WHITE PAPER Dall'outsourcing tradizionale all'outsourcing selettivo: nuovi modelli di scelta

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "WHITE PAPER Dall'outsourcing tradizionale all'outsourcing selettivo: nuovi modelli di scelta"

Transcript

1 WHITE PAPER Dall'outsourcing tradizionale all'outsourcing selettivo: nuovi modelli di scelta Sponsored by: I.NET Arianna Gagliardi settembre 2007 Fabio Rizzotto IDC OPINION L'Outsourcing è una strategia di business perseguita da numerose aziende con livelli di sviluppo variabili. In questo ambito oggi molte organizzazioni sono "a metà del guado": alcune di loro, per caratteristiche intrinseche al proprio business, perseverano nella strategia di affidare le proprie infrastrutture IT ad un unico fornitore, altre scelgono di abbandonare il modello del "one-stop-shop" per adottare una strategia di "selective sourcing". Il trend dei servizi di Outsourcing sta lentamente muovendosi da un modello di fornitura "generalista", tipico dei grandi vendor e caratterizzato da una presa in carico estesa dell'infrastruttura IT, a un modello di offerta di tipo "selective-sourcing", basato su strategie di gestione dell'infrastruttura IT di tipo "cherry picking" (ossia la selezione mirata sia dei servizi da esternalizzare sia dei fornitori a cui affidarli), che fa leva sulle competenze specifiche dei vendor sui vari strati dell'infrastruttura IT. L'IT Selective Outsourcing, posto in essere secondo nuovi approcci di gestione combinando gli obiettivi di efficienza interna alle competenze e alle abilità dei fornitori, può risultare in un miglioramento dei costi di gestione, consente l'accesso a maggiori livelli di expertise e dà la possibilità alle organizzazioni di focalizzarsi sulle attività strategiche.

2 1. Outsourcing Tradizionale o Selettivo: l'evoluzione Da sempre l'outsourcing è collegato al raggiungimento degli obiettivi di risparmio di costi e di recupero di efficienza. Tali due obiettivi non sono da considerarsi esaustivi di per sé: sono strettamente connessi al concetto più allargato di innovazione. Infatti l'outsourcing consente di: liberare risorse umane e finanziarie per fare innovazione, finalizzata allo sviluppo del core business; investire in nuove applicazioni e nuovi servizi senza le limitazioni (infrastrutturali, tecnologiche) che la gestione in-house necessariamente pone. Questi obiettivi possono essere raggiunti, grazie all'outsourcing, senza i vincoli che vengono a crearsi quando l'evoluzione della tecnologia disponibile e l'evoluzione del business procedono a velocità diverse. Secondo IDC il futuro dei servizi di gestione dell'infrastruttura IT vedrà una netta contrapposizione: da una parte, i servizi di "Traditional Outsourcing" nei quali rientrano il BPO (Business Process Outsourcing) e l'it Outsourcing il cui focus strategico sarà sui concetti di riorganizzazione e ristrutturazione e "business transformation"; dall'altra il Selective Outsourcing (ossia i Managed Services"), il cui obiettivo strategico è di migliorare l'efficienza della gestione e garantire livelli più elevati di servizio. La composizione dei servizi per la gestione dell'infrastruttura IT può essere rappresentata lungo una piramide nella quale coesistono servizi che di volta in volta vengono svolti in-house o da un service provider esterno. FIGURA 1 Lo spettro dei servizi di IT Infrastructure Strategic Value Business Process Outsourcing Applications Management Outsourcing Tactical Value Application Hosting & Management General Systems Management & Monitoring Technology Infrastructure Outsourcing Technology Infrastructure Management Mission critical applications hosting Monitor/Manager core applications Remote Back-up Managed Firewall Storage Management Intrusion Detection Services Network Management Vulnerability Assessment Event Security Management Internet Access Services Connectivity Services (Frame, MPLS, ATM, etc) Level 1 & 2 monitoring services worlwide Trouble ticket and alarm management Contingency Planning Solutions Disaster Recovery Facilities Assistance, Business Continuity Planning (people, process, technology) Fonte: IDC,

3 Sebbene l'infrastruttura IT sia sempre più percepita come un insieme unico e interconnesso, essa è comunque composta di vari "strati". Ciò comporta la possibile coesistenza di livelli di maturità, e conseguentemente di standardizzazione, diversi per ciascuna delle aree dell'infrastruttura IT: alcuni servizi sono più maturi di altri e possono più facilmente essere ceduti in outsourcing gradualmente, anche a fornitori di servizi differenti. Esempi di tali servizi sono, in aree differenti dell'infrastruttura IT, i servizi di desktop management o di network management. Per le organizzazioni le scelte relative all esternalizzazione comportano sia la determinazione dell ambito IT impattato sia l individuazione del service provider (o meglio dei service provider) e dipendono in buona misura dai livelli di maturità e di separabilità raggiunti in ciascuna parte dell infrastruttura IT, e si dovrebbe tenere presente che: l'ambito dell Outsourcing Tradizionale è sempre più associato al concetto di "business transformation": la gestione in outsourcing di processi aziendali (BPO) o di parti estese dell'infrastruttura IT sarà legata, in questo caso, ad esigenze organizzative e di ottimizzazione non solo delle risorse IT ma anche dei processi, consentendo alle organizzazioni che perseguiranno questa strategia una maggiore focalizzazione sulle attività che generano il vantaggio competitivo nei propri mercati di riferimento; l Outsourcing Selettivo (o Managed Services) è sempre più associato a maggiori livelli di efficienza e ha per oggetto le aree dell'infrastruttura IT più "technicallyoriented" e maggiormente pronte ad essere isolate e ad interoperare in contesti non omogenei, consentendo alle organizzazioni di scegliere i service provider "best in class" per ciascuna delle aree che si desidera esternalizzare. Oltre a ciò è opportuno considerare che l'evoluzione delle tecnologie, partendo anche dal livello di maturità dei singoli "strati" infrastrutturali e applicativi, ha portato a una trasformazione dell'offerta di servizi. Allo stato attuale è possibile individuare differenti tipologie di offerte, che vanno da quella più tradizionale del Full Outsourcing laddove come detto il livello di esternalizzazione è completo verso un unico fornitore a quella più recente dell'outsourcing selettivo. All'interno delle opzioni dell'outsourcing selettivo vanno consolidandosi modelli di offerta nuovi strettamente connessi all aggregazione di gruppi, omogenei, di servizi. I service provider infatti hanno nel tempo accresciuto le proprie expertise a partire da solide competenze originarie (che possono essere di mercato o di tecnologia) e hanno elaborato strategie di offerta che si basano su una credibilità e una value proposition più forte in specifici gruppi di servizi (come ad esempio l'insieme dei servizi che presidiano gli strati più bassi rappresentati nella figura soprastante - server e storage management, desktop e network management). Questo dà la possibilità ai CIO di avvantaggiarsi dei risvolti positivi di una scelta selettiva mitigando, contemporaneamente, i rischi connessi alla gestione di una pluralità di fornitori, contratti e relazioni

4 FIGURA 2 Le differenze fra Outsourcing Tradizionale e Selettivo Outsourcing Tradizionale Outsourcing Selettivo Lunga DURATA DEL CONTRATTO Breve Elevato VALORE DEL CONTRATTO Basso Completa COMPLETEZZA DELLE SOLUZIONI Discreta Completo (o quasi) TRASFERIMENTO DEGLI ASSET Assente Fonte: IDC, Verso il "Cherry picking sourcing"? Il trend recente, in Europa e anche in Italia, mostra che le organizzazioni tendono a ricorrere sempre meno al Full Outsourcing, onnicomprensivo, della propria infrastruttura IT. Questo nel contesto europeo è dimostrato dal fatto che gli "Outsourcing megadeal" (contratti di valore superiore ai 50 Milioni di Euro), seppur presenti, sono in un numero sempre minore rispetto al passato. Inoltre, molti dei principali contratti di IT Full Outsourcing vengono rinegoziati prima del termine. Nonostante in Italia i valori medi dei contratti di Outsourcing siano già molto più bassi rispetto alla media europea si comincia ad assistere anche qui al fenomeno di rescaling di contratti di lungo periodo verso forme di più breve durata e con valori, conseguentemente, ridotti. Le motivazioni sottostanti questa tendenza sono numerose e, fra queste, alcune delle più importanti sono: la non efficiente gestione degli aspetti finanziari del contratto; la carenza di change management da parte del service provider (comunicazione e training insufficienti); la difficoltà a reagire in tempi rapidi alle nuove opportunità di business dell'organizzazione; la mancanza di processi di quality control o la carenza nel customer service

