Massima sicurezza e buon rendimento

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Massima sicurezza e buon rendimento"

Transcript

1 La finanza da un nuovo punto di vista Oro e petrolio Due commodity amate dagli investitori istituzionali Mercati È il momento delle convertibili Scegliere tra i titoli AAA Massima sicurezza e buon rendimento CON LA COLLABORAZIONE DI n.14l A RIVISTA PER GLI INVESTITORI ISTITUZIONALI Anno 3 - Dicembre 2012

2

3 domande a: ALBERTO CAUZZI, AMMINISTRATORE DELEGATO DI EPHESO I fondi negoziali oggi rappresentano un'arma efficace per chiudere il gap tra ultima retribuzione e pensione? Che cosa andrebbe cambiato per renderli ancora più efficaci e utilizzati dalla grande maggioranza dei lavoratori? «Oggi i fondi negoziali italiani hanno quasi tutto ciò che serve per ritenersi forme previdenziali efficaci e moderne. Il contenimento dei costi gestionali unito a una politica di investimento tutto sommato, anche nei momenti di crisi, accorta hanno consentito ai fondi pensione di crearsi un ottima pubblicità con i risultati. Il salto ulteriore potrebbe essere esplorare concretamente tutte quelle aree di copertura, più legate alla protezione dell individuo e del patrimonio, che possono essere opzioni accessorie di un fondo pensione utili da analizzare e proporre. D altra parte basta guardare il mercato anglosassone, tradizionalmente più evoluto e sviluppato del nostro, per comprendere come le prestazioni accessorie abbiano un ruolo interessante anche e soprattutto per il parco potenziale di aderenti». Il terzo pilastro rappresenta un'opportunità utilizzabile dalla maggior parte dei lavoratori o è riservato solamente a una ristretta fascia? Anche in questo caso che cosa dovrebbe cambiare a livello legislativo per rendere sempre più accessibile questa forma di previdenza alternativa? «Direi che il passaggio fondamentale e il contestuale definitivo sdoganamento della previdenza complementare non negoziale passino anche e soprattutto attraverso la piena equiparazione con le forme collettive. Ancora oggi la gestione del contributo del datore di lavoro, obbligatorio da un lato e facoltativo dall altro, così come altri aspetti più tecnici, rendono ancora favorevoli le forme negoziali in raffronto con l alternativa individuale. Credo che la piena parità di opzioni e diritti sia il naturale approdo per un mercato più consapevole, maturo ed evoluto. Poi, e di questo ne sono convinto per deformazione professionale, una corretta e consapevole opera di informazione capillare, soprattutto verso le giovani generazioni, è fondamentale per la crescita di tutto il settore. Attività che spetta alle istituzioni in primis. Che non hanno solo il compito di legiferare, ma anche quello, fondamentale, di informare adeguatamente». Qual è, a un anno di distanza dall entrata in vigore, il vostro giudizio sulla contestatissima legge Monti- Fornero sulle pensioni? «La riforma Monti-Fornero è la conclusione di un iter iniziato nel 1995, con la riforma Dini. L incipit più importante di quella riforma era il trasferimento dei rischi demografici ed economici dallo stato in capo a ogni singolo individuo. Un passaggio importante, fondamentale, che apre nuove prospettive anche in merito alla pianificazione previdenziale. Che oggi diventa quanto mai fondamentale». Qual è lo specifico contributo che, come Epheso, siete in grado di offrire ai fondi pensione e ai lavoratori? «Epheso è un azienda che progetta e realizza modelli e strumenti innovativi dell attività di consulenza per i leader del mercato assicurativo, previdenziale e finanziario (www.epheso.it). La riforma Monti-Fornero ha introdotto la variabilità, oltre che della prestazione a scadenza, anche dell età pensionabile, legandola alla speranza di vita attesa dei cittadini. Uno scenario complesso e articolato, molto difficile (anzi impossibile) da decifrare. Ecco perché gli strumenti previsionali che mettiamo a disposizione diventano sempre più decisionali, cioè utili a operare le scelte riguardanti il proprio futuro pensionistico in maniera consapevole. Attraverso informazioni e modellazioni algoritmiche efficaci, semplici, intuitive ma al contempo approfondite e analitiche». ALBERTO CAUZZI, AMMINISTRATORE DELEGATO DI EPHESO 361GRADI/Dicembre

4 Sommario DICEMBRE N.14 I Focus Intervista Inchiesta Intervista Inchiesta 2 Convegno Educational Rubriche 6 Gestore a cura di Citywire Russ Covode il mago degli high yield 10 Mercati a cura di Allfunds Bank Investment Services Convertibili contro la volatilità 16 Alternative a cura di Allfunds Bank Investment Services Credit arbitrage:ideale sui mercati piatti 22 Etf testo su dati forniti da Borsa italiana Raggiunta quota Il grande gestore - Allianz Global Investors Attivi sui mercati 28 Scegliere tra i titoli AAA «Voglio sicurezza e rendimento» Le grandi perturbazioni sui mercati stanno provocando ondate di acquisti del debito ritenuto più sicuro, alla ricerca di bond risk free che ormai non esistono più. In questo contesto gli interventi delle agenzie di rating, abbassando la valutazione a obbligazioni governative ritenute finora inattaccabili, hanno disorientato gli investitori e hanno fatto concentrare l'interesse su un numero minore di opportunità. A questo punto è necessario sapere distinguere tra le diverse offerte 42 L investitore istituzionale - Previmoda Un vestito per la vita 46 Le materie prime su cui investire Nelle mani di India e Cina Non è solo la capacità di fornire un rifugio contro l'inflazione a sostenere le quotazioni del metallo giallo. La crescita dell'asia e l'incremento dei consumi, previsto per i prossimi tre decenni, dovrebbero contribuire in maniera sostanziale a fare decollare i preziosi, anche in termini totalmente decorrelati rispetto alle altre commodity di base. Già oggi è possibile cogliere questo trend, anche con la crisi in atto 54 Convegno - Diversificare dai titoli di stato Una difficile sostituzione 58 Mifid II - L'influenza sulla distribuzione dei fondi a cura di Allfunds Bank Investment Services Una battaglia ancora aperta 62 Cambi Quasi tsunami dal Giappone 64 Il mondo della legge La buona governance bancaria secondo l Eba

5

6 A CURA DI CITYWIRE FOCUS: gestore Russ Covode il mago degli high yield di Chris Sloley RUSS COVODE Russ Covode è uno della vecchia guardia, per sua stessa ammissione un veterano dell'investimento. Questo elemento è venuto alla luce quando lo specialista degli high yield è entrato in una conference call mentre si parlava di un recente articolo di Citywire intitolato Giovani in ascesa. Dopo essersi aggiornato su questo argomento, che riguardava alcuni dei gestori più giovani alla guida di fondi di grandi dimensioni, Covode ha aggiunto ridendo: «Di certo non rientro in questa categoria». Covode ha infatti più di 20 anni di esperienza nell'industria dei servizi finanziari. Dopo vari periodi a Bank of America e al gruppo di private equity Banc One Mezzanine, andò a lavorare a Neuberger Berman nel Appena arrivato nell'ufficio di Chicago, Covode si inserì nel team obbligazionario, insieme ai manager che già operavano lì, Ann Benjamin e Tom O' Reilly. Il team lavora ancora insieme da allora e Covode sostiene che come trio hanno usato questo tempo per affinare e migliorare la gestione operativa del fondo High Yield Bond Fund di Neuberger Berman, un prodotto con circa 7,7 miliardi di dollari in gestione. Per fare ciò utilizzano letteralmente una sorta di lista della spesa: «Ci mettiamo fin dall'inizio d'accordo su ciò che rende un investimento nel reddito fisso un buon affare: queste competenze sono incluse in ciò che noi chiamiamo la nostra lista della spesa della best practice creditizia. A iniziare questa procedura è stata Ann, che ha fatto questo lavoro per oltre 30 anni». Covode sostiene che questo approccio è stato molto utile per lui, al punto che nel corso dei 15 anni di storia del fondo il team ha puntato su un'emissione finita in default una volta sola: «Si trattava di un'azienda sanitaria chiamata HealthSouth, fallita nel 2004; da allora sono passati oltre otto anni senza altri default. Si è trattato di un evento che non ci aspettavamo ed è stato dovuto ad abusi societari. I libri contabili erano stati falsificati: se un'azienda riusciva a fregare commercialisti e avvocati, anche per noi era molto difficile riuscire a capire che cosa non andava». Questo fatto causò una piccola perdita in portafoglio, ma i gestori Neuberger Berman non la liquidarono come una botta di sfortuna da spazzare sotto la moquette. Da questa storia hanno cercato di imparare tutto ciò che la lezione poteva insegnare; hanno studiato ciò che era successo e poi utilizzato ogni possibile segnale utile a migliorare la loro analisi in futuro. Ricorda Covode: «Abbiamo perciò sviluppato una pagella in cinque punti per il management delle aziende, valutazione che applichiamo a tutte le posizioni detenute dal nostro team di investimento, anche quelle acquisite di recente e in cui siamo interessati a reinvestire. Non è più sufficiente incontrare i dirigenti e andarsene via pensando che sono brave persone» GRADI/Dicembre 2012

