Sistemi-Seconda Prova

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Sistemi-Seconda Prova"

Transcript

1 Sistemi-Seconda Prova Ipotesi Progetto generale LAN Schema armadi Piantina Progetto generale WAN Progetto generale fonia Schema logico Assegnazione IP VPN Server (hardware e software) Client (hardware e software) Sicurezza Costi Ipotesi Prendiamo in considerazione una generica azienda composta da una sede centrale, con uffici e magazzino, e da più sedi periferiche. Le possibilità sono 2: Edifici in costruzione. In questo caso sarà possibile effettuare opere murarie di qualsiasi tipo, sempre cercando di rientrare nei limiti imposti dal budget. Edifici in ristrutturazione. Dovremo cercare di ridurre le opere murarie al minimo indispensabile e faremo un notevole uso della controsoffittatura. Le normative applicabili sono le seguenti: EIA/TIA standard americano per il cablaggio di edifici residenziali EIA/TIA standard americano per edifici commerciali EN standard europeo prodotto da Cenelec ISO/IEC standard internazionale per edificili commerciali ICE armadi tecnologici / Racks Dovremo selezionare quelle più indicate in base alla localizzazione geografica del cliente ed in base alla tipologia di edificio. Una cosa importante da ricordare è che con ISO/IEC 11801, a differenza dello standard americano, è possibile creare collegamenti ridondanti tra armadi dello stesso livello con 4 cavi UTP 5e a 4 coppie. Il tutto dovrà essere certificato da un ente certificatore alla fine dei lavori. I dati personali verranno salvati in un database rispettando la normativa Dlg 196 del 30/06/2003. Progetto generale LAN A seconda della normativa scelta, progetteremo la rete locale secondo le esigenze dell'utente. La topologia usata sarà di tipo stellare gerarchico. Nel caso la normativa lo consenta, connetteremo cavi di dorsale tra livelli di uguale gerarchia per distribuire meglio i cavi e ridurre l'utilizzo di cavi montanti degli edifici. Nel caso la sede sia adiacente al magazzino per coprire il secondo utilizzeremo una dorsale orizzontale in fibra ottica multimodale per la connessione tra i 2 Building Distributor. In alternativa, sarà possibile usare una connessione di tipo Wireless, certificata n, come sistema di backup. Nei locali dove se ne dovesse presentare la necessità (portatili, PDA, etc) saranno installati degli Access Point wireless della portata di circa 30 metri. Piantina Le principali regole sono: - Una TO ogni 10 m 2 a 45 cm da terra. In deroga alla normativa, possono non essere coperte alcune stanze vista la loro funzione.

2 - Un CP (equivalente a 12 TO) per eventuali laboratori dove è necessario rilocare spesso i PC - Quando necessario una TO a 250 cm da terra per access point wireless - Cavi UTP categoria 5e per dati, lunghezza max 80 m. in pianta (10 m per le calate dalla controsoffittatura), per collegamento tra sede e magazzino e per altre eventuali dorsali della sede Fibra Ottica multimodale (fino a 300m). - Utilizzare la controsoffittatura, per quanto possibile, al fine di non effettuare evitabili e dispendiose opere murarie. Nel disegno, un esempio di una pianta relativa ad una sede di una testata giornalistica. Schema armadi

3 Progetto generale WAN Ci sono 2 possibilità per le connessioni di tipo WAN, da scegliere e valutare in relazione alla situazione del cliente: Il cliente deve ospitare uno o più siti web. In questo caso, sarà possibile avere il web server "in casa" adottando una DMZ oppure farlo ospitare presso una web farm tramite housing. Tuttavia, la soluzione più idonea, solitamente, è quella che prevedere un piano di hosting e l'affitto di un server presso un Datacenter. Il cliente non ha necessità di fornire servizi web all'esterno. Non sarà necessaria una DMZ e non sarà necessario dotarsi di particolari tipi di connettività. Andiamo ad analizzare nel dettaglio le varie possibilità nel caso il cliente necessiti di un sito: Soluzione in casa Per tenere un server in casa: Sarà necessario dotare la sede centrale di una connettività dedicata di tipo SHDSL (sincrona) con una linea di backup PPP ISDN. La banda necessaria varia in funzione del numero di servizi web gestiti e dal numero di client connessi in sede (4 mega dovrebbero essere sufficienti). Sarà opportuno prevedere una DMZ.

4 Sarà essenziale disporre di una "sala server" protetta da sbalzi di corrente tramite sistema di backup UPS e mantenuta ad una temperatura e ad un livello di umidità costanti. Se le sedi periferiche dovranno avere accesso al database, si dovrà prevedere un accesso dall'esterno di tipo VPN opportunamente crittografato.

5 Soluzione Hosting/Housing Al fine di risparmiare sui costi di mantenimento di un server "in casa", sarà opportuno valutare la possibilità di darlo in gestione ad un provider. Tramite housing sarà il server web di nostra proprietà ad essere mantenuto in una webfarm. L'hosting, invece, prevede che il server venga preso in affitto. L'hosting, in base alle necessità del cliente, può essere di 3 tipi: condiviso: bassissimo costo (30 /anno circa). Il nostro sito verrà ospitato in un server virtuale condiviso con altri utenti e non si ha garanzia di prestazioni. virtuale: basso costo (30 /mese circa). Il nostro sito viene ospitato su una macchina virtuale dedicata, con risorse limitate ma con garanzie prestazionali. dedicato: costo elevato (oltre 50 /mese). Il sito verrà ospitato presso un PC dedicato su cui avremo totale controllo, per prestazioni elevatissime e numerosi siti contemporaneamente.

6 Per la connettività della sede periferica, nonché della stessa sede centrale in caso di soluzione housing/hosting, si provvederà con una connessione ADSL 20 mega download 1 mega upload e backup PPP ISDN. Oltre a questo, nel caso l'azienda abbia dei rappresentanti e necessiti che questi possano avere accesso al database interno, è necessario dotarli di dispositivi 2G (GPRS) o 3G (EDGE, UMTS o HSDPA) in grado di connettersi in remoto ad una rete di tipo VPN. Progetto generale fonia La fonia potrà essere gestita tramite 3 diverse soluzioni: Telefonia analogica centralizzata con PBX Telefonia digitale ISDN Telefonia su IP (VOIP) In molti casi, al fine di ridurre i costi per un cablaggio dedicato in categoria 3 o superiore e per risparmiare sul traffico telefonico, è preferibile l'utilizzo del VOIP. L'unico inconveniente consiste nell'obbligo di adottare telefoni IP oppure di applicare degli adattatori "digitaleanalogico" chiamati ATA (circa 50 ). Tecnologia VOIP (esempio fornito da un ISP) Per una perfetta stabilità ed efficienza, tutte le sedi dell'azienda saranno collegate a due PoP (punti di accesso alla rete IP) differenti mediante due differenti switch. Per ogni sede collegata sono configurati due circuiti virtuali: uno, ad alta priorità, per la fonia, ed uno, a bassa priorità, per i dati. Tali circuiti virtuali trovano delle corrispondenze 1 ad 1 all interno della rete geografica IP impiegata. Questo ed altri accorgimenti tecnici in fase di configurazione fanno in modo che, indipendentemente dai volumi istantanei del traffico dati, siano sempre garantite un numero prefissato di comunicazioni foniche contemporanee intra-sede. Schema Logico Essendo impossibile analizzare in maniera generalizzata lo schema logico, illustrerò i passaggi da compiere per realizzarne uno: - Analizzare la struttura dell'azienda - Dividere gli utenti in gruppi - Stabilire l'importanza di ogni gruppo, le relative restrizioni e regole - Creare un utente per ogni persona ed assegnarla ai gruppi - Rappresentare i gruppi tramite uno schema gerarchico piramidale Il tutto, alla fine, può essere implementato utilizzando la tecnologia Active Directory fornita da Microsoft nel suo sistema operativo Windows 2000 Server. I profili dei vari utenti non saranno salvati in locale ma sul server. Per la condivisione file verrà utilizzato un server dedicato, come anche per la condivisione delle stampanti. Qui sotto, un esempio di schema logico, riferito alla traccia della catena di supermercati.

