Guida alla. Riforma della disciplina del Condominio

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Guida alla. Riforma della disciplina del Condominio"

Transcript

1 Guida alla Riforma della disciplina del Condominio

2 AGENDA Obiettivo Novità in materia di Parti Comuni Novità in materia di Amministratore Novità in materia di Rendiconto Condominiale Novità in materia di Assemblea Novità in materia di Regolamento di Condominio e Tabelle Millesimali Novità in materia di Riscossione Contributi Condominiali Allegati: Prontuario Maggioranze e Tabella obblighi Amministratore 2 Riforma della disciplina del Condominio

3 AGENDA Obiettivo Novità in materia di Parti Comuni Novità in materia di Amministratore Novità in materia di Rendiconto Condominiale Novità in materia di Assemblea Novità in materia di Regolamento di Condominio e Tabelle Millesimali Novità in materia di Riscossione Contributi Condominiali Allegati: Prontuario Maggioranze e Tabella obblighi Amministratore 3 Riforma della disciplina del Condominio

4 Obiettivo Ambito di applicazione delle norme Nel nuovo articolo 1117 bis c.c. si stabilisce che le norme in materia di Condominio trovano applicazione in tutti i casi in cui più unità immobiliari, più edifici o più condomini abbiano delle parti comuni ai sensi dell art c.c., ovvero necessarie per l uso comune. Vi rientrano pertanto il: Condominio verticale classico; Condominio orizzontale (ex complesso di villette unifamiliari con parti comuni); Il supercondominio; Il minicondominio. Principali novità Novità in materia di Parti Comuni Novità in materia di Amministratore Novità in materia di Rendiconto Condominiale Novità in materia di Assemblea Novità in materia di Regolamento di Condominio e Tabelle Millesimali Novità in materia di Riscossioni Contributi Condominiali 4 Riforma della disciplina del Condominio

5 AGENDA Obiettivo Novità in materia di Parti Comuni Novità in materia di Amministratore Novità in materia di Rendiconto Condominiale Novità in materia di Assemblea Novità in materia di Regolamento di Condominio e Tabelle Millesimali Novità in materia di Riscossione Contributi Condominiali Allegati: Prontuario Maggioranze e Tabella obblighi Amministratore 5 Riforma della disciplina del Condominio

6 Novità in materia di PARTI COMUNI (1/3) a) Nuovo art c.c. Ampliamento della definizione di parti comuni: tutte le parti dell edificio necessarie all uso comune anche se oggetto di godimento periodico da parte dei condomini. Inserite nuove categorie di parti comuni: parcheggi; facciate; sottotetti destinati all uso comune in ragione delle caratteristiche strutturali e funzionali (recepito orientamento giurisprudenziale); impianti centralizzati per la ricezione radio tv e per l accesso ad ogni flusso informativo, anche satellitare o via cavo. b) Disciplina modificazione destinazioni d uso delle parti comuni (Nuovo art ter c.c.) Approvabile dall assemblea: con un numero di voti che rappresenti 4/5 dei millesimi e 4/5 dei partecipanti al condominio; solo se la modificazione soddisfa esigenze condominiali; solo se la modificazione non rechi pregiudizio a stabilità/sicurezza/decoro architettonico del fabbricato; previste particolari modalità di convocazione dell assemblea (affissione per non meno di trenta giorni nei locali di maggior uso comune; comunicazione a mezzo di lettera A/R o mezzi telematici equivalenti che pervenga non meno di 20 giorni prima dell assemblea; deve indicare a pena di nullità le parti comuni che saranno oggetto di modificazione) deliberazione deve indicare espressamente che sono stati eseguiti gli adempimenti di cui alla convocazione. c) Disposizioni per la tutela contro attività che incidono negativamente sulla destinazione d uso delle parti comuni (Nuovo art quater c.c.) L amministratore / ciascun condomino può diffidare l esecutore. L amministratore / ciascun condomino può chiedere la convocazione dell assemblea per far cessare l attività, anche con un attività giudiziaria; in questo caso l assemblea delibera a maggioranza degli e maggioranza dei millesimi. d) Disposizioni in materia del diritto del condomino sulle parti comuni distacco dal riscaldamento (Nuovo art c.c.) Il condomino non può rinunciare al proprio diritto sulle parti comuni e non può sottrarsi all obbligo di contribuire alle spese per la conservazione delle cose comuni neppure cambiando la destinazione d uso del proprio immobile. Unica eccezione: condomino può richiedere il distacco dall impianto di riscaldamento centralizzato se dal suo distacco non derivano danni all impianto o aggravi di spesa per altri condomini. In caso di distacco rimane comunque obbligato a pagare le spese di manutenzione straordinaria, di conservazione e di messa a norma dell impianto (recepito costante orientamento giurisprudenziale). 6 Riforma della disciplina del Condominio

7 Novità in materia di PARTI COMUNI (2/3) e) Indivisibilità del condominio (Nuovo art c.c.) Esplicitato che la divisione del condominio è possibile solo con il consenso unanime di tutti i condomini e solo se divisione fattibile senza rendere l uso delle cose più incomodo anche ad un solo condomino. f) Disciplina delle innovazioni (Nuovo art c.c.) Disciplina generale in materia di innovazioni (nessun cambiamento): innovazioni dirette al miglioramento/all uso più comodo/al maggior rendimento delle cose comuni approvabili con la maggioranza dei partecipanti al condominio e i 2/3 dei millesimi. Novità: individuate delle tipologie di innovazioni approvabili con quorum deliberativo più basso (metà dei millesimi e maggioranza degli all assemblea), e per le quali l amministratore deve convocare l assemblea entro 30 giorni dalla richiesta anche di un solo condomino: miglioramento della sicurezza e della salubrità degli edifici e degli impianti; eliminazione delle barriere architettoniche; contenimento del consumo energetico; realizzazione di parcheggi; produzione di energia da impianti di cogenerazione e da fonti rinnovabili da parte del condominio o di terzi che conseguano a titolo oneroso un diritto reale o personale di godimento del lastrico solare o di altra idonea superficie comune; installazione di impianti centralizzati per la ricezione di qualsiasi flusso informativo, come la ricezione televisiva, e i collegamenti fino alle diramazioni alle singole utenze, ad esclusione di impianti che non pregiudichino la destinazione della cosa comune o il diritto di condomini a farne uso. g) Nuova disciplina delle opere sulle parti di proprietà/uso individuale (Nuovo art c.c.) Condomino che vuole eseguire opere nella sua proprietà / nelle parti comuni che gli siano state attribuite in proprietà o in uso esclusivo: deve darne preventiva comunicazione all amministratore (che riferisce in assemblea); non può effettuarle se danneggiano le parti comuni / pregiudicano stabilità-sicurezza-decoro architettonico del fabbricato. 7 Riforma della disciplina del Condominio

8 Novità in materia di PARTI COMUNI (3/3) h) Nuova disciplina install. impianti non centralizzati di ricezione radiotelevisiva e di produzione di energie rinnovabili (Nuovo art bis c.c.) Installazione di impianti non centralizzati di ricezione radiotelevisiva o per l accesso di qualunque flusso informativo può essere realizzata senza previo voto dell assemblea (recando il minor pregiudizio alle parti comuni/ alle altre unità immobiliari e preservando il decoro architettonico del fabbricato). Installazione di impianti per la produzione di energia rinnovabile al servizio di singole unità immobiliari: effettuabile oltre che sulla proprietà individuale anche sul lastrico solare e su qualsiasi altra parte comune idonea. In entrambi i casi è necessario il voto dell assemblea (maggioranza e 2/3 dei millesimi) solo quando siano necessarie modifiche alle parti comuni (in questo caso assemblea può imporre modifiche al progetto/richiedere garanzie per eventuali danni). i) Nuova disciplina installazione impianti di videosorveglianza sulle parti comuni (Nuovo art ter c.c.) Assemblea può deliberare installazione di impianti di videosorveglianza sulle parti comuni con la maggioranza degli e la metà dei millesimi. j) Nuova disciplina in materia di ripartizione spese per la manutenzione e la sostituzione delle scale e degli ascensori (Nuovo art c.c.) In caso di manutenzione/sostituzione delle scale e degli ascensori stabilito che la spesa deve essere ripartita esclusivamente per metà in base ai millesimi e per metà in base all altezza dei piani dal suolo, non utilizzabili criteri diversi. 8 Riforma della disciplina del Condominio

9 AGENDA Obiettivo Novità in materia di Parti Comuni Novità in materia di Amministratore Novità in materia di Rendiconto Condominiale Novità in materia di Assemblea Novità in materia di Regolamento di Condominio e Tabelle Millesimali Novità in materia di Riscossione Contributi Condominiali Allegati: Prontuario Maggioranze e Tabella obblighi Amministratore 9 Riforma della disciplina del Condominio

10 Novità in materia di AMMINISTRATORE (1/4) a) Novità in materia di requisiti dell amministratore (Nuovo art. 71 bis disp. Att. c.c.) Possono essere amministratori le persone fisiche dotate dei seguenti requisiti: godere dei diritti civili; non essere stati condannati per delitti contro la pubblica amministrazione, l amministrazione della giustizia, la fede pubblica, il patrimonio; delitti non colposi per il quale sia prevista la pena della reclusione non inferiore, nel minimo, a due anni e, nel massimo, a cinque anni; non essere stati sottoposti a misure di prevenzione divenute definitive, salvo riabilitazione; non essere interdetti o inabilitati; non essere annotati nell elenco dei protesti cambiari; aver conseguito il diploma di scuola secondaria di secondo grado; aver frequentato corsi di formazione, iniziale e periodica. N.B. 1) Gli ultimi due requisiti non sono necessari se l amministratore è nominato tra i condomini; 2) per i soggetti che hanno già svolto l attività di amministratore per almeno un anno nel triennio precedente all entrata in vigore della riforma del condominio gli ultimi due requisiti non sono necessari (salvo l obbligo di formazione periodica); 3) La perdita dei primi 5 requisiti comporta la cessazione dell incarico. Possono essere amministratori anche le società: in tal caso i requisiti devono essere posseduti dai soci illimitatamente responsabili (o dagli amministratori/dipendenti che in concreto svolgono la funzione di amministratori) b) Novità in materia di nomina dell amministratore (Nuovo art c.c.) Nomina obbligatoria solo quando i condomini sono più di otto; Se l assemblea non provvede alla nomina lo può fare l autorità giudiziaria su ricorso di un condomino o dell amministratore dimissionario. Durata incarico: un anno e si intende rinnovato per eguale durata salvo revoca/dimissioni. Obblighi dell amministratore contestualmente all accettazione dell incarico e a ogni successivo rinnovo: comunicazione dati anagrafici, professionali e fiscali; indicazione dei locali dove sono conservati i 4 registri condominiali; indicazione specifica dei giorni e delle ore in cui ogni interessato può prendere visione dei registri condominiali (previo appuntamento, visione a titolo sempre gratuito, rimborso spese in caso di estrazione copie); 10 Riforma della disciplina del Condominio

