Studio indicativo in materia di compensi professionali del medico veterinario

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Studio indicativo in materia di compensi professionali del medico veterinario"

Transcript

1 Studio indicativo in materia di compensi professionali del medico veterinario

2 Novembre 2006 Sede: Via del Tritone, ROMA Tel. O Fax Codice Fiscale

3 Presentazione Il Comitato Centrale della Federazione Nazionale degli Ordini dei Veterinari Italiani, rilevato che in ordine ai compensi professionali vige il principio generale per cui, ai sensi dell art del Codice Civile 1, il corrispettivo della prestazione professionale deve essere fissato con determinazione consensuale delle parti o, in assenza di convenzione tra queste, mediante tariffe e secondo le disposizioni previste dagli usi locali; rilevato che la determinazione dei compensi deve essere adeguata all importanza della prestazione ed al decoro della professione; visto il D.Lgs.C.P.S , n Ricostituzione degli Ordini delle professioni sanitarie e per la disciplina dell'esercizio delle professioni stesse che attribuisce alla Federazione il compito di vigilare, sul piano nazionale, alla conservazione del decoro e dell'indipendenza delle rispettive professioni; visto l art. 2, comma 3, del decreto legge 4 luglio 2006, n. 223 [convertito con Legge 4 agosto 2006, n Conversione in legge, con modificazioni, del decreto-legge 4 luglio 2006, n. 223, recante disposizioni urgenti per il rilancio economico e sociale, per il contenimento e la razionalizzazione della spesa pubblica, nonché interventi in materia di entrate e di contrasto all'evasione fiscale] che prevede l adozione di misure a garanzia della qualità delle prestazioni professionali; vista la previsione del Codice Deontologico in materia di compensi professionali; dispone la divulgazione di uno studio indicativo in materia di compensi professionali e costi del medico veterinario il quale è frutto di una indagine economica effettuata sotto l egida del Ministero della Salute ed in ottemperanza delle linee guida prodotte dal Consiglio Superiore di Sanità. 1 Art Compenso. Il compenso, se non è convenuto dalle parti e non può essere determinato secondo le tariffe o gli usi, è determinato dal giudice, [sentito il parere dell'associazione professionale a cui il professionista appartiene] [c.c. 1657, 1709, 1755, 2225] (1) In ogni caso la misura del compenso deve essere adeguata all'importanza dell'opera e al decoro della professione Sono nulli [c.c. 1418], se non redatti in forma scritta, i patti conclusi tra gli avvocati ed i praticanti abilitati con i loro clienti che stabiliscono i compensi professionali (2) (1) L'inciso deve ritenersi abrogato per effetto della soppressione dell'ordinamento corporativo, disposta con R.D.L. 9 agosto 1943, n. 721 e della soppressione delle organizzazioni sindacali fasciste, disposta con D.Lgs.Lgt. 23 novembre 1944, n Le relative funzioni sono ora devolute ai consigli degli ordini in virtù dell'art. 1, D.Lgs.Lgt. 23 novembre 1944, n. 382, recante norme sui consigli degli ordini e collegi e sulle commissioni interne professionali. La Corte costituzionale, con sentenza 5-13 febbraio 1974, n. 32 (Gazz. Uff. 20 febbraio 1974, n. 48), ha dichiarato non fondata la questione di legittimità del presente comma in riferimento all'articolo 24, comma secondo, Cost., all'articolo 3, comma primo, Cost. e all'articolo 101, comma secondo, Cost. (2) Comma così sostituito dall'art. 2, D.L. 4 luglio 2006, n. 223, convertito in legge, con modificazioni, dalla L. 4 agosto 2006, n Il testo precedentemente in vigore era il seguente: «Gli avvocati, i procuratori e i patrocinatori non possono, neppure per interposta persona, stipulare con i loro clienti alcun patto relativo ai beni che formano oggetto delle controversie affidate al loro patrocinio, sotto pena di nullità e dei danni.».

4 A v v e r t e - che quanto indicato nelle allegate tabelle vuole essere esclusivamente un mero strumento di consultazione, una base di riferimento per la determinazione dei compensi e dei costi, nonché della loro congruità ai parametri previsti dall art. 2233, comma 2, del Codice Civile, per le attività professionali, idoneo ad integrare l applicazione delle norme, civile e deontologica, vigenti; - che i compensi ed i costi indicativamente segnalati si riferiscono esclusivamente alla singola prestazione professionale, e salvo ove espressamente specificato, non sono da considerarsi compresi il prezzo dei farmaci e i costi relativi agli impianti, alle protesi e ai materiali biologici, e che appositi onorari sono previsti per la sedazione e l anestesia; - che i compensi indicativamente segnalati non sono comprensivi degli oneri previdenziali e delle imposte aggiuntive previste dalle leggi vigenti; - che gli Ordini provinciali potranno quando chiamati all attività di vidimazione delle parcelle valutare un aumento percentuale degli importi illustrati nello studio indicativo in materia di compensi professionali, fino ad un incremento massimo del 20%, in considerazione della realtà geografica ed economica del territorio di loro competenza; - che per le prestazioni richieste con carattere di urgenza dalle ore 20,00 alle ore 8,00 nei giorni feriali o dalle ore 8,00 alle ore 20,00 nei giorni festivi, lo studio prevede la possibilità che gli onorari minimi/massimi siano aumentati del 30% per la prestazione principale. Se la richiesta si verifica dalle ore 20,00 alle ore 8,00 nei giorni festivi tale aumento è elevabile fino al 50%; - che per gli appuntamenti non disdetti almeno 12 ore prima o non rispettati, è prevista la possibilità di richiedere il 50% dell'onorario della prestazione per la quale l'appuntamento era stato fissato; - che per le prestazioni da effettuarsi ad una distanza maggiore di 10 chilometri dal recapito del professionista è previsto un rimborso chilometrico pari al 50% del prezzo della benzina senza piombo comprensivo del tempo di trasferimento; - che in regime di convenzione con Enti pubblici, Enti privati con finalità protezionistiche riconosciuti, Associazioni zootecniche e/o sportive, è previsto che l ammontare dei compensi individuata nel presente studio indicativo possa essere ridotto nella misura non superiore al 20% di quella minima/massima prevista dal presente documento, quando comprovate esigenze di carattere locale, nazionale o comunitario lo dovessero richiedere, sentito il parere dell'ordine provinciale o della Federazione Nazionale degli Ordini dei Veterinari. Nelle premesse dello studio è illustrata la Metodologia applicata al calcolo dei compensi e dei costi professionali Il Comitato Centrale della FNOVI nel divulgare lo studio indicativo in materia di compensi e costi professionali del medico veterinario ne prevede due versioni: - estesa (la tabella riporta tutti i coefficienti ed i valori che hanno rappresentato la metodologia applicata al calcolo dei compensi e costi professionali) - semplificata (la tabella riporta la nomenclatura della prestazione, la previsione puramente indicativa del compenso professionale, una previsione dei costi sostenibili)

