Esercizi. Stringhe. Stringhe Ricerca binaria

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Esercizi. Stringhe. Stringhe Ricerca binaria"

Transcript

1 Politecnico di Milano Esercizi Stringhe Stringhe Array di caratteri Funzioni: strcpy() strcmp() strlen() char stringaa[10], stringab[10]; strcpy(stringaa, stringab); Copia if (strcmp(stringaa, stringab) < 0) if (strcmp(stringaa, stringab) == 0) if (strcmp(stringaa, stringab) > 0) Specificatore di formato: "%s" Note per la scanf(): La stringa letta non può contenere spazi Non usare & Confronti (if, while, for) 1

2 Stringhe Terminatore \0 usato dalle funzioni standard di stringh per segnalare la fine della stringa: char esempio1[4], esempio2[5]; strcpy (esempio1, "2Es"); strcpy (esempio2, "AbC"); esempio1 2 E s \0 esempio2 A b C \0? Inizializzazione: char esempio2[5] = "AbC"; oppure: char esempio1[] = "2Es"; Codice di Cesare La codifica crittografica di Cesare consiste nel sostituire ogni carattere con quello che si trova nella k-esima posizione successiva dell alfabeto Il numero k rappresenta la chiave (0 < k < 2) Es k = 2 : a c, e g, z b Per decriptare, basta sostituire ogni carattere con quello che si trova nella k-esima posizione precedente dell alfabeto Scrivere un programma che: Accetti in ingresso una stringa (composta da soli caratteri minuscoli e priva di spazi) e un codice Scriva la versione crittografata della stringa Decripti il risultato e visualizzi la stringa originale - 4-2

3 Codice di Cesare a 0 b 1 c 2 d 3 e 4 f 5 g h 7 i 8 j 9 k 10 l 11 m 12 n 13 o 14 p 15 q 1 r 17 s 18 t 19 u 20 v 21 w x 23 y 24 z #include <stdioh> #include <stringh> Codice di Cesare const unsigned int CRIPTA = 0; const unsigned int DECRIPTA = 1; void codificacesare (char parola[], unsigned int k, unsigned int azione) int i = 0, temp; for (i = 0; i < strlen(parola); i++) - - 3

4 Codice di Cesare if (azione == CRIPTA) parola[i] = parola[i] - 'a'; temp = parola[i] + k; if (temp < 2) parola[i] = temp; else parola[i] = temp - 2; parola[i] = parola[i] + 'a'; Codice di Cesare else /* decripta */ parola[i] = parola[i] - 'a'; temp = parola[i] - k; if (temp >= 0) parola[i] = temp; else parola[i] = temp + 2; parola [i] = parola[i] + 'a'; /* fine ciclo for */ - 8-4

5 Codice di Cesare void main() char parola[20]; unsigned int chiave, i; printf ("Parola: "); scanf ("%s", parola); printf ("Chiave: "); scanf ("%u", &chiave); codificacesare(parola, chiave, CRIPTA); printf ("Criptata: "); printf ("%s\n", parola); codificacesare(parola, chiave, DECRIPTA); printf ("Decriptata: %s", parola); Indirizzi Internet Scrivere un programma basato su funzioni che: Chieda all utente di inserire degli indirizzi Internet (per es: wwwpolimiit, ftppippocom ) controllando che siano lunghi almeno quattro caratteri Completi l indirizzo con il relativo protocollo (es: ftp://ftppippocom ) Scriva gli indirizzi sul monitor Se l indirizzo da stampare è il programma dovrà visualizzare SITO DEL POLI

6 Indirizzi Internet #include <stdioh> #include <stringh> typedef char Stringa[100]; void leggiind (Stringa indirizzi[],unsigned int nind); void scriviind(stringa indirizzi[],unsigned int nind); void main() const unsigned int NUMIND = 4; Stringa indirizzi[numind]; leggiind (indirizzi, NUMIND); scriviind (indirizzi, NUMIND); Indirizzi Internet void leggiind (Stringa indirizzi[], unsigned int nind) unsigned int i; Stringa protocollo; for (i = 0; i < nind; i++) do printf ("Indirizzo %d: ", i); scanf ("%s", indirizzi[i]); /* NO & */ while (strlen (indirizzi[i]) < 4);

7 Indirizzi Internet if (strstr (indirizzi[i], "ftp")!= NULL) strcpy (protocollo, "ftp://"); else strcpy (protocollo, " strcat (protocollo, indirizzi[i]); strcpy (indirizzi[i], protocollo); /* Fine funzione leggiind() */ Indirizzi Internet void scriviind (Stringa indirizzi[],unsigned int nind) unsigned int i; for (i = 0; i < nind; i++) printf ("Indirizzo: %s ", indirizzi[i]); if (strcmp (indirizzi[i], " == 0) printf ("E il sito del Poli!"); printf ("\n");

8 Algoritmo di ricerca binaria L algoritmo funziona sse l utente inserisce i dati già ordinati (in senso crescente nell esempio che segue) Algoritmo per trovare dato in vett[lungh]: inizio=0, fine=lungh 1 Do Calcola punto di mezzo dell'elenco: medio=(inizio+fine)/2 If dato == vett[medio] trovato nella posizione indicata da medio Else if dato < vett[medio], il dato dovrà essere in vett[i] con i=iniz,iniz+1,,medio-1 allora fine = medio-1 Else il dato cercato può essere solo in vett[i] con i=medio+1,medio+2,,fine allora inizio=medio+1 While (dato non trovato and tra inizio e fine ci sono celle) Algoritmo di ricerca binaria Dato da trovare: inizio fine inizio fine Trovato? NO medioinizio > fine? NO medio fine inizio Trovato? NO Inizio > fine? NO medio Trovato? SI - 1-8

