CRM: UNA SVOLTA PER IL BUSINESS. Le aziende italiane sotto la lente, tra strategie, progetti e soluzioni per la gestione del cliente

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "CRM: UNA SVOLTA PER IL BUSINESS. Le aziende italiane sotto la lente, tra strategie, progetti e soluzioni per la gestione del cliente"

Transcript

1 CRM: UNA SVOLTA PER IL BUSINESS Le aziende italiane sotto la lente, tra strategie, progetti e soluzioni per la gestione del cliente a cura della redazione di Computerworld Italia Destinazione >> ICT e R&S >>Applicazioni, linguaggi, sistemi operativi

2 Sommario Così in Italia si gestisce il cliente... 4 PMI e PA i punti deboli... 7 L'alternativa on demand...8 L'integrazione con il billing passo fondamentale Glossario...12 Pagina 2 di 13

3 Introduzione Nonostante sia ormai quasi un decennio che anche in Italia si sente parlare diffusamente di gestione della relazione con il cliente, nelle aziende di casa nostra il CRM (Customer Relationship Management), ossia la gestione della relazione con il cliente, rimane ancora un tema scarsamente applicato. Negli anni scorsi sono state principalmente le grandi aziende a investire in soluzioni e progetti CRM, mentre il 90% delle PMI italiane è rimasto alla finestra probabilmente per disinteresse, per scarsa propensione all'investimento o per inadeguatezza delle soluzioni offerte, o forse per tutte e tre queste cose insieme. Il CRM quindi rimane una tecnologia dal grande potenziale di mercato che però oggi risulta 'limitata' a una parte minoritaria degli operatori italiani, i quali però nel tempo hanno visto maturare il loro approccio alla tematica. A tracciare l'evoluzione dell'utilizzo del CRM in Italia è da sei anni il Customer Management Forum, che realizza una ricerca approfondita coinvolgendo diverse centinaia di aziende italiane. I risultati del Benchmarking 2005, di cui parleremo in questo dossier, possono quindi tornare utili agli osservatori per individuare alcuni dei fenomeni che hanno caratterizzato questo mercato negli ultimi anni e alle aziende per individuare il proprio posizionamento ed eventualmente capire come muoversi. Le aziende che si sono rivolte in questi anni al CRM si sono accorte, per loro esperienza diretta, che non si tratta solo di tecnologia, come tante volte era stato ricordato in passato da più fonti, ma è prima di tutto una strategia di business, e che occorre quindi, prima di ogni altra cosa, una cultura di orientamento al cliente per avere successo. In queste realtà, le aree principali di una soluzione CRM considerate oggi determinanti per dare all'azienda una decisiva spinta competitiva rispetto ai concorrenti, sono sostanzialmente tre: la gestione della relazione con il cliente in una logica di multicanalità integrata (in pratica infrastrutture di contact center), la gestione dei processi commerciali e della forza di vendita (sales force automation) e il CRM analitico su clienti e mercati con finalità prevalentemente di marketing (data warehouse e business intelligence dedicati all'analisi dei clienti). Gli investimenti fatti nella grande impresa riguardano spesso soluzioni CRM che comprendono tutte e tre queste aree, anche perché i principali sviluppatori delle piattaforme tecnologiche e applicative offrono le loro soluzioni con una logica 'all-in-one'. Ma oggi la scelta del package 'omnicomprensivo' viene sempre più spesso messa in discussione, e non soltanto per il costo indotto da un grande progetto CRM. La soluzione globale del CRM che punta alla standardizzazione attraverso l'implementazione di un package integrato determina scarsa fiducia e ciò provoca uno spostamento degli investimenti verso interventi su singoli processi per guadagnare vantaggio competitivo. Tale scelta si è rilevata valida sia per il customer care più 'operativo', attraverso la realizzazione di processi specifici del contact center, sia per il processo di vendita integrando i vari canali e il marketing relazionale. Sviluppando applicazioni CRM con logiche di processo differenti da quelle dei grandi package 'standard', l'azienda è insomma convinta di mettere in campo una soluzione più adeguata alla sua realtà e che le permette di guadagnare vantaggio competitivo. Questo cambio di marcia ha portato diverse realtà a riconsiderare anche il vecchio dilemma 'make or buy' - sviluppare in casa o comprare un'applicazione sul mercato - che sembrava ormai completamente superato dopo la stagione d'oro delle suite ERP (Enterprise Resource Planning). Fin qui si è parlato di applicazioni 'on premise', ossia installate direttamente in casa dell'azienda. Negli ultimi anni ha iniziato a prendere piede però anche un'alternativa erogata tramite i cosiddetti servizi di CRM 'on demand' che consentono l'utilizzo del software di gestione della clientela residente in un data center remoto. Tra le realtà che sembrano più adatte a questo tipo di scelta, per ragioni economiche e di semplicità di gestione, ci sono le PMI. Tornando al tema dell'integrazione, infine, una delle problematiche più critiche affrontate dalle aziende in questi anni è stata il come riuscire a 'collegare' al meglio le applicazioni di supporto alla relazione con quelle relative al cosiddetto billing, ossia la fatturazione. In particolare sono state le società di telecomunicazione a fare esperienza su tale tematica, oggi trasferibile anche in altri comparti. Pagina 3 di 13

4 COSÌ IN ITALIA SI GESTISCE IL CLIENTE Il punto sulle strategie di customer relationship management e sulle soluzioni adottate dalle aziende del nostro Paese Alcuni esperti sostengono che, parlando di strategia CRM in Italia, sembra che gran parte delle imprese mantenga una visione strettamente operativa, confondendo spesso il CRM con il fatto di avere il contact center. Altre invece si illudono pensando che implementare una piattaforma CRM sia la soluzione a tutti i problemi strategici dell'impresa. Guardando ai risultati espressi dalla ricerca Benchmarking 2005 realizzata dal Customer Management Forum, si nota di fatto che più della metà delle aziende dichiara di seguire una strategia focalizzata principalmente al raggiungimento della soddisfazione del cliente, e che quindi sono ampiamente diffuse le strutture di contact center (64%). Sebbene questi dati mostrino una dichiarata volontà di ottenere risultati migliori nelle attività di customer service, vi sono tuttavia degli elementi che vanno nella direzione opposta. A fronte degli elevati investimenti in contact center, piattaforme e strutture dedicate, la gestione della relazione con il cliente dal punto di vista strettamente organizzativo rimane ancora frammentata all'interno delle aziende e degli enti pubblici. In generale, gli investimenti in piattaforme CRM hanno assistito a una forte flessione dopo il boom registrato fino al 2001, anche se gli analisti sono di nuovo ottimisti per il futuro. Questa previsione viene confermata anche dai risultati dell'ultima indagine, che rispetto al 2002 segnala un aumento delle aziende che dichiarano l'esistenza di progetti di CRM in via di approvazione e delle realtà in cui è in atto un processo di sensibilizzazione sul tema. La comunicazione con la clientela In continua crescita i flussi di comunicazione generati nelle attività con i clienti, ormai arrivati a livelli piuttosto consistenti. Le realtà analizzate dal Benchmarking 2005 gestiscono annualmente un volume di 700 milioni di telefonate e 10 milioni di scambiate con la propria clientela. Il maggiore flusso telefonico è da sempre quello di tipo inbound, anche se si è registrata un'inversione di tendenza caratterizzata dal sensibile aumento del flusso di telefonate verso i clienti (outbound) dal 5% del 2003 al 17% del Un risultato che si spiega con il fatto che in tempi difficili per l'economia, tutti ricorrono alla promozione e alla vendita, utilizzando di campagne di marketing di tipo 'push'. Rispetto al passato, in questi ultimi anni ha però decisamente preso piede l'utilizzo del canale principalmente per via dell'economicità dello strumento e, considerando anche la maggior familiarità e la diffusione della posta elettronica in Italia, per le enormi potenzialità in Pagina 4 di 13