5 Metodologia applicata al calcolo dei compensi professionali e dei costi Nella tabella sono elencati, per ogni prestazione considerata, l onorario minimo e massimo di riferimento, nonché i costi minimi e massimi che presumibilmente il veterinario deve sostenere per eseguirla. Di seguito sono elencate le definizioni relative alle variabili che sono state utilizzate per determinare i compensi professionali ed i costi: Costo (minimo e massimo) del personale tecnico: è il costo sostenuto dal veterinario per la retribuzione del personale non veterinario che interviene nell'esecuzione delle prestazioni; nella determinazione quantitativa della voce si è fatto riferimento alla retribuzione tabellare (comprensiva di oneri a carico del datore di lavoro) del personale dipendente di quarto livello super così come previsto dal CCNL per i dipendenti di studi professionali. Il massimo tasso d'occupazione è stato confermato uguale a 80%. Sono stati individuati un costo minimo e un costo massimo funzionali al calcolo, rispettivamente, della tariffa minima e della tariffa massima. Costo (minimo e massimo) del veterinario: è il costo sostenuto dal veterinario per la retribuzione del personale veterinario che interviene nell'esecuzione delle prestazioni; da notare che è imputata a costo anche la retribuzione che il veterinario esecutore della prestazione dà a sé stesso; in questo caso, il relativo valore ha il significato di retribuzione di base. Nella determinazione quantitativa della voce si è fatto riferimento alla retribuzione tabellare (comprensiva di oneri a carico del datore di lavoro) del personale dipendente di primo livello così come previsto dal CCNL per i dipendenti di studi professionali. Il massimo tasso di occupazione è stato confermato uguale a 80%. Qualora la prestazione consista in mera reperibilità o presenza, tale cifra è stata moltiplicata per il coefficiente percentuale relativo all'indennità di disponibilità previsto dall'art. 36 del D.Leg. 276/2003, così come determinata dall'art. 1 del Decreto del Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali 10 marzo Inoltre, così come previsto dal CCNL per i dipendenti di studi professionali, qualora la reperibilità o la presenza siano effettuate in periodo notturno feriale o diurno festivo tale cifra è stata aumentata del 30%, mentre in caso di prestazioni notturne e festive l'aumento è stato del 50%. Sono stati individuati un costo minimo e un costo massimo funzionali al calcolo, rispettivamente, alla tariffa minima e alla tariffa massima. Ammortamento (minimo e massimo) dell'attrezzatura ad alta tecnologia: in considerazione della minore disponibilità di capitali che generalmente si verifica in medicina veterinaria rispetto alla medicina e chirurgia umana, si è scelto di classificare come ad "alta tecnologia" apparecchiature che probabilmente non sarebbero considerate tali in medicina e chirurgia umana. Ciò in quanto si ritiene che l'ammortamento di dette apparecchiature debba essere tenuto in particolare considerazione, al fine della determinazione di una tariffa congrua, per la minor possibilità di compensare con altre voci eventuali errori di valutazione. Sono stati individuati un costo minimo e un costo massimo funzionali al calcolo, rispettivamente, della tariffa minima e della tariffa massima. Ammortamento dell'attrezzatura a bassa tecnologia: il valore indicato, determinato forfetariamente, è da considerarsi comprensivo anche dei relativi costi di manutenzione, in considerazione della minima incidenza di quest'ultima voce sul valore complessivo. Costo (minimo e massimo) della manutenzione delle attrezzature ad alta tecnologia: rappresenta il costo che il veterinario sopporta per la manutenzione delle attrezzature ad alta tecnologia utilizzate nell'esecuzione delle prestazioni; sono stati identificati un costo minimo e un costo massimo, in funzione dell'ampiezza della dotazione, funzionali al calcolo, rispettivamente, della tariffa minima e della tariffa massima. Consumi (minimo e massimo): rappresenta il costo dei materiali di consumo, esclusi i medicinali (salvo ove indicato), le protesi, gli impianti e i materiali biologici; in considerazione del margine concesso dalla previsione di due distinti valori per i consumi minimi e i consumi massimi, si è ritenuto di determinare sinteticamente tale valore senza, quindi, procedere ad una valutazione analitica delle quantità di materiale utilizzato moltiplicato per il costo di ogni materiale, operazione

6 che avrebbe comunque prodotto, verosimilmente, approssimazioni non inferiori alla determinazione sintetica, stante la variabilità dei parametri che si sarebbero dovuti considerare a riferimento nell'ambito della pratica esecuzione delle prestazioni. Sono stati individuati un costo minimo e un costo massimo funzionali al calcolo, rispettivamente, della tariffa minima e della tariffa massima. Costi generali (minimo e massimo): è il valore dei costi generali sostenuti dal veterinario, rapportati alla singola prestazione; rientrano nei costi generali, per esempio, quelli sostenuti per il personale non sanitario, per l'affitto o l'ammortamento dell'acquisto dei locali, per le utenze, per i materiali di consumo non sanitari, per le assicurazioni, per i mezzi di trasporto ecc. In considerazione dell'ampia diversità organizzativa delle attività veterinarie, si è scelto di prevedere sia un valore minimo che un valore massimo, funzionali al calcolo, rispettivamente, della tariffa minima e della tariffa massima. Valore del rischio imprenditoriale: rappresenta un indennizzo al rischio prodotto dagli investimenti effettuati; per quanto la variabile tipologia delle attività veterinarie avrebbe, ragionevolmente, resa opportuna la previsione sia di un valore minimo che di un valore massimo, l'irrilevante entità del valore di questo parametro rapportato alla singola prestazione ha fatto sì che la scelta ricadesse sull'individuazione di un valore unico. Coefficiente di complessità del caso trattato: è un parametro moltiplicatore che concorre a determinare il sovrapprezzo per la complessità della prestazione, che a sua volta rappresenta una componente della tariffa finalizzata a gratificare economicamente l'abilità professionale del veterinario; sembra corretto riferire tale parametro sia alle prestazioni che prevedano un ricovero ospedaliero (eventualità che non trova sistematico riscontro in medicina veterinaria) e sia anche a quelle che, per la loro complessità, richiedano competenze specialistiche, capacità non comuni o impegno di tempo superiore alla norma. I coefficienti utilizzati si riferiscono alle seguenti categorie di complessità: - complessità 0: prestazioni di base eseguibili da qualunque veterinario; - complessità 1: prestazioni che richiedono competenze e abilità particolari e che, quindi, non sono eseguibili da qualunque veterinario; - complessità 2: prestazioni che richiedono competenze e abilità non comuni e che, quindi, sono eseguibili solo da veterinari particolarmente qualificati. Sono stati individuati un valore minimo e un valore massimo funzionali al calcolo, rispettivamente, della tariffa minima e della tariffa massima. Coefficiente per margine libero professionale atteso: è un parametro moltiplicatore che concorre a determinare il margine libero professionale atteso, che a sua volta rappresenta l'utile che il veterinario vuole ottenere, oltre la tariffa minima; il Margine Libero Professionale Atteso, infatti, consiste nella differenza tra tariffa minima e tariffa massima. In considerazione del fatto che la professione medico veterinaria è meno codificata di quella medica (non esistendo, di fatto, specializzazioni, né codici di buone pratiche con valore obbligatorio, né protocolli rigidamente definiti) la variabilità delle prestazioni in termini qualitativi risulta essere molto alta. Ciò ha comportato la necessità di definire delle tariffe minime sensibilmente più basse di quelle riscontrate in campo medico ma, peraltro, l'esigenza di applicare, nella determinazione di questa voce, i parametri "massimo" previsti nella tabella nonché degli alti coefficienti relativi alla voce in questione, per ottenere delle tariffe massime che avessero riguardo anche per le prestazioni di alto valore qualitativo. A questo proposito sono stati utilizzati, di regola, i coefficienti 4 e 5, rispettivamente per le prestazioni con coefficiente di complessità 0 e 1, e per quelle di complessità 2 (che, per la loro natura specialistica, sono soggette a variabilità maggiore di quelle meno complesse). Alla sopraddetta regola generale si è fatta eccezione nella determinazione delle "prestazioni relative ad interventi di massa" eseguite su un alto numero di animali in quanto si è ritenuto che, in questo caso, il margine del veterinario sia determinato principalmente dal numero di prestazioni eseguite. Per questo motivo a tali prestazioni è stato assegnato un coefficiente uguale a 2.

