V Festa del Volontariato

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "V Festa del Volontariato"

Transcript

1 Periodico d'informazione del CeSVoB (Centro Servizi per il Volontariato della Provincia di Benevento) Anno V - Numero 6 Novembre/Dicembre 2013 Viale Mellusi, Benevento Poste Italiane SpA - Spedizione in Abbonamento Postale /2003 (con n. 1 27/02/2004 n. 46) art. 1, comma 2 e 3 - CNS - Commerciale Business Sud - Benevento V Festa del Volontariato

2 Sommario A proposito dell attuale situazione tra Israele e Palestina di Alberto Abbuonandi Perchè le associazioni scendono in piazza di Antonio Meola Tutto Festa al Villaggio Solidale di Silvia Rampone Studenti... diversamente volontari di Brunella Severino Finalmente i burattini di Angelo Miraglia Nella V Festa del Volontariato di Petronilla Liucci Anno V Numero 6 Novembre/Dicembre 2013 Autorizzazione Tribunale di Benevento n. 5 del 2007 Direttore Editoriale Antonio Meola Direttore Responsabile Antonio Meola Caporedattore Alberto Abbuonandi Hanno collaborato: Silvia Rampone Brunella Severino Angelo Miraglia Petronilla Liucci Il Presidente ed il Consiglio Direttivo, il Collegio dei Revisori, il Collegio dei Sindaci e lo staff augurano a tutte le associazioni e ai cittadini un Buon Natale e Felice Anno Nuovo. Editore Centro Servizi Volontariato della Provincia di Benevento Cantieri di Gratuità Viale Mellusi, Benevento Tel Fax Stampa Paper Press S.r.l. 2

3 L'editoriale di Alberto ABBUONANDI A proposito dell attuale situazione tra Israele e Palestina Alla festa del CeSVoB presentato il libro della scrittrice Mimma FORLANI D - SPERARE IN TERRA DI PALESTINA Non poteva sfuggire a chi ha a cuore l importanza del ruolo del CeSVoB (nel caso il Centro Servizi Volontariato di Benevento), nell ambito di una pace che tarda a venire in una parte così martoriata della nostra Terra, di parlarne, decisamente, nella quinta Festa del CeSVoB di pochi giorni fa. Israele e Palestina, Striscia di Gaza e Cisgiordania indignarono Stefano HESSEL, ebreo partigiano, che nel suo libro INDIGNATEVI pubblicato nel 2010, a gran voce urlava contro Israele, il suo Paese, tutta la sua rabbia per non aver onorato i valori fondamentali dell Ebraismo. E, per par conditio, nel 2012, alta si è levata anche la voce della Poesia, disperata ma propositiva, di David GROSSMAN, che ha perso un figlio in una guerra ormai persa sia dagli Israeliti che dai Palestinesi. Ed ecco a Benevento, il 12 ottobre scorso, la scrittrice-giornalista Mimma FORLANI con il suo "Di-sperare" e poi con il libro "D-Sperare in Terra di Palestina" che, in due pellegrinaggi confessa, infine, che da filo-israeliana è diventata filopalestinese al suo rientro in Italia. Indignata anche lei, Pellegrina della Pace dice (e noi aggiungiamo volontaria della Pace -) durante i suoi viaggi della disperazione e della speranza che va incontro a ragioni e pregiudizi... per capire. E, dice, emozionando, di ragioni di disperazione e di speranza, in altalena tra schiavitù in cui versano Palestinesi della negazione del diritto alla terra, all acqua, alla distruzione delle loro case e confinati in campi profughi: luoghi in cui l autrice ha incontrato anziani con i capelli bianchi che erano entrati in quei campi dal 1948, da quando cioè, erano bambini! Tra reportage giornalistico e coinvolgente narrazione con prosa essenziale di alto spessore letterario, indica nei due libri che esistono uomini, israeliani e palestinesi che vogliono dialogare e che sono stanchi di erigere muri e usare armi. E, nello stand appositamente allestito per lei, cattura l attenzione dei presenti, partecipi, col desiderio di conoscere la drammatica situazione della Palestina e si adopera perchè dalle immagini riprese durante i suoi viaggi emerga tutta l indignazione e l impotenza a non poter far altro che aspettare e non disperare. E... si emoziona, l autrice, nel sentir recitare brani tratti dai suoi libri e versi del poeta palestinese DARWISH dagli studenti del Liceo Classico LIVATINO di S. Marco dei Cavoti (BN) e da una sfilata di moda dei costumi del Congo I have a dream a cura dello stesso Liceo. Si conclude così con un plauso unanime a Mimma FORLANI ed alla sua accorata e attenta analisi, per averci fatto rivivere tutta l indignazione ma anche tutto l impegno per una giusta soluzione di pace. Merito, altresì, al CeSVoB che tramite il presidente MEOLA ed il suo staff ha portato anche sulla ribalta Sannita un tema così attuale. Sono intervenuti, per far da corona alla scrittrice: Antonio Meola, presidente CeSVoB, impegnato e competente con un saluto sentito e partecipe; Alfredo Cucciniello, responsabile nazionale ACLI Dipartimento PACE: Sono stato, con la scrittrice, testimone di soprusi e angherie, tra campi aridi e terreni rigogliosi ma abbandonati; sono stato oggetto di spari di lacrimogeni perchè troppo vicino al villaggio NIHLIN e a ridosso di quel muro di 80 Km che racchiude i Palestinesi... Irma Di Donato, Dirig. Relaz. Internaz. Provincia di Benevento: La Provincia di Benevento ha partecipato con molto interesse, ricordando che, col Presidente CIMITILE, ha sempre curato particolari rapporti economico/culturali con la Repubblica Democratica del Congo. Nell occasione lancia un appello per la pace tra Israele e Palestina, sulla scia di Papa Francesco. Fatayer Sauzan, membro Comunità Palestinese della Campania: La pace deve essere realizzata in modo concreto e reale, e non solo a parole da Israele, e i fatti determineranno la sua riuscita. Riconoscere i confini del 1967, l esistenza del popolo palestinese come tale; dare la possibilità ad esso popolo di vivere in pace nella sua terra, riconosciuta ultimamente dall ONU, senza insediamenti israeliani in territorio palestinese. Ha moderato l estensore del presente articolo. Alberto ABBUONANDI 3

4 V Festa del Volontariato Perchè le associazioni scendono in piazza Inaugurazione della V Festa del Volontariato. La socialità da tempi antichi si è sempre svolta nelle strade e nelle piazze, un esempio: il Foro luogo per eccellenza; oggi si è ormai ridotta ad appuntamenti all aperto solo per concerti, sagre, fiere, e poi lo struscio del sabato sera, specialmente quando, come adesso, già si respira l aria del Natale. La gente quindi si è abituata ad essere invitata in piazza solo per esibizioni conviviali, di divertimento e spettacolo, mentre l antico obiettivo di parlare apertamente ai cittadini si è perso nel tempo. Noi del CeSVoB abbiamo voluto riproporre le due modalità: abbiamo scelto un fitto programma di eventi, performance, ludico ricreative,in piazza, per comunicare il sociale ai cittadi- ni. Non si parla abbastanza del sociale, se non attraverso conferenze, troppo unidirezionali da parte dei relatori, mentre il volontariato avvicina la gente, e comunica attraverso una missione di prossimità, di condivisione e supporto nelle problematiche di vario tipo; e non solo questo, perchè i volontari si propongono anche con altri spazi di tempo: quelli di momenti di spensieratezza, di allegria. Il volontariato assistenziale condivide la quotidianità di sofferenze, disagi, difficoltà varie, eppure poi organizza feste, ricorrenze, gite, giochi, perchè la vita deve trovare spazio anche per il sorriso, sempre e comunque. Per questo noi siamo scesi in piazza con un programma di divertimento, con 4

5 le associazioni di soccorso, di ricerca medica, di sostegno nelle dipendenze, per distribuire informazioni e materiali di quelle associazioni, che a volte bussano discretamente anche alla porta accanto alla nostra, e noi non lo sappiamo. Non sappiamo come si dona il sangue, come si lascia una dichiarazione di volontà in vita per donare i propri organi; non sappiamo fino in fondo cosa pensiamo della diversità di genere, o della malattia psichiatrica, fino a quando qualcuno non ci pone una domanda precisa, in un questionario anonimo; non sappiamo che esistono tante associazioni che si occupano di tutela dei diritti più disparati, dell ambiente, dei rifiuti,che giocano partite per la pace, o nel cortile di un carcere minorile. Soprattutto non sappiamo che, se in tutto il mondo si svolgono dei vertici per sancire delle decisioni importanti per l umanità e per il pianeta, è perchè ci sono state battaglie di volontari che da anni, decenni, urlano per reclamare l osservanza dei contenuti di una Dichiarazione Universale dei Diritti dell Uomo, che dal 1948 ad oggi, non è rispettata per niente! Sono state scritte ancora Convenzioni, Libri, ecc. ma di fatto, nelle trincee delle umane vicende, aumentano solo i volontari, che vengono arrestati mentre si arrampicano su una nave russa, o che si rimboccano le maniche per affrontare i problemi quotidiani, le emergenze, la solitudine, l emarginazione. Noi abbiamo organizzato a Piazza Castello, performance sportive, musicali, di ballo, tanta animazione per i bambini, Il maestro Pasquale Napolitano, ass. Nuova Arte 2. Folklore e musica, ass. Nuova Arte 2. 5

6 V Festa del Volontariato che numerosi sono saliti sul camion dei Vigili del Fuoco,per curiosare, farsi scattare una foto, hanno giocato con le volontarie del carcere, hanno assistito allo spettacolo dei burattini, al Circo in ballo degli allievi dell Ist Comprensivo di Pontelandolfo- Fragneto, alla sfilata dei costumi del Congo indossati dalle allieve del Liceo di S. Marco dei Cavoti...tutte rappresentazioni vivaci, colorate, per raccontare, dietro le note allegre, l impegno di cose molto serie, che neanche conosciamo. Ecco perchè abbiamo voluto fortemente una Festa in piazza, la V quest anno, ma l appuntamento non mancherà fino a quando esisteranno il volontariato e il CeSVoB: noi comunicheremo il sociale che non c è e che il volontariato inventa giorno per giorno. Il Presidente Antonio Meola Folklore e musica, ass. Nuova Arte 2. 6

