Obbligazioni convertibili: il meglio di due mondi?

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Obbligazioni convertibili: il meglio di due mondi?"

Transcript

1 Obbligazioni convertibili: il meglio di due mondi? Un alternativa alle obbligazioni tradizionali Documento illustrativo di approfondimento che non costituisce offerta al pubblico di prodotti/servizi finanziari. Understand. Act.

2 Analysen & Trends Guardare lontano: anticipare oggi le strategie di investimento di domani 2

3 Indice 5 Obbligazioni convertibili 8 Le obbligazioni convertibili come strumento di investimento 9 Il comportamento di mercato delle obbligazioni convertibili 10 Obbligazioni convertibili a confronto con altre asset class 15 Obbligazioni convertibili: quali prospettive? 3

4 Obbligazioni convertibili: il meglio di due mondi? Gli investitori si trovano spesso a dover scegliere tra obbligazioni ed azioni. Le obbligazioni offrono un flusso di reddito stabile e, a differenza delle azioni, hanno un tasso di rendimento fisso. Le azioni potenzialmente offrono rendimenti più elevati, ma sono generalmente considerate più rischiose. Considerati fino a poco tempo fa investimenti risk-free, i titoli governativi sono particolarmente apprezzati dagli investitori che vogliono costruire un portafoglio a reddito fisso, in quanto generano un rendimento stabile fino alla scadenza, quando il capitale viene rimborsato. Prima della scadenza, tuttavia, il valore di un obbligazione può aumentare se i tassi di interesse scendono, oppure diminuire quando l inflazione e i tassi di interesse salgono, o se peggiora la solvibilità dell emittente. Di conseguenza, le obbligazioni offrono una sicurezza relativa. Le azioni di una società quotata offrono all investitore l opportunità di diventare comproprietario dell azienda, partecipando quindi sia ai rischi, sia ai successi della società. Il capitale investito in azioni solitamente offre rendimenti molto più elevati rispetto ad un investimento in obbligazioni. Reinvestendo la maggior parte degli utili, il valore dell azione acquistata aumenta anno dopo anno, e questa crescita degli utili si traduce di solito in dividendi più elevati. Nel tempo, un investimento iniziale nel capitale azionario di una società può generare rendimenti superiori rispetto ad un investimento equivalente nelle sue obbligazioni. Il mercato offre anche titoli con caratteristiche simili sia a quelle delle azioni che delle obbligazioni. Si tratta delle obbligazioni convertibili, ovvero obbligazioni per le quali il capitale investito può essere rimborsato in azioni dell emittente. In base ai trend di mercato, il prezzo di un obbligazione convertibile può variare in diversi modi. Quando il mercato azionario sale, e la domanda di obbligazioni diminuisce, il prezzo tende a comportarsi come un azione, mentre quando il mercato azionario scende, e la domanda di obbligazioni aumenta, tende a comportarsi come un obbligazione. Possiamo dire che le obbligazioni convertibili rappresentano il meglio dei due mondi? (cfr. grafico 1) Ma che cos è un obbligazione convertibile? In che misura può rappresentare un opportunità di investimento nell attuale situazione di mercato? 4

5 Grafico 1: Performance delle obbligazioni convertibili dal 1997 Confronto tra le performance di obbligazioni convertibili, azioni e titoli governativi in Europa (dal 1997) BofAML Europe Convertible Bond (EUR) MSCI Europe (EUR) BofAML European Union Government Index (EUR) Fonte: Datastream, Allianz Global Investors Capital Market Analysis, dati a marzo I rendimenti passati non sono indicativi di quelli futuri, e sono espressi al lordo degli oneri fiscali a carico dell investitore. 1 Obbligazioni convertibili 1.1 Definizione Un obbligazione convertibile è un obbligazione emessa da una società privata. Essa rientra quindi nella categoria delle obbligazioni private, definite anche obbligazioni societarie (in contrapposizione ai titoli governativi). In sintesi, un obbligazione convertibile: corrisponde una cedola regolare, è rimborsabile a scadenza, ha un valore di mercato che oscilla al variare dei tassi, ovvero al: tasso risk-free, il tasso delle obbligazioni governative, premio richiesto dal mercato a fronte di un miglioramento o di un peggioramento della solvibilità dell emittente. Le obbligazioni convertibili presentano tutte le caratteristiche di un obbligazione tradizionale, eccetto una: possono essere rimborsate in azioni, secondo i termini e le condizioni definiti in dettaglio nel contratto di emissione. Al verificarsi delle condizioni per la conversione in azioni, ovvero quando il prezzo dell azione sottostante raggiunge o supera il prezzo di conversione, l obbligazione convertibile assume le caratteristiche di un azione. 5

6 1.2 Obbligazioni convertibili: il punto di vista dell emittente Le obbligazioni convertibili presentano diverse caratteristiche interessanti per l emittente: 1. Finanziamento a condizioni e termini favorevoli. Sostanzialmente, il soggetto che riceve un finanziamento deve sottostare ai termini e alle condizioni del prestatore: spesso le richieste dei mercati finanziari sono meno esigenti rispetto alle condizioni applicate dalle banche. Quando un obbligazione può essere rimborsata in azioni, il mercato può comunque accettare una cedola inferiore a quella di un obbligazione privata tradizionale se le azioni di riferimento offrono un significativo potenziale di rialzo. 2. Minori oneri per interessi. Questo aspetto è particolarmente rilevante quando un emittente deve finanziare importanti investimenti o un acquisizione, operazioni che richiedono tempo per arrivare alla redditività. 3. Possibilità di rimandare la diluizione o distribuzione dei profitti e dei dividendi su un più ampio numero di azioni. L obbligazione sarà convertita in capitale quando la redditività degli investimenti ed i profitti aggiuntivi avranno compensato, in misura parziale, totale, o addirittura eccedente, l aumento del numero di azioni. L impatto dell aumento di capitale sull utile per azione, e quindi sulla quotazione dell azione, sarà lieve o addirittura nullo. 4. Possibilità di forzare la conversione. Il contratto di emissione può prevedere che, qualora il prezzo dell azione superi di una certa percentuale il prezzo di conversione, in un periodo prestabilito precedente alla data di scadenza il portatore debba scegliere tra il rimborso in denaro o in azioni. L emittente può pertanto convertire il proprio debito obbligazionario ed aumentare il capitale anticipatamente. 5. Diritti di rimborso anticipato. Alcuni contratti prevedono la possibilità per l emittente di riacquistare le obbligazioni convertibili in circolazione qualora il prezzo medio superi un determinato livello, a una certa data o in un periodo prestabilito. Lo stesso accade quando alla scadenza il prezzo dell azione sottostante non raggiunge il prezzo di conversione. Il prezzo di riacquisto sarà pertanto superiore al prezzo di emissione, affinché l investitore ottenga parte dei proventi che ha sacrificato in cambio del potenziale guadagno sulle azioni da ricevere. In questo modo, l emittente può evitare un aumento di capitale qualora non sia più necessario. 6

7 1.3 Obbligazioni convertibili: il punto di vista dell investitore Le obbligazioni convertibili offrono numerosi vantaggi, e qualche svantaggio: 1. L investitore ottiene un reddito costante, talora comparabile a quello offerto da altri prodotti nello stesso arco temporale. Alla scadenza, l investitore riceve come minimo il rimborso del capitale investito, in denaro o in azioni. 2. Prospettive di rendimenti elevati. Alla scadenza, la conversione in azioni offre un potenziale di guadagno che diventa ancora più interessante quando le azioni hanno superato il prezzo di conversione. 3. Una cedola inizialmente bassa. Il rendimento di un obbligazione convertibile è inferiore a quello offerto da un obbligazione tradizionale con una duration analoga. La differenza risulta compensata da un guadagno solo se l azione raggiunge o supera il prezzo di conversione, tuttavia tale incremento non è assicurato. 4. Il capitale investito non è garantito. Il prezzo dell obbligazione può diminuire prima della scadenza se il mercato scende, i tassi di interesse a lungo termine aumentano o la solvibilità dell emittente peggiora. In caso di default dell emittente prima della scadenza, la quota capitale potrebbe non essere rimborsata totalmente. 1.4 Rapporto di conversione La principale caratteristica che distingue le obbligazioni convertibili dalle altre obbligazioni è il rimborso in azioni di nuova emissione, sulla base di un rapporto di X azioni per ogni obbligazione che viene stabilito in sede di emissione ed eventualmente rettificato in caso di aumenti di capitale decisi dopo la data di emissione. Il rimborso in azioni solitamente è opzionale. La scelta può essere dell investitore o dell emittente, il quale rimborsa quindi le obbligazioni a un prezzo spesso superiore al semplice rimborso del capitale investito. Ciascuna delle parti che ha facoltà di scelta deciderà se è più vantaggioso optare per la conversione o per il rimborso dell obbligazione, dopo avere effettuato un confronto tra: il valore delle azioni da emettere e il valore di rimborso dell obbligazione, i dividendi distribuibili sulle azioni da emettere e il flusso cedolare dell obbligazione. Se il valore dell azione sottostante è superiore al valore di rimborso dell obbligazione, l investitore sceglierà di convertire le obbligazioni in azioni. Se il valore dell azione è molto superiore al prezzo di conversione, sarà interesse dell emittente rimborsare l obbligazione, qualora sia possibile, anche se ciò implica dover aumentare il capitale successivamente ad un prezzo più elevato. Il rimborso in azioni può essere anche obbligatorio. Un convertendo è un prestito obbligazionario il cui rimborso è obbligatoriamente previsto con l emissione di nuove azioni: poiché il rimborso deve avvenire comunque in azioni, tali obbligazioni sono molto più simili alle azioni (ordinarie) che alle obbligazioni convertibili. 1.5 Conversione e rimborso Consideriamo l esempio di un obbligazione convertibile con un rapporto di 1:1, emessa a quando il valore dell azione sottostante è 800. Il prezzo dell azione dovrà aumentare da 800 a 1.000, ovvero del 25%, perché il portatore consideri l opportunità di convertire l obbligazione in azioni. Con l avvicinarsi della data di scadenza: se il prezzo dell azione sottostante è superiore al prezzo di conversione, l obbligazione soddisfa le condizioni per la conversione e si comporta come un azione; se il prezzo dell azione sottostante è inferiore al prezzo di conversione, l obbligazione non sarà convertita, bensì rimborsata. In attesa del rimborso, il prezzo dell obbligazione può scendere al di sotto del prezzo nominale se il mercato nutre dubbi sulla capacità della società di pagare la cedola e rimborsare il capitale. A quel punto, l obbligazione convertibile si comporta come un obbligazione societaria privata. 7

