REGRESSIONE LINEARE MULTIPLA

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "REGRESSIONE LINEARE MULTIPLA"

Transcript

1 REGRESSIONE LINERE ULTIPL Itroduzoe Per u ù gevole lettur d questo ctolo s cosgl lo studo relre dell regressoe lere selce rgoeto trttto el Ctolo Iftt l regressoe lere ultl è u estesoe dell regressoe lere selce l cso cu s ego due o ù vrl eslctve er dr coto del coorteto dell vrle rsost L esoszoe segurà lo sche utlzzto el ctolo recedete: doo ver trodotto l odello d regressoe lere ultl ed esosto le ssuzo d se verro resett gl sttor de qudrt de coeffcet d regressoe e se e dchero le roretà; s resetero o role d ferez reltv sgol coeffcet d regressoe o loro cozo ler; seguro fe le tecche d ferez sul vlore tteso o sul lvello dell vrle rsost e l ls de resdu er l ccerteto dell vldtà delle ssuzo d se L esoszoe s vvrrà dell lger delle trc: eefco de lettor che o ho destchezz co tle strueto le ozo rcl su vettor e sulle trc soo rchte ell edce d questo ctolo odello d regressoe ultl S suog che l vrle rsost Y oss essere ess relzoe co vrl eslctve o redttve se l seguete odello Y β β β β () ε dove β β β soo costt uerche o ote dette coeffcet d regressoe soo vlor ssut dlle vrl eslctve X X X etre ε è u vc co vlore tteso e vrz σ Ne segue che Y è u vc co vlore tteso e vrz dt rsettvete d: E( Y ) β β β β ) σ Vr( Y Coe s uò osservre l vrz d Y o dede d vlor ssut dlle vrl e- slctve So or Y β β β β ε β β β β ε Y ()

2 Y β β β β ε le esresso del odello () corrsodet dstte secfczo delle vrl eslctve Nel seguto s ssuerà l dedez delle vc Y Y Y Deft vettor Y β Y Y β β Y β ε ε ε ε e l trce X le equzo () ossoo essere coedte el odo seguete Y Xβ ε Eseo Nell Tell soo rortt dt reltv tre crtterstche (volue detro e ltezz) d u coe csule d te dell tolog secfct Tell Volue Y ( etr cu) detro X (esresso cetetr) e ltezz X (esress etr) d eselr d cedro ero Utà Y X X Utà Y X X C s uò chedere se l odello d regressoe lere s doeo rresetre l lege d dedez del volue degl ler (dctvo dell res lego) d rsettv detr e ltezze I ltre role l dod è: l cooscez del detro e dell ltezz d u t è suffcete er oter redre (stre) l suo volue? I que-

3 sto eseo l volue è l vrle rsost etre l detro e l ltezz soo le vrl eslctve U utle ls relre è rresett dll cosddett trce de dgr d dsersoe che cosste ell resetzoe cogut de dgr d dsersoe otteut do l vrle rsost co cscu vrle eslctv e l sgol vrle eslctv co cscu delle ltre L lettur de grfc cosete d ccertre vsvete l sussstez d evetul ssoczo d to o lere tr l vrle rsost e le vrl eslctve oché d vlutre sere vsvete l correlzoe tr le coe d vrl eslctve I grfc soo utl che er l dvduzoe d evetul dt ol Eseo S vogl costrure l trce de dgr d dsersoe er dt rortt ell Tell Soluzoe I ossl dgr d dsersoe dedott dll croco tr l sgol vrle e cscu delle ltre soo rortt ell Fgur Fgur trce de dgr d dsersoe er dt dell Eseo St de retr del odello co l etodo de qudrt Per l st de coeffcet d regressoe s utlzz coe ell regressoe lere selce l etodo de qudrt Co questo etodo s ssego β β β que vlor che redoo l quttà ( f dell st s uso sol er dcre vlor osservt dell vrle Y)

4 ) ( q S () fuzoe delle vrl Il role d o s rsolve dervdo S rsetto e ugugldo zero le dervte re I rsultt d quest o- erzoe soo stetzzt ell Prooszoe Prooszoe S cosdero l vettore de vlor osservt dell vrle rsost e l trce X de vlor osservt delle vrl eslctve llor l st de qudrt del vettore ] [ β β β β de coeffcet d regressoe del odello () è dt d X (X () Dostrzoe Dervdo rzlete l () rsetto e ugugldo le dervte s ottee l sste d equzo ler dcte d seguto: ) )( ( ) )( ( ) )( ( d cu s ottee l sste equvlete () Cosderto che X X

5 e che X l sste () uò essere esresso coe X X D qu reoltlcdo ro e secodo ero er ( s ottee l () U volt detert coeffcet d regressoe l odello d regressoe stto è e- sresso d ˆ Geoetrcete è l equzoe d u ero ello szo deso I rtcolre se l esressoe recedete è l equzoe d u o ello szo trdesole Sosttuedo vlor osservt delle vrl eslctve s ottegoo cosddett vlor teorc Il vettore de vlor teorc [ ˆ ˆ ˆ ] è dto d ˆ ˆ X (6) Eseo Co rfereto dt dell Eseo s voglo deterre coeffcet del odello d regressoe del volue delle te sul detro e l ltezz Soluzoe Covee resetre l soluzoe er ss successv questo fe s redoo le trc X 9 X 9 e l vettore Trte Ecel o ltro rogr s clcolo rodott:

6 X X X L vers dell r trce è d cu s rcv fe ( X ( Il odello d regressoe (o d regressoe) è ed è rresetto ell Fgur ˆ 9 Fgur Po d regressoe stto er dt dell Eseo Quto l sgfcto de coeffcet d regressoe l ro è l vlore teorco dell vrle rsost che s ottee qudo etre le vrl eslctve ssuoo l vlore ; l secodo 9 è l vrzoe che reset l vrle rsost qudo l detro X uet d cetetro etre l ltezz X re costte; l ter- 6

7 zo è l vrzoe che reset l vrle rsost qudo l ltezz uet d etro fero restdo l detro X I vlor teorc ˆ ˆ L ˆ s detero sosttuedo ell equzoe del odello d regressoe stto vlor ssut dlle vrl eslctve ell r ell secod ell -es osservzoe S uò che rcorrere l clcolo trcleotteedo X Prooszoe L devz totle dell vrle rsost uò essere scoost el odo seguete ( ) ( ˆ ) ( ˆ ) (7) dove è l ed rtetc de vlor osservt d Y Il ro ddedo destr dell ugule è l cosddett devz segt etre l secodo è l cosddett devz resdu Dostrzoe S scrv l so de qudrt delle osservzo su Y coe ( ˆ ˆ )(ˆ ˆ) (ˆ e) (ˆ e) ˆ ˆ ˆ e e ˆ e e () dove ŷ è l vettore de vlor teorc gà defto recedez ed e è l vettore de resdu e quello de resdu esresso d Poché er l (6) ˆ ˆ e ˆ ˆ X H e ( ) ˆ vedo osto H X( e I H s h ˆ e H quto H (l trce H è setrc e deotete) I se ll () e segue che Tle equzoe è equvlete ll ˆ ˆ e e ˆ ˆ e e 7

8 d cu essedo (er u ot scrttur dell devz) l devz totle d Y e ˆˆ l devz segt s ervee ll (7) Sull se dell Prooszoe è or ossle defre u sur dell otà dell dtteto del odello d regressoe lere ut osservt S h R ( ˆ ) ( ) ( ( ˆ ) ) L forul dett dce d deterzoe è u dctore dell doetà del odello d regressoe lere rresetre l relzoe sttstc tr l vrle rsost e le vrl eslctve Ess ssue vlor ell tervllo [ ]: rede l vlore qudo ˆ er qulss coè qudo l cooscez de vlor delle vrl eslctve o dà lcu cotruto ll revsoe del vlore dell vrle rsost; è ugule qudo ˆ er qulss coè qudo l vrle rsost reset u relzoe lere erfett co le vrl eslctve Nturlete u vlore elevto d R deot u uo dtteto del odello dt; vcevers u vlore dell dce vco llo dc che l odello è deguto rresetre dt osservt U for odfct dell dce è dt d ~ R R ( R ) ~ L rgoe er cu s rcorre ll dce R st el ftto che qudo è ccolo e l uero delle vrl eslctve è reltvete elevto rsetto R tede sorvvlutre l dtteto del odello dt Eseo S vogl clcolre l dce d deterzoe er l odello d regressoe stto ell Eseo Soluzoe Poché l dce R è dto d ( ˆ ) 7 ( ˆ ) R vlore che deot u uo dtteto del o d regressoe ut osservt Il cso dell rett Qudo s h u sol vrle eslctv l odello d regressoe lere ultl () s rduce u rett Ne segue che co l () s ottegoo le stesse forule gà este el Ctolo forule () Iftt l trce X dvee

9 X d cu X X S h oltre ( X ( ) Ife sosttuedo l recedete esressoe ell equzoe () s ottee ( ) D cu doo lcu ssgg lgerc s ottegoo le () Proretà degl sttor de qudrt Nell esoszoe del etodo de qudrt le quttà soo stte cosderte coe uer dt I u vsoe redttv s cosdero luogo de uer ltrettte vc Y Y Y coe dcto co le () Co questo ceto d rosettv covee rscrvere l () utlzzdo l letter uscol che er l vettore de coeffcet d regressoe stt: B ( Y Nell forul Y e B soo vettor d vc I rtcolre le vc cooet del ro vettore soo dedet e ooschedstche (co l stess vrz) etre quelle del secodo coe cozo ler d Y Y Y soo tr loro correlte Il vettore B è lo sttore de qudrt del vettore de retr β Nell Prooszoe soo dcte le roretà dello sttore B Prooszoe Lo sttore B è o dstorto Ioltre ell otes che le vc Y Y Y so dedet e ooschedstche B è lo sttore ù effcete ell see degl sttor o dstort esress d cozo ler delle vc Y Y Y L vrz d B è dt d Vr( B) σ ( (9) Il vettore B è l rodotto dell trce ( X er l vettore Y ertto l sgol cooete d B (coe rodotto dell rorto vettore rg d ( X er l vettore colo Y) è u cozoe lere delle vc Y Y Y 9

