I vantaggi in termini di ROI e TCO associati ad EMC Avamar in ambienti VMwar

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "I vantaggi in termini di ROI e TCO associati ad EMC Avamar in ambienti VMwar"

Transcript

1 11/7/2011 I vantaggi in termini di ROI e TCO associati ad EMC Avamar in ambienti VMware White paper FOCUS Sponsorizzato da: Giugno FOCUS, LLC Pagina i

2 Sommario Executive Summary... 1 Introduzione... 2 Deduplicazione e virtualizzazione: una svolta rivoluzionaria... 2 Le problematiche del backup... 3 Dal nastro al disco... 3 Cambiare il paradigma di protezione dati con la deduplicazione... 4 Motivazioni ROI/TCO per lo storage di deduplicazione... 4 Metodologia dell analisi di ROI/TCO... 5 Business Case... 5 Case study n.1: Amministrazione della provincia... 7 Figura 1: Crescita dei dati - Amministrazione della provincia... 7 Figura 2: Costi e risparmi nell arco di 3 anni per l Amministrazione della provincia... 8 Figura 3: Contributi ai risparmi dell Amministrazione della provincia... 9 Figura 4: Sintesi dei miglioramenti operativi per l Amministrazione della provincia Figura 5: Sintesi finanziaria dell Amministrazione della provincia Figura 6: Confronto TCO per l Amministrazione della provincia Case study n.2: Hospital and Clinic Group Figura 7: Costi e risparmi - Hospital Group Figura 8: Miglioramenti operativi - Hospital Group Figura 9: Sintesi finanziaria - Hospital Group Figura 10: Confronto TCO: solo nastro vs. backup su disco - Hospital Group Case study n.3: Azienda del settore turismo e accoglienza Figura 11: Costi e risparmi per anno - Azienda turismo Figura 12: Sintesi dei miglioramenti operativi - Azienda turismo Figura 13: Sintesi finanziaria - Azienda turismo Figura 14: Confronto TCO: solo nastro vs. backup su disco con Avamar - Azienda turismo Conclusioni Deduplicazione e virtualizzazione VMware Avamar e i risultati delle aziende clienti VMware Appendice A: Effetti della deduplicazione sulle componenti del TCO Appendice B: Dettagli case study Informazioni su EMC Altri documenti di ricerca Focus correlati Informazioni su Focus, LLC FOCUS, LLC Pagina ii

3 11/7/2011 Executive Summary La deduplicazione dei dati è stata oggetto di particolare attenzione, qualificandosi come una delle tecnologie rivoluzionarie dell ultimo decennio. Anche la virtualizzazione dei server è stata riconosciuta come una svolta epocale, ed è letteralmente esplosa negli ultimi cinque anni, con una penetrazione del mercato superiore al 90%. (Fonte: FOCUS Research Series Managing the Virtual Environment). La combinazione di queste due tecnologie offre alle organizzazioni IT sia importanti miglioramenti a livello operativo che notevoli vantaggi finanziari. La crescita esponenziale dei dati, i requisiti richiesti dalle normative vigenti e l esigenza di disponibilità 24 ore su 24 e 7 giorni su 7 sono tutti fattori che hanno aumentato la difficoltà di completare correttamente i backup sia fisici che virtuali entro finestre di backup ridotte. Negli ambienti virtuali, le problematiche dello storage sono ulteriormente aggravate dal proliferare dei server virtuali (e dello storage ad essi associato) che la virtualizzazione quasi inevitabilmente comporta, con la creazione di centinaia di duplicati in termini di server e/o immagini desktop (sistemi operativi e software applicativi). Il consolidamento dei server virtuali va ad aggiungersi al problema delle finestre di backup, dal momento che molti server virtuali ora risiedono su un unico server fisico, condividendo uno stesso collegamento fisico. In effetti, questi problemi di backup negli ambienti virtuali spesso finiscono per arrestare la crescita della virtualizzazione all interno di un organizzazione, creando una barriera che non permette di superare l iniziale soglia del 30% di risorse virtualizzate, rispetto alla situazione ideale di un ambiente al 100% virtuale. Migliorare le operazioni di backup e ridurre i costi di storage implicati dalla virtualizzazione dei server è fondamentale per un espansione riuscita della virtualizzazione all interno di un organizzazione. Fare leva sulle rivoluzionarie caratteristiche della deduplicazione in ambienti VMware significa non solo poter ovviare ai punti critici e agli ostacoli che minano l espansione, ma anche poter beneficiare di un importante ritorno sugli investimenti (ROI) e ridurre notevolmente i costi complessivi di gestione (TCO) legati alla protezione dei dati virtuali e fisici. Questo documento esamina e quantifica i costi e i vantaggi della deduplicazione in ambienti VMware. A tale scopo, vengono presentati tre case study dettagliati riguardanti aziende di settori diversi. Per ciascuna di tali aziende, i responsabili IT volevano processi di backup e ripristino più veloci e affidabili, tempi e costi della manodopera più ridotti, costi di storage inferiori, nonché la riduzione o l eliminazione del nastro e dei problemi ad esso associati. In tutti e tre i casi, gli obiettivi operativi sono stati raggiunti, unitamente ad un importante ritorno sugli investimenti e a notevoli risparmi. L analisi finanziaria include quanto segue: Risparmi diretti e indiretti quali eliminazione di costi, forniture e servizi, risparmi sui costi della manodopera Risparmi netti Ritorno sugli investimenti (ROI) Costi complessivi di gestione (TCO) Nei case study esaminati, i risparmi netti si sono attestati tra circa $ e oltre $3 milioni. Il ROI ha raggiunto livelli compresi tra il 35% e il 450%. Tutte le aziende hanno raggiunto i propri obiettivi globali, realizzando i vantaggi operativi ed economici desiderati e, al contempo, riconoscendo notevoli risparmi sui costi FOCUS, LLC Pagina 1

4 Introduzione Deduplicazione e virtualizzazione: una svolta rivoluzionaria La ricerca FOCUS sulle implementazioni della virtualizzazione operate negli ultimi anni indica con una certa coerenza che le problematiche di backup e storage sono i principali punti critici affrontati nel processo (vedere l approfondimento Punti critici per l implementazione della virtualizzazione a lato). In effetti, i problemi legati al backup degli ambienti virtuali possono essere un grosso limite, sia per l espansione della virtualizzazione oltre l iniziale soglia del 30% che attualmente riguarda la maggior parte delle imprese IT, sia per la riduzione dei rapporti di consolidamento dei server virtuali. Così come la virtualizzazione dei server ha rappresentato una tecnologia rivoluzionaria nella gestione dei carichi di lavoro dei server, la deduplicazione ha rivestito lo stesso ruolo per la gestione del backup. Sia la virtualizzazione che la deduplicazione si concentrano sui vantaggi del consolidamento, dell ottimizzazione e dell automazione (server o storage) ed entrambe offrono importanti benefici a livello di ROI e TCO. In realtà, poiché la virtualizzazione dei server rende notevolmente più facile eseguire il provisioning di nuovi server, l iniziale implementazione della virtualizzazione è spesso seguita dal proliferare dei server virtuali, con la creazione di centinaia di duplicati in termini di server e/o immagini desktop (sistemi operativi e software applicativi), che contribuisce a generare una quantità ancora maggiore di dati duplicati. Combinando insieme deduplicazione e virtualizzazione, si ottiene il meglio di entrambe queste tecnologie rivoluzionarie. Applicare la tecnologia di deduplicazione in ambienti VMware permette di far fronte alle problematiche di backup e restore dei server virtuali entro finestre sempre più ridotte e con larghezza di banda limitata. Ciò non solo migliora i processi di backup e disaster recovery riducendo al contempo i costi, ma permette anche di superare la barriera all espansione della virtualizzazione dell azienda creata dal backup. Applicare la tecnologia di deduplicazione in ambienti VMware permette di far fronte alle problematiche di backup e restore dei server virtuali entro finestre sempre più ridotte e con larghezza di banda limitata FOCUS, LLC Pagina 2

5 Le problematiche del backup La crescita esponenziale dei dati, i requisiti richiesti dalle normative vigenti e l esigenza di disponibilità 24 ore su 24 e 7 giorni su 7 (con la conseguente riduzione delle finestre di backup) sono tutti fattori che hanno aumentato la difficoltà di completare correttamente i backup sia fisici che virtuali entro il tempo assegnato per le finestre di bacup. Negli ambienti virtuali, la crescita dei dati è ulteriormente aggravata dal proliferare dei server virtuali (e dello storage ad essi associato) che la virtualizzazione quasi inevitabilmente comporta. Il consolidamento dei server attraverso la virtualizzazione va ad aggiungersi al problema delle finestre di backup, dal momento che molti server virtuali ora risiedono su un unico server fisico, condividendo uno stesso collegamento fisico. Con il backup su nastro, non è insolito che le imprese oltrepassino regolarmente le finestre di backup a disposizione o che abbiano una finestra di backup che occupa la maggior parte della giornata, o addirittura più giorni. Operazioni di backup di tale durata determinano un maggior livello di rischio e di stress per il reparto IT, esponendo al rischio di perdita almeno una parte dei dati. In molti casi, poiché eseguire il backup di tutto non è possibile entro la finestra di backup assegnata, le imprese sono costrette a prendere decisioni difficili in merito a cosa va sottoposto a backup giornaliero e cosa no. Operazioni del genere, inoltre, implicano che non è possibile conseguire un RPO garantito inferiore alle 24 ore. Inoltre, gli schemi del backup su nastro (nonno-padre-figlio) richiedono che gli stessi dati vengano continuamente sottoposti a backup, contribuendo ad aumentare la quantità di dati duplicati. Gli RTO (Recovery Time Objective) continuano a ridursi, mentre aumenta la precisione degli RPO (Recovery Point Objective). In altre parole, i responsabili IT devono essere in grado di ripristinare le risorse dopo un guasto in tempi più rapidi e con perdite dei dati più contenute. Il tempo necessario per trovare, installare ed eseguire ricerche nei supporti a nastro non è abbastanza breve da tenere il passo con i requisiti di RTO e RPO in continua evoluzione della maggior parte delle organizzazioni. Infine, data la natura meccanica del nastro, i problemi operativi non mancano. Mentre molte aziende non prevedono realisticamente di eliminare del tutto il nastro, la maggior parte di esse vuole ridurne al minimo l utilizzo, riducendo al contempo anche i problemi operativi ad esso associati. Se, da un lato, le organizzazioni IT cercano di migliorare la propria strategia di protezione dati guardando avanti, è anche vero che devono gestire sia ambienti fisici che virtuali, che insieme pongono tutte queste sfide. Inoltre, per via di consolidamenti, fusioni e acquisizioni, numerose organizzazioni IT si trovano a lottare con operazioni remote, spesso con hardware e software di backup molto divergenti. In molti casi, gli uffici remoti in questione non dispongono di personale IT professionale, ma per loro valgono comunque gli stessi imperativi di protezione dati. Il controllo centralizzato del backup remoto è essenziale per preservare l integrità dei dati richiesta dall azienda. Man mano che i dati crescono in maniera esponenziale, trovare e trattenere il giusto personale qualificato per gestire e mantenere uno schema di protezione dati affidabile può essere difficile. E pur riuscendo a trovare persone qualificate, i budget sono limitati e il numero dell organico è fisso, così che è difficile assumere personale sufficiente. Sia per le risorse umane che per la tecnologia, il retaggio della flessione economica è l imperativo fare di più con meno. Dal nastro al disco Da diversi anni il settore ha assistito ad una svolta fondamentale nella tecnologia a nastro. Le unità a nastro continuano a diventare più veloci e i nastri aumentano di capacità, ma questo tipo di supporto porta ancora con sé le stesse problematiche di base che da sempre lo caratterizzano FOCUS, LLC Pagina 3

