PROGETTO. Rewarding and Recognition Schemes for Energy COnserving DRIving, VEhicle procurement and maintenance.

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "PROGETTO. Rewarding and Recognition Schemes for Energy COnserving DRIving, VEhicle procurement and maintenance. www.recodrive.eu"

Transcript

1 PROGETTO Rewarding and Recognition Schemes for Energy COnserving DRIving, VEhicle procurement and maintenance

2 Il progetto RECODRIVE RECODRIVE (Rewarding and Recognition Schemes for Energy COnserving DRIving, VEhicle procurement and maintenance) è un progetto europeo dimostrativo e formativo sull efficienza energetica delle flotte veicolari che combina iniziative di ecodriving, gestione sostenibile delle flotte e pratiche di ottimizzazione logistica. Il progetto è sviluppato da un Consorzio composto da: FGM AMOR Austrian Mobility Research Gemeinnützige GmbH (Coordinatore) - Graz, Austria TRT Trasporti e Territorio Srl - Milano, Italy FleetCompany GmbH - Oberhaching, Germany IDEC S.A. - Piraeus, Greece IVECOL Consult Ltd. Sofia, Bulgaria URTP Uniunea Romana de Transport Public - Bucharest, Romania BEMAG Rathgeb KEG - Innsbruck, Austria WNRI Western Norway Research Institute - BESEL S.A - Sogndal, Norway Madrid, Spain University of Maribor - Maribor, Slovenia Durata del progetto: Ottobre 2007 Marzo 2010

3 Finalità e obiettivi specifici RECODRIVE si basa sulle esperienze maturate nel campo del risparmio energetico nei consumi di carburante attraverso l adozione di comportamenti di guida sostenibili (ecodriving) e di idonee procedure di manutenzione e di gestione delle flotte (green fleet management). L impatto economico, in termini di minori consumi energetici di carburanti e materiali, ed ecologico, in termini di minori emissioni, viene osservato dal punto di vista delle possibili applicazioni alle flotte di veicoli stradali (trasporto merci e passeggeri), al fine di migliorare misure già sperimentate e formulare nuovi schemi e metodologie capaci di orientare le politiche di fleet management nelle aziende che effettuano elevate percorrenze e consumi di carburante. Obiettivo principale di RECODRIVE è quello di analizzare e diffondere misure di risparmio energetico non legate alle tecnologie proprie dei veicoli (ad es. motorizzazione, dispositivi ausiliari) ma direttamente riconducibili a fattori di tipo decisionale, organizzativo e comportamentale, tra i quali: 1. Scelte del management e dei fleet manager Politiche di rinnovo della flotta Procurement Politiche di risparmio energetico e sostenibilità aziendale Certificazione ambientale Outsourcing dei servizi manutentivi Politiche di gestione operativa e strategica della flotta aziendale Programmi formativi Relazioni industriali

4 2. Comportamenti degli addetti alla manutenzione e dei conducenti Stili di guida Sistemazione del carico Accorgimenti aerodinamici Pressione degli pneumatici Uso di lubrificanti a bassa viscosità Uso consapevole di dispositivi ausiliari Cicli programmati di controllo e taratura delle parti meccaniche Il progetto intende verificare i risparmi di carburante ed i benefici ambientali ottenibili agendo su questi parametri. Sulla base delle evidenze empiriche desunte da altri progetti di ricerca si stimano riduzioni possibili fra il 5% ed il 25% dei consumi standard. Ne deriva un doppio e simultaneo beneficio sul fronte sia ecologico che finanziario. Basandosi principalmente sulla componente umana della produzione di un servizio di trasporto, RECODRIVE intende formulare e validare forme di partecipazione e responsabilizzazione dei dipendenti al risparmio energetico soprattutto attraverso meccanismi di incentivazione e monitoraggio delle singole performance ambientali. Le risorse energetiche risparmiate verranno impiegate per alimentare forme di premio o incentivo al personale più meritevole (monetari o di altra natura). Il progetto prevede inoltre la diffusione e visibilità dei risultati ottenuti mediante forme di certificazione ambientale tanto del sistema di gestione nel suo complesso quanto nei confronti dei singoli individui coinvolti.

5 Il coinvolgimento del dimostratore italiano Nell ambito dell implementazione italiana del progetto, TRT è alla ricerca di una flotta sulla quale indirizzare sia le attività di progettazione delle azioni specifiche, sia la dimostrazione sul campo dello schema di risparmio e incentivazione sviluppato a livello europeo. Si tratta dunque del coinvolgimento di una realtà aziendale operante nel settore del trasporto stradale di merci e passeggeri o in possesso di una flotta veicolare propria, che condivida l interesse per i temi energetici ed ambientali sviluppati dal progetto. I partner di RECODRIVE lavorano alla stesura dei piani di fattibilità e degli schemi da adottare, coordinano e realizzano i workshop e le sessioni di training, analizzano i risultati ottenuti predisponendo la manualistica applicabile ai diversi casi. Il rapporto con l azienda si sostanzia nei seguenti punti di contatto e di trasferimento di know-how: Meeting con i vari responsabili aziendali per la definizione del progetto dimostrativo nazionale/aziendale Definizione dei temi di approfondimento e organizzazione di workshop Sessioni di training sul campo (guida ecologica) Disponibilità della manualistica Consulenza e assistenza per tutta la durata del progetto

6 Oltre alle ricadute (economiche) in termini di risparmio energetico, vi sono poi vantaggi derivanti dalla visibilità data alla politica ambientale dell azienda. Il progetto prevede la pubblicazione in lingua italiana di materiale divulgativo e consente lo sfruttamento dei marchi di certificazione ambientale predisposti da RECODRIVE. Il progetto prevede inoltre il coinvolgimento di soggetti pubblici e gruppi di interesse privati (municipalità, agenzie ambientali, associazioni, sindacati) con lo scopo di amplificare la comunicazione delle iniziative e favorire un ampio consenso intorno ai temi trattati ed ai risultati raggiunti. Impegno richiesto ai dimostratori Alle aziende proprietarie di flotte veicolari interessate a diventare dimostratori italiani del progetto è richiesto nello specifico: di implementare lo schema di monitoraggio dei veicoli sotto il profilo dell efficienza energetica (consumi di carburante, prestazioni, emissioni) che verrà predisposto dal consorzio sulla base delle caratteristiche specifiche della flotta partecipante di implementare i meccanismi di incentivo rivolti a conducenti ed addetti alla manutenzione (non necessariamente di tipo monetario) di favorire lo scambio di informazioni e il coordinamento tra il consorzio e le varie unità aziendali di partecipare alle sessioni di formazione specifica che verranno organizzate presso l azienda di partecipare a workshop ed eventi pubblici previsti nel corso del progetto. Per ulteriori informazioni contattare: dott. Cosimo Chiffi TRT TRASPORTI E TERRITORIO Srl Via Rutilia, 10/ Milano (Italy) Tel Fax Skype: cosimo.chiffi web:

7 Il Programma Energia Intelligente per l Europa Sintesi I settori dell'energia e dei trasporti contribuiscono in modo importante al cambiamento climatico poiché sono i principali responsabili delle emissioni di gas a effetto serra; per questo motivo la politica energetica riveste un'importanza particolare nella strategia comunitaria di sviluppo sostenibile. L'Unione Europea è sempre più dipendente dalle importazioni di energia dai paesi terzi, con conseguenti rischi economici, sociali, politici e di altro tipo per l'unione. L'UE intende ridurre questa dipendenza e migliorare la sicurezza dell'approvvigionamento attraverso la promozione di altre forme di energia e la riduzione della domanda di energia. Di conseguenza, si pone l'accento soprattutto sul miglioramento dell'efficienza energetica e sulla promozione delle energie rinnovabili. Il programma mira a sostenere finanziariamente le iniziative locali, regionali e nazionali nel settore delle energie rinnovabili, dell'efficienza energetica, degli aspetti energetici del trasporto e della promozione internazionale. Gli obiettivi specifici sono: fornire gli elementi necessari alla promozione dell'efficienza energetica, allo sviluppo delle fonti di energie rinnovabili nella prospettiva di ridurre i consumi di energia e le emissioni CO 2 ; rendere disponibili mezzi e strumenti che potranno essere utilizzati dalla Commissione e dagli Stati membri per controllare e valutare l'incidenza delle misure adottate dagli Stati membri; promuovere schemi efficaci ed intelligenti per la produzione e il consumo di energia fondati su basi solide e sostenibili mediante la sensibilizzazione dell'opinione pubblica e l'educazione. Per raggiungere questi obiettivi, il programma deve indurre un cambiamento reale del comportamento energetico nell'ue, sia nei privati che nell'industria e nelle imprese. Occorre anche sviluppare strumenti per garantire un controllo, un monitoraggio ed una valutazione efficaci.

8 I settori La struttura del programma comprende i seguenti settori di azione: 1. il settore SAVE che concerne il miglioramento dell'efficienza energetica e l'uso razionale dell'energia, in particolare nei settori dell'edilizia e dell'industria; 2. il settore ALTENER che concerne la promozione delle energie nuove e rinnovabili per la produzione centralizzata e decentrata di energia elettrica e calore e la loro integrazione nell'ambiente locale e nei sistemi energetici; 3. il settore STEER, che concerne il sostegno alle iniziative riguardanti tutti gli aspetti energetici dei trasporti e la diversificazione dei carburanti, mediante l'utilizzazione di fonti di energia rinnovabili. Le azioni chiave Il programma è strutturato in azioni chiave per ogni settore d'azione e il finanziamento è destinato ad azioni o progetti concernenti: la promozione dello sviluppo sostenibile, la sicurezza dell'approvvigionamento energetico, la competitività e la protezione dell'ambiente. I progetti possono comprendere l'elaborazione di norme, di sistemi di etichettatura e di metodi di certificazione come pure il controllo dell'evoluzione dei mercati e delle tendenze energetiche; la creazione, l'ampliamento e la promozione di strutture e strumenti per lo sviluppo di sistemi energetici sostenibili come la gestione energetica locale e regionale e lo sviluppo di prodotti finanziari; la promozione di sistemi e strumentazioni per accelerare la penetrazione nei mercati delle migliori tecnologie disponibili; lo sviluppo di strutture di informazione, istruzione e formazione che permettano la sensibilizzazione dei cittadini e la diffusione del "know-how" e delle migliori pratiche;

9 il monitoraggio dell'attuazione e dell'impatto della politica di energia sostenibile nell'ue; l'analisi dell'impatto dei progetti finanziati nel quadro del programma. Finanziamento Il contributo finanziario della Comunità non può essere superiore al 50% del costo del progetto (75% per i prossimi bandi); il resto può essere coperto da fondi pubblici o privati o da una combinazione dei due. Il programma in concreto IEE si posiziona a valle del processo normativo e delle politiche di indirizzo. Parallelamente ai programmi di innovazione tecnologica e hardware, ne sviluppa i contenuti e si focalizza sugli aspetti di innovazione sociale e istituzionale e di comunicazione e trasferimento delle esperienze.

10 Energia Intelligente per l Europa è un programma: 1. NON Tecnologico: non mira cioè a valutare l efficienza energetica derivante da nuove soluzioni tecnologiche 2. che NON finanzia investimenti materiali: sono esclusi dalla copertura finanziaria i costi per l acquisto di apparecchiature, strumentazioni, materiali, tecnologie, ecc. 3. che NON finanzia azioni di ricerca 4. indirizzato a superare le barriere non tecnologiche -> ossia tutte quelle barriere comportamentali, organizzative, procedurali che impediscono a soluzioni già sviluppate e validate di diffondersi e diventare di utilizzo comune 5. complementare a programmi come FP6 6. Dimensione Europea: NO azioni a solo livello locale o nazionale

11 Attuazione del programma IEE è implementato dall Executive Agency for Competitiveness and Innovation (EACI), che cura anche il monitoraggio delle diverse fasi di attuazione dei singoli progetti approvati e finanziati. Maggiori informazioni e materiali sono disponibili sul sito internet del programma: Ulteriori riferimenti Intelligent Energy News Review

APRE Agenzia per la Promozione della Ricerca Europea Chiara Pocaterra

APRE Agenzia per la Promozione della Ricerca Europea Chiara Pocaterra APRE Agenzia per la Promozione della Ricerca Europea Chiara Pocaterra Punto di Contatto Nazionale Tema 2 Prodotti Alimentari, Agricoltura e Pesca e Biotecnologie 7PQ Tema 5 Energia Programma EURATOM Competitiveness

Dettagli

I Bandi Europei: Eco Innovation e Intelligent Energy Europe, LIFE+

I Bandi Europei: Eco Innovation e Intelligent Energy Europe, LIFE+ 3 Workshop di R&S Opportunità finanziarie per la ricerca delle Imprese Chimiche nei settori energetici e ambientali I Bandi Europei: Eco Innovation e Intelligent Energy Europe, LIFE+ Stefano Toffanin Milano,

Dettagli

Il Manuale CARE+ per l Efficienza Energetica nelle PMI Chimiche

Il Manuale CARE+ per l Efficienza Energetica nelle PMI Chimiche FEDERCHIMICA CONFINDUSTRIA Collana Editoriale del Comitato Energia N. 1 Il Manuale CARE+ per l Efficienza Energetica nelle PMI Chimiche Volume 1 : La Guida all Auto-Diagnosi per l Efficienza Energetica

Dettagli

P.A. in tema di rinnovabili. Franco Colombo Presidente CONFAPI Varese

P.A. in tema di rinnovabili. Franco Colombo Presidente CONFAPI Varese Sinergie i tra aziende private e P.A. in tema di rinnovabili Franco Colombo Presidente CONFAPI Varese La sfida industriale dell energia rinnovabile Tecnologie a basso impatto ambientale ancora poco competitive

Dettagli

La partecipazione al programma è aperta a ogni persona giuridica, pubblica o privata, stabilita nel territorio degli Stati membri.

