INTRODUZIONE Highlights Lettera del Presidente agli Stakeholder Guida alla lettura Politica di Sostenibilità del Gruppo YOOX

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "INTRODUZIONE Highlights Lettera del Presidente agli Stakeholder Guida alla lettura Politica di Sostenibilità del Gruppo YOOX"

Transcript

1 BILANCIO DI SOSTENIBILITà 2013

2 4 bilancio di sostenibilità 2013 INDICE GENERALE INTRODUZIONE Highlights Lettera del Presidente agli Stakeholder Guida alla lettura Politica di Sostenibilità del Gruppo YOOX Obiettivi di miglioramento 1. Identity 1.1 Il profilo del Gruppo YOOX e le sue attività 1.2 Missione, valori e principi 1.3 Mercato di riferimento 1.4 Temi di sostenibilità rilevanti e relazioni con gli Stakeholder 1.5 Governance aziendale 2. Market 2.1 Performance economica Andamento economico-finanziario: aspetti rilevanti Creazione e distribuzione del valore economico 2.2 Le relazioni con i Clienti Gestire la relazione con il Cliente I servizi offerti per un innovativa ed esclusiva esperienza di shopping L attenzione al cliente lungo il processo d acquisto 2.3 I Partner La gestione delle relazioni con i Partner online store monomarca 2.4 I Fornitori La sostenibilità delle relazioni con i fornitori L attenzione alla qualità ed alla sostenibilità dei prodotti 2.5 Azionisti e Finanziatori La tutela degli Azionisti e della comunità finanziaria Le relazioni con i Finanziatori

3 bilancio di sostenibilità People 3.1 Le risorse umane di YOOX La gestione del personale La composizione del personale Le politiche di assunzione La diversità in azienda e attività di well-being La politica retributiva e i sistemi di valutazione e incentivazione Le politiche di formazione e sviluppo L attenzione alla Salute e Sicurezza sul Lavoro La gestione delle relazioni industriali La comunicazione interna 4. Community 4.1 Collettività, Territorio e rapporti con la Pubblica Amministrazione YOOX e le relazioni con la Collettività Relazioni con Enti, Istituzioni ed Associazioni di Categoria 5. Planet 5.1 YOOX e l Ambiente 5.2 La gestione energetica Consumi energetici ed emissioni in atmosfera Efficienza energetica e riduzione dei consumi 5.3 Ecopolicy e Comportamenti sostenibili Gli impatti ambientali della mobilità 5.4 Gestione e utilizzo delle risorse Acquisto e consumo di carta Consumi idrici Rifiuti 5.5 YOOXYGEN e l Eco-mmerce: il percorso di responsabilità ambientale ALLEGATI Tabella degli indicatori GRI Relazione della Società di Revisione sul Bilancio di Sostenibilità

4 6 bilancio di sostenibilità 2013

5 INTRODUZIONE bilancio di sostenibilità

6 8 bilancio di sostenibilità 2013 HIGHLIGHTS Oltre 100 PAESI SERVITI 7 UFFICI LOCALI IN ITALIA, USA, GIAPPONE, FRANCIA, SPAGNA, CINA E HONG KONG 1,1 milioni NUMERO CLIENTI ATTIVI AL 31 DICEMBRE ,8 milioni ORDINI NEL ordine ogni 11 secondi FREQUENZA ORDINI 99,4% CONSEGNE IN ORARIO 11 LINGUE 6VALUTE LOCALI AL 31 DICEMBRE 2013, 10 VALUTE ENTRO IL CENTRI DI CUSTOMER CARE 713 DIPENDENTI (+20% RISPETTO AL 2012, +52% NEGLI ULTIMI 3 ANNI) 226 DIPENDENTI ASSUNTI NEL ETÀ MEDIA DEI DIPENDENTI

7 bilancio di sostenibilità % DIPENDENTI CON CONTRATTO A TEMPO INDETERMINATO 56% PRESENZA FEMMINILE IN AZIENDA 38% PRESENZA FEMMINILE DI QUADRI E DIRIGENTI ORE DI FORMAZIONE EROGATE NEL NUMERO CANDIDATURE RICEVUTE NEL t. CONSUMI DI CARTA E CARTONE NEL t. EMISSIONI DI CO 2 DA CONSUMI DI ENERGIA ELETTRICA E METANO NEL ,5 milioni KWh CONSUMI DI ENERGIA ELETTRICA NEL % CONSUMI DI ENERGIA DA FONTI RINNOVABILI 100% FLOTTA AZIENDALE IBRIDA

8 10 bilancio di sostenibilità 2013

9 bilancio di sostenibilità LETTERA DEL PRESIDENTE AGLI STAKEHOLDER Gentili Azionisti, Il 2013 è stato per YOOX un anno da record, e non solo per i significativi risultati economici, ma notevoli sono stati anche i traguardi raggiunti in tema di sostenibilità, come dimostrato anche dal raggiungimento per questo terzo Bilancio del livello di applicazione A+, il massimo secondo le linee guida della Global Reporting Initiative. L anima di YOOX sono le persone che ci lavorano, il loro cuore, il loro talento e il loro cervello sono il motore del Gruppo: un team di oltre 700 giovani, di età media pari a 32 anni, di ben 34 nazionalità diverse e per il 56% donne, che lavora ogni giorno con passione per raggiungere eccellenti risultati. In un ottica di continuo investimento di lungo termine sulle proprie risorse, YOOX privilegia il contratto a tempo indeterminato, assegnato all 87% delle sue persone. Costante l impegno di YOOX nel coltivare i giovani talenti: candidature ricevute da tutto il mondo nel solo 2013, tra le quali sono state selezionate ben 226 nuove risorse che sono entrate a far parte della squadra di YOOX e per il 50% si tratta di giovani sotto ai 30 anni. Per il 2014, inoltre, è stato presentato YOOX Stage Programme, il primo programma strutturato formazione-lavoro dedicato ai neo-laureati. La crescita dei propri dipendenti è sempre stata e resta per YOOX una priorità: tra le numerose iniziative, nel 2013 sono state erogate ore di formazione e introdotte formule di smart working come il telelavoro, pensate per venire incontro in particolare alle mamme, sempre più numerose in un azienda che cresce come YOOX. Significative sono le performance ottenute in campo di sostenibilità ambientale: non solo l ottenimento della Certificazione Ambientale ISO 14001, ma anche l inserimento nel più autorevole report in materia di cambiamento climatico, il Carbon Disclosure Leadership Index Italy 100, che vede YOOX tra le top 3 aziende leader in Italia in materia e unica società di fashion e-commerce presente nell indice. E stata, inoltre, messa in atto una sempre più attenta gestione quotidiana delle risorse, tra cui la scelta di energia rinnovabile per il quasi 50% dei consumi totali e di una flotta aziendale composta al 100% da auto ibride. In occasione dell Earth Day 2014, YOOXYGEN il programma di sostenibilità ambientale celebra il suo quinto compleanno: cinque anni, intensi di collaborazioni speciali con strutture internazionali, designer e celebrity per sensibilizzare verso la salvaguardia dell ambiente i milioni di utenti che navigano su YOOX ogni mese. Per il 2013, protagonista di YOOXYGEN è stata la top model Amber Valletta, che ha lanciato il progetto Master & Muse su yoox.com nella sezione Eco-mmerce, che oggi propone oltre 100 brand sostenibili da tutto il mondo. Vorremmo che questo Bilancio di Sostenibilità fosse un ulteriore invito a impegnarci tutti quotidianamente con le nostre piccole e grandi iniziative, per contribuire così alla costruzione di un futuro più sostenibile. Il Presidente del Consiglio di Amministrazione Federico Marchetti

