Il sondaggio. Horizon 2015

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Il sondaggio. Horizon 2015"

Transcript

1 Il sondaggio Horizon 2015

2 Mettersi all ascolto Un indagine che ha coinvolto Docenti (Professori Ordinari, Professori Associati, Ricercatori) Questionari inviati: 2099 Questionari compilati (in tutto o in parte): 687 (32%) Personale Tecnico Amministrativo Questionari inviati: 2223 Questionari compilati (in tutto o in parte): 568 (26%) 2

3 della voce dell Ateneo Le aree dell indagine L organizzazione dell Ateneo La didattica Servizi e qualità dello studio e del lavoro Risorse Ricerca Reclutamento personale docente e non docente Per ciascuna area sono riportate le risposte relative all importanza assegnata ai diversi temi una sintesi delle risposte alle domande a scelta multipla relative alle alternative di azione

4 L organizzazione dell Ateneo (Docenti) Controllo e revisione della spesa 28% 46% 22% Semplificazione amministrativa 8% 70% 21% Codice etico di Ateneo 28% 35% 24% Problema delle Scuole 27% 38% 21% Governance di Ateneo 20% 59% 20%

5 L organizzazione dell Ateneo (Personale tecnico amministrativo) Controllo e revisione della spesa 27% 59% 10% Semplificazione amministrativa 15% 78% 6% Codice etico di Ateneo 34% 47% 9% Problema delle Scuole 31% 38% 17% Governance di Ateneo 29% 60% 6%

6 L organizzazione dell Ateneo (Domande a scelta multipla, solo un alternativa di risposta. Sono riportate solamente le risposte che hanno ottenuto le percentuali più elevate nei tre gruppi) Quali pensi siano i miglioramenti da apportare come priorità nella Governance di Ateneo? Quali pensi siano i miglioramenti da apportare come priorità nella gestione delle Scuole? Quali pensi siano i miglioramenti da apportare come priorità nei processi di semplificazione amministrativa? Quali pensi siano i miglioramenti da apportare come priorità per il controllo e la revisione della spesa? Maggiore interazione con la comunità accademica Definire più chiaramente i rapporti con i Dipartimenti e i Corsi di studio Razionalizzazione e riduzione degli adempimenti Responsabilizzazione della dirigenza e migliore coordinamento del PTA Trasparenza degli atti gestionali e amministrativi 45% 48% 16% 62% 64% 66% 64% 62% 35% 23% 27% 49% 64% 60% 71% 6

7 L attività didattica dell Ateneo (Docenti) Risorse allocate alla didattica 23% 50% 25% Dimensione offerta formativa 20% 52% 27% Rapporto tra ricerca e didattica 12% 60% 25% Impegno dei docenti nella didattica 11% 64% 24% Organizzazione della didattica 7% 68% 24%

8 L attività didattica dell Ateneo (Personale tecnico amministrativo) Risorse allocate alla didattica 21% 50% 26% Dimensione offerta formativa 26% 44% 28% Rapporto tra ricerca e didattica 18% 57% 22% Impegno dei docenti nella didattica 14% 64% 22% Organizzazione della didattica 12% 68% 20%

9 L attività didattica dell Ateneo (Domande a scelta multipla, solo un alternativa di risposta) Quale ritieni siano le priorità nella gestione delle risorse per la Didattica? Comunicazione e promozione dell offerta formativa 10% 5% 13% Incentivi ai docenti 5% 17% 1% Servizi agli studenti 34% 26% 57% Servizi ai docenti 11% 17% 0% Strutture ed aule 29% 25% 26% Altro 10% 9% 3% 9

10 Qualità dello studio e del lavoro (Docenti) Separazione tra PTA e docenti nei servizi 20% 18% 45% Pari opportunità 25% 31% 29% Accoglienza degli studenti stranieri 31% 36% 27% Qualità dei servizi agli studenti 23% 49% 27% Benessere lavorativo 15% 57% 26%

11 Qualità dello studio e del lavoro (Personale tecnico amministrativo) Separazione tra PTA e docenti nei servizi 20% 41% 31% Pari opportunità 23% 45% 23% Accoglienza degli studenti stranieri 28% 42% 25% Qualità dei servizi agli studenti 14% 65% 21% Benessere lavorativo 8% 73% 19%

12 Qualità dello studio e del lavoro (Domande a scelta multipla, solo un alternativa di risposta. Sono riportate solamente le risposte che hanno ottenuto le percentuali più elevate nei tre gruppi) Quali pensi siano i miglioramenti da apportare come priorità per aumentare la qualità del Lavoro? Incentivazione economica 18% 20% 34% Premialità 29% 36% 40% Strutture e servizi 40% 35% 14% Quali pensi siano i miglioramenti da apportare come priorità per aumentare la qualità dei servizi agli studenti? Aule 28% 32% 34% Tutoraggio 44% 37% 32% Quali pensi siano i miglioramenti da apportare come priorità per aumentare la qualità dei servizi agli studenti stranieri? Preparazione del personale 46% 48% 61% 12

13 Risorse (Docenti) "Problema" del nuovo ospedale 19% 25% 40% Trasparenza nella gestione delle risorse 11% 57% 31% Gestione delle spese per la ricerca 5% 66% 29% Supporto al fund raising 16% 48% 33% Gestione degli spazi 22% 47% 28% Gestione del personale tecnico amministrativo Riduzione del corpo docente e suo invecchiamento 9% 25% 62% 41% 30% 28%

14 Risorse (Personale tecnico amministrativo) "Problema" del nuovo ospedale 24% 36% 31% Trasparenza nella gestione delle risorse 11% 64% 24% Gestione delle spese per la ricerca 14% 56% 29% Supporto al fund raising 21% 33% 41% Gestione degli spazi 28% 45% 23% Gestione del personale tecnico amministrativo Riduzione del corpo docente e suo invecchiamento 11% 15% 67% 62% 21% 22%

15 Risorse (Domande a scelta multipla, solo un alternativa di risposta. Sono riportate solamente le risposte che hanno ottenuto le percentuali più elevate nei tre gruppi) Quali pensi siano le azioni che l Ateneo dovrebbe prioritariamente intraprendere? (politiche di turnover) Quali pensi siano gli interventi più efficaci nel miglioramento del fund raising? Quali pensi siano gli interventi prioritari per migliorare le spese per la Ricerca? Pressione a livello ministeriale Sostegno ai ricercatori nello sviluppo di progetti di fund raising Impegnarsi in lobbying a livello Europeo 33% 39% 24% 45% 48% 46% 51% 37% 29% Quali pensi siano gli interventi più efficaci per migliorare la trasparenza? Pubblicazione on-line dei dati di spesa Turn-over del personale nelle posizioni di elevata responsabilità 45% 44% 41% 34% 45% 45%

16 Ricerca (Docenti) Ruolo dei Dipartimenti nella gestione della ricerca 12% 53% 33% Gestione delle attrezzature scientifiche 15% 49% 34% Valutazione della ricerca 14% 52% 32% Acquisizione di risorse per la ricerca 7% 63% 31% Piano strategico per la ricerca 2% 67% 31%