10 Dostrzoe Quto ll o dstorsoe d B s uò scrvere E( B ) E[( Y] E[( ( Xβ ε)] d cu E( B ) E[( Xβ ( Xε )] IE( β) ( E( ε) β essedo ( X X I e E( ε ) Cò sgfc che cscu B è uo sttore o dstorto d β er og Per quto rgurd l (9) s h Vr( B ) E{[ B E( B)][ B E( B)] } Poché E( B ) ( E( Y) l esressoe recedete uò essere ost ell for Vr( B ) E{( [ Y E( Y)][ Y E( Y)] X( } E{( Xεε X( d cu s rcv - Vr( B) ( E( εε ) X( σ ( X essedo E( εε') σ I L dostrzoe che lo sttore B è effcete tr gl sttor o dstort esress d u cozoe lere delle vc Y Y Y uò essere trovt Pccolo (99) 77 } Dll (9) s evce che l vrz dell geerc cooete d Vr ( B ) σ c B del vettore B è dt dove c è l eleeto dell dgole d ( dvduto dll rg e dll colo Coe s è vsto el Ctolo le tecche d ferez sul odello d regressoe covolgoo lo sttore dell vrz σ Tle sttore vee resetto ell Prooszoe Prooszoe Uo sttore o dstorto dell vrz σ dell cooete d errore ε del odello () è dto d ˆ ) ˆ ( Y Y σ () Dostrzoe Idct co D R l devz resdu uertore del rorto l secodo ero dell () sog dostrre che E( D R ) ( ) σ

11 Per fre cò è coveete sfruttre l relzoe se ll qule s uò scrvere D cu E( D R D R e ε e e ε ε ε ε tr( ε ε) tr( εε ) ) tr[ E( εε )] σ tr( ) σ tr[ I X( )] σ [tr( I) tr( X( )] Poché er u roretà dell trcc (ved l edce d questo ctolo) s h coe volevs dostrre tr[ X( ] tr[ X( ] tr[ I( ) ( ) ] E( D R ) σ [ ( )] St de retr co l etodo dell ss verosglz Se el odello () s ssue che l cooete d errore ε s dstrut orlete co ed e vrz σ l st de retr β β β e σ uò essere effettut co l etodo dell ss verosglz I rsultt soo dct ell Prooszoe Prooszoe Nell otes d orltà dell cooete d erroreε del odello () le ste d ss verosglz de retr β β β e σ soo dte rsettvete d ( X ˆ ~ ) ( Y Y σ dove è l vettore de vlor osservt dell vrle rsost e X è l trce de vlor osservt delle vrl eslctve Dostrzoe Se l cooete d errore del odello () h dstruzoe orle le quttà soo deterzo delle vc Y Y Y dstrute orlete co ed E( Y ) β β β β Iftt vle l cte d dettà e Y Yˆ Y XB Y X(X' Y [ I X(X' ]( Xβ ε) ε dove l ult equzoe derv dl ftto che [ I X(X' ] Xβ Xβ X(X' Xβ

12 e vrz σ Ne segue che l fuzoe d verosglz del coe osservto è dt d ( ( ( ) L( σ ) σ σ e e / πσ (π ) σ Per og dto vlore d σ l fuzoe L ( σ ) è ss qudo è l fuzoe ( ( d cu s evce che lo sttore d ss verosglz d β cocde co lo sttore de qudrt () I quto ll st d ss verosglz d σ è ecessro rsolvere l role d sso dell fuzoe L ( σ ) rsetto σ questo fe ssuedo coe oto l vettore covee sszzre rsetto σ l fuzoe d logverosglz l ( σ ) log L( σ ) S h ertto d d ( ( l( σ ) log(π ) log( σ ) dσ dσ σ ( ( σ σ d cu s tre che lo sttore d ss verosglz d Lo sttore d ss verosglz d tede zero ~ ( ( DR σ σ è ~σ è dstorto; stotcete l dstorsoe Iferez sul odello d regressoe ultl Le tecche d ferez che sro resette d qu vt rchedoo l ssuzoe che l cooete d errore ε che re el odello () dstruzoe orle ε ~ N( σ ) Cò lc che le vc Y Y Y (dedet e ooschedstche) che oo ell () so orl D quest ssuzoe scturscoo rsultt d clcolo delle roltà che soo dct ell Prooszoe 6 Prooszoe 6 Nell otes d orltà dell cooete d errore ε del odello () vle quto d seguto dcto: l vettore B sttore de qudrt (e d ss verosglz) d β h dstruzoe orle ultl l sgol cooete orle ˆ Y ) / B ~ N ( β σ ( ); B del vettore B d cu l uto recedete h dstruzoe B ~ N( β σ c ) ; l vc ( Y σ h dstruzoe ch-qudrto co grd d lertà; se el odello () β β β l vc ( ˆ ) Y Y / σ h dstruzoe ch-qudrto co grd d lertà; le vc B e ˆ ( Y Y ) soo dedet; le vc ( Y Yˆ e ( Yˆ ) soo dedet ) Y

13 Dostrzoe L dostrzoe dell rooszoe esul d lt dell resete trttzoe S rv Grll F Theor d lcto of Ler odel Duur North Sctute ss 976 Iferez su sgol coeffcet d regressoe Coe coseguez dell orltà dell dstruzoe d h dstruzoe ch qudrto l rorto ( Y Yˆ ) / σ t B ˆ σ β B B e del ftto che l vc essedo ˆ σ B ˆ σ c h dstruzoe t d Studet co grd d lertà È così ossle costrure tervll fducr o verfcre otes su sgol β I lt fducr l lvello α er sgol coeffcet del odello d regressoe soo dt d: L B t σ L B t ˆ σ () α / ˆ B α / B Se vece s vuole sottoorre verfc l otes H : β β dove β è u vlore refssto d β cotro l ltertv H : β β l sttstc test d egre è dt d B β t () ˆ σ È fcle stlre che l zo d rfuto del test è R { t : t t α } U ltro odo d rocedere è quello che cosste ell utlzzo del lvello d sgfctvtà osservto Se l otes ltertv è udrezole l zo d rfuto deve essere odfct oortuete Verfc dell sgfctvtà dell tero odello S vogl sottoorre verfcre l otes H : β β β cotro l ltertv che leo uo de coeffcet s o ullo S trtt reltà d cofrotre l odello el suo colesso co l odello ullo coè quello che cotee solo l tercett U test rorto er verfcre l sgfctvtà dell tero odello è dto dl rorto F D R B DS / () /( ) rorto che sotto H h dstruzoe F co e grd d lertà L zo d rfuto del test è ertto R { f : f Fα } Questo role vee geere resetto trte lo sche dell tell dell ls dell vrz che è strutturt coe segue Tell Tell dell ls dell vrz Fote d vrltà Regressoe Errore Totle Devz Grd St d lertà dell vrz D D S / S D /( ) R D Y D R F D R F DS / /( )

14 L sttstc test () uò essere esress fuzoe d R Notdo che s uò scrvere D S R D Y R D Y e D ( R ) F ( R R / ) /( ) Eseo S vogl effetture l ferez su coeffcet d regressoe del o d regressoe vsto ell Eseo Soluzoe Nell Tell otteut co lo strueto ls dt d Ecel soo rortt: test t er l verfc dell otes ull H : β ; reltv lvell d sgfctvtà osservt; lt fducr l 9% er sgol coeffcet d regressoe Tell Test d sgfctvtà e tervll fducr er sgol coeffcet d regressoe Coeffcet Errore stdrd Sttstc t Sgf osservt Lte ferore l 9% Lte suerore l 9% E E Sull se delle (9) e () l errore stdrd stto del sgolo coeffcete d regressoe s ottee rededo l rdce qudrt del rodotto tr l st dell vrz σ e l rorto eleeto dell dgole dell trce ( X Così l errore stdrd stto d B è dto d ˆ σ B dove è l devz resdu clcolt ell Eseo e 97 è l eleeto che s trov ell r rg e ell r colo dell trce ( X L sttstc test t vee egt er sottoorre verfc l otes ull H : β Ess s deter rortdo l st del sgolo coeffcete d regressoe l rsettvo errore stdrd stto secodo l forul () co β d eseo 66 s ottee dl rorto tr e 7 Nell Tell ell colo successv quell dell sttstc test t soo rortt lvell d sgfctvtà osservt Dll loro lettur s evce che tutt e tre coeffcet d regressoe soo sgfctvete dvers d : l lvello d sgfctvtà osservto è qus ullo er quto rgurd r due coeffcet etre è l d sotto del % er l terzo coeffcete; cò vuol dre che l otes ull H : β vee rfutt u lvello d sgfctvtà del % o lo sree u lvello d sgfctvtà del % Nelle ulte due coloe dell tell vegoo dt lt fducr l 9% er tre coeffcet d regressoe otteut lcdo l () co t ( grd d lertà soo 7) Per l verfc dell otes sull vldtà dell tero odello co l sttstc test () clcol ecessr vegoo resett ell Tell (otteut dttdo quell geert co lo strueto ls dt d Ecel)

15 Tell Tell dell ls dell vrz er dt d cu ll Eseo Fote d vrltà Devz Grd d lertà St dell vrz F Sgfctvtà osservt Regressoe E- Errore 7 Totle Coe s vede l otes H : β β vee rfutt u lvello d sgfctvtà olto sso S uò ertto fferre che v esclus l o lertà dell relzoe sttstc del volue dl detro del troco e dll ltezz delle te cu dt s rferscoo Test er l cofroto tr odell S suog d voler orre cofroto due odell stt sugl stess dt uo de qul dfcto (ested) ell ltro ovvero u odello costtusce u versoe vcolt del odello ù geerle otteuto oedo che coeffcet d u deterto sottosee so ull Forlete osso scrvere: H H : E( Y ) β β β β : E( Y) β β β β β β S osserv che l odello sotto l otes ull s ottee oedo l codzoe d uguglz zero de coeffcet el odello geerle I tl seso s rl d odello dfcto Idcdo l so de qudrt de resdu co D R er l odello sotto l otes ull e co D R l stess quttà er l odello geerle s uò dostrre che sotto l otes ull l sttstc ( DR DR) /( ) F D /( ) R () h dstruzoe F d Fsher co è dt d R f : f > F } { α e grd lertà L zo d rfuto del test Eseo 6 S cosder or l role del cofroto tr l odello d regressoe studto ell eseo recedete e quello sto sull sol vrle eslctv X (l detro del troco) S ssu u lvello d sgfctvtà r Soluzoe Forlete l otes ull d sottoorre verfc è H : E( Y ) β β cotro l ltertv H : E( Y ) β β β

