50 anni di Casa Alpina 50 anni di Scuola Materna Biodigestore Inaugurazione Scuola di Lodrone

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "50 anni di Casa Alpina 50 anni di Scuola Materna Biodigestore Inaugurazione Scuola di Lodrone"

Transcript

1 Periodico quadrimestrale del Comune di Storo - TN Poste Italiane S.p.a. Spedizione in abbonamento postale 70% DCB Trento Anno XXXII - n. 6 - Dicembre 2012 Registrazione Tribunale di Trento n. 348 del Taxe Parçue Contiene inserti redazionali 50 anni di Casa Alpina 50 anni di Scuola Materna Biodigestore Inaugurazione Scuola di Lodrone

2 30 anni del Tennis Club Storo 50 anni Scuola Materna Coquadar Bike Coro Sette Torri Insieme, una scuola per Cavezzo Moto Club Storo

3 SOMMARIO Dalla Redazione 2 Vita amministrativa BOLLETTINO DEL COMUNE DI STORO Periodico quadrimestrale del Comune di Storo (Tn) Registrazione Tribunale di Trento n. 348 del ANNO XXXII - N. 6 - Dicembre 2012 SEDE DELLA REDAZIONE Municipio di Storo - Piazza Europa, 5 tel fax DIRETTORE RESPONSABILE Salvatore Giacomolli DIRETTORE TECNICO Chiara Grassi COMITATO DI REDAZIONE Vigilio Giovanelli, Stefania Alessi, Sara Cadenelli, Claudio Cortella, Marta Coser, Luciano Guida, Marco Malfer UN RINGRAZIAMENTO AI COLLABORATORI ESTERNI DI QUESTO NUMERO Associazione La miniera, Giuliano Beltrami, Tommaso Beltrami, Mario Brugnoni, CAI SAT Storo, Loretta Cavalli, Comitato Gestore Scuola Materna I. Cima, Comitato Bene Comune, Coro Sette Torri, Gianni Cortella, Kevin Cortella, Corpo dei Vigili del Fuoco Volontari di Storo, Davide Canetti, Laura Danieli, Giorgio Ferretti, Stefano Fiorino, Michele Giacometti, Stefania Giacometti, Vigilio Giovanelli Tonela, Francesco Guerra, Il Bucaneve, Nicola Lombardi, Omar Lucchini, Dario Luzzani, Massimiliano Luzzani, Marisa Marini, Moto Club Storo, Antonio Parolari, Salvatore Poletti, Società Americana di Storo, Giusi Tonini, Ufficio Anagrafe, Ufficio Tecnico, Sandro Zontini Panina SI RINGRAZIANO PER LE FOTOGRAFIE Ivan Igini, Foto Club Lodrone, gli autori, i rappresentanti delle associazioni, i privati e il fotografo Gerardo Sai GRAFICA, IMPAGINAZIONE E STAMPA Grafica 5 - Arco (TN) Questo periodico viene inviato gratuita mente a tutte le famiglie, enti e associazioni del Comune di Storo e a tutti gli emigrati che ne facciano richiesta. Per chi lo desidera, il Bollettino è on-line al seguente indirizzo: Chi vuole inviare consigli, critiche e osservazioni al Comitato di redazione può inviare una all indirizzo di posta elettronica: Chiuso in stampa il 10 dicembre 2012 In copertina: Via Marconi a Storo. Foto di Ivan Igini per il Lodron Foto Club. Attività del Consiglio Comunale 3 Notizie della Giunta Comunale 7 Determine dei Responsabili dei Servizi 11 Notizie dal Sindaco e dai Gruppi Consiliari 14 Spazio aperto 20 Concessioni edilizie 24 ATTUALITÀ Biodigestore? Parliamone 26 Lavori in corso 28 Zona industriale e lavoro 30 Insieme, una scuola per Cavezzo 32 Giovannino va in pensione 34 MediaLibraryonLine 35 ENTI, GRUPPI, ASSOCIAZIONI, MANIFESTAZIONI A proposito di turismo 37 Inaugurazione della nuova scuola di Lodrone 40 Dal fronte della Galizia 42 Grande festa a Storo per i 50 anni della Scuola materna I. Cima 44 Casa Alpina don Vigilio Flabbi - Faserno anni di Tennis Club Storo 51 Il Coro Sette Torri compie 20 anni 54 La Società Americana di Storo ha un nuovo Presidente 55 Nuovo Direttivo al Moto Club Storo 57 Primo compleanno della Coquadar Bike 58 Una Associazione di valle per la tutela del castagno da frutto 60 Dolce English Summer Camp : un emozione per fetta 62 Raduno Regionale di Alpinismo Giovanile 65 Arrampicata Indoor al Centro Sportivo Polivalente 68 Festa di Santa Barbara a Darzo 69 Un inverno riscaldato dalla cultura 72 eleggere LIBeRI 75 Auguri dal Bucaneve 78 INFORMAZIONI UTILI E AVVISI Cosa fare in caso di.. incendio della canna fumaria 80 Dall Ufficio Anagrafe: disciplina in materia funeraria 82 METTETEVI ALLA PROVA Soluzioni del cruciverba dello scorso numero 83 Cruciverba sulla flora storese 84

4 Bollettino del Comune di Storo - Dicembre 2012 Dalla Redazione Cari lettori, questo numero natalizio del bollettino è arrivato nelle vostre case con un po di ritardo! Ci scusiamo dell inconveniente ma se vi interessa conoscere il motivo vi basterà leggere la sezione dedicata ai gruppi consiliari dove i fuochi di capodanno proseguono scoppiettanti. Tutto si può dire ma non che in comune ci sia piattume!! I gruppi citano infatti dimissioni, censure, interrogazioni e biodigestore e, tra botta e risposta, si spera di fare un po di chiarezza rispetto agli eventi che hanno interessato l amministrazione comunale recentemente. In questo numero segnalo l inserimento di una sorta di spazio aperto dove sono pubblicate due lettere che ci sono giunte in redazione a cui seguono le relative repliche da parte degli interessati: si tratta della lettera di dimissioni dei consiglieri Giacometti e Lombardi e della lettera da parte del Comitato Bene Comune in merito al biodigestore. Il bollettino contiene poi come sempre gli articoli degli assessori che vogliono rendere conto alla popolazione delle attività di loro competenza. Troviamo, dunque, approfondimenti riguardanti il biodigestore, l inaugurazione della scuola di Lodrone, le manifestazioni estive e autunnali tra cui la recente apparizione di Storo nella trasmissione Sereno Variabile, la serata dedicata ai Fronti di Galizia in cui è intervenuto l assessore Panizza, una panoramica sulla situazione lavorativa e industriale di Storo, i progressi nei lavori in corso e, infine, il pensionamento di Giovannino Berti, eclettico segretario comunale per oltre 30 anni! La sezione dedicata alle varie associazioni festeggia molti compleanni: Scuola Materna I. Cima e Casa alpina don V. Flabbi nel 2012 hanno compiuto 50 anni, 30 ne ha fatti il Tennis Club Storo, 20 il Coro Sette Torri e 1 la Coquadar Bike e c è anche una associazione neonata che si presenta qui sulle pagine del bollettino: la Associazione per la Tutela del Castagno in Valle del Chiese. Diversi sono anche i direttivi rinnovati tra cui quello della Società Americana e quello del Moto Club. Non mancano le cronache dei molti eventi accaduti negli ultimi mesi come la realizzazione di una scuola a Cavezzo in Emilia, per la quale il nostro comune si è affiancato generosamente agli altri della Comunità di Valle, la annuale Festa di Santa Barbara a Darzo, il Raduno Regionale di Alpinismo Giovanile, l English Summer Camp a Faserno. Particolarmente originali sono poi le novità culturali di quest inverno tra cui le opportunità offerte dall Associazione Il Chiese, il concorso eleggere LIBeRI, promosso dalle biblioteche delle Giudicarie, l adesione del servizio bibliotecario valle del Chiese alla piattaforma di prestito digitale Media Library On Line. Quest ultima una vera rivoluzione! Concludo ringraziando il Comitato di Redazione per questo secondo anno di lavoro insieme, Loretta Cavalli che è stata dei nostri fino a poco tempo fa, il bibliotecario Salvatore Poletti e tutti quelli che, a diverso titolo, hanno collaborato finora per rendere ogni numero del bollettino vivace e sempre attuale. Buona lettura e buon anno a tutti voi! Chiara Grassi Buon anno dal sindaco, da tutta l amministrazione comunale e dal comitato di redazione del bollettino 2

5 VITA AMMINISTRATIVA Bollettino del Comune di Storo - Dicembre 2012 Vita amministrativa Di seguito vengono riportate le sintesi delle delibere di Consiglio e di Giunta ritenute di maggior interesse per la cittadinanza. Il testo integrale di tutte le delibere è presente in libera visione presso gli Uffici Comunali e sul sito web del Comune di Storo all indirizzo sotto la sezione Albo. Attività del Consiglio Comunale SEDUTE DA LUGLIO A NOVEMBRE 2012 SEDUTA DEL 30 LUGLIO 2012 Sono assenti i consiglieri Angelo Melzani, Ermanna Briani, Silver Zanetti, Mauro Ferretti, Andrea Bonomi ni DELIBERA N. 12 Surroga del consigliere dimissionario signor Nicola Lombardi col signor Ennio Colò, primo candidato che nella medesima lista segue immediatamente l ultimo eletto. Viste le dimissioni presentate dal consigliere Nicola Lombardi, il Consiglio comunale all unanimità delibera 1. Di surrogare il consigliere Nicola Lombardi dimissionario con il primo dei non eletti della medesima lista Partito Democratico signor Ennio Colò; 2. Di dare atto che nei confronti del nominato non sussistono cause di non candidabilità, ineleggibilità ed incompatibilità alla carica di consigliere comunale previste dalla legge; 3. Di dare ulteriormente atto che il consigliere entra in carica dall atto dell adozione della presente delibera ai sensi del secondo comma dell articolo 12 TU 3/L/2005 e che, presente tra il pubblico, su invito del presidente, prende posto al tavolo del consiglio. DELIBERA N. 13 Surroga della consigliera dimissionaria signora Stefania Giacometti con la signora Laura Danieli prima candidata disponibile che nella medesima lista segue immediata mente l ultimo eletto. Considerate le dimissioni avanzate dalla consigliera Stefania Giacometti, il Consiglio comunale all unanimità delibera 1. Di surrogare la consigliera dimissionaria Stefania Giacometti con il primo dei non eletti della medesima lista Partito Democratico signora Laura Danieli; 2. Di dare atto che nei confronti della nominata non sussistono cause di non candidabilità, ineleggibilità ed incompatibilità alla carica di consigliere comunale previste dalla legge; 3. Di dare ulteriormente atto che la consigliera entra in carica dall atto dell adozione della presente delibera ai sensi del secondo comma dell articolo 12 TU 3/L/2005. DELIBERA N. 14 Variazioni al bilancio di previsione Il consigliere Narciso Marini, personalmente interessato alla trattazione della presente proposta di delibera, si allontana dall aula. Con dodici voti favorevoli e due astenuti (Marco Malfer e Luca Turinelli), il consiglio comunale delibera di apportare al bilancio di previsione del corrente esercizio finanziario 2012 le variazioni per far fronte: a spese correnti per la concessione di un contributo a seguito dell adesione al progetto di solida rietà avviato dalla comunità delle Giudicarie per la costruzione di una scuola nel comune terre motato di Cavezzo e per l integrazione dello stanziamento di alcuni interventi relativi a manuten zione ordinaria e gestione di immobili ed impianti (edifici comunali, ambulatori, acquedotto e il luminazione pubblica); 3

6 Bollettino del Comune di Storo - Dicembre 2012 VITA AMMINISTRATIVA a spese d investimento per l aumento dello stanziamento per incarichi tecnici per la costruzione di opere pubbliche e per la concessione di un contributo al consorzio di miglioramento fondiario di Darzo e Lodrone per finanziare le prime spese tecniche per uno studio di fattibilità dell im pianto di irrigazione della campagna e per l istruttoria tecnica per la richiesta della concessione a derivare dal rio Carbonare; ai servizi per conto terzi (partite di giro) per l anticipazione e relativa restituzione per far fronte alle necessità di cassa del Consorzio di miglioramento fondiario di Storo nel corso dei lavori di asfaltatura delle strade di campagna. La spesa per l adesione al progetto di costruzione della scuola di Cavezzo ammonta ad euro ,00 una tantum e pertanto viene finanziata con minori spese di euro 5.000,00 al cap. 60 e con l avanzo di amministrazione di euro ,00. Le altre spese correnti per l importo di euro ,00 sono finanziate dalla maggiore entrata di euro ,00 erogati dalla provincia sulla quota del fondo perequativo di cui all articolo 6, com ma 4, della LP 36/93. L importo rimanente di euro ,00 finanzia la minore entrata dei sovra ccanoni rivieraschi al cap. 780 a seguito della rideterminazione della potenza media nominale di concessione a scopo idroelettrico degli impianti di Boazzo di proprietà di Hydro Dolomiti Enel. Le maggiori spese in conto capitale ammontano ad euro ,00 e sono interamente finanzia te con l utilizzo del Fondo provinciale per gli investimenti. Le variazioni nei servizi per conto terzi ammontano ad euro ,00 sia nell entrata che nella spesa. DELIBERA N. 15 Concorso pubblico per titoli ed esami per la copertura del posto di ruolo di segretario comunale di III classe - nomina vincitrice. Richiamando la determina n. 135 assunta in data con la quale sono stati approvati i verbali della commissione giudicatrice e la graduatoria finale di merito come di seguito riportata: Punteggio Punteggio Punteggio Candidato/a totale prove scritte prova orale titoli 1 dott.ssa Giovanelli Paola , ,615 All unanimità, il consiglio comunale delibera di nominare in ruolo la dottoressa Paola Giovanelli, vincitrice del concorso pubblico per titoli ed esami bandito dal Comune di Storo per la copertura del posto di ruolo di segretario comunale di III classe, attualmente in convenzione con il Comune di Bondo ne, attribuendo alla stessa il trattamento economico nelle misure e con le modalità previste dalla vigente normativa, dal CCPL e dagli accordi sindacali. DELIBERA N. 16 Approvazione del regolamento del sito istituzionale su reti telematiche. All unanimità, il consiglio comunale delibera di approvare il regolamento comunale del sito istituzionale su reti telematiche, composto di 33 arti coli redatto in un fascicolo di undici pagine che allegato alla presente ne costituisce parte integrante e sostanziale, per normare il rispetto dei principi di conoscibilità degli atti della pubblica amministrazione, sanciti dalla legge 241/1990 di diretta derivazione dai principi costituzionali di cui agli articoli 97 e 98 temperati, ove ricorra il caso, dai principi di pari rango costituzionale dei diritti inviolabili della persona (art. 2) della libertà e segretezza della corrispondenza (art 15) e del diritto alla difesa (art, 24) a cui si ag giungono la tutela dell ordine pubblico e della sicurezza nazionale. 4

