MARTINO DONI I GIOCHI NON SONO FATTI. LA FILOSOFIA COME ESERCIZIO E COME IMPROVVISAZIONE

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "MARTINO DONI I GIOCHI NON SONO FATTI. LA FILOSOFIA COME ESERCIZIO E COME IMPROVVISAZIONE"

Transcript

1 MARTINO DONI I GIOCHI NON SONO FATTI. LA FILOSOFIA COME ESERCIZIO E COME IMPROVVISAZIONE Martino Doni Università Cattolica di Milano Conferenza tenuta martedì 21 gennaio RELAZIONE In questo incontro il Doni vorrebbe coordinare quanto scritto in due suoi libri, uno su Buber 1 ed uno sui giochi sociologici 2. Sono due libri molto diversi, ma entrambi rimandano ad una assonanza con energheia, intesa come ciò che diventa atto. Il filo comune tra i due libri è l intreccio tra esercizio ed improvvisazione. Il Doni dichiara di considerare l energheia non disgiungibile dalla filosofia, intesa come energia ma anche liturgia, cioè atto pubblico. Ritiene che il filosofo debba stare in piazza, in città, ad Atene e non rintanarsi nella Selva Nera, come Heidegger. Nella filosofia/energheia c è anche rituale, lo stare con la gente, la compromissione col senso comune. I giochi non sono fatti 3, la vita non è la roulette, qui si può sempre intervenire, ripensarci, correggere. André Neher 4, nel libro L esilio della parola 5, lo afferma: I giochi non sono fatti, nessun evento passato ha il potere di far scoccare ora la perusia, né Dio né l uomo hanno le chiavi del futuro. Per la teologia perusia sta per risoluzione definitiva di ogni cosa, e quindi fine del mondo. Buber afferma che nell esperienza dialogica non c è mai l ultima parola, la parola è perennemente penultima. Se c è filosofia i giochi non sono ancora fatti. Essere nello spirito europeo significa accettare la rimessa in gioco. A questo punto serve una premessa metodologica. Esercizio ed improvvisazione sono due invarianti funzionali. La definizione è stata proposta da Piaget che, partito studiando i molluschi, si è poi dedicato allo studio della psicologia con tali risultati da essere oggi considerato il fondatore della psicologia moderna. Il suo interesse per la psicologia nacque dall interesse per il suo bambino e per il modo di reagire/ragionare dei bambini. Il Piaget arrivò alla conclusione che, nelle diverse fasi del suo sviluppo, l uomo ragiona in modi diversi. Quindi il bambino non è un adulto incompleto che non ha ancora sviluppato il 1 Martin Buber e il problema del male M. Doni 2013 Marcelliana 2 Giochi sociologici. Conflitto, cultura, immagine Doni, Tomellari 2012 Cortina Raffaello 3 Con riferimento per negazione alla famosa frase del gioco della roulette les jeux sont faits, che indica il limite oltre cui nulla è più modificabile. 4 André Neher ( ), teologo e filosofo israeliano. 5 L esilio della parola. Dal silenzio biblico al silenzio di Auschwitz André Neher Medusa Pagina 1 di 6

2 ragionamento, ma è ad un altro stadio di sviluppo con un suo proprio modo di ragionare, pienamente dignitoso. Tra l altro il Piaget ritiene che lo sviluppo qualitativo dell uomo prosegua fino ai quattordici anni, dopo di ché l evoluzione si ferma ed i progressi riguardano solo la quantità di dati incamerati, esperienze maturate ecc. Qui il Doni inserisce l esempio della fede infantile in S.Lucia dispensatrice di doni: quando i bambini capiscono che i doni in realtà provengono dalla famiglia crolla un mondo. E non si può più tornare indietro. Fino ad un certo punto c è una santa cieca che, una notte all anno, arriva con l asinello a portare doni, poi all improvviso e violentemente la santa non c è più. Quando ho imparato a contare, o a leggere, qualcosa è cambiato, e non posso più tornare indietro, non posso più fingere di non sapere, non posso più ignorare l insulto scritto sul muro. In questa evoluzione ci sono delle invarianti funzionali: cambiano gli oggetti da apprendere, ma qualcosa rimane. Vediamo ad esempio lo schema del prendere. Il lattante che cerca di afferrare il ciondolo che pende davanti a lui, non sa ancora usare le manine, e quindi non riesce ad afferrare ma solo ad urtare il ciondolo che, urtato, oscilla. A questo punto il bambino, che non è riuscito ad afferrare, scopre però il dondolio, che gli piace, e torna a colpire, il suo mondo si è arricchito con una struttura cognitiva imprevista: il dondolio invece della presa. L assimilazione è il tentativo di inglobare, prendere. Il bambino tenta di assimilare, poi però non ci riesce e deve accomodarsi alla nuova struttura, prendere le giuste misure, ripetere e migliorare i colpi. Se accomodiamo male ne ricaviamo frustrazione. L alternanza di esercizio ed improvvisazione, come esemplificato sopra, è il modo europeo di fare filosofia. Se però esercizio ed improvvisazione vengono gestiti contemporaneamente la cosa si fa sospetta, si genera contrasto col principio di non contraddizione di Aristotele. Si può essere in fasi successive in sé e poi fuori di testa, ma non si può esserlo contemporaneamente. Tale alternanza connota, secondo Husserl, il modo europeo di fare filosofia. Vediamo più in dettaglio le due invarianti funzionali. ESERCIZIO, Il termine esercizio deriva dal Greco ascesis. Ignazio di Loiola proponeva esercizi spirituali proprio nel senso di ginnastica spirituale, di allenamento per plasmare la mente, come nel body building si fa allenamento per plasmare il corpo. Martin Buber indica gli stessi concetti con due termini in tedesco che, letteralmente, significano stare nella casa ed essere senza dimora. L allenamento concentra l attenzione su di sé, ha bisogno di un luogo protetto (palestra, pista, sicurezza di tipo domestico). Invece l estasi, la vertigine, la rottura sono momenti in cui la casa viene meno, momenti di deragliamento. Non vi è contrapposizione del tipo buono/cattivo, entrambe le modalità possono essere fruttuose ed entrambe sono a rischio di degenerazioni. L allenamento domestico è a rischio di bigottismo, chiusura, catechismo formale, degenerazione verso il sepolcro imbiancato. L improvvisazione sradicata può degenerare in follia, sfrenatezza, dipendenze varie. Pagina 2 di 6