7 * * * * * * * * * Sono di seguito enunciate le funzioni attraverso le quali sono stati ottenuti i valori relativi alle variabili sopra elencate, nonché quelle che vanno a determinare i costi e gli onorari: Costo (minimo e massimo) del personale tecnico: retribuzione mensile, diviso 170 (coefficiente previsto dal CCNL per la determinazione della retribuzione oraria) diviso 60 (per ottenere la retribuzione al minuto), moltiplicato per minuti impiegati, moltiplicato per numero di tecnici richiesto, diviso il massimo tasso d'occupazione (eventualmente, moltiplicato per coefficiente di disponibilità); Costo (minimo e massimo) del veterinario: retribuzione mensile, diviso 170 (coefficiente previsto dal CCNL per la determinazione della retribuzione oraria) diviso 60 (per ottenere la retribuzione al minuto), moltiplicato per minuti impiegati, moltiplicato per numero di veterinari richiesto, diviso il massimo tasso d'occupazione (eventualmente, moltiplicato per coefficiente di disponibilità); Ammortamento (minimo e massimo) delle attrezzature ad alta tecnologia: costo minimo dell'attrezzatura utilizzata, diviso numero di anni di vita, diviso numero di prestazioni annue (la voce minimo è riferita ad un attrezzatura minimale, mentre la voce massimo ad una dotazione strumentale ottimale); Manutenzione (minima e massima) delle attrezzature ad alta tecnologia: costo minimo dell'attrezzatura utilizzata, diviso numero di prestazioni annue, moltiplicato per 8% (la voce minimo è riferita ad un attrezzatura minimale, mentre la voce massimo ad una dotazione strumentale ottimale); Costi (minimi e massimi) generali: costo (rispettivamente: minimo e massimo) del personale tecnico, più costo (rispettivamente: minimo e massimo) del veterinario, più ammortamento (rispettivamente: minimo e massimo) delle attrezzature ad alta tecnologia, più ammortamento delle attrezzature a bassa tecnologia, più manutenzione (rispettivamente: minimo e massimo) delle attrezzature ad alta tecnologia, più consumi (rispettivamente: minimi e massimi), il tutto moltiplicato per 20%. Nel caso la prestazione consista in reperibilità o esercizio presso strutture terze, questo valore è stato azzerato; Rischio imprenditoriale: costo minimo del personale tecnico, più ammortamento minimo delle attrezzature ad alta tecnologia, più ammortamento delle attrezzature a bassa tecnologia, moltiplicato per 4%; Margine libero professionale atteso: costo massimo del personale tecnico, più costo massimo del veterinario, più ammortamento massimo delle attrezzature ad alta tecnologia, più ammortamento delle attrezzature a bassa tecnologia, più manutenzione massima delle attrezzature ad alta tecnologia, più costo massimo dei materiali di consumo, più costi generali massimi, il tutto moltiplicato per il coefficiente per margine libero professionale atteso; Complessità (minima e massima) del caso: costo (rispettivamente: minimo e massimo) del personale tecnico, più costo (rispettivamente: minimo e massimo) del veterinario, più ammortamento (rispettivamente: minimo e massimo) delle attrezzature ad alta tecnologia, più ammortamento delle attrezzature a bassa tecnologia, più manutenzione (rispettivamente: minimo e massimo) delle attrezzature ad alta tecnologia, più consumi (rispettivamente: minimi e massimi), più costi generali (rispettivamente: minimo e massimo), il tutto moltiplicato per il coefficiente di complessità del caso; Costi minimi: costo minimo del personale tecnico, più costo minimo del veterinario, più ammortamento minimo delle attrezzature ad alta tecnologia, più ammortamento delle attrezzature a bassa tecnologia, più manutenzione minima delle attrezzature ad alta tecnologia, più costi minimi dei materiali di consumo, più costi generali minimi; Costi massimi: costo massimo del personale tecnico, più costo massimo del veterinario, più ammortamento massimo delle attrezzature ad alta tecnologia, più ammortamento delle attrezzature a bassa tecnologia, più manutenzione massima delle attrezzature ad alta tecnologia, più costi massimi dei materiali di consumo, più costi generali massimi;

8 Onorario minimo: costo minimo del personale tecnico, più costo minimo del veterinario, più ammortamento minimo delle attrezzature ad alta tecnologia, più ammortamento delle attrezzature a bassa tecnologia, più manutenzione minima delle attrezzature ad alta tecnologia, più costi minimi dei materiali di consumo, più costi generali minimi, più rischio imprenditoriale, più sovrapprezzo minimo per complessità del caso; Onorario massimo: costo massimo del personale tecnico, più costo massimo del veterinario, più ammortamento massimo delle attrezzature ad alta tecnologia, più ammortamento delle attrezzature a bassa tecnologia, più manutenzione massima delle attrezzature ad alta tecnologia, più costi massimi dei materiali di consumo, più costi generali massimi, più rischio imprenditoriale, più sovrapprezzo massimo per complessità del caso più margine libero professionale atteso; I valori dell ammortamento delle attrezzature a bassa tecnologia, dei consumi minimi e dei consumi massimi non sono stati ottenuti mediante l applicazione di formule matematiche, bensì per determinazione discrezionale. Indicizzazione: l'adeguamento annuo alla variazione dell'indice al consumo dei prezzi per famiglie di operai ed impiegati escluso il prezzo del tabacco, dei valori relativi all'ammortamento delle attrezzature a bassa tecnologia e ai consumi avviene moltiplicando il parametro "coefficiente di indicizzazione" per un valore ottenuto dall'espressione: 1+incremento Istat. Se, per esempio, la variazione dell'indice sopradetto sarà uguale al 2,5%, il moltiplicatore sarà 1,025. L'adeguamento dei valori relativi al costo del veterinario e al costo del personale tecnico avviene sostituendo i parametri, rispettivamente, "Retribuzione mensile tecnico" e "Retribuzione mensile veterinario" con quelli previsti dagli aggiornamenti contrattuali. L'aggiornamento dei valori relativi al costo minimo delle attrezzature ad alta tecnologia si attua sostituendo i relativi valori con quelli aggiornati. Oneri accessori: considerato che le prestazioni veterinarie libero professionali sono soggette all'applicazione dell'iva e del contributo integrativo Enpav, tutti gli importi riportati e riferiti a tariffe, costi e margini sono da considerarsi al netto di tali oneri.

9 1) ANIMALI DA COMPAGNIA, DA COMPETIZIONE E SPORTIVI 1 a) CANI E GATTI (Le tariffe si intendono comuni alle due specie se non diversamente precisato) VISITE Visita ordinaria unica o prima presso la struttura veterinaria 18,67 126,12 18,65 25,22 Visita complessa (per durata o in quanto relativa a branche specialistiche) 112,01 499,61 37,31 62,44 Visita a domicilio 28,33 207,23 28,31 41,44 Visita successiva alla prima nella stessa seduta 15,36 101,35 15,34 20,27 Visita ad ora fissa stabilita dal cliente: a domicilio del cliente 30,73 219,23 30,71 43,84 nella struttura veterinaria 21,07 138,12 21,05 27,62 Assistenza continuativa, per ogni ora, oltre la visita 37,98 249,84 37,96 49,96 Visite di compravendita (escluso rilascio di certificato) fino il valore dell'animale di 520,00 22,90 163,68 22,88 32,73 oltre 520,00 71,04 363,87 35,51 60,64 CONSULTI Al medico consulente: 70,48 429,89 23,48 53,73 Al medico curante, presso la struttura veterinaria del consulente 23,53 147,56 23,51 29,51 Al medico curante presso la propria struttura veterinaria 18,67 126,12 18,65 25,22 RELAZIONI (oltre la visita) Relazione sulla malattia e sulla terapia, a richiesta del cliente (per ora o frazione di ora) 35,58 189,84 35,56 37,96 Relazione collegiale a richiesta di Enti (per ogni componente e per ora) 71,15 263,80 35,56 43,96 Relazione tecnicoperitale (per ora) 71,15 335,80 35,56 55,96 CERTIFICAZIONI Certificati o attestazioni oltre la visita 12,33 73,59 12,31 14,71 Certificazione con segnalamento, prelievo, conservazione ed invio di materiale biologico per la determinazione del DNA 21,36 184,72 21,34 36,94 Certificazione con segnalamento ed inserimento di microchip 23,22 127,78 23,14 25,54 REPERIBILITA' Giornaliera (escluse le prestazioni professionali eventualmente rese durante il periodo di reperibilità, da onorare secondo tariffa) diurno feriale 69,27 346,36 69,27 69,27

10 diurno festivo 87,53 437,66 87,53 87,53 notturno feriale 87,53 437,66 87,53 87,53 notturno festivo 99,71 498,54 99,71 99,71 Assistenza in mostre od esposizioni per frazione di giorno 112,87 564,28 112,85 112,85 per giornata 214, ,54 214,30 214,30 Per la guardia medica resa in orario notturno feriale o diurno festivo presso una struttura veterinaria in rapporto continuativo e coordinato, non di dipendenza, comprensiva delle prestazioni eventualmente rese durante il servizio (inteso come turno di 12 ore) 74,94 374,72 74,94 74,94 Perla guardia medica resain orario notturno festivo presso una struttura veterinaria in rapporto continuativo e coordinato, non di dipendenza, comprensiva delle prestazioni eventualmente rese durante il servizio (inteso come turno di 12 ore) 85,09 425,45 85,09 85,09 Per collaborazione lavorativa resa in orario diurno feriale presso una struttura veterinaria in rapporto continuativo e coordinato, non di dipendenza, comprensiva delle prestazioni eventualmente rese durante il servizio (inteso come turno di 6 ore) 34,36 171,82 34,36 34,36 INIEZIONI (oltre la visita): Ipodermica, intradermica o intramuscolare 3,44 36,78 3,42 7,35 Endovenosa 4,91 77,31 4,87 15,45 Endotracheale 4,91 77,31 4,87 15,45 Endorachidea 73,60 438,65 24,47 54,81 Endoperitoneale 4,91 77,31 4,87 15,45 Endoarticolare 9,78 92,76 4,87 15,45 Ipodermoclisi 4,29 74,29 4,27 14,85 Fleboclisi 17,52 302,06 17,48 60,40 Instillazioni medicamentose endopleuriche isolate 45,67 264,68 22,83 44,11 Toracentesi 15,69 124,30 7,83 20,71 Paracentesi 15,69 124,30 7,83 20,71 Apposizione di sondino naso gastrico 42,70 251,21 21,34 41,87 Agopuntura semplice (per seduta) 33,79 464,60 16,85 77,42 CATETERISMI E PRELIEVI (oltre la visita): Cateterismo vescicale maschio 8,73 141,80 8,71 28,36 femmina 10,85 160,57 10,83 32,11 Prelievo di sangue 5,49 86,29 5,47 17,25 Prelievo e valutazione del seme 61,30 535,68 61,28 107,13 EUTANASIA Cuccioli 5,49 74,29 5,47 14,85 Adulti 18,67 198,12 18,65 39,62 ANESTESIA