7 VITA AMMINISTRATIVA Bollettino del Comune di Storo - Dicembre 2012 SEDUTA DEL 30 OTTOBRE 2012 DELIBERA N. 17 Variazioni al bilancio di previsione I consiglieri Luca Turinelli, Dario Luzzani e Narciso Marini, personalmente interessati alla tratta zione del presente punto all ordine del giorno, si allontanano dall aula. Con dodici voti favorevoli, quattro contrari (Ermanna Briani, Silver Zanetti, Angelo Melzani e Mauro Ferretti) e un astenuto (Marco Malfer), il consiglio comunale delibera di apportare variazioni al bilancio di previsione del corrente esercizio finanziario 2012 per far fronte a spese inerenti: - l integrazione della concessione del contributo per la costruzione di una scuola nel comune terremotato di Cavezzo. Con precedente delibera consiliare n. 14 del 30 luglio 2012 era stato stanziata allo scopo la somma di euro ,00. Questa viene ora aumentata ad euro ,00 e la maggiore spesa è finanziata con le minori spese di euro ,00 al cap. 10 relativo alle indennità di carica agli amministratori ove la somma è disponibile a seguito della rinuncia all indennità del mese di settembre pervenuta agli atti il 4 settembre 2012 da parte del Sindaco, degli assessori e del presidente del consiglio; - l integrazione dello stanziamento di alcuni interventi di parte corrente relativi alle spese per personale, alla manutenzione ordinaria e gestione di immobili ed impianti ed alla gestione dei servizi pubblici; - la manutenzione straordinaria della viabilità e dell impianto di illuminazione pubblica nell abitato di Lodrone. Uno scorcio di Darzo da Piazza XVI Reggimento Artiglieria. Archivio Lodron Foto club 5

8 Bollettino del Comune di Storo - Dicembre 2012 VITA AMMINISTRATIVA DELIBERA N. 18 Approvazione del nuovo regolamento per l istituzione e la disciplina dell Imposta Munici pale Propria (Imup). Con tredici voti favorevoli e sette contrari (Ermanna Briani, Silver Zanetti, Angelo Melzani, Mauro Fer retti, Marco Malfer, Narciso Marini e Luca Turinelli), il consiglio comunale delibera di approvare il nuovo regolamento per la disciplina dell imposta municipale propria (Imup), composto da n. 16 articoli, il quale costituisce parte integrante e sostanziale della presente delibera, e di abrogare, con effetto dal 1 gennaio 2012, il precedente regolamento di pari argomento, approvato con deliberazione consiliare n. 3 di data 28 marzo DELIBERA N. 19 Approvazione del regolamento per la compartecipazione dell integrazione economica del Comu ne di Storo per il ricovero in strutture residenziali di persone totalmente o parzialmente prive di mezzi di sussistenza. Con diciassette voti favorevoli e tre astenuti (Ermanna Briani, Angelo Melzani e Mauro Ferretti) il consiglio comunale delibera di 1) approvare il regolamento per la compartecipazione dell integrazione economica del Comune di Storo per il ricovero in strutture residenziali di persone totalmente o parzialmente prive di mezzi di sussistenza, contenuto nell allegato fascicolo composto da cinque pagine e diciotto articoli che forma parte integrante ed essenziale della deliberazione; 2) abrogare il disciplinare per la procedura relativa alla assunzione da parte del Comune degli oneri relativi al ricovero in casa di riposo di persone inabili totalmente o parzialmente prive di mezzi di sussistenza aventi do micilio di soccorso nel Comune di Storo e la relativa delibera di approvazione n. 138 del 27 dicembre 1990 e la convenzione per l integrazione delle rette degli indigenti e non autosufficienti residenti o aventi il domicilio di soccorso nel comune di Storo e la relativa delibera di approvazione n. 128 del 12 dicembre Chiesa parrocchiale Annunciazione di Maria a Lodrone. Archivio Lodron Foto Club 6

9 VITA AMMINISTRATIVA Bollettino del Comune di Storo - Dicembre 2012 Notizie della Giunta Comunale SEDUTE DA LUGLIO A NOVEMBRE 2012 SEDUTA DEL 30 LUGLIO 2012 DELIBERA N. 16 Aggiornamento degli elenchi delle strade forestali ad esclusivo servizio del bosco (tipo A), delle piste d esbosco e di quelle a non esclusivo servizio del bosco (tipo B) nei territori delle frazioni di Storo e Darzo. All unanimità, la Giunta delibera 1.- Di inserire nell elenco delle strade forestali ad esclusivo servizio del bosco (tipo A) e delle piste d esbosco ai sensi dell art. 24 del DPP /Leg/2008 le strade di seguito elencate: N tipo Nome strada Località partenza Località arrivo 1 A Val strada per Casina al termine 2 A Acqua fredda strada per malga Monsur al termine (Acqua fredda) 3 A presa Cedis rio Torto strada per Lorina (al vascone Cedis) al termine (presa Cedis) 4 A finestra Cedis ex forte Ampola strada per Lorina al termine (alla finestra Cedis) 5 A Fondi di Nago parcheggio prima della casina Nago al termine 6 Pista Monte Stigolo Malga Monsur al termine (confine) 7 Pista Pista confine Monsur Strada per malga Monsur al termine (confine) 8 Pista Oltre Casina vecchia Malga Casina Vecchia al termine 9 Pista Dos la Canal Strada per Vacil al termine 10 Pista Buse de Plaz Strada Marigole-malga Plaz al termine 11 Pista Coste (vicino a El Cit) SS 240 Loppio val di Ledro, al km 49,050 al termine (briglia bacini montani) 2.- Di inserire nell elenco delle strade forestali di non esclusivo servizio del bosco (tipo B) ai sensi dell art. 24 del DPP /Leg/2008 le strade di seguito elencate: N tipo Nome strada Località partenza Località arrivo 1 B Sorini sinistra idrografica Ex strada statale al termine (confine con Condino) 2 B Sorini Dalla casa p.ed. 499 al termine 3.- Di aggiornare con le modifiche di cui ai punti precedenti gli elenchi delle strade forestali di tipo A, piste d esbosco e di tipo B previsto dall art. 100 della LP 23 maggio 2007 n. 11, che allegati alla presente ne costituiscono parte integrante e sostanziale; 4.- Di pubblicare, ai sensi dell art. 24 comma 11 del regolamento di attuazione dell art. 100 della LP 23 maggio 2007 n. 11, la presente deliberazione all albo del Comune per 15 giorni consecutivi uni tamente al nuovo elenco, inviandone copia ai soggetti interessati che hanno partecipato al procedi mento secondo le procedure previste dall art. 33 della LP 30 novembre 1992 n. 23; 5.- Di dare atto che la presente non comporta alcun impegno di spesa a carico del bilancio comunale. 7

10 Bollettino del Comune di Storo - Dicembre 2012 VITA AMMINISTRATIVA SEDUTA DEL 6 AGOSTO 2012 DELIBERA N. 17 Approvazione del piano comunale di promozione della cultura All unanimità la Giunta delibera di approvare il piano comunale di promozione della cultura, che prevede una spesa complessiva di ,37 a fronte del quale il comune sostiene oneri per ,00 a finanziamento delle iniziative organizzate dalle associazioni culturali. Il piano culturale 2012 costituisce parte integrante della presente delibera, allegato A, B ; di approvare il progetto Memoria e Identità 2012 per il quale il comune di Storo sostiene oneri per ,00 a finanziamento delle attività programmate. Il progetto Memoria e Identità 2012 costituisce parte integrante della presente delibera, allegato C ; di approvare specificatamente la proposta di erogazione dei contributi alle associazioni per le singole iniziative elencate nel piano con i coefficienti ivi indicati e di impegnare a tale scopo la spesa di ,00 all intervento n cap impegno 476 per contributi ad enti ed associazioni per la realizzazione di progetti annuali di promozione culturale; di approvare specificatamente la proposta di finanziamento delle singole iniziative elencate nel progetto Memoria e Identità e di impegnare a tale scopo la spesa complessiva di ,00. SEDUTA DEL 20 AGOSTO 2012 È assente l Assessore Laura Danieli DELIBERA N. 20 Variazioni di stanziamento al bilancio di previsione 2012 fra interventi all interno dello stesso servizio. All unanimità la Giunta delibera di apportare al bilancio di previsione per l anno 2012 le variazioni per far fronte al maggiore contributo da erogare alle società sportive per la gestione degli impianti sportivi in convenzione. SEDUTA DEL 6 SETTEMBRE 2012 È assente l Assessore Claudio Cortella DELIBERA N. 27 Classificazione fra le strade di arroccamento di un tratto di strada già classificata di tipo A denominata Val Lorina. All unanimità la Giunta delibera di dare avvio alla procedura per l inserimento fra le strade forestali d arroccamento ai sensi degli artt. 22 bis e 24 del DPP /Leg/2008 di un tratto della strada già di tipo A denominata Val Lorina con inizio dopo i fienili di Lorina e termine al confine con il comune di Ledro per la lunghezza di metri 850. SEDUTA DEL 22 OTTOBRE 2012 DELIBERA N. 28 Determinazione valore aree fabbricabili ai sensi dell art. 3 del regolamento per l applicazione dell imposta municipale propria (Imup). 8 All unanimità la Giunta delibera di confermare con effetto dal 1 gennaio 2012, ai sensi di quanto disposto all articolo 3 del regola mento per la disciplina dell Imposta municipale propria (Imup) i valori delle aree fabbricabili e le rispettive riduzioni fissati con le delibere consiliari n. 3 del 9 febbraio 2007 e n. 30 del 9 dicembre 2011 da utilizzare ai fini dell attività di controllo dell imposta, e come di seguito riportate:

11 VITA AMMINISTRATIVA Bollettino del Comune di Storo - Dicembre 2012 Valori delle aree Tipo area Aree in zona residenziale su tutto il territorio comunale escluso Riccomassimo 120,00 Aree in zona residenziale a Riccomassimo 60,00 Aree in zone artigianali, industriali o commerciali 70,00 Per le aree in zone destinate a servizi pubblici e servizi di interesse generale, il valore è determinato tenendo conto del loro inserimento nel tessuto urbanistico e della destinazione urbanistica dei terreni circostanti - art. 14 comma 2 LP n. 6 - con riferimento a quelli qui sopra indicati e fissando in 6,00 euro il valore nelle ipotesi di aree completamente circo scritte da aree non edificabili senza ulteriori riduzioni e fatti salvi i valori inferiori stabiliti annualmente dalla commissione provinciale alle espropriazioni di cui all art. 3 della L.P. 6/1993. Riduzioni Valori in euro al mq. Tipo area Aree di superficie inferiore al lotto minimo previsto dal vigente regolamento edilizio e dalle norme di attuazione del P.R.G., e comunque dove non è possibile l edificazione di un fabbricato dalle dimensioni minime esterne di ml. 10 x 7,50 ed aree soggette a gravami che ne impediscono l edificazione Aree situate in zone destinate a piani attuativi o di lottizzazione previsti dagli strumenti urbanistici vigenti 50% Aree situate a sud della zona industriale a Storo comprese nell'ambito del piano attuativo a fini speciali per insediamenti produttivi, contraddistinto in cartografia con la sigla PS2 Riduzione Sono escluse le aree composte da una o più particelle contigue dello stesso proprietario o degli stessi comproprietari che sono rilevanti ai fini edificatori per una superficie non superiore ai 100 metri quadrati. Le riduzioni non sono cumulabili fra loro. 50% 90% SEDUTA DEL 30 OTTOBRE 2012 Approvazione del piano industriale di cui all art 10 della L.P. 6/2004 redatto in forma semplificata del servizio di acquedotto pubblico. All unanimità la Giunta delibera di approvare il piano industriale di cui all art 10 della L.P. 6/2004, allegato e parte integrante della presente delibera, redatto in forma semplificata e riferito agli anni 2012, 2013 e 2014, contenente la dimostrazione degli equilibri economici e finanziari di servizi pubblici di rilevanza economica, fra cui è compreso il servizio di acquedotto pubblico. La Giunta dichiara inoltre la delibera per l urgenza, immediatamente eseguibile, ai sensi dell art. 79, quarto com ma del TULROC approvato con DPReg 1 febbraio 2005, n. 3/L e s.m. DELIBERA N. 30 Surroga di componente esperto della commissione edilizia comunale. Vista la lettera del con la quale l arch. Ilaria Carè rassegnava le proprie dimissioni da componente esperto della commissione in parola; all unanimità la Giunta delibera di nominare per la durata in carica della presente consigliatura, in surroga alla dimissionaria e in qualità di componente esperto della commissione edilizia comunale di cui all art. 11 comma 1 lettera c) del regolamento edilizio, la dott.ssa Caterina Sai, laureata in architettura. 9

