Rassegna Stampa. Mercoledì 2 febbraio 2011 TREVISO

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Rassegna Stampa. Mercoledì 2 febbraio 2011 TREVISO"

Transcript

1 Rassegna Stampa Mercoledì 2 febbraio 2011 TREVISO

2 Mercoledì 2 febbraio, pag. 32 Viticoltura a S.Pietro di Feletto coltivare senza creare dissesti S.PIETRO. Si articolerà in tre appuntamenti - il 3, il 17 e il 24 febbraio - l annuale ciclo di incontri «Viticoltura a S.Pietro di Feletto» promosso e organizzato dal Comune, col patrocinio di Ministero Regione e Provincia. Nel primo seminario, alle alla elementare di Rua il geologo Celeste Granziera farà il punto sulla compatibilità tra le trasformazioni agrarie, in particolare gli interventi di miglioramento fondiario per l impianto di nuovi vigneti, e l ambiente, per evitare qualunque forma di dissesto idrogeologico. «Oggi c è la tendenza a meccanizzare al massimo le operazioni agricole - anticipa Granziera -. E conseguentemente c è la tendenza ad adattare la morfologia del territorio alle diverse esigenze di impianto. Non sempre far questo, soprattutto in ambiente collinare, è possibile».

3 Mercoledì 2 febbraio, pag. 19 Crisi, a picco i distretti trevigiani Rapporto banca Intesa: ko tessile, inox e sportsystem. Cresce solo il Prosecco ENRICO LORENZO TIDONA Cinque distretti trevigiani su sei hanno i conti in rosso. Se si mettono a confronto i primi nove mesi del 2010 con lo stesso periodo del quando la crisi doveva ancora deflagrare - la perdita di fatturato a livello aggregato è stata di oltre 700 milioni di euro. Il tessileabbigliamento è crollato del 36,9%, il sistema dell Inox valley ha ceduto il 16,4%, il mobile ha perso 11,7 punti percentuali, lo Sportsystem l 8,1% e le materie plastiche il 3,2%. Si salva il distretto del Prosecco, salito dell 11,9%, unico in inversione di tendenza nel Triveneto assieme ad altri due distretti alimentari: il prosciutto di San Daniele e i vini veronesi. I dati sono stati elaborati e forniti dal servizio studi di banca Intesa Sanpaolo. La tendenza degli ultimi due anni è certamente negativa, con una perdita secca di fatturato (molte imprese sono fallite e solo in casi circoscritti sono state rimpiazzate) e di occupazione, vero scoglio da affrontare nei prossimi anni. Ma grazie all export, però, il segno più è tornato da qualche mese a fare capolino qua e là tra i distretti della Marca, traendo in salvo diverse aziende affette da una carenza cronica di ordini. Nel terzo trimestre del 2010 le esportazioni dei distretti del Triveneto hanno mostrato infatti segnali di accelerazione rispetto al 2009, registrando una crescita tendenziale del 14,8% (+12,5% nel secondo trimestre). A ciò ha contributo distretto mobile dei Quartieri del Piave, +6,9% rispetto al Bene nel confronto con il 2009 anche il cluster trevigiano delle materie plastiche (+17,9%), che sembra lasciarsi alle spalle i momenti più difficili. Il confronto resta però impietoso per tutti i settori rispetto al periodo pre-crisi, ovvero a quel 2008 che segna l anno zero per il mondo imprenditoriale. Una debacle finanziaria che un po alla volta ha colpito l economia reale e l industria di ogni genere e grado. L unico comparto che ha continuato a progredire senza conoscere arresto è quello alimentare, che nella Marca vede il Prosecco di Conegliano e Valdobbiadene quale ultimo baluardo di una crescita inarrestabile, passata dai pochi punti percentuali del 2009 all 11,2% del Questo agglomerato di aziende - per la maggior parte di piccolissima entità, divise tra coltivatori, vinificatori e imbottigliatori - valeva «solo» 256 milioni di euro nel 2009, ultimo nella classifica dei distretti trevigiani, dove il giro d affari maggiore è generato invece dalle ditte del mobile con oltre 1,2 miliardi, in perdita del 15% rispetto al 2008, così

4 come accade nel tessile-abbigliamento, rimasto sopra quota un miliardo di euro nel 2009 (-30% sul 2008), mentre perde terreno anche la calzatura sportiva di Montebelluna arretrata poco sopra gli 800 milioni di euro, sopravanzata dalle imprese della plastica che fatturavano 875 milioni di euro, mentre quelle dell inox registrano ricavi per 657 milioni. Proprio i distretti della meccanica rilevano il maggior tributo per numero di ore di cassa integrazione richiesta, oltre 3 milioni di ordinaria nel 2010 per l Inox valley, oltre 7,5 milioni di straordinaria, e 2,8 milioni di ore di cassa in deroga, quasi inesistente nel 2008 e raddoppiata rispetto al 2009.

5 Mercoledì 2 febbraio, pag. 18 Click day, inviate domande Oggi la seconda giornata. E domani il nuovo test di italiano Sono stati i click per richieste di colf e badanti stranieri, 633 quelli per il lavoro subordinato di altra natura. E il bilancio per la provincia di Treviso della prima giornata di click day, dalle 8 di lunedì. In tutto domande di regolarizzazione, al di sopra delle previsioni dei sindacati (la Cgil parlava di 2 mila richieste), ma comunque molto al di sotto dei del Quest anno molti datori di lavoro hanno optato per la spedizione autonoma da casa, per evitare gli inghippi del click day 2008, quando gli invii dagli uffici di patronati e associazioni avevano subito non pochi ritardi per il sovraccarico delle domande via web. «Abbiamo dato tutte le informazioni necessarie ai moltissimi presentatisi ai nostri sportelli» - dice Franco Marcuzzo dell Anolf. Dal patronato Inas-Cisl ben 283 domande. Altre 130 verranno spedite oggi, seconda giornata del click day: è riservata a colf e badanti provenienti da nazioni che non hanno accordi bilaterali con l Italia (fra loro Russia, Brasile e Cina). Domani invece sarà la volta degli altri aspiranti. E sempre domani, in provincia, un altro importante appuntamento per gli immigrati: il primo test di lingua italiana, nuovo requisito per poter richiedere il permesso di soggiorno di lungo periodo in Italia, cui possono ambire extracomunitari in Italia in regola da almeno 5 anni. Appuntamento alle alle medie Stefanini di Treviso (sono 40 gli iscritti): in commissione due docenti del Ctp «Stefanini-Martini» e il preside della scuola Felice Doria. In contemporanea test anche a Conegliano e Asolo. (l.c.)