7 Da notare nello schema precedentemente proposto la presenza di due DC per albero, tale scelta assicura Fault Tolerance (Back-up) e Load Balancing (ripartizione del lavoro). Assegnazione IP L'assegnazione degli indirizzi IP sarà differente tra sede centrale e sedi periferiche. Sede centrale Presso la sede centrale c'è una DMZ in cui sono ospitati i server web, che necessitano di indirizzo statico. L'utilizzo di IP statici si ritiene inoltre necessario al fine di creare la connessione VPN tra varie sedi, altrimenti saremmo costretti ad utilizzare certificati digitali. Presso la sede centrale potrebbe essere necessario, tuttavia, nella zona militarizzata, provvedere all'assegnazione di IP dinamici tramite DHCP per quei computer che, tramite connessione WLAN o LAN, necessitano di una continua rilocazione. Per questo verrà installato un DHCP server. Sedi periferiche Le sedi periferiche non necessitano di particolari IP statici, se non per particolari motivi legati al software gestionale utilizzato. Pertanto ci sarà un solo IP statico destinato alla connessione VPN con la sede centrale e tutti gli altri computer saranno configurati in modo tale da ricevere dinamicamente dal server centrale un indirizzo IP.

8 VPN Qualora si presenti la necessità che dei dipendenti si colleghino al database interno dell'azienda presso la sede centrale, sarà necessario realizzare una connessione di tipo VPN (Virtual Private Network). Pertanto, sarà necessario che la sede centrale abbia un IP statico affinché, tramite una Gateway Policy, il modem/router dell'utente possa individuare il router IPsec della sede centrale e creare un "tunnel". Nel caso questo non fosse possibile, sarà necessario munirsi di certificati digitali oppure fare ricorso a tecnologie differenti a livello Applicazione (piattaforma Hamachi, per esempio). Oltre a questo, affinché il computer remoto possa individuare correttamente il server dietro alla rete sarà necessario specificare anche la Network Policy. Server (analisi hardware e software) Il numero di computer che verranno utilizzati varia molto in relazione alla specifica situazione. In generale, è possibile suddividere i server in base al loro utilizzo e, di conseguenza, specificare a grandi linee quali saranno le caratteristiche tecniche degli elaboratori. - Domain controller - DNS server - DHCP server - Proxy Server - Firewall - Web server - Mail server - FTP server - VOIP server - File server - Print server Al fine di ridurre i costi, è conveniente accorpare in un unico elaboratore diverse funzionalità. Una configurazione consigliata potrebbe essere la seguente: - PC1: Domain controller + DNS server + DHCP server - PC2: Proxy server + Firewall - PC3: Web server + Mail server + FTP server - PC4: VOIP server - PC5: File server + Print server

9 Ogni PC, in relazione al lavoro che dovrà svolgere, dovrà avere delle caratteristiche hardware e software precise. Di seguito, le varie possibilità. PC1 Un domain controller non necessita di particolari risorse dal punto di vista hardware, ma è importante che sia stabile ed affidabile. La piattaforma consigliata è quella di un server classico: - CPU Intel Xeon - RAM 1Gb DDR2 - HDD 160Gb 7200 rpm - 2 schede di rete Ethernet 10/100/1000 Dal punto di vista software, visto i ruoli che dovrà svolgere la macchina, è opportuno utilizzare una piattaforma Microsoft con Windows 2000 Server. L'alternativa è una distribuzione Unix come, per esempio, GNU/Linux (Debian, RedHat, SUSE Linux Enterprise Server) o BSD; questo tuttavia richiederebbe maggiori sforzi per la configurazione, ma i risultati sono decisamente migliori. PC2 Un server proxy richiede una particolare attenzione alle dimensioni della memoria cache e alla velocità di scrittura su disco. Per questo avremo bisogno di: - CPU Intel Core 2 Duo - RAM 256Mb DDR3 - HDD 80Gb rpm (oppure SSD) - 3 schede di rete Ethernet 10/100/1000 Analizzando il lato software, la piattaforma ideale è una distribuzione Linux con installato il pacchetto Squid (proxy + firewall). Sarà inoltre importante prevedere la possibilità di connettersi in remoto al PC, configurando opportunamente un server VNC e un accesso esterno di tipo VPN tramite tunnelling. Sarà necessario, inoltre, creare la DMZ. L'alternativa è Smoothwall. PC3 Un server WEB deve essere localizzato all'interno della zona demilitarizzata della rete locale della sede centrale. Le caratteristiche sono quelle classiche di mercato: - CPU Intel Xeon - RAM 4Gb DDR3-2 HDD in mirroring RAID 500 Gb 7200 rpm - 1 scheda di rete Le alternative per il server sono 2, la piattaforma Linux realizzata con LAMPP (Linux - Apache - MySQL - PHP - Pearl) e la piattaforma Windows basata su IIS e che offre il supporto alla tecnologia ASP. Al fine di ridurre i costi relativi alla licenza Microsoft, sarà opportuno realizzare il sito utilizzando PHP e mysql. Per la gestione degli account di posta verranno utilizzati i protocolli POP3, SMTP e IMAP e verrà introdotta una protezione antispam (tipo greylisting). Altra cosa importante riguardo a questo elaboratore è la possibilità di trasferirlo in una Web Farm tramite soluzioni di Housing oppure di acquistarlo direttamente in Hosting. Per informazioni sul servizio e sui costi è possibile fare riferimento ad alcuni DataCenter italiani come Aruba.it e Register.it. PC 4 Il server VOIP è importantissimo dal punto di vista dell'azienda che lo utilizzerà, pertanto è fondamentale un certo livello di sicurezza e di affidabilità. La piattaforma hardware non necessita di particolari requisiti: - CPU Core 2 Duo - RAM 2Gb DDR3-2 HDD in mirroring RAID 80 Gb 7200 rpm - 1 scheda di rete - 1 scheda MODEM 4 uscite PCI