17 Ricerca (Personale tecnico amministrativo) Ruolo dei Dipartimenti nella gestione della ricerca 19% 44% 35% Gestione delle attrezzature scientifiche 14% 50% 35% Valutazione della ricerca 18% 45% 35% Acquisizione di risorse per la ricerca 16% 47% 35% Piano strategico per la ricerca 11% 56% 32%

18 Ricerca (Domande a scelta multipla, solo un alternativa di risposta. Sono riportate solamente le risposte che hanno ottenuto le percentuali più elevate nei tre gruppi) Quali pensi siano gli interventi più efficaci per migliorare questo piano strategico? (possibili più risposte, percentuale sul numero di rispondenti alla specifica domanda) Investire nelle aree di eccellenza Aumentare le sinergie tra gruppi di ricerca 37% 21% 29% 34% 48% 45% Quali pensi siano gli interventi più efficaci affinchè l Ateneo riesca ad attingere a risorse alternative? (possibili più risposte, percentuale sul numero di rispondenti alla specifica domanda) Sostegno per l accesso a finanziamenti europei 71% 68% 58% Quali pensi siano gli interventi più efficaci per migliorare la valutazione della ricerca in Ateneo? Potenziamento delle valutazioni ex-post 34% 30% 14%

19 Reclutamento personale docente e non docente (Docenti) Internazionalizzazione dell'ateneo 16% 46% 34% Ruolo dell Ateneo presso le istituzioni governative per temi di reclutamento 14% 47% 37% Ricerca di risorse per il reclutamento 11% 54% 34% Gestione del personale docente/ricercatore 9% 57% 34% Ripartizione del PTA tra sede centrale e Dipartimenti 24% 35% 37% Reclutamento del personale docente e non docente 3% 65% 32%

20 Reclutamento personale docente e non docente (Personale tecnico amministrativo) Internazionalizzazione dell'ateneo 17% 48% 33% Ruolo dell Ateneo presso le istituzioni governative per temi di reclutamento 20% 39% 39% Ricerca di risorse per il reclutamento 22% 42% 33% Gestione del personale docente/ricercatore 7% 64% 29% Ripartizione del PTA tra sede centrale e Dipartimenti 22% 43% 30% Reclutamento del personale docente e non docente 7% 64% 29%

21 Reclutamento personale docente e non docente (Domande a scelta multipla, solo un alternativa di risposta. Sono riportate solamente le risposte che hanno ottenuto le percentuali più elevate nei tre gruppi) Cosa pensi sia prioritario nella strategia di reclutamento dell Ateneo? (possibili più risposte, percentuale sul numero di rispondenti alla specifica domanda) Personale docente 79% 78% 27% Personale tecnicoamministrativo 11% 14% 64% Cosa pensi sia prioritario nella gestione del PTA di Ateneo? Formazione del PTA 20% 19% 52% Redistribuzione del PTA fra sede centrale e strutture periferiche 49% 44% 24% Valutazione del PTA 22% 32% 16%

22 Il sondaggio Horizon 2015

ACCORDO CONFINDUSTRIA CRUI

ACCORDO CONFINDUSTRIA CRUI ACCORDO CONFINDUSTRIA CRUI OTTO AZIONI MISURABILI PER L UNIVERSITA, LA RICERCA E L INNOVAZIONE Premessa Nella comune convinzione che Università, Ricerca e Innovazione costituiscano una priorità per il

Dettagli

Un nuovo percorso per l UNIVERSITÀ di SASSARI Donatella Spano. spano@uniss.it

Un nuovo percorso per l UNIVERSITÀ di SASSARI Donatella Spano. spano@uniss.it 1 Un nuovo percorso per l UNIVERSITÀ di SASSARI Donatella Spano spano@uniss.it 2 Linee programmatiche di indirizzo strategico La ricerca costituisce un asse strategico fondamentale Finalità Migliorare

Dettagli

I - LE RAGIONI DI UNA SCELTA II - LA STRATEGIA PER LO SVILUPPO DELL ATENEO: III - GOVERNANCE, ORGANIZZAZIONE E RISORSE

I - LE RAGIONI DI UNA SCELTA II - LA STRATEGIA PER LO SVILUPPO DELL ATENEO: III - GOVERNANCE, ORGANIZZAZIONE E RISORSE I - LE RAGIONI DI UNA SCELTA II - LA STRATEGIA PER LO SVILUPPO DELL ATENEO: Gli Studenti La Didattica La Ricerca ed il Trasferimento di Conoscenze Il Campus Il Rapporto con il Territorio e le Istituzioni

Dettagli

Politiche di Ateneo e Programmazione Università di Ferrara

Politiche di Ateneo e Programmazione Università di Ferrara Politiche di Ateneo e Programmazione Università di Ferrara Le linee di indirizzo dell Università di Ferrara sono state definite già a partire dal piano strategico triennale 2010-2012: garantire la qualità

Dettagli

area F - FORMAZIONE (corsi di studio)

area F - FORMAZIONE (corsi di studio) area F - FORMAZIONE (corsi di studio) F1 Completare il percorso di revisione dell offerta formativa F2 Introdurre azioni mirate alla riduzione degli studenti inattivi e ad evitare l abbandono F3 Introdurre

Dettagli

POLITICHE NAZIONALI PER L INTERNAZIONALIZZAZIONE DELLE UNIVERSITÀ

POLITICHE NAZIONALI PER L INTERNAZIONALIZZAZIONE DELLE UNIVERSITÀ POLITICHE NAZIONALI PER L INTERNAZIONALIZZAZIONE DELLE UNIVERSITÀ Daniele Livon Direttore Generale per l Università, lo Studente e il Diritto allo Studio Universitario Ministero dell Istruzione, dell Università

Dettagli

Documento Programmatico del Gruppo di Studio Internazionalizzazione

Documento Programmatico del Gruppo di Studio Internazionalizzazione Documento Programmatico del Gruppo di Studio Internazionalizzazione Premessa L internazionalizzazione dell Università, intesa come tutte le possibili forme di collaborazione transnazionale comunque riferibili

Dettagli

REGOLAMENTO CENTRI DI RICERCA

REGOLAMENTO CENTRI DI RICERCA REGOLAMENTO CENTRI DI RICERCA (con la modifiche proposta al Senato Accademico nella seduta del 25 novembre 2014 e deliberate dal Comitato Esecutivo nella seduta del 10 dicembre 2014) Regolamento del Centro

Dettagli

Linee strategiche per l internazionalizzazione dell Università di Padova. Alessandro Martin Prorettore, Relazioni Internazionali

Linee strategiche per l internazionalizzazione dell Università di Padova. Alessandro Martin Prorettore, Relazioni Internazionali Linee strategiche per l internazionalizzazione dell Università di Padova Alessandro Martin Prorettore, Relazioni Internazionali Dimensione internazionale visibile nella storia dell Università di Padova

Dettagli

Obiettivi didattici e di ricerca Linee generali del bilancio di previsione anno 2015

