4. PROGETTO INTERVENTI DI CONSOLIDAMENTO

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "4. PROGETTO INTERVENTI DI CONSOLIDAMENTO"

Transcript

1 STUDIO DI GEOLOGIA ASSOCIATO oggetto: relazione geologico-tecnica per il progetto di consolidamento della Rupe di Castiglion d Orcia 4. PROGETTO INTERVENTI DI CONSOLIDAMENTO a. DISGAGGIO ELEMENTI (FRAMMENT) E BLOCCHI LAPIDEI Questa tecnica è finalizzata a rimuovere quelle situazioni critiche, laddove si ritiene che il disgaggio di alcuni elementi sia maggiormente cautelativo rispetto al rinforzo o consolidamento. Si riportano alcuni fotogrammi nei quali sono individuate le situazione da rimuovere. b. POSIZIONAMENTO PANNELLI L inserimento dei pannelli permette di intervenire in una porzione circoscritta ma sufficientemente ampia da contenere diversi elementi altrimenti di difficile sistemazione. Si tratta di zone nelle quali sono presenti blocchi di varie dimensioni, molto fratturati e alterati per i quali l inserimento di chiodi o tiranti non garantirebbe la sicurezza. Questa tecnica permette inoltre di modellare l intervento seguendo le asperità morfologiche e permettendo poi di far ricrescere la vegetazione attenuando l impatto. c. RETE METALLICA Nell immagine un esempio tipico di posizionamento di rete metallica in una parete rocciosa; al rete è rinforzata (armata) da funi in acciaio d. CHIODATURE - TIRANTI Sono gli strumenti con i quali i pannelli, le reti o i blocchi vengono ancorati all ammasso roccioso non alterato e quindi stabile in profondità, raggiunta mediante la perforazione della roccia. La loro lunghezza è stabilita in funzione della distanza della parete esterna dell affioramento rispetto alla roccia compatta. Nel caso specifico e come detto, si è fatto riferimento alle sezioni allegate.

2 STUDIO DI GEOLOGIA ASSOCIATO oggetto: relazione geologico-tecnica per il progetto di consolidamento della Rupe di Castiglion d Orcia c. SOTTOFONDAZIONI In alcune porzioni della rupe si hanno degli elementi o blocchi ai quali risulta mancante la base di appoggio. In questi casi è importante ricostruirne la base mediante semplici opere in muratura, con mattoni, o inserimento di elementi lapidei. Solo in casi particolari si può procedere alla realizzazione di micropali. 4.1 ZONE D INTERVENTO E IMMAGINI CORRISPONDENTI Per una migliore comprensione della tipologia d interventi da eseguire e la loro collocazione spaziale dell ambito della rupe, si è fatto riferimento ai vari fotogrammi a disposizione e suddividendo la rupe in varie parti, ciascuna con il proprio intervento da attuare, riportate nella planimetria allegata. Zona intervento 1 Porzione accesso attuale alla Rocca nel lato sud Zona intervento 2 Porzione ovest verso il parcheggio Zona intervento 3 Area nord ovest, verso il paese, corrispondente al blocco grande Zona intervento 4 Area a nord e nord est, lato paese Zona intervento 5 Area ad est sopra il paese Zona intervento 5A Area ad est sopra il paese verso muraglione esistente Zona intervento 6 Si tratta di una zona del paese più a valle lungo Via della Rocca (fuori carta) Di seguito si riporta il dettaglio fotografico delle varie zone con la previsione degli interventi da eseguire.

3 STUDIO DI GEOLOGIA ASSOCIATO oggetto: relazione geologico-tecnica per il progetto di consolidamento della Rupe di Castiglion d Orcia Zona intervento 1 In questa porzione delle rupe le pendenze sono del 35-40%; la stratificazione è sub-orizzontale. Non vi sono situazione di degrado rilevanti. Si osservano tuttavia delle fessure nel corpo roccioso riportato nel fotogramma. Per questo appare essenziale posizionare una semplice rete metallica secondo le modalità riportate nell immagine a titolo di esempio. Non sono necessari ancoraggi profondi, ma chiodature di circa 4 metri. Nell immagine il pannello da inserire o la rete metallica semplice I.1 Tipologia Stima quantità Muretti sottofondazione Tiranti Micropali Pannelli / rete metallica Fori drenanti Iniezioni cls q.li a corpo Dimensioni 5 metri di lunghezza con chiodatura (barre da Φ = 26.5 mm) 5x5 = 25 mq rete semplice a vista Da verificare in corso d opera Intervento da eseguire in tutta l area e su indicazione D.L.

4 STUDIO DI GEOLOGIA ASSOCIATO oggetto: relazione geologico-tecnica per il progetto di consolidamento della Rupe di Castiglion d Orcia Zona intervento 2A Lato ovest - parcheggio L immagine mette in risalto anche l andamento della stratificazione; risulta evidente la piega con il profilo curvilineo del piano dello strato. Questa è una delle porzioni più critiche dal momento che si è verificato il distacco di un blocco calcareo proprio al di sotto del muro. L intervento da eseguire consiste nella realizzazione di una sottofondazione del muro, mediante micropali e successivo riposizionamento della roccia al fine di ricostruire l andamento della piega. Rinforzo alla base del blocco rimesso in posto in muratura. Nel lato destro posizionamento di un pannello. I.2A Tipologia Stima quantità Muretti sottofondazione Tiranti / chiodi di ancoraggio 4 3 per pannello Micropali Pannelli Fori drenanti Iniezioni cls tamponamento fessure q.li a corpo Dimensioni 0.80 x 1.20 m 8 metri di lunghezza con barre dywidag da Φ = 24 e da 26.5 a 32 mm 8 m di lunghezza Φ = 16 mm 65 mq 6 m di lunghezza Φ = 127 mm alla base delle mura Intervento da eseguire in tutta l area e su indicazione D.L.

5 STUDIO DI GEOLOGIA ASSOCIATO oggetto: relazione geologico-tecnica per il progetto di consolidamento della Rupe di Castiglion d Orcia Eventuale disgaggio di elementi e/o blocchi pericolosi e sottofondazione del muro con micropali e ricostruzione dell andamento della stratificazione Nell immagine si può vedere la zona di distacco del blocco con la porzione di muratura priva di base di fondazione. In questa situazione si dovranno rimuovere i frammenti rotti stratificazione precedente. e ricostruire l andamento della onde Il muro riprendere deve la essere morfologia sottofondato. Dovranno essere eseguiti dei micropali atti a rinforzare e saldare la muratura all affioramento non alterato e realizzato un muretto alla base con pietra calcarea. In corrispondenza della zona di distacco, nella parte retrostante al muro, si dovrà procedere alla realizzazione di un sistema di drenaggio delle acque, onde evitare la filtrazione delle stesse nel corpo roccioso. Nella parte rimanente del pendio, nella parte superiore si dovrà procedere ai seguenti interventi di consolidamento. Sottofondazione e ancoraggio del masso che fuoriesce dal muro. Posizionamento di pannelli in corrispondenza dei due blocchi/strato laterali al sentiero di accesso alla Rocca, come indicato nella foto. Nelle altre parti laddove l ammasso risulta molto alterato si dovrà procedere alla pulizia delle fessure, eventualmente all inserimento di malta dello stesso colore della roccia in affioramento, al fine di tamponare le fessure ed impedire la filtrazione delle acque di pioggia. Lungo le mura fori drenanti (in blu). Stratificazione da ricostruire

6 STUDIO DI GEOLOGIA ASSOCIATO oggetto: relazione geologico-tecnica per il progetto di consolidamento della Rupe di Castiglion d Orcia Intervento 2B. I blocchi che si possono vedere nella foto dovranno essere sistemati mediante l inserimento di pannelli e costruiti dei muretti alla base atti a sottofondare la base attualmente mancante. Allo stesso tempo nella parte superiore dei blocchi si dovrà procedere al tamponamento delle fessure una volta pulite. Particolare dell ammasso prima descritto. Si può vedere bene la mancanza del sostegno la base. Nell immagine è raffigurato il modo con il quale il pannello si adatta alla parete rocciosa in affioramento, garantendo così un minore impatto ambientale. Lungo questo fronte si dovranno realizzare anche dei fori drenanti atti a garantire alla base del muro il drenaggio dell acqua. I.2B Tipologia Stima quantità Muretti sottofondazione Tiranti / chiodi di ancoraggio 6 3 per pannello Micropali Pannelli Fori drenanti Iniezioni cls q.li a corpo Dimensioni 0.60 x 1.20 m + varie misure 8 metri di lunghezza con barre dywidag da Φ = 24 e da 26.5 a 32 mm 60 mq 6 metri di lunghezza base muro Intervento da eseguire in tutta l area e su indicazione D.L.