6 Mercoledì 2 febbraio, pag. 30 Un piano per le casse di espansione Allagamenti: appello del Consorzio ai sindaci di Farra e Sernaglia GLAUCO ZUAN SERNAGLIA. Un progetto univoco che dia risposte concrete ai rischi idraulici del territorio. Questo quello che Giuseppe Romano, presidente del Consorzio «Piave», ha chiesto ieri a Sonia Fregolent e a Giuseppe Nardi. Data la disponibilità di un contributo da un milione di euro, i sindaci di Sernaglia e Farra devono ora confermare, con atti pratici e in tempi brevi, la validità dell accordo di programma firmato nel Il secondo passo verso la realizzazione di una serie di casse di espansione al confine tra i comuni di Sernaglia e Farra, tali da raccogliere le esondazioni dei torrenti Gavada e Patean, è stato compiuto ieri mattina nella sede montebellunese del Consorzio di bonifica «Piave» (ex Pedemontano Brentella). Il secondo, perché il primo passo fu compiuto il 30 luglio 2009, quando il Consorzio e i due comuni sottoscrissero una convenzione per la «progettazione e realizzazione delle opere di salvaguardia idraulica» per il centro abitato di Sernaglia e la fascia sud-orientale del comune di Farra. Sono serviti diciotto mesi, dunque, per rastrellare il contributo minimo necessario a partire con gli interventi. Per questo il presidente Romano ha fretta di recuperare il tempo perduto e di dare tranquillità ai cittadini, mettendo definitivamente in sicurezza le aree allagate a più riprese tra l estate 2009 e l autunno «Grazie alla disponibilità dell assessorato regionale all ambiente si è aperta questa opportunità - ribadisce Giuseppe Romano - sicuramente Sernaglia e Farra necessitano di più interventi, ma intanto con questo contributo da un milione di euro riusciremmo a dare una prima risposta ai problemi idraulici del territorio. Il Consorzio ha fatto la sua parte - prosegue il presidente - adesso spetta alle amministrazioni comunali confermare la validità dell accordo di programma». Proprio su questo punto, a giorni, le giunte Fregolent e Nardi saranno chiamate a confrontarsi. «Va chiarita l esatta ubicazione delle casse - chiude il presidente Romano - Non c è rigidità sulle aree indicate nell accordo di programma del 2009, possiamo anche ripensare l ubicazione dell opera. Ma, scelto il luogo, dobbiamo partire, anche se dovessimo ricorrere all esproprio».

7 Mercoledì 2 febbraio, pag. 12 Anziano agricoltore si impicca MOGLIANO - (N.D.) Era convinto si essere affetto da una grave malattia che gli ha causato una forte depressione. L'esistenza era diventata un peso per A. Z., 79 anni, residente in via Grigoletto e Pasqualato 2 a Bonisiolo, che l'altro pomeriggio ha deciso di farla finita. L'anziano si è impiccato nel deposito attrezzi dell'abitazione a ridosso del Passante. A fare la macabra scoperta è stata la figlia che viveva con lui. A. Z., che non aveva mai superato il dolore per la perdita della moglie, aveva sempre fatto l'agricoltore. Ultimamente usciva poco di casa. Con ogni probabilità l'ultimo verrà dato domani nella chiesa di Bonisiolo.

8 Mercoledì 2 febbraio, pag. 26 GORGO L incidente l altro pomeriggio in una sua proprietà. Era presidente dell associazione Anget Sotto il trattore: non ce l ha fatta Troppo gravi le ferite per il 77enne ex imprenditore di Navolè Non ce l'ha fatta Romolo Bavaresco, il 77enne ex imprenditore, residente in via Verdi a Gorgo al Monticano. Era rimasto schiacciato sotto il suo trattore che stava manovrando in uno dei suoi appezzamenti di terreno lunedì pomeriggio intorno alle 17 a Navolè. La corsa immediata all'ospedale è stata immediata: dapprima al Pronto Soccorso di Oderzo, poi - vista a gravità - il trasferimento al Cà Foncello di Treviso. Il decesso è avvenuto nella serata di lunedì, dopo disperati tentativi di rianimazione. Vedovo da pochi anni, Romolo Bavaresco fino al 2008 è stato titolare di una ditta del settore movimento-terra. Poi era andato in pensione e si occupava di una piccola azienda agricola: lunedì infatti si trovava proprio in uno dei suoi terreni, nei pressi di via Mazzini, nella frazione gorghense di Navolè, a due passi da casa quando il trattore si è ribaltato schiacciandolo e provocandogli un grave trauma cranico. Lascia i due figli, Fausto e Martina: «Papà era un uomo tutto famiglia e lavoro. Era anche presidente dell'associazione Anget di Gorgo». La ricostruzione dell incidente - su cui indaga lo Spisal - è parziale: Bavaresco era alla guida del suo trattore quando avrebbe fermato la marcia del mezzo per risolvere un problema. Eì lì che il trattore si è rovesciato: ha subìto un colpo alla testa e una gamba è rimasta sotto una ruota. I Vigili del Fuoco del distaccamento di Motta sono accorsi e lo hanno trovato ancora cosciente, con la gamba incastrata. Ma le sue condizioni sono apparse subito gravissime. Con l'elisoccorso è arrivata anche l'ambulanza che ha portato Bavaresco a Oderzo. Da qui si è optato per il ricovero a Treviso dove il 77enne è arrivato in condizioni disperate. Non è stata ancora fissato il rito funebre, visto che a ieri non era ancora giunto il nulla osta del magistrato. Oggi si saprà se sarà disposto l'esame autoptico, per capire l'esatta causa del decesso. Solo allora verrà fissata la data del funerale.

9 Mercoledì 2 febbraio, pag. 10

10 Mercoledì 2 febbraio, pag. 32

11 Mercoledì 2 febbraio, pag. 10 edizione di BELLUNO LA PROTESTA L ellevatore Enio Canal ha promosso una petizione contestando Avepa e Regione Duecento firme per sostenere l agricoltura locale L'agricoltura nel bellunese: ormai è come giocare alla roulette russa. A trovarsi in grave difficoltà Enio Canal, proprietario di un'azienda agricola a conduzione famigliare a Santa Giustina, nella frazione di Salzan. Una decina di bestie, per la produzione di latte e carne, e un impegno definito «da dopo lavoro», ma che prima di lui era portato avanti dal nonno. «Ormai devo fare i conti ogni giorno con la burocrazia - spiega Canal - e i soldi promessi non arrivano». Ed è per questo che lo stesso Enio Canal si è fatto promotore, insieme ad altri agricoltori bellunesi, di una raccolta firme tra gli addetti ai lavori, ormai oltre 200 quelle raccolte, per chiedere a gran voce il sostegno economico previsto dalla misura 211, un'indennità compensativa istituita dalla Commissione Europea nel 2005, per le aziende zootecniche di montagna, ma che di fatto ha portato gli agricoltori bellunesi a ricevere gli acconti con molto ritardo. Ancora peggio è andata a quelle aziende che si sono viste escludere dalla graduatoria della misura 121 LC, guarda caso per la maggior parte bellunese. «Queste aziende ad indirizzo zootecnico da latte - spiega Canal - sono importantissime per la tutela dell'ambiente dolomitico sia dal punto di vista della sicurezza idrogeologica, sia sotto il profilo dell'economia turistica. Per questo dovrebbe essere prevista una corsia preferenziale nelle graduatorie dei bandi regionali solo per il fatto che sono localizzate in aree estremamente disagiate». L'appello, così come la raccolta firme, sono stati quindi inviati in Regione e all'agenzia Avepa, colpevoli secondo i firmatari di aver causato danni alle aziende agricole bellunesi, non avendo rispettato le norme europee.

IL SETTORE. COSTRUZIONI in provincia di Trento

IL SETTORE. COSTRUZIONI in provincia di Trento 26 marzo 2013 IL SETTORE DELLE COSTRUZIONI in provincia di Trento il contesto economico Nel 2012 l area dell euro è nuovamente in recessione, con una riduzione del Pil pari allo 0,6%; si stima che permanga

Dettagli

IL MERCATO DEL VINO IN BRASILE

IL MERCATO DEL VINO IN BRASILE Brasile IL MERCATO DEL VINO IN BRASILE Tra i BRIC (Brasile Russia India Cina paesi caratterizzati da una notevole crescita del PIL), il Brasile rappresenta il paese che indubbiamente sta dando segnali

Dettagli

LAVORO 1/6. POSIZIONI DI LAVORO DIPENDENTE V.a. III trim. '11* (migliaia) Var. % '10/'11*

LAVORO 1/6. POSIZIONI DI LAVORO DIPENDENTE V.a. III trim. '11* (migliaia) Var. % '10/'11* LA SITUAZIONE DELL ECONOMIA DEL VENETO LAVORO 1/6 POSIZIONI DI LAVORO DIPENDENTE V.a. III trim. '11* (migliaia) Assunzioni 521,2 6,9% 6,5% -20,6% Cessazioni 478,6 8,7% 0,4% -13,6% ASSUNZIONI DI LAVORO

Dettagli

Rassegna Stampa. Martedì 19 febbraio 2013 TREVISO

Rassegna Stampa. Martedì 19 febbraio 2013 TREVISO Rassegna Stampa Martedì 19 febbraio 2013 TREVISO Martedì 19 febbraio 2013, pag. 16 L'Europa "sdogana" il Programma rurale VENEZIA - L'Europa formalmente sdogana il Programma di sviluppo rurale proposto

Dettagli

L IMPRESA PRESENTA IL CONTO! Perché?