10 12 bilancio di sostenibilità 2013 GUIDA ALLA LETTURA Con la pubblicazione di questa nuova edizione del Bilancio di Sostenibilità (di seguito anche il Bilancio ) il Gruppo YOOX (di seguito anche la Società, il Gruppo o YOOX ) prosegue il proprio impegno alla rendicontazione esterna delle performance conseguite in ambito sociale, ambientale ed economico. Il documento propone una descrizione dei valori e dei principi di comportamento che orientano la strategia aziendale al fine di stabilire e promuovere un dialogo aperto e trasparente con tutti i propri Stakeholder. Il Bilancio di Sostenibilità del Gruppo YOOX, pubblicato con cadenza annuale, risponde al livello di applicazione A+ delle Linee guida per il reporting della sostenibilità emanate dal Global Reporting Initiative (GRI) nel 2006 (G3), che rappresentano ad oggi il principale standard riconosciuto a livello internazionale in tema di rendicontazione di sostenibilità. Il processo di redazione del documento, così come la definizione dei contenuti e la determinazione della materialità delle tematiche aziendali, si è basato sui principi previsti dal GRI ed ha previsto il coinvolgimento dei responsabili di funzione aziendali. La rilevanza delle informazioni inserite nel Bilancio è stata definita tenendo in considerazione gli impatti e le responsabilità avvertite in ambito economico, sociale e ambientale dal Gruppo, il contesto normativo di riferimento e le specificità del settore in cui opera, nonché le esigenze e le aspettative degli Stakeholder. Il Gruppo si sta impegnando ad ampliare le attività di dialogo e LIVELLO DI APPLICAZIONE DEL REPORT C C+ B B+ A A+ OUTPUT INFORMATIVA SUL PROFILO G3 INCLUSIONE DI: , , INCLUSIONE DI TUTTI I CRITERI ELENCATI PER IL LIVELLO C PIÙ: , , STESSI REQUISITI PREVISTI PER IL LIVELLO B INFORMATIVA SULLA MODALITÀ DI GESTIONE G3 NON RICHIESTO INFORMATIVA SULLA MODALITÀ DI GESTIONE PER CIASCUNA CATEGORIA DI INDICATORI INFORMATIVA SULLA MODALITÀ DI GESTIONE PER CIASCUNA CATEGORIA DI INDICATORI INDICATORI DI PERFORMANCE G3 E SUPPLEMENTI DI SETTORE INCLUSIONE DI ALMENO 10 INDICATORI DI PERFORMANCE, DI CUI ALMENO UN INDICATORE PER CIASCUNA DELLE DEGUENTI CATEGORIE: SOCIALE, ECONOMICA E AMBIENTALE INCLUSIONE DI ALMENO 20 INDICATORI DI PERFORMANCE, DI CUI ALMENO UN INDICATORE PER CIASCUNA DELLE SEGUENTI CATEGORIE: ECONOMICA, AMBIENTALE, DIRITTI UMANI, LAVORO, SOCIETÀ, RESPONSABILITÀ DI PRODOTTO INCLUSIONE DI CIASCUN INDICATORE G3 CORE E DI CIASCUN INDICATORE DEL SUPPLEMENTO DI SETTORE* CONSIDERANDO IL PRINCIPIO DI MATERIALITÀ, INCLUDENDO L INDICATORE OPPURE INSERENDO LA SPIEGAZIONE DELLA SUA OMISSIONE * Versione finale del Supplemento di settore

11 bilancio di sostenibilità coinvolgimento degli Stakeholder sulle tematiche inerenti alla sostenibilità. I dati e le informazioni inseriti nel Bilancio si riferiscono all esercizio chiuso al 31 dicembre 2013 e ad alcuni progetti rilevanti attivati nei primi mesi del Salvo quanto eventualmente indicato, il perimetro di rendicontazione del Bilancio di Sostenibilità corrisponde a quello della Relazione sulla Gestione e del Bilancio Consolidato 2013, da cui sono stati estratti i dati e le informazioni economiche e finanziarie riportate nel Bilancio di Sostenibilità. Al fine di assicurare l attendibilità delle informazioni riportate, è stata privilegiata l inclusione di grandezze direttamente misurabili, evitando ove possibile il ricorso a stime. Quando necessarie, queste sono fondate sulle migliori metodologie di calcolo disponibili e il loro utilizzo è segnalato a livello di singoli indicatori. Per favorire la comparabilità dei dati nel tempo, sono stati proposti ove disponibili anche i trend relativi ai due esercizi precedenti. Si evidenzia, infine, che non si sono verificati eventi significativi o cambiamenti nei metodi di misurazione che possano influenzare significativamente la comparabilità delle informazioni contenute nel documento rispetto alla versione proposta nell edizione Il Bilancio di Sostenibilità 2013 è presentato al Consiglio di Amministrazione e all Assemblea degli Azionisti in seguito alla verifica da parte della società di revisione KPMG S.p.A., la cui relazione è allegata al presente documento. Struttura e contenuti del Bilancio di Sostenibilità Il Bilancio di Sostenibilità è un importante strumento di comunicazione con gli Stakeholder e rendiconta l impegno e i risultati di YOOX nel perseguire la propria via di approccio sostenibile al business. Oltre alla sezione introduttiva volta a presentare l approccio al business e i tratti principali del sistema di governance adottato, il cuore del documento è strutturato secondo una ripartizione dei capitoli per dimensione di rendicontazione (Market, People, Community, Planet), in linea con le quattro tematiche chiave identificate nella Politica di Sostenibilità di YOOX. MARKET Rendiconta i principali dati di performance e le informazioni di maggior rilievo con riferimento a: Clienti e servizi offerti Gestione delle relazioni con i Brand-Partners Politiche di approvigionamento e relazioni con i Fornitori Tutela degli Azionisti e trasparenza verso la comunità finanziaria PEOPLE Presenta le politiche adottate da YOOX nella gestione del personale con particolare focus ai processi di assunzione, alla crescita interna, alle iniziative di well-being. Sono rendicontati, inoltre, i principali dati quantitativi relativi alla composizione del personale. COMMUNITY L attenzione alla collettività si concretizza nel supporto ad iniziative di utilità sociale, nel campo della formazione e della promozione della moda sostenibile. La sezione del bilancio presenta i progetti attivati ed i risultati conseguiti. PLANET In questa sezione del Bilancio viene descritto l approccio di YOOX alla gestione degli impatti ambientali diretti e indiretti connessi alle attività aziendali. Sono rendicontati i consumi energetici e le relative emissioni.

12 14 bilancio di sostenibilità 2013 La Sostenibilità è da sempre un elemento chiave dei valori e dei principi del Gruppo YOOX gli strumenti di gestione della sostenibilità YOOX ha adottato un approccio strutturato alla gestione della sostenibilità, con l identificazione di specifici strumenti utili da un lato ad individuare gli aspetti e le tematiche più rilevanti su cui focalizzare le energie dell azienda, dall altro a comunicare verso l esterno in modo trasparente le performance conseguite. ANALISI DI MATERIALITà bilancio di sostenibilità Gli strumenti di gestione della Sostenibilità: un approccio strutturato teso all eccellenza politica DI sostenibilità obiettivi di miglioramento

13 bilancio di sostenibilità politica DI SOSTENIBILITà Del gruppo YOOX La sostenibilità è da sempre un elemento chiave dei valori e dei principi del Gruppo YOOX. Il costante impegno verso la sostenibilità economica, sociale e ambientale e quindi la profonda attenzione all ascolto e alla relazione trasparente con tutti gli interlocutori di YOOX Clienti, Dipendenti, Partner, Fornitori, Ambiente e Collettività sono parte integrante del DNA del Gruppo, convinti che la creazione di valore dipenda proprio dalla capacità di coniugare gli obiettivi economici con uno sviluppo sostenibile. Il Gruppo opera nel settore e-commerce, settore oggi con rilevanti tassi di crescita, già per natura sostenibile grazie al risparmio di risorse energetiche e alla riduzione di emissioni relative al trasporto di merci e persone. In tale contesto YOOX gioca un ruolo attivo e propositivo, impegnandosi non solo a interpretare le sfide e cogliere le opportunità future con un atteggiamento responsabile nella conduzione del business, ma anche a farsi promotore della diffusione di una cultura di salvaguardia verso l ambiente. Questo atteggiamento si concretizza nello studio e nello sviluppo di iniziative atte a garantire una fortissima attenzione al Cliente, a supporto di un servizio impeccabile e di un esperienza d acquisto innovativa. La valorizzazione delle Persone e la creazione di un ambiente di lavoro ospitale, trasparente e collaborativo costituiscono la base sulla quale YOOX sta costruendo il proprio successo. Sul fronte ambientale YOOX monitora con continuità gli impatti diretti e indiretti delle attività aziendali e contribuisce a diffondere una cultura attenta ai cambiamenti climatici. La Società è impegnata, inoltre, nell attivare relazioni durature con i Brand-Partner e con i Fornitori e nello sviluppare un dialogo aperto con Azionisti e Investitori. Nell ambito della Collettività, la promozione e sensibilizzazione di Clienti e operatori del settore al Sustainable Fashion costituisce una tematica oggetto di crescente attenzione. La spinta all Innovazione a supporto dell eccellenza nei servizi rappresenta un tratto distintivo di YOOX, così come la creazione di valore nel lungo termine a beneficio dei portatori d interesse è un obiettivo prioritario. Per YOOX adottare un approccio sostenibile nella gestione delle attività di business significa saper coniugare: sostenibilità economica, tramite l attuazione di scelte atte a garantire la continuità aziendale nel lungo periodo, grazie anche all applicazione di un efficace modello di governance; sostenibilità sociale, garantendo il mantenimento di una condotta etica e ineccepibile nella gestione degli affari e contemperando alle legittime aspettative dei diversi interlocutori, nel rispetto di valori adottati e condivisi; sostenibilità ambientale, minimizzando gli impatti diretti e indiretti connessi allo svolgimento delle attività aziendali, con la finalità di preservare l ambiente naturale a beneficio delle future generazioni e nel rispetto della normativa vigente in materia.