7 Da sinistra il Presidente Antonio Meola, il prof. Paolo Ricci, l'assessore comunale alle Politiche Sociali Emilia Maccauro, il consigliere Emilio Tirelli. Banda musicale ass. Nuova Arte 2 di Airola. 7

8 Il racconto del fitto programma di attività Tutto Festa al Villaggio Solidale Giovedì 10 ottobre convegno "L' Equivoco del Sud". Da sinistra la Vicepresidente Anita Biondi, il Presidente Antonio Meola, S.E. Arcivescovo Andrea Mugione, Carlo Borgomeo Presidente "Fondazione con il Sud". Giovedì 10 ottobre convegno alla Rocca dei Rettori. Giovedì 10 ottobre convegno "L' Equivoco del Sud". Saluti della Vicepresidente Anita Biondi. Giovedì 10 ottobre Carlo Borgomeo autore del libro "L' equivoco del Sud". L importante evento ha visto la presenza non solo di tante associazioni ma anche un forte coinvolgimento da parte di tutta la cittadinanza. La tendo-struttura di Piazza Castello è stata visitata e abitata da centinaia di cittadini che hanno potuto conoscere da più da vicino chi opera in questo settore. Tantissimi i progetti che il CSV ha curato con le scuole, segno che il mondo del volontariato ha voglia di crescere e rinnovarsi. Gli studenti coinvolti hanno espresso, attraverso balli, canti, spettacoli di recitazione e circensi, la loro sensibilità e vicinanza a questo mondo di solidarietà. Corposi e coinvolgenti i convegni così come gli argomenti analizzati e dibattuti, tutti uniti dal filo conduttore della voglia di pace, di unione e dal bisogno di solidarietà. Dalla questione del Mezzogiorno, alla tematica dell emigrazione, passando per la questione Palestina. Ogni tematica affrontata ha portato spunti di riflessione. Ogni argomento è stato analizzato da relatori di spicco. Il tutto per riflettere e far riflettere sull importanza del terzo settore. Promuovere ogni forma di solidarietà, di aiuto, ma anche alimentare la speranza per un mondo migliore. Ad aprire la V Festa del Volontariato, la presentazione del libro di Carlo Borgomeo L equivoco del Sud una sorta di risposta alla domanda che da anni l autore si pone: Come è possibile che in 60 anni le cose non siano cambiate? Parlare di Mezzogiorno è diventato noioso: l impressione è che sia una questione irrisolvibile. Metà degli italiani pensa che al Sud siano stati dati troppi soldi; l altra metà de- 8

9 Venerdì 11 ottobre convegno Economia sociale "Il Bilancio sociale del CeSVoB". Da sinistra il prof Paolo Ricci, l'assessore comunale alle Politiche Sociali Emilia Maccauro, il moderatore Alfredo Picariello, il Presidente Antonio Meola, il Direttore della Caritas Don Nicola De Blasio. nuncia l insufficienza delle risorse e l incoerenza delle politiche adottate. Al di là di interventi sbagliati, sprechi, incapacità, c è stato un errore di fondo: condannare il Sud a inseguire il livello di reddito del Nord, a importare modelli estranei alla cultura e alle tradizioni e a sviluppare, di fatto, una dimensione politica di dipendenza. Per spezzare questa logica bisogna introdurre una profonda discontinuità, a partire dalla consapevolezza della natura vera del divario. Il Sud è meno ricco del Nord, ma la distanza più grave è nei diritti di cittadinanza, nella scuola, nei servizi sociali, nella cultura della legalità. È da qui che bisogna ripartire convincendosi che la coesione sociale è una premessa, non un effetto dello sviluppo. Ma la Festa del Volontariato è stata anche l occasione per presentare il primo bilancio sociale del Cesvob di Benevento, documento fortemente voluto dal presidente Antonio Meola, proprio per testimoniare la volontà di far conoscere ancor meglio le tante attività del volontariato. Allargare la progettazione, la formazione e coinvolgere sempre più i giovani sono gli obiettivi che Meola vuole portare avanti. Uno sguardo al futuro, dunque, per costruire un domani migliore. Il Bilancio sociale è un momento introspettivo, come è stato definito dal prof. Paolo Ricci, ordinario dell Università del Sannio, nonché figura chiave nel progetto del Cesvob. Il bilancio sociale è un vettore di contenuti introspettivi. È una dichiarazione di ciò che si fa, di cosa si è, cosa si vuole fare. Ma chi è il volontario, cosa fa e quali caratteristiche deve avere? A questa Venerdì 11 ottobre convegno Economia sociale "Il Bilancio sociale del CeSVoB". Da sinistra il moderatore Alfredo Picariello, il Presidente Antonio Meola, il Direttore della Caritas Don Nicola De Blasio. Venerdì 11 ottobre convegno Economia sociale "Il Bilancio sociale del CeSVoB". Il moderatore Alfredo Picariello, il Presidente Antonio Meola. Venerdì 11 ottobre convegno Economia sociale "Il Bilancio sociale del CeSVoB". Il prof Paolo Ricci, l'assessore comunale alle Politiche Sociali Emilia Maccauro. Venerdì 11 ottobre convegno Economia sociale "Il Bilancio sociale del CeSVoB". Il Dott. Antonio Giaquinto del COGE. 9

10 Il racconto del fitto programma di attività Venerdì 11 ottobre convegno "Il benessere nella terza età". Dott.ssa Vilma Tarantino. Danze orientali a cura dell'asd Sleek Dance School. Sabato 12 ottobre convegno "Dove cresce il volontariato cresce il capitale sociale". Sabato 12 ottobre convegno "Dove cresce il volontariato cresce il capitale sociale". Il coordinatore dei csv campani Gennaro Castaldi. Sabato 12 ottobre convegno "Dove cresce il volontariato cresce il capitale sociale". Il Presidente Regionale delle Misericordie Angelo Iacoviello. Sabato 12 ottobre convegno "Dove cresce il volontariato cresce il capitale sociale". Il Dott. Antonio Russo, Resp. Naz. ACLI Dipartimento Legalità. domanda ha risposto Angelo Iacoviello, presidente delle Misericordie della Regione Campania, nel corso del convegno Dove cresce il volontariato cresce il capitale sociale. Il volontario è colui che mette a disposizione il suo tempo per gli altri. Il volontario deve essere competente, deve avere costanza e continuità in ciò che fa. Deve essere concreto e attuare progetti reali per migliorare la vita e la società tutta. Iacoviello ha poi voluto ribadire l importanza dell associazionismo per poter crescere e diventare grande perché se vuoi andare veloce vai da solo, se vuoi andare lontano vai con gli altri. E poi ha lanciato una proposta: creare una scuola che formi il volontario. L importanza del volontariato è stata espressa anche dalle parole dell assessore comunale delle politiche sociali, Emilia Maccauro che rivolgendosi a tutti coloro i quali si impegnano in questa attività ha detto: Voi avete il valore di esempio ed è già questo un capitale, perché viviamo in un momento di crisi, non solo economica ma soprattutto valoriale. Nei tanti momenti dedicati ai dibattiti e allo scambio di idee e opinioni, organizzati all interno della tendo-struttura, anche un analisi sul problema dell emigrazione con il convegno Le radici del Sannio nel mondo tematica, questa, sempre attuale e sentita soprattutto dai giovani. Il fenomeno dell emigrazione è stato contestualizzato al nostro territorio, alla situazione dei giovani d oggi, che armati di laurea e master, partono per mete lontane con il solo sogno di lavorare. Ed ecco allora che secondo la dettagliata analisi di Mario Rossi, 10

11 consigliere del Cesvob, c è bisogno di coraggio e di programmazione, di voglia di volontà per trovare una soluzione. Fare sistema tra associazioni e istituzioni per evitare l autodistruzione, questa la ricetta di Rossi. Rilanciare il volontariato, credere nel Terzo settore, abitare il sociale ecco cosa si può fare per migliorare. Filiberto Parente, presidente Acli di Benevento, ha voluto lanciare un rimprovero alla politica che si è dimenticata dei giovani ma bisogna anche accettare l altro, confrontarsi con altre culture, religioni, modi di vivere per poter crescere culturalmente e umanamente. Un altro punto di vista su questa tematica è stato offerto da Susi Fiengo, dirigente scolastico, che ha puntato il dito contro un eccessivo mondo virtuale a discapito di quello reale. Secondo la dirigente, molti giovani di oggi emigrano dalla realtà per rifugiarsi sui social network, perdendo così il contatto e quel senso di appartenenza non solo al territorio, ma anche alla famiglia. La Festa del Volontariato è stata la festa della solidarietà, della voglia di conoscere non solo ciò che è accanto a noi ma anche popoli lontani, con storie diverse e molto spesso crudeli. Come la storia della Palestina, una terra martoriata dalla guerra, dalla distruzione, dalla dittatura. Le vicende di questo Paese nel libro D-sperare in terra di Palestina scritto da Mimma Forlani. L autrice, al suo secondo viaggio in Palestina, ha raccontato ciò che ha Domenica13 ottobre convegno "Le radici del sannio nel mondo". Da sinistra il Presidente dell'ass. Simposio Immigrati Filiberto Parente, il prof. Ennio Cicchiello, il Presidente. AVO Benevento Mario Rossi, la moderatrice Elide Apice, la dirigente dell'istituto Palmieri Assunta Fiengo, il sociologo Claudio Marotti. 11

