Prof. Fabrizio Di Lazzaro. Roma, 28 maggio 2015

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Prof. Fabrizio Di Lazzaro. Roma, 28 maggio 2015"

Transcript

1 FONDO PENSIONE PER IL PERSONALE DELLA BANCA DI ROMA ANALISI BILANCIO 2014 PRESTAZIONE DEFINITA CONTRIBUZIONE DEFINITA COMPARTO MODERATO CONTRIBUZIONE DEFINITA COMPARTO GARANTITO Roma, 28 maggio 2015

2 Eventi rilevanti Piano di riequilibrio (1/2) Il 1 ottobre 2014 è stato approvato dal Consiglio di Amministrazione e successivamente presentato alla Commissione di Vigilanza sui Fondi Pensione il Piano di Riequilibrio predisposto ai sensi del Decreto del Ministero dell Economia e Finanze del 7 dicembre 2012, n.259. Il Piano, elaborato con il contributo tecnico degli Advisor Attuariale, Finanziario ed Immobiliare, muove dall «Accordo sui provvedimenti assunti in qualità di Fonti Istitutive in riferimento alla situazione patrimoniale del Fondo Pensione per il Personale della Banca di Roma» del 16 maggio 2014 (di seguito anche l Accordo). Tale Accordo, in coerenza con le previsioni dell art. 7-bis, co. 2-bis del D. Lgs. 252/05, modifica sia per i pensionati esistenti che per gli iscritti in servizio ed i differiti il meccanismo di rivalutazione delle prestazioni in essere per la Sezione a Prestazione Definita. In particolare viene stabilito di sostituire, con decorrenza 1 gennaio 2015, il meccanismo di perequazione automatica, disciplinato dagli artt. 28, comma 6, e 31 dello Statuto, e di variare quindi le prestazioni in base all effettivo rendimento della gestione del patrimonio della suddetta Sezione. Tale variazione verrà determinata in base alla differenza tra il tasso di rendimento rilevato annualmente dal Consiglio di Amministrazione in sede di compilazione del Bilancio di esercizio e il tasso necessario per il mantenimento dell equilibrio del Fondo stesso, determinato dalle valutazioni attuariali. Detta impostazione consentirà al Fondo di conseguire, ad un tempo, il recupero del disavanzo in essere e il mantenimento di una situazione di stabile equilibrio tecnico-finanziario. 2

3 Eventi rilevanti Piano di riequilibrio (2/2) Nel medesimo Accordo, la norma transitoria in calce all art. 2 prevede che per il 2014 non si dia luogo ad alcun adeguamento delle prestazioni. In merito, nella seduta del 24 giugno 2014, il Consiglio di Amministrazione ha deliberato di dare applicazione a detta specifica disposizione, seppur in via provvisoria e condizionatamente all approvazione da parte dell Autorità di Vigilanza del Piano complessivo risultante dall Accordo. Con delibera n del 20 marzo 2015 la Covip ha approvato il Piano di Riequilibrio e le connesse modifiche statutarie (artt. 28, comma 6 e 31). Per quanto invece attiene alla costituzione delle attività supplementari nella misura del 4% delle riserve l Autorità di Vigilanza, con la medesima nota, ha ritenuto di non accogliere la richiesta di deroga, rinviando la possibilità di tale esonero all esito di una positiva verifica in ordine alla coerenza delle ipotesi attuariali e finanziarie poste alla base del Piano con l effettiva evoluzione dello stesso. Detto Piano, basato sulle risultanze del 2013, prevede un tasso tecnico del 3,75% (in luogo del 4,2% degli esercizi precedenti), ed il raggiungimento dell equilibrio nell arco del periodo ipotizzando un abbattimento delle pensioni dello 0,7% per la durata del Piano. Tale misura consentirà altresì la costituzione delle predette attività supplementari, in assenza delle quali la riduzione delle prestazioni sarebbe stata dello 0,23%. 3

4 Eventi rilevanti Modifiche Statutarie e proroga mandato Organi di Amministrazione e Controllo (1/2) Oltre alle già accennate modifiche agli artt. 28, comma 6, e 31 connesse al Piano di Riequilibrio (cfr. sopra), nel corso del 2014 sono state avviate ulteriori rilevanti modifiche allo Statuto del Fondo Pensione secondo un piano di interventi articolato. Stante la complessità degli interventi di modifica dello Statuto e valutata l opportunità di celebrare la relativa Assemblea Straordinaria in concomitanza con quella Ordinaria per il rinnovo della componente elettiva degli Organi Statutari, le stesse Fonti hanno formalizzato in appositi Accordi (del e del ) la proroga del mandato degli Organi stessi contestualizzando le citate Assemblee nelle date del 18 febbraio e 12 marzo 2015, rispettivamente in prima e seconda convocazione. Le richieste di proroga sono state accolte dalla Commissione di Vigilanza. Successivamente le Fonti Istitutive hanno formalizzato nell «Accordo sulle modifiche statutarie» del le proposte di modifica dello Statuto da sottoporre all Assemblea Straordinaria. 4

5 Eventi rilevanti Modifiche Statutarie e proroga mandato Organi di Amministrazione e Controllo (2/2) In coordinamento al riferito progetto di riforma dello Statuto ad opera delle Fonti Istitutive, a fine 2014 il Consiglio di Amministrazione ha deliberato ulteriori modifiche statutarie in adeguamento a sopravvenute prescrizioni normative e della Commissione di vigilanza, nonché funzionali ad allineare maggiormente l assetto ordinamentale del Fondo a prassi già in uso. La citata Assemblea Straordinaria non ha raggiunto il quorum necessario e pertanto non ha avuto luogo. Dopo averne dato doverosa informativa alle Fonti Istitutive ed in coerenza con lo Statuto in vigore, l Organo di Amministrazione ha deliberato in data 31 marzo 2015 le modifiche di Statuto risultanti dall Accordo di novembre 2014, in linea con la disciplina risultante dal Regolamento COVIP del 15 luglio Il Consiglio ha pertanto avviato due distinti procedimenti, separando gli adeguamenti rientranti nelle fattispecie di cui all art. 30, co. 1 (da subito efficaci e oggetto di comunicazione alla Covip), rispetto a quelli rientranti nell ambito dell art. 28 dello stesso Regolamento (efficaci solo dopo l approvazione della Covip entro il termine di 90 giorni). 5

6 Eventi rilevanti Evoluzione del quadro normativo (1/2) In data 13 novembre 2014 è stato pubblicato in G.U. il Decreto del Ministero dell Economia e delle Finanze 166 del 2 settembre 2014 recante norme sui criteri e limiti di investimento delle risorse dei fondi pensione e sulle regole in materia di conflitti di interesse. Il nuovo Decreto, cui i Fondi Pensione dovranno adeguarsi entro 18 mesi (28 maggio 2016), sostituisce il DM 703/96 la cui disciplina è incentrata su precisi limiti quantitativi agli investimenti e propone un approccio di tipo qualitativo in base al principio della persona prudente. La revisione della regolamentazione esistente che trae spunto anche dal recepimento nel nostro ordinamento della direttiva europea sui Fondi Pensione (Direttiva 2003/41/CE - c.d. Direttiva EPAP) partendo dall obiettivo di perseguire gli interessi degli aderenti e dalla considerazione che l investimento previdenziale ha una natura peculiare e differente da quello puramente finanziario, si muove verso una maggiore attenzione alle capacità gestionali e ai processi decisionali dei Fondi Pensione e alla loro necessaria maggiore responsabilizzazione nel controllo e gestione dei rischi, da effettuare attraverso il ricorso a strumenti e modelli di gestione congruenti. Il Decreto amplia la tipologia dei prodotti investibili da parte dei Fondi Pensione, estendendo le opportunità di investimento a strategie e mercati in precedenza preclusi. Il Fondo ha verificato l adeguatezza delle norme statutarie impattate dall entrata in vigore del Decreto. Entro i tempi di adeguamento indicati verrà verificata la coerenza degli investimenti rispetto alle disposizioni del Decreto. 6

7 Eventi rilevanti Evoluzione del quadro normativo (2/2) In data 1 gennaio 2015 è entrata in vigore la Legge 23 dicembre 2014, n. 190 (Legge di Stabilità 2015) contenente misure di notevole impatto sulla disciplina dei Fondi Pensione. In particolare il provvedimento stabilisce l incremento dall'11,5 al 20% dell'imposta sostitutiva sul risultato netto maturato dai fondi pensione con eccezione dei titoli pubblici ed equiparati i cui rendimenti restano tassati al 12,5%. Le nuove norme, che troveranno piena applicazione dal periodo di imposta successivo a quello in corso al 31 dicembre 2014, hanno tuttavia attuazione anche con riferimento al periodo d'imposta in corso al 31 dicembre 2014, sia pure con una modalità volta a evitare che l'incremento d'imposta riguardi anche i rendimenti già inclusi nelle posizioni oggetto di riscatto nel corso dell'anno. Ai fini del presente bilancio e del calcolo del valore della quota al 31 dicembre 2014, l imposta sostitutiva è stata determinata applicando provvisoriamente un aliquota dell 11,50%, come disposto dalla Circolare Covip, protocollo n.158 del 9 gennaio 2015, e confermato dalla successiva circolare della stessa Covip datata 6 marzo 2015, che prevedono ai citati fini, l applicazione del regime fiscale previgente. La maggiore imposta dovuta sui rendimenti 2014 viene recuperata con la prima valorizzazione dell anno 2015; qualora, ai fini del bilancio al 31 dicembre 2014, il calcolo dell imposta fosse stato effettuato applicando l aliquota prevista dalla suddetta Legge di Stabilità, l imposta sostitutiva avrebbe avuto un valore pari a , con una differenza di euro rispetto a quanto imputato in contabilità alla data di riferimento del bilancio. Tale ultimo importo è stato peraltro correttamente considerato nella determinazione del versamento dell imposta sostitutiva relativa all esercizio 2014, effettuato in data 16 febbraio 2015 e quantificato secondo le modalità e i termini indicati dalla circolare dell Agenzia delle Entrate n. 2/E del 13 febbraio