Obiettivi didattici e di ricerca Linee generali del bilancio di previsione anno 2015 Obiettivi didattici e di ricerca Linee generali del bilancio di previsione anno 2015 INTRODUZIONE L Ateneo per gestire al meglio la complessità del momento presente e sfruttare le opportunità del futuro,

Dettagli

\ Emanato con D.R. n. 1292 2006 Prot. n. 20351 del 29.05.2006 Modificato con D.R. n. 889-2007 Prot. n. 11393 del 23.03.2007 REGOLAMENTO MASTER

\ Emanato con D.R. n. 1292 2006 Prot. n. 20351 del 29.05.2006 Modificato con D.R. n. 889-2007 Prot. n. 11393 del 23.03.2007 REGOLAMENTO MASTER \ Emanato con D.R. n. 1292 2006 Prot. n. 20351 del 29.05.2006 Modificato con D.R. n. 889-2007 Prot. n. 11393 del 23.03.2007 Art.1 Master universitari REGOLAMENTO MASTER 1. In attuazione dell articolo 1,

Dettagli

Il sistema di Assicurazione della Qualità nell'università degli Studi del Molise e la sua organizzazione a livello nazionale

Il sistema di Assicurazione della Qualità nell'università degli Studi del Molise e la sua organizzazione a livello nazionale Presidio della Qualità di Ateneo 18 giugno 2014 Il sistema di Assicurazione della Qualità nell'università degli Studi del Molise e la sua organizzazione a livello nazionale Bruno Moncharmont + Il concetto

Dettagli

PROPOSTA DI PROGETTO DI LEGGE. Qualità, innovazione ed internazionalizzazione nei sistemi di istruzione, formazione e lavoro in Regione Lombardia

PROPOSTA DI PROGETTO DI LEGGE. Qualità, innovazione ed internazionalizzazione nei sistemi di istruzione, formazione e lavoro in Regione Lombardia PROPOSTA DI PROGETTO DI LEGGE Qualità, innovazione ed internazionalizzazione nei sistemi di istruzione, formazione e lavoro in Regione Lombardia Art. 1 (Innovazione nel sistema educativo di istruzione

Dettagli

L autovalutazione delle attività formative ad un anno dall avvio del sistema di assicurazione della qualità IUAV

L autovalutazione delle attività formative ad un anno dall avvio del sistema di assicurazione della qualità IUAV Assicurazione della qualità L autovalutazione delle attività formative ad un anno dall avvio del sistema di assicurazione della qualità IUAV Presidio della Qualità Venezia, 14 aprile 2015 Il primo anno

Dettagli

Il Ministro dell Istruzione, dell Università e della Ricerca

Il Ministro dell Istruzione, dell Università e della Ricerca DECRETO MINISTERIALE 15 OTTOBRE 2013, N.827 LINEE GENERALI DI INDIRIZZO DELLA PROGRAMMAZIONE DELLE UNIVERSITA PER IL TRIENNIO 2013-2015 VISTO il decreto legge 16 maggio 2008 n. 85, convertito con modificazioni

Dettagli

Programma Vinci Bando 2013

Programma Vinci Bando 2013 Programma Vinci Bando 2013 Apertura della procedura di registrazione online: 14/1/2013 Termine per la registrazione online della candidatura: 4/03/2013 (ore 12.00 ) Termine per l invio della documentazione

Dettagli

Il Ministro dell Istruzione, dell Università e della Ricerca

Il Ministro dell Istruzione, dell Università e della Ricerca VISTO il decreto legge 16 maggio 2008 n. 85, convertito con modificazioni dalla legge 14 luglio 2008, n. 121 e, in particolare, l art. 1, commi 1 e 5, con il quale è stato, rispettivamente, istituito il

Dettagli

L esperienza di Siena Stranieri come esperienza di metodo

L esperienza di Siena Stranieri come esperienza di metodo La buona amministrazione nelle università e negli enti di ricerca Ciclo della performance, trasparenza e anticorruzione Relazione tra performance, trasparenza e prevenzione alla corruzione L esperienza

Dettagli

PRESENTAZIONE PROGETTO OPERATIVO RELAZIONI INTERNAZIONALI. Aula Magna Rettorato 27 Maggio 2009

PRESENTAZIONE PROGETTO OPERATIVO RELAZIONI INTERNAZIONALI. Aula Magna Rettorato 27 Maggio 2009 PRESENTAZIONE PROGETTO OPERATIVO RELAZIONI INTERNAZIONALI Aula Magna Rettorato 27 Maggio 2009 1 Background e situazione attuale Roma Tre nasce dichiarando una forte vocazione internazionale; Le principali

Dettagli

REGOLAMENTO ISTITUTIVO DEL CENTRO DI SERVIZIO PER L INFORMATICA, L E- LEARNING E LA MULTIMEDIALITÀ D.R. n. 843 del 6.6.2007

REGOLAMENTO ISTITUTIVO DEL CENTRO DI SERVIZIO PER L INFORMATICA, L E- LEARNING E LA MULTIMEDIALITÀ D.R. n. 843 del 6.6.2007 REGOLAMENTO ISTITUTIVO DEL CENTRO DI SERVIZIO PER L INFORMATICA, L E- LEARNING E LA MULTIMEDIALITÀ D.R. n. 843 del 6.6.2007 Sezione I Disposizioni generali Articolo 1 Istituzione 1. Al fine di razionalizzare

Dettagli

Parte 1) Codice unico di progetto - CUP: il Codice unico di progetto - CUP è inserito a cura del Servizio Gestione Rapporti con il Territorio.

Parte 1) Codice unico di progetto - CUP: il Codice unico di progetto - CUP è inserito a cura del Servizio Gestione Rapporti con il Territorio. SCHEDA DI PROGRAMMAZIONE PER ATTIVITA' CONVENZIONALE ISTITUZIONALE (Art. 1 c. 2 lettera a) del Regolamento di Ateneo per lo svolgimento di attività convenzionale) Parte 1) Codice unico di progetto - CUP:

Dettagli

Emanato con Decreto Rettorale n. 340/AG del 01 febbraio 2013

Emanato con Decreto Rettorale n. 340/AG del 01 febbraio 2013 Emanato con Decreto Rettorale n. 340/AG del 01 febbraio 2013 REGOLAMENTO DI ORGANIZZAZIONE E DI FUNZIONAMENTO DEL DIPARTIMENTO DI INGEGNERIA GESTIONALE Art. 1 - Il Dipartimento Art. 1.1 Generalità e obiettivi

Dettagli

Scuola di formazione permanente sul management didattico

Scuola di formazione permanente sul management didattico Scuola di formazione permanente sul management didattico Coordinatori: Prof. Vincenzo Zara & Dott.ssa Emanuela Stefani Prima edizione Roma, marzo maggio 2012 LE RAGIONI Negli ultimi anni la didattica universitaria

Dettagli

2. La rilevazione dell opinione degli studenti frequentanti nei quattro atenei indagati

2. La rilevazione dell opinione degli studenti frequentanti nei quattro atenei indagati 2. La rilevazione dell opinione degli studenti frequentanti nei quattro atenei indagati Per tracciare un primo quadro dei contesti indagati si presentano di seguito alcuni macro indicatori riguardanti