7 STUDIO DI GEOLOGIA ASSOCIATO oggetto: relazione geologico-tecnica per il progetto di consolidamento della Rupe di Castiglion d Orcia Zona intervento 3 Si tratta della zona nella quale è il grande blocco verso il paese. In questo caso l intervento sarà maggiormente complesso considerate le altezze e l esistenza di grosse fratture. Si dovrà procedere ad eseguire dei tiranti di ancoraggio piuttosto profondi, di almeno 12 metri, al fine di raggiungere la massa rocciosa non alterata, bloccati in testa dal piastre opportunamente inserite nella roccia per non renderle visibili. Si dovranno tamponare le fessure nella parte superiore e realizzare dei fori drenanti a due diverse altezze. Di seguito sono riportati i particolari delle borchie di ancoraggio. L esecuzione degli ancoraggi profondi richiede l impiego di una attrezzatura da parete e una sonda perforatrice tale da perforare il calcare. Si prevedono 2 ordini di ancoraggi e i fori drenanti alla base. In corrispondenza della base del grande masso, è necessario costruire un muro (zona piccola cavità), tale da garantire l equilibrio dell ammasso nel tempo. SCHEDA DEGLI INTERVENTI Tipologia Stima quantità Dimensioni Muretti sottofondazione x 1.20 m + varie misure Tiranti di ancoraggio 6 = 3 x lunghi 8 metri di lunghezza con barre dywidag da Φ = 24 mm Blocco grande fori da 12 metri di lunghezza barre acciaio Φ = 32 mm tipo dywidag Fori drenanti 6 6 metri di lunghezza Φ = 127 mm Pannelli da 65 mq 98 mq Iniezioni in cls 300 q.li a corpo Intervento da eseguire in tutta l area e su indicazione D.L.

8 STUDIO DI GEOLOGIA ASSOCIATO oggetto: relazione geologico-tecnica per il progetto di consolidamento della Rupe di Castiglion d Orcia Interventi ipotizzati: Pulizia copertura vegetale e disgaggio frammenti Scavo e barre di ripresa Sottomurazione armata chiodature profonde circa 8 m in barre d'acciaio tipo Dywidag Ø 26,5 chiodature sui massi di due ordini da 6 m e 12 m in barre d'acciaio tipo Dywidag Ø 26,5 Sarcitura delle fratture più evidenti e iniezioni cementizie con cemnto 425 addittivate con ancorfix o similari.

9 STUDIO DI GEOLOGIA ASSOCIATO oggetto: relazione geologico-tecnica per il progetto di consolidamento della Rupe di Castiglion d Orcia Zona intervento 4 Si tratta del lato nord della Rocca; in questa porzione sono presenti materiali calcareo-marnosi fittamente stratificati e alterati che si trovano in un piccolo ripiano. Il problema più rilevante è dato dalla presenza di una fessura sub-verticale che emerge in superficie con una sorta di cavità. La fessura va a delineare un blocco che si trova in condizioni di precario equilibrio verso la zona di un orto attiguo ai fabbricati. Per il consolidamento si prevede la realizzazione di tiranti della lunghezza di 12 metri. I tiranti serviranno a bloccare un pannello avvolgente. Alla base del blocco, in corrispondenza dell orto, si dovranno eseguire dei muretti di sottofondazione. I.4 Tipologia Stima quantità Muretti sottofondazione Tiranti / chiodi 2 7 Micropali Pannelli Fori drenanti Iniezioni in cls q.li a corpo Dimensioni 0.80 x 1.20 m 10 metri di lunghezza barre da Φ = 26.5 mm con placca in testa alla base delle mura Rocca Intervento da eseguire in tutta l area e su indicazione D.L. Nelle foto è riportata la zona che si affaccia sul piccolo orto con la fessure nel blocco e ripresa nel ripiano. E in evidenza il pannello che dovrà essere tirantato.

10 STUDIO DI GEOLOGIA ASSOCIATO oggetto: relazione geologico-tecnica per il progetto di consolidamento della Rupe di Castiglion d Orcia Zona interventi 5 e 5A Si tratta della porzione sopra il paese, laddove sono presenti alcuni elementi e piccoli blocchi in condizioni di precario equilibrio. Alcuni potranno essere rimossi, altri dovranno essere bloccati con pannelli e tiranti. E poi necessario procedere alla costruzione di semplici muretti di sottofondazione, in pietra locale, secondo i criteri edilizi opportuni. Si dovranno eseguire iniezioni nelle fessure aperte ed il tamponamento della parte superiore delle stesse. Allo stesso tempo dovranno essere eseguiti dei fori drenanti atti a garantire lo smaltimento delle acque di pioggia e al fine di ridurre le sovra-pressioni interstiziali. Nell immagine si possono vedere le fessure aperte della stratificazione. La linea tratteggiata indica i tiranti da posizionare e il pannello, posizionati indicativamente. I.5 Tipologia Stima quantità Dimensioni Muretti sottofondazione x 1.20 m Tiranti 5 8 metri di lunghezza barre da Φ = 32 mm con placca in testa Micropali -- Pannelli 6 62 mq Fori drenanti 5 6 m di lunghezza - Φ = 127 mm Iniezioni in cls 30 q.li a corpo Intervento da eseguire in tutta l area e su indicazione D.L.

11 STUDIO DI GEOLOGIA ASSOCIATO oggetto: relazione geologico-tecnica per il progetto di consolidamento della Rupe di Castiglion d Orcia Zona intervento 5A Si tratta della zona verso il paese nel lato prossimo al muraglione costruito negli anni 50. In questa zona che si trova proprio sopra le case del paese, appare necessario rimuovere alcuni frammenti di roccia e bloccare mediante rete metallica o pannelli alcuni blocchi di piccole dimensioni. Questa porzione verrà a trovarsi al limite con il possibile percorso di accesso alla Rocca. La pulizia dell ammasso roccioso è elemento essenziale per rivedere alcuni aspetti al momento obliterati e poco accessibili. Anche il posizionamento dei pannelli potrà subire qualche variazione in funzione delle condizioni locale dell ammasso al momento dei lavori.

12 STUDIO DI GEOLOGIA ASSOCIATO oggetto: relazione geologico-tecnica per il progetto di consolidamento della Rupe di Castiglion d Orcia I.5A Tipologia Stima quantità Muretti sottofondazione Tiranti -3 Micropali Pannelli Fori drenanti -3/4 5 Iniezioni in cls 40 q.li a corpo Dimensioni 8 metri di lunghezza barre da Φ = 26.5 mm con placca in testa 3x5 x 2 = 35/40 mq 6 metri di lunghezza alla base del muro della Rocca Φ = 127 mm Intervento da eseguire in tutta l area e su indicazione D.L.

13 STUDIO DI GEOLOGIA ASSOCIATO oggetto: relazione geologico-tecnica per il progetto di consolidamento della Rupe di Castiglion d Orcia Intervento 6 Si tratta della zona fuori carta ubicata lungo Via della Rocca e compresa tra le mura del paese e la strada sottostante. In questa zona gli interventi riguardano aspetti edilizi con la ricostruzione e restauro della cinta muraria. Non sono emerse problematiche relative alla stabilità dell ammasso roccioso. Durante i lavori di pulizia e di asportazione della copertura detritica è opportuno verificare puntualmente lo stato dell ammasso roccioso sottostante. Solo nella porzione nel lato ovest (al di sopra dei vani realizzati di recente), è visibile in affioramento l ammasso roccioso, che dovrà essere controllato ed eventualmente dovranno essere tamponate le fessurazioni. Tracciato delle vecchie mura del paese Nello schema cartografico ricavato dalla base in scala 1:5000 è individuata l area d intervento in corrispondenza delle mura del paese. I piccoli segni che rappresentano delle scarpate antropiche sono in realtà le emergenze topografiche delle vecchie mura del paese, degradate e in molti tratti aggredite e coperte da vegetazione e terreno di riporto. Solo alcuni interventi di sistemazione nella parte più acclive. Indicata con il cerchio. I. 6 Tipologia Stima quantità Dimensioni Muretti sottofondazione x 1.20 m (zona affioramento roccia) Tiranti 3 12 metri di lunghezza barre da Φ = 26.5 mm con placca in testa Micropali -- Pannelli 2 3x5 x 2 = 30 mq Fori drenanti 5 6 metri di lunghezza alla base del muro della Rocca Φ = 127 mm Iniezioni in cls 30 q.li a corpo Intervento da eseguire in tutta l area e su indicazione D.L.