11 Novità in materia di AMMINISTRATORE (2/4) NB: specificazione analitica pena la nullità della nomina dell importo dovuto a titolo di compenso (onorario deve intendersi ricomprensivo di tutti i compiti dell amministratore specificati dall art c.c.: ex compilazione dell elenco fornitori ai sensi 770 è onere fiscale e quindi è ricompreso dell elenco compiti e quindi nell onorario complessivo, non è prevedibile compenso ulteriore; si possono prevedere degli onorari ulteriori per le attività che rientrerebbero nell onorario complessivo dell amministratore, ma l assemblea deve deliberare specificatamente in tal senso) c) Grandi novità in materia di obblighi specifici dell amministratore (Nuovo art c.c.) Qualora l assemblea lo richieda, obbligo di presentazione di una polizza assicurativa di responsabilità civile per gli atti compiuti nell esercizio del mandato: se nel corso del mandato vengono deliberati lavori straordinari amministratore deve adeguare prima dell inizio dei lavori i massimali della polizza (non devono essere inferiori all importo dei lavori deliberati); se l amministratore ha una polizza rc professionale che copre tutta la sua attività l assicurazione deve rilasciare apposita dichiarazione relativa all estensione del mandato alla singola attività di amministrazione. Obbligo di costituire specifico conto corrente bancario o postale condominiale in cui fare transitare tutte le somme ricevute per conto del condominio e da cui fare partire tutti i pagamenti (ogni condomino può richiedere di prendere visione/estrarre copia dei relativi rendiconti). Obbligo di agire per la riscossione forzosa dei crediti del condominio entro 6 mesi da quando il credito diventa esegibile: sia nei confronti dei condomini (ai sensi dell art.63 disp. Att. c.c.) che nei confronti degli altri debitori. Obbligo decade solo se l assemblea dispensa specificamente l amministrazione dalla promozione dell azione. Altri obblighi minori: affiggere nel luogo di maggior uso comune le generalità e i recapiti dell amministratore (o del suo facente funzioni in sua assenza); alla cessazione del proprio incarico, obbligo di riconsegna di tutta la documentazione in suo possesso relativa al condominio e ai condomini e obbligo di svolgimento delle attività urgenti per evitare pregiudizi al condominio (ma senza diritto a ricevere compenso). d) Grandi novità in materia di revoca incarico dell amministratore (modifiche all art c.c.) Può essere deliberata in ogni tempo dall assemblea (con le maggioranze previste per la nomina o le eventuali maggioranze inferiori previste dal regolamento di condominio) per i seguenti motivi (NB elenco più limitato rispetto a ragioni di revoca da parte dell autorità giudiziaria): gravi irregolarità fiscali; mancata apertura/utilizzazione del conto corrente condominiale. 11 Riforma della disciplina del Condominio

12 Novità in materia di AMMINISTRATORE (3/4) Può essere disposta dall autorità giudiziaria dietro ricorso di anche un solo condomino per le seguenti ragioni: se l amministratore non rende il conto della gestione (già previsto nella vecchia versione del c.c.); se l amministratore non dà notizia all assemblea di aver ricevuto una citazione in giudizio o un provvedimento amministrativo che abbiano un contenuto che esula dalle attribuzioni dell amministratore stesso (già previsto dalla vecchia versione del c.c.); se vi sono fondati sospetti di gravi irregolarità commesse dall amministratore: inserito nuovo elenco esemplificativo di irregolarità: 1. omessa convocazione dell assemblea per approvazione rendiconto condominiale, o ripetuto rifiuto della convocazione assemblea per la nomina dell amministratore; 2. mancata esecuzione di provvedimenti giudiziari o amministrativi, o delle deliberazioni dell assemblea; 3. mancata apertura e utilizzo del conto corrente condominiale; 4. gestione del patrimonio condominiale tale da creare confusione con il patrimonio dell amministratore o di singoli condomini; 5. l aver acconsentito, nonostante l insoddisfazione del credito, alla cancellazione delle formalità trascritte nei registri immobiliari a tutela dei diritti del condominio; 6. qualora sia stata promossa azione giudiziaria per la riscossione di somme dovute al condominio aver omesso di curare diligentemente l azione e l esecuzione coattiva; 7. omessa tenuta e compilazione dei vari registri condominiali; 8. l omessa o la mancata comunicazione dei propri dati professionali, fiscali, di disponibilità per l estrazione dei documenti. L amministratore revocato dall autorità giudiziaria non può essere ri-nominato dall assemblea. Le disposizioni in materia di nomina-revoca amministratore si applicano anche in materia di edifici di edilizia popolare ed economica realizzati da enti pubblici. e) Grandi novità in materia di ATTRIBUZIONI DELL AMMINISTRATORE (nuovo art c.c.) Rispetto all originaria formulazione dell art c.c., che già prevedeva un elenco esemplificativo di attribuzioni, ne vengono aggiunte delle nuove ovvero: Esecuzione degli adempimenti fiscali relativi al condominio, cioè: obbligo tenuta contabilità; obbligo di rispondere ad eventuali quesiti dell amministrazione finanziaria relativa al condominio; comunicazione annuale all anagrafe tributaria dell ammontare dei beni e dei servizi acquistati dal condominio e i dati identificativi dei relativi fornitori; obbligo ritenuta d acconto irpef sui pagamenti effettuati / sul compenso dell amministratore. 12 Riforma della disciplina del Condominio

13 Novità in materia di AMMINISTRATORE (4/4) Creazione e tenuta di un registro di anagrafe condominiale: registro contenente le generalità, il codice fiscale e i dati di residenza di tutti i proprietari, titolari di diritti reali (ex. usufruttuari) e titolari di diritti personali di godimento (ex. conduttori), oltre ai dati catastali di ciascuna unità immobiliare. I condomini hanno l onere di comunicare le variazioni all amministratore per iscritto entro sessanta giorni. L amministratore può richiedere le dette informazioni con raccomandata, e, se non le ottiene entro 30 giorni, addebita i costi della relativa ricerca agli inadempienti. Creazione e tenuta di un registro dei verbali delle assemblee, cui allegare il regolamento di condominio, se presente. Creazione e tenuta del registro di nomina e revoca dell amministratore, nel quale annotare in ordine cronologico le date della nomina e della revoca di ciascun amministratore che si sussegua. Creazione e tenuta del registro di contabilità, in cui annotare entro trenta giorni dall effettuazione i movimenti di entrata e di uscita. È prevista la possibilità di tenere questo registro con modalità informatizzata. Conservazione di tutta la documentazione relativa alla gestione condominiale e allo stato tecnico-amministrativo dell edificio e del condominio; Obbligo di fornire ai condomini che lo richiedano le attestazioni relative ai pagamenti degli oneri condominiali e la documentazione relativa alle eventuali liti in corso. Redigere il rendiconto condominiale annuale della gestione e convocare l assemblea per la relativa approvazione entro 180 giorni. f) Grande novità: istituzione del CONSIGLIO DI CONDOMINIO affiancabile all amministratore Nominabile dall assemblea, in aggiunta all amministratore, negli edifici con almeno 12 unità immobiliari. Deve essere composto da almeno tre condomini. Ha funzioni consultive e di controllo 13 Riforma della disciplina del Condominio

14 AGENDA Obiettivo Novità in materia di Parti Comuni Novità in materia di Amministratore Novità in materia di Rendiconto Condominiale Novità in materia di Assemblea Novità in materia di Regolamento di Condominio e Tabelle Millesimali Novità in materia di Riscossione Contributi Condominiali Allegati: Prontuario Maggioranze e Tabella obblighi Amministratore 14 Riforma della disciplina del Condominio

15 Novità in materia di RENDICONTO CONDOMINIALE a) Grandi novità in materia di RENDICONTO CONDOMINIALE (Nuovo art bis c.c.) Deve contenere le voci di entrata e di uscita e ogni altro dato inerente alla situazione patrimoniale del condominio, ai fondi e alle riserve. Il bilancio deve essere necessariamente composto da: un registro di contabilità un riepilogo finanziario una nota sintetica della gestione (contenente anche l indicazione dei rapporti in corso e delle eventuali questioni pendenti) Le scritture e i documenti giustificativi delle spese inserite nel rendiconto devono essere conservati per dieci anni dalla data di registrazione. I condomini e gli inquilini possono prenderne visione ed estrarne copia in qualsiasi momento (con spese però a proprio carico). L assemblea può, in qualsiasi momento, nominare un revisore che verifichi la regolarità della contabilità condominiale: con la maggioranza prevista per la nomina dell amministratore ( numero di voti che rappresenti la maggioranza degli oltre che almeno la metà del valore dell edificio); la spesa relativa va ripartita in base ai millesimi di proprietà. 15 Riforma della disciplina del Condominio

16 AGENDA Obiettivo Novità in materia di Parti Comuni Novità in materia di Amministratore Novità in materia di Rendiconto Condominiale Novità in materia di Assemblea Novità in materia di Regolamento di Condominio e Tabelle Millesimali Novità in materia di Riscossione Contributi Condominiali Allegati: Prontuario Maggioranze e Tabella obblighi Amministratore 16 Riforma della disciplina del Condominio

17 Novità in materia di ASSEMBLEA (1/3) a) Nuove caratteristiche dell avviso di convocazione dell assemblea (nuovo terzo comma art. 66 disposizioni attuative c.c.) Deve contenere la specifica indicazione dell ordine del giorno, l indicazione del luogo e dell ora della riunione; Deve essere comunicato almeno cinque giorni prima della data della prima convocazione; Può essere trasmesso a mezzo posta A.R., pec, fax o consegna a mano; Nell avviso di convocazione l amministratore può fissare più riunioni consecutive (ex. fissando già la data per la riunione in seconda convocazione, che non può tenersi lo stesso giorno solare di quella in prima convocazione); In caso di omessa, tardiva, incompleta convocazione degli aventi diritto la deliberazione eventualmente presa è annullabile ai sensi dell art c.c. da parte dei dissenzienti o degli assenti. b) Nuove attribuzioni dell assemblea (nuovo art c.c. e nuovo art. 71 ter disp. Att. c.c.) Quando approva delle innovazioni / dei lavori straordinari deve costituire obbligatoriamente un fondo speciale di importo pari a quello dei lavori. Può autorizzare la partecipazione/collaborazione dell amministratore a progetti, programmi e iniziative territoriali promossi da enti pubblici / privati volti a favorire recupero patrimonio edilizio, vivibilità urbana, sicurezza e sostenibilità ambientale; Può richiedere all amministratore l attivazione di un sito internet (maggioranza deliberativa: maggioranza all assemblea e ½ millesimi): deve permettere la consultazione dei documenti condominiali, le spese di attivazione e creazione sono a carico del condominio. c) Nuovi quorum costitutivi / deliberativi (nuovo art c.c.) Prima convocazione: quorum costitutivo: condomini che rappresentino due terzi del valore dell edificio (come vecchia formulazione) e la maggioranza dei partecipanti all edificio (vecchia formulazione prevedeva i due terzi dei partecipanti); quorum deliberativo: maggioranza degli e almeno metà del valore dell edificio (uguale alla vecchia formulazione). Seconda convocazione: quorum costitutivo: (introdotto ex novo) 1/3 millesimi e 1/3 dei partecipanti al condominio; quorum deliberativo: maggioranza all assemblea e 1/3 dei millesimi (uguale alla vecchia formulazione). 17 Riforma della disciplina del Condominio

