Ringraziamenti. Ringraziamenti

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Ringraziamenti. Ringraziamenti"

Transcript

1 Ringraziamenti Ringraziamenti Vorrei porre i miei più sentiti ringraziamenti al professor Marco Brambilla per avermi introdotto nell azienda ESA Elettronica e per avermi concesso il suo prezioso tempo ed aiuto, supportandomi e sopportandomi nella stesura della tesi. Grazie all ingegner Stefano Longoni e al signor Alberto Pedretti per avermi dato il loro aiuto e consiglio durante il mio periodo di stage in ESA Elettronica S.p.a. Vorrei ringraziare l Ufficio Marketing di ESA Elettronica S.p.a. e la famiglia Colombo per avermi seguito durante il mio periodo di tirocinio in azienda e per avermi concesso la possibilità di continuare il rapporto di collaborazione con loro. Ringrazio in assoluto i miei familiari che mi hanno concesso sempre il loro appoggio, morale ed economico, senza mettermi mai pressione negli studi. Ringrazio me stesso, che alla fine ho raggiunto il traguardo. 1

2 Indice Indice Introduzione pag. 4 Capitolo 1 : il settore dell automazione industriale 1.1 Il quadro nazionale dell automazione industriale Il quadro internazionale dell automazione industriale pag Il quadro europeo dell automazione industriale pag Il quadro dell automazione in Italia pag Strategie e dinamiche competitive I prodotti PLC pag Le Leve Competitive pag. 16 Capitolo 2 : CRM (Customer Relationship Management) 2.1 Concetto di CRM nelle PMI pag Tecnologie & CRM pag La pianificazione strategica del CRM pag Architettura tecnologica del CRM pag. 40 Capitolo 3 : l Azienda ESA Elettronica 3.1 Struttura dell azienda pag I Prodotti aziendali pag Analisi del mercato pag. 56 2

3 Indice Capitolo 4 : il CRM nella realtà ESA Elettronica 4.1 Il Sistema Informativo aziendale pag Integrazione del CRM nel Sistema Informativo Aziendale Struttura del sistema CRM pag Database Marketing pag Importazione ed esportazione dei dati pag Lo strumento CRM Benefici del sistema CRM pag Moduli CRM pag. 74 Capitolo 5 : Analisi dei bisogni e risultati attesi dall introduzione del CRM in azienda 5.1 Introduzione 5.2 Analisi dei Bisogni pag Processi Coinvolti dal prodotto CRM Processo di Gestione ed Invio dell Ordine Re-ingegnerizzazione del processo di Gestione ed Invio pag. 99 dell Ordine pag Effetti positivi derivanti dall introduzione del CRM in azienda 5.5 Indicatori di Prestazione 5.6 Confronto dei Costi pag. 105 pag. 110 pag. 114 pag. 120 Conclusioni pag. 123 Bibliografia pag

4 Introduzione Introduzione Il progetto CRM è stato introdotto nell azienda ESA Elettronica agli inizi del 2005 a seguito della necessità di avere a disposizione un pacchetto completo di informazioni riguardanti il cliente, attore fondamentale per la sopravvivenza ed il successo di un azienda. L accentramento delle informazioni che coinvolgono il cliente è stato necessario per sopperire alla notevole dispersione di informazioni interne aziendali, adottando una logica interna customer oriented. Tale logica consente di elevare il cliente a vero patrimonio dell intera azienda, focalizzando le attività aziendali verso l accrescimento del valore del cliente stesso. IL CRM (Customer Relationship Management) è un sistema di gestione, organizzazione e controllo delle relazioni tra cliente ed azienda. Il CRM è sostanzialmente una grande struttura capace di fornire lo strumento per conservare la fedeltà del cliente nel tempo, ottimizzando la gestione della relazione con il cliente. L attività di inserimento di un progetto CRM nello scenario di una azienda, ha previsto il completamento di quattro fasi (evidenziate nei capitoli seguenti): Implementazione Addestramento Consulenza Tecnologia La realizzazione di tali fasi per il completamento del progetto CRM ha previsto l inserimento della figura di uno stagista del Politecnico di Milano all interno dell azienda, focalizzando la sua attività verso l implementazione totale del sistema in azienda e indirizzandolo verso l apprendimento e l esecuzione di tre fasi essenziali: 1. Focus sullo studio ed analisi del sistema CRM in azienda ed approfondimento dello strumento CRM, della funzionalità e della metodologia del suo utilizzo, studiandone alcuni processi. L analisi affrontata ha permesso lo studio dei potenziali miglioramenti da attuare al sistema. 4

5 Introduzione 2. Verifica, controllo e gestione dell applicativo CRM in azienda, verificando e gestendo le funzionalità del sistema e le metodologie di intervento in eventuali malfunzionamenti interni del prodotto CRM. 3. Inserimento di dati nel Database Marketing, operando un attenta validazione degli stessi per consolidare il dato nel Database Marketing. Si è operato principalmente sui nominativi Prospect presenti nel database, cercando di fornire una completezza dati che avesse permesso di completare l informazione legata al cliente. L esecuzione di queste attività consente di migliorare la gestione delle relazioni con i clienti, offrendo una struttura più solida e produttiva da cui reperire le informazioni per l avvio di attività di marketing. La tesi offre una panoramica generale del sistema CRM in una PMI del Nord Italia: essa è strutturata fornendo, inizialmente, un concetto di piattaforma CRM e analizzando, in seguito, il vero e proprio applicativo CRM presente in azienda. E stata proposta un ulteriore analisi in dettaglio dei bisogni che hanno portato all introduzione dell applicativo CRM in azienda e sono stati valutati poi i risultati ottenuti dall implementazione di esso nel quotidiano aziendale. Queste tematiche sono svolte ed ampliate nei capitoli seguenti della tesi. 5

6 Capitolo 1 Capitolo 1: il settore dell automazione industriale 1.1 Il Quadro Nazionale dell Automazione Industriale In questo paragrafo si intende fornire un quadro generale dell automazione industriale nelle aree più sviluppate a livello mondiale Il quadro internazionale dell automazione industriale Il mercato mondiale dell automazione industriale si è assestato nel 2003 su un fatturato di circa milioni di euro, in condizioni di sostanziale stabilità rispetto al In particolare i mercati tradizionali, ovvero Europa e Nord America, si sono mantenuti stabili, così come il mercato asiatico. Ad un maggiore livello di dettaglio, è possibile evidenziare come il mercato giapponese abbia subito una leggera flessione mentre altri mercati orientali, quali Cina ed India, abbiano registrato una leggera crescita. Il grafico 1.1 riporta la ripartizione del fatturato registrato nel 2003 tra le principali aree geografiche: Europa, Medio Oriente, Africa Resto del Mondo Asia Nord America Figura 1.1 Il mercato mondiale dell'automazione industriale per area geografica nel 2003 (dati in milioni di euro) 6

7 Capitolo 1 Nel grafico seguente si riporta la ripartizione nel 2003 dell automazione industriale in relazione ai diversi mercati di sbocco: industria di processo, industria manifatturiera, reti di distribuzione (dette reti di pubblica utilità) e automazione degli edifici. Il grafico 1.2 evidenzia il peso dell industria di processo all interno del mercato dell automazione industriale. Industria di processo % Reti di ditribuzione % Automazione degli edifici % Industria manifatturiera % Figura 1. 2 Articolazione della domanda per mercati di sbocco nel 2003 (dati in milioni di euro) 7

8 Capitolo Il quadro europeo dell automazione industriale Il mercato dell automazione industriale in Europa è stato pari a milioni di euro, che sommati ai mercati di Medio Oriente e Africa divengono milioni di euro. La suddivisione tra i maggiori paesi è riportata nella figura seguente: Altro UK Spagna Italia Francia Benelux Germania Medio Oriente, Africa Figura 1.3 Il mercato europeo dell'automazione industriale per area geografica nel 2003 (dati in milioni di euro) Nei grafici che seguono si fa riferimento all insieme delle tre aree: Europa, Medio Oriente e Africa. Nel grafico seguente si riporta la ripartizione dell automazione industriale in relazione ai diversi mercati di sbocco: industria di processo, industria manifatturiera, reti di distribuzione e automazione degli edifici. Il grafico 1.4 evidenzia, in linea con quanto emerso a livello mondiale, il peso dell industria di processo all interno del mercato dell automazione industriale. 8

9 Capitolo 1 Industria di processo % Reti di ditribuzione % Automazione degli edifici % Industria manifatturiera % Figura 1.4 Articolazione della domanda per mercati di sbocco nel 2003 (dati in milioni di euro) Il quadro dell automazione industriale in Italia Nel 2003, il fatturato complessivo realizzato da operatori nazionali e multinazionali operanti in Italia, relativo sia alle vendite sul mercato interno sia alle esportazioni dirette, è stato di milioni di euro. Il mercato interno, ossia le vendite effettuate sul mercato italiano, ha registrato un fatturato di milioni di euro. La produzione italiana di operatori nazionali e multinazionali direttamente destinata all esportazione, ossia le esportazioni dirette, è stata pari a 399 milioni di euro. Il mercato interno rappresenta, quindi, l 87,2% del fatturato complessivo mentre le esportazioni dirette rappresentano il restante 12,8%. L incidenza di questi mercati è simile a quella registrata nel La figura 1.5 mostra il mercato dell automazione in Italia nel 2003: 9