5 È probabile che tali motivazioni spingano le organizzazioni a passare dal modello di "one-stop-shop", nel quale si esternalizza l'infrastruttura IT ad un unico service provider, per orientarsi verso un modello di "selective-sourcing" affidando la gestione di singole parti dell'infrastruttura non a un solo vendor generalista ma a più (possibilmente pochi) differenti vendor specializzati. Senza contare il fatto che in molti casi le aziende preferiscono non interagire con i grandi player generalisti, per non trovarsi in potenziali situazioni di disparità di potere contrattuale. Quindi la scelta relativa alla implementazione del modello di outsourcing dipende da due fattori: la definizione delle infrastrutture IT dell azienda da esternalizzare; l individuazione dei service provider più appropriati. Il primo fattore dipende dalla strategia e dalle condizioni di business che ciascuna organizzazione si trova a gestire e quindi, in sintesi, da: 1. la complessità del business e del sistema informativo. Le organizzazioni si distinguono per la differente complessità del/i mercato/i in cui operano. Quanto più il business si caratterizza per stabilità tanto più i processi sono consolidati e tanto più l'infrastruttura IT è semplice e meno demanding in termini evolutivi. Tuttavia poche aziende possono affermare di operare in un contesto di stabilità: il business si evolve costantemente e di pari passo mutano le esigenze a livello di sistema informativo. È dunque sempre più rischioso affidare la propria infrastruttura IT a un unico service provider che possa garantire, nel tempo, flessibilità ed efficienza nell'adeguare l'infrastruttura IT alle evoluzioni del business. In questo scenario affidare la gestione della propria infrastruttura IT a più service provider può risultare vincente, a patto che l'organizzazione disponga di competenze e di processi per una governance efficiente. 2. Il livello di indipendenza di ciascuna business unit/area funzionale. Il grado di indipendenza di ciascuna business unit all'interno di un'organizzazione è un ulteriore elemento dirimente nella scelta del tipo di approccio al sourcing. Infatti quanto più questo è elevato tanto più ciascuna unità dispone di applicazioni e infrastruttura IT specifiche e ritagliate su misura. Questa considerazione è tanto più vera se applicata ai contesti di imprese multinazionali nelle quali è usuale il ricorso al supporto di service provider "locali". Anche in questo caso una strategia di sourcing di tipo "cherry picking" può risultare efficace, consentendo a ciascuna unità di business di scegliere il service provider che meglio risponde alle proprie esigenze, fermo restando che è vieppiù necessario un solido processo di controllo e di governance per ridurre i rischi legati alla proliferazione di rapporti di fornitura. Il secondo fattore invece dovrebbe essere orientato non tanto dalle specifiche competenze su una singola area dell'infrastruttura IT quanto piuttosto dai gruppi di servizi su cui ciascun service provider può vantare una maggiore credibilità (per strategia o storia aziendale) e dalla capacità di gestirli nel rispetto dei service level agreement richiesti

6 La combinazione tra le caratteristiche delle infrastrutture IT selezionate e delle specificità dei fornitori (competenze e offerta) consente di popolare una griglia di valutazione che facilita la scelta finale di selective outsourcing. Da queste considerazioni emerge chiaramente che il "cherry picking sourcing" presenta il vantaggio della flessibilità, dando la possibilità di scegliere quei service provider che meglio soddisfano i bisogni dell'organizzazione e facendo leva su: una maggiore esperienza e specializzazione verticale (a livello di industry di riferimento) e/o orizzontale (a livello tecnologico); un maggior livello di controllo e miglior potenziale di gestione della relazione con il service provider; la riduzione del rischio legato alla dipendenza da un singolo vendor (sia in termini finanziari sia in termini di evoluzione del sistema informativo); una minore durata dei contratti: questo aspetto può essere estremamente vantaggioso in contesti di mercato molto competitivi e soggetti a continui cambiamenti. 3. "One-to-many vs. one-to-few" Il "Cherry picking sourcing", così come definito poco sopra, può presentare ulteriori declinazioni, in funzione: del livello di specializzazione dell'offerta del service provider (value proposition concentrata su un unico servizio o diffusa su gruppi coerenti di servizi); del grado di complessità dell'infrastruttura IT; del livello di "entropia fisiologica" (rischio di dispersioni, difficoltà di gestione) che i CIO sono disposti a tollerare nella scelta dei service provider; dell articolazione della struttura IT interna in termini di risorse. Il cherry picking può essere di tipo "one-to-many" o "one-to-few", e la scelta è strettamente connessa ai fattori citati sopra. IDC ritiene che un elevato livello di efficienza risieda nell'ottimizzazione delle risorse e nella riduzione del rischio associato al tipo di outsourcing selettivo scelto. L'approccio "one-to-many" offre ai manager una leva molto forte in termini di scelta di competenze specifiche e di potere contrattuale in sede di trattativa. Tuttavia presenta rischi molto elevati sotto il profilo della governance e dell'ottimizzazione delle risorse. Infatti la gestione di molti provider che insistono contemporaneamente sulla piattaforma IT risulta obiettivamente complessa e richiede un modello di governance molto rigido, a causa delle spinte centrifughe che mettono a repentaglio i recuperi di efficienza ottenuti attraverso l'approccio "divide et impera". Il livello di interazione fra i vari service provider deve essere necessariamente molto elevato e può originare inefficienze o comunque richiedere uno sforzo di controllo maggiore (per non citare i conflitti di competenza e la corretta ripartizione delle responsabilità di ciascun service provider)

7 L'approccio "one-to-few" combina, invece, la possibilità di usufruire di competenze specifiche e al contempo di mitigare i rischi connessi alla governance. Infatti, partendo dal concetto acquisito per cui esistono gruppi coerenti di servizi sui quali alcuni service provider possono spendere un'elevata credibilità, avendo progressivamente allargato la propria expertise, le organizzazioni possono allo stesso tempo semplificare il proprio modello di outsourcing senza per questo perdere alcun vantaggio in termini di competenza. 4. I.NET e il Selective Outsourcing All interno di questo quadro di riferimento I.NET si pone come l operatore in grado di soddisfare sia l esigenza di Outsourcing Puntuale e focalizzato, sia la possibilità di accedere a un set esteso di servizi gestiti in un ottica maggiormente integrata di Selective Outsourcing. Questa opportunità nasce dalla strategia di evoluzione e di posizionamento sviluppata da I.NET, soprattutto negli ultimi anni quando alla tradizionale offerta di servizi di networking e di gestione delle infrastrutture IT (hosting, gestione middleware e storage) si sono via via affiancate altre soluzioni: dalla sicurezza gestita ai servizi di virtualizzazione, fino all Application Management, anche nella modalità hosted, e i servizi di Disaster Recovery e di Business Continuity. La strategia di espansione dell offerta La spinta che è alla base di questa strategia di sviluppo è quella di rappresentare "l'infrastruttura abilitante" a disposizione sia delle grandi sia delle medie aziende italiane nel loro approccio all Information and Communication Technology (ICT). In questo senso il ventaglio delle soluzioni offerte da I.NET copre l intero spettro delle esigenze di gestione "infrastrutturale" dell ICT in azienda (vedi figura seguente), compresi gli aspetti di consulenza progettuale e di formazione che ne sono sia il necessario presupposto che il completamento. FIGURA 3 I.NET Service Oriented Framework Delivery Model Reporting Notification/ Alerting INTERNET Customer A Customer B 3 PARTY NETWORK Fonte: I:NET,