11 Sedazione 11,49 194,29 11,47 38,85 Anestesia locale per refrigerazione 8,73 321,80 8,71 64,36 per infiltrazione 12,33 141,80 12,31 28,36 Anestesia tronculare 11,49 230,29 11,47 46,05 Anestesia epidurale alta o bassa 73,60 611,45 24,47 76,41 Anestesia generale (**) per inoculazione e.v. 14,73 433,16 14,71 86,63 per inoculazione i.m. 13,89 365,65 13,87 73,13 gassosa 27,13 756,31 26,95 151,23 Assistenza continuativa al paziente (oraria) 38,38 452,56 38,20 90,48 RIANIMAZIONE E TERAPIA INTENSIVA Rianimazione respiratoria Intubazione tracheale d'urgenza 14,73 212,36 14,71 42,47 Intubazione tracheale prolungata 14,73 313,59 14,71 62,71 Rianimazione respiratoria con ventilazione automatica (compresa intubazione) (per la prima ora; dalla seconda ora le tariffe devono essere ridotte al 20%) 86,37 333,34 42,89 55,46 Broncoaspirazione e broncoinstillazione 49,33 419,54 24,63 69,91 Tracheostomia temporanea 61,33 814,63 30,63 135,76 Ossigenoterapia (per la prima ora; dalla seconda ora le tariffe devono essere ridotte al 20%) 9,07 386,98 8,98 77,38 Applicazione endopleurica di aspirazione continua 54,09 967,75 54,03 193,54 Rianimazione cardiocircolatoria Massaggio cardiaco esterno 62,30 311,26 30,94 51,81 Massaggio cardiaco interno 118,98 561,76 39,47 70,15 Monitoraggio cardiocircolatorio (per giornata) 61,05 506,30 30,31 84,31 Pericardiocentesi 73,60 630,65 24,47 78,81 Cateterismo venoso con determinazione della pressione venosa centrale 63,12 472,88 31,54 78,81 Rianimazione metabolica Alimentazione parenterale (per ogni 24 ore) 58,89 412,30 29,43 68,71 Alimentazione enterale (per ogni 24 ore) 34,89 196,30 17,43 32,71 Fluidoterapia con bilancio idrosalino (per 24 ore) 29,47 283,59 29,43 56,71 Emogasanalisi 27,25 182,16 27,12 36,41 Dialisi peritoneale per le prime 24 ore 53,47 643,59 53,43 128,71 per ogni successiva giornata o frazione 41,47 343,59 41,43 68,71 Emoperfusione/emotrasfusione 58,89 628,30 29,43 104,71 Monitoraggio e controllo farmacologico e/o fisico della temperatura corporea (24 ore) 31,95 295,67 31,83 59,11 Lavaggi e medicazioni con catetere impiantato a permanenza (24 ore) 11,47 163,59 11,43 32,71 Terapia del dolore (per ogni giornata) 28,85 403,93 28,83 80,78

12 DIAGNOSTICA STRUMENTALE Elettrocardiogramma 46,60 270,67 23,24 45,09 Tomografia assiale computerizzata (compreso il costo del mezzo di contrasto) 285, ,85 141,88 260,41 Risonanza magnetica nucleare (compreso il costo del mezzo di contrasto) 285, ,85 141,88 260,41 Scintigrafia (escluso il costo del mezzo di contrasto) 279, ,20 92,48 163,01 Ecocardiografia 50,09 309,94 49,25 61,82 Fonocardiografia 74,59 384,77 37,01 64,04 Radiologia (le tariffe sono da intendersi per ogni radiogramma e comprensive del costo del mezzo di contrasto ove richiesto; nei casi in cui per lo stesso esame siano richiesti più radiogrammi, le tariffe di quelli successivi al primo devono essere ridotte al 50%) radiogramma senza mezzo di contrasto 26,86 430,15 26,74 86,01 angiografia 91,50 985,42 45,68 164,21 aortografia 91,50 985,42 45,68 164,21 colecistografia 91,50 985,42 45,68 164,21 coronarografia 91,50 985,42 45,68 164,21 dacriocistorinografia 79,50 985,42 39,68 164,21 mielografia 245, ,84 81,68 176,21 radiografia con pasto opaco 39,20 518,18 39,08 103,61 portografia 91,50 985,42 45,68 164,21 urografia ascendente 34,97 459,50 34,85 91,88 urografia discendente 45,82 821,20 45,68 164,21 radiografia intraorale 15,36 150,67 15,24 30,11 Ecografia ecografia oculare 47,36 288,15 46,54 57,47 ecografia toracica 47,98 291,17 47,14 58,07 ecografia addominale 47,98 291,17 47,14 58,07 ecografia con biopsia 74,71 655,24 73,85 130,88 ecografia con agobiopsia 74,09 652,22 73,25 130,28 ecografia con drenaggio di cisti 108,32 950,90 107,48 190,01 ecografia con doppler vascolare 56,09 369,94 55,25 73,82 Endoscopia (diagnostica bioptica operatoria) naso 82,93 481,91 41,21 80,24 laringe e faringe 53,36 439,85 52,54 87,81 trachea 53,36 439,85 52,54 87,81 bronchi 110,13 706,87 54,65 117,68 esofago 110,13 706,87 54,65 117,68 stomaco 118,58 777,30 58,88 129,41 duodeno 190, ,02 63,11 141,15 enterocolonscopia 190, ,02 63,11 141,15 vagina 41,71 401,68 41,21 80,24 utero 118,58 777,30 58,88 129,41 uretra 105,90 671,66 52,54 111,81 vescica 114,36 742,08 56,77 123,54 uretere 190, ,02 63,11 141,15 artroscopia 208, ,22 69,11 147,15 retinoscopia 190, ,02 63,11 141,15

13 videotoracoscopia 347, ,77 172,36 325,43 videolaparoscopia 335, ,13 166,02 307,82 CHIRURGIA Interventi di chirurgia generale Toeletta di ferita (escluse quelle interessanti tendini, vasi e nervi) 28,93 437,56 28,85 87,50 Medicazione unica o prima (compresa quella conseguente ad atti operatori) 17,47 544,73 17,43 108,94 Incisione di ascessi o flemmoni 23,47 364,73 23,43 72,94 Svuotamento di ematomi 23,47 364,73 23,43 72,94 Estrazione di corpi estranei superficiali 19,58 402,17 19,54 80,43 Estrazione di corpi estranei profondi 49,92 670,20 49,88 134,03 Perionichia (onicectomia) 33,44 471,23 33,34 94,23 Asportazioni di neoformazioni superficiali 33,44 711,23 33,34 142,23 Asportazioni di neoformazioni profonde extracavitarie 51, ,26 51,68 519,83 Faccia e bocca (vedi otorinolaringoiatria e chirurgia maxillofacciale) Collo Trattamento ferite profonde del collo 51,78 799,26 51,68 159,83 Linfectomia cervicale mono laterale 103,46 959,10 51,68 159,83 Linfectomia cervicale bilaterale 135, ,52 67,91 231,57 Faringotomia ed esofagotomia 123, ,42 61,53 399,83 Interventi per diverticoli dell esofago 194, ,23 96,80 417,44 Interventi per cisti brachiali 194, ,23 96,80 417,44 Tiroide Agobiopsia tiroidea 29,47 364,73 29,43 72,94 Tiroidectomie parziali 186, ,96 93,04 411,57 Tiroidectomia totale 201, ,49 100,55 423,31 Tiroidectomia allargata per neoplasia maligna 194, ,23 96,80 417,44 Interventi sulle paratiroidi 216, ,03 108,06 435,05 Torace Toracotomia esplorativa intercostale 234, ,60 117,02 437,66 Toracotomia sternale 270, ,64 134,63 601,31 Drenaggio pleurico 64,34 846,22 32,14 141,03 Resezioni costali 175, ,48 87,76 399,23 Puntura dello sterno (vedi ematologia) Trattamenti di traumi parietali 101, ,86 50,48 398,63 Mediastino Interventi per ascessi 404, ,66 134,63 461,61 Interventi per tumori 404, ,26 134,63 601,31