10 Capitolo 1 Esportazioni dirette 13% Mercato Interno 87% Figura 1.5 Il mercato dell'automazione industriale in Italia nel 2003 Rispetto al 2002, il mercato italiano complessivo è lievemente diminuito, del 0,28% (3.218,5 milioni di euro nel 2002); tale diminuzione è imputabile sia alla contrazione del mercato interno (diminuzione del 2,8%), sia a quella delle esportazioni dirette (diminuzione del 2,3%). Relativamente al solo mercato interno, il fatturato destinato all Italia rappresenta l 80,99% (2.211 milioni di euro), la restante parte è invece destinata all estero rappresentando così le esportazioni indirette (519 milioni di euro). La figura seguente 1.6 mostra, invece, la composizione della domanda interna nel Mercato interno destinazione estero 19% Mercato interno destinazione Italia 81% Figura 1.6 Il mercato interno dell'automazione in Italia nel

11 Capitolo 1 Rispetto al 2002, il mercato domestico è lievemente diminuito (2,4%); analogamente le esportazioni indirette sono calate del 4,59% (544 milioni di euro nel 2002). I mercati cui è destinata la produzione italiana sono tre: industria di processo (energia elettrica, olio e gas, chimica, alimentare, cartaria ecc..) industria manifatturiera (apparecchiature, macchinari, automobili, elettrodomestici, abbigliamento e tessuti ecc.) reti di distribuzione (pubbliche e private, per il trasporto e la distribuzione di energia elettrica, gas, acqua,ecc.) Prendendo come riferimento il fatturato complessivo di milioni di euro, il 45,76% (1.432 milioni di euro) è destinato all industria di processo, il 44,68% (1.398 milioni di euro) all industria manifatturiera, il 9,56% (299 milioni di euro) alle reti di distribuzione. La figura 1.7 mostra in grafico i dati rilevati: Industria di processo 1432 mln Reti di ditribuzione 299 mln Industria manifatturiera 1398 mln Figura 1. 7 Articolazione della domanda per segmento di mercato in Italia nel

12 Capitolo STRATEGIE E DINAMICHE COMPETITIVE I prodotti PLC I sistemi di controllo a base PLC (Programmable Logic Controller), o controllori programmabili, sono dispositivi impiegati in ambito industriale per supportare e favorire la capacità di calcolo e di elaborazione. All interno dei sistemi di controllo a base PLC un elemento distintivo è rappresentato dai visualizzatori multi-funzione. Questi permettono all operatore di avere il controllo dell apparecchiatura attraverso la visualizzazione delle informazioni dello stato della macchina, la gestione delle emergenze a seguito della segnalazione di allarmi e l impostazione di parametri per definire i cicli di lavorazione. Tali funzioni sono adottate da una gamma prodotti molto vasta che è suddivisa in: dialogo operatore; supervisione; computer industriali; Il dialogo operatore è una soluzione integrata di hardware (ovvero il pannello) e software (ovvero la visualizzazione e l inserimento di dati) ed è composta dai seguenti tipi di terminali: visualizzatori di testo non intelligente; terminali grafici; terminali Touch Screen; La supervisione fa prevalentemente riferimento ad un sistema dedicato alla supervisione del sistema ed all acquisizione dei dati; l azienda ESA Elettronica non è presente in tale attività di business. I computer industriali sono dei computer aventi caratteristiche di robustezza e affidabilità tali da essere utilizzati in ambienti industriali. Sono creati a partire da piattaforme standard e progettati per assicurare il funzionamento in condizioni ambientali gravose ed una longevità superiore a quella offerta dai comuni computer. In passato i PLC hanno mostrato maggiore adattabilità rispetto ai PC ad operare nelle condizioni disagiate tipiche della produzione industriale. La maggiore adattabilità era garantita da una serie di fattori: 12

13 Capitolo 1 una elevata capacità di inserirsi nell ambiente di lavoro grazie alla loro maggiore robustezza, all insensibilità ai disturbi e alla protezione da agenti esterni inquinanti; una ottima capacità di inserirsi nel processo progettuale in funzione della cultura prevalente; una elevata capacità di colloquiare con l ambiente circostante attraverso sezioni Input-Output (I/O); Negli ultimi anni, invece, si è registrato un maggiore utilizzo di PC industriali in seguito a miglioramenti che hanno permesso loro di inglobare le caratteristiche distintive dei PLC. Nonostante si osservi una maggiore presenza di PC all interno delle macchine e degli impianti, il mercato dei PLC è ancora fortemente presente nella realtà industriale. Questo testimonia la possibilità di convivenza tra le due soluzioni di controllo che, in passato, erano viste da molti alternative. o Contenuto tecnologico delle produzioni Le componenti tecnologiche fondamentali dei sistemi di automazione sono: hardware, software applicativo, software di ottimizzazione e gestione, messa in servizio e manutenzione. Il grafico 1.8 mostra la distribuzione del valore delle diverse componenti nei sistemi Programmable Logic Controller (PLC). In termini generali, emerge come l hardware sia tuttora il fattore principale (circa il 40%). Il software applicativo si assesta intorno al 35% mentre il software di ottimizzazione e gestione contribuisce per circa il 14% e la messa in servizio e manutenzione per circa l 11%. 13

14 Capitolo 1 Software di gestione e ottimizzazione 14% Messa in servizio e manutenzione 11% Software applicativo 35% Hardware 40% Figura 1.8 Contenuto tecnologico dei PLC nel 2002 Tra il 2002 ed il 2005 si è avuto un progressivo spostamento del contenuto tecnologico dall hardware al software, individuando la componente software come elemento distintivo dei sistemi offerti. Attualmente il software rappresenta il fattore tecnologico critico alla base della differenziazione delle produzioni e della capacità di adattamento alle esigenze del cliente (customizzazione). Inoltre la capacità di offrire sistemi chiavi in mano determina la continua crescita di componenti quali il software di ottimizzazione e gestione e la componente relativa alla messa in servizio. La stima del mercato italiano dei sistemi PLC è di 610 milioni di euro, circa il 19,5% del mercato dell automazione industriale in Italia.. E da annoverare, perciò, che i prodotti PLC ritagliano una vasta parte del mercato italiano: è necessario, quindi, concentrarsi sul cliente PLC, principale risorsa del mercato italiano dell automazione industriale. Il grafico 1.9 presenta la ripartizione tra mercato italiano, verso l Italia e verso l estero, ed esportazioni dirette del mercato nel 2003: 14

15 Capitolo 1 Esportazioni dirette 30 mln Esportazioni indirette 100 mln Mercato interno verso l'italia 480 mln Figura 1.9 Il mercato italiano dei sistemi di controllo a base PLC nel 2003 La domanda di mercato ha registrato una flessione pari a circa dieci punti percentuali rispetto al 2002, evidenziando un decremento sul fronte del mercato interno verso l Italia (diminuzione 3%), delle esportazioni indirette (diminuzione del 31%) e delle esportazioni dirette (diminuzione del 25%). In riferimento alle diverse componenti di un sistema PLC, si sono registrate le variazioni di fatturato e di quantità così presentate nel grafico seguente: Fatturato Volume 6,0% 4,0% 4,6% 25,0% 20,0% 19,0% 2,0% 1,1% 15,0% 0,0% SW - Supervisione Dialogo Operatore PC Industriali 10,0% 5,0% 7,6% -2,0% 0,0% SW - Supervisione Dialogo Operatore PC Industriali -4,0% -5,0% -4,6% -5,7% -6,0% -10,0% Figura 1.10 Variazioni rispetto al 2002 del fatturato e del volume dei principali componenti di un sistema PLC 15

16 Capitolo 1 Il grafico 1.10 mostra come i PC industriali stiano acquisendo maggiore visibilità all interno delle aziende, misurabile da un trend in continua crescita, a discapito però del componente dialogo operatore, il quale ha subito una lieve flessione rispetto al Si nota, inoltre, l aumento sostanziale dei volumi di vendita relativi al componente Software supervisione, attuale punto di forza e di differenziazione nel mercato dei dispositivi a logica programmabile (PLC) Le Leve Competitive In passato, per molti attori operanti nel settore dell automazione industriale l obiettivo primario strategico era rappresentato dalla realizzazione di prodotti e sistemi che potessero trovare applicazione in una molteplicità di comparti industriali. Gli operatori, quindi, si sono tradizionalmente orientati verso l adozione di soluzioni modulari al fine di definire componenti o parti modularmene impiegabili in diverse applicazioni finali. Conseguente, i fornitori di tecnologia si sono orientati a creare piattaforme tecnologiche sulle quali sviluppare diverse generazioni di prodotto. Lo scenario competitivo attuale appare profondamente mutato. Le strategie dei produttori di automazione si sono orientate verso il cliente, seguendo una logica customer oriented, logica adottata nelle proprie strategie e nel proprio business. In termini generali, le strategie di business dei produttori di automazione sono oggi: customizzazione dei prodotti e servizi offerti, offerta di sistemi chiavi in mano, rafforzamento dei servizi post-vendita. A questi tre fattori competitivi se ne affiancano altri che rappresentano leve competitive più tradizionali. Analizziamo ora le attuali leve competitive del mercato dell automazione industriale. 16