16 L sttstc test doe llo scoo è l () dove D R è l devz resdu che derv dll lczoe del odello coleto quello cotelto dll otes ltertv e D R è l devz resdu coess ll lczoe del odello rdotto quello cotelto dll otes ull L r devz (clcolt ell Eseo ) è r D R L secod s desue dll lczoe del etodo de qudrt l odello rdotto I clcol do (s è ftto uso che qu dello strueto ls dt d Ecel) Ne segue che D R ( ) / F 69 / 7 L zo d rfuto è R { f : f F 76767} Essedo f < l otes ull o vee rfutt Cò equvle dre che l odello rdotto è suffcete segre l vrle Y V osservto che el cso ese l role otev essere rsolto odo equvlete co l sttstc test t er l verfc dell otes ull H : β cotro l ltertv H β test gà cosderto ell Eseo : Iferez su cozo ler de coeffcet d regressoe I certe stuzo ct d dover verfcre l otes che coeffcet d regressoe d u dto sottosee oure u o ù cozo ler degl stess ssuo de tert vlor Quest vcol s resto essere esress coe Cβ h dove C è l trce ( ) che esre le cozo ler de coeffcet d regressoe ( ) e h è u vettore d uer ssegt U rort scelt delle rghe dell trce C cosete d forulre u o ù equzo ler su β β β Nell tell che segue soo rortt lcu ese d equzo d teresse rtco Tell Ese d vcol su cozo ler d coeffcet d regressoe trce C Vettore h Prodotto Cβ h C [ ] h β C [ - ] h β β C h β β 6

17 7 Cotu Tell trce C Vettore h Prodotto h Cβ C h β β β ) ( C ) ( h β β β È fcle osservre che le otes ulle de role d verfc d otes f qu est sttstche test () () e () s ossoo orre ell for geerle :Cβ h H e sottoorre verfc trte l sttstc test dct ell Prooszoe 7 Prooszoe 7 S h :Cβ H l otes ull d sottoorre verfc llor sotto le usul ssuzo sull cooete d errore ε del odello () l sttstc test ) / ( ) / ( ] ) ( [ ) ( D F R h CB C X X C h CB () h dstruzoe F d Fsher co e grd d lertà Dostrzoe S rv Se Srvstv Regresso lss Theor ethods d lctos Srger-Verlg New Yor 99 6 Eseo 7 S vogl verfcre l otes : β β H edte l sttstc test () reltvete l odello stto ell Eseo S og α Soluzoe L trce C dtt l role ese è C etre l vettore h è h

18 D clcol svolt ell Eseo s è trovto che Per cu 9 C 9 9 Sere ell Eseo s è otteuto d cu ( X [ C ( X C ] I deftv ( C h) [ C( C ] ( C h) / 66 d cu ( C h) [ C( C ] ( C h) / D / ( ) R Coe s uò osservre l rocedeto sto sull sttstc test () dà lo stesso rsultto forto dll sttstc (); l legger dfferez uerc che s rscotr tr le due forule è dovut role d rosszoe Iferez sul vlore tteso dell vrle rsost e tervllo redttvo logete quto gà vsto er l odello d regressoe lere selce (Prgrf 6 e 7) soo oggetto d ferez o solo coeffcet del odello d regressoe che l vlore tteso o l vlore che l vrle rsost Y ssue corrsodez d dt vlor delle vrl eslctve S ( ) l vettore de vlor delle vrl eslctve er l qule teress vlutre l vlore tteso E( Y ) β β β β β Uo sttore o dstorto d ( Y ) è dto d E Y ˆ B B B B B

19 Coe s vede Y ˆ è u cozoe lere delle vc B B B Coe tle h vrz Vr( Y ˆ ) Vr( B) Vr( Β) σ ( X S rcord che sotto l otes d orltà dell cooete d errore ε l vettore B h dstruzoe ultorle B ~ N ( β σ ( ) Prooszoe 6 Ne segue che l vc B h dstruzoe orle co ed β e vrz σ ( I sol s h B ~ N( β σ ( ) Ioltre dll Prooszoe 6 s deduce che le vc B e D R ( ) ˆ σ soo dedet È fcle verfcre llor che v soo tutt resuost erché l rorto t ˆ σ B β ( dstruzoe t d Studet co grd d lertà Co questo rsultto s è grdo s d verfcre otes s d costrure l tervllo fducro er l vlore tteso ( Y ) I lt d tle tervllo fducro soo dt d: E α α L B t / ˆ σ ( L B t / ˆ σ ( X S or ( ) u uovo vettore d osservzo sulle vrl eslctve (uovo vettore rsetto quell co cu soo stt stt coeffcet d regressoe β ) Idct co Y l rsost ssoct questo uovo vettore s vogl deltre u tervllo etro cu s cores l vc Y co roltà α Cosderdo che l quttà Y ˆ B è uo sttore o dstorto d Y s red l vc Yˆ che h vlore tteso ullo e vrz Vr( Yˆ ( B β) Y B β ε ε ) Vr( ( B β)) Vr( ε ) σ ( Y σ Cò osto dll ssuzoe d orltà er l tere d errore ε coe gà vsto er Y ˆ s tre che l rorto Yˆ Y t ˆ σ ( h dstruzoe t d Studet co grd d lertà D queste reesse segue che l tervllo che clude co roltà α l vc Y l cosddetto tervllo redttvo h estre esress d: Yˆ ± tα / ˆ σ ( 9

20 Eseo Co rfereto l odello stto ell Eseo s ( 9 ) S vogl costrure l tervllo fducro l 9% er l vlore tteso d Y ssocto suddett vlor delle vrl eslctve Ioltre ssuedo coe uov osservzoe sulle vrl eslctve gl stess vlor fsst er s vogl costrure l tervllo redttvo er Y l 9% Soluzoe Poché e ˆ lt fducr er ( Y ) soo: E ( l 9 9; 7 l Per quto rgurd gl estre dell tervllo redttvo s h: l 9 ( ) ; 7 l 9 ( ) Cotrollo d vldtà delle ssuzo d se Le ls sttstche f qu resette oggo su ssuzo e recse: l dedez delle vc Y Y Y l ooschedstctà oss l uguglz delle vrze d queste vrl csul e l orltà dstrutv delle cooet d errore ε ε ε (che se l volzoe d quest ssuzoe o fc l vldtà de rsultt coess co l st de qudrt de retr del odello Prooszoe ) Nturlete l oggetto del cotrollo d vldtà d dette ssuzo è l odello d regressoe ell struttur deftv qule eerge dlle ls ferezl su coeffcet d regressoe llustrte recedez cores quell sull lertà dell relzoe sttstc fr l vrle rsost e le vrl eslctve otes H : β β β d e- seo co l sttstc test () s uò decdere d dottre u odello rdotto (coè co u or uero d vrl eslctve) rsetto quello zlete cosderto Le tecche co cu s effettuo quest cotroll soo ot coe etod dgostc

21 ls de resdu Coe s è vsto el Prgrfo lo strueto rcle er l cotrollo d vldtà delle ssuzo d se è l ls de resdu l rgurdo l lettore è vtto ll rlettur d quto vee detto el rgrfo sor rchto rtcolre erto lle strutture tche del grfco de resdu (ved Fgur 7) S rcord qu che resdu soo le vc e Y Yˆ L forzoe sttstc ll se dell ggor rte de etod dgostc è costtut d resdu e Y Yˆ Quest ossoo essere cosdert ll stregu d sttor delle cooet d error ε Nell otes d orltà delle cooet d errore s uò dostrre che l vettore de resdu e h dstruzoe ultorle N ( σ ) Dove I H essedo H X( (ved Prgrfo ) Idcto co h l eleeto geerco dell trce s h h Vr( e ) σ ( Nell ls de resdu s utlzzo tlvolt le quttà ) ~ e e ˆ σ h dette resdu studetzzt (s trtt d resdu stdrdzzt edte l devzoe stdrd stt) L ls de resdu s cocretzz geerlete ell costruzoe d grfc d dsersoe che reseto sull sse vertcle resdu grezz e o quell studetzzt e sull sse orzzotle: - vlor dell sgol vrle eslctv; - cozo ler d due o ù vrl eslctve; - vlor teorc ˆ ; - vlor d u vrle eslctv o clus el odello cu vlor soo ot Nel ro cso u grfco d dsersoe che o fest secfc det (uvol regolre tedete ll for rresett ell Fgur 7) dc che l sereto dell vrle el odello o reset role rtcolr; se vece s dovesse lesre u deto rtcolre s oe l ossltà d secfcre dversete l ruolo dell vrle eslctv (edte u trsforzoe d eseo eleveto l qudrto) I odo logo vo lett dgr d dsersoe vet coe scsse vlor ssut d cozo ler d due o ù vrl eslctve Qudo sull sse delle scsse vegoo ost vlor teorc ˆ u deto regolre del grfco d dsersoe suort rtcolre l ssuzoe d ooschedstctà S cosder ftt che tl vlor teorc soo ste del vlore edo dell vrle rsost ssocto lle sgole osservzo sulle vrl eslctve Pertto u uvol d ut che resetsse u deto crescete (d eseo secodo l for del grfco 7c) decrescete o d ltr struttur rtcolre free esre u vrltà dell cooete d errore dedete dl lvello dell vrle rsost Ife qudo sull sse delle scsse vegoo rortt vlor d u vrle o sert el odello u rtcolre deto del dgr d dsersoe f esre ll oortutà d serre l vrle el odello Per quto rgurd l ssuzoe d orltà delle cooet d errore ssuzoe su cu s fod u lrg rte delle tecche d ferez este questo ctolo

