Incontro sulle azioni di Piano strategico della funzione PCL

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Incontro sulle azioni di Piano strategico della funzione PCL"

Transcript

1 Incontro sulle azioni di Piano strategico della funzione PCL Si è svolto questa mattina l atteso incontro con l Azienda per l illustrazione delle azioni specifiche della Funzione Posta, Comunicazione e Logistica (PCL) collegate al Piano strategico 2015/2019. Come noto questo incontro segue quello svolto il 16 dicembre u.s. con l AD Ing. Caio e quello del 16 gennaio con la Funzione MP sui quali vi abbiamo già informato a suo tempo. All incontro ha partecipato per l Azienda non solo il responsabile della Funzione PCL Dr. Giacchi ma anche il responsabile delle Risorse Umane Dr. Barbieri che ha introdotto la riunione sottolineando l importanza e la delicatezza dell attuale momento per il Gruppo Poste, anche nella prospettiva della privatizzazione del 40% del suo capitale. Il responsabile della Funzione PCL ha illustrato in modo molto approfondito i contenuti della presentazione che si sviluppa lungo tre direttrici: la situazione di partenza del Gruppo Poste in generale e della Funzione PCL in particolare, situazione drammatica (e rappresentata come tale) sia per quanto riguarda la situazione attuale del servizio e dell Azienda che per le loro prospettive in mancanza di interventi correttivi; la visione dell Azienda per i servizi postali, proiettata al 2020; il piano delle azioni necessarie, secondo l Azienda, per raggiungere gli obiettivi di un decisivo recupero di efficienza ed efficacia del servizio di recapito della corrispondenza e dei pacchi, piano di azioni che riguarda una nuova organizzazione del recapito e delle regole gestionali ma che tiene conto anche delle recenti modifiche all impianto regolatorio del servizio universale contenute nel DDL stabilità 2015 (introduzione del corriere in J + 4, estensione della possibilità di attivare il recapito a giorni alterni ecc.). Ci riserviamo di inviarvi nei prossimi giorni una valutazione più approfondita e puntale dei contenuti del documento aziendale dopo che avremo analizzato meglio i suoi contenuti. Dopo l illustrazione del documento la parola è, come di consueto, passata alle OO.SS. per il loro commento. L intervento svolto dal nostro Segretario Generale non ha, come ovvio, toccato gli aspetti di riorganizzazione tecnica contenuti nella presentazione aziendale, che necessitano peraltro di ulteriori approfondimenti, ma si è sviluppato attraverso delle considerazioni politiche e delle richieste precise in merito alla disponibilità aziendale ad avviare un negoziato vero, che possa riguardare ogni aspetto di merito delle proposte illustrate. Poiché è condivisa da tutti la necessità di riorganizzare il settore dei servizi postali, pena la progressiva uscita di Poste dal mercato e il deterioramento irreparabile del conto economico dell Azienda, si tratta a nostro parere di condividere il metodo negoziale, di darci delle priorità sugli obiettivi da raggiungere, di lavorare in sede tecnica step per step, di lasciare al negoziato la possibilità di individuare il come raggiungere gli obiettivi condivisi, di evitare inutili rigidità da parte aziendale, di valorizzare (invece che sanzionare in modo sempre più pesante) le risorse umane.

2 Se queste condizioni ci dovessero essere, SLP ha annunciato la disponibilità da subito ad avviare il tavolo tecnico negoziale nel quale provare a raggiungere un accordo entro tempi certi, compatibili con i gli obiettivi del Piano strategico. Dopo gli interventi delle altre OO.SS. l Azienda, attraverso il Responsabile delle Risorse Umane, ha ufficialmente comunicato la disponibilità ad attivare da subito un confronto di merito vero, nel quale approfondire le proposte aziendali e confrontarle con le soluzioni eventualmente alternative proposte dal Sindacato. In sostanza l Azienda ha condiviso la nostra proposta di partire dagli obiettivi condivisi e insieme definire le priorità di intervento nonché le modalità più convenienti per tutti per raggiungere tali obiettivi. La riunione si è conclusa con l impegno a convocare il tavolo tecnico sulla riorganizzazione dei servizi postali già nella prossima settimana. Cordiali saluti MARIO PETITTO SEGRETARIO GENERALE /FIRMATO/

3 COMUNICATO INCONTRO SU PIANO STRATEGICO POSTE ITALIANE INERENTE POSTE LOGISTICA COMUNICAZIONE Si è tenuta stamane la riunione sulle iniziative del Piano Strategico riferite alla Funzione Poste Logistica Comunicazione. Alla presenza del Capo del Personale Dott. Fabrizio Barbieri, il Dott. Roberto Giacchi responsabile della Funzione Poste Logistica Comunicazione, ha illustrato le 42 slides contenenti oltre la fotografia dell'esistente anche le azioni organizzative da intraprendere non solo per rendere più efficace l'intera struttura, ma anche per poter conseguire, sempre all'interno di PCL, almeno un pareggio di bilancio La rappresentazione della situazione attuale, fornita dall'azienda, è stata impietosa ma reale: le OO.SS. non avrebbero saputo fare di meglio! Tra le tante criticità esposte va sottolineata la considerazione sempre di parte aziendale relativa alla perdita costante di prodotto determinata non solo dalla sostituzione elettronica ma soprattutto dalla bassissima qualità del nostro servizio, arrivando ad affermare "... che noi siamo i migliori dissuasori di noi stessi". Sono stati persi infatti 500 mln di pezzi su mln totali a causa di un modello operativo ormai insostenibile, strumenti inadeguati, piattaforme logistiche/informatiche non rispondenti alle reali esigenze, e ulteriori difficoltà gestionali riconducibili al middle management. Nella ulteriore illustrazione degli steps necessari per un solido riassetto dell'intera PCL, l'azienda ha dichiarato di aver scelto, tra le varie soluzioni possibili, quella apparentemente più lunga e difficile ma che a suo giudizio fornirà le migliori garanzie per l'intera Azienda, volte a salvaguardare il valore imprescindibile dell'unicità aziendale. Anche per questo la scelta di un piano quinquennale sostenuto con 550 milioni di euro di investimenti. Di riflesso andranno apportate all'intero sistema profonde e sostanziali modifiche sia sul versante degli assetti

4 organizzativi (Poste, Sda, Italia Logistica) che su quello dell'organizzazione del lavoro (recapito a giorni alterni, flessibile e metropolitano) nonché sull'introduzione di una nuova cultura aziendale che valorizzi il merito e le sane condizioni di lavoro. Una categoria quindi da coinvolgere, per il suo senso di appartenenza, non su un piano di tagli, ma di sole trasformazioni. Processi questi che nelle intenzioni aziendali dovranno essere condivisi con le organizzazioni sindacali: per questo non soluzioni precostituite ma da individuare nei successivi confronti. Come delegazione UILposte abbiamo apprezzato l'intendimento aziendale di modificare e innovare nel profondo l'intero settore che, come da sempre abbiamo sostenuto, ne ha urgente bisogno. Abbiamo altresì ritenuto importante la durata quinquennale di tale piano d'interventi che dovrebbe consentirci oltre che effetti più soft da governare, anche un più attento esame delle fasi di sviluppo e delle conseguenti immissioni di personale nel settore, come indicato nelle slides. A tal proposito, ancora una volta, abbiamo ribadito la necessità di individuare tutte quelle soluzioni volte ad assicurare, laddove richiesta da parte del dipendente, la trasformazione del proprio contratto part-time a full-time. Per queste sintetiche ma importanti considerazioni (coinvolgimento delle OO.SS., difesa della unicità aziendale, ricerca dello sviluppo sostenibile dell'azienda, un percorso di trasformazioni e non di tagli, soluzioni alle problematiche dei part-time) abbiamo quindi offerto, come del resto tutte le altre OO.SS., la nostra disponibilità ad un confronto serio e serrato. Nel merito le delegazioni sindacali e aziendali hanno convenuto che già dalla prossima settimana verranno attivati appositi tavoli di confronto negoziali. Ovviamente valuteremo nei fatti, l'attendibilità del progetto aziendale. La Segreteria Nazionale