La partecipazione al programma è aperta a ogni persona giuridica, pubblica o privata, stabilita nel territorio degli Stati membri. E N E R G I A I N T E L L I G E N T E P R O G R A M M A P L U R I E N N A L E D I A Z I O N I N E L S E T T O R E D E L L ' E N E R G I A : «E N E R G I A I N T E L L I G E N T E - E U R O P A» ( 2 0 0

Dettagli

Dott.sa Francesca Bacchiocchi Responsabile Unità Ambiente Comune di Forlì

Dott.sa Francesca Bacchiocchi Responsabile Unità Ambiente Comune di Forlì Verso una distribuzione più sostenibile delle merci nel tessuto urbano della città: presentazione del Progetto europeo SMARTSET 18 Maggio 2013 Camera di Commercio di Forlì-Cesena Sala Zambelli Dott.sa

Dettagli

Risparmio energetico e fonti di energia rinnovabili

Risparmio energetico e fonti di energia rinnovabili Risparmio energetico e fonti di energia rinnovabili Massimo Marchesi Commissione Europea Rappresentanza a3 Milano Forlì,, 18 Aprile 2007 L utilizzo UE di energia Consumo primario d energia UE 25 (1750

Dettagli

Jointly for our common future

Jointly for our common future Newsletter del progetto GeoSEE nr.1 Gennaio 2013 1. Avvio del progetto 2. Il progetto 3. Il programma SEE 4. Il partenariato 5. Obiettivi del progetto Jointly for our common future 1 AVVIO DEL PROGETTO

Dettagli

L idea. Sostenibilità. Sostenibilità economica. ambientale. Sostenibilità. sociale

L idea. Sostenibilità. Sostenibilità economica. ambientale. Sostenibilità. sociale COMPANY PROFILE 2013 L idea Green to Green srl è una società di servizi energetici nata nel 2013 dalla volontà di 3 professionisti del settore che hanno voluto trasferire le competenze maturate in una

Dettagli

Energia e imprese: approcci di successo Dario Di Santo, FIRE

Energia e imprese: approcci di successo Dario Di Santo, FIRE e imprese: approcci di successo Dario Di Santo, FIRE 3 giornata sull efficienza energetica nelle imprese 20 maggio 2008, Milano Cos è la FIRE La Federazione Italiana per l uso Razionale dell è un associazione

Dettagli

PROTOCOLLO DI INTESA PER LA REALIZZAZIONE DEL PROGETTO MICROKYOTO - IMPRESE

PROTOCOLLO DI INTESA PER LA REALIZZAZIONE DEL PROGETTO MICROKYOTO - IMPRESE Allegato A alla delibera di Giunta n del. PROTOCOLLO DI INTESA PER LA REALIZZAZIONE DEL PROGETTO MICROKYOTO - IMPRESE PREMESSO CHE: Il 10 dicembre 1997, nell ambito della Convenzione Quadro sui Cambiamenti

Dettagli

Efficienza per pianificare l energia

Efficienza per pianificare l energia Efficienza per pianificare l energia Simona Murroni - Assessorato Industria - Servizio Energia La RAS - Assessorato Industria Servizio Energia Sta redigendo il Piano Energetico Regionale Ambientale di

Dettagli

Gli schemi finanziari utilizzabili per le attività di R&S

Gli schemi finanziari utilizzabili per le attività di R&S Il settore strategico delle acque: come l innovazione chimica può aumentarne la sostenibilità Gli schemi finanziari utilizzabili per le attività di R&S Stefano Toffanin Ferrara, 21 maggio 2010 Quartiere

Dettagli

Efficienza energetica, online il Piano d'azione 2014 (PAEE). IL TESTO

Efficienza energetica, online il Piano d'azione 2014 (PAEE). IL TESTO casaeclima.com http://www.casaeclima.com/ar_18985 ITALIA-Ultime-notizie-paee-efficienza-energetica-Efficienza-energetica-online-il-Pianodazione-2014-PAEE.-IL-TESTO-.html Efficienza energetica, online il

Dettagli

Comune di Ferrara. Insert your logo here. Descrizione

Comune di Ferrara. Insert your logo here. Descrizione PROCEDURE E OPPORTUNITA' DEL COMPRARE VERDE SALA DEL CONSIGLIO PROVINCIALE - PIAZZA ITALIA 11, PERUGIA 24 FEBBRAIO 2009 Public Procurement boosts Energy Efficiency Gli Acquisti Verdi promuovono l Efficienza

Dettagli

L EFFICIENZA ENERGETICA NEGLI EDIFICI

L EFFICIENZA ENERGETICA NEGLI EDIFICI EFFICIENZA ENERGETICA NELL EDILIZIA TRA INNOVAZIONE E TRADIZIONE L EFFICIENZA ENERGETICA NEGLI EDIFICI Ing. EZIO PIREDDU Commissione Energia e Impianti Ordine degli Ingegneri della provincia di Cagliari

Dettagli

Arval, attore della mobilità sostenibile

Arval, attore della mobilità sostenibile La sicurezza delle flotte auto Fleet Manager Academy 13 Marzo 2014 Arval, attore della mobilità sostenibile CSR Policy: 4 pilastri ricchi di impegni Supportare e finanziare un economia etica: Etica di

Dettagli

Maintenance & Energy Efficiency

Maintenance & Energy Efficiency Industrial Management School Maintenance & Conoscenze, metodi e strumenti per operare nel campo della gestione dell energia - Integrare le politiche di manutenzione con quelle legate all energia - Ottimizzare

Dettagli

Il progetto COMPRO COMmon PROcurement of collective and public service transport clean vehicles

Il progetto COMPRO COMmon PROcurement of collective and public service transport clean vehicles Il progetto COMPRO COMmon PROcurement of collective and public service transport clean vehicles A cura di Fabio Formentin Forum P.A. Acquisti verdi e P.A.: strategie e strumenti per l incontro tra domanda

Dettagli

Standard di qualità nell attuazione degli interventi raccomandati dal certificato energetico

Standard di qualità nell attuazione degli interventi raccomandati dal certificato energetico WORKSHOP RIQUALIFICAZIONE ENERGETICA DEGLI EDIFICI Standard di qualità nell attuazione degli interventi raccomandati dal certificato energetico 15 dicembre 2010 ENEA, Sala Conferenze Via Giulio Romano

Dettagli

Adria Energy. risparmiare, naturalmente

Adria Energy. risparmiare, naturalmente Adria Energy risparmiare, naturalmente Le soluzioni ottimali per ottenere energia: cogenerazione, fotovoltaico, solare termico, biomasse, geotermico, idroelettrico, eolico. Adria Energy risparmiare, naturalmente

Dettagli

Iniziative e progetti pilota per la promozione dei Sistemi di Gestione Ambientale in Lombardia

