CUP F19D CIG B78 CAPITOLATO TECNICO

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "CUP F19D14000810005 CIG 6355237B78 CAPITOLATO TECNICO"

Transcript

1 REGIONE LAZIO Assessorato Infrastrutture, Politiche Abitative e Ambiente Direzione Regionale Infrastrutture, Ambiente e politiche abitative Via Rosa Raimondi Garibaldi, ROMA CUP F19D CIG B78 CAPITOLATO TECNICO ATTIVITÀ DI STUDIO E PROGETTAZIONE ED IN FORNITURE FINALIZZATE ALLA IMPLEMENTAZIONE TECNICA E TECNOLOGICA E ADEGUAMENTO ALLE NORME TECNICHE DEL SISTEMA INFORMATIVO DELLA COSTA ON- LINE (WEB-G.I.S.) DEL CENTRO DI MONITORAGGIO GIZC DELLA REGIONE LAZIO

2 Sommario Capo I. DESCRIZIONE E PRINCIPALI CARATTERISTICHE DEI SERVIZI... 3 Art. 1 Oggetto dell'appalto e dei servizi... 3 Art. 2 Ammontare dell'appalto... 3 Art. 3 Normativa di riferimento... 3 Art. 4 Sistema Informativo della Costa... 3 Art. 5 Caratteristiche dei Servizi e delle Forniture... 4 Art. 6 Attività 1 - Progettazione del sistema... 4 Art. 7 Attività 2 - Gestione dei Dati Esistenti e loro revisione/implementazione... 4 Art. 8 Attività 3 - Acquisizione ed Implementazione di Nuovi Dati... 6 Art. 9 Attività 4 - Forniture e/o realizzazioni software/hardware... 6 Art. 10 Attività 5 - Realizzazione di applicazioni interattive sul map server... 7 Art. 11 Attività 6 - Messa a disposizione del Server web, hosting, sicurezza dei dati e del sistema web con i relativi servizi di map server e di database server... 8 Art. 12 Attività 7 - Gestione, manutenzione hardware e software... 8 Art. 13 Luogo e Modalità di esecuzione del Servizio... 8 Capo II. DISPOSIZIONI PARTICOLARI RIGUARDANTI L'APPALTO, MODO DI VALUTARE I LAVORI... 9 Art. 14 Costi a carico dell Aggiudicataria... 9 Art. 15 Consegna ed avvio del servizio... 9 Art. 16 Tempo utile per l ultimazione dei lavori e Penale per ritardo... 9 Art. 17 Pagamenti... 9 Capo III. ONERI ED OBBLIGHI DIVERSI A CARICO DELL'APPALTATORE Art. 18 Continuità del servizio Art. 19 Diritti di proprietà Art. 20 Responsabilità dell'appaltatore Art. 21 Sicurezza sul lavoro Art. 22 Osservanza dei contratti collettivi Art. 23 Controversie Art. 24 Allegati schede tipo All.4_Capitolato Tecnico_webgis.doc 2/12

3 Capo I. DESCRIZIONE E PRINCIPALI CARATTERISTICHE DEI SERVIZI Art. 1 Oggetto dell'appalto e dei servizi 1. La prestazione richiesta consisterà in un attività di studio e progettazione ed in forniture finalizzate alla Implementazione tecnica e tecnologica e adeguamento alle norme tecniche del Sistema Informativo della Costa On-line (Web-G.I.S.) del Centro di Monitoraggio GIZC della Regione Lazio a favore della Direzione Regionale Infrastrutture, Ambiente e Politiche Abitative (di seguito Stazione Appaltante) al fine di rendere il sistema già esistente più efficiente, conforme, omogeneo e fruibile. Art. 2 Ammontare dell'appalto 1. L importo complessivo dell appalto di servizi e forniture è pari ad euro ,00 (cinquantunomilacinquecento/00) 2. Il contratto d'appalto sarà stipulato a corpo ed il prezzo risultante dall'offerta aggiudicata sarà fisso ed invariabile. 3. Nel corrispettivo per l esecuzione dei servizi si intende compresa ogni spesa occorrente per dare le attività compiute, a perfetta regola d arte, sotto le condizioni stabilite dal presente Capitolato Tecnico. 4. I prezzi a corpo riportati dalla ditta appaltatrice in sede d'offerta per lo svolgimento, l'esecuzione ed il rispetto di quanto descritto dovranno essere in ogni caso inferiori a quanto riportato precedentemente come base d'asta. Sono quindi accettate solo offerte in diminuzione. Art. 3 Normativa di riferimento 1. Si richiamano formalmente, quale normativa di riferimento: a. il d.lgs. n. 163/2006 e succ. i. e m.; b. le vigenti disposizioni di Legge, dal Regolamento relativo all'amministrazione del patrimonio e sulla contabilità generale dello Stato e successive modificazioni ed integrazioni, nonché da altre disposizioni inderogabili di Legge in materia contrattuale; c. dalle disposizioni di cui al disciplinare e al presente Capitolato Tecnico; d. dalle disposizioni di cui al bando; e. dal codice civile e dalle altre disposizioni normative in materia di contratti di diritto privato, per quanto non regolato dalle clausole e disposizioni delle fonti sopra richiamate. Art. 4 Sistema Informativo della Costa 1. Il Centro di Monitoraggio per la Gestione Integrata della zona Costiera della Regione Lazio (CMGIZC) attualmente proietta in rete un sistema costruito sulla piattaforma Mapguide open source versione 2.2. All.4_Capitolato Tecnico_webgis.doc 3/12

4 2. Il WEB-GIS si caratterizza per la visualizzazione di numero 17 Dataset secondo una tipica struttura ad albero come di seguito riportato (la struttura è possibile visualizzarla direttamente al portale raggiungibile dal sito 1. LIMITI AMMINISTRATIVI 2. DEMANIO MARITTIMO 3. CARTOGRAFIA 4. ORTOFOTO 5. USO DEL SUOLO 6. TOPONOMASTICA 7. DEMOGRAFIA 8. MORFOLOGIA 9. IDROLOGIA 10. GEOLOGIA 11. CHIMICA 12. HABITAT 13. SITI PROTETTI 14. OCEANOGRAFIA 15. ZONIZZAZIONE 16. SEGNALAZIONI 17. INTERVENTI Art. 5 Caratteristiche dei Servizi e delle Forniture 1. I Prodotti e i Servizi che la stazione appaltante intende acquisire, vengono riportati in dettaglio nei successivi articoli, sinteticamente elencabili come segue: Attività 1. Attività 2. Attività 3. Attività 4. Attività 5. Attività 6. Attività 7. Progettazione del sistema Gestione dei Dati Esistenti e loro revisione/implementazione Acquisizione ed Implementazione di Nuovi Dati Forniture e/o realizzazioni software/hardware Realizzazione di applicazioni interattive sul map server Messa a disposizione del Server web, hosting, sicurezza dei dati e del sistema web con i relativi servizi di map server e di database server Gestione, manutenzione hardware e software Art. 6 Attività 1 - Progettazione del sistema 1. La Progettazione del sistema costituisce l Attività 1 del servizio in appalto e comprende le seguenti attività: a) Progettazione dell architettura e dell organizzazione del WEB-GIS in riferimento ai Dataset esistenti ed a quelli da introdurre come di seguito descritti nonché alle funzioni parimenti di seguito descritte; b) Descrizione metodologica per l adeguamento alla direttiva INSPIRE e per la conforme realizzazione del metadata catalog; c) Descrizione metodologica per adeguamento linguistico (italiano - inglese); d) Progettazione grafica delle pagine generate. Art. 7 Attività 2 - Gestione dei Dati Esistenti e loro revisione/implementazione 1. La Gestione dei Dati Esistenti comprende la revisione/implementazione di dati già disponibili nel sistema o già in possesso della Stazione Appaltante. 2. Questa fase comprende anche l adeguamento dei metadati in conformità all ISO I principali Dataset che dovranno essere gestiti in questa Attività 2 sono i seguenti: All.4_Capitolato Tecnico_webgis.doc 4/12

5 a) Geologia marina - Revisione dati nei loro aspetti geometrici, semantici e geografici - Predisposizione dei dati e messa online - Gestione e realizzazione link multimediali ed al database per la gestione delle che verranno fornite b) Qualità sedimenti litoranei e sottocosta (analisi ARPA Lazio), - Predisposizione dei dati (in termini geometrici, geografici e semantici) che verranno forniti dalla Stazione Appaltante (vedi scheda tipo Allegato 1a) e la - Gestione e realizzazione link multimediali al database per la gestione delle c) Caratteristiche granulometriche sedimenti litoranei (analisi Regione Lazio) - Predisposizione dei dati (in termini geometrici, geografici e semantici) che verranno forniti dalla Stazione Appaltante (vedi scheda tipo Allegato 1b) e la - Gestione e realizzazione link multimediali al database per la gestione delle d) Dati meteomarini, - Predisposizione dei dati ( in termini geometrici, geografici e semantici) che verranno forniti dalla Stazione Appaltante (vedi scheda tipo Allegato 2) e la - Gestione e realizzazione link multimediali al database per la gestione delle e) Catalogo opere costiere, - Predisposizione dei dati ( in termini geometrici, geografici e semantici) che verranno forniti dalla Stazione Appaltante (vedi scheda tipo Allegato 3) e la - Gestione e realizzazione link multimediali e del database per la gestione delle - Realizzazione di apposita interfaccia che consenta la consultazione degli elementi che caratterizzano l entità geometrica f) Catalogo lavori, - Predisposizione dei dati (in termini geometrici, geografici e semantici) che verranno forniti dalla Stazione Appaltante (vedi scheda tipo Allegato 4) e la - Gestione e realizzazione link multimediali ed al database per la gestione delle - Realizzazione di apposita interfaccia che consenta la consultazione degli elementi che caratterizzano l entità geometrica g) Sistemi dunali (progetto PRIN, studio ISPRA LIDAR), - Predisposizione dei dati (in termini geometrici, geografici e semantici) che verranno forniti dalla Stazione Appaltante (vedi scheda tipo Allegato 5) e la - Gestione e realizzazione link multimediali ed al database per la gestione delle - Realizzazione di apposita interfaccia che consenta la consultazione degli elementi che caratterizzano l entità geometrica All.4_Capitolato Tecnico_webgis.doc 5/12