5 Linee di intervento strategiche settore PCL : parte il confronto Azienda-Sindacato In data odierna si è ufficialmente aperto il confronto Azienda-Sindacati sulle linee di intervento strategico previsto per il settore PCL. Nel corso dell incontro sono stati analizzati i dati macro-economici e le linee di tendenza del mercato di riferimento. A fronte dell evidente calo dei ricavi, il responsabile della PCL ha illustrato, per linee generali, le azioni di rilancio per sanare il disallineamento dei conti a medio e lungo termine nei Servizi Postali. A riguardo come Confsal Comunicazioni, pur dichiarando ampia disponibilità al confronto di merito sui propositi annunciati, abbiamo espresso delusione sul modello relazionale adottato nell incontro, che ha volutamente omesso, la rappresentazione delle ricadute prodotte dal Piano sui lavoratori. Abbiamo altresì auspicato una decisa inversione di tendenza per recuperare, al più presto, qualità dei prodotti e dignità dei lavoratori, ingiustamente coinvolti nel degrado complessivo dei servizi, ascrivibile unicamente alla inadeguatezza gestionale del management locale. Roma 5 marzo 2015 La Segreteria Nazionale ROMA Via Principe Amedeo, 221 Tel. 06/ Fax 06/

Dr. Paolo Faieta Risorse Umane e Org.ne R.I. Poste Italiane S.p.A. Viale Europa 175 00144 ROMA. Roma, 14 settembre 2011

Dr. Paolo Faieta Risorse Umane e Org.ne R.I. Poste Italiane S.p.A. Viale Europa 175 00144 ROMA. Roma, 14 settembre 2011 Dr. Paolo Faieta Risorse Umane e Org.ne R.I. Poste Italiane S.p.A. Viale Europa 175 00144 ROMA Oggetto:- Apertura conflitto di lavoro a livello Nazionale.- Ormai da tempo si denota una preoccupante indifferenza

Dettagli

Siamo alle solite! Notiziario interno. Siamo alle solite! Accordo SIDAC IN QUESTO NUMERO

Siamo alle solite! Notiziario interno. Siamo alle solite! Accordo SIDAC IN QUESTO NUMERO Notiziario interno FASTFERROVIE NUMERO 7 ANNO 2007 12 MARZO 2007 Siamo alle solite! IN QUESTO NUMERO Siamo alle solite! Accordo SIDAC Agenda della settimana DATA ORA EVENTO 15/03 09.00 Incontro con l A.D.

Dettagli

COMUNICATO N. 08/14. Prot. n. 033/14 Roma, 4 febbraio 2014

COMUNICATO N. 08/14. Prot. n. 033/14 Roma, 4 febbraio 2014 FEDERAZIONE CONFSAL-UNSA COORDINAMENTO NAZIONALE BENI CULTURALI c/o Ministero dei beni e delle attività culturali e del turismo Via del Collegio Romano, 27-00186 Roma Tel. 06.67232889 - Tel./Fax 0667232348

Dettagli

Segreterie Nazionali

Segreterie Nazionali Segreterie Nazionali Roma, 26 giugno 2014 AGENS c.a. Presidente Prof. Gian Maria Gros-Pietro ANCP c.a Presidente Dr. Arnaldo De Santis FISE-Uniferr c.a. Presidente Ing. Pietro Auletta Prot. n. 198/SU/AF_af/ar

Dettagli

RELAZIONE SUL FUNZIONAMENTO COMPLESSIVO DEL SISTEMA DI VALUTAZIONE DELL AZIENDA ASL ROMA H

RELAZIONE SUL FUNZIONAMENTO COMPLESSIVO DEL SISTEMA DI VALUTAZIONE DELL AZIENDA ASL ROMA H RELAZIONE SUL FUNZIONAMENTO COMPLESSIVO DEL SISTEMA DI VALUTAZIONE DELL AZIENDA ASL ROMA H Art. 14, comma 4, lettera a) del D.Lgs. n. 150/2009 INDICE 1 PROCESSO DI ATTUAZIONE DEL CICLO DELLA PERFORMANCE...3

Dettagli

Il 2007 Un anno di scelte importanti

Il 2007 Un anno di scelte importanti Il 2007 Un anno di scelte importanti Liberalizzazione, rinnovo contrattuale, elezioni RSU e previdenza complementare. Queste le sfide che impegneranno l Slp Cisl nell anno appena cominciato. Molte le decisioni

Dettagli

Commento al rapporto annuale delle assicurazioni

Commento al rapporto annuale delle assicurazioni Commento al rapporto annuale delle assicurazioni Nazzareno Mollicone, segretario nazionale dell'ugl/assicuratori, ha rilevato che dal rapporto annuale dell'ania, l'associazione delle Compagnie di Assicurazioni,

Dettagli

U R G E N T E. Alle Segreterie Regionali. Alle Segreterie Provinciali. Prot. n. 158/09/SN. Genova, 5 dicembre 2009

U R G E N T E. Alle Segreterie Regionali. Alle Segreterie Provinciali. Prot. n. 158/09/SN. Genova, 5 dicembre 2009 U R G E N T E Alle Segreterie Regionali Alle Segreterie Provinciali Prot. n. 158/09/SN Genova, 5 dicembre 2009 Oggetto: Modello EAS: compilazione e trasmissione all Agenzia delle Entrate. Facciamo seguito

Dettagli

Comunicato ai Lavoratori Telecom Italia Vertenza Caring Services. Le ragioni della firma di SLC CGIL: Ora la parola passa ai lavoratori.

Comunicato ai Lavoratori Telecom Italia Vertenza Caring Services. Le ragioni della firma di SLC CGIL: Ora la parola passa ai lavoratori. Sindacato Lavoratori Comunicazione Roma, 12 Gennaio 2015 Comunicato ai Lavoratori Telecom Italia Vertenza Caring Services Le ragioni della firma di SLC CGIL: Ora la parola passa ai lavoratori. Lo Scenario

Dettagli

POSTE ITALIANE: IL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE APPROVA I RISULTATI AL 30 SETTEMBRE 2015 RICAVI E RISULTATO OPERATIVO IN CRESCITA

POSTE ITALIANE: IL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE APPROVA I RISULTATI AL 30 SETTEMBRE 2015 RICAVI E RISULTATO OPERATIVO IN CRESCITA POSTE ITALIANE: IL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE APPROVA I RISULTATI AL 30 SETTEMBRE 2015 RICAVI E RISULTATO OPERATIVO IN CRESCITA Ricavi totali: 23,9 miliardi, +6,0% ( 22,6 miliardi al 30.09.2014) Risultato

Dettagli

PROTOCOLLO DI RELAZIONI SINDACALI TRA CGIL CISL UIL Piemonte ANCI Piemonte - LEGA DELLE AUTONOMIE LOCALI Piemonte