9 Algoritmo di ricerca binaria Dato da trovare: inizio fine medio inizio Trovato? NO Inizio > fine? NO fine Trovato? NO Inizio > fine? NO fine inizio medio Inizio > fine? SI fine inizio medio Scrivere un programma che, utilizzando le funzioni, permetta di: Inserire i dati della carta d identità di alcune persone Dato un cognome, cercare se corrisponde ad una persona nel vettore In caso positivo, visualizzare la posizione nel vettore e tutti i dati personali Utilizzare l algoritmo di ricerca binaria Si assume che le carte d identità siano inserite già ordinate per cognome In caso di cognome duplicato, la ricerca si fermerà alla prima occorrenza trovata

10 #include <stdioh> #include <stringh> typedef char Stringa[30]; typedef struct Stringa nome, cognome; unsigned int eta; Stringa indirizzo; CartaIdentita; /* (array ordinato) */ int cercabin (CartaIdentita persone[], unsigned int lungh, Stringa cerca) typedef enum falso, vero Booleano; int iniz, fine, medio; Booleano trovato; iniz = 0; fine = lungh - 1; trovato = falso;

11 do medio = (iniz + fine) / 2; if(strcmp(cerca,persone[medio]cognome)<0) fine = medio - 1; else if(strcmp(cerca,persone[medio]cognome)>0) iniz = medio + 1; else trovato = vero; while (!trovato && iniz <= fine); if (trovato) return medio; /* Si ferma alla prima */ /* occorrenza trovata */ else return -1; /* Fine funzione cercabin() */

12 void stampa (int p, CartaIdentita persone[]) if (p!= -1) printf ("Trovato in posiz: %d\n", p); printf ("Cognome: %s\n",persone[p]cognome); printf ("Nome: %s\n", persone[p]nome); printf ("Età: %u\n", persone[p]eta); printf ("Indirizzo: %s\n", persone[p]indirizzo); else printf ("Non trovato\n"); void main() const int LUNGH = 5; CartaIdentita listapersone[lungh]; Stringa cognomecercato; int posiz; unsigned int i; for (i = 0; i < LUNGH; i++) printf ("Cognome: "); scanf("%s",listapersone[i]cognome);/* NO & */ printf ("Nome: "); scanf("%s",listapersone[i]nome); /* NO & */

13 printf ("Età: "); scanf ("%u", &listapersone[i]eta); /* con & */ printf ("Indirizzo: "); scanf("%s",listapersone[i]indirizzo);/*no & */ printf ("Cognome da cercare: "); scanf ("%s", cognomecercato); /* NO & */ posiz=cercabin(listapersone,lungh,cognomecercato); stampa (posiz, listapersone);

Esercizi. La funzione swapint() primo tentativo

Esercizi. La funzione swapint() primo tentativo Politecnico di Milano Esercizi Puntatori, struct con campi puntatore, puntatori a struct, rapporto tra array e puntatori. FUNZIONI Passaggio di parametri per indirizzo, passaggio di array. #include

Dettagli

Esercizio 1: funzione con valore di ritorno di tipo puntatore

Esercizio 1: funzione con valore di ritorno di tipo puntatore Esercitazione Fondamenti di Informatica B Corso di Laurea in Ingegneria Meccanica 7 Esercitazione: 14 dicembre 2005 Esercizi su ricorsione, manipolazione stringhe, strutture dinamiche Problema: Esercizio

Dettagli

Una stringa di caratteri in C è un array di caratteri terminato dal carattere '\0' a p e \0

Una stringa di caratteri in C è un array di caratteri terminato dal carattere '\0' a p e \0 STRINGHE: ARRAY DI CARATTERI Una stringa di caratteri in C è un array di caratteri terminato dal carattere '\0' s a p e \0 0 1 2 3 Un vettore di N caratteri può dunque ospitare stringhe lunghe al più N-1

Dettagli

Esercizio 1: calcolo insieme intersezione

Esercizio 1: calcolo insieme intersezione Esercitazione Fondamenti di Informatica B Corso di Laurea in Ingegneria Meccanica 3 Esercitazione: 19 ottobre 2005 Esercizi su array e matrici Esercizio 1: calcolo insieme intersezione Problema: *******************************************************************

Dettagli

Informatica A (per gestionali) A.A. 2004/2005. Esercizi di riepilogo

Informatica A (per gestionali) A.A. 2004/2005. Esercizi di riepilogo Informatica A (per gestionali) A.A. 2004/2005 Esercizi di riepilogo Indice 1 File... 3 1.1 Codifica file di testo...3 1.2 Elimina tag HTML...4 1.3 File binario ordinato...6 1.4 Archivio film...7 1.5 Archivio

Dettagli

Esercitazione 12. Esercizi di Ricapitolazione

Esercitazione 12. Esercizi di Ricapitolazione Esercitazione 12 Esercizi di Ricapitolazione Esercizio Scrivere un programma che, dato un numero intero positivo, stampa la sua rappresentazione binaria. ALGORITMO Scriviamo una procedura stampa_bin che,

Dettagli

Esercizio 1 (15 punti)

Esercizio 1 (15 punti) Esercizio 1 (15 punti) Corsi di laurea in Ingegnera Elettronica e Ingegneria Gestionale Fondamenti di Programmazione / Fondamenti di Informatica I Prova scritta del 16 giugno 2017 Il noto gioco MasterMind

Dettagli

STRINGHE: ARRAY DI CARATTERI! a p e \0

STRINGHE: ARRAY DI CARATTERI! a p e \0 STRINGHE: ARRAY DI CARATTERI! Una stringa di caratteri in C è un array di caratteri terminato dal carattere '\0' s a p e \0 0 1 2 3 Un vettore di N caratteri può dunque ospitare stringhe lunghe al più

Dettagli

Esercizi C su array e matrici

Esercizi C su array e matrici Politecnico di Milano Esercizi C su array e matrici Massimo, media e varianza,, ordinamento, ricerca e merge, matrice simmetrica, puntatori Array Array o vettore Composto da una serie di celle int vett[4]

Dettagli

ELEMENTI DI INFORMATICA L-B. Ing. Claudia Chiusoli

ELEMENTI DI INFORMATICA L-B. Ing. Claudia Chiusoli ELEMENTI DI INFORMATICA L-B Ing. Claudia Chiusoli Materiale Lucidi delle lezioni Date degli appelli Testi di esami precedenti Informazioni e contatti http://www.lia.deis.unibo.it/courses/ Programma del