10 L'unica soluzione possibile per il software è un sistema operativo Linux basato, sul software opensource di emulazione PBX Asterisk. PC5 Un file server richiede enormi capacità di memorizzazione e di storage. - CPU Core 2 Duo - RAM 2Gb DDR2-4 HDD in striping RAID 1Tb 7200 rpm - 1 scheda di rete Sistema operativo Microsoft Windows 2000 server. L'alternativa Linux si può tenere in considerazione ma potrebbero esserci problemi di velocità in quanto bisognerebbe usare protocollo Samba. Client (analisi hardware e software) Per quanto riguarda i PC client, il numero e le caratteristiche saranno determinati dalle necessità dell'azienda. Tuttavia, vista la configurazione generale dei server, sarà opportuno utilizzare un sistema operativo Windows di versione pari o superiore a XP. Dovrà essere configurata opportunamente la rete e dovrà essere possibile, per ogni PC, l'accesso alla risorse condivise ed alla connessione Internet. Analisi dei costi Il costo per il cablaggio strutturato della rete proposta è molto difficile da stabilire a priori in maniera esatta. Escludendo il costo dei vari armadi (circa 1000 euro l'uno) e della cablatura (3 euro al metro per cavo UTP cat. 5e), che variano in funzione dell'edificio, rimane da calcolare la spesa per gli elaboratori. Utilizzando le sigle viste nell'analisi dei PC necessari: - 2 x PC PC PC PC PC Un PC client, in base alle caratteristiche richieste, può costare dai 200 ai 2000 euro. Nei costi citati è inclusa anche, se necessaria, la licenza Microsoft per il sistema operativo. Sono invece escluse le stampanti ed altri dispositivi opzionali di input/output. Per la connessione WAN ci si affiderà ad un ISP affidabile. La scelta sarà a discrezione dell'utente finale: - SHDSL 4 mega con 8 IP statici, garanzia di banda e backup ISDN (per la sede centrale) ,00 + IVA annui e 250,00 + IVA all'attivazione - ADSL mega (1 mega upload) con 1 IP statico, garanzia di banda e backup ISDN (per le sedi periferiche) IVA annui Lo stesso operatore potrà offrire, incluso nel prezzo di una attivazione, la registrazione dei domini di secondo livello per il sito web e la possibilità di gestire e configurare i DNS del dominio. Per il VOIP sarà possibile fare affidamento su altri provider affidabili facendo riferimento anche alle tariffe. Sicurezza Data l'importanza e la riservatezza dei dati gestiti all'interno del sistema informativo, sarà necessario munirsi di opportune precauzioni, soprattutto per quanto riguarda la sede centrale. Dal punto di vista hardware, è già stato progettata e presentata la struttura della rete che dispone di numerosi collegamenti ridondanti e che prevede, per i server, il mirroring dei dischi e la protezione tramite backup in caso di fail. Le sale server saranno fornite di backup di alimentazione (UPS) e verranno mantenute a temperatura ed umidità costanti. E' stata prevista anche una DMZ tramite l'utilizzo di oportuni dispositivi firewall.

11 I cavi UTP utilizzati dovranno essere conformi alle normative internazionali IEC ovvero garantire guaina esterna con caratteristiche LowSmokeFume (LSF), ZeroHalogen (0H), FlameRetardant (FR). A livello di dominio la sicurezza viene gestita tramite le GPO di Microsoft A GG DL P 1. Creazione di un account utente (A); 2. Aggiunta dell account a un gruppo globale (GG); 3. Inserimento del gruppo globale in un gruppo interno al dominio locale (DL); 4. assegnazione dei permessi (P) a quest ultimo. Il collegamento WAN, invece, è garantito dall'isp e, nel caso questo non dovesse essere possibile, è sempre disponibile una linea di backup di tipo ISDN che, per quanto limitata dal punto di vista della banda, è in grado di assolvere alle funzioni basilari per la fonia. Per la crittografia delle informazioni utilizzeremo la AES o 3DES mentre per l'autenticazione MD5 o SHA-1. Nelle reti wireless faremo utilizzo della tecnologia WPA2 Business che utilizza un algoritmo AES TKIP a 256bit basata su un server Radius integrato nei dispositivi. Ogni dispositivo che si connette, inoltre, dovrà essere autorizzato alla connessione previa verifica dell'indirizzo MAC. Nelle connessioni VPN possiamo prevedere crittografia tramite tunnelling a livello 2 della pila ISO-OSI. Sarebbe comunque sicuro, tuttavia, effettuare una ulteriore crittazione dei dati trasmessi a livello Applicazione.

Esercizio progettazione rete ex-novo

Esercizio progettazione rete ex-novo Esercizio progettazione rete ex-novo Si vuole cablare un edificio di due piani di cui si riporta la piantina. In ognuna delle stanze numerate devono essere predisposti 15 punti rete, ad eccezione della

Dettagli

C) supponendo che la scuola voglia collegarsi in modo sicuro con una sede remota, valutare le possibili soluzioni (non risolto)

C) supponendo che la scuola voglia collegarsi in modo sicuro con una sede remota, valutare le possibili soluzioni (non risolto) PROGETTO DI UNA SEMPLICE RETE Testo In una scuola media si vuole realizzare un laboratorio informatico con 12 stazioni di lavoro. Per tale scopo si decide di creare un unica rete locale che colleghi fra

Dettagli

Capire i benefici di una rete informatica nella propria attività. I componenti di una rete. I dispositivi utilizzati.

Capire i benefici di una rete informatica nella propria attività. I componenti di una rete. I dispositivi utilizzati. LA RETE INFORMATICA NELL AZIENDA Capire i benefici di una rete informatica nella propria attività. I componenti di una rete I dispositivi utilizzati I servizi offerti LA RETE INFORMATICA NELL AZIENDA Copyright

Dettagli

Verifica scritta di Sistemi e Reti Classe 5Di 26.11.2015

Verifica scritta di Sistemi e Reti Classe 5Di 26.11.2015 Verifica scritta di Sistemi e Reti Classe 5Di 26.11.2015 Una azienda specializzata nella fornitura di servizi Internet quali hosting, housing, email, file server, in pratica un ISP (Internet Service Provider)

Dettagli

Architettura di un sistema informatico 1 CONCETTI GENERALI

Architettura di un sistema informatico 1 CONCETTI GENERALI Architettura di un sistema informatico Realizzata dal Dott. Dino Feragalli 1 CONCETTI GENERALI 1.1 Obiettivi Il seguente progetto vuole descrivere l amministrazione dell ITC (Information Tecnology end

Dettagli

PROGRAMMAZIONE DIDATTICA DI SISTEMI Indirizzo: Informatica Progetto Abacus Anno scolastico 2013-2014

PROGRAMMAZIONE DIDATTICA DI SISTEMI Indirizzo: Informatica Progetto Abacus Anno scolastico 2013-2014 Classe 5^ PROGRAMMAZIONE DIDATTICA DI SISTEMI Indirizzo: Informatica Progetto Abacus Anno scolastico 2013-2014 MODULI CONTENUTI OBIETTIVI METODOLOGIE DI LAVORO I primi elementi sulle reti e i mezzi di

Dettagli

SOLUZIONE AL TEMA DI SISTEMI PER L INDIRIZZO INFORMATICO (SPERIMENTAZIONE ABACUS)

SOLUZIONE AL TEMA DI SISTEMI PER L INDIRIZZO INFORMATICO (SPERIMENTAZIONE ABACUS) SOLUZIONE AL TEMA DI SISTEMI PER L INDIRIZZO INFORMATICO (SPERIMENTAZIONE ABACUS) Dovendo procedere alla realizzazione di un progetto di rete locale risulta indispensabile partire dall analisi della situazione

Dettagli

Indice. Indice V INTRODUZIONE... XIII PARTE PRIMA... 1

Indice. Indice V INTRODUZIONE... XIII PARTE PRIMA... 1 Indice V Indice INTRODUZIONE................................................ XIII PARTE PRIMA...................................................... 1 1 Il business delle reti di computer.........................................

Dettagli

La classificazione delle reti

La classificazione delle reti La classificazione delle reti Introduzione Con il termine rete si intende un sistema che permette la condivisione di informazioni e risorse (sia hardware che software) tra diversi calcolatori. Il sistema

Dettagli

SIMULAZIONE PROVA SCRITTA ESAME DI STATO. PER LA DISCIPLINA di SISTEMI

SIMULAZIONE PROVA SCRITTA ESAME DI STATO. PER LA DISCIPLINA di SISTEMI SIMULAZIONE PROVA SCRITTA ESAME DI STATO PER LA DISCIPLINA di SISTEMI L assessorato al turismo di una provincia di medie dimensioni vuole informatizzare la gestione delle prenotazioni degli alberghi associati.

