IL VANTAGGIO COMPETITIVO FOCALIZZATO SULLA MASSIMA SODDISFAZIONE DEL CLIENTE

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "IL VANTAGGIO COMPETITIVO FOCALIZZATO SULLA MASSIMA SODDISFAZIONE DEL CLIENTE"

Transcript

1 CRM DI «TERZA GENERAZIONE»: NUOVE FRONTIERE NELLA GESTIONE DEL CLIENTE IL VANTAGGIO COMPETITIVO FOCALIZZATO SULLA MASSIMA SODDISFAZIONE DEL CLIENTE di Carmine Cutone, Fabiana Ruffini e Silvia Ferretti Marketing >> Customer Relationship Management

2 IMPORTANZA DEL CUSTOMER RELATIONSHIP MANAGEMENT Le dimensioni strategiche Attraverso il rafforzamento delle relazioni con la clientela e la personalizzazione delle soluzioni di marketing, il Customer Relationship Management può agevolare le organizzazioni nello sviluppo di key capabilities rilevanti per identificare, attrarre e mantenere i clienti «importanti»: questi clienti rappresentano, infatti, la «leva» per una sostanziale crescita delle revenues attese. Il CRM si sviluppa, quindi, intorno a tre «dimensioni strategiche» (Tavola 1): - efficacia delle vendite; - centralità del cliente; - call centre solution. L interazione di queste tre dimensioni consente «l avvicinamento» ai principali requisiti previsti per un Customer Interaction Center, come «Single Point of Contact», a supporto delle esigenze espresse da clienti dell'azienda: - unicità; - completezza delle Informazioni; - capacità e rapidità nelle soluzioni proposte; e permette l importante «link» tra gli obiettivi aziendali ed i benefici ottenibili, quali risultato di questo tipo di interazione (esempio riportato nella Tavola 2). Tavola 1 - Dimensioni strategiche del CNR 1. Efficacia delle vendite Evoluzione del processo di vendita con il supporto di tecnologie ed organizzazione per migliorare la crescita dei ricavi, ridurre i costi delle operazioni di vendita, ed aumentare i margini di profitto, soddisfazione e fidelizzazione della Clientela 2. Centralità del cliente Evoluzione del processo di raccolta e gestione dei dati del Cliente per prevenire piuttosto che «curare» le esigenze della clientela 3. Call Center Solution Evoluzione del concetto di Call Center «reattivo» focalizzato sulla riduzione dei costi operativi, al concetto di «Centro di Contatto proattivo» nello sviluppo di relazioni con i clienti Il Modello di riferimento Per supportare l ipotesi di un Customer Relationship Management, frutto di costanti interazioni fra le variabili strategiche delineate, é necessario far uso di una metodologia chiara e strutturata. Tra i diversi schemi di riferimento, il «Modello delle 5 C» (Tavola 3) rappresenta un utile riferimento per l integrazione delle dimensioni di Business di ogni organizzazione che desideri perseguire una strategia di CRM evoluto, e si «candida» come valida guida per il disegno dei processi, per la definizione dell organizzazione e per la scelta delle tecnologie di CRM. Si può a questo punto domandare se il Customer Relationship Management, storicamente considerato «The great customer solution», è veramente la risposta alle necessità d ogni azienda che vuole rimanere competitiva in un mercato in continua evoluzione. Pagina 2 di 8

3 Tavola 2 - Obiettivi e benefici Macro-Obiettivi M inim izzare ilrischio dim igrazione dei Clienti Fornire una qualità elevata di Servizio al Cliente attraverso risposte e soluzioni identificate da operatorialtam ente specializzati. BeneficiOttenuti Aum ento de la soddisfazione dei Clienti per il servizio dic ustom er C are offerto Increm ento de la qualità del servizio ai diversi TargetdiClientela Crescita del live lo di fidelizzazione dei proprio pacchetto Clienti Riduzione del tasso di reclam i con una gestione proattiva de le richieste M iglioram ento de la percezione de l immagine aziendale Creare un Custom ercare proattivo. Supportare il lancio di nuovi prodotti e servizi Offrire Prodottie Servizipersonalizzati Ridurre icostied aum entare la produttività nella gestione de le richieste Aum ento de la proattività comm erciale con l utilizzo de le informazioni raccolte dal C ontatto con ilcliente M iglioram ento del presidio del mercato e de la conoscenza delcliente M iglioram ento de la distribuzione dei carichi di lavoro tra attività Increm ento de l efficacia deiprocessi Increm ento del num ero di richieste gestite in un solo contatto Tavola 3 - Modello delle «5 C» Close to the Customer Clear Vision Consistency with that Vision Continuous Improvement Connected to the rest of the Company Identificare i Clienti e comprenderne bisogni e aspettative Disporre un piano delle attività future che identifichi il modello di sviluppo della piattaforma a supporto Indirizzare e disribuire le attività di CRM per il raggiungimento degli obiettivi identificati Definire gli strumenti per il monitoraggio dell'efficacia/efficienza dei processi di riferimento Definire i Processi e le Procedure ed identificare le Aree di miglioramento Definire le integrazioni tra CRM e le altre aree aziendali Pagina 3 di 8

4 I Fattori critici di successo Dai dati emersi da alcune ricerche si rileva che alcune organizzazioni hanno registrato notevoli benefici in seguito al Re-engineering dei loro Processi di CRM: incrementi di reddito fino al 51%, miglioramento del margine del 2%, diminuzione dei costi di vendita del 46%, riduzione del tempo del ciclo di vendita del 25%, incremento della Customer Satisfaction di almeno il 20% (Tavola 4). D altro canto, però, molte altre aziende hanno lamentato che le loro iniziative di CRM non hanno portato alcun miglioramento rilevante, traducendosi di fatto solo in uno spreco di tempo e denaro. In base ad un indagine effettuata da Deloitte Consulting è emerso che la causa di così diversi risultati può essere riscontrata in due elementi fondamentali di cui tener conto: - l adozione di un corretto approccio nella realizzazione di tali iniziative; - i nuovi trend del CRM. In merito all approccio adottato, sono stati individuati alcuni fattori in grado di determinare il successo di un progetto. Tavola 4 - Esiti della ricerca Risultati percepiti delle iniziative di CRM Miglioramento significativo Miglioramento modesto Nessun Miglioramento 0% 5% 10% 15% 20% 25% 30% 35% 40% 45% 50% % di risposte delle interviste Analisi dei processi Spesso si commette l errore di focalizzarsi immediatamente sulla tecnologia da adottare, senza prima avere una chiara visione dei processi esistenti di marketing, vendita e customer care, indispensabile per comprendere quali sono le reali carenze su cui intervenire ed i potenziali miglioramenti da apportare. Uso intelligente della tecnologia La tecnologia adottata deve essere volta alla risoluzione di specifiche esigenze di business; la scelta della tecnologia, quindi, dovrebbe essere effettuata allo scopo di supportare i processi; molto spesso accade, però, l esatto contrario, in quanto si richiede l adeguamento dei processi alla tecnologia adottata. Supporto da parte dei dirigenti Le iniziative di successo sono sempre sponsorizzate da un Executive appartenente alla classe dirigenziale dell azienda, convinto della necessità del cambiamento in atto, in grado di supervisionare le attività in corso e di rimuoverne i possibili ostacoli. Coinvolgimento degli utenti Anche il migliore dei processi, supportato dalla più sofisticata tecnologia disponibile sul mercato, può portare a risultati deludenti se gli utenti finali (quelli che dovranno effettivamente utilizzare il nuovo sistema realizzato) non sono stati in alcun modo coinvolti nel progetto. Per superare la potenziale «resistenza al cambiamento», sono state ipotizzate diverse modalità di coinvolgimento: 1. creazione di un gruppo «pilota», in grado di testare le funzionalità del sistema prima del roll-out; Pagina 4 di 8

