Scheda descrittiva del Sistema CUP ON LINE

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Scheda descrittiva del Sistema CUP ON LINE"

Transcript

1 del Sistema CUP Pagina 1 di 21

2 Sommario Applicazione... 4 Amministrazioni... 4 Descrizione... 4 Contesto... 4 Realizzatore... 4 Tipologia di applicazione software... 4 Documentazione disponibile:... 6 Area Applicativa... 6 Servizi supportati... 7 Dominio applicativo... 7 Funzioni applicative... 7 CUP locale:... 8 Sistema di interoperabilità: CUP Delegato / CUP Orchestratore Security suite Gestore Risorse avanzato GRA - Gestione Ricoveri GRA Gestione ADI GRA Ottimizzazione prenotazioni GRA Gestione prenotazione federata Sistema di reporting (analisi e monitoraggio) System monitoring Pila tecnologica Architettura Hardware Architettura TLC Standard usati Caratteristiche di qualità del software Portabilità Affidabilità Funzionalità Pagina 2 di 21

3 Manutenibilità Usabilità Livello di documentazione Livello di modularizzazione Iniziative di riuso in corso Iniziative di riuso realizzate Punti di forza Elementi di criticità Vincoli Modalità di riuso consigliate Pagina 3 di 21

4 Applicazione : Sistema evoluto di prenotazione di prestazioni sanitarie Amministrazioni : Il progetto Pilota prenotazione on line è stato realizzato dalla Regione Umbria (nel ruolo di capofila) dalla Regione Emilia Romagna, dalla Regione Marche, dalla Regione Veneto e dalla Provincia Autonoma di Trento. Descrizione La soluzione realizzata nell ambito del progetto è un innovativo sistema di prenotazione delle prestazioni sanitarie che supera gli attuali limiti territoriali attraverso la cooperazione tra i centri unici di prenotazione (CUP) operanti a livello locale. Il nuovo modello di CUP agevola l accesso alle prestazioni del Servizio Sanitario Nazionale (SSN), ottimizza l'allocazione delle risorse, facilita l'accessibilità dell assistito alle strutture erogatrici di prestazioni specialistiche ed è di supporto al contenimento dei tempi di attesa nel pieno rispetto del diritto del cittadino alla salute. Contesto: Il progetto ha origine nel corso del 2005 dal primo Piano di e- government Obiettivo Programma Sanità Le convenzioni tra le Amministrazioni partecipanti e il MIT (oggi DDI) furono sottoscritte il 15 Marzo Le attività di progetto ebbero inizio il 28 marzo 2006 e portare al rilascio dei deliverable previsti nel primo SAL a dicembre Successivamente si è aperto un lungo periodo di fermo delle attività a causa di problemi esclusivamente amministrativi. Risolte le questioni ammnistrative, le attività di progetto vennero riavviate a fine 2008 e ripianificate con fine prevista per il 2010 secondo un Piano di progetto esecutivo approvato dal DDI che prevedeva la suddivisione del progetto in 7 Stati di Avanzamento. Nel corso degli anni sono stati realizzati tutti i deliverables previsti nel piano di progetto esecutivo che sono stati consegnati al DDI in base agli Stati di Avanzamento individuati. Il 31 ottobre 2010 il progetto si è concluso e il 23 giugno 2011 è stato effettuato il collaudo con esito positivo di tutte le componenti previste. Realizzatore: Il progetto Pilota prenotazione on line è stato realizzato dalla Regione Umbria (nel ruolo di capofila) dalla Regione Emilia Romagna, dalla Regione Marche, dalla Regione Veneto e dalla Provincia Autonoma di Trento. Tipologia di applicazione software Il progetto si basa sull integrazione di singole componenti realizzate in ambienti open source per facilitare il riuso da parte di altre amministrazioni. Pagina 4 di 21

5 La soluzione realizzata è stata progettata a partire dall analisi dei processi organizzativi, amministrativi e sanitari già in essere presso le 5 Regioni interessate avendo come ulteriore obiettivo la necessità di oltrepassare i limiti territoriali dei sistemi CUP sfruttando le potenzialità messe a disposizione dalla cooperazione applicativa. Il progetto ha difatti realizzato e messo in esercizio nei siti pilota prescelti le seguenti componenti fondamentali: CUP: sistema di prenotazione delle prestazioni completo delle funzionalità di gestione dell offerta (back office), della domanda (front office) e delle funzionalità per la corretta gestione della compartecipazione dei cittadini alla spesa (ticket); Piattaforma di interoperabilità (CUP Delegato CUP Orchestratore): ambiente che permette la condivisione della domanda e dell offerta raccolta da sistemi CUP distribuiti sul territorio regionale e nazionale usando le metodiche dell interoperabilità sia di tipo tradizionale (Porte delegate Porte applicative) sia innovative basate sull utilizzo di web services (Ws Security); Gestione delle Risorse (GRA) che realizza funzionalità avanzate di gestione dell offerta di prestazioni sanitarie in grado di ottimizzare l utilizzo delle risorse grazie alle integrazioni con i sistemi di ADT (Ammissione Dimissione e Trasferimento) per la gestione dei ricoveri programmati, sistemi di gestione degli ambulatori territoriali per la gestione delle attività sanitarie presenti nell ADI (Assistenza Domiciliare Integrata) e laddove presenti, con i sistemi di Order Entry ospedalieri. Un sistema di Reporting avanzato basato su Data Warehouse federato Un sistema di Monitoraggio per il controllo di tutte le componenti del sistema Pagina 5 di 21

6 Moduli Software rilasciati: Modulo software Cup locale - front office Modulo software Cup locale - back office Modulo Software Piattaforma di interoperabilità componenti SOA Modulo Software Piattaforma di interoperabilità componenti della Sicurezza Modulo software Piattaforma di interoperabilità CUP Delegato Configurazione Modulo software Piattaforma di interoperabilità CUP Delegato Prenotazione e lista di attesa Modulo software Piattaforma di interoperabilità CUP Orchestratore Configurazione Modulo software Piattaforma di interoperabilità CUP Orchestratore Prenotazione e lista di attesa Modulo software GRA - prenotazione federata - front end Modulo software GRA - ADI Ricoveri Liste di Attesa Modulo software reporting Modulo Software System Monitoring Documentazione disponibile: Documenti di analisi di Progetto relativi ad ogni componente Manuali Utente Operativi Documenti di architettura tecnico sistemistica Area Applicativa Di fatto si è realizzato un Sistema Avanzato di Prenotazione in ambiente Open source, quindi con tutte le funzionalità tipiche di un sistema CUP e che contestualmente permettesse la prenotabilità in un ambito territoriale più vasto utilizzando il concetto di federazione di sistemi di prenotazione. Il progetto presenta diverse aree applicative: CUP locale relativa alle funzionalità per la completa gestione del ciclo di vita di una prenotazione di prestazione sanitaria ivi comprese le funzionalità correlate di tipo amministrativo (compartecipazione alla spesa); Piattaforma di interoperabilità che tramite le componenti CUP Delegato e CUP orchestratore realizzano il colloquio e l integrazione tra i sistemi CUP di diverso livello gerarchico (intra- regionale e extra- regionale) Gestore delle risorse che permette di definire l offerta di prestazioni sanitarie integrandosi opportunamente con gli altri sistemi di erogazione di prestazioni (ADT - Ammissione Dimissione e Trasferimento) per la gestione dei ricoveri programmati, sistemi di gestione degli ambulatori territoriali per la gestione delle attività sanitarie presenti nell ADI Pagina 6 di 21

7 Sistema di monitoraggio e controllo basati su datawarehouse che raccoglie i dati provenienti dai diversi livelli applicativi (CUP locale, CUP delegato, CUP Orchestratore) Sistema di monitoring funzionalità per il controllo dell intero sistema (applicazioni, connettività, ecc) Le diverse componenti sono auto consistenti e possono operare sia in collaborazione tra loro sia in modalità singola. Servizi supportati: il sistema realizzato supporta, come detto l intero ciclo di vita di una prenotazione di una prestazione sanitaria normalmente individuato dalla sigla CUP (Centro Unico di Prenotazione). Dominio applicativo: Software per la gestione sanitaria ed amministrativa di un CUP (Centro Unico di Prenotazione). Funzioni applicative: Pagina 7 di 21

