Manuale Generale Sintel Categorie Merceologiche Ente

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Manuale Generale Sintel Categorie Merceologiche Ente"

Transcript

1 MANUALE OPERATIVO DEL MODELLO DI GESTIONE DELLE CATEGORIE MERCEOLOGICHE DI SINTEL Pagina 1 di 60

2 Sommario Acronimi... 3 Manuale operativo dell Ente... 4 Introduzione al nuovo modello di gestione delle categorie merceologiche Definizione codici CPV Definizione codici ATC Definizione codici CND Definizione codici AIC Definizione codici CRM Definizione categorie SOA Definizione codici ATECO-NACE... 7 Consultazione del tab Categorie merceologiche... 8 Motori di ricerca Modello di Procedura Creazione del modello della procedura (gare relative a beni e servizi generici e beni e servizi sanitari) Selezione Categorie Specificazione oggetto Riepilogo Creazione del modello della procedura (gare relative a settori specifici sanitari) Selezione Categorie Tipologia Specificazione Oggetto Riepilogo Creazione del modello della procedura (gare relative a settori specifici non sanitari) Selezione Categorie Specificazione Oggetto Riepilogo Lancio di una procedura di gara Seleziona categorie Selezione fornitori Tipologia di ricerca Filtri di ricerca (Elenco telematico Fornitori) Criteri di ricerca Parametri della procedura Riepilogo lancio procedura Creazione del modello della procedura e lancio di una gara Multilotto Creazione modello Multilotto Definizione multilotto Caricamento massivo modello Multilotto Valutazione di una procedura di gara Valutazione busta tecnica di procedure con tipo gara Gara per la fornitura di farmaci Valutazione della busta tecnica di procedure con tipo gara Gara per la fornitura di dispositivi medici Valutazione busta economica Funzionalità Export dei dati (Estrazioni dati offerte) Glossario A Pagina 2 di 60

3 Acronimi N.B.: Per i dettagli relativi ai Termini e agli Acronimi si rimanda ai manuali Utente che trattano l argomento di interesse. Pagina 3 di 60

4 Manuale operativo dell Ente Pagina 4 di 60

5 Introduzione al nuovo modello di gestione delle categorie merceologiche Il presente manuale descrive il funzionamento del modello per la gestione delle categorie merceologiche, utilizzato in Sintel per definire le procedure di scelta del contraente e le attività svolte dagli operatori economici. Il modello presenta come principale beneficio l armonizzazione delle categorie merceologiche di Sintel con le più note nomenclature standard utilizzate nell Unione Europea. Le stazioni appaltanti potranno infatti utilizzare in piattaforma i codici CPV (Common Procurement Vocabulary) per la definizione delle procedure di gara e gli operatori economici potranno descrivere il proprio oggetto sociale attraverso i codici ATECO (classificazione delle Attività Economiche). La soluzione adottata consente di arricchire la definizione delle gare relative a settori specifici con ulteriori codici, tra cui: CND (Classificazione Nazionale dei Dispostivi medici), ATC (sistema di classificazione Anatomico Terapeutico e Chimico, utilizzato per i prodotti farmaceutici) e classi SOA (attestazioni utilizzate nelle procedure per l affidamento di opere pubbliche). Inoltre, in un ottica di progressiva semplificazione degli adempimenti amministrativi a carico delle stazioni appaltanti, tale modifica consentirà di sviluppare soluzioni per l invio automatico delle informazioni delle procedure di gara Sintel agli altri sistemi informatici rilevanti (es. Simog, AVCPass, TED, Osservatori e sistemi gestionali). 1. Definizione codici CPV L alberatura di categorie merceologiche di riferimento in Sintel sono i CPV, Common Procurement Vocabulary: la nomenclatura delle categorie merceologiche adottata dall Unione Europea. Ogni procedura di gara in Sintel deve necessariamente essere definita da almeno una categoria CPV (detta categoria CPV principale ). I codici CPV sono organizzati in un vocabolario principale che serve per definire l oggetto di un contratto ed un vocabolario supplementare che serve per aggiungere ulteriori dettagli di natura qualitativa (ad esempio relativi ai materiali di realizzazione, alla destinazione d uso, alle modalità di consegna etc.). Vocabolario principale I codici del vocabolario principale sono composti da un massimo di 10 caratteri numerici, l ultimo dei quali serve per verificare la correttezza del codice: - le prime due cifre rappresentano le divisioni; - le prime tre cifre rappresentano i gruppi; - le prime quattro cifre rappresentano le classi; - le prime cinque cifre rappresentano le categorie; - le successive cifre servono per fornire ulteriori dettagli su una categoria. Vocabolario supplementare Il vocabolario supplementare CPV è implementato in Sintel a corredo del vocabolario principale. L associazione alle procedure di gara di codici appartenenti a questo vocabolario è facoltativo e serve solo per fornire ulteriori dettagli rispetto al codice CPV selezionato dal vocabolario principale. Il vocabolario supplementare è costituito da un codice alfanumerico, al quale corrisponde una denominazione che consente di fornire ulteriori dettagli sulla natura o la destinazione specifiche del bene da acquistare. Il codice alfanumerico comprende: Pagina 5 di 60

6 - un primo livello costituito da una lettera corrispondente ad una sezione; - un secondo livello costituito da quattro cifre, le cui prime tre formano una suddivisione e le ultime tre cifre sono di controllo. 2. Definizione codici ATC I codici ATC sono utilizzati per descrivere i prodotti farmaceutici. Nel caso di gare unitarie relative a questa categoria merceologica è disponibile la possibilità di inserire in Sintel questi codici, associandoli a ciascun prodotto. L'ATC è un sistema di classificazione di tipo alfa-numerico che suddivide i farmaci in base ad uno schema costituito da 5 livelli gerarchici. - Il primo livello contiene il Gruppo Anatomico principale (contraddistinto da una lettera dell'alfabeto). In totale ve ne sono Il secondo livello contiene il Gruppo Terapeutico principale (contraddistinto da un numero di due cifre). - Il terzo livello contiene il Sottogruppo Terapeutico Farmacologico (contraddistinto da una lettera dell'alfabeto). - Il quarto livello contiene il Sottogruppo Chimico-Terapeutico Farmacologico (contraddistinto da una lettera dell'alfabeto). - Il quinto livello contiene il Sottogruppo Chimico (contraddistinto da un numero di due cifre) ed è specifico per ogni singola sostanza chimica. Ad esempio, nella classificazione ATC il Diazepam è contraddistinto dal codice: N05BA01 - N Sistema Nervoso - Gruppo Anatomico principale - N05 Psicolettici - Gruppo Terapeutico principale - N05B Ansiolitici - Sottogruppo Terapeutico Farmacologico - N05BA Derivati benzodiazepinici - Sottogruppo Chimico-Terapeutico Farmacologico - N05BA01 Diazepam - Sottogruppo Chimico 3. Definizione codici CND I codici CND sono utilizzati per descrivere i dispositivi medici. Nel caso di gare unitarie relative a questa categoria merceologica è possibile inserire in Sintel questi codici, associandoli a ciascun prodotto. La Classificazione Nazionale dei Dispositivi (CND) presenta una struttura di tipo alfa numerico che, seguendo il criterio della differenziazione dei prodotti per destinazione d'uso e/o per collocazione anatomicofunzionale, si sviluppa ad albero gerarchico multilivello, e aggrega i dispositivi medici in Categorie, Gruppi e Tipologie. - La Categoria costituisce la 1 stratificazione gerarchica. Sono presenti 21 categorie anatomico/funzionali contraddistinte da una lettera dell'alfabeto. - Il Gruppo costituisce la 2 stratificazione gerarchica. Sono presenti 123 gruppi anatomico/funzionali di dispositivi medici che rappresentano le varie differenziazioni in cui si distinguono i dispositivi contenuti nelle categorie. Vengono contraddistinti da un numero a due cifre da 01 a 99 per ognuna delle categorie. Pagina 6 di 60

7 - La Tipologia rappresenta la 3 stratificazione gerarchica. Se del caso, si espande in più livelli di dettaglio (1, 2, 3, 4 e 5 ). Nell ambito del Gruppo di appartenenza ogni Tipologia contiene dispositivi caratterizzati da una ancor maggior affinità di utilizzo, destinazione d'uso o di metodica clinica. Ad esempio, nella classificazione CND i filtri per emodialisi convenzionale (HD) sono contraddistinti dal codice: F0101: - F Dispositivi Per Dialisi, Emofiltrazione Ed Emodiafiltrazione - F01 Filtri Per Dialisi - F0101 Filtri Per Emodialisi Convenzionale (HD) 4. Definizione codici AIC l codici AIC identificano in modo univoco ogni confezione farmaceutica in commercio in Italia. Tale codice che viene rilasciato dall'agenzia Italiana del Farmaco (AIFA), permette di identificare la confezione farmaceutica distinguendola anche in base al numero di compresse/unità, alla percentuale di principio attivo, alla via di somministrazione, etc. In Sintel, per le procedure unitarie riguardanti prodotti farmaceutici, questi codici sono richiesti agli operatori economici in sede di invio dell offerta e devono essere collegati a ciascun prodotto (singolo principio attivo oggetto di gara). 5. Definizione codici CRM l codici CRM (codici di repertorio) identificano in modo univoco i diversi dispositivi medici in commercio in Italia. In Sintel, per le procedure unitarie riguardanti dispositivi medici, questi codici sono richiesti agli operatori economici in sede di invio dell offerta e dovranno essere collegati a ciascun prodotto (singolo dispositivo medico o kit oggetto di gara). 6. Definizione categorie SOA Le Società Organismi di Attestazione (SOA) sono organismi di diritto privato con forma giuridica di S.p.A., autorizzati dall'autorità per la vigilanza sui lavori pubblici (AVCP), che accertano l'esistenza nei soggetti esecutori di lavori pubblici degli elementi di qualificazione, ovvero della conformità dei requisiti alle disposizioni comunitarie in materia di qualificazione dei soggetti esecutori di lavori pubblici. L' Attestazione SOA è il documento, rilasciato dalle SOA, che dimostra il possesso dei requisiti di cui sopra. Esistono 52 categorie di lavori pubblici per le quali gli operatori economici possono richiedere l attestazione SOA: 13 categorie relative alle opere generali (OG) e 39 categorie relative alle opere specializzate (OS). In Sintel, è possibile qualificarsi per una categoria SOA anche se non si dispone della relativa attestazione. Se necessaria per la partecipazione ad una procedura di gara, questa sarà richiesta all operatore economico in sede di presentazione dell offerta. 7. Definizione codici ATECO-NACE La classificazione delle categorie merceologiche ATECO-NACE è utilizzata per definire le attività svolte dagli operatori economici, in Italia è richiesto di scegliere le categorie ATECO-NACE in cui si opera al momento della registrazione alla propria Camera di Commercio. In Sintel questi codici sono utilizzati nell ambito del percorso di qualificazione degli operatori economici. Per essere invitato ad una procedura di scelta del contraente negoziata (es. cottimo fiduciario), un operatore economico deve essere qualificato per almeno una categoria ATECO corrispondente ad uno dei CPV selezionati per la procedura in questione. Pagina 7 di 60

8 La classificazione delle attività economiche ATECO è una tipologia di classificazione adottata dall'istituto Nazionale di Statistica italiano (ISTAT) per le rilevazioni statistiche nazionali di carattere economico. È la traduzione italiana della Nomenclatura delle Attività Economiche (NACE) creata dall'eurostat, adattata dall'istat alle caratteristiche specifiche del sistema economico italiano. Si tratta di una classificazione alfanumerica con diversi gradi di dettaglio: le lettere indicano il macro-settore di attività economica, mentre i numeri (che vanno da due fino a sei cifre) rappresentano, con diversi gradi di dettaglio, le articolazioni e le disaggregazioni dei settori stessi. Le varie attività economiche sono raggruppate, dal generale al particolare, in sezioni (codifica: 1 lettera), divisioni (2 cifre), gruppi (3 cifre), classi (4 cifre), categorie (5 cifre) e sotto categorie (6 cifre). Ciascun codice numerico incorpora i precedenti. Ad esempio: - C attività manifatturiere (sezione); - 14 confezioni di articoli di abbigliamento (divisione); confezioni di articoli di abbigliamento esclusi gli articoli in pelliccia (gruppo); confezioni di articoli ed accessori diversi da abbigliamento in pelle, indumenti da lavoro, altro abbigliamento esterno e biancheria intima (classe); abbigliamento sportivo e indumenti particolari (categoria); produzione di indumenti per neonati, tute sportive, completi da sci, costumi da bagno e simili (sotto categoria). Consultazione del tab Categorie merceologiche La sezione Categorie merceologiche contiene tutte le categorie gestite dalla piattaforma. E possibile in questa sezione navigare e consultare le diverse categorie merceologiche. Ogni categoria è strutturata in un alberatura espandibile ad ogni livello. L espansione di ogni livello è possibile semplicemente cliccando sul simbolo + (in verde) che si trova accanto al codice della singola categoria, che si trasformerà nel simbolo - che permette la compressione (Figura 1). Pagina 8 di 60

