Programmazione ad oggetti

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Programmazione ad oggetti"

Transcript

1 DAIS Univ. Ca' Foscari Venezia Programmazione ad oggetti Samuel Rota Bulò

2 Ereditarietà E' un meccanismo per estendere le funzionalità di una classe con nuovi campi e nuovi metodi Chiamiamo superclasse: la classe che viene estesa sottoclasse: la classe che estende Esempi: una classe Rettangolo può essere sottoclasse di una classe Poligono. Una classe ContoDeposito può essere sottoclasse di una classe ContoCorrente public class NomeSottoClasse extends NomeSuperClasse{ //nuovi campi //nuovi costruttori //nuovi metodi

3 Ereditarietà vs interfacce Estendere una classe è diverso da implementare un'interfaccia In entrambi i casi otteniamo delle nuove relazioni di sottotipo Interfacce rappresentano le classi che le implementano e altre interfacce che le estendono Le classi rappresentano le sottoclassi che le estendono Differiscono perché Una sottoclasse eredita l'implementazione dei metodi e i campi della superclasse riuso del codice

4 Ereditarietà Estendiamo una classe allo scopo di aggiungere delle funzionalità mancanti o modificare alcune funzionalità della superclasse. Nella definizione di una sottoclasse inseriamo ciò che cambia rispetto alla superclasse. Dalla superclasse ereditiamo tutti i campi ed i metodi ma possiamo accedervi solo se non sono privati. Come possiamo modificare la funzionalità di una superclasse? Ridefinendo l'implementazione di un metodo della superclasse (overriding) Aggiungendo nuovi metodi I nuovi metodi/costruttori aggiunti sono utilizzabili solo su oggetti della sottoclasse.

5 Overriding Effettuiamo l'overriding di un metodo se nella sottoclasse ritroviamo un metodo con: la stessa firma di un metodo della superclasse livello di accesso maggiore o uguale

6 Visibilità Tutti i campi e i metodi di una superclasse sono ereditati automaticamente nella sottoclasse Sono visibili però solo i campi/metodi non privati. La sottoclasse può definire nuovi campi/metodi che non sono presenti nella superclasse e questi saranno accessibili dalla sottoclasse e non dalla superclasse. Un campo di una sottoclasse può avere lo stesso nome di un campo della superclasse Il campo della sottoclasse maschera il campo della superclasse Possiamo riferirci esplicitamente dalla sottoclasse a campi, metodi, costruttori della superclasse usando la keyword super

7 public class BankAccount { private double balance; Esempio public BankAccount(){ public BankAccount(double initial){ balance=initial; public void deposit(double ammount){ balance+=ammount; public void withdraw(double ammount){ balance =ammount; public double getbalance(){ return balance;

8 Esempio public class SavingsAccount extends BankAccount { public SavingsAccount(double interestrate) { this.interestrate=interestrate; public double getinterestrate() { return interestrate; private double interestrate;

9 Esempio BankAccount account=new BankAccount(10); System.out.println(account.getBalance()); //stampa 10 System.out.println(account.getInterestRate()); //ERRORE! SavingsAccount account2=new SavingsAccount(2); System.out.println(account2.getBalance()); //stampa 0 System.out.println(account2.getInterestRate()); //stampa 2 account=account2; account.deposit(100); System.out.println(account.getInterestRate()); //ERRORE! System.out.println(account.getBalance()); //stampa 100 System.out.println(account2.getBalance()); //stampa 100

10 Esempio public class CheckingAccount extends BankAccount{ private static final int FREE_TRANSACTIONS = 3; private static final double TRANSACTION_FEE = 2.0; private int transactioncount; public void deposit(double ammount){ ++transactioncount; balance+=ammount; //ERRORE: balance non visibile deposit(ammount); //ERRORE: loop! super.deposit(ammount); //ok! public void withdraw(double ammount){ ++transactioncount; super.withdraw(ammount); public void deductfees(){ if(transactioncount>free_transactions){ double fee=transaction_fee*(transactioncount FREE_TRANSACTIONS); super.withdraw(fee); transactioncount=0; public int gettransactioncount(){ return transactioncount;

11 Costruttori di sottoclassi Il costruttore di una sottoclasse provvede ad inizializzare i campi delle istanze della sottoclasse Per inizializzare i campi della superclasse all'interno di un costruttore della sottoclasse possiamo invocare il costruttore della superclasse esplicitamente: mettendo super(parametri); come primo comando implicitamente: se non invocato esplicitamente, il compilatore provvede ad inserire la chiamata super() al costruttore di default della superclasse. Se quest'ultimo non esiste abbiamo un errore di compilazione. Sebbene accessibili dalla sottoclasse, i costruttori della superclasse non sono utilizzabili per istanziare un oggetto della sottoclasse.

12 Esempio public class SavingsAccount extends BankAccount { public SavingsAccount(double balance, double interestrate) { super(balance); //invoca il costruttore della superclasse this.interestrate=interestrate; public double getinterestrate() { return interestrate; private double interestrate; SavingsAccount account=new SavingsAccount(10,2); System.out.println(account.getBalance()); //stampa 10 System.out.println(account.getInterestRate()); //stampa 2 SavingsAccount account2=new SavingsAccount(); //ERRORE! SavingsAccount account2=new SavingsAccount(10); //ERRORE!