8 CUP locale: Pagina 8 di 21

9 Pagina 9 di 21

10 Sistema CUP Ciclo di prenotazione in federazione Pagina 10 di 21

11 Sistema CUP: dettaglio del flusso di prenotazione Pagina 11 di 21

12 Sistema di interoperabilità: CUP Delegato / CUP Orchestratore Il sistema adotta per la cooperazione il modello federato in cui le regole comuni, legate all erogabilità delle prestazioni in federazione, sono definite ed eseguite da un elemento centrale. In questo modello le tabelle di codifica necessarie al corretto funzionamento della federazione sono definite centralmente ed eventualmente propagate. Le Funzioni messe a disposizione nel modello federato a livello centrale sono: 1. Gestione organizzativa della federazione; 2. Funzione di discovery 3. Regole di erogabilità; 4. Gestione delle richieste: a. di disponibilità (multicast) verso i CUP appartenenti alla federazione b. delle informazioni relative alla prenotazione effettuata in federazione La cooperazione tra i sistemi avviene, tramite il sistema di interoperabilità, con lo scambio di appositi messaggi HL7 che risolvono i seguenti servizi di prenotazione Erogabilità Disponibilità Prenotazione Query sulle prenotazioni Cancellazione prenotazione Il sistema di interoperabilità (CD/CO) interviene nel processo di prenotazione delle sole prestazioni federate. CUP Orchestratore è coinvolto nel processo di Erogabilità e anche di Disponibilità e Prenotazione a secondo dei modelli di integrazione e di processo adottate nelle varie Regioni. Il CUP Delegato espone i servizi di connettività (cooperazione applicativa) ed è coinvolto in tutti i processi. Security suite Modulo del sistema di interoperabilità che permette per più amministrazioni di configurare e gestire utenti, di profilarne i ruoli e i sevizi. Presenta le seguenti funzionalità: E' installato a livello d'amministrazione locale Interagisce con le PORTE di DOMINIO (DELEGATA e APPLICATIVA) A livello di PORTA DELEGATA controlla l'autenticazione dell'utente Pagina 12 di 21

13 A livello di PORTA APPLICATIVA controlla autorizzazione del ruolo d'appartenenza dell'utente al servizio Gestisce e configura i seguenti tre profili gerarchici: Authority Administrator (AA): figura principale che crea le amministrazioni e le figure a capo di ognuna di esse (SPA). Service Provider Administrator (SPA): figura principale di ogni singola amministrazione (ce n è una sola per amministrazione). La loro funzione è quella di creare uno o più SPO all interno dell amministrazione di competenza. Inoltre l SPA gestisce anche la definizione gli eventuali attributi interni al suo dominio. Service Provider Operator (SPO): figura che si occupa della gestione degli utenti e dei servizi. Ce ne possono essere più di una all interno di ogni amministrazione. Gestore Risorse avanzato Il sistema è sotto articolato in quattro diversi componenti GRA - Gestione Ricoveri Visibilità dell offerta disponibile e relativa accessibilità Area territoriale Erogabilità qualitativa: strutture tipo ricovero Erogabilità quantitativa: capacità produttiva n. ricoveri x tipo/tempo Tempi di attesa: monitoraggio attività Soggetti abilitati: specialisti ospedalieri e professionisti esterni Registrazione della domanda Area territoriale Acquisizione delle richieste di ricovero esterne alla struttura ospedaliera GRA Gestione ADI Ambito socio sanitario Soggetti esterni al sistema sanitario (risorse degli enti locali - Comuni) Valutazione periodica Monitoraggio offerta - bisogni Visibilità offerta Area territoriale - Distretto Erogabilità qualitativa: risorse tipo assistenza Pagina 13 di 21

14 Soggetti abilitati: operatori sanitari sociali, operatori amministrativi e cittadini Registrazione della domanda Area territoriale Programmazione: risorsa x tipologia assistenza x periodi determinati GRA Ottimizzazione prenotazioni Strumento per l ottimizzazione degli appuntamenti con riallocazione dei posti liberatisi Area territoriale connesso alle funzionalità del CUP locale Soggetti abilitati: operatori di front rend Registrazione della domanda di inserimento in lista di attesa Area territoriale GRA Gestione prenotazione federata Definizione delle modalità di collaborazione tra i CUP diversi Area territoriale connesso alle funzionalità del CUP locale Visibilità offerta Area territoriale Area dei CUP aderenti alla federazione Sistema di reporting (analisi e monitoraggio) Il sistema è alimentato periodicamente (ogni notte p.es) dai dati relativi alla mobilità sanitaria provenienti dal CUP Orchestratore e dai diversi CUP Locali. Il CUP Orchestratore fornisce i dati condivisi fra i CUP Locali (Es. Prestazioni, Regimi, etc..) oltre ai dati relativi ai movimenti. Il sistema consente un ampia possibilità di analisi poiché vengono rese disponibili le analisi relative alla mobilità a matrice dei CUP coinvolti, ai tempi di attesa, alle tipologie di utenti e di prestazioni prenotate. Gli ambiti di analisi individuati sono: Offerta e Prenotato: in questo ambito si analizzano tutte le prenotazioni di prestazioni effettuate dagli assistiti sulle agende disponibili per i diversi CUP dislocati sul territorio nazionale. Movimenti: in questo ambito vengono analizzati i dati relativi alle movimentazioni effettuate dagli operatori per registrare le prenotazioni che avvengono su CUP differenti da quello in cui stanno lavorando, per movimentazioni si intendono tutte le operazioni (prenotazioni, modifiche, cancellazioni, disdette, etc...); Pagina 14 di 21

15 System monitoring Il sistema permette di controllare nodi, reti e servizi specificati, avvertendo quando questi non sono in grado di garantire il loro servizio e/o quando ritornano attivi ed informando tempestivamente, mediante un sistema di alarm, l amministratore della rete e dei sistemi di condizioni rischiose (WARNING) o critiche (CRITICAL). Le principali funzionalità realizzate sono Monitoraggio dei dispositivi di rete e dei server (carico del processore, utilizzo del disco...) Monitoraggio dei servizi di rete (SMTP, HTTP...) Monitoraggio dei parametri dei server Scalabilità e configurabilità Capacità di gestire allarmi multicanale (notificare quando un malfunzionamento avviene o viene risolto via e- mail o SMS) Il sistema è realizzato tramite componenti open source (piattaforma Nagios) e presenta semplicità di installazione/manutenzione, reportistica adeguata ed un front- end Web. Pagina 15 di 21

16 Pila tecnologica Pila tecnologica Componente WEB - Application server Data base server Programming languages WEB Operational Application System System Operational System RDBMS Piattaforma di Interoperabilità (PDDO) PDDO qualificate Linux Apache Web Server v. e Tomcat v. 5.5.xx Java 1.5 CUP Orchestratore Linux Apache Web Server v. e Tomcat v. 5.5.xx Java 1.5 CUP Delegato Linux Apache Web Server v. e Tomcat v. 5.5.xx Java 1.5 Security Suite Linux Apache e Tomcat v. 5.5.xx Open LDAP X- Indice (Apache) Java 1.5 Saml server (OpenSaml) CUP Locale Linux jboss 5.00.x Linux Oracle 9i Java 1.5 Gestore Risorse Avanzato (GRA) Linux Tomcat 6 Linux Oracle 10g Java 1.6 Sistema di reporting (dwh) Linux Oracle 10g Pl sql Sistema di monitoraggio Linux Apache 2 Pagina 16 di 21

17 Architettura Hardware Nella documentazione rilasciata sono presenti i documenti che riportano in dettaglio la configurazione hardware realizzata in base agli obiettivi definiti inizialmente nel progetto. La figura seguente mostra una ipotesi di l infrastruttura hardware il cui dimensionamento sarà affrontato in base agli obiettivi di ogni singolo progetto di riuso. Pagina 17 di 21