14 16 bilancio di sostenibilità 2013 Le quattro dimensioni della sostenibilità di YOOX MARKET Garantire un esperienza d acquisto innovativa al Cliente e un servizio eccellente ai Brand-Partner, puntando a consolidare relazioni positive con tutti gli stakeholder, attraverso: l ascolto del Cliente, l investimento in innovazione finalizzato a migliorare l intero processo e l esperienza di acquisto, conseguendo elevati livelli di customer satisfaction; l autenticità, l eccellente qualità e la sicurezza dei prodotti venduti, grazie al controllo dei prodotti e della supply chain; lo sviluppo di positive e trasparenti relazioni con Fornitori e Brand-Partner; l adozione di una governance trasparente e il mantenimento di un dialogo costante con la comunità finanziaria che generino valore per gli Azionisti. PEOPLE Favorire la crescita professionale delle persone presenti in azienda nel contesto di un ambiente di lavoro stimolante e orientato all eccellenza, attraverso: l investimento in formazione e l offerta di programmi orientati a sviluppare le competenze; un ambiente di lavoro collaborativo, attento all ascolto delle persone e alle esigenze di conciliazione famiglia-lavoro; un processo di selezione trasparente per l attrazione dei migliori talenti e delle migliori professionalità; un ambiente meritocratico in cui ciascun dipendente viene valutato in modo equilibrato e trasparente. COMMUNITY Favorire la creazione di relazioni positive con il territorio di riferimento e promuovere la moda sostenibile, attraverso: il dialogo costruttivo con i giovani, coltivando i rapporti con Università e con il mondo della Formazione; il supporto a iniziative e progetti rilevanti per la Collettività; I attivazione di partnership e progetti finalizzati a promuovere il sustainable fashion; la ricerca e il sostegno a marchi e stilisti emergenti. planet Ridurre gli impatti ambientali diretti e indiretti associati alle attività aziendali e promuovere la salvaguardia dell'ambiente, attraverso: la razionalizzazione dell utilizzo delle risorse e l incremento di efficienza nei consumi energetici, con riferimento alla gestione delle sedi, all ambito IT e alla mobilità dei Dipendenti; il ricorso a fonti energetiche rinnovabili; l adozione di decisioni orientate alla sostenibilità nella gestione delle attività aziendali, con particolare riferimento alla scelta dei materiali di packaging dei prodotti e alla condivisione delle migliori soluzioni operative con i Partner nella gestione delle spedizioni; la sensibilizzazione dei Dipendenti e dei Clienti ad attuare comportamenti rispettosi dell ambiente, anche attraverso il programma di sostenibilità ambientale YOOXYGEN.

15 bilancio di sostenibilità OBIETTIVI DI MIGLIORAMENTO Per ciascun obiettivo di miglioramento dichiarato nella precedente edizione del Bilancio di Sostenibilità, di seguito si riporta una breve descrizione delle attività intraprese e dello status di raggiungimento. LEGENDA Obiettivo totalmente raggiunto Obiettivo parzialmente raggiunto Obiettivo non raggiunto Avevamo preso l impegno di Status Risultato 2013 Market Clienti Aggiornare il modello di Customer Satisfaction e introdurre nuovi KPI di misurazione ---> Investor Relations Organizzare Analyst Days e Investor Days presso l Headquarter di Zola Predosa e il centro logistico di Interporto (Bologna) ---> 2013 Aumentare il numero delle piazze finanziarie sulla base di attività di Investor Targeting ---> 2013 Ampliare il coverage degli Analisti che seguono il titolo YOOX ---> 2013 Brand-Partner Condivisione annuale dell analisi dei Clienti e pianificazione di attività di CRM ---> 2013 People Migliorare i processi di knowledge management e di misurazione del clima aziendale ---> Sviluppare modelli di lavoro flessibile (es. telelavoro) per i propri Dipendenti, con particolare riferimento alle lavoratrici madri con figli a carico ---> Nel 2013 sono stati introdotti a settembre 2013, specifici indicatori di performance (KPI) alimentati in modo automatizzato Nel 2013 sono stati organizzati tre Capital Market Days con presentazione da parte del Top Management presso l Headquarter di Zola Predosa e con visite presso il centro logistico di Interporto Inaugurata Chicago come nuova meta di roadshow a settembre 2013 Exane BNP Paribas, Banca IMI e DSF Markets hanno avviato nel 2013 la copertura del titolo YOOX Consolidamento del processo di condivisione di iniziative di sostenibilità con i Brand-Partner Progettazione della piattaforma di knowledge sharing e completamento dell attività di knowledge mapping su 400 Dipendenti, con focus sui processi cross-team. Conclusione della Management Survey Avviati contratti pilota di telelavoro nel 2013 (oltre il 20% delle candidature sono state accolte) e sottoscrizione di nuovi accordi integrativi di telelavoro a partire da gennaio 2014

16 18 bilancio di sostenibilità 2013 Planet Ambiente e Sicurezza Conseguire la certificazione del sistema di gestione ambiente ISO > 2013 Conseguimento della certificazione ambientale ISO Incrementare l uso di energia elettrica prodotta da fonti rinnovabili ---> 2013 L utilizzo di energia prodotta da fonti rinnovabili è aumentata dal 20% del 2012 al 49% del 2013 Avviare specifiche progettualità al fine di consentire un monitoraggio dei consumi di carta ---> 2013 Revisionare la Politica Ambiente e Sicurezza ---> 2013 SUSTAINABILITY Razionalizzazione delle politiche di approvvigionamento di carta da ufficio su un unico fornitore. Sensibilizzazione dei Dipendenti sull utilizzo efficiente delle risorse aziendali con l effetto della diminuzione del consumo di carta da 13,9 a 11 kg/anno di carta per dipendente dal 2012 al 2013 Revisione e integrazione della Politica Ambiente e Sicurezza a settembre 2013 Coinvolgimento degli stakeholder Attivare iniziative di dialogo con gli Stakeholder con l obiettivo di identificarne le aspettative per l ideazione e lo sviluppo di azioni di miglioramento La Società sta attivando iniziative di dialogo con gli Stakeholder. In relazione ai Clienti, è attivo il progetto Voice of the Customer per la raccolta e l analisi dei feedback dei Clienti sul servizio fornito, qualità dei prodotti, suggerimenti, ecc. Coerentemente con gli impegni fissati all interno della propria Politica di Sostenibilità, YOOX ha individuato una serie di obiettivi futuri per declinare a livello operativo il proprio commitment sulle tematiche socio-ambientali. IMPEGNI FUTURI Market Clienti Adesione totale per i tre online stores multimarca (yoox.com, shoescribe.com, thecorner.com) allo standard internazionale Fur Free Retailer Program promosso dalla Fur Free Alliance (FFA), coordinato per le aziende italiane della Lega Anti Vivisezione (LAV) ---> 2014 Estensione del servizio di Customer Care alla modalità 24/7 (24 ore su 24, 7 gg. su 7) con operatori madrelingua ---> 2014 Estensione del numero di valute di pagamento da 6 a > 2014 Attivazione di nuovi progetti eco-fashion con un progressivo incremento dell assortimento YOOXYGEN ---> 2014 Innovazione nell esperienza d acquisto offerta ai Clienti attraverso il consolidamento dei servizi di cross channel tra negozio online e negozio fisico ---> 2014 Investor Relations Organizzazione del primo roadshow in Asia per promuovere l equity story di YOOX presso gli investitori asiatici ---> 2014 Valorizzazione del nome, della storia e delle strategie del Gruppo YOOX a livello globale, e in particolar modo, nei Paesi anglosassoni --->

17 bilancio di sostenibilità brand-partner Ampliamento delle attività di coinvolgimento dei Brand-Partner in relazione alle tematiche di sostenibilità, tramite la raccolta e la condivisione delle informazioni relative alle attività di sostenibilità gestite ---> 2014 People Definizione e implementazione, per tutte le funzioni aziendali, degli YOOX Career Paths : percorsi di carriera dedicati ai diversi profili manageriali e professionali ---> 2014 Evoluzione del programma ENJOYOOX con lo sviluppo di uno strutturato sistema di agevolazioni per i Dipendenti (ristorazione, trasporti pubblici, benessere e tempo libero, banche e assicurazioni, ecc.) ---> 2014 Attivazione di nuovi contratti integrativi di telelavoro e di altre iniziative a sostegno delle lavoratrici neo-mamme ---> Community Proseguimento delle partnership con Brand o designer per il finanziamento di iniziative benefiche o di rilevanza sociale ---> 2014 Proseguimento delle attività di donazione del parco pc in corso di dismissione a Scuole o Onlus ---> 2014 Rafforzamento delle iniziative di formazione in collaborazione con Università, Enti di Formazione, Master post-laurea ---> Planet Ambiente e Sicurezza Proseguimento del processo di efficientamento energetico nella gestione degli edifici (es. impianti illuminazione, interventi sulle caldaie, isolamento delle coperture, realizzazione di nuovi impianti fotovoltaici) ---> 2014 Incremento della quota di consumo di energia elettrica proveniente da fonti rinnovabili ---> 2014 Ampliamento del servizio di navetta aziendale e promozione di Car Pooling e Bike Sharing per gli spostamenti casa-lavoro ---> 2014 Estensione alle sedi estere della certificazione in materia di Sicurezza e Ambiente ---> 2015 Introduzione di un BMS (Building Management System) per la misurazione, monitoraggio e miglioramento dell efficienza energetica degli edifici aziendali ---> 2015 Definizione di un Piano Spostamenti Casa Lavoro (PSCL) per il personale aziendale ---> 2015 Unificazione a livello globale delle certificazioni del packaging utilizzato per le spedizioni vs. lo standard FSC ---> 2015 Conseguimento della certificazione ISO del Sistema di Gestione Energetico ---> 2015 Realizzazione di interventi di efficientamento in ambito IT (ampliamento virtualizzazione e adozione della tecnologia blade per i datacenter) ---> Sustainability Introduzione all interno della rete Intranet aziendale di una sezione dedicata alla sostenibilità per la condivisione delle iniziative e dei progetti rilevanti ---> 2014 Adesione ad Agenda 21 e Global Compact Network ---> 2014 Introduzione di criteri e parametri socio-ambientali tra gli obiettivi del sistema di incentivazione MBO --->