5 2. previsione di adeguate sessioni di training che possono essere effettuate con modalità «train-thetrainer» per responsabilizzare i manager e per dare maggiore importanza al progetto; 3. garanzia di supporto agli utenti in fase di esercizio del sistema. Adeguata scelta dello Staff Il team di progetto deve possedere le capacità necessarie a ricoprire le quattro aree di competenza indispensabili per condurre con successo un iniziativa di CRM: 1. Re-engineering; 2. System Customization; 3. System Integration; 4. Change Management. Approccio per fasi successive: E consigliabile non stravolgere l azienda con cambiamenti significativi da apportare in un unica soluzione (approccio jump, piuttosto che step-by-step), anche se l iniziativa intrapresa si propone obiettivi di medio e lungo termine: è preferibile, infatti, suddividere il progetto in fasi successive, determinando lo scopo di ciascuna fase secondo un analisi di priorità degli interventi da apportare. Altri fattori di mancato successo I fattori critici di successo non rappresentano però l unico «ostacolo» da superare: sono stati individuati, infatti, altri motivi di mancato successo delle iniziative di CRM, quali l implementazione di soluzioni tradizionali e la mancata considerazione dell importanza sviluppata dalla relazione cliente-azienda: tutte queste considerazioni si rispecchiano nel trend delle iniziative di CRM. Rispetto all approccio iniziale, indirizzato al solo raggiungimento di una maggiore efficienza, intesa come riduzione dei costi interni (implementazione processi paper-less, riduzione time-to-market, ecc.) il focus dei progetti di CRM si è progressivamente spostato sull efficacia delle attività di vendita, sulla Customer Satisfaction, sulla Customer Loyalty e sulla massimizzazione della profittabilità per cliente; era ormai chiaro che l efficienza da sola non consentiva il raggiungimento dei molteplici obiettivi di business delle organizzazioni interessate all approccio CRM. Lo scopo dei progetti è stato via via ampliato ed un numero sempre più ampio di attori è stato coinvolto: non più la sola «forza vendita» ma anche operatori di marketing, utenti di customer service e di telebusiness (Tavola 5). Oggi si sta affermando un concetto ancora più innovativo: il cliente è imprescindibilmente uno degli utenti finali del sistema. Tavola 5 - Attori coinvolti Utenti target Field Sales Sales Management Marketing Customer Support TeleBusiness Senior Management Channel Partners Finance Other 0% 10% 20% 30% 40% 50% 60% 70% 80% 90% 100% Pagina 5 di 8

6 APPROCCIO DI «TERZA GENERAZIONE» AL CRM La considerazione del cliente come elemento di centralità nell analisi dei processi e nell implementazione delle tecnologie a supporto del CRM, ha progressivamente «stimolato» le aziende verso l adozione di un nuovo approccio nella gestione delle relazioni con il cliente. Questo approccio, chiamato di «terza generazione», rappresenta la naturale evoluzione del CRM e consente alle aziende che lo adottano, di incamminarsi verso un nuovo concetto di vantaggio competitivo: non più la sola posizione privilegiata di mercato, ma la massima soddisfazione per il cliente, ottenuta attraverso il riconoscimento del valore dell'azienda. La Tavola 6 mostra sinteticamente gli step di questa evoluzione La «nuova» concezione del CRM si basa sull adozione dei seguenti principi di seguito descritti. Interazione Fisica Approccio «Face to Face» Venditore/Cliente Gestione «Paper-Based» delle esigenze del Cliente Interazione Telefonica Approccio «Walk-In» Venditore/Cliente Gestione Contatto Telefonico dei «Bisogni» del Cliente Interazione Multimediale Approccio «Self-Service» per la gestione dell'ordine (Internet/Accesso da remoto) Gestione dei «Desideri» del Cliente Self-Service Telefonico e Speech Recognition Postazioni multimediali Implementazione di un Customer Self Service Utilizzo di Tecnologie in grado di abilitare «una finestra di comunicazione» fra il cliente e l azienda: il cliente ricerca un canale di comunicazione on-line personalizzato ed efficace. Adozione di «Best In Class Capabilities» Sviluppo di capacità in grado di consentire all azienda rapidità di risposta alle «esigenze» di mercato e alle «criticità» evidenziate dal cliente che desidera riposte immediate in linea con le tendenze del mercato di riferimento. Sviluppo di un «Very Different Customer Approach» Creazione di valore aggiunto percepito dal cliente per i servizi ricevuti: il cliente non è più preoccupato dal costo del servizio, ma è attento alla qualità erogata sul servizio stesso. Focalizzazione sulle «Business Opportunities» Realizzazione del giusto equilibrio tra costi e opportunità: il cliente spesso richiede servizi con indicativi investimenti iniziali. l azienda deve poter «vedere» nel tempo il rendimento ottenuto da queste «soluzioni dedicate» in termini di fidelizzazione e riduzione del tasso di mutamento. «Delivering» flessibile, fluido e veloce Creazione di un organizzazione flessibile in grado di supportare i «near-real-time changes» di mercato: il cliente deve avere la percezione che l azienda sia in grado di realizzare, in ogni momento, soluzioni «su misura» in riposta alle sue esigenze. RAPPORTO CON L'E-BUSINESS Le aziende leader che adottano questo approccio e «vivono» tali principi all interno delle proprie organizzazioni, vengono definite oggi come rapid adopter. Pagina 6 di 8

