Il commercio estero dell Italia con Bulgaria e Romania: i nuovi paesi membri dell Unione europea

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Il commercio estero dell Italia con Bulgaria e Romania: i nuovi paesi membri dell Unione europea"

Transcript

1 5 aprile 2007 Il commercio estero dell Italia con Bulgaria e Romania: i nuovi paesi membri dell Unione europea Anni Ufficio della comunicazione Tel Centro di informazione statistica Tel Informazioni e chiarimenti: Statistiche sul Commercio estero Mario Gaggiotti Tel Alessia Freddi Tel L ingresso di Romania e Bulgaria nell Unione europea, avvenuto il primo gennaio di quest anno, modifica il quadro statistico di riferimento per l analisi della dimensione economica dell Unione. Bulgaria e Romania sono coinvolte nello stesso processo di allargamento 1 che ha interessato i dieci paesi entrati a far parte dell Ue nel maggio In questa nota viene illustrato il nuovo quadro informativo sul commercio estero, con specifica attenzione alla bilancia commerciale italiana e all analisi comparata delle caratteristiche del commercio estero dei due nuovi paesi membri (Npm) della Ue. I dati di base sono aggiornati a tutto il 2006 e l analisi è suddivisa in due parti: nella prima vengono presentate alcune caratteristiche del commercio con l estero di Bulgaria e Romania nei confronti dei paesi dell area Ue-25 ed extra Ue-25 negli anni 2000 e 2006; nella seconda parte si descrivono le relazioni commerciali dell Italia con i due nuovi paesi membri, in particolare per quanto riguarda le esportazioni. Le fonti statistiche utilizzate sono la banca dati Comext di Eurostat per i dati europei e dati Istat per quelli dell Italia. Figura 1 Importazioni ed esportazioni della Bulgaria e Romania per area geoeconomica di sbocco-anni 2000 e 2006 (Composizioni percentuali) (%) Bulgaria Extra Ue-25 Ue-25 50,7 43,7 45,6 44,6 49,3 56,3 54,4 55, (%) Romania Extra Ue-25 Ue-25 35,4 37,6 30,6 32,5 64,6 62,4 69,4 67, Importazioni Esportazioni Importazioni Esportazioni Fonte: Eurostat-COMEXT 1 Trattato relativo all adesione della Repubblica di Bulgaria e della Romania all Unione europea (2005). G.U.C.E. n.l157 del 21 giungo Il commercio estero dell Italia con i nuovi paesi membri dell Unione europea, Istat. Approfondimento pubblicato il 3 settembre 2004; consultabile all indirizzo: 3_00/Commercio_con_NPM.pdf

2 Interscambio commerciale e dinamica dei flussi di Bulgaria e Romania con l area Ue ed extra Ue Nel 2006 i due nuovi paesi membri Bulgaria e Romania rappresentano congiuntamente l 1,5% delle importazioni (0,4% per la Bulgaria e l 1,1% per la Romania) e l 1% delle esportazioni (0,3% per la Bulgaria e 0,7% per la Romania) dell Unione europea a 27 paesi. Analizzando i flussi dei due Npm per area geoeconomica (Tavola 1), nel 2006 si rileva che più della metà delle vendite e degli acquisti della Bulgaria ed oltre il 60% degli acquisti e delle vendite della Romania sono diretti verso l Ue a 25 o ne provengono. La Bulgaria importa il 43,7% ed esporta il 44,6% del totale da e verso i paesi extra europei (Figura1), mentre la Romania il 37,6% e il 32,5%. Nel periodo la Bulgaria ha mostrato un aumento del peso sia all import (+7 punti percentuali) sia all export (+1 punto percentuale) degli scambi verso l Unione europea, mentre per la Romania si osserva un incremento del peso relativo degli scambi da e verso l area extra Ue pari, rispettivamente, a +2,2 e a +1,9 punti percentuali. Nello stesso periodo gli scambi della Romania registrano dinamiche più elevate rispetto alla Bulgaria. A livello complessivo gli acquisti della Bulgaria sono più che raddoppiati (+116,2%), mentre quelli della Romania sono quasi triplicati (+186,2%). Per quanto riguarda le vendite, l aumento è pari al 122,8% per la Bulgaria e al 129,3% per la Romania. Tavola 1 Importazioni ed esportazioni di Bulgaria e Romania per area geoeconomica di sbocco. Anni 2000 e 2006 (Composizioni percentuali) Bulgaria Rom ania AREE var% var% G E O E C O N O M IC H E IMPORTAZIONI Ue-25 49,3 56,3 146,9 64,6 62,4 176,5 Extra Ue-25 50,7 43,7 86,3 35,4 37,6 204,1 M ondo , ,2 ESPORTAZIONI Ue-25 54,4 55,4 127,2 69,4 67,5 122,9 Extra Ue-25 45,6 44,6 117,6 30,6 32,5 143,7 M ondo , ,3 Fonte: Eurostat-COMEXT Interscambio commerciale dell Italia prima e dopo dell entrata di Bulgaria e Romania nella Ue Nel 2006 gli acquisti italiani dall area Ue-27 rappresentano il 56,9% delle importazioni totali, contro il 55,3% dell Unione europea a 25. Sul versante delle esportazioni, l incidenza dell area Ue-25 è pari al 58,2 % e passa, dopo l allargamento a 27 paesi, al 60,4% (Tavola 2). In termini assoluti, nel 2006 i flussi commerciali italiani da e verso Bulgaria e Romania rappresentano circa un decimo del valore delle importazioni e circa un sesto del valore delle esportazioni dell Italia verso la Germania, primo partner commerciale del nostro paese. Tra il 2000 e il 2006 l incidenza del valore delle esportazioni dell Italia verso la Bulgaria sul totale delle vendite all estero italiane è leggermente aumentata (dallo 0,2% allo 0,5%); nello stesso periodo la quota di export italiano assorbita dalla Romania è aumentata dall 1% all 1,7%. Per quanto concerne le importazioni, si registra un aumento di 0,1 punti percentuali dell incidenza della Bulgaria sull import complessivo dell Italia (dallo 0,3% allo 0,4%); per la Romania la quota aumenta dall 1% all 1,2%. Considerando congiuntamente l interscambio dell Italia con i due Npm, la quota cresce dall 1,3% all 1,6% per le importazioni e dall 1,3% al 2,2% per le esportazioni. 2

3 Tavola 2 Importazioni ed esportazioni dell Italia per paese ed area geoeconomica Anni 2000 e 2006 (quote, variazioni percentuali e differenze assolute tra quote) Quote % Variazioni % dei valori Differenza tra quote % PAESE (a) 2006/2000 ( ) import export import export import export import export Ue-25 59,7 60,3 55,3 58,2 24,7 21,3-4,4-2,1 Francia 11,5 12,7 9,2 11,7 7,5 15,1-2,3-1,0 Paesi Bassi 6,0 2,7 5,5 2,4 25,4 12,0-0,5-0,3 Germania 17,6 15,2 16,7 13,1 27,8 8,6-0,9-2,1 Regno Unito 5,5 6,9 3,5 6,0-13,1 9,6-2,0-0,9 Irlanda 1,4 0,7 1,1 0,5 6,9-10,7-0,3-0,2 Danimarca 0,7 0,8 0,7 0,8 29,9 25,7 Grecia 0,5 2,1 0,5 2,0 35,3 20,2-0,1 Portogallo 0,4 1,4 0,4 1,1 42,0-0,3-0,3 Spagna 4,2 6,3 4,1 7,2 33,1 44,5-0,1 0,9 Belgio 4,0 2,8 4,2 2,9 39,0 30,6 0,2 0,1 Lussemburgo 0,3 0,1 0,4 0,2 60,8 47,1 0,1 0,1 Svezia 1,5 1,0 1,1 1,1 3,4 32,9-0,4 0,1 Finlandia 0,9 0,4 0,6 0,5-0,9 36,1-0,3 0,1 Austria 2,3 2,2 2,5 2,4 43,1 37,8 0,2 0,2 Cipro 0,2 0,2 116,6 77,8 Malta 0,1 0,3 0,2 29,8-8,2-0,1-0,1 Estonia 0,1 47,9 178,1 0,1 Lettonia 0,1 0,1 10,7 112,1 Lituania 0,1 0,1 0,2 86,5 152,4 0,1 0,1 Polonia 0,8 1,5 1,6 2,1 165,9 78,4 0,8 0,6 Ceca, Repubblica 0,4 0,6 0,9 1,0 174,4 90,7 0,5 0,4 Slovacchia 0,4 0,3 0,6 0,5 81,9 113,5 0,2 0,2 Slovenia 0,5 0,8 0,5 0,9 33,4 37,3 0,1 Ungheria 0,7 0,9 1,0 1,0 96,2 32,7 0,3 0,1 Npm 1,3 1,3 1,6 2,2 69,8 117,3 0,3 0,9 Romania 1,0 1,0 1,2 1,7 68,5 107,4 0,2 0,7 Bulgaria 0,3 0,2 0,4 0,5 74,3 162,0 0,1 0,3 Ue-27 61,0 61,5 56,9 60,4 25,7 23,2-4,1-1,1 Extra Ue-25 40,3 39,7 44,7 41,8 49,6 32,1 4,4 2,1 Extra Ue-27 39,0 38,5 43,1 39,6 49,0 29,3 4,1 1,1 EFTA 3,6 3,7 3,9 4,4 44,6 46,9 0,3 0,7 MERCOSUR 1,4 1,5 1,3 1,0 27,2-18,0-0,1-0,5 OPEC 8,0 3,3 9,7 4,4 63,9 68,6 1,7 1,1 EDA 2,6 3,6 2,5 3,0 28,1 3,5-0,1-0,6 Turchia 0,9 1,8 1,6 2,1 145,9 45,9 0,7 0,3 Federazione russa 3,2 1,0 3,9 2,3 63,1 203,0 0,7 1,3 Stati Uniti 5,2 10,2 3,1 7,5-20,4-7,4-2,1-2,7 Cina 2,7 0,9 5,2 1,7 155,6 139,6 2,5 0,8 Giappone 2,5 1,7 1,6 1,4-15,1 3,3-0,9-0,3 MONDO ,8 25,6 (a) Dati provvisori. Se si ordinano i paesi Ue-27 per valore delle quote di importazioni sul totale delle importazioni dell Italia, nel 2006, la Romania figura al nono posto (davanti a Irlanda, Svezia e Ungheria) e la Bulgaria al sedicesimo (insieme a Lussemburgo e Portogallo). Come partner all esportazione la Romania figura al nono posto (davanti a Portogallo e Svezia), mentre la Bulgaria occupa il quattordicesimo posto della graduatoria (alla pari con Finlandia, Irlanda e Slovacchia). 3