12 Bollettino del Comune di Storo - Dicembre 2012 VITA AMMINISTRATIVA SEDUTA DEL 26 NOVEMBRE 2012 È assente Salvatore Moneghini DELIBERA N. 31 Approvazione accordo quadro con l ASUC di Darzo per la sistemazione ambientale e messa in sicurezza dellepertinenze dell area ex miniera Valcornera porzione dell ex concessione mineraria per baritina denominata Marigole -Pice ricadente nel Comune di Storo. All unanimità la Giunta delibera di approvare l accordo quadro con l ASUC di Darzo per la sistemazione ambientale e messa in sicurezza delle pertinenze dell area ex miniera Valcornera porzione dell ex concessione mineraria per baritina denominata Marigole -Pice ricadente nel Comunedi Storo, composto di n. 5 articoli, allegato alla presente quale parte integrante e sostanziale. DELIBERA N. 32 Parere in ordine al pubblico interesse sui lavori di realizzazione di una struttura per eventi ricreativi e culturali in località Piane, come richiesto dalla Legge Regionale 5 novembre 1968 n. 40. Ad unanimità di voti, la Giunta delibera di esprimersi favorevolmente ai sensi e per gli effetti di quanto previsto dall articolo 5 della L.R n. 40, in ordine all interesse pubblico per la realizzazione di una struttura per eventi ricreativi e culturali, di cui alla domanda presentata dall Associazione Pro loco M2, prot del Piazza F. Cortella a Storo innevata. Lodron Foto club 10

13 VITA AMMINISTRATIVA Bollettino del Comune di Storo - Dicembre 2012 Determine dei Responsabili dei Servizi Di seguito vengono riportati i titoli delle determine ritenute di maggior interesse per la cittadinanza. Il testo integrale e i dettagli di ognuna sono presenti in libera visione presso gli Uffici Comunali o sul sito web del Comune di Storo all indirizzo sotto la sezione Albo. DA luglio a DICEMBRE 2012 N. Data Oggetto Approvazione della convenzione con il Moto club di Storo per la concessione delle pp.ff. 3812/1,3812/12,5845/6 e 3786/3, località Canton dell'asino in c.c. Storo sulle quali insiste il Crossodromo Acquisto sistemi per la prevenzione e l'accertamento degli eccessi di velocità "Speed Check" Avvio alla procedura di esproprio in via ordinaria ai sensi e per gli effetti della L.P n. 6, per l'acquisizione dei terreni interessati dai lavori di somma urgenza per la costruzione di un bypass sulla strada Storo Faserno Regolazione tavolare di vecchie pendenze riguardanti i terreni interessati dai lavori di realizzazione di alcune opere di presa e serbatoi nel comune di Storo ai sensi dell'ex art. 31 della L.P n Lavori di ristrutturazione opere di presa e serbatoi dell'acqua potabile nel comune di Storo: avvio alla procedura espropriativa Lavori di ristrutturazione opere di presa e serbatoi dell'acqua potabile nel comune di Storo: avvio alla procedura di asservimento Contratto di servizio di hosting del portale cartografico Conferimento incarico al dott. geol. Matteo Zumiani per la redazione della relazione geologica geotecnica a supporto del progetto dei lavori di riqualificazione dell'acquedotto a servizio degli edifici di montagna in località Nader a Storo Approvazione dello schema di convenzione con il Tribunale di Trento per lo svolgimento del lavoro di pubblica utilità ai sensi del DM 26 marzo Approvazione della contabilità finale, del certificato di regolare esecuzione e approvazione del prospetto riepilogativo parziale della spesa sostenuta per i lavori di realizzazione strada a servizio dei fienili di "Tanoce" nel C.C. Storo Progetto per la riqualificazione dell'acquedotto a servizio degli edifici di montagna in località Nader di Storo: approvazione in linea tecnica del progetto definitivo Adesione a Media Library On Line Affido alla società cooperativa Risto 3 del servizio di fornitura dei pasti giornalieri per il servizio mensa presso la scuola provinciale per l'infanzia di Darzo Tinteggiatura di aule, locali e ambienti interni delle scuole del comune di Storo Approvazione del progetto e autorizzazione all'esecuzione dei lavori di realizzazione di campo da beach-volley presso il centro polivalente Carlo Maffei di Darzo Conferimento incarico per redazione progetto esecutivo per la realizzazione impianto di illuminazione pubblica a Lodrone tratto Chiesa - Bivio Riccomassimo Conferimento incarico per redazione progetto esecutivo per l'allargamento della strada "via Saletto" in C.C. Storo Integrazione del piano sovracomunale degli interventi di politica del lavoro Intervento 19 per lavori socialmente utili - servizi ausiliari di tipo sociale per l'anno 2012 finanziamento della maggiore spesa Concessione di un sussidio a sostegno del costo per servizio tagesmutter Concessione del contributo al Circolo oratorio parrocchiale di Storo - associazione di promozione sociale per l organizzazione di settimane formative in lingua inglese presso la casa alpina don Vigilio Flabbi di Faserno Acquisto nuovo autocarro leggero Piaggio Porter da fornire in dotazione al cantiere comunale con ritiro dell'usato. 11

14 Bollettino del Comune di Storo - Dicembre 2012 VITA AMMINISTRATIVA Costituzione e liquidazione del fondo per la riorganizzazione e l'efficienza gestionale (Foreg) - quota obiettivi generali - e trattenute per malattia anno Approvazione dello schema di convenzione per la gestione del centro raccolta materiali in località Roversella a Storo Approvazione della variante progettuale alla terza perizia di spesa per lavori di somma urgenza per la messa in sicurezza della strada Storo Faserno - costruzione del bypass stradale. Lavori integrativi Concessione di anticipazione in partita di giro al CMF di Storo, per far fronte alle necessità di cassa per l'esecuzione dei lavori di sistemazione di alcune strade interpoderali in c.c. Storo Ampliamento dell'impianto di illuminazione pubblica a Storo in loc.tà Sopravillo Lavori di recupero e ripristino delle opere di presa e serbatoi degli acquedotti nel comune di Storo: approvazione a tutti gli effetti di legge del progetto esecutivo, finanziamento della spesa, affido lavori e nomina del direttore dei lavori Approvazione delle contabilità finali e dei certificati di regolare esecuzione per i lavori di ampliamento di una sezione presso la scuola equiparata dell'infanzia Isidora Cima di Storo Nuova adesione all offerta di banca dati on-line portale enti locali/leggi d Italia Riparto e liquidazione dei diritti di segreteria riscossi durante il 1 e 2 trimestre Concessione e liquidazione contributi correnti alle associazioni sportive operanti nel Comune - anno Variazione di potenza dell'utenza di energia elettrica della canonica di Darzo, sede provvisoria della scuola dell'infanzia di Darzo Preliminare di acquisto di quattro autorimesse nel complesso dei parcheggi pertinenziali interrati in piazza Malfer a Storo Realizzazione della sede dell'ambulatorio medico di Lodrone Estensione incarico con l arch. Ivo Maria Bonapace per l'arredo dell'auditorium di Storo presso il Centro Pluriuso Autorizzazione all esecuzione in economia dei lavori di asfaltatura di via San Floriano e tratto laterale tra via Saletto e via Martinello nell'abitato di Storo nell ambito dei lavori di sdoppiamento fognatura di Storo V lotto Riqualificazione e restauro della p.ed. 112 in CC Storo da destinare a interventi socio assistenziali: approvazione in linea tecnica del progetto esecutivo con modifica alla destinazione d uso dei locali al secondo piano ed al sottotetto Vendita mediante trattativa privata diretta del lotto di legname denominato strada Toac - Spessa alla ditta Coradai snc Acquisto di un tavolo per osservazione delle salme per la camera mortuaria Presa d'atto di contratto di concessione di ipoteca volontaria Approvazione del contratto di somministrazione gas naturale con la ditta Trenta spa per la sede provvisoria della scuola dell'infanzia di Darzo Manutenzione ordinaria del manto stradale nelle frazioni di Darzo, Lodrone e Storo Modifica alla convenzione per la concessione in uso degli impianti nel centro sportivo Mariano Beltrami di Darzo con l'associazione Calciochiese Concessione di un contributo al CMF di Darzo e Lodrone per la progettazione esecutiva dei lavori di costruzione di un ponte sul fiume Chiese in località Roversella Greggi nel Comune di Storo Organizzazione della rassegna teatrale "A teatro con mamma e papà" Organizzazione laboratori di manualità creativa Sostituzione caldaia a metano e relativo quadro elettrico presso l'immobile comunale in Via Roma, ora della comunità Murialdo Lavori di manutenzione delle facciate del centro polivalente Carlo Maffei a Darzo Liquidazione spese sostenute dall economo comunale nel periodo dal al Cessione a titolo gratuito della p.fond. 855 in C.C. Darzo Locazione dell appartamento sito a Storo in via Martinello n. 30 al miglior offerente mediante pubblico avviso Recupero facciate delle pp.edd edificio sede della cooperativa Bucaneve a Storo: riapprovazione a tutti gli effetti di legge del progetto esecutivo, finanziamento della spesa, nomina direttore dei lavori e affido lavori a trattativa privata. 12

15 VITA AMMINISTRATIVA Bollettino del Comune di Storo - Dicembre Assistenza per il controllo e pulizia topologica del piano regolatore generale informatico Incarico alla CBA Servizi srl di Rovereto per l affidamento e l elaborazione stipendi del personale dipendente per il periodo dal al Approvazione elenchi parziali entrate patrimoniali derivanti da: proventi acquedotto comunale, canone fognatura e depurazione acqua di scarico - anno Approvazione del progetto preliminare per interventi urgenti e di completamento per il recupero delle ppedd 67 e 69 C C Storo Contributo per la costruzione di una scuola secondaria di primo grado nel comune di Cavezzo Acquisto di salgemma ad uso stradale per la stagione invernale 2012/ Organizzazione concerto di Natale Erogazione contributo al Circolo pensionati «Dei Voi» di Storo, all Associazione Nazionale Alpini sezione di Darzo e sezione di Lodrone per il servizio di sorveglianza davanti alle scuole per l anno scolastico 2011/ Riparto delle spese sostenute per la gestione del servizio intercomunale di polizia locale nell anno 2011 e anticipo per l anno Riapprovazione della variante progettuale alla terza perizia di spesa per lavori di somma urgenza per la messa in sicurezza della strada Storo Faserno - costruzione del bypass stradale. Lavori integrativi Approvazione della contabilità finale e del collaudo tecnico amministrativo dei lavori di realizzazione nuovo plesso scolastico di Lodrone - opere edili ed affini e da termoidraulico Approvazione della contabilità finale e del collaudo tecnico amministrativo per i lavori di realizzazione nuovo plesso scolastico di Lodrone - opere da elettricista Approvazione della contabilità finale e del certificato di regolare esecuzione per i lavori di realizzazione parcheggio a nord della scuola media di Storo Assunzione di spesa per il pagamento della parcella all avvocato Vittorio Donati per assistenza e difesa in giudizio del Comune di Storo nella causa promossa avanti la Corte d'appello di Trento per lo scioglimento della comunione della montagna di Tonolo Organizzazione di attività culturali per il servizio bibliotecario valle del Chiese Approvazione del ruolo per la riscossione coattiva relativa agli avvisi di accertamento ICI per l'anno Approvazione della convenzione con il Comando carabinieri per l'accesso ai dati informatici del Comune di Storo Approvazione del ruolo per la riscossione coattiva relativa agli avvisi di sollecito di pagamento delle fatture relative ai proventi di acquedotto, depurazione e fognatura comunale per gli anni Approvazione dei ruoli per la riscossione coattiva relativi a sanzioni per infrazioni al codice della strada Proroga di ventun giorni del piano sovracomunale degli interventi di politica del lavoro Intervento 19 per lavori socialmente utili - servizi ausiliari di tipo sociale per l anno 2012 e finanziamento della maggiore spesa Completamento impianti tecnologici ed elementi di arredo dell'auditorium di Storo: approvazione ai soli fini tecnici del progetto definitivo Assunzione a carico del Comune dell'utenza di energia elettrica presso il CRM di Storo in loc. Roversella Realizzazione di una mnemoteca della comunità Riapprovazione della variante progettuale alla terza perizia di spesa per lavori di somma urgenza per la messa in sicurezza della strada Storo Faserno - costruzione del bypass stradale. Lavori integrativi Approvazione della contabilità finale, del certificato di regolare esecuzione e approvazione del prospetto riepilogativo della spesa sostenuta per i lavori di completamento opere di difesa da caduta massi a protezione dell'abitato di Storo Concessione contributo alla Cooperativa Agri 90 di Storo per l organizzazione del concorso I masöi de formantas süi spergoi - edizione Concessione del contributo straordinario alla Pro loco di Storo per l'iniziativa è Natale - Storo, Darzo, Lodrone Realizzazione di opere da carpentiere metallico a finitura del nuovo plesso scolastico di Lodrone Opere di manutenzione all'opera di presa e al serbatoio dell'acquedotto siti in loc. Alpo di Storo Comodato d'uso di locali presso la ex scuola elementare di Lodrone al gruppo alpini Lodrone. 13

