DIPARTIMENTO DI INGEGNERIA CIVILE E AMBIENTALE

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "DIPARTIMENTO DI INGEGNERIA CIVILE E AMBIENTALE"

Transcript

1 DIPARTIMENTO DI INGEGNERIA CIVILE E AMBIENTALE F.A.Q. MISSIONI DEFINIZIONE DI MISSIONE (art. 2.1 del Regolamento Missioni) 1. COSA SI INTENDE PER MISSIONE? Per missione si intende il trasferimento temporaneo (trasferta), di norma al di fuori del Comune di Milano in cui insiste l ordinaria sede di servizio, in territorio nazionale o estero, per svolgervi un attività di servizio. Le modalità del suo svolgimento devono essere configurate ai criteri della massima convenienza economica. 2. CHI PUO ANDARE IN MISSIONE? Possono essere incaricati di missione le seguenti categorie di persone: 1. I Professori Ordinari, gli Associati, i Ricercatori, il personale tecnico amministrativo, i titolari di contratto Co.Co.Co., i dottorandi con e senza borsa di studio, gli assegnisti di ricerca e i collaboratori con contratti di lavoro occasionale che afferiscono al DICA o ad altro Dipartimento del Politecnico di Milano 2. I dipendenti di altre PP. AA. 3. Gli studenti iscritti ai corsi di studi del Politecnico di Milano REGOLAMENTO MISSIONI 1. DOVE È POSSIBILE CONSULTARE IL REGOLAMENTO MISSIONI DI ATENEO, IN CUI SONO DISPONIBILI ULTERIORI DETTAGLI E PRECISAZIONI? Il Regolamento missioni è consultabile sulla Intranet di Ateneo (http://intranet.polimi.it/).occorre cliccare su NORMATIVA e, nell indice tematico, sotto la voce REGOLAMENTI DEL PERSONALE, bisogna cliccare su COMUNE INTERESSE. MODULISTICA MISSIONI 1. QUALI MODULI OCCORRE PRESENTARE PER OTTENERE L AUTORIZZAZIONE AD EFFETTUARE UNA MISSIONE? I Professori Ordinari, i Professori Associati, i Ricercatori, il personale tecnico amministrativo, gli assegnisti di ricerca ed i dottorandi devono presentare la richiesta di autorizzazione di missione utilizzando la procedura on line sul sito accedendo ai servizi on line e loggandosi con il proprio codice persona e password poi scegliendo la funzione compilazione modulistica missioni incaricato della missione. Non possono utilizzare la procedura on line le seguenti categorie di persone: I dipendenti di altre PP.AA. gli studenti iscritti ai corsi di studio del Politecnico i collaboratori titolari di un contratto di collaborazione coordinata e continuativa i titolari di contratto di collaborazione occasionale Le predette categorie di persone sono tenute a presentare la richiesta di autorizzazione a recarsi in missione in forma cartacea utilizzando il MODULO DI INCARICO ED AUTORIZZAZIONE MISSIONE, che può

2 essere richiesto scaricato dal sito del DICA sezione: intranet/linee di indirizzo/modulistica o richiesto all ufficio amministrativo (Silvia Spada tel e Gabriella Salmistraro tel. 6238). Gli studenti iscritti al dottorato devono inoltre presentare il modulo di autorizzazione a recarsi in missione firmata dal docente coordinatore del dottorato. È necessario che i moduli cartacei siano consegnati con almeno 1 giorno di anticipo rispetto all inizio della missione. La procedura missioni non si applica a chi è titolare di partita IVA che è tenuto a presentare fattura. 2. SE UNA MISSIONE E COSTO ZERO PER L ATENEO O LA MEDESIMA MI VIENE RIMBORSATA DA UN ALTRO ENTE DEVO CHIEDERE AUTORIZZAZIONE AD EFFETTUARE LA MISSIONE? Sì, è sempre obbligatorio chiedere l autorizzazione ad effettuare la missione; la richiesta è necessaria per la protocollazione/registrazione della missione in quanto solo le missioni registrate o protocollate sono coperte dalle polizze assicurative stipulate dall Ateneo (assistenza e rimborso spese mediche personale in missione all estero, multirischi veicoli); il contenuto delle polizze sono consultabili sulla maschera iniziale della procedura on line di richiesta di autorizzazione alla missione dove sono contenute anche le istruzioni per poterne usufruire. 3. QUALI MODULI OCCORRE PRESENTARE A FINE MISSIONE? Tutti i soggetti incaricati di missione devono presentare il MODULO DI RENDICONTO DELLE SPESE DI MISSIONE che deve essere compilato e stampato dalla procedura on line o compilato su modulo cartaceo (per coloro che non possono utilizzare la procedura on line). Gli studenti iscritti, i dottorandi senza borsa, il personale dipendente di altre PP.AA. e i dottorandi borsisti alla loro prima missione, devono presentare all ufficio amministrativo la SCHEDA ANAGRAFICA PER I COLLABORATORI ESTERNI che può essere scaricato dal sito del DICA intranet/linee di indirizzo/modulistica o richiesto all ufficio amministrativo (Silvia Spada tel e Gabriella Salmistraro tel. 6238). 4. COSA OCCORRE PRESENTARE UNITAMENTE AL MODULO DI RENDICONTO DELLE SPESE DI MISSIONE? È fondamentale che vengano presentati in fase di rendiconto della missione: Il modulo di rendiconto delle spese di missione compilato on line o in formato cartaceo; Tutti i giustificativi di spesa in originale (fatture, ricevute fiscali e scontrini fiscali) intestati all incaricato della missione. Essi devono essere presentati pinzati su un foglio A4 in modo che siano tutti visibili, divisi per categoria di spesa e, per ogni categoria di spesa, cronologicamente ordinati. Eventuali autocertificazioni, da produrre in casi particolari trattati più avanti in questo documento (relative ad esempio all uso di mezzi di trasporto straordinari). Per le missioni svolte su progetti europei e sui progetti soggetti a rendicontazione (es. PRIN, bandi Regione Lombardia, ecc) è di fondamentale importanza consegnare, unitamente ai giustificativi di spesa, un programma/agenda della conferenza/meeting ed eventuali "minutes" inerenti alle giornate di lavoro sul progetto ai fini del riconoscimento delle spese sostenute.

3 SPESE DI VITTO (art. 4.8 del Regolamento Missioni) 1. IL RIMBORSO GIORNALIERO DEI PASTI E FISSATO ENTRO QUALI LIMITI? Il rimborso è ammesso secondo la tabella sotto riportata: beneficiari Fino a 8 ore Superiore a 8 ore docenti; dirigenti; dipendenti di altre PP.AA. di categorie Euro 50,00 Euro 100,00 equivalenti Ricercatori; personale appartenente alle categorie EP, D, C e B; dipendenti di altre Euro 40,00 Euro 80,00 amministrazioni di categorie equivalenti; personale assimilato (assegnisti, dottorandi, titolari di contratto co.co.co.; dottorandi borsisti); altri soggetti (studenti iscritti ai corsi di studi del Politecnico di Milano, dottorandi senza borsa, titolari di contratto di lavoro occasionale) 2. QUALI DOCUMENTI OCCORRE PRODURRE PER IL RIMBORSO DEI PASTI? Sono ammesse a rimborso le spese di vitto relativamente a pasti consumati esclusivamente nella località di missione o lungo il percorso, negli orari di viaggio di andata o di ritorno, nelle misure e nei limiti previsti nella tabella sopraindicata. Sono rimborsabili tutti i costi documentati mediante fattura o ricevuta fiscale. Il documento fiscale presentato a titolo di rimborso deve essere sempre riferito al soggetto in missione, tranne nel caso degli scontrini fiscali. Potranno essere ammessi al rimborso tutti gli scontrini fiscali, nei limiti dei massimali previsti nella tabella del regolamento missioni, purché in essi si evidenzi la tipologia dell esercizio e tale tipologia configuri incontrovertibilmente la fornitura di servizi di ristoro (ad esempio, ristoranti, bar). Non sono ammissibili le sole ricevute della carta di credito. 3. E POSSIBILE IL RIMBORSO DI FATTURE O RICEVUTE CUMULATIVE PER PIU PERSONE RELATIVE AI PASTI? Sì, è possibile. Il Regolamento specifica che saranno ammesse proporzionalmente a rimborso spese desumibili da fatture/ricevute fiscali rilasciate cumulativamente previa autocertificazione da parte del beneficiario. I beneficiari, dietro autocertificazione, saranno quindi tenuti a specificare il costo sostenuto individualmente. In caso di fatture/ricevute cumulative, dunque, sarà ammessa anche la presentazione di