6 h) Linee di costa da rilievi GPS (2013,2014) - Predisposizione dei dati (in termini geometrici, geografici e semantici) che verranno forniti dalla Stazione Appaltante (vedi scheda tipo Allegato 6) e la - Gestione e realizzazione link multimediali ed al database per la gestione delle - Realizzazione di apposita interfaccia che consenta la consultazione degli elementi che caratterizzano l entità geometrica Art. 8 Attività 3 - Acquisizione ed Implementazione di Nuovi Dati 1. L Acquisizione e implementazione di Nuovi Dati comprende la raccolta e l implementazione di dati rintracciabili da diverse fonti ufficiali da concordare con la Stazione Appaltante ed eventualmente da proporre in sede di offerta. 2. Questa Attività 3 comprende anche la predisposizione dei metadati in conformità all ISO I principali Dataset che dovranno essere acquisiti e gestiti in questa Attività sono i seguenti: a) Linee costa da fotointerpretazione (2008, 2012) mediante connessione alle immagini che saranno consultate tramite il servizio WMS reso disponibile dal portale cartografico Nazionale - Tracciamento delle linee di costa 2008 e 2012 con dettaglio di vettorializzazione compatibile almeno alla scala 1: e classificazione in conformità agli standard del CMGIZC (vedi scheda tipo Allegato 6) b) Integrazione Toponimi costieri, - Raccolta e predisposizione dei dati (in termini geometrici, geografici e semantici) da apposite fonti ufficiali e - Gestione e realizzazione link multimediali ed al database per la gestione delle - Realizzazione di apposita interfaccia che consenta la consultazione degli elementi che caratterizzano l entità geometrica Art. 9 Attività 4 - Forniture e/o realizzazioni software/hardware 1. L Aggiudicataria dovrà mettere a disposizione uno specifico server dedicato all esercizio del sistema web-gis. 2. Dovrà essere previsto l acquisto, installazione e tutto quanto necessario per l esercizio operativo dell IMS (Infrastructure Map Server) e dell IMSS (Infrastructure Map Server Studio) unitamente alla relativa Subscription almeno fino a tutto il 2015 o sviluppo di alternative equivalenti anche open source che permettano il servizio WMS, WFS in autonomia da altri dati eventualmente presenti nel map server. 3. Il nuovo sistema dovrà essere caricato sul server e predisposto in tutte le sue parti sino alla messa in rete e completo funzionamento. All.4_Capitolato Tecnico_webgis.doc 6/12

7 Art. 10 Attività 5 - Realizzazione di applicazioni interattive sul map server 1. Questa Fase prevede la realizzazione di 4 specifiche applicazioni interattive finalizzate ad un uso efficace e funzionale del Web-Gis da parte degli utenti: 1. Modulo inserimento di segnalazioni; 2. Modulo inserimento dei lavori costieri; 3. Modello di simulazione della redistribuzione dei sedimenti di ripascimento lungo il profilo della spiaggia; 4. Modello di calcolo delle variazioni areali e volumetriche dal confronto delle linee di costa. 2. La prima applicazione è riservata all inserimento di segnalazioni da parte di utenti con le seguenti specificità: a. Qualsiasi utente dovrà poter inserire elementi di tipo puntuale direttamente su web gis, per caratterizzare segnalazioni di interesse per la GIZC; b. L applicazione dovrà consentire la registrazione su apposito geodatabase dei dati inseriti dall utente, comprensivo di foto e posizione geografica espressa nel sistema UTM33 ED50 e WGS84; c. Tale geodatabase dovrà essere proiettato in rete previa autorizzazione dell amministratore; d. I dati dovranno essere legati all elemento geometrico e dovranno essere visualizzabili alla selezione. 3. La seconda applicazione riguarda l inserimento dei lavori costieri secondo le seguenti specifiche generali: a. Questa applicazione dovrà essere accessibile previo log-in da parte di un operatore autorizzato; b. L utente dovrà poter inserire elementi di tipo puntuale e lineare direttamente da web gis, lato end user, che caratterizzino le attività eseguite sulla costa con le seguenti : Codice intervento, Comune, Riferimento toponomastico, Titolo del Progetto, Aggiudicataria esecutrice, Anno inizio Lavori, Anno Fine Lavori, Da prog, A Prog, Tipologia Intervento, Foto (vedi scheda tipo Allegato 4) ; c. L applicazione dovrà prevedere la registrazione su apposito geodatabase dei dati inseriti dall utente, comprensivo di foto. Tale geodatabase dovra essere proiettato in rete previa autorizzazione dell amministratore; d. I dati dovranno essere legati all elemento geometrico e dovranno essere visualizzabili alla selezione. 4. La terza applicazione riguarda il ripristino e messa online di specifica applicazione denominata GDL GNM WEB 2D - rel 2.0 che consiste in un Modello di Simulazione della redistribuzione dei sedimenti di ripascimento lungo il profilo della spiaggia, già visualizzabile sull attuale sistema in essere e da ripristinare/revisionare sul nuovo sistema. 5. La quarta applicazione, già sviluppata nell ambito di un altra convenzione, riguarda un Modello di calcolo delle variazioni areali e volumetriche dal confronto delle linee di costa, basato su matrici memorizzate. Tale applicazione dovrà essere implementata nel nuovo sistema e resa perfettamente funzionante. Un esempio di tale applicazione prototipale è già disponibile sull esistente Web-Gis. All.4_Capitolato Tecnico_webgis.doc 7/12

8 Art. 11 Attività 6 - Messa a disposizione del Server web, hosting, sicurezza dei dati e del sistema web con i relativi servizi di map server e di database server 1. Il servizio sarà strutturato in modo tale da permettere al committente di avere la possibilità almeno per il 2015 di: a. essere amministratore completo del CMS scelto (Joomla) per la parte del sito web ed avere così la possibilità di accesso completo sulla macchina ove risiede il sito internet per utilizzare/istallare tutti i componenti e i template e non solo il permesso di scrivere i singoli articoli e di avere la relativa assistenza operativa e formazione ad operare; b. essere amministratore completo del sistema autore del map server per consentire al committente un operatività completa nella gestione della cartografia interattiva per la creazione di layer cartografici su tutte le risorse della macchina virtuale messa a disposizione del committente; c. avere assistenza tecnica in caso di errori nella gestione dei punti 1 e 2 di cui sopra e relativa formazione; d. avere la sicurezza dalla perdita di dati e la sicurezza tramite sistema antintrusione. Art. 12 Attività 7 - Gestione, manutenzione hardware e software 1. Gestione, manutenzione hardware e software della macchina virtuale che ospita sia il map server che il web server nonché il database server per un periodo che comprenda almeno tutto il E richiesto un servizio di assistenza per almeno tutto il 2015 che preveda il ripristino del sistema e/o la correzione di eventuali malfunzionamenti imputabili sia al software che al server. 1. L assistenza dovrà essere continuativa nell arco delle 24 ore e dovrà essere ripristinato il servizio entro le 24 ore successive alla segnalazione che potrà avvenire a mezzo di o semplice comunicazione telefonica. 2. E richiesta altresì un attività di formazione del personale del Centro di Monitoraggio (3 tecnici) o comunque indicato dalla Stazione Appaltante durante la messa in esercizio e gestione della struttura sino alla implementazione definitiva. 3. L Aggiudicataria dovrà istruire il personale della Stazione Appaltante che sarà adibito all uso del sistema di cui al presente contratto, fornendo a sua cura e spese, tutti materiali didattici, tecnico illustrativi e manuali (tutti in lingua italiana). Art. 13 Luogo e Modalità di esecuzione del Servizio 1. Le attività inerenti il servizio da prestare si svolgeranno presso la sede indicata dall Aggiudicataria che comunque dovrà avere un punto di riferimento a Roma per poter consentire con continuità la supervisione delle attività, la Stazione Appaltante si riserva il diritto di convocare l aggiudicataria presso la propria sede ogni volta che lo riterrà necessario con un preavviso di 3 giorni. 2. In particolare le attività di implementazione e progettazione che prevedono uno sviluppo graduale dovranno essere verificabili con continuità dalla D.L. e dal personale adibito dalla Stazione Appaltante. All.4_Capitolato Tecnico_webgis.doc 8/12