7 Tali aziende hanno ripensato processi e tecnologie in funzione del nuovo tipo di relazione con il Cliente: sono evidenti oggi le sinergie derivanti dall integrazione delle tradizionali applicazioni di CRM con le nuove applicazioni di e-business (e-crm). In particolare, si è affermato, quale elemento chiave della nuova architettura, l utilizzo del «portale» di servizi on-line: tale strumento consente ai clienti di accedere direttamente ai sistemi di business dell azienda, mettendo così in pratica il concetto di «self service». Attraverso Internet quale canale di vendita, marketing e Customer Care, l azienda è in grado di cogliere l opportunità di raggiungere una posizione vincente rispetto al Cliente: l accesso real-time alle informazioni su prodotti/servizi, prezzi ed offerte personalizzate, la registrazione di ordini on-line (con possibilità di seguire l andamento delle attività di provisioning), la visualizzazione delle fatture e dei relativi pagamenti, l invio di trouble ticket (con possibilità di verificarne lo stato di lavorazione), rappresentano soltanto alcuni esempi delle enormi potenzialità di un portale. Il cliente, nell ottica di questa nuova concezione di vantaggio competitivo, riesce quindi a percepire come immediati i seguenti benefici: ricerca rapida delle informazioni necessarie per procedere ad acquisti on-line; agevoli confronti tra le offerte dei potenziali fornitori; accesso 24 ore su 24, 7 giorni su 7 ad un «magazzino virtuale» sempre aperto; segnalazione ed eventuale risoluzione on-line delle esigenze, evitando i fastidiosi minuti d attesa propri di un tradizionale call center. Inoltre, il fatto stesso di poter agire in modo autonomo è percepito dal cliente come erogazione di un livello più elevato di servizio da parte dell azienda. Nello stesso tempo, quest ultima beneficia di minori costi di struttura e soprattutto della possibilità di raccogliere un enorme quantità di preziose informazioni sul cliente e sul suo comportamento d acquisto. La conoscenza del cliente consente all azienda di personalizzare sempre più i servizi offerti e di adottare azioni di marketing mirate su specifici target, riducendo così notevolmente il rischio di «rimescolamento». Ad oggi, le aziende che operano nel settore delle telecomunicazioni sembrano aver acquisito una posizione privilegiata nel mondo dei portali; l utilizzo delle reti e l accesso al «Free Web» consente loro una rapida diffusione dei servizi e favorisce la creazione di nuovi e sempre più fruibili canali di comunicazione: l avvento delle tecnologie emergenti (WAP, UMTS, ecc.) ci sta ormai preparando a vivere l era dei «portali mobili». Pagina 7 di 8

8 GLOSSARIO Customer Relationschip Management (CRM) Insieme di strumenti informatici strutturati per sviluppare un processo continuo di integrazione di prodotti e servizi nell'ottica della gestione dei processi aziendali rivolti allo sviluppo di nuovi rapporti con i clienti. Customer Satisfaction Elemento qualificante del Total Quality Management: attraverso indagini e interviste (affidate ad enti esterni) l'azienda individua il grado di soddisfazione dei propri clienti in relazione ai prodotti ed ai servizi loro offerti; la Cistomer satisfactione può essere considerata come il punto di partenza per il miglioramento dei processi aziendali.. Documento reperibile, assieme ad altre monografie, nella sezione Dossier del sito Documento pubblicato su licenza di Ipsoa Editore S.r.l. Copyright Ipsoa Editore S.r.l. Fonte: Amministrazione & Finanza-Quindicinale di gestione, pianificazione e controllo aziendale, Ipsoa Editore Pagina 8 di 8

Dal CRM all e-crm. Andrea De Marco

Dal CRM all e-crm. Andrea De Marco Dal CRM all e-crm Andrea De Marco Qualità Uno dei principali fattori competitivi nell attuale contesto di mercato è rappresentato dalla qualità delle relazione online che vengono gestite tramite servizi

Dettagli

di Giorgia Facchini Marketing e vendite >> CRM

di Giorgia Facchini Marketing e vendite >> CRM STRATEGIE DI CUSTOMER RELATIONSHIP MANAGEMENT di Giorgia Facchini Marketing e vendite >> CRM INTRODUZIONE L acronimo CRM sta per Customer Relationship Management, ossia gestione delle relazioni con i clienti,

Dettagli

STRATEGIE PER LA CRESCITA PROFITTEVOLE Gestire le vendite e il servizio per sostenere prezzi e margini

STRATEGIE PER LA CRESCITA PROFITTEVOLE Gestire le vendite e il servizio per sostenere prezzi e margini STRATEGIE PER LA CRESCITA PROFITTEVOLE Gestire le vendite e il servizio per sostenere prezzi e margini Vicenza, 5 marzo 2013 Relatore: FABIO VENTURI Consulente di direzione e formatore. Testimonianza:

Dettagli

Customer Relationship Management (Gestione Rapporto con i Clienti): cos'è e cosa può fare per aumentare la fedeltà dei Clienti

Customer Relationship Management (Gestione Rapporto con i Clienti): cos'è e cosa può fare per aumentare la fedeltà dei Clienti Customer Relationship Management (Gestione Rapporto con i Clienti): cos'è e cosa può fare per aumentare la fedeltà dei Clienti I profondi e rapidi cambiamenti che in questi anni si sono manifestati in

Dettagli

Dal CRM all ERM: nella condivisione degli obiettivi di business la chiave di una strategia di successo

Dal CRM all ERM: nella condivisione degli obiettivi di business la chiave di una strategia di successo Dal CRM all ERM: nella condivisione degli obiettivi di business la chiave di una strategia di successo ABI CRM 2002 Gabriella Lo Conte Marketing Manager Roma, 13 Dicembre 2002 Agenda TeleAp Customer Relationship

Dettagli

di Giorgia Facchini (*)

di Giorgia Facchini (*) strategica Strategie di Customer Relationship Management di Giorgia Facchini (*) Il Customer Relationship Management ha costituito negli ultimi anni un opportunità a disposizione delle PMI per poter valutare

Dettagli

Conoscere il cliente e le sue potenzialità: l importanza della business intelligence in banca

Conoscere il cliente e le sue potenzialità: l importanza della business intelligence in banca Conoscere il cliente e le sue potenzialità: l importanza della business intelligence in banca Luca Molteni Elena Feltrinelli Università Bocconi Milano Convegno ABI Dimensione Cliente Roma, 13 febbraio

Dettagli

gestione documentale dalla dematerializzazione dei documenti alla digitalizzazione dei processi fino all azienda digitale

gestione documentale dalla dematerializzazione dei documenti alla digitalizzazione dei processi fino all azienda digitale gestione documentale dalla dematerializzazione dei documenti alla digitalizzazione dei processi fino all azienda digitale Gestione documentale Gestione documentale Dalla dematerializzazione dei documenti

Dettagli

Criteri fondamentali per un sistema CRM

Criteri fondamentali per un sistema CRM Criteri fondamentali per un sistema CRM Definizione di C.R.M. - Customer Relationship Management Le aziende di maggiore successo dimostrano abilità nell identificare, capire e soddisfare i bisogni e le

Dettagli

Dal CRM Strategy al CRM Technology: la soluzione di Banca Popolare di Bari. Convegno ABI CRM 2004-13 dicembre 2004

Dal CRM Strategy al CRM Technology: la soluzione di Banca Popolare di Bari. Convegno ABI CRM 2004-13 dicembre 2004 Dal CRM Strategy al CRM Technology: la soluzione di Banca Popolare di Bari Giovanni Ciccone Stefania De Maria 080 5274824 Marketing Strategico Sistemi Informativi Convegno ABI CRM 2004-13 dicembre 2004

Dettagli

CRM: solo un inizio per la Customer Experience www.cdirectconsulting.it

CRM: solo un inizio per la Customer Experience www.cdirectconsulting.it CRM: solo un inizio per la Customer Experience www.cdirectconsulting.it Omar Zampollo INDICE CUSTOMER EXPERIENCE: DA SERVIZIO A ESPERIENZA CEM-CRM: il nuovo modo di intendere l organizzazione aziendale

Dettagli

ANALISI DI UN CASO DI EVOLUZIONE NELL ADOZIONE DELLA SOLUZIONE PROJECT AND PORTFOLIO MANAGEMENT DI HP.