22 u ro strueto d vlutzoe è rresetto dll stogr d frequez de resdu: se l stogr de resdu grezz o d quell studetzzt o s dscost troo seslete d u for culre s uò essere fducos sull ssuzoe rgoeto È rorto rcorrere ll stogr d frequez qudo l uero delle osservzo è stz elevto U etodo ltertvo è quello sto sul dgr d dsersoe de ut d coordte Φ ~ e ( ) dove vlor ost sulle scsse soo qutl dell orle stdrdzzt corrsodet vlor (dell fuzoe d rrtzoe dell orle stdrdzzt Φ ()) / / ( ) / etre le ordte ~ e () soo resdu studetzzt ordt seso crescete U dsoszoe de ut del dgr ttoro u rett suort l rosst orltà de resdu e qud l orltà delle cooet d errore Vlor ol e ut fluet U setto che ert rtcolre ttezoe è l dvduzoe d evetul vlor ol co rgurdo s ll vrle rsost che lle vrl eslctve C s rfersce vlor eccessvete grd o eccessvete ccol che ossoo codzore l dtteto del odello dt Scurete l ls de resdu cotrusce ll scoert de vlor ol Tuttv è oortuo llustrre due secfche tecche flzzte ll dvduzoe de cosddett ut fluet S rred l trce H e s rcord (ved Dostrzoe dell Prooszoe ) che l su trcc è r I ltr ter vle l dettà h h h d cu s evce che l vlore edo d h è ( ) / Or vlor d h olto dstt dll ed dvduo ossl ut fluet dl lto delle vrl eslctve Iftt cosderdo che h Vr( e ) σ ( u vlore olto grde d h lc u vrz olto rdott d e e qud u ossle effetto lev del uto questoe el seso dcto el Prgrfo U etodo ù geerle er l dvduzoe de ut fluet è st sull dstz d Coo S suog effetture l ls d regressoe oettedo l'-es osservzoe e s B () l vettore de coeffcet d regressoe stt sulle ret osservzo L dstz d Coo è dt d ( B D ( ) B) ( ( B( ) B) (ˆ ( ) ˆ) (ˆ ( ) ( ) ˆ σ ( ) ˆ σ ) ˆ) Vlor elevt d D dvduo ut fluet L'eserez suggersce d redere cosderzoe coe otezl ut fluet le osservzo er le qul D > dreero teute sotto osservzoe etre er quelle co D > c trovo veroslete d frote ut co forte fluez S dostr che u esressoe equvlete d D è Per coredere l logc sottostte questo rocedeto s rv Se e Srvstv o ct -

23 ~ e h D ( ) h d cu s evce che u'osservzoe uò essere fluete se reset resdu studetzzt elevt l che l qulfc coe u vlore olo rsetto ll vrle rsost o se h è ross d el qul cso l uto è dstte dl rcetro dello szo delle vrl eslctve Nturlete le due recedet crcostze ossoo coesstere Red d dottre L dod che c s oe è quell delle zo d trredere qudo etod dgostc roducoo qulche duo crc le ssuzo d se L questoe o s rest essere trttt odo stetco Pertto c s lterà trodurre l tecc dell trsforzoe d Bo e Co utle rtcolrete el cso cu l ls de resdu ette duo l orltà delle cooet d errore L tecc r dvdure l trsforzoe dell vrle Y che rede le osservzo l ù ossle ssll lle relzzzo d u vc orle L trsforzoe è così deft: λ Y Y ( λ) λ log( Y ) Per u dto λ l odello d regressoe dvet ertto se λ se λ λ Y β β β ε log( Y ) β β β ε se λ se λ Tle trsforzoe è vld se Y è strettete ostv Tuttv è ossle oerre u trslzoe dell vrle Y del to Y c er u redeterto vlore d c tle che Y c s sere ostv L scelt del vlore "otto" d λ uò vvere odo rossto edte tecche grfche ed eslortve oure er ù forle I questo secodo cso s uò rcorrere etodo dell ss verosglz ssegdo λ l vlore che sszz l verosglz del coe csule ( ( λ) ( λ)) s l relzzzoe d vc dedet co ede Xβ e trce d covrze σ I Per fcltre l'terretzoe del odello l vlore λˆ vee d solto rossto co u vlore rosso ell grgl { / / }

24 PPENDICE VETTORI E TRICI Vettore È u see ordto d uer rel così dct S us che scrvere ] [ dove l ce dc l ssggo dll colo ll rg Nel ro cso s rl d vettore colo el secodo d vettore rg Nel seguto s dcherà co l vettore colo cu eleet soo tutt ugul oltlczoe d u vettore er u costte Se c è u costte l rodotto c è l vettore che reset ell oszoe l quttà c Eseo Dto c e c So d vettor L so de due vettor e è deft el odo seguete Eseo 7 6

25 Vettor lerete dedet I vettor s dcoo lerete dedet se esstoo uer rel o tutt ugul tl che Se tle uguglz o vle vettor soo lerete dedet Eseo 9 7 I vettor soo lerete dedet quto trce U trce d desoe u see d uer ordt rghe e coloe: U trce s dce qudrt se l uero delle rghe è ugule l uero delle coloe Due trc } { e } { B soo ugul se ; So d due trc dell stess desoe B Eseo B B oltlczoe d u trce er u costte c } { c c c Eseo

26 Dfferez tr due trc dell stess desoe } { B B ) ( Trsost Dt l trce l trsost è otteut scdo le rghe co le coloe L desoe d B è turlete Eseo 9 9 trce setrc U trce s dce setrc se Cò vvee se gl eleet d soo tl che Eseo oltlczoe d trc Dte due trc e B l r d desoe l secod d desoe l rodotto C B è l trce d desoe tle che h h h c

27 S ot che due trc s ossoo oltlcre se l uero delle coloe dell r è ugule l uero delle coloe dell secod Se le trc e B soo qudrte ed ho l stess desoe soo ess etr rodott B B che se le trc che e rsulto o soo ecessrete ugul Eseo B B trce dettà È u trce qudrt cu og eleeto dell dgole è r d etre og eleeto fuor dell dgole è r Se è u trce qudrt d desoe e I u trce dettà dell stess desoe vlgoo le dettà I I Iftt l geerco eleeto d I α è dto dl rodotto dell rg -es d I er l - es colo d ; l rg -es reset l vlore ell -es oszoe e l vlore elle ltre oszo; l -es colo reset l eleeto ell -es oszoe; e segue che l rodotto questoe dà e qud α I odo logo s verfc che I Proretà del rodotto d trc: ) c ( B ) ( c) B ) ( BC) ( B) C c) ( B C) B C d) ( B C) B C e) ( B ) B Le roretà recedet resuogoo che le trc covolte el rodotto so effett oltlcl Idcdo co vettor dell stess desoe l geerlzzzoe dell roretà c) cosete d scrvere Ioltre er l e) s uò scrvere ( ( )( ) ( )( ) ( )( ) )( ) ( )( ) ( )( ) ( ( )( ) ( )( ) ( )( ) ) ( ) ( ) ( Rgo d u trce Dt u trce l suo rgo è l uero sso d coloe (cosderte coe vettor) lerete dedet ) 7

28 Eseo Il rgo dell trce è quto Deterte Il deterte d u trce qudrt è lo sclre dto d > se ) ( se dove è l trce ) ( ) ( otteut d eldo l r rg e l colo Eseo 9 ) ( 6) (7 ) (6 9 9 Ivers d u trce Se è u trce qudrt d desoe co rgo r llor esste u uc trce d desoe dett vers d tle che I L vers d u trce qudrt è l trce che s ottee el odo seguete: ) s deter l trce de cofttor C che s ottee dll trce sosttuedo d og eleeto l deterte dell sottotrce che s rcv ccelldo l - es rg e l -es colo co sego dto d ) ( ; ) s deter l trce ggut d dt dll trsost d C: ; ) ( gg C c) s ervee ll trce vers dvdedo l ggut d er l deterte d : ) gg(

29 Eseo Dt l trce s h 9 9 C d cu Ife essedo s ottee 6 gg( ) Trcc Se è u trce qudrt d desoe s ch trcc d dct co l solo tr( ) l so degl eleet dell dgole d Eseo L trcc dell trce è dt d 9 9 Dte due trc e B d deso vlgoo le seguet utl roretà dell trcc (che s ossoo verfcre ercete co degl ese): ) tr( c ) ctr( ) essedo c uo sclre; ) tr(b) tr(b); c) tr( ± B) tr() ± tr(b) 9

VALORI MEDI (continua da Lezione 5)

VALORI MEDI (continua da Lezione 5) VALORI MEDI (cotu d Lezoe 5) Dott.ss Pol Vcrd 6. L ed rtetc è lere coè è vrte per trsforzo ler de dt. S u dstrbuzoe utr d ed A. Effettuo u trsforzoe lere delle osservzo coè b c d dove c e d soo due costt

Dettagli

Lezione 8. Risultanti e discriminanti.

Lezione 8. Risultanti e discriminanti. Lezoe 8 Prerequst: Rdc d polo Cp d spezzeto Lezoe 5 Rsultt e dscrt I quest sezoe studo crter eettv per stlre qudo due polo coecet u cpo ho rdc cou S F u cpo Proposzoe 8 I polo o ull, ] ho u rdce coue u

Dettagli

Calcolo di autovalori

Calcolo di autovalori lcolo d utolor Dt l trce deterre l uero e ettore o ullo tl che l l utolore utoettore Esepo 9 9 b 8 b 8 b geerle o è ultplo d. Se però oero c soo due dreo lugo le qul fuo coe se fosse oltplcto per uo sclre.

Dettagli

PROBLEMI DI TRASPORTO

PROBLEMI DI TRASPORTO Metod e modell per l supporto lle decso Prof Ferddo Pezzell - Ig Lug De Gov PROBLEMI DI TRSPORTO OFFERT IMPINTI UTENTI DOMND ( ) (org) (destzo) ( b ) (5) (8) (2) 2 2 (2) (3) 3 3 (9) 4 (9) c COSTO UNITRIO

Dettagli

10. L ARIA UMIDA. p =

10. L ARIA UMIDA. p = 0. L AIA UIDA 0. Preess Coe è gà stto ete trttto el sesto ctolo, l coorteto d u sste gssoso ce uò essere cosderto gs dele ee descrtto dell'equzoe d stto: (0.) cu 834,3 J/(kolK) è l costte uersle de gs

Dettagli

MATEMATICA FINANZIARIA 3. RENDITE

MATEMATICA FINANZIARIA 3. RENDITE MATEMATICA FINANZIAIA Prof. Adre Berrd 999 3. ENDITE Coro d Mtetc Fzr 999 d Adre Berrd Sezoe 3 ENDITA Operzoe fzr copot, crtterzzt d cdeze (,,...,,...,, rcuotere quelle cdeze,,...,,...,, t e d port d pgre

Dettagli

Diagrammi di Bode. (versione del ) Funzioni di trasferimento

Diagrammi di Bode.  (versione del ) Funzioni di trasferimento Dgr d Bode www.de.g.uo.t/er/tr/ddtt.ht veroe del 5-- Fuo d trfereto Le fuo d trfereto f.d.t de rut ler teo vrt oo fuo rol oè rort tr due olo oeffet rel dell vrle Per evtre d trttre eltete quttà gre, trodue

Dettagli

Con una rappresentazione parametrica, una curva c è data come una funzione a valori vettoriali di un singolo parametro reale:

Con una rappresentazione parametrica, una curva c è data come una funzione a valori vettoriali di un singolo parametro reale: Co u rppresetzoe prmetrc, u curv c è dt come u fuzoe vlor vettorl d u sgolo prmetro rele: c : D R E t.c. c( u o ( x ( u... x ( u I cu o è l orge del rfermeto, D geere cocde co l tervllo [,] e x soo le

Dettagli

EQUAZIONI ESPONENZIALI -- LOGARITMI

EQUAZIONI ESPONENZIALI -- LOGARITMI Equzioi espoezili e riti pg 1 Adolfo Sioe 1998 EQUAZIONI ESPONENZIALI -- LOGARITMI Fuzioe Espoezile Dto u uero rele positivo osiderio l fuzioe f : R R he d ogi eleeto R f orrispodere l'eleeto y =. Se =

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI BARI CATTEDRA DI MATEMATICA PER L'ECONOMIA DIPARTIMENTO DI SCIENZE ECONOMICHE E METODI MATEMATICI

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI BARI CATTEDRA DI MATEMATICA PER L'ECONOMIA DIPARTIMENTO DI SCIENZE ECONOMICHE E METODI MATEMATICI FASCICOLO FUORI COMMERCIO DISTRIBUITO GRATUITAMENTE AGLI STUDENTI DEL CORSO DI MATEMATICA PER L'ECONOMIA ANNO ACCADEMICO 008-009 UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI BARI CATTEDRA DI MATEMATICA PER L'ECONOMIA DIPARTIMENTO

Dettagli

Variabili Aleatorie vettoriali

Variabili Aleatorie vettoriali Vrbl letore vettorl Vrbl letore vettorl Vrbl letore vettorl: Itroduzoe Vrbl letore dpedet Idc d poszoe per V vettorl rsorzo d V vettorl Idc d dspersoe: Moet Mtrce d Covrz Propzoe dell Covrz V.. VORILI

Dettagli

Corso di Matematica - Algebra. Algebra

Corso di Matematica - Algebra. Algebra Corso d Mtemtc - Alger Alger Oerzo Algerche Tell de Seg Proretà Algerche delle Oerzo Somm e d Prodotto tr Numer Assoctvtà dell dvsoe Uguglze Pssgg lgerc Regole memoche Prodotto croce Rduzoe Fttor Rduzoe

Dettagli

I radicali 1. Claudio CANCELLI (www.claudiocancelli.it)

I radicali 1. Claudio CANCELLI (www.claudiocancelli.it) I rdicli Cludio CANCELLI (www.cludioccelli.it) Ed..0 www.cludioccelli.it Dec. 0 I rdicli INDICE DEI CONTENUTI. I RADICALI... INDICE DI RADICE PARI...4 INDICE DI RADICE DISPARI...5 RADICALI SIMILI...6 PROPRIETA

Dettagli

ma non sono uguali fra loro

ma non sono uguali fra loro Defiizioe U fuzioe f defiit i D (doiio) si dice cotiu i u puto c D se esiste i tle puto (è cioè possiile clcolre f (c)); se esiste, fiito, il ite dell fuzioe per che tede c e se il vlore del ite coicide

Dettagli

Rendite a rate costanti posticipate in regime di interessi composti

Rendite a rate costanti posticipate in regime di interessi composti Redte rte cott regme d tere compot Redte rte cott potcpte regme d tere compot /32 Redte rte cott potcpte regme d tere compot 2/32 Redte rte cott potcpte regme d tere compot VALORE ATTUALE DI UNA RENDITA

Dettagli

STUDIO DELLA STABILITA' DEI SISTEMI IN RETROAZIONE CON IL METODO DEL LUOGO DELLE RADICI

STUDIO DELLA STABILITA' DEI SISTEMI IN RETROAZIONE CON IL METODO DEL LUOGO DELLE RADICI STUDIO DELLA STABILITA' DEI SISTEMI IN RETROAZIONE CON IL METODO DEL LUOGO DELLE RADICI U sste d cotrollo s defsce retrozoe, o cte chus, se oper utlzzdo, oltre l segle d rfereto solo forzo che rgurdo l

Dettagli

I. COS E UNA SUCCESSIONE

I. COS E UNA SUCCESSIONE 5 - LE SUCCESSIONI I. COS E UNA SUCCESSIONE L sequez 0 = = 0 3 = 3 = 4 =... 3 5 = +... costituisce u esempio di SUCCESSIONE. 90 Ecco u ltro esempio di successioe: 3 4 = 3 = 3 3 = 3 4 = 3... = 3... U successioe

Dettagli

APPLICAZIONI LINEARI

APPLICAZIONI LINEARI APPLICAZIONI LINEARI 1. DEFINIZIONE DI APPLICAZIONE LINEARE. Sio V e W due spzi vettorili su u medesimo cmpo K. Si :V W u ppliczioe di V i W. Si dice che l è u ppliczioe liere di V i W se soo veriicte

Dettagli

L INTEGRALE DEFINITO b f (x) d x a 1

L INTEGRALE DEFINITO b f (x) d x a 1 L INTEGRALE DEFINITO ( ) d ARGOMENTI. Il Trpezoide re del Trpezoide. L itegrle deiito de. Di Riem. Proprietà dell itegrle deiito teorem dell medi. L uzioe itegrle teorem di Torricelli-Brrow e corollrio

Dettagli

Elementi di Calcolo delle probabilità

Elementi di Calcolo delle probabilità Elemet d Clcolo delle probbltà PERCHÉ I TUDIA IL CALCOLO DELLE PROAILITÀ? Clcolo delle probbltà tto d certezz I cu s formo le decso Espermeto csule - prov U espermeto csule è u feomeo del modo rele per

Dettagli

DOTTORATO DI RICERCA IN GEOFISICA-XXIIICICLO/ EQUAZIONI ALLE DERIVATE PARZIALI (Prof. BONAFEDE)

DOTTORATO DI RICERCA IN GEOFISICA-XXIIICICLO/ EQUAZIONI ALLE DERIVATE PARZIALI (Prof. BONAFEDE) DOTTORATO DI RICERCA IN GEOFISICA-XXIIICICLO/ EQUAZIONI ALLE DERIVATE PARZIALI (Prof. BONAFEDE) Mggi C. & Bccesci P. Soluzioe problem V Puto 1: T Clcolre l soluzioe stziori dell (1) euivle d imporre l

Dettagli

La classe che mostra la distribuzione più elevata è quella 60-90, che corrisponde a un uso elevato dell automobile. f i fr (= f i/n) fr% (=fr*100)

La classe che mostra la distribuzione più elevata è quella 60-90, che corrisponde a un uso elevato dell automobile. f i fr (= f i/n) fr% (=fr*100) ESERCIZIO Il Moblty Maager d u azeda ha rlevato l umero d chlometr percors settmaalmete da 60 mpegat. I dat soo rportat ello schema successvo. 67 4 93 58 66 87 5 53 86 8 7 47 56 70 54 86 48 43 60 58 5

Dettagli

INFORMATICA 3 LEZIONE 10 FONDAMENTI DI MATEMATICA

INFORMATICA 3 LEZIONE 10 FONDAMENTI DI MATEMATICA INFORMATICA 3 LEZIONE FONDAMENTI DI MATEMATICA Isem e relzo Iseme: collezo d membr o elemet dstt d u tpo d bse. U membro può essere u elemeto prmtvo d u tpo d bse oppure u seme. U seme o cotee elemet duplct.

Dettagli

, dove s n è la somma parziale n-esima definita da. lim s n = lim s n = + (= ). a n = a 1 + a 2 +...

, dove s n è la somma parziale n-esima definita da. lim s n = lim s n = + (= ). a n = a 1 + a 2 +... . serie umeriche Def. (serie). Dt u successioe ( ) (co R per ogi ), si chim serie di termie geerle l successioe (s ), dove s è l somm przile -esim defiit d () s = + 2 +... + = k. L serie coverge (semplicemete)

Dettagli

3. Si determini l area del segmento parabolico di base AB e si verifichi che essa è 3

3. Si determini l area del segmento parabolico di base AB e si verifichi che essa è 3 MINIERO DELL'IRUZIONE,DELL'UNIERIÀ E DELLA RICERCA CUOLE IALIANE ALL EERO EAMI DI AO DI LICEO CIENIFICO essioe Ordiri s 00/005 ECONDA PROA CRIA em di Mtemtic Il cdidto risolv uo dei due problemi e quesiti

Dettagli

Dimostrazione della Formula per la determinazione del numero di divisori-test di primalità, di Giorgio Lamberti

Dimostrazione della Formula per la determinazione del numero di divisori-test di primalità, di Giorgio Lamberti Gorgo Lambert Pag. Dmostrazoe della Formula per la determazoe del umero d dvsor-test d prmaltà, d Gorgo Lambert Eugeo Amtrao aveva proposto l'dea d ua formula per calcolare l umero d dvsor d u umero, da

Dettagli

Formule di Integrazione Numerica

Formule di Integrazione Numerica Formule d Itegrzoe Numerc Itegrzoe umerc: geerltà Prolem: vlutre l tegrle deto: I d F F utlzzo opportue tecce umerce qudo: l prmtv d o e esprmle orm cus d esempo s/, ep- ; dcoltà el clcolre ltcmete l prmtv

Dettagli

Progressioni geometriche

Progressioni geometriche Progressioi geometriche Comicimo co due esempi: Esempio Cosiderimo l successioe di umeri:, 6,, 4, 48, 96 L successioe è tle che si pss d u termie l successivo moltiplicdo il precedete per. Si dice che

Dettagli

La velocità massima espressa in metri al secondo e l accelerazione voluta sono: 1000

La velocità massima espressa in metri al secondo e l accelerazione voluta sono: 1000 Diesioeto di ssi di otore correte cotiu Si idividuio i pretri pricipli di u cchi correte cotiu eccitzioe idipedete i rdo di uovere u tr veloce ote che sio le seueti specifiche: Tesioe di lietzioe dell

Dettagli

I segnali nelle telecomunicazioni

I segnali nelle telecomunicazioni I segli elle telecouiczioi Geerlità I segli ossoo essere rresetti el doiio del teo edite u grfico crtesio vete i scisse il teo e i ordite i vlori isttei dell'iezz del segle cosiderto. Tle grfico, detto

Dettagli

Laboratorio di FISICA 2. Misura della resistenza di un conduttore con il ponte di Wheatstone R + R R 3 + R4 E, (2) =, (3) i 2 V B = R 3 = V AC