L IMPRESA PRESENTA IL CONTO! Perché? 1 L IMPRESA PRESENTA IL CONTO! Perché? La crisi che ormai da alcuni anni sta sconvolgendo la nostra economia ed il nostro lavoro ha colpito più di altri, alcuni comparti, caratterizzati dalla presenza

Dettagli

OSSERVATORIO COOPERAZIONE AGRICOLA ITALIANA

OSSERVATORIO COOPERAZIONE AGRICOLA ITALIANA OSSERVATORIO COOPERAZIONE AGRICOLA ITALIANA 2015 Cooperazione agroalimentare La cooperativa è un associazione autonoma di persone unite volontariamente per soddisfare le loro aspirazioni e bisogni economici,

Dettagli

RASSEGNA STAMPA UNIONE VENETA BONIFICHE TESTATE:

RASSEGNA STAMPA UNIONE VENETA BONIFICHE TESTATE: RASSEGNA STAMPA UNIONE VENETA BONIFICHE TESTATE: 17 GENNAIO 2014 UFFICIO COMUNICAZIONE UVB comunicazione@bonifica-uvb.it OGGI NOTIZIE SU: Consorzio/Pag. 1 2 3 4 5 6 7 Veronese Adige Po Delta del Po Alta

Dettagli

Aperte le iscrizioni alle strutture prescolastiche, Nido e Scuola comunali d Infanzia, del Comune di Cadelbosco di Sopra (2/2/2009 13:52)

Aperte le iscrizioni alle strutture prescolastiche, Nido e Scuola comunali d Infanzia, del Comune di Cadelbosco di Sopra (2/2/2009 13:52) Aperte le iscrizioni alle strutture prescolastiche, Nido e Scuola comunali d Infanzia, del Comune di Cadelbosco di Sopra (2/2/2009 13:52) (Sesto Potere) - Cadelbosco di Sopra - 2 febbraio 2009 - L Ufficio

Dettagli

OUTLOOK ABI-CERVED SULLE SOFFERENZE DELLE IMPRESE

OUTLOOK ABI-CERVED SULLE SOFFERENZE DELLE IMPRESE 1/2 3,6k 1.000 1k 1,5k OUTLOOK ABI-CERVED SULLE SOFFERENZE DELLE IMPRESE Stima e previsione dei tassi di ingresso in sofferenza delle per fascia dimensionale APRILE 2015 #1 (2 a+2b) 12,5% 75,5% 2 SOFFERENZE

Dettagli

Analisi dell andamento congiunturale del mercato del credito in Italia e in Emilia-Romagna

Analisi dell andamento congiunturale del mercato del credito in Italia e in Emilia-Romagna Analisi dell andamento congiunturale del mercato del credito in Italia e in Emilia-Romagna Servizio Studi e Ricerche di Intesa Sanpaolo 15 giugno 2 Italia Marzo 2 ha convalidato il leggero miglioramento

Dettagli

Le imprese e l accesso al credito. Le dinamiche del mercato e il ruolo delle garanzie

Le imprese e l accesso al credito. Le dinamiche del mercato e il ruolo delle garanzie Le imprese e l accesso al credito. Le dinamiche del mercato e il ruolo delle garanzie Gianmarco Paglietti Consorzio Camerale per il credito e la finanza Cremona, 17 giugno 2013 L economia nel 2012 PIL

Dettagli

Nel mondo ci sono molte classifiche che

Nel mondo ci sono molte classifiche che L opinione pubblica viene spesso bombardata da una grande quantità di statistiche sui sistemi Paese che dicono tutto e il contrario di tutto. Come orientarsi in questo mare magnum? E come si colloca il

Dettagli

L industria dentale italiana e il mercato di riferimento Maggio 2015

L industria dentale italiana e il mercato di riferimento Maggio 2015 Maggio 2015 L industria dentale italiana e il mercato di riferimento Maggio 2015 Presentazione Rapporto UNIDI definitivo sul mercato 2013 e stima 2014 Il progetto KEY-STONE Presentazione rapporto sul periodo

Dettagli

B ECONOMIA SIC. E SINDACALE

B ECONOMIA SIC. E SINDACALE B ECONOMIA SIC. E SINDACALE Cooperativa Cesame. Berretta (Pd): Rinascita Cesame motivo di soddisfazione per tutta la città. Sapere che il marchio Cesame tornerà sul mercato e pensare che questa battaglia

Dettagli

ARTIGIANATO E PICCOLA IMPRESA NEL VENETO

ARTIGIANATO E PICCOLA IMPRESA NEL VENETO Ufficio Comunicazione&Studi Confartigianato del Veneto ARTIGIANATO E PICCOLA IMPRESA NEL VENETO INDAGINE CONGIUNTURALE ANDAMENTO 2 SEMESTRE 2010 PREVISIONE 1 SEMESTRE 2011 In collaborazione con INDAGINE

Dettagli

UMBRIA Import - Export. caratteri e dinamiche 2008-2014

UMBRIA Import - Export. caratteri e dinamiche 2008-2014 UMBRIA Import - Export caratteri e dinamiche 2008-2014 ROADSHOW PER L INTERNAZIONALIZZAZIONE ITALIA PER LE IMPRESE Perugia, 18 dicembre 2014 1 Le imprese esportatrici umbre In questa sezione viene proposto

Dettagli

COMUNICATO STAMPA. Nel 2015-16 previsto un aumento del fatturato mediamente del 3,2% all anno.

COMUNICATO STAMPA. Nel 2015-16 previsto un aumento del fatturato mediamente del 3,2% all anno. COMUNICATO STAMPA INTESA SANPAOLO PRESENTA IL SETTIMO RAPPORTO ANNUALE SULL ECONOMIA E FINANZA DEI DISTRETTI INDUSTRIALI 214 CON 46.5 AZIENDE ANALIZZATE protagonisti della ripresa: già nel biennio 213-14

Dettagli

L.R. n. 63/78 art. 50 (prestiti per la conduzione aziendale) ISTRUZIONI OPERATIVE

L.R. n. 63/78 art. 50 (prestiti per la conduzione aziendale) ISTRUZIONI OPERATIVE L.R. n. 63/78 art. 50 (prestiti per la conduzione aziendale) ISTRUZIONI OPERATIVE PREMESSE La deliberazione della Giunta Regionale n. 30-7048 dell 8/10/2007 ha istituito, a partire dall 1/01/2008, un programma

Dettagli

Congiuntura (dati aggiornati al 2 ottobre 2015)

Congiuntura (dati aggiornati al 2 ottobre 2015) La Congiuntura (dati aggiornati al 2 ottobre 2015) 1 ECONOMIA IN ITALIA In Italia, dopo tre cali annuali consecutivi (2012-2,8%, 2013-1,7%, 2014-0,4%), il CSC prevede una crescita del PIL dell 1%. quest