12 Il racconto del fitto programma di attività Venerdi 11 e sabato 12 ottobre esibizioni band musicali, concorso "Note involontarie". Giuria band musicali. Il Presidente Antonio Meola annuncia la band vincitrice. Il direttore artistico Domenico Scrocco. visto con i suoi occhi, ciò che ha toccato con mano, non notizie lette distrattamente su qualche giornale. I Palestinesi sono prigionieri nella loro terra. Nella zona palestinese c è solo una minima quantità di acqua, le colture stentano a crescere e durante la notte le luci delle strade sono fioche. Tutto il contrario nel territorio israeliano, dove ci sono addirittura i giardini verdi, un illuminazione perfetta e tanta, tanta acqua. La manifestazione sembra essere riuscita al meglio, grazie anche a tutte le associazioni che vi hanno partecipato, ma soprattutto grazie all intera cittadinanza fortemente sensibile ai temi del volontariato. L importanza di questo evento è stato ben compreso anche dalle istituzioni che riconoscono nel terzo settore un valido aiuto per la società tutta. Alcune associazioni presenti, non solo fisicamente ma concretamente partecipative, attraverso spettacoli, giochi, animazioni e tanto altro hanno voluto rilasciare alcune riflessioni sulla manifestazione. L associazione Cam Telefono Azzurro, presieduta da Carla Miele, si è detta soddisfatta di come si è svolto il tutto, con la tendo-struttura solidale abbiamo avuto modo di confrontarci con tutte le realtà che si occupano di volontariato. Una occasione, questa, che non capita molto spesso. Ci auguriamo continua la presidente Miele che per l anno prossimo si possano organizzare altri convegni e dibattiti che affrontino anche tematiche inerenti ai minori e ai giovani in generale. Fonte di attrazione per i più piccoli è stato soprattutto il mezzo ufficiale 12

13 1 8 Le associazioni presenti. 1. Ass. ANTEAS 2. Ass. AISM e Gruppi Fratres 3. Le animatrici del volontariato carcerario 4. Scout AGESCI Zona Samnium 5. Ass. Amici del Presepe 6. AGESCI Altavilla1 7. Ass. Vigili del Fuoco 8. Ass. CAM Telefono Azzurro 9. Ass. AIDO 10. Ass. Italia Verde 11. Ass. Mani Tese Castelfranco in M. 12. Ass. La Clessidra 13. Ass. Misericordia di Benevento 14. Esercitazione ass. Misericordia di Benevento

14 Il racconto del fitto programma di attività Domenica 13 ottobre balletto Centro Studi Danza S. Cotroneo per CAM Telefono Azzurro. Domenica 13 ottobre celebrazione Santa Messa. Padre Vittorio Balzarano. dei vigili del fuoco. Sogno di quasi di tutti i bambini è quello di poter fare da grande questa importante professione. Ne abbiamo parlato con Antonio Masotti, responsabile dell associazione dei Vigili del Fuoco, il quale ci ha confermato il grande successo che il camion dei pompieri ha avuto. In tanti hanno potuto giocare con il vero camion dei vigili del fuoco, azionare alcuni comandi e constare con mano il lavoro del pompiere. Questo è un modo per educarli, fin da piccoli, alla sicurezza e al rispetto dell ambiente. Sensibilizzare i ragazzi al rispetto, all amore per la natura, per gli animali e verso tutto il territorio è stato anche l obiettivo che WWF e LIPU hanno voluto portare avanti. Attraverso un semplicissimo gioco, come può esserlo quello dell oca, i ragazzi hanno potuto conoscere e imparare qualcosa di nuovo sulla natura. La presidente del WWF, Maria Masone, ha confermato la piena partecipazione di tanti giovani che, incuriositi dal gioco, si sono sfidati a colpi di domande sulla tutela dell ambiente. Un esperienza, questa, non solo divertente e piacevole ma soprattutto educativa. La V Festa del Volontariato è stata una vera e propria festa, un occasione per ricordare a noi tutti che fare del bene è ciò che rende la vita migliore. SILVIA RAMPONE inviata speciale CeSVoB 14

15 Domenica 13 ottobre chiusura della V Festa del Volontariato e consegna degli attestati di partecipazione. 15

16 Le scuole alla V Festa del Volontariato Studenti... diversamente volontari E il nostro più grande auspicio, che i giovani possano avvicinarsi al mondo del volontariato; non un mondo a parte, come purtroppo viene a volte percepito, ma una dimensione allargata della nostra identità di cittadini. I ragazzi delle scuole portano la bandiera della pace. Non ti puoi nutrire solo di immagini, di modelli pubblicitari, di divertimento a ogni costo: la vita scorre per tutti, e quando meno te l aspetti ti accorgi che sei cresciuto, che devi affacciarti al futuro con un minimo di progettualità, e magari scopri che non hai dei programmi, nè veri sogni, perchè eri troppo frastornato dalla musica della discoteca, forse anche un pò fatto, eri troppo preso a fare giochi stupidi, senza renderti neanche conto dei rischi che hai corso; e quella pubblicità che ti si affacciava improvvisa a grandi immagini? Sì quella del progresso, non l hai neanche letta più di tanto, perchè avevi fretta...già ma di cosa, per dove? Dovevi correre dagli amici, perchè tra una tirata e l altra dovevate decidere... cosa si fa stasera? Intanto si monta in auto e si parte sgommando perchè così fa più effetto...a te per primo... che stai andando da qualche parte a divertirti! E dove sei andato ogni sera? Cosa hai imparato? Cosa ti rimane del tuo tempo e dei tuoi ricordi? I tuoi genitori ne hanno di belli, e magari cercano ancora di raccontarteli, ma tu cosa racconti a loro? Quali immagini fissi con il tuo smartphone, che poi cancelli per fare spazio ad altre... emozioni?....e cosa resterà di queste immagini quando avrai trent anni? E poi un giorno succede che qualcuno ci resta, perchè ha esagerato, ma tu non c entri, stupido lui che non si è saputo regolare, tu sei uno tosto, e furbo, a te non succederà mai! Già,ne parli con gli altri del gruppo, vi chiamate e messaggiate, vi recate anche a trovarlo, magari vi scappa il pianto, perchè gli volevate bene, era uno dei vostri, e ci date sotto con saluti megafantastici proprio come lui, e facebook impazzisce...poi si ritorna alla vita di sempre... che continua...e tu continui a non accorgerti che giorno per giorno la stai consumando senza viverla davvero. Che senso ha il tuo esistere lo sai? Dove stai andando davvero lo sai? Cosa hai nelle tue mani oltre al tuo telefonino? Cosa hai nelle tue orecchie sotto le cuffie? Riesci a sentire il tuo battito.. e per chi o cosa accelera il tuo cuore? Dove guardano i tuoi occhi e cosa sognano quando li chiudi? Io sogno che tu rallenti, che posi le tue mani vuote sulle spalle di un ragazzo seduto per sempre, uno come te, che non 16

17 correrà più, che vorrebbe andare al cinema e a passeggiare, ma nessuno trova fico accompagnarlo. E poi c è quella ragazza tanto carina, che ogni giorno gioca alla roulette russa del sangue che c è e che no c è... ma lei ne ha bisogno continuamente in trasfusione per la sua malattia rara.. ma come si chiama? E c è quel tipo che rovista tra i cassonetti e magari potresti un giorno portargli un panino ed un sorriso... così giusto perchè sappia che non è invisibile... e c è quel ragazzo nel sottopassaggio della stazione, che giace lì senza muoversi neanche a prendere una moneta..non ha un posto dove andare, il suo centro è chiuso perchè non ci sono più fondi nè volontari, e nessuno parla più con lui... Non ci sono più volontari per la mensa dei poveri, per il doposcuola della parrocchia e bambini dalla vita difficile non sapranno mai leggere bene, e avranno un ritardo lieve e per tante altre cose ancora... e se tu non rallenti e ti soffermi a pensare..a cosa succede intorno a te... chi troverai nel momento del bisogno? Rallenta, pensaci un momento e fai la differenza! Scuole che fanno la differenza: Noi ragazzi dell IPSAR Le Streghe abbiamo partecipato con piacere alla giornata dedicata al banco alimentare. Avere avuto tale possibilità ci ha fornito l occasione di fare concretamente qualche cosa per tutte quelle persone che sono meno fortunate di noi. Anche noi diversamente volontari in un esperienza iniziata un po per gioco ma che si è rilevata carica di tanti significati. Grazie per averci dato questa opportunità! Convegno "Disperare in Terra di Palestina". Da sinistra Alfredo Cucciniello Resp. Nazionale ACLI Dipartimento Pace, Susan Fatayer Coord. Palestina per la Regione Campania, il presidente Antonio Meola, Mimma Forlani autrice del libro "D-sperare in terra di Palestina". Alberto Abbuonandi scrittore. Convegno "Disperare in Terra di Palestina". Da sinistra Alberto Abbuonandi scrittore, la Dott.ssa Irma Di Donato premia Mimma Forlani autrice del libro "D-sperare in terra di Palestina". Convegno "Disperare in Terra di Palestina". I lettori del Liceo di S. Marco dei Cavoti. Convegno "Disperare in Terra di Palestina". Susan Fatayer Coord. Palestina per la Regione Campania Convegno "Disperare in Terra di Palestina". Padre Albert Wise ass. "I have a dream". 17