18 Architettura TLC Il sistema utilizza il Sistema Pubblico di Connettività (SPC). I protocolli di trasmissione usati sono TCP/IP, HTTP, FTP. Standard usati HL7 SOAP Caratteristiche di qualità del software La produzione del software è stata controllata in base ad un apposito Piano della Qualità del software redatto all inizio del progetto e aggiornato in itinere. Nel documento sono state definite le seguenti caratteristiche di qualità che il software doveva possedere ed individuate le metriche di controllo. Le risultanze del controllo di qualità sui moduli software prodotti suffragato dalle risultanze del monitoraggio effettuato dal DDI ha delineato le seguenti risultanze: Portabilità Massima ottenuta grazie alla realizzazione in ambiente open source di tutte le componenti. Affidabilità Elevata poiché ricalca funzionalità esistenti ed ampiamente usate senza aver registrato problemi. Funzionalità Il sistema anche se complesso ricalca le funzionalità presenti in un sistema CUP Manutenibilità Il sistema è stato rilasciato as is al DDI. La manutenzione delle diverse componenti dovrà essere affrontata con l attivazione di appositi contratti di manutenzione nel caso di riuso. Usabilità Le interfaccia utente sono state realizzate per permettere un colloquio con un elevato livello di usabilità ed una elevata interazione considerato che l uso è destinato ad operatori di sportello di diversa estrazione e cultura informatica (operatori di CUP, farmacisti, ) Livello di documentazione Adeguato al progetto; ogni modulo rilasciato ha un proprio manuale d uso ed appositi documenti tecnici a supporto Pagina 18 di 21

19 Livello di modularizzazione Il sistema è stato scomposto nativamente in moduli per consentirne anche l uso separato. Come anticipato le caratteristiche del software di Funzionalità, Usabilità e Manutenibilità sono state riscontrate dal DDI grazie al Piano di monitoraggio del progetto redatto appositamente. Iniziative di riuso in corso Nessuna Iniziative di riuso realizzate Nessuna Punti di forza Il sistema rappresenta una valida alternativa ai sistemi commerciali di integrazione di sistemi CUP considerato che le diverse componenti sono disponibili in riuso per le Amministrazioni richiedenti. Il sistema permette di realizzare un CUP sovra territoriale o di secondo livello (inter regionale e/o regionale) pienamente rispondente alle linee guida nazionali emesse dal Ministero della Salute. La messa in esercizio sui siti pilota del sistema realizzato ha permesso di verificare la bontà delle ipotesi iniziali considerato che il sistema ha effettivamente offerto ai cittadini una maggiore disponibilità di servizi grazie alla possibilità di accesso ad ulteriori sedi di prenotazione e grazie alla possibilità di prenotare prestazioni in base ad una offerta alternativa che oltrepassava il limite territoriale. I benefici ottenuti dall utilizzo di quanto realizzato nel progetto sono i seguenti: Per il cittadino: una maggiore disponibilità di servizi grazie alla possibilità di accesso ad ulteriori sedi di prenotazione; possibilità di prenotare prestazioni di alta e altissima specializzazione oltre i confini regionali; maggior rispetto dei diritti del cittadino, fornendo una risposta più ampia al diritto di libera scelta; maggiore possibilità di essere indirizzati verso strutture rispondenti alle proprie esigenze nel più breve tempo possibile; Pagina 19 di 21

20 presentazione di una offerta alternativa che oltrepassi il limite territoriale, permettendo il governo dei tempi di attesa anche quando "l offerta allargata è indirizzata verso quelle prestazioni per le quali risultano esserci squilibri evidenti tra domanda e offerta. Per la programmazione dei servizi: Per gli operatori: storicizzazione delle informazioni al fine di effettuare un monitoraggio costante del fenomeno attraverso il ricorso alle tecnologie di data warehouse ; utilizzo di metodiche di Customer Relationship Management (CRM) per verificare la rispondenza presso l utenza della qualità dei servizi erogati; supporto per il monitoraggio dei Livelli Essenziali di Assistenza (LEA); creazione e gestione di una offerta federata tramite la definizione di accordi di servizio strutturati tra Amministrazioni Pubbliche. maggiori possibilità di indirizzamento degli utenti verso l offerta prospettata più idonea; migliore distribuzione complessiva delle attività e dei carichi di lavoro; disponibilità di una procedura unificata per la predisposizione dei piani di lavoro e della rendicontazione delle attività. Per le Pubbliche Amministrazioni: disponibilità in riuso dei moduli sw per poter implementare un sistema CUP sovra territoriale completo di tutte le componenti e con un elevato grado di flessibilità grazie alla sua natura modulare; possibilità di usufruire dell'esperienza maturata dalle Amministrazioni partecipanti al progetto sia attraverso un supporto tecnico sia attraverso un supporto organizzativo (in particolare nella parte di definizione delle modalità di gestione degli accordi di servizio); Pagina 20 di 21

21 Elementi di criticità Con l avvio dei piloti sono emerse le seguenti specificità : 1. Iniziare ad affrontare problematiche organizzative e di attuazione del modello federato tra Aziende diverse e tra Regioni diverse. Come già ribadito in varie occasioni, il modello federato di prenotazione presuppone, oltre che la parte di attuazione strettamente tecnica, anche la definizione di regole e codifiche condivise tra i soggetti (Aziende o Regioni) che intendono mettersi in federazione. Oltre ciò devono essere stabilite le prestazioni e le modalità di erogazione delle prestazioni che si intendono scambiare. Nell ottica di una evoluzione del modello federato in ambito nazionale, è necessario che laddove si tratta di definire aspetti con valenza comune, siano i soggetti preposti del governo centrale a fornire gli strumenti comuni su cui andare a costruire il modello. 2. Offrire alle Regioni partecipanti elementi valutativi al fine di effettuare con maggiore competenza le scelte organizzative future in ambito di mobilità inter ed intra regionale. Vincoli Anche in base alle risultanze emerse per l avvio di un modello federato intra regionale e/o inter regionale è consigliabile una analisi dei processi organizzativi prima di avviare l implementazione del sistema. Non sono presenti particolari vincoli in ambito tecnologico. Modalità di riuso consigliate Cessione ai richiedenti tramite apposito protocollo d intesa della soluzione descritta nella presente scheda nello stato di realizzazione raggiunto (As- is). Il protocollo potrà riguardare il riuso dell intero sistema che una delle sue componenti e potrà contenere accordi di compartecipazione per la sua evoluzione. Pagina 21 di 21

Tavolo di Sanità Elettronica progetto: "Rete dei centri di prenotazione - Cup on line"

Tavolo di Sanità Elettronica progetto: Rete dei centri di prenotazione - Cup on line Tavolo di Sanità Elettronica progetto: "Rete dei centri di prenotazione - Cup on line" Roma, 28 Giugno 2011 La storia Ø Ha origine nel corso del 2005 dal primo Piano di e-government Obiettivo Programma

Dettagli

Progetto Prenotazione on line. Roma, 12 Maggio 2011

Progetto Prenotazione on line. Roma, 12 Maggio 2011 Progetto Prenotazione on line Roma, 12 Maggio 2011 CHI È VENUTO PRIMA DI NOI HA FATTO MOLTO, MA NON HA FATTO TUTTO (Seneca) Roma, 12 Maggio 2011 Pag. 2 La storia Ha origine nel corso del 2005 dal primo

Dettagli

Tavolo di Sanità Elettronica. Riuso delle componenti realizzate nel progetto "Rete dei centri di prenotazione - Cup on line"

Tavolo di Sanità Elettronica. Riuso delle componenti realizzate nel progetto Rete dei centri di prenotazione - Cup on line Tavolo di Sanità Elettronica Riuso delle componenti realizzate nel progetto "Rete dei centri di prenotazione - Cup on line" Roma, 14 Dicembre 2011 IL RIUSO Mettersi insieme è un inizio, rimanere insieme

Dettagli

PROGETTO PILOTA PRENOTAZIONE ON LINE

PROGETTO PILOTA PRENOTAZIONE ON LINE PROGETTO PILOTA PRENOTAZIONE ON LINE DIT (Dipartimento per l Innovazione e le Tecnologie), con ruolo di PM, progettazione condivisa, verifica e controllo Umbria con ruolo di capofila Emilia Romagna Marche

Dettagli

Allegato 2: Prospetto informativo generale

Allegato 2: Prospetto informativo generale Gara a procedura ristretta accelerata per l affidamento, mediante l utilizzo dell Accordo Quadro di cui all art. 59 del D.Lgs. n. 163/2006, di Servizi di Supporto in ambito ICT a InnovaPuglia S.p.A. Allegato