8 Ciò che è rilevante è il modo in cui I.NET ha costruito la propria offerta. Due sono infatti le linee guida seguite dall azienda: coerenza e competenza. Per coerenza si intende il fatto che I.NET ha progressivamente messo a portafoglio nuove tipologie di servizi senza allontanarsi dal proprio approccio originale di "gestore di infrastrutture ICT", estendendo la propria presenza in aree di servizi contigue a quelle sino a quel momento presidiate. Senza stravolgere la propria natura e missione ha quindi aggiunto valore, in termini sia di ampiezza della gamma di offerta che di crescente "valore aggiunto" dei servizi proposti. Ma qualunque evoluzione per avere un valore sul mercato deve essere credibile. Per I.NET la credibilità deriva, oltre che dalla coerenza di sviluppo sopra accennata, anche dal modo in cui l evoluzione è avvenuta, ovvero tramite il supporto alla crescita interna e una politica di acquisizioni mirate e "sostenibili". Un esempio di crescita interna è rappresentato dall espansione del data centre: la struttura originaria di Settimo Milanese di I.NET è stata infatti affiancata da un nuovo edificio realizzato secondo gli standard più evoluti in termini di efficienza, sicurezza, gestione dei consumi, tanto da essere considerato tra i benchmark europei in questo campo. FIGURA 4 La nuova Business Factory di I.NET La politica di acquisizioni è stata guidata dalla volontà di rafforzare l offerta esistente e di estendersi in segmenti di offerta ritenuti strategici per la missione di I.NET. Le aree più interessate da questa politica hanno riguardato la sicurezza gestita e l application management. In entrambi i casi sono state privilegiate acquisizioni mirate a portare in I.NET competenze e conoscenze di primo livello, riconosciute dal mercato, afferenti a strutture che, per dimensioni e metodologie di lavoro, ben si potevano integrare in I.NET (per la sicurezza gestita è stata acquisita Siosistemi e per l application management ERPTech)

9 FIGURA 5 La storia di I.NET: anticipazione dei trend di mercato per una crescita sostenibile, interna ed esterna POSIZIONAMENTO POSIZIONAMENTO INTERNET SERVICE PROVIDER NETWORK APPLICATION SERVICES PROVIDER MANAGED SECURITY SERVICES PROVIDER SECURE APPLICATION INFRASCRUCTURE PROVIDER FULL APPLICATION PROVIDER Acquisizione Acquisizione SIOSISTEMI SIOSISTEMI Acquisizione Acquisizione ERPTECH ERPTECH OFFERTA OFFERTA Internet connectivity Housing - Hosting WAN Management Virtual Private Network DB Management Managed Firewall Content Security Security Consultancy System Management Disaster Recovery SAP Applicat. Mgmt CRITICAL APPLICATION MANAGEMENT Fonte: I.NET, 2007 Qui risiede quindi la sostenibilità e una parte importante del valore dell offerta estesa che I.NET ha creato nel tempo: più che inseguire la volontà di coprire ogni possibile richiesta del Cliente, I.NET ha preferito qualificarsi come best in class nella proposta di un ventaglio ricco (ma non tanto da diventare ingestibile o intrinsecamente incoerente) di servizi molto legati agli aspetti infrastrutturali dell IT, applicazioni comprese. Use as much as you want Il risultato di questa strategia è un offerta ampia ma fortemente coerente al proprio interno (e credibile per le competenze e professionalità cui si appoggia) e quindi in grado di massimizzare le sinergie tra le diverse aree che la compongono. Ogni strato di servizio può infatti avere una propria autonomia o essere integrato con uno o più degli altri servizi che compongono l ecosistema dell offerta di I.NET. In questo senso si esplicita per i Clienti la possibilità da un lato di effettuare il cherry picking che è alla base del selective outsourcing descritto nei paragrafi precedenti, dall altro di accedere ad una pila di servizi tra loro integrati o integrabili

10 FIGURA 6 Gli elementi dell infrastruttura IT a servizio del business Minimum Business Attributes for IT Economics Risk Scalability Business Services IT IT IT Management Engineering Operations IT Service Delivery Systems Management, Automation Virtualization Servers Network Equipment Storage Data Centre Tier IV (Space, Power, Cooling) Fonte: IDC, 2007 Ciascuno degli elementi della infrastruttura IT di un azienda, che possono consistere sia in apparati tecnologici sia in attività di gestione operativa, può essere affidato ad I.NET, ottenendo benefici di business via via crescenti, al crescere della complessità e della numerosità degli elementi esternalizzati. Nel caso i servizi siano adottati singolarmente il vantaggio per l azienda cliente è la possibilità di accedere a servizi che nel loro ambito sono best in class e che, in più, sono inseriti in un contesto ottimizzato rispetto a ciò che sta attorno o si poggia su quel servizio singolarmente preso: hosting e network, database gestiti e infrastrutture, sicurezza dei sistemi e della rete e così via. Nel caso di scelta di servizi integrati queste sinergie tra aree di offerta sono ancora più evidenti, in quanto i diversi strati della pila sfruttano effettivamente le prestazioni, i livelli di servizio e di sicurezza, oltre che le competenze, di ciascun elemento selezionato, elevando il valore finale del sistema a disposizione del Cliente. Al di là degli aspetti prestazionali, è la flessibilità (anche in ottica evolutiva) ad essere un elemento vincente dell offerta di I.NET, attagliandosi perfettamente alle caratteristiche-chiave del selective outsourcing. L Azienda può infatti selezionare quale servizio affidare ad I.NET in partenza e poi, quando si manifestino la necessità o l opportunità di esternalizzare altri elementi della propria infrastruttura IT, estendere il rapporto con I.NET ad altri ambiti senza dover ricorrere a fornitori diversi, ciascuno con le proprie piattaforme tecnologiche di gestione, e senza perdere quindi nulla nel controllo del sistema così realizzato. Il rapporto tra complessità e articolazione delle piattaforme date all esterno e il controllo sul servizio complessivo ricevuto è un aspetto chiave di qualunque soluzione di selective outsourcing: quando a ciascun selezionato servizio dato in outsourcing si associa la selezione di un singolo fornitore per il singolo servizio, il

11 risultato finale può essere l ingestibilità del sistema nel suo insieme, sia dal punto di vista dei costi totali che della gestione delle responsabilità e delle modalità di intervento nel caso di malfunzionamenti o problemi. Un fornitore in grado di offrire sia singoli servizi puntuali di outsourcing sia la loro integrazione in un sistema più ampio di servizi gestiti permette invece una maggiore garanzia sui livelli di qualità dei servizi, sull interfaccia con il fornitore (commerciale, di progettazione, di help desk), sulla risoluzione di eventuali problemi. L'offerta di servizi di I.NET Il portafoglio d'offerta sviluppato da I.NET è in grado di supportare al meglio le Aziende nella scelta di dare in outsourcing, selettivamente, tutti i servizi la cui continuità operativa è vitale per il business. I.NET si è dotata di tutte le piattaforme tecnologiche di supporto necessarie per gestirli sia presso il proprio data centre sia da remoto, in modo da favorire la massima flessibilità di scelta. Con i Network Services e grazie alle infrastrutture di rete IP di I.NET possono essere coperte nella maniera più ampia le esigenze di esternalizzare la gestione del network. Con i servizi Hosted e con le soluzioni ICT verticali i Clienti possono inoltre accedere ad una gamma completa di proposte per la gestione infrastrutturale delle facilities tipiche del data centre, degli strati di middleware delle architetture server e delle applicazioni più critiche. La gamma dei servizi di ICT Security consente un approccio globale alle problematiche della sicurezza in Azienda e comprende tutte le attività di assessment, consulenza, training e servizi gestiti. Come ricordato più sopra infine la capacità di integrare nella maniera ottimale, grazie a competenze di tipo consulenziale, tutti i servizi disponibili dà vita a soluzioni personalizzate, con un particolare riguardo per gli aspetti dove i requisiti di sicurezza e di Business Continuity sono maggiormente stringenti. FIGURA 7 L offerta di servizi di I.NET SOLUTIONS APPLICATION MANAGEMENT DISASTER RECOVERY ICT SOLUTIONS MULTIMEDIA REMOTE CONTENT MANAGEMENT DISTRIBUTION ICT SECURITY VALUE ADDED SERVICES SERVICES HOSTED SERVICES HOSTED APPLICATION SERVICES SYSTEM MANAGEMENT MANAGED HOSTING NETWORK SERVICES NETWORK PLAN & DEPLOY WIDE AREA NETWORK ACCESS & MANAGEMENT BROADBAND ACCESS CONSULTANCY EDUCATION MANAGED SECURITY SERVICES IT INFRASTRUCTURE SECURITY NETWORK SECURITY Fonte: IDC,