8 Eventi rilevanti Internal Audit A decorrere dal 1 febbraio 2014, l incarico per le attività di controllo interno è assegnato a ElleGi Consulenza. Gli esiti delle verifiche sono stati periodicamente illustrati al Comitato Istruttorio per i Controlli Interni e al Consiglio d Amministrazione per la valutazione delle eventuali misure correttive. Gestione reclami Nell anno 2014 sono pervenuti cinque reclami. In esito alla trattazione, sono stati tutti respinti. Analisi sociale ed ambientale di portafoglio Dall analisi effettuata sui dati di sintesi al 31/12/2014 emerge che il profilo di responsabilità sociale ed ambientale degli investimenti del Fondo è in miglioramento rispetto al 2013 e superiore alla media dell universo coperto da Vigeo, sia per quanto riguarda gli emittenti imprese (azioni e obbligazioni) per 50,2 p.p. vs 38,0, che per gli emittenti paesi (obbligazioni di Stato) 76,6 p.p. vs 62,5. 8

9 SEZIONE A PRESTAZIONE DEFINITA Il patrimonio della Sezione a Prestazione Definita ammonta al 31 dicembre 2014 a 937 mln ( 979 a fine 2013) e tiene conto della valutazione al mercato delle proprietà immobiliari e di un saldo previdenziale (contributi-prestazioni) negativo pari a 69,8 mln, tipico dei fondi preesistenti, chiusi ai nuovi iscritti. Il risultato di esercizio registra una perdita pari a 32,2 mln, significativamente inferiore al menzionato saldo previdenziale, al netto del quale ne consegue una performance positiva di 37,5 mln. Il rendimento della Sezione, calcolato secondo la formula di Hardy, è pari al 3,19%, contro un tasso di rendimento previsto dal piano per il 2014 del 2,6%. Tenendo conto delle plusvalenze mobiliari implicite nel portafoglio immobilizzato, pari ad 28 milioni, il rendimento «a mercato» si attesta al 6,25%. Nel corso dell esercizio l attività è stata effettuata secondo le linee guida del piano elaborato con Prometeia. La gestione si è posta l obiettivo primario, raggiungendolo, di un risultato reddituale che consentisse, in coerenza con il piano di riequilibrio presentato in COVIP, il processo di convergenza verso il recupero dell equilibrio patrimoniale. Le scelte operative, con il vincolo rappresentato dall evoluzione delle risorse a disposizione, non hanno comportato un aumento del profilo di rischio di natura patrimoniale. A fine esercizio, la suddivisione del patrimonio tra le due categorie di investimento risulta: Liability Driven Portfolio 70% e Return Portfolio 30%. 9

10 SEZIONE A PRESTAZIONE DEFINITA Gestione Immobiliare (1/2) Gli investimenti diretti in immobili del Fondo, a fine 2014, hanno un valore stimato di circa Euro 358,6 mln. Essi rappresentano il 38,26% del patrimonio complessivo del comparto a prestazione definita. Il patrimonio immobiliare è composto per circa il 50% dal valore dell immobile ad uso uffici sito in Roma, Viale Tupini 180, locato al Gruppo Unicredit. Al riguardo si rappresenta che in data 7 aprile 2014 è pervenuta al Fondo una comunicazione di disdetta del contratto di locazione a far data dal 30/6/2019. Una componente di circa il 30% del patrimonio immobiliare è attualmente in vendita attraverso agenzie immobiliari ed accompagnato da iniziative pubblicitarie. Relativamente al restante 20% il Consiglio di Amministrazione ha avviato a luglio 2013 un processo di selezione competitiva di una SGR per la costituzione e gestione di un fondo immobiliare dedicato sia al fine di avvicinarsi alla soglia del 20% di patrimonio detenuto in proprietà diretta di immobili, prevista dalla normativa Covip, che di poter ricorrere alle specifiche professionalità di una SGR. La selezione, condotta con il supporto di un Advisor, ha portato alla individuazione di Prelios SGR sia per l offerta economica più vantaggiosa che per il progetto più convincente. 10

11 SEZIONE A PRESTAZIONE DEFINITA Gestione Immobiliare (2/2) Tale procedura ha visto realizzarsi un primo apporto al neonato fondo immobiliare Aurora il 14 gennaio 2015 relativo a sei immobili per Euro 55 mln e si perfezionerà con l ultimo immobile previsto per Euro 15 milioni entro il primo semestre A seguito del perfezionamento dell operazione complessiva di apporto al fondo Aurora nel corso del 2015 il patrimonio immobiliare diretto del Fondo ammonterà quindi ad Euro 288,6 mln con un incidenza di circa il 30,79% del patrimonio complessivo del comparto a prestazione definita. Nel corso del 2014 è stata avviata la ristrutturazione degli immobili in Roma Corso Vittorio Emanuele II 251 e in Monterotondo Via Gramsci 47, finalizzata alla valorizzazione ed alla successiva vendita frazionata. Per l immobile in Monterotondo la vendita è stata già avviata nel corso del 2014 ed ha raggiunto un avanzamento in termini di proposte raccolte pari al 60% del listino complessivo. La dismissione dell'immobile sito in Roma Corso Vittorio Emanuele II 251 invece sarà avviata nel corso del 2015 al termine dei lavori di ristrutturazione. Il rendimento della gestione immobiliare si attesta al 4,53% lordo mentre, al netto degli oneri di gestione e delle imposte, è pari al 2,19%. 11

12 SEZIONE A PRESTAZIONE DEFINITA Gestione Mobiliare La componente mobiliare, ai valori contabili di fine anno ammonta a 583 mln, (596 mln nel 2013) e rappresenta il 61,9% dell attivo patrimoniale (60,8% nel 2013), computando la componente immobiliare ai valori di mercato. Ai valori contabili di fine anno, la suddivisione del portafoglio mobiliare tra le due categorie di investimento risulta: Liability Driven Portfolio 52,1% e Return Portfolio 47,9%. Il portafoglio mobiliare della Sezione a Prestazione Definita registra un risultato economico positivo di 43,6 mln, a cui hanno contribuito flussi per interessi/proventi per 12,5 mln (comprensivo del risultato della gestione della liquidità) e plusvalenze nette da valutazione per 8,1 mln. La liquidità, grazie ad un attenta gestione, ha avuto una remunerazione significativamente più elevata rispetto ai tassi di mercato monetario. Il risultato dell attività di negoziazione è positivo a c\economico per 23 mln. Nel corso dell anno sono stati effettuati investimenti complessivi per 57 mln, (di cui 6,3 mln per richiami su impegni assunti nei precedenti esercizi) e dismissioni e rimborsi per complessivi 112,2 mln. In base ai valori di mercato, rilevati o stimati, il portafoglio immobilizzato esprime una plusvalenza implicita non iscritta a bilancio pari a 28 mln. 12

13 SEZIONE A PRESTAZIONE DEFINITA Bilancio attuariale 2014 (1/2) Il bilancio attuariale 2014 evidenzia un disavanzo tecnico accertato di 70 milioni di euro, comprensivo dell accantonamento di attività supplementari (4%) per 38,7 milioni. Il tasso tecnico utilizzato dall attuario è del 3,75% contro il 4,2% degli anni precedenti. Il tasso tecnico di equilibrio è pari al 4,4%, il tasso di rendimento medio di portafoglio stimato dall advisor è del 4,1%, il tasso target del 2014 previsto dal piano è il 2,6%, il tasso effettivo è stato il 3,2%. La percentuale di riduzione da applicare fino al 2023 agli importi di pensione allo scopo di eliminare il predetto disavanzo tecnico ed aggiornare quindi il piano di riequilibrio tecnico della gestione del Fondo determinato con riferimento al è dello 0,7% annuo delle pensioni per gli anni dal 2015 al 2023; si precisa, peraltro, che per il 2015 si è previsto che la riduzione sia applicata solo per il secondo semestre dell anno. 13

14 SEZIONE A PRESTAZIONE DEFINITA Bilancio attuariale 2014 (2/2) Emerge quindi che tale misura di riduzione è la stessa individuata con rifermento alle valutazioni al , pur evidenziandosi un lieve peggioramento del risultato tecnico; tale peggioramento, che peraltro non modifica la sostanza del piano di riequilibrio già presentato all autorità di vigilanza, dipende essenzialmente dall aggiornamento della base demografica che ha un impatto sul bilancio tecnico di circa lo 0,5% in termini di aumento di oneri. Si sottolinea inoltre che la predetta percentuale di riduzione delle pensioni è imputabile per 1/3 (ossia per una riduzione di pensioni di circa lo 0,23%) al deficit previdenziale in senso stretto e per i restanti 2/3 (ossia per una riduzione di pensioni di circa lo 0,47%) alla necessità imposta dal Decreto di accantonare attività supplementari in misura pari al 4% delle riserve. 14

15 SEZIONE A CONTRIBUZIONE COPARTO MODERATO Il patrimonio del comparto ammonta a 362,2 mln, in crescita rispetto allo scorso esercizio (341.2 mln ; +6,15%). Il valore della singola quota al 31 dicembre risulta pari a 14,48396, con una performance del 5,58% nell esercizio (5,24% considerando le imposte con l aliquota del 20% in luogo dell 11,5%). Nell esercizio, i mandati di gestione, che rappresentano il 60% del patrimonio del comparto, hanno realizzato risultati positivi in termini assoluti, replicando nella sostanza i benchmark di riferimento; nel complesso la componente gestita tramite mandati ha registrato una performance annua del 10,2%. La gestione diretta è investita in Fondi di Obbligazioni (20%), Fondi flessibili(18%), Fondi Immobiliari (12%), Fondi di Private Equity e assimilati (26%), Prodotti assicurativi di Ramo V (24%). Nel dettaglio, la gestione diretta, al netto della liquidità, ha generato una performance pari a 0,79%. 15