3 Non solo la filosofia, ma anche la letteratura, l arte, i fumetti, ecc. si sviluppano nella tensione tra questi due poli. Si pensi allo stereotipo dei supereroi che vivono normalmente una vita anonima e dimessa, rispettosa delle convenzioni, ed ogni tanto si trasformano in fonti esagerate di energia. L archetipo dell esercizio si trova ne La Repubblica di Platone. Socrate immagina la comunità perfetta divisa in caste, con la casta dei guardiani al vertice della piramide sociale. I guardiani sono tali in quanto hanno raggiunto l equilibrio di corpo, anima ed emotività, e pertanto sono legittimati a controllare gli altri. Ovviamente questa visione cela profonde contraddizioni, ma in Platone è presentata bene. Tra i guardiani c è comunione di beni, i figli vengono sottratti alle madri per educarli ai legami del bene piuttosto che ai legami del sangue. Platone si dedica ad immaginare la società perfetta. Socrate era stato appena messo a morte, la società era in crisi, presentava invarianti funzionali non dissimili da quelle che caratterizzano le crisi attuali. Una delle cause della crisi era legata al cambiamento irreversibile dei mezzi di comunicazione, era nata la scrittura, la trasmissione del sapere non era più solo orale, quindi non era più faccia a faccia. I sofisti operavano per professionalizzare l insegnamento, i coreghi 6 per professionalizzare il teatro. Quello che prima era sacrificio alla polis ed agli dei diventava prestazione professionale remunerata. A teatro si inventano le repliche, ovviamente non connaturate col carattere originariamente sacro della tragedia. Qui/ora la tragedia diventa piece teatrale, nascono i testi, gli autori guadagnano fama, il pubblico da devoto diventa borghese. Platone se ne adonta, si ritira in una casetta che chiama Accademia, in cui entrano solo i cultori della geometria, e qui sperimenta la sua modalità di società perfetta. Più tardi tenterà l esperimento sociale anche a Siracusa, fidando nel tiranno Dionisio, e ne riceverà grande delusione. Fonda comunità per avere cavie e laboratori ove studiare il funzionamento delle comunità, anticipando quello che oggi fanno le università. L esercizio nasce così, come mezzo per mettere riparo ad una degenerazione generale. Una delle caratteristiche dell esercizio è l attenzione estrema nel cogliere i dettagli, aspetto che diventerà fondamentale con i Gesuiti (esame di coscienza, estetica del dettaglio). Qui il Doni legge un brano da un testo del 1871 dovuto alla penna di Hopkins 7, un gesuita. Il testo è una descrizione dettagliata e pittorica della vista di un cielo nuvoloso, con espressioni come cumuli vaganti in una sorta di violaceo pallore intrise di azzurro. Indica una fame di dettaglio che, se applicata all anima, può portare a lacerazioni ma anche a sublimità. Nell esercizio c è l ossessione tutta occidentale per l autoritratto perfetto, completo, spietato. Ma ad allenarsi ci si annoia. Come quando si studia la musica, la fase in cui ci si dedica alle scale è necessaria ma noiosa. Poi, eventualmente, dopo anni di solfeggi, viene il momento in cui si abbandona l esercizio e si innova, e qui viene il bello, la ricompensa per la diuturna dedizione laboriosa. 6 Il corego, nella Grecia antica, era colui che si occupava di finanziare l'allestimento degli spettacoli teatrali di un tragediografo in occasione delle feste liturgiche 7 Gerard Manley Hopkins ( ), poeta britannico, gesuita Pagina 3 di 6

4 Come con le slot machines, che ti succhiano energia e risorse riproponendoti all infinito un mondo di variazioni sempre uguali, poi magari ad un certo punto si presenta la combinazione vincente e ti si apre un mondo. IMPROVVISAZIONE Vediamo ora l altro archetipo, quello dell improvvisazione. Risaliamo a S. Paolo, assai lontano come figura dalla serenità e dall equilibrio di Platone. Paolo era considerato un pazzo dai greci, ed un empio dagli ebrei. Facciamo particolare riferimento alla Lettera ai Galati, breve, concisa, cattivissima. Paolo lo si immagina volentieri nell atto di correre, sempre indaffarato, sempre di fretta, con molte cose concrete a cui provvedere con senso pratico. Faceva il costruttore di tende per uso civile, ha percorso per affari tutto il mondo conosciuto. Avrebbe considerato peccato imperdonabile il perdere tempo a descrivere le nuvole. Leggendo la lettera vi si trova di tutto. Fondamentalmente non gli importano le questioni formali, non gli importa del velo delle donne, gli importa il messaggio di Cristo. Aveva fretta anche perché considerava imminente il giorno del giudizio, il momento del rendiconto in cui le differenze tra gli uomini saranno azzerate, si sente assediato, ha fretta, la sua avventura terrena è fatta di corse, di fretta, di slanci e di improvvisazione. Era uno studioso della legge, un uomo degli esercizi, quando improvvisamente cade da cavallo e la sua vita è rivoluzionata: un vero campione dell improvvisazione. I due archetipi sono in noi, il conosci te stesso è alle origini della società occidentale. Agostino e Cartesio, in nutrita compagnia, sono esempi di allenatori e descrittori del sé. Kant e Husserl, invece, esemplificano una classe di filosofi che, pur dotati di spaventose capacità di descrizione del sé, ad un certo punto proiettano tale capacità di analisi sul mondo esterno. Da loro nascono il metodo, la descrizione della civitas dei, il criticismo, la fenomenologia. Erano tutte persone con raffinatissime capacità di autoanalisi. Vi sono testimonianze che documentano il loro vivere quasi su una dimensione parallela, preoccupati in punto di morte di mettere a punto questioni teoriche. Il loro esercizio, partito dall attenzione al sé, si trasferisce poi nel mondo e vi edifica epocali strutture interpretative. Tali strutture poi, ogni tanto, presentano crepe, e ne nascono cose interessanti. Si tratta proprio di edifici, a volte nel senso letterale del termine, come per l accademia di Platone. Nella modernità tali edifici sono le strutture della nostra società: regole, educazione, inclusioni, repressione, sono tutte emanazioni dell esercizio. C è sotto la grande idea occidentale di rinchiudere le differenze in fortezze, catalogarle e capirle. Lo sviluppo odierno dell inclusione, ad esempio, si sta evolvendo nel senso di ammettere che ciascuno di noi avrebbe bisogno di una sua bildung 8 personalizzata. La questione è raffinata. L attuale deriva individualistica non nasce adesso ma ha radici nella nostra capacità sovrumana di osservare i dettagli. La nostra vita quotidiana è vista come una sequenza infinita di dettagli, tutti da tenere sotto controllo. Dove le maglie del controllo si stringono troppo ad un certo punto si arriva la struttura: finalmente la rivolta di Nietzsche dopo la ferrea categorizzazione onnicomprensiva di Hegel. 8 Bildung, progetto educativo Pagina 4 di 6

5 Numerosi ed importanti i momenti di infrazione: Paolo, Giordano Bruno, Nietzsche, Benjamin. Sono tutte persone che hanno proposto improvvisazioni a partire da esercizi su cui si erano allenate troppo. Rimbaud a 14 aveva già una conoscenza profondissima della letteratura francese, poi si ribella e si dedica alla demolizione. Da una parte ci sono grandi edificatori, dall altra personaggi bizzarri che prima si allenano tantissimo, poi si rivoltano e distruggono. Tra parentesi sono tutte persone predisposte ad una brutta fine: sul rogo, impazziti, giustiziati, fini spesso violente, e senza la serenità della fine, pur violenta, di Socrate. La nostra crisi abita sulla tensione tra queste due figure, è fondata nelle radici della nostra cultura, ci dice che tutto quello che abbiamo fatto e studiato non serve più, che dietro l angolo c è in arrivo un nuovo Giordano Bruno. Guardare dei ragazzini che usano lo smart phone ci dice che non siamo preparati per essere loro controllori, c è un altro esercizio che sta per travolgerci. Ignazio di Loiola è crocefisso tra esercizio ed improvvisazione, campione di controllo e di autocontrollo, ma capace di straordinari slanci di apertura. A questo punto il Doni legge delle pagine da Ignazio di Loiola, prese dalle istruzioni per chi somministra gli esercizi spirituali. Tutto è notato, gerarchizzato, procedurato. L esercizio non è solo tortura, ma anche straordinaria opportunità di innovazione. Per potere effettivamente innovare, infatti, devi essere prima marcito nella consuetudine. Il Doni propone ora l esempio di un partigiano che aveva scelto la resistenza come forma di connubio tra esercizio ed innovazione. La persona citata è un tale Contini, professore di filologia romanza all università di Friburgo, già partigiano. Costui, in contrasto con la posizione ufficiale dei partigiani militanti del PCI, che volevano la scelta resistenziale come fase del materialismo dialettico, sostenne invece che tale scelta fosse simile ad un atteggiamento di ascesi religiosa, o di innamoramento: la scelta di mettere la propria libertà a disposizione di una idea. I resistenti sono un gruppo che si isola, si da delle regole, costruisce la propria comunità perfetta. Erano omologhi ai guardiani platonici, come quelli lasciavano qualsiasi legame. Ma non si tratta solo di coltivare la propria perfezione, perché in questo caso dietro l angolo c è l autocompiacimento. E anche slancio, testimonianza, rottura. Cosa c entra la filosofia in questo? Se non c entrasse sarebbe inutile. La filosofia non è materia di studio né elemento di curriculum, è elemento naturale della vita come l aria e la terra. Cresce e si evolve, cambia argomenti e supporti, ma rimangono gli invarianti. Nei momenti di crisi cerchiamo di edificare cittadelle rifugio sempre più articolate nell attesa di un nuovo folle che ne incrini le mura e ci proponga di giocare ad un nuovo gioco. Pagina 5 di 6