14 Laringe, trachea e polmone Laringectomia parziale 194, ,36 96,80 436,46 Tracheotomia 86,55 818,25 43,23 136,36 Estrazione di corpi estranei tracheobronchiali 95, ,67 47,45 208,10 Biopsia pleuro polmonare 156, ,62 78,02 276,55 Interventi per ferite al polmone 234, ,25 117,02 572,44 Interventi per ascessi 234, ,25 117,02 572,44 Interventi per fistole bronchiali 234, ,25 117,02 572,44 Resezioni segmenti e lobectomia 270, ,64 134,63 721,31 Pneumectomia 270, ,64 134,63 721,31 Intervento per collasso tracheale 189, ,65 94,24 549,68 Sottrazione di aria in caso di pneumotorace spontaneo isolata 51,12 472,88 25,54 78,81 successiva 34,89 268,30 17,43 44,71 Aspirazione endocavitaria 55,35 868,09 27,65 144,68 Applicazione intrapleurica di dispositivo drenante a permanenza 51,69 723,42 51,65 144,68 Esofago Esofagotomia cervicale 171, ,51 85,53 412,51 Interventi per corpo estraneo esofago toracico 270, ,64 134,63 601,31 Interventi con esofagoplastica 270, ,64 134,63 601,31 Asportazione di diverticolo esofageo 232, ,36 115,82 556,46 Addome (parete addominale) Laparotomia/celiotomia per drenaggio di peritoniti 171, ,51 85,53 292,51 Laparotomia/celiotomia esplorativa 127, ,18 63,68 232,51 Laparotomia/celiotomia esplorativa per occlusione senza resezione 127, ,18 63,68 172,51 Laparotomia/celiotomia esplorativa per occlusione con resezione 201, ,31 100,55 324,44 Laparotomia/celiotomia esplorativa con sutura viscerale 201, ,31 100,55 324,44 Ernia inguinale o crurale 201, ,31 100,55 324,44 Ernia ombelicale 51,78 862,67 51,68 172,51 Intervento per ernie diaframmatiche 244, ,31 121,69 444,44 Ernie perineali 201, ,31 100,55 324,44 Stomaco e duodeno Gastrostomia 171, ,51 85,53 172,51 Resezione gastrica 216, ,40 108,06 360,11 Gastrectomia totale 216, ,40 108,06 480,11 Resezione gastrodigiunale 216, ,40 108,06 360,11 Sutura di perforazioni gastriche e intestinali 171, ,51 85,53 172,51 Piloroplastica 171, ,51 85,53 172,51 Piloromiotomia 171, ,51 85,53 172,51 Riduzione volvolo gastrico 186, ,41 93,04 428,48 Megaesofago e esofagite da reflusso 186, ,41 93,04 308,48

15 Plastica cardiale 186, ,41 93,04 308,48 Vagotomia 171, ,51 85,53 292,51 Intestino Enteroanastomosi 186, ,41 93,04 308,48 Resezione del tenue 216, ,40 108,06 360,11 Resezione ileocecale (emicolectomia dx) 216, ,40 108,06 360,11 Megacolon 186, ,41 93,04 308,48 Colectomia totale 216, ,40 108,06 360,11 Fegato Drenaggio di ascesso epatico 171, ,51 85,53 172,51 Resezioni epatiche 401, ,62 133,43 480,11 Colecistectomia 171, ,51 85,53 292,51 Esplorazione chirurgica delle vie biliari 171, ,51 85,53 292,51 Interventi chirurgici per shunt porto-sistemico 401, ,62 133,43 480,11 Pancreas e milza Interventi per cisti, pseudocisti e fistole pancreatiche 216, ,40 108,06 480,11 Interventi per pancreatite cronica 216, ,40 108,06 480,11 Interventi per neoplasie pancreatiche 216, ,40 108,06 480,11 Splenectomia 186, ,41 93,04 188,48 Retto e ano Estrazione di corpi estranei dal retto per via naturale 21,69 381,14 21,65 76,22 Estrazione di corpi estranei dal retto con intervento 147, ,51 73,53 292,51 Asportazione chirurgica di polipi rettali 147, ,51 73,53 292,51 Intervento per ascesso perianale 47,55 740,58 47,45 148,10 Operazione per fistole anali 147, ,51 73,53 172,51 Interventi per neoplasie di retto o ano 147, ,51 73,53 172,51 Prolasso del retto 92,57 737,43 46,25 122,90 Interventi sulle sacche perianali 95,01 744,67 47,45 124,10 Proctotomia totale 147, ,51 73,53 292,51 CHIRURGIA UROLOGICA Rene Nefropessi 171,49 959,42 85,53 159,83 Nefrectomia 216, ,40 108,06 480,11 Nefrotomia 216, ,40 108,06 480,11 Nefrostomia o pielostomia 216, ,40 108,06 480,11 Pielotomia 216, ,40 108,06 480,11 Surrene Surrenalectomia 338, ,19 168,64 537,85

16 Uretere PRESTAZIONE Ureterolitotomia 216, ,40 108,06 480,11 Correzione dell'uretere ectopico 338, ,19 168,64 537,85 Vescica Cistolitotomia 156, ,62 78,02 216,55 Resezioni vescicali 171, ,51 85,53 292,51 Cervicocistopessi o colposospensione 186, ,41 93,04 308,48 Riparazione vescica 171, ,51 85,53 292,51 Cistostomia 186, ,41 93,04 308,48 Prostata Adenomectomia 186, ,41 93,04 308,48 Prostatectomia radicale 262, ,19 130,59 537,85 Intervento per ematoma paraprostatico 186, ,41 93,04 248,48 Marsupializzazione, omentalizzazione 216, ,40 108,06 480,11 Uretra Uretrostomia 192, ,40 96,06 360,11 Uretrotomia 192, ,40 96,06 360,11 CHIRURGIA ANDROLOGICA Riduzione di fimosi, parafimosi 46,31 734,54 46,25 146,90 Amputazione del pene 186, ,41 93,04 248,48 Orchiectomia cane 46,31 434,54 46,25 86,90 Orchiectomia gatto 30,09 315,85 30,03 63,16 Deferentectomia 92,57 521,43 46,25 86,90 OSTETRICIA E GINECOLOGIA Ovariectomia cagna 85,96 799,59 85,53 159,83 Ovariectomia gatta 56,20 585,19 56,14 117,03 Ovarioisterectomia cagna 93, ,39 93,04 231,57 Ovarioisterectomia gatta 58,31 734,54 58,25 146,90 Riparazione chirurgica di fistola vescico-vaginale 186, ,41 93,04 308,48 retto-vaginale 216, ,40 108,06 360,11 Assistenza al parto (per ora) 31,98 528,33 31,96 105,66 Sutura di lacerazione perineale 58,31 614,54 58,25 122,90 Taglio cesareo cagna 101, ,87 100,55 264,44 Taglio cesareo gatta 66,77 851,91 66,71 170,37 Mastectomia parziale 147,49 959,42 73,53 159,83 Mastectomia (una linea mammaria) 204, ,03 102,06 255,05 Mastectomia totale 262, ,63 130,59 350,26 Striscio vaginale per la determinazione dell estro 9,36 154,72 9,34 30,94 Inseminazione endovaginale con seme fresco 66,13 360,47 33,05 60,08 Inseminazione endovaginale con seme refrigerato 78,13 396,47 39,05 66,08