Dettagli

MCloud.Gov l infrastruttura SaaS per la Pubblica Amministrazione locale

MCloud.Gov l infrastruttura SaaS per la Pubblica Amministrazione locale MCloud.Gov l infrastruttura SaaS per la Pubblica Amministrazione locale 1. Livello infrastrutturale Il Cloud, inteso come un ampio insieme di risorse e servizi fruibili da Internet che possono essere dinamicamente

Dettagli

Esperienze di utilizzo dello standard HL7 Regione Emilia Romagna

Esperienze di utilizzo dello standard HL7 Regione Emilia Romagna Esperienze di utilizzo dello standard HL7 Regione Emilia Romagna Il Progetto SOLE - Sanità On LinE e gli standard Stefano Micocci e Marco Devanna CUP 2000 15 settembre 2010 SOLE-100206 Di cosa parleremo

Dettagli

Architettura del sistema

Architettura del sistema 18/06/15 I N D I C E 1 INTRODUZIONE... 2 2 DEFINIZIONE DEGLI OBIETTIVI... 2 3 PROGETTO DI MASSIMA... 3 3.1 REQUISITI DELLA SOLUZIONE... 4 4 LA SOLUZIONE... 4 4.1 IL NUCLEO CENTRALE... 5 4.1.1 La gestione

Dettagli

Centro Nazionale per l Informatica nella Pubblica Amministrazione. Gara a procedura aperta n. 1/2007. per l appalto dei

Centro Nazionale per l Informatica nella Pubblica Amministrazione. Gara a procedura aperta n. 1/2007. per l appalto dei Centro Nazionale per l Informatica nella Pubblica Amministrazione Gara a procedura aperta n. 1/2007 per l appalto dei Servizi di rilevazione e valutazione sullo stato di attuazione della normativa vigente

Dettagli

Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali

Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali Prospetto Informativo on-line Standard tecnici del sistema informativo per l invio telematico del Prospetto Informativo Documento: UNIPI.StandardTecnici Revisione

Dettagli

MONITORAGGIO UNITARIO PROGETTI 2007/2013 PROTOCOLLO DI COLLOQUI ANALISI ATTIVAZIONE SERVIZIO IGRUE IN SPCOOP. Link.it srl - Analisi Servizio IGRUE 1

MONITORAGGIO UNITARIO PROGETTI 2007/2013 PROTOCOLLO DI COLLOQUI ANALISI ATTIVAZIONE SERVIZIO IGRUE IN SPCOOP. Link.it srl - Analisi Servizio IGRUE 1 MONITORAGGIO UNITARIO PROGETTI 2007/2013 PROTOCOLLO DI COLLOQUI ANALISI ATTIVAZIONE SERVIZIO IGRUE IN SPCOOP Link.it srl - Analisi Servizio IGRUE 1 Panoramica L'attuale sistema IGRUE è composto da: Il

Dettagli

CARTA REGIONALE DEI SERVIZI SISTEMA INFORMATIVO SOCIO- SANITARIO DELLA REGIONE LOMBARDIA

CARTA REGIONALE DEI SERVIZI SISTEMA INFORMATIVO SOCIO- SANITARIO DELLA REGIONE LOMBARDIA CARTA REGIONALE DEI SERVIZI SISTEMA INFORMATIVO SOCIO- SANITARIO DELLA REGIONE LOMBARDIA IL CLIENTE Regione Lombardia, attraverso la società Lombardia Informatica. IL PROGETTO Fin dal 1998 la Regione Lombardia

Dettagli

Direzione Centrale Sistemi Informativi

Direzione Centrale Sistemi Informativi Direzione Centrale Sistemi Informativi Missione Contribuire, in coerenza con le strategie e gli obiettivi aziendali, alla definizione della strategia ICT del Gruppo, con proposta al Chief Operating Officer

Dettagli

Indice. Indice... 2 1. Premessa e scopo del documento... 3 2. Ambiente operativo... 4 3. Architettura di sistema... 5

Indice. Indice... 2 1. Premessa e scopo del documento... 3 2. Ambiente operativo... 4 3. Architettura di sistema... 5 Realizzazione di un sistema informatico on-line bilingue di gestione, monitoraggio, rendicontazione e controllo del Programma di Cooperazione Transfrontaliera Italia - Francia Marittimo finanziato dal

Dettagli

@CCEDO: Accessibilità, Sicurezza, Architettura

@CCEDO: Accessibilità, Sicurezza, Architettura Rev. 8, agg. Settembre 2014 @CCEDO: Accessibilità, Sicurezza, Architettura 1.1 Il Sistema di Gestione della Sicurezza Per quanto riguarda la gestione della Sicurezza, @ccedo è dotato di un sistema di autenticazione

Dettagli

Applicazione: Comuni in Rete della Provincia di Asti

Applicazione: Comuni in Rete della Provincia di Asti Riusabilità del software - Catalogo delle applicazioni: Programmazione/Controllo Applicazione: Comuni in Rete della Provincia di Asti Amministrazione: Provincia di Asti Referente/i di progetto Nome e cognome:

Dettagli

Applicazione: GAS - Gestione AcceSsi

Applicazione: GAS - Gestione AcceSsi Riusabilità del software - Catalogo delle applicazioni Gestione ICT Applicazione: GAS - Gestione AcceSsi Amministrazione: Consiglio Nazionale delle Ricerche (CNR) Responsabile dei sistemi informativi Nome

Dettagli

Titolo Perché scegliere Alfresco. Titolo1 ECM Alfresco

Titolo Perché scegliere Alfresco. Titolo1 ECM Alfresco Titolo Perché scegliere Alfresco Titolo1 ECM Alfresco 1 «1» Agenda Presentazione ECM Alfresco; Gli Strumenti di Alfresco; Le funzionalità messe a disposizione; Le caratteristiche Tecniche. 2 «2» ECM Alfresco

Dettagli

CAPITOLATO TECNICO PER LA COSTRUZIONE, GESTIONE E MANUTENZIONE SITO WEB ISTITUZIONALE DELL UNIONE DEI COMUNI DELL APPENNINO BOLOGNESE.

CAPITOLATO TECNICO PER LA COSTRUZIONE, GESTIONE E MANUTENZIONE SITO WEB ISTITUZIONALE DELL UNIONE DEI COMUNI DELL APPENNINO BOLOGNESE. CAPITOLATO TECNICO PER LA COSTRUZIONE, GESTIONE E MANUTENZIONE SITO WEB ISTITUZIONALE DELL UNIONE DEI COMUNI DELL APPENNINO BOLOGNESE. Articolo 1 Oggetto dell appalto 1. L appalto ha per oggetto la progettazione,

Dettagli

Sistema di Interoperabilità e di Cooperazione Applicativa Evoluta in sicurezza (SPICCA) CUReP

Sistema di Interoperabilità e di Cooperazione Applicativa Evoluta in sicurezza (SPICCA) CUReP Sistema di Interoperabilità e di Cooperazione Applicativa Evoluta in sicurezza (SPICCA) un caso d uso Centro Integrato di Prenotazione della Regione Campania CUReP DIT WorkShop Cup on line interregionale

Dettagli

ALLEGATO C STANDARD TECNICI DELLA BORSA CONTINUA NAZIONALE DEL LAVORO

ALLEGATO C STANDARD TECNICI DELLA BORSA CONTINUA NAZIONALE DEL LAVORO ALLEGATO C STANDARD TECNICI DELLA BORSA CONTINUA NAZIONALE DEL LAVORO Standard tecnici Gli standard tecnici di riferimento adottati sono conformi alle specifiche e alle raccomandazioni emanate dai principali

Dettagli

Catalogo Servizi e Value Proposition

Catalogo Servizi e Value Proposition Catalogo Servizi e Value Proposition Trento, 14 aprile 2015 UniIT S.r.l. Public Il documento e le informazioni contenute sono di proprietà di Uni IT S.r.l. Tutti i diritti riservati AGENDA Chi siamo I

Dettagli

Speciale: I casi. Introduzione dell'area tematica IL CASO FEDERAZIONE DELLE BCC DELL'EMILIA- ROMAGNA

Speciale: I casi. Introduzione dell'area tematica IL CASO FEDERAZIONE DELLE BCC DELL'EMILIA- ROMAGNA Estratto dell'agenda dell'innovazione e del Trade Bologna 2011 Speciale: I casi Introduzione dell'area tematica IL CASO FEDERAZIONE DELLE BCC DELL'EMILIA- ROMAGNA Innovare e competere con le ICT: casi

Dettagli

Archiviazione Documentale

Archiviazione Documentale Archiviazione Documentale Il Progetto OPEN SOURCE tutto Italiano per la Gestione Elettronica della documentazione, firma digitale, conservazione sostitutiva, fatturazione elettronica e protocollo informatico.