PROTOCOLLO DI RELAZIONI SINDACALI TRA CGIL CISL UIL Piemonte ANCI Piemonte - LEGA DELLE AUTONOMIE LOCALI Piemonte PROTOCOLLO DI RELAZIONI SINDACALI TRA CGIL CISL UIL Piemonte ANCI Piemonte - LEGA DELLE AUTONOMIE LOCALI Piemonte Premessa Le politiche delle Amministrazioni locali, ed in particolare le politiche di bilancio,

Dettagli

Loro sedi. Oggetto: ai nastri di partenza le lettere relative al redditometro per il periodo di imposta 2009

Loro sedi. Oggetto: ai nastri di partenza le lettere relative al redditometro per il periodo di imposta 2009 Studio Associato di Consulenza Aziendale Dottori Commercialisti Dott. Gianpiero Perissinotto Dott.ssa Monica Lacedelli Via degli Agricoltori n. 11 32100 Belluno tel: 0437/932080 fax: 0437/932095 E-mail:

Dettagli

RINNOVO CCNL GAS-ACQUA

RINNOVO CCNL GAS-ACQUA RINNOVO CCNL GAS-ACQUA INTRODUZIONE Il prossimo 31 dicembre 2009 scade il contratto di lavoro per gli addetti al settore gasacqua. Gli scenari in cui ci si appresta a rinnovare il contratto vedono, sempre

Dettagli

1. Il rinnovo del CCNL delle Imprese di Assicurazione avviene:

1. Il rinnovo del CCNL delle Imprese di Assicurazione avviene: 1. Il rinnovo del CCNL delle Imprese di Assicurazione avviene: SUL PIANO GENERALE. in una fase storica mondiale di grandi cambiamenti e grandi tragedie. Pensiamo solo alla rapida evoluzione tecnologica,

Dettagli

COMUNICATO SINDACALE TELECOM: DOPO APPROFONDIMENTI INFORMATIVI CONFERMATO GIUDIZIO NEGATIVO. CONVOCATO COORDINAMENTO NAZIONALE RSU

COMUNICATO SINDACALE TELECOM: DOPO APPROFONDIMENTI INFORMATIVI CONFERMATO GIUDIZIO NEGATIVO. CONVOCATO COORDINAMENTO NAZIONALE RSU SLC - CGIL Sindacato Lavoratori Comunicazione FISTel - CISL Federazione Informazione Spettacolo e Telecomunicazioni UILCOM - UIL Unione Italiana Lavoratori della Comunicazione Roma, 25 Maggio 2010 COMUNICATO

Dettagli

FESI 2008: UN ANTICIPO PRIMA DI NATALE

FESI 2008: UN ANTICIPO PRIMA DI NATALE FESI 2008: UN ANTICIPO PRIMA DI NATALE Ancora una VOLTA il SAPPE RINGRAZIA la SENSIBILITA del PRAP di BARI che E VENUTA INCONTRO alle ESIGENZE della POLIZIA PENITENZIARIA e perché NO alle RICHIESTE di

Dettagli

La gestione aziendale dei cambiamenti economico-sociali in Francia dopo la riforma del lavoro

La gestione aziendale dei cambiamenti economico-sociali in Francia dopo la riforma del lavoro La gestione aziendale dei cambiamenti economico-sociali in Francia dopo la riforma del lavoro di Giulia Tolve Il potenziamento della gestione contrattata dei mutamenti tecnologici ed economici Il terzo

Dettagli

Audizione X Commissione Senato sulla Strategia Energetica Nazionale. Roma, 10 ottobre 2012.

Audizione X Commissione Senato sulla Strategia Energetica Nazionale. Roma, 10 ottobre 2012. Audizione X Commissione Senato sulla Strategia Energetica Nazionale. Roma, 10 ottobre 2012. Intervento di Bruno Lescoeur, Amministratore Delegato, Edison Nella prima occasione in cui ho parlato a questa

Dettagli

Poste Italiane: Crescono i Ricavi Risultato operativo e Utile netto in calo In corso la trasformazione del Gruppo verso la privatizzazione

Poste Italiane: Crescono i Ricavi Risultato operativo e Utile netto in calo In corso la trasformazione del Gruppo verso la privatizzazione Poste Italiane: Crescono i Ricavi Risultato operativo e Utile netto in calo In corso la trasformazione del Gruppo verso la privatizzazione Il Gruppo conferma positivi risultati nella raccolta del risparmio

Dettagli

In sintesi le disposizioni attengono a:

In sintesi le disposizioni attengono a: Audizione alla Commissione bilancio del Senato Valutazioni Uil sul Disegno legge N.1977 (Decreto legge n. 78/2015) presentate da Antonio Foccillo (segretario confederale Uil) Roma 7.7.2014 Premessa Il

Dettagli

Poste Italiane: fatturato e risultato operativo in crescita

Poste Italiane: fatturato e risultato operativo in crescita Poste Italiane: fatturato e risultato operativo in crescita Il Consiglio di Amministrazione approva i risultati semestrali 2015 Deliberata la domanda di ammissione in quotazione e l adozione del nuovo

Dettagli

Modelli di gestione. Confederazione Generale Italiana del Lavoro. 3 Sessione. Comunicazione di: Daniela Cappelli. Segreteria regionale Cgil Toscana

Modelli di gestione. Confederazione Generale Italiana del Lavoro. 3 Sessione. Comunicazione di: Daniela Cappelli. Segreteria regionale Cgil Toscana 3 Sessione Modelli di gestione Comunicazione di: Daniela Cappelli Segreteria regionale Cgil Toscana Anche la CGIL Regionale Toscana, in collegamento con la piattaforma della CGIL Nazionale Per il diritto

Dettagli

ACCORDO INTERCONFEDERALE REGIONALE SULLE MODALITA APPLICATIVE DELL ACCORDO STATO REGIONI PER LA FORMAZIONE DEI LAVORATORI

ACCORDO INTERCONFEDERALE REGIONALE SULLE MODALITA APPLICATIVE DELL ACCORDO STATO REGIONI PER LA FORMAZIONE DEI LAVORATORI ACCORDO INTERCONFEDERALE REGIONALE SULLE MODALITA APPLICATIVE DELL ACCORDO STATO REGIONI PER LA FORMAZIONE DEI LAVORATORI Il giorno 15 marzo 2012 presso la sede della Confartigianato del Veneto, in Marghera

Dettagli

Informativa urgente del Ministro dell Economia e delle Finanze Prof. Pier Carlo Padoan sugli sviluppi della situazione del debito della Grecia

Informativa urgente del Ministro dell Economia e delle Finanze Prof. Pier Carlo Padoan sugli sviluppi della situazione del debito della Grecia Camera dei deputati Informativa urgente del Ministro dell Economia e delle Finanze Prof. Pier Carlo Padoan sugli sviluppi della situazione del debito della Grecia Roma, 1 luglio 2015 www.mef.gov.it 1 Il

Dettagli

Poste I.: Caio, fondo compensazione scatta per maggiori costi

Poste I.: Caio, fondo compensazione scatta per maggiori costi Poste I.: Caio, fondo compensazione scatta per maggiori costi 16:59 ROMA (MF-DJ)--L'ipotesi dell'attivazione del fondo di compensazione per 89 mln di euro annui "e' legata al fatto che, come concessionari

Dettagli

RELAZIONE CONGRESSO. Storia

RELAZIONE CONGRESSO. Storia RELAZIONE CONGRESSO Amiche e amici, questo è il primo Congresso vero della Felsa di Milano: nel 2009 ci furono i 2 Congressi di Clacs e di Alai e poi una riunione di fusione dei 2 direttivi. È il primo

Dettagli

Piano di sviluppo 2003-2005 Piano di Sviluppo 2003-2005

Piano di sviluppo 2003-2005 Piano di Sviluppo 2003-2005 Piano di Sviluppo 2003-2005 Incontro A.D. con OO. SS. 8 aprile 2003 CONTENUTI DEL DOCUMENTO Piano di sviluppo 2003-2005 - A. Impostazione Strategica - B. Conto economico A.1 Principali obiettivi B.1 Ricavi

Dettagli

Piano di formazione linguistica comunicativa e metodologico didattica in lingua inglese per i docenti di scuola primaria a.s.