8 Grafico 2: Profilo standard di un obbligazione convertibile Le quattro aree tradizionali 140 Alto rendimento Obbligazioni Misto Azioni Valore del convertibile Premio Azione Bond floor Valore dell opzione Valore dell obbligazione Valore dell azione Fonte: Allianz Global Investors Capital Market Analysis, febbraio Le obbligazioni convertibili come strumento di investimento Si definisce obbligazione convertibile un obbligazione privata (o societaria ) che prevede un opzione di acquisto sulle azioni di riferimento sottostanti a un prezzo prestabilito. Lo sconto sulla cedola, rispetto alle condizioni di mercato, accettato dall investitore, corrisponde quindi al valore dell opzione di acquisto, noto come premio (cfr. grafico 2). Il premio generalmente rappresenta dal 10 al 15% del valore dell obbligazione convertibile all emissione. Alla data di scadenza, il capitale investito può essere convertito in azioni: in sostanza, è come se l obbligazione venisse rimborsata e i proventi fossero utilizzati per esercitare l opzione d acquisto al prezzo stabilito al momento dell emissione. L obbligazione convertibile è un obbligazione privata il cui valore varia sulla base degli stessi parametri di qualsiasi altra obbligazione societaria, ovvero: tasso risk-free, cioè il rendimento del debito pubblico con la stessa scadenza. Tassi a lungo termine più elevati fanno scendere l obbligazione, mentre tassi più bassi ne aumentano il valore; solvibilità dell emittente. Se la solvibilità dell emittente peggiora, per esempio a causa di una riduzione del rating, l obbligazione si deprezza, mentre, se la solvibilità dell emittente migliora, il valore dell obbligazione aumenta. L opzione di conversione si comporta come qualsiasi call option su un titolo azionario: all avvicinarsi della data di scadenza, il valore dell opzione diminuisce, se il prezzo dell azione diventa più volatile, il valore dell opzione aumenta, il valore dell opzione aumenta all aumentare del prezzo dell azione sottostante rispetto al prezzo di esercizio. In un mercato perfettamente efficiente, il prezzo di un obbligazione convertibile corrisponde, per tutta la sua durata, alla somma dei valori dell obbligazione e dell opzione d acquisto. Quando il prezzo dell azione sottostante si avvicina al prezzo di esercizio, l obbligazione convertibile raggiunge il massimo livello di attrattività: se il prezzo dell azione sottostante sale, anche il prezzo dell obbligazione convertibile aumenta; quanto più sale, tanto più l andamento del prezzo dell obbligazione convertibile si allinea a quello dell azione; se il prezzo dell azione sottostante scende, il prezzo dell obbligazione convertibile diminuisce molto meno (cfr. grafico 3), in quanto è sostenuto dal flusso cedolare regolare e dal rimborso del capitale a scadenza. Solo se i suoi fondamentali peggiorano e vi sono dubbi sulla solvibilità dell emittente, il prezzo dell obbligazione convertibile si riassesta al di sotto del prezzo dell azione. In tal caso il titolo diventa un obbligazione ad alto rendimento (cfr. grafico 2, colonna di sinistra). 8

9 3 Il comportamento di mercato delle obbligazioni convertibili Prima di scegliere un obbligazione convertibile, l investitore non deve valutare solo la qualità del rischio legato all emittente, bensì anche la sensitività dell obbligazione, ovvero l impatto delle variazioni del prezzo dell azione sottostante sul prezzo dell obbligazione, definito come delta : una sensitività inferiore al 20% significa che il prezzo dell obbligazione convertibile non è molto sensibile al prezzo dell azione. Questo rende il rischio inerente alle obbligazioni convertibili comparabile a quello di un obbligazione, condizione che si verifica quando il prezzo dell azione sottostante è sensibilmente inferiore al prezzo di conversione; una sensitività superiore all 80% significa che il prezzo dell obbligazione convertibile è molto sensibile al prezzo dell azione. Questo rende il rischio inerente alle obbligazioni convertibili comparabile a quello di un azione, condizione che si verifica quando il prezzo dell azione sottostante è sensibilmente superiore al prezzo di conversione; se la sensitività è compresa tra il 20% e l 80%, l obbligazione convertibile si definisce mista (cfr. grafico 4). Più il prezzo dell azione sottostante aumenta e diverge dal prezzo di conversione, più aumenta la sensibilità dell obbligazione convertibile. Grafico 3: A parità di qualità creditizia, un obbligazione convertibile tende ad attutire i ribassi dei mercati azionari Prezzo dell obbligazione convertibile a Obbligazioni convertibili miste Zona di convessità positiva Le obbligazioni convertibili si comportano come azioni pure In una fase di mercato ribassista, l obbligazione convertibile perde meno valore (a) rispetto all azione (1) Le obbligazioni convertibili si comportano come obbligazioni pure 1 Bond floor Prezzo dell azione Fonte: Allianz Global Investors Capital Market Analysis, febbraio Grafico 4: Minore è la sensitività di un obbligazione convertibile, maggiore è la sua capacità di attutire i ribassi del mercato azionario Le obbligazioni convertibili si comportano come obbligazioni pure Prezzo dell obbligazione convertibile a b Obbligazioni convertibili miste Area di convessità positiva 2 1 Le obbligazioni convertibili si comportano come azioni pure Bond floor I ribassi 1 e 2 del prezzo dell azione sono uguali. Ma l impatto (b) del ribasso 2 è più debole di quello (a) del ribasso 1, perché nel frattempo la sensibilità dell obbligazione convertibile è diminuita. Prezzo dell azione Fonte: Allianz Global Investors Capital Market Analysis, febbraio

10 Più il prezzo dell azione sottostante diminuisce, avvicinandosi al prezzo di conversione o scendendo al di sotto dello stesso, minore diventa la sensibilità dell obbligazione convertibile. Le obbligazioni convertibili risultano quindi interessanti per l investitore, potendo offrire: protezione in caso di diminuzione del prezzo dell azione, cedole spesso superiori ai dividendi, potenziale di futuri guadagni in conto capitale (cfr. grafico 4). La capacità di un obbligazione convertibile di seguire il rialzo dell azione sottostante e di limitare i ribassi quando essa scende, si definisce asimmetria o convessità. A seconda dell andamento dei tassi a lungo termine e dei mercati azionari, si possono delineare quattro possibili configurazioni di mercato per le obbligazioni convertibili: calo dei tassi di interesse e rialzo dei mercati azionari. Questa è la situazione più favorevole. Il valore dell obbligazione aumenta al diminuire dei tassi di interesse e quello dell opzione di conversione all aumentare delle quotazioni azionarie. Il prezzo delle obbligazioni convertibili aumenta. Questo trend di mercato ha caratterizzato il periodo dal 1980 al 2000 negli Stati Uniti ed in Europa; aumento concomitante sia dei tassi di interesse che dei mercati azionari, che spesso si osserva durante una ripresa economica e di mercato. All aumentare dei tassi di interesse l obbligazione perde valore, ma con l aumento del prezzo delle azioni cresce anche il valore dell opzione di conversione. In questo scenario, l obbligazione convertibile si comporta sempre più come un azione; tassi di interesse più bassi e calo dei mercati azionari, situazione spesso osservata durante una fase recessiva dell economia e del mercato. Con il calo dei tassi di interesse il valore dell obbligazione aumenta (a meno che non peggiori la solvibilità dell emittente), ma la diminuzione dei prezzi delle azioni fa scendere il valore dell opzione di conversione. L obbligazione convertibile subisce una flessione relativamente contenuta e si comporta come un obbligazione societaria, il cui valore nominale attutisce i ribassi del mercato azionario e del valore dell opzione. Questo trend è stato osservato durante le due crisi finanziarie del e del tassi di interesse in aumento e calo dei mercati azionari. Questa è la situazione meno favorevole, nella quale detenere liquidità rappresenta l unica opzione redditizia. L obbligazione perde valore quando i tassi di interesse aumentano e l opzione di conversione si deprezza quando il prezzo dell azione diminuisce. Il prezzo delle obbligazioni convertibili diminuisce. Negli ultimi trent anni, questa situazione non si è mai protratta per lunghi periodi. 4 Obbligazioni convertibili a confronto con altre asset class Esaminiamo il comportamento delle obbligazioni convertibili nel corso di due decenni (cfr. grafico 5). Il primo decennio, (cfr. grafico 6), è caratterizzato da una forte crescita dei mercati azionari, il secondo, , da un trend ribassista e da un ampiezza inusuale dei cicli borsistici (cfr. grafico 7). 10