Iniziative e progetti pilota per la promozione dei Sistemi di Gestione Ambientale in Lombardia Iniziative e progetti pilota per la promozione dei Sistemi di Gestione Ambientale in Lombardia Regione Lombardia U.O. Riduzione Emissioni in atmosfera e Sostenibilità Ambientale Arch. Anelisa Ricci 1 La

Dettagli

Francesco Pierri Mobility Manager Provincia di Milano

Francesco Pierri Mobility Manager Provincia di Milano Intervento Francesco Pierri Mobility Manager Provincia di Milano Sala Falck Assolombarda 29 gennaio 2007 Convegno MUOVERE PERSONE E MERCI: LE POLITICHE E I PROGETTI PER LA COSTRUZIONE DELLA CITY LOGISTICS

Dettagli

ENERGY MANAGEMENT Gruppo Monte dei Paschi di Siena

ENERGY MANAGEMENT Gruppo Monte dei Paschi di Siena ENERGY MANAGEMENT Gruppo Monte dei Paschi di Siena Ing. Francesco Pellegrino- Energy Manager PGI Milano, 12/11/2004 INDICE 1 LA BANCA MPS 2 LA POLITICA AMBIENTALE 3 IMMOBILIARI 4 ENERGY MANAGEMENT 2 1-

Dettagli

Comune di Ferrara. Progetto PRO-EE. Work Package 3 Joint Procurement Schemes

Comune di Ferrara. Progetto PRO-EE. Work Package 3 Joint Procurement Schemes Comune di Ferrara Progetto PRO-EE Work Package 3 Joint Procurement Schemes Sintesi delle principali tipologie di joint procurement e delle possibili forme di finanziamento Cremona, 10 ottobre 2008 Forum

Dettagli

Linee di attività e progetti sul parco autobus e filobus della Regione Emilia-Romagna

Linee di attività e progetti sul parco autobus e filobus della Regione Emilia-Romagna Direzione Generale Reti infrastrutturali, Logistica e Sistemi di mobilità Linee di attività e progetti sul parco autobus e filobus della Regione Emilia-Romagna Ing. Andrea Normanno Direzione Generale Reti

Dettagli

Laurence A. Bannerman Segretario Generale AIPARK Vice Presidente EPA. E in Europa intanto

Laurence A. Bannerman Segretario Generale AIPARK Vice Presidente EPA. E in Europa intanto Laurence A. Bannerman Segretario Generale AIPARK Vice Presidente EPA E in Europa intanto Negli ultimi due decenni il Parking Management è stato universalmente riconosciuto come uno dei modi più importanti

Dettagli

We save energy for a better future.

We save energy for a better future. environment, efficiency, economy We save energy for a better future. Conserviamo energia, per un futuro migliore. RIQUALIFICAZIONE E RISPARMIO ENERGETICO PROGETTAZIONE E GESTIONE IMPIANTI DI PRODUZIONE

Dettagli

THE ISSUE/NEREUS Pubblicazione congiunta

THE ISSUE/NEREUS Pubblicazione congiunta THE ISSUE/NEREUS Pubblicazione congiunta Richiesta contributi Le regioni partner di THE ISSUE Progetto FP7 e Nereus - Rete delle regioni europee utilizzatrici di Tecnologie Spaziali - richiedono contributi

Dettagli

Lo standard ISO 50001 per l efficienza energetica e il nuovo periodo ETS: opportunità e benefici

Lo standard ISO 50001 per l efficienza energetica e il nuovo periodo ETS: opportunità e benefici Per una migliore qualità della vita Lo standard ISO 50001 per l efficienza energetica e il nuovo periodo ETS: opportunità e benefici Matteo Locati Responsabile Sustainability Certiquality Milano, 17 ottobre

Dettagli

SOLUZIONI PERSONALIZZATE PER LA MASSIMA EFFICIENZA DI FLOTTA E MOBILITÀ

SOLUZIONI PERSONALIZZATE PER LA MASSIMA EFFICIENZA DI FLOTTA E MOBILITÀ SOLUZIONI PERSONALIZZATE PER LA MASSIMA EFFICIENZA DI FLOTTA E MOBILITÀ ARVAL CONSULTING ITALY UN TEAM DI PROFESSIONISTI A DISPOSIZIONE Il Team Arval Consulting è composto da professionisti costantemente

Dettagli

Il progetto PINE e l opportunità di audit energetici gratuiti per le PMI

Il progetto PINE e l opportunità di audit energetici gratuiti per le PMI Il progetto PINE e l opportunità di audit energetici gratuiti per le PMI Maria Teresa Ruffo 17 aprile 2013 Associazione Piccole e Medie Industrie di Novara VCO e Vercelli S.S. del Sempione n.33, Km.87

Dettagli

La Provincia promuove il Patto dei sindaci Stato dell arte e Prospettive dei PAES nei comuni del territorio provinciale

La Provincia promuove il Patto dei sindaci Stato dell arte e Prospettive dei PAES nei comuni del territorio provinciale La Provincia promuove il Patto dei sindaci Stato dell arte e Prospettive dei PAES nei comuni del territorio provinciale L esperienza del PAES congiunto dell Isola d Elba 11 febbraio 2014 Roberto Bianco

Dettagli

D.5 Energy Manager. Controllo Utilizzazione Energia. Energy Manager TEE. Regolamenti Edilizi ESCO. Mobility Manager

D.5 Energy Manager. Controllo Utilizzazione Energia. Energy Manager TEE. Regolamenti Edilizi ESCO. Mobility Manager Controllo Utilizzazione Energia TEE Consumi Energetici Energy Manager Regolamenti Edilizi 31% 3% 31% agricoltura ESCO industria trasporti usi civili 35% Mobility Manager 1 Mobility Manager Il Mobility

Dettagli

Energia. RSA Provincia di Milano. Energia

Energia. RSA Provincia di Milano. Energia RSA Provincia di Milano Energia Fig. 1: consumi elettrici per ciascun settore La produzione e il consumo di energia hanno impatto dal punto di vista ambientale, soprattutto per ciò che riguarda il consumo

Dettagli

Canali e modalità di accesso alle fonti di finanziamento europeo

Canali e modalità di accesso alle fonti di finanziamento europeo Canali e modalità di accesso alle fonti di finanziamento europeo convegno Piani energetici, opportunità di risparmio e finanziamento per le pubbliche amministrazioni Mezzocorona 25/02/2011 Canali di finanziamento

Dettagli

PROTOCOLLO D INTESA. tra

PROTOCOLLO D INTESA. tra PROTOCOLLO D INTESA tra Il Comune di Perugia, con sede in Corso Vannucci N. 19 - PERUGIA P.IVA 00218180545 e C.F.00163570542, rappresentato dal Sindaco Wladimiro Boccali, domiciliato per le proprie funzioni

Dettagli

Il Green Public Procurement a Cinisello Balsamo

Il Green Public Procurement a Cinisello Balsamo COMUNE DI CINISELLO BALSAMO Il Green Public Procurement a Cinisello Balsamo Green Public Procurement a Cinisello Balsamo Definizione: Sistema di acquisti di prodotti e servizi ambientalmente preferibili

Dettagli

Come le imprese chimiche affrontano la criticità dell Energia.