12 Copyright Notice External Publication of IDC Information and Data Any IDC information that is to be used in advertising, press releases, or promotional materials requires prior written approval from the appropriate IDC Vice President or Country Manager. A draft of the proposed document should accompany any such request. IDC reserves the right to deny approval of external usage for any reason. Copyright 2007 IDC. Reproduction without written permission is completely forbidden

PASSIONE PER L IT PROLAN. network solutions

PASSIONE PER L IT PROLAN. network solutions PASSIONE PER L IT PROLAN network solutions CHI SIAMO Aree di intervento PROFILO AZIENDALE Prolan Network Solutions nasce a Roma nel 2004 dall incontro di professionisti uniti da un valore comune: la passione

Dettagli

Progettare, sviluppare e gestire seguendo la Think it easy philosophy

Progettare, sviluppare e gestire seguendo la Think it easy philosophy Progettare, sviluppare e gestire seguendo la Think it easy philosophy CST Consulting è una azienda di Consulenza IT, System Integration & Technology e Servizi alle Imprese di respiro internazionale. E

Dettagli

Corso Base ITIL V3 2008

Corso Base ITIL V3 2008 Corso Base ITIL V3 2008 PROXYMA Contrà San Silvestro, 14 36100 Vicenza Tel. 0444 544522 Fax 0444 234400 Email: proxyma@proxyma.it L informazione come risorsa strategica Nelle aziende moderne l informazione

Dettagli

IT Service Management, le best practice per la gestione dei servizi

IT Service Management, le best practice per la gestione dei servizi Il Framework ITIL e gli Standard di PMI : : possibili sinergie Milano, Venerdì, 11 Luglio 2008 IT Service Management, le best practice per la gestione dei servizi Maxime Sottini Slide 1 Agenda Introduzione

Dettagli

Milano, Settembre 2009 BIOSS Consulting

Milano, Settembre 2009 BIOSS Consulting Milano, Settembre 2009 BIOSS Consulting Presentazione della società Agenda Chi siamo 3 Cosa facciamo 4-13 San Donato Milanese, 26 maggio 2008 Come lo facciamo 14-20 Case Studies 21-28 Prodotti utilizzati

Dettagli

Luca Mambella Disaster recovery: dalle soluzioni tradizionali al cloud, come far evolvere le soluzioni contenendone i costi.

Luca Mambella Disaster recovery: dalle soluzioni tradizionali al cloud, come far evolvere le soluzioni contenendone i costi. Luca Mambella Disaster recovery: dalle soluzioni tradizionali al cloud, come far evolvere le soluzioni contenendone i costi. I modelli di sourcing Il mercato offre una varietà di modelli di sourcing, ispirati

Dettagli

IT FINANCIAL MANAGEMENT

IT FINANCIAL MANAGEMENT IT FINANCIAL MANAGEMENT L IT Financial Management è una disciplina per la pianificazione e il controllo economico-finanziario, di carattere sia strategico sia operativo, basata su un ampio insieme di metodologie

Dettagli

più del mercato applicazioni dei processi modificato. Reply www.reply.eu

più del mercato applicazioni dei processi modificato. Reply www.reply.eu SOA IN AMBITO TELCO Al fine di ottimizzare i costi e di migliorare la gestione dell'it, le aziende guardano, sempre più con maggiore interesse, alle problematiche di gestionee ed ottimizzazione dei processi

Dettagli

Evoluzione dei servizi di incasso e pagamento per il mercato italiano

Evoluzione dei servizi di incasso e pagamento per il mercato italiano www.pwc.com/it Evoluzione dei servizi di incasso e pagamento per il mercato italiano giugno 2013 Sommario Il contesto di riferimento 4 Un modello di evoluzione dei servizi di incasso e pagamento per il

Dettagli

IT Service Management: il Framework ITIL. Dalmine, 20 Gennaio 2012 Deborah Meoli, Senior Consultant Quint Italy

IT Service Management: il Framework ITIL. Dalmine, 20 Gennaio 2012 Deborah Meoli, Senior Consultant Quint Italy IT Service Management: il Framework ITIL Dalmine, 20 Gennaio 2012 Deborah Meoli, Senior Consultant Quint Italy Quint Wellington Redwood 2007 Agenda Quint Wellington Redwood Italia IT Service Management

Dettagli

IT Service Management

IT Service Management IT Service Management L'importanza dell'analisi dei processi nelle grandi e medie realtà italiane Evento Business Strategy 2.0 Firenze 25 settembre 2012 Giovanni Sadun Agenda ITSM: Contesto di riferimento

Dettagli

STS. Profilo della società

STS. Profilo della società STS Profilo della società STS, Your ICT Partner Con un solido background accademico, regolari confronti con il mondo della ricerca ed esperienza sia nel settore pubblico che privato, STS è da oltre 20

Dettagli

Security Governance. Technet Security Day Milano/Roma 2007 NSEC Security Excellence Day Milano 2007. Feliciano Intini

Security Governance. Technet Security Day Milano/Roma 2007 NSEC Security Excellence Day Milano 2007. Feliciano Intini Technet Security Day Milano/Roma 2007 NSEC Security Excellence Day Milano 2007 Security Governance Chief Security Advisor Microsoft Italia feliciano.intini@microsoft.com http://blogs.technet.com/feliciano_intini

Dettagli

La best practice ITILv3 nell IT Sourcing

La best practice ITILv3 nell IT Sourcing La best practice ITILv3 nell IT Sourcing Novembre 2009 Indice 1. Introduzione... 4 1.1. Il contesto dell outsourcing... 4 1.2. Le fasi di processo e le strutture di sourcing... 7 1.3. L esigenza di governance...

Dettagli

Business Process Outsourcing

Business Process Outsourcing Business Process Outsourcing Kedrios propone un modello di outsourcing completo Il Gruppo SIA-SSB, attraverso Kedrios dispone di una consolidata tradizione di offerta di servizi di Outsourcing Amministrativo

Dettagli

Consulenza tecnologica globale

Consulenza tecnologica globale Orientamento al cliente Innovazione Spirito di squadra Flessibilità Un gruppo di professionisti dedicati alle imprese di ogni settore merceologico e dimensione, capaci di supportare il Cliente nella scelta

Dettagli

Corso di Amministrazione di Sistema Parte I ITIL 3

Corso di Amministrazione di Sistema Parte I ITIL 3 Corso di Amministrazione di Sistema Parte I ITIL 3 Francesco Clabot Responsabile erogazione servizi tecnici 1 francesco.clabot@netcom-srl.it Fondamenti di ITIL per la Gestione dei Servizi Informatici Il

Dettagli

PUBLIC, PRIVATE O HYBRID CLOUD: QUAL È IL TIPO DI CLOUD OTTIMALE PER LE TUE APPLICAZIONI?