Dettagli

int ninv; /* numero di inventario */

int ninv; /* numero di inventario */ 1) Scrivere il programma C che legga da un file di testo ("dati.dat") i record con dati relativi ad un archivio di dischi (utilizzando la struttura data) e scriva il file dati1.dat con i nomi degli artisti

Dettagli

Esercizi C sui tipi definiti dall utente

Esercizi C sui tipi definiti dall utente Politecnico di Milano Esercizi C sui tipi definiti dall utente Typedef,, tipi enumerativi e strutturati Sinonimi: typedef int Intero; Intero a; int b; Definire un nuovo tipo typedef char Stringa[10]; Stringa

Dettagli

C: panoramica. Violetta Lonati

C: panoramica. Violetta Lonati C: panoramica Violetta Lonati Università degli studi di Milano Dipartimento di Scienze dell Informazione Laboratorio di algoritmi e strutture dati Corso di laurea in Informatica AA 2009/2010 Violetta Lonati

Dettagli

Dati aggregati. Violetta Lonati

Dati aggregati. Violetta Lonati Università degli studi di Milano Dipartimento di Scienze dell Informazione Laboratorio di algoritmi e strutture dati Corso di laurea in Informatica - in breve: Definizione di tipi Array Stringhe Strutture

Dettagli

Esercitazione 6. Array

Esercitazione 6. Array Esercitazione 6 Array Arrays Array (o tabella o vettore): è una variabile strutturata in cui è possibile memorizzare un numero fissato di valori tutti dello stesso tipo. Esempio int a[6]; /* dichiarazione

Dettagli

Esercitazione 11. Liste semplici

Esercitazione 11. Liste semplici Esercitazione 11 Liste semplici Liste semplici (o lineari) Una lista semplice (o lineare) è una successione di elementi omogenei che occupano in memoria una posizione qualsiasi. Ciascun elemento contiene

Dettagli

Informatica 1. Prova di recupero 21 Settembre 2001

Informatica 1. Prova di recupero 21 Settembre 2001 Informatica 1 Prova di recupero 21 Settembre 2001 Si risolvano i seguenti esercizi. Ai fini della determinazione del voto finale il loro punteggio andrà sommato al punteggio del laboratorio. Il tempo complessivo

Dettagli

Stringhe Corso di Fondamenti di Informatica Ingegneria delle Comunicazioni BCOR Ingegneria Elettronica BELR

Stringhe Corso di Fondamenti di Informatica Ingegneria delle Comunicazioni BCOR Ingegneria Elettronica BELR Corso di Fondamenti di Informatica Ingegneria delle Comunicazioni BCOR Ingegneria Elettronica BELR Domenico Daniele Bloisi Docenti Parte I prof. Silvio Salza salza@dis.uniroma1.it http://www.dis.uniroma1.it/~salza/fondamenti.htm

Dettagli

5 Stringhe. Esiste una libreria di C che gestisce le stringhe string.h essa ci permette di:

5 Stringhe. Esiste una libreria di C che gestisce le stringhe string.h essa ci permette di: Le stringhe di caratteri sono gestite in C come dei vettori di char con alla fine un tappo dato dal carattere \0. E possibile acquisire un intera stringa di caratteri in una sola istruzione grazie all

Dettagli

Linguaggio C - Array. Array: tipo nome_array[num_elementi]

Linguaggio C - Array. Array: tipo nome_array[num_elementi] Linguaggio C - Array Array: Gli array o vettori sono delle strutture dati in grado di contenere un insieme di valori tutti dello stesso tipo. Un array lo possiamo immaginare come un contenitore suddiviso

Dettagli

ERRATA CORRIGE. void SvuotaBuffer(void); void SvuotaBuffer(void) { if(getchar()!=10) {svuotabuffer();} }

ERRATA CORRIGE. void SvuotaBuffer(void); void SvuotaBuffer(void) { if(getchar()!=10) {svuotabuffer();} } ERRATA CORRIGE Pulizia del buffer di input: come fare? (1) Dopo aver richiamato getchar() per prelevare un carattere dal buffer di input, inseriamo una seconda chiamata a getchar(), senza assegnare il

Dettagli

Caratteri e stringhe

Caratteri e stringhe Caratteri e stringhe Caratteri Dato che un computer può memorizzare esclusivamente sequenze di bit, per memorizzare un carattere (e quindi testi) è necessario stabilire una convenzione che associa a un

Dettagli

Operazioni sulle stringhe Corso di Fondamenti di Informatica Ingegneria delle Comunicazioni BCOR Ingegneria Elettronica BELR

Operazioni sulle stringhe Corso di Fondamenti di Informatica Ingegneria delle Comunicazioni BCOR Ingegneria Elettronica BELR Corso di Fondamenti di Informatica Ingegneria delle Comunicazioni BCOR Ingegneria Elettronica BELR Domenico Daniele Bloisi Docenti Parte I prof. Silvio Salza salza@dis.uniroma1.it http://www.dis.uniroma1.it/~salza/fondamenti.htm

Dettagli

Allocazione dinamica memoria

Allocazione dinamica memoria Allocazione dinamica memoria Marco Casazza 11/12/2017 1 Esercizio 1 1 /* 2 Creare una lista bidirezionale di interi, ovvero una lista 3 che permette lo scorrimento in entrambe le direzioni ( dal primo

Dettagli

Corso di Informatica 1 Esercitazione n. 4

Corso di Informatica 1 Esercitazione n. 4 Corso di Informatica 1 Esercitazione n. 4 Marco Liverani Esercizio n. 1 Letti in input due numeri interi n > 0 e k > 1 costruire un array A di n numeri interi casuali minori di 100 che non siano multipli

Dettagli

Elementi lessicali. Lezione 4. La parole chiave. Elementi lessicali. Elementi lessicali e espressioni logiche. Linguaggi di Programmazione I