11 Grafico 5: Europa dal 1992: azioni e obbligazioni convertibili MSCI Europe (EUR) EXANE ECI-Europe convertible Index (EUR) Fonte: Datastream, Allianz Global Investors Capital Market Analysis, dati a gennaio I rendimenti passati non sono indicativi di quelli futuri, e sono espressi al lordo degli oneri fiscali a carico dell investitore. Grafico 6: Europa : azioni e obbligazioni convertibili MSCI Europe (EUR) EXANE ECI-Europe convertible Index (EUR) France Interbank Call (EUR) Fonte: Datastream, Allianz Global Investors Capital Market Analysis, dati a gennaio I rendimenti passati non sono indicativi di quelli futuri, e sono espressi al lordo degli oneri fiscali a carico dell investitore. Grafico 7: Europa : azioni e obbligazioni convertibili MSCI Europe (EUR) EXANE ECI-Europe convertible Index (EUR) France Interbank Call (EUR) Fonte: Datastream, Allianz Global Investors Capital Market Analysis, dati a gennaio I rendimenti passati non sono indicativi di quelli futuri, e sono espressi al lordo degli oneri fiscali a carico dell investitore. 11

12 Il comportamento delle obbligazioni convertibili rispecchia le caratteristiche fin qui evidenziate (cfr. grafico 8): volatilità molto stabile (cfr. nota 1). Le obbligazioni convertibili non sembrano seguire la volatilità delle azioni, che ha registrato notevoli oscillazioni, né quella delle obbligazioni, che nello stesso periodo è diminuita; Nota 1 Volatilità: misura (in %) l ampiezza della performance a breve termine di un asset rispetto alla sua performance a lungo termine. Più il prezzo di un asset varia nel tempo, più esso è volatile e quindi rischioso. Un asset monetario il cui valore aumenti ogni giorno di 1/360 del tasso di interesse overnight è considerato il meno volatile (prossimo a 0%) e il più sicuro in assoluto. volatilità nettamente inferiore a quella dei mercati azionari. Questa situazione si è verificata in particolare tra il 2000 e il 2012, quando i mercati azionari hanno evidenziato fortissime oscillazioni. La volatilità delle obbligazioni convertibili è risultata inferiore ad un terzo di quella delle azioni; stretta correlazione con i mercati azionari (dal 77% all 81,4%), che non sorprende essendo intrinseca alla natura del prodotto; correlazione variabile con le obbligazioni, a seconda del periodo osservato: la correlazione è stata debole (48%) per tutto il primo decennio ( ). Il calo dei tassi di interesse sui titoli governativi ha portato alla rivalutazione dei mercati obbligazionari e azionari. In un simile contesto, le obbligazioni convertibili sono correlate soprattutto alle azioni, che hanno una migliore performance; la correlazione è diventata negativa (-33%) nel corso del secondo decennio ( ). Il calo dei tassi di interesse sui titoli governativi è proseguito e il valore delle obbligazioni ha continuato ad aumentare. Ma a prescindere dalla volatilità più elevata, i mercati azionari hanno risentito di un trend ribassista che ha comportato la decorrelazione tra azioni e obbligazioni (-54%). Le obbligazioni convertibili sono risultate parzialmente decorrelate rispetto alle obbligazioni (-33%) perché sono rimaste correlate alle azioni (81%); in ogni caso, la performance ha sempre eguagliato o superato quella delle azioni. Durante il primo periodo, la performance delle obbligazioni convertibili ha raggiunto quella delle azioni, salita significativamente. Grazie alle cedole corrisposte durante il secondo periodo, la performance delle obbligazioni convertibili ha superato quella delle azioni (in misura pari al 2,88%), che hanno risentito del trend ribassista; infine, l indice di Sharpe (cfr. nota 2) è rimasto costantemente più attraente di quello offerto dalle azioni. Nei due periodi esaminati le obbligazioni convertibili hanno generato una performance analoga o migliore, sostenuta dalla minore volatilità. Nota 2 Indice di Sharpe: misura (in %) la maggiore performance di un asset rispetto al tasso di interesse risk-free (monetario), tenendo conto della sua volatilità aggiuntiva. Più elevato è l indice, più attraente risulta l asset cui è riferito. 12

13 Grafico 8: Volatilità e performance (periodo ) Convertibili Azioni Oats Liquidità Volatilità (annualizzata) 8.41 % % 4.76 % 0.13 % Performance (annualizzata) 8.44 % 6.59 % 7.34 % 4.21 % Indice di Sharpe Convertibili Azioni Oats Indici utilizzati: Eonia, Exane: Indice obbligazioni convertibili CGBI WBGI France, tutte le scadenze, MSCI France. Calcolati in data 15/01/2012 Volatilità (cfr. nota 1) e indice di Sharpe (cfr. nota 2) Convertibili % % % Azioni % % 7.47 % Oats % 7.47 % % Convertibili Azioni Oats Liquidità Volatilità (annualizzata) 8.28 % % 5.57 % 0.10 % Performance (annualizzata) % % % 5.90 % Indice di Sharpe 1, Convertibili Azioni Oats Convertibili % % % Azioni % % 0.41 % Oats % 0.41 % % Convertibili Azioni Oats Liquidità Volatilità (annualizzata) 8.48 % % 4.04 % 0.14 % Performance (annualizzata) 4.62 % 1.74 % 4.99 % 2.72 % Indice di Sharpe Convertibili Azioni Oats Convertibili % % % Azioni % % % Oats % % % Fonte: Allianz Global Investors Capital Market Analysis, dati al I rendimenti passati non sono indicativi di quelli futuri, e sono espressi al lordo degli oneri fiscali a carico dell investitore. 13

14 Pertanto, tra marzo 2002 e marzo 2012: un investitore che avesse incluso le obbligazioni convertibili nel suo portafoglio obbligazionario avrebbe sensibilmente aumentato la redditività del portafoglio, ovviamente aumentando nettamente il rischio (cfr. grafico 9); d altro canto, un investitore che avesse incluso le obbligazioni convertibili nel suo portafoglio azionario avrebbe sensibilmente contribuito a migliorare la performance, riducendo notevolmente il rischio (cfr. grafico 10). Nel periodo sotto osservazione, le obbligazioni convertibili avrebbero offerto ad un investitore azionario un profilo rischiorendimento particolarmente interessante. Grafico 9: Le obbligazioni convertibili migliorano la performance di un portafoglio obbligazionario (calcoli basati sul decennio ) 3.50% 100% convertibili, 0% obbligazioni societarie Rendimento (annualizzato) 3.00% 2.50% 2.00% 1.50% 1.00% 0.50% 0.00% 2.00% 0% convertibili, 100% obbligazioni societarie 2.50% 3.00% 3.50% 4.00% 4.50% 5.00% 5.50% 6.00% 6.50% 7.00% Rischio (volatilità annualizzata) Ciascun punto corrisponde ad una ponderazione aggiuntiva del 5% in obbligazioni convertibili Fonte: Datastream, Allianz Global Investors Capital Market Analysis, dati a marzo 2012 I rendimenti passati non sono indicativi di quelli futuri, e sono espressi al lordo degli oneri fiscali a carico dell'investitore. 14

15 5 Obbligazioni convertibili: quali prospettive? All indomani di una crisi finanziaria epocale, i mercati si trovano ad affrontare una ripresa economica lenta e incerta, in uno scenario che presenta le seguenti caratteristiche: incertezza degli investitori a causa dei numerosi rischi: ingenti debiti sovrani, possibile ritorno delle tensioni inflazionistiche e cambiamenti radicali sul fronte economico-finanziario legati all affermarsi di nuovi poteri; tassi di interesse ai livelli più bassi degli ultimi 50 anni, che potrebbero risalire in presenza di una ripresa congiunturale, di un ulteriore aumento del debito pubblico o di un incremento dell inflazione; un mercato obbligazionario societario privato, al cui interno sono scambiate le obbligazioni convertibili, che offre tassi di rendimento attraenti, sia in valore assoluto che rispetto ai titoli governativi; mercati azionari con valutazioni ancora interessanti, non solo in termini assoluti, ma ancor più se rapportati ai tassi di interesse a lungo termine; Grafico 10: Le obbligazioni convertibili migliorano la performance e riducono il rischio di un portafoglio azionario (calcoli basati sul decennio ) 3.50 % 3.00 % 100% convertibili, 0% azioni Rendimento (annualizzato) 2.50 % 2.00 % 1.50 % 1.00 % 0.50 % 0.00 % 5.00 % 0.50 % 1.00 % 7.00 % 9.00 % % % % % % % % 1.50 % 2.00 % 0% convertibili, 100% azioni Rischio (volatilità annualizzata) Ciascun punto corrisponde ad una ponderazione aggiuntiva del 5% in obbligazioni convertibili Fonte: Datastream, Allianz Global Investors Capital Market Analysis, dati a marzo