5 termini di capillarità e raggiungimento della popolazione, rendendolo di conseguenza un valido supporto al canale telefonico. Per di più, malgrado le discussioni su spamming e permission marketing, anche per il canale continua un trend di aumento dell'outbound. Addirittura, guardando alla sola media sul totale delle mail gestite, saremmo già al sorpasso ai danni dell'inbound: questo valore infatti parla di un 58% di mail generate verso i clienti, ma si tratta di un numero sfalsato da tutti quegli operatori che fanno solo mailing in modalità outbound. Il cliente non è ancora al centro La scarsa integrazione in ottica cliente si riflette anche sulla struttura organizzativa. Sebbene le realtà indagate dichiarino di seguire a questo proposito logiche orizzontali legate al processo di relazione con il cliente, la legittimazione e il riconoscimento di una funzione organizzativa di primo livello per il customer care si ottiene solo per il 19% dei casi. Confermata invece la necessità di integrazione dei processi verso il cliente e l'avvio, per il 66% delle aziende, di progetti di multicanalità. Fondamentale, pertanto, per una coerente ed efficace gestione del cliente, è il coordinamento tra i diversi punti di contatto con l'azienda, la front-line fisica, la rete distributiva/commerciale e il customer care, che per meno della metà dei rispondenti si traduce nell'alimentazione di un unico database condiviso o l'attivazione di relazioni interfunzionali, mentre ancora un numero non trascurabile di aziende utilizza database funzionali e segue principi gerarchici di coordinamento (17%). Ancora molta strada ci separa da un sistema aziendale integrato e coerente che pone il cliente al centro di tutti i processi; ma solo tale scelta strategica e organizzativa, che può essere valutata come 'coraggiosa' in un momento economico incerto come l'attuale, può produrre in prospettiva benefici e maggiori ricavi per le aziende che decideranno di attuarla. In calo l'outsourcing Rispetto al tema dell'outsourcing, aspetto cui il Benchmarking dedica fin dall'inizio un'attenzione particolare, viene confermata la tendenza da parte delle aziende italiane a diminuire il ricorso a questa opzione. Già dal 2002 si è iniziato a evidenziare un processo di insourcing: le aziende e le amministrazioni pubbliche che all'epoca avevano fino al 20% delle attività di customer care in outsourcing oggi le hanno tendenzialmente riportate all'interno. Ciò può essere interpretato come una modalità di risposta alla crisi che non avendo tante attività in outsourcing, riportando il customer care in casa, possono eliminare una spesa 'evidente' dal proprio bilancio. Sostanzialmente stabili i casi di full outsourcing, che seppure in lieve diminuzione negli anni rimangono I numeri dell'indagine 264 partecipanti per complessivamente 422 contact center attivi, pari al 22,21% dei esistenti in Italia. Questo è il campione del Benchmarking 2005 effettuato dal Customer Management Forum. Nel campione si trovano gran parte delle aziende con più di postazioni operatore come Acroservizi, Gruppo COS, H3G, Poste Italiane,Telecom Italia, TIM, Vodafone e Wind, per complessivamente postazioni operatore, ovvero il 42% del parco installato nel nostro Paese. Negli anni si è registrata una presenza in continuo aumento anche di Comuni e Aziende Sanitarie Locali. intorno al 5%. Per entrare nel merito delle variabili che maggiormente influiscono sulla decisione di esternalizzare le attività di customer care, si nota che sempre meno si utilizza l'outsourcing in chiave strategica a tutto vantaggio di un utilizzo più operativo e dettato dalle necessità immediate: al primo posto si trova l'esigenza di facilitare la gestione dei picchi e aumentare la flessibilità (68%), seguita dalla riduzione dei costi di gestione (34%), mentre solo il 20% delle aziende utilizza l'outsourcing per attivare rapidamente servizi legati a nuovi prodotti o mercati e, nel 16% dei casi, si riconoscono agli outsourcer competenze non possedute al proprio interno. Come si analizza il cliente Considerando gli strumenti adottati in ottica CRM si nota come il 57% dei rispondenti del settore privato adotta modalità di segmentazione della clientela per prodotto/servizio. Il 43%, invece, effettua il profiling per area geografica e il 38% per macrosegmenti. Scarse sono le realtà che utilizzano modalità più innovative, quali il ciclo di vita della relazione, sfruttato solo dal 19% del campione. Ampiamente diffusa nelle imprese private (73%) è invece la pratica di segmentare la clientela per specifici customer group omogenei. Ben l'85% del campione Pagina 5 di 13

6 effettua indagini di customer satisfaction, in misura maggiore rispetto ai risultati dell'anno 2003 (77%), e nel 35% dei casi le aziende affidano la conduzione dell'indagine a società esterne e specializzate. I risultati sono nella maggior parte dei casi analizzati dal top management e dai responsabili di funzione (58%), mentre nella PA, nel 38% dei casi, si prevede anche la diffusione all'esterno di tali dati, al fine di dare un feedback trasparente dell'amministrazione pubblica verso i cittadini. Pagina 6 di 13

7 PMI E PA I PUNTI DEBOLI Sulle prospettive del mercato italiano del CRM abbiamo rivolto alcune domande a Thomas Schael, responsabile del Customer Management Forum Perché la grande maggioranza delle PMI italiane è lontana dal CRM? Nella PMI prevale ancora una visione del cliente a una dimensione, ovvero quella del fatturato. Non è stato fatto ancora quel salto di qualità che porta l'azienda a focalizzarsi più sulla relazione che sulla vendita. Quale andamento registrate per il CRM on demand nel nostro Paese? Sta crescendo molto anche se non ai ritmi dei Paesi anglosassoni. Certamente può avere delle chance di sviluppo molto buone, visto che fino a oggi il CRM è stato adottato da una parte minoritaria delle aziende italiane. Si tratta di una modalità più adatta alle PMI o alle grandi aziende? Penso che possa essere una soluzione nuova che va incontro alle esigenze di quelle PMI che vogliono essere operative sul CRM in poco tempo e senza un forte investimento iniziale. Le grandi aziende hanno tutte fino a oggi investito nel CRM con soluzioni di mercato o sviluppate in casa, oggi per una realtà di questo tipo scegliere l'on demand vorrebbe dire abbandonare quanto fatto fino a oggi con le soluzioni più tradizionali. A parte le aziende telecom e le banche, quali sono i comparti che secondo lei nei prossimi due/tre anni potranno sviluppare in modo analogo le loro esperienze CRM? Tutti quei settori che sviluppano un prodotto o un servizio nei prossimi anni avranno a che fare con uno scenario competitivo sempre più pesante e quindi investire nella relazione con il cliente diventerà una priorità. Parlo sicuramente delle aziende che sviluppano servizi, ma anche di settori industriali come l'automotive o la produzione di elettrodomestici. E la Pubblica Amministrazione? La PA si muove con gli incentivi. In questi anni molti enti hanno investito sul web perché i piani di cofinanziamento dell'e-government erano concentrati su internet. Se questi avessero contemplato anche il telefono, aprendo così le relazioni alla vasta platea degli anziani, la situazione oggi sarebbe diversa. Pagina 7 di 13

8 L'ALTERNATIVA ON DEMAND Alcuni analisti illustrano gli scenari di utilizzo delle applicazioni di CRM offerte 'come servizio'. Quando conviene, come scegliere, cosa aspettarsi Sono sempre di più le realtà che vedono l'offerta di servizi applicativi di CRM erogati in modalità on demand, ossia a distanza e via rete telematica, come una valida alternativa a un investimento nei classici pacchetti software da installare direttamente all'interno dell'azienda. Certamente si tratta di un mercato in crescita (secondo i dati di AMR Research lo scorso anno il fatturato generato dalle applicazioni di CRM offerte in hosting è cresciuto del 105%) e, in particolare, sono le piccole e medie aziende, nonché i dipartimenti all'interno di quelle grandi, ad essersi rivolti a queste soluzioni (pagabili anche su base mensile) in quanto ritenute più economiche rispetto al software con licenza tradizionale, i cui costi possono variare dalle migliaia di euro fino a milioni di euro per le implementazioni più complesse. Nonostante questo, secondo alcuni osservatori le soluzioni in hosting non sono in ogni caso destinate così presto a prendere il controllo del comparto del CRM. Gli analisti di AMR Research ritengono in questo senso che le aziende vedono il modello on demand come una via per eliminare i costi anticipati e gli sforzi normalmente richiesti dall'implementazione di un sistema di CRM; insomma, come se si trattasse di premere un interruttore e partire subito operativi. Quando si va a parlare di implementazioni più complesse le esigenze di integrazione e personalizzazione delle aziende possono però non discostarsi poi così tanto da quelle di chi si affida al software tradizionale. Secondo Rob Bois, senior research analyst di AMR, c'è infatti molto lavoro da fare. I perché di una scelta Detto questo esistono comunque molte situazioni per le quali l'opzione on demand può essere la scelta migliore: ad esempio potrebbe andare bene per quelle società che vogliono implementare processi di CRM canonici, sono in grado di utilizzare strutture dati standard, hanno uno scarso o nessun supporto IT, oppure non richiedono integrazioni complesse o in tempo reale con i sistemi di back office. Ma mentre il CRM on demand estende ulteriormente la sua presenza sul mercato, si trova comunque davanti alle stesse sfide del CRM tradizionale, ossia, spiega Rebecca Wetteman, vice president di Nucleus Research, assicurare l'adozione diffusa da parte degli utenti e l'integrazione del sistema con altre applicazioni. In poche parole, per scegliere prima di tutto bisogna individuare esattamente che cosa l'utente desidera e quindi procedere, al di là del prezzo finale, che alla fine è l'ultima cosa da prendere in considerazione: "Bisogna avere in mente un piano strategico riguardante ciò che effettivamente si desidera da un'iniziativa di CRM", concorda Paul Greenberg, presidente di The 56 Group. "Definire i processi, individuare quali sono le necessità, decidere chi lo metterà in atto. A questo punto si potrà andare sui costi di ciascun modello che va incontro alle rispettive necessità, e prendere una decisione". Quando ne vale la pena Il software offerto in hosting non è una novità. Negli anni '90 sul mercato sono spuntati centinaia di ASP (Application Service Provider) che offrivano software aziendale erogato via Internet. Con lo 'scoppio' della famigerata 'bolla speculativa' molte di queste realtà sono scomparse, lasciando i clienti privi di applicazioni. Oggi lo scenario è cambiato e sono diversi i fornitori, più o meno blasonati, che stanno cercando di approcciare il modello di 'software come servizio'. Sei i più critici lo attaccano sostenendo che non sia scalabile oltre il migliaio di utenti, altri ritengono che non siano le dimensioni a importare veramente nel determinare se un'implementazione di CRM on demand avrà successo, bensì la sua complessità. Elemento che in pratica influisce anche quando si parla di installazioni direttamente in casa. "Non è una questione di scalabilità," sottolinea Bois di AMR. "Tipicamente quando si sta parlando di un'organizzazione che andrà oltre un migliaio di utenti CRM si parla di una vasta implementazione che toccherà più aree dell'azienda e coinvolgerà più processi di business". Insomma, è più probabile che a beneficiare di una soluzione in hosting siano le società che stanno cercando di adottare pratiche affermate e standard su una particolare funzione come la Pagina 8 di 13