4 fotocopie del documento, fatto salvo che almeno uno dei beneficiari presenti il documento originale in Amministrazione specificando il nome degli altri beneficiari del Dipartimento. SPESE DI ALLOGGIO (art. 4.7 del Regolamento Missioni) 1. A QUALE CATEGORIA ALBERGHIERA E PERMESSO ACCEDERE? L accesso alla categoria alberghiera dipende dal ruolo ricoperto al momento della missione, come da tabella sotto riportata: BENEFICIARI CATEGORIA ALBERGHIERA Beneficiari Professori ordinari e associati, ricercatori, dirigenti, appartenenti alla categoria EP, dipendenti di altre PP.AA: di categorie equivalenti, revisori dei conti Appartenenti alle categorie B, C, e D; dipendenti di altre PP.AA. di categorie equivalenti, personale assimilato (titolari di contratto Co.Co.Co., dottorandi borsisti, assegnisti di ricerca); altri soggetti (studenti iscritti ai corsi di studio del Politecnico di Milano, dottorandi senza borsa, titolari di contratto di lavoro occasionale) Categoria alberghiera Prima (4 stelle e superiori) Seconda (3 stelle) 2. QUALI DOCUMENTI OCCORRE PRODURRE PER IL RIMBORSO DEI PERNOTTAMENTI? Come specificato da Regolamento, sono ammesse a rimborso le spese di alloggio dietro presentazione di regolare fattura/ricevuta fiscale, nella misura e nei limiti previsti dalla tabella sopraindicata. 3. COME DEVE ESSERE CORRETTAMENTE INTESTATA LA FATTURA DELL ALBERGO? La fattura dovrà sempre riportare i seguenti dati: Nome e Cognome del beneficiario Politecnico di Milano Dipartimento di Ingegneria Civile e Ambientale Piazza Leonardo da Vinci, Milano C.F p.i La fattura dovrà, inoltre, sempre riportare l indicazione delle notti in cui si è occupata la camera (data di check-in e check-out), oltre all indicazione chiara del costo del pernottamento e della tipologia della camera. 4. QUALE TIPOLOGIA DI CAMERA PUO ESSERE AMMESSA A RIMBORSO? Affinché le spese di alloggio siano rimborsabili, si deve usufruire di una camera singola o, in caso di indisponibilità, di una camera doppia uso singola (tali diciture devono essere riportate in fattura); nel caso venga utilizzata una camera doppia, ove sulla fattura non sia riportato doppia uso singolo per mancanza di camere singole verrà rimborsato il 50% dell importo.

5 Nel caso di utilizzo di camera doppia, occupata da più persone, previa autocertificazione il rimborso sarà ammesso in misura proporzionale al numero di occupanti. 5. POSSONO ESSERE RIMBORSATE LE CONSUMAZIONI IN CAMERA? In generale non è ammesso il rimborso dei costi sostenuti per le consumazioni in camera, ad eccezione di pranzi e cene. Le spese relative a pranzi e cene in camera devono poter però essere desunte oggettivamente dalla consultazione della fattura dell albergo. Non è possibile produrre in sostituzione della fattura un autocertificazione. 6. L USO DEL SERVIZIO INTERNET E DI TELEFONIA IN ALBERGO E RIMBORSABILE? Sì. Il rimborso sarà tuttavia ammesso solo dietro autocertificazione dell utilizzatore, che dichiarerà di aver utilizzato il telefono o internet per scopi esclusivamente lavorativi. 7. SONO RIMBORSABILI LE FEES DELLE PRENOTAZIONI ALBERGHIERE? Sì, sono rimborsabili se documentate mediante fattura. 8. SONO UN DIPENDENTE CHE PUO USUFRUIRE DI UNA SECONDA CATEGORIA ALBERGHIERA MA DEVO ANDARE IN MISSIONE AL SEGUITO DI UN DOCENTE CHE HA PERNOTTATO IN UN HOTEL DI PRIMA CATEGORIA; POSSO USUFRUIRE DEL MEDESIMO SERVIZIO? Si, l articolo prevede che il personale inviato in missione per collaborare con dipendenti di qualifica più elevata ed il personale di sostegno o facente parte di delegazione ufficiale dell amministrazione, è autorizzato a fruire dei rimborsi e delle agevolazioni previste per il dipendente in missione di grado più elevato. SPESE DI VIAGGIO (art. 4.6 del Regolamento Missioni) 1. QUALI MEZZI DI TRASPORTO POSSONO ESSERE UTILIZZATI? È possibile utilizzare in missione due tipologie di mezzi: I mezzi ordinari di trasporto (treno, nave, aereo, linee urbane ed extraurbane, funicolari) che possono essere utilizzati liberamente dall incaricato della missione. I mezzi straordinari di trasporto (taxi, auto di proprietà o in uso autorizzato, noleggio auto) che possono essere autorizzati preventivamente se indicati nell apposito campo dell applicativo on line e nel modulo cartaceo di richiesta ed autorizzazione di missione o a posteriori con autocertificazione su apposito modulo da presentare all ufficio che liquida le missioni (allegando copia documento d identità). L autorizzazione all uso dei mezzi straordinari è riconosciuta qualora sussista una delle seguenti condizioni previste dal regolamento: 1. convenienza economica rispetto all utilizzo dei mezzi ordinari; 2. mancanza di mezzi ordinari; sciopero del mezzo ordinario; ritardo tale da non consentire in altro modo il raggiungimento della destinazione programmata;

6 3. quando vi sia una particolare esigenza di servizio o la necessità dichiarata di raggiungere rapidamente il luogo di missione; 4. trasporto di materiali e/o strumenti delicati e/o ingombranti, indispensabili per il disimpegno del servizio; 5. mancanza di collegamenti ferroviari fra il centro urbano e le stazioni, gli aeroporti di partenza e arrivo, il centro urbano e viceversa, e/o in caso di urgenze. In assenza dei suddetti requisiti l uso del mezzo straordinario non può essere riconosciuto e verrà rimborsato il solo costo del biglietto di I classe per il relativo percorso, escludendo ogni altro eventuale supplemento. 2. QUALI DATI OCCORRE FORNIRE PER RICHIEDERE IL RIMBORSO DELLA PROPRIA AUTO? I dati richiesti sono i seguenti: a. Motivo dell utilizzo b. Targa, tipo e modello c. Alimentazione (specificare se benzina o diesel) I chilometri percorsi verranno autocertificati in sede di richiesta di rimborso. Qualora l autorizzazione venga richiesta a posteriori, dovranno essere forniti gli stessi dati sopraindicati in autocertificazione e dovrà essere specificato il totale dei chilometri percorsi. 3. COME VIENE CALCOLATO IL RIMBORSO CHILOMETRICO NEL CASO DI UTILIZZO DELLA PROPRIA AUTO? L indennità chilometrica (che sostituisce il rimborso delle spese di carburante) è calcolata a seconda dell alimentazione dell auto facendo riferimento alle tabelle ACI;è dunque fondamentale specificare l esatto modello dell auto ed il tipo di alimentazione (benzina o diesel). 4. QUALI ALTRE SPESE VENGONO RIMBORSATE NEL CASO DI UTILIZZO DELL AUTO? Il rimborso delle spese di viaggio sostenute utilizzando il proprio automezzo verrà effettuato dietro presentazione delle ricevute relative, ad esempio, ai pedaggi autostradali ed ai parcheggi utilizzati. 5. IL TELEPASS VIENE RIMBORSATO? Sì, il rimborso dei pedaggi autostradali può essere rimborsato dietro presentazione della fattura telepass per i percorsi strettamente legati al raggiungimento del luogo di missione. 6. QUALI DOCUMENTI OCCORRE PRESENTARE PER IL RIMBORSO DEL TAXI? Il rimborso delle spese del taxi, ove ammesse, verrà effettuato sulla base dello scontrino rilasciato dal conducente, che dovrà riportare indicazioni relative alla data, alla tariffa ed al percorso effettuato. 7. QUALI DOCUMENTI OCCORRE PRESENTARE PER IL NOLEGGIO AUTO?

7 Il noleggio di mezzi (quali autovetture e furgoni) è previsto dal regolamento missioni in quanto mezzi straordinari di trasporto. L uso di tali mezzi può essere autorizzato preventivamente o a posteriori, sempre che siano presenti determinate e specifiche condizioni previste dal regolamento stesso e richiamate al precedente punto 1. Il rimborso delle spese di viaggio sostenute utilizzando automezzi noleggiati verrà effettuato su presentazione di fattura/ricevuta fiscale del noleggiatore, di documentazione relativa all acquisto di carburante, delle ricevute dei pedaggi autostradali e dei parcheggi utilizzati. 8. COSA OCCORRE PRESENTARE PER IL RIMBORSO DEL BIGLIETTO AEREO? Il rimborso è ammesso dietro presentazione del biglietto aereo, unitamente alle relative carte di imbarco. Ai fini del rimborso può essere presentato un biglietto cartaceo, una ricevuta elettronica (in caso di acquisto on-line) o la fattura dell agenzia che emette il biglietto. 9. COSA OCCORRE FARE IN CASO DI SMARRIMENTO DELLE CARTE DI IMBARCO? In caso di smarrimento delle carte di imbarco è ammesso il rimborso del biglietto previa autocertificazione dell incaricato di missione (corredata di copia del documento d identità), che deve riportare la data e il numero del volo. Si sottolinea, comunque, che la consegna delle carte d imbarco è necessaria e fondamentale ai fini del riconoscimento da parte della Commissione Europea della spesa del viaggio aereo nei progetti di ricerca comunitari, in quanto prova certa dell utilizzo del biglietto. 10. SONO RIMBORSABILI LE FEES DI PRENOTAZIONE PER I BIGLIETTI DI VIAGGIO? Sì, sono rimborsabili se documentate mediante presentazione della fattura dell agenzia viaggi o dell ente erogatore. 11. COSA ACCADE IN CASO DI SMARRIMENTO DEI DOCUMENTI DI VIAGGIO? Nel caso di smarrimento di documenti di viaggio, il rimborso è ammesso solo dietro presentazione di dichiarazione sostitutiva di atto notorio, resa ai sensi della vigente normativa, e/o autocertificazione dell incaricato della missione contenente: data, costo, tipologia del mezzo di trasporto e, nel caso di utilizzo dell aereo, numero del volo. Dovrà essere presentata anche una fotocopia della carta d identità. Si deve comunque produrre prova del pagamento. 12. COSA OCCORRE PRESENTARE PER IL RIMBORSO DEI BIGLIETTI DEL TRENO? Il rimborso è ammesso dietro presentazione dei biglietti cartacei o di fattura. Se i biglietti vengono acquistati on-line è necessario allegare il biglietto elettronico ricevuto via . Per il rimborso non è sufficiente la stampa della prenotazione o il riepilogo dell acquisto.