9 Figura 1 Pagina 9 di 60

10 Sulla sinistra si trova invece un sottomenù (Figura 1) composto dalle diverse categorie merceologiche e sono: Codici CPV; Codici ATC; Codici CND; Categorie SOA; Beni e servizi ferroviari; Professioni regolamentate; Codici ATECO-NACE. Per la categoria merceologica CPV è inoltre presente un vocabolario supplementare al quale di può accedere cliccando sul pulsante Consulta vocabolario supplementare (Figura 1). L ultima voce del sottomenù è Corrispondenza CPV-ATECO ed è la sezione dedicata alla corrispondenza tra i codici CPV e i codici ATECO-NACE (categorie utilizzate dai fornitori in fase di qualificazione). In questa pagina il motore di ricerca è leggermente differente in quanto consentirà di individuare quali codici CPV corrispondono ad un certo codice ATECO-NACE e viceversa (Figura 2). Figura 2 Motori di ricerca Per tutte le categorie merceologiche è presente un motore di ricerca, primo elemento di ogni pagina. I criteri di ricerca sono 2 ovvero per codice o per descrizione categoria. Unico vincolo per portare a termine la ricerca, per entrambi i criteri, è inserire nei relativi box almeno 3 caratteri (Figura 3). Nello specifico, per il campo Descrizione è attiva la funzionalità di auto completamento. Pagina 10 di 60

11 Figura 3 Anche per il vocabolario supplementare è presente lo stesso motore di ricerca. Si fa presente che tale motore è comune a tutte le pagine e le sezioni riguardanti le nuove categorie merceologiche. Lo si trova infatti anche in fase di creazione di un modello e di lancio di una procedura (Figura 4 e Figura 5). Creazione modello di procedura: Figura 4 Pagina 11 di 60

12 Lancio di un modello di procedura: Figura 5 Nei processi di creazione e lancio di una procedura, per quanto riguarda la ricerca di una categoria facente parte del vocabolario supplementare, la selezione di una o più di esse prevede una doppia selezione. Infatti è possibile effettuare più ricerche ma non contemporaneamente. Ad ogni ricerca, se il risultato corrisponde a quanto desiderato, per selezionarlo bisogna fleggarlo ed infine cliccare sul pulsante Seleziona che si trova in fondo alla pagina (Passo1 Figura 6 Passo 2 Figura 7). Pagina 12 di 60

13 Passo 1: Figura 6 Passo 2: Figura 7 Pagina 13 di 60

14 Modello di Procedura Con l introduzione delle nuove categorie merceologiche in SinTel, nella fase di creazione del modello (per gli step dettagliati di creazione del modello si rimanda ai manuali generali delle procedure). assume grande importanza il menu a tendina riferito al Tipo di Gara. Tale menù a tendina, è obbligatorio e consente la scelta di sette differenti tipologie di gara (in rosa Figura 8): Gara per la fornitura di beni/servizi (generici) Gara per la fornitura di farmaci Gara per la fornitura di dispositivi medici Gara per la fornitura di beni/servizi sanitari Gara per la fornitura di beni/servizi ferroviari Gara per l affidamento di lavori pubblici Gara per l affidamento di incarichi a liberi professionisti In base al tipo di gara selezionato saranno rese disponibili alcune funzionalità specifiche, che verranno dettagliatamente trattate nei paragrafi successivi. Figura 8 Lo step di selezione delle categorie merceologiche presenta l alberatura contenente i CPV principali e secondari, filtrati in base al tipo di gara selezionato nello step precedente. Sarà possibile selezionare esclusivamente un CPV principale (in rosso Figura 9), mentre potranno essere selezionati più CPV secondari (in verde Figura 9). Pagina 14 di 60

15 Anche in fase di creazione del modello l alberatura ha struttura espandibile/comprimibile: inizialmente la visualizzazione risulta compressa, cliccando sul pulsante verde +, si visualizzeranno le sotto-alberature e sarà possibile selezionare le categorie d interesse (vedi Figura 9 Nell immagine d esempio il tipo di gara scelto è fornitura di farmaci) Nella pagina di selezione categorie è presente anche il pulsante Consulta Vocabolario Supplementare, che apre l alberatura contenente le categorie supplementari che è possibile aggiungere al modello di gara. Questa alberatura è uguale per tutti i tipi di gara e consente la selezione multipla (in blu Figura 9) In alto alla pagina è presente il motore di ricerca categorie tramite codice o descrizione. Per informazioni dettagliate sulle alberature e sui motori di ricerca si rimanda al capitolo Motori di ricerca. Figura 9 Infine, nella pagina di creazione dei prodotti, se si seleziona la tipologia di offerta richiesta Unitaria, sarà possibile associare delle categorie merceologiche ai singoli prodotti (vedi paragrafi successivi). Questa nuova versione delle categorie merceologiche coinvolge principalmente le sezioni del modello Selezione categorie, Specificazione Oggetto, Tipologia (solo per modelli di tipo Farmaco e Dispositivi Medici) e Riepilogo. Per tutte le altre sezioni non esplicitamente citate in questo manuale rimandiamo ai manuali generali delle varie procedure. Pagina 15 di 60

16 1. Creazione del modello della procedura (gare relative a beni e servizi generici e beni e servizi sanitari) Selezione Categorie Per creare un modello e, conseguentemente, una gara di tipo beni e servizi generici sarà necessario selezionare, nel menu a tendina presente al primo step di creazione del modello, la voce Gara per la fornitura di beni/servizi (generici) (vedi Figura 10). Figura 10 Una volta inserito il nome del modello e scelto il Tipo di Gara si passerà allo step di selezione delle categorie merceologiche. L alberatura CPV che verrà mostrata e dalla quale sarà possibile selezionare le categorie sarà quella filtrata per tipo di gara il quale sarà a sua volta selezionabile solo se in possesso di una delega. In questo step sarà necessario selezionare un CPV principale (è possibile selezionarne solo uno) e sarà possibile selezionare uno o più CPV secondari, a completamento della descrizione del CPV principale. Pagina 16 di 60

17 Figura 11 Pagina 17 di 60

18 Sarà inoltre possibile aggiungere ulteriori dettagli/specificazioni alla categoria principale selezionata tramite il Vocabolario Supplementare. Il pulsante Consulta Vocabolario Supplementare è posizionato sopra alla tabella contenente i CPV, una volta cliccato, si accederà all alberatura supplementare uguale per tutti i tipi di gara (vedi Figura 12) Figura 12 L alberatura del vocabolario supplementare è di default compressa, espandendo i vari nodi d interesse si potranno selezionare uno o più CPV supplementari. Inoltre, anche in questa pagina, come in quella di selezione dei CPV principali/secondari, è presente un motore di ricerca per codice e per descrizione. Una volta scelti il CPV principale e gli eventuali CPV secondari e supplementari si passerà alla definizione degli step Tipologia e Criteri di aggiudicazione e requisiti di gara (per i quali si rimanda ai manuali generali delle varie procedure) Pagina 18 di 60

19 Specificazione oggetto Questo step, risulterà attivo solo in caso di tipologia di offerta unitaria, in quanto dedicato alla definizione dei prodotti che andranno a comporre la procedura. In caso di tipologia di offerta totale questo step risulterà quindi non compilabile. In fase di definizione dei prodotti sarà possibile inserire, oltre ai consueti parametri nome (obbligatorio), descrizione (facoltativo), quantità (obbligatorio), unità di misura (facoltativo), incidenza % della fornitura (facoltativo per le procedure per prezzo, obbligatorio per le procedure per sconto) e prezzo unitario a base d asta (se non compilato sarà impostato automaticamente a zero), anche i nuovi parametri facoltativi CPV Principale e CPV Supplementari (in rosso Figura 13). Figura 13 I due nuovi parametri consentono l associazione di un CPV Principale e di più CPV Supplementari a ciascun prodotto tramite il pulsante Cerca che, se cliccato aprirà le alberature di riferimento. Come si può notare da Figura 13 il pulsante relativo ai CPV supplementari sarà non cliccabile fino all eventuale selezione del codice relativo al CPV principale. Dopo aver inserito il CPV Principale sarà possibile accedere all alberatura dei CPV Supplementari (in blu Figura 14.). Figura 14 Pagina 19 di 60

20 Una volta selezionate le categorie da associare ai prodotti i pulsanti verranno rinominati in Modifica (in verde Figura 14) e consentiranno all utente di modificare le selezioni precedentemente effettuate. I prodotti aggiunti, di volta in volta andranno a popolare la tabella presente in alto alla pagina (vedi Figura 15) e sarà possibile modificarli, rimuoverli oppure aggiungere i requisiti tecnici al prodotto. Figura 15 Dopo aver creato i prodotti sarà possibile definire anche gli ultimi step di creazione del modello (per i quali si rimanda ai manuali generali delle procedure): -Formule di attribuzione del punteggio economico; -Gestione offerte; -Visibilità informazioni Il procedimento di selezione categorie e specificazione oggetto è identico a quanto descritto per i beni/servizi generici anche se si sceglie Gara per la fornitura di beni/servizi sanitari (vedi Figura 16). Figura 16 In questo caso le categorie CPV risulteranno filtrate per tipo gara beni e servizi sanitari (vedi Figura 17). Pagina 20 di 60

21 Figura 17 Riepilogo In questa pagina vengono mostrate tutte le scelte effettuate dall utente creatore del modello durante il percorso guidato, qui si possono visualizzare anche due tabelle: una, sempre presente, contenente il CPV principale e gli eventuali CPV secondari (in blu Figura 18); e l altra contenente tutti i CPV supplementari, se selezionati (in rosa Figura 18). Nella tabella Definizione Oggetto sono visibili infine le colonne contenenti eventuali CPV Principali/Supplementari associati ai singoli prodotti (in rosso Figura 18). Pagina 21 di 60

22 Figura 18 L'utente potrà quindi controllare quanto elaborato e salvare il modello con l apposito tasto Salva oppure tornare indietro per effettuare le eventuali modifiche. Pagina 22 di 60

23 2. Creazione del modello della procedura (gare relative a settori specifici sanitari) Selezione Categorie Scegliendo come Tipo gara, dal menu a tendina, le voci Gara per la fornitura di Farmaci e Gara per la fornitura di Dispositivi Medici (vedi Figura 19) sarà possibile creare dei modelli relativi a settori specifici sanitari, vale a dire che i prodotti saranno identificati da codici ATC/AIC (nel caso dei farmaci) e CND/CRM (nel caso dei dispositivi medici) che li descrivono in maniera univoca e non più dai CPV, come descritto nel precedente capitolo. Figura 19 Il percorso di selezione delle categorie merceologiche rimane il medesimo rispetto a quanto descritto nel paragrafo 1 Creazione del modello della procedura (gare relative a beni e servizi generici e beni e servizi sanitari) : se si sceglie come Gara per la fornitura di Farmaci (visibile solo se si è in possesso di delega) l alberatura CPV verrà filtrata contenendo solo i CPV riferiti ai prodotti farmaceutici (vedi Figura 20). Pagina 23 di 60

24 Figura 20 Se si sceglie invece Gara per la fornitura di Dispositivi Medici si visualizzerà l alberatura filtrata in base ai dispositivi medici (vedi Figura 21). Anche in questo caso sarà necessario scegliere un CPV principale e sarà possibile scegliere uno o più CPV secondari. Figura 21 Pagina 24 di 60