Elementi lessicali. Lezione 4. La parole chiave. Elementi lessicali. Elementi lessicali e espressioni logiche. Linguaggi di Programmazione I Lezione 4 Elementi lessicali e espressioni logiche Matricole 2-3 Elementi lessicali il linguaggio C ha un suo vocabolario di base i cui elementi sono detti token esistono 6 tipi di token: parole chiave

Dettagli

Stringhe. Concetti chiave

Stringhe. Concetti chiave Concetti chiave Stringhe Variabili strutturate: array di caratteri Carattere di fine stringa Copiare, concatenare, confrontare e convertire stringhe Funzioni standard strcpy, strcat, strcat, strcmp, atoi,

Dettagli

Programmazione I - Laboratorio

Programmazione I - Laboratorio Programmazione I - Laboratorio Esercitazione 4 - Puntatori, vettori e stringhe Gianluca Mezzetti 1 Paolo Milazzo 2 1. Dipartimento di Informatica, Università di Pisa http://www.di.unipi.it/ mezzetti mezzetti

Dettagli

ADT LISTA: altre operazioni non primitive ADT LISTA COSTRUZIONE ADT LISTA COSTRUZIONE ADT LISTA (2)

ADT LISTA: altre operazioni non primitive ADT LISTA COSTRUZIONE ADT LISTA COSTRUZIONE ADT LISTA (2) ADT LISTA Pochi Linguaggi forniscono tipo lista fra predefiniti (LISP, Prolog); per gli altri, ADT lista si costruisce a partire da altre strutture dati (in C tipicamente vettori o puntatori) OPERAZIONI

Dettagli

Esercizi. I File ed il C

Esercizi. I File ed il C Politecnico di Milano Esercizi File di testo,, file binari I File ed il C Insieme omogeneo di dati, memorizzato su disco e caratterizzato da un nome La lunghezza di un file non è fissata a priori Astrazione

Dettagli

s r t i r n i g n. g h s r t c r p c y s r t c r a c t s r t c r m c p s r t c r h c r s r t s r t s r

s r t i r n i g n. g h s r t c r p c y s r t c r a c t s r t c r m c p s r t c r h c r s r t s r t s r char* titolo= l, e,, s, t, r, i, n, g, h, e, \0 ; 1 Libreria sulle stringhe La libreria string.h contiene una ricca serie di funzioni per operare sulle stringhe Esempi: copiare una stringa in un altra

Dettagli

char* titolo= Libreria sulle stringhe Esempi: (strcpy) (strstr)... Laboratorio di Informatica L-A 1

char* titolo= Libreria sulle stringhe Esempi: (strcpy) (strstr)... Laboratorio di Informatica L-A 1 char* titolo= l, e,, s, t, r, i, n, g, h, e, \0 ; 1 Libreria sulle stringhe La libreria string.h contiene una ricca serie di funzioni per operare sulle stringhe Esempi: copiare una stringa in un altra

Dettagli

int, char, float.. int, char, float.. - char, int, float, double char: int float: double: float int char signed unsigned short int long int double int Pippo; unsigned int Pippo; long int Pippo; long int

Dettagli

Stringhe. In C le stringhe ben formate sono in realtà array di caratteri terminati sempre da un carattere speciale, \0, detto anche

Stringhe. In C le stringhe ben formate sono in realtà array di caratteri terminati sempre da un carattere speciale, \0, detto anche Fondamenti di Informatica T-1 modulo 2 Laboratorio 04: stringhe 1 Stringhe In C le stringhe ben formate sono in realtà array di caratteri terminati sempre da un carattere speciale, \0, detto anche terminatore

Dettagli

soldi soldi, int, char, float.. int, char, float.. - char, int, float, double char: int float: double: float int char signed unsigned short int long int double int Pippo; unsigned int Pippo; long int

Dettagli

Esercizio 1. Esercizio 1 - Soluzione

Esercizio 1. Esercizio 1 - Soluzione Esercizio 1 Realizzare un programma che, aperto un file di testo di nome Prova.txt in modalità scrittura, provveda a leggere da input delle parole separate da spazi (stringhe di al più 63 caratteri) e

Dettagli

Introduzione al C. Unità 8 Stringhe

Introduzione al C. Unità 8 Stringhe Corso di Fondamenti di Informatica Ingegneria delle Comunicazioni BCOR Ingegneria Elettronica BELR Introduzione al C Unità 8 Stringhe D. Bloisi, A. Pennisi, S. Peluso, S. Salza Sommario Unità 8 Array di

Dettagli

RICERCA DI UN ELEMENTO

RICERCA DI UN ELEMENTO RICERCA DI UN ELEMENTO Si legga da tastiera un array di N elementi (N stabilito dall utente) Si richieda un elemento x il programma deve cercare l elemento x nell array Se l elemento è presente, deve visualizzare

Dettagli

Esercizi proposti. Caratteri e stringhe. Esercizio Parola palindroma. Esercizi proposti. Palindromia. Analisi. o t t o. m a d a m

Esercizi proposti. Caratteri e stringhe. Esercizio Parola palindroma. Esercizi proposti. Palindromia. Analisi. o t t o. m a d a m Esercizio Parola palindroma Esercizio Iniziali maiuscole Esercizio Alfabeto farfallino Caratteri e stringhe 2 Esercizio Parola palindroma Sia data una parola inserita da tastiera. Si consideri che la parola

Dettagli

giapresente( ) leggi( ) char * strstr(char * cs, char * ct) NULL

giapresente( ) leggi( ) char * strstr(char * cs, char * ct) NULL Materiale di ausilio utilizzabile durante l appello: tutto il materiale è a disposizione, inclusi libri, lucidi, appunti, esercizi svolti e siti Web ad accesso consentito in Lab06. L utilizzo di meorie

Dettagli

Stringhe e allocazione dinamica della memoria

Stringhe e allocazione dinamica della memoria Stringhe e allocazione dinamica della memoria Esercizio Scrivere un programma strings.c che legge da standard input una sequenza di parole separate da uno o più spazi, e stampa le parole lette, una per