8 ANTICIPO MISSIONE 1. QUANDO E POSSIBILE RICHIEDERE UN ANTICIPO MISSIONE? È possibile chiedere un anticipo se sono soddisfatti tutti i seguenti requisiti: a. La missione deve avere una durata superiore alle 24 ore. b. La missione deve comportare una spesa non inferiore a 100,00 euro. c. La richiesta deve pervenire almeno 7 giorni prima della data prevista per l inizio della missione. d. E indispensabile la disponibilità del fondo/progetto su cui si intende spesare la missione. 2. SU QUALE MODULO VIENE FORMALIZZATA LA RICHIESTA DI ANTICIPO MISSIONE? Nella procedura on line e nel modulo cartaceo MODULO DI INCARICO ED AUTORIZZAZIONE MISSIONE è previsto un apposito campo/spazio riservato alla richiesta anticipo. 3. PER QUALI SPESE E PER QUALE IMPORTO E POSSIBILE RICHIEDERE L ANTICIPO MISSIONE? È possibile chiedere un anticipo per queste spese: Per le spese di viaggio (in questo caso occorre presentare una fotocopia dei biglietti di viaggio prenotati o già acquistati). Per i 2/3 delle spese di alloggio (in questo caso occorre presentare una fotocopia della prenotazione alberghiera). È possibile chiedere l anticipo missione fino a 7 giorni prima dell inizio della missione stessa. L anticipo verrà erogato all incaricato della missione da 7 giorni ad 1 giorno prima che la missione avrà inizio. 4. PUO CAPITARE CHE L INCARICATO DI MISSIONE DEBBA RESTITUIRE L ANTICIPO CORRISPOSTO? Sì, questo accade nel caso in cui: a. La missione non viene svolta. b. L importo ricevuto eccede le spese effettivamente sostenute. La restituzione dell anticipo deve avvenire con la massima tempestività e non oltre 30 giorni dall effettuazione della missione o dalla data in cui essa avrebbe dovuto aver inizio. DIARIA 1. E POSSIBILE PERCEPIRE LA DIARIA DURANTE IL PERIODO DI MISSIONE? Non è possibile, infatti: Per le missioni in Italia, la legge finanziaria 2006 ha abrogato la diaria a decorrere dal 1 gennaio Per le missioni all estero, l art.6 (comma 12) del decreto legge D.L. 31/5/2010 n.78 ha stabilito che, a decorrere dal 31 maggio 2010, le diarie per missioni all estero non sono più dovute. 2. COSA SI INTENDE PER DIARIA CONTO TERZI E QUAL È IL MASSIMALE DEL COMPENSO?

9 Per le missioni svolte in Italia o all estero effettuate in relazione a prestazioni per conto di terzi di ricerca, consulenza, didattica, di attività su commissione e rimborsate su fondi inerenti contributi e/o contratti attivati con enti che non indichino regole specifiche per il pagamento, è possibile, con autorizzazione da parte del titolare del fondo, corrispondere una diaria giornaliera che non può comunque superare la cifra di 200,00 al netto dei contributi di legge e di imposte. (art.4.5 del Regolamento)

INDICAZIONI GENERALI PER LE MISSIONI DIPARTIMENTO SEMeQ

INDICAZIONI GENERALI PER LE MISSIONI DIPARTIMENTO SEMeQ INDICAZIONI GENERALI PER LE MISSIONI DIPARTIMENTO SEMeQ Per missione si intende la prestazione di attività lavorativa in località distante almeno 10 km dalla sede di servizio, sia in territorio nazionale

Dettagli

REGOLAMENTO DI ATENEO PER LE MISSIONI DEL PERSONALE IUAV (modificato con decreto rettorale 24 marzo 2006, n. 452) INDICE

REGOLAMENTO DI ATENEO PER LE MISSIONI DEL PERSONALE IUAV (modificato con decreto rettorale 24 marzo 2006, n. 452) INDICE REGOLAMENTO DI ATENEO PER LE MISSIONI DEL PERSONALE IUAV (modificato con decreto rettorale 24 marzo 2006, n. 452) INDICE Articolo 1 (Ambito di applicazione) Articolo 2 (Incarico della missione) Articolo

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DELL INSUBRIA

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DELL INSUBRIA Art. 1 - Ambito di applicazione REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DELLE MISSIONI DI SERVIZIO 1. Per missione si intende la prestazione di una attività nell interesse istituzionale dell Ateneo, fuori dall abituale

Dettagli

REGOLAMENTO INTERNO DELLE MISSIONI DELL UNIVERSITÀ DELLA VALLE D AOSTA UNIVERSITÉ DE LA VALLÉE D AOSTE

REGOLAMENTO INTERNO DELLE MISSIONI DELL UNIVERSITÀ DELLA VALLE D AOSTA UNIVERSITÉ DE LA VALLÉE D AOSTE Emanato con Decreto Rettorale n. 50, prot. n. 2129/A13 del 16 giugno 2003 e s.m. e i. (D.R. n. 8, prot. n. 465/A3 del 21 gennaio 2010 e D.R. n. 88, prot. n. 6626/I3, del 24 luglio 2015). REGOLAMENTO INTERNO

Dettagli

MODALITA DI RIMBORSO SPESE DI MISSIONE.

MODALITA DI RIMBORSO SPESE DI MISSIONE. MODALITA DI RIMBORSO SPESE DI MISSIONE. Per ottenere il rimborso delle spese di missione, i componenti delle Commissioni di Valutazione Comparativa, Commissioni di Dottorato di Ricerca (esame finale e

Dettagli

VADEMECUM MISSIONI DEL PERSONALE STRUTTURATO AFFERENTE ALLE UADR DEL POLO (ESTRATTO DI NORMATIVE TECNICHE APPLICABILI)

VADEMECUM MISSIONI DEL PERSONALE STRUTTURATO AFFERENTE ALLE UADR DEL POLO (ESTRATTO DI NORMATIVE TECNICHE APPLICABILI) Pag. 1 di 11 VADEMECUM MISSIONI DEL PERSONALE STRUTTURATO AFFERENTE ALLE (ESTRATTO DI NORMATIVE TECNICHE APPLICABILI) Pag. 2 di 11 Indice 1. SCOPO E CAMPO DI APPLICAZIONE 2. MODALITA OPERATIVE 2.1. DEFINIZIONI

Dettagli

Università degli Studi di Torino

Università degli Studi di Torino Università degli Studi di Torino Direttore Amministrativo Vicario DECRETO RETTORALE N. 57 DEL 30/1/2004 OGGETTO: MODIFICA ART. 5 DEL REGOLAMENTO MISSIONI IL RETTORE Vista la legge 9 maggio 1989, n. 168,

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DEL TRATTAMENTO DI MISSIONE DEL PERSONALE DI ARPA PIEMONTE

REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DEL TRATTAMENTO DI MISSIONE DEL PERSONALE DI ARPA PIEMONTE REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DEL TRATTAMENTO DI MISSIONE DEL PERSONALE DI ARPA PIEMONTE Art. 1 - Oggetto CAPO I PRINCIPI GENERALI 1. Il presente regolamento, nel rispetto dei principi stabiliti in materia

Dettagli

Regolamento sul trattamento di missione del personale dipendente dell INFN sul territorio nazionale

Regolamento sul trattamento di missione del personale dipendente dell INFN sul territorio nazionale Regolamento sul trattamento di missione del personale dipendente dell INFN sul territorio nazionale Allegato alla delibera del Consiglio Direttivo n. 9941 del 20 dicembre 2006 Regolamento missioni sul

Dettagli

DISCIPLINARE PER MODULISTICA E DOCUMENTI DI SPESA CONSORZIO FUTURO in RICERCA (CFR)

DISCIPLINARE PER MODULISTICA E DOCUMENTI DI SPESA CONSORZIO FUTURO in RICERCA (CFR) DISCIPLINARE PER MODULISTICA E DOCUMENTI DI SPESA CONSORZIO FUTURO in RICERCA (CFR) Gli uffici del CFR rispettano il seguente orario di apertura al pubblico: dal lunedì al venerdì, dalle ore 8,30 alle

Dettagli

MEMORA DUM PER IL TRATTAME TO DI MISSIO E DEI COMPO E TI DELLE COMMISSIO I PER L ESAME FI ALE DEL DOTTORATO

MEMORA DUM PER IL TRATTAME TO DI MISSIO E DEI COMPO E TI DELLE COMMISSIO I PER L ESAME FI ALE DEL DOTTORATO MEMORA DUM PER IL TRATTAME TO DI MISSIO E DEI COMPO E TI DELLE COMMISSIO I PER L ESAME FI ALE DEL DOTTORATO Di seguito alcune specifiche inerenti il trattamento di missione spettante ai membri delle commissioni

Dettagli

Università degli Studi di Palermo

Università degli Studi di Palermo REGOLAMENTO PER IL TRATTAMENTO DI MISSIONE Testo approvato dal C. d. A. nella seduta del 20 luglio 2010 Art. 1 OBIETTIVI E SCOPI 1. Il presente regolamento disciplina le modalità amministrative per l autorizzazione

Dettagli

REGOLAMENTO DELLE MISSIONI E DEI RIMBORSI SPESE

REGOLAMENTO DELLE MISSIONI E DEI RIMBORSI SPESE REGOLAMENTO DELLE MISSIONI E DEI RIMBORSI SPESE (approvato nella seduta del Consiglio Direttivo del 27 novembre 2012) Indice 1) Oggetto e ambito di applicazione 2) Definizioni 3) Autorizzazione a svolgere

Dettagli

2 pasti per le missioni superiori alle 12 ore Spese alimentari qualora lo scontrino non riporti la descrizione dell alimento acquistato.