16 SEZIONE A CONTRIBUZIONE COPARTO GARANTITO Il patrimonio del Comparto ammonta a 37,4 mln, in crescita rispetto allo scorso esercizio (35,6 mln ; +5,1%). Il valore della singola quota al 31 dicembre risulta pari a 12,15461, con un incremento del 3,03%, che si confronta con un rendimento netto del TFR pari a 1,34%. Dalla sua istituzione (giugno 2007) il comparto ha registrato una rivalutazione del 21,54% che si confronta con un rendimento netto del TFR 19,88%, è stato pertanto totalmente recuperato il divario dei precedenti esercizi. Le risorse del comparto sono investite (al netto di una quota fisiologica di liquidità) in una polizza assicurativa di Ramo V di Allianz, stipulata al termine del 2010 e scadrà nel Essa ha consentito la realizzazione di un rendimento positivo rispetto a quello di mercato monetario senza porre a rischio il capitale investito, obiettivo prioritario del comparto. Tale polizza prevede un rendimento indicizzato al risultato di una gestione separata, di natura essenzialmente obbligazionaria, ed un tasso minimo garantito pari al 2% annuo, al lordo dei previsti caricamenti sui premi versati. A far data dal 19 dicembre 2014 alle nuove coperture sarà garantito un tasso minimo del 1,75%. Il rendimento della polizza retrocesso al fondo per il 2014 è stato del 3,02% (3,43%nell esercizio precedente). 16

17 CONTRIBUZIONE DEFINITA CM - CG: Valore quota COMPARTO MODERATO 31/12/ , /12/ ,48396 Re ndim e nto 5,57846% COMPARTO GARANTITO 31/12/ , /12/ ,15461 Re ndim e nto 3,02770% 17

18 Prospettive 2015 Aggiornamento performance marzo 2015 Prestazione Definita Il monitoraggio della performance del Fondo evidenzia un rendimento a valori di mercato del 3,18% e contabile del 1,68% v/ un tasso tecnico del 0,94% e tasso target 2015 del 0,88%. Il controvalore a mercato del patrimonio del Fondo è di 978,8 mil. rispetto ad un controvalore contabile di 940,4 mil., con un saldo plusvalenze/minusvalenze latenti di 38,4 mil. Al il controvalore contabile del patrimonio era di 1.072,47 mln rispetto ad un valore di mercato corrispondente di 1.007,72, con un saldo plusvalenze/minusvalenze latenti negativo di 68,78 mil. Contribuzione Comparto moderato La Sezione evidenzia un rendimento lordo del 5,63%. 18

19 PRESTAZIONE DEFINITA: Riepilogo Conto Economico Proventi Contributi per le prestazioni totale proventi gestione previdenziale Oneri Trasferimenti e riscatti Pensioni totale oneri Saldo gestione Previdenziale Saldo gestione Amministrativa Saldo gestione Immobiliare Saldo gestione Mobiliare Risultato Netto

20 PRESTAZIONE DEFINITA: Gestione mobiliare GESTIONE FINANZIARIA Dividendi e interessi su titoli utile su titoli Plus/Minusvalenze su titoli Rendimento netto gestione finanziaria Mtm costo titoli immobilizzati

21 PRESTAZIONE DEFINITA: Gestione immobiliare GESTIONE IMMOBILIARE Proventi Plus/Minusvalenze proventi straordinari immobiliari fitti attivi totale proventi gestione immobiliare Oneri oneri di gestione immobiliare oneri vari imposta di registro imposte e tasse totale oneri Rendimento netto gestione Immobiliare Variazione Mtm immobili non contabilizzata

22 PRESTAZIONE DEFINITA: Analisi Redditività Patrimonio ad inizio anno (valori di mercato) Patrimonio a fine anno (valori di mercato) * Media Rendimento Hardy gestione finanz. e imm. titoli imm. a valori contabili 3,19% 5,08% 4,53% 4,26% Rendimento Hardy gestione finanz. e imm. titoli imm. a valori mercato 6,23% 5,85% 5,03% 5,70% * Comprensivo di 7,5 mil. di variazione mtm immobili. Tasso target 2014 = 2,6% Rendimento Hardy = 2xR/(PI+PF-R) 22

23 PRESTAZIONE DEFINITA: Analisi Redditività (segue) Titoli immobilizzati a valori contabili Rend. Peso Rend. Ponder. Rend. Peso Rend. Rend. Ponder. Rend. Peso Ponder. Rendimento Hardy Gestione Immobiliare -3,54% 40% -1,41% 6,88% 40% 2,74% 5,59% 42% 2,33% Rendimento Hardy Gestione Mobiliare 7,64% 60% 4,60% 3,89% 60% 2,34% 3,78% 58% 2,21% Totale 3,19% 5,08% 4,53% Titoli immobilizzati a valori di mercato Rend. Peso Rend. Ponder. Rend. Peso Rend. Ponder. Rend. Peso Rend. Ponder. Rendimento Hardy Gestione Immobiliare -3,54% 40% -1,41% 6,88% 40% 2,75% 5,57% 42% 2,32% 12,86 Rendimento Hardy Gestione Mobiliare % 60% 7,66% 5,17% 60% 4,10% 4,65% 58% 2,71% Totale 6,23% 5,85% 5,03% 23

24 PRESTAZIONE DEFINITA: Analisi Redditività (segue) Titoli immobilizzati a valori contabili Rendimento Hardy Gestione Previdenziale -7,20% -7,03% -6,31% Indice di copertura Complessivo 44% 72% 72% Indice di copertura Gestione Immobiliare -20% 39% 37% Indice di copertura Gestione Mobiliare 64% 33% 35% Titoli immobilizzati a valori di mercato Rendimento Hardy Gestione Previdenziale -7,42% -7,08% -6,34% Indice di copertura Complessivo 84% 83% 79% Indice di copertura Gestione Immobiliare -19% 39% 37% Indice di copertura Gestione Mobiliare 103% 44% 43% 24

25 CONTRIBUZIONE DEFINITA CM: Analisi Redditività Comparto Moderato Dividendi e interessi Utili e perdite da realizzo Plusvalenze/minusvalenze mtm Saldo gestione finanziaria Diretta Dividendi e interessi Utili e perdite da realizzo Plusvalenze/minusvalenze Saldo gestione finanziaria Indiretta Società di gestione Saldo gestione finanziaria Saldo gestione Previdenziale e Amministrativa Risultato Lordo Imposta sostitutiva Risultato netto Saldo gestione finanziaria netto imposte Attività destinate alle prestazioni iniziali Attività destinate alle prestazioni finali MEDIA Rendimento Hardy gestione finanziaria lordo imposte 6,21% 5,48% 8,69% 6,79% Rendimento Hardy gestione finanziaria netto imposte *5,52% 4,89% 7,57% 5,99% * Con imposte 20% = 5,24% 25

26 CONTRIBUZIONE DEFINITA CG: Analisi Redditività Comparto Garantito Dividendi e interessi Utili e perdite da realizzo Plusvalenze/minusvalenze Rendimento gestione finanziaria Saldo gestione Previdenziale e Amministrativa Risultato Lordo Imposta sostitutiva Risultato netto Saldo gestione finanziaria netto imposte Attività destinate alle prestazioni iniziali Attività destinate alle prestazioni finali MEDIA Rendimento Hardy gestione finanziaria lordo imposte 3,40% 3,21% 3,43% 3,35% Rendimento Hardy gestione finanziaria netto imposte 3,00% 2,85% 3,05% 2,97% 26

Note sulla gestione del fondo.

Note sulla gestione del fondo. FONDO PENSIONE DIPENDENTI GIOCHI AMERICANI Sede in Saint Vincent Via Italo Mus - presso Casino de la Vallée Codice fiscale n. 90006620075 RELAZIONE DEGLI AMMINISTRATORI IN ACCOMPAGNAMENTO AL BILANCIO DELL'ESERCIZIO

Dettagli

REGOLAMENTO DELLA GESTIONE SEPARATA Crédit Agricole Vita

REGOLAMENTO DELLA GESTIONE SEPARATA Crédit Agricole Vita REGOLAMENTO DELLA GESTIONE SEPARATA Crédit Agricole Vita 1. Denominazione Viene attuata una speciale forma di gestione degli investimenti, distinta dagli altri attivi detenuti dall impresa di assicurazione,

Dettagli

BNP Paribas REIM SGR p.a. approva il rendiconto annuale 2014 del Fondo BNL Portfolio Immobiliare

BNP Paribas REIM SGR p.a. approva il rendiconto annuale 2014 del Fondo BNL Portfolio Immobiliare BNP Paribas REIM SGR p.a. approva il rendiconto annuale 2014 del Fondo BNL Portfolio Immobiliare BNL Portfolio Immobiliare: valore di quota pari a Euro 937,084 con un rendimento medio annuo composto (TIR)

Dettagli

Commissione di Vigilanza sui Fondi Pensione

Commissione di Vigilanza sui Fondi Pensione Commissione di Vigilanza sui Fondi Pensione ENTI PREVIDENZIALI PRIVATI ISTRUZIONI PER LA PREDISPOSIZIONE DELLA RELAZIONE RECANTE LE ALTRE INFORMAZIONI DI CUI ALL ART. 2, COMMA 1, LETT. A), D), E), F),