6 1.2 DIBATTITO Intervento 1 L intervenuto ha avuto l impressione che l esercizio, se praticato con impegno, debba condurre necessariamente alla fase dell improvvisazione. Allora possiamo vedere l esercizio come preludio, intendere l esercizio come preparazione all improvvisazione? Commento Questa interpretazione consegue da una forzatura retorica del Doni stesso che per chiarezza ha enfatizzato la distinzione tra le due fasi. Se torniamo al Piaget esercizio ed improvvisazione sono complementari e coesistenti, uno non sta senza l altra. Qualsiasi pratica di esercizio, anche l abitudine della corsa mattutina, implica la possibilità della rottura. L esercizio c è perché sia poi rotto, a volte prematuramente, qualche rara volta la fase della rottura non arriva perché non ci rendiamo conto del rimbalzo tra esercizio e rottura. Intervento 2 Si può ipotizzare una distinzione anche caratteriale tra gli esercitanti, interpretabili dall intervenuto anche come uomini di analisi, e gli improvvisatori, in cui si potrebbero vedere coloro che hanno il talento della sintesi? Commento La domanda è interessante. Una possibilità di distinzione caratteriologica c è, ha senso pensare ai filosofi anche nella loro corporeità, uscendo dall appiattimento iconografico. Negli innovatori c è predisposizione al carattere intransigente. Chi intravede il nuovo ha fretta, si arrabbia perché gli altri non lo vedono, va facilmente su atteggiamenti connotati da fanatismo. Invece il conservatore è meticoloso, nevrotico, collezionista. Esagerando si possono vedere caratteristiche schizofreniche da una parte e ossessivo compulsive dall altra, comunque non si va al di là dell aneddotica, mentre passando alla diade analisi/sintesi si aprono potenziali di indagine di maggior profondità, se ne potrebbe ricavare un mezzo eloquente di sviluppo del pensiero. Secondo il Doni, però, analisi e sintesi sono più strutture categoriali, mentre esercizio ed improvvisazione sono più esistenziali. Le une più correlate al comprendere il mondo, le altre al viverci. Intervento 3 Il rapporto esercizio/improvvisazione sembra riportare la discussione a livello individuale, è estensibile a livello sociale? La filosofia da noi si studia attraverso la storia del pensiero, in Germania ed in Francia la si studia per grandi temi. Possiamo pensare al nostro approccio come esercizio ed al loro come improvvisazione? Commento Non bisogna pensare che gli altri siano necessariamente più bravi di noi. Lo studio della filosofia per temi va bene ad alto livello, ma prima una palestra dove allenarsi ci vuole, il manuale serve. Il Doni stesso si rallegra di avere seguito la facoltà di filosofia col vecchio ordinamento, dove ha imparato a studiare, anche grazie a utili mazzate. Oggi i giovani possono laurearsi anche senza certe letture da i più reputano fondamentali. Lo stato attuale è visto con occhio critico dai vecchi, per il punto di vista dei giovani bisognerebbe chiedere a loro. Tuttavia bisogna ricordare che in filosofia non c è una bibbia, un testo unico di riferimento, bisogna leggere tutto, e poi bisogna che si accenda la fiammella del dubbio. Non mancano le eccezioni. Wittgenstein è stato un grande filosofo, il suo retroterra culturale era matematico, in filosofia non aveva letto molto. Pagina 6 di 6

3) Heidegger: dall esistenza all ontologia

3) Heidegger: dall esistenza all ontologia 3) Heidegger: dall esistenza all ontologia Vita e opere Martin Heidegger (1889-1976) frequentò la facoltà di teologia dell Università di Friburgo. Nel 1919 divenne assistente e in seguito successore di

Dettagli

Commento al Vangelo. Domenica 1 giugno 2014 - Ascensione. fra Luca Minuto. Parrocchia Madonna di Loreto Chivasso

Commento al Vangelo. Domenica 1 giugno 2014 - Ascensione. fra Luca Minuto. Parrocchia Madonna di Loreto Chivasso Commento al Vangelo Domenica 1 giugno 2014 - Ascensione fra Luca Minuto Parrocchia Madonna di Loreto Chivasso Dal Vangelo secondo Matteo In quel tempo, gli undici discepoli andarono in Galilea, sul monte

Dettagli

IL DIALOGO NELL ARTE - L ARTE DEL DIALOGO

IL DIALOGO NELL ARTE - L ARTE DEL DIALOGO IL DIALOGO NELL ARTE - L ARTE DEL DIALOGO P. F. Fumagalli, 31.10.2104 Il Dialogo è una componente essenziale dell essere umano nel mondo, in qualsiasi cultura alla quale si voglia fare riferimento: si

Dettagli

O r a r e, e s s e r e a m i c i di c h i d a v v e r o c i a m a

O r a r e, e s s e r e a m i c i di c h i d a v v e r o c i a m a O r a r e, e s s e r e a m i c i di c h i d a v v e r o c i a m a Ci situiamo Probabilmente alla tua età inizi ad avere chiaro chi sono i tuoi amici, non sempre è facile da discernere. Però una volta chiaro,

Dettagli

" CI SON DUE COCCODRILLI... "

 CI SON DUE COCCODRILLI... PROGRAMMAZIONE ANNUALE DI RELIGIONE CATTOLICA ANNO SCOLASTICO 2014-2015 " CI SON DUE COCCODRILLI... " Le attività in ordine all'insegnamento della religione cattolica, per coloro che se ne avvalgono, offrono

Dettagli

Amare e far AMARE GESÙ. Borrelli. Truffelli. Approfondimento su Incontriamo Gesù. Orientamenti per l annuncio e la catechesi in Italia ANNA TERESA

Amare e far AMARE GESÙ. Borrelli. Truffelli. Approfondimento su Incontriamo Gesù. Orientamenti per l annuncio e la catechesi in Italia ANNA TERESA EDUCARE OGGI/9 A CURA DI ANNA TERESA Borrelli PREFAZIONE DI MATTEO Truffelli Amare e far AMARE GESÙ CONTRIBUTI DI: Marco Ghiazza Luca Marcelli Paolo e Rita Seghedoni Marcello Semeraro Lucio Soravito De

Dettagli

Stadio della socializzazione, identità e immaginazione (3-6 anni) Dott.ssa Maria Cristina Theis

Stadio della socializzazione, identità e immaginazione (3-6 anni) Dott.ssa Maria Cristina Theis Stadio della socializzazione, identità e immaginazione (3-6 anni) Dott.ssa Maria Cristina Theis Obiettivo dell incontro - Descrivere la fase evolutiva del bambino (fase 3-6 anni). - Attivare un confronto

Dettagli

7ª tappa È il Signore che apre i cuori

7ª tappa È il Signore che apre i cuori Centro Missionario Diocesano Como 7 incontro di formazione per commissioni, gruppi e associazioni missionarie 3 anno Aprile 2009 Paolo: la Parola di Dio non è incatenata 7ª tappa È il Signore che apre

Dettagli

Campo d esperienza: IL SE E L ALTRO

Campo d esperienza: IL SE E L ALTRO Campo d esperienza: IL SE E L ALTRO 1. Il bambino sviluppa il senso dell identità personale, è consapevole delle proprie esigenze e dei propri sentimenti, sa controllarli ed esprimerli in modo adeguato

Dettagli

IL SENSO DELLA CARITATIVA

IL SENSO DELLA CARITATIVA IL SENSO DELLA CARITATIVA SCOPO I Innanzitutto la natura nostra ci dà l'esigenza di interessarci degli altri. Quando c'è qualcosa di bello in noi, noi ci sentiamo spinti a comunicarlo agli altri. Quando

Dettagli

Romite Ambrosiane Monastero di S. Maria del Monte sopra Varese

Romite Ambrosiane Monastero di S. Maria del Monte sopra Varese Romite Ambrosiane Monastero di S. Maria del Monte sopra Varese Celebriamo Colui che tu, o Vergine, hai portato a Elisabetta Sulla Visitazione della beata vergine Maria Festa del Signore Appunti dell incontro

Dettagli

DAL LIBRO AL TEATRO Caduto dal basso

DAL LIBRO AL TEATRO Caduto dal basso DAL LIBRO AL TEATRO Caduto dal basso LIBERI PENSIERI PER LIBERI SENTIMENTI La riflessione circa In viaggio verso l incontro come ci è stato proposto, nasce attorno alla lettura del romanzo : C è nessuno?