Dettagli

Programmazione modulare 2014-2015

Programmazione modulare 2014-2015 Programmazione modulare 2014-2015 Indirizzo: Informatica Disciplina: SISTEMI E RETI Classe: 5 A e 5 B Docente: Buscemi Letizia Ore settimanali previste: 4 ore (2 teoria + 2 laboratorio) Totale ore previste:

Dettagli

Testo Esame di Stato 2003-2004 YABC ESAME DI STATO DI ISTITUTO TECNICO INDUSTRIALE. CORSO SPERIMENTALE PROGETTO «ABACUS» Indirizzo: INFORMATICA

Testo Esame di Stato 2003-2004 YABC ESAME DI STATO DI ISTITUTO TECNICO INDUSTRIALE. CORSO SPERIMENTALE PROGETTO «ABACUS» Indirizzo: INFORMATICA A.S. 2003-2004 Testo Esame di Stato 2003-2004 YABC ESAME DI STATO DI ISTITUTO TECNICO INDUSTRIALE CORSO SPERIMENTALE PROGETTO «ABACUS» Indirizzo: INFORMATICA Tema di: SISTEMI DI ELABORAZIONE E TRASMISSIONE

Dettagli

Caratteristiche di una LAN

Caratteristiche di una LAN Installatore LAN Progetto per le classi V del corso di Informatica Caratteristiche di una LAN 26/02/08 Installatore LAN - Prof.Marco Marchisotti 1 Ruolo dei computer I computer di una rete possono svolgere

Dettagli

AREA SCIENCE PARK. I servizi ICT

AREA SCIENCE PARK. I servizi ICT I servizi ICT AREA Science Park mette a disposizione dei suoi insediati una rete telematica veloce e affidabile che connette tra loro e a Internet tutti gli edifici e i campus di Padriciano, Basovizza

Dettagli

Conoscere la terminologia di base attraverso la presentazione delle principali componenti hardware di un computer.

Conoscere la terminologia di base attraverso la presentazione delle principali componenti hardware di un computer. Classe 3^ Istituto Istruzione Superiore di Baronissi ind. tecnico PROGRAMMAZIONE DIDATTICA DI Sistemi e Reti Articolazione: Informatica Anno scolastico 2012-2013 MODULI CONTENUTI OBIETTIVI METODOLOGIE

Dettagli

Lo scopo del presente progetto è quello definire l architettura di una rete che consenta l accesso ai servizi

Lo scopo del presente progetto è quello definire l architettura di una rete che consenta l accesso ai servizi DESCRIZIONE DEL PROGETTO Lo scopo del presente progetto è quello definire l architettura di una rete che consenta l accesso ai servizi on-line, al materiale didattico ed a tutti i nuovi servizi per la

Dettagli

Tiscali HDSL FULL. Offerta commerciale

Tiscali HDSL FULL. Offerta commerciale Tiscali HDSL FULL Offerta commerciale 09123 Cagliari pagina - 1 di 1- INDICE 1 LA RETE DI TISCALI S.P.A... 3 2 DESCRIZIONE DEL SERVIZIO TISCALI HDSL... 4 2.1 I VANTAGGI... 4 2.2 CARATTERISTICHE STANDARD

Dettagli

INFORMATICA LIVELLO BASE

INFORMATICA LIVELLO BASE INFORMATICA LIVELLO BASE INTRODUZIONE 3 Fase Che cos'è una rete? Quali sono i vantaggi di avere una Rete? I componenti di una Rete Cosa sono gi Gli Hub e gli Switch I Modem e i Router Che cos è un Firewall

Dettagli

YABC - ESAME DI STATO DI ISTITUTO TECNICO INDUSTRIALE

YABC - ESAME DI STATO DI ISTITUTO TECNICO INDUSTRIALE www.mauriziocozzetto.it/docs/sistemiabacus%20soluzionetema20032004proposta2.doc - Testo Esame di Stato 2003-2004 YABC - ESAME DI STATO DI ISTITUTO TECNICO INDUSTRIALE CORSO SPERIMENTALE - PROGETTO "ABACUS"

Dettagli

Firewall-Proxy Clanius Appliance Extreme [v1.0]

Firewall-Proxy Clanius Appliance Extreme [v1.0] Firewall-Proxy Clanius Appliance Extreme [v1.0] STOP AI PERICOLI DI NAVIGAZIONE INTERNET! In cosa consiste? Firewall-Proxy Clanius Appliance Extreme è la soluzione completa e centralizzata per monitorare,

Dettagli

CLASSIFICAZIONE DELLE RETI

CLASSIFICAZIONE DELLE RETI CLASSIFICAZIONE DELLE RETI A seconda dei ruoli dei computer le reti si classificano in: Reti Client Server in cui sono presenti computer con ruoli diversi, alcuni funzionano da client e uno o più da server

Dettagli

Corso Configurazione e gestione dell Aula di Informatica (18 lezioni 54 ore)

Corso Configurazione e gestione dell Aula di Informatica (18 lezioni 54 ore) Corso Configurazione e gestione dell Aula di Informatica (18 lezioni 54 ore) 1. L hardware del PC (3 Lezioni - 9 ore) 2. Troubleshooting (1 Lezione - 3 ore) 3. Ambiente Operativo (5 Lezioni - 15 ore) 4.

Dettagli

LE POSSIBILITA' DI ACCESSO DA REMOTO ALLE RETI DI CALCOLATORI

LE POSSIBILITA' DI ACCESSO DA REMOTO ALLE RETI DI CALCOLATORI VPN: VNC Virtual Network Computing VPN: RETI PRIVATE VIRTUALI LE POSSIBILITA' DI ACCESSO DA REMOTO ALLE RETI DI CALCOLATORI 14 marzo 2006 Fondazione Ordine degli Ingegneri di Milano Corso Venezia Relatore

Dettagli

Si introdurranno poi le topologie delle reti di calcolatori per capire meglio come gli apparati vengono interconnessi e secondo quali standard.

Si introdurranno poi le topologie delle reti di calcolatori per capire meglio come gli apparati vengono interconnessi e secondo quali standard. Pagina 1 di 8 Installare e configurare componenti hardware di rete Topologie di rete In questo approfondimento si daranno alcune specifiche tecniche per l'installazione e la configurazione hardware dei

Dettagli

Introduzione...xv. I cambiamenti e le novità della quinta edizione...xix. Ringraziamenti...xxi. Condivisione delle risorse con Samba...