4 La bilancia commerciale italiana per settori di attività economica nel 2006 Nel 2006, il saldo italiano complessivo raggiunge un deficit di milioni di euro e il saldo verso i paesi Ue-25 è negativo per soli milioni di euro. Il saldo commerciale complessivo dell Italia verso Bulgaria e Romania è positivo per milioni di euro ( per la Romania e +288 milioni di euro) (Tavola 3). Per l Unione europea allargata a 27 paesi il saldo italiano migliora e risulta negativo per soli 738 milioni di euro. Considerando insieme Bulgaria e Romania, i settori che contribuiscono maggiormente all attivo dell Italia sono: macchine e apparecchi meccanici, mezzi di trasporto, apparecchi elettrici e di precisione, prodotti chimici, fibre sintetiche e artificiali, articoli in gomma e materie plastiche; saldi negativi si rilevano per il settore dei prodotti dell industria tessile e dell abbigliamento, del cuoio e prodotti in cuoio, pelli e similari; del legno e prodotti in legno (esclusi i mobili), dei prodotti dell agricoltura e della pesca. Tavola 3 Saldi assoluti e normalizzati con Bulgaria e Romania per area geoeconomica e per settore di attività economica Anno 2006 (a) (saldi assoluti in milioni di euro) SETTORI DI ATTIVITA' ECONOMICA Bulgaria Romania assoluto normalizzato assoluto normalizzato A-B Prodotti dell agricoltura e della pesca -9-29, ,9 C Prodotti delle miniere e delle cave -9-71,9 9 95,8 CA Minerali energetici CB Minerali non energetici -9-72,0 9 96,9 D Prodotti trasformati e manufatti , ,0 DA Prodotti alimentari, bevande e tabacco ,3 DB Prodotti dell'industria tessile e dell'abbigliamento , ,9 DC Cuoio e prodotti in cuoio , ,6 DD Legno e prodotti in legno (esclusi i mobili) , ,8 DE Carta e prodotti di carta, stampa ed editoria 11 29, ,8 DF Prodotti petroliferi raffinati 29 42, ,3 DG Prodotti chimici e fibre sintetiche e artificiali 14 8, ,4 DH Articoli in gomma e in materie plastiche 26 38, ,7 DI Prodotti della lavorazione di minerali non metalliferi 22 43, ,9 DJ Metalli e prodotti in metallo , ,1 DK Macchine ed apparecchi meccanici , ,7 DL Apparecchi elettrici e di precisione 66 32, ,5 DM Mezzi di trasporto , ,6 DN Altri prodotti dell'industria manifatturiera (compresi i mobili) 18 24,1 8 2,3 E Energia elettrica, gas e acqua ,4 - - Altri prodotti n.c.a. 3 48, ,1 TOTALE , ,3 (a) Dati provvisori. Da un analisi dei saldi normalizzati 3 italiani con i due nuovi paesi membri, risulta che per la Bulgaria sono positivi i mezzi di trasporto, macchine e apparecchi meccanici, prodotti della lavorazione di minerali non metalliferi, altri prodotti n.c.a. e prodotti petroliferi raffinati. I principali saldi normalizzati negativi si registrano per l energia elettrica, gas e acqua, i minerali non energetici e il legno e prodotti in legno (esclusi i mobili). L interscambio con la Romania evidenzia i maggiori saldi normalizzati positivi dell Italia nei settori dei minerali non energetici, dei mezzi di trasporto, della carta prodotti di carta, stampa e editoria. I principali saldi normalizzati negativi si osservano nel legno e prodotti in legno (esclusi i mobili), negli altri prodotti n.c.a., nei prodotti dell'agricoltura e della pesca. 3 Il saldo normalizzato è dato dal rapporto percentuale tra il saldo corrente e la somma di importazioni ed esportazioni. Il suo valore varia tra -100, nel caso in cui il paese sia unicamente importatore, e +100, nel caso in cui il paese sia unicamente esportatore. Se la bilancia risulta in pareggio, il saldo normalizzato è pari a 0. 4

5 Le graduatorie dei prodotti italiani maggiormente esportati in Bulgaria e Romania I flussi di esportazioni analizzati ad un livello merceologico 4 più dettagliato, tra i prodotti che nel 2006 rappresentano almeno il 2% delle esportazioni verso la Bulgaria (che rappresentano complessivamente, nel 2006, il 40,7% delle esportazioni italiane verso questo paese), si registra una presenza rilevante di mezzi di trasporto, di prodotti del settore tessile, abbigliamento e cuoio, di macchine e apparecchi meccanici (Tavola 4). Tavola 4 - Graduatoria (a) delle principali categorie merceologiche esportate in Bulgaria Anni (valori in migliaia di euro) CATEGORIE MERCEOLOGICHE (b) 2006/2000 valore quota % valore quota % Variazione% DM34100-Autoveicoli , ,4 931,8 DC19302-Parti ed accessori per calzature non in gomma , ,5 67,6 DC19100-Cuoi e pelli, scamosciati; cuoi e pelli, verniciati o laccati; cuoi e pelli artificiali o ricostruiti , ,5 42,1 DB17210-Tessuti di filati tipo cotone , ,3 100,1 DF23201-Carburanti per motori, combustibili minerali e gassosi (escluso gas naturale) , ,1 966,0 DB17600-Tessuti a maglia , ,0 417,1 DL31201-Apparecchiature per la distribuzione e il controllo dell'elettricità , ,5 305,2 DK29710-Elettrodomestici , ,3 54,8 DK29231-Attrezzature industriali per la refrigerazione e la ventilazione (per uso non domestico) , ,1 245,2 DB18241-Accessori per l'abbigliamento , ,0 328,0 DK29541-Macchine per le industrie tessili; macchine e impianti per il trattamento ausiliario dei tessili; macchine per cucire e per maglieria (compresi parti e accessori) , ,0 92,2 DB17250-Tessuti di altre materie tessili , ,0 80,8 Totale prodotti maggiormente esportati , ,7 178,2 Totale esportazioni verso la Bulgaria ,0 (a) Graduatoria delle categorie rispetto all anno (b) Dati provvisori. Nel 2006, il primo prodotto esportato verso il paese sono gli autoveicoli, che coprono il 9,4% delle esportazioni italiane verso la Bulgaria (nel 2000 era pari al 2,4%); il secondo, terzo e quarto prodotto maggiormente esportato verso la Bulgaria appartengono al settore del cuoio e tessile e coprono il 12,3% (nel ,7%) delle esportazioni, più in dettaglio: il secondo prodotto è costituito dalle parti ed accessori per calzature non in gomma, con una quota pari al 4,5% (7,1% nel 2000); al terzo posto si trovano i cuoi e pelli, scamosciati, verniciati o laccati, artificiali o ricostruiti, con quota pari al 4,5% (8,3% nel 2000); il quarto prodotto è rappresentato dai tessuti di filati tipo cotone (3,3% nel 2000, 4,3%). 4 Si tratta di una classificazione (CPAteco a cinque cifre) che prevede 883 categorie di prodotto. Tra queste, nel 2006 l Italia ne ha esportate in Bulgaria 314 e in Romania