13 Conversione di tipo Ogni sottoclasse è sottotipo della superclasse. Possiamo assegnare ad una variabile di una classe un riferimento che ha come tipo una sua sottoclasse. Non è possibile assegnare ad una variabile di una classe un riferimento di tipo superclasse, salvo esplicito casting. Con l'operatore instanceof possiamo verificare in anticipo se il casting andrà a buon fine BankAccount baccount=new BankAccount(10); SavingsAccount saccount=new SavingsAccount(10,2); CheckingAccount caccount=new CheckingAccount(); BankAccount account=caccount; //ok saccount=caccount; //ERRORE compile time! caccount=baccount; //ERRORE compile time! caccount=(checkingaccount) baccount; //ERRORE run time! caccount=(checkingaccount) account; //ok account=saccount; //ok System.out.println(((SavingsAccount) account).getinterestrate()); //stampa 2

14 public class BankAccount {... Esempio public void transfer(double ammount, BankAccount recipient){ withdraw(ammount); recipient.deposit(ammount); SavingsAccount account=new SavingsAccount(10,2); BankAccount account2=new BankAccount(100); account2.transfer(10,account); System.out.println(account.getBalance()); //cosa stampa? System.out.println(account2.getBalance()); //cosa stampa?

15 Polimorfismo dynamic dispatch Stesso meccanismo visto per le interfacce Quando invochiamo un metodo di una variabile di una certa classe: il metodo deve esistere nella classe che è tipo statico della variabile e i tipi dei parametri passati devono essere compatibili con quelli del metodo L'implementazione del metodo che verrà invocato è determinato in base al tipo dinamico della variabile CheckingAccount account=new CheckingAccount(100); System.out.println(account.getTransactionCount()); //stampa 0 account.withdraw(10); System.out.println(account.getTransactionCount()); //stampa 1 BankAccount baccount=account; baccount.withdraw(10); System.out.println(account.getTransactionCount()); //cosa stampa? BankAccount account2=new BankAccount(10); account2.transfer(5,account); System.out.println(account.getTransactionCount()); //cosa stampa?

16 Esempio public class A{ public void m(double d){system.out.println( A.m(double) ); public void m(int i){system.out.println( A.m(int) ); public void m(int i, float f){system.out.println( A.m(int,float) ); public void m(float f, int i){system.out.println( A.m(float,int) ); public class B extends A{ public void m(double d){system.out.println( B.m(double) ); public void m(string s){system.out.println( B.m(string) ); public class Test{ public static void main(string args[]){ B b=new B(); A a=new B(); b.m(1); //cosa stampa? b.m(1.2); //cosa stampa? a.m(1); //cosa stampa? a.m(1.2); //cosa stampa? a.m( prova ); //cosa stampa? a=new A(); a.m(1); //cosa stampa? a.m(1.2); //cosa stampa? ((B) a).m(1.1); //cosa stampa? a.m(1,1); //cosa stampa?

Parola chiave extends

Parola chiave extends Il Linguaggio Java Ereditarietà Ereditarietà L'ereditarietà permette di creare nuove classi sulla base di classi esistenti In particolare, permette di riusare il codice (metodi e campi); aggiungere nuovi

Dettagli

public BankAccount() { balance = 0; } public BankAccount(double initialbalance) { balance = initialbalance; }

public BankAccount() { balance = 0; } public BankAccount(double initialbalance) { balance = initialbalance; } Il Linguaggio Java Le interfacce La classe BankAccount public class BankAccount { public BankAccount() { balance = 0; public BankAccount(double initialbalance) { balance = initialbalance; public void deposit(double

Dettagli

Esempio: il conto bancario

Esempio: il conto bancario Ereditarietà Prof. Francesco Scarcello D.E.I.S., Università della Calabria Corso di Informatica 2 Esempio: il conto bancario public class BankAccount { public BankAccount() { balance = 0; public BankAccount(double

Dettagli

Polimorfismo dynamic dispatch

Polimorfismo dynamic dispatch Polimorfismo dynamic dispatch Il tipo di una variabile non determina in modo univoco il tipo dell oggetto che la variabile riferisce Meccanismo già discusso per le interfacce Ogni variabile ha due tipi

Dettagli

Esempi al calcolatore su: 1) Costruttori ed ereditarietà 2) Subtyping e polimorfismo

Esempi al calcolatore su: 1) Costruttori ed ereditarietà 2) Subtyping e polimorfismo Esempi al calcolatore su: 1) 2) Subtyping e polimorfismo 1 Esempio 1: 2 Introduzione Java prevede due automatismi legati ai costruttori: Se una classe non ha costruttori viene creato automaticamente il

Dettagli

Esempio 2: Subtyping

Esempio 2: Subtyping Esempio 2: Subtyping 22 Subclassing e subtyping Fino ad ora abbiamo trattato l ereditarietà come strumento che consente il riuso flessibile di classi già esistenti mediante l aggiunta o la ridefinizione

Dettagli

DataSet. ... public BankAccount getmaximum() { return x; }... private BankAccount maximum;... } DataSet

DataSet. ... public BankAccount getmaximum() { return x; }... private BankAccount maximum;... } DataSet DataSet DataSetadd DataSet BankAccount public class DataSetBankAccount { public void add(bankaccount x) { sum = sum + x.getbalance(); if (count == 0 maximum.getbalance() < x.getbalance()) maximum = x;

Dettagli

Corso di Algoritmi e Strutture dati Programmazione Object- Oriented in Java (Parte I)

Corso di Algoritmi e Strutture dati Programmazione Object- Oriented in Java (Parte I) Corso di Algoritmi e Strutture dati Programmazione Object- Oriented in Java (Parte I) Ing. Gianluca Caminiti Sommario ( OOP ) Programmazione Object-Oriented Incapsulamento, Ereditarietà, Polimorfismo Richiami

Dettagli

Subtype Polymorphism. Conversioni di tipo. Conversioni di tipo. Subtyping. Conversioni di tipo. Interfacce e subtype polimorfismo

Subtype Polymorphism. Conversioni di tipo. Conversioni di tipo. Subtyping. Conversioni di tipo. Interfacce e subtype polimorfismo Subtype Polymorphism Interfacce e subtype polimorfismo Tipi, sottotipi e conversioni di tipo Polimorfismo e dinamic dispatch Conversioni di tipo Variabile: locazione con un tipo associato Tipo della variabile

Dettagli

E' un meccanismo per estendere classi esistenti, aggiungendo altri metodi e campi.