18 20 bilancio di sostenibilità 2013

19 1. Identity 1. identity 21

20 22 bilancio di sostenibilità 2013 Identity 1.1 Il profilo del Gruppo YOOX e le sue attività Il Gruppo YOOX, il partner globale di Internet retail per i principali Brand della moda e del design, nasce nel giugno del YOOX si è affermato tra i leader di mercato con gli online store multimarca yoox.com, thecorner.com, shoescribe.com e con i 37 online store monomarca Powered by YOOX Group, consolidando negli anni la propria crescita internazionale. Il Gruppo, infatti, è partner di Kering, con cui ha costituito una joint venture dedicata alla gestione di alcuni online store monomarca di numerosi marchi del lusso del Gruppo. Il Gruppo pone da sempre come priorità la garanzia di un servizio al Cliente di altissima qualità in tutto il mondo, tempi di consegna rapidi, un processo per i resi semplice e veloce, la sicurezza nei pagamenti, la garanzia della privacy e un assistenza disponibile via telefono o via . YOOX è costantemente alla ricerca di soluzioni tecnologiche all avanguardia per rendere l esperienza di shopping unica e innovativa. Tra i momenti fondamentali che hanno segnato la crescita di YOOX rientra la quotazione in Borsa Italiana nel 2009 (segmento STAR) e il successivo ingresso a dicembre 2013 nell indice di Borsa FTSE MIB. yoox.com fondato nel 2000, è il lifestyle e-store multimarca di moda, design e arte leader nel mondo. Grazie a consolidate relazioni dirette con designer, produttori e dealer autorizzati, yoox.com offre una selezione infinita di prodotti: un ampia scelta di capi d abbigliamento e accessori difficili da trovare dei più importanti designer; capsule collection esclusive; proposte di moda eco-friendly; un assortimento unico di oggetti di design; rari capi vintage e originali libri; una ricercata collezione di accattivanti opere d arte provenienti dai più importanti musei e gallerie a livello mondiale, selezionate da curatori e critici internazionali.

21 1. identity 23 3 online store multimarca 37 online store monomarca Nata nel 2008, thecorner.com, la luxury online boutique dedicata ad uno stile unico e distintivo, propone un assortimento eclettico e selezionato che spazia dai brand più prestigiosi agli stilisti d avanguardia provenienti da tutto il mondo, per uomo e donna, attraverso mini-store dedicati. shoescribe.com, lanciato nel 2012, è la destinazione online per le donne completamente dedicata alle scarpe e al loro mondo: un assortimento ampio e curato nei dettagli che spazia da top designer a brand di ricerca, oltre a contenuti editoriali originali e servizi esclusivi dedicati alle scarpe. Dal 2006, YOOX progetta e gestisce gli online store monomarca dei principali Brand di moda che intendono offrire su Internet la stessa collezione disponibile nei negozi fisici. Grazie al know-how acquisito e all esperienza pluriennale maturata, YOOX offre ai propri Brand-Partner una soluzione completa che include studio e realizzazione del concept creativo, un'interface design altamente innovativo, una piattaforma tecnologica e logistica globale, un customer care eccellente e attività di web marketing orientate a livello internazionale.

22 24 bilancio di sostenibilità 2013 Al 31 dicembre 2013, gli online store monomarca attivi sono 30: marni.com, emporioarmani.com, diesel.com, stoneisland.com, valentino.com, emiliopucci.com, moschino.com, bally.com, dsquared2.com, jilsander.com, robertocavalli.com, coccinelle.com, giuseppezanottidesign.com, napapijri.com, albertaferretti.com, maisonmartinmargiela.com, zegna.com, y-3store.com, brunellocucinelli.com, bikkembergs.com, dolcegabbana.com, moncler.com, armani.com, trussardi.com, barbarabui.com, pringlescotland.com, pomellato.com, alexanderwang.com, missoni.com, dodo.it. Il Gruppo YOOX è partner di Kering, con cui ha costituito una joint venture dedicata alla gestione degli online store monomarca di numerosi marchi del lusso del Gruppo: al 31 dicembre 2013 sono attivi gli online store di Bottega Veneta, Saint Laurent, Alexander McQueen, Balenciaga, Sergio Rossi, Stella McCartney e Brioni. Pur essendo una realtà globale, l attenzione di YOOX al Cliente si concretizza nel consolidato approccio locale che il Gruppo ha sviluppato al fine di garantire un esperienza di acquisto totalmente localizzata e un servizio eccellente nei diversi Paesi. Il Gruppo è attivo in oltre 100 Paesi nel mondo, con 5 centri logistici localizzati strategicamente su 3 continenti - in Italia (Interporto di Bologna, centro logistico centrale), negli Stati Uniti, in Giappone, in Cina e ad Hong Kong - e 7 centri di customer care localizzati sulle diverse latitudini.

Altagamma Worldwide Luxury Markets Monitor Spring 2013 Update

Altagamma Worldwide Luxury Markets Monitor Spring 2013 Update Altagamma Worldwide Luxury Markets Monitor Spring 2013 Update MERCATO MONDIALE DEI BENI DI LUSSO: TERZO ANNO CONSECUTIVO DI CRESCITA A DUE CIFRE. SUPERATI I 200 MILIARDI DI EURO NEL 2012 Il mercato del

Dettagli

Formazione Su Misura

Formazione Su Misura Formazione Su Misura Contattateci per un incontro di presentazione inviando una mail a formazione@assoservizi.it o telefonando ai nostri uffici: Servizi alle Imprese 0258370-644.605 Chi siamo Assoservizi

Dettagli

MTA. Mercato Telematico Azionario: dai forma alle tue ambizioni

MTA. Mercato Telematico Azionario: dai forma alle tue ambizioni MTA Mercato Telematico Azionario: dai forma alle tue ambizioni L accesso ai mercati dei capitali ha permesso a Campari di percorrere una strategia di successo per l espansione e lo sviluppo del proprio

Dettagli

Trieste, 25 ottobre 2006

Trieste, 25 ottobre 2006 Trieste, 25 ottobre 2006 PRESENTAZIONE DEL BILANCIO DI SOSTENIBILITÀ 2005 DEL GRUPPO GENERALI AGLI STUDENTI DELL UNIVERSITA DI TRIESTE INTERVENTO DELL AMMINISTRATORE DELEGATO GIOVANNI PERISSINOTTO Vorrei

Dettagli

IT FINANCIAL MANAGEMENT

IT FINANCIAL MANAGEMENT IT FINANCIAL MANAGEMENT L IT Financial Management è una disciplina per la pianificazione e il controllo economico-finanziario, di carattere sia strategico sia operativo, basata su un ampio insieme di metodologie

Dettagli

dei processi di customer service

dei processi di customer service WHITE PAPER APRILE 2013 Il Business Process Orchestrator dei processi di customer service Fonte Dati: Forrester Research Inc I marchi registrati citati nel presente documento sono di proprietà esclusiva

Dettagli

Il Progetto People: talent management e succession planning nel Gruppo Generali

Il Progetto People: talent management e succession planning nel Gruppo Generali 1 Il Progetto People: talent management e succession planning nel Gruppo Generali CRISTIANA D AGOSTINI Milano, 17 maggio 2012 Il Gruppo Generali nel mondo 2 Oltre 60 paesi nel mondo in 5 continenti 65

Dettagli

LA META PER LA MODA, LO SPORT E LO SVAGO, IN CINA

LA META PER LA MODA, LO SPORT E LO SVAGO, IN CINA LA META PER LA MODA, LO SPORT E LO SVAGO, IN CINA I DESTINATION CENTER I Destination Center COS è UN DESTINATION CENTER? SHOPPING SPORT DIVERTIMENTO Un Destination Center e una combinazione di aree tematiche,

Dettagli

Mobilità sostenibile Piano Spostamenti Casa - Lavoro 2014. Sede di Torino. Elaborazione e Cura di:

Mobilità sostenibile Piano Spostamenti Casa - Lavoro 2014. Sede di Torino. Elaborazione e Cura di: Mobilità sostenibile Piano Spostamenti Casa - Lavoro 2014 Sede di Torino RUGGIERI Nicoletta Maria Mobility Manager Elaborazione e Cura di: CAGGIANIELLO Giorgio SAPIO Michele VENTURA Lorella Amministrazione

Dettagli

IL PROGETTO MINDSH@RE

IL PROGETTO MINDSH@RE IL PROGETTO MINDSH@RE Gruppo Finmeccanica Attilio Di Giovanni V.P.Technology Innovation & IP Mngt L'innovazione e la Ricerca sono due dei punti di eccellenza di Finmeccanica. Lo scorso anno il Gruppo ha

Dettagli

Sintesi del Rapporto delle attività 2011 Principali risultati

Sintesi del Rapporto delle attività 2011 Principali risultati Sintesi del Rapporto delle attività 2011 Principali risultati Roma, 29 maggio 2012 Indice Il Gestore dei Servizi Energetici GSE S.p.A. I nostri servizi Nuove attività 2012-2013 Evoluzione delle attività

