ORDINE DEGLI AVVOCATI DI BARI REGOLAMENTO PER LA FORMAZIONE CONTINUA

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "ORDINE DEGLI AVVOCATI DI BARI REGOLAMENTO PER LA FORMAZIONE CONTINUA"

Transcript

1 ORDINE DEGLI AVVOCATI DI BARI REGOLAMENTO PER LA FORMAZIONE CONTINUA

2 IL CONSIGLIO DELL'ORDINE DEGLI AWOCATI DI BARI Letto il Regolamento per la formazione professionale continua approvato dal CNF il 13 luglio 2007 e la relazione illustrativa del 20 settembre 2007 Considerato che la legge affida ai Consigli dell'ordine la vigilanza sul decoro dei professionisti; ritenuto che il decoro dei professionisti non può prescindere dal corretto esercizio dell'attività professionale che, in una realtà in continua evoluzione come quella della giustizia, necessariamente richiede attenzione costante alle novità legislative e giurisprudenziali; ritenuto, pertanto, che, nel superiore interesse dei cittadini, i Consigli degli Ordini degli avvocati sono chiamati a vigilare che tutti i propri iscritti siano in grado di assicurare uno standard minimo di competenza ed efficienza, attraverso l'aggiornamento professionale e la formazione continua; delibera di approvare il seguente Regolamento per la formazione e l'aggiornamento permanente degli iscritti Articolo 1 Formazione professionale continua 1. Ogni avvocato iscritto all'albo ed ogni praticante abilitato ha l'obbligo di attendere alla propria formazione e all'aggiornamento professionale, nel rispetto dei canoni di cui agli artt. 12, 13 e 17 bis del codice deontologico e dei principi di competenza, decoro e dignità della professione forense. 2. A tal fine, essi hanno il dovere di partecipare alle attività di formazione professionale continua disciplinate dal presente regolamento, secondo le modalità ivi indicate. 3. Chi intende segnalare in modo deontologicamente corretto e nel rispetto dell'art. 17 bis del codice deontologico forense, un proprio

3 settore di interesse specifico o di attività prevalente, ha l'obbligo di dedicare almeno un quarto dei crediti formativi ad eventi relativi a tale specifico settore. Se i settori sono più di uno, a ciascuno d'essi deve essere dedicato non meno di 7,50 crediti annui. 4. Con l'espressione formazione professionale continua si intende ogni attività di accrescimento, approfondimento e aggiornamento delle conoscenze e delle competenze professionali - Articolo 2 Durata e contenuto dell'obbligo 1. L'obbligo di formazione decorre dal 1 gennaio successivo alla dalla data di iscrizione all'albo 2. L'anno formativo inizia il primo gennaio e si conclude il 31 dicembre. L'unità di misura della formazione continua è il credito formativo. 3. Ogni iscritto deve conseguire nell'anno almeno 30 crediti formativi e, nel triennio, almeno 90, che sono attribuiti secondo i criteri indicati nei successivi artt. 3 e Ogni iscritto sceglie liberamente gli eventi e le attività formative da svolgere, in relazione ai settori di attività professionale esercitata o che intende esercitare, nell'ambito di quelle indicate ai successivi articoli 3 e 4, ma almeno 5 crediti formativi annui devono derivare da attività ed eventi formativi aventi ad oggetto la deontologia o l'ordinamento professionale e previdenziale 5. L'iscritto che, dando con qualunque modalità consentita informazione a terzi, intenda fornire le indicazioni di cui al precedente articolo 1, comma 3, dovrà aver conseguito, nel periodo di valutazione che precede l informazione, non meno di 30 crediti formativi nell ambito di esercizio dell'attività professionale che intende indicare.

4 Articolo 3 Eventi formativi 1. Integra assolvimento degli obblighi di formazione professionale continua la partecipazione effettiva e adeguatamente documentata agli eventi di seguito indicati: a) corsi, convegni, congressi, seminari, incontri, giornate di studio, tavole rotonde e altre iniziative di interesse giuridico-professionale promosse o organizzate dal Consiglio nazionale forense, dalla Cassa Forense, dai Consigli dell'ordine, dall'unione Regionale degli ordini Forensi di Puglia o da organismi nazionali ed internazionali di rilevante interesse giuridico, anche se eseguite con modalità telematiche, purchè consentano l'assoluta certezza e la costante possibilità di verifica in ordine alla effettiva partecipazione e all'identità dei partecipanti; b) gruppi di lavoro o commissioni di interesse giuridico-professionale istituiti dal Consiglio nazionale forense, dai Consigli dell'ordine, dall'unione Regionale degli ordini Forensi di Puglia o da organismi nazionali ed internazionali di rilevante interesse giuridico; c) altri eventi di interesse giuridico-professionale che il Consiglio dell'ordine ritenga meritevoli di apprezzamento 2. La partecipazione agli eventi formativi sopra indicati attribuisce n. 1 credito formativo per ogni ora, con il limite massimo di n. 10 crediti per la partecipazione a ciascun evento formativo, purchè l'argomento giuridico-professionale trattato sia diverso. *2. bis La partecipazione agli eventi formativi in ambiente e-learning attribuisce i crediti nella misura del 50% di quelli riconosciuti alla partecipazione diretta. * Modifica introdotta con delibera consiliare del 13/05/2009.

5 3.Se organizzati da associazioni, altri enti, società, istituzioni od organismi pubblici o privati, gli eventi, ai fini del riconoscimento dei crediti formativi, dovranno essere previamente accreditati dal Consiglio dell'ordine territorialmente competente in relazione al luogo di svolgimento dell'evento. A tal fine, dovrà essere tempestivamente trasmessa al Consiglio dell'ordine domanda di accreditamento, contenente: denominazione e r eca pito del s o ggetto p romotore, c oordinatore o r esponsabile dell'evento, segreteria organizzativa, luogo e date di svolgimento, Titolo, materie trattate, relatori o docenti, numero minimo e massimo dei partecipanti, quota d'iscrizione, numero di ore complessive, modalità di i s c r i zi one, m odalità d i r i le vamento delle p re senze, impegno a consegnare a ciascun iscritto partecipante, il questionario di qualità fornito dall'ordine. 4. L'accreditamento viene concesso valutando la tipologia, la qualità dell'evento formativo, gli argomenti trattati, i relatori, la compatibilità dell'evento con il programma tracciato dal Consiglio, nonché la congruità del contributo economico richiesto. A t a l f i n e g l i e n t i e d a s s o c i a z i o n i c h e i n t e n d o n o o t t e n e r e l'accreditamento preventivo di eventi formativi da loro organizzati devono presentare al Consiglio dell'ordine dei luogo di svolgimento dell'evento una relazione dettagliata con tutte le indicazioni necessarie a consentire la piena valutazione dell'evento anche in relazione alla sua rispondenza alle finalità del presente regolamento. Il Consiglio dell'ordine potrà richiedere, ove necessario, informazioni o documentazione e si pronuncerà sulla domanda di accreditamento con decisione motivata entro quindici giorni dalla data di deposito della domanda o delle informazioni e della documentazione integrativa richiesta.