2 pasti per le missioni superiori alle 12 ore Spese alimentari qualora lo scontrino non riporti la descrizione dell alimento acquistato. 1 pasto per missioni non inferiori alle 8 ore Missioni svolte nel comune del proprio domicilio o presso la sede di servizio. (Art 3 lett. b) l. 836/1973) 2 pasti per le missioni superiori alle 12 ore Spese

Dettagli

Comune di Figino Serenza Provincia di Como REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DELLE TRASFERTE E RIMBORSO SPESE VIAGGIO SOSTENUTE DAI DIPENDENTI

Comune di Figino Serenza Provincia di Como REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DELLE TRASFERTE E RIMBORSO SPESE VIAGGIO SOSTENUTE DAI DIPENDENTI Comune di Figino Serenza Provincia di Como REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DELLE TRASFERTE E RIMBORSO SPESE VIAGGIO SOSTENUTE DAI DIPENDENTI IN VIGORE DAL 01.06.2012 INDICE Premessa Art. 1 Oggetto del regolamento

Dettagli

UNIVERSITA DEGLI STUDI DI PERUGIA REGOLAMENTO DELLE MISSIONI

UNIVERSITA DEGLI STUDI DI PERUGIA REGOLAMENTO DELLE MISSIONI UNIVERSITA DEGLI STUDI DI PERUGIA REGOLAMENTO DELLE MISSIONI ART. 1 AMBITO DI APPLICAZIONE 1. Il presente regolamento disciplina lo svolgimento delle missioni da parte del personale dipendente dell Università

Dettagli

ISTITUTO TUMORI GIOVANNI PAOLO II

ISTITUTO TUMORI GIOVANNI PAOLO II ALLEGATO ALLA DELIBERAZIONE n. del REGOLAMENTO DELLA MISSIONE E DEL SERVIZIO FUORI SEDE Riferimenti normativi - Legge 18/12/1973 n. 836 e s.m.i. (trattamento economico di missione dei dipendenti dello

Dettagli

Regolamento sulla disciplina dei rimborsi spese e delle trasferte in Italia ed all'estero dei componenti degli Organi camerali

Regolamento sulla disciplina dei rimborsi spese e delle trasferte in Italia ed all'estero dei componenti degli Organi camerali Regolamento sulla disciplina dei rimborsi spese e delle trasferte in Italia ed all'estero dei componenti degli Organi camerali Approvato con delibera della Giunta camerale n. 58 dd. 16.04.2012 Pubblicato

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DEI RIMBORSI DELLE SPESE SOSTENUTE DAL PERSONALE DIPENDENTE INVIATO IN MISSIONE

REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DEI RIMBORSI DELLE SPESE SOSTENUTE DAL PERSONALE DIPENDENTE INVIATO IN MISSIONE I REGOLAMENTI PROVINCIALI: N. 59 PROVINCIA DI PADOVA REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DEI RIMBORSI DELLE SPESE SOSTENUTE DAL PERSONALE DIPENDENTE INVIATO IN MISSIONE Approvato con D.G.P. in data 19.4.2012

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DELL INSUBRIA Via Ravasi 2-21100 Varese

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DELL INSUBRIA Via Ravasi 2-21100 Varese REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DELLE MISSIONI DI SERVIZIO Emanato con D.R. n. 6080 del 16.1.2004 Ultime modifiche apportate con D.R. Rep. n.1354/2013 dell 11/11/2013 In vigore dal 26/11/2013 REGOLAMENTO

Dettagli

ATC Siena. Regolamento Rimborsi Spese

ATC Siena. Regolamento Rimborsi Spese Art. 1 - Oggetto e definizioni ATC Siena Regolamento Rimborsi Spese 1. Il presente regolamento disciplina l incarico ed il rimborso spese delle missioni/trasferte dei membri del Comitato di Gestione (in

Dettagli

UNIVERSITA DEGLI STUDI DI MESSINA

UNIVERSITA DEGLI STUDI DI MESSINA UNIVERSITA DEGLI STUDI DI MESSINA REGOLAMENTO PER LE MISSIONI DEL PERSONALE DOCENTE E TECNICO AMMINISTRATIVO (D.R. n.430 del 16 marzo 2004) Art. 1 OBIETTIVI E SCOPI 1. Lo svolgimento delle missioni da

Dettagli

REGOLAMENTO RIMBORSO SPESE VIAGGI DOTTORANDI

REGOLAMENTO RIMBORSO SPESE VIAGGI DOTTORANDI REGOLAMENTO RIMBORSO SPESE VIAGGI DOTTORANDI DOTTORANDI CON BORSA Rimborso delle sole spese di viaggio (aereo treno) previa presentazione del titolo di viaggio in originale. Per i viaggi aerei, in caso

Dettagli

REGOLAMENTO MISSIONI E RIMBORSI SPESE IN ITALIA E ALL ESTERO

REGOLAMENTO MISSIONI E RIMBORSI SPESE IN ITALIA E ALL ESTERO REGOLAMENTO MISSIONI E RIMBORSI SPESE IN ITALIA E ALL ESTERO Personale dipendente Personale comandato (incluso il personale ex IRRE) Collaboratori con contratto di collaborazione coordinata e continuativa

Dettagli

Comune di Legnaro Provincia di Padova

Comune di Legnaro Provincia di Padova Comune di Legnaro Provincia di Padova REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DELLE TRASFERTE E RIMBORSO SPESE VIAGGIO SOSTENUTE DAI DIPENDENTI (Regolamento a latere del Regolamento sull Ordinamento Uffici e Servizi)

Dettagli

LLP - Lifelong Learning Programme Settore Erasmus Azione Teaching Staff (STA) Anno Accademico 2012/2013 VADEMECUM

LLP - Lifelong Learning Programme Settore Erasmus Azione Teaching Staff (STA) Anno Accademico 2012/2013 VADEMECUM LLP - Lifelong Learning Programme Settore Erasmus Azione Teaching Staff (STA) Anno Accademico 2012/2013 VADEMECUM Si riportano i seguenti adempimenti necessari ai fini della mobilità dei docenti per attività

Dettagli

TRATTAMENTO FISCALE DI MISSIONI E RIMBORSI SPESE

TRATTAMENTO FISCALE DI MISSIONI E RIMBORSI SPESE TRATTAMENTO FISCALE DI MISSIONI E RIMBORSI SPESE Si riporta di seguito una sintesi delle principali disposizioni normative riguardanti il trattamento di missione e i rimborsi spese. Per maggiori dettagli

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DELLE MISSIONI DEL PERSONALE CAMERALE

REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DELLE MISSIONI DEL PERSONALE CAMERALE REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DELLE MISSIONI DEL PERSONALE CAMERALE Ad delibera n. 59 dd. 16.04.2012 ART. 1 OGGETTO DEL REGOLAMENTO 1. Il presente regolamento disciplina la gestione delle missioni e del

Dettagli

TRAVEL & EXPENSES POLICY

TRAVEL & EXPENSES POLICY TRAVEL & EXPENSES POLICY Pag. 16 di 16 TRAVEL & EXPENSES POLICY Redatta Verificata Approvata Distribuita DIREZIONE DIRETTORE CDA DIREZIONE Versione n Del In vigore da 1.0 28/02/2012 01/03/2012 TRAVEL &

Dettagli

Università Ca Foscari Venezia REGOLAMENTO DI ATENEO PER LE MISSIONI

Università Ca Foscari Venezia REGOLAMENTO DI ATENEO PER LE MISSIONI Consiglio di Amministrazione del 24 settembre 2001 ALLEGATO al punto V - REGOLAMENTO DI ATENEO PER LE MISSIONI Università Ca Foscari Venezia REGOLAMENTO DI ATENEO PER LE MISSIONI ART. 1 OBIETTIVI E SCOPI

Dettagli

TRASFERTE NAZIONALI ED ESTERE DEL PERSONALE DI LIVELLO 1-7 E QUADRO (* )