7 NON DARE NULLA PER SCONTATO Evitare di incappare in default e disastri aziendali è un tema che ritorna, quando si parla con Covode delle caratteristiche del loro processo di investimento e di come vengano applicati filtri di natura fondamentale all'universo investibile fin dall'inizio. La base di riferimento è data dall'indice Barclays Us High Yield 2% Issuer Cap, che comprende un migliaio di aziende, con una capitalizzazione complessiva di 1,1 trilioni di dollari: «Per fare sì che noi ci investiamo, un'azienda deve avere almeno 500 milioni di dollari di debito scambiato sui mercati e un Ebitda di almeno 100 milioni. Queste sono le soglie minime; in media investiamo in gruppi di dimensione di gran lunga superiore». Ci sono anche dei tabù: «Escludiamo imprese in cui sappiamo che vi è un elevato rischio di bancarotta, accompagnato da basse percentuali di recupero del credito. Ad esempio non compriamo il debito non collateralizzato di compagnie aeree. Questo tipo di aziende tende ad andare incontro a processi di ristrutturazione troppo frequentemente, sempre a spese dei creditori non collateralizzati e degli azionisti. Catene di ristoranti e grande distribuzione con forte leva sono altri settori fuori discussione». Restringere le possibilità di scelta vuole dire per il team di Covode seguire circa 500 emittenti, investendo allo stesso tempo in un numero che va da 125 a 150. Per diversificare il portafoglio, aggiunge Covode, è possibile detenere nel fondo diversi bond di differente durata, anche dello stesso emittente. «All'interno della struttura patrimoniale di un'azienda scegliamo quei titoli che riteniamo abbiano i prezzi migliori. Può essere che troviamo le caratteristiche che cerchiamo nella parte a più breve scadenza e maggiormente sicura della struttura patrimoniale di un gruppo, o che magari vogliamo detenere una posizione più difensiva in alcune strutture a leva particolarmente elevata. In alternativa, se un emittente ci piace davvero, prendiamo il bond dai prezzi più contenuti, che magari risulta quello a più lunga scadenza e a maggiore sconto rispetto al valore nominale». NUOVE STELLE DEL FIRMAMENTO L'investimento ideale per Covode e il suo team spesso è costituito da quelle che lui definisce le nuove stelle: junk bond di maggiore qualità, che, a parità di condizioni rispetto agli altri sul mercato, nel giro di un anno possono ottenere lo status di investment grade. Covode comunque specifica: «Non siamo costretti a vendere una volta che un'obbligazione raggiunga il livello di investment grade, aspettiamo che raggiunga il nostro obiettivo in termini di spread; a quel punto cominciamo a vendere. Ford è un buon esempio: per un certo periodo è stata la maggiore posizione nel nostro portafoglio. Non ci aspettavamo però che il gruppo finisse nell'investment grade, cosa che inve- 361GRADI/Dicembre

8 FOCUS: gestore ce è successa all'inizio di quest'anno. Ciò nonostante, abbiamo ancora Ford in portafoglio, in quanto non tutto il debito da loro emesso ha raggiunto l'investment grade. Deteniamo bond che riteniamo ancora convenienti, dato il loro rating». Guardando alla passata performance del portafoglio, Covode ritiene che un investimento nel gigante delle acciaierie ArcelorMittal costituisca non solo il tipo di società preferita, ma che presenti anche le circostanze migliori per approcciarla: «Arcelor stava scambiando in un range intorno al 15% durante la crisi creditizia. Era l'acciaieria maggiore del mondo, con un rating BBB, eppure al tempo era prezzata in linea con le società BB; ecco, questo è il tipo di bond che ci piace comperare», spiega Covode. Attualmente, i bond con rating BB rappresentano il 50% del Neuberger Berman High Yield Bond fund, il che significa un overweight dell'8% rispetto al benchmark. Per contro, c'è un underweight sia nei bond con rating B sia in quelli con rating CCC: «In apparenza siamo posizionati in maniera difensiva, ma la la nostra strategia è guidata più da considerazioni sul valore relativo che da un'opinione sui fondamentali del mercato. Se fossimo difensivi, allora il peso dei nostri investimenti in CCC sarebbe la metà di quello attuale, perché è così che ci difendiamo, spostandoci su emissioni BB e BBB e bond investment grade. Investiamo sempre tutto il capitale, non ci nascondiamo nella liquidità». FAME DI HIGH YIELD Il Neuberger Berman High Yield fund ha fornito un rendimento dell'80,2% in dollari dal suo lancio come fondo Ucits nel maggio Il che è un buon risultato rispetto al suo benchmark Citywire, il BofA Merrill Lynch Us High Yield Cash Pay Tr Usd, che è salito del 71,3%. Ed è anche quasi il doppio della performance media del 43,5%, ottenuta dagli Us high yield bond nello stesso periodo. Queste cifre spiegano in qualche modo il crescente interesse per il fondo. Stando a dati elaborati da Lipper per Citywire, il fondo era il quindicesimo Ucits tra tutte le asset class nel luglio 2012 e ha attratto 283 milioni di raccolta netta nella prima metà dell anno. Ulteriori ricerche Lipper tra 2 mila investitori in fondi di fondi, mostrano che 42 sono quelli che attualmente puntano su Covode e il suo team. Ciò equivale a 177,8 milioni di euro in asset detenuti da fondi di fondi e rende questo strumento il terzo prodotto high yield bond più sottoscritto nei mercati europeo e statunitense. Covode non è sorpreso da questo interesse: «La base degli investitori è tornata verso i credit picker tradizionali con portafogli long-only come noi e ciò ha dato al nostro mercato molta più stabilità». Questo ritorno alla stabilità è stato aiutato dalla scomparsa di molti investitori ad alta leva, come diversi hedge fund. «Gli hedge fund e altri veicoli di investimento a leva erano molto attraenti nel nostro mercato prima della crisi e ora non lo sono più», conclude pacifico Covode. Questo gestore sostiene inoltre che, malgrado abbia notato un grande afflusso di denaro nel settore high yield americano negli ultimi quattro anni, non è particolarmente preoccupato dell eventuale difficoltà ad assorbire una tale mole di liquidità: il suo team ritiene di potere ancora posizionare i propri fondi in maniera prudenziale. Inoltre gran parte del capitale è arrivata da clienti istituzionali, che tendono a essere investitori con orizzonti temporali maggiori e relativamente sofisticati: «Dalla crisi creditizia a oggi, circa miliardi di dollari sono arrivati sul nostro mercato, il che rappresenta un flusso netto dell'8% circa. È un importo significativo, ma rimane relativamente ridotto, date le dimensioni del mercato nel suo complesso». In un tentativo di riportare alle giuste proporzioni un discorso in cui 80 miliardi di dollari possono essere ritenuti un importo «relativamente ridotto», Covode afferma che il mercato high yield genera questo importo solo dalle cedole ricevute ogni anno, che devono essere interamente reinvestite GRADI/Dicembre 2012

9 L'atteggiamento di Covode e del suo team è quindi di calma. I flussi di liquidità non apportano alcun rischio sistemico all'attività e, non sorprendentemente, il gestore dà il benvenuto al crescente interesse per la sua area di competenza: «Abbiamo visto la crescita maggiore all'estero: gli investitori europei, asiatici e dell'america Latina sono arrivati solo in tempi relativamente recenti su questo mercato. L incremento del nostro business istituzionale è stato significativo e l'high yield è diventato un'asset class molto ben accettata e rispettata nelle allocazioni in reddito fisso di molti istituzionali». Nel parlare specificatamente dell'europa, Covode ritiene che essa offra pochi spunti interessanti per investire, a dispetto del fatto che ha un'esposizione indiretta verso titoli tedeschi, francesi e britannici: «Non possediamo high yield europeo, vuoi perché le società sono di dimensioni troppo ridotte, vuoi perché sono in settori nei quali noi non investiamo, come banche tradizionali e assicurazioni; oppure perché sono emessi da società che hanno sede in paesi nei quali non abbiamo idea di come verremmo trattati in caso di ristrutturazione. E se non capiamo i nostri diritti, noi non investiamo». Alla domanda se l'interesse per l'europa possa spingere Neuberger Berman a conoscere meglio la regione e magari a lanciare un fondo high yield dedicato, Covode risponde con l'aria di uno che sa bene ciò di cui sta parlando: «No. Non in questo momento». IL NUOVO PRODOTTO Sull'onda dell'interesse degli investitori, Covode e il suo team si sono ancora una volta uniti per lanciare il Neuberger Berman Short Duration High Yield Bond Fund nel dicembre All'interno dello stesso universo di titoli in cui investire, il fondo è stato concepito per concentrare lo stesso tipo di bond del prodotto principale, ma con una duration abbreviata alla metà di quella del High Yield Bond fund e con un terzo in meno di volatilità. Questo strumento, che ha raccolto oltre 250 milioni di dollari di asset in gestione finora, è stato creato per fondare e occupare una nicchia che, secondo Covode, è stata voluta da investitori in cerca di una volatilità più bassa rispetto all'altro fondo e maggiori limiti a livello regolatorio: «Storicamente, abbiamo indirizzato i nostri investitori verso il mercato dei prestiti bancari, perché abbiamo pensato che questo tipo di attività fosse la scelta migliore per ottenere un'esposizione agli high yield con duration breve, alta qualità e bassa volatilità. Ma, mentre incrementavamo il nostro business, continuavamo a sentire ogni volta che c'era una parte della nostra clientela che o non poteva comprare prestiti per ragioni regolatorie o che non voleva farlo perché non conoscevano il mercato. Così hanno continuato a spingere per avere un'alternativa di investimento obbligazionario». 361GRADI/Dicembre