6 In caso di silenzio protratto oltre il trentesimo giorno l'accreditamento si intende concesso. Il patrocinio dell'ordine non costituisce accreditamento. * Modifica introdotta dal CNF 24/02/2012. A r t i c o l o 4 Attività formative 1. Integra assolvimento degli obblighi di formazione professionale continua anche lo svolgimento delle attività di seguito indicate: a) relazioni o lezioni negli eventi formativi di cui alle lettere a) e b) dell'art. 3, ovvero nelle scuole forensi o nelle scuole di specializzazione per le professioni legali; b) pubblicazioni in materia giuridica su riviste specializzate a diffusione o di rilevanza nazionale, anche on line, ovvero pubblicazioni di libri, saggi, monografie o trattati, anche come opere collettanee, su argomenti giuridici; c) insegnamento di materie giuridiche attinenti alla professione di avvocato presso istituti universitari ed enti equiparati. d) partecipazione alle commissioni per gli esami di Stato di avvocato, per tutta la durata dell'esame. e) altre attività di studio ed aggiornamento svolte in autonomia nell'ambito della propria organizzazione professionale, autorizzate o comunque accreditate dal Consiglio dell'ordine. f) in quanto sintomatici dell'impegno di studio, di approfondimento e di aggiornamento professionale, l'acquisizione di strumenti tecnici di

7 conoscenza giuridica, quali riviste giuridiche, anche informatiche ed on line. 2. Per ciascuno degli eventi innanzi indicati saranno riconosciuti crediti formativi nella misura seguente: - per gli eventi sub a) n. 2 crediti ad ora, con un massimo di 10 crediti ad evento. - per gli eventi sub b) n. 5 crediti per ogni pubblicazione - per gli eventi sub c) n. 2 crediti ad ora, con un massimo di 20 crediti ad insegnamento. Ai docenti universitari di prima e seconda fascia, nonché ai ricercatori universitari con incarico di insegnamento regolarmente in servizio, i 20 crediti formativi potranno essere attribuiti senza necessità di prova delle ore di insegnamento effettivamente svolte. - per gli eventi sub d) n. 20 crediti ad anno - per gli eventi sub e) a seconda della natura e qualità dell'evento, con un massimo di 10 crediti ad evento - per gli eventi sub f) 3 crediti per ciascuna rivista o repertorio giuridico, con un limite di 15 crediti annui. Gli stessi crediti potranno essere concessi anche agli iscritti esercenti nello stesso studio dell'abbonato che, con dichiarazione asseverata dallo stesso abbonato, attestino sul proprio onore di condividere gli strumenti di formazione e di aggiornamento dello studio, facendone regolarmente uso. Articolo 5 Esoneri

8 1. Il Consiglio dell'ordine, su domanda dell'interessato, può esonerare, anche parzialmente determinandone contenuto e modalità,l'iscritto dallo svolgimento dell'attività formativa, nei casi di: gravidanza, parto, adempimento da parte dell'uomo o della donna di doveri collegati alla paternità o alla maternità in presenza di figli minori; malattia, infortunio od altre condizioni personali; interruzione per un periodo non inferiore a sei mesi dell'attività professionale o trasferimento di questa all'estero; altre ipotesi indicate dal Consiglio dell'ordine. Il Consiglio dell'ordine può altresì dispensare dall'obbligo formativo, in tutto o in parte, l'iscritto che ne faccia domanda e che abbia superato i 40 anni di iscrizione all'albo, tenendo conto, con decisione motivata, del settore di attività, della quantità e qualità della sua attività professionale e di ogni altro elemento utile alla valutazione della domanda. 2. L'esonero dovuto ad impedimento è accordato limitatamente al periodo di durata dell'impedimento. 3. All'esonero consegue la riduzione dei crediti formativi da acquisire nel corso del triennio, proporzionalmente alla durata dell'esonero, al suo contenuto ed alle sue modalità, se parziale. Articolo 6 Adempimenti degli iscritti e inosservanza dell'obbligo formativo 1. Ciascun iscritto trasmette annualmente al Consiglio dell'ordine al quale è iscritto una sintetica relazione che certifica il percorso formativo seguito nell'anno precedente, indicando gli

9 eventi formativi ai quali ha partecipato e i crediti conseguiti, anche mediante autocertificazione.

10 2. Costituiscono illecito disciplinare il mancato adempimento dell'obbligo formativo, l'infedele certificazione del percorso formativo s e gu ito, nonché l 'omesso deposito della r e la zione nel termine assegnato dal Consiglio dell'ordine 3. La sanzione è commisurata alla gravità della violazione. Articolo 7 Attività del Consiglio dell'ordine 1. Il Consiglio dell'ordine dà attuazione alle attività di formazione professionale e vigila sull'effettivo adempimento dell'obbligo formativo da parte degli iscritti nei modi e con i mezzi ritenuti più opportuni, regolando le modalità del rilascio degli attestati di partecipazione agli eventi formativi organizzati dallo stesso Consiglio. 2. In particolare, il Consiglio dell'ordine predispone alla fine di ogni anno un piano dell'offerta formativa da proporre nel corso dell'anno successivo, indicando i crediti formativi attribuiti per la partecipazione a ciascun evento. Nel programma annuale saranno previsti anche eventi formativi aventi ad oggetto la materia deontologica, previdenziale e l'ordinamento professionale. 3. Il Consiglio dell'ordine realizza il programma formativo direttamente o in collaborazione con Associazioni forensi o con altri enti che non abbiano fini di lucro, anche avvalendosi della Scuola Forense. Sarà favorita, in ogni caso la formazione gratuita in misura tale da consentire a ciascun iscritto l'adempimento dell'obbligo formativo mediante eventi formativi non onerosi o limitati al solo recupero delle spese vive.

11 5. II Consigli dell'ordine, anche in collaborazione con altri Consigli, con associazioni forensi, enti od istituzioni ed altri soggetti, potrà organizzare nel corso dell'anno eventi formativi ulteriori, rispetto a quelli già programmati, attribuendo i crediti secondo i criteri di cui al precedente art. 3 Articolo 8 Controlli del Consiglio dell'ordine 1. II Consiglio dell'ordine verifica l'effettivo adempimento dell'obbligo formativo da parte degli iscritti, attribuendo agli eventi e alle attività formative documentate i crediti formativi secondo i criteri indicati dagli artt. 3 e Ai fini della verifica, il Consiglio dell'ordine svolgerà attività di controllo, anche a campione, ed allo scopo può chiedere all'iscritto ed ai soggetti che hanno organizzato gli eventi formativi chiarimenti e documentazione integrativa. 3. Ove i chiarimenti non siano forniti e la documentazione integrativa richiesta non sia depositata entro il termine di giorni 30 dalla richiesta, il Consiglio non attribuisce crediti formativi per gli eventi e le attività che non risultino adeguatamente documentate. 4. Per lo svolgimento degli adempimenti e delle attività relative alla formazione continua il Consiglio dell'ordine si avvale di apposita Commissione.* * Modifica introdotta con delibera consiliare del 1/07/2009.

12 Articolo 9 disciplina transitoria 1. Il primo periodo di valutazione della formazione continua decorre dal 1 gennaio Nel primo triennio di valutazione, i crediti formativi da conseguire sono ridotti del 50% 3. L'articolo 1, comma 3 del presente regolamento si applica a partire dal 1 settembre Per il primo triennio di valutazione l'iscritto che, dando con qualunque modalità consentita informazione a terzi, intenda fornire le indicazioni di cui all'articolo 1, comma 3, dovrà conseguire, nell'ambito di esercizio dell'attività professionale indicata o che intende indicare, non meno di 5 crediti annui. Con delibera del 15 Dicembre 2010 il Consiglio delibera di prorogare la norma transitoria di cui all art. 9, comma 2, del presente regolamento per il prossimo triennio.

REGOLAMENTO PER LA FORMAZIONE PROFESSIONALE CONTINUA DEGLI ASSOCIATI ANIOS PER IL TRIENNIO 2014-2016.

REGOLAMENTO PER LA FORMAZIONE PROFESSIONALE CONTINUA DEGLI ASSOCIATI ANIOS PER IL TRIENNIO 2014-2016. REGOLAMENTO PER LA FORMAZIONE PROFESSIONALE CONTINUA DEGLI ASSOCIATI ANIOS PER IL TRIENNIO 2014-2016. Articolo 1 Formazione professionale continua 1. Il socio ha l'obbligo di mantenere e aggiornare la

Dettagli

SCHEMA DI REGOLAMENTO SULLA FORMAZIONE CONTINUA IN PSICOLOGIA. Articolo 1 Formazione ed aggiornamento professionale

SCHEMA DI REGOLAMENTO SULLA FORMAZIONE CONTINUA IN PSICOLOGIA. Articolo 1 Formazione ed aggiornamento professionale SCHEMA DI REGOLAMENTO SULLA FORMAZIONE CONTINUA IN PSICOLOGIA Articolo 1 Formazione ed aggiornamento professionale 1. Il presente regolamento disciplina i criteri e le modalità della formazione continua,

Dettagli

La Formazione professionale continua

La Formazione professionale continua La Formazione professionale continua E scattato per gli avvocati l obbligo della formazione professionale continua, con la partecipazione (obbligatoria) ad eventi formativi per conseguire in un triennio