14 STUDIO DI GEOLOGIA ASSOCIATO oggetto: relazione geologico-tecnica per il progetto di consolidamento della Rupe di Castiglion d Orcia CONCLUSIONI In allegato si riportano in dettaglio le specifiche dei materiali degli interventi da eseguire nell area. SCHEDA FINALE DEGLI INTERVENTI IPOTIZZATI I. 7 Tipologia Stima quantità Dimensioni Muretti sottofondazione 25 Varie dimensioni e misure (0.60/ /1.40) Tiranti /chiodi 70 Da 8 a 12 metri di lunghezza barre da Φ = e 32 mm con placca in testa Totale lunghezza circa 700 m Micropali 4 8 m di lunghezza e da verificare su indicazioni D.L. Pannelli 22 Varie dimensioni da 12 a 30 mq Totale pannelli circa 380 mq Fori drenanti 25 6 metri di lunghezza alla base del muro della Rocca Φ = 127 mm lungo la base delle mura e in alcuni ammassi rocciosi per ridurre le pressioni interstiziali Totale 150 m di perforazione Iniezioni in cls circa 1000 q.li a corpo Intervento da eseguire in tutta l area e su indicazione D.L. Comprendente anche i relativi drenaggi delle acque di pioggia

INTERVENTI DI STABILIZZAZIONE:

INTERVENTI DI STABILIZZAZIONE: COMUNE DI CAROLEI STATO DEI LUOGHI: In località Serrone si erge un imponente costone calcarenitico alla cui sommità è ubicata la proprietà Quintieri (V. planimetria allegata). Dalla parete esposta ad Est,

Dettagli

Locarno, 8 marzo 2012. Al Consiglio Comunale. L o c a r n o

Locarno, 8 marzo 2012. Al Consiglio Comunale. L o c a r n o M.M. no. 90 concernente la richiesta di un credito di Fr. 25'000.00 per lavori di consolidamento delle scarpate e delle opere murarie a secco del terreno al mappale 049 RFD Locarno, quale il vigneto a

Dettagli

1 PREMESSA 2 RIFERIMENTI LEGISLATIVI

1 PREMESSA 2 RIFERIMENTI LEGISLATIVI INDICE 1 PREMESSA 2 RIFERIMENTI LEGISLATIVI 3 - DESCRIZIONE DEGLI INTERVENTI IN PROGETTO 4 BILANCIO DEI MATERIALI DI RISULTA 5 INDIVIDUAZIONE DELLE CAVE DI DEPOSITO 1 1 - PREMESSA La presente relazione

Dettagli

SOPRINTENDENZA ARCHEOLOGICA DI ROMA

SOPRINTENDENZA ARCHEOLOGICA DI ROMA Ministero per i beni e le attività culturali SOPRINTENDENZA ARCHEOLOGICA DI ROMA VALUTAZIONE E MONITORAGGIO DELLO STATO DI CONSERVAZIONE DEL PATRIMONIO ARCHEOLOGICO: INTERVENTI PER LA RIDUZIONE DEL RISCHIO

Dettagli

CITTÀ di FABRIANO PROVINCIA DI ANCONA

CITTÀ di FABRIANO PROVINCIA DI ANCONA CITTÀ di FABRIANO PROVINCIA DI ANCONA Settore Assetto e Tutela del Territorio Oggetto: Lavori di adeguamento alle norme di igiene e sicurezza e realizzazione di dotazioni impiantistiche presso il Sant

Dettagli

Comune di Favignana località Torretta Cavallo

Comune di Favignana località Torretta Cavallo REGIONE SICILIANA CORPO REGIONALE DELLE MINIERE SERVIZIO GEOLOGICO E GEOFISICO STUDIO SULL EROSIONE DELLA COSTA Il Dirigente dell U.O.B n. 3 Dr.ssa Geol. Daniela Alario Comune di Favignana località Torretta

Dettagli

RELAZIONE TECNICA. UBICAZIONE E STATO DI FATTO L area interessata è localizzata a Ovest del capoluogo lungo il corso del rio Stanavazzo.

RELAZIONE TECNICA. UBICAZIONE E STATO DI FATTO L area interessata è localizzata a Ovest del capoluogo lungo il corso del rio Stanavazzo. RELAZIONE TECNICA Il Comune di Predosa ha conferito incarico ai sottoscritti ing. Italo BRUNO con recapito in Novi Ligure Via Manzoni n. 14. per la redazione del progetto di Consolidamento ponte e difesa

Dettagli

Progetto definitivo esecutivo Interventi di manutenzione straordinaria della strada agrosilvopastorale Sorgente Glera-Volfo-Piei-Valle Cantiere

Progetto definitivo esecutivo Interventi di manutenzione straordinaria della strada agrosilvopastorale Sorgente Glera-Volfo-Piei-Valle Cantiere Comune di Adrara San Rocco Via G. Marconi n. 1 24060 Adrara San Rocco (Bs) Progetto definitivo esecutivo Interventi di manutenzione straordinaria della strada agrosilvopastorale Sorgente Glera-Volfo-Piei-Valle

Dettagli

ALL.9 - ANALISI PREZZI

ALL.9 - ANALISI PREZZI AP_01 muro rivestito prefabbricato c.re MURO DI SOSTEGNO IN C.A. voce a misura MURO DI SOSTEGNO IN C.A. Realizzato con Pannelli PREFABBRICATI rivestiti con pietra di vario genere. Possono essere realizzate

Dettagli

INQUADRAMENTO GEOMORFOLOGICO

INQUADRAMENTO GEOMORFOLOGICO INQUADRAMENTO GEOMORFOLOGICO Il territorio comunale di Capestrano è compreso, dal punto di vista cartografico, nel Foglio della Carta Geologica di Italia n. 146 Sulmona scala 1 : 100.000 e nel Foglio della

Dettagli

INTERVENTO DI RESTAURO E RIFUNZIONALIZZAZIONE DEL COMPLESSO EX RISTORANTE S. GIORGIO AL BORGO MEDIOEVALE DI TORINO

INTERVENTO DI RESTAURO E RIFUNZIONALIZZAZIONE DEL COMPLESSO EX RISTORANTE S. GIORGIO AL BORGO MEDIOEVALE DI TORINO INTERVENTO DI RESTAURO E RIFUNZIONALIZZAZIONE DEL COMPLESSO EX RISTORANTE S. GIORGIO AL BORGO MEDIOEVALE DI TORINO SPECIALISTICA OPERE INTERVENTO DI RESTAURO E RIFUNZIONALIZZAZIONE DEL COMPLESSO EX RISTORANTE

Dettagli

CITTÀ di FABRIANO PROVINCIA DI ANCONA

CITTÀ di FABRIANO PROVINCIA DI ANCONA CITTÀ di FABRIANO PROVINCIA DI ANCONA Settore Assetto e Tutela del Territorio Oggetto: Attidium: l area archeologica diviene luogo di fruibilità turistica Importo dell opera 133.000,00 Importo del cofinanziamento

Dettagli

Sommario. 1. Premessa... 2 1. Sintesi dello stato di consistenza... 3 2. Intervento di salvaguardia della conca di navigazione...

Sommario. 1. Premessa... 2 1. Sintesi dello stato di consistenza... 3 2. Intervento di salvaguardia della conca di navigazione... Sommario 1. Premessa... 2 1. Sintesi dello stato di consistenza... 3 2. Intervento di salvaguardia della conca di navigazione... 4 Pagina 1 di 6 1. Premessa Il recupero funzionale della conca di navigazione

Dettagli

www.unirock.it Documentazione fotografica lavori di consolidamento attivo e passivo di pareti rocciose

www.unirock.it Documentazione fotografica lavori di consolidamento attivo e passivo di pareti rocciose s 1 s www.unirock.it Documentazione fotografica lavori di consolidamento attivo e passivo di pareti rocciose 2 Ispezione da elicottero e con rocciatori per definire lo stato di suddivisione delle masse.