Dettagli

La Cassa Depositi e Prestiti viene da lontano ed il suo lungo percorso storico è caratterizzato da tre

La Cassa Depositi e Prestiti viene da lontano ed il suo lungo percorso storico è caratterizzato da tre (bozza non corretta) Accesso al credito: il ruolo di Cassa depositi e prestiti. Gli strumenti di sostegno alle PMI ed alle Pubbliche Amministrazioni" GIOVEDI' 14 GIUGNO 2012 FERMO (Sala dei Ritratti -

Dettagli

OSSERVATORIO ECONOMICO

OSSERVATORIO ECONOMICO Nell ultimo trimestre del 2013 gli indicatori di produzione (-5,8%), fatturato (-5,1%), ordinativi (-7,3%) e export (-0,4%) si riportano a valori sostanzialmente simili a quelli del secondo trimestre,

Dettagli

LA DISOSTRUZIONE PEDIATRICA NEL VERONESE

LA DISOSTRUZIONE PEDIATRICA NEL VERONESE CROCE ROSSA ITALIANA Comitato Provinciale di Verona PROGETTO LA DISOSTRUZIONE PEDIATRICA NEL VERONESE un progetto patrocinato dalla Il sogno... Sogno in maniera intensa di realizzare il più grande centro

Dettagli

Banca-Impresa 2014: il punto della situazione. Trasparenza e corretta comunicazione contano più del bilancio? 21 gennaio 2014

Banca-Impresa 2014: il punto della situazione. Trasparenza e corretta comunicazione contano più del bilancio? 21 gennaio 2014 Banca-Impresa 2014: il punto della situazione. Trasparenza e corretta comunicazione contano più del bilancio? 21 gennaio 2014 CSC: il credit crunch prosegue nel 2014 - nel 2015 inversione di tendenza?

Dettagli

a cura della CGIL e dell IRES CGIL di MESSINA

a cura della CGIL e dell IRES CGIL di MESSINA a cura della CGIL e dell IRES CGIL di MESSINA Presentazione dei dati del 4 Studio sullo stato dell occupazione nella provincia di Messina a cura della CGIL e dell IRES CGIL di MESSINA 1 Nell ormai consueto

Dettagli

CONFESERCENTI Giovedì, 09 aprile 2015

CONFESERCENTI Giovedì, 09 aprile 2015 CONFESERCENTI Giovedì, 09 aprile 2015 CONFESERCENTI Giovedì, 09 aprile 2015 09/04/2015 Gazzetta di Modena Pagina 11 Confesercenti, oggi lezione di Marchi sull' innovazione 1 09/04/2015 Il Resto del Carlino

Dettagli

L INDUSTRIA ITALIANA COSTRUTTRICE DI MACCHINE UTENSILI, ROBOT, AUTOMAZIONE

L INDUSTRIA ITALIANA COSTRUTTRICE DI MACCHINE UTENSILI, ROBOT, AUTOMAZIONE L INDUSTRIA ITALIANA COSTRUTTRICE DI MACCHINE UTENSILI, ROBOT, AUTOMAZIONE I DATI RELATIVI AL 2014 Nel 2014 l economia mondiale ha mantenuto lo stesso ritmo di crescita (+3,1%) dell anno precedente (+3,1%).

Dettagli

COMUNICATO STAMPA N. 12 DEL 10 GIUGNO 2015

COMUNICATO STAMPA N. 12 DEL 10 GIUGNO 2015 COMUNICATO STAMPA N. 12 DEL 10 GIUGNO 2015 Presidenza Comm. Graziano Di Battista Positive anche le previsioni degli imprenditori per il futuro. Unico elemento negativo l occupazione che da gennaio alla

Dettagli

PUBBLICI ESERCIZI E STUDI DI SETTORE Evidenze e prospettive

PUBBLICI ESERCIZI E STUDI DI SETTORE Evidenze e prospettive S Studi di Settore PUBBLICI ESERCIZI E STUDI DI SETTORE Evidenze e prospettive L analisi dei risultati derivanti dall applicazione degli studi di settore offre molteplici spunti di riflessione in relazione

Dettagli

2.1 Gli effetti della crisi sulle imprese

2.1 Gli effetti della crisi sulle imprese Osservatorio economico,coesione sociale, legalità 3 Rapporto sulla coesione sociale nella provincia di Reggio Emilia 2.1 Gli effetti della crisi sulle imprese COMUNE DI REGGIO EMILIA La crisi economica

Dettagli

REGIONE LIGURIA Commissione Regionale Artigianato

REGIONE LIGURIA Commissione Regionale Artigianato REGIONE LIGURIA Commissione Regionale Artigianato OSSERVATORIO CONGIUNTURALE SULL ARTIGIANATO E LA PICCOLA IMPRESA IN LIGURIA L Osservatorio Congiunturale sull Artigianato e la Piccola Impresa in Liguria

Dettagli

quindi la Federazione dei trasporti Astra, Federambiente e FederUtility.

quindi la Federazione dei trasporti Astra, Federambiente e FederUtility. Giancarlo CREMONESI (Presidente nazionale di Confservizi) Buonasera. Confservizi Industria rappresenta le tre federazioni di Servizi Pubblici Locali industriali, quindi la Federazione dei trasporti Astra,

Dettagli

L ANDAMENTO DEL SETTORE IN SINTESI CONSUNTIVO 2014 E PRIMO TRIMESTRE 2015

L ANDAMENTO DEL SETTORE IN SINTESI CONSUNTIVO 2014 E PRIMO TRIMESTRE 2015 L ANDAMENTO DEL SETTORE IN SINTESI CONSUNTIVO 201 E PRIMO TRIMESTRE 201 1 FOCUS CONSUNTIVO 201 Il 201 si è chiuso con un bilancio complessivamente soddisfacente: il quadro di sintesi riferito agli indicatori

Dettagli

12-NOV-2014. da pag. 8. Quotidiano. Lettori: 189.000

12-NOV-2014. da pag. 8. Quotidiano. Lettori: 189.000 12-NOV-2014 Diffusione: 24.779 Lettori: 189.000 Direttore: Pierangelo Giovanetti da pag. 8 12-NOV-2014 Diffusione: n.d. Lettori: n.d. Direttore: Enrico Franco da pag. 11 24 1 Fedagri Pag. 2 Milano 12-NOV-2014

Dettagli

Vincono famiglie e studenti pendolari: fino a giugno si viaggia gratis

Vincono famiglie e studenti pendolari: fino a giugno si viaggia gratis Vincono famiglie e studenti pendolari: fino a giugno si viaggia gratis Un incontro dai toni piuttosto accesi è quello che si è svolto presso la sala consiliare del comune di Santa Croce. Da una parte genitori

Dettagli

RAPPORTO SULL ANNATA AGRARIA

RAPPORTO SULL ANNATA AGRARIA RAPPORTO SULL ANNATA AGRARIA DELLA PROVINCIA DI BOLOGNA ANNO 2005 A cura del prof. Roberto Fanfani Rapporto sull annata agraria della provincia di Bologna Anno 2005 INDICE PREFAZIONE Pag 5 CAPITOLO I:

Dettagli

Le imprese attive nel comune di Bologna dal 2008 al 2014

Le imprese attive nel comune di Bologna dal 2008 al 2014 Le imprese attive nel comune di Bologna dal 28 al 214 33. Imprese attive nel comune di Bologna 32.5 32. 31.5 31. Fonte: UnionCamere Emilia-Romagna Il numero delle imprese attive a Bologna tra il 28 e il

Dettagli

L industria agroalimentare italiana

L industria agroalimentare italiana Il sistema italiano L importanza del sistema italiano Strette connessioni fra agricoltura, industria di trasformazione e distribuzione : necessità di una visione più complessiva del sistema L industria