Dettagli

REGOLAMENTO DELLA GESTIONE SEPARATA 4CAVITA

REGOLAMENTO DELLA GESTIONE SEPARATA 4CAVITA REGOLAMENTO DELLA GESTIONE SEPARATA 4CAVITA 1. Denominazione Viene attuata una speciale forma di gestione degli investimenti, distinta dagli altri attivi detenuti dall impresa di assicurazione, denominata

Dettagli

Milano, 24 marzo 2015. Approvato il rendiconto di gestione al 31 dicembre 2014 del Fondo immobiliare Investietico:

Milano, 24 marzo 2015. Approvato il rendiconto di gestione al 31 dicembre 2014 del Fondo immobiliare Investietico: AEDES BPM Real Estate SGR S.p.A. Sede in Milano, Bastioni di Porta Nuova n. 21, capitale sociale Euro 5.500.000,00 sottoscritto e versato, R.E.A. Milano n. 239479, Numero Registro delle Imprese di Milano

Dettagli

FONDO PENSIONE APERTO "ZED OMNIFUND" Sede in Milano - Piazza Carlo Erba 6 Iscrizione Albo Fondi Pensione n 39 del 09/12/1998

FONDO PENSIONE APERTO ZED OMNIFUND Sede in Milano - Piazza Carlo Erba 6 Iscrizione Albo Fondi Pensione n 39 del 09/12/1998 FONDO PENSIONE APERTO "ZED OMNIFUND" Sede in Milano - Piazza Carlo Erba 6 Iscrizione Albo Fondi Pensione n 39 del 09/12/1998 STATO PATRIMONIALE AL 31.12.2006 - LINEA GARANTITA ESERCIZIO IN CORSO 31.12.2006

Dettagli

ANDAMENTO TELEMACO NEL 2011

ANDAMENTO TELEMACO NEL 2011 ANDAMENTO TELEMACO NEL 2011 Gli iscritti Al gli iscritti a Telemaco sono pari a 63.308 con una riduzione di -1.051 unità (-1,6%) rispetto ai 64.359 iscritti della fine del 2010. Nell anno le nuove adesioni

Dettagli

PRELIOS SGR: APPROVATI I RENDICONTI DI GESTIONE AL 30 GIUGNO 2012 DEI FONDI QUOTATI

PRELIOS SGR: APPROVATI I RENDICONTI DI GESTIONE AL 30 GIUGNO 2012 DEI FONDI QUOTATI COMUNICATO STAMPA PRELIOS SGR: APPROVATI I RENDICONTI DI GESTIONE AL 30 GIUGNO 2012 DEI FONDI QUOTATI TECLA FONDO UFFICI RENDIMENTO MEDIO ANNUO DAL COLLOCAMENTO PARI A 11,3% RISPETTO AL TARGET DEL 5,5%

Dettagli

BNP Paribas REIM SGR p.a. approva i rendiconti annuali 2013 dei Fondi BNL Portfolio Immobiliare e Immobiliare Dinamico

BNP Paribas REIM SGR p.a. approva i rendiconti annuali 2013 dei Fondi BNL Portfolio Immobiliare e Immobiliare Dinamico BNP Paribas REIM SGR p.a. approva i rendiconti annuali 2013 dei Fondi BNL Portfolio Immobiliare e Immobiliare Dinamico BNL Portfolio Immobiliare: valore di quota pari a Euro 1.321,402 con un rendimento

Dettagli

aggiornato al 31 luglio 2014

aggiornato al 31 luglio 2014 aggiornato al 31 luglio 2014 Regime fiscale applicabile ai lavoratori iscritti a una forma pensionistica complementare dopo il 31 dicembre 2006 e ai contributi versati, a partire dal 1 gennaio 2007, dai

Dettagli

MANUALE DELLE SEGNALAZIONI STATISTICHE E DI VIGILANZA DEI FONDI PENSIONE Principali variazioni apportate agli schemi

MANUALE DELLE SEGNALAZIONI STATISTICHE E DI VIGILANZA DEI FONDI PENSIONE Principali variazioni apportate agli schemi MANUALE DELLE SEGNALAZIONI STATISTICHE E DI VIGILANZA DEI FONDI PENSIONE Principali variazioni apportate agli schemi (Allegato alla Circolare 5879 del 18 settembre 2014) Variazioni formalmente sottoposte

Dettagli

rb vita QUALITY LIFE 2.0 SUPPLEMENTO AI FASCICOLI INFORMATIVI QUALITY LIFE 2.0 (Tariffe 38UR05_RBV e38ur07_rbv)

rb vita QUALITY LIFE 2.0 SUPPLEMENTO AI FASCICOLI INFORMATIVI QUALITY LIFE 2.0 (Tariffe 38UR05_RBV e38ur07_rbv) rb vita QUALITY LIFE 2.0 SUPPLEMENTO AI FASCICOLI INFORMATIVI QUALITY LIFE 2.0 (Tariffe 38UR05_RBV e38ur07_rbv) Il presente Supplemento forma parte integrante e necessaria dei Fascicoli informativi QUALITY

Dettagli

PIP - ISTRUZIONI PER LA COMPILAZIONE DEL MODULO INTEGRATIVO PER L ANNO 2008

PIP - ISTRUZIONI PER LA COMPILAZIONE DEL MODULO INTEGRATIVO PER L ANNO 2008 PIP - ISTRUZIONI PER LA COMPILAZIONE DEL MODULO INTEGRATIVO PER L ANNO 2008 Definizioni - PIP: piani individuali pensionistici di tipo assicurativo attuati mediante contratti di assicurazione sulla vita;

Dettagli

COMUNICATO STAMPA PRELIOS SGR: APPROVATI I RENDICONTI DI GESTIONE AL 31 DICEMBRE 2013 DEI FONDI QUOTATI TECLA FONDO UFFICI

COMUNICATO STAMPA PRELIOS SGR: APPROVATI I RENDICONTI DI GESTIONE AL 31 DICEMBRE 2013 DEI FONDI QUOTATI TECLA FONDO UFFICI COMUNICATO STAMPA PRELIOS SGR: APPROVATI I RENDICONTI DI GESTIONE AL 31 DICEMBRE 2013 DEI FONDI QUOTATI TECLA FONDO UFFICI RENDIMENTO MEDIO ANNUO DAL COLLOCAMENTO PARI AL 10% NAV PRO QUOTA PARI A 317,9

Dettagli

FONDO SOCRATE: APPROVATO IL RENDICONTO DI GESTIONE AL 31 DICEMBRE 2010

FONDO SOCRATE: APPROVATO IL RENDICONTO DI GESTIONE AL 31 DICEMBRE 2010 FONDO SOCRATE: APPROVATO IL RENDICONTO DI GESTIONE AL 31 DICEMBRE 2010 VALORE UNITARIO DELLA QUOTA: 523,481 EURO UTILE DELLA GESTIONE PARI A 3,72 MILIONI DI EURO DELIBERATA LA DISTRIBUZIONE DI UN PROVENTO

Dettagli

PrevAer Fondo Pensione

PrevAer Fondo Pensione Pagina 1 di 5 Documento sul Regime Fiscale aggiornato al 27 marzo 2015 Regime fiscale applicabile ai lavoratori iscritti a una forma pensionistica complementare dopo il 31 dicembre 2006 e ai contributi

Dettagli

Documento Sul Regime Fiscale

Documento Sul Regime Fiscale 2015 Documento Sul Regime Fiscale Il presente documento illustra sinteticamente il regime fiscale in vigore a decorrere dall 1 gennaio 2007, alla luce delle disposizioni dell Agenzia delle Entrate (Circolare

Dettagli

ZURICH CONTRIBUTION Sede in Milano - Via Benigno Crespi, 23 Iscrizione Albo Fondi Pensione n 37 del 09/12/1998

ZURICH CONTRIBUTION Sede in Milano - Via Benigno Crespi, 23 Iscrizione Albo Fondi Pensione n 37 del 09/12/1998 ZURICH CONTRIBUTION Sede in Milano - Via Benigno Crespi, 23 Iscrizione Albo Fondi Pensione n 37 del 09/12/1998 STATO PATRIMONIALE AL 31.12.2011 - COMPARTO "LINEA CONSERVATIVA" ESERCIZIO IN CORSO 31.12.2011

Dettagli

PROCEDURE PER L APPROVAZIONE DELLA POLITICA DI REMUNERAZIONE

PROCEDURE PER L APPROVAZIONE DELLA POLITICA DI REMUNERAZIONE 31 della dicembre politica 2008 di PROCEDURE PER L APPROVAZIONE DELLA POLITICA DI REMUNERAZIONE 1. Premessa Il presente documento ("Procedure per l approvazione della politica di, per brevità, le Procedure

Dettagli

CIRCOLARE N. 2/E. Roma, 13 febbraio 2015

CIRCOLARE N. 2/E. Roma, 13 febbraio 2015 CIRCOLARE N. 2/E, Direzione Centrale Normativa Roma, 13 febbraio 2015 OGGETTO: Disposizioni in materia di previdenza complementare. Articolo 1, commi 621, 622, 624 della legge 23 dicembre 2014, n. 190

Dettagli

ZURICH CONTRIBUTION Sede in Milano - Via Benigno Crespi, 23 Iscrizione Albo Fondi Pensione n 37 del 09/12/1998

ZURICH CONTRIBUTION Sede in Milano - Via Benigno Crespi, 23 Iscrizione Albo Fondi Pensione n 37 del 09/12/1998 ZURICH CONTRIBUTION Sede in Milano - Via Benigno Crespi, 23 Iscrizione Albo Fondi Pensione n 37 del 09/12/1998 STATO PATRIMONIALE AL 31.12.2009 - COMPARTO "LINEA CONSERVATIVA" ESERCIZIO IN CORSO 31.12.2009

Dettagli

BNP Paribas REIM SGR p.a. approva i Rendiconti 2012 dei Fondi BNL Portfolio Immobiliare e Immobiliare Dinamico