Dettagli

UNIONE LOMBARDA DEI CONSIGLI DELL ORDINE DEGLI AVVOCATI

UNIONE LOMBARDA DEI CONSIGLI DELL ORDINE DEGLI AVVOCATI CIRCOLARE INTERPRETATIVA E ATTUATIVA DEL REGOLAMENTO PER LA FORMAZIONE CONTINUA DEL CONSIGLIO NAZIONALE FORENSE TRIENNIO 2008-2010 approvata dall'unione Lombarda dei Consigli dell'ordine degli Avvocati

Dettagli

. IL CONSIGLIO DELL ORDINE DEGLI AVVOCATI DI TRIESTE

. IL CONSIGLIO DELL ORDINE DEGLI AVVOCATI DI TRIESTE . IL CONSIGLIO DELL ORDINE DEGLI AVVOCATI DI TRIESTE Considerato che l ordinamento professionale riserva ai Consigli dell Ordine degli Avvocati, in collaborazione con il Consiglio Nazionale Forense e ferma

Dettagli

REGOLAMENTO DELLA FORMAZIONE CONTINUA PER I PROFESSIONISTI QUALIFICATI ADACI

REGOLAMENTO DELLA FORMAZIONE CONTINUA PER I PROFESSIONISTI QUALIFICATI ADACI REGOLAMENTO DELLA FORMAZIONE CONTINUA PER I PROFESSIONISTI QUALIFICATI ADACI *** IL CONSIGLIO NAZIONALE ADACI considerato che a se medesimo e ai Consigli di Sezione è affidato il compito di tutelare e

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA FORMAZIONE PROFESSIONALE CONTINUA

REGOLAMENTO PER LA FORMAZIONE PROFESSIONALE CONTINUA REGOLAMENTO PER LA FORMAZIONE PROFESSIONALE CONTINUA DELL UNIONE DELLE CURIE SARDE.1 - Soggetti obbligati Avvocati iscritti all Albo e praticanti dalla data di abilitazione al patrocino..2 - Decorrenza

Dettagli

CONSIGLIO NAZIONALE FORENSE

CONSIGLIO NAZIONALE FORENSE CONSIGLIO NAZIONALE FORENSE PRESSO IL MINISTERO DELLA GIUSTIZIA Il Presidente Avv. Prof. Guido Alpa Roma, 16 luglio 2007 N. 25-C/2007 Ill.mi Signori Avvocati via e-mail e via telefax - PRESIDENTI DEI CONSIGLI

Dettagli

Articolo 1 Formazione professionale continua

Articolo 1 Formazione professionale continua FORMAZIONE CONTINUA PER GLI ASSISTENTI SOCALI E ASSISTENTI SOCIALI SPECIALISTI REGOLAMENTO APPROVATO DAL C.N.O.A.S.il.. *** IL CONSIGLIO NAZIONALE DEGLI ASSISTENTI SOCIALI considerato che a se medesimo

Dettagli

ORDINE DEGLI AVVOCATI DI ANCONA

ORDINE DEGLI AVVOCATI DI ANCONA ORDINE DEGLI AVVOCATI DI ANCONA REGOLAMENTO DELLA FORMAZIONE PROFESSIONALE CONTINUA IN ATTUAZIONE DEL REGOLAMENTO CNF DEL 13/7/2007 Articolo 1. Definizioni Nell ambito del presente atto: 1) per Regolamento

Dettagli

VADEMECUM PER LA FORMAZIONE PROFESSIONALE CONTINUA

VADEMECUM PER LA FORMAZIONE PROFESSIONALE CONTINUA VADEMECUM PER LA FORMAZIONE PROFESSIONALE CONTINUA Questo breve vademecum costituisce una sintesi degli adempimenti conseguenti all entrata in vigore, in data 1 gennaio 2008, del regolamento per la formazione

Dettagli

REGOLAMENTO ATTUATIVO PER LA FORMAZIONE PERMANENTE OBBLIGATORIA PER IL TRIENNIO 2011/2013 (aggiornato nell'adunanza del 14 febbraio 2013)

REGOLAMENTO ATTUATIVO PER LA FORMAZIONE PERMANENTE OBBLIGATORIA PER IL TRIENNIO 2011/2013 (aggiornato nell'adunanza del 14 febbraio 2013) REGOLAMENTO ATTUATIVO PER LA FORMAZIONE PERMANENTE OBBLIGATORIA PER IL TRIENNIO 2011/2013 (aggiornato nell'adunanza del 14 febbraio 2013) ART. 1 1. Il presente Regolamento disciplina la realizzazione della

Dettagli

DELIBERA PER L ATTUAZIONE DEL REGOLAMENTO PER LA FORMAZIONE CONTINUA IL CONSIGLIO DELL ORDINE DI TORINO

DELIBERA PER L ATTUAZIONE DEL REGOLAMENTO PER LA FORMAZIONE CONTINUA IL CONSIGLIO DELL ORDINE DI TORINO DELIBERA PER L ATTUAZIONE DEL REGOLAMENTO PER LA FORMAZIONE CONTINUA IL CONSIGLIO DELL ORDINE DI TORINO Considerato che da tempo ha individuato nella formazione continua, professionale e deontologica,

Dettagli

Delibera CROAS Emilia-Romagna n. 454 del 19/12/2014 (aggiornamento con le modifiche apportate in seduta di Consiglio del 16/02/2015)

Delibera CROAS Emilia-Romagna n. 454 del 19/12/2014 (aggiornamento con le modifiche apportate in seduta di Consiglio del 16/02/2015) REGOLAMENTO DELLA COMMISSIONE PER L'AUTORIZZAZIONE DELLA FORMAZIONE CONTINUA ISTITUITA DALL'ORDINE REGIONALE DEGLI ASSISTENTI SOCIALI DELL'EMILIA ROMAGNA E PROCEDIMENTO DI ATTRIBUZIONE DEI CREDITI FORMATIVI

Dettagli

CONSIGLIO DELL ORDINE DEGLI AVVOCATI DI RIMINI

CONSIGLIO DELL ORDINE DEGLI AVVOCATI DI RIMINI CONSIGLIO DELL ORDINE DEGLI AVVOCATI DI RIMINI CIRCOLARE INTERPRETATIVA ED ATTUATIVA DEL REGOLAMENTO PER LA FORMAZIONE CONTINUA DEL CONSIGLIO NAZIONALE FORENSE Approvata dal Consiglio dell'ordine di Rimini

Dettagli

Regolamento per la Formazione e l Aggiornamento professionale permanente

Regolamento per la Formazione e l Aggiornamento professionale permanente Regolamento per la Formazione e l Aggiornamento professionale permanente Associazione Italiana per la Pianificazione ed il Controllo di Gestione nelle Banche, nelle Società Finanziarie e nelle Assicurazioni

Dettagli

Regolamento Formazione Permanente integrazione ************* Il Consiglio dell Ordine degli Avvocati di Teramo. delibera

Regolamento Formazione Permanente integrazione ************* Il Consiglio dell Ordine degli Avvocati di Teramo. delibera Regolamento Formazione Permanente integrazione ************* Il Consiglio dell Ordine degli Avvocati di Teramo - ritenuta la necessità di integrare il Regolamento per la Formazione continua approvata dal

Dettagli

Regolamento per la formazione continua

Regolamento per la formazione continua Regolamento per la formazione continua Approvato dal Consiglio Nazionale Forense il 13 luglio 2007 e adottato dal Consiglio dell Ordine degli Avvocati di Udine con delibera del 22 novembre 2007 e modificato

Dettagli

CONSIGLIO NAZIONALE FORENSE

CONSIGLIO NAZIONALE FORENSE Commissione per l assegnazione dei crediti formativi PROCEDURA DI ACCREDITAMENTO DELLE INIZIATIVE FORMATIVE SERIALI O ESTERE Unità operativa della Commissione per l assegnazione dei crediti formativi Roma

Dettagli

CONSIGLIO DELL ORDINE DEGLI AVVOCATI DI LAGONEGRO CIRCOLARE ATTUATIVA E INTERPRETATIVA DEL NUOVO REGOLAMENTO PER LA FORMAZIONE CONTINUA