25 In questo step sarà necessario selezionare un CPV principale (è possibile selezionarne solo uno) e sarà possibile selezionare uno o più CPV secondari, a completamento della descrizione del CPV principale. Anche per questi tipi di gara l alberatura sarà visualizzata inizialmente in maniera compressa, espandendo i vari nodi (tramite il + verde posizionato di fianco al codice) sarà possibile espanderla e visualizzare le varie sotto-categorie. Il pulsante Consulta Vocabolario Supplementare (in blu nelle Figura 20 e Figura 21) dà accesso all alberatura aggiuntiva dei CPV Supplementari, uguali per tutti i tipi di gara (vedi Figura 19 capitolo 3) I motori di ricerca per Codice e per Descrizione sono presenti in alto alla pagina di selezione categorie (sia CPV principali/secondari, che CPV supplementari) Tipologia Lo step Tipologia rimane invariato rispetto a quanto descritto nei Manuali Generali delle Procedure, ai quali si rimanda per ulteriori dettagli in merito, l unico parametro modificato (solo per i tipi gara Farmaci e Dispositivi Medici) sarà Tipologia di Offerta richiesta : il radio button sarà di default posizionato su Unitaria (per gli altri tipi di gara invece è di default su Totale ) e sarà specificata una breve descrizione relativa al settore specifico (vedi Figura 22 e Figura 23 rispettivamente i tipi gara scelti sono Dispositivi Medici e Farmaci). Figura 22 Pagina 25 di 60

26 Figura 23 Specificazione Oggetto Questo step, risulterà attivo solo in caso di tipologia di offerta unitaria, in quanto dedicato alla definizione dei prodotti che andranno a comporre la procedura, in base al tipo di gara scelto si potrà avere un modello di tipo: -Unitario Farmaci (con richiesta al fornitore dei codici AIC) -Unitario Dispositivi Medici (con richiesta al fornitore di codici CND e di codici di repertorio). In caso di tipo gara Unitaria Farmaci la pagina di creazione dei prodotti consente l inserimento oltre dei consueti parametri nome (obbligatorio), descrizione (facoltativo), quantità (obbligatorio), unità di misura (facoltativo), incidenza % della fornitura (facoltativo per le procedure per prezzo, obbligatorio per le procedure per sconto) e prezzo unitario a base d asta (se non compilato sarà impostato automaticamente a zero), anche il nuovo parametro Categoria Merceologica (in rosso Figura 24). In questo caso, a differenza di quanto descritto nel paragrafo precedente, l inserimento della categoria merceologica al prodotto è obbligatorio. Figura 24 Cliccando sul pulsante Cerca si aprirà inizialmente una pagina contenente un menu a tendina dal quale è possibile selezionare il tipo di prodotto che si sta inserendo (vedi Figura 25). Pagina 26 di 60

27 Figura 25 Per il tipo di gara farmaci è obbligatorio inserire almeno un prodotto di tipo Farmaco e poi sarà possibile aggiungere vari prodotti appartenenti ad altre tipologie. In base al tipo di prodotto che si sceglie di inserire la piattaforma proporrà l alberatura di riferimento: - Farmaco sarà visualizzata l alberatura ATC; - Dispositivo medico sarà visualizzata l alberatura CND; - Kit sarà visualizzata l alberatura CND con possibilità di scegliere esclusivamente la voce Codice CND non disponibile ; - Servizio Accessorio sarà visualizzata l alberatura specifica servizi accessori; - Altro Prodotto/Servizio sarà visualizzato il vocabolario CPV principale filtrato in modo da non contenere i CPV collegati a farmaci o dispositivi medici Le alberature riferite al tipo di prodotto sono strutturate in maniera espandibile/comprimibile di modo da poter arrivare alle sotto-strutture e selezionare la categoria d interesse. Per quanto riguarda l alberatura ATC (tipo prodotto Farmaco) l unico livello selezionabile sarà l ultimo, quindi sarà necessario espandere più volte per raggiungere il livello selezionabile (vedi Figura 26). In alto alla pagina è presente, anche in questa sezione, il motore di ricerca per Codice e Descrizione. Pagina 27 di 60

28 Figura 26 Una volta definiti i prodotti che andranno a comporre la gara sarà possibile visualizzare i dati inseriti e le categorie selezionate all interno della tabella presente in alto alla pagine di creazione dei prodotti (vedi Figura 27) e sarà possibile rimuoverli, modificarli ed eventualmente aggiungere dei requisiti tecnici al prodotto. Pagina 28 di 60

29 Figura 27 In caso di gara Unitaria Dispositivi Medici la creazione dei prodotti è simile a quella sopra descritta per le gare di tipo Farmaci, ovvero cliccando sul pulsante Cerca, in corrispondenza della colonna Categoria Merceologica, si aprirà inizialmente una pagina contenente un menu a tendina con i tipi di prodotto che si vuole creare, ognuno dei quali aprirà poi la sua alberatura specifica (vedi quanto descritto per la procedura Unitaria Farmaci) dalla quale selezionare i codici di interesse (vedi Figura 25 e Figura 26). In questo caso sarà obbligatorio l inserimento di almeno un prodotto di tipo Dispositivo Medico (vedi Figura 28) e sarà invece facoltativo l inserimento di altri tipi di prodotto. Come specificato nel caso di gara di tipo Farmaci, anche per questo tipo di gara le alberature dei tipi di prodotto sono strutturate in maniera espandibile/comprimibile, ma la visualizzazione è di default compressa e in alto alla pagina è presente il motore di ricerca per codice e descrizione. L alberatura CND (tipo prodotto Dispositivo Medico) prevede la selezione di qualsiasi livello, compreso il 1, espandendola sarà possibile navigare le sotto-strutture e ottenere un maggiore dettaglio nella selezione dei codici (vedi Figura 28). Pagina 29 di 60

30 Figura 28 Una volta definiti i prodotti, questi saranno visualizzati nella tabella presente in alto alla pagina e sarà possibile modificarli, rimuoverli e aggiungere eventuali requisiti tecnici al prodotto (vedi Figura 29). Pagina 30 di 60

31 Figura 29 I prodotti di tipo Farmaco e Dispositivo Medico genereranno automaticamente, per l utente fornitore, dei requisiti di tipo tecnico-eventuale da inserire obbligatoriamente in fase di invio dell offerta. Questi requisiti tecnici-eventuali automatici saranno poi visibili nella busta tecnica del percorso di valutazione della gara (per maggiori dettagli si rimanda al capitolo 6 del presente manuale). Dopo aver creato i prodotti sarà possibile definire anche gli ultimi step di creazione del modello (per i quali si rimanda ai manuali generali delle procedure): -Formule di attribuzione del punteggio economico; -Gestione offerte; -Visibilità informazioni Riepilogo Come descritto nel paragrafo 1 Creazione del modello della procedura (gare relative a beni e servizi generici e beni e servizi sanitari) in questa pagina vengono mostrate tutte le scelte effettuate dall utente durante il percorso guidato di creazione del modello, comprese le tabelle contenenti le categorie associate alla gara (in verde Figura 30) e quelle associate ai singoli prodotti (in rosso Figura 30). L'utente potrà quindi controllare quanto elaborato e salvare il modello con l apposito tasto Salva oppure tornare indietro per effettuare eventuali modifiche. Pagina 31 di 60

32 Figura Creazione del modello della procedura (gare relative a settori specifici non sanitari) Selezione Categorie Scegliendo come tipo gara le opzioni Gara per la fornitura di beni/servizi ferroviari, Gara per l affidamento di lavori pubblici e Gara per l affidamento di incarichi a professionisti (vedi Figura 31. Si ricorda che i tipi gara sono selezionabili dagli impiegati di un ente solo se si è in possesso di una delega), nella pagina di selezione delle categorie merceologiche sarà presente un pulsante che consente di scegliere le categorie del settore specifico collegate alla procedura. Pagina 32 di 60

33 Figura 31 Nel caso di Gara per la Fornitura di Beni/Servizi Ferroviari la pagina di selezione delle categorie merceologiche presenterà l alberatura CPV filtrata per beni/servizi ferroviari, dalla quale sarà possibile scegliere un CPV Principale ed eventualmente uno o più CPV Secondari, a completamento della descrizione. L alberatura ha struttura espandibile/comprimibile, ma di default sarà visualizzata in maniera compressa, per selezionare i CPV d interesse sarà necessario espandere le alberature (Vedi Figura 32). Figura 32 Sopra la tabella contenente le alberature, oltre al pulsante Consulta Vocabolario Supplementare, che consente di aggiungere ulteriori dettagli ai CPV Principali/Secondari selezionati, sarà presente anche il pulsante Aggiungi Categorie Beni e Servizi Ferroviari (vedi Figura 32). Questo pulsante dà l accesso all alberatura del Settore Specifico Ferroviario e per poter proseguire con la creazione del modello è obbligatorio che venga selezionata almeno una categoria. Come tutte le altre alberature, anche questa è visualizzata, di default in maniera compressa, con la possibilità di espanderla/comprimerla cliccando sui simboli più/meno posti di fianco al codice (vedi Figura 33). Pagina 33 di 60

34 Figura 33 Anche in questa pagina sono presenti, in alto i motori di ricerca per Codice e Descrizione. Se si sceglie Gara per l affidamento di Lavori Pubblici, il processo di selezione delle categorie merceologiche sarà uguale a quanto descritto per i beni/servizi ferroviari, ma questa volta il settore specifico di riferimento sarà il SOA (vedi Figura 34). Figura 34 L alberatura da cui selezionare i CPV Principali/Secondari sarà filtrata in base alle categorie per i lavori pubblici e sarà visualizzata di default in maniera compressa. Per selezionare i codici d interesse basterà espandere l alberatura tramite il pulsante verde + posto di fianco al codice. Pagina 34 di 60

35 Il pulsante Aggiungi Categorie SOA riporta alla pagina contenente l alberatura del settore specifico SOA relativa ai lavori pubblici, per poter procedere con la creazione del modello sarà necessario selezionare almeno una categoria appartenente al settore specifico di riferimento (vedi Figura 35). Figura 35 Scegliendo, al primo step di creazione del modello, Gara per l affidamento di Incarichi a Professionisti si accederà alla pagina di selezione delle categorie merceologiche visualizzando l alberatura CPV filtrata in base alle categorie inerenti agli incarichi per professionisti (vedi Figura 36). Per questo tipo di gara il settore specifico di riferimento è Professioni Regolamentate e l alberatura di riferimento sarà selezionabile cliccando sul pulsante Aggiungi categorie Professioni Regolamentate (Vedi Figura 36). Pagina 35 di 60

36 Figura 36 Nella pagina riferita al settore specifico l alberatura sarà, di default, visibile in modalità compressa, ma la struttura è espandibile quindi, cliccando sul + verde posizionato accanto al codice, sarà possibile selezionare una o più categorie d interesse (vedi Figura 37). La selezione di almeno un codice appartenente al settore specifico è obbligatoria per poter proseguire con il processo di creazione del modello. Figura 37 Pagina 36 di 60

37 NOTA: Per i tipi di gara con settore specifico non sanitario sarà sempre obbligatorio selezionare, durante la creazione del modello, sia un CPV Principale alla gara, che almeno un codice appartenente al settore specifico. Rimarrà invece facoltativa la selezione di uno o più CPV Secondari e Supplementari. Specificazione Oggetto Tale pagina risulta compilabile solo se, nel secondo step di creazione del modello, si sceglie come tipologia di offerta richiesta unitaria. Per tipi gare con settore specifico non sanitario, il processo di creazione dei prodotti risulta uguale a quello descritto nel paragrafo 1 Creazione del modello della procedura (gare relative a beni e servizi generici e beni e servizi sanitari) Per la creazione del prodotto, oltre all inserimento dei consueti campi nome (obbligatorio), descrizione (facoltativo), quantità (obbligatorio), unità di misura (facoltativo), incidenza % della fornitura (facoltativo per le procedure per prezzo, obbligatorio per le procedure per sconto) e prezzo unitario a base d asta (se non compilato sarà impostato automaticamente a zero), sarà possibile inserire anche i nuovi parametri facoltativi CPV Principale e CPV Supplementari (in rosso Figura 38). Figura 38 Il pulsante Cerca dei CPV Supplementari sarà inibito fino all eventuale inserimento del CPV principale, una volta inseriti i CPV al prodotto i pulsanti Cerca diventeranno Modifica per consentire eventuali modifiche alle categorie (vedi Figura 39). Pagina 37 di 60