6 L uso di robot automatizzati velocizza la selezione e l installazione dei nastri, ma l archiviazione e il recupero off-site non possono essere automatizzati. I supporti a nastro devono comunque essere gestiti manualmente all interno e all esterno del data center. Il trasporto dei nastri fuori dal data center a scopi di disaster recovery implica inoltre l intervento umano, introducendo così un maggior rischio per la sicurezza, con l eventualità della perdita o del furto dei nastri. Le best practice oggi in vigore includono l uso del nastro al solo scopo di archiviazione e conservazione a lungo termine, mentre si preferisce optare per il backup su disco per le seguenti ragioni: Poter contare su una maggiore affidabilità e sulla certezza di riuscita dei backup Ridurre la manodopera associata alla gestione dei nastri e al loro trasporto off-site Disporre di una piattaforma per la deduplicazione che consenta: o tempi di conservazione dei dati di backup online più lunghi con conseguente velocizzazione dei restore o consolidamento dei dati di backup dagli uffici remoti con l eliminazione del backup remoto distribuito o disaster recovery migliore (usando la WAN) Cambiare il paradigma di protezione dati con la deduplicazione Benché il backup su disco abbia in sé migliorato il processo di backup, la deduplicazione dei dati, introdotta per la prima volta da EMC (Avamar e Data Domain), rappresenta un cambiamento radicale del modo in cui le organizzazione proteggono i dati. La deduplicazione modifica la pratica dei backup ripetitivi utilizzata con il nastro, prevedendo la sola scrittura dei dati univoci nuovi sul disco. Questa riduzione dei dati permette di eseguire i backup completi in orario notturno (anziché eseguire i backup incrementali in orario notturno e quelli completi solo una volta a settimana) e, al contempo, richiede una quantità decisamente più ridotta di storage su disco per il backup. Inoltre, grazie alle percentuali di deduplicazione comprese tra il 95% e il 99% solitamente raggiunte (specie in ambienti VMware), i dati di backup possono essere conservati online a lungo nel data center in modo conveniente. Ciò riduce le probabilità di dover recuperare dati dal nastro. Inoltre, la deduplicazione e la conseguente riduzione dei dati consentono di inviare i dati di backup tramite WAN, centralizzando i backup degli uffici remoti e restituendo tale controllo all IT. La deduplicazione via WAN offre inoltre una soluzione automatizzata di disaster recovery (DR) a costi molto contenuti. Tutti questi fattori possono incrementare notevolmente l RTO. Motivazioni ROI/TCO per lo storage di deduplicazione Gli elementi di spinta decisivi per i business case quali backup e restore più affidabili, conservazione dei dati per periodi più lunghi, tempi/manodopera ridotti e processi di backup e restore più veloci, offrono motivi validi in termini di costi sia tangibili che intangibili. Questo documento affronta casi aziendali reali che hanno per protagoniste tre aziende clienti di VMware che utilizzano la deduplicazione EMC Avamar. I case study documentano gli effettivi risparmi conseguiti da tali aziende, tutte di settori diversi. Nei tre casi presentati, i risparmi netti si sono attestati tra $1,4 e $3,2 milioni, mentre il ROI ha raggiunto livelli compresi tra l 86% e il 450%. Inoltre, il successo dei backup eseguiti con le soluzioni EMC Avamar ha contribuito alle capacità aziendali di ridurre al minimo gli effetti della proliferazione dei server VMware e la duplicazione dei dati, abbassando in modo significativo i costi di storage sostenuti per la protezione dei dati. Tutte e tre le aziende hanno conseguito i miglioramenti economici e operativi desiderati, riconoscendo notevoli risparmi sui costi FOCUS, LLC Pagina 4

7 Metodologia dell analisi di ROI/TCO Le informazioni di ROI e TCO presentate in questo documento si basano su un analisi finanziaria condotta dagli analisti di FOCUS. Dove possibile, si è fatto riferimento ai dati finanziari storici, basando le stime future su proiezioni finanziarie fornite dai clienti in base alle esperienze passate. I dati forniti dai clienti sono stati immessi in un calcolatore ROI/TCO personalizzato creato da FOCUS. Questo esclusivo strumento prende in considerazione tutti i dati e calcola sia il ROI che il TCO. Tutte le informazioni numeriche e i grafici presenti in questo report sono stati creati utilizzando lo strumento di FOCUS. Business Case Questo documento utilizza diversi termini di natura finanziaria: ritorno sugli investimenti (ROI), costi complessivi di gestione (TCO), risparmi diretti e indiretti (che includono l eliminazione di costi e i risparmi sui costi della manodopera) e risparmi netti. Segue una definizione di ciascun termine: ROI (ritorno sugli investimenti) Il ROI misura il ritorno finanziario su un investimento in un periodo specifico di anni (solitamente da tre a cinque per l IT), rappresentato da una percentuale. I reparti di corporate finance potrebbero richiedere un ROI minimo per concedere l approvazione di un progetto o di un acquisizione. TCO (costi complessivi di gestione) Un modello TCO stabilisce il costo complessivo lordo di un progetto nel tempo. Le decisioni vengono prese confrontando il TCO elaborato secondo un approccio con il TCO elaborato secondo un altro approccio. Il TCO è un numero cumulativo, riferito ad un determinato periodo di anni (solitamente da tre a cinque per l IT), e incorpora le variazioni di costi e vantaggi relativamente a tale periodo (ad es., dovuti alla crescita dei dati e dello storage). Il TCO include acquisizioni di capitale, manutenzione e costi operativi e dovrebbe comprendere componenti di costo sia dirette (ad es., acquisizione di hardware e software, costo degli stipendi dei dipendenti a tempo pieno) sia indirette (spesso difficili da quantificare, come il costo dell attesa per il restore di un file). Le categorie TCO utilizzate in questo documento sono Hardware, Software, Assistenza, Forniture e Servizi. Gli stipendi si basano generalmente su un tasso lordo del 30%, per coprire assicurazione, benefit ecc. Risparmi complessivi I risparmi complessivi indicano la somma dei vantaggi sia diretti che indiretti in dollari risultanti dal progetto. Risparmi netti I risparmi netti indicano l importo netto risparmiato in un determinato periodo, calcolato sottraendo i costi del periodo in questione dai risparmi complessivi relativi allo stesso periodo FOCUS, LLC Pagina 5

8 Risparmi diretti Quando il progetto determina un abbassamento dei costi diretti, per cui le uscite di cassa si riducono, tali riduzioni sono risparmi diretti. Tra i notevoli risparmi diretti descritti dagli utenti nei case study di questo documento sono da includere: Eliminazione di costi hardware e software. Questi risparmi sono il risultato dell eliminazione della necessità di acquistare hardware e/o software aggiuntivo in seguito all adozione della nuova soluzione. I risparmi possono includere l eliminazione di hardware su nastro e/o storage su disco per completare i backup entro le finestre disponibili, nonché per eseguire backup su nastro nei siti remoti. Per gli utenti già impegnati a gestire la finestra o ad eliminare il nastro nei siti remoti, questa può rappresentare la percentuale di risparmi più alta. Per le organizzazioni che già ricorrono al backup su disco, ma senza deduplicazione, ulteriori risparmi possono derivare dall aggiunta della deduplicazione e dal conseguente recupero della capacità di storage. Ancora, ci possono essere dei risparmi eliminando il costo degli aggiornamenti della rete, evitabili grazie alla larghezza di banda ridotta richiesta per il backup dei siti remoti utilizzando la deduplicazione basata su client di Avamar. Forniture e servizi. Questi risparmi implicano una riduzione del costo complessivo dei supporti a nastro e dei servizi per il trasporto e la manutenzione degli stessi off-site. Per gli utenti con un elevato numero di nastri, questi risparmi possono essere notevoli. Risparmi indiretti Quando l implementazione di un progetto può far risparmiare tempo e manodopera (per il personale IT e/o per gli utenti finali), il risultato è considerato un risparmio indiretto. L eliminazione di costi legati alla manodopera è tempo risparmiato per i Backup Administrator, i System Administrator e/o gli utenti finali, in conseguenza dell implementazione del progetto. Tali risparmi permetteranno di scegliere se dedicare tempo ad altri progetti o eventualmente ridurre l organico (degli equivalenti a tempo pieno o FTE). Ai fini del presente documento, questa categoria è calcolata come riduzione dei costi. I risparmi in termini di tempo e manodopera del personale IT nei case study considerati sono il risultato della riduzione/eliminazione dei costi di gestione del nastro per il backup e il restore, nonché della riduzione del tempo complessivo necessario per le attività di backup e restore. Per quanto riguarda il tempo degli utenti finali risparmiato grazie a restore più rapidi, si tratta di una stima del costo dei tempi di inattività dovuti all attesa per il restore di dati perduti, spesso denominata latenza di restore. Le stime si basano sul numero degli eventi di restore e sul numero degli utenti finali interessati dai restore. Questi risparmi rappresentano l impatto prodotto sull azienda da restore più rapidi FOCUS, LLC Pagina 6