Piano di formazione linguistica comunicativa e metodologico didattica in lingua inglese per i docenti di scuola primaria a.s. Piano di formazione linguistica comunicativa e metodologico didattica in lingua inglese per i docenti di scuola primaria a.s. 2005/2006 Sintesi della riunione con i referenti regionali 13/14 settembre

Dettagli

REPUBBLICA ITALIANA Corte dei conti Sezione regionale di controllo per la Puglia. Nella camera di consiglio del 16 giugno 2014 composta da:

REPUBBLICA ITALIANA Corte dei conti Sezione regionale di controllo per la Puglia. Nella camera di consiglio del 16 giugno 2014 composta da: Deliberazione n. 131/PAR/2014 REPUBBLICA ITALIANA Corte dei conti Sezione regionale di controllo per la Puglia Nella camera di consiglio del 16 giugno 2014 composta da: Consigliere Luca Fazio Presidente

Dettagli

Deliberazione n.119/2015/par. REPUBBLICA ITALIANA Corte dei conti Sezione di controllo per la Regione siciliana

Deliberazione n.119/2015/par. REPUBBLICA ITALIANA Corte dei conti Sezione di controllo per la Regione siciliana Deliberazione n.119/2015/par REPUBBLICA ITALIANA Corte dei conti Sezione di controllo per la Regione siciliana nella camera di consiglio del 12 febbraio 2015 visto il T.U. delle leggi sulla Corte dei conti,

Dettagli

SOMMARIO DEL 5 SETTEMBRE 2013. Investimenti a Mirafiori frutto degli accordi. In Piemonte nascerà polo delle auto di lusso

SOMMARIO DEL 5 SETTEMBRE 2013. Investimenti a Mirafiori frutto degli accordi. In Piemonte nascerà polo delle auto di lusso SOMMARIO DEL 5 SETTEMBRE 2013 La Stampa Uff.Stampa Fismic Il Messaggero Il Mattino Il Sole 24 Ore Il Giornale La Stampa CronacaQui Asca Corriere della Sera La Repubblica Avvenire Il Sole 24 Ore Il Messaggero

Dettagli

Acquisti pubblici: dall e-procurement opportunità per le Imprese e gli Enti

Acquisti pubblici: dall e-procurement opportunità per le Imprese e gli Enti Acquisti pubblici: dall e-procurement opportunità per le Imprese e gli Enti L utilizzo delle tecnologie applicate agli acquisti: il punto di vista delle imprese e delle stazioni appaltanti Annalisa Giachi

Dettagli

Le fasi di costituzione ed attivazione dell Unione dei Comuni. Criticità e soluzioni

Le fasi di costituzione ed attivazione dell Unione dei Comuni. Criticità e soluzioni Le fasi di costituzione ed attivazione dell Unione dei Comuni. Criticità e soluzioni Abstract: La costituzione dell Unione dei Comuni per la gestione associata delle funzioni fondamentali dei comuni è

Dettagli

Poste Italiane: Crescono i Ricavi Risultato operativo e Utile netto in calo

Poste Italiane: Crescono i Ricavi Risultato operativo e Utile netto in calo Poste Italiane: Crescono i Ricavi Risultato operativo e Utile netto in calo Il Gruppo conferma la leadership nella raccolta del risparmio e dei premi assicurativi. Nel settore postale incide l onere per

Dettagli

CONSORZIO TOPIX TORINO E PIEMONTE EXCHANGE POINT, con attività. numero di iscrizione e codice fiscale e partita IVA 08445410015 * * * * *

CONSORZIO TOPIX TORINO E PIEMONTE EXCHANGE POINT, con attività. numero di iscrizione e codice fiscale e partita IVA 08445410015 * * * * * CONSORZIO TOPIX TORINO E PIEMONTE EXCHANGE POINT, con attività esterna, con sede in Torino, Via Bogino n. 9, con il fondo consortile di 1.600.000.=, versato per 1.570.000.=, iscritto al Registro Imprese

Dettagli

O r.s.a. In form a AGGRESSIONI PDA INIZIAMO VERAMENTE A RISOLVERE IL PROBLEMA

O r.s.a. In form a AGGRESSIONI PDA INIZIAMO VERAMENTE A RISOLVERE IL PROBLEMA O r.s.a. In form a AGGRESSIONI PDA INIZIAMO VERAMENTE A RISOLVERE IL PROBLEMA L azienda mette in atto alcune iniziative che riteniamo insufficienti (antievasione/filtri a terra/affiancamenti tutor/ nuova

Dettagli

COMUNE DI ROVIGO VERBALE DI DELIBERAZIONE DEL COMMISSARIO STRAORDINARIO CON I POTERI DELLA GIUNTA COMUNALE DLGC/2014/53 O G G E T T O

COMUNE DI ROVIGO VERBALE DI DELIBERAZIONE DEL COMMISSARIO STRAORDINARIO CON I POTERI DELLA GIUNTA COMUNALE DLGC/2014/53 O G G E T T O COMUNE DI ROVIGO VERBALE DI DELIBERAZIONE DEL COMMISSARIO STRAORDINARIO CON I POTERI DELLA GIUNTA COMUNALE DLGC/2014/53 O G G E T T O Approvazione Bilancio d esercizio 2013 di ASM Rovigo SpA. L anno duemilaquattordici

Dettagli

Relazione del Presidente Ing. Bruno Tani. Incontro sindacale per il. Roma, 18 gennaio 2010

Relazione del Presidente Ing. Bruno Tani. Incontro sindacale per il. Roma, 18 gennaio 2010 Relazione del Presidente Ing. Bruno Tani Incontro sindacale per il rinnovo del CCNL Gas Acqua Roma, 18 gennaio 2010 Pagina 1 di 11 Buongiorno a tutti, siamo qui per dare l avvio alla trattativa per il

Dettagli

IL CONSORZIO ANALISI DI BILANCIO ED ELEMENTI DI RIFLESSIONE PER LA DEFINIZIONE DELLE STRATEGIE 2008-2011

IL CONSORZIO ANALISI DI BILANCIO ED ELEMENTI DI RIFLESSIONE PER LA DEFINIZIONE DELLE STRATEGIE 2008-2011 IL CONSORZIO ANALISI DI BILANCIO ED ELEMENTI DI RIFLESSIONE PER LA DEFINIZIONE DELLE STRATEGIE 2008-2011 Nell ambito di un orientamento strategico fortemente indirizzato all innovazione e allo sviluppo

Dettagli

VERBALE DI CONCERTAZIONE

VERBALE DI CONCERTAZIONE VERBALE DI CONCERTAZIONE In data 26/8/2002, alle ore 16.00, presso la Sala Consiliare del Comune di Vignola, si sono incontrate le delegazioni trattanti di parte pubblica e di parte sindacale per l Unione