Dettagli

BOARD in Eisai: crescere con il Performance Management

BOARD in Eisai: crescere con il Performance Management BOARD in Eisai: crescere con il Performance Management Gli aspetti maggiormente apprezzabili nell utilizzo di BOARD sono la tempestività nel realizzare ambienti di analisi senza nessun tipo di programmazione

Dettagli

SAP per centralizzare tutte le informazioni aziendali

SAP per centralizzare tutte le informazioni aziendali Grandi Navi Veloci. Utilizzata con concessione dell autore. SAP per centralizzare tutte le informazioni aziendali Partner Nome dell azienda Ferretticasa Spa Settore Engineering & Costruction Servizi e/o

Dettagli

Banca Generali: la solidità di chi guarda lontano. Agosto 2014

Banca Generali: la solidità di chi guarda lontano. Agosto 2014 Banca Generali: la solidità di chi guarda lontano Agosto 2014 Banca Generali in pillole Banca Generali è uno degli assetgathererdi maggior successo e in grande crescita nel mercato italiano, con oltre

Dettagli

AIM Italia / Mercato Alternativo del Capitale

AIM Italia / Mercato Alternativo del Capitale AIM Italia / Mercato Alternativo del Capitale Agenda I II III AIM Italia Il ruolo di Banca Finnat Track record di Banca Finnat 2 2 Mercati non regolamentati Mercati regolamentati AIM Italia Mercati di

Dettagli

2 EDIZIONE Master in Export Management (MEM) AGRI FOOD BEVERAGE 9 MESI: 6 DI AULA E 3 DI STAGE. Main Supporter

2 EDIZIONE Master in Export Management (MEM) AGRI FOOD BEVERAGE 9 MESI: 6 DI AULA E 3 DI STAGE. Main Supporter 2 EDIZIONE Master in Export Management (MEM) AGRI FOOD BEVERAGE 9 MESI: 6 DI AULA E 3 DI STAGE Main Supporter MASTER IN EXPORT MANAGEMENT (MEM) AGRI FOOD BEVERAGE (II Edizione) 9 MESI: 6 DI AULA E 3 DI

Dettagli

CITTA DI BARLETTA Medaglia d oro al Valor Militare e al Merito Civile Città della Disfida

CITTA DI BARLETTA Medaglia d oro al Valor Militare e al Merito Civile Città della Disfida ALL. 5 CITTA DI BARLETTA Medaglia d oro al Valor Militare e al Merito Civile Città della Disfida ***** Regolamento sul funzionamento dell Organismo Indipendente di valutazione \ Approvato con deliberazione

Dettagli

Si precisa che nessuna delle modifiche rientra tra le ipotesi che attribuiscono ai soci il diritto di recesso.

Si precisa che nessuna delle modifiche rientra tra le ipotesi che attribuiscono ai soci il diritto di recesso. RELAZIONE DEL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE SULLE MODIFICHE DEGLI ARTICOLI 15, 17, 27 E 28 DELLO STATUTO SOCIALE, E SULL INTRODUZIONE DELL ART. 28 BIS. La presente Relazione ha lo scopo di illustrare in

Dettagli

POLICY SUI CONFLITTI DI INTERESSI. Versione 9.0 del 9/03/2015. Approvata dal CDA nella seduta del 7/04/2015

POLICY SUI CONFLITTI DI INTERESSI. Versione 9.0 del 9/03/2015. Approvata dal CDA nella seduta del 7/04/2015 POLICY SUI CONFLITTI DI INTERESSI Versione 9.0 del 9/03/2015 Approvata dal CDA nella seduta del 7/04/2015 Policy conflitti di interesse Pag. 1 di 14 INDICE 1. PREMESSA... 3 1.1 Definizioni... 4 2. OBIETTIVI...

Dettagli

Pronti per la Voluntary Disclosure?

Pronti per la Voluntary Disclosure? Best Vision GROUP The Swiss hub in the financial business network Pronti per la Voluntary Disclosure? Hotel de la Paix, 21 aprile 2015, ore 18:00 Hotel Lugano Dante, 22 aprile 2015, ore 17:00 Best Vision

Dettagli

Policy. Le nostre persone

Policy. Le nostre persone Policy Le nostre persone Approvato dal Consiglio di Amministrazione di eni spa il 28 luglio 2010 LE NOSTRE PERSONE 1. L importanza del fattore umano 3 2. La cultura della pluralità 4 3. La valorizzazione

Dettagli

t.fabrica wanna be smarter? smart, simple, cost effectiveness solutions for manufactoring operational excellence.

t.fabrica wanna be smarter? smart, simple, cost effectiveness solutions for manufactoring operational excellence. t.fabrica wanna be smarter? smart, simple, cost effectiveness solutions for manufactoring operational excellence. Per le aziende manifatturiere, oggi e sempre più nel futuro individuare ed eliminare gli

Dettagli

REGOLAMENTO E POLITICHE AZIENDALI ALLEGATO (J) DOCUMENTO SULLE POLITICHE DI SICUREZZA E TUTELA DELLA SALUTE SUL LAVORO EX D.LGS. N.

REGOLAMENTO E POLITICHE AZIENDALI ALLEGATO (J) DOCUMENTO SULLE POLITICHE DI SICUREZZA E TUTELA DELLA SALUTE SUL LAVORO EX D.LGS. N. REGOLAMENTO E POLITICHE AZIENDALI ALLEGATO (J) DOCUMENTO SULLE POLITICHE DI SICUREZZA E TUTELA DELLA SALUTE SUL LAVORO EX D.LGS. N. 81/2008 Il Consiglio di Amministrazione della Società ha approvato le

Dettagli

COMPANY PROFILE. Particolare attenzione viene riservata ai Servizi:

COMPANY PROFILE. Particolare attenzione viene riservata ai Servizi: COMPANY PROFILE L Azienda FAR S.p.A. ha i suoi stabilimenti di produzione in Italia e precisamente a CIMADOLMO in provincia di Treviso a pochi chilometri dalla città di VENEZIA. Nata nel 1991 si è inserita

Dettagli

QUELLO CHE SAREMO DOMANI NASCE DALL ENERGIA DI OGGI.

QUELLO CHE SAREMO DOMANI NASCE DALL ENERGIA DI OGGI. QUELLO CHE SAREMO DOMANI NASCE DALL ENERGIA DI OGGI. I NUMERI DELLA NOSTRA SOLIDITÀ PRESENTE IN 22 PAESI DI 4 CONTINENTI 76 MILA PERSONE DI 12 CULTURE OLTRE 1.000 CENTRALI NEL MONDO + 78% DI PRODUZIONE

Dettagli

. T. I. P. O. TIP - PRE IPO S.P.A.

. T. I. P. O. TIP - PRE IPO S.P.A. Milano, 4 giugno 2014 Perché TIPO? 1. Esiste un mercato potenziale interessante 2. Le imprese italiane hanno bisogno di equity 3. Attuale disponibilità di liquidità UNA CHIUSURA PROATTIVA DEL CIRCUITO

Dettagli

AFFIDABILE, SOSTENIBILE & INNOVATIVA

AFFIDABILE, SOSTENIBILE & INNOVATIVA Axpo Italia AFFIDABILE, SOSTENIBILE & INNOVATIVA UN GRUPPO A DIMENSIONE EUROPEA Axpo opera direttamente in oltre 20 paesi europei L Italia è uno dei mercati principali del gruppo Axpo in Italia Alla presenza

Dettagli

STS. Profilo della società

STS. Profilo della società STS Profilo della società STS, Your ICT Partner Con un solido background accademico, regolari confronti con il mondo della ricerca ed esperienza sia nel settore pubblico che privato, STS è da oltre 20

Dettagli

La disclosure e il monitoraggio della corporate governance in Italia

La disclosure e il monitoraggio della corporate governance in Italia Comitato per la Corporate Governance La disclosure e il monitoraggio della corporate governance in Italia Gabriele Galateri di Genola e Carmine Di Noia Milano, 16 aprile 2014 1 La disclosure della corporate

Dettagli

INDICE. - Categorie di dipendenti o di collaboratori dell Emittente e delle società controllanti o controllate da tale Emittente

INDICE. - Categorie di dipendenti o di collaboratori dell Emittente e delle società controllanti o controllate da tale Emittente 1 INDICE Premessa 4 Soggetti Destinatari 6 - Indicazione nominativa dei destinatari che sono componenti del Consiglio di Amministrazione dell Emittente, delle società controllanti e di quelle, direttamente

Dettagli

PROCEDURA PER L EFFETTUAZIONE DI OPERAZIONI CON PARTI CORRELATE

PROCEDURA PER L EFFETTUAZIONE DI OPERAZIONI CON PARTI CORRELATE PROCEDURA PER L EFFETTUAZIONE DI OPERAZIONI CON PARTI CORRELATE ADOTTATA AI SENSI DELL ART. 4 DEL REGOLAMENTO CONSOB 17221 DEL 12 MARZO 2010 (e successive modifiche) Bologna,1 giugno 2014 Indice 1. Premessa...