Dettagli

Descrizione generale. Architettura del sistema

Descrizione generale. Architettura del sistema Descrizione generale Sister.Net nasce dall esigenza di avere un sistema generale di Cooperazione Applicativa tra Enti nel settore dell Informazione Geografica che consenta la realizzazione progressiva

Dettagli

DigitPA. VISTI gli articoli 16 e 16 bis del decreto Legge 29 novembre 2008, n. 185 convertito con modificazioni dalla Legge 28 gennaio 2009 n.

DigitPA. VISTI gli articoli 16 e 16 bis del decreto Legge 29 novembre 2008, n. 185 convertito con modificazioni dalla Legge 28 gennaio 2009 n. DigitPA VISTO l art. 6, comma 1 bis, del decreto legislativo 7 marzo 2005 n. 82 (indicato in seguito con l acronimo CAD), come modificato dal decreto legislativo 30 dicembre 2010 n. 235; VISTI gli articoli

Dettagli

Il nuovo sistema integrato regionale per la sanità sarda

Il nuovo sistema integrato regionale per la sanità sarda DELLA SARDEGNA ASSESSORATO DELL IGIENE E SANITA E DELL ASSISTENZA SOCIALE Il nuovo sistema integrato regionale per la sanità sarda Giovedì 2 ottobre 2008 Obiettivo Il progetto Sistema informativo sanitario

Dettagli

Chi è Adiuto. Cultura e tecnologia nella gestione documentale

Chi è Adiuto. Cultura e tecnologia nella gestione documentale Cultura e tecnologia nella gestione documentale Chi è Adiuto Attiva dal 2001, Adiuto affronta e risolve le problematiche di gestione elettronica documentale. Grazie alla sua innovativa suite documentale

Dettagli

Tecniche e Strategie per misurare e migliorare le performance del servizio di telefonia fissa. Application Monitoring Broadband Report Analysis

Tecniche e Strategie per misurare e migliorare le performance del servizio di telefonia fissa. Application Monitoring Broadband Report Analysis Tecniche e Strategie per misurare e migliorare le performance del servizio di telefonia fissa Application Monitoring Broadband Report Analysis Le necessità tipiche del servizio di telefonia Maggiore sicurezza

Dettagli

Applicazione: Anagrafe Edilizia Scolastica

Applicazione: Anagrafe Edilizia Scolastica Riusabilità del software - Catalogo delle applicazioni Appl_vo/Verticale Applicazione: Anagrafe Edilizia Scolastica Amministrazione: Ministero dell'istruzione, dell'università e della Ricerca Responsabile

Dettagli

CeBAS. Centrale Bandi e Avvisi Pubblici Regionali (DGR n. 1556 del 11.09.2009)

CeBAS. Centrale Bandi e Avvisi Pubblici Regionali (DGR n. 1556 del 11.09.2009) CeBAS Centrale Bandi e Avvisi Pubblici Regionali (DGR n. 1556 del 11.09.2009) Introduzione Il progetto CEBAS: la finalità è di migliorare l efficienza operativa interna dell Ente rispondere alle aspettative

Dettagli

Applicazione: SAI - Sistema di Audit Interno

Applicazione: SAI - Sistema di Audit Interno Riusabilità del software Catalogo delle applicazioni: Amministrativo/Contabile Applicazione: SAI Sistema di Audit Interno Amministrazione: Agenzia delle Entrate Responsabile dei sistemi informativi Nome

Dettagli

Open City Platform OCP

Open City Platform OCP Open City Platform OCP Come rendere intelligente la città (un passo per volta)? Una piattaforma cloud aperta robusta, scalabile e flessibile per accelerare l attivazione digitale dei servizi della PA INFN

Dettagli

Servizi. Gennaio 2013. Corylus S.p.A. (Gruppo IVU S.p.A.)

Servizi. Gennaio 2013. Corylus S.p.A. (Gruppo IVU S.p.A.) Servizi Gennaio 2013 Corylus S.p.A. (Gruppo IVU S.p.A.) Sede Legale: Via La Spezia, 6 00182 Roma Sede Operativa: Via Tre Cannelle, 5 00040 Pomezia (RM) - Tel. +39.06.91997.1 - Fax +39.06.91997.241 - sales@scorylus.it

Dettagli

! "! " #$% & "! "&% &&

! !  #$% & ! &% && ! "! " #$% & "! "&% && '( " )* '+,-$..$ / 0 1 2 ' 3 4" 5 5 &4&6& 27 &+ PROFILO PROFESSIONALE ESPERTO DATABASE E APPLICATIVI Categoria D Gestisce ed amministra le basi dati occupandosi anche della manutenzione

Dettagli

POR Calabria FSE 2007/2013 Asse II Occupabilità Obiettivo operativo D1

POR Calabria FSE 2007/2013 Asse II Occupabilità Obiettivo operativo D1 Allegato n. 2 al Capitolato speciale d appalto. ENTE PUBBLICO ECONOMICO STRUMENTALE DELLA REGIONE CALABRIA POR Calabria FSE 2007/2013 Asse II Occupabilità Obiettivo operativo D1 Procedura aperta sotto

Dettagli

Applicazione: OIL Online Interactive helpdesk

Applicazione: OIL Online Interactive helpdesk Riusabilità del software - Catalogo delle applicazioni: Gestione ICT Applicazione: OIL Online Interactive helpdesk Amministrazione: Consiglio Nazionale delle Ricerche (CNR) Responsabile dei sistemi informativi

Dettagli

Applicazione: SOLDI Servizi Online per i Dipendenti

Applicazione: SOLDI Servizi Online per i Dipendenti Riusabilità del software Catalogo delle applicazioni Gestione Personale Applicazione: SOLDI Servizi Online per i Dipendenti Amministrazione: Università della Calabria Responsabile dei sistemi informativi

Dettagli

La carta di identità elettronica per il sistema dei servizi

La carta di identità elettronica per il sistema dei servizi La carta di identità elettronica per il sistema dei servizi L AMMINISTRAZIONE LOCALE: IL FRONT OFFICE DELL INTERO MONDO DELLA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE Con il Piano di E-Government, con il ruolo centrale

Dettagli

1. P.T.I. PIATTAFORMA TELEMATICA INTEGRATA

1. P.T.I. PIATTAFORMA TELEMATICA INTEGRATA 1. P.T.I. PIATTAFORMA TELEMATICA INTEGRATA La Regione Siciliana ha intrapreso nell'ultimo decennio un percorso di modernizzazione che ha come frontiera la creazione della Società dell Informazione, ovvero

Dettagli

Introduzione alla Cooperazione applicativa in Campania

Introduzione alla Cooperazione applicativa in Campania Introduzione alla Cooperazione applicativa in Campania Cos è SPICCA è una infrastruttura costituita dall insieme di risorse hardware e componenti applicative, rappresenta la piattaforma per la realizzazione

Dettagli

PROCEDURA DI GARA PER LA FORNITURA DI UNA PIATTAFORMA PER L ORCHESTRAZIONE DI SERVIZI COMPOSITI E LA GESTIONE DOCUMENTALE

PROCEDURA DI GARA PER LA FORNITURA DI UNA PIATTAFORMA PER L ORCHESTRAZIONE DI SERVIZI COMPOSITI E LA GESTIONE DOCUMENTALE PROCEDURA DI GARA PER LA FORNITURA DI UNA PIATTAFORMA PER L ORCHESTRAZIONE DI SERVIZI COMPOSITI E LA GESTIONE DOCUMENTALE CAPITOLATO TECNICO DI GARA CIG 5302223CD3 SOMMARIO 1 Oggetto della Fornitura...