Dettagli

SALVARE IL LAVORO, TUTELARE I REDDITI E RILANCIARE LO SVILUPPO

SALVARE IL LAVORO, TUTELARE I REDDITI E RILANCIARE LO SVILUPPO CGIL TOSCANA SALVARE IL LAVORO, TUTELARE I REDDITI E RILANCIARE LO SVILUPPO 3 REPORT SULL ECONOMIA REGIONALE - MAGGIO 2009 LE AZIENDE TOSCANE IN BORSA Quanto valgono in borsa - dati in milioni di euro

Dettagli

POCO TEMPO TROPPA FRETTA

POCO TEMPO TROPPA FRETTA POCO TEMPO TROPPA FRETTA a cura di Laura Traversini, Antonino Nebbia Servizio Pre.S.A.L. della Asl VC Che cosa è successo Un agricoltore, a causa del ribaltamento del carica letame con cui stava lavorando,

Dettagli

CONFERENZA STAMPA 21 GENNAIO 2014 MANIFESTAZIONE. Mercoledì 22 gennaio 2014 alle ore 16:30. sotto la sede dell Aler di Milano di viale Romagna,26

CONFERENZA STAMPA 21 GENNAIO 2014 MANIFESTAZIONE. Mercoledì 22 gennaio 2014 alle ore 16:30. sotto la sede dell Aler di Milano di viale Romagna,26 Unione Inquilini CONFERENZA STAMPA 21 GENNAIO 2014 MANIFESTAZIONE Mercoledì 22 gennaio 2014 alle ore 16:30 sotto la sede dell Aler di Milano di viale Romagna,26 A seguito della decisione della Presidenza

Dettagli

Comune di Castelfranco Emilia RASSEGNA STAMPA

Comune di Castelfranco Emilia RASSEGNA STAMPA Comune di Castelfranco Emilia RASSEGNA STAMPA 6 aprile 2013 Indice rassegna - Gazzetta di Modena pag. / - Il Resto del Carlino pag. 2, 23 - Prima Pagina pag. / - Modena Qui pag. 15 Sezione: Pianura Data:

Dettagli

La Legge di Riforma Sanitaria

La Legge di Riforma Sanitaria La Legge di Riforma Sanitaria La Riforma Sanitaria introdotta con la Legge 23 dicembre 1978 n 833 ha stabilito, nell art. 20, che i compiti dei Servizi di Prevenzione della A.S.L. sono: La Legge di Riforma

Dettagli

Le tendenze e gli scenari futuri per l agro-alimentare lombardo

Le tendenze e gli scenari futuri per l agro-alimentare lombardo Le tendenze e gli scenari futuri per l agro-alimentare lombardo Roberto Pretolani Dipartimento di Economia, Management e Metodi quantitativi Università degli Studi di Milano Regione Lombardia, 4 dicembre

Dettagli

Informazione economica e crisi delle imprese. Seminario Ordine dei Giornalisti di Sicilia Catania, 15 luglio 2014

Informazione economica e crisi delle imprese. Seminario Ordine dei Giornalisti di Sicilia Catania, 15 luglio 2014 Informazione economica e crisi delle imprese Seminario Ordine dei Giornalisti di Sicilia Catania, 15 luglio 2014 IL FATTO NARRATO Ancora senza soldi i dipendenti Liotrix. Verso un tavolo in Prefettura?

Dettagli

11 punto all ordine del giorno: Riapprovazione piano industriale del servizio. PRESIDENTE DEL CONSIGLIO COMUNALE Per quanto riguarda questa

11 punto all ordine del giorno: Riapprovazione piano industriale del servizio. PRESIDENTE DEL CONSIGLIO COMUNALE Per quanto riguarda questa 11 punto all ordine del giorno: Riapprovazione piano industriale del servizio raccolta integrato dei rifiuti solidi urbani. PRESIDENTE DEL CONSIGLIO COMUNALE Per quanto riguarda questa delibera di Consiglio,

Dettagli

QUINTO RAPPORTO ANNUALE

QUINTO RAPPORTO ANNUALE QUINTO RAPPORTO ANNUALE I migranti nel mercato del lavoro in Italia a cura della Direzione Generale dell Immigrazione e delle Politiche di Integrazione 20 15 LE NOVITA DEL QUINTO RAPPORTO ANNUALE 2015.

Dettagli

L.R. n. 63/78 artt. 42 e 50

L.R. n. 63/78 artt. 42 e 50 REGIONE PIEMONTE ASSESSORATO AGRICOLTURA DIREZIONE REGIONALE PROGRAMMAZIONE E VALORIZZAZIONE DELL AGRICOLTURA L.R. n. 63/78 artt. 42 e 50 CREDITI DI GESTIONE ISTRUZIONI OPERATIVE Pagina 1 1. PREMESSE La

Dettagli

DOSSIER Giovedì, 26 marzo 2015

DOSSIER Giovedì, 26 marzo 2015 DOSSIER Giovedì, 26 marzo 2015 DOSSIER Giovedì, 26 marzo 2015 23 26 marzo 2015 26/03/2015 Gazzetta di Modena Pagina 9 Confcommercio: le opportunità del franchising 1 26/03/2015 La Nuova Prima Pagina Pagina

Dettagli

CREDITO E SVILUPPO delle PMI nel Lazio: opportunità, vincoli e proposte per il sistema regionale

CREDITO E SVILUPPO delle PMI nel Lazio: opportunità, vincoli e proposte per il sistema regionale CREDITO E SVILUPPO delle PMI nel Lazio: opportunità, vincoli e proposte per il sistema regionale Realizzato dall EURES Ricerche Economiche e Sociali in collaborazione con il Consiglio Regionale dell Economia

Dettagli

Al via la regolarizzazione di collaboratori domestici e assistenti familiari

Al via la regolarizzazione di collaboratori domestici e assistenti familiari Al via la regolarizzazione di collaboratori domestici e assistenti familiari I contenuti del provvedimento e le osservazioni della Uil Pensionati Il 3 agosto il Parlamento ha approvato la regolarizzazione

Dettagli

Indagine conoscitiva sui rapporti di lavoro presso i call center presenti sul territorio italiano. Audizione dell Istituto nazionale di statistica:

Indagine conoscitiva sui rapporti di lavoro presso i call center presenti sul territorio italiano. Audizione dell Istituto nazionale di statistica: VERSIONE PROVVISORIA Indagine conoscitiva sui rapporti di lavoro presso i call center presenti sul territorio italiano Audizione dell Istituto nazionale di statistica: Dott. Roberto Monducci Direttore

Dettagli

Due scommesse per il decollo della previdenza integrativa

Due scommesse per il decollo della previdenza integrativa SILENZIO/ASSENSO E TFR ALL INPS Due scommesse per il decollo della previdenza integrativa di Giovanni Maggiorano Risorse Umane >> Fondi pensione Sommario Introduzione...3 Tre le ipotesi percorribili...4

Dettagli

Osservatorio sui dati contabili delle imprese del commercio e dei servizi di vicinato: dati relativi al IV trimestre 2007

Osservatorio sui dati contabili delle imprese del commercio e dei servizi di vicinato: dati relativi al IV trimestre 2007 Osservatorio sui dati contabili delle imprese del commercio e dei servizi di vicinato: dati relativi al IV trimestre 2007 a cura di Ascom e Confesercenti Ricerca effettuata da Paolo Vaglio (Ceris-Cnr)

Dettagli

Presentazione dell approfondimento: Contrattazione aziendale e differenziali salariali territoriali di Piero Casadio