9 Case study n.1: Amministrazione della provincia Il primo case study è rappresentato dall Amministrazione di una delle provincie più densamente popolate degli Stati Uniti. L organizzazione IT supporta 42 dipartimenti, costituiti da dipendenti ditribuiti diffusamente in tutta la provincia. C è supporto IT per tutte le strutture tipiche delle provincie, tra cui le biblioteche succursali, i centri sanitari, i centri per anziani, il carcere, il tribunale e le stazioni della polizia e dei vigili del fuoco (la maggior parte delle quali, come ci si aspetterebbe, non dispone di personale IT on-site). Il personale IT è responsabile del backup di tutti i sistemi aziendali. L ambiente IT comprende 330 server (sia fisici che macchine virtuali VMware), per la maggior parte su blade, con 80 TB di dati sottoposti a backup. La provincia stava vivendo una crescita esponenziale dei dati, come mostrato dalla Figura 1. Lo spazio file era quasi triplicato nel periodo In base allo storico e ai progetti futuri, l IT prevedeva una crescita costante dei dati pari al 30-60%. I costi dello storage crescevano in modo incontrollato, mentre i budget venivano tagliati e sul CTO gravavano le aspettative di ridurre i costi dello storage in risposta al deficit di oltre $100 milioni della provincia. Figura 1: Crescita dei dati - Amministrazione della provincia Il personale IT era incapace di completare i backup rispettando le finestre assegnate e, anzi, i backup completi superavano di 2 giorni la finestra prevista. Il traffico dei backup era un grosso problema. Il processo di restore era terribile e gli utenti si lamentavano di dover aspettare 3 giorni per il restore dei propri dati. Il CTO ha descritto quattro obiettivi principali: Liberarsi del nastro e di tutti i problemi ad esso associati Completare il backup totale rispettando la finestra di backup 2011 FOCUS, LLC Pagina 7

10 Ridurre la quantità di storage per i backup Ridurre i tempi di restore ad un intervallo ragionevole La provincia ha iniziato la propria analisi con un proof-of-concept (POC), che il CTO ha sintetizzato dicendo: Il POC ci ha stupiti!. Sono rimasti impressionati dalle percentuali di deduplicazione e dai risultanti risparmi dello spazio di storage. Pertanto, l IT ha proceduto speditamente e l implementazione di due grid Avamar si è tradotta in risparmi immediati, come mostrato dalla Figura 2 riportata sotto. I risparmi sono indicati sotto la linea dello zero, con i costi riportati in rosso, sotto la linea. I risparmi sono iniziati subito nell anno 1. I risparmi diretti dell anno 1 sono derivati in larga misura dall eliminazione di costi hardware e software ($ ), soprattutto evitando gli aggiornamenti dello storage su disco e delle librerie a nastro. Passando ad Avamar, il gruppo IT è stato anche in grado di eliminare diversi prodotti per il backup tradizionale, riducendo così i costi per le licenze software. I risparmi indiretti dell anno 1 hanno compreso l eliminazione di costi di tempo/manodopera ($ ), ripartiti tra tempo dell IT e degli utenti finali. I risparmi complessivi per l anno 1 sono stati di $ Sottraendo il costo della soluzione Avamar nell anno 1 ($ ), ne sono derivati risparmi netti nell anno 1 di poco inferiori a mezzo milione ($ ). I risparmi netti sono calcolati sottraendo il costo incrementale del backup su disco (riportato in rosso) dai risparmi complessivi, equivalenti alla somma dei risparmi indiretti complessivi (eliminazione dei costi di manodopera) e dei risparmi diretti complessivi (forniture e servizi ed eliminazione di costi hardware). Il costo dei grid Avamar è stato caricato a monte per l acquisto iniziale, ma c è stata anche una crescita dei grid Avamar negli anni 2 e 3 per tenere il passo con la crescita dei dati. (Questo aumento relativo allo storage è stato sostanzialmente inferiore a quello che sarebbe stato necessario, in virtù della deduplicazione Avamar). Tenendo conto della crescita annua, ci sono comunque stati risparmi netti positivi ogni anno, come indicato dalla linea verde nel grafico che mostra i risparmi netti. Figura 2: Costi e risparmi nell arco di 3 anni per l Amministrazione della provincia 2011 FOCUS, LLC Pagina 8

11 Durante l anno 2 e l anno 3, i risparmi di tempo e manodopera hanno superato i risparmi generati dall eliminazione di costi hardware e software. Nell arco dei 3 anni, i risparmi generati dall eliminazione di costi hardware e software sono stati pari al 52%, mentre i risparmi di tempo/manodopera hanno raggiunto il 45%, come mostrato dalla Figura 3. Figura 3: Contributi ai risparmi dell Amministrazione della provincia 2011 FOCUS, LLC Pagina 9

12 Molti degli obiettivi del CTO e della sua organizzazione vertevano sui miglioramenti operativi. La Figura 4 sintetizza gli aspetti operativi dei miglioramenti della provincia associati all uso delle soluzioni Avamar. Unità Solo nastro Avamar % di miglioramento Risparmi in 3 anni TCO per TB in 3 anni Finestra di backup RTO (Recovery Time Objective) raggiunto Dati di backup conservati online Percentuale di deduplicazione dati Costo per TB $8.892 $ % $ Ore % Minuti/Ore 5 0,75 85% Giorni % Percentuale % 100% Figura 4: Sintesi dei miglioramenti operativi per l Amministrazione della provincia I costi complessivi di gestione nei tre anni hanno determinato risparmi di poco superiori ai $2 milioni, corrispondenti ad un miglioramento del TCO/TB pari al 44%. C è stato inoltre un netto miglioramento della finestra di backup, ridottasi in alcuni casi da tre giorni a tre ore, con la possibilità di sottoporre a backup l intero ambiente con backup completi giornalieri. I tempi di restore sono passati da un minimo di cinque ore a meno di un ora. La riduzione sia dei tempi di backup che di restore ha prodotto miglioramenti pari a circa l 85%. Oltre a migliorare drasticamente i tempi di backup e ripristino, la tecnologia di deduplicazione Avamar ha reso possibili percentuali di deduplicazione di oltre il 99%. E ciò si è tradotto nella possibilità di conservare i dati di backup online per 60 giorni. (In genere gli ambienti VMware presentano percentuali di deduplicazione molto alte perché le immagini di sistemi operativi e software applicativi all interno delle macchine virtuali generano un alto tasso di duplicazione tra macchine virtuali, rendendo tali ambienti ottimi candidati per la deduplicazione) FOCUS, LLC Pagina 10

13 La Figura 5 mostra la sintesi finanziaria dei tre anni. Prima di Avamar, i costi di hardware e software aumentavano costantemente per tenere il passo con la crescita esponenziale dei dati. I risparmi per questa categoria si riflettono nei numeri relativi all eliminazione di costi presenti nel grafico. L abbandono del nastro e dei suoi processi impegnativi in termini di risorse umane e la riduzione dei tempi di backup e restore hanno prodotto inoltre notevoli risparmi nella categoria dell eliminazione dei costi di tempo e manodopera. Si è reso necessario far crescere un po i grid Avamar, come evidenziato negli anni 2 e 3, ma la deduplicazione ha mantenuto molto ragionevoli i costi di aggiornamento. Nell arco dei 3 anni, la provincia ha visto risparmi complessivi pari a $ Con un investimento totale nelle soluzioni Avamar per i tre anni pari a $ , ci sono stati risparmi netti per un valore di $ , con un eccezionale ritorno sugli investimenti pari al 388%. Figura 5: Sintesi finanziaria dell Amministrazione della provincia 2011 FOCUS, LLC Pagina 11

14 La Figura 6 presenta più dettagliatamente il confronto, in termini di TCO, tra l uso del solo nastro e il passaggio al sistema e software di backup con deduplicazione di Avamar. I costi complessivi di gestione continuando con l uso del solo nastro come in precedenza erano di $4,7 milioni, contro un TCO per Avamar di $2,6 milioni: una riduzione totale di poco superiore a $2 milioni. Il costo complessivo dell hardware di backup su nastro e della manutenzione del nastro, riportati rispettivamente in blu e in rosso, era di $1,8 milioni, che con Avamar si è ridotto a $1,14 milioni. L altra componente significativa, riportata in celeste, è il costo dell amministrazione IT (manodopera), ridottosi di $ L altra area di miglioramento fondamentale per la provincia era esterna all organizzazione IT in sé. Dato che in precedenza gli utenti dovevano spesso aspettare tre giorni per i restore, la velocizzazione di questi ultimi ha avuto effetti notevoli sugli utenti finali. L impatto prodotto sull azienda da restore più rapidi è indicato nella colonna del TCO Avamar, in viola sotto la linea dello zero, e secondo le stime della provincia è stato di $ Figura 6: Confronto TCO per l Amministrazione della provincia Oltre ai vantaggi finanziari, il CTO ha molto apprezzato i risultati operativi. Sono tutti contenti dei tempi di backup e restore e della facilità del restore. I nostri System Administrator ne sono una testimonianza lampante, visto che non restano qui tutta la notte e i loro clienti non urlano!. I miglioramenti del backup non solo hanno incluso tempi più brevi (il backup delle unità di rete condivise, pari a 6 TB, è passato da tre giorni a tre ore) ma hanno influito anche sulla rete ( Il traffico di rete non ci distrugge più ). Ciò evidenzia la potenza della deduplicazione Avamar, che ha come risultato l effettivo backup dei soli blocchi univoci modificati su base giornaliera, in questo caso GB di nuovi dati ogni notte FOCUS, LLC Pagina 12