18 Novità in materia di ASSEMBLEA (2/3) Quorum speciali: Maggioranza e almeno metà del valore dell edificio deliberazioni in materia di; 1. nomina e revoca amministratore; 2. liti attive e passive che esorbitano dalle attribuzioni dell amministratore; 3. deliberazioni di cui agli artt quater, 1120 comma 2, 1122-ter e 1135 terzo comma; 4. ricostruzione edificio o interventi straordinari di particolare valore Maggioranza e almeno due terzi del valore dell edificio: deliberazioni in materia di: 1. innovazioni; d) Nuova disciplina impugnazione delibera assemblee (nuovo art c.c.) Proponibile da parte dei condomini assenti, dissenzienti o astenuti (nella vecchia versione non prevista la possibilità per gli astenuti di impugnare). Risultato ottenibile con l impugnazione: sentenza di annullamento della delibera (aspetto che nella vecchia versione dell art c.c. non veniva specificato). L azione di annullamento non sospende l esecuzione della delibera, a meno che la sospensione sia dettata dall autorità giudiziaria. L eventuale istanza per ottenere la sospensione della delibera proposta prima dell instaurazione della causa di merito non sospende i termini perentori per impugnare la delibera stessa. e) Nuova disciplina in materia di delega (nuovo art. 67 disp.att. c.c.) La delega deve essere data necessariamente per iscritto. Se i condomini sono più di venti il delegato non può rappresentare più di un quinto dei condomini e del valore dell edificio. In caso di immobile in comproprietà si ha diritto ad un solo rappresentante in assemblea (designato dai comproprietari). All amministratore non possono essere conferite deleghe per la partecipazione a qualunque assemblea. 18 Riforma della disciplina del Condominio

19 Novità in materia di ASSEMBLEA (3/3) f) Novità in materia di rappresentanza nell assemblea del supercondominio (nuovo art. 67 disp.att. c.c.) Quando i condomini costituenti il supercondominio sono più di sessanta, ogni condominio deve designare il proprio rappresentante (maggioranza: 2/3 millesimi e maggioranza ) all assemblea di gestione delle parti comuni del supercondominio e per la nomina dell amministratore del supercondominio. Se il rappresentante non viene nominato può provvedere l autorità giudiziaria su ricorso anche di un solo dei rappresentanti già nominati: in tal caso il ricorso deve essere notificato al condominio in persona dell amministratore (o, in assenza, a tutti i condomini). Al rappresentante non possono essere imposti limiti o condizioni al potere di rappresentanza (se imposti, si considerano non apposti). Rappresentante risponde del proprio operato secondo le regole del mandato. Rappresentante deve comunicare tempestivamente all amministratore del condominio che lo ha nominato l ordine del giorno e le decisioni assunte in sede di assemblea del supercondominio g) Novità in materia di legittimazione alla partecipazione all assemblea (nuovo art. 67 disp.att. c.c.) Usufruttuari : hanno diritto di voto nelle deliberazioni che riguardano l ordinaria amministrazione e il godimento delle cose e dei servizi comuni (perché concorrono alle relative spese in solido con i proprietari); NOTA BENE: nudi proprietari e usufruttuario rispondono solidalmente per le spese condominiali 19 Riforma della disciplina del Condominio

20 AGENDA Obiettivo Novità in materia di Parti Comuni Novità in materia di Amministratore Novità in materia di Rendiconto Condominiale Novità in materia di Assemblea Novità in materia di Regolamento di Condominio e Tabelle Millesimali Novità in materia di Riscossione Contributi Condominiali Allegati: Prontuario Maggioranze e Tabella obblighi Amministratore 20 Riforma della disciplina del Condominio

21 Novità in materia di REGOLAMENTO DI CONDOMINIO E TABELLE MILLESIMALI a) Novità in materia di regolamento di condominio (Nuovo art c.c. e 70 disp.att. c.c.) Deve essere allegato al registro dei verbali di assemblea; Le norme del regolamento di condominio non possono vietare di possedere detenere animali domestici (fatte salve le eventuali disposizioni preesistenti configgenti principio irretroattività della legge) Per le eventuali infrazioni al regolamento di condominio, può essere stabilito a titolo di sanzione il pagamento di una somma fino ad Euro 200 (in caso di recidiva fino ad 800,00): tale somma è devoluta al fondo con cui l amministratore gestisce le spese ordinarie del condominio. b) Novità in materia di tabelle millesimali (nuovo art. 69 disp.att. c.c.) Normalmente valori proporzionali delle unità immobiliari espressi dalla tabella modificabili e rivedibili solo all unanimità. Indicati casi particolari in cui modificabili con la maggioranza di cui all art c.c. secondo comma (NB. maggioranza degli all assemblea e almeno 1/2 del valore millesimale del condominio): quando i valori indicati nelle tabelle siano frutto di un errore; quando risulti alterato per più di un quinto il valore di un unità immobiliare anche di un solo condomino (in tal caso il costo della revisione è a suo carico) in virtù delle mutate condizioni di una parte dell edificio derivante da: 1. mutate condizioni di una parte dell edificio; 2. sopraelevazione; 3. incremento di superfici; 4. incremento o diminuzione delle unità immobiliari. In ogni caso, i condomini possono agire in giudizio per chiedere al giudice la revisione: in tal caso deve essere convenuto in giudizio unicamente il condominio in persona dell amministratore pro tempore (non più come in vigenza del vecchio codice obbligo di convenire in giudizio tutti i condomini). In tal caso l amministratore deve darne senza indugio notizia all assemblea (se non lo fa è suscettibile di revoca e di eventuale obbligo di risarcimento dei danni patiti dal condominio). 21 Riforma della disciplina del Condominio

22 AGENDA Obiettivo Novità in materia di Parti Comuni Novità in materia di Amministratore Novità in materia di Rendiconto Condominiale Novità in materia di Assemblea Novità in materia di Regolamento di Condominio e Tabelle Millesimali Novità in materia di Riscossione Contributi Condominiali Allegati: Prontuario Maggioranze e Tabella obblighi Amministratore 22 Riforma della disciplina del Condominio

23 Novità in materia di RISCOSSIONE CONTRIBUTI CONDOMINIALI a) Novità in materia di RISCOSSIONE CONTRIBUTI CONDOMINIALI (Nuovo art. 63 disposizioni attuative c.c.) Obbligo di escutere i condomini morosi entro 6 mesi da quando credito condominiale diventa esigibile (ovvero da chiusura dell esercizio), salvo espressa dispensa da parte dell assemblea. Chiarito esplicitamente che per richiedere l ingiunzione l amministratore non ha necessità di avere la previa autorizzazione da parte dell assemblea. Introdotto obbligo per l amministratore di comunicare ai creditori del condominio i nominativi dei condomini morosi. Precisato che i creditori del condominio non possono agire nei confronti dei condomini in regola con i pagamenti se non hanno prima agito avverso quelli morosi. In caso di mora nel pagamento dei contributi condominiali protratta per un semestre, l amministratore può sospendere al condomino moroso la possibilità di fruire dei servizi comuni suscettibili di godimento separato. In aggiunta al principio per cui chi subentra nei diritti del condomino è obbligato solidalmente con questo al pagamento dei contributi relativi all anno in corso e a quello precedente: chi cede dei diritti su un unità immobiliare resta obbligato con chi acquista tali diritti fino al momento in cui viene trasmessa all amministratore una copia autentica del titolo che ha determinato il trasferimento del diritto. 23 Riforma della disciplina del Condominio

24 AGENDA Obiettivo Novità in materia di Parti Comuni Novità in materia di Amministratore Novità in materia di Rendiconto Condominiale Novità in materia di Assemblea Novità in materia di Regolamento di Condominio e Tabelle Millesimali Novità in materia di Riscossione Contributi Condominiali Allegati: Prontuario Maggioranze e Tabella obblighi Amministratore 24 Riforma della disciplina del Condominio

25 Prontuario delle nuove Maggioranze Assembleari (1/2) Materia su cui deliberare Prima Convocazione (Quorum costitutivo= 2/3 valore edificio + maggioranza dei partecipanti al condominio) 1/2 valore edificio + maggioranza degli 1/2 valore edificio + maggioranza degli 1/2 valore edificio + maggioranza degli Seconda convocazione (Quorum costitutivo= 1/3 valore dell'edificio ed 1/3 dei partecipanti al condominio) Delibere ordinarie 1/3 valore edificio + maggioranza degli approvazione rendiconto e preventivo 1/3 valore edificio + maggioranza degli approvazione lavori manutenzione ordinaria 1/3 valore edificio + maggioranza degli adeguamento impianti non centralizzati di ricezione televisiva preesistenti alla data di entrata 1/2 valore edificio + maggioranza degli 1/3 valore edificio + maggioranza degli in vigore della riforma interventi sugli edifici e sugli impianti volti al contenimento del consumo energetico e 1/2 valore edificio + maggioranza degli 1/3 valore edificio + maggioranza degli all'utilizzazione delle fonti di energia rinnovabili, individuati con attestato di certificazione energetica da parte di un tecnico abilitato ogni altra delibera che non rientri tra quelle per cui è richiesta una maggioranza speciale (v. 1/2 valore edificio + maggioranza degli 1/3 valore edificio + maggioranza degli dopo) Delibere a maggioranza "aggravata" 1/2 millesimi + maggioranza degli 1/2 millesimi + maggioranza degli nomina e revoca amministratore 1/2 millesimi + maggioranza degli 1/2 millesimi + maggioranza degli liti attive e passive relative a materie che esorbitano dalle attribuzioni dell'amministratore 1/2 millesimi + maggioranza degli 1/2 millesimi + maggioranza degli ricostruzione edificio o riparazioni straordinarie di notevole entità 1/2 millesimi + maggioranza degli 1/2 millesimi + maggioranza degli approvazione o modifica del regolamento assembleare 1/2 millesimi + maggioranza degli 1/2 millesimi + maggioranza degli decisioni di cui all'art quater (deliberazioni relative alla cessazione delle attività che incidono negativamente sulle destinazioni d'uso) 1/2 millesimi + maggioranza degli 1/2 millesimi + maggioranza degli decisioni di cui all'art secondo comma (approvazione di innovazioni aventi ad oggetto opere ed interventi volti a migliorare la sicurezza e la salubrità degli edifici e degli impianti) 1/2 millesimi + maggioranza degli 1/2 millesimi + maggioranza degli decisioni di cui all'art secondo comma (approvazione di innovazioni aventi ad oggetto opere e interventi previsti per eliminare le barriere architettoniche, per contenere il consumo energetico degli edifici, per realizzare parcheggi destinati a servizio delle unità immobiliari o dell'edificio, nonché per la produzione di energia mediante l'utilizzo di impianti di 1/2 millesimi + maggioranza degli 1/2 millesimi + maggioranza degli cogenerazione, fonti eoliche, solari o comunque rinnovabili da parte del condominio o di terzi che conseguano a titolo oneroso un diritto reale o personale di godimento del lastrico solare o di altra idonea superficie comune) decisioni di cui all'art secondo comma (approvazione di innovazioni volte a l'installazione di impianti centralizzati per la ricezione radiotelevisiva e per l'accesso a qualunque altro genere di flusso informativo, anche da satellite o via cavo, e i relativi collegamenti fino alla diramazione per le singole utenze, ad esclusione degli impianti che non comportano modifiche in grado di alterare la destinazione della cosa comune e di impedire agli altri condomini di farne uso secondo il loro diritto) 1/2 millesimi + maggioranza degli 1/2 millesimi + maggioranza degli 25 Riforma della disciplina del Condominio