PUBLIC, PRIVATE O HYBRID CLOUD: QUAL È IL TIPO DI CLOUD OTTIMALE PER LE TUE APPLICAZIONI? PUBLIC, PRIVATE O HYBRID CLOUD: QUAL È IL TIPO DI CLOUD OTTIMALE PER LE TUE APPLICAZIONI? Le offerte di public cloud proliferano e il private cloud è sempre più diffuso. La questione ora è come sfruttare

Dettagli

Servizi di consulenza e soluzioni ICT

Servizi di consulenza e soluzioni ICT Servizi di consulenza e soluzioni ICT Juniortek S.r.l. Fondata nell'anno 2004, Juniortek offre consulenza e servizi nell ambito dell informatica ad imprese e professionisti. L'organizzazione dell'azienda

Dettagli

progettiamo e realizziamo architetture informatiche Company Profile

progettiamo e realizziamo architetture informatiche Company Profile Company Profile Chi siamo Kammatech Consulting S.r.l. nasce nel 2000 con l'obiettivo di operare nel settore I.C.T., fornendo servizi di progettazione, realizzazione e manutenzione di reti aziendali. Nel

Dettagli

IT GOVERNANCE & MANAGEMENT

IT GOVERNANCE & MANAGEMENT IT GOVERNANCE & MANAGEMENT BOLOGNA BUSINESS school Dal 1088, studenti da tutto il mondo vengono a studiare a Bologna dove scienza, cultura e tecnologia si uniscono a valori, stile di vita, imprenditorialità.

Dettagli

IL RUOLO E LE COMPETENZE DEL SERVICE MANAGER

IL RUOLO E LE COMPETENZE DEL SERVICE MANAGER IL RUOLO E LE COMPETENZE DEL SERVICE MANAGER Alessio Cuppari Presidente itsmf Italia itsmf International 6000 Aziende - 40000 Individui itsmf Italia Comunità di Soci Base di conoscenze e di risorse Forum

Dettagli

Università di Venezia Corso di Laurea in Informatica. Marco Fusaro KPMG S.p.A.

Università di Venezia Corso di Laurea in Informatica. Marco Fusaro KPMG S.p.A. Università di Venezia Corso di Laurea in Informatica Laboratorio di Informatica Applicata Introduzione all IT Governance Lezione 5 Marco Fusaro KPMG S.p.A. 1 CobiT: strumento per la comprensione di una

Dettagli

Panoramica su ITIL V3 ed esempio di implementazione del Service Design

Panoramica su ITIL V3 ed esempio di implementazione del Service Design Master Universitario di II livello in Interoperabilità Per la Pubblica Amministrazione e Le Imprese Panoramica su ITIL V3 ed esempio di implementazione del Service Design Lavoro pratico II Periodo didattico

Dettagli

Dalla Mappatura dei Processi al Business Process Management

Dalla Mappatura dei Processi al Business Process Management Dalla Mappatura dei Processi al Business Process Management Romano Stasi Responsabile Segreteria Tecnica ABI Lab Roma, 4 dicembre 2007 Agenda Il percorso metodologico Analizzare per conoscere: la mappatura

Dettagli

Business Intelligence RENDE STRATEGICHE LE INFORMAZIONI

Business Intelligence RENDE STRATEGICHE LE INFORMAZIONI Business Intelligence RENDE STRATEGICHE LE INFORMAZIONI Business Intelligence RENDE STRATEGICHE LE INFORMAZIONI CSC ritiene che la Business Intelligence sia un elemento strategico e fondamentale che, seguendo

Dettagli

ITIL v3 e' parte di un processo teso a migliorare le best practices ITIL. In effetti, ITIL predica il "continuous improvement" ed e'

ITIL v3 e' parte di un processo teso a migliorare le best practices ITIL. In effetti, ITIL predica il continuous improvement ed e' ITIL v3 ITIL v3 e' parte di un processo teso a migliorare le best practices ITIL. In effetti, ITIL predica il "continuous improvement" ed e' giusto che lo applichi anche a se' stessa... Naturalmente una

Dettagli

VIRTUALIZE IT. www.digibyte.it - digibyte@digibyte.it

VIRTUALIZE IT. www.digibyte.it - digibyte@digibyte.it il server? virtualizzalo!! Se ti stai domandando: ma cosa stanno dicendo? ancora non sai che la virtualizzazione è una tecnologia software, oggi ormai consolidata, che sta progressivamente modificando

Dettagli

IT Service Management

IT Service Management IT Service Management ITIL: I concetti chiave ed il livello di adozione nelle aziende italiane Matteo De Angelis, itsmf Italia (I) 1 Chi è itsmf italia 12 th May 2011 - Bolzano itsmf (IT Service Management

Dettagli

Managed Services e Unified Communication & Collaboration: verso il paradigma del Cloud Computing

Managed Services e Unified Communication & Collaboration: verso il paradigma del Cloud Computing Managed Services e Unified Communication & Collaboration: verso il paradigma del Cloud Computing Claudio Chiarenza (General Manager and Chief Strategy Officer) Italtel, Italtel logo and imss (Italtel Multi-Service

Dettagli

Neomobile incentra l infrastruttura IT su Microsoft ALM, arrivando a 40 nuovi rilasci a settimana

Neomobile incentra l infrastruttura IT su Microsoft ALM, arrivando a 40 nuovi rilasci a settimana Storie di successo Microsoft per le Imprese Scenario: Software e Development Settore: Servizi In collaborazione con Neomobile incentra l infrastruttura IT su Microsoft ALM, arrivando a 40 nuovi rilasci

Dettagli

Ottimizzazione della gestione del data center con Microsoft System Center

Ottimizzazione della gestione del data center con Microsoft System Center Ottimizzazione della gestione del data center con Microsoft System Center Declinazione di responsabilità e informazioni sul copyright Le informazioni contenute nel presente documento rappresentano le conoscenze

Dettagli

Profilo Aziendale ISO 9001: 2008. METISOFT spa - p.iva 00702470675 - www.metisoft.it - info@metisoft.it

Profilo Aziendale ISO 9001: 2008. METISOFT spa - p.iva 00702470675 - www.metisoft.it - info@metisoft.it ISO 9001: 2008 Profilo Aziendale METISOFT spa - p.iva 00702470675 - www.metisoft.it - info@metisoft.it Sede legale: * Viale Brodolini, 117-60044 - Fabriano (AN) - Tel. 0732.251856 Sede amministrativa:

Dettagli

Pronti per la Voluntary Disclosure?

Pronti per la Voluntary Disclosure? Best Vision GROUP The Swiss hub in the financial business network Pronti per la Voluntary Disclosure? Hotel de la Paix, 21 aprile 2015, ore 18:00 Hotel Lugano Dante, 22 aprile 2015, ore 17:00 Best Vision

Dettagli

La collaborazione come strumento per l'innovazione.

La collaborazione come strumento per l'innovazione. La collaborazione come strumento per l'innovazione. Gabriele Peroni Manager of IBM Integrated Communication Services 1 La collaborazione come strumento per l'innovazione. I Drivers del Cambiamento: Le

Dettagli

La gestione dei servizi non core: il Facility Management

La gestione dei servizi non core: il Facility Management La gestione dei servizi non core: il Facility Management ing. Fabio Nonino Università degli studi di Udine Laboratorio di Ingegneria Gestionale Dipartimento di Ingegneria Elettrica, Gestionale e Meccanica

Dettagli

Il Cloud Computing. Lo strumento per un disaster recovery flessibile. Giorgio Girelli. Direttore Generale Actalis 12/10/2012

Il Cloud Computing. Lo strumento per un disaster recovery flessibile. Giorgio Girelli. Direttore Generale Actalis 12/10/2012 Il Cloud Computing Lo strumento per un disaster recovery flessibile Giorgio Girelli Direttore Generale Actalis 12/10/2012 Agenda Il Gruppo Aruba Disaster Recovery: costo od opportunità? L esperienza Aruba

Dettagli

DigitPA egovernment e Cloud computing

DigitPA egovernment e Cloud computing DigitPA egovernment e Cloud computing Esigenze ed esperienze dal punto di vista della domanda RELATORE: Francesco GERBINO 5 ottobre 2010 Agenda Presentazione della Società Le infrastrutture elaborative

Dettagli

Completezza funzionale KEY FACTORS Qualità del dato Semplicità d'uso e controllo Tecnologie all avanguardia e stabilità Integrabilità