Introduzione...xv. I cambiamenti e le novità della quinta edizione...xix. Ringraziamenti...xxi. Condivisione delle risorse con Samba... Indice generale Introduzione...xv I cambiamenti e le novità della quinta edizione...xix Ringraziamenti...xxi Capitolo 1 Capitolo 2 Condivisione delle risorse con Samba...1 Reti Windows... 2 Struttura base

Dettagli

Reti e Domini Windows 2000. Corso di Amministrazione di Reti A.A. 2002/2003

Reti e Domini Windows 2000. Corso di Amministrazione di Reti A.A. 2002/2003 Reti e Domini Windows 2000 Corso di Amministrazione di Reti A.A. 2002/2003 Materiale preparato utilizzando dove possibile materiale AIPA http://www.aipa.it/attivita[2/formazione[6/corsi[2/materiali/reti%20di%20calcolatori/welcome.htm

Dettagli

[ARCHITETTURA DI RETE ITIS TERAMO]

[ARCHITETTURA DI RETE ITIS TERAMO] Scuol@2.0 ITIS Teramo [ARCHITETTURA DI RETE ITIS TERAMO] Progetto di massima della rete che si vuole realizzare per implementare il progetto "Patto per la Scuol@2.0" Prof.Mauro De Berardis Progetto della

Dettagli

telecomunicazioni Internet e fonia

telecomunicazioni Internet e fonia telecomunicazioni Internet e fonia PER LE AZIENDE CHI SIAMO Servizi wireless top Servizi di telecomunicazioni wireless su frequenze radio riservate o su frequenze libere. Progettazione e implementazione

Dettagli

Cambiamenti e novità della terza edizione...xix. Condivisione delle risorse in un workgroup con Samba...1

Cambiamenti e novità della terza edizione...xix. Condivisione delle risorse in un workgroup con Samba...1 Introduzione...xv Cambiamenti e novità della terza edizione...xix Ringraziamenti...xxi Capitolo 1 Condivisione delle risorse in un workgroup con Samba...1 Reti Windows... 2 Struttura base di Samba... 3

Dettagli

Una rete aziendale con Linux

Una rete aziendale con Linux L i n u x n e l l e P M I Una rete aziendale con Linux Gennaro Tortone Francesco M. Taurino LinuxDAY 2006 - Caserta P r o b l e m a Abbiamo bisogno di un server nella nostra azienda mail interne/esterne

Dettagli

Corso Configurazione e gestione dell Aula di Informatica (18 lezioni 54 ore)

Corso Configurazione e gestione dell Aula di Informatica (18 lezioni 54 ore) Corso Configurazione e gestione dell Aula di Informatica (18 lezioni 54 ore) 1. L hardware del PC (3 Lezioni - 9 ore) 2. Troubleshooting (1 Lezione - 3 ore) 3. Ambiente Operativo (5 Lezioni - 15 ore) 4.

Dettagli

Internet. Presentato da N. Her(d)man & Picci. Fabrizia Scorzoni. Illustrazioni di Valentina Bandera

Internet. Presentato da N. Her(d)man & Picci. Fabrizia Scorzoni. Illustrazioni di Valentina Bandera Internet Presentato da N. Her(d)man & Picci Fabrizia Scorzoni Illustrazioni di Valentina Bandera Titolo: Internet Autore: Fabrizia Scorzoni Illustrazioni: Valentina Bandera Self-publishing Prima edizione

Dettagli

Net@VirtualCloud. Netcube Italia Srl. Il Cloud Computing. In collaborazione con

Net@VirtualCloud. Netcube Italia Srl. Il Cloud Computing. In collaborazione con Il Cloud Computing In collaborazione con Cos è Net@VirtualCloud L Offerta Net@VirtualCloud di Netcube Italia, basata su Server Farm certificate* e con sede in Italia, è capace di ospitare tutte le applicazioni

Dettagli

Lezioni frontali. Riprendere i concetti basilari del processore utilizzato e la programmazione a basso livello

Lezioni frontali. Riprendere i concetti basilari del processore utilizzato e la programmazione a basso livello Istituto Istruzione Superiore di Baronissi ind. tecnico PROGRAMMAZIONE DIDATTICA DI SISTEMI Indirizzo: Informatica Progetto Abacus Anno scolastico 2012-2013 Classe 4^ MODULI CONTENUTI OBIETTIVI METODOLOGIE

Dettagli

Simulazione seconda prova Sistemi e reti Marzo 2016

Simulazione seconda prova Sistemi e reti Marzo 2016 Ipotesi progettuali Studio medico situato in un appartamento senza reti pre-esistenti con possibilità di cablaggio a muro in canalina. Le dimensioni in gioco possono far prevedere cavi non troppo lunghi

Dettagli

Introduzione a Windows XP Professional Installazione di Windows XP Professional Configurazione e gestione di account utente

Introduzione a Windows XP Professional Installazione di Windows XP Professional Configurazione e gestione di account utente Programma Introduzione a Windows XP Professional Esplorazione delle nuove funzionalità e dei miglioramenti Risoluzione dei problemi mediante Guida in linea e supporto tecnico Gruppi di lavoro e domini

Dettagli

L infrastruttura tecnologica del cnr irpi di perugia

L infrastruttura tecnologica del cnr irpi di perugia Sabato 8 marzo 2014 Aula Magna ITTS «A. Volta» - Perugia L infrastruttura tecnologica del cnr irpi di perugia VINICIO BALDUCCI Istituto di Ricerca per la Protezione Idrogeologica Consiglio Nazionale delle

Dettagli

www.arcipelagosoftware.it

www.arcipelagosoftware.it ASW SICUREZZA NET Integrazione e sicurezza www.arcipelagosoftware.it ASW SICUREZZA NET è un progetto che tende ad integrare varie soluzioni Hardware e Software al fine di ottimizzare ed assicurare il lavoro

Dettagli

VIRTUALIZE IT. www.digibyte.it - digibyte@digibyte.it

VIRTUALIZE IT. www.digibyte.it - digibyte@digibyte.it il server? virtualizzalo!! Se ti stai domandando: ma cosa stanno dicendo? ancora non sai che la virtualizzazione è una tecnologia software, oggi ormai consolidata, che sta progressivamente modificando

Dettagli

ICT (Information and Communication Technology): ELEMENTI DI TECNOLOGIA

ICT (Information and Communication Technology): ELEMENTI DI TECNOLOGIA ICT (Information and Communication Technology): ELEMENTI DI TECNOLOGIA Obiettivo Richiamare quello che non si può non sapere Fare alcune precisazioni terminologiche IL COMPUTER La struttura, i componenti

Dettagli

VPN (OpenVPN - IPCop)

VPN (OpenVPN - IPCop) VPN (OpenVPN - IPCop) Davide Merzi 1 Sommario Indirizzo IP Reti Pubbliche Private Internet Protocollo Firewall (IPCop) VPN (OpenVPN IPsec on IPCop) 2 Indirizzo IP L'indirizzo IP (Internet Protocol address)

Dettagli

DATACEN. Soluzioni informatiche. Soluzioni informatiche

DATACEN. Soluzioni informatiche. Soluzioni informatiche DATACEN DATACEN Chi siamo Datacen srl, un nuovo progetto che nasce nel 2012 dall esperienza decennale di Andrea Sistarelli. Ingegnere informatico, libero professionista nel settore dell Information Technology

Dettagli

800 120 420 servizioclienti@trivenet.it

800 120 420 servizioclienti@trivenet.it 800 120 420 servizioclienti@trivenet.it Trivenet S.r.l.- Via Europa, 20, 35015 Galliera Veneta PD Italy REA 305589 P.Iva 03350610287 Capitale sociale Euro 1.600.000 www.trivenet.it CHI SIAMO Trivenet si

Dettagli

Lo scenario: la definizione di Internet

Lo scenario: la definizione di Internet 1 Lo scenario: la definizione di Internet INTERNET E UN INSIEME DI RETI DI COMPUTER INTERCONNESSE TRA LORO SIA FISICAMENTE (LINEE DI COMUNICAZIONE) SIA LOGICAMENTE (PROTOCOLLI DI COMUNICAZIONE SPECIALIZZATI)

Dettagli

1.1 - Crittografia sulla infrastruttura trasmissiva tra le stazioni remote Rilheva il centro di telecontrollo

1.1 - Crittografia sulla infrastruttura trasmissiva tra le stazioni remote Rilheva il centro di telecontrollo SISTEMA DI TELECONTROLLO RILHEVA GPRS (CARATTERISTICHE DEL VETTORE GPRS E SICUREZZE ADOTTATE) Abstract: Sicurezza del Sistema di Telecontrollo Rilheva Xeo4 ha progettato e sviluppato il sistema di telecontrollo