ANALISI DI UN CASO DI EVOLUZIONE NELL ADOZIONE DELLA SOLUZIONE PROJECT AND PORTFOLIO MANAGEMENT DI HP. INTERVISTA 13 settembre 2012 ANALISI DI UN CASO DI EVOLUZIONE NELL ADOZIONE DELLA SOLUZIONE PROJECT AND PORTFOLIO MANAGEMENT DI HP. Intervista ad Ermanno Pappalardo, Lead Solution Consultant HP Software

Dettagli

LOGICAL Con i dati tra le nuvole Presentazione della piattaforma informatica di servizi logistici Business Workshop

LOGICAL Con i dati tra le nuvole Presentazione della piattaforma informatica di servizi logistici Business Workshop LOGICAL Con i dati tra le nuvole Presentazione della piattaforma informatica di servizi logistici Business Workshop Marino Cavallo Provincia di Bologna PROGETTO LOGICAL Transnational LOGistics' Improvement

Dettagli

Il CRM operativo. Daniela Buoli. 2 maggio 2006

Il CRM operativo. Daniela Buoli. 2 maggio 2006 Il CRM operativo 2 maggio 2006 1. Il marketing relazionale Il marketing relazionale si fonda su due principi fondamentali che è bene ricordare sempre quando si ha l opportunità di operare a diretto contatto

Dettagli

CRM E GESTIONE DEL CLIENTE

CRM E GESTIONE DEL CLIENTE CRM E GESTIONE DEL CLIENTE La concorrenza è così forte che la sola fonte di vantaggio competitivo risiede nella creazione di un valore superiore per i clienti, attraverso un investimento elevato di risorse

Dettagli

GAT.crm Customer Solution Case Study

GAT.crm Customer Solution Case Study GAT.crm Customer Solution Case Study NETSI e GAT.crm danno voce alla tua azienda IN BREVE Profilo aziendale NETSI è attiva da diversi anni sul molti fronti: ad esempio, è infatti uno dei maggiori partner

Dettagli

Teleperformance Italia

Teleperformance Italia Teleperformance Italia Customer acquisition e gestione della relazione con il Cliente Gabriele Albani 0 Roma, 13 febbraio 2007 1978-2006 Teleperformance All rights reserved Indice Il Gruppo Teleperformance

Dettagli

OSSERVATORIO CRM. Milano, Circolo della Stampa

OSSERVATORIO CRM. Milano, Circolo della Stampa OSSERVATORIO CRM Milano, Circolo della Stampa E la parola di pietra è caduta Sul mio petto ancora vivo. Non è nulla, ecco, ero preparata. In qualche modo la supererò. Ho molto lavoro oggi: occorre uccidere

Dettagli

Il marketing in rete Marketing relazionale e nuove tecnologie

Il marketing in rete Marketing relazionale e nuove tecnologie Il marketing in rete Marketing relazionale e nuove tecnologie Obiettivi della lezione Illustrare il passaggio dall orientamento alla transazione all orientamento alla relazione nel marketing contemporaneo

Dettagli

Docente di Impianti di Elaborazione presso il Politecnico di Milano e ricercatore di Politecnico Innovazione

Docente di Impianti di Elaborazione presso il Politecnico di Milano e ricercatore di Politecnico Innovazione I sistemi gestionali e le Piccole Medie Imprese A cura di Fabrizio Amarilli Docente di Impianti di Elaborazione presso il Politecnico di Milano e ricercatore di Politecnico Innovazione Articoli Sono noti

Dettagli

Il Customer Relationship Management

Il Customer Relationship Management Il Customer Relationship Management In sintesi In sintesi il Customer Relationship Management può essere definito come una disciplina finalizzata a migliorare l'efficacia elle interazioni con i propri

Dettagli

ATM: strategie ed innovazioni

ATM: strategie ed innovazioni ATM: strategie ed innovazioni Business e tecnologie Gli investimenti delle banche in tecnologia e nello sviluppo del canale Atm devono andare in direzione non solo dell efficienza e del cost saving, ma

Dettagli

DOVE LA REALTÀ RAGGIUNGE L IMMAGINAZIONE PRENDONO FORMA LE IDEE

DOVE LA REALTÀ RAGGIUNGE L IMMAGINAZIONE PRENDONO FORMA LE IDEE DOVE LA REALTÀ RAGGIUNGE L IMMAGINAZIONE PRENDONO FORMA LE IDEE Grazie alla sinergia delle sue business unit, GGF Group accorcia la distanza tra il presente che hai costruito e il futuro che sogni per

Dettagli

CRM (CUSTOMER RELATIONSHIP MANAGEMENT) CRM CRM CRM

CRM (CUSTOMER RELATIONSHIP MANAGEMENT) CRM CRM CRM (CUSTOMER RELATIONSHIP MANAGEMENT) Marco Pironti - Università di Torino 1 Executive summary Introduzione Obiettivi Fasi Architettura Tendenze evolutive Piano operativo Considerazioni Marco Pironti - Università

Dettagli

StartAPP. Make your life easy.

StartAPP. Make your life easy. StartAPP Make your life easy. La sinergia Broadway Solutions ed Enforma Solutions danno vita ad una nuova business unit, StartAPP interamente dedicata alla progettazione ed allo sviluppo di applicazioni

Dettagli

Semplicemente Outsourcing di qualita'

Semplicemente Outsourcing di qualita' Semplicemente Outsourcing di qualita' Business Oriented nasce dall esperienza ventennale di un gruppo di imprenditori e manager, specialisti del mondo delle telecomunicazioni e dei servizi, esperti di

Dettagli

AFTER SALES MANAGEMENT

AFTER SALES MANAGEMENT Esperienza e Innovazione AFTER SALES MANAGEMENT L approccio proposto da M&IT per trasformare il post-vendita in un Service Eccellente Consulenza di Direzione Risorse Umane Sistemi Normati Information Technology

Dettagli

Accenture Innovation Center for Broadband

Accenture Innovation Center for Broadband Accenture Innovation Center for Broadband Il nostro centro - dedicato alla convergenza e alla multicanalità nelle telecomunicazioni - ti aiuta a sfruttare al meglio il potenziale delle tecnologie broadband.

Dettagli

Contact Center. solutions

Contact Center. solutions Contact Center solutions Rafforzate le relazioni con i clienti e proteggete i profitti Il contact center è l interfaccia principale che la vostra organizzazione presenta alla sua risorsa più preziosa:

Dettagli

di Andrea Papavero Marketing e Vendite >> CRM

di Andrea Papavero Marketing e Vendite >> CRM RICONOSCERE I CLIENTI PROFITTEVOLI : GLI STRUMENTI DI VALUTAZIONE di Andrea Papavero Marketing e Vendite >> CRM DEFINIRE IL GRADO DI PROFITTABILITA DEL CLIENTE Avere un'organizzazione orientata al cliente

Dettagli

1st Class Teleselling

1st Class Teleselling Ridurre i costi e incrementare i risultati delle reti indirette L orientamento verso una rete di vendita indiretta rappresenta per l azienda una scelta di flessibilità organizzativa che garantisce rapidità

Dettagli

> LA TECNOLOGIA Per noi è una professione. Per voi sarà un gioco.