9 Capo II. DISPOSIZIONI PARTICOLARI RIGUARDANTI L'APPALTO, MODO DI VALUTARE I LAVORI Art. 14 Costi a carico dell Aggiudicataria 1. L Aggiudicataria dovrà farsi carico di tutti i costi, inclusi di oneri annessi e connessi, per rendere operativa, efficiente il sistema nel suo complesso. 2. Sono inclusi tutti gli oneri per l acquisizione, l elaborazione, l informatizzazione dei dati riportati negli articoli precedenti. Art. 15 Consegna ed avvio del servizio 1. La consegna delle attività e la redazione del relativo verbale di consegna sarà effettuata entro 30 gg dalla firma del contratto o prima, sotto riserva di legge, se richiesto dal Responsabile del procedimento. 2. Entro 10 gg dal verbale di consegna, l Aggiudicataria dovrà predisporre specifico crono programma delle attività di servizio in argomento da sottoporre all approvazione del Responsabile del procedimento. 3. Entro massimo 20 gg dal verbale di consegna l Aggiudicataria dovrà essere in condizione di dare inizio operativo alle attività. Art. 16 Tempo utile per l ultimazione dei lavori e Penale per ritardo 1. Il tempo utile per dare ultimati i lavori sarà di giorni 180 decorrenti dalla data del verbale di consegna. 2. Si dovranno comunque effettuare le operazioni con le cadenze previste nel crono programma approvato; eventuali modifiche di tale programma, dovranno essere richieste con apposita nota e saranno poste alla insindacabile valutazione del Responsabile del procedimento. 3. La penale pecuniaria prevista dal Capitolato rimane stabilita nella misura dell 1% dell importo contrattuale per ogni 10 gg naturali e consecutivi di ritardo, Art. 17 Pagamenti 1. L'Aggiudicataria avrà diritto ai pagamenti secondo le seguenti consegne a corpo: Attività 1. Progettazione del sistema..30% Attività 2. Gestione dei Dati Esistenti e loro revisione/implementazione + Attività 3. Acquisizione ed Implementazione di Nuovi Dati + Attività 4. Realizzazione di applicazioni interattive sul map server..40% Attività 5. Forniture e/o realizzazioni software/hardware + Attività 6. Messa a disposizione del Server web, hosting, sicurezza dei dati e del sistema web con i relativi servizi di map server e di database server + Attività 7. Gestione, manutenzione hardware e software..20% All.4_Capitolato Tecnico_webgis.doc 9/12

10 2. I pagamenti verranno rilasciati dopo aver portato a compimento le attività di servizio con certificazione da parte del Responsabile del procedimento. 3. Il 10% restante verrà liquidato all emissione del certificato di regolare esecuzione da parte del Responsabile del procedimento. Capo III. ONERI ED OBBLIGHI DIVERSI A CARICO DELL'APPALTATORE Art. 18 Continuità del servizio 1. Sara cura ed onere dell appaltatore provvedere ad assicurare la continuità le attività di servizio come indicato nei relativi articoli del presente capitolato, senza pretendere alcun compenso aggiuntivo a quelli previsti. Art. 19 Diritti di proprietà 1. La documentazione prodotta sia su supporto cartaceo che informatico sarà di esclusiva proprietà della Regione Lazio. Art. 20 Responsabilità dell'appaltatore 1. Oltre di quanto già sopra indicato nel presente Capitolato, saranno a carico dell'appaltatore gli oneri ed obblighi seguenti: a. l'osservanza delle norme derivanti dalle vigenti leggi e decreti relativi al personale; b. l ottenimento delle eventuali necessarie autorizzazioni per l esecuzione delle attività di servizio ; c. l esclusione di cessione ad altri, senza il consenso scritto dell'amministrazione, delle prestazioni oggetto del contratto. Le cessioni senza consenso o qualsiasi atto diretto a nasconderle, fanno sorgere nell'amministrazione il diritto a sciogliere il contratto, senza ricorso ad atti giudiziali ed effettuare l'esecuzione in danno, con rivalsa sulla cauzione presentata; d. le spese per le operazioni di collaudo ed accettazione dei servizi oggetto dell appalto; e. tutte le spese di contratto, per il bollo, la registrazione, le copie, la stampa, ecc., nonché l'i.v.a. come per legge. L'eventuale imposta di consumo sui materiali occorrenti per l'esecuzione delle opere oggetto dell'appalto, sarà pure completamente a carico dell'aggiudicataria; f. il risarcimento degli eventuali danni che, in dipendenza del modo di esecuzione delle attività, fossero arrecati a proprietà pubbliche o private nonché a persone, restando liberi ed indenni l'amministrazione ed il suo personale; g. il divieto, salvo esplicita autorizzazione della Stazione Appaltante, di pubblicare o autorizzare a pubblicare notizie, disegni o fotografie delle prestazioni oggetto dell'appalto; h. la manutenzione ordinaria di tutte le forniture e dei beni come prescritto nei manuali di utilizzo a corredo della strumentazione, sino al collaudo; All.4_Capitolato Tecnico_webgis.doc 10/12

11 i. l adozione, nell'esecuzione di tutte le prestazioni, dei procedimenti e delle cautele necessarie per garantire la vita e l'incolumità degli operatori, delle persone addette ai lavori stessi e dei terzi, nonché per evitare danni ai beni pubblici e privati. Si dichiara espressamente che si è tenuto conto di tutti gli oneri ed obblighi sopra specificati nello stabilire il prezzo a corpo e a misura dei lavori. Art. 21 Sicurezza sul lavoro 1. Resta comunque inteso che ogni più ampia responsabilità in caso d'infortuni ricadrà pertanto sull'aggiudicataria, restando sollevata l'amministrazione nonché il personale preposto alla direzione e sorveglianza. Art. 22 Osservanza dei contratti collettivi 1. L'Aggiudicataria si obbliga ad attuare nei confronti dei lavoratori dipendenti occupati nei lavori costituenti oggetto del presente contratto e, se cooperative, anche nei confronti dei soci, condizioni normative e retributive non inferiori a quelle risultanti dai contratti collettivi di lavoro applicabili alla categoria e nelle località in cui si svolgono i lavori, nonché le condizioni risultanti dalle successive modifiche ed integrazioni ed in genere ad ogni altro contratto collettivo applicabile nella località che per la categoria venga successivamente stipulato. L'Aggiudicataria si obbliga altresì a continuare ad applicare i suindicati contratti collettivi anche dopo la scadenza e fino alla loro sostituzione. I suddetti obblighi vincolano l'aggiudicataria anche nel caso che la stessa non sia aderente alle associazioni stipulanti o receda da esse. 2. L'Aggiudicataria è responsabile in rapporto alla stazione appaltante all'osservanza delle norme di cui al precedente comma da parte degli eventuali subappaltatori nei confronti dei rispettivi loro dipendenti anche nei casi in cui il contratto collettivo non disciplini l'ipotesi di subappalto. 3. In ogni caso di inottemperanza delle assicurazioni e degli obblighi derivanti dai precedenti numeri, accertata dalla stazione appaltante o a questa segnalata dall'ispettorato del Lavoro, la stazione appaltante medesima comunica all'aggiudicataria e se del caso all'ispettorato del Lavoro, l'inadempienza accertata e procede ad una detrazione del 20% (venti per cento) sul pagamento in acconto destinando le somme così accantonate a garanzia dell'adempimento degli obblighi di cui sopra, se i lavori sono in corso di esecuzione ovvero alla sospensione del pagamento del saldo, se i lavori sono ultimati. Il pagamento all'aggiudicataria delle somme accantonate e della rata di saldo non sarà effettuato sino a quando all'ispettorato del Lavoro non sia stato accertato che ai dipendenti sia stato corrisposto quanto loro dovuto, ovvero che la vertenza è stata definita. Per tale sospensione o ritardo di pagamenti, l'aggiudicataria non può opporre eccezioni alla stazione appaltante né ha titolo a risarcimento di danni o ad interessi. Art. 23 Controversie 1. Per le definizioni delle controversie, si procederà in via prioritaria alla risoluzione in termini transattivi con riferimento a quando disposto dalla normativa vigente in materia. 2. Il ricorso a procedure arbitrali è escluso. 3. In caso di ricorso a giudizio ordinario, il Foro competente è quello di Roma. All.4_Capitolato Tecnico_webgis.doc 11/12

12 Art. 24 Allegati schede tipo Sono allegati al presente Capitolato Tecnico: CSA All_1a 1b CSA All_2 CSA All_3 CSA All_4 CSA All_5 CSA All_6 CSA_ALL_1a_1b.pdf CSA_ALL_2.pdf CSA_ALL_3.pdf CSA_ALL_4.pdf CSA_ALL_5.pdf CSA_ALL_6.pdf All.4_Capitolato Tecnico_webgis.doc 12/12

Periodo: 1.3.2011 28.2.2014

Periodo: 1.3.2011 28.2.2014 PROCEDURA IN ECONOMIA ex art. 125 del D. Lgs. n. 63/2006 per l affidamento del servizio di CONTROLLO INTEGRATO DELLE INFESTAZIONI ENTOMATICHE E MURINE PRESSO LE STRUTTURE UNIVERSITARIE Periodo: 1.3.2011

Dettagli

Allegato sub. A alla Determinazione n. del. Rep. CONVENZIONE

Allegato sub. A alla Determinazione n. del. Rep. CONVENZIONE Allegato sub. A alla Determinazione n. del Rep. C O M U N E D I T R E B A S E L E G H E P R O V I N C I A D I P A D O V A CONVENZIONE INCARICO PER LA PROGETTAZIONE DEFINITIVA - ESECUTIVA, DIREZIONE LAVORI,

Dettagli

REPUBBLICA ITALIANA SERVIZIO DI MANUTENZIONE AREE VERDE PUBBLICO 1.1.2016 31.12.2018. CIG

REPUBBLICA ITALIANA SERVIZIO DI MANUTENZIONE AREE VERDE PUBBLICO 1.1.2016 31.12.2018. CIG REPUBBLICA ITALIANA COMUNE DI LOMAGNA (Prov. di Lecco) Contratto Rep. n. del SERVIZIO DI MANUTENZIONE AREE VERDE PUBBLICO 1.1.2016 31.12.2018. CIG 6170496661 L anno duemilaquindici addì del mese di presso

Dettagli

CONTRATTO DI SERVIZIO

CONTRATTO DI SERVIZIO Il presente contratto si basa su un accordo quadro stipulato fra l Associazione provinciale delle organizzazioni turistiche dell'alto Adige (LTS), le Associazioni e i Consorzi turistici dell Alto Adige

Dettagli

Italia-Roma: Servizi di pulizia stradale 2013/S 154-268701. Bando di gara. Servizi