Dettagli

Organizzazione delle procedure di assicurazione di qualità presso l Ateneo di Bologna

Organizzazione delle procedure di assicurazione di qualità presso l Ateneo di Bologna Organizzazione delle procedure di assicurazione di qualità presso l Ateneo di Bologna Francesca Trombetti Università di Bologna, Settore Quality Assurance francesca.trombetti@unibo.it Bari, 09.11.2012

Dettagli

IL RETTORE. VISTO l art. 18 dello statuto della LUMSA, emanato con decreto rettorale 1 agosto 2011, n. 920; DECRETA

IL RETTORE. VISTO l art. 18 dello statuto della LUMSA, emanato con decreto rettorale 1 agosto 2011, n. 920; DECRETA Prot. n. 1226 IL RETTORE VISTO l art. 18 dello statuto della LUMSA, emanato con decreto rettorale 1 agosto 2011, n. 920; VISTO il decreto rettorale n. 987 del 26 gennaio 2012; VISTA la delibera del Senato

Dettagli

Art. 3 Piano finanziario Art. 4 - Copertura finanziaria del Master Universitario

Art. 3 Piano finanziario Art. 4 - Copertura finanziaria del Master Universitario Emanato con D.R. n. 1292 2006 Prot. n. 20351 del 29.05.2006 Modificato con D.R. n. 889-2007 Prot. n. 11393 del 23.03.2007 Modificato con D.R. n. 1033 2013 Prot. n 24843 del 10.07.2013 REGOLAMENTO MASTER

Dettagli

5. Il Finanziamento ministeriale e gli effetti del processo di riequilibrio dal 1995 al 2000

5. Il Finanziamento ministeriale e gli effetti del processo di riequilibrio dal 1995 al 2000 5. Il Finanziamento ministeriale e gli effetti del processo di riequilibrio dal 1995 al 2000 La legge collegata alla manovra finanziaria del 1994 (legge 24 dicembre 1993, n.537) ha avviato il processo

Dettagli

ALLEGATO 2. DIPARTIMENTI schema base. Direzione di Dipartimento. Segreteria amministrativa Segreteria didattica Laboratori

ALLEGATO 2. DIPARTIMENTI schema base. Direzione di Dipartimento. Segreteria amministrativa Segreteria didattica Laboratori DIPARTIMENTI schema base Direzione di Dipartimento Segreteria amministrativa Segreteria didattica Laboratori 1 STRUTTURE ATTIVATE DIPARTIMENTO DI INGEGNERIA E ARCHITETTURA - DIA DIPARTIMENTO DI SCIENZE

Dettagli

dicembre 2014 - ver.1.0 Indice

dicembre 2014 - ver.1.0 Indice Linee guida strategiche e policy operativa in tema di valorizzazione della ricerca e di diritti di proprietà intellettuale all Università degli Studi di Brescia dicembre 2014 - ver.1.0 Indice 1. Premessa

Dettagli

Qualifica Nome e Cognome Presenze 1 Rettore Luigi Lacchè P 2 Direttore Dip.to Scienze della formazione, dei beni culturali e del Michele Corsi P

Qualifica Nome e Cognome Presenze 1 Rettore Luigi Lacchè P 2 Direttore Dip.to Scienze della formazione, dei beni culturali e del Michele Corsi P Oggetto: Budget Dipartimenti per attività didattiche e budget per il finanziamento delle lauree internazionali a.a. 2014/2015 N. o.d.g.: 06.2 S.A. 25/02/2014 Verbale n. 2/2014 UOR: Area per la Didattica,

Dettagli

Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca

Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Linee di azione - Sintesi - Il presente Documento Programmatico contiene le linee di azione del Ministero dell Istruzione, dell Università e della

Dettagli

Coordinamento fra le funzioni del Nucleo di Valutazione e del Presidio di Qualità dell Ateneo di Palermo nell ambito del sistema AVA

Coordinamento fra le funzioni del Nucleo di Valutazione e del Presidio di Qualità dell Ateneo di Palermo nell ambito del sistema AVA Coordinamento fra le funzioni del Nucleo di Valutazione e del Presidio di Qualità dell Ateneo di Palermo nell ambito del sistema AVA DOC3/14 Palermo, 7 Luglio 2014 1 1. PREMESSE Prima della definizione

Dettagli

UNIVERSITÀ del SALENTO FACOLTÀ DI GIURISPRUDENZA

UNIVERSITÀ del SALENTO FACOLTÀ DI GIURISPRUDENZA UNIVERSITÀ del SALENTO FACOLTÀ DI GIURISPRUDENZA ASL LECCE Master II Livello in MANAGEMENT SANITARIO ANNO ACCADEMICO 10-11 R E G O L A M E N T O ARTICOLO 1 Il Master in Management Sanitario si propone

Dettagli

Programmazione triennale 2010/2012

Programmazione triennale 2010/2012 Area Ricerca e Relazioni Internazionali Ufficio Relazioni Internazionali PIANO DI INTERNAZIONALIZZAZIONE DI ATENEO Programmazione triennale 2010/2012 L Università degli Studi di Firenze tradizionalmente

Dettagli

MASTER di I Livello. Real Estate Management & Finance. 3ª EDIZIONE 1500 ore 60 CFU Anno Accademico 2014/2015 MA350

MASTER di I Livello. Real Estate Management & Finance. 3ª EDIZIONE 1500 ore 60 CFU Anno Accademico 2014/2015 MA350 MASTER di I Livello 3ª EDIZIONE 1500 ore 60 CFU Anno Accademico 2014/2015 MA350 Pagina 1/6 Titolo Edizione 3ª EDIZIONE Area GIURIDICA ECONOMICA Categoria MASTER Livello I Livello Anno accademico 2014/2015

Dettagli

Modelli Aziendali per le Amministrazioni Pubbliche a.a. 2009-2010

Modelli Aziendali per le Amministrazioni Pubbliche a.a. 2009-2010 Modelli Aziendali per le Amministrazioni Pubbliche a.a. 2009-2010 Fonte: Decimo rapporto sullo stato del sistema universitario (dicembre 2009) Studenti immatricolati Maturi anno 2007 Immatricolati a.a.