26 Prontuario delle nuove Maggioranze Assembleari (2/2) Materia su cui deliberare decisioni di cui all'art ter (installazione sulle parti comuni dell'edificio di impianti volti a consentire la videosorveglianza su di esse) rettifica o modifica, anche nell'interesse di un solo condomino, delle tabelle millesimali quando risulta che sono conseguenza di un errore o quando, per le mutate condizioni di una parte dell'edificio - in conseguenza di sopraelevazione, di incremento di superfici o di incremento o diminuzione delle unità immobiliari - è alterato per più di un quinto il valore proporzionale dell'unità immobiliare anche di un solo condomino approvazione di innovazioni relative all'adozione di sistemi di termoregolazione e di contabilizzazione del calore e per il derivato riparto degli oneri di riscaldamento in base al consumo effettivamente registrato attivazione di un sito internet del condominio, che consenta agli aventi diritto di consultare ed estrarre copia in formato digitale dei documenti previsti dalla delibera assembleare nomina di un revisore che verifichi la contabilità del condominio scioglimento del condominio quando sia possibile attuarlo senza lavori/modificare lo stato delle cose Delibere a maggioranza "speciale rafforzata" Prima Convocazione (Quorum costitutivo= 2/3 valore edificio + maggioranza dei partecipanti al condominio) Seconda convocazione (Quorum costitutivo= 1/3 valore dell'edificio ed 1/3 dei partecipanti al condominio) 1/2 millesimi + maggioranza degli 1/2 millesimi + maggioranza degli 1/2 millesimi + maggioranza degli 1/2 millesimi + maggioranza degli 1/2 millesimi + maggioranza degli 1/2 millesimi + maggioranza degli 1/2 millesimi + maggioranza degli 1/2 millesimi + maggioranza degli 1/2 millesimi + maggioranza degli 1/2 millesimi + maggioranza degli 1/2 millesimi + maggioranza degli 1/2 millesimi + maggioranza degli 2/3 millesimi + maggioranza degli 2/3 millesimi + maggioranza degli innovazioni dirette al miglioramento o all'uso più comodo o al maggior rendimento delle cose 2/3 millesimi + maggioranza degli 2/3 millesimi + maggioranza degli comuni prescrizione di adeguate modalità alternative di esecuzione o cautele a salvaguardia della stabilità, della sicurezza o del decoro architettonico dell'edificio ai fini dell'installazione degli impianti non centralizzati per la ricezione radiotelevisiva e per l'accesso a qualunque altro 2/3 millesimi + maggioranza degli 2/3 millesimi + maggioranza degli genere di flusso informativo, anche da satellite o via cavo, e i relativi collegamenti fino al punto di diramazione per le singole utenze scioglimento del condominio quando occorra l'esecuzione di lavori per la sistemazione dei locali 2/3 millesimi + maggioranza degli 2/3 millesimi + maggioranza degli in caso di supercondominio (ovvero più condominii di unità immobiliari o di edifici aventi parti in comune) in cui i partecipanti siano più di 60, per procedere alla nomina di un proprio rappresentante nell'assemblea del supercondominio che sia volta alla gestione ordinaria o 2/3 millesimi + maggioranza degli 2/3 millesimi + maggioranza degli alla nomina dell'amministratore del supercondominio Deliberazioni a maggioranza speciale ulteriormente aggravata 4/5 millesimi + 4/5 dei partecipanti al 4/5 millesimi + 4/5 dei partecipanti al condominio condominio modifica della destinazione d'uso di parti comuni condominiali volta a soddisfare esigenze condominiali 4/5 millesimi + 4/5 dei partecipanti al condominio 4/5 millesimi + 4/5 dei partecipanti al condominio Deliberazioni all'unanimità tutti i millesimi e tutti i partecipanti al tutti i millesimi e tutti i partecipanti al condominio condominio modifica del valore proporzionale delle singole unità immobiliari tutti i millesimi e tutti i partecipanti al tutti i millesimi e tutti i partecipanti al condominio condominio 26 Riforma della disciplina del Condominio

27 Tabella obblighi Amministratore (1/2) Obblighi Amministratore Obblighi amministrativi di base convocazione dell'assemblea esecuzione delle delibere assembleari e verifica della loro legittimità cura dell'osservanza del regolamento condominiale disciplina dell'uso delle cose e dei servizi comuni ed interventi volti alla loro tutela emissione dei provvedimenti necessari all'amministrazione - eventuale immediato intervento in caso di pericolo e di crollo nelle parti comuni Obblighi documentali tenuta del registro di anagrafe condominiale tenuta dei registri dei verbali di assemblea, di revoca e di nomina dell'amministratore, e di contabilità conservazione della documentazione inerente la gestione condominiale, lo stato tecnico ed amministrativo degli edifici, le liti giudiziarie e messa a disposizione di tutto a favore dei condomini che lo richiedano (con indicazione degli orari e dei giorni relativi) attivazione di sito internet che consenta di consultare e di estrarre copia in formato digitale dei documenti previsti dalla delibera assembleare a richiesta dell'assemblea consegna della documentazione all'amministratore entrante e adempimento corretto del passaggio di consegne Obblighi contabili riscossione dei contributi ed erogazione delle spese occorrenti per la manutenzione delle parti comuni e per l'esercizio dei servizi redazione del rendiconto annuale preventivo e consuntivo del condominio e convocazione dell'assemblea per la loro approvazione apertura ed utilizzo del conto corrente condominiale riscossione forzosa dei contributi dovuti dai condomini entro sei mesi dalla chiusura dell'esercizio in cui si è prodotta la morosità eventuale sospensione del condomino moroso da più di sei mesi dal godimento dei servizi comuni suscettibili di godimento separato (relativamente ai quali si è reso moroso) Obblighi giudiziali rappresentanza passiva del condominio nelle liti con i terzi o con condomini esecuzione provvedimenti giudiziari ed amministrativi comunicazione all'assemblea delle citazioni e dei provvedimenti contro il condominio che abbiano contenuto che esorbita dalle attribuzioni dell'amministratore notizia ai condomini della convocazione in giudizio per la revisione della tabella millesimale e relativa rappresentanza in giudizio irrogazione delle sanzioni previste per la violazione del regolamento contrattuale Articoli Codice Civile Art c.13 n. 1; 1130 c.1 n.1; 1136 cod.civ. Art c. 13 n.2; 1130 c.1 n. 1 cod.civ. Art c. 1 n. 1 cod.civ. Art c. 1 nn. 2-4 cod.civ. Art cod.civ. Art c.1 n. 6 cod.civ. Art c.1 n. 7 cod.civ. Art c.1 nn. 8-9 cod.civ. Art. 71 ter disp. Att. cod.civ. Art c. 9 cod.civ. Art c.1 n. 3 cod.civ., 63 disp. Att. cod. civ. Art c.1 n. 10 cod.civ. Art c. 8 e 13 n. 3 cod.civ. Art c. 10 e 13 n. 6 cod.civ., art. 63 c. 1 disp.att. cod. civ. Art. 63 c. 3 disp.att. cod.civ. Art c.1 n. 2 cod.civ., 71 quater disp. Att. cod. civ. Art c. 13 n. 2 cod.civ. Art c. 3 e 4cod.civ. Art. 69 c. 2 disp. Att. cod.civ. Art. 70 disp. Att. cod.civ. 27 Riforma della disciplina del Condominio

28 Tabella obblighi Amministratore (2/2) Obblighi Amministratore Altri obblighi affissione e indicazione delle generalità, domicilio e recapiti anche telefonici dell'amministrazione eventuale collaborazione a progetti e iniziative territoriali anche con opere di risanamento di parti comuni e di demolizione-ricostruzioni e messa in sicurezza statica Obblighi fiscali pagamento dei tributi locali sulle parti comuni (es. IMU, tassa rifiuti, eventuale passo carraio). comunicazione ai condomini della rendita catastale delle parti comuni gestione degli eventuali proventi provenienti dalla locazione di parti comuni o dalla loro concessione in uso e loro comunicazione ai fini della dichiarazione dei redditi denuncia annuale per i fornitori all'anagrafe tributaria (compilazione quadro AC del modello unico) comunicazione di subentro al precedente amministratore all'agenzia delle Entrate richiesta del codice fiscale del condominio se non presente comunicazione dei dati catastali delle parti comuni ai fornitori delle utenze Articoli Codice Civile Art c.6 e 7 cod.civ. Art c. 4 cod.civ. Art c. 1 n. 5 cod.civ. Art c. 1 n. 5 cod.civ. Art c. 1 n. 5 cod.civ. Art c. 1 n. 5 cod.civ. Art c. 1 n. 5 cod.civ. Art c. 1 n. 5 cod.civ. Art c. 1 n. 5 cod.civ. Altri Obblighi che scaturiscono dall incarico dell Amministratore Articoli Codice Civile rappresentanza nella sottoscrizione delle polizze globali fabbricato e relativa richiesta di risarcimento dei danni gestione dell'eventuale vendita-locazione-concessione in uso delle parti comuni DIPENDENTI: assunzione e licenziamento; versamento stipendi e contributi; comunicazione mensile a INPS di stipendi e contributi; versamento di ritenute e contributi; sostituzione portiere in ferie o in maternità o in malattia; stipulazione eventuali contratti con professionisti esterni sicurezza sul lavoro dei dipendenti condominiali e informazione e formazione relativa dei dipendenti d.lgs. 81/2008 APPALTI PER LAVORI STRAORDINARI: richiesta di permessi edilizi ed urbanistici; pagamento TOSAP o COSAP per impalcature; rappresentanza del condominio nei rapporti con l'appaltatore, direttore dei lavori e progettista; rivalsa per le garanzie contrattuali o previste dal codice civile sugli appalti condominiali; impugnazione delle clausole vessatorie dei vari contratti; richiesta di ottemperanza agli obblighi di sicurezza sul lavoro, contributivi e fiscali delle imprese che eseguono un appalto ritenute fiscali sugli appalti condominiali; ritenute fiscali sui dipendenti e consulenti del condominio; compilazione modello 770; gestione delle detrazioni fiscali del 36% e 55% e di agevolazioni regionali e comunali in genere Art c. 1 cod.civ. Art c. 1 cod.civ. CCNL dipendenti del condominio DPR 380/2001, legge 241/1990, artt cod. civ.; d.lgs. 206/2005 DPR 600/1973 art. 25 c. 1; legge 122/2010 art. 25; DPR 917/1986 art. 16 bis. contratto per la manutenzione dell'ascensore e tenuta e aggiornamento del relativo libretto DPR 162/1999 cura della manutenzione e dell'esercizio dell'impianto centralizzato di riscaldamento o sua delega al terzo responsabile; conservazione e aggiornamento del libretto caldaia; richiesta e conservazione delle certificazioni di legge 10/1991; DPR 412/1993; D.lgs. 192/2005; DPR conformità dell'impianto 59/2009 adeguamento edifici ed eventuali garage alla normativa antincendio D.M. Int. 246/ Riforma della disciplina del Condominio

RIFORMA DEL CONDOMINIO 2013 SINTESI DELLE NOVITA

RIFORMA DEL CONDOMINIO 2013 SINTESI DELLE NOVITA RIFORMA DEL CONDOMINIO 2013 SINTESI DELLE NOVITA NOVITA PER LE PARTI COMUNI E INNOVAZIONI manutenzione ascensori Ampliamento definizione parti comuni - parti comuni: tutte le parti dell edificio di uso

Dettagli

Quorum costitutivi dell assemblea. Seconda convocazione: - almeno il 50% dei millesimi. - almeno 1/3 dei millesimi. - almeno 1/3 dei millesimi.