E' un meccanismo per estendere classi esistenti, aggiungendo altri metodi e campi. Ereditarietà Ereditarietà E' un meccanismo per estendere classi esistenti, aggiungendo altri metodi e campi. class SavingsAccount extends BankAccount nuovi metodi nuove vbl istanza Tutti i metodi e le

Dettagli

SavingsAccount. BankAccount

SavingsAccount. BankAccount BankAccount public class BankAccount { private double balance; public BankAccount(){ this(0); public BankAccount(double initialbalance) { balance = initialbalance; public void deposit(double amount) {

Dettagli

Il Linguaggio Java. Le interfacce

Il Linguaggio Java. Le interfacce Il Linguaggio Java Le interfacce Ordinamento dei conti PROBLEMA: si vogliono ordinare i libretti di risparmio (SavingsAccount) in base al loro tasso di interesse REQUISITO: La classe dovrebbe essere ordinabile,

Dettagli

Programmazione Java Avanzata Programmazione Object- Oriented in Java

Programmazione Java Avanzata Programmazione Object- Oriented in Java Programmazione Java Avanzata Programmazione Object- Oriented in Java Ing. Gianluca Caminiti Testi di Riferimento (Java) Cay Horstmann Concetti di informatica e fondamenti di Java Apogeo, 2007 (Versione

Dettagli

Linguaggi di Programmazione II Matricole con le due ultime cifre dispari

Linguaggi di Programmazione II Matricole con le due ultime cifre dispari Cognome e Nome: Numero di Matricola: Spazio riservato alla correzione 1 2 3 4 5 6 totale /5 /10 /10 /30 /25 /20 /100 Non usare altri fogli, usare solo lo spazio sottostante. Fogli differenti da questo

Dettagli

Polimorfismo. Un tipo numerico può sempre essere esteso a un altro tipo numerico se più generale. ad esempio int double.

Polimorfismo. Un tipo numerico può sempre essere esteso a un altro tipo numerico se più generale. ad esempio int double. Polimorfismo Superclassi e sottoclassi sono costrutti distinti (le ultime poi ereditano metodi dalle prime). Però la potenza dell ereditarietà sta nel consentire a oggetti delle sottoclassi di fungere

Dettagli

Ereditarietà (ultima)

Ereditarietà (ultima) Ereditarietà (ultima) Classi astratte Un ibrido tra classi e interfacce Hanno alcuni metodi implementati normalmente, altri astratti Un metodo astratto non ha implementazione abstract class AccountTransaction...

Dettagli

Variabili e Parametri. Scope, Lifetime Inizializzazione

Variabili e Parametri. Scope, Lifetime Inizializzazione Variabili e Parametri Scope, Lifetime Inizializzazione Categorie di Variabili Variabili di istanza / campi saldo in BankAccount Variabili locali newsaldo nel metodo deposita() Parametri importo per il

Dettagli

Variabili e Parametri

Variabili e Parametri Variabili e Parametri Scope, Lifetime Inizializzazione Categorie di Variabili Variabili di istanza / campi saldo in BankAccount Variabili locali newsaldo nel metodo deposita() Parametri importo per il

Dettagli

Corso di Laurea in Bioinformatica Dipartimento di Informatica - Università di Verona

Corso di Laurea in Bioinformatica Dipartimento di Informatica - Università di Verona di Corso di Laurea in Bioinformatica Dipartimento di Informatica - Università di Verona su Sommario di su di di di su Astrazione sugli oggetti di su Il concetto di classe Classe: realizza l astrazione

Dettagli

Programmazione orientata agli oggetti Subtyping e polimorfismo

Programmazione orientata agli oggetti Subtyping e polimorfismo Programmazione orientata agli oggetti Subtyping e polimorfismo Fondamenti di Informatica L-B 1 Subclassing e subtyping Fino ad ora abbiamo trattato l ereditarietà come strumento che consente il riuso flessibile

Dettagli

Programmazione orientata agli oggetti La classe Object, metodi e classi final, this. Object

Programmazione orientata agli oggetti La classe Object, metodi e classi final, this. Object Programmazione orientata agli oggetti La classe, metodi e classi final, this 1 La classe Negli esempi fatti nella prima parte del corso abbiamo definito alcune classi, per esempio Counter e Orologio, senza

Dettagli

L ereditarieta` Riuso del software: Ereditarieta`, Composizione, Polimorfismo e Binding Dinamico Ereditarietà Ereditarietà

L ereditarieta` Riuso del software: Ereditarieta`, Composizione, Polimorfismo e Binding Dinamico Ereditarietà Ereditarietà L ereditarieta` Programmazione in Rete e Laboratorio Matteo Baldoni Dipartimento di Informatica Universita` degli Studi di Torino C.so Svizzera, 185 I-10149 Torino Riuso del software: Ereditarieta`, Composizione,

Dettagli

18 - Classi parzialmente definite: Classi Astratte e Interfacce

18 - Classi parzialmente definite: Classi Astratte e Interfacce 18 - Classi parzialmente definite: Classi Astratte e Interfacce Programmazione e analisi di dati Modulo A: Programmazione in Java Paolo Milazzo Dipartimento di Informatica, Università di Pisa http://www.di.unipi.it/

Dettagli

Interfacce, Polimorfismo, Ereditarietà

Interfacce, Polimorfismo, Ereditarietà Interfacce, Polimorfismo, Ereditarietà Interfacce Polimorfismo Ereditarietà 1 DataSet Riconsideriamo la classe DataSet Semplicemente si può aggiungere ad un oggetto DataSet dei valori con un metodo add

Dettagli

Oggetti. Oggetti e classi. Utilizzo di classi. Classe

Oggetti. Oggetti e classi. Utilizzo di classi. Classe Oggetti Oggetti e classi Oggetto: entità che può essere manipolata nel programma mediante l invocazione di metodi Black box dotato di:! Interfaccia pubblica " Metodi visibili " Comportamento dell oggetto!