16 Bollettino del Comune di Storo - Dicembre 2012 VITA AMMINISTRATIVA Notizie dai Gruppi Consiliari Crescere Insieme All avvicinarsi della data di uscita del Bollettino comunale, si comincia a pensare a come sfruttare al meglio l occasione di incontrare le persone più o meno vicine al nostro gruppo consiliare attraverso le pagine di questo importante strumento di informazione sulla vita amministrativa del nostro Comune. Si cerca allora qualcosa da affiancare agli aggiornamenti costanti e dettagliati che il nostro Sindaco e gli Assessori fanno nelle rispettive rubriche del bollettino, attraverso i quali emergono i fatti concreti che mostrano in modo tangibile l attuazione progressiva del programma amministrativo che ha ottenuto la fiducia della gente. Può quindi essere interessante per una volta integrare i fatti citati anche in questo numero, che tra l altro chiunque può riscontrare (basta passeggiare per i nostri paesi) con una breve e modesta riflessione sul modo che Crescere Insieme ha nel portare avanti il proprio impegno amministrativo, quotidianamente, un aspetto forse meno appariscente rispetto ai fatti concreti, ma non per questo meno importante. Quello che si potrebbe addirittura chiamare lo stile di Crescere Insieme. Uno stile che affonda le proprie radici nelle esperienze dei singoli, che diventano risorse del gruppo: 14 esperienze che, pur nelle diversità, hanno un ambiente comune nei trascorsi all interno del mondo del volontariato e della cooperazione, espressione profonda delle nostre Comunità dove è ancora forte il senso di appartenenza, di sussidiarietà e di collaborazione. Ambienti che hanno educato tanti come noi all impegno, alla serietà, al confronto, alla mediazione, al senso di responsabilità: queste sfaccettature, frequenti (grazie al cielo) nelle nostre Comunità, si mescolano con le esperienze umane uniche e complementari delle persone legate al nostro gruppo, e creano lo stile di Crescere Insieme. Stile che si traduce nell impegno amministrativo, affrontato con costanza e determinazione, mantenendo salda la rotta tesa a percorrere le tappe stabilite nel programma amministrativo, concretizzato di giorno in giorno. Concretezza, parola certo molto frequente nei nostri interventi sulle pagine del Bollettino, nel Consiglio Comunale, nei diversi momenti di incontro con la gente e con i nostri sostenitori. Concetto facile da verificare poiché le cose che ci siamo impegnati a fare si stanno concretizzando progressivamente davanti agli occhi di tutti, anche a quelli che fanno finta di non vedere e non vogliono riconoscere il fatto che questa Amministrazione si contraddistingue sempre più come Amminstrazione del fare, guidata da un uomo del fare come Vigilio Giovanelli. Amministrazione del fare, che non significa certamente Amministrazione intenta solo a fare: la profonda esperienza amministrativa maturata, unita alla grande fiducia nel futuro dei più giovani, porta a sviluppare una serie di temi e questioni interessanti ed importanti per la nostra Comunità. Questioni nate ascoltando la gente, che diventano progetti da sostenere e sviluppare, che però (chi ci conosce bene lo sa) non sbandieriamo ai quattro venti come le promesse elettorali che fa qualcuno, fino a quando non saranno pronti per essere condivisi con la gente. Concretezza e progetti, cui si affianca il dialogo. Fuori e dentro i palazzi amministrativi: con la gente, con i colleghi di maggioranza e minoranza (in Consiglio Comunale, nelle Commissioni di approfondimento,...) con la convinzione che ciò sia fondamentale per il bene della nostra Comunità. Il fatto per noi di essere cresciuti lontano dagli estremismi che spesso portano solo a contrapposizioni, in altre parole l essere moderati (parola che purtroppo oggi non è molto in voga) tra i tanti aspetti positivi ha quello di tessere relazioni che vanno oltre le immediate affinità politiche, dialogando con sincerità e rispetto con le molteplici sfaccettature della nostra Comunità. Perché, lo abbiamo scritto anche negli scorsi numeri, affrontare in modo unito come Comunità le questioni piccole e grandi, nel rispetto delle diverse quanto legittime identità, rende migliore la nostra Comunità. Concretezza, progettualità, dialogo: con queste parole ci sentiamo di poter esprimere con umiltà lo stile con il quale ci onoriamo di poter amministrare la nostra Comunità, stile col quale continueremo a contribuire al futuro della nostra Comunità. Con lo stesso sguardo al futuro, vanno ai lettori ed ai colleghi Consiglieri i nostri più sinceri auguri per un Santo Natale ed un sereno anno nuovo. I consiglieri di Crescere Insieme Andrea Bonomini, Ugo Bonomini, Claudio Cortella, Vigilio Giovanelli, Dario Luzzani, Adriano Malcotti.

17 VITA AMMINISTRATIVA Bollettino del Comune di Storo - Dicembre 2012 PD A proposito di primarie, partecipazione e trasparenza sul tema del biodigestore Si sono svolte a livello nazionale, con grande successo, le primarie del centrosinistra per scegliere il nostro candidato a guidare il futuro governo del Paese e anche Storo ha dato il suo contributo in termini di partecipazione democratica, con tanti cittadini che hanno deciso di votare al seggio allestito dal PD. A loro vada un particolare ringraziamento perché confermano di avere ancora fiducia nella buona politica; perché se chiamati a decidere sono pronti a partecipare; perché credono che chi predica l antipolitica, proponga una ricetta che si rivelerebbe dannosa per risolvere i mali della società. I gruppi consiliari PD e Patto Civico, nell esprimere la soddisfazione per questo risultato, ribadiscono come tra i capisaldi della loro azione amministrativa, il coinvolgimento e la partecipazione dei cittadini debbano essere sempre perseguiti. In questi giorni abbiamo percepito dubbi di qualcuno in merito alla mancanza di trasparenza e di informazione dell amministrazione comunale, di cui siamo forza di governo, sul tema biodigestore. Rassicuriamo la comunità e il Comitato Bene Comune che anche di fronte a questa complessa proposta pervenutaci dalla Provincia, daremo prova di responsabilità, ci informeremo e coinvolgeremo la comunità per capire, confrontarci e per prendere insieme la decisione migliore e più condivisa. Sappiamo che il tema è complesso e richiederà da parte della cittadinanza impegno, tempo e responsabilità. Risorse che, siamo sicuri, sapremo tutti insieme mettere in campo per il bene e il futuro della nostra comunità. La nostra dichiarazione in consiglio comunale a seguito delle dimissioni di Stefania e Nicola Signori colleghi consiglieri comunali, questa sera ci viene offerta una occasione preziosa per riflettere sulla partecipazione e impegno dei giovani nell attività politico-amministrativa. Tema al quale il PD e Patto Civico sono particolarmente sensibili tanto da averci spinti ad un ambizioso progetto politico amministrativo finalizzato ad un deciso rinnovamento che ha portato risultati incredibili nell ultima tornata elettorale, quando sono approdati in questo Consiglio comunale numerosi giovani, anche donne, neofiti della politica e dell amministrazione pubblica. È grande oggi la delusione e l amarezza tra i nostri banchi per l abbandono di due giovani così capaci e promettenti, Stefania e Nicola, dimessisi, bisogna sottolinearlo, con grande serenità, per nulla tentati da salti della quaglia, inteso come passaggio da maggioranza a opposizione, che sarebbe stato poco rispettoso del responso elettorale. I giovani impegnati in questa maggioranza con responsabilità decisionale di non poco conto e privi agli esordi di esperienza, hanno purtroppo a che fare tutti i giorni anche con gli aspetti meno belli della politica: trovare compromessi, accettare decisioni non sempre condivise, saltare metodi partecipati perché i tempi incombono, sottostare ai passaggi di condivisione che le alleanze richiedono, magari anche assistere o subire qualche diverbio a causa della tensione per risposte lente o impossibili che i cittadini richiedono, soprattutto però pagano dazio per non potersi esprimere con piena libertà. Dover essere per forza Beriniani o Ferrettiani (ci si passi i neologismi) senza aver a disposizione terze vie, meglio altre vie, che tra loro confrontate possano far sintesi nella massima libertà di pensiero per poi diventare concretezza e azione per loro può essere molto demotivante e umiliante. Sbattono contro l iceberg di normative costruite di certo non da loro ma dai soloni che pensano che la politica possa essere solo cosa da vecchi per cui a cominciare dal momento di candidarsi bisogna schierarsi o con me o contro di me, per loro sentimento e scelta incomprensibile. Immaginiamo per esempio per governare il nostro paese una sola lista aperta con tutti i desiderosi di candidarsi. Con il più votato che diventa sindaco e poi i 20 più votati che si siedono attorno ad un tavolo per gestire il comune. Immaginate la gioia degli elettori, non più costretti a votare candidati strettamente di una sola lista ma di poter scegliere i migliori senza limitazioni. Non sarebbe per i ventenni e trentenni una bella palestra in cui buttarsi anima e corpo senza tante preoccupazioni e limitazioni? Si potrebbe andare avanti con altri esempi per scoprire come leggi, regolamenti, riti, teatrini e consuetudini, non possano appassionare, coinvolgere i giovani. Ecco che allora alcuni resistono, altri magari più responsabili e rigorosi con i loro principi ad un certo punto non ce la fanno più. Di solito il tema dei giovani impegnati in politica affrontati in questa sala è sem- 15

18 Bollettino del Comune di Storo - Dicembre 2012 VITA AMMINISTRATIVA pre stato legato al loro limitato coinvolgimento perché i vecchi volevano preservare le sedie, si diceva. Nel nostro caso parliamo di deleghe consiliari rimesse e soprattutto di rinuncia ad incarichi assessorili di peso che denotano come la fiducia e l appoggio ai giovani dimissionari siano stati totali. Rimane l insegnamento da trarre pur non sentendoci responsabili di questa perdita di risorse umane che impoverirà il consiglio comunale. Nicola e Stefania hanno scritto che continueranno comunque il loro impegno sociale e politico che non si esercita solo in municipio mettendo a frutto quello che, hanno anche riconosciuto, hanno molto imparato e l intento ci rasserena nel saperli comunque motivati a mantenersi in gioco nella vita comunitaria. Bisogna allora che si avvii qualche progetto per la formazione dei nostri giovani perché arrivino sui banchi del consiglio comunale consci delle difficoltà e pronti ad assumere incarichi di responsabilità. Abbiamo anche capito meglio che chi ha esperienza non deve mettersi o sentirsi messo in un angolo, lasciando i giovani soli, ma deve porsi con generosità e sensibilità al loro servizio per aiutarli almeno nella fase di apprendistato. Varcata la soglia del Palazzo Cortella continuano a vedere con i loro occhi e percepire con le menti soluzione ai problemi come fanno i coetanei a casa, o tutto bianco o tutto nero, mentre sono le gradazioni di grigio i colori necessari per portare a conclusione il disegno migliore richiesto in questo contesto. Quando piano piano riescono a far uso delle varie tonalità nell opera poi soffrono tremendamente quando tornati a casa si confrontano e vengono criticati e giudicati dagli amici che faticano a riconoscerli e la preparazione, l impegno, la 16 passione vengono messe a dura prova. Prendiamo allora atto del problema e mettiamo in atto delle strategie per superarlo. Confermiamo la volontà nel cercare di favorire il ricambio della classe dirigente e il rinnovamento più consapevoli che per perseguire l obiettivo bisogna mettere in campo azioni di formazione seria permanente e progetti di lungo respiro a partire dall età scolare, come quelli già sperimentati in altre comunità con il nome di Città dei ragazzi che per noi sarà Comunità del Basso Chiese : gli studenti delle scuole medie si cimenteranno attraverso una esperienza concreta, nella conoscenza del comune, concludendo il percorso formativo con tanto di elezione del Sindaco che indosserà la fascia tricolore, della Giunta e del Consiglio, organismi capaci anche di assumere concrete delibere, con budget definito, che poi diventano davvero esecutive perché la Giunta vera le farà proprie. Verrà coinvolta anche la minoranza e verrà convocato un consiglio comunale aperto a questi studenti. È un modo per avvicinare i giovani da protagonisti all Istituzione a loro più vicina, iniziativa che fa parte del nostro programma elettorale e che ci proietta nel futuro perchè all unione di più comuni bisognerà arrivare. Ma più di tutto dobbiamo impegnarci e l appello va rivolto ai consiglieri che hanno fatto esperienza, al dovere e alla responsabilità nel saper accogliere e accompagnare con lo spirito giusto i giovani scelti dalla comunità affinché non vengano respinti da un esperienza come questa nostra di co cernù che può offrire una opportunità di arricchimento personale notevole ma al tempo stesso anche beneficio per la vita della nostra gente e prestigio dei nostri paesi specie in tempi come questi dove le opportunità di crescita economico-sociale sono scomparse e la concorrenza è spietata. Siamo convinti che questo incidente di percorso sapremo trasformarlo in una opportunità, una lezione di vita nel comprendere compiutamente come il percorso di cambiamento da noi proposto abbia bisogno di un substrato ulteriore di energie, sensibilità, esempi significativi, e generosità e con questo nuovo approccio siamo pronti a proseguire la nostra esperienza di governo motivati e rinfrancati per rilanciare l azione amministrativa, dopo un primo momento di normale incredulità. L articolo e la dichiarazione in consiglio comunale è dei consiglieri PD e Patto Civico. È quindi condivisa anche da Salvatore Moneghini e Michele Bettazza. Ennio Colò, Laura Danieli Giusi Tonini