Italia-Roma: Servizi di pulizia stradale 2013/S 154-268701. Bando di gara. Servizi 1/6 Avviso nel sito web TED: http://ted.europa.eu/udl?uri=ted:notice:268701-2013:text:it:html Italia-Roma: Servizi di pulizia stradale 2013/S 154-268701 Bando di gara Servizi Direttiva 2004/18/CE Sezione

Dettagli

La Direzione dei Lavori

La Direzione dei Lavori La Direzione dei Lavori L istituzione della Direzione lavori. Ai sensi dell art.10, comma 1, lett.l, del Reg., l istituzione dell ufficio di direzione dei lavori è promossa dal responsabile del procedimento

Dettagli

Regione Autonoma della Sardegna REALIZZAZIONE E SVILUPPO DEL SISTEMA INFORMATIVO TERRITORIALE REGIONALE (SITR) DELLA REGIONE AUTONOMA DELLA SARDEGNA

Regione Autonoma della Sardegna REALIZZAZIONE E SVILUPPO DEL SISTEMA INFORMATIVO TERRITORIALE REGIONALE (SITR) DELLA REGIONE AUTONOMA DELLA SARDEGNA Regione Autonoma della Sardegna Assessorato degli Enti Locali Finanze ed Urbanistica Direzione Generale della Pianificazione Urbanistica Territoriale e della Vigilanza Edilizia Servizio della Pianificazione

Dettagli

Le novità per gli appalti pubblici

Le novità per gli appalti pubblici Le novità per gli appalti pubblici La legge 98/2013 contiene disposizioni urgenti per il rilancio dell economia del Paese e, fra queste, assumono particolare rilievo quelle in materia di appalti pubblici.

Dettagli

Art. 1: Modalità di distribuzione dei compiti che danno diritto all incentivo 4. Art. 2: Ripartizione Generale dell incentivo fra le attività 4

Art. 1: Modalità di distribuzione dei compiti che danno diritto all incentivo 4. Art. 2: Ripartizione Generale dell incentivo fra le attività 4 Regolamento per la ripartizione e l erogazione dell incentivo ex art. 92 D. lgs. 163/06 e s.m.i. 1 INDICE TITOLO I :PREMESSA 3 Art. 1: Modalità di distribuzione dei compiti che danno diritto all incentivo

Dettagli

Capitolato Tecnico. Pagina 1

Capitolato Tecnico. Pagina 1 Gara a procedura aperta per l affidamento dei servizi di facchinaggio della sede di SACE sita in Roma Piazza Poli 37/42 - CIG 5778360584 Pagina 1 1 PREMESSA 3 2 Oggetto dell Appalto 3 3 Durata dell Appalto

Dettagli

Comune di Prato. Servizio Risorse Umane. Concorso pubblico per l assunzione di n. 1 Funzionario Progettista Impianti (cat. D1)

Comune di Prato. Servizio Risorse Umane. Concorso pubblico per l assunzione di n. 1 Funzionario Progettista Impianti (cat. D1) Comune di Prato Servizio Risorse Umane Concorso pubblico per l assunzione di n. 1 Funzionario Progettista Impianti (cat. D1) 1 Prova Scritta- Quiz con risposte esatte le risposte esatte sono sottolineate

Dettagli

PROGETTO ESECUTIVO MODICA ART SYSTEM PO FERS SICILIA 2007 2013 ASSE III OBIETTIVO OPERATIVO 3.1.3. LINEE D INTERVENTO 3.1.3.3.

PROGETTO ESECUTIVO MODICA ART SYSTEM PO FERS SICILIA 2007 2013 ASSE III OBIETTIVO OPERATIVO 3.1.3. LINEE D INTERVENTO 3.1.3.3. CAPITOLATO DI APPALTO PER LA FORNITURA DI MATERIALE INFORMATICO PER I SITI MUSEO CIVICO F.L.BELGIORNO FOYER TEATRO GARIBALDI CENTER OF CONTEMPORARY ARTS PROGETTO ESECUTIVO MODICA ART SYSTEM PO FERS SICILIA

Dettagli

COMUNITÀ MONTANA ALTO SANGRO ALTOPIANO. DELLE CINQUEMIGLIA Castel di Sangro (AQ). BANDO DI GARA

COMUNITÀ MONTANA ALTO SANGRO ALTOPIANO. DELLE CINQUEMIGLIA Castel di Sangro (AQ). BANDO DI GARA COMUNITÀ MONTANA ALTO SANGRO ALTOPIANO DELLE CINQUEMIGLIA Castel di Sangro (AQ). BANDO DI GARA Oggetto: Affidamento, mediante appalto integrato e con procedura aperta, degli interventi per la Valorizzazione

Dettagli

VIT S.R.L. CAPITOLATO SPECIALE PER L'AFFIDAMENTO DELLA GESTIONE DELLA STRUTTURA POLIFUNZIONALE DENOMINATA CHALET PINETA IN COMUNE DI CEVO (BS)

VIT S.R.L. CAPITOLATO SPECIALE PER L'AFFIDAMENTO DELLA GESTIONE DELLA STRUTTURA POLIFUNZIONALE DENOMINATA CHALET PINETA IN COMUNE DI CEVO (BS) VIT S.R.L. CAPITOLATO SPECIALE PER L'AFFIDAMENTO DELLA GESTIONE DELLA STRUTTURA POLIFUNZIONALE DENOMINATA CHALET PINETA IN COMUNE DI CEVO (BS) Art. 1 - Oggetto dell affidamento L oggetto dell affidamento

Dettagli

Condizioni generali di fornitura

Condizioni generali di fornitura Condizioni generali di fornitura 1) Responsabilità di trasporto Resa e imballo a ns. carico. 2) Custodia dopo consegna in cantiere Dopo la posa da parte ns. del materiale / macchine in cantiere la responsabilità

Dettagli

Il Consiglio di Istituto

Il Consiglio di Istituto Prot. n. 442/C10a del 03/02/2015 Regolamento per la Disciplina degli incarichi agli Esperti Esterni approvato con delibera n.7 del 9 ottobre 2013- verbale n.2 Visti gli artt.8 e 9 del DPR n275 del 8/3/99

Dettagli

GUARDIA DI FINANZA QUARTIER GENERALE BANDO DI GARA SEZIONE I: AMMINISTRAZIONE AGGIUDICATRICE I.1)DENOMINAZIONE, INDIRIZZI E PUNTI DI CONTATTO

GUARDIA DI FINANZA QUARTIER GENERALE BANDO DI GARA SEZIONE I: AMMINISTRAZIONE AGGIUDICATRICE I.1)DENOMINAZIONE, INDIRIZZI E PUNTI DI CONTATTO GUARDIA DI FINANZA QUARTIER GENERALE BANDO DI GARA SEZIONE I: AMMINISTRAZIONE AGGIUDICATRICE I.1)DENOMINAZIONE, INDIRIZZI E PUNTI DI CONTATTO Denominazione ufficiale: Quartier Generale della Guardia di

Dettagli

Concessione del servizio di comunicazione elettronica certificata tra pubblica amministrazione e cittadino (CEC PAC)

Concessione del servizio di comunicazione elettronica certificata tra pubblica amministrazione e cittadino (CEC PAC) Concessione del servizio di comunicazione elettronica certificata tra pubblica amministrazione e cittadino (CEC PAC) Information Day Ministero dello sviluppo economico Salone Uval, Via Nerva, 1 Roma, 2

Dettagli

Regione Autonoma della Sardegna. Direzione Generale dei Beni Culturali, Informazione, Spettacolo e Sport

Regione Autonoma della Sardegna. Direzione Generale dei Beni Culturali, Informazione, Spettacolo e Sport Servizio Spettacolo, Sport, Editoria e Inform azione GARA A PROCEDURA APERTA PER L AFFIDAMENTO DI ATTIV ITA E SERV IZ I PER LA SARDEGNA FILM COMMISSION CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO Regione Autonoma della

Dettagli

Task-Force e Servizi Integrati di accompagnamento sulle attività negoziali

Task-Force e Servizi Integrati di accompagnamento sulle attività negoziali Task-Force e Servizi Integrati di accompagnamento sulle attività negoziali FESR-ASSE II- Qualità degli ambienti scolastici (Avviso prot. AOODGAI n. 7667/15-06-2010) MANUALE DELLE PROCEDURE PER L ESECUZIONE

Dettagli

LA GESTIONE DELLE RISERVE NELLE OO.PP.