Dettagli

PROCEDURA PER LA PRESENTAZIONE E GESTIONE DI PROGETTI FINANZIATI SU BANDI COMPETITIVI

PROCEDURA PER LA PRESENTAZIONE E GESTIONE DI PROGETTI FINANZIATI SU BANDI COMPETITIVI PROCEDURA PER LA PRESENTAZIONE E GESTIONE DI PROGETTI FINANZIATI SU BANDI COMPETITIVI Venezia, gennaio 2013 Il presente documento definisce i processi di presentazione e gestione dei progetti finanziati

Dettagli

AMMINISTRAZIONE AREA AFFARI GENERALI SETTORE STRUTTURE ISTITUZIONALI

AMMINISTRAZIONE AREA AFFARI GENERALI SETTORE STRUTTURE ISTITUZIONALI ALLEGATO N. 1 al DR n. 344/19026 del 30/04/2013 Regolamento di funzionamento della Scuola di Agraria e Medicina Veterinaria PARTE I ELEMENTI GENERALI Art. 1 (Oggetto del Regolamento, denominazione, sedi)

Dettagli

UNIVERSITA DEGLI STUDI DI PERUGIA STRUTTURA ORGANIZZATIVA E RESPONSABILITA A LIVELLO DI ATENEO

UNIVERSITA DEGLI STUDI DI PERUGIA STRUTTURA ORGANIZZATIVA E RESPONSABILITA A LIVELLO DI ATENEO UNIVERSITA DEGLI STUDI DI PERUGIA STRUTTURA ORGANIZZATIVA E RESPONSABILITA A LIVELLO DI ATENEO L'Università degli Studi di Perugia, per assolvere i propri fini primari quali la ricerca scientifica, il

Dettagli

PIANO FINANZIARIO RELATIVO AL PROGETTO FORMATIVO AZIENDALE PREDISPOSTO SECONDO IL CICLO DELLE COMPETENZE 1 n. (titolo )

PIANO FINANZIARIO RELATIVO AL PROGETTO FORMATIVO AZIENDALE PREDISPOSTO SECONDO IL CICLO DELLE COMPETENZE 1 n. (titolo ) PIANO FINANZIARIO RELATIVO AL PROGETTO FORMATIVO AZIENDALE PREDISPOSTO SECONDO IL CICLO DELLE COMPETENZE 1 n. (titolo ) A) PROGETTAZIONE E PREPARAZIONE Progettazione e Preparazione 2 TOTALE A B) FORMAZIONE

Dettagli

Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca

Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca U.R.S.T. - DIPARTIMENTO PER LA PROGRAMMAZIONE, IL COORDINAMENTO E GLI AFFARI ECONOMICI SERVIZIO PER L AUTONOMIA UNIVERSITARIA E GLI STUDENTI Prot.: 1216 Roma, 8/8/2003 Ai Rettori delle Università LORO

Dettagli

FAQ Bando Professori visitatori didattica

FAQ Bando Professori visitatori didattica FAQ Bando Professori visitatori didattica Sommario 1. Qual è l obiettivo principale del bando Professori visitatori didattica? 2. Entro quando è possibile presentare proposta? 3. Chi può presentare domanda?

Dettagli

ISTRUZIONI PER LA COMPILAZIONE DELLA SCHEDA DI PROGRAMMAZIONE PER ATTIVITA' CONVENZIONALE CONTO TERZI (Art. 1 c. 2 lettera b del Regolamento)

ISTRUZIONI PER LA COMPILAZIONE DELLA SCHEDA DI PROGRAMMAZIONE PER ATTIVITA' CONVENZIONALE CONTO TERZI (Art. 1 c. 2 lettera b del Regolamento) ISTRUZIONI PER LA COMPILAZIONE DELLA SCHEDA DI PROGRAMMAZIONE PER ATTIVITA' CONVENZIONALE CONTO TERZI (Art. 1 c. 2 lettera b del Regolamento) Parte 1) PROGRAMMA DI RICERCA Codice unico di progetto - CUP:

Dettagli

NOTA DI ACCOMPAGNAMENTO AL DECRETO MINISTERIALE

NOTA DI ACCOMPAGNAMENTO AL DECRETO MINISTERIALE NOTA DI ACCOMPAGNAMENTO AL DECRETO MINISTERIALE DI RIFORMA DEL DOTTORATO DI RICERCA 1. Il dottorato di ricerca costituisce il terzo livello della formazione universitaria, nel quale si fondono in maniera

Dettagli

MIURAOODGOS prot. n. 240/R.U./U Roma, 16 gennaio 2013

MIURAOODGOS prot. n. 240/R.U./U Roma, 16 gennaio 2013 Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Dipartimento per l Istruzione Direzione Generale per gli Ordinamenti Scolastici e MIURAOODGOS prot. n. 240/R.U./U Roma, 16 gennaio 2013 Ai Direttori

Dettagli

ALTA FORMAZIONE. Real Estate Management & Finance. 1ª EDIZIONE 1500 ore 60 CFU Anno Accademico 2015/2016 ALFO112

ALTA FORMAZIONE. Real Estate Management & Finance. 1ª EDIZIONE 1500 ore 60 CFU Anno Accademico 2015/2016 ALFO112 ALTA FORMAZIONE 1ª EDIZIONE 1500 ore 60 CFU Anno Accademico 2015/2016 ALFO112 Pagina 1/6 Titolo Edizione 1ª EDIZIONE Area GIURIDICA ECONOMICA Categoria ALTA FORMAZIONE Anno accademico 2015/2016 Durata

Dettagli

REGOLAMENTO PER L ATTIVAZIONE E L ORGANIZZAZIONE DEI MASTER UNIVERSITARI E DEI CORSI DI PERFEZIONAMENTO. (Emanato con D.R. n. 409 in data 07/04/2011)

REGOLAMENTO PER L ATTIVAZIONE E L ORGANIZZAZIONE DEI MASTER UNIVERSITARI E DEI CORSI DI PERFEZIONAMENTO. (Emanato con D.R. n. 409 in data 07/04/2011) REGOLAMENTO PER L ATTIVAZIONE E L ORGANIZZAZIONE DEI MASTER UNIVERSITARI E DEI CORSI DI PERFEZIONAMENTO (Emanato con D.R. n. 409 in data 07/04/2011) TITOLO I MASTER UNIVERSITARI DI PRIMO E DI SECONDO LIVELLO

Dettagli

UNIVERSITA DEGLI STUDI DI TORINO

UNIVERSITA DEGLI STUDI DI TORINO Bozza questionario on-line per Indagine Opinione Dottorandi 26 ciclo anno 2013 - Nucleo di valutazione dell Univ. di Torino 1 di 8 UNIVERSITA DEGLI STUDI DI TORINO Nucleo di Valutazione dell Ateneo INDAGINE

Dettagli

PREMESSA ART. 1 - FINALITA DEL BANDO

PREMESSA ART. 1 - FINALITA DEL BANDO Allegato n.1 di 3 pagine al Decreto n.50/2016 Anno Accademico 2015/2016 - BANDO PER IL FINANZIAMENTO DELLE: A) ATTIVITA CULTURALI E SOCIALI B) ATTIVITA DELLE ASSOCIAZIONI STUDENTESCHE UNIVERSITARIE PREMESSA

Dettagli

CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE

CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE REGOLAMENTO DEL CENTRO LINGUISTICO DI ATENEO (approvato nella seduta del CdA del 22 marzo 2011 - modificato con delibera n. 5 del S.A. del 08/05/2012) Art. 1 Definizione 1

Dettagli

Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Ufficio Stampa

Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Ufficio Stampa Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Ufficio Stampa La Riforma dell Università Le linee ispiratrici E il primo provvedimento organico che riforma l intero sistema universitario. Il

Dettagli

Piano formazione per avvio del S.N.V. in Umbria. Umbertide I.I.S. III incontro Marzo 2015