Dettagli

NETWORKING: SEMINARIO DI STUDIO 1

NETWORKING: SEMINARIO DI STUDIO 1 NETWORKING: SEMINARIO DI STUDIO 1 Obiettivi: 1. Fornire una panoramica sulle reti di calcolatori, tecnologie, potenzialità, limiti, servizi, internet. 2. Fornire una panoramica sulle capacità di base per

Dettagli

PROGETTAZIONE E REALIZZAZIONE DI UNA RETE CLIENT/SERVER

PROGETTAZIONE E REALIZZAZIONE DI UNA RETE CLIENT/SERVER PROGETTAZIONE E REALIZZAZIONE DI UNA RETE CLIENT/SERVER La società che prenderemo come esempio si chiamerà Azienda S.p.A e quindi il nome di dominio che utilizzeremo in questa guida, sia per Active Directory

Dettagli

i nodi i concentratori le dorsali

i nodi i concentratori le dorsali RETI LOCALI Reti di computer collegati direttamente tra di loro in un ufficio, un azienda etc. sono dette LAN (Local Area Network). Gli utenti di una LAN possono condividere fra di loro le risorse quali

Dettagli

Parte II: Reti di calcolatori Lezione 9

Parte II: Reti di calcolatori Lezione 9 Università di Roma Tor Vergata Corso di Laurea triennale in Informatica Sistemi operativi e reti A.A. 2013-14 Pietro Frasca Parte II: Reti di calcolatori Lezione 9 Martedì 1-04-2014 1 Applicazioni P2P

Dettagli

Remote Service Solution. Descrizione del Servizio

Remote Service Solution. Descrizione del Servizio Remote Service Solution Descrizione del Servizio Redattore: Alberto Redi Luogo e Data Lugano, 25 Novembre 2008 Status: Finale All attenzione di: Protocollo: Security Lab Sagl ViaGreina 2 - CH 6900 Lugano

Dettagli

Reti di calcolatori. Condivisione di risorse e comunicazione con gli altri utenti

Reti di calcolatori. Condivisione di risorse e comunicazione con gli altri utenti Reti di calcolatori Condivisione di risorse e comunicazione con gli altri utenti Reti di calcolatori Anni 70: calcolatori di grandi dimensioni, modello time-sharing, centri di calcolo Anni 80: reti di

Dettagli

la Soluzione di Cloud Computing di

la Soluzione di Cloud Computing di la Soluzione di Cloud Computing di Cos è Ospit@ Virtuale Virtuale L Offerta di Hosting di Impresa Semplice, capace di ospitare tutte le applicazioni di proprietà dei clienti in grado di adattarsi nel tempo

Dettagli

Symantec Backup Exec.cloud

Symantec Backup Exec.cloud Protezione automatica, continua e sicura con il backup dei dati nel cloud o tramite un approccio ibrido che combina il backup on-premise e basato sul cloud. Data-sheet: Symantec.cloud Solo il 21% delle

Dettagli

Sistemi avanzati di gestione dei Sistemi Informativi

Sistemi avanzati di gestione dei Sistemi Informativi Esperti nella gestione dei sistemi informativi e tecnologie informatiche Sistemi avanzati di gestione dei Sistemi Informativi Docente: Email: Sito: eduard@roccatello.it http://www.roccatello.it/teaching/gsi/

Dettagli

FIREWALL OUTLINE. Introduzione alla sicurezza delle reti. firewall. zona Demilitarizzata

FIREWALL OUTLINE. Introduzione alla sicurezza delle reti. firewall. zona Demilitarizzata FIREWALL OUTLINE Introduzione alla sicurezza delle reti firewall zona Demilitarizzata SICUREZZA DELLE RETI Ambra Molesini ORGANIZZAZIONE DELLA RETE La principale difesa contro gli attacchi ad una rete

Dettagli

Finalità delle Reti di calcolatori. Le Reti Informatiche. Una definizione di Rete di calcolatori. Schema di una Rete

Finalità delle Reti di calcolatori. Le Reti Informatiche. Una definizione di Rete di calcolatori. Schema di una Rete Finalità delle Reti di calcolatori Le Reti Informatiche Un calcolatore isolato, anche se multiutente ha a disposizione solo le risorse locali potrà elaborare unicamente i dati dei propri utenti 2 / 44

Dettagli

Manuale Intel su reti Wireless

Manuale Intel su reti Wireless Manuale Intel su reti Wireless Una rete basata su cavi non e sempre la soluzione piu pratica, spesso una connettivita wireless risolve i problemi legati alla mobilita ed alla flessibilita che richiediamo

Dettagli

Indice generale. Introduzione...xiii. Nota del revisore...xvii. Introduzione alle reti...1. Introduzione alle reti wireless...11

Indice generale. Introduzione...xiii. Nota del revisore...xvii. Introduzione alle reti...1. Introduzione alle reti wireless...11 Introduzione...xiii Nota del revisore...xvii Capitolo 1 Capitolo 2 Introduzione alle reti...1 Trasferimento di dati... 2 Bit e byte... 2 Controllo di errore... 3 Handshaking... 3 Trovare la destinazione...

Dettagli

PREMESSA GENERALE Abbiamo deciso di svolgere, per sommi capi, tutti gli argomenti che si potevano affrontare rispondendo alla traccia proposta.

PREMESSA GENERALE Abbiamo deciso di svolgere, per sommi capi, tutti gli argomenti che si potevano affrontare rispondendo alla traccia proposta. ESAME DI STATO DI ISTITUTO TECNICO INDUSTRIALE CORSO SPERIMENTALE PROGETTO ABACUS INDIRIZZO INFORMATICA TEMA DI SISTEMI DI ELABORAZIONE E TRASMISSIONE DELLE INFORMAZIONI PREMESSA GENERALE Abbiamo deciso

Dettagli

DESCRIZIONE DELLA FORNITURA OFFERTA

DESCRIZIONE DELLA FORNITURA OFFERTA ALLEGATO B.1 MODELLO PER LA FORMULAZIONE DELL OFFERTA TECNICA Rag. Sociale Indirizzo: Via CAP Località Codice fiscale Partita IVA DITTA DESCRIZIONE DELLA FORNITURA OFFERTA Specifiche minime art. 1 lett.

Dettagli

Le VLAN dell Area di Ricerca di Bologna

Le VLAN dell Area di Ricerca di Bologna M.Nanni F.Tinarelli S.Tubertini Le VLAN dell Area di Ricerca di Bologna IRA 340/03 2 Introduzione La rete di trasmissione dati dell Area della Ricerca di Bologna e stata disegnata nei primi anni 90 partendo

Dettagli

PROF. Filippo CAPUANI. Accesso Remoto

PROF. Filippo CAPUANI. Accesso Remoto PROF. Filippo CAPUANI Accesso Remoto Sommario Meccanismi di accesso Un po di terminologia L HW di connessione L accesso in Windows 2000 Tipi di connessione: dial-up, Internet e diretta Protocolli per l

Dettagli

Come creare una rete domestica con Windows XP

Come creare una rete domestica con Windows XP Lunedì 13 Aprile 2009 - ore: 12:49 Pagina Reti www.google.it www.virgilio.it www.tim.it www.omnitel.it Come creare una rete domestica con Windows XP Introduzione Una rete locale (LAN,