Come le imprese chimiche affrontano la criticità dell Energia. Come le imprese chimiche affrontano la criticità dell Energia. Filippo Carletti Presidente Comitato Energia FEDERCHIMICA Milano, 15 Marzo 2011 V Workshop TACEC L energia, fattore cruciale per l industria

Dettagli

PadovaFIT! A Financing Investment Tool for the retrofitting of housing and service facility buildings in the PADOVA area PADOVA IN FORMA!

PadovaFIT! A Financing Investment Tool for the retrofitting of housing and service facility buildings in the PADOVA area PADOVA IN FORMA! PadovaFIT! A Financing Investment Tool for the retrofitting of housing and service facility buildings in the PADOVA area PADOVA IN FORMA! Padova FIT! - PREMESSA Piano d Azione per l Energia Sostenibile

Dettagli

IL VALORE DELLA FIDUCIA. STRUMENTI INNOVATIVI PER COMUNICARE LA SOSTENIBILITA: VALORE CONDIVISO e ENERGY SAVING COMPANY

IL VALORE DELLA FIDUCIA. STRUMENTI INNOVATIVI PER COMUNICARE LA SOSTENIBILITA: VALORE CONDIVISO e ENERGY SAVING COMPANY IL VALORE DELLA FIDUCIA STRUMENTI INNOVATIVI PER COMUNICARE LA SOSTENIBILITA: VALORE CONDIVISO e ENERGY SAVING COMPANY SOSTENIBILITA La sostenibilità rappresenta una grande opportunità per le imprese,

Dettagli

Q&C dei sistemi di gestione in base alla norma UNI CEI EN 16001

Q&C dei sistemi di gestione in base alla norma UNI CEI EN 16001 Ing. Sandro Picchiolutto Fabbisogni di qualificazione e certificazione (Q&C) di competenze, servizi e sistemi per l efficienza energetica e le fonti rinnovabili Q&C dei sistemi di gestione in base alla

Dettagli

La nuova legge provinciale sull energia (l.p. 4 ottobre 2012, n. 20)

La nuova legge provinciale sull energia (l.p. 4 ottobre 2012, n. 20) Provincia Autonoma di Trento La nuova legge provinciale sull energia (l.p. 4 ottobre 2012, n. 20) CONVEGNO AEIT 26 ottobre 2012 29 maggio 1980 Approvazione della legge provinciale n. 14 Legge provinciale

Dettagli

PROTOCOLLO D INTESA TRA DIPARTIMENTO DELLA FUNZIONE PUBBLICA E CONFINDUSTRIA

PROTOCOLLO D INTESA TRA DIPARTIMENTO DELLA FUNZIONE PUBBLICA E CONFINDUSTRIA PROTOCOLLO D INTESA TRA DIPARTIMENTO DELLA FUNZIONE PUBBLICA E CONFINDUSTRIA Premesso che il programma di Governo ha previsto una legislatura caratterizzata da profonde riforme istituzionali; che tale

Dettagli

Newsletter del Network E r

Newsletter del Network E r Newsletter del Network E r Num. 9 Agosto Dicembre 2011 Indice 1. Aggiornamenti dalle CCIAA 2. Aggiornamenti dalle CCIE Italiane all Estero 3. Altre informazioni 4. Piccola rassegna stampa 5. Bibliografia

Dettagli

Il mondo produttivo e la Green Economy

Il mondo produttivo e la Green Economy Bologna Venerdì, 22 ottobre 2010 Verso un nuovo PER: linee di indirizzo per un Piano partecipato Il mondo produttivo e la Green Economy LA POLITICA ENERGETICA EUROPEA, LE GREEN TECHNOLOGIES, IL PIANO ANTICRISI

Dettagli

Independent Market Energy Saving Consulting

Independent Market Energy Saving Consulting Independent Market ALENS è ESCo certificata UNI CEI 11352 da TÜV SUD Una nuova realtà nel settore della consulenza in campo energetico, nata dall esperienza pluriennale dei soci. Independent Market Chi

Dettagli

I Sistemi Gestione Energia e il ruolo dell energy manager

I Sistemi Gestione Energia e il ruolo dell energy manager I Sistemi Gestione Energia e il ruolo dell energy manager Valentina Bini, FIRE 27 marzo, Napoli 1 Cos è la FIRE La Federazione Italiana per l uso Razionale dell Energia è un associazione tecnico-scientifica

Dettagli

TORINOSMARTCITY. ROMA - 9 Febbraio 2012

TORINOSMARTCITY. ROMA - 9 Febbraio 2012 TORINOSMARTCITY DAL PATTO DEI SINDACI A SMART CITY: IL PERCORSO DELLA CITTA DI TORINO ROMA - 9 Febbraio 2012 1 LE TAPPE 29 gennaio 2008 nell ambito della seconda edizione della Settimana Europea dell energia

Dettagli

La strategia regionale per l attuazione della politica degli acquisti pubblici ecologici

La strategia regionale per l attuazione della politica degli acquisti pubblici ecologici La strategia regionale per l attuazione della politica degli acquisti pubblici ecologici Luisa Mulas Servizio Sostenibilità Ambientale, Assessorato della Difesa dell Ambiente, Regione Sardegna Scrivere

Dettagli

Da Energy Manager a Esperto in Gestione dell Energia

Da Energy Manager a Esperto in Gestione dell Energia Argomenti trattati Evoluzione delle figura professionale: da EM a EGE L Esperto in Gestione dell Energia Requisiti, compiti e competenze secondo UNI CEI 11339 Opportunità Schema di certificazione L Energy

Dettagli

PATTO DI INDIRIZZO PER LE SMART CITY

PATTO DI INDIRIZZO PER LE SMART CITY PATTO DI INDIRIZZO PER LE SMART CITY PREMESSO CHE: Il Panel Inter-Governativo sui Cambiamenti Climatici (IPCC) ha confermato che il cambiamento climatico é una realtà e la cui causa principale é l utilizzo

Dettagli

Le azioni di efficienza energetica degli edifici nel PAES Piano di Azione per l Energia Sostenibile

Le azioni di efficienza energetica degli edifici nel PAES Piano di Azione per l Energia Sostenibile Le azioni di efficienza energetica degli edifici nel PAES Piano di Azione per l Energia Sostenibile 21 Ottobre 2015 Efficienza energetica degli edifici: il valore della casa, il valore dell ambiente con

Dettagli

LOCAZIONE VEICOLI EFFICIENZA NELLA CAR POLICY E BENEFICI PER LE AZIENDE. Pietro Teofilatto ANIASA. Milano, 23 ottobre 2013