BNP Paribas REIM SGR p.a. approva i Rendiconti 2012 dei Fondi BNL Portfolio Immobiliare e Immobiliare Dinamico BNP Paribas REIM SGR p.a. approva i Rendiconti 2012 dei Fondi BNL Portfolio Immobiliare e Immobiliare Dinamico Milano, 27 Febbraio 2013. Il Consiglio di Amministrazione di BNP Paribas REIM SGR p.a. ha

Dettagli

Roma, 4 novembre 2011. Mefop Tel: 06 48073530 Fax: 06 48073548 E-mail: mefop@mefop.it

Roma, 4 novembre 2011. Mefop Tel: 06 48073530 Fax: 06 48073548 E-mail: mefop@mefop.it Roma, 4 novembre 2011 Osservazioni sullo Schema di regolamento ministeriale di attuazione dell art. 7-bis, comma 2, del d.lgs. 252/05, recante i principi per la determinazione dei mezzi patrimoniali di

Dettagli

FONDO PENSIONE BANCO POPOLARE

FONDO PENSIONE BANCO POPOLARE FONDO PENSIONE BANCO POPOLARE Entro il 30 aprile verrà convocata l Assemblea ordinaria del nostro Fondo Pensione che dovrà anche eleggere i componenti della Commissione Amministratrice e del Collegio Sindacale

Dettagli

REVISIONE DELLA DISCIPLINA SECONDARIA IN MATERIA DI GESTIONE COLLETTIVA DEL RISPARMIO

REVISIONE DELLA DISCIPLINA SECONDARIA IN MATERIA DI GESTIONE COLLETTIVA DEL RISPARMIO Vigilanza bancaria e finanziaria REVISIONE DELLA DISCIPLINA SECONDARIA IN MATERIA DI GESTIONE COLLETTIVA DEL RISPARMIO MODIFICHE AL REGOLAMENTO SULLA GESTIONE COLLETTIVA DEL RISPARMIO IN MATERIA DI APPROVAZIONE

Dettagli

REGOLAMENTO N. 38 DEL 3 GIUGNO 2011. L ISVAP (Istituto per la vigilanza sulle assicurazioni private e di interesse collettivo)

REGOLAMENTO N. 38 DEL 3 GIUGNO 2011. L ISVAP (Istituto per la vigilanza sulle assicurazioni private e di interesse collettivo) REGOLAMENTO N. 38 DEL 3 GIUGNO 2011 REGOLAMENTO CONCERNENTE LA COSTITUZIONE E L AMMINISTRAZIONE DELLE GESTIONI SEPARATE DELLE IMPRESE CHE ESERCITANO L ASSICURAZIONE SULLA VITA, AI SENSI DELL ARTICOLO 191,

Dettagli

Cari Colleghi, Libertà di scelta della tipologia di investimento. Che cosa è il comparto? La definizione del piano previdenziale

Cari Colleghi, Libertà di scelta della tipologia di investimento. Che cosa è il comparto? La definizione del piano previdenziale Cari Colleghi, dopo un lungo periodo di analisi e discussioni, ci troviamo a confrontarci concretamente al pari di molti altri Fondi Pensione - con la possibilità di decidere direttamente le caratteristiche

Dettagli

Approvata la Relazione di gestione al 31 dicembre 2015 del Fondo immobiliare Investietico:

Approvata la Relazione di gestione al 31 dicembre 2015 del Fondo immobiliare Investietico: Comunicato Stampa Press Release Milano, 29 febbraio 2016 Approvata la Relazione di gestione al 31 dicembre 2015 del Fondo immobiliare Investietico: Il valore complessivo netto (NAV) del Fondo è pari ad

Dettagli

Documento sulla politica di investimento. Redatto ai sensi della Deliberazione COVIP del 16 marzo 2012

Documento sulla politica di investimento. Redatto ai sensi della Deliberazione COVIP del 16 marzo 2012 Documento sulla politica di investimento Redatto ai sensi della Deliberazione COVIP del 16 marzo 2012 Approvato dal Consiglio di Amministrazione in data 28 Marzo 2013 Sommario 1 PREMESSA...3 2 OBIETTIVI

Dettagli

RISOLUZIONE N. 186/E. Direzione Centrale Normativa e Contenzioso. Roma, 25 luglio 2007

RISOLUZIONE N. 186/E. Direzione Centrale Normativa e Contenzioso. Roma, 25 luglio 2007 RISOLUZIONE N. 186/E Direzione Centrale Normativa e Contenzioso Roma, 25 luglio 2007 OGGETTO: Trattamento fiscale applicabile alle prestazioni erogate dal fondo integrativo dell ENEL ai propri dipendenti

Dettagli

bilancio di previsione 2015

bilancio di previsione 2015 bilancio di previsione 2015 consulenti del lavoro ente nazionale previdenza assistenza bilancio di previsione 2015 3 Componenti Organi Ente consulenti del lavoro ente nazionale previdenza assistenza

Dettagli

L ISVAP (Istituto per la vigilanza sulle assicurazioni private e di interesse collettivo)

L ISVAP (Istituto per la vigilanza sulle assicurazioni private e di interesse collettivo) REGOLAMENTO N. 39 DEL 9 GIUGNO 2011 REGOLAMENTO RELATIVO ALLE POLITICHE DI REMUNERAZIONE NELLE IMPRESE DI ASSICURAZIONE L ISVAP (Istituto per la vigilanza sulle assicurazioni private e di interesse collettivo)

Dettagli

Regolamento del fondo interno A.G. Italian Equity Pagina 1 di 5. = oéöçä~ãéåíç= ÇÉä=ÑçåÇç= áåíéêåç=^kdk= fí~äá~å=bèìáíó=

Regolamento del fondo interno A.G. Italian Equity Pagina 1 di 5. = oéöçä~ãéåíç= ÇÉä=ÑçåÇç= áåíéêåç=^kdk= fí~äá~å=bèìáíó= = oéöçä~ãéåíç= ÇÉä=ÑçåÇç= áåíéêåç=^kdk= fí~äá~å=bèìáíó= A) Obiettivi e descrizione del fondo Il fondo persegue l obiettivo di incrementare il suo valore nel lungo termine, attraverso l investimento in

Dettagli

Fondi Pensione Aperti

Fondi Pensione Aperti Fondi Pensione Aperti Massimo Nicoletti Milano 07 novembre, 2014 2 Cenni sulla Previdenza Fonte 3 Cenni sulla Previdenza Fonte Insurance Companies 4 FPA: elementi identificativi e modalità di costituzione

Dettagli

ZURICH CONTRIBUTION Sede in Milano - Piazza Carlo Erba 6 Iscrizione Albo Fondi Pensione n 37 del 09/12/1998

ZURICH CONTRIBUTION Sede in Milano - Piazza Carlo Erba 6 Iscrizione Albo Fondi Pensione n 37 del 09/12/1998 ZURICH CONTRIBUTION Sede in Milano - Piazza Carlo Erba 6 Iscrizione Albo Fondi Pensione n 37 del 09/12/1998 STATO PATRIMONIALE AL 31.12.2006 - LINEA GARANTITA ESERCIZIO IN CORSO 31.12.2006 ESERCIZIO PRECEDENTE

Dettagli

BERENICE FONDO UFFICI

BERENICE FONDO UFFICI COMUNICATO STAMPA APPROVATI DAL CDA I RENDICONTI DI GESTIONE AL 31 DICEMBRE 2007 DEI FONDI ORDINARI QUOTATI: ANCHE NEL 2007 I FONDI SUPERANO AMPIAMENTE TUTTI GLI OBIETTIVI INDICATI AL COLLOCAMENTO BERENICE

Dettagli

FONDO IMMOBILIARE ANTIRION CORE. Fondo Comune di investimento immobiliare di tipo chiuso riservato ad investitori qualificati

FONDO IMMOBILIARE ANTIRION CORE. Fondo Comune di investimento immobiliare di tipo chiuso riservato ad investitori qualificati FONDO IMMOBILIARE ANTIRION CORE Fondo Comune di investimento immobiliare di tipo chiuso riservato ad investitori qualificati RELAZIONE SEMESTRALE AL 30 GIUGNO 2014 Il Relazione Semestrale di Gestione al

Dettagli

FONDO SOCRATE: RELAZIONE DI GESTIONE AL 30 GIUGNO 2015

FONDO SOCRATE: RELAZIONE DI GESTIONE AL 30 GIUGNO 2015 FONDO SOCRATE: RELAZIONE DI GESTIONE AL 30 GIUGNO 2015 VALORE UNITARIO DELLA QUOTA: 524,878 EURO UTILE DELL ESERCIZIO PARI A 962 MILA EURO RIMBORSO PARZIALE PRO QUOTA PARI A 7,00 EURO AL LORDO DELLE IMPOSTE

Dettagli

BNP Paribas REIM SGR p.a. approva il rendiconto annuale 2014 del fondo Immobiliare Dinamico

BNP Paribas REIM SGR p.a. approva il rendiconto annuale 2014 del fondo Immobiliare Dinamico BNP Paribas REIM SGR p.a. approva il rendiconto annuale 2014 del fondo Immobiliare Dinamico Immobiliare Dinamico: valore di quota pari a Euro 206,972 con un rendimento medio annuo composto (TIR) del -1,91%

Dettagli

Regolamento del Fondo Interno LVA Euro Index Azionario Previdenza

Regolamento del Fondo Interno LVA Euro Index Azionario Previdenza Regolamento del Fondo Interno LVA Euro Index Azionario Previdenza Art. 1 - Aspetti generali Al fine di adempiere agli obblighi assunti nei confronti dell Aderente in base alle Condizioni di Polizza, la

Dettagli

Estratto dalla Relazione al bilancio consuntivo per l esercizio finanziario 2012 (aggiunti alcuni schemi di sintesi).

