Leopard, PHP e MySQL

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Leopard, PHP e MySQL"

Transcript

1 Tutorial n. 002 (versione 1.1 / sttembre 2009) Leopard, PHP e MySQL Come attivare un server web completo con Mac OS X.5 (Leopard) InerziaSoft.eu pag. 1 / 27

2 Indice Storico revisioni... 3 Licenza e altro... 3 Marchi... 3 Note... 3 Attivare Apache... 4 Attivazione del PHP... 5 Installare MySQL... 9 CMS Amministrazione di MySQL Interfacce utente per MySQL phpmyadmin Installazione Sequel Pro MySQL Tools Navicat Lite Riassunto Appendice A: Backup Appendice B: Il Terminale InerziaSoft.eu pag. 2 / 27

3 Storico revisioni rev data sezioni 1.0 Aprile 2009 tutte 1.1 Settembre 2009 notizie aggiuntive sui software di gestione MySQL alcuni esempi dʼuso di MySQL Licenza e altro Questo tutorial deve essere considerato come freeware: potete cioé scaricarlo ed utilizzarlo senza che nulla mi sia dovuto. Siete incoraggiati a distribuire questo documento in formato pdf e potete inoltre inserirlo in altri download, sempre che non venga fatto pagare alcunché allʼutente finale. In cambio, chiedo di lasciare inalterati i riferimenti al nostro sito (inerziasoft.eu) e di citare la fonte. Il contenuto è stato rivisto e molti errori sono stati eliminati; non posso però affermare che non ce ne siano altri, per cui non posso essere ritenuto responsabile di eventuali perdite di dati conseguenti alle azioni indicate in questo tutorial. Posso solo dire che tutta la sequenza di azioni è stata da me effettuata ed è documentata dalle figure prese direttamente dal vivo. Se ritenete che questo tutorial possa avere un certo valore e non sapete come sdebitarvi... la soluzione è semplice: fate una piccola donazione, usando il link che trovate sul sito alla sezione download! Se avete trovato un errore, o per altre segnalazioni, vi prego di contattarci allʼindirizzo Marchi Apache, PHP, MySQL ed altri marchi indicati in questo tutorial sono proprietà dei rispettivi produttori. Note I percorsi ed i nomi di file e cartelle sono riportati in carattere mono-spaziato, mentre i comandi da terminale sono anche evidenziati con il colore verde su fondo nero, in omaggio ai vecchissimi terminali di tempo fa. I riferimenti a comandi da menu sono indicati in grassetto corsivo; come al solito, i punti (...) al termine di un menu indicano che verrà aperta una finestra di dialogo. In questo tutorial capiterà spesso di dover indicare i percorsi di cartelle nel sistema e nella home dellʼutente; avrete certamente notato che alcune cartelle mostrano un nome italiano (o, come si dice, nazionalizzato). Libreria, Applicazioni, Documenti, ecc... Questi nomi sono prodotti dal Finder per completare la nazionalizzazione: una facilitazione in più per lʼutente normale, ma dobbiamo tenerne conto se vogliamo entrare nel cuore del Mac. In realtà tali cartelle hanno nomi inglesi e noi dobbiamo usare questi quando diamo comandi nel Terminale. Quindi, se stiamo usando il Terminale i nomi saranno Applications, InerziaSoft.eu pag. 3 / 27

4 Documents, Library, ecc... mentre quando siamo nel Finder dovremo cercare Applicazioni, Documenti, Libreria, ecc... In questo tutorial capiterà di usare entrambe le codifiche: sarà semplice capire in che caso ci troviamo; se qualcosa non torna con i nomi italiani, provate ad usare quelli inglesi e viceversa! Inoltre, spesso in questo tutorial avremo bisogno di accedere a cartelle del sistema Unix che fa da base a Mac OSX, che di solito sono invisibili. Per arrivare a queste cartelle possiamo usare il comando menu del Finder Vai Vai alla cartella... (con scorciatoia da tastiera Cmd-Shift-G), scrivere il percorso e cliccare Vai: si aprirà una finestra del Finder sulla cartella cercata. Quando invece dovremo aprire uno di questi file, lo trascineremo sul nostro editor di testi preferito; facciamo però attenzione: lʼeditor scelto non deve introdurre formattazioni al testo o caratteri diversi dal testo. TextEdit può andar bene, ma io consiglio TextWrangler, la versione free di BBEdit, perché permette un ottimo controllo di cosa si salva. Inoltre, tramite il comando File Open Hidden... è facile aprire anche i file normalmente nascosti. Attivare Apache Su Leopard arriva installata la versione 2 del server HTTP Open Source. Come con Tiger, l'attivazione è semplicissima: Preferenze di Sistema, click su Condivisione e nella lista dei servizi... facciamo click su Condivisione Web (potrebbe venirvi chiesta la password di amministratore): Lʼeffetto lo vediamo sulla destra della lista, con lʼaccensione del led verde: InerziaSoft.eu pag. 4 / 27

5 A fianco della lista sono riportati gli URL ai quali occorre puntare il browser per accedere da un altro computer ai siti su questo Mac. I corrispondenti URL sono disponibili anche come localhost: allʼindirizzo troveremo il sito del nostro sistema, mentre allʼindirizzo vedremo la pagina di inizio di quell'utente. Potremmo anche cliccare direttamente sugli indirizzi indicati in Preferenze di Sistema. Se cliccando su tali indirizzi compare un messaggio di errore (forbidden), verificate che sia presente il file /etc/apache2/users/nomeutente.conf (al posto di nomeutente mettete il nome del vostro utente); tale file di configurazione è preinstallato nelle ultime versioni di Leopard ma non nelle prime. Se questo file non esiste, aprite un nuovo file in TextWrangler, scrivete attentamente le seguenti righe (sostituite il vostro nome utente al posto di nomeutente: <Directory "/Users/nomeUtente/Sites/"> Options Indexes MultiViews AllowOverride None Order allow,deny Allow from all </Directory> e salvatelo, appunto nella cartella indicata. Tale file di configurazione indica ad Apache di considerare tale cartella come sito web con opzioni di default. Con Apache siamo a posto: le impostazioni di default andranno bene per la maggior parte degli usi, per cui non dobbiamo fare altro. Il percorso dove andare a costruire il sito del computer (quello raggiungibile con il primo URL) è: /Library/WebServer/Documents/ mentre il sito di un utente è posizionato nella cartella Siti (che in realtà si chiama Sites): /Users/nomeUtente/Sites/ Se siete solo interessati a costruire un sito non dinamico, per esempio usando iweb, avete a disposizione quello che può servire. Se invece siete interessati a siti dinamici, che possono presentarsi in modo diverso in funzione delle condizioni, allora avete bisogno di un linguaggio di script lato server: al momento della richiesta della pagina, il server elabora lo script e spedisce la pagina risultante al browser dellʼutente. Uno di questi linguaggi di script, interpretato al momento della richiesta, è il PHP. Attivazione del PHP Se è acceso, spegnamo Apache andando nelle preferenze di sistema, come indicato in precedenza. Rispetto a Tiger (Mac OS X.4), il file di configurazione di Apache si trova nella cartella: private/etc/apache2/httpd.conf (mentre con Tiger era in /private/etc/httpd/httpd.conf). Dato InerziaSoft.eu pag. 5 / 27

6 che /etc è un link, lo troviamo anche in /etc/apache2/httpd.conf. Apriamolo con TextWrangler, che permette di vedere e aprire i file nascosti (Open hidden...) e digitando Cmd-F, facciamo una ricerca per trovare la riga che contiene LoadModule php5: LoadModule php5_module libexec/apache2/libphp5.so La riga è commentata, cioé con il simbolo ʻ#ʼ ad inizio riga, per cui finora non veniva considerata; togliamo tale simbolo, in modo che Apache esegua il comando allʼavvio. Diversamente da Tiger, su Leopard non cʼè bisogno di definire i tipi MIME per il php, poiché sono già pronti: infatti se andiamo allʼultima riga del file di configurazione, troviamo Include /private/etc/apache2/other/*.conf Infatti, se diamo unʼocchiata in questa cartella, troveremo il file php5.conf dove nelle prime righe vengono associate le estensioni.php e.phps al modulo PHP; in questo modo, quando Apache viene chiamato a servire via web una certa cartella, andrà a cercare non solo i file html o htm, ma anche i file con estensione.php e.phps. Per conoscenza (ci servirà dopo), cerchiamo (sempre utilizzando la finestra di ricerca, richiamata con Cmd-F) la riga con lʼistruzione DocumentRoot "/Library/WebServer/Documents" DocumentRoot è la directory radice, quella dove Apache cerca di default il sito web quando riceve una richiesta http col nome/indirizzo IP del computer. Volendo, possiamo anche dare unʼocchiata agli altri parametri: il file è molto ben commentato, anche se in inglese; badiamo però a non cambiare nulla, almeno per adesso. Per esempio, verso la fine possiamo trovare una linea commentata: # Include /private/etc/apache2/extra/httpd-vhosts.conf Se dovessimo sviluppare più siti contenuti in locazioni diverse sullʼhard disk, dovremmo togliere il commento anche a questa riga, per attivare i Virtual Host. cioé computer virtuali contenenti siti web. Sul Mac questo è necessario solo se volessimo appunto usare locazioni web non inserite nella cartella Siti (Sites) del nostro utente; infatti, tale cartella è già abilitata. Per confermarlo, notiamo che nel nostro http.conf, che non abbiamo ancora chiuso, possiamo trovare poco più sopra al comando appena visto, il comando attivo (non commentato) Include /private/etc/apache2/extra/httpd-userdir.conf Aprendo questo file, troveremo al suo interno i due comandi UserDir Sites Include /private/etc/apache2/users/*.conf Il primo dice ad Apache di considerare la cartella Sites di ogni utente come autorizzata a contenuti web, mentre il secondo gli dice di prevedere i permessi di accesso a tali cartelle come descritto nel file nomeutente.conf; in questo modo viene permesso lʼaccesso web alla sola cartella Siti di ogni utente, anche se la richiesta arriva dalla rete. Giusto per chiudere il giro, apriamo anche il file indicato relativo allʼutente /private/etc/apache2/users/nomeutente.conf dove troviamo lʼindicazione strutturata xml: <Directory "/Users/massimo/Sites/"> Options Indexes MultiViews InerziaSoft.eu pag. 6 / 27