Dettagli

LINEA MURI DI CONTENIMENTO

LINEA MURI DI CONTENIMENTO LINEA MURI DI CONTENIMENTO Costruisce il futuro Sistemi di contenimento dei pendii - Tipologie: I muri ottenuti tramite la posa in opera dei blocchi di contenimento della MA.CE.VI. in condizioni di : -

Dettagli

Consolidamento e manutenzione dei solai in laterocemento zona bagni al piano terra e primo, mediante inserimento di nuovi profilati metallici

Consolidamento e manutenzione dei solai in laterocemento zona bagni al piano terra e primo, mediante inserimento di nuovi profilati metallici CAPITOLO I 1.1 - DESCRIZIONE SINTETICA DELL OPERA Il progetto riguarda i lavori di adeguamento/miglioramento sismico controllato della scuola primaria Colombo nell'ambito del piano per la messa in sicurezza

Dettagli

Misure di microtremore a Montecassino (FR) 02 Dicembre 2008

Misure di microtremore a Montecassino (FR) 02 Dicembre 2008 Misure di microtremore a Montecassino (FR) 02 Dicembre 2008 Dal punto di vista della risposta strumentale tutta la zona indagata risulta essere influenzata da due picchi di origine antropica a 1.5 Hz e

Dettagli

Soprintendenza per i Beni Architettonici e per il Paesaggio di Milano CASTELLO VISCONTEO DI TREZZO SULL ADDA

Soprintendenza per i Beni Architettonici e per il Paesaggio di Milano CASTELLO VISCONTEO DI TREZZO SULL ADDA Provincia di Milano Soprintendenza per i Beni Architettonici e per il Paesaggio di Milano CASTELLO VISCONTEO DI TREZZO SULL ADDA Consulenza specialistica per il consolidamento statico e la messa in sicurezza

Dettagli

APPLICAZIONE DELLE BUONE PRASSI: PROGETTI DI FATTIBILITÀ

APPLICAZIONE DELLE BUONE PRASSI: PROGETTI DI FATTIBILITÀ APPLICAZIONE DELLE BUONE PRASSI: PROGETTI DI FATTIBILITÀ Il caso di Cogul...189 Step 1: rilievo critico...190 a - identificazione e collocazione con gli estratti cartografici...190 b - rilievo fotografico...190

Dettagli

1 PREMESSA... 2 2 BARRIERE PARAMASSI... 3 3 CONSOLIDATORI MONOANCORAGGIO... 4 4 GABBIONI... 6 5 MURI A SECCO... 7

1 PREMESSA... 2 2 BARRIERE PARAMASSI... 3 3 CONSOLIDATORI MONOANCORAGGIO... 4 4 GABBIONI... 6 5 MURI A SECCO... 7 1 PREMESSA... 2 2 BARRIERE PARAMASSI... 3 2.1 PRESTAZIONI... 3 2.2 CONTROLLI... 3 2.3 INTERVENTI DI MANUTENZIONE... 4 3 CONSOLIDATORI MONOANCORAGGIO... 4 3.1 PRESTAZIONI... 4 3.2 CONTROLLI... 4 3.3 INTERVENTI

Dettagli

Inserimento di un nuovo solaio

Inserimento di un nuovo solaio Inserimento di un nuovo solaio DIRETTIVE TECNICHE Regioni Basilicata, Calabria e Campania, sisma del 9/9/1998 [ ] Cordoli in c.a.: verificare preliminarmente la fattibilità e l'efficienza di interventi

Dettagli

Dott. Ing. Francesca Santi PROVINCIA DI PRATO

Dott. Ing. Francesca Santi PROVINCIA DI PRATO PROVINCIA DI PRATO LAVORI DI MESSA IN SICUREZZA DELLA PISTA CICLOPEDONALE PRATO- VAIANO NEL TRATTO A MONTE DELLA GALLERIA ESISTENTE IN LOCALITA CARTAIA E2 - RELAZIONE SPECIALISTICA DELLE STRUTTURE PRATO,

Dettagli

Rinforzo di Strutture in Muratura tramite Materiali Compositi Fibrorinforzati (FRP) acuradi: ing.ernesto Grande e.grande@unicas.it

Rinforzo di Strutture in Muratura tramite Materiali Compositi Fibrorinforzati (FRP) acuradi: ing.ernesto Grande e.grande@unicas.it Università degli Studi di Cassino Progettazione Sostenibile bl di Strutture tt Rinforzo di Strutture in Muratura tramite Materiali Compositi Fibrorinforzati (FRP) acuradi: ing.ernesto Grande e.grande@unicas.it

Dettagli

INDICE. 1. Recupero ambientale..pag.2. 2. Calcolo economico delle operazioni di recupero ambientale...3

INDICE. 1. Recupero ambientale..pag.2. 2. Calcolo economico delle operazioni di recupero ambientale...3 INDICE 1. Recupero ambientale..pag.2 2. Calcolo economico delle operazioni di recupero ambientale....3 M.F.G. service s.a.s. di A.L Incesso 1. Recupero ambientale Istanza di ampliamento di calcare Prima

Dettagli

2 STATO ATTUALE E LINEE GUIDA DI INTERVENTO

2 STATO ATTUALE E LINEE GUIDA DI INTERVENTO 1 PREMESSA La A.S.P. San Domenico (altrimenti nota come Casa di Riposo San Domenico) intende procedere alla sistemazione della aree esterne dello stesso Istituto al fine di ricavarvi la strada interna

Dettagli

Le opere di sostegno dei fronti di scavo

Le opere di sostegno dei fronti di scavo a cura dello Studio Associato Pilati Le opere di sostegno dei fronti di scavo Inauguriamo una collaborazione editoriale con lo Studio Associato Pilati di Costabissara (Vi). Al centro degli interventi,

Dettagli

TITOLARITÀ DEGLI INTERVENTI

TITOLARITÀ DEGLI INTERVENTI All D PREMESSA Con la normativa vigente in materia di Lavori Pubblici viene riconosciuta l importanza della conservazione della qualità edilizia nel tempo, attraverso l introduzione del piano di manutenzione

Dettagli

INTERVENTI DI MIGLIORAMENTO SISMICO FASE 3 - DELLA SCUOLA SECONDARIA I "DANTE ALIGHIERI"DI COLOGNA VENETA

INTERVENTI DI MIGLIORAMENTO SISMICO FASE 3 - DELLA SCUOLA SECONDARIA I DANTE ALIGHIERIDI COLOGNA VENETA RELAZIONE ILLUSTRATIVA DEGLI INTERVENTI Pag. 1 di 13 SOMMARIO 1 DESCRIZIONE DELL EDIFICIO... 2 2 DESCRIZIONE DEGLI INTERVENTI... 7 2.1 INTERVENTI ESEGUITI IN FASE 1... 7 2.2 INTERVENTI ESEGUITI IN FASE

Dettagli

PROGETTO DEFINITIVO DI MESSA IN SICUREZZA DELL ABITATO DI ESCARRA

PROGETTO DEFINITIVO DI MESSA IN SICUREZZA DELL ABITATO DI ESCARRA PREMESSA Con la normativa vigente in materia di Lavori Pubblici viene riconosciuta l importanza della conservazione della qualità edilizia nel tempo, attraverso l introduzione del piano di manutenzione

Dettagli

PIANO DI COLTIVAZIONE 1 DESCRIZIONE DEL PROGETTO

PIANO DI COLTIVAZIONE 1 DESCRIZIONE DEL PROGETTO PIANO DI COLTIVAZIONE 1 DESCRIZIONE DEL PROGETTO Le caratteristiche topografiche e geometriche delle aree interessate dal piano di coltivazione si possono rilevare mediante l esame delle planimetrie, delle

Dettagli

REGIONE SICILIANA CORPO REGIONALE DELLE MINIERE SERVIZIO GEOLOGICO E GEOFISICO UNITA OPERATIVA n 3 EROSIONE COSTIERA Dr.

REGIONE SICILIANA CORPO REGIONALE DELLE MINIERE SERVIZIO GEOLOGICO E GEOFISICO UNITA OPERATIVA n 3 EROSIONE COSTIERA Dr. REGIONE SICILIANA CORPO REGIONALE DELLE MINIERE SERVIZIO GEOLOGICO E GEOFISICO UNITA OPERATIVA n 3 EROSIONE COSTIERA Dr.ssa DANIELA ALARIO STUDIO EFFETTUATO SULL ISOLA DI MARETTIMO GROTTA CAMMELLO - RIPRESE

Dettagli

Studi Tecnici e Specialistici, Requisiti e Prestazioni dell Intervento

Studi Tecnici e Specialistici, Requisiti e Prestazioni dell Intervento Studi Tecnici e Specialistici, Requisiti e Prestazioni dell Intervento La Relazione Geologica è allegata al presente progetto ed il suo contenuto ha approfondito le notizie generali di carattere geologico,

Dettagli

LINEA FERROVIARIA GENOVA - LA SPEZIA MESSA IN SICUREZZA VERSANTE SOVRASTANTE FERMATA MANAROLA KM 78+692 (COMUNE DI RIOMAGGIORE)

LINEA FERROVIARIA GENOVA - LA SPEZIA MESSA IN SICUREZZA VERSANTE SOVRASTANTE FERMATA MANAROLA KM 78+692 (COMUNE DI RIOMAGGIORE) LINEA FERROVIARIA GENOVA - LA SPEZIA MESSA IN SICUREZZA VERSANTE SOVRASTANTE FERMATA MANAROLA KM 78+692 (COMUNE DI RIOMAGGIORE) INTRODUZIONE La parete rocciosa sovrastante la linea ferroviaria Genova -