Estratto dalla Relazione al bilancio consuntivo per l esercizio finanziario 2012 (aggiunti alcuni schemi di sintesi). Estratto dalla Relazione al bilancio consuntivo per l esercizio finanziario 2012 (aggiunti alcuni schemi di sintesi). 1 Il bilancio consuntivo per l esercizio 2012 è stato approvato con Delibera del Cda

Dettagli

Nota per le strutture

Nota per le strutture Nota per le strutture Oggetto: Previdenza complementare - Previbank Con gli accordi ABI di rinnovo contrattuale del 19 gennaio 2012 ( Aree professionali e Quadri direttivi ) e 29 febbraio 2012 ( Dirigenti

Dettagli

A TUTTI I PARTECIPANTI DEI FONDI APPARTENENTI AL SISTEMA FONDI NORVEGA E CIVIDALE

A TUTTI I PARTECIPANTI DEI FONDI APPARTENENTI AL SISTEMA FONDI NORVEGA E CIVIDALE Milano, 16 dicembre 2011 Prot. n. NV295MF11/RZ A TUTTI I PARTECIPANTI DEI FONDI APPARTENENTI AL SISTEMA FONDI NORVEGA E CIVIDALE Oggetto: regime fiscale dei fondi di diritto italiano applicabile a far

Dettagli

I Fondi pensione nel pubblico impiego

I Fondi pensione nel pubblico impiego I Fondi pensione nel pubblico impiego I scheda Fondi pensione destinati ai lavoratori dipendenti delle pubbliche amministrazioni dello Stato, il cui rapporto di lavoro è disciplinato tramite contrattazione

Dettagli

REGOLAMENTO DEL FONDO INTERNO PROGETTO SMART

REGOLAMENTO DEL FONDO INTERNO PROGETTO SMART REGOLAMENTO DEL FONDO INTERNO PROGETTO SMART 1 Denominazione CNP UniCredit Vita al fine di adempiere agli obblighi assunti nei confronti degli Aderenti, in base a quanto stabilito dal Regolamento e dalle

Dettagli

COMUNICATO STAMPA APPROVATI DAL CDA I DATI AL 30 SETTEMBRE 2007:

COMUNICATO STAMPA APPROVATI DAL CDA I DATI AL 30 SETTEMBRE 2007: COMUNICATO STAMPA APPROVATI DAL CDA I DATI AL 30 SETTEMBRE 2007: RICAVI AGGREGATI PRO-QUOTA * : 1.071,9 MLN DI EURO (+17%) RISULTATO OPERATIVO COMPRENSIVO DEI PROVENTI DA PARTECIPAZIONI: 164 MLN DI EURO;

Dettagli

FON.TE. FONDO PENSIONE COMPLEMENTARE PER I DIPENDENTI DA AZIENDE DEL TERZIARIO (COMMERCIO, TURISMO E SERVIZI)

FON.TE. FONDO PENSIONE COMPLEMENTARE PER I DIPENDENTI DA AZIENDE DEL TERZIARIO (COMMERCIO, TURISMO E SERVIZI) FON.TE. FONDO PENSIONE COMPLEMENTARE PER I DIPENDENTI DA AZIENDE DEL TERZIARIO (COMMERCIO, TURISMO E SERVIZI) DOCUMENTO SUL REGIME FISCALE 1. Regime fiscale della forma pensionistica complementare (fondo

Dettagli

(290,8 milioni il dato depurato dalle componenti non ricorrenti) Utile netto di periodo: 103,2 milioni (36,1 milioni al 30.6.2007)

(290,8 milioni il dato depurato dalle componenti non ricorrenti) Utile netto di periodo: 103,2 milioni (36,1 milioni al 30.6.2007) CREDITO BERGAMASCO: il Consiglio di Amministrazione approva la relazione finanziaria semestrale. Crescono i ricavi. Continua espansione dei prestiti a piccole e medie imprese e della raccolta diretta complessiva.

Dettagli

FONDO PENSIONE APERTO AURORA PREVIDENZA. 1. Regime fiscale della forma pensionistica complementare (fondo pensione)

FONDO PENSIONE APERTO AURORA PREVIDENZA. 1. Regime fiscale della forma pensionistica complementare (fondo pensione) Allegato alla Nota Informativa FONDO PENSIONE APERTO AURORA PREVIDENZA DOCUMENTO SUL REGIME FISCALE 1. Regime fiscale della forma pensionistica complementare (fondo pensione) I fondi pensione, istituiti

Dettagli

Comitato Tecnico Assofondipensione. 4 giugno 2012

Comitato Tecnico Assofondipensione. 4 giugno 2012 Comitato Tecnico Assofondipensione «Disposizioni sulla politica di investimento» 4 giugno 2012 1 Gestione finanziaria nei fondi pensione Normativa e modello operativo ante Deliberazione Covip 16/03/2012;

Dettagli

RISOLUZIONE N. 102/E

RISOLUZIONE N. 102/E RISOLUZIONE N. 102/E Roma, 26 novembre 2012 Direzione Centrale Normativa OGGETTO: Interpello ART. 11, legge 27 luglio 2000 n. 212 FONDO DI PREVIDENZA COMPLEMENTARE PER IL PERSONALE DELLA BANCA Regime fiscale

Dettagli

ZURICH CONTRIBUTION Sede in Milano - Piazza Carlo Erba 6 Iscrizione Albo Fondi Pensione n 37 del 09/12/1998

ZURICH CONTRIBUTION Sede in Milano - Piazza Carlo Erba 6 Iscrizione Albo Fondi Pensione n 37 del 09/12/1998 ZURICH CONTRIBUTION Sede in Milano - Piazza Carlo Erba 6 Iscrizione Albo Fondi Pensione n 37 del 09/12/1998 STATO PATRIMONIALE AL 31.12.2007 - LINEA CONSERVATIVA ESERCIZIO IN CORSO 31.12.2007 ESERCIZIO

Dettagli

FONDO PENSIONE APERTO "ZED OMNIFUND" Sede in Milano - Via Benigno Crespi, 23 Iscrizione Albo Fondi Pensione n 39 del 09/12/1998

FONDO PENSIONE APERTO ZED OMNIFUND Sede in Milano - Via Benigno Crespi, 23 Iscrizione Albo Fondi Pensione n 39 del 09/12/1998 FONDO PENSIONE APERTO "ZED OMNIFUND" Sede in Milano - Via Benigno Crespi, 23 Iscrizione Albo Fondi Pensione n 39 del 09/12/1998 STATO PATRIMONIALE AL 31.12.2009 - COMPARTO AZIONARIA ESERCIZIO IN CORSO

Dettagli

I Fondi pensione nel pubblico impiego

I Fondi pensione nel pubblico impiego 38 I Fondi pensione destinati ai lavoratori dipendenti delle pubbliche amministrazioni dello Stato, il cui rapporto di lavoro è disciplinato tramite contrattazione collettiva, possono essere istituiti

Dettagli

GRUPPO COFIDE: NEL 2014 RIDUCE PERDITA A 14,5 MLN ( 130,4 MLN NEL 2013)

GRUPPO COFIDE: NEL 2014 RIDUCE PERDITA A 14,5 MLN ( 130,4 MLN NEL 2013) COMUNICATO STAMPA Il Consiglio di Amministrazione approva i risultati al 31 dicembre 2014 GRUPPO COFIDE: NEL 2014 RIDUCE PERDITA A 14,5 MLN ( 130,4 MLN NEL 2013) Il risultato è influenzato dagli oneri

Dettagli

DOCUMENTO SUL REGIME FISCALE

DOCUMENTO SUL REGIME FISCALE FONDO DI PREVIDENZA MARIO NEGRI FONDO PENSIONE COMPLEMENTARE A CAPITALIZZAZIONE PER I DIRIGENTI DI AZIENDE DEL TERZIARIO, DI SPEDIZIONE E TRASPORTO DOCUMENTO SUL REGIME FISCALE 1. Regime fiscale della

Dettagli

Milano, 26 febbraio 2014. Approvato il rendiconto di gestione al 31 dicembre 2013 del fondo immobiliare Investietico:

Milano, 26 febbraio 2014. Approvato il rendiconto di gestione al 31 dicembre 2013 del fondo immobiliare Investietico: AEDES BPM REAL ESTATE SGR Sede in Milano, Bastioni di Porta Nuova n. 21, capitale sociale Euro 5.500.000,00 sottoscritto e versato, R.E.A. Milano n. 239479, Numero Registro delle Imprese di Milano e codice

Dettagli

FONDO PENSIONE PER GLI AGENTI PROFESSIONISTI DI ASSICURAZIONE (IN AMMINISTRAZIONE STRAORDINARIA)

FONDO PENSIONE PER GLI AGENTI PROFESSIONISTI DI ASSICURAZIONE (IN AMMINISTRAZIONE STRAORDINARIA) FONDO PENSIONE PER GLI AGENTI PROFESSIONISTI DI ASSICURAZIONE (IN AMMINISTRAZIONE STRAORDINARIA) PROPOSTA DEFINITIVA DEL PIANO DI EQUILIBRIO DEL FONDO PENSIONE 10 settembre 2015 In continuità con le considerazioni

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA GESTIONE DEL PATRIMONIO MOBILIARE

REGOLAMENTO PER LA GESTIONE DEL PATRIMONIO MOBILIARE REGOLAMENTO PER LA GESTIONE DEL PATRIMONIO MOBILIARE INDICE Art. 1 - Ambito di applicazione Ambito di applicazione 1 TITOLO I PRINCIPI GENERALI Art. 2 - Finalità del processo di gestione del patrimonio