38 Figura 39 L inserimento delle categorie merceologiche al prodotto per le gare con settori specifici non sanitari non è obbligatorio, i prodotti aggiunti risulteranno poi visibili nella tabella presente in alto alla pagina (vedi Figura 40), con la possibilità di modificarli, rimuoverli e aggiungere requisiti tecnici al prodotto. Figura 40 Riepilogo Nel riepilogo è possibile visualizzare tutte le scelte effettuate durante il percorso guidato di creazione del modello. Sono presenti inoltre delle tabelle contenenti le varie categorie merceologiche scelte per la gara ed eventualmente per i prodotti. Sempre presenti saranno le tabelle contenenti i CPV Principali e le categorie del settore specifico (rispettivamente in rosso e verde in Figura 41). Pagina 38 di 60

39 Facoltativa (in base alle scelte effettuate durante la creazione del modello) sarà invece la presenza dei CPV Secondari, della tabella contenente i CPV Supplementari e della tabella contenente i prodotti (rispettivamente in rosso, azzurro e rosa in Figura 41). Figura 41 Pagina 39 di 60

40 Lancio di una procedura di gara Con l introduzione delle nuove categorie merceologiche il motore di ricerca relativo alla sezione PROCEDURE ha subito qualche modifica. In particolare è stato inserito come nuovo criterio di ricerca il campo Tipo di gara (Figura 42). Figura 42 Dopo aver ricercato il modello di procedura di interesse, cliccando sul link Lancia è possibile accede al percorso di lancio. Questa nuova versione delle categorie merceologiche coinvolge principalmente le sezioni categorie, Selezione fornitori, Parametri della procedura e Riepilogo. Seleziona Per tutti le altre sezioni non esplicitamente citate in questo manuale rimandiamo ai manuali generali delle varie procedure. 1. Seleziona categorie Come già accadeva in passato, anche ora è possibile modificare le categorie merceologiche impostate nel modello di procedura anche in fase di lancio. La struttura dell alberatura e le modalità di selezione sono le medesime descritte nel capitolo Modello di procedura (Selezione Categorie). Anche in fase di lancio, in base al tipo di gara selezionato, l alberatura delle categorie CPV risulterà filtrata (es. Tipo gara Farmaci Figura 43). Pagina 40 di 60

41 Figura 43 Per le procedure con tipo gara Gara per la fornitura di beni/servizi ferroviari, Gara per l affidamento di lavori pubblici e Gara per l affidamento di incarichi a liberi professionisti in questa sezione, oltre al pulsante Consulta vocabolario supplementare sarà presente anche il pulsante relativo alla selezione delle categorie specifiche come già indicato nella sezione di creazione del modello (vedi riferimento capitolo). Premendo sul pulsante Avanti è possibile procedere alla sezione successiva ovvero Definizione della procedura (vedi manuali generali delle tipologie di procedure). 2. Selezione fornitori La sezione Selezione fornitori (valida per le procedure ad invito) è stata modificata applicando varie opzioni per la ricerca dei fornitori da invitare alla procedura. Qui di seguito i nuovi criteri inseriti: Tipologia di ricerca; Filtri di ricerca (Elenco telematico Fornitori); Criteri di ricerca. N.B.: L elenco dei fornitori, risultato della ricerca, saranno comunque tutti quelli facenti parte dell albo fornitori Qualificati per quella determinata Stazione Appaltante. Pagina 41 di 60

42 Figura 44 Tipologia di ricerca I criteri di ricerca sono: Corrispondenza categorie merceologiche relative a settore specifico; Corrispondenza categorie merceologiche CPV-ATECO (specifica): selezionerà tutti i fornitori qualificati per la categoria ATECO corrispondente alla CPV selezionata per la procedura che si sta lanciando, e tutti quelli per i livelli inferiori; Corrispondenza categorie merceologiche CPV-ATECO (estesa): a differenza del criterio sopra descritto questo espanderà la ricerca anche a tutti quei fornitori qualificati per la categoria ATECO del livello superiore (sempre riferito alla categoria corrispondente alla CPV selezionata per la procedura che si sta lanciando); Pagina 42 di 60

43 Tutti i fornitori dell'elenco Fornitori Telematico (accreditati): restituirà l elenco di tutti i fornitori Accreditati indipendentemente dalla categoria merceologica per la quale di sono qualificati; Tutti i fornitori qualificati: restituirà l elenco di tutti i fornitori qualificati indipendentemente dalla categoria merceologica di riferimento. Filtri di ricerca (Elenco telematico Fornitori) Queste opzioni sono rimaste invariate rispetto alla versione di Sintel precedente e permettono di filtrare i fornitori in base alla documentazione che questi hanno inserito in fase di accreditamento (Figura 45). Figura 45 Criteri di ricerca I campi relativi a quest ultima sezione dell ampio motore di ricerca permettono una ricerca specifica di uno o più fornitori e sono: Ragione sociale; Descrizione categoria ATECO; Nazione; Provincia; Comune. Dopo aver inserito tutti i campi necessari per la ricerca, il risultato popolerà la tabella presente a fondo pagina nominata Elenco dei fornitori. Tutti i fornitori presenti in questa tabella saranno selezionati di default ma è comunque possibile deselezionarli (Figura 46). Cliccando sul pulsante Dettaglio in corrispondenza di ogni fornitore è possibile visualizzarne il dettaglio dell accreditamento. Pagina 43 di 60

44 Figura 46 Cliccando sul pulsante Aggiungi infine si salva la selezione dei fornitori. Tale operazione è caratterizzata dall inserimento di un ulteriore tabella che questa volta sarà primo elemento della sezione, nominata Fornitori invitati (Figura 47). Figura 47 E possibile effettuare più ricerche e selezionare più fornitori. Nella tabella Fornitori invitati è presente il pulsante Modifica che permette di deselezionare uno o più fornitori precedentemente inseriti in tabella (Figura 47). Anche durante la modifica dell elenco dei fornitori invitati alla procedura è possibile visionare il dettaglio dell accreditamento. Per terminare la modifica dell elenco fornitori cliccare sul pulsante Chiudi. Pagina 44 di 60

45 Figura 48 Dopo aver impostato l elenco dei fornitori da invitare alla procedura, cliccando su Avanti è possibile accedere alle sezioni successive del processo di lancio di una procedura. N.B.: Per le procedure NON ad invito questa sezione non sarà compilabile e presenterà solamente un messaggio informativo. 3. Parametri della procedura Anche la sezione parametri della procedura ha subito alcune modifiche con l introduzione delle nuove categorie merceologiche. Tali modifiche riguardano principalmente le procedure con Tipo gara Farmaci e Dispositivi medici. Sono stati infatti introdotti per questi tipi di gara due nuovi campi opzionali ovvero Richiesta nome commerciale dei prodotti offerti e Richiesta scheda tecnica dei prodotti offerti (Figura 49). Questi nuovi campi, se selezionati, verranno richiesti ai fornitori in fase di sottomissione offerta e, più precisamente, faranno parte della busta tecnica. Non è richiesto l inserimento di un punteggio tecnico per questi campi in quanto sono identificati come requisiti tecnici eventuali ma risulteranno vincolanti per il fornitore in quanto la loro compilazione è obbligatoria. Pagina 45 di 60

46 Figura Riepilogo lancio procedura Vengono riepilogate le scelte effettuate dall'utente nel Modello e lancio della procedura (Figura 50). L'utente può scegliere se lanciare la procedura o modificarne qualche parametro. Una volta scelto di lanciare la procedura, viene data l opportunità, nella pagina successiva, di rileggere il dettaglio della procedura stessa e con gli appositi bottoni confermare il lancio della procedura o tornare alla fase di configurazione. Pagina 46 di 60

47 Nel riepilogo sarà presente la tabella riguardante le categorie merceologiche contenente il CPV principale e gli eventuali CPV secondari selezionati. Al di sotto invece, sarà presente un ulteriore tabella contenete invece i CPV supplementari. Questa tabella è ovviamente presente solo nel caso in cui i CPV supplementari siano stati selezionati in fase di lancio. Pagina 47 di 60

48 Pagina 48 di 60

49 Figura 50 Cliccando su Lancia si accede alla pagina di conferma dove è possibile ricontrollare i dati inseriti e lanciare la procedura tramite il pulsante Conferma. L azione di salvataggio del lancio invece rimane invariata (vedi manuali varie tipologie di procedura). Pagina 49 di 60

50 Creazione del modello della procedura e lancio di una gara Multilotto 1. Creazione modello Multilotto Anche la creazione del modello Multilotto ha subito qualche modifica soprattutto nella sezione Definizione Multilotto descritta qui di seguito. Le altre sezioni rimangono invariate per cui è possibile consultare il manuale specifico della procedura Multilotto. 2. Definizione multilotto Il primo elemento della sezione Definizione Multilotto riguarda la condivisione del modello e le opzioni possibili sono Pubblico o Privato. La prima opzione permette l utilizzo del modello che si sta creando anche ad altre utenze facenti parte del proprio organico mentre la seconda rende il modello esclusivo per l utenza che la sta creando. Successivamente si trova la tabella nominata Modelli selezionati relativa ai modelli che costituiranno la Multilotto che è possibile ricercare grazie al motore di ricerca sottostante. La ricerca è impostata principalmente su tutti i modelli con la stessa tipologia impostata anche per la Multilotto (es. Multilotto Aperta la ricerca sarà effettuata su tutti i modelli di procedura con tipologia di gara Aperta ). Il motore di ricerca è costituito da due criteri che sono Nome e Tipo di gara. Il secondo criterio è un menù a tendina contenente tutti i tipi di gara (Figura 51). Pagina 50 di 60

51 Figura 51 Il risultato della ricerca verrà riportato in una tabella (Figura 52) riportando le seguenti informazioni: Nome modello, Autore, Tipologia e Categorie merceologiche. La colonna Numero permette di utilizzare lo stesso modello e duplicarlo più volte (es. 1 modello duplicato 3 volte creerà una multilotto con 3 lotti). Pagina 51 di 60

52 Figura 52 Per selezionare il modello e costituire la multi lotto cliccare sul pulsante Aggiungi posizionato nella colonna Azioni (Figura 52). Pagina 52 di 60

53 Figura 53 N.B.: Dopo aver selezionato il modello nella colonna Azioni non sarà più presente il pulsante Aggiungi. Dopo aver impostato i modelli che faranno parte della multilotto è possibile cliccare sul pulsante Avanti e proseguire con il percorso di creazione accedendo alle sezioni successive ovvero Attributi Amministrativi e Riepilogo. Pagina 53 di 60

54 3. Caricamento massivo modello Multilotto Come anche indicato nel manuale specifico delle procedure Multilotto, nel caso di procedure che prevedono un numero elevato di lotti, è a disposizione dell utente un file excel denominato Caricamento massivo. Questo file è possibile richiederlo al gestore della piattaforma. Nel file excel, all interno del foglio nominato Prodotti è possibile inserire il dettaglio di ogni prodotto, con l indicazione del lotto di appartenenza. Con l introduzione delle nuove categorie merceologiche sono state aggiunte delle colonne, atte ad indicare la categoria merceologica per singolo prodotto. Valutazione di una procedura di gara L introduzione delle nuove categorie merceologiche in Sintel ha impattato anche il percorso di valutazione di una procedura dove, in alcuni casi ben specifici, sono stati introdotti nuovi campi che descriveremo nel dettaglio nei paragrafi successivi. Le integrazioni riguardano principalmente le procedure con tipo gara Fornitura di farmaci e Fornitura di dispositivi medici. Qui di seguito indicheremo per i vari tipi di gara sopra indicati le particolarità accennate pocanzi. 1. Valutazione busta tecnica di procedure con tipo gara Gara per la fornitura di farmaci. Una delle particolarità introdotte per tutte le procedure con questo tipo di gara, che però abbiamo impostata come tipologia di offerta richiesta l opzione Unitaria, è la richiesta a tutti i fornitori che sottoporranno un offerta di associare ad ogni prodotto oggetto della procedura un codice AIC. L inserimento di questo codice verrà richiesto al fornitore in fase di sottomissione offerta per la busta tecnica. Di conseguenza, anche in fase di valutazione della procedura, questo dato sarà valutabile allo step relativo alla busta tecnica nel dettaglio offerta dei vari fornitori. L inserimento del codice AIC è requisito tecnico eventuale, impostato di default dalla piattaforma, per il quale non è necessaria una valutazione l inserimento di un punteggio tecnico. E comunque un dato visionabile al quale si può opzionalmente aggiungere un commento. Pagina 54 di 60