Completezza funzionale KEY FACTORS Qualità del dato Semplicità d'uso e controllo Tecnologie all avanguardia e stabilità Integrabilità Armundia Group è un azienda specializzata nella progettazione e fornitura di soluzioni software e consulenza specialistica per i settori dell ICT bancario, finanziario ed assicurativo. Presente in Italia

Dettagli

Guida alle offerte di finanziamento per le medie imprese

Guida alle offerte di finanziamento per le medie imprese IBM Global Financing Guida alle offerte di finanziamento per le medie imprese Realizzata da IBM Global Financing ibm.com/financing/it Guida alle offerte di finanziamento per le medie imprese La gestione

Dettagli

agility made possible

agility made possible SOLUTION BRIEF CA IT Asset Manager Come gestire il ciclo di vita degli asset, massimizzare il valore degli investimenti IT e ottenere una vista a portfolio di tutti gli asset? agility made possible contribuisce

Dettagli

CORPORATE OVERVIEW. www.akhela.com

CORPORATE OVERVIEW. www.akhela.com CORPORATE OVERVIEW www.akhela.com BRIDGE THE GAP CORPORATE OVERVIEW Bridge the gap Akhela è un azienda IT innovativa che offre al mercato servizi e soluzioni Cloud Based che aiutano le aziende a colmare

Dettagli

La storia di I.NET. Da Gennaio 2008 I.NET S.p.A. diventa. BT Italia focalizzata ad indirizzare i bisogni ICT del mercato Business italiano

La storia di I.NET. Da Gennaio 2008 I.NET S.p.A. diventa. BT Italia focalizzata ad indirizzare i bisogni ICT del mercato Business italiano Company Overview La storia di I.NET 1994 2007 +14% Revenues,, +34% Margins 2008 Da Gennaio 2008 I.NET S.p.A. diventa una Business Unit di BT Italia focalizzata ad indirizzare i bisogni ICT del mercato

Dettagli

Asset sotto controllo... in un TAC. Latitudo Total Asset Control

Asset sotto controllo... in un TAC. Latitudo Total Asset Control Asset sotto controllo... in un TAC Latitudo Total Asset Control Le organizzazioni che hanno implementato e sviluppato sistemi e processi di Asset Management hanno dimostrato un significativo risparmio

Dettagli

I veri benefici dell Open Source nell ambito del monitoraggio IT. Georg Kostner, Department Manager Würth Phoenix

I veri benefici dell Open Source nell ambito del monitoraggio IT. Georg Kostner, Department Manager Würth Phoenix I veri benefici dell Open Source nell ambito del monitoraggio IT Georg Kostner, Department Manager Würth Phoenix IT Service secondo ITIL Il valore aggiunto dell Open Source Servizi IT Hanno lo scopo di

Dettagli

ITIL. Introduzione. Mariosa Pietro

ITIL. Introduzione. Mariosa Pietro ITIL Introduzione Contenuti ITIL IT Service Management Il Servizio Perchè ITIL ITIL Service Management life cycle ITIL ITIL (Information Technology Infrastructure Library) è una raccolta di linee guida,

Dettagli

Sistemi di gestione dei dati e dei processi aziendali. Information Technology General Controls

Sistemi di gestione dei dati e dei processi aziendali. Information Technology General Controls Information Technology General Controls Indice degli argomenti Introduzione agli ITGC ITGC e altre componenti del COSO Framework Sviluppo e manutenzione degli applicativi Gestione operativa delle infrastrutture

Dettagli

Il Business Process Management nella PA: migliorare la relazione con i cittadini ed ottimizzare i processi interni. A cura di Bernardo Puccetti

Il Business Process Management nella PA: migliorare la relazione con i cittadini ed ottimizzare i processi interni. A cura di Bernardo Puccetti Il Business Process Management nella PA: migliorare la relazione con i cittadini ed ottimizzare i processi interni A cura di Bernardo Puccetti Il Business Process Management nella PA Presentazione SOFTLAB

Dettagli

DataFix. La soluzione innovativa per l'help Desk aziendale

DataFix. La soluzione innovativa per l'help Desk aziendale DataFix D A T A N O S T O P La soluzione innovativa per l'help Desk aziendale La soluzione innovativa per l'help Desk aziendale L a necessità di fornire un adeguato supporto agli utenti di sistemi informatici

Dettagli

Enterprise Services Infrastructure ESI 2.0

Enterprise Services Infrastructure ESI 2.0 Enterprise Services Infrastructure ESI 2.0 Caratteristiche e Posizionamento ver. 2.1 del 21/01/2013 Cos è ESI - Enterprise Service Infrastructure? Cos è ESI? ESI (Enteprise Service Infrastructure) è una

Dettagli

UMB Power Day. 15-11-2012 Lugano-Paradiso

UMB Power Day. 15-11-2012 Lugano-Paradiso UMB Power Day 15-11-2012 Lugano-Paradiso Mission Competenza e flessibilità al fianco delle imprese che necessitano di esperienza nel gestire il cambiamento. Soluzioni specifiche, studiate per migliorare

Dettagli

IBM Cloud Computing - esperienze e servizi seconda parte

IBM Cloud Computing - esperienze e servizi seconda parte IBM Cloud Computing - esperienze e servizi seconda parte Mariano Ammirabile Cloud Computing Sales Leader - aprile 2011 2011 IBM Corporation Evoluzione dei modelli di computing negli anni Cloud Client-Server

Dettagli

Processi ITIL. In collaborazione con il nostro partner:

Processi ITIL. In collaborazione con il nostro partner: Processi ITIL In collaborazione con il nostro partner: NetEye e OTRS: la piattaforma WÜRTHPHOENIX NetEye è un pacchetto di applicazioni Open Source volto al monitoraggio delle infrastrutture informatiche.

Dettagli

Business Process Outsourcing

Business Process Outsourcing Business Process Outsourcing Business Process Outsourcing I servizi di Business Process Outsourcing rappresentano uno strumento sempre più diffuso per dotarsi di competenze specialistiche a supporto della

Dettagli

Gestione delle Architetture e dei Servizi IT con ADOit. Un Prodotto della Suite BOC Management Office

Gestione delle Architetture e dei Servizi IT con ADOit. Un Prodotto della Suite BOC Management Office Gestione delle Architetture e dei Servizi IT con ADOit Un Prodotto della Suite BOC Management Office Controllo Globale e Permanente delle Architetture IT Aziendali e dei Processi IT: IT-Governance Definire

Dettagli

Energy risk management

Energy risk management Il sistema di supporto alle tue decisioni Energy risk management Un approccio orientato agli attori M.B.I. Srl, Via Francesco Squartini 7-56121 Pisa, Italia - tel. 050 3870888 - fax. 050 3870808 www.powerschedo.it

Dettagli

L Impresa Estesa come motore dell Innovazione

L Impresa Estesa come motore dell Innovazione L Impresa Estesa come motore dell Innovazione VOIP e RFID Andrea Costa Responsabile Marketing Clienti Enterprise 0 1. Innovazione: un circolo virtuoso per l Impresa Profondità e latitudine (l azienda approfondisce

Dettagli

LA TEMATICA. Questa situazione si traduce facilmente:

LA TEMATICA. Questa situazione si traduce facilmente: IDENTITY AND ACCESS MANAGEMENT: LA DEFINIZIONE DI UN MODELLO PROCEDURALE ED ORGANIZZATIVO CHE, SUPPORTATO DALLE INFRASTRUTTURE, SIA IN GRADO DI CREARE, GESTIRE ED UTILIZZARE LE IDENTITÀ DIGITALI SECONDO

Dettagli

8. Le scelte che determinano impatti sui costi

8. Le scelte che determinano impatti sui costi 8. Le scelte che determinano impatti sui costi 8.1 INTRODUZIONE Per valutare e controllare i costi di una soluzione e-learning è necessario conoscere in maniera approfondita i fattori da cui dipendono