17 Capitolo 1 o Customizzazione I produttori di sistemi di automazione sono fortemente focalizzati sulla fornitura di soluzioni rispondenti alle esigenze specifiche degli utilizzatori. La tendenza, infatti, è quella di offrire prodotti differenziati e customizzati sulle esigenze del cliente finale, seguendo una logica di customer satisfaction. Una prima conseguenza della maggiore customizzazione è riscontrabile nelle limitate possibilità di creare piattaforme tecnologiche sulla base delle quali sviluppare prodotti destinati a diversi impieghi. La customizzazione avviene in particolare attraverso la parte software del sistema, mentre la componente hardware può ancora essere concepita e sviluppata in modo modulare. o Offerta di sistemi chiavi in mano I produttori di sistemi di automazione sono chiamati ad assumersi responsabilità di servizi che precedentemente gli utilizzatori svolgevano internamente. Gli utilizzatori, infatti, nell intento di contrarre le risorse da dedicare alle attività di coordinamento tra i diversi fornitori, tendono a richiedere sistemi chiavi in mano. Pertanto i produttori di sistemi sono chiamati ad accrescere la capacità sistematica di integrazione della componentistica. La capacità di offrire una soluzione integrata è divenuta l elemento guida per molti utilizzatori nella scelta del proprio fornitore. Ne è emersa una tendenza da parte dei fornitori di sistemi di automazione di spostar sempre più la propria offerta da prodotti e servizi specifici di alcune fasi del processo produttivo verso prodotti e servizi che abbiano come riferimento l intero processo produttivo. La capacità di offrire sistemi chiavi in mano si accompagna alla crescita della componente di servizio offerta unitamente al sistema, in particolare l ottimizzazione del sistema, la gestione del sistema e la messa in servizio. Ciò denota che l utilizzatore finale, il cliente, assume maggiore importanza nel mercato attuale, in quanto deve ricoprire nuovi ruoli, diventando il responsabile del funzionamento e della gestione del prodotto utilizzato. La figura seguente mostra l evoluzione dell offerta verso soluzioni integrate, che forniscono numerosi servizi ed alta capacità di autogestione del sistema. 17

18 Capitolo 1 Alta Capacità di offrire servizi Bassa Capacità di offrire sistemi chiavi in mano Figura 1.11 Evoluzione dell offerta o Servizio post-vendita Il servizio post-vendita rappresenta un ulteriore fattore di competizione nel mercato dell automazione industriale. La crescente rilevanza di tale fattore è evidenziata dall aumento delle richieste ai fornitori di sistemi di automazione, operate dagli utilizzatori del servizio, di servizi post-vendita quali la manutenzione, l assistenza e la riparazione. In tal modo, il rischio di elevati costi di manutenzione si sposta dagli utilizzatori di sistemi di automazione ai fornitori. E importante, quindi, stabilire e mantenere dei rapporti stretti e continui con i propri clienti con l obiettivo di fidelizzazione e soddisfazione degli stessi. o Qualità (affidabilità) Un fattore tradizionalmente importante è rappresentato dalle caratteristiche prestazionali dei prodotti. La dimensione prestazionale critica dal punto di vista competitivo è rappresentata dalla qualità del prodotto offerto in termini di affidabilità dello stesso. In termini generali, si può affermare che i prodotti dell automazione sono alla base del funzionamento degli impianti. Pertanto, l elemento prestazionale critico è la garanzia di funzionamento sia dei sistemi sia dei componenti dell automazione. Offrire prodotti di qualità ha un duplice effetto: in primo luogo porta alla minimizzazione del rischio di 18

19 Capitolo 1 elevati costi di manutenzione; in secondo luogo, favorisce la creazione di relazioni di lungo periodo e produce come effetto la fidelizzazione dei clienti. o Costo Il fattore costo, affiancato ai fattori sopra citati, diventa un elemento di minor importanza, ma non da trascurare. La sensibilità della domanda al fattore costo appare, in generale, elevata, ma subordinata al fattore qualitativo che viene percepito come un elemento soglia, ovvero una sorta di prerequisito che deve essere soddisfatto. Le leve competitive più importanti nel segmento dei PLC sono i servizi post-vendita e l affidabilità di prodotto. Il mercato italiano è prevalentemente composto da costruttori di macchine che vengono vendute all estero: pertanto, la rete di assistenza dei produttori di dispositivi a logica programmabile è sicuramente vasta. Di conseguenza, la capacità di intervento e di risoluzione dei problemi che possono sorgere durante la fase di utilizzo del prodotto deve essere elevata. Poiché i sistemici controllo a base PLC possono gestire impianti di grandi dimensioni il cui arresto provocherebbe gravi danni all impresa, è facile comprendere come sia importante avere dei prodotti affidabili. Pertanto il costo non è da considerarsi una leva prioritaria: l utilizzatore è generalmente disposto a sostenere elevati costi di acquisto pur di avere la garanzia dell affidabilità. 19

20 Capitolo 2: CRM (Customer Relationship Management) Capitolo Concetto di CRM nelle PMI All'interno delle imprese, uno degli elementi centrali di qualsiasi attività di business è il concetto di attenzione per il cliente; tale attività si articola nel capire a quale target di clientela ci si deve rivolgere, nello studiare le formule migliori per interessare i potenziali acquirenti e nel conservare la loro fedeltà nel tempo, elemento più importante di qualsiasi attività di business. Infatti, ogni acquisto effettuato dai consumatori è strettamente legato con la fase che precede l'acquisto e con il momento di assistenza successiva da parte dell'impresa, entrambe necessarie per garantire la piena soddisfazione del cliente. La transazione diventa quindi un'operazione complessa, composta da momenti differenti, ma strettamente correlati dal comune obiettivo di stabilire una relazione tra l'impresa ed i suoi consumatori, intesi come utilizzatori del prodotto. Gli strumenti per cogliere questi obiettivi rientrano nelle iniziative di marketing, che seguono la filosofia che sta alla base del marketing e che può essere riassunta come l orientamento dell impresa a soddisfare i bisogni dei clienti, individui o organizzazioni, meglio della concorrenza e nel rispetto degli obiettivi aziendali generali. Negli ultimi anni, però, la tecnologia dell'informazione ha messo a disposizione delle aziende strumenti informatici molto potenti che, se ben utilizzati, possono supportare efficacemente l'organizzazione nell'apertura verso il proprio mercato. Tutte le soluzioni software ideate per questo scopo appartengono alla famiglia di applicazioni del CRM (Customer Relationship Management ). Il CRM è un concetto molto ampio che si è cercato di racchiudere in una definizione generale: grande insieme di processi e di tecnologie per la gestione dei rapporti con i clienti potenziali e quelli consolidati e con i partner commerciali nel marketing, nelle vendite e nei servizi. Tale definizione racchiude l essenza della logica Customer Relationship Management. In specifico, il CRM può essere schematizzato in: CRM operativo: insieme di soluzioni metodologiche e tecnologiche per automatizzare i processi di business che prevedono il contatto diretto con il cliente. 20

21 Capitolo 2 CRM analitico: insieme di procedure e strumenti per migliorare la conoscenza del cliente attraverso l'estrazione di dati dal CRM operativo, la loro analisi e lo studio revisionale sui comportamenti dei clienti stessi. CRM collaborativo: insieme di metodologie e tecnologie integrate con gli strumenti di comunicazione ( telefono, fax, , ecc. ) per gestire il contatto con il cliente. Gli obiettivi principali ai quali le aziende devono oggi rispondere consistono principalmente nel rendere il più efficiente possibile il processo di vendita e la gestione del cliente, impegnarsi nel customer service, creare nuove opportunità di profitto per l impresa. In questo senso, il Customer Relationship Management rappresenta una nuova opportunità di business per le imprese, in cui si cerca di ottimizzare il grado di soddisfazione dei clienti e dei partner, delle vendite e dell efficienza attraverso la costruzione di rapporti quanto più solidi possibili a livello organizzativo. L'obiettivo dei progetti di CRM è proprio quello di creare un rapporto profittevole a lungo termine con la clientela per mezzo di tre attività congiunte: creare costruire curare la relazione con il cliente. Lavorare per il cliente e, quindi, soddisfare il cliente rappresenta, oggigiorno, il principale fattore di successo di un azienda che vuole sopravvivere nel mercato. Nell'attuale contesto aziendale si sente, inoltre, l'esigenza di nuovi modelli organizzativi dettata dalla globalizzazione economica e accentuata in Europa dalla moneta unica ed è indiscutibile che l'allargamento degli orizzonti sia agevolato dalle funzionalità offerte dalla tecnologia. Infatti, il vero punto di svolta è rappresentato dall'integrazione delle applicazioni a supporto della gestione interna e dei rapporti con gli esterni. La modifica dei tradizionali processi di business rappresenta uno dei principali vantaggi del CRM, attività che ha un impatto diretto nel motore dell azienda. Infatti, il CRM è inteso come una strategia aziendale progettata per ottimizzare la redditività, le vendite e la soddisfazione di clienti (customer satisfaction) e basata sull organizzazione aziendale focalizzata sul cliente, la promozione della soddisfazione dei clienti e la gestione dei processi che collegano clienti e fornitori. 21