Dettagli

El valor de ser padre y de ser madre -----

El valor de ser padre y de ser madre ----- El valor de ser padre y de ser madre ----- San Luis, 27 de Octubre 2012 Vengo da un continente dove esiste una vera crisi della paternità. La figura del padre non è molto precisa, la sua autorità naturale

Dettagli

CON MARIA PREPARIAMOCI AD ACCOGLIERE IL SIGNORE

CON MARIA PREPARIAMOCI AD ACCOGLIERE IL SIGNORE AzioneCattolicaItaliana ACR dell ArcidiocesidiBologna duegiornidispiritualitàinavvento CONMARIA PREPARIAMOCIADACCOGLIEREILSIGNORE Tutta l Azione Cattolica ha come tema dell anno l accoglienza. Anche la

Dettagli

CAMPO DI ESPERIENZA: IL SE E L ALTRO

CAMPO DI ESPERIENZA: IL SE E L ALTRO CAMPO DI ESPERIENZA: IL SE E L ALTRO I. Il bambino gioca in modo costruttivo e creativo con gli altri, sa argomentare, confrontarsi, sostenere le proprie ragioni con adulti e bambini. I I. Sviluppa il

Dettagli

LA RICERCA DI DIO. Il vero aspirante cerca la conoscenza diretta delle realtà spirituali

LA RICERCA DI DIO. Il vero aspirante cerca la conoscenza diretta delle realtà spirituali LA RICERCA DI DIO Gradi della fede in Dio La maggior parte delle persone non sospetta nemmeno la reale esistenza di Dio, e naturalmente non s interessa molto a Dio. Ce ne sono altre che, sotto l influsso

Dettagli

AZIONE CATTOLICA ADOLESCENTI ITINERARIO FORMATIVO SKYSCRAPER SECOND GUIDA PER L EDUCATORE

AZIONE CATTOLICA ADOLESCENTI ITINERARIO FORMATIVO SKYSCRAPER SECOND GUIDA PER L EDUCATORE AZIONE CATTOLICA ADOLESCENTI ITINERARIO FORMATIVO SKYSCRAPER SECOND GUIDA PER L EDUCATORE Presentazione La guida dell educatore vuole essere uno strumento agile per preparare gli incontri con i ragazzi.

Dettagli

2- Quando entrambi hanno una vita di coppia soddisfacente per cui si vive l amicizia in modo genuino e disinteressato

2- Quando entrambi hanno una vita di coppia soddisfacente per cui si vive l amicizia in modo genuino e disinteressato L amicizia tra uomo e donna. Questo tipo di relazione può esistere? Che rischi comporta?quali sono invece i lati positivi? L amicizia tra uomini e donne è possibile solo in età giovanile o anche dopo?

Dettagli

Il mondo in cui viviamo

Il mondo in cui viviamo Il mondo in cui viviamo Il modo in cui lo vediamo/ conosciamo Dalle esperienze alle idee Dalle idee alla comunicazione delle idee Quando sono curioso di una cosa, matematica o no, io le faccio delle domande.

Dettagli

rancore Vita libera, abbastanza libera, e quindi restituita, nostra unica occasione finalmente afferrata. Una vita libera dal rancore.

rancore Vita libera, abbastanza libera, e quindi restituita, nostra unica occasione finalmente afferrata. Una vita libera dal rancore. Commozione Si commuove il corpo. A sorpresa, prima che l opportunità, la ragionevolezza, la buona educazione, la paura, la fretta, il decoro, la dignità, l egoismo possano alzare il muro. Si commuove a

Dettagli

CHE COS E L EUTANASIA?

CHE COS E L EUTANASIA? CHE COS E L EUTANASIA? Che cosa si intende per eutanasia? Il termine eutanasia deriva dal greco: eu=buono, e thanatos=morte. Interpretato letteralmente quindi, esso significa: buona morte. Nel significato

Dettagli

Diocesi di Nicosia. Curia Vescovile Ufficio per l Evangelizzazione e la Catechesi

Diocesi di Nicosia. Curia Vescovile Ufficio per l Evangelizzazione e la Catechesi Diocesi di Nicosia Curia Vescovile Ufficio per l Evangelizzazione e la Catechesi Largo Duomo,10 94014 Nicosia (EN) cod. fisc.: 90000980863 tel./fax 0935/646040 e-mail: cancelleria@diocesinicosia.it Ai

Dettagli

La Carta di Montecatini

La Carta di Montecatini La Carta di Montecatini Le origini e le ragioni della Carta di Montecatini La Carta di Montecatini è il frutto del lavoro del secondo Campus che si è svolto nella città termale dal 27 al 29 ottobre 2005.

Dettagli

Mario Polito IARE: Press - ROMA

Mario Polito IARE: Press - ROMA Mario Polito info@mariopolito.it www.mariopolito.it IMPARARE A STUD IARE: LE TECNICHE DI STUDIO Come sottolineare, prendere appunti, creare schemi e mappe, archiviare Pubblicato dagli Editori Riuniti University

Dettagli

Parte Prima: DALL MASCHERA NEUTRA AL NASO ROSSO: L attore alla scoperta del proprio Clown. di Giovanni Fusetti

Parte Prima: DALL MASCHERA NEUTRA AL NASO ROSSO: L attore alla scoperta del proprio Clown. di Giovanni Fusetti Giovanni Fusetti racconta il ruolo del Clown nella sua pedagogia teatrale Articolo apparso sulla rivista del Piccolo Teatro Sperimentale della Versilia Parte Prima: DALL MASCHERA NEUTRA AL NASO ROSSO:

Dettagli

Intenzione dell autore - Riflessioni e problematiche suggerite dal libro

Intenzione dell autore - Riflessioni e problematiche suggerite dal libro Intenzione dell autore - Riflessioni e problematiche suggerite dal libro Il romanzo Tra donne sole è stato scritto da Pavese quindici mesi prima della sua morte, nel 1949. La protagonista, Clelia, è una

Dettagli

SETTE MOSSE PER LIBERARSI DALL ANSIA

SETTE MOSSE PER LIBERARSI DALL ANSIA LIBRO IN ASSAGGIO SETTE MOSSE PER LIBERARSI DALL ANSIA DI ROBERT L. LEAHY INTRODUZIONE Le sette regole delle persone molto inquiete Arrovellarvi in continuazione, pensando e ripensando al peggio, è la

Dettagli

John Dewey. Le fonti di una scienza dell educazione. educazione

John Dewey. Le fonti di una scienza dell educazione. educazione John Dewey Le fonti di una scienza dell educazione educazione 1929 L educazione come scienza indipendente Esiste una scienza dell educazione? Può esistere una scienza dell educazione? Ṫali questioni ineriscono

Dettagli

COSCIENZA COSMICA. FIRMAMENTO: Quant è grande un milione? 2012/13 novembre-dicembre 2012 Istituto Comprensivo Statale PETRITOLI

COSCIENZA COSMICA. FIRMAMENTO: Quant è grande un milione? 2012/13 novembre-dicembre 2012 Istituto Comprensivo Statale PETRITOLI COSCIENZA COSMICA FIRMAMENTO: Quant è grande un milione? Dati identificativi ANNO SCOLASTICO periodo SCUOLA DOCENTI COINVOLTI ORDINE SCUOLA DESTINATARI FORMATRICI 2012/13 novembre-dicembre 2012 Istituto

Dettagli

Regole per un buon Animatore

Regole per un buon Animatore Regole per un buon Animatore ORATORIO - GROSOTTO Libretto Animatori Oratorio - Grosotto Pag. 1 1. Convinzione personale: fare l animatore è una scelta di generoso servizio ai ragazzi per aiutarli a crescere.