9 sales-force automation, mentre quelle alla ricerca di un'implementazione altamente personalizzata dei processi di gestione avranno un valore maggiore da un'opzione on site più flessibile. Sposare il back-office Il livello di integrazione richiesto tra il sistema di CRM di front-office e quelli di back-office è un altro fattore da prendere in considerazione quando si deve fare una scelta di questo tipo. Mentre i fornitori che offrono il CRM on demand stanno proponendo sul mercato strumenti di integrazione sempre più robusti, Bois di AMR commenta che l'integrazione si è sempre dimostrata una problematica con il 'software-as-a-service' "in quanto non si possiede l'applicazione o non si ha accesso al codice sorgente". E integrazioni in tempo reale più sofisticate con i sistemi transazionali di back office non sarebbero possibili con il CRM on demand, almeno ad oggi: "Ci si sta muovendo in tale direzione ma possono importare solo dati piatti, in modo asincrono, in batch", aggiunge Bois. "E' più probabile che le società che necessitano di quel tipo di integrazione in tempo reale rimangano con il software su licenza". Greenberg di The 56 Group aggiunge che "non è il software on demand che non si può integrare... bensì che gli strumenti di integrazione presenti in quello tradizionale, 'on premise', sono migliori. In definitiva più complesse sono le esigenze di integrazione e meglio ci si troverà con il software on site". Facile, difficile Una delle caratteristiche positive che vengono in genere sottolineate di una soluzione di CRM on demand è la relativa facilità d'uso dell'implementazione, in particolare se paragonata ai costosi e lenti progetti che ben conoscono alcuni clienti di CRM tradizionale. Per le società che hanno le caratteristiche per sfruttare al meglio un sistema on demand predefinito, l'implementazione effettivamente richiede meno tempo. Gli esperti spiegano però che sarebbe un errore credere che tutte le implementazioni di questo tipo siano rapide e facili. In alcuni casi, soprattutto se fatte su larga scala, può essere necessario rivolgersi anche a dei consulenti. "Alcuni clienti si aspettano di girare un interruttore... ed è fatta", commenta Bois. "Esistono però dei costi di setup e di formazione... bisogna avere il sistema personalizzato perché sia conforme al contesto di business e quindi far sì che le persone utilizzino il sistema. Le implementazioni di CRM, insomma, sono ancora complesse, anche se vengono offerte in forma on demand ". Erogazione differente, rischi simili Rimane da vedere in definitiva se le implementazioni di CRM on demand più complesse avranno effettivamente successo o soffriranno dello stesso destino di molti progetti di CRM su larga scala. "Poiché molti di questi sono investimenti mensili e in passato sono stati progetti di piccole dimensioni non abbiamo ancora avuto notizia di grandi 'disastri'... Le implementazioni più grandi saranno quelle da tener d'occhio", ritiene Bois al quale, per concludere, fa eco Greenberg di The 56 Group: "Il CRM on demand può essere un rischio meno costoso (rispetto a quello tradizionale), ma è comunque un rischio". Pagina 9 di 13

10 L'INTEGRAZIONE CON IL BILLING PASSO FONDAMENTALE L'esperienza nelle TLC si esporta negli altri settori di Giuseppe Goglio L'aspetto integrazione tra le varie soluzioni presenti nelle diverse aree di complesse realtà aziendali ha assunto un'importanza sempre maggiore in questi ultimi anni fino a fare, della potenziale integrabilità di un software con altri, un vero e proprio 'valore aggiunto' di un'applicazione rispetto a quelle concorrenti. La capacità di integrarsi con applicazioni già in uso all'interno di un'azienda infatti può giustificare un investimento più elevato a patto che si possano invece risparmiare somme ben più importanti in fase di installazione e configurazione proprio per una maggiore semplicità d'integrazione. Il mondo del CRM, in particolare, è stato quello che fin dal suo inizio ha dovuto fare i conti con il tema integrazione e a questo proposito una delle problematiche più critiche affrontate dalle aziende è stata certamente il come riuscire a 'collegare' al meglio le applicazioni di supporto alla relazione con quelle relative alla fatturazione (spesso indicate con il termine inglese billing). Lo sviluppo negli ultimi anni del CRM, soprattutto nelle aziende di telecomunicazione, ha generato forti esperienze su questo tema che ora sono pronte a essere 'esportate' in tutte quelle realtà, come le utility, che oggi si stanno muovendo verso una migliore gestione della relazione con il cliente. Un problema da 'utility' A interessarsi delle problematiche di integrazione tra le funzionalità CRM e le applicazioni di billing sono prima di tutto le società di telecomunicazioni: "Chiaramente la necessità è da tempo nota e ovvia: senza tale integrazione l'operatore di TLC o l'azienda nel settore delle utility non potrebbe nemmeno rispondere alle domande dei clienti, attivare nuovi contratti o apportare modifiche ai contratti esistenti esordisce Paolo Crini, vice president di Value Team -. Infatti, se solo pensiamo ai molteplici piani tariffari offerti dagli operatori di telefonia e alla facilità con le quali è possibile cambiare da uno all'altro, si intuisce subito che ciò non sarebbe proprio possibile senza integrare il billing con il CRM". Al momento però, tale livello di interesse è prerogativa del solo mondo TLC: "E' chiaro che questa necessità di integrazione si riduce a una certa tipologia di clienti conferma Angelo Benvenuti, direttore generale di Realtech -. In modo particolare, le aziende che necessitano di un sistema di billing e che vogliono integrarlo con il CRM sono società nell'ambito delle telecomunicazioni, provider di servizi internet, aziende di pubblica utilità in generale. Questa esigenza è quindi molto settoriale". D'altronde, analizzando la struttura di un'organizzazione che si occupa di TLC, sarebbe difficile ipotizzare uno scenario differente: "Negli operatori di telecomunicazioni, billing e CRM costituiscono i sistemi informativi vitali per l'azienda riprende Paolo Crini -: il problema dell'integrazione è da tempo sentito, come accennavo prima, ma da sempre sono disponibili soluzioni a tali problemi, soluzioni che si sono evolute nel tempo. All'inizio l'integrazione era a livello di maschere o legacy per arrivare oggi a un approccio dove l'integrazione è più sofisticata e si realizza con strumenti come i web services e le archietture SOA". Non più un settore di nicchia La necessità di studiare soluzioni in tema di integrazione nel corso del tempo è arrivata a manifestarsi in misura maggiore, prima di tutto a causa della crescita nell'offerta; "L'ambito del billing è sempre stato un settore specialistico spiega Benvenuti -: nel passato esistevano solamente un certo numero di società che sviluppavano questa tipologia di soluzioni, le quali, una volta operative nell'azienda utente, dovevano successivamente essere integrate con tutto il resto. Attualmente, invece, si fanno largo le soluzioni realizzate da grandi fornitori, come per esempio SAP, che promuovono il billing come un ulteriore task all'interno di un panorama molto più ampio della loro offerta". L'evoluzione della tecnologia inoltre, ha contribuito in misura decisiva alla necessità di affrontare l'integrazione CRM/billing con soluzioni software mirate: "In particolare nell'ambito della fonia mobile l'importanza dei due sistemi è ancora più evidente per il volume delle Pagina 10 di 13