15 Grazie ai bassi requisiti di storage, l Amministrazione è stata in grado di passare a giorni di conservazione dei backup online. Nel complesso, i miglioramenti a livello di backup, restore e conservazione online hanno avuto effetti importanti sulla strategia di protezione dati e sulla sua esecuzione. Il CTO ha sintetizzato la situazione dicendo: Prima scendevamo a seri compromessi perché non era fattibile avere periodi di conservazione appropriati. Ora seguiamo le best practice. Forte dei successi raggiunti finora, attualmente l IT sta lavorando per passare ai backup delle immagini sfruttando l integrazione di Avamar con API vstorage per la protezione dei dati (VADP) e con la funzionalità CBT (Changed Block Tracking) di VMware. Inoltre, il team sta anche cercando di implementare Avamar su SunGard per il disaster recovery. Case study n.2: Hospital and Clinic Group Il case study successivo è rappresentato da un gruppo sanitario costituito da 3 ospedali e sedi cliniche, con 250 provider sanitari. L ambiente IT si compone di 450 server, con 68 TB di storage e 26 TB di dati sottoposti a backup. I server utilizzano solitamente un ambiente misto Windows, SQL, Oracle e VMware vsphere. Il gruppo ha intrapreso un percorso per il consolidamento di un data center primario e secondario e per il passaggio da 50 a 400 macchine virtuali. La crescita dei dati è stata di circa il 50% all anno, scesa poi al 30%. In totale, il gruppo utilizzava cinque diversi sistemi di backup, molti dei quali non recenti e non conformi ai contratti di licenza. Venivano inoltre utilizzate sette diverse librerie a nastro (alcune delle quali molto vecchie). Gli ospedali remoti, infine, erano tutti responsabili del proprio backup e questo creava grossi problemi di responsabilità. Nell ambito del consolidamento, il gruppo ha preso la decisione di convertire il backup di tutte le macchine virtuali ad Avamar e di utilizzare la replica per il disaster recovery. Le sfide vertevano sull affidabiltà e sui tempi dei backup. Il gruppo non era in grado di rispettare le finestre di backup, perché servivano 7 giorni per il backup di tutto, e non disponeva di risorse su disco o su nastro sufficienti per il backup di tutti i dati. Dal momento che era necessaria un intera settimana per il backup totale, ogni giorno era possibile eseguire il backup solo di alcuni server. Il gruppo aveva inoltre seri problemi di affidabilità del nastro e unità soggette a guasti, che rendevano necessario il tutoraggio su larga scala di tutti i processi di backup. Come molte strutture ospedaliere, anche quelle del gruppo stavano lavorando per il passaggio ad un nuovo sistema EMR (Electronic Medical Records) per la gestione elettronica dei dati sanitari e avevano bisogno di migliorare la strategia di backup utilizzata dall intero gruppo ospedaliero, compresi sia i data center che i client di tutti gli ospedali remoti. Nel complesso, l attenzione del gruppo era rivolta a tre obiettivi principali: Garantire un backup affidabile del nuovo sistema EMR Riuscire ad eseguire il backup di tutti i server (fisici e virtuali) entro una finestra ragionevole Migliorare l affidabilità dei processi di backup e restore Nell ambito dell iniziale ricerca per il progetto, il gruppo ha parlato con un altra azienda cliente del settore sanitario che aveva già implementato Avamar con lo stesso sistema EMR individuato dal gruppo. Secondo il Direttore dei servizi tecnici di Hospital Group, Il loro successo, i tempi di backup e le percentuali di deduplicazione hanno attirato la nostra attenzione. Sulla base di ciò, il gruppo ha proceduto con un proof-of-concept (POC) che ha dato risultati estremamente positivi. Con la semplicità di utilizzo di Avamar, il POC è stato fin troppo facile. Il sistema è stato operativo nel giro di due ore ed ha eseguito il backup di quattro sistemi, compresi i siti locali e remoti, eseguendo persino il testing dei restore. Ci abbiamo messo davvero niente FOCUS, LLC Pagina 13

16 Per raggiungere i propri obiettivi e disfarsi di tutto il nastro il prima possibile, il gruppo ha fatto un importante investimento iniziale a monte, con un numero notevole di grid Avamar in entrambi i data center (laddove nei siti remoti erano presenti solo agent software Avamar). Ciò ha permesso di iniziare ad eseguire il backup di tutto ogni giorno, mentre prima veniva sottoposto a backup solo il 70% delle risorse ogni giorno. Come mostra la Figura 7, ci sono stati risparmi immediati nell anno 1 di poco inferiori ad un milione di dollari ($ ), con risparmi netti positivi conseguiti entro l anno 2. Nell anno 3, il gruppo ha aggiornato i grid Avamar in modo significativo, aggiungendo ulteriore storage su disco per gestire la crescita dei dati. Poiché l aggiornamento è stato effettuato nell anno 3, per poter includere i vantaggi dell aggiornamento, l analisi di questo case study si è basata su un periodo di 5 anni. Sono stati conseguiti risparmi netti positivi negli anni 2, 4 e 5 e, complessivamente, nell intero arco dei 5 anni. I risparmi iniziali dell anno 1 sono stati in larga misura determinati dall eliminazione di costi hardware e software. Tuttavia, nell arco dei 5 anni, l entità dei risparmi derivati dal risparmio di tempo e manodopera (54%) è stata leggermente superiore a quella prodotta dall eliminazione di costi hardware e software (43%). Figura 7: Costi e risparmi - Hospital Group 2011 FOCUS, LLC Pagina 14

17 La Figura 8 mostra sia il miglioramento del TCO che i miglioramenti operativi risultanti dall implementazione di Avamar. Nell arco dei 5 anni, Hospital Group ha registrato una riduzione del TCO pari a $ Oltre che dell importante riduzione dell hardware su nastro, la cifra tiene conto anche della riduzione dei supporti a nastro, di altro hardware, nonché di tempo e manodopera. I risparmi in termini di supporti a nastro sono stati di poco inferiori a $ e rappresentano un miglioramento dell 82% del costo per TB dei supporti a nastro. La finestra di backup è stata un cambiamento colossale : ora è concretamente possibile eseguire il backup totale nel giro di 12 ore. Come ha osservato il Direttore dei servizi tecnici, Dal momento che prima era necessaria un intera settimana per il backup totale, ogni giorno era possibile eseguire il backup solo di alcuni server. Ora eseguiamo il backup totale ogni giorno. Era come giocare alla roulette russa, qualcosa da far paura. Ora di notte dormiamo. Dal momento che prima era necessaria un intera settimana per il backup totale, ogni giorno era possibile eseguire il backup solo di alcuni server. Ora eseguiamo il backup totale ogni giorno. Era come giocare alla roulette russa, qualcosa da far paura. Ora di notte dormiamo. Direttore dei servizi tecnici, IT Anche il tempo di ripristino è drasticamente cambiato, riducendosi da una media di 3-4 giorni ad appena 12 ore. Inoltre, la deduplicazione Avamar ora consente di conservare i dati di backup online per giorni. Unità Solo nastro Avamar % di Risparmi miglioramento in 5 anni TCO per TB in 3 anni Costo per TB $ $ % $ Costo per TB dei supporti a nastro Costo per TB annuo $2.549 $471 82% $ Costi di storage off-site e trasporto Costo per TB $0 $0 $0 Finestra di backup Ore 5-7 giorni 12 ore 90% RTO (Recovery Time Objective) raggiunto Minuti 3-4 giorni 12 ore 83% Dati di backup conservati online Giorni/Settimane 14 giorni giorni Figura 8: Miglioramenti operativi - Hospital Group 2011 FOCUS, LLC Pagina 15

18 La Figura 9 presenta la sintesi finanziaria e riporta i numeri che stanno dietro ai grafici. Osservando il dettaglio dei risparmi e dei costi per anno, la sintesi evidenzia gli investimenti Avamar nell anno 1 e nell anno 3 e i risparmi netti positivi per tutti gli altri anni e, complessivamente, per l intero arco dei 5 anni. Evidenzia inoltre risparmi complessivi di poco superiori a $3 milioni, con costi complessivi pari a $2,3 milioni, da cui derivano risparmi netti pari a $ e un ROI del 35%. Risparmi: Anno 1 Anno 2 Anno 3 Anno 4 Anno 5 Totale Risparmi diretti - Forniture e servizi $ $ $ $ $ $ Eliminazione di costi - Hardware $ $ $ $ $ $ Eliminazione di costi - Manodopera $ $ $ $ $ $ Risparmi complessivi $ $ $ $ $ $ Costi: Costo incrementale di Avamar $ $ $ $ $ $ Sintesi: Risparmi netti complessivi con Avamar $ ( ) $ $ (38.796) $ $ $ ROI (5 anni) 35% Figura 9: Sintesi finanziaria - Hospital Group 2011 FOCUS, LLC Pagina 16

19 Esaminando il confronto TCO nella Figura 10 si evidenziano diversi punti chiave. Nello scenario precedente, caratterizzato dall uso del solo nastro, il TCO ammontava a $3,3 milioni, mentre il TCO sostenuto per il sistema e software di backup con deduplicazione di Avamar è stato di $2,5 milioni: una riduzione pari a $ La componente di maggior peso del TCO nell ambiente con uso del solo nastro era la manodopera, riportata in blu. Come mostrano i dati, con Avamar si sono registrati cospicui risparmi, iniziati immediatamente dopo l eliminazione del nastro. Il personale IT è stato in grado di ridurre le esigenze di personale per il backup da due FTE (equivalenti a tempo pieno) a circa un sesto di un FTE. (Prima, il gruppo aveva due FTE, che dedicavano 320 ore al mese al backup; ora, hanno un unica persona, che dedica solo 30 ore al mese al backup). Oltre a citare la riduzione del tempo e della manodopera, il Direttore dei servizi tecnici ha aggiunto: Avamar ha migliorato enormemente l affidabilità dei nostri backup. Non ci preoccupiamo più dei processi non riusciti né della sostituzione dei nastri nei siti remoti. Un altra componente importante era il costo dell hardware di backup su nastro e della manutenzione dei nastri, pari a $ , equivalente ad una riduzione di $ nella colonna del TCO Avamar. Il passaggio ad Avamar ha anche permesso al gruppo di risparmiare sul software. Il costo sostenuto per il software di backup tradizionale con l utilizzo del solo nastro ammontava a $ , importo sceso a $ con Avamar, per un risparmio di ulteriori $ Inoltre, poiché prima l IT non era in grado di rispettare le finestre di backup, il personale IT aveva deliberato che sarebbe stato necessario aggiornare 30 server per provare a rispettare la finestra assegnata. Tale aggiornamento è stato evitato e l IT ha eliminato un dispositivo NAS non più necessario, determinando un ulteriore risparmio di $ per la categoria Altri costi hardware/software. Figura 10: Confronto TCO: solo nastro vs. backup su disco - Hospital Group Esaminando questi numeri, il Direttore dei servizi tecnici ha rapidamente fatto notare: Il ROI e la riduzione del TCO sono positivi, e questo senza neppure considerare i problemi di affidabilità e sicurezza o il rischio, in certi casi, di non riuscire ad eseguire il ripristino FOCUS, LLC Pagina 17