Dettagli

SABADELL (BARCELLONA - Spagna)

SABADELL (BARCELLONA - Spagna) www.pacchiosi.com ROCK-SOIL TECHNOLOGY AND EQUIPMENTS SABADELL (BARCELLONA - Spagna) SABADELL (BARCELLONA - SPAGNA) ROCK-SOIL TECHNOLOGY AND EQUIPMENTS PROGETTO: Consolidamento del muro strutturale della

Dettagli

INTERVENTI DI MIGLIORAMENTO SISMICO FASE 2 - DELLA SCUOLA SECONDARIA I "DANTE ALIGHIERI" DI COLOGNA VENETA

INTERVENTI DI MIGLIORAMENTO SISMICO FASE 2 - DELLA SCUOLA SECONDARIA I DANTE ALIGHIERI DI COLOGNA VENETA RELAZIONE ILLUSTRATIVA DEGLI INTERVENTI Pag. 1 di 8 SOMMARIO 1 DESCRIZIONE DELL EDIFICIO... 2 2 DESCRIZIONE DEGLI INTERVENTI... 7 2.1 INTERVENTI ESEGUITI IN FASE 1... 7 2.2 INTERVENTI PREVISTI IN FASE

Dettagli

SISTEMA DI SCAVO E CONSOLIDAMENTO ALTERNATIVO DEI FRONTI DI SCAVO IN GALLERIA

SISTEMA DI SCAVO E CONSOLIDAMENTO ALTERNATIVO DEI FRONTI DI SCAVO IN GALLERIA STUDIO ASSOCIATO DI INGEGNERIA CAPALDINI Via Raffaello 5, Giano dell Umbria 06030 - PG - tel 0742 99391/969420 fax 0742 99056 p.iva 02994630545 web: www.studiocapaldini.it - e-mail: info@studiocapaldini.it

Dettagli

Attività Svolte PROGETTAZIONE ESECUTIVA. Progettista Prof. Ing. F.Colleselli Prof. Ing. E. Castelli

Attività Svolte PROGETTAZIONE ESECUTIVA. Progettista Prof. Ing. F.Colleselli Prof. Ing. E. Castelli PROGETTO ESECUTIVO INTERVENTI CONSERVATIVI ED INTEGRATIVI ALLA BRENNERO E DEGLI INTERVENTI DI Anno 2003-2004 Attività Svolte PROGETTAZIONE ESECUTIVA Progettista Prof. Ing. F.Colleselli Prof. Ing. E. Castelli

Dettagli

pag. 1 Num.Ord. TARIFFA DESIGNAZIONE DEI LAVORI par.ug. lung. larg. H/peso unitario TOTALE R I P O R T O LAVORI A MISURA

pag. 1 Num.Ord. TARIFFA DESIGNAZIONE DEI LAVORI par.ug. lung. larg. H/peso unitario TOTALE R I P O R T O LAVORI A MISURA Num.Ord. DESIGNAZIONE DEI LAVORI D I M E N S I O N I Quantità pag. 1 R I P O R T O LAVORI A MISURA 1 Scavo a sezione obbligata eseguito a mano, all esterno di edifici, in 01.01.09 terre di qualsiasi natura

Dettagli

MANUALE D USO E MANUTENZIONE DELLE STRUTTURE

MANUALE D USO E MANUTENZIONE DELLE STRUTTURE MANUALE D USO E MANUTENZIONE DELLE STRUTTURE Cap. 10.1 del D.M. 14 gennaio 2008 e cap. C10.1 par. 4.1 della Circ. n. 617/2009 1. PIANO DI MANUTENZIONE DELLE STRUTTURE PREMESSA Ai sensi del C10.1 punto

Dettagli

La presente relazione ha lo scopo di descrivere la struttura portante dell'edificio oggetto

La presente relazione ha lo scopo di descrivere la struttura portante dell'edificio oggetto 1. Premessa La presente relazione ha lo scopo di descrivere la struttura portante dell'edificio oggetto del Progetto definitivo del Piano Particolareggiato del Porto e variante connessa al P.U.C. Ed alla

Dettagli

Documentazione disponibilità Luogo di conservazione Provincia di Pistoia preliminare

Documentazione disponibilità Luogo di conservazione Provincia di Pistoia preliminare 1 te generali Il presente piano di manutenzione relativo alla realizzazione della Variante alla SR 66 Pistoiese in località Limestre (San Marcello P.se), è redatto tenendo conto delle specifiche norme

Dettagli

CITTÀ di FABRIANO PROVINCIA DI ANCONA

CITTÀ di FABRIANO PROVINCIA DI ANCONA CITTÀ di FABRIANO PROVINCIA DI ANCONA Settore Assetto e Tutela del Territorio Oggetto: Lavori di miglioramento sismico dell ex convento di San Biagio Importo intervento 120.000,00 PROGETTO ESECUTIVO RELAZIONE

Dettagli

2OE PROGETTO ESECUTIVO PER LA VALORIZZAZIONE DELLA PALESTRA DI ROCCIA SCHEDE TECNICHE DEGLI INTERVENTI. Programma Leader Plus.

2OE PROGETTO ESECUTIVO PER LA VALORIZZAZIONE DELLA PALESTRA DI ROCCIA SCHEDE TECNICHE DEGLI INTERVENTI. Programma Leader Plus. PROGETTO ESECUTIVO PER LA VALORIZZAZIONE DELLA PALESTRA DI ROCCIA Unione Europea Regione Autonoma Valle d'aosta Programma Leader Plus Comunità Montana Grand Combin SCHEDE TECNICHE DEGLI INTERVENTI 2OE

Dettagli

Lavori di restauro, ristrutturazione e consolidamento statico della torre

Lavori di restauro, ristrutturazione e consolidamento statico della torre Lavori di restauro, ristrutturazione e consolidamento statico della torre Relazione Tecnica L intervento di restauro, ristrutturazione e consolidamento statico della Torre prevede prioritariamente i seguenti

Dettagli

Risanamento dell'organismo Strutturale della Strada Alzaia del Naviglio Martesana a Vaprio D'Adda Relazione Tecnica

Risanamento dell'organismo Strutturale della Strada Alzaia del Naviglio Martesana a Vaprio D'Adda Relazione Tecnica Risanamento dell'organismo Strutturale della Strada Alzaia del Naviglio Martesana a Vaprio D'Adda Relazione Tecnica L intervento in progetto si compone delle seguenti opere: 1. Realizzazione di una pista

Dettagli

RELAZIONE TECNICA. Sopralluogo del 19/03/2015 presso Liceo Scientifico Statale Buonarroti di Pisa

RELAZIONE TECNICA. Sopralluogo del 19/03/2015 presso Liceo Scientifico Statale Buonarroti di Pisa RELAZIONE TECNICA Sopralluogo del 19/03/2015 presso Liceo Scientifico Statale Buonarroti di Pisa In data 19/03/2015, a seguito della segnalazione della caduta del soffitto a vetri nell aula LL2 del piano

Dettagli

RELAZIONE TECNICA GENERALE D.P.R. n. 554/99 D. Lgs. 163/2006 D. Lgs. 152/2008 PROGETTO ESECUTIVO

RELAZIONE TECNICA GENERALE D.P.R. n. 554/99 D. Lgs. 163/2006 D. Lgs. 152/2008 PROGETTO ESECUTIVO RELAZIONE TECNICA GENERALE D.P.R. n. 554/99 D. Lgs. 163/2006 D. Lgs. 152/2008 PROGETTO ESECUTIVO Interventi urgenti finalizzati alla messa in sicurezza, alla prevenzione e alla riduzione del rischio connesso

Dettagli

A.S.P. San Domenico - Pescia Restauro del portale e di parte della facciata della Chiesa di San Domenico

A.S.P. San Domenico - Pescia Restauro del portale e di parte della facciata della Chiesa di San Domenico A.S.P. San Domenico - Pescia Restauro del portale e di parte della facciata della Chiesa di San Domenico N art. DESCRIZIONE Unità di Misura PREZZI UNITARI 1 2 3 4 5 6 Opere di installazione di cantiere

Dettagli

la bonifica definitiva del sito valanghivo.

la bonifica definitiva del sito valanghivo. Le opere di difesa dalle valanghe realizzate dalla Regione del Veneto: TIPOLOGIA - EFFICACIA - STATO DI CONSERVAZIONE dr Francesco SOMMAVILLA 1 Nell'ambito delle specifiche attività del Servizio Neve e