16 In un simile contesto, alcuni importanti vantaggi offerti dalle obbligazioni convertibili risultano particolarmente interessanti per un investitore a breve e medio termine: la natura difensiva e la capacità di protezione, qualora i mercati perdessero nuovamente fiducia; Probabilmente le obbligazioni convertibili non seguiranno un andamento paragonabile a quello degli ultimi 30 anni, caratterizzati da tassi di interesse in calo e da una forte crescita dell asset class equity, ma rispetto ai mercati azionari offrono un profilo rischio-rendimento vantaggioso in quasi tutte le situazioni di mercato. il rendimento regolare, superiore a quello offerto dalle cedole dei titoli governativi con rating elevato e talvolta ai dividendi azionari; la sensibilità alla crescita dei mercati azionari legata alla ripresa congiunturale. 16

17 Note 17

18 Note 18

19 Disclaimer L investimento implica dei rischi. Il valore di un investimento e il reddito che ne deriva possono aumentare così come diminuire e, al momento del rimborso, l investitore potrebbe non ricevere l importo originariamente investito. Le informazioni e le opinioni espresse nel presente documento, soggette a variazioni nel tempo, sono quelle della società che lo ha redatto o delle società collegate, al momento della redazione del documento medesimo. I dati contenuti nel presente documento derivano da fonti che si presumono corrette e attendibili ma non sono state verificate da terze parti indipendenti. Per questo motivo l accuratezza e la completezza di tali dati non sono garantite e nessuna responsabilità è assunta circa eventuali danni o perdite derivanti dall uso delle informazioni fornite. Si applicano con prevalenza le condizioni di un eventuale offerta o contratto che sia stato o che sarà stipulato o sottoscritto. Il presente documento è una comunicazione di marketing emessa da Allianz Global Investors Europe GmbH, una società di gestione a responsabilità limitata di diritto tedesco, con sede legale in Bockenheimer Landstrasse 42-44, D Francoforte sul Meno, iscritta al Registro Commerciale presso la Corte di Francoforte sul Meno col numero HRB 9340, autorizzata dalla Bundesanstalt für Finanzdienstleistungsaufsicht (www.bafin.de). Allianz Global Investors Europe GmbH ha stabilito una succursale in Italia, Allianz Global Investors Europe GmbH, Succursale di Milano, piazza Velasca 7/ Milano, soggetta alla vigilanza delle competenti Autorità italiane e tedesche in conformità alla normativa comunitaria. È vietata la duplicazione, pubblicazione o trasmissione dei contenuti del presente documento in qualsiasi forma. Documento illustrativo di approfondimento che non costituisce offerta al pubblico di prodotti/servizi finanziari. 19

20 Marzo 2014

Allianz Flexible Bond Strategy

Allianz Flexible Bond Strategy Allianz Flexible Bond Strategy In un mondo che cambia rapidamente è importante essere flessibili Ottobre 2012 Documento con finalità promozionali destinato al cliente al dettaglio e al potenziale cliente

Dettagli

GUIDA ALLA LETTURA DELLE SCHEDE FONDI

GUIDA ALLA LETTURA DELLE SCHEDE FONDI GUIDA ALLA LETTURA DELLE SCHEDE FONDI Sintesi Descrizione delle caratteristiche qualitative con l indicazione di: categoria Morningstar, categoria Assogestioni, indice Fideuram. Commenti sulla gestione

Dettagli

Allianz Reddito Euro. Il punto di riferimento per investire nel mercato obbligazionario euro. Dieci validi motivi per investire

Allianz Reddito Euro. Il punto di riferimento per investire nel mercato obbligazionario euro. Dieci validi motivi per investire Allianz Reddito Euro Dieci validi motivi per investire Il punto di riferimento per investire nel mercato obbligazionario euro Il mercato obbligazionario negli ultimi anni ha registrato profonde trasformazioni:

Dettagli

Tecniche di stima del costo e delle altre forme di finanziamento

Tecniche di stima del costo e delle altre forme di finanziamento Finanza Aziendale Analisi e valutazioni per le decisioni aziendali Tecniche di stima del costo e delle altre forme di finanziamento Capitolo 17 Indice degli argomenti 1. Rischio operativo e finanziario

Dettagli

Allianz Europe Equity Growth Select

Allianz Europe Equity Growth Select Allianz Europe Equity Growth Select Selezionare talenti prima degli altri è la nostra chiave del successo. Annuncio pubblicitario destinato al cliente al dettaglio e al potenziale cliente al dettaglio.

Dettagli

CONDIZIONI DEFINITIVE ALLA NOTA INFORMATIVA SUL PROGRAMMA Banca Centropadana Credito Cooperativo Tasso Fisso

CONDIZIONI DEFINITIVE ALLA NOTA INFORMATIVA SUL PROGRAMMA Banca Centropadana Credito Cooperativo Tasso Fisso MODELLO DELLE CONDIZIONI DEFINITIVE Banca Centropadana Credito Cooperativo in qualità di Emittente e di Responsabile del collocamento CONDIZIONI DEFINITIVE ALLA NOTA INFORMATIVA SUL PROGRAMMA Banca Centropadana

Dettagli

La gestione attiva nei mercati obbligazionari: Conviction è la parola chiave

La gestione attiva nei mercati obbligazionari: Conviction è la parola chiave Active Marzo Management 2015 La gestione attiva nei mercati obbligazionari: Conviction è la parola chiave Mauro Vittorangeli CIO Conviction Fixed Income e Senior Portfolio Manager Le politiche monetarie

Dettagli

Economia Intermediari Finanziari 1

Economia Intermediari Finanziari 1 Economia Intermediari Finanziari Il rischio, inteso come possibilità che il rendimento atteso da un investimento in strumenti finanziari, sia diverso da quello atteso è funzione dei seguenti elementi:

Dettagli

CONDIZIONI DEFINITIVE

CONDIZIONI DEFINITIVE APPENDICE B - MODELLO DELLE CONDIZIONI DEFINITIVE DELLE OBBLIGAZIONI ZERO COUPON CONDIZIONI DEFINITIVE BANCA AGRICOLA POPOLARE DI RAGUSA Società Cooperativa per Azioni CONDIZIONI DEFINITIVE alla NOTA INFORMATIVA

Dettagli

IL CAPITALE. 1) Domanda di capitale 2) Offerta di capitale

IL CAPITALE. 1) Domanda di capitale 2) Offerta di capitale IL CAPITALE 1) Domanda di capitale 2) Offerta di capitale CAPITALE FINANZIARIO E CAPITALE REALE Col termine capitale i si può riferire a due concetti differenti Il capitale finanziario è costituito dalla

Dettagli

CONDIZIONI DEFINITIVE ALLA NOTA INFORMATIVA SUL PROGRAMMA Banca Centropadana Credito Cooperativo Step Up / Step Up Amotizing

CONDIZIONI DEFINITIVE ALLA NOTA INFORMATIVA SUL PROGRAMMA Banca Centropadana Credito Cooperativo Step Up / Step Up Amotizing MODELLO DELLE CONDIZIONI DEFINITIVE Banca Centropadana Credito Cooperativo in qualità di Emittente e di Responsabile del collocamento CONDIZIONI DEFINITIVE ALLA NOTA INFORMATIVA SUL PROGRAMMA Banca Centropadana

Dettagli

Twin Win. Opportunità generate da ogni oscillazione del mercato.

Twin Win. Opportunità generate da ogni oscillazione del mercato. Twin Win. Opportunità generate da ogni oscillazione del mercato. Banca IMI è una banca del gruppo Banca IMI offre una gamma completa di servizi alle banche, alle imprese, agli investitori istituzionali,

Dettagli

CONDIZIONI DEFINITIVE TASSO FISSO

CONDIZIONI DEFINITIVE TASSO FISSO CONDIZIONI DEFINITIVE TASSO FISSO Per l offerta relativa al programma di emissione denominato ROVIGOBANCA - TASSO FISSO IT0004750425 RovigoBanca 01/08/2015 TF 3,60% Le presenti Condizioni Definitive sono

Dettagli

Titoli obbligazionari

Titoli obbligazionari Titoli obbligazionari Tipologie e classificazione strumenti obbligazionari; Mercati di quotazione; Tipologie di rischio; Valutazione di un titolo obbligazionario; Determinazione misure di rendimento; Struttura

Dettagli

IL CAPITALE. 1) Domanda di capitale 2) Offerta di capitale

IL CAPITALE. 1) Domanda di capitale 2) Offerta di capitale IL CAPITALE 1) Domanda di capitale 2) Offerta di capitale CAPITALE FINANZIARIO E CAPITALE REALE Col termine capitale i si può riferire a due concetti differenti Il capitale finanziario è costituito dalla

Dettagli

Constant Proportion Portfolio Insurance (CPPI)

Constant Proportion Portfolio Insurance (CPPI) Risk Management Constant Proportion Portfolio Insurance (CPPI) La CPPI e le strategie proprietarie di protezione offrono l opportunità di investire con maggior fiducia in asset class più redditizie. Documento

Dettagli

Lezione 12. L equilibrio del mercato valutario

Lezione 12. L equilibrio del mercato valutario Lezione 12. L equilibrio del mercato valutario Relazioni monetarie e finanziarie si stabiliscono anche tra i residenti di un paese e i non-residenti. Le transazioni internazionali necessitano di istituzioni

Dettagli

C come cedola! Allianz Global Investors. III trimestre 2015

C come cedola! Allianz Global Investors. III trimestre 2015 Allianz Global Investors C come cedola! III trimestre Nello scenario di mercato attuale, caratterizzato da crescita economica contenuta, rendimenti nominali bassi e deflazione, l investitore ricerca sempre