18 Le scuole alla V Festa del Volontariato Convegno "Disperare in Terra di Palestina". La sfilata dei costumi del Congo a cura dell'associazione "I have a dream", indossati dalle allieve del Liceo Livatino. Convegno "Disperare in Terra di Palestina". "Il Circo in ballo" a cura dell'ic Pontelandolfo Fragneto. Venerdì 11 ottobre le scuole alla V Festa del Volontariato. IL VOLONTARIATO Il volontariato è un'attività di aiuto e di sostegno, generalmente gratuito, fondato su convinzioni di solidarietà, di giustizia sociale e di altruismo, rivolto alle persone più deboli e bisognose. E' seguito individualmente o da gruppi organizzati per portare ogni tipo di assistenza a coloro che si trovano in difficoltà per problemi personali, familiari, sanitari, sociali, economici ed anche per assicurare la tutela della natura e degli animali minacciati dalla incuria degli uomini. Nasce dalla libera e spontanea volontà delle buone persone che senza motivi di lucro vogliono portare sollievo e sorriso ai meno fortunati. L'Italia è al quattordicesimo posto nel volontariato, si tratta, perciò, di una cultura ancora tutta da acquisire e da mettere in circolazione. Esiste, però, anche qualche progetto che si occupa di dare delle abitazioni ai senzatetto o qualche altro che propone case-famiglia per bambini orfani o abbandonati. Ci sono diversi tipi di volontariato come quello missionario in Africa o nei Paesi dominati da guerre, pestilenze, fame e miseria di ogni genere. Tali volontari sono davvero encomiabili, perché dedicano se stessi per portare aiuto a coloro che sono afflitti dalla povertà e dal sottosviluppo. Altra forma di volontariato è nel dare cibo e indumenti a chi non li ha. Il mese scorso ci siamo recati a Benevento per una manifestazione sul volontariato, svoltasi in un capannone a causa della pioggia. Abbiamo visionato dei video dove si raccontava dell'iniziativa presa ad Airola di piantare degli alberi per ogni nascita e di quella degli studenti del Liceo Classico "Giannone" di 18

19 Presentazione progetti scuola volontariato. Da sinistra Dott.ssa Brunella Severino CeSVoB, un alunno, Prof.ssa De Ciampis IPSAR Le Streghe. aver realizzato una coreografia per rappresentare la donazione degli organi. La volontà dei ragazzi rappresenta un grande aiuto per il futuro dell'umanità! Noi pensiamo che il volontariato debba essere intrapreso da chi sente il desiderio di aiutare liberamente il prossimo come un esercizio di missione, di apostolato, di dedizione verso gli altri, senza ricompensa, ma per l'intima gioia di portare sollievo ove occorre. Speriamo che tale messaggio di civiltà e di amore possa diffondersi nelle giovani generazioni. L' importante è che sia una scelta che venga dal cuore! E' fondamentale sensibilizzare sia adulti che piccini, perché purtroppo le fasce di coloro che vivono all'ombra della sofferenza sono crescenti e sempre più inquietanti. Nella società in cui viviamo molto spesso si dimenticano i veri valori della solidarietà e dell'altruismo, sopraffatti dall'indifferenza e dagli egoismi. L' obiettivo di queste associazioni è di diffondere il volontariato nel mondo insieme ai suoi progetti. Per noi, un euro non ha valore, mentre in altre parti del mondo può salvare una vita!sono nate delle associazioni per raccogliere delle offerte. Anche noi siamo felici di aver contribuito all'adozione di una bambina con una semplice offerta. Non bisogna dimenticare che ognuno di noi può ritrovarsi, per un motivo qualsiasi, nella condizione di dover ricevere aiuto dall'altro, ma se l'altro sarà assente chi ci darà una mano? Ben venga, allora, il volontariato su larga scala per migliorare la vita ove questa è meno generosa. BARLETTA Alessandra, CIOFFI Alessandra, MAURIELLO Anna, MOLINARO Speranza, PAOLO Matilde, SAVIGNANO Iris ISTITUTO COMPRENSIVO Primo Montesarchio - Bn Classe 3 a Sez. B Un ringraziamento di cuore, agli studenti del Liceo di S. Marco dei Cavoti, dell Ist. Comprensivo Montesarchio primo, dell Ist. Comp. di Ponte Torrecuso, dell Ist. Comp. di Pontelandolfo Fragneto M., dell IPSAR Le Streghe, dell Ist Sup. Lombardi di Airola, che la mattina del 11 ottobre, non si sono fatti scoraggiare dalla pioggia,e sotto gli ombrelli colorati, sono giunti con i loro docenti, nella tendo struttura della V Festa del Volontariato, in Piazza Castello, per abitare festosamente, tra immagini, musiche, balli, il luogo delle numerose associazioni. Hanno incontrato i volontari, ascoltato, conosciuto attraverso le proiezioni i progetti del CeSVoB, i materiali informativi, i questionari e..tanta disponibilità per accompagnare questi giovanissimi, in un percorso di crescita, che fa la differenza. Grazie perchè voi siete meravigliosamente diversi. La referente Scuola e volontariato Brunella Severino Presentazione progetti scuole sulla donazione del sangue. Gli allievi delle scuole. 19

20 Un'antica tradizione che incanta ancora i bambini Finalmente i burattini! Il teatro dei burattini. La mia prima esperienza dei burattini risale agli anni 60 del secolo scorso, ero un bambino che viveva in un piccolo paese del Fortore ma d estate andavo a trovare dei miei parenti a Napoli. Nella Villa Comunale fra le varie attrazioni c erano i burattini di Nunzio Zampella, io ci andavo e rimanevo ore a guardarli quasi stregato. Le storie parlavano di fame, di prepotenza, di amore e morte, parlavano soprattutto della vita di tutti i giorni e Pulcinella era ora furbo, ora disperato, ora triste, ora allegro. Ogni storia si concludeva con una morale che il burattinaio faceva recitare affinchè si comprendesse che non era solo uno spettacolo di burattini ma che alla base vi era una grande lezione sui grandi temi della società. Come è possibile che i burattini riescano a comunicare anche grandi temi e lezioni morali? in fondo sono solo pupazzi fatti di stoffa e legno. In questo sta la loro forza; il loro messaggio è molto semplice ma efficace, ci portano in un mondo che pensiamo sia lontano da noi, pensiamo che stia parlando un pupazzo, non pensiamo che all interno del pupazzo c è un anima, con i suoi sentimenti, con le sue ansie, con le sue paure e preoccupazioni, con i suoi slanci di allegria ed i suoi momenti di tristezza. Nella mia attività, che dura ormai da oltre 30 anni, ho avuto modo di sperimentare, attraverso attività di laboratorio, quanto i burattini consentono di esprimersi nei confronti di persone che altrimenti avrebbero difficoltà a far venir fuori i loro sentimenti. E il gioco teatrale per eccellenza, basato su uno schema molto semplice: il burattino esprime stati d animo che altrimenti sarebbe difficile esprimere; la proiezione che il burattinaio opera consente di far uscire fuori i nostri stati d animo e anche le nostre paure. Il teatro dei burattini consente di poter esprimere sentimenti con un elemento semplice, l anima dei burattini è all interno, il movimento dei pupazzi è tutto umano ; giusto per fare un esempio consideriamo le marionette che vengono mosse dall alto con dei fili, l anima è presente anch essa nelle rappresentazioni ma il movimento che serve ad esprimere i sentimenti si trova in alto. In uno dei primi laboratori svolti presso un Istituto scolastico della provincia, individuammo uno studente molto bravo dal punto di vista scolastico che però era particolarmente timido e taciturno. Fu scelto per essere il protagonista dello spettacolo che intendevamo mettere in scena. Gli insegnanti erano molto preoccu- 20

MODULO UNO : La tua STORIA con i SOLDI!!

MODULO UNO : La tua STORIA con i SOLDI!! MODULO UNO : La tua STORIA con i SOLDI Ciao e Benvenuta in questo straordinario percorso che ti permetterà di compiere un primo passo per IMPARARE a vedere finalmente il denaro in modo DIFFERENTE Innanzitutto

Dettagli

Un racconto di Guido Quarzo. Una gita in LA BUONA STRADA DELLA SICUREZZA

Un racconto di Guido Quarzo. Una gita in LA BUONA STRADA DELLA SICUREZZA Un racconto di Guido Quarzo Una gita in LA BUONA STRADA DELLA SICUREZZA Una gita in Un racconto di Guido Quarzo è una bella fortuna che la scuola dove Paolo e Lucia frequentano la seconda elementare, ospiti

Dettagli

Scopri con noi cosa abbiamo in Comune

Scopri con noi cosa abbiamo in Comune Scopri con noi cosa abbiamo in Comune Piccoli cittadini crescono Lidia Tonelli, Scuola Primaria Calvisano INPUT: L Assessorato alla Pubblica Istruzione propone alle classi quinte un percorso di educazione

Dettagli

POESIE DAL CUORE. Concorso "Don Bosco 2012. Prendimi per mano... Don Bosco

POESIE DAL CUORE. Concorso Don Bosco 2012. Prendimi per mano... Don Bosco POESIE DAL CUORE Concorso "Don Bosco 2012 Prendimi per mano... Don Bosco di Matteo Melis, 3 a A (primo classificato) Proprio tu sei l amico più importante PeR ragazzi come me PiEno di ideali, desideri

Dettagli

2011 HIGHER SCHOOL CERTIFICATE EXAMINATION. Italian Continuers. (Section I Listening and Responding) Transcript

2011 HIGHER SCHOOL CERTIFICATE EXAMINATION. Italian Continuers. (Section I Listening and Responding) Transcript 2011 HIGHER SCHOOL CERTIFICATE EXAMINATION Italian Continuers (Section I Listening and Responding) Transcript Familiarisation Text SILVIO: FLAVIA: SILVIO: FLAVIA: SILVIO: FLAVIA: Ciao, Flavia. Mi sono

Dettagli

CATEGORIA: POESIA. BERTOLLO GIORGIA Classe 2^A Scuola Media N. Dalle Laste Marostica. Social day 5 aprile 2014

CATEGORIA: POESIA. BERTOLLO GIORGIA Classe 2^A Scuola Media N. Dalle Laste Marostica. Social day 5 aprile 2014 CATEGORIA: POESIA BERTOLLO GIORGIA Classe 2^A Scuola Media N. Dalle Laste Marostica Social day 5 aprile 2014 Saluta il pony e l' asinello prendi la forca ed il rastrello corri a lavorare, è ora di guadagnare!!

Dettagli

La spiaggia di fiori

La spiaggia di fiori 37 La spiaggia di fiori U na nuova alba stava nascendo e qualcosa di nuovo anche in me. Remai per un po in direzione di quella luce all orizzonte, fino a che l oceano di acqua iniziò pian piano a ritirarsi

Dettagli

IL GRILLO PARLANTE. www.inmigrazione.it. Laboratorio sul Consiglio: dalle vicende del burattino di legno ai grandi temi personali.