55 Figura 54 Un altra particolarità è l introduzione di due nuovi campi ovvero Scheda tecnica e Nome commerciale del prodotto. Entrambi i campi sono selezionabili in fase di lancio della procedura e se selezionati obbligheranno il fornitore, in fase di sottomissione offerta busta tecnica, ad inserire rispettivamente un allegato (scheda tecnica) e un testo (nome commerciale del prodotto). In fase di valutazione queste nuove informazioni saranno visionabili all interno del dettaglio offerta, allo step Busta tecnica. A differenza del campo codice AIC, per questi nuovi campi non vi è la possibilità di inserire un commento (Figura 55). Pagina 55 di 60

56 Figura 55 Pagina 56 di 60

57 2. Valutazione della busta tecnica di procedure con tipo gara Gara per la fornitura di dispositivi medici. Anche per procedure con questo tipo di gara, con tipologia di offerta richiesta impostata su Unitaria, vengono in automatico richiesti ai fornitori l inserimento di dati ad hoc. Più precisamente, in fase di invio offerta un fornitore dovrà inserire per ogni prodotto oggetto della procedura un codice CRM e un codice CRM. Nel caso in cui per un determinato prodotto non sia previsto un codice CRM il fornitore ha comunque la possibilità di indicarne il motivo (Figura 56). Figura 56 Tutte le informazioni sopra descritte sono visualizzabili in fase di valutazione della busta tecnica. Anche in questo caso è previsto l inserimento opzionale di un commento (Figura 56). Pagina 57 di 60

58 E prevista anche per le procedure con tipo gara fornitura dispositivi medici di selezionare in fase di lancio i campi Scheda tecnica e Nome commerciale del prodotto. Come indicato nel capitolo precedente questi campi se selezionati dalla stazione appaltante prevedono l inserimento obbligatorio da parte degli operatori economici di un allegato (scheda tecnica) e un campo testo (nome commerciale). La visualizzazione di questa documentazione è possibile in fase di valutazione della busta tecnica. 3. Valutazione busta economica Funzionalità Export dei dati (Estrazioni dati offerte). In fase di valutazione di una procedura, è possibile visualizzare i codici CPV (principali, secondari e/o supplementari) sia associati alla procedura stessa che ai singoli prodotti grazie alla funzionalità Estrazione dati offerte (funzionalità già presente in Sintel - Figura 57). E stato infatti aggiornato il file.xls che è possibile scaricare dalla piattaforma con tutti i dati relativi alle offerte ricevute. In questo file vengono indicati sia i codici CPV relativi alla procedura (principale, secondario e/o supplementari) che i codici CPV assegnati ad ogni prodotto in fase di creazione del modello (Riferimento capitolo Specificazione oggetto). La funzionalità di Estrazione dati offerte è presente a partire dall apertura della busta economica fino alla sua chiusura. Figura 57 N.B.: Per tutte le fasi non menzionate poc anzi informiamo che non sono state apportate modifiche quindi per la descrizione dettagliata rimandiamo ai manuali specifici delle differenti tipologie di procedure. Pagina 58 di 60

CONFIGURAZIONE E LANCIO PROCEDURA

CONFIGURAZIONE E LANCIO PROCEDURA Manuale di supporto all utilizzo di Sintel per stazione appaltante CONFIGURAZIONE E LANCIO PROCEDURA Data pubblicazione: 17/06/2015 Pagina 1 di 39 INDICE 1. Introduzione... 3 1.1. Obiettivo e campo di

Dettagli

GESTIONE DEL PROFILO

GESTIONE DEL PROFILO Manuale di supporto all utilizzo di SINTEL per stazione appaltante GESTIONE DEL PROFILO Data pubblicazione: 19/10/2015 Pagina 1 di 22 INDICE 1. Introduzione... 2 1.1. Obiettivo e campo di applicazione...

Dettagli

Manuale Generale Sintel Procedura RdO (Richiesta di Offerta)

Manuale Generale Sintel Procedura RdO (Richiesta di Offerta) MANUALE DI SUPPORTO ALL UTILIZZO DELLA PIATTAFORMA SINTEL PROCEDURE RDO (RICHIESTA DI OFFERTA) Pagina 1 di 76 Sommario Acronimi... 4 Manuale operativo dell utente Ente... 5 Introduzione Procedura RdO (Richiesta

Dettagli

Manuale Generale Sintel - Ente

Manuale Generale Sintel - Ente MANUALE DI SUPPORTO ALL UTILIZZO DELLA PIATTAFORMA SINTEL MANUALE GENERALE ENTE Pagina 1 di 52 Sommario Acronimi... 3 Manuale operativo dell utente Ente... 6 Accesso alla Piattaforma (Login)... 7 Login:

Dettagli

PARTECIPAZIONE ALLE GARE

PARTECIPAZIONE ALLE GARE Manuale di supporto all utilizzo di SINTEL per operatori economici PARTECIPAZIONE ALLE GARE Data pubblicazione: 21/10/2014 Pagina 1 di 32 INDICE 1. Introduzione... 3 1.1. Obiettivo e campo di applicazione...

Dettagli

MANUALE DI SUPPORTO MANUALE GENERALE ENTE ALL UTILIZZO DELLA PIATTAFORMA SISGAP. Manuale Generale SISGAP Ente

MANUALE DI SUPPORTO MANUALE GENERALE ENTE ALL UTILIZZO DELLA PIATTAFORMA SISGAP. Manuale Generale SISGAP Ente MANUALE DI SUPPORTO ALL UTILIZZO DELLA PIATTAFORMA SISGAP MANUALE GENERALE ENTE Manuale Generale SISGAP - Ente#1-11/2013 Pagina 1 SOMMARIO MANUALE OPERATIVO DELL UTENTE ENTE... 4 TERMINI E DEFINIZIONI

Dettagli

GESTIONE DEL PROFILO

GESTIONE DEL PROFILO Manuale di supporto all utilizzo di SINTEL per operatori economici GESTIONE DEL PROFILO Data pubblicazione: 19/10/2015 Pagina 1 di 23 INDICE 1. Introduzione... 3 1.1. Obiettivo e campo di applicazione...

Dettagli

GESTIONE DEL PROFILO

GESTIONE DEL PROFILO Manuale di supporto all utilizzo di SINTEL per operatori economici GESTIONE DEL PROFILO Data pubblicazione: 28/07/2014 Pagina 1 di 22 INDICE 1. Introduzione... 3 1.1. Obiettivo e campo di applicazione...

Dettagli

Versione R20 V E R S I O N E 20. Manuale NECA - Enti - Gestore delle Iniziative_revisione_R20.docGestore Iniziative Pagina 1 di 35

Versione R20 V E R S I O N E 20. Manuale NECA - Enti - Gestore delle Iniziative_revisione_R20.docGestore Iniziative Pagina 1 di 35 MANUALE DI SUPPORTO AL GESTORE DELLE INIZIATIVE DEL NEGOZIO ELETTRONICO NECA V E R S I O N E 20 PER LE STAZIONI APPALTANTI GESTORI DELLE INIZIATIVE Gestore Iniziative Pagina 1 di 35 Indice 1. Utilizzo

Dettagli

GESTIONE DELLA PROCEDURA

GESTIONE DELLA PROCEDURA Manuale di supporto all utilizzo di Sintel per Stazione Appaltante GESTIONE DELLA PROCEDURA Data pubblicazione: 17/06/2015 Pagina 1 di 41 INDICE 1. Introduzione... 3 1.1 Obiettivo e campo di applicazione...

Dettagli

MANUALE DI SUPPORTO. MANUALE GENERALE Fornitore ALL UTILIZZO DELLA PIATTAFORMA SISGAP. Manuale Generale SISGAP Fornitore

MANUALE DI SUPPORTO. MANUALE GENERALE Fornitore ALL UTILIZZO DELLA PIATTAFORMA SISGAP. Manuale Generale SISGAP Fornitore MANUALE DI SUPPORTO ALL UTILIZZO DELLA PIATTAFORMA SISGAP MANUALE GENERALE Fornitore Manuale Generale SISGAP - Fornitore#1-11/2013 Pagina 1 SOMMARIO MANUALE OPERATIVO DELL UTENTE FORNITORE... 4 TERMINI

Dettagli

GESTIONE DELLA PROCEDURA

GESTIONE DELLA PROCEDURA Manuale di supporto all utilizzo di Sintel per Stazione Appaltante GESTIONE DELLA PROCEDURA Data pubblicazione: 24/02/2016 Pagina 1 di 49 INDICE 1. Introduzione... 3 1.1 Obiettivo e campo di applicazione...

Dettagli

DOMANDE FREQUENTI ENTI

DOMANDE FREQUENTI ENTI DOMANDE FREQUENTI ENTI Data pubblicazione: 30/09/2015 Pagina 1 di 13 INDICE 1. Registrazione ai servizi di ARCA 5 1.1. Come posso registrarmi ai servizi dell'azienda Regionale Centrale Acquisti (ARCA)?

Dettagli

Bandi di Gara Servizi e Forniture Manuale d uso per l utente

Bandi di Gara Servizi e Forniture Manuale d uso per l utente Applicativo web Bandi di Gara Servizi e Forniture Manuale d uso per l utente INDICE 1 OBIETTIVO DEL DOCUMENTO... 4 2 FUNZIONALITA... 5 2.1 Spedizione delle e-mail automatiche di verifica... 6 2.2 Simbologia

Dettagli

Introduzione al nuovo modello di gestione delle categorie merceologiche in Sintel

Introduzione al nuovo modello di gestione delle categorie merceologiche in Sintel Introduzione al nuovo modello di gestione delle categorie merceologiche in Sintel A cura di: Servizi di e-procurement per le PA Lombarde Ottobre 2013 Executive summary A Novembre 2013 sarà rilasciato in

Dettagli

Avvalimenti. Manuale utente (Stazioni Appaltanti) Autorità per la Vigilanza sui Contratti Pubblici di Lavori, Servizi e Forniture

Avvalimenti. Manuale utente (Stazioni Appaltanti) Autorità per la Vigilanza sui Contratti Pubblici di Lavori, Servizi e Forniture Avvalimenti Manuale utente (Stazioni Appaltanti) Autorità per la Vigilanza sui Contratti Pubblici di Lavori, Servizi e Forniture 1 Sommario Autenticazione e accesso... 3 Comunicazioni di Avvalimento...

Dettagli

Manuale operativo fornitori del portale G+Open

Manuale operativo fornitori del portale G+Open Manuale operativo fornitori del portale G+Open Indice I Registrazione e accesso al Portale G+Open 2 II III IV Classificazione all Albo Fornitori Iscrizione al Sistema di Qualificazione Eventi negoziali

Dettagli

Guida rapida per accesso e utilizzo degli applicativi dell Osservatorio Contratti

Guida rapida per accesso e utilizzo degli applicativi dell Osservatorio Contratti Guida rapida per accesso e utilizzo degli applicativi dell Osservatorio Contratti Lo scopo di questo documento è fornire una guida rapida all accesso e utilizzo degli applicativi dell Osservatorio contratti

Dettagli

GUIDA al SERVIZIO SIMOG

GUIDA al SERVIZIO SIMOG GUIDA al SERVIZIO SIMOG Questa Guida ha l obiettivo di rendere il più agevole possibile la fruizione del SIMOG nel completamento delle funzionalità esposte. L AVCP si riserva di apportare progressivamente

Dettagli

Manuale Fornitore. Gare dinamiche

Manuale Fornitore. Gare dinamiche Manuale Fornitore Gare dinamiche INDICE 1. INTRODUZIONE... 3 2. STILE GARA A RILANCIO DINAMICO... 3 3. COLLOCAZIONE OFFERTA... 4 3.1. ACCESSO AL SISTEMA... 4 3.2. RICERCA E VISUALIZZAZIONE DELLE GARE...

