE- REATI SOCIETARI. Art. 25 Duodecies Impiego di cittadini di paesi Modello di organizzazione, gestione e controllo ex d.lgs. 231/01 PARTE SPECIALE- REATI SOCIETARI. Art. 25 Duodecies Impiego di cittadini di paesi terzi il cui soggiorno è irregolare Adozione con delibera

Dettagli

SCHEDA PROGETTO CLIVIA (CONCILIAZIONE LAVORO VITA ARPA)

SCHEDA PROGETTO CLIVIA (CONCILIAZIONE LAVORO VITA ARPA) SCHEDA PROGETTO CLIVIA (CONCILIAZIONE LAVORO VITA ARPA) SOGGETTO ATTUATORE REFERENTE AZIONE DENOMINAZIONE ARPA PIEMONTE INDIRIZZO Via Pio VII n. 9 CAP - COMUNE 10125 Torino NOMINATIVO Bona Griselli N TELEFONICO

Dettagli

I permessi brevi (art. 20 del CCNL del 6.7.1995 del personale del comparto Regioni e Autonomie locali) Luglio 2013

I permessi brevi (art. 20 del CCNL del 6.7.1995 del personale del comparto Regioni e Autonomie locali) Luglio 2013 I permessi brevi (art. 20 del CCNL del 6.7.1995 del personale del comparto Regioni e Autonomie locali) Luglio 2013 INDICE Presupposti... 2 Modalità di fruizione... 4 Particolari tipologie di rapporto di

Dettagli

L attività di Internal Audit nella nuova configurazione organizzativa

L attività di Internal Audit nella nuova configurazione organizzativa L attività di Internal Audit nella nuova configurazione organizzativa Massimo Bozeglav Responsabile Direzione Internal Audit Banca Popolare di Vicenza Indice 1. I fattori di cambiamento 2. L architettura

Dettagli

Il lavoro subordinato

Il lavoro subordinato Il lavoro subordinato Aggiornato a luglio 2012 1 CHE COS È? Il contratto di lavoro subordinato è un contratto con il quale un lavoratore si impegna a svolgere una determinata attività lavorativa alle dipendenze

Dettagli

FINANZIAMENTI IMPORT

FINANZIAMENTI IMPORT Aggiornato al 01/01/2015 N release 0004 Pagina 1 di 8 INFORMAZIONI SULLA BANCA Denominazione e forma giuridica: BANCA INTERPROVINCIALE S.p.A. Forma giuridica: Società per Azioni Sede legale e amministrativa:

Dettagli

Valore in dogana e valore ai fini IVA da dichiarare sulla bolletta doganale (di Ubaldo Palma)

Valore in dogana e valore ai fini IVA da dichiarare sulla bolletta doganale (di Ubaldo Palma) Valore in dogana e valore ai fini IVA da dichiarare sulla bolletta doganale (di Ubaldo Palma) Il valore imponibile a fronte di bollette doganali è oggetto di numerose liti fiscali a causa della poca chiarezza

Dettagli

FOGLIO INFORMATIVO. relativo alle operazioni di

FOGLIO INFORMATIVO. relativo alle operazioni di FOGLIO INFORMATIVO relativo alle operazioni di FINANZIAMENTI IMPORT, ANTICIPI E PREFINANZIAMENTI EXPORT, FINANZIAMENTI SENZA VINCOLO DI DESTINAZIONE (questi ultimi se non rientranti nel credito ai consumatori)

Dettagli

Tasso Annuo Effettivo Globale (TAEG)

Tasso Annuo Effettivo Globale (TAEG) INFORMAZIONI SULLA BANCA FOGLIO INFORMATIVO BANCA DI CREDITO COOPERATIVO DI LOCOROTONDO Cassa Rurale ed Artigiana - Società Cooperativa Piazza Marconi, 28-70010 Locorotondo (BA) Tel.: 0804351311 - Fax:

Dettagli

STUDIO DI SETTORE VM48U

STUDIO DI SETTORE VM48U A L L E G AT O 21 NOTA INTEGRATIVA (NUOVI INDICATORI DI COERENZA ECONOMICA) STUDIO DI SETTORE VM48U ANALISI DELLA COERENZA Per lo studio di settore VM48U sono previsti ulteriori specifici indicatori di

Dettagli

PROCEDURA DI AUDIT AI TEST CENTER AICA

PROCEDURA DI AUDIT AI TEST CENTER AICA Pag. 1 di 14 PROCEDURA DI AUDIT REVISIONI 1 19/12/2002 Prima revisione 2 07/01/2004 Seconda revisione 3 11/01/2005 Terza revisione 4 12/01/2006 Quarta revisione 5 09/12/2013 Quinta revisione Adeguamenti

Dettagli

Carta dei Servizi di PosteMobile S.p.A.