> LA TECNOLOGIA Per noi è una professione. Per voi sarà un gioco. > LA TECNOLOGIA Per noi è una professione. Per voi sarà un gioco. Perché investire in innovazione 2 Perché scegliere MediaNET 4 A chi si rivolge MediaNET 6 I numeri 7 Soluzioni e servizi 8 L identità MediaNET

Dettagli

ORDINE DI SERVIZIO ORGANIZZATIVO n. 434/AD del 11 mar 2005 Trenitalia S.p.A.

ORDINE DI SERVIZIO ORGANIZZATIVO n. 434/AD del 11 mar 2005 Trenitalia S.p.A. ORDINE DI SERVIZIO ORGANIZZATIVO n. 434/AD del 11 mar 2005 Trenitalia S.p.A. La struttura organizzativa DIREZIONE è confermata al dr. Paolo GAGLIARDO, con le specificazioni di seguito riportate. Alle dirette

Dettagli

Active Value Pricing. Costruire un ponte tra due visioni della performance d impresa.

Active Value Pricing. Costruire un ponte tra due visioni della performance d impresa. Active Value Pricing Costruire un ponte tra due visioni della performance d impresa. Il Pricing: la principale leva di miglioramento della redditività Lo scenario economico in cui le imprese operano è

Dettagli

COME MIGLIORARE IL PROPRIO BUSINESS?

COME MIGLIORARE IL PROPRIO BUSINESS? COME MIGLIORARE IL PROPRIO BUSINESS? Le soluzioni INNOVA CRM sono la risposta L ESIGENZA DI UN NUOVO SISTEMA GESTIONALE E tipico e auspicabile per un Azienda, nel corso degli anni, avere un processo di

Dettagli

trasformazione digitale

trasformazione digitale L'offerta digitale sarà il terreno sul quale si misurerà la competizione tra case editrici nell'immediato futuro: a cambiare sarà la concezione del prodotto editoriale, che dovrà adattarsi dinamicamente

Dettagli

CRM Downsizing Program

CRM Downsizing Program Azzerare i costi inutili del CRM e massimizzare il valore di quanto già realizzato S empre, e in special modo durante periodi di crisi, risulta vitale in azienda individuare tutte le potenziali fonti di

Dettagli

Multicanalità e-crm nei servizi Internet di Seat Pagine Gialle

Multicanalità e-crm nei servizi Internet di Seat Pagine Gialle Multicanalità e-crm nei servizi Internet di Seat Pagine Gialle Attilio Nertempi e Francesco Di Perna Con la collaborazione di Lucilla Livigni e Luca Barsotti Novembre 2001 INDICE 1 SEAT PAGINE GIALLE DIVISIONE

Dettagli

Gruppo Telecom Italia Linee Guida del Nuovo Piano Industriale 2014-2016

Gruppo Telecom Italia Linee Guida del Nuovo Piano Industriale 2014-2016 GRUPPO TELECOM ITALIA Il Piano Industriale 2014-2016 Gruppo Telecom Italia Linee Guida del Nuovo Piano Industriale 2014-2016 - 1 - Piano IT 2014-2016 Digital Telco: perché ora I paradigmi di mercato stabile

Dettagli

Convegno CMMC, Internet Expò 19 gennaio 2002, Milano. We@bank

Convegno CMMC, Internet Expò 19 gennaio 2002, Milano. We@bank Flavia COSTI Direttore Customer Support Team flavia.costi@weservice.it Convegno CMMC, Internet Expò 19 gennaio 2002, Milano 1 il Brand We@bank We@bank è l iniziativa online creata da Banca Popolare di

Dettagli

MARKETING INTELLIGENCE SUL WEB:

MARKETING INTELLIGENCE SUL WEB: Via Durini, 23-20122 Milano (MI) Tel.+39.02.77.88.931 Fax +39.02.76.31.33.84 Piazza Marconi,15-00144 Roma Tel.+39.06.32.80.37.33 Fax +39.06.32.80.36.00 www.valuelab.it valuelab@valuelab.it MARKETING INTELLIGENCE

Dettagli

PRESENTAZIONE SERVIZI P.M.I.

PRESENTAZIONE SERVIZI P.M.I. PRESENTAZIONE SERVIZI P.M.I. Profilo La Società Hermes nasce nel 2010 per portare sul mercato le esperienze maturate da un team di specialisti e ricercatori informatici che hanno operato per anni come

Dettagli

Soluzioni di Contact Centre

Soluzioni di Contact Centre Soluzioni di Contact Centre Agenda Il Contact Centre come strumento di Business Perché BT Enìa è un valido interlocutore per soluzioni CC I Servizi di Contact Centre Le Soluzioni Contact Centre Case Studies

Dettagli

2 Meeting 2001 CMMC 14 Settembre 2001 - Roma Unioncamere Il Contact Center e l offerta dei nuovi servizi di Telecomunicazioni Antonio Mustaro Direttore Commerciale Corporate Wind Telecomunicazioni S.p.A.

Dettagli

05/03/2009. Sociologia della Comunicazione. Importanza delle relazioni. Definizione di CRM A.A. 2008-2009. Logiche ed applicazioni di CRM

05/03/2009. Sociologia della Comunicazione. Importanza delle relazioni. Definizione di CRM A.A. 2008-2009. Logiche ed applicazioni di CRM Sociologia della Comunicazione A.A. 2008-2009 Logiche ed applicazioni di CRM Fulvio Fortezza Importanza delle relazioni Oggi il successo di un impresa non dipende più solo dalle competenze che si originano

Dettagli

LEZIONE 3 CUSTOMER RELATIONSHIP ICT GOVERNANCE. ECONOMIA dell ICT ECONOMIA DELL ICT 1. Facoltà di Ingegneria Università di Roma Tor Vergata

LEZIONE 3 CUSTOMER RELATIONSHIP ICT GOVERNANCE. ECONOMIA dell ICT ECONOMIA DELL ICT 1. Facoltà di Ingegneria Università di Roma Tor Vergata LEZIONE 3 CUSTOMER RELATIONSHIP MANAGEMENT (CRM) ICT GOVERNANCE ECONOMIA dell ICT ECONOMIA DELL ICT 1 Sviluppo storico del CRM 50 60 Avvento dei brand items e delle agenzie di pubblicità 70 Avvento del

Dettagli

di Antonio Ferrandina

di Antonio Ferrandina COME SI SCRIVE IL MARKETING PLAN PARTE III di Antonio Ferrandina CONCORRENZA Questa sezione è dedicata ad un'analisi approfondita della Concorrenza. In genere, i dati che si possono includere, se conosciuti,

Dettagli

COME INDIVIDUARLI E RAZIONALIZZARLI

COME INDIVIDUARLI E RAZIONALIZZARLI I COSTI LOGISTICI COME INDIVIDUARLI E RAZIONALIZZARLI di Andrea Moneta Produzione e logistica >> Logistica DEFINIZIONE E AREE DI COMPETENZA Quando si parla di costi logistici generalmente si tende ad associare

Dettagli

La conoscenza del Cliente come fonte di profitto

La conoscenza del Cliente come fonte di profitto La conoscenza del Cliente come fonte di profitto Giorgio Redemagni Responsabile CRM Convegno ABI CRM 2003 Roma, 11-12 dicembre SOMMARIO Il CRM in UniCredit Banca: la Vision Le componenti del CRM: processi,