10 A CURA DI ALLFUNDS BANK INVESTMENT SERVICES FOCUS: mercati Convertibili contro la volatilità Regional allocation dei principali indici Us Europa Asia e Giappone Giappone Altri mercati Ubs 33,4% 30,3% 17,0% 10,6% 8,8% Altri mercati Ml G300 50,2% 24,0% 11,3% 11,7% 2,8% Giappone 60% 50% 40% 30% 20% 10% 0% Us Europa Asia e Giappone Ubs Ml G300 L e obbligazioni convertibili sono semplicemente bond societari che incorporano un opzione call su un azione, che consente a un investitore di convertire il bond in azione a un determinato prezzo. Alcune delle caratteristiche delle convertibili sono: minore volatilità rispetto alle azioni ordinarie, capacità di trarre vantaggio dalla volatilità del mercato o dalla minore sensibilità al credito rispetto alle azioni. I due indici principali per le obbligazioni convertibili sono il Bofa Ml Global 300 e l Ubs Global Convertible. L indice Ubs si focalizza su una gestione più equilibrata tra aree geografiche e titoli convertibili. È possibile osservare l allocazione geografica dell indice nel grafico sottostante. L indice Ubs dedica solo il 33% al mercato Usa, mentre l indice Ml destina a questo mercato il 50%. La maggior parte dei gestori utilizza l indice Ubs come indice di riferimento. Se si confrontano i bond convertibili con le azioni e le obbligazioni, come mostrato nella tabella 1, si nota che i primi hanno storicamente realizzato rendimenti annualizzati in linea con le altre due asset class, ma con livelli di volatilità molto più bassi. Durante i periodi di recessione, i bond convertibili offrono una significativa protezione dal downside risk rispetto alle azioni, ma sottoperformano i corporate bond. Le obbligazioni societarie sono state le principali beneficiarie del declino secolare dei tassi d interesse nei mercati sviluppati e le convertibili hanno il potenziale per sovraperformare i corporate bond in uno scenario in cui i tassi sono piatti o in crescita. Quando la volatilità è su livelli elevati, i bond convertibili sovraperformano. Il grafico conferma che i global convertible bond hanno fornito un analogo livello di rendimenti annualizzati rispetto alle azioni, ma con un grado di volatilità che è nove punti più basso (o meno della metà di quello delle azioni). Nel periodo critico, tra agosto 2008 e dicembre 2009, quando il livello medio dell indice Vix è arrivato a 36,4, i bond convertibili hanno sovraperformato le azioni del 13% (3,5% dei convertibili vs -9,5% delle azioni) IL MERCATO DEI BOND CONVERTIBILI Il mercato globale dei convertibili è stabile, intorno a 500 miliardi, e il numero di emissioni oscilla tra e GRADI/Dicembre 2012

11 Stati Uniti ed Europa sono i maggiori emittenti. 2/3 sono titoli investment grade e 1/3 high yield, sebbene la quota degli high yield stia crescendo. A livello regionale, le migliori opportunità del mercato si trovano ancora in Europa e Asia, dove si possono ottenere rendimenti più elevati a parità di rischio creditizio assunto. Di conseguenza, la volatilità implicita è più conveniente nel confronto con la volatilità storica. In termini di performance realizzate, dopo un inizio 2012 molto positivo, i bond convertibili hanno perso qualche posizione nel secondo trimestre dell anno, nel mezzo di un mercato azionario debole e di un contesto creditizio deteriorato. Tuttavia, i convertibili stanno recuperando terreno ancora una volta. Fitch stima che la capacity massima dei fondi convertibili globali sia di 1,5-2 miliardi di euro. Solo cinque fondi attualmente superano l ammontare di 1,5 miliardi di euro. C è bisogno di una più intensa attività di ricerca sul credito: le emissioni di bond convertibili realizzate da emittenti sprovvisti di rating o high yield a piccola e media capitalizzazione stanno aumentando (attualmente rappresentano rispettivamente circa il 20% e il 45%). Anche la quota ascrivibile a small e mid cap company è aumentata e rappresenta rispettivamente circa il 30% e il 50% del segmento. LE EMISSIONI DI BOND CONVERTIBILI Il livello delle emissioni è attualmente molto basso a causa delle seguenti ragioni: la presenza di tassi d interesse bassi e di una volatilità del mercato elevata. Una buona notizia è la spettacolare ripresa delle nuove emissioni verificatasi a settembre, in particolare in Europa (più di 6 miliardi nel Vecchio continente su un totale mondiale di 10 miliardi). Inoltre, ci sono fattori positivi che permettono di essere ottimisti, come l assenza di bank financing, attività di M&A o incremento dei tassi e degli spread che renderebbero le obbligazioni tradizionali relativamente meno appetibili rispetto alle convertibili. Le emissioni provengono principalmente da emittenti statunitensi ed europei. Nel breve termine, la scarsità di emissioni dovrebbe essere positiva per i rendimenti. L esiguità di bond presenti nel mercato dovrebbe spingere al rialzo le valutazioni. Tuttavia, nel lungo termine, dovrebbe essere più difficile trovare rendimenti soddisfacenti perché i titoli potrebbero diventare troppo cari. Tabella 1 - Correlazione, volatilità e rendimenti dei bond convertibili confrontati con le altre asset class Asset class Correlation whith Convertible bonds Annualized volatility Annualized returns Global convertible bonds 1,00 9,10 4,39% Global equities 0,66 18,62 4,67% Global 7-10 Yr corporate bonds 0,16 6,65 6,51% Global 3-5 Yr corporate bond 0,14 5,73 5,61% Global 1-3 Yr corporate bond 0,17 5,16 4,95% Us treasuries/agencies 7-10 Yr -0,21 6,29 7,37% Us treasuries/agencies 3-5 Yr -0,23 3,40 5,92% Us T-bills -0,08 0,34 3,01% 361GRADI/Dicembre

12 FOCUS: mercati La diminuzione dell offerta non rappresenta ancora un problema nel mercato globale dei bond convertibili, ma sta cominciando a destare preoccupazione in Europa, in particolare nei segmenti ibrido e investment grade. Questa scarsità di offerta è particolarmente problematica per i grandi fondi, che focalizzano l attenzione sulle società a elevata capitalizzazione. SELEZIONE FONDI All interno dell universo dei global convertible fund (composto da 21 fondi), i prodotti selezionati, basandosi su risultati quantitativi e qualitativi, sono: F&C Global Convertible Bond Salar Fund Man Convertibles Global F&C GLOBAL CONVERTIBLE BOND Investe in bond convertibili a livello globale. Il fondo si focalizza sul total return, utilizzando una selezione bottom-up di tipo fondamentale. Il gestore tipicamente diversifica costruendo un portafoglio di titoli attraverso una molteplicità di settori e paesi. Il focus riguarda società che presentano bilanci di buona qualità, con un livello medio di rating BBB. La liquidità solitamente oscilla tra il 2-3% e include anche i risultati realizzati dalla mancata copertura dei rapporti di cambio tra valute. Questo strumento è stato lanciato a marzo 2003 e l indice di riferimento è l Ubs Global focus. L esposizione valutaria è coperta per 2/3, ma è disponibile anche una versione euro hedged. Il fondo ha una propensione per gli investimenti in Europa. Performance: da inizio anno il rendimento ottenuto è stato del 10,61%. Quest anno, in particolare le posizioni in titoli finanziari, delle costruzioni (Us homebuilders) e il sovrappeso nel comparto property sono stati positivi. Anche alcuni settori come il food and drink e l electronics hanno performato bene. Il sottopeso dato a Spagna e Portogallo è stato relativamente negativo. Il fondo ha perso qualche punto nel settore immobiliare, perché le preferenze del team di gestione sono andate a società di qualità più elevata. Questo prodotto ha sperimentato una performance negativa dall investimento nei comparti utility, industriali e It. SALAR FUND Investe in bond convertibili a livello globale; l indice è l Ubs Global Convertible, tuttavia, la gestione non è guidata dal benchmark. Il money manager seleziona i titoli convertibili prossimi al loro bond floor. La gestione del portafoglio è di tipo attivo, basata su una selezione di tipo bottom up e focalizzata sui titoli investment grade. Il fondo è stato lanciato nel febbraio del 2008, ma la strategia d investimento è stata posta in essere fin dall agosto del 2005 attraverso il Salar Fund Ltd. Il basso livello I migliori global convertible fund Descrizione ISIN Patrimonio Valuta Perf. 1 anno Volat. ann 1 anno Sharpe 1 anno Info. ratio 1 anno F&C Port Fd-Gl Conver Bd-I LU ,1978 EUR 14,32% 6,11% 1,707 1,044 Salar Fund Plc-E1 IE00B520F ,9602 EUR 10,04% 3,96% 1,428 0,558 Man Convertibles Global-Eur LU ,6636 EUR 5,97% 4,34% 0,597 0,297 Amundi Funds-Convert Eur-Iec LU ,955 EUR 11,25% 5,46% 1,333 0,676 Jefferies-Europe Convt Bds-A LU ,8125 EUR 8,86% 5,05% 1,072 0,469 Oddo Convertibles Taux FR ,0986 EUR 10,99% 3,88% 1,910 0, GRADI/Dicembre 2012