Carta dei Servizi di PosteMobile S.p.A. Carta dei Servizi di PosteMobile S.p.A. 1. PREMESSA E PRINCIPI FONDAMENTALI Con la sottoscrizione del Modulo di richiesta di consegna ed attivazione della Carta SIM PosteMobile e del Modulo di richiesta

Dettagli

Crescere e far crescere. Finalmente la composizione ideale per i tuoi investimenti.

Crescere e far crescere. Finalmente la composizione ideale per i tuoi investimenti. Crescere e far crescere. Finalmente la composizione ideale per i tuoi investimenti. LINEA INVESTIMENTO GUIDA AI PRODOTTI Crescere e far crescere. Finalmente la composizione ideale per i tuoi investimenti!

Dettagli

LA MODULISTICA NELLA MEDIAZIONE IMMOBILIARE. Linee guida per la predisposizione e l utilizzo

LA MODULISTICA NELLA MEDIAZIONE IMMOBILIARE. Linee guida per la predisposizione e l utilizzo LA MODULISTICA NELLA MEDIAZIONE IMMOBILIARE Linee guida per la predisposizione e l utilizzo LA MODULISTICA NELLA MEDIAZIONE IMMOBILIARE Linee guida per la predisposizione e l utilizzo La modulistica nella

Dettagli

Express Import system

Express Import system Express Import system Manuale del mittente Sistema Express Import di TNT Un semplice strumento on-line che consente a mittente e destinatario di organizzare le spedizioni in importazione. Il sistema Express

Dettagli

Cos è e come si costituisce una cooperativa. Roberta Trovarelli Legacoop Emilia Romagna

Cos è e come si costituisce una cooperativa. Roberta Trovarelli Legacoop Emilia Romagna Cos è e come si costituisce una cooperativa Roberta Trovarelli Legacoop Emilia Romagna 1 Che cos è una cooperativa un'associazione autonoma di persone che si uniscono volontariamente per soddisfare i propri

Dettagli

VERBALE DI RIUNIONE. si sono incontrate in ordine al rinnovo della Contrattazione Integrativa Aziendale ai sensi dell'art 21 del vigente CCNL.

VERBALE DI RIUNIONE. si sono incontrate in ordine al rinnovo della Contrattazione Integrativa Aziendale ai sensi dell'art 21 del vigente CCNL. VERBALE DI RIUNIONE II giorno 18 febbraio 2005 la Banca di Roma S.p.A. e la Rappresentanza Sindacale Aziendale UGL Credito dell'unità Produttiva Riscossione Tributi della Provincia di Frosinone si sono

Dettagli

PENSIONE DI VECCHIAIA, PENSIONE DI ANZIANITÀ, PENSIONE ANTICIPATA.

PENSIONE DI VECCHIAIA, PENSIONE DI ANZIANITÀ, PENSIONE ANTICIPATA. PENSIONE DI VECCHIAIA, PENSIONE DI ANZIANITÀ, PENSIONE ANTICIPATA. LA PENSIONE DI VECCHIAIA è il trattamento pensionistico corrisposto dall Istituto previdenziale al raggiungimento di una determinata età

Dettagli

Milano, 6/5/15 AVVISO PROROGA E INTEGRAZIONE

Milano, 6/5/15 AVVISO PROROGA E INTEGRAZIONE Milano, 6/5/15 AVVISO PROROGA E INTEGRAZIONE Il bando relativo all iniziativa URSA AWARD: Best project for a better tomorrow si modifica e integra come segue: 1) la partecipazione viene prorogata fino