Dettagli

Aspetti fiscali sulla previdenza complementare

Aspetti fiscali sulla previdenza complementare Stampa Aspetti fiscali sulla previdenza complementare admin in LA PREVIDENZA COMPLEMENTARE: ASPETTI FISCALI Come è noto, la riforma, attuata con il Decreto legislativo 5 dicembre 2005, n. 252, in vigore

Dettagli

RELAZIONI SULLE MATERIE ALL'ORDINE DEL GIORNO EX ART. 125 TER TUF E RELATIVE PROPOSTE DI DELIBERAZIONE

RELAZIONI SULLE MATERIE ALL'ORDINE DEL GIORNO EX ART. 125 TER TUF E RELATIVE PROPOSTE DI DELIBERAZIONE RELAZIONI SULLE MATERIE ALL'ORDINE DEL GIORNO EX ART. 125 TER TUF E RELATIVE PROPOSTE DI ZIONE RELAZIONE AL PUNTO N. 1 ALL ODG DELL ASSEMBLEA ORDINARIA: Bilancio individuale e consolidato chiuso al 31

Dettagli

BNP Paribas REIM SGR p.a. approva le semestrali 2015 dei fondi BNL Portfolio Immobiliare ed Estense-Grande Distribuzione

BNP Paribas REIM SGR p.a. approva le semestrali 2015 dei fondi BNL Portfolio Immobiliare ed Estense-Grande Distribuzione BNP Paribas REIM SGR p.a. approva le semestrali 2015 dei fondi BNL Portfolio Immobiliare ed Estense-Grande Distribuzione Milano, 28 luglio 2015. Il Consiglio di Amministrazione di BNP Paribas REIM SGR

Dettagli

Le scritture contabili per la rilevazione del TFR al 31 dicembre 2007

Le scritture contabili per la rilevazione del TFR al 31 dicembre 2007 ACERBI & ASSOCIATI CONSULENZA TRIBUTARIA, AZIENDALE, SOCIETARIA E LEGALE NAZIONALE E INTERNAZIONALE CIRCOLARE N. 12 17 MARZO 2008 Le scritture contabili per la rilevazione del TFR al 31 dicembre 2007 Copyright

Dettagli

DOCUMENTO SUL REGIME FISCALE. Documento aggiornato il 28 maggio 2015

DOCUMENTO SUL REGIME FISCALE. Documento aggiornato il 28 maggio 2015 DOCUMENTO SUL REGIME FISCALE Documento aggiornato il 28 maggio 2015 DOCUMENTO SUL REGIME FISCALE Decreto Legislativo 5 dicembre 2005, n. 252 Documento aggiornato 28 maggio 2015 Via Savoia, 82-00198 Roma,

Dettagli

COMUNICATO STAMPA APPROVATI DAL CDA DI PIRELLI RE SGR I RENDICONTI DI GESTIONE AL 30 GIUGNO 2008 DEI FONDI ORDINARI QUOTATI: TECLA FONDO UFFICI

COMUNICATO STAMPA APPROVATI DAL CDA DI PIRELLI RE SGR I RENDICONTI DI GESTIONE AL 30 GIUGNO 2008 DEI FONDI ORDINARI QUOTATI: TECLA FONDO UFFICI COMUNICATO STAMPA APPROVATI DAL CDA DI PIRELLI RE SGR I RENDICONTI DI GESTIONE AL 30 GIUGNO 2008 DEI FONDI ORDINARI QUOTATI: TECLA FONDO UFFICI IL DIVIDENDO SEMESTRALE E PARI A 21,24 EURO PER QUOTA (IN

Dettagli

BILANCIO D'ESERCIZIO AL 31 DICEMBRE 2007

BILANCIO D'ESERCIZIO AL 31 DICEMBRE 2007 FONDO PENSIONE DEI DIPENDENTI AMMINISTRATIVI DELLE AGENZIE GENERALI MEDIO-PICCOLE INA-ASSITALIA 00187 ROMA (RM) Via del Tritone, 53 Iscritto all'albo Fondi Pensione Sezione Speciale I Fondi Pensione Preesistenti

Dettagli

I Fondi pensione preesistenti

I Fondi pensione preesistenti I Fondi pensione preesistenti I scheda Fondi pensione preesistenti sono forme pensionistiche complementari che, come suggerisce il termine preesistenti, operavano antecedentemente all emanazione della

Dettagli

LA TASSAZIONE DI DIVIDENDI E CAPITAL GAIN DALL 1.7.2014

LA TASSAZIONE DI DIVIDENDI E CAPITAL GAIN DALL 1.7.2014 Ai gentili clienti Loro sedi Circolare n. 27 del 4 settembre 2014 LA TASSAZIONE DI DIVIDENDI E CAPITAL GAIN DALL 1.7.2014 ART. 3 e 4 D.L. N. 66/2014 Circolare Agenzia Entrate 27.6.2014, n. 19/E In breve:

Dettagli

RISOLUZIONE N. 131/E. Roma, 22 ottobre 2004. Oggetto: Trattamento tributario delle forme pensionistiche complementari

RISOLUZIONE N. 131/E. Roma, 22 ottobre 2004. Oggetto: Trattamento tributario delle forme pensionistiche complementari RISOLUZIONE N. 131/E Direzione Centrale Normativa e Contenzioso Roma, 22 ottobre 2004 Oggetto: Trattamento tributario delle forme pensionistiche complementari L Associazione XY (di seguito XY ), con nota

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA GESTIONE DEL PATRIMONIO

REGOLAMENTO PER LA GESTIONE DEL PATRIMONIO REGOLAMENTO PER LA GESTIONE DEL PATRIMONIO Il presente regolamento, adottato ai sensi dell art. 4, punto 10, dello statuto della Fondazione Cassa di Risparmio di Terni e Narni, di seguito indicata come

Dettagli

COMUNICATO STAMPA IL CDA APPROVA I RENDICONTI DI GESTIONE AL 31 DICEMBRE 2004 DEI FONDI IMMOBILIARI QUOTATI:

COMUNICATO STAMPA IL CDA APPROVA I RENDICONTI DI GESTIONE AL 31 DICEMBRE 2004 DEI FONDI IMMOBILIARI QUOTATI: COMUNICATO STAMPA IL CDA APPROVA I RENDICONTI DI GESTIONE AL 31 DICEMBRE 2004 DEI FONDI IMMOBILIARI QUOTATI: TECLA FONDO UFFICI DELIBERATA LA DISTRIBUZIONE DI UN DIVIDENDO DI 18,24 EURO PER QUOTA NEL SECONDO

Dettagli

FONDO PERSEO SIRIO Fondo Nazionale Pensione Complementare per Dipendenti Pubblici e Sanità

FONDO PERSEO SIRIO Fondo Nazionale Pensione Complementare per Dipendenti Pubblici e Sanità FONDO PERSEO SIRIO Fondo Nazionale Pensione Complementare per Dipendenti Pubblici e Sanità Iscritto al n 164 dell Albo dei Fondi Pensione BANDO DI SOLLECITAZIONE PUBBLICA DI OFFERTA PER LA GESTIONE FINANZIARIA

Dettagli

Regolamento del Fondo Interno Strategic Model Portfolio

Regolamento del Fondo Interno Strategic Model Portfolio Regolamento del Fondo Interno Strategic Model Portfolio Art. 1 - Aspetti generali Al fine di adempiere agli obblighi assunti nei confronti del Contraente in base alle Condizioni di Polizza, la Compagnia

Dettagli

Estense Grande Distribuzione

Estense Grande Distribuzione BNP Paribas REIM SGR p.a. approva le semestrali 2013, delibera il periodo di grazia e la riduzione della commissione di gestione dei Fondi Estense Grande Distribuzione e BNL Portfolio Immobiliare Estense

Dettagli

REGOLAMENTO DEI FONDI MOBILIARI INTERNI

REGOLAMENTO DEI FONDI MOBILIARI INTERNI REGOLAMENTO DEI FONDI MOBILIARI INTERNI Art. 1 Costituzione e denominazione dei Fondi Interni. La Compagnia istituisce 2 Fondi Mobiliari Interni denominati: Cattolica Previdenza Bilanciato; Cattolica Previdenza

Dettagli

Il regime di tassazione dei fondi comuni d investimento d

Il regime di tassazione dei fondi comuni d investimento d Il regime di tassazione dei fondi comuni d investimento d italiani Relatori: Dott. Paolo Bifulco Dott. Sandro Botticelli Materiale predisposto da Assogestioni 1 Normativa di riferimento art. 2, commi da

Dettagli

DOCUMENTO SUL REGIME FISCALE 1

DOCUMENTO SUL REGIME FISCALE 1 DOCUMENTO SUL REGIME FISCALE 1 1 Approvato dal Consiglio di Amministrazione il 27 marzo 2015 Sommario REGIME FISCALE DEI CONTRIBUTI... 3 Contributi versati fino al 31 dicembre 2006... 3 Contributi versati

Dettagli

Relazione sulla gestione e rendiconto dell esercizio 2011

Relazione sulla gestione e rendiconto dell esercizio 2011 FONDO PENSIONE DEL PERSONALE DOCENTE, TECNICO ED AMMINISTRATIVO DELL UNIVERSITA DEGLI STUDI DI NAPOLI FEDERICO II Sede: Corso Umberto I Napoli 80138 Codice fiscale 95007180631 Iscritto al n. 1423 dell

Dettagli

rb vita RVII ips - RVII ips/cb - RVII ips/5 - RVII ips/10 - RVII ips/2t

rb vita RVII ips - RVII ips/cb - RVII ips/5 - RVII ips/10 - RVII ips/2t rb vita RVII ips - RVII ips/cb - RVII ips/5 - RVII ips/10 - RVII ips/2t SUPPLEMENTO AL FASCICOLO INFORMATIVO RVII ips - RVII ips/cb - RVII ips/5 - RVII ips/10 - RVII ips/2t (Tariffe RVII ips, - RVII ips/cb