6 Dal confronto del 2006 con il 2000 (Tavola 4 e Figura 2) emerge che tutti i prodotti appartenenti ai settori del tessile e cuoio perdono quote, tranne i tessuti a maglia (+1,5 punti percentuali); guadagnano quote anche gli accessori per l abbigliamento (+0,8 punti percentuali). Nello stesso periodo, la crescita dei prodotti di cuoio e tessile, e degli elettrodomestici e macchine per le industrie tessili si attesta al di sotto della media delle esportazioni italiane complessive verso la Bulgaria, con una perdita di quote percentuali. I prodotti che appartengono ai settori a più alto valore aggiunto quali gli autoveicoli e i carburanti per motori, invece, guadagnano quote percentuali (rispettivamente +7 punti e +2,3 punti percentuali), crescendo molto di più della media. Figura 2 - Dinamica delle principali categorie merceologiche esportate in Bulgaria (a) Anni (variazioni percentuali e differenza assoluta delle quote %) Variazione % DF DM DC19302 DK29231 DB17210 DB17600 DL31201 DB DC19100 DK29710 DK29541 DB ,0-4,0-2,0 2,0 4,0 6,0 8,0 1 Differenza assoluta delle quote % (a) La linea tratteggiata rappresenta la variazione percentuale delle esportazioni complessive verso la Bulgaria. La dimensione delle bolle è proporzionale alla quota della categoria nell anno Il colore chiaro (rosa) rappresenta le categorie merceologiche che fanno parte dei settori del tessile, abbigliamento e cuoio, che sono: DC19302-Parti ed accessori per calzature non in gomma; DC19100-Cuoi e pelli, scamosciati; cuoi e pelli, verniciati o laccati; cuoi e pelli artificiali o ricostruiti; DB17210-Tessuti di filati tipo cotone; DB17600-Tessuti a maglia; DB18241-Accessori per l'abbigliamento; DB17250-Tessuti di altre materie tessili. Il colore scuro (blu) evidenzia le categorie del settore delle macchine e apparecchi meccanici, mezzi di trasporto, apparecchi elettrici e di precisione prodotti petroliferi raffinati, ovvero: DM34100-Autoveicoli; DF23201-Carburanti per motori, combustibili minerali e gassosi (escluso gas naturale); DL31201-Apparecchiature per la distribuzione e il controllo dell'elettricità; DK29710-Elettrodomestici; DK29231-Attrezzature industriali per la refrigerazione e la ventilazione (per uso non domestico); DK29541-Macchine per le industrie tessili; macchine e impianti per il trattamento ausiliario dei tessili; macchine per cucire e per maglieria (compresi parti e accessori); 6

7 Per quanto riguarda le esportazioni italiane verso la Romania, tra i prodotti che nel 2006 rappresentano almeno il 2% dello stock complessivo (rappresentativi del 37,8% delle esportazioni italiane verso la Romania) (Tavola 5), i primi quattro fanno parte del settore del cuoio, abbigliamento e tessile e coprono il 24% delle esportazioni verso la Romania Tavola 5 - Graduatoria (a) delle principali categorie merceologiche esportate in Romania Anni (valori in migliaia di euro) CATEGORIE MERCEOLOGICHE (b) 2006/2000 valore quota % valore quota % Variazione% DC19302-Parti ed accessori per calzature non in gomma , ,0 80,3 DC19100-Cuoi e pelli, scamosciati; cuoi e pelli, verniciati o laccati; cuoi e pelli artificiali o ricostruiti , ,9 15,4 DB18241-Accessori per l'abbigliamento , ,0 88,9 DB17210-Tessuti di filati tipo cotone , ,1 46,6 DM34100-Autoveicoli , ,8 357,3 DJ27100-Prodotti della siderurgia , ,0 421,6 DB17250-Tessuti di altre materie tessili , ,5-10,1 DK29710-Elettrodom estici , ,5 112,9 DK29561-Macchine per la lavorazione delle materie plastiche e della gomma e macchine per impieghi speciali n.c.a. compresi parti e accessori , ,0 204,6 Totale prodotti m aggiorm ente esportati , ,8 75,1 Totale esportazioni verso la Rom ania ,4 (a) Graduatoria delle categorie rispetto all anno (b) Dati provvisori. Il primo prodotto esportato è costituito dalle parti ed accessori per calzature non in gomma, che coprono il 9% delle esportazioni italiane verso la Romania (nel 2000 era pari al 10,4%); al secondo posto si trovano i prodotti di cuoio e pelli, scamosciati, verniciati o laccati, artificiali o ricostruiti con quota pari al 5,9% (10,6% nel 2000); al terzo gli accessori per l abbigliamento con il 5% (5,5% nel 2000). Nel 2006, a confronto con il 2000, tutti i prodotti appartenenti ai settori tradizionali del Made in Italy perdono quote, essendo la loro crescita inferiore a quella media delle esportazioni italiane complessive verso la Romania (Figura 3). I prodotti che appartengono ai settori a più alto valore aggiunto quali gli autoveicoli, i prodotti della siderurgia, le macchine per la lavorazione di materie plastiche e gomma e gli elettrodomestici, invece, guadagnano quote percentuali e crescono più della media. 7

8 Figura 3 Dinamica delle principali categorie merceologiche esportate in Romania (a) Anni (variazioni percentuali e differenza assoluta delle quote %) 500 Variazione % DJ DM DK DC19302 DB DK DB17210 DC19100 DB ,0-5,0-4,0-3,0-2,0-1,0 1,0 2,0 3,0 4,0 Differenza assoluta delle quote % (a) La linea tratteggiata rappresenta la variazione % delle esportazioni complessive verso la Romania. La dimensione delle bolle è proporzionale alla quota della categoria nell anno Il colore chiaro (rosa) rappresenta le categorie merceologiche che fanno parte dei settori del tessile, abbigliamento e cuoio, che sono: DC19302-Parti ed accessori per calzature non in gomma; DC19100-Cuoi e pelli, scamosciati; cuoi e pelli, verniciati o laccati; cuoi e pelli artificiali o ricostruiti; DB18241-Accessori per l'abbigliamento; DB17210-Tessuti di filati tipo cotone; DB17250-Tessuti di altre materie tessili; Il colore scuro (blu) evidenzia le categorie merceologiche delle macchine e apparecchi meccanici, mezzi di trasporto e metalli e prodotti in metallo, ovvero: DM34100-Autoveicoli; DJ27100-Prodotti della siderurgia; DK29710-Elettrodomestici; DK29561-Macchine per la lavorazione delle materie plastiche e della gomma e macchine per impieghi speciali n.c.a. compresi parti e accessori. La dinamica recente delle esportazioni verso i Npm Ordinando i settori merceologici in base al loro contributo alla variazione complessiva delle esportazioni italiane, per quelle verso Bulgaria (Tavola 6 e Figura 4), nella prima posizione si colloca il settore delle macchine ed apparecchi meccanici (variazione 28,9% e contributo 23,6%); seguono i mezzi di trasporto, i prodotti delle industrie tessili e dell abbigliamento e prodotti petroliferi raffinati con variazioni rispettivamente del 35,3%, del 20,4% e del 390%, con un contributo del 14,6% del 14,5% e 12%. Per quanto riguarda la Romania (Tavola 7 e Figura 5) si rileva che al primo posto si trova la voce macchine ed apparecchi meccanici la cui crescita nel 2006 (+ 27,5%) spiega oltre un quarto di quella complessiva delle esportazioni italiane verso questo paese. Il settore dei metalli e prodotti in metallo è al secondo posto e, con un incremento del 32,9%, contribuisce per il 19,5% alla crescita delle vendite; al terzo posto si colloca il settore dei mezzi di trasporto, con un aumento del 46,7% e un contributo del 12,3%; segue il settore degli apparecchi elettrici e di precisione (variazione +29,8% e contributo +11,9%). 8

9 Tavola 6 Esportazioni verso la Bulgaria per settore di attività economica Anni 2005 e 2006 (Valori in milioni di euro, variazioni percentuali e quote percentuali) SETTORI DI ATTIVITA' ECONOMICA Valori Variazione % Quote % Contributo alla / variazione % A-B Prodotti dell agricoltura e della pesca ,5 0,6 0,7 0,9 C Prodotti delle miniere e delle cave ,1 0,1 0,4 CA Minerali energetici CB Minerali non energetici ,1 0,1 0,4 D Prodotti trasformati e manufatti ,8 99,2 98,9 98,1 DA Prodotti alimentari, bevande e tabacco ,8 2,1 2,2 2,5 DB Prodotti dell'industria tessile e dell'abbigliamento ,4 18,6 17,8 14,5 DC Cuoio e prodotti in cuoio ,1 11,7 10,3 5,0 DD Legno e prodotti in legno (esclusi i mobili) ,0 0,3 0,3 0,3 DE Carta e prodotti di carta, stampa ed editoria ,3 1,9 1,5 0,3 DF Prodotti petroliferi raffinati ,8 3,1 12,0 DG Prodotti chimici e fibre sintetiche e artificiali ,5 6,2 5,9 4,6 DH Articoli in gomma e in materie plastiche ,6 3,3 3,0 1,8 DI Prodotti della lavorazione di minerali non metalliferi ,4 2,3 1,8 DJ Metalli e prodotti in metallo ,6 7,6 7,6 7,7 DK Macchine ed apparecchi meccanici ,9 21,3 21,7 23,6 DL Apparecchi elettrici e di precisione ,8 8,9 8,6 7,4 DM Mezzi di trasporto ,3 10,8 11,5 14,6 DN Altri prodotti dell'industria manifatturiera (compresi i mobili) ,5 3,4 3,0 1,2 E Energia elettrica, gas e acqua Altri prodotti n.c.a ,3 TOTALE , Figura 4 Contributo alla variazione delle esportazioni dell Italia verso la Bulgaria - Anno 2006 (Scomposizione della variazione percentuale delle esportazioni verso la Bulgaria) Macchine ed apparecchi meccanici Mezzi di trasporto Prodotti dell' industria tessile e dell'abbigliamento Prodotti petroliferi raffinati Metalli e prodotti in metallo Apparecchi elettrici e di precisione Cuoio e prodotti in cuoio Prodotti chimici e fibre sintetiche e artificiali Prodotti alimentari, bevande e tabacco Articoli in gomma e materie plastiche Prodotti della lavorazione di minerali non metalliferi Altri prodotti dell' industria manifatturiera Prodotti dell'agricoltura e della pesca Minerali non energetici Carta e prodotti di carta, stampa ed editoria Legno e prodotti in legno Minerali energetici Energia elettrica,gas e acqua Altri prodotti n.c.a. 2,5 1,8 1,8 1,2 0,9 0,4 0,3 0,3 5,0 4,6 7,7 7,4 12,0 14,6 14,5 23,6 9