7 AllowOverride None Order allow,deny Allow from all </Directory> che sono proprio identici a quelli relativi alla cartella principale indicata nella DocumentRoot (li troviamo attorno alla riga 177 di httpd.conf). In altre parole, quando avviamo Apache2, questo considera come corrette e identiche le richieste di fornire contenuti web sia dalla DocumentRoot che dalla cartelle Siti di ogni utente. I permessi di default sono molto restrittivi, ma per i nostri scopi vanno benissimo. Notiamo ancora una volta che nel file, come anche nei comandi da Terminale, le cartelle appaiono con il loro nome originale, non tradotto. Ora chiudiamo tutti i file che abbiamo aperto, controllando che lʼunico che ci chiede di essere salvato sia il primo (httpd.conf); se lo chiedesse anche un altro, vuol dire che inavvertitamente abbiamo cambiato qualcosa: rispondiamo quindi Sì solo a httpd.conf. Il salvataggio di questo file potrebbe chiederci la password di amministratore: infatti stiamo toccando un file dellʼutente root (che consiglio di non attivare: se non sapete come si fa, meglio! Si tratta di un utente con molti privilegi, ma anche pericoloso per la sicurezza, anche se il nostro Mac non è direttamente collegato a internet). Ora dobbiamo riavviare Apache, per cui torniamo nelle Preferenze di Sistema e togliamo il check a Condivisione Web: attendiamo che sulla destra compaia Condivisione Web: disattiva e poi clicchiamo nuovamente sul check box per riattivarla. Durante le operazioni potrebbe esserci richiesta password di amministratore. La conferma che tutto è andato bene è nella solita spia verde a destra. Per quelli di voi più audaci, dirò che la stessa operazione può essere fatta da Terminale (dentro la cartella Applicazioni Utility), scrivendo il comando sudo apachectl start dove abbiamo usato sudo per dare il comando con privilegi di amministratore (super user do); ci verrà chiesta la password. Se dovessimo fermarlo, bisogna sostituire start con stop e se dovessimo fermarlo e riavviarlo, basterebbe usare restart. Semplice, no? Ad ogni modo, se non siete sicuri nellʼuso del Terminale, lʼutilizzo delle Preferenze di Sistema ha lo stesso effetto. Ora possiamo controllare che tutto sia a posto; prima di tutto, controlliamo che Apache sia attivo, aprendo Safari e scrivendo lʼindirizzo del web server interno: Si aprirà la pagina di default del sito principale: InerziaSoft.eu pag. 7 / 27

8 Questo ci fa capire che Apache è attivo e ci sta mostrando la pagina già pronta, che si trova nella cartella /Libreria/WebServer/Documents (cioé, proprio la DocumentRoot - si tratta della Libreria del sistema, non di quella utente). Nelle precedenti operazioni abbiamo anche agito per attivare il PHP: sempre usando TextWrangler, creiamo un nuovo file in cui inseriremo una sola riga: <?php phpinfo();?> (niente spazi tra ʻ<ʻ e ʻ?ʼ e tra ʻ?ʼ e ʻ>ʼ) e poi salveremo, con molta fantasia, con il nome info.php nella cartella /Library/WebServer/Documents/ che è quella indicata come DocumentRoot nel file di configurazione di Apache; andiamo cioè a posizionare il file proprio nella posizione che Apache considera come localhost. Notiamo che in questa cartella esistono molti altri file: sono quelli necessari per la presentazione della pagina che abbiamo appena visto; a dir la verità, noi ne abbiamo usato solo uno: quello in italiano (o comunque nella lingua del sistema operativo). Se pensiamo in seguito di costruire un sito in questa posizione, può essere una buona idea creare una cartella (p.es. chiamandola ʻvecchioSitoʼ) in cui mettere tutti questi file: da quel momento, il sito di default non funzionerà più, ma potremmo sempre ripristinarlo, riportando i file nella loro posizione originale. Nel momento del salvataggio, è bene abituarsi a controllare che TextWrangler stia salvando il file con i caratteri di fine linea di Unix, cliccando sul pulsante Option della finestra di salvataggio; al momento non è importante, ma potrebbe diventarlo in seguito. Per verificare lʼattivazione del modulo PHP, scriviamo in Safari lʼindirizzo Se tutto è a posto, si aprirà la pagina di informazioni del PHP, simile a questa, dove ho riportato solo le prime righe: InerziaSoft.eu pag. 8 / 27

9 Abbiamo quindi attivo Apache con il PHP: se conosciamo il linguaggio PHP, possiamo già scrivere qualche pagina, anche se non avendo un database, dovremo portarci dietro variabili di sessione e la cosa può diventare faticosa. Tuttavia, se volete prendere dimistichezza con questo linguaggio di script, potete fermarvi qui e divertirvi a costruire pagine dinamiche. Tuttavia dopo breve tempo, scoprirete che un database diventa necessario per siti più avanzati; passiamo allora al passo successivo: lʼinstallazione di MySQL. Però, prima di proseguire, qualche annotazione sulla sicurezza: se il nostro Mac è collegato in rete con la condivisione web attivata, tutto quello che andremo a mettere nella cartella /Libreria/WebServer/Documents/ sarà disponibile sul web una volta che il vostro Mac sia raggiungibile dallʼesterno: non metteteci nulla di importante se non conoscete le tecniche apposite per proteggerlo. Tuttavia, le cose non sono così semplici: non è immediato mettere a disposizione della rete il nostro sito web. Se infatti siamo in una rete locale (router NAT), lʼindirizzo visibile dallʼesterno non è quello indicato nelle Preferenze di Sistema; in più, tale indirizzo cambia ad ogni sessione e comunque dopo un certo periodo di tempo, a meno che non acquistiamo un indirizzo statico dal nostro provider. Diciamo pure che il modo migliore per rendere visibile il nostro sito è di affittare uno spazio web da uno dei molti ISP; in questo modo avremmo anche una protezione adeguata per i nostri dati. In questo caso, useremo il nostro Mac con Apache, PHP e MySQL come base per lo sviluppo, trasferendo poi il tutto sul server remoto dopo aver fatto con comodità tutte le prove necessarie; va da sé che dovremo scegliere un hosting Linux, che sarà praticamente uguale allʼarchitettura del nostro Mac. Passiamo quindi allʼultimo tassello, il database. Installare MySQL Gratuito, creato da Sun, con possibilità di versione a pagamento. Si trova già pronto sulle versioni Server di Mac OSX, mentre sulla versione standard deve essere installato. Scaricare la corretta versione di MySQL dal sito InerziaSoft.eu pag. 9 / 27

10 Scegliete il Package Format, versione per Mac OS X 10.5 (x86_32) (potremmo anche usare la versione a 32 bit, anche se per il momento non la sfrutteremmo: bisogna attendere Snow Leopard!); attualmente la versione è la , di circa 63 MB. Una volta cliccato sul download che vogliamo, compare una pagina in cui è riportato il file che stiamo per scaricare e la richiesta di registrarsi; a voi decidere se farlo o meno: il download potrà comunque essere effettuato. Il vantaggio nel registrarsi sta nel poter ricevere notizie di aggiornamenti, inviti a seminari web gratuiti, ecc... In altre parole, se volete solo provare MySQL, potete saltare la registrazione. Se invece contate di proseguire nella conoscenza, allora può essere conveniente. Vi posso assicurare che non vi arriverà spam (per lo meno, a me non è successo). Se decidete per il no, il link per il download è quasi nascosto in una scritta a fondo pagina. Nella schermata successiva scegliete un mirror (preferite quello italiano) e vi troverete il file cercato nella cartella di Download. Lʼinstallazione è semplicissima (se per qualche motivo avevate già installato MySQL, fermate il server prima di partire): doppio click sul file dmg appena scaricato e doppio click sullʼicona del disco; doppio click sul pacchetto di installazione con lo stesso nome del file scaricato (mysql ecc ecc) e si avvia lʼinstallazione nel modo tipico di MacOS; su alcune versioni precedenti di OSX, poteva comparire un messaggio di errore (You cannot install on this disk): se vi capita tornate indietro e ricominciate: si deve installare regolarmente. quando necessario scegliete lʼhard su cui installare (se non ci dovesse essere lo spazio necessario sarete avvisati); se tutto è a posto, otterremo il normale messaggio al termine dellʼinstallazione: InerziaSoft.eu pag. 10 / 27