Dettagli

IL PROGETTO CERT APP: GLI STRUMENTI E I RISULTATI DELLA SPERIMENTAZIONE

IL PROGETTO CERT APP: GLI STRUMENTI E I RISULTATI DELLA SPERIMENTAZIONE IL PROGETTO CERT APP: GLI STRUMENTI E I RISULTATI DELLA SPERIMENTAZIONE 12 DICEMBRE 2013 JOB MATCHPOINT Eliana Branca Direttore Scuola Superiore del Commercio del Turismo dei Servizi e delle Professioni

Dettagli

REGOLAMENTO PER IL RECLUTAMENTO DEI RICERCATORI A TEMPO DETERMINATO

REGOLAMENTO PER IL RECLUTAMENTO DEI RICERCATORI A TEMPO DETERMINATO Art. 1 - Finalità e ambito di applicazione Il presente Regolamento, emanato ai sensi della legge 9 maggio 1989, n. 168, disciplina, in armonia con i principi generali stabiliti dalla Carta Europea dei

Dettagli

Centro per l Impiego Carta dei servizi alle Aziende e agli Enti pubblici

Centro per l Impiego Carta dei servizi alle Aziende e agli Enti pubblici Centro per l Impiego Carta dei servizi alle Aziende e agli Enti pubblici SOMMARIO SERVIZI ALLE AZIENDE E AGLI ENTI PUBBLICI - accoglienza; - consulenza relativa alle comunicazioni obbligatorie; - servizio

Dettagli

COLF E BADANTI. Via Abruzzi, 3-00187 Roma tel. 06/8440761 - fax 06/42085830 caaf.nazionale@cisl.it www.caafcisl.it

COLF E BADANTI. Via Abruzzi, 3-00187 Roma tel. 06/8440761 - fax 06/42085830 caaf.nazionale@cisl.it www.caafcisl.it COLF E BADANTI Lo sportello Colf e Badanti del Caf Cisl nasce per fornire alle famiglie tutta l assistenza necessaria per la gestione del rapporto di lavoro di colf, assistenti familiari, baby sitter,

Dettagli

GUIDA ALLA RELAZIONE CON I FORNITORI

GUIDA ALLA RELAZIONE CON I FORNITORI GUIDA ALLA RELAZIONE CON I FORNITORI Indice 1 Introduzione 2 2 Come ERA collabora con i fornitori 3 Se siete il fornitore attualmente utilizzato dal cliente Se siete dei fornitori potenziali Se vi aggiudicate

Dettagli

DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI BCC DI CASSANO DELLE MURGE E TOLVE S.C.

DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI BCC DI CASSANO DELLE MURGE E TOLVE S.C. DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI BCC DI CASSANO DELLE MURGE E TOLVE S.C. LA NORMATIVA MIFID La Markets in Financial Instruments Directive (MiFID) è la Direttiva

Dettagli

ICCREA BANCA Spa - Istituto Centrale del Credito Cooperativo. Sede legale e amministrativa Via Lucrezia Romana, 41/47 00178 Roma

ICCREA BANCA Spa - Istituto Centrale del Credito Cooperativo. Sede legale e amministrativa Via Lucrezia Romana, 41/47 00178 Roma PRODOTTO BASE UTENTE INFORMAZIONI SULL EMITTENTE ICCREA BANCA Spa - Istituto Centrale del Credito Cooperativo Sede legale e amministrativa Numero telefonico: 800.991.341 Numero fax: 06.87.41.74.25 E-mail

Dettagli

La legge Fornero e la tutela dei lavoratori sospesi o cessati dal rapporto di lavoro. Antonino Sgroi Andrea Rossi

La legge Fornero e la tutela dei lavoratori sospesi o cessati dal rapporto di lavoro. Antonino Sgroi Andrea Rossi La legge Fornero e la tutela dei lavoratori sospesi o cessati dal rapporto di lavoro. Antonino Sgroi Andrea Rossi La legge n. 92 del 2012 è intervenuta nella materia previdenziale laddove la stessa appresta

Dettagli

HEALTH MANAGEMENT ISTITUTO DI MANAGEMENT SANITARIO FIRENZE www.health-management.it