LA GESTIONE DELLE RISERVE NELLE OO.PP. Seminario IF COMMISSIONE INGEGNERIA FORENSE LA GESTIONE DELLE RISERVE NELLE OO.PP. Milano, 9 giugno 2011 1 Riserve: generalità Riserva come preannuncio di disaccordo (=firma con riserva) Riserva come domanda

Dettagli

AVVISO PER LA PRESENTAZIONE DEI PROGETTI DI INFOMOBILITÀ - ATTIVITÀ IV.4 DEL POR CREO 2007-2013. Giunta Regionale

AVVISO PER LA PRESENTAZIONE DEI PROGETTI DI INFOMOBILITÀ - ATTIVITÀ IV.4 DEL POR CREO 2007-2013. Giunta Regionale Giunta Regionale Direzione Generale delle Politiche Territoriali, Ambientali e per la Mobilità Area di Coordinamento Mobilità e Infrastrutture Settore Pianificazione del Sistema Integrato della Mobilità

Dettagli

9. Le disposizioni di cui al presente articolo non comportano aumenti di spesa a carico del bilancio regionale.

9. Le disposizioni di cui al presente articolo non comportano aumenti di spesa a carico del bilancio regionale. 9. Le disposizioni di cui al presente articolo non comportano aumenti di spesa a carico del bilancio regionale. Art. 27 Adeguamento della legge regionale n.3/2007 alla normativa nazionale 1. Alla legge

Dettagli

Prefettura - U.T.G. di Roma Bando di Gara Procedura ristretta. Determina. Sezione I: Amministrazione Aggiudicatrice: I.1) Prefettura di Roma UTG - Via

Prefettura - U.T.G. di Roma Bando di Gara Procedura ristretta. Determina. Sezione I: Amministrazione Aggiudicatrice: I.1) Prefettura di Roma UTG - Via Prefettura - U.T.G. di Roma Bando di Gara Procedura ristretta. Determina 2707/09. Sezione I: Amministrazione Aggiudicatrice: I.1) Prefettura di Roma UTG - Via IV Novembre 119/A- 00187 Roma (Italia) Punti

Dettagli

L'anno duemiladieci, addì 30 del mese di aprile con la presente scrittura privata, da valere ad ogni effetto di legge, TRA

L'anno duemiladieci, addì 30 del mese di aprile con la presente scrittura privata, da valere ad ogni effetto di legge, TRA Repertorio Unione Terre di Pianura n. 7 del 30/04/2010 CONVENZIONE TRA I COMUNI DI BARICELLA, BUDRIO, GRANAROLO DELL EMILIA, MINERBIO E L UNIONE DI COMUNI TERRE DI PIANURA PER IL CONFERIMENTO DELLE FUNZIONI

Dettagli

PRESIDÈNTZIA PRESIDENZA

PRESIDÈNTZIA PRESIDENZA AVVISO PUBBLICO PER UNA INDAGINE DI MERCATO FINALIZZATA ALL AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI DIREZIONE DELL ESECUZIONE DELL APPALTO PER LA FORNITURA, INSTALLAZIONE E MESSA IN OPERA DI UN SISTEMA DI RADIOCOMUNICAZIONI

Dettagli

CONTRATTO DI COLLABORAZIONE A PROGETTO

CONTRATTO DI COLLABORAZIONE A PROGETTO CONTRATTO DI COLLABORAZIONE A PROGETTO AVVERTENZE PER LA REDAZIONE 1. La bozza di contratto proposta è da utilizzare come linea guida, potrà essere integrata e/o ridotta in funzione alle specifiche necessità.

Dettagli

Contratto-tipo di cui all articolo 28, comma 1, lettera e), del Decreto legislativo n. 28/2011

Contratto-tipo di cui all articolo 28, comma 1, lettera e), del Decreto legislativo n. 28/2011 Contratto-tipo di cui all articolo 28, comma 1, lettera e), del Decreto legislativo n. 28/2011 Codice identificativo n. [numero progressivo da sistema] CONTRATTO per il riconoscimento degli incentivi per

Dettagli

PROVINCIA DI PESARO E URBINO

PROVINCIA DI PESARO E URBINO PROVINCIA DI PESARO E URBINO Regolamento interno della Stazione Unica Appaltante Provincia di Pesaro e Urbino SUA Provincia di Pesaro e Urbino Approvato con Deliberazione di Giunta Provinciale n 116 del

Dettagli

DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE N. 760 DEL 08/07/2014

DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE N. 760 DEL 08/07/2014 DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE N. 760 DEL 08/07/2014 SETTORE SEGRETARIO GENERALE SERVIZIO ELABORAZIONE DATI OGGETTO: 97.404,80 I.C. SERVIZIO DI ASSISTENZA TECNICA INTEGRALE E FORNITURA DI MATERIALE CONSUMABILE

Dettagli

COMUNE DI COLLESANO. Provincia di Palermo AREA TECNICO - MANUTENTIVA

COMUNE DI COLLESANO. Provincia di Palermo AREA TECNICO - MANUTENTIVA COMUNE DI COLLESANO Provincia di Palermo AREA TECNICO - MANUTENTIVA DETERMINAZIONE N. _791_ DEL _16.12.2013 (n int. _299_ del _16.12.2013_) OGGETTO: Lavori di Riqualificazione Quartiere Bagherino-Stazzone

Dettagli

1)La Fondazione Arena di Verona, con sede in Verona (Italia), Via. Roma 7/d (in seguito denominata Fondazione) telefono 045

1)La Fondazione Arena di Verona, con sede in Verona (Italia), Via. Roma 7/d (in seguito denominata Fondazione) telefono 045 BANDO DI GARA CON PROCEDURA APERTA 1)La Fondazione Arena di Verona, con sede in Verona (Italia), Via Roma 7/d (in seguito denominata Fondazione) telefono 045 8051811 fax 045 8011566 - sito internet www.arena.it

Dettagli

CONTRATTO DI LOCAZIONE AD USO ABITATIVO (CANALE CONCERTATO) Tra i signori, nato a, il, residente in., alla Via, C.F. (di seguito locatore) (assistito

CONTRATTO DI LOCAZIONE AD USO ABITATIVO (CANALE CONCERTATO) Tra i signori, nato a, il, residente in., alla Via, C.F. (di seguito locatore) (assistito CONTRATTO DI LOCAZIONE AD USO ABITATIVO (CANALE CONCERTATO) Tra i signori, nato a, il, residente in, alla Via, C.F. (di seguito locatore) (assistito da in persona di ), e, nato a, il, residente in, alla

Dettagli

Codice Disciplinare - Roma Multiservizi SpA. Roma Multiservizi SpA CODICE DISCIPLINARE

Codice Disciplinare - Roma Multiservizi SpA. Roma Multiservizi SpA CODICE DISCIPLINARE Codice Disciplinare - Roma Multiservizi SpA Roma Multiservizi SpA CODICE DISCIPLINARE C.C.N.L. per il personale dipendente da imprese esercenti servizi di pulizia e servizi integrati / multi servizi. Ai

Dettagli

MUTUO CHIROGRAFARIO OPERATORI ECONOMICI TASSO FISSO

MUTUO CHIROGRAFARIO OPERATORI ECONOMICI TASSO FISSO FOGLIO INFORMATIVO NORME PER LA TRASPARENZA DELLE OPERAZIONI E DEI SERVIZI BANCARI E FINANZIARI MUTUO CHIROGRAFARIO OPERATORI ECONOMICI TASSO FISSO INFORMAZIONI SULLA BANCA UNIPOL BANCA S.p.A. SEDE LEGALE

Dettagli

Non è compresa nel presente contratto l assistenza tecnica sui sistemi hardware e software dell UTENTE.

Non è compresa nel presente contratto l assistenza tecnica sui sistemi hardware e software dell UTENTE. CONDIZIONI GENERALI DI UTILIZZO DEL PROGRAMMA ONEMINUTESITE 1. PREMESSA L allegato tecnico contenuto nella pagina web relativa al programma ONEMINUTESITE(d ora in avanti: PROGRAMMA, o SERVIZIO O SERVIZI)

Dettagli

La Consegna dei Lavori

La Consegna dei Lavori La Consegna dei Lavori Il contratto viene posto in esecuzione dall Amministrazione con La consegna dei lavori. Si tratta, complessivamente, di una serie di atti di carattere giuridico e di operazioni materiali,

Dettagli

Regolamento di Accesso agli atti amministrativi

Regolamento di Accesso agli atti amministrativi ISTITUTO COMPRENSIVO DANTE ALIGHIERI 20027 RESCALDINA (Milano) Via Matteotti, 2 - (0331) 57.61.34 - Fax (0331) 57.91.63 - E-MAIL ic.alighieri@libero.it - Sito Web : www.alighierirescaldina.it Regolamento

Dettagli

COMUNE DI CALCIANO Provincia di Matera

COMUNE DI CALCIANO Provincia di Matera COMUNE DI CALCIANO Provincia di Matera Cap. 75010 Via Sandro Pertini, 11 Tel. 0835672016 Fax 0835672039 Cod. fiscale 80001220773 REGOLAMENTO COMUNALE RECANTE NORME PER LA RIPARTIZIONE DELL INCENTIVO DI

Dettagli

AVCP Generatore di XML

AVCP Generatore di XML AVCP Generatore di XML Perché è necessario... 2 Come Funziona... 3 Appalto... 3 Indice... 5 Anagrafiche... 6 Lotto... 7 Partecipanti... 9 Partecipante in Solitario (Partecipante)... 9 Partecipante in Raggruppamento...

Dettagli

COMUNE DI SORAGA COMUN DE SORAGA BANDO DI CONCORSO PER LA REALIZZAZIONE DI UN OPERA D ARTE PER L ABBELLIMENTO DE LA GRAN CIASA NEL COMUNE DI SORAGA

COMUNE DI SORAGA COMUN DE SORAGA BANDO DI CONCORSO PER LA REALIZZAZIONE DI UN OPERA D ARTE PER L ABBELLIMENTO DE LA GRAN CIASA NEL COMUNE DI SORAGA BANDO DI CONCORSO PER LA REALIZZAZIONE DI UN OPERA D ARTE PER L ABBELLIMENTO DE LA GRAN CIASA NEL COMUNE DI SORAGA ai sensi dell art. 20 della L.P. 3 gennaio 1983 n.2 e s.m. e i. e del relativo Regolamento

Dettagli

Cartografia di base per i territori

Cartografia di base per i territori Cartografia di base per i territori L INFORMAZIONE GEOGRAFICA I dati dell informazione geografica L Amministrazione Regionale, nell ambito delle attività di competenza del Servizio sistema informativo

Dettagli

Allegato 8 MISURE MINIME ED IDONEE

Allegato 8 MISURE MINIME ED IDONEE Allegato 8 MISURE MINIME ED IDONEE SOMMARIO 1 POLITICHE DELLA SICUREZZA INFORMATICA...3 2 ORGANIZZAZIONE PER LA SICUREZZA...3 3 SICUREZZA DEL PERSONALE...3 4 SICUREZZA MATERIALE E AMBIENTALE...4 5 GESTIONE

Dettagli

AUTORITA' DI BACINO DEL FIUME TEVERE

AUTORITA' DI BACINO DEL FIUME TEVERE Allegato alla determinazione dirigenziale n. 1/2011 AUTORITA' DI BACINO DEL FIUME TEVERE Ufficio di Segreteria Giuridico-Amministrativa U.O. Affari Generali, Giuridici e di Raccordo Istituzionale Via V.