Piano formazione per avvio del S.N.V. in Umbria. Umbertide I.I.S. III incontro Marzo 2015 Piano formazione per avvio del S.N.V. in Umbria Umbertide I.I.S. Lettura del P.O.F. e studi I.I.S. L. di da Vinci caso III incontro Marzo 2015 Giancarlo Cencetti - Ufficio Scolastico Regionale per l Umbria

Dettagli

INIZIATIVE NAZIONALI A SUPPORTO DELL INTERNAZIONALIZZAZIONE DELLE UNIVERSITA

INIZIATIVE NAZIONALI A SUPPORTO DELL INTERNAZIONALIZZAZIONE DELLE UNIVERSITA INIZIATIVE NAZIONALI A SUPPORTO DELL INTERNAZIONALIZZAZIONE DELLE UNIVERSITA Marzia Foroni Direzione Generale per l Università, lo Studente e il Diritto allo Studio Universitario Ufficio IV Ministero dell

Dettagli

Assicurazione della Qualità dei Dottorati di ricerca: schema di relazione annuale 2015

Assicurazione della Qualità dei Dottorati di ricerca: schema di relazione annuale 2015 Assicurazione della Qualità dei Dottorati di ricerca: schema di relazione annuale 2015 (ai sensi dell art. 14 del Regolamento dei corsi di dottorato di ricerca emanato con D.R. n. 1548 del 7 agosto 2013)

Dettagli

Eraldo Sanna Passino Delegato per il personale Guido Croci Direttore amministrativo. Organizzazione dei servizi di supporto alla didattica

Eraldo Sanna Passino Delegato per il personale Guido Croci Direttore amministrativo. Organizzazione dei servizi di supporto alla didattica Eraldo Sanna Passino Delegato per il personale Guido Croci Direttore amministrativo Organizzazione dei servizi di supporto alla didattica Premessa: il contesto di riferimento Il decreto ministeriale 270/2004

Dettagli

IL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA. VISTI gli articoli 33, sesto comma, 76 e 87, quinto comma, della Costituzione;

IL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA. VISTI gli articoli 33, sesto comma, 76 e 87, quinto comma, della Costituzione; Schema di decreto legislativo recante la disciplina per la programmazione, il monitoraggio e la valutazione delle politiche di bilancio e di reclutamento degli atenei in attuazione della delega prevista

Dettagli

ANVUR-Agenzia di Valutazione del Sistema Universitario e della Ricerca PRO-

ANVUR-Agenzia di Valutazione del Sistema Universitario e della Ricerca PRO- UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DEL MOLISE RICERCA DIDATTICA ANVUR-Agenzia di Valutazione del Sistema Universitario e della Ricerca PROGETTI CRA-Consiglio per la Ricerca e la sperimentazione in Agricoltura CENTRI

Dettagli

SUA-RD VALUTAZIONE DELLA RICERCA DEL DIPARTIMENTO. Scheda Unica Annuale della Ricerca Dipartimentale. Adempimenti urgenti: pagine 2-14

SUA-RD VALUTAZIONE DELLA RICERCA DEL DIPARTIMENTO. Scheda Unica Annuale della Ricerca Dipartimentale. Adempimenti urgenti: pagine 2-14 VALUTAZIONE DELLA RICERCA DEL DIPARTIMENTO SUA-RD Scheda Unica Annuale della Ricerca Dipartimentale Dipartimento di Fisica Sapienza Università di Roma Adempimenti urgenti: pagine 2-14 Approfondimenti:

Dettagli

Gestione contabile Scuole di Dottorato. Versione 03

Gestione contabile Scuole di Dottorato. Versione 03 Gestione contabile Scuole di Dottorato Versione 03 Attività Struttura data Elaborazione Divisione Pianificazione Agosto 2009 Approvazione ed emissione il Dirigente della Direzione Pianificazione, Amministrazione

Dettagli

DR 184 IL RETTORE. Caserta 25/2/2015 F.to IL RETTORE Prof.Giuseppe PAOLISSO

DR 184 IL RETTORE. Caserta 25/2/2015 F.to IL RETTORE Prof.Giuseppe PAOLISSO Rip.Affari Istituzionali e Internazionali IL RETTORE VISTO lo Statuto della Seconda Università degli Studi di Napoli; VISTO il Regolamento di Ateneo per l Amministrazione, la Finanza e la Contabilità;

Dettagli

Integrazione fra performance organizzativa e performance individuale. Formez, Napoli 29 novembre 2012 Giancarla Masè

Integrazione fra performance organizzativa e performance individuale. Formez, Napoli 29 novembre 2012 Giancarla Masè Integrazione fra performance organizzativa e performance individuale Formez, Napoli 29 novembre 2012 Giancarla Masè Indice La realtà di UNITN La performance organizzativa La performance individuale 1 La

Dettagli

MASTER di I Livello MA293 - Real Estate Management & Finance I EDIZIONE 1500 ore - 60 CFU Anno Accademico 2013/2014 MA293

MASTER di I Livello MA293 - Real Estate Management & Finance I EDIZIONE 1500 ore - 60 CFU Anno Accademico 2013/2014 MA293 MASTER di I Livello MA293 - Real Estate Management & Finance I EDIZIONE 1500 ore - 60 CFU Anno Accademico 2013/2014 MA293 www.unipegaso.it Titolo MA293 - Real Estate Management & Finance Area GIURIDICA

Dettagli

POR CALABRIA 2000-2006, MISURA 3.7 AZIONE 3.7.b POR FSE CALABRIA 2007-2013 - ASSE IV CAPITALE UMANO OBIETTIVO OPERATIVO L.1 E L.2

POR CALABRIA 2000-2006, MISURA 3.7 AZIONE 3.7.b POR FSE CALABRIA 2007-2013 - ASSE IV CAPITALE UMANO OBIETTIVO OPERATIVO L.1 E L.2 POR CALABRIA 2000-2006, MISURA 3.7 AZIONE 3.7.b POR FSE CALABRIA 2007-2013 - ASSE IV CAPITALE UMANO OBIETTIVO OPERATIVO L.1 E L.2 PIANO REGIONALE PER LE RISORSE UMANE - PIANO D'AZIONE 2008 Il Centro Linguistico

Dettagli

LINEE-GUIDA. per il. Premessa

LINEE-GUIDA. per il. Premessa LINEE-GUIDA per il Regolamento ministeriale sulla struttura e sul funzionamento dell Agenzia nazionale di valutazione del sistema universitario e della ricerca (ANVUR) Premessa La legge di istituzione

Dettagli

Valutazione: strumento necessario per la crescita degli atenei. Donatella Spano spano@uniss.it

Valutazione: strumento necessario per la crescita degli atenei. Donatella Spano spano@uniss.it Valutazione: strumento necessario per la crescita degli atenei Donatella Spano spano@uniss.it Lo strumento della valutazione Contribuisce a fornire informazioni per individuare i punti di eccellenza, di

Dettagli

qualifica Cognome e nome Presenze Rettore Presidente Luigi Lacchè P

qualifica Cognome e nome Presenze Rettore Presidente Luigi Lacchè P Oggetto: Budget Dipartimenti per attività didattiche e budget per il finanziamento delle lauree internazionali a.a. 2014/2015 N. o.d.g.: 06.3 C.d.A. 28.2.2014 Verbale n. 2/2014 UOR: Area per la didattica,