Dettagli

ALLEGATO 1 RETE D UNIVERSITA

ALLEGATO 1 RETE D UNIVERSITA ALLEGATO 1 RETE D UNIVERSITA INDICE - Rete dati - Descrizione fisica e logica. - Protocolli ed indirizzamento - Referenti informatici di struttura - Servizi: - Sicurezza - DNS - Posta elettronica d Ateneo

Dettagli

SaeetNet division. Soluzioni Tecnologiche e Informatiche per Comunicazioni, Internet e Sicurezza

SaeetNet division. Soluzioni Tecnologiche e Informatiche per Comunicazioni, Internet e Sicurezza SaeetNet division Soluzioni Tecnologiche e Informatiche per Comunicazioni, Internet e Sicurezza Soluzioni per l ICT SaeetNet è la divisione di SAEET S.p.a. costituita nel Gennaio del 2006, focalizzata

Dettagli

Sicurezza: esperienze sostenibili e di successo. Accesso unificato e sicuro via web alle risorse ed alle informazioni aziendali: l esperienza FERPLAST

Sicurezza: esperienze sostenibili e di successo. Accesso unificato e sicuro via web alle risorse ed alle informazioni aziendali: l esperienza FERPLAST Sicurezza: esperienze sostenibili e di successo Accesso unificato e sicuro via web alle risorse ed alle informazioni aziendali: l esperienza FERPLAST Dott. Sergio Rizzato (Ferplast SpA) Dott. Maurizio

Dettagli

Tecnologie Informatiche. service. Sicurezza aziendale Servizi Internet e Groupware

Tecnologie Informatiche. service. Sicurezza aziendale Servizi Internet e Groupware Tecnologie Informatiche service Sicurezza aziendale Servizi Internet e Groupware Neth Service è un sistema veloce, affidabile e potente per risolvere ogni necessità di comunicazione. Collega la rete Aziendale

Dettagli

Tabella delle competenze. ANNI Di ESPERIENZA

Tabella delle competenze. ANNI Di ESPERIENZA Configurazione e troubleshooting lato utente di Linee ADSL/HDSL/IP-MPLS. Indicare se si ha esperienza specifica sul Sistema Pubblico di Connettività Configurazione e gestione Firewall Juniper Area I TELECOMUNICAZIONI

Dettagli

POWEREDGE T20 E3-1225V3/4G(1X4)/1TB/290W/ 1YNBD

POWEREDGE T20 E3-1225V3/4G(1X4)/1TB/290W/ 1YNBD POWEREDGE T20 E3-1225V3/4G(1X4)/1TB/290W/ 1YNBD :20-3708 Dell T20, il server conpatto ad alte prestazoni. Produttività superiore Il server racchiude un'ampia capacità di storage interno e prestazioni elevate

Dettagli

Synology DiskStation Manager 2.3

Synology DiskStation Manager 2.3 Synology DiskStation Manager 2.3 DiskStation Manager 2.3 (d'ora in avanti denominato DSM 2.3) è il punto focale per la massimizzazione della propria esperienza NAS. Accluso a tutti i prodotti Synology,

Dettagli

Release 01.07.00B WHIT E PAPER. e-commerce. e-commerce Pag. 1

Release 01.07.00B WHIT E PAPER. e-commerce. e-commerce Pag. 1 Release 01.07.00B WHIT E PAPER Pag. 1 Il modulo di è il modulo di e/ che, attraverso internet, mette in contatto l azienda con tutti i propri interlocutori remoti (rivenditori, clienti, ma anche agenti

Dettagli

Reti di computer. Tecnologie ed applicazioni

Reti di computer. Tecnologie ed applicazioni Reti di computer Tecnologie ed applicazioni Da I.T a I.C.T Con I.T (Information Tecnology) si intende il trattamento delle informazioni attraverso il computer e le nuove apparecchiature tecnologiche ad

Dettagli

Corso di Web programming Modulo T3 A2 - Web server

Corso di Web programming Modulo T3 A2 - Web server Corso di Web programming Modulo T3 A2 - Web server 1 Prerequisiti Pagine statiche e dinamiche Pagine HTML Server e client Cenni ai database e all SQL 2 1 Introduzione In questa Unità si illustra il concetto

Dettagli

Capitolo 15 Reti di calcolatori e sistemi distribuiti

Capitolo 15 Reti di calcolatori e sistemi distribuiti Capitolo 15 Reti di calcolatori e sistemi distribuiti Indice Mezzi e tecniche di trasmissione dati Cavi in rame Fibre ottiche Onde radio e sistemi wireless Modulazione e demodulazione Reti di calcolatori

Dettagli

Provincia autonoma di Trento. ALLEGATO C Linee guida per la realizzazione delle reti LAN (Local Area Network)

Provincia autonoma di Trento. ALLEGATO C Linee guida per la realizzazione delle reti LAN (Local Area Network) Provincia autonoma di Trento Servizio Semplificazione e Sistemi Informativi ALLEGATO C Linee guida per la realizzazione delle reti LAN (Local Area Network) Pagina 1 di 11 INDICE 1 PREMESSA 2 LE COMPONENTI

Dettagli

Cesare Pallucca Application Engineer Manager Omron Electronics Spa

Cesare Pallucca Application Engineer Manager Omron Electronics Spa Reti di telecontrollo per le acque: i vantaggi nella modernizzazione degli impianti Cesare Pallucca Application Engineer Manager Omron Electronics Spa Forum Telecontrollo Reti Acqua Gas ed Elettriche Roma

Dettagli

Internet: Connettività. conoscerlo al meglio per usarlo meglio. 2011 Gabriele Riva - Arci Barzanò

Internet: Connettività. conoscerlo al meglio per usarlo meglio. 2011 Gabriele Riva - Arci Barzanò Internet: conoscerlo al meglio per usarlo meglio Connettività Lezione 3 (connettività): Adsl, Router, Hub, Switch, Wi-Fi Modem GSM - Edge Umts Hsdpa Hsupa Reti Il file di hosts Adsl (Asymmetric Digital

Dettagli

Guida all installazione di METODO

Guida all installazione di METODO Guida all installazione di METODO In questo documento sono riportate, nell ordine, tutte le operazioni da seguire per una corretta installazione di Metodo. Per procedere con l installazione è necessario

Dettagli

Le Reti (gli approfondimenti a lezione)

Le Reti (gli approfondimenti a lezione) Le Reti (gli approfondimenti a lezione) Per migliorare la produttività gli utenti collegano i computer tra di loro formando delle reti al fine di condividere risorse hardware e software. 1 Una rete di

Dettagli

Realizzazione di una rete dati IT

Realizzazione di una rete dati IT Realizzazione di una rete dati IT Questo documento vuole semplicemente fornire al lettore un infarinatura di base riguardo la realizzazione di una rete dati. Con il tempo le soluzioni si evolvono ma questo

Dettagli

Servizi di connessione alla Rete Telematica Regionale Toscana estesa tramite connessione satellitare bidirezionale. Questionario Tecnico

Servizi di connessione alla Rete Telematica Regionale Toscana estesa tramite connessione satellitare bidirezionale. Questionario Tecnico Servizi di connessione alla Rete Telematica Regionale Toscana estesa tramite connessione satellitare bidirezionale Questionario Tecnico Gentile responsabile, La ringraziamo per il Suo interesse nei servizi

Dettagli

CUBE firewall. Lic. Computers Center. aprile 2003 Villafranca di Verona, Italia

CUBE firewall. Lic. Computers Center. aprile 2003 Villafranca di Verona, Italia CUBE firewall Lic. Computers Center aprile 2003 Villafranca di Verona, Italia ! " #! $ # % $ & 2000 1500 1000 Costo 500 0 Costo per l implentazione delle misure di sicurezza Livello di sicurezza ottimale