13 del delta consente di offrire agli investitori una maggiore protezione rispetto ai competitor durante i periodi di mercato azionario prudente. I componenti del core team lavorano insieme da più di un decennio. Performance: da inizio anno la performance del fondo è stata del +9,64%. Uno dei best performer con una volatilità più bassa della media dei convertible bond fund. Il piccolo drawdown del secondo trimestre è dovuto al mantenimento del delta intorno al livello 30. Sul versante del credito, il team ha focalizzato l attenzione sugli emittenti di buona qualità. Il team ha ottenuto un rendimento di circa il 5,5% dalla contrazione dei rendimenti e degli spread (circa il 4% per i rendimenti e dell 1,5% per gli spread). Un altro 1,5% è stato aggiunto dagli investimenti in special situation e un 3% dal delta. Il team è riuscito anche ad aggiungere valore focalizzandosi su Europa e Asia. MAN CONVERTIBLES GLOBAL Il fondo investe in bond convertibili a livello globale ed è stato lanciato nell aprile del Un livello massimo del 30% dell esposizione valutaria può restare scoperto, ma nella pratica questa percentuale oscilla tra il 5% e il 15%. Il portafoglio del fondo è costituito da titoli. L indice di riferimento è l Ml Convertible Global (G300) Euro Hedged Total Return. Il processo d investimento combina un approccio topdown con uno di tipo bottom-up. Il team d investimento è specializzato nei bond convertibili. Il fondo viene gestito da divisioni regionali. Le migliori idee di ogni gestore regionale vengono prese in considerazione all interno del portafoglio globale. Il team non ha un delta target. Performance: da inizio anno il fondo ha realizzato +6,06%. Quest anno il fondo sta sottoperformando l indice perché l Ml Global 300 Convertibles è difficile da replicare e la qualità del credito dell indice è inferiore a quella scelta dalla gestione. Il credito è stato il principale fattore di performance nel corso di quest anno. Il gestore ha fatto peggio del benchmark a causa dell assunzione di un atteggiamento più difensivo e la selezione dei titoli effettuata nell area americana ha rappresentato il detrattore di performance principale. Al contrario, la selezione dei titoli in Giappone e Asia ha offerto performance positive. Il delta del portafoglio si è posizionato su livelli difensivi, oscillando del 25-35% durante il trimestre. La volatilità è su livelli bassi e il team si aspetta che continuerà a diminuire. EUROPEAN CONVERTIBLE FUNDS Il peer group è costituito da 21 fondi. All interno del segmento degli European convertible funds sono stati selezionati: Amundi Funds Convertible Europe Jefferies Europe Convertible Bonds Oddo Convertible Taux Perf. 2 anni Volat. ann 2 anni Sharpe 2 anni Info. ratio 2 anni Perf. 3 anni Volat. ann 3 anni Sharpe 3 anni Info. ratio 3 anni Perf. inizio anno Volat. inizio anno Fonte:Allfunds Bank Sharpe inizio anno 9,58% 7,14% 0,576 0,202 10,34% 6,02% 1,931 2,54% 4,56% 0,148-0,145 9,95% 3,65% 3,133 1,05% 5,34% 0,027-0,189 14,17% 5,48% 0,709-0,728 5,38% 4,19% 1,470 7,65% 6,20% 0,507 0,032 26,07% 6,86% 1,044-0,460 12,01% 5,10% 2,641 3,92% 5,98% 0,248-0,174 11,92% 6,24% 0,527-0,810 8,27% 4,85% 1,975 6,91% 4,12% 0,657-0,013 10,33% 3,84% 0,705-0,897 11,19% 3,67% 3, GRADI/Dicembre

Costruirsi una rendita. I principi d investimento di BlackRock

Costruirsi una rendita. I principi d investimento di BlackRock Costruirsi una rendita I principi d investimento di BlackRock I p r i n c i p i d i n v e s t i m e n t o d i B l a c k R o c k Ottenere una rendita è stato raramente tanto difficile quanto ai giorni nostri.

Dettagli

Architettura aperta come strumento di diversificazione nel controllo di rischio di portafoglio

Architettura aperta come strumento di diversificazione nel controllo di rischio di portafoglio S.A.F. SCUOLA DI ALTA FORMAZIONE LUIGI MARTINO La Congiuntura Economica Architettura aperta come strumento di diversificazione nel controllo di rischio di portafoglio Luca Martina Private Banker Banca

Dettagli

ABC. degli investimenti. Piccola guida ai fondi comuni dedicata ai non addetti ai lavori

ABC. degli investimenti. Piccola guida ai fondi comuni dedicata ai non addetti ai lavori ABC degli investimenti Piccola guida ai fondi comuni dedicata ai non addetti ai lavori I vantaggi di investire con Fidelity Worldwide Investment Specializzazione Fidelity è una società indipendente e si

Dettagli

Strategie ISOVOL nella costruzione di

Strategie ISOVOL nella costruzione di FOR PROFESSIONAL INVESTORS Strategie ISOVOL nella costruzione di portafogli diversificati I vantaggi di un approccio fondato sulla contribuzione al rischio EFPA Italia Meeting 2014 Agenda Inter-temporal

Dettagli

Azionario Flessibile 7 anni Scheda sintetica - Informazioni specifiche 1 di 6

Azionario Flessibile 7 anni Scheda sintetica - Informazioni specifiche 1 di 6 Scheda sintetica - Informazioni specifiche 1 di 6 La parte Informazioni Specifiche, da consegnare obbligatoriamente all investitore contraente prima della sottoscrizione, è volta ad illustrare le principali

Dettagli

Hedge Fund: stili di gestione e peculiarità. Cristiana Brocchetti

Hedge Fund: stili di gestione e peculiarità. Cristiana Brocchetti Hedge Fund: stili di gestione e peculiarità Cristiana Brocchetti Milano, 17 dicembre 2012 1 Tradizionale o Alternativo? Due le principali aree che caratterizzano le tipologie di investimento: Tradizionali

Dettagli

Nuova finanza per la green industry

Nuova finanza per la green industry Nuova finanza per la green industry Green Investor Day / Milano, 9 maggio 2013 Barriere di contesto a una nuova stagione di crescita OSTACOLI PER LO SVILUPPO INDUSTRIALE Fine degli incentivi e dello sviluppo

Dettagli

Materiale di marketing Schroders Fondi Income. Una generazione. su cui investire

Materiale di marketing Schroders Fondi Income. Una generazione. su cui investire Materiale di marketing Schroders Fondi Income Una generazione su cui investire Con mercati sempre più volatili e imprevedibili, affidarsi al solo apprezzamento del capitale spesso non basta. Il bisogno

Dettagli

Il mandato di gestione patrimoniale. La sua soluzione individuale con un mandato LGT a fascia di oscillazione

Il mandato di gestione patrimoniale. La sua soluzione individuale con un mandato LGT a fascia di oscillazione Il mandato di gestione patrimoniale La sua soluzione individuale con un mandato LGT a fascia di oscillazione Il mandato di gestione patrimoniale LGT l assistenza professionale per i suoi investimenti Le

Dettagli

Evoluzione Risk Management in Intesa

Evoluzione Risk Management in Intesa RISCHIO DI CREDITO IN BANCA INTESA Marco Bee, Mauro Senati NEWFIN - FITD Rating interni e controllo del rischio di credito Milano, 31 Marzo 2004 Evoluzione Risk Management in Intesa 1994: focus iniziale

Dettagli

IL SETTORE ASSICURATIVO E IL FINANZIAMENTO DELLE IMPRESE

IL SETTORE ASSICURATIVO E IL FINANZIAMENTO DELLE IMPRESE IL SETTORE ASSICURATIVO E IL FINANZIAMENTO DELLE IMPRESE ALCUNE CONSIDERAZIONI A MARGINE DELLA REVISIONE DELLE NORME SUGLI INVESTIMENTI A COPERTURA DELLE RISERVE TECNICHE CONVEGNO SOLVENCY II 1 PUNTI PRINCIPALI

Dettagli

Outlook 2014: il rischio più grande è non correre alcun rischio OUTLOOK

Outlook 2014: il rischio più grande è non correre alcun rischio OUTLOOK OUTLOOK Outlook 2014: il rischio più grande è non correre alcun rischio Non è facile assumersi rischi in modo intelligente e calcolato: la soluzione è Smart Risk AUTORE: STEFAN HOFRICHTER 16 Il 2013 è