Dettagli

Turnaround e Crisi Aziendali

Turnaround e Crisi Aziendali Turnaround e Crisi Aziendali Agenda > Chi è EOD > Modalità di intervento > Valori Condivisi > Team > Contatti 2 Chi è Executive On Demand Temporary Manager specializzati nella gestione di Crisi Aziendali

Dettagli

Alle Segreterie Nazionali delle OO.SS. SLC-CGIL SLP-CISL UIL poste FAILP-CISAL CONFSAL Com.ni UGL Com.ni. Roma, 14 maggio 2015

Alle Segreterie Nazionali delle OO.SS. SLC-CGIL SLP-CISL UIL poste FAILP-CISAL CONFSAL Com.ni UGL Com.ni. Roma, 14 maggio 2015 Risorse Umane, Organizzazione e Servizi Relazioni Industriali Alle Segreterie Nazionali delle OO.SS. SLC-CGIL SLP-CISL UIL poste FAILP-CISAL CONFSAL Com.ni UGL Com.ni Roma, 14 maggio 2015 Oggetto: Indagine

Dettagli

Per i licenziamenti collettivi: semplificazione delle procedure, variabilità del regime sanzionatorio e termini più stretti per le impugnazioni

Per i licenziamenti collettivi: semplificazione delle procedure, variabilità del regime sanzionatorio e termini più stretti per le impugnazioni Per i licenziamenti collettivi: semplificazione delle procedure, variabilità del regime sanzionatorio e termini più stretti per le impugnazioni di Pierluigi Rausei * La Sezione II, del Capo III (Disciplina

Dettagli

Prot. n. 55 Roma, 20 luglio 2012

Prot. n. 55 Roma, 20 luglio 2012 Prot. n. 55 Roma, 20 luglio 2012 A tutte le Strutture Filctem-Flaei-Uilcem Lor o Sedi Oggetto: Protocollo di Relazioni Industriali ENEL Nel pomeriggio del 17 luglio, in un incontro che, oltre le Segreterie

Dettagli

Le principali modifiche sui target economici conseguenti all aggiornamento del Piano Strategico 2009-2011 appena approvato sono di seguito riportate:

Le principali modifiche sui target economici conseguenti all aggiornamento del Piano Strategico 2009-2011 appena approvato sono di seguito riportate: COMUNICATO STAMPA GABETTI PROPERTY SOLUTIONS RIORGANIZZA L INTERMEDIAZIONE IMMOBILIARE, AGGIORNA IL PIANO STRATEGICO 2009-2011 E LANCIA UN NUOVO PRESTITO OBBLIGAZIONARIO Conversione al modello del franchising

Dettagli

Oggetto: Risposta ad interrogazione nr 5-04542 del 06/04/2011

Oggetto: Risposta ad interrogazione nr 5-04542 del 06/04/2011 ; 28 luglio2011 Ai Sindaci in indirizzo Oggetto: Risposta ad interrogazione nr 5-04542 del 06/04/2011 Mercoledì mattina il Sottosegretario Saglia ha risposto alla mia interrogazione presentata il 6 aprile

Dettagli

DETERMINA DIRIGENZIALE N. 272 del 12 nov. 09

DETERMINA DIRIGENZIALE N. 272 del 12 nov. 09 Area Finanziaria Servizi Ragioneria Attività Produttive - Tributi CITTA DI ARIANO IRPINO Servizio Tributi DETERMINA DIRIGENZIALE N. 272 del 12 nov. 09 Oggetto: Ta.R.S.U. Riscossione diretta. Rinnovo Convenzione

Dettagli

Posizione di Filcem-Femca-Uilcem rispetto allo stato delle. trattative per il rinnovo del Contratto Nazionale unico di.

Posizione di Filcem-Femca-Uilcem rispetto allo stato delle. trattative per il rinnovo del Contratto Nazionale unico di. Prot. 584 Roma, 25 maggio 2006 Posizione di Filcem-Femca-Uilcem rispetto allo stato delle trattative per il rinnovo del Contratto Nazionale unico di Settore Gas/Acqua Dopo i primi incontri fra le OO.SS.

Dettagli

PRESENTAZIONE OPUSCOLO. Patologie oncologiche e invalidanti. Quello che è importante sapere per le lavoratrici e i lavoratori.

PRESENTAZIONE OPUSCOLO. Patologie oncologiche e invalidanti. Quello che è importante sapere per le lavoratrici e i lavoratori. PRESENTAZIONE OPUSCOLO Patologie oncologiche e invalidanti. Quello che è importante sapere per le lavoratrici e i lavoratori Roma 19 aprile 2012 Sala D Antona Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali

Dettagli

Presiede la seduta la Presidente del Comitato Locale di Controllo Erika Faienza, Consigliere della Provincia di Torino, che cura il presente verbale.

Presiede la seduta la Presidente del Comitato Locale di Controllo Erika Faienza, Consigliere della Provincia di Torino, che cura il presente verbale. RIUNIONE DEL 22 APRILE 2013 Comune di Grugliasco, Sala del Consiglio, ore 17.00. PRESENTI: ENTE RAPPRESENTATO RAPPRESENTANTE POLITICO TECNICO INCARICATO Comune BEINASCO PIAZZA Comune RIVOLI FIMIANI Comune

Dettagli

PRODUZIONE IDROELETTRICA TRASPORTO E DISTRIBUZIONE DI ENERGIA ELETTRICA AD AMBITO UNICO. TRENTO, VENERDI 14 SETTEMBRE : ORE 16.00 19.

PRODUZIONE IDROELETTRICA TRASPORTO E DISTRIBUZIONE DI ENERGIA ELETTRICA AD AMBITO UNICO. TRENTO, VENERDI 14 SETTEMBRE : ORE 16.00 19. PRODUZIONE IDROELETTRICA TRASPORTO E DISTRIBUZIONE DI ENERGIA ELETTRICA AD AMBITO UNICO. TRENTO, VENERDI 14 SETTEMBRE : ORE 16.00 19.30 Programma dei lavori Moderatore: Prof. MICHELE ANDREAUS - Facoltà

Dettagli

ACCORDO in materia di. ANTICIPAZIONE del CAMBIAMENTO e dell EVOLUZIONE in ALSTOM. Indice

ACCORDO in materia di. ANTICIPAZIONE del CAMBIAMENTO e dell EVOLUZIONE in ALSTOM. Indice ACCORDO in materia di ANTICIPAZIONE del CAMBIAMENTO e dell EVOLUZIONE in ALSTOM Stipulato da: ALSTOM, rappresentata da Patrick Dubert, E: la FEM (Federazione Europea Metalmeccanici), rappresentata da Bart

Dettagli

Gestore Unico del Servizio Idrico Integrato A.T.O. N 1 Toscana Nord

Gestore Unico del Servizio Idrico Integrato A.T.O. N 1 Toscana Nord Gestore Unico del Servizio Idrico Integrato A.T.O. N 1 Toscana Nord 59 60 Gestore Unico del Servizio Idrico Integrato A.T.O. N 1 Toscana Nord RELAZIONE DEL COLLEGIO SINDACALE AL Bilancio CHIUSO AL 31.12.2006

Dettagli

Ministero dell Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare. Audizione

Ministero dell Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare. Audizione Ministero dell Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare Commissione Camera VIII, 12.11.2015, ore 8.30 Audizione (Eventi alluvionali che hanno colpito il territorio Calabrese ed emergenza idrica

Dettagli

I lavoratori maturi Over 40 sono dimenticati: sono zavorra?