LOCAZIONE VEICOLI EFFICIENZA NELLA CAR POLICY E BENEFICI PER LE AZIENDE. Pietro Teofilatto ANIASA. Milano, 23 ottobre 2013 LOCAZIONE VEICOLI EFFICIENZA NELLA CAR POLICY E BENEFICI PER LE AZIENDE Pietro Teofilatto Milano, 23 ottobre 2013 Agenda Scenario del mercato dell auto e del noleggio Nuovo ruolo del Fleet manager: car

Dettagli

Iniziative energetiche intraprese dall Amministrazione comunale di Lodi. Simone Uggetti Assessore all Ambiente Comune di Lodi

Iniziative energetiche intraprese dall Amministrazione comunale di Lodi. Simone Uggetti Assessore all Ambiente Comune di Lodi CITTA DI LODI Iniziative energetiche intraprese dall Amministrazione comunale di Lodi I comuni, l'energia, l ambiente e la tutela del cittadino: esperienze, innovazioni e finanziamenti Simone Uggetti Assessore

Dettagli

Codice di Condotta per i Contratti a Prestazione Energetica Garantita (EPC) Italy

Codice di Condotta per i Contratti a Prestazione Energetica Garantita (EPC) Italy (EPC) Italy Il Progetto Transparense Questo documento è stato redatto nell ambito del progetto Transparense - Aumentare la trasparenza dei Mercati Energetici, sostenuto dal programma Europeo Intelligent

Dettagli

Innovazione, Ricerca & Finanziamenti Europei

Innovazione, Ricerca & Finanziamenti Europei Innovazione, Ricerca & Finanziamenti Europei Nicoletta Marchiandi Quatraro Camera di commercio di Torino Formazione Poli di Innovazione Mod.1, 14.05.2010 Agenda UNA PREMESSA Stratetgia di Lisbona target

Dettagli

L Inventario delle Emissioni del Comune di Padova

L Inventario delle Emissioni del Comune di Padova L Inventario delle Emissioni del Comune di Padova Padova verso il Piano Clima Michele Zuin Settore Ambiente Comune di Padova Adesione al Patto dei sindaci e alla Campagna SEE Con deliberazione di Consiglio

Dettagli

OSSERVATORIO Corporate Social Responsibility

OSSERVATORIO Corporate Social Responsibility OSSERVATORIO Corporate Social Responsibility Milano, 26 maggio 2008 MOBILITY MANAGEMENT E CORPORATE SOCIAL RESPONSIBILITY Federico Isenburg LA CORPORATE SOCIAL RESPONSIBILITY Il Libro Verde dell Unione

Dettagli

Poste Italiane: la creazione di un modello di trasporto sostenibile nel settore del recapito della corrispondenza

Poste Italiane: la creazione di un modello di trasporto sostenibile nel settore del recapito della corrispondenza Poste Italiane: la creazione di un modello di trasporto sostenibile nel settore del recapito della corrispondenza Fabrizio Iovino Responsabile Gestione e Coordinamento Sicurezza sul Lavoro di Poste Italiane

Dettagli

ELENA. European Local Energy Assistance

ELENA. European Local Energy Assistance ELENA European Local Energy Assistance SOMMARIO 1. Obiettivo 2. Budget 3. Beneficiari 4. Azioni finanziabili 5. Come partecipare 6. Criteri di selezione 7. Contatti OBIETTIVI La Commissione europea e la

Dettagli

IL PROGETTO STRATEGICO ALTERENERGY

IL PROGETTO STRATEGICO ALTERENERGY CBC IPA ADRIATICO 2007 2013 IL PROGETTO STRATEGICO ALTERENERGY ALTERENERGY (Energy Sustainability for Adriatic Small Communities) è la nuova sfida per la sostenibilità ambientale che punta a favorire la

Dettagli

Essere leader nella Green Economy. Percorso formativo

Essere leader nella Green Economy. Percorso formativo Essere leader nella Green Economy Percorso formativo L urgenza di innovare il modello produttivo e di mercato che ha causato la crisi economica e ambientale che stiamo vivendo, sta aprendo spazi sempre

Dettagli

Workshop ST-ESCOs Barriere e potenziale: gli strumenti del progetto ST-ESCOs

Workshop ST-ESCOs Barriere e potenziale: gli strumenti del progetto ST-ESCOs Workshop ST-ESCOs Barriere e potenziale: gli strumenti del progetto ST-ESCOs 30 Novembre 2005, Napoli - Palazzo San Giacomo, Mario Motta, Luca Colasuonno Barriere e Potenziale 2 Tecnologie solari termiche:

Dettagli

Questionario sul Manuale per la sostenibilità

Questionario sul Manuale per la sostenibilità Questionario sul Manuale per la sostenibilità Deliverable 4.1 Deliverable Progetto I.M.A.G.I.N.E. MAde Green IN Europe Il progetto IMAGINE Il progetto IMAGINE è finalizzato alla sperimentazione e diffusione

Dettagli

PAES piano d'azione per l'energia sostenibile

PAES piano d'azione per l'energia sostenibile EFFICIENZA ENERGETICA PER LE AZIENDE comune di GALLARATE 29 Maggio 2013 PAES piano d'azione per l'energia sostenibile Giuseppe Maffeis, Giorgio Fedeli TerrAria srl, Via Gioia 132, 20125 Milano, Tel. 02

Dettagli

Focus sull autista. Dall esperienza all eccellenza

Focus sull autista. Dall esperienza all eccellenza Focus sull autista Dall esperienza all eccellenza L equazione della formazione L equazione della formazione: piccoli miglioramenti equivalgono a grandi risultati. La formazione è solitamente un investimento

Dettagli

Il certificati bianchi quale nuovo sistema di incentivazione dell innovazione

Il certificati bianchi quale nuovo sistema di incentivazione dell innovazione Il certificati bianchi quale nuovo sistema di incentivazione dell innovazione Pasquale Monti Responsabile Efficienza Energetica Rozzano(MI) 21 Febbraio 2013 Enel.si srl Unità Sviluppo ed Efficienza Energetica

Dettagli

La norma EN 16001 a due anni dalla pubblicazione. Compliance & Risk Manager BSI Group Italia S.r.l.