Dettagli

DIOCESI DI TORTONA Ufficio Catechistico. L avventora!!! Sussidio per l accompagnamento di bambini e ragazzi nel tempo d Avvento.

DIOCESI DI TORTONA Ufficio Catechistico. L avventora!!! Sussidio per l accompagnamento di bambini e ragazzi nel tempo d Avvento. DIOCESI DI TORTONA Ufficio Catechistico L avventora!!! Sussidio per l accompagnamento di bambini e ragazzi nel tempo d Avvento Anno 2014 (B) E nato per tutti; è nato per avvolgere il mondo in un abbraccio

Dettagli

5ª tappa L annuncio ai Giudei

5ª tappa L annuncio ai Giudei Centro Missionario Diocesano Como 5 incontro di formazione per commissioni, gruppi e associazioni missionarie 3 anno Febbraio 09 Paolo: la Parola di Dio non è incatenata 5ª tappa L annuncio ai Giudei Pagina

Dettagli

Il ciclo di Arcabas LUNGO LA STRADA

Il ciclo di Arcabas LUNGO LA STRADA Il ciclo di Arcabas Arcabas è lo pseudonimo dell artista francese Jean Marie Pirot, nato nel 1926. Nella chiesa della Risurrezione a Torre de Roveri (BG) negli anni 1993-1994 ha realizzato un ciclo di

Dettagli

RITIRO PER TUTTI NATALE DEL SIGNORE LA CONVERSIONE ALLA GIOIA. Maria, Giuseppe, i pastori, i magi e...gli angeli

RITIRO PER TUTTI NATALE DEL SIGNORE LA CONVERSIONE ALLA GIOIA. Maria, Giuseppe, i pastori, i magi e...gli angeli RITIRO PER TUTTI NATALE DEL SIGNORE LA CONVERSIONE ALLA GIOIA Maria, Giuseppe, i pastori, i magi e...gli angeli Siamo abituati a pensare al Natale come una festa statica, di pace, tranquillità, davanti

Dettagli

J. Delors NELL EDUCAZIONE UN TESORO. Rapporto all UNESCO della Commissione Internazionale sull Educazione per il XXI secolo

J. Delors NELL EDUCAZIONE UN TESORO. Rapporto all UNESCO della Commissione Internazionale sull Educazione per il XXI secolo J. Delors NELL EDUCAZIONE UN TESORO Rapporto all UNESCO della Commissione Internazionale sull Educazione per il XXI secolo L utopia dell educazione L educazione è un mezzo prezioso e indispensabile che

Dettagli

Supervisori che imparano dagli studenti

Supervisori che imparano dagli studenti Supervisori che imparano dagli studenti di Angela Rosignoli Questa relazione tratta il tema della supervisione, la supervisione offerta dagli assistenti sociali agli studenti che frequentano i corsi di

Dettagli

VOLUME 2 CAPITOLO 2 MODULO D LE VENTI REGIONI ITALIANE. Alla fine del capitolo scrivi il significato di queste parole nuove: ... ... ... ... ... ...

VOLUME 2 CAPITOLO 2 MODULO D LE VENTI REGIONI ITALIANE. Alla fine del capitolo scrivi il significato di queste parole nuove: ... ... ... ... ... ... LA CITTÀ VOLUME 2 CAPITOLO 2 MODULO D LE VENTI REGIONI ITALIANE 1. Parole per capire Alla fine del capitolo scrivi il significato di queste parole nuove: città... città industriale... pianta della città...

Dettagli

VADANO PER IL MONDO ANNUNZIANDO I VIZI E LE VIRTÙ CON BREVITÀ DI DISCORSO

VADANO PER IL MONDO ANNUNZIANDO I VIZI E LE VIRTÙ CON BREVITÀ DI DISCORSO VADANO PER IL MONDO ANNUNZIANDO I VIZI E LE VIRTÙ CON BREVITÀ DI DISCORSO I frati non predichino nella diocesi di alcun vescovo qualora dallo stesso vescovo sia stato loro proibito. E nessun frate osi

Dettagli

La mobilità sociale tra Stato e mercato

La mobilità sociale tra Stato e mercato La mobilità sociale tra Stato e mercato di Carlo Lottieri, Università di Siena Nella cultura contemporanea si tende a guardare alla mobilità sociale intesa quale possibilità di ascendere da una posizione

Dettagli

Civilewww.edurisk.it. Care bambine, cari bambini,

Civilewww.edurisk.it. Care bambine, cari bambini, Cari bambini, Civile questo libretto che vi viene oggi proposto vi aiuterà a conoscere i rischi e ad imparare come difendervi, in particolare dai rischi legati al terremoto. Questo come tutti sapete è

Dettagli

VENDI QUELLO CHE HAI E SEGUIMI. Commento al Vangelo di p. Alberto Maggi OSM

VENDI QUELLO CHE HAI E SEGUIMI. Commento al Vangelo di p. Alberto Maggi OSM XXVIII TEMPO ORDINARIO 11 ottobre 2009 VENDI QUELLO CHE HAI E SEGUIMI Commento al Vangelo di p. Alberto Maggi OSM Mc 10, 17-30 [In quel tempo], mentre Gesù andava per la strada, un tale gli corse incontro

Dettagli

Sac. Don Giuseppe Pignataro. L oratorio: centro del suo cuore

Sac. Don Giuseppe Pignataro. L oratorio: centro del suo cuore Sac. Don Giuseppe Pignataro L oratorio: centro del suo cuore L'anima del suo apostolato di sacerdote fu l'oratorio: soprattutto negli anni di Resina, a Villa Favorita per circa un decennio, dal 1957 al

Dettagli

ACCENDI UNA LUCE IN FAMIGLIA Preghiera nella comunità domestica in comunione con Papa Francesco

ACCENDI UNA LUCE IN FAMIGLIA Preghiera nella comunità domestica in comunione con Papa Francesco ACCENDI UNA LUCE IN FAMIGLIA Preghiera nella comunità domestica in comunione con Papa Francesco Sul far della sera la famiglia si riunisce in casa per la preghiera. Ove fosse possibile si suggerisce di

Dettagli

*** L ora è riservata per comunicazioni e riunioni (Collegio Studenti, Commissioni )

*** L ora è riservata per comunicazioni e riunioni (Collegio Studenti, Commissioni ) ORARIO LEZIONI 2 semestre - Anno accademico 2014/2015 2 semestre 1 ANNO GIORNI ORE LUNEDÌ Teologia morale fondamentale Teologia morale fondamentale Psicologia dello sviluppo I Psicologia dello sviluppo

Dettagli

MA Lingua e Letteratura Italiane 90 crediti Programma di studi Approfonditi: prima materia

MA Lingua e Letteratura Italiane 90 crediti Programma di studi Approfonditi: prima materia Master of Arts MA Lingua e Letteratura Italiane 90 crediti Programma di studi Approfonditi: prima materia 1. Descrizione generale del programma Il conseguimento del titolo di «Master of Arts in Lingue

Dettagli

CAMPO DI ESPERIENZA IL SE E L ALTRO SCUOLA DELL INFANZIA ANNI 3

CAMPO DI ESPERIENZA IL SE E L ALTRO SCUOLA DELL INFANZIA ANNI 3 IL SE E L ALTRO ANNI 3 Si separa facilmente dalla famiglia. Vive serenamente tutti i momenti della giornata scolastica. E autonomo. Stabilisce una relazione con gli adulti e i compagni. Conosce il nome

Dettagli

GIUGNO 2009 A TUTT OGGI Consorzio Regionale Parco Valle Lambro, Via Vittorio Veneto, 19 20050 TRIUGGIO

GIUGNO 2009 A TUTT OGGI Consorzio Regionale Parco Valle Lambro, Via Vittorio Veneto, 19 20050 TRIUGGIO F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E INFORMAZIONI PERSONALI Nome Indirizzo Nazionalità 23, VIA GIOVANNI PAOLO II, 23861, CESANA BRIANZA, LC ITALIANA Data di nascita 09/02/1979

Dettagli

Ci relazioniamo dunque siamo

Ci relazioniamo dunque siamo 7_CECCHI.N 17-03-2008 10:12 Pagina 57 CONNESSIONI Ci relazioniamo dunque siamo Curiosità e trappole dell osservatore... siete voi gli insegnanti, mi insegnate voi, come fate in questa catastrofe, con il

Dettagli

Nessuno ha mai visto Dio; l'unigenito Dio, che è nel seno del Padre, è quello che l'ha fatto conoscere (NR, 1994).

