Perl e il modulo Perl

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Perl e il modulo Perl"

Transcript

1 Perl e il modulo Perl Apprendimento di Perl Scaricamento della versione più recente di Perl e di mod_perl Novità e risorse per mod_perl Esecuzione degli script Perl da una directory specifica Attivazione dell estensione.pl Attivazione dello stato Perl Esecuzione di OWA da Perl Accesso a Oracle da Perl Interfacce DBD disponibili Verifica e debug di Perl Uso di una libreria CGI standard Visualizzazione di un elenco di file Stabilire se un file esiste Creazione o aggiunta di un file Attivazione di una procedura PL/SQL da Perl Emulazione di un browser dalla linea di comando Emulazione di una richiesta POST dalla linea di comando Pulitura del codice HTML Accesso alla documentazione di Perl Analisi dei parametri ambientali Invio di posta da Perl Determinare il browser del client e agire di conseguenza Inclusione dei componenti del sito Codice di esempio con accesso a Oracle File di avvio di Perl Connessioni al database persistenti Analisi del codice OraPerl di produzione Riepilogo Siti che offrono informazioni su Perl

2 2 ORACLE 9i SVILUPPO WEB Se state cercando un linguaggio di programmazione interpretato che ottimizzi la scansione di file di testo arbitrari per estrarre le informazioni necessarie a stampare report, oppure se state cercando un linguaggio valido per gestire le operazioni del file o quelle di gestione del sistema, Perl potrebbe essere lo strumento che fa al caso vostro. Se Java è il vostro strumento di sviluppo principale, ma avete bisogno di accedere a database che non sono supportati da JDBC, Perl potrebbe essere la soluzione che cercate. Perl è un linguaggio di scripting interpretato e portabile. Anche se un linguaggio interpretato è più lento rispetto a uno compilato (come il C), i linguaggi interpretati, come Perl, Java, C#, JavaScript e così via, sono facilmente portabili da una piattaforma all altra. Dato che Perl è un linguaggio interpretato, per lo sviluppo del codice potete utilizzare un semplice editor di testo (per esempio, Blocco note, vi, Write o Word), mentre per eseguire gli script Perl avrete bisogno di un interprete Perl. La sintassi di Perl è simile a quella del C, anche se Perl ha specifiche meno restrittive. Per esempio, in Perl non viene richiesto di dichiarare o inizializzare le variabili. Se conoscete già il C, non sarà un problema riconoscere i concetti e le difficoltà di Perl. Se non conoscete il C, vi farà sicuramente piacere sapere che imparare a usare Perl è più facile. Per esempio, in Perl la manipolazione delle stringhe e gli array richiedono pochissimi sforzi. Se siete programmatori Java, scoprirete che Perl ha delle analogie con questo linguaggio; anche Java, infatti, si basa sulla sintassi del C. Perl riunisce in sé le migliori caratteristiche degli script di shell UNIX, della programmazione C e delle utility UNIX (sed, awk e grep) per creare un linguaggio di programmazione potente. Spesso Perl è stato indicato come un interfaccia CGI (Common Gateway Interface) per lo sviluppo Web. Perl è stato sviluppato molto prima che il Web diventasse così noto. Anche se tendenzialmente Perl viene menzionato in associazione con lo sviluppo Web, non dobbiamo dimenticare che Perl è anche uno strumento estremamente efficace sul lato server. Perl è un linguaggio veramente portabile eseguito su moltissime piattaforme, che supporta inoltre l accesso diretto a molti database, tra cui il database Oracle. L interfaccia di database per Perl, chiamata Database Interface Module di Perl o DBI, è stata scritta da Tim Bunce. Perl è disponibile per ambienti UNIX e Win32, e soprattutto è gratuito. Larry Wall, l autore di Perl, ne detiene ancora il copyright. Apprendimento di Perl Magari vi starete chiedendo perché dovreste perdere tempo per imparare a usare Perl. Se sviluppate applicazioni con ias, PL/SQL può offrire tutta la flessibilità necessaria a sviluppare applicazioni Web dinamiche, solide e potenti. Anche se questo vale probabilmente per il 95% dei casi, dovete considerare anche l altro

3 PERL E IL MODULO PERL 3 5%. Potete scegliere Java per il 99% dello sviluppo oppure potete scegliere di usare PL/SQL per il 95% del codice e Perl per il restante 5%. A prescindere dal linguaggio scelto, probabilmente questo non soddisferà il 100% delle esigenze di programmazione. Per esempio, l interfaccia di database per Perl (DBI) supporta alcuni database che non sono supportati dall interfaccia di database per Java (JDBC). Perl è gratuito. Se non utilizzate ias, Perl è adatto allo sviluppo Web ed è in grado di accedere al database Oracle (e altri), quindi potrebbe diventare il vostro strumento di programmazione principale. Se usate il modulo PL/SQL di ias, la situazione seguente può rientrare in quel 5% di cui abbiamo parlato prima. In una tipica configurazione di produzione, il Web server risiede all esterno del firewall mentre il database è all interno. Se il database e il Web server si trovano su server diversi, il motore di database Oracle potrà accedere ai file sul database server con PL/SQL, ma non a quelli del Web server. Nella stessa situazione, Perl permetterebbe di accedere al file system del Web server ma non a quello del database server. La possibilità di interagire con un file system per leggere i file di password o per confrontare le strutture della directory può essere utile quando si sviluppano applicazioni sicure. Il server dal quale dovete accedere ai file piatti determina lo strumento in grado di rispondere alle vostre esigenze. Perl inoltre può colmare le lacune di PL/SQL quando eseguite un programma del sistema operativo (per esempio, Sendmail) dall applicazione. Perl è in grado di chiamare i comandi e i programmi del sistema operativo, mentre PL/SQL no. Java e Perl possono chiamare i comandi del sistema operativo. Scaricamento della versione più recente di Perl e di mod_perl L attuale release di Perl in produzione è 5.6.1, mentre la attualmente è in fase di sperimentazione. Potete scaricare entrambe le versioni dal sito perl.com, Al sito troverete invece l ultima versione del modulo mod_perl. ias è realizzato con la versione 1.22 di mod_perl. Novità e risorse per mod_perl Al sito troverete un ottima newsletter per tenervi aggiornati su mod_perl. Questo sito include anche della interessante documentazione, articoli e novità relative a mod_perl.

4 4 ORACLE 9i SVILUPPO WEB Esecuzione degli script Perl da una directory specifica Per eseguire Perl da una directory specifica, per prima cosa dovete stabilire il percorso virtuale per la directory che contiene i programmi Perl. Come descritto nel Capitolo 3, i percorsi virtuali vengono definiti con il comando Alias nel file httpd.conf. Potete specificare un percorso virtuale che si riferisce direttamente alla directory Perl, oppure potete inserire i file Perl nella sottodirectory di una directory virtuale. Per esempio, se il percorso virtuale per la directory viene stabilito come Alias /websites/ c:\websites/ nella directory Websites, e se una directory dal nome perl contiene i programmi di Perl, la seguente direttiva Location comunicherà a ias di eseguire gli script Perl in questa directory: <Location /websites/perl> SetHandler perl-script PerlHandler Apache::Registry AddHandler perl-script.pl Options +ExecCGI PerlSendHeader On </Location> Dopo aver aggiunto queste voci al file di configurazione (httpd.conf), per far sì che queste direttive abbiano effetto dovrete riavviare ias. Se definite la directory esatta che ospita gli script Perl con una direttiva Alias, come la seguente, Alias /perl/ c:\websites/perl/ la direttiva Location cambierà solo la prima linea, come mostrato di seguito: <Location /perl> Attivazione dell estensione.pl La tecnica precedente specifica una directory precisa per gli script Perl. Se desiderate che i file con estensione pl (indipendentemente dalla directory) vengano considerati come uno script Perl, la seguente direttiva Files può aiutarvi a eseguire questa operazione:

5 PERL E IL MODULO PERL 5 <Files *.pl> SetHandler perl-script PerlHandler Apache::Registry PerlSendHeader On Options +ExecCGI </Files> Attivazione dello stato Perl Se desiderate ricevere informazioni relative allo stato dal modulo Perl, potete rimuovere i commenti dalle linee seguenti del file di configurazione di ias: <Location /perl-status> SetHandler perl-script PerlHandler Apache::Status order deny,allow deny from all allow from localhost </Location> SUGGERIMENTO Il percorso virtuale perl-status, mostrato in precedenza, è abilitato solo partendo da localhost. Se desiderate accedervi da altri computer, dovete aggiungerli all elenco delle macchine ammesse. Per esempio, potete abilitare localhost, tuscbdb e Esecuzione di OWA da Perl Con Apache::OWA potrete eseguire gli script realizzati con il PL/SQL Web Toolkit (htp, htf, owa_util e così via) in Apache. Potete scaricare il modulo Apache OWA per PL/SQL dal sito seguente: In alternativa potete cercarlo con un motore di ricerca come Google. Questo modulo utilizza Perl per accedere al database Oracle. La seguente direttiva Location definisce un percorso virtuale /scott che utilizza il modulo Apache OWA per collegarsi all ID (SID) del sistema ORCL con nome utente scott e password tiger: <Location /scott/> SetHandler perl-script PerlHandler Apache::OWA; PerlSetVar DAD ORCL:scott:tiger </Location>