10 Tavola 7 Esportazioni verso la Romania per settore di attività economica Anni 2005 e 2006 (Valori in milioni di euro, variazioni percentuali e quote percentuali) SETTORI DI ATTIVITA' ECONOMICA Valori Variazione % Quote % Contributo alla / variazione % A-B Prodotti dell agricoltura e della pesca ,3 0,5 1,6 C Prodotti delle miniere e delle cave ,1 0,2 0,4 CA Minerali energetici CB Minerali non energetici ,1 0,2 0,4 D Prodotti trasformati e manufatti ,3 99,6 99,3 98,0 DA Prodotti alimentari, bevande e tabacco ,4 1,6 1,7 1,9 DB Prodotti dell'industria tessile e dell'abbigliamento ,1 24,7 21,2 2,8 DC Cuoio e prodotti in cuoio ,3 17,5 16,0 7,8 DD Legno e prodotti in legno (esclusi i mobili) ,6 0,4 0,5 0,7 DE Carta e prodotti di carta, stampa ed editoria ,7 1,5 1,4 1,2 DF Prodotti petroliferi raffinati ,5 0,4 1,1 4,1 DG Prodotti chimici e fibre sintetiche e artificiali ,8 4,8 4,8 4,3 DH Articoli in gomma e in materie plastiche ,8 3,0 2,9 2,5 DI Prodotti della lavorazione di minerali non metalliferi ,6 1,5 1,5 1,7 DJ Metalli e prodotti in metallo ,9 11,0 12,3 19,5 DK Macchine ed apparecchi meccanici ,5 17,4 18,7 25,7 DL Apparecchi elettrici e di precisione ,8 7,4 8,1 11,9 DM Mezzi di trasporto ,7 4,9 6,0 12,3 DN Altri prodotti dell'industria manifatturiera (compresi i mobili) ,7 3,5 3,2 1,3 E Energia elettrica, gas e acqua Altri prodotti n.c.a TOTALE , Figura 5 Contributo alla variazione delle esportazioni dell Italia verso la Romania - Anno 2006 (Scomposizione della variazione percentuale delle esportazioni verso la Romania) Macchine ed apparecchi meccanici Metalli e prodotti in metallo Mezzi di trasporto Apparecchi elettrici e di precisione Cuoio e prodotti in cuoio Prodotti chimici e fibre sintetiche e artificiali Prodotti petroliferi raffinati Prodotti dell' industria tessile e dell'abbigliamento Articoli in gomma e materie plastiche Prodotti alimentari, bevande e tabacco Prodotti della lavorazione di minerali non metalliferi Prodotti dell'agricoltura e della pesca Altri prodotti dell' industria manifatturiera Carta e prodotti di carta, stampa ed editoria Legno e prodotti in legno Minerali non energetici Minerali energetici Energia elettrica,gas e acqua Altri prodotti n.c.a. 4,3 4,1 2,8 2,5 1,9 1,7 1,6 1,3 1,2 0,7 0,4 7,8 12,3 11,9 19,5 25,7 10

Il commercio estero dell Italia con i nuovi paesi membri dell Unione europea

Il commercio estero dell Italia con i nuovi paesi membri dell Unione europea 3 settembre 2004 Il commercio estero dell Italia con i nuovi paesi membri dell Unione europea Ufficio della comunicazione Tel. + 39 06 4673.2243-2244 Centro di informazione statistica Tel. + 39 06 4673.3105

Dettagli

Le esportazioni delle regioni italiane

Le esportazioni delle regioni italiane Le esportazioni delle regioni italiane Gennaio giugno 2008 17 settembre 2008 Nel periodo gennaio-giugno 2008 il valore delle esportazioni italiane ha registrato un incremento del 5,9 per cento rispetto

Dettagli

Le esportazioni delle regioni italiane

Le esportazioni delle regioni italiane Le esportazioni delle regioni italiane Gennaio dicembre 2006 14 marzo 2007 Nel periodo gennaio-dicembre 2006 il valore delle esportazioni italiane ha registrato un aumento del 9 per cento rispetto allo

Dettagli

SERIE STORICHE. Tabella 9 - Esportazioni, importazioni e saldi della bilancia commerciale (milioni di euro) (a)

SERIE STORICHE. Tabella 9 - Esportazioni, importazioni e saldi della bilancia commerciale (milioni di euro) (a) SERIE STORICHE Tabella 9 - Esportazioni, importazioni e saldi della bilancia commerciale (milioni di euro) (a) Dati grezzi Dati mensili destagionalizzati Esportazioni Variazioni Importazioni Variazioni

Dettagli

Le esportazioni delle regioni italiane

Le esportazioni delle regioni italiane Le esportazioni delle regioni italiane Gennaio settembre 2008 12 dicembre 2008 Nel periodo gennaio-settembre 2008 il valore delle esportazioni italiane ha registrato, rispetto al corrispondente periodo

Dettagli

Le esportazioni delle regioni italiane

Le esportazioni delle regioni italiane Le esportazioni delle regioni italiane Gennaio dicembre 2007 13 marzo 2008 Nel 2007 il valore delle esportazioni italiane ha registrato un aumento dell 8 per cento rispetto al 2006 (più 6,1 per cento verso

Dettagli

Le esportazioni delle regioni italiane

Le esportazioni delle regioni italiane Le esportazioni delle regioni italiane Gennaio settembre 2007 12 dicembre 2007 Nel periodo gennaio-settembre 2007 il valore delle esportazioni italiane ha registrato un aumento dell 11,5 per cento rispetto

Dettagli

Tavola 16.1 - Interscambio commerciale della Puglia - Anni 1994-2004 (dati in migliaia di euro - eurolire fino al 1998)

Tavola 16.1 - Interscambio commerciale della Puglia - Anni 1994-2004 (dati in migliaia di euro - eurolire fino al 1998) Tavola 16.1 - Interscambio commerciale della Puglia - Anni 1994-2004 (dati in migliaia di euro - eurolire fino al 1998) ANNI Interscambio commerciale Esportazioni Var. % Importazioni Var. % Saldi 1994

Dettagli

Le esportazioni delle regioni italiane

Le esportazioni delle regioni italiane Le esportazioni delle regioni italiane Gennaio dicembre 2008 12 marzo 2009 Nel 2008 il valore delle esportazioni italiane ha registrato un leggero incremento (più 0,3 per cento) rispetto all anno precedente,

Dettagli

OSSERVATORIO DEI SETTORI INDUSTRIALI Aggiornamento del Rapporto Italia Dati macroeconomici. Pag. 1 of 19

OSSERVATORIO DEI SETTORI INDUSTRIALI Aggiornamento del Rapporto Italia Dati macroeconomici. Pag. 1 of 19 OSSERVATORIO DEI SETTORI INDUSTRIALI Aggiornamento del 20.02.2014 Rapporto Italia Dati macroeconomici Pag. 1 of 19 OSSERVATORIO DEI SETTORI INDUSTRIALI Aggiornamento del 20.02.2014 Dati Macroeconomici

Dettagli

Esportazioni Importazioni Saldi. Gen-Ago Gen-Ago

Esportazioni Importazioni Saldi. Gen-Ago Gen-Ago Scambi per settori - Tavola 1 Paese dichiarante: Italia Mercato selezionato: Kazakistan Periodo: Gennaio - Agosto (valori in migliaia di euro) Settori Predefiniti 2005 Esportazioni Importazioni Saldi Var.%

Dettagli

I vantaggi del libero scambio

I vantaggi del libero scambio I vantaggi del libero scambio La legge dei vantaggi comparati specializzazione come fondamento del commercio vantaggio assoluto vantaggio comparato I benefici del commercio dovuti al vantaggio comparato

Dettagli

Le esportazioni delle regioni italiane

Le esportazioni delle regioni italiane Le esportazioni delle regioni italiane Gennaio - giugno 2004 17 settembre 2004 Nel primo semestre 2004 il valore delle esportazioni italiane ha registrato un aumento del 5,7 per cento rispetto allo stesso

Dettagli

PREZZI ALLA PRODUZIONE DEI PRODOTTI INDUSTRIALI

PREZZI ALLA PRODUZIONE DEI PRODOTTI INDUSTRIALI 30 dicembre 2015 Novembre 2015 PREZZI ALLA PRODUZIONE DEI PRODOTTI INDUSTRIALI Nel mese di novembre 2015 l indice dei prezzi alla produzione dei prodotti industriali diminuisce dello 0,5% rispetto al mese