19 VITA AMMINISTRATIVA Bollettino del Comune di Storo - Dicembre 2012 Nuovi Orizzonti La maggioranza perde i pezzi ma tutto va bene! Negli scorsi mesi la maggioranza ha cambiato la propria fisionomia, con dimissioni importanti e situazioni al limite dell imbarazzo, eppure sull informazione locale tutto ciò non si legge, non passa, con qualche amico di penna subito pronto a fare il pompiere e a ridimensionare; anzi, a sottolineare le parole del Sindaco che non perde occasione per ringraziare la sua squadra forte e coesa. MA COME? Allora abbiamo le visioni noi? Lo scorso 30 luglio, infatti, ci dovremmo ricordare che il Consiglio Comunale è stato chiamato a surrogare i consiglieri Giacometti e Lombardi, dimessi dall incarico. Al proposito, ci pare quantomeno opportuno riportare un passaggio della nostra dichiarazione di voto depositata agli atti in occasione della surroga: «Spiace doverci occupare stasera della surroga dei consiglieri dimissionari Giacometti e Lombardi. Dispiace sempre quando un consigliere abbandona il proprio ruolo, perché è una ricchezza che viene meno. Oggi ciò è vero ancora di più: vedere due nuove entrate, due volti nuovi, andarsene così mestamente dal Consiglio perché in disaccordo con la propria compagine di governo, ci fa ancora più dispiacere. Naturalmente ci si vuol far credere che tutto vada bene, che comunque verranno serrate le fila, che si ripartirà più forti di prima. Ovviamente la stampa amica - quindi quasi tutta - ha pensato bene di occuparsi del passato per mascherare i grossi problemi del presente. Le dimissioni che stasera dobbiamo surrogare dimostrano che questa maggioranza non funziona! Che non può funzionare, poiché è evidente la mancanza di fiducia e la continua diffidenza esistente tra le numerose anime che la compongono. La situazione di stallo e di immobilità della nostra comunità è sotto gli occhi di tutti, e richiama quella precedente al Riteniamo sia per voi giunto il momento di affrontare i vostri problemi una volta per tutte e, in caso di mancata sintesi, dovreste ridare la parola ai cittadini. Solo la massima correttezza di Lombardi e Giacometti vi hanno evitato di ritrovarvi in 11, e di questo c è ben poco da gioire per voi». Crediamo che queste parole siano ancora attuali! Tanto più che, in questi giorni, dopo le polemiche scatenate dalla gravissima censura al nostro articolo da pubblicarsi sullo scorso numero del Bollettino Comunale, anche l Assessore Cavalli ha restituito al Sindaco la delega a rappresentarlo nel Comitato di Redazione. Insomma, a noi pare che ci sia una gran confusione in chi ci governa! Sarebbe ora di tornare a votare per ridare al nostro Comune una guida veramente solida, che possa ben rappresentarci anche a livello provinciale, dove la pessima riforma istituzionale sta mostrando tutti i suoi limiti! Il poco spazio a disposizione ci impone una troppo breve riflessione sul tema biodigestore, che tanto interessa la nostra comunità in questi mesi e dove spesso i gruppi di minoranza vengono citati a sproposito! Noi vogliamo dire con chiarezza di aver chiesto alla Maggioranza un serio approfondimento sul tema, rispetto al quale crediamo sia necessario fare informazione completa e chiara. Siamo una minoranza responsabile: non abbiamo preconcetti, ma vogliamo vedere bene fino in fondo. La nostra richiesta è stata accolta ed il 6 dicembre si terrà un consiglio comunale con l intervento di esperti del settore, taluni favorevoli e altri contrari ad un opera come questa. Crediamo sia il primo passo necessario per capire e poi informare. Diciamo forte che nessuno di noi pensa di decidere senza sentire il parere della popolazione. Ma altrettanto chiaramente va detto che gli organi di governo di una Comunità, eletti democraticamente, servono proprio a fare i primi passi. La Giunta ha delle informazioni che abbiamo chiesto di sentire e vedere, e saremo attenti vigili del rispetto delle regole. Passata questa fase, sarà evidente la necessità di un confronto con la popolazione, attraverso tutti gli strumenti di partecipazione che sono previsti all interno del nostro Comune. In conclusione, permetteteci un saluto ed un ringraziamento al Segretario Comunale dott. Giovanni Berti, che ha concluso il suo instancabile servizio presso il nostro Comune, ove ha anche realizzato il sito istituzionale, oggettivamente tra i più completi d Italia. Ed infine, auspicando che questo numero arrivi nelle Vostre case per tempo, Vi giungano i nostri migliori auguri di Buon Natale e Felice Articolo condiviso con Marco Malfer e Narciso Marini, di Progetto 2000 Luca Turinelli per Nuovi Orizzonti 17

20 Bollettino del Comune di Storo - Dicembre 2012 VITA AMMINISTRATIVA PROGETTO 2000 La maggioranza perde i pezzi ma tutto va bene! In questo titolo riteniamo ci sia il sunto di quanto accaduto in questi mesi nel nostro Municipo. Molti lettori ci hanno chiesto perché, nell ultimo numero del bollettino comunale, non c era l articolo dei nostri gruppi di Minoranza (Progetto 2000 e Nuovi Orizzonti). A tutti abbiamo dovuto raccontare come si sono svolti davvero i fatti, ed ora lo facciamo anche qui. Perché, a parte un piccolo cenno fatto dal direttore tecnico Chiara Grassi nell introduzione, in nessun altro luogo è stato dato risalto al grave episodio di censura che ha visto autrice protagonista questa democratica Amministrazione. Per la scorsa edizione, il consigliere Turinelli ha ceduto lo spazio del proprio gruppo a Progetto 2000, che aveva predisposto - condividendolo - un articolo sugli eventi di quei mesi, tra IMUP, Cedis e Famiglia Cooperativa. L articolo, squisitamente politico, evidentemente è andato di traverso a qualcuno, perché nello stesso si facevano riferimenti a situazioni concrete della nostra comunità, evidentemente punzecchiando chi non può essere toccato. Ed è andato talmente di traverso 18 che alla riunione del Comitato di Redazione i componenti della maggioranza (Stefania Alessi, Claudio Cortella, Loretta Cavalli in rappresentanza del Sindaco con voto doppio) si sono opposti, votando (PER LA PRI- MA VOLTA NELLA STORIA DEL BOLLETTINO) la censura all articolo, che non è stato così pubblicato, nonostante il direttore responsabile Salvatore Giacomolli non avesse ravvisato alcuna irregolarità di legge! Facciamo presente, e lo ricordiamo anche ai signori della maggioranza, che mai era accaduta una cosa così grave a Storo. Il BAVAGLIO dell informazione im posto a colpi di democratica maggioranza è scandaloso!!! Quando in maggioranza c eravamo noi abbiamo NOI votato l introduzione degli spazi per i gruppi consigliari ed i consiglieri di minoranza hanno sempre avuto la possibilità di scrivere in libertà (ricorderete i piccanti e pesanti articoli, che a volte hanno chiamato in causa anche i famigliari del Sindaco!). Ebbene: le nostre proteste hanno addirittura convinto la maggioranza ad intervenire sul regolamento del Bollettino, anche se non sappiamo ancora come, perché dopo tanti mesi nulla si è mosso (una convocazione dei capigruppo è prevista dopo il termine concessoci per la redazione di questo articolo, per cui vi racconteremo come andrà a finire). Ma perché intervenire su un Regolamento che nella consigliatura è andato benissimo? Dove sono i problemi? Se questa Amministrazione ha dei problemi, si dovrebbe capire che non è colpa del Regolamento! Comunque vedremo. Ed ora, per chiudere chi volesse leggere l articolo incriminato lo trova in una recente interrogazione, che siamo stati costretti a depositare il 19 novembre 2012 e che al 1 dicembre 2012, data in cui scriviamo, ancora non appare (misteriosamente!) sul sito internet del Comune. Allora la trovate a questo link: Sempre per dovere di informazione corretta, in tema di biodigestore, dobbiamo rilevare come questa Amministrazione abbia sempre pubblicizzato la risposta data dall assessore Danieli alla nostra interrogazione. Ebbene, qualcuno sa che abbiamo dovuto replicare in Aula smentendo moltissime delle gravi affermazioni fatte dall assessore? Non avendo più spazio qui, vi dobbiamo per forza rimandare alla pagina ufficiale del sito comunale, dove troverete anche la nostra versione sulla risposta fornitaci! Consultate qui l interrogazione, la risposta e la replica. Questa è informazione! Articolo condiviso con Luca Turinelli di Nuovi Orizzonti. Marco Malfer e Narciso Marini per Progetto 2000.

LEGGI - REGOLAMENTI - DECRETI - ATTI DELLA REGIONE

LEGGI - REGOLAMENTI - DECRETI - ATTI DELLA REGIONE 6 PARTE PRIMA LEGGI - REGOLAMENTI - DECRETI - ATTI DELLA REGIONE Sezione I LEGGI REGIONALI LEGGE REGIONALE 17 settembre 2013, n. 16. Norme in materia di prevenzione delle cadute dall alto. Il Consiglio

Dettagli

VERBALE DI DELIBERAZIONE N. 031 della Giunta Comunale

VERBALE DI DELIBERAZIONE N. 031 della Giunta Comunale COMUNE DI FOLGARIA Provincia di Trento Via Roma, 60 - C.A.P. 38064 Tel. 0464/729333 - Fax 0464/729366 Codice Fiscale e P. IVA 00323920223 E-mail: info@comune.folgaria.tn.it PEC: comune@pec.comune.folgaria.tn.it

Dettagli

COMUNE DI DONORI Provincia di Cagliari

COMUNE DI DONORI Provincia di Cagliari COMUNE DI DONORI Provincia di Cagliari - 2 COPIA- VERBALE DI ADUNANZA DEL CONSIGLIO COMUNALE Sessione Ordinaria Seduta Pubblica N. 2 Del 21.01.2010 OGGETTO: DETERMINAZIONE QUANTITA E QUALITA DELLE AREE

Dettagli

VERBALE DI DELIBERAZIONE N. 317 della Giunta Comunale

VERBALE DI DELIBERAZIONE N. 317 della Giunta Comunale COMUNE DI FOLGARIA Provincia di Trento - C.A.P. 38064 Via Roma, 60 Tel. 0464/729333 - Fax 0464/729366 E-mail: info@comune.folgaria.tn.it Codice Fiscale e P. IVA 00323920223 VERBALE DI DELIBERAZIONE N.

Dettagli

REGOLAMENTO DELLA ATTIVITÀ SCOLASTICA (Revisione 0 del 10/05/2006)

REGOLAMENTO DELLA ATTIVITÀ SCOLASTICA (Revisione 0 del 10/05/2006) REGOLAMENTO DELLA ATTIVITÀ SCOLASTICA (Revisione 0 del 10/05/2006) Articolo 1 - Ente gestore, denominazione, natura e sede della scuola 1. L Ente Ispettoria Salesiana Lombardo Emiliana, Ente Ecclesiastico

Dettagli

VERBALE DI DELIBERAZIONE N. 039 del Consiglio comunale. OGGETTO: nomina del Revisore dei Conti del Comune per il triennio 2014 2017.

VERBALE DI DELIBERAZIONE N. 039 del Consiglio comunale. OGGETTO: nomina del Revisore dei Conti del Comune per il triennio 2014 2017. Comune di Folgaria Provincia di Trento Via Roma, 60 - C.A.P. 38064 Tel. 0464/729333 - Fax 0464/729366 Codice Fiscale e P. IVA 00323920223 E-mail: info@comune.folgaria.tn.it PEC: comune@pec.comune.folgaria.tn.it

Dettagli

Municipio Roma V Prot. CG n.31261 del 5 Aprile 2013. (Seduta del 28 Ottobre 2013)

Municipio Roma V Prot. CG n.31261 del 5 Aprile 2013. (Seduta del 28 Ottobre 2013) Municipio Roma V (ex VI e VII) Unità di Direzione Servizio di Assistenza agli Organi Istituzionali Ufficio Consiglio Municipio Roma V Prot. CG n.31261 del 5 Aprile 2013 ESTRATTO DAL VERBALE DELLE DELIBERAZIONI

Dettagli

Dichiarazione Popolazione e cultura

Dichiarazione Popolazione e cultura IX/11/1 Dichiarazione Popolazione e cultura I Ministri delle Parti contraenti della Convenzione delle Alpi attribuiscono agli aspetti socio economici e socio culturali indicati all art 2, comma 2, lettera

Dettagli

Verbale di deliberazione n. 47 della Giunta Comunale

Verbale di deliberazione n. 47 della Giunta Comunale COMUNE DI DIMARO Provincia di Trento Verbale di deliberazione n. 47 della Giunta Comunale OGGETTO: A pprovazione disciplinare per il trasferimento volontario delle attività propedeutiche alla riscossione

Dettagli

Natale del Signore: annuncio di unità e di pace su tutta la terra: tempo di buone opere e di intensa carità. Papa Giovanni XXIII (28 dicembre 1958)

Natale del Signore: annuncio di unità e di pace su tutta la terra: tempo di buone opere e di intensa carità. Papa Giovanni XXIII (28 dicembre 1958) NOTIZIARIO PARROCCHIALE Anno XC - N 8 dicembre 2012 - L Angelo in Famiglia Pubbl. mens. - Sped. abb. post. 50% Bergamo Natale del Signore: annuncio di unità e di pace su tutta la terra: tempo di buone

Dettagli

L'anno duemilaquattordici, il giorno ventidue del mese di agosto, nel proprio ufficio, IL RESPONSABILE DEL SERVIZIO

L'anno duemilaquattordici, il giorno ventidue del mese di agosto, nel proprio ufficio, IL RESPONSABILE DEL SERVIZIO C O M U N E D I A L A N N O (PROVINCIA DI PESCARA) DETERMINAZIONE DEL RESPONSABILE DEL SERVIZIO AREA AFFARI GENERALI - UFFICIO PERSONALE N. 162 del Reg. Oggetto: PROCEDURA DI MOBILITA, PER TITOLI E COLLOQUIO

Dettagli

DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE N. 760 DEL 08/07/2014

DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE N. 760 DEL 08/07/2014 DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE N. 760 DEL 08/07/2014 SETTORE SEGRETARIO GENERALE SERVIZIO ELABORAZIONE DATI OGGETTO: 97.404,80 I.C. SERVIZIO DI ASSISTENZA TECNICA INTEGRALE E FORNITURA DI MATERIALE CONSUMABILE

Dettagli

SINTESI DDL CITTA METROPOLITANE, PROVINCE, UNIONI COMUNI SENATO

SINTESI DDL CITTA METROPOLITANE, PROVINCE, UNIONI COMUNI SENATO SINTESI DDL CITTA METROPOLITANE, PROVINCE, UNIONI COMUNI SENATO Il disegno di legge 1212 Disposizioni sulle Città metropolitane, sulle Province, sulle unioni e fusioni di Comuni approvato dal Senato ha

Dettagli

Comune di Fusignano ATTIVITA' ORDINARIE 2013 - 100 Miglioramento e razionalizzazione delle attività ordinarie Area Amministrativa. Sottoreport Comune

Comune di Fusignano ATTIVITA' ORDINARIE 2013 - 100 Miglioramento e razionalizzazione delle attività ordinarie Area Amministrativa. Sottoreport Comune CdC CDR009 RESP. SEGRETERIA GENERALE PROGETTO RPP: AREA AMMINISTRATIVA RESPONSABILE: GIANGRANDI TIZIANA 100 Miglioramento e razionalizzazione delle attività ordinarie Area Amministrativa 1 UFFICIO SEGRETERIA

Dettagli

Art. 2 (Procedimento di approvazione e variazione) PARTE PRIMA

Art. 2 (Procedimento di approvazione e variazione) PARTE PRIMA 4 Bollettino Ufficiale della Regione Puglia - n. 162 suppl. del 15-10-2009 PARTE PRIMA Corte Costituzionale LEGGE REGIONALE 7 ottobre 2009, n. 20 Norme per la pianificazione paesaggistica. La seguente

Dettagli

Giunta Regionale della Campania

Giunta Regionale della Campania Avvertenze: il testo vigente qui pubblicato è stato redatto dal Settore Legislativo dell'a.g.c. 01 della Giunta Regionale al solo fine di facilitare la lettura delle disposizioni della legge, integrata

Dettagli

L.R. 15/2014, art. 9, c. 29 B.U.R. 4/3/2015, n. 9 L.R. 13/2014, art. 26. DECRETO DEL PRESIDENTE DELLA REGIONE 18 febbraio 2015, n. 036/Pres.