I lavoratori maturi Over 40 sono dimenticati: sono zavorra? I lavoratori maturi Over 40 sono dimenticati: sono zavorra? Il problema Nel particolare momento di elezioni, tutti gli animi si scaldano: i politici promettono tutto a tutti pur di guadagnare qualche punto

Dettagli

LA PREVENZIONE DEL RISCHIO PSICOSOCIALE

LA PREVENZIONE DEL RISCHIO PSICOSOCIALE LA PREVENZIONE DEL RISCHIO PSICOSOCIALE Padova, 16 Giugno 2008 Vianello Liviano, medico del lavoro Sarto Franco, medico del lavoro Zanella Donata, psicologa del lavoro TESTO UNICO SICUREZZA LAVORO (Legge

Dettagli

RELAZIONE introduttiva Atto Governo 91 Versione originale Presidente, colleghi,

RELAZIONE introduttiva Atto Governo 91 Versione originale Presidente, colleghi, RELAZIONE introduttiva Atto Governo 91 Versione originale Presidente, colleghi, lo schema di decreto oggi all esame si inserisce in un articolato percorso di confronto con il governo. Su un tema complesso

Dettagli

Oggetto: Criteri da utilizzare negli scrutini per merito comparativo - Osservazioni

Oggetto: Criteri da utilizzare negli scrutini per merito comparativo - Osservazioni Al Sig. Capo Dipartimento dei Vigili del Fuoco del Soccorso Pubblico e della Difesa Civile Pref. Francesco Paolo Tronca Prot. 47/13 del 22.06.2013 Al Sig. Capo del Corpo Nazionale dei Vigili del Fuoco

Dettagli

EUROPA PER LE IMPRESE N E W S L E T T E R

EUROPA PER LE IMPRESE N E W S L E T T E R EUROPA PER LE IMPRESE N E W S L E T T E R L E D I T O R I A L E Riunione del Comitato Tecnico Europa a Bruxelles di Giorgio Squ inzi Presidente Comitato Tecnico per l Europa N.89 G I U G N O 2011 Il 14

Dettagli

1. Il licenziamento collettivo prima della modifica dell art.24 della L.223/91: nozione e ambito di applicazione.

1. Il licenziamento collettivo prima della modifica dell art.24 della L.223/91: nozione e ambito di applicazione. DOTT. SABRINA PAGANI - PARTNER AVV. ROBERTO RESPINTI - PARTNER Milano, 4 Dicembre 2014 Licenziamenti collettivi e Dirigenti: novità in vigore dal 25.11.2014. (Legge 30 Ottobre 2014 n. 161 che estende l

Dettagli

Descrizione del processo. Autovalutazione CAF

Descrizione del processo. Autovalutazione CAF Descrizione del processo Autovalutazione CAF 1 PIANO DI COMUNICAZIONE DELL'AUTOVALUTAZIONE IL PROCESSO DI ORGANIZZAZIONE E PIANIFICAZIONE DELL'AUTOVALUTAZIONE Inizio: settembre 2013 I dieci step: 1. Decidere

Dettagli

LE PARTI PREMESSO CHE

LE PARTI PREMESSO CHE AZIENDA UNITA SANITARIA LOCALE DI MODENA ACCORDO RELATIVO ALLA REGOLAMENTAZIONE DELL ORARIO DI SERVIZIO, DELL ORARIO DI LAVORO E RELATIVA ARTICOLAZIONE DEL PERSONALE DELL AREA COMPARTO Il giorno 28 marzo

Dettagli

COMUNE DI MONTALCINO

COMUNE DI MONTALCINO COMUNE DI MONTALCINO ORIGINALE Deliberazione della Giunta Comunale Seduta del 13/03/2015 ore 17:30 Presso il Palazzo Comunale di Montalcino Presiede NAFI ALESSANDRO Vicesindaco Assiste il Dott. DOTTORI

Dettagli

CITTA DI BARLETTA Medaglia d oro al Valor Militare e al Merito Civile Città della Disfida

CITTA DI BARLETTA Medaglia d oro al Valor Militare e al Merito Civile Città della Disfida ALL. 5 CITTA DI BARLETTA Medaglia d oro al Valor Militare e al Merito Civile Città della Disfida ***** Regolamento sul funzionamento dell Organismo Indipendente di valutazione \ Approvato con deliberazione

Dettagli

COMUNE DI RIVANAZZANO TERME PROVINCIA DI PAVIA

COMUNE DI RIVANAZZANO TERME PROVINCIA DI PAVIA COMUNE DI RIVANAZZANO TERME PROVINCIA DI PAVIA CRITERI DI MISURAZIONE, VALUTAZIONE E TRASPARENZA DELLA PERFORMANCE ESTRATTO DAL REGOLAMENTO SULL ORDINAMENTO DEGLI UFFICI E DEI SERVIZI APPROVATO CON ATTO

Dettagli

Mutate esigenze dei clienti Nuove offerte della Posta

Mutate esigenze dei clienti Nuove offerte della Posta Mutate esigenze dei clienti Nuove offerte della Posta Intervento di Susanne Ruoff Direttrice generale della Posta Svizzera 10 giugno 2013 FA FEDE IL DISCORSO EFFETTIVAMENTE PRONUNCIATO Gentili Signore,

Dettagli

CONAPO. Prot. n. 262/15. Dott. Darco PELLOS. Oggetto: Attivazione squadre cinofili POS n.13_o/ed. Luglio 2015 richiesta modifica (seguito).

CONAPO. Prot. n. 262/15. Dott. Darco PELLOS. Oggetto: Attivazione squadre cinofili POS n.13_o/ed. Luglio 2015 richiesta modifica (seguito). CONAPO "nella nostra autonomia la Vostra sicurezza" SINDACATO AUTONOMO VIGILI DEL FUOCO Segreteria Generale Roma, 5 Ottobre 2015 Vico del Fiore, 21/23 54011 Aulla (MS) Tel. 0187 421814 Fax 06 98380115

Dettagli

20061 Carugate (MI) - via XX settembre 4 tel. 02921581 fax 029253207 C.F. 02182060158 P.I. 00730970969

20061 Carugate (MI) - via XX settembre 4 tel. 02921581 fax 029253207 C.F. 02182060158 P.I. 00730970969 20061 Carugate (MI) - via XX settembre 4 tel. 02921581 fax 029253207 C.F. 02182060158 P.I. 00730970969 VERBALE DELLA COMMISSIONE SCUOLA DEL 21 FEBBRAIO 2012 Il giorno 21 febbraio alle ore 18.00 presso

Dettagli

RCCASSIERI E RCPROFESSIONALE

RCCASSIERI E RCPROFESSIONALE CENTRO SERVIZI NAZIONALE FABI Roma Associazione per l assistenza agli iscritti e non iscritti alla Federazione Autonoma Bancari Italiani Centro Servizi Nazionale Codice Fiscale e Partita IVA 04983251002

Dettagli

VALUTAZIONE DEL RISCHIO STRESS LAVORO CORRELATO (art. 28 D. Lgs. 81/08 e s.m.i.) RISULTATI DELL INDAGINE

VALUTAZIONE DEL RISCHIO STRESS LAVORO CORRELATO (art. 28 D. Lgs. 81/08 e s.m.i.) RISULTATI DELL INDAGINE Indagine conoscitiva sullo stato di avanzamento della VALUTAZIONE DEL RISCHIO STRESS LAVORO CORRELATO (art. 28 D. Lgs. 81/08 e s.m.i.) RISULTATI DELL INDAGINE Si presentano di seguito i risultati dell