11 Lʼinstallazione viene posta nella cartella /usr/local/mysql-versione (con lʼattuale versione il nome è mysql osx10.5-x86_32); inoltre, per evitare problemi negli aggiornamenti, viene anche creato nella stessa cartella /usr/local un link a tale cartella con il nome mysql. Se per caso una cartella con lo stesso nome esiste già, viene rinominata a /usr/local/mysql.bak. Allʼinterno, nella cartella /usr/local/mysql/docs sono contenuti i file di informazione, mentre tutti gli eseguibili sono in /usr/local/mysql/bin. MySQL richiede per il funzionamento che sia attivo un utente ʻmysqlʼ, di cui però non dobbiamo preoccuparci in quanto OS X arriva con questo utente già definito. Se vogliamo che il server MySQL sia attivato alla partenza di OS X, dobbiamo anche installare il pacchetto MySQLStartupItem.pkg, presente nel disco di installazione: doppio click e verrà installato (fatto una volta, non servirà ripeterlo) e per farlo ci verrà chiesta nuovamente la password di amministratore; la posizione di installazione è: /Library/StartupItems/MySQLCOM Ormai sappiamo come raggiungere le cartelle nascoste: ci vuole poco a verificare lʼavvenuta installazione di questo elemento. Non dimentichiamo anche di copiare il file MySQL.prefPane nella cartella delle Preferenze di Sistema: /Library/PreferencesPanes anche qui ci verrà richiesta la password di amministratore. A questo punto occupiamoci del socket, che serve a effettuare il collegamento con PHP; fino a poco tempo fa, MySQL installava normalmente il socket in /tmp/mysql.sock Purtroppo Apache di Leopard andava a cercarlo in una nuova posizione: /var/mysql Questo costringeva a fare un poʼ di equilibrismi al Terminale, con spostamento di file oppure generazione di link: basta fare una ricerca sulla rete per trovare molte soluzioni più o meno corrette. Per lo stesso motivo, il pannello MySQL non funzionava ed il database doveva essere fatto partire da Terminale con il comando sudo /usr/local/mysql/support-files/mysql.server start e con lʼequivalente con stop per fermarlo. Sono proliferati i piccoli software che sostituivano il pannello non funzionante (anche InerziaSoft aveva contribuito con il widget, InerziaMySQL, che trovate ancora nella sezione di download del sito). Poi il problema del socket fu risolto: lʼinstaller di MySQL andava a mettere nel posto giusto il file così importante, però quello che permetteva la partenza automatica del server MySQL allʼavvio del sistema non era installato correttamente; per cui doveva essere copiato a mano negli StartupItems. del server: Per fortuna, nellʼultimo download effettuato tutto è finalmente a posto: il socket è inserito nella cartella /tmp/ e Apache lo va a cercare proprio lì! Per cui lʼinstallazione è ora corretta e funzionante: per verificarlo entriamo nelle Preferenze di Sistema e clicchiamo sul pannello MySQL, la cui icona è mostrata qui a fianco, che si aprirà, mostrandoci lo stato InerziaSoft.eu pag. 11 / 27

12 Avendolo appena installato, è ovviamente fermo. È sufficiente cliccare sul pulsante Start per ottenere lʼavvio, indicato da un ovvia ma quasi illeggibile scritta verde: Non dimentichiamo di verificare che il check box sottostante sia abilitato, in modo che il server si attivi allo startup del sistema: Giusto per conoscenza, possiamo anche controllare che il processo sia effettivamente attivo, facendo partire Monitoraggio Attività (nella cartella Utility), selezionando dal menu a tendina Tutti i processi e scrivendo sql nella casella del filtro: Vedete attivo il processo mysqld, di cui lʼutente _mysql è proprietario. Volendo, per esercizio, è sempre possibile avviare e fermare il server via Terminale, ma non è più necessario. Tuttavia il widget InerziaMySQL può ancora essere utile: dopo tutto è più semplice passare alla Dashboard che aprire le Preferenze di Sistema, cliccare sul pannello e fare un altro click sul pulsante di comando... :-) InerziaSoft.eu pag. 12 / 27

13 CMS MySQL è ora attivo e possiamo utilizzarlo. Attenzione però che alcuni CMS basati su PHP e MySQL non sono stati aggiornati in modo da poter lavorare su Leopard. Il problema è sempre lo stesso: il file di sock. Se quindi abbiamo scaricato il nostro CMS preferito e, dopo averlo copiato nella cartella Siti del nostro utente (o nel sito generale del nostro Mac), troviamo che non funziona, cʼè una buona probabilità che stia andando a cercare il file di socket nella vecchia posizione. Dobbiamo allora trovare dove è stato messo il file di socket e cambiare lʼindirizzo, in modo che punti al posto giusto; di solito si tratta di modificare un file di configurazione. Fatto questo, il CMS dovrebbe tornare a funzionare. Dato che tutto è tornato normale, può anche darsi che non troveremo nessun problema! Amministrazione di MySQL Cominciamo con una nota di sicurezza: finché usiamo il nostro Mac solo per sviluppare il sito, per scaricare il tutto in ftp sul server di hosting, possiamo lasciare il database senza password. Ma se pensiamo di poterci connettere alla rete, allora sarà bene introdurre una buona password: seguiamo le solite regole, che dicono di usare almeno 8 caratteri, meglio se di più, non utilizzare una frase di senso compiuto, inserire sia lettere maiuscole e minuscole, che numeri: sempre bene non correre rischi, visto che cʼè gente che non ha altro da fare che tentare di danneggiare i computer altrui... Per il resto, dobbiamo soltanto notare che è bene non inserire punti nel nome di un database. Ora che abbiamo attivo il nostro bravo database, possiamo giocarci un poʼ tramite il Terminale: basta aprire una finestra di Terminale e scrivere sudo /usr/local/mysql/bin/mysql (oppure dopo sudo fare un drag&drop del file mysql della cartella bin) e dando return riceveremo il messaggio di benvenuto: Welcome to the MySQL monitor. Commands end with ; or \g. Your MySQL connection id is 558 Server version: MySQL Community Server (GPL) Type 'help;' or '\h' for help. Type '\c' to clear the buffer. mysql> ed il cursore lampeggia sullʼultimo prompt, in attesa di un nostro comando. Siamo nello spazio mysql, per cui saranno riconosciuti solo i suoi comandi. Come esempio, chiediamo aiuto: cioé scriviamo help seguito da return, oppure \h (abbreviazione del comando). Otterremo la lista di tutti i comandi, oltre a ricordarci che tali comandi devono essere i primi caratteri sulla linea e che le varie istruzioni vanno terminate da ʻ;ʼ. Se vi dimenticate il carattere punto-e-virgola, dando il return ci verrà risposto con una freccia ʻ->ʼ, permettendo di continuare il comando come fosse sulla stessa riga. Se scriviamo help contents otteniamo i capitoli dellʼaiuto; per esempio, potremmo scrivere InerziaSoft.eu pag. 13 / 27

14 help Data Types ed otterremo una lista di tutte le keyword da usare nella definizione dei tipi di dati. In questo modo, potremmo avere tutte le informazioni sul linguaggio di MySQL. Dʼaltra parte è molto più semplice andare sul sito di MySQL, dove è mantenuta tutta la definizione del linguaggio e dove sono raccolti anche contributi degli utenti. Giusto per fare qualche esercizio, entriamo come utenti registrati; subito dopo lʼinstallazione, sono definiti 5 utenti: due senza nome (anonimi) e tre con privilegi massimi (root), senza password. Entriamo come utente root, dando <return> alla richiesta della password: sudo /usr/local/mysql/bin/mysql -h localhost -u root -p Enter password: Welcome to the MySQL monitor. Commands end with ; or \g. Your MySQL connection id is 56 Server version: MySQL Community Server (GPL) Type 'help;' or '\h' for help. Type '\c' to clear the current input statement. mysql> Siamo entrati nel db! Come prima cosa, chiediamo a MySQL che versione è e la data attuale (possiamo dare i comandi anche in minuscolo, ma è buona norma usare il maiuscolo, così vediamo meglio i comandi): mysql> SELECT VERSION(), CURRENT_DATE; VERSION() CURRENT_DATE row in set (0.00 sec) mysql> La risposta è ben impaginata, con alcuni segni in modo da vedere le colonne: per MySQL qualunque risposta viene mostrata in questo modo: stiamo parlando di un database, dove le righe e le colonne sono tutto! Non indovinate dove MySQL mantiene i dati necessari al funzionamento? Ovvio, in un database chiamato mysql! Per confermare quanto detto sopra sugli utenti, proviamo a dare il seguente comando, col quale chiediamo a MySQL di dirci cosa contiene la tabella User del database mysql, nelle colonne Host e User (ricordiamo il punto e virgola a fine riga): mysql> SELECT Host,User FROM mysql.user; Host User root MaxPro.local MaxPro.local root localhost localhost root InerziaSoft.eu pag. 14 / 27