Dettagli

Programmazione orientata agli oggetti Ereditarietà

Programmazione orientata agli oggetti Ereditarietà Programmazione orientata agli oggetti Ereditarietà Fondamenti di Informatica L-B 1 Programmazione basata su oggetti Il modello visto finora costituisce un sottoinsieme del modello orientato agli oggetti

Dettagli

Programmazione orientata agli oggetti La classe Object, metodi e classi final, this. Object

Programmazione orientata agli oggetti La classe Object, metodi e classi final, this. Object Programmazione orientata agli oggetti La classe, metodi e classi final, this 1 La classe Negli esempi fatti nella prima parte del corso abbiamo definito alcune classi, per esempio Counter e Orologio, senza

Dettagli

Programmazione a Oggetti Lezione 7. Il linguaggio Java: aspetti generali

Programmazione a Oggetti Lezione 7. Il linguaggio Java: aspetti generali Programmazione a Oggetti Lezione 7 Il linguaggio Java: aspetti generali Sommario Obiettivi di JAVA Portabilità: produrre codice eseguibile su più piattaforme (JVM) Affidabilità: Evitare il più possibile

Dettagli

A. Lorenzi, A. Rizzi Java. Programmazione ad oggetti e applicazioni Android Istituto Italiano Edizioni Atlas

A. Lorenzi, A. Rizzi Java. Programmazione ad oggetti e applicazioni Android Istituto Italiano Edizioni Atlas Classi e oggetti A. Lorenzi, A. Rizzi Java. Programmazione ad oggetti e applicazioni Android Istituto Italiano Edizioni Atlas Oggetti La programmazione orientata agli oggetti, OOP (Object-Oriented Programming),

Dettagli

RETI DI CALCOLATORI Linguaggio Java: Ereditarietà

RETI DI CALCOLATORI Linguaggio Java: Ereditarietà Università degli Studi di Modena e Reggio Emilia Facoltà di Ingegneria Reggio Emilia CORSO DI RETI DI CALCOLATORI Linguaggio Java: Ereditarietà Prof. Franco Zambonelli Lucidi realizzati in collaborazione

Dettagli

Modificatori di visibilità

Modificatori di visibilità Modificatori di visibilità Attenzione nell overriding dei metodi: la restrizione di visibilità può essere allentata, ma mai resa più restrittiva. In particolare non si può ridefinire come privato un metodo

Dettagli

La classe java.lang.object

La classe java.lang.object La classe java.lang.object In Java: Gerarchia di ereditarietà semplice Ogni classe ha una sola super-classe Se non viene definita esplicitamente una super-classe, il compilatore usa la classe predefinita

Dettagli

Esempi in Java di program.ne O-O

Esempi in Java di program.ne O-O Esempi in Java di program.ne O-O Ereditarietà Polimorfismo statico e dinamico Esercitazione laboratorio Interfaccia Comparable e Comparator 1 Gerarchia di ereditarietà Persona IS_A Docente Studente Tecnico

Dettagli

Esercizio 6 Realizzare una classe astratta per le Figure piane e due sottoclassi, la sottoclasse Quadrato e la sottoclasse Rettangolo.

Esercizio 6 Realizzare una classe astratta per le Figure piane e due sottoclassi, la sottoclasse Quadrato e la sottoclasse Rettangolo. Esercizio 6 Realizzare una classe astratta per le Figure piane e due sottoclassi, la sottoclasse Quadrato e la sottoclasse Rettangolo. public abstract class FiguraPiana2{ private double base; public FiguraPiana2(double

Dettagli

Proprietà delle Classi e degli Oggetti in Java

Proprietà delle Classi e degli Oggetti in Java Fondamenti di Informatica Proprietà delle Classi e degli Oggetti in Java Fondamenti di Informatica - D. Talia - UNICAL 1 Proprietà object-oriented di Java Definendo le caratteristiche e le operazioni di

Dettagli

Programmazione ad oggetti

Programmazione ad oggetti DAIS Univ. Ca' Foscari Venezia Programmazione ad oggetti Samuel Rota Bulò Classi astratte Le classi astratte sono un ibrido tra le classi concrete e le interfacce. Hanno le stesse caratteristiche di una

Dettagli

Programmazione a Oggetti e JAVA. Prof. B.Buttarazzi A.A. 2012/2013

Programmazione a Oggetti e JAVA. Prof. B.Buttarazzi A.A. 2012/2013 Programmazione a Oggetti e JAVA Prof. B.Buttarazzi A.A. 2012/2013 Sommario Paradigma O.O. Oggetti e Classi Ereditarietà Paradigma Object-Oriented Il paradigma O.O. si ispira all ambiente che ci circonda,

Dettagli

Riassunto: cos è la OOP? classi astratte, interfacce, classi interne. Scaletta. Figura con area()? Figura senza area()? Stefano Mizzaro 1.