Nessuno ha mai visto Dio; l'unigenito Dio, che è nel seno del Padre, è quello che l'ha fatto conoscere (NR, 1994). Giovanni 1:18 Nessuno ha mai visto Dio; l'unigenito Dio, che è nel seno del Padre, è quello che l'ha fatto conoscere (NR, 1994). (1) Introduzione (2) Esegesi e analisi testo (3) Contributi di vari studiosi

Dettagli

PERCHÉ IL MONDO SIA SALVATO PER MEZZO DI LUI

PERCHÉ IL MONDO SIA SALVATO PER MEZZO DI LUI PERCHÉ IL MONDO SIA SALVATO PER MEZZO DI LUI (Gv 3, 17b) Ufficio Liturgico Diocesano proposta di Celebrazione Penitenziale comunitaria nel tempo della Quaresima 12 1 2 11 nella lode perenne del tuo nome

Dettagli

Scuola primaria: obiettivi al termine della classe 5

Scuola primaria: obiettivi al termine della classe 5 Competenza: partecipare e interagire con gli altri in diverse situazioni comunicative Scuola Infanzia : 3 anni Obiettivi di *Esprime e comunica agli altri emozioni, sentimenti, pensieri attraverso il linguaggio

Dettagli

Guai a me se non predicassi il Vangelo

Guai a me se non predicassi il Vangelo Guai a me se non predicassi il Vangelo (1 Cor 9,16) Io dunque corro 1 Cor 9,26 La missione del catechista come passione per il Vangelo Viaggio Esperienza L esperienza di Paolo è stata accompagnata da un

Dettagli

MA Lingua e Letteratura Italiane 120 crediti Programma di studi Avanzati: materia unica

MA Lingua e Letteratura Italiane 120 crediti Programma di studi Avanzati: materia unica Master of Arts MA Lingua e Letteratura Italiane 120 crediti Programma di studi Avanzati: materia unica 1. Descrizione generale del programma Il conseguimento del titolo di «Master of Arts in Lingue e Letterature:

Dettagli

I CHE COS È L ESEGESI?

I CHE COS È L ESEGESI? I CHE COS È L ESEGESI? Esegesi è una parola di origine greca (greco: exégesis) usata da Tucidide nel senso di «racconto, esposizione», da Polibio nel senso di «spiegazione, commento», da Platone nel senso

Dettagli

DISCORSO DEL SANTO PADRE FRANCESCO AI PARTECIPANTI AL CONGRESSO INTERNAZIONALE SULLA CATECHESI. Aula Paolo VI Venerdì, 27 settembre 2013

DISCORSO DEL SANTO PADRE FRANCESCO AI PARTECIPANTI AL CONGRESSO INTERNAZIONALE SULLA CATECHESI. Aula Paolo VI Venerdì, 27 settembre 2013 DISCORSO DEL SANTO PADRE FRANCESCO AI PARTECIPANTI AL CONGRESSO INTERNAZIONALE SULLA CATECHESI Aula Paolo VI Venerdì, 27 settembre 2013 Cari catechisti, buonasera! Mi piace che nell Anno della fede ci

Dettagli

MODULO 3 LEZIONE 23 FORMAZIONE DEL MOVIMENTO (SECONDA PARTE)

MODULO 3 LEZIONE 23 FORMAZIONE DEL MOVIMENTO (SECONDA PARTE) MODULO 3 LEZIONE 23 FORMAZIONE DEL MOVIMENTO (SECONDA PARTE) Contenuti Michelene Chi Livello ottimale di sviluppo L. S. Vygotskij Jerome Bruner Human Information Processing Teorie della Mente Contrapposizione

Dettagli

10 passi. verso la salute mentale.

10 passi. verso la salute mentale. 10 passi verso la salute mentale. «La salute mentale riguarda tutti» La maggior parte dei grigionesi sa che il movimento quotidiano e un alimentazione sana favoriscono la salute fisica e che buone condizioni

Dettagli

IDEE DI RESISTENZA. Il progetto, nato per ricordare il 70 anno dalla Liberazione, parte da due considerazioni propedeutiche:

IDEE DI RESISTENZA. Il progetto, nato per ricordare il 70 anno dalla Liberazione, parte da due considerazioni propedeutiche: PREMESSA Insignita della Medaglia d Argento al Valor Militare della Resistenza, Pistoia, al pari di altre città toscane, è stata teatro di avvenimenti tragici, la maggior parte dei quali intercorsi tra

Dettagli

(da I Malavoglia, cap. XV)

(da I Malavoglia, cap. XV) 4. GIOVANNI VERGA (ANALISI DEL TESTO) L addio di Ntoni Una sera, tardi, il cane si mise ad abbaiare dietro l uscio del cortile, e lo stesso Alessi, che andò ad aprire, non riconobbe Ntoni il quale tornava

Dettagli

Alcolismo: anche la famiglia e gli amici sono coinvolti

Alcolismo: anche la famiglia e gli amici sono coinvolti Alcolismo: anche la famiglia e gli amici sono coinvolti Informazioni e consigli per chi vive accanto ad una persona con problemi di alcol L alcolismo è una malattia che colpisce anche il contesto famigliare

Dettagli

L educazione non formale e l apprendimento interculturale. Info days

L educazione non formale e l apprendimento interculturale. Info days L educazione non formale e l apprendimento interculturale Info days Roma, 16 novembre 2009 Una donna portò suo figlio a vedere Gandhi, il quale le chiese il motivo della sua presenza. Vorrei che mio figlio

Dettagli

Gli ebrei nel medioevo. L istituzione di uno dei primi capri espiatori della Storia

Gli ebrei nel medioevo. L istituzione di uno dei primi capri espiatori della Storia Gli ebrei nel medioevo L istituzione di uno dei primi capri espiatori della Storia I rapporti tra ebrei e cristiani Gli ebrei entrarono nel turbine della storia, dopo la dissoluzione del loro stato, con

Dettagli

Corona Biblica. per chiedere a Dio, per intercessione di Maria santissima, il dono della maternità e della paternità

Corona Biblica. per chiedere a Dio, per intercessione di Maria santissima, il dono della maternità e della paternità Corona Biblica per chiedere a Dio, per intercessione di Maria santissima, il dono della maternità e della paternità Imprimatur S. E. Mons. Angelo Mascheroni, Ordinario Diocesano Curia Archiepiscopalis

Dettagli

PSICOLOGIA DELLO SVILUPPO E DELL EDUCAZIONE SVILUPPO MORALE E SESSUALE. Docente: S. De Stasio

PSICOLOGIA DELLO SVILUPPO E DELL EDUCAZIONE SVILUPPO MORALE E SESSUALE. Docente: S. De Stasio PSICOLOGIA DELLO SVILUPPO E DELL EDUCAZIONE SVILUPPO MORALE E SESSUALE Docente: S. De Stasio Diverse dimensioni delle norme morali L acquisizione di una norma morale è un processo che contiene diverse

Dettagli

ALOIS RIEGL (1858-1905)

ALOIS RIEGL (1858-1905) ALOIS RIEGL (1858-1903 DER MODERNE DENKMALKULTUS : IL CULTO MODERNO DEI MONUMENTI ANTICHI... NEGLI ULTIMI ANNI SI E VERIFICATO UN PROFONDO CAMBIAMENTO NELLE NOSTRE CONCEZIONI SULLA NATURA E LE ESIGENZE

Dettagli

1 - Sulla preghiera apostolica

1 - Sulla preghiera apostolica 1 - Sulla preghiera apostolica Nel nome del Padre e del Figlio e dello Spirito Santo. Do una piccola istruzione di metodo sulla preghiera apostolica. Adesso faccio qualche premessa sulla preghiera apostolica,

Dettagli

LA NATURA UMANA? NON ESISTE: E L UOMO CHE DEVE INVENTARLA. IL MONDO E AL DI FUORI DELLA COSCIENZA? UNA DOMANDA SENZA SENSO.