TRASFERTE NAZIONALI ED ESTERE DEL PERSONALE DI LIVELLO 1-7 E QUADRO (* ) TRASFERTE NAZIONALI ED ESTERE DEL PERSONALE DI LIVELLO 1-7 E QUADRO (* ) NOZIONE DI TRASFERTA Si considerano in trasferta i dipendenti chiamati per motivi di servizio ad operare provvisoriamente fuori

Dettagli

ISTITUTO ZOOPROFILATTICO SPERIMENTALE PIEMONTE LIGURIA E VALLE D AOSTA. Via Bologna 148-10154 TORINO REGOLAMENTO DEL TRATTAMENTO DI MISSIONE

ISTITUTO ZOOPROFILATTICO SPERIMENTALE PIEMONTE LIGURIA E VALLE D AOSTA. Via Bologna 148-10154 TORINO REGOLAMENTO DEL TRATTAMENTO DI MISSIONE ISTITUTO ZOOPROFILATTICO SPERIMENTALE PIEMONTE LIGURIA E VALLE D AOSTA Via Bologna 148-10154 TORINO REGOLAMENTO DEL TRATTAMENTO DI MISSIONE Art. 1 OGGETTO Il presente regolamento si applica ai dipendenti

Dettagli

Allegato 1) alla deliberazione del Consiglio camerale n. 5 del 21 aprile 2015

Allegato 1) alla deliberazione del Consiglio camerale n. 5 del 21 aprile 2015 Allegato 1) alla deliberazione del Consiglio camerale n. 5 del 21 aprile 2015 Regolamento sulla disciplina delle trasferte in Italia ed all'estero dei componenti gli organi camerali e dei soggetti autorizzati

Dettagli

REGOLAMENTO MISSIONI E RIMBORSO SPESE

REGOLAMENTO MISSIONI E RIMBORSO SPESE REGOLAMENTO MISSIONI E RIMBORSO SPESE 1. Ambito di applicazione e norme generali 1. Il presente Regolamento disciplina, compatibilmente con la legislazione vigente, presupposti, modalità di conferimento

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DELLE TRASFERTE E RIMBORSO SPESE SOSTENUTE DAI DIPENDENTI

REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DELLE TRASFERTE E RIMBORSO SPESE SOSTENUTE DAI DIPENDENTI REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DELLE TRASFERTE E RIMBORSO SPESE SOSTENUTE DAI DIPENDENTI Approvato con deliberazione della Giunta Provinciale n. 26 del 27.02.2008 N.B. Vedi anche : 1 - Deliberazione Giunta

Dettagli

REGOLAMENTO PER L UTILIZZO DI MEZZI DI TRASPORTO E MODALITÀ DI RIMBORSO DELLE SPESE DI VIAGGIO

REGOLAMENTO PER L UTILIZZO DI MEZZI DI TRASPORTO E MODALITÀ DI RIMBORSO DELLE SPESE DI VIAGGIO REGOLAMENTO PER L UTILIZZO DI MEZZI DI TRASPORTO E MODALITÀ DI RIMBORSO DELLE SPESE DI VIAGGIO Art. 1 Definizione di trasferta, attività di servizio e di rimborso spese 1. Per trasferta si intende l'attività

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DELLE TRASFERTE E DEL RIMBORSO SPESE SOSTENUTE DAI DIPENDENTI

REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DELLE TRASFERTE E DEL RIMBORSO SPESE SOSTENUTE DAI DIPENDENTI I REGOLAMENTI PROVINCIALI: N. 59 PROVINCIA DI PADOVA REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DELLE TRASFERTE E DEL RIMBORSO SPESE SOSTENUTE DAI DIPENDENTI Approvato con D.G.P. in data 10.03.2003 n. 72 reg. e modificato

Dettagli

Normativa sulle trasferte e i relativi rimborsi delle spese della Federazione Motociclistica Italiana

Normativa sulle trasferte e i relativi rimborsi delle spese della Federazione Motociclistica Italiana Normativa sulle trasferte e i relativi rimborsi delle spese della Federazione Motociclistica Italiana Approvata dal Consiglio Federale n. 5 del 10-11 ottobre 2013 con deliberazione n. 157 1. STRUTTURA

Dettagli

INDENNITA DI TRASFERTA RIMBORSI SPESE - DIARIE. Cervignano - 13 novembre 2013 Dott. Giorgio Zerio

INDENNITA DI TRASFERTA RIMBORSI SPESE - DIARIE. Cervignano - 13 novembre 2013 Dott. Giorgio Zerio INDENNITA DI TRASFERTA RIMBORSI SPESE - DIARIE Cervignano - 13 novembre 2013 Dott. Giorgio Zerio Normativa e prassi Art.51 e 95 D.P.R. 22.12.1986 n. 917; Circ. Ag. Entrate 18.06.2011, n. 57; Circ. Ag.

Dettagli

REGOLAMENTO DELLE MISSIONI IN ITALIA E ALL ESTERO

REGOLAMENTO DELLE MISSIONI IN ITALIA E ALL ESTERO REGOLAMENTO DELLE MISSIONI IN ITALIA E ALL ESTERO INDICE Articolo 1 Ambito di applicazione Articolo 2 Autorizzazione della missione Articolo 3 Provvedimento di autorizzazione Articolo 4 Durata della missione

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DELLE TRASFERTE AL PERSONALE DIPENDENTE

REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DELLE TRASFERTE AL PERSONALE DIPENDENTE REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DELLE TRASFERTE AL PERSONALE DIPENDENTE Art. 1 - Oggetto del regolamento 1. Il presente regolamento ha per oggetto la disciplina del trattamento di trasferta e dei rimborsi

Dettagli

COSMOLAB REGOLAMENTO MISSIONI Consorzio per il supercalcolo, la modellistica computazionale e la gestione di grandi database

COSMOLAB REGOLAMENTO MISSIONI Consorzio per il supercalcolo, la modellistica computazionale e la gestione di grandi database ARTICOLO 1 Norme generali Col trattamento di missione il Consorzio persegue lo scopo di consentire il recupero delle spese al personale dipendente del Consorzio e dei consorziati, al personale a contratto,

Dettagli

Istituto di Scienze Umane e Sociali

Istituto di Scienze Umane e Sociali Istituto di Scienze Umane e Sociali Linee guida per le attività fuori sede degli allievi: richiesta di autorizzazione e di contributi Gli allievi dei corsi di perfezionamento possono richiedere alla Scuola

Dettagli

REGOLAMENTO PER L UTILIZZO DEI MEZZI COMUNALI, PER LA DISCIPLINA DELLE TRASFERTE E PER IL RIMBORSO DELLE SPESE DI VIAGGIO SOSTENUTE DAI DIPENDENTI

REGOLAMENTO PER L UTILIZZO DEI MEZZI COMUNALI, PER LA DISCIPLINA DELLE TRASFERTE E PER IL RIMBORSO DELLE SPESE DI VIAGGIO SOSTENUTE DAI DIPENDENTI REGOLAMENTO PER L UTILIZZO DEI MEZZI COMUNALI, PER LA DISCIPLINA DELLE TRASFERTE E PER IL RIMBORSO DELLE SPESE DI VIAGGIO SOSTENUTE DAI DIPENDENTI (Regolamento a latere del Regolamento sull Ordinamento

Dettagli

GRUPPO GIUDICI GARE LV/mcs Prot. n 10283 Roma, 16 Settembre 2013

GRUPPO GIUDICI GARE LV/mcs Prot. n 10283 Roma, 16 Settembre 2013 GRUPPO GIUDICI GARE LV/mcs Prot. n 10283 Roma, 16 Settembre 2013 Ai Giudici degli Albi Operativi Ai Giudici degli Elenchi Ai Fiduciari Regionali E p.c. Al Segretario Federale Loro Sedi Oggetto: Rimborsi

Dettagli

COMUNE DI DICOMANO Prov. di Firenze REGOLAMENTO PER IL RIMBORSO DELLE SPESE DI VIAGGIO SOSTENUTE DAGLI AMMINISTRATORI

COMUNE DI DICOMANO Prov. di Firenze REGOLAMENTO PER IL RIMBORSO DELLE SPESE DI VIAGGIO SOSTENUTE DAGLI AMMINISTRATORI COMUNE DI DICOMANO Prov. di Firenze REGOLAMENTO PER IL RIMBORSO DELLE SPESE DI VIAGGIO SOSTENUTE DAGLI AMMINISTRATORI Approvato con delibera del Consiglio Comunale n. 4 del 03/03/2015 Indice Art. 1 Oggetto

Dettagli

RIMBORSI E TRASFERTE

RIMBORSI E TRASFERTE Studio Associato Diana di Mauro Sottili e Angelo Pizzocri Consulenza del lavoro Crema, Giugno 2008 RIMBORSI E TRASFERTE DIPENDENTI - COLLABORATORI - AMMINISTRATORI Caratteristiche rimborsi e trasferte

Dettagli

entro 30 giorni dal termine dell attività CONTATTI Per informazioni e supporto, gli studenti possono fare riferimento a:

entro 30 giorni dal termine dell attività CONTATTI Per informazioni e supporto, gli studenti possono fare riferimento a: GUIDA ALLA PRIMA CALL SDS 2015 Per organizzare un attività culturale con il senato degli studenti è necessario innanzitutto partecipare alla call inviando la documentazione richiesta dall avviso entro