6 6 ORACLE 9i SVILUPPO WEB Accesso a Oracle da Perl OAS include i moduli DBI e DBD per Oracle. Per svariati motivi, Oracle non ha incorporato questi moduli (Apache::DBI, Perl DBI e Perl DBD-Oracle) nella creazione di ias. Quindi, se desiderate accedere a Oracle (o ad altri database) da Perl, dovrete creare, installare e verificare mod_perl DBI/DBD-Oracle e Apache::DBI nel vostro sistema operativo. Per Windows NT o Windows 2000, seguite questi passaggi. Dovete eseguire Windows 2000 o Windows NT 4.0 con il Service Pack 3. Avrete anche bisogno di un compilatore C, come Visual Studio versione Verificate che Perl sia presente nel percorso di sistema e sia impostato correttamente, facendo clic su Start Settings Control Panel. In Control Panel, fate doppio clic su System. Nella finestra di dialogo System, fate clic sulla scheda Environment e in essa fate scorrere l elenco System Variables e selezionate Path. Nel campo Value, in fondo alla pagina, aggiungete il percorso di Apache Perl al percorso di sistema. Per esempio, aggiungete quanto segue all inizio del percorso di sistema: %ORACLE_HOME%\Apache\Perl\ \bin\MSWin32-x86. Fate clic su Set e su OK per chiudere la finestra di dialogo System. 2. Modificate config.pm nella directory %ORACLE_HOME%\Apache\ Perl\ \lib\MSWin32-x86 per selezionare la versione corretta di Perl. Per prima cosa, sostitute c:\perl\ con %ORACLE_HOME%\Apache\Perl\, dove possibile. Questo riguarda anche voci come prefix, prefixexp e così via. Successivamente, sostituite libpth= \lib con libpth= %ORACLE_HOME%\Apache\Perl\ \lib %ORACLE_HOME%\Apache\Perl\site\ \lib Realizzate il build, verificate e installate la versione 1.13 di DBI. Innanzi tutto, scaricate DBI-1_13_tar.gz in %ORACLE_HOME%\Apache (per esempio, in una directory di nome DBI-1.13), quindi decomprimetelo. Successivamente, spostatevi nella directory DBI-1.13 ed eseguite perl Makefile.PL. Seguite attentamente le istruzioni README. Ora, eseguite nmake. Quindi, eseguite nmake test e verificate i risultati del test. Infine, eseguite nmake install e assicuratevi che DBI sia stata installata nella directory %ORACLE_HOME%\Apache\Perl\. 4. Create, verificate e installate la versione 1.03 di DBD-Oracle. Il modulo DBD- Oracle si aspetta che ci sia software Oracle sufficiente per creare correttamente il driver. Innanzi tutto, scaricate DBD-Oracle-1_03_tar.gz in %ORACLE_HOME%\ Apache (per esempio, in una directory dal nome DBD-Oracle1.03) e decomprimetelo. Successivamente, spostatevi nella directory DBD-Oracle1.03 e modificate Makefile.PL in modo da riflettere correttamente OCIDIR. In particolare, impostate $OCIDIR = oci ; se non era già stato impostato. Successivamente, impostate la variabile ambientale ORACLE_HOME in modo che punti a un installazione di ias valida o ad un installazione valida del database Oracle Ora, impostate la variabile ambientale ORACLE_SID in modo che punti a un SID Oracle valido. Quindi, seguite attentamente le istruzioni README. Successivamente, eseguite perl Makefile.PL. Infine, eseguite nmake, nmake test e nmake install.

7 PERL E IL MODULO PERL 7 5. Create, verificate e installate la versione 0.87 di Apache::DBI. Innanzi tutto, scaricate ApacheDBI-0_87_tar.tar in %ORACLE_HOME%\Apache (per esempio, in una directory di nome ApacheDBI-0.87) e decomprimetelo. Seguite attentamente le istruzioni README. Successivamente, eseguite perl Makefile.PL. Infine eseguite nmake, nmake test e nmake install. 6. Aggiungete la linea seguente al file httpd.conf: PerlRequire <absolute path of Apache::DBI s startup.pl script> 7. Modificate la chiamata di connessione startup.pl in: Apache::DBI->connect_on_init( dbi:oracle:tnsconnect, username, password ); 8. Riavviate ias. Accesso a Oracle dopo aver installato DBI e DBD per Oracle Verificate l installazione precedente con lo script Perl seguente: use DBI; print Content-type: text/plain\n\n ; $dbh = DBI->connect( dbi:oracle:sales, scott, tiger ) die $DBI::errstr; $stmt = $dbh->prepare( select * from emp order by empno ) die $DBI::errstr; $rc = $stmt->execute() or die $DBI::errstr; while (($empno, $name) = $stmt->fetchrow()) { print $empno $name\n ; } warn $DBI::errstr if $DBI::err; die fetch error:. $DBI::errstr if $DBI::err; $stmt->finish() or die can t close cursor ; $dbh->disconnect() or die can t log off Oracle Se lo script precedente viene collocato nella directory /perl (come stabilito prima) e in un file chiamato emp.pl, lo eseguirete dal browser nel modo seguente:

8 8 ORACLE 9i SVILUPPO WEB Ulteriori informazioni sul modulo di interfaccia di database per Perl DBI equivale effettivamente a quello che JDBC rappresenta per Java e ODBC per Microsoft. Al sito troverete molte informazioni relative a DBI. Questa pagina offre una breve guida a DBI e include anche degli esempi del codice DBI usato per accedere a un database Oracle. Interfacce DBD disponibili Oltre a Oracle, potreste domandarvi a quali altri database ha accesso Perl. La tabella seguente contiene un elenco dei database supportati dalle interfacce DBD di Perl (fate attenzione, perché questo elenco cambia in continuazione). MODULO DBD DATABASE SUPPORTATO DA JDBC? ASAny Database Adaptive Server Anywhere No Adabas Database D Adabas Sì CSV File CSV Sì Chart Astrazione di DBD::Chart::Plot e GD::Graph No (per la visualizzazione di grafici a torta, a barre e grafici a linee e punti) DB2 Database DB2 di IBM Sì DBMaker Database DBMAKER Sì DtfSQLmac Database dtf/sql 2.01 (per Macintosh) No Empress Database Empress Sì Excel File Excel 95, 97 e 2000 No FreeTDS Microsoft SQLServer e Sybase tramite Sì il protocollo TDS raw Fullcrum Fulcrum SearchServer No Illustra Database Illustra No Informix Database Informix Sì Ingres Database Ingres Sì InterBase Server RDBMS InterBase Sì JDBC Driver proxy JDBC Sì (segue)

9 PERL E IL MODULO PERL 9 (continua) MODULO DBD DATABASE SUPPORTATO DA JDBC? mysql Database mysql Sì ODBC Database ODBC Sì Oracle Database Oracle Sì Ovrimos Database Ovrimos No Pg Database PostgreSQL Sì Qbase Database QuickBase No RAM Database RAM No Solid Database SOLID Sì Sprite File di testo piatti Sì SqlFlex Database SqlFlex No Sybase Database Sybase Sì Teradata Database Teradata Sì Unify Famiglia Unify di prodotti di database No XBase File di database XBase (dbase, Foxbase), Sì ovvero dbf, dbt, fpt, ndx, ntx Verifica e debug di Perl ias non mette a disposizione un modo semplice per eseguire il debug degli script Perl, quindi dovreste prendere in considerazione la possibilità di installare una versione di Perl indipendente per verificare il codice al di fuori di ias. Potete scaricare la distribuzione standard di Perl per NT (Win32) dal sito ufficiale di Perl, e la distribuzione di ActivePerl dal sito di ActiveState, Se sviluppate una grande quantità di codice Perl, considerate l eventualità di uno strumento di debug (per Perl standard è disponibile un debugger piuttosto complesso). Potreste anche considerare l acquisto di un debugger Perl. ActiveState ha sviluppato un debugger Perl per l ambiente NT, insieme a diversi programmi che migliorano le prestazioni di Perl. Il debugger Perl di ActiveState permette di eseguire il debug del codice Perl in modo visivo mostrando controlli, variabili e registri. Lo strumento semplifica il passaggio alle istruzioni, la modifica del sorgente, il passaggio tra le diverse porzioni di codice, l inserimento di breakpoint e

10 10 ORACLE 9i SVILUPPO WEB così via. Per eseguire il debug degli script Perl dalla linea di comando, aggiungete il parametro della modalità di debug (-d). Uso di una libreria CGI standard Suggerisco di utilizzare una libreria CGI Perl standard invece di scrivere le routine per ottenere informazioni dall input standard (STDIN), e di scrivere intestazioni standard e altri output HTML. Molte di queste librerie sono disponibili sul Web. Anche se la questione potrebbe essere discutibile, di fatto esistono due librerie CGI standard, che forniscono una libreria CGI standard per le operazioni GET/ POST, la scrittura di intestazioni CGI, la stampa delle tag HTML e molte altre. Una libreria autoproclamatasi standard di fatto è cgi-lib.pl, che potete trovare al sito Steven Brenner, l autore di cgi-lib.pl, ha collaborato alla stesura di un libro che si occupa dello scripting CGI e di cgi-lib.pl. In precedenza, OAS veniva distribuito con una versione ridotta dal nome mycgilib.pl, quindi se avete questa versione potete utilizzare ancora questa libreria. Potete scaricare (o meglio, tagliare e incollare) la versione attuale di cgi-lib dal sito indicato sopra. Includete questa libreria negli script Perl nel modo seguente: require c:\websites\perl\cgi-lib.pl ; La vera libreria CGI standard, compresa nella creazione ufficiale di Perl a partire da Perl 5, è CGI.pm, sviluppata da Lincoln D. Stein e attualmente alla versione Al sito potrete trovare la documentazione relativa a questo modulo. Il riferimento alla libreria CGI.pm è il seguente: Use CGI; CGI.pm contiene una libreria veramente ampia di possibilità di sviluppo Web, quindi consiglio vivamente di utilizzarla. Visualizzazione di un elenco di file Supponete di voler visualizzare una directory contenente i file del Web server. L esempio seguente mostra uno script Perl che legge in una directory (che viene passata o impostata come directory principale nell unità d:). Questo script utilizza la libreria CGI descritta in precedenza e include collegamenti che si richiamano in modo ricorsivo quando l utente espande i listati della directory. # Dirlist.pl # Include la libreria cgi standard distribuita con Application Server