Dettagli

PREZZI ALL IMPORTAZIONE DEI PRODOTTI INDUSTRIALI

PREZZI ALL IMPORTAZIONE DEI PRODOTTI INDUSTRIALI 17 settembre 2015 Giugno e Luglio 2015 PREZZI ALL IMPORTAZIONE DEI PRODOTTI INDUSTRIALI Nel mese di luglio 2015 l indice dei prezzi all importazione dei prodotti industriali diminuisce dello 0,9% rispetto

Dettagli

PREZZI ALL IMPORTAZIONE DEI PRODOTTI INDUSTRIALI

PREZZI ALL IMPORTAZIONE DEI PRODOTTI INDUSTRIALI 15 gennaio 2015 Novembre 2014 PREZZI ALL IMPORTAZIONE DEI PRODOTTI INDUSTRIALI Nel mese di novembre 2014 l indice dei prezzi all importazione dei prodotti industriali diminuisce dell 1,0% rispetto al mese

Dettagli

PREZZI ALLA PRODUZIONE DEI PRODOTTI INDUSTRIALI

PREZZI ALLA PRODUZIONE DEI PRODOTTI INDUSTRIALI 31 luglio 2014 Giugno 2014 PREZZI ALLA PRODUZIONE DEI PRODOTTI INDUSTRIALI Nel mese di giugno 2014 l indice dei prezzi alla produzione dei prodotti industriali aumenta dello % rispetto al mese precedente

Dettagli

IL COMMERCIO ESTERO IN PROVINCIA DI UDINE anno 2015

IL COMMERCIO ESTERO IN PROVINCIA DI UDINE anno 2015 Centro Studi Ufficio Statistica e Prezzi IL COMMERCIO ESTERO IN PROVINCIA DI UDINE anno 2015 Aprile 2016 Via Morpurgo 4-33100 Udine - Tel. +39 0432 273223 273224 - fax +39 0432 512408 - email: unioncamerefvg@ud.camcom.it

Dettagli

IL COMMERCIO ESTERO MANTOVANO

IL COMMERCIO ESTERO MANTOVANO C O M U N I C A T O S T A M P A IL COMMERCIO ESTERO MANTOVANO Diffusi i dati relativi all import-export 2003 Mantova, 30.03.2004 Dall analisi dei dati sul commercio estero, condotta dal Servizio Informazione

Dettagli

PREZZI ALLA PRODUZIONE DEI PRODOTTI INDUSTRIALI

PREZZI ALLA PRODUZIONE DEI PRODOTTI INDUSTRIALI 30 dicembre 2014 Novembre 2014 PREZZI ALLA PRODUZIONE DEI PRODOTTI INDUSTRIALI Nel mese di novembre 2014 l indice dei prezzi alla produzione dei prodotti industriali diminuisce dello % rispetto al mese

Dettagli

Le esportazioni della provincia di Prato nel 2012

Le esportazioni della provincia di Prato nel 2012 Unione Industriale Pratese - Centro Studi Le esportazioni della provincia di Prato nel 2012 Valori (milioni di Euro) Var. % tendenziali anno 2012 4 trimestre (2012 ott-dic) 2012 / 2011 4 trimestre (ott

Dettagli

Le esportazioni delle regioni italiane

Le esportazioni delle regioni italiane Le esportazioni delle regioni italiane Gennaio dicembre 2010 14 Marzo 2011 Nella media del 2010 la ripresa delle esportazioni ha interessato tutte le ripartizioni territoriali. Particolarmente e levato

Dettagli

: il decennio in prospettiva

: il decennio in prospettiva 1999-2008: il decennio in prospettiva Camera di Commercio di Parma Bilancio di mandato, 1999-2008 Fabio Sdogati (fabio.sdogati@polimi.it) Gianluca Orefice Andrej Sokol Davide Suverato 1 luglio 2009 1 Indice

Dettagli

PREZZI ALLA PRODUZIONE DEI PRODOTTI INDUSTRIALI

PREZZI ALLA PRODUZIONE DEI PRODOTTI INDUSTRIALI 31 ottobre 2014 Settembre 2014 PREZZI ALLA PRODUZIONE DEI PRODOTTI INDUSTRIALI Nel mese di settembre 2014 l indice dei prezzi alla produzione dei prodotti industriali rimane invariato rispetto al mese

Dettagli

L interscambio commerciale tra Italia e India Anni 2000-2006

L interscambio commerciale tra Italia e India Anni 2000-2006 6 febbraio 2007 L interscambio commerciale tra Italia e India Anni 2000-2006 Ufficio della comunicazione Tel. +39 06 4673.2243-2244 Centro di informazione statistica Tel. + 39 06 4673.3106 Informazioni

Dettagli

COMMERCIO CON L ESTERO

COMMERCIO CON L ESTERO 17 febbraio 015 Dicembre 014 COMMERCIO CON L ESTERO Rispetto al mese precedente, a dicembre 014 si registra un aumento dell export (+,6%) e una diminuzione dell import (-1,6%). L aumento congiunturale

Dettagli

Il commercio estero di Prato

Il commercio estero di Prato Centro Studi 16-dic-15 Il commercio estero di Prato 3 trimestre 2015 L'export manifatturiero in provincia di Prato Variazioni % tendenziali valori all'export. Ateco 2007 "C" provincia di Prato 20,0 2014-1

Dettagli

Commercio estero e attività internazionali delle imprese 2014

Commercio estero e attività internazionali delle imprese 2014 Commercio estero e attività internazionali delle imprese 2014 L'edizione 2014 dell'annuario statistico realizzato dall'istat e l'ice fornisce un quadro aggiornato sulla struttura e la dinamica dell'interscambio

Dettagli

PREZZI ALLA PRODUZIONE DEI PRODOTTI INDUSTRIALI

PREZZI ALLA PRODUZIONE DEI PRODOTTI INDUSTRIALI 29 aprile 2011 Marzo 2011 PREZZI ALLA PRODUZIONE DEI PRODOTTI INDUSTRIALI Nel mese di marzo 2011, i prezzi alla produzione dei prodotti industriali sono aumentati dello 0,7% rispetto al mese precedente

Dettagli

Indice della produzione industriale Ottobre 2005

Indice della produzione industriale Ottobre 2005 1 dicembre Indice della produzione industriale Ottobre Nel mese di ottobre, sulla base degli elementi finora disponibili, l'indice della produzione industriale con base =1 è risultato pari a 1, con una

Dettagli

Resta vivace il ciclo delle esportazioni modenesi nel 2 trimestre del 2006 I quantitativi esportati settore per settore ed i mercati di destinazione

Resta vivace il ciclo delle esportazioni modenesi nel 2 trimestre del 2006 I quantitativi esportati settore per settore ed i mercati di destinazione Modena, 26 settembre 2006 Prot. 20/06 Agli Organi di informazione COMUNICATO STAMPA Resta vivace il ciclo delle esportazioni modenesi nel 2 trimestre del 2006 I quantitativi esportati settore per settore

Dettagli

PREZZI ALLA PRODUZIONE DEI PRODOTTI INDUSTRIALI

PREZZI ALLA PRODUZIONE DEI PRODOTTI INDUSTRIALI 29 luglio 2011 Giugno 2011 PREZZI ALLA PRODUZIONE DEI PRODOTTI INDUSTRIALI Nel mese di giugno 2011, i prezzi alla produzione dei prodotti industriali sono aumentati dello % rispetto al mese precedente

Dettagli

I dati Import-Export II Trimestre 2015

I dati Import-Export II Trimestre 2015 In collaborazione con il Consorzio Mantova Export Comunicato stampa Mantova, 22 settembre I dati Import-Export II Trimestre Nel primo semestre dell anno, secondo i dati Istat, si conferma la ripresa del

Dettagli

Indice della produzione industriale Settembre 2008

Indice della produzione industriale Settembre 2008 1 novembre 8 Indice della produzione industriale Settembre 8 Nel mese di settembre 8, sulla base degli elementi finora disponibili, l'indice della produzione industriale con base =1 è risultato pari a,5

Dettagli

IL COMMERCIO ESTERO DELL ITALIA NEL I TRIMESTRE 2012

IL COMMERCIO ESTERO DELL ITALIA NEL I TRIMESTRE 2012 IL COMMERCIO ESTERO DELL ITALIA NEL I TRIMESTRE 212 Nei primi tre mesi del 212 il valore delle esportazioni italiane di merci è aumentato del 5,5 per cento rispetto allo stesso periodo del 211 per un totale

Dettagli

Esportazioni 3 trimestre Var.% Imp. 2016/2015. Italia ,9% +0,5% Puglia Brindisi

Esportazioni 3 trimestre Var.% Imp. 2016/2015. Italia ,9% +0,5% Puglia Brindisi L interscambio commercialee della provincia di Brindisi, archivia il 3 trimestre 2016 con una aumento dei flussi esportativi (rispetto al 3 trimestre 2015) del (+15,7%) al contrario, i dati relativi alle

Dettagli

Import-export della provincia di Brindisi

Import-export della provincia di Brindisi Import-export della provincia di Brindisi (Dati al I trimestre 2013) L export brindisino nel primo trimestre 2013 registra un -5,7% rispetto al primo trimestre 2012 mentre la regione Puglia registra un

Dettagli

Il commercio estero della Provincia e del distretto di Prato

Il commercio estero della Provincia e del distretto di Prato Centro Studi 18-mar-14 Il commercio estero della Provincia e del distretto di Prato 4 trimestre 2013 Unione Industriale Pratese, Area Studi L'export manifatturiero in provincia di Prato (var. % tend. trimestrali