20 Case study n.3: Azienda del settore turismo e accoglienza Il terzo case study è rappresentato da un azienda del settore turismo e accoglienza con oltre 2 milioni di clienti in tutto il mondo, dipendenti e un organico IT di 150 persone. Esistono un data center primario, un data center secondario e un sito di disaster recovery, oltre a 15 uffici remoti. L azienda utilizza un ambiente misto Windows, Solaris e Red Hat Linux, con risorse virtualizzate su VMware ESX, in fase di aggiornamento a vsphere. Sono presenti 200 server, con oltre 500 macchine virtuali, e 40 TB di dati su storage multi-vendor, in fase di passaggio ad EMC. Il progetto di aggiornamento del backup comprendeva due componenti principali. 1. I backup dei siti remoti erano fortemente inaffidabili. Non c era personale IT on-site, quindi il personale aziendale doveva cambiare i nastri e presumibilmente predisporre lo storage offsite, il che non avveniva in modo affidabile. In azienda si viveva con molta ansia il momento del restore, pregando che tutto andasse bene. 2. I backup dei data center venivano eseguiti su una libreria a nastro obsoleta, con un alta percentuale di errori, e l azienda era preoccupata dal rapido aumento di costi dello storage off-site, soprattutto con l aggiunta di un altro data center. Inoltre, i nastri venivano utilizzati anche oltre la loro vita utile. L azienda voleva assumere il controllo dei backup, ma senza prosciugare la rete. Per evitare il costo dell aggiornamento dei collegamenti di rete da tutti i siti remoti (che sono siti VMware), l azienda era alla ricerca di una tecnologia di deduplicazione dei dati all origine dai siti remoti che consentisse il backup utilizzando una larghezza di banda ridotta. Il progetto è stato avviato definendo tre obiettivi principali: Migliorare l affidabilità del backup dei siti remoti VMware senza dover aggiornare la WAN Ridurre il costo del backup e ridurre/eliminare i costi legati allo storage di backup off-site e al trasporto Abbandonare il nastro L azienda ha implementato dei grid Avamar nei data center, con agent software Avamar sui client dei siti remoti, ed è stata operativa e in grado di eseguire il backup di tutti i siti remoti nel giro di 30 giorni. Pertanto, ci sono stati subito cospicui risparmi già nell anno 1, come mostrato dalla Figura FOCUS, LLC Pagina 18

VIRTUALIZE IT. www.digibyte.it - digibyte@digibyte.it

VIRTUALIZE IT. www.digibyte.it - digibyte@digibyte.it il server? virtualizzalo!! Se ti stai domandando: ma cosa stanno dicendo? ancora non sai che la virtualizzazione è una tecnologia software, oggi ormai consolidata, che sta progressivamente modificando

Dettagli

Acronis Backup & Recovery 11. Affidabilità dei dati un requisito essenziale

Acronis Backup & Recovery 11. Affidabilità dei dati un requisito essenziale Protezio Protezione Protezione Protezione di tutti i dati in ogni momento Acronis Backup & Recovery 11 Affidabilità dei dati un requisito essenziale I dati sono molto più che una serie di uno e zero. Sono

Dettagli

Ottimizzazione della gestione del data center con Microsoft System Center

Ottimizzazione della gestione del data center con Microsoft System Center Ottimizzazione della gestione del data center con Microsoft System Center Declinazione di responsabilità e informazioni sul copyright Le informazioni contenute nel presente documento rappresentano le conoscenze

Dettagli

Guida alle offerte di finanziamento per le medie imprese

Guida alle offerte di finanziamento per le medie imprese IBM Global Financing Guida alle offerte di finanziamento per le medie imprese Realizzata da IBM Global Financing ibm.com/financing/it Guida alle offerte di finanziamento per le medie imprese La gestione

Dettagli

progettiamo e realizziamo architetture informatiche Company Profile

progettiamo e realizziamo architetture informatiche Company Profile Company Profile Chi siamo Kammatech Consulting S.r.l. nasce nel 2000 con l'obiettivo di operare nel settore I.C.T., fornendo servizi di progettazione, realizzazione e manutenzione di reti aziendali. Nel

Dettagli

Corso di Amministrazione di Sistema Parte I ITIL 3

Corso di Amministrazione di Sistema Parte I ITIL 3 Corso di Amministrazione di Sistema Parte I ITIL 3 Francesco Clabot Responsabile erogazione servizi tecnici 1 francesco.clabot@netcom-srl.it Fondamenti di ITIL per la Gestione dei Servizi Informatici Il

Dettagli

SICUREZZA SENZA COMPROMESSI PER TUTTI GLI AMBIENTI VIRTUALI. Security for Virtual and Cloud Environments

SICUREZZA SENZA COMPROMESSI PER TUTTI GLI AMBIENTI VIRTUALI. Security for Virtual and Cloud Environments SICUREZZA SENZA COMPROMESSI PER TUTTI GLI AMBIENTI VIRTUALI Security for Virtual and Cloud Environments PROTEZIONE O PRESTAZIONI? Già nel 2009, il numero di macchine virtuali aveva superato quello dei

Dettagli

DigitPA egovernment e Cloud computing

DigitPA egovernment e Cloud computing DigitPA egovernment e Cloud computing Esigenze ed esperienze dal punto di vista della domanda RELATORE: Francesco GERBINO 5 ottobre 2010 Agenda Presentazione della Società Le infrastrutture elaborative

Dettagli

IT-BOOK. Domini Hosting Web marketing E-mail e PEC

IT-BOOK. Domini Hosting Web marketing E-mail e PEC 5 giugno 09 IT-BOOK Configurazioni e cartatteristiche tecniche possono essere soggette a variazioni senza preavviso. Tutti i marchi citati sono registrati dai rispettivi proprietari. Non gettare per terra:

Dettagli

PASSIONE PER L IT PROLAN. network solutions

PASSIONE PER L IT PROLAN. network solutions PASSIONE PER L IT PROLAN network solutions CHI SIAMO Aree di intervento PROFILO AZIENDALE Prolan Network Solutions nasce a Roma nel 2004 dall incontro di professionisti uniti da un valore comune: la passione

Dettagli

Per questa ragione il nostro sforzo si è concentrato sugli aspetti elencati qui di seguito:

Per questa ragione il nostro sforzo si è concentrato sugli aspetti elencati qui di seguito: Autore : Giulio Martino IT Security, Network and Voice Manager Technical Writer e Supporter di ISAServer.it www.isaserver.it www.ocsserver.it www.voipexperts.it - blogs.dotnethell.it/isacab giulio.martino@isaserver.it

Dettagli

Webinar: Cloud Computing e Pubblica Amministrazione

Webinar: Cloud Computing e Pubblica Amministrazione Webinar: Cloud Computing e Pubblica Amministrazione Forum PA Webinar, 21 luglio 2015 Parleremo di: Il Gruppo e il network di Data Center Panoramica sul Cloud Computing Success Case: Regione Basilicata

Dettagli

Sizing di un infrastruttura server con VMware

Sizing di un infrastruttura server con VMware Sizing di un infrastruttura server con VMware v1.1 Matteo Cappelli Vediamo una serie di best practices per progettare e dimensionare un infrastruttura di server virtuali con VMware vsphere 5.0. Innanzitutto

Dettagli

A vele spiegate verso il futuro

A vele spiegate verso il futuro A vele spiegate verso il futuro Passione e Innovazione per il proprio lavoro La crescita di Atlantica, in oltre 25 anni di attività, è sempre stata guidata da due elementi: la passione per il proprio lavoro

Dettagli

Consulenza tecnologica globale

Consulenza tecnologica globale Orientamento al cliente Innovazione Spirito di squadra Flessibilità Un gruppo di professionisti dedicati alle imprese di ogni settore merceologico e dimensione, capaci di supportare il Cliente nella scelta

Dettagli

Guida al backup. 1. Introduzione al backup. Backup dei dati una parte necessaria nella gestione dei rischi. Backup su nastro media ideale

Guida al backup. 1. Introduzione al backup. Backup dei dati una parte necessaria nella gestione dei rischi. Backup su nastro media ideale 1. Introduzione al backup Guida al backup Backup dei dati una parte necessaria nella gestione dei rischi Con l aumentare dei rischi associati a virus, attacchi informatici e rotture hardware, implementare

Dettagli

Guida Dell di base all'acquisto dei server

Guida Dell di base all'acquisto dei server Guida Dell di base all'acquisto dei server Per le piccole aziende che dispongono di più computer è opportuno investire in un server che aiuti a garantire la sicurezza e l'organizzazione dei dati, consentendo

Dettagli

GUIDA ALLE BEST PRACTICE PER MOBILE DEVICE MANAGEMENT E MOBILE SECURITY

GUIDA ALLE BEST PRACTICE PER MOBILE DEVICE MANAGEMENT E MOBILE SECURITY GUIDA ALLE BEST PRACTICE PER MOBILE DEVICE MANAGEMENT E MOBILE SECURITY Con Kaspersky, adesso è possibile. www.kaspersky.it/business Be Ready for What's Next SOMMARIO Pagina 1. APERTI 24 ORE SU 24...2

Dettagli

L evoluzione del software per l azienda moderna. Gestirsi / Capirsi / Migliorarsi

L evoluzione del software per l azienda moderna. Gestirsi / Capirsi / Migliorarsi IL GESTIONALE DEL FUTURO L evoluzione del software per l azienda moderna Gestirsi / Capirsi / Migliorarsi IL MERCATO ITALIANO L Italia è rappresentata da un numero elevato di piccole e medie aziende che

Dettagli

Acronis Backup & Recovery 10 Advanced Server Virtual Edition. Guida introduttiva

Acronis Backup & Recovery 10 Advanced Server Virtual Edition. Guida introduttiva Acronis Backup & Recovery 10 Advanced Server Virtual Edition Guida introduttiva Questo documento descrive come installare e iniziare a utilizzare Acronis Backup & Recovery 10 Advanced Server Virtual Edition.