Presentazione dell approfondimento: Contrattazione aziendale e differenziali salariali territoriali di Piero Casadio Presentazione dell approfondimento: Contrattazione aziendale e differenziali salariali territoriali di Piero Casadio In un periodo nel quale si è parlato tanto (e spesso a sproposito) di gabbie salariali

Dettagli

CONFINDUSTRIA-CERVED: II RAPPORTO PMI MEZZOGIORNO 2016 PMI DEL SUD RIALZANO LA TESTA, MA IL CONTO DELLA CRISI RESTA SALATO

CONFINDUSTRIA-CERVED: II RAPPORTO PMI MEZZOGIORNO 2016 PMI DEL SUD RIALZANO LA TESTA, MA IL CONTO DELLA CRISI RESTA SALATO CONFINDUSTRIA-CERVED: II RAPPORTO PMI MEZZOGIORNO 2016 PMI DEL SUD RIALZANO LA TESTA, MA IL CONTO DELLA CRISI RESTA SALATO Si rafforzano i segnali positivi dalle PMI del Sud: i livelli pre-crisi sono ancora

Dettagli

CAMERA DEI DEPUTATI PROPOSTA DI LEGGE NEGRO, REGUZZONI, FUGATTI, LUSSANA, MUNERATO, RAINIERI, RIVOLTA

CAMERA DEI DEPUTATI PROPOSTA DI LEGGE NEGRO, REGUZZONI, FUGATTI, LUSSANA, MUNERATO, RAINIERI, RIVOLTA Atti Parlamentari 1 Camera dei Deputati CAMERA DEI DEPUTATI N. 2617 PROPOSTA DI LEGGE D INIZIATIVA DEI DEPUTATI NEGRO, REGUZZONI, FUGATTI, LUSSANA, MUNERATO, RAINIERI, RIVOLTA Concessione di contributi

Dettagli

Rassegna stampa di sabato 21 giugno 2008

Rassegna stampa di sabato 21 giugno 2008 LA NAZIONE Edicola di Oste in vendita su ebay UN COMMERCIANTE montemurlese ha scelto la «discrezione» di internet per il suo annuncio pubblicitario. Tra la miriade di offerte di abiti, accessori, scarpe

Dettagli

MODALITA PER LA SEGNALAZIONE DI CRITICITA, IL MONITORAGGIO E LA PRIMA VERIFICA DEI DANNI E RELATIVA MODULISTICA

MODALITA PER LA SEGNALAZIONE DI CRITICITA, IL MONITORAGGIO E LA PRIMA VERIFICA DEI DANNI E RELATIVA MODULISTICA ALLEGATO A decreto dirigenziale n. del MODALITA PER LA SEGNALAZIONE DI CRITICITA, IL MONITORAGGIO E LA PRIMA VERIFICA DEI DANNI E RELATIVA MODULISTICA 0. Premessa La valutazione di un evento di protezione

Dettagli

EXPO: PARLATO E BRUNO PRESENTANO IL RAPPORTO CREA SUL COMMERCIO ESTERO

EXPO: PARLATO E BRUNO PRESENTANO IL RAPPORTO CREA SUL COMMERCIO ESTERO EXPO: PARLATO E BRUNO PRESENTANO IL RAPPORTO CREA SUL COMMERCIO ESTERO 5144-01:07:15/13:05 - milano, (agra press) - nel 2014 per l'agroalimentare le esportazioni, pari a circa 35 miliardi di euro, sono

Dettagli

Newsletter della Confederazione Italiana Agricoltori dell Umbria

Newsletter della Confederazione Italiana Agricoltori dell Umbria INFORMA Newsletter della Confederazione Italiana Agricoltori dell Umbria Via Mario Angeloni, 1 06125 Perugia Tel.: 075.7971056, 075.5002953 Fax: 075.5002956 e-mail: umbria@cia.it - web: www.ciaumbria.it

Dettagli

UBICAZIONE DEL LICEO MUSICALE G. VERDI IN VIA SAN MARCO E COMPATIBILITÀ CON IL PIANO DI STUDIO DEGLI ALLIEVI: PROBLEMI RILEVATI

UBICAZIONE DEL LICEO MUSICALE G. VERDI IN VIA SAN MARCO E COMPATIBILITÀ CON IL PIANO DI STUDIO DEGLI ALLIEVI: PROBLEMI RILEVATI Milano, 3 Novembre 2014 UBICAZIONE DEL LICEO MUSICALE G. VERDI IN VIA SAN MARCO E COMPATIBILITÀ CON IL PIANO DI STUDIO DEGLI ALLIEVI: PROBLEMI RILEVATI Uno dei più grandi punti di forza del Liceo Musicale

Dettagli

Cose da sapere IL BOLLINO BLU

Cose da sapere IL BOLLINO BLU Cose da sapere IL BOLLINO BLU Il Bollino Blu è un certificato che dimostra l avvenuto controllo dei gas di scarico di un automobile, per i Comuni e le aree a traffico limitato delle città in cui questo

Dettagli

SEGRETO 3: Come IO ho investito in immobili a reddito

SEGRETO 3: Come IO ho investito in immobili a reddito SEGRETO 3: Come IO ho investito in immobili a reddito Vediamo adesso i conti di due operazioni immobiliari che ho fatto con la strategia degli immobili gratis a reddito. Via Nevio Via Nevio è stata la

Dettagli

ITALIA S.P.A. uno Stato Patologico Avanzato in vendita di Gianni Cavinato L Italia è in vendita! Noi no!!!

ITALIA S.P.A. uno Stato Patologico Avanzato in vendita di Gianni Cavinato L Italia è in vendita! Noi no!!! ITALIA S.P.A. uno Stato Patologico Avanzato in vendita di Gianni Cavinato L Italia è in vendita! Noi no!!! A comprare il nostro Paese sono pronte le maggiori istituzioni finanziarie internazionali che,

Dettagli

CONSORZIO DI BONIFICA ACQUE RISORGIVE RASSEGNA STAMPA

CONSORZIO DI BONIFICA ACQUE RISORGIVE RASSEGNA STAMPA CONSORZIO DI BONIFICA ACQUE RISORGIVE RASSEGNA STAMPA 29 AGOSTO 2014 Ufficio Segreteria E-mail: consorzio@acquerisorgive.it Sede legale: VIA ROVERETO, 12-30174 VENEZIA - COD. FISC. 94072730271 Web: www.acquerisorgive.it

Dettagli

L ANDAMENTO DEL MERCATO FONDIARIO IN ITALIA NEL 2013 SINTESI DEI RISULTATI

L ANDAMENTO DEL MERCATO FONDIARIO IN ITALIA NEL 2013 SINTESI DEI RISULTATI L ANDAMENTO DEL MERCATO FONDIARIO IN ITALIA NEL 2013 SINTESI DEI RISULTATI Roma 25 luglio -- Nel 2013 il mercato della terra ha continuato a mostrare segnali di cedimento. Secondo gli operatori del settore,

Dettagli

OGGETTO: PROGRAMMA DI BENEFICI A FAVORE DI CITTADINI IN SITUAZIONE DI DISAGIO LAVORATIVO MEDIANTE L ISTITUZIONE DEL PRESTITO D ONORE

OGGETTO: PROGRAMMA DI BENEFICI A FAVORE DI CITTADINI IN SITUAZIONE DI DISAGIO LAVORATIVO MEDIANTE L ISTITUZIONE DEL PRESTITO D ONORE OGGETTO: PROGRAMMA DI BENEFICI A FAVORE DI CITTADINI IN SITUAZIONE DI DISAGIO LAVORATIVO MEDIANTE L ISTITUZIONE DEL PRESTITO D ONORE Introduce brevemente il Sindaco che passa la parla all Assessore di