Dettagli

REGISTRAZIONE E PRIMO ACCESSO

REGISTRAZIONE E PRIMO ACCESSO Manuale di supporto all utilizzo di SINTEL per stazione appaltante REGISTRAZIONE E PRIMO ACCESSO Data pubblicazione: 17/06/2015 Pagina 1 di 11 INDICE 1. Introduzione... 2 1.1. Obiettivo e campo di applicazione...

Dettagli

Manuale d uso per gli Operatori Economici Vers. 2013

Manuale d uso per gli Operatori Economici Vers. 2013 Manuale d uso per gli Operatori Economici Vers. 2013 È possibile che le maschere inserite nel presente manuale siano differenti da quelle effettivamente utilizzate dall applicativo. Questo è dovuto alla

Dettagli

LINEE GUIDA PER I FORNITORI

LINEE GUIDA PER I FORNITORI LINEE GUIDA PER I FORNITORI Monolotto: Presentazione delle Offerte Versione 4.1 del 01/03/2015 Indice Introduzione... 2 Procedura di partecipazione ad una gara mono-lotto... 4 - Richiesta chiarimenti...

Dettagli

Centro Acquisti per la Pubblica Amministrazione EmPULIA. Linee guida per gli Enti Aderenti. Procedure Negoziate: Richiesta di Preventivo. Versione 2.

Centro Acquisti per la Pubblica Amministrazione EmPULIA. Linee guida per gli Enti Aderenti. Procedure Negoziate: Richiesta di Preventivo. Versione 2. Centro Acquisti per la Pubblica Amministrazione EmPULIA Linee guida per gli Enti Aderenti Procedure Negoziate: Richiesta di Preventivo Versione 2.4 PROCEDURE NEGOZIATE - Richiesta di Preventivo E la funzione

Dettagli

INTEMA SANITA S.r.l. Manuale Utente MAGAZZINO

INTEMA SANITA S.r.l. Manuale Utente MAGAZZINO INTEMA SANITA S.r.l Manuale Utente MAGAZZINO SOMMARIO 1 AUTENTICAZIONE UTENTE... 4 2 ARTICOLI... 7 2.1 Gestione Anagrafiche Articoli... 7 2.2 Ricerca Avanzate Articoli... 8 2.3 Dettaglio Articolo... 10

Dettagli

GUIDA RAPIDA PER LA COMPILAZIONE DEL FILE PER LA PUBBLICAZIONE DEI DATI AI SENSI DELL ART. 1, C. 32, L. 190/2012

GUIDA RAPIDA PER LA COMPILAZIONE DEL FILE PER LA PUBBLICAZIONE DEI DATI AI SENSI DELL ART. 1, C. 32, L. 190/2012 GUIDA RAPIDA PER LA COMPILAZIONE DEL FILE PER LA PUBBLICAZIONE DEI DATI AI SENSI DELL ART. 1, C. 32, L. 190/2012 Revisione del Documento: 01 Data revisione: 16/01/2014 Limiti di utilizzo del documento

Dettagli

REGISTRAZIONE E PRIMO ACCESSO

REGISTRAZIONE E PRIMO ACCESSO Manuale di supporto all utilizzo di SINTEL per operatori economici REGISTRAZIONE E PRIMO ACCESSO Data pubblicazione: 21/10/2014 Pagina 1 di 9 INDICE 1. Introduzione... 2 1.1. Obiettivo e campo di applicazione...

Dettagli

PROGETTO ALI Alleanze Locali per l Innovazione ALBO FORNITORI Manuale di iscrizione e aggiornamento fornitori MANUALE ISCRIZIONE E AGGIORNAMENTO

PROGETTO ALI Alleanze Locali per l Innovazione ALBO FORNITORI Manuale di iscrizione e aggiornamento fornitori MANUALE ISCRIZIONE E AGGIORNAMENTO MANUALE ISCRIZIONE E AGGIORNAMENTO FORNITORI FORNITORI Ver. 1.1 Pagina 1 di 13 Indice 1. INTRODUZIONE... 3 2. LA PROCEDURA DI ISCRIZIONE... 4 2.A) COMPILAZIONE DATI... 4 2.B) MODIFICA PIN... 6 2.C) CONFERMA...

Dettagli

REGISTRAZIONE E PRIMO ACCESSO

REGISTRAZIONE E PRIMO ACCESSO Manuale di supporto all utilizzo di SINTEL per operatori economici REGISTRAZIONE E PRIMO ACCESSO Data pubblicazione: 17/06/2015 Pagina 1 di 9 INDICE 1. Introduzione... 2 1.1. Obiettivo e campo di applicazione...

Dettagli

CONFRONTO CONCORRENZIALE PER LA FORNITURA DI VACCINI VARI AD USO UMANO 2015-2018 IN CONCORRENZA PER LE AZIENDE SANITARIE DELLA RER

CONFRONTO CONCORRENZIALE PER LA FORNITURA DI VACCINI VARI AD USO UMANO 2015-2018 IN CONCORRENZA PER LE AZIENDE SANITARIE DELLA RER CONFRONTO CONCORRENZIALE PER LA FORNITURA DI VACCINI VARI AD USO UMANO 2015-2018 IN CONCORRENZA PER LE AZIENDE SANITARIE DELLA RER ISTRUZIONI DI GARA Le ditte concorrenti sono chiamate a sfruttare l intero

Dettagli

Modulo 5 Gestione del corso docente: i compiti

Modulo 5 Gestione del corso docente: i compiti Modulo 5 Gestione del corso docente: i compiti 5.1 Assegnazione e correzione di compiti preimpostati All interno del corso il docente, l insegnante può impostare o assegnare dei compiti, che gli studenti

Dettagli

Manuale Affidamento Diretto Vers. 2013-07

Manuale Affidamento Diretto Vers. 2013-07 Manuale Affidamento Diretto Vers. 2013-07 Asmel Consortile S. C. a r.l. - sede Legale: Piazza del Colosseo 4 00184 Roma Sede Operativa: Centro Direzionale - Isola G1 80143 Napoli È possibile che le maschere

Dettagli

Piattaforma per la gestione degli Elenchi degli Operatori economici del Commissario Straordinario Delegato Calabria

Piattaforma per la gestione degli Elenchi degli Operatori economici del Commissario Straordinario Delegato Calabria Piattaforma per la gestione degli Elenchi degli Operatori economici del Commissario Straordinario Delegato Calabria Manuale utente Operatore economico Sommario 1. GESTIONE DELLE UTENZE...3 1.1 Registrazione

Dettagli

SolVe. Manuale di supporto per l utilizzo del nuovo Sistema di Qualificazione ENAV

SolVe. Manuale di supporto per l utilizzo del nuovo Sistema di Qualificazione ENAV SolVe Manuale di supporto per l utilizzo del nuovo Sistema di Qualificazione ENAV A cura di 1 30/12/2011 Sommario 1. GESTIONE DELLE UTENZE... 3 1.1 Registrazione nuova utenza... 3 1.2 Autenticazione...

Dettagli

Progetto INCOME. Manuale Utente Operatore Installazione

Progetto INCOME. Manuale Utente Operatore Installazione VERSIONI Manuale Utente Operatore Installazione Tosca-Mobile VERS. Motivo Modifiche Data Approvazione Approvatore 1.0 Prima emissione 02/12/11 1/21 Sommario SOMMARIO... 2 INTRODUZIONE... 3 1.1. CONTENUTI

Dettagli

Accedi alla Piattaforma Sintel tramite il portale ARCA www.arca.regione.lombardia.it

Accedi alla Piattaforma Sintel tramite il portale ARCA www.arca.regione.lombardia.it DEMO: Nome Impresa: Supplier_1 Nome Gara: Demo Multilotto Nome lotti: Demo Lotto1, Demo Lotto2, Demo Lotto3 Accedi alla Piattaforma Sintel tramite il portale ARCA www.arca.regione.lombardia.it Inserisci

Dettagli

ALBO FORNITORI MEDIASET

ALBO FORNITORI MEDIASET e-procurement TMP-018_11 MEDIASET ALBO FORNITORI MEDIASET Manuale_BUYER_vOnline.doc Pagina 1 di 46 e-procurement TMP-018_11 Sommario MEDIASET... 1 ALBO FORNITORI MEDIASET... 1 INTRODUZIONE... 4 STRUTTURA

Dettagli

ALBO FORNITORI MEDIASET

ALBO FORNITORI MEDIASET e Procurement TMP 018_11 MEDIASET ALBO FORNITORI MEDIASET Manuale di supporto per Fornitori Manuale_FORNITORI_vOnline 16 04 2015.doc Pagina 1 di 52 e Procurement TMP 018_11 Sommario MEDIASET... 1 ALBO

Dettagli

MERCATO ELETTRONICO BENI E SERVIZI GUIDA ALLA CONSULTAZIONE DELL ALLEGATO 2 BENI E SERVIZI

MERCATO ELETTRONICO BENI E SERVIZI GUIDA ALLA CONSULTAZIONE DELL ALLEGATO 2 BENI E SERVIZI MERCATO ELETTRONICO BENI E SERVIZI GUIDA ALLA CONSULTAZIONE DELL ALLEGATO 2 BENI E SERVIZI INDICE 1. PREMESSA... 2 2. LA STRUTTURA ALLEGATO 2 BENI E SERVIZI... 2 2.1 CATEGORIE MERCEOLOGICHE ESCLUSE...

Dettagli

Gestore Comunicazioni Obbligatorie. Progetto SINTESI. Comunicazioni Obbligatorie. Modulo Applicativo COB. - Versione Giugno 2013 -

Gestore Comunicazioni Obbligatorie. Progetto SINTESI. Comunicazioni Obbligatorie. Modulo Applicativo COB. - Versione Giugno 2013 - Progetto SINTESI Comunicazioni Obbligatorie Modulo Applicativo COB - Versione Giugno 2013-1 Versione Giugno 2013 INDICE 1 Introduzione 3 1.1 Generalità 3 1.2 Descrizione e struttura del manuale 3 1.3 Requisiti

Dettagli

ADR. Guida alla registrazione e alla compilazione del questionario

ADR. Guida alla registrazione e alla compilazione del questionario ADR Guida alla registrazione e alla compilazione del questionario Sommario 1 REGISTRAZIONE UTENTI E AZIENDE FORNITRICI... 4 1.1 Registrazione nuova utenza procedura standard... 4 1.2 Autenticazione...

Dettagli

FUNZIONALITÀ DI REPORTISTICA DEL PROGRAMMA Gestione Negozi Benetton

FUNZIONALITÀ DI REPORTISTICA DEL PROGRAMMA Gestione Negozi Benetton FUNZIONALITÀ DI REPORTISTICA DEL PROGRAMMA Gestione Negozi Benetton SOMMARIO CENNI GENERALI... 3 STAMPA ORDINI... 18 STAMPA PACKING LIST... 21 STAMPA SCONTRINI... 24 STAMPA ARTICOLI VENDUTI... 30 STAMPA

Dettagli

SIMES Sistema per il monitoraggio degli errori in sanità

SIMES Sistema per il monitoraggio degli errori in sanità SIMES Sistema per il monitoraggio degli errori in sanità Versione 2.0 14 Ottobre 2013 NSIS_SSW.MSW_PROGR_SIMES_ MTR.doc Pagina 1 di 323 Scheda informativa del documento Versione Data Creazione Stato 2.0

Dettagli

Manuale Utente. RADAR Osservatorio Lazio MANUALE UTENTE

Manuale Utente. RADAR Osservatorio Lazio MANUALE UTENTE Manuale Utente RADAR Osservatorio Lazio LAIT LAZIO INNOVAZIONE TECNOLOGICA S.P.A. Sede legale: Via Rosa Raimondi Garibaldi, 7-00145 Roma Sede operativa: Via Adelaide Bono Cairoli, 68 00145 Roma Tel: 06/51689800

Dettagli

Manuale per acquisizione CIG (Codice Identificativo Gara)

Manuale per acquisizione CIG (Codice Identificativo Gara) Manuale per acquisizione CIG (Codice Identificativo Gara) Sul sito dell Avcp Autorità di Vigilanza sui Contratti Pubblici di Lavori, Servizi e Forniture 1 Attenzione!!! Questo manuale è stato predisposto

Dettagli

MANUALE UTENTE CARICO MASSIVO ANAGRAFICA PRODOTTI INDICE DEL DOCUMENTO 1 Introduzione... 1-1 Contenuto del documento...... 1-1 2 Template file Excel... 2-2 3 Carico prodotti... 3-4 4 Caricamento tabella

Dettagli

REES. Manuale utenti Locat

REES. Manuale utenti Locat REES Manuale utenti Locat Documento riservato ad uso interno. Vietata la diffusione o la riproduzione non autorizzata. Data ultimo aggiornamento: 28/07/08 1 INDICE 1. Introduzione... 3 2. Accesso... 5

Dettagli

SIAC-SORESA. Guida alla gestione ordini su Portale Enti

SIAC-SORESA. Guida alla gestione ordini su Portale Enti SIAC-SORESA Guida alla gestione ordini su Portale Enti Sommario Introduzione alla gestione ordini... 4 Menù Ordini... 4 Inserimento di un nuovo ordine... 4 Carico... 4 Dati di testata... 5 Carico da Articoli...