Dettagli

INTERVENTO UGL ALLA VIDEOCONFERENZA DEL 10 MAGGIO 2010

INTERVENTO UGL ALLA VIDEOCONFERENZA DEL 10 MAGGIO 2010 INTERVENTO UGL ALLA VIDEOCONFERENZA DEL 10 MAGGIO 2010 RINGRAZIAMO IL DIRETTORE GENERALE PER AVER ORGANIZZATO QUESTA IMPORTANTE VIDEOCONFERENZA CON LE SEDI CHE STANNO ATTUANDO PER PRIME LA RIORGANIZZAZIONE

Dettagli

IPOTESI D I A C C O R D O

IPOTESI D I A C C O R D O IPOTESI D I A C C O R D O Procedura ai sensi dell art. 15 del CCNL 8.12.2007 in tema di armonizzazione, così come previsto dagli accordi conclusivi delle procedure sindacali relative alle operazioni societarie.

Dettagli

VERBALE ASSEMBLEA GENERALE FORUM MULTISTAKEHOLDER CSR c/o La Costigliola via Rialto 62, 35030 Rovolon (PD) 1 giugno 2012

VERBALE ASSEMBLEA GENERALE FORUM MULTISTAKEHOLDER CSR c/o La Costigliola via Rialto 62, 35030 Rovolon (PD) 1 giugno 2012 VERBALE ASSEMBLEA GENERALE FORUM MULTISTAKEHOLDER CSR c/o La Costigliola via Rialto 62, 35030 Rovolon (PD) 1 giugno 2012 A seguito della convocazione dell Assemblea Generale del Forum Multistakeholder

Dettagli

Priorità per i Trasporti e la Logistica

Priorità per i Trasporti e la Logistica Priorità per i Trasporti e la Logistica Audizione presso Comitato Scientifico Consulta Generale per l Autotrasporto e la Logistica Sommario Premessa: le Linee Guida del Piano per la Logistica... 2 Descrizione

Dettagli

VERBALE DI DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE

VERBALE DI DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE Provincia di Alessandria COPIA Deliberazione n. 13 del 22.05.2015 ore 23.40 VERBALE DI DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE OGGETTO: SALVAGUARDIA DEI SERVIZI POSTALI NEI COMUNI MONTANI E NEI CENTRI PIÙ

Dettagli

Comune di Marliana (Provincia di Pistoia)

Comune di Marliana (Provincia di Pistoia) Per copia conforme all'originale - Comune di Marliana (Provincia di Pistoia) COPIA DELLA DELIBERAZIONE DI CONSIGLIO COMUNALE NUMERO 5 DEL 25 febbraio 2015 OGGETTO: CHIUSURA UFFICI POSTALI E PIANO DI RAZIONALIZZAZIONE

Dettagli

LA MEDIAZIONE FAMILIARE

LA MEDIAZIONE FAMILIARE LA MEDIAZIONE FAMILIARE Nel corso dell ultimo decennio, in Italia, si è organizzato un movimento di opinione con lo scopo di promuovere con un approccio conciliativo e sull esempio di esperienze internazionali

Dettagli

PROVINCIA REGIONALE DI RAGUSA. Ufficio di Staff del Segreario Generale. PROT. N. 0041928 RAGUSA LI 12 Nov 2013

PROVINCIA REGIONALE DI RAGUSA. Ufficio di Staff del Segreario Generale. PROT. N. 0041928 RAGUSA LI 12 Nov 2013 PROVINCIA REGIONALE DI RAGUSA Ufficio di Staff del Segreario Generale PROT. N. 0041928 RAGUSA LI 12 Nov 2013 Trasmessa solo via e-mail AI SIGG.RI DIRIGENTI Dott. Salvino Buonmestieri Ing. Vincenzo Corallo

Dettagli

SENATO DELLA REPUBBLICA COMMISSIONE ISTRUZIONE AUDIZIONE INFORMALE AS 1014 (DISPOSIZIONI URGENTI PER LA TUTELA LA VALORIZZAZIONE E IL RILANCIO

SENATO DELLA REPUBBLICA COMMISSIONE ISTRUZIONE AUDIZIONE INFORMALE AS 1014 (DISPOSIZIONI URGENTI PER LA TUTELA LA VALORIZZAZIONE E IL RILANCIO SENATO DELLA REPUBBLICA COMMISSIONE ISTRUZIONE AUDIZIONE INFORMALE AS 1014 DL 8 AGOSTO 2013 N. 91 (DISPOSIZIONI URGENTI PER LA TUTELA LA VALORIZZAZIONE E IL RILANCIO DEI BENI E DELLE ATTIVITÀ CULTURALI

Dettagli

CORTE DEI CONTI SEZIONE REGIONALE DI CONTROLLO PER IL PIEMONTE. Delibera n. 326/2013/SRCPIE/PRSE

CORTE DEI CONTI SEZIONE REGIONALE DI CONTROLLO PER IL PIEMONTE. Delibera n. 326/2013/SRCPIE/PRSE CORTE DEI CONTI SEZIONE REGIONALE DI CONTROLLO PER IL PIEMONTE Delibera n. 326/2013/SRCPIE/PRSE La Sezione Regionale di Controllo per il Piemonte, composta dai Magistrati: Dott. Mario PISCHEDDA Presidente

Dettagli

S. Maria delle Mole, 14 dicembre 2013. Al Commissario Straordinario. Controllo di Gestione. Altre OOSS della Dirigenza Medica

S. Maria delle Mole, 14 dicembre 2013. Al Commissario Straordinario. Controllo di Gestione. Altre OOSS della Dirigenza Medica S. Maria delle Mole, 14 dicembre 2013 Al Commissario Straordinario p.c. p.c. Controllo di Gestione Altre OOSS della Dirigenza Medica Oggetto: obiettivi 2014 / performance individuale Viste le slides inviateci

Dettagli

LA VALUTAZIONE DELLE POSIZIONI ORGANIZZATIVE

LA VALUTAZIONE DELLE POSIZIONI ORGANIZZATIVE Inferiore alle attese - Non adeguato il comportamento dell'interessato è stato oggetto di contestazioni disciplinari, oppure non ha determinato nessun apporto alla struttura organizzativa Parzialmente

Dettagli

15 - INDICE DELLA MATERIA SERVIZI DI SEGRETERIA

15 - INDICE DELLA MATERIA SERVIZI DI SEGRETERIA 15 - INDICE DELLA MATERIA SERVIZI DI SEGRETERIA M207 Master in servizi di segreteria... pag. 2 B413 Processi e metodi per migliorare l organizzazione delle attività nei servizi di segreteria... pag. 3

Dettagli

COPIA DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE 08/08/2013 N. 21

COPIA DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE 08/08/2013 N. 21 Comune di Avellino COPIA DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE 08/08/2013 N. 21 OGGETTO: I DIRETTIRVA GENERALE PER LA GESTIONE ADOTTATA AI SENSI DELL'ART. 7, CO. I, LETT. C) DEL VIGENTE REGOLAMENTO DEGLI

Dettagli

PROTOCOLLO SULLE RELAZIONI SINDACALI NEL GRUPPO DEUTSCHE BANK IN ITALIA PROGETTI RICOMPRESI NEL PIANO D IMPRESA 2013-2015. tra