Dettagli

Reti standard. Si trattano i modelli di rete su cui è basata Internet

Reti standard. Si trattano i modelli di rete su cui è basata Internet Reti standard Si trattano i modelli di rete su cui è basata Internet Rete globale Internet è una rete globale di calcolatori Le connessioni fisiche (link) sono fatte in vari modi: Connessioni elettriche

Dettagli

Dimensione geografica delle reti. Pan-Lan-Man-Wan-Gan-WLan-WMan-WPan. Pan-Lan-Man-Wan-Gan-WLan-WMan-WPan. Pan-Lan-Man-Wan-Gan-WLan-WMan-WPan

Dimensione geografica delle reti. Pan-Lan-Man-Wan-Gan-WLan-WMan-WPan. Pan-Lan-Man-Wan-Gan-WLan-WMan-WPan. Pan-Lan-Man-Wan-Gan-WLan-WMan-WPan Dimensione geografica delle reti Le reti possono essere più o meno vaste geograficamente. PAN LAN MAN GAN CABLATE (wired) SENZA FILI (wireless) infrarossi - onde radio WLAN WMAN WPAN MISTE (wired/wireless)

Dettagli

Caratteristiche generali dell offerta Server

Caratteristiche generali dell offerta Server Caratteristiche generali dell offerta Server Firewall (schema allegato) Una protezione indispensabile contro gli accessi indesiderati nella rete aziendale. Il firewall viene posizionato tra la rete aziendale

Dettagli

Banda 3.5 Mobile Accesso a internet tramite segnali 3.5G Mobile - Riconosce e configura automaticamente segnali 3G, 2.75G e 2.5G

Banda 3.5 Mobile Accesso a internet tramite segnali 3.5G Mobile - Riconosce e configura automaticamente segnali 3G, 2.75G e 2.5G Router Wireless 54 Mbps 802.11b/g ultra compatto Antenna e trasformatore integrati, con presa rimuovibile, facile da portare, settare e usare ovunque ed in ogni momento Banda 3.5 Mobile Accesso a internet

Dettagli

security Firewall UTM

security Firewall UTM security Firewall UTM Antispam Firewall UTM Antivirus Communication VPN IDS/IPS Security MultiWAN Hotspot MultiZona Aggiornamenti automatici Proxy Collaboration IP PBX Strumenti & Report Monitraggio Grafici

Dettagli

Architettura degli Elaboratori 2. Esempio di progetto (2) progettazione di una LAN. Esempio di progetto (3) 4 4 4 4 4 10. Esempio di progetto (4)

Architettura degli Elaboratori 2. Esempio di progetto (2) progettazione di una LAN. Esempio di progetto (3) 4 4 4 4 4 10. Esempio di progetto (4) Architettura degli Elaboratori 2 Esercitazioni 4 progettazione reti LAN Esempio di progetto (2) Al terra sono presenti 4 laboratori per studenti ed un locale attrezzato per la gestione della. Ogni laboratorio

Dettagli

Installazione di una rete privata virtuale (VPN) con Windows 2000

Installazione di una rete privata virtuale (VPN) con Windows 2000 Pagina 1 di 8 Microsoft.com Home Mappa del sito Cerca su Microsoft.com: Vai TechNet Home Prodotti e tecnologie Soluzioni IT Sicurezza Eventi Community TechNetWork Il programma TechNet Mappa del sito Altre

Dettagli

Sicurezza architetturale, firewall 11/04/2006

Sicurezza architetturale, firewall 11/04/2006 Sicurezza architetturale, firewall 11/04/2006 Cos è un firewall? Un firewall è un sistema di controllo degli accessi che verifica tutto il traffico che transita attraverso di lui Consente o nega il passaggio

Dettagli

Linux User Group Cremona CORSO RETI

Linux User Group Cremona CORSO RETI Linux User Group Cremona CORSO RETI Cos'è una rete informatica Una rete di calcolatori, in informatica e telecomunicazioni, è un sistema o un particolare tipo di rete di telecomunicazioni che permette

Dettagli

Appliance di protezione gestite via cloud

Appliance di protezione gestite via cloud Scheda Tecnica MX Serie Appliance di protezione gestite via cloud Panoramica Meraki MX è una soluzione completa che racchiude firewall e gateway di filiale di ultima generazione, concepita per fare in

Dettagli

Intranet: progettazione e capacity planning

Intranet: progettazione e capacity planning Intranet: progettazione e capacity planning 19/0 /05/0 G.Serazzi a.a. 2004/05 Impianti Informatici CSIntra - 1 indice intranet per una redazione giornalistica architettura, principali componenti e funzioni

Dettagli

Firewall, Proxy e VPN. L' accesso sicuro da e verso Internet

Firewall, Proxy e VPN. L' accesso sicuro da e verso Internet L' accesso sicuro da e verso Internet L' accesso ad Internet è ormai una necessità quotidiana per la maggior parte delle imprese. Per garantire la miglior sicurezza mettiamo in opera Firewall sul traffico

Dettagli

Reti di computer- Internet- Web. Concetti principali sulle Reti Internet Il Web

Reti di computer- Internet- Web. Concetti principali sulle Reti Internet Il Web Reti di computer- Internet- Web Concetti principali sulle Reti Internet Il Web Condivisione di risorse e comunicazione con gli altri utenti n n n Anni 70: calcolatori di grandi dimensioni, modello timesharing,

Dettagli

Reti e Internet LAN (local-area network) WAN (wide-area network) NIC (Network Interface Card)

Reti e Internet LAN (local-area network) WAN (wide-area network) NIC (Network Interface Card) Reti e Internet Il termine LAN (local-area network) definisce una tipologia di rete, o di parte di una rete, in cui i vari dispositivi che ne fanno parte sono tutti dislocati nell'ambito dello stesso edificio

Dettagli

I COMPONENTI DI UNA RETE

I COMPONENTI DI UNA RETE I COMPONENTI DI UNA RETE LE SCHEDE DI RETE (O INTERFACCE 'NIC') Tutti I PC, per poterli utilizzare in rete, devono essere dotati di schede di rete (NIC). Alcuni PC sono dotati di NIC preinstallate. Nello

Dettagli

Reti Locali. Lezione tenuta presso l Istituto I.I.S.S. Egidio Lanoce Maglie, 26 Ottobre 2011 Prof Antonio Cazzato

Reti Locali. Lezione tenuta presso l Istituto I.I.S.S. Egidio Lanoce Maglie, 26 Ottobre 2011 Prof Antonio Cazzato Reti Locali Lezione tenuta presso l Istituto I.I.S.S. Egidio Lanoce Maglie, 26 Ottobre 2011 Prof Antonio Cazzato Reti di Calcolatori una rete di calcolatori è costituita da due o più calcolatori autonomi

Dettagli

Risorsa N 033863. Inglese Buono Spagnolo Buono

Risorsa N 033863. Inglese Buono Spagnolo Buono Risorsa N 033863 DATI ANAGRAFICI: Nato nel : 1973 Residente a : Roma ISTRUZIONE E CERTIFICAZIONI: Diploma di Maturità Scientifica LINGUE STRANIERE: Inglese Buono Spagnolo Buono COMPETENZE INFORMATICHE:

Dettagli

Modulo Switch ProCurve xl Access Controller

Modulo Switch ProCurve xl Access Controller Aggiungendo il modulo ProCurve Switch xl Access Controller, lo switch serie 5300xl fornisce un approccio esclusivo all integrazione del controllo dell accesso degli utenti basato su identità, privacy dei

Dettagli