Dettagli

MS OFFICE COMMUNICATIONS SERVER 2007 IMPLEMENTING AND MAINTAINING AUDIO/VISUAL CONFERENCING AND WEB CONFERENCING

MS OFFICE COMMUNICATIONS SERVER 2007 IMPLEMENTING AND MAINTAINING AUDIO/VISUAL CONFERENCING AND WEB CONFERENCING MS OFFICE COMMUNICATIONS SERVER 2007 IMPLEMENTING AND MAINTAINING AUDIO/VISUAL CONFERENCING AND WEB CONFERENCING UN BUON MOTIVO PER [cod. E603] L obiettivo del corso è fornire le competenze e conoscenze

Dettagli

Specialista ITIL. Certificate of Advanced Studies. www.supsi.ch/fc

Specialista ITIL. Certificate of Advanced Studies. www.supsi.ch/fc Scuola universitaria professionale della Svizzera italiana Dipartimento tecnologie innovative Istituto sistemi informativi e networking Specialista ITIL Certificate of Advanced Studies www.supsi.ch/fc

Dettagli

LE ESIGENZE INFORMATICHE NELL ERA di INTERNET

LE ESIGENZE INFORMATICHE NELL ERA di INTERNET LE ESIGENZE INFORMATICHE NELL ERA di INTERNET Internet una finestra sul mondo... Un azienda moderna non puo negarsi ad Internet, ma.. Per attivare un reale business con transazioni commerciali via Internet

Dettagli

ManageEngine ITSM: HelpDesk ITIL, gestione degli asset IT e MDM. Andrea Mannara Business Unit Manager

ManageEngine ITSM: HelpDesk ITIL, gestione degli asset IT e MDM. Andrea Mannara Business Unit Manager ManageEngine ITSM: HelpDesk ITIL, gestione degli asset IT e MDM Andrea Mannara Business Unit Manager ManageEngine Portfolio Network Data Center Desktop & MDM ServiceDesk & Asset Active Directory Log &

Dettagli

ITIL v3, il nuovo framework per l ITSM

ITIL v3, il nuovo framework per l ITSM ITIL v3, il nuovo framework per l ITSM ( a cura di Stefania Renna ITIL - IBM) Pag. 1 Alcune immagini contenute in questo documento fanno riferimento a documentazione prodotta da ITIL Intl che ne detiene

Dettagli

Legame fra manutenzione e sicurezza. La PAS 55

Legame fra manutenzione e sicurezza. La PAS 55 Gestione della Manutenzione e compliance con gli standard di sicurezza: evoluzione verso l Asset Management secondo le linee guida della PAS 55, introduzione della normativa ISO 55000 Legame fra manutenzione

Dettagli

R E A L E S T A T E G R U P P O R I G A M O N T I. C O M

R E A L E S T A T E G R U P P O R I G A M O N T I. C O M REAL ESTATE GRUPPORIGAMONTI.COM 2 Rigamonti Real Estate La scelta giusta è l inizio di un buon risultato Rigamonti Founders Rigamonti REAL ESTATE Società consolidata nel mercato immobiliare, con più di

Dettagli

Indice. La Missione 3. La Storia 4. I Valori 5. I Clienti 7. I Numeri 8. I Servizi 10

Indice. La Missione 3. La Storia 4. I Valori 5. I Clienti 7. I Numeri 8. I Servizi 10 Indice La Missione 3 La Storia 4 I Valori 5 I Clienti 7 I Numeri 8 I Servizi 10 La Missione REVALO: un partner operativo insostituibile sul territorio. REVALO ha come scopo il mantenimento e l incremento

Dettagli

CLOUD SURVEY 2012: LO STATO DEL CLOUD COMPUTING IN ITALIA

CLOUD SURVEY 2012: LO STATO DEL CLOUD COMPUTING IN ITALIA CLOUD SURVEY 2012: LO STATO DEL CLOUD COMPUTING IN ITALIA 2ª PARTE NEL CAPITOLO PRECEDENTE NOTA METODOLOGICA LA PAROLA AI CIO I MIGLIORI HYPERVISOR AFFIDARSI AI VENDOR INVESTIRE PER IL CLOUD APPLICAZIONI

Dettagli

Focus, impegno e lealtà: queste sono le caratteristiche che contraddistinguono Emaze Networks.

Focus, impegno e lealtà: queste sono le caratteristiche che contraddistinguono Emaze Networks. Company Backgrounder : i pilastri su cui si fonda Focus, impegno e lealtà: queste sono le caratteristiche che contraddistinguono Emaze Networks. Focalizzati per essere il partner di riferimento delle grandi

Dettagli

Webinar: Cloud Computing e Pubblica Amministrazione

Webinar: Cloud Computing e Pubblica Amministrazione Webinar: Cloud Computing e Pubblica Amministrazione Forum PA Webinar, 21 luglio 2015 Parleremo di: Il Gruppo e il network di Data Center Panoramica sul Cloud Computing Success Case: Regione Basilicata

Dettagli

CIO Survey 2014 La discontinuità digitale e la trasformazione dell ICT nelle aziende italiane Report di sintesi dei risultati emersi

CIO Survey 2014 La discontinuità digitale e la trasformazione dell ICT nelle aziende italiane Report di sintesi dei risultati emersi CIO Survey 2014 La discontinuità digitale e la trasformazione dell ICT nelle aziende italiane Report di sintesi dei risultati emersi CIO Survey 2014 NetConsulting 2014 1 INDICE 1 Gli obiettivi della Survey...

Dettagli

Intalio. Leader nei Sistemi Open Source per il Business Process Management. Andrea Calcagno Amministratore Delegato

Intalio. Leader nei Sistemi Open Source per il Business Process Management. Andrea Calcagno Amministratore Delegato Intalio Convegno Open Source per la Pubblica Amministrazione Leader nei Sistemi Open Source per il Business Process Management Navacchio 4 Dicembre 2008 Andrea Calcagno Amministratore Delegato 20081129-1

Dettagli

IBM Cloud Computing - un opportunità? - una moda? Andrea Reggio Myserverfarm. 2011 IBM Corporation

IBM Cloud Computing - un opportunità? - una moda? Andrea Reggio Myserverfarm. 2011 IBM Corporation IBM Cloud Computing - un opportunità? - una moda? Andrea Reggio Myserverfarm 2011 IBM Corporation Cosa si intende per Cloud Computing Cloud è un nuovo modo di utilizzare e di distribuire i servizi IT,

Dettagli

Balance GRC. Referenze di Progetto. Settembre 2013. Pag 1 di 18 Vers. 1.0. BALANCE GRC S.r.l.

Balance GRC. Referenze di Progetto. Settembre 2013. Pag 1 di 18 Vers. 1.0. BALANCE GRC S.r.l. Balance GRC Referenze di Progetto Settembre 2013 Pag 1 di 18 Vers. 1.0 Project Management Anno: 2012 Cliente: ACEA SpA Roma Durata: 1 anno Intervento: Gestione dei progetti riguardanti l implementazione

Dettagli

ITIL Versione 3: un contributo all importanza crescente del Business Service Management

ITIL Versione 3: un contributo all importanza crescente del Business Service Management BEST PRACTICES WHITE PAPER ITIL Versione 3: un contributo all importanza crescente del Business Service Management Sharon Taylor, Presidente di Aspect Group, Chief Architect e Chief Examiner per ITIL Ken

Dettagli

Un'infrastruttura IT inadeguata provoca danni in tre organizzazioni su cinque

Un'infrastruttura IT inadeguata provoca danni in tre organizzazioni su cinque L'attuale ambiente di business è senz'altro maturo e ricco di opportunità, ma anche pieno di rischi. Questa dicotomia si sta facendo sempre più evidente nel mondo dell'it, oltre che in tutte le sale riunioni

Dettagli

Problem Management. Obiettivi. Definizioni. Responsabilità. Attività. Input

Problem Management. Obiettivi. Definizioni. Responsabilità. Attività. Input Problem Management Obiettivi Obiettivo del Problem Management e di minimizzare l effetto negativo sull organizzazione degli Incidenti e dei Problemi causati da errori nell infrastruttura e prevenire gli

Dettagli

Company Profile Data centre d eccellenza. Competenze di cui fidarsi. Il maggior provider europeo di data centre carrier-independent.