11 interazioni tra le due soluzioni applicative, un numero molto più elevato che in altri settori che rende necessario la realizzazione di meccanismi di integrazione più sofisticati afferma paolo Crini di Value Team -. In altri settori dove la dimensione, la frequenza e la criticità delle interazioni è minore si può invece sopravvivere con sistemi non molto integrati o addirittura anche senza sistemi CRM e usando il sistema di fatturazione come base anagrafica e tracciamento dei contatti". Le stesse software house che forniscono i package CRM hanno studiato il problema per fornire soluzioni in modo nativo o semplificare comunque il lavoro ai system integrator: "Possiamo notare un cambio di paradigma, vale a dire non il best of breed specifico del billing, ma la scelta di motori di fatturazione da parte di grandi software house afferma Angelo Benvenuti -. Questo proprio perché si è alla ricerca di maggiore integrazione: una software house operativa nel CRM quando realizza un motore di billing, concepisce l'integrazione con il resto della suite in modalità nativa, mentre continuare a premiare un approccio best of breed significa dover continuare ad affrontare progetti di integrazione molto complessi". Problemi di ordinaria amministrazione Nonostante gli sforzi nella direzione di una maggiore apertura delle sue soluzioni che un fornitore di software può essere disposto a sostenere, un progetto di integrazione mantiene comunque un elevato livello di complessità: "I problemi che si incontrano sono quelli 'classici' dell'integrazione tra applicazioni enterprise, specialmente quando si incontrano applicazioni basate su tecnologie o architetture 'distanti' tra loro spiega Paolo Crini -. Il tutto è inoltre aggravato dall'elevato volume e criticità dello scambio di informazioni; la soluzione a questo tipo di problemi è calibrare l'integrazione a seconda delle reali esigenze dell'azienda utente". Più in dettaglio, non mancano però problemi specifici dal tipo di soluzione adottata: "In termini generali, è chiaro che, oltre a tutte le problematiche progettuali tipiche di un qualsiasi progetto, l'introduzione di una soluzione di billing realizzata da uno sviluppatore specializzato comporta il problema dell'integrazione con gli altri sistemi sottolinea Benvenuti -. Se invece consideriamo una soluzione di billing inserita già dallo sviluppatore in un package è chiaro che incontriamo una maggiore facilità dovuta all'integrazione nativa del software che permette di gestire il progetto con più tranquillità". Un importante contributo a una più semplice soluzione del problema arriva dalle nuove soluzioni tecnologiche: "Fino a oggi l'approccio più diffuso è stato quello di utilizzare bus di integrazione EAI che permettono maggior duttilità rispetto alle specifiche esigenze aggiunge Crini -. Si stanno però affermando architetture più evolute che si basano sulla separazione di alcuni repository di informazioni fondamentali che vengono messi a fattor comune, non solo tra CRM e billing, ma con molte altre applicazioni aziendali, lasciando poi all'integrazione 'service oriented' l'esecuzione di azioni da un sistema all'altro, come per esempio, tra i tanti processi supportati, l'attivazione, le variazioni tariffarie e il billing adjustment". La soluzione ideale Una volta analizzato a fondo il problema dell'integrazione tra CRM e problematiche di billing, per un system integrator resta solo da stabilire la procedura più idonea a mettere il proprio cliente in condizione di operare senza 'intoppi'. "La soluzione ottimale di integrazione deve soddisfare efficacemente diversi requisiti critici fondamentali sottolinea Paolo Crini di Value Team-: il volume delle interazioni, i tempi di risposta, l'assoluta affidabilità e la complessità del configuratore prodotti/servizi, che deve consentire all'azienda la massima flessibilità". La soluzione ideale non può quindi limitarsi a 'collegare' i moduli in questione, ma deve riuscire anche a ottimizzare le risorse, come spiega Angelo Benvenuti di Realtech: "E' fondamentale la capacità di poter intermediare i dati tra le diverse soluzioni senza creare una sovrapposizione, cioè raddoppiare le informazioni da gestire, ma mantenendo l'univocità del dato, che deve però essere utilizzato in modo differente secondo i vari processi dell'azienda". Pagina 11 di 13

12 GLOSSARIO Contact center Con tale denominazione si intende un call center in grado non solo di gestire tutte le telefonate in entrata, ma anche le comunicazioni che provengono da altri canali, come i messaggi fax, i messaggi di posta elettronica ( ) o quelli inviati tramite i telefoni cellulari sfruttando le tecnologie SMS e MMS. Data warehouse Strumento software per il supporto alle decisioni che consente di aggregare e organizzare in un'unica struttura logica le informazioni provenienti da database e applicazioni diverse; i dati sono poi analizzabili tramite i cosiddetti tool di data mining Enterprise Resource Planning Un insieme di moduli software, completo di funzionalità specifiche, che consente all'azienda di integrare in tempo reale i dati e di gestire funzioni e processi operativi Inbound Si intendono le chiamate, telefoniche o di altro genere, che entrano nel call center e che devono essere distribuite ai diversi operatori. Outbound Sono le chiamate effettuate in uscita dagli agenti del call center verso i clienti e tipicamente si usano durante le campagne promozionali e di marketing. Permission marketing Strategia che prevede la richiesta all'utente di poter comunicare prima di inviare qualsiasi documento, pubblicità o altra forma di promozione Sales Force Automation Automazione della forza vendita, ossia un'area applicativa che va a supporto di quest'ultima per svolgere i vari processi coinvolti, dall'avvio alla conclusione della vendita Pagina 12 di 13

13 . Documento reperibile, assieme ad altre monografie, nella sezione Dossier del sito Documento pubblicato su licenza IDG Communications Italia Pagina 13 di 13

Evoluzione dei servizi di incasso e pagamento per il mercato italiano

Evoluzione dei servizi di incasso e pagamento per il mercato italiano www.pwc.com/it Evoluzione dei servizi di incasso e pagamento per il mercato italiano giugno 2013 Sommario Il contesto di riferimento 4 Un modello di evoluzione dei servizi di incasso e pagamento per il

Dettagli

Corso di Amministrazione di Sistema Parte I ITIL 3

Corso di Amministrazione di Sistema Parte I ITIL 3 Corso di Amministrazione di Sistema Parte I ITIL 3 Francesco Clabot Responsabile erogazione servizi tecnici 1 francesco.clabot@netcom-srl.it Fondamenti di ITIL per la Gestione dei Servizi Informatici Il

Dettagli

Pagine romane (I-XVIII) OK.qxd:romane.qxd 7-09-2009 16:23 Pagina VI. Indice

Pagine romane (I-XVIII) OK.qxd:romane.qxd 7-09-2009 16:23 Pagina VI. Indice Pagine romane (I-XVIII) OK.qxd:romane.qxd 7-09-2009 16:23 Pagina VI Prefazione Autori XIII XVII Capitolo 1 Sistemi informativi aziendali 1 1.1 Introduzione 1 1.2 Modello organizzativo 3 1.2.1 Sistemi informativi

Dettagli

SYSKOPLAN REPLY IMPLEMENTA PER IL GRUPPO INDUSTRIALE SCHOTT UNA SOLUZIONE SAP CRM SU BASE SAP HANA E OPERATIVA IN 35 PAESI.

SYSKOPLAN REPLY IMPLEMENTA PER IL GRUPPO INDUSTRIALE SCHOTT UNA SOLUZIONE SAP CRM SU BASE SAP HANA E OPERATIVA IN 35 PAESI. SYSKOPLAN REPLY IMPLEMENTA PER IL GRUPPO INDUSTRIALE SCHOTT UNA SOLUZIONE SAP CRM SU BASE SAP HANA E OPERATIVA IN 35 PAESI. Come gruppo industriale tecnologico leader nel settore del vetro e dei materiali

Dettagli

***** Il software IBM e semplice *****

***** Il software IBM e semplice ***** Il IBM e semplice ***** ***** Tutto quello che hai sempre voluto sapere sui prodotti IBM per qualificare i potenziali clienti, sensibilizzarli sulle nostre offerte e riuscire a convincerli. WebSphere IL

Dettagli

SAI QUANTO TEMPO IMPIEGHI A RINTRACCIARE UN DOCUMENTO, UN NUMERO DI TELEFONO O UNA E-MAIL?