Dettagli

PREZZI ALLA PRODUZIONE DEI PRODOTTI INDUSTRIALI

PREZZI ALLA PRODUZIONE DEI PRODOTTI INDUSTRIALI 31 gennaio 2012 Dicembre 2011 PREZZI ALLA PRODUZIONE DEI PRODOTTI INDUSTRIALI Nel mese di dicembre 2011, l indice dei prezzi alla produzione dei prodotti industriali è aumentato dello 0,1% rispetto al

Dettagli

PREZZI ALLA PRODUZIONE DEI PRODOTTI INDUSTRIALI

PREZZI ALLA PRODUZIONE DEI PRODOTTI INDUSTRIALI 30 maggio 2014 Aprile 2014 PREZZI ALLA PRODUZIONE DEI PRODOTTI INDUSTRIALI Nel mese di aprile 2014 l indice dei prezzi alla produzione dei prodotti industriali diminuisce dello 0,3% rispetto al mese precedente

Dettagli

Il commercio estero di Prato

Il commercio estero di Prato Centro Studi 17-mar-15 Il commercio estero di Prato trimestre 2014 e anno 2014 Unione Industriale Pratese, ufficio studi Andamento dell'export 2014 nelle province italiane più industrializzate (Club dei

Dettagli

COMMERCIO ESTERO MARCHE TUNISIA

COMMERCIO ESTERO MARCHE TUNISIA COMMERCIO ESTERO MARCHE TUNISIA DATI GEN SET 2010 Sistema Informativo Statistico REGIONE MARCHE 1 Esportazioni Marche vs Tunisia periodo Nel periodo Gennaio Settembre 2010 la regione Marche ha esportato

Dettagli

Clicca qui per scaricare gli allegati della rubrica "Sicilia nei numeri"

Clicca qui per scaricare gli allegati della rubrica Sicilia nei numeri Clicca qui per scaricare gli allegati della rubrica "Sicilia nei numeri" Nel primo semestre del 2009 l interscambio della Sicilia con l estero ha registrato un notevole ridimensionamento, superiore al

Dettagli

I MPR P ESE S I TA T L A IAN A E E MERCA C T A I T E MERGENT N I T Fabio Cassia

I MPR P ESE S I TA T L A IAN A E E MERCA C T A I T E MERGENT N I T Fabio Cassia 15. IMPRESE ITALIANE E MERCATI EMERGENTI Fabio Cassia Esportazioni: quote dell Italia in volume e a valore Fonte: ICE, 2009. 2 Esportazioni: quote dell Italia in volume e a valore Selezione delle imprese

Dettagli

Esportazioni destag. Esportazioni (grezzo) Importazioni destag. Importazioni (grezzo)

Esportazioni destag. Esportazioni (grezzo) Importazioni destag. Importazioni (grezzo) Il commercio estero di beni nella provincia di Cremona - 2 trimestre 2015 - Dati generali I dati ISTAT del secondo trimestre 2015 sul commercio estero, ancora provvisori, indicano che nel periodo aprile-giugno,

Dettagli

Il commercio estero in provincia di Cremona Dati trimestrali in migliaia di euro - provvisori Dati grezzi Dati destagionalizzati

Il commercio estero in provincia di Cremona Dati trimestrali in migliaia di euro - provvisori Dati grezzi Dati destagionalizzati Il commercio estero di beni nella provincia di Cremona 4 trimestre 2014 Dati generali I dati ISTAT del quarto trimestre 2014 sul commercio estero, ancora provvisori, indicano che nel periodo ottobredicembre,

Dettagli

PREZZI ALLA PRODUZIONE DEI PRODOTTI INDUSTRIALI

PREZZI ALLA PRODUZIONE DEI PRODOTTI INDUSTRIALI 28 giugno 2012 Maggio 2012 PREZZI ALLA PRODUZIONE DEI PRODOTTI INDUSTRIALI Nel mese di maggio 2012, l indice dei prezzi alla produzione dei prodotti industriali registra una diminuzione dello % rispetto

Dettagli

Indice della produzione industriale Ottobre 2008

Indice della produzione industriale Ottobre 2008 1 dicembre 8 Indice della produzione industriale Ottobre 8 Nel mese di ottobre 8, sulla base degli elementi finora disponibili, l'indice della produzione industriale con base =1 è risultato pari a 1, con

Dettagli

Lavoro e retribuzioni nelle grandi imprese

Lavoro e retribuzioni nelle grandi imprese 30 Gennaio 2009 Lavoro e retribuzioni nelle grandi imprese Novembre 2008 L Istituto nazionale di statistica comunica i risultati della rilevazione sull occupazione, gli orari di lavoro e le retribuzioni

Dettagli

Scheda riassuntiva Francia.

Scheda riassuntiva Francia. Scheda riassuntiva Francia. Quadro generale. Totale importazioni 2006 533.972 (milioni di dollari) Totale esportazioni 2006 488.884 (milioni di dollari) Totale importazioni dall'italia 33.688 (milioni

Dettagli

Centro Studi SUPPLEMENTO FOCUS TRIMESTRALE SULL EXPORT DELLA PROVINCIA DI CUNEO I TRIMESTRE 2008

Centro Studi SUPPLEMENTO FOCUS TRIMESTRALE SULL EXPORT DELLA PROVINCIA DI CUNEO I TRIMESTRE 2008 SUPPLEMENTO Centro Studi FOCUS TRIMESTRALE SULL EXPORT DELLA PROVINCIA DI CUNEO I TRIMESTRE 2008 Decr. Trib. di Cuneo n. 71 - Poste Italiane SpA. Spedizione in A.P.- D.L. 353/2003 (conv. in L. 27/02/2004

Dettagli

VERONA - MONDO Interscambio commerciale edizione A cura del Servizio Studi e Ricerca

VERONA - MONDO Interscambio commerciale edizione A cura del Servizio Studi e Ricerca VERONA - MONDO Interscambio commerciale edizione 2015 A cura del Servizio Studi e Ricerca INDICE Pag. INTRODUZIONE 3 Sezione 1 Sezione 2 Sezione 3 INTERSCAMBIO COMMERCIALE Italia Interscambio commerciale

Dettagli

Elaborazione flash. Alcuni dati sul Settore della Meccanica in Lombardia FOCUS PROVINCIA DI VARESE

Elaborazione flash. Alcuni dati sul Settore della Meccanica in Lombardia FOCUS PROVINCIA DI VARESE Elaborazione flash Osservatorio MPI Confartigianato Lombardia 29/06/2016 Alcuni dati sul Settore della Meccanica in Lombardia FOCUS PROVINCIA DI VARESE HIGHLIGHTS SETTORE MECCANICA DEL TERRITORIO DI VARESE

Dettagli

RIEPILOGO INDICATORI MARCHE: LE ESPORTAZIONI

RIEPILOGO INDICATORI MARCHE: LE ESPORTAZIONI RIEPILOGO INDICATORI MARCHE: LE ESPORTAZIONI Dicembre 2015 Esportazioni delle regioni italiane gennaio- settembre (valori assoluti, composizione e variazioni %) Ripartizioni e regioni 2014 2015 2014/2015

Dettagli

Annuario statistico Commercio estero e attività internazionali delle imprese Edizione 2014

Annuario statistico Commercio estero e attività internazionali delle imprese Edizione 2014 29 luglio 2014 Annuario statistico Commercio estero e attività internazionali delle imprese Edizione 2014 Nota per la stampa L edizione 2014 dell Annuario statistico Commercio estero e attività internazionali

Dettagli

3. L interscambio con l estero 3. L INTERSCAMBIO CON L ESTERO

3. L interscambio con l estero 3. L INTERSCAMBIO CON L ESTERO 3. L INTERSCAMBIO CON L ESTERO 22 3.1 L interscambio e il saldo della bilancia commerciale I dati Istat complessivi riferiti al commercio estero del 2014 confermano la ripresa dell interscambio commerciale.