Dettagli

Stefano Bucci Technology Director Sales Consulting. Roma, 23 Maggio 2007

Stefano Bucci Technology Director Sales Consulting. Roma, 23 Maggio 2007 L Information Technology a supporto delle ALI: Come coniugare un modello di crescita sostenibile con le irrinuciabili caratteristiche di integrazione, sicurezza ed elevata disponibilità di un Centro Servizi

Dettagli

Applicazione: Suite Gestione del personale

Applicazione: Suite Gestione del personale Riusabilità del software - Catalogo delle applicazioni: Gestione personale Applicazione: Suite Gestione del personale Amministrazione: Regione Piemonte - Direzione Innovazione, Ricerca ed Università -

Dettagli

Eclipse Day 2010 in Rome

Eclipse Day 2010 in Rome Le infrastrutture open source per la cooperazione applicativa nella pubblica amministrazione: l'esperienza in Regione del Veneto Dirigente del Servizio Progettazione e Sviluppo Direzione Sistema Informatico

Dettagli

Applicazione: Anagrafe regionale dell'edilizia scolastica

Applicazione: Anagrafe regionale dell'edilizia scolastica Riusabilità del software - Catalogo delle applicazioni: Applicativo verticale Applicazione: Anagrafe regionale dell'edilizia scolastica Amministrazione: Regione Piemonte - Direzione Innovazione, Ricerca

Dettagli

Applicazione: Share - Sistema per la gestione strutturata di documenti

Applicazione: Share - Sistema per la gestione strutturata di documenti Riusabilità del software - Catalogo delle applicazioni: Gestione Documentale Applicazione: Share - Sistema per la gestione strutturata di documenti Amministrazione: Regione Piemonte - Direzione Innovazione,

Dettagli

Applicazione: SIPER Servizi In linea per il PERsonale

Applicazione: SIPER Servizi In linea per il PERsonale Riusabilità del software - Catalogo delle applicazioni Gestione Personale Applicazione: SIPER Servizi In linea per il PERsonale Amministrazione: Consiglio Nazionale delle Ricerche (CNR) Responsabile dei

Dettagli

Applicazione: Servizio periferico per l'invio telematico delle domande di nulla osta al lavoro

Applicazione: Servizio periferico per l'invio telematico delle domande di nulla osta al lavoro Riusabilità del software - Catalogo delle applicazioni Appl_vo/Verticale Applicazione: Servizio periferico per l'invio telematico delle domande di nulla osta al lavoro Amministrazione: Ministero dell Interno

Dettagli

LIBERA L EFFICIENZA E LA COMPETITIVITÀ DEI TUOI STRUMENTI! Open Solutions, Smart Integration

LIBERA L EFFICIENZA E LA COMPETITIVITÀ DEI TUOI STRUMENTI! Open Solutions, Smart Integration LIBERA L EFFICIENZA E LA COMPETITIVITÀ DEI TUOI STRUMENTI! Open Solutions, Smart Integration COSA FACCIAMO SEMPLIFICHIAMO I PROCESSI DEL TUO BUSINESS CON SOLUZIONI SU MISURA EXTRA supporta lo sviluppo

Dettagli

Integrazione di Sistemi Informativi Sanitari attraverso l uso di Middleware Web Services

Integrazione di Sistemi Informativi Sanitari attraverso l uso di Middleware Web Services Consiglio Nazionale delle Ricerche Istituto di Calcolo e Reti ad Alte Prestazioni Integrazione di Sistemi Informativi Sanitari attraverso l uso di Middleware Web Services I. Marra M. Ciampi RT-ICAR-NA-06-04

Dettagli

Applicazione: DoQui/Acta - Sistema di gestione dell'archivio

Applicazione: DoQui/Acta - Sistema di gestione dell'archivio Riusabilità del software - Catalogo delle applicazioni: Gestione documentale Applicazione: DoQui/Acta - Sistema di gestione dell'archivio Amministrazione: Regione Piemonte - Direzione Innovazione, Ricerca

Dettagli

Indice strutturato dello studio di fattibilità

Indice strutturato dello studio di fattibilità Indice strutturato dello studio di fattibilità DigitPA 00137 Roma - viale Marx, 43 Pagina 1 di 10 Indice 1 2 SPECIFICITÀ DELLO STUDIO DI FATTIBILITÀ IN UN PROGETTO DI RIUSO... 3 INDICE STRUTTURATO DELLO

Dettagli

COMUNE DI VIGONOVO PROVINCIA DI VENEZIA Via Veneto, 2 30030 VIGONOVO (VE)

COMUNE DI VIGONOVO PROVINCIA DI VENEZIA Via Veneto, 2 30030 VIGONOVO (VE) COMUNE DI VIGONOVO PROVINCIA DI VENEZIA Via Veneto, 2 30030 VIGONOVO (VE) Comune di Vigonovo Sistemi Informativi Piano di informatizzazione delle procedure per la presentazione delle istanze, dichiarazioni

Dettagli

ALL. C AFFIDAMENTO AI SENSI DELL ART. 125, COMMI 10 E 11, DEL D.LGS. 163/2006 E S.M.I. DELLA PROGETTAZIONE E REALIZZAZIONE DI UN

ALL. C AFFIDAMENTO AI SENSI DELL ART. 125, COMMI 10 E 11, DEL D.LGS. 163/2006 E S.M.I. DELLA PROGETTAZIONE E REALIZZAZIONE DI UN ALL. C AFFIDAMENTO AI SENSI DELL ART. 125, COMMI 10 E 11, DEL D.LGS. 163/2006 E S.M.I. DELLA PROGETTAZIONE E REALIZZAZIONE DI UN PORTALE WEB NELL AMBITO DELLA MISURA 2.6. DEL POI ENERGIA FESR 2007 2013

Dettagli

PROFILO FORMATIVO Profilo professionale e percorso formativo

PROFILO FORMATIVO Profilo professionale e percorso formativo Agenzia del Lavoro Provincia Autonoma di Trento PROFILO FORMATIVO Profilo professionale e percorso formativo DENOMINAZIONE FIGURA PROFESSIONALE - TECNICO INFORMATICO SISTEMA INFORMATIVO AZIENDALE CED-EDP

Dettagli

DELIBERAZIONE N. 21/29 DEL 13.6.2014

DELIBERAZIONE N. 21/29 DEL 13.6.2014 Oggetto: POR FESR 2007-2013 Linee di attività 1.2.1.a., b. e c. Rimodulazione e incremento della dotazione finanziaria per l attuazione degli interventi relativi alla dematerializzazione della prescrizione

Dettagli

Concetti base. Impianti Informatici. Web application

Concetti base. Impianti Informatici. Web application Concetti base Web application La diffusione del World Wide Web 2 Supporto ai ricercatori Organizzazione documentazione Condivisione informazioni Scambio di informazioni di qualsiasi natura Chat Forum Intranet

Dettagli

Il modello di gestione delle identità digitali in SPCoop

Il modello di gestione delle identità digitali in SPCoop Il modello di gestione delle identità digitali in SPCoop Francesco Tortorelli Il quadro normativo e regolatorio di riferimento 2 Il codice dell amministrazione digitale (CAD) CAD Servizi Access di services

Dettagli

ALLEGATO 1B. Sistema automatico per la riduzione delle liste d attesa al CUP DISCIPLINARE TECNICO

ALLEGATO 1B. Sistema automatico per la riduzione delle liste d attesa al CUP DISCIPLINARE TECNICO ALLEGATO 1B Sistema automatico per la riduzione delle liste d attesa al CUP DISCIPLINARE TECNICO Indice 1.1 Definizioni, Abbreviazioni, Convenzioni...3 1.2 Scopo del Documento...3 2 Requisiti e Richieste...3

Dettagli

Tavolo di Sanità Elettronica 22 Marzo 2012

Tavolo di Sanità Elettronica 22 Marzo 2012 Direzione Generale Sanità IPSE: Progetto per la Sperimentazione di un sistema di interoperabilità europea e nazionale delle soluzioni di Fascicolo di Sanitario elettronico: componenti Patient Summary ed