SAI QUANTO TEMPO IMPIEGHI A RINTRACCIARE UN DOCUMENTO, UN NUMERO DI TELEFONO O UNA E-MAIL? archiviazione ottica, conservazione e il protocollo dei SAI QUANTO TEMPO IMPIEGHI A RINTRACCIARE UN DOCUMENTO, UN NUMERO DI TELEFONO O UNA E-MAIL? Il software Facile! BUSINESS Organizza l informazione

Dettagli

Asset sotto controllo... in un TAC. Latitudo Total Asset Control

Asset sotto controllo... in un TAC. Latitudo Total Asset Control Asset sotto controllo... in un TAC Latitudo Total Asset Control Le organizzazioni che hanno implementato e sviluppato sistemi e processi di Asset Management hanno dimostrato un significativo risparmio

Dettagli

PROPOSTE SISTEMA DI CITIZEN RELATIONSHIP MANAGEMENT (CRM) REGIONALE

PROPOSTE SISTEMA DI CITIZEN RELATIONSHIP MANAGEMENT (CRM) REGIONALE PROPOSTE SISTEMA DI CITIZEN RELATIONSHIP MANAGEMENT (CRM) REGIONALE Versione 1.0 Via della Fisica 18/C Tel. 0971 476311 Fax 0971 476333 85100 POTENZA Via Castiglione,4 Tel. 051 7459619 Fax 051 7459619

Dettagli

L evoluzione del software per l azienda moderna. Gestirsi / Capirsi / Migliorarsi

L evoluzione del software per l azienda moderna. Gestirsi / Capirsi / Migliorarsi IL GESTIONALE DEL FUTURO L evoluzione del software per l azienda moderna Gestirsi / Capirsi / Migliorarsi IL MERCATO ITALIANO L Italia è rappresentata da un numero elevato di piccole e medie aziende che

Dettagli

Il Business Process Management: nuova via verso la competitività aziendale

Il Business Process Management: nuova via verso la competitività aziendale Il Business Process Management: nuova via verso la competitività Renata Bortolin Che cosa significa Business Process Management? In che cosa si distingue dal Business Process Reingeneering? Cosa ha a che

Dettagli

Supporto alle decisioni e strategie commerciali/mercati/prodotti/forza vendita;

Supporto alle decisioni e strategie commerciali/mercati/prodotti/forza vendita; .netbin. è un potentissimo strumento SVILUPPATO DA GIEMME INFORMATICA di analisi dei dati con esposizione dei dati in forma numerica e grafica con un interfaccia visuale di facile utilizzo, organizzata

Dettagli

Guida alle offerte di finanziamento per le medie imprese

Guida alle offerte di finanziamento per le medie imprese IBM Global Financing Guida alle offerte di finanziamento per le medie imprese Realizzata da IBM Global Financing ibm.com/financing/it Guida alle offerte di finanziamento per le medie imprese La gestione

Dettagli

PUBLIC, PRIVATE O HYBRID CLOUD: QUAL È IL TIPO DI CLOUD OTTIMALE PER LE TUE APPLICAZIONI?

PUBLIC, PRIVATE O HYBRID CLOUD: QUAL È IL TIPO DI CLOUD OTTIMALE PER LE TUE APPLICAZIONI? PUBLIC, PRIVATE O HYBRID CLOUD: QUAL È IL TIPO DI CLOUD OTTIMALE PER LE TUE APPLICAZIONI? Le offerte di public cloud proliferano e il private cloud è sempre più diffuso. La questione ora è come sfruttare

Dettagli

progettiamo e realizziamo architetture informatiche Company Profile

progettiamo e realizziamo architetture informatiche Company Profile Company Profile Chi siamo Kammatech Consulting S.r.l. nasce nel 2000 con l'obiettivo di operare nel settore I.C.T., fornendo servizi di progettazione, realizzazione e manutenzione di reti aziendali. Nel

Dettagli

B.P.S. Business Process Server ALLEGATO C10

B.P.S. Business Process Server ALLEGATO C10 B.P.S. Business Process Server ALLEGATO C10 REGIONE BASILICATA DIPARTIMENTO PRESIDENZA DELLA GIUNTA REGIONALE UFFICIO SISTEMA INFORMATIVO REGIONALE E STATISTICA Via V. Verrastro, n. 4 85100 Potenza tel

Dettagli

più del mercato applicazioni dei processi modificato. Reply www.reply.eu

più del mercato applicazioni dei processi modificato. Reply www.reply.eu SOA IN AMBITO TELCO Al fine di ottimizzare i costi e di migliorare la gestione dell'it, le aziende guardano, sempre più con maggiore interesse, alle problematiche di gestionee ed ottimizzazione dei processi

Dettagli

Realizzare un architettura integrata di Business Intelligence

Realizzare un architettura integrata di Business Intelligence Realizzare un architettura integrata di Business Intelligence Un sistema integrato di Business Intelligence consente all azienda customer oriented una gestione efficace ed efficiente della conoscenza del

Dettagli

La comunicazione multicanale per il Customer Management efficace. Milano, Settembre 2014

La comunicazione multicanale per il Customer Management efficace. Milano, Settembre 2014 Milano, Settembre 2014 la nostra promessa Dialogare con centinaia, migliaia o milioni di persone. Una per una, interattivamente. 10/1/2014 2 la nostra expertise YourVoice è il principale operatore italiano

Dettagli

White Paper. Operational DashBoard. per una Business Intelligence. in real-time

White Paper. Operational DashBoard. per una Business Intelligence. in real-time White Paper Operational DashBoard per una Business Intelligence in real-time Settembre 2011 www.axiante.com A Paper Published by Axiante CAMBIARE LE TRADIZIONI C'è stato un tempo in cui la Business Intelligence

Dettagli

BRM. Tutte le soluzioni. per la gestione delle informazioni aziendali. BusinessRelationshipManagement

BRM. Tutte le soluzioni. per la gestione delle informazioni aziendali. BusinessRelationshipManagement BRM BusinessRelationshipManagement Tutte le soluzioni per la gestione delle informazioni aziendali - Business Intelligence - Office Automation - Sistemi C.R.M. I benefici di BRM Garantisce la sicurezza

Dettagli

DAT@GON. Gestione Gare e Offerte

DAT@GON. Gestione Gare e Offerte DAT@GON Gestione Gare e Offerte DAT@GON partecipare e vincere nel settore pubblico La soluzione sviluppata da Revorg per il settore farmaceutico, diagnostico e di strumentazione medicale, copre l intero

Dettagli

Progettare, sviluppare e gestire seguendo la Think it easy philosophy

Progettare, sviluppare e gestire seguendo la Think it easy philosophy Progettare, sviluppare e gestire seguendo la Think it easy philosophy CST Consulting è una azienda di Consulenza IT, System Integration & Technology e Servizi alle Imprese di respiro internazionale. E

Dettagli

IT FINANCIAL MANAGEMENT

IT FINANCIAL MANAGEMENT IT FINANCIAL MANAGEMENT L IT Financial Management è una disciplina per la pianificazione e il controllo economico-finanziario, di carattere sia strategico sia operativo, basata su un ampio insieme di metodologie

Dettagli

Completezza funzionale KEY FACTORS Qualità del dato Semplicità d'uso e controllo Tecnologie all avanguardia e stabilità Integrabilità

Completezza funzionale KEY FACTORS Qualità del dato Semplicità d'uso e controllo Tecnologie all avanguardia e stabilità Integrabilità Armundia Group è un azienda specializzata nella progettazione e fornitura di soluzioni software e consulenza specialistica per i settori dell ICT bancario, finanziario ed assicurativo. Presente in Italia

Dettagli

MARKETING INTELLIGENCE SUL WEB:

MARKETING INTELLIGENCE SUL WEB: Via Durini, 23-20122 Milano (MI) Tel.+39.02.77.88.931 Fax +39.02.76.31.33.84 Piazza Marconi,15-00144 Roma Tel.+39.06.32.80.37.33 Fax +39.06.32.80.36.00 www.valuelab.it valuelab@valuelab.it MARKETING INTELLIGENCE

Dettagli

Mobile Messaging SMS. Copyright 2015 VOLA S.p.A.

Mobile Messaging SMS. Copyright 2015 VOLA S.p.A. Mobile Messaging SMS Copyright 2015 VOLA S.p.A. INDICE Mobile Messaging SMS. 2 SMS e sistemi aziendali.. 2 Creare campagne di mobile marketing con i servizi Vola SMS.. 3 VOLASMS per inviare SMS da web..

Dettagli

Business Intelligence RENDE STRATEGICHE LE INFORMAZIONI

Business Intelligence RENDE STRATEGICHE LE INFORMAZIONI Business Intelligence RENDE STRATEGICHE LE INFORMAZIONI Business Intelligence RENDE STRATEGICHE LE INFORMAZIONI CSC ritiene che la Business Intelligence sia un elemento strategico e fondamentale che, seguendo

Dettagli

voce dei cittadini in tempo reale OpinionMeter Chieda la sua prova personalizzata senza impegno entro il 15 ottobre 2010

voce dei cittadini in tempo reale OpinionMeter Chieda la sua prova personalizzata senza impegno entro il 15 ottobre 2010 Grazie per il suo interesse alla nuova tecnologia voce dei cittadini in tempo reale OpinionMeter Chieda la sua prova personalizzata senza impegno entro il 15 ottobre 2010 Cristina Brambilla Telefono 348.9897.337,

Dettagli

PLM Software. Answers for industry. Siemens PLM Software

PLM Software. Answers for industry. Siemens PLM Software Siemens PLM Software Monitoraggio e reporting delle prestazioni di prodotti e programmi Sfruttare le funzionalità di reporting e analisi delle soluzioni PLM per gestire in modo più efficace i complessi

Dettagli

COMUNICATO STAMPA CBT E SUGARCRM INSIEME PER RISPONDERE ALLE ESIGENZE DI ORGANIZZAZIONE DEL LAVORO DELLE AZIENDE.