Dettagli

Vivere bene entro i limiti del nostro pianeta

Vivere bene entro i limiti del nostro pianeta isstock Vivere bene entro i limiti del nostro pianeta 7 PAA Programma generale di azione dell Unione in materia di ambiente fino al 2020 A partire dalla metà degli anni 70 del secolo scorso, la politica

Dettagli

ALBA PRIVATE EQUITY S.P.A. www.alba-pe.com

ALBA PRIVATE EQUITY S.P.A. www.alba-pe.com ALBA PRIVATE EQUITY S.P.A. www.alba-pe.com RELAZIONE ILLUSTRATIVA DEL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE SULLE PROPOSTE CONCERNENTI LE MATERIE POSTE ALL ORDINE DEL GIORNO DELLA ASSEMBLEA DEGLI AZIONISTI DEL

Dettagli

Completezza funzionale KEY FACTORS Qualità del dato Semplicità d'uso e controllo Tecnologie all avanguardia e stabilità Integrabilità

Completezza funzionale KEY FACTORS Qualità del dato Semplicità d'uso e controllo Tecnologie all avanguardia e stabilità Integrabilità Armundia Group è un azienda specializzata nella progettazione e fornitura di soluzioni software e consulenza specialistica per i settori dell ICT bancario, finanziario ed assicurativo. Presente in Italia

Dettagli

CAPITOLO CAPIT Tecnologie dell ecnologie dell info inf rmazione e controllo

CAPITOLO CAPIT Tecnologie dell ecnologie dell info inf rmazione e controllo CAPITOLO 8 Tecnologie dell informazione e controllo Agenda Evoluzione dell IT IT, processo decisionale e controllo Sistemi di supporto al processo decisionale Sistemi di controllo a feedback IT e coordinamento

Dettagli

Schema Professionista della Security Profilo Senior Security Manager - III Livello

Schema Professionista della Security Profilo Senior Security Manager - III Livello STATO DELLE REVISIONI rev. n SINTESI DELLA MODIFICA DATA 0 05-05-2015 VERIFICA Direttore Qualità & Industrializzazione Maria Anzilotta APPROVAZIONE Direttore Generale Giampiero Belcredi rev. 0 del 2015-05-05

Dettagli

il ruolo del Service Manager e i vantaggi conseguiti

il ruolo del Service Manager e i vantaggi conseguiti il ruolo del Service Manager e i vantaggi conseguiti Alessandro Bruni CIO at Baglioni Hotels Workshop AICA: "Il Service Manager: il ruolo e il suo valore per il business" 8/ 2/2011 Il gruppo Baglioni Hotels

Dettagli

Avviso di selezione per n. 4 contratti di collaborazione a progetto della Fondazione Bologna Business School.

Avviso di selezione per n. 4 contratti di collaborazione a progetto della Fondazione Bologna Business School. Avviso 2014C-01 del 30/12/2014 Avviso di selezione per n. 4 contratti di collaborazione a progetto della Fondazione Bologna Business School. La Fondazione Bologna University Business School (d ora in poi

Dettagli

Cio che fa bene alle persone, fa bene agli affari. Leo Burnett pubblicitario statunitense

Cio che fa bene alle persone, fa bene agli affari. Leo Burnett pubblicitario statunitense Cio che fa bene alle persone, fa bene agli affari. Leo Burnett pubblicitario statunitense Chi siamo Siamo una delle più consolidate realtà di Internet Marketing in Italia: siamo sul mercato dal 1995, e

Dettagli

CENTRO OCSE LEED DI TRENTO PER LO SVILUPPO LOCALE

CENTRO OCSE LEED DI TRENTO PER LO SVILUPPO LOCALE CENTRO OCSE LEED DI TRENTO PER LO SVILUPPO LOCALE BROCHURE INFORMATIVA 2013-2015 L Organizzazione per la Cooperazione e lo Sviluppo Economico (OCSE) è un organizzazione inter-governativa e multi-disciplinare

Dettagli

Indice. La Missione 3. La Storia 4. I Valori 5. I Clienti 7. I Numeri 8. I Servizi 10

Indice. La Missione 3. La Storia 4. I Valori 5. I Clienti 7. I Numeri 8. I Servizi 10 Indice La Missione 3 La Storia 4 I Valori 5 I Clienti 7 I Numeri 8 I Servizi 10 La Missione REVALO: un partner operativo insostituibile sul territorio. REVALO ha come scopo il mantenimento e l incremento

Dettagli

Copyright Università degli Studi di Torino, Progetto Atlante delle Professioni 2009 IT PROCESS EXPERT

Copyright Università degli Studi di Torino, Progetto Atlante delle Professioni 2009 IT PROCESS EXPERT IT PROCESS EXPERT 1. CARTA D IDENTITÀ... 2 2. CHE COSA FA... 3 3. DOVE LAVORA... 4 4. CONDIZIONI DI LAVORO... 5 5. COMPETENZE... 6 Quali competenze sono necessarie... 6 Conoscenze... 8 Abilità... 9 Comportamenti

Dettagli

La politica Nestlé per la Salute e la Sicurezza sul Lavoro

La politica Nestlé per la Salute e la Sicurezza sul Lavoro La politica Nestlé per la Salute e la Sicurezza sul Lavoro La sicurezza non è negoziabile Nestlé è convinta che il successo a lungo termine possa essere raggiunto soltanto grazie alle sue persone. Nessun

Dettagli

Il Modello 231 e l integrazione con gli altri sistemi di gestione aziendali

Il Modello 231 e l integrazione con gli altri sistemi di gestione aziendali RESPONSABILITA D IMPRESA D.lgs. 231/01 L EVOLUZIONE DEI MODELLI ORGANIZZATIVI E DI GESTIONE 27 maggio 2014 ore 14.00 Il Modello 231 e l integrazione con gli altri sistemi di gestione aziendali Ing. Gennaro

Dettagli

Linee guida per il reporting di sostenibilità

Linee guida per il reporting di sostenibilità RG Linee guida per il reporting di sostenibilità 2000-2011 GRI Versione 3.1 2000-2011 GRI Versione 3.1 Linee guida per il reporting di sostenibilità RG Indice Prefazione Lo sviluppo sostenibile e l imperativo

Dettagli

Il sistema di controllo interno e di gestione dei rischi nel nuovo Codice di Autodisciplina. Roma, 18/10/2012. Francesco La Manno Borsa Italiana

Il sistema di controllo interno e di gestione dei rischi nel nuovo Codice di Autodisciplina. Roma, 18/10/2012. Francesco La Manno Borsa Italiana Il sistema di controllo interno e di gestione dei rischi nel nuovo Codice di Autodisciplina Roma, 18/10/2012 Francesco La Manno Borsa Italiana Il Codice di Autodisciplina 1999: Prima versione del Codice

Dettagli

Contribuite anche voi al nostro successo.

Contribuite anche voi al nostro successo. Entusiasmo da condividere. Contribuite anche voi al nostro successo. 1 Premi Nel 2009 e nel 2012, PostFinance è stata insignita del marchio «Friendly Work Space» per la sua sistematica gestione della salute.

Dettagli

SYSKOPLAN REPLY IMPLEMENTA PER IL GRUPPO INDUSTRIALE SCHOTT UNA SOLUZIONE SAP CRM SU BASE SAP HANA E OPERATIVA IN 35 PAESI.

SYSKOPLAN REPLY IMPLEMENTA PER IL GRUPPO INDUSTRIALE SCHOTT UNA SOLUZIONE SAP CRM SU BASE SAP HANA E OPERATIVA IN 35 PAESI. SYSKOPLAN REPLY IMPLEMENTA PER IL GRUPPO INDUSTRIALE SCHOTT UNA SOLUZIONE SAP CRM SU BASE SAP HANA E OPERATIVA IN 35 PAESI. Come gruppo industriale tecnologico leader nel settore del vetro e dei materiali

Dettagli

THUN con ARIS: dall'ottimizzazione dei processi verso l enterprise SOA

THUN con ARIS: dall'ottimizzazione dei processi verso l enterprise SOA SAP World Tour 2007 - Milano 11-12 Luglio 2007 THUN con ARIS: dall'ottimizzazione dei processi verso l enterprise SOA Agenda Presentazione Derga Consulting Enterprise SOA Allineamento Processi & IT Il

Dettagli

DOCUMENTO APPROVATO DAL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE DEL 12 DICEMBRE

DOCUMENTO APPROVATO DAL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE DEL 12 DICEMBRE REGOLAMENTO DI FUNZIONAMENTO DELL ORGANISMO DI VIGILANZA D.LGS 231/01 DI GALA S.P.A. DOCUMENTO APPROVATO DAL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE DEL 12 DICEMBRE 2013 INDICE ARTICOLO 1 SCOPO E AMBITO DI APPLICAZIONE..3

Dettagli

AALBORG+10 ISPIRARE IL FUTURO

AALBORG+10 ISPIRARE IL FUTURO AALBORG+10 ISPIRARE IL FUTURO LA NOSTRA VISIONE COMUNE Noi, governi locali europei, sostenitori della Campagna delle Città Europee Sostenibili, riuniti alla conferenza di Aalborg+10, confermiamo la nostra

Dettagli

La Responsabilità Sociale d Impresa

La Responsabilità Sociale d Impresa La Responsabilità Sociale d Impresa Claudio Toso Direttore Soci e Comunicazione claudio.toso@nordest.coop.it Piacenza 21 giugno 2005 1 Coop Consumatori Nordest Consuntivo 2004 460.000 Soci 78 supermercati

Dettagli

IT GOVERNANCE & MANAGEMENT

IT GOVERNANCE & MANAGEMENT IT GOVERNANCE & MANAGEMENT BOLOGNA BUSINESS school Dal 1088, studenti da tutto il mondo vengono a studiare a Bologna dove scienza, cultura e tecnologia si uniscono a valori, stile di vita, imprenditorialità.