11 PERL E IL MODULO PERL 11 require c:\websites\perl\cgi-lib.pl ; # Legge tutte le variabili impostate dal modulo &ReadParse(*input); # Stampa l intestazione HTTP (Content-type: text/html) print &PrintHeader; # Passa la directory $dir = $in{ dir }; # Se non avete ricevuto nessuna directory ($dir), # impostatela sulla directory principale nell unità d if ($dir eq $dir eq d:/ ) { $dir = d:// ; $dir2 = $dir; chop($dir2); } else { $dir2 = $dir; } # Fa iniziare il file HTML con la tag HTML standard, quindi introduce # la tag HEAD. Inserisce il titolo della finestra, che include # la directory dinamica passata # Chiude il titolo e inizia il corpo. print <html> ; print <head> ; print <title>directory Listing on Server for Folder $dir</title> ; print </head> ; print <body> ; # Stampa un titolo di livello 2 con il nome della directory # che stiamo analizzando. print <h2>folder $dir</h2> ; # Imposta il flag a N(o), ossia non abbiamo ancora visualizzato # l intestazione della tabella. $flag = N ; # Apre la directory impostata prima opendir (DIR,$dir); # Legge la directory, ordinando i nomi di file, e per tutti i valori # restituiti nell array esegue ciclicamente un ciclo foreach

12 12 ORACLE 9i SVILUPPO WEB foreach $name (sort readdir(dir)) { # Se il flag di intestazione della tabella è impostato su N(o), dovremo # aprire la tabella e stampare i titoli # all inizio della tabella if ($flag eq N ) { print <table border=1> ; print <tr> ; print <td><b>profile</b></td> ; print <td><b>created</b></td> ; print <td><b>operations</b></td> ; print </tr> ; $flag = Y ; } # Concatena la directory e il nome di file (utilizzato) $file = $dir2. $name; # Raccoglie tutti i componenti del file utilizzato ($dev,$inode,$perm,$hardl,$userid,$groupid,$devtype,$size,$atime, $mtime,$sts,$block,$bsize) = stat($file); # Converte mtime (ora ultima modifica) nell ora locale ($sec,$min,$hour,$mday,$mon,$year,$wday,$yday,$isdst) = localtime($mtime); # Dato che il mese è 0-11, si dovrà aggiungere 1 per stampare $mon++; # Formatta i minuti inserendo uno 0 a sinistra $min = sprintf( %02.0f,$min); # Inizia una nuova riga della tabella, stampa la data modificata in una cella print <tr> ; print <td>$name</td><td>$mon/$mday/$year $hour:$min</td> ; } # Se la dimensione del file è 0, supponiamo si tratti di una directory, # che in questo caso, stampa un ancora che permette all utente di # espandere la directory. Quindi, chiude la riga della tabella. if ($size eq 0 $size eq ) { print <td><a href=\ dirlist.pl?dir=$dir2$name\/\ + >Go to Folder</a> ; }; print </tr> ;

13 PERL E IL MODULO PERL 13 # Chiude la directory closedir(dir); # Se il flag non è stato impostato, se un file # non è mai comparso nella directory, allora si può dire if ($flag eq N ) { print <p><h3>there are no files in this folder $dir</h3></p> ; } # Chiude la tabella HTML, il corpo e il file HTML. print </table> ; print </body> ; print </html> ; Stabilire se un file esiste Per stabilire se esiste un determinato file piatto del sistema operativo, utilizzate lo script seguente. In questo esempio, $filename viene passato alla routine. Se il file esiste già, dovrebbe essere eseguita un azione, se invece il file non esiste, dovrebbe essere eseguita un altra operazione. if(-t $filename) { # il file di testo esiste, quindi esegue un azione print Text file ($filename) was found. ; } else { # il file di testo non esiste, quindi esegue un altra azione print Text file ($filename) was not found. ;} Nello script precedente, -T restituirà True se il file esiste ed è un file di testo. Se il file non esiste, verrà restituito il messaggio Text file ($filename) was not found. Creazione o aggiunta di un file Per creare un file sempre nuovo (sovrascrivere un file già esistente e crearne uno nuovo), eseguite la sintassi seguente: open(file, >$filename ) die( Couldn t open $filename for writing \n ); Per fare un aggiunta a un file già esistente, o per crearne uno nuovo se il file non esiste, la sintassi sarebbe la seguente:

14 14 ORACLE 9i SVILUPPO WEB open(file, >>$filename ) die( Can t append to $filename \n ); In altre parole, quando un simbolo maggiore di (>) precede il nome del file, Perl aprirà il file per scrivere, sovrascriverà il file già esistente e ne creerà uno nuovo. Se due simboli maggiore di (>>) precedono il nome del file, Perl farà un aggiunta al file già esistente oppure ne creerà uno nuovo se il file non esiste. Se aprite il file con il simbolo minore di (<) o con nessun simbolo, aprirete il file come fosse di sola lettura. La clausola die registra gli errori runtime per controllare il flusso e ricopre un ruolo molto importante nella programmazione CGI. Il risultato desiderato è una routine dal comportamento regolare che non viene interrotta con una condizione inspiegata. Altrimenti, visualizzerete la finestra di dialogo Salva con nome, come descritto in precedenza. Dovete prestare attenzione anche al processo che un utente del sistema operativo deve seguire per aprire il file. In altre parole, gli utenti dispongono dei diritti di accesso per creare/scrivere i file? Ricordatevi che siete in un ambiente multithread, quindi dovreste assicurarvi che i nomi di file siano univoci o reciprocamente bloccati per evitare che un singolo file venga scritto più volte contemporaneamente. L apertura di un file in modalità Append non garantirà la presenza dei dati nel file se anche altri processi possono accedervi o scrivere mentre voi siete convinti di scrivere nel file. Attivazione di una procedura PL/SQL da Perl Se avete uno script Perl che deve accedere a PL/SQL, oppure se avete bisogno di accedere a un qualsiasi URL da Perl, questo paragrafo presenta la soluzione. Per esempio, potrebbe esserci uno script Perl che esegue l autenticazione e, se i dati inseriti sono validi, li colloca nel database Oracle. Da PL/SQL, utilizzate il comando owa_util.redirect_url (new_location) per collegarvi a un altro URL. Questo comando dà come risultato un intestazione HTTP location: {new_location}. Per chiamare un altro URL, invece di stampare l intestazione content-type:, usate l intestazione location:, come mostrato nella sintassi seguente: Print location: $new_location?in_parameter=$form_parameter_1 &in_parameter2=$in_parameter2\n\n ; Se desiderate incorporare i risultati dello script PL/SQL nell output di Perl, utilizzate il comando utl_http.request, come descritto nel Capitolo 11.

15 PERL E IL MODULO PERL 15 Emulazione di un browser dalla linea di comando Se incontrate delle difficoltà nell eseguire il debug di uno script Perl dal browser, emulate un browser dal server impostando manualmente la variabile ambientale HTTP_USER_AGENT. Per esempio, per csh (Shell C): setenv HTTP_USER_AGENT Mozilla/4.05 Per ksh (Shell Korne): export HTTP_USER_AGENT = Mozilla/4.05 Emulazione di una richiesta POST dalla linea di comando Se il modulo HTML passa le informazioni allo script Perl tramite il metodo POST, potete emulare anche questa funzionalità dalla linea di comando. Per emulare una richiesta POST, inserite i dati in un file e indirizzatelo verso lo script Perl, come mostrato nella sintassi seguente: cat mypost.file my_perl_script.pl Pulitura del codice HTML Cosa accade se il codice HTML è stato creato (FrontPage) o proviene da un altra origine (Word, PowerPoint) che produce codice HTML non perfettamente conforme agli standard dello sviluppo HTML? È possibile impiegare uno script Perl molto importante, Weblint, espressamente per pulire il codice HTML. Weblint è disponibile al sito Questo script Perl può essere eseguito tramite la cartridge Perl oppure dalla linea di comando. L output può essere reindirizzato e lo script può essere eseguito su una struttura ad albero per valutare più di un file. Esiste un altro strumento, chiamato demoroniser, che svolge una funzione simile. Nella documentazione il suo scopo è: Impedirvi di apparire più insulsi di un sacchetto della spazzatura quando un utente di una piattaforma non Microsoft visualizza la vostra pagina Web. L autore è John Walker, fondatore di AutoDesk, nota per il programma di disegno di AutoCAD. Troverete l utility demoroniser al sito Di seguito sono elencati alcuni degli errori che demoroniser è in grado di correggere.