22 Capitolo 2 Le aziende di maggiore successo dimostrano abilità nell identificare, capire e soddisfare i bisogni e le richieste dei clienti. I dirigenti aziendali vedono i rapporti a lungo termine con i clienti maggiori come la chiave rivolta alla stabilità aziendale in un mercato in continua evoluzione e stanno portando le proprie aziende ad essere sempre più concentrate sul cliente. Questo tipo di approccio che porta ad evidenziare i clienti top, a comprenderne le richieste e rivolgere le attività aziendali al soddisfacimento di tali richieste, è un concetto fondamentale del Customer Relationship Management. Il CRM, quindi, è molto di più di una tecnologia o di una suite di programmi software; è un processo di business complesso e articolato, che coinvolge tecnologie, persone, metodologie. Focalizzare il cliente, include l abilità di gestire tutti i canali attraverso i quali i clienti possono entrare in contatto con l azienda. La tecnologia è lo strumento che consente al personale dell azienda di essere più efficiente ed efficace in ogni interazione con i clienti. Il sistema CRM, quindi, offre tutti gli strumenti necessari per automatizzare, gestire ed integrare le attività di vendita, marketing e customer service. Visto principalmente come approccio strategico, il Customer Relationship Management si focalizza verso la crescita di relazioni durature con i migliori clienti, allo scopo di: o Aumentare il numero di clienti; o Mantenere i clienti migliori, o Gestire ed interagire con i prospect, soggetti verso i quali è rivolta l attività di marketing dell impresa necessaria all instaurazione di un rapporto proficuo di mercato; o Aumentare gli ordini dei clienti; o Avere una visione del cliente piuttosto che una visione del prodotto ; o Fidelizzare i clienti attraverso relazioni personali; 22

Criteri fondamentali per un sistema CRM

Criteri fondamentali per un sistema CRM Criteri fondamentali per un sistema CRM Definizione di C.R.M. - Customer Relationship Management Le aziende di maggiore successo dimostrano abilità nell identificare, capire e soddisfare i bisogni e le

Dettagli

Marketing & Sales: le reazioni alla crisi

Marketing & Sales: le reazioni alla crisi Marketing & Sales: le reazioni alla crisi I risultati di un indagine empirica 1 1. IL CAMPIONE ESAMINATO 2 Le imprese intervistate Numero imprese intervistate: 14 Imprese familiari. Ruolo centrale dell

Dettagli

Il CRM operativo. Daniela Buoli. 2 maggio 2006

Il CRM operativo. Daniela Buoli. 2 maggio 2006 Il CRM operativo 2 maggio 2006 1. Il marketing relazionale Il marketing relazionale si fonda su due principi fondamentali che è bene ricordare sempre quando si ha l opportunità di operare a diretto contatto

Dettagli

Customer Relationship Management (Gestione Rapporto con i Clienti): cos'è e cosa può fare per aumentare la fedeltà dei Clienti

Customer Relationship Management (Gestione Rapporto con i Clienti): cos'è e cosa può fare per aumentare la fedeltà dei Clienti Customer Relationship Management (Gestione Rapporto con i Clienti): cos'è e cosa può fare per aumentare la fedeltà dei Clienti I profondi e rapidi cambiamenti che in questi anni si sono manifestati in

Dettagli

Le attività generatrici di valore nelle e-company: dalla catena alla rete del valore nelle relazioni intersistemiche

Le attività generatrici di valore nelle e-company: dalla catena alla rete del valore nelle relazioni intersistemiche Le attività generatrici di valore nelle e-company: dalla catena alla rete del valore nelle relazioni intersistemiche 1. La e-company: definizione e caratteristiche 2. Le tre direttrici di sviluppo del

Dettagli

Il Gruppo Esea Strumentazione di processo

Il Gruppo Esea Strumentazione di processo Il Gruppo Esea Strumentazione di processo Apparecchiature da campo e di analisi per l automazione di processo dalla A alla Z, tutto da un unico partner. Misura ciò che è misurabile, e rendi misurabile

Dettagli

Energy Data Management System (EDMS): la soluzione software per una gestione efficiente dell energia secondo lo standard ISO 50001

Energy Data Management System (EDMS): la soluzione software per una gestione efficiente dell energia secondo lo standard ISO 50001 Energy Data Management System (EDMS): la soluzione software per una gestione efficiente dell energia secondo lo standard ISO 50001 Oggi più che mai, le aziende italiane sentono la necessità di raccogliere,

Dettagli

Sfrutta appieno le potenzialità del software SAP in modo semplice e rapido

Sfrutta appieno le potenzialità del software SAP in modo semplice e rapido Starter Package è una versione realizzata su misura per le Piccole Imprese, che garantisce una implementazione più rapida ad un prezzo ridotto. E ideale per le aziende che cercano ben più di un semplice

Dettagli

GAT.crm Customer Solution Case Study

GAT.crm Customer Solution Case Study GAT.crm Customer Solution Case Study SET Contact Center di Successo con VoIp e Crm In breve Profilo aziendale La storia di SET inizia nel 1989 dalla ferma volontà di Valter Vestena, che dopo aver creato

Dettagli

Lexmark Favorisce la Trasformazione dell IT con le Soluzioni CA Service Assurance

Lexmark Favorisce la Trasformazione dell IT con le Soluzioni CA Service Assurance CUSTOMER SUCCESS STORY Febbraio 2014 Lexmark Favorisce la Trasformazione dell IT con le Soluzioni CA Service Assurance PROFILO DEL CLIENTE Settore: servizi IT Società: Lexmark Dipendenti: 12.000 Fatturato:

Dettagli

CRM E GESTIONE DEL CLIENTE

CRM E GESTIONE DEL CLIENTE CRM E GESTIONE DEL CLIENTE La concorrenza è così forte che la sola fonte di vantaggio competitivo risiede nella creazione di un valore superiore per i clienti, attraverso un investimento elevato di risorse

Dettagli

PRESENTAZIONE SERVIZI P.M.I.

PRESENTAZIONE SERVIZI P.M.I. PRESENTAZIONE SERVIZI P.M.I. Profilo La Società Hermes nasce nel 2010 per portare sul mercato le esperienze maturate da un team di specialisti e ricercatori informatici che hanno operato per anni come

Dettagli

RINCONVERSIONE DEL BUSINESS, GLOBALIZZAZIONE DELL OFFERTA E NUOVE TECNOLOGIE DI RIFERIMENTO: IL CASO DI WWW.PCXSOFT.COM

RINCONVERSIONE DEL BUSINESS, GLOBALIZZAZIONE DELL OFFERTA E NUOVE TECNOLOGIE DI RIFERIMENTO: IL CASO DI WWW.PCXSOFT.COM RINCONVERSIONE DEL BUSINESS, GLOBALIZZAZIONE DELL OFFERTA E NUOVE TECNOLOGIE DI RIFERIMENTO: IL CASO DI WWW.PCXSOFT.COM Emilio Spera 4/11/2001 e.spera@tiscalinet.it IL PIANO DI MARKETING ON LINE di PCX

Dettagli

IL CRM di Platinumdata

IL CRM di Platinumdata IL CRM di Platinumdata Cos è un CRM? Il Customer relationship management (CRM) o Gestione delle Relazioni coi Clienti è legato al concetto di fidelizzazione e gestione dei clienti. Attualmente il mercato

Dettagli

L ICT e l innovazione

L ICT e l innovazione Il valore del Project Management nei Progetti di Innovazione nelle Piccole e Medie Imprese L ICT e l innovazione Milano, 15 dicembre 2006 Enrico Masciadra, PMP emasciadra@libero.it Le cinque forze competitive

Dettagli

Estratto dell'agenda dell'innovazione Smau Milano 2011. Speciale: I casi. Introduzione dell'area tematica. Il caso INCA CGIL

Estratto dell'agenda dell'innovazione Smau Milano 2011. Speciale: I casi. Introduzione dell'area tematica. Il caso INCA CGIL Estratto dell'agenda dell'innovazione Smau Milano 2011 Speciale: I casi Introduzione dell'area tematica Il caso INCA CGIL Innovare e competere con le ICT - PARTE I Cap.1 L innovazione nella gestione dei

Dettagli

Axioma Business Consultant Program

Axioma Business Consultant Program Axioma Business Consultant Program L esclusivo programma Axioma riservato a Consulenti di Direzione, Organizzazione e Gestione Aziendale Le nostre soluzioni, il tuo valore Axioma da 25 anni è partner di

Dettagli

Estratto dell'agenda dell'innovazione e del Trade Padova 2011. Speciale: I casi. Introduzione dell'area tematica IL CASO ARREDO3

Estratto dell'agenda dell'innovazione e del Trade Padova 2011. Speciale: I casi. Introduzione dell'area tematica IL CASO ARREDO3 Estratto dell'agenda dell'innovazione e del Trade Padova 2011 Speciale: I casi Introduzione dell'area tematica IL CASO ARREDO3 Innovare e competere con le ICT: casi di successo - PARTE II Cap.9 Far evolvere

Dettagli

I valori distintivi della nostra offerta di BPO:

I valori distintivi della nostra offerta di BPO: Business Process Outsourcing Partner 3M Software è il partner di nuova generazione, per la progettazione e la gestione di attività di Business Process Outsourcing, che offre un servizio completo e professionale.