IL GRILLO PARLANTE. www.inmigrazione.it. Laboratorio sul Consiglio: dalle vicende del burattino di legno ai grandi temi personali. IL GRILLO PARLANTE Laboratorio sul Consiglio: dalle vicende del burattino di legno ai grandi temi personali. www.inmigrazione.it collana lingua italiana l2 Pinocchio e il grillo parlante Pinocchio è una

Dettagli

ATTIVARE LA SOLIDARIETÀ Percorsi formativi per studenti. www.trevisovolontariato.org

ATTIVARE LA SOLIDARIETÀ Percorsi formativi per studenti. www.trevisovolontariato.org ATTIVARE LA SOLIDARIETÀ Percorsi formativi per studenti www.trevisovolontariato.org Il Laboratorio Scuola & Volontariato è un iniziativa del Coordinamento delle associazioni di volontariato della Provincia

Dettagli

Maschere a Venezia CAP I

Maschere a Venezia CAP I Maschere a Venezia 7 CAP I In un pomeriggio di fine marzo Altiero Ranelli, un giovane giornalista de Il Gazzettino di Venezia, entra nell ufficio del direttore. - Ho una grande notizia. - grida contento.

Dettagli

DAL LIBRO AL TEATRO Caduto dal basso

DAL LIBRO AL TEATRO Caduto dal basso DAL LIBRO AL TEATRO Caduto dal basso LIBERI PENSIERI PER LIBERI SENTIMENTI La riflessione circa In viaggio verso l incontro come ci è stato proposto, nasce attorno alla lettura del romanzo : C è nessuno?

Dettagli

SETTIMANA MISSIONARIA CAROVANA PER KOROGOCHO

SETTIMANA MISSIONARIA CAROVANA PER KOROGOCHO SETTIMANA MISSIONARIA CAROVANA PER KOROGOCHO PREMESSA L Associazione M.G.S. SER.MI.G.O. (Iscritta al Registro Regionale delle Organizzazioni di Volontariato con Decreto n. 22 del 28/02/2007) ha lo scopo

Dettagli

SCUOLA DELL INFANZIA SANTA LUCIA - ISTITUTO COMPRENSIVO «GABRIELE ROSSETTI» IN COLLABORAZIONE CON LA CLASSE 4 C DEL LICEO DELLE SCIENZE UMANE

SCUOLA DELL INFANZIA SANTA LUCIA - ISTITUTO COMPRENSIVO «GABRIELE ROSSETTI» IN COLLABORAZIONE CON LA CLASSE 4 C DEL LICEO DELLE SCIENZE UMANE SCUOLA DELL INFANZIA SANTA LUCIA - ISTITUTO COMPRENSIVO «GABRIELE ROSSETTI» IN COLLABORAZIONE CON LA CLASSE 4 C DEL LICEO DELLE SCIENZE UMANE «PANTINI PUDENTE» VASTO (CH) IL MAGGIO DEI LIBRI nella SCUOLA

Dettagli

Grazie al percorso di intercultura attraverso:libri,foto,film e cari incontri,con persone che si occupano di questo importante argomento ho capito

Grazie al percorso di intercultura attraverso:libri,foto,film e cari incontri,con persone che si occupano di questo importante argomento ho capito Grazie al percorso di intercultura attraverso:libri,foto,film e cari incontri,con persone che si occupano di questo importante argomento ho capito che la globalizzazione ha degli effetti positivi per il

Dettagli

Mediterranea INTRODUZIONE

Mediterranea INTRODUZIONE 7 INTRODUZIONE guerrieri Palermo, anno 1076. Dopo che - per più di duecento anni - gli arabi erano stati i padroni della Sicilia, a quel tempo nell isola governavano i normanni, popolo d i guerrieri venuti

Dettagli

ex chiesa gesuiti nuovo spazio teatrale Via Melchiorre Gioia, 20 - Piacenza

ex chiesa gesuiti nuovo spazio teatrale Via Melchiorre Gioia, 20 - Piacenza ex chiesa gesuiti nuovo spazio teatrale Via Melchiorre Gioia, 20 - Piacenza presentazione a cura di Fondazione di Piacenza e Vigevano Dopo 26 anni dall apertura del Teatro San Matteo, Teatro Gioco Vita

Dettagli

Filopoesia per l educazione. Gemellaggi tra bambini e studenti alla LUMSA.

Filopoesia per l educazione. Gemellaggi tra bambini e studenti alla LUMSA. Filopoesia per l educazione. Gemellaggi tra bambini e studenti alla LUMSA. Di tutto quello che anche quest anno abbiamo cercato di fare, dei bambini della scuola dell Infanzia che continuano a giocare

Dettagli

CONVERSAZIONE CLINICA. Classe VA

CONVERSAZIONE CLINICA. Classe VA CONVERSAZIONE CLINICA Classe VA 1) Che cosa ti fa venire in mente la parola ''volontariato''? -Una persona che aiuta qualcuno in difficoltà. (Vittoria) -Una persona che si offre per aiutare e stare con

Dettagli

La XXIV giornata mondiale della salute mentale: il 10 Ottobre 2015

La XXIV giornata mondiale della salute mentale: il 10 Ottobre 2015 La XXIV giornata mondiale della salute mentale: il 10 Ottobre 2015 Evento Flashmob Pensieri raccolti nel gruppo: Sabato ci siamo trovati al Centro e dopo aver indossato le magliette siamo andati tutti

Dettagli

Storia di un palloncino con la testa tra le nuvole, con i piedi per terra

Storia di un palloncino con la testa tra le nuvole, con i piedi per terra 1 Storia di un palloncino con la testa tra le nuvole, con i piedi per terra STILEMA / UNOTEATRO di e con Silvano Antonelli collaborazione drammaturgica Alessandra Guarnero Ogniqualvolta si utilizzino e

Dettagli

NOTIZIE DALL INTERNO

NOTIZIE DALL INTERNO Istituto Comprensivo Cantù2 Scuola Primaria di Fecchio Anno 7. Numero 3 Giugno 2012 SCUOLA IN...FORMA Pag. 2 NOTIZIE DALL INTERNO (CURIOSANDO NELLA SCUOLA) A CURA DI ALICE, TABATA, MATTEO CAMESASCA (QUINTA)

Dettagli

Sin da quando sono molto piccoli, i bambini sperimentano il mondo attraverso le

Sin da quando sono molto piccoli, i bambini sperimentano il mondo attraverso le Indice Introduzione 7 Miagolina si presenta 11 Quella volta che Miagolina è caduta nel buco della vasca 24 Quando è nato Spigolo 44 Miagolina e le parole storte 56 Spigolo va all asilo 75 Miagolina si

Dettagli

Cosa ti porti a casa?

Cosa ti porti a casa? 8. L o p i n i o n e d e i r a g a z z i e d e l l e r a g a z z e Cosa ti porti a casa? A conclusione dell incontro di restituzione è stato richiesto ai ragazzi di riportare in forma anonima una valutazione

Dettagli

Maurizio Albanese DONARE È AMARE!

Maurizio Albanese DONARE È AMARE! Donare è amare! Maurizio Albanese DONARE È AMARE! raccolta di poesie www.booksprintedizioni.it Copyright 2013 Maurizio Albanese Tutti i diritti riservati Ai miei genitori Santo e Maria L associazione Angeli

Dettagli

QUESTIONARI PER GENITORI E BAMBINI

QUESTIONARI PER GENITORI E BAMBINI QUESTIONARI PER GENITORI E BAMBINI UISP SEDE NAZIONALE Largo Nino Franchellucci, 73 00155 ROMA tel. 06/43984345 - fax 06/43984320 www.diamociunamossa.it www.ridiamociunamossa.it progetti@uisp.it ridiamociunamossa@uisp.it

Dettagli

Wretched - Libero Di Vevere, Libero Di Morire. Scritto da Joel Lunedì 11 Agosto 2008 03:35

Wretched - Libero Di Vevere, Libero Di Morire. Scritto da Joel Lunedì 11 Agosto 2008 03:35 01 - Come Un Cappio Un cappio alla mia gola le loro restrizioni un cappio alla mia gola le croci e le divise un cappio che si stringe, un cappio che mi uccide un cappio che io devo distruggere e spezzare

Dettagli

LABORATORIO PIGOTTE PER UNICEF

LABORATORIO PIGOTTE PER UNICEF Comitato Unicef Emilia Romagna Comitato Unicef Bologna LABORATORIO PIGOTTE PER UNICEF presso la Casa Circondariale di Bologna Le testimonianze delle detenute e delle volontarie Le detenute: B. O. (Romania)

Dettagli

Proposta per un Nuovo Stile di Vita.

Proposta per un Nuovo Stile di Vita. UNA BUONA NOTIZIA. I L M O N D O S I P U ò C A M B I A R E Proposta per un Nuovo Stile di Vita. Noi giovani abbiamo tra le mani le potenzialità per cambiare questo mondo oppresso da ingiustizie, abusi,

Dettagli

Favorire l inserimento umano delle giovani leve nel mondo del lavoro

Favorire l inserimento umano delle giovani leve nel mondo del lavoro I giovani non sono otri da riempire ma lampade da accendere Igino Petrone Federazione Maestri del lavoro d Italia Consolato Regionale del Molise Il Progetto Pianeta Giovani in tutto il suo percorso, è

Dettagli

belotti1.indd 1 10/06/11 15:35

belotti1.indd 1 10/06/11 15:35 belotti1.indd 1 10/06/11 15:35 CLAUDIO BELOTTI LA VITA COME TU LA VUOI La belotti1.indd vita come tu 2 la vuoi_testo intero.indd 3 23/05/11 10/06/11 14.02 15:35 la vita come tu la vuoi Proprietà Letteraria

Dettagli

Italian Continuers (Section I Listening and Responding) Transcript

Italian Continuers (Section I Listening and Responding) Transcript 2013 H I G H E R S C H O O L C E R T I F I C A T E E X A M I N A T I O N Italian Continuers (Section I Listening and Responding) Transcript Familiarisation Text SILVIO: FLAVIA: SILVIO: FLAVIA: SILVIO:

Dettagli

Logopedia in musica e. canzoni

Logopedia in musica e. canzoni Logopedia in musica e canzoni Un Lavoro di Gruppo, Giugno 2013 INTRODUZIONE Siamo un gruppo di persone, chi ricoverato in Degenza e chi in Day Hospital, del Presidio Ausiliatrice-don Gnocchi di Torino

Dettagli

Test di ascolto Numero delle prove 3

Test di ascolto Numero delle prove 3 Test di ascolto Numero delle prove 3 Ascolto Prova n. 1 Ascolta il testo. Completa il testo e scrivi le parole che mancano. Alla fine del test di ascolto, DEVI SCRIVERE LE RISPOSTE NEL FOGLIO DELLE RISPOSTE.