L.R. 15/2014, art. 9, c. 29 B.U.R. 4/3/2015, n. 9 L.R. 13/2014, art. 26. DECRETO DEL PRESIDENTE DELLA REGIONE 18 febbraio 2015, n. 036/Pres. L.R. 15/2014, art. 9, c. 29 B.U.R. 4/3/2015, n. 9 L.R. 13/2014, art. 26 DECRETO DEL PRESIDENTE DELLA REGIONE 18 febbraio 2015, n. 036/Pres. Regolamento attuativo dell articolo 9, commi da 26 a 34 della

Dettagli

Per San Lazzaro. Insieme per i prossimi 5 anni PROGRAMMA. MODALITA DI ATTUAZIONE (in ottemperanza alla normativa vigente)

Per San Lazzaro. Insieme per i prossimi 5 anni PROGRAMMA. MODALITA DI ATTUAZIONE (in ottemperanza alla normativa vigente) TU Per San Lazzaro Insieme per i prossimi 5 anni PROGRAMMA MODALITA DI ATTUAZIONE (in ottemperanza alla normativa vigente) Territorio: Urbanistica: Cosa: Agevolazioni per la riqualificazione dell esistente:

Dettagli

2 GIUGNO 2013 FESTA DELLA REPUBBLICA

2 GIUGNO 2013 FESTA DELLA REPUBBLICA 2 GIUGNO 2013 FESTA DELLA REPUBBLICA Discorso del Prefetto Angelo Tranfaglia Piazza Maggiore Bologna, 2 giugno 2013 Autorità, cittadini tutti di Bologna e della sua provincia, un cordiale saluto a tutti.

Dettagli

Istituzione della figura di Agente Ambientale.

Istituzione della figura di Agente Ambientale. Estratto del verbale della seduta della Giunta Comunale NUMERO DI REGISTRO SEDUTA DEL 7 21 gennaio 2015 Oggetto : Istituzione della figura di Agente Ambientale. Il giorno 21 gennaio 2015 in Cremona, con

Dettagli

STATUTO FONDAZIONE ORDINE DEGLI ARCHITETTI, PIANIFICATORI, PAESAGGISTI E CONSERVATORI DELLA PROVINCIA DI CASERTA

STATUTO FONDAZIONE ORDINE DEGLI ARCHITETTI, PIANIFICATORI, PAESAGGISTI E CONSERVATORI DELLA PROVINCIA DI CASERTA STATUTO FONDAZIONE ORDINE DEGLI ARCHITETTI, PIANIFICATORI, PAESAGGISTI E CONSERVATORI DELLA PROVINCIA DI CASERTA 1. A norma degli articoli 14 e seguenti del Codice Civile è costituita la Fondazione dell

Dettagli

Guida alla corretta applicazione della normativa sull abbattimento delle barriere architettoniche

Guida alla corretta applicazione della normativa sull abbattimento delle barriere architettoniche Comune di Parma Guida alla corretta applicazione della normativa sull abbattimento delle barriere architettoniche A vent anni dall entrata in vigore della più importante legge sull abbattimento delle barriere

Dettagli

OGGETTO: APPROVAZIONE ALIQUOTE TASI

OGGETTO: APPROVAZIONE ALIQUOTE TASI Provincia di Bologna COPIA n. 28 del 30.04.2014 OGGETTO: APPROVAZIONE ALIQUOTE TASI Il giorno 30 aprile 2014 alle ore 20.30 nella sala consiliare del Municipio, previa l'osservanza di tutte le formalità

Dettagli

Descrizione della pratica: 1. Identificazione:

Descrizione della pratica: 1. Identificazione: Descrizione della pratica: 1. Identificazione: Istituto scolastico dove si sviluppa la pratica: Al momento attuale (maggio 2008) partecipano al progetto n. 47 plessi di scuola primaria e n. 20 plessi di

Dettagli

CONTO DEL BILANCIO 2013

CONTO DEL BILANCIO 2013 CONTO DEL BILANCIO 03 IMPEGNI PER SPESE CORRENTI I N T E R V E N T I C O R R E N T I Personale Acquisto di beni di Consumo e/o di Materie Prime Prestazioni di servizi Utilizzo di Beni di terzi Trasferimenti

Dettagli

LEGGE REGIONALE 20 maggio 2014, n. 27. dalle fondamenta alla copertura un organismo edilizio funzionalmente autonomo.

LEGGE REGIONALE 20 maggio 2014, n. 27. dalle fondamenta alla copertura un organismo edilizio funzionalmente autonomo. 17875 LEGGE REGIONALE 20 maggio 2014, n. 27 Disposizioni urgenti in materia di prevenzione del rischio e sicurezza delle costruzioni Istituzione del fascicolo del fabbricato. IL CONSIGLIO REGIONALE HA

Dettagli

Regolamento per la disciplina del tributo per i servizi indivisibili. TASI

Regolamento per la disciplina del tributo per i servizi indivisibili. TASI Comune di Cerignola Provincia di Foggia Regolamento per la disciplina del tributo per i servizi indivisibili. TASI INDICE Art. 1 - Art. 2 - Art. 3 - Art. 4 - Art. 5 - Art. 6 - Art. 7 - Art. 8 - Art. 9

Dettagli

SEZIONE I LEGGI E REGOLAMENTI REGIONALI 12.4.2006 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE TOSCANA - N. 11

SEZIONE I LEGGI E REGOLAMENTI REGIONALI 12.4.2006 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE TOSCANA - N. 11 SEZIONE I 12.4.2006 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE TOSCANA - N. 11 LEGGI E REGOLAMENTI REGIONALI LEGGE REGIONALE 3 aprile 2006, n. 12 Norme in materia di polizia comunale. IL CONSIGLIO REGIONALE

Dettagli

I BORGHI PIU' BELLI D'ITALIA Statuto

I BORGHI PIU' BELLI D'ITALIA Statuto I BORGHI PIU' BELLI D'ITALIA Statuto ARTICOLO 1- COSTITUZIONE E' costituito il Club denominato I Borghi più Belli d'italia ai sensi dello Statuto dell Associazione Nazionale Comuni Italiani, in breve ANCI.

Dettagli

Comune di Massa Lombarda

Comune di Massa Lombarda CdC CDR009 RESP. SEGRETERIA GENERALE PROGETTO RPP: AREA AFFARI GENERALI RESPONSABILE: CANTAGALLI PAOLO 100 Miglioramento e razionalizzazione delle attività ordinarie Area Affari Generali 1 UFFICIO SEGRETERIA

Dettagli

Per una città governabile. Nuove metodologie di lavoro per gestire la complessità e la partecipazione.

Per una città governabile. Nuove metodologie di lavoro per gestire la complessità e la partecipazione. Per una città governabile. Nuove metodologie di lavoro per gestire la complessità e la partecipazione. MICHELE EMILIANO Sindaco del Comune di Bari 12 maggio 2006 Innanzitutto benvenuti a tutti i nostri

Dettagli

PRONTUARIO. DELLE PRINCIPALI NOVITA IN MATERIA DI PROCEDIMENTI E TERMINI PROCESSUALI (ad uso delle segreterie)

PRONTUARIO. DELLE PRINCIPALI NOVITA IN MATERIA DI PROCEDIMENTI E TERMINI PROCESSUALI (ad uso delle segreterie) Codice del processo amministrativo - Commissione per l esame dei profili organizzativi ed informatici - PRONTUARIO DELLE PRINCIPALI NOVITA IN MATERIA DI PROCEDIMENTI E TERMINI PROCESSUALI (ad uso delle

Dettagli

VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE OGGETTO

VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE OGGETTO IMMEDIATAMENTE ESEGUIBILE Deliberazione n. 217 del 14/11/2013 VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE OGGETTO CESSIONE IN PROPRIETÀ DI AREA GIÀ CONCESSA IN DIRITTO DI SUPERFICIE NELL AMBITO DEL

Dettagli

Ordinanza n. 15 del 14 Aprile 2015

Ordinanza n. 15 del 14 Aprile 2015 IL PRESIDENTE IN QUALITA DI COMMISSARIO DELEGATO AI SENSI DELL ART. 1 COMMA 2 DEL D.L.N. 74/2012 CONVERTITO CON MODIFICAZIONI DALLA LEGGE N. 122/2012 Ordinanza n. 15 del 14 Aprile 2015 Modalità attuative

Dettagli

Regolamento per gli interventi e servizi sociali del Comune di Milano

Regolamento per gli interventi e servizi sociali del Comune di Milano Regolamento per gli interventi e servizi sociali del Comune di Milano approvato con deliberazione del Consiglio Comunale n. 19 del 6 febbraio 2006 e rettificato con deliberazione del Consiglio Comunale

Dettagli

all'italia serve una buona scuola,

all'italia serve una buona scuola, all'italia serve una buona scuola, che sviluppi nei ragazzi la curiosità per il mondo e il pensiero critico. Che stimoli la loro creatività e li incoraggi a fare cose con le proprie mani nell era digitale.

Dettagli

Comune di Sant'Agata sul Santerno

Comune di Sant'Agata sul Santerno CdC CDR009 RESP. SEGRETERIA GENERALE PROGETTO RPP: AREA SERVIZI GENERALI RESPONSABILE: RAMBELLI STEFANO 100 Miglioramento e razionalizzazione attività ordinarie Area Servizi Generali 1 UFFICIO SEGRETERIA

Dettagli

ALBA PRIVATE EQUITY S.P.A. www.alba-pe.com

ALBA PRIVATE EQUITY S.P.A. www.alba-pe.com ALBA PRIVATE EQUITY S.P.A. www.alba-pe.com RELAZIONE ILLUSTRATIVA DEL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE SULLE PROPOSTE CONCERNENTI LE MATERIE POSTE ALL ORDINE DEL GIORNO DELLA ASSEMBLEA DEGLI AZIONISTI DEL

Dettagli

DECRETI - ATTI DELLA REGIONE

DECRETI - ATTI DELLA REGIONE 404 PARTE PRIMA L E G G I - R E G O L A M E N T I DECRETI - ATTI DELLA REGIONE Art. 2 (Finalità) 1. La Regione con la promozione della progettazione di qualità ed il ricorso alle procedure concorsuali,

Dettagli

COMUNE DI NORMA. Regolamento Comunale per lo svolgimento di manifestazioni temporanee. (approvato con delibera C.C. n 7 DEL 28/02/2007)

COMUNE DI NORMA. Regolamento Comunale per lo svolgimento di manifestazioni temporanee. (approvato con delibera C.C. n 7 DEL 28/02/2007) COMUNE DI NORMA Regolamento Comunale per lo svolgimento di manifestazioni temporanee (approvato con delibera C.C. n 7 DEL 28/02/2007) Articolo 1 SCOPI DEL REGOLAMENTO 1. L Amministrazione Comunale, in

Dettagli

Comune di Carpineto Romano PROVINCIA DI ROMA

Comune di Carpineto Romano PROVINCIA DI ROMA Comune di Carpineto Romano PROVINCIA DI ROMA N. 37 del 16.12.2013 OGGETTO: Legge Regionale N. 1 Del 03/01/1986, Art. 8. Alienazione di terreni di proprietà collettiva di uso civico edificati o edificabili.