15 5 rows in set (0.00 sec) mysql> Vediamo che in effetti gli utenti sono 2, ma provengono da computer diversi... o meglio, dallo stesso Mac, ma visto in modo diverso: infatti , localhost e MaxPro (il nome del mio Mac) rappresentano la stessa macchina. Ancora un esempio, che potrebbe servirci nel seguito; questa volta vogliamo conoscere alcuni parametri dellʼinstallazione MySQL, usando il comando status: mysql> status /usr/local/mysql/bin/mysql Ver Distrib , for appledarwin9.5.0 (i386) using readline 5.1 Connection id: 59 Current database: Current user: SSL: Not in use Current pager: stdout Using outfile: '' Using delimiter: ; Server version: MySQL Community Server (GPL) Protocol version: 10 Connection: Localhost via UNIX socket Server characterset: latin1 Db characterset: latin1 Client characterset: latin1 Conn. characterset: latin1 UNIX socket: /tmp/mysql.sock Uptime: 1 day 3 hours 32 min 17 sec Threads: 1 Questions: 1711 Slow queries: 0 Opens: 38 Flush tables: 1 Open tables: 19 Queries per second avg: mysql> Tra queste info, troviamo lʼutente con cui siamo connessi (in questo caso root su localhost) lʼuptime (tempo dallʼultimo avvio del server), i set di caratteri utilizzati, il percorso del socket, più alcune informazioni sui processi in atto. Interfacce utente per MySQL Volendo, potremmo quindi comandare MySQL da terminale: anche se possibile, è chiaro che non possiamo fare qualcosa di serio senza avere un tool di amministrazione più evoluto della riga di comando. Infatti, a differenza dei database a pagamento, MySQL arriva senza unʼinterfaccia grafica. Per cui usciamo dal Terminale digitando InerziaSoft.eu pag. 15 / 27

16 \q seguito da <return> (oppure direttamente Ctrl-D) il che ci porta fuori da mysql. Chiudiamo il terminale e andiamo alla ricerca di strumenti più semplici e immediati. Su Mac OSX esistono almeno 4 software che possiamo provare per poi scegliere quello più vicino al nostro modo di agire; oppure potremo tenerli tutti, usando uno o lʼaltro a seconda dellʼattività che ci serve fare in quel momento; in effetti, li tengo tutti a disposizione, usando uno o lʼaltro, ciascuno per le loro particolarità. I 4 software, tutti gratuiti, che valgono una prova sono: phpmyadmin; Sequel Pro; MySQL Tools; Navicat Lite Vediamone i punti salienti, con qualche approfondimento dove necessario. phpmyadmin (www.phpmyadmin.net) Giunto alla versione , si tratta di unʼapplicazione web (funziona cioé allʼinterno di un browser) costruita in PHP, frequentemente aggiornata sia per caratteristiche che per bug fix. Le ultime versioni richiedono MySQL 5 e PHP 5.2 (ma sono ancora disponibili e supportate versioni precedenti); la documentazione online è completa e dettagliata. Oltre 10 anni di storia hanno portato phpmyadmin ad un ottimo livello, compresa la traduzione in molte lingue (dato che per semplicità installo sempre quella inglese, non so dire nulla sullʼaccuratezza della traduzione); lʼinstallazione è immediata, anche se il setup non è proprio semplicissimo: per mettere in sicurezza lʼambiente occorre leggere bene la documentazione e fare qualche prova prima di esporsi alle insidie della rete. Se lʼusiamo solo per sviluppare sul proprio Mac, lʼinstallazione può essere molto semplificata non impostando una password; se però potrebbe capitare di esporsi sulla rete, allora è meglio utilizzare tutte le sicurezze previste. Scegliamo la versione zip (con qualcuna delle altre potremmo avere qualche problema download); una volta scaricata, doppio click nel Finder e ci troviamo con una cartella nel cui nome è indicata la versione: consiglio di togliere questa parte del nome, lasciando ʻphpMyAdminʼ: dato che dovremo aprirla nel browser, più il nome è semplice, meno errori faremo nello scrivere lʼindirizzo! Poi spostiamo tutta la cartella nella directory Siti del nostro utente: potremmo metterla anche nel sito principale del nostro Mac, ma dato che dovremo lavorarci sopra, tanto vale che sia a portata di mano. La prima cosa da notare è che phpmyadmin, come la maggior parte delle interfacce di MySQL, non effettua alcuna gestione degli utenti e delle password (a parte tenersi le preferenze): la coppia utente/password che forniremo verrà passata direttamente a MySQL; phpmyadmin si occuperà solo di verificare la risposta del db e mostrarci un messaggio di errore se qualcosa non torna. InerziaSoft.eu pag. 16 / 27

Installazione & Configurazione Php e MySQL su Mac Os X. Php

Installazione & Configurazione Php e MySQL su Mac Os X. Php Installazione & Configurazione Php e MySQL su Mac Os X Php PHP è un linguaggio di scripting interpretato, con licenza Open Source, originariamente concepito per la realizzazione di pagine web dinamiche.

Dettagli

Installare e configurare Apache, PHP, MySQL e PHPMyAdmin su OS X Lion 10.7

Installare e configurare Apache, PHP, MySQL e PHPMyAdmin su OS X Lion 10.7 Installare e configurare Apache, PHP, MySQL e PHPMyAdmin su OS X Lion 10.7 Luigi Maggio Personal web portforlio: www.luigimaggio.altervista.org Indirizzo e- mail: luis_may86@libero.it Installare e configurare

Dettagli

Modulo 6 Proviamo Wordpress gratuitamente

Modulo 6 Proviamo Wordpress gratuitamente Copyright Andrea Giavara wppratico.com Modulo 6 Proviamo Wordpress gratuitamente 1. Wordpress.com una piattaforma gratuita per il blogging 2. Installare Wordpress in locale 3. Creare un sito gratis con

Dettagli

MySQL Controllare gli accessi alla base di dati A cura di Silvio Bonechi per http://www.pctrio.com

MySQL Controllare gli accessi alla base di dati A cura di Silvio Bonechi per http://www.pctrio.com MySQL Controllare gli accessi alla base di dati A cura di Silvio Bonechi per http://www.pctrio.com 15.03.2006 Ver. 1.0 Scarica la versione pdf ( MBytes) Nessuno si spaventi! Non voglio fare né un manuale

Dettagli

Oltre al database dobbiamo provvedere al backup dei file presenti sul server. Per fare questo abbiamo bisogno di un client FTP (ad es. FileZilla).

Oltre al database dobbiamo provvedere al backup dei file presenti sul server. Per fare questo abbiamo bisogno di un client FTP (ad es. FileZilla). WORDPRESS Backup completo Premessa La procedura per eseguire correttamente il backup si divide in due fasi: backup dei file del sito backup del database SQL. Software e plugin necessari WordPress, purtroppo,

Dettagli

Apache 2, PHP5, MySQL 5

Apache 2, PHP5, MySQL 5 Installazione di Apache 2, PHP5, MySQL 5 Corso Interazione Uomo Macchina AA 2005/2006 Installazione e Versioni Considerazione le versioni più recenti dei vari software così da poterne sperimentare le caratteristiche

Dettagli

Migrazione di HRD da un computer ad un altro

Migrazione di HRD da un computer ad un altro HRD : MIGRAZIONE DA UN VECCHIO PC A QUELLO NUOVO By Rick iw1awh Speso la situazione è la seguente : Ho passato diverso tempo a impostare HRD e a personalizzare i comandi verso la radio, le frequenze preferite,

Dettagli

Come installare Apache 2.2, PHP 5.2 e MySQL 5 su Windows 2000/XP (di Andrea Turso)

Come installare Apache 2.2, PHP 5.2 e MySQL 5 su Windows 2000/XP (di Andrea Turso) Come installare Apache 2.2, PHP 5.2 e MySQL 5 su Windows 2000/XP (di Andrea Turso) Introduzione Il nostro scopo principale è quello di ottenere una piattaforma di sviluppo per poter realizzare e testare