Dettagli

MASTER MAGPA Argomenti Project Work

MASTER MAGPA Argomenti Project Work MASTER MAGPA Argomenti Project Work MODULO I LA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE: PROFILO STORICO E SFIDE FUTURE Nome Relatore: Dott.ssa Ricciardelli (ricciardelli@lum.it) 1. Dal modello burocratico al New Public

Dettagli

Programma di Compliance Antitrust. Allegato B al Modello di Organizzazione, Gestione e Controllo ex D. LGS. 231/2001

Programma di Compliance Antitrust. Allegato B al Modello di Organizzazione, Gestione e Controllo ex D. LGS. 231/2001 Programma di Compliance Antitrust Allegato B al Modello di Organizzazione, Gestione e Controllo ex D. LGS. 231/2001 Approvato dal Consiglio di Amministrazione in data 19 febbraio 2015 Rev 0 del 19 febbraio

Dettagli

Presentazione Istituzionale Ottobre 2012

Presentazione Istituzionale Ottobre 2012 Società e Servizi di IR Presentazione Istituzionale Ottobre 2012 Noi Siamo una società indipendente di consulenza specializzata in Investor Relations e Comunicazione d Impresa. Siamo una giovane realtà,

Dettagli

Business Intelligence RENDE STRATEGICHE LE INFORMAZIONI

Business Intelligence RENDE STRATEGICHE LE INFORMAZIONI Business Intelligence RENDE STRATEGICHE LE INFORMAZIONI Business Intelligence RENDE STRATEGICHE LE INFORMAZIONI CSC ritiene che la Business Intelligence sia un elemento strategico e fondamentale che, seguendo

Dettagli

PRESIDENZA DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI DIPARTIMENTO DELLA FUNZIONE PUBBLICA

PRESIDENZA DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI DIPARTIMENTO DELLA FUNZIONE PUBBLICA PRESIDENZA DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI DIPARTIMENTO DELLA FUNZIONE PUBBLICA DIRETTIVA DEL MINISTRO DELLA FUNZIONE PUBBLICA SULLA RILEVAZIONE DELLA QUALITA PERCEPITA DAI CITTADINI A tutti i Ministeri - Uffici

Dettagli

CERVED RATING AGENCY. Politica in materia di conflitti di interesse

CERVED RATING AGENCY. Politica in materia di conflitti di interesse CERVED RATING AGENCY Politica in materia di conflitti di interesse maggio 2014 1 Cerved Rating Agency S.p.A. è specializzata nella valutazione del merito creditizio di imprese non finanziarie di grandi,

Dettagli

Le opportunità economiche dell efficienza energetica

Le opportunità economiche dell efficienza energetica Le opportunità economiche dell efficienza energetica i problemi non possono essere risolti dallo stesso atteggiamento mentale che li ha creati Albert Einstein 2 SOMMARIO 1. Cosa è una ESCO 2. Esco Italia

Dettagli

Allegato A COMUNE DI ALANO DI PIAVE Provincia di Belluno PIANO TRIENNALE DI AZIONI POSITIVE PER LE PARI OPPORTUNITÀ 2015-2017 (ART. 48, COMMA 1, D.LGS. 11/04/2006 N. 198) Il Decreto Legislativo 11 aprile

Dettagli

CODICE DI COMPORTAMENTO INTEGRATIVO ARTICOLO 1 OGGETTO

CODICE DI COMPORTAMENTO INTEGRATIVO ARTICOLO 1 OGGETTO CODICE DI COMPORTAMENTO INTEGRATIVO ARTICOLO 1 OGGETTO 1. Il presente Codice di Comportamento integrativo definisce, in applicazione dell'art. 54 del DLgs. n. 165/2001 come riformulato dall'art.1, comma

Dettagli

Gruppo PRADA. Codice etico

Gruppo PRADA. Codice etico Gruppo PRADA Codice etico Indice Introduzione 2 1. Ambito di applicazione e destinatari 3 2. Principi etici 3 2.1 Applicazione dei Principi etici: obblighi dei Destinatari 4 2.2 Valore della persona e

Dettagli

Facility management. per gli immobili adibiti prevalentemente ad uso ufficio, in uso a qualsiasi titolo alle Pubbliche Amministrazioni

Facility management. per gli immobili adibiti prevalentemente ad uso ufficio, in uso a qualsiasi titolo alle Pubbliche Amministrazioni Ope Facility management per gli immobili adibiti prevalentemente ad uso ufficio, in uso a qualsiasi titolo alle Pubbliche Amministrazioni Ingegneria dell efficienza aziendale Società per i Servizi Integrati

Dettagli

Dalla Mappatura dei Processi al Business Process Management

Dalla Mappatura dei Processi al Business Process Management Dalla Mappatura dei Processi al Business Process Management Romano Stasi Responsabile Segreteria Tecnica ABI Lab Roma, 4 dicembre 2007 Agenda Il percorso metodologico Analizzare per conoscere: la mappatura

Dettagli

GUIDA ALLA RELAZIONE CON I FORNITORI

GUIDA ALLA RELAZIONE CON I FORNITORI GUIDA ALLA RELAZIONE CON I FORNITORI Indice 1 Introduzione 2 2 Come ERA collabora con i fornitori 3 Se siete il fornitore attualmente utilizzato dal cliente Se siete dei fornitori potenziali Se vi aggiudicate

Dettagli

Associazione Italiana Brokers di Assicurazioni e Riassicurazioni

Associazione Italiana Brokers di Assicurazioni e Riassicurazioni Associazione Italiana Brokers di Assicurazioni e Riassicurazioni Codice Etico Rev. 03 Versione del 21/01/2013 Approvato della Giunta Esecutiva del 18/02/2013 Ratificato del Consiglio Direttivo entro il

Dettagli

PASSIONE PER L IT PROLAN. network solutions

PASSIONE PER L IT PROLAN. network solutions PASSIONE PER L IT PROLAN network solutions CHI SIAMO Aree di intervento PROFILO AZIENDALE Prolan Network Solutions nasce a Roma nel 2004 dall incontro di professionisti uniti da un valore comune: la passione

Dettagli

Il CIO del futuro Report sulla ricerca

Il CIO del futuro Report sulla ricerca Il CIO del futuro Report sulla ricerca Diventare un promotore di cambiamento Condividi questo report Il CIO del futuro: Diventare un promotore di cambiamento Secondo un nuovo studio realizzato da Emerson

Dettagli

PAVANELLOMAGAZINE. l intervista. Pavanello Serramenti e il mondo Web. Proroga detrazioni fiscali del 55% fino al 31 dicembre 2012

PAVANELLOMAGAZINE. l intervista. Pavanello Serramenti e il mondo Web. Proroga detrazioni fiscali del 55% fino al 31 dicembre 2012 anno 2 - numero 3 - marzo/aprile 2012 MADE IN ITALY PAVANELLOMAGAZINE l intervista Certificazione energetica obbligatoria Finestra Qualità CasaClima Proroga detrazioni fiscali del 55% fino al 31 dicembre

Dettagli

Dal kw risorse per la competitività

Dal kw risorse per la competitività Dal kw risorse per la competitività Soluzioni di efficienza e ottimizzazione energetica dalla PMI alla grande impresa Salvatore Pinto AD Presidente Axpo Italia SpA Axpo Italia SpA Da fornitore a partner

Dettagli

Il canale distributivo Prima e dopo Internet. Corso di Laurea in Informatica per il management Università di Bologna Andrea De Marco

Il canale distributivo Prima e dopo Internet. Corso di Laurea in Informatica per il management Università di Bologna Andrea De Marco Il canale distributivo Prima e dopo Internet Corso di Laurea in Informatica per il management Università di Bologna Andrea De Marco La distribuzione commerciale Il canale distributivo è un gruppo di imprese

Dettagli

Struttura di un PEC: dal piano energetico di riferimento alle azioni di piano

Struttura di un PEC: dal piano energetico di riferimento alle azioni di piano Enti locali per Kyoto Struttura di un PEC: dal piano energetico di riferimento alle azioni di piano Rodolfo Pasinetti Ambiente Italia srl Milano, 15 dicembre 2006 Contesto Politiche energetiche Nel passato

Dettagli

ARTICOLO 61 MARZO/APRILE 2013 LA BUSINESS INTELLIGENCE 1. http://www.sinedi.com

ARTICOLO 61 MARZO/APRILE 2013 LA BUSINESS INTELLIGENCE 1. http://www.sinedi.com http://www.sinedi.com ARTICOLO 61 MARZO/APRILE 2013 LA BUSINESS INTELLIGENCE 1 L estrema competitività dei mercati e i rapidi e continui cambiamenti degli scenari in cui operano le imprese impongono ai

Dettagli

SPAI di Puclini Carlo

SPAI di Puclini Carlo CARTA DELLA QUALITÀ DELL OFFERTA FORMATIVA INDICE 1. LIVELLO STRATEGICO 1.1 Politica della Qualità 2. LIVELLO ORGANIZZATIVO 2.1 Servizi formativi offerti 2.2 Dotazione di risorse professionali e logistico