COMUNICATO STAMPA CBT E SUGARCRM INSIEME PER RISPONDERE ALLE ESIGENZE DI ORGANIZZAZIONE DEL LAVORO DELLE AZIENDE. COMUNICATO STAMPA CBT E SUGARCRM INSIEME PER RISPONDERE ALLE ESIGENZE DI ORGANIZZAZIONE DEL LAVORO DELLE AZIENDE. Milano, 31 gennaio 2013. Il Gruppo CBT, sempre attento alle esigenze dei propri clienti

Dettagli

Vodafone Case Study Pulitalia

Vodafone Case Study Pulitalia Quello con Vodafone e un vero è proprio matrimonio: un lungo rapporto di fiducia reciproca con un partner veramente attento alle nostre esigenze e con un account manager di grande professionalità. 1 Il

Dettagli

Neomobile incentra l infrastruttura IT su Microsoft ALM, arrivando a 40 nuovi rilasci a settimana

Neomobile incentra l infrastruttura IT su Microsoft ALM, arrivando a 40 nuovi rilasci a settimana Storie di successo Microsoft per le Imprese Scenario: Software e Development Settore: Servizi In collaborazione con Neomobile incentra l infrastruttura IT su Microsoft ALM, arrivando a 40 nuovi rilasci

Dettagli

t.fabrica wanna be smarter? smart, simple, cost effectiveness solutions for manufactoring operational excellence.

t.fabrica wanna be smarter? smart, simple, cost effectiveness solutions for manufactoring operational excellence. t.fabrica wanna be smarter? smart, simple, cost effectiveness solutions for manufactoring operational excellence. Per le aziende manifatturiere, oggi e sempre più nel futuro individuare ed eliminare gli

Dettagli

Corso Base ITIL V3 2008

Corso Base ITIL V3 2008 Corso Base ITIL V3 2008 PROXYMA Contrà San Silvestro, 14 36100 Vicenza Tel. 0444 544522 Fax 0444 234400 Email: proxyma@proxyma.it L informazione come risorsa strategica Nelle aziende moderne l informazione

Dettagli

Profilo Aziendale ISO 9001: 2008. METISOFT spa - p.iva 00702470675 - www.metisoft.it - info@metisoft.it

Profilo Aziendale ISO 9001: 2008. METISOFT spa - p.iva 00702470675 - www.metisoft.it - info@metisoft.it ISO 9001: 2008 Profilo Aziendale METISOFT spa - p.iva 00702470675 - www.metisoft.it - info@metisoft.it Sede legale: * Viale Brodolini, 117-60044 - Fabriano (AN) - Tel. 0732.251856 Sede amministrativa:

Dettagli

Logistica digitale delle Operazioni a premio

Logistica digitale delle Operazioni a premio Logistica digitale delle Operazioni a premio La piattaforma logistica delle operazioni a premio digitali BITGIFT è la nuova piattaforma dedicata alla logistica digitale delle vostre operazioni a premio.

Dettagli

ORACLE BUSINESS INTELLIGENCE STANDARD EDITION ONE A WORLD CLASS PERFORMANCE

ORACLE BUSINESS INTELLIGENCE STANDARD EDITION ONE A WORLD CLASS PERFORMANCE ORACLE BUSINESS INTELLIGENCE STANDARD EDITION ONE A WORLD CLASS PERFORMANCE Oracle Business Intelligence Standard Edition One è una soluzione BI completa, integrata destinata alle piccole e medie imprese.oracle

Dettagli

PASSIONE PER L IT PROLAN. network solutions

PASSIONE PER L IT PROLAN. network solutions PASSIONE PER L IT PROLAN network solutions CHI SIAMO Aree di intervento PROFILO AZIENDALE Prolan Network Solutions nasce a Roma nel 2004 dall incontro di professionisti uniti da un valore comune: la passione

Dettagli

DALLA RICERCA & SVILUPPO SIAV. Ecco i prodotti e le applicazioni. per innovare le imprese italiane

DALLA RICERCA & SVILUPPO SIAV. Ecco i prodotti e le applicazioni. per innovare le imprese italiane Comunicato stampa aprile 2015 DALLA RICERCA & SVILUPPO SIAV Ecco i prodotti e le applicazioni per innovare le imprese italiane Rubàno (PD). Core business di, nota sul mercato ECM per la piattaforma Archiflow,

Dettagli

Formazione Su Misura

Formazione Su Misura Formazione Su Misura Contattateci per un incontro di presentazione inviando una mail a formazione@assoservizi.it o telefonando ai nostri uffici: Servizi alle Imprese 0258370-644.605 Chi siamo Assoservizi

Dettagli

V I V E R E L ' E C C E L L E N Z A

V I V E R E L ' E C C E L L E N Z A VIVERE L'ECCELLENZA L'ECCELLENZA PLURIMA Le domande, come le risposte, cambiano. Gli obiettivi restano, quelli dell eccellenza. 1995-2015 Venti anni di successi dal primo contratto sottoscritto con l Istituto

Dettagli

Business Intelligence. Il data mining in

Business Intelligence. Il data mining in Business Intelligence Il data mining in L'analisi matematica per dedurre schemi e tendenze dai dati storici esistenti. Revenue Management. Previsioni di occupazione. Marketing. Mail diretto a clienti specifici.

Dettagli

Copyright Università degli Studi di Torino, Progetto Atlante delle Professioni 2009 IT PROCESS EXPERT

Copyright Università degli Studi di Torino, Progetto Atlante delle Professioni 2009 IT PROCESS EXPERT IT PROCESS EXPERT 1. CARTA D IDENTITÀ... 2 2. CHE COSA FA... 3 3. DOVE LAVORA... 4 4. CONDIZIONI DI LAVORO... 5 5. COMPETENZE... 6 Quali competenze sono necessarie... 6 Conoscenze... 8 Abilità... 9 Comportamenti

Dettagli

STS. Profilo della società

STS. Profilo della società STS Profilo della società STS, Your ICT Partner Con un solido background accademico, regolari confronti con il mondo della ricerca ed esperienza sia nel settore pubblico che privato, STS è da oltre 20

Dettagli

SAP per centralizzare tutte le informazioni aziendali

SAP per centralizzare tutte le informazioni aziendali Grandi Navi Veloci. Utilizzata con concessione dell autore. SAP per centralizzare tutte le informazioni aziendali Partner Nome dell azienda Ferretticasa Spa Settore Engineering & Costruction Servizi e/o

Dettagli

G.U. 11 luglio 2002, n. 161 IL PRESIDENTE DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI

G.U. 11 luglio 2002, n. 161 IL PRESIDENTE DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI Direttiva del Presidente del Consiglio dei Ministri 30 maggio 2002 Conoscenza e uso del dominio internet ".gov.it" e l'efficace interazione del portale nazionale "italia.gov.it" con le IL PRESIDENTE DEL

Dettagli

Ottimizzazione della gestione del data center con Microsoft System Center

Ottimizzazione della gestione del data center con Microsoft System Center Ottimizzazione della gestione del data center con Microsoft System Center Declinazione di responsabilità e informazioni sul copyright Le informazioni contenute nel presente documento rappresentano le conoscenze

Dettagli

Un'infrastruttura IT inadeguata provoca danni in tre organizzazioni su cinque

Un'infrastruttura IT inadeguata provoca danni in tre organizzazioni su cinque L'attuale ambiente di business è senz'altro maturo e ricco di opportunità, ma anche pieno di rischi. Questa dicotomia si sta facendo sempre più evidente nel mondo dell'it, oltre che in tutte le sale riunioni

Dettagli

Il Business Process Management nella PA: migliorare la relazione con i cittadini ed ottimizzare i processi interni. A cura di Bernardo Puccetti

Il Business Process Management nella PA: migliorare la relazione con i cittadini ed ottimizzare i processi interni. A cura di Bernardo Puccetti Il Business Process Management nella PA: migliorare la relazione con i cittadini ed ottimizzare i processi interni A cura di Bernardo Puccetti Il Business Process Management nella PA Presentazione SOFTLAB

Dettagli

Applicazione: Share - Sistema per la gestione strutturata di documenti

Applicazione: Share - Sistema per la gestione strutturata di documenti Riusabilità del software - Catalogo delle applicazioni: Gestione Documentale Applicazione: Share - Sistema per la gestione strutturata di documenti Amministrazione: Regione Piemonte - Direzione Innovazione,

Dettagli

LA TEMATICA. Questa situazione si traduce facilmente:

LA TEMATICA. Questa situazione si traduce facilmente: IDENTITY AND ACCESS MANAGEMENT: LA DEFINIZIONE DI UN MODELLO PROCEDURALE ED ORGANIZZATIVO CHE, SUPPORTATO DALLE INFRASTRUTTURE, SIA IN GRADO DI CREARE, GESTIRE ED UTILIZZARE LE IDENTITÀ DIGITALI SECONDO

Dettagli

GRUPPO TELECOM ITALIA. Domestic market. Progetto Internalizzazioni Dettaglio Profili