16 16 ORACLE 9i SVILUPPO WEB I punti e virgola mancanti alla fine degli escape di caratteri numerici (=) vengono inseriti. I rendering numerici di caratteri speciali (< > &) vengono sostituiti con equivalenti leggibili. Le tag <table> senza virgolette, contenenti caratteri non alfanumerici, vengono racchiuse tra virgolette. La tendenza di PowerPoint a non nidificare <font> e <strong> viene corretta. La tendenza di PowerPoint a usare le tag <ul> e </ul> per creare interruzioni di paragrafo viene corretta e vengono inserite le tag <p> opportune. Le tag <tr> che mancano nelle diapositive di solo testo vengono inserite. Le tag </p> inutili vengono eliminate. Le tag <li> senza corrispondente nei titoli vengono eliminate. Le linee della lunghezza di un paragrafo vengono interrotte in modo da poter essere modificate con un normale editor di testo. Un altro valido convalidatore HTML, ancora più rigoroso di Weblint, è disponibile al sito Weblint, uno strumento open source distribuito con la Perl Artistic License, è molto utile e include un convalidatore CSS e una suite di verifica CGI, che si trovano nella sezione Tools del sito. Accesso alla documentazione di Perl La documentazione di Perl è inclusa nella distribuzione di Perl, tuttavia potrete trovare la documentazione completa al sito perl.com, collegandovi all'indirizzo Ulteriori informazioni sono disponibili al sito alla pagina seguente: Analisi dei parametri ambientali Per visualizzare tutte le variabili ambientali, Perl mette a disposizione un array associativo chiamato %ENV. Il seguente segmento di script copia e visualizza tutte le variabili ambientali (ordinate): foreach $key (sort keys %ENV) { print $key, =, $ENV{$key}, \n ; }

17 PERL E IL MODULO PERL 17 Il codice precedente fornisce la stessa funzionalità di base della procedura owa_util.print_cgi_env del package PL/SQL. Invio di posta da Perl Inviare posta elettronica da uno script Perl è più semplice di quanto possa sembrare. Il segmento di codice seguente parte dal presupposto che abbiate passato le variabili $from, $name, $to, $subject e $message. Lo script si serve di Sendmail (http://www.sendmail.org) per inviare il messaggio di posta elettronica dal server: open (SENDMAIL, c:\sendmail\sendmail.exe -t -n ); print SENDMAIL <<End_of_Mail; From: $from <$name> To: $to Reply-To: $from Subject: $subject $message End_of_Mail Per semplificare questo processo, è possibile utilizzare uno script Perl dal nome Formmail. Formmail è semplice da usare e potete trovarlo al sito seguente: Determinare il browser del client e agire di conseguenza Il segmento di codice seguente esegue una query sulla variabile ambientale che contiene le informazioni relative al browser. Con queste informazioni, lo script Perl potrà adattarsi al browser. $browser = $ENV{ HTTP_USER_AGENT }; # lo switch i fa sì che la corrispondenza non distingua tra maiuscole e minuscole if ($browser =~ /mozilla/i) { # Azioni di Netscape richieste } else { # Nessuna azione di Netscape richiesta }

18 18 ORACLE 9i SVILUPPO WEB Inclusione dei componenti del sito Non avete mai voluto includere un altra pagina HTML (magari un modello o altre informazioni) nella pagina corrente? Oppure includere alcune informazioni tratte da un altro sito nella pagina corrente? La libreria libwww-perl mette a disposizione numerose utility di questo tipo, come WWW::Search, WebMirror, WebPluck e WebFetch. Al sito troverete tutte queste utility e molte altre. Codice di esempio con accesso a Oracle L esempio seguente si connetterà a un database, eseguirà una query e visualizzerà l output. Questa è una struttura standard. Sul Web è disponibile la documentazione completa di DBI e DBD. # Carica il modulo DBI. Il caricamento del modulo DBI consiste # nel leggere lo script del modulo Perl (DBI.pm) e l oggetto # condiviso (DBI.so). Questi file estendono il linguaggio Perl # definendo le chiamate che consentono agli script Perl di connettersi # ai database Oracle. Dopo aver caricato il modulo, l oggetto # condiviso viene collegato in modo dinamico alla cartridge, # gli script Perl.pm vengono letti, compilati e memorizzati # nello spazio dei nomi del package. Gli script possono quindi eseguire # le chiamate definite nel file.pm. L esempio chiama i metodi # connect(), prepare(), execute(), rows(), fetchrow(), finish() # e disconnect() nel modulo DBI. use DBI; # Stampa l intestazione HTTP per questa pagina HTML print Content-type: text/plain\n\n ; # Si connette al database Oracle usando la stringa di connessione SQL*Net # di sales. $dbh = DBI->connect( dbi:oracle:sales, scott, tiger ) or die $DBI::errstr; # Prepara l istruzione SQL (analizza il cursore) $stmt = $dbh->prepare( select * from emp order by empno ) or die $DBI::errstr; # Esegue l istruzione SQL precedente $rc = $stmt->execute() or die $DBI::errstr;

19 PERL E IL MODULO PERL 19 # Recupera il numero dei campi restituiti dall istruzione precedente $nfields = $stmt->rows(); # Stampa un messaggio per l utente, che indica quanti campi # si possono restituire print Query will return up to $nfields fields\n\n ; # Tutte le colonne (campi) restituite dall istruzione SQL # vengono inserite nei nomi di campo relativi nell istruzione while. # In altre parole, il primo campo viene inserito in una variabile chiamata # $empno, mentre il secondo viene inserito in un campo chiamato $name. while (($empno, $name) = $stmt->fetchrow()) { print $empno $name\n ; } # Visualizza messaggi di errore se commettiamo un errore warn $DBI::errstr if $DBI::err; die fetch error:. $DBI::errstr if $DBI::err; # Chiude il cursore e si disconnette da DB $stmt->finish() or die can t close cursor ; $dbh->disconnect() or die can t log off Oracle ; File di avvio di Perl Con la direttiva Perlrequire potrete specificare uno script Perl che verrà caricato per tutti gli utenti. Ovvero, la direttiva di richiesta Perl è uno script di avvio o inizializzazione per Perl. Per esempio, se includete la direttiva seguente nel file di configurazione di ias (httpd.conf), all avvio di ias verrà eseguito uno script chiamato startup.pl: Perlrequire /perl/startup.pl Quello che segue è un esempio dell aspetto che startup.pl potrebbe assumere per caricare i moduli DBI e DBD per Oracle al momento dell avvio di ias: # Richiede che tutte le variabili vengano dichiarate # (si dovrebbe sempre utilizzare) use strict; use Apache::Registry; # La libreria CGI standard, come visto in precedenza use CGI; # Parte della libreria CGI standard, principalmente per un errore di formattazione use CGI::Carp; # Include il modulo DBI (interfaccia del database) use DBI; 1;

20 20 ORACLE 9i SVILUPPO WEB Connessioni al database persistenti Per modificare l esempio precedente in modo che carichi prima il modulo DBI e poi si connetta al database, rendendo persistente la connessione al database Oracle, dovete definire un package (o raggruppamento di codice) nel file startup.pl. Il file startup.pl precedente verrebbe modificato nel modo seguente: use strict; use Apache::Registry; use CGI; use CGI::Carp; package Scott; # Configurazione per la chiamata al database Oracle use DBI; # Si connette al database Oracle usando la stringa di connessione SQL*Net # di sales. $dbh = DBI->connect( dbi:oracle:sales, scott, tiger ) or die $DBI::errstr;; 1; Lo script precedente verrebbe modificato in modo da risultare identico all esempio seguente. package Scott; # Stampa l intestazione HTTP per questa pagina HTML print Content-type: text/plain\n\n ; # Prepara l istruzione SQL (analizza il cursore) $stmt = $dbh->prepare( select * from emp order by empno ) or die $DBI::errstr; # Esegue l istruzione SQL precedente $rc = $stmt->execute() or die $DBI::errstr; # Recupera il numero dei campi restituiti dall istruzione precedente $nfields = $stmt->rows(); # Stampa un messaggio per l utente, che indica quanti campi si possono restituire print Query will return up to $nfields fields\n\n ; # Tutte le colonne (campi) restituite dall istruzione SQL # vengono inserite nei nomi di campo relativi nell istruzione while.

FileMaker Server 12. Guida introduttiva

FileMaker Server 12. Guida introduttiva FileMaker Server 12 Guida introduttiva 2007 2012 FileMaker, Inc. Tutti i diritti riservati. FileMaker, Inc. 5201 Patrick Henry Drive Santa Clara, California 95054 FileMaker e Bento sono marchi di FileMaker,

Dettagli

Talento LAB 4.1 - UTILIZZARE FTP (FILE TRANSFER PROTOCOL) L'UTILIZZO DI ALTRI SERVIZI INTERNET. In questa lezione imparerete a:

Talento LAB 4.1 - UTILIZZARE FTP (FILE TRANSFER PROTOCOL) L'UTILIZZO DI ALTRI SERVIZI INTERNET. In questa lezione imparerete a: Lab 4.1 Utilizzare FTP (File Tranfer Protocol) LAB 4.1 - UTILIZZARE FTP (FILE TRANSFER PROTOCOL) In questa lezione imparerete a: Utilizzare altri servizi Internet, Collegarsi al servizio Telnet, Accedere

Dettagli

Un client su arduino invia i dati acquisiti ad un database

Un client su arduino invia i dati acquisiti ad un database Un client su arduino invia i dati acquisiti ad un database PROBLEMA Si vogliono inviare, periodicamente, i dati acquisiti da alcuni sensori ad un database presente su di un server. Arduino con shield Ethernet

Dettagli

CORSO DI ALGORITMI E PROGRAMMAZIONE. JDBC Java DataBase Connectivity

CORSO DI ALGORITMI E PROGRAMMAZIONE. JDBC Java DataBase Connectivity CORSO DI ALGORITMI E PROGRAMMAZIONE JDBC Java DataBase Connectivity Anno Accademico 2002-2003 Accesso remoto al DB Istruzioni SQL Rete DataBase Utente Host client Server di DataBase Host server Accesso

Dettagli

FASE DEBUGGING: Compiler Linker. controllando che la voce Genera le informazioni per il debug cioè. "Generate debugging information"

FASE DEBUGGING: Compiler Linker. controllando che la voce Genera le informazioni per il debug cioè. Generate debugging information FASE DEBUGGING: Prima della compilazione, si devono inserire 1 nel progetto informazioni per il debug cioè si devono visualizzare le opzioni di progetto seguendo il percorso: controllando che la voce Genera

Dettagli

FileMaker Server 13. Guida introduttiva

FileMaker Server 13. Guida introduttiva FileMaker Server 13 Guida introduttiva 2007-2013 FileMaker, Inc. Tutti i diritti riservati. FileMaker, Inc. 5201 Patrick Henry Drive Santa Clara, California 95054 Stati Uniti FileMaker e Bento sono marchi

Dettagli

CONFIGURAZIONE DEI SERVIZI (seconda parte)

CONFIGURAZIONE DEI SERVIZI (seconda parte) Corso ForTIC C2 LEZIONE n. 10 CONFIGURAZIONE DEI SERVIZI (seconda parte) WEB SERVER PROXY FIREWALL Strumenti di controllo della rete I contenuti di questo documento, salvo diversa indicazione, sono rilasciati

Dettagli

PHP: form, cookies, sessioni e. Pasqualetti Veronica

PHP: form, cookies, sessioni e. Pasqualetti Veronica PHP: form, cookies, sessioni e mysql Pasqualetti Veronica Form HTML: sintassi dei form 2 Un form HTML è una finestra contenente vari elementi di controllo che consentono al visitatore di inserire informazioni.