Dettagli

RIEPILOGO GENERALE DELLE SPESE 2009

RIEPILOGO GENERALE DELLE SPESE 2009 RIEPILOGO GENERALE DELLE SPESE 009 Funzion 9 0 3 Servizio. Funzion 0 Funzioni generali di amministrazione, di gestione e di controllo 0 Organi istituzionali, partecipazione e decentramento 0 Segreteria

Dettagli

R E G O L A M E N T O PER IL FUNZIONAMENTO DELLA MENSA SCOLASTICA

R E G O L A M E N T O PER IL FUNZIONAMENTO DELLA MENSA SCOLASTICA Allegato alla deliberazione consiliare n. 03 del 31.01.2014 COMUNE DI ROTA D IMAGNA PROVINCIA DI BERGAMO TELEFONO E FAX 035/868068 C.F. 00382800167 UFFICI: VIA VITTORIO EMANUELE, 3-24037 ROTA D IMAGNA

Dettagli

COMUNE DI BOSCHI SANT ANNA

COMUNE DI BOSCHI SANT ANNA COMUNE DI BOSCHI SANT ANNA PROVINCIA DI VERONA VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE N. 70 O G G E T T O AFFIDAMENTO INCARICO ALLA SIG.RA CARLA GANZAROLI DEL COMUNE DI LEGNAGO PER PRESTAZIONI

Dettagli

ART. 19 - G - SERVIZI GENERALI (vigenti)

ART. 19 - G - SERVIZI GENERALI (vigenti) ART. 19 - G - SERVIZI GENERALI (vigenti) La zona è destinata ad accogliere attrezzature e servizi pubblici o ad uso pubblico di interesse generale su scala territoriale: uffici pubblici o privati di interesse

Dettagli

CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI

CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI Nome Degl Innocenti Alessandro Data di nascita 4/10/1951 Qualifica Dirigente Amministrazione Comune di Pontassieve Incarico attuale Dirigente Area Governo del Territorio

Dettagli

C O M U N E DI O P E R A

C O M U N E DI O P E R A copia Codice Ente 11047 OGGETTO: APPROVAZIONE ALIQUOTE IMU ANNO 2014 VERBALE DI DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE Adunanza Ordinaria di Prima convocazione - seduta Pubblica. L'anno duemilaquattordici

Dettagli

AVVISO PUBBLICO BANDO 2014

AVVISO PUBBLICO BANDO 2014 ALLEGATO "A" Dipartimento politiche Abitative Direzione Interventi Alloggiativi AVVISO PUBBLICO Concessione del contributo integrativo di cui all art. 11 della legge 9 dicembre 1998, n. 431 e successive

Dettagli

REGOLAMENTO GRUPPO ALLIEVI

REGOLAMENTO GRUPPO ALLIEVI COMUNE DI ALA REGOLAMENTO GRUPPO ALLIEVI VIGILI DEL FUOCO VOLONTARI Approvato con deliberazione del Consiglio Comunale n. 11 dd. 19.06.2003 Modificato con deliberazione del Consiglio Comunale n. 11 dd.

Dettagli

Decreto di attribuzione di posizioni organizzative ai responsabili di settore IL SINDACO

Decreto di attribuzione di posizioni organizzative ai responsabili di settore IL SINDACO Taviano Città dei Fiori (Lecce Italy) Decreto sindacale 02 lì 22 gennaio 2014 Decreto di attribuzione di posizioni organizzative ai responsabili di settore IL SINDACO VISTA la legge 191/98, recante modifiche

Dettagli

Regolamento per l assegnazione dei contributi per "edifici di culto ed altri edifici per servizi religiosi" e per "centri civici e sociali

Regolamento per l assegnazione dei contributi per edifici di culto ed altri edifici per servizi religiosi e per centri civici e sociali Regolamento per l assegnazione dei contributi per "edifici di culto ed altri edifici per servizi religiosi" e per "centri civici e sociali attrezzature culturali e sanitarie." (Deliberazioni del Consiglio

Dettagli

COMUNE DI SORAGA COMUN DE SORAGA BANDO DI CONCORSO PER LA REALIZZAZIONE DI UN OPERA D ARTE PER L ABBELLIMENTO DE LA GRAN CIASA NEL COMUNE DI SORAGA

COMUNE DI SORAGA COMUN DE SORAGA BANDO DI CONCORSO PER LA REALIZZAZIONE DI UN OPERA D ARTE PER L ABBELLIMENTO DE LA GRAN CIASA NEL COMUNE DI SORAGA BANDO DI CONCORSO PER LA REALIZZAZIONE DI UN OPERA D ARTE PER L ABBELLIMENTO DE LA GRAN CIASA NEL COMUNE DI SORAGA ai sensi dell art. 20 della L.P. 3 gennaio 1983 n.2 e s.m. e i. e del relativo Regolamento

Dettagli

COMUNE DI CIVITAVECCHIA Provincia di Roma SERVIZIO LAVORI PUBBLICI

COMUNE DI CIVITAVECCHIA Provincia di Roma SERVIZIO LAVORI PUBBLICI COMUNE DI CIVITAVECCHIA Provincia di Roma SERVIZIO LAVORI PUBBLICI AVVISO PUBBLICO PER L USO TEMPORANEO E SUPERFICIARIO DI UN AREA PUBBLICA SITA NEL PZ9 POLIGONO DEL GENIO Vista: IL DIRIGENTE la presenza

Dettagli

Comune di Bagnacavallo

Comune di Bagnacavallo CdC CDR009 RESP. SEGRETERIA GENERALE PROGETTO RPP: SETTORE SEGRETERIA RESPONSABILE: GRATTONI ANGELA 100 Miglioramento e razionalizzazione delle attività ordinarie Settore Segreteria 1 SETTORE SEGRETERIA

Dettagli

COMUNE DI MULAZZO PROVINCIA DI MASSA CARRARA

COMUNE DI MULAZZO PROVINCIA DI MASSA CARRARA COMUNE DI MULAZZO PROVINCIA DI MASSA CARRARA REGOLAMENTO COMUNALE per la disciplina della concessione di sovvenzioni, contributi, sussidi ed ausili finanziari e l attribuzione di vantaggi economici 1 CAPO

Dettagli

La Carta di Montecatini

La Carta di Montecatini La Carta di Montecatini Le origini e le ragioni della Carta di Montecatini La Carta di Montecatini è il frutto del lavoro del secondo Campus che si è svolto nella città termale dal 27 al 29 ottobre 2005.

Dettagli

LEGGE 25 gennaio 1962, n. 20

LEGGE 25 gennaio 1962, n. 20 LEGGE 25 gennaio 1962, n. 20 Norme sui procedimenti e giudizi di accusa (Gazzetta Ufficiale 13 febbraio 1962, n. 39) Artt. 1-16 1 1 Articoli abrogati dall art. 9 della legge 10 maggio 1978, n. 170. Si

Dettagli

Avviso Pubblico Giovani Attivi

Avviso Pubblico Giovani Attivi All. A Avviso Pubblico Giovani Attivi P.O.R. Campania FSE 2007-2013 Asse III Obiettivo Specifico: g) Sviluppare percorsi di integrazione e migliorare il (re)inserimento lavorativo dei soggetti svantaggiati

Dettagli

N. 00244/2015 REG.RIC. REPUBBLICA ITALIANA IN NOME DEL POPOLO ITALIANO. Il Tribunale Amministrativo Regionale per il Piemonte.

N. 00244/2015 REG.RIC. REPUBBLICA ITALIANA IN NOME DEL POPOLO ITALIANO. Il Tribunale Amministrativo Regionale per il Piemonte. N. 00244/2015 REG.RIC. REPUBBLICA ITALIANA IN NOME DEL POPOLO ITALIANO Il Tribunale Amministrativo Regionale per il Piemonte (Sezione Seconda) ha pronunciato la presente SENTENZA ex art. 60 cod. proc.

Dettagli

SEMINARIO DI AGGIORNAMENTO ORGANIZZATO DA ORDINE DEGLI INGEGNERI DELLA PROVINCIA DI ROMA INCONTRO - 16 SETTEMBRE 2013 ARCH. VITO ROCCO PANETTA

SEMINARIO DI AGGIORNAMENTO ORGANIZZATO DA ORDINE DEGLI INGEGNERI DELLA PROVINCIA DI ROMA INCONTRO - 16 SETTEMBRE 2013 ARCH. VITO ROCCO PANETTA SEMINARIO DI AGGIORNAMENTO ORGANIZZATO DA ORDINE DEGLI INGEGNERI DELLA PROVINCIA DI ROMA INCONTRO - 16 SETTEMBRE 2013 ARCH. VITO ROCCO PANETTA ARGOMENTI DA TRATTARE: DETERMINAZIONE DEL CONTRIBUTO DI COSTRUZIONE

Dettagli

Premesso che: - con decreto del Direttore regionale delle foreste e dei parchi, ora Direzione centrale risorse rurali, agroalimentari e forestali, n.

Premesso che: - con decreto del Direttore regionale delle foreste e dei parchi, ora Direzione centrale risorse rurali, agroalimentari e forestali, n. Premesso che: - con decreto del Direttore regionale delle foreste e dei parchi, ora Direzione centrale risorse rurali, agroalimentari e forestali, n. 613 di data 12 novembre 1992 è stata affidata in concessione

Dettagli

a) Legge provinciale 18 ottobre 1995, n. 20 1) Organi collegiali delle istituzioni scolastiche

a) Legge provinciale 18 ottobre 1995, n. 20 1) Organi collegiali delle istituzioni scolastiche a) Legge provinciale 18 ottobre 1995, n. 20 1) Organi collegiali delle istituzioni scolastiche 1)Pubblicata nel B.U. 7 novembre 1995, n. 51. Art. 1 (Ambito di applicazione) (1) Tutte le istituzioni scolastiche

Dettagli

Repertorio n. CONVENZIONE PER LA CESSIONE IN PROPRIETA DI AREA P.E.E.P. GIA CONCESSA IN DIRITTO DI SUPERFICIE REPUBBLICA ITALIANA COMUNE DI ROCCASTRADA (Provincia di Grosseto) L anno duemila il giorno

Dettagli

STATUTO. Art. 1. Art. 2

STATUTO. Art. 1. Art. 2 STATUTO Art. 1 E costituita tra l Università Politecnica delle Marche e l Università degli Studi di Urbino Carlo Bo un associazione denominata UNIADRION. Art. 2 L associazione ha sede in Ancona, presso

Dettagli

FUNZIONI FONDAMENTALI DEI COMUNI E MODALITA DI ESERCIZIO ASSOCIATO DI FUNZIONI E SERVIZI COMUNALI ( ART. 19 DL 95/2012)

FUNZIONI FONDAMENTALI DEI COMUNI E MODALITA DI ESERCIZIO ASSOCIATO DI FUNZIONI E SERVIZI COMUNALI ( ART. 19 DL 95/2012) FUNZIONI FONDAMENTALI DEI COMUNI E MODALITA DI ESERCIZIO ASSOCIATO DI FUNZIONI E SERVIZI COMUNALI ( ART. 19 DL 95/2012) L art.19 del DL 95/2012 convertito, con modificazioni, dalla legge 7 agosto 2012,

Dettagli

Decreto del Commissario Straordinario

Decreto del Commissario Straordinario Decreto del Commissario Straordinario N. 8 del Reg. Data 30/07/2014 OGGETTO: PROGETTO ESECUTIVO PER INTERVENTI DI PREVENZIONE ANTICENDIO NELLA FORESTA DEMANIALE REGIONALE DEL MONTE CARPEGNA - PSR MARCHE

Dettagli

STATUTO ART. 1) DENOMINAZIONE FINALITA SEDE

STATUTO ART. 1) DENOMINAZIONE FINALITA SEDE ART. 1) DENOMINAZIONE FINALITA SEDE STATUTO L Associazione denominata CORILA - Consorzio per il coordinamento delle ricerche inerenti al sistema lagunare di Venezia, è costituita ai sensi degli artt. 14

Dettagli

VERBALE DI DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE OGGETTO: IMPOSTA MUNICIPALE PROPRIA. DETERMINAZIONE ALIQUOTE ANNO 2014

VERBALE DI DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE OGGETTO: IMPOSTA MUNICIPALE PROPRIA. DETERMINAZIONE ALIQUOTE ANNO 2014 COMUNE DI TAINO Provincia di Varese Prot. N. 3207 VERBALE DI DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE Copia N. 6 del 28/04/2014 OGGETTO: IMPOSTA MUNICIPALE PROPRIA. DETERMINAZIONE ALIQUOTE ANNO 2014 L'anno

Dettagli

REGIONE SARDEGNA - DECRETO DELL ASSESSORE DEGLI ENTI LOCALI, FINANZE ED URBANISTICA 20 DICEMBRE 1983, N. 2266/U.

REGIONE SARDEGNA - DECRETO DELL ASSESSORE DEGLI ENTI LOCALI, FINANZE ED URBANISTICA 20 DICEMBRE 1983, N. 2266/U. REGIONE SARDEGNA - DECRETO DELL ASSESSORE DEGLI ENTI LOCALI, FINANZE ED URBANISTICA 20 DICEMBRE 1983, N. 2266/U. DISCIPLINA DEI LIMITI E DEI RAPPORTI RELATIVI ALLA FORMAZIONE DI NUOVI STRUMENTI URBANISTICI

Dettagli

Croce Rossa Italiana Comitato Regionale Lazio

Croce Rossa Italiana Comitato Regionale Lazio Croce Rossa Italiana Campagna Soci Ordinari CAMPAGNA SOCI ORDINARI Pagina 1 di 12 SOMMARIO 1. Premessa... 3 2. Quali sono gli obiettivi della Campagna Soci Ordinari... 4 3. Cosa vuol dire essere Soci Ordinari

Dettagli

DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA REGIONALE n.

DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA REGIONALE n. 9^ legislatura Struttura amministrativa competente: Direzione Competitivita Sistemi Agroalimentari Presidente Luca Zaia Vicepresidente Marino Zorzato Assessori Renato Chisso Roberto Ciambetti Luca Coletto

Dettagli

Un percorso nell affido

Un percorso nell affido Un percorso nell affido Progetto nazionale di promozione dell affidamento familiare Ministero del Lavoro della Salute e delle Politiche Sociali Coordinamento Nazionale Servizi Affido SOMMARIO Il PROGETTO

Dettagli

COMUNE DI LARI Provincia di Pisa

COMUNE DI LARI Provincia di Pisa COMUNE DI LARI Provincia di Pisa DETERMINAZIONE N. 519 Numerazione servizio 201 Data di registrazione 17/12/2009 COPIA Oggetto : DECRETO DI ESPROPRIO RELATIVO A PROCEDIMENTO ESPROPRIATIVO PER PUBBLICA

Dettagli

PROCEDURA PER L EFFETTUAZIONE DI OPERAZIONI CON PARTI CORRELATE

PROCEDURA PER L EFFETTUAZIONE DI OPERAZIONI CON PARTI CORRELATE PROCEDURA PER L EFFETTUAZIONE DI OPERAZIONI CON PARTI CORRELATE ADOTTATA AI SENSI DELL ART. 4 DEL REGOLAMENTO CONSOB 17221 DEL 12 MARZO 2010 (e successive modifiche) Bologna,1 giugno 2014 Indice 1. Premessa...