Dettagli

Esercizi di programmazione in linguaggio C Ricerca

Esercizi di programmazione in linguaggio C Ricerca Esercizi di programmazione in linguaggio C Ricerca Nota: memorizzare i programmi in cartelle separate. Ogni cartella deve contenere, oltre al codice sorgente e al file eseguibile, gli eventuali file di

Dettagli

Array. Maurizio Palesi Salvatore Serrano. In C si possono definire tipi strutturati Vi sono due costruttori fondamentali

Array. Maurizio Palesi Salvatore Serrano. In C si possono definire tipi strutturati Vi sono due costruttori fondamentali MASTER Information Technology Excellence Road (I.T.E.R.) Array Maurizio Palesi Salvatore Serrano Master ITER Informatica di Base Maurizio Palesi, Salvatore Serrano 1 Tipi di dato stutturati In C si possono

Dettagli

PROVA SCRITTA DEL CORSO DI CORSO DI LAUREA IN INGEGNERIA BIOMEDICA ED ELETTRICA 9/6/2008

PROVA SCRITTA DEL CORSO DI CORSO DI LAUREA IN INGEGNERIA BIOMEDICA ED ELETTRICA 9/6/2008 PROVA SCRITTA DEL CORSO DI CORSO DI LAUREA IN INGEGNERIA BIOMEDICA ED ELETTRICA 9/6/2008 MOTIVARE IN MANIERA CHIARA LE SOLUZIONI PROPOSTE A CIASCUNO DEGLI ESERCIZI SVOLTI ESERCIZIO 1 (5 punti) Descrivere

Dettagli

Linguaggio C. Vettori, Puntatori e Funzioni Stringhe. Università degli Studi di Brescia. Prof. Massimiliano Giacomin

Linguaggio C. Vettori, Puntatori e Funzioni Stringhe. Università degli Studi di Brescia. Prof. Massimiliano Giacomin Linguaggio C Vettori, Puntatori e Funzioni Stringhe Università degli Studi di Brescia Prof. Massimiliano Giacomin SCHEMA DELLA LEZIONE RELAZIONE TRA VETTORI E PUNTATORI (e le stringhe letterali come caso

Dettagli

string.h strcpy strc strcat strcmp strcmp strchr strstr strstr i t r ; s r \0 int strlen(char* str) char pippo[]={ p, i, p, p, o, \0 \ };

string.h strcpy strc strcat strcmp strcmp strchr strstr strstr i t r ; s r \0 int strlen(char* str) char pippo[]={ p, i, p, p, o, \0 \ }; char* titolo= l, e,, s, t, r, i, n, g, h, e, \0 ; Libreria sulle stringhe libreria i string.h contiene una ricca serie di funzioni per operare sulle stringhe Esempi: copiare una stringa in un altra (strcpy

Dettagli

- int nbrani = 0; //numero di brani presenti in archivio. int creaplaylist(tipobrano[] playlist, int n, TipoGenere g, TipoFile t);

- int nbrani = 0; //numero di brani presenti in archivio. int creaplaylist(tipobrano[] playlist, int n, TipoGenere g, TipoFile t); Appello 12.09.2007-1- punti 15 (4+6+5) a) ctunes è un programma per la gestione di archivi musicali; serve per raccogliere informazioni riguardanti tutti i file musicali presenti su un computer e per creare

Dettagli

Librerie C. Corso di Linguaggi e Traduttori 1 AA Corso di Linguaggi e Traduttori 1 AA stdio.h

Librerie C. Corso di Linguaggi e Traduttori 1 AA Corso di Linguaggi e Traduttori 1 AA stdio.h Corso di Linguaggi e Traduttori 1 AA 2004-05 1 Corso di Linguaggi e Traduttori 1 AA 2004-05 stdio.h 2 Funzioni comuni di I/O? Le piu' comuni funzioni che permettono I/O sono getchar() e putchar():? int

Dettagli

Esercizio 1: Puntatori impiegati che sono manager

Esercizio 1: Puntatori impiegati che sono manager Esercitazione Fondamenti di Informatica B Corso di Laurea in Ingegneria Meccanica 10 Esercitazione: 25 gennaio 2006 Esercizi di riepilogo Problema: Esercizio 1: Puntatori impiegati che sono manager Si

Dettagli

Gestione delle stringhe in C

Gestione delle stringhe in C Gestione delle stringhe in C 1 Generalità Una stringa è un vettore di caratteri il cui ultimo elemento è un carattere terminatore (o di fine stringa), codificato dal carattere di codice 0 e rappresentato

Dettagli

Informatica 1. Corso di Laurea Triennale in Matematica. Gianluca Rossi

Informatica 1. Corso di Laurea Triennale in Matematica. Gianluca Rossi Informatica 1 Corso di Laurea Triennale in Matematica Gianluca Rossi gianluca.rossi@uniroma2.it Dipartimento di Matematica Università di Roma Tor Vergata 11: Stringhe (www.informatica-uno.blogspot.com)

Dettagli

Algoritmi di Ricerca. Esempi di programmi Java

Algoritmi di Ricerca. Esempi di programmi Java Fondamenti di Informatica Algoritmi di Ricerca Esempi di programmi Java Fondamenti di Informatica - D. Talia - UNICAL 1 Ricerca in una sequenza di elementi Data una sequenza di elementi, occorre verificare

Dettagli

Librerie C. Corso di Linguaggi e Traduttori 1 AA

Librerie C. Corso di Linguaggi e Traduttori 1 AA Corso di Linguaggi e Traduttori 1 AA 2004-05 1 Corso di Linguaggi e Traduttori 1 AA 2004-05 stdio.h 2 Funzioni comunidi I/O? Le piu' comuni funzioni che permettono I/O sono getchar() e putchar():? int

Dettagli

Le strutture /2. Iniziamo ora a progettare il codice per la gestione del database. Quali sono le funzionalità da implementare?