Quorum costitutivi dell assemblea. Seconda convocazione: - almeno il 50% dei millesimi. - almeno 1/3 dei millesimi. - almeno 1/3 dei millesimi. Quorum costitutivi dell assemblea Prima convocazione: - più del 50% dei condomini - almeno i 2/3 dei millesimi. Seconda convocazione: - almeno 1/3 dei condomini - almeno 1/3 dei millesimi. Quorum deliberativi

Dettagli

LA FIGURA DELL AMMINISTRATORE PRIMA E DOPO LA RIFORMA

LA FIGURA DELL AMMINISTRATORE PRIMA E DOPO LA RIFORMA LA FIGURA DELL AMMINISTRATORE PRIMA E DOPO LA RIFORMA Rossana De Angelis ARTICOLO 1129 CODICE DEL 1942 CODICE DAL GIUGNO 2013 Nomina e revoca dell amministratore. Quando i condomini sono più di quattro,

Dettagli

Modifiche alla disciplina del condominio negli edifici

Modifiche alla disciplina del condominio negli edifici Modifiche alla disciplina del condominio negli edifici Legge 11 dicembre 2012, n. 220 (Gazzetta Ufficiale n. 293 del 17/12/2012 ) (in vigore dal 18 giugno 2013) LE NUOVE COMPETENZE ATTRIBUITE ALL ASSEMBLEA

Dettagli

alla luce della nuova riforma IN BREVE: COS È CAMBIATO

alla luce della nuova riforma IN BREVE: COS È CAMBIATO Condominio alla luce della nuova riforma IN BREVE: COS È CAMBIATO L amministratore dovrà essere più qualificato L amministratore non può essere stato condannato per reati contro la PA L amministratore

Dettagli

Riforma del Condominio 2012: analisi delle principali novità parte 1

Riforma del Condominio 2012: analisi delle principali novità parte 1 Numero 251/2012 Pagina 1 di 9 Riforma del Condominio 2012: analisi delle principali novità parte 1 Numero : 251/2012 Gruppo : Oggetto : Norme e prassi : NOVITÀ RIFORMA DEL CONDOMINIO ARTT. 1117-1139 C.C.;

Dettagli

L amministratore di condominio dopo la riforma della L. n. 220/2012

L amministratore di condominio dopo la riforma della L. n. 220/2012 L amministratore di condominio dopo la riforma della L. n. 220/2012 A cura di Marina Leogrande Manca ormai circa un mese al 18 giugno 2013, data di entrata in vigore della Legge n. 220 dell 11 dicembre

Dettagli

RIFORMA CONDOMINI. Di seguito trovate una sintesi ragionata delle novità introdotte dalla riforma condomini.

RIFORMA CONDOMINI. Di seguito trovate una sintesi ragionata delle novità introdotte dalla riforma condomini. RIFORMA CONDOMINI La cosiddetta riforma condominio (Legge n 220 del 11/12/2012) è stata pubblicata nella Gazzetta Ufficiale n 203 del 17/12/2012 e pertanto entrerà in vigore dal 18/06/2013. La riforma

Dettagli

TABELLA DELLE NUOVE MAGGIORANZE ASSEMBLEARI

TABELLA DELLE NUOVE MAGGIORANZE ASSEMBLEARI TABELLA DELLE NUOVE MAGGIORANZE ASSEMBLEARI AVVERTENZA Nella tabella viene usato il termine per fare riferimento ai partecipanti al condominio, mentre viene usato il termine per far riferimento ai partecipanti

Dettagli

Riforma del Condominio L.220/2012

Riforma del Condominio L.220/2012 Riforma del Condominio L.220/2012 IMPORTANTI NOVITA PER TUTTI PROPRIETARI, CONDUTTORI, AMMINISTRATORI ED ALTRI TITOLARI DI DIRITTI REALI E DI GODIMENTO LA RIFORMA DEL CONDOMINIO MODIFICA IL CODICE CIVILE,

Dettagli

I creditori non possono agire nei confronti degli obbligati in regola con i pagamenti, se non dopo l escussione degli altri condomini.

I creditori non possono agire nei confronti degli obbligati in regola con i pagamenti, se non dopo l escussione degli altri condomini. Art. 61 Qualora un edificio o un gruppo di edifici appartenenti per piani o porzione di piano a proprietari diversi si possa dividere in parti che abbiano le caratteristiche di edifici autonomi, il condominio

Dettagli

RIFORMA DEL CONDOMINIO Le principali novità introdotte dalla riforma

RIFORMA DEL CONDOMINIO Le principali novità introdotte dalla riforma Nuovo Art. 1117 bis c.c.: Sede : Via B. Buozzi 10 21013 GALLARATE (VA) Tel. 0331/772967 Cell. 334/8172125 RIFORMA DEL CONDOMINIO Le principali novità introdotte dalla riforma Introduce il concetto di supercondominio

Dettagli

3. Quali sono le principali attività dell amministratore in merito alla gestione delle spese per la manutenzione delle parti comuni?

3. Quali sono le principali attività dell amministratore in merito alla gestione delle spese per la manutenzione delle parti comuni? LE FUNZIONI DELL AMMINISTRATORE DI CONDOMINIO (ART. 1130 C.C.) A cura di: Avv. Alessandro Re - ASSOCOND 1.Quali sono le principali funzioni dell amministratore del condominio in merito all assemblea e

Dettagli

Le (nuove)maggioranze in assemblea

Le (nuove)maggioranze in assemblea Le (nuove)maggioranze in assemblea Prima convocazione: è necessaria la presenza della maggioranza dei condomini che abbiano almeno 2/3 dei millesimi Seconda convocazione è necessaria la presenza di 1/3

Dettagli

Da Accesso a Videosorveglianza. Queste le nuove regole condominiali Diritto e giustizia.it

Da Accesso a Videosorveglianza. Queste le nuove regole condominiali Diritto e giustizia.it Da Accesso a Videosorveglianza. Queste le nuove regole condominiali Diritto e giustizia.it di Donato Palombella Giurista d'impresa Finalmente è giunto il via libera alla riforma del condominio. Dopo un

Dettagli

PRIMO CORSO DI FORMAZIONE INIZIALE PER AMMINISTRATORI DI CONDOMINIO

PRIMO CORSO DI FORMAZIONE INIZIALE PER AMMINISTRATORI DI CONDOMINIO Centro Studi e Formazione PRIMO CORSO DI FORMAZIONE INIZIALE PER AMMINISTRATORI DI CONDOMINIO Ai sensi dell art.71 bis, lettera g, Disp. Att. c.c. e del decreto del Ministro della Giustizia n. 140 del

Dettagli

2. A oggi c è una scadenza per la formazione periodica dell amministratore?

2. A oggi c è una scadenza per la formazione periodica dell amministratore? L AMMINISTRATORE DI CONDOMINIO: NOMINA E REVOCA A cura di: Avv. Anna Nicola - ANAPI 1. Quali sono i requisiti per essere amministratore (art. 71 bis disp. Att. C.c.)? 2. A oggi c è una scadenza per la

Dettagli

VALIDITA' DELL'ASSEMBLEA

VALIDITA' DELL'ASSEMBLEA 1. DELIBERE A MAGGIORANZA ORDINARIA 2. DELIBERE A MAGGIORANZA SPECIALE "A" 3. DELIBERE A MAGGIORANZA SPECIALE "B" 4. DELIBERE A MAGGIORANZA SPECIALE "C" 5. DELIBERE A MAGGIORANZA SPECIALE "D" 6. DELIBERE

Dettagli

ANAGRAFE CONDOMINIALE

ANAGRAFE CONDOMINIALE ANAGRAFE CONDOMINIALE In base all art. 1130 c.c., così come modificato dalla L. 220/12, gli amministratori di condominio hanno l obbligo di curare la tenuta del registro di anagrafe condominiale contenente

Dettagli

II CORSO DI FORMAZIONE INIZIALE PER AMMINISTRATORI DI CONDOMINIO

II CORSO DI FORMAZIONE INIZIALE PER AMMINISTRATORI DI CONDOMINIO II CORSO DI FORMAZIONE INIZIALE PER AMMINISTRATORI DI CONDOMINIO Ai sensi dell art.71 bis, lettera g, Disp. Att. c.c. e del decreto del Ministro della Giustizia n. 140 del 13/8/2014 attuativo della legge

Dettagli

Corso di Amministratore di condominio. L Assemblea Ordine del giorno Verbale Delibere Nulle // Annullabili

Corso di Amministratore di condominio. L Assemblea Ordine del giorno Verbale Delibere Nulle // Annullabili Corso di Amministratore di condominio L Assemblea Ordine del giorno Verbale Delibere Nulle // Annullabili 1 Assemblea E la sede deliberativa del condominio Attribuzioni dell assemblea (art. 1135 c.c.)

Dettagli

Le principali novità della riforma del condominio

Le principali novità della riforma del condominio Le principali novità della riforma del condominio Via libera del Senato alla riforma del condominio. La commissione Giustizia ieri ha approvato in sede deliberante la legge che cambia le regole per la

Dettagli

MAGGIORANZE RICHIESTE PER LA REGOLARE COSTITUZIONE DELL'ASSEMBLEA

MAGGIORANZE RICHIESTE PER LA REGOLARE COSTITUZIONE DELL'ASSEMBLEA MAGGIORANZE RICHIESTE PER LA REGOLARE COSTITUZIONE DELL'ASSEMBLEA Convocazione Condomini Millesimi Prima maggioranza dei partecipanti al condominio 667/1.000 Seconda un terzo dei partecipanti al condominio

Dettagli

CONTENUTI DEL CORSO DI FORMAZIONE PER LA CERTIFICAZIONE DEGLI AMMINISTRATORI DI CONDOMINI E IMMOBILI E SUE REGOLE DI EROGAZIONE

CONTENUTI DEL CORSO DI FORMAZIONE PER LA CERTIFICAZIONE DEGLI AMMINISTRATORI DI CONDOMINI E IMMOBILI E SUE REGOLE DI EROGAZIONE CONTENUTI DEL CORSO DI FORMAZIONE AMMINISTRATORI DI CONDOMINI E CONTENUTO DEL CORSO I materiali utilizzati nel corso, il corso stesso e le prove finali d esame devono avere riguardo alle materie indicate

Dettagli

Associazione Nazionale Amministratori Condominiali e Immobiliari. MANSIONARIO DELL AMMINISTRATORE CONDOMINIALE ANACI Provincia di Genova

Associazione Nazionale Amministratori Condominiali e Immobiliari. MANSIONARIO DELL AMMINISTRATORE CONDOMINIALE ANACI Provincia di Genova Associazione Nazionale Amministratori Condominiali e Immobiliari MANSIONARIO DELL AMMINISTRATORE CONDOMINIALE ANACI Provincia di Genova Suddivisione dei compensi I compensi dovuti all amministratore si

Dettagli

ASSOCIAZIONE DELLA PROPRIETA EDILIZIA DI MODENA-CONFEDILIZIA

ASSOCIAZIONE DELLA PROPRIETA EDILIZIA DI MODENA-CONFEDILIZIA ASSOCIAZIONE DELLA PROPRIETA EDILIZIA DI MODENA-CONFEDILIZIA CORSO DI FORMAZIONE INIZIALE PER AMMINISTRATORI DI CONDOMINIO Responsabile Scientifico: Avv. Alfredo Righi Riva I LEZIONE (4 ore) sabato 21/3/2015