Dettagli

IL CONTESTO Dove Siamo

IL CONTESTO Dove Siamo IL CONTESTO Dove Siamo INFLAZIONE MEDIA IN ITALIA NEGLI ULTIMI 60 ANNI Inflazione ai minimi storici oggi non è più un problema. Tassi reali a: breve termine (1-3 anni) vicini allo 0 tassi reali a medio

Dettagli

I processi di finanziamento

I processi di finanziamento I processi di finanziamento 1. pianificazione finanziaria: fabbisogno e fonti di finanziamento 2. acquisizione del finanziamento tutte quelle attività volte a reperire, gestire e rimborsare i finanziamenti

Dettagli

8a+ Investimenti Sgr. Latemar

8a+ Investimenti Sgr. Latemar 8a+ Investimenti Sgr Fondo Comune d Investimento Mobiliare Aperto Latemar RELAZIONE SEMESTRALE AL 30 GIUGNO 2007 Sede Legale: Varese, Piazza Monte Grappa 4 Tel 0332-251411 Telefax 0332-251400 Capitale

Dettagli

Carry Strategies. Fondo con alto livello di delega e profilo di rischio basso

Carry Strategies. Fondo con alto livello di delega e profilo di rischio basso Carry Strategies Fondo con alto livello di delega e profilo di rischio basso Versione riservata ai Financial Partner ad esclusivo uso interno Maggio 2014 La posizione di Carry Strategies nell offerta AzFund

Dettagli

26/10/2010. I processi di finanziamento. Processi di finanziamento. Processi di gestione monetaria. FABBISOGNO di mezzi finanziari

26/10/2010. I processi di finanziamento. Processi di finanziamento. Processi di gestione monetaria. FABBISOGNO di mezzi finanziari 1. Pianificazione finanziaria: fabbisogno e fonti di finanziam. Processi di finanziamento 4. Rimborso dei finanziamenti I processi di finanziamento Processi economici di produzione 2. Acquisizione dei

Dettagli

STRUMENTI E PRODOTTI FINANZIARI (2)

STRUMENTI E PRODOTTI FINANZIARI (2) STRUMENTI E PRODOTTI FINANZIARI (2) Novembre 2011 Università della Terza Età 1 Le Obbligazioni Le obbligazioni sono titoli di credito autonomo, rappresentativi di prestiti contratti presso il pubblico

Dettagli

FONDO PENSIONE APERTO CARIGE

FONDO PENSIONE APERTO CARIGE FONDO PENSIONE APERTO CARIGE INFORMAZIONI SULL ANDAMENTO DELLA GESTIONE I dati e le informazioni riportati sono aggiornati al 31 dicembre 2006. 1 di 8 La SGR è dotata di una funzione di Risk Management

Dettagli

Allianz Euro Bond Strategy

Allianz Euro Bond Strategy Allianz Euro Bond Strategy Dieci validi motivi per investire Il punto di riferimento per investire nel mercato obbligazionario euro Il mercato obbligazionario negli ultimi anni ha registrato profonde trasformazioni:

Dettagli

INFORMATIVA SUGLI STRUMENTI FINANZIARI OBBLIGAZIONI TASSO FISSO 3,50% 20/09/2011-20/09/2013 54ª DI MASSIMI 15.000.000,00 ISIN IT0004761448

INFORMATIVA SUGLI STRUMENTI FINANZIARI OBBLIGAZIONI TASSO FISSO 3,50% 20/09/2011-20/09/2013 54ª DI MASSIMI 15.000.000,00 ISIN IT0004761448 CONDIZIONI DEFINITIVE alla NOTA INFORMATIVA SUGLI STRUMENTI FINANZIARI OBBLIGAZIONI TASSO FISSO Banca Popolare del Lazio 3,50% 20/09/2011-20/09/2013 54ª DI MASSIMI 15.000.000,00 ISIN IT0004761448 Le presenti

Dettagli

Quesiti livello Application

Quesiti livello Application 1 2 3 4 Se la correlazione tra due attività A e B è pari a 0 e le deviazioni standard pari rispettivamente al 4% e all 8%, per quali dei seguenti valori dei loro pesi il portafoglio costruito con tali

Dettagli

Titoli obbligazionari

Titoli obbligazionari Titoli obbligazionari Tipologie e classificazione strumenti obbligazionari; Mercati di quotazione; Tipologie di rischio; Valutazione di un titolo obbligazionario; Determinazione misure di rendimento; Struttura

Dettagli

CONDIZIONI DEFINITIVE. Banca di Forlì Credito Cooperativo Obbligazioni a Tasso Step-Up

CONDIZIONI DEFINITIVE. Banca di Forlì Credito Cooperativo Obbligazioni a Tasso Step-Up CONDIZIONI DEFINITIVE ALLA NOTA INFORMATIVA relativa al programma di emissioni denominato Banca di Forlì Credito Cooperativo Obbligazioni a Tasso Step-Up Banca di Forlì Credito Cooperativo 12/2007 12/2010

Dettagli

CONDIZIONI DEFINITIVE. della NOTA INFORMATIVA. per il Prestito Obbligazionario denominato

CONDIZIONI DEFINITIVE. della NOTA INFORMATIVA. per il Prestito Obbligazionario denominato CONDIZIONI DEFINITIVE della NOTA INFORMATIVA per il Prestito Obbligazionario denominato BANCO DESIO LAZIO 23/02/2009-23/02/2012 TASSO FISSO 2,70% Codice ISIN IT0004457351 Le presenti Condizioni Definitive

Dettagli

TECNICHE DI STIMA DEL COSTO DELLE ALTRE FORME DI FINANZIAMENTO. Docente: Prof. Massimo Mariani

TECNICHE DI STIMA DEL COSTO DELLE ALTRE FORME DI FINANZIAMENTO. Docente: Prof. Massimo Mariani TECNICHE DI STIMA DEL COSTO DELLE ALTRE FORME DI FINANZIAMENTO Docente: Prof. Massimo Mariani 1 SOMMARIO Il costo del capitale stima del costo del capitale stima del costo del capitale di aziende operanti

Dettagli

BANCA DI CESENA CREDITO COOPERATIVO DI CESENA E RONTA SOCIETA COOPERATIVA

BANCA DI CESENA CREDITO COOPERATIVO DI CESENA E RONTA SOCIETA COOPERATIVA BANCA DI CESENA CREDITO COOPERATIVO DI CESENA E RONTA SOCIETA COOPERATIVA CONDIZIONI DEFINITIVE della NOTA INFORMATIVA BANCA DI CESENA OBBLIGAZIONI STEP COUPON BANCA DI CESENA 04/02/2008 04/02/2011 STEP

Dettagli

INFORMATIVA SUGLI STRUMENTI FINANZIARI OBBLIGAZIONI STEP-UP

INFORMATIVA SUGLI STRUMENTI FINANZIARI OBBLIGAZIONI STEP-UP CONDIZIONI DEFINITIVE alla NOTA INFORMATIVA SUGLI STRUMENTI FINANZIARI OBBLIGAZIONI STEP-UP Banca Popolare del Lazio Step Up 11/12/2012-2015 59a DI 20.000.000,00 ISIN IT0004873235 Le presenti Condizioni

Dettagli

Calcolo del valore attuale e principi di valutazione delle obbligazioni

Calcolo del valore attuale e principi di valutazione delle obbligazioni PROGRAMMA 0. Introduzione 1. Valore: Pianificazione finanziaria Valore attuale Valutazione delle obbligazioni e delle azioni, Valore attuale netto ed altri criteri di scelta degli investimenti 2. Valutazione

Dettagli

Esercitazione relativa al cap. 10 INVESTIMENTI

Esercitazione relativa al cap. 10 INVESTIMENTI Esercitazione relativa al cap. 10 INVESTIMENTI GLI INVESTIMENTI FINANZIARI SONO ACQUISTI DI ATTIVITA FINANZIARIE EFFETTUATE NELL ASPETTATIVA DI RICEVERNE UN RENDIMENTO. I PIU IMPORTANTI SONO: - I DEPOSITI

Dettagli

FIDELITY FUNDS Supplemento del novembre 2014 al Prospetto del giugno 2014

FIDELITY FUNDS Supplemento del novembre 2014 al Prospetto del giugno 2014 FIDELITY FUNDS Supplemento del novembre 2014 al Prospetto del giugno 2014 Il presente supplemento è parte integrante del Prospetto di Fidelity Funds del giugno 2014 e comprendente il supplemento dell agosto

Dettagli

Alla ricerca del rendimento perduto

Alla ricerca del rendimento perduto Milano, 10 aprile 2012 Alla ricerca del rendimento perduto Dalle obbligazioni alle azioni. La ricerca del rendimento perduto passa attraverso un deciso cambio di passo nella composizione dei portafogli

Dettagli

MASSIMI 24/05/2011-24/05/2014 20.000.000.00 ISIN IT0004720865

MASSIMI 24/05/2011-24/05/2014 20.000.000.00 ISIN IT0004720865 CONDIZIONI DEFINITIVE alla NOTA INFORMATIVA SUGLI STRUMENTI FINANZIARI OBBLIGAZIONI STEP-UP Banca Popolare del Lazio Step Up 24/05/2011-24/05/2014 50a DI MASSIMI 20.000.000.00 ISIN IT0004720865 Le presenti

Dettagli

Scheda prodotto. 100% dell importo nominale sottoscritto. 1 obbligazione per un valore nominale di Euro 1.000