La norma EN 16001 a due anni dalla pubblicazione. Compliance & Risk Manager BSI Group Italia S.r.l. La norma EN 16001 a due anni dalla pubblicazione Ing. Gian Luca Conti Ing. Gian Luca Conti Compliance & Risk Manager BSI Group Italia S.r.l. Siamo un organizzazione indipendente Presentazione BSI Non abbiamo

Dettagli

Innovations for a MAde Green IN Europe

Innovations for a MAde Green IN Europe PROGETTO IMAGINE Innovations for a MAde Green IN Europe SOGGETTO FINANZIATORE: Unione Europea Linea di finanziamento bandi CIP - EcoInnovation BENEFICIARIO: ASEV - AGENZIA PER LO SVILUPPO EMPOLESE VALDELSA

Dettagli

Le politiche della Commissione per l Energia. Silvia Zinetti Comitato Economico e Sociale Europeo Bergamo, 03 Ottobre 2014

Le politiche della Commissione per l Energia. Silvia Zinetti Comitato Economico e Sociale Europeo Bergamo, 03 Ottobre 2014 Le politiche della Commissione per l Energia Silvia Zinetti Comitato Economico e Sociale Europeo Bergamo, 03 Ottobre 2014 Indice Il contesto Gli obiettivi Art. 194 TFUE Quadro generale Obiettivo EE Le

Dettagli

Energia ed automotive: la rivoluzione è già in atto. Ing. Luigi Di Matteo Area Professionale Tecnica- ACI

Energia ed automotive: la rivoluzione è già in atto. Ing. Luigi Di Matteo Area Professionale Tecnica- ACI Energia ed automotive: la rivoluzione è già in atto. Ing. Luigi Di Matteo Area Professionale Tecnica- ACI Decreto Legislativo 30 maggio 2005, n. 128 Attuazione della direttiva 2003/30/CE relativa alla

Dettagli

PROVINCIA DI BERGAMO SETTORE PIANIFICAZIONE TERRITORIALE, TRASPORTI E GRANDI INFRASTRUTTURE Servizio Trasporti

PROVINCIA DI BERGAMO SETTORE PIANIFICAZIONE TERRITORIALE, TRASPORTI E GRANDI INFRASTRUTTURE Servizio Trasporti PROVINCIA DI BERGAMO SETTORE PIANIFICAZIONE TERRITORIALE, TRASPORTI E GRANDI INFRASTRUTTURE Servizio Trasporti LA RETE PROVINCIALE DEI MOBILITY MANAGER E LE OPPORTUNITA DI FINANZIAMENTO Bergamo, 9 febbraio

Dettagli

Da Energy Manager a Esperto in Gestione dell Energia

Da Energy Manager a Esperto in Gestione dell Energia Argomenti trattati Evoluzione delle figura professionale: da EM a EGE L Esperto in Gestione dell Energia Requisiti, compiti e competenze secondo UNI CEI 11339 Opportunità Schema di certificazione L Energy

Dettagli

PadovaFIT! Un progetto di riconversione del territorio

PadovaFIT! Un progetto di riconversione del territorio PadovaFIT! Un progetto di riconversione del territorio Daniela Luise Comune Padova Settore Ambiente e Territorio Padova 18 Giugno 2015 Padova FIT! - PREMESSA Piano d Azione per l Energia Sostenibile del

Dettagli

Provincia di Belluno Attività in materia energetica

Provincia di Belluno Attività in materia energetica Provincia di Belluno Attività in materia energetica - Piano Energetico Ambientale Provinciale - Contributo Energia su PAT/PATI - Progetti europei arch. Paola Agostini Servizio pianificazione e gestione

Dettagli

Il progetto Energy Saving Omron. Roma, 21 Marzo 2013 Marco Viganò

Il progetto Energy Saving Omron. Roma, 21 Marzo 2013 Marco Viganò Il progetto Energy Saving Omron Roma, 21 Marzo 2013 Marco Viganò Introduzione Il tema del Risparmio Energetico è diventato di grande interesse a causa dei problemi legati alla dipendenza energetica nazionale

Dettagli

Inventario delle Emissioni e processo partecipativo Progetto 50000and1SEAPs Comune di Montecchio Maggiore

Inventario delle Emissioni e processo partecipativo Progetto 50000and1SEAPs Comune di Montecchio Maggiore Inventario delle Emissioni e processo partecipativo Progetto 50000and1SEAPs Comune di Montecchio Maggiore Martedi, 9 Giugno - 2015 Emanuele Cosenza SOGESCA Srl e.cosenza@sogesca.it ARGOMENTI Progetto 50000and1SEAPs

Dettagli

Consulenza di Direzione Ambiente & Innovazione Sistemi di Gestione Aziendale. Clicca qui per l avvio

Consulenza di Direzione Ambiente & Innovazione Sistemi di Gestione Aziendale. Clicca qui per l avvio Titolo intervento Ambiente e sostenibilità per la tua Azienda sono un costo?.noi lo trasformiamo in ricchezza. Relatore: : Gian Piero Zattoni Consulenza di Direzione Ambiente & Innovazione Sistemi di Gestione

Dettagli

Il progetto PVTRAIN: obiettivi e risultati raggiunti

Il progetto PVTRAIN: obiettivi e risultati raggiunti Il progetto PVTRAIN: obiettivi e risultati raggiunti Il PVTRAIN PhotovoltaicTrain - è un progetto pilota della durata di 3 anni (iniziato il 1 Novembre 2002 e terminato il 31 Ottobre 2005) realizzato dalla

Dettagli

NEWSLETTER DICEMBRE 2009. La valutazione del POR Competitività, 2007-2013. Il Piano di Valutazione del POR Competititivà

NEWSLETTER DICEMBRE 2009. La valutazione del POR Competitività, 2007-2013. Il Piano di Valutazione del POR Competititivà NEWSLETTER DICEMBRE 2009 IN QUESTO NUMERO... si parla di: EDITORIALE 01 La valutazione nel periodo di programmazione Fondi Strutturali 2007-2013 02 La valutazione del POR Competitività, 2007-2013 03 Il

Dettagli

Certificazione Energetica degli edifici 1991-2011 ING. Vincenzo Triunfo

Certificazione Energetica degli edifici 1991-2011 ING. Vincenzo Triunfo Certificazione Energetica degli edifici 1991-2011 ING. Vincenzo Triunfo 1991 - La certificazione energetica degli edifici in Italia è un idea che parte da lontano, tanto che il percorso compie proprio

Dettagli

Policy La sostenibilità

Policy La sostenibilità Policy La sostenibilità Approvato dal Consiglio di Amministrazione di eni spa il 27 aprile 2011. 1. Il modello di sostenibilità di eni 3 2. La relazione con gli Stakeholder 4 3. I Diritti Umani 5 4. La

Dettagli

Alpiq EcoServices Con sicurezza verso l obiettivo energetico.

Alpiq EcoServices Con sicurezza verso l obiettivo energetico. Alpiq EcoServices Con sicurezza verso l obiettivo energetico. Assumersi responsabilità. Con provvedimenti energeticamente efficienti. L efficienza energetica è una strategia efficace per la protezione

Dettagli

COMUNE DI. (Provincia di.)