Riassunto: cos è la OOP? classi astratte, interfacce, classi interne. Scaletta. Figura con area()? Figura senza area()? Stefano Mizzaro 1. OO in Java: classi astratte, interfacce, classi interne Stefano Mizzaro Dipartimento di matematica e informatica Università di Udine http://www.dimi.uniud.it/mizzaro mizzaro@dimi.uniud.it Programmazione,

Dettagli

Programmazione. Cognome... Nome... Matricola... Prova scritta del 22 settembre 2014. Negli esercizi proposti si utilizzano le seguenti classi:

Programmazione. Cognome... Nome... Matricola... Prova scritta del 22 settembre 2014. Negli esercizi proposti si utilizzano le seguenti classi: Cognome................................ Nome................................... Matricola............................... Programmazione Prova scritta del 22 settembre 2014 TEMPO DISPONIBILE: 2 ore Negli

Dettagli

Proprietà delle Classi e degli Oggetti in Java

Proprietà delle Classi e degli Oggetti in Java Fondamenti di Informatica Proprietà delle Classi e degli Oggetti in Java Fondamenti di Informatica - D. Talia - UNICAL 1 Proprietà object-oriented di Java Definendo le caratteristiche e le operazioni di

Dettagli

I costruttori. Il costruttore standard. Esempio di valori di default. Alterare il costruttore standard

I costruttori. Il costruttore standard. Esempio di valori di default. Alterare il costruttore standard I costruttori Servono a inizializzare i valori dei campi degli oggetti. Vengono invocati automaticamente dopo che l oggetto è stato creato. Il costruttore standard Questo tipo di costruzione mette dei

Dettagli

Risoluzione dei metodi

Risoluzione dei metodi Risoluzione dei metodi Static Binding La risoluzione dei metodi è il meccanismo che Java adopera per stabilire quale metodo viene invocato, considerando le classi a disposizione La risoluzione dei metodi

Dettagli

Università Ca Foscari DAIS. Programmazione ad Oggetti. Esame del modulo 1

Università Ca Foscari DAIS. Programmazione ad Oggetti. Esame del modulo 1 Università Ca Foscari DAIS Programmazione ad Oggetti Esame del modulo 1 Nome: Matricola: Samuel Rota Bulò, a.a. 2012/2013 Programmazione ad Oggetti a.a. 2012/2013 Esame del modulo 1 Nome: Samuel Rota Bulò

Dettagli

Programmazione a oggetti

Programmazione a oggetti Programmazione a oggetti Quanti oggetti, tra di loro parlando, fanno programmi. Pilu Crescenzi piluc@dsi.unifi.it Università di Firenze Programmazione a oggetti p.1/32 Cosa è un oggetto Una scatola software

Dettagli

Programmazione. Cognome... Nome... Matricola... Prova scritta del 11 luglio 2014

Programmazione. Cognome... Nome... Matricola... Prova scritta del 11 luglio 2014 Cognome................................ Nome................................... Matricola............................... Programmazione Prova scritta del 11 luglio 2014 TEMPO DISPONIBILE: 2 ore Negli esercizi

Dettagli

public double getlato() restituisce la lunghezza del lato del quadrato che esegue il metodo.

public double getlato() restituisce la lunghezza del lato del quadrato che esegue il metodo. Cognome................................ Nome................................... Matricola............................... Programmazione Prova scritta del 21 settembre 2015 TEMPO DISPONIBILE: 1 ora e 40

Dettagli

Riflessione: Ordinamento di oggetti

Riflessione: Ordinamento di oggetti SETTIMANA 7 Riflessione: Ordinamento di oggetti Ordinamento di oggetti Si sono visti algoritmi di ordinamento su array di numeri Ma spesso bisogna ordinare dati più complessi ad esempio stringhe, ma anche

Dettagli

Riflessione: Ordinamento di oggetti

Riflessione: Ordinamento di oggetti SETTIMANA 7 Riflessione: Ordinamento di oggetti Ordinamento di oggetti Si sono visti algoritmi di ordinamento su array di numeri Ma spesso bisogna ordinare dati più complessi ad esempio stringhe, ma anche

Dettagli

Introduzione. Java. Esempio. Esempio

Introduzione. Java. Esempio. Esempio Java polimorfismo G. Prencipe prencipe@di.unipi.it Introduzione È un altro degli ingredienti fondamentali della OOP Permette di organizzare il codice e la leggibilità e di ottenere programmi estensibili

Dettagli

Classi astratte. Nella gerarchia delle classi, potrebbe essere utile prevedere un supertipo generale per le classi che si usano. Ad esempio: Figura

Classi astratte. Nella gerarchia delle classi, potrebbe essere utile prevedere un supertipo generale per le classi che si usano. Ad esempio: Figura Classi astratte Nella gerarchia delle classi, potrebbe essere utile prevedere un supertipo generale per le classi che si usano. Ad esempio: Figura Rettangolo getarea() Quadrato getarea() getarea() Cerchio

Dettagli

16 - Ereditarietà, tipi e gerarchie

16 - Ereditarietà, tipi e gerarchie 16 - Ereditarietà, tipi e gerarchie Programmazione e analisi di dati Modulo A: Programmazione in Java Paolo Milazzo Dipartimento di Informatica, Università di Pisa http://www.di.unipi.it/ milazzo milazzo

Dettagli

16 - Ereditarietà, tipi e gerarchie

16 - Ereditarietà, tipi e gerarchie 16 - Ereditarietà, tipi e gerarchie Programmazione e analisi di dati Modulo A: Programmazione in Java Paolo Milazzo Dipartimento di Informatica, Università di Pisa http://pages.di.unipi.it/milazzo milazzo

Dettagli

Programmazione orientata agli oggetti Classi astratte e interfacce

Programmazione orientata agli oggetti Classi astratte e interfacce Programmazione orientata agli oggetti Classi astratte e interfacce Fondamenti di Informatica L-B 1 Classi astratte Java ci consente di definire classi in cui uno o più metodi non sono implementati, ma