Dettagli

OSSERVATORIO CRM. Milano, Circolo della Stampa

OSSERVATORIO CRM. Milano, Circolo della Stampa OSSERVATORIO CRM Milano, Circolo della Stampa E la parola di pietra è caduta Sul mio petto ancora vivo. Non è nulla, ecco, ero preparata. In qualche modo la supererò. Ho molto lavoro oggi: occorre uccidere

Dettagli

CATALOGO FORMATIVO KNOWITA

CATALOGO FORMATIVO KNOWITA Il Catalogo Formativo 2015 di Knowità è composto da incontri pensati per soddisfare le esigenze di figure di responsabilità che necessitano di risposte concrete alle principali e più attuali priorità aziendali.

Dettagli

Il Cliente al centro della nostra missione

Il Cliente al centro della nostra missione Il Cliente al centro della nostra missione SOLUZIONI CRM COMPLETE Agicoom propone e progetta soluzioni CRM complete utilizzando VTE software tra i più innovativi e all avangardia presenti sul mercato che

Dettagli

Estratto dell'agenda dell'innovazione e del Trade Bologna 2011. Speciale: I casi. Introduzione dell'area tematica IL CASO FAGIOLI

Estratto dell'agenda dell'innovazione e del Trade Bologna 2011. Speciale: I casi. Introduzione dell'area tematica IL CASO FAGIOLI Estratto dell'agenda dell'innovazione e del Trade Bologna 2011 Speciale: I casi Introduzione dell'area tematica IL CASO FAGIOLI Innovare e competere con le ICT: casi di successo - PARTE I Cap.1 Gestire

Dettagli

Estratto dell'agenda dell'innovazione e del Trade Roma 2011. Speciale: I casi. Introduzione dell'area tematica IL CASO INSTALLAZIONI IMPIANTI

Estratto dell'agenda dell'innovazione e del Trade Roma 2011. Speciale: I casi. Introduzione dell'area tematica IL CASO INSTALLAZIONI IMPIANTI Estratto dell'agenda dell'innovazione e del Trade Roma 2011 Speciale: I casi Introduzione dell'area tematica IL CASO INSTALLAZIONI IMPIANTI Innovare e competere con le ICT: casi di successo - PARTE II

Dettagli

ssctsp OFFERTA FORMATIVA PER LE IMPRESE DEL TERZIARIO Le relazioni con il mercato

ssctsp OFFERTA FORMATIVA PER LE IMPRESE DEL TERZIARIO Le relazioni con il mercato Le relazioni con il mercato 1 IL SISTEMA CLIENTE E IL PRESIDIO DELLA RELAZIONE CONSULENZIALE Nella situazione attuale, il venditore deve fornire un servizio sempre più di qualità, trasformandosi nel gestore

Dettagli

Docente di Impianti di Elaborazione presso il Politecnico di Milano e ricercatore di Politecnico Innovazione

Docente di Impianti di Elaborazione presso il Politecnico di Milano e ricercatore di Politecnico Innovazione I sistemi gestionali e le Piccole Medie Imprese A cura di Fabrizio Amarilli Docente di Impianti di Elaborazione presso il Politecnico di Milano e ricercatore di Politecnico Innovazione Articoli Sono noti

Dettagli

Gestione dell Informazione Aziendale prof. Stefano Pedrini. Sistemi integrati ERP Addendum 2 Giorgio Cocci, Alberto Gelmi, Stefano Martinelli

Gestione dell Informazione Aziendale prof. Stefano Pedrini. Sistemi integrati ERP Addendum 2 Giorgio Cocci, Alberto Gelmi, Stefano Martinelli UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI BERGAMO Gestione dell Informazione Aziendale prof. Stefano Pedrini Sistemi integrati ERP Addendum 2 Giorgio Cocci, Alberto Gelmi, Stefano Martinelli I sistemi informativi Il processo

Dettagli

STRATEGIE PER LA CRESCITA PROFITTEVOLE Gestire le vendite e il servizio per sostenere prezzi e margini

STRATEGIE PER LA CRESCITA PROFITTEVOLE Gestire le vendite e il servizio per sostenere prezzi e margini STRATEGIE PER LA CRESCITA PROFITTEVOLE Gestire le vendite e il servizio per sostenere prezzi e margini Vicenza, 5 marzo 2013 Relatore: FABIO VENTURI Consulente di direzione e formatore. Testimonianza:

Dettagli

Le sfide future per il Facility Management: l open facility management come nuova soluzione

Le sfide future per il Facility Management: l open facility management come nuova soluzione CHE COS È IL FACILITY MANAGEMENT Il Facility Management è una disciplina in continua evoluzione ed infatti in un contesto altamente dinamico, tipico della società odierna, si trova a dover interpretare

Dettagli

fornitore globale per la GDO

fornitore globale per la GDO fornitore globale per la GDO evision srl è specializzata in soluzioni software per le aziende della Grande Distribuzione (alimentare e non), per le piattaforme ortofrutticole e per le aziende manifatturiere.

Dettagli

Tecniche avanzate di vendita Livello avanzato. OBIETTIVI: Padroneggiare le tecniche di vendita e migliorarle con metodi di negoziazione affermati

Tecniche avanzate di vendita Livello avanzato. OBIETTIVI: Padroneggiare le tecniche di vendita e migliorarle con metodi di negoziazione affermati Tecniche avanzate di vendita Livello avanzato Padroneggiare le tecniche di vendita e migliorarle con metodi di negoziazione affermati Direttori e Commerciali; Tutti coloro che devono gestire un gruppo

Dettagli

Consulenza, servizi su misura e tecnologia a supporto del business.

Consulenza, servizi su misura e tecnologia a supporto del business. Consulenza, servizi su misura e tecnologia a supporto del business. ACCREDITED PARTNER 2014 Consulenza, servizi su misura e tecnologia a supporto del business. Gariboldi Alberto Group Srl è una realtà

Dettagli

Figura 1 - Alcuni esempi di macchine distribuite da Selettra. Politecnico Innovazione 1

Figura 1 - Alcuni esempi di macchine distribuite da Selettra. Politecnico Innovazione 1 SELETTRA S.R.L. 1. PROFILO DELLA SOCIETÀ Selettra distribuisce macchine ad alto contenuto tecnologico per la produzione di circuiti stampati; le macchine sono prodotte in USA, Giappone, Francia, Germania,

Dettagli

La tua Software House in Canton Ticino. La piattaforma per garantire l efficienza energetica

La tua Software House in Canton Ticino. La piattaforma per garantire l efficienza energetica La tua Software House in Canton Ticino La piattaforma per garantire l efficienza energetica Il CRM: controllo e performance Il CRM, customer relationship management, è una strategia competitiva basata

Dettagli

WHITE PAPER CRM Novembre 2003

WHITE PAPER CRM Novembre 2003 WHIT E PAPER Novembre 2003 CUSTOMER RELATIONSHIP MANAGEMENT Parlare di CUSTOMER RELATIONSHIP MANAGEMENT significa parlare di come l Azienda gestisce il suo business. Se vogliamo dare una definizione di

Dettagli

Speciale: I casi. Introduzione dell'area tematica IL CASO FEDERAZIONE DELLE BCC DELL'EMILIA- ROMAGNA

Speciale: I casi. Introduzione dell'area tematica IL CASO FEDERAZIONE DELLE BCC DELL'EMILIA- ROMAGNA Estratto dell'agenda dell'innovazione e del Trade Bologna 2011 Speciale: I casi Introduzione dell'area tematica IL CASO FEDERAZIONE DELLE BCC DELL'EMILIA- ROMAGNA Innovare e competere con le ICT: casi

Dettagli

la mission Soft System Soft System

la mission Soft System Soft System la mission In Soft System, società customer oriented, poniamo il Cliente al centro di ogni scelta aziendale. Operiamo con e per le aziende affinché possano essere costantemente aggiornate sui progressi

Dettagli

Customer Relationship Management. Eleonora Ploncher 3 aprile 2006

Customer Relationship Management. Eleonora Ploncher 3 aprile 2006 Customer Relationship Management Eleonora Ploncher 3 aprile 2006 1. Gli obiettivi Gli obiettivi della presentazione sono volti a definire: 1. gli elementi fondamentali e strutturali di una strategia di