Le strutture /2. Iniziamo ora a progettare il codice per la gestione del database. Quali sono le funzionalità da implementare? Le strutture /2 Iniziamo ora a progettare il codice per la gestione del database. Quali sono le funzionalità da implementare? Per ora è possibile gestire l'elenco dei libri (e quindi delle strutture) mediante

Dettagli

Fondamenti di Informatica

Fondamenti di Informatica Fondamenti di Informatica Prima prova intermedia - 11 Novembre 2009 Si risolvano i seguenti esercizi. Il compitino prevede un punteggio massimo di 15/14-esimi, cui andranno sommati i punti ottenuti nel

Dettagli

Soluzione/* PROGRAMMAZIONE IN C */ #include <stdio.h> #include <stdlib.h>

Soluzione/* PROGRAMMAZIONE IN C */ #include <stdio.h> #include <stdlib.h> Ricerca di un elemento in vettore Scrivere un programma in linguaggio C che riceve in ingresso una sequenza di N numeri interi. I numeri sono memorizzati in un vettore. Il valore N è inserito dall utente,

Dettagli

void concatenastringhe (char st1[], char st2[], char stout[]) { int n=0,s=0; // dichiarazione variabili con inizializzazioni

void concatenastringhe (char st1[], char st2[], char stout[]) { int n=0,s=0; // dichiarazione variabili con inizializzazioni // funzione che concatena due stringhe void concatenastringhe (char st1[], char st2[], char stout[]) int n=0,s=0; // dichiarazione variabili con inizializzazioni while (st1[n] = '\0') stout[n++] = st1[n];

Dettagli

Alcuni Richiami sul C

Alcuni Richiami sul C Alcuni Richiami sul C Maurizio Palesi DIIT Università di Catania Viale Andrea Doria 6, 95125 Catania mpalesi@diit.unict.it http://www.diit.unict.it/users/mpalesi Sommario In questo documento saranno richiamati

Dettagli

Esercizio 1 - Soluzione

Esercizio 1 - Soluzione ESERCIZIO 1 Scrivere una funzione che data una stringa A calcoli la sua lunghezza. int lunghezza(char A[]); Scrivere una funzione che date due stringhe A e B copi il contenuto di A in B e restituisca il

Dettagli

(*lista == NULL (*lista)->info >= elem) accede al campo next di *lista solo se *lista non e' NULL. */ #include <stdio.h> #include <stdlib.

(*lista == NULL (*lista)->info >= elem) accede al campo next di *lista solo se *lista non e' NULL. */ #include <stdio.h> #include <stdlib. /* ATTENZIONE: non accedere mai ai campi di un elemento della lista prima di essersi accertati che tale elemento sia diverso da NULL; Si osservi che la condizione booleana (*lista == NULL (*lista)->info

Dettagli

Concetti chiave. Struct. Variabili strutturate: il tipo struct Elementi di una struttura typedef e struct Array di strutture

Concetti chiave. Struct. Variabili strutturate: il tipo struct Elementi di una struttura typedef e struct Array di strutture Concetti chiave Struct Variabili strutturate: il tipo struct Elementi di una struttura typedef e struct Array di strutture Struct Per aggregare elementi di tipo diverso si utilizza una struttura. struct

Dettagli

Ricerca binaria ricorsiva!

Ricerca binaria ricorsiva! ESERCIZIO: RICERCA BINARIA! Soluzione Iterativa! int ricerca_bin (int vet[], int el) {int first=0, last=n-1, med=(first+last)/2; int T=0; while ((first

Dettagli

Algoritmi di Ricerca. Esempi di programmi Java

Algoritmi di Ricerca. Esempi di programmi Java Fondamenti di Informatica Algoritmi di Ricerca Esempi di programmi Java Fondamenti di Informatica - D. Talia - UNICAL 1 Ricerca in una sequenza di elementi Data una sequenza di elementi, occorre verificare

Dettagli

Breve Manuale di Riferimento sulla Sintassi Linguaggi C++ e FORTRAN

Breve Manuale di Riferimento sulla Sintassi Linguaggi C++ e FORTRAN Breve Manuale di Riferimento sulla Sintassi Linguaggi e versione aggiornata al 05/02/2004 Sommario Elementi di Base... 2 Dati, Tipi e Dichiarazioni... 2 Tipi di Dato di Base... 2 Tipi di Dato Strutturati...

Dettagli

Corso di Fondamenti di Programmazione canale E-O. Un esempio. Funzioni ricorsive. La ricorsione

Corso di Fondamenti di Programmazione canale E-O. Un esempio. Funzioni ricorsive. La ricorsione Corso di Fondamenti di Programmazione canale E-O Tiziana Calamoneri Ricorsione DD Cap. 5, pp. 160-184 KP Cap. 5, pp. 199-208 Un esempio Problema: prendere in input un intero e calcolarne il fattoriale

Dettagli

ESERCIZIO 1 ESERCIZIO 2

ESERCIZIO 1 ESERCIZIO 2 ESERCIZIO 1 Scrivere una funzione che data una stringa A calcoli la sua lunghezza. int lunghezza(char A[]); Scrivere una funzione che date due stringhe A e B copi il contenuto di A in B e restituisca il

Dettagli

I files in C. A cura del prof. Ghezzi

I files in C. A cura del prof. Ghezzi I files in C A cura del prof. Ghezzi 1 Perchè i files? Realizzano la persistenza dei dati dati che sopravvivono all esecuzione del programma Sono delle strutture di dati sequenziali 2 Files e S.O. I files

Dettagli

Laboratorio di Calcolatori 1 Corso di Laurea in Fisica A.A. 2006/2007

Laboratorio di Calcolatori 1 Corso di Laurea in Fisica A.A. 2006/2007 Laboratorio di Calcolatori 1 Corso di Laurea in Fisica A.A. 2006/2007 Dott.Davide Di Ruscio Dipartimento di Informatica Università degli Studi di L Aquila Lezione del 07/02/07 Nota Questi lucidi sono tratti