Dettagli

Riassunto. La programmazione OO. Oggi. Esempio

Riassunto. La programmazione OO. Oggi. Esempio Riassunto La programmazione OO Stefano Mizzaro Dipartimento di matematica e informatica Università di Udine http://www.dimi.uniud.it/mizzaro/ mizzaro@dimi.uniud.it Programmazione, lezione 17 29 novembre

Dettagli

public class Counter2 extends Counter { public void dec() { val--; }

public class Counter2 extends Counter { public void dec() { val--; } public class Main public class Counter2 extends Counter public void dec() val--; public class Counter public Counter() System.out.println("Counter : costruttore di default!"); val = 1; System.out.println("Counter

Dettagli

Fondamenti di Informatica T-1. Costruttori Ereditarietà

Fondamenti di Informatica T-1. Costruttori Ereditarietà Costruttori Ereditarietà 2 Costruttori Si occupano della creazione e dell'allocazione in memoria degli oggetti. public class Persona{ //Variabili di istanza private String nome; private String cognome;

Dettagli

Università Ca Foscari DAIS. Programmazione ad Oggetti. Esame del modulo 1

Università Ca Foscari DAIS. Programmazione ad Oggetti. Esame del modulo 1 Università Ca Foscari DAIS Programmazione ad Oggetti Esame del modulo 1 Nome: Matricola: Samuel Rota Bulò, a.a. 2012/2013 Programmazione ad Oggetti a.a. 2012/2013 Esame del modulo 1 Nome: Samuel Rota Bulò

Dettagli

Ereditarietà e Polimorfismo

Ereditarietà e Polimorfismo Ereditarietà e Polimorfismo Riusare il software A volte si incontrano classi con funzionalità simili In quanto sottendono concetti semanticamente vicini È possibile creare classi disgiunte replicando le

Dettagli

Corso di Laurea Ingegneria Informatica Fondamenti di Informatica 2

Corso di Laurea Ingegneria Informatica Fondamenti di Informatica 2 Corso di Laurea Ingegneria Informatica Fondamenti di Informatica 2 Dispensa 08 Ereditarietà A. Miola Febbraio 2008 http://www.dia.uniroma3.it/~java/fondinf2/ Ereditarietà 1 Contenuti!Livelli di astrazione

Dettagli

Object-Oriented Technology. Giuliano Armano 1

Object-Oriented Technology. Giuliano Armano 1 Object-Oriented Technology Giuliano Armano 1 Object Oriented Technology ADT + Eredità + Polimorfismo Object-Orientation Giuliano Armano 2 Terminologia Tipica Classica... Tipo di dato (astratto) = ADT Operazione

Dettagli

Uguaglianza e copia di oggetti

Uguaglianza e copia di oggetti Uguaglianza e copia di oggetti Sommario 1. Classi Object e Class 2. Uguaglianza superficiale e uguaglianza profonda 3. Copia superficiale e copia profonda 4. Uguaglianza e copia in classi derivate 1 La

Dettagli

Metodi e variabili istanza

Metodi e variabili istanza Metodi e variabili istanza Definizione e chiamata di metodi Uso delle variabili istanza Documentazione del codice 29/10/2004 Laboratorio di Programmazione - Luca Tesei 1 Definiamo la prima classe vera

Dettagli

Esempio: Costruttori ed ereditarietà

Esempio: Costruttori ed ereditarietà Esempio: 1 Introduzione Java prevede due automatismi legati ai costruttori: Se una classe non ha costruttori viene creato automaticamente il costruttore di default (quello senza parametri) Se in un costruttore

Dettagli

Ereditarietà e polimorfismo

Ereditarietà e polimorfismo Università della Calabria Corso di Laurea in Ingegneria Elettronica Programmazione Orientata agli Oggetti A.A. 2006/2007 Ereditarietà e polimorfismo Paolo Trunfio * * DEIS, Università della Calabria http://si.deis.unical.it/~trunfio

Dettagli

Livelli di astrazione

Livelli di astrazione Realizzare Classi Astrazione Perdita di dettaglio Utile nella descrizione, progettazione, implementazione e utilizzo di sistemi complessi Dettagli trascurabili vengono incapsulati in sottosistemi più semplici

Dettagli

Gerarchia di classi Java 1

Gerarchia di classi Java 1 Costruttori della sottoclasse Gerarchia di classi Java Parte 2 Corso di laurea in Comunicazione digitale I costruttori non vengono ereditati, non essendo membri di classe Vengono definiti esplicitamente

Dettagli

Principi di Progettazione del Software a.a

Principi di Progettazione del Software a.a Principi di Progettazione del Software a.a. 2017-2018 Fondamenti di Java Ing. Obiettivi della lezione Introduzione alla programmazione Object Oriented Ereditarietà Polimorfismo Interfacce Eccezioni 2 1

Dettagli

Java Classi wrapper e classi di servizio. Classi di servizio

Java Classi wrapper e classi di servizio. Classi di servizio Java Classi wrapper e classi di servizio 1 Ereditarietà - recap Una classe può derivare da un altra - extends Eredita metodi e attributi (non i costruttori) Aggiunge attributi e metodi, ma può anche ridefinire

Dettagli

La programmazione ad oggetti (OOP)

La programmazione ad oggetti (OOP) Oggetti e Classi (CAP 10) Alberto Garfagnini, Marco Mazzocco Università degli studi di Padova 30 Novembre 2011 La programmazione ad oggetti (OOP) È un approccio concettuale alla programmazione (indipendente

Dettagli

Informatica 3. Informatica 3. LEZIONE 8: Fondamenti di programmazione orientata agli oggetti (2) Lezione 8 - Modulo 1

Informatica 3. Informatica 3. LEZIONE 8: Fondamenti di programmazione orientata agli oggetti (2) Lezione 8 - Modulo 1 Informatica 3 Informatica 3 LEZIONE 8: Fondamenti di programmazione orientata agli oggetti (2) Modulo 1: Ereditarietà Modulo 2: Polimorfismo e classi astratte Modulo 3: Visibilità delle proprietà di una