17 Inseminazione endouterina con seme congelato 147,80 938,52 73,88 156,41 CARDIOCHIRURGIA Interventi a cuore chiuso Derivazioni aorto-polmonari 870, ,89 289,84 577,10 Sezione o legatura del dotto arterioso di Botallo 870, ,89 289,84 577,10 Pericardiectomia per pericarditi costrittive 870, ,53 289,84 539,05 Applicazioni di pacemaker epimiocardico 870, ,14 289,84 509,50 Cisti del cuore o del pericardio 870, ,89 289,84 577,10 Interventi d'urgenza per ferite o corpi estranei del cuore o per tamponamento 870, ,14 289,84 509,50 Interventi intracavitari cardiaci Valvulotomia singola o multipla per stenosi valvola Polmonare 2.860, ,25 949, ,14 valvola Mitralica 2.860, ,25 949, ,14 valvola Aortica 2.860, ,25 949, ,14 Anuloplastica valvola singola 2.860, ,25 949, ,14 Angioplastica e/o valvuloplastica con catetere 690, ,14 229,84 329,50 Impianto pacemaker endocavitario ed eventuale riposizionamento 870, ,14 289,84 449,50 CHIRURGIA DEL SISTEMA NERVOSO CENTRALE E PERIFERICO Neurochirurgia Rachicentesi per prelievo liquorale o per introduzione di farmaci o mezzi di contrasto 52,34 476,50 26,14 79,41 Puntura sottoccipitale per prelievo liquorale o per introduzione di farmaci o mezzi di contrasto 52,34 476,50 26,14 79,41 Puntura epidurale 73,60 438,65 24,47 54,81 Iniezione percutanea carotidea per angiografia cerebrale 43,89 766,07 21,91 127,67 Preparazione di arteria per angiografia 43,58 394,07 43,54 78,81 Trapanazione cranica per puntura o drenaggio ventricolare 384, ,18 127,82 573,70 Asportazione tumori ossei della volta cranica 870, ,40 289,84 924,78 Interventi per traumi craniocerebrali 871, ,65 290,27 942,06 Plastiche craniche per tessuti extracerebrali (cute, osso, dura madre) 871, ,65 290,27 942,06 Craniotomia per evacuazione di ematoma intracerebrale e subdurale 871, ,65 290,27 942,06 Craniotomia per evacuazione di ematoma epidurale 871, ,65 290,27 942,06 Trapanazione per evacuazione di ematoma epidurale e subdurale 871, ,65 290,27 942,06 Asportazione di processi espansivi endocranici (tumori, ascessi, cisti parassitarie, etc.) 871, ,65 290,27 942,06 Trattamento chirurgico diretto di malformazioni vascolari intracraniche (aneurismi sacculari, aneurismi arterovenosi, fistole arterovenose) 924, ,97 307,55 942,06 Interventi chirurgici sulla cerniera atlantoepistrofeo 870, ,64 289,84 942,06

18 Laminectomia esplorativa o decompressiva 870, ,14 289,84 941,63 Asportazione di processi espansivi del rachide extra o intradurali extramidollari 765, ,71 255,06 881,49 Trattamento di lesioni intramidollari (tumori, siringomielia, ascessi, etc.) 818, ,18 272,67 911,78 Interventi per traumi vertebromidollari con stabilizzazione chirurgica 817, ,93 272,23 894,50 Trazione e/o applicazione di mezzi di contenzione esterna 61,34 788,47 60,93 157,61 Interventi per mielopatie cervicali o ernia del disco per via ventrale o dorsale 818, ,18 272,67 911,78 Interventi per ernia del disco dorsale per via laterale o transtoracica 817, ,93 272,23 894,50 Asportazione di ernia del disco lombare 817, ,93 272,23 894,50 Stabilizzazione vertebrale 817, ,93 272,23 894,50 Applicazione di elettrodi o cateteri endorachidei per trattamento del dolore (***) 82,89 663,39 41,43 110,56 Nervi periferici Elettromiografia 104,64 429,42 51,93 71,44 Asportazione tumori dei nervi periferici 163, ,72 81,48 266,20 Interventi sui nervi periferici per neuroraffie, neurolisi, neurotomie, nevrectomie decompressive 362, ,77 120,50 358,13 Interventi sul plesso brachiale 470, ,36 156,50 437,82 Biopsia tessuto nervoso 113,23 952,53 56,58 158,74 CHIRURGIA VASCOLARE Preparazione di vena per flebografia 29,47 312,83 29,43 62,56 Preparazione di arteria per arteriografia 43,58 402,17 43,54 80,43 Sutura arterie periferiche 119, ,09 59,89 173,83 Disostruzione e bypass arterie periferiche 244, ,62 81,48 205,76 Disostruzione e bypass aorto addominale 684, ,62 228,06 420,11 Applicazione di bypass arterovenoso per emodialisi 108,36 795,62 54,02 132,55 Interventi sull'aorta toracica e sull'aorta addominale 581, ,62 193,43 480,11 Legatura di un tronco venoso 43,33 681,89 43,23 136,36 CHIRURGIA PLASTICA Generalità Sutura cutanea 31,58 574,07 31,54 114,81 Correzione di cicatrice ipertrofica e cheloidea 47,55 740,58 47,45 148,10 Interventi bioptici su cute e mucose (escluso l'onorario all'istologo) 29,47 312,83 29,43 62,56 Allestimento o trasferimento di lembo a distanza (per ogni tempo operatorio) 151, ,18 75,68 292,51 Innesti di cute e di mucose 59,55 740,58 59,45 148,10 Medicazioni successive 11,47 364,73 11,43 72,94 Toeletta delle ustioni 27,69 431,52 27,65 86,30 Crioterapia 82,89 797,67 41,43 132,94 Ricostruzione della parete toracica 147, ,51 73,53 292,51

19 Ricostruzione della parete addominale 127, ,18 63,68 292,51 Asportazione sperone articolato 45,44 411,23 45,34 82,23 Asportazione sperone disarticolato 29,21 292,54 29,11 58,49 Cranio, muso e collo Blefaroplastica ricostruttiva 95,01 744,67 47,45 124,10 Intervento per epicanto 66,78 493,46 33,34 82,23 Plastica per ptosi palpebrale 66,78 493,46 33,34 82,23 Plastica per anchiloblefaron 66,78 493,46 33,34 82,23 Plastica per ectropion o entropion monolaterale 66,78 493,46 33,34 82,23 Tarsorrafia 31,33 321,89 31,23 64,36 Blefaroplastica con innesti 119,01 888,67 59,45 148,10 Calazio 62,55 458,25 31,23 76,36 Riduzione frattura orbitaria 232, ,81 115,82 468,04 Coloboma palpebrale 66,78 493,46 33,34 82,23 Riduzione e contenzione fratture ossa nasali 186, ,21 93,04 385,28 Lesioni profonde del labbro non tumorali 66,78 709,46 33,34 118,23 Palatoschisi 119, ,40 59,45 336,55 Riduzione frattura mandibolare con osteosintesi 171, ,31 85,53 429,31 Riduzione frattura mascellare 171, ,31 85,53 429,31 Riduzione frattura zigomatica 156, ,42 78,02 413,35 Intervento per anchilosi temporomandibolare 147, ,31 73,53 309,31 Asportazione parziale della mandibola 186, ,01 93,04 458,41 Intervento per scialocele 103,46 815,10 51,68 135,83 Plastica del padiglione auricolare 95,01 744,67 47,45 124,10 ORTOPEDIA E TRAUMATOLOGIA Bendaggio semplice con ovatta e garza 15,35 204,82 15,31 40,96 Bendaggio con medicazione 23,47 283,59 23,43 56,71 Bendaggio con doccia di immobilizzazione 31,58 362,37 31,54 72,47 Bendaggio gessato 33,69 441,14 33,65 88,22 Lussazioni e fratture Riduzione incruenta per lussazione traumatica di: piccole articolazioni 20,73 321,80 20,71 64,36 medie e grandi articolazioni 57,67 624,68 28,83 104,11 colonna vertebrale 73,90 829,26 36,94 138,21 Riduzione incruenta di fratture piccoli segmenti 20,73 321,80 20,71 64,36 medi e grandi segmenti 57,67 768,68 28,83 128,11 Riduzione cruenta di fratture di piccoli segmenti 95, ,47 47,45 404,90 Riduzione cruenta di lussazioni piccole articolazioni 86, ,25 43,23 376,36 grandi articolazioni 156, ,62 78,02 636,55 Interventi cruenti Biopsia osteoarticolare 83, ,27 41,42 267,50 Asportazione di esostosi semplice 123, ,22 61,53 416,63