Company Profile Data centre d eccellenza. Competenze di cui fidarsi. Il maggior provider europeo di data centre carrier-independent. Company Profile Data centre d eccellenza. Competenze di cui fidarsi. Il maggior provider europeo di data centre carrier-independent. Immagine copertina Verifica routing Questa pagina Visualizzazione spazio

Dettagli

A vele spiegate verso il futuro

A vele spiegate verso il futuro A vele spiegate verso il futuro Passione e Innovazione per il proprio lavoro La crescita di Atlantica, in oltre 25 anni di attività, è sempre stata guidata da due elementi: la passione per il proprio lavoro

Dettagli

Banca Generali: la solidità di chi guarda lontano. Agosto 2014

Banca Generali: la solidità di chi guarda lontano. Agosto 2014 Banca Generali: la solidità di chi guarda lontano Agosto 2014 Banca Generali in pillole Banca Generali è uno degli assetgathererdi maggior successo e in grande crescita nel mercato italiano, con oltre

Dettagli

IT Plant Solutions Soluzioni MES e IT per l Industria

IT Plant Solutions Soluzioni MES e IT per l Industria IT Plant Solutions IT Plant Solutions Soluzioni MES e IT per l Industria s Industrial Solutions and Services Your Success is Our Goal Soluzioni MES e IT per integrare e sincronizzare i processi Prendi

Dettagli

www.bistrategy.it In un momento di crisi perché scegliere di investire sulla Business Intelligence?

www.bistrategy.it In un momento di crisi perché scegliere di investire sulla Business Intelligence? In un momento di crisi perché scegliere di investire sulla Business Intelligence? Cos è? Per definizione, la Business Intelligence è: la trasformazione dei dati in INFORMAZIONI messe a supporto delle decisioni

Dettagli

SOA GOVERNANCE: WHAT DOES IT MEAN? Giorgio Marras

SOA GOVERNANCE: WHAT DOES IT MEAN? Giorgio Marras SOA GOVERNANCE: WHAT DOES IT MEAN? Giorgio Marras 2 Introduzione Le architetture basate sui servizi (SOA) stanno rapidamente diventando lo standard de facto per lo sviluppo delle applicazioni aziendali.

Dettagli

Pagine romane (I-XVIII) OK.qxd:romane.qxd 7-09-2009 16:23 Pagina VI. Indice

Pagine romane (I-XVIII) OK.qxd:romane.qxd 7-09-2009 16:23 Pagina VI. Indice Pagine romane (I-XVIII) OK.qxd:romane.qxd 7-09-2009 16:23 Pagina VI Prefazione Autori XIII XVII Capitolo 1 Sistemi informativi aziendali 1 1.1 Introduzione 1 1.2 Modello organizzativo 3 1.2.1 Sistemi informativi

Dettagli

Payment Card Industry (PCI) Data Security Standard

Payment Card Industry (PCI) Data Security Standard Payment Card Industry (PCI) Data Security Standard Procedure per la scansione di sicurezza Versione 1.1 Release: settembre 2006 Indice generale Finalità... 1 Introduzione... 1 Ambito di applicazione dei

Dettagli

ORACLE BUSINESS INTELLIGENCE STANDARD EDITION ONE A WORLD CLASS PERFORMANCE

ORACLE BUSINESS INTELLIGENCE STANDARD EDITION ONE A WORLD CLASS PERFORMANCE ORACLE BUSINESS INTELLIGENCE STANDARD EDITION ONE A WORLD CLASS PERFORMANCE Oracle Business Intelligence Standard Edition One è una soluzione BI completa, integrata destinata alle piccole e medie imprese.oracle

Dettagli

IL PROGETTO MINDSH@RE

IL PROGETTO MINDSH@RE IL PROGETTO MINDSH@RE Gruppo Finmeccanica Attilio Di Giovanni V.P.Technology Innovation & IP Mngt L'innovazione e la Ricerca sono due dei punti di eccellenza di Finmeccanica. Lo scorso anno il Gruppo ha

Dettagli

SEZIONE F: DESCRIZIONE DELL'AZIONE. F.l- Modalita organizzative, gestione operativa e calendario dell'intervento. (Max 200 righe):

SEZIONE F: DESCRIZIONE DELL'AZIONE. F.l- Modalita organizzative, gestione operativa e calendario dell'intervento. (Max 200 righe): SEZIONE F: DESCRIZIONE DELL'AZIONE Project Management e Information Technology Infrastructure Library (ITIL V3 F.l- Modalita organizzative, gestione operativa e calendario dell'intervento. (Max 200 righe):

Dettagli

Organizzazione: teoria, progettazione e cambiamento

Organizzazione: teoria, progettazione e cambiamento Organizzazione: teoria, progettazione e cambiamento Edizione italiana a cura di G. Soda Capitolo 6 La progettazione della struttura organizzativa: specializzazione e coordinamento Jones, Organizzazione

Dettagli

MPLS è una tecnologia ad alte prestazioni per l instradamento di pacchetti IP attraverso una rete condivisa

MPLS è una tecnologia ad alte prestazioni per l instradamento di pacchetti IP attraverso una rete condivisa Cosa è MPLS MPLS è una tecnologia ad alte prestazioni per l instradamento di pacchetti IP attraverso una rete condivisa L idea di base consiste nell associare a ciascun pacchetto un breve identificativo

Dettagli

Business Process Management

Business Process Management Corso di Certificazione in Business Process Management Progetto Didattico 2015 con la supervisione scientifica del Dipartimento di Informatica Università degli Studi di Torino Responsabile scientifico

Dettagli

1.1 ITIL e la gestione dei servizi IT

1.1 ITIL e la gestione dei servizi IT Via Turati 4/3, 16128 Genova Tel. 348/4103643 Fax 010/8932429 ITIL (Information Technology Infrastructure Library) 1.1 ITIL e la gestione dei servizi IT In un mercato in cui il successo delle aziende è

Dettagli

Iniziativa : "Sessione di Studio" a Vicenza. Vicenza, venerdì 24 novembre 2006, ore 9.00-13.30

Iniziativa : Sessione di Studio a Vicenza. Vicenza, venerdì 24 novembre 2006, ore 9.00-13.30 Iniziativa : "Sessione di Studio" a Vicenza Gentili Associati, Il Consiglio Direttivo è lieto di informarvi che, proseguendo nell attuazione delle iniziative promosse dall' volte al processo di miglioramento,

Dettagli

piano strategico triennale per l IT

piano strategico triennale per l IT Direzione Centrale Organizzazione Digitale piano strategico triennale per l IT INDICE o Premessa 5 o Strategia IT 9 o Sintesi Direzionale 11 o Demand Strategy 13 o INAIL 2016: la visione di business 14

Dettagli

Quanto sono al sicuro i vostri dati riservati?

Quanto sono al sicuro i vostri dati riservati? Articolo pubblicato sul numero di febbraio 2010 di La rivista del business ad alte performance Information Technology Quanto sono al sicuro i vostri dati riservati? di Alastair MacWillson L'approccio aziendale

Dettagli

rischi del cloud computing

rischi del cloud computing rischi del cloud computing maurizio pizzonia dipartimento di informatica e automazione università degli studi roma tre 1 due tipologie di rischi rischi legati alla sicurezza informatica vulnerabilità affidabilità

Dettagli

Enterprise Content Management. Terminologia. KM, ECM e BPM per creare valore nell impresa. Giovanni Marrè Amm. Del., it Consult

Enterprise Content Management. Terminologia. KM, ECM e BPM per creare valore nell impresa. Giovanni Marrè Amm. Del., it Consult KM, ECM e BPM per creare valore nell impresa Giovanni Marrè Amm. Del., it Consult Terminologia Ci sono alcuni termini che, a vario titolo, hanno a che fare col tema dell intervento KM ECM BPM E20 Enterprise

Dettagli