Dettagli

Le principali maggioranze assembleari

Le principali maggioranze assembleari AMMINISTRAZIONI IMMOBILIARI Gestioni e consulenze condominiali Dott. Rag. Roberto Attisano - Codice Fiscale TTSRRT82H22L117H - Cell. 333 9784125 E-mail: amministrazioniattisano@gmail.com - www.amministrazioni.altervista.org

Dettagli

TERZO CORSO DI FORMAZIONE INIZIALE PER AMMINISTRATORI DI CONDOMINIO

TERZO CORSO DI FORMAZIONE INIZIALE PER AMMINISTRATORI DI CONDOMINIO INTERPROFESSIONALE Architetti, Ingegneri, Geometri, Dottori Agronomi, Periti Agrari, Periti Industriali, Geologi, Agrotecnici ******************************** IN COLLABORAZIONE CON Centro Studi e Formazione

Dettagli

LM franchising s.r.l. Centro Studi. Formazione di base degli Amministratori di Condominio

LM franchising s.r.l. Centro Studi. Formazione di base degli Amministratori di Condominio LM franchising s.r.l. Centro Studi Formazione di base degli Amministratori di Condominio Anno 2014-2015 Piano di Studi Principi di diritto immobiliare: La proprietà nel Codice Civile e nella Costituzione

Dettagli

I corso di formazione periodica dell amministratore di condominio

I corso di formazione periodica dell amministratore di condominio I corso di formazione periodica dell amministratore di condominio Relatore Daniele Marchesini Marchesini dott. Daniele 1 Introduzione IL RENDICONTO CONDOMINIALE DOPO LA RIFORMA ESEMPI DI RENDICONTO E DI

Dettagli

La Riforma del Condominio Guida alle novità

La Riforma del Condominio Guida alle novità Condo Free Il tuo o su Internet... Free! www.condofree.net La Riforma del Condominio Guida alle novità L amministratore I requisiti La nomina e la revoca La polizza assicurativa Il sito web Il conto corrente

Dettagli

1. INTRODUZIONE... 21 1. Premesse... 21 2. Un po di storia recente... 21 3. La riforma in pillole... 22

1. INTRODUZIONE... 21 1. Premesse... 21 2. Un po di storia recente... 21 3. La riforma in pillole... 22 INDICE PREMESSA.................................................. 20 1. INTRODUZIONE............................................ 21 1. Premesse............................................. 21 2. Un po

Dettagli

La Riforma del Condominio Guida alle novità

La Riforma del Condominio Guida alle novità Condo Free Il tuo o su Internet... Free! www.condofree.net La Riforma del Condominio Guida alle novità aggiornato alle modifiche del Decreto Destinazione Italia D.L. 23 dicembre 2013, n. 145 (convertito

Dettagli

LA RIFORMA DEL CONDOMINIO. Art. 1.

LA RIFORMA DEL CONDOMINIO. Art. 1. LA RIFORMA DEL CONDOMINIO Art. 1. 1. L articolo 1117 del codice civile è sostituito dal seguente: «Art. 1117. (Parti comuni dell edificio). Sono oggetto di proprietà comune dei proprietari delle singole

Dettagli

Riforma del condominio, il testo integrale approvato alla Camera

Riforma del condominio, il testo integrale approvato alla Camera Riforma del condominio, il testo integrale approvato alla Camera Il testo approvato alla Camera il 27 settembre 2012 Art. 1. 1. L articolo 1117 del codice civile è sostituito dal «Art. 1117. (Parti comuni

Dettagli

L AMMINISTRATORE NELLA RIFORMA DEL CONDOMINIO

L AMMINISTRATORE NELLA RIFORMA DEL CONDOMINIO ANACI VERONA presenta L AMMINISTRATORE NELLA RIFORMA DEL CONDOMINIO A cura del Centro Studi Via Virgilio Zavarise n.1 37125 - Verona - Tel: 045.8303295 - email info@anaci-verona.net http://www.anaci-verona.net

Dettagli

OPERE DI MANUTENZIONE STRAORDINARIA (Lastrici solari-tetto-facciate-balconi) Art. 1126 c.c.

OPERE DI MANUTENZIONE STRAORDINARIA (Lastrici solari-tetto-facciate-balconi) Art. 1126 c.c. OPERE DI MANUTENZIONE STRAORDINARIA (Lastrici solari-tetto-facciate-balconi) Art. 1126 c.c. 1 PARTI COMUNI 2 Art. 1 L'articolo 1117 del codice civile è sostituito dal seguente: «Art. 1117. - (Parti comuni

Dettagli

Indice. Disposizioni di att. c.c. Articolo 63 137 Articolo 64 139

Indice. Disposizioni di att. c.c. Articolo 63 137 Articolo 64 139 Indice pag. Articolo 1117. Parti comuni dell edificio 1 Articolo 1117-bis. Ambito di applicabilità 5 Articolo 1117-ter. Modificazioni delle destinazioni d uso 7 Articolo 117-quater. Tutela delle destinazioni

Dettagli

IL NUOVO CONDOMINIO La legge di riforma n. 220/12

IL NUOVO CONDOMINIO La legge di riforma n. 220/12 COLLEGIO DEI GEOMETRI E GEOMETRI LAUREATI DI CUNEO 14 FEBBRAIO 2013 IL NUOVO CONDOMINIO La legge di riforma n. 220/12 Avv. Augusto Cirla Dott. Giacomo Rota Partner LS LexJus Sinacta Milano Magistrato Sez.

Dettagli

LA RIFORMA DEL CONDOMINIO CREDITI E DEBITI IN. Verona 31 Maggio 2013 Auditorium Banco Popolare

LA RIFORMA DEL CONDOMINIO CREDITI E DEBITI IN. Verona 31 Maggio 2013 Auditorium Banco Popolare LA RIFORMA DEL CONDOMINIO CREDITI E DEBITI IN CONDOMINIO Verona 31 Maggio 2013 Auditorium Banco Popolare Nuove responsabilità dell amministratore Adempimenti: Dal lato attivo (recupero spese vs morosi)

Dettagli

RIFORMA CONDOMINIO:NUOVA FIGURA PROFESSIONALE DELL AMMINISTRATORE DI CONDOMINIO Domenico Lenoci

RIFORMA CONDOMINIO:NUOVA FIGURA PROFESSIONALE DELL AMMINISTRATORE DI CONDOMINIO Domenico Lenoci RIFORMA CONDOMINIO:NUOVA FIGURA PROFESSIONALE DELL AMMINISTRATORE DI CONDOMINIO Domenico Lenoci Diritto e processo.com La legge recante Modifiche alla disciplina del condominio negli edifici, approvata

Dettagli

CORSO PER AMMINISTRATORI DI CONDOMINIO

CORSO PER AMMINISTRATORI DI CONDOMINIO CORSO PER AMMINISTRATORI DI CONDOMINIO L AMMINISTRATORE DI CONDOMINIO, REQUISITI, REGIME TRANSITORIO DOPO LA LEGGE 220/2012, LA PROROGATIO, L AMMINISTRATORE IN FORMA SOCIETARIA. Rosolen Monia ANNO 2013

Dettagli

RIFORMA DEL CONDOMINIO Il Testo definitivo approvato alla Camera il 27/09/2012

RIFORMA DEL CONDOMINIO Il Testo definitivo approvato alla Camera il 27/09/2012 RIFORMA DEL CONDOMINIO Il Testo definitivo approvato alla Camera il 27/09/2012 Art. 1. 1. L articolo 1117 del codice civile è sostituito dal seguente: «Art. 1117. (Parti comuni dell edificio). Sono oggetto

Dettagli

Codice Civile dopo la riforma

Codice Civile dopo la riforma Codice Civile dopo la riforma Titolo VII Capo I artt. 1100 1116 Art. 1100 C.C. (Norme regolatrici) Quando la proprietà o altro diritto reale spetta in comune a più persone, se il titolo o la legge non

Dettagli

TERMOREGOLAZIONE E CONTABILIZZAZIONE DEL CALORE

TERMOREGOLAZIONE E CONTABILIZZAZIONE DEL CALORE TERMOREGOLAZIONE E CONTABILIZZAZIONE DEL CALORE La termoregolazione e contabilizzazione del calore sono poco praticate La ripartizione dei costi del servizio riscaldamento deve essere eseguita rispettando

Dettagli

CONTRATTO TIPO AMMINISTRAZIONE CONDOMINIALE

CONTRATTO TIPO AMMINISTRAZIONE CONDOMINIALE CONTRATTO TIPO di AMMINISTRAZIONE CONDOMINIALE 1 CONTRATTO DI AMMINISTRAZIONE CONDOMINIALE Il condominio sito in via.. codice fiscale.., nella persona del sig.., delegato alla sottoscrizione del presente

Dettagli

Ordine degli Architetti Pianificatori Paesaggisti e Conservatori di Napoli e Provincia

Ordine degli Architetti Pianificatori Paesaggisti e Conservatori di Napoli e Provincia Costo del corso 350 massimo 35 partecipanti Corso di Abilitazione alla Professione di Amministratore di Condominio Corso di abilitazione alla professione di Amministratore di Condominio aggiornato alle

Dettagli

Dr. Valter Patrizi Amministrazione Immobili.

Dr. Valter Patrizi Amministrazione Immobili. A Tutti i sigg. Condomini Loro sedi OGGETTO: la Riforma del condominio. Un cambiamento sostanziale. Gentile Condòmino, con la stesura del presente documento informativo intendo metterla a conoscenza che

Dettagli

L'Abc della riforma del condominio

L'Abc della riforma del condominio L'Abc della riforma del condominio di Claudio Tucci Assemblee, regolamenti, amministratori, si cambia. In 32 articoli vengono riscritte in larga parte le norme sul condominio contenute nel codice civile

Dettagli

INDICE PREMESSA... 20 PREMESSA... 15

INDICE PREMESSA... 20 PREMESSA... 15 INDICE PREMESSA................................................ 20 PREMESSA................................................ 15 1. AMMINISTRATORE: Nomina Dimissioni................... 17 1.01 Preventivo

Dettagli

Il/La sottoscritto/a... (indicare il. nome della persona fisica o del legale rappresentante della società)..., nato il...a..., codice fiscale...