Dettagli

Informatica 3. LEZIONE 8: Fondamenti di programmazione orientata agli oggetti (2)

Informatica 3. LEZIONE 8: Fondamenti di programmazione orientata agli oggetti (2) Informatica 3 LEZIONE 8: Fondamenti di programmazione orientata agli oggetti (2) Modulo 1: Ereditarietà Modulo 2: Polimorfismo e classi astratte Modulo 3: Visibilità delle proprietà di una classe Modulo

Dettagli

Lezione 13 Classi interne

Lezione 13 Classi interne Lezione 13 Classi interne Questa lezione chiude la parte del corso più squisitamente dedicata alla programmazione orientata agli oggetti con Java. Sarà esaminato un nuovo tipo di classi, finora taciuto,

Dettagli

PROGRAMMAZIONE 2 5. Dynamic dispatch

PROGRAMMAZIONE 2 5. Dynamic dispatch PROGRAMMAZIONE 2 5. Dynamic dispatch PR2 2017-2018 1 Cosa significa? La dichiarazione di una variabile non determina in maniera univoca il >po dell oggeao che la variabile riferisce Cerchiamo di capire

Dettagli

Progettazione By Contract

Progettazione By Contract Progettazione By Contract Documentazione di progetto Contratti per i metodi Correttezza dell implementazione invarianti per le classi Verifica asserzioni Eccezioni Progettazione By Contract Contratti per

Dettagli

14 - Metodi e Costruttori

14 - Metodi e Costruttori 14 - Metodi e Costruttori Programmazione e analisi di dati Modulo A: Programmazione in Java Paolo Milazzo Dipartimento di Informatica, Università di Pisa http://www.di.unipi.it/ milazzo milazzo di.unipi.it

Dettagli

Ereditarietà e Polimorfismo. Prof. Francesco Accarino IIS Altiero Spinelli Via Leopardi 132 Sesto San Giovanni

Ereditarietà e Polimorfismo. Prof. Francesco Accarino IIS Altiero Spinelli Via Leopardi 132 Sesto San Giovanni Ereditarietà e Polimorfismo Prof. Francesco Accarino IIS Altiero Spinelli Via Leopardi 132 Sesto San Giovanni Ereditarietà L ereditarietà è lo strumento che permette di costruire nuove classi utilizzando

Dettagli

In questa lezione. Polimorfismo

In questa lezione. Polimorfismo In questa lezione Polimorfismo (in Java) Tipo statico e tipo dinamico dei reference Binding dinamico (late binding) Casting (Upcasting e Downcasting) Operatore instanceof Polimorfismo con Object Polimorfismo

Dettagli

Capitolo 2. Utilizzare oggetti

Capitolo 2. Utilizzare oggetti Capitolo 2 Utilizzare oggetti Cay S. Horstmann Concetti di informatica e fondamenti di Java quarta edizione Oggetti e classi Gli oggetti sono entità di un programma che si possono manipolare invocando

Dettagli

sayhello public private protected return public class Greeter { public String sayhello() { String message = Hello, World! ; return message; } }

sayhello public private protected return public class Greeter { public String sayhello() { String message = Hello, World! ; return message; } } sayhello public class Greeter { public String sayhello() { String message = Hello, World! ; return message; publicprivate protected return void return; Greeter main main public class GreeterTest { public

Dettagli

Fondamenti di Informatica 1. Prof. B.Buttarazzi A.A. 2010/2011

Fondamenti di Informatica 1. Prof. B.Buttarazzi A.A. 2010/2011 Fondamenti di Informatica 1 Prof. B.Buttarazzi A.A. 2010/2011 Sommario Paradigma OO Oggetti e Classi Metodi Parametri Variabili di istanza Costruttori Esercizi Paradigma Object-Oriented Il paradigma OO

Dettagli

Programmazione ad oggetti

Programmazione ad oggetti Programmazione ad oggetti OOP La programmazione orientata agli oggetti (Object Oriented Programming) ha l obiettivo di formalizzare gli oggetti del mondo reale e di costruire con questi un mondo virtuale.

Dettagli

e il loro uso: esistente e cambiare quel che va cambiato specializzare (per ereditarietà) la classe Counter public class EsempioNuovo {

e il loro uso: esistente e cambiare quel che va cambiato specializzare (per ereditarietà) la classe Counter public class EsempioNuovo { APPROCCI PER IL RIUTILIZZO: ricopiare manualmente il codice della classe esistente e cambiare quel che va cambiato creare un oggetto composto che incapsuli il componente esistente... gli inoltri le operazioni

Dettagli

Laboratorio di programmazione

Laboratorio di programmazione Laboratorio di programmazione Lezione VIII Tatiana Zolo tatiana.zolo@libero.it 1 PROGRAMMAZIONE A OGGETTI Quando si programma a oggetti si scompone il problema in sottogruppi di parti collegate che tengono

Dettagli

Java. Ereditarieta RIUSO DEL CODICE

Java. Ereditarieta RIUSO DEL CODICE Java Ereditarieta RIUSO DEL CODICE Durante lo sviluppo di codice frequentemente i programmatori sviluppano codice molto simile a codice gia esistente Questo, spesso, viene fatto manipolando il codice esistente

Dettagli

Eccezioni predefinite

Eccezioni predefinite Eccezioni predefinite Java mette a disposizione molte eccezioni già confezionate, che descrivono la maggioranza dei problemi che possono verificarsi a run-time. Ognuna di queste è una classe. Tutte queste