Dettagli

Marketing avanzato (Customer Relationship Management) A.A. 2013-2014 Prof. Gennaro Iasevoli

Marketing avanzato (Customer Relationship Management) A.A. 2013-2014 Prof. Gennaro Iasevoli Marketing avanzato (Customer Relationship Management) A.A. 2013-2014 Prof. Gennaro Iasevoli UNIVERSITÀ LUMSA Laurea Specialistica in Comunicazione d impresa, Marketing, New media INFORMAZIONI Materiale

Dettagli

Multicanalità e Mobile: un opportunità per rinnovarsi. Romano Stasi Segretario Generale, ABI Lab

Multicanalità e Mobile: un opportunità per rinnovarsi. Romano Stasi Segretario Generale, ABI Lab Multicanalità e Mobile: un opportunità per rinnovarsi Romano Stasi Segretario Generale, ABI Lab CARTE 2012 Roma, 15 novembre 2012 La multicanalità Fonte: Elaborazioni ABI su dati sull Osservatorio di Customer

Dettagli

PARTNER UFFICIALE DELLA SOCIETÀ CAS SOFTWARE AG

PARTNER UFFICIALE DELLA SOCIETÀ CAS SOFTWARE AG PARTNER UFFICIALE DELLA SOCIETÀ CAS SOFTWARE AG BlackBirds nasce nel 2001 ispirata dal mondo della natura. I BlackBirds, uccelli migratori, ogni anno compiono un abituale volo attraverso mezzo mondo, dall

Dettagli

Creare un rapporto duraturo con i clienti. Realizzare una completa integrazione. Investire nel futuro. CRM. Customer Relationship Management

Creare un rapporto duraturo con i clienti. Realizzare una completa integrazione. Investire nel futuro. CRM. Customer Relationship Management Creare un rapporto duraturo con i clienti. Realizzare una completa integrazione. Investire nel futuro. CRM Customer Relationship Management Cosa vuol dire CRM? L espressione significa letteralmente gestione

Dettagli

CRM: Come le PMI possono organizzare la loro attività senza costi di licenza

CRM: Come le PMI possono organizzare la loro attività senza costi di licenza CRM: Come le PMI possono organizzare la loro attività senza costi di licenza Il Customer Relationship Management (CRM) punta a costruire, estendere ed approfondire le relazioni esistenti tra un'azienda

Dettagli

Guida al CRM. White Paper FrontRange Solutions. SysAround S.r.l. Pagina 1 di 18. Via Cappuccini, 4 20122 Milano

Guida al CRM. White Paper FrontRange Solutions. SysAround S.r.l. Pagina 1 di 18. Via Cappuccini, 4 20122 Milano Guida al CRM White Paper FrontRange Solutions Pagina 1 di 18 SOMMARIO 1. Il CRM: come può migliorare il business aziendale... 3 1.1 Il CRM... 3 1.2 Quali sono i vantaggi di avere una strategia CRM?...

Dettagli

SAVA: LA TECNOLOGIA PORTA IL CLIENTE IN AZIENDA

SAVA: LA TECNOLOGIA PORTA IL CLIENTE IN AZIENDA SAVA: LA TECNOLOGIA PORTA IL CLIENTE IN AZIENDA Per supportare SAVA nello sviluppo di un offerta finanziaria sempre più multicanale ed in linea con le esigenze del singolo cliente, Blue Reply ha creato

Dettagli

Sistemi Informativi Aziendali I

Sistemi Informativi Aziendali I Modulo 5 Sistemi Informativi Aziendali I 1 Corso Sistemi Informativi Aziendali I - Modulo 5 Modulo 5 Il Sistema Informativo verso il mercato, i canali ed i Clienti: I nuovi modelli di Business di Internet;

Dettagli

di Giorgia Facchini (*)

di Giorgia Facchini (*) strategica Strategie di Customer Relationship Management di Giorgia Facchini (*) Il Customer Relationship Management ha costituito negli ultimi anni un opportunità a disposizione delle PMI per poter valutare

Dettagli

LA TUA SOFTWARE HOUSE IN CANTON TICINO IL CRM DELLA PIATTAFORMA SMARTPLANNER

LA TUA SOFTWARE HOUSE IN CANTON TICINO IL CRM DELLA PIATTAFORMA SMARTPLANNER LA TUA SOFTWARE HOUSE IN CANTON TICINO IL CRM DELLA PIATTAFORMA SMARTPLANNER Il CRM: controllo e performance Il CRM, customer relationship management, è una strategia competitiva basata su processi, controllo,

Dettagli

INGEGNERIA COMMISSIONING SOFTWARE PER IL CONTROLLO DI PROCESSO START UP MANUTENZIONE QUADRI ELETTRICI ASSISTENZA

INGEGNERIA COMMISSIONING SOFTWARE PER IL CONTROLLO DI PROCESSO START UP MANUTENZIONE QUADRI ELETTRICI ASSISTENZA FAST S.p.A. Via Talete 2 Tel. (+39) 0522.622411 42048 Rubiera (RE) Fax (+39) 0522.627194 ITALY http://www.fastautomation.it info@fastautomation.it INGEGNERIA SOFTWARE PER IL CONTROLLO DI PROCESSO QUADRI

Dettagli

PENSA IN GRANDE, VIVI MICRO!

PENSA IN GRANDE, VIVI MICRO! I N F I N I T Y P R O J E C T PENSA IN GRANDE, VIVI MICRO! L avvento del web 2.0 ha modificato radicalmente il modo di pensare e sviluppare i processi aziendali. Velocità, precisione, aggiornamento continuo

Dettagli

Tecnologie dell informatica per l azienda SISTEMA INFORMATIVO E SISTEMA INFORMATICO NEI PROCESSI AZIENDALI

Tecnologie dell informatica per l azienda SISTEMA INFORMATIVO E SISTEMA INFORMATICO NEI PROCESSI AZIENDALI Tecnologie dell informatica per l azienda SISTEMA INFORMATIVO E SISTEMA INFORMATICO NEI PROCESSI AZIENDALI IL SISTEMA INFORMATIVO AZIENDALE Un azienda è caratterizzata da: 1. Persone legate tra loro da

Dettagli

CHI SIAMO SOFTWARE WEB. L Azienda. Siti statici e dinamici. e-commerce

CHI SIAMO SOFTWARE WEB. L Azienda. Siti statici e dinamici. e-commerce L Azienda CHI SIAMO FEBOSOFT viene fondata nel 2010 da un gruppo di giovani neolaureati, con l obiettivo di offrire ai propri clienti soluzioni innovative costruite sulla loro esperienza. In un mondo in

Dettagli

QUATTRO BUONE PRATICHE PER L IMPLEMENTAZIONE DI UNA TECNOLOGIA PER LA DIDATTICA DI SUCCESSO

QUATTRO BUONE PRATICHE PER L IMPLEMENTAZIONE DI UNA TECNOLOGIA PER LA DIDATTICA DI SUCCESSO QUATTRO BUONE PRATICHE PER L IMPLEMENTAZIONE DI UNA TECNOLOGIA PER LA DIDATTICA DI SUCCESSO Report globale e suggerimenti Gennaio 2013 Autore: Filigree Consulting Promosso da: SMART Technologies Executive

Dettagli

CUSTOMER RELATIONSHIP MANAGEMENT

CUSTOMER RELATIONSHIP MANAGEMENT V I N F I N I T Y P R O J E C T CUSTOMER RELATIONSHIP MANAGEMENT Infinity CRM Il Cliente a 360 CRM COMMUNICATION CMS E COMMERCE B2B AD HOC E COMMERCE B2C ACQUISIZIONE PROTOCOLLAZIONE CLASSIFICAZIONE VERSIONING

Dettagli

Corso di Amministrazione di Sistema Parte I ITIL 3

Corso di Amministrazione di Sistema Parte I ITIL 3 Corso di Amministrazione di Sistema Parte I ITIL 3 Francesco Clabot Responsabile erogazione servizi tecnici 1 francesco.clabot@netcom-srl.it Fondamenti di ITIL per la Gestione dei Servizi Informatici Il

Dettagli

LEZIONE 3 CUSTOMER RELATIONSHIP ICT GOVERNANCE. ECONOMIA dell ICT ECONOMIA DELL ICT 1. Facoltà di Ingegneria Università di Roma Tor Vergata

LEZIONE 3 CUSTOMER RELATIONSHIP ICT GOVERNANCE. ECONOMIA dell ICT ECONOMIA DELL ICT 1. Facoltà di Ingegneria Università di Roma Tor Vergata LEZIONE 3 CUSTOMER RELATIONSHIP MANAGEMENT (CRM) ICT GOVERNANCE ECONOMIA dell ICT ECONOMIA DELL ICT 1 Sviluppo storico del CRM 50 60 Avvento dei brand items e delle agenzie di pubblicità 70 Avvento del

Dettagli

IL DIRECT MARKETING CAMPAGNE MARKETING CON

IL DIRECT MARKETING CAMPAGNE MARKETING CON IL DIRECT MARKETING CAMPAGNE MARKETING CON INTRODUZIONE Ad ognuno la giusta azione di Marketing All interno del cosiddetto Customer Acquisition Funnel 1, le attività di Direct Marketing si posizionano

Dettagli

PROFILO D IMPRESA. Analisi, realizzazione ed assistenza di sistemi informativi

PROFILO D IMPRESA. Analisi, realizzazione ed assistenza di sistemi informativi PROFILO D IMPRESA BENVENUTI IN EBS INFORMATICA L AZIENDA 01 L AZIENDA IL FUTURO DIPENDE DAL NOSTRO PRESENTE Ebs Informatica è nata da una consolidata esperienza del suo fondatore nell ambito della consulenza

Dettagli

Trasferibilità delle tecnologie per la net economy nel distretto di Lecco. 19 Novembre 2001

Trasferibilità delle tecnologie per la net economy nel distretto di Lecco. 19 Novembre 2001 Trasferibilità delle tecnologie per la net economy nel distretto di Lecco 19 Novembre 2001 Valutare la trasferibilità delle tecnologie per la net economy nel distretto, misurando lo stato attuale di maturità

Dettagli

Project Automation S.p.a.