Dettagli

Mantenere la prospettiva con una soluzione multi-asset flessibile

Mantenere la prospettiva con una soluzione multi-asset flessibile Mantenere la prospettiva con una soluzione multi-asset flessibile UBS (Lux) KSS Global Allocation Fund Gennaio 2010 Informazione Pubblicitaria Disclaimer Il presente documento è consegnato unicamente a

Dettagli

TREND E STRATEGIE DI INVESTIMENTO Settimana del 31 agosto 2009

TREND E STRATEGIE DI INVESTIMENTO Settimana del 31 agosto 2009 1 Trend e Strategie di Investimento http://www.educazionefinanziaria.com/ TREND E STRATEGIE DI INVESTIMENTO Mercato Azionario Semaforo Verde Situazione Fondamentale: Neutrale (basata sul differenziale

Dettagli

Gestione Separata Sovrana

Gestione Separata Sovrana Gestione Separata Sovrana Investment pack Aggiornamento al 31/01/2015 Composizione degli asset per classi di attivo DURATION DI PORTAFOGLIO 6,33 AUM (in mln ) 651,48 805,61 848,22 821,06 2 Dettaglio delle

Dettagli

Risparmiatori italiani combattuti tra ricerca del rendimento e protezione del capitale.

Risparmiatori italiani combattuti tra ricerca del rendimento e protezione del capitale. Risparmiatori italiani combattuti tra ricerca del rendimento e protezione del capitale. Questo il risultato di una ricerca di Natixis Global Asset Management, secondo cui di fronte a questo dilemma si

Dettagli

Capital Group. Intervista a Richard Carlyle, Investment Specialist

Capital Group. Intervista a Richard Carlyle, Investment Specialist Capital Group Intervista a Richard Carlyle, Investment Specialist Evento Citywire Montreux, maggio 2015 La tesi a favore delle azioni europee Richard Carlyle, Investment Specialist, Capital Group La ripresa

Dettagli

11/11. Anthilia Capital Partners SGR. Opportunità e sfide per l industria dell asset management in Italia. Maggio 2011.

11/11. Anthilia Capital Partners SGR. Opportunità e sfide per l industria dell asset management in Italia. Maggio 2011. 11/11 Anthilia Capital Partners SGR Maggio 2011 Opportunità e sfide per l industria dell asset management in Italia Eugenio Namor Anthilia Capital Partners Lugano Fund Forum 22 novembre 2011 Industria

Dettagli

IL FONDO DIFONDI PRIVATE DEBT

IL FONDO DIFONDI PRIVATE DEBT I MINIBOND: nuovi canali di finanziamento alle imprese a supporto della crescita e dello sviluppo 15Luglio 2015 IL FONDO DIFONDI PRIVATE DEBT Dr. Gabriele Cappellini Amministratore Delegato Fondo Italiano

Dettagli

Your Global Investment Authority. Tutto sui bond: I ABC dei mercati obbligazionari. Cosa sono e come funzionano gli swap su tassi d interesse?

Your Global Investment Authority. Tutto sui bond: I ABC dei mercati obbligazionari. Cosa sono e come funzionano gli swap su tassi d interesse? Your Global Investment Authority Tutto sui bond: I ABC dei mercati obbligazionari Cosa sono e come funzionano gli swap su tassi d interesse? Cosa sono e come funzionano gli swap su tassi d interesse? Gli

Dettagli

www.unicreditprivate.it 800.710.710

www.unicreditprivate.it 800.710.710 www.unicreditprivate.it 800.710.710 Portfolio Life TM è la nuova soluzione finanziario-assicurativa Unit Linked a vita intera, realizzata da CreditRas Vita S.p.A. in esclusiva per UniCredit Private Banking.

Dettagli

Banca Generali: la solidità di chi guarda lontano. Agosto 2014

Banca Generali: la solidità di chi guarda lontano. Agosto 2014 Banca Generali: la solidità di chi guarda lontano Agosto 2014 Banca Generali in pillole Banca Generali è uno degli assetgathererdi maggior successo e in grande crescita nel mercato italiano, con oltre

Dettagli

Facciamo emergere i vostri valori.

Facciamo emergere i vostri valori. Facciamo emergere i vostri valori. www.arnerbank.ch BANCA ARNER SA Piazza Manzoni 8 6901 Lugano Switzerland P. +41 (0)91 912 62 22 F. +41 (0)91 912 61 20 www.arnerbank.ch Indice Banca: gli obiettivi Clienti:

Dettagli

Perché investire nel QUANT Bond? Logica di investimento innovativa

Perché investire nel QUANT Bond? Logica di investimento innovativa QUANT Bond Perché investire nel QUANT Bond? 1 Logica di investimento innovativa Partiamo da cose certe Nel mercato obbligazionario, una equazione è sempre vera: Rendimento = Rischio E possibile aumentare

Dettagli

SEB Asset Management. Il processo di investimento e la selezione degli asset: come creare un percorso ottimale

SEB Asset Management. Il processo di investimento e la selezione degli asset: come creare un percorso ottimale SEB Asset Management Il processo di investimento e la selezione degli asset: come creare un percorso ottimale Fabio Agosta, Responsabile Commerciale Europa Meridionale & Medio Oriente SEB Stockholm Enskilda

Dettagli

Presentazione societaria

Presentazione societaria Eurizon Capital Eurizon Capital Presentazione societaria Eurizon Capital e il Gruppo Intesa Sanpaolo Banca dei Territori Asset Management Corporate & Investment Banking Banche Estere 1/12 Eurizon Capital

Dettagli

SOLUZIONE UNIT Edizione 2011

SOLUZIONE UNIT Edizione 2011 YOUR Private Insurance SOLUZIONE UNIT Edizione 2011 Offerta pubblica di sottoscrizione di YOUR Private Insurance Soluzione Unit Edizione 2011 (Tariffa UB18), prodotto finanziario-assicurativo di tipo unit

Dettagli

BNY MELLON INVESTMENT MANAGEMENT

BNY MELLON INVESTMENT MANAGEMENT BNY MELLON INVESTMENT MANAGEMENT COMPETENZE SPECIALIZZATE E SOLIDITÀ DI UN GRANDE LEADER MONDIALE RISERVATO A INVESTITORI PROFESSIONALI 2 UN GRANDE GRUPPO AL VOSTRO SERVIZIO BNY Mellon Investment Management

Dettagli

Dov è andata a finire l inflazione?

Dov è andata a finire l inflazione? 24 novembre 2001 Dov è andata a finire l inflazione? Sono oramai parecchi anni (dai primi anni 90) che la massa monetaria mondiale cresce ininterrottamente dell 8% all anno nel mondo occidentale con punte

Dettagli

Lettera agli azionisti

Lettera agli azionisti Lettera agli azionisti Esercizio 24 2 Messaggio dei dirigenti del gruppo Gentili signore e signori Rolf Dörig e Patrick Frost Il 24 è stato un anno molto positivo per Swiss Life. Anche quest anno la performance

Dettagli

XII Incontro OCSE su Mercati dei titoli pubblici e gestione del debito nei mercati emergenti

XII Incontro OCSE su Mercati dei titoli pubblici e gestione del debito nei mercati emergenti L incontro annuale su: Mercati dei Titoli di Stato e gestione del Debito Pubblico nei Paesi Emergenti è organizzato con il patrocinio del Gruppo di lavoro sulla gestione del debito pubblico dell OECD,

Dettagli

In breve Febbraio 2015

In breve Febbraio 2015 In breve In breve Febbraio 2015 La nostra principale responsabilità è rappresentata dagli interessi dei nostri clienti. Il principio per tutti i soci è essere disponibili ad incontrare i clienti, e farlo

Dettagli

Ottimizzazione del portafoglio di liquidità nell ottica dell LCR: la prospettiva di un asset manager

Ottimizzazione del portafoglio di liquidità nell ottica dell LCR: la prospettiva di un asset manager Featured Solution Marzo 2015 Your Global Investment Authority Ottimizzazione del portafoglio di liquidità nell ottica dell LCR: la prospettiva di un asset manager Lo scorso ottobre la Commissione europea

Dettagli

BRating Analysis. Summary Concluse le analisi mensili sui dati aggiornati a fine Marzo 2015. 15/04/2015. Statistiche del sistema

BRating Analysis. Summary Concluse le analisi mensili sui dati aggiornati a fine Marzo 2015. 15/04/2015. Statistiche del sistema BRating Analysis 15/04/2015 Summary Concluse le analisi mensili sui dati aggiornati a fine Marzo 2015. Per quanto riguarda il mercato azionario I protagonisti del mese sono stati i fondi che investono

Dettagli

STRATEGIA DI TRASMISSIONE ED ESECUZIONE DEGLI ORDINI

STRATEGIA DI TRASMISSIONE ED ESECUZIONE DEGLI ORDINI STRATEGIA DI TRASMISSIONE ED ESECUZIONE DEGLI ORDINI 1 INTRODUZIONE Il Consiglio di Amministrazione di Kairos Julius Baer Sim (di seguito la KJBSIM ) ha approvato il presente documento al fine di formalizzare