Dettagli

Ordine dei Dottori Commercialisti e degli esperti contabili di Roma

Ordine dei Dottori Commercialisti e degli esperti contabili di Roma Ordine dei Dottori Commercialisti e degli esperti contabili di Roma Riforma della tassazione dei redditi di capitale e dei redditi diversi di natura finanziaria (D.L. n. 138/2011 convertito in L. n. 148/2011

Dettagli

FONDO PENSIONE APERTO CARIGE

FONDO PENSIONE APERTO CARIGE FONDO PENSIONE APERTO CARIGE INFORMAZIONI SULL ANDAMENTO DELLA GESTIONE I dati e le informazioni riportati sono aggiornati al 31 dicembre 2006. 1 di 8 La SGR è dotata di una funzione di Risk Management

Dettagli

DOCUMENTO SUL REGIME FISCALE DI PREVEDI

DOCUMENTO SUL REGIME FISCALE DI PREVEDI DOCUMENTO SUL REGIME FISCALE DI PREVEDI Fondo Pensione Complementare per i Lavoratori delle Imprese Industriali ed Artigiane Edili ed Affini Aggiornato alla legge n. 190 del 23 dicembre 2014 ( legge di

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA GESTIONE DEL PATRIMONIO DELLA FONDAZIONE PESCARABRUZZO

REGOLAMENTO PER LA GESTIONE DEL PATRIMONIO DELLA FONDAZIONE PESCARABRUZZO REGOLAMENTO PER LA GESTIONE DEL PATRIMONIO DELLA FONDAZIONE PESCARABRUZZO Approvato dal Comitato di Indirizzo nella seduta del 20 marzo 2015 Sommario TITOLO I - PREMESSE... 3 1. Ambito di applicazione...

Dettagli

SOLLECITAZIONE PUBBLICA DI OFFERTA PER LA GESTIONE FINANZIARIA CON GARANZIA CONTRATTUALE DI RENDIMENTO MINIMO

SOLLECITAZIONE PUBBLICA DI OFFERTA PER LA GESTIONE FINANZIARIA CON GARANZIA CONTRATTUALE DI RENDIMENTO MINIMO FONDO PENSIONE COMETA Fondo Pensione Nazionale Complementare per i lavoratori dell industria metalmeccanica della installazione di impianti e dei settori affini SOLLECITAZIONE PUBBLICA DI OFFERTA PER LA

Dettagli

postaprevidenza valore

postaprevidenza valore postaprevidenza valore Fondo Pensione Piano Individuale Pensionistico di tipo assicurativo (PIP) Documento sul Regime Fiscale postaprevidenza valore Il presente documento annulla e sostituisce integralmente

Dettagli

www.fondopensionebdr.it BILANCIO 2014 CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE SEDUTA DEL 31 MARZO 2015

www.fondopensionebdr.it BILANCIO 2014 CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE SEDUTA DEL 31 MARZO 2015 www.fondopensionebdr.it BILANCIO 2014 CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE SEDUTA DEL 31 MARZO 2015 FONDO PENSIONE PER IL PERSONALE DELLA BANCA DI ROMA BILANCIO AL 31 DICEMBRE 2014 Organi Sociali.. pag. 2 Struttura

Dettagli

DOCUMENTO SUL REGIME FISCALE (aggiornato al 1 gennaio 2015) 1. Regime fiscale della forma pensionistica complementare (fondo pensione)

DOCUMENTO SUL REGIME FISCALE (aggiornato al 1 gennaio 2015) 1. Regime fiscale della forma pensionistica complementare (fondo pensione) DOCUMENTO SUL REGIME FISCALE (aggiornato al 1 gennaio 2015) 1. Regime fiscale della forma pensionistica complementare (fondo pensione) I fondi pensione, istituiti in regime di contribuzione definita, sono

Dettagli

First Atlantic RE SGR S.p.A. approva il rendiconto di gestione del Fondo Atlantic 2 - Berenice al 31 dicembre 2008

First Atlantic RE SGR S.p.A. approva il rendiconto di gestione del Fondo Atlantic 2 - Berenice al 31 dicembre 2008 COMUNICATO STAMPA First Atlantic RE SGR S.p.A. approva il rendiconto di gestione del Fondo Atlantic 2 - Berenice al 31 dicembre 2008 Milano, 29 gennaio 2009 - Il Consiglio di Amministrazione di First Atlantic

Dettagli

FONDO PENSIONE APERTO UNIPOL INSIEME. 1. Regime fiscale della forma pensionistica complementare (fondo pensione)

FONDO PENSIONE APERTO UNIPOL INSIEME. 1. Regime fiscale della forma pensionistica complementare (fondo pensione) Allegato alla Nota Informativa FONDO PENSIONE APERTO UNIPOL INSIEME DOCUMENTO SUL REGIME FISCALE 1. Regime fiscale della forma pensionistica complementare (fondo pensione) I fondi pensione, istituiti in

Dettagli

AXA MPS PREVIDENZA PER TE - FONDO PENSIONE APERTO DOCUMENTO SUL REGIME FISCALE

AXA MPS PREVIDENZA PER TE - FONDO PENSIONE APERTO DOCUMENTO SUL REGIME FISCALE AXA MPS PREVIDENZA PER TE - FONDO PENSIONE APERTO DOCUMENTO SUL REGIME FISCALE Il presente documento integra il contenuto della Nota Informativa relativa al fondo pensione aperto a contribuzione definita

Dettagli

FEDERAZIONE AUTONOMA BANCARI ITALIANI

FEDERAZIONE AUTONOMA BANCARI ITALIANI SEGRETERIA NAZIONALE 00198 ROMA VIA TEVERE, 46 TEL. 06.84.15.751 FAX 06.85.59.220 06.85.52.275 SITO INTERNET: www.fabi.it E-MAIL: federazione@fabi.it FEDERAZIONE AUTONOMA BANCARI ITALIANI Ai Sindacati

Dettagli

SECONDO AGGIORNAMENTO DEL PREVENTIVO ECONOMICO PER L ESERCIZIO 2015

SECONDO AGGIORNAMENTO DEL PREVENTIVO ECONOMICO PER L ESERCIZIO 2015 SECONDO AGGIORNAMENTO DEL PREVENTIVO ECONOMICO PER L ESERCIZIO 2015 Il Preventivo Economico 2015, approvato dal Consiglio con delibera n.13 del 16/12/2014, è stato redatto secondo le indicazioni dettate

Dettagli

riamo News Rendimenti dei compari di Priamo nel primo semestre del 2014 5,57% 2,00% 0,85% BILANCIO PRUDENTE

riamo News Rendimenti dei compari di Priamo nel primo semestre del 2014 5,57% 2,00% 0,85% BILANCIO PRUDENTE Mi è convenuto aderire a Priamo? Guardando ai rendimenti che Priamo ha ottenuto negli ultimi anni, la risposta è sicuramente sì. I risultati dei rendimenti conseguiti nel 2013 dai gestori finanziari selezionati

Dettagli

DOCUMENTO SUL REGIME FISCALE

DOCUMENTO SUL REGIME FISCALE DOCUMENTO SUL REGIME FISCALE (A) Regime fiscale applicabile agli iscritti a partire dal 1 gennaio 2007ed ai contributi versati dal 1 gennaio 2007dai lavoratori già iscritti 1. I Contributi 1.1 Il regime

Dettagli

Regolamento del fondo interno A.G. Euro Blue Chips Pagina 1 di 5. = oéöçä~ãéåíç= ÇÉä=ÑçåÇç= áåíéêåç=^kdk= bìêç=_äìé=`üáéë=

Regolamento del fondo interno A.G. Euro Blue Chips Pagina 1 di 5. = oéöçä~ãéåíç= ÇÉä=ÑçåÇç= áåíéêåç=^kdk= bìêç=_äìé=`üáéë= = oéöçä~ãéåíç= ÇÉä=ÑçåÇç= áåíéêåç=^kdk= bìêç=_äìé=`üáéë= A) Obiettivi e descrizione del fondo Il fondo persegue l obiettivo di incrementare il suo valore nel lungo termine, attraverso l investimento in

Dettagli

Stima della pensione complementare

Stima della pensione complementare Stima della pensione complementare Progetto Esemplificativo Standardizzato Modello ISPP-PSPES - Ed. 10/2014 Iscritto all Albo tenuto dalla Covip con il n. 10 Istituito da Intesa Sanpaolo Previdenza Sim

Dettagli

COMMISSIONE DI VIGILANZA SUI FONDI PENSIONE

COMMISSIONE DI VIGILANZA SUI FONDI PENSIONE COMMISSIONE DI VIGILANZA SUI FONDI PENSIONE DELIBERAZIONE 21 marzo 2007 Direttive recanti chiarimenti operativi circa l applicazione del decreto ministeriale del 30 gennaio 2007, adottato ai sensi dell

Dettagli

COMMISSIONE DI VIGILANZA SUI FONDI PENSIONE

COMMISSIONE DI VIGILANZA SUI FONDI PENSIONE COMMISSIONE DI VIGILANZA SUI FONDI PENSIONE Deliberazione del 15 luglio 2010, modificata ed integrata con deliberazione del 7 maggio 2014 (Testo consolidato) 1. Regolamento sulle procedure relative all

Dettagli

FONDO PENSIONE APERTO PENSPLAN PLURIFONDS

FONDO PENSIONE APERTO PENSPLAN PLURIFONDS Allegato al Bilancio ITAS VITA S.p.A. FONDO PENSIONE APERTO PENSPLAN PLURIFONDS RELAZIONE DEGLI AMMINISTRATORI SULLA GESTIONE DEL FONDO Situazione del Fondo al 31/12/2014 Il Fondo Pensione Aperto PensPlan

Dettagli