Dettagli

Piattaforma Client-Server per un provider di servizi mobile computing

Piattaforma Client-Server per un provider di servizi mobile computing Piattaforma Client-Server per un provider di servizi mobile computing Ricerca applicata, intesa quale ricerca industriale e sviluppo sperimentale, inerente la materia delle I.C.T 1. DESCRIZIONE SINTETICA

Dettagli

Pianificazione di progetto esecutiva: tempi, fasi, risultati. Piero Luisi Project Manager del progetto e-demps - Comune di Pesaro

Pianificazione di progetto esecutiva: tempi, fasi, risultati. Piero Luisi Project Manager del progetto e-demps - Comune di Pesaro Pianificazione di progetto esecutiva: tempi, fasi, risultati Piero Luisi Project Manager del progetto e-demps - Comune di Pesaro Le macro fasi e prodotti del progetto - 1 Fase 1: Analisi e definizione

Dettagli

DEMATERIALIZZAZIONE, UNA FONTE NASCOSTA DI VALORE REGOLE E TECNICHE DI CONSERVAZIONE. Lucia Picardi. Responsabile Marketing Servizi Digitali

DEMATERIALIZZAZIONE, UNA FONTE NASCOSTA DI VALORE REGOLE E TECNICHE DI CONSERVAZIONE. Lucia Picardi. Responsabile Marketing Servizi Digitali DEMATERIALIZZAZIONE, UNA FONTE NASCOSTA DI VALORE REGOLE E TECNICHE DI CONSERVAZIONE Lucia Picardi Responsabile Marketing Servizi Digitali Chi siamo 2 Poste Italiane: da un insieme di asset/infrastrutture

Dettagli

SPORTELLO UNICO DELLE ATTIVITA PRODUTTIVE. Rete telematica e servizi di supporto ICT

SPORTELLO UNICO DELLE ATTIVITA PRODUTTIVE. Rete telematica e servizi di supporto ICT SPORTELLO UNICO DELLE ATTIVITA PRODUTTIVE Rete telematica e servizi di supporto ICT La rete telematica regionale LEPIDA ed il SISTEMA a rete degli SUAP come esempi di collaborazione fra Enti della PA per

Dettagli

Pagamenti elettronici e MUDE Piemonte

Pagamenti elettronici e MUDE Piemonte P. Palermo Direzione Soluzioni Applicative Area Bilancio, Programmazione e Procurement Torino, novembre 2014 La Piattaforma Pagamenti Piemonte 2 Pagamenti elettronici: situazione attuale Pagamenti elettronici

Dettagli

JScout ERP modulare per la gestione, pianificazione e controllo dei processi aziendali

JScout ERP modulare per la gestione, pianificazione e controllo dei processi aziendali JScout ERP modulare per la gestione, pianificazione e controllo dei processi aziendali La progettazione di JScout è frutto della esperienza pluriennale di GLOBAL Informatica nell implementazione delle

Dettagli

Comunicare per «costruire salute» FORUM PA Roma, 29 maggio 2013. L uso dell ICT per lo sviluppo del «Sistema Informativo Sociosanitario»

Comunicare per «costruire salute» FORUM PA Roma, 29 maggio 2013. L uso dell ICT per lo sviluppo del «Sistema Informativo Sociosanitario» Comunicare per «costruire salute» FORUM PA Roma, 29 maggio 2013 L uso dell ICT per lo sviluppo del «Sistema Informativo Sociosanitario» Chiara Penello Decreto Crescita 2.0 (DL 179/2012 conv. in Legge n.

Dettagli

Sistemi avanzati di gestione dei Sistemi Informativi

Sistemi avanzati di gestione dei Sistemi Informativi Esperti nella gestione dei sistemi informativi e tecnologie informatiche Sistemi avanzati di gestione dei Sistemi Informativi Docente: Email: Sito: Eduard Roccatello eduard@roccatello.it http://www.roccatello.it/teaching/gsi/

Dettagli

Allegato 15 Modello offerta tecnica

Allegato 15 Modello offerta tecnica Allegato 15 Modello offerta tecnica Sommario 1 PREMESSA... 4 1.1 Scopo del documento... 4 2 La soluzione progettuale e la relativa architettura... 4 2.1 Requisiti generali della soluzione offerta... 4

Dettagli

Software a supporto della Gestione amministrativa dello Sportello Unico versione 2.1. Piano d azione

Software a supporto della Gestione amministrativa dello Sportello Unico versione 2.1. Piano d azione Pag. 1 di 6 Software a supporto della Gestione amministrativa dello Sportello Unico versione 2.1 Piano d azione R EV. REDAZIONE VERIFICHE ED APPROVAZIONI CONTROLLO APPROVAZIONE AUTORIZZAZIONE EMISSIONE

Dettagli

TECNICO SUPERIORE PER LO SVILUPPO DEL SOFTWARE

TECNICO SUPERIORE PER LO SVILUPPO DEL SOFTWARE ISTRUZIONE E FORMAZIONE TECNICA SUPERIORE SETTORE I.C.T. Information and Communication Technology TECNICO SUPERIORE PER LO SVILUPPO DEL SOFTWARE STANDARD MINIMI DELLE COMPETENZE TECNICO PROFESSIONALI DESCRIZIONE

Dettagli

APPENDICE 4 AL CAPITOLATO TECNICO. Descrizione dei profili professionali e template del CV

APPENDICE 4 AL CAPITOLATO TECNICO. Descrizione dei profili professionali e template del CV APPENDICE 4 AL CAPITOLATO TECNICO Descrizione dei profili professionali e template del CV INDICE INTRODUZIONE... 3 1 PROFILI PROFESSIONALI RICHIESTI... 4 1.1 CAPO PROGETTO DI SISTEMI INFORMATIVI (CPI)...

Dettagli

1 Seminario Operativo Gruppi di Cure Primarie e Unità di Medicina Generale in Piemonte

1 Seminario Operativo Gruppi di Cure Primarie e Unità di Medicina Generale in Piemonte 1 Seminario Operativo Gruppi di Cure Primarie e Unità di Medicina Generale in Piemonte IL SISTEMA INFORMATIVO VISTO DALLA REGIONE PIEMONTE Dott. Domenico Nigro - Direzione regionale Sanità 24 Maggio 2008

Dettagli

CIG 6223997CCB COD. ALICE G00292

CIG 6223997CCB COD. ALICE G00292 APPENDICE 2 Descrizione dei profili professionali richiesti Sommario APPENDICE 2 Descrizione dei profili professionali richiesti... 1 1. PROFILI PROFESSIONALI RICHIESTI... 2 1.1 Capo progetto... 2 1.2

Dettagli

Ministero dell Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare

Ministero dell Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare Ministero dell Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare DIREZIONE GENERALE PER GLI AFFARI GENERALI E DEL PERSONALE Divisione III Sistemi Informativi RDO PER LA FORNITURA DI SERVIZI PER LA CONDUZIONE

Dettagli

SIMULWARE. Datawarehouse e sistemi di BI Dati in qualità, decisioni rapide ed efficaci

SIMULWARE. Datawarehouse e sistemi di BI Dati in qualità, decisioni rapide ed efficaci SIMULWARE Datawarehouse e sistemi di BI Dati in qualità, decisioni rapide ed efficaci Introduzione Il mercato di riferimento per la Business Intelligence è estremamente eterogeneo: dalla piccola azienda

Dettagli

PROGETTI di E-government Area Sanità

PROGETTI di E-government Area Sanità PROGETTI di E-government Area Sanità Regione del Veneto Fabio Perina 15 dicembre 2004 Medici Di Base Cup IL ROGETTO Distretti Farmacie Repository Reparti Laboratori Sistema Accessi Gestore Eventi Comuni

Dettagli

Applicazione: INFOPRG WEB - Sistema Informativo Territoriale

Applicazione: INFOPRG WEB - Sistema Informativo Territoriale Riusabilità del software - Catalogo delle applicazioni: Altro - Sistemi territoriali Applicazione: INFOPRG WEB - Sistema Informativo Territoriale Amministrazione: Comunità Montana Peligna Responsabile

Dettagli

B.P.S. Business Process Server ALLEGATO C10

B.P.S. Business Process Server ALLEGATO C10 B.P.S. Business Process Server ALLEGATO C10 REGIONE BASILICATA DIPARTIMENTO PRESIDENZA DELLA GIUNTA REGIONALE UFFICIO SISTEMA INFORMATIVO REGIONALE E STATISTICA Via V. Verrastro, n. 4 85100 Potenza tel

Dettagli

Check list per la valutazione di adeguatezza e Indice di adeguatezza

Check list per la valutazione di adeguatezza e Indice di adeguatezza Check list per la valutazione di adeguatezza e Indice di adeguatezza DigitPA 00137 Roma - viale Marx, 43 Pagina 1 di 16 Indice 1. PREMESSA... 3 2. ELEMENTI DI VALUTAZIONE DELL ADEGUATEZZA DELLA SOLUZIONE...