Dettagli

Rational Asset Manager, versione 7.1

Rational Asset Manager, versione 7.1 Rational Asset Manager, versione 7.1 Versione 7.1 Guida all installazione Rational Asset Manager, versione 7.1 Versione 7.1 Guida all installazione Note Prima di utilizzare queste informazioni e il prodotto

Dettagli

Integrated Development Environment (IDE) DevC++ 4.9.9.2

Integrated Development Environment (IDE) DevC++ 4.9.9.2 Integrated Development Environment (IDE) DevC++ 4.9.9.2 Manuale utente Data ultima revisione: 22/10/2008 Fondamenti di informatica Università Facoltà Corso di laurea Politecnico di Bari 1 a Facoltà di

Dettagli

FileMaker Server 13. Pubblicazione Web personalizzata con PHP

FileMaker Server 13. Pubblicazione Web personalizzata con PHP FileMaker Server 13 Pubblicazione Web personalizzata con PHP 2007-2013 FileMaker, Inc. Tutti i diritti riservati. FileMaker, Inc. 5201 Patrick Henry Drive Santa Clara, California 95054 Stati Uniti FileMaker

Dettagli

Installazione di GFI Network Server Monitor

Installazione di GFI Network Server Monitor Installazione di GFI Network Server Monitor Requisiti di sistema I computer che eseguono GFI Network Server Monitor richiedono: i sistemi operativi Windows 2000 (SP4 o superiore), 2003 o XP Pro Windows

Dettagli

Luca Mari, Sistemi informativi applicati (reti di calcolatori) appunti delle lezioni. Architetture client/server: applicazioni client

Luca Mari, Sistemi informativi applicati (reti di calcolatori) appunti delle lezioni. Architetture client/server: applicazioni client Versione 25.4.05 Sistemi informativi applicati (reti di calcolatori): appunti delle lezioni Architetture client/server: applicazioni client 1 Architetture client/server: un esempio World wide web è un

Dettagli

Modulo. Programmiamo in Pascal. Unità didattiche COSA IMPAREREMO...

Modulo. Programmiamo in Pascal. Unità didattiche COSA IMPAREREMO... Modulo A Programmiamo in Pascal Unità didattiche 1. Installiamo il Dev-Pascal 2. Il programma e le variabili 3. Input dei dati 4. Utilizziamo gli operatori matematici e commentiamo il codice COSA IMPAREREMO...

Dettagli

Le Reti Informatiche

Le Reti Informatiche Le Reti Informatiche modulo 10 Prof. Salvatore Rosta www.byteman.it s.rosta@byteman.it 1 Nomenclatura: 1 La rappresentazione di uno schema richiede una serie di abbreviazioni per i vari componenti. Seguiremo

Dettagli

Sistemi Web-Based - Terminologia. Progetto di Sistemi Web-Based Prof. Luigi Laura, Univ. Tor Vergata, a.a. 2010/2011

Sistemi Web-Based - Terminologia. Progetto di Sistemi Web-Based Prof. Luigi Laura, Univ. Tor Vergata, a.a. 2010/2011 Sistemi Web-Based - Terminologia Progetto di Sistemi Web-Based Prof. Luigi Laura, Univ. Tor Vergata, a.a. 2010/2011 CLIENT: il client è il programma che richiede un servizio a un computer collegato in

Dettagli

INSTALLAZIONE E UTILIZZO DEL COMPILATORE Code::Blocks 8.02

INSTALLAZIONE E UTILIZZO DEL COMPILATORE Code::Blocks 8.02 INSTALLAZIONE E UTILIZZO DEL COMPILATORE Code::Blocks 8.02 Download Si può scaricare gratuitamente la versione per il proprio sistema operativo (Windows, MacOS, Linux) dal sito: http://www.codeblocks.org

Dettagli

INTRODUZIONE, LINGUAGGIO, HANDS ON. Giuseppe Cirillo g.cirillo@unina.it

INTRODUZIONE, LINGUAGGIO, HANDS ON. Giuseppe Cirillo g.cirillo@unina.it INTRODUZIONE, LINGUAGGIO, HANDS ON Giuseppe Cirillo g.cirillo@unina.it Il linguaggio C 1972-Dennis Ritchie 1978-Definizione 1990-ANSI C 1966 Martin Richars (MIT) Semplificando CPL usato per sviluppare

Dettagli

HORIZON SQL CONFIGURAZIONE DI RETE

HORIZON SQL CONFIGURAZIONE DI RETE 1-1/9 HORIZON SQL CONFIGURAZIONE DI RETE 1 CARATTERISTICHE DI UN DATABASE SQL...1-2 Considerazioni generali... 1-2 Concetto di Server... 1-2 Concetto di Client... 1-2 Concetto di database SQL... 1-2 Vantaggi...

Dettagli

Comandi filtro: sed. Se non si specificano azioni, sed stampa sullo standard output le linee in input, lasciandole inalterate.

Comandi filtro: sed. Se non si specificano azioni, sed stampa sullo standard output le linee in input, lasciandole inalterate. Comandi filtro: sed Il nome del comando sed sta per Stream EDitor e la sua funzione è quella di permettere di editare il testo passato da un comando ad un altro in una pipeline. Ciò è molto utile perché

Dettagli

Dal punto di vista organizzativo sono possibili due soluzioni per il sistema di rete.

Dal punto di vista organizzativo sono possibili due soluzioni per il sistema di rete. Premessa. La traccia di questo anno integra richieste che possono essere ricondotte a due tipi di prove, informatica sistemi, senza lasciare spazio ad opzioni facoltative. Alcuni quesiti vanno oltre le

Dettagli

Manipolazione di testi: espressioni regolari

Manipolazione di testi: espressioni regolari Manipolazione di testi: espressioni regolari Un meccanismo per specificare un pattern, che, di fatto, è la rappresentazione sintetica di un insieme (eventualmente infinito) di stringhe: il pattern viene

Dettagli

Reti di Telecomunicazione Lezione 7

Reti di Telecomunicazione Lezione 7 Reti di Telecomunicazione Lezione 7 Marco Benini Corso di Laurea in Informatica marco.benini@uninsubria.it Il protocollo Programma della lezione file transfer protocol descrizione architetturale descrizione

Dettagli

Database Manager Guida utente DMAN-IT-01/09/10

Database Manager Guida utente DMAN-IT-01/09/10 Database Manager Guida utente DMAN-IT-01/09/10 Le informazioni contenute in questo manuale di documentazione non sono contrattuali e possono essere modificate senza preavviso. La fornitura del software

Dettagli

SOFTWARE GESTIONE SMS DA INTERFACCE CL MANUALE D INSTALLAZIONE ED USO

SOFTWARE GESTIONE SMS DA INTERFACCE CL MANUALE D INSTALLAZIONE ED USO CLSMS SOFTWARE GESTIONE SMS DA INTERFACCE CL MANUALE D INSTALLAZIONE ED USO Sommario e introduzione CLSMS SOMMARIO INSTALLAZIONE E CONFIGURAZIONE... 3 Parametri di configurazione... 4 Attivazione Software...

Dettagli

APPLICAZIONE WEB PER LA GESTIONE DELLE RICHIESTE DI ACQUISTO DEL MATERIALE INFORMATICO. Francesco Marchione e Dario Richichi

APPLICAZIONE WEB PER LA GESTIONE DELLE RICHIESTE DI ACQUISTO DEL MATERIALE INFORMATICO. Francesco Marchione e Dario Richichi APPLICAZIONE WEB PER LA GESTIONE DELLE RICHIESTE DI ACQUISTO DEL MATERIALE INFORMATICO Francesco Marchione e Dario Richichi Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia Sezione di Palermo Indice Introduzione...