Dettagli

COME PROCEDERE: Per accedere a SIGECweb è necessario collegarsi all indirizzo web: www.sigecweb.beniculturali.it

COME PROCEDERE: Per accedere a SIGECweb è necessario collegarsi all indirizzo web: www.sigecweb.beniculturali.it COMPILAZIONE MODI (MODULO INFORMATIVO) APPLICAZIONE ALLE ENTITA IMMATERIALI COSA: Il presente micromanuale è rivolto agli schedatori impegnati nella compilazione del MODI (Modulo informativo)-applicazione

Dettagli

PROGETTO ALI Alleanze Locali per l Innovazione ALBO FORNITORI Manuale Utente. Rel. 1.1(Comune) 1.0 29-12-2009 CSAmed Prima emissione ... ... ... ...

PROGETTO ALI Alleanze Locali per l Innovazione ALBO FORNITORI Manuale Utente. Rel. 1.1(Comune) 1.0 29-12-2009 CSAmed Prima emissione ... ... ... ... MANUALE UTENTE Rel. 1.1(Comune) REVISIONI Rev. Data Redattore Descrizione 1.0 29-12-2009 CSAmed Prima emissione Commenti al documento Indice Pagina 1 di 15 1. INTRODUZIONE... 3 2. LA PROCEDURA DI ACCESSO...

Dettagli

S.INTE.S.I. Manuale Utente OPERATORE. Versione 1.1 13/06/2011. Ministero della Salute. Manuale Utente OPERATORE

S.INTE.S.I. Manuale Utente OPERATORE. Versione 1.1 13/06/2011. Ministero della Salute. Manuale Utente OPERATORE S.INTE.S.I. Versione 1.1 13/06/2011 Manuale_S.INTE.S.I._OPERATORE.doc Pagina 1 di 27 Scheda informativa del documento Versione Data Creazione Stato 1.0 13/06/2011 Approvato Manuale_S.INTE.S.I._OPERATORE.doc

Dettagli

AZIENDA_BUYER Vendor Management - Seller

AZIENDA_BUYER Vendor Management - Seller Errore. AZIENDA_BUYER Vendor Management - Seller Manuale Utente Gennaio, 28 11 Version 5.0 A cura di: i-faber Indice 1. Gestione delle utenze...3 Registrazione nuova utenza...3 Autenticazione...4 Recuero

Dettagli

Indice dei contenuti

Indice dei contenuti Gesttiione Knowlledge Base Serrviiziio dii Conttactt Centterr 055055 Manualle dii consullttaziione Indice dei contenuti 1. Introduzione... 4 2. Modalità di accesso alle informazioni... 5 2.1. Accesso diretto

Dettagli

Nuova Piattaforma Intercent-ER: manuali per le Pubbliche Amministrazioni

Nuova Piattaforma Intercent-ER: manuali per le Pubbliche Amministrazioni Nuova Piattaforma Intercent-ER: manuali per le Pubbliche Amministrazioni Mercato elettronico: Valutazione delle offerte e aggiudicazione delle RdO 1 Sommario 1. INTRODUZIONE... 3 2. VALUTAZIONE DELLE OFFERTE...

Dettagli

SolVe Acqualatina MANUALE PER L UTENTE FORNITORE. Area tematica. SolVe. Argomento: MANUALE PER L UTENTE FORNITORE

SolVe Acqualatina MANUALE PER L UTENTE FORNITORE. Area tematica. SolVe. Argomento: MANUALE PER L UTENTE FORNITORE SolVe Acqualatina MANUALE PER L UTENTE FORNITORE Versione: 1.0 Data ultima revisione: Settembre 2013 Data di emissione: Settembre 2013 Data di scadenza: Area tematica SolVe Argomento: MANUALE PER L UTENTE

Dettagli

Anagrafica Venditori. Manuale d uso: aggiornamento 14/07/2014

Anagrafica Venditori. Manuale d uso: aggiornamento 14/07/2014 Manuale d uso: Anagrafica Venditori aggiornamento 14/07/2014 1 Che cos è e a chi è rivolta... 2 2 Chi può accedere al sistema... 3 3 Adesione alla procedura di ripristino in caso di contratti non richiesti

Dettagli

Guida all uso di. a cura dell Area Economia Applicata (AEA) - IPI

Guida all uso di. a cura dell Area Economia Applicata (AEA) - IPI Guida all uso di a cura dell Area Economia Applicata (AEA) - IPI 1. Introduzione pag. 2 2. Scelta dell area tematica e del dato pag. 4 3. Criteri di selezione pag. 7 4. Esportazione pag. 9 1 Questa guida

Dettagli

SISTEMA DI MONITORAGGIO DEI CONTRATTI PUBBLICI

SISTEMA DI MONITORAGGIO DEI CONTRATTI PUBBLICI SISTEMA DI MONITORAGGIO DEI CONTRATTI PUBBLICI Programmi Triennali ed Annuali (PROG) Redazione e pubblicazione del programma triennale, dei suoi aggiornamenti annuali e dell'elenco annuale dei lavori pubblici

Dettagli

PORTALE PASSPARTÙ Manuale dell utente VERSIONE 2.0. Copyright 2015 QUI! Group Spa

PORTALE PASSPARTÙ Manuale dell utente VERSIONE 2.0. Copyright 2015 QUI! Group Spa PORTALE PASSPARTÙ Manuale dell utente VERSIONE 2.0 Copyright 2015 QUI! Group Spa Benvenuto in Passpartù! Obiettivo della presente Guida è illustrare il funzionamento del portale Passpartù con tutte le

Dettagli

e-procurement Hera Domande di partecipazione a Bandi di Gara o Sistemi di Qualifica QUICK MANUAL FORNITORI

e-procurement Hera Domande di partecipazione a Bandi di Gara o Sistemi di Qualifica QUICK MANUAL FORNITORI e-procurement Hera Domande di partecipazione a Bandi di Gara o Sistemi di Qualifica QUICK MANUAL FORNITORI 1 INDICE Il presente manuale operativo riassume le attività a carico dei Fornitori per i processi

Dettagli

Istruzioni per una corretta installazione

Istruzioni per una corretta installazione INDICE > Premessa 2 Istruzioni per una corretta installazione 3 > Nuova Installazione 4 Installazione prerequisiti 5 Installazione di excellent Computi 6 > Aggiornamento di excellent Computi 10 Disinstallazione

Dettagli

Manuale Affidamento Diretto

Manuale Affidamento Diretto Informationssystem für Öffentliche Verträge Manuale Affidamento Diretto Vers. 2013-07 IT AUTONOME PROVINZ BOZEN - SÜDTIROL PROVINCIA AUTONOMA DI BOLZANO - ALTO ADIGE Informationssystem für Öffenliche Verträge

Dettagli

Guida all uso del software Gestione Agenzie Remax

Guida all uso del software Gestione Agenzie Remax Guida all uso del software Gestione Agenzie Remax 1 INDICE Capitolo 0: Per iniziare Configurazione. 3 Struttura del software.. 4 Utilizzo del software 5 Capitolo 1: Tabelle di base Clienti 6 Consulenti

Dettagli

PORTALE DELLA DISTRIBUZIONE

PORTALE DELLA DISTRIBUZIONE CAPITALE SOCIALE 1.500.000,00 INT. VERS. Gruppo Dondi PORTALE DELLA DISTRIBUZIONE Rel. 3.0 - Manuale operativo Sommario 1 Il Portale della Distribuzione.... 3 2 Accesso al Portale (login form).... 4 3

Dettagli

CONSULTAZIONE BANCA DATI CATASTO LE VISURE

CONSULTAZIONE BANCA DATI CATASTO LE VISURE Agenzia del Territorio CONSULTAZIONE BANCA DATI CATASTO LE VISURE Versione 1.1 SOMMARIO Il servizio Sister... 3 Corretta navigazione... 3 Costi... 3 Abbonamento... 3 Consultazioni... 5 Visure catastali...

Dettagli

TaleteWeb. Funzionalità Trasversali e configurazioni generali. 1 rev. 0-280814

TaleteWeb. Funzionalità Trasversali e configurazioni generali. 1 rev. 0-280814 TaleteWeb Funzionalità trasversali e configurazioni generali 1 rev. 0-280814 Indice Per accedere ad un applicazione... 3 La home page di un applicazione... 4 Come gestire gli elementi di una maschera...

Dettagli

Reingegnerizzazione ed evoluzione degli applicativi del settore civile della Giustizia finalizzata al Processo Telematico

Reingegnerizzazione ed evoluzione degli applicativi del settore civile della Giustizia finalizzata al Processo Telematico Ministero della Giustizia DIPARTIMENTO DELL ORGANIZZAZIONE GIUDIZIARIA, DEL PERSONALE E DEI SERVIZI DIREZIONE GENERALE PER I SISTEMI INFORMATIVI AUTOMATIZZATI Reingegnerizzazione ed evoluzione degli applicativi

Dettagli

Assessorato alla Sanità ARPA. Anagrafe Regionale dei Prodotti Amministrabili. Manuale Utente 1.0.0

Assessorato alla Sanità ARPA. Anagrafe Regionale dei Prodotti Amministrabili. Manuale Utente 1.0.0 Assessorato alla Sanità ARPA Anagrafe Regionale dei Prodotti Amministrabili Manuale Utente 1.0.0 Sommario 1. Introduzione... 2 2. Profili utente... 2 3. Dispositivi medici... 2 3.1. ARPA-Ricerca Anagrafiche...

Dettagli

La creazione di una Richiesta di Offerta LIM + Notebook

La creazione di una Richiesta di Offerta LIM + Notebook La creazione di una Richiesta di Offerta LIM + Notebook con criterio di aggiudicazione all Offerta Economicamente più Vantaggiosa Edizione Progetto LIM 2011 Giugno 2011 Lavori preliminari Fuori MePA: Documentazione

Dettagli

MANUALE UTENTE. Manuale utente relativo al software implementato per unità funzionale C.5 Rifacimento funzioni di rendicontazione

MANUALE UTENTE. Manuale utente relativo al software implementato per unità funzionale C.5 Rifacimento funzioni di rendicontazione 1 INFORMAZIONI GENERALI MANUALE UTENTE Progetto Modulo del Piano di Lavoro Unità funzionale del Piano di Lavoro Descrizione SIGFRIDO Modulo C Rendicontazione C.5 Rifacimento funzioni di rendicontazione

Dettagli

Grandi Apparecchiature sanitarie in uso presso le. Strutture sanitarie private accreditate e private non

Grandi Apparecchiature sanitarie in uso presso le. Strutture sanitarie private accreditate e private non Grandi Apparecchiature sanitarie in uso presso le strutture sanitarie pubbliche, private accreditate e private non accreditate Guida al censimento delle Apparecchiature Sanitarie - Strutture sanitarie

Dettagli

Per quanto riguarda le aree marine protette l approccio scelto è quello di considerare per intero i comuni ricadenti nelle singole aree.