Dettagli

MODELLO-BASE CONVENZIONE-CONTRATTO PER LA REALIZZAZIONE DELL INTERVENTO NUOVI PERCHORSI

MODELLO-BASE CONVENZIONE-CONTRATTO PER LA REALIZZAZIONE DELL INTERVENTO NUOVI PERCHORSI Assessorato alla f amiglia, all Educazione ed ai Giov ani Municipio Roma III U.O. Serv izi Sociali, Educativ i e Scolastici Allegato n. 3 al Bando d Istruttoria Pubblica per l intervento Nuovi PercHorsi

Dettagli

Provincia di Sassari. C.A.P. 07010 Via A. Mariani n 1 tel. 079 80 50 68 Fax 079 80 53 20

Provincia di Sassari. C.A.P. 07010 Via A. Mariani n 1 tel. 079 80 50 68 Fax 079 80 53 20 C O M U N E D I M A R A Provincia di Sassari C.A.P. 07010 Via A. Mariani n 1 tel. 079 80 50 68 Fax 079 80 53 20 Email: protocollo@comune.mara.ss.it Pec: protocollo@pec.comune.mara.ss.it SERVIZIO AFFARI

Dettagli

ATTIVITA DELLA REGIONE LIGURIA NELL AMBITO DEGLI STUDI E INDAGINI SULLA MICROZONAZIONE SISMICA

ATTIVITA DELLA REGIONE LIGURIA NELL AMBITO DEGLI STUDI E INDAGINI SULLA MICROZONAZIONE SISMICA STUDI DI MICROZONAZIONE SISMICA: TEORIA ED APPLICAZIONI AOSTA, Loc. Amérique Quart (AO), 18-19 Ottobre 2011 Assessorato OO.PP., Difesa Suolo e Edilizia Residenziale Pubblica - Servizio Geologico ATTIVITA

Dettagli

COMUNE DI ALBIATE SOMMARIO. Provincia di Monza e della Brianza. 1. Oggetto del regolamento. 2. Ambito oggettivo di applicazione

COMUNE DI ALBIATE SOMMARIO. Provincia di Monza e della Brianza. 1. Oggetto del regolamento. 2. Ambito oggettivo di applicazione COMUNE DI ALBIATE Provincia di Monza e della Brianza REGOLAMENTO COMUNALE PER LA RIPARTIZIONE TRA IL RESPONSABILE DEL PROCEDIMENTO E GLI INCARICATI DELLA REDAZIONE DEL PROGETTO, DEL COORDINAMENTO PER LA

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA PRESENTAZIONE DI ISTANZE E DICHIARAZIONI PER VIA TELEMATICA

REGOLAMENTO PER LA PRESENTAZIONE DI ISTANZE E DICHIARAZIONI PER VIA TELEMATICA COMMUNE DE GRESSAN REGOLAMENTO PER LA PRESENTAZIONE DI ISTANZE E DICHIARAZIONI PER VIA TELEMATICA Approvazione deliberazione del Consiglio comunale n. 10 del 13/01/2012 del Consiglio comunale n. del Art.

Dettagli

Smartphone Innovations S.r.l. gestisce il sito www.stonexone.com ( Sito ). Smartphone Innovations S.r.l.

Smartphone Innovations S.r.l. gestisce il sito www.stonexone.com ( Sito ). Smartphone Innovations S.r.l. TERMINI E CONDIZIONI Smartphone Innovations S.r.l. gestisce il sito www.stonexone.com ( Sito ). Smartphone Innovations S.r.l. ha predisposto le seguenti Condizioni generali per l utilizzo del Servizio

Dettagli

Art. 1 Oggetto del servizio

Art. 1 Oggetto del servizio CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO TRASLOCHI NEGLI ISTITUTI SCOLASTICI, NEI CENTRI SCOLASTICI, NEI CENTRI DI FORMAZIONE PROFESSIONALE E NEGLI UFFICI DI COMPETENZA PROVINCIALE

Dettagli

DISCIPLINARE D INCARICO PER L ESPLETAMENTO DEL SERVIZIO DI VERIFICA FINALIZZATA ALLA VALIDAZIONE DEI PROGETTI ESECUTIVI DEI NUOVI OSPEDALI TOSCANI DI

DISCIPLINARE D INCARICO PER L ESPLETAMENTO DEL SERVIZIO DI VERIFICA FINALIZZATA ALLA VALIDAZIONE DEI PROGETTI ESECUTIVI DEI NUOVI OSPEDALI TOSCANI DI DISCIPLINARE D INCARICO PER L ESPLETAMENTO DEL SERVIZIO DI VERIFICA FINALIZZATA ALLA VALIDAZIONE DEI PROGETTI ESECUTIVI DEI NUOVI OSPEDALI TOSCANI DI PRATO, PISTOIA, LUCCA, E DELLE APUANE, AI SENSI DELL

Dettagli

Contratto d appalto per servizi di facchinaggio, trasporto e trasloco per le. sedi di alcune Direzioni Regionali dell Agenzia delle Entrate (Lotto.

Contratto d appalto per servizi di facchinaggio, trasporto e trasloco per le. sedi di alcune Direzioni Regionali dell Agenzia delle Entrate (Lotto. Rep. n. Prot. n. 2009/ Contratto d appalto per servizi di facchinaggio, trasporto e trasloco per le sedi di alcune Direzioni Regionali dell Agenzia delle Entrate (Lotto.) REPUBBLICA ITALIANA Il giorno..

Dettagli

OGGETTO:BANDO PER L ISTITUZIONE DI UN ALBO DI FORNITORI 2012 PRESSO L ACCADEMIA NAZIONALE DI DANZA ROMA

OGGETTO:BANDO PER L ISTITUZIONE DI UN ALBO DI FORNITORI 2012 PRESSO L ACCADEMIA NAZIONALE DI DANZA ROMA OGGETTO:BANDO PER L ISTITUZIONE DI UN ALBO DI FORNITORI 2012 PRESSO L ACCADEMIA NAZIONALE DI DANZA ROMA 1.1. ) ACCADEMIA NAZIONALE DI DANZA Largo Arrigo VII, 5-00153 Roma (Italia) ; centralino 06/5717621;

Dettagli

Il Termine di Esecuzione Lavori

Il Termine di Esecuzione Lavori Il Termine di Esecuzione Lavori Il carattere non essenziale del termine Di regola negli appalti di lavori pubblici il termine contrattuale di ultimazione non è essenziale (art. 1457 del cod.civ.). Come

Dettagli

top Le funzioni di stampa prevedono elenchi, etichette, statistiche e molto altro.

top Le funzioni di stampa prevedono elenchi, etichette, statistiche e molto altro. La collana TOP è una famiglia di applicazioni appositamente studiata per il Terzo Settore. Essa è stata infatti realizzata in continua e fattiva collaborazione con i clienti. I programmi di questa collana

Dettagli

Condizioni Generali di Contratto per gli Appalti di forniture delle Società del Gruppo Ferrovie dello Stato

Condizioni Generali di Contratto per gli Appalti di forniture delle Società del Gruppo Ferrovie dello Stato Direzione Affari Legali e Societari LEGALEONLINE Documento Normativa di Gruppo Documenti correlati: Condizioni Generali di Contratto per gli Appalti di forniture delle Società del Gruppo Ferrovie dello

Dettagli

ACCORDO DI LICENZA GRATUITA PER L'UTILIZZO DI SISTEMA GESTIONALE E/O APPLICAZIONE SMARTPHONE/TABLET

ACCORDO DI LICENZA GRATUITA PER L'UTILIZZO DI SISTEMA GESTIONALE E/O APPLICAZIONE SMARTPHONE/TABLET ACCORDO DI LICENZA GRATUITA PER L'UTILIZZO DI SISTEMA GESTIONALE E/O APPLICAZIONE SMARTPHONE/TABLET Il presente Accordo è posto in essere tra: Maiora Labs S.r.l. ( Maiora ), in persona del legale rappresentante

Dettagli

DAT@GON. Gestione Gare e Offerte

DAT@GON. Gestione Gare e Offerte DAT@GON Gestione Gare e Offerte DAT@GON partecipare e vincere nel settore pubblico La soluzione sviluppata da Revorg per il settore farmaceutico, diagnostico e di strumentazione medicale, copre l intero

Dettagli

Ente aderente. Ente aderente. Ente aderente

Ente aderente. Ente aderente. Ente aderente STAZIONE UNICA APPALTANTE GUIDA ALLA CONVENZIONE AMBITO DI OPERATIVITA La si occupa dei seguenti appalti: lavori pubblici di importo pari o superiore ad 150.000,00 forniture e servizi di importo pari o

Dettagli

IL RESPONSABILE UNICO DEL PROCEDIMENTO: FUNZIONI E RESPONSABILITÀ

IL RESPONSABILE UNICO DEL PROCEDIMENTO: FUNZIONI E RESPONSABILITÀ IL RESPONSABILE UNICO DEL PROCEDIMENTO: FUNZIONI E RESPONSABILITÀ (tratto da Linee guida per la qualificazione del procedimento di Lavori Pubblici - IL RESPONSABILE UNICO DEL PROCEDIMENTO: FUNZIONI E RESPONSABILITÀ