Dettagli

PRESENTAZIONE DATA SERVICE 1 ROAD SHOW DEL NUOVO MERCATO

PRESENTAZIONE DATA SERVICE 1 ROAD SHOW DEL NUOVO MERCATO PRESENTAZIONE DATA SERVICE 1 ROAD SHOW DEL NUOVO MERCATO Milano, 30 novembre 2000 COMPOSIZIONE DELL AZIONARIATO DEL GRUPPO DATA SERVICE Caratteristiche dell offerta globale Fam. Martusciello 19,49% Azionariato

Dettagli

PAYMENT RESEARCH PROGRAM 2009-2012

PAYMENT RESEARCH PROGRAM 2009-2012 DO YOU SEPA? 2010 PAYMENT RESEARCH PROGRAM 2009-2012 Chiara Frigerio CeTIF in collaborazione con 1 Dinamiche evolutive del business dei pagamenti Fattori Socio-culturali SEPA Evoluzione del mercato Sistemi

Dettagli

GAT.crm Customer Solution Case Study

GAT.crm Customer Solution Case Study GAT.crm Customer Solution Case Study SET Contact Center di Successo con VoIp e Crm In breve Profilo aziendale La storia di SET inizia nel 1989 dalla ferma volontà di Valter Vestena, che dopo aver creato

Dettagli

CBI 2003 - Roma 20 febbraio 2003

CBI 2003 - Roma 20 febbraio 2003 Tecnologie, Prodotti e Servizi per l Electronic Banking Dott.. Fausto Bolognini - Direttore Generale Punti chiave NECESSITÀ del mercato Cosa vogliono le aziende? Cosa offre il mondo web? Limiti dell attuale

Dettagli

Lascerei lo stile e le immagini della brochure originale. La cultura è ciò che resta

Lascerei lo stile e le immagini della brochure originale. La cultura è ciò che resta Lascerei lo stile e le immagini della brochure originale La cultura è ciò che resta GT Cooperation Consulting Il nome GT, oltre a ricordare le iniziali dei nomi dei soci fondatori, Giulio Care e Tullio

Dettagli

Un potente sistema di monitoraggio delle performance aziendali

Un potente sistema di monitoraggio delle performance aziendali Un potente sistema di monitoraggio delle performance aziendali Scenario di utilizzo Monitorare efficacemente e costantemente le performance aziendali diventa sempre più cruciale per mantenere alti i livelli

Dettagli

Ottimizza le prestazioni del tuo Call Center Call center e marketing intelligence: quali le relazioni?

Ottimizza le prestazioni del tuo Call Center Call center e marketing intelligence: quali le relazioni? Ottimizza le prestazioni del tuo Call Center Call center e marketing intelligence: quali le relazioni? Milano, 4 Giugno 2002 Obiettivi dell incontro Obiettivi dell incontro Condividere alcune riflessioni

Dettagli

Creare un rapporto duraturo con i clienti. Realizzare una completa integrazione. Investire nel futuro. CRM. Customer Relationship Management

Creare un rapporto duraturo con i clienti. Realizzare una completa integrazione. Investire nel futuro. CRM. Customer Relationship Management Creare un rapporto duraturo con i clienti. Realizzare una completa integrazione. Investire nel futuro. CRM Customer Relationship Management Cosa vuol dire CRM? L espressione significa letteralmente gestione

Dettagli

CRM - Nuova visione organizzativa per eccellere nella soddisfazione dei clienti

CRM - Nuova visione organizzativa per eccellere nella soddisfazione dei clienti CRM - Nuova visione organizzativa per eccellere nella soddisfazione dei clienti Cos è il CRM Customer Relationship Management Che cos è un cliente? In quanti modi definire il CRM? I vantaggi di CRM. Il

Dettagli

FORMAZIONE A SUPPORTO PIANO D IMPRESA 2014/2017 GRUPPO INTESA SANPAOLO S.P.A.

FORMAZIONE A SUPPORTO PIANO D IMPRESA 2014/2017 GRUPPO INTESA SANPAOLO S.P.A. FBA Fondo Banche Assicurazioni Avviso 1/2014 Piani aziendali, settoriali e territoriali FORMAZIONE A SUPPORTO PIANO D IMPRESA 2014/2017 GRUPPO INTESA SANPAOLO S.P.A. 1 MOTIVAZIONI AZIENDALI In un momento

Dettagli

Portali interattivi per l efficienza aziendale

Portali interattivi per l efficienza aziendale Portali interattivi per l efficienza aziendale Il contesto Aumento esponenziale dei dati e delle informazioni da gestire Difficoltà nel cercare informazioni Difficoltà nel prendere decisioni Web 2.0 e

Dettagli

Contact Center e Centralizzazioni

Contact Center e Centralizzazioni Contact Center e Centralizzazioni Executive Summary Tipo Società S.p.A. Settore Telecomunicazioni, sviluppo software, consulenza. Fondazione 1990 Sedi Milano e Roma. Dipendenti 76 (31dic13) Valore della

Dettagli

ICT nelle medie imprese: la sfida della complessità tra efficienza e innovazione. Raffaello Balocco Politecnico di Milano

ICT nelle medie imprese: la sfida della complessità tra efficienza e innovazione. Raffaello Balocco Politecnico di Milano ICT nelle medie imprese: la sfida della complessità tra efficienza e innovazione Raffaello Balocco Politecnico di Milano Agenda Investimenti in ICT e competitività Le ICT come reale leva strategica La

Dettagli

Banca Carige: il cliente diventa Manager!

Banca Carige: il cliente diventa Manager! GRUPPO TELECOM ITALIA Banca Carige: il cliente diventa Manager! Daniele Balbo Dirigente I.C.T. Governance e Canali Distributivi Banca Carige Jacopo d Auria TOP Clients Marketing - Field Marketing Finance

Dettagli

photo credits @jessicarone Quando i comportamenti social dei clienti diventano soluzioni di business

photo credits @jessicarone Quando i comportamenti social dei clienti diventano soluzioni di business photo credits @jessicarone Quando i comportamenti social dei clienti diventano soluzioni di business Non è una moda passeggera Il Social CRM è diventato un argomento di grande interesse nel 2011, con la

Dettagli

Table of Contents. Il Workforce Management e i Processi Aziendali 3 Le Applicazioni in-house 4 Come Assicurare il Successo Dell Iniziativa 4

Table of Contents. Il Workforce Management e i Processi Aziendali 3 Le Applicazioni in-house 4 Come Assicurare il Successo Dell Iniziativa 4 White Paper Come affrontare un progetto di Workforce Management, dai Processi Aziendali al Ritorno Dell Investimento L adozione di un sistema integrato di workforce management nel contact center passa

Dettagli

Corso di Amministrazione di Sistema Parte I ITIL 3

Corso di Amministrazione di Sistema Parte I ITIL 3 Corso di Amministrazione di Sistema Parte I ITIL 3 Francesco Clabot Responsabile erogazione servizi tecnici 1 francesco.clabot@netcom-srl.it Fondamenti di ITIL per la Gestione dei Servizi Informatici Il