Scheda prodotto. 100% dell importo nominale sottoscritto. 1 obbligazione per un valore nominale di Euro 1.000 Caratteristiche principali del Prestito Obbligazionario Scheda prodotto Denominazione Strumento Finanziario Tipo investimento Emittente Rating Emittente Durata Periodo di offerta Data di Godimento e Data

Dettagli

I contratti finanziari. Corso di Economia degli Intermediari Finanziari

I contratti finanziari. Corso di Economia degli Intermediari Finanziari I contratti finanziari Corso di Economia degli Intermediari Finanziari Definizioni I contratti finanziari-detti anche attività finanziarie e strumenti finanziari-sono beni intangibili che costituiscono

Dettagli

Banca di Credito Cooperativo di Alba, Langhe e Roero società cooperativa in qualità di Emittente

Banca di Credito Cooperativo di Alba, Langhe e Roero società cooperativa in qualità di Emittente Banca di Credito Cooperativo di Alba, Langhe e Roero società cooperativa in qualità di Emittente CONDIZIONI DEFINITIVE ALLA NOTA INFORMATIVA SUL PROGRAMMA BANCA D ALBA CREDITO COOPERATIVO TASSO VARIABILE

Dettagli

CONDIZIONI DEFINITIVE. alla NOTA INFORMATIVA SUL PROGRAMMA

CONDIZIONI DEFINITIVE. alla NOTA INFORMATIVA SUL PROGRAMMA 9. MODELLO DELLE CONDIZIONI DEFINITIVE Società per Azioni CONDIZIONI DEFINITIVE alla NOTA INFORMATIVA SUL PROGRAMMA BANCA CRV CASSA DI RISPARMIO DI VIGNOLA S.p.A. OBBLIGAZIONI A TASSO VARIABILE BANCA CRV

Dettagli

Rischio e rendimento degli strumenti finanziari

Rischio e rendimento degli strumenti finanziari Finanza Aziendale Analisi e valutazioni per le decisioni aziendali Rischio e rendimento degli strumenti finanziari Capitolo 15 Indice degli argomenti 1. Analisi dei rendimenti delle principali attività

Dettagli

Equity Protection Certificates

Equity Protection Certificates Equity Protection Certificates seguire il sottostante con protezione e leva Sal. Oppenheim emittente leader di certificati di investimento Sal. Oppenheim è uno dei promotori dello sviluppo del mercato

Dettagli

CONDIZIONI DEFINITIVE ALLA NOTA INFORMATIVA SUL PROGRAMMA BANCA DI CREDITO COOPERATIVO DI MASIANO TASSO VARIABILE

CONDIZIONI DEFINITIVE ALLA NOTA INFORMATIVA SUL PROGRAMMA BANCA DI CREDITO COOPERATIVO DI MASIANO TASSO VARIABILE 9. MODELLO DELLE CONDIZIONI DEFINITIVE Banca di Credito Cooperativo di Masiano (Pistoia) in qualità di Emittente CONDIZIONI DEFINITIVE ALLA NOTA INFORMATIVA SUL PROGRAMMA BANCA DI CREDITO COOPERATIVO DI

Dettagli

Dipartimento di Economia Aziendale e Studi Giusprivatistici. Università degli Studi di Bari Aldo Moro. Corso di Macroeconomia 2014

Dipartimento di Economia Aziendale e Studi Giusprivatistici. Università degli Studi di Bari Aldo Moro. Corso di Macroeconomia 2014 Dipartimento di Economia Aziendale e Studi Giusprivatistici Università degli Studi di Bari Aldo Moro Corso di Macroeconomia 2014 1. Assumete che = 10% e = 1. Usando la definizione di inflazione attesa

Dettagli

BANCA DI CESENA CREDITO COOPERATIVO DI CESENA E RONTA SOCIETA COOPERATIVA

BANCA DI CESENA CREDITO COOPERATIVO DI CESENA E RONTA SOCIETA COOPERATIVA BANCA DI CESENA CREDITO COOPERATIVO DI CESENA E RONTA SOCIETA COOPERATIVA CONDIZIONI DEFINITIVE della NOTA INFORMATIVA BANCA DI CESENA OBBLIGAZIONI A TASSO FISSO BANCA DI CESENA 11/05/2009 11/11/2011 TF

Dettagli

CONDIZIONI DEFINITIVE

CONDIZIONI DEFINITIVE CONDIZIONI DEFINITIVE ALLA NOTA INFORMATIVA relativa al programma di emissioni denominato BANCA DI CESENA OBBLIGAZIONI A TASSO VARIABILE Banca di Cesena 15/01/2007 15/01/2010 TV EUR ISIN IT0004171218 Le

Dettagli

18/10/2013-18/10/2019 ISIN:

18/10/2013-18/10/2019 ISIN: Caratteristiche principali del Prestito Obbligazionario Denominazione Strumento Finanziario Tipo investimento Emittente Rating Emittente Scheda prodotto Intesa Sanpaolo a Tasso Misto con Minimo e Massimo

Dettagli

CREDITO DI ROMAGNA S.p.A.

CREDITO DI ROMAGNA S.p.A. CREDITO DI ROMAGNA S.p.A. CONDIZIONI DEFINITIVE della NOTA INFORMATIVA CREDITO DI ROMAGNA OBBLIGAZIONI A STEP UP STEP DOWN CREDITO DI ROMAGNA S.p.A. STEP UP 02/02/2010 02/02/2013 SERIE 85 IT0004571151

Dettagli

CONOSCERE L ASSICURAZIONE

CONOSCERE L ASSICURAZIONE CONOSCERE L ASSICURAZIONE VIDEO N.8 Investire i propri risparmi RISPARMIARE CON LE RIVALUTABILI Sono le polizze vita più tradizionali, adatte a chi cerca un rendimento costante nel tempo, e non vuole correre

Dettagli

Scheda prodotto. Caratteristiche principali del Prestito Obbligazionario

Scheda prodotto. Caratteristiche principali del Prestito Obbligazionario Caratteristiche principali del Prestito Obbligazionario Scheda prodotto Denominazione Strumento Finanziario Tipo investimento Emittente Rating Emittente Durata Periodo di offerta Data di Godimento e Data

Dettagli

Scegli la tua Banca...

Scegli la tua Banca... Caratteristiche principali del Prestito Obbligazionario. Denominazione Strumento Finanziario Tipo investimento Emittente Rating Emittente Tasso Variabile con Minimo e Massimo 2016 - ISIN IT000532187 Obbligazione

Dettagli

Banca di Credito Cooperativo di Alba, Langhe e Roero società cooperativa in qualità di Emittente

Banca di Credito Cooperativo di Alba, Langhe e Roero società cooperativa in qualità di Emittente Banca di Credito Cooperativo di Alba, Langhe e Roero società cooperativa in qualità di Emittente CONDIZIONI DEFINITIVE ALLA NOTA INFORMATIVA SUL PROGRAMMA BANCA D ALBA CREDITO COOPERATIVO ZERO COUPON BCC

Dettagli

BANCA DI CREDITO COOPERATIVO DI CARATE BRIANZA in qualità di Emittente

BANCA DI CREDITO COOPERATIVO DI CARATE BRIANZA in qualità di Emittente MODELLO DELLE CONDIZIONI DEFINITIVE BANCA DI CREDITO COOPERATIVO DI CARATE BRIANZA in qualità di Emittente CONDIZIONI DEFINITIVE ALLA NOTA INFORMATIVA SUL PROGRAMMA BANCA DI CREDITO COOPERATIVO DI CARATE

Dettagli

Capitolo Terzo Valore attuale e costo opportunità del capitale

Capitolo Terzo Valore attuale e costo opportunità del capitale Capitolo Terzo Valore attuale e costo opportunità del capitale 1. IL VALORE ATTUALE La logica di investimento aziendale è assolutamente identica a quella adottata per gli strumenti finanziari. Per poter

Dettagli

CONDIZIONI DEFINITIVE

CONDIZIONI DEFINITIVE Credito Cooperativo ravennate e imolese Soc. Coop. Sede e Direzione Generale: Piazza della Libertà,14 48018 Faenza (RA) Iscritta all Albo delle Banche al n. 5387 Codice ABI: 8542-3 Capitale sociale Euro

Dettagli

Personal Financial Services Fondi di investimento

Personal Financial Services Fondi di investimento Personal Financial Services Fondi di investimento Una forma di investimento a rischio controllato che schiude interessanti prospettive di guadagno. Questo dépliant spiega come funziona. 2 Ottenete di più

Dettagli

CONDIZIONI DEFINITIVE NOTA INFORMATIVA SUL PROGRAMMA

CONDIZIONI DEFINITIVE NOTA INFORMATIVA SUL PROGRAMMA CONDIZIONI DEFINITIVE relative alla NOTA INFORMATIVA SUL PROGRAMMA "B.C.C. DI FORNACETTE OBBLIGAZIONI A TASSO FISSO" Emissione n. 276 B.C.C. FORNACETTE 2011/2013 T.F. 3,43% ISIN IT0004690530 Le presenti

Dettagli

info Prodotto Investment Solutions by Epsilon Equity Coupon 02/2014 A chi si rivolge

info Prodotto Investment Solutions by Epsilon Equity Coupon 02/2014 A chi si rivolge info Prodotto è il nuovo Comparto del fondo comune di diritto lussemburghese Investment Solutions by Epsilon, promosso da Eurizon Capital S.A. e gestito da Epsilon SGR. Il Comparto mira ad ottenere un