CONSIGLIO DELL ORDINE DEGLI AVVOCATI DI LAGONEGRO CIRCOLARE ATTUATIVA E INTERPRETATIVA DEL NUOVO REGOLAMENTO PER LA FORMAZIONE CONTINUA CONSIGLIO DELL ORDINE DEGLI AVVOCATI DI LAGONEGRO CIRCOLARE ATTUATIVA E INTERPRETATIVA DEL NUOVO REGOLAMENTO PER LA FORMAZIONE CONTINUA DEL CONSIGLIO NAZIONALE FORENSE approvata dal Consiglio dell Ordine

Dettagli

CONSIGLIO DELL'ORDINE DEGLI AVVOCATI DI ROMA

CONSIGLIO DELL'ORDINE DEGLI AVVOCATI DI ROMA CONSIGLIO DELL'ORDINE DEGLI AVVOCATI DI ROMA REGOLAMENTO ATTUATIVO PER LA FORMAZIONE PERMANENTE OBBLIGATORIA ART. 1 Il presente Regolamento disciplina la realizzazione della Formazione Professionale Continua

Dettagli

Regolamento sulla formazione professionale continua degli iscritti all'ordine dei giornalisti

Regolamento sulla formazione professionale continua degli iscritti all'ordine dei giornalisti Documento Regolamento sulla formazione professionale continua degli iscritti all'ordine dei giornalisti Art.1 Scopo del Regolamento 1) Scopo di questo Regolamento e disciplinare l attivita di formazione

Dettagli

Formazione professionale continua degli iscritti all'ordine dei giornalisti

Formazione professionale continua degli iscritti all'ordine dei giornalisti Formazione professionale continua degli iscritti all'ordine dei giornalisti - REGOLAMENTO - Approvato dal Consiglio nazionale il 6 novembre 2013 sulla base del parere favorevole espresso dal Ministro della

Dettagli

Regolamento della Formazione Continua Obbligatoria

Regolamento della Formazione Continua Obbligatoria Regolamento della Formazione Continua Obbligatoria REGOLAMENTO DELLA FORMAZIONE CONTINUA OBBLIGATORIA approvato con modifiche e integrazioni il 24 luglio 2009. REGOLAMENTO RECANTE LE DISPOSIZIONI SULLA

Dettagli

REGOLAMENTO INTEGRATIVO PER LA FORMAZIONE PERMANENTE

REGOLAMENTO INTEGRATIVO PER LA FORMAZIONE PERMANENTE REGOLAMENTO INTEGRATIVO PER LA FORMAZIONE PERMANENTE * * Il Consiglio dell Ordine degli Avvocati di Pescara -ritenuta la necessità di integrare il Regolamento per la Formazione continua approvato dal Consiglio

Dettagli

ESONERI VERIFICHE ATTESTATO DI FORMAZIONE

ESONERI VERIFICHE ATTESTATO DI FORMAZIONE ESONERI VERIFICHE ATTESTATO DI FORMAZIONE presentazione di Avv. Sibilla Santoni sibillasantoni@tiscali.it Art. 15 Esenzioni ed esoneri 1. Sono esentati dall'obbligo di formazione continua gli avvocati

Dettagli

Il Consiglio dell Ordine degli Avvocati di Genova,

Il Consiglio dell Ordine degli Avvocati di Genova, Il Consiglio dell Ordine degli Avvocati di Genova, nelle sedute del 18 ottobre 2007 e 17 aprile 2008, 24 settembre e 15 ottobre 2009 - visto il Regolamento per la Formazione continua approvato dal Consiglio

Dettagli

CONSIGLIO DELL ORDINE DEGLI AVVOCATI DI ROMA

CONSIGLIO DELL ORDINE DEGLI AVVOCATI DI ROMA ESTRATTO DAL VERBALE DELL'ADUNANZA DEL 28 APRILE 2011 (omissis) Formazione professionale continua: modifiche regolamento - Il Consigliere Rossi propone al Consiglio di apportare al regolamento attuativo

Dettagli

REGOLAMENTO PER L AGGIORNAMENTO E SVILUPPO PROFESSIONALE CONTINUO. In attuazione dell art.7 del D.P.R. 7 agosto 2012 n.137 Formazione Continua

REGOLAMENTO PER L AGGIORNAMENTO E SVILUPPO PROFESSIONALE CONTINUO. In attuazione dell art.7 del D.P.R. 7 agosto 2012 n.137 Formazione Continua INTRODUZIONE 1 Il D,P.R. 7 agosto 2012, art.7, comma 1 riporta come: Al fine di garantire la qualita' ed efficienza della prestazione professionale, nel migliore interesse dell'utente e della collettivita',

Dettagli

IL CONSIGLIO NAZIONALE DEGLI INGEGNERI REGOLAMENTO PER LA FORMAZIONE PROFESSIONALE CONTINUA (BOZZA)

IL CONSIGLIO NAZIONALE DEGLI INGEGNERI REGOLAMENTO PER LA FORMAZIONE PROFESSIONALE CONTINUA (BOZZA) IL CONSIGLIO NAZIONALE DEGLI INGEGNERI REGOLAMENTO PER LA FORMAZIONE PROFESSIONALE CONTINUA (BOZZA) Articolo 1 (Obbligo di formazione professionale continua) 1. In attuazione delle disposizioni di cui

Dettagli

Punto 16: Regolamento Formazione Continua: discussione e deliberazione sulle modifiche da apportare

Punto 16: Regolamento Formazione Continua: discussione e deliberazione sulle modifiche da apportare Punto 16: Regolamento Formazione Continua: discussione e deliberazione sulle modifiche da apportare - Il Presidente e il Consigliere Segretario ritengono opportuno che, nell attuale momento di crisi generale

Dettagli

Faq sui crediti. 1) Quanti crediti devo conseguire in un anno?

Faq sui crediti. 1) Quanti crediti devo conseguire in un anno? Faq sui crediti Al fine di rendere più semplice la fruizione ai corsi da noi organizzati proviamo a rispondere alle vostre domande più frequenti. Tali risposte sono date sulla base del Regolamento per

Dettagli

Regolamento per la formazione continua dell Ordine dei Dottori Commercialisti e degli Esperti Contabili di Salerno. Art. 1 Scopo del Regolamento

Regolamento per la formazione continua dell Ordine dei Dottori Commercialisti e degli Esperti Contabili di Salerno. Art. 1 Scopo del Regolamento Regolamento per la formazione continua dell Ordine dei Dottori Commercialisti e degli Esperti Contabili di Salerno Art. 1 Scopo del Regolamento 1. Scopo di questo Regolamento è disciplinare l'attività

Dettagli

Regolamento della Formazione Continua Obbligatoria

Regolamento della Formazione Continua Obbligatoria Regolamento della Formazione Continua Obbligatoria REGOLAMENTO DELLA FORMAZIONE CONTINUA OBBLIGATORIA approvato con modifiche e integrazioni il 24 luglio 2009. REGOLAMENTO RECANTE LE DISPOSIZIONI SULLA

Dettagli

CONSIGLIO NAZIONALE ORDINE CONSULENTI LAVORO REGOLAMENTO RECANTE LE DISPOSIZIONI SULLA FORMAZIONE CONTINUA PER I CONSULENTI DEL LAVORO

CONSIGLIO NAZIONALE ORDINE CONSULENTI LAVORO REGOLAMENTO RECANTE LE DISPOSIZIONI SULLA FORMAZIONE CONTINUA PER I CONSULENTI DEL LAVORO CONSIGLIO NAZIONALE ORDINE CONSULENTI LAVORO REGOLAMENTO RECANTE LE DISPOSIZIONI SULLA FORMAZIONE CONTINUA PER I CONSULENTI DEL LAVORO Approvato dal Consiglio Nazionale con Delibera n. 311 del 25 settembre

Dettagli

ORDINE DEI DOTTORI COMMERCIALISTI E DEGLI ESPERTI CONTABILI DI MANTOVA REGOLAMENTO DI FORMAZIONE PROFESSIONALE CONTINUA

ORDINE DEI DOTTORI COMMERCIALISTI E DEGLI ESPERTI CONTABILI DI MANTOVA REGOLAMENTO DI FORMAZIONE PROFESSIONALE CONTINUA ORDINE DEI DOTTORI COMMERCIALISTI E DEGLI ESPERTI CONTABILI DI MANTOVA REGOLAMENTO DI FORMAZIONE PROFESSIONALE CONTINUA il Consiglio dell Ordine di MANTOVA nella seduta del 16.05.2012 PRESO ATTO delle