Dettagli

Venture Capitalist: chi sono, cosa fanno e a cosa servono

Venture Capitalist: chi sono, cosa fanno e a cosa servono Venture Capitalist: chi sono, cosa fanno e a cosa servono Ing. Stefano Molino Investment Manager Innogest SGR SpA Torino, 31 Marzo 2011 Venture Capital: che cos è? L attività di investimento istituzionale

Dettagli

RELAZIONE SUL GOVERNO SOCIETARIO E GLI ASSETTI PROPRIETARI ai sensi dell articolo 123 bis del Decreto Legislativo 58/1998 ( TUF )

RELAZIONE SUL GOVERNO SOCIETARIO E GLI ASSETTI PROPRIETARI ai sensi dell articolo 123 bis del Decreto Legislativo 58/1998 ( TUF ) RELAZIONE SUL GOVERNO SOCIETARIO E GLI ASSETTI PROPRIETARI ai sensi dell articolo 123 bis del Decreto Legislativo 58/1998 ( TUF ) (modello di amministrazione e controllo tradizionale) Emittente: SALINI

Dettagli

1. Premessa. Il contesto generale.

1. Premessa. Il contesto generale. Linee di indirizzo del Comitato interministeriale (d.p.c.m. 16 gennaio 2013) per la predisposizione, da parte del Dipartimento della funzione pubblica, del PIANO NAZIONALE ANTICORRUZIONE di cui alla legge

Dettagli

1 BI Business Intelligence

1 BI Business Intelligence K Venture Corporate Finance Srl Via Papa Giovanni XXIII, 40F - 56025 Pontedera (PI) Tel/Fax 0587 482164 - Mail: info@kventure.it www.kventure.it 1 BI Business Intelligence Il futuro che vuoi. Sotto controllo!

Dettagli

Numero 2 del 29 febbraio 2012 PROGETTO CESIPE

Numero 2 del 29 febbraio 2012 PROGETTO CESIPE Numero 2 del 29 febbraio 2012 PROGETTO CESIPE Lo scorso 8 febbraio nella sede del Comitato Consultivo, il Direttore Generale dell Azienda "Policlinico-Vittorio Emanuele", Armando Giacalone, il Direttore

Dettagli

Circolare N.175 del 27 Novembre 2013

Circolare N.175 del 27 Novembre 2013 Circolare N.175 del 27 Novembre 2013 PMI. Tutte le informazioni per la quotazione in borsa online Gentile cliente, con la presente desideriamo informarla che ABI, AIFI, ASSIREVI, ASSOGESTIONI, ASSOSIM,

Dettagli

Codice di Comportamento Genesi Uno. Linee Guida e Normative di Integrità e Trasparenza

Codice di Comportamento Genesi Uno. Linee Guida e Normative di Integrità e Trasparenza Codice di Comportamento Genesi Uno Linee Guida e Normative di Integrità e Trasparenza Caro Collaboratore, vorrei sollecitare la tua attenzione sulle linee guida ed i valori di integrità e trasparenza che

Dettagli

IL FONDO DIFONDI PRIVATE DEBT

IL FONDO DIFONDI PRIVATE DEBT I MINIBOND: nuovi canali di finanziamento alle imprese a supporto della crescita e dello sviluppo 15Luglio 2015 IL FONDO DIFONDI PRIVATE DEBT Dr. Gabriele Cappellini Amministratore Delegato Fondo Italiano

Dettagli

DALLE FOSSILI ALLE RINNOVABILI

DALLE FOSSILI ALLE RINNOVABILI MANIFESTO PER L ENERGIA SOSTENIBILE DALLE FOSSILI ALLE RINNOVABILI COSTRUISCI CON NOI UN SISTEMA ENERGETICO SOSTENIBILE PER L ITALIA Organizzazione Non Lucrativa di Utilità Sociale. FINALITà Favorire la

Dettagli

Principi d Azione. www.airliquide.it

Principi d Azione. www.airliquide.it Principi d Azione Codice Etico www.airliquide.it Il bene scaturisce dall'onestà; l'onestà ha in sè la sua origine: quello che è un bene avrebbe potuto essere un male, ciò che è onesto, non potrebbe essere

Dettagli

Principi di stewardship degli investitori istituzionali

Principi di stewardship degli investitori istituzionali Corso di diritto commerciale avanzato a/ a/a2014 20152015 Fabio Bonomo (fabio.bonomo@enel.com fabio.bonomo@enel.com) 1 Indice Principi di stewardship degli investitori istituzionali La disciplina dei proxy

Dettagli

MARKETING INTELLIGENCE SUL WEB:

MARKETING INTELLIGENCE SUL WEB: Via Durini, 23-20122 Milano (MI) Tel.+39.02.77.88.931 Fax +39.02.76.31.33.84 Piazza Marconi,15-00144 Roma Tel.+39.06.32.80.37.33 Fax +39.06.32.80.36.00 www.valuelab.it valuelab@valuelab.it MARKETING INTELLIGENCE

Dettagli

CODICE ETICO DI CEDAM ITALIA S.R.L.

CODICE ETICO DI CEDAM ITALIA S.R.L. CODICE ETICO DI CEDAM ITALIA S.R.L. Il presente codice etico (di seguito il Codice Etico ) è stato redatto al fine di assicurare che i principi etici in base ai quali opera Cedam Italia S.r.l. (di seguito

Dettagli

GAM. I nostri servizi di società di gestione

GAM. I nostri servizi di società di gestione GAM I nostri servizi di società di gestione Una partnership con GAM assicura i seguenti vantaggi: Forniamo sostanza e servizi di società di gestione in Lussemburgo Offriamo servizi di alta qualità abbinati

Dettagli

FARE COOPERATIVA La cooperativa in 10 domande

FARE COOPERATIVA La cooperativa in 10 domande FARE COOPERATIVA La cooperativa in 10 domande 1. Quali sono le caratteristiche distintive dell impresa cooperativa? L impresa cooperativa è un impresa costituita da almeno 3 soci e può avere la forma della

Dettagli

Utilizzato con successo nei più svariati settori aziendali, Passepartout Mexal BP è disponibile in diverse versioni e configurazioni:

Utilizzato con successo nei più svariati settori aziendali, Passepartout Mexal BP è disponibile in diverse versioni e configurazioni: Passepartout Mexal BP è una soluzione gestionale potente e completa per le imprese che necessitano di un prodotto estremamente flessibile, sia dal punto di vista tecnologico sia funzionale. Con più di

Dettagli

LA CONOSCENZA PER LO SVILUPPO

LA CONOSCENZA PER LO SVILUPPO + DIREZIONE GENERALE PER LA COOPERAZIONE ALLO SVILUPPO Coordinamento Cooperazione Universitaria LA CONOSCENZA PER LO SVILUPPO Criteri di orientamento e linee prioritarie per la cooperazione allo sviluppo

Dettagli

VERSO UN SISTEMA NAZIONALE INFEA COME INTEGRAZIONE DEI SISTEMI A SCALA REGIONALE

VERSO UN SISTEMA NAZIONALE INFEA COME INTEGRAZIONE DEI SISTEMI A SCALA REGIONALE LINEE DI INDIRIZZO PER UNA NUOVA PROGRAMMAZIONE CONCERTATA TRA LO STATO, LE REGIONI E LE PROVINCE AUTONOME DI TRENTO E BOLZANO IN MATERIA IN.F.E.A. (INFORMAZIONE-FORMAZIONE-EDUCAZIONE AMBIENTALE) VERSO

Dettagli

Strategie competitive ed assetti organizzativi nell asset management

Strategie competitive ed assetti organizzativi nell asset management Lezione di Corporate e Investment Banking Università degli Studi di Roma Tre Strategie competitive ed assetti organizzativi nell asset management Massimo Caratelli, febbraio 2006 ma.caratelli@uniroma3.it

Dettagli

MEMIT. Master in Economia e management dei trasporti, della logistica e delle infrastrutture. X Edizione. Università Commerciale.

MEMIT. Master in Economia e management dei trasporti, della logistica e delle infrastrutture. X Edizione. Università Commerciale. Università Commerciale Luigi Bocconi Graduate School MEMIT Master in Economia e management dei trasporti, della logistica e delle infrastrutture X Edizione 2013-2014 MEMIT Master in Economia e management

Dettagli

REGOLAMENTO DI ORGANIZZAZIONE E FUNZIONAMENTO DEL DIPARTIMENTO AD ATTIVITA INTEGRATA (DAI) DI MEDICINA INTERNA

REGOLAMENTO DI ORGANIZZAZIONE E FUNZIONAMENTO DEL DIPARTIMENTO AD ATTIVITA INTEGRATA (DAI) DI MEDICINA INTERNA REGOLAMENTO DI ORGANIZZAZIONE E FUNZIONAMENTO DEL DIPARTIMENTO AD ATTIVITA INTEGRATA (DAI) DI MEDICINA INTERNA Art. 1 Finalità e compiti del Dipartimento ad attività integrata (DAI) di Medicina Interna

Dettagli

Corso Base ITIL V3 2008

Corso Base ITIL V3 2008 Corso Base ITIL V3 2008 PROXYMA Contrà San Silvestro, 14 36100 Vicenza Tel. 0444 544522 Fax 0444 234400 Email: proxyma@proxyma.it L informazione come risorsa strategica Nelle aziende moderne l informazione

Dettagli