Dettagli

di Teresa Tardia Marketing e vendite >> Marketing e management

di Teresa Tardia Marketing e vendite >> Marketing e management IL MARKETING DEI SERVIZI di Teresa Tardia Marketing e vendite >> Marketing e management L attuale evoluzione del mercato si distingue per essere sostanzialmente un economia di servizi e le imprese devono

Dettagli

Il CRM nei servizi finanziari alla clientela retail

Il CRM nei servizi finanziari alla clientela retail Il CRM nei servizi finanziari alla clientela retail Microsoft Dynamics CRM e le istituzioni finanziare dedicate alle famiglie banche, banche assicurazioni e sim Premessa Ogni impresa che opera nel settore

Dettagli

Via S. Leonardo, 120 - loc. Migliaro - 84100 Salerno 089 330254 tel - 089 330443 fax info@jobiz.com - www.jobiz.com

Via S. Leonardo, 120 - loc. Migliaro - 84100 Salerno 089 330254 tel - 089 330443 fax info@jobiz.com - www.jobiz.com Via S. Leonardo, 120 - loc. Migliaro - 84100 Salerno 089 330254 tel - 089 330443 fax @jobiz.com - www.jobiz.com uno strumento dinamico per fare e-business che cos'è e.cube ECMS le quattro aree configurazione

Dettagli

CUSTOMER RELATIONSHIP MANAGEMENT

CUSTOMER RELATIONSHIP MANAGEMENT V I N F I N I T Y P R O J E C T CUSTOMER RELATIONSHIP MANAGEMENT Infinity CRM Il Cliente a 360 CRM COMMUNICATION CMS E COMMERCE B2B AD HOC E COMMERCE B2C ACQUISIZIONE PROTOCOLLAZIONE CLASSIFICAZIONE VERSIONING

Dettagli

Programma ELISA - Proposta progettuale

Programma ELISA - Proposta progettuale Macro descrizione del progetto Il progetto intende fornire alle amministrazioni locali gli strumenti per un ottimale governo dell erogazione dei servizi sui diversi canali e per la definizione di concrete

Dettagli

www.coregaincrm.it Il cuore del tuo business è conquistare il cuore del tuo cliente. CoregainCRM è prodotto e distribuito da Vecomp. www.vecomp.

www.coregaincrm.it Il cuore del tuo business è conquistare il cuore del tuo cliente. CoregainCRM è prodotto e distribuito da Vecomp. www.vecomp. www.coregaincrm.it Il cuore del tuo business è conquistare il cuore del tuo cliente. CoregainCRM è prodotto e distribuito da Vecomp. www.vecomp.it coregain time to market Il CRM che fa pulsare il tuo business.

Dettagli

Pianificazione. e controllo. Ottenere il massimo dal proprio CRM. Il Customer Relationship Management, come noto, rappresenta l insieme di strategie,

Pianificazione. e controllo. Ottenere il massimo dal proprio CRM. Il Customer Relationship Management, come noto, rappresenta l insieme di strategie, Strumenti di P&C Pianificazione Ottenere il massimo dal proprio CRM di Gianluca Pogliani (*) e Gianluca Loparco (**) Il Customer Relationship Management, come noto, rappresenta l insieme di strategie,

Dettagli

Corso Sistemi Informativi Aziendali, Tecnologie dell Informazione applicate ai processi aziendali. Sistemi informativi aziendali

Corso Sistemi Informativi Aziendali, Tecnologie dell Informazione applicate ai processi aziendali. Sistemi informativi aziendali Corso Sistemi Informativi Aziendali,. Sistemi informativi aziendali di Simone Cavalli (simone.cavalli@unibg.it) Bergamo, Marzo 2009 Corso Sistemi Informativi Aziendali - Il customer relationship management

Dettagli

L ICT e l innovazione

L ICT e l innovazione Il valore del Project Management nei Progetti di Innovazione nelle Piccole e Medie Imprese L ICT e l innovazione Milano, 15 dicembre 2006 Enrico Masciadra, PMP emasciadra@libero.it Le cinque forze competitive

Dettagli

SAVA: LA TECNOLOGIA PORTA IL CLIENTE IN AZIENDA

SAVA: LA TECNOLOGIA PORTA IL CLIENTE IN AZIENDA SAVA: LA TECNOLOGIA PORTA IL CLIENTE IN AZIENDA Per supportare SAVA nello sviluppo di un offerta finanziaria sempre più multicanale ed in linea con le esigenze del singolo cliente, Blue Reply ha creato

Dettagli

Corporate Social Responsibility & Retailing Una ricerca di SymphonyIRI Group e SDA Bocconi

Corporate Social Responsibility & Retailing Una ricerca di SymphonyIRI Group e SDA Bocconi 1 Introduzione Nel contesto attuale tutte le organizzazioni, nello svolgimento della propria attività, dovrebbero tener conto delle esigenze espresse dai differenti interlocutori sociali (stakeholder)

Dettagli

WP7 IMPLEMENTAZIONE A REGIME SISTEMA DI MONITORAGGIO QUALITATIVO- QUANTITATIVO DEI SERVIZI EROGATI. Deliverable di Progetto # (cod.

WP7 IMPLEMENTAZIONE A REGIME SISTEMA DI MONITORAGGIO QUALITATIVO- QUANTITATIVO DEI SERVIZI EROGATI. Deliverable di Progetto # (cod. WP7 IMPLEMENTAZIONE A REGIME SISTEMA DI MONITORAGGIO QUALITATIVO- QUANTITATIVO DEI SERVIZI EROGATI Deliverable di Progetto # (cod. A7P2) Versione 1.0 del 26.03.10 1 Indice 1. Premessa 3 2. Qualità e miglioramento

Dettagli

Il Citizen Relationship Management ai primi passi in Italia Un confronto pubblico-privato

Il Citizen Relationship Management ai primi passi in Italia Un confronto pubblico-privato Il Citizen Relationship Management ai primi passi in Italia Un confronto pubblico-privato A cura di Thomas Schael e Gloria Sciarra (irso e Butera e Partners) Il Citizen Relationship Management (CRM) in

Dettagli

Axioma Business Consultant Program

Axioma Business Consultant Program Axioma Business Consultant Program L esclusivo programma Axioma riservato a Consulenti di Direzione, Organizzazione e Gestione Aziendale Le nostre soluzioni, il tuo valore Axioma da 25 anni è partner di

Dettagli

Customer Relationship Management. Eleonora Ploncher 3 aprile 2006

Customer Relationship Management. Eleonora Ploncher 3 aprile 2006 Customer Relationship Management Eleonora Ploncher 3 aprile 2006 1. Gli obiettivi Gli obiettivi della presentazione sono volti a definire: 1. gli elementi fondamentali e strutturali di una strategia di

Dettagli

IL CONTACT CENTER COME STRUMENTO DI CRM NELL AMBITO DI UNA STRATEGIA DI RIDUZIONE DEI COSTI

IL CONTACT CENTER COME STRUMENTO DI CRM NELL AMBITO DI UNA STRATEGIA DI RIDUZIONE DEI COSTI IL CONTACT CENTER COME STRUMENTO DI CRM NELL AMBITO DI UNA STRATEGIA DI RIDUZIONE DEI COSTI I consumatori sono saturi e hanno poco tempo, ha sentenziato recentemente Enrico Finzi, presidente di Astra/Demoskopea,