Dettagli

Allegato H SCHEMA DI CONTRATTO

Allegato H SCHEMA DI CONTRATTO Allegato H SCHEMA DI CONTRATTO AFFIDAMENTO ANNUALE DELLA GESTIONE DELLA CASA FAMIGLIA PER DISABILI ADULTI SITA IN LARGO FRATELLI LUMIERE, 36, NONCHÉ QUELLA DEL CENTRO DIURNO SE FINANZIATO DA ROMA CAPITALE

Dettagli

Tali premesse costituiscono parte integrante delle presenti condizioni generali di contratto

Tali premesse costituiscono parte integrante delle presenti condizioni generali di contratto CONDIZIONI GENERALI DI CONTRATTO RELATIVE ALL ACQUISTO DI DIRITTI DI UTILIZZAZIONE DELLE IMMAGINI DELL ARCHIVIO FOTOGRAFICO ON-LINE DEL SISTEMA MUSEI CIVICI DI ROMA CAPITALE Premesso che La Sovrintendenza

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DELLE FORME DI COLLABORAZIONE DEGLI STUDENTI ALLE ATTIVITA' CONNESSE AI SERVIZI RESI

REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DELLE FORME DI COLLABORAZIONE DEGLI STUDENTI ALLE ATTIVITA' CONNESSE AI SERVIZI RESI Senato Accademico 27 Aprile 2010 Consiglio di Amministrazione 18 Maggio 2010 Decreto Rettorale Rep. n. 811/2010 Prot. n 13531 del 29 Giugno 2010 Ufficio Competente Ufficio Agevolazioni allo studio e disabilità

Dettagli

Azienda Unità Locale Socio Sanitaria

Azienda Unità Locale Socio Sanitaria Regione del Veneto Azienda Unità Locale Socio Sanitaria OVEST VICENTINO Servizio: UOA APPROVVIGIONAMENTI Data: 29 dicembre 2010 Spett.le Ditta Prot. n.: 46520 da citare nella risposta Vs. rif.: Oggetto:

Dettagli

Capitolo 10. LE SOSPENSIONI DEI LAVORI

Capitolo 10. LE SOSPENSIONI DEI LAVORI LE SOSPENSIONI DEI LAVORI 10.1- Profili generali della sospensione dei lavori. 10.2- Le sospensioni legittime dipendenti da forza maggiore. Casi in cui si tramutano in illegittime. 10.3- Le sospensioni

Dettagli

CIRCOLARE N.3. J't?UM?/.:ce

CIRCOLARE N.3. J't?UM?/.:ce ~ ~ ID: 292415 MEF - RGS - Prot. 2565 del 14/01/2015 - U ' J/tn~o ~//'g'cononu;a, e~~ w::- J't?UM?/.:ce DIPARTIMENTO DELLA RAGIONERIA GENERALE DELLO STATO!SPETTO RATO GENERALE DEL BILANCIO UFFICIO II -

Dettagli

Linee Guida per l utilizzo del Codice Unico di Progetto (CUP) Spese di sviluppo e di gestione

Linee Guida per l utilizzo del Codice Unico di Progetto (CUP) Spese di sviluppo e di gestione Linee Guida per l utilizzo del Codice Unico di Progetto (CUP) Spese di sviluppo e di gestione Gruppo di Lavoro ITACA Regioni/Presidenza del Consiglio dei Ministri Aggiornamento 14 novembre 2011 Dipartimento

Dettagli

REPUBBLICA ITALIANA Provincia di Pordenone. SETTORE CULTURA - ISTRUZIONE - SPORT Istruzione - Cultura - Politiche Familiari

REPUBBLICA ITALIANA Provincia di Pordenone. SETTORE CULTURA - ISTRUZIONE - SPORT Istruzione - Cultura - Politiche Familiari Proposta nr. 113 del 08/07/2011 - OGGETTO: mostra «FOTOGRAFIA E RISORGIMENTO. TESORI DEI GRANDI MUSEI ITALIANI». Spese per fornitura di immagini digitali. Assunzione impegno di spesa. I L F U N Z I O N

Dettagli

INFORMAZIONI EUROPEE DI BASE SUL CREDITO AI CONSUMATORI

INFORMAZIONI EUROPEE DI BASE SUL CREDITO AI CONSUMATORI 1. IDENTITÀ E CONTATTI DEL FINANZIATORE/ INTERMEDIARIO DEL CREDITO Finanziatore/Emittente CartaSi S.p.A. Indirizzo Corso Sempione, 55-20145 Milano Telefono 02.3488.1 Fax 02.3488.4115 Sito web www.cartasi.it

Dettagli

OIC 23 - Lavori in corso su ordinazione

OIC 23 - Lavori in corso su ordinazione Luca Bilancini (Commercialista, Pubblicista, coordinatore scientifico MAP) OIC 23 - Lavori in corso su ordinazione 1 OIC 23 - Principali novità Non ci sono più i paragrafi relativi alle commesse in valuta

Dettagli

GESTIONE STUDIO. Compatibile con: Win 7, Vista, XP

GESTIONE STUDIO. Compatibile con: Win 7, Vista, XP GESTIONE ADEMPIMENTI FISCALI Blustring fornisce la stampa dei quadri fiscali, cioè dei quadri del modello UNICO relativi alla produzione del reddito d impresa, o di lavoro autonomo (RG, RE, RF, dati di

Dettagli

15067 NOVI LIGURE AL. Tel.: 0143 744516 - Fax: 0143 321556 e-mail: srtspa@srtspa.it

15067 NOVI LIGURE AL. Tel.: 0143 744516 - Fax: 0143 321556 e-mail: srtspa@srtspa.it Allegato 4) Regolamento... li... ALLA SRT - SOCIETA PUBBLICA PER IL RECUPERO ED IL TRATTAMENTO DEI RIFIUTI S.p.A. Strada Vecchia per Boscomarengo s.n. 15067 NOVI LIGURE AL Tel.: 0143 744516 - Fax: 0143

Dettagli

PROVINCIA AUTONOMA DI TRENTO Servizio Edilizia Pubblica e Logistica

PROVINCIA AUTONOMA DI TRENTO Servizio Edilizia Pubblica e Logistica PROVINCIA AUTONOMA DI TRENTO Servizio Edilizia Pubblica e Logistica GARA D APPALTO PER LA STIPULA DI UN CONTRATTO PER L AFFIDAMENTO DEI SERVIZI DI TRASLOCO E FACCHINAGGIO DI MOBILIO E ATTREZZATURE IN DOTAZIONE

Dettagli

ama S.p.A. L AQUILA servizio acquisti e contratti Azienda della Mobilità Aquilana OGGETTO: locazione spazi pubblicitari.

ama S.p.A. L AQUILA servizio acquisti e contratti Azienda della Mobilità Aquilana OGGETTO: locazione spazi pubblicitari. servizio acquisti e contratti L Aquila 14 luglio 2014 Prot. 924 acq./dnc Spett.le Lotto CIG: Z111026FC0 OGGETTO: locazione spazi pubblicitari. Questa azienda intende locare gli spazi, utilizzabili a fini

Dettagli

CIRCOLARE N. 45/E. Roma, 12 ottobre 2011

CIRCOLARE N. 45/E. Roma, 12 ottobre 2011 CIRCOLARE N. 45/E Roma, 12 ottobre 2011 Direzione Centrale Normativa OGGETTO: Aumento dell aliquota IVA ordinaria dal 20 al 21 per cento - Articolo 2, commi da 2-bis a 2-quater, decreto legge 13 agosto

Dettagli

PUBBLICO INCANTO. TRASLOCO della BIBLIOTECA NAZIONALE Sagarriga Visconti Volpi di BARI Capitolato d oneri

PUBBLICO INCANTO. TRASLOCO della BIBLIOTECA NAZIONALE Sagarriga Visconti Volpi di BARI Capitolato d oneri Ministero per i Beni e le Attività Culturali DIPARTIMENTO PER I BENI ARCHIVISTICI E LIBRARI DIREZIONE GENERALE PER I BENI LIBRARI E GLI ISTITUTI CULTURALI PUBBLICO INCANTO TRASLOCO della BIBLIOTECA NAZIONALE

Dettagli

cüéä Çv t w atñéä SETTORE POLIZIA MUNICIPALE Tel.081 8851605 Fax 081 8852867 BANDO DI GARA D'APPALTO - PROCEDURA APERTA

cüéä Çv t w atñéä SETTORE POLIZIA MUNICIPALE Tel.081 8851605 Fax 081 8852867 BANDO DI GARA D'APPALTO - PROCEDURA APERTA VÉÅâÇx w MARIGLIANO cüéä Çv t w atñéä SETTORE POLIZIA MUNICIPALE Tel.081 8851605 Fax 081 8852867 BANDO DI GARA D'APPALTO - PROCEDURA APERTA ENTE APPALTANTE: Comune di Marigliano Corso Umberto 1-80034 Marigliano

Dettagli

TERMINI E CONDIZIONI DI ACQUISTO STANDARD

TERMINI E CONDIZIONI DI ACQUISTO STANDARD TERMINI E CONDIZIONI DI ACQUISTO STANDARD Le presenti condizioni generali di acquisto disciplinano il rapporto tra il Fornitore di beni, opere o servizi, descritti nelle pagine del presente Ordine e nella

Dettagli

PIEMONTE SERVIZI DI TRASLOCO E FACCHINAGGIO PRESSO LE SEDI DELL EDISU PIEMONTE CIG 0143309652 DISCIPLINARE DI GARA

PIEMONTE SERVIZI DI TRASLOCO E FACCHINAGGIO PRESSO LE SEDI DELL EDISU PIEMONTE CIG 0143309652 DISCIPLINARE DI GARA PIEMONTE SERVIZI DI TRASLOCO E FACCHINAGGIO PRESSO LE SEDI DELL EDISU PIEMONTE CIG 0143309652 DISCIPLINARE DI GARA 1 Art. 1 Premessa Il presente disciplinare costituisce, con il bando e il capitolato speciale