20 Osteotomia 171, ,31 85,53 669,31 Ostectomia della testa del femore 186, ,21 93,04 685,28 Resezioni ossee 186, ,21 93,04 685,28 Amputazioni piccoli segmenti 90, ,26 45,34 399,03 grandi segmenti 187, ,83 93,64 685,88 Osteosintesi arto anteriore scapola 172, ,93 86,13 669,91 omero 187, ,83 93,64 685,88 radioulna 172, ,93 86,13 669,91 Osteosintesi arto posteriore femore 187, ,83 93,64 685,88 tibia 187, ,83 93,64 685,88 Osteosintesi bacino 474, ,74 158,03 762,87 Trattamento delle dismetrie e delle deviazioni degli arti con impianti esterni 474, ,74 158,03 762,87 Rimozione mezzi di sintesi 63,12 434,83 31,54 72,47 Infiltrazioni 15,35 144,82 15,31 28,96 Artrotomie 172, ,13 86,13 653,11 Resezione di corpi vertebrali (somatectomia) e sostituzione con cemento o trapianti 762, ,74 254,03 882,87 Artroplastiche di spalla, gomito, ginocchio o garretto 218, ,82 108,66 617,51 Acetaboloplastica 540, ,61 179,93 798,08 Trattamento chirurgico delle lussazioni 218, ,82 108,66 737,51 Trattamento chirurgico di correzione della lussazione della rotula 322, ,22 161,15 598,26 Artroscopia chirurgica 333, ,61 166,29 413,11 Ricostruzione dei legamenti articolari 195, ,78 97,40 573,86 Artrodesi piccole (falangi) 143, ,20 71,45 413,35 medie (carpo e tarso) 247, ,83 123,64 565,88 grandi (spalla, gomito e ginocchio) 338, ,82 168,66 737,51 Triplice osteotomia pelvica (TPO) 868, ,47 289,24 833,30 Osteotomia livellante del plateau tibiale (TPLO) 876, ,75 291,64 835,70 Intervento di avanzamento della cresta tibiale (TTA) 1.048, ,47 349,24 953,30 Artroprotesi dell'anca non cementata 995, ,61 331,63 798,08 Artroprotesi dell'anca cementata 868, ,47 289,24 713,30 Tenorrafie 66, ,79 66,02 268,10 Tenoplastiche, mioplastiche o miorrafie 186, ,41 93,04 548,48 Tenotomie, miotomie e aponeurotomie 147, ,51 73,53 292,51 OCULISTICA Parte generale Elettroretinografia e potenziali oscillatori 77,01 608,47 38,33 101,36 Tonometria per applanazione 11,47 240,39 11,43 48,07 Gonioscopia 20,82 308,41 20,74 61,67 Congiuntiva Asportazione corpi estranei 8,73 141,80 8,71 28,36

ezione II NOMENCLATORE SANI.IN.VENETO

ezione II NOMENCLATORE SANI.IN.VENETO SANI.IN.VENETO ezione II NOMENCLATORE 1. Persone Assicurate L adesione al programma è rivolto a tutti i dipendenti in attività delle imprese comprese nel campo di applicazione dei CCNL e\o CCRL siglati

Dettagli

Regione del Veneto Nomenclatore Tariffario Prestazioni Specialistiche Ambulatoriali

Regione del Veneto Nomenclatore Tariffario Prestazioni Specialistiche Ambulatoriali Regione del Veneto Nomenclatore Tariffario Prestazioni Specialistiche Ambulatoriali Allegato 1 Elenco Prestazioni Vigenti con tariffa 1. INTERVENTI SUL SISTEMA NERVOSO (03-05) 03. INTERVENTI SUL MIDOLLO

Dettagli

SINTESI CONDIZIONI ASSICURATIVE PER L ASSICURAZIONE LESIONI/MORTE, INVALIDITA PERMANENTE, RESPONSABILITÀ CIVILE VERSO TERZI, VERSO PRESTATORI DI

SINTESI CONDIZIONI ASSICURATIVE PER L ASSICURAZIONE LESIONI/MORTE, INVALIDITA PERMANENTE, RESPONSABILITÀ CIVILE VERSO TERZI, VERSO PRESTATORI DI SINTESI CONDIZIONI ASSICURATIVE PER L ASSICURAZIONE LESIONI/MORTE, INVALIDITA PERMANENTE, RESPONSABILITÀ CIVILE VERSO TERZI, VERSO PRESTATORI DI LAVORO, ASSISTENZA E TUTELA LEGALE A FAVORE, DEGLI ORGANI

Dettagli

Contratto di assicurazione Malattie per aziende rimborso spese mediche per dipendenti e apprendisti part time Aziende Farmaceutiche speciali

Contratto di assicurazione Malattie per aziende rimborso spese mediche per dipendenti e apprendisti part time Aziende Farmaceutiche speciali Contratto di assicurazione Malattie per aziende rimborso spese mediche per dipendenti e apprendisti part time Aziende Farmaceutiche speciali Fondo Est ed.01/01/2012 Il presente Fascicolo informativo, contenente

Dettagli

GENERALI SEI IN SALUTE

GENERALI SEI IN SALUTE Generali Italia S.p.A. GENERALI SEI IN SALUTE Contratto di Assicurazione per la copertura dei rischi Malattie ed Assistenza Il presente Fascicolo informativo, contenente - Nota informativa, comprensiva

Dettagli

Piano Completo Redazione Dicembre 2013

Piano Completo Redazione Dicembre 2013 Fascicolo Informativo Contratto di assicurazione sanitaria Redazione Dicembre 2013 Il presente Fascicolo Informativo contenente a) Nota Informativa comprensiva del Glossario; b) Condizioni di assicurazione;

Dettagli

Regolamento recante norme sul reclutamento, avanzamento ed impiego del personale volontario del Corpo nazionale dei vigili del fuoco.

Regolamento recante norme sul reclutamento, avanzamento ed impiego del personale volontario del Corpo nazionale dei vigili del fuoco. DECRETO DEL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA 6 Febbraio 2004, n.76 Regolamento recante norme sul reclutamento, avanzamento ed impiego del personale volontario del Corpo nazionale dei vigili del fuoco. IL PRESIDENTE

Dettagli

DOCTOR PIÙ EVOLUTION. Contratto di Assicurazione Malattia e Assistenza

DOCTOR PIÙ EVOLUTION. Contratto di Assicurazione Malattia e Assistenza DOCTOR PIÙ EVOLUTION Contratto di Assicurazione Malattia e Assistenza Il presente Fascicolo Informativo contenente: Nota Informativa e Glossario Condizioni di Assicurazione deve essere consegnato al Contraente

Dettagli

DAL SINTOMO ALLA DIAGNOSI: SUGGERIMENTI PER L UTILIZZO DELLA DIAGNOSTICA PER IMMAGINI

DAL SINTOMO ALLA DIAGNOSI: SUGGERIMENTI PER L UTILIZZO DELLA DIAGNOSTICA PER IMMAGINI DAL SINTOMO ALLA DIAGNOSI: SUGGERIMENTI PER L UTILIZZO DELLA PER IMMAGINI 4 DAL SINTOMO ALLA DIAGNOSI: SUGGERIMENTI PER L UTILIZZO DELLA PER IMMAGINI Se vogliamo che tutto rimanga com è, bisogna che tutto

Dettagli

protezione su misura salute contratto di assicurazione infortuni e malattia IL PRESENTE FASCICOLO INFORMATIVO CONTENENTE:

protezione su misura salute contratto di assicurazione infortuni e malattia IL PRESENTE FASCICOLO INFORMATIVO CONTENENTE: salute protezione su misura IL PRESENTE FASCICOLO INFORMATIVO CONTENENTE: Nota Informativa comprensiva del Glossario Condizioni Generali di Assicurazione comprensive dell Informativa sulla Privacy Deve

Dettagli

CONTRATTO DI ASSICURAZIONE PER LA COPERTURA DEGLI INFORTUNI OTTO AL VOLANTE

CONTRATTO DI ASSICURAZIONE PER LA COPERTURA DEGLI INFORTUNI OTTO AL VOLANTE CONTRATTO DI ASSICURAZIONE PER LA COPERTURA DEGLI INFORTUNI Il presente Fascicolo Informativo, contenente: la Nota informativa, comprensiva del glossario; le ; il Modulo di proposta, deve essere consegnato

Dettagli

Guida al Piano sanitario Guida al Piano Sanitario Fondo FASDA

Guida al Piano sanitario Guida al Piano Sanitario Fondo FASDA Guida al Piano sanitario Guida al Piano Sanitario Fondo FASDA Fondo FASDA Fondo integrativo di Assistenza Sanitaria per i Dipendenti dei servizi Ambientali 1 Per tutte le prestazioni previste dal Piano

Dettagli

GUIDA AI CONTROLLI DA EFFETTUARE PER L APPOSIZIONE DEL VISTO DI CONFORMITÀ. (edizione per il 730/2014)

GUIDA AI CONTROLLI DA EFFETTUARE PER L APPOSIZIONE DEL VISTO DI CONFORMITÀ. (edizione per il 730/2014) GUIDA AI CONTROLLI DA EFFETTUARE PER L APPOSIZIONE DEL VISTO DI CONFORMITÀ (edizione per il 730/2014) Premessa La presente GUIDA si prefigge lo scopo di dare istruzioni a tutti gli operatori dei CAF aderenti

Dettagli

GUIDA AL PIANO SANITARIO CASSA SANITARIA BNL

GUIDA AL PIANO SANITARIO CASSA SANITARIA BNL GUIDA AL PIANO SANITARIO CASSA SANITARIA BNL 2012 Dipendenti appartenenti alle Aree Professionali e ai Quadri Direttivi BNL Cassa Sanitaria BNL per il personale appartenente alle Aree Professionali ed