Project Automation S.p.a. PROJECT AUTOMATION S.P.A. 1. PROFILO DELLA SOCIETÀ è la denominazione assunta nel 1999 da Philips Automation S.p.a., a sua volta costituita nel 1987 rilevando dalla Divisione Industrial & ElectroAcustic

Dettagli

ERP Commercio e Servizi

ERP Commercio e Servizi ERP Commercio e Servizi Sistema informativo: una scelta strategica In questi ultimi anni hanno avuto grande affermazione nel mercato mondiale i cosiddetti sistemi software ERP. Tali sistemi sono in grado

Dettagli

SEMPLIFICA RISPARMIA COLLABORA CONDIVIDI GESTISCI

SEMPLIFICA RISPARMIA COLLABORA CONDIVIDI GESTISCI SEMPLIFICA RISPARMIA COLLABORA CONDIVIDI GESTISCI Il mondo sta cambiando Internet e web 2.0 Da luogo di gestione dei dati a spazio virtuale,per: Condividere Collaborare Comunicare Socializzare Partecipare

Dettagli

Gestione delle relazioni con il Cliente

Gestione delle relazioni con il Cliente Customer Relationship Management Cos è il Customer Relationship Management? Proviamo a tradurlo in italiano, sarà più facile da capire Gestione lle relazioni con il Cliente Ma perché è diventato così importante

Dettagli

L automazione, sotto controllo.

L automazione, sotto controllo. L automazione, sotto controllo. STORIA EVOLUZIONE Automazione, controllo dei processi e informatica industriale: dal 1980 P.R.A.E. Senza errori, oltre ogni traguardo, da trent anni un Azienda sicura ed

Dettagli

MANTENERE LE RELAZIONI CON I CLIENTI FINALI

MANTENERE LE RELAZIONI CON I CLIENTI FINALI MANTENERE LE RELAZIONI CON I CLIENTI FINALI Il mantenimento delle relazioni con i clienti finali e il processo mediante il quale il fornitore soddisfa nel tempo le esigenze del cliente definite di comune

Dettagli

Estratto dell'agenda dell'innovazione e del Trade Bologna 2011. Speciale: I casi. Introduzione dell'area tematica IL CASO DI SUCCESSO

Estratto dell'agenda dell'innovazione e del Trade Bologna 2011. Speciale: I casi. Introduzione dell'area tematica IL CASO DI SUCCESSO Estratto dell'agenda dell'innovazione e del Trade Bologna 2011 Speciale: I casi Introduzione dell'area tematica IL CASO DI SUCCESSO Innovare e competere con le ICT: casi di successo - PARTE I Cap.7 Cloud

Dettagli

Software Servizi Progetti. per la Pubblica Amministrazione e le Aziende

Software Servizi Progetti. per la Pubblica Amministrazione e le Aziende Software Servizi Progetti per la Pubblica Amministrazione e le Aziende SOLUZIONI AD ELEVATO VALORE AGGIUNTO PER LA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE E LE AZIENDE Maggioli Informatica unitamente ai suoi marchi Cedaf,

Dettagli

Estratto dell'agenda dell'innovazione Smau Milano 2011. Speciale: I casi. Introduzione dell'area tematica. Il caso ELETECNO ST

Estratto dell'agenda dell'innovazione Smau Milano 2011. Speciale: I casi. Introduzione dell'area tematica. Il caso ELETECNO ST Estratto dell'agenda dell'innovazione Smau Milano 2011 Speciale: I casi Introduzione dell'area tematica Il caso ELETECNO ST Innovare e competere con le ICT - PARTE I Cap.1 L innovazione nella gestione

Dettagli

di Giorgia Facchini Marketing e vendite >> CRM

di Giorgia Facchini Marketing e vendite >> CRM STRATEGIE DI CUSTOMER RELATIONSHIP MANAGEMENT di Giorgia Facchini Marketing e vendite >> CRM INTRODUZIONE L acronimo CRM sta per Customer Relationship Management, ossia gestione delle relazioni con i clienti,

Dettagli

Estratto dell'agenda dell'innovazione e del Trade Bari 2011. Speciale: I casi. Introduzione dell'area tematica IL CASO BOOKINGSHOW

Estratto dell'agenda dell'innovazione e del Trade Bari 2011. Speciale: I casi. Introduzione dell'area tematica IL CASO BOOKINGSHOW Estratto dell'agenda dell'innovazione e del Trade Bari 2011 Speciale: I casi Introduzione dell'area tematica IL CASO BOOKINGSHOW Innovare e competere con le ICT: casi di successo - PARTE II Cap.9 Far evolvere

Dettagli

Sicuritalia e la soluzione di SAP per la Field Force.

Sicuritalia e la soluzione di SAP per la Field Force. Sicuritalia S.p.A. Utilizzata con concessione dell autore. SAP Customer Success Story Sicurezza e servizi fiduciari Sicuritalia S.p.A Sicuritalia e la soluzione di SAP per la Field Force. Partner Nome

Dettagli

Conoscere il cliente e le sue potenzialità: l importanza della business intelligence in banca

Conoscere il cliente e le sue potenzialità: l importanza della business intelligence in banca Conoscere il cliente e le sue potenzialità: l importanza della business intelligence in banca Luca Molteni Elena Feltrinelli Università Bocconi Milano Convegno ABI Dimensione Cliente Roma, 13 febbraio

Dettagli

Sviluppo Strategico dell'internet Marketing. d.ssa Barbara Bonaventura barbara.bonaventura@mentis.it

Sviluppo Strategico dell'internet Marketing. d.ssa Barbara Bonaventura barbara.bonaventura@mentis.it Sviluppo Strategico dell'internet Marketing Obiettivo del marketing è il conseguimento di un vantaggio competitivo attraverso il perseguimento della soddisfazione del cliente. FASE OPERATIVA - Prodotto/Contenuto

Dettagli

Le soluzioni gestionali Microsoft Dynamics

Le soluzioni gestionali Microsoft Dynamics Le soluzioni gestionali Microsoft Dynamics Le soluzioni gestionali Microsoft Dynamics La suite Microsoft Dynamics comprende soluzioni integrate, flessibili e semplici da utilizzare per automatizzare i

Dettagli

LA TUA SOFTWARE HOUSE IN CANTON TICINO LA PIATTAFORMA SOFTWARE PER LA GESTIONE DELLE DINAMICHE ASSOCIATIVE

LA TUA SOFTWARE HOUSE IN CANTON TICINO LA PIATTAFORMA SOFTWARE PER LA GESTIONE DELLE DINAMICHE ASSOCIATIVE LA TUA SOFTWARE HOUSE IN CANTON TICINO LA PIATTAFORMA SOFTWARE PER LA GESTIONE DELLE DINAMICHE ASSOCIATIVE La piattaforma SmartPlanner è una piattaforma software multitasking erogata in modalità SaaS,

Dettagli

Estratto dell'agenda dell'innovazione Smau Milano 2011. Speciale: I casi. Introduzione dell'area tematica. Il caso ORANGE TIRES

Estratto dell'agenda dell'innovazione Smau Milano 2011. Speciale: I casi. Introduzione dell'area tematica. Il caso ORANGE TIRES Estratto dell'agenda dell'innovazione Smau Milano 2011 Speciale: I casi Introduzione dell'area tematica Il caso ORANGE TIRES Innovare e competere con le ICT - PARTE I Cap.1 L innovazione nella gestione

Dettagli

Microsoft Dynamics NAV 2009 REALIZZARE GLI OBIETTIVI

Microsoft Dynamics NAV 2009 REALIZZARE GLI OBIETTIVI Microsoft Dynamics NAV 2009 REALIZZARE GLI OBIETTIVI Una soluzione ERP ALL AVANGUARDIA CONNETTERE Microsoft Dynamics NAV 2009 SEMPLIFICARE ANALIZZARE Microsoft Dynamics NAV 2009 è una soluzione di gestione