Dettagli

Iniziativa Comunitaria Equal II Fase IT G2 CAM - 017 Futuro Remoto. Prodotti finanziari a breve termine BOT: Buoni Ordinari del tesoro

Iniziativa Comunitaria Equal II Fase IT G2 CAM - 017 Futuro Remoto. Prodotti finanziari a breve termine BOT: Buoni Ordinari del tesoro AREA FINANZA DISPENSE FINANZA Iniziativa Comunitaria Equal II Fase IT G2 CAM - 017 Futuro Remoto Prodotti finanziari a breve termine BOT: Buoni Ordinari del tesoro ORGANISMO BILATERALE PER LA FORMAZIONE

Dettagli

MEDIOLANUM CRISTOFORO COLOMBO

MEDIOLANUM CRISTOFORO COLOMBO MEDIOLANUM CRISTOFORO COLOMBO RELAZIONE SEMESTRALE AL 29/06/2007 98 MEDIOLANUM CRISTOFORO COLOMBO NOTA ILLUSTRATIVA SULLA RELAZIONE SEMESTRALE DEL FONDO AL 29 GIUGNO 2007 Signori Partecipanti, il semestre

Dettagli

Fondo Raiffeisen Strategie Fonds

Fondo Raiffeisen Strategie Fonds Relazione Semestrale al 30.06.2013 Fondo ADVAM Partners SGR S.p.A. Sede Legale: Via Turati 9, 20121 Milano Tel 02.620808 Telefax 02.874984 Capitale Sociale Euro 1.903.000 i.v. Codice Fiscale, Partita IVA

Dettagli

OBBLIGAZIONI A TASSO FISSO STEP UP CALLABLE IN DOLLARO USA

OBBLIGAZIONI A TASSO FISSO STEP UP CALLABLE IN DOLLARO USA SCHEDA PRODOTTO Prima di investire nelle Obbligazioni, si invita l investitore a consultare attentamente l Offering Circular datata 8 dicembre 2014 ed i relativi Final Terms del 28 aprile 2016 (le Condizioni

Dettagli

CENTRA SOGE-PARTNERS REGOLAMENTO DEL FONDO INTERNO OPTIMIZ BEST START EVOLUTION

CENTRA SOGE-PARTNERS REGOLAMENTO DEL FONDO INTERNO OPTIMIZ BEST START EVOLUTION Regolamento del fondo interno Optimiz Best Start Evolution A) OBIETTIVI E DESCRIZIONE DEL FONDO Il fondo Optimiz Best Start Evolution è un fondo interno di tipo N (vale a dire accessibile a una pluralità

Dettagli

Portafoglio Invesco a cedola Profilo "dinamico"

Portafoglio Invesco a cedola Profilo dinamico Portafoglio Invesco a cedola Profilo "dinamico" Questo documento è riservato per i Clienti Professionali/Investitori Qualificati e/o Soggetti Collocatori in Italia e non per i clienti finali. È vietata

Dettagli

Con la giusta strategia ogni mese può essere un mese speciale.

Con la giusta strategia ogni mese può essere un mese speciale. riconoscimento e di distribuzione delle cedole, fai leggere ai tuoi Clienti il Prospetto dei Fondi, Challenge Funds di Mediolanum International Funds e del Sistema Mediolanum Fondi Italia di Mediolanum

Dettagli

CONDIZIONI DEFINITIVE ALLA NOTA INFORMATIVA PER L OFFERTA DEI PRESTITI OBBLIGAZIONARI A TASSO STEP UP

CONDIZIONI DEFINITIVE ALLA NOTA INFORMATIVA PER L OFFERTA DEI PRESTITI OBBLIGAZIONARI A TASSO STEP UP CONDIZIONI DEFINITIVE ALLA NOTA INFORMATIVA PER L OFFERTA DEI PRESTITI OBBLIGAZIONARI A TASSO STEP UP Banca Popolare del Lazio Step Up 24/11/2009 24/11/2012, Codice Isin IT0004549686 Le presenti Condizioni

Dettagli

Banca di Credito Cooperativo di Alba, Langhe e Roero società cooperativa in qualità di Emittente

Banca di Credito Cooperativo di Alba, Langhe e Roero società cooperativa in qualità di Emittente Banca di Credito Cooperativo di Alba, Langhe e Roero società cooperativa in qualità di Emittente CONDIZIONI DEFINITIVE ALLA NOTA INFORMATIVA SUL PROGRAMMA BANCA D ALBA CREDITO COOPERATIVO TASSO VARIABILE

Dettagli

CONDIZIONI DEFINITIVE

CONDIZIONI DEFINITIVE BANCA ALPI MARITTIME CREDITO COOPERATIVO CARRU S.C.P.A. in qualità di Emittente CONDIZIONI DEFINITIVE ALLA NOTA INFORMATIVA SUL PRESTITO OBBLIGAZIONARIO Banca Alpi Marittime Credito Cooperativo Carrù S.c.p.a.

Dettagli

CONDIZIONI DEFINITIVE AL PROSPETTO DI BASE RELATIVO AL PROGRAMMA

CONDIZIONI DEFINITIVE AL PROSPETTO DI BASE RELATIVO AL PROGRAMMA Sede sociale Napoli Via Filangieri, 36 Numero Iscrizione nel Registro delle Imprese di Napoli e Codice Fiscale/Partita IVA. 04504971211 Capitale sociale Euro 71.334.180,00 Iscritta all Albo delle Banche

Dettagli

Banca di Credito Cooperativo di Alba, Langhe e Roero società cooperativa in qualità di Emittente

Banca di Credito Cooperativo di Alba, Langhe e Roero società cooperativa in qualità di Emittente Banca di Credito Cooperativo di Alba, Langhe e Roero società cooperativa in qualità di Emittente CONDIZIONI DEFINITIVE ALLA NOTA INFORMATIVA SUL PROGRAMMA BANCA D ALBA CREDITO COOPERATIVO TASSO FISSO BCC

Dettagli

I titoli obbligazionari. Giuseppe G. Santorsola EIF 1

I titoli obbligazionari. Giuseppe G. Santorsola EIF 1 I titoli obbligazionari Giuseppe G. Santorsola EIF 1 Titoli a reddito fisso Tutte le caratteristiche relative al profilo di rischio e rendimento (durata, diritto alla remunerazione e al rimborso del capitale)

Dettagli

info Prodotto Investment Solutions by Epsilon Valore Cedola x 5-11/2014 A chi si rivolge

info Prodotto Investment Solutions by Epsilon Valore Cedola x 5-11/2014 A chi si rivolge info Prodotto è un Comparto del fondo comune di diritto lussemburghese Investment Solutions by Epsilon, promosso da Eurizon Capital S.A. e gestito da Epsilon SGR. Il Comparto mira ad ottenere un rendimento

Dettagli

Il ruolo dei fondi alternativi multi-manager nell attuale scenario di mercato

Il ruolo dei fondi alternativi multi-manager nell attuale scenario di mercato Il ruolo dei fondi alternativi multi-manager nell attuale scenario di mercato No. 10 giugno 2015 N. 10 giugno 2015 2 Le principali Banche Centrali hanno aumentato complessivamente di oltre 6.000 miliardi

Dettagli

Azioni: la nuova opzione sicura

Azioni: la nuova opzione sicura 6 Azioni Update II/2014 Azioni: la nuova opzione sicura In un orizzonte d investimento di lungo periodo le azioni sono più sicure rispetto alle obbligazioni governative con rating elevati. Tutto dipende

Dettagli

APPROFONDIMENTO IL TWIN WIN DA IL MEGLIO SUL BIGLIETTO VERDE

APPROFONDIMENTO IL TWIN WIN DA IL MEGLIO SUL BIGLIETTO VERDE APPROFONDIMENTO IL TWIN WIN DA IL MEGLIO SUL BIGLIETTO VERDE Per puntare sul recupero del dollaro, o per difendere investimenti in valuta da un ulteriore allungo dell euro, i risparmiatori italiani possono

Dettagli

Milano, 12 aprile 2008

Milano, 12 aprile 2008 Donato Finardi (*) Head of Listed Products Banca IMI Investire in borsa: come farlo con gli strumenti a disposizione dei risparmiatori (*) Le opinioni dell autore sono espresse a titolo personale e non

Dettagli

Groundbreaking Innovative Financing of Training in a European Dimension. Sintesi del Documento Modello finale GIFTED Maggio 2013

Groundbreaking Innovative Financing of Training in a European Dimension. Sintesi del Documento Modello finale GIFTED Maggio 2013 Groundbreaking Innovative Financing of Training in a European Dimension Sintesi del Documento Modello finale GIFTED Maggio 2013 N. Riferimento Progetto 517624-LLP-1-2011-1-AT-GRUNDTVIG-GMP Workpackage

Dettagli

CASSA RURALE ED ARTIGIANA DI CANTÙ Banca di Credito Cooperativo Società Cooperativa CONDIZIONI DEFINITIVE

CASSA RURALE ED ARTIGIANA DI CANTÙ Banca di Credito Cooperativo Società Cooperativa CONDIZIONI DEFINITIVE in qualità di Emittente Sede legale in Cantù, Corso Unità d Italia 11 Iscritta all Albo delle Banche al n. 719 (Cod. ABI 08430), all Albo delle Cooperative al n. A165516, al Registro delle Imprese di Como