PROTOCOLLO SULLE RELAZIONI SINDACALI NEL GRUPPO DEUTSCHE BANK IN ITALIA PROGETTI RICOMPRESI NEL PIANO D IMPRESA 2013-2015. tra PROTOCOLLO SULLE RELAZIONI SINDACALI NEL GRUPPO DEUTSCHE BANK IN ITALIA PROGETTI RICOMPRESI NEL PIANO D IMPRESA 2013-2015 Il giorno 30 aprile 2014, in Milano, tra la Deutsche Bank S.p.A., anche in qualità

Dettagli

L INQUADRAMENTO NORMATIVO

L INQUADRAMENTO NORMATIVO WORKSHOP: IL RUOLO DEL MEDICO COMPETENTE NELLA VALUTAZIONE DEI RISCHI (Pisa, 4-5 Novembre 2010) L INQUADRAMENTO NORMATIVO tra aspetti sostanziali e aspetti formali Dr. Ernesto Ramistella Medico del Lavoro

Dettagli

Coordinamento Professioni Sanitarie ASL 2 Savonese

Coordinamento Professioni Sanitarie ASL 2 Savonese Coordinamento Professioni Sanitarie ASL 2 Savonese Il 26 marzo 2014 con l approvazione della legge regionale : - Disposizioni in materia di esercizio di attività professionale da parte del personale di

Dettagli

L evoluzione negli obiettivi della cooperativa l identità

L evoluzione negli obiettivi della cooperativa l identità Carissimi/e soci/e, avete già ricevuto la lettera che vi preavvisava del Forum soci del prossimo 1 Febbraio 2004. Vi possiamo oggi confermare che il luogo dell incontro sarà il Santuario N.S. del Monte

Dettagli

DOCUMENTO SULLA ORGANIZZAZIONE DELLA FILT VERSO IL CONGRESSO NAZIONALE

DOCUMENTO SULLA ORGANIZZAZIONE DELLA FILT VERSO IL CONGRESSO NAZIONALE DOCUMENTO SULLA ORGANIZZAZIONE DELLA FILT VERSO IL CONGRESSO NAZIONALE Nel percorso che ci porterà ai congressi nazionali della Filt e della Cgil abbiamo ritenuto opportuno, anche a seguito del confronto

Dettagli

CITTA DI VENTIMIGLIA Provincia di Imperia

CITTA DI VENTIMIGLIA Provincia di Imperia COPIA CITTA DI VENTIMIGLIA Provincia di Imperia VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE n. 160/2008 Oggetto: ACCORDO DI PROGRAMMA QUADRO PER LA RIQUALIFICAZIONE URBANISTICA DELLE AREE FERROVIARIE

Dettagli

LA CONTRATTAZIONE DECENTRATA INTEGRATIVA. nelle pubbliche amministrazioni

LA CONTRATTAZIONE DECENTRATA INTEGRATIVA. nelle pubbliche amministrazioni LA CONTRATTAZIONE DECENTRATA INTEGRATIVA nelle pubbliche amministrazioni LE REGOLE Regolazione a cascata QUADRO NORMATIVO NAZIONALE TITOLO III D. LGS. 165/2001 CONTRATTO COLLETTIVO NAZIONALE (QUADRO E

Dettagli

Richiesta incontro con il CAPO

Richiesta incontro con il CAPO 4 Notiziario della Segreteria Generale del Sindacato Autonomo di Polizia Direttore Politico: NICOLA TANZI Direttore Responsabile: MASSIMO MONTEBOVE Registrazione Tribunale Roma n. 98 del 21 febbraio 2000

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI GENOVA Area Direzionale Servizio Programmazione e controllo

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI GENOVA Area Direzionale Servizio Programmazione e controllo Prot. N. Risposta a nota N. Allegati N. UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI GENOVA Area Direzionale Servizio Programmazione e controllo Al Ai Ai Personale Tecnico-Amministrativo Dirigenti Valutatori intermedi Circolare

Dettagli

AZIENDA ULSS 20 DI VERONA

AZIENDA ULSS 20 DI VERONA AZIENDA ULSS 20 DI VERONA Sede legale: via Valverde n. 42-37122 Verona - tel. 045/8075511 Fax 045/8075640 Deliberazione del Direttore Generale n. 258 del 09/05/2013 Il Direttore Generale dell.azienda U.L.S.S.

Dettagli

GRUPPO POSTE ITALIANE- STRUTTURA ORGANIZZATIVA

GRUPPO POSTE ITALIANE- STRUTTURA ORGANIZZATIVA GRUPPO POSTE ITALIANE- STRUTTURA ORGANIZZATIVA Nel contesto di un mercato in rapida trasformazione, Poste Italiane è determinata a continuare a giocare un ruolo centrale per lo sviluppo e la crescita del

Dettagli

Questionario Modello di Maturità di Project Management (V.1.5.0)

Questionario Modello di Maturità di Project Management (V.1.5.0) Questionario Modello di Maturità di Project Management (V.1.5.0) E necessario rispondere a tutte le domande riportate di seguito, selezionando la risposta ritenuta migliore o quella che meglio descrive

Dettagli

Elementi di risposta alle domande poste nel corso dell audizione del 10 luglio 2012

Elementi di risposta alle domande poste nel corso dell audizione del 10 luglio 2012 Elementi di risposta alle domande poste nel corso dell audizione del 10 luglio 2012 1. Sullo svolgimento di attività all estero e sui rapporti con gli operatori e gli stakeholder internazionali Le competenze

Dettagli

Si precisa, ai sensi dell art. 27 del D.Lgs. 198/2006, che i posti si intendono riferiti ad aspiranti dell'uno e dell'altro sesso.

Si precisa, ai sensi dell art. 27 del D.Lgs. 198/2006, che i posti si intendono riferiti ad aspiranti dell'uno e dell'altro sesso. Bando di mobilità volontaria ai sensi dell art. 30 del D. Lgs. n. 165/2001 per la copertura di n. 4 posti di categoria giuridica C, a tempo indeterminato e pieno, profilo professionale Assistente servizi

Dettagli

AZIENDA SPECIALE PER L ESERCIZIO DELLE FUNZIONI IN MATERIA DI SERVIZIO IDRICO INTEGRATO UFFICIO D AMBITO DELLA PROVINCIA DI MILANO STATUTO

AZIENDA SPECIALE PER L ESERCIZIO DELLE FUNZIONI IN MATERIA DI SERVIZIO IDRICO INTEGRATO UFFICIO D AMBITO DELLA PROVINCIA DI MILANO STATUTO AZIENDA SPECIALE PER L ESERCIZIO DELLE FUNZIONI IN MATERIA DI SERVIZIO IDRICO INTEGRATO UFFICIO D AMBITO DELLA PROVINCIA DI MILANO STATUTO Approvato con delibera del Consiglio Provinciale n. 23 dell 11.04.2013

Dettagli

89044 Locri (RC) via Tevere 125 tel/fax 0964-22770 320-7824658 E-mail: assipa2010@libero.it Pag. 1 di 6

89044 Locri (RC) via Tevere 125 tel/fax 0964-22770 320-7824658 E-mail: assipa2010@libero.it Pag. 1 di 6 Sub Commissari Piano Rientro Gen. L. Pezzi e Dr. A. Urbani luciano.pezzi@regcal.it ma.suraci@regcal.it fax 0961-746339 C/o Assessorato Tutela della Salute Via E. Buccarelli n 30 Direttore Generale del

Dettagli