HEALTH MANAGEMENT ISTITUTO DI MANAGEMENT SANITARIO FIRENZE www.health-management.it 1 OGGETTO ANZIANITÀ DI SERVIZIO QUESITO (posto in data 11 luglio 2013) Sono Dirigente Medico di primo livello dal marzo del 2006 e di ruolo, senza interruzioni di servizio, dal luglio 2007. Mi hanno già

Dettagli

NUOVE REGOLE IN MATERIA DI STATO DI DISOCCUPAZIONE DAL 1 GENNAIO 2014

NUOVE REGOLE IN MATERIA DI STATO DI DISOCCUPAZIONE DAL 1 GENNAIO 2014 NUOVE REGOLE IN MATERIA DI STATO DI DISOCCUPAZIONE DAL 1 GENNAIO 2014 COME ACQUISIRE LO STATO DI DISOCCUPAZIONE Lo stato di disoccupazione si compone di un elemento oggettivo (lo stato di privo di lavoro),

Dettagli

COMPRENSIONE DELL IMPRESA E DEL SUO CONTESTO E LA VALUTAZIONE DEI RISCHI DI ERRORI SIGNIFICATIVI

COMPRENSIONE DELL IMPRESA E DEL SUO CONTESTO E LA VALUTAZIONE DEI RISCHI DI ERRORI SIGNIFICATIVI COMPRENSIONE DELL IMPRESA E DEL SUO CONTESTO E LA VALUTAZIONE DEI RISCHI DI ERRORI SIGNIFICATIVI UNIVERSITA ROMA TRE FACOLTA DI ECONOMIA PROF. UGO MARINELLI Anno accademico 007-08 1 COMPRENSIONE DELL IMPRESA

Dettagli

Capo 1. Art.1 - (Definizione dell istituto dell indennità di posizione della categoria EP)

Capo 1. Art.1 - (Definizione dell istituto dell indennità di posizione della categoria EP) REGOLAMENTO DISCIPLINANTE L APPLICAZIONE DEGLI ARTT.75 CONFERIMENTO E REVOCA DI INCARICHI AL PERSONALE DELLA CATEGORIA EP E 76 RETRIBUZIONE DI POSIZIONE E RETRIBUZIONE DI RISULTATO DEL CCNL 16.10.2008

Dettagli

5b Fido per anticipazione di documenti sull Italia

5b Fido per anticipazione di documenti sull Italia Normativa sulla Trasparenza Bancaria Foglio informativo sulle operazioni e servizi offerti alla clientela 5b Fido per anticipazione di documenti sull Italia INFORMAZIONI SULLA BANCA Banca Popolare Valconca

Dettagli

1.1 Diritto al rimborso Il viaggiatore può chiedere il rimborso di un biglietto o abbonamento non utilizzato nei seguenti casi:

1.1 Diritto al rimborso Il viaggiatore può chiedere il rimborso di un biglietto o abbonamento non utilizzato nei seguenti casi: 8. RIMBORSI E INDENNITA 1. Rimborso 1.1 Diritto al rimborso Il viaggiatore può chiedere il rimborso di un biglietto o abbonamento non utilizzato nei seguenti casi: Per mancata effettuazione del viaggio

Dettagli

GUIDA ALLE OPZIONI SU AZIONI SU T3

GUIDA ALLE OPZIONI SU AZIONI SU T3 GUIDA ALLE OPZIONI SU AZIONI SU T3 SERVIZIO SULLE OPZIONI SU AZIONI (ISOALPHA) 1. INTRODUZIONE Con la piattaforma T3 di Webank possono essere negoziate le Opzioni su Azioni (Isoalpha), contratti di opzione

Dettagli

Formazione Su Misura

Formazione Su Misura Formazione Su Misura Contattateci per un incontro di presentazione inviando una mail a formazione@assoservizi.it o telefonando ai nostri uffici: Servizi alle Imprese 0258370-644.605 Chi siamo Assoservizi

Dettagli

Fattura elettronica: esenzioni

Fattura elettronica: esenzioni Fattura elettronica: esenzioni Con l entrata in vigore del sistema della fatturazione elettronica, istituita dall articolo 1, commi da 209 a 213 della legge 24 dicembre 2007, n. 244 e regolamentata dal

Dettagli