Dettagli

Pubblico e privato nelle strategie di e-government

Pubblico e privato nelle strategie di e-government Ruolo degli Enti Locali nel Piano di e-government La strategia del Comune per l e-government Gli strumenti attuativi della strategia Il necessario apporto del privato Ruolo degli Enti Locali nel Piano

Dettagli

Comune di Spoleto QUESITI E RISPOSTE

Comune di Spoleto QUESITI E RISPOSTE Procedura aperta per fornitura chiavi in mano di una suite applicativa gestionale Web based completamente integrata e comprensiva dei relativi servizi di assistenza e manutenzione QUESITI E RISPOSTE Quesito

Dettagli

Sanità digitale !62 STRATEGIA PER LA CRESCITA DIGITALE 2014-2020

Sanità digitale !62 STRATEGIA PER LA CRESCITA DIGITALE 2014-2020 Sanità digitale Cosa e perchè L innovazione digitale dei processi sanitari è un passaggio fondamentale per migliorare il rapporto costo-qualità dei servizi sanitari, limitare sprechi e inefficienze, ridurre

Dettagli

Corso Web programming

Corso Web programming Corso Web programming Modulo T3 A1 Modelli di programmazione 1 Prerequisiti Concetto di rete Processi e thread Concetti generali sui database 2 1 Introduzione Un particolare ambito della programmazione

Dettagli

Sistema per la Gestione della Rilevazione Presenze, Paghe e R.U.

Sistema per la Gestione della Rilevazione Presenze, Paghe e R.U. LEONARDO-ARCHIMEDE Sistema per la Gestione della Rilevazione Presenze, Paghe e R.U. HR-Portal Cartellino Web Bacheca Elettronica Gestione Anagrafica Direzione Generale e Uffici: 00178 ROMA Via Pomarico,

Dettagli

Attività relative al primo anno

Attività relative al primo anno PIANO OPERATIVO L obiettivo delle attività oggetto di convenzione è il perfezionamento dei sistemi software, l allineamento dei dati pregressi e il costante aggiornamento dei report delle partecipazioni

Dettagli

SIRV-INTEROP Sicurezza basata sui ruoli

SIRV-INTEROP Sicurezza basata sui ruoli SIRV-INTEROP (UML-A8.2-0) 06 ottobre 2004 Approvazioni Il presente documento è stato approvato da: UML-A8.2-0 18/11/05 16.25 2 Storia delle Modifiche Versione Data Descrizione Riferimenti Numero Titolo

Dettagli

Silk Learning Content Management. Collaboration, content, people, innovation.

Silk Learning Content Management. Collaboration, content, people, innovation. Collaboration, content, people, innovation. The Need for a Learning Content Management System In un mercato in continua evoluzione, dominato da un crescente bisogno di efficienza, il capitale intellettuale

Dettagli

Descrizione della piattaforma software MPS Monitor

Descrizione della piattaforma software MPS Monitor Descrizione della piattaforma software MPS Monitor MPS Monitor è il più completo sistema di monitoraggio remoto e di gestione integrata ed automatizzata dei dati e degli allarmi relativi ai dispositivi

Dettagli

Applicazione: Sistema Informativo Integrato per il Controllo di Gestione

Applicazione: Sistema Informativo Integrato per il Controllo di Gestione Riusabilità del software Catalogo delle applicazioni Pror_ne/Controllo Applicazione: Sistema Informativo Integrato per il Controllo di Gestione Amministrazione: Ministero della Giustizia Responsabile dei

Dettagli

Allegato 1 CIG 58703795FF PROCEDURA DI AFFIDAMENTO PER LA FORNITURA DI UNA PIATTAFORMA PER SERVICE MASHUP AND DELIVERY CAPITOLATO TECNICO

Allegato 1 CIG 58703795FF PROCEDURA DI AFFIDAMENTO PER LA FORNITURA DI UNA PIATTAFORMA PER SERVICE MASHUP AND DELIVERY CAPITOLATO TECNICO PROCEDURA DI AFFIDAMENTO PER LA FORNITURA DI UNA PIATTAFORMA PER SERVICE MASHUP AND DELIVERY CAPITOLATO TECNICO SOMMARIO 1 Oggetto della Fornitura... 3 2 Composizione della Fornitura... 3 2.1 Piattaforma

Dettagli

Applicazione: GPE - Gestione Prenotazione Eventi

Applicazione: GPE - Gestione Prenotazione Eventi Riusabilità del software - Catalogo delle applicazioni: Applicativo verticale Applicazione: GPE - Gestione Prenotazione Eventi Amministrazione: Regione Piemonte - Direzione Innovazione, Ricerca ed Università

Dettagli

Avviso per la realizzazione dei progetti di riuso

Avviso per la realizzazione dei progetti di riuso Avviso per la realizzazione dei progetti di riuso IL PRESIDENTE Premesso che: - per progetti cofinanziati dal primo avviso di e-government, si intendono i progetti riportati negli allegati A e B del decreto

Dettagli

C.Box: gestione dei processi documentali

C.Box: gestione dei processi documentali C.Box: gestione dei processi documentali Descrizione C.Box è la soluzione Delta per la gestione dei processi documentali che copre tutte le fasi del processo di gestione dei documenti: dalla smaterializzazione

Dettagli

Federfarma Napoli Associazione Sindacale dei Titolari di Farmacia della Provincia di Napoli. website: http://farpresa.ised.it

Federfarma Napoli Associazione Sindacale dei Titolari di Farmacia della Provincia di Napoli. website: http://farpresa.ised.it Federfarma Napoli Associazione Sindacale dei Titolari di Farmacia della Provincia di Napoli website: http://farpresa.ised.it IDEA L idea del presente Progetto nasce dall esperienza delle prenotazioni Cup

Dettagli

AZIENDA USL ROMA H Borgo Garibaldi,12 00041 Albano Laziale (Roma)

AZIENDA USL ROMA H Borgo Garibaldi,12 00041 Albano Laziale (Roma) Appalto per l Affidamento del Servizio di MANUTENZIONE, MONITORAGGIO E CONDUZIONE DEI SERVIZI DI SERVER FARM dell Azienda Sanitaria Locale Roma H compresa la realizzazione di due progetti IT finalizzati

Dettagli

Allegato A. CIG n. 4214998661 SCHEDA TECNICA

Allegato A. CIG n. 4214998661 SCHEDA TECNICA Regione del veneto Direzione Controlli e Governo SSR Palazzo Molin San Polo n. 2514 30125 Venezia Allegato A Procedura negoziata ex art. 57, comma 2, lett. b) del D.Lgs. 163/2006 e ss.mm.ii. al fine dell

Dettagli

IN CHIAVE E-GOVERNMENT

IN CHIAVE E-GOVERNMENT UNA NUOVA SUITE IN CHIAVE E-GOVERNMENT La Pubblica Amministrazione cambia. Si fa strada concretamente l idea di uno stile di governo innovativo che, grazie alla potenzialità di interconnessione, renda

Dettagli

AVVISO n. 29/2010: Procedura comparativa per il conferimento di un incarico di collaborazione coordinata e continuativa per un profilo super senior

AVVISO n. 29/2010: Procedura comparativa per il conferimento di un incarico di collaborazione coordinata e continuativa per un profilo super senior AVVISO n. 29/2010: Procedura comparativa per il conferimento di un incarico di collaborazione coordinata e continuativa per un profilo super senior, di Esperto di servizi e tecnologie per l egovernment

Dettagli