Dettagli

Arch. Giuliano Moscon SERVIZIO TECNICO ASSOCIATO COMUNI DI FONDO E MALOSCO

Arch. Giuliano Moscon SERVIZIO TECNICO ASSOCIATO COMUNI DI FONDO E MALOSCO COMUNE DI MALOSCO Provincia di Trento PROGETTO INTERVENTO DI SOMMA URGENZA RECUPERO E CONSOLIDAMENTO STRUTTURALE DEL MURO DI SOSTEGNO SU P.F. 666 C.C. MALOSCO I IN VIA MIRAVALLE. Relazione di calcolo COMMITTENTE

Dettagli

VERIFICA STRUTTURALE E PROGETTO DI CONSOLIDAMENTO

VERIFICA STRUTTURALE E PROGETTO DI CONSOLIDAMENTO Università degli Studi di Roma La Sapienza Prima Facoltà di Architettura L.Quaroni C.d.L. Specialistica Architettura Restauro dell Architettura A.A. 2006/2007 CORSO DI COMPORTAMENTO DEI MATERIALI MURARI

Dettagli

TAVOLA TECNICA SUGLI SCAVI. Art. 100 comma 1 del D. Lgs. 81/2008

TAVOLA TECNICA SUGLI SCAVI. Art. 100 comma 1 del D. Lgs. 81/2008 TAVOLA TECNICA SUGLI SCAVI Art. 100 comma 1 del D. Lgs. 81/2008 D. Lgs. 81/2008: Art. 100 Piano di Sicurezza e Coordinamento comma 1: il Piano di Sicurezza e Coordinamento è corredato..da una tavola tecnica

Dettagli

TECCO sistema di consolidamento di versante

TECCO sistema di consolidamento di versante TECCO sistema di consolidamento di versante Il consolidamento di scarpate con il sistema flessibile TECCO per una soluzione verde, duratura, sicura e conveniente, che rappresenta un alternativa allo spritz

Dettagli

Piano generale di utilizzazione delle acque pubbliche

Piano generale di utilizzazione delle acque pubbliche D: Opere speciali Nelle opere speciali rientrano tutte quelle tipologie di opere che non appartengono specificatamente a categorie di intervento quali sistemazioni d alveo o di versante. Sono particolari

Dettagli

CAPPELLA LANDO Chiesa di San Pietro Castello Venezia. Relazione tecnica

CAPPELLA LANDO Chiesa di San Pietro Castello Venezia. Relazione tecnica CAPPELLA LANDO Chiesa di San Pietro Castello Venezia Relazione tecnica Elementi lapidei dell altare L'intervento eseguito é consistito in una prima pulitura delle superfici dell'altare rimuovendo le impurità

Dettagli

TD13C. Betoncino strutturale di consolidamento e collaborazione statica

TD13C. Betoncino strutturale di consolidamento e collaborazione statica pag. 1 di 6 DESCRIZIONE è un betoncino pronto strutturale, reoplastico, antiritiro, ad alta resistenza meccanica, di calce idraulica naturale NHL 5 ed inerti selezionati. è ideale negli interventi di consolidamento,

Dettagli

OGGETTO: PROGETTO ESECUTIVO TITOLO: RELAZIONE TECNICA SULLE MODALITA DI DEMOLIZIONE N. DOC. C129/PES/C129.1/R005 TIMBRO E FIRMA DEL PROFESSIONISTA:

OGGETTO: PROGETTO ESECUTIVO TITOLO: RELAZIONE TECNICA SULLE MODALITA DI DEMOLIZIONE N. DOC. C129/PES/C129.1/R005 TIMBRO E FIRMA DEL PROFESSIONISTA: C 129 - VALORIZZAZIONE AREA CAMPI - IKEA DEMOLIZIONE DEL MAGAZZINO E PORZIONE DI MENSA DISMESSI UBICATI IN CORSO FERDINANDO MARIA PERRONE N. 15 NELL AREA EX ILVA LAMINATI PIANI OGGETTO: PROGETTO ESECUTIVO

Dettagli

Comune di Oleggio... Progetto Definitivo Manutenzione straordinaria Asilo Nido Comunale Pagina 1 di 4 RELAZIONE GENERALE

Comune di Oleggio... Progetto Definitivo Manutenzione straordinaria Asilo Nido Comunale Pagina 1 di 4 RELAZIONE GENERALE ... Pagina 1 di 4 PREMESSA RELAZIONE GENERALE La presente relazione, redatta a norma del D.P.R. 05 ottobre 2010, n. 207 Regolamento di esecuzione ed attuazione del decreto legislativo 12 aprile 2006, n.

Dettagli

COMUNE DI URAS. 1) Relazione Tecnica Illustrativa. Geom. Pietro Carboni. Ing. ir. Mattia Concas

COMUNE DI URAS. 1) Relazione Tecnica Illustrativa. Geom. Pietro Carboni. Ing. ir. Mattia Concas Via P. Togliatti n 14 09099 URAS (OR) Cell. 3492973068 OGGETTO: LAVORI DI COSTRUZIONE LOCULI CIMITERIALI -progetto definitivo-esecutivo- COMMITTENTE: COMUNE DI URAS ELABORATO: 1) Relazione Tecnica Illustrativa

Dettagli

RELAZIONE STATO DI FATTO

RELAZIONE STATO DI FATTO RELAZIONE STATO DI FATTO L intervento è localizzato principalmente nell area denominata Terrazzo del Garove, situata tra il Padiglione di Ponente e i fronti della Reggia esposti a sud. Negli ultimi anni,

Dettagli

Prezzario Regionale - "Edizione 2011"

Prezzario Regionale - Edizione 2011 DIREZIONE LAVORI PUBBLICI, CICLO IDRICO INTEGRATO E DIFESA DEL SUOLO E DELLA COSTA Servizio Tecnico Regionale dei LL.PP. Prezzario Regionale - "Edizione 2011" Categoria E 1. SOTTOFONDAZIONI, PALI E DIAFRAMMI

Dettagli

Tubi di Drenaggio. con flangiatura elicoidale continua sull intera lunghezza.

Tubi di Drenaggio. con flangiatura elicoidale continua sull intera lunghezza. Tubi di Drenaggio DRENAGGIO dei TERRENI L adozione dei tubi Spirodrain è la miglior soluzione per risolvere qualsiasi problema di drenaggio dei terreni e di raccolta delle acque sotterranee. I tubi Spirodrain

Dettagli

Comune di FIAMIGNANO Provincia di RIETI PIANO DI MANUTENZIONE MANUALE D'USO. (Articolo 38 del D.P.R. 5 ottobre 2010, n. 207)

Comune di FIAMIGNANO Provincia di RIETI PIANO DI MANUTENZIONE MANUALE D'USO. (Articolo 38 del D.P.R. 5 ottobre 2010, n. 207) Comune di FIAMIGNANO Provincia di RIETI PIANO DI MANUTENZIONE MANUALE D'USO (Articolo 38 del D.P.R. 5 ottobre 2010, n. 207) OGGETTO: POS FESR Lazio 2007-2013 Obiettivo Competitività Regionale e Occupazione

Dettagli

CIMITERO URBANO 1) Completamento ristrutturazione loculi campo O 264.000,00

CIMITERO URBANO 1) Completamento ristrutturazione loculi campo O 264.000,00 CIMITERO URBANO L elenco delle opere di investimento da eseguire nell arco della temporalità del project financing e nella tempistica che sarà indicata nelle successive fasi progettuali si possono così

Dettagli

CONSOLIDAMENTO PONTE E DIFESA SPONDA DESTRA TORRENTE STANAVAZZO. NORMATIVA UTILIZZATA: D.M. 14/01/2008 Norme Tecniche per le costruzioni

CONSOLIDAMENTO PONTE E DIFESA SPONDA DESTRA TORRENTE STANAVAZZO. NORMATIVA UTILIZZATA: D.M. 14/01/2008 Norme Tecniche per le costruzioni GENERALITA COMUNE DI PREDOSA Provincia di Alessandria CONSOLIDAMENTO PONTE E DIFESA SPONDA DESTRA TORRENTE STANAVAZZO ZONA SISMICA: Zona 3 ai sensi dell OPCM 3274/2003 NORMATIVA UTILIZZATA: D.M. 14/01/2008

Dettagli

Palificazioni e Consolidamenti

Palificazioni e Consolidamenti Palificazioni e Consolidamenti PALI TRIVELLATI Pali trivellati a secco, incamiciati e con utilizzo di fanghi bentonitici/polimeri. PALI C.F.A. Pali ad elica continua C.F.A. PALI VIBROINFISSI Pali vibroinfissi,

Dettagli

COMUNE DI: SCAFA RELAZIONE TECNICA

COMUNE DI: SCAFA RELAZIONE TECNICA COMUNE DI: SCAFA PROVINCIA DI: PESCARA OGGETTO: Piano Scuole Abruzzo il Futuro in Sicurezza edificio scolastico c.so I Maggio Scuola Elementare. Intervento indicato al n.132 dell allegato al D.C.D. n.