Dettagli

Esercizio 2 (punti 7) Dato il seguente programma C: #include <stdio.h> int swap(int * nome, int length);

Esercizio 2 (punti 7) Dato il seguente programma C: #include <stdio.h> int swap(int * nome, int length); Fondamenti di Informatica L-A (A.A. 004/005) - Ingegneria Informatica Prof.ssa Mello & Prof. Bellavista I Prova Intermedia del 11/11/004 - durata h - COMPITO B Esercizio 1 (punti 1) Una associazione di

Dettagli

Linguaggio C. tipi di dati definiti dall utente. Università degli Studi di Brescia. Docente: Massimiliano Giacomin

Linguaggio C. tipi di dati definiti dall utente. Università degli Studi di Brescia. Docente: Massimiliano Giacomin Linguaggio C tipi di dati definiti dall utente Università degli Studi di Brescia Docente: Massimiliano Giacomin Elementi di Informatica e Programmazione Università di Brescia 1 Tipi di dati in C Predefiniti

Dettagli

Stringhe di caratteri

Stringhe di caratteri Linguaggio C Stringhe di caratteri 1 Variabili e costanti stringa! Una stringa letterale è una sequenza di caratteri racchiusa tra doppi apici! Può essere scritta su più righe utilizzando il backslash

Dettagli

Tipi di dato semplici

Tipi di dato semplici Tipi di dato semplici Perché dichiarare una variabile? 2 Una variabile rappresenta uno spazio di memoria centrale Prima dell esecuzione del programma deve essere chiaro quanto spazio serve al programma

Dettagli

Il presente plico contiene 4 esercizi e deve essere debitamente compilato con cognome e nome, numero di matricola.

Il presente plico contiene 4 esercizi e deve essere debitamente compilato con cognome e nome, numero di matricola. Politecnico di Milano Facoltà di Ingegneria Industriale INFORMATICA B Appello 19 Febbraio 2015 COGNOME E NOME RIGA COLONNA MATRICOLA Spazio riservato ai docenti Il presente plico contiene 4 esercizi e

Dettagli

Stringhe e tipi di dati strutturati

Stringhe e tipi di dati strutturati Stringhe e tipi di dati strutturati Marco D. Santambrogio marco.santambrogio@polimi.it Ver. aggiornata al 21 Marzo 2013 Info sui Labs http://tinyurl.com/ieimlabextra Ricordate di portare un adattatore!

Dettagli

Hash Table. Hash Table

Hash Table. Hash Table Hash Table La ricerca di un elemento su una lista (semplice o doppia) presenta una complessità di tipo O(n), dato che occorre scandire (al più) l intera lista per poter trovare l elemento desiderato. Le

Dettagli

Gestione dei file. File di testo e binari

Gestione dei file. File di testo e binari Gestione dei file Un file e definito come un oggetto, presente nel file system, costituito da una sequenza continua di bytes Un file, per poter essere utilizzato, deve essere aperto Successivamente e possibile

Dettagli

Esercizi di programmazione in linguaggio C English Dictionary

Esercizi di programmazione in linguaggio C English Dictionary Esercizi di programmazione in linguaggio C English Dictionary Il file di testo wordnet.txt contiene un certo numero di parole (word) e il corrispondente significato (meaning) secondo il seguente formato:

Dettagli

Relativamente agli esempi sopra riportati, al termine dell esecuzione della funzione il file di uscita dovrà contenere quanto riportato a lato.

Relativamente agli esempi sopra riportati, al termine dell esecuzione della funzione il file di uscita dovrà contenere quanto riportato a lato. Corsi di laurea in Ingegnera Elettronica e Ingegneria Gestionale Fondamenti di Programmazione / Fondamenti di Informatica I Prova scritta del 2 febbraio 2016 Esercizio 1 (16 punti) Un file di testo contiene

Dettagli

Scrittura formattata - printf

Scrittura formattata - printf Esercizi su Input/Output con formato FormattedIO 1 Scrittura formattata - printf Funzione printf int printf ( , ) La funzione restituisce un valore intero uguale ai caratteri

Dettagli

Fondamenti di Informatica 2

Fondamenti di Informatica 2 Fondamenti di Informatica 2 della prova scritta del 28 Febbraio 2006 Esercizio 1 (4 punti) Date le seguenti variabili int A[] = 2,3,7,-2,5,8,-4; int N = 7; int min = 3; int i; Scrivere la porzione di codice

Dettagli

Uso avanzato dei puntatori Allocazione dinamica della memoria

Uso avanzato dei puntatori Allocazione dinamica della memoria Uso avanzato dei puntatori Allocazione dinamica della memoria Violetta Lonati Università degli studi di Milano Dipartimento di Informatica Laboratorio di algoritmi e strutture dati Corso di laurea in Informatica

Dettagli

Programmazione I - Laboratorio

Programmazione I - Laboratorio Programmazione I - Laboratorio Esercitazione 5 Struct, Union e allocazione dinamica della memoria Gianluca Mezzetti 1 Paolo Milazzo 2 1. Dipartimento di Informatica, Università di Pisa http://www.di.unipi.it/

Dettagli

Esercizio 1. Tavola ordinata in memoria centrale

Esercizio 1. Tavola ordinata in memoria centrale Esercizio 1. Tavola ordinata in memoria centrale E dato un programma che realizza una rubrica telefonica come tavola in memoria centrale. In particolare, ogni elemento della tavola è caratterizzato dalle

Dettagli

Linguaggio C. Esercizio 1

Linguaggio C. Esercizio 1 Linguaggio C Esercizi su puntatori e liste Walter Didimo (e-mail:didimo@dia.uniroma3.it) supplemento al Corso di Calcolatori Elettronici (Riccardo Torlone) 1 Esercizio 1 Siano p e q due puntatori a variabili

Dettagli

TIPI DI DATO TIPI DI DATO. [ ] (array) struct (strutture) ARRAY (VETTORI) ARRAY (VETTORI)