Dettagli

CLASSI 5 a A/B GLI ALTRI SIAMO NOI. Percorsi di educazione alla cittadinanza attiva. SCUOLA PRIMARIA BISSOLATI A.S. 2013-14

CLASSI 5 a A/B GLI ALTRI SIAMO NOI. Percorsi di educazione alla cittadinanza attiva. SCUOLA PRIMARIA BISSOLATI A.S. 2013-14 CLASSI 5 a A/B GLI ALTRI SIAMO NOI Percorsi di educazione alla cittadinanza attiva. SCUOLA PRIMARIA BISSOLATI A.S. 2013-14 GLI ALTRI SIAMO NOI Percorsi di educazione alla cittadinanza attiva. PERCORSO

Dettagli

La lunga strada per tornare a casa

La lunga strada per tornare a casa Saroo Brierley con Larry Buttrose La lunga strada per tornare a casa Traduzione di Anita Taroni Proprietà letteraria riservata Copyright Saroo Brierley 2013 2014 RCS Libri S.p.A., Milano Titolo originale

Dettagli

San Giovanni Battista Cesano Boscone Sacra Famiglia C 2007-01-27

San Giovanni Battista Cesano Boscone Sacra Famiglia C 2007-01-27 MESSA VIGILIARE 18.00 In questa festa della Sacra Famiglia vorrei soffermarmi su un aspetto del brano di vangelo che abbiamo appena ascoltato. Maria e Giuseppe, insieme, cercano angosciati Gesù. Cosa può

Dettagli

Scuola Secondaria di I grado di Lavagno Istituto Comprensivo don Lorenzo Milani LAVAGNO - VR

Scuola Secondaria di I grado di Lavagno Istituto Comprensivo don Lorenzo Milani LAVAGNO - VR Scuola Secondaria di I grado di Lavagno Istituto Comprensivo don Lorenzo Milani LAVAGNO - VR PERSONE DA AIUTARE Ci sono persone che piangono dal dolore, li potremmo aiutare, donando pace e amore. Immagina

Dettagli

Come migliorare la tua relazione di coppia

Come migliorare la tua relazione di coppia Ettore Amato Come migliorare la tua relazione di coppia 3 strategie per essere felici insieme I Quaderni di Amore Maleducato Note di Copyright Prima di fare qualunque cosa con questo Quaderno di Amore

Dettagli

Chi ha una mano per combattere, anche solo con la penna e l arte dello scrivere, ha anche un cuore

Chi ha una mano per combattere, anche solo con la penna e l arte dello scrivere, ha anche un cuore Chi ha una mano per combattere, anche solo con la penna e l arte dello scrivere, ha anche un cuore grande, capace di affrontare il sacrificio per lasciarci. Enzo Baldoni non è solo. Ognuno di noi è Unico

Dettagli

Un pensiero per la nostra Maestra Grazie Maestra Carla!

Un pensiero per la nostra Maestra Grazie Maestra Carla! Un pensiero per la nostra Maestra Grazie Maestra Carla! Quarta Primaria - Istituto Santa Teresa di Gesù - Roma a.s. 2010/2011 Con tanto affetto... un grande grazie anche da me! :-) Serena Grazie Maestra

Dettagli

La convenzione internazionale sui diritti dell infanzia riscritta dai bambini. Comune di OSNAGO. Associazione ALE G. dalla parte dei bambini

La convenzione internazionale sui diritti dell infanzia riscritta dai bambini. Comune di OSNAGO. Associazione ALE G. dalla parte dei bambini La convenzione internazionale sui diritti dell infanzia riscritta dai bambini Associazione ALE G. dalla parte dei bambini Comune di OSNAGO AI BAMBINI E ALLE BAMBINE Il 20 novembre 1989 è entrata in vigore

Dettagli

L'esperienza di giovani fotografi ugandesi raccontata alle scuole italiane

L'esperienza di giovani fotografi ugandesi raccontata alle scuole italiane Nuovi sviluppi Un percorso didattico per cambiare il proprio punto di vista L'esperienza di giovani fotografi ugandesi raccontata alle scuole italiane Ottobre 2009 Premessa Cesvi lavora in Uganda dal 2001

Dettagli

Dio ricompensa quelli che lo cercano

Dio ricompensa quelli che lo cercano Domenica, 22 agosto 2010 Dio ricompensa quelli che lo cercano Ebrei 11:6- Or senza fede è impossibile piacergli; poiché chi si accosta a Dio deve credere che Egli è, e che ricompensa tutti quelli che lo

Dettagli

UN ALBO, ALCUNI INDIZI, TANTE INTERPRETAZIONI: ma un interpretazione può essere più corretta delle altre? di Roberta Casali (agosto 2015)

UN ALBO, ALCUNI INDIZI, TANTE INTERPRETAZIONI: ma un interpretazione può essere più corretta delle altre? di Roberta Casali (agosto 2015) UN ALBO, ALCUNI INDIZI, TANTE INTERPRETAZIONI: ma un interpretazione può essere più corretta delle altre? di Roberta Casali (agosto 2015) Da circa otto mesi sto svolgendo un percorso di letture ad alta

Dettagli

Roberta Santi AZ200. poesie

Roberta Santi AZ200. poesie AZ200 Roberta Santi AZ200 poesie www.booksprintedizioni.it Copyright 2012 Roberta Santi Tutti i diritti riservati T amo senza sapere come, né quando né da dove, t amo direttamente, senza problemi né orgoglio:

Dettagli

Città di Moroto Regione del Karamoja Stato: Uganda

Città di Moroto Regione del Karamoja Stato: Uganda Città di Moroto Regione del Karamoja Stato: Uganda "Andate e fate discepoli tutti i popoli!" Toloto kituruwosi ngitungaangakwapin daadang kgikaswomak kang Venerdì 26 luglio ha preso avvio anche a Moroto

Dettagli

Relazione al bilancio di previsione. Antonella Ferrari Assessore alla Cultura, Tempo libero Pubblica Istruzione, Servizi informativi Comunicazione

Relazione al bilancio di previsione. Antonella Ferrari Assessore alla Cultura, Tempo libero Pubblica Istruzione, Servizi informativi Comunicazione Relazione al bilancio di previsione Antonella Ferrari Assessore alla Cultura, Tempo libero Pubblica Istruzione, Servizi informativi Comunicazione Anno 2013 Pubblica Istruzione Dimensionamento Scolastico

Dettagli

ANGELA RAINONE POESIE

ANGELA RAINONE POESIE 1 ANGELA RAINONE POESIE EDIZIONE GAZZETTA DIE MORRESI EMIGRATI Famiglia Rainone Angela Lugano Svizzera 2 3 PREFAZIONE Tra i giovani che hanno sporadicamente inviato delle poesie per pubblicarle sulla Gazzetta

Dettagli

aiutare impegno pensare gesti vivere associazione La solidarietà non è una cosa difficile e non richiede molto tempo. Può essere fatta di piccoli

aiutare impegno pensare gesti vivere associazione La solidarietà non è una cosa difficile e non richiede molto tempo. Può essere fatta di piccoli UNITÀ 2 Collegate la definizione alla parola corrispondente. Persone con handicap. 2 Persone senza genitori. 3 Persone che stanno in carcere. 4 Persone che hanno bisogno di aiuto. Persone che hanno dovuto

Dettagli

La vita dei numeri ultimi

La vita dei numeri ultimi La vita dei numeri ultimi Orazio La Boccetta LA VITA DEI NUMERI ULTIMI racconto Dedicato a tutta la mia famiglia e i miei migliori amici a Pietro soprattutto ed in particolare a mio padre Andrea e mia

Dettagli

Essere giovani nella società globale: in viaggio da me a te

Essere giovani nella società globale: in viaggio da me a te ISTITUTO COMPRENSIVO N.4 CHIETI SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO Mezzanotte Anno Scolastico 2013/2014 Essere giovani nella società globale: in viaggio da me a te Percorso pluridisciplinare di Cittadinanza

Dettagli

Anno pastorale 2011-2012. Suggerimenti per l animazione in oratorio

Anno pastorale 2011-2012. Suggerimenti per l animazione in oratorio Anno pastorale 2011-2012 Suggerimenti per l animazione in oratorio Premessa: GIOCO E VANGELO Relazione Don Marco Mori, presidente Forum Oratori Italiani Il gioco può essere vangelo? Giocare può diventare

Dettagli

Ricordi, giochi, poesie e abitudini dell infanzia e della gioventù. Poesia della mia prima elementare

Ricordi, giochi, poesie e abitudini dell infanzia e della gioventù. Poesia della mia prima elementare Ricordi, giochi, poesie e abitudini dell infanzia e della gioventù Poesia della mia prima elementare Sebbene faccio la classe prima Non mi è difficile parlare in rima, teco l augurio che il cuor mi detta

Dettagli

Il 28 novembre 2015, noi classe 1^B, come tutti gli alunni del nostro Istituto, abbiamo aperto la nostra scuola al territorio. L esperienza è stata

Il 28 novembre 2015, noi classe 1^B, come tutti gli alunni del nostro Istituto, abbiamo aperto la nostra scuola al territorio. L esperienza è stata Il 28 novembre 2015, noi classe 1^B, come tutti gli alunni del nostro Istituto, abbiamo aperto la nostra scuola al territorio. L esperienza è stata molto positiva perché ci ha permesso di far conoscere

Dettagli

Caro Sindaco, ti scrivo...