Dettagli

UNGHERIA CONGIUNTURA ECONOMICA E COMMERCIO ESTERO

UNGHERIA CONGIUNTURA ECONOMICA E COMMERCIO ESTERO UNGHERIA CONGIUNTURA ECONOMICA E COMMERCIO ESTERO 2012 Agenzia per la promozione all estero e e l internazionalizzazione delle imprese italiane Ufficio di Budapest Maggio 2013 IL QUADRO CONGIUNTURALE Congiuntura

Dettagli

ANNUARIO STATISTICO REGIONALE - ASR

ANNUARIO STATISTICO REGIONALE - ASR NEWSLETTER ASR Anno 4 Numero 4 aprile 2006 Direttore editoriale Antonio Lentini Redazione Eleonora Bartoloni Iris Eforti Paolo Longoni Nicolina Marino Antonietta Scala ANNUARIO STATISTICO REGIONALE - ASR

Dettagli

Le esportazioni della provincia di Modena. Gennaio Settembre 2011

Le esportazioni della provincia di Modena. Gennaio Settembre 2011 Le esportazioni della provincia di Modena Gennaio Settembre 2011 I dati diffusi da Istat, ed elaborati dal Centro Studi e Statistica della Camera di Commercio, incorporano le rettifiche effettuate dall

Dettagli

TERZA SESSIONE: INDUSTRY Introduzione di Marco Fortis Fondazione Edison e Università Cattolica

TERZA SESSIONE: INDUSTRY Introduzione di Marco Fortis Fondazione Edison e Università Cattolica TERZA SESSIONE: INDUSTRY Introduzione di Marco Fortis Fondazione Edison e Università Cattolica ECONOMIC DEVELOPMENT, TECHNOLOGY AND INDUSTRY Conferenza congiunta Accademia Nazionale dei Lincei Fondazione

Dettagli

Esportazioni per sistema locale del lavoro Anno 2006

Esportazioni per sistema locale del lavoro Anno 2006 15 giugno 2009 Esportazioni per sistema locale del lavoro Anno 2006 Si presentano i risultati dell applicazione di una metodologia per la territorializzazione delle esportazioni nazionali di beni, frutto

Dettagli

La sfida dell economia globale alle economie locali

La sfida dell economia globale alle economie locali La sfida dell economia globale alle economie locali Paolo Onofri 21 novembre 26 Contributi percentuali alla crescita del commercio mondiale 5 4 3 2 1 1979/1975 1989/1979 1999/1989 25/1999 Asia escluso

Dettagli

La Toscana oltre la crisi

La Toscana oltre la crisi La Toscana oltre la crisi Stefano Casini Benvenuti Firenze, 3 febbraio 2014 Recessioni a confronto: dall Unità d Italia Durata complessiva Anni di recessione in senso stretto Caduta del PIL (punti percentuali)

Dettagli

FATTURATO E ORDINATIVI DELL INDUSTRIA

FATTURATO E ORDINATIVI DELL INDUSTRIA 19 luglio 2013 Maggio 2013 FATTURATO E ORDINATIVI DELL INDUSTRIA A maggio il fatturato dell industria, al netto della stagionalità, registra un incremento dello 0,1% rispetto ad aprile, con una variazione

Dettagli

VOLA IL MADE IN ITALY NEL MONDO: NEL 2015 HA REALIZZATO UN SALDO COMMERCIALE DI 122 MILIARDI DI EURO

VOLA IL MADE IN ITALY NEL MONDO: NEL 2015 HA REALIZZATO UN SALDO COMMERCIALE DI 122 MILIARDI DI EURO VOLA IL MADE IN ITALY NEL MONDO: NEL 2015 HA REALIZZATO UN SALDO COMMERCIALE DI 122 MILIARDI DI EURO Il saldo commerciale del 2015* (dato dalla differenza tra l export e l import) dei prodotti ascrivibili

Dettagli

COMMERCIO ESTERO MARCHE Ù BRASILE COMMERCIO ESTERO MARCHE. DATI GENN SETT 2010 Sistema Informativo Statistico REGIONE MARCHE

COMMERCIO ESTERO MARCHE Ù BRASILE COMMERCIO ESTERO MARCHE. DATI GENN SETT 2010 Sistema Informativo Statistico REGIONE MARCHE COMMERCIO ESTERO MARCHE Ù BRASILE COMMERCIO ESTERO MARCHE DATI GENN SETT 2010 Sistema Informativo Statistico REGIONE MARCHE 1 Esportazioni Marche vs Brasile periodo Genn Export vs Brasile Migl. Euro Var.

Dettagli

confetra - nota congiunturale sul trasporto merci

confetra - nota congiunturale sul trasporto merci confetra - nota congiunturale sul trasporto merci a cura del Centro Studi Confetra Periodo di osservazione gennaio-marzo 2002 Anno V - n 2 giugno 2002 La nota congiunturale Confetra sul trasporto merci

Dettagli

LA BILANCIA DEI PAGAMENTI DELLA TECNOLOGIA DELL ITALIA NEL 2015

LA BILANCIA DEI PAGAMENTI DELLA TECNOLOGIA DELL ITALIA NEL 2015 17 ottobre 2016 LA BILANCIA DEI PAGAMENTI DELLA TECNOLOGIA DELL ITALIA NEL 2015 Questa pubblicazione è stata curata da Arcangela De Cata, Enrico Tosti e Simonetta Zappa. 1. L andamento della bilancia dei

Dettagli

confetra - nota congiunturale sul trasporto merci

confetra - nota congiunturale sul trasporto merci confetra - nota congiunturale sul trasporto merci a cura del Centro Studi Confetra Periodo di osservazione gennaio-dicembre 2001 Anno V - n 1 marzo 2002 La nota congiunturale Confetra sul trasporto merci

Dettagli

FATTURATO E ORDINATIVI DELL INDUSTRIA

FATTURATO E ORDINATIVI DELL INDUSTRIA 20 maggio 2013 Marzo 2013 FATTURATO E ORDINATIVI DELL INDUSTRIA A marzo il fatturato dell industria, al netto della stagionalità, registra una riduzione dello 0,9% rispetto a febbraio, con una diminuzione

Dettagli

INTRODUZIONE 3. INTERSCAMBIO COMMERCIALE Italia Interscambio commerciale per regione Prime 15 province italiane per export 2013

INTRODUZIONE 3. INTERSCAMBIO COMMERCIALE Italia Interscambio commerciale per regione Prime 15 province italiane per export 2013 INDICE Pag. INTRODUZIONE 3 SEZIONE 1 SEZIONE 2 SEZIONE 3 INTERSCAMBIO COMMERCIALE Italia Interscambio commerciale per regione Prime 15 province italiane per export Veneto Interscambio commerciale per provincia

Dettagli

Indice dei prezzi alla produzione dei prodotti industriali

Indice dei prezzi alla produzione dei prodotti industriali 31 gennaio 2011 Indice dei prezzi alla produzione dei prodotti industriali Dicembre 2010 Nel mese di dicembre 2010, sulla base degli elementi finora disponibili, l indice totale dei prezzi alla produzione

Dettagli

L industria chimica in Toscana. Giugno 2016

L industria chimica in Toscana. Giugno 2016 L industria chimica in Toscana Giugno 2016 Il comparto chimico in Italia Perchè la chimica è importante? Con 52 miliardi di euro prodotti la chimica italiana si colloca al 3 posto in Europa (al 10 nel

Dettagli

UNIONE EUROPEA* ALCUNI DATI SU GESTIONE RIFIUTI URBANI

UNIONE EUROPEA* ALCUNI DATI SU GESTIONE RIFIUTI URBANI UNIONE EUROPEA* ALCUNI DATI SU GESTIONE RIFIUTI URBANI Fonte: DB Eurostat al 1-1-8 Divisione Ambiente - Innovazione Servizi Ambientali * Oltre ai Paesi dell Unione Europea (attuali e candidati) sono indicati

Dettagli

Indice. Lo scenario economico globale. Il posizionamento dell Italia. Le imprese italiane e l internazionalizzazione. Focus Emilia-Romagna e Rimini

Indice. Lo scenario economico globale. Il posizionamento dell Italia. Le imprese italiane e l internazionalizzazione. Focus Emilia-Romagna e Rimini 1 2 Indice Lo scenario economico globale Il posizionamento dell Italia Focus Emilia-Romagna e Rimini Le imprese italiane e l internazionalizzazione 3 Evoluzione dell economia globale previsioni 8, Dinamica

Dettagli

Il commercio estero dell Italia con la Cina: bilancia commerciale, specializzazione merceologica e operatori all esportazione Anni 2000-2005

Il commercio estero dell Italia con la Cina: bilancia commerciale, specializzazione merceologica e operatori all esportazione Anni 2000-2005 25 settembre 2006 Il commercio estero dell Italia con la Cina: bilancia commerciale, specializzazione merceologica e all esportazione Anni 2000-2005 Ufficio della comunicazione Tel. +39 06 4673.2243-2244

Dettagli

Esportazioni di prodotti agroalimentari italiani. Periodo 2005 2007. Le esportazioni dei prodotti agroalimentari italiani Periodo 2005 2007

Esportazioni di prodotti agroalimentari italiani. Periodo 2005 2007. Le esportazioni dei prodotti agroalimentari italiani Periodo 2005 2007 Esportazioni di prodotti agroalimentari italiani Periodo 2005 2007 Le esportazioni dei prodotti agroalimentari italiani Periodo 2005 2007 LE PASTE ALIMENTARI Conserve di tartufo NOTA INTRODUTTIVA Le elaborazioni

Dettagli

IL SISTEMA PRODUTTIVO PIEMONTESE: COMPETITIVITÀ E PERFORMANCE. 04 aprile 2016

IL SISTEMA PRODUTTIVO PIEMONTESE: COMPETITIVITÀ E PERFORMANCE. 04 aprile 2016 IL SISTEMA PRODUTTIVO PIEMONTESE: COMPETITIVITÀ E PERFORMANCE 04 aprile 2016 Il sistema produttivo piemontese 1. Sono tante o poche? 2. Sono di più o di meno rispetto al passato? 442.862 imprese registrate

Dettagli

FATTURATO E ORDINATIVI DELL INDUSTRIA

FATTURATO E ORDINATIVI DELL INDUSTRIA 22 maggio 2015 Marzo 2015 FATTURATO E ORDINATIVI DELL INDUSTRIA A marzo il fatturato dell industria, al netto della stagionalità, registra un aumento dell 1,3% rispetto a febbraio, con incrementi sia sul