Dettagli

ISTRUZIONI PASSO PASSO PER CREARE UN SITO CON JOOMLA SU ALTERVISTA

ISTRUZIONI PASSO PASSO PER CREARE UN SITO CON JOOMLA SU ALTERVISTA ISTRUZIONI PASSO PASSO PER CREARE UN SITO CON JOOMLA SU ALTERVISTA REGISTRARSI AL SITO ALTERVISTA, PER OTTENERE SPAZIO WEB GRATUITO o Andare sul sito it.altervista.org o Nel riquadro al centro, scrivere

Dettagli

OUTLOOK EXPRESS CORSO AVANZATO

OUTLOOK EXPRESS CORSO AVANZATO Pagina 1 di 9 OUTLOOK EXPRESS CORSO AVANZATO Prima di tutto non fatevi spaventare dalla parola avanzato, non c è nulla di complicato in express e in ogni caso vedremo solo le cose più importanti. Le cose

Dettagli

Installazione LAMP. Installare un server lamp su Linux Ubuntu. Per installare un server LAMP in Ubuntu come prima cosa apriamo il terminale:

Installazione LAMP. Installare un server lamp su Linux Ubuntu. Per installare un server LAMP in Ubuntu come prima cosa apriamo il terminale: Installazione LAMP Installare un server lamp su Linux Ubuntu Per installare un server LAMP in Ubuntu come prima cosa apriamo il terminale: Poi copiamo ed incolliamo nel terminale il comando: sudo apt-get

Dettagli

Informazioni per installazione ed avviamento Data Domus

Informazioni per installazione ed avviamento Data Domus Informazioni per installazione ed avviamento Data Domus La procedura per utilizzare Data Domus si divide in 2 fasi 1. Installazione 2. Configurazione Installazione Una volta in possesso del file di installazione,

Dettagli

Introduzione ai servizi di Linux

Introduzione ai servizi di Linux Introduzione ai servizi di Linux Premessa Adios è un interessante sistema operativo Linux basato sulla distribuzione Fedora Core 6 (ex Red Hat) distribuito come Live CD (con la possibilità di essere anche

Dettagli

L ambiente grafico (GNOME o KDE)

L ambiente grafico (GNOME o KDE) L ambiente grafico (GNOME o KDE) Abbiamo già speso alcune parole in merito alla differenza tra gestori di finestre (o window managers) e gestori di desktop, ma in questa lezione impareremo alcuni concetti

Dettagli

Installazione di Apache 2.2 Installazione di PHP 5.4 Installazione di MySQL 5.5 Configurazione e test di PHP-MySQL con l'estensione mysqli e mysql

Installazione di Apache 2.2 Installazione di PHP 5.4 Installazione di MySQL 5.5 Configurazione e test di PHP-MySQL con l'estensione mysqli e mysql Installare Apache 2.2, PHP 5.4, MySQL 5.5 su Windows In questo tutorial mostreremo in dettaglio le procedure di installazione e configurazione di Apache 2.2, PHP 5.4 e MySQL 5.5 su Windows XP/7. Il nostro

Dettagli

INTERNET EXPLORER Breve manuale d uso

INTERNET EXPLORER Breve manuale d uso INTERNET EXPLORER Breve manuale d uso INDICE INTRODUZIONE... 3 COME IMPOSTARE LA PAGINA INIZIALE... 3 LA WORK AREA... 3 LE VOCI DI MENU... 5 IL MENU FILE... 5 IL MENU MODIFICA... 6 IL MENU VISUALIZZA...

Dettagli

www.associazioni.milano.it - Il sito dedicato alle associazioni no-profit di Milano e provincia

www.associazioni.milano.it - Il sito dedicato alle associazioni no-profit di Milano e provincia Pubblicare le pagine via FTP Per pubblicare le pagine web della vostra Associazione sullo spazio all'indirizzo: http://www.associazioni.milano.it/nome occorrono i parametri sotto elencati, comunicati via

Dettagli

CMS (Content Management System) della categoria Open Source

CMS (Content Management System) della categoria Open Source Una panoramica sui CMS (Content Management System) CMS (Content Management System) della categoria Open Source Per la piattaforma PHP/MYSQL e considerata l esigenza sempre più ricorrente di realizzare

Dettagli

Educazione didattica per la E-Navigation

Educazione didattica per la E-Navigation Educazione didattica per la E-Navigation Guida utente per l utilizzo della piattaforma WIKI Rev. 3.0 23 febbraio 2012 Guida EDEN rev. 3.0 P. 1 di 24 23/02/2012 Indice Come registrarsi... 3 Utilizzo della

Dettagli

INSTALLAZIONE ed USO VUZE per DOWNLOAD FILE TORRENT

INSTALLAZIONE ed USO VUZE per DOWNLOAD FILE TORRENT INSTALLAZIONE ed USO VUZE per DOWNLOAD FILE TORRENT Questa guida vuole essere un breve tutorial su come installare VUZE sul proprio PC in modo da riuscire a scaricare i file torrent che troviamo su Internet.

Dettagli

Wordpress. Acquistare un sito web. Colleghiamoci con il sito www.aruba.it

Wordpress. Acquistare un sito web. Colleghiamoci con il sito www.aruba.it www.creativecommons.org/ Wordpress Wordpress è una piattaforma gratuita per creare siti web. In particolare è un software installato su un server web per gestire facilmente contenuti su un sito senza particolari

Dettagli

Creare e formattare i documenti

Creare e formattare i documenti Università di L Aquila Facoltà di Biotecnologie Esame di INFORMATICA Elaborazione di testi Creare e formattare i documenti 1 IL WORD PROCESSOR I programmi per l elaborazione di testi ( detti anche di videoscrittura

Dettagli

UBUNTU: gli strumenti di condivisione risorse

UBUNTU: gli strumenti di condivisione risorse UBUNTU: gli strumenti di condivisione risorse condivisione 1o1 a cura di Danio Campolunghi La condivisione di risorse Verranno qui proposti gli strumenti grafici di serie messi a disposizione da Ubuntu

Dettagli

Intego Guida Per iniziare

Intego Guida Per iniziare Intego Guida Per iniziare Guida Per iniziare di Intego Pagina 1 Guida Per iniziare di Intego 2008 Intego. Tutti i diritti riservati Intego www.intego.com Questa guida è stata scritta per essere usata con

Dettagli

Guida all uso! Moodle!

Guida all uso! Moodle! Guida all uso della piattaforma online Moodle Guida Piattaforma Moodle v. 1.3 1. Il primo accesso Moodle è un CMS (Course Management System), ossia un software Open Source pensato per creare classi virtuali,

Dettagli

Quando lanciamo il programma, ci si presenterà la maschera iniziale dove decideremo cosa vogliamo fare.

Quando lanciamo il programma, ci si presenterà la maschera iniziale dove decideremo cosa vogliamo fare. SOFTWARE CELTX Con questo tutorial cercheremo di capire, e sfruttare, le potenzialità del software CELTX, il software free per la scrittura delle sceneggiature. Intanto diciamo che non è solo un software

Dettagli

Costruzione di Sit Web con PHP e MySQL. Lezione 7 - Esercitazione - Introduzione a MySQL: le tabelle, i tpi di dato, le query

Costruzione di Sit Web con PHP e MySQL. Lezione 7 - Esercitazione - Introduzione a MySQL: le tabelle, i tpi di dato, le query Costruzione di Sit Web con PHP e MySQL Lezione 7 - Esercitazione - Introduzione a MySQL: le tabelle, i tpi di dato, le query Esercitazione In questa lezione si farà insieme una seconda esercitazione che

Dettagli

GUIDA UTENTE FATTURA IMPRESA

GUIDA UTENTE FATTURA IMPRESA GUIDA UTENTE FATTURA IMPRESA (Vers. 4.5.0) Installazione... 2 Prima esecuzione... 5 Login... 6 Funzionalità... 7 Documenti... 8 Creazione di un nuovo documento... 9 Ricerca di un documento... 17 Calcolare

Dettagli

Virtual meeting istruzioni per l uso v 1.0 del 10 aprile 2012 - by LucioTS

Virtual meeting istruzioni per l uso v 1.0 del 10 aprile 2012 - by LucioTS Qui di seguito le istruzioni per partecipare ai virtual meeting 3rotaie. Il software (ad uso gratuito per scopi non commerciali) scelto è TeamViewer (scaricabile da http://www.teamviewer.com) che la momento

Dettagli

WAMP: Apache, MySql, PHP per ambienti Windows

WAMP: Apache, MySql, PHP per ambienti Windows WAMP: Apache, MySql, PHP per ambienti Windows A cura di Silvio Bonechi per http://www.pctrio.com Ver. 1.0 del 03.03.06 Indice 1 WAMP un paradigma per l ambiente Windows: i programmi 2 EasyPHP, il nostro

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI FIRENZE. Relazione elaborato di progettazione e produzione multimediale