Dettagli

Il cliente al centro dell attenzione. I benefici del CRM BUSINESS

Il cliente al centro dell attenzione. I benefici del CRM BUSINESS Il cliente al centro dell attenzione Il Customer Relationship Management () è una strategia aziendale basata sul focus verso il Cliente Finale, che diventa centrale rispetto ai processi di business dell

Dettagli

EXTERNAL HR MANAGEMENT

EXTERNAL HR MANAGEMENT EXTERNAL HR MANAGEMENT PER LO SVILUPPO CONTINUO DEI KEY PEOPLE AZIENDALI Dotarsi dei servizi di una moderna Direzione di Sviluppo delle Risorse Umane per la cura dei propri Key People abbattendo i costi

Dettagli

Guida al CRM. White Paper FrontRange Solutions. SysAround S.r.l. Pagina 1 di 18. Via Cappuccini, 4 20122 Milano

Guida al CRM. White Paper FrontRange Solutions. SysAround S.r.l. Pagina 1 di 18. Via Cappuccini, 4 20122 Milano Guida al CRM White Paper FrontRange Solutions Pagina 1 di 18 SOMMARIO 1. Il CRM: come può migliorare il business aziendale... 3 1.1 Il CRM... 3 1.2 Quali sono i vantaggi di avere una strategia CRM?...

Dettagli

Sviluppo del valore della clientela: l approccio di Banca Lombarda

Sviluppo del valore della clientela: l approccio di Banca Lombarda Sviluppo del valore della clientela: l approccio di Banca Lombarda Giovanni Andolfi giovanni.andolfi@bancalombarda.it Roma, 13 febbraio 2007 Banca Lombarda: una forte Rete in un area territoriale ricca

Dettagli

Modulo e-marketing. Soluzione ASP per la gestione di marketing & sales. Linea CRM

Modulo e-marketing. Soluzione ASP per la gestione di marketing & sales. Linea CRM Modulo e-marketing Soluzione ASP per la gestione marketing & sales e-crm: La Gestione M&V sul WEB La Customer Relationship Management è la strategia aziendale innovativa, finalizzata a ridurre i costi

Dettagli

BENCHMARKING SERVIZIO CONTACT CENTER PUBLIC UTILITIES

BENCHMARKING SERVIZIO CONTACT CENTER PUBLIC UTILITIES BENCHMARKING SERVIZIO CONTACT CENTER PUBLIC UTILITIES a cura di Gianluca Loparco 1 (gianluca.loparco@tin.it) Modello gestionale e parametri di funzionamento dei contact center. Il benchmarking rivolto

Dettagli

Media punteggi sulle voci dell'autovalutazione - Quality Assurance 5,0 4,0 3,0 2,0 1,0 0,0

Media punteggi sulle voci dell'autovalutazione - Quality Assurance 5,0 4,0 3,0 2,0 1,0 0,0 Dal numero di luglio 2013 di Customer Management Insights (www.cmimagazine.it) I Contact center del settore pubblico si confrontano sulle modalità di Quality Assurance e Knowledge Management Buone prassi

Dettagli

Il Cliente al centro della nostra missione

Il Cliente al centro della nostra missione Il Cliente al centro della nostra missione SOLUZIONI CRM COMPLETE Agicoom propone e progetta soluzioni CRM complete utilizzando VTE software tra i più innovativi e all avangardia presenti sul mercato che

Dettagli

Contact Center Integrato Multicanale dell Area territoriale fiorentina

Contact Center Integrato Multicanale dell Area territoriale fiorentina COMUNE DI FIRENZE Area Comunicazione Contact Center Integrato Multicanale dell Area territoriale fiorentina Forum P.A. - Roma, 08 maggio 2006 I PERCORSI DI CAMBIAMENTO E INNOVAZIONE NEL COMUNE DI FIRENZE

Dettagli

REPLY PROFILO AZIENDALE 2007

REPLY PROFILO AZIENDALE 2007 REPLY PROFILO AZIENDALE 2007 REPLY Company Profile 2007 1 CARATTERI IDENTIFICATIVI DEL GRUPPO Reply è una società di Consulenza, System Integration e Application Management, leader nella progettazione

Dettagli

Durata. 2 weekend (sabato 9-18, domenica 9-13) non consecutivi, per un totale di 24 ore

Durata. 2 weekend (sabato 9-18, domenica 9-13) non consecutivi, per un totale di 24 ore L'AGENZIA DI VIAGGIO, COMPETERE CON CRM E LOCAL MARKETING Le nuove logiche del Crm 2.0: strategie evolute per trarre vantaggio dal dialogo con i propri target Durata 2 weekend (sabato 9-18, domenica 9-13)

Dettagli

Multicanalità in Ferrovie: alcune riflessioni

Multicanalità in Ferrovie: alcune riflessioni Multicanalità in Ferrovie: alcune riflessioni Alessandro Musumeci Direttore Centrale Sistemi Informativi Roma, 18 aprile 2013 Ora esiste il Web 2.0: le persone al centro. Interconnesse Informate Disintermediate

Dettagli

SysAround S.r.l. Moduli di MyCRMweb

SysAround S.r.l. Moduli di MyCRMweb Moduli di MyCRMweb Vendite Gli strumenti di automazione della forza vendita consentono la semplificazione del processo commerciale. I manager e il team di vendita possono gestire: contatti e clienti potenziali

Dettagli

GENERALITÀ SULLA CUSTOMER SATISFACTION

GENERALITÀ SULLA CUSTOMER SATISFACTION GENERALITÀ SULLA CUSTOMER SATISFACTION Giuseppe Cicconi IL MODELLO DI GENERAZIONE DELLA CUSTOMER SATISFACTION Caratteristica dell'offerta Funzionalita' "Immagine - esperienze passate con l azienda Valore

Dettagli

Al Passo Con i Consumatori Quello che serve per offrire una customer experience di nuova generazione

Al Passo Con i Consumatori Quello che serve per offrire una customer experience di nuova generazione White Paper Al Passo Con i Consumatori Quello che serve per offrire una customer experience di nuova generazione Executive Summary Attualmente i consumatori sono socialmente connessi e chiedono molto di

Dettagli

Modalità e criteri di segmentazione nel Corporate & Investment Banking

Modalità e criteri di segmentazione nel Corporate & Investment Banking UNIVERSITA CATTOLICA DEL SACRO CUORE 20123 MILANO LARGO A. GEMELLI, 1 Modalità e criteri di segmentazione nel Corporate & Investment Banking a cura di: Renato Fiocca Glauco T. Savorgnani Daniela Corsaro

Dettagli

Tecniche avanzate di vendita Livello avanzato. OBIETTIVI: Padroneggiare le tecniche di vendita e migliorarle con metodi di negoziazione affermati

Tecniche avanzate di vendita Livello avanzato. OBIETTIVI: Padroneggiare le tecniche di vendita e migliorarle con metodi di negoziazione affermati Tecniche avanzate di vendita Livello avanzato Padroneggiare le tecniche di vendita e migliorarle con metodi di negoziazione affermati Direttori e Commerciali; Tutti coloro che devono gestire un gruppo

Dettagli