Dettagli

PROCEDURA APERTA SUDDIVISA IN 5 LOTTI PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI DIDATTICA PRESSO IL SISTEMA DEI MUSEI CIVICI DI ROMA CAPITALE

PROCEDURA APERTA SUDDIVISA IN 5 LOTTI PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI DIDATTICA PRESSO IL SISTEMA DEI MUSEI CIVICI DI ROMA CAPITALE CAPITOLATO D ONERI PROCEDURA APERTA SUDDIVISA IN 5 LOTTI PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI DIDATTICA PRESSO IL SISTEMA DEI MUSEI CIVICI DI ROMA CAPITALE 2 PREMESSA Zètema, in virtù del Contratto di Servizio

Dettagli

Applicazione: DoQui/Index - Motore di gestione dei contenuti digitali

Applicazione: DoQui/Index - Motore di gestione dei contenuti digitali Riusabilità del software - Catalogo delle applicazioni: Applicativo verticale Applicazione: DoQui/Index - Motore di gestione dei contenuti digitali Amministrazione: Regione Piemonte - Direzione Innovazione,

Dettagli

Il codice civile dedica gli articoli dal 1655-1677 agli appalti e, in particolare, sette articoli,

Il codice civile dedica gli articoli dal 1655-1677 agli appalti e, in particolare, sette articoli, 1) OPERE EDILI MAL ESEGUITE Il codice civile dedica gli articoli dal 1655-1677 agli appalti e, in particolare, sette articoli, dal 1667 al 1673 (vedi di seguito), proprio al problema della "difformità

Dettagli

RELAZIONI TRA SERVIZI PER L IMPIEGO

RELAZIONI TRA SERVIZI PER L IMPIEGO RELAZIONI TRA SERVIZI PER L IMPIEGO E AZIENDE-UTENTI L IMPATTO DELLE PROCEDURE INFORMATIZZATE a cura di Germana Di Domenico Elaborazione grafica di ANNA NARDONE Monografie sul Mercato del lavoro e le politiche

Dettagli

Decreto del Commissario Straordinario

Decreto del Commissario Straordinario Decreto del Commissario Straordinario N. 8 del Reg. Data 30/07/2014 OGGETTO: PROGETTO ESECUTIVO PER INTERVENTI DI PREVENZIONE ANTICENDIO NELLA FORESTA DEMANIALE REGIONALE DEL MONTE CARPEGNA - PSR MARCHE

Dettagli

Introduzione al GIS (Geographic Information System)

Introduzione al GIS (Geographic Information System) Introduzione al GIS (Geographic Information System) Sommario 1. COS E IL GIS?... 3 2. CARATTERISTICHE DI UN GIS... 3 3. COMPONENTI DI UN GIS... 4 4. CONTENUTI DI UN GIS... 5 5. FASI OPERATIVE CARATTERIZZANTI

Dettagli

Lavori Pubblici: la disciplina del collaudo dell opera Normativa e prassi

Lavori Pubblici: la disciplina del collaudo dell opera Normativa e prassi COSTRUZIONI Lavori Pubblici: la disciplina del collaudo dell opera Normativa e prassi di Mauro Cappello Mauro Cappello GEOCENTRO/magazine pubblica, di Mauro Cappello, Ingegnere e Ispettore Verificatore

Dettagli

00185 Roma Via Castelfidardo, 41

00185 Roma Via Castelfidardo, 41 CAPITOLATO SPECIALE DI APPALTO PER IL SERVIZIO DI PULIZIA DEI LOCALI SEDE DEGLI UFFICI DELL ENTE NAZIONALE DI PREVIDENZA ED ASSISTENZA DEI VETERINARI (VIA CASTELFIDARDO, 41), DELLE PARTI COMUNI DELL IMMOBILE

Dettagli

Gara LOCO- Richiesta di chiarimenti

Gara LOCO- Richiesta di chiarimenti Domanda 1 Si chiede di specificare il numero orientativo dei partecipanti ai corsi di formazione diviso per tipologia (dirigenti, utenti e personale informatico) (cfr. Capitolato capitolo 10). Risposta

Dettagli

LOCAZIONE ABITATIVA PER STUDENTI UNIVERSITARI TIPO DI CONTRATTO (Legge 9 dicembre 1998, n. 431, articolo 5, comma 2)

LOCAZIONE ABITATIVA PER STUDENTI UNIVERSITARI TIPO DI CONTRATTO (Legge 9 dicembre 1998, n. 431, articolo 5, comma 2) LOCAZIONE ABITATIVA PER STUDENTI UNIVERSITARI TIPO DI CONTRATTO (Legge 9 dicembre 1998, n. 431, articolo 5, comma 2) Il/La sig./soc. (1) di seguito denominato/a locatore (assistito/a da (2) in persona

Dettagli

La gestione della sicurezza nei contratti di appalto

La gestione della sicurezza nei contratti di appalto Sicurezza La gestione della sicurezza nei contratti di appalto Con l'emanazione del D.Lgs. n. 81/2008 sono stati definiti gli obblighi inerenti alla sicurezza sul lavoro in caso di affidamento di lavori

Dettagli

PROVINCIA DI ROMA. Regolamento Servizio di Economato

PROVINCIA DI ROMA. Regolamento Servizio di Economato PROVINCIA DI ROMA Regolamento Servizio di Economato Adottato con delibera del Consiglio Provinciale: n. 1111 dell 1 marzo 1995 Aggiornato con delibera del Consiglio Provinciale n. 34 del 12 luglio 2010

Dettagli

Utilizzato con successo nei più svariati settori aziendali, Passepartout Mexal BP è disponibile in diverse versioni e configurazioni:

Utilizzato con successo nei più svariati settori aziendali, Passepartout Mexal BP è disponibile in diverse versioni e configurazioni: Passepartout Mexal BP è una soluzione gestionale potente e completa per le imprese che necessitano di un prodotto estremamente flessibile, sia dal punto di vista tecnologico sia funzionale. Con più di

Dettagli

Unione europea Pubblicazione del Supplemento alla Gazzetta ufficiale dell'unione europea. Bando di gara (Direttiva 2004/18/CE)

Unione europea Pubblicazione del Supplemento alla Gazzetta ufficiale dell'unione europea. Bando di gara (Direttiva 2004/18/CE) Unione europea Pubblicazione del Supplemento alla Gazzetta ufficiale dell'unione europea 2, rue Mercier, 2985 Luxembourg, Lussemburgo Fax: +352 29 29 42 670 Posta elettronica: ojs@publications.europa.eu

Dettagli

Italia-Roma: Servizi di pulizia 2015/S 119-218544. Avviso di gara Settori speciali. Servizi

Italia-Roma: Servizi di pulizia 2015/S 119-218544. Avviso di gara Settori speciali. Servizi 1/19 Avviso nel sito web TED: http://ted.europa.eu/udl?uri=ted:notice:218544-2015:text:it:html Italia-Roma: Servizi di pulizia 2015/S 119-218544 Avviso di gara Settori speciali Servizi Direttiva 2004/17/CE

Dettagli

Risposte ai quesiti ricevuti per l Avviso di gara per la realizzazione del sistema informatico per la gestione richieste di finanziamento FAPISI

Risposte ai quesiti ricevuti per l Avviso di gara per la realizzazione del sistema informatico per la gestione richieste di finanziamento FAPISI Risposte ai quesiti ricevuti per l Avviso di gara per la realizzazione del sistema informatico per la gestione richieste di finanziamento FAPISI Forniamo in questo articolo le risposte ai 53 quesiti ricevuti

Dettagli

CONTRATTO DI LOCAZIONE AD USO ABITATIVO. Ai sensi dell art. 1, comma 2, lett. A) della legge 9 dicembre 1998 n 431

CONTRATTO DI LOCAZIONE AD USO ABITATIVO. Ai sensi dell art. 1, comma 2, lett. A) della legge 9 dicembre 1998 n 431 CONTRATTO DI LOCAZIONE AD USO ABITATIVO Ai sensi dell art. 1, comma 2, lett. A) della legge 9 dicembre 1998 n 431 e degli artt. 1571 e seguenti del codice civile. CON LA PRESENTE SCRITTURA PRIVATA la CAMERA

Dettagli

Tale comma 6-bis dell art. 92 del codice è stato abrogato in sede di conversione (cfr. infra). www.linobellagamba.it

Tale comma 6-bis dell art. 92 del codice è stato abrogato in sede di conversione (cfr. infra). www.linobellagamba.it Il nuovo incentivo per la progettazione Aggiornamento e tavolo aperto di discussione Lino BELLAGAMBA Prima stesura 4 ottobre 2014 Cfr. D.L. 24 giugno 2014, n. 90, art. 13, comma 1, nella formulazione anteriore

Dettagli

Commissione parlamentare di vigilanza sull'anagrafe tributaria. Roma, 18 marzo 2015

Commissione parlamentare di vigilanza sull'anagrafe tributaria. Roma, 18 marzo 2015 Commissione parlamentare di vigilanza sull'anagrafe tributaria Audizione del Direttore dell Agenzia del Demanio Roma, 18 marzo 2015 Indice Audizione presso la Commissione Parlamentare di Vigilanza sull

Dettagli

Il principio del corrispettivo pattuito ha alcune eccezioni come ad esempio:

Il principio del corrispettivo pattuito ha alcune eccezioni come ad esempio: FATTURAZIONE In linea generale l Iva deve essere applicata sull ammontare complessivo di tutto ciò che è dovuto al cedente o al prestatore, quale controprestazione della cessione del bene o della prestazione

Dettagli