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI FIRENZE. Relazione elaborato di progettazione e produzione multimediale UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI FIRENZE Relazione elaborato di progettazione e produzione multimediale AllPainters.Net SISTEMA PER LA GENERAZIONE DI SITI GRATUITI PER PITTORI Autori: - Bandini Roberto - Ercoli

Dettagli

GUIDA UTENTE INTERNET CAFE MANAGER (Vers. 5.2.0)

GUIDA UTENTE INTERNET CAFE MANAGER (Vers. 5.2.0) GUIDA UTENTE INTERNET CAFE MANAGER (Vers. 5.2.0) GUIDA UTENTE INTERNET CAFE MANAGER (Vers. 5.2.0)...1 Installazione e configurazione...2 Installazione ICM Server...3 Primo avvio e configurazione di ICM

Dettagli

FileMaker Pro 12. Guida alla configurazione dell installazione in rete

FileMaker Pro 12. Guida alla configurazione dell installazione in rete FileMaker Pro 12 Guida alla configurazione dell installazione in rete 2007 2012 FileMaker, Inc. Tutti i diritti riservati. FileMaker, Inc. 5201 Patrick Henry Drive Santa Clara, California 95054 FileMaker

Dettagli

Pratica guidata 4. Navigare nel web

Pratica guidata 4. Navigare nel web Pratica guidata 4 Navigare nel web Principali browser web e uso del browser Ipertesto e link; Siti e pagine web; Indirizzi web Inserire un indirizzo web e navigare un sito Comprendere cos è e come funziona

Dettagli

hottimo procedura di installazione

hottimo procedura di installazione hottimo procedura di installazione LATO SERVER Per un corretto funzionamento di hottimo è necessario in primis installare all interno del server, Microsoft Sql Server 2008 (Versione minima Express Edition)

Dettagli

EASYVET 1.0 MANUALE UTENTE

EASYVET 1.0 MANUALE UTENTE MANUALE UTENTE MANUALE UTENTE Sommario Introduzione 1 Primi Passi 2 Opzioni di amministrazione 3 Gestione clienti 5 Gestione fatture e spese 7 Il Giornaliero 8 Le fatture 12 Le Statistiche 14 Bilancio

Dettagli

FileMaker Pro 13. Guida alla configurazione dell installazione in rete

FileMaker Pro 13. Guida alla configurazione dell installazione in rete FileMaker Pro 13 Guida alla configurazione dell installazione in rete 2007-2013 FileMaker, Inc. Tutti i diritti riservati. FileMaker, Inc. 5201 Patrick Henry Drive Santa Clara, California 95054 Stati Uniti

Dettagli

Modulo 8. Strumenti di produzione Strumenti. Gli strumenti più utilizzati per produrre pagine Web sono essenzialmente due:

Modulo 8. Strumenti di produzione Strumenti. Gli strumenti più utilizzati per produrre pagine Web sono essenzialmente due: Pagina 1 di 6 Strumenti di produzione Strumenti Gli strumenti più utilizzati per produrre pagine Web sono essenzialmente due: 1. Netscape Composer, gratuito e scaricabile da netscape.org assieme al browser

Dettagli

Il server web: Apache, IIS e PWS

Il server web: Apache, IIS e PWS IL SERVER WEB Corso WebGIS - Master in Sistemi Informativi Territoriali AA 2005/2006 ISTI- CNR c.renso@isti.cnr.it Il server web: Apache, IIS e PWS...1 Directory di default...2 Alias e cartelle virtuali...3

Dettagli

Funzioni di base. Manualino OE6. Outlook Express 6

Funzioni di base. Manualino OE6. Outlook Express 6 Manualino OE6 Microsoft Outlook Express 6 Outlook Express 6 è un programma, incluso nel browser di Microsoft Internet Explorer, che ci permette di inviare e ricevere messaggi di posta elettronica. È gratuito,

Dettagli

INSTALLAZIONE JOOMLA

INSTALLAZIONE JOOMLA INSTALLAZIONE JOOMLA Moltissime volta mi capita (e penso capiti anche a voi) di dover prima di pubblicare un sito farlo vedere al cliente per l ok finale, o magari doverlo fare vedere, ma non avere ancora

Dettagli

OwnCloud 8 su rete lan aziendale (una specie di Gdrive privato)

OwnCloud 8 su rete lan aziendale (una specie di Gdrive privato) Augusto Scatolini (webmaster@comunecampagnano.it) (a.scatolini@linux4campagnano.net) (campagnanorap@gmail.com) Miniguida n. 216 Ver. febbraio 2015 OwnCloud 8 su rete lan aziendale (una specie di Gdrive

Dettagli

ATOLLO BACKUP GUIDA INSTALLAZIONE E CONFIGURAZIONE

ATOLLO BACKUP GUIDA INSTALLAZIONE E CONFIGURAZIONE ATOLLO BACKUP GUIDA INSTALLAZIONE E CONFIGURAZIONE PREMESSA La presente guida è da considerarsi come aiuto per l utente per l installazione e configurazione di Atollo Backup. La guida non vuole approfondire

Dettagli

Gestione dei contenuti web Ultimi eventi

Gestione dei contenuti web Ultimi eventi Gestione dei contenuti web Ultimi eventi Questo manuale illustra le operazioni più comuni per la manutenzione e aggiornamento del sito web http://terremoti.ingv.it/ultimi eventi/ tramite l interfaccia

Dettagli

Corso di Web programming Modulo T3 A2 - Web server

Corso di Web programming Modulo T3 A2 - Web server Corso di Web programming Modulo T3 A2 - Web server 1 Prerequisiti Pagine statiche e dinamiche Pagine HTML Server e client Cenni ai database e all SQL 2 1 Introduzione In questa Unità si illustra il concetto

Dettagli

Compilazione rapporto di Audit in remoto

Compilazione rapporto di Audit in remoto Compilazione rapporto di Audit in remoto Installazione e manuale utente CSI S.p.A. V.le Lombardia 20-20021 Bollate (MI) Tel. 02.383301 Fax 02.3503940 E-mail: info@csi-spa.com Rev. 1.1 23/07/09 Indice Indice...

Dettagli

FileMaker Pro 12. Guida di FileMaker Server

FileMaker Pro 12. Guida di FileMaker Server FileMaker Pro 12 Guida di FileMaker Server 2007 2012 FileMaker, Inc. Tutti i diritti riservati. FileMaker, Inc. 5201 Patrick Henry Drive Santa Clara, California 95054 FileMaker è un marchio di FileMaker,

Dettagli

CLAROLINE DIDATTICA ONLINE MANUALE DEL DOCENTE

CLAROLINE DIDATTICA ONLINE MANUALE DEL DOCENTE CLAROLINE DIDATTICA ONLINE MANUALE DEL DOCENTE Sommario 1. Introduzione... 3 2. Registrazione... 3 3. Accesso alla piattaforma (login)... 4 4. Uscita dalla piattaforma (logout)... 5 5. Creazione di un

Dettagli

ISTRUZIONI INSTALLAZIONE PMANGO

ISTRUZIONI INSTALLAZIONE PMANGO ISTRUZIONI INSTALLAZIONE PMANGO Software necessario: PMango richiede un Web server funzionante con PHP e MySQL e un Web browser. Web server: Apache almeno alla versione 2.0.52 (www.apache.org) PHP: consigliata

Dettagli

Modulo 4 Il pannello amministrativo dell'hosting e il database per Wordpress

Modulo 4 Il pannello amministrativo dell'hosting e il database per Wordpress Copyright Andrea Giavara wppratico.com Modulo 4 Il pannello amministrativo dell'hosting e il database per Wordpress 1. Il pannello amministrativo 2. I dati importanti 3. Creare il database - Cpanel - Plesk

Dettagli

I tutorial di MadLabs.. Installazione e prima configurazione

I tutorial di MadLabs.. Installazione e prima configurazione I tutorial di MadLabs.. Installazione e prima configurazione Come installare php nuke Introduzione PHP Nuke è uno dei CMS (content management System) più usati del web. Per chi non lo sapesse, un CMS è

Dettagli

Esercitazione 8. Basi di dati e web

Esercitazione 8. Basi di dati e web Esercitazione 8 Basi di dati e web Rev. 1 Basi di dati - prof. Silvio Salza - a.a. 2014-2015 E8-1 Basi di dati e web Una modalità tipica di accesso alle basi di dati è tramite interfacce web Esiste una

Dettagli

COSTRUTTORI DI CARTELLE

COSTRUTTORI DI CARTELLE COSTRUTTORI DI CARTELLE E ora di cominciare a viaggiare in lungo e in largo per l Italia e raccogliere ricordi virtuali da registrare sul nostro computer; costruiamo la prima cartella, Viaggio in Italia

Dettagli

PC Crash Course: OBIETTIVI

PC Crash Course: OBIETTIVI PC Crash Course: OBIETTIVI 1. PC: uno strumento 2. Microsoft Windows XP: alcuni concetti chiave della interfaccia grafica 3. File System: file, direttori, link, 4. Il prompt dei comandi 5. Un occhiata