Dettagli

CENTRO DI SERVIZIO PER IL VOLONTARIATO DELLA PROVINCIA DI VENEZIA REGOLAMENTO DEI SERVIZI

CENTRO DI SERVIZIO PER IL VOLONTARIATO DELLA PROVINCIA DI VENEZIA REGOLAMENTO DEI SERVIZI CENTRO DI SERVIZIO PER IL VOLONTARIATO DELLA PROVINCIA DI VENEZIA REGOLAMENTO DEI SERVIZI 1. Campo di applicazione Il presente Regolamento ha per oggetto la gestione economica, anche in riferimento ai

Dettagli

RIMBORSI E TRASFERTE

RIMBORSI E TRASFERTE Studio Associato Diana di Mauro Sottili e Angelo Pizzocri Consulenza del lavoro Crema, Gennaio 2014 RIMBORSI E TRASFERTE DIPENDENTI - COLLABORATORI - AMMINISTRATORI Caratteristiche rimborsi e trasferte

Dettagli

COMUNE DI LARI Provincia di Pisa REGOLAMENTO DEL TRATTAMENTO ECONOMICO RELATIVO ALLE MISSIONI DEGLI AMMINISTRATORI E SPESE DI RAPPRESENTANZA

COMUNE DI LARI Provincia di Pisa REGOLAMENTO DEL TRATTAMENTO ECONOMICO RELATIVO ALLE MISSIONI DEGLI AMMINISTRATORI E SPESE DI RAPPRESENTANZA COMUNE DI LARI Provincia di Pisa REGOLAMENTO DEL TRATTAMENTO ECONOMICO RELATIVO ALLE MISSIONI DEGLI AMMINISTRATORI E SPESE DI RAPPRESENTANZA Approvato con delibera di Consiglio Comunale n. 83 del 29.11.2006

Dettagli

CIRCOLARE N. 10. Dipartimenti regionali. Agli Uffici di Gabinetto degli On.li Assessori regionali

CIRCOLARE N. 10. Dipartimenti regionali. Agli Uffici di Gabinetto degli On.li Assessori regionali Repubblica Italiana Regione Siciliana Assessorato dell Economia Dipartimento Regionale Bilancio e Tesoro RAGIONERIA GENERALE DELLA REGIONE SERVIZIO VIGILANZA Via Notarbartolo, 17 90141 Palermo Telefono

Dettagli

REGOLAMENTAZIONE PER I SERVIZI PRESTATI SU DESIGNAZIONE DEL GUG CENTRALE NUOTO TUFFI SINCRONIZZATO SALVAMENTO

REGOLAMENTAZIONE PER I SERVIZI PRESTATI SU DESIGNAZIONE DEL GUG CENTRALE NUOTO TUFFI SINCRONIZZATO SALVAMENTO REGOLAMENTAZIONE PER I SERVIZI PRESTATI SU DESIGNAZIONE DEL GUG CENTRALE NUOTO TUFFI SINCRONIZZATO SALVAMENTO 1 aprile 2009 1. TURNO DI SERVIZIO 1.1 Per un turno di servizio si intende quello prestato

Dettagli

Fisco & Contabilità La guida pratica contabile

Fisco & Contabilità La guida pratica contabile Fisco & Contabilità La guida pratica contabile N. 24 25.06.2014 Rimborsi spese a dipendenti e collaboratori Categoria: Bilancio e contabilità Sottocategoria: Varie Le spese sostenute dai dipendenti dell

Dettagli

Regolamento per la disciplina delle missioni e del rimborso delle spese sostenute dagli Amministratori comunali

Regolamento per la disciplina delle missioni e del rimborso delle spese sostenute dagli Amministratori comunali COMUNE DI OULX Regolamento per la disciplina delle missioni e del rimborso delle spese sostenute dagli Amministratori comunali approvato con deliberazione C.C. n. 15 del 11.05.2005 in vigore dal 12.06.2005

Dettagli

(Concertato con la delegazione sindacale di Area il 22/12/2008) (Delibera Giunta Comunale 211 del 30/12/2008)_)

(Concertato con la delegazione sindacale di Area il 22/12/2008) (Delibera Giunta Comunale 211 del 30/12/2008)_) AREA PERSONALE E ORGANIZZAZIONE Servizio Amministrazione del Personale Corso Garibaldi, 62 48022 Lugo Tel. 0545 38311 Fax 0545 38442 marinid@unione.labassaromagna.it REGOLAMENTO PER IL TRATTAMENTO DI TRASFERTA

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI ROMA TOR VERGATA Dipartimento di Studi di Impresa Governo Filosofia. RICHIESTA LIQUIDAZIONE TRASFERTA* (data..

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI ROMA TOR VERGATA Dipartimento di Studi di Impresa Governo Filosofia. RICHIESTA LIQUIDAZIONE TRASFERTA* (data.. UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI ROMA TOR VERGATA Dipartimento di Studi di Impresa Governo Filosofia 1 RICHIESTA LIQUIDAZIONE TRASFERTA* (data..) Parte riservata al Dipartimento - Trasferta n... Data.... Prot...

Dettagli

Allegato A - ELENCO DOCUMENTAZIONE RICHIESTA PROGETTI DI RICERCA INDUSTRIALE E SVILUPPO PRECOMPETITIVO

Allegato A - ELENCO DOCUMENTAZIONE RICHIESTA PROGETTI DI RICERCA INDUSTRIALE E SVILUPPO PRECOMPETITIVO Allegato A - ELENCO DOCUMENTAZIONE RICHIESTA PROGETTI DI RICERCA INDUSTRIALE E SVILUPPO PRECOMPETITIVO 1) SPESE RENDICONTATE IN A) Personale Per le spese A.1 Personale dipendente i documenti richiesti

Dettagli

C fv j; :-~l{ (~01. Disciplinare per il rimborso spese. Art 1 - Oggetto. Art 2 - Soggetti destinatari

C fv j; :-~l{ (~01. Disciplinare per il rimborso spese. Art 1 - Oggetto. Art 2 - Soggetti destinatari ) " l C fv j; :-~l{ (~01 Disciplinare per il rimborso spese Art 1 - Oggetto Il presente disciplinare intende regolamentare la procedura il rimborso delle spese di missione sostenute dai dipendenti della

Dettagli

Università degli Studi di Pavia REGOLAMENTO PER IL TRATTAMENTO DI MISSIONE

Università degli Studi di Pavia REGOLAMENTO PER IL TRATTAMENTO DI MISSIONE Università degli Studi di Pavia REGOLAMENTO PER IL TRATTAMENTO DI MISSIONE Emanato con Decreto Rettorale n. 2446/2011 del 15/12/2011 Pubblicato all'albo Ufficiale di Ateneo il 16/12/2011 In vigore dal

Dettagli

COMUNE DI ITRI (Provincia di Latina)

COMUNE DI ITRI (Provincia di Latina) COMUNE DI ITRI (Provincia di Latina) REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DELLE TRASFERTE E RIMBORSO SPESE VIAGGIO SOSTENUTE DAI DIPENDENTI (Regolamento a latere del Regolamento sull Ordinamento Uffici e Servizi)

Dettagli

COMUNE DI SANSEPOLCRO

COMUNE DI SANSEPOLCRO COMUNE DI SANSEPOLCRO REGOLAMENTO PER LE MISSIONI DEGLI AMMINISTRATORI COMUNALI Approvato con delibera del Consiglio comunale n. 231 del 23.12.1991 Modificato con delibera del Consiglio comunale n. 10

Dettagli

ISTITUTO AUTONOMO PER LE CASE POPOLARI DELLA PROVINCIA DI FOGGIA

ISTITUTO AUTONOMO PER LE CASE POPOLARI DELLA PROVINCIA DI FOGGIA ALLEGATO A ISTITUTO AUTONOMO PER LE CASE POPOLARI DELLA PROVINCIA DI FOGGIA REGOLAMENTO TRATTAMENTO DI MISSIONE DELIBERA DEL COMMISSARIO STRAORDINARIO N. 13 DEL 25.1.2011 Premessa Il presente regolamento

Dettagli

Delibera 281 Consiglio Federale Milano 17 dicembre 2011 NORME GENERALI SUI RIMBORSI AUTORIZZAZIONI

Delibera 281 Consiglio Federale Milano 17 dicembre 2011 NORME GENERALI SUI RIMBORSI AUTORIZZAZIONI Delibera 281 Consiglio Federale Milano 17 dicembre 2011 NORME GENERALI SUI RIMBORSI AUTORIZZAZIONI Tutte le trasferte, di qualsiasi natura, svolte da un soggetto federale, devono essere precedentemente

Dettagli

ANNUARIO SPORTIVO NAZIONALE 2015 APPENDICE 10 AL REGOLAMENTO SPORTIVO NAZIONALE RIMBORSI SPESE E TRATTAMENTI ECONOMICI

ANNUARIO SPORTIVO NAZIONALE 2015 APPENDICE 10 AL REGOLAMENTO SPORTIVO NAZIONALE RIMBORSI SPESE E TRATTAMENTI ECONOMICI ANNUARIO SPORTIVO NAZIONALE 2015 APPENDICE 10 AL REGOLAMENTO SPORTIVO NAZIONALE RIMBORSI SPESE E TRATTAMENTI ECONOMICI CRONOLOGIA MODIFICHE: ARTICOLO MODIFICATO DATA DI APPLICAZIONE DATA DI PUBBLICAZIONE