Il/La sottoscritto/a... (indicare il. nome della persona fisica o del legale rappresentante della società)..., nato il...a..., codice fiscale... ALL ALER DI MILANO (compilare gli spazi di pertinenza) Il/La sottoscritto/a... (indicare il nome della persona fisica o del legale rappresentante della società)..., nato il...a..., codice fiscale... con

Dettagli

FORMAZIONE PERIODICA PER AMMINISTRATORI CONDOMINIALI

FORMAZIONE PERIODICA PER AMMINISTRATORI CONDOMINIALI FORMAZIONE PERIODICA PER AMMINISTRATORI CONDOMINIALI Incontro del 11.04.2014 Avv. Monica Severin Viale Verdi n. 15/G int. 2-3 Treviso Mail: avvseverin@yahoo.it Tel.: 339 2017774 L ASSEMBLEA DEL CONDOMINIO

Dettagli

DISCIPLINA VIGENTE COME MODIFICATA DAL TESTO DI RIFORMA DEL CONDOMINIO

DISCIPLINA VIGENTE COME MODIFICATA DAL TESTO DI RIFORMA DEL CONDOMINIO DISCIPLINA VIGENTE COME MODIFICATA DAL TESTO DI RIFORMA DEL CONDOMINIO Avvertenza: in neretto sono riportate le norme sostituite, aggiunte o modificate dal testo di riforma CODICE CIVILE: LIBRO III - DELLA

Dettagli

I CORSO DI FORMAZIONE INIZIALE PER AMMINISTRATORI DI CONDOMINIO

I CORSO DI FORMAZIONE INIZIALE PER AMMINISTRATORI DI CONDOMINIO I CORSO DI FORMAZIONE INIZIALE PER AMMINISTRATORI DI CONDOMINIO Ai sensi dell art.71 bis, lettera g, Disp. Att. c.c. e del decreto del Ministro della Giustizia n. 140 del 13/8/2014 attuativo della legge

Dettagli

MODIFICHE ALLA DISCIPLINA DEL CONDOMINIO NEGLI EDIFICI

MODIFICHE ALLA DISCIPLINA DEL CONDOMINIO NEGLI EDIFICI MODIFICHE ALLA DISCIPLINA DEL CONDOMINIO NEGLI EDIFICI Legge 11 dicembre 2012 n. 220 pubblicata sulla Gazzetta Ufficiale n. 293 del 17 dicembre 2012 a cura del Centro Studi Nazionale ANACI INDICE 4. Codice

Dettagli

Speciale Dossier Condominio

Speciale Dossier Condominio Modifiche alla disciplina del condominio negli edifici Codice civile e Legislazione speciale (Senato 26.1.2011; Camera 27.9.2012; Senato 20.11.2012) in corso di pubblicazione sulla Gazzetta Ufficiale Speciale

Dettagli

Il/La sottoscritto/a... (indicare il. nome della persona fisica o del legale rappresentante della società)..., nato il...a..., codice fiscale...

Il/La sottoscritto/a... (indicare il. nome della persona fisica o del legale rappresentante della società)..., nato il...a..., codice fiscale... ALL ALER DI MILANO (compilare gli spazi di pertinenza) Il/La sottoscritto/a... (indicare il nome della persona fisica o del legale rappresentante della società)..., nato il...a..., codice fiscale... con

Dettagli

SOMMARIO PARTE PRIMA ASSEMBLEA

SOMMARIO PARTE PRIMA ASSEMBLEA SOMMARIO PARTE PRIMA ASSEMBLEA Premessa pag. 3 F1. Convocazione di assemblea condominiale in prima convocazione pag. 8 F2. Convocazione di assemblea condominiale in seconda convocazione pag. 12 F3. Convocazione

Dettagli

Capo II Del condominio negli edifici

Capo II Del condominio negli edifici Capo II Del condominio negli edifici Articolo 1117. Parti comuni dell edificio. Sono oggetto di proprietà comune dei proprietari delle singole unità immobiliari dell edificio, anche se aventi diritto a

Dettagli

CORSO PER AMMINISTRATORI DEL PROPRIO CONDOMINIO. PROGRAMMA DAL 07 MAGGIO 2015 AL 30 GIUGNO 2015 (Durata 19 ore)

CORSO PER AMMINISTRATORI DEL PROPRIO CONDOMINIO. PROGRAMMA DAL 07 MAGGIO 2015 AL 30 GIUGNO 2015 (Durata 19 ore) A.P.E. ASSOCIAZIONE PROPRIETA EDILIZIA Riviera Garibaldi, 19 31100 TREVISO Tel. 0422.579703 Fax 0422.574436 www.confediliziatreviso.it - e-mail: info@confediliziatreviso.it CORSO PER AMMINISTRATORI DEL

Dettagli

Modifiche alla disciplina del condominio negli edifici A.C. 4041

Modifiche alla disciplina del condominio negli edifici A.C. 4041 Camera dei deputati - XVI Legislatura - Dossier di documentazione (Versione per stampa) Autore: Titolo: Riferimenti: Servizio Studi - Dipartimento istituzioni Modifica alla disciplina del condominio negli

Dettagli

Speciale Dossier Condominio

Speciale Dossier Condominio Modifiche alla disciplina del condominio negli edifici Codice civile e Legislazione speciale Testo aggiornato ai sensi della Legge 11 dicembre 2012, n. 220, con le variazioni introdotte dal Decreto Legge

Dettagli

DISCIPLINA VIGENTE COME MODIFICATA DAL TESTO DI RIFORMA DEL CONDOMINIO

DISCIPLINA VIGENTE COME MODIFICATA DAL TESTO DI RIFORMA DEL CONDOMINIO >> Inserto DISCIPLINA VIGENTE COME MODIFICATA DAL TESTO DI RIFORMA DEL CONDOMINIO Avvertenza: in neretto sono riportate le norme sostituite, aggiunte o modificate dal testo di riforma CODICE CIVILE LIBRO

Dettagli

Condominio, per i risparmi energetici basta la maggioranza dei presenti.ipsoa.it

Condominio, per i risparmi energetici basta la maggioranza dei presenti.ipsoa.it Condominio, per i risparmi energetici basta la maggioranza dei presenti.ipsoa.it Claudio Bovino La riforma della disciplina del condominio, nel modificare l'articolo del codice civile dedicato alle innovazioni,

Dettagli

Le tabelle millesimali

Le tabelle millesimali La riforma del condominio Le tabelle millesimali Formazione Revisione Impugnazione Camera di Commercio di Torino 11 novembre 2013 avv. Roberto Bella DEFINIZIONE Le tabelle millesimali rappresentano le

Dettagli

RIFORMA DEL CONDOMINIO: entrano in vigore dal 18 giugno gli obblighi di cui alla legge 220/12

RIFORMA DEL CONDOMINIO: entrano in vigore dal 18 giugno gli obblighi di cui alla legge 220/12 RIFORMA DEL CONDOMINIO: entrano in vigore dal 18 giugno gli obblighi di cui alla legge 220/12 Il 18 giugno saranno decorsi i sei mesi di tempo, concessi per prepararsi alle novità, dalla pubblicazione

Dettagli

Avv. Emanuela Moretti Via Carpanelli 10 Pavia avv.moretti@tiscali.it Tel 0382/26454 fax 0382/302453 LA RIFORMA DEL CONDOMINIO

Avv. Emanuela Moretti Via Carpanelli 10 Pavia avv.moretti@tiscali.it Tel 0382/26454 fax 0382/302453 LA RIFORMA DEL CONDOMINIO Avv. Emanuela Moretti Via Carpanelli 10 Pavia avv.moretti@tiscali.it Tel 0382/26454 fax 0382/302453 LA RIFORMA DEL CONDOMINIO La L. 11.12.12 n. 220, in vigore dal 18.06.13, ha apportato rilevanti modifiche

Dettagli

CORSO PER AMMINISTRATORI DEL PROPRIO CONDOMINIO. PROGRAMMA DAL 15 OTTOBRE 2015 AL 26 NOVEMBRE 2015 (Durata 20 ore)

CORSO PER AMMINISTRATORI DEL PROPRIO CONDOMINIO. PROGRAMMA DAL 15 OTTOBRE 2015 AL 26 NOVEMBRE 2015 (Durata 20 ore) A.P.E. ASSOCIAZIONE PROPRIETA EDILIZIA Riviera Garibaldi, 19 31100 TREVISO Tel. 0422.579703 Fax 0422.574436 www.confediliziatreviso.it - e-mail: info@confediliziatreviso.it CORSO PER AMMINISTRATORI DEL

Dettagli

Regolamento per l autogestione dei servizi accessori da parte degli utenti di alloggi di E.R.P.

Regolamento per l autogestione dei servizi accessori da parte degli utenti di alloggi di E.R.P. Regolamento per l autogestione dei servizi accessori da parte degli utenti di alloggi di E.R.P. Le norme contenute nel presente regolamento disciplinano le autogestioni dei servizi accessori, degli spazi

Dettagli

N. 01/2013. 13 Aprile 2013

N. 01/2013. 13 Aprile 2013 N. 01/2013 13 Aprile 2013 Il bilancio condominiale Innanzitutto cerchiamo di intenderci sul concetto di bilancio condominiale, termine non proprio del condominio ma delle società. In maniera estremamente

Dettagli

LA RIFORMA DEL CONDOMINIO Legge 11 dicembre 2012, n. 220

LA RIFORMA DEL CONDOMINIO Legge 11 dicembre 2012, n. 220 LA RIFORMA DEL CONDOMINIO Legge 11 dicembre 2012, n. 220 (Gazzetta Ufficiale n. 293 del 17/12/2012 ) (in vigore dal 18 giugno 2013) ASSEMBLEA DI CONDOMINIO Camera di Commercio di Torino 11 novembre 2013

Dettagli

CORSO PER REVISORI DELLA CONTABILITA' CONDOMINIALE (art. 1130 - bis Codice Civile) PROGRAMMA DAL 07 MAGGIO 2015 AL 25 GIUGNO 2015 (Durata 15 ore)

CORSO PER REVISORI DELLA CONTABILITA' CONDOMINIALE (art. 1130 - bis Codice Civile) PROGRAMMA DAL 07 MAGGIO 2015 AL 25 GIUGNO 2015 (Durata 15 ore) A.P.E. ASSOCIAZIONE PROPRIETA EDILIZIA Riviera Garibaldi, 19 31100 TREVISO Tel. 0422.579703 Fax 0422.574436 www.confediliziatreviso.it - e-mail: info@confediliziatreviso.it CORSO PER REVISORI DELLA CONTABILITA'

Dettagli

Studio Tecnico e Architettura Amministrazione e Gestione Condominiali Immobiliare Servizi CAF. Tariffario Amministrazioni Condominiali 2015

Studio Tecnico e Architettura Amministrazione e Gestione Condominiali Immobiliare Servizi CAF. Tariffario Amministrazioni Condominiali 2015 Tariffario Amministrazioni Condominiali 2015 Le tariffe applicate sono chiare e vengono calcolate in base al numero di unità immobiliari presenti nel Condominio che a sua volta determinano l impegno dell

Dettagli

La riforma del condominio (legge 17.12.2012 n.220 entrata in vigore il 17.06.2013).

La riforma del condominio (legge 17.12.2012 n.220 entrata in vigore il 17.06.2013). La riforma del condominio (legge 17.12.2012 n.220 entrata in vigore il 17.06.2013). Art.1117 Codice Civile (Parti comuni dell edificio) Sono oggetto di proprietà comune dei proprietari delle singole unità

Dettagli

La riforma del condominio LEGGE 11 dicembre 2012, n. 220. Modifiche alla disciplina del condominio negli edifici. Entrata in vigore: 18/06/2013

La riforma del condominio LEGGE 11 dicembre 2012, n. 220. Modifiche alla disciplina del condominio negli edifici. Entrata in vigore: 18/06/2013 La riforma del condominio LEGGE 11 dicembre 2012, n. 220 Modifiche alla disciplina del condominio negli edifici. Entrata in vigore: 18/06/2013 Art. 1 L'articolo 1117 del codice civile è sostituito dal

Dettagli

Intervento al Convegno organizzato da ALAC - Confcommerco sede di Bologna Camere Civili di Bologna Alberto Tabanelli

Intervento al Convegno organizzato da ALAC - Confcommerco sede di Bologna Camere Civili di Bologna Alberto Tabanelli 1 ASSOCIAZIONE LIBERI AMMINISTRATORI CONDOMINIALI SEDE DI BOLOGNA - GRUPPO ASCOM CASA- - alac@ascom.bo.it - www.alac.bo.it - Strada Maggiore 23 40125 Bologna Tel 051/ 648.75.24 Fax 051/648.76.73 ( * )

Dettagli

Programma del corso. LEZIONE 1 Martedì, 24.2.2015 Condominio, supercondominio, consorzi. Diritti reali e rapporti tra proprietari.