Dettagli

OPERE INTERNE (art. 9 L.R. 37/85)

OPERE INTERNE (art. 9 L.R. 37/85) timbro protocollo AL RESPONSABILE Area delle Politiche Infrastrutturali e del Territorio DEL COMUNE DI SPADAFORA (ME) OPERE INTERNE (art. 9 L.R. 37/85) OGGETTO: Comunicazione opere interne ai sensi dell

Dettagli

Articolo 55 D.Lgs. 18 agosto 2000, n. 267 Elettorato passivo

Articolo 55 D.Lgs. 18 agosto 2000, n. 267 Elettorato passivo ALL. 1) Articolo 55 D.Lgs. 18 agosto 2000, n. 267 Elettorato passivo 1. Sono eleggibili a sindaco, presidente della provincia, consigliere comunale, provinciale e circoscrizionale gli elettori di un qualsiasi

Dettagli

COMUNE DI PERTICA BASSA PROVINCIA DI BRESCIA CAP 25078 TEL. (0365) 821131 FAX (0365) 821195

COMUNE DI PERTICA BASSA PROVINCIA DI BRESCIA CAP 25078 TEL. (0365) 821131 FAX (0365) 821195 COMUNE DI PERTICA BASSA PROVINCIA DI BRESCIA CAP 25078 TEL. (0365) 821131 FAX (0365) 821195 DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE N. 26 DEL 27.10.2014 VERBALE DI DELIBERAZIONE N. 26 DELLA GIUNTA COMUNALE

Dettagli

PROGETTO DI RIQUALIFICAZIONE DEL CORTILE SCOLASTICO Plesso di C.so Soleri

PROGETTO DI RIQUALIFICAZIONE DEL CORTILE SCOLASTICO Plesso di C.so Soleri Scuola Primaria 1 Circolo di Cuneo PROGETTO DI RIQUALIFICAZIONE DEL CORTILE SCOLASTICO Plesso di C.so Soleri Responsabile del Progetto: Ins. Rosanna BLANDI 2 INDICE PRESENTAZIONE DEL PROGETTO pag. 5 L

Dettagli

COSA OFFRONO I SERVIZI SOCIALI DI UN COMUNE AI CITTADINI? A cura di Paola Bottazzi

COSA OFFRONO I SERVIZI SOCIALI DI UN COMUNE AI CITTADINI? A cura di Paola Bottazzi COSA OFFRONO I SERVIZI SOCIALI DI UN COMUNE AI CITTADINI? A cura di Paola Bottazzi Questo documento vuole essere una sintetica descrizione dei servizi e delle opportunità che i servizi sociali del Comune-tipo

Dettagli

All. 2 REGOLAMENTO SUI DIRITTI, DOVERI E MANCANZE DISCIPLINARI DEGLI STUDENTI. Art. 1-

All. 2 REGOLAMENTO SUI DIRITTI, DOVERI E MANCANZE DISCIPLINARI DEGLI STUDENTI. Art. 1- All. 2 REGOLAMENTO SUI DIRITTI, DOVERI E MANCANZE DISCIPLINARI DEGLI STUDENTI Art. 1- Diritti e doveri degli studenti I diritti e i doveri degli studenti sono disciplinati dagli art. 2 e 3 del D.P.R. 21

Dettagli

... DELIDERAZIONE DELLA GIUNTA MUNICIPALE

... DELIDERAZIONE DELLA GIUNTA MUNICIPALE CITTÀ DI CASTELVETRANO Provincia di Trapani... DELIDERAZIONE DELLA GIUNTA MUNICIPALE n.ili: del 2 8 MRR. 2014 OGGETTO: Concessione di no 2 borse di studio intilolate alla memoria del dotto Mauri zio Vi

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA LOCAZIONE E CONCESSIONE IN USO DI LOCALI ED IMMOBILI COMUNALI DEL PATRIMONIO DISPONIBILE

REGOLAMENTO PER LA LOCAZIONE E CONCESSIONE IN USO DI LOCALI ED IMMOBILI COMUNALI DEL PATRIMONIO DISPONIBILE REGOLAMENTO PER LA LOCAZIONE E CONCESSIONE IN USO DI LOCALI ED IMMOBILI COMUNALI DEL PATRIMONIO DISPONIBILE Approvato dal Consiglio Comunale nella seduta del 13 maggio 2013 - Delibera n. 35 INDICE: Articolo

Dettagli

N. 68/11 del 19 ottobre 2011

N. 68/11 del 19 ottobre 2011 COPIA EDUCATORIO DELLA PROVVIDENZA VERBALE DI DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE OGGETTO: N. 68/11 del 19 ottobre 2011 ADEGU DEGUAMENTO ALLA NORMATIVA A DI PREVENZIONE INCENDI ENDI: : IMPIANTO

Dettagli

STATUTO DEL CONSIGLIO PARROCCHIALE PER GLI AFFARI ECONOMICI. La Parrocchia

STATUTO DEL CONSIGLIO PARROCCHIALE PER GLI AFFARI ECONOMICI. La Parrocchia STATUTO DEL CONSIGLIO PARROCCHIALE PER GLI AFFARI ECONOMICI La Parrocchia Art. 1. La parrocchia è una persona giuridica pubblica, costituita con decreto dell Ordinario Diocesano (can. 515,3 ), riconosciuta

Dettagli

COMUNE DI SANTA CROCE SULL ARNO

COMUNE DI SANTA CROCE SULL ARNO COMUNE DI SANTA CROCE SULL ARNO Provincia di Pisa DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE Nr. 263 di Mercoledi 7 Dicembre 2011 Oggetto: Determinazione dei valori minimi delle aree edificabili ai fini dell'imposta

Dettagli

Regolamento emittenti

Regolamento emittenti E Regolamento emittenti Adottato con delibera n. 11971 del 14 maggio 1999 Allegato 5-bis Calcolo del limite al cumulo degli incarichi di amministrazione e controllo di cui Aggiornato con le modifiche apportate

Dettagli

ENTI LOCALI LEGGE REGIONALE 29 OTTOBRE 2014, N. 10

ENTI LOCALI LEGGE REGIONALE 29 OTTOBRE 2014, N. 10 ENTI LOCALI LEGGE REGIONALE 29 OTTOBRE 2014, N. 10 Disposizioni in materia di pubblicità, trasparenza e diffusione di informazioni da parte della Regione e degli enti a ordinamento regionale, nonché modifiche

Dettagli

PROVINCIA DI REGGIO EMILIA

PROVINCIA DI REGGIO EMILIA PROVINCIA DI REGGIO EMILIA REGOLAMENTO PER IL CONSEGUIMENTO DELL IDONEITA PROFESSIONALE PER L ESERCIZIO DELL ATTIVITA DI CONSULENZA PER LA CIRCOLAZIONE DEI MEZZI DI TRASPORTO - Approvato con deliberazione

Dettagli

Editoriale. XX Congresso Fismad e riorganizzazione della SIED: comunicazioni del Presidente

Editoriale. XX Congresso Fismad e riorganizzazione della SIED: comunicazioni del Presidente XX Congresso Fismad e riorganizzazione della SIED: comunicazioni del Presidente Cari Associati, abbiamo da poco celebrato a Napoli il ventennale del Congresso Fismad, appuntamento scientifico riconosciuto

Dettagli

DOCUMENTO PRELIMINARE ALLA PROGETTAZIONE

DOCUMENTO PRELIMINARE ALLA PROGETTAZIONE UNIVERSITA' DEGLI STUDI SASSARI UFFICIO TECNICO LAVORI DI RISTRUTTURAZIONE, RESTAURO CONSERVATIVO E ADEGUAMENTO NORMATIVO DELL EDIFICIO SITO IN SASSARI IN LARGO PORTA NUOVA DOCUMENTO PRELIMINARE ALLA PROGETTAZIONE

Dettagli

Allegato "A" al N. 67357/8101 di repertorio Milano il 10.02.2009 STATUTO DELL ASSOCIAZIONE CULTURALE "In Atto" Art. 1) Ai sensi della Legge 7

Allegato A al N. 67357/8101 di repertorio Milano il 10.02.2009 STATUTO DELL ASSOCIAZIONE CULTURALE In Atto Art. 1) Ai sensi della Legge 7 Allegato "A" al N. 67357/8101 di repertorio Milano il 10.02.2009 STATUTO DELL ASSOCIAZIONE CULTURALE "In Atto" Art. 1) Ai sensi della Legge 7 dicembre 2000, n. 383 e delle norme del codice civile in tema

Dettagli

AVVISO PUBBLICO SELEZIONE DEI PROGETTI DI INFORMAZIONE ED EDUCAZIONE ALLO SVILUPPO PROMOSSI DALLE ONG DOTAZIONE FINANZIARIA 2015

AVVISO PUBBLICO SELEZIONE DEI PROGETTI DI INFORMAZIONE ED EDUCAZIONE ALLO SVILUPPO PROMOSSI DALLE ONG DOTAZIONE FINANZIARIA 2015 AVVISO PUBBLICO SELEZIONE DEI PROGETTI DI INFORMAZIONE ED EDUCAZIONE ALLO SVILUPPO PROMOSSI DALLE ONG DOTAZIONE FINANZIARIA 2015 DATA DI PUBBLICAZIONE DELL ESTRATTO DEL BANDO SULLA GURI: DATA DI SCADENZA

Dettagli

Comune di Bagnara di Romagna

Comune di Bagnara di Romagna CdC ATTIVITA' ORDINARIE 2013 - CDR009 PROGETTO RPP: RESPONSABILE: RESP. SEGRETERIA GENERALE AREA AMMINISTRATIVA (URP E SERVIZI DEMOGRAFICI - UFFICIO SEGRETERIA) CANTAGALLI PAOLO 100 Miglioramento e razionalizzazione

Dettagli

GTECH S.p.A. REGOLAMENTO DELL ORGANISMO DI VIGILANZA. ex D.Lgs. n. 231/2001

GTECH S.p.A. REGOLAMENTO DELL ORGANISMO DI VIGILANZA. ex D.Lgs. n. 231/2001 GTECH S.p.A. REGOLAMENTO DELL ORGANISMO DI VIGILANZA ex D.Lgs. n. 231/2001 Approvato dal consiglio di amministrazione in data 31 luglio 2014 INDICE ARTICOLO 1 - SCOPO ED AMBITO DI APPLICAZIONE... 3 ARTICOLO

Dettagli

IndICe. 18 anni... in Comune! I tuoi passi verso la cittadinanza ItalIana

IndICe. 18 anni... in Comune! I tuoi passi verso la cittadinanza ItalIana IndICe prefazione 3 Buon compleanno!! 5 chi è cittadino italiano per la legge? 6 cosa significa diventare cittadino italiano? 7 come muoverti? 8 senza cittadinanza 9 devi sapere 11 Prefazione Cari ragazzi,

Dettagli

TBLUE SAUNA MILANO ASSOCIAZIONE RICREATIVA CULTURALE

TBLUE SAUNA MILANO ASSOCIAZIONE RICREATIVA CULTURALE STATUTO CIRCOLO TBLUE Art. 1 COSTITUZIONE - SEDE E costituito, come associazione culturale ricreativa non riconosciuta ai sensi dell art 36 e ss. Codice Civile ed art. 148 comma 3 D.P.R. 917/1986 (T.U.I.R.),

Dettagli

CONTRATTO DI LOCAZIONE AD USO ABITATIVO (CANALE CONCERTATO) Tra i signori, nato a, il, residente in., alla Via, C.F. (di seguito locatore) (assistito

CONTRATTO DI LOCAZIONE AD USO ABITATIVO (CANALE CONCERTATO) Tra i signori, nato a, il, residente in., alla Via, C.F. (di seguito locatore) (assistito CONTRATTO DI LOCAZIONE AD USO ABITATIVO (CANALE CONCERTATO) Tra i signori, nato a, il, residente in, alla Via, C.F. (di seguito locatore) (assistito da in persona di ), e, nato a, il, residente in, alla

Dettagli

VÉÇá zä É exz ÉÇtÄx wxäät câzä t

VÉÇá zä É exz ÉÇtÄx wxäät câzä t LEGGE REGIONALE 20 MAGGIO 2014, N. 26 Disposizioni per favorire l accesso dei giovani all agricoltura e contrastare l abbandono e il consumo dei suoli agricoli 2 LEGGE REGIONALE Disposizioni per favorire

Dettagli

Nuovo Piano Casa Regione Lazio. Legge 11 agosto 2009 n. 21, come modificata dalle leggi 13 agosto 2011 nn. 10 e 12

Nuovo Piano Casa Regione Lazio. Legge 11 agosto 2009 n. 21, come modificata dalle leggi 13 agosto 2011 nn. 10 e 12 Nuovo Piano Casa Regione Lazio Legge 11 agosto 2009 n. 21, come modificata dalle leggi 13 agosto 2011 nn. 10 e 12 AMBITO DI APPLICAZIONE (Art. 2) La Legge si applica agli edifici: Legittimamente realizzati

Dettagli

SETTORE TERRITORIO Servizio Urbanistica

SETTORE TERRITORIO Servizio Urbanistica SETTORE TERRITORIO Servizio Urbanistica VARIANTE CONNESSA A S.U.A. IN ZONA C3 DEL VIGENTE PRG RELAZIONE E NORME DI ATTUAZIONE IL DIRIGENTE SETTORE TERRITORIO (Ing. Gian Paolo TRUCCHI) IL PROGETTISTA (Arch.

Dettagli