LA NATURA UMANA? NON ESISTE: E L UOMO CHE DEVE INVENTARLA. IL MONDO E AL DI FUORI DELLA COSCIENZA? UNA DOMANDA SENZA SENSO. LA NATURA UMANA? NON ESISTE: E L UOMO CHE DEVE INVENTARLA. IL MONDO E AL DI FUORI DELLA COSCIENZA? UNA DOMANDA SENZA SENSO. Introduzione a Martin Heidegger 1 Heidegger è sulla stessa lunghezza d'onda della

Dettagli

Che cos è un emozione?

Che cos è un emozione? Che cos è un emozione? Definizione Emozione: Stato psichico affettivo e momentaneo che consiste nella reazione opposta all organismo a percezioni o rappresentazioni che ne turbano l equilibrio (Devoto

Dettagli

IL TUO CORPO NON E STUPIDO! Nonostante se ne parli ancora oggi, il concetto di postura corretta e dello stare dritti è ormai superato.!!

IL TUO CORPO NON E STUPIDO! Nonostante se ne parli ancora oggi, il concetto di postura corretta e dello stare dritti è ormai superato.!! IL TUO CORPO NON E STUPIDO Avrai sicuramente sentito parlare di postura corretta e magari spesso ti sei sentito dire di stare più dritto con la schiena o di non tenere le spalle chiuse. Nonostante se ne

Dettagli

La Buona Novella: Dio ha mandato il suo Figlio

La Buona Novella: Dio ha mandato il suo Figlio CREDO IN GESÙ CRISTO, IL FIGLIO UNIGENITO DI DIO La Buona Novella: Dio ha mandato il suo Figlio Incominciamo a sfogliare il Catechismo della Chiesa Cattolica. Ce ne sono tante edizioni. Tra le mani abbiamo

Dettagli

Esempi di Affermazioni incentrate sulla Verità da usare con Il Codice della Guarigione

Esempi di Affermazioni incentrate sulla Verità da usare con Il Codice della Guarigione Esempi di Affermazioni incentrate sulla Verità da usare con Il Codice della Guarigione Affermazioni incentrate sulla Verità per le dodici categorie del Codice di Guarigione Troverete qui di seguito una

Dettagli

SCELTI FIN DAL GREMBO DELLA MADRE

SCELTI FIN DAL GREMBO DELLA MADRE Assemblea Nazionale Missio Giovani Roma, 10 aprile 2011 SCELTI FIN DAL GREMBO DELLA MADRE 1. STORIE DI UOMINI L immagine da cui partiamo è esplicitamente riferita all esperienza di Paolo: 15 Ma quando

Dettagli

Le classi 4^A e B di Scarperia hanno richiesto e partecipato al PROGETTO CLOWN. L esperienza, che è stata ritenuta molto positiva dalle insegnanti,

Le classi 4^A e B di Scarperia hanno richiesto e partecipato al PROGETTO CLOWN. L esperienza, che è stata ritenuta molto positiva dalle insegnanti, Le classi 4^A e B di Scarperia hanno richiesto e partecipato al PROGETTO CLOWN. L esperienza, che è stata ritenuta molto positiva dalle insegnanti, si è conclusa con una lezione aperta per i genitori.

Dettagli

CAMPO DI ESPERIENZA: IL SE E L ALTRO

CAMPO DI ESPERIENZA: IL SE E L ALTRO CAMPO DI ESPERIENZA: IL SE E L ALTRO I. Il bambino gioca in modo costruttivo e creativo con gli altri, sa argomentare, confrontarsi, sostenere le proprie ragioni con adulti e bambini. I I. Sviluppa il

Dettagli

Si cura a scuola? Per una cura del processo educativo

Si cura a scuola? Per una cura del processo educativo Si cura a scuola? Per una cura del processo educativo Dal PEI al Progetto di Vita L ovvietà delle sigle, la routine delle pratiche Il potere delle procedure di progettazione individualizzata Porsi domande

Dettagli

Adorazione Eucaristica. Dio ci ama

Adorazione Eucaristica. Dio ci ama Adorazione Eucaristica a cura di Don Luigi Marino Guida: C è un esperienza che rivela il potere unificante e trasformante dell amore, ed è l innamoramento, descritto in modo splendido nel Cantico dei Cantici.

Dettagli

Progetto Baseball per tutti Crescere insieme in modo sano

Progetto Baseball per tutti Crescere insieme in modo sano Progetto Baseball per tutti Crescere insieme in modo sano Il baseball, uno sport. Il baseball, uno sport di squadra. Il baseball, uno sport che non ha età. Il baseball, molto di più di uno sport, un MODO

Dettagli

Essere e Tempo. Quaderno Filosofi & Classici SWIF Sito Web Italiano per la Filosofia www.swif.it. a cura di R. Terzi. r_terzi@hotmail.

Essere e Tempo. Quaderno Filosofi & Classici SWIF Sito Web Italiano per la Filosofia www.swif.it. a cura di R. Terzi. r_terzi@hotmail. Essere e Tempo a cura di R. Terzi r_terzi@hotmail.com SWIF Sito Web Italiano per la Filosofia www.swif.it Introduzione Essere e tempo (Sein und Zeit) di Martin Heidegger costituisce uno dei testi più importanti

Dettagli

domenica 24 febbraio 13 Farra, 24 febbraio 2013

domenica 24 febbraio 13 Farra, 24 febbraio 2013 Farra, 24 febbraio 2013 informare su quelle che sono le reazioni più tipiche dei bambini alla morte di una persona cara dare alcune indicazioni pratiche suggerire alcuni percorsi Quali sono le reazioni

Dettagli

Progetto Educazione al Benessere. Per star bene con sé e con gli altri. Progetto di Circolo

Progetto Educazione al Benessere. Per star bene con sé e con gli altri. Progetto di Circolo DIREZIONE DIDATTICA 3 Circolo di Carpi Progetto Educazione al Benessere Per star bene con sé e con gli altri Progetto di Circolo Anno scolastico 2004/2005 Per star bene con sé e con gli altri Premessa

Dettagli

A tu per tu con il Mister del Pavia Massimo Morgia: l allenamento di rifinitura del sabato pomeriggio.