Dettagli

Incontri territoriali con gli iscrittianno. Relatore Simona Giovagnoni Presidente Formazione Continua

Incontri territoriali con gli iscrittianno. Relatore Simona Giovagnoni Presidente Formazione Continua Incontri territoriali con gli iscrittianno 2015 Relatore Simona Giovagnoni Presidente Formazione Continua Ascoli Piceno 17 giugno 2015 I cambiamenti nella professione FORMAZIONE CONTINUA COMPITO DELLA

Dettagli

adotta il seguente Regolamento. Art. 1 Scopo del Regolamento

adotta il seguente Regolamento. Art. 1 Scopo del Regolamento REGOLAMENTO PER LA FORMAZIONE PROFESSIONALE CONTINUA DELL'ORDINE DEI DOTTORI COMMERCIALISTI E DEGLI ESPERTI CONTABILI DI LECCO Il Consiglio dell'ordine dei dottori commercialisti e degli esperti contabili

Dettagli

REGOLAMENTO DELLA FORMAZIONE PROFESSIONALE CONTINUA DELL ORDINE DEI DOTTORI COMMERCIALISTI E DEGLI ESPERTI CONTABILI DI PARMA

REGOLAMENTO DELLA FORMAZIONE PROFESSIONALE CONTINUA DELL ORDINE DEI DOTTORI COMMERCIALISTI E DEGLI ESPERTI CONTABILI DI PARMA REGOLAMENTO DELLA FORMAZIONE PROFESSIONALE CONTINUA DELL ORDINE DEI DOTTORI COMMERCIALISTI E DEGLI ESPERTI CONTABILI DI PARMA Approvato dal Consiglio dell Ordine nella seduta del 26/11/2008 (con modifiche

Dettagli

Regolamento della formazione professionale continua del dottore commercialista

Regolamento della formazione professionale continua del dottore commercialista CONSIGLIO NAZIONALE DEI DOTTORI COMMERCIALISTI Regolamento della formazione professionale continua del dottore commercialista (approvato nella seduta consiliare del 26 novembre 2003) Art. 1 Formazione

Dettagli

AGGIORNAMENTO E SVILUPPO PROFESSIONALE CONTINUO

AGGIORNAMENTO E SVILUPPO PROFESSIONALE CONTINUO AGGIORNAMENTO E SVILUPPO PROFESSIONALE CONTINUO D: In che cosa consiste l aggiornamento professionale obbligatorio? R: Il primo comma dell art. 7 del DPR 137/2012 stabilisce che al fine di garantire la

Dettagli

REGOLAMENTO DI FORMAZIONE PROFESSIONALE CONTINUA

REGOLAMENTO DI FORMAZIONE PROFESSIONALE CONTINUA Consiglio Nazionale dei Dottori Commercialisti e degli Esperti Contabili REGOLAMENTO DI FORMAZIONE PROFESSIONALE CONTINUA degli iscritti nell Albo tenuto dall Ordine dei dottori commercialisti e degli

Dettagli

CONSIGLIO NAZIONALE FORENSE PRESSO IL MINISTERO DELLA GIUSTIZIA

CONSIGLIO NAZIONALE FORENSE PRESSO IL MINISTERO DELLA GIUSTIZIA REGOLAMENTO 16 luglio 2014, n. 6 Regolamento per la formazione continua IL CONSIGLIO NAZIONALE FORENSE nella seduta del 16 luglio 2014 visto l art. 11 della legge 31 dicembre 2012, n. 247, rubricato Formazione

Dettagli

REGOLAMENTO RECANTE LE DISPOSIZIONI SULLA FORMAZIONE CONTINUA PER I CHIMICI

REGOLAMENTO RECANTE LE DISPOSIZIONI SULLA FORMAZIONE CONTINUA PER I CHIMICI REGOLAMENTO RECANTE LE DISPOSIZIONI SULLA FORMAZIONE CONTINUA PER I CHIMICI IL CONSIGLIO NAZIONALE DEI CHIMICI considerato che ai sensi dell'art. 7 comma 1 del D.P.R. 7 agosto 2012 n. 137, al fine di garantire

Dettagli

Regolamento per la formazione professionale continua del Consiglio Nazionale

Regolamento per la formazione professionale continua del Consiglio Nazionale Consiglio Nazionale dei Dottori Commercialisti e degli Esperti Contabili FORMAZIONE PROFESSIONALE CONTINUA degli iscritti negli Albi tenuti dagli Ordini dei dottori commercialisti e degli esperti contabili

Dettagli

Norme di attuazione del Regolamento di formazione professionale continua del dottore commercialista

Norme di attuazione del Regolamento di formazione professionale continua del dottore commercialista CONSIGLIO NAZIONALE DEI DOTTORI COMMERCIALISTI Norme di attuazione del Regolamento di formazione professionale continua del dottore commercialista (approvate nella seduta consiliare del 26 novembre 2002)

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA FORMAZIONE CONTINUA DEGLI ASSISTENTI SOCIALI DELLA LOMBARDIA

REGOLAMENTO PER LA FORMAZIONE CONTINUA DEGLI ASSISTENTI SOCIALI DELLA LOMBARDIA REGOLAMENTO PER LA FORMAZIONE CONTINUA DEGLI ASSISTENTI SOCIALI DELLA LOMBARDIA Il Consiglio dell Ordine degli Assistenti Sociali della Regione Lombardia Visto il decreto-legge 13 agosto 2011, n. 138,

Dettagli

Regolamento per la formazione professionale continua dell Ordine dei Dottori Commercialisti e degli Esperti Contabili di Modena

Regolamento per la formazione professionale continua dell Ordine dei Dottori Commercialisti e degli Esperti Contabili di Modena Regolamento per la formazione professionale continua dell Ordine dei Dottori Commercialisti e degli Esperti Contabili di Modena Il Consiglio dell Ordine dei Dottori Commercialisti e degli Esperti Contabili

Dettagli

Regolamento per la Formazione Continua del Perito Industriale e del Perito Industriale Laureato

Regolamento per la Formazione Continua del Perito Industriale e del Perito Industriale Laureato Regolamento per la Formazione Continua del Perito Industriale e del Perito Industriale Laureato (Approvato dal Consiglio Direttivo con decisione n. 304 del 17 ottobre 2007) Art. 1 Definizioni Ai fini del

Dettagli

IL MINISTRO DELL ECONOMIA E DELLE FINANZE

IL MINISTRO DELL ECONOMIA E DELLE FINANZE D.Lvo 39/2010 - Artt. 5 Parere: CONSOB Concerto NO Regolamento sulla formazione continua dei revisori BOZZA Regolamento del Ministro dell economia e delle finanze concernente le modalità del perfezionamento

Dettagli

GUIDA PER L AGGIORNAMENTO E LO SVILUPPO PROFESSIONALE CONTINUO DEGLI ARCHITETTI ISCRITTI ALL ALBO PROFESSIONALE ART. 7 D.P.R. N.