GRUPPO TELECOM ITALIA. Domestic market. Progetto Internalizzazioni Dettaglio Profili GRUPPO TELECOM ITALIA Domestic market Progetto Internalizzazioni Dettaglio Profili 8 maggio 2013 BUSINESS. Assurance Clienti Top 7 addetti front end/help desk - 102 tecnici 1 liv. - 62 specialisti NW La

Dettagli

CORPORATE OVERVIEW. www.akhela.com

CORPORATE OVERVIEW. www.akhela.com CORPORATE OVERVIEW www.akhela.com BRIDGE THE GAP CORPORATE OVERVIEW Bridge the gap Akhela è un azienda IT innovativa che offre al mercato servizi e soluzioni Cloud Based che aiutano le aziende a colmare

Dettagli

CLOUD SURVEY 2012: LO STATO DEL CLOUD COMPUTING IN ITALIA

CLOUD SURVEY 2012: LO STATO DEL CLOUD COMPUTING IN ITALIA CLOUD SURVEY 2012: LO STATO DEL CLOUD COMPUTING IN ITALIA 2ª PARTE NEL CAPITOLO PRECEDENTE NOTA METODOLOGICA LA PAROLA AI CIO I MIGLIORI HYPERVISOR AFFIDARSI AI VENDOR INVESTIRE PER IL CLOUD APPLICAZIONI

Dettagli

Applicazione: DoQui/Index - Motore di gestione dei contenuti digitali

Applicazione: DoQui/Index - Motore di gestione dei contenuti digitali Riusabilità del software - Catalogo delle applicazioni: Applicativo verticale Applicazione: DoQui/Index - Motore di gestione dei contenuti digitali Amministrazione: Regione Piemonte - Direzione Innovazione,

Dettagli

Business Process Management

Business Process Management Corso di Certificazione in Business Process Management Progetto Didattico 2015 con la supervisione scientifica del Dipartimento di Informatica Università degli Studi di Torino Responsabile scientifico

Dettagli

I N F I N I T Y Z U C C H E T T I WORKFLOW HR

I N F I N I T Y Z U C C H E T T I WORKFLOW HR I N F I N I T Y Z U C C H E T T I WORKFLOW HR WORKFLOW HR Zucchetti, nell ambito delle proprie soluzioni per la gestione del personale, ha realizzato una serie di moduli di Workflow in grado di informatizzare

Dettagli

Integrazione tra sistemi MES e ERP

Integrazione tra sistemi MES e ERP ALMA MATER STUDIORUM - UNIVERSITÀ DI BOLOGNA SEDE DI CESENA FACOLTÀ DI SCIENZE MATEMATICHE, FISICHE E NATURALI Corso di Laurea in Scienze e Tecnologie Informatiche Integrazione tra sistemi MES e ERP Relazione

Dettagli

Energy Data Management System (EDMS): la soluzione software per una gestione efficiente dell energia secondo lo standard ISO 50001

Energy Data Management System (EDMS): la soluzione software per una gestione efficiente dell energia secondo lo standard ISO 50001 Energy Data Management System (EDMS): la soluzione software per una gestione efficiente dell energia secondo lo standard ISO 50001 Oggi più che mai, le aziende italiane sentono la necessità di raccogliere,

Dettagli

Managed Services e Unified Communication & Collaboration: verso il paradigma del Cloud Computing

Managed Services e Unified Communication & Collaboration: verso il paradigma del Cloud Computing Managed Services e Unified Communication & Collaboration: verso il paradigma del Cloud Computing Claudio Chiarenza (General Manager and Chief Strategy Officer) Italtel, Italtel logo and imss (Italtel Multi-Service

Dettagli

Servizi di consulenza e soluzioni ICT

Servizi di consulenza e soluzioni ICT Servizi di consulenza e soluzioni ICT Juniortek S.r.l. Fondata nell'anno 2004, Juniortek offre consulenza e servizi nell ambito dell informatica ad imprese e professionisti. L'organizzazione dell'azienda

Dettagli

www.bistrategy.it In un momento di crisi perché scegliere di investire sulla Business Intelligence?

www.bistrategy.it In un momento di crisi perché scegliere di investire sulla Business Intelligence? In un momento di crisi perché scegliere di investire sulla Business Intelligence? Cos è? Per definizione, la Business Intelligence è: la trasformazione dei dati in INFORMAZIONI messe a supporto delle decisioni

Dettagli

Dalla Mappatura dei Processi al Business Process Management

Dalla Mappatura dei Processi al Business Process Management Dalla Mappatura dei Processi al Business Process Management Romano Stasi Responsabile Segreteria Tecnica ABI Lab Roma, 4 dicembre 2007 Agenda Il percorso metodologico Analizzare per conoscere: la mappatura

Dettagli

SOA GOVERNANCE: WHAT DOES IT MEAN? Giorgio Marras

SOA GOVERNANCE: WHAT DOES IT MEAN? Giorgio Marras SOA GOVERNANCE: WHAT DOES IT MEAN? Giorgio Marras 2 Introduzione Le architetture basate sui servizi (SOA) stanno rapidamente diventando lo standard de facto per lo sviluppo delle applicazioni aziendali.

Dettagli

Project Management Office per centrare tempi e costi

Project Management Office per centrare tempi e costi Project Management Office per centrare tempi e costi Il Project Management Office (PMO) rappresenta l insieme di attività e strumenti per mantenere efficacemente gli obiettivi di tempi, costi e qualità

Dettagli

1 BI Business Intelligence

1 BI Business Intelligence K Venture Corporate Finance Srl Via Papa Giovanni XXIII, 40F - 56025 Pontedera (PI) Tel/Fax 0587 482164 - Mail: info@kventure.it www.kventure.it 1 BI Business Intelligence Il futuro che vuoi. Sotto controllo!

Dettagli

Modelli di consumo e di risparmio del futuro. Nicola Ronchetti GfK Eurisko

Modelli di consumo e di risparmio del futuro. Nicola Ronchetti GfK Eurisko Modelli di consumo e di risparmio del futuro Nicola Ronchetti GfK Eurisko Le fonti di ricerca Multifinanziaria Retail Market: universo di riferimento famiglie italiane con capofamiglia di età compresa

Dettagli

WineCountry.IT - Italian Wine - Listino Prezzi Stampabile. Listino Prezzi

WineCountry.IT - Italian Wine - Listino Prezzi Stampabile. Listino Prezzi Listino Prezzi L.L.C. 20 Holstein Road, San Anselmo, CA 94960-1202, USA Tel.: 001 415 460 6455 E-mail: management@winecountry.it www.winecountry.it www.emporio-italkia.com www.italian-flavor.com www.italianwinehub.com

Dettagli

2013 Skebby. Tutti i diritti riservati.

2013 Skebby. Tutti i diritti riservati. Disclaimer: "# $%&'(&)'%# *("# +,(-(&'(# *%$).(&'%#,/++,(-(&'/# 0"#.(1"0%# *(""20&3%,./40%&(# /# &%-',/# disposizione. Abbiamo fatto del nostro meglio per assicurare accuratezza e correttezza delle informazioni

Dettagli

Ottimizzare gli sconti per incrementare i profitti

Ottimizzare gli sconti per incrementare i profitti Ottimizzare gli sconti per incrementare i profitti Come gestire la scontistica per massimizzare la marginalità di Danilo Zatta www.simon-kucher.com 1 Il profitto aziendale è dato da tre leve: prezzo per

Dettagli

Il software per la gestione smart del Call Center

Il software per la gestione smart del Call Center Connecting Business with Technology Solutions. Il software per la gestione smart del Call Center Center Group srl 1 Comunica : per la gestione intelligente del tuo call center Comunica è una web application

Dettagli

2.0 DAL WEB. social. tecnologico, 2006. Reply www.reply.eu

2.0 DAL WEB. social. tecnologico, 2006. Reply www.reply.eu ALL INTERNO DEL FIREWALL: ENI 2.0 Il modo di lavorare è soggetto a rapidi cambiamenti; pertanto le aziende che adottano nuovi tool che consentono uno scambio di informazioni contestuale, rapido e semplificato

Dettagli

Nel regno degli esseri viventi non esistono cose, ma solo relazioni Gregory Bateson

Nel regno degli esseri viventi non esistono cose, ma solo relazioni Gregory Bateson Le Tecnologie della Relationship Management e l interazione con le funzioni ed i processi aziendali Angelo Caruso, 2001 Relationship Management Nel regno degli esseri viventi non esistono cose, ma solo

Dettagli

Milano, Settembre 2009 BIOSS Consulting

Milano, Settembre 2009 BIOSS Consulting Milano, Settembre 2009 BIOSS Consulting Presentazione della società Agenda Chi siamo 3 Cosa facciamo 4-13 San Donato Milanese, 26 maggio 2008 Come lo facciamo 14-20 Case Studies 21-28 Prodotti utilizzati

Dettagli

HORIZON SQL CONFIGURAZIONE DI RETE

HORIZON SQL CONFIGURAZIONE DI RETE 1-1/9 HORIZON SQL CONFIGURAZIONE DI RETE 1 CARATTERISTICHE DI UN DATABASE SQL...1-2 Considerazioni generali... 1-2 Concetto di Server... 1-2 Concetto di Client... 1-2 Concetto di database SQL... 1-2 Vantaggi...