Dettagli

Lo sviluppo della comunicazione di marketing e del CRM nelle imprese. Evidenze empiriche e il progetto CRM in Camomilla Milano

Lo sviluppo della comunicazione di marketing e del CRM nelle imprese. Evidenze empiriche e il progetto CRM in Camomilla Milano Facoltà di lingua e cultura italiana CORSO DI LAUREA MAGISTRALE IN COMUNICAZIONE PUBBLICITARIA Lo sviluppo della comunicazione di marketing e del CRM nelle imprese. Evidenze empiriche e il progetto CRM

Dettagli

I N D I C E 1 [ INTRODUZIONE ] 2 [ IL PROCESSO DI INNOVAZIONE ] 3 [ L INNOVAZIONE DI MERCATO]

I N D I C E 1 [ INTRODUZIONE ] 2 [ IL PROCESSO DI INNOVAZIONE ] 3 [ L INNOVAZIONE DI MERCATO] INNOVAZIONE DI MERCATO E LEVA PER LA CRESCITA I N D I C E 1 [ INTRODUZIONE ] 2 [ IL PROCESSO DI INNOVAZIONE ] 3 [ L INNOVAZIONE DI MERCATO] 1. [ INTRODUZIONE ] Capacità d innovazione e adattamento ai numerosi

Dettagli

IL CRM NELL ERA DEL CLIENTE. modi in cui un CRM moderno può aiutarti a deliziare i tuoi clienti e contribuire alla tua crescita.

IL CRM NELL ERA DEL CLIENTE. modi in cui un CRM moderno può aiutarti a deliziare i tuoi clienti e contribuire alla tua crescita. IL CRM NELL ERA DEL CLIENTE modi in cui un CRM moderno può aiutarti a deliziare i tuoi clienti e contribuire alla tua crescita ebook 1 SOMMARIO Introduzione Allineare meglio le vendite e il marketing Creare

Dettagli

1. Orientamento al prodotto 2. Orientamento alle vendite 3. Orientamento al mercato 4. Orientamento al marketing

1. Orientamento al prodotto 2. Orientamento alle vendite 3. Orientamento al mercato 4. Orientamento al marketing L ATTIVITA COMMERCIALE DELL AZIENDA: MARKETING Attività e processi mediante i quali l azienda è presente sul mercato reale su cui colloca i propri prodotti. Solitamente il marketing segue un preciso percorso,

Dettagli

MICROSOFT DYNAMICS NAV: MISURAZIONE DEI BENEFICI

MICROSOFT DYNAMICS NAV: MISURAZIONE DEI BENEFICI MICROSOFT DYNAMICS NAV: MISURAZIONE DEI BENEFICI Indagine su un campione di PMI che utilizzano Microsoft Dynamics NAV A cura di: consulting Quali sono i principali vantaggi di Microsoft Dynamics NAV? CARATTERISTICHE

Dettagli

CBI 2003 - Roma 20 febbraio 2003

CBI 2003 - Roma 20 febbraio 2003 Tecnologie, Prodotti e Servizi per l Electronic Banking Dott.. Fausto Bolognini - Direttore Generale Punti chiave NECESSITÀ del mercato Cosa vogliono le aziende? Cosa offre il mondo web? Limiti dell attuale

Dettagli

IL CUSTMER RELATIONSHIP MANAGER

IL CUSTMER RELATIONSHIP MANAGER IL CUSTMER RELATIONSHIP MANAGER di Riccardo Pio Campana* Come si configurava il dirigente privato nel passato e come lo si configura oggi, l obiettivo di questo lavoro è proprio quello di inquadrare giuridicamente

Dettagli

Var Group Approccio concreto e duraturo Vicinanza al Cliente Professionalità e metodologie certificate In anticipo sui tempi Soluzioni flessibili

Var Group Approccio concreto e duraturo Vicinanza al Cliente Professionalità e metodologie certificate In anticipo sui tempi Soluzioni flessibili Var Group, attraverso la sua società di servizi, fornisce supporto alle Aziende con le sue risorse e competenze nelle aree: Consulenza, Sistemi informativi, Soluzioni applicative, Servizi per le Infrastrutture,

Dettagli

GAT.crm Customer Solution Case Study

GAT.crm Customer Solution Case Study GAT.crm Customer Solution Case Study NETSI e GAT.crm danno voce alla tua azienda IN BREVE Profilo aziendale NETSI è attiva da diversi anni sul molti fronti: ad esempio, è infatti uno dei maggiori partner

Dettagli

CRM - Nuova visione organizzativa per eccellere nella soddisfazione dei clienti

CRM - Nuova visione organizzativa per eccellere nella soddisfazione dei clienti CRM - Nuova visione organizzativa per eccellere nella soddisfazione dei clienti Cos è il CRM Customer Relationship Management Che cos è un cliente? In quanti modi definire il CRM? I vantaggi di CRM. Il

Dettagli

Innovazioni tecnologiche di processo e di prodotto

Innovazioni tecnologiche di processo e di prodotto www.unifg.it Innovazioni tecnologiche di processo e di prodotto Valeria Spada Dipartimento di Scienze Economico-Aziendali, Giuridiche, Merceologiche e Geografiche Università degli Studi di Foggia v.spada@unifg.it

Dettagli

Microsoft Dynamics NAV 2009 REALIZZARE GLI OBIETTIVI

Microsoft Dynamics NAV 2009 REALIZZARE GLI OBIETTIVI Microsoft Dynamics NAV 2009 REALIZZARE GLI OBIETTIVI Una soluzione ERP integrata CONNETTERE Microsoft Dynamics NAV 2009 SEMPLIFICARE ANALIZZARE Microsoft Dynamics NAV 2009 è un ERP innovativo, flessibile

Dettagli

Il CRM nei servizi finanziari alla clientela retail

Il CRM nei servizi finanziari alla clientela retail Il CRM nei servizi finanziari alla clientela retail Microsoft Dynamics CRM e le istituzioni finanziare dedicate alle famiglie banche, banche assicurazioni e sim Premessa Ogni impresa che opera nel settore

Dettagli

L azienda Estesa. Giancarlo Stillittano

L azienda Estesa. Giancarlo Stillittano L azienda Estesa Giancarlo Stillittano L azienda estesa L azienda ha necessità di rafforzare le relazioni al suo interno (tra funzioni,uffici, stabilimenti produttivi e filiali di vendita) e si trova al

Dettagli

Via S. Leonardo, 120 - loc. Migliaro - 84100 Salerno 089 330254 tel - 089 330443 fax info@jobiz.com - www.jobiz.com

Via S. Leonardo, 120 - loc. Migliaro - 84100 Salerno 089 330254 tel - 089 330443 fax info@jobiz.com - www.jobiz.com Via S. Leonardo, 120 - loc. Migliaro - 84100 Salerno 089 330254 tel - 089 330443 fax @jobiz.com - www.jobiz.com uno strumento dinamico per fare e-business che cos'è e.cube ECMS le quattro aree configurazione

Dettagli

servizi di consulenza: Marketing strategico individuazione delle aree di criticità aziendale; studio di strategie alternative per lo sviluppo;

servizi di consulenza: Marketing strategico individuazione delle aree di criticità aziendale; studio di strategie alternative per lo sviluppo; Le grandi scoperte si fanno nei laboratori scientifici, ma i grandi prodotti sono creati nel servizio marketing William Davidow AREA MARKETING Tutti i cambiamenti che stanno rivoluzionando i mercati e

Dettagli

I N F I N I T Y P R O J E C T SAFETY SOLUTION

I N F I N I T Y P R O J E C T SAFETY SOLUTION I N F I N I T Y P R O J E C T SAFETY SOLUTION SAFETY SOLUTION I VANTAGGI GI Base dati unica ed integrata La base dati unica a tutti gli applicativi della suite HR Zucchetti è una caratteristica che nessun

Dettagli

Il tuo business si evolve. Fai evolvere il tuo gestionale. Costruiamo i motori di un pianeta più intelligente.

Il tuo business si evolve. Fai evolvere il tuo gestionale. Costruiamo i motori di un pianeta più intelligente. Il tuo business si evolve. Fai evolvere il tuo gestionale. Costruiamo i motori di un pianeta più intelligente. esperienza + innovazione affidabilità Da IBM, una soluzione completamente nuova: ACG Vision4,

Dettagli

ANALISI DI UN CASO DI EVOLUZIONE NELL ADOZIONE DELLA SOLUZIONE PROJECT AND PORTFOLIO MANAGEMENT DI HP.

ANALISI DI UN CASO DI EVOLUZIONE NELL ADOZIONE DELLA SOLUZIONE PROJECT AND PORTFOLIO MANAGEMENT DI HP. INTERVISTA 13 settembre 2012 ANALISI DI UN CASO DI EVOLUZIONE NELL ADOZIONE DELLA SOLUZIONE PROJECT AND PORTFOLIO MANAGEMENT DI HP. Intervista ad Ermanno Pappalardo, Lead Solution Consultant HP Software

Dettagli