Dettagli

appartenente al Gruppo Poste Italiane

appartenente al Gruppo Poste Italiane appartenente al Gruppo Poste Italiane Offerta al pubblico di quote dei fondi comuni di investimento mobiliare aperti di diritto italiano armonizzati alla Direttiva 2009/65/CE, denominati: Bancoposta Obbligazionario

Dettagli

I mercati. Giuseppe G. Santorsola 1

I mercati. Giuseppe G. Santorsola 1 I mercati I mercati primari e secondari Il mercato dei cambi Il mercato monetario I mercati obbligazionari e azionari Le società di gestione I mercati gestiti da MTS SpA I mercati gestiti da Borsa Italiana

Dettagli

Il monitoraggio della gestione finanziaria dei fondi pensione

Il monitoraggio della gestione finanziaria dei fondi pensione Il monitoraggio della gestione finanziaria nei fondi pensione Prof. Università di Cagliari micocci@unica.it Roma, 4 maggio 2004 1 Caratteristiche tecnico - attuariali dei fondi pensione Sistema finanziario

Dettagli

Report Operativo Settimanale

Report Operativo Settimanale Report Operativo n 70 del 1 dicembre 2014 Una settimana decisamente tranquilla per l indice Ftse Mib che ha consolidato i valori attorno a quota 20000 punti. L inversione del trend negativo di medio periodo

Dettagli

ETF su indici daily short: investire nei mercati orso. db x-trackers su indici daily short

ETF su indici daily short: investire nei mercati orso. db x-trackers su indici daily short db x-trackers su indici daily short ETF su indici daily short: investire nei mercati orso L investimento in un ETF db x-trackers correlato ad indice daily short è destinato unicamente ad investitori sofisticati

Dettagli

Solo un leader della Gestione Alternativa può offrirvi una tale scelta. insieme fino all essenza

Solo un leader della Gestione Alternativa può offrirvi una tale scelta. insieme fino all essenza Solo un leader della Gestione Alternativa può offrirvi una tale scelta insieme fino all essenza Dexia Asset Management, un leader europeo nell ambito della Gestione Alternativa n Una presenza storica fin

Dettagli

Strategie competitive ed assetti organizzativi nell asset management

Strategie competitive ed assetti organizzativi nell asset management Lezione di Corporate e Investment Banking Università degli Studi di Roma Tre Strategie competitive ed assetti organizzativi nell asset management Massimo Caratelli, febbraio 2006 ma.caratelli@uniroma3.it

Dettagli

42 relazione sono esposti Principali cui Fiat S.p.A. e il Gruppo fiat sono esposti Si evidenziano qui di seguito i fattori di o o incertezze che possono condizionare in misura significativa l attività

Dettagli

Documento riservato ad uso esclusivo dei destinatari autorizzati. Vietata la diffusione

Documento riservato ad uso esclusivo dei destinatari autorizzati. Vietata la diffusione Documento riservato ad uso esclusivo dei destinatari autorizzati. Vietata la diffusione BNPP L1 Equity Best Selection Euro/Europe: il tuo passaporto per il mondo 2 EUROPEAN LARGE CAP EQUITY SELECT - UNA

Dettagli

Non solo benchmark: le prospettive nei modelli gestionali. Stefania Luzi Mefop Roma, 3 luglio 2013

Non solo benchmark: le prospettive nei modelli gestionali. Stefania Luzi Mefop Roma, 3 luglio 2013 Non solo benchmark: le prospettive nei modelli gestionali Stefania Luzi Mefop Roma, 3 luglio 2013 La cronistoria Pre 2009 Modello a benchmark basato su: Pesi delle asset class Benchmark costituito da indici

Dettagli

Deutsche Asset & Wealth Management. Edizione Europa, Medio Oriente e Africa Maggio 2015. CIO View. I giganti asiatici. Sfida tra modelli economici

Deutsche Asset & Wealth Management. Edizione Europa, Medio Oriente e Africa Maggio 2015. CIO View. I giganti asiatici. Sfida tra modelli economici Deutsche Asset & Wealth Management Edizione Europa, Medio Oriente e Africa Maggio 2015 CIO View I giganti asiatici Sfida tra modelli economici Nove Posizioni Le nostre previsioni Il crollo delle esportazioni

Dettagli

Policy esterna di esecuzione / trasmissione degli ordini

Policy esterna di esecuzione / trasmissione degli ordini Policy esterna di esecuzione / trasmissione degli ordini Edizione 20141015 Pagina 1 di 16 INDICE 1 PREMESSE... 3 1.1 INTRODUZIONE... 3 1.2 CURA DELL'INTERESSE DEL CLIENTE... 3 1.2.1 Determinazione del

Dettagli

Corso di Asset and liability management (profili economico-aziendali) Il patrimonio di vigilanza e la misurazione del rischio di credito

Corso di Asset and liability management (profili economico-aziendali) Il patrimonio di vigilanza e la misurazione del rischio di credito Università degli Studi di Parma Corso di Asset and liability management (profili economico-aziendali) Il patrimonio di vigilanza e la misurazione del rischio di credito Prof.ssa Paola Schwizer Anno accademico

Dettagli

INFORMAZIONI SULLA NATURA E SUI RISCHI DEGLI STRUMENTI E DEI PRODOTTI FINANZIARI. 1.1. Le tipologie di prodotti e strumenti finanziari trattati

INFORMAZIONI SULLA NATURA E SUI RISCHI DEGLI STRUMENTI E DEI PRODOTTI FINANZIARI. 1.1. Le tipologie di prodotti e strumenti finanziari trattati INFORMAZIONI SULLA NATURA E SUI RISCHI DEGLI STRUMENTI E DEI PRODOTTI FINANZIARI 1.1. Le tipologie di prodotti e strumenti finanziari trattati 1.1.1. I titoli di capitale Acquistando titoli di capitale

Dettagli

Sfide strategiche nell Asset Management

Sfide strategiche nell Asset Management Financial Services Banking Sfide strategiche nell Asset Management Enrico Trevisan, Alberto Laratta 1 Introduzione L'attuale crisi finanziaria (ed economica) ha significativamente inciso sui profitti dell'industria

Dettagli

Cartella stampa 2014. Mangusta Risk Limited 132-134 Lots Road Chelsea, London, SW10 0RJ [UK] Tel. +44 20 7349 7013 www.mangustarisk.

Cartella stampa 2014. Mangusta Risk Limited 132-134 Lots Road Chelsea, London, SW10 0RJ [UK] Tel. +44 20 7349 7013 www.mangustarisk. Mangusta Risk Limited 132-134 Lots Road Chelsea, London, SW10 0RJ [UK] Tel. +44 20 7349 7013 www.mangustarisk.com Mangustarisk Italia s.r.l. Via Giulia, 4 00186, Roma (Italia) Tel. +39 06 45439400 Fax.

Dettagli

Offerta pubblica di sottoscrizione di UNIT LINKED FONDI VITTORIA prodotto finanziario-assicurativo di tipo unit linked (Codice Prodotto 640U)

Offerta pubblica di sottoscrizione di UNIT LINKED FONDI VITTORIA prodotto finanziario-assicurativo di tipo unit linked (Codice Prodotto 640U) Offerta pubblica di sottoscrizione di UNIT LINKED FONDI VITTORIA prodotto finanziario-assicurativo di tipo unit linked (Codice Prodotto 640U) Il presente prodotto è distribuito dalle Agenzie Vittoria Assicurazioni

Dettagli

Gli Investitori Globali Ritengono che le Azioni Saranno La Migliore Asset Class Nei Prossimi 10 Anni

Gli Investitori Globali Ritengono che le Azioni Saranno La Migliore Asset Class Nei Prossimi 10 Anni é Tempo di BILANCI Gli Investitori Hanno Sentimenti Diversi Verso le Azioni In tutto il mondo c è ottimismo sul potenziale di lungo periodo delle azioni. In effetti, i risultati dell ultimo sondaggio di

Dettagli

derivati azionari guida alle opzioni aspetti teorici

derivati azionari guida alle opzioni aspetti teorici derivati azionari guida alle opzioni aspetti teorici derivati azionari guida alle opzioni aspetti teorici PREFAZIONE Il mercato italiano dei prodotti derivati 1. COSA SONO LE OPZIONI? Sottostante Strike

Dettagli

IL MERCATO FINANZIARIO

IL MERCATO FINANZIARIO IL MERCATO FINANZIARIO Prima della legge bancaria del 1936, in Italia, era molto diffusa la banca mista, ossia un tipo di banca che erogava sia prestiti a breve che a medio lungo termine. Ma nel 1936 il

Dettagli

GLOSSARIO. AZIONE Titolo rappresentato di una frazione del capitale di una società per azioni.