COMUNE DI. (Provincia di.) COMUNE DI (Provincia di.) Deliberazione della Giunta Comunale N... del Oggetto : Adozione della politica di Green Public Procurement (Acquisti Verdi GPP) L' anno duemilaedodici, il giorno del mese, nella

Dettagli

Iveco per la city logistics e la mobilità sostenibile. Andrea Bucci Italy Market - General Manager

Iveco per la city logistics e la mobilità sostenibile. Andrea Bucci Italy Market - General Manager Iveco per la city logistics e la mobilità sostenibile Andrea Bucci Italy Market - General Manager 10-11-2011 Key trends megalopoli e centri storici urbani LE GRANDI CITTA INCORPORERANNO QUELLE PIU PICCOLE

Dettagli

Studio sulla Logistica Sostenibile

Studio sulla Logistica Sostenibile Studio sulla Logistica Sostenibile Marino Cavallo, Provincia di Bologna Cristina Gironimi, Provincia di Bologna Seminario Studi e Analisi sulla logistica sostenibile Bologna, 22 Novembre 2011 Progetto

Dettagli

BONUS RICERCA E SVILUPPO. chiarimenti - interpretazioni - novità

BONUS RICERCA E SVILUPPO. chiarimenti - interpretazioni - novità BONUS RICERCA E SVILUPPO chiarimenti - interpretazioni - novità Ricerca e innovazione a costo zero Manuela Brotto Consorzio Ethics CHI SIAMO Il Consorzio Ethics è un Organismo di Ricerca (ODR) senza scopo

Dettagli

Efficienza energetica: opportunità per le aziende e il sistema Italia

Efficienza energetica: opportunità per le aziende e il sistema Italia Efficienza energetica: opportunità per le aziende e il sistema Italia Energy Med Napoli, 23/03/2012 Marco Ballicu, Unità affari istituzionali e regolamentari EGL Italia S.p.A. Una società del Gruppo Indice

Dettagli

VIETATA LA RIRPODUZIONE, ANCHE PARZIALE, DI CONTENUTI E GRAFICA SENZA SPECIFICA AUTORIZZAZIONE DA PARTE DI ARVAL

VIETATA LA RIRPODUZIONE, ANCHE PARZIALE, DI CONTENUTI E GRAFICA SENZA SPECIFICA AUTORIZZAZIONE DA PARTE DI ARVAL Car Sharing, una nuova mobilità per le aziende Gli argomenti Il Corporate Vehicle Observatory Il contesto di mercato: Barometro 2013 Il Car Sharing: Le esperienze europee Il Car Sharing una nuova mobilità

Dettagli

I SERVIZI SARTEC PER IL MIGLIORAMENTO DELL EFFICIENZA ENERGETICA. Confindustria Sardegna Meridionale 26 Settembre 2013

I SERVIZI SARTEC PER IL MIGLIORAMENTO DELL EFFICIENZA ENERGETICA. Confindustria Sardegna Meridionale 26 Settembre 2013 I SERVIZI SARTEC PER IL MIGLIORAMENTO DELL EFFICIENZA ENERGETICA Confindustria Sardegna Meridionale 26 Settembre 2013 Le principali attività SARTEC sviluppa e fornisce soluzioni innovative per le industrie

Dettagli

La Coppa per il clima delle Imprese Europee (European Enterprises Climate Cup - EECC)

La Coppa per il clima delle Imprese Europee (European Enterprises Climate Cup - EECC) La Coppa per il clima delle Imprese Europee (European Enterprises Climate Cup - EECC) La competizione Europea per il risparmio energetico nelle piccole e medie imprese SPES Consulting Srl Galleria Mazzini,

Dettagli

Oggetto: Adesione al Patto dei Sindaci (Covenant of Mayors) per l'energia sostenibile.

Oggetto: Adesione al Patto dei Sindaci (Covenant of Mayors) per l'energia sostenibile. C.C. n. 12 del 14/04/2010 Oggetto: Adesione al Patto dei Sindaci (Covenant of Mayors) per l'energia sostenibile. Il Sindaco-Presidente riferisce che: 1. nel novembre 2005 la Commissione Europea ha lanciato

Dettagli

Relazione illustrativa sul SEAP. (Sustainable Energy Action Plan) Piano d Azione per l Energia Sostenibile

Relazione illustrativa sul SEAP. (Sustainable Energy Action Plan) Piano d Azione per l Energia Sostenibile Relazione illustrativa sul SEAP (Sustainable Energy Action Plan) Piano d Azione per l Energia Sostenibile Il Parlamento Europeo nel dicembre 2008 ha approvato il pacchetto clima-energia volto a conseguire

Dettagli

(PA), 11-12.07.2013 WORKSHOP IEE COVENANT CAPACITY

(PA), 11-12.07.2013 WORKSHOP IEE COVENANT CAPACITY COVENANT CAPACITY Capacity building of local governments to advance Local Climate and Energy Action from planning to action to monitoring GIORNATE DI FORMAZIONE Il Patto dei Sindaci: opportunità di crescita

Dettagli

Ferrara L ARIA al Centro Progetto di promozione, formazione ed animazione in occasione delle Domeniche ecologiche

Ferrara L ARIA al Centro Progetto di promozione, formazione ed animazione in occasione delle Domeniche ecologiche Ferrara L ARIA al Centro Progetto di promozione, formazione ed animazione in occasione delle Domeniche ecologiche I Temi Le buone prassi per l abbattimento del PM 10 Utilizzo di fonti rinnovabili e di

Dettagli

IL RUOLO DELLE ESCO NEGLI INTERVENTI DI EFFICIENZA ENERGETICA PRESSO LE IMPRESE

IL RUOLO DELLE ESCO NEGLI INTERVENTI DI EFFICIENZA ENERGETICA PRESSO LE IMPRESE IL RUOLO DELLE ESCO NEGLI INTERVENTI DI EFFICIENZA ENERGETICA PRESSO LE IMPRESE Dott. Ing. Andrea Papageorgiou, Direttore Generale Bryo S.p.A Giovedì 2 Ottobre 2014 AEPI Industrie Srl Imola In collaborazione

Dettagli

Codice 09/001. Oggetto

Codice 09/001. Oggetto Oggetto Codice 09/001 POR FESR ABRUZZO 2007 2013. Attività I.2.1. Sostegno a programmi di investimento delle Micro e PMI per progetti di innovazione tecnologica, di processo e della organizzazione dei

Dettagli

PATTO DEI SINDACI Cosa e Quali obiettivi Le procedure - Gli strumenti Quali finanziamenti e contributi

PATTO DEI SINDACI Cosa e Quali obiettivi Le procedure - Gli strumenti Quali finanziamenti e contributi PATTO DEI SINDACI Cosa e Quali obiettivi Le procedure - Gli strumenti Quali finanziamenti e contributi A21 -- Ambiente nel 21 secolo Tel. 030 7995986 - Cell. 335 8130355 mail: info@a21.it - www.a21.it

Dettagli

Gli obiettivi del Piano energetico regionale. Intervento dell Ing. Sebastiano Cacciaguerra Direttore del Servizio Energia

Gli obiettivi del Piano energetico regionale. Intervento dell Ing. Sebastiano Cacciaguerra Direttore del Servizio Energia Gli obiettivi del Piano energetico regionale Intervento dell Ing. Sebastiano Cacciaguerra Direttore del Servizio Energia 1 Il progetto del PER Il Servizio Energia è attualmente impegnato, attraverso un

Dettagli