A tu per tu con il Mister del Pavia Massimo Morgia: l allenamento di rifinitura del sabato pomeriggio. articolo N.40 MARZO 2007 RIVISTA ELETTRONICA DELLA CASA EDITRICE WWW.ALLENATORE.NET REG. TRIBUNALE DI LUCCA N 785 DEL 15/07/03 DIRETTORE RESPONSABILE: FERRARI FABRIZIO COORDINATORE TECNICO: LUCCHESI MASSIMO

Dettagli

TEORIA DEL SÉ E CICLO DEL CONTATTO

TEORIA DEL SÉ E CICLO DEL CONTATTO TEORIA DEL SÉ E CICLO DEL CONTATTO di Sergio Mazzei Direttore dell Istituto Gestalt e Body Work TEORIA DEL SÉ Per organismo nella psicoterapia della Gestalt si intende l individuo che è in relazione con

Dettagli

Rapporto dai Questionari Studenti Insegnanti - Genitori. per la Primaria ISTITUTO COMPRENSIVO IST.COMPR. BATTIPAGLIA "GATTO" SAIC83800T

Rapporto dai Questionari Studenti Insegnanti - Genitori. per la Primaria ISTITUTO COMPRENSIVO IST.COMPR. BATTIPAGLIA GATTO SAIC83800T Rapporto dai Questionari Studenti Insegnanti - Genitori per la ISTITUTO COMPRENSIVO IST.COMPR. BATTIPAGLIA "GATTO" SAIC83800T Progetto VALES a.s. 2012/13 Rapporto Questionari Studenti Insegnanti Genitori

Dettagli

C.5 PER UNA RIFLESSIONE TEOLOGICA SUL LAVORO

C.5 PER UNA RIFLESSIONE TEOLOGICA SUL LAVORO C.5 PER UNA RIFLESSIONE TEOLOGICA SUL LAVORO 1.La nuova creazione come struttura teologica 2.L approccio pneumatologico 3. L alienazione del lavoro in prospettiva teologica 4. La spiritualità del lavoro

Dettagli

IL LUNEDÌ SCOMPARSO. Dai 5 anni

IL LUNEDÌ SCOMPARSO. Dai 5 anni PIANO DI L ETTURA IL LUNEDÌ SCOMPARSO Silvia Roncaglia Dai 5 anni Illustrazioni di Simone Frasca Serie Arcobaleno n 5 Pagine: 34 (+ 5 di giochi) Codice: 978-88-384-7624-1 Anno di pubblicazione: 2006 L

Dettagli

DISCERNIMENTO NEL MEDIOEVO

DISCERNIMENTO NEL MEDIOEVO DISCERNIMENTO NEL MEDIOEVO San Bernardo (1090-1153) Jean Gerson (1363-1429) S. Bernardo (1090-1153) Bernardo ha formato la sua saggezza basandosi principalmente sulla Bibbia e alla scuola della Liturgia.

Dettagli

IL BAMBINO TRA i 3 e i 6 ANNI

IL BAMBINO TRA i 3 e i 6 ANNI IL BAMBINO TRA i 3 e i 6 ANNI Ottobre 2012. CONOSCERE lo SVILUPPO TIPICO Per effettuare una programmazione didattica che - stimoli l acquisizione delle competenze tipiche delle varie età - fornisca i prerequisiti

Dettagli

Tredici fotografi per un itinerario pasoliniano (e altre storie) a cura di Italo Zannier. Savignano SI FEST 2014. di Marcello Tosi

Tredici fotografi per un itinerario pasoliniano (e altre storie) a cura di Italo Zannier. Savignano SI FEST 2014. di Marcello Tosi Tredici fotografi per un itinerario pasoliniano (e altre storie) Savignano SI FEST 2014 a cura di Italo Zannier di Io sono una forza della natura.. Io sono una forza del Passato. Solo nella tradizione

Dettagli

UNA CONFESSIONE E LA PISTA SEGUITA

UNA CONFESSIONE E LA PISTA SEGUITA UNA CONFESSIONE E LA PISTA SEGUITA Confesso tutta la mia difficoltà a presentarvi questo brano che ho pregato tante volte. La paura è quella di essere troppo scontata oppure di dare troppe cose per sapute.

Dettagli

12 ATTIVARE LE RISORSE DEL GRUPPO CLASSE. Figura 1 OTTO STRATEGIE PER VALORIZZARE IL GRUPPO CLASSE COME RISORSA EDUCATIVA E DIDATTICA

12 ATTIVARE LE RISORSE DEL GRUPPO CLASSE. Figura 1 OTTO STRATEGIE PER VALORIZZARE IL GRUPPO CLASSE COME RISORSA EDUCATIVA E DIDATTICA 12 ATTIVARE LE RISORSE DEL GRUPPO CLASSE Figura 1 OTTO STRATEGIE PER VALORIZZARE IL GRUPPO CLASSE COME RISORSA EDUCATIVA E DIDATTICA LE CARATTERISTICHE PEDAGOGICHE DEL GRUPPO CLASSE 13 1 Le caratteristiche

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PADOVA FORUM PER LE POLITICHE E GLI STUDI DI GENERE

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PADOVA FORUM PER LE POLITICHE E GLI STUDI DI GENERE UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PADOVA FORUM Tra differenza e identità. Percorso di formazione sulla storia e la cultura delle donne Costituito con Decreto del Rettore il 22 gennaio 2003, «al fine di avviare

Dettagli

Un allegro pomeriggio con Giulio Coniglio

Un allegro pomeriggio con Giulio Coniglio Scuola aperta 2015 Un allegro pomeriggio con Giulio Coniglio alla scoperta dell Asilo di Follina... l Asilo di Follina: LINEE PEDAGOGICO EDUCATIVE IL PROGETTO EDUCATIVO DIDATTICO. Il curricolo della scuola

Dettagli

pensiero incentrato sui «fondamenti spirituali della vita contemporanea», e cioè su quella «sostanza europea» che è al centro della riflessione dell

pensiero incentrato sui «fondamenti spirituali della vita contemporanea», e cioè su quella «sostanza europea» che è al centro della riflessione dell Jan Patočka, Cristianesimo e mondo naturale e altri saggi, introduzione e traduzione di Riccardo Paparusso, postfazione di Giancarlo Baffo, Roma, Lithos, 2011, pp. 172 di Caterina Di Fazio Il volume curato

Dettagli

Luigino Bruni Milano-Bicocca e Sophia (Firenze) Per crescere un bambino ci vuole l intero villaggio.

Luigino Bruni Milano-Bicocca e Sophia (Firenze) Per crescere un bambino ci vuole l intero villaggio. Luigino Bruni Milano-Bicocca e Sophia (Firenze) Per crescere un bambino ci vuole l intero villaggio. Per crescere un bambino ci vuole l intero villaggio, recita un noto proverbio africano. Perché la famiglia

Dettagli

IL CONCETTO DI GOVERNO

IL CONCETTO DI GOVERNO IL CONCETTO DI GOVERNO La maggior parte degli italiani tende ad eguagliare la parola governo con le istituzioni pubbliche o con le persone impiegate dallo Stato, oppure ad associarla a concetti politici.

Dettagli

Martin Heidegger Martin Heidegger (1889-1976) Dal Neokantismo all'ontologia comprendere L Esser-ci come progetto gettato

Martin Heidegger Martin Heidegger (1889-1976) Dal Neokantismo all'ontologia comprendere L Esser-ci come progetto gettato Martin Heidegger Nella celebre Lettera sull'umanismo del 1947 Heidegger in polemica con Sartre nega la propria appartenenza all'esistenzialismo. rivoluzione interpretativa: da filosofo dell'esistenza a

Dettagli

Oleggio, 25/12/2009. Natività- Dipinto del Ghirlandaio

Oleggio, 25/12/2009. Natività- Dipinto del Ghirlandaio 1 Oleggio, 25/12/2009 NATALE DEL SIGNORE Letture: Isaia 9, 1-6 Salmo 96 Tito 2, 11-14 Vangelo: Luca 2, 1-14 Cantori dell Amore Natività- Dipinto del Ghirlandaio Ci mettiamo alla Presenza del Signore, in

Dettagli

L infinito nell aritmetica. Edward Nelson Dipartimento di matematica Università di Princeton

L infinito nell aritmetica. Edward Nelson Dipartimento di matematica Università di Princeton L infinito nell aritmetica Edward Nelson Dipartimento di matematica Università di Princeton Poi lo condusse fuori e gli disse: . E soggiunse:

Dettagli

PROFESSORI DELLO STAT

PROFESSORI DELLO STAT PROFESSORI STABILI ORDINARI > Giuliani p. Matteo, ofm Dottorato in Scienze dell Educazione con indirizzo catechetica Catechetica e Didattica della religione Responsabile del Servizio Formazione Permanente

Dettagli

====================================================== GIOVEDI SANTO (MESSA DEL CRISMA) ======================================================

====================================================== GIOVEDI SANTO (MESSA DEL CRISMA) ====================================================== -------------------------------------------------- LA LITURGIA DEL GIORNO www.lachiesa.it/liturgia ====================================================== GIOVEDI SANTO (MESSA DEL CRISMA) ======================================================

Dettagli