Dettagli

Parallels Plesk Panel

Parallels Plesk Panel Parallels Plesk Panel Notifica sul Copyright ISBN: N/A Parallels 660 SW 39 th Street Suite 205 Renton, Washington 98057 USA Telefono: +1 (425) 282 6400 Fax: +1 (425) 282 6444 Copyright 1999-2009, Parallels,

Dettagli

FIRESHOP.NET. Gestione Utility & Configurazioni. Rev. 2014.3.1 www.firesoft.it

FIRESHOP.NET. Gestione Utility & Configurazioni. Rev. 2014.3.1 www.firesoft.it FIRESHOP.NET Gestione Utility & Configurazioni Rev. 2014.3.1 www.firesoft.it Sommario SOMMARIO Introduzione... 4 Impostare i dati della propria azienda... 5 Aggiornare il programma... 6 Controllare l integrità

Dettagli

Guida alla scansione su FTP

Guida alla scansione su FTP Guida alla scansione su FTP Per ottenere informazioni di base sulla rete e sulle funzionalità di rete avanzate della macchina Brother, consultare la uu Guida dell'utente in rete. Per ottenere informazioni

Dettagli

Cos'é Code::Blocks? Come Creare un progetto Come eseguire un programma Risoluzione problemi istallazione Code::Blocks Che cos è il Debug e come si usa

Cos'é Code::Blocks? Come Creare un progetto Come eseguire un programma Risoluzione problemi istallazione Code::Blocks Che cos è il Debug e come si usa di Ilaria Lorenzo e Alessandra Palma Cos'é Code::Blocks? Come Creare un progetto Come eseguire un programma Risoluzione problemi istallazione Code::Blocks Che cos è il Debug e come si usa Code::Blocks

Dettagli

IBM Cognos 8 BI Midmarket Reporting Packages Per soddisfare tutte le vostre esigenze di reporting restando nel budget

IBM Cognos 8 BI Midmarket Reporting Packages Per soddisfare tutte le vostre esigenze di reporting restando nel budget Data Sheet IBM Cognos 8 BI Midmarket Reporting Packages Per soddisfare tutte le vostre esigenze di reporting restando nel budget Panoramica Le medie aziende devono migliorare nettamente le loro capacità

Dettagli

Sistemi Operativi. Interfaccia del File System FILE SYSTEM : INTERFACCIA. Concetto di File. Metodi di Accesso. Struttura delle Directory

Sistemi Operativi. Interfaccia del File System FILE SYSTEM : INTERFACCIA. Concetto di File. Metodi di Accesso. Struttura delle Directory FILE SYSTEM : INTERFACCIA 8.1 Interfaccia del File System Concetto di File Metodi di Accesso Struttura delle Directory Montaggio del File System Condivisione di File Protezione 8.2 Concetto di File File

Dettagli

Funzioni di base. Manualino OE6. Outlook Express 6

Funzioni di base. Manualino OE6. Outlook Express 6 Manualino OE6 Microsoft Outlook Express 6 Outlook Express 6 è un programma, incluso nel browser di Microsoft Internet Explorer, che ci permette di inviare e ricevere messaggi di posta elettronica. È gratuito,

Dettagli

Codici sorgenti di esempio per l'invio di email da pagine WEB per gli spazi hosting ospitati presso ITESYS SRL.

Codici sorgenti di esempio per l'invio di email da pagine WEB per gli spazi hosting ospitati presso ITESYS SRL. Data: 8 Ottobre 2013 Release: 1.0-15 Feb 2013 - Release: 2.0 - Aggiunta procedura per inviare email da Windows con php Release: 2.1-20 Mar 2013 Release: 2.2-8 Ottobre 2013 - Aggiunta procedura per inviare

Dettagli

GESTIRE LA BIBLIOGRAFIA

GESTIRE LA BIBLIOGRAFIA GESTIRE LA BIBLIOGRAFIA STRUMENTI DI GESTIONE BIBLIOGRAFICA I software di gestione bibliografica permettono di raccogliere, catalogare e organizzare diverse tipologie di materiali, prendere appunti, formattare

Dettagli

CHIAVETTA INTERNET ONDA MT503HSA

CHIAVETTA INTERNET ONDA MT503HSA CHIAVETTA INTERNET ONDA MT503HSA Manuale Utente Linux Debian, Fedora, Ubuntu www.ondacommunication.com Chiavet ta Internet MT503HSA Guida rapida sistema operativo LINUX V 1.1 33080, Roveredo in Piano (PN)

Dettagli

Import Dati Release 4.0

Import Dati Release 4.0 Piattaforma Applicativa Gestionale Import Dati Release 4.0 COPYRIGHT 2000-2005 by ZUCCHETTI S.p.A. Tutti i diritti sono riservati.questa pubblicazione contiene informazioni protette da copyright. Nessuna

Dettagli

Bloodshed Dev-C++ è l IDE usato durante le esercitazioni/laboratorio. IDE = Integrated Development Environment

Bloodshed Dev-C++ è l IDE usato durante le esercitazioni/laboratorio. IDE = Integrated Development Environment Bloodshed Dev-C++ Bloodshed Dev-C++ è l IDE usato durante le esercitazioni/laboratorio IDE = Integrated Development Environment Gerardo Pelosi 01 Ottobre 2014 Pagina 1 di 8 Dev-C++ - Installazione Potete

Dettagli

Energy Studio Manager Manuale Utente USO DEL SOFTWARE

Energy Studio Manager Manuale Utente USO DEL SOFTWARE Energy Studio Manager Manuale Utente USO DEL SOFTWARE 1 ANALYSIS.EXE IL PROGRAMMA: Una volta aperto il programma e visualizzato uno strumento il programma apparirà come nell esempio seguente: Il programma

Dettagli

FileMaker Server 13. Guida di FileMaker Server

FileMaker Server 13. Guida di FileMaker Server FileMaker Server 13 Guida di FileMaker Server 2010-2013 FileMaker, Inc. Tutti i diritti riservati. FileMaker, Inc. 5201 Patrick Henry Drive Santa Clara, California 95054 Stati Uniti FileMaker e Bento sono

Dettagli

PROCEDURA DI INSTALLAZIONE DI MYSQL E VolT per utenti Visual Trader e InteractiveBrokers

PROCEDURA DI INSTALLAZIONE DI MYSQL E VolT per utenti Visual Trader e InteractiveBrokers PROCEDURA DI INSTALLAZIONE DI MYSQL E VolT per utenti Visual Trader e InteractiveBrokers La procedura di installazione è divisa in tre parti : Installazione dell archivio MySql, sul quale vengono salvati

Dettagli

Lezione III: Oggetti ASP e interazione tramite form HTML

Lezione III: Oggetti ASP e interazione tramite form HTML Lezione III: Oggetti ASP e interazione tramite form HTML La terza lezione, come le precedenti, ha avuto una durata di due ore, di cui una in aula e l altra in laboratorio, si è tenuta alla presenza della

Dettagli

Boot Camp Guida all installazione e alla configurazione

Boot Camp Guida all installazione e alla configurazione Boot Camp Guida all installazione e alla configurazione Indice 4 Introduzione 5 Cosa ti occorre 6 Panoramica dell installazione 6 Passo 1: verifica la presenza di aggiornamenti. 6 Passo 2: apri Assistente

Dettagli

Le funzioni di shell La bash supporta la programmazione procedurale e prevede la possibilità di definire funzioni utilizzando le sintassi

Le funzioni di shell La bash supporta la programmazione procedurale e prevede la possibilità di definire funzioni utilizzando le sintassi Le funzioni di shell La bash supporta la programmazione procedurale e prevede la possibilità di definire funzioni utilizzando le sintassi alternative: function nome { lista-comandi } oppure nome ( ) {

Dettagli

MailStore Proxy è disponibile gratuitamente per tutti i clienti di MailStore Server all indirizzo http://www.mailstore.com/en/downloads.

MailStore Proxy è disponibile gratuitamente per tutti i clienti di MailStore Server all indirizzo http://www.mailstore.com/en/downloads. MailStore Proxy Con MailStore Proxy, il server proxy di MailStore, è possibile archiviare i messaggi in modo automatico al momento dell invio/ricezione. I pro e i contro di questa procedura vengono esaminati

Dettagli

Introduzione a MySQL

Introduzione a MySQL Introduzione a MySQL Cinzia Cappiello Alessandro Raffio Politecnico di Milano Prima di iniziare qualche dettaglio su MySQL MySQL è un sistema di gestione di basi di dati relazionali (RDBMS) composto da

Dettagli

Esiste la versione per Linux di GeCo? Allo stato attuale non è prevista la distribuzione di una versione di GeCo per Linux.

Esiste la versione per Linux di GeCo? Allo stato attuale non è prevista la distribuzione di una versione di GeCo per Linux. FAQ su GeCo Qual è la differenza tra la versione di GeCo con installer e quella portabile?... 2 Esiste la versione per Linux di GeCo?... 2 Quali sono le credenziali di accesso a GeCo?... 2 Ho smarrito

Dettagli

RefWorks Guida all utente Versione 4.0

RefWorks Guida all utente Versione 4.0 Accesso a RefWorks per utenti registrati RefWorks Guida all utente Versione 4.0 Dalla pagina web www.refworks.com/refworks Inserire il proprio username (indirizzo e-mail) e password NB: Agli utenti remoti

Dettagli

SERVER VIDEO 1-PORTA H.264

SERVER VIDEO 1-PORTA H.264 SERVER VIDEO 1-PORTA H.264 MANUALE UTENTE DN-16100 SALVAGUARDIA IMPORTANTE Tutti i prodotti senza piombo offerti dall'azienda sono a norma con i requisiti della legge Europea sulla restrizione per l'uso

Dettagli

SISSI IN RETE. Quick Reference guide guida di riferimento rapido

SISSI IN RETE. Quick Reference guide guida di riferimento rapido SISSI IN RETE Quick Reference guide guida di riferimento rapido Indice generale Sissi in rete...3 Introduzione...3 Architettura Software...3 Installazione di SISSI in rete...3 Utilizzo di SISSI in Rete...4

Dettagli

La gestione documentale con il programma Filenet ed il suo utilizzo tramite la tecnologia.net. di Emanuele Mattei (emanuele.mattei[at]email.