Dettagli

Giuseppa Locci, Fabrizio Mattana. Università degli Studi di Cagliari Direzione per la Didattica e l Orientamento

Giuseppa Locci, Fabrizio Mattana. Università degli Studi di Cagliari Direzione per la Didattica e l Orientamento Giuseppa Locci, Fabrizio Mattana Università degli Studi di Cagliari Direzione per la Didattica e l Orientamento Passaggi di corso interni: dematerializzazione del processo, risvolti sulla qualità del servizio

Dettagli

ALTA FORMAZIONE ALFO096 - Real Estate Management & Finance I EDIZIONE 1500 ore - 60 CFU Anno Accademico 2014/2015 ALFO096

ALTA FORMAZIONE ALFO096 - Real Estate Management & Finance I EDIZIONE 1500 ore - 60 CFU Anno Accademico 2014/2015 ALFO096 ALTA FORMAZIONE ALFO096 - Real Estate Management & Finance I EDIZIONE 1500 ore - 60 CFU Anno Accademico 2014/2015 ALFO096 www.unipegaso.it Titolo ALFO096 - Real Estate Management & Finance Area GIURIDICA

Dettagli

REGOLAMENTO DI ATENEO PER LA DISCIPLINA DELLE INIZIATIVE E DELLE ATTIVITÀ FORMATIVE

REGOLAMENTO DI ATENEO PER LA DISCIPLINA DELLE INIZIATIVE E DELLE ATTIVITÀ FORMATIVE REGOLAMENTO DI ATENEO PER LA DISCIPLINA DELLE INIZIATIVE E DELLE ATTIVITÀ FORMATIVE NELL AMBITO DI PROGRAMMI E PROGETTI FINALIZZATI ART.1 AMBITO DI APPLICAZIONE Il presente Regolamento definisce e disciplina

Dettagli

Cosa è il programma OVERWORLD

Cosa è il programma OVERWORLD Cosa è il programma OVERWORLD OVERWORLD è un progetto di Ateneo finalizzato all ampliamento delle opportunità di studio e di mobilità verso gli Atenei non europei (o di Paesi NON eleggibili nell ambito

Dettagli

FACOLTÀ SCIENZE DELLA FORMAZIONE

FACOLTÀ SCIENZE DELLA FORMAZIONE MODELLO D SCHEDA DI TRASPARENZA Da compilare, stampare e allegare alla richiesta di affidamento. In caso di affidamento deliberato dal Consiglio di Facoltà, il docente è tenuto a compilare la scheda online

Dettagli

Il processo di riorganizzazione amministrativa dell Università di Catania

Il processo di riorganizzazione amministrativa dell Università di Catania Il processo di riorganizzazione amministrativa dell Università di Catania La riorganizzazione amministrativa deve essere concepita come parte di un più ampio processo che riguarda il governo dell Ateneo,

Dettagli

IL SISTEMA UNIVERSITARIO PICENO L analisi dei principali effetti sociali ed economici

IL SISTEMA UNIVERSITARIO PICENO L analisi dei principali effetti sociali ed economici IL SISTEMA UNIVERSITARIO PICENO L analisi dei principali effetti sociali ed economici Gian Luca Gregori Pro-Rettore Università Politecnica delle Marche Professore di Marketing, LUISS, Roma Domenica Costantini

Dettagli

Cesena 28 gennaio 2015

Cesena 28 gennaio 2015 Dal SNV al RAV... di Giancarlo Cerini Cesena 28 gennaio 2015 1 Domande di senso sul SNV e sul RAV C'è eccessiva regolazione normativa? È un adempimento procedurale? Quale cultura della valutazione sottende?

Dettagli

IL RETTORE Massimo Marrelli

IL RETTORE Massimo Marrelli DR/2013/2736 del 31/07/2013 Firmatari: MASSIMO MARRELLI U.S.R. IL RETTORE VISTO lo Statuto di Ateneo emanato con Decreto Rettorale n. 1660 del 15/5/2012; VISTO il Decreto Ministeriale 22 ottobre 2004 n.

Dettagli

PIANO DELLA PERFORMANCE 2014 2016

PIANO DELLA PERFORMANCE 2014 2016 PIANO DELLA PERFORMANCE 2014 2016 Parere del Senato Accademico del 17 settembre 2014 Approvato nel Consiglio di Amministrazione del 24 settembre 2014 INDICE 1. PRESENTAZIONE DEL PIANO... 3 2. SINTESI DELLE

Dettagli

PREMESSA ART. 1 - FINALITA DEL BANDO

PREMESSA ART. 1 - FINALITA DEL BANDO Anno Accademico 2014/2015 - BANDO PER IL FINANZIAMENTO DELLE: A) ATTIVITA CULTURALI E SOCIALI B) ATTIVITA DELLE ASSOCIAZIONI STUDENTESCHE UNIVERSITARIE PREMESSA Il presente bando - finanziato dall UniMoRe

Dettagli

Per una nuova Bicocca della condivisione, della responsabilità e della valorizzazione

Per una nuova Bicocca della condivisione, della responsabilità e della valorizzazione Per una nuova Bicocca della condivisione, della responsabilità e della valorizzazione Proposte di Cristina Messa La nostra università, nata 15 anni fa, ha bisogno di proseguire nel percorso di crescita,

Dettagli

Il Ministro dell Istruzione, dell Università e della Ricerca

Il Ministro dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Il Ministro dell Istruzione, dell Università e della Ricerca di concerto con il Ministro dell Economia e delle Finanze Classificazione della spesa delle università per missioni e programmi VISTI gli articoli

Dettagli

Risultati della didattica sulla ripartizione del Fondo per il Finanziamento Ordinario (FFO) Vincenzo Zara Università del Salento

Risultati della didattica sulla ripartizione del Fondo per il Finanziamento Ordinario (FFO) Vincenzo Zara Università del Salento Risultati della didattica sulla ripartizione del Fondo per il Finanziamento Ordinario (FFO) Vincenzo Zara Università del Salento UNIVERSITY Finanziamento statale alle Università L art. 5 della legge n.