Dettagli

Versione: 02 del 03/03/2006. Procedura Rimborso Spese Impiegati Quadri Dirigenti. Pag. 1 di 14

Versione: 02 del 03/03/2006. Procedura Rimborso Spese Impiegati Quadri Dirigenti. Pag. 1 di 14 RIMBORSO SPESE IMPIEGATI - QUADRI - DIRIGENTI Pag. 1 di 14 INDICE 1. GENERALITA... 3 2. RIMBORSO DELLE SPESE SOSTENUTE.... 3 2.1. Principi generali....3 2.2. Definizione della richiesta...3 2.3. Modalità

Dettagli

PREMESSE DESTINATARI DEI CONTRIBUTI

PREMESSE DESTINATARI DEI CONTRIBUTI Allegato alla Delib.G.R. n. 43/14 del 28.10.2014 Direttive per la presentazione dei programmi di attività, per la ripartizione delle risorse tra le organizzazioni professionali agricole regionali e per

Dettagli

Articolo 1. Oggetto. Articolo 2. Norme di riferimento

Articolo 1. Oggetto. Articolo 2. Norme di riferimento PARCO NAZIONALE DELLO STELVIO REGOLAMENTO DISCIPLINANTE LE INDENNITÀ, I GETTONI DI PRESENZA E LE SPESE AI COMPONENTI DEGLI ORGANI (deliberazione del Consiglio Direttivo n. 55 del 27 novembre 2006) INDICE

Dettagli

REGOLAMENTO MISSIONI ARTICOLO 1. Norme generali

REGOLAMENTO MISSIONI ARTICOLO 1. Norme generali REGOLAMENTO MISSIONI ARTICOLO 1 Norme generali Col trattamento di missione il Consorzio persegue lo scopo di consentire il recupero delle spese al personale dipendente, al personale afferente, ai collaboratori

Dettagli

RIMBORSI SPESE RIMBORSI SPESE A DIPENDENTI/COLLABORATORI

RIMBORSI SPESE RIMBORSI SPESE A DIPENDENTI/COLLABORATORI Spett.le DITTA/ SOCIETÀ CIRCOLARE n. CF 29/2009 Come comunicato con la circolare CC 02/2006, Vi rinnoviamo la segnalazione che nella nuova veste del nostro sito internet www.studiosinergie.it, sono costantemente

Dettagli

Approvato con Deliberazione del Consiglio di Amministrazione n. 54 del 26 settembre 2011

Approvato con Deliberazione del Consiglio di Amministrazione n. 54 del 26 settembre 2011 Approvato con Deliberazione del Consiglio di Amministrazione n. 54 del 26 settembre 2011 REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DELLE TRASFERTE E RIMBORSO SPESE VIAGGIO SOSTENUTE DAI DIPENDENTI (Regolamento a latere

Dettagli

ALLEGATO II. Manuale per la gestione. delle Visite Preparatorie / Seminari di contatto

ALLEGATO II. Manuale per la gestione. delle Visite Preparatorie / Seminari di contatto PROGRAMMA DI APPRENDIMENTO PERMANENTE (2007 2013) 1 PROGRAMMA SETTORIALE LEONARDO DA VINCI VISITE PREPARATORIE / SEMINARI DI CONTATTO ALLEGATO II Manuale per la gestione delle Visite Preparatorie / Seminari

Dettagli

MINISTERO DELLA DIFESA

MINISTERO DELLA DIFESA Circolare Missioni Personale Civile. 2010 M_D GCIV prot. data 0070234 20/09/2010 Div.11 PARTENZA MINISTERO DELLA DIFESA DIREZIONE GENERALE PER IL PERSONALE CIVILE IV Reparto 11^ Divisione 2^ Sezione Dr.

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DELLE MODALITÀ DI CONFERIMENTO E DEL TRATTAMENTO ECONOMICO DEGLI INCARICHI DI MISSIONE (D.R. n. 204 del 9.6.

REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DELLE MODALITÀ DI CONFERIMENTO E DEL TRATTAMENTO ECONOMICO DEGLI INCARICHI DI MISSIONE (D.R. n. 204 del 9.6. REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DELLE MODALITÀ DI CONFERIMENTO E DEL TRATTAMENTO ECONOMICO DEGLI INCARICHI DI MISSIONE (D.R. n. 204 del 9.6.2014) Art. 1 Principi generali 1. Il presente regolamento disciplina

Dettagli

PROGRAMMA ERASMUS + AZIONE CHIAVE 1 (KA1)- ISTRUZIONE SUPERIORE VADEMECUM

PROGRAMMA ERASMUS + AZIONE CHIAVE 1 (KA1)- ISTRUZIONE SUPERIORE VADEMECUM MOBILITA INDIVIDUALE DEL PERSONALE PER FORMAZIONE PROGRAMMA ERASMUS + AZIONE CHIAVE 1 (KA1)- ISTRUZIONE SUPERIORE VADEMECUM Si riportano i seguenti adempimenti necessari ai fini della mobilità per formazione

Dettagli

Rev. 6 del 20.04.2012 - Reg. missioni. - Prete. REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DELLE MISSIONI DEL PERSONALE DELLA PROVINCIA DI BRINDISI

Rev. 6 del 20.04.2012 - Reg. missioni. - Prete. REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DELLE MISSIONI DEL PERSONALE DELLA PROVINCIA DI BRINDISI REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DELLE MISSIONI DEL PERSONALE DELLA PROVINCIA DI BRINDISI Approvato con deliberazione di Giunta Provinciale n. 74 del 25/5/2012 1 INDICE Art.1 Oggetto del regolamento....3

Dettagli

DECRETO DEL PRESIDENTE DELLA GIUNTA REGIONALE 6 giugno 2011, n. 631. b. dell art. 35 CCNL delle Regioni e delle Autonomie

DECRETO DEL PRESIDENTE DELLA GIUNTA REGIONALE 6 giugno 2011, n. 631. b. dell art. 35 CCNL delle Regioni e delle Autonomie 17792 Atti di Organi monocratici regionali DECRETO DEL PRESIDENTE DELLA GIUNTA REGIONALE 6 giugno 2011, n. 631 Disciplina per il trattamento di trasferta co. 6, art. 11, della Legge regionale 4 gennaio

Dettagli

La normativa delle missioni in Italia e all estero

La normativa delle missioni in Italia e all estero La normativa delle missioni in Italia e all estero Trattamento di Missione in Italia Fondamentalmente il trattamento di missione è regolato dalla L. 836 del 18/12/1973 e successive modificazioni, nonché

Dettagli

MAURIZIO MARTINI ENZO DRAPELLI partners

MAURIZIO MARTINI ENZO DRAPELLI partners MAURIZIO MARTINI ENZO DRAPELLI partners ragionieri commercialisti economisti d impresa valdagno (vi) via l. festari,15 tel. 0445/406758/408999 - fax 0445/408485 dueville (vi) - via g. rossi, 26 tel. 0444/591846

Dettagli

REGOLAMENTO MISSIONI

REGOLAMENTO MISSIONI REGOLAMENTO MISSIONI ART. 1 Norme generali Col trattamento di missione Conisma persegue lo scopo di consentire il recupero delle spese ai componenti degli Organi e dei componenti di Comitati o Commissioni,

Dettagli

REGOLAMENTO PER IL RIMBORSO DELLE SPESE DI VIAGGIO, VITTO E ALLOGGIO DEI: 3. PRESTATORI D OPERA OCCASIONALI

REGOLAMENTO PER IL RIMBORSO DELLE SPESE DI VIAGGIO, VITTO E ALLOGGIO DEI: 3. PRESTATORI D OPERA OCCASIONALI REGOLAMENTO PER IL RIMBORSO DELLE SPESE DI VIAGGIO, VITTO E ALLOGGIO DEI: 1. OMISSIS 2. OMISSIS 3. PRESTATORI D OPERA OCCASIONALI 4. OMISSIS Approvato con delibera del Consiglio istitutivo n. 7 del 15.04.1998

Dettagli

REGOLAMENTO PER LE MISSIONI E TRASFERTE DEL PERSONALE DELLA FONDAZIONE BRUNO KESSLER

REGOLAMENTO PER LE MISSIONI E TRASFERTE DEL PERSONALE DELLA FONDAZIONE BRUNO KESSLER REGOLAMENTO PER LE MISSIONI E TRASFERTE DEL PERSONALE DELLA FONDAZIONE BRUNO KESSLER Allegato n. XII/13 al Verbale del CdA della Fondazione Bruno Kessler dell 1 febbraio 2013 INDICE Art. 1 - Obiettivi

Dettagli

COMUNE DI BORGHI PROVINCIA DI FORLÌ CESENA REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DELLE MISSIONI E DEL RIMBORSO DELLE SPESE SOSTENUTE DAGLI AMMINISTRATORI

COMUNE DI BORGHI PROVINCIA DI FORLÌ CESENA REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DELLE MISSIONI E DEL RIMBORSO DELLE SPESE SOSTENUTE DAGLI AMMINISTRATORI COMUNE DI BORGHI PROVINCIA DI FORLÌ CESENA REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DELLE MISSIONI E DEL RIMBORSO DELLE SPESE SOSTENUTE DAGLI AMMINISTRATORI Approvato con deliberazione del Consiglio comunale n. 6