Dettagli

TeamPortal. Servizi integrati con ambienti Gestionali

TeamPortal. Servizi integrati con ambienti Gestionali TeamPortal Servizi integrati con ambienti Gestionali 12/2013 Pannello di controllo Pannello di controllo Avvia/Arresta/Riavvia/Stato TeamPortal: Gestisce start/stop/restart di tutti i servizi di TeamPortal

Dettagli

6. Predisposizione di un Web server di sviluppo

6. Predisposizione di un Web server di sviluppo 6. Predisposizione di un Web server di sviluppo Per poter essere visualizzato, un sito Web creato con un CMS come Wordpress o Joomla necessita di un server Web che lo ospiti, capace di leggere il codice

Dettagli

Code::Blocks, installazione ed uso

Code::Blocks, installazione ed uso Code::Blocks, installazione ed uso Alessio Mauro Franchi Dipartimento DEIB, Politecnico di Milano, Milano 9 ottobre 04 Indice Introduzione Installare Code::Blocks: Windows 3 3 Installare Code::Blocks:

Dettagli

Cimini Simonelli - Testa

Cimini Simonelli - Testa WWW.ICTIME.ORG Joomla 1.5 Manuale d uso Cimini Simonelli - Testa Cecilia Cimini Angelo Simonelli Francesco Testa Joomla 1.5 Manuale d uso V.1-31 Gennaio 2008 ICTime.org non si assume nessuna responsabilità

Dettagli

INTERNET EXPLORER. Breve manuale d'uso

INTERNET EXPLORER. Breve manuale d'uso INTERNET EXPLORER Breve manuale d'uso INDICE INTRODUZIONE... 3 COME IMPOSTARE LA PAGINA INIZIALE...3 LA WORK AREA... 3 LE VOCI DI MENU... 5 IL MENU FILE... 5 IL MENU MODIFICA... 6 IL MENU VISUALIZZA...

Dettagli

Utilizzo di MioNet. 2008 Western Digital Technologies Inc. Manuale utente MioNet Versione 1.08

Utilizzo di MioNet. 2008 Western Digital Technologies Inc. Manuale utente MioNet Versione 1.08 Utilizzo di MioNet 1 Avviso di Copyright Non è consentito riprodurre, trasmettere, trascrivere, archiviare in un sistema di recupero, o tradurre in qualunque linguaggio, umano o informatico, in qualunque

Dettagli

New Team Up in English Flip-Book Guida all uso

New Team Up in English Flip-Book Guida all uso New Team Up in English Flip-Book Indice 1 Introduzione p. 3 2 Procedura d avvio p. 4 2. 1 Procedura per PC WIN p. 4 2. 2 Procedura per Mac p. 4 2. 3 Procedura per Linux p. 4 3 Creazione del profilo p.

Dettagli

CONTATTI In questa sezione si gestiscono i contatti e si selezionano i destinatari dei comunicati

CONTATTI In questa sezione si gestiscono i contatti e si selezionano i destinatari dei comunicati LOGIN Inserite nella pagina del login (figura 1) i dati che avete ricevuto in seguito alla vostra registrazione e cliccate su "invia" per accedere al sistema. Fate attenzione a rispettare maiuscole e minuscole

Dettagli

XAMPP (a cura di Michele Acierno a.a. 2012/2013)

XAMPP (a cura di Michele Acierno a.a. 2012/2013) XAMPP (a cura di Michele Acierno a.a. 2012/2013) Sommario 1. Introduzione 2.Installazione Xampp 3.Avviare Xampp 4.Configurazione Xampp 4.1 DocumentRoot e standard Directory 4.2 Forbidden Access e accesso

Dettagli

MODULE 4 BASIC IT SKILLS

MODULE 4 BASIC IT SKILLS MODULE 4 BASIC IT SKILLS Nel modulo 4 abbiamo preparato una guida per le competenze informatiche di base che condurrà passo dopo passo i principianti che vogliono imparare a usare Word e Internet o da

Dettagli

Xerox 700 Digital Color Press con Integrated Fiery Color Server. Stampa da Windows

Xerox 700 Digital Color Press con Integrated Fiery Color Server. Stampa da Windows Xerox 700 Digital Color Press con Integrated Fiery Color Server Stampa da Windows 2008 Electronics for Imaging, Inc. Per questo prodotto, il trattamento delle informazioni contenute nella presente pubblicazione

Dettagli

Fate doppio click sul file con nome postgresql-8.0.msi e impostate le varie voci come riportato nelle immagini seguenti:

Fate doppio click sul file con nome postgresql-8.0.msi e impostate le varie voci come riportato nelle immagini seguenti: ,QVWDOOD]LRQHGL'LVNL L installazione di Diski e composta di due parti: il back-end e il front-end. Il back-end e il database relazionale orientato agli oggetti PostgreSQL. PostgreSQL e disponibile in diverse

Dettagli

NOTA: La seguente procedura di installazione è riferita alla versione 3.0.4.1 di FileZilla

NOTA: La seguente procedura di installazione è riferita alla versione 3.0.4.1 di FileZilla FileZilla è un client Ftp facile da usare, veloce ed affidabile. Supporta molte opzioni di configurazione. Il programma offre la consueta interfaccia a due finestre affiancate, il resume automatico e la

Dettagli

MICROSOFT ACCESS. Fabrizio Barani 1

MICROSOFT ACCESS. Fabrizio Barani 1 MICROSOFT ACCESS Premessa ACCESS è un programma di gestione di banche dati, consente la creazione e modifica dei contenitori di informazioni di un database (tabelle), l inserimento di dati anche mediante

Dettagli

Notifica sul Copyright

Notifica sul Copyright Parallels Panel Notifica sul Copyright ISBN: N/A Parallels 660 SW 39 th Street Suite 205 Renton, Washington 98057 USA Telefono: +1 (425) 282 6400 Fax: +1 (425) 282 6444 Copyright 1999-2009, Parallels,

Dettagli

Employee Letter. Manuale DatabICS

Employee Letter. Manuale DatabICS Employee Letter Manuale DatabICS Manuale DatabICS 22023799 Versione 1.0 12.10.2012 Andreas Merz 1.1 29.10.2012 Andreas Merz 1.2 06.11.2012 Andreas Merz 1.3 08.11.2012 Andreas Merz 1.4 19.02.2013 Andreas

Dettagli

www.spaghettibrain.com Manuale di Installazione PHPNuke in Italiano Edizione Visuale By CLA (webmaster@spaghettibrain.com)

www.spaghettibrain.com Manuale di Installazione PHPNuke in Italiano Edizione Visuale By CLA (webmaster@spaghettibrain.com) www.spaghettibrain.com Manuale di Installazione PHPNuke in Italiano Edizione Visuale By CLA (webmaster@spaghettibrain.com) Cosa è PHPNuke Perché Spaghettibrain Cosa Serve per installarlo Installazione

Dettagli

Sommari, indici e riferimenti incrociati in Word 2010 Strutturare i documenti in modo ordinato

Sommari, indici e riferimenti incrociati in Word 2010 Strutturare i documenti in modo ordinato Sommari, indici e riferimenti incrociati in Word 2010 Strutturare i documenti in modo ordinato Autore: Alessandra Salvaggio Tratto dal libro: Lavorare con Word 2010 Quando lavorate con documenti piuttosto

Dettagli

Windows Live OneCare Introduzione e installazione

Windows Live OneCare Introduzione e installazione Windows Live OneCare Introduzione e installazione La sicurezza e la manutenzione del proprio computer è di fondamentale importanza per tenerlo sempre efficiente e al riparo dalle minacce provenienti dalla

Dettagli

Progetto Porte Aperte sul Web Comunicazione web a scuola CMS open source JoomlaFAP

Progetto Porte Aperte sul Web Comunicazione web a scuola CMS open source JoomlaFAP Progetto Porte Aperte sul Web Comunicazione web a scuola CMS open source JoomlaFAP Breve tutorial per installare JoomlaFAP L installazione è la conditio sine qua non per partire. Occorre eseguire con precisione

Dettagli

Basi di dati. Introduzione. Una breve introduzione sulla suite di OpenOffice.org e la gestione dei database

Basi di dati. Introduzione. Una breve introduzione sulla suite di OpenOffice.org e la gestione dei database Basi di dati Introduzione Una breve introduzione sulla suite di OpenOffice.org e la gestione dei database OpenOffice.org (www.openoffice.org) è un potente software opensource che ha, quale scopo primario,

Dettagli

CORSO WEB SERVER, DBMS E SERVER FTP

CORSO WEB SERVER, DBMS E SERVER FTP CORSO WEB SERVER, DBMS E SERVER FTP DISPENSA LEZIONE 1 Autore D. Mondello Transazione di dati in una richiesta di sito web Quando viene effettuata la richiesta di un sito Internet su un browser, tramite