Dettagli

IL FUTURO DELL UNIVERSITA ITALIANA

IL FUTURO DELL UNIVERSITA ITALIANA IL FUTURO DELL UNIVERSITA ITALIANA Dieci proposte del Governo Ombra del Partito Democratico 28 0ttobre 2008 Premessa La situazione universitaria italiana si è fatta incandescente. I pesantissimi tagli

Dettagli

SEMINARIO SULLA RIFORMA DELL UNIVERSITA

SEMINARIO SULLA RIFORMA DELL UNIVERSITA SEMINARIO SULLA RIFORMA DELL UNIVERSITA Disegno di legge in materia di organizzazione e qualità del sistema universitario, di personale accademico e di diritto allo studio Approvato dal Consiglio dei Ministri

Dettagli

OBIETTIVI OPERATIVI 2014

OBIETTIVI OPERATIVI 2014 OPERATIVI 1 Sviluppare politiche di incentivazione e di supporto all'autofinanziamento e all'incremento della produzione scientifica 2 Migliorare l'organizzazione di servizi volti a promuovere la 1.Definire

Dettagli

Linee Guida per la gestione integrata del Ciclo della Performance delle università statali italiane DOCUMENTO ANVUR - MAGGIO 2015

Linee Guida per la gestione integrata del Ciclo della Performance delle università statali italiane DOCUMENTO ANVUR - MAGGIO 2015 Linee Guida per la gestione integrata del Ciclo della Performance delle università statali italiane DOCUMENTO ANVUR - MAGGIO 2015 Inquadramento concettuale - l esigenza di ricondurre gli interventi a un

Dettagli

Politica per la Qualità della Formazione

Politica per la Qualità della Formazione Politica per la Qualità della Formazione Valutazione e accreditamento lasciano un segno se intercettano la didattica nel suo farsi, se inducono il docente a rendere il suo rapporto con i discenti aperto,

Dettagli

Scuola di Dottorato della Università degli Studi di Roma Foro Italico

Scuola di Dottorato della Università degli Studi di Roma Foro Italico Scuola di Dottorato della Università degli Studi di Roma Foro Italico STATUTO Art. 1 - Obiettivi e finalità della Scuola di Dottorato 1. La Scuola di Dottorato è una struttura dell Università degli Studi

Dettagli

PIANO STRATEGICO 2014-2016

PIANO STRATEGICO 2014-2016 PIANO STRATEGICO 2014-2016 Parere del Senato Accademico del 18 giugno 2014 Approvato nel Consiglio di Amministrazione del 25 giugno 2014 1 INDICE PIANO STRATEGICO DELL UNIVERSITA DEGLI STUDI DI FERRARA

Dettagli

UNIVERSITA DEGLI STUDI DI GENOVA

UNIVERSITA DEGLI STUDI DI GENOVA UNIVERSITA DEGLI STUDI DI GENOVA REGOLAMENTO PER LO SVOLGIMENTO DI ATTIVITA DIDATTICA ED IL CONFERIMENTO DI INCARICHI DI INSEGNAMENTO NEI CORSI DI LAUREA, LAUREA MAGISTRALE E DI SPECIALIZZAZIONE Capo I

Dettagli

Programma di gestione dei laboratori di chimica, fisica e biologia PROGRAMMA DI GESTIONE DEI LABORATORI DI CHIMICA, FISICA E BIOLOGIA

Programma di gestione dei laboratori di chimica, fisica e biologia PROGRAMMA DI GESTIONE DEI LABORATORI DI CHIMICA, FISICA E BIOLOGIA PROGRAMMA DI GESTIONE DEI LABORATORI DI CHIMICA, FISICA E BIOLOGIA maggio 2006 1 Premessa Lo scopo principale del programma è la gestione dell attività dei laboratori di chimica, fisica e biologia presso

Dettagli

Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca

Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca CONSIGLIO UNIVERSITARIO NAZIONALE Prot. n. 1891 Spedito il 21.12.2009 Parere generale n. 9 All On.le Ministro S E D E OGGETTO: Parere su dottorato

Dettagli

Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca

Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Nota tecnica 2 a) i corsi di studio da istituire e attivare nel rispetto dei requisiti minimi essenziali in termini di risorse strutturali ed umane, nonché quelli da sopprimere a.1 Proporzione di corsi

Dettagli

Azioni messe in atto nell'a.s. 2013/14 a supporto del processo di miglioramento

Azioni messe in atto nell'a.s. 2013/14 a supporto del processo di miglioramento Azioni messe in atto nell'a.s. 2013/14 a supporto del processo di miglioramento L'a.s. 2013/14 oltre alla realizzazione della fase di, è stato dedicato all'avvio e al proseguimento di azioni di Miglioramento

Dettagli

ISTITUZIONE DELL AGENZIA NAZIONALE PER LA VALUTAZIONE DELL UNIVERSITA E DELLA RICERCA

ISTITUZIONE DELL AGENZIA NAZIONALE PER LA VALUTAZIONE DELL UNIVERSITA E DELLA RICERCA ISTITUZIONE DELL AGENZIA NAZIONALE PER LA VALUTAZIONE DELL UNIVERSITA E DELLA RICERCA - Gabriele Gentilini - luglio 2007 a) Istituzione dell Agenzia nazionale per la valutazione dell universita e della

Dettagli

PIANO DI COMUNICAZIONE. 14 novembre 2013

PIANO DI COMUNICAZIONE. 14 novembre 2013 Presidio della Qualità di Ateneo Rilevazione della Opinione degli Studenti PIANO DI COMUNICAZIONE 14 novembre a cura di Area Percorsi di Qualità PIANO DI COMUNICAZIONE PER LA RILEVAZIONE DELL OPINIONE

Dettagli

1.1 I corsi di laurea

1.1 I corsi di laurea 1. Didattica 1.1 I corsi di laurea All offerta formativa per l a.a. 2013/2014, in preparazione agli inizi del 2013, viene applicato il D.M. 47 del 30 gennaio 2013 Autovalutazione, accreditamento iniziale

Dettagli

Servizi bibliotecari di Ateneo: Carta dei servizi

Servizi bibliotecari di Ateneo: Carta dei servizi Servizi bibliotecari di Ateneo: Carta dei servizi La Carta dei servizi La Carta dei servizi precisa ciò che gli utenti possono attendersi dai Servizi bibliotecari dell Università di Bergamo e le attese

Dettagli

Responsabile del procedimento: Dott. Paolo Pasquini, Dirigente della Divisione Risorse.

Responsabile del procedimento: Dott. Paolo Pasquini, Dirigente della Divisione Risorse. DIVISIONE RISORSE UFFICIO AFFARI GENERALI E SERVIZI LEGALI Via Duomo, 6 13100 Vercelli VC Tel. 0161 261543-533-526 Fax 0161219381 E-mail: affarigiuridici@uniupo.it @ i it Prot. n. 12416 del 31.08.2015

Dettagli

Facoltà di SCIENZE MOTORIE Corso di Laurea Scienze e Tecniche delle Attività Sportive. Rapporto di Riesame Anno 2014

Facoltà di SCIENZE MOTORIE Corso di Laurea Scienze e Tecniche delle Attività Sportive. Rapporto di Riesame Anno 2014 Denominazione del Corso di Studio: Science e Tecniche delle Attività Sportive Classe: LM-68 Sede: Palermo Dipartimento di riferimento: Scienze Giuridiche, della Società e dello Sport Scuola: Scuola delle

Dettagli

Indicatori GESTIONALI di Ateneo - All. 4, Piano della performance 2014

Indicatori GESTIONALI di Ateneo - All. 4, Piano della performance 2014 Indicatori GESTIONALI di Ateneo - All. 4, Piano della performance 2014 INDICATORI GESTIONALI DI ATENEO - MIP SETTORE/SERVIZIO responsabile del dato e/o della rilevazione RILEVAZIONE AL 31.12.2013 (come

Dettagli