Dettagli

CIO Survey 2014 La discontinuità digitale e la trasformazione dell ICT nelle aziende italiane Report di sintesi dei risultati emersi

CIO Survey 2014 La discontinuità digitale e la trasformazione dell ICT nelle aziende italiane Report di sintesi dei risultati emersi CIO Survey 2014 La discontinuità digitale e la trasformazione dell ICT nelle aziende italiane Report di sintesi dei risultati emersi CIO Survey 2014 NetConsulting 2014 1 INDICE 1 Gli obiettivi della Survey...

Dettagli

Intalio. Leader nei Sistemi Open Source per il Business Process Management. Andrea Calcagno Amministratore Delegato

Intalio. Leader nei Sistemi Open Source per il Business Process Management. Andrea Calcagno Amministratore Delegato Intalio Convegno Open Source per la Pubblica Amministrazione Leader nei Sistemi Open Source per il Business Process Management Navacchio 4 Dicembre 2008 Andrea Calcagno Amministratore Delegato 20081129-1

Dettagli

Analisi per tutti. Panoramica. Considerazioni principali. Business Analytics Scheda tecnica. Software per analisi

Analisi per tutti. Panoramica. Considerazioni principali. Business Analytics Scheda tecnica. Software per analisi Analisi per tutti Considerazioni principali Soddisfare le esigenze di una vasta gamma di utenti con analisi semplici e avanzate Coinvolgere le persone giuste nei processi decisionali Consentire l'analisi

Dettagli

Enterprise Services Infrastructure ESI 2.0

Enterprise Services Infrastructure ESI 2.0 Enterprise Services Infrastructure ESI 2.0 Caratteristiche e Posizionamento ver. 2.1 del 21/01/2013 Cos è ESI - Enterprise Service Infrastructure? Cos è ESI? ESI (Enteprise Service Infrastructure) è una

Dettagli

Mobile Enterprise: produttività recuperata per 9 miliardi di nel 2014

Mobile Enterprise: produttività recuperata per 9 miliardi di nel 2014 Osservatori Digital Innovation del Politecnico di Milano www.osservatori.net COMUNICATO STAMPA Osservatorio Mobile Enterprise Mobile Enterprise: produttività recuperata per 9 miliardi di nel 2014 Il mercato

Dettagli

REALIZZARE UN MODELLO DI IMPRESA

REALIZZARE UN MODELLO DI IMPRESA REALIZZARE UN MODELLO DI IMPRESA - organizzare e gestire l insieme delle attività, utilizzando una piattaforma per la gestione aziendale: integrata, completa, flessibile, coerente e con un grado di complessità

Dettagli

ITIL. Introduzione. Mariosa Pietro

ITIL. Introduzione. Mariosa Pietro ITIL Introduzione Contenuti ITIL IT Service Management Il Servizio Perchè ITIL ITIL Service Management life cycle ITIL ITIL (Information Technology Infrastructure Library) è una raccolta di linee guida,

Dettagli

Gestione delle Architetture e dei Servizi IT con ADOit. Un Prodotto della Suite BOC Management Office

Gestione delle Architetture e dei Servizi IT con ADOit. Un Prodotto della Suite BOC Management Office Gestione delle Architetture e dei Servizi IT con ADOit Un Prodotto della Suite BOC Management Office Controllo Globale e Permanente delle Architetture IT Aziendali e dei Processi IT: IT-Governance Definire

Dettagli

un occhio al passato per il tuo business futuro

un occhio al passato per il tuo business futuro 2 3 5 7 11 13 17 19 23 29 31 37 41 43 47 53 59 61 un occhio al passato per il tuo business futuro BUSINESS DISCOVERY Processi ed analisi per aziende virtuose Che cos è La Business Discovery è un insieme

Dettagli

Business Intelligence: dell impresa

Business Intelligence: dell impresa Architetture Business Intelligence: dell impresa Silvana Bortolin Come organizzare la complessità e porla al servizio dell impresa attraverso i sistemi di Business Intelligence, per creare processi organizzativi

Dettagli

Piazza delle Imprese alimentari. Viale delle Manifatture. Via della Produzione

Piazza delle Imprese alimentari. Viale delle Manifatture. Via della Produzione Piazza delle Imprese alimentari Viale delle Manifatture Via della Produzione PASSEPARTOUT MEXAL è una soluzione gestionale potente e completa per le imprese che necessitano di un prodotto estremamente

Dettagli

ghd crea una comunità online professionale che si dedica all acconciatura. Grazie a hybris.

ghd crea una comunità online professionale che si dedica all acconciatura. Grazie a hybris. ghd crea una comunità online professionale che si dedica all acconciatura. Grazie a hybris. Sin dal lancio, avvenuto dieci anni fa, il marchio ghd è diventato sinonimo di prodotti di hair styling di fascia

Dettagli

Descrizione tecnica Indice

Descrizione tecnica Indice Descrizione tecnica Indice 1. Vantaggi del sistema Vertical Booking... 2 2. SISTEMA DI PRENOTAZIONE ON LINE... 3 2.1. Caratteristiche... 3 I EXTRANET (Interfaccia per la gestione del programma)... 3 II

Dettagli

Pronti per la Voluntary Disclosure?

Pronti per la Voluntary Disclosure? Best Vision GROUP The Swiss hub in the financial business network Pronti per la Voluntary Disclosure? Hotel de la Paix, 21 aprile 2015, ore 18:00 Hotel Lugano Dante, 22 aprile 2015, ore 17:00 Best Vision

Dettagli

CAPITOLO CAPIT Tecnologie dell ecnologie dell info inf rmazione e controllo

CAPITOLO CAPIT Tecnologie dell ecnologie dell info inf rmazione e controllo CAPITOLO 8 Tecnologie dell informazione e controllo Agenda Evoluzione dell IT IT, processo decisionale e controllo Sistemi di supporto al processo decisionale Sistemi di controllo a feedback IT e coordinamento

Dettagli

Indice dell'economia e della società digitali 1 2015 2

Indice dell'economia e della società digitali 1 2015 2 Indice dell'economia e della società digitali 1 2015 2 Profilo per paese L', con un 3 complessivo pari a 0,36, è venticinquesima nella classifica dei Stati membri dell'. Nell'ultimo anno ha fatto progressi

Dettagli

In Viaggio Verso la Unified Communication Pianificare il Percorso

In Viaggio Verso la Unified Communication Pianificare il Percorso White Paper In Viaggio Verso la Unified Communication Pianificare il Percorso Executive Summary Una volta stabilito il notevole impatto positivo che la Unified Communication (UC) può avere sulle aziende,

Dettagli

Resellers Kit 2003/01

Resellers Kit 2003/01 Resellers Kit 2003/01 Copyright 2002 2003 Mother Technologies Mother Technologies Via Manzoni, 18 95123 Catania 095 25000.24 p. 1 Perché SMS Kit? Sebbene la maggior parte degli utenti siano convinti che

Dettagli

COME NASCE L IDEA IMPRENDITORIALE E COME SI SVILUPPA IL PROGETTO D IMPRESA: IL BUSINESS PLAN

COME NASCE L IDEA IMPRENDITORIALE E COME SI SVILUPPA IL PROGETTO D IMPRESA: IL BUSINESS PLAN COME NASCE L IDEA IMPRENDITORIALE E COME SI SVILUPPA IL PROGETTO D IMPRESA: IL BUSINESS PLAN La nuova impresa nasce da un idea, da un intuizione: la scoperta di una nuova tecnologia, l espansione della

Dettagli

UMB Power Day. 15-11-2012 Lugano-Paradiso

UMB Power Day. 15-11-2012 Lugano-Paradiso UMB Power Day 15-11-2012 Lugano-Paradiso Mission Competenza e flessibilità al fianco delle imprese che necessitano di esperienza nel gestire il cambiamento. Soluzioni specifiche, studiate per migliorare

Dettagli

Ministero del Lavoro e della Previdenza Sociale. Direzione generale per l'attività Ispettiva

Ministero del Lavoro e della Previdenza Sociale. Direzione generale per l'attività Ispettiva Ministero del Lavoro e della Previdenza Sociale Direzione generale per l'attività Ispettiva Direzione generale della Tutela delle Condizioni di Lavoro Roma, 14 Giugno 2006 Circolare n. 17/2006 Prot. N.

Dettagli

BOARD in Eisai: crescere con il Performance Management

BOARD in Eisai: crescere con il Performance Management BOARD in Eisai: crescere con il Performance Management Gli aspetti maggiormente apprezzabili nell utilizzo di BOARD sono la tempestività nel realizzare ambienti di analisi senza nessun tipo di programmazione

Dettagli