Caro Sindaco, ti scrivo... a cura di Nadia Mazzon e Francesco Vivacqua Caro Sindaco, ti scrivo... I bambini si rivolgono al Sindaco di Milano Giuliano Pisapia www.culturasolidarieta.it Indice. Prefazione. Analisi pedagogica. Analisi

Dettagli

1) ATTIVITA Giochi, filmati, web, immagini, quadri.

1) ATTIVITA Giochi, filmati, web, immagini, quadri. 1) ATTIVITA Giochi, filmati, web, immagini, quadri. 1) Andare a visitare gli anziani all ospedale 2) Attività in gruppo: vengono proposte diverse immagini sull amore per discutere sui vari tipi di amore

Dettagli

RELAZIONE FINALE DOL 2008/2009 LA MAGIA DEL NATALE

RELAZIONE FINALE DOL 2008/2009 LA MAGIA DEL NATALE RELAZIONE FINALE DOL 2008/2009 LA MAGIA DEL NATALE L arrivo del Natale porta nella Scuola dell Infanzia inevitabili suggestioni di festa, di regali e di sorprese, esercita un fascino particolare nella

Dettagli

Aquiloni per l Africa. Un poliambulatorio pediatrico a Kinshasa. Basilica di san Francesco di Paola in Napoli. Domenica 22 maggio 2016, ore 19.

Aquiloni per l Africa. Un poliambulatorio pediatrico a Kinshasa. Basilica di san Francesco di Paola in Napoli. Domenica 22 maggio 2016, ore 19. Comunicato stampa Provincia di Santa Maria della stella dei pp. Minimi di san Francesco di Paola Brunella and friends for Children Guest stars: I Kerigma (Christian music); Rino Principe; I Figli delle

Dettagli

Spettacoli, attività didattiche e laboratori, percorsi, formazione docenti. per i bambini

Spettacoli, attività didattiche e laboratori, percorsi, formazione docenti. per i bambini 20 15 16 Spettacoli, attività didattiche e laboratori, percorsi, formazione docenti per i bambini Gentili Insegnanti, per la seconda volta il nostro programma si presenta in una veste grafica snella e

Dettagli

I.C.PETRITOLI SCUOLA DELL INFANZIA E PRIMARIA DI MONTE GIBERTO

I.C.PETRITOLI SCUOLA DELL INFANZIA E PRIMARIA DI MONTE GIBERTO I.C.PETRITOLI SCUOLA DELL INFANZIA E PRIMARIA DI MONTE GIBERTO INSEGNANTI SCUOLA PRIMARIA:TESORATI LUISA E CIARROCCHI ANNA MARIA INSEGNANTI SCUOLA DELL INFANZIA: ANNA MARIA ISOLINI, PASQUALINI MARGHERITA

Dettagli

Trascrizione dell intervento di Rino Campioni 17 maggio 2011

Trascrizione dell intervento di Rino Campioni 17 maggio 2011 Trascrizione dell intervento di Rino Campioni 17 maggio 2011 La relazione di Sergio Veneziani contiene tutta la struttura dell idea che noi abbiamo di Auser attraverso gli strumenti per qualificare e migliorare,

Dettagli

Via Belzoni 80 Via Belzoni 80 35121 Padova 35121 Padova tel +39 049 8278464 tel +39 049 8278458 fax +39 049 8278451 fax +39 049 8278451

Via Belzoni 80 Via Belzoni 80 35121 Padova 35121 Padova tel +39 049 8278464 tel +39 049 8278458 fax +39 049 8278451 fax +39 049 8278451 La.R.I.O.S. Laboratorio di Ricerca ed Intervento per l Orientamento alle Scelte DPSS Dipartimento di Psicologia dello Sviluppo e della Socializzazione Centro di Ateneo di Servizi e Ricerca per la Disabilità,

Dettagli

I 47 Errori Più Comuni Della Seduzione

I 47 Errori Più Comuni Della Seduzione I 47 Errori Più Comuni Della Seduzione "Il Primo Ebook In Italia Che Ti Svela Gratuitamente Tutti Gli Errori Che Commetti Durante La Seduzione" Istruzioni passo per passo... Parte 1 Dal 1 al 10 1 I 47

Dettagli

PROGRAMMA PER. LE - Percorsi sulla legalità

PROGRAMMA PER. LE - Percorsi sulla legalità PROGRAMMA PER. LE - Percorsi sulla legalità Programma delle attività finalizzate alla celebrazione della Giornata Regionale sulla Legalità Finalità L iniziativa promossa dalla Regione Abruzzo è finalizzata

Dettagli

- 1 reference coded [1,02% Coverage]

<Documents\bo_min_2_M_17_ita_stu> - 1 reference coded [1,02% Coverage] - 1 reference coded [1,02% Coverage] Reference 1-1,02% Coverage Sì, adesso puoi fare i filmati, quindi alla fine se non hai niente da fare passi anche un ora al cellulare

Dettagli

Scuola dell Infanzia

Scuola dell Infanzia ISTITUTO PARITARIO MARIA CONSOLATRICE Via Melchiorre Gioia, 51 20 124 MILANO Tel. 02/66.98.16.48 - Fax 02/66.98.43.64 - Cod.Fiscale: 01798650154 e-mail:primaria@consolatricemilano.it sito internet: www.consolatricemilano.it

Dettagli

SCUOLA PRIMARIA ALTINO

SCUOLA PRIMARIA ALTINO SCUOLA PRIMARIA ALTINO PROGETTO CONTINUITA : MANGIA SANO E VAI LONTANO Incontro con i bambini di 5 anni delle scuole dell infanzia di Altino Durante gli incontri di continuità con la Scuola dell Infanzia

Dettagli

5-A2 adulti estero.qxd:5-a2 adulti estero.qxd 19-05-2010 9:45 Pagina 1

5-A2 adulti estero.qxd:5-a2 adulti estero.qxd 19-05-2010 9:45 Pagina 1 5-A2 adulti estero.qxd:5-a2 adulti estero.qxd 19-05-2010 9:45 Pagina 1 Giugno 2010 5-A2 adulti estero.qxd:5-a2 adulti estero.qxd 19-05-2010 9:45 Pagina 2 5-A2 adulti estero.qxd:5-a2 adulti estero.qxd 19-05-2010

Dettagli

frutto della collaborazione fra Volontari della Caritas Parrocchiale, Alunni e Alunne, Insegnanti e Comitato dei Genitori

frutto della collaborazione fra Volontari della Caritas Parrocchiale, Alunni e Alunne, Insegnanti e Comitato dei Genitori La Scuola Primaria PAOLO NEGLIA di Vanzago, nell ambito delle manifestazioni organizzate per la Festa di fine anno scolastico, ha promosso la seguente iniziativa frutto della collaborazione fra Volontari

Dettagli

IL LINGUAGGIO NELLE RELAZIONI GENITORI FIGLI

IL LINGUAGGIO NELLE RELAZIONI GENITORI FIGLI Titolo documento: IL LINGUAGGIO NELLE RELAZIONI GENITORI FIGLI Relatore/Autore: DON. DIEGO SEMENZIN Luogo e data: S. FLORIANO, 22 APR. 2001 Categoria Documento: Classificazione: Sintesi/Trasposizione di

Dettagli

ECCO PERCHÈ LA PACE INIZIA PROPRIO DA TE

ECCO PERCHÈ LA PACE INIZIA PROPRIO DA TE ECCO PERCHÈ LA PACE INIZIA PROPRIO DA TE - di Deepak Chopra Sette esercizi spirituali per portare la pace all interno delle tua vita e nel mondo che ti circonda. L approccio alla trasformazione personale

Dettagli

- 1 reference coded [0,86% Coverage]

<Documents\bo_min_9_M_18_ita_stu> - 1 reference coded [0,86% Coverage] - 1 reference coded [0,86% Coverage] Reference 1-0,86% Coverage E le altre funzioni, le fotografie, o, non so le altre cose che può offrire il cellulare sono cose che

Dettagli

PRESENTAZIONE DEL PROGETTO FORMATIVO DI EDUCAZIONE ALLA MONDIALITA

PRESENTAZIONE DEL PROGETTO FORMATIVO DI EDUCAZIONE ALLA MONDIALITA PRESENTAZIONE DEL PROGETTO FORMATIVO DI EDUCAZIONE ALLA MONDIALITA PREMESSA La società attuale non solo ci invita a pensarci e a pensare in termini di globalità e di globalizzazione, ma ci chiede anche

Dettagli

Papà Missione Possibile

Papà Missione Possibile Papà Missione Possibile Emiliano De Santis PAPÀ MISSIONE POSSIBILE www.booksprintedizioni.it Copyright 2015 Emiliano De Santis Tutti i diritti riservati Non insegnate ai bambini la vostra morale è così

Dettagli

SOS GIOCO! ARTICOLO 31

SOS GIOCO! ARTICOLO 31 ARTICOLO 31 1. Gli Stati parti riconoscono al fanciullo il diritto al riposo ed allo svago, a dedicarsi al gioco e ad attività ricreative proprie della sua età, ed a partecipare liberamente alla vita culturale

Dettagli

LA RAGAZZA DELLA FOTO

LA RAGAZZA DELLA FOTO dai 9 anni LA RAGAZZA DELLA FOTO LIA LEVI Illustrazioni di Desideria Guicciardini Serie Arancio n 78 Pagine: 240 Codice: 978-88-566-3995-7 Anno di pubblicazione: 2014 L AUTRICE Lia Levi, di famiglia ebrea,

Dettagli

ANNO I n. 3-Dicembre A.S. 2010-2011. Si desti l umanità intera a lodare. l Emmanuel Dio con noi disceso dal cielo a donarci la Salvezza!