GUIDA PER L AGGIORNAMENTO E LO SVILUPPO PROFESSIONALE CONTINUO DEGLI ARCHITETTI ISCRITTI ALL ALBO PROFESSIONALE ART. 7 D.P.R. N. GUIDA PER L AGGIORNAMENTO E LO SVILUPPO PROFESSIONALE CONTINUO DEGLI ARCHITETTI ISCRITTI ALL ALBO PROFESSIONALE ART. 7 D.P.R. N. 137/2012 1. ATTIVITA DI AGGIORNAMENTO E SVILUPPO PROFESSIONALE CONTINUO

Dettagli

A. OBBLIGO FORMAZIONE PROFESSIONALE CONTINUA: COSA COMPORTA, DA QUANDO SCATTA, PERIODI DI RIFERIMENTO

A. OBBLIGO FORMAZIONE PROFESSIONALE CONTINUA: COSA COMPORTA, DA QUANDO SCATTA, PERIODI DI RIFERIMENTO A. OBBLIGO FORMAZIONE PROFESSIONALE CONTINUA: COSA COMPORTA, DA QUANDO SCATTA, PERIODI DI RIFERIMENTO 1. Sono un professionista iscritto un po distratto, con quali attività posso adempiere al mio obbligo

Dettagli

Ordine degli Avvocati di Perugia

Ordine degli Avvocati di Perugia REGOLAMENTO 19 novembre 2015 n. 5 REGOLAMENTO PER LA FORMAZIONE PROFESSIONALE CONTINUA nella seduta del 19 novembre 2015 Il Consiglio dell Ordine degli Avvocati di Perugia visto l art. 29, comma 1, lettera

Dettagli

CONSIGLIO NAZIONALE DELL ORDINE DEI CONSULENTI DEL LAVORO

CONSIGLIO NAZIONALE DELL ORDINE DEI CONSULENTI DEL LAVORO CONGLIO NAZIONALE DELL ORDINE DEI CONSULENTI DEL LAVORO REGOLAMENTO DELLA FORMAZIONE CONTINUA OBBLIGATORIA DEL CONSULENTE DEL LAVORO PER L ESERCIZIO IN QUALITA DELLA PROFESONE (approvato il 10 marzo 2004)

Dettagli

Formazione Professionale Continua degli iscritti all'ordine dei giornalisti - REGOLAMENTO -

Formazione Professionale Continua degli iscritti all'ordine dei giornalisti - REGOLAMENTO - Formazione Professionale Continua degli iscritti all'ordine dei giornalisti - REGOLAMENTO - Art.1 Scopo del Regolamento Scopo di questo Regolamento è disciplinare l attività di formazione professionale

Dettagli

Formazione professionale continua FAQ

Formazione professionale continua FAQ Formazione professionale continua FAQ 1) In cosa consiste la formazione professionale obbligatoria? L art. 7 del DPR 137/2012 e l art. 5 del Regolamento per l'aggiornamento e sviluppo professionale continuo

Dettagli

Regolamento per la formazione professionale continua dell Ordine dei Dottori Commercialisti e degli Esperti Contabili di Firenze

Regolamento per la formazione professionale continua dell Ordine dei Dottori Commercialisti e degli Esperti Contabili di Firenze Regolamento per la formazione professionale continua dell Ordine dei Dottori Commercialisti e degli Esperti Contabili di Firenze Il Consiglio dell Ordine dei Dottori Commercialisti e degli Esperti Contabili

Dettagli

Regolamento di attuazione del Regolamento uniforme della formazione continua Unione Triveneta

Regolamento di attuazione del Regolamento uniforme della formazione continua Unione Triveneta Regolamento di attuazione del Regolamento uniforme della formazione continua Unione Triveneta Articolo 1 Obbligo di formazione professionale continua. 1. L avvocato iscritto all albo ed il praticante abilitato

Dettagli

Regolamento. della formazione professionale continua. dei Ragionieri commercialisti

Regolamento. della formazione professionale continua. dei Ragionieri commercialisti Regolamento della formazione professionale continua dei Ragionieri commercialisti Approvato dal Consiglio Nazionale Ragionieri il 18 ottobre 2006 Il Consiglio Nazionale Ragionieri Commercialisti CONSIDERATO

Dettagli

FAQ Aggiornamento della competenza professionale

FAQ Aggiornamento della competenza professionale FAQ Aggiornamento della competenza professionale Sommario 1. Accreditamento corsi 2013... 2 2. Quanti CFP sono obbligato ad acquisire?... 2 3. Che cosa succede se sono iscritto e non mi aggiorno?... 2

Dettagli

CONSIGLIO NAZIONALE FORENSE PRESSO IL MINISTERO DELLA GIUSTIZIA

CONSIGLIO NAZIONALE FORENSE PRESSO IL MINISTERO DELLA GIUSTIZIA R E G O L A M E N T O 16 luglio 2014, n. 6 Regolamento per la formazione continua I L C O NSI G L I O N A Z I O N A L E F O R E NSE nella seduta del 16 luglio 2014 visto l recante la Nuova disciplina dell

Dettagli

LA BOZZA DEL REGOLAMENTO PER LA FORMAZIONE PROFESSIONALE CONTINUA Fabio Bonfà, Vice Presidente Vicario del Consiglio Nazionale Ingegneri Assemblea

LA BOZZA DEL REGOLAMENTO PER LA FORMAZIONE PROFESSIONALE CONTINUA Fabio Bonfà, Vice Presidente Vicario del Consiglio Nazionale Ingegneri Assemblea LA BOZZA DEL REGOLAMENTO PER LA FORMAZIONE PROFESSIONALE CONTINUA Fabio Bonfà, Vice Presidente Vicario del Consiglio Nazionale Ingegneri Assemblea ordinaria dell Ordine degli ingegneri di Trieste Trieste,

Dettagli

Regolamento della formazione professionale continua del dottore commercialista

Regolamento della formazione professionale continua del dottore commercialista CONSIGLIO NAZIONALE DEI DOTTORI COMMERCIALISTI Regolamento della formazione professionale continua del dottore commercialista (approvato nella seduta consiliare del 20 febbraio 2002) Sommario Art. 1 -

Dettagli

ESONERI PER AGGIORNAMENTO PROFESSIONALE

ESONERI PER AGGIORNAMENTO PROFESSIONALE ESONERI PER AGGIORNAMENTO PROFESSIONALE DIPENDENTI DELLE PUBBLICHE AMMINISTRAZIONI Premesso che la riforma delle professioni e il relativo regolamento introducono per tutti gli iscritti all'albo degli

Dettagli

Incontro con gli iscritti sulla riforma della professione. La formazione continua obbligatoria -Regolamento, linee guida e procedure-

Incontro con gli iscritti sulla riforma della professione. La formazione continua obbligatoria -Regolamento, linee guida e procedure- ORDINE DEGLI INGEGNERI DELLA PROVINCIA DI PISTOIA Incontro con gli iscritti sulla riforma della professione Pistoia, 09.04.2014 La formazione continua obbligatoria -Regolamento, linee guida e procedure-

Dettagli

REGOLAMENTO SULLA FORMAZIONE PROFESSIONALE PERMANENTE DEI NOTAI. Approvato dal Consiglio Nazionale del Notariato l 11 luglio 2013

REGOLAMENTO SULLA FORMAZIONE PROFESSIONALE PERMANENTE DEI NOTAI. Approvato dal Consiglio Nazionale del Notariato l 11 luglio 2013 REGOLAMENTO SULLA FORMAZIONE PROFESSIONALE PERMANENTE DEI NOTAI Approvato dal Consiglio Nazionale del Notariato l 11 luglio 2013 Pubblicato sul Bollettino Ufficiale del Ministero della Giustizia il 31

Dettagli

DISPOSIZIONI ATTUATIVE DEL REGOLAMENTO SULLA FORMAZIONE PROFESSIONALE CONTINUA

DISPOSIZIONI ATTUATIVE DEL REGOLAMENTO SULLA FORMAZIONE PROFESSIONALE CONTINUA DISPOSIZIONI ATTUATIVE DEL REGOLAMENTO SULLA FORMAZIONE PROFESSIONALE CONTINUA Norme applicative e di chiarimento emanate ai sensi dell Art. 10 del Regolamento sulla formazione professionale continua (N.B.