Dettagli

Approvato con Deliberazione del Consiglio Provinciale n. del

Approvato con Deliberazione del Consiglio Provinciale n. del REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DELLE MISSIONI RIMBORSO DELLE SPESE DI VIAGGIO E DI SOGGIORNO DEGLI AMMINISTRATORI E DEI DIPENDENTI DELLA PROVINCIA DI PAVIA Approvato con Deliberazione del Consiglio Provinciale

Dettagli

ISTITUTO DI ISTRUZIONE SUPERIORE V. BACHELET

ISTITUTO DI ISTRUZIONE SUPERIORE V. BACHELET Abbiategrasso, 13 dicembre 2012 Prot. n. 3920/A4 Spett.le Agenzia di Viaggi E.mail ALL ALBO WEB ALLA COMMISSIONE VIAGGI DI ISTRUZIONE ALLA COMMISSIONE ACQUISTI OGGETTO: Richiesta preventivi per viaggi

Dettagli

DISCIPLINA PER IL TRATTAMENTO DI TRASFERTE E RIMBORSI DI CONSIGLIERI D AMMINISTRAZIONE, DIPENDENTI, COLLABORATORI E CONSULENTI DELLA FONDAZIONE

DISCIPLINA PER IL TRATTAMENTO DI TRASFERTE E RIMBORSI DI CONSIGLIERI D AMMINISTRAZIONE, DIPENDENTI, COLLABORATORI E CONSULENTI DELLA FONDAZIONE DISCIPLINA PER IL TRATTAMENTO DI TRASFERTE E RIMBORSI DI CONSIGLIERI D AMMINISTRAZIONE, DIPENDENTI, COLLABORATORI E CONSULENTI DELLA FONDAZIONE APULIA FILM COMMISSION APPROVATO DAL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE

Dettagli

UNIVERSITA DEGLI STUDI DI BARI DIPARTIMENTO GESTIONE RISORSE FINANZIARIE AREA MISSIONI E COMPENSI PER COMMISSIONI CONCORSO SETTORE I MISSIONI E

UNIVERSITA DEGLI STUDI DI BARI DIPARTIMENTO GESTIONE RISORSE FINANZIARIE AREA MISSIONI E COMPENSI PER COMMISSIONI CONCORSO SETTORE I MISSIONI E UNIVERSITA DEGLI STUDI DI BARI DIPARTIMENTO GESTIONE RISORSE FINANZIARIE AREA MISSIONI E COMPENSI PER COMMISSIONI CONCORSO SETTORE I MISSIONI E COMPENSI COMMISSIONI Pag. 1 UNIVERSITA' DEGLI STUDI DI BARI

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DEL RIMBORSO DELLE SPESE DI VIAGGIO E DI SOGGIORNO SOSTENUTE DAGLI AMMINISTRATORI DELLA PROVINCIA DI RAVENNA

REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DEL RIMBORSO DELLE SPESE DI VIAGGIO E DI SOGGIORNO SOSTENUTE DAGLI AMMINISTRATORI DELLA PROVINCIA DI RAVENNA REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DEL RIMBORSO DELLE SPESE DI VIAGGIO E DI SOGGIORNO SOSTENUTE DAGLI AMMINISTRATORI DELLA PROVINCIA DI RAVENNA INDICE ART. 1 oggetto del regolamento ART. 2 definizione di missione

Dettagli

EQUITALIA POLIS S.p.A.

EQUITALIA POLIS S.p.A. EQUITALIA POLIS S.p.A. Gara d appalto comunitaria a procedura aperta, indetta ai sensi del D.Lgs. 163/06 e s.m.i., per l affidamento dei servizi di prenotazione e rilascio di titoli di viaggio (aerei,

Dettagli

Disciplinare interno per il rimborso delle spese di trasferta/missioni

Disciplinare interno per il rimborso delle spese di trasferta/missioni PROGRAMMA OPERATIVO NAZIONALE RICERCA E COMPETITIVITÀ 2007-2013 (CCI: 2007IT161PO006) Disciplinare interno per il rimborso delle spese di trasferta/missioni Criteri generali, profili autorizzativi, regole

Dettagli

Regolamento aziendale

Regolamento aziendale Regolamento aziendale Premessa Scopo di tale regolamento è la definizione dei criteri secondo i quali Cooperativa Sociale Società Dolce intende trattare il riconoscimento delle spese connesse all utilizzo

Dettagli

REGOLAMENTO DELLE MISSIONI E DEI RIMBORSI SPESE

REGOLAMENTO DELLE MISSIONI E DEI RIMBORSI SPESE REGOLAMENTO DELLE MISSIONI E DEI RIMBORSI SPESE INDICE Pag. Art. 1 Oggetto e ambito di applicazione 2 Art. 2 Definizioni 3 Art. 3 Incarico e autorizzazione di missione 3 Art. 4 Durata della missione e

Dettagli

spesa ai sensi dell art. 16, comma 3, lettera h dello Statuto regionale dell'anci LOMBARDIA coordinato secondo le decisioni assunte dal

spesa ai sensi dell art. 16, comma 3, lettera h dello Statuto regionale dell'anci LOMBARDIA coordinato secondo le decisioni assunte dal Regolamento delle indennità, dei gettoni di presenza e dei rimborsi spesa ai sensi dell art. 16, comma 3, lettera h dello Statuto regionale dell'anci LOMBARDIA coordinato secondo le decisioni assunte dal

Dettagli

UFFICIO MISSIONI Tel 031/2389450-52 Fax 031/23894-59 INCARICO DI MISSIONE PERSONALE DIPENDENTE...

UFFICIO MISSIONI Tel 031/2389450-52 Fax 031/23894-59 INCARICO DI MISSIONE PERSONALE DIPENDENTE... Ministero dell Università e della Ricerca Università degli Studi dell Insubria UFFICIO MISSIONI Tel 031/2389450-52 Fax 031/23894-59 Ufficio di:.. INCARICO DI MISSIONE PERSONALE DIPENDENTE Al Sig./ Dott

Dettagli

REGOLAMENTO DELLE MISSIONI PER IL PERSONALE DIPENDENTE E NON DIPENDENTE DELL' UNIVERSITÀ' DEGLI STUDI DI GENOVA

REGOLAMENTO DELLE MISSIONI PER IL PERSONALE DIPENDENTE E NON DIPENDENTE DELL' UNIVERSITÀ' DEGLI STUDI DI GENOVA REGOLAMENTO DELLE MISSIONI PER IL PERSONALE DIPENDENTE E NON DIPENDENTE DELL' UNIVERSITÀ' DEGLI STUDI DI GENOVA ALL. A ART. 1 - OBIETTIVI, SCOPI ED IMPUTAZIONE DELLE SPESE (1) Il presente regolamento disciplina

Dettagli

Prot. 1271 Roma, 17 Febbraio 2009

Prot. 1271 Roma, 17 Febbraio 2009 Prot. 1271 Roma, 17 Febbraio 2009 Ai Sigg. Presidenti delle Associazioni Cronometristi Ai Sigg. Consiglieri Federali Ai Sigg. Presidenti dei Comitati Regionali Ai Sigg. Delegati Provinciali con funzioni

Dettagli

REGOLAMENTO ECONOMALE PER L ACQUISTO DI BENI E SERVIZI

REGOLAMENTO ECONOMALE PER L ACQUISTO DI BENI E SERVIZI REGOLAMENTO ECONOMALE PER L ACQUISTO DI BENI E SERVIZI Principi generali Il Centro Servizi VOL.TO al fine di improntare la propria gestione a principi di trasparenza ed economicità, procede all acquisto

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DELLE MISSIONI, DELL ASSICURAZIONE DEI CONSIGLIERI E DEL RIMBORSO DELLE SPESE SOSTENUTE DAGLI AMMINISTRATORI.

REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DELLE MISSIONI, DELL ASSICURAZIONE DEI CONSIGLIERI E DEL RIMBORSO DELLE SPESE SOSTENUTE DAGLI AMMINISTRATORI. Fondazione Caorle Città dello Sport Via Roma, 26 30021 CAORLE (VE) tel 0421.219264 fax 0421.219302 F o n d a z i o n e P.IVA/C.F. 03923230274 REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DELLE MISSIONI, DELL ASSICURAZIONE

Dettagli

All interno dei Progetti Integrati di Filiera (PIF)

All interno dei Progetti Integrati di Filiera (PIF) Programma di Sviluppo Rurale 2014/2020 Reg. (CE) 1305/2013 Regione Toscana Bando Sottomisura 16.2 Sostegno a progetti pilota e di cooperazione All interno dei Progetti Integrati di Filiera (PIF) OBIETTIVO

Dettagli

Oggetto: Apertura Campagna Incentivi liberiamo l Aria 2009 - Comune di Ravenna.

Oggetto: Apertura Campagna Incentivi liberiamo l Aria 2009 - Comune di Ravenna. Oggetto: Apertura Campagna Incentivi liberiamo l Aria 2009 - Comune di Ravenna. Gentili imprenditori, con la presente siamo a comunicarvi che, a partire dal 19 maggio 2009, si sono riaperti gli incentivi

Dettagli