GLOSSARIO. AZIONE Titolo rappresentato di una frazione del capitale di una società per azioni. GLOSSARIO ACCUMULAZIONE DEI PROVENTI Ammontare dei dividendi che sono stati accumulati a favore dei possessori dei titoli ma che non sono stati ancora distribuiti. ARBITRAGGIO Operazione finanziaria consistente

Dettagli

LE PROSPETTIVE PER L ECONOMIA ITALIANA NEL 2015-2017

LE PROSPETTIVE PER L ECONOMIA ITALIANA NEL 2015-2017 7 maggio 2015 LE PROSPETTIVE PER L ECONOMIA ITALIANA NEL 2015-2017 Nel 2015 si prevede un aumento del prodotto interno lordo (Pil) italiano pari allo 0,7% in termini reali, cui seguirà una crescita dell

Dettagli

CHE COS'È UNA BANCA? PARTE 2 Le banche al centro della crisi finanziaria

CHE COS'È UNA BANCA? PARTE 2 Le banche al centro della crisi finanziaria Crisi bancarie L'attività bancaria comporta l'assunzione di rischi L'attività tipica delle banche implica inevitabilmente dei rischi. Anzitutto, se un mutuatario non rimborsa il prestito ricevuto, la banca

Dettagli

KBC KBC: accelerato il piano di rimborso degli aiuti pubblici Discreti i conti trimestrali, l Irlanda resta una criticità

KBC KBC: accelerato il piano di rimborso degli aiuti pubblici Discreti i conti trimestrali, l Irlanda resta una criticità KBC: accelerato il piano di rimborso degli aiuti pubblici Discreti i conti trimestrali, l Irlanda resta una criticità Il gruppo finanziario belga KBC ha chiuso i primi 9 mesi del 2012 con un utile netto

Dettagli

NOTA DI SINTESI. relativa agli. ABAXBANK DYNAMIC ALLOCATION CERTIFICATES su un Indice di Riferimento in OICR calcolato da Abaxbank

NOTA DI SINTESI. relativa agli. ABAXBANK DYNAMIC ALLOCATION CERTIFICATES su un Indice di Riferimento in OICR calcolato da Abaxbank NOTA DI SINTESI relativa agli ABAXBANK DYNAMIC ALLOCATION CERTIFICATES su un Indice di Riferimento in OICR calcolato da Abaxbank di cui al Prospetto di Base ABAXBANK DYNAMIC ALLOCATION CERTIFICATES redatta

Dettagli

Le due facce dell investimento

Le due facce dell investimento Schroders Educational Rischio & Rendimento Le due facce dell investimento Per essere buoni investitori non basta essere buoni risparmiatori. La sfida del rendimento è tutta un altra storia. È un cammino

Dettagli

Economia monetaria e creditizia. Slide 3

Economia monetaria e creditizia. Slide 3 Economia monetaria e creditizia Slide 3 Ancora sul CDS Vincolo prestatore Vincolo debitore rendimenti rendimenti-costi (rendimenti-costi)/2 Ancora sul CDS dove fissare il limite? l investitore conosce

Dettagli

GAM. I nostri servizi di società di gestione

GAM. I nostri servizi di società di gestione GAM I nostri servizi di società di gestione Una partnership con GAM assicura i seguenti vantaggi: Forniamo sostanza e servizi di società di gestione in Lussemburgo Offriamo servizi di alta qualità abbinati

Dettagli

ab Asset management research Ottobre 2012 L evoluzione dell Asset Manager

ab Asset management research Ottobre 2012 L evoluzione dell Asset Manager ab Asset management research Ottobre 2012 L evoluzione dell Asset Manager Soluzioni orientate ai risultati Obiettivo raggiunto L esperienza trentennale di UBS Global Asset Management nella gestione dei

Dettagli

L Emittente, Offerente e Responsabile del Collocamento. Banca di Credito Cooperativo di Flumeri

L Emittente, Offerente e Responsabile del Collocamento. Banca di Credito Cooperativo di Flumeri Prospetto Informativo Semplificato per l offerta al pubblico di strumenti diversi dai titoli di capitale emessi in modo continuo o ripetuto da banche di cui all art. 34-ter, comma 4 del Regolamento Consob

Dettagli

CELTA IUSTA. Cosa, come, quando, quanto e perché: quello che dovresti sapere per investire i tuoi risparmi

CELTA IUSTA. Cosa, come, quando, quanto e perché: quello che dovresti sapere per investire i tuoi risparmi ONDI OMUNI: AI A CELTA IUSTA Cosa, come, quando, quanto e perché: quello che dovresti sapere per investire i tuoi risparmi CONOSCERE I FONDI D INVESTIMENTO, PER FARE SCELTE CONSAPEVOLI I fondi comuni sono

Dettagli

risparmio, dove lo metto ora? le risposte alle domande che i risparmiatori si pongono sul mondo dei fondi

risparmio, dove lo metto ora? le risposte alle domande che i risparmiatori si pongono sul mondo dei fondi il risparmio, dove lo ora? metto le risposte alle domande che i risparmiatori si pongono sul mondo dei fondi Vademecum del risparmiatore le principali domande emerse da una recente ricerca di mercato 1

Dettagli

Modelli organizzativi dei General Partner nel Private Equity

Modelli organizzativi dei General Partner nel Private Equity Con il patrocinio di: Modelli organizzativi dei General Partner nel Private Equity O.M.Baione, V.Conca, V. Riccardi 5 luglio 2012 Sponsor: Tipologia d indagine Interviste dirette e questionari inviati

Dettagli

MERCATI ASIA NUOVE ASSET CLASS NUOVI PAC NOVITÀ GAMMA FONDI. Andamento 2008. La linfa per ritornare a crescere. Opportunità di investimento

MERCATI ASIA NUOVE ASSET CLASS NUOVI PAC NOVITÀ GAMMA FONDI. Andamento 2008. La linfa per ritornare a crescere. Opportunità di investimento MERCATI Andamento 2008 ASIA La linfa per ritornare a crescere NUOVE ASSET CLASS Opportunità di investimento NUOVI PAC Risparmiare in modo semplice NOVITÀ GAMMA FONDI Supplemento al prospetto informativo

Dettagli

IMPOSTA SULLE TRANSAZIONI FINANZIARIE

IMPOSTA SULLE TRANSAZIONI FINANZIARIE IMPOSTA SULLE TRANSAZIONI FINANZIARIE (STRUMENTI DERIVATI ED ALTRI VALORI MOBILIARI) Ove non espressamente specificato i riferimenti normativi si intendono fatti al decreto del Ministro dell economia e

Dettagli

Policy esterna di esecuzione / trasmissione degli ordini

Policy esterna di esecuzione / trasmissione degli ordini Policy esterna di esecuzione / trasmissione degli ordini Pagina 1 di 16 INDICE 1 PREMESSE... 3 1.1 INTRODUZIONE... 3 1.2 CURA DELL'INTERESSE DEL CLIENTE... 3 1.2.1 Determinazione del prezzo... 4 1.2.2

Dettagli

Qual è il fine dell azienda?

Qual è il fine dell azienda? CORSO DI FINANZA AZIENDALE SVILUPPO DELL IMPRESA E CREAZIONE DI VALORE Testo di riferimento: Analisi Finanziaria (a cura di E. Pavarani) - McGraw-Hill - 2001 Cap. 9 1 Qual è il fine dell azienda? Massimizzare

Dettagli

SINTESI BEST EXECUTION - TRANSMISSION POLICY. (versione 2014)

SINTESI BEST EXECUTION - TRANSMISSION POLICY. (versione 2014) SINTESI BEST EXECUTION - TRANSMISSION POLICY. (versione 2014) 1. LA NORMATVA DI RIFERIMENTO. La Markets in Financial Instruments Directive (MiFID) è la Direttiva approvata dal Parlamento europeo nel 2004

Dettagli

Banca Popolare di Spoleto S.p.A. Transmission Policy

Banca Popolare di Spoleto S.p.A. Transmission Policy Banca Popolare di Spoleto S.p.A. Transmission Policy 1. INTRODUZIONE Il presente documento definisce e formalizza le modalità ed i criteri adottati da Banca Popolare di Spoleto S.p.A. (di seguito, la Banca

Dettagli

Nicola Romito. Esperienza. Presidente presso Power Capital nicola.romito@hotmail.it

Nicola Romito. Esperienza. Presidente presso Power Capital nicola.romito@hotmail.it Nicola Romito Presidente presso Power Capital nicola.romito@hotmail.it Esperienza Presidente at Power Capital aprile 2013 - Presente (1 anno 4 mesi) * Consulenza per gli investimenti, gestione di portafoglio

Dettagli

Consulenza Finanziaria Indipendente

Consulenza Finanziaria Indipendente Consulenza Finanziaria Indipendente Investire per il lungo periodo GROUP Via Traversa Pistoiese 83-59100 Prato Tel: +39 0574 613447 email: info@kcapitalgroup.com www.kcapitalgroup.com L industria del risparmio

Dettagli

DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI Banca San Giorgio Quinto Valle Agno

DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI Banca San Giorgio Quinto Valle Agno DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI Banca San Giorgio Quinto Valle Agno (delibera CdA 17 Dicembre 2012) LA NORMATIVA MIFID La Markets in Financial Instruments Directive