Dettagli

IL NUOVO PART - TIME. L incidenza

IL NUOVO PART - TIME. L incidenza IL NUOVO PART - TIME L intervento normativo con il quale è stato introdotto nel nostro ordinamento il tempo parziale nel rapporto di lavoro, ha inteso incoraggiare l utilizzo e la più ampia diffusione

Dettagli

La Prescrizione di Prestazioni Specialistiche Ambulatoriali

La Prescrizione di Prestazioni Specialistiche Ambulatoriali LAZIOSANITÀ AGENZIA DI SANITÀ PUBBLICA La Prescrizione di Prestazioni Specialistiche Ambulatoriali Tessera Esenzione Seconda Edizione maggio 2010 La Prescrizione di Prestazioni Specialistiche Ambulatoriali

Dettagli

Vademecum per gli addetti al primo soccorso e alle emergenze nelle scuole dell infanzia, primarie e secondarie di primo grado

Vademecum per gli addetti al primo soccorso e alle emergenze nelle scuole dell infanzia, primarie e secondarie di primo grado Vademecum per gli addetti al primo soccorso e alle emergenze nelle scuole dell infanzia, primarie e secondarie di primo grado Edizione 2014 Pubblicazione realizzata da INAIL Sovrintendenza Sanitaria Centrale

Dettagli

Guida ai diritti del malato

Guida ai diritti del malato Guida ai diritti del malato ERRORI MEDICI? DIMISSIONI FORZATE? INVALIDITÀ CIVILI NEGATE? LISTE D ATTESA INTERMINABILI? CARTE DEI SERVIZI INTROVABILI? DANNI DA TRASFUSIONI E DA VACCINAZIONI OBBLIGATORIE?

Dettagli

DISABILITÀ E INVALIDITÀ NEL PUBBLICO IMPIEGO. guida alla richiesta di benefici e agevolazioni

DISABILITÀ E INVALIDITÀ NEL PUBBLICO IMPIEGO. guida alla richiesta di benefici e agevolazioni DISABILITÀ E INVALIDITÀ NEL PUBBLICO IMPIEGO guida alla richiesta di benefici e agevolazioni Disabilità e invalidità guida alla richiesta di benefici e agevolazioni ultimi decenni il mondo della disabilità

Dettagli

LINEE GUIDA AZIENDALI PER LA GESTIONE DELLA PERSONA CON DOLORE

LINEE GUIDA AZIENDALI PER LA GESTIONE DELLA PERSONA CON DOLORE LINEE GUIDA AZIENDALI PER LA GESTIONE DELLA PERSONA Pagina 1 di 31 INDICE 1. INTRODUZIONE..3 2. SCOPO DEL DOCUMENTO..3 3. NORMATIVA DI RIFERIMENTO...3 4. PERCORSO PER LA GESTIONE DEL DOLORE NEL PAZIENTE

Dettagli

Guida alle prestazioni Polizza di gruppo

Guida alle prestazioni Polizza di gruppo Programmi sanitari internazionali Guida alle prestazioni Polizza di gruppo Valida dal 1º novembre 2014 La copertura sanitaria La presente guida spiega le prestazioni e i termini della copertura offerta

Dettagli

GUIDA AI CONTROLLI DA EFFETTUARE PER L APPOSIZIONE DEL VISTO DI CONFORMITÀ. (edizione per il 730/2015)

GUIDA AI CONTROLLI DA EFFETTUARE PER L APPOSIZIONE DEL VISTO DI CONFORMITÀ. (edizione per il 730/2015) GUIDA AI CONTROLLI DA EFFETTUARE PER L APPOSIZIONE DEL VISTO DI CONFORMITÀ (edizione per il 730/2015) Premessa La presente GUIDA si prefigge lo scopo di dare istruzioni a tutti gli operatori dei CAF aderenti

Dettagli

Con te & per te Assicurazione Infortuni. Prima della sottoscrizione leggere attentamente la Nota Informativa. Tutela persona.

Con te & per te Assicurazione Infortuni. Prima della sottoscrizione leggere attentamente la Nota Informativa. Tutela persona. Tutela persona Per la famiglia Con te & per te Assicurazione Infortuni Il presente Fascicolo informativo contenente Nota Informativa e Glossario Condizioni Generali di Assicurazione Informativa resa all

Dettagli

S. V a. M. A. Scheda per la Valutazione Multidimensionale delle persone adulte e Anziane

S. V a. M. A. Scheda per la Valutazione Multidimensionale delle persone adulte e Anziane REGIONE DEL VENETO - AZIENDA ULSS N. UNITÀ VALUTATIVA MULTIDIMENSIONALE DISTRETTUALE S. V a. M. A. Scheda per la Valutazione Multidimensionale delle persone adulte e Anziane STRUMENTO PER L ACCESSO AI

Dettagli

APPROFONDIMENTO 1. Prevenzione nei luoghi di lavoro

APPROFONDIMENTO 1. Prevenzione nei luoghi di lavoro Una panoramica dell Istituto: Cosa facciamo L INAIL - Istituto Nazionale per l Assicurazione contro gli Infortuni sul Lavoro - persegue una pluralità di obiettivi: ridurre, attraverso un intensa attività

Dettagli

Lavori in corso su ordinazione

Lavori in corso su ordinazione OIC ORGANISMO ITALIANO DI CONTABILITÀ PRINCIPI CONTABILI Lavori in corso su ordinazione Agosto 2014 Copyright OIC PRESENTAZIONE L Organismo Italiano di Contabilità (OIC) si è costituito, nella veste giuridica

Dettagli

DECRETO DEL PRESIDENTE DELLA REPUBBLI- CA 27 marzo 1969, n. 130 «Stato giuridico dei dipendenti degli enti ospedalieri» (G.U. 23 aprile 1969, n.

DECRETO DEL PRESIDENTE DELLA REPUBBLI- CA 27 marzo 1969, n. 130 «Stato giuridico dei dipendenti degli enti ospedalieri» (G.U. 23 aprile 1969, n. DECRETO DEL PRESIDENTE DELLA REPUBBLI- CA 27 marzo 1969, n. 130 «Stato giuridico dei dipendenti degli enti ospedalieri» (1). (G.U. 23 aprile 1969, n. 104) Titolo I CLASSIFICAZIONE DEL PERSONALE E AMMISSIONE

Dettagli

REGOLAMENTO PER L ACCESSO AGLI INTERVENTI, AI SERVIZI E ALLE PRESTAZIONI DI NATURA SOCIALE, SOCIO-ASSISTENZIALE E SOCIO-EDUCATIVA

REGOLAMENTO PER L ACCESSO AGLI INTERVENTI, AI SERVIZI E ALLE PRESTAZIONI DI NATURA SOCIALE, SOCIO-ASSISTENZIALE E SOCIO-EDUCATIVA REGOLAMENTO PER L ACCESSO AGLI INTERVENTI, AI SERVIZI E ALLE PRESTAZIONI DI NATURA SOCIALE, SOCIO-ASSISTENZIALE E SOCIO-EDUCATIVA EROGATI DAL SERVIZIO SOCIALE DEI COMUNI DELL AMBITO DISTRETTUALE URBANO

Dettagli

UNIVERSITA DEGLI STUDI CAGLIARI CONTRATTO COLLETTIVO INTEGRATIVO DEI DIPENDENTI DELL UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI CAGLIARI

UNIVERSITA DEGLI STUDI CAGLIARI CONTRATTO COLLETTIVO INTEGRATIVO DEI DIPENDENTI DELL UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI CAGLIARI UNIVERSITA DEGLI STUDI CAGLIARI CONTRATTO COLLETTIVO INTEGRATIVO DEI DIPENDENTI DELL UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI CAGLIARI TITOLO I DISPOSIZIONI GENERALI ART. 1 (Campo di applicazione) 1. Il presente Contratto

Dettagli

TITOLO IV RAPPORTI DI LAVORO A TEMPO PARZIALE. Art. 120 RAPPORTI DI LAVORO A TEMPO PARZIALE

TITOLO IV RAPPORTI DI LAVORO A TEMPO PARZIALE. Art. 120 RAPPORTI DI LAVORO A TEMPO PARZIALE TITOLO IV RAPPORTI DI LAVORO A TEMPO PARZIALE Art. 120 RAPPORTI DI LAVORO A TEMPO PARZIALE I Consorzi, ove ritengano di avvalersi della facoltà di ricorrere a rapporti di lavoro a tempo parziale ai sensi

Dettagli