Dettagli

I Valori del Manifesto Agile sono direttamente applicabili a Scrum:!

I Valori del Manifesto Agile sono direttamente applicabili a Scrum:! Scrum descrizione I Principi di Scrum I Valori dal Manifesto Agile Scrum è il framework Agile più noto. E la sorgente di molte delle idee che si trovano oggi nei Principi e nei Valori del Manifesto Agile,

Dettagli

Cinque best practice per amministratori VMware: Microsoft Exchange su VMware

Cinque best practice per amministratori VMware: Microsoft Exchange su VMware Cinque best practice per amministratori VMware: Microsoft Exchange su VMware Scott Lowe Founder and Managing Consultant del 1610 Group Modern Data Protection Built for Virtualization Introduzione C è stato

Dettagli

Asset sotto controllo... in un TAC. Latitudo Total Asset Control

Asset sotto controllo... in un TAC. Latitudo Total Asset Control Asset sotto controllo... in un TAC Latitudo Total Asset Control Le organizzazioni che hanno implementato e sviluppato sistemi e processi di Asset Management hanno dimostrato un significativo risparmio

Dettagli

Efficienza e performance. Soluzioni di storage NetApp

Efficienza e performance. Soluzioni di storage NetApp Efficienza e performance Soluzioni di storage NetApp Sommario 3 Introduzione n EFFICIENZA A LIVELLO DI STORAGE 4 Efficienza di storage: il 100% dei vostri dati nel 50% del volume di storage 6 Tutto in

Dettagli

FIRESHOP.NET. Gestione Utility & Configurazioni. Rev. 2014.3.1 www.firesoft.it

FIRESHOP.NET. Gestione Utility & Configurazioni. Rev. 2014.3.1 www.firesoft.it FIRESHOP.NET Gestione Utility & Configurazioni Rev. 2014.3.1 www.firesoft.it Sommario SOMMARIO Introduzione... 4 Impostare i dati della propria azienda... 5 Aggiornare il programma... 6 Controllare l integrità

Dettagli

***** Il software IBM e semplice *****

***** Il software IBM e semplice ***** Il IBM e semplice ***** ***** Tutto quello che hai sempre voluto sapere sui prodotti IBM per qualificare i potenziali clienti, sensibilizzarli sulle nostre offerte e riuscire a convincerli. WebSphere IL

Dettagli

PLM Software. Answers for industry. Siemens PLM Software

PLM Software. Answers for industry. Siemens PLM Software Siemens PLM Software Monitoraggio e reporting delle prestazioni di prodotti e programmi Sfruttare le funzionalità di reporting e analisi delle soluzioni PLM per gestire in modo più efficace i complessi

Dettagli

IT FINANCIAL MANAGEMENT

IT FINANCIAL MANAGEMENT IT FINANCIAL MANAGEMENT L IT Financial Management è una disciplina per la pianificazione e il controllo economico-finanziario, di carattere sia strategico sia operativo, basata su un ampio insieme di metodologie

Dettagli

CORPORATE OVERVIEW. www.akhela.com

CORPORATE OVERVIEW. www.akhela.com CORPORATE OVERVIEW www.akhela.com BRIDGE THE GAP CORPORATE OVERVIEW Bridge the gap Akhela è un azienda IT innovativa che offre al mercato servizi e soluzioni Cloud Based che aiutano le aziende a colmare

Dettagli

Energy Data Management System (EDMS): la soluzione software per una gestione efficiente dell energia secondo lo standard ISO 50001

Energy Data Management System (EDMS): la soluzione software per una gestione efficiente dell energia secondo lo standard ISO 50001 Energy Data Management System (EDMS): la soluzione software per una gestione efficiente dell energia secondo lo standard ISO 50001 Oggi più che mai, le aziende italiane sentono la necessità di raccogliere,

Dettagli

Neomobile incentra l infrastruttura IT su Microsoft ALM, arrivando a 40 nuovi rilasci a settimana

Neomobile incentra l infrastruttura IT su Microsoft ALM, arrivando a 40 nuovi rilasci a settimana Storie di successo Microsoft per le Imprese Scenario: Software e Development Settore: Servizi In collaborazione con Neomobile incentra l infrastruttura IT su Microsoft ALM, arrivando a 40 nuovi rilasci

Dettagli

Il Cloud Computing. Lo strumento per un disaster recovery flessibile. Giorgio Girelli. Direttore Generale Actalis 12/10/2012

Il Cloud Computing. Lo strumento per un disaster recovery flessibile. Giorgio Girelli. Direttore Generale Actalis 12/10/2012 Il Cloud Computing Lo strumento per un disaster recovery flessibile Giorgio Girelli Direttore Generale Actalis 12/10/2012 Agenda Il Gruppo Aruba Disaster Recovery: costo od opportunità? L esperienza Aruba

Dettagli

Luca Mambella Disaster recovery: dalle soluzioni tradizionali al cloud, come far evolvere le soluzioni contenendone i costi.

Luca Mambella Disaster recovery: dalle soluzioni tradizionali al cloud, come far evolvere le soluzioni contenendone i costi. Luca Mambella Disaster recovery: dalle soluzioni tradizionali al cloud, come far evolvere le soluzioni contenendone i costi. I modelli di sourcing Il mercato offre una varietà di modelli di sourcing, ispirati

Dettagli

Sempre attenti ad ogni dettaglio Bosch Intelligent Video Analysis

Sempre attenti ad ogni dettaglio Bosch Intelligent Video Analysis Sempre attenti ad ogni dettaglio Bosch Intelligent Video Analysis 2 Intervento immediato con Bosch Intelligent Video Analysis Indipendentemente da quante telecamere il sistema utilizza, la sorveglianza

Dettagli

È nata una nuova specie di avvocati. Liberi.

È nata una nuova specie di avvocati. Liberi. È nata una nuova specie di avvocati. Liberi. LIBERI DI NON PENSARCI Basta preoccupazioni per il back-up e la sicurezza dei tuoi dati. Con la tecnologia Cloud Computing l archiviazione e la protezione dei

Dettagli

PUBLIC, PRIVATE O HYBRID CLOUD: QUAL È IL TIPO DI CLOUD OTTIMALE PER LE TUE APPLICAZIONI?

PUBLIC, PRIVATE O HYBRID CLOUD: QUAL È IL TIPO DI CLOUD OTTIMALE PER LE TUE APPLICAZIONI? PUBLIC, PRIVATE O HYBRID CLOUD: QUAL È IL TIPO DI CLOUD OTTIMALE PER LE TUE APPLICAZIONI? Le offerte di public cloud proliferano e il private cloud è sempre più diffuso. La questione ora è come sfruttare

Dettagli

Utilizzato con successo nei più svariati settori aziendali, con Passepartout Mexal BP ogni utente può disporre di funzionalità

Utilizzato con successo nei più svariati settori aziendali, con Passepartout Mexal BP ogni utente può disporre di funzionalità PASSEPARTOUT MEXAL BP è una soluzione gestionale potente e completa per le imprese che necessitano di un prodotto estremamente flessibile, sia dal punto di vista tecnologico sia funzionale. Con più di

Dettagli

Servizi di consulenza e soluzioni ICT

Servizi di consulenza e soluzioni ICT Servizi di consulenza e soluzioni ICT Juniortek S.r.l. Fondata nell'anno 2004, Juniortek offre consulenza e servizi nell ambito dell informatica ad imprese e professionisti. L'organizzazione dell'azienda

Dettagli

Piazza delle Imprese alimentari. Viale delle Manifatture. Via della Produzione

Piazza delle Imprese alimentari. Viale delle Manifatture. Via della Produzione Piazza delle Imprese alimentari Viale delle Manifatture Via della Produzione PASSEPARTOUT MEXAL è una soluzione gestionale potente e completa per le imprese che necessitano di un prodotto estremamente

Dettagli

Prot. 1377. Cagliari, 13/03/2013. > Spett.le IT Euromedia Srl Via Galvani, 27/29 09047 SELARGIUS - CA. Fax: 070.7731009 e-mail: info@iteuromedia.

Prot. 1377. Cagliari, 13/03/2013. > Spett.le IT Euromedia Srl Via Galvani, 27/29 09047 SELARGIUS - CA. Fax: 070.7731009 e-mail: info@iteuromedia. Prot. 1377 Cagliari, 13/03/2013 > Spett.le IT Euromedia Srl Via Galvani, 27/29 09047 SELARGIUS - CA Fax: 070.7731009 e-mail: info@iteuromedia.eu ORDINE D ACQUISTO N. 39/2013 RIF. DET. A CONTRARRE N. 31

Dettagli

Active Solution & Systems illustra La virtualizzazione dei Server secondo il produttore di Storage Qsan

Active Solution & Systems illustra La virtualizzazione dei Server secondo il produttore di Storage Qsan Active Solution & Systems illustra La virtualizzazione dei secondo il produttore di Storage Qsan Milano, 9 Febbraio 2012 -Active Solution & Systems, società attiva sul mercato dal 1993, e da sempre alla

Dettagli

Progetto VirtualCED Clustered

Progetto VirtualCED Clustered Progetto VirtualCED Clustered Un passo indietro Il progetto VirtualCED, descritto in un precedente articolo 1, è ormai stato implementato con successo. Riassumendo brevemente, si tratta di un progetto

Dettagli

In Viaggio Verso la Unified Communication Pianificare il Percorso

In Viaggio Verso la Unified Communication Pianificare il Percorso White Paper In Viaggio Verso la Unified Communication Pianificare il Percorso Executive Summary Una volta stabilito il notevole impatto positivo che la Unified Communication (UC) può avere sulle aziende,

Dettagli

Utilizzato con successo nei più svariati settori aziendali, Passepartout Mexal BP è disponibile in diverse versioni e configurazioni:

Utilizzato con successo nei più svariati settori aziendali, Passepartout Mexal BP è disponibile in diverse versioni e configurazioni: Passepartout Mexal BP è una soluzione gestionale potente e completa per le imprese che necessitano di un prodotto estremamente flessibile, sia dal punto di vista tecnologico sia funzionale. Con più di

Dettagli

Documento su. Conferenza Stato Città Autonomie locali

Documento su. Conferenza Stato Città Autonomie locali Documento su Situazione finanziaria delle Province e valutazione sulla sostenibilità del concorso delle Province e Città metropolitane alla riduzione della spesa pubblica Analisi tecnica operata sulla

Dettagli

CLOUD SURVEY 2012: LO STATO DEL CLOUD COMPUTING IN ITALIA

CLOUD SURVEY 2012: LO STATO DEL CLOUD COMPUTING IN ITALIA CLOUD SURVEY 2012: LO STATO DEL CLOUD COMPUTING IN ITALIA 2ª PARTE NEL CAPITOLO PRECEDENTE NOTA METODOLOGICA LA PAROLA AI CIO I MIGLIORI HYPERVISOR AFFIDARSI AI VENDOR INVESTIRE PER IL CLOUD APPLICAZIONI

Dettagli

Copyright Università degli Studi di Torino, Progetto Atlante delle Professioni 2009 IT PROCESS EXPERT

Copyright Università degli Studi di Torino, Progetto Atlante delle Professioni 2009 IT PROCESS EXPERT IT PROCESS EXPERT 1. CARTA D IDENTITÀ... 2 2. CHE COSA FA... 3 3. DOVE LAVORA... 4 4. CONDIZIONI DI LAVORO... 5 5. COMPETENZE... 6 Quali competenze sono necessarie... 6 Conoscenze... 8 Abilità... 9 Comportamenti

Dettagli

ITIL Versione 3: un contributo all importanza crescente del Business Service Management

ITIL Versione 3: un contributo all importanza crescente del Business Service Management BEST PRACTICES WHITE PAPER ITIL Versione 3: un contributo all importanza crescente del Business Service Management Sharon Taylor, Presidente di Aspect Group, Chief Architect e Chief Examiner per ITIL Ken

Dettagli

Sistemi di supporto alle decisioni Ing. Valerio Lacagnina

Sistemi di supporto alle decisioni Ing. Valerio Lacagnina Cosa è il DSS L elevato sviluppo dei personal computer, delle reti di calcolatori, dei sistemi database di grandi dimensioni, e la forte espansione di modelli basati sui calcolatori rappresentano gli sviluppi

Dettagli

IBM Cloud Computing - un opportunità? - una moda? Andrea Reggio Myserverfarm. 2011 IBM Corporation

IBM Cloud Computing - un opportunità? - una moda? Andrea Reggio Myserverfarm. 2011 IBM Corporation IBM Cloud Computing - un opportunità? - una moda? Andrea Reggio Myserverfarm 2011 IBM Corporation Cosa si intende per Cloud Computing Cloud è un nuovo modo di utilizzare e di distribuire i servizi IT,

Dettagli

Il portafoglio VidyoConferencing. Tutto ciò di cui avete bisogno per realizzare videoconferenze HD di qualità, accessibili e a costi vantaggiosi

Il portafoglio VidyoConferencing. Tutto ciò di cui avete bisogno per realizzare videoconferenze HD di qualità, accessibili e a costi vantaggiosi Il portafoglio VidyoConferencing Tutto ciò di cui avete bisogno per realizzare videoconferenze HD di qualità, accessibili e a costi vantaggiosi La qualità HD di Vidyo mi permette di vedere e ascoltare

Dettagli

ghd crea una comunità online professionale che si dedica all acconciatura. Grazie a hybris.

ghd crea una comunità online professionale che si dedica all acconciatura. Grazie a hybris. ghd crea una comunità online professionale che si dedica all acconciatura. Grazie a hybris. Sin dal lancio, avvenuto dieci anni fa, il marchio ghd è diventato sinonimo di prodotti di hair styling di fascia

Dettagli

BOARD in Eisai: crescere con il Performance Management

BOARD in Eisai: crescere con il Performance Management BOARD in Eisai: crescere con il Performance Management Gli aspetti maggiormente apprezzabili nell utilizzo di BOARD sono la tempestività nel realizzare ambienti di analisi senza nessun tipo di programmazione

Dettagli

Panoramica su ITIL V3 ed esempio di implementazione del Service Design

Panoramica su ITIL V3 ed esempio di implementazione del Service Design Master Universitario di II livello in Interoperabilità Per la Pubblica Amministrazione e Le Imprese Panoramica su ITIL V3 ed esempio di implementazione del Service Design Lavoro pratico II Periodo didattico

Dettagli

SISSI IN RETE. Quick Reference guide guida di riferimento rapido

SISSI IN RETE. Quick Reference guide guida di riferimento rapido SISSI IN RETE Quick Reference guide guida di riferimento rapido Indice generale Sissi in rete...3 Introduzione...3 Architettura Software...3 Installazione di SISSI in rete...3 Utilizzo di SISSI in Rete...4

Dettagli

Supporto alle decisioni e strategie commerciali/mercati/prodotti/forza vendita;

Supporto alle decisioni e strategie commerciali/mercati/prodotti/forza vendita; .netbin. è un potentissimo strumento SVILUPPATO DA GIEMME INFORMATICA di analisi dei dati con esposizione dei dati in forma numerica e grafica con un interfaccia visuale di facile utilizzo, organizzata

Dettagli

Allegato 8 MISURE MINIME ED IDONEE

Allegato 8 MISURE MINIME ED IDONEE Allegato 8 MISURE MINIME ED IDONEE SOMMARIO 1 POLITICHE DELLA SICUREZZA INFORMATICA...3 2 ORGANIZZAZIONE PER LA SICUREZZA...3 3 SICUREZZA DEL PERSONALE...3 4 SICUREZZA MATERIALE E AMBIENTALE...4 5 GESTIONE

Dettagli

Manuale di installazione. Data Protector Express. Hewlett-Packard Company

Manuale di installazione. Data Protector Express. Hewlett-Packard Company Manuale di installazione Data Protector Express Hewlett-Packard Company ii Manuale di installazione di Data Protector Express. Copyright Marchi Copyright 2005 Hewlett-Packard Limited. Ottobre 2005 Numero

Dettagli

DESIGNA Portfolio. italiano

DESIGNA Portfolio. italiano DESIGNA Portfolio italiano ///02/03 Stefan Ille CTO DESIGNA Dr. Thomas Waibel CEO DESIGNA Intro Un futuro con radici profonde. Saper cambiare modo di pensare. Saper cambiare modo di operare. Continuando

Dettagli

Il CIO del futuro Report sulla ricerca

Il CIO del futuro Report sulla ricerca Il CIO del futuro Report sulla ricerca Diventare un promotore di cambiamento Condividi questo report Il CIO del futuro: Diventare un promotore di cambiamento Secondo un nuovo studio realizzato da Emerson

Dettagli

Innovative Procurement Process. Consulting

Innovative Procurement Process. Consulting Creare un rapporto di partnership contribuendo al raggiungimento degli obiettivi delle Case di cura nella gestione dei DM attraverso soluzione a valore aggiunto Innovative Procurement Process Consulting

Dettagli

Progettare, sviluppare e gestire seguendo la Think it easy philosophy

Progettare, sviluppare e gestire seguendo la Think it easy philosophy Progettare, sviluppare e gestire seguendo la Think it easy philosophy CST Consulting è una azienda di Consulenza IT, System Integration & Technology e Servizi alle Imprese di respiro internazionale. E

Dettagli

I N F I N I T Y Z U C C H E T T I WORKFLOW HR

I N F I N I T Y Z U C C H E T T I WORKFLOW HR I N F I N I T Y Z U C C H E T T I WORKFLOW HR WORKFLOW HR Zucchetti, nell ambito delle proprie soluzioni per la gestione del personale, ha realizzato una serie di moduli di Workflow in grado di informatizzare

Dettagli

Il Business Process Management: nuova via verso la competitività aziendale

Il Business Process Management: nuova via verso la competitività aziendale Il Business Process Management: nuova via verso la competitività Renata Bortolin Che cosa significa Business Process Management? In che cosa si distingue dal Business Process Reingeneering? Cosa ha a che

Dettagli

Citrix XenDesktop rende più facile la migrazione a Windows 7/8.1

Citrix XenDesktop rende più facile la migrazione a Windows 7/8.1 White paper Citrix XenDesktop rende più facile la migrazione a Windows 7/8.1 Di Mark Bowker, analista senior Ottobre 2013 Il presente white paper di ESG è stato commissionato da Citrix ed è distribuito

Dettagli

Plesk Automation. Parallels. Domande tecniche più frequenti

Plesk Automation. Parallels. Domande tecniche più frequenti Parallels Plesk Automation Primo trimestre, 2013 Domande tecniche più frequenti Questo documento ha come scopo quello di rispondere alle domande tecniche che possono sorgere quando si installa e si utilizza

Dettagli

Studio di retribuzione 2014

Studio di retribuzione 2014 Studio di retribuzione 2014 TECHNOLOGY Temporary & permanent recruitment www.pagepersonnel.it EDITORIALE Grazie ad una struttura costituita da 100 consulenti e 4 uffici in Italia, Page Personnel offre

Dettagli

Disaster Recovery, niente di più semplice. Gestione e monitoraggio dell infrastruttura per la Business-Critical Continuity TM

Disaster Recovery, niente di più semplice. Gestione e monitoraggio dell infrastruttura per la Business-Critical Continuity TM Gestione e monitoraggio dell infrastruttura per la Business-Critical Continuity TM ARGOMENTI TRATTATI Il livello elevato Il disastro più diffuso e più probabile L'esempio da 10 miliardi di dollari per

Dettagli

Carta di servizi per il Protocollo Informatico

Carta di servizi per il Protocollo Informatico Carta di servizi per il Protocollo Informatico Codice progetto: Descrizione: PI-RM3 Implementazione del Protocollo informatico nell'ateneo Roma Tre Indice ARTICOLO 1 - SCOPO DEL CARTA DI SERVIZI...2 ARTICOLO