La gestione documentale con il programma Filenet ed il suo utilizzo tramite la tecnologia.net. di Emanuele Mattei (emanuele.mattei[at]email. La gestione documentale con il programma Filenet ed il suo utilizzo tramite la tecnologia.net di Emanuele Mattei (emanuele.mattei[at]email.it) Introduzione In questa serie di articoli, vedremo come utilizzare

Dettagli

MATRICE DELLE FUNZIONI DI DRAGON NATURALLYSPEAKING 12 CONFRONTO TRA EDIZIONI DEL PRODOTTO

MATRICE DELLE FUNZIONI DI DRAGON NATURALLYSPEAKING 12 CONFRONTO TRA EDIZIONI DEL PRODOTTO MATRICE DELLE FUNZIONI DI DRAGON NATURALLYSPEAKING 12 CONFRONTO TRA EDIZIONI DEL PRODOTTO Precisione del riconoscimento Velocità di riconoscimento Configurazione del sistema Correzione Regolazione della

Dettagli

DynDevice ECM. La Suite di applicazioni web per velocizzare, standardizzare e ottimizzare il flusso delle informazioni aziendali

DynDevice ECM. La Suite di applicazioni web per velocizzare, standardizzare e ottimizzare il flusso delle informazioni aziendali DynDevice ECM La Suite di applicazioni web per velocizzare, standardizzare e ottimizzare il flusso delle informazioni aziendali Presentazione DynDevice ECM Cos è DynDevice ICMS Le soluzioni di DynDevice

Dettagli

Lezione n 1! Introduzione"

Lezione n 1! Introduzione Lezione n 1! Introduzione" Corso sui linguaggi del web" Fondamentali del web" Fondamentali di una gestione FTP" Nomenclatura di base del linguaggio del web" Come funziona la rete internet?" Connessione"

Dettagli

Manuale di Remote Desktop Connection. Brad Hards Urs Wolfer Traduzione: Luciano Montanaro Traduzione: Daniele Micci

Manuale di Remote Desktop Connection. Brad Hards Urs Wolfer Traduzione: Luciano Montanaro Traduzione: Daniele Micci Manuale di Remote Desktop Connection Brad Hards Urs Wolfer Traduzione: Luciano Montanaro Traduzione: Daniele Micci 2 Indice 1 Introduzione 5 2 Il protocollo Remote Frame Buffer 6 3 Uso di Remote Desktop

Dettagli

WINDOWS - Comandi rapidi da tastiera più utilizzati.

WINDOWS - Comandi rapidi da tastiera più utilizzati. WINDOWS - Comandi rapidi da tastiera più utilizzati. La prima colonna indica il tasto da premere singolarmente e poi rilasciare. La seconda e terza colonna rappresenta la combinazione dei i tasti da premere

Dettagli

Windows Compatibilità

Windows Compatibilità Che novità? Windows Compatibilità CODESOFT 2014 é compatibile con Windows 8.1 e Windows Server 2012 R2 CODESOFT 2014 Compatibilità sistemi operativi: Windows 8 / Windows 8.1 Windows Server 2012 / Windows

Dettagli

Manuale di KDE su Geert Jansen Traduzione del documento: Dario Panico Traduzione del documento: Samuele Kaplun Traduzione del documento: Daniele Micci

Manuale di KDE su Geert Jansen Traduzione del documento: Dario Panico Traduzione del documento: Samuele Kaplun Traduzione del documento: Daniele Micci Geert Jansen Traduzione del documento: Dario Panico Traduzione del documento: Samuele Kaplun Traduzione del documento: Daniele Micci 2 Indice 1 Introduzione 5 2 Usare KDE su 6 3 Funzionamento interno 8

Dettagli

AUL22: FactoryTalk View SE Scoprite i vantaggi chiave di una soluzione SCADA integrata

AUL22: FactoryTalk View SE Scoprite i vantaggi chiave di una soluzione SCADA integrata AUL22: FactoryTalk View SE Scoprite i vantaggi chiave di una soluzione SCADA integrata Giampiero Carboni Davide Travaglia David Board Rev 5058-CO900C Interfaccia operatore a livello di sito FactoryTalk

Dettagli

I file di dati. Unità didattica D1 1

I file di dati. Unità didattica D1 1 I file di dati Unità didattica D1 1 1) I file sequenziali Utili per la memorizzazione di informazioni testuali Si tratta di strutture organizzate per righe e non per record Non sono adatte per grandi quantità

Dettagli

AMBIENTE DEV PASCAL. Dev-Pascal 1.9.2. Finestra di apertura

AMBIENTE DEV PASCAL. Dev-Pascal 1.9.2. Finestra di apertura Dev-Pascal 1.9.2 1 Dev-Pascal è un ambiente di sviluppo integrato per la programmazione in linguaggio Pascal sotto Windows prodotto dalla Bloodshed con licenza GNU e liberamente scaricabile al link http://www.bloodshed.net/dev/devpas192.exe

Dettagli

Il compilatore Dev-C++

Il compilatore Dev-C++ Il compilatore Dev-C++ A cura del dott. Marco Cesati 1 Il compilatore Dev-C++ Compilatore per Windows: http://www.bloodshed.net/devcpp.html Installazione Configurazione Utilizzazione 2 1 Requisiti di sistema

Dettagli

Introduzione ad Access

Introduzione ad Access Introduzione ad Access Luca Bortolussi Dipartimento di Matematica e Informatica Università degli studi di Trieste Access E un programma di gestione di database (DBMS) Access offre: un supporto transazionale

Dettagli

ESEMPI DI FORM (da www.html.it)

ESEMPI DI FORM (da www.html.it) ESEMPI DI FORM (da www.html.it) Vediamo, nel particolare, tutti i tag che HTML 4.0 prevede per la creazione di form. Questo tag apre e chiude il modulo e raccoglie il contenuto dello stesso,

Dettagli

Istruzioni per l uso Guida software

Istruzioni per l uso Guida software Istruzioni per l uso Guida software Leggere subito Manuali per questa stampante...8 Preparazione per la stampa Installazione rapida...9 Conferma del metodo di connessione...11 Connessione di rete...11

Dettagli

DBMS (Data Base Management System)

DBMS (Data Base Management System) Cos'è un Database I database o banche dati o base dati sono collezioni di dati, tra loro correlati, utilizzati per rappresentare una porzione del mondo reale. Sono strutturati in modo tale da consentire

Dettagli

Guida ai Servizi Internet per il Referente Aziendale

Guida ai Servizi Internet per il Referente Aziendale Guida ai Servizi Internet per il Referente Aziendale Indice Indice Introduzione...3 Guida al primo accesso...3 Accessi successivi...5 Amministrazione dei servizi avanzati (VAS)...6 Attivazione dei VAS...7

Dettagli

COPERTURA WI-FI (aree chiamate HOT SPOT)

COPERTURA WI-FI (aree chiamate HOT SPOT) Wi-Fi Amantea Il Comune di Amantea offre a cittadini e turisti la connessione gratuita tramite tecnologia wi-fi. Il progetto inserisce Amantea nella rete wi-fi Guglielmo ( www.guglielmo.biz), già attivo

Dettagli

TeamViewer 7 Manuale Controllo remoto

TeamViewer 7 Manuale Controllo remoto TeamViewer 7 Manuale Controllo remoto TeamViewer GmbH Kuhnbergstraße 16 D-73037 Göppingen teamviewer.com Indice 1 Informazioni su TeamViewer... 5 1.1 Informazioni sul software... 5 1.2 Informazioni sul

Dettagli

Guida all utilizzo del dispositivo USB

Guida all utilizzo del dispositivo USB Guida all utilizzo del dispositivo USB 30/04/2013 Sommario - Limitazioni di responsabilità e uso del manuale... 3 1. Glossario... 3 2. Guida all utilizzo del dispositivo USB... 4 2.1 Funzionamento del

Dettagli

ORACLE BUSINESS INTELLIGENCE STANDARD EDITION ONE A WORLD CLASS PERFORMANCE

ORACLE BUSINESS INTELLIGENCE STANDARD EDITION ONE A WORLD CLASS PERFORMANCE ORACLE BUSINESS INTELLIGENCE STANDARD EDITION ONE A WORLD CLASS PERFORMANCE Oracle Business Intelligence Standard Edition One è una soluzione BI completa, integrata destinata alle piccole e medie imprese.oracle

Dettagli

IT-BOOK. Domini Hosting Web marketing E-mail e PEC

IT-BOOK. Domini Hosting Web marketing E-mail e PEC 5 giugno 09 IT-BOOK Configurazioni e cartatteristiche tecniche possono essere soggette a variazioni senza preavviso. Tutti i marchi citati sono registrati dai rispettivi proprietari. Non gettare per terra:

Dettagli

Ambienti di sviluppo integrato

Ambienti di sviluppo integrato Ambienti di sviluppo integrato Un ambiente di sviluppo integrato (IDE - Integrated Development Environment) è un ambiente software che assiste i programmatori nello sviluppo di programmi Esso è normalmente

Dettagli

Database, SQL & MySQL. Dott. Paolo PAVAN Maggio 2002

Database, SQL & MySQL. Dott. Paolo PAVAN Maggio 2002 Database, SQL & MySQL Dott. Paolo PAVAN Maggio 2002 1 Struttura RDBMS MYSQL - RDBMS DATABASE TABELLE 2 Introduzione ai DATABASE Database Indica in genere un insieme di dati rivolti alla rappresentazione

Dettagli

UNIVERSITA DEGLI STUDI DI TORINO WORD

UNIVERSITA DEGLI STUDI DI TORINO WORD WORD SOMMARIO 1. Muoversi nel testo... 1 2. Taglia, copia e incolla... 2 3. Aprire, salvare e chiudere... 3 4. Trovare e sostituire... 4 5. Visualizzare in modi diversi... 6 6. Formattare e incolonnare...