Dettagli

LA DEMOLIZIONE ITALIANA A CONVEGNO

LA DEMOLIZIONE ITALIANA A CONVEGNO Associazione Nazionale Demolitori Italiani LA DEMOLIZIONE ITALIANA A CONVEGNO Parma, 26 novembre 2005 Trascrizione dell intervento dal titolo: IL MERCATO DELLE DEMOLIZIONI ANNI 2000: DAL RECUPERO ALLA

Dettagli

Pierfrancesco Pacini. Pisa, 30 giugno g 2014

Pierfrancesco Pacini. Pisa, 30 giugno g 2014 Relazione sull andamento dell economiaeconomia pisana nel 2013 Pierfrancesco Pacini Pisa, 30 giugno g 2014 Economia internazionale Andamento del PIL nel 2013 (variazioni i i % a valori costanti) Fonte:

Dettagli

Libero di concentrarti sul lavoro

Libero di concentrarti sul lavoro Libero di concentrarti sul lavoro Con AXA tuteli i tuoi obiettivi dalle conseguenze di eventi imprevisti Protezione Impresa Piccolo o grande, il tuo progetto merita la migliore protezione LAVORO PROTETTO

Dettagli

ALLA FINE DEL MESE Storie di persone, difficoltà e vie d uscita. www.ambulatorioantiusura.it

ALLA FINE DEL MESE Storie di persone, difficoltà e vie d uscita. www.ambulatorioantiusura.it ALLA FINE DEL MESE Storie di persone, difficoltà e vie d uscita www.ambulatorioantiusura.it Perché leggere questo opuscolo? Tre storie diverse, lo stesso problema Negli ultimi anni la fascia di soggetti

Dettagli

i dossier TUTTO QUELLO CHE AVRESTE VOLUTO SAPERE SULLE BANCHE DI RENZI (E BOSCHI) E NESSUNO VI HA MAI DETTO www.freefoundation.com

i dossier TUTTO QUELLO CHE AVRESTE VOLUTO SAPERE SULLE BANCHE DI RENZI (E BOSCHI) E NESSUNO VI HA MAI DETTO www.freefoundation.com 065 www.freenewsonline.it i dossier www.freefoundation.com TUTTO QUELLO CHE AVRESTE VOLUTO SAPERE SULLE BANCHE DI RENZI (E BOSCHI) E NESSUNO VI HA MAI DETTO 15 dicembre 2015 a cura di Renato Brunetta EXECUTIVE

Dettagli

MILENA GABANELLI IN STUDIO È qui voltiamo pagina e certamente c è qualcuno che sa molte cose su di noi.

MILENA GABANELLI IN STUDIO È qui voltiamo pagina e certamente c è qualcuno che sa molte cose su di noi. LA CENTRALE RISCHI Di Emanuele Bellano MILENA GABANELLI IN STUDIO È qui voltiamo pagina e certamente c è qualcuno che sa molte cose su di noi. Noi volevamo avere qualche informazione per un mutuo. Allora

Dettagli

INCHIESTA CONGIUNTURALE SULL INDUSTRIA

INCHIESTA CONGIUNTURALE SULL INDUSTRIA INCHIESTA CONGIUNTURALE SULL INDUSTRIA RISULTATI GENERALI L andamento dell Industria di Roma e Provincia nel quarto trimestre del 2002 è risultato sostanzialmente negativo. Con riferimento al Comune, i

Dettagli

Gruppo di lavoro GAST - Gruppo Acquisto Solidale Terreno PROGETTO CAVIN DE CONFIN

Gruppo di lavoro GAST - Gruppo Acquisto Solidale Terreno PROGETTO CAVIN DE CONFIN Gruppo di lavoro GAST - Gruppo Acquisto Solidale Terreno PROGETTO CAVIN DE CONFIN 21/03/2015 Riservato 2 La nostra idea Partendo da un nucleo ridotto di aderenti al Gas, abbiamo pensato di cambiare ruolo:

Dettagli

La storia di Charlie a cura della scuola Primaria di Gorno

La storia di Charlie a cura della scuola Primaria di Gorno Intrappolato in una miniera d'oro La storia di Charlie a cura della scuola Primaria di Gorno A Gorno c'erano le miniere di zinco e piombo, i proprietari gestivano anche le miniere d'oro in Australia. Spesso,

Dettagli

Domanda C.1.1 (risposta SI/NO)

Domanda C.1.1 (risposta SI/NO) Domanda C.1.1 (risposta SI/NO) Secondo lei, le colate di fango possono essere causate da piogge di lunga durata e continue? Tipologia di risposta Numero di risposte SI 87 NO 5 NON SO 8 Non risponde 0 Pagina

Dettagli

Executive Summary Rapporto 2011/2012

Executive Summary Rapporto 2011/2012 Executive Summary Rapporto 2011/2012 In collaborazione con Anticipazione dei risultati Dati macro Il settore del Management Consulting rappresenta un mercato molto frammentato, dove sono presenti circa

Dettagli

COMUNE DI SAN GIULIANO DI PUGLIA. La ricostruzione di San Giuliano di Puglia

COMUNE DI SAN GIULIANO DI PUGLIA. La ricostruzione di San Giuliano di Puglia La ricostruzione di San Giuliano di Puglia Cronologia avvenimenti 11.32 GIOVEDÌ 31 OTTOBRE 2002: un terremoto di 5,4 gradi della scala Richter fa tremare il Molise. La zona più colpita è San Giuliano di

Dettagli

Le imprese a Bologna nel 2013

Le imprese a Bologna nel 2013 Le imprese a Bologna nel 2013 Aprile 2014 Capo Dipartimento Programmazione: Gianluigi Bovini Direttore Settore Statistica: Franco Chiarini Redazione: Stefano Venuti e Paola Ventura Le elaborazioni sono

Dettagli

Febbraio 2016. market monitor. Analisi del settore edile: performance e previsioni

Febbraio 2016. market monitor. Analisi del settore edile: performance e previsioni Febbraio 2016 market monitor Analisi del settore edile: performance e previsioni Esonero di responsabilità I contenuti del presente documento sono forniti ad esclusivo scopo informativo. Ogni informazione

Dettagli

EPIDEMIOLOGIA DEGLI INFORTUNI NEL COMPARTO DELLA CERAMICA 1

EPIDEMIOLOGIA DEGLI INFORTUNI NEL COMPARTO DELLA CERAMICA 1 EPIDEMIOLOGIA DEGLI INFORTUNI NEL COMPARTO DELLA CERAMICA 1 PREMESSA Il comparto della ceramica per piastrelle rappresenta, da vari decenni, una delle realtà industriali di maggiore rilievo della nostra

Dettagli

Fare Affari in Russia

Fare Affari in Russia Federazione Russa Fare Affari in Russia Commercio Estero Agenzia ICE Mosca Settembre 2014 4 COMMERCIO ESTERO La Russia svolge un ruolo importantissimo nel commercio mondiale. Da un lato, esporta materie

Dettagli

INDUSTRIA METALMECCANICA ITALIANA INDAGINE CONGIUNTURALE. Sintesi per la stampa

INDUSTRIA METALMECCANICA ITALIANA INDAGINE CONGIUNTURALE. Sintesi per la stampa INDUSTRIA METALMECCANICA ITALIANA INDAGINE CONGIUNTURALE Sintesi per la stampa Roma, 11 settembre 2014 Sintesi per la Stampa L attività produttiva del settore metalmeccanico, dopo la fase recessiva protrattasi

Dettagli

730 precompilato. Dichiarazioni d'intento

730 precompilato. Dichiarazioni d'intento CIRCOLARE INFORMATIVA Novità fiscali Scadenze Adempimenti Novità fiscali 730 precompilato Se nel 730 precompilato il Fisco riporta un dato inesatto il contribuente deve correggerlo. Se non lo fa è passibile