Dettagli

LARES Diagnostica e conservazione di opere d arte

LARES Diagnostica e conservazione di opere d arte Palazzo Ducale Caminetti Lapidei Caminetto della sala degli Scarlatti Il caminetto che orna la Sala degli Scarlatti al primo piano di Palazzo Ducale, oggetto della proposta d intervento di restauro conservativo,

Dettagli

Esempi di applicazione della fotogrammetria terrestre. ad indagini geologico-strutturali di terreno

Esempi di applicazione della fotogrammetria terrestre. ad indagini geologico-strutturali di terreno Esempi di applicazione della fotogrammetria terrestre ad indagini geologico-strutturali di terreno M. Rinaldi (*), C.R. Perotti (*), F. Zucca (*) (*) Università degli Studi di Pavia - Dipartimento di Scienze

Dettagli

CONSIDERAZIONI GENERALI

CONSIDERAZIONI GENERALI CONSIDERAZIONI GENERALI FUNZIONI DELLE FONDAZIONI La funzione delle fondazioni è quella di trasferire i carichi provenienti dalla struttura in elevazione al terreno sul quale l edificio poggia. La scelta

Dettagli

IG INGEGNERIA GEOTECNICA

IG INGEGNERIA GEOTECNICA INTERVENTI DI CONSOLIDAMENTO DELLA TORRE DI BARBARESCO (CN) E DEL SOTTOSTANTE COSTONE ROCCIOSO Attività professionali svolte e/o in corso: Progetto esecutivo delle opere di sostegno e di fondazione Località:

Dettagli

COMUNE DI NASO Provincia di Messina

COMUNE DI NASO Provincia di Messina COMUNE DI NASO Provincia di Messina Via G. Marconi, 2 98074 NASO (ME) 0941.961060-0941.961041 Codice Fiscale 0034296083 Allegato A Elaborato tecnico-descrittivo AREA TECNICA 1 Oggetto: Alienazione porzione

Dettagli

INDICE 1. INTRODUZIONE... 2 2. PARATIA DI PALI TRIVELLATI IN C.A... 2 3. MURO IN C.A... 3 4. REGIMAZIONE ACQUE METEORICHE... 3

INDICE 1. INTRODUZIONE... 2 2. PARATIA DI PALI TRIVELLATI IN C.A... 2 3. MURO IN C.A... 3 4. REGIMAZIONE ACQUE METEORICHE... 3 INDICE 1. INTRODUZIONE... 2 2. PARATIA DI PALI TRIVELLATI IN C.A.... 2 3. MURO IN C.A.... 3 4. REGIMAZIONE ACQUE METEORICHE... 3 1. INTRODUZIONE Il piano di manutenzione dell opera è il documento complementare

Dettagli

Soc...a r.l., con sede in., via., n.., CF. .., iscritto all ordine, della provincia di.., al n.. RELAZIONE TECNICA

Soc...a r.l., con sede in., via., n.., CF. .., iscritto all ordine, della provincia di.., al n.. RELAZIONE TECNICA OGGETTO: Progetto per la costruzione di un edificio residenziale, in zona sottoposta a vincolo paesaggistico, composto da n.. alloggi, da realizzare nella zona di, in via, denominata. Ditta: Soc...a r.l.,

Dettagli

Allestimento cantiere corpo 1,00 1,00 10.000,00 10.000,00 1,18%

Allestimento cantiere corpo 1,00 1,00 10.000,00 10.000,00 1,18% Allestimento cantiere corpo 1,00 1,00 10.000,00 10.000,00 1,18% INTERVENTI DI CONSOLIDAMENTO N.20.35.a LLPP Calabria 2009 Noleggio Autogru da 20t per realizzazione chiodature h 1.152,00 1.152,00 67,81

Dettagli

Schede tecniche e linee guida per l installazione

Schede tecniche e linee guida per l installazione 49 Intumex RS50 - Collare tagliafuoco Generalità Intumex RS50 è un collare tagliafuoco per tubazioni in plastica realizzato in acciaio inossidabile verniciato a polvere, che utilizza il laminato intumescente

Dettagli

Il Consolidamento è la tecnica ingegneristica finalizzata alla stabilizzazione e rinforzo dei terreni e delle fondazioni delle strutture.

Il Consolidamento è la tecnica ingegneristica finalizzata alla stabilizzazione e rinforzo dei terreni e delle fondazioni delle strutture. CONSOLIDAMENTI Il Consolidamento è la tecnica ingegneristica finalizzata alla stabilizzazione e rinforzo dei terreni e delle fondazioni delle strutture. Essa non può prescindere dai risultati di un accurata

Dettagli

Prezzario Regionale dei lavori pubblici. Voci finite: Elenco prezzi Volume 4 quinquies

Prezzario Regionale dei lavori pubblici. Voci finite: Elenco prezzi Volume 4 quinquies REGIONE AUTONOMA DELLA SARDEGNA Assessorato dei Lavori Pubblici Prezzario Regionale dei lavori pubblici Voci finite: Elenco prezzi Volume 4 quinquies Anno: 2008 Indice Voci finite i Indice D.0012 - RESTAURO..............................................

Dettagli

SCHEDA INTERVENTO Chiesa di Sant Agata del Carmine Comune di Bergamo

SCHEDA INTERVENTO Chiesa di Sant Agata del Carmine Comune di Bergamo SCHEDA INTERVENTO Chiesa di Sant Agata del Carmine Comune di Bergamo Con l obiettivo di restituire all antico edificio le riserve di duttilità e di stabilità che i danni allora subiti le avevano fatto

Dettagli

PROVINCIA DI BRESCIA AREA TECNICA S.P.BS 237 "DEL CAFFARO" COSTRUZIONE DEVIANTE TRATTA DA VESTONE NORD A IDRO SUD CALCOLO SOMMARIO DELLA SPESA

PROVINCIA DI BRESCIA AREA TECNICA S.P.BS 237 DEL CAFFARO COSTRUZIONE DEVIANTE TRATTA DA VESTONE NORD A IDRO SUD CALCOLO SOMMARIO DELLA SPESA PROVINCIA DI BRESCIA AREA TECNICA S.P.BS 237 "DEL CAFFARO" COSTRUZIONE DEVIANTE TRATTA DA VESTONE NORD A IDRO SUD CALCOLO SOMMARIO DELLA SPESA In accordo con le indicazioni di cui al comma 1 dell'art.

Dettagli

Protezione Civile Gruppo Comunale di Ballabio

Protezione Civile Gruppo Comunale di Ballabio Data del sopralluogo 26/01/2013 Località via Capratecchio, via Falcone, via Confalonieri/sentiero n.62 Scopo del sopralluogo In data 26 gennaio 2013, alle ore 14.00, è stato svolto il primo controllo destinato

Dettagli

-.11 RISTRUTTURAZIONE EDIFICIO DI CIVILE ABITAZIONE NEL CENTRO STORICO DI VOCOGNO

-.11 RISTRUTTURAZIONE EDIFICIO DI CIVILE ABITAZIONE NEL CENTRO STORICO DI VOCOGNO -.11 RISTRUTTURAZIONE EDIFICIO DI CIVILE ABITAZIONE NEL CENTRO STORICO DI VOCOGNO Comune di (Borgata/Frazione) CRAVEGGIA VOCOGNO Classificazione dell intervento RISTRUTTURAZIONE Opere interne ed esterne

Dettagli

Mitigazione del rischio frana

Mitigazione del rischio frana Mitigazione del rischio frana Interventi sul versante. Il percorso del progetto Relazione geologica Analisi e descrizione del fenomeno di instabilità Studio delle cause e del meccanismo franoso Relazione

Dettagli

STUDIO GEOLOGICO DI SUPPORTO AL PROGETTO PER L ACCESSIBILITÀ E LA SOSTA DELLA CERTOSA DI CALCI. Luglio 2013

STUDIO GEOLOGICO DI SUPPORTO AL PROGETTO PER L ACCESSIBILITÀ E LA SOSTA DELLA CERTOSA DI CALCI. Luglio 2013 STUDIO GEOLOGICO DI SUPPORTO AL PROGETTO PER L ACCESSIBILITÀ E LA SOSTA DELLA CERTOSA DI CALCI Luglio 2013 Dott. Geol. Alessandra Buscemi Dott. Geol. Roberto Balatri PDF created with pdffactory Pro trial

Dettagli

CREVALCORE SCUOLA G. LODI. Crevalcore, 26 Maggio 2013 Ing. Tommaso PAZZAGLIA Arch. Christian ZAMBONINI Geom. Roberto FORCELLATI

CREVALCORE SCUOLA G. LODI. Crevalcore, 26 Maggio 2013 Ing. Tommaso PAZZAGLIA Arch. Christian ZAMBONINI Geom. Roberto FORCELLATI SISMA MAGGIO 2012 CREVALCORE SCUOLA G. LODI Crevalcore, 26 Maggio 2013 Ing. Tommaso PAZZAGLIA Arch. Christian ZAMBONINI Geom. Roberto FORCELLATI SISMA MAGGIO 2012: Scuola G.Lodi - Crevalcore Corpo laterale

Dettagli

PROGETTO DEFINITIVO. ( intervento n 22 ). Relazione statico - strutturale

PROGETTO DEFINITIVO. ( intervento n 22 ). Relazione statico - strutturale Restauro e risanamento conservativo, compreso l adeguamento alle norme di sicurezza ed accessibilità di palazzo Morosini ex scuola media A. Vivaldi ora istituto tecnico A. Barbarigo, a Castello Venezia.