Dettagli

Porta di Accesso versione 5.0.12

Porta di Accesso versione 5.0.12 Pag. 1 di 22 Controlli da effettuare in seguito al verificarsi di ERRORE 10 nell utilizzo di XML SAIA Porta di Accesso versione 5.0.12 Pag. 2 di 22 INDICE 1. INTRODUZIONE... 3 2. VERIFICHE DA ESEGUIRE...3

Dettagli

Estensione di un servizo di messaggistica per telefonia mobile (per una società di agenti TuCSoN)

Estensione di un servizo di messaggistica per telefonia mobile (per una società di agenti TuCSoN) Estensione di un servizo di messaggistica per telefonia mobile (per una società di agenti TuCSoN) System Overview di Mattia Bargellini 1 CAPITOLO 1 1.1 Introduzione Il seguente progetto intende estendere

Dettagli

Lezione 15 File System

Lezione 15 File System Lezione 15 File System Sistemi Operativi (9 CFU), CdL Informatica, A. A. 2014/2015 Dipartimento di Scienze Fisiche, Informatiche e Matematiche Università di Modena e Reggio Emilia http://weblab.ing.unimo.it/people/andreolini/didattica/sistemi-operativi

Dettagli

Introduzione ai protocolli di rete Il protocollo NetBEUI Il protocollo AppleTalk Il protocollo DLC Il protocollo NWLink Il protocollo TCP/IP

Introduzione ai protocolli di rete Il protocollo NetBEUI Il protocollo AppleTalk Il protocollo DLC Il protocollo NWLink Il protocollo TCP/IP Protocolli di rete Sommario Introduzione ai protocolli di rete Il protocollo NetBEUI Il protocollo AppleTalk Il protocollo DLC Il protocollo NWLink Il protocollo TCP/IP Configurazione statica e dinamica

Dettagli

Corso di Alfabetizzazione Informatica

Corso di Alfabetizzazione Informatica Corso di Alfabetizzazione Informatica Scopo di questo corso, vuole essere quello di fornire ad ognuno dei partecipanti, indipendentemente dalle loro precedenti conoscenze informatiche, l apprendimento

Dettagli

TeamViewer 8 Manuale Controllo remoto

TeamViewer 8 Manuale Controllo remoto TeamViewer 8 Manuale Controllo remoto Rev 8.0-12/2012 TeamViewer GmbH Kuhnbergstraße 16 D-73037 Göppingen www.teamviewer.com Indice 1 Informazioni su TeamViewer... 6 1.1 Informazioni sul software... 6

Dettagli

Analisi dei requisiti e casi d uso

Analisi dei requisiti e casi d uso Analisi dei requisiti e casi d uso Indice 1 Introduzione 2 1.1 Terminologia........................... 2 2 Modello della Web Application 5 3 Struttura della web Application 6 4 Casi di utilizzo della Web

Dettagli

Dipartimento di Sistemi e Informatica Università degli Studi di Firenze. Dev-C++ Ing. Michele Banci 27/03/2007 1

Dipartimento di Sistemi e Informatica Università degli Studi di Firenze. Dev-C++ Ing. Michele Banci 27/03/2007 1 Dipartimento di Sistemi e Informatica Università degli Studi di Firenze Dev-C++ Ing. Michele Banci 27/03/2007 1 Utilizzare Dev-C++ Tutti i programmi che seranno realizzati richiedono progetti separati

Dettagli

12.5 UDP (User Datagram Protocol)

12.5 UDP (User Datagram Protocol) CAPITOLO 12. SUITE DI PROTOCOLLI TCP/IP 88 12.5 UDP (User Datagram Protocol) L UDP (User Datagram Protocol) é uno dei due protocolli del livello di trasporto. Come l IP, é un protocollo inaffidabile, che

Dettagli

Le formule possono essere scritte utilizzando un insieme di funzioni predefinite che Excel mette a disposizione, raggruppate per argomento.

Le formule possono essere scritte utilizzando un insieme di funzioni predefinite che Excel mette a disposizione, raggruppate per argomento. Excel: le funzioni Le formule possono essere scritte utilizzando un insieme di funzioni predefinite che Excel mette a disposizione, raggruppate per argomento. DEFINIZIONE: Le funzioni sono dei procedimenti

Dettagli

ASTA IN GRIGLIA PRO. COSA PERMETTE DI FARE (per ora) Asta In Griglia PRO:

ASTA IN GRIGLIA PRO. COSA PERMETTE DI FARE (per ora) Asta In Griglia PRO: ASTA IN GRIGLIA PRO Asta in Griglia PRO è un software creato per aiutare il venditore Ebay nella fase di post-vendita, da quando l inserzione finisce con una vendita fino alla spedizione. Il programma

Dettagli

explorer 2 Manuale dell Installatore e Technical Reference Ver. 2.2.6 del 14 Dicembre 2012

explorer 2 Manuale dell Installatore e Technical Reference Ver. 2.2.6 del 14 Dicembre 2012 explorer 2 Manuale dell Installatore e Technical Reference Ver. 2.2.6 del 14 Dicembre 2012 1 Indice 1. Descrizione del sistema e Requisiti hardware e software per l installazione... 4 1.1 Descrizione del

Dettagli

Le funzionalità di un DBMS

Le funzionalità di un DBMS Le funzionalità di un DBMS Sistemi Informativi L-A Home Page del corso: http://www-db.deis.unibo.it/courses/sil-a/ Versione elettronica: DBMS.pdf Sistemi Informativi L-A DBMS: principali funzionalità Le

Dettagli

Modulo 2 - Appendice 3 L'editor vi e cenni su sed

Modulo 2 - Appendice 3 L'editor vi e cenni su sed 1 Modulo 2 - Appendice 3 L'editor vi e cenni su sed Laboratorio di Sistemi Operativi I Anno Accademico 2008-2009 Copyright 2005-2007 Francesco Pedullà, Massimo Verola Copyright 2001-2005 Renzo Davoli,

Dettagli

iphone in azienda Guida alla configurazione per gli utenti

iphone in azienda Guida alla configurazione per gli utenti iphone in azienda Guida alla configurazione per gli utenti iphone è pronto per le aziende. Supporta Microsoft Exchange ActiveSync, così come servizi basati su standard, invio e ricezione di e-mail, calendari

Dettagli

Guida di Riferimento

Guida di Riferimento Guida di Riferimento Capitoli 1: STATISTICA: Panoramica Generale 1 2: Esempi Passo-Passo 9 Analitici 11 Gestione dei Dati 79 Installazioni Enterprise 107 3: Interfaccia Utente 139 4: Output delle Analisi

Dettagli

Dati importati/esportati

Dati importati/esportati Dati importati/esportati Dati importati Al workspace MATLAB script Dati esportati file 1 File di testo (.txt) Spreadsheet Database Altro Elaborazione dati Grafici File di testo Relazioni Codice Database

Dettagli

Guida rapida di IBM SPSS Statistics 20

Guida rapida di IBM SPSS Statistics 20 Guida rapida di IBM SPSS Statistics 20 Nota: Prima di utilizzare queste informazioni e il relativo prodotto, leggere le informazioni generali disponibili in Note legali a pag. 162. Questa versione si applica

Dettagli

U.N.I.F. - UNIONE NAZIONALE ISTITUTI di ricerche FORESTALI

U.N.I.F. - UNIONE NAZIONALE ISTITUTI di ricerche FORESTALI G.U.FOR. Gestione Utilizzazioni FORestali Procedura sperimentale, inerente la gestione centralizzata dei dati relativi alle utilizzazioni forestali (taglio, assegno, collaudo e vendita dei prodotti legnosi)

Dettagli

Procedura corretta per mappare con ECM Titanium

Procedura corretta per mappare con ECM Titanium Procedura corretta per mappare con ECM Titanium Introduzione: In questo documento troverete tutte le informazioni utili per mappare correttamente con il software ECM Titanium, partendo dalla lettura del

Dettagli

Software 2. Classificazione del software. Software di sistema

Software 2. Classificazione del software. Software di sistema Software 2 Insieme di istruzioni e programmi che consentono il funzionamento del computer Il software indica all hardware quali sono le operazioni da eseguire per svolgere determinati compiti Valore spesso

Dettagli

I.Stat Guida utente Versione 1.7 Dicembre 2010

I.Stat Guida utente Versione 1.7 Dicembre 2010 I.Stat Guida utente Versione 1.7 Dicembre 2010 1 Sommario INTRODUZIONE 3 I concetti principali di I.Stat 4 Organizzazione dei dati 4 Ricerca 5 GUIDA UTENTE 6 Per iniziare 6 Selezione della lingua 7 Individuazione

Dettagli

INDICE INTRODUZIONE...3 REQUISITI MINIMI DI SISTEMA...4 INSTALLAZIONE DEI PROGRAMMI...5 AVVIAMENTO DEI PROGRAMMI...7 GESTIONE ACCESSI...

INDICE INTRODUZIONE...3 REQUISITI MINIMI DI SISTEMA...4 INSTALLAZIONE DEI PROGRAMMI...5 AVVIAMENTO DEI PROGRAMMI...7 GESTIONE ACCESSI... ambiente Windows INDICE INTRODUZIONE...3 REQUISITI MINIMI DI SISTEMA...4 INSTALLAZIONE DEI PROGRAMMI...5 AVVIAMENTO DEI PROGRAMMI...7 GESTIONE ACCESSI...8 GESTIONE DELLE COPIE DI SICUREZZA...10 AGGIORNAMENTO

Dettagli

GUIDA DELL UTENTE IN RETE

GUIDA DELL UTENTE IN RETE GUIDA DELL UTENTE IN RETE Memorizza registro di stampa in rete Versione 0 ITA Definizione delle note Nella presente Guida dell'utente viene utilizzata la seguente icona: Le note spiegano come intervenire

Dettagli