Laboratorio di FISICA 2. Misura della resistenza di un conduttore con il ponte di Wheatstone R + R R 3 + R4 E, (2) =, (3) i 2 V B = R 3 = V AC Lortoro d FISICA Msur dell resstez d u coduttore co l pote d Whetstoe Il pote d Whetstoe è u crcuto dtto ll msur dell resstez d u coduttore per cofroto co ressteze ote. ello schem d Fgur l tter E lmet

Dettagli

Design of experiments (DOE) e Analisi statistica

Design of experiments (DOE) e Analisi statistica Desg of epermets (DOE) e Aals statstca L utlzzo fodametale della metodologa Desg of Epermets è approfodre la coosceza del sstema esame Determare le varabl pù sgfcatve; Determare l campo d varazoe delle

Dettagli

NOZIONI DI STATISTICA APPLICATE ALLA CHIMICA ANALITICA

NOZIONI DI STATISTICA APPLICATE ALLA CHIMICA ANALITICA NOZIONI DI STTISTIC PPLICTE LL CHIMIC NLITIC NOZIONI GENERLI Il rultto d u determzoe ltc è l egle trumetle o l vlore ttruto d u lt, rultto d u oervzoe drett o pù peo otteuto come tm tttc,, u volt rultto

Dettagli

Algebra di Boole Forme normali P ed S. Variabili e funzioni booleane

Algebra di Boole Forme normali P ed S. Variabili e funzioni booleane 3/03/0 Corso d Cloltor Elettro I A.A. 0-0 Alger d Boole Forme orml ed Lezoe 6 rof. Roerto Coo Uverstà degl tud d Npol Federo II Foltà d Igeger Corso d Lure Igeger Iformt (llev A-DA) Corso d Lure Igeger

Dettagli

3. PROGRAMMAZIONE LINEARE E ALTRE TECNICHE DI RICERCA OPERATIVA

3. PROGRAMMAZIONE LINEARE E ALTRE TECNICHE DI RICERCA OPERATIVA . PROGRAAZIONE LINEARE E ALTRE TECNICHE DI RICERCA OPERATIVA. Progrmmzoe lere due vrbl: rsoluzoe grfc Izmo l seguete cptolo rsolvedo u eserczo d ottmzzzoe vcolt teedo presete l procedmeto seguto per trovre

Dettagli

1. L'INSIEME DEI NUMERI REALI

1. L'INSIEME DEI NUMERI REALI . L'INSIEME DEI NUMERI REALI. I pricipli isiemi di umeri Ripredimo i pricipli isiemi umerici N, l'isieme dei umeri turli 0; ; ; ; ;... L'ide ituitiv di umero turle è ssocit l prolem di cotre e ordire gli

Dettagli

Lezione 24. Campi finiti.

Lezione 24. Campi finiti. Lezoe 4 Prerequst: Lezo 0,,, 3 Rfermet a test: [FdG] Sezoe 86; [H] Sezoe 79; [PC] Sezoe 63; Cam ft Nelle lezo recedet abbamo vsto dvers esem d cam ft: ess erao tutt del to oure [ x ]/( f ( x )), dove f

Dettagli

Costi di Entrata e Struttura del Mercato. Economia Industriale Università Bicocca A.A. 2012-2013 Christian Garavaglia

Costi di Entrata e Struttura del Mercato. Economia Industriale Università Bicocca A.A. 2012-2013 Christian Garavaglia Cost d Etrt e truttur del Merto Eoom Idustrle Uverstà Bo A.A. 2012-2013 Chrst Grvgl Cotesto e oett For bbmo lzzto l fuzometo d u merto olgopolsto osderdo ome dto l umero d mprese opert el merto. D os dpede

Dettagli

Appunti di Programmazione Lineare. a cura del Prof. Giuseppe Bruno

Appunti di Programmazione Lineare. a cura del Prof. Giuseppe Bruno Apput d Progrzoe Lere cur del Prof. Guseppe Bruo ozz gugo 05 Itroduzoe prole d ottzzzoe. - Sste e odell Qudo s ffrot u prole, l pr ecesstà è quello d defrlo opportuete. I prtc l pr cos d effetture è deltre

Dettagli

Successioni e serie. Ermanno Travaglino

Successioni e serie. Ermanno Travaglino Successioi e serie Ermo Trvglio U successioe è u sequez ordit di umeri o di ltre grdezze, e u serie è l somm dei termii di tle sequez. U successioe si rppreset co l'espressioe,,,, ell qule è u itero positivo,

Dettagli

b) Relativamente alla variabile PREZZO, fornire una misura della variabilità della distribuzione attraverso

b) Relativamente alla variabile PREZZO, fornire una misura della variabilità della distribuzione attraverso ESERCIZIO Co rfermeto a dvers modell d auto del medesmo segmeto d mercato e cldrata s soo rlevat dat sul prezzo d lsto mglaa d euro (X), la veloctà massma dcharata km/h (Y) ed l peso kg (Z). I dat soo

Dettagli

SCHEDA DIDATTICA N 5

SCHEDA DIDATTICA N 5 FACOLTA DI INGEGNEIA COSO DI LAUEA IN INGEGNEIA CIVILE COSO DI IDOLOGIA POF. PASQUALE VESACE SCHEDA DIDATTICA N 5 MOMENTI DELLE VAIABILI CASUALI E STIMA DEI PAAMETI A.A. 0-3 Momet delle varabl casual La

Dettagli

La regressione Lineare

La regressione Lineare L regressoe Lere Als dell Dpedez L Regressoe Lere Prof. Cludo Cplupp - Fcoltà d Sceze dell Formzoe - A.A. 7/8 Qudo tr due vrl c è u relzoe d dpedez, s può cercre d prevedere l vlore d u vrle fuzoe del

Dettagli

Scrivere 2.1 cm implica dire che la misura sia compresa nell intervallo mm

Scrivere 2.1 cm implica dire che la misura sia compresa nell intervallo mm Il lto d un ddo è pr. cm. Usndo le cfre sgnfctve per stmre l errore clcolre l volume del cuo. Supponendo che l devzone stndrd nell msur del lto s d mm clcolre l devzone stndrd che ssoct ll msur del volume.

Dettagli

DI IDROLOGIA TECNICA PARTE II

DI IDROLOGIA TECNICA PARTE II FACOLTA DI INGEGNERIA Laurea Specalstca Igegera Cvle NO Guseppe T Aroca CORSO DI IDROLOGIA TECNICA PARTE II Aals e prevsoe statstca delle varabl drologche Lezoe X: Scelta d u modello probablstco Aals e

Dettagli

Modello dinamico nello spazio dei giunti: relazione tra le coppie di attuazione ai giunti ed il moto della struttura

Modello dinamico nello spazio dei giunti: relazione tra le coppie di attuazione ai giunti ed il moto della struttura Damca Modello damco ello spazo de gut: relazoe tra le coppe d attuazoe a gut ed l moto della struttura smulazoe del moto aals e progettazoe delle traettore progettazoe del sstema d cotrollo progetto de

Dettagli

Nel gergo delle disequazioni vi sono dei simboli che devono essere conosciuti leggendoli da sinistra a destra:

Nel gergo delle disequazioni vi sono dei simboli che devono essere conosciuti leggendoli da sinistra a destra: Disequzioi Mrio Sdri DISEQUAZIONI Defiizioi U disequzioe è u disegugliz tr due espressioi che cotegoo icogite. Risolvere u disequzioe sigific trovre quell'isieme di vlori che, ttriuiti lle icogite, l redoo

Dettagli

Minicorso Controllo Statistico di Processo

Minicorso Controllo Statistico di Processo MINICORSO: Cotrollo Sttstco d Processo (prte /5) d Adre Svo Prte Mcorso Cotrollo Sttstco d Processo d Adre Svo I mgfc 7, premess 7 strumet per me posso bstre: vrbl e ttrbut I dgrmm: crtes, tort, brre,

Dettagli

PROGETTO SIRIO PRECORSO di MATEMATICA Teoria

PROGETTO SIRIO PRECORSO di MATEMATICA Teoria Vi Aldo Mo ro, 1097-300 15 Chioggi (VE) t el. 0414 965 81 1 - fx 0 414 96 54 3 - ww w. itisri ghi.com POTENZA i N... DIVISIBILITÀ e NUMERI PRIMI...3 MASSIMO COMUN DIVISORE e MINIMO COMUNE MULTIPLO...3

Dettagli

MATEMATICA E STATISTICA. Dai dati ai modelli, alle scelte: rappresentazione, interpretazione e previsione. Progetto Lauree Scientifiche

MATEMATICA E STATISTICA. Dai dati ai modelli, alle scelte: rappresentazione, interpretazione e previsione. Progetto Lauree Scientifiche Il mterl soo l rsultto d 4 d lvoro coguto tr docet uverstr e segt delle scuole superor ell'mbto del Progetto Luree Scetfche, Lbortor d Mtemtc d Geov. MOTIVAZIONI E OBIETTIVI Avvcre gl studet l modo d pesre

Dettagli

Interpolazione e Approssimazione ai minimi quadrati

Interpolazione e Approssimazione ai minimi quadrati Cludio Ettico (cludio.ettico@uiubri.it) Iterpolzioe e Approizioe i iii qudrti Iterpolzioe e iii qudrti Iterpolzioe e pproizioe i iii qudrti ) L pproizioe di fuzioi: iterpolzioe e igliore pproizioe. ) Eitez

Dettagli

SIMULAZIONE DI ESAME ESERCIZI. Cattedra di Statistica Medica-Università degli Studi di Bari-Prof.ssa G. Serio 1

SIMULAZIONE DI ESAME ESERCIZI. Cattedra di Statistica Medica-Università degli Studi di Bari-Prof.ssa G. Serio 1 SIMULAZIONE DI ESAME ESERCIZI Cattedra d Statstca MedcaUverstà degl Stud d BarProf.ssa G. Sero ESERCIZIO. Alcu autor hao studato se la depressoe possa essere assocata a dc serologc d process autommutar

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI BERGAMO. Facoltà di Ingegneria. Istituzioni di Economia Laurea Triennale in Ingegneria Gestionale

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI BERGAMO. Facoltà di Ingegneria. Istituzioni di Economia Laurea Triennale in Ingegneria Gestionale Gnmr Mrtn UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI BERGAMO Fcoltà d Ingegner Isttuzon d Econom Lure Trennle n Ingegner Gestonle Lezone 9 Domnd del mercto Prof. Gnmr Mrtn Unverstà degl Stud d Bergmo Fcoltà d Ingegner