Dettagli

BANCA DI CREDITO COOPERATIVO DI CARATE BRIANZA in qualità di Emittente

BANCA DI CREDITO COOPERATIVO DI CARATE BRIANZA in qualità di Emittente MODELLO DELLE CONDIZIONI DEFINITIVE BANCA DI CREDITO COOPERATIVO DI CARATE BRIANZA in qualità di Emittente CONDIZIONI DEFINITIVE ALLA NOTA INFORMATIVA SUL PROGRAMMA BANCA DI CREDITO COOPERATIVO DI CARATE

Dettagli

FABBISOGNO DI FINANZIAMENTO

FABBISOGNO DI FINANZIAMENTO FABBISOGNO DI FINANZIAMENTO Fonti interne: autofinanziamento Fonti esterne: capitale proprio e capitale di debito Capitale proprio: deriva dai conferimenti dei soci dell azienda e prende il nome, in contabilità,

Dettagli

C come cedola! Allianz Global Investors. i benefici del risparmio affidato a validi professionisti e una interessante alternativa al fai da te ;

C come cedola! Allianz Global Investors. i benefici del risparmio affidato a validi professionisti e una interessante alternativa al fai da te ; Allianz Global Investors C come cedola! Nello scenario di mercato attuale, caratterizzato da crescita economica contenuta, rendimenti nominali bassi e inflazione moderata, l investitore ricerca sempre

Dettagli

Cassa Centrale Raiffeisen dell Alto Adige in qualità di Emittente

Cassa Centrale Raiffeisen dell Alto Adige in qualità di Emittente 1. MODELLO DELLE CONDIZIONI DEFINITIVE Cassa Centrale Raiffeisen dell Alto Adige in qualità di Emittente CASSA CENTRALE RAIFFEISEN DELL ALTO ADIGE S.p.A. con sede legale in 39100 Bolzano, via Laurin 1

Dettagli

CONDIZIONI DEFINITIVE ALLA NOTA INFORMATIVA SUL PROGRAMMA Banca di Anghiari e Stia - Tasso Fisso

CONDIZIONI DEFINITIVE ALLA NOTA INFORMATIVA SUL PROGRAMMA Banca di Anghiari e Stia - Tasso Fisso Banca di Anghiari e Stia Credito Cooperativo Società Cooperativa in qualità di Emittente CONDIZIONI DEFINITIVE ALLA NOTA INFORMATIVA SUL PROGRAMMA Banca di Anghiari e Stia - Tasso Fisso Banca di Anghiari

Dettagli

Sommario. Presentazione dell edizione italiana... xi. efazione... xiii

Sommario. Presentazione dell edizione italiana... xi. efazione... xiii Sommario Presentazione dell edizione italiana... xi Prefazione efazione... xiii Capitolo 1 Il lato oscuro o della valutazione... 1 Definizione di un impresa tecnologica... 2 La crescita del settore tecnologico...

Dettagli

CoStrUirE Un patrimonio mese dopo mese ControLLando il rischio Con nord ESt fund

CoStrUirE Un patrimonio mese dopo mese ControLLando il rischio Con nord ESt fund CoStrUirE Un patrimonio mese dopo mese ControLLando il rischio Con nord ESt fund piano di accumulo gennaio 100 febbraio 50 marzo 150 agosto 50 aprile 15o maggio 100 LUgLio 100 giugno 50 La SoLUzionE per

Dettagli

Carilo - Cassa di Risparmio di Loreto SpA Tasso Fisso 2,00% 2010/2013

Carilo - Cassa di Risparmio di Loreto SpA Tasso Fisso 2,00% 2010/2013 CONDIZIONI DEFINITIVE della NOTA INFORMATIVA relativa al programma di prestiti obbligazionari denominato CARILO - CASSA DI RISPARMIO DI LORETO S.P.A. OBBLIGAZIONI A TASSO FISSO CON EVENTUALE FACOLTA DI

Dettagli

Piccole imprese grandi opportunità. Small Cap

Piccole imprese grandi opportunità. Small Cap Small Cap Piccole imprese grandi opportunità. A sei anni dall inizio della crisi finanziaria internazionale, l economia mondiale sembra recuperare, pur in presenza di previsioni di crescita moderata. In

Dettagli

ITALMOBILIARE SOCIETA PER AZIONI

ITALMOBILIARE SOCIETA PER AZIONI ITALMOBILIARE SOCIETA PER AZIONI COMUNICATO STAMPA ESAMINATI DAL CONSIGLIO I RISULTATI CONSOLIDATI DEL PRIMO TRIMESTRE GRUPPO ITALMOBILIARE: RICAVI: 1.386,4 MILIONI DI EURO (1.452,5 MILIONI NEL PRIMO TRIMESTRE

Dettagli

DOCUMENTO INFORMATIVO. PER L'OFFERTA DEL PRESTITO OBBLlGAZlONARlO BANCO DI LUCCA E DEL TIRRENO S.P.A. 20/05/2015 20/05/2021 TASSO FISSO 2.

DOCUMENTO INFORMATIVO. PER L'OFFERTA DEL PRESTITO OBBLlGAZlONARlO BANCO DI LUCCA E DEL TIRRENO S.P.A. 20/05/2015 20/05/2021 TASSO FISSO 2. DOCUMENTO INFORMATIVO PER L'OFFERTA DEL PRESTITO OBBLlGAZlONARlO BANCO DI LUCCA E DEL TIRRENO S.P.A. 20/05/2015 20/05/2021 TASSO FISSO 2.00% EMISSIONE N. 27/2015 CODICE lsln IT0005108672 Il presente documento

Dettagli

Piano Economico Finanziario 2008. Consiglio Generale: seduta del 26 Ottobre 2007

Piano Economico Finanziario 2008. Consiglio Generale: seduta del 26 Ottobre 2007 Piano Economico Finanziario 2008 e previsioni anni 2009 e 2010 Consiglio Generale: seduta del 26 Ottobre 2007 Indice Scenario & Previsioni PIANO ANNUALE 2008 1Fonti di finanziamento 2Impieghi 3Ricavi 4Costi

Dettagli

Sezione Terza I Fondi comuni di investimento

Sezione Terza I Fondi comuni di investimento Sezione Terza I Fondi comuni di investimento 369. Nella valutazione dei beni del fondo comune di investimento, il valore degli strumenti finanziari ammessi alle negoziazioni su mercati regolamentati è

Dettagli

23 Giugno 2003 Teoria Matematica del Portafoglio Finanziario e Modelli Matematici per i Mercati Finanziari ESERCIZIO 1

23 Giugno 2003 Teoria Matematica del Portafoglio Finanziario e Modelli Matematici per i Mercati Finanziari ESERCIZIO 1 23 Giugno 2003 Teoria Matematica del Portafoglio Finanziario e Modelli Matematici per i Mercati Finanziari In uno schema uniperiodale e in un contesto di analisi media-varianza, si consideri un mercato

Dettagli

Futures. Vontobel Mini Futures. Vontobel Investment Banking. Minimo impiego, ottimali opportunità

Futures. Vontobel Mini Futures. Vontobel Investment Banking. Minimo impiego, ottimali opportunità Vontobel Mini Futures Futures Minimo impiego, ottimali opportunità Vontobel Investment Banking Vontobel Mini Futures Con un impiego minimo ottenere il massimo Bank Vontobel offre da subito una soluzione

Dettagli

Pioneer Fondi Italia. Valido a decorrere dal 2 maggio 2012.

Pioneer Fondi Italia. Valido a decorrere dal 2 maggio 2012. Pioneer Fondi Italia Regolamento Unico di Gestione dei Fondi comuni di investimento mobiliare aperti armonizzati appartenenti al Sistema Pioneer Fondi Italia Valido a decorrere dal 2 maggio 2012. . A)

Dettagli

Pioneer Fondi Italia. Valido a decorrere dal 2 Luglio 2012.

Pioneer Fondi Italia. Valido a decorrere dal 2 Luglio 2012. Pioneer Fondi Italia Regolamento Unico di Gestione dei Fondi comuni di investimento mobiliare aperti armonizzati appartenenti al Sistema Pioneer Fondi Italia Valido a decorrere dal 2 Luglio 2012. . A)

Dettagli

CONDIZIONI DEFINITIVE alla NOTA INFORMATIVA SUL PROGRAMMA

CONDIZIONI DEFINITIVE alla NOTA INFORMATIVA SUL PROGRAMMA CONDIZIONI DEFINITIVE alla NOTA INFORMATIVA SUL PROGRAMMA BANCA DEL CHIANTI FIORENTINO E MONTERIGGIONI TASSO FISSO CHIANTIBANCA 02.04.2012 2015 3,75% TASSO FISSO SEMESTRALE ISIN IT0004805682 Le presenti

Dettagli

Bongini,Di Battista, Nieri, Patarnello, Il sistema finanziario, Il Mulino 2004 Capitolo 2. I contratti finanziari. Capitolo 2 I CONTRATTI FINANZIARI

Bongini,Di Battista, Nieri, Patarnello, Il sistema finanziario, Il Mulino 2004 Capitolo 2. I contratti finanziari. Capitolo 2 I CONTRATTI FINANZIARI Capitolo 2 I CONTRATTI FINANZIARI 1 Indice Definizione di contratto finanziario Contratti finanziari bilaterali e multilaterali Contratto di debito Contratto di partecipazione Contratto assicurativo Contratto

Dettagli