Dettagli

Oggetti e classi. Cos è un oggetto

Oggetti e classi. Cos è un oggetto Oggetti e classi Cos è un oggetto Basta guardarsi intorno per scoprire che il mondo reale è costituito da oggetti: libri, biciclette, giocattoli, ma anche ragazzi, bambini, fiori, gatti, cani, fiumi, montagne,

Dettagli

Programmazione Java: Polimorfismo

Programmazione Java: Polimorfismo Programmazione Java: Polimorfismo romina.eramo@univaq.it http://www.di.univaq.it/romina.eramo/tlp Roadmap Polimorfismo» Upcasting» Selezione dei metodi» Comportamento dei metodi polimorfi dentro i costruttori»

Dettagli

Lezione 5 Namespace e JavaDoc

Lezione 5 Namespace e JavaDoc Lezione 5 Namespace e JavaDoc Vittorio Corso di Programmazione Distribuita Laurea di I livello in Informatica Università degli Studi di Salerno Organizzazione della lezione Il namespace di Java: i package

Dettagli

Definizione di classi. Walter Didimo

Definizione di classi. Walter Didimo Definizione di classi Walter Didimo Definizione di classi Fino ad ora abbiamo imparato a: creare oggetti da classi già pronte usare gli oggetti creati, invocando metodi la creazione e l uso di oggetti

Dettagli

Fondamenti di Informatica 1. Prof. B.Buttarazzi A.A. 2010/2011

Fondamenti di Informatica 1. Prof. B.Buttarazzi A.A. 2010/2011 Fondamenti di Informatica 1 Prof. B.Buttarazzi.. 2010/2011 Sommario Conversione di tipo:casting Tipo enumerativo lgebra Booleana Esercizi Conversione di tipo:casting Il casting o conversione di tipo avviene

Dettagli

Programmazione con Java

Programmazione con Java Programmazione con Java Classi e istanze in Java Definizione di classe in Java A meno che non si usino classi già scritte da altri, prima di poter creare un qualsiasi oggetto devo creare la sua rappresentazione:

Dettagli

Capitolo 6. Uso della gerarchia. c 2005 Pearson Education Italia Capitolo 6-1 / 125

Capitolo 6. Uso della gerarchia. c 2005 Pearson Education Italia Capitolo 6-1 / 125 Capitolo 6 Uso della gerarchia c 2005 Pearson Education Italia Capitolo 6-1 / 125 Sommario: Uso della gerarchia 1 Notazione UML per le classi 2 Introduzione alla gerarchia 3 Gerarchia e tipi La gerarchia

Dettagli

OCA JAVA 7 SE PROGRAMMER I DOCENTE: DOTT. FAUSTO DELL ANNO

OCA JAVA 7 SE PROGRAMMER I DOCENTE: DOTT. FAUSTO DELL ANNO CENTRO STUDI ULISSE Via Buccino, n. 22 - C.a.p. 84018 - Scafati (SA) Tel. Fax. 081.19970299-339.2365416-349.4152010 E-mail: info@centrostudiulisse.it - www.centrostudiulisse.it OCA JAVA 7 SE PROGRAMMER

Dettagli

Fondamenti di Informatica T-1. Ereditarietà & Polimorfismo

Fondamenti di Informatica T-1. Ereditarietà & Polimorfismo Ereditarietà & Polimorfismo Ereditarietà Meccanismo per definire una nuova classe (classe derivata) come specializzazione di un altra (classe base) La classe base modella un concetto generico La classe

Dettagli

Catia Trubiani. Laboratorio di Ingegneria del Software a.a

Catia Trubiani. Laboratorio di Ingegneria del Software a.a Università degli Studi dell Aquila Laboratorio di Ingegneria del Software a.a. 2013-2014 Catia Trubiani Dipartimento di Ingegneria e Scienze dell'informazione e Matematica (DISIM) - Università degli Studi

Dettagli

Polimorfismo parametrico vs polimorfismo per inclusione

Polimorfismo parametrico vs polimorfismo per inclusione Polimorfismo parametrico vs polimorfismo per inclusione Esercizio Definire il tipo di dato Stack con operazioni Push( element ) Pop() Non forzare una specifica implementazione Non forzare un tipo specifico

Dettagli

Programmazione a Oggetti e JAVA. Prof. B.Buttarazzi A.A. 2012/2013

Programmazione a Oggetti e JAVA. Prof. B.Buttarazzi A.A. 2012/2013 Programmazione a Oggetti e JAVA Prof. B.Buttarazzi A.A. 2012/2013 Sommario Variabili statiche Ereditarietà multipla Le interfacce Binding Esercizi Variabili statiche Se una variabile di una classe ha il

Dettagli

Oggetti. Interfacce e sottotipi

Oggetti. Interfacce e sottotipi Programmazione a Oggetti Interfacce e sottotipi Sommario Classi e Interfacce Subtyping/polimorfismo Tipi Statici e Tipi Dinamici Dynamic Method Lookup Sviluppo del Software Suddivisa in due fasi: 1. Specifica:

Dettagli

Programmazione a Oggetti. Ereditarieta

Programmazione a Oggetti. Ereditarieta Programmazione a Oggetti Ereditarieta Sommario Come definire sottoclassi Costruttori Abstract Classes Final Ereditarietà: promemoria Strumento tipico dell OOP per riusare il codice e creare una gerarchia

Dettagli

Laurea in Informatica. "Programmazione Distribuita" - Prof. Scarano. A.A Università di Salerno 1. Organizzazione della lezione

Laurea in Informatica. Programmazione Distribuita - Prof. Scarano. A.A Università di Salerno 1. Organizzazione della lezione Lezione 6 Ereditarietà Vittorio Corso di Programmazione Distribuita Laurea di I livello in Informatica Università degli Studi di Salerno 2 La progettazione OOP: suggerimenti Mantenere sempre, sempre, sempre

Dettagli