Programma del corso. LEZIONE 1 Martedì, 24.2.2015 Condominio, supercondominio, consorzi. Diritti reali e rapporti tra proprietari. Programma del corso MODULO 1 IL CONDOMINIO LEZIONE 1 Martedì, 24.2.2015 Condominio, supercondominio, consorzi 1. Proprietà di beni immobiliari e contitolarità di diritti 2. Comunione e condominio: similitudini

Dettagli

STUDIO GERMANI IL CODICE CIVILE DEL CONDOMINIO (con le modifiche apportate)

STUDIO GERMANI IL CODICE CIVILE DEL CONDOMINIO (con le modifiche apportate) STUDIO GERMANI IL CODICE CIVILE DEL CONDOMINIO (con le modifiche apportate) Art. 1117, Parti comuni dell'edificio Art. 1118, Diritti dei partecipanti sulle cose comuni Art. 1119, Indivisibilita' Art. 1120,

Dettagli

Nuovo manuale pratico aggiornato con le ultime novità per conoscere diritti e doveri e vivere in pace nel condominio

Nuovo manuale pratico aggiornato con le ultime novità per conoscere diritti e doveri e vivere in pace nel condominio DIRITTI DEL CONDOMINO di Francesco Tavano Nuovo manuale pratico aggiornato con le ultime novità per conoscere diritti e doveri e vivere in pace nel condominio Testo utilissimo per condòmini, amministratori

Dettagli

www.ildirittoamministrativo.it RIFORMA CONDOMINIO Sempre più vicina l approvazione definitiva del riforma del Condominio.

www.ildirittoamministrativo.it RIFORMA CONDOMINIO Sempre più vicina l approvazione definitiva del riforma del Condominio. RIFORMA CONDOMINIO Sempre più vicina l approvazione definitiva del riforma del Condominio. Dopo il passaggio alla Camera e le modifiche da essa apportate, il disegno di legge As 71-b che si propone una

Dettagli

Breve guida pratica al Condominio. Una micro società con le sue regole

Breve guida pratica al Condominio. Una micro società con le sue regole Breve guida pratica al Condominio Una micro società con le sue regole Quando nasce il condominio? Il condominio nell edificio nasce quando questo è diviso almeno in due proprietà esclusive appartenenti

Dettagli

Articolo 1117. - (Parti comuni dell edificio)

Articolo 1117. - (Parti comuni dell edificio) 1. L articolo 1117 del codice civile è sostituito dal seguente: Articolo 1117. - (Parti comuni dell edificio) Sono oggetto di proprietà comune dei proprietari dei diversi piani o porzioni di piano di un

Dettagli

Assemblea condominiale tabelle riepilogative sui quorum richiesti

Assemblea condominiale tabelle riepilogative sui quorum richiesti Assemblea condominiale tabelle riepilogative sui quorum richiesti QUORUM PER LA COSTITUZIONE DELL ASSEMBLEA: OGGETTO CONDOMINI MILLESIMI CONVOCAZIONE Costituzione dell Assemblea 2/3 del valore dell intero

Dettagli

AREA PROFESSIONALIZZANTE

AREA PROFESSIONALIZZANTE LOMBARDIA Viale Monza 59 20127 Milano tel. 02.26119251 lombardia@enforma.biz VENETO via Lamarmora 12/2 30173 Mestre VE tel. 041.610918 veneto@enforma.biz www.enforma.biz Regione Lombardia Accreditamento

Dettagli

approvato dal Senato della Repubblica il 26 gennaio 2011, in un testo risultante dall unificazione dei disegni di legge

approvato dal Senato della Repubblica il 26 gennaio 2011, in un testo risultante dall unificazione dei disegni di legge Senato della Repubblica XVI LEGISLATURA DISEGNO DI LEGGE approvato dal Senato della Repubblica il 26 gennaio 2011, in un testo risultante dall unificazione dei disegni di legge (V. Stampati nn. 71, 355,

Dettagli

Riforma condominio: cosa cambia dal 18 giugno 2013:

Riforma condominio: cosa cambia dal 18 giugno 2013: Riforma condominio: cosa cambia dal 18 giugno 2013: Il 18 giugno 2013 sono entrati in vigore i 32 articoli della legge 11 dicembre 2012, n. 220, intitolata Modifiche alla disciplina del condominio negli

Dettagli

MEDIANACI FORMAZIONE E CONCILIAZIONE S.r.l. - Società Unipersonale

MEDIANACI FORMAZIONE E CONCILIAZIONE S.r.l. - Società Unipersonale 1 ANACI Associazione Nazionale Amministratori Condominiali e Immobiliari Progetto Formazione Continua Amministratori Immobiliari e Condominiali Professionisti per una migliore qualità di vita nelle città

Dettagli

Studio. Vasini snc. Amministrazioni Condominiali, Immobiliari, Servizi e Consulenze c/terzi

Studio. Vasini snc. Amministrazioni Condominiali, Immobiliari, Servizi e Consulenze c/terzi LA RIFORMA DEL CONDOMINIO (Legge 220/2012, in vigore dal 18/06/2013) Focus Informativo È entrata in vigore il 18 giugno 2013 Animali da compagnia a prova di regolamento - Via libera alla videosorveglianza

Dettagli

Sindacato Territoriale Pensionati di Milano Metropoli

Sindacato Territoriale Pensionati di Milano Metropoli Per chi vuole saperne di più.. nuove regole CONDOMINIALI La riforma del condominio: ecco cosa cambia La legge 11 dicembre 2012, n. 220, Modifiche alla disciplina del condominio negli edifici, è stata pubblicata

Dettagli

Èormai nota l approvazione definitiva in Parlamento del testo di legge di riforma in materia condominiale.

Èormai nota l approvazione definitiva in Parlamento del testo di legge di riforma in materia condominiale. La riforma del Condominio: tutte le novità punto per punto Presentiamo una completa panoramica di tutte le principali novità introdotte dal testo di riforma della disciplina del Condominio negli edifici,

Dettagli

CORSO DI FORMAZIONE PROFESSIONALE PER AMMINISTRATORI DI CONDOMINIO - ANNO 2015-2016

CORSO DI FORMAZIONE PROFESSIONALE PER AMMINISTRATORI DI CONDOMINIO - ANNO 2015-2016 CORSO DI FORMAZIONE PROFESSIONALE PER AMMINISTRATORI DI CONDOMINIO - ANNO 2015-2016 L'esperienza dei Corsi di formazione per Amministratori Immobiliari organizzati dalla ANAPI è più che matura. Dopo una

Dettagli

REGOLAMENTO TIPO PER L AUTOGESTIONE DEI SERVIZI ACCESSORI E DEGLI SPAZI COMUNI RELATIVI AGLI ALLOGGI DI EDILIZIA RESIDENZIALE PUBBLICA ART.

REGOLAMENTO TIPO PER L AUTOGESTIONE DEI SERVIZI ACCESSORI E DEGLI SPAZI COMUNI RELATIVI AGLI ALLOGGI DI EDILIZIA RESIDENZIALE PUBBLICA ART. REGOLAMENTO TIPO PER L AUTOGESTIONE DEI SERVIZI ACCESSORI E DEGLI SPAZI COMUNI RELATIVI AGLI ALLOGGI DI EDILIZIA RESIDENZIALE PUBBLICA ART.1 ( Oggetto dell autogestione ) Gli assegnatari in locazione semplice

Dettagli

Seminari di aggiornamento sulla "Riforma del condominio"

Seminari di aggiornamento sulla Riforma del condominio ANACI Associazione Nazionale Amministratori Condominiali e Immobiliari SEDE PROVINCIALE DI LECCE VIA TRAPANI 7/B Seminari di aggiornamento sulla "Riforma del condominio" Centro Studi Anaci LECCE INFO:

Dettagli

Animali domestici Regole di buon vicinato Rumori molesti Utente sapiens in caso di liti condominiali ti suggerisce di appianare i problemi in via

Animali domestici Regole di buon vicinato Rumori molesti Utente sapiens in caso di liti condominiali ti suggerisce di appianare i problemi in via La riforma del CONDOMINIO Indice Regole di buon vicinato - Rumori molesti -Animali domestici -Spazi comuni -Lavori di ristrutturazione -Riscaldamento Riforma del condominio a cura del Dott. Alessandro

Dettagli

PROGRAMMA CORSO ANACI SIENA

PROGRAMMA CORSO ANACI SIENA PROGRAMMA CORSO ANACI SIENA LEZIONE N.1 23 Settembre LEZIONE N.2 25 Settembre LEZIONE N.3 27 Settembre LEZIONE N.4 30 Settembre Saluto ai partecipanti al Corso da parte del Presidente Provinciale ANACI

Dettagli

LE INNOVAZIONI. a cura dell avv. Gennaro Guida gennaro.guida@email.it

LE INNOVAZIONI. a cura dell avv. Gennaro Guida gennaro.guida@email.it LE INNOVAZIONI a cura dell avv. Gennaro Guida gennaro.guida@email.it Art. 1120 c.c. (Innovazioni) Cosa sono le innovazioni? beni o servizi condominiali nuovi modificazioni materiali alterazione dell'entità

Dettagli

REGOLAMENTO AUTOGESTIONE DEGLI ALLOGGI E DEI SERVIZI

REGOLAMENTO AUTOGESTIONE DEGLI ALLOGGI E DEI SERVIZI REGOLAMENTO AUTOGESTIONE DEGLI ALLOGGI E DEI SERVIZI Regolamento per la gestione autonoma dei servizi in applicazione della Legge regionale n. 22/2001 art. 22, 23 e 24 e della Delibera del Consiglio A.T.C.

Dettagli

7 CORSO DI FORMAZIONE PROFESSIONALE PER

7 CORSO DI FORMAZIONE PROFESSIONALE PER 7 CORSO DI FORMAZIONE PROFESSIONALE PER AMMINISTRATORE CONDOMINIALE ANNO 2015 * * * * * La durata del corso Il corso, che si svolgerà a Verona presso la sede dell associazione, sarà tenuto da avvocati,

Dettagli

CONTROVERSIE IN MATERIA CONDOMINIALE. La delibera condominiale è annullabile, dunque impugnabile nel termine

CONTROVERSIE IN MATERIA CONDOMINIALE. La delibera condominiale è annullabile, dunque impugnabile nel termine CONTROVERSIE IN MATERIA CONDOMINIALE Delibera condominiale: nomi favorevoli e contrari La delibera condominiale è annullabile, dunque impugnabile nel termine perentorio di trenta giorni a decorrere dalla

Dettagli

ART. 1. 1. L articolo 1117 del codice civile è sostituito dal seguente: ART. 1117.

ART. 1. 1. L articolo 1117 del codice civile è sostituito dal seguente: ART. 1117. ART. 1. ART. 1. Art. 1117. Parti comuni dell'edificio. Sono oggetto di proprietà comune dei proprietari dei diversi piani o porzioni di piani di un edificio, se il contrario non risulta dal titolo: 1)

Dettagli