Dettagli

Le operazioni fondamentali in N Basic Arithmetic Operations in N

Le operazioni fondamentali in N Basic Arithmetic Operations in N Operzioi fodetli i - 1 Le operzioi fodetli i Bsic Arithetic Opertios i I geerle u operzioe è u procedieto che due o più ueri, dti i u certo ordie e detti terii dell'operzioe, e ssoci u ltro, detto risultto

Dettagli

2 Sistemi di equazioni lineari.

2 Sistemi di equazioni lineari. Sistemi di equzioi lieri. efiizioe. Si dice equzioe liere elle icogite equzioe dell form () + +...+ = o che (') i= i i = ove,,..., R si chimo coefficieti e R termie oto.,,..., ogi efiizioe. Si dice soluzioe

Dettagli

Soluzione di sistemi lineari. Esistenza delle soluzioni. Quante soluzioni? 1 se singolare 0 o infinite se non singolare

Soluzione di sistemi lineari. Esistenza delle soluzioni. Quante soluzioni? 1 se singolare 0 o infinite se non singolare L (sistei) L (sistei) Soluzioe di sistei lieri Esistez delle soluzioi etodi per l soluzioe di sistei di equzioi lieri: Eliizioe di vriili etodo di Crer trice ivers Tipi di sistei: Sistei deteriti Sistei

Dettagli

Metodi d integrazione di Montecarlo

Metodi d integrazione di Montecarlo Metodi d itegrzioe di Motecrlo Simulzioe l termie simulzioe ell su ccezioe scietific h u sigificto diverso dll ccezioe correte. Nell uso ordirio è sioimo si fizioe; ell uso scietifico è sioimo di imitzioe,

Dettagli

Elementi di Statistica descrittiva Parte III

Elementi di Statistica descrittiva Parte III Elemet d Statstca descrttva Parte III Paaa Idce d asmmetra (/) Idce d forma che esprme l grado d asmmetra (skewess) d ua dstrbuzoe. Sao u, u,,u osservazo umerche. Chamamo dce d asmmetra l espressoe: c

Dettagli

Integrali de niti. Il problema del calcolo di aree ci porterà alla de nizione di integrale de nito.

Integrali de niti. Il problema del calcolo di aree ci porterà alla de nizione di integrale de nito. Integrli de niti. Il problem di clcolre l re di un regione pin delimitt d gr ci di funzioni si può risolvere usndo l integrle de nito. L integrle de nito st l problem del clcolo di ree come l equzione

Dettagli

CORSO DI METODI MATEMATICI PER L INGEGNERIA MECCANICA

CORSO DI METODI MATEMATICI PER L INGEGNERIA MECCANICA CORSO DI METODI MATEMATICI PER L INGEGNERIA MECCANICA. ALCUNE NOZIONI E STRUMENTI PRELIMINARI -RICHIAMI SUGLI SPAZI VETTORIALI Ricordimo che u vettore i R (o C ) e u -upl ordit di umeri reli (o complessi)

Dettagli

Esercitazioni di Elettrotecnica: doppi-bipoli

Esercitazioni di Elettrotecnica: doppi-bipoli . Mffucc: serctzon su dopp-pol er.-9 Unerstà degl tud d ssno serctzon d lettrotecnc: dopp-pol prof. ntono Mffucc er.. ottore 9 . Mffucc: serctzon su dopp-pol er.-9. opp-pol n rege stzonro.. on rferento

Dettagli

Il confronto tra DUE campioni indipendenti

Il confronto tra DUE campioni indipendenti Il cofroto tra DUE camioi idiedeti Il cofroto tra DUE camioi idiedeti Cofroto tra due medie I questi casi siamo iteressati a cofrotare il valore medio di due camioi i cui i le osservazioi i u camioe soo

Dettagli

Misurare una grandezza fisica significa stabilire quante unità di misura sono contenute nella grandezza stessa.

Misurare una grandezza fisica significa stabilire quante unità di misura sono contenute nella grandezza stessa. L misur: Misurre u grdezz fisic sigific stilire qute uità di misur soo coteute ell grdezz stess. L misur di u grdezz si dice dirett qudo si effettu per cofroto co u grdezz d ess omogee scelt come cmpioe

Dettagli

In questo capitolo vedremo solamente un caso di rendita, che useremo poi per generalizzare le rendite e dedurre tutti gli altri casi.

In questo capitolo vedremo solamente un caso di rendita, che useremo poi per generalizzare le rendite e dedurre tutti gli altri casi. 7. Redte I questo captolo edremo solamete u caso d redta, che useremo po per geeralzzare le redte e dedurre tutt gl altr cas. S defsce redta ua successoe d captal (rate) tutte da pagare, o tutte da rscuotere,

Dettagli

ESERCIZI SU DISTRIBUZIONI CAMPIONARIE

ESERCIZI SU DISTRIBUZIONI CAMPIONARIE Corso d Ifereza Statstca Eserctazo A.A. 009/0 ESERCIZI SU DISTRIBUZIONI CAMPIONARIE Eserczo I cosumator d marmellata ua data popolazoe soo l 40%. Determare la probabltà che, per u campoe beroullao d =

Dettagli

Confronto di varie tecniche di integrazione Numerica

Confronto di varie tecniche di integrazione Numerica Uverstà degl stud d Caglar Darteto d gegera Elettrca ed Elettroca Corso d Calcolo Nuerco Ao /5 Coroto d vare tecce d tegrazoe Nuerca Realzzata da: Alessadro Pa troduzoe Questa tesa è dvsa due art La ra

Dettagli

si definisce Funzione Integrale; si chiama funzione integrale in quanto il suo * x

si definisce Funzione Integrale; si chiama funzione integrale in quanto il suo * x Appunti elorti dll prof.ss Biondin Gldi Funzione integrle Si y = f() un funzione continu in un intervllo [; ] e si 0 [; ]; l integrle 0 f()d si definisce Funzione Integrle; si chim funzione integrle in

Dettagli

P O M P E. Per un impianto generico, il cui schema è rappresentato in figura, si adotta la seguente terminologia: H g è la PREVALENZA GEODETICA

P O M P E. Per un impianto generico, il cui schema è rappresentato in figura, si adotta la seguente terminologia: H g è la PREVALENZA GEODETICA O M E Sono cchine IDRULIE OERTRII. Loro coito è quello di trferire l eneri eccnic di cui dionono in eneri idrulic. Quete cchine cedono l fluido incoriiile che le ttrer eneri di reione e/o eneri cinetic.

Dettagli

Quanto costa la palificazione I diversi materiali a confronto

Quanto costa la palificazione I diversi materiali a confronto 42 Terr e Vt SPECIALE IMPIANTO VIGNETO ] n. 46/2011 Qunto ost l lfzone I vers terl onfronto DI CLAUDIO CORRADI ] l etll h rvoluzonto l sste lfzone L utlzzo e vgnet er l relzzzone e qul questo to terle

Dettagli

2 x = 64 (1) L esponente (x) a cui elevare la base (2) per ottenere il numero 64 è detto logaritmo (logaritmo in base 2 di 64), indicato così:

2 x = 64 (1) L esponente (x) a cui elevare la base (2) per ottenere il numero 64 è detto logaritmo (logaritmo in base 2 di 64), indicato così: Considerimo il seguente problem: si vuole trovre il numero rele tle che: = () L esponente () cui elevre l bse () per ottenere il numero è detto ritmo (ritmo in bse di ), indicto così: In prticolre in questo

Dettagli

RELAZIONE FRA LA STABILITA DEL SISTEMA E LA FUNZIONE DI TRASFERIMENTO

RELAZIONE FRA LA STABILITA DEL SISTEMA E LA FUNZIONE DI TRASFERIMENTO RELAZIONE FRA LA STABILITA DEL SISTEMA E LA FUNZIONE DI TRASFERIMENTO L stbilità di u sistem liere, ivrite ed prmetri cocetrti può vlutrsi co due criteri diversi che fo rispettivmete riferimeto ll rispost

Dettagli

La parabola. Fuoco. Direttrice y

La parabola. Fuoco. Direttrice y L prol Definizione: si definise prol il luogo geometrio dei punti del pino equidistnti d un punto fisso detto fuoo e d un rett fiss dett direttrie. Un rppresentzione grfi inditiv dell prol nel pino rtesino

Dettagli

SOLUZIONE PROBLEMI Insegnamento di Fisica dell Atmosfera Seconda prova in itinere

SOLUZIONE PROBLEMI Insegnamento di Fisica dell Atmosfera Seconda prova in itinere Doente: rof Dino Zri serittore: in lessio Bertò OLUZION PROBLMI Insenento i Fisi ell tosfer eon rov in itinere /3 Vlori elle ostnti Rio terrestre eio: 637 Rio solre eio: 7 5 Distnz ei terr-sole : 9 6 Vlore

Dettagli

Premessa... 1. Equazioni i differenziali lineari

Premessa... 1. Equazioni i differenziali lineari Apput d Cotroll Autoatc Captolo 3 parte I Sste dac lear Preessa... Equazo dfferezal lear... Evoluzoe lbera ed evoluzoe forzata... Uso della trasforazoe d Laplace... 3 Esepo... 7 Osservazo sulla rsposta

Dettagli

ELLISSE STANDARD. 1. Il concetto

ELLISSE STANDARD. 1. Il concetto ELLIE TANDARD. Il cocetto L icertezz dell posizioe plimetric di u puto i u rete si deiisce ttrverso lo studio dell ellisse stdrd. Prim di pssre lle relzioi mtemtiche che govero questo rgometo è preeribile

Dettagli

Modelli di Schedulazione

Modelli di Schedulazione EW Modell d Schedulazoe Idce Maccha Sgola Tepo d Copletaeto Totale Tepo d Copletaeto Totale Pesato Tepo d Rtardo Totale Maespa co set-up dpedete dalla sequeza Tepo d Copletaeto Totale co vcolo d precedeza

Dettagli

I vettori. Grandezze scalari: Grandezze vettoriali

I vettori. Grandezze scalari: Grandezze vettoriali Grndee sclr: I ettor engono defnte dl loro lore numerco esemp: lunghe d un segmento, re d un fgur pn, tempertur d un corpo, ecc. Grndee ettorl engono defnte, oltre che dl loro lore numerco, d un dreone