TIPI DI DATO TIPI DI DATO. [ ] (array) struct (strutture) ARRAY (VETTORI) ARRAY (VETTORI) TIPI DI DATO I tipi di dato si differenziano in scalari e strutturati scalari tipi di dato strutturati puntatori TIPI DI DATO In C si possono definire tipi strutturati Vi sono due costruttori fondamentali:

Dettagli

Esercizio 1 - Soluzione

Esercizio 1 - Soluzione Esercizio 1 Realizzare un programma che provveda a leggere da input delle parole separate da spazi (stringhe di al più 63 caratteri) e le ripeta su standard output (servizio di echo ). Il programma deve

Dettagli

Anche se due variabili vettore sono dello stesso tipo, NON è possibile l assegnamento diretto:

Anche se due variabili vettore sono dello stesso tipo, NON è possibile l assegnamento diretto: ESERCIZIO: Lettura/Scrittura Array Non è possibile leggere/scrivere un intero vettore con un unica operazione (a parte il caso particolare delle stringhe); occorre leggere/scrivere ognuno dei suoi componenti

Dettagli

Puntatori. Un puntatore contiene un numero che indica la locazione di memoria dove è presente la variabile puntata

Puntatori. Un puntatore contiene un numero che indica la locazione di memoria dove è presente la variabile puntata Puntatori int i = 10; int * pi = &i; pi i = 10 116 int * pi = pi contiene un informazione che mi permette di accedere ( puntare ) ad una variabile intera Un puntatore contiene un numero che indica la locazione

Dettagli

Esercizio 1 (15 punti)

Esercizio 1 (15 punti) Esercizio 1 (15 punti) Corsi di laurea in Ingegnera Elettronica e Ingegneria Gestionale Fondamenti di Programmazione / Fondamenti di Informatica I Prova scritta del 30 giugno 2017 In un lontano paese da

Dettagli

INFORMATICA. Strutture iterative

INFORMATICA. Strutture iterative INFORMATICA Strutture iterative Strutture iterative Si dice ciclo (loop) una sequenza di istruzioni che deve essere ripetuta più volte consecutivamente. Si consideri ad esempio il calcolo del fattoriale

Dettagli

Esercitazione 10. Strutture ed Enumerazioni. Allocazione dinamica di memoria

Esercitazione 10. Strutture ed Enumerazioni. Allocazione dinamica di memoria Esercitazione 10 Strutture ed Enumerazioni Allocazione dinamica di memoria ESERCIZIO Scrivere una funzione che, dato un array di interi bidimensionale di dimensione n n, calcoli e stampi la somma degli

Dettagli

ESERCIZIO: Lettura/Scrittura Array

ESERCIZIO: Lettura/Scrittura Array ESERCIZIO: Lettura/Scrittura Array Non è possibile leggere/scrivere un intero vettore con un unica operazione (a parte il caso particolare delle stringhe); occorre leggere/scrivere ognuno dei suoi componenti

Dettagli

Compito di Fondamenti di Informatica

Compito di Fondamenti di Informatica Compito di Fondamenti di Informatica In un magazzino viene utilizzato un archivio informatico, nel quale vengono memorizzate le informazioni relative ai prodotti contenuti nel magazzino e che ne permette

Dettagli

Esercitazione 3. Espressioni booleane I comandi if-else e while

Esercitazione 3. Espressioni booleane I comandi if-else e while Esercitazione 3 Espressioni booleane I comandi if-else e while Esercizio Si consideri la seguente istruzione: if (C1) if (C2) S1; else S2; A quali delle seguenti interpretazioni corrisponde? if (C1) if

Dettagli

Lezione 19 e Allocazione dinamica della memoria - Direttive al preprocessore - Libreria standard - Gestione delle stringhe

Lezione 19 e Allocazione dinamica della memoria - Direttive al preprocessore - Libreria standard - Gestione delle stringhe Lezione 19 e 20 - Allocazione dinamica della memoria - Direttive al preprocessore - Libreria standard - Gestione delle stringhe Valentina Ciriani (2005-2008) Laboratorio di programmazione Valentina Ciriani

Dettagli

Esercizio 1. Esercizio - 1

Esercizio 1. Esercizio - 1 Sia data la struttura Esercizio 1 struct time { int hour, minute, second; ; Per semplicità si può definire il tipo Time typedef struct time Time; 1 Esercizio - 1 Si realizzi in un modulo tempo.h/tempo.c

Dettagli

Tipi di dati strutturati e Linguaggio C. Record o strutture Il costruttore struct in C

Tipi di dati strutturati e Linguaggio C. Record o strutture Il costruttore struct in C Tipi di dati strutturati e Linguaggio C Record o strutture Il costruttore struct in C Dati strutturati Record Un record o struttura è una struttura dati ottenuta aggregando elementi di tipo diverso che

Dettagli

ESERCIZI LEZIONE 7 STRINGHE ED ALLOCAZIONE DINAMICA DELLA MEMORIA

ESERCIZI LEZIONE 7 STRINGHE ED ALLOCAZIONE DINAMICA DELLA MEMORIA ESERCIZI LEZIONE 7 STRINGHE ED ALLOCAZIONE DINAMICA DELLA MEMORIA 1. Scrivere un programma che permetta di inserire un intero decimale ed una stringa facendo uso di scanf. 2. Scrivere un programma in cui

Dettagli

RELAZIONE DELLA PROVA DI LABORATORIO DI INFORMATICA

RELAZIONE DELLA PROVA DI LABORATORIO DI INFORMATICA RELAZIONE DELLA PROVA DI LABORATORIO DI INFORMATICA Anno scolastico Lab informatica AULA n 35 Data inizio svolgimento Progr. relazione primo trimestre secondo pentamestre Cognome e Nome DATI DELLO STUDENTE

Dettagli

Implementazione dell albero binario in linguaggio C++

Implementazione dell albero binario in linguaggio C++ Implementazione dell albero binario in linguaggio C++ Costruire il programma per gestire le operazioni su un albero binario. Ogni nodo dell albero contiene un codice e una descrizione; il programma deve

Dettagli