Dettagli

REGOLAMENTO DELLA FORMAZIONE CONTINUA OBBLIGATORIA DELL EDUCATORE CINOFILO PER L ESERCIZIO IN QUALITA DELLA PROFESSIONE

REGOLAMENTO DELLA FORMAZIONE CONTINUA OBBLIGATORIA DELL EDUCATORE CINOFILO PER L ESERCIZIO IN QUALITA DELLA PROFESSIONE REGOLAMENTO DELLA FORMAZIONE CONTINUA OBBLIGATORIA DELL EDUCATORE CINOFILO PER L ESERCIZIO IN QUALITA DELLA PROFESSIONE A) Soggetti interessati Gli Educatori Cinofili iscritti all A.P.N.E.C. hanno il dovere

Dettagli

BOZZA DI REGOLAMENTO PER L'AGGIORNAMENTO DELLA COMPETENZA PROFESSIONALE

BOZZA DI REGOLAMENTO PER L'AGGIORNAMENTO DELLA COMPETENZA PROFESSIONALE BOZZA DI REGOLAMENTO PER L'AGGIORNAMENTO DELLA COMPETENZA PROFESSIONALE AGGIORNATA SULLA BASE DELLE PROPOSTE EMERSE NELL A.P. DEL 06.04.13, DEL G.D.L. ALLARGATO DEL 24.04.13 E DELLE OSSERVAZIONI SUCCESSIVE

Dettagli

CONSIGLIO NAZIONALE DELL ORDINE DEI CONSULENTI DEL LAVORO

CONSIGLIO NAZIONALE DELL ORDINE DEI CONSULENTI DEL LAVORO CONSIGLIO NAZIONALE DELL ORDINE DEI CONSULENTI DEL LAVORO Norme attuative del Regolamento per la Formazione Continua della professione di Consulente del Lavoro. Premessa 1. Le presenti norme attuative

Dettagli

Camera Penale Franco Bricola di Bologna

Camera Penale Franco Bricola di Bologna Camera Penale Franco Bricola di Bologna In data 22 luglio 2010 si riunisce il Consiglio Direttivo della Camera Penale Franco Bricola di Bologna. Sono presenti gli avvocati Elisabetta d Errico, Gianluca

Dettagli

CONSIGLIO NAZIONALE ORDINE CONSULENTI LAVORO

CONSIGLIO NAZIONALE ORDINE CONSULENTI LAVORO CONSIGLIO NAZIONALE ORDINE CONSULENTI LAVORO INDICAZIONI OPERATIVE DEL REGOLAMENTO RECANTE LE DISPOSIZIONI SULLA FORMAZIONE CONTINUA PER I CONSULENTI DEL LAVORO Approvato dal Consiglio Nazionale con Delibera

Dettagli

Regolamento per la formazione professionale continua dell Ordine territoriale di Milano

Regolamento per la formazione professionale continua dell Ordine territoriale di Milano FORMAZIONE PROFESSIONALE CONTINUA degli iscritti negli Albi tenuti dagli Ordini dei dottori commercialisti e degli esperti contabili Regolamento per la formazione professionale continua dell Ordine territoriale

Dettagli

Regolamento delle Scuole UCPI

Regolamento delle Scuole UCPI Regolamento delle Scuole UCPI TITOLO I DISPOSIZIONI GENERALI Art. 1 Oggetto e finalità. 1. Il presente regolamento disciplina l attività di formazione e di qualificazione professionale dell avvocato penalista,

Dettagli

FAQ FORMAZIONE Ordine Architetti P.P. e C. di Varese La formazione è obbligatoria o facoltativa?

FAQ FORMAZIONE Ordine Architetti P.P. e C. di Varese La formazione è obbligatoria o facoltativa? FAQ FORMAZIONE Ordine Architetti P.P. e C. di Varese La formazione è obbligatoria o facoltativa? La formazione è obbligatoria a partire dal 1 gennaio 2014, come prevede l art. 7 del DPR n. 137/2012, (Riforma

Dettagli

FAQ - AGGIORNAMENTO PROFESSIONALE CONTINUO

FAQ - AGGIORNAMENTO PROFESSIONALE CONTINUO FAQ - AGGIORNAMENTO PROFESSIONALE CONTINUO 1. OBBLIGATORIETA' FORMATIVA CHI E' SOGGETTO ALL'OBBLIGO FORMATIVO Domanda n. 1 - Chi è soggetto all'obbligo di aggiornamento professionale? - Tutti gli iscritti

Dettagli

Collegio Geometri e Geometri Laureati della Provincia di Bologna

Collegio Geometri e Geometri Laureati della Provincia di Bologna Collegio Geometri e Geometri Laureati della Provincia di Bologna FORMAZIONE PROFESSIONALE CONTINUA Indice OBBLIGO FORMATIVO... 3 Riferimenti normativi... 3 Cos'è e in cosa consiste... 3 EVENTI FORMATIVI...

Dettagli

CONSIGLIO NAZIONALE DELL ORDINE DEI CONSULENTI DEL LAVORO MODALITA` ATTUATIVE AL REGOLAMENTO DELLA FORMAZIONE CONTINUA

CONSIGLIO NAZIONALE DELL ORDINE DEI CONSULENTI DEL LAVORO MODALITA` ATTUATIVE AL REGOLAMENTO DELLA FORMAZIONE CONTINUA CONGLIO NAZIONALE DELL ORDINE DEI CONSULENTI DEL LAVORO REGOLAMENTO DELLA FORMAZIONE CONTINUA OBBLIGATORIA DEL CONSULENTE DEL LAVORO PER L ESERCIZIO IN QUALITA DELLA PROFESONE MODALITA` ATTUATIVE AL REGOLAMENTO

Dettagli

CONSIGLIO DELL'ORDINE DEGLI AVVOCATI DI BOLOGNA

CONSIGLIO DELL'ORDINE DEGLI AVVOCATI DI BOLOGNA CONSIGLIO DELL'ORDINE DEGLI AVVOCATI DI BOLOGNA CIRCOLARE ATTUATIVA E INTERPRETATIVA DEL NUOVO REGOLAMENTO PER LA FORMAZIONE CONTINUA DEL CONSIGLIO NAZIONALE FORENSE approvata dal Consiglio dell Ordine

Dettagli

Vademecum L'aggiornamento e sviluppo professionale continuo

Vademecum L'aggiornamento e sviluppo professionale continuo Vademecum L'aggiornamento e sviluppo professionale continuo Dal 1 gennaio 2014 l'aggiornamento professionale e la formazione specialistica saranno un obbligo per ogni professionista. Il CNAPPC ha emanato

Dettagli

8481 - IGIENE DENTALE (ABILITANTE ALLA PROFESSIONE SANITARIA DI IGIENISTA DENTALE) (L)

8481 - IGIENE DENTALE (ABILITANTE ALLA PROFESSIONE SANITARIA DI IGIENISTA DENTALE) (L) Page 1 of 5 Facoltà: Corso: Ordinamento: DM270 MEDICINA E CHIRURGIA 8481 - IGIENE DENTALE (ABILITANTE ALLA PROFESSIONE SANITARIA DI IGIENISTA DENTALE) (L) Titolo: IGIENE DENTALE (ABILITANTE ALLA PROFESSIONE

Dettagli

Articolo 11 - LINEE DI INDIRIZZO PER LE ASSOCIAZIONI DI ISCRITTI AGLI ALBI E GLI ALTRI SOGGETTI AUTORIZZAZI DAL CNPAPAL

Articolo 11 - LINEE DI INDIRIZZO PER LE ASSOCIAZIONI DI ISCRITTI AGLI ALBI E GLI ALTRI SOGGETTI AUTORIZZAZI DAL CNPAPAL Collegio Nazionale dei Periti Agrari e dei Periti Agrari Laureati presso il Ministero della Giustizia LINEE DI INDIRIZZO FORMAZIONE CONTINUA APPROVATE NELLA SEDUTA DI CONSIGLIO DEL 28 MARZO 2014 Articolo

Dettagli

REGOLAMENTO PER LO SVOLGIMENTO DELLA PRATICA FORENSE

REGOLAMENTO PER LO SVOLGIMENTO DELLA PRATICA FORENSE CONSIGLIO DELL ORDINE DEGLI AVVOCATI DI MACERATA REGOLAMENTO PER LO SVOLGIMENTO DELLA PRATICA FORENSE TITOLO I ISCRIZIONE NEL REGISTRO SPECIALE DEI PRATICANTI ART. 1 Il laureato in Giurisprudenza che intenda

Dettagli

CONSIGLIO DELL ORDINE DEGLI AVVOCATI DI ORISTANO. Regolamento della pratica forense

CONSIGLIO DELL ORDINE DEGLI AVVOCATI DI ORISTANO. Regolamento della pratica forense Allegato alla Delibera CdO n.52/2008 del 25/3/2008 ARTICOLO 1 ( Domanda) CONSIGLIO DELL ORDINE DEGLI AVVOCATI DI ORISTANO Regolamento della pratica forense Il praticante che intenda iscriversi deve presentare,

Dettagli

Ordine Nazionale dei Biologi TEL. (06) 57.090.1 r.a. Telefax: 57.090.234 00153 ROMA - Via Icilio, 7