Dettagli

OPERAZIONI CON LE FRAZIONI ALGEBRICHE

OPERAZIONI CON LE FRAZIONI ALGEBRICHE OPERAZIONI CON LE FRAZIONI ALGEBRICHE A] SEMPLIFICAZIONE DI UNA FRAZIONE ALGEBRICA Sempliicre u rzioe lgeric sigiic dividere umertore e deomitore per uo stesso ttore diverso d zero. Procedur per sempliicre

Dettagli

MACCHINA SINCRONA MODELLO NELLE VARIABILI DI FASE

MACCHINA SINCRONA MODELLO NELLE VARIABILI DI FASE G. SUPE UG OES E SSE EEOE l H SO g. 7 H SO OEO EE SE o o ll cch co è clco. Sullo o oo olg cou ugul o c lugo l o oo ch gl gc, b,c oo o lc loo. u coucoo gl olg cl, collg llo. l oo l o cch co. l ollo clco

Dettagli

Leasing: aspetti finanziari e valutazione dei costi

Leasing: aspetti finanziari e valutazione dei costi Leasg: aspett fazar e valutazoe de cost Descrzoe Il leasg è u cotratto medate l quale ua parte (locatore), cede ad u altro soggetto (locataro), per u perodo d tempo prefssato, uo o pù be, sao ess mobl

Dettagli

Teoria degli errori. Topografia Corso di Laurea in Ingegneria Civile, dell Ambiente e del Territorio Università di Pisa

Teoria degli errori. Topografia Corso di Laurea in Ingegneria Civile, dell Ambiente e del Territorio Università di Pisa Teor degl error Se s sur pu volte l stess grdezz s ho rsultt dvers speclete se le sure s o co lt precsoe. Se, per esepo, s sur su u crt l dstz r due put co l doppo decetro le deterzo otteute o l deco d

Dettagli

Laboratorio di Fisica I: laurea in Ottica e Optometria. Misura di una resistenza con il metodo VOLT-AMPEROMETRICO

Laboratorio di Fisica I: laurea in Ottica e Optometria. Misura di una resistenza con il metodo VOLT-AMPEROMETRICO Laboratoro d Fsca I: laurea Ottca e Optoetra Msura d ua ressteza co l etodo OLTMPEOMETICO descrzoe s sura ua ressteza utlzzado u voltetro e u llaperoetro sfruttado la relazoe : Per coduttor ohc è dpedete

Dettagli

I numeri naturali. Cosa sono i numeri naturali? Quali sono le caratteristiche di N? Le operazioni in N. addizione = 15. moltiplicazione 3 7 = 21

I numeri naturali. Cosa sono i numeri naturali? Quali sono le caratteristiche di N? Le operazioni in N. addizione = 15. moltiplicazione 3 7 = 21 I ueri turli Cos soo i ueri turli? I ueri turli soo i ueri 0 1 4 5 6 7 8 9 10 11 1 L isiee dei ueri turli si idic co N. N { 0, 1,,, 4, 5, 6, 7, 8, 9, 10, 11, 1,..} Quli soo le crtteristiche di N? L isiee

Dettagli

Modelli di Flusso e Applicazioni: Andrea Scozzari. a.a. 2013-2014

Modelli di Flusso e Applicazioni: Andrea Scozzari. a.a. 2013-2014 Modell d Flusso e Applcazo: Adrea Scozzar a.a. 203-204 2 Il modello d Flusso d Costo Mmo: Problem d Flusso A u l V b c P S A ), ( m ) ( ) ( ), ( Problem rcoducbl a problem d Flusso Il problema del trasporto

Dettagli

LA PROPAGAZIONE DEGLI ERRORI:

LA PROPAGAZIONE DEGLI ERRORI: LA PROPAGAZIOE DEGLI ERRORI: Fio d or io visto coe deterire l errore di u grdezz isurt direttete. Spesso però cpit ce il vlore dell grdezz ce si vuole deterire o è isurile, deve essere ricvto prtire d

Dettagli

Algoritmi e Strutture Dati. Alberi Binari di Ricerca

Algoritmi e Strutture Dati. Alberi Binari di Ricerca Algortm e Strutture Dat Alber Bar d Rcerca Alber bar d rcerca Motvazo gestoe e rcerche grosse quattà d dat lste, array e alber o soo adeguat perché effcet tempo O) o spazo Esemp: Matemeto d archv DataBase)

Dettagli

PARTE TERZA: L EQUILIBRIO PARAMETRICO

PARTE TERZA: L EQUILIBRIO PARAMETRICO Aldo Motesao PRINCIPI DI ANALISI ECONOMICA PARTE TERZA: L EUILIBRIO PARAMETRICO Ca. 10 L ANALISI DELL EUILIBRIO PARZIALE Doo aver aalzzato le due otes fodametal della teora ecoomca, secodo cu le azo degl

Dettagli

A=B se e solo se 1) m=p 2) n=q 3) a i,j =b i,j K per ogni i=1,,m e j=1,,n. Studiamo ora alcune delle proprietà che regolano queste operazioni.

A=B se e solo se 1) m=p 2) n=q 3) a i,j =b i,j K per ogni i=1,,m e j=1,,n. Studiamo ora alcune delle proprietà che regolano queste operazioni. Osservzioe: due trii soo idetihe se e solo se ho lo stesso uero di righe lo stesso uero di oloe e ho le stesse etrte i K: dte A i j i B i j i p j...... j...... q AB se e solo se p q ij ij K per ogi i e

Dettagli

Università degli Studi della Basilicata

Università degli Studi della Basilicata verstà degl Std dell Bslt FACOLTA' DI INGGNRIA Corso d lre selst Igeger Me Tes d lre Gsdm Modelloe teor e mer d gs ot RLATORI Prof. Aldo Bofglol Dr. Atoo D Agol CANDIDATO Rffele Pee Mtr. 747 IM Ao Ademo

Dettagli

Principio di Massima Verosimiglianza. Media pesata. Stima di parametri per la distribuzione di Bernoulli e di Poisson.

Principio di Massima Verosimiglianza. Media pesata. Stima di parametri per la distribuzione di Bernoulli e di Poisson. LABORATORIO meccc e Termodmc.. 7/8 F.Blestr. Per cortes segltem ut o chr o refus. Grze e buo studo etodo de m Qudrt. Prco d ssm Verosmglz. Test del χ.. dest fucto d dstrbuto fucto.3 c.95h4l.7 d c.5h4l

Dettagli

Polinomi, disuguaglianze e induzione.

Polinomi, disuguaglianze e induzione. Allemeti Disid Mtemtic Geio 03 Poliomi, disuguglize e iduzioe. Qul è l mssim re di u rettgolo vete perimetro ugule 576? [Suggerimeto: utilizzre le medie e le loro disuguglize.] Svolgimeto. Predimo i cosiderzioe

Dettagli

Attualizzazione. Attualizzazione

Attualizzazione. Attualizzazione Attualzzazoe Il problema erso alla captalzzazoe prede l ome d attualzzazoe Abbamo ua operazoe fazara elemetare e dato l motate M dobbamo determare l corrspodete captale zale C L'attualzzazoe è la operazoe

Dettagli

frazione 1 n dell ammontare complessivo del carattere A x

frazione 1 n dell ammontare complessivo del carattere A x La Cocetrazoe Il cocetto d cocetrazoe rguarda l modo cu l ammotare totale d u carattere quattatvo trasferble s rpartsce tra utà statstche. Tato pù tale ammotare è addesato u sottoseme d utà, tato pù s

Dettagli

13ALPGC-Costruzione di Macchine 1 Anno accademico 2005-2006

13ALPGC-Costruzione di Macchine 1 Anno accademico 2005-2006 13ALPGC-Cosruioe di Mcchie 1 Ao ccdeico 005-006 IL CALCOLO DELLE RUOTE DENTATE CILINDRICE 1 Iroduioe Il diesioeo di u igrggio, essedo o l cieic (rpporo di rsissioe, ueri di dei, golo di pressioe α (oα

Dettagli

STATISTICA DESCRITTIVA

STATISTICA DESCRITTIVA COSIDERAZIOI PRELIMIARI SULLA STATISTICA La Statstca trae suo rsultat dall osservazoe de feome che c crcodao. Gl stess feome per essere oggetto d statstca devoo essere adeguatamete umeros modo tale che

Dettagli

" Osservazione. 6.1 Integrale indefinito. R Definizione (Primitiva) E Esempio 6.1 CAPITOLO 6

 Osservazione. 6.1 Integrale indefinito. R Definizione (Primitiva) E Esempio 6.1 CAPITOLO 6 CAPITOLO 6 Clcolo integrle 6. Integrle indefinito L nozione fondmentle del clcolo integrle è quell di funzione primitiv di un funzione f (). Tle nozione è in qulche modo speculre ll nozione di funzione

Dettagli

Costi di entrata e struttura del mercato. ECONOMIA DELL INNOVAZIONE Università LIUC

Costi di entrata e struttura del mercato. ECONOMIA DELL INNOVAZIONE Università LIUC Cost d etrt e struttur del merto ECONOMIA DELL INNOVAZIONE Uverstà LIUC Chrst Grvgl - Novembre 2004 Abbmo due lss d rsultt 1) L struttur d merto (oetrzoe) dpede d ettà de ost fss () e dll dmesoe del merto

Dettagli

Progetto e miglioramento del processo produttivo

Progetto e miglioramento del processo produttivo Progetto e mglormeto del processo produttvo Itroduzoe Lee gud dell progettzoe Als dell vrz Progetto e mglormeto del processo produttvo 333 Itroduzoe L troduzoe formle d u metodolog d progrmmzoe degl espermet

Dettagli

COMPLEMENTI DI STATISTICA. L. Greco, S. Naddeo

COMPLEMENTI DI STATISTICA. L. Greco, S. Naddeo COMPLEMENTI DI STATISTICA L. Greco, S. Naddeo INDICE. GENERALITA SULLA VERIFICA DI IPOTESI. Itroduzoe 4. I test d sgfcatvtà 5.3 Gl tervall d cofdeza 7.4 Le potes alteratve.5 La poteza del test 5.6 Il test

Dettagli

3. Funzioni iniettive, suriettive e biiettive (Ref p.14)

3. Funzioni iniettive, suriettive e biiettive (Ref p.14) . Funzioni iniettive, suriettive e iiettive (Ref p.4) Dll definizione di funzione si ricv che, not un funzione y f( ), comunque preso un vlore di pprtenente l dominio di f( ) esiste un solo vlore di y

Dettagli