Dettagli

END-TO-END SERVICE QUALITY. LA CULTURA DELLA QUALITÀ DAL CONTROLLO DELLE RISORSE ALLA SODDISFAZIONE DEL CLIENTE

END-TO-END SERVICE QUALITY. LA CULTURA DELLA QUALITÀ DAL CONTROLLO DELLE RISORSE ALLA SODDISFAZIONE DEL CLIENTE END-TO-END SERVICE QUALITY. LA CULTURA DELLA QUALITÀ DAL CONTROLLO DELLE RISORSE ALLA SODDISFAZIONE In un mercato delle Telecomunicazioni sempre più orientato alla riduzione delle tariffe e dei costi di

Dettagli

Relazione sul data warehouse e sul data mining

Relazione sul data warehouse e sul data mining Relazione sul data warehouse e sul data mining INTRODUZIONE Inquadrando il sistema informativo aziendale automatizzato come costituito dall insieme delle risorse messe a disposizione della tecnologia,

Dettagli

White Paper. Operational DashBoard. per una Business Intelligence. in real-time

White Paper. Operational DashBoard. per una Business Intelligence. in real-time White Paper Operational DashBoard per una Business Intelligence in real-time Settembre 2011 www.axiante.com A Paper Published by Axiante CAMBIARE LE TRADIZIONI C'è stato un tempo in cui la Business Intelligence

Dettagli

1 BI Business Intelligence

1 BI Business Intelligence K Venture Corporate Finance Srl Via Papa Giovanni XXIII, 40F - 56025 Pontedera (PI) Tel/Fax 0587 482164 - Mail: info@kventure.it www.kventure.it 1 BI Business Intelligence Il futuro che vuoi. Sotto controllo!

Dettagli

Agilent OpenLAB Chromatography Data System (CDS)

Agilent OpenLAB Chromatography Data System (CDS) Agilent OpenLAB Chromatography Data System (CDS) EZChrom Edition e ChemStation Edition Requisiti hardware e software Agilent Technologies Informazioni legali Agilent Technologies, Inc. 2013 Nessuna parte

Dettagli

Caratteristiche raccomandate del Network in un progetto di Home Automation

Caratteristiche raccomandate del Network in un progetto di Home Automation Caratteristiche raccomandate del Network in un progetto di Home Automation Uno degli aspetti progettuali più importanti di un sistema Control4 è la rete. Una rete mal progettata, in molti casi, si tradurrà

Dettagli

Un'infrastruttura IT inadeguata provoca danni in tre organizzazioni su cinque

Un'infrastruttura IT inadeguata provoca danni in tre organizzazioni su cinque L'attuale ambiente di business è senz'altro maturo e ricco di opportunità, ma anche pieno di rischi. Questa dicotomia si sta facendo sempre più evidente nel mondo dell'it, oltre che in tutte le sale riunioni

Dettagli

PLAYBOOK EMAIL REMARKETING. Tre modi per trasformare in acquirenti gli utenti che abbandonano il carrello. OTTIMIZZAZIONE DELLE CONVERSIONI

PLAYBOOK EMAIL REMARKETING. Tre modi per trasformare in acquirenti gli utenti che abbandonano il carrello. OTTIMIZZAZIONE DELLE CONVERSIONI PLAYBOOK OTTIMIZZAZIONE DELLE CONVERSIONI EMAIL REMARKETING Tre modi per trasformare in acquirenti gli utenti che abbandonano il carrello. EMAIL REMARKETING Tre modi per trasformare in acquirenti gli utenti

Dettagli

Gestire le comunicazione aziendali con software Open Source

Gestire le comunicazione aziendali con software Open Source Gestire le comunicazione aziendali con software Open Source Data: Ottobre 2012 Firewall pfsense Mail Server Zimbra Centralino Telefonico Asterisk e FreePBX Fax Server centralizzato Hylafax ed Avantfax

Dettagli

Un catalizzatore per una maggiore produttività nelle industrie di processo. Aggreko Process Services

Un catalizzatore per una maggiore produttività nelle industrie di processo. Aggreko Process Services Un catalizzatore per una maggiore produttività nelle industrie di processo Aggreko Process Services Soluzioni rapide per il miglioramento dei processi Aggreko può consentire rapidi miglioramenti dei processi

Dettagli

dei processi di customer service

dei processi di customer service WHITE PAPER APRILE 2013 Il Business Process Orchestrator dei processi di customer service Fonte Dati: Forrester Research Inc I marchi registrati citati nel presente documento sono di proprietà esclusiva

Dettagli

BRM. Tutte le soluzioni. per la gestione delle informazioni aziendali. BusinessRelationshipManagement

BRM. Tutte le soluzioni. per la gestione delle informazioni aziendali. BusinessRelationshipManagement BRM BusinessRelationshipManagement Tutte le soluzioni per la gestione delle informazioni aziendali - Business Intelligence - Office Automation - Sistemi C.R.M. I benefici di BRM Garantisce la sicurezza

Dettagli

Web Solution 2011 EUR

Web Solution 2011 EUR Via Macaggi, 17 int.14 16121 Genova - Italy - Tel. +39 010 591926 /010 4074703 Fax +39 010 4206799 Cod. fisc. e Partita IVA 03365050107 Cap. soc. 10.400,00 C.C.I.A.A. 338455 Iscr. Trib. 58109 www.libertyline.com

Dettagli

PROFILI ALLEGATO A. Profili professionali

PROFILI ALLEGATO A. Profili professionali ALLEGATO A Profili professionali Nei profili di seguito descritti vengono sintetizzate le caratteristiche di delle figure professionali che verranno coinvolte nell erogazione dei servizi oggetto della

Dettagli

www.bistrategy.it In un momento di crisi perché scegliere di investire sulla Business Intelligence?

www.bistrategy.it In un momento di crisi perché scegliere di investire sulla Business Intelligence? In un momento di crisi perché scegliere di investire sulla Business Intelligence? Cos è? Per definizione, la Business Intelligence è: la trasformazione dei dati in INFORMAZIONI messe a supporto delle decisioni

Dettagli

May Informatica S.r.l.

May Informatica S.r.l. May Informatica S.r.l. Brochure Aziendale Copyright 2010 May Informatica S.r.l. nasce con il preciso scopo di dare soluzioni avanzate alle problematiche legate all'information Technology. LA NOSTRA MISSIONE

Dettagli

2. Infrastruttura e sicurezza (Equivalente al Pillar 2-3 e 4 della Ade)

2. Infrastruttura e sicurezza (Equivalente al Pillar 2-3 e 4 della Ade) AGENDA DIGITALE ITALIANA 1. Struttura dell Agenda Italia, confronto con quella Europea La cabina di regia parte con il piede sbagliato poiché ridisegna l Agenda Europea modificandone l organizzazione e

Dettagli

Mettere in sicurezza l infrastruttura dei desktop virtuali con Citrix NetScaler

Mettere in sicurezza l infrastruttura dei desktop virtuali con Citrix NetScaler Mettere in sicurezza l infrastruttura dei desktop virtuali con Citrix NetScaler 2 Le aziende attuali stanno adottando rapidamente la virtualizzazione desktop quale mezzo per ridurre i costi operativi,

Dettagli

DAT@GON. Gestione Gare e Offerte

DAT@GON. Gestione Gare e Offerte DAT@GON Gestione Gare e Offerte DAT@GON partecipare e vincere nel settore pubblico La soluzione sviluppata da Revorg per il settore farmaceutico, diagnostico e di strumentazione medicale, copre l intero

Dettagli

Entrate... 11 Uscite... 11 Trasferimento... 11 Movimenti ricorrenti... 11 Movimenti suddivisi... 12

Entrate... 11 Uscite... 11 Trasferimento... 11 Movimenti ricorrenti... 11 Movimenti suddivisi... 12 Data ultima revisione del presente documento: domenica 8 maggio 2011 Indice Sommario Descrizione prodotto.... 3 Licenza e assunzione di responsabilità utente finale:... 4 Prerequisiti:... 5 Sistema Operativo:...

Dettagli

Introduzione alla VPN del progetto Sa.Sol Desk Formazione VPN

Introduzione alla VPN del progetto Sa.Sol Desk Formazione VPN Introduzione alla VPN del progetto Sa.Sol Desk Sommario Premessa Definizione di VPN Rete Privata Virtuale VPN nel progetto Sa.Sol Desk Configurazione Esempi guidati Scenari futuri Premessa Tante Associazioni

Dettagli

Company Profile 2014

Company Profile 2014 Company Profile 2014 Perché Alest? Quando una nuova azienda entra sul mercato, in particolare un mercato saturo come quello informatico viene da chiedersi: perché? Questo Company Profile vuole indicare

Dettagli

IT Service Management

IT Service Management IT Service Management L'importanza dell'analisi dei processi nelle grandi e medie realtà italiane Evento Business Strategy 2.0 Firenze 25 settembre 2012 Giovanni Sadun Agenda ITSM: Contesto di riferimento

Dettagli

Raffineria Metalli Capra: innovazione nel settore METAL

Raffineria Metalli Capra: innovazione nel settore METAL SAP Customer Success Story Prodotti Industriali Raffineria Metalli Capra Raffineria Metalli Capra. Utilizzata con concessione dell autore. Raffineria Metalli Capra: innovazione nel settore METAL Partner

Dettagli

SOA GOVERNANCE: WHAT DOES IT MEAN? Giorgio Marras

SOA GOVERNANCE: WHAT DOES IT MEAN? Giorgio Marras SOA GOVERNANCE: WHAT DOES IT MEAN? Giorgio Marras 2 Introduzione Le architetture basate sui servizi (SOA) stanno rapidamente diventando lo standard de facto per lo sviluppo delle applicazioni aziendali.

Dettagli

L 8 maggio 2002 il Ministero

L 8 maggio 2002 il Ministero > > > > > Prima strategia: ascoltare le esigenze degli utenti, semplificare il linguaggio e la navigazione del sito. Seconda: sviluppare al nostro interno le competenze e le tecnologie per gestire in proprio

Dettagli

How to Develop Accessible Linux Applications

How to Develop Accessible Linux Applications How to Develop Accessible Linux Applications Sharon Snider Copyright 2002 IBM Corporation v1.1, 2002-05-03 Diario delle Revisioni Revisione v1.1 2002-05-03 Revisionato da: sds Convertito in DocBook XML

Dettagli