Ordine Nazionale dei Biologi TEL. (06) 57.090.1 r.a. Telefax: 57.090.234 00153 ROMA - Via Icilio, 7 Regolamento ex art. 7, comma 3, del D.P.R. 7 agosto 2012, n. 137, recante riforma degli ordinamenti professionali, a norma dell'articolo 3, comma 5, del decreto-legge 13 agosto 2011, n. 138, convertito,

Dettagli

LUCI ED OMBRE SULLA NUOVA FORMAZIONE PROFESSIONALE E LE SPECIALIZZAZIONI. Intervento dell avv. Sandra Maraia

LUCI ED OMBRE SULLA NUOVA FORMAZIONE PROFESSIONALE E LE SPECIALIZZAZIONI. Intervento dell avv. Sandra Maraia LUCI ED OMBRE SULLA NUOVA FORMAZIONE PROFESSIONALE E LE SPECIALIZZAZIONI Intervento dell avv. Sandra Maraia 1. Brevi cenni sul regolamento n. 6/2014 Il nuovo regolamento per la formazione continua, approvato

Dettagli

Scuola di Lettere e Beni culturali

Scuola di Lettere e Beni culturali Scuola di Lettere e Beni culturali LAUREA IN CULTURE E TECNICHE DELLA MODA CLASSE L- 3 REGOLAMENTO DIDATTICO DI CORSO DI STUDIO PARTE NORMATIVA Art. 1 Requisiti per l'accesso al corso Requisiti di accesso

Dettagli

Regolamento per l'istituzione ed il funzionamento dei corsi di perfezionamento, di aggiornamento professionale e formazione permanente

Regolamento per l'istituzione ed il funzionamento dei corsi di perfezionamento, di aggiornamento professionale e formazione permanente Regolamento per l'istituzione ed il funzionamento dei corsi di perfezionamento, di aggiornamento professionale e formazione permanente (Decreto Rettorale n.34 del 12 dicembre 2008) Sommario Articolo 1

Dettagli

CONSIGLIO NAZIONALE FORENSE PRESSO IL MINISTERO DELLA GIUSTIZIA

CONSIGLIO NAZIONALE FORENSE PRESSO IL MINISTERO DELLA GIUSTIZIA REGOLAMENTO 16 luglio 2014, n. 6 Regolamento per la formazione continua IL CONSIGLIO NAZIONALE FORENSE nella seduta del 16 luglio 2014 visto l art. 11 della legge 31 dicembre 2012, n. 247, rubricato Formazione

Dettagli

Collegio Nazionale dei Periti Agrari e dei Periti Agrari Laureati

Collegio Nazionale dei Periti Agrari e dei Periti Agrari Laureati Collegio Nazionale dei Periti Agrari e dei Periti Agrari Laureati presso il Ministero della Giustizia Regolamento della formazione continua del Perito Agrario per l'eccellenza nell'esercizio della libera

Dettagli

CONSIGLIO DELL'ORDINE DEGLI AVVOCATI DI BOLOGNA

CONSIGLIO DELL'ORDINE DEGLI AVVOCATI DI BOLOGNA CONSIGLIO DELL'ORDINE DEGLI AVVOCATI DI BOLOGNA CIRCOLARE INTERPRETATIVA E ATTUATIVA DEL REGOLAMENTO PER LA FORMAZIONE CONTINUA DEL CONSIGLIO NAZIONALE FORENSE approvata dal Consiglio dell Ordine nella

Dettagli

8 30-11-2013 - BOLLETTINO UFFICIALE DEL MINISTERO DELLA GIUSTIZIA N. 22

8 30-11-2013 - BOLLETTINO UFFICIALE DEL MINISTERO DELLA GIUSTIZIA N. 22 8 30-11-2013 - BOLLETTINO UFFICIALE DEL MINISTERO DELLA GIUSTIZIA N. 22 LIBERE PROFESSIONI Consiglio Nazionale dei geologi - Regolamento per la formazione professionale continua, in attuazione dell art.

Dettagli

LA FORMAZIONE PROFESSIONALE CONTINUA DEI GIORNALISTI

LA FORMAZIONE PROFESSIONALE CONTINUA DEI GIORNALISTI LA FORMAZIONE PROFESSIONALE CONTINUA DEI GIORNALISTI Che cos è la Formazione professionale continua? E l attività obbligatoria di aggiornamento, approfondimento e sviluppo delle conoscenze e delle competenze

Dettagli

TECNICHE DELLA PREVENZIONE NELL'AMBIENTE E NEI LUOGHI DI LAVORO (AB. ALLA PROF. SANITARIA DI TECNICO DELLA PREV. NELL'AMBIENTE E NEI LUOGHI DI LAVORO)

TECNICHE DELLA PREVENZIONE NELL'AMBIENTE E NEI LUOGHI DI LAVORO (AB. ALLA PROF. SANITARIA DI TECNICO DELLA PREV. NELL'AMBIENTE E NEI LUOGHI DI LAVORO) Page 1 of 5 Facoltà: Corso: Ordinamento: DM270 MEDICINA E CHIRURGIA 8487 - TECNICHE DELLA PREVENZIONE NELL'AMBIENTE E NEI LUOGHI DI LAVORO (ABILITANTE ALLA PROFESSIONE SANITARIA DI TECNICO DELLA PREVENZIONE

Dettagli

CONSIGLIO DELL ORDINE DEGLI AVVOCATI DI FROSINONE

CONSIGLIO DELL ORDINE DEGLI AVVOCATI DI FROSINONE CONSIGLIO DELL ORDINE DEGLI AVVOCATI DI FROSINONE REGOLAMENTO PER LA PRATICA FORENSE E L'ESERCIZIO DEL PATROCINIO APPROVATO DAL CONSIGLIO DELL ORDINE NELLA SEDUTA DEL 27 FEBBRAIO 2003 Iscrizione Art. 1

Dettagli

Regolamento Formazione Professionale Continua

Regolamento Formazione Professionale Continua ORDINE DEI DOTTORI COMMERCIALISTI E DEGLI ESPERTI CONTABILI DI VITERBO Regolamento Formazione Professionale Continua Aggiornato nella seduta consiliare del 11 marzo 2014 Via Marconi, 7 01100 Viterbo Tel.

Dettagli

Linee guida sulla Formazione Continua

Linee guida sulla Formazione Continua Linee guida sulla Formazione Continua In applicazione del Regolamento adottato dal Consiglio Nazionale dell Ordine dei Periti Industriali e Periti Industriali Laureati, pubblicato sul bollettino ufficiale

Dettagli

III I11I1III1III.,111111 CONSIGLIO NAZIONALE DEGLI INGEGNERI

III I11I1III1III.,111111 CONSIGLIO NAZIONALE DEGLI INGEGNERI CONSIGLIO NAZIONALE DEGLI INGEGNERI 13/12/2013 U-nd/6901/2013 III I11I1III1III.,111111 CONSIGLIO NAZIONALE DEGLI INGEGNERI PRESSO IL MINISTERO DELLA GIUSTIZIA - 00186 ROMA - VIA ARENULA, 71 PRESIDENZA

Dettagli

REGOLAMENTO PER LO SVOLGIMENTO DELLA PRATICA FORENSE TITOLO I

REGOLAMENTO PER LO SVOLGIMENTO DELLA PRATICA FORENSE TITOLO I REGOLAMENTO PER LO SVOLGIMENTO DELLA PRATICA FORENSE TITOLO I ISCRIZIONE NEL REGISTRO SPECIALE DEI PRATICANTI ART. 1 Il laureato in giurisprudenza che intenda iscriversi al Registro Speciale dei praticanti

Dettagli

8477 - EDUCAZIONE PROFESSIONALE (ABILITANTE ALLA PROFESSIONE SANITARIA DI EDUCATORE PROFESSIONALE) (L)

8477 - EDUCAZIONE PROFESSIONALE (ABILITANTE ALLA PROFESSIONE SANITARIA DI EDUCATORE PROFESSIONALE) (L) Page 1 of 6 Facoltà: Corso: Ordinamento: DM270 MEDICINA E CHIRURGIA 8477 - EDUCAZIONE PROFESSIONALE (ABILITANTE ALLA PROFESSIONE SANITARIA DI EDUCATORE PROFESSIONALE) (L) Titolo: EDUCAZIONE PROFESSIONALE

Dettagli