Dettagli

MTA. Mercato Telematico Azionario: dai forma alle tue ambizioni

MTA. Mercato Telematico Azionario: dai forma alle tue ambizioni MTA Mercato Telematico Azionario: dai forma alle tue ambizioni L accesso ai mercati dei capitali ha permesso a Campari di percorrere una strategia di successo per l espansione e lo sviluppo del proprio

Dettagli

Luglio 2007. Direttive sulle informazioni agli investitori relative ai prodotti strutturati

Luglio 2007. Direttive sulle informazioni agli investitori relative ai prodotti strutturati Luglio 2007 Direttive sulle informazioni agli investitori relative ai prodotti strutturati Direttive sulle informazioni agli investitori relative ai prodotti strutturati Indice Preambolo... 3 1. Campo

Dettagli

DOCUMENTO INFORMATIVO RELATIVO AD OPERAZIONI DI MAGGIORE RILEVANZA CON PARTI CORRELATE

DOCUMENTO INFORMATIVO RELATIVO AD OPERAZIONI DI MAGGIORE RILEVANZA CON PARTI CORRELATE DOCUMENTO INFORMATIVO RELATIVO AD OPERAZIONI DI MAGGIORE RILEVANZA CON PARTI CORRELATE Redatto ai sensi dell art. 5 della Delibera Consob n. 17221 del 12 marzo 2010 (come modificata con Delibera n. 17389

Dettagli

INDICE. Introduzione Cosa sono le Opzioni FX? Trading 101 ITM, ATM e OTM Opzioni e strategie di Trading Glossario Contatti e Informazioni

INDICE. Introduzione Cosa sono le Opzioni FX? Trading 101 ITM, ATM e OTM Opzioni e strategie di Trading Glossario Contatti e Informazioni OPZIONI FORMAZIONE INDICE Introduzione Cosa sono le Opzioni FX? Trading 101 ITM, ATM e OTM Opzioni e strategie di Trading Glossario Contatti e Informazioni 3 5 6 8 9 10 16 ATTENZIONE AI RISCHI: Prima di

Dettagli

STRATEGIA DI ESECUZIONE E DI TRASMISSIONE DEGLI ORDINI

STRATEGIA DI ESECUZIONE E DI TRASMISSIONE DEGLI ORDINI BANCA CARIM Cassa di Risparmio di Rimini SpA Sede Legale : Piazza Ferrari n. 15 47921 RIMINI ITALY Tel.: 0541-701111 Fax 0541-701337 Indirizzo Internet: www.bancacarim.it Capitale Sociale 246.145.545,00

Dettagli

i tassi di interesse per i prestiti sono gli stessi che per i depositi;

i tassi di interesse per i prestiti sono gli stessi che per i depositi; Capitolo 3 Prodotti derivati: forward, futures ed opzioni Per poter affrontare lo studio dei prodotti derivati occorre fare delle ipotesi sul mercato finanziario che permettono di semplificare dal punto

Dettagli

guida introduttiva alla previdenza complementare

guida introduttiva alla previdenza complementare COVIP Commissione di Vigilanza sui Fondi Pensione COVIP Commissione di Vigilanza sui Fondi Pensione Con questa Guida la COVIP intende illustrarti, con un linguaggio semplice e l aiuto di alcuni esempi,

Dettagli

Il nostro processo d investimento

Il nostro processo d investimento Il nostro processo d investimento www.moneyfarm.com Sommario Le convinzioni alla base della nostra strategia d investimento 2 Asset Allocation 3 La scelta di strumenti a basso costo gestionale 3 L approccio

Dettagli

LE PROSPETTIVE PER L ECONOMIA ITALIANA NEL 2014-2016

LE PROSPETTIVE PER L ECONOMIA ITALIANA NEL 2014-2016 5 maggio 2014 LE PROSPETTIVE PER L ECONOMIA ITALIANA NEL 2014-2016 Nel 2014 si prevede un aumento del prodotto interno lordo (Pil) italiano pari allo 0,6% in termini reali, seguito da una crescita dell

Dettagli

guida introduttiva alla previdenza complementare

guida introduttiva alla previdenza complementare 1 COVIP Commissione di Vigilanza sui Fondi Pensione guida introduttiva alla previdenza complementare www.covip.it 3 Questa Guida è stata realizzata dalla COVIP Indice grafica e illustrazioni Studio Marabotto

Dettagli

DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI BCC DI ALBEROBELLO E SAMMICHELE DI BARI S.C.

DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI BCC DI ALBEROBELLO E SAMMICHELE DI BARI S.C. DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI BCC DI ALBEROBELLO E SAMMICHELE DI BARI S.C. LA NORMATIVA MIFID La Markets in Financial Instruments Directive (MiFID) è la Direttiva

Dettagli

TIP e le principali società partecipate hanno comunque avuto un buon anno e i dati di fine settembre lo testimoniano con chiarezza.

TIP e le principali società partecipate hanno comunque avuto un buon anno e i dati di fine settembre lo testimoniano con chiarezza. Carissimi azionisti, il 2014 ci ha riservato molte sorprese: petrolio e materie prime che crollano, dollaro che sale, tassi di interesse sempre più bassi, bond che vanno a ruba, spread dell Europa periferica

Dettagli

Ignis Asset Management

Ignis Asset Management Ignis Asset Management Indice 2 Storia di Ignis 3 Ignis oggi 4 Eredità 5 Punti di forza 6 Capacità: innovazione, competenza ed esperienza 7 Panoramica sui prodotti 8 Assistenza clienti: il potere delle

Dettagli

INFORMATIVA CIRCA LA STRATEGIA DI TRASMISSIONE ED ESECUZIONE DI ORDINI

INFORMATIVA CIRCA LA STRATEGIA DI TRASMISSIONE ED ESECUZIONE DI ORDINI INFORMATIVA CIRCA LA STRATEGIA DI TRASMISSIONE ED ESECUZIONE DI ORDINI 1) GENERALITA In conformità a quanto previsto dalla Direttiva 2004/39/CE (cd Direttiva Mifid), la Banca ha adottato tutte le misure

Dettagli

Aspetti salienti delle statistiche internazionali BRI 1

Aspetti salienti delle statistiche internazionali BRI 1 Aspetti salienti delle statistiche internazionali BRI 1 La BRI, in collaborazione con le banche centrali e le autorità monetarie di tutto il mondo, raccoglie e diffonde varie serie di dati sull attività

Dettagli

2. Il risparmio e la sua gestione: situazione e sfide del mercato italiano

2. Il risparmio e la sua gestione: situazione e sfide del mercato italiano 2. Il risparmio e la sua gestione: situazione e sfide del mercato italiano Domenico Siniscalco 2.1 Premessa L Italia è un paese di grandi risparmiatori. Comunque la si misuri in rapporto al reddito disponibile

Dettagli

Strategia di esecuzione e trasmissione degli ordini

Strategia di esecuzione e trasmissione degli ordini Strategia di esecuzione e trasmissione degli ordini - Documento di Sintesi - Documento adottato con delibera del Consiglio di Amministrazione del 07/07/ 2009 Ai sensi degli artt, 45-46-47-48 del Regolamento

Dettagli

CERVED RATING AGENCY. Politica in materia di conflitti di interesse

CERVED RATING AGENCY. Politica in materia di conflitti di interesse CERVED RATING AGENCY Politica in materia di conflitti di interesse maggio 2014 1 Cerved Rating Agency S.p.A. è specializzata nella valutazione del merito creditizio di imprese non finanziarie di grandi,

Dettagli

Quadro generale degli sviluppi: mercati spronati dai tassi di interesse ancora ai minimi storici

Quadro generale degli sviluppi: mercati spronati dai tassi di interesse ancora ai minimi storici Jacob Gyntelberg Peter Hördahl jacob.gyntelberg@bis.org peter.hoerdahl@bis.org Quadro generale degli sviluppi: mercati spronati dai tassi di interesse ancora ai minimi storici Fra inizio settembre e fine

Dettagli

GUIDA ALLE OPZIONI BINARIE

GUIDA ALLE OPZIONI BINARIE Titolo GUIDA ALLE OPZIONI BINARIE Comprende strategie operative Autore Dove Investire Sito internet http://www.doveinvestire.com Broker consigliato http://www.anyoption.it ATTENZIONE: tutti i diritti sono

Dettagli

DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI BCC DI CASSANO DELLE MURGE E TOLVE S.C.

DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI BCC DI CASSANO DELLE MURGE E TOLVE S.C. DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI BCC DI CASSANO DELLE MURGE E TOLVE S.C. LA NORMATIVA MIFID La Markets in Financial Instruments Directive (MiFID) è la Direttiva

Dettagli

SCENARI ENERGETICI AL 2040 SINTESI

SCENARI ENERGETICI AL 2040 SINTESI SCENARI ENERGETICI AL 24 SINTESI Leggi la versione integrale degli Scenari Energetici o scaricane una copia: exxonmobil.com/energyoutlook Scenari Energetici al 24 Gli Scenari Energetici offrono una visione

Dettagli