Dettagli

DOSSIER CONFCOMMERCIO MODENA Lunedì, 16 giugno 2014

DOSSIER CONFCOMMERCIO MODENA Lunedì, 16 giugno 2014 DOSSIER CONFCOMMERCIO MODENA Lunedì, 16 giugno 2014 15/06/2014 Gazzetta di Modena Pagina 11 15/06/2014 Il Resto del Carlino (ed. Modena) Pagina 5 15/06/2014 Gazzetta di Modena Pagina 9 DOSSIER CONFCOMMERCIO

Dettagli

Il Mercato del Lavoro in Provincia di Pavia

Il Mercato del Lavoro in Provincia di Pavia Settore Sviluppo e Lavoro - Servizi alla Persona e all'impresa Servizi per l Impiego della Provincia di Pavia Il Mercato del Lavoro in Provincia di Pavia 2 trimestre 2015 Premessa Il report sul mercato

Dettagli

COMUNICATO STAMPA. 1 Nel 2009 si era registrato un forte calo dei contribuenti che dichiaravano un reddito da lavoro dipendente (-273 mila).

COMUNICATO STAMPA. 1 Nel 2009 si era registrato un forte calo dei contribuenti che dichiaravano un reddito da lavoro dipendente (-273 mila). COMUNICATO STAMPA Il Dipartimento delle Finanze pubblica le statistiche sulle dichiarazioni delle persone fisiche (IRPEF) relative all'anno d'imposta 2010, a sei mesi dal termine di presentazione (settembre

Dettagli

Tab. 1 La spesa finale per lo sport in Italia nel 2001 (valori in euro)

Tab. 1 La spesa finale per lo sport in Italia nel 2001 (valori in euro) Il quadro macroeconomico Il fatturato del sistema sportivo italiano può essere valutato nel 2001 in circa 31,6 miliardi di euro. Tale cifra rappresenta la somma di quanto è speso dalle famiglie italiane,

Dettagli

COOPERAZIONE AGROALIMENTARE ASSOCIATA «AVANZATA»: TREND 2014

COOPERAZIONE AGROALIMENTARE ASSOCIATA «AVANZATA»: TREND 2014 COOPERAZIONE AGROALIMENTARE ASSOCIATA «AVANZATA»: TREND 2014 a cura di: Bologna, INDICE 2 IL CAMPIONE DELLA «COOPERAZIONE AVANZATA» pag. 4 «COOPERAZIONE AVANZATA»: IL FATTURATO pag. 8 «COOPERAZIONE AVANZATA»:

Dettagli

Tratterò un argomento che riguarda, in questo momento particolare, il rapporto delle piccole e

Tratterò un argomento che riguarda, in questo momento particolare, il rapporto delle piccole e Parlamento della Padania Sarego, 4 febbraio 2012 On. Maurizio Fugatti Grazie, buongiorno a tutti. Tratterò un argomento che riguarda, in questo momento particolare, il rapporto delle piccole e medie imprese

Dettagli

i dossier IL GOVERNO GIOCA COI PENSIONATI: RESTITUISCA I SOLDI O VADA A CASA Editoriale per Il Giornale, 17 maggio 2015

i dossier IL GOVERNO GIOCA COI PENSIONATI: RESTITUISCA I SOLDI O VADA A CASA Editoriale per Il Giornale, 17 maggio 2015 1024 www.freefoundation.com www.freenewsonline.it i dossier IL GOVERNO GIOCA COI PENSIONATI: RESTITUISCA I SOLDI O VADA A CASA Editoriale per Il Giornale, 17 maggio 2015 17 maggio 2015 a cura di Renato

Dettagli

PART TIME. Part time. da 5 a 8 1 da 9 a 11 2 da 12 a 16 3 da 17 a 22 4 5, comunque non oltre il 20% del personale a tempo indeterminato assegnato

PART TIME. Part time. da 5 a 8 1 da 9 a 11 2 da 12 a 16 3 da 17 a 22 4 5, comunque non oltre il 20% del personale a tempo indeterminato assegnato PART TIME NOZIONI GENERALI 1 L avvio del contratto a part time avviene con la firma del nuovo contratto di lavoro presso la Direzione provinciale del Lavoro. Il part time può essere: a tempo determinato

Dettagli

IL MERCATO DELLE OPERE PUBBLICHE NELLE PROVINCE DI: MILANO, MONZA E BRIANZA E LODI

IL MERCATO DELLE OPERE PUBBLICHE NELLE PROVINCE DI: MILANO, MONZA E BRIANZA E LODI per IL MERCATO DELLE OPERE PUBBLICHE NELLE PROVINCE DI: MILANO, MONZA E BRIANZA E LODI ELEMENTI DI SINTESI INVESTIMENTI IN OPERE PUBBLICHE: 3,9 miliardi il valore degli investimenti in opere pubbliche

Dettagli

4. ANALISI DEL CONTESTO. 4.1 Analisi del Contesto Esterno. In sintesi

4. ANALISI DEL CONTESTO. 4.1 Analisi del Contesto Esterno. In sintesi 4. ANALISI DEL CONTESTO 4.1 Analisi del Contesto Esterno In sintesi Macro-ripartizione: Centro Superficie: 9.401,38 Km 2 Comuni: 236 Abitanti: 1.553.138 % di stranieri residenti: 9,0 Indice di vecchiaia

Dettagli

Gentilissimo dr. Carli,

Gentilissimo dr. Carli, 1) Mail inviata il giorno 6 marzo 2014 al dr. Guido Carli, Consigliere Federale FISI, con delega allo Sci di Fondo Gentilissimo dr. Carli, da questa mattina siamo in frenetica agitazione per la copiosa

Dettagli

L OSSERVATORIO. 3 Febbraio 2014 CATEGORIA: POLITICA LA CRISI CHE INFRANGE IL SOGNO EUROPEO

L OSSERVATORIO. 3 Febbraio 2014 CATEGORIA: POLITICA LA CRISI CHE INFRANGE IL SOGNO EUROPEO L OSSERVATORIO 3 Febbraio 2014 CATEGORIA: POLITICA LA CRISI CHE INFRANGE IL SOGNO EUROPEO LA CRISI CHE INFRANGE IL SOGNO EUROPEO 3 Febbraio 2014 E un Europa sospesa tra l essere minaccia e rappresentare

Dettagli

Comunicato stampa del 6 agosto 2015

Comunicato stampa del 6 agosto 2015 Comunicato stampa del 6 agosto 2015 Crisi dell edilizia in Sardegna: crollo degli investimenti pubblici e privati e rubinetti a secco per il credito le cause prevalenti La Sardegna è infatti una delle

Dettagli

l emendamento, l art.21 del Regolamento di Polizia mortuaria: il Comune fornisce gratuitamente la cassa di cui l art.20.1.1 e 1.5.1.

l emendamento, l art.21 del Regolamento di Polizia mortuaria: il Comune fornisce gratuitamente la cassa di cui l art.20.1.1 e 1.5.1. CONSIGLIO COMUNALE DEL 29.11.2012 Interventi dei Sigg. consiglieri Regolamento di polizia mortuaria. Modifiche ed integrazioni. Approvazione nuovo testo coordinato con le modifiche. Passiamo al sesto punto:

Dettagli

Aspetti epidemiologici nella regione del Veneto

Aspetti epidemiologici nella regione del Veneto Lavoratore Autonomo SANO SICURO INFORMATO Padova 23 novembre 2012 Aspetti epidemiologici nella regione del Veneto Roberto Agnesi Michela Veronese Lucia Calciano La crisi economica - PIL La crisi economica

Dettagli