Dettagli

Appunti Modulo 2 - Microsoft Windows

Appunti Modulo 2 - Microsoft Windows www.informarsi.net Appunti Modulo 2 - Microsoft Windows Sistema operativo Il sistema operativo, abbreviato in SO (in inglese OS, "operating system") è un particolare software, installato su un sistema

Dettagli

Laboratorio di Progettazione Web

Laboratorio di Progettazione Web Il Server web Laboratorio di Progettazione Web AA 2009/2010 Chiara Renso ISTI- CNR - c.renso@isti.cnr.it E un programma sempre attivo che ascolta su una porta le richieste HTTP. All arrivo di una richiesta

Dettagli

La pagina di Explorer

La pagina di Explorer G. Pettarin ECDL Modulo 7: Internet 11 A seconda della configurazione dell accesso alla rete, potrebbe apparire una o più finestre per l autenticazione della connessione remota alla rete. In linea generale

Dettagli

FileMaker Server 12. Guida introduttiva

FileMaker Server 12. Guida introduttiva FileMaker Server 12 Guida introduttiva 2007 2012 FileMaker, Inc. Tutti i diritti riservati. FileMaker, Inc. 5201 Patrick Henry Drive Santa Clara, California 95054 FileMaker e Bento sono marchi di FileMaker,

Dettagli

WGDESIGNER Manuale Utente

WGDESIGNER Manuale Utente WGDESIGNER Manuale Utente Pagina 1 SOMMARIO 1 Introduzione... 3 1.1 Requisiti hardware e software... 3 2 Configurazione... 3 3 Installazione... 4 3.1 Da Webgate Setup Manager... 4 3.2 Da pacchetto autoestraente...

Dettagli

Se state utilizzando la shell bash, ovvero la shell di riferimento per questo manuale, il terminale visualizzerà il seguente output:

Se state utilizzando la shell bash, ovvero la shell di riferimento per questo manuale, il terminale visualizzerà il seguente output: CAPITOLO 5 LA SHELL BASH Pietro Buffa Con questo capitolo comincia il nostro viaggio nel mondo delle Command Line Interface (CLI), ovvero le interfacce testuali a linea di comando tipiche dei sistemi UNIX

Dettagli

ISTRUZIONI PER L INSTALLAZIONE DI MINGW

ISTRUZIONI PER L INSTALLAZIONE DI MINGW ISTRUZIONI PER L INSTALLAZIONE DI MINGW Prima di iniziare la procedura di installazione di MinGW dobbiamo dire che il presente software è un compilatore C che non possiede un ambiente di programmazione.

Dettagli

CREARE UNA TAB DI FACEBOOK SULLA PAGINA AZIENDALE

CREARE UNA TAB DI FACEBOOK SULLA PAGINA AZIENDALE CREARE UNA TAB DI FACEBOOK SULLA PAGINA AZIENDALE Autore: KATIA D ORTA (@katiatrew) in collaborazione con MARISA FAUSONE (@Mfausone) 1 Questa guida è liberamente scaricabile sul sito cowinning.it 2 Questa

Dettagli

LACIE PRIVATE/PUBLIC GUÍDA UTENTE

LACIE PRIVATE/PUBLIC GUÍDA UTENTE LACIE PRIVATE/PUBLIC GUÍDA UTENTE FARE CLIC QUI PER ACCEDERE ALLA VERSIONE IN LINEA PIÙ AGGIORNATA di questo documento, sia in termini di contenuto che di funzioni disponibili, come ad esempio illustrazioni

Dettagli

Pratica guidata 9. Cercare, scaricare e installare applicazioni dal web

Pratica guidata 9. Cercare, scaricare e installare applicazioni dal web Pratica guidata 9 Cercare, scaricare e installare applicazioni dal web Cercare, scaricare e installare applicazioni dal web Centro Servizi Regionale Pane e Internet Redazione a cura di Roger Ottani, Grazia

Dettagli

Creare una memory stick USB bootable con cui avviare Windows XP

Creare una memory stick USB bootable con cui avviare Windows XP http://www.aprescindere.com Pag. 1 di 12 Creare una memory stick USB bootable con cui avviare Windows XP Creare una memory stick USB bootable con cui avviare Windows XP Perché avere una memory stick bootable

Dettagli

Apache MySQL PHP - FTP

Apache MySQL PHP - FTP Apache MySQL PHP - FTP Scelta del software, Installazione e configurazione Ivan Grimaldi grimaldi.ivan@gmail.com HcssLug GNU/LINUX USERS GROUP Outline Cenni sul funzionamento di un WebServer Apache, PHP,

Dettagli

POSTECERT POSTEMAIL CERTIFICATA GUIDA ALL USO DELLA WEBMAIL

POSTECERT POSTEMAIL CERTIFICATA GUIDA ALL USO DELLA WEBMAIL POSTECERT POSTEMAIL CERTIFICATA GUIDA ALL USO DELLA WEBMAIL Sommario Pagina di accesso... 3 Posta in arrivo... 4 Area Posta... 5 Area Contatti... 8 Area Opzioni... 10 Area Cartelle... 13 La Postemail Certificata

Dettagli

Guida al sito del CSV

Guida al sito del CSV www.csv.vda.it Guida al sito del CSV Come è strutturato, come si aggiorna Il CSV, da sempre attento alle opportunità offerte dalle nuove tecnologie, ha ritenuto necessario dotarsi di un nuovo sito internet.

Dettagli

Registro unico Antiriciclaggio

Registro unico Antiriciclaggio Registro unico Antiriciclaggio VERSIONE PROFESSIONISTI E CED VERSIONE 4.0.0 Sommario Introduzione... 4 Requisiti di sistema... 5 Installazione del software... 6 Verifica automatica dei requisiti di installazione...

Dettagli

Uso di un browser (con riferimento a Microsoft Internet Explorer 6.0)

Uso di un browser (con riferimento a Microsoft Internet Explorer 6.0) Uso di un browser (con riferimento a Microsoft Internet Explorer 6.0) Nota Bene: Si raccomanda di leggere queste dispense di fronte al computer, provando passo dopo passo le funzionalità descritte. Per

Dettagli

GUIDA ALLA PRIMA INSTALLAZIONE DI LIDRASHOP v 1.6.X

GUIDA ALLA PRIMA INSTALLAZIONE DI LIDRASHOP v 1.6.X GUIDA ALLA PRIMA INSTALLAZIONE DI LIDRASHOP v 1.6.X In questa guida saranno analizzati i semplici passaggi per la messa in opera del motore di e-commerce LIDRASHOP. Prima però ecco alcuni accorgimenti

Dettagli

MANUALE UTENTE V.1.1

MANUALE UTENTE V.1.1 MANUALE UTENTE V.1.1 SOMMARIO 1 Introduzione... 3 2 Prerequisiti utilizzo sito myfasi... 4 3 Primo accesso al Sito Web... 5 4 Attivazione dispositivo USB myfasi... 9 5 Accesso al sito web tramite dispositivo

Dettagli

Guida a PhpMyAdmin. Introduzione

Guida a PhpMyAdmin. Introduzione Guida a PhpMyAdmin Introduzione Non è detto che, per installare uno script, si debba necessariamente conoscere il Php. I puristi della programmazione inorridiranno certamente leggendo questa frase ma è

Dettagli

Calibre. Principali funzioni per la lettura e la gestione degli ebooks

Calibre. Principali funzioni per la lettura e la gestione degli ebooks Calibre Principali funzioni per la lettura e la gestione degli ebooks Calibre è un software per catalogare, convertire, gestire e collezionare ebook. Si tratta di un software freeware, quindi totalmente

Dettagli

Guida installazione Winasped 4 Data ultima revisione della guida: 12-05-2014

Guida installazione Winasped 4 Data ultima revisione della guida: 12-05-2014 Guida installazione Winasped 4 Data ultima revisione della guida: 12-05-2014 Winasped è un'applicazione di tipo client - server pertando è composta da due parti: un programma client e uno server. Di seguito

Dettagli

2. Costruire un database con Apache, PHP e MySql

2. Costruire un database con Apache, PHP e MySql 2. Costruire un database con Apache, PHP e MySql Lo scopo di questa esercitazione è realizzare un server web e costruire un database accessibile attraverso Internet utilizzando il server Apache, il linguaggio

Dettagli

Lavorare con MySQL Parte Prima.

Lavorare con MySQL Parte Prima. Lavorare con MySQL Parte Prima. Data la particolarità dell argomento, ho deciso di dividerlo in due lezioni. Nella prima, si parlerà diffusamente di MySQL, cos è un DBMS, cos è l SQL, i campi supportati

Dettagli

Uso di un browser (con riferimento a Microsoft Internet Explorer 7.0)

Uso di un browser (con riferimento a Microsoft Internet Explorer 7.0) Uso di un browser (con riferimento a Microsoft Internet Explorer 7.0) Nota Bene: Si raccomanda di leggere queste dispense di fronte al computer, provando passo dopo passo le funzionalità descritte. Per

Dettagli