Dettagli

VOLUME Suddivisione per Macroregioni e Macrosettori

VOLUME Suddivisione per Macroregioni e Macrosettori 2 Marzo 215 FOCUS VOLUME Suddivisione per Macroregioni e Macrosettori VOLUME VOLUME Volumi - per area geografica di destinazione (var. % gen- Paesi UE 6,9 2,6 Paesi extra UE 4,2-1,7 Mondo 5,4,6 Volumi

Dettagli

Indice dei prezzi alla produzione dei prodotti industriali

Indice dei prezzi alla produzione dei prodotti industriali 29 novembre 2010 Indice dei prezzi alla produzione dei prodotti industriali Ottobre 2010 Nel mese di ottobre 2010, sulla base degli elementi finora disponibili, l indice totale dei prezzi alla produzione

Dettagli

Struttura delle aziende agricole / Novembre 2015

Struttura delle aziende agricole / Novembre 2015 206/2015-26 Novembre 2015 Struttura delle aziende agricole 2013 Mentre la superficie agricola utilizzata è rimasta invariata, più di 1 azienda agricola su 4 è scomparsa tra il 2003 e il 2013 nell UE. Quasi

Dettagli

COMMERCIO ESTERO E INTERNAZIONALIZZAZIONE DELLE IMPRESE

COMMERCIO ESTERO E INTERNAZIONALIZZAZIONE DELLE IMPRESE 15 COMMERCIO ESTERO E INTERNAZIONALIZZAZIONE DELLE IMPRESE Nel 2013, in un contesto mondiale in cui gli scambi commerciali di beni sono in crescita rispetto al 2012 (+2,1 per cento), l Italia registra

Dettagli

confetra - nota congiunturale sul trasporto merci

confetra - nota congiunturale sul trasporto merci confetra - nota congiunturale sul trasporto merci a cura del Centro Studi Confetra Periodo di osservazione gennaio-giugno 2002 Anno V - n 3 settembre 2002 La nota congiunturale Confetra sul trasporto merci

Dettagli

intervento di Marco Fortis (Vice Presidente Fondazione Edison; Docente di Economia Industriale e Commercio Estero, Università Cattolica)

intervento di Marco Fortis (Vice Presidente Fondazione Edison; Docente di Economia Industriale e Commercio Estero, Università Cattolica) intervento di Marco Fortis (Vice Presidente Fondazione Edison; Docente di Economia Industriale e Commercio Estero, Università Cattolica) Milano, 20 giugno 2006 Bilancia commerciale italiana: anno 2005

Dettagli

FATTURATO E ORDINATIVI DELL INDUSTRIA

FATTURATO E ORDINATIVI DELL INDUSTRIA 22 gennaio 2015 Novembre 2014 FATTURATO E ORDINATIVI DELL INDUSTRIA A novembre il fatturato dell industria, al netto della stagionalità, registra una flessione dello 0,6% rispetto a ottobre, dovuta ad

Dettagli

FATTURATO E ORDINATIVI DELL INDUSTRIA

FATTURATO E ORDINATIVI DELL INDUSTRIA 20 febbraio 2013 Dicembre 2012 FATTURATO E ORDINATIVI DELL INDUSTRIA A dicembre il fatturato dell industria, al netto della stagionalità, aumenta dello 0,8% rispetto a novembre, con una crescita dello

Dettagli

CONTI ECONOMICI DELLE IMPRESE

CONTI ECONOMICI DELLE IMPRESE 19 CONTI ECONOMICI DELLE IMPRESE L'indagine sul Sistema dei Conti delle imprese (SCI) condotta dall'istat, già indagine sul prodotto lordo, fornisce informazioni per settore di attività economica sui principali

Dettagli

Indice dei prezzi alla produzione dei prodotti industriali

Indice dei prezzi alla produzione dei prodotti industriali 28 agosto 2009 Indice dei prezzi alla produzione dei prodotti industriali Luglio 2009 Nel mese di luglio 2009, sulla base degli elementi finora disponibili, l indice totale dei prezzi alla produzione dei

Dettagli

Variazione % tendenziale 2017/2016. Industria (escl.costruzioni) Settore Automotive* Elaborazioni Anfia su dati ISTAT *Codici Ateco 29

Variazione % tendenziale 2017/2016. Industria (escl.costruzioni) Settore Automotive* Elaborazioni Anfia su dati ISTAT *Codici Ateco 29 Segno positivo per la produzione industriale a febbraio 2017: +1,9%. Bene anche il settore automotive, che continua la sua crescita: +6,4%. Produzione industriale Secondo i dati diffusi da ISTAT, a febbraio

Dettagli

Annuario statistico Commercio estero e attività internazionali delle imprese

Annuario statistico Commercio estero e attività internazionali delle imprese Annuario statistico Commercio estero e attività internazionali delle imprese Nota per la stampa L edizione 2011 dell Annuario statistico Commercio estero e attività internazionali delle imprese, frutto

Dettagli

Le prospettive della prevenzione degli infortuni e delle malattie professionali nel Lodigiano. Lo scenario socio-economico

Le prospettive della prevenzione degli infortuni e delle malattie professionali nel Lodigiano. Lo scenario socio-economico Le prospettive della prevenzione degli infortuni e delle malattie professionali nel Lodigiano Lo scenario socio-economico Andamento delle imprese attive iscritte al Registro Imprese della Camera di Commercio

Dettagli

La struttura produttiva ed il territorio di Lucca. Anno 2011

La struttura produttiva ed il territorio di Lucca. Anno 2011 La struttura produttiva ed il territorio di Lucca Anno 2011 80 70 66,3 67,6 68 71,6 73,5 73,2 60 50 40 30 32,1 30,2 28,7 27,5 24,6 24,9 20 10 0 1,6 2,2 3,3 Lucca Toscana Italia 0,9 1,9 1,9 Lucca Toscana

Dettagli

TAV. B.1 - CONSUMO DI ENERGIA ELETTRICA PER CATEGORIA DI UTILIZZAZIONI DATI IN MILIONI DI KWh

TAV. B.1 - CONSUMO DI ENERGIA ELETTRICA PER CATEGORIA DI UTILIZZAZIONI DATI IN MILIONI DI KWh TAV. B.1 - CONSUMO DI ENERGIA ELETTRICA PER CATEGORIA DI UTILIZZAZIONI ANNI AGRICOLTURA INDUSTRIA TERZIARIO USI TOTALE SERVIZI SERVIZI TOTALE DOMESTICI VENDIBILI NON VENDIBILI SARDEGNA 2001 198 7.165 1.136

Dettagli

ESPORTAZIONI NEL VERBANO CUSIO OSSOLA: LE VENDITE ALL'ESTERO DIMINUISCONO DEL 34% NEL 2009

ESPORTAZIONI NEL VERBANO CUSIO OSSOLA: LE VENDITE ALL'ESTERO DIMINUISCONO DEL 34% NEL 2009 1 ESPORTAZIONI NEL VERBANO CUSIO OSSOLA: LE VENDITE ALL'ESTERO DIMINUISCONO DEL 34% NEL 2009 Premessa In questo rapporto si intende esaminare la dinamica del commercio estero nella provincia del Verbano

Dettagli

Imprese importatrici ed esportatrici in Emilia-Romagna. Anno 2013

Imprese importatrici ed esportatrici in Emilia-Romagna. Anno 2013 Direzione generale centrale Organizzazione, Personale, Sistemi Informativi e Telematica Servizio statistica e informazione geografica Imprese importatrici ed esportatrici in Emilia-Romagna. Anno 20 Bologna,

Dettagli

INTERSCAMBIO ITALIA-RUSSIA

INTERSCAMBIO ITALIA-RUSSIA ANALISI CONGIUNTURALE INTERSCAMBIO ITALIA-RUSSIA DICEMBRE 2016 Agenzia ICE Mosca INDICE TAB01 INTERSCAMBIO FEDERAZIONE RUSSA ITALIA TAB02 INTERSCAMBIO FEDERAZIONE RUSSA MONDO TAB03 IMPORTAZIONI FEDERAZIONE

Dettagli

REPORT SUGLI SCAMBI COMMERCIALI NELL AREA ADRIATICO IONICA. DATI STATISTICI aggiornamento 2014

REPORT SUGLI SCAMBI COMMERCIALI NELL AREA ADRIATICO IONICA. DATI STATISTICI aggiornamento 2014 REPORT SUGLI SCAMBI COMMERCIALI NELL AREA ADRIATICO IONICA. DATI STATISTICI aggiornamento 2014 Ancona, maggio 2015 Il presente lavoro vuole essere un utile contributo per identificare le potenzialità economico

Dettagli

Focus 03/2017 ITALIA PRODUZIONE INDUSTRIALE

Focus 03/2017 ITALIA PRODUZIONE INDUSTRIALE Segno positivo per la produzione industriale a marzo 2017: +2,8%. Bene anche il settore automotive, che continua la sua crescita: +12,9%. Produzione industriale Secondo i dati diffusi da ISTAT, a marzo

Dettagli

IL COMMERCIO ESTERO DELL ITALIA NEL 2011

IL COMMERCIO ESTERO DELL ITALIA NEL 2011 IL COMMERCIO ESTERO DELL ITALIA NEL 211 I dati più recenti diffusi dall Istat rivelano che nel quarto trimestre 211 il prodotto interno lordo dell Italia ha subito una flessione dello,7 per cento rispetto

Dettagli