Per quanto riguarda le aree marine protette l approccio scelto è quello di considerare per intero i comuni ricadenti nelle singole aree. NOTA METODOLOGICA Le informazioni presenti nelle pagine di questo portale fanno riferimento al complesso dei comuni più significativi per ciascuna tipologia di area protetta. Con il concetto di comuni

Dettagli

Manuale operativo Fornitore. Dicembre 2013

Manuale operativo Fornitore. Dicembre 2013 Manuale operativo Fornitore Dicembre 2013 Introduzione COMER INDUSTRIES ha deciso di dotarsi di un Portale online volto ad efficientare e migliorare i propri processi di acquisto e di interazione con fornitori

Dettagli

MANUALEDIUTILIZZO MODULO CRM POSTVENDITA

MANUALEDIUTILIZZO MODULO CRM POSTVENDITA MANUALEDIUTILIZZO MODULO CRM POSTVENDITA INDICE INTRODUZIONE INSERIMENTO CHIAMATA CHIAMATE Dettaglio Chiamate Macchine Coinvolte Documenti Riepilogo MACCHINE Dettaglio Macchine Documenti Interventi MACCHINE

Dettagli

Manuale responsabile per la consultazione dell elenco telematico imprese

Manuale responsabile per la consultazione dell elenco telematico imprese Manuale responsabile per la consultazione dell elenco telematico imprese Sommario 1. Introduzione... 2 2. Consultazione elenco telematico imprese... 2 2.1. Elenco telematico imprese... 3 2.2. Elenco telematico

Dettagli

Guida Utente Cos è aworkbook Cataloghi e sessioni Prodotti Assortimenti Risorse Presentazioni 11 Procedura d ordine

Guida Utente Cos è aworkbook Cataloghi e sessioni Prodotti Assortimenti Risorse Presentazioni 11 Procedura d ordine Guida Utente V.0 Cos è aworkbook Cataloghi e sessioni Prodotti Assortimenti 7 Risorse 0 Presentazioni Procedura d ordine Cos è aworkbook Prodotti Risorse Presentazione Assortimento aworkbook presenta al

Dettagli

La creazione di una Richiesta di Offerta LIM + Pc

La creazione di una Richiesta di Offerta LIM + Pc La creazione di una Richiesta di Offerta LIM + Pc con criterio di aggiudicazione al Prezzo più basso Edizione Progetto LIM 2011 Giugno 2011 Lavori preliminari Fuori MePA: Documentazione di gara 1. Accordo

Dettagli

GUIDA ALLA PARTECIPAZIONE A UNA GARA

GUIDA ALLA PARTECIPAZIONE A UNA GARA GUIDA ALLA PARTECIPAZIONE A UNA GARA Data Aggiornamento 23/03/2015 1 GUIDA ALLA PARTECIPAZIONE A UNA GARA 1 Tipologie di gare 3 Elenco dei bandi 4 Dettagli di un bando 5 Partecipazione a una gara 5 Gara

Dettagli

Manuale Utente. Registrazione e Profilazione Utenti Versione 1.2. Direzione Generale Osservatorio Servizi Informatici e delle Telecomunicazioni

Manuale Utente. Registrazione e Profilazione Utenti Versione 1.2. Direzione Generale Osservatorio Servizi Informatici e delle Telecomunicazioni Direzione Generale Osservatorio Servizi Informatici e delle Telecomunicazioni Manuale Utente Registrazione e Profilazione Utenti Versione Codice del Sistema/Servizio Versione documento RAUSA_MEV_1.0 Data

Dettagli

ACCREDITAMENTO. Gestione informatizzata dell iter, dalla domanda alla visita ispettiva. Manuale Utente

ACCREDITAMENTO. Gestione informatizzata dell iter, dalla domanda alla visita ispettiva. Manuale Utente ACCREDITAMENTO Gestione informatizzata dell iter, dalla domanda alla visita ispettiva Manuale Utente versione 13.1 Aggiornata il 16 Febbraio 2009 pag. 2 di118 Sommario 1. Introduzione...5 1.1. Obiettivo...5

Dettagli

Indice: Portale Aste Telematiche pag. 2. Barra dei menù pag. 3. Registrazione al servizio pag. 5. Recupero Username e Password pag.

Indice: Portale Aste Telematiche pag. 2. Barra dei menù pag. 3. Registrazione al servizio pag. 5. Recupero Username e Password pag. Indice: Portale Aste Telematiche pag. 2 Barra dei menù pag. 3 Registrazione al servizio pag. 5 Recupero Username e Password pag. 11 Area Riservata pag. 16 Codici di partecipazione pag. 17 Partecipazione

Dettagli

GUIDA alla COMPILAZIONE della procedura di gestione degli INTERVENTI AMMESSI al FINANZIAMENTO

GUIDA alla COMPILAZIONE della procedura di gestione degli INTERVENTI AMMESSI al FINANZIAMENTO GUIDA alla COMPILAZIONE della procedura di gestione degli INTERVENTI AMMESSI al FINANZIAMENTO Pagina 1 di 144 INDICE 1 CONFIGURAZIONE HARDWARE E SOFTWARE CONSIGLIATA... 4 1.1 VERIFICA DELLE IMPOSTAZIONI

Dettagli

INPS ACCENTRAMENTO DEI MANDATI DI SPESE DI FUNZIONAMENTO

INPS ACCENTRAMENTO DEI MANDATI DI SPESE DI FUNZIONAMENTO INPS ACCENTRAMENTO DEI MANDATI DI SPESE DI FUNZIONAMENTO MANUALE UTENTE INDICE INDICE... 1 1. INTRODUZIONE... 2 1.1 SCOPO DEL DOCUMENTO... 2 2 DESCRIZIONE DELLA PROCEDURA... 3 3 GESTIONE DELLA PROPOSTA

Dettagli

Compilazione Profilo Azienda Laboratorio (PAL) Domanda/Offerta

Compilazione Profilo Azienda Laboratorio (PAL) Domanda/Offerta Compilazione Profilo Azienda Laboratorio (PAL) Domanda/Offerta Come Iniziare: La compilazione del profilo online è utile per dare visibilità della propria azienda/laboratorio e per facilitare l incontro

Dettagli

Portale Tesoro MANUALE UTENTE Versione 7.0

Portale Tesoro MANUALE UTENTE Versione 7.0 Portale Tesoro MANUALE UTENTE Versione 7.0 Aggiornato al 28 Luglio 2015 Versione 7.0 SOMMARIO 1. INTRODUZIONE... 3 1.1. SCOPO DEL DOCUMENTO... 3 1.2. VERSIONI DEL DOCUMENTO... 3 1.3. DEFINIZIONI ED ACRONIMI...

Dettagli

Piattaforma gare. Istruzione operativa RdO in Busta Digitale

Piattaforma gare. Istruzione operativa RdO in Busta Digitale Piattaforma gare Istruzione operativa RdO in Busta Digitale 1 1. INTRODUZIONE... 3 2. GARE A CUI SEI STATO INVITATO... 5 3. GARE APERTE (ALTRE GARE A CUI POTETE PARTECIPARE)... 6 4. PRESENTAZIONE OFFERTA

Dettagli

PRATICHE EDILIZIE ON LINE MANUALE UTENTE

PRATICHE EDILIZIE ON LINE MANUALE UTENTE PRATICHE EDILIZIE ON LINE MANUALE UTENTE MARZO 2006 INDICE 1. INTRODUZIONE... 4 1.1 SCOPO DEL DOCUMENTO... 4 1.2 RIFERIMENTI NORMATIVI... 4 2. STRUMENTAZIONE NECESSARIA... 5 3. ACCESSO AL SERVIZIO... 6

Dettagli

Manuale Front-Office Servizio ConservazioneNoProblem

Manuale Front-Office Servizio ConservazioneNoProblem Manuale Front-Office Servizio ConservazioneNoProblem Versione 2.0 29 OTTOBRE 2015 1 Sommario 1. Accesso all applicazione web... 3 1.1 Autenticazione... 3 2. Logout... 4 3. Profilo azienda... 5 3.1 Ricerca

Dettagli

Novità Principali - 1/2011

Novità Principali - 1/2011 Novità Principali - 1/2011 1 Contabilità e BlackList... 2 1.1 Nuovo nodo gestione IVA 2011... 2 1.2 Elenco... 2 1.3 Black List... 3 1.3.1 Cliente/Fornitore per Black List... 3 1.3.2 Periodo di riferimento

Dettagli

4.6 LISTINI PLUS: Importazione listini fornitori [5.20.0/10]

4.6 LISTINI PLUS: Importazione listini fornitori [5.20.0/10] - 88 - Manuale di Aggiornamento 4.6 LISTINI PLUS: Importazione listini fornitori [5.20.0/10] È ora possibile importare i listini fornitori elencati in un file Excel. Si accede alla funzione dal menù Magazzino

Dettagli

GESTIONE APPUNTAMENTI

GESTIONE APPUNTAMENTI GESTIONE APPUNTAMENTI 1 INTRODUZIONE Il CRM permette di gestire tutti gli appuntamenti degli Agenti di vendita, dalla creazione all inserimento di un feedback per ogni appuntamento. In questo modo l Agenzia

Dettagli

IRIS (Institutional Research Information System) Manuale d uso

IRIS (Institutional Research Information System) Manuale d uso IRIS (Institutional Research Information System) Manuale d uso A cura dell Ufficio Ricerca Nazionale prodotti.ricerca@unife.it INDICE COS E IRIS... 3 IRIS AREA PUBBLICA... 4 IRIS AREA RISERVATA AI RICERCATORI

Dettagli

DOMANDE FREQUENTI FORNITORI

DOMANDE FREQUENTI FORNITORI DOMANDE FREQUENTI FORNITORI Data pubblicazione: 20/03/2015 Pagina 1 di 5 INDICE 1. Registrazione ai servizi di ARCA... 3 1.1. L iscrizione a Sintel è obbligatoria?... 3 1.2. Come posso registrarmi ai servizi

Dettagli

Sondaggi OnLine. Documento Tecnico. Descrizione delle funzionalità del servizio

Sondaggi OnLine. Documento Tecnico. Descrizione delle funzionalità del servizio Documento Tecnico Sondaggi OnLine Descrizione delle funzionalità del servizio Prosa S.r.l. - www.prosa.com Versione documento: 1, del 30 Maggio 2005. Redatto da: Michela Michielan, michielan@prosa.com

Dettagli

GUIDA ALLA PIATTAFORMA INTEGRAZIONE CONTESTI

GUIDA ALLA PIATTAFORMA INTEGRAZIONE CONTESTI GUIDA ALLA PIATTAFORMA INTEGRAZIONE CONTESTI 2014 V2.0.2 pag 1/25 Sommario 1) INTRODUZIONE... 3 2) ADMIN... 4 a. REGISTRAZIONE UTENTI... 4 i. REGISTRAZIONE UTENTI ON-SITE... 4 ii. REGISTRAZIONE UTENTI

Dettagli

Digitando nel browser https://db.issfacilityservices.it si accede al portale. (disponibile da 2/7/12)

Digitando nel browser https://db.issfacilityservices.it si accede al portale. (disponibile da 2/7/12) Manuale utente per l ordine online del materiale pubblicitario e modulistica, biglietti da visita e timbri Versione 1.0 del 18/6/12 Login Digitando nel browser https://db.issfacilityservices.it si accede

Dettagli

INFORMATIVA FINANZIARIA

INFORMATIVA FINANZIARIA Capitolo 10 INFORMATIVA FINANZIARIA In questa sezione sono riportate le quotazioni e le informazioni relative ai titoli inseriti nella SELEZIONE PERSONALE attiva.tramite la funzione RICERCA TITOLI è possibile

Dettagli

Fig.1) ESEMPIO DI CREAZIONE RDO CON IL CRITERIO DI AGGIUDICAZIONE AL PREZZO PIÙ BASSO PREMESSA

Fig.1) ESEMPIO DI CREAZIONE RDO CON IL CRITERIO DI AGGIUDICAZIONE AL PREZZO PIÙ BASSO PREMESSA ESEMPIO DI CREAZIONE RDO CON IL CRITERIO DI AGGIUDICAZIONE AL PREZZO PIÙ BASSO PREMESSA Prima di creare un a RdO è necessario che sia stato sottoscritto, dal Direttore per le Strutture o dal Dirigente

Dettagli