ANNO I n. 3-Dicembre A.S. 2010-2011. Si desti l umanità intera a lodare. l Emmanuel Dio con noi disceso dal cielo a donarci la Salvezza! A.S. 2010-2011 ANNO I n. 3-Dicembre Si desti l umanità intera a lodare l Emmanuel Dio con noi disceso dal cielo a donarci la Salvezza! Il 15 dicembre la classe II I si è recata al Teatro Curci di Barletta

Dettagli

Test di ascolto Numero delle prove 2

Test di ascolto Numero delle prove 2 Dicembre 2009 Test di ascolto Numero delle prove 2 Ascolto Prova n. 1 Ascolta i testi: sono brevi dialoghi o messaggi. In quale luogo puoi ascoltare i testi? Scegli una delle tre proposte che ti diamo.

Dettagli

Buona estate!! Newsletter alisolidali onlus N. 7/2015 del 14 Luglio 2015 INDICE AIUTIAMO I BAMBINI COLPITI DAL TORNADO

Buona estate!! Newsletter alisolidali onlus N. 7/2015 del 14 Luglio 2015 INDICE AIUTIAMO I BAMBINI COLPITI DAL TORNADO Newsletter alisolidali onlus N. 7/2015 del 14 Luglio 2015 Buona estate!! INDICE AIUTIAMO I BAMBINI COLPITI DAL TORNADO UN RIGRAZIAMENTO PER LE DONAZIONI RICEVUTE ALISOLIDALI AUGURA A TUTTI UNA BUONA ESTATE

Dettagli

GIORNATA DELL'ACCOGLIENZA

GIORNATA DELL'ACCOGLIENZA GIORNATA DELL'ACCOGLIENZA Mercoledì 11 dicembre abbiamo accolto gli amici delle quinte: vi raccontiamo la giornata...speciale. E' stato molto interessante ed istruttivo, a parer mio, far visitare, nel

Dettagli

ESSERE FELICI E MEGLIO!

ESSERE FELICI E MEGLIO! ESSERE FELICI E MEGLIO! I 5 MOTIVI PER ESSERLO di Carla Favazza Questo manuale contiene materiale protetto dalle leggi sul Copyright nazionale ed internazionale. Qualsiasi riproduzione senza il consenso

Dettagli

Livello CILS A2 Modulo bambini

Livello CILS A2 Modulo bambini Livello CILS A2 Modulo bambini MAGGIO 2012 Test di ascolto numero delle prove 3 Ascolto Prova n. 1 Ascolta il testo. Completa il testo e scrivi le parole che mancano. Alla fine del test di ascolto, DEVI

Dettagli

COME SPIEGARE AI PICCOLI LE COSE DEI GRANDI. Action 1 - Youth for Europe Sub-Action 1.2 - Youth Initiatives

COME SPIEGARE AI PICCOLI LE COSE DEI GRANDI. Action 1 - Youth for Europe Sub-Action 1.2 - Youth Initiatives COME SPIEGARE AI PICCOLI LE COSE DEI GRANDI Action 1 - Youth for Europe Sub-Action 1.2 - Youth Initiatives Prefazione Se mi fosse chiesto di indicare il senso di Fiabe giuridiche, lo rintraccerei nelle

Dettagli

VOLONTARIATO & SERVIZIO

VOLONTARIATO & SERVIZIO www.tolentini.it GRUPPO VOLONTARIATO & SERVIZIO Gratuitamente avete ricevuto, gratuitamente date. (Matteo 10, 8) Il Gruppo Volontariato e Servizio della Pastorale Universitaria è formato da studenti di

Dettagli

UDA 1 Presentare, presentarsi, descrivere. FAD: PRESENTAZIONE IN PRIMA E TERZA PERSONA (h 5) IL TESTO, I TESTI

UDA 1 Presentare, presentarsi, descrivere. FAD: PRESENTAZIONE IN PRIMA E TERZA PERSONA (h 5) IL TESTO, I TESTI UDA 1 Presentare, presentarsi, descrivere FAD: PRESENTAZIONE IN PRIMA E TERZA PERSONA (h 5) PER COMINCIARE: IL TESTO, I TESTI Es, Misto (Verbale/Non verbale) Fumetto Verbale Non verbale (Visivo/Acustico)

Dettagli

Programma per i bambini

Programma per i bambini Report finale Progetto Solidarietà a.s. 2014/2015 prima tappa: 25^ Giornata Internazionale dei Diritti dell Infanzia e dell Adolescenza - sabato 22 novembre 2014 con il patrocinio morale Programma per

Dettagli

Newsletter dell associazione La Casa sull Albero, anno VI, mese di maggio 2016. ..il musical

Newsletter dell associazione La Casa sull Albero, anno VI, mese di maggio 2016. ..il musical Newsletter dell associazione La Casa sull Albero, anno VI, mese di maggio 2016 Ci vuole tutta una città per.....il musical Cari tutti, piccoli e grandi. Questa lettura e questo invito sono per ciascuno

Dettagli

L ALBERO CHE NON SAPEVA DI ESSERE UN ALBERO

L ALBERO CHE NON SAPEVA DI ESSERE UN ALBERO L ALBERO CHE NON SAPEVA DI ESSERE UN ALBERO di Giovannella Massari Sopra un prato verde chiaro l alberello se ne stava e guardandosi un po in giro, tristemente sospirava. Nessun albero lì intorno, su quel

Dettagli

LA PIANTA MAGICA. Dai 7 anni

LA PIANTA MAGICA. Dai 7 anni PIANO DI L ETTURA LA PIANTA MAGICA ERMINIA DELL ORO Illustrazioni di Giulia Orecchia Serie Azzurra n 81 Pagine: 87 Codice: 978-88-384-3564-2 Anno di pubblicazione: 2006 Dai 7 anni L AUTRICE Erminia Dell

Dettagli

Accompagnare i bambini 3-6 anni attraverso la liturgia nella diversità di tempi e spazi

Accompagnare i bambini 3-6 anni attraverso la liturgia nella diversità di tempi e spazi Cammino 3-6 anni 13 gennaio 2015 Accompagnare i bambini 3-6 anni attraverso la liturgia nella diversità di tempi e spazi Premessa Prima di condividere con voi le idee che come equipe abbiamo pensato di

Dettagli

HIGHER SCHOOL CERTIFICATE EXAMINATION. Italian Beginners. ( Section I Listening) Transcript

HIGHER SCHOOL CERTIFICATE EXAMINATION. Italian Beginners. ( Section I Listening) Transcript 2015 HIGHER SCHOOL CERTIFICATE EXAMINATION Italian Beginners ( Section I Listening) Transcript Familiarisation Text Ciao Roberta! Da quanto tempo che non ci vediamo Dove vai? Ehh Francesco! Sono stata

Dettagli

NOI BAMBINI in cammino verso i DIRITTI

NOI BAMBINI in cammino verso i DIRITTI NOI BAMBINI in cammino verso i DIRITTI I bisogni dei bambini e delle bambine sono stati chiamati DIRITTI. Un diritto stabilisce quello che ci è permesso fare e quello che deve fare chi si occupa di noi

Dettagli

Tutto iniziò quando il mio capo mi chiese di trascorrere in America tre lunghissime

Tutto iniziò quando il mio capo mi chiese di trascorrere in America tre lunghissime Indice Introduzione 7 La storia delle rose: quando la mamma parte 9 Il bruco e la lumaca: quando i genitori si separano 23 La campana grande e quella piccola: quando nasce il fratellino 41 La favola del

Dettagli

INNAM0RARSI DELLA PAR0LA LA PAR0LA SI FECE CARNE E VENNE AD ABITARE IN MEZZ0 A N0I. Cammino di Avvento 2013. per Bambini dai 7 ai 10 anni

INNAM0RARSI DELLA PAR0LA LA PAR0LA SI FECE CARNE E VENNE AD ABITARE IN MEZZ0 A N0I. Cammino di Avvento 2013. per Bambini dai 7 ai 10 anni INNAM0RARSI DELLA PAR0LA LA PAR0LA SI FECE CARNE E VENNE AD ABITARE IN MEZZ0 A N0I. Cammino di Avvento 2013 per Bambini dai 7 ai 10 anni DIOCESI DI FOSSANO Commissione Diocesana Pastorale Ragazzi Ehi!!

Dettagli

Progetto accoglienza

Progetto accoglienza ISTITUTO ISTRUZIONE SUPERIORE LUIGI EINAUDI Direzione e uffici: Via Mazenta, 51 20013 Magenta (Mi) codice fiscale n. 93035720155 e-mail: miis09100v@istruzione.it Posta Elettronica Certificata miis09100v@pec.istruzione.it

Dettagli

Progetto Scuole Catalogo proposte 2011/2012

Progetto Scuole Catalogo proposte 2011/2012 Progetto Scuole Catalogo proposte 2011/2012 DC.DP.00.36 Fondazione aiutare i bambini Onlus Via Ronchi, 17-20134 Milano - Tel. 02 70.60.35.30 Email: info@aiutareibambini.it - www.aiutareibambini.it Fondazione

Dettagli

ULTIMO SABATO DI NOVEMBRE

ULTIMO SABATO DI NOVEMBRE Dicembre 2009 ULTIMO SABATO DI NOVEMBRE Sabato 28 novembre si è svolta la tredicesima edizione della Giornata Nazionale della Colletta Alimentare. Anche nella nostra provincia la mobilitazione è stata

Dettagli

TEATRO COMUNALE CORSINI. giovedì 28 febbraio 2013

TEATRO COMUNALE CORSINI. giovedì 28 febbraio 2013 TEATRO COMUNALE CORSINI giovedì 28 febbraio 2013 Credo che tutti i ragazzi in questa fase di età abbiamo bisogno di uscire con gli amici e quindi di libertà. Credo che questo spettacolo voglia proprio

Dettagli

PROGETTI PER IL FUTURO

PROGETTI PER IL FUTURO PROGETTI PER IL FUTURO 77 LA NOSTRA ANTOLOGIA La mia vita la vivo io Oggi mi sento integrato molto bene qui perché ho perso le paure che avevo, ho cambiato molti pensieri: adesso non ho più paura di quello

Dettagli