Dettagli

OGGETTO: RELAZIONE FINALE RESTAURI ESEGUITI PRESSO VILLA POMPEI CARLOTTI ILLASI LOGGIA ESTERNA-AFFRESCHI INTERNO- UN SOFFITTO VANO SCALEAFFRESCHI

OGGETTO: RELAZIONE FINALE RESTAURI ESEGUITI PRESSO VILLA POMPEI CARLOTTI ILLASI LOGGIA ESTERNA-AFFRESCHI INTERNO- UN SOFFITTO VANO SCALEAFFRESCHI OGGETTO: RELAZIONE FINALE RESTAURI ESEGUITI PRESSO VILLA POMPEI CARLOTTI ILLASI LOGGIA ESTERNAAFFRESCHI INTERNO UN SOFFITTO VANO SCALEAFFRESCHI LOGGIA ESTERNA Nel soffitto della loggia esterna sono posti

Dettagli

Progetto Ex HOTEL EUROPA MARINA DI AURISINA LOC. LE GINESTRE DUINO AURISINA (TS)

Progetto Ex HOTEL EUROPA MARINA DI AURISINA LOC. LE GINESTRE DUINO AURISINA (TS) Anno 2008-2009 Importo Lavori 2 500 000,00 euro Categoria Opere IX c Consulente Prof. Ing. F.Colleselli DESCRIZIONE: Committente: Impresa Monti Attività Svolte CONSULENZA E PROGETTAZIONE GEOTECNICA Collaboratori

Dettagli

RELAZIONE TECNICA SU CAMPIONATURA CON PRODOTTO IGRODRY

RELAZIONE TECNICA SU CAMPIONATURA CON PRODOTTO IGRODRY RELAZIONE TECNICA SU CAMPIONATURA CON PRODOTTO IGRODRY Suno 13 maggio 2015 Premessa: il sottoscritto Geom. Umberto Bino, titolare della NCS Nano Coating Systems, domiciliato in Suno (NO) Via Mottoscarone

Dettagli

RELAZIONE TECNICA ILLUSTRATIVA

RELAZIONE TECNICA ILLUSTRATIVA RELAZIONE TECNICA ILLUSTRATIVA PREMESSA Lo scrivente Ufficio Lavori Pubblici è stato incaricato dall Amministrazione Comunale della progettazione preliminare, definitiva ed esecutiva dei lavori di ristrutturazione

Dettagli

Un metodo di calcolo della capacità portante di micropali realizzati con resina espandente in terreni superficiali

Un metodo di calcolo della capacità portante di micropali realizzati con resina espandente in terreni superficiali Un metodo di calcolo della capacità portante di micropali realizzati con resina espandente in terreni superficiali Roberto Valentino e Davide Stevanoni Introduzione La ditta Novatek ha recentemente intrapreso

Dettagli

LISTA DELLE CATEGORIE DI LAVORO E FORNITURE PREVISTE PER L'ESECUZIONE DELL'APPALTO

LISTA DELLE CATEGORIE DI LAVORO E FORNITURE PREVISTE PER L'ESECUZIONE DELL'APPALTO Via Provinciale, 4 52010 Ortignano tel. uff. 0575/539214. e-mail geometragrieco@casentino.toscana.it LISTA DELLE CATEGORIE DI LAVORO E FORNITURE PREVISTE PER OGGETTO: RESTAURO E RISANAMENTO CONSERVATIVO

Dettagli

Report di evento Crollo in Via Dall Ongaro, Monteverde, Roma.

Report di evento Crollo in Via Dall Ongaro, Monteverde, Roma. Report di evento Crollo in Via Dall Ongaro, Monteverde, Roma. Il 26 marzo 2015, intorno alle ore 12.00, è avvenuto il crollo di una porzione del versante, alto una decina di metri, prospiciente il giardino

Dettagli

VISTE ESTERNE. Dopo il restauro - Prospetto Ovest. Dopo il restauro - Prospetto Sud Sagrestia

VISTE ESTERNE. Dopo il restauro - Prospetto Ovest. Dopo il restauro - Prospetto Sud Sagrestia VISTE ESTERNE Prima del restauro - Prospetto Ovest Dopo il restauro - Prospetto Ovest Prima del restauro - Prospetto Sud Sagrestia Dopo il restauro - Prospetto Sud Sagrestia Prima del restauro - Ingresso

Dettagli

Consolidations TERMOLI PORT (CAMPOBASSO - ITALY) ROCK-SOIL TECHNOLOGY AND EQUIPMENTS. www.pacchiosi.com

Consolidations TERMOLI PORT (CAMPOBASSO - ITALY) ROCK-SOIL TECHNOLOGY AND EQUIPMENTS. www.pacchiosi.com www.pacchiosi.com ROCK-SOIL TECHNOLOGY AND EQUIPMENTS Consolidations TERMOLI PORT (CAMPOBASSO - ITALY) PORTO DI TERMOLI (CAMPOBASSO - ITALY) ROCK-SOIL TECHNOLOGY AND EQUIPMENTS PROGETTO: Lavori di completamento

Dettagli

RELAZIONE TECNICA E STIMA SOMMARIA DI SPESA

RELAZIONE TECNICA E STIMA SOMMARIA DI SPESA COMUNE DI GUSPINI Provincia del Medio Campidano 09036 Guspini Via Don Minzoni, 10 RELAZIONE TECNICA E STIMA SOMMARIA DI SPESA PROGETTO PRELIMINARE UFFICIO TECNICO COMUNALE 1 1 PREMESSA Nella presente relazione

Dettagli

LINEE GUIDA PER LA REDAZIONE DELLE RELAZIONI GEOLOGICHE E GEOTECNICHE E RELATIVE INDAGINI GEOGNOSTICHE

LINEE GUIDA PER LA REDAZIONE DELLE RELAZIONI GEOLOGICHE E GEOTECNICHE E RELATIVE INDAGINI GEOGNOSTICHE ALLEGATO N. 2 LINEE GUIDA PER LA REDAZIONE DELLE RELAZIONI GEOLOGICHE E GEOTECNICHE E RELATIVE INDAGINI GEOGNOSTICHE Le seguenti linee di indirizzo per la redazione della relazione geologica e relazione

Dettagli

OGGETTO: REALIZZAZIONE DI FABBRICATO RESIDENZIALE SITO IN VIA BARABINO IN COMUNE DI SANREMO. PIANO DI MONITORAGGIO PRELIMINARE.

OGGETTO: REALIZZAZIONE DI FABBRICATO RESIDENZIALE SITO IN VIA BARABINO IN COMUNE DI SANREMO. PIANO DI MONITORAGGIO PRELIMINARE. Studio di Ingegneria Civile Dott. Ing. Massimo Carli Studio di Geologia Tecnica Dott. Geol. Roberto Castellano Via Matteotti n 18, 18014 Ospedaletti (IM) Via Manzoni n 75, 18038 Sanremo (IM) Tel. 0184/689368

Dettagli

Di seguito alleghiamo foto dei principali interventi realizzati negli ultimi anni.

Di seguito alleghiamo foto dei principali interventi realizzati negli ultimi anni. Profilo Aziendale Engeco S.r.l. con sede operativa a Erba (CO) in via Lecco n. 3/E e sede legale in Milano in via Medici n. 6, nasce nel 1999 dalla fusione